Le antiche Tradizioni incontrano il biologico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le antiche Tradizioni incontrano il biologico"

Transcript

1 Le antiche Tradizioni incontrano il biologico Produzioni biologiche dal 1982

2 S Atra Sardigna, letteralmente: L Altra Sardegna. Una Terra tra le più antiche emerse nel bacino del Mediterraneo e perciò ricca di storia e cultura millenarie; le sue Popolazioni si sono evolute curando e preservando gelosamente le proprie tradizioni, i propri saperi e le proprie radici; Uomini e Donne che hanno saputo difendere strenuamente la propria identità, malgrado le continue mire espansionistiche da parte di popolazioni d oltremare che guardavano alla Sardegna per conquistarne l invidiabile posizione al centro del Mediterraneo; questa caratteristica geografica la rende unica perchè Le dona un clima non riscontrabile in nessun altro territorio: è il perfetto equilibrio fra le terre collinari, quelle montuose dell interno ed il mare, quest ultimo capace di addolcire i territori inondandoli del proprio profumo, abbracciandoli in un fecondo calore dal quale nascono sapori unici. La bellezza della Sardegna è negli occhi di milioni di visitatori che la amano per le spiagge incontaminate, bagnate da acque cristalline, affacciate su fondali dai colori irripetibili, sovrastate da cime antiche e forti. Ma l Altra Sardegna, quella che all immagine unisce la concretezza delle radici più profonde, è sempre presente, è viva più che mai e prosegue nella sua storia millenaria fatta da piccole etnìe dislocate nel territorio, custodi di dilaletti propri, di usanze originali, di tradizioni diverse e, tutte insieme, origine di un unico Popolo che, dalla cura del territorio, continua a trarre sostentamento ed è depositario di uno scrigno ricco di tesori che in Sardegna sono patrimonio di tutti e narrano di una storia meravigliosa. La Cooperativa S Atra Sardigna è nata nel 1982 grazie all iniziativa di un gruppo di ragazzi fortemente attaccati alla propria Terra, alle ricchezze che essa racchiude e dalle quali nascono frutti speciali; e la Terra sa essere ancora più generosa quando viene curata con il massimo rispetto, con tutte quelle attenzioni che si affidano al perfetto divenire della Natura;ecco la scelta delle coltivazioni Biologiche: perchè, ancora una volta, i nostri Territori possano donarci i propri Frutti senza che questi abbiano subìto imposizioni, costrizioni o forzature; perchè il Biologico pensa alla salute della Terra e, dunque, al benessere dei Consumatori: nessuna sostanza chimica è usata nelle coltivazioni e nelle trasformazioni delle materie prime. Fare Agricoltura Biologica per S Atra Sardigna non significa perseguire una nuova moda o adottare delle metodologie di coltivazione avveniristiche: vuol dire, invece, che la terra, il mare, il sole e la sapienza delle tradizioni sono lasciate libere di amalgamarsi e di operare nel pieno rispetto della Natura. In questo Catalogo incontrerete una significativa selezione dei principali prodotti che caratterizzano le specificità dei Frutti di Sardegna; troverete la sintesi dell attività dei Soci di S Atra Sardigna che, da una decina dei primi anni 80, oggi sono diventati circa cento ed operano su una superficie totale di oltre 2000 ettari, tutti coltivati solo ed esclusivamente con il metodo biologico. A Voi, ora, l affascinante esperienza di scoprire, insieme a noi, un Altra Sardegna: S Atra Sardigna.

3 Il Miele Nelle oasi naturali incontaminate della Sardegna, dove il clima mite aiuta la variegata flora sarda, nasce Il Miele S Atra Sardigna : un concentrato unico che racchiude tutti i profumi e gli aromi della tipica macchia sardo-mediterranea, caratterizzata dalla fioritura del corbezzolo, del cardo, del mirto, del lentisco, del cisto e dell asfodelo. Nella gastronomia sarda il miele trova largo impiego nella preparazione di dolci come le seadas, il torrone di Tonara, s aranzada di Nuoro e gli acciuleddi della Gallura: queste specialità sono le più rappresentative della tradizione dolciaria di tutta l isola; il miele in Sardegna viene anche abbinato alla ricotta, al pecorino sardo ed alle verdure fresche. MIELE DI MACCHIA MEDITERRANEA Un miele dalle note speziate e dalle componenti aromatiche balsamiche ; il miele di macchia Mediterranea è una tipologia poliflora tipica della Sardegna; esso è raccolto in primavera e presenta delle caratteristiche peculiari rispetto ad altri tipi di millefiori italiani: le note speziate derivano probabilmente dalle fioriture di cardo e cisto, tipiche nelle aree più rurali dell isola. Le componenti aromatiche vengono spesso arricchite da note balsamiche dovute alla presenza della Lavandola Stecca, una specie di lavanda autoctona Sarda; l asfodelo, poi, regala un equilibrio più vegetale e fresco ad un bouquet aromatico assai aggressivo. MIELE DI ARANCIO Il miele di Arancio di Sardegna è un miele ricco di sapori e profumi freschi; al primo impatto si è subito conquistati dalla sua ricca componente floreale che ricorda tantissimo i fiori della zagara; a volte, con il tempo, questa componente può maturare fino a denotare un aroma che ricorda da vicino la confettura di Arance. Alla prova di assaggio il nostro palato viene subito avvolto da un abbraccio dolcissimo e poi sorpreso dalla sua parte finale, leggermente acidula ed astringente che tende ad equilibrare la forte componente dolce. Il miele di Arancio è forse quello che conquista immediatamente il consumatore più di ogni altro miele, grazie alle sue componenti dolci, floreali e fruttate; è consigliabile consumarlo così com è su una fetta di pane, preferibilmente caldo, affinchè se ne esaltino al meglio le doti aromatiche. Questo nettare si trova a suo agio con formaggi freschi non troppo stagionati e risulta vincente con combinazioni particolari come nel caffè oppure in un decotto di pure foglie di tè. MIELE DI EUCALIPTO Un aroma estremamente intenso che ricorda il fiore e la foglia di questa pianta originaria dell Australia, molto ben adattatasi in Sardegna. Il miele ottenuto dal nettare dei suoi fiori è di grande equilibrio e di bassissima umidità; successivamente rimane presente un sentore di muschio di corteccia che ci ricorda anche il classico profumo dei funghi porcini secchi. Il sapore non è particolarmente dolce e possiamo con attenzione scoprire un leggero retrogusto salato. MIELE DI CARDO Un gusto e un aroma inconfondibili; il cardo selvatico è una pianta abituata a vivere nel clima torrido e arido della Sardegna, fiorendo così nel periodo più caldo dell anno. Quello di cardo è uno dei grandi mieli della Sardegna, caratterizzato da un gusto ed un aroma inconfondibili che lo rendono unico fra i tanti mieli Italiani. La sua componente ricca ed aromatica regala sentori di cannella, un profumo forte che ricorda anche il cuoio conciato e l aroma dei fiori selvatici del cardo; il suo sapore è dolce e forte e sul finire regala un sorprendente retrogusto leggermente amaro. MIELE DI ASFODELO L asfodelo è una pianta tipica del territorio Sardo, dove cresce nei prati e nei pascoli aridi e soleggiati. Solamente in Sardegna si può ottenere questo straordinario miele dal bouquet finissimo e raffinato: le note vegetali del suo profumo fanno spazio ad una componente straordinariamente equilibrata nell aroma gentile e delicato che lascia immaginare prati fioriti e lande di erba fresca di rugiada; il suo gusto è dolce ma mai stucchevole. Un miele così fine e delicato ha bisogno di unirsi a cibi del suo stesso livello perché raggiunga la sua massima esaltazione e tuttavia la sua raffinatezza lo può rendere unico in qualsiasi combinazione culinaria, arricchendo qualunque cibo. Comunemente lo si utilizza nella prima colazione oppure in abbinamento a formaggi freschi o leggermente piccanti e ancora nelle mousse di frutta e cioccolato, sul gelato e sulle macedonie. Alcuni tra i più audaci lo consigliano addiritura con le carni. MIELE DI CORBEZZOLO Il miele di Corbezzolo è certamente il più famoso ed importante prodotto in Sardegna, così particolare da essere riportato nelle antiche scritture dei Romani che conquistarono l isola. Il miele di corbezzolo è gradevolmente amaro e per questo viene spesso accostato erroneamente ad altri tipi di miele come quello di castagno. Il suo profumo infatti è molto particolare e molto più fine e vegetale rispetto all idea animale che può lasciarci il castagno. Il gusto è sempre amaro e questo sapore rimane persistente nel palato, arricchito di sentori di edera e di caffè esausto, lasciandoci una sensazione leggermente astringente.

4 La Spalmosa Il Torrone di Sardegna CREMA DI MIELE Un esperienza di originale golosità: la bontà del miele di Sardegna unita alla nocciola ed alla mandorla; due differenti gusti per due creme spalmabili dedicate alla colazione ricca di energia e di prelibatezza; l occasione, poi, per rilanciare la giornata con uno spuntino di pura ghiottoneria. Dal nostro miele Biologico, dalle nostre mandorle, sapientemente lavorati con albume, viene prodotto Il Torrone di Sardegna. Classico della tradizione dolciaria isolana, è una prelibatezza che accompagna le più importanti feste familiari e le affascinanti sagre di paese. Una tradizione antica che arriva dal cuore della Sardegna, La Barbagia ( in particolare dai paesi di Tonara ed Aritzo) e che trae origine dall esigenza di utilizzare e valorizzare i prodotti originali della natura: il miele, le mandorle e le nocciole della Sardegna. L avvolgente morbidezza, l intenso profumo, il sapore straordinario, il colore avorio rendono il torrone sardo un dolce davvero unico. Realizzato secondo la ricetta tradizionale, Il Torrone di Sardegna si distingue dagli altri torroni italiani per la sua morbidezza, per l intenso profumo di miele e per l assoluta esclusione di qualsiasi zucchero aggiunto. Per secoli la sua commercializzazione era demandata ai Cavallanti del Torrone che hanno segnato e caratterizzato per lungo tempo l economia dei paesi della Barbagia Aritzese, fino a raggiungere anche i luoghi più lontani della Sardegna dove vendere questa eccellente golosità in occasione delle Feste. Oggi è anche sulle tavole italiane. I FORMATI Torrone alle mandorle in stecca da 150g Torroncini assortiti in busta da 150g (mandorle, noci, nocciole)

5 Il Pane Carasau Lo Zafferano PANE CARASAU Il Pane Carasau, così come il Pecorino, è un cibo-simbolo del mondo agropastorale della Sardegna. E custode dell essenza più vera dell Isola. L origine del Pane Carasau è avvolta nelle brume della leggenda, esattamente come quella dei nuraghi: è da ritenere, dunque, che questo alimento fosse presente già in quella civiltà. Qualcuno ritiene, invece, che l origine del Pane Carasau vada ricercata nei paesi arabi. Di certo si sa che i pastori, durante i lunghi periodi trascorsi lontano da casa, con questo pane leggero e nutriente, facile da conservare, erano certi di poter contare su scorte illimitate e non deperibili del Principe degli alimenti. Un pane che tutte le famiglie preparavano in grande quantità, a cadenze stabilite e conservavano in splendide cassapanche, anche per lunghi periodi, custodito come un tesoro di inestimabile valore. Un bene prezioso che oggi è alla portata di tutti, intatto nella sua tradizionale bontà. PANE GUTTIAU E la gustosissima e sfiziosa variante del Carasau : condito con olio d oliva, salato e nuovamente in forno a dorare. Nella tradizione rappresentava un occasione di allegra convivialità: seduti attorno al fuoco si facevano lunghe e gioiose chiaccherate e nel frattempo si preparavano le sfoglie di Guttiau, il cui sgranocchiare era l allegro sottofondo della compagnia. Il Pane Guttiau è ottimo per accompagnare con più brio i pasti e ideale come snack fuori pasto, per dare un tocco di vivacità e di intenso gusto agli spuntini ed agli aperitivi. Pane carasau, Pecorino o Fiore Sardo e Cannonau di Sardegna rappresentano, nella loro semplicità, un abbinamento perfetto ed un tuffo nelle più antiche origini sarde. In Sardegna, oggi come nell antichità, è grazie alla pazienza delle donne che viene raccolto lo zafferano. La prima raccolta è a dicembre e comincia all alba, prima che il fiore si apra. Per ogni ettaro coltivato si ricavano dai sei agli otto chili di stimmi. Per ricavare un solo chilo di stimmi occorrono circa centoventimila fiori. Le addette alla raccolta li recidono delicatamente con le dita e li posano dentro canestri di canne, facendo attenzione a non danneggiarli. Poi, con altrettanta attenzione e abilità, staccano dall interno dei calici gli stimmi rossi: ogni fiore ne ha tre o al massimo cinque. Il pregio più importante del nostro zafferano, ciò che lo distingue nettamente da tutti gli altri, risiede nell aroma deciso, nel gusto intenso e persistente già in piccole dosi; la stessa forte intensità è presente nel colore. La cucina sarda utilizza frequentemente lo zafferano: nelle salse di pomodoro, nel ripieno dei ravioli di ricotta, per insaporire i brodi. È anche uno degli ingredienti di alcuni liquori e di dolci tipici come le zippulas e le pardulas. Lo Zafferano S Atra Sardigna è in polvere, pronto all uso oppure in stimmi. LA RICETTA AGNELLO SARDO ALLO ZAFFERANO Ingredienti per 4 persone: 800 g di carne di agnello sardo 2 bustine di zafferano S Atra Sardigna 2 spicchi d aglio 1 mazzetto di prezzemolo 2 pomodorini secchi olio extravergine di oliva S Atra Sardigna sale pepe Preparazione: pulite e lavate con cura l agnello, tagliatelo a pezzetti, asciugateli e fateli rosolare con un po d olio in una casseruola preferibilmente di coccio. Girate la carne con un cucchiaio di legno e fatela rosolare da tutti i lati. Pulite, lavate ed asciugate il mazzetto di prezzemolo, unitelo alla carne con gli spicchi d aglio sbucciati e schiacciati; aggiungete un pizzico di sale e pepe e rosolate per qualche minuto a fuoco moderato. Fate quindi sciogliere lo zafferano in una tazza di acqua calda e unitelo alla carne assieme ai pomodorini secchi tritati. Lasciate cuocere a fuoco moderato per circa ¾ d ora e, di tanto in tanto, mescolate delicatamente con il cucchiaio, aggiungendo acqua calda se il sugo risultasse troppo asciutto. Infine, a cottura ultimata, portate in tavola e servite la carne accompagnandola con una bottiglia di ottima Monica di Sardegna S Atra Sardigna. Pane Frattau (per 4 persone) Ingredienti: 10 fogli di pane carasau, brodo di carne, 200 g. di pecorino sardo grattuggiato, 4 uova, salsa di pomodoro, aceto, sale q.b. Preparazione: prepara un buon brodo di carne (per favore se vuoi fare questo piatto non usare il dado!). Nel frattempo prepara un sughetto semplice, con pomodoro, aglio, olio e basilico. Fai cuocere per 30 minuti a fuoco lento. Bagna il pane nel brodo (immergi le fette di pane carasau, nel brodo bollente, una alla volta e scolale subito, dopo pochi secondi). Prendi il piatto di ogni commensale, inizia con uno strato di pomodoro e pecorino, aggiungi una fetta di pane e così via per 4/5 strati (come le lasagne). Cuoci l uovo in camicia (buttare l uovo in acqua bollente con 1 cucchiaio di aceto e sale e cuocerlo 2 minuti). Guarnisci con l uovo in camicia e tanto pecorino sardo.

6 La Sardegna era denominata il granaio dell antico Impero Romano. Sin da allora questo cereale è presente nella tradizione alimentare dell Isola, non solo per il pane carasau ma anche per la pasta. I migliori grani, il sole, l acqua e l aria purissima, uniti a metodi di lavorazione che rispettano le antiche tradizioni: sono questi gli ingredienti del tutto unici che rendono speciale la pasta S Atra Sardigna. Trafilata al bronzo ed essiccata lentamente a bassa temperatura, la nostra pasta - tradizionale e speciale - riesce a soddisfare i palati più raffinati ed esigenti grazie anche all assortimento offerto. La grande e antica tradizione ci tramanda i Malloreddus, la pasta tradizionale più diffusa in Sardegna, protagonista nelle nostre tavole in tutte le occasioni più importanti: nelle feste, durante le sagre paesane, in occasione dei matrimoni. Non solo tradizione ma anche innovazione e fantasia nelle paste di S Atra Sardigna. Un connubio perfetto che arriva anche dal mare con la pasta alla bottarga, altro elemento gastronomico di primaria importanza nella cucina isolana e la pasta al nero di seppia. LA PASTA CLASSICA Malloreddus Malloreddus Tricolori Fregola Fregola Tostata Penne Rigatoni Spumoni Creste di Gallo Gigli Strozzapreti La Pasta LA PASTA AROMATIZZATA Strozzapreti alla Bottarga Strozzapreti al Nero di Seppia Gnocchi al Nero di Seppia LA TRADIZIONE MALLOREDDUS Fin dall antichità le massaie hanno preparato questo tipo di pasta. L origine è da ricercarsi nello schema millenario della coltivazione-alimentazione contadina nell area mediterranea, basata prevalentemente sulla coltura del grano. Il termine malloreddu (plurale malloreddus) è un diminutivo di malloru che in sardo campidanese (Sardegna centro-meridionale) significa toro. Di conseguenza, malloreddus vuol dire torelli o vitellini. L origine di tale denominazione è da ricercarsi nel modo di esprimersi nella cultura contadina. La lavorazione manuale dei malloreddus in ambito domestico avveniva impastando la semola di grano duro con l acqua e creando delle listarelle arrotolate di pasta della lunghezza di circa 15 cm, le quali venivano tagliate a cubetti. Dopodiché si otteneva la tipica forma schiacciando i cubetti di pasta contro l estremità di un cesto in paglia, detto su ciuliri o su sedatzu ( il setaccio ) e se ne ricavava un prodotto panciuto che nell immaginario del mondo agropastorale assumeva la forma di piccoli vitelli (si pensi a espressioni quali bello grasso come un vitello ). LA RICETTA FREGOLA ALLA SARDA (per 4 persone) Ingredienti: 500 gr di Fregola Sarda S Atra Sardigna, 100 gr di olio extravergine di oliva, 1 cipolla, 2 carote, 1 sedano, 3 pomodori, 300 gr di carne di maiale, o carne bovina lessata, 1 bicchiere di vino rosso, 1 Lt di brodo di carne, sale. Preparazione: macinare le carote, la cipolla, il sedano, i pomodori e la carne quando è cotta. Mettere il brodo della carne da parte. Far soffriggere l olio, le carote, la cipolla, il sedano e la carne. Bagnare a metà cottura con il vino rosso e far cuocere fino ad evaporare. Aggiungere i pomodori macinati e far cucinare per 10 minuti. Aggiungere nella stessa pentola la Fregola Sarda e bagnare poco alla volta col brodo di carne. Salate e fate cucinare per altri 10 minuti. LE PREGIATE Una nuova linea di pasta che unisce la nostra consueta trafilatura al bronzo e la lenta essicazione ad una speciale composizione dell impasto, per formati dal gusto marcato ed intenso, dedicati a preparazioni ancora più ricercate. Le Pregiate tengono perfettamente la cottura e la loro consistenza risalta nel piatto e sul palato. La perfetta integrità della pasta è garantita anche dal confezionamento totalmente manuale di ciascuna confezione. LA TRADIZIONE LA FREGOLA La fregola (in sardo fregula o pistizone ) e una tipica ed antica preparazione artigianale sarda che, oggi, si trova anche gia pronta nei negozi specializzati. E una pasta secca originaria del Campidano, di Cagliari ed Oristano. L antica tradizione legata alla Fregola prevedeva il processo di lavorazione completamente a mano; la sapiente manualità delle donne faceva si che dall unione, poco alla volta, dell acqua tiepida, leggermente salata, con la semola di grano duro, all interno di un largo piatto in coccio, nascessero delle piccole palline di pasta, girate e rigirate a lungo delicatamente con i polpastrelli. Fondamentale era la successiva e lenta essicazione naturale che necessitava di un intera notte di tempo; la Fregola poteva essere anche tostata in forno per circa un quarto d ora, ottenendo, alla fine, il classico colore dorato della pasta. Da questa grande ed antica tradizione deriva la Fregola S Atra Sardigna, grazie ad evoluti processi di produzione, strettamente basati su antichi insegnamenti. Per la sua forma cosi minuta, la Fregola si presta alla preparazione di minestre e zuppe.

7 Lavorare il latte in Sardegna è un arte antica e sapiente, fatta di tradizione e amore per la propria terra. Profumi ed emozioni ritornano ad esistere riportandoci ad un tempo passato dove un mondo avventuroso faceva da cornice alla vita del pastore. Una vita scandita dai grandi silenzi e dalle migrazioni, dalle lunghe attese, in cui emergeva, indissolubile, il legame tra uomo e natura. Nel Marghine Planargia, in Gallura e Barbagia, dove la natura si concede nel suo massimo splendore, abbiamo i nostri piccoli ma moderni caseifici. Le produzioni sono di tipo artigianale e le tecniche di lavorazione vengono tramandate di generazione in generazione. Per questo i nostri formaggi pecorini hanno un gusto particolare che li contraddistingue dalle altre produzioni. Le nostre pecore pascolano libere tutto l anno nei nostri terreni. Il latte proviene da animali alimentati con prodotti da agricoltura biologica e le cure sanitarie sono prestate da veterinari omeopati. Le nostre produzioni di formaggi sono ottenute solo da latte di pecora. I formaggi sono acquistabili a forma intera oppure in pratiche porzioni, confezionate singolarmente sottovuoto. Il Formaggio FIORE SARDO DOP Il Fiore Sardo è per tradizione prodotto con latte intero crudo di sola pecora, appartenente ad una razza autoctona di origini antichissime, pare risalenti al muflone, ovino autoctono sardo ancora presente sui monti nel centro dell Isola e ormai in pericolo di estinzione. La produzione dura da dicembre a luglio ed i capi si alimentano in pascoli naturali. Le origini di questo formaggio sono antichissime e risalgono fino alla preistoria. Quello più verace è prodotto dai pastori di montagna nelle pinnettas, i loro tipici capanni nei quali trovare riparo e dedicarsi alla lavorazione del formaggio, ottenuto dal latte ovino crudo. Il Fiore Sardo è ottimo da solo, a conclusione di un pasto ed eccellente per insaporire sughi o come componente del pesto alla genovese. Trova ottimo abbinamento con il Cannonau di Sardegna; quando è molto stagionato lo si può sposare alla Malvasia di Bosa, divenendo, così, ottimi compagni di meditazione. PECORINO ROMANO DOP Più di 2000 anni di storia, radicato nella cultura del popolo italico. Pochi formaggi al mondo vantano origini così antiche come il Pecorino Romano. Da tempi lontanissimi le greggi di pecore che pascolano liberamente nelle campagne della Sardegna e del Lazio producono il latte da cui viene ricavato questo formaggio. Già gli antichi romani apprezzavano il Pecorino Romano. Nei palazzi imperiali era considerato il giusto condimento durante i banchetti, mentre la sua capacità di lunga conservazione ne faceva un alimento base delle razioni durante i viaggi delle legioni romane. Questo formaggio ridava forza e vigore ai soldati stanchi e oggi sappiamo perché: il Pecorino Romano costituisce un iniezione di energia, facilmente digeribile. Attualmente il Pecorino Romano viene prodotto nelle stesse, esclusive zone d origine e con lo stesso, naturale procedimento di secoli fa. L unica differenza rispetto al passato consiste nel fatto che le operazioni di cagliatura, salatura e stagionatura avvengono in modernissimi caseifici, tecnologicamente all avanguardia sotto il profilo igienico sanitario, per garantire ai consumatori i necessari requisiti di salubrità del prodotto. Il Pecorino Romano è l ottimo condimento per risotti e pasta ed è un ingrediente indispensabile per il pesto alla genovese. PECORINO CLASSICO S ATRA SARDIGNA E tra i formaggi più conosciuti al mondo, accompagnato da una lunghissima tradizione storico-culturale e rappresenta, da secoli, uno dei pilastri dell economia sarda dedita alla pastorizia. Viene prodotto su tutto il territorio della Sardegna con solo latte intero di pecora. In cucina è spesso utilizzato grattugiato su zuppe e primi piatti; entra come ingrediente nel pesto alla genovese e si accompagna magnificamente alle verdure ed alle patate lesse. Il Pecorino dolce è un formaggio a breve periodo di maturazione, a pasta compatta o leggermente occhiata, bianca, morbida, dal sapore dolce-aromatico. Nel tipo maturo, invece, la pasta è bianca o tendente al paglierino, compatta o con rada e minuta occhiatura, tenera, elastica e dal sapore poco marcato ma pieno. Col progredire della stagionatura il formaggio acquista un sapore gradevolmente piccante e una struttura consistente, dura, con qualche granulosità che lo rende adatto anche alla grattugia. Stagionatura: da 20 a 90 giorni per il tipo dolce e da 3 a 12 mesi ed oltre per quello maturo. Risulta perfetto l abbinamento del Pecorino Classico con il miele di corbezzolo, accompagnato da un vino bianco secco; se gustato in accompagnamento a salumi, pomodori e patate, l abbinamento ideale è con un buon vino rosso (Cannonau o Monica di Sardegna).

8 L Olio Le Olive OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA GUSTO MEDITERRANEO Un olio dalla tradizione secolare che il nostro Socio, con la grande esperienza e l immensa passione che lo legano al territorio, produce dal pregiato frutto dell olivo. Un prodotto unico ed inconfondibile che da quattro generazioni è ottenuto dalla coltivazione e spremitura delle olive che crescono nelle terre circostanti la città di Alghero. Olive di cultivar Bosana che è tipica delle terre sarde e che cresce rigogliosa, grazie all influsso benefico delle brezze marine di maestrale e delle condizioni climatiche favorevoli sulle coste. Gusto e profumo ricordano ortaggi o frutta sia fresca che secca (carciofo, cardo, pomodoro acerbo). La presenza del gusto leggermente amaro e piccante rende l olio inconfondibile al palato di intenditori e di gastronomi esigenti. Una sapiente macinatura ed un idoneo frantoio danno vita a questo pregiato olio extra vergine d oliva. E perfetto usato nelle insalate, bruschette e come tocco finale di minestre. OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA S ATRA SARDIGNA Dall aroma fruttato e dal gusto piacevolmente amaro, l olio extra vergine di oliva S Atra Sardigna è ottenuto dalla spremitura a freddo di olive selezionate e dalla loro lavorazione con metodi tradizionali, affinché esso possa conservare la qualità e la fragranza delle olive appena raccolte. Non un condimento qualsiasi, non un ingrediente qualunque ma un vero tesoro del gusto e della gastronomia che soddisfa i sensi ed il sapore: questo è il punto centrale di tutta la cucina sarda. È un olio di altissima qualità che nasce dalla spremitura tradizionale a freddo; il suo gusto è leggermente fruttato ed ha una bassissima acidità. L olio extravergine di Oliva S Atra Sardigna, così come il vino, racchiude in se un carattere ed un comportamento unici, una ricchezza densa di sfaccettature: può sedurre per il colore, il profumo, il gusto o i preziosi retrogusti. Così come il vino, l olio extravergine di oliva S Atra Sardigna prende queste sue caratteristiche dalla terra, dal clima, dalla lavorazione. È fragile, richiede mille attenzioni ma quando è perfetto ripaga ampiamente di ogni impegno. Scoprirne il gusto significa non potervi più rinunciare. L olio extravergine d oliva S Atra Sardigna è il condimento ideale, straordinaria fonte di sapore per le insalate ed insostituibile ingrediente nei sughi e nelle minestre. OLIVE IN SALAMOIA Deliziose olive verdi il cui gusto è esaltato dal semplice metodo della salamoia, così come solitamente preparate in casa; ottime per aperitivi ed antipasti, nella tradizione gastronomica sarda sono numerosissime le ricette, sia di terra sia di mare, nelle quali le olive in salamoia rappresentano un importante ingrediente. OLIVE A SCABECCIU Secondo un antica ricetta della tradizione sarda, dopo l opportuno periodo di maturazione in salamoia, le olive vengono sgocciolate e completamente ripulite dal sale; dopodichè sono invasettate in un nuovo liquido di governo ottenuto da un equilibrata miscela fra nuova salamoia, olio extra vergine d oliva, aceto, prezzemolo ed aglio. Ancora un periodo di ulteriore maturazione e le olive a scabecciu sono pronte per essere servite come gustosissimo antipasto, stuzzicante snack oppure come ottimo accompagnamento per secondi piatti. OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA SOAVE Tutte le fragranze delle olive appena raccolte si ritrovano in una produzione tradizionale, dedicata al sapore delicato. Adatto per i piatti semplici e gustosi, ideale per sperimentare nuovi sapori. Una selezione particolarmente curata per chi ama la semplicità e la delicatezza. Un olio rotondo derivato da olive mature, di corpo pieno ma con un prezioso e leggero retrogusto di mandorle, senza altre spiccate note aromatiche. Il Soave viene indicato per tutti gli usi, dai condimenti a freddo agli utilizzi più differenti in cucina. Armonico, con il giusto equilibrio fra gusto e fluidità. Un olio aperto che si presta a diverse sperimentazioni culinarie.

9 ECCELLENZA ESCLUSIVA La continua ricerca di sempre più alti livelli qualitativi ci ha portato ad una nuova selezione dei nostri vini più rappresentativi; le nuove produzioni di Cannonau e Vermentino sono esclusive per S Atra Sardigna: una scelta mirata dei vigneti, a noi riservati, ha portato ad una selezione di vere eccellenze la cui caratteristica principale è l unicità; aroma, profumo, corpo e colore unici, esclusivamente dedicati ai nostri Consumatori. VERMENTINO DI SARDEGNA DOC Il Vermentino arriva in Sardegna dalla Corsica nel corso del XIX secolo e da allora si è diffuso in tutta l Isola. I vini sono molto piacevoli e sempre diversi a seconda della zona di coltivazione del vitigno ed essi rappresentano l emblema dei vini bianchi sardi. Il Vermentino di Sardegna è la DOC più estesa e ricca di vini nell Isola; proviene da zone collinari e terreni sabbiosi e calcarei. La diversità tra i vini è dovuta soprattutto alle piccole percentuali degli altri vitigni consentiti (Chardonnay, Pinot, Sauvignon) che valorizzano le caratteristiche principali del Vermentino, come il sapore fresco e acidulo, con il finale leggermente amarognolo. Il Vermentino di Sardegna è un vino dagli svariati abbinamenti di grande successo; ottimo come aperitivo quando è servito freddo, a 6 C; è il connubio ideale con gli antipasti di mare, con i risotti e le paste ai sughi di mare, con le grandi grigliate di pesce; l eccellenza ed il fascino assoluto sono garantiti quando accompagna le aragoste sarde. Il Vermentino di Sardegna si abbina ottimamente anche con creme di funghi e verdure in genere, con carni bianche, con frittate. Uvaggio: Vermentino Tipo di terreno: collinare (300 mt slm), molto sabbioso con esposizione nord-sud Metodo di coltivazione: guyot doppio Colore: giallo paglierino intenso con riflessi oro brillante Olfatto: avvolgente e complesso al naso, sprigiona diverse note fruttate agrumate e tropicali Sapore: morbido, rotondo, sapido, equilibrato, molto persistente; tipici sentori minerali della terra sarda; acidità equilibrata Alcoolicità media: 13% vol. Temperatura di servizio: 8-10 C Accostamenti gastronomici: antipasti magri, minestre e zuppe, pietanze di mare, carni bianche, formaggi giovani dolci. Il Vino CANNONAU DOC Secondo alcuni esperti la coltura del Cannonau risale all epoca nuragica; altri sostengono che sia una modificazione del Cannonazo di Siviglia, del Granaxa aragonese o addirittura dell Alicante portato in Sardegna dai gesuiti. In Francia lo troviamo col nome di Grenache. E sicuramente il vino più famoso ed il vitigno è coltivato praticamente in tutta l Isola, con risultati particolarmente positivi nelle zone dell Ogliastra, delle Barbagie di Nuoro e nel territorio di Dorgali: in questi luoghi la percentuale dei terreni dedicati alla coltivazione di questo vitigno arriva anche al 50%. E un vino molto corposo, dai grandi contenuti evocativi per il fascino che la sua storia racchiude; racconta dei grandi arrosti tipici della Sardegna ai quali si lega per eccellenza; parla dei momenti conviviali legati alle feste tradizionali dei paesi e dei lunghi periodi di permanenza dei Pastori Sardi nel proprio ovile. Gustare il Cannonau significa tuffarsi nelle memorie più remote della storia di Sardegna. Uvaggio: Cannonau Tipo di terreno: pianeggiante, argilloso e sassoso con esposizione nord-sud Metodo di coltivazione: guyot doppio Colore: rosso rubino brillante di buona intensità Olfatto: intenso al naso con sentori di frutti di bosco e spezie (vaniglia, liquirizia, salvia) Sapore: secco, pieno, caldo e robusto; tannini maturi e morbidi; molto persistente Alcoolicità media: 14% vol. Temperatura di servizio: ambiente Accostamenti gastronomici: primi piatti di terra, carni rosse e cacciagione cucinata in umido o arrosto, salumi e formaggi stagionati MOSCATO DI CAGLIARI DOC Furono i monaci benedettini, durante il periodo Bizantino, a portare questo vitigno in Sardegna dove attualmente è coltivata la varietà bianca. Il Moscato di Cagliari è un vino raffinatissimo che nasce da terreni assolati ed aspri; grazie alle uve a tardiva maturazione acquista un bel colore giallo dorato ed il suo sapore dolce ed armonico, misto ad una leggera vena d amaro, lo rende estremamente piacevole al palato. Il periodo obbligatorio d invecchiamento è di cinque anni. Ideale vino da meditazione, rappresenta anche l accostamento perfetto per frutta, piccola pasticceria, dolci a base di frutta candita e uva passita, crostate e torte di pandispagna alla panna. Tipo di terreno: alluvionale, calcareo, argilloso. Non irrigato Vitigno o uvaggio: Moscatello Colore: giallo dorato Profumo: intenso, caratteristico del Moscato Sapore: dolce, aromatico, alcolico Alcoolicità media: 15% vol Temp. di servizio: : 6-8 C Accostamenti gastronomici: dessert, dolci e frutta RUJONE (2 LT.) COLORE ROSSO RUBINO, PROFUMO VINOSO E DELICATO, SAPORE SECCO E ARMONICO E un vino rosso da tavola che si presta all uso familiare ed a grandi banchetti, essendo contenuto in bottiglie da 2lt. La zona di produzione è la Sardegna meridionale. Con grande presenza Cannonau. Colore: rosso rubino Profumo: vinoso, delicato Sapore: secco, armonico Gradazione media: 12% vol Accostamenti: vino a tutto pasto, ottimo con salumi e formaggi Servizio: C

10 Vigneto Santu Teru e Albore Il Liquore I ROSSI DI SANTU TERU Un piccolo vigneto di appena quattro ettari ma una produzione di grandissima qualità e completamente manuale, come avveniva una volta, in famiglia. Una passione ed una dedizione del tutto particolari da parte del nostro Socio Produttore che abbiamo voluto premiare conservando il marchio e l etichetta originali. ABARÈ (Isola dei Nuraghi IGP) Zona di produzione: territorio di Nurallao (Ca), caratterizzato dal suolo calcareo di origine miocenica, giacitura collinare Uvaggio: Cannonau, Bovale, Sangiovese Colore: rosso rubino intenso con riflessi porpora Olfatto: si avvertono sentori di sottobosco con leggere note speziate Sapore: armonico, di corpo ed equilibrato Alcoolicità media: 13,5% Vol Temperatura di servizio: C Accostamenti gastronomici: primi piatti saporiti, brasati e arrosti di carne, formaggi di media stagionatura GURÈ (Isola dei Nuraghi IGP) Zona di produzione: territorio di Nurallao (Ca), caratterizzato dal suolo calcareo di origine miocenica, giacitura collinare Uvaggio: Cannonau, Bovale, Syrah Colore: rosso porpora intenso con riflessi granati al procedere dell invecchiamento Olfatto: pronunciati sentori di frutti rossi Sapore: secco, sapido, giustamente tannico, caldo e di buon corpo Alcoolicità media: 14% Vol Temperatura di servizio: C Accostamenti gastronomici: accompagna piatti di carne e selvaggina, arrosti e formaggi saporiti ROSSO DA TAVOLA BAG IN BOX L eccellenza del Vigneto Santu Teru, la consueta manualità nella lavorazione, l immancabile vinificazione in botti di rovere; un vino rosso di grande corpo e di elevata qualità in una confezione innovativa, studiata appositamente per gestire in casa la convenienza della propria cantinetta e spillare il vino in maniera comoda, sicura e garantita. Zona di produzione: territorio di Nurallao (Ca), caratterizzato dal suolo calcareo di origine miocenica, giacitura collinare Uvaggio: Cannonau, Bovale, Syrah, Sangiovese Colore: rosso rubino intenso Olfatto: intenso e fruttato Sapore: giustamente equilibrato, sapido e secco Alcoolicità media: 13,5% Vol Temperatura di servizio: C Accostamenti gastronomici: Si accompagna con tutti i primi di terra, con le carni rosse, i formaggi giovani e stagionati ed i salumi ALBÒRE Vermentino di Sardegna DOC Una produzione esclusiva di grande pregio, ottenuta nel territorio dell alto oristanese, a non molta distanza dal mare, i cui influssi si riconoscono nella freschezza e delicatezza di questo Vermentino; i vigneti sono a spalliera e l attenta gestione agronomica consente di ottenere basse rese per ceppo, a tutto vantaggio della qualità e dell intensità degli aromi; la vendemmia avviene nella prima decade di settembre e l imbottigliamento entro due anni dalla stessa, affinché freschezza e delicatezza del vino possano essere apprezzate al meglio. Conserviamo l etichetta ed il marchio originali a conferma dell esclusività della produzione. Zona di produzione: alto Oristanese; Uvaggio: Vermentino Colore: giallo paglierino con lievi riflessi verdognoli Olfatto: intenso e complesso con note di fiori gialli, frutta esotica e di macchia mediterranea Sapore: la fresca vena acida ed il buon corpo lo rendono piacevolmente equilibrato Alcoolicità media: 12,5% Vol Temperatura di servizio: 10 C Accostamenti gastronomici: particolarmente indicato come aperitivo, si accompagna a sapori delicati, pasta o riso con verdure, pietanze a base di pesce Come per tutto ciò che ci arriva dalle tradizioni popolari, le origini di questo prodotto sono incerte ed il Liquore di Mirto, ottenuto dalle sole bacche o dalle bacche e dalle foglie, rappresenta uno dei fondamenti della tradizione popolare in Sardegna. Le bacche vengono raccolte a mano tra la vegetazione spontanea della macchia mediterranea. Le caratteristiche organolettiche del liquore di mirto si devono al passaggio in soluzione degli antociani presenti nella buccia delle bacche che conferiscono la colorazione al liquore, dei tannini presenti nella polpa, responsabili del gusto astringente e di composti volatili che donano il particolare ed unico aroma. MIRTO Questo pregiato liquore/amaro viene preparato secondo la classica ricetta casalinga che prevede, in sequenza, l infusione alcoolica delle bacche mature per macerazione in alcool a 95, il recupero dell estratto alcolico per sgrondatura ed una eventuale leggera torchiatura, l aggiunta a freddo di sciroppo di zucchero, l imbottigliamento e, infine, la maturazione. Il Liquore di Mirto viene spesso utilizzato anche nella farcitura di particolari dolci e cioccolatini. MODALITA DI CONSUMO Il Liquore di Mirto è uno splendido digestivo, piacevolmente rinfrescante dopo ogni pasto. E da gustare ghiacciato, servito da bottiglie tenute in freezer. Amaro Elicriso, grazie alle sue proprietà digestive, è un perfetto dopopasto e può essere bevuto liscio o con ghiaccio; scopritelo anche come aperitivo o come cocktail e per un gusto più giovane e dinamico abbinatelo ad acqua tonica oppure mescolatelo con seltz, accompagnandolo con una fetta di limone o arancia. AMARO ELICRISO Dalla sperimentazione e dall applicazione quotidiana degli antichi insegnamenti nasce Amaro Elicriso: un nuovo sapore, un nuovo modo di bere che trae origine da un arbusto tipico della macchia mediterranea alla quale conferisce il profumo caratteristico; l elicriso è noto come la pianta del sole d oro e denominato in sardo Sa Scova e Santa Maria. Il valore dell elicriso, nella tradizione, è legato innanzitutto, da tempi lontani, alle sue tante proprietà terapeutiche ma anche all utilizzo nella cosmesi.il colore giallo dei suoi fiori e l intenso profumo delle foglie lo rendono inconfondibile e prezioso. E da questo piccolo gioiello, in infusione alcoolica, nasce, grazie alla grande esperienza ed all intensa passione del nostro liquorificio, Amaro Elicriso, ottimo a fine pasto per le sue proprietà digestive e rilassanti.

11 Linea Mare Il Sugo LA BOTTARGA Nella panoramica dell alimentazione sarda, ricca di gustosissimi piatti, un posto privilegiato merita la bottarga, il cosidetto caviale dei Sardi. Le uova di Muggine, lavate, salate ed essiccate, si trasformano in un autentica specialità dal sapore intenso e dal retrogusto amarognolo, quasi di mandorla, polvere d oro che profuma di mare. Nettare color ambra regalato alle tavole dei buongustai dalla natura, spesso così prodiga di doni inaspettati: perché è dalle migliaia di uova prodotte da ogni femmina di muggine che nasce la bottarga, una delle più prelibate leccornie gastronomiche della Sardegna. Uova salate, compresse ed essiccate. Basta un filo d olio extra vergine d oliva, un goccio di limone ed un pomodorino tagliato a fette perché sia vera dedizione alla bottarga. E per coltivare questa passione non mancano certo ricette e sorprese: a fette finissime o grattugiata, la bottarga è una vera delizia su spaghetti, risotto o malloreddus, con aglio e prezzemolo; senza dimenticare i secondi piatti ed i contorni... quanto di meglio per solleticare il palato! IL TONNO Una vera preziosità. Filetti di Tonno in olio extra vergine d oliva biologico: si scelgono i migliori tonni a pinna gialla e da essi si seleziona il filetto più idoneo ad una perfetta lavorazione, le cui fasi sono completamente artigianali; il taglio dei filetti avviene manualmente, così come la loro disposizione all interno di ciascun vasetto e la conseguente colmatura con l olio. Una lavorazione che affonda le proprie radici nelle antiche tradizioni dell Isola. In ciascuno dei nostri vasetti è racchiusa la sapienza tramandata dell antica manualità nel taglio, nella cottura e nel confezionamento. Ed infine il massimo sigillo a questa specialità: l uso dell Olio Extra Vergine di Oliva Biologico della Sardegna; ed allora l esaltazione del gusto si completa in un vero gioiello gastronomico. Per questa linea di prodotti di alta qualità non è prevista la certificazione biologica. LA RICETTA SPAGHETTI ALLA BOTTARGA (per 4 persone) Ingredienti: 400 gr di spaghetti S Atra Sardigna; 80gr di Bottarga S Atra Sardigna (a pezzo intero o grattugiata); 1 spicchio d aglio; 5 cucchiai di olio extravergine di oliva S Atra Sardigna; 2 cucchiai di prezzemolo tritato; pepe nero macinato q.b. Preparazione: Fate lessare 400 gr di spaghetti in abbondante acqua poco salata. Nel frattempo mettete lo spicchio d aglio tagliato a metà a dorare in una padella con l olio; dopodichè levate la padella dal fuoco, togliete lo spicchio d aglio ed aggiungete i 2/3 della bottarga grattugiata, i 2/3 del prezzemolo tritato, il pepe nero macinato e infine un paio di mestoli di acqua di cottura; mescolate bene finchè il tutto diventi una crema. Quando la pasta risulterà al dente, scolatela e versatela nella padella con il condimento e fatela saltare a fuoco allegro finchè la salsa risulti ben amalgamata ma non troppo asciutta. Ponete gli spaghetti sul loro piatto da portata e spolverateli con la restante bottarga e prezzemolo tritato. Servite immediatamente ed accompagnate con Vermentino S Atra Sardigna. SUGO AL TONNO L alta qualità del nostro Tonno in un sugo pronto dal gusto eccellente; una preparazione artigianale con ingredienti di primissima scelta per offrire al palato dei consumatori tutto il piacere della bontà e della freschezza. SUGO PESTO E TONNO Abbiamo utilizzato una ricetta tradizionale dell Isola di San Pietro, nel sudovest della Sardegna, la cui affascinante storia ci narra di alcune popolazioni di origine ligure, provenienti da Tabarca, piccola isola tunisina nella quale vi si erano stabilite circa due secoli prima e che decisero di avventurarsi verso le coste sarde sulle quali si insediarono. Gli attuali discendenti di questi coloni parlano un proprio dialetto (detto Tabarchino) la cui radice è ligure, così come lo sono anche le tradizioni, comprese quelle gastronomiche. Da questa fusione tra diverse tradizioni nasce anche il tipico sugo locale che unisce il Tonno al più classico dei prodotti della Liguria: il Pesto. Da accompagnare assolutamente con Vermentino di Sardegna, il vino che ne esalta appieno il gusto.

12 L Ortofrutta Condizioni di vendita Le produzioni ortofrutticole di S Atra Sardigna raccontano l intera storia della Cooperativa; tutta l attività, infatti, nasce dall esigenza comune dei Soci di coltivare gli ortaggi necessari al fabbisogno delle proprie famiglie, garantendosi, innanzitutto, il massimo della qualità. I passi successivi per un allargamento della produzione sono apparsi conseguentemente naturali: alla base di tutto, il desiderio di far avvicinare quanti più Consumatori possibili alle produzioni biologiche e di accrescere costantemente il numero di coloro ai quali garantire il massimo della sicurezza alimentare, oltrechè della bontà, con prodotti mai contaminati da sostanze chimiche. Su questi principi, dunque, si è sviluppata la Cooperativa. Nel tempo S Atra Sardigna ha fatto, della sua vocazione, un attività lavorativa portata ai massimi livelli evolutivi che garantiscono forniture di pregio in Italia ed all Estero; il controllo della filiera è completamente interno alla Cooperativa: l ufficio tecnico esegue costantemente le analisi e le verifiche sulle produzioni, affinchè sia garantita la totale qualità ai Consumatori. Gli ortaggi di S Atra Sardigna racchiudono in se delle caratteristiche che li rendono unici; essi respirano le brezze che portano gli aromi del mare; si affacciano al sole di Sardegna; crescono in terreni antichissimi ed incontaminati: sono il frutto del perfetto equilibrio fra cielo, terra e mare; e solo in Sardegna tutto ciò è davvero possibile. Gli ortaggi prodotti sono vari e tutti rappresentano delle eccellenze; i pomodori, innanzitutto: fra tutti i pregiatissimi camone; e poi gli inconfondibili carciofi sardi; e ancora le melanzane, le zucchine, i peperoni e tantissimi altri ancora: quanto di meglio si possa desiderare. L Ortofrutta S Atra Sardigna: la promessa della Natura, puntualmente mantenuta. Trasmissione ordini: via fax al numero: via mail all indirizzo: Trasporto: Il trasporto è a nostro carico per ordini superiori a 250,00 + iva Per ordini minimi a partire da 150,00 + iva fino a 250,00 + iva verrà addebitato un contributo per spese di trasporto nella misura del 50% del costo totale. Non si evadono ordini inferiori a 150,00 + iva. Forme di pagamento: E richiesto il pagamento contrassegno ; eventuali forme di pagamento differenti dal contrassegno, e comunque sempre successive alle prime forniture, debbono essere autorizzate da S Atra Sardigna. Coordinate bancarie S Atra Sardigna: BANCA DI CREDITO SARDO - filiale n 05 largo Carlo Felice, 58 Cagliari iban: IT64W Reclami: Trascorsi otto giorni dalla data di ricevimento della merce, non si accettano reclami e/o eventuali resi; questi ultimi debbono essere sempre autorizzati preventivamente da S Atra Sardigna. La merce contestata, fino a comunicazione da parte dell Azienda che ne autorizzi la restituzione o lo smaltimento, deve essere tenuta a disposizione presso il Punto di Vendita per eventuali verifiche. I Signori Clienti sono invitati a controllare SEMPRE la merce al momento della consegna prima di firmare la lettera di vettura. E importante, al momento della consegna, far SEMPRE sbancalare la merce al Corriere; verificare che il numero dei colli consegnati corrisponda a quello indicato in fattura ed annotare l eventuale mancante sulla lettera di vettura. In caso di eventuali problemi relativi al trasporto, firmare il cedolino con riserva avendo cura di annotare SEMPRE le anomalie riscontrate (ad esempio: pedana manomessa ; merce visibilmente danneggiata ; confezioni schiacciate etc.). In caso di mancata specificazione delle cause di anomalia riscontrate, il Corriere, e di conseguenza S Atra Sardigna, non risponderà delle stesse. Cartonaggio: Non si accettano ordini per quantitativi inferiori al cartone completo per ciascuna referenza; Iprezzi indicati nel listino si intendono al Negoziante e non includono l iva; gli ordini vengono evasi salvo accettazione di S Atra Sardigna. I prezzi di listino possono subire delle variazioni senza preavviso; Vi preghiamo, pertanto, di verificarli sempre sulle fatture. Contatti: Amministrazione Responsabile vendite Italia Fabrizio Floris

13 S Atra Sardigna Soc. Coop. Agricola Sede legale: via s. Benedetto 2d, Cagliari Sede Operativa: Loc. Magangiosa Sestu (CA) Tel Fax SatraSardigna

PINOT GRIGIO FRIULI COLLI ORIENTALI D.O.C. : marnoso argilloso UVE : Pinot Grigio 100% FORMA DI ALLEVAMENTO : cordone speronato basso

PINOT GRIGIO FRIULI COLLI ORIENTALI D.O.C. : marnoso argilloso UVE : Pinot Grigio 100% FORMA DI ALLEVAMENTO : cordone speronato basso PINOT GRIGIO : marnoso argilloso UVE : Pinot Grigio 100% : in bianco, solo acciaio NOTE GUSTATIVE : colore giallo paglierino con riflessi dorati. Profumo elegante di frutta matura, fiori di campo e fieno

Dettagli

Esercitazione pratica di cucina N 11

Esercitazione pratica di cucina N 11 Esercitazione pratica di cucina N 11 Millefoglie di grana Con funghi porcini trifolati alla nepitella --------------------------------- Timballo di anelletti Siciliani al Ragù ---------------------------------

Dettagli

CATALOGO DEI PRODOTTI. Dall orto alla tavola

CATALOGO DEI PRODOTTI. Dall orto alla tavola CATALOGO DEI PRODOTTI Dall orto alla tavola Tutti i prodotti della nostra gamma sono senza coloranti nè conservanti, per preservare la vera natura delle pregiate materie prime utilizzate nella lavorazione

Dettagli

Vini SPUMANTI. Franciacorta Cuve Imperiale Brut. Valdobbiadene Prosecco. Superiore Brut. Prosecco Treviso Extra Dry. Valdobbiadene Prosecco

Vini SPUMANTI. Franciacorta Cuve Imperiale Brut. Valdobbiadene Prosecco. Superiore Brut. Prosecco Treviso Extra Dry. Valdobbiadene Prosecco Carta dei Vini 2015 Vini SPUMANTI Franciacorta Cuve Imperiale Brut Superiore Brut Berlucchi Regione LOMBARDIA Uve Chardonnay e Pinot Nero Vino Bouquet ricco e persistente,con note fruttate e floreali.

Dettagli

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER Da oggi Michelle Hunziker è la nuova testimonial di quello che è considerato il Re dei formaggi svizzeri, l Emmentaler

Dettagli

Schede tecniche LA SOURCE

Schede tecniche LA SOURCE Schede tecniche LA SOURCE s.a.s di Celi Stefano & C. Società Agricola - C.F. e P. IVA 01054500077 Loc. Bussan Dessous, 1-11010 Saint-Pierre (AO) - Cell: 335.6613179 - info@lasource.it Documento scaricato

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

DOLCETTO D ACQUI PIEMONTE GRIGNOLINO BARBERA MONFERRATO. Denominazione di Origine Controllata. Denominazione di Origine Controllata

DOLCETTO D ACQUI PIEMONTE GRIGNOLINO BARBERA MONFERRATO. Denominazione di Origine Controllata. Denominazione di Origine Controllata Piemonte Piemonte Piemonte DOLCETTO D ACQUI PIEMONTE GRIGNOLINO BARBERA MONFERRATO ZONA DI PRODUZIONE Colline del Monferrato, province di Alessandria e Asti ZONA DI PRODUZIONE Colline del Monferrato, nelle

Dettagli

Appunti della panificazione rurale

Appunti della panificazione rurale Appunti della panificazione rurale MATERIE PRIME Dal grano duro coltivato nell area del Sarcidano con il metodo di produzione Biologica, alla produzione di farine e semole macinate nel mulino di Nurri,

Dettagli

CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE

CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE Menu MILANO CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE L eventuale attesa è sinonimo di preparazioni espresse e artigianali. Perdonateci! e se avete fretta, ditelo all Oste. L acqua pura microfiltrata è offerta dall

Dettagli

Una selezione delle migliori bollicine: la linea IL ROGGIO.

Una selezione delle migliori bollicine: la linea IL ROGGIO. La linea Bollicine Una selezione delle migliori bollicine: la linea IL ROGGIO. Una linea composta da sei Bottiglie dal packaging elegante e piacevole che ne esalta appieno lo stile. Prosecchi a denominazione

Dettagli

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Conserve: verdure sott'olio e sott'aceto VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Le verdure non possono essere conservate semplicemente sott'olio: infatti, non hanno sufficiente acidità per scongiurare il pericolo

Dettagli

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI PRANZO PRIMA SETTIMANA LUNEDI': MARTEDI': MERCOLEDI': GIOVEDI': VENERDI': PASTA AL

Dettagli

Tabella invernale asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi)

Tabella invernale asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi) 1 settimana MENU D Tabella asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi) petti di pollo al latte piselli e macedonia di al limone e biscotti risotto giallo involtini di tacchino cavolfiore fresca minestrina di piselli

Dettagli

Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano

Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano Art. 1 La zona di provenienza del latte destinato alla trasformazione del formaggio Pecorino Romano comprende l intero territorio delle regioni della

Dettagli

É tutto pronto... Scopri le nostre confezioni natalizie!

É tutto pronto... Scopri le nostre confezioni natalizie! É tutto pronto... Scopri le nostre confezioni natalizie! Family Trancio di Prosciutto 2 kg Trancio di Pancetta Arrotolata 600 gr Zampone 1 kg Lenticchie 500 gr Trentingrana 500 gr Mortadella 500 gr Pasta

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA VENEZIA

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA VENEZIA DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA VENEZIA Approvato con DM 22 dicembre 2010 G.U. 4-07.01.2011 (S. O. n. 6) Modificato con DM 30.11.2011 Pubblicato sul sito ufficiale

Dettagli

MENÙ SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA, CDD, CENTRO ERGOTERAPICO DIETA RELIGIOSA PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 (CUCINA IN LOCO)

MENÙ SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA, CDD, CENTRO ERGOTERAPICO DIETA RELIGIOSA PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 (CUCINA IN LOCO) PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 Giorno Prima settimana Seconda settimana Terza settimana Quarta Pasta all olio e Uova strapazzate Riso alla zucca Bresaola* / formaggio fresco Pasta olio e Bocconcini

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

1.Il Ristorante/La Trattoria

1.Il Ristorante/La Trattoria Agli italiani piace andare a mangiare in trattoria. Ma che cos è la trattoria? È un locale tipicamente italiano, che rispecchia il gusto e la mentalità degli italiani. Agli italiani piace mangiare bene,

Dettagli

Freschezza in Svizzera

Freschezza in Svizzera Freschezza in Svizzera Tutte le sedi nel mondo sono disponibili all indirizzo: marche-restaurants.com AIRPORT ZÜRICH Diventate fan di Marché! facebook.com/marcherestaurantsschweiz BELLINZONA Tempo di spezie

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

UN ALT RA IDEA DI PAS TA ricettario

UN ALT RA IDEA DI PAS TA ricettario UN ALT RA IDEA DI PAS TA ricettario CUCINARE SUPERFACILE cucinaresuperfacile.com BioStory: Il mio nome è Antonella. Sono fatta di esperienza e buonsenso, voglia di vivere e tenacia, il buon cibo è la mia

Dettagli

QUALITà IN LOMBARDIA: DOP IGP E PRODOTTI DI MONTAGNA

QUALITà IN LOMBARDIA: DOP IGP E PRODOTTI DI MONTAGNA QUALITà IN LOMBARDIA: DOP IGP E PRODOTTI DI MONTAGNA I T A L I A N O EXPO 2015 I marchi DOP e IGP sono marchi di qualità che vengono assegnati dalla Commissione Europea. I requisiti per il riconoscimento

Dettagli

Guida alla perfetta copertura di cioccolato al latte

Guida alla perfetta copertura di cioccolato al latte Guida alla perfetta copertura di cioccolato al latte Egregio Collega, Qual è la migliore copertura di cioccolato al latte? Quali sono le sue potenzialità? oppure Che sapore assume quando utilizzato in

Dettagli

Indice. Ecco alcune idee per gustare i nostri prodotti non solo come antipasto o contorno ma anche come gustosissimi primi piatti!

Indice. Ecco alcune idee per gustare i nostri prodotti non solo come antipasto o contorno ma anche come gustosissimi primi piatti! Ricette ci trovi anche su www.tuttocalabria.com Ecco alcune idee per gustare i nostri prodotti non solo come antipasto o contorno ma anche come gustosissimi primi piatti! Indice Promi Piatti Penne Stuzzicanti....

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

A cura di Franca Pasticci Dottore in Dietistica. Unità complessa di Nefrologia e Dialisi Azienda USL 2 dell Umbria

A cura di Franca Pasticci Dottore in Dietistica. Unità complessa di Nefrologia e Dialisi Azienda USL 2 dell Umbria Mangia con gusto A cura di Franca Pasticci Dottore in Dietistica Unità complessa di Nefrologia e Dialisi Azienda USL 2 dell Umbria Socio fondatore; Comitato Direttivo FIR (Fondazione Italiana del Rene)

Dettagli

Hai chiesto qual è il piatto del giorno? Il nostro Maître sarà lieto di illustrarvi le novità del giorno

Hai chiesto qual è il piatto del giorno? Il nostro Maître sarà lieto di illustrarvi le novità del giorno Hai chiesto qual è il piatto del giorno? Il nostro Maître sarà lieto di illustrarvi le novità del giorno 2014 Hai chiesto qual è il piatto del giorno? { } (Il maresciallo Carotenuto Vittorio De Sica Che

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

OH CIELO...SIAMO FRITTI!!!

OH CIELO...SIAMO FRITTI!!! Kitchen Cri OH CIELO...SIAMO FRITTI!!! 10 Ricette per aumentare Grassi e Colesterolo Ecco l'indice delle ricette: 1. Cordonbleu di pollo e prosciutto 2. Gamberi in panatura di patate 3. Mozzarella in carrozza

Dettagli

TRECCIA AL BURRO RICETTE

TRECCIA AL BURRO RICETTE TRECCIA AL BURRO RICETTE TRECCIA AL BURRO 1 kg di farina bianca 1 cucchiaio di sale (20 g ca.) 1 cubetto di lievito fresco (42 g) 1 cucchiaio di zucchero 120 g di burro 6 dl di latte 1 uovo sbattuto per

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM

CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM CONSORZIO TUTELA DOC TULLUM il nuovo modo di bere Abruzzo Abruzzo DOP Tullum Tullum è il riconoscimento ai produttori di Tollo, cittadina in provincia di Chieti, che vedono premiata la vocazione di un

Dettagli

Pane 100% farina di grano saraceno

Pane 100% farina di grano saraceno Questa ricetta l'ho elaborata grazie ai preziosi consigli di un grande chef e amico, ovvero il titolare del Ristorante dal Sem ad Albissola Superiore Sv (http://www.ristorantedasem.it/). Uno sguardo al

Dettagli

Auguri e vedi di fare il tuo esame, cuoco dilettante che non sei altro!

Auguri e vedi di fare il tuo esame, cuoco dilettante che non sei altro! 1. A parte questo, possedevo un paio di altre caratteristiche che non facevano propriamente pensare a un cuoco in carriera. Ero soprattutto lento. Ero lento a muovermi, lento a pensare, lento di comprendonio,

Dettagli

Utenti: 3,2 = Prodotti destinati al consumatore finale = Prodotti destinati unicamente agli operatori della ristorazione

Utenti: 3,2 = Prodotti destinati al consumatore finale = Prodotti destinati unicamente agli operatori della ristorazione Utenti: 3,2 = Prodotti destinati al consumatore finale = Prodotti destinati unicamente agli operatori della ristorazione SELEX ACETI AROMATIZZATI - BALSAMICI - CONDIMENTI Crema Classica all'aceto Balsamico

Dettagli

CARATTERISTIC HE-ALIMENTARI. buono da mensa ottimo per salse fragranza intensa

CARATTERISTIC HE-ALIMENTARI. buono da mensa ottimo per salse fragranza intensa CARATTRISTICH- CARATTRISTIC H-ALIMNTARI DV pomodoro ovale di daniele semina: febbraio trapianto: aprile-maggio raccolta: luglio-novembre buccia chiara, arancione se maturo, polpa compatta, pochi semi,

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO

DOP&IGP_Guida. Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO +39.06.97602592 DOP&IGP_Guida Il documento informativo necessario per conoscere e proteggere la qualità dei prodotti a livello comunitario INDICE INTERATTIVO Pag. 2 Intro e Fonti Pag. 3 DOP o IGP? Differenze

Dettagli

Quando è sera, ma anche nella luce del mezzogiorno o in quella umida di novembre, mi fermo a guardare le vigne e so che i miei occhi non potranno mai

Quando è sera, ma anche nella luce del mezzogiorno o in quella umida di novembre, mi fermo a guardare le vigne e so che i miei occhi non potranno mai Generazioni si sono succedute su questa terra, ognuna ne ha preso cura col suo carico d amore e di rispetto, consegnandola alle seguenti certa che fosse in buone mani. La terra, le vigne e il vino è il

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

Al Roccolo. Fattoria Piolanti. A ghè, un bèl sit in mezz al vert Lazàà l è ùl paès ndua te dè andà.

Al Roccolo. Fattoria Piolanti. A ghè, un bèl sit in mezz al vert Lazàà l è ùl paès ndua te dè andà. Al Roccolo Fattoria Piolanti A ghè, un bèl sit in mezz al vert Lazàà l è ùl paès ndua te dè andà. Ragiungèl, l è facil tè po minga sbaglià. Ocio, sculta che tè spieghi mi Ciapa la strada che la và de là.

Dettagli

o ami la carne o te ne innamorerai Menù

o ami la carne o te ne innamorerai Menù o ami la carne o te ne innamorerai Menù Hanno inventato il matrimonio perché non si può cucinare per una persona sola. Anche per questa ragione amiamo cucinare gli stessi piatti per più persone. Nel caso,

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

le più belle ville del Mediterraneo

le più belle ville del Mediterraneo le più belle ville del Mediterraneo le ville più belle del Mediterraneo Istria, Mediterraneo verde Dettaglio della penisola istriana Ricchezza della Tradizione Scoprite gli angoli ancora inesplorati del

Dettagli

90 Ricette con Chef Menu di JET CHEF Premium. Essere uno chef non è mai stato così facile

90 Ricette con Chef Menu di JET CHEF Premium. Essere uno chef non è mai stato così facile 90 Ricette con Chef Menu di JET CHEF Premium Essere uno chef non è mai stato così facile Congratulazioni per aver acquistato il forno a microonde con tecnologia 6 SENSO Whirlpool Jet Chef Premium! Da oggi

Dettagli

Vincenzo Antonina e tutto lo Staff

Vincenzo Antonina e tutto lo Staff Tutti i prodotti che potete assaporare, pane, pasta fresca,dolci e quant'altro sono tutti confezionati dalla nostra cucina. Poniamo particolare attenzione ai prodotti tipici locali e alle materie prime

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

La Temperatura degli Alimenti

La Temperatura degli Alimenti La Temperatura degli Alimenti L'ATP è la regolamentazione per i trasporti frigoriferi refrigerati a temperatura controllata di alimenti deperibili destinati all'alimentazione umana. A.T.P. = Accord Transport

Dettagli

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5).

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5). Ceramica Nell antichità il vaso non era un semplice un semplice oggetto utile nella vita quotidiana, ma era anche merce di scambio. Il lavoro del vasaio, inizialmente era collegato alle stagioni e dunque

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

ÒMangio a scuolaó sezione bambini

ÒMangio a scuolaó sezione bambini DISCRIMINANTI DEL CAMPIONE Istituto scolastico Classe Comune 1) Sesso maschio femmina 2) Etˆ 7-10 anni 11-13 anni 3) Preparazione dei pasti preparati nella cucina preparati altrove e della scuola portati

Dettagli

L INDICE LA PREMESSA. Testo: Agostino Macrì Disegni: Arianna Buzzi LA PREMESSA 1 AMBIENTE E PRODUZIONI ALIMENTARI 3 LA TRASFORMAZIONE DEGLI ALIMENTI 5

L INDICE LA PREMESSA. Testo: Agostino Macrì Disegni: Arianna Buzzi LA PREMESSA 1 AMBIENTE E PRODUZIONI ALIMENTARI 3 LA TRASFORMAZIONE DEGLI ALIMENTI 5 LA PREMESSA L INDICE LA PREMESSA 1 AMBIENTE E PRODUZIONI ALIMENTARI 3 LA TRASFORMAZIONE DEGLI ALIMENTI 5 INIZIATIVE DELL UNIONE EUROPEA 6 TUTELA DELLE PRODUZIONI ALIMENTARI TRADIZIONALI 7 SITUAZIONE ITALIANA

Dettagli

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali

Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali DIPARTIMENTO DELLE POLITICHE COMPETITIVE, DELLA QUALITÀ AGROALIMENTARE, IPPICHE E DELLA PESCA DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DELLA QUALITÀ

Dettagli

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae

La natura restituisce...cio che il tempo sottrae Benessere olistico del viso 100% natura sulla pelle 100% trattamento olistico 100% benessere del viso La natura restituisce......cio che il tempo sottrae BiO-REVITAL il Benessere Olistico del Viso La Natura

Dettagli

CREARE DELIZIOSE BEVANDE CALDE A SUO GUSTO FERRARA

CREARE DELIZIOSE BEVANDE CALDE A SUO GUSTO FERRARA CREARE DELIZIOSE BEVANDE CALDE A SUO GUSTO FERRARA COME DEFINISCE LA QUALITÀ DI UNA BEVANDA CALDA? Esigenze per la macchina da caffè del futuro. Il piacere di una deliziosa bevanda aggiunge qualità in

Dettagli

Gioco sensoriale stagionale

Gioco sensoriale stagionale Obiettivi Conoscere la frutta e la verdura di stagione grazie all aiuto dei cinque sensi. Allenare l utilizzo isolato dei sensi Età Da 7 anni Luogo In classe Timo Ullmann/WWF Svizzera Il gioco sensoriale

Dettagli

guida ai metodi per la cottura degli alimenti

guida ai metodi per la cottura degli alimenti guida ai metodi per la cottura degli alimenti Progetto a cura di ANDID - Associazione Nazionale Dietisti Member of andid in breve Il dietista é un professionista sanitario competente per tutte le attivitá

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA «TRENTINO»

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA «TRENTINO» DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI A DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA «TRENTINO» Approvato con DPR 04.08.1971 G.U. 221 02.09.1971 Modificato con DPR 07.07.1979 G.U. 324 28.11.1979 Modificato con DPR

Dettagli

Il ristorante. Marco Mazzanti

Il ristorante. Marco Mazzanti Il ristorante I colori del mare, i sapori della tradizione la calda accoglienza e la cantina generosa sono le note caratteristiche della Tartana. Benvenuti nel nostro ristorante. Marco Mazzanti Il mare

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

L'appetito vien...assaggiando!

L'appetito vien...assaggiando! SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MAGIC SCHOOL 2 coop. soc. VIA G. MELI, N. 8 90010 FICARAZZI PROGETTO EDUCATIVO A.S. 2014 / 2015 L'appetito vien...assaggiando! INSEGNANTI : Benfante Rosa, Bentivegna Simona,

Dettagli

di albicocche. ) senza glutine ) senza lattosio GIu~BuII~

di albicocche. ) senza glutine ) senza lattosio GIu~BuII~ Dr Schàr Foodservice ri Chi è affetto da celiachia non deve assolutamente rinunciare a mangiare al ristorante; attenendosi ad alcune regole e suggerimenti è possibile consumare i propri pasti al ristorante,

Dettagli

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO ndice 1 Fai come fa la Natura 2 Cosa ci metti per fare la terra? 3 Come funziona il Compostaggio 4 Le cose

Dettagli

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015.

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni favorevoli per il taglio di legname da costruzione e uso falegnameria. Gli alberi dai quali si ricava legname da costruzione e per la fabbricazione

Dettagli

Maremma Toscana. DOCG DOC IGT DOP IGP Tradizionali. Prodotti Tipici e Territorio POR FSE

Maremma Toscana. DOCG DOC IGT DOP IGP Tradizionali. Prodotti Tipici e Territorio POR FSE POR FSE 2007-2013 Fondo Sociale Europeo Programma Operativo Regione Toscana Maremma Toscana Prodotti Tipici e Territorio DOCG DOC IGT DOP IGP Tradizionali FSE Investiamo nel vostro futuro Cresce l Europa.

Dettagli

PROTEINE VERDURE GRASSI ERBE E SPEZIE

PROTEINE VERDURE GRASSI ERBE E SPEZIE Senza le migliaia di persone che hanno contribuito al blog, ai podcast e infine al libro di Robb Wolf, la Paleo Dieta non avrebbe potuto essere d aiuto a così tanta gente. È stato solo interagendo con

Dettagli

La Leggenda degli Spaghetti alla Carbonara

La Leggenda degli Spaghetti alla Carbonara La Leggenda degli Spaghetti alla Carbonara Prologo Se vi domandate il perchè di questo mio curioso documento è presto detto: il 17 Gennaio è stato festeggiato il Carbonara Day. Quel giorno tutti i ristoranti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

60,99 cad. Monet. Da soli

60,99 cad. Monet. Da soli Monet Da soli 60,99 cad. Cesto in vimini intrecciato bicolore con manici: Panettone classico Milanese, incartato a mano Tre Marie, 750 g Bottiglia legatura Mionetto frizzante Mionetto, 750 ml Bottiglia

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO. La qualità dei cibi per la qualità della vita. Prefazione di Francesco Schittulli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO. La qualità dei cibi per la qualità della vita. Prefazione di Francesco Schittulli FRANCO NOBILE GIORGIA ROMEO LA SALUTE VIEN MANGIANDO La qualità dei cibi per la qualità della vita Prefazione di Francesco Schittulli Agli amici paracadutisti della Brigata Folgore Layout e impaginazione

Dettagli

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI?

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? Dopo la fecondazione il fiore appassisce e i petali cadono. L ovulo fecondato si trasforma in SEME, mentre l ovario si ingrossa e si trasforma in FRUTTO. Il SEME ha il compito

Dettagli

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO

TALK SHOW. Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 IL SORRISO VIEN MANGIANDO Una Hotel - Via Muratori Milano Giovedí, 26 Marzo 2015 TALK SHOW IL SORRISO VIEN MANGIANDO D.ssa Clelia Iacoviello Consulente Nutrizionale Nutraceutico Agenda Chi sono I problemi di oggi - Fame di Testa

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

Manuale per la preparazione dei dolci in casa Nuova edizione

Manuale per la preparazione dei dolci in casa Nuova edizione Gentile Signora, con questo libro Le proponiamo, insieme alle più note ed apprezzate ricette delle precedenti edizioni, molte nuove idee di dolci da preparare in casa. L ampio ricettario è allo stesso

Dettagli

farro medio o farro dicocco o semplicemente farro (Triticum dicoccum);

farro medio o farro dicocco o semplicemente farro (Triticum dicoccum); Farro Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Il farro, nome comune usato per tre differenti specie del genere Triticum, rappresenta il più antico tipo di frumento coltivato, utilizzata dall'uomo come nutrimento

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

STORIA E TRADIZIONE. Da allora Tradizione e Qualità sono rimasti il fiore all occhiello della Pasticceria Orlandi.

STORIA E TRADIZIONE. Da allora Tradizione e Qualità sono rimasti il fiore all occhiello della Pasticceria Orlandi. STORIA E TRADIZIONE La Pasticceria Orlandi nasce per volontà di Romano Orlandi che dopo una lunga gavetta nelle più famose pasticcerie milanesi, nel 1952 decide di mettersi in proprio aprendo il suo negozio

Dettagli

I prodotti a Denominazione di Origine Protetta (DOP), ad Indicazione Geografica Protetta (IGP), e le Specialità Tradizionali Garantite (STG)

I prodotti a Denominazione di Origine Protetta (DOP), ad Indicazione Geografica Protetta (IGP), e le Specialità Tradizionali Garantite (STG) I prodotti a Denominazione di Origine Protetta (DOP), ad Indicazione Geografica Protetta (IGP), e le Specialità Tradizionali Garantite (STG) EMAA 13/14 XII / 1 DO e IG protette da cosa? Il Regolamento

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

LA LEGGE SUL PESO NETTO

LA LEGGE SUL PESO NETTO La Legge sul Peso Netto 1 LA LEGGE SUL PESO NETTO Comando Polizia Municipale Via Bologna 74 - salone Ufficio Verbali Relatori: Pietro Corcione, Igor Gallo D.Lgs. 6 settembre 2005 n 206 (Codice del Consumo)

Dettagli

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA

ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA ASSOVINI SICILIA, L ASSOCIAZIONE CHE FA IMPRESA Promuovere la Sicilia del vino di qualità come se fosse una grande azienda, dotata di obiettivi, strategia e know-how specifico. Ecco il segreto dell associazione

Dettagli

Cuocere al forno con il

Cuocere al forno con il Cuocere al forno con il Un assortimento fresco come dal fornaio. L unico sistema di cottura intelligente al mondo che sa anche cuocere al forno. Perché sente, riconosce, pensa, pianifica, impara e comunica

Dettagli

CONSORZIO PER LA TUTELA DEL FORMAGGIO ASIAGO VICENZA. DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DOP ASIAGO (D.M.03/08/2006 Gazzetta.Ufficiale n.

CONSORZIO PER LA TUTELA DEL FORMAGGIO ASIAGO VICENZA. DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DOP ASIAGO (D.M.03/08/2006 Gazzetta.Ufficiale n. CONSORZIO PER LA TUTELA DEL FORMAGGIO ASIAGO VICENZA DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DOP ASIAGO (D.M.03/08/2006 Gazzetta.Ufficiale n. 190 del 17/08/06) Art. 1 Denominazione La denominazione di origine protetta

Dettagli

PROVINCIA DI AGRIGENTO

PROVINCIA DI AGRIGENTO PROVINCIA DI AGRIGENTO CEREALI LEGUMINOSE DA GRANELLA OLEAGINOSE FORAGGERE ELENCO COLTURE Rese e prezzi medi (triennio 2009/2011) Prezzo medio /q. Resa media q./ha Prezzo medio ottenuto nell'anno 2012

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Treschietto a confronto con altre varietà"

Treschietto a confronto con altre varietà "Caratteristiche sensoriali della cipolla di Treschietto a confronto con altre varietà" di Castellari Lorena ASTRA Innovazione e Sviluppo Agenzia per la Sperimentazione Tecnologica e la Ricerca Agroambientale

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NELL A PRIM A INFANZIA ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa quantità

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili 45 aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE Slowfood aprile 2010 www.slowfood.it Acqua alle corde Azioni sostenibili Professione happycoltore La rete delle comunità

Dettagli

IL COST CONTROL. Il controllo dei Costi nella Ristorazione. a cura di Marco Comensoli

IL COST CONTROL. Il controllo dei Costi nella Ristorazione. a cura di Marco Comensoli IL COST CONTROL Il controllo dei Costi nella Ristorazione a cura di Marco Comensoli 1 La Ristorazione I Costi I Costi I principali costi delle attività di ristorazione sono: Le risorse umane; Gli alimenti;

Dettagli

PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione

PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione Arriva l'estate ed ecco, regolarmente, "spuntare" le solite diete dimagranti. Ne esistono

Dettagli

La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori

La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori A cura dell U.O.C. Igiene Alimenti e Nutrizione Dipartimento Prevenzione Medica, A.S.L. di Pavia, V.le Indipendenza,3 0382 432451 TROVA L EQUIILIIBRIIO

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

IL CLASSICO NEL PENSIERO E NELLE FORME

IL CLASSICO NEL PENSIERO E NELLE FORME - CEREA, VERONA IL CLASSICO NEL PENSIERO E NELLE FORME DALL AGNELLO F.LLI & C. s.n.c. di Dall Agnello Luigi Via Muselle, 377-37050 ISOLA RIZZA (VR) Tel. +39 045 6970644 - +39 045 7135697 - Fax +39 045

Dettagli

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI AD INDICAZIONE GEOGRAFICA TIPICA «EMILIA» O «DELL'EMILIA»

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI AD INDICAZIONE GEOGRAFICA TIPICA «EMILIA» O «DELL'EMILIA» DISCIPLINARE DI PRODUZIONE DEI VINI AD INDICAZIONE GEOGRAFICA TIPICA «EMILIA» O «DELL'EMILIA» Art. 1. La indicazione geografica tipica «Emilia» o «dell'emilia» accompagnata o meno dalle specificazioni

Dettagli