Docenti: LEONARDO SABA - EMANUELE CAPPAI A.S

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Docenti: LEONARDO SABA - EMANUELE CAPPAI A.S. 2014-2015"

Transcript

1 Disciplina: MACCHINE Class III E C A I M Docnti: LEONARDO SABA - EMANUELE CAPPAI A.S Libro Tsto : L. FERRARO Mccanica, Macchin Impianti ausiliari. Appunti tabll a cura docnti. I part U.D. 1 Sistmi unità misura Sistma intrnazional sistma tcnico, convrsion dll unità misura, dfinizion massa volumica pso spcifico, portata massica volumtrica loro unità misura Trmonamica gas Calorimtrica; calor spcifico pr liqui gas Sistmi trmonamici chiusi aprti, calor lavoro, primo principio ffrnza tra ffrnza tra trasformazion aabatica isotrma nll applicazioni Evntuali sciplin coinvolt ca fisica Attività xtrascolastich o intgrativ coinvolt Conoscnz abilità comptnz Acquisizion dl significato misura, Essr in grado sapr ffttuar l convrsioni dll unità misura Apprndr l lggi gas prftti, conoscr l trasformazioni gas Acquisizion dl conctto calor lavoro sapr rapprsntar l trasformazioni nl piano p v Critrio sufficinza dll abilità, conoscnz dll comptnz da acquisir Conoscr l unità misura dl S.I. Conoscr sapr riportar ni agrammi trmonamici l trasformazioni trmonamich s opportunamnt guidato Tipolog i dll prov Orali 7 Orali scritt Or impi gat

2 pratich trasformazioni trmonamich Equazion carattristica gas prftti, trasformazioni trmonamich: isocora isobara isotrma aabatica. Cicli trmonamici Dfinizion macchina trmica Ciclo trmonamico gnrico, ciclo trmonamico Disl Otto, agramma torico motori Disl Otto Trmonamica Vapori: Il sistma acqua vapor riscaldamnto vaporizzazion surriscaldamnto. Tabll dl vapor d acqua saturo surriscaldato( cnni) U.D. Impianti a vapor L impianto trmico a vapor, schma smplificato, dll impianto trmico a vapor, potnz scambiat nll impianto trmico a vapor, Principio dll turbin a vapor. Carattristich funzionali costruttiv motori a combustion Fasi tmpi, corsa, alsaggio cilindrata gomtrica total, vlocità ma dllo stantuffo, rapporto corsa/amtro, rapporto volumtrico comprssion. Tstata, Trmo namica Acquisir il conctto vapor umido saturo surriscaldato, sapr lggr l tabll dl vapor d acqua, acquisir il conctto bollizion, vaporizzazion È in grado rapprsntar lo schma dll I. T. a vapor.,conoscr il principio dll impianto a vapor in grado stingur gli organi Acquisizion procssi trmonamici ch sono alla bas dl dll impianto Conoscr l parti fondamntali un motor la costituzion d il dgli apparati motori altrnativi Essr in grado rapprsntar i cicli trmonamici sl nl piano p- v, Sapr lggr l tabll dl vapor d acqua Sapr rapprsntar dscrivr lo schma dll impianto trmico a vapor Scritt Scritt Dscrivr anch con l ausilio schmi la costituzion il motori 8

3 cilindri, billa albro motor, stribuzion.. 7 Idraulica: lgg continuità, portata volumtrica massica, torma Brnoulli, nrgi possdut da un fluido in moto, prvalnza una pompa, impianto idraulico sollvamnto, prvalnza una pompa Trmo namica fisica. Conosc il conctto portata volumtrica massica, sapr stingur l nrgia possdut da un fluido,è in grado riprodurr un impianto idraulico sollvamnto Applica s guidato l nozioni bas dll idraulica 8 Tcnologia mccanica Proprità mccanich tcnologich matriali, carico unitario, carico unitari snrvamnto, carico rottura sicurzza. Cofficint sicurzza, lgh frro carbonio dsignazion dgli acciai Chimica Acquisizion dll carattristich matriali, conoscr i carichi unitari..sapr dscrivr, anch s guidato mant, tabll agrammi l proprità matriali. II part U.D. 1 Sistmi unità misura. Il sistma intrnazional sistma tcnico, convrsion dll unità misura, unità misura dalla forza, prssion, lavoro, la loro dfinizion potnza. Dfinizion dl KWh. Prssion assoluta rlativa massa volumica pso spcifico, portata massica volumtrica loro unità misura Mtrologia Strumnti misura Evntuali sciplin coinvolt Attività xtrascolastich o intgrativ coinvolt Conoscnz abilità comptnz Acquisizion dl significato misura, Essr in grado sapr ffttuar l convrsioni dll unità misura Essr in grado ffttuar misur Critrio sufficinza dll abilità, conoscnz dll comptnz da acquisir Conoscr l unità misura dl S.I. Conoscr i multipli i sottomultipli utilizzati nll Tipolog i dll prov Orali scritt Orali scritt pratich Or impi gat 7

4 loro carattristich mtrologich, rrori unità misura. Calibro vntsimal, il calibro cinquantsimal, il micromtro a vit. Esrcitazioni: sulla prcision dgli strumnti mant il rilvamnto dll mnsioni un pzzo mccanico prsposizion una tablla confronto. ca fisica pzzi mccanici mant i vari tipi calibro dl micromtro confrontar i dati in bas alla prcision dgli strumnti. lavorazioni mccanich. Carattristich fisich matriali: massa volumica, volum spcifico, pso spcifico, viscosità. Combustibili Tipologi, carattristich fondamntali ( potr calorifico suprior infrior,, punto accnsion.cnni sulla combustion: aria combustion cofficint d ccsso d aria Distillazion frazionata dl grggio.combustibili impigati nlla propulsion naval( MGO, MDO, UFO )Il bunkraggio, rgol d imbarco L lavorazioni matriali. Lavorazioni al banco all macchin utnsili. Carattristich dll filttatur. Filttatura Mtrica ISO. L qualità lavorazion l tollranz mnsionali.. Conoscr sapr stingur l proprità combustibili Essr in grado prsporr un foglio lavorazion d ffttuar dll smplici lavorazioni con l uso dll tabll richist. Essr in grado stingur i cicli trmonamici sl Otto nl piano p- v, Essr in grado idntificar, s guidato alcun proprità carattristich combustibili Sapr organizzar la ralizzazion un oggtto nl risptto dll mnsioni. Scritt pratich Cagliari

5 Disciplina: MACCHINE Class IV A Docnt: LEONARDO SABA - ANTONIO CARRERAS Libro Tsto : L. FERRARO Mccanica, Macchin Impianti ausiliari. I part U.D. 1 Sistmi unità misura Sistma Intrnazional, sistma tcnico, convrsion dll unità misura, dfinizion massa volumica pso spcifico, portata massica volumtrica loro unità misura Trmonamica gas Sistmi trmonamici chiusi aprti, calor lavoro, primo principio ffrnza tra ffrnza tra trasformazion aabatica isotrma Evntuali sciplin coinvolt ca fisica Attività xtrascolastich o intgrativ coinvolt Conoscnz abilità comptnz Acquisizion dl significato misura, Essr in grado sapr ffttuar l convrsioni dll unità misura Apprndr l lggi gas prftti, conoscr l trasformazioni gas Acquisizion dl conctto calor lavoro sapr Critrio sufficinza dll abilità, conoscnz dll comptnz da acquisir Conoscr l unità misura dl S.I. Conoscr sapr riportar ni agrammi trmonamici l trasformazioni trmonamich Tipolog i dll prov Orali 7 Orali scritt Or impi gat

6 nll applicazioni pratich trasformazioni trmonamich quazion carattristica gas prftti rapprsntar l trasformazioni nl piano pv Cicli trmonamici Dfinizion macchina trmica Ciclo trmonamico gnrico, ciclo trmonamico Disl Otto, agramma torico motori Disl Otto I comprssori volumtrici il ciclo lavoro Trmonamica Vapori: Il sistma acqua vapor riscaldamnto vaporizzazion surriscaldamnto. Tabll dl vapor d acqua saturo surriscaldato U.D. Impianti a vapor L impianto trmico a vapor, schma smplificato, dll impianto trmico a vapor, potnz scambiat nll impianto trmico a vapor, Principio dll turbin a vapor. Carattristich funzionali costruttiv motori a combustion Fasi tmpi, corsa, alsaggio cilindrata gomtrica total Trmo namica Acquisir il conctto vapor umido saturo surriscaldato, sapr lggr l tabll dl vapor d acqua, acquisir il conctto bollizion,, vaporizzazion Sapr utilizzar l tabll dl vapor d acqua rapprsntar lo schma dll I. T. a vapor.,conoscr il principio dll impianto a vapor stingur gli organi Acquisir i procssi trmonamici ch sono alla bas dl dll impianto Conoscr l parti ssnziali un motor la costituzion d il dgli apparati motori altrnativi Essr in grado rapprsntar i cicli trmonamici sl nl piano p- v, Sapr lggr l tabll dl vapor d acqua Sapr rapprsntar dscrivr lo schma dll impianto trmico a vapor Dscriv, anch con Scritt Scritt

7 , vlocità ma dllo stantuffo, rapporto corsa/amtro, rapporto volumtrico comprssion. l ausilio schmi la, costituzion motori 7 Potnz Rnmnti motori sl Potnza sponibil, potnza torica, potnza incata potnza ffttiva, potnza ass, potnza propulsiva. Trmo namica fisica Apprndr l caus prt motori, sapr stingur l potnz. Conosc la catna rnmnti dl motor. 8 Trattamnto miscl olos: Impianti sparazion filtrazion chimica Acquisizion principi fisici alla bas dl fnomno dlla sparazion filtrazion Conoscr il la costituzion d il dll impianto. Essr in grado riprodurr lo schma smplificato dll impianto sparazion filtrazion. Scritt II part 1 Olonamica sull navi: Gnralità schma compositivo dll impianto: l pomp: tipologi campi utilizzazion carattristich liqui utilizzabili nll impianto, attuatori linari motori idraulici rlativa simbologia grafica: I stributori: tipologi,rapprsntazion grafica schmatica, sistmi azionamnto. L cntralin olonamich parti costitunti ( srbatoio, filtri rfrigratori prssostatici Conoscr sapr classificar i componnti un impianto olonamico Riconoscr l tipologi dll cntralin olonamich Riconosc i componnti sapr dscrivr una cntralina olonamica, anch con l ausilio sgni schmi Orali Tst 10

8 Applicazioni dll olonamica Comando motor linar, motor rotant, timonri a palmol,port stagn, pinn stabilizzatrici Ausiliari coprta: manovra ancor, tonnggio carico. Tubazioni bordo Componnti: giunzioni, valvol intrcttazion ritgno. Prs scarichi in mar. Colori dll tubazioni ( UNI 97) Problmi tcnici: colpo d arit, cavitazion, corrosion chimica galvanica chimica tcnologia mccanica Intrprtar il coman, riconoscr la costituzion dgli impianti, valutar l prstazioni impianti olonamici Essr in grado conoscr la funzion la formazion dll tubazioni a bordo. riconosc i componnti dscriv la funzion impianti olonamici anch con l ausilio schmi sgni Scritt Impianti comprssa aria Schma compositivo dll impianto; i comprssori: tipologi campi applicazion. Comprssori volumtrici namici Comprssor altrnativo agramma idal.comando rgolazion; il srbatoio dll aria comprssa la sua funzion. Organi controllo rgolazion. Trattamnti dll aria, sistmi adoprati pr la dpurazion, rfrigrazion dumificazion. La rt stribuzion. L valvol: tipologi, rapprsntazion schmatica, sistmi azionamnto. Utilizzatori attuatori Acquisizion principi fondanti dll aria comprssa. Conoscr l Carattristich dll impianto dll aria ssr in grado sapr riconoscr attravrso i dati la tipologia dll impianto. riconoscr i componnti dscriv la funzion impianti olonamici anch con l ausilio schmi sgni

9 linari motori pnumatici. Componnti impianti pnumatici: cilindri a S. E. D. E. Valvol ritgno, sicurzza, intrcttazion filtri, Esmpi schmi smplici impianti pnumatici Comando da un punto un cilindro a doppio a smplic fftto. Comando da du/quattro punti un cilindro S.E. con valvola slttiva.comando sicurzza un cilindro a S.E. con valvola a du prssioni. Comando con rintro automatico un cilindro a doppio fftto. Circuiti logici pnumatici: cnni opratori logici in ambito pnumatico: Not, And, Or; Ys Utnz aria comprssa a bordo 7 Esrcitazioni in laboratorio: Impianti pnumatici. Trattamnto aria. Comprssor altrnativo bicilindrico. Azionamnto cilindri smplic doppio fftto, motori pnumatici rotativi Trmonamica Essr in grado intrprtar sgnar il comando cilindri pnumatici a smplic a doppio fftto Conoscr l utilizzo dll aria comprssa a bordo. Essr in grado inviduar dscrivr l apparcchiatur costitunti l impianto pnumatico Sapr riprodurr, s opportunamnt guidato, gli schmi dll impianti pnumatici. Essr in grado, con l ausilio schmi sgni rilvar dati carattristici dll impianto. Oral grafico

10 Disciplina : MACCHINE Class III A Docnt: LEONARDO SABA ANTONIO CARRERAS A.S Libro Tsto : L. FERRARO Mccanica Macchin I PARTE U.D. 1 Sistmi unità misura. Il sistma intrnazional sistma tcnico, convrsion dll unità misura, unità misura dalla forza, prssion, lavoro, la loro dfinizion potnza. Dfinizion dl KWh. Prssion assoluta rlativa massa volumica pso spcifico, portata massica volumtrica loro unità misura Trmonamica Calor, lavoro tmpratura scal trmomtrich assoluta cntigrada Sistmi trmonamici chiusi Evntuali sciplin coinvolt ca fisica Attività xtrascolastich o intgrativ coinvolt Conoscnz abilità comptnz Acquisizion dl significato misura, Essr in grado sapr ffttuar l convrsioni dll unità misura Apprndr l lggi gas prftti, conoscr l trasformazioni gas Acquisizion dl Critrio sufficinza dll abilità, conoscnz dll comptnz da acquisir Conoscr l unità misura dl S.I. Conoscr sapr riportar ni agrammi trmonamici l trasformazioni trmonamich Tipolog i dll prov Orali 7 Orali scritt Or impi gat

11 aprti, macchina trmica rnmnto una macchina trmica Principali trasformazioni trmonamich: isocora, isobara, isotrma aabatica trasformazion aabatica isotrma. quazion carattristica gas prftti conctto calor lavoro sapr rapprsntar l trasformazioni nl piano p v Cicli trmonamici Dfinizion macchina trmica Ciclo trmonamico gnrico, ciclo trmonamico Disl Otto, agramma torico motori Disl Otto Essr in grado tracciar i cicli Otto Disl nl piano PV Conoscr alcun carattristich motori altrnativi Essr in grado stingur i cicli trmonamici sl Otto nl piano p- v, Trmonamica Vapori: Il sistma acqua vapor riscaldamnto vaporizzazion surriscaldamnto. Tabll dl vapor d acqua saturo surriscaldato U.D. Impianti a vapor L impianto trmico a vapor, schma smplificato, dll impianto trmico a vapor, potnz Idraulica Enrgi possdut da un fluido in movimnto, Torma Brnoulli Fisica Acquisir il conctto vapor umido saturo surriscaldato, sapr lggr l tabll dl vapor d acqua, acquisir il conctto bollizion vaporizzazion Sapr utilizzar l tabll dl vapor d acqua rapprsntar lo schma dll I. T. a vapor., stingur gli organi Acquisir i procssi trmonamici ch sono alla bas dl dll impianto Sapr stingur l form nrgi possdut dal fluido, intrprtar giustificar il principio Brnoulli Sapr lggr l tabll dl vapor d acqua Sapr rapprsntar dscrivr lo schma dll impianto trmico a vapor Riconoscr l tr form nrgia: potnzial prssion cintica Orali tst

12 7 Carattristich funzionali costruttiv motori a combustion Fasi tmpi, corsa, alsaggio cilindrata gomtrica total, vlocità ma dllo stantuffo, rapporto corsa/amtro, rapporto volumtrico comprssion. Conoscr l parti ssnziali un motor la costituzion d il dgli apparati motori altrnativi. Dscriv, anch con l ausilio schmi la, costituzion motori Scritt II part U.D. 1 Sistmi unità misura. Il sistma intrnazional sistma tcnico, convrsion dll unità misura, unità misura dalla forza, prssion, lavoro, la loro dfinizion potnza. Dfinizion dl KWh. Prssion assoluta rlativa massa volumica pso spcifico, portata massica volumtrica loro unità misura Mtrologia Strumnti misura loro carattristich mtrologich, rrori unità misura. Calibro vntsimal Esrcitazioni: misur con il calibro vntsimal Evntuali sciplin coinvolt ca fisica Attività xtrascolastich o intgrativ coinvolt Conoscnz abilità comptnz Acquisizion dl significato misura, Essr in grado sapr ffttuar l convrsioni dll unità misura Essr in grado ffttuar misur pzzi mccanica mant il calibro Critrio sufficinza dll abilità, conoscnz dll comptnz da acquisir Conoscr l unità misura dl S.I. Conoscr l utilizzo dl calibro Tipolog i dll prov Orali scritt Orali scritt Or impi gat 7 Conoscr l carattristich

13 Carattristich fisich matriali: massa volumica, volum spcifico, pso spcifico, viscosità. combustibili Orali tst Combustibili Tipologi, carattristich fondamntali ( potr calorifico suprior infrior,, punto accnsion.cnni sulla combustion: aria combustion cofficint dcsso d aria Distillazion frazionata dl grggio.combustibili impigati nlla propuslsion naval( MGO, MDO, UFO )Il bunkraggio, rgol d imbarco U.D. Propulsori navali Elich a pal fiss. Propulsori azimutali. Propulsor cicloidal. Elica travrsal. Struttura dlla lina d assi. La propulsion naval con motori sl Gnralità sui motori a combustion intrna. Diagramma dl motor Disl a tmpi. Asptti impiantistici costruttivi motori altrnativi.organi motori: cilindri, pistoni,bill,albro motor, valvol Conoscr sapr stingur l proprità combustibili Conoscr il principio propulsori saprli dsrivr Fisica. Conoscr l parti ssnziali un motor la costituzion, il dgli apparati motori altrnativi Essr in grado idntificar, s guidato alcun proprità carattristich combustibili Sapr dscrivr lo schma alcuni propulsori Riconoscr l tr form nrgia: potnzial prssion cintica Orali scritt Orali scritt Cagliari

14 Disciplina : MACCHINE CLASSE V E CAIM Docnti : LEONARDO SABA UMBERTO COZZOLINO Libro Tsto : L. FERRARO Mccanica, Macchin Impianti ausiliari. I part : motori pr la propulsion ausiliari. U.D. 1 Sistmi unità misura Sistma intrnazional sistma tcnico, convrsion dll unità misura, dfinizion massa volumica pso spcifico, portata massica volumtrica loro unità misura Trmonamica gas Sistmi trmonamici chiusi aprti, calor lavoro massico, primo principio dlla trmo- namica,nrgia intrna,ntalpia, trasformazioni trmonamich nl piano PV TS. Evntuali sciplin coinvolt ca fisica Attività xtrascolastich o intgrativ coinvolt Ripasso dl IV anno Compltamnto programma dl IV anno Conoscnz abilità comptnz Acquisizion dl significato misura, Essr in grado sapr ffttuar l convrsioni dll unità misura Apprndr l lggi gas prftti, conoscr l trasformazioni gas Acquisizion dl conctto nrgia intrna, funzion stato, sistma, sapr rapprsntar l Critrio sufficinza dll abilità, conoscnz dll comptnz da acquisir Conoscr l unità misura dl S.I. Conoscr sapr riportar ni agrammi trmonamici l trasformazioni trmonamich Tipolog i dll prov Orali scritt Orali scritt Or impi gat 7 9

15 Cicli trmonamici Ciclo trmonamico gnrico,lavoro util,rnmnto trmico idal dl ciclo,ciclo Carnot nl piano PV TS suo rnmnto. principio dlla trmonamica, ntropia dgradazion dl calor, rnmnto trmonamico Trmonamica vapori Diagramma dl vapor d acqua nl piano PV calor riscaldamnto, calor latnt vaporizzazion, agramma dl vapor nl piano TS HS, tabll dl vapor d acqua saturo surriscaldato U.D. Impianti a vapor Ciclo Hirn nl piano HS TS, rnmnto torico dl ciclo Hirn smplificato, schmi impianti a vapor, potnz, rnmnti consumi un impianto a vapor, Principio turbin a vapor. dll Cicli idali pr macchin a gas Cicli simmtrici con du aabatich- ciclo Otto, cicli asimmtrici- ciclo Disl Trmo namica gas Ripasso compltamnto programma dl IV anno Ripasso compltamnto programma dl IV anno Ripasso compltamnto programma dl IV anno trasformazioni ni piani PV TS HS ssr in grado applicar il I P. dlla T. Conoscr il conctto rnmnto qualità dll nrgia, apprndr l conzioni prché si possa ralizzar un ciclo trmonamico, ssr in grado dtrminar gli stati fisici vrtici un ciclo Acquisir il conctto vapor umido saturo surriscaldato, sapr lggr l tabll dl vapor d acqua, acquisir il conctto bollizion, bollizion, vaporizzazion Sapr utilizzar l tabll dl vapor d acqua rapprsntar graficamnt ciclo impianto a vapor, sapr calcolar potnz rnmnti.,conoscr il principio dll impianto a vapor stingur gli organi Acquisir i procssi trmonamici ch sono alla bas dl dll impianto Consguimnto dl conctto ciclo, conoscr i paramtri ch carattrizzano i cicli. Sapr ffttuar il Essr in grado rapprsntar i cicli trmonamici ni piani p- v, T- S h- S Sapr lggr l tabll dl vapor d acqua Sapr rapprsntar dscrivr il ciclo Hirn ni piani trmonamici Dscriv, anch con l ausilio schmi, i cicli trmonamici, calcola i rispttivi rnmnti Scritt Scritt 1 7

16 7 Gnralità sui motori a combustion intrna Classificazion motori:,motori a carburazion a tmpi,motor Disl a tmpi agramma torico dl motor a carburazion a tmpi, a tmpi, dl motor sl a tmpi tmpi. Rapporto volumtrico comprssion, aria pr la combustion, rnmnto volumtrico. 8 Carattristich funzionali costruttiv motori a combustion intrna. Ciclo idal Otto, ciclo Disl,ciclo Sabathè,agrammi torici,ciclo ral dl motor a carburazion a tmpi,ciclo ral dl motor Disl a tmpi, Diagrammi incati circolari, prssion ma incata, prssion m-a ffttiva, vlocità ma dllo stantuffo, rapporto corsa/amtro, potnza incata,ffttiva, calcolo massima dll mnsioni, potnza propulsiva,formula dll Ammiragliato. Schmi impianti: altrnator ass, sistmazion assial dll altrnator, paramtri carattristici dll nrgi lttrica bordo, schma propulsion sllttrica. Sistma Turbo Trmo namica gas fisica Trmo namica confronto fra il ciclo Otto, Disl, Joul Acquisizion dl conctto macchina trmica Essr in grado classificar i motori attravrso la conoscnza cicli idali Conoscnza complta procssi trmonamici ch stanno alla bas dl motori. Conoscr i agrammi torici ral motori. Riconoscr la costituzion d il dgli apparati motori,. Valutar l prstazioni motori anch mant l utilizzo tabll, agrammi grafici Essr in grado far funzionar il macchinario principal Conoscr il vari impianti mant consultazion dl formulario Sapr classificar i motori in rlazion ai cicli rifrimnto Dscriv, anch con l ausilio schmi monografi, costituzion motori 10 0

17 Compound Sjstm 9 Rnmnti consumi Prt, potnz, rnmnti consumi, bi-lancio trmico caldai a rcupro, stribuzion, raffrddamnto, sistmi lavaggio,sovralimnta-zion motori Disl a a tmpi, turbosoffianti a gas scarico, inittori, pompa Bosch, calcolo dlla potnza sviluppata al frno, calcolo dl consumo orario dl combustibil, fasatura mccanica, organi stribuzion, controllo rgolazion dl gioco dll valvol. Curv carattristich Trmo namica fisica Conoscr l caus prt motori, acquisir i valori numrici rnmnti motori. Intrprtar il procssi applicando l lggi fondamntali dll convrsioni nrgtich dlla mccanica. Riconoscr la costituzion il dgli apparati propulsion Calcola prstazioni consumi motori 0 10 Turbin a gas)/ schmi d impianti Ciclo rifrimnto idal ral, rnmnti, consumi, potnz, mto pr migliorar il rnmnto, schmi d impianti combinati Disl turbina a gas pr navi, 11 Manutnzion: incidntal, prvntiva, prttiva, migliorativa Trmonamica fisica Conoscnza complta fnomni ch stanno alla bas dl dll turbin. Sapr tracciar il ciclo torico ral dll T.a G. Essr in grado rapprsntar lggr gli schmi d impianti a T.a G. Conoscnza dll mansioni svolt a bordo, l procdur l oprazioni dlla manutnzion Dscriv la costituzion dll T. a G. Calcola prstazioni consumi Sapr stingur classificar la manutnzion Scritt 10 II part : Impianti bordo Tsto : L. Frraro Mccanica, Macchin Impianti ausiliari. 1 Olonamica sull navi: Costituzion un circuito olonamico, gnratori nrgia, Conoscr sapr classificar i componnti un impianto Riconosc i componnti sa dscrivr una cntralina olonamica Scritt 10

18 lmnti stribuzion, cntralin olonamich Applicazioni dll olonamica Comando motor linar, motor rotant, timonri a palmol,port stagn, movimntazion dl carico, organi tonnggio, sntin. Stuo dll infiammabilità dll miscl ariavapori idrocarburi: Impianto gas inrt, composizion gas inrt, Diagramma infiammabilità, volum dl carico potnzialità gnrator gas inrt, intrprtazion dl agramma gas inrt., oprazion purging, gas fring, lavaggio dll cistrn. chimica olonamico Riconoscr l tipologi dll cntralin olonamich Intrprtar il coman, riconoscr la costituzion d il dgli impianti, valutar l prstazioni impianti olonamici Acquisizion principi fisici alla bas dl fnomno dlla combustion. riconoscr la costituzion d il dll impianto. Essr in grado riprodurr lo schma i particolari dll impianto Dscriv, anch con l ausilio schmi monografi, la costituzion il dgli olonamici Essr in grado riprodurr lo schma smplificato dll impianto gas inrt, intrprtar sintticamnt il agramma d infiammabilità Scritt Scritt 1 1 La rfrigrazion marina Vaporizzazion, condnsazion, laminazion,,cicli frigorifro a comprssion, principi torici agrammi trmonamici nl Trmonamica vapori Acquisizion fnomni alla bas dlla rfrigrazion, ssr in grado rapprsntar graficamnt il ciclo nl piano ph, ricavar gli stati fisici vrtici dl ciclo, Sapr riprodurr lo schma il ciclo torico ni piani TS p h, 1

19 piano TS HS, COP. Cicli aumntar cofficint fftto util: pr il comprssion a du sta con rfrigrazion intrma sottoraffrddamnto, dati ch carattrizzano un impianto frigorifro Impianti frigorifri bordo: componnti schmi, pompa calor 7 Comprssori utilizzati nlla rfrigrazion: comprssori volumtrici altrnativi, a vit comprssori cntrifughi, carattristich comprssori comprssori 8 La vntilazion: rinnovi d aria,, liminazion sostanz non grat, sistmi vntilazion pr l liminazion sostanz non grat, pr sottrazion calor umità, pr l alimntazion dgli impianti trmici tcnici, i vntilatori ( cnni ) Trmonamica vapori Trmonamica vapori Trmonamica gas trmonamica dtrminar il COP, conoscr l carattristich dll impianto Acquisizion principi trmonamici alla bas fnomni, conoscr l carattristich pr potr classificar i cicli, ssr in grado sapr riconoscr attravrso i dati la tipologia dl frigorifro. Conoscr il ciclo torico comprssori, l carattristich, ssr in grado scglir il tipo comprssor pr l impianto Acquisizion fnomni alla bas dlla vntilazion, ssr in grado rapprsntar gli schmi sistmi vntilazion Intrprtar in modo schmatico i mto atti ad aumntar il COP Conoscnza dll carattristich comprssori Sapr schmatizzar uno o più sistmi vntilazion. Scritt Oral grafico CA

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE G. M. MONTANI CONVITTO ANNESSO AZIENDA AGRARIA 63900 FERMO Via Montani n. 7 - Tl. 0734-622632 Fax 0734-622912 www.istitutomontani.it -mail aptf010002@istruzion.it Coc

Dettagli

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R.

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R. Attori in rt pr la mobilità di risultati dll apprndimnto Dirtta WEB, 6 dicmbr 2011 Progtto I CARE Progtto CO.L.O.R. Elmnti distintivi complmntarità Michla Vcchia Fondazion CEFASS gli obittivi Facilitar

Dettagli

IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI

IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI D.Lgs. 192/2005 + D.Lgs. 311/2006 Vincnzo Corrado, Matto Srraino Dipartimnto di Enrgtica Politcnico Di Torino un progtto di:

Dettagli

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE UNA NUOVA VIVIBILITA PER IL CENTRO DI NONANTOLA PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA ESITO DELLE VOTAZIONI RACCOLTE DURANTE LE

Dettagli

CORSO. FIM Via. associazione geometri liberi professionisti. della provincia di Modena. Sede. Costi. Colleg. 2 Pia. rispettivi tecnica.

CORSO. FIM Via. associazione geometri liberi professionisti. della provincia di Modena. Sede. Costi. Colleg. 2 Pia. rispettivi tecnica. CORSO MASTER associazion gomtri libri profssionisti dlla provincia Modna novmbr, cmbr 2014 gnnaio, fbbraio PERCORSO FORMATIVO DI 48 ORE Sd Il corsoo è organizzato prsso la sala convgni dl Collg io Gomm

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO Distrtto Scolastico N 53 Nocra Infrior (SA) SCUOLA MEDIA STATALE Frsa- Pascoli Vial Europa ~ 84015 NOCERA SUPERIORE (SA) Tl. 081 933111-081 931395- fax: 081 936230 C.F.: 94041550651 Cod: Mcc.: SAMM28800N

Dettagli

Esercizi sullo studio di funzione

Esercizi sullo studio di funzione Esrcizi sullo studio di funzion Prima part Pr potr dscrivr una curva, data la sua quazion cartsiana splicita f () occorr procdr scondo l ordin sgunt: 1) Dtrminar l insim di sistnza dlla f () ) Dtrminar

Dettagli

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga Provvdimnto di Prdisposizion dl Programma Annual dll'srcizio finanziario 2014 Il Dsga Visto Il Rgolamnto crnnt l istruzioni gnrali sulla gstion amministrativotabil dll Istituzioni scolastich Dcrto 01 Fbbraio

Dettagli

- Radioattività - - 1 - 1 Ci = 3,7 1010 dis / s. ln 2 T 2T = e ln 2 2 = e 2ln 2 = 1 4

- Radioattività - - 1 - 1 Ci = 3,7 1010 dis / s. ln 2 T 2T = e ln 2 2 = e 2ln 2 = 1 4 Radioattività - Radioattività - - - Un prparato radioattivo ha un attività A 0 48 04 dis / s. A quanti μci (microcuri) si riduc l attività dl prparato dopo du tmpi di dimzzamnto? Sapndo ch: ch un microcuri

Dettagli

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti L politich pr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti Politich pr ottnr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti (BP = + MK = 0) nl lungo priodo BP 0 non è sostnibil prchè In cambi fissi S BP0 si sauriscono

Dettagli

Parcheggi e altre rendite aeroportuali

Parcheggi e altre rendite aeroportuali Argomnti Parchggi altr rndit aroportuali Marco Ponti Elna Scopl La rgolamntazion dl sistma aroportual italiano fino al 2007 non ha vitato la formazion di rndit ingiustificat. In particolar l attività non-aviation,

Dettagli

LA TRASFORMATA DI LAPLACE

LA TRASFORMATA DI LAPLACE LA RASFORMAA DI LAPLACE Pr dcrivr l voluzion di un itma in rgim tranitorio, oia durant il paaggio dll ucit da un rgim tazionario ad un altro, è ncario ricorrr ad un modllo più gnral riptto al modllo tatico,

Dettagli

Art. 1. - Campo di applicazione e definizioni Art. 2. - Classificazione di reazione al fuoco

Art. 1. - Campo di applicazione e definizioni Art. 2. - Classificazione di reazione al fuoco DM 10 marzo 2005 Classi di razion al fuoco pr i prodotti da costruzion da impigarsi nll opr pr l quali ' prscritto il rquisito dlla sicurzza in caso d'incndio. (GU n. 73 dl 30-3-2005) IL MINISTRO DELL'INTERNO

Dettagli

Guida allʼesecuzione di prove con risultati qualitativi

Guida allʼesecuzione di prove con risultati qualitativi TitoloTitl Guida allʼscuzion di prov con risultati qualitativi Guid to prform tsts with qualitativ rsults SiglaRfrnc DT-07-DLDS RvisionRvision 00 DataDat 0602203 Rdazion pprovazion utorizzazion allʼmission

Dettagli

2.1 Proprietà fondamentali dei numeri reali. 1. Elenchiamo separatamente le proprietà dell addizione, moltiplicazione e relazione d ordine.

2.1 Proprietà fondamentali dei numeri reali. 1. Elenchiamo separatamente le proprietà dell addizione, moltiplicazione e relazione d ordine. Capitolo 2 Numri rali In qusto capitolo ci occuprmo dll insim di numri rali ch indichrmo con il simbolo R: lfunzionidfinitsutaliinsimiavaloriralisonol oggttodistudiodll analisi matmatica in una variabil.

Dettagli

Poteri/ funzioni attribuiti dalla norma

Poteri/ funzioni attribuiti dalla norma Compiti funzioni attribuiti dalla tiva all nazional Lgg Art. 6, comma 5 Art. 6, comma 7, ltt.a Art. 6, comma 7, ltt.b Potri/ funzioni attribuiti dalla Vigilanza su tutti i contratti pubblici (lavori, srvizi

Dettagli

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO 1. La struttura di rlazioni tra manifattura srvizi all imprs in un contsto uropo 11 1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO La quota di srvizi sul commrcio

Dettagli

GUIDE ITALIA Un confronto sulle ultime tendenze a supporto della semplificazione e dell efficienza

GUIDE ITALIA Un confronto sulle ultime tendenze a supporto della semplificazione e dell efficienza GUIDE ITALIA Un confronto sull ultim tndnz a supporto dlla smplificazion dll fficza L voluzion dll architttur IT Sogi RELATORE: Francsco GERBINO 16 novmbr 2010 Agnda Prsntazion dlla Socità Architttur IT

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 36 Riduzion durvol di valor dll attività Riduzion durvol di valor dll attività SOMMARIO Finalità 1 Ambito di applicazion

Dettagli

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010 Corso di ordinmnto - Sssion suppltiv -.s. 9- PROBLEMA ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO SESSIONE SUPPLETIA Tm di: MATEMATICA. s. 9- Dt un circonrnz di cntro O rggio unitrio, si prndno

Dettagli

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino:

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino: Prof. Emnul ANDRISANI Studio di funzion Funzioni rzionli intr n n o... n n Crttristich: sono funzioni continu drivbili in tutto il cmpo rl D R quindi non sistono sintoti vrticli D R quindi non sistono

Dettagli

SOMMARIO. I Motori in Corrente Continua

SOMMARIO. I Motori in Corrente Continua SOMMARIO Gralità sull Macchi i Corrt Cotiua...2 quazio dlla forza lttromotric...2 Circuito quivalt...2 Carattristica di ccitazio...3 quazio dlla vlocità...3 quazio dlla Coppia rsa all'albro motor:...3

Dettagli

Corso di Fisica tecnica e ambientale a.a. 2011/2012 - Docente: Prof. Carlo Isetti

Corso di Fisica tecnica e ambientale a.a. 2011/2012 - Docente: Prof. Carlo Isetti Corso di Fisica tecnica e ambientale a.a. 0/0 - Docente: Prof. Carlo Isetti LAVORO D NRGIA 5. GNRALITÀ In questo capitolo si farà riferimento a concetto quali lavoro ed energia termini che hanno nella

Dettagli

Relazione specialistica

Relazione specialistica Relazione specialistica Dipl.-Ing. Hardy Ernst Dipl.-Wirtschaftsing. (FH), Dipl.-Informationswirt (FH) Markus Tuffner, Bosch Industriekessel GmbH Basi di progettazione per una generazione ottimale di vapore

Dettagli

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori T13 Oneri per Indennita e Compensi Accessori Qualifiche per le Voci di Spesa di Tipo I IND. IND RZ. INDNNITÀ VACANZA STRUTT. ART. 42, D MARIA PROFSSION CONTRATTU COMP. SCLUSIVITA POSIZION POSIZION - RISULTATO

Dettagli

L ELLISSOIDE TERRESTRE

L ELLISSOIDE TERRESTRE L ELLISSOIDE TERRESTRE Fin dll scond mtà dl XVII scolo (su propost di Nwton) l suprfici più dtt ssr ssunt com suprfici di rifrimnto pr l Trr è stt individut in un ELLISSOIDE DI ROTAZIONE. E l suprfici

Dettagli

( D) =,,,,, (11.1) = (11.3)

( D) =,,,,, (11.1) = (11.3) G. Ptrucci Lzioni di Cotruzion di Macchin. CRITERI DI RESISTENZA La vrifica di ritnza ha o copo di tabiir o tato tniona d mnto truttura anaizzato è ta da provocarn i cdimnto into com rottura o nrvamnto.

Dettagli

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' '

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' ' LINGUAGGICREATIVITA ESPRESSIONE 3 4ANNI 5ANNI Mniplrmtrilidivritipin finlizzt. Fmilirizzrindivrtntcnil cmputr Ricnsclmntidl mnd/rtificilcglindn diffrnzprfrmmtrili Distingugliggttinturlidqulli rtificili.

Dettagli

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti gli utilizzi tecnici dell acqua in un edificio ACQUA FREDDA SANITARIA

Dettagli

Il presente Regolamento Particolare di Gara. è stato approvato in data con numero di approvazione RM / CR /2015.

Il presente Regolamento Particolare di Gara. è stato approvato in data con numero di approvazione RM / CR /2015. Vrsion 5 3 Agosto Valità 2015 la Manifstazion : Campionato Italiano Rally Assoluto Campionato Italiano Rally Junior Campionato Italiano Rally Costruttori Coppa ACI-SPORT Rally CIR Equipaggi Inpndnti Coppa

Dettagli

ISTITUTI TECNICI SETTORE TECNOLOGICO. Indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia

ISTITUTI TECNICI SETTORE TECNOLOGICO. Indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia ISTITUTI TECNICI SETTORE TECNOLOGICO Indirizzo Meccanica, Meccatronica ed Energia L indirizzo Meccanica, meccatronica ed energia ha lo scopo di far acquisire allo studente, a conclusione del percorso quinquennale,

Dettagli

Lo strato limite PARTE 11. Indice

Lo strato limite PARTE 11. Indice PARTE 11 a11-stralim-rv1.doc Rl. /5/1 Lo strato limit Indic 1. Drivazion dll qazioni indfinit di Prandtl pr lo strato limit sottil pag. 3. Intgrazion nmrica dll qazioni indfinit di Prandtl. 11 3. Lo strato

Dettagli

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori T13 Oneri per Indennita e Compensi Accessori Qualifiche per le Voci di Spesa di Tipo I IND. IND RZ. INDNNITÀ VACANZA STRUTT. ART. 42, D MARIA PROFSSION CONTRATTU COMP. SCLUSIVITA POSIZION POSIZION - RISULTATO

Dettagli

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE nno 213 Tipologia Istituzione U - UNIT' SNIT LCLI Istituzione 9565 - SL VNZI - MSTR 12 Contratto SSN - SRVIZI SNIT NZINL Fase/Stato Rilevazione: pprovazione/ttiva Data Creazione Stampa: 19/6/215 14:15:25

Dettagli

Linee Guida per la Redazione del Bilancio Sociale delle Organizzazioni Non Profit. lo studio è stato realizzato in collaborazione con ALTIS

Linee Guida per la Redazione del Bilancio Sociale delle Organizzazioni Non Profit. lo studio è stato realizzato in collaborazione con ALTIS Linee Guida per la Redazione del Bilancio Sociale delle Organizzazioni Non Profit lo studio è stato realizzato in collaborazione con ALTIS 1 INDIC INDIC...2 PRFAZION...4 RINGRAZIAMNTI...6 PRSNTAZION...7

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

LIBRETTO DI CENTRALE

LIBRETTO DI CENTRALE 1 LIBRETTO DI CENTRALE OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE SUPERIORE O UGUALE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412) Conforme al modello pubblicato

Dettagli

10s CATENA 1 - SPECIFICHE TECNICHE 2 - COMPATIBILITA ATTENZIONE! ATTENZIONE! HD-LINK ULTRA-NARROW CN-RE400 CX 10 ULTRA NARROW

10s CATENA 1 - SPECIFICHE TECNICHE 2 - COMPATIBILITA ATTENZIONE! ATTENZIONE! HD-LINK ULTRA-NARROW CN-RE400 CX 10 ULTRA NARROW CATNA 10s ULTRA NARROW 1 - SPCIFICH TCNICH 2 - COMPATIBILITA CX 10 HD-LINK ULTRA-NARROW CN-R400 L utilizzo di pignoni e ingranaggi non "Campagnolo" può danneggiare la catena. Una catena danneggiata può

Dettagli

Le prestazioni delle pompe di calore: aspetti normativi e legislativi CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO

Le prestazioni delle pompe di calore: aspetti normativi e legislativi CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO Cagliari 8 maggio 2014 Prof. Ing. Carlo Bernardini SEER e SCOP Metodi di prova, valutazione a carico parziale e calcolo del rendimento stagionale

Dettagli

Il vapor saturo e la sua pressione

Il vapor saturo e la sua pressione Il vapor saturo e la sua pressione Evaporazione = fuga di molecole veloci dalla superficie di un liquido Alla temperatura T, energia cinetica di traslazione media 3/2 K B T Le molecole più veloci sfuggono

Dettagli

La L a c c o o m mb b u u st s i t o i n o ne ne 1

La L a c c o o m mb b u u st s i t o i n o ne ne 1 1 La sostanza combustibile può essere: Solida Liquida o Gassosa. I combustibili utilizzati negli impianti di riscaldamento sono quelli visti precedentemente cioè: Biomasse Oli Combustibili di vario tipo

Dettagli

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H 1. Aria compressa e attacco idraulico Fluido in pressione Azionamento Aria compressa,

Dettagli

UN MODELLO MATEMATICO PER LA PIROLISI DI BIOMASSE

UN MODELLO MATEMATICO PER LA PIROLISI DI BIOMASSE UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA MAIM ENGINEERING S.r.l. UN MODELLO MATEMATICO PER LA PIROLISI DI BIOMASSE Mario Cruccu, Laura Sanna Maim Engineering S.r.l., Piazza Giovanni

Dettagli

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI

SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI SISTEMA DI CONTROLLO DISTRIBUITO DI UN IMPIANTO DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA RIFIUTI NON PERICOLOSI s.d.i. automazione industriale ha fornito e messo in servizio nell anno 2003 il sistema di controllo

Dettagli

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO (PARTE 1) FOCUS TECNICO Gli impianti di riscaldamento sono spesso soggetti a inconvenienti quali depositi e incrostazioni, perdita di efficienza nello

Dettagli

Ing. Raffaele Merola Engineering Environmental Technologies - Energy from biomass PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA SYNGAS DA BIOMASSA

Ing. Raffaele Merola Engineering Environmental Technologies - Energy from biomass PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA SYNGAS DA BIOMASSA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA DA SYNGAS DA BIOMASSA 1 PRESENTAZIONE GENERALE 1. GENERALITÀ La presente relazione è relativa alla realizzazione di un nuovo impianto di produzione di energia elettrica.

Dettagli

COMUNICAZIONE INTERNA, SISTEMA INFORMATIVO, CONSIGLIO COMUNALE, SPORTELLO DEL CITTADINO

COMUNICAZIONE INTERNA, SISTEMA INFORMATIVO, CONSIGLIO COMUNALE, SPORTELLO DEL CITTADINO Nm prcmnt Dscrizin Fasi (dscrizin sinttica da input ad utput) Nrm rifrimnt rspnsabil istruttria Rspnsabil prcmnt mcgmmatricla richista infrmazini prcmnt incar tlf, fax pc inrizz Trmin cnclusi n prcm nt

Dettagli

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità.

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità. 0. Risrs uman cinvl nlla prima fas dl prg Cis cmunià. funzini n. n. r Oprari di Prg Prgazin, pianificazin dl prg O p r a ri d l p r g prari di bas prari cnici cn qualifica prfssinal prari spcializzai Op.

Dettagli

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING POTENZA FRIGORIFERA DA 4 A 26,8 kw ED.P 161 SF E K 98 FC La gamma di condizionatori

Dettagli

MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI ECCITAZIONE SEPARATA 24-48

MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI ECCITAZIONE SEPARATA 24-48 Motori elettrici in corrente continua dal 1954 Elettropompe oleodinamiche sollevamento e idroguida 1200 modelli diversi da 200W a 50kW MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI

Dettagli

Alberi di copertura minimi

Alberi di copertura minimi Albr d coprtur mnm Sommro Albr d coprtur mnm pr grf pst Algortmo d Kruskl Algortmo d Prm Albro d coprtur mnmo Un problm d notvol mportnz consst nl dtrmnr com ntrconnttr fr d loro dvrs lmnt mnmzzndo crt

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

Impianto elettrico nelle applicazioni aeronautiche. ITIS Ferentino Trasporti e Logistica Costruzione del Mezzo Aeronautico

Impianto elettrico nelle applicazioni aeronautiche. ITIS Ferentino Trasporti e Logistica Costruzione del Mezzo Aeronautico Impianto elettrico nelle applicazioni aeronautiche ITIS Ferentino Trasporti e Logistica Costruzione del Mezzo Aeronautico prof. Gianluca Venturi Indice generale Richiami delle leggi principali...2 La prima

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BUSINESS PROCESS MODELING NOTATION (BPMN) 1

INTRODUZIONE ALLA BUSINESS PROCESS MODELING NOTATION (BPMN) 1 ITRODUZIOE ALLA BUSIESS PROCESS MODELIG OTATIO (BPM) 1 1. Prsntazin La ntazin BPM (http://www.bpn.rg) è sviluppata dalla Businss Prcss Managnt Initiativ dall Objct Managnt Grup (http://www.g.rg), assciazini

Dettagli

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager Workshop Tecnico Efficientamento energetico nelle strutture ospedaliere e residenziali sanitarie Area Science Park Padriciano, Trieste 29 aprile 2015 L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena:

Dettagli

Idrogeno - Applicazioni

Idrogeno - Applicazioni Idrogeno - Applicazioni L idrogeno non è una fonte di energia, bensì un mezzo per accumularla, un portatore di energia che potrà cambiare in futuro molti settori della nostra vita e, con la cella a combustibile,

Dettagli

una boccata d ossigeno

una boccata d ossigeno Offrite al vostro motore una boccata d ossigeno Il vostro Concessionario di zona è un professionista su cui potete fare affidamento! Per la vostra massima tranquillità affidatevi alla manutenzione del

Dettagli

Determinazione del punto di infiammabi-lità mediante apparecchiatura Abel

Determinazione del punto di infiammabi-lità mediante apparecchiatura Abel Indice Numerico NOM 6-88 Vedi UNI 0009 NOM 9-71 Prova di stabilità degli oli isolanti NOM 15-71 Prova di distillazione dei prodotti petroliferi NOM 5-71 Determinazione dello zolfo nei prodotti petroliferi

Dettagli

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA

GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA GRUPPI REFRIGERANTI ALIMENTATI AD ACQUA CALDA 1 Specifiche tecniche WFC-SC 10, 20 & 30 Ver. 03.04 SERIE WFC-SC. SEZIONE 1: SPECIFICHE TECNICHE 1 Indice Ver. 03.04 1. Informazioni generali Pagina 1.1 Designazione

Dettagli

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici 12 Giugno 2014 Stefano Bonfanti Product Manager - Cillichemie Italiana S.r.l. L azienda n.2 Sedi n.47 Agenti

Dettagli

TUBI PER UTILIZZI IN PRESSIONE - CORRELAZIONE TRA LE NORME

TUBI PER UTILIZZI IN PRESSIONE - CORRELAZIONE TRA LE NORME TUBI PER UTILIZZI IN PRESSIONE - CORRELAZIONE TRA LE NORME 10216 Parte 1 - TR2 Non 3059-1:87 Acciaio al Carbonio 3601:87 Acciaio al Carbonio 1629:84 1630 49-111:78 (p Usi Generali Temperatura Ambiente

Dettagli

In accordo alla Direttiva ATEX, gli equipaggiamenti sono progettati in funzione del tipo d atmosfera nella quale possono essere utilizzati.

In accordo alla Direttiva ATEX, gli equipaggiamenti sono progettati in funzione del tipo d atmosfera nella quale possono essere utilizzati. Atmosfere potenzialmente esplosive sono presenti in diverse aree industriali: dalle miniere all industria chimica e farmacautica, all industria petrolifera, agli impianti di stoccaggio di cereali, alla

Dettagli

/ * " 6 7 -" 1< " *,Ê ½, /, "6, /, Ê, 9Ê -" 1/ " - ÜÜÜ Ìi «V Ì

/ *  6 7 - 1<  *,Ê ½, /, 6, /, Ê, 9Ê - 1/  - ÜÜÜ Ìi «V Ì LA TRASMISSIONE DEL CALORE GENERALITÀ 16a Allorché si abbiano due corpi a differenti temperature, la temperatura del corpo più caldo diminuisce, mentre la temperatura di quello più freddo aumenta. La progressiva

Dettagli

DESCRIZIONE DEL TERMINALE DI GNL E DELLA SUA GESTIONE

DESCRIZIONE DEL TERMINALE DI GNL E DELLA SUA GESTIONE DESCRIZIONE DEL TERMINALE DI GNL E DELLA SUA GESTIONE 1) PREMESSA...2 2) DESCRIZIONE DEL TERMINALE...2 2.1) RICEZIONE...3 2.2) STOCCAGGIO...3 2.3) RIGASSIFICAZIONE...4 2.4) RECUPERO BOIL-OFF GAS (BOG)...4

Dettagli

Un contatore di energia elettrica attiva è un dispositivo che misura l'energia elettrica attiva consumata in un circuito

Un contatore di energia elettrica attiva è un dispositivo che misura l'energia elettrica attiva consumata in un circuito Allegati Specifici - Allegato MI-003 CONTATORI DI ENERGIA ELETTRICA ATTIVA Ai contatori energia elettrica attiva destinati ad uso residenziale, commerciale, e industriale leggero si applicano i requisiti

Dettagli

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione.

ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. ALLEGATO al verbale della riunione del 3 Settembre 2010, del Dipartimento di Elettrotecnica e Automazione. COMPETENZE MINIME- INDIRIZZO : ELETTROTECNICA ED AUTOMAZIONE 1) CORSO ORDINARIO Disciplina: ELETTROTECNICA

Dettagli

: acciaio (flangia in lega d alluminio)

: acciaio (flangia in lega d alluminio) FILTRI OLEODINAMICI Filtri in linea per media pressione, con cartuccia avvitabile Informazioni tecniche Pressione: Max di esercizio (secondo NFPA T 3.1.17): FA-4-1x: 34,5 bar (5 psi) FA-4-21: 24 bar (348

Dettagli

La misurazione del rendimento di Combustione secondo la UNI 10389 del 1994

La misurazione del rendimento di Combustione secondo la UNI 10389 del 1994 La misurazione del rendimento di Combustione secondo la UNI 10389 del 1994 Ing. Gennaro Augurio Direttore Operativo ITAGAS AMBIENTE Via R. Paolucci, 3 Pescara gennaro.augurio@itagasambiente.it GSM 347-99.10.915

Dettagli

trattamento aria PORTATA ARIA DA 1.100 A 124.000 m 3 /h

trattamento aria PORTATA ARIA DA 1.100 A 124.000 m 3 /h unità trattamento aria PORTATA ARIA DA 1.100 A 124.000 m 3 /h CHI SIAMO Con più di 80 anni di esperienza al suo attivo, Daikin è leader affermato di fama mondiale nella produzione di sistemi di condizionamento

Dettagli

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento La funzione dei cuscinetti a strisciamento e a rotolamento è quella di interporsi tra organi di macchina in rotazione reciproca. Questi elementi possono essere

Dettagli

Cos è uno scaricatore di condensa?

Cos è uno scaricatore di condensa? Cos è uno scaricatore di condensa? Una valvola automatica di controllo dello scarico di condensa usata in un sistema a vapore Perchè si usa uno scaricatore di condensa? Per eliminare la condensa ed i gas

Dettagli

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE?

RISORSE ENERGETICHE AREA 9 FONTI DI ENERGIA DA DOVE PROVIENE L ENERGIA? 10/12/2013 COME SFRUTTIAMO L ENERGIA DEL SOLE? RISORSE ENERGETICHE ENERGIA 2 AREA 9 FONTI DI ENERGIA E INDISPENSABILE ALLA VITA SULLA TERRA ELEMENTO INDISPENSABILE PER SVILUPPO SOCIALE ED ECONOMICO FINO AD ORA: CONTINUO INCREMENTO DI PRODUZIONE E CONSUMO

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

2 DESCRIZIONE DELLA RETE E DELLA SUA GESTIONE

2 DESCRIZIONE DELLA RETE E DELLA SUA GESTIONE 2 DESCRIZIONE DELLA RETE E DELLA SUA GESTIONE 2.1 RETE REGIONALE RETRAGAS... 12 2.2 ELEMENTI DELLA RETE REGIONALE RETRAGAS... 12 2.2.1 Condotte... 12 2.2.2 Allacciamenti... 12 2.2.3 Impianti di ricezione

Dettagli

Risposta esatta. Quesito

Risposta esatta. Quesito 1 2 Quesito Si definisce gas compresso: A) un gas conservato ad una pressione maggiore della pressione atmosferica; B) un gas liquefatto a temperatura ambiente mediante compressione; C) un gas conservato

Dettagli

Per confronto, un 1kg di un combustibile rinnovabile come una biomassa legnosa può in genere contenere 4.2kWh.

Per confronto, un 1kg di un combustibile rinnovabile come una biomassa legnosa può in genere contenere 4.2kWh. Guida del principiante sull Energia e la Potenza L'articolo presentato da N Packer, Staffordshire University, UK, febbraio 2011. Energia L'energia è la capacità di fare lavoro. Come spesso accade, le unità

Dettagli

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione

CALEFFI. Valvola di scarico termico con reintegro incorporato. serie 544 01058/09. sostituisce dp 01058/07. Funzione Valvola di scarico termico con reintegro incorporato serie 544 R EGI STERED BS EN ISO 9001:2000 Cert. n FM 21654 UNI EN ISO 9001:2000 Cert. n 0003 CALEFFI 01058/09 sostituisce dp 01058/07 Funzione La valvola

Dettagli

Ing Guido Picci Ing Silvano Compagnoni

Ing Guido Picci Ing Silvano Compagnoni Condensatori per rifasamento industriale in Bassa Tensione: tecnologia e caratteristiche. Ing Guido Picci Ing Silvano Compagnoni 1 Tecnologia dei condensatori Costruzione Com è noto, il principio costruttivo

Dettagli

Tutto sulle sonde lambda

Tutto sulle sonde lambda www.beru.com Tutto sulle sonde lambda Informazione tecnica N 03 Pe r f e z i o n e i n t e g r a t a Indice Introduzione Il principio della misurazione d'ossigeno di confronto Struttura e funzionamento

Dettagli

ARMONIZZAZIONE DEI SISTEMI CONTABILI

ARMONIZZAZIONE DEI SISTEMI CONTABILI ARMONIZZAZION DI SISTMI CONTABILI D. Lgs. 118/2011 Maggio 2014 Le origini: il federalismo fiscale Legge 5/5/2009 n. 42 Delega al Governo in materia di FDRALISMO FISCAL in attuazione dell art. 119 della

Dettagli

Il lavoro effettuato dalla pompa di calore non produce calore, ma lo muove

Il lavoro effettuato dalla pompa di calore non produce calore, ma lo muove La pompa di calore Definizioni La pompa di calore è una macchina in grado di trasferire energia da una sorgente a temperatura più bassa ad un utilizzatore a temperatura più alta, tramite la fornitura di

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE MOD PROGRAMMAZIONEDISCIPLINARE REV.00del27.09.13 Pag1di5 PROGRAMMAZIONEDIDATTICADISCIPLINARE Disciplina:_SISTEMIELETTRONICIAUTOMATICIa.s.2013/2014 Classe:5 Sez.A INDIRIZZO:ELETTRONICAPERTELECOMUNICAZIONI

Dettagli

I CONSUMI ED IL RENDIMENTO

I CONSUMI ED IL RENDIMENTO I CONSUMI ED IL RENDIMENTO E buona prassi che chiunque sia interessato a realizzare un impianto di riscaldamento, serio, efficiente ed efficace, si rivolga presso uno Studio di ingegneria termotecnica

Dettagli

Esercizi e Problemi di Termodinamica.

Esercizi e Problemi di Termodinamica. Esercizi e Problemi di Termodinamica. Dr. Yves Gaspar March 18, 2009 1 Problemi sulla termologia e sull equilibrio termico. Problema 1. Un pezzetto di ghiaccio di massa m e alla temperatura di = 250K viene

Dettagli

Tecnologie di controllo della cavitazione Fisher Soluzioni ai problemi di cavitazione

Tecnologie di controllo della cavitazione Fisher Soluzioni ai problemi di cavitazione Tecnologie di controllo della cavitazione Fisher Soluzioni ai problemi di cavitazione 2 Tecnologie di controllo della cavitazione Fisher Cavitazione della valvola di controllo La cavitazione è un problema

Dettagli

2 Qual è il termine ultimo per passare alla misurazione netta? 3 Quali obblighi ha il produttore in relazione al passaggio alla misurazione netta?

2 Qual è il termine ultimo per passare alla misurazione netta? 3 Quali obblighi ha il produttore in relazione al passaggio alla misurazione netta? Pagina 1 di 7 FAQ passaggio dalla misurazione lorda a quella netta Con la revisione dell Ordinanza sull energia (OEn) e la sua entrata in vigore con effetto al 1 gennaio 2010 è stata introdotta, nell ambito

Dettagli

PENDII NATURALI E ARTIFICIALI

PENDII NATURALI E ARTIFICIALI PENDII NATURALI E ARTIFICIALI Classificazione del movimento, fattori instabilizzanti, indagini e controlli 04 Prof. Ing. Marco Favaretti Università di Padova Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare CIRCOLARE Alla Conferenza delle regioni e delle province autonome All

Dettagli

IMPIANTISTICA DI BORDO

IMPIANTISTICA DI BORDO IMPIANTISTICA DI BORDO 1 ELEMENTI DI ELETTROTECNICA 2 MAGNETISMO ED ELETTROMAGNETISMO 3 PRODUZIONE,TRASFORMAZIONE E DISTRIBUZIONE DELL ENERGIA ELETTRICA A BORDO 4 ALTERNATORI E MOTORI SINCRONI 5 MOTORI

Dettagli

La potenza della natura, il controllo della tecnologia Dall esperienza ABB, OVR PV: protezione dalle sovratensioni in impianti fotovoltaici

La potenza della natura, il controllo della tecnologia Dall esperienza ABB, OVR PV: protezione dalle sovratensioni in impianti fotovoltaici La potenza della natura, il controllo della tecnologia Dall esperienza ABB, OVR PV: protezione dalle sovratensioni in impianti fotovoltaici Fatti per il sole, minacciati dalle scariche atmosferiche L importanza

Dettagli

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T 02F051 571T 560T 561T 566T 565T 531T 580T Caratteristiche principali: Comando funzionamento manuale/automatico esterno Microinterruttore

Dettagli

Sistema Multistrato. per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili

Sistema Multistrato. per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili Sistema Multistrato per Impianti Idrici, di Riscaldamento, Refrigerazione e per Gas Combustibili LISTINO 05/2012 INDICE Pag. Tubo Multistrato in Rotolo (PEX/AL/PEX) 4065 04 Tubo Multistrato in Barre (PEX/AL/PEX)

Dettagli

TERMODINAMICA DI UNA REAZIONE DI CELLA

TERMODINAMICA DI UNA REAZIONE DI CELLA TERMODINAMICA DI UNA REAZIONE DI CELLA INTRODUZIONE Lo scopo dell esperienza è ricavare le grandezze termodinamiche per la reazione che avviene in una cella galvanica, attraverso misure di f.e.m. effettuate

Dettagli

LE FONTI ENERGETICHE.

LE FONTI ENERGETICHE. LE FONTI ENERGETICHE. Il problema La maggior parte dell'energia delle fonti non rinnovabili è costituita dai combustibili fossili quali carbone, petrolio e gas naturale che ricoprono l'80% del fabbisogno

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

di questi il SECONDO PRINCIPIO ΔU sistema isolato= 0

di questi il SECONDO PRINCIPIO ΔU sistema isolato= 0 L entropia e il secondo principio della termodinamica La maggior parte delle reazioni esotermiche risulta spontanea ma esistono numerose eccezioni. In laboratorio, ad esempio, si osserva come la dissoluzione

Dettagli

Azionamenti elettrici per la trazione ferroviaria

Azionamenti elettrici per la trazione ferroviaria Azionamenti elettrici per la trazione ferroviaria Ing. Antonino Oscar Di Tommaso Università degli Studi di Palermo DIEET (Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Elettronica e delle Telecomunicazioni) Ing.

Dettagli

UNI 10389. Generatori di calore Misurazione in opera del rendimento di combustione

UNI 10389. Generatori di calore Misurazione in opera del rendimento di combustione UNI 10389 Generatori di calore Misurazione in opera del rendimento di combustione 1. Scopo e campo di applicazione La presente norma prescrive le procedure per la misurazione in opera del rendimento di

Dettagli

Cos è una. pompa di calore?

Cos è una. pompa di calore? Cos è una pompa di calore? !? La pompa di calore aria/acqua La pompa di calore (PDC) aria-acqua è una macchina in grado di trasferire energia termica (calore) dall aria esterna all acqua dell impianto

Dettagli