Le prestazioni Inps 2013 Regione Emilia Romagna

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le prestazioni Inps 2013 Regione Emilia Romagna"

Transcript

1 1

2 Le prestazioni Inps 2013 Regione Emilia Romagna Pensioni vigenti compresi gli invalidi civili e le prestazioni assistenziali: Vecchiaia Invalidità Superstiti/reversibilità pensioni/assegni sociali Invalidi civili Totale

3 Le prestazioni Inps 2013 Regione Emilia Romagna Pensioni vigenti compresi gli invalidi civili e le prestazioni assistenziali: Totale Di cui Maschi ,08% Femmine ,2% Importo medio pensione mensile Maschi 1182,82 Femmine 662,68 La donna, in media, relativamente a tutte le pensioni, percepisce il 44,8% in meno rispetto all uomo. 3

4 Le prestazioni Inps 2013 Bologna e provincia Pensioni vigenti compresi gli invalidi civili e le prestazioni assistenziali Popolazione residente Totale Di cui Maschi ,55% Femmine ,45% Importo medio pensione mensile Maschi 1203,61 Femmine 706,96 La donna in media, su tutte le pensioni, percepisce il 41,26% in meno rispetto all uomo. 4

5 Le prestazioni Inps 2013 Bologna e provincia Tipologia di pensione: Vecchiaia di cui Maschi medio mens. 1411,34 Femmine medio mens. 821,60 Invalidità di cui Maschi medio mens. 893,07 Femmine medio mens. 567,92 Superstiti/reversibilità di cui Maschi medio mens. 397,93 Femmine medio mens. 651,46 5

6 Le prestazioni Inps 2013 Bologna e provincia Tipologia di pensione: Assegno sociale 6011 di cui Maschi 1724 medio mens. 422,85 Femmine 4287 medio mens. 412,04 Invalidità civile 7718 di cui Maschi 3649 medio mensile 266,0 Femmine 4069 medio mensile 266,0 Indennità di accompagnamento di cui Maschi 9050 medio mens. 474,11 Femmine medio mens. 486,76 6

7 LA PENSIONE DI VECCHIAIA (con età anagrafica) La vecchiaia costituisce uno degli eventi protetti presi in considerazione dall'art. 38 della Costituzione. Il principale strumento che l'ordinamento previdenziale predispone a favore dei lavoratori che, a causa dell'età avanzata, non sono più in grado di assicurarsi un reddito mediante lo svolgimento di un'attività di lavoro è la pensione di vecchiaia. 7

8 LA PENSIONE DI VECCHIAIA Uno dei principi fondamentali legati al sistema previdenziale, infatti, è quello dell adeguatezza delle risorse per l età anziana. In Italia, dove il sistema previdenziale è ancora prevalentemente pubblico, la maggior parte di queste risorse deriva dal c.d. 1 pilastro, la previdenza obbligatoria che si basa sui contributi versati obbligatoriamente dai datori di lavoro e dai lavoratori. 8

9 LA PENSIONE DI VECCHIAIA Questo pilastro, tuttavia, per le nuove generazioni sarà molto meno generoso che in passato, per effetto delle ultime, più rilevanti riforme, e in particolare della Riforma Dini del 1995, della Riforma Maroni, del 2004, e, in ultimo, dalla Riforma Fornero del

10 LA PENSIONE DI VECCHIAIA Stando così le cose. Per i futuri pensionati la copertura pubblica non sarà sufficiente a garantire la sicurezza economica nell età anziana, come dimostrano tutte le proiezioni in rapporto ai redditi della vita lavorativa. 10

11 LA PENSIONE DI VECCHIAIA L'età pensionabile delle donne: anno dopo anno cambia l età pensionabile Fino al 1993 si andava in pensione a 55 e 60 anni. E questo il principale motivo per cui con la riforma Amato del 1992 ( D.Lgs. 503/92) si è stabilito di elevare le soglie rispettivamente a 60 anni per le donne e 65 per gli uomini. Il passaggio dal vecchio al nuovo limite doveva avvenire gradualmente, al ritmo di un anno in più ogni due. Le tappe di avvicinamento sono state però ritenute troppo lente per produrre effetti concreti sul piano del risparmio. Così la legge finanziaria del ' 95 ha accelerato i tempi introducendo un ritmo di risalita con cadenza ogni 18 mesi, anziché due anni. 11

12 LA PENSIONE DI VECCHIAIA L'età pensionabile delle donne: anno dopo anno cambia l età pensionabile La riforma Dini, legge 335/1995 è intervenuta soprattutto sulla misura della pensione, introducendo il metodo contributivo per i neo assunti dall 1/1/1996 e per coloro che non hanno i 18 anni di contributi al 31/12/

13 LA PENSIONE DI VECCHIAIA L'età pensionabile delle donne: anno dopo anno cambia l età pensionabile Con la riforma Maroni (L. 243/2004) il requisito anagrafico per la pensione di vecchiaia nel sistema contributivo diventa 60 per le donne (non più 57) con 5 anni di contribuzione effettiva e limite 1,2 volte l assegno sociale. 13

14 LA PENSIONE DI VECCHIAIA L'età pensionabile delle donne del settore pubblico: anno dopo anno cambia l età pensionabile Per la quasi generalità dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni, sia uomini che donne, l età pensionabile è da sempre fissata a 65 anni La riforma Dini aveva previsto la possibilità per le dipendenti pubbliche, con limite di età di 65 anni, di accedere alla pensione di vecchiaia anticipata al compimento del 60 anno di età. 14

15 LA PENSIONE DI VECCHIAIA L'età pensionabile delle donne del settore pubblico: anno dopo anno cambia l età pensionabile La Corte di giustizia europea, con la sentenza del 13 novembre 2008 nella causa C-46/08, ha ravvisato da parte del nostro Paese, con riferimento alla diversa età pensionabile tra uomini e donne nel pubblico impiego, la violazione del principio della parità di trattamento economico tra lavoratori di sesso maschile e quelli di sesso femminile, sancito dall art. 141 Ce. 15

16 LA PENSIONE DI VECCHIAIA L'età pensionabile delle donne del settore pubblico: anno dopo anno cambia l età pensionabile In attuazione della sentenza la L. 102/09 prima e la L.. 122/10 dopo si è provveduto a innalzare l età pensionabile delle donne nel pubblico impiego, portandola gradualmente da 60 a 65 anni

17 LA PENSIONE DI VECCHIAIA Il cd. Decreto Salva Italia (D.L. 201/2011 convertito nella L. 214 del ) ha stabilito nuovi requisiti di accesso alla pensione di vecchiaia, al fine di raggiungere tre differenti finalità: attuare l equiparazione dell età anagrafica per uomini e donne; elevare l età pensionabile; incentivare alla prosecuzione dell attività lavorativa. 17

18 LA PENSIONE DI VECCHIAIA Requisiti anagrafici L. 214/2012 I nuovi requisiti anagrafici, validi a decorrere dall , si applicano a tutti i lavoratori che siano stati assunti per la prima volta dal in poi (quindi privi di anzianità contributiva a tale data) e ai lavoratori con contributi all 1/1/

19 LA PENSIONE DI VECCHIAIA Requisiti anagrafici L. 214/2012 In base alle nuove regole, l età pensionabile dei dipendenti è così fissata: Per le lavoratrici dipendenti del settore privato la legge effettua un equiparazione progressiva agli uomini, così determinata: 62 anni dal 2012; 63 anni e 6 mesi dal 2014; 65 anni dal 2016 e 66 anni dal A decorrere dal 2021, l età pensionabile è fissata, anche per le donne, a 67 anni; 19

20 La pensione di vecchiaia Donne Età Dipendenti Autonome e gestione separata anni (più finestra 12 mesi) 60 anni (più finestra 18 mesi) Anni settore privato * 62 anni * 63 anni e 6 mesi anni e 3 mesi 63 anni e 9 mesi anni e 9 mesi 64 anni e 9 mesi anni e 9 mesi 64 anni e 9 mesi anni e 7 mesi 66 anni e 1 mese anni e 7 mesi 66 anni e 1 mese anni e 7 mesi 66 anni e 7 mesi 2019 e anni e 11 mesi 66 anni e 11 mesi La tabella contiene già l aumento con gli indici di speranza di vita 20

21 La pensione di vecchiaia Donne Anni settore privato Età Dipendenti Autonome e gestione separata 2021/ anni e 2 mesi 67 anni e 2 mesi 2023/ anni e 5 mesi 67 anni e 5 mesi 2025/ anni e 8 mesi 67 anni e 8 mesi 2027/ anni e 11 mesi 67 anni e 11 mesi 2029/ anni e 1 mese 68 anni e 1 mese 2031/ anni e 3 mesi 68 anni e 3 mesi 2033/ anni e 5 mesi 68 anni e 5 mesi 2035/ anni e 7 mesi 68 anni e 7 mesi 2037/ anni e 9 mesi 68 anni e 9 mesi La tabella contiene già l aumento con gli indici di speranza di vita 21

22 REQUISITI PER LA PENSIONE Pensione di vecchiaia ( esistono deroghe al requisito contributivo dei 20 anni) 22

23 REQUISITI PER LA PENSIONE Pensione di vecchiaia ( esistono deroghe al requisito contributivo dei 20 anni) 23

24 REQUISITI PER LA PENSIONE nel sistema contributivo Pensione di vecchiaia Lavoratori e lavoratrici assicurati solo dall 1/1/1996 La pensione di vecchiaia per i lavoratori con prima contribuzione accreditata dopo il 1 gennaio 1996, si consegue al raggiungimento: della stessa età prevista per gli assicurati prima del di almeno 20 anni di anzianità contributiva a condizione che l importo della pensione risulti essere non inferiore a 1,5 volte quello dell assegno sociale (circa 671,41 euro mensili nel 2014). 24

25 REQUISITI PER LA PENSIONE nel sistema contributivo Pensione di vecchiaia Lavoratori e lavoratrici assicurati solo dall 1/1/1996 Si consegue inoltre al raggiungimento: dei 70 anni indicizzati - si prescinde dal predetto importo minimo se in possesso di almeno 5 anni di contribuzione effettiva (è valida la contribuzione da lavoro, da riscatto e volontaria, non è utile la contribuzione figurativa e le maggiorazioni) 25

26 REQUISITI PER LA PENSIONE nel sistema contributivo Pensione di vecchiaia Lavoratori e lavoratrici assicurati solo dall 1/1/1996 Si consegue inoltre al raggiungimento: dei 70 anni indicizzati - si prescinde dal predetto importo minimo se in possesso di almeno 5 anni di contribuzione effettiva (è valida la contribuzione da lavoro, da riscatto e volontaria, non è utile la contribuzione figurativa e le maggiorazioni) 26

27 REQUISITI PER LA PENSIONE nel sistema contributivo Pensione di vecchiaia I lavoratori con primo accredito contributivo successivo al 1 gennaio 1996 possono, inoltre, conseguire la pensione anticipata con almeno: 63 anni di età indicizzati 20 anni di contribuzione effettiva a condizione che l importo della pensione risulti essere non inferiore a 2,8 volte quello dell assegno sociale (circa euro 1253,31 mensili nel 2014) 27

28 IL CALCOLO DI PENSIONE contributivo Con il calcolo di pensione contributivo i lavoratori dipendenti accantonano il 33% della retribuzione pensionabile. Montante individuale contributivo 28

29 IL CALCOLO DI PENSIONE Con il calcolo di pensione contributivo i lavoratori dipendenti accantonano il 33% della retribuzione pensionabile. Montante individuale contributivo 29

30 IL CALCOLO DI PENSIONE Contributivo Con il sistema contributivo vengono avvantaggiati i calcoli di pensione con redditi alti. Le pensioni liquidate esclusivamente con il sistema contributivo non hanno diritto all integrazione al trattamento minimo. L importo della pensione integrata al minimo per l anno 2014 è di 501,38 euro. 30

31 Esempio n. 1 IL CALCOLO DI PENSIONE Contributivo Una lavoratrice dipendente di 65 anni che oggi ha 20 anni di contributi e che ha percepito un reddito medio di avrebbe una pensione mensile calcolata con il sistema contributivo di 428 euro. L importo soglia da raggiungere è pari a 1,5 volte l assegno sociale, vale a dire 447,61 1,5 = 671,41 Pertanto questa lavoratrice oggi non avrà diritto alla pensione. La potrà percepire solo a 70 anni indicizzati con l aspettativa di vita. 31

32 IL CALCOLO DI PENSIONE Contributivo Esempio n. 1 La lavoratrice dovrebbe avere un reddito medio di euro per avere una pensione di 690 euro mensili e poterla percepire da subito e non aspettare i 70 anni e oltre. Con un reddito medio di 40/ euro per 20 anni, la lavoratrice percepirebbe una pensione di 1420 euro di poco superiore al 2,8 l assegno sociale. 32

33 IL CALCOLO DI PENSIONE retributivo Esempio n. 2 La stessa lavoratrice con un reddito medio di avrebbe avuto una pensione calcolata con il sistema retributivo di 600 euro. Con un reddito medio di euro, la sua pensione sarebbe stata di 1000 euro circa 33

I NUOVI TRATTAMENTI PENSIONISTICI disciplina vigente

I NUOVI TRATTAMENTI PENSIONISTICI disciplina vigente I NUOVI TRATTAMENTI PENSIONISTICI disciplina vigente DL 201 DEL 6/12/2011 E N 216/2011 E DELLE PRIME INDICAZIONI AMMINISTRATIVE (circolare INPS 14 marzo 2012, n 35) 1995 - DINI L. 335 (CONTRIBUTIVO/GESTIONE

Dettagli

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA.

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. LA PENSIONE DI VECCHIAIA è il trattamento pensionistico corrisposto dall Istituto previdenziale al raggiungimento di una determinata età

Dettagli

LA NUOVA PENSIONE DI VECCHIAIA

LA NUOVA PENSIONE DI VECCHIAIA I nuovi trattamenti pensionistici. La disciplina vigente LA NUOVA PENSIONE DI VECCHIAIA 9 LA PENSIONE DI VECCHIAIA PER GLI ASSICURATI ANTE 1996 Requisito Anagrafico Contributivo 10 ASSICURATI ANTE 1996.

Dettagli

LA PREVIDENZA DI BASE (Le modifiche introdotte dal Decreto Monti)

LA PREVIDENZA DI BASE (Le modifiche introdotte dal Decreto Monti) LA PREVIDENZA DI BASE (Le modifiche introdotte dal Decreto Monti) pagina 1 INDICE INDICE: La Previdenza di base Evoluzione storica Iscrizione e contributi Gestione Speciale Commercianti Il procedimento

Dettagli

I «Vecchi requisiti» per l accesso alle pensioni ante riforma Monti -Fornero

I «Vecchi requisiti» per l accesso alle pensioni ante riforma Monti -Fornero I «Vecchi requisiti» per l accesso alle pensioni ante riforma Monti -Fornero A cura di Salvatore Martorelli e Paolo Zani per FNP CISL Milano Aggiornata al 4 novembre 2014 2 Pensione di vecchiaia DONNE

Dettagli

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee La riforma delle pensioni Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee Obiettivi Strumenti 2 Obiettivi e strumenti della riforma sostenibilità I REQUISITI DI PENSIONAMENTO SONO LEGATI ALLA LONGEVITA'

Dettagli

I nuovi requisiti per la pensione dal 2016

I nuovi requisiti per la pensione dal 2016 I nuovi requisiti per la pensione dal 2016 Aumentano dal 2016 i requisiti per andare in pensione, in attuazione dell alle, con quattro mesi in più di età e un di 0,3 punti per chi ancora si ritira con

Dettagli

Requisito contributivo minimo di almeno 35 anni. Lavoratori dipendenti Lavoratori autonomi. Età anagrafica minima

Requisito contributivo minimo di almeno 35 anni. Lavoratori dipendenti Lavoratori autonomi. Età anagrafica minima Sistema retributivo = anzianità pari o superiore a 18 anni al 31/12/1995 Sistema misto = anzianità inferiore a 18 anni al 31/12/1995 Sistema contributivo = chi inizia per la prima volta a lavorare dal

Dettagli

PENSIONI BREVE SINTESI RIFORME PENSIONISTICHE PRECEDENTI NOVITA MANOVRA Dlgs. N. 201/2011, Legge n. 214/2011 SALVA ITALIA

PENSIONI BREVE SINTESI RIFORME PENSIONISTICHE PRECEDENTI NOVITA MANOVRA Dlgs. N. 201/2011, Legge n. 214/2011 SALVA ITALIA Dipartimento Diritti PENSIONI 2012 BREVE SINTESI RIFORME PENSIONISTICHE PRECEDENTI NOVITA MANOVRA Dlgs. N. 201/2011, Legge n. 214/2011 SALVA ITALIA A cura del Responsabile Settore Previdenza, Ennio Bischetti

Dettagli

La Riforma del sistema previdenziale

La Riforma del sistema previdenziale La Riforma del sistema previdenziale Decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201 Manovra del governo Monti Dal 1 gennaio 2012: introduzione del metodo contributivo di calcolo delle pensioni, secondo il meccanismo

Dettagli

NESSUNA NOVITA POSITIVA PER LE PENSIONI DALLA CONVERSIONE IN LEGGE DEL DECRETO MONTI

NESSUNA NOVITA POSITIVA PER LE PENSIONI DALLA CONVERSIONE IN LEGGE DEL DECRETO MONTI BERGAMO NESSUNA NOVITA POSITIVA PER LE PENSIONI DALLA CONVERSIONE IN LEGGE DEL DECRETO MONTI Neanche le modifiche apportate alla Camera con la conversione del Decreto migliorano la finanziaria del Governo

Dettagli

Vademecum sui requisiti per l'accesso alla pensione di vecchiaia - Archivio News -

Vademecum sui requisiti per l'accesso alla pensione di vecchiaia - Archivio News - 25/03/2011 Precedentemente alla riforma delle pensioni del 1995, i requisiti per l accesso alla pensione di vecchiaia erano stabiliti dall art. 2 l. 503/1992 (c.d. Riforma Amato). Art. 2 l. 503/1992 Riforma

Dettagli

LA RIFORMA DELLE PENSIONI

LA RIFORMA DELLE PENSIONI LA RIFORMA DELLE PENSIONI Saverio Petragallo Unità Operativa Formazione INAS Giornata di formazione UST-LECCE 1 ottobre 2012 Cassa Edile la riforma delle pensioni Decreto Legge n.201 del 6 dicembre 2011

Dettagli

NORMATIVA E DISPOSIZIONI OPERATIVE IN MATERIA PREVIDENZIALE

NORMATIVA E DISPOSIZIONI OPERATIVE IN MATERIA PREVIDENZIALE NORMATIVA E DISPOSIZIONI OPERATIVE IN MATERIA PREVIDENZIALE Considerata la moltitudine di norme e di disposizioni operative in materia previdenziale che hanno sostanzialmente modificato, nel corso del

Dettagli

Circolare Informativa Confcommercio Imprese per l Italia Settore Politiche Legislative e Welfare

Circolare Informativa Confcommercio Imprese per l Italia Settore Politiche Legislative e Welfare Circolare Informativa Confcommercio Imprese per l Italia Settore Politiche Legislative e Welfare Oggetto: Manovra Finanziaria Novità in materia previdenziale Facciamo seguito alle precedenti comunicazioni

Dettagli

La previdenza per le donne Problemi comuni

La previdenza per le donne Problemi comuni La previdenza per le donne Problemi comuni Cristina Bolzani dipartimento previdenza SPI-CGIL 1 Un po di numeri PER RIFLETTERE 2 la maggiore concentrazione di donne si trova nelle classi di reddito più

Dettagli

Sindacato Padano - SIN. PA.

Sindacato Padano - SIN. PA. Schede informative: PREVIDENZA - La pensione Dopo il Decreto Salva Italia Monti - Legge n. 214/2011 Dal 2012 la riforma previdenziale impone un sistema fondato su due pilastri: la nuova pensione di vecchiaia

Dettagli

Qual è il sistema previdenziale in vigore in Italia e come si calcola la pensione?

Qual è il sistema previdenziale in vigore in Italia e come si calcola la pensione? In questa pagina potete trovare una raccolta di domande e risposte sui lineamenti generali di un sistema pensionistico. Cos è la previdenza? Chi si occupa della previdenza in Italia? Che cos è la pensione?

Dettagli

La politica pensionistica RIFORME SOTTRATTIVE E TRANSIZIONE A UN SISTEMA PENSIONISTICO MULTIPILASTRO

La politica pensionistica RIFORME SOTTRATTIVE E TRANSIZIONE A UN SISTEMA PENSIONISTICO MULTIPILASTRO La politica pensionistica RIFORME SOTTRATTIVE E TRANSIZIONE A UN SISTEMA PENSIONISTICO MULTIPILASTRO (Riforma dei trattamenti pensionistici dei lavoratori autonomi) La politica pensionistica La politica

Dettagli

Opzione al Sistema Contributivo ( art. 1, comma 23, legge n. 335/1995 e s.m.i.)

Opzione al Sistema Contributivo ( art. 1, comma 23, legge n. 335/1995 e s.m.i.) Opzione al Sistema Contributivo ( art. 1, comma 23, legge n. 335/1995 e s.m.i.) I lavoratori che alla data del 31.12.1995 hanno un anzianità contributiva inferiore a 18 anni possono optare per il sistema

Dettagli

PRIMI CHIARIMENTI SU COSA CAMBIA DOPO L APPROVAZIONE DEI MINISTERI VIGILANTI DELLA RIFORMA PREVIDENZIALE INPGI

PRIMI CHIARIMENTI SU COSA CAMBIA DOPO L APPROVAZIONE DEI MINISTERI VIGILANTI DELLA RIFORMA PREVIDENZIALE INPGI ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA DEI GIORNALISTI ITALIANI GIOVANNI AMENDOLA Via Nizza n. 35 00198 Roma PRIMI CHIARIMENTI SU COSA CAMBIA DOPO L APPROVAZIONE DEI MINISTERI VIGILANTI DELLA RIFORMA PREVIDENZIALE

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e di lavoro

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e di lavoro Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e di lavoro N. 198 25.10.2016 INPGI: primi chiarimenti sulla riforma previdenziale Dal 1 gennaio 2017, la pensione dei giornalisti sarà calcolata

Dettagli

A che età si può andare in pensione. Guida con tabelle semplificative

A che età si può andare in pensione. Guida con tabelle semplificative A che età si può andare in pensione. Guida con tabelle semplificative Quali i requisiti di età per poter accedere alla pensione di vecchiaia ordinaria o anticipata In questa pagina: - Quando spetta - Deroghe

Dettagli

Il sistema pensionistico italiano

Il sistema pensionistico italiano Il sistema pensionistico italiano Tra i momenti costitutivi del sistema pensionistico italiano si possono ricordare: 1919: introduzione previdenza obbligatoria per i dipendenti privati (principalmente

Dettagli

CAMBIANO I REQUISITI DI ACCESSO ALLA PENSIONE DAL 2012

CAMBIANO I REQUISITI DI ACCESSO ALLA PENSIONE DAL 2012 CAMBIANO I REQUISITI DI ACCESSO ALLA PENSIONE DAL 2012 Introduzione del pro-rata contributivo: Le quote di pensione relative alle anzianità contributive maturate a decorrere dal 1 gennaio 2012, saranno

Dettagli

La riforma della previdenza obbligatoria

La riforma della previdenza obbligatoria La riforma della previdenza obbligatoria Le novità della legge Monti - Fornero Dott. Marco Sala Milano, 15 aprile 2013 1 Popolazione Italiana 60.626.400 Forza lavoro 25.115.000 2 Pensioni erogate in Italia

Dettagli

Riforma del sistema pensionistico Informativa riepilogativa a seguito delle Istruzioni fornite dall INPS con circolare n.

Riforma del sistema pensionistico Informativa riepilogativa a seguito delle Istruzioni fornite dall INPS con circolare n. N.4/2008 Riforma del sistema pensionistico Informativa riepilogativa a seguito delle Istruzioni fornite dall INPS con circolare n. 60 del 15/5/2008 Il 29 dicembre 2007 è stata pubblicata nella Gazzetta

Dettagli

B) Legge n. 243 del 2004 come integrata e modificata dall articolo 1, commi 1 e 2, della legge n. 247 del 2007

B) Legge n. 243 del 2004 come integrata e modificata dall articolo 1, commi 1 e 2, della legge n. 247 del 2007 Allegato 4 Riepilogo disposizioni vigenti in materia di requisiti e di accesso ai trattamenti pensionistici anteriormente alla data di entrata in vigore del decreto legge n. 201 del 2011, convertito dalla

Dettagli

Legge n. 214 del (di conversione, con modificazioni, del DL n. 201/2011)

Legge n. 214 del (di conversione, con modificazioni, del DL n. 201/2011) Legge n. 214 del 22.12.2011 (di conversione, con modificazioni, del DL n. 201/2011) Interventi in materia previdenziale Giulianova, 26 febbraio 2012 Legge n. 214 del 22.12.2011 Dal 2012 nuovi requisiti

Dettagli

Le nuove decorrenze delle pensioni di vecchiaia ed i residenti all estero

Le nuove decorrenze delle pensioni di vecchiaia ed i residenti all estero Le nuove decorrenze delle pensioni di vecchiaia ed i residenti all estero Come è oramai noto il protocollo sul Welfare firmato da Governo e sindacati e trasformato in legge n. 247 del 24 dicembre 2007,

Dettagli

Gestione Dipendenti Pubblici: Pensioni vigenti all e pensioni liquidate nel 2014

Gestione Dipendenti Pubblici: Pensioni vigenti all e pensioni liquidate nel 2014 Coordinamento Generale Statistico Attuariale Statistiche in breve A cura del Coordinamento Generale Statistico Attuariale Maggio 2015 Gestione Dipendenti Pubblici: vigenti all 1.1.2015 e pensioni liquidate

Dettagli

Le novità del 2010 IL SISTEMA CONTRIBUTIVO

Le novità del 2010 IL SISTEMA CONTRIBUTIVO Le novità del 2010 La legge n. 247 del 23 luglio 2007 ha modificato in parte la disciplina pensionistica introdotta dalla legge n. 243 de 23 agosto 2004 (Legge Maroni); di seguito riportiamo una sintesi

Dettagli

Protocollo del 23 luglio 2007 su previdenza, lavoro e competitività. Prime istruzioni.

Protocollo del 23 luglio 2007 su previdenza, lavoro e competitività. Prime istruzioni. Direzione centrale delle Prestazioni Roma, 31-12-2007 Messaggio n. 30923 Allegati 2 OGGETTO: Legge 24 dicembre 2007, n. 247 Norme di attuazione del Protocollo del 23 luglio 2007 su previdenza, lavoro e

Dettagli

News 14/2013: Penalizzazione e Pensione Anticipata.

News 14/2013: Penalizzazione e Pensione Anticipata. News 14/2013: Penalizzazione e Pensione Anticipata. Consulta l'approfondimento riguardante: - PENALIZZAZIONI - PENSIONE ANTICIPATA PENALIZZAZIONI Normativa e Commenti TESTO COORDINATO DEL DECRETO-LEGGE

Dettagli

Le pensioni minime di oggi e quelle di domani. Tito Boeri e Alessandro Ronchi 1 Dicembre 2015

Le pensioni minime di oggi e quelle di domani. Tito Boeri e Alessandro Ronchi 1 Dicembre 2015 Le pensioni minime di oggi e quelle di domani Tito Boeri e Alessandro Ronchi 1 Dicembre 2015 Piano Le pensioni di oggi pensioni e reddito pensionistico pensioni ed età alla decorrenza pensioni e reddito

Dettagli

Le pensioni Vecchiaia Anzianità Inabilità Invalidità (lavorativa) Ai superstiti Assegno sociale/pensione sociale Invalidità civile Accompagnamento

Le pensioni Vecchiaia Anzianità Inabilità Invalidità (lavorativa) Ai superstiti Assegno sociale/pensione sociale Invalidità civile Accompagnamento Le pensioni Vecchiaia Anzianità Inabilità Invalidità (lavorativa) Ai superstiti Assegno sociale/pensione sociale Invalidità civile Accompagnamento 13 Le pensioni Da contributi Di assistenza Hanno come

Dettagli

MANOVRA MONTI. Conversione in legge del DL 6 dicembre 2011, n.201 Articolo 24 Disposizioni in materia di trattamenti pensionistici

MANOVRA MONTI. Conversione in legge del DL 6 dicembre 2011, n.201 Articolo 24 Disposizioni in materia di trattamenti pensionistici MANOVRA MONTI Conversione in legge del DL 6 dicembre 2011, n.201 Articolo 24 Disposizioni in materia di trattamenti pensionistici Dal 1 gennaio 2012 sistema contributivo per tutti Quindi tutti coloro che

Dettagli

15 MARZOO 2012 Numero 2

15 MARZOO 2012 Numero 2 INCA INFORMA Quindicinale di informazione previdenziale a cura dell INCA- CGIL Bergamo http://www.cgil.bergamo.it/sito_inca/index.htm 15 MARZOO 2012 Numero 2 CIRCOLARE INPS n 35-14 MARZO 2012 LEGGE 214

Dettagli

Roma, 3 febbraio 2016 OGGETTO: PREVIDENZA LE NOVITÀ PER IL 2016.

Roma, 3 febbraio 2016 OGGETTO: PREVIDENZA LE NOVITÀ PER IL 2016. Roma, 3 febbraio 2016 OGGETTO: PREVIDENZA LE NOVITÀ PER IL 2016. Con la presente si trasmette il consueto aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la

Dettagli

L evoluzione delle pensioni Quali prospettive per le donne?

L evoluzione delle pensioni Quali prospettive per le donne? @bollettinoadapt, 20 dicembre 2013 L evoluzione delle pensioni Quali prospettive per le donne? di Giulia Alessandri Tag: #pensione, #donne, #opzionedonna, #vecchiaia, #anticipata Dopo la riforma apportata

Dettagli

Il sistema previdenziale

Il sistema previdenziale Il sistema previdenziale di Alberto Forti Il sistema previdenziale italiano è oggi distinto nella: previdenza obbligatoria, comunemente detta primo pilastro ; previdenza complementare, comunemente detta

Dettagli

RIFORMA DEL SISTEMA PENSIONISTICO A cura di Fabrizio GOSTI Coordinam. Nazionale Previdenza FALCRI

RIFORMA DEL SISTEMA PENSIONISTICO A cura di Fabrizio GOSTI Coordinam. Nazionale Previdenza FALCRI RIFORMA DEL SISTEMA PENSIONISTICO A cura di Fabrizio GOSTI Coordinam. Nazionale Previdenza FALCRI 1. Premessa Il 29 dicembre 2007 è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale le legge 24 dicembre 2007,

Dettagli

Chi può pensionarsi a 57 anni

Chi può pensionarsi a 57 anni Chi può pensionarsi a 57 anni Autore : Noemi Secci Data: 20/02/2016 Pensione a 57 anni d età: opzione donna, pensione anticipata, totalizzazione, comparto difesa, soccorso e sicurezza, invalidi e ciechi.

Dettagli

La legge di stabilità 2016

La legge di stabilità 2016 PRIMA e DOPO La legge di stabilità 2016 Art. 24, comma 10, DL 201/2011 Art. 1, comma 113, L. 190 /2014) La pensione anticipata La pensione anticipata si consegue con un requisito contributivo uguale per

Dettagli

6061 Scienza delle Finanze

6061 Scienza delle Finanze 6061 Scienza delle Finanze Cleam- Classe 2 Il sistema pensionistico i (2) Il sistema pensionistico italiano Tappe principali: Sistema pre-amato 1992: riforma Amato 1995: riforma Dini 2004: Riforma Maroni

Dettagli

6061 Scienza delle Finanze

6061 Scienza delle Finanze 6061 Scienza delle Finanze Cleam- Classe 2 Il sistema pensionistico i (2) Il sistema pensionistico italiano Tappe principali: Sistema pre-amato 1992: riforma Amato 1995: riforma Dini 2004: Riforma Maroni

Dettagli

Personal Pension Planning

Personal Pension Planning Personal Pension Planning Cosa c è di nuovo Executive summary Agosto 2014 NOVITA PREVIDENZIALI DEL 2014 Il dibattito sul sistema previdenziale rimane ancora aperto. Sebbene siano molti gli interventi al

Dettagli

Utilizzo periodico di questo servizio

Utilizzo periodico di questo servizio Il sistema previdenziale italiano si basa sulla richiesta da parte dell interessato. Per questo motivo è necessario essere informati sulla propria situazione contributiva e previdenziale. Utilizzo periodico

Dettagli

Approvata la riforma delle pensioni Enpam

Approvata la riforma delle pensioni Enpam Approvata la riforma delle pensioni Enpam La Fondazione Enpam ha approvato la riforma delle pensioni che garantisce una sostenibilità a oltre 50 anni del suo sistema previdenziale. La cassa dei medici

Dettagli

SOMMARIO: Misura delle aliquote contributive e di computo in vigore dal 1 gennaio 2006 per gli iscritti alla Gestione separata.

SOMMARIO: Misura delle aliquote contributive e di computo in vigore dal 1 gennaio 2006 per gli iscritti alla Gestione separata. Direzione Centrale delle Entrate Contributive Direzione Centrale delle Prestazioni Roma, 1 Febbraio 2006 Circolare n. 11 Allegati 1 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Direttori delle Agenzie Ai Coordinatori

Dettagli

Circolare N. 17 del 7 Febbraio 2017

Circolare N. 17 del 7 Febbraio 2017 Circolare N. 17 del 7 Febbraio 2017 Contributi volontari: modalità di determinazione per il 2017 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la recente circolare n. 12 dell 27.1.2017,

Dettagli

Riforma Pensioni, ecco le nuove regole nelle Pa

Riforma Pensioni, ecco le nuove regole nelle Pa Riforma Pensioni, ecco le nuove regole nelle Pa Sabato, 30 Agosto 2014 23:30 Scritto da Davide Grasso dimensione font I requisiti standard per la pensione nelle Pa restano fissati in 66 anni e 3 mesi per

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 56 25.03.2015 INPS: i nuovi requisiti pensionistici Dal 1 gennaio 2016, per accedere alla pensione di vecchiaia serviranno

Dettagli

Aliquote contributive dei lavoratori iscritti alla gestione separata INPS Massimale per il 2011

Aliquote contributive dei lavoratori iscritti alla gestione separata INPS Massimale per il 2011 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 10 12 FEBBRAIO 2011 Aliquote contributive dei lavoratori iscritti alla gestione separata

Dettagli

6061 Scienza delle Finanze Cleam- Classe 2. Il sistema pensionistico (2)

6061 Scienza delle Finanze Cleam- Classe 2. Il sistema pensionistico (2) 6061 Scienza delle Finanze Cleam- Classe 2 Il sistema pensionistico (2) Il sistema pensionistico italiano Tappe principali: Sistema pre-amato 1992: riforma Amato 1995: riforma Dini 2004: Riforma Maroni

Dettagli

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile)

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile) Anche questo anno qualche frecciata sulle pensioni. Ho quindi cercato, come per gli scorsi anni, di esporre ai Colleghi una sintesi delle possibili uscite nel 2014, in modo schematico e il più chiaro possibile.

Dettagli

Di seguito l aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS.

Di seguito l aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS. Roma, 27 febbraio 2015 PREVIDENZA LE NOVITÀ PER IL 2015 Di seguito l aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS. TETTO

Dettagli

OR.S.A. LE PENSIONI NEL PROSSIMO VENTENNIO DAL 2012 AL 2031

OR.S.A. LE PENSIONI NEL PROSSIMO VENTENNIO DAL 2012 AL 2031 OR.S.A. ORGANIZZAZIONE SINDACATI AUTONOMI E DI BASE LE PENSIONI NEL PROSSIMO VENTENNIO DAL 2012 AL 2031 DOPO LA TREMONTI TER (LEGGE 14/9/2011, N. 148) a cura di Giustino DI NALLO GUIDA PRATICA Versione

Dettagli

Cosa cambia dal 1 gennaio 2012

Cosa cambia dal 1 gennaio 2012 Le Pensioni dal 1 gennaio 2012 Negli ultimi mesi il sistema pensionistico italiano è profondamente cambiato. Ecco un vademecum completo alle nuove norme. Quelle vecchie restano in vigore solo per chi,

Dettagli

VENEZIA Mestre via della Montagnola 37 - tel. 041 544 11 33

VENEZIA Mestre via della Montagnola 37  - tel. 041 544 11 33 VENEZIA Mestre via della Montagnola 37 www.liberosinfub.com - tel. 041 544 11 33 Notizi e e d a ppro fo ndi m e nti p er i Lavor a to ri de l Gruppo V e ne to Ba nc a 7 n o v e m b r e 2 0 1 3 Gli argomenti

Dettagli

Il sistema di calcolo contributivo e quello retributivo

Il sistema di calcolo contributivo e quello retributivo Il sistema di calcolo contributivo e quello retributivo Il tema delle pensioni ritorna sempre alla ribalta dei media e del dibattito politico. Un tema caldo che interessa il futuro di tutti e sul quale

Dettagli

La soppressione del Fondo degli autoferrotranvieri

La soppressione del Fondo degli autoferrotranvieri decreto che ha sancito il passaggio al Fondo lavoratori dipendenti dell'inps La soppressione del Fondo degli autoferrotranvieri (Dlgs 414/96) Con il DLgs 29 giugno 1996, n. 414, sono state emanate disposizioni,

Dettagli

Roma, 08/01/2008. e, p.c.

Roma, 08/01/2008. e, p.c. istituto nazionale di previdenza per i dipendenti dell'amministrazione pubblica Direzione Centrale Pensioni Ufficio I Normativa Tel. 0651017626 Fax. 0651017625 e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it Roma, 08/01/2008

Dettagli

NOTA DIVULGATIVA. OGGETTO: Legge 23 agosto 2004, n Riforma del sistema pensionistico.

NOTA DIVULGATIVA. OGGETTO: Legge 23 agosto 2004, n Riforma del sistema pensionistico. ISTITUTO Roma, 4/10/2004 NAZIONALE Prot n. 13188 DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI DELL'AMM INISTRAZIONE PUBBLICA Direzione Centrale Pensioni Ufficio I - Normativa e-mail: dctrattpensuff1@inpdap.it Ai Direttori

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO SCUOLA DI MANAGEMENT ED ECONOMIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO SCUOLA DI MANAGEMENT ED ECONOMIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO SCUOLA DI MANAGEMENT ED ECONOMIA 24 novembre 2015 TFR E RISPARMIO, PENSIONE E PREVIDENZA Paola De Vincentiis UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO SCUOLA DI MANAGEMENT ED ECONOMIA

Dettagli

CIRCOLARE Pensione di vecchiaia Pensione contributiva Pensione di anzianità

CIRCOLARE Pensione di vecchiaia Pensione contributiva Pensione di anzianità CIRCOLARE A seguito dell approvazione in data 10 gennaio u.s. delle nuove modifiche regolamentari da parte dei Ministeri vigilanti entrate in vigore dal 1.1.2006, per i periodi assicurativi successivi

Dettagli

I.n.p.d.a.p. - Circolare n. 7 1 del 13 maggio 2008 (applicazione legge 247/2007)

I.n.p.d.a.p. - Circolare n. 7 1 del 13 maggio 2008 (applicazione legge 247/2007) I.n.p.d.a.p. - Circolare n. 7 1 del 13 maggio 2008 (applicazione legge 247/2007) Tab. 1 nuovi requisiti per le pensioni di anzianità ANNO REQUISITI (età + anni di contribuzione) Dal 1/1/08 al 30/6/09 58

Dettagli

Roma, 07/10/2008 Prot. n. 0054528 A tutto il Personale SEDE

Roma, 07/10/2008 Prot. n. 0054528 A tutto il Personale SEDE Roma, 07/10/2008 Prot. n. 0054528 A tutto il Personale SEDE Oggetto: L. n. 247/2007 - Norme di attuazione del Protocollo del 23 luglio 2007 su previdenza, lavoro e competitività per favorire l equità e

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 77 24.04.2015 Pensione: importo massimo e riduzione percentuale Via libera al ricalcolo delle pensioni troppo alte. Gli importi

Dettagli

Cassa trattamenti pensionistici dei dipendenti dello Stato (CTPS). La previdenza dei Magistrati.

Cassa trattamenti pensionistici dei dipendenti dello Stato (CTPS). La previdenza dei Magistrati. In questa sezione pubblichiamo informazioni che chiariscono le regole previste per la composizione e l effettivo funzionamento delle maggiori Gestioni pensionistiche amministrate dall Istituto. Questo

Dettagli

Aliquote contributive dei lavoratori iscritti alla gestione separata INPS Massimale per il 2012

Aliquote contributive dei lavoratori iscritti alla gestione separata INPS Massimale per il 2012 ACERBI & ASSOCIATI CONSULENZA TRIBUTARIA, AZIENDALE, SOCIETARIA E LEGALE NAZIONALE E INTERNAZIONALE CIRCOLARE N. 9 4 FEBBRAIO 2012 Aliquote contributive dei lavoratori iscritti alla gestione separata INPS

Dettagli

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile)

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile) Anche questo anno ho cercato, come per gli scorsi anni, di esporre ai Colleghi una sintesi delle possibili uscite nel 2017, in modo schematico e il più chiaro possibile. Non ho preso in considerazione

Dettagli

Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE LORO SEDI SEDE

Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE LORO SEDI SEDE Viale Regina Margherita n. 206 - C.A.P. 00198 Tel. n. 06854461 Codice Fiscale n. 02796270581 DIREZIONE GENERALE Area Contributi e Prestazioni Direzione Prestazioni Previdenziali CIRCOLARE N. 1, DEL 14/01/2009

Dettagli

GLOSSARIO. Patronato INCA CGIL FLC CGIL

GLOSSARIO. Patronato INCA CGIL FLC CGIL GLOSSARIO INCA Sistema a ripartizione I contributi ontributi versati dal lavoratore e dal datore di lavoro agli Enti che erogano le prestazioni pensionistiche vengono utilizzati per pagare le pensioni

Dettagli

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile) maturazione del diritto

Fondo Generale ENPAM Quota A e Quota B pensione di vecchiaia (compiuta l età pensionabile) maturazione del diritto Anche questo anno ho cercato, come per gli scorsi anni, di esporre ai Colleghi una sintesi delle possibili uscite nel 2016, in modo schematico e il più chiaro possibile. Spero di esservi riuscito. Ringrazio

Dettagli

A S P I. la prestazione che ha sostituito le indennità di disoccupazione e di mobilità

A S P I. la prestazione che ha sostituito le indennità di disoccupazione e di mobilità A S P I la prestazione che ha sostituito le indennità di disoccupazione e di mobilità Vediamo come funziona la nuova prestazione sociale a favore dei disoccupati Sommario Lavoratori interessati Indennità

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 78 27.04.2015 Benefici amianto: i nuovi destinatari La maggiorazione dell anzianità assicurativa e contributiva si applica

Dettagli

LA TUTELA PREVIDENZIALE E ASSISTENZIALE DELL OPERAIO AGRICOLO

LA TUTELA PREVIDENZIALE E ASSISTENZIALE DELL OPERAIO AGRICOLO PREMESSA CAPITOLO PRIMO: LA TUTELA PREVIDENZIALE E ASSISTENZIALE DELL OPERAIO AGRICOLO 1. i soggetti protetti 2. l accertamento dei soggetti protetti: gli elenchi nominativi 3. l accertamento contributivo

Dettagli

Le pensioni dei Dipendenti Scuola Dal 1 Settembre 2014

Le pensioni dei Dipendenti Scuola Dal 1 Settembre 2014 Ente Nazionale di Assistenza Sociale ai Cittadini Le pensioni dei Dipendenti Scuola Dal 1 Settembre 2014 Ho 66anni e 3mesi d età Dal 01/09/2014 Vado in pensione RIUNIONE PERSONALE SCUOLA Dove vi rivolgete

Dettagli

PROTOCOLLO PER L EMERSIONE del 21 settembre Milano 6 Novembre 2008 COME CAMBIANO GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI. per gli.

PROTOCOLLO PER L EMERSIONE del 21 settembre Milano 6 Novembre 2008 COME CAMBIANO GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI. per gli. PROTOCOLLO PER L EMERSIONE del 21 settembre 2007 Milano 6 Novembre 2008 COME CAMBIANO GLI AMMORTIZZATORI SOCIALI per gli operai agricoli PROTOCOLLO PER L EMERSIONE Legge 24/12/2007 n. 247 Riforma gli ammortizatori

Dettagli

Pubblicato il: 31/01/2016

Pubblicato il: 31/01/2016 Pubblicato il: 31/01/2016 Chi può richiederla, quali sono i requisiti, come si calcola il trattamento: tutto quello che c'è da sapere per andare in pensione a 63 anni. A spiegarlo è Noemi Secci, consulente

Dettagli

Requisiti assicurativi previsti per il diritto alla pensione di vecchiaia di coloro che sono nati prima del :

Requisiti assicurativi previsti per il diritto alla pensione di vecchiaia di coloro che sono nati prima del : Allegato n. 2 LEGISLAZIONE POLACCA IN MATERIA DI PENSIONE DI VECCHIAIA (EMERYTURA) (situazione al 1 maggio 2004) 1. Requisiti assicurativi Requisiti assicurativi previsti per il diritto alla pensione di

Dettagli

Riforma Pensioni 2012

Riforma Pensioni 2012 Riforma Pensioni 2012 DL 6 dicembre 2011, n. 201 Articolo 24 convertito dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214 Decreto ministero economia e finanze 6 dicembre 2011 DL 29 dicembre 2011, n. 216 convertito

Dettagli

La riforma Tremonti sulla previdenza obbligatoria

La riforma Tremonti sulla previdenza obbligatoria R.S.U. Siae Microelettronica La riforma Tremonti sulla previdenza obbligatoria Decreto legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito in Legge 30 luglio 2010, n. 122, art. 12. In sintesi la riforma prevede: 1

Dettagli

Lavoratori salvaguardati dalla riforma Fornero

Lavoratori salvaguardati dalla riforma Fornero Lavoratori salvaguardati dalla riforma Fornero Tabella ordinata per provvedimenti legislativi Aggiornamento al 29 dicembre 2013 con le novità apportate dalla Legge di stabilità 2014 (legge n 147 del 27/12/2013)

Dettagli

La manovra Monti e Fornero

La manovra Monti e Fornero La manovra Monti e Fornero DL n. 201 del 6/12/2011, conversione in legge n. 214 del 22/12/2011 Aggiornamento al 14/1/2012 INCA ER 1 Legge n 335/95 e D.L. n 201/2011 Dal 1 gennaio 2012 (Art. 24) La sostenibilità

Dettagli

Ottava salvaguardia. Via Che Guevara Reggio Emilia. Reggio E Modena Bologna

Ottava salvaguardia.  Via Che Guevara Reggio Emilia. Reggio E Modena Bologna Ottava salvaguardia www.futuropensione.it Via Che Guevara 2 42123 Reggio Emilia Reggio E. 342 3672858 Modena 344 2922849 Bologna 342 3672858 OTTAVA SALVAGUARDIA a)8.000 soggetti: (domanda all INPS entro

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e di lavoro

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e di lavoro Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e di lavoro N. 1 02.01.2017 Legge di Bilancio 2017: riduzione aliquota GS INPS Dopo il blocco dello scorso anno, dal 2017 si riduce di 2 punti percentuali

Dettagli

Sistema pensionistico italiano. Corso di Scienza delle Finanze Cleam, classe 3 a.a Dott.ssa Simona Scabrosetti

Sistema pensionistico italiano. Corso di Scienza delle Finanze Cleam, classe 3 a.a Dott.ssa Simona Scabrosetti Sistema pensionistico italiano Corso di Scienza delle Finanze Cleam, classe 3 a.a. 2010-2011 Dott.ssa Simona Scabrosetti Il sistema pensionistico italiano Sistema a ripartizione dal 1970 Anni 80: inizia

Dettagli

PENSIONI: NOVITÀ 2017

PENSIONI: NOVITÀ 2017 Previdenza PENSIONI: NOVITÀ 2017 Gli ultimi aggiornamenti sugli aspetti di maggiore interesse per gli associati Manageritalia della normativa previdenziale Inps Daniela Fiorino 46 P ER IL 2017 IL TETTO

Dettagli

2 dicembre 2014. TFR E RISPARMIO, PENSIONE E PREVIDENZA Paola De Vincentiis

2 dicembre 2014. TFR E RISPARMIO, PENSIONE E PREVIDENZA Paola De Vincentiis 2 dicembre 2014 TFR E RISPARMIO, PENSIONE E PREVIDENZA Paola De Vincentiis IL RISPARMIO PREVIDENZIALE ESIGENZA FINANZIARIA PROCURARE REDDITO SUFFICIENTE PER IL PERIODO SUCCESSIVO AL TERMINE DELL ETA LAVORATIVA

Dettagli

IPOTESI DI MODIFICA TRATTAMENTI PENSIONISTICI. domenica 13 maggio 12

IPOTESI DI MODIFICA TRATTAMENTI PENSIONISTICI. domenica 13 maggio 12 IPOTESI DI MODIFICA TRATTAMENTI PENSIONISTICI IPOTESI DI MODIFICA Variante 1 Introduzione del sistema di calcolo contributivo in pro rata per pensioni di vecchiaia (Manovra Monti - Fornero ) Variante 2

Dettagli

Come si va in pensione nel 2017

Come si va in pensione nel 2017 Testi a cura di Salvatore Martorelli e Paolo Zani Numero 178 Marzo 2017 Questo articolo è stato redatto da Salvatore Martorelli per la rivista Dirigenti Industria Come si va in pensione nel 2017 Diciotto

Dettagli

QUANDO IL MEDICO E L ODONTOIATRA POSSONO ANDARE IN PENSIONE?

QUANDO IL MEDICO E L ODONTOIATRA POSSONO ANDARE IN PENSIONE? QUANDO IL MEDICO E L ODONTOIATRA POSSONO ANDARE IN PENSIONE? Estratto della relazione di Marco Perelli Ercolini tenuta al Convegno su La previdenza del Medico e dell Odontoiatra tenuta il giorno 13 ottobre

Dettagli

e, per conoscenza, Contributi volontari anno 2017: lavoratori dipendenti non agricoli, lavoratori autonomi ed iscritti alla Gestione separata.

e, per conoscenza, Contributi volontari anno 2017: lavoratori dipendenti non agricoli, lavoratori autonomi ed iscritti alla Gestione separata. Direzione Centrale Entrate Roma, 27/01/2017 Circolare n. 12 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Opzione donna. Ultime novità anno 2017

Opzione donna. Ultime novità anno 2017 Testi a cura di Salvatore Martorelli e Paolo Zani Numero 168 Gennaio 2017 Opzione donna Ultime novità anno 2017 La legge 11 dicembre 2016 n 232 Legge di bilancio 2017 commi 222 e 223 ha portato importanti

Dettagli

Le pensioni nel 2010

Le pensioni nel 2010 Roma, 4 marzo 2010 Le pensioni nel 2010 Di seguito l aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS. TETTO DI RETRIBUZIONE

Dettagli

LA PENSIONE DI ANZIANITA' PER I LAVORATORI DIPENDENTI

LA PENSIONE DI ANZIANITA' PER I LAVORATORI DIPENDENTI LA PENSIONE DI ANZIANITA' PER I LAVORATORI DIPENDENTI QUANDO SI HA DIRITTO Quando si verificano le seguenti condizioni: 1) CONTRIBUZIONE: 35 anni di anzianità va equivalenti a 1820 settimanali con le età

Dettagli

La previdenza: come è cambiato il welfare negli ultimi anni

La previdenza: come è cambiato il welfare negli ultimi anni Evento formativo accreditato presso l Ordine Nazionale dei Giornalisti La previdenza: come è cambiato il welfare negli ultimi anni Relatrice: Vera Lamonica mercoledì, 6 aprile 2016 Legge 335/1995: passaggio

Dettagli

Scritto da di Mario Di Corato Venerdì 18 Gennaio :49 - Ultimo aggiornamento Venerdì 18 Gennaio :53

Scritto da di Mario Di Corato Venerdì 18 Gennaio :49 - Ultimo aggiornamento Venerdì 18 Gennaio :53 LA NUOVA INDENNITA DI DISOCCUPAZIONE ASPI E MINI ASPI di Mario Di Corato Com è noto la legge di riforma del mercato di lavoro n. 92/2012 ha dettato nuove norme in materia di mercato del lavoro e di ammortizzatori

Dettagli