Sistemi Wireless in Area Locale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sistemi Wireless in Area Locale"

Transcript

1 Sistemi Wireless in Area Locale SisWir.2 Protocols and the TCP/IP Suite Mobile IP IP QoS

2 Protocolli Funzioni gerarchiche idealmente separate in livelli Ogni livello ha dei compiti unici Esiste un punto di accesso formale tra livelli (Service Access Point) SisWir - L. S. Ronga 2

3 Livello n Richiesta Indicazione Conferma Risposta n-sap n-sap A n-pdu B PDU = Protocol Data Unit Entità SAP = Service Access Point SisWir - L. S. Ronga 3

4 Primitive di servizio Richiesta connessione Conferma connessione Richiesta Dati Conferma Dati Indicazione connessione Risposta connessione Indicazione dati Risposta dati Tempo SisWir - L. S. Ronga 4

5 Architettura del TCP/IP SMTP HTTP FTP TELNET SNMP TCP UDP ICMP IP ARP RARP DHCP Collegamento Fisico SisWir - L. S. Ronga 5

6 Livelli Coll. e Fisico 3 Principali Organizzazioni di Standardizzazione: IEEE 802 ANSI Fibrechannel ATM Forum ATM SisWir - L. S. Ronga 6

7 Pacchetto IP SisWir - L. S. Ronga 7

8 IPv4 SisWir - L. S. Ronga 8

9 Indirizzi IP SisWir - L. S. Ronga 9

10 SisWir - L. S. Ronga 10 OPTE Project, Internet 23 Nov 2003

11 Mobile IP Dispositivi wireless o wired mobili Connessione alla rete attraverso: Wireless LAN Reti cellulari Reti Satellitari LAN Etc. Una rete di riferimento fornisce connettività IP IP mobility considera la mobilità tra reti diverse Fornisce supporto per raggiungere un host temporaneamente su rete ospite Necessario in quanto l instradamento è basato sul prefisso di rete SisWir - L. S. Ronga 11

12 Alternative 1. Modificare l indirizzo dell host Implica il reboot e la perdita delle connessioni a livello di trasporto 2. Propagare informazioni di instradamento basate sull host Richiede tabelle di instradamento di dimensione pari al numero degli host SisWir - L. S. Ronga 12

13 Caratteristiche di Mobile IP 1. Traparente alle applicazioni e ai protocolli di trasporto 2. Interoperabilità con lo standard IPv4 3. Scalabilità alla mobilità sull inter-rete 4. Sicurezza, autenticazione di host mobili al di fuori della rete di riferimento 5. Macro mobilità (possibilità di lavorare al di fuori della propria rete di riferimento piuttosto che movimento ad alta velocità) SisWir - L. S. Ronga 13

14 Approccio generale 1. Host che visita una rete foreign ottiene un indirizzo IP locale 2. Host informa il router sulla rete home 3. Router sulla rete home usa il secondo indirizzo per inoltrare i datagram diretti all host sulla rete foreign 4. Datagram sono inviati in tunnel attraverso incapsulamento IP-in-IP 5. Spostamento ad altra rete o ritorno alla rete home devono sempre essere notificati alla rete home SisWir - L. S. Ronga 14

15 Due approcci: 1. Care-of-Address Rete foreign prevede un foreign agent Host mobile si registra presso il foreign agent Host mobile ottiene un care-of-address Foreign agent registra l host presso l home agent Foreign agent assegna uno degli indirizzi a sua disposizione come care-of-address L utente mobile non ha un unico indirizzo assegnato SisWir - L. S. Ronga 15

16 Care-Of-Address Route Next Tunnel A Home Agent Route Next E B Route Next D x.x A Foreign Agent Internet C Route Next 171.x.x.x B Mobile Node SisWir - L. S. Ronga 16

17 Due approcci: 2. Co-located Address 1. Rete foreign non prevede un foreign agent Host usa DHCP per ottenere un co-located address temporaneo Host si registra direttamento presso l home agent Approccio 2 implica l installazione sugli host del software che gestisce la mobilità, cioe tutta la comunicazione con l home agent SisWir - L. S. Ronga 17

18 Terminologia in Mobile IP MN HA HA, Home Agent Internet Maintains an association between the MN s home IP address and its care of address (loaned address) on the foreign network Redirects and tunnels packets to the care of address on the foreign network COA MN CN MN, Mobile Node FA FA, Foreign Agent An IP host that maintains network connectivity using its home IP address, regardless of which subnet (or network) it is connected to CN, Correspondent Node Destination IP host in session with a Mobile Node Provides an addressable point of attachment to the MN called Care Of Address (COA) Maintains an awareness for all visiting MNs Acts as a relay between the MN and its Home Agent Receives all packets for the MN from the MN s Home Agent SisWir - L. S. Ronga 18

19 Foreign agent discovery Inviato dal router che ospita il foreign agent Usa ICMP router discovery ICMP router discovery inviato periodicamente dai router Può essere sollecitato con ICMP router solicitation Extension mobility a ICMP router discovery Identificato dalla maggiore lunghezza del messaggio ICMP SisWir - L. S. Ronga 19

20 Foreign agent discovery Lifetime: tempo massimo di attesa per accettare richieste di registrazione Sequence number: permette di identificare quando un messaggio è stato perso Code: SisWir - L. S. Ronga 20

21 Registrazione Prima di poter ricevere datagrams, il mobile host deve: 1. Registrarsi con un agente presso il foreign agent 2. Registrarsi presso l home agent per richiedere l inoltro 3. Rinnovare una registrazione che è prossima alla scadenza 4. De-registrarsi se tornato alla rete home Host che riceve il care-of-address demanda al foreign agent la registrazione presso l home agent Foreign agent inoltra all host mobile i datagram ricevuti dall home agent SisWir - L. S. Ronga 21

22 Registrazione Inviati attraverso UDP (porta 434) Type: request o reply LIFETIME: care-of address mantenuto nella binding-cache finchè il LIFETIME scade. SisWir - L. S. Ronga 22

23 Registrazione HOME ADDRESS, HOME AGENT, CARE-OF-ADDRESS: indirizzi e home agent dell host mobile IDENTIFICATION: corrispondenza tra richieste e risposte FLAGS: specifiche dell inoltro da parte dell HOME AGENT SisWir - L. S. Ronga 23

24 Comunicazione con il foreign agent L host mobile non ha un indirizzo IP valido assegnato sulla rete Rilassamento delle regole di indirizzamento: -- Host mobile indica il suo home address nell intestazione dei datagram inviati al foreign agent -- Il foreign agent usa l home address dell host mobile anche sulla rete foreign Il foreign agent non può eseguire ARP sull home address dell host mobile Indirizzo hardware dell host mobile deve essere comunicato e memorizzato in fase di registrazione SisWir - L. S. Ronga 24

25 Invio e ricezione di Datagram I Datagram trasmessi all esterno hanno l home address come sorgente L ISP deve accordare la possibilità di trasmettere datagrams con qualsiasi indirizzo sorgente I datagram di risposta saranno inviati all Home address L home agent invierà i datagram al foreign agent attraverso incapsulamento IP al care-of-address (può essere condiviso tra più utenti mobili) al co-located address Il foreign agente estrae il pacchetto e lo invia all host mobile sulla rete foreign E possibile utilizzare lo stesso care-of-address per sorgenti e destinazioni multiple SisWir - L. S. Ronga 25

26 Instradamento L instradamento verso l host mobile deve necessariamente passare attraverso l home agent Particolarmente inefficiente se l host destinazione è vicino all host mobile (2 crossing problem) SisWir - L. S. Ronga 26

27 Instradamento E possibile propagare informazioni di instradamento specifiche dell host Viene realizzato solo per reti che interagiscono significativamnete con l host mobile Occorre rimuovere queste informazioni quando l host si sposta su un altra rete. SisWir - L. S. Ronga 27

28 Comunicazione con Host sulla Rete Home Tutti i pacchetti inviati all host mobile devono passare attraverso l home agent L home agent verifica se l host è posizionato su una rete foreign o sulla rete home Gli altri host della rete home inviano direttamente all host di cui ottengono l indirizzo fisico attraverso ARP Quando l host e su una rete foreign, l home agent risponde con il suo indirizzo fisico e si cura in seguito di inviare i datagram sul tunnel IP-IP SisWir - L. S. Ronga 28

29 Sicurezza in IP mobility Chiave di sessione con il router locale Autenticazione richiesta tra l home agent e l host mobile Algoritmo di default è MD5 Chiavi di 128 bits Foreign agent deve supportare autenticazione attraverso questo metodo Altri algoritmi possono essere applicati SisWir - L. S. Ronga 29

30 Altre questioni rigurdanti la sicurezza Tunneling del traffico verso l host mobile al rispettivo care-of-address ARP non è autenticato La comunicazione tra foreign e home agent deve essere assicurata per evitare uso illegale SisWir - L. S. Ronga 30

31 Protezione verso le richieste di registrazione Home agent deve verificare che il messaggio provenga dall host mobile, non una risposta ad una registrazione precedente ripetuta da un attaccante Due metodi Timestamps (obbligatario) Nonces (opzionale) SisWir - L. S. Ronga 31

32 Timestamps I due nodi devono essere adeguatamente sincronizzati Tempo inviato insieme con la richiesta Differenza di default di 7 secondi tra richiesta e risposta La sincronizzazione tra i messaggi deve essere protetta contro alterazioni SisWir - L. S. Ronga 32

33 Nounces Nodo A include un nuovo numero random in ogni messaggio a B A verifica se B restituisce lo stesso numero nel prossimo messaggio Il codice di autenticazione è usato per proteggere contro le alterazioni Auto-sincronizzazione: se la registrazione fallisce, il nuovo nounce è inviato nella risposta SisWir - L. S. Ronga 33

34 Mobile IP Transparent Roaming MN FA FA MN Mobility Binding Table: MN CoA HA MN FA MN FA/MN Register with the HA

35 Mobile IP Transparent Roaming MN Realizes It Has Moved to a Network With a New FA MN Registers With this New FA MN FA FA MN Mobility Binding Table: MN CoA MN FA HA MN When the MN Moves It Re-Registers via Its New FA

36 Mobile IP Re-Registration When the New Registration Is Received, a New Care-of Address Is Installed in the HA MN FA FA MN Mobility Binding Table: MN CoA HA FA New Data Path MN Old Data Path No Change Is Propagated to Correspondents The Movement Is Transparent to all other Devices

37 Problematiche del Mobile IP Inefficienza nell instradamento Sicurezza: Esigenza di rendere IP mobile deve convivere con le esigenze di sicurezza Firewalls, in particolare, provocano difficoltà poichè bloccano i pacchetti in entrata che non soddisfano determinati criteri Trasparenza: Opinioni discordi sulla necessità della sopravvivenza delle connessioni TCP agli spostamenti dell host SisWir - L. S. Ronga 37

38 IP QoS Integrated Services (W.Stallings Data and Computer Communications)

39 Integrates Services Architecture Changes in traffic demands require variety of quality of service Internet phone, multimedia, multicast New functionality required in routers New means of requesting QoS ISA RFC 1633 SisWir - L. S. Ronga 39

40 Internet Traffic Elastic Can cope with wide changes in delay and/or throughput Inelastic FTP sensitive to throughput insensitive to delay Network Management sensitive to delay in times of heavy congestion Web sensitive to delay Does not easily adapt to variations e.g. real time traffic SisWir - L. S. Ronga 40

41 Requirements for Inelastic Traffic Throughput Delay Jitter Delay variation Packet loss Require preferential treatment for certain types of traffic Require elastic traffic to be supported as well SisWir - L. S. Ronga 41

42 ISA Approach Congestion controlled by Routing algorithms Packet discard Associate each packet with a flow Unidirectional Can be multicast Admission Control Routing Algorithm Queuing discipline Discard policy SisWir - L. S. Ronga 42

43 ISA in Router SisWir - L. S. Ronga 43

44 Token Bucket Traffic Specification Token replenishment rate R Continually sustainable data rate Bucket size B Amount that data rate can exceed R for short period During time period T amount of data sent can not exceed RT + B SisWir - L. S. Ronga 44

45 Token Bucket Scheme SisWir - L. S. Ronga 45

46 ISA Services Guaranteed Assured data rate Upper bound on queuing delay No queuing loss Real time playback Controlled load Approximates behavior to best efforts on unloaded network No specific upper bound on queuing delay Very high delivery success Best Effort SisWir - L. S. Ronga 46

47 Queuing Discipline Traditionally FIFO No special treatment for high priority flow packets Large packet can hold up smaller packets Greedy connection can crowd out less greedy connection Fair queuing Queue maintained at each output port Packet placed in queue for its flow Round robin servicing Skip empty queues Can have weighted fair queuing SisWir - L. S. Ronga 47

48 FIFO and Fair Queue SisWir - L. S. Ronga 48

49 Resource Reservation: RSVP RFC 2205 Unicast applications can reserve resources in routers to meet QoS If router can not meet request, application informed Multicast is more demanding May be reduced Some members of group may not require delivery from particular source over given time e.g. selection of one from a number of channels Some group members may only be able to handle a portion of the transmission SisWir - L. S. Ronga 49

50 Soft State Set of state info in router that expires unless refreshed Applications must periodically renew requests during transmission SisWir - L. S. Ronga 50

51 RSVP Characteristics Unicast and Multicast Simplex Receiver initiated reservation Maintain soft state in the internet Provide different reservation styles Transparent operation through non-rsvp routers Support for IPv4 and IPv6 SisWir - L. S. Ronga 51

52 RSVP UDP Reservation (1) R2 R3 1 2 PATH Host A R1 PATH 3 R5 PATH R4 PATH Host B An application on Host A creates a session, /4078, by communicating with the RSVP daemon on Host A. 3. The PATH message follows the next hop path through R5 and R4 until it gets to Host B. Each router on the path creates soft session state with the reservation parameters. 2. The Host A RSVP daemon generates a PATH message that is sent to the next hop RSVP router, R1, in the direction of the session address, SisWir - L. S. Ronga 52

53 RSVP UDP Reservation (2) R2 R3 PATH Host A RESV R1 PATH RESV R5 PATH RESV 6 R4 PATH 5 RESV 4 Host B An application on Host B communicates with the local RSVP daemon and asks for a reservation in session /4078. The daemon checks for and finds existing session state. 6. The RESV message continues to follow the next hop path through R5 and R1 until it gets to Host A. Each router on the path makes a resource reservation. 5. The Host B RSVP daemon generates a RESV message that is sent to the next hop RSVP router, R4, in the direction of the source address, SisWir - L. S. Ronga 53

54 RSVP Multicast Reservation Sender PATH PATH R1 PATH PATH R2 R3 PATH PATH Receiver PATH R4 PATH R5 R6 R7 PATH SisWir - L. S. Ronga 54

55 IP QoS Differentiated Services (W.Stallings Data and Computer Communications)

56 Differentiated Services Provide simple, easy to implement, low overhead tool to support range of network services differentiated on basis of performance IP Packets labeled for differing QoS using existing IPv4 Type of Service or IPv6 Traffic class Service level agreement established between provider and customer prior to use of DS Built in aggregation Good scaling to larger networks and loads Implemented by queuing and forwarding based on DS octet No state info on packet flows stored SisWir - L. S. Ronga 56

57 DS Services Defined within DS domain Contiguous portion of internet over which consistent set of DS policies are administered Typically under control of one organization Defined by service level agreements (SLA) SisWir - L. S. Ronga 57

58 SLA Parameters Detailed service performance Expected throughput Drop probability Latency Constraints on ingress and egress points Traffic profiles e.g. token bucket parameters Disposition of traffic in excess of profile SisWir - L. S. Ronga 58

59 Example Services Level A - low latency Level B - low loss Level C - 90% of traffic < 50ms latency Level D - 95% in profile traffic delivered Level E - allotted twice bandwidth of level F traffic Traffic with drop precedence X higher probability of delivery than that of Y SisWir - L. S. Ronga 59

60 DS Octet - Code Pools Leftmost 6 bits used 3 pools of code points xxxxx0 assignment as standards xxxx11 experimental or local use xxxx01 experimental or local but may be allocated for standards in future SisWir - L. S. Ronga 60

61 DS Octet - Precedence Field Routing selection Network service Queuing discipline SisWir - L. S. Ronga 61

62 DS Field SisWir - L. S. Ronga 62

63 DS Domains SisWir - L. S. Ronga 63

64 DS Configuration and Operation Within domain, interpretation of DS code points is uniform Routers in domain are boundary nodes or interior nodes Traffic conditioning functions Classifier Meter Marker Shaper Dropper SisWir - L. S. Ronga 64

65 DS Traffic Conditioner SisWir - L. S. Ronga 65

66 Per Hop Behavior Expedited Forwarding Specific PHBs defined, Associated with specific differentiated services RFC 3246 defines expedited forwarding (EF) PHB Support for premium service Low-loss, low-delay, low-jitter, assured bandwidth, end-to-end service through DS domains Appears to endpoints as point-to-point connection or leased line Difficult in internet or packet-switching network Queues (buffers) at each node, or router Results in loss, delays, and jitter Unless internet grossly oversized, care needed in handling premium service traffic SisWir - L. S. Ronga 66

67 Expedited Forwarding Requirements Configuring nodes so traffic aggregate has minimum departure rate Conditioning aggregate (via policing and shaping) so that arrival rate less than node's configured minimum departure rate EF PHB provides first Network boundary conditioners provide second Border nodes control traffic aggregate Limit characteristics (rate, burstiness) to predefined level Interior nodes treat traffic so no queuing effects No specific queuing policy at interior nodes in RFC 3246 Simple priority scheme could achieve it EF traffic given absolute priority EF traffic must not overwhelm interior node Packet flows for other PHB traffic disrupted SisWir - L. S. Ronga 67

68 Assured Forwarding PHB Provide service superior to best-effort Not require reservation of resources Not require detailed discrimination among flows from different users Based on explicit allocation Users offered choice of classes of service Each class describes different traffic profile Aggregate data rate and burstiness Traffic monitored at boundary node Each packet marked in or out of profile Inside network, no separation of traffic from different users or classes Only distinction being whether packet marked in or out When congested, out packets are dropped before in packets Different users will see different levels of service Have different quantities of in packets in service queues SisWir - L. S. Ronga 68

69 Advantages of Assured Forwarding PHB Simplicity Very little work required by internal nodes Marking of traffic at boundary nodes based on traffic profiles provides different levels of service to different classes C.f. ATM SisWir - L. S. Ronga 69

70 AF PHB RFC 2597 (1) Four AF classes defined Four distinct traffic profiles Within each class, packets marked by customer or service provider Three drop precedence values Determines relative importance of packet within AF class Simpler than resource reservation Flexible Within interior DS node, traffic from different classes treated separately Different amounts of resources (buffer space, data rate) SisWir - L. S. Ronga 70

71 AF PHB RFC 2597 (2) Within class, packets handled based on drop precedence Level of forwarding assurance depends on: How much forwarding resources allocated to AF class that the packet belongs to Current load of class If congested within the class, drop precedence of packet RFC 2597 does not mandate mechanisms at the interior nodes to manage AF traffic References RED algorithm SisWir - L. S. Ronga 71

Qualità di Servizio - Tutorial - Mauro Campanella INFN-GARR Mauro.Campanella@garr.it

Qualità di Servizio - Tutorial - Mauro Campanella INFN-GARR Mauro.Campanella@garr.it Qualità di Servizio - Tutorial - Mauro Campanella INFN-GARR Mauro.Campanella@garr.it Agenda - Introduzione alla Qualità di Servizio - Definizione quantitativa della QoS - Architetture di QoS - QoS : compiti

Dettagli

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi:

Routing (instradamento) in Internet. Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Routing (instradamento) in Internet Internet globalmente consiste di Sistemi Autonomi (AS) interconnessi: Stub AS: istituzione piccola Multihomed AS: grande istituzione (nessun ( transito Transit AS: provider

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless

La configurazione degli indirizzi IP. Configurazione statica, con DHCP, e stateless La configurazione degli indirizzi IP Configurazione statica, con DHCP, e stateless 1 Parametri essenziali per una stazione IP Parametri obbligatori Indirizzo IP Netmask Parametri formalmente non obbligatori,

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP

Inizializzazione degli Host. BOOTP e DHCP BOOTP e DHCP a.a. 2002/03 Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica 1 Inizializzazione degli Host Un

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Il World Wide Web: nozioni introduttive

Il World Wide Web: nozioni introduttive Il World Wide Web: nozioni introduttive Dott. Nicole NOVIELLI novielli@di.uniba.it http://www.di.uniba.it/intint/people/nicole.html Cos è Internet! Acronimo di "interconnected networks" ("reti interconnesse")!

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Introduzione alle applicazioni di rete

Introduzione alle applicazioni di rete Introduzione alle applicazioni di rete Definizioni base Modelli client-server e peer-to-peer Socket API Scelta del tipo di servizio Indirizzamento dei processi Identificazione di un servizio Concorrenza

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix

I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT. Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix I veri benefici dell Open Source nell ambito del monitoraggio IT Georg Kostner, Department Manager Würth Phoenix IT Service secondo ITIL Il valore aggiunto dell Open Source Servizi IT Hanno lo scopo di

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

DHCP Dynamic Host Configuration Protocol

DHCP Dynamic Host Configuration Protocol DHCP Dynamic Host Configuration Protocol L assegnazione automatica dei parametri di configurazione (e.g. network address) al momento dell avvio dei client di una rete, semplifica l amministrazione della

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX

CARATTERISTICHE DELLE CRYPTO BOX Secure Stream PANORAMICA Il sistema Secure Stream è costituito da due appliance (Crypto BOX) in grado di stabilire tra loro un collegamento sicuro. Le Crypto BOX sono dei veri e propri router in grado

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa

MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa Cosa è MPLS MPLS è una tecnologia ad alte prestazioni per l instradamento di pacchetti IP attraverso una rete condivisa L idea di base consiste nell associare a ciascun pacchetto un breve identificativo

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

corso di Sistemi Distribuiti 4. IPC (Inter Process Communication) (parte 1): le forme ed i modelli della comunicazione tra processi

corso di Sistemi Distribuiti 4. IPC (Inter Process Communication) (parte 1): le forme ed i modelli della comunicazione tra processi CdL MAGISTRALE in INFORMATICA A.A. 2014-2015 corso di Sistemi Distribuiti 4. IPC (Inter Process Communication) (parte 1): le forme ed i modelli della comunicazione tra processi Prof. S.Pizzutilo Elementi

Dettagli

Voice Over IP NAT Traversal

Voice Over IP NAT Traversal Voice Over IP Traversal Giorgio Zoppi zoppi@cli.di.unipi.it Tecnologie di Convergenza su IP a.a.2005/2006 VoIP Traversal 1 57 Tecnologie di Convergenza su IP Che cosa è il (Network Address Translation?

Dettagli

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it

Sicurezza delle reti wireless. Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Sicurezza delle reti wireless Alberto Gianoli alberto.gianoli@fe.infn.it Concetti di base IEEE 802.11: famiglia di standard tra cui: 802.11a, b, g: physical e max data rate spec. 802.11e: QoS (traffic

Dettagli

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY

PRESENTAZIONE DI UN SMS AL GATEWAY Interfaccia Full Ascii Con questa interfaccia è possibile inviare i dati al Server utilizzando solo caratteri Ascii rappresentabili e solo i valori che cambiano tra un sms e l altro, mantenendo la connessione

Dettagli

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS

GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS Page 1 of 6 GLI ERRORI DI OUTLOOK EXPRESS 1) Impossibile inviare il messaggio. Uno dei destinatari non è stato accettato dal server. L'indirizzo di posta elettronica non accettato è "user@dominio altro

Dettagli

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP.

WAN 80.80.80.80 / 24. L obiettivo è quello di mappare due server web interni (porta 80) associandoli agli indirizzi IP Pubblici forniti dall ISP. Configurazione di indirizzi IP statici multipli Per mappare gli indirizzi IP pubblici, associandoli a Server interni, è possibile sfruttare due differenti metodi: 1. uso della funzione di Address Translation

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Imola Prontuario di configurazioni di base

Imola Prontuario di configurazioni di base Imola Prontuario di configurazioni di base vers. 1.3 1.0 24/01/2011 MDG: Primo rilascio 1.1. 31/01/2011 VLL: Fix su peso rotte 1.2 07/02/2011 VLL: snmp, radius, banner 1.3 20/04/2011 VLL: Autenticazione

Dettagli

Strato di rete. Argomenti: Obiettivi:

Strato di rete. Argomenti: Obiettivi: Strato di rete Obiettivi: Principi e servizi dello strato di rete: Routing (selezione del cammino da host sorg. (. dest a host Problemi di scala Come funziona un router Implementazione in Internet Argomenti:

Dettagli

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento

- Antivirus, Firewall e buone norme di comportamento Reti Di cosa parleremo? - Definizione di Rete e Concetti di Base - Tipologie di reti - Tecnologie Wireless - Internet e WWW - Connessioni casalinghe a Internet - Posta elettronica, FTP e Internet Browser

Dettagli

I name server DNS. DNS: Domain Name System. Esempio di DNS. DNS: Root name server. DNS: queries ripetute

I name server DNS. DNS: Domain Name System. Esempio di DNS. DNS: Root name server. DNS: queries ripetute DNS: Domain Name System I name DNS Persone: identificatori: CF, nome, Numero di Passaporto Host e router Internet: Indirizzo IP ( bit) - usato per instradare i pacchetti nome, per es., massimotto.diiie.unisa.it

Dettagli

Modulo 11. Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice

Modulo 11. Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice Pagina 1 di 14 Il livello trasporto ed il protocollo TCP Indice servizi del livello trasporto multiplexing/demultiplexing trasporto senza connesione: UDP principi del trasferimento dati affidabile trasporto

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Sicurezza del DNS. DNSSEC & Anycast. Claudio Telmon ctelmon@clusit.it

Sicurezza del DNS. DNSSEC & Anycast. Claudio Telmon ctelmon@clusit.it Sicurezza del DNS DNSSEC & Anycast Claudio Telmon ctelmon@clusit.it Perché il DNS Fino a metà degli anni '80, la traduzione da nomi a indirizzi IP era fatta con un grande file hosts Fino ad allora non

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30

Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 Prova di Esame - Rete Internet (ing. Giovanni Neglia) Prova completa Mercoledì 2 Marzo 2005, ore 14.30 NB: alcune domande hanno risposta multipla: si richiede di identificare TUTTE le risposte corrette.

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it)

SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) SubnetMask: come funzionano e come si calcolano le sottoreti (SpySystem.it) In una rete TCP/IP, se un computer (A) deve inoltrare una richiesta ad un altro computer (B) attraverso la rete locale, lo dovrà

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 7

Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Il protocollo Programma della lezione file transfer protocol descrizione architetturale descrizione

Dettagli

Livello applicazione: Protocollo DNS

Livello applicazione: Protocollo DNS Livello applicazione: Protocollo DNS Gaia Maselli Queste slide sono un adattamento delle slide fornite dal libro di testo e pertanto protette da copyright. All material copyright 1996-2007 J.F Kurose and

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

Routers and Routing process explanation through the Network Address Translation

Routers and Routing process explanation through the Network Address Translation Routers and Routing process explanation through the Network Address Translation 0x100 Router 0x110 Cos è? Quello che nel gergo informatico viene chiamato Router (o Switch Router) è un dispositivo di rete

Dettagli

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP

IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP Reti di Calcolatori IL LIVELLO APPLICAZIONI DNS, SNMP e SMTP D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 6-1 Applicazioni di Rete Domain Name System (DNS) Simple Network Manag. Protocol (SNMP) Posta elettronica

Dettagli

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi

Inidirizzi IP e Nomi di Dominio. Domain Name System. Spazio dei Nomi Piatto. Gestione dello Spazio dei Nomi I semestre 03/04 Inidirizzi IP e Nomi di Dominio Domain Name System Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea in Informatica

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Creare una applicazione Winsock di base

Creare una applicazione Winsock di base Creare una applicazione Winsock di base Usiamo le API Winsock incluse in Creare un progetto per una Socket Windows (in Dev C++) Selezionare la file New Projects Selezionare Empty Project Salvare

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE

ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE ATA MEDIATRIX 2102 GUIDA ALL INSTALLAZIONE Mediatrix 2102 ATA Guida all installazione EUTELIAVOIP Rev1-0 pag.2 INDICE SERVIZIO EUTELIAVOIP...3 COMPONENTI PRESENTI NELLA SCATOLA DEL MEDIATRIX 2102...3 COLLEGAMENTO

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1 UBUNTU SERVER Installazione e configurazione di Ubuntu Server M. Cesa 1 Ubuntu Server Scaricare la versione deisiderata dalla pagina ufficiale http://www.ubuntu.com/getubuntu/download-server Selezioniare

Dettagli

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Zabbix 4 Dummies Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Relatore Nome: Biografia: Dimitri Bellini Decennale esperienza su sistemi operativi UX based, Storage Area Network, Array Management e tutto

Dettagli

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi.

Ambienti supportati. Configurazione della stampante di rete. Stampa. Gestione della carta. Manutenzione. Risoluzione dei problemi. I server di stampa vengono utilizzati per collegare le stampanti alle reti. In tal modo, più utenti possono accedere alle stampanti dalle proprie workstation, condividendo sofisticate e costose risorse.

Dettagli

Protocollo HTTP. Alessandro Sorato

Protocollo HTTP. Alessandro Sorato Un protocollo è un insieme di regole che permettono di trovare uno standard di comunicazione tra diversi computer attraverso la rete. Quando due o più computer comunicano tra di loro si scambiano una serie

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

Symbolic. Ambiti Operativi. Presente sul mercato da circa 10 anni Specializzata in Network Security Partner e distributore italiano di F-Secure Corp.

Symbolic. Ambiti Operativi. Presente sul mercato da circa 10 anni Specializzata in Network Security Partner e distributore italiano di F-Secure Corp. Symbolic Presente sul mercato da circa 10 anni Specializzata in Network Security Partner e distributore italiano di F-Secure Corp. La nostra mission è di rendere disponibili soluzioni avanzate per la sicurezza

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

BPEL: Business Process Execution Language

BPEL: Business Process Execution Language Ingegneria dei processi aziendali BPEL: Business Process Execution Language Ghilardi Dario 753708 Manenti Andrea 755454 Docente: Prof. Ernesto Damiani BPEL - definizione Business Process Execution Language

Dettagli

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE.

UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIRE 3 SERVIZI ALITALIA. SEMPRE DI PIÙ, PER TE. UN BUON VIAGGIO INIZIA PRIMA DI PARTIR 3 RVIZI ALITALIA. MPR DI PIÙ, PR T. FAT TRACK. DDICATO A CHI NON AMA PRDR TMPO. La pazienza è una grande virtù. Ma è anche vero che ogni minuto è prezioso. Per questo

Dettagli

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads.

MailStore Proxy è disponibile gratuitamente per tutti i clienti di MailStore Server all indirizzo http://www.mailstore.com/en/downloads. MailStore Proxy Con MailStore Proxy, il server proxy di MailStore, è possibile archiviare i messaggi in modo automatico al momento dell invio/ricezione. I pro e i contro di questa procedura vengono esaminati

Dettagli

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Problem Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Problem Management Obiettivi Obiettivo del Problem Management e di minimizzare l effetto negativo sull organizzazione degli Incidenti e dei Problemi causati da errori nell infrastruttura e prevenire gli

Dettagli

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Esperti nella gestione dei sistemi informativi e tecnologie informatiche Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Docente: Email: Sito: Eduard Roccatello eduard@roccatello.it http://www.roccatello.it/teaching/gsi/

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

Introduzione alle reti e all architettura TCP/IP

Introduzione alle reti e all architettura TCP/IP Introduzione alle reti e all architettura TCP/IP Indice dei contenuti: 1) Introduzione alle reti Topologia di Internet e topologie di rete I mezzi fisici Il software di rete: architetture a livelli Reti

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Energy risk management

Energy risk management Il sistema di supporto alle tue decisioni Energy risk management Un approccio orientato agli attori M.B.I. Srl, Via Francesco Squartini 7-56121 Pisa, Italia - tel. 050 3870888 - fax. 050 3870808 www.powerschedo.it

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di

Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di Questo documento è allegato al libro Elettrotecnica, Elettronica, Telecomunicazioni e Automazione di Trapa L., IBN Editore, a cui si può fare riferimento per maggiori approfondimenti. Altri argomenti correlati

Dettagli

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner:

Processi ITIL. In collaborazione con il nostro partner: Processi ITIL In collaborazione con il nostro partner: NetEye e OTRS: la piattaforma WÜRTHPHOENIX NetEye è un pacchetto di applicazioni Open Source volto al monitoraggio delle infrastrutture informatiche.

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Release Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Release Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Release Management Obiettivi Obiettivo del Release Management è di raggiungere una visione d insieme del cambiamento nei servizi IT e accertarsi che tutti gli aspetti di una release (tecnici e non) siano

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Dispensa Reti tcp/ip

Dispensa Reti tcp/ip Dispensa Reti tcp/ip Indice Livello di reti... 2 Tcp/ip... 2 Reti e sottoreti... 2 Dns... 3 Servizi e protocolli... 4 Cooperativa ALEKOS 20155 MILANO - V. Plana, 49 - P.IVA 11027820155 Tel 02-39264592

Dettagli

DNS cache poisoning e Bind

DNS cache poisoning e Bind ICT Security n. 19, Gennaio 2004 p. 1 di 5 DNS cache poisoning e Bind Il Domain Name System è fondamentale per l'accesso a internet in quanto risolve i nomi degli host nei corrispondenti numeri IP. Se

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account

Outlook Express 6 Microsoft Internet Explorer, Avvio del programma Creare un nuovo account Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito, semplice da utilizzare e fornisce

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

Dal VoIP alle Unified Communications. Giuseppe Tetti

Dal VoIP alle Unified Communications. Giuseppe Tetti Dal VoIP alle Unified Communications Giuseppe Tetti Commutazione di circuito vs commutazione di pacchetto PSTN IP Scenario a commutazione di circuito Il piano di controllo e il piano dei dati sono unificati

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari

Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari Manuale di configurazione per l accesso alla rete wireless Eduroam per gli utenti dell Università degli Studi di Cagliari Rev 1.0 Indice: 1. Il progetto Eduroam 2. Parametri Generali 3. Protocolli supportati

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows

Progettare network AirPort con Utility AirPort. Mac OS X v10.5 + Windows Progettare network AirPort con Utility AirPort Mac OS X v10.5 + Windows 1 Indice Capitolo 1 3 Introduzione a AirPort 5 Configurare un dispositivo wireless Apple per l accesso a Internet tramite Utility

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

Lista di controllo per la migrazione del dominio a Swisscom/IP-Plus

Lista di controllo per la migrazione del dominio a Swisscom/IP-Plus Lista di controllo per la migrazione del dominio a /IP-Plus Iter: : ufficio cantonale di coordinamento per Per la scuola: (nome, indirizzo e località) Migrazione di record DNS esistenti a IP-Plus nonché

Dettagli

Access point wireless Cisco Small Business serie 500

Access point wireless Cisco Small Business serie 500 Scheda tecnica Access point wireless Cisco Small Business serie 500 Connettività Wireless-N, prestazioni elevate, implementazione semplice e affidabilità di livello aziendale Caratteristiche principali

Dettagli