La previsione del tempo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La previsione del tempo"

Transcript

1 a previsione del tempo Federico Grazzini ARPA Emilia-Romagna - Servizio Idro Meteo Clima Viale Silvani 6, Bologna

2 a meteorologia è una scienza (!) ormai consolidata Già nel 1904 lo studioso norvegese Vilhem Bierknes intravvide la possibilità di realizzare la previsione del tempo risolvendo il set completo di equazioni della dinamica e della termodinamica a partire da un determinato istante iniziale.

3 Osservazioni Meteorologiche

4 Rete osservativa gestita da ARPA-SIMC

5 Radar doppler, Gattatico (Re) Autosonda Vaisala, S.P Capofiume (Bo) Radar doppler, S.P Capofiume (Bo)

6 a previsione meteorologica numerica Stato presente dell atmosfera: ANAISI Vilhem Bierknes MODEO METEOROOGICO Gustav Rossby Stato FUTURO dell atmosfera: PREVISIONE Edward orenz Jules Charney

7 Per integrare i modelli meteorologici serve una grossa potenza di calcolo occupa una superficie di alcune centinaia di mq ed è composto da 2 cluster di 68 server (IBM p690) aventi ciascuno 32 processori da 1.9 Gz, per un totale di 4352 processori. Supercomputer presso il Centro Europeo per le Previsioni a Medio Termine ECMWF, Reading (GB)

8 I modelli meteorologici globali (GCM) Modello ECMWF, 25 Km di risoluzione orizzontale su tutto il globo

9 I modelli meteorologici ad area limitata (AM) Modello COSMO-IT, 7 Km di risoluzione orizzontale su un dominio ristretto

10 I modelli meteorologici ad area limitata (AM) Modello COSMO-R, 2.8 Km di risoluzione orizzontale su un dominio ristretto

11 incertezza associata alla previsione Difficoltà ad osservare l atmosfera in modo adeguato IMPRECISIONI ANAISI Difficoltà nel modellare i processi fisici I moti atmosferici seguono una dinamica non-lineare, piccoli errori nelle analisi possono amplificarsi velocemente IMPRECISIONI NEI MODEI NATURA CAOTICA DE ATMOSFERA INCERTEZZA

12 a natura caotica dell atmosfera Un battito d ali di farfalla in Brasile può scatenare un uragano a New York! amplificazione di eventuali errori nelle osservazioni dipende dalla situazione meteorologica, in situazioni instabili la crescita dell errore è maggiore. E possibile quindi associare un incertezza alla previsione?

13 Cntr T255 Cluster 1 OPER T511 Cluster 1 Nasce la previsione probabilistica: non più una singola previsione ma 50 (!) per stimare l incertezza. ECMWF ENSEMBE FORECASTS Tuesday 4 October UTC ECMWF Forecast t+156 VT: Monday 10 October UTC Surface: mean sea level pressure MSP (contour every 5hPa) and Temperature at 850hPa (only -6 and16 isolines are plotted) Member 1 Cluster 1 Member 2 Cluster 1 Member 3 Cluster 1 Member 4 Cluster 2 Member 5 Cluster 1 Member 6 Cluster 1 Member 7 Cluster 1 Member 8 Cluster 1 Member 9 Cluster 1 Member 10 Cluster Member 11 Cluster 2 Member 12 Cluster 1 Member 13 Cluster 1 Member 14 Cluster 1 Member 15 Cluster 1 Member 16 Cluster 2 Member 17 Cluster 1 Member 18 Cluster 2 Member 19 Cluster 2 Member 20 Cluster Member 21 Cluster 1 Member 22 Cluster 1 Member 23 Cluster 1 Member 24 Cluster 1 Member 25 Cluster 1 Member 26 Cluster 1 Member 27 Cluster 1 Member 28 Cluster 2 Member 29 Cluster 1 Member 30 Cluster Member 31 Cluster 1 Member 32 Cluster 1 Member 33 Cluster 1 Member 34 Cluster 2 Member 35 Cluster 1 Member 36 Cluster 1 Member 37 Cluster 1 Member 38 Cluster 1 Member 39 Cluster 2 Member 40 Cluster 1 Member 41 Cluster 1 Member 42 Cluster 1 Member 43 Cluster 1 Member 44 Cluster 1 Member 45 Cluster 1 Member 46 Cluster 1 Member 47 Cluster 1 Member 48 Cluster 1 Member 49 Cluster 1 Member 50 Cluster

14 Al previsore è lasciato il duro lavoro di interpretare e sintetizzare i risultati dei vari modelli e, tenendo conto delle principali fonti d incertezza, fornire agli utenti il prodotto finale : il bollettino meteorologico

15 a diffusione delle informazioni meteorologiche Televideo RAI3 regionale, pagina 535 (solo previsioni) Rete7 pagina 150 (osservazioni e previsioni) SMS Previsioni via SMS, per registrarsi andare su TV Non più presenti nella rubrica meteo del TG3 regione

Modelli meteorologici

Modelli meteorologici Fondamenti di meteorologia e climatologia Cenni storici Vilhelm Bjerknes (1904): L evoluzione degli stati atmosferici é controllata da leggi fisiche, quindi condizioni necessarie e sufficienti per risolvere

Dettagli

La Modellis+ca Previsionale ad ARPA- SIMC. Carlo Cacciamani e Tiziana Paccagnella ARPA- ER - Servizio IdroMeteoClima

La Modellis+ca Previsionale ad ARPA- SIMC. Carlo Cacciamani e Tiziana Paccagnella ARPA- ER - Servizio IdroMeteoClima La Modellis+ca Previsionale ad ARPA- SIMC Carlo Cacciamani e Tiziana Paccagnella ARPA- ER - Servizio IdroMeteoClima ARPA- SIMC: Gruppo di Modellis+ca Responsabile del gruppo: Tiziana Paccagnella Modellis+ca

Dettagli

UNITA 11: DINAMICA E TERMODINAMICA DELL ATMOSFERA FENOMENI PERICOLOSI PER IL VOLO

UNITA 11: DINAMICA E TERMODINAMICA DELL ATMOSFERA FENOMENI PERICOLOSI PER IL VOLO UNITA 11: DINAMICA E TERMODINAMICA DELL ATMOSFERA FENOMENI PERICOLOSI PER IL VOLO 4: Sistema Globale di Osservazione 4.1: Osservazioni in quota 4.2 Rappresentazione delle informazioni meteorologiche mediante

Dettagli

Organizzazione di un servizio meteorologico regionale

Organizzazione di un servizio meteorologico regionale PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Dip. Protezione Civile e Tutela del Territorio Ufficio Previsioni e Organizzazione Organizzazione di un servizio meteorologico regionale Andrea Piazza PROVINCIA AUTONOMA DI

Dettagli

I Modelli di Previsione Meteo- Marina del Centro Nazionale di Meteorologia e Climatologia Aeronautica. Lucio Torrisi

I Modelli di Previsione Meteo- Marina del Centro Nazionale di Meteorologia e Climatologia Aeronautica. Lucio Torrisi I Modelli di Preisione Meteo- Marina del Centro Nazionale di Meteorologia e Climatologia Aeronautica Lucio Torrisi CUGRI Uniersità di Salerno, 13 Dicembre 2010 Oeriew: Il processo di preisione: il modello

Dettagli

Stima della rifrattività radio superficiale in Sardegna

Stima della rifrattività radio superficiale in Sardegna Stima della rifrattività radio superficiale in Sardegna Ermanno Fionda (1), Fabrizio Pelliccia (2) (1) Fondazione Ugo Bordoni, Roma (I); ermanno@fub.it (2) Università di Perugia, Dip. di Ingegneria Elettronica

Dettagli

BOLLETTINO DEI POLLINI E DELLE SPORE ALLERGENICHE N.37 del 29 settembre 2015 Dati rilevati dal 21 settembre al 27 settembre 2015

BOLLETTINO DEI POLLINI E DELLE SPORE ALLERGENICHE N.37 del 29 settembre 2015 Dati rilevati dal 21 settembre al 27 settembre 2015 BOLLETTINO DEI POLLINI E DELLE SPORE ALLERGENICHE N.37 del 29 settembre 2015 Dati rilevati dal 21 settembre al 27 settembre 2015 In evidenza: valori medi di composite e urticacee a Piacenza e Parma. Urticacee

Dettagli

Meteorologia Sinottica Proprietà dell Atmosfera PRESSIONE ATMOSFERICA. (parte 3^) 1

Meteorologia Sinottica Proprietà dell Atmosfera PRESSIONE ATMOSFERICA. (parte 3^) 1 PRESSIONE ATMOSFERICA (parte 3^) 1 PRESSIONE ATMOSFERICA misura della pressione atmosferica: barometri barometro a mercurio (Torricelli( Torricelli) è il più accurato necessita di correzioni per: altitudine

Dettagli

Comitato di pilotaggio Genova, 04 03 2011

Comitato di pilotaggio Genova, 04 03 2011 Programma di cooperazione transfrontaliera Italia /Francia Marittimo Programma cofinanziato con il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale 2009-2013 Università degli Studi di Genova DICAT Comitato di pilotaggio

Dettagli

ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi

ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi Determinazione dirigenziale n. DET-2013-14 del 09/01/2013 Oggetto CIG N. 479412D17 Servizio Idro-Meteo-Clima.

Dettagli

www.radiomontagna.org

www.radiomontagna.org Radiosondaggi Introduzione I radiosondaggi costituiscono una grandissima e per certi aspetti, l unica fonte di informazioni per la meteorologia, le informazioni raccolte tramite questa tecnica vengono

Dettagli

Gli strumenti operativi del Consorzio LAMMA a supporto della Protezione Civile & Esempio su il recente caso di Aulla 2011

Gli strumenti operativi del Consorzio LAMMA a supporto della Protezione Civile & Esempio su il recente caso di Aulla 2011 Gli strumenti operativi del Consorzio LAMMA a supporto della Protezione Civile & Esempio su il recente caso di Aulla 2011 Valerio Capecchi - Giornata di Formazione in Protezione Civile Centro Intercomunale

Dettagli

Variazione dell isola di calore sulla città di Bologna negli ultimi 30 anni

Variazione dell isola di calore sulla città di Bologna negli ultimi 30 anni Variazione dell isola di calore sulla città di Bologna negli ultimi 30 anni F. Ventura, N. Gaspari, S. Piana, P. Rossi Pisa Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agroambientali, Università di Bologna Variazione

Dettagli

Davide Cesari Massimo Bider Paolo Patruno. Emilia Romagna

Davide Cesari Massimo Bider Paolo Patruno. Emilia Romagna 1 IMPLEMENTAZIONE OPERATIVA DI UN MODELLO DI PREVISIONI METEOROLOGICHE SU UN SISTEMA DI CALCOLO PARALLELO LINUX/GNU Davide Cesari Massimo Bider Paolo Patruno Emilia Romagna LM-COSMO-LAMI 2 Il modello LM

Dettagli

Sistema modellistico previsionale della qualità dell'aria

Sistema modellistico previsionale della qualità dell'aria Sistema modellistico previsionale della qualità dell'aria La qualità dell'aria nell'agglomerato Torinese, Situazione e Prospettive, Torino 30 novembre 2011 ARPA Piemonte, su incarico del competente Settore

Dettagli

Prospettive sulla modellistica atmosferica a medio termine

Prospettive sulla modellistica atmosferica a medio termine Copertina Prospettive sulla modellistica atmosferica a medio termine ARPA FVG Palmanova 04 dicembre 2014 D. B. Giaiotti ARPA FVG, Centro Regionale di Modellistica Ambientale Sommario La risoluzione spaziale

Dettagli

caso di studio temporale nella zona di Storo dalle 16:30 alle 18:00 del 18/06/2013

caso di studio temporale nella zona di Storo dalle 16:30 alle 18:00 del 18/06/2013 Rapporto interno del 3 luglio 2013 a cura di Andrea Piazza caso di studio temporale nella zona di Storo dalle 16:30 alle 18:00 del 18/06/2013 Nel pomeriggio del 18 giugno un forte temporale di calore si

Dettagli

ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi

ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi Determinazione dirigenziale n. DET-2015-300 del 19/05/2015 Oggetto Servizio Idro-Meteo-Clima. Aggiudicazione

Dettagli

ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi

ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi Determinazione dirigenziale n. DET-2013-842 del 06/12/2013 Oggetto Servizio Idro-Meteo-Clima. Fornitura

Dettagli

Generatori di segnale. Generatore sinusoidale BF. Generatori di funzione. Generatori sinusoidali a RF. Generatori a battimenti. Oscillatori a quarzo

Generatori di segnale. Generatore sinusoidale BF. Generatori di funzione. Generatori sinusoidali a RF. Generatori a battimenti. Oscillatori a quarzo Generatori di segnale Generatore sinusoidale BF Generatori di funzione Generatori sinusoidali a RF Generatori a battimenti Oscillatori a quarzo Generatori di segnale sintetizzati 2 2006 Politecnico di

Dettagli

IPHEN Italian Phenological Network

IPHEN Italian Phenological Network Progetto Rete fenologica italiana IPHEN Italian Phenological Network 16 Maggio 2013 2013 May 16 BOLLETTINO FENOLOGICO PHENOLOGICAL BULLETIN Vitis vinifera L. cv Cabernet sauvignon Vitis vinifera L. cv

Dettagli

Visione laterale della stazione meteorologica wireless DCF 4CastPC. Visione posteriore della stazione meteorologica wireless DCF 4CastPC

Visione laterale della stazione meteorologica wireless DCF 4CastPC. Visione posteriore della stazione meteorologica wireless DCF 4CastPC Stazione meteorologica wireless DCF con previsione di tempo per 4 giorni 4CastPC stazione meteorologica wireless DFC con sensori per la direzione e la velocità del vento, temperatura, umidità relativa

Dettagli

Le tecnologie geospaziali a supporto della pianificazione e della operatività dei sistemi eolici

Le tecnologie geospaziali a supporto della pianificazione e della operatività dei sistemi eolici ENERGY SOLUTIONS La forza del vento Le tecnologie geospaziali a supporto della pianificazione e della operatività dei sistemi eolici L energia è diventata una priorità nella politica europea. Fino ad oggi

Dettagli

1 I dati della rete di monitoraggio. 2 Le immagini satellitari. 3 Le immagini radar. 4 I radiosondaggi. 5 Le carte di analisi al suolo

1 I dati della rete di monitoraggio. 2 Le immagini satellitari. 3 Le immagini radar. 4 I radiosondaggi. 5 Le carte di analisi al suolo La previsione meteo 1 I dati della rete di monitoraggio 2 Le immagini satellitari 3 Le immagini radar 4 I radiosondaggi 5 Le carte di analisi al suolo Nuovi metodi di osservazione e calcolo (1960-1980

Dettagli

Programma annuale 2013. Servizio Idro-Meteo-Clima ARPA Emilia-Romagna

Programma annuale 2013. Servizio Idro-Meteo-Clima ARPA Emilia-Romagna Programma annuale 2013 Servizio Idro-Meteo-Clima ARPA Emilia-Romagna Dicembre 2012 INDICE INDICE... 2 INTRODUZIONE:... 4 0. PRIORITÀ DI PROGRAMMA DI ARPA-SIMC... 4 0.1 Il Servizio Meteorologico Nazionale

Dettagli

Porticciolo di GRIGNANO (TS)

Porticciolo di GRIGNANO (TS) SOCIETA NAUTICA GRIGNANO Associazione Sportiva Dilettantistica DINMA SOCIETA VELICA BARCOLA GRIGNANO Associazione Sportiva Dilettantistica Libecciata - 30 ottobre 2008 Il PROGETTO Libecciata - 30 ottobre

Dettagli

sintesi delle attività del Centro

sintesi delle attività del Centro sintesi delle attività del Centro Previsioni meteorologiche Monitoraggio agro-idro-meteorologico Gestione allerte meteorologiche Agrometeorologia Biometeorologia Climatologia Realizzazione e diffusione

Dettagli

COLLABORAZIONE TRA AGEA E REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA DEFINIZIONE, REALIZZAZIONE E VALIDAZIONE DI ORTOFOTO MULTIFUNZIONE

COLLABORAZIONE TRA AGEA E REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA DEFINIZIONE, REALIZZAZIONE E VALIDAZIONE DI ORTOFOTO MULTIFUNZIONE COLLABORAZIONE TRA AGEA E REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA DEFINIZIONE, REALIZZAZIONE E VALIDAZIONE DI ORTOFOTO MULTIFUNZIONE Giulio MONALDI (*), Fabio VOLPE (**), Livio ROSSI (**), Pietro PIRREDDA (**),

Dettagli

10 anni di modellistica operativa di qualità dell'aria in Emilia-Romagna

10 anni di modellistica operativa di qualità dell'aria in Emilia-Romagna 10 anni di modellistica operativa di qualità dell'aria in Emilia-Romagna Michele Stortini, Giovanni Bonafè, Marco Deserti, Simona Maccaferri, Enrico Minguzzi, Antonella Morgillo Centro Tematico Regionale

Dettagli

Il vento nei modelli di clima

Il vento nei modelli di clima Il vento nei modelli di clima Alessandro Dell Aquila Sandro Calmanti ENEA UTMEA-CLIM Unità Tecnica Modellistica Energetica Ambientale Laboratorio Modellistica Climatica ed Impatti CNMCA Giovedì 29 Aprile

Dettagli

Scenari climatici nel Bacino del Fiume Po

Scenari climatici nel Bacino del Fiume Po Scenari climatici nel Bacino del Fiume Po L allarme siccità 2012 a confronto con le siccità del 2003 e 2006-07. Capacity Building Workshop del progetto Water2Adapt. Fondazione Eni Enrico Mattei Isola di

Dettagli

Dedicated switch 1Gbit

Dedicated switch 1Gbit Internet Fews Clients Gateway/Firewall Dedicated switch 1Gbit Master000 Master controller FEWS Condor Master FSS000 FSS001 FSS002 FSS003 FSS007 FSS008 FSS014 Forecasting Shell Severs Condor Cluster 16

Dettagli

Piano operativo nazionale per la prevenzione degli effetti del caldo sulla salute

Piano operativo nazionale per la prevenzione degli effetti del caldo sulla salute Ministero della Salute Centro per la Prevenzione e Controllo delle Malattie Piano operativo nazionale per la prevenzione degli effetti del caldo sulla salute Roma, 5 giugno 2006 Paola Michelozzi Dipartimento

Dettagli

Grandi potenzialità, permangono le debolezze di sistema

Grandi potenzialità, permangono le debolezze di sistema LA PREVISIONE METEO OGGI Grandi potenzialità, permangono le debolezze di sistema Grandi capacità di calcolo, capillarità delle reti d osservazione, remote sensing (satelliti e radar), applicazione sempre

Dettagli

Modellistica di Qualità dell'aria a supporto del D. lgs 155/2010. Mauro M. Grosa

Modellistica di Qualità dell'aria a supporto del D. lgs 155/2010. Mauro M. Grosa Modellistica di Qualità dell'aria a supporto del D. lgs 155/2010 Mauro M. Grosa Responsabile del coordinamento delle attività di qualità dell aria di Arpa Piemonte Regione Piemonte nel 2000 ha avviato

Dettagli

Titolo: Il clima meteo-marino del bacino adriatico nel settore emiliano romagnolo

Titolo: Il clima meteo-marino del bacino adriatico nel settore emiliano romagnolo Titolo: Il clima meteo-marino del bacino adriatico nel settore emiliano romagnolo Anno di pubblicazione 2011 Rivista/Archivio Relazione di attività SGSS Autori documento Marco Deserti, Luisa Perini, Samantha

Dettagli

Obie%vo Realizza-vo 4 Realizzazione servizi condivisi

Obie%vo Realizza-vo 4 Realizzazione servizi condivisi Obie%vo Realizza-vo 4 Realizzazione servizi condivisi Partner responsabile Giovanni Cinque Direttore Generale HIMET S.r.l. I Workshop Proge-o RoMA Giovedi 20 marzo 2014 ROMA Principali Obie%vi di OR4 (1)

Dettagli

ALLERTIAMOCI Verso una protezione civile partecipata

ALLERTIAMOCI Verso una protezione civile partecipata Verso una protezione civile partecipata Come affrontare insieme le situazioni di allerta meteo La previsione e la gestione degli eventi alluvionali: cosa sappiamo, come comunichiamo, cosa viene compreso

Dettagli

L estate del 2007: meteorologia e qualità delle previsioni. S. Tibaldi, C. Cacciamani, G. Pirretti, F. Scotto, ARPA E-R

L estate del 2007: meteorologia e qualità delle previsioni. S. Tibaldi, C. Cacciamani, G. Pirretti, F. Scotto, ARPA E-R L estate del 2007: meteorologia e qualità delle previsioni S. Tibaldi, C. Cacciamani, G. Pirretti, F. Scotto, ARPA E-R 1 Schema della presentazione Un po di meteorologia sinottica Anomalie di temperatura

Dettagli

Forecast Verification: contronto tra modelli LAM e sistema di nowcasting INCA

Forecast Verification: contronto tra modelli LAM e sistema di nowcasting INCA I modelli ambientali strumento di previsione e pianificazione 23 May 2013, Genova, ITALY Forecast Verification: contronto tra modelli LAM e sistema di nowcasting INCA Arturo Pucillo OSMER ARPA FVG + modellistica

Dettagli

ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi

ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi Determinazione dirigenziale n. DET-2015-174 del 24/03/2015 Oggetto Servizio Idro-Meteo-Clima. Accordo

Dettagli

Tracciatura dei treni d onda di Rossby: statistica e applicazioni

Tracciatura dei treni d onda di Rossby: statistica e applicazioni Tracciatura dei treni d onda di Rossby: statistica e applicazioni Federico Grazzini, ARPA-SIMC Valerio Lucarini, Dip. di Fisica, Università di Bologna anticyclonic wave breaking, courtesy of Mel Shapiro

Dettagli

La pressione atmosferica e i venti

La pressione atmosferica e i venti La pressione atmosferica e i venti Come ogni materia sottoposta all attrazione terrestre anche l atmosfera ha un peso Pressione = rapporto fra il peso dell aria e la superficie su cui agisce A livello

Dettagli

Produzione e Validazione. del progetto MINNI. Lina Vitali, Massimo D Isidoro ENEA- UTVALAMB-AIR

Produzione e Validazione. del progetto MINNI. Lina Vitali, Massimo D Isidoro ENEA- UTVALAMB-AIR Produzione e Validazione dei campi Meteorologici nell ambito del progetto MINNI Lina Vitali, Massimo D Isidoro ENEA- UTVALAMB-AIR Incontro ENEA LaMMA Bologna, 27 settembre 212 Il Progetto MINNI http://www.minni.org/

Dettagli

Convegno ARPAER-OGER-Provincia Piacenza CAMBIAMENTO CLIMATICO, ACQUE E DISSESTO IDROGEOLOGICO. GEOFLUID, Piacenza - 1 ottobre 2014

Convegno ARPAER-OGER-Provincia Piacenza CAMBIAMENTO CLIMATICO, ACQUE E DISSESTO IDROGEOLOGICO. GEOFLUID, Piacenza - 1 ottobre 2014 CAMBIAMENTO CLIMATICO, ACQUE E DISSESTO IDROGEOLOGICO Il cambiamento climatico ed il suo impatto ambientale-territoriale su risorsa idrica e rischio Idrogeologico Carlo Cacciamani Direttore Arpa, Servizio

Dettagli

ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi

ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi Determinazione dirigenziale n. DET-2015-179 del 24/03/2015 Oggetto Servizio Idro-Meteo-Clima. Approvazione

Dettagli

LA PREVISIONE E MONITORAGGIO METEOROLOGICO: GLI STRUMENTI E LE FINALITÀ DEL CENTRO FUNZIONALE DELLA REGIONE LIGURIA GESTITO DA ARPAL

LA PREVISIONE E MONITORAGGIO METEOROLOGICO: GLI STRUMENTI E LE FINALITÀ DEL CENTRO FUNZIONALE DELLA REGIONE LIGURIA GESTITO DA ARPAL LA PREVISIONE E MONITORAGGIO METEOROLOGICO: GLI STRUMENTI E LE FINALITÀ DEL CENTRO FUNZIONALE DELLA REGIONE LIGURIA GESTITO DA ARPAL Elisabetta Trovatore, Roberto Cresta, Davide Sacchetti, Mauro Damonte,

Dettagli

n. contratti controvalore nominale prezzo minimo prezzo massimo AT 0 0,000 0,000 0,000 0,000 VT 0 0,000 0,000 0,000 0,000

n. contratti controvalore nominale prezzo minimo prezzo massimo AT 0 0,000 0,000 0,000 0,000 VT 0 0,000 0,000 0,000 0,000 Emil Banca Credito Cooperativo Società Cooperativa Iscritta all'albo delle Banche - Aderente al F.do Gar. dei Depos. del Cr.Coop. Sede legale: 40138 BOLOGNA (Bo) - via G. Mazzini n. 152 tel. 051.396911

Dettagli

Difesa integrata obbligatoria e volontaria: strumenti e supporti per l attuazione

Difesa integrata obbligatoria e volontaria: strumenti e supporti per l attuazione Piano Azione Nazionale (P.A.N) per l uso sostenibile dei prodotti fitosanitari Difesa integrata obbligatoria e volontaria: strumenti e supporti per l attuazione Federico Spanna, Alba Cotroneo Regione Piemonte

Dettagli

ALLERTAMENTO PER LE GELATE IN TRENTINO: LO STATO DELL ARTE

ALLERTAMENTO PER LE GELATE IN TRENTINO: LO STATO DELL ARTE ALLERTAMENTO PER LE GELATE IN TRENTINO: LO STATO DELL ARTE FROST ALERT IN TRENTINO: STATE-OF-THE-ART Giambattista Toller 1*, Roberto Barbiero 2, Alessandro Biasi 1, Fabio Zottele 1 e Emanuele Eccel 1 1

Dettagli

STATO MAGGIORE DELL AERONAUTICA Ufficio Generale Spazio Aereo e Meteorologia. Roma, 26/03/2013

STATO MAGGIORE DELL AERONAUTICA Ufficio Generale Spazio Aereo e Meteorologia. Roma, 26/03/2013 STATO MAGGIORE DELL AERONAUTICA Ufficio Generale Spazio Aereo e Meteorologia Overview of meteo data policy in the international organization and the role of ITAF Meteorological Service WORKSHOP DATA POLICY

Dettagli

ACCORDO DI RETE ITIS "O

ACCORDO DI RETE ITIS O ACCORDO DI RETE ITIS "O. BELLUZZI" E SCUOLE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA COSTITUZIONE DI UNA "RETE" FINALIZZATA AD ATTIVITA' DI RILEVAMENTO, STUDIO E RICERCA SUL TEMA ATMOSFERA (meteorologia e clima)

Dettagli

Previsioni dal passato: un vecchio problema da 10un Dic punto 2012, diconvegno vista moderno MAXXI 1 / 26

Previsioni dal passato: un vecchio problema da 10un Dic punto 2012, diconvegno vista moderno MAXXI 1 / 26 Previsioni dal passato: un vecchio problema da un punto di vista moderno Angelo VULPIANI Dept. of Physics, University of Rome Sapienza, Italy 10 Dic 2012, Convegno MAXXI Previsioni dal passato: un vecchio

Dettagli

kit meteorete con stazione pce fws20 corretta con nostro schermo solare e coperchio rimbalza-gocce sul pluviometro. www.meteorete.

kit meteorete con stazione pce fws20 corretta con nostro schermo solare e coperchio rimbalza-gocce sul pluviometro. www.meteorete. kit meteorete con stazione pce fws20 corretta con nostro schermo solare e coperchio rimbalza-gocce sul pluviometro. www.meteorete.it Il kit meteorete che proponiamo, e' costituito da un' ottima stazione

Dettagli

T-TOUCH II Istruzioni per l'uso

T-TOUCH II Istruzioni per l'uso T-TOUCH II Istruzioni per l'uso Ringraziamenti Ci congratuliamo con Lei per aver scelto un orologio TISSOT, una delle marche svizzere più prestigiose al mondo. Il Suo orologio T-TOUCH beneficia di tutte

Dettagli

HELP DESK SERVIZIO METEO INVERNALE PER I GESTORI DELLA VIABILITÀ

HELP DESK SERVIZIO METEO INVERNALE PER I GESTORI DELLA VIABILITÀ HELP DESK SERVIZIO METEO INVERNALE PER I GESTORI DELLA VIABILITÀ Il servizio meteo invernale rappresenta la soluzione più efficace per la gestione delle criticità che colpiscono la viabilità durante questa

Dettagli

L INFORMAZIONE METEOROLOGICA AD AMBITO LOCALE

L INFORMAZIONE METEOROLOGICA AD AMBITO LOCALE Scheda Progetto L INFORMAZIONE METEOROLOGICA AD AMBITO LOCALE Stazione di monitoraggio meteo e webcam MONITORAGGIO METEOROLOGICO Dati meteo in diretta dalle località di interesse, visualizzati on-line

Dettagli

TOSCO2net GUIDA ALLA GESTIONE

TOSCO2net GUIDA ALLA GESTIONE ACARISS: Accrescere le Conoscenze sull Ambiente e i Rischi connessi all Inquinamento Coinvolgendo le Scuole con la Sperimentazione TOSCO2net la rete Toscana di scuole dotate di stazioni per il monitoraggio

Dettagli

Appendice III. Criteri per l utilizzo dei metodi di valutazione diversi dalle misurazioni in siti fissi

Appendice III. Criteri per l utilizzo dei metodi di valutazione diversi dalle misurazioni in siti fissi Appendice III (articolo 5, comma 1 e art. 22 commi 5 e 7) Criteri per l utilizzo dei metodi di valutazione diversi dalle misurazioni in siti fissi 1. Tecniche di modellizzazione 1.1 Introduzione. In generale,

Dettagli

Comunicare i dati ambientali

Comunicare i dati ambientali Comunicare i dati ambientali Roma, 15 aprile 2010 Avv. Andrea Drago Direttore Generale ARPAV Conoscere per governare Conoscere lo stato dell ambiente attraverso le attività di prevenzione, monitoraggio

Dettagli

ARPA Lombardia Settore Monitoraggi Ambientali. Stima delle curve del livello. di valutazione del rumore aeroportuale (L VA )

ARPA Lombardia Settore Monitoraggi Ambientali. Stima delle curve del livello. di valutazione del rumore aeroportuale (L VA ) ARPA Lombardia Settore Monitoraggi Ambientali Stima delle curve del livello di valutazione del rumore aeroportuale (L VA ) per l aeroporto di Malpensa Anno 2013 1 di 18 Relazione redatta da: Roberta Pollini

Dettagli

CARLESI STRUMENTI Strumenti di Misura Sesto Fiorentino Firenze

CARLESI STRUMENTI Strumenti di Misura Sesto Fiorentino Firenze Stazione meteorologica wireless DCF con previsione di tempo per 4 giorni CAR-4CASTPC Stazione meteorologica wireless DFC con sensori per la direzione e la velocità del vento, temperatura, umidità relativa

Dettagli

La nuova piattaforma meteo digital signage. da vedere e da sentire

La nuova piattaforma meteo digital signage. da vedere e da sentire La nuova piattaforma meteo digital signage. da vedere e da sentire www.meteovid.com Che cos è : Meteovid è la nuova innovativa piattaforma capace di visualizzare tutti i tipi di informazioni meteorologiche

Dettagli

IL CLIMA DEL PARCO VILLE OTTOLENGHI

IL CLIMA DEL PARCO VILLE OTTOLENGHI IL CLIMA DEL PARCO VILLE OTTOLENGHI Indice 1. Introduzione... 2 2. Metodologia... 3 3. Temperatura... 3 4. Vento... 10 5. Installazione stazione portatile e campagna di misura... 11 6. Elaborazione dati

Dettagli

L aggiornamento e la parallelizzazione del modello BOLAM nel Sistema Idro-Meteo-Mare. Parte I Il contratto di ricerca ISPRA ISAC-CNR

L aggiornamento e la parallelizzazione del modello BOLAM nel Sistema Idro-Meteo-Mare. Parte I Il contratto di ricerca ISPRA ISAC-CNR L aggiornamento e la parallelizzazione del modello BOLAM nel Sistema Idro-Meteo-Mare Parte I Il contratto di ricerca ISPRA ISAC-CNR Marco Casaioli, Stefano Mariani ACQ-MON Sett. Idrologia COME VOI BEN

Dettagli

Il progetto MED APICE ovvero valutazione e mitigazione delle emissioni inquinanti delle attività portuali: il caso di Genova

Il progetto MED APICE ovvero valutazione e mitigazione delle emissioni inquinanti delle attività portuali: il caso di Genova Il progetto MED APICE ovvero valutazione e mitigazione delle emissioni inquinanti delle attività portuali: il caso di Genova Paolo Prati Dipartimento di Fisica Università di Genova Modelli a RECETTORE

Dettagli

Previsione a supporto della Prevenzione

Previsione a supporto della Prevenzione Previsione a supporto della Prevenzione 19 giugno 2013 ARPA Agenzia Regionale per la Protezione dell'ambiente del Friuli Venezia Giulia CRMA Centro Regionale di Modellistica Ambientale crma@arpa.fvg.it

Dettagli

telecontrollo Il Polo Regionale di Telecontrollo reti e impianti di Forlì: tecnologia, efficienza e affidabilità per la sicurezza dei servizi a rete.

telecontrollo Il Polo Regionale di Telecontrollo reti e impianti di Forlì: tecnologia, efficienza e affidabilità per la sicurezza dei servizi a rete. telecontrollo Il Polo Regionale di Telecontrollo reti e impianti di Forlì: tecnologia, efficienza e affidabilità per la sicurezza dei servizi a rete. telecontroll0 Il Polo Regionale di Telecontrollo reti

Dettagli

Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara

Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara Sviluppo di un sistema di supporto decisionale applicato ad un contesto idraulico territoriale di estrema complessità. ASSOCIAZIONE NAZIONALE DELLE BONIFICHE ALGHERO

Dettagli

Generatori di segnale. Generatore sinusoidale BF. Generatori di funzione. Generatori sinusoidali a RF. Generatori a battimenti. Oscillatori a quarzo

Generatori di segnale. Generatore sinusoidale BF. Generatori di funzione. Generatori sinusoidali a RF. Generatori a battimenti. Oscillatori a quarzo Generatori di segnale Generatore sinusoidale BF Generatori di funzione Generatori sinusoidali a RF Generatori a battimenti Oscillatori a quarzo Generatori per sintesi indiretta 2 2006 Politecnico di Torino

Dettagli

Aspetti idrologici esperienze operative in atto. Dr. Ing. Silvano Pecora Area Idrologia - Parma Servizio IdroMeteoClima ARPA EmiliaRomagna

Aspetti idrologici esperienze operative in atto. Dr. Ing. Silvano Pecora Area Idrologia - Parma Servizio IdroMeteoClima ARPA EmiliaRomagna Aspetti idrologici esperienze operative in atto Dr. Ing. Silvano Pecora Area Idrologia - Parma Servizio IdroMeteoClima ARPA EmiliaRomagna Decreto Legislativo 112/98 L art. 92 c. 4 del D. Lgs. 31 marzo

Dettagli

Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e naturali. CFU = 3 9 incontri di 3 ore. del Corso di Studio Obiettivi formativi del corso

Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e naturali. CFU = 3 9 incontri di 3 ore. del Corso di Studio Obiettivi formativi del corso Allegato A al Bando per la partecipazione al progetto sperimentale di orientamento e formazione per l iscrizione all Università I Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Facoltà di Scienze Matematiche,

Dettagli

CENTRO GEOFISICO PREALPINO Dott.ssa Camilla Galli

CENTRO GEOFISICO PREALPINO Dott.ssa Camilla Galli CENTRO GEOFISICO PREALPINO Dott.ssa Camilla Galli Centro Geofisico Prealpino Centro Geofisico Prealpino Una stazione meteorologica è il complesso degli strumenti e delle attrezzature che servono al rilevamento

Dettagli

Metodi innovativi per il controllo e la gestione dei fenomeni franosi

Metodi innovativi per il controllo e la gestione dei fenomeni franosi Saie Built Academy: scienze e tecnologie per costruire città e territorio Bologna 22 Ottobre 2014 Metodi innovativi per il controllo e la gestione dei fenomeni franosi Matteo Berti Dipartimento BIGEA -

Dettagli

ITM srl - Informatica Telematica Meridionale

ITM srl - Informatica Telematica Meridionale ITM srl - Informatica Telematica Meridionale Programma Operativo Regionale (POR) Misura 3.17 ITM 474925 Sistema Informatico, di supporto per la valutazione dell impatto ambientale preventivo sulla qualità

Dettagli

Qualità dell aria Torino, 8 febbraio 2011

Qualità dell aria Torino, 8 febbraio 2011 Qualità dell aria La rilevanza del fenomeno dell accumulo di biossido di azoto nella Pianura Padana rilevato da misure satellitari Concentrazione di biossido di azoto sull Europa tra Gennaio 2003 e Giugno

Dettagli

2. Dati climatici. 4 rapporto sull energia

2. Dati climatici. 4 rapporto sull energia 2. Dati climatici 1 . Clima ed energia La descrizione delle grandezze meteorologiche che hanno caratterizzato il clima della Provincia di Torino ha una duplice funzione: valutazione della loro entità come

Dettagli

Status of COSMO-ME-EPS system

Status of COSMO-ME-EPS system Status of COSMO-ME-EPS system Francesca Marcucci, Lucio Torrisi, Stefano Sebastianelli* CNMCA, National Meteorological Center,Italy * ISMAR-CNR, Venice, Italy Outline The COSMO-ME EPS system Evaluation

Dettagli

Come funziona un Radar HF

Come funziona un Radar HF Come funziona un Radar HF Segnali Radio (onde elettromagnetiche) vengono trasmessi in direzione del mare e riflessi dalle onde marine. Lo Spettro Doppler dell eco viene analizzato per ricavare le mappe

Dettagli

ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi

ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi Determinazione dirigenziale n. DET-2014-307 del 23/04/2014 Oggetto Servizio Idro-Meteo-Clima. Aggiudicazione

Dettagli

L INVERNO meteorologico 2011

L INVERNO meteorologico 2011 L INVERNO meteorologico 2011 I primi tre mesi dell anno, oltre ad avere nel complesso temperature abbastanza in linea con i valori attesi per la stagione (ad eccezione di febbraio che presenta una lieve

Dettagli

FOTOVOLTAICO LA RADIAZIONE SOLARE

FOTOVOLTAICO LA RADIAZIONE SOLARE FOTOVOLTAICO LA RADIAZIONE SOLARE Il Sole Sfera di gas riscaldato da reazioni di fusione termonucleare che, come tutti i corpi caldi emette una radiazione elettromagnetica o solare. L energia solare è

Dettagli

Campioni di pressione e sensori Marina Sardi INRIM

Campioni di pressione e sensori Marina Sardi INRIM Campioni di pressione e sensori Marina Sardi INRIM In qualità di Istituto Metrologico Primario l INRIM realizza e mantiene la scala delle pressioni, che copre l intervallo di valori tra 10-6 Pa (campo

Dettagli

L aggiornamento e la parallelizzazione del modello BOLAM nel Sistema Idro-Meteo-Mare

L aggiornamento e la parallelizzazione del modello BOLAM nel Sistema Idro-Meteo-Mare L aggiornamento e la parallelizzazione del modello BOLAM nel Sistema Idro-Meteo-Mare Parte III Verifica dei moduli marini del nuovo SIMM e del BOLAM ad alta risoluzione Marco Casaioli, Stefano Mariani

Dettagli

GidasADM (Calcolo e monitoraggio della diffusione degli odori) Manuale utente

GidasADM (Calcolo e monitoraggio della diffusione degli odori) Manuale utente GidasADM (Calcolo e monitoraggio della diffusione degli odori) Manuale utente Aggiornamento 20/05/2013 Cod. SWUM_01029_it Sommario 1. Introduzione... 3 1.1. Il modello di calcolo applicato... 3 2. Requisiti

Dettagli

Esperienze di reti di monitoraggio della radiazione UV

Esperienze di reti di monitoraggio della radiazione UV Esperienze di reti di monitoraggio della radiazione UV Henri Diémoz ARPA Valle d Aosta Giornata di cultura ambientale - 6 marzo 2009 1 introduzione 2 cronistoria del monitoraggio UV in Valle d Aosta 3

Dettagli

ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi

ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi ARPA Agenzia Regionale per la Prevenzione e l'ambiente dell'emilia - Romagna * * * Atti amministrativi Determinazione dirigenziale n. DET-2015-234 del 20/04/2015 Oggetto Servizio Idro-Meteo-Clima. Affidamento

Dettagli

Il motore virtuale di MeteoNetwork: il settore tecnico. Decennale MeteoNetwork 20 Ottobre 2012

Il motore virtuale di MeteoNetwork: il settore tecnico. Decennale MeteoNetwork 20 Ottobre 2012 Il motore virtuale di MeteoNetwork: il settore tecnico Decennale MeteoNetwork 20 Ottobre 2012 Servizi sviluppati in MeteoNetwork Numerosi sono i servizi/portali sviluppati nel tempo, al servizio dell utenza,

Dettagli

LanMessage. s o f t w a r e house a Reggio Emilia dal 1988. Software CABER. servizi informatici per l azienda

LanMessage. s o f t w a r e house a Reggio Emilia dal 1988. Software CABER. servizi informatici per l azienda Software CABER Materiale informativo soggetto a modifica senza preavviso. Questo documento è stato redatto con la massima cura e il suo utilizzo è limitato all ambito e all utente cui è stato trasmesso.

Dettagli

CAMPAGNA DI MONITORAGGIO DEL PARTICOLATO PM10 IN PROSSIMITA DELL AREA DI CANTIERE DELLA STAZIONE ALTA VELOCITA DI VIA DE CARRACCI BOLOGNA

CAMPAGNA DI MONITORAGGIO DEL PARTICOLATO PM10 IN PROSSIMITA DELL AREA DI CANTIERE DELLA STAZIONE ALTA VELOCITA DI VIA DE CARRACCI BOLOGNA Sezione Provinciale di Bologna Via F.Roccchi, 19 40138 Bologna Tel. 051/396211 Fax 051/342642 E-mail: sez@bo.arpa.emr.it Servizio Sistemi Ambientali Area S.O. Monitoraggio e Valutazione Aria CAMPAGNA DI

Dettagli

La collaborazione fra CEMEC e CIRA ( ed il CMCC)

La collaborazione fra CEMEC e CIRA ( ed il CMCC) La collaborazione fra CEMEC e CIRA ( ed il CMCC) Pasquale Schiano, Direttore Divisione ISC, CMCC Responsabile Laboratori Informatici e Tecnologie per l Innovazione, CIRA Scambio di dati territoriali,

Dettagli

16 APRILE 2014 SEMINARIO TECNICO EMISSIONI ODORIGENE IMPIANTO DI COMPOSTAGGIO: APPLICAZIONE DEL MODELLO DI DISPERSIONE DELL ODORE

16 APRILE 2014 SEMINARIO TECNICO EMISSIONI ODORIGENE IMPIANTO DI COMPOSTAGGIO: APPLICAZIONE DEL MODELLO DI DISPERSIONE DELL ODORE 16 APRILE 2014 SEMINARIO TECNICO EMISSIONI ODORIGENE IMPIANTO DI COMPOSTAGGIO: APPLICAZIONE DEL MODELLO DI DISPERSIONE DELL ODORE Ing. Elena Barbato Dott. Giacomo Cireddu RUOLO DELLA MODELLISTICA NELLA

Dettagli

HD 32MT.1 Datalogger METEOROLOGICO

HD 32MT.1 Datalogger METEOROLOGICO HD 32MT.1 Datalogger METEOROLOGICO HD32MT.1 è un datalogger a 16 canali in grado di acquisire e memorizzare i valori misurati da una serie di sensori collegati ai suoi ingressi. Il datalogger è completamente

Dettagli

L ACQUISIZIONE DIGITALE DEI SEGNALI I vantaggi principali dei sistemi digitali consistono in: elevata insensibilità ai disturbi bassa incertezza con costi relativamente contenuti compatibilità intrinseca

Dettagli

Parte I. Evoluzione dei Sistemi di Elaborazione (a.a. 2008-2009)

Parte I. Evoluzione dei Sistemi di Elaborazione (a.a. 2008-2009) Parte I Evoluzione dei Sistemi di Elaborazione (a.a. 2008-2009) I.1 Evoluzione degli Elaboratori N.B. Quasi tutto è successo negli ultimi 50 anni I.2 Generazione 0 (1600-1945) Pascal (1623-1662) Pascaline:

Dettagli

Sviluppo di un sistema di supporto decisionale applicato ad un contesto idraulico territoriale di estrema complessità.

Sviluppo di un sistema di supporto decisionale applicato ad un contesto idraulico territoriale di estrema complessità. Sviluppo di un sistema di supporto decisionale applicato ad un contesto idraulico territoriale di estrema complessità. Marco Volpin Consorzio di Bonifica Pianura di Ferrara Torino, 9-10 Ottobre 2013 Consorzio

Dettagli

La meteorologia civile in

La meteorologia civile in La previsione meteo da bernacca a internet La meteorologia civile in Italia vive non poche contraddizioni. Da una parte la scienza meteorologica ha compiuto passi da gigante e la veicolazione delle previsioni

Dettagli

Sabina Bellodi,, Enrica Canossa Ecosistema Urbano, Servizio Sistemi Ambientali ARPA sez.provinciale di Ferrara

Sabina Bellodi,, Enrica Canossa Ecosistema Urbano, Servizio Sistemi Ambientali ARPA sez.provinciale di Ferrara La Qualità dell Aria stimata: applicazioni modellistiche ADMS per uno studio della diffusione degli inquinanti atmosferici nel comune di Ferrara e aree limitrofe Sabina Bellodi,, Enrica Canossa Ecosistema

Dettagli

Distribuzione del tempo UTC a reti di PC per scopi radioastronomici e generali. R. Ambrosini, G. Maccaferri, A. Maccaferri IRA 291/99

Distribuzione del tempo UTC a reti di PC per scopi radioastronomici e generali. R. Ambrosini, G. Maccaferri, A. Maccaferri IRA 291/99 Distribuzione del tempo UTC a reti di PC per scopi radioastronomici e generali R. Ambrosini, G. Maccaferri, A. Maccaferri IRA 291/99 1 Sommario Nella recente fase di progetto del radiotelescopio SRT si

Dettagli

IL CENTRO FUNZIONALE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

IL CENTRO FUNZIONALE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA IL CENTRO FUNZIONALE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PREVISIONE Attività diretta allo studio ed alla determinazione dei fenomeni calamitosi, alla identificazione dei rischi, ed alla individuazione delle zone

Dettagli