GENNAIO. TRADIZIONI CULINARIE PENTONESI Tratte dal libro Mangiare con i Santi Dell Avv. Antonio Talerico

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GENNAIO. TRADIZIONI CULINARIE PENTONESI Tratte dal libro Mangiare con i Santi Dell Avv. Antonio Talerico"

Transcript

1 TRADIZIONI CULINARIE PENTONESI Tratte dal libro Mangiare con i Santi Dell Avv. Antonio Talerico GENNAIO - I SALATI ossia i nostri attuali prosciutti, possonono essere con o senza osso, tratti dai quarti nobili dell animale,venivano tenuti in salamoia per un determinato numero di giorni e poi appesi ad asciugare. - Le COSTATELLE e le SURRE ottenute dalle cotiche cui veniva lasciato attaccato il pezzo di lardo messo in salamoia e poi cosparso di molto pepe rosso, e appeso; - U GOJJULARU una specie di prosciutto tratto dalla pappagorgia del maiale; - Le SALSICCE DI POLMONE si differenziano dalle classiche salsicce perché la carne è sostituita dal polmone e vengono aromatizzate con del seme di finocchio.

2 - Le SOPPRESSATE e le SALSICCE: il giorno successivo all uccisione del maiale, si selezionavano le carni per le salsicce, e per le soppressate;la carne veniva tagliata minutamente curando che la parte grassa non fosse in abbondanza rispetto a quella magra, venivano poi insaporite con sale e pepe, vino per le soppressate,secondo il rapporto peso della carne-quantità degli ingredienti. - Le FRITTULE ossia le cotiche; - Le ARMUZZE che facendole cucinare per bene divenivano FRESULIMITE sempre più cremose; - Il CAPICOLLO doveva essere di un unico pezzo di carne il lacerto tratto dall inizio della spina dorsale, il più compatto possibile e modellato a mo di cilindro, che insaporito con pepe rosso e grani di pepe nero veniva poi imbracato in una serie di assi di canne e strettamente legato. - La CARNE INCANTARATA era la carne scelta di costatele soprattutto, posta nella capasa cosparsa di sale e pepe rosso e messa sotto mazzero ( peso ). Veniva preparata in questo periodo per poi essere consumata, come da tradizione, durante la festa della Madonna di Termine. - La GELATINA era fatta con le carni ricavate dalla testa dell animale, molle e tremolante;

3 FEBBRAIO - LE SARDE SALATE venivano tagliate in due, messe in una scodella e coperte di olio e di origano. - LE ALICI venivano passate nella farina e poi fritte con olio d oliva. - IL BACCALA veniva cucinato in diversi modi : in bianco con le olive bianche conservate, o con il pomodoro e le olive nere conservate, o fritto con peperoncino. - LE CHIACCHIERE ( dolce di carnevale ) Ingredienti: - 3 uova - Farina q. b. per ottenere un impasto omogeneo e non appiccicoso. la loro realizzazione non è difficile, dopo aver impastato uova, farina ecc. la pasta ottenuta deve essere stesa col matterello formando una sfoglia sottile che, deve essere poi tagliata a striscioline larghe 3-4 cm. e lunghe circa 10 cm. poi queste striscioline vengono fritte in abbondante olio di oliva ed infine disposte in un vassoio devono essere spolverate con dello zucchero a velo.

4 MARZO - LA PASTA E CICIARI (pasta e ceci ) che veniva consumata il 19 marzo in occasione della festa di S. Giuseppe. Gli ingredienti per questa pietanza erano: - la pasta che doveva essere fresca, ossia fatta in casa, nella versione dei scilatelli, - i ceci, - l olio - il sale. I ceci, tolti dal bagno con acqua e sale, cui erano stati immersi la sera precedente, si mettevano a cuocere in un recipiente di terracotta (u pignatellu ), posto nel caminetto di fianco alle braci, con nuova acqua, ma senza sale. A cottura ultimata dei ceci venivano svuotati in una casseruola e si aggiungeva acqua bastevole per la cottura della pasta che doveva essere assorbita quasi tutta dalla pasta medesima, senza, però, che questa diventasse scotta, ma si presentasse cremosa. Una volta portata a tavola la pietanza, si aggiungeva a piacimento del pepe nero o del pepe rosso. I KARECOTTI erano gli intestini di animale minuto ovino o caprino riempiti del sangue dell animale medesimo: sangue sbattuto con un po d acqua ed insaporito con sale, peperoncino e seme di finocchio, e poi messo a bollire in abbondante acqua in modo che il sangue cuocendo si coagulasse.

5 APRILE - PASTA E FINOCCHI SELVATICI. Per questo piatto gli ingredienti erano: finocchi selvatici e timpa, olio di oliva, pasta tipo vermicelli, sale. Si mettono a cuocere i finocchi in una casseruola con acqua e un pizzico di sale. A giusta cottura dei finocchi aggiungere l olio e lasciare la necessaria quantità d acqua per cuocere la pasta ( nella stessa casseruola con finocchi ) in modo che, a fine cottura, l acqua risulti quasi tutta assorbita dalla pasta medesima. - LA FRITTATA DI PASQUA (si usava prima del 1950 ) era costituita da uovo elemento primigenio, dalla salsiccia elemento sacrificale e dalla ricotta che ripete l immagine biblica della creazione dell uomo et sicut caseum me coagulasti. - AGNELLO O CAPRETTO ARROSTO, il cosciotto di agnello veniva passato nell acqua e poi asciugato con un panno, veniva farcito con prezzemolo ed aglio tritati. Veniva poi messo in una teglia al forno con olio d oliva con l aggiunta per chi lo gradisce di un rametto di rosmarino, fino alla cottura. Medesima cosa per il cosciotto di capretto, ma senza l aggiunta del rosmarino. - AGNELLO O CAPRETTO ALLA BRACE, il cosciotto di agnello o di capretto veniva passato nell acqua e poi asciugato con un panno, veniva farcito con prezzemolo ed aglio tritati. Veniva poi messo su una griglia con olio d oliva e l aggiunta per chi lo gradisce di un rametto di rosmarino e cucinato sulle braci.

6 - A CUZZUPA ( dolce tipico di Pasqua ) Ingredienti : - 6 uova ( 4 intere e 2 tuorli ) g. burro g. zucchero - 1 bustina e mezzo di lievito per dolci - 1 bustina di vanillina ml. Di latte - Un po di sambuca per aromatizzare. Impastare il tutto e poi lavorare piccole quantità di pasta realizzando diverse forme corone, pesci, piccoli panieri, ecc. realizzate le forme, vengono spennellate con zucchero sciolto nell acqua e infornate. TIANA DI AGNELLO Ingredienti: agnello, patate, carciofi, piselli, cipolla, olio, sale, parmigiano, pane grattugiato. Lessare separatamente patate, piselli, e carciofi; Soffriggere l agnello (in una teglia che si può infilare nel forno) e dopo un po aggiungere le patate precedentemente lessate e tagliate a dadini. Quasi a fine cottura aggiungere i carciofi tagliati a fettine e i piselli, infine, spolverare il tutto con il pane grattugiato e il formaggio e far rosolare nel forno.

7 - A NEPITA ( dolce tipico di Pasqua ) Ingredienti : - 5 uova ml. Di latte g. di zucchero g. di burro - 1 bustina di lievito per dolci - Farina (q.b. fino ad ottenere un impasto morbido ma nello stesso tempo facile da lavorare) gr di Noci gr. Di Mandorle - 50 gr. Di uva passa gr di fichi secchi - Un po di cacao amaro - Un po di rum Impastare uova, farina, latte, zucchero, lievito, nel frattempo sciogliere il burro in un tegame ed aggiungerlo all impasto. A parte preparare il ripieno: frullare noci, mandorle e fichi secchi aggiungere l uva passa, il cacao ed il rum e amalgamare il tutto. Stendere l impasto precedentemente realizzato, con un bicchiere tagliare tanti cerchi nei quali versare con un cucchiaio piccole quantità del ripieno e chiudere il cerchio formando una mezza luna. Sistemarle in una teglia precedentemente imburrata e infornarle ; a cottura ultimata spolverarle con dello zucchero a velo.

8 MAGGIO - FRITTATA preparata con uova, ricotta, formaggio e olive nere. In questo periodo si celebrava la festa di Porto e in questa occasione i pentonesi raggiungevano il Santuario a piedi e portavano la colazione a sacco che molto spesso era costituita da questa frittata. GIUGNO - LA BRUSCHETTA ossia una fetta di pane abbrustolita, strofinata d aglio e condita con un filo d olio; oppure può essere arricchita tagliandovi sopra pezzettini di pomodoro - LA FRESA è una focaccia fatta di brunetta spaccata in due e su ciascuna parte, ammorbidita se necessario dall acqua,viene spolverato l origano e versato un filo dolio.

9 - PITTA CON GRASSO ( preparata di più in passato quando la gente faceva il pane in casa ) la pitta composta della stessa pasta del pane, veniva posta davanti allo sportello del forno in modo che, una volta cotta potesse essere prelevata con facilità.doveva avere una consistenza più morbida, infatti impiegava poco a cuocersi. Doveva essere consumata calda, infatti, una volta tolta dal forno veniva portata subito a casa, tagliata in due parti e cosparsa di bianco grasso di maiale e rosso pepe piccante; poteva anche essere farcita con fresulimite. - SURIE erano delle collane di peperoni rossi piccanti fatti essiccare al sole e dopo l essiccazione una parte veniva infornata e resa croccante per poi essere pestati o macinati e trasformati in spezie; l altra parte una volta essiccata veniva conservata in collane e veniva fritta insieme al baccalà.

10 LUGLIO - PASTA E NASCA Ingredienti: - nasca - aglio - pancetta - peperoncino - salsa di pomodoro - prezzemolo - parmiggiano si cuoce la pasta ed infine si versa il sugo con nasca e pancetta sulla pasta e buon appetito. In una padella si fa soffriggere l aglio, la nasca tagliata a pezzetti, un po di pancetta, e a piacimento un po di peperoncino, poi si aggiunge la salsa di pomodoro e prima che il sugo sia pronto si aggiunge del prezzemolo e un po di parmigiano. In un altra pentola

11 AGOSTO - LA SALSA DI POMODORO la cui preparazione avveniva così: si usavano i pomodori a fiaschetta che dopo essere stati scelti e lavati venivano tagliati e messi in un calzerotto di rame e bolliti senza acqua perché c era il sugo dei pomodori stessi. Dopo la bollitura i pomodori venivano resi liquidi mediante la passata al setaccio per eliminare le bucce e i semi e si trasformava in salsa che, bollente, veniva travasata nelle bottiglie. Le bottiglie venivano tappate con tappi di sughero assicurati al collo della bottiglia stessa secondo un metodo particolare per evitare che saltassero durante la bollitura a bagno maria. - I PELATI erano quei pomodori che una volta sbollentati venivano lasciati per qualche attimo in acqua bollente e poi passati in acqua fredda così facendo la buccia diveniva pelabile e veniva tolta con facilità. Poi pressati, interi o tagliati, venivano disposti in bottiglie di vetro con bocca larga o in boccacci. La chiusura doveva essere ermetica, a bagno maria.

12 - IL BAGNETTO ROSSO si differenzia dalle salse perché oltre al pomodoro vengono aggiunti altri ingredienti come cipolle, carote, peperoni, qualche spicchio d aglio e il basilico. Il composto viene bollito fino al disciogliersi degli ingredienti che debbono consumarsi un po più della salsa. Data la più lunga bollitura il contenuto d acqua è poco e quindi il bagnetto può essere versato direttamente dal contenitore sugli spaghetti.

13 SETTEMBRE - CUCUZZA D ACQUA RIPIENA cioè si pulisce, e viene tagliata in senso orizzontale in modo da ottenere degli anelli, di uguale grandezza, che vengono poi privati della parte interna. Così sfilati, vengono leggermente sbollentati e collocati nella teglia unta di olio. Gli anelli della cucuzza vengono riempiti con polpette di carne minuta poste su di una costa di cipolla già bollita, e con il pomodoro fresco si ricoprono i singoli anelli. La teglia di rame va collocata su braci ardenti, chiusa con un coperchio sul quale vengono poste ancora braci focu e sutta e focu e supra. - MELANZANE RIPIENE le quali vanno preparate così: ripulite e tagliate in due nel senso verticale le melanzane, private della polpa e sbollentate vanno disposte in una teglia unta con un filo d olio. Vanno, poi riempite con un trito, composto della polpa della melanzana, di pane, uova, insaporito con un po di prezzemolo e uno spicchio d aglio e per chi lo desidera con un pizzico di formaggio. Prima di essere messe nel forno a cuocere, le melanzane vengono cosparse con un po di sugo di pomodoro.

14 - A MINESTRA DA MADONNA E TERMINE, gli ingredienti sono: - cavolo liscio, - scarola, - bietola, - zucca d acqua, - carne di capra, - carne di maiale ncantarata, - salsiccia di polmone, - ndugghia, - olio, - sale. Si lessano le verdure, avendo l accortezza che le verdure medesime non si lessano in recipienti diversi, ma nel medesimo utensile, di collocarle nella casseruola a tempo, secondo la loro qualità e la loro consistenza a cominciare dai cavoli, che sono i più duri, per proseguire con la bietola, la zucca e la scarola. Intanto con la carne di capra si prepara il brodo, mentre la carne ncantarata, la salsiccia di polmone, vanno lessate a parte. Identica cosa per ndugghia che, però, attualmente, è divenuta solo un ricordo.le verdure lessate vanno soffritte o, a piacere, consumate nell olio con uno spicchio d aglio e con l aggiunta di brodo di capra. Il brodo deve rimanere quasi tutto assorbito dalle verdure, a cottura avvenuta. E bene, però, che altro brodo venga portato a tavola in modo che il commensale, ove lo gradisca, e sono molti che lo gradiscono, ne possa aggiungere dell altro alla minestra e alla carne che devono essere consumate insieme.

15 - LE CASTAGNE FRESCHE potevano essere conservate ossia venivano lasciate a mollo per un certo periodo e poi messe nella sabbia. Ma la conservazione non va oltre il maggio successivo perché iniziano a germogliare. - LE CASTAGNE BOLLITE venivano versate le castagne in un recipiente di terracotta ( u pignatellu ) pieno d acqua e venivano fatte bollire finchè non erano cotte. - LE CALDARROSTE le castagne venivano leggermente intaccate da un lato, per evitare che scoppiassero durante la cottura, e venivano disposte in una padella che veniva posta sulle braci finchè le castagne non si abbrustoliv ano. MORZELLU Ingredienti: trippa ; sugo di pomodoro; peperoncino rosso macinato; prezzemolo; cipolla; olio; sale; alloro; lavare la trippa, tagliarla a pezzetti e lessarla. In un altro tegame, versare la trippa già lessata ed aggiungere gli altri ingredienti: olio, cipolla, sugo di pomodoro, sale, prezzemolo, peperoncino, alloro e far cuocere per almeno tre ore.

16 OTTOBRE - LE OLIVE BIANCHE (cioè verdi ) vengono pelate ossia raccolte direttamente dalla pianta perché non devono essere né troppo mature né possono subire l abbacchiatura. Vengono lavate e schiacciate in modo che si possa loro togliere il nocciolo, vengono poi addolcite con pura onda immergendole per non più di tre giorni, ma avendo cura di cambiare l acqua ogni giorno. Poi vengono poste in una scodella e vengono maneggiate e insaporita con aglio, pezzetti di peperoncino rosso piccante, origano e sale q.b. si possono consumare immediatamente oppure conservare in vasetti di vetro, con coperchio a vite, riempiti e pressati fortemente e coperti con olio. - le OLIVE VERDI possono essere conservate intere. Dopo la lavatura vengono addolcite per qualche giorno in acqua e poi messe nella giara riempita d acqua e sale fino a coprirle.

17 - LE OLIVE NERE (cioè mature ) si possono conservare in diversi modi. Dopo la bacchiatura vengono scelte le migliori, solide e lucide e vengono pulite e lavate e tenute per diversi giorni in acqua rinnovata almeno due volte al giorno in modo da far perdere loro un po di amarognolo. Addolcite che siano le olive vengono sistemate in vasi di terracotta cioè vengono sistemate a strati non troppo spessi mettendo su ogni strato di olive una spolverata di sale, origano e un po di aceto. Riempito il vaso le olive vengono messe sotto peso in maniera che la produzione di acqua che esce dal frutto, sollecitato dal sale e la immissione dell aceto le copra. Al colmo del recipiente viene messo un cerchio di legno di abete, perché rimane più pulito rispetto ad altri legni, sul quale va collocato il varticchio, un peso qualsiasi, preferibilmente una pietra di mare di giusto calibro, in modo che le olive rimangano sempre coperte di acqua. Alcuni prima di metterle in acqua per addolcirle, le intaccano con un colpo di coltello in senso meridiano per facilitare l addolcimento.

18 - LE OLIVE APPASSITE vengono raccolte, pulite ed esposte al sole che le essicca. Un volta asciutte sono pronte per essere mangiate. Possono anche essere conservate cioè vengono passate con un panno unto d olio per renderle più lucide e preservarle dalla muffa e vengono sistemate in recipienti chiusi. - LA FARRANDINA è un altra preparazione delle olive, queste vengono appassite al sole, spolverate di pepe rosso macinato e vanno messe al forno, il tempo necessario per il fissaggio del peperoncino alle olive.

19 NOVEMBRE - TIANA DI FUNGHI ossia i funghi rositi uniti alla panura e a pezzetti di pomodoro e conditi con olio e aglio, venivano versati in una tiana ( pentola di rame ), la quale veniva collocata su braci ardenti, chiusa con un coperchio sul quale venivano disposte altre braci e si cucinava il cibo. Questo sistema di cottura era detto focu e sutta e focu e supra.

20 DICEMBRE - PASTA AGLIO E OLIO si versa nella padella olio di oliva q. b. relativamente alla quantità di pasta da condire, con 4 o 5 spicchi d aglio tagliati a pezzettini. Il tutto si lascia soffriggere fino alla doratura dell aglio si aggiunge, quindi, un dito d acqua che si fa bollire appena. Subito dopo quasi a fuoco spento si aggiunge il pepe rosso macinato e quindi un ciuffo di prezzemolo. Il tutto si versa sulla pasta fatta cuocere a parte. - PASTA E SARDE O ALICI cioè le sarde o alici venivano fatte consumare sul fuoco e poi amalgamate con gli spaghetti. - IL BACCALA SCHIPECE : bisogna far soffriggere la cipolla o l aglio, poi aggiungere la passata di pomodoro far consumare un po il sugo e aggiungere il baccalà tagliato a pezzi e le olive nere e bisogna far cuocere il tutto a fuoco lento. - IL BACCALA FRITTO cioè il baccalà tagliato a pezzi veniva passato nella farina e veniva fritto insieme ai peperoni con abbondante olio di oliva.

21 - IL BACCALA ARROSTITO questo veniva arrostito e condito con olio crudo, aglio e prezzemolo. - I VRASCIOLI ( le braciole ) sono delle fettine di carne arrotolate, ripiene di mollica di pane, prezzemolo, aglio, uovo e pezzetti di salsiccia. - FRITTURE DI CAVOLFIORE ossia il cavolfiore tagliato a ciuffetti veniva passato nell uovo e poi veniva fritto in abbondante olio di oliva; - I BROCCOLETTI IN INSALATA ossia questi venivano sbollentati e poi conditi con olio e aglio. - LE CROCETTE ossia i fichi fatti precedentemente essiccare al sole, venivano tagliati a metà e farciti con noci e pezzetti di bucce di mandarino, venivano poi disposte a forma di croci ed infornate ed in fine venivano spolverate con dello zucchero. - PASTA RUSSA E VRASCIOLI ossia la pasta zita o i maccheroni col ragù di carne minuta e vrascioli.

22 - I TARDILLI ( dolce tipico natalizio ) Ingredienti: - 2 uova - farina q. b. affinché si ottenga un impasto omogeneo che non sia troppo duro; Dopo aver ottenuto l impasto bisogna formare dei bastoncini, successivamente tagliati a dadini di 1 cm. Circa. I dadini così ottenuti vengono fritti nell olio. Contemporaneamente viene riscaldato in un altro tegame del miele, nel quale, veranno versati i dadini precedentemente fritti e gli stessi, una volta amalgamati con il miele, verranno versati in vassoio con l accortezza di dargli la forma di una piramide. - I CUNFETTI erano delle mandorle tostate amalgamate con il miele. - I ZIRPULI Ingredienti : -1 Kg di farina di castagna -1 dado di lievito fresco - Un pizzico di sale Impastare la farina con il lievito precedentemente sciolto nell acqua tiepida, e aggiungere durante la lavorazione il sale. Il composto così ottenuto viene coperto con un panno e lasciato lievitare per alcune ore. Dopo la lievitazione bisogna prendere con un cucchiaio piccole quantità dell impasto e versarle in una padella con abbondante olio già caldo e friggerle.

23 - LE PITTE FRITTE Ingredienti : - 1 Kg di farina 00-1 dado di lievito fresco - Un pizzico di sale - Un po d olio di oliva - 1 patata bollita Impastare la farina con il lievito precedentemente sciolto nell acqua tiepida, e aggiungere durante la lavorazione il sale, l olio e la patata precedentemente schiacciata. Il composto così ottenuto posto in un tegame e coperto con un panno, viene lasciato lievitare per alcune ore. Dopo la lievitazione bisogna lavorare di volta in volta piccole quantità dell impasto, formando con ognuna di esse un bastoncino da chiudere a ciambella ( per agevolare la lavorazione e conveniente bagnarsi le mani con dell acqua o ungerle con olio), lo stesso verrà immerso in una padella con abbondante olio già caldo, e fritto. Le ciambelle così ottenute possono essere già consumate o per gli amanti del dolce possono essere immerse nello zucchero o nel miele o ancora, variante gustosa, è l aggiungere all impasto dei pezzetti di acciuga.

Esercitazione pratica di cucina N 11

Esercitazione pratica di cucina N 11 Esercitazione pratica di cucina N 11 Millefoglie di grana Con funghi porcini trifolati alla nepitella --------------------------------- Timballo di anelletti Siciliani al Ragù ---------------------------------

Dettagli

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Conserve: verdure sott'olio e sott'aceto VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Le verdure non possono essere conservate semplicemente sott'olio: infatti, non hanno sufficiente acidità per scongiurare il pericolo

Dettagli

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER

EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER EMMENTALER DOP NELL ALBUM DEI RICORDI DI MICHELLE IN COLLABORAZIONE CON CLAUDIO SADLER Da oggi Michelle Hunziker è la nuova testimonial di quello che è considerato il Re dei formaggi svizzeri, l Emmentaler

Dettagli

Appunti della panificazione rurale

Appunti della panificazione rurale Appunti della panificazione rurale MATERIE PRIME Dal grano duro coltivato nell area del Sarcidano con il metodo di produzione Biologica, alla produzione di farine e semole macinate nel mulino di Nurri,

Dettagli

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI PRANZO PRIMA SETTIMANA LUNEDI': MARTEDI': MERCOLEDI': GIOVEDI': VENERDI': PASTA AL

Dettagli

90 Ricette con Chef Menu di JET CHEF Premium. Essere uno chef non è mai stato così facile

90 Ricette con Chef Menu di JET CHEF Premium. Essere uno chef non è mai stato così facile 90 Ricette con Chef Menu di JET CHEF Premium Essere uno chef non è mai stato così facile Congratulazioni per aver acquistato il forno a microonde con tecnologia 6 SENSO Whirlpool Jet Chef Premium! Da oggi

Dettagli

TRECCIA AL BURRO RICETTE

TRECCIA AL BURRO RICETTE TRECCIA AL BURRO RICETTE TRECCIA AL BURRO 1 kg di farina bianca 1 cucchiaio di sale (20 g ca.) 1 cubetto di lievito fresco (42 g) 1 cucchiaio di zucchero 120 g di burro 6 dl di latte 1 uovo sbattuto per

Dettagli

Tabella invernale asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi)

Tabella invernale asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi) 1 settimana MENU D Tabella asilo nido SEMIDIVEZZI (12-18 mesi) petti di pollo al latte piselli e macedonia di al limone e biscotti risotto giallo involtini di tacchino cavolfiore fresca minestrina di piselli

Dettagli

CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE

CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE Menu MILANO CI TENIAMO A FARVI SAPERE CHE L eventuale attesa è sinonimo di preparazioni espresse e artigianali. Perdonateci! e se avete fretta, ditelo all Oste. L acqua pura microfiltrata è offerta dall

Dettagli

A cura di Franca Pasticci Dottore in Dietistica. Unità complessa di Nefrologia e Dialisi Azienda USL 2 dell Umbria

A cura di Franca Pasticci Dottore in Dietistica. Unità complessa di Nefrologia e Dialisi Azienda USL 2 dell Umbria Mangia con gusto A cura di Franca Pasticci Dottore in Dietistica Unità complessa di Nefrologia e Dialisi Azienda USL 2 dell Umbria Socio fondatore; Comitato Direttivo FIR (Fondazione Italiana del Rene)

Dettagli

UN ALT RA IDEA DI PAS TA ricettario

UN ALT RA IDEA DI PAS TA ricettario UN ALT RA IDEA DI PAS TA ricettario CUCINARE SUPERFACILE cucinaresuperfacile.com BioStory: Il mio nome è Antonella. Sono fatta di esperienza e buonsenso, voglia di vivere e tenacia, il buon cibo è la mia

Dettagli

CATALOGO DEI PRODOTTI. Dall orto alla tavola

CATALOGO DEI PRODOTTI. Dall orto alla tavola CATALOGO DEI PRODOTTI Dall orto alla tavola Tutti i prodotti della nostra gamma sono senza coloranti nè conservanti, per preservare la vera natura delle pregiate materie prime utilizzate nella lavorazione

Dettagli

OH CIELO...SIAMO FRITTI!!!

OH CIELO...SIAMO FRITTI!!! Kitchen Cri OH CIELO...SIAMO FRITTI!!! 10 Ricette per aumentare Grassi e Colesterolo Ecco l'indice delle ricette: 1. Cordonbleu di pollo e prosciutto 2. Gamberi in panatura di patate 3. Mozzarella in carrozza

Dettagli

Freschezza in Svizzera

Freschezza in Svizzera Freschezza in Svizzera Tutte le sedi nel mondo sono disponibili all indirizzo: marche-restaurants.com AIRPORT ZÜRICH Diventate fan di Marché! facebook.com/marcherestaurantsschweiz BELLINZONA Tempo di spezie

Dettagli

MENÙ SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA, CDD, CENTRO ERGOTERAPICO DIETA RELIGIOSA PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 (CUCINA IN LOCO)

MENÙ SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA, CDD, CENTRO ERGOTERAPICO DIETA RELIGIOSA PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 (CUCINA IN LOCO) PRIVA DI CARNE SUINA A.S. 2014/2015 Giorno Prima settimana Seconda settimana Terza settimana Quarta Pasta all olio e Uova strapazzate Riso alla zucca Bresaola* / formaggio fresco Pasta olio e Bocconcini

Dettagli

Indice. Ecco alcune idee per gustare i nostri prodotti non solo come antipasto o contorno ma anche come gustosissimi primi piatti!

Indice. Ecco alcune idee per gustare i nostri prodotti non solo come antipasto o contorno ma anche come gustosissimi primi piatti! Ricette ci trovi anche su www.tuttocalabria.com Ecco alcune idee per gustare i nostri prodotti non solo come antipasto o contorno ma anche come gustosissimi primi piatti! Indice Promi Piatti Penne Stuzzicanti....

Dettagli

Manuale per la preparazione dei dolci in casa Nuova edizione

Manuale per la preparazione dei dolci in casa Nuova edizione Gentile Signora, con questo libro Le proponiamo, insieme alle più note ed apprezzate ricette delle precedenti edizioni, molte nuove idee di dolci da preparare in casa. L ampio ricettario è allo stesso

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO. La qualità dei cibi per la qualità della vita. Prefazione di Francesco Schittulli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO. La qualità dei cibi per la qualità della vita. Prefazione di Francesco Schittulli FRANCO NOBILE GIORGIA ROMEO LA SALUTE VIEN MANGIANDO La qualità dei cibi per la qualità della vita Prefazione di Francesco Schittulli Agli amici paracadutisti della Brigata Folgore Layout e impaginazione

Dettagli

É tutto pronto... Scopri le nostre confezioni natalizie!

É tutto pronto... Scopri le nostre confezioni natalizie! É tutto pronto... Scopri le nostre confezioni natalizie! Family Trancio di Prosciutto 2 kg Trancio di Pancetta Arrotolata 600 gr Zampone 1 kg Lenticchie 500 gr Trentingrana 500 gr Mortadella 500 gr Pasta

Dettagli

1.Il Ristorante/La Trattoria

1.Il Ristorante/La Trattoria Agli italiani piace andare a mangiare in trattoria. Ma che cos è la trattoria? È un locale tipicamente italiano, che rispecchia il gusto e la mentalità degli italiani. Agli italiani piace mangiare bene,

Dettagli

PROTEINE VERDURE GRASSI ERBE E SPEZIE

PROTEINE VERDURE GRASSI ERBE E SPEZIE Senza le migliaia di persone che hanno contribuito al blog, ai podcast e infine al libro di Robb Wolf, la Paleo Dieta non avrebbe potuto essere d aiuto a così tanta gente. È stato solo interagendo con

Dettagli

Auguri e vedi di fare il tuo esame, cuoco dilettante che non sei altro!

Auguri e vedi di fare il tuo esame, cuoco dilettante che non sei altro! 1. A parte questo, possedevo un paio di altre caratteristiche che non facevano propriamente pensare a un cuoco in carriera. Ero soprattutto lento. Ero lento a muovermi, lento a pensare, lento di comprendonio,

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI?

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? Dopo la fecondazione il fiore appassisce e i petali cadono. L ovulo fecondato si trasforma in SEME, mentre l ovario si ingrossa e si trasforma in FRUTTO. Il SEME ha il compito

Dettagli

guida ai metodi per la cottura degli alimenti

guida ai metodi per la cottura degli alimenti guida ai metodi per la cottura degli alimenti Progetto a cura di ANDID - Associazione Nazionale Dietisti Member of andid in breve Il dietista é un professionista sanitario competente per tutte le attivitá

Dettagli

Introduzione alla cucina vegan Ingredienti, consigli e 60 ricette complete

Introduzione alla cucina vegan Ingredienti, consigli e 60 ricette complete Introduzione alla cucina vegan Ingredienti, consigli e 60 ricette complete Questo opuscolo è per chi vuole imparare a cucinare piatti vegan, vale a dire 100% vegetali: spiega in dettaglio quali sono gli

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

L'appetito vien...assaggiando!

L'appetito vien...assaggiando! SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MAGIC SCHOOL 2 coop. soc. VIA G. MELI, N. 8 90010 FICARAZZI PROGETTO EDUCATIVO A.S. 2014 / 2015 L'appetito vien...assaggiando! INSEGNANTI : Benfante Rosa, Bentivegna Simona,

Dettagli

PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione

PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione PER DIMAGRIRE, OGNI ORA HA IL SUO CIBO? Giorgio Pitzalis - Specialista in Pediatria e Scienza dell'alimentazione Arriva l'estate ed ecco, regolarmente, "spuntare" le solite diete dimagranti. Ne esistono

Dettagli

Pane 100% farina di grano saraceno

Pane 100% farina di grano saraceno Questa ricetta l'ho elaborata grazie ai preziosi consigli di un grande chef e amico, ovvero il titolare del Ristorante dal Sem ad Albissola Superiore Sv (http://www.ristorantedasem.it/). Uno sguardo al

Dettagli

La Leggenda degli Spaghetti alla Carbonara

La Leggenda degli Spaghetti alla Carbonara La Leggenda degli Spaghetti alla Carbonara Prologo Se vi domandate il perchè di questo mio curioso documento è presto detto: il 17 Gennaio è stato festeggiato il Carbonara Day. Quel giorno tutti i ristoranti

Dettagli

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5).

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5). Ceramica Nell antichità il vaso non era un semplice un semplice oggetto utile nella vita quotidiana, ma era anche merce di scambio. Il lavoro del vasaio, inizialmente era collegato alle stagioni e dunque

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

Raccolta ricette salate e dolci con la pasta fillo

Raccolta ricette salate e dolci con la pasta fillo Raccolta ricette salate e dolci con la pasta fillo -ricette del contest Raccolta ricette con la pasta fillo del blog Matrioska s Adventures(http://matrioskadventures.com)- Ancutza - http://matrioskadventures.com

Dettagli

D.O.P. Nutrirsi tra Piacere e Benessere

D.O.P. Nutrirsi tra Piacere e Benessere aleggio D.O.P. Nutrirsi tra Piacere e Benessere Trenta ricette con il Taleggio D.O.P. con notizie sulle proprietà funzionali di alcuni ingredienti (pillole di salute) Gallette di riso con crema di Taleggio

Dettagli

PROVINCIA DI AGRIGENTO

PROVINCIA DI AGRIGENTO PROVINCIA DI AGRIGENTO CEREALI LEGUMINOSE DA GRANELLA OLEAGINOSE FORAGGERE ELENCO COLTURE Rese e prezzi medi (triennio 2009/2011) Prezzo medio /q. Resa media q./ha Prezzo medio ottenuto nell'anno 2012

Dettagli

Hai chiesto qual è il piatto del giorno? Il nostro Maître sarà lieto di illustrarvi le novità del giorno

Hai chiesto qual è il piatto del giorno? Il nostro Maître sarà lieto di illustrarvi le novità del giorno Hai chiesto qual è il piatto del giorno? Il nostro Maître sarà lieto di illustrarvi le novità del giorno 2014 Hai chiesto qual è il piatto del giorno? { } (Il maresciallo Carotenuto Vittorio De Sica Che

Dettagli

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute)

Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) Progetto MA.RI.SA. (MAngio e RIsparmio in SAlute) La ristorazione collettiva ed in particolare quella scolastica è stata individuata come un ambito prioritario di intervento relativamente al Progetto MA.RI.SA.

Dettagli

Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano

Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano Disciplinare di Produzione della DOP Pecorino Romano Art. 1 La zona di provenienza del latte destinato alla trasformazione del formaggio Pecorino Romano comprende l intero territorio delle regioni della

Dettagli

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO ndice 1 Fai come fa la Natura 2 Cosa ci metti per fare la terra? 3 Come funziona il Compostaggio 4 Le cose

Dettagli

PER UNA MIGLIORE RIUSCITA DEI DOLCI

PER UNA MIGLIORE RIUSCITA DEI DOLCI Dolci PER UNA MIGLIORE RIUSCITA DEI DOLCI Il burro deve esser lasciato ammorbidire a temperatura ambiente prima di essere mescolato all'impasto o alla farina. Se dovete aggiungere delle uvette, o dei canditi,

Dettagli

Sezione Mista Scuola dell infanzia Cassiani. Progetto. Degli esseri viventi: fattori legati al percorso alimentare

Sezione Mista Scuola dell infanzia Cassiani. Progetto. Degli esseri viventi: fattori legati al percorso alimentare Sezione Mista Scuola dell infanzia Cassiani Progetto Degli esseri viventi: fattori legati al percorso alimentare Come presa in carico di responsabilità, di tutoraggio Percorso1 dalla spiga al pane Percorso

Dettagli

Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA

Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA Reenactment Society www.reenactmentsociety.org COME FARE UNA BORRACCIA DI ZUCCA Acquistare una zucca fresca o già secca. Nel primo caso sarà opportuno comprarla in un periodo caldo per godere delle giornate

Dettagli

Libro di cucina. k = 100% RED k = 2% This will only be printed in 4 Colour Process as per the colour breakdown shown here. m = 100% c = 11% c = 0%

Libro di cucina. k = 100% RED k = 2% This will only be printed in 4 Colour Process as per the colour breakdown shown here. m = 100% c = 11% c = 0% Libro di cucina Libro di cucina Kenwood Cooking Chef è l ultima rivoluzionaria innovazione di Kenwood, da oltre 60 anni leader nella preparazione dei cibi. E la combinazione perfetta di esperienza, qualità

Dettagli

Valutazione dell incidenza dello scarto sul peso degli ingredienti.

Valutazione dell incidenza dello scarto sul peso degli ingredienti. Valutazione dell incidenza dello scarto sul peso degli ingredienti. Nel calcolo del costo delle merci relative ad un singolo piatto non si possono ignorare le percentuali di scarto degli ingredienti. Se

Dettagli

Utenti: 3,2 = Prodotti destinati al consumatore finale = Prodotti destinati unicamente agli operatori della ristorazione

Utenti: 3,2 = Prodotti destinati al consumatore finale = Prodotti destinati unicamente agli operatori della ristorazione Utenti: 3,2 = Prodotti destinati al consumatore finale = Prodotti destinati unicamente agli operatori della ristorazione SELEX ACETI AROMATIZZATI - BALSAMICI - CONDIMENTI Crema Classica all'aceto Balsamico

Dettagli

di albicocche. ) senza glutine ) senza lattosio GIu~BuII~

di albicocche. ) senza glutine ) senza lattosio GIu~BuII~ Dr Schàr Foodservice ri Chi è affetto da celiachia non deve assolutamente rinunciare a mangiare al ristorante; attenendosi ad alcune regole e suggerimenti è possibile consumare i propri pasti al ristorante,

Dettagli

IL CIBO DALLA TERRA ALLA TAVOLA. Dott. Francesco Andreoli

IL CIBO DALLA TERRA ALLA TAVOLA. Dott. Francesco Andreoli IL CIBO DALLA TERRA ALLA TAVOLA Dott. Francesco Andreoli CHI PRODUCE? Grande industria Piccole industrie Piccoli produttori LE ETICHETTE Sono la carta d identità del prodotto (dati reali) Il pacchetto

Dettagli

La Temperatura degli Alimenti

La Temperatura degli Alimenti La Temperatura degli Alimenti L'ATP è la regolamentazione per i trasporti frigoriferi refrigerati a temperatura controllata di alimenti deperibili destinati all'alimentazione umana. A.T.P. = Accord Transport

Dettagli

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra???

LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere di salvaguardia della terra??? DIREZIONE DIDATTICA DI MARANELLO SCUOLA DELL INFANZIA STATALE J.DA GORZANO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE LA MAPPA DELLA SALUTE ovvero: com è che parlando,parlando, dalla frutta ci troviamo a discutere

Dettagli

Il ristorante. Marco Mazzanti

Il ristorante. Marco Mazzanti Il ristorante I colori del mare, i sapori della tradizione la calda accoglienza e la cantina generosa sono le note caratteristiche della Tartana. Benvenuti nel nostro ristorante. Marco Mazzanti Il mare

Dettagli

o ami la carne o te ne innamorerai Menù

o ami la carne o te ne innamorerai Menù o ami la carne o te ne innamorerai Menù Hanno inventato il matrimonio perché non si può cucinare per una persona sola. Anche per questa ragione amiamo cucinare gli stessi piatti per più persone. Nel caso,

Dettagli

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati DECORAZIONE 03 Posare la carta da parati 1 Scegliere la carta da parati Oltre ai criteri estetici, una carta da parati può essere scelta in funzione del luogo e dello stato dei muri. TIPO DI VANO CARTA

Dettagli

Livello intermedio DAL GRANO AL PANE

Livello intermedio DAL GRANO AL PANE Livello intermedio DAL GRANO AL PANE Indice Storia del pane 4 Selezione dei cereali 5 Cerealicoltura 6 Dal mugnaio 7 Dal panettiere 8 I tipi di pane 9 Il pane nell alimentazione 10/11 Il pane nelle usanze

Dettagli

Dal Forum una raccolta di dolci estivi senza l ausilio del forno

Dal Forum una raccolta di dolci estivi senza l ausilio del forno Dal Forum una raccolta di dolci estivi senza l ausilio del forno www.giallozafferano.it Plumciok by marilena1 250 gr mascarpone 250 ml panna fresca montata 1 tubetto latte condensato (quasi tutto) meringhe

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

I GIORNI DELLA MERLA. Sapori forti per celebrare il grande freddo

I GIORNI DELLA MERLA. Sapori forti per celebrare il grande freddo I GIORNI DELLA MERLA Sapori forti per celebrare il grande freddo I giorni degli auspici. Dal 1 al 24 gennaio i cresèent e calèent 25 gennaio San Paul dei sègn 26, 29 gennaio Li quatar stagion 30-31 gennaio,

Dettagli

Emilia Romagna I Terra da gustare

Emilia Romagna I Terra da gustare Emilia Romagna I Terra da gustare Emilia Romagna I Terra da gustare 2 Dopo l interesse suscitato dal percorso enogastronomico sul filo della memoria, alla ricerca dei sapori perduti dell Emilia Romagna,

Dettagli

ISTRUZIONI IMPORTANTI PER LA SICUREZZA PERICOLO AVVERTENZA

ISTRUZIONI IMPORTANTI PER LA SICUREZZA PERICOLO AVVERTENZA ISTRUZIONI IMPORTANTI PER LA SICUREZZA IMPORTANZA DELLA SICUREZZA PER SÉ E PER GLI ALTRI Il presente manuale e l apparecchio stesso sono corredati da importanti messaggi relativi alla sicurezza, da leggere

Dettagli

Hawos Pegasus 230 Volt

Hawos Pegasus 230 Volt olt Pagina 2 Pagina 3 Pagina 3 Pagina 4 Pagina 5 Pagina 5 Pagina 6 Pagina 6/7 Pagina 7 Pagina 7 Pagina 8 Introduzione a Pegasus Scegliere le dimensioni della macinatura Iniziare e terminare il processo

Dettagli

Sicurezza alimentare. Come usare e conservare correttamente i prodotti alimentari

Sicurezza alimentare. Come usare e conservare correttamente i prodotti alimentari Sicurezza alimentare Come usare e conservare correttamente i prodotti alimentari Indice Introduzione 3 1. La sicurezza inizia al momento dell acquisto 4 2. La dispensa moderna: il vostro frigorifero 6

Dettagli

Vincenzo Antonina e tutto lo Staff

Vincenzo Antonina e tutto lo Staff Tutti i prodotti che potete assaporare, pane, pasta fresca,dolci e quant'altro sono tutti confezionati dalla nostra cucina. Poniamo particolare attenzione ai prodotti tipici locali e alle materie prime

Dettagli

La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori

La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori La corretta alimentazione nell infanzia Dedicato ai genitori A cura dell U.O.C. Igiene Alimenti e Nutrizione Dipartimento Prevenzione Medica, A.S.L. di Pavia, V.le Indipendenza,3 0382 432451 TROVA L EQUIILIIBRIIO

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

Piramide alimentare svizzera Raccomandazioni alimentari per adulti che conciliano piacere ed equilibrio nell alimentazione. Indice

Piramide alimentare svizzera Raccomandazioni alimentari per adulti che conciliano piacere ed equilibrio nell alimentazione. Indice pag. 1 / 20 Piramide alimentare svizzera Raccomandazioni alimentari per adulti che conciliano piacere ed equilibrio nell alimentazione Indice Versione lunga / Novembre 2011 2 Piramide alimentare svizzera

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni )

IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO. L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) IL BENESSERE VIEN M ANGIANDO L ALIMENTA ZIONE NEG LI ADULTI (16-65 anni ) ALIMENTAZIONE ANTICANCRO L alimentazione è un bisogno essenziale dell uomo: per funzionare, un individuo deve introdurre una certa

Dettagli

TOASTER. Istruzioni per l uso

TOASTER. Istruzioni per l uso TOASTER Istruzioni per l uso 5 4 3 1 6 DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO 1) Manopola temporizzatore 2) Tasto Stop 3) Leva di accensione 4) Bocche di caricamento 5) Pinze per toast 6) Raccoglibriciole estraibile

Dettagli

SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO

SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO RIFLESSIONI E PROSPETTIVE SU NOI STESSI E SUL MONDO BISOGNI PRIMARI DELL'UOMO Quali sono i bisogni dell'uomo? Volendo semplificare i bisogni basilari sono due: vogliamo evitare

Dettagli

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO?

CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? CHE COS È LO SCOMPENSO CARDIACO? Il cuore è un organo che ha la funzione di pompare il sangue nell organismo. La parte destra del cuore pompa il sangue ai polmoni, dove viene depurato dall anidride carbonica

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

antipasto del pescatore insalata di mare tiepida alla catalana piovra tiepida tartare di tonno rosso del Mediterraneo selezione di affettati

antipasto del pescatore insalata di mare tiepida alla catalana piovra tiepida tartare di tonno rosso del Mediterraneo selezione di affettati Quand je n ai rien à faire, et qu à peine un nuage Dans les champs bleus du ciel, flocon de laine, nage, J aime à m écouter vivre, et, libre de soucis, Loin des chemins poudreux, à demeurer assis T. G.

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

AZIENDA CERTIFICATA ISO 9001:2000 APPENDICE INTEGRATIVA AL CATALOGO GENERALE EUROPAST

AZIENDA CERTIFICATA ISO 9001:2000 APPENDICE INTEGRATIVA AL CATALOGO GENERALE EUROPAST AZIENDA CERTIFICATA ISO 9001:2000 APPENDICE INTEGRATIVA AL CATALOGO GENERALE EUROPAST SOLO UNA GRANDE PASSIONE CI GUIDA A CREARE PRODOTTI SEMPRE MIGLIORI ATTRAVERSO I QUALI SI ESPRIME LA MISSION DELLA

Dettagli

QUALITà IN LOMBARDIA: DOP IGP E PRODOTTI DI MONTAGNA

QUALITà IN LOMBARDIA: DOP IGP E PRODOTTI DI MONTAGNA QUALITà IN LOMBARDIA: DOP IGP E PRODOTTI DI MONTAGNA I T A L I A N O EXPO 2015 I marchi DOP e IGP sono marchi di qualità che vengono assegnati dalla Commissione Europea. I requisiti per il riconoscimento

Dettagli

Ogni giorno gettiamo il seme della qualità

Ogni giorno gettiamo il seme della qualità Ogni giorno gettiamo il seme della qualità La qualità scivola tra gesti semplici Una vocazione dalle radici profonde Ieri è già domani La molitura del grano è una preziosa tradizione che si tramanda di

Dettagli

ALLEGATO 5 CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI

ALLEGATO 5 CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI ALLEGATO 5 CARATTERISTICHE MERCEOLOGICHE DELLE DERRATE ALIMENTARI (i prodotti DOP e IGP che l OEA è tenuto ad offrire sono evidenziati in grassetto e sottolineati) REQUISITI QUALITATIVI DI CARATTERE GENERALE

Dettagli

Forni ECO: Funzione pizza: Resistenza cielo + resistenza suola (cottura tradizionale o statica):

Forni ECO: Funzione pizza: Resistenza cielo + resistenza suola (cottura tradizionale o statica): Forni ECO: la combinazione tra il grill centrale e la resistenza inferiore più la ventola è particolarmente indicata per per la cottura di piccole quantità di cibo, a bassi consumi energetici. Funzione

Dettagli

I prodotti a Denominazione di Origine Protetta (DOP), ad Indicazione Geografica Protetta (IGP), e le Specialità Tradizionali Garantite (STG)

I prodotti a Denominazione di Origine Protetta (DOP), ad Indicazione Geografica Protetta (IGP), e le Specialità Tradizionali Garantite (STG) I prodotti a Denominazione di Origine Protetta (DOP), ad Indicazione Geografica Protetta (IGP), e le Specialità Tradizionali Garantite (STG) EMAA 13/14 XII / 1 DO e IG protette da cosa? Il Regolamento

Dettagli

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona

MAN- GIAR BENE. Mantenere il corpo in buona MAN- GIAR BENE vivere sani 3 Mantenere il corpo in buona salute ha la sua base in una corretta alimentazione. Essa si basa sull apporto equilibrato di acqua, carboidrati (zuccheri e amidi), proteine, grassi

Dettagli

PINOT GRIGIO FRIULI COLLI ORIENTALI D.O.C. : marnoso argilloso UVE : Pinot Grigio 100% FORMA DI ALLEVAMENTO : cordone speronato basso

PINOT GRIGIO FRIULI COLLI ORIENTALI D.O.C. : marnoso argilloso UVE : Pinot Grigio 100% FORMA DI ALLEVAMENTO : cordone speronato basso PINOT GRIGIO : marnoso argilloso UVE : Pinot Grigio 100% : in bianco, solo acciaio NOTE GUSTATIVE : colore giallo paglierino con riflessi dorati. Profumo elegante di frutta matura, fiori di campo e fieno

Dettagli

IL COST CONTROL. Il controllo dei Costi nella Ristorazione. a cura di Marco Comensoli

IL COST CONTROL. Il controllo dei Costi nella Ristorazione. a cura di Marco Comensoli IL COST CONTROL Il controllo dei Costi nella Ristorazione a cura di Marco Comensoli 1 La Ristorazione I Costi I Costi I principali costi delle attività di ristorazione sono: Le risorse umane; Gli alimenti;

Dettagli

Al Roccolo. Fattoria Piolanti. A ghè, un bèl sit in mezz al vert Lazàà l è ùl paès ndua te dè andà.

Al Roccolo. Fattoria Piolanti. A ghè, un bèl sit in mezz al vert Lazàà l è ùl paès ndua te dè andà. Al Roccolo Fattoria Piolanti A ghè, un bèl sit in mezz al vert Lazàà l è ùl paès ndua te dè andà. Ragiungèl, l è facil tè po minga sbaglià. Ocio, sculta che tè spieghi mi Ciapa la strada che la và de là.

Dettagli

Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita

Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita Linee guida per una sana alimentazione e per un corretto stile di vita SOMMARIO PRINCIPI DI NUTRIZIONE Pag. 2 I NUTRIENTI Pag. 2 LE VITAMINE Pag. 3 I GRUPPI ALIMENTARI Pag. 6 LA PIRAMIDE ALIMENTARE Pag.

Dettagli

L uomo ed il suo essere è in continuo adattamento. PRESERVARE LA SALUTE PASSA PER IL CIBO E DALLO STILE DI VITA. a cura del Dott.

L uomo ed il suo essere è in continuo adattamento. PRESERVARE LA SALUTE PASSA PER IL CIBO E DALLO STILE DI VITA. a cura del Dott. L uomo ed il suo essere è in continuo adattamento. PRESERVARE LA SALUTE PASSA PER IL CIBO E DALLO STILE DI VITA a cura del Dott. Samorindo Peci Appunti dell autore Ho fatto in modo di realizzare questo

Dettagli

CARATTERISTIC HE-ALIMENTARI. buono da mensa ottimo per salse fragranza intensa

CARATTERISTIC HE-ALIMENTARI. buono da mensa ottimo per salse fragranza intensa CARATTRISTICH- CARATTRISTIC H-ALIMNTARI DV pomodoro ovale di daniele semina: febbraio trapianto: aprile-maggio raccolta: luglio-novembre buccia chiara, arancione se maturo, polpa compatta, pochi semi,

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO LA SALUTE VIEN MANGIANDO PERCHÉ MANGIAMO? Il nostro organismo per sopravvivere e stare in buona salute, per crescere, per svolgere attività fisica, per riparare le parti del corpo danneggiate e sostituire

Dettagli

ÒMangio a scuolaó sezione bambini

ÒMangio a scuolaó sezione bambini DISCRIMINANTI DEL CAMPIONE Istituto scolastico Classe Comune 1) Sesso maschio femmina 2) Etˆ 7-10 anni 11-13 anni 3) Preparazione dei pasti preparati nella cucina preparati altrove e della scuola portati

Dettagli

La corretta alimentazione

La corretta alimentazione La corretta alimentazione www.salute.gov.it 2 Tutta la comunità scientifica è d accordo sul fatto che esista uno stretto legame tra una corretta alimentazione e una vita in buona salute. Per mantenersi

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

SEMINA RACCOGLIE CAVOLI. I cavoli riscaldati furono buoni ma non lodati FOCACCIA. Rendere pan per focaccia GIORNO

SEMINA RACCOGLIE CAVOLI. I cavoli riscaldati furono buoni ma non lodati FOCACCIA. Rendere pan per focaccia GIORNO SEMINA C'è chi semina e chi miete Chi mal semina, mal raccoglie Chi non semina non miete Chi parla semina, chi tace raccoglie Chi semina vento raccoglie tempesta RACCOGLIE Chi dà e ritoglie, il diavolo

Dettagli

10. sicurezza. dei tuoi cibi dipende anche da te. sicurezza

10. sicurezza. dei tuoi cibi dipende anche da te. sicurezza 10. sicurezza La dei tuoi cibi dipende anche da te sicurezza 10. La sicurezza dei tuoi cibi dipende anche da te Oggi i consumatori sono sempre più attenti alle questioni della sicurezza degli alimenti,

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

Gruppo Mangiarsano Germinal. Book prodotti

Gruppo Mangiarsano Germinal. Book prodotti Gruppo Mangiarsano Germinal Book prodotti Il Gruppo MangiarsanoGerminal opera nel mercato dei prodotti biologici e salutistici con un unica missione: prendersi cura della salute dell uomo e dell ambiente.

Dettagli

Cuocere al forno con il

Cuocere al forno con il Cuocere al forno con il Un assortimento fresco come dal fornaio. L unico sistema di cottura intelligente al mondo che sa anche cuocere al forno. Perché sente, riconosce, pensa, pianifica, impara e comunica

Dettagli

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num :15.105

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num :15.105 Centro Agroalimentare Roma Via Tenuta del Cavaliere, 1-00012 Guidonia-Montecelio (RM) Tel: 06.60.50.12.01 - Fax : 06.60.50.12.75 www.agroalimroma.it LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num

Dettagli

Ne forniamo alcuni esempi.

Ne forniamo alcuni esempi. Con il termine coordinamento oculo-manuale si intende la capacità di far funzionare insieme la percezione visiva e l azione delle mani per eseguire compiti di diversa complessità. Per sviluppare questa

Dettagli

IL DISCIPLINARE. Art. 1 Descrizione del prodotto.

IL DISCIPLINARE. Art. 1 Descrizione del prodotto. DISCIPLINARE INTERNAZIONALE PER L OTTENIMENTO DEL MARCHIO COLLETTIVO VERACE PIZZA NAPOLETANA (VERA PIZZA NAPOLETANA) IL DISCIPLINARE Aspetti merceologici e legislativi del prodotto Scopo del presente disciplinare

Dettagli

alimentazione come e di promozione della SALUTE

alimentazione come e di promozione della SALUTE LA SALUTE VIEN MANGIANDO: alimentazione come fattore di rischio e di promozione della SALUTE Dr. Saverio Chilese Resp. Unità Operativa di Nutrizione Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione ULSS 4 Referente

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli