INTERNET DOMAIN SOCKETS (Cap.59)

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INTERNET DOMAIN SOCKETS (Cap.59)"

Transcript

1 INTERNET DOMAIN SOCKETS (Cap.59) Internet Domain Stream Socket TCP Internet Domain Datagram Socket UDP A differenza degli UDDS I datagrams possono essere persi duplicati o arrivare in un ordine diverso da quello inviato Se la coda di ricezione è piena il datagram inviato viene dropped 1

2 Byte Ordering L'ordine in cui i byte di numeri interi multibytes, vengono memorizzati in memoria dipende dall'architettura della macchina: l'host byte ordering può essere big-endian: byte più significativi per primi little-endian: byte meno significativi per primi (x86) 2

3 host byte ordering per interi di 2 e 4 byte 3

4 Host.vs Network byte ordering Gli address usati dagli IDS sono rappresentati da indirizzi IP e numeri di Porta che altro non sono che interi multi byte network byte order big endian Necessità di convertire i formati da host a network byte order quando si devono riempire le strutture dati da consegnare alla rete (kernel) da network a host quando l'applicativo deve manipolare gli indirizzi ottenuti dal kernel. 4

5 Funzioni di conversione #include <arpa/inet.h> uint16_t htons(uint16_t host_uint16); Returns host_uint16 converted to network byte order uint32_t htonl(uint32_t host_uint32); Returns host_uint32 converted to network byte order uint16_t ntohs(uint16_t net_uint16); Returns net_uint16 converted to host byte order uint32_t ntohl(uint32_t net_uint32); Returns net_uint32 converted to host byte order 5

6 TODO Marshalling readline() 6

7 Internet Socket Address Gli address usati dagli IDS sono rappresentati da indirizzi IP e numeri di Porta e possono essere di 2 tipi fondamentali, in accordo alle 2 versioni del protocollo IP attualmente in uso nella pila TCP/IP (Internet). Identifica l'applicazione all'interno dell'host Indirizzo IP Numero di Porta IPv4 32 bit Identifica l'host della rete dotted-decimal notation: IPv6 128-bit rappresentati in 8 numeri (16-bit-hex) separati da : F000:0:0:0:0:0:A:1 <=> F000::A:1 7

8 TCP/UDP Numeri di porta 1/2 Il livello di trasporto ha la necessità di poter distinguere applicazioni all'inerno dello stesso host. Numeri di Porta. interi a 16-bit reserved/privileged registered dynamic Registrate presso lo IANA 8

9 TCP/UDP Numeri di porta 2/2 reserved/privileged/well known ports. Porte registrate presso lo IANA e riservate ad applicazioni specifiche: ftp(21), ssh(22), telnet(23),http(80),https(443), git (403),. registered. Registrate ma non riservate. Porte effimere/dinamiche. In termini di sockets il TCP assegna una porta effimera in 2 casi assenza di bind() bind alla porta 0 getsockname() per recuperare l'address corrente 9

10 struct sockaddr include <netinet/in.h> /* L'unico scopo di questa struttura è quello di usarla come cast dei puntatori alle specific address struct per poter essere usati come argomento nelle socket SC /* struct sockaddr { // unsigned integer sa_family_t sa_family; // add family, AF_INET, AF_INET6 } char sa_data[14]; // protocol-spec address 10

11 IPv4 socket addresses struct sockaddr_in /* IPv4 socket address */ struct sockaddr_in { sa_family_t sin_family; /* Port number 16-bit unsigned integer unsigned short */ in_port_t sin_port; // IPv4 4-byte address struct in_addr { // Unsigned 32-bit integer in_addr_t s_addr; }; struct in_addr sin_addr; //Pad to size of sockaddr unsigned char pad[8]; }; 11

12 // IPv6 socket address struct sockaddr_in6 { IPv6 socket addresses struct sockaddr_in6 // Address family (AF_INET6) sa_family_t sin6_family; in_port_t sin6_port; /* IPv6 flow information */ uint32_t sin6_flowinfo; // IPv6 address struct in6_addr { //16 bytes (128 bits) uint8_t s6_addr[16]; }; /* IPv6 address */ struct in6_addr sin6_addr; uint32_t }; sin6_scope_id; 12

13 Esempio IPv4 struct sockaddr_in ip4addr; int s; ip4addr.sin_family = AF_INET; ip4addr.sin_port = htons(3490); inet_pton(af_inet, " ", &ip4addr.sin_addr); s = socket(af_inet, SOCK_STREAM, 0); bind(s, (struct sockaddr*)&ip4addr, sizeof ip4addr); 13

14 Esempio IPv6 struct sockaddr_in6 ip6addr; int s; ip6addr.sin6_family = AF_INET6; ip6addr.sin6_port = htons(4950); inet_pton(af_inet6, "2001:db8:8714:3a90::12", &ip6addr.sin6_addr); s = socket(pf_inet6, SOCK_STREAM, 0); bind(s, (struct sockaddr*)&ip6addr, sizeof ip6addr); 14

15 struct sockaddr_storage Introdotta nelle socket API IPv6 ha lo scopo di poter contenere tutti i tipi di socket address, rimuovendo in pratica la dipendenza dalla versione di IP. struct sockaddr_storage cli_addr;... len = sizeof(cli_addr); recvfrom(sockfd, buf,buf_len,0, (struct sockaddr *)&cli_addr, &len) 15

16 Coesistenza IPv4 e IPv6 Possono coesistere sullo stesso host condividendo lo stesso set di numero di porte: se un num di porta è già impegnato non può essere usato nemmeno da un altro IP type. L'interworking è trasparente: due host possono comunicare indipendentemente dallo tipologia di IP che essi usano (IPv4-IPv6, IPv4-IPv4, IPv4-IPv6) 16

17 IP address e Host names host names DNS DNS formato presentazione IPv4: dotted decimanl IPv6: hex-string rappr. numerica in_addr/in6_addr :db8:8714:3a90::12 17

18 Service name e Service Port /etc/services valore numerico / numero di porta Nome simbolico del servizio /etc/services 18

19 Conversione Indirizzi IP da binaria a formato presentazione Prototipi obsoleti (IPv4) inet_aton() : da forma dotted decimal a bin inet_ntoa() : da binaria a dotted decimal Nuovi prototipi (IPv4/IPv6) inet_pton(): da presentation a binaria inet_ntop(): da binaria a presentation 19

20 inet_pton() AF_INET / AF_INET6 Stringa in formato presentazione int inet_pton(int domain, const char *src_str, void *addrptr); Returns 1 on successful conversion, 0 if src_stris not in presentation format, or 1 on error puntatore ad una struttura in_addr/in6_addr che conterrà l'ind convertito 20

21 AF_INET / AF_INET6 inet_ntop() puntatore ad una struttura in_addr/in6_addr contenente l'indirizzo da convertire const char* inet_ntop(int domain, const void *addrptr, char *dst_str, size_t len); Returns 1 on successful conversion, 0 if src_stris not in presentation format, or 1 on error buffer null-term contenente l'address convertito lunghezza del buffer di ritorno: INET_ADDRSTRLEN (16) INET6_ADDRSTRLEN (46) 21

22 Conversione host-name e service-name Prototipi obsoleti gethostbyname() : ritorna l'ip binario gethostbyaddr() ip addr host names: DNS getservbyname() : ritorna il numero di porta associato a quel service-name. getservbyport() serv-name bin : /etc/services Nuovi prototipi per ambedue le conversioni getaddrinfo() : da human-readable a bin getnameinfo(): da bin a human-readable Hanno il vantaggio di non dover specificare il tipo di IP: è IPv4/IPv6 trasparente. 22

23 gethostbyaddr() getnameinfo() Nome Host Indirizzo IP gethostbyname() getaddrinfo() getservbyport() getnameinfo() Nome simbolico sevizio Numero di Porta getservbyname() getaddrinfo() 23

24 maggiori dettagli Client-Server Datagram Soscket DNS /etc/services 24

25 getnameinfo()/getaddrinfo() int getnameinfo( const struct sockaddr *addr,socklen_t addrlen, char *host, size_t hostlen, char *service, size_t servlen, int flags); Returns 0 on success, or nonzero on error Nome Host Nome del sevizio Indirizzo IP numero di Porta int getaddrinfo(const char *host, const char *service, const struct addrinfo *hints, struct addrinfo **result); Returns 0 on success, or nonzero on error 25

26 struct addrinfo { struct addrinfo int ai_flags; /* Input flags (AI_* constants) */ int ai_family; /* Address family */ int ai_socktype; /* Type: SOCK_STREAM, SOCK_DGRAM */ int ai_protocol; /* Socket protocol */ size_t ai_addrlen; /* Size of structure pointed to by ai_addr */ char *ai_canonname; /* Canonical name of host */ /* Pointer to socket address structure */ struct sockaddr *ai_addr; struct addrinfo *ai_next; /* Next structure in linked list */ }; 26

27 27

28 addrinfo *hints struct addrinfo { int ai_family; int ai_socktype; int ai_protocol; int ai_flags;... }; AF_UNSPEC, AF_INET, AF_INET6 0, SOCK_STREAM, SOCK_DGRAM 0 AI_CANONNAME AI_NUMERICHOST AI_NUMERICSERV AI_PASSIVE 28

Una semplice applicazione client/server 1

Una semplice applicazione client/server 1 Una semplice applicazione client/server 1 Il nostro obiettivo In questa parte del corso implementeremo un applicazione client/server che usa i socket Internet disponibili nei sistemi Unix/Linux. Nello

Dettagli

Socket TCP. prima parte

Socket TCP. prima parte Socket TCP prima parte Cosa cambia: socket int fd = socket(pf_inet, SOCK_STREAM, 0); if (fd

Dettagli

Elementi di programmazione con interfaccia Socket

Elementi di programmazione con interfaccia Socket Struttura generale per stream sockets Socket() Well-Known Port Bind() Elementi di programmazione con interfaccia Socket Cenni di programmazione secondo la nuova interfaccia Socket definita nella RFC 2553

Dettagli

Socket. Nei sistemi operativi moderni i servizi disponibili in rete si basano principalmente sul modello client/server.

Socket. Nei sistemi operativi moderni i servizi disponibili in rete si basano principalmente sul modello client/server. Socket Nei sistemi operativi moderni i servizi disponibili in rete si basano principalmente sul modello client/server. Tale architettura consente ai sistemi di condividere risorse e cooperare per il raggiungimento

Dettagli

Interazione con il DNS Conversioni di Nomi ed Indirizzi

Interazione con il DNS Conversioni di Nomi ed Indirizzi a.a. 2003/04 Interazione con il DNS Conversioni di Nomi ed Indirizzi Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea in

Dettagli

Interazione (TCP) Client-Server con le socket

Interazione (TCP) Client-Server con le socket Interazione (TCP) Client-Server con le socket D. Gendarmi Interazione TCP Client/Server Server 2. Assegnare un local address alla socket 3. Settare la socket all ascolto 4. Iterativamente: a. Accettare

Dettagli

Socket per TCP: Fondamenti

Socket per TCP: Fondamenti Socket per TCP: Fondamenti Network Applications Molte applicazioni di rete sono formate da due programmi distinti (che lavorano su due diversi host) uno detto server ed uno detto client. Il server si mette

Dettagli

I Socket. Laboratorio Software 2008-2009 M. Grotto R. Farina

I Socket. Laboratorio Software 2008-2009 M. Grotto R. Farina M. Grotto R. Farina Sommario 1. Applicazioni Distribuite 2. I Socket Introduzione Interfacce e protocolli Descrizione Stile di comunicazione Namespace e protocollo Include e system call Creazione e chiusura

Dettagli

Scrittura dei programmi applicativi di rete

Scrittura dei programmi applicativi di rete Scrittura dei programmi applicativi di rete Contenuti del corso La progettazione delle reti Il routing nelle reti IP Il collegamento agli Internet Service Provider e problematiche di sicurezza Analisi

Dettagli

Socket. Nei sistemi operativi moderni i servizi disponibili in rete si basano principalmente sul modello client/server.

Socket. Nei sistemi operativi moderni i servizi disponibili in rete si basano principalmente sul modello client/server. Socket Nei sistemi operativi moderni i servizi disponibili in rete si basano principalmente sul modello client/server. Tale architettura consente ai sistemi di condividere risorse e cooperare per il raggiungimento

Dettagli

Internetworking with TCP/IP (Douglas E. Comer) Vol. I and Vol III.

Internetworking with TCP/IP (Douglas E. Comer) Vol. I and Vol III. Internetworking with TCP/IP (Douglas E. Comer) Vol. I and Vol III http://gapil.truelite.it/ http://www.linuxdidattica.org/docs/a ltre_scuole/planck/socket/ Client Server Esistono vari modelli di architettura

Dettagli

Creare una applicazione Winsock di base

Creare una applicazione Winsock di base Creare una applicazione Winsock di base Usiamo le API Winsock incluse in Creare un progetto per una Socket Windows (in Dev C++) Selezionare la file New Projects Selezionare Empty Project Salvare

Dettagli

Programmazione socket. Queste slide sono distribuite con licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-condividi allo stesso modo 2.

Programmazione socket. Queste slide sono distribuite con licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-condividi allo stesso modo 2. Programmazione socket Queste slide sono distribuite con licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-condividi allo stesso modo 2.5 Italia Applicazioni di rete Realizzare un'applicazione di rete

Dettagli

L interfaccia socket

L interfaccia socket L interfaccia socket Application Programming Interface: API Socket API Procedure base Altre procedure Ordinamento dei byte Interazione client-server orientata alla connessione Interazione client-server

Dettagli

Esercitazione [6] Client/Server con Socket

Esercitazione [6] Client/Server con Socket Esercitazione [6] Client/Server con Socket Leonardo Aniello - aniello@dis.uniroma1.it Daniele Cono D'Elia - delia@dis.uniroma1.it Sistemi di Calcolo - Secondo modulo (SC2) Programmazione dei Sistemi di

Dettagli

Reti (già Reti di Calcolatori )

Reti (già Reti di Calcolatori ) Reti (già Reti di Calcolatori ) Cenni di Socket Programming Renato Lo Cigno http://disi.unitn.it/locigno/index.php/teaching-duties/computer-networks Socket API Programmazione dei socket Obiettivo:imparare

Dettagli

Socket TCP. seconda parte

Socket TCP. seconda parte Socket TCP seconda parte Schema della connessione Computer 1 127.43.18.1 indirizzo I1 indirizzo I2 Computer 2 143.225.5.3 porta 45000 socket porta 5200 socket processo client processo server socket(...)

Dettagli

Programmazione di applicazioni di rete

Programmazione di applicazioni di rete Programmazione di applicazioni di rete Valeria Cardellini Università di Roma Tor Vergata Applicazioni di rete Applicazioni di rete - forniscono i servizi di alto livello utilizzati dagli utenti - determinano

Dettagli

SC per Inter Process Comminication. Comunicazione fra macchine diverse: socket

SC per Inter Process Comminication. Comunicazione fra macchine diverse: socket SC per Inter Process Comminication Comunicazione fra macchine diverse: socket 1 Sockets File speciali utilizzati per connettere due o più processi con un canale di comunicazione i processi possono risiedere

Dettagli

Program m azione di Sistem a 6

Program m azione di Sistem a 6 Program m azione di Sistem a 6 Lucidi per il corso di Laboratorio di Sistemi Operativi tenuto da Paolo Baldan presso l'università Ca' Foscari di Venezia, anno accademico 2004/ 2005. Parte di questo materiale

Dettagli

Esempio 1: stampa locale di file remoto

Esempio 1: stampa locale di file remoto Alcuni esempi di uso di Socket Esempio 1: stampa locale di file remoto Visualizzazione locale del contenuto di un file remoto. Il client deve richiedere la creazione della connessione e successivamente

Dettagli

Guida all' uso dei sockets nella programmazione in C

Guida all' uso dei sockets nella programmazione in C Guida all' uso dei sockets nella programmazione in C ( pseudo-traduzione personalizzata di "Beej's Guide to Network Programming" ) (Prima parte) INTRODUZIONE Finalmente ho trovato una guida chiara e semplice

Dettagli

Sviluppo di Applicazioni su Rete. Introduzione all API socket di Berkeley. Interazione tra Processi. Modello Client-Server

Sviluppo di Applicazioni su Rete. Introduzione all API socket di Berkeley. Interazione tra Processi. Modello Client-Server a.a. 2003/04 Introduzione all API socket di Berkeley Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica

Dettagli

Sistemi di Elaborazione. Introduzione alla Programmazione distribuita

Sistemi di Elaborazione. Introduzione alla Programmazione distribuita Sistemi di Elaborazione Introduzione alla Programmazione distribuita Obiettivi Introdurre i concetti di base su programmazione distribuita Modello Client-Server Interfaccia Socket Progettare e realizzare

Dettagli

Laboratorio di Sistemi Operativi 29-01-2009. Cognome Nome Mat.

Laboratorio di Sistemi Operativi 29-01-2009. Cognome Nome Mat. Il compito è costituito da domande chiuse, domande aperte ed esercizi. Non è consentito l uso di libri, manuali, appunti., etc. Tempo massimo 2 ore. Domande chiuse: ogni domanda corrisponde ad un punteggio

Dettagli

COMUNICAZIONE TRA PROCESSI REMOTI IN UNIX

COMUNICAZIONE TRA PROCESSI REMOTI IN UNIX A cura del prof. Gino Tombolini 1 COMUNICAZIONE TRA PROCESSI REMOTI IN UNIX Il sistema UNIX TCP/IP fornisce un meccanismo di comunicazione tra processi residenti su nodi distinti di una rete, compatibili

Dettagli

IPC Inter Process Communication

IPC Inter Process Communication Il protocollo TCP controlla che la trasmissione tra due end points avvenga correttamente. Non stabilisce alcun criterio su chi deve iniziare la comunicazione. Questo compito è svolto dalle applicazioni

Dettagli

Cenni di programmazione distribuita in C++ Mauro Piccolo piccolo@di.unito.it

Cenni di programmazione distribuita in C++ Mauro Piccolo piccolo@di.unito.it Cenni di programmazione distribuita in C++ Mauro Piccolo piccolo@di.unito.it Socket Nei sistemi operativi moderni i servizi disponibili in rete si basano principalmente sul modello client/server. Tale

Dettagli

Esercitazione di Lab. di Sistemi Operativi 1 a.a. 2011/2012. - Comunicazione Tra Processi (IPC) - - 2 Parte -

Esercitazione di Lab. di Sistemi Operativi 1 a.a. 2011/2012. - Comunicazione Tra Processi (IPC) - - 2 Parte - Esercitazione di Lab. di Sistemi Operativi 1 a.a. 2011/2012 - Comunicazione Tra Processi (IPC) - - 2 Parte - 1 Sommario Comunicazione tra processi su macchine diverse in rete: Socket TCP o Socket Stream

Dettagli

Scrittura dei programmi applicativi di rete

Scrittura dei programmi applicativi di rete Nota di Copyright RETI DI CALCOLATORI Prof. PIER LUCA MONTESSORO Ing. DAVIDE PIERATTONI Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine Questo insieme di trasparenze (detto nel seguito slide) è protetto

Dettagli

Inter-process communication: socket

Inter-process communication: socket Le Socket Inter-process communication: socket Abbiamo visti alcune tipologie di Inter-process communication: Anonymous pipes FIFOs o named pipes Le socket di comunicazione si pongono nell'ipc per realizzare:

Dettagli

Paradigma client-server

Paradigma client-server Interazione Client Server (socket) Vittorio Maniezzo Università di Bologna Vittorio Maniezzo Università di Bologna 15 CliSer - 1/31 Paradigma client-server Le applicazioni utente devono interagire con

Dettagli

programmazione distribuita Introduzione Introduzione alla programmazione distribuita

programmazione distribuita Introduzione Introduzione alla programmazione distribuita Reti Informatiche Introduzione alla programmazione distribuita Introduzione Richiami di Programmazione C Differenze principali C/C++ 2 1 Definizioni di variabili Le variabili possono essere definite solo

Dettagli

Programmazione dei socket di rete in GNU/Linux

Programmazione dei socket di rete in GNU/Linux Programmazione dei socket di rete in GNU/Linux Fulvio Ferroni fulvioferroni@teletu.it 2006.09.21 Copyright Fulvio Ferroni fulvioferroni@teletu.it Via Longarone, 6-31030 - Casier (TV) Le informazioni contenute

Dettagli

request reply richiesta client processo di servizio processo server principale From - Valeria Cardellini, Corso Sist. Distr. A.A.

request reply richiesta client processo di servizio processo server principale From - Valeria Cardellini, Corso Sist. Distr. A.A. Applicazioni di rete Forniscono i servizi di alto livello utilizzati dagli utenti Determinano la percezione di qualità del servizio (QoS) che gli utenti hanno della rete sottostante Programmazione di applicazioni

Dettagli

Ret e i Inf n o f rm r a m t a ich c e Terza esercitazione

Ret e i Inf n o f rm r a m t a ich c e Terza esercitazione Reti Informatiche Terza esercitazione Introduzione Richiami di Programmazione C Differenze principali C/C++ 2 Definizioni di variabili Le variabili possono essere definite solo all inizio di un blocco

Dettagli

Laboratorio di Reti di Calcolatori

Laboratorio di Reti di Calcolatori Laboratorio di Reti di Calcolatori Funzioni utili, server ricorsivi, echo client ed echo server. Paolo D Arco Abstract Scopo della lezione è presentare alcune funzioni di utilità generale (e.g., funzioni

Dettagli

Laboratorio reti AA 2008/2009. Dott. Matteo Roffilli Ricevimento in ufficio dopo la lezione

Laboratorio reti AA 2008/2009. Dott. Matteo Roffilli Ricevimento in ufficio dopo la lezione Laboratorio reti AA 2008/2009 Dott. Matteo Roffilli roffilli@csr.unibo.it Ricevimento in ufficio dopo la lezione 1 Laboratorio reti AA 2008/2009 Per esercitarvi fate SSH su: alfa.csr.unibo.it si-tux00.csr.unibo.it.

Dettagli

Una socket è un punto estremo di un canale di comunicazione accessibile mediante un file descriptor. Alcuni tipi predefiniti di socket

Una socket è un punto estremo di un canale di comunicazione accessibile mediante un file descriptor. Alcuni tipi predefiniti di socket Una socket è un punto estremo di un canale di comunicazione accessibile mediante un file descriptor Le socket costituiscono un fondamentale strumento di comunicazione, basato sullo scambio di messaggi,

Dettagli

Esercitazione Laboratorio di Sistemi Operativi 20-01-2014. Cognome Nome Mat.

Esercitazione Laboratorio di Sistemi Operativi 20-01-2014. Cognome Nome Mat. Il compito è costituito da domande chiuse e domande aperte. Non è consentito l uso di libri, manuali, appunti., etc. Tempo massimo 2 ore. Domande chiuse: ogni domanda corrisponde ad un punteggio di 1 punto

Dettagli

Laboratorio di Reti di Calcolatori

Laboratorio di Reti di Calcolatori Laboratorio di Reti di Calcolatori Socket UDP. Paolo D Arco Abstract Scopo della lezione è descrivere le funzioni che l interfaccia dei socket offre per far interagire client e server attraverso il protocollo

Dettagli

Laboratorio di Reti di Calcolatori

Laboratorio di Reti di Calcolatori Laboratorio di Reti di Calcolatori Comunicazione tra processi in una interrete, Socket API. Paolo D Arco Abstract Scopo della lezione è spiegare concisamente come possono comunicare due processi in esecuzione

Dettagli

Socket per TCP: Fondamenti

Socket per TCP: Fondamenti Socket per TCP: Fondamenti Network Applications Molte applicazioni di rete sono formate da due programmi distinti (che lavorano su due diversi host) uno detto server ed uno detto client. Il server si mette

Dettagli

Le reti basate su TCP/IP

Le reti basate su TCP/IP internet Le reti basate su TCP/IP Una rete di reti è detta internet (con la i minuscola). Una internet è definita fornendo i protocolli per trasferire le informazioni tra le varie reti. Il TCP/IP serve

Dettagli

Domain Name Service. Mapping nomi/indirizzi con Socket API in C

Domain Name Service. Mapping nomi/indirizzi con Socket API in C Domain Name Service Mapping nomi/indirizzi con Socket API in C 1 Risoluzione di nomi simbolici TCP/IP ha bisogno di rappresentazioni numeriche per gli indirizzi (es. 193.204.187.189) e per le porte (es.

Dettagli

SERVER CLIENT. Struttura di un Applicazione UDP. Socket UDP. Parametri di sendto. Funzioni di Input/Output. Prof. Vincenzo Auletta

SERVER CLIENT. Struttura di un Applicazione UDP. Socket UDP. Parametri di sendto. Funzioni di Input/Output. Prof. Vincenzo Auletta I semestre 03/04 Struttura di un Applicazione UDP Socket UDP socket() bind() Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/professori/auletta/ CLIENT socket() sendto() Dati (richiesta)

Dettagli

L uso di Socket UDP. TCP vs. UDP UDP

L uso di Socket UDP. TCP vs. UDP UDP L uso di Socket UDP TCP TCP vs. UDP UDP 1 Interazione UDP Client/Server Server 1. Creare un socket 2. Assegnare un local address al socket 3. Iterativamente: a. Inviare e ricevere dati 4. Chiudere il socket

Dettagli

I Socket di Berkeley

I Socket di Berkeley I Socket di Berkeley di Francesco Licandro Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università degli studi di Catania A.A. 2004-2005 1 Programmazione su rete Le applicazioni di

Dettagli

Introduzione alla programmazione C di socket

Introduzione alla programmazione C di socket Introduzione alla programmazione C di socket (testo di riferimento : M. J. Donahoo, K. L. Calvert, TCP/IP Sockets in C: Practical Guide for Programmers. Morgan Kaufman Publishers. ) A.A. 2005/06 Una rete

Dettagli

Protocolli di Comunicazione

Protocolli di Comunicazione Protocolli di Comunicazione La rete Internet si è sviluppata al di fuori dal modello ISO-OSI e presenta una struttura solo parzialmente aderente al modello OSI. L'architettura di rete Internet Protocol

Dettagli

La programmazione di rete

La programmazione di rete La programmazione di rete Introduzione alla programmazione di rete La connessione La trasmissione 20 febbraio 2004 Applicazioni distribuite Applicazione: un insieme di programmi coordinati per svolgere

Dettagli

Program m azione di Sistem a 6a

Program m azione di Sistem a 6a Program m azione di Sistem a 6a Basati sui lucidi per il corso di Laboratorio di Sistemi Operativi tenuto da Paolo Baldan presso l'università Ca' Foscari di Venezia, anno accademico 2004/ 2005. Parte di

Dettagli

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Corso di Reti di Calcolatori a.a. 2009/10

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Corso di Reti di Calcolatori a.a. 2009/10 Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Corso di Reti di Calcolatori a.a. 2009/10 Roberto Canonico (roberto.canonico@unina.it) Antonio Pescapè (pescape@unina.it) Le socket di Berkeley Le socket di Berkeley

Dettagli

Socket per TCP: Fondamenti

Socket per TCP: Fondamenti Socket per TCP: Fondamenti Network Applications Molte applicazioni di rete sono formate da due programmi distinti (che lavorano su due diversi host) uno detto server ed uno detto client. Il server si mette

Dettagli

Progettazione di un client TCP. Progettazione di un server TCP. Esempio: daytime TCP. Client TCP daytime

Progettazione di un client TCP. Progettazione di un server TCP. Esempio: daytime TCP. Client TCP daytime Progettazione di un client TCP Progettazione di un server TCP Passi per la progettazione di un client TCP 1. Creazione di un endpoint Richiesta al sistema operativo 2. Creazione della connessione Implementazione

Dettagli

Esempi di Client e Server

Esempi di Client e Server Esempi di Client e Server Corso di laurea in Informatica Laboratorio di Reti di Calcolatori A.A. 0-0 Simone Bassis bassis@di.unimi.it #include #include #include #include

Dettagli

DATAGRAM SOCKET. Angelastro Sergio Diomede Antonio Viterbo Tommaso

DATAGRAM SOCKET. Angelastro Sergio Diomede Antonio Viterbo Tommaso DATAGRAM SOCKET Angelastro Sergio Diomede Antonio Viterbo Tommaso Definizione supporta i datagram privo di connessione messaggi inaffidabili di una lunghezza massima prefissata il protocollo UDP supporta

Dettagli

unsigned long inet_addr(cp) char *cp;

unsigned long inet_addr(cp) char *cp; /* bcopystru.c #include struct point int x; char *y; ; struct point a, b; struct pint *pta, *ptb; a.x = 5; a.y = pippo ; b = a; printf i valori del secondo point sono: %d %s\n,b.x,b.y); pta=

Dettagli

TCP/IP. Principali caratteristiche

TCP/IP. Principali caratteristiche TCP/IP Principali caratteristiche 1 TCP/IP Caratteristiche del modello TCP/IP Struttura generale della rete Internet IL MONDO INTERNET Reti nazionali e internazionali ROUTER Rete Azienade ROUTER ROUTER

Dettagli

Esempio 1: stampa locale di file remoto

Esempio 1: stampa locale di file remoto Alcuni esempi di uso di Socket Esempio 1: stampa locale di file remoto Visualizzazione locale del contenuto di un file remoto. Il client deve richiedere la creazione della connessione e successivamente

Dettagli

Architettura e servizi Internet

Architettura e servizi Internet Architettura e servizi Internet Laboratorio di Sistemi Operativi Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi dell'aquila A.A. 2011/2012 Romina Eramo materiale tratto da: Fazio Vincenzo e-mail:

Dettagli

Tecnologie di Sviluppo per il Web

Tecnologie di Sviluppo per il Web Tecnologie di Sviluppo per il Web Introduzione alle Reti di Calcolatori versione 1.0 del 11/03/2003 G. Mecca mecca@unibas.it Università della Basilicata Reti >> Sommario Sommario dei Concetti Elab. Client-Server

Dettagli

(VHUFLWD]LRQLGLEDVHVXOOH6RFNHWLQ&

(VHUFLWD]LRQLGLEDVHVXOOH6RFNHWLQ& (VHUFLWD]LRQLGLEDVHVXOOH6RFNHWLQ& 3ULPRHVHUFL]LR6RFNHWVWUHDPFRQULGLUH]LRQH Si progetti un applicazione distribuita Client/Server per una rete di workstation UNIX (BSD oppure System V). In particolare,

Dettagli

Creare un'elementare backdoor in C in ambiente UNIX

Creare un'elementare backdoor in C in ambiente UNIX Creare un'elementare backdoor in C in ambiente UNIX DISCLAIMER: Questo tutorial è a solo scopo didattico. L'autore NON si prende alcuna responsabilità circa usi errati o non legali delle informazioni qui

Dettagli

TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI INFORMATICI E DI TELECOMUNICAZIONI

TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI INFORMATICI E DI TELECOMUNICAZIONI TECNOLOGIE E PROGETTAZIONE DI SISTEMI INFORMATICI E DI TELECOMUNICAZIONI Confronto tra ISO-OSI e TCP/IP, con approfondimento di quest ultimo e del livello di trasporto in cui agiscono i SOCKET. TCP/IP

Dettagli

Programmazione di sistema

Programmazione di sistema Programmazione di sistema Prof. Gerardo Pelosi & Ing. Michele Scandale Il materiale illustrato a lezione e in queste note contiene anche esempi di Fabrizio Castro, Luca Fossati, Vittorio Zaccaria. Esercizio

Dettagli

Indirizzi IP. Indirizzi IP

Indirizzi IP. Indirizzi IP Indirizzi IP Vittorio Maniezzo Università di Bologna Vittorio Maniezzo Università di Bologna 12 IPaddr - 1/17 Indirizzi IP Un aspetto fondamentale delle reti virtuali è l'utilizzo di un formato di indirizzo

Dettagli

rsystem Maximiliano Marchesi maximiliano.marchesi@studenti.unipr.it

rsystem Maximiliano Marchesi maximiliano.marchesi@studenti.unipr.it Maximiliano Marchesi 28 Settembre 2005 Diario delle Revisioni Revisione 1.2 28 Settembre 2005 maximiliano.marchesi@studenti.unipr.it Sommario Introduzione..................................................................................

Dettagli

Il livello di Trasporto del TCP/IP

Il livello di Trasporto del TCP/IP Il livello di Trasporto del TCP/IP Il compito del livello transport (livello 4) è di fornire un trasporto efficace dall'host di origine a quello di destinazione, indipendentemente dalla rete utilizzata.

Dettagli

T.A.R.I. Socket (ICT, AL)

T.A.R.I. Socket (ICT, AL) Internet Applications (Client-Server Concept, Use of Protocol Ports, Socket API, DNS, E-mail, TELNET, FTP) Funzionalità Livello di trasporto e livelli sottostanti Comunicazione base Disponibilità Livello

Dettagli

Socket API per il Multicast

Socket API per il Multicast Socket API per il Multicast Massimo Bernaschi Istituto per le Applicazioni del Calcolo Mauro Picone Consiglio Nazionale delle Ricerche Viale del Policlinico, 137-00161 Rome - Italy http://www.iac.cnr.it/

Dettagli

Laboratorio di Programmazione in Rete

Laboratorio di Programmazione in Rete Laboratorio di rogrammazione in Rete a.a. 2005/2006 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/prog-rete/prog-rete0506.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì ore 10-12

Dettagli

IPC: InterProcess Communication

IPC: InterProcess Communication IPC: InterProcess Communication Uso di segnali Uso di file processo invia limitata quantità info (solo un tipo di segnale) e manca il mittente del segnale solo tra processi che condividono un file system

Dettagli

GLI INDIRIZZI DELL INTERNET PROTOCOL (IP ADDRESS) 2. Fondamenti sugli indirizzi dell Internet Protocol 2. Struttura di un indirizzo IP 2

GLI INDIRIZZI DELL INTERNET PROTOCOL (IP ADDRESS) 2. Fondamenti sugli indirizzi dell Internet Protocol 2. Struttura di un indirizzo IP 2 GLI INDIRIZZI DELL INTERNET PROTOCOL (IP ADDRESS) 2 Fondamenti sugli indirizzi dell Internet Protocol 2 Struttura di un indirizzo IP 2 Le classi degli indirizzi IP 3 Indirizzi di Classe A 3 Indirizzi di

Dettagli

Basi di network programming sotto Unix/Linux (draft version) Claudio Piciarelli

Basi di network programming sotto Unix/Linux (draft version) Claudio Piciarelli Basi di network programming sotto Unix/Linux (draft version) Claudio Piciarelli 20 dicembre 2004 ii Indice 1 Introduzione 1 1.1 Notazioni e terminologia..................................... 1 2 Un po di

Dettagli

Laboratorio di. Reti Informatiche. Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica A.A. 2016/2017. Ing. Carlo Vallati

Laboratorio di. Reti Informatiche. Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica A.A. 2016/2017. Ing. Carlo Vallati Laboratorio di Reti Informatiche Corso di Laurea Triennale in Ingegneria Informatica A.A. 2016/2017 Ing. Carlo Vallati carlo.vallati@unipi.it 1 Esercitazione 5 Programmazione con i socket Parte 2 2 Programma

Dettagli

TECN.PROG.SIST.INF. TCP socket in Windows. 2015 - Roberta Gerboni

TECN.PROG.SIST.INF. TCP socket in Windows. 2015 - Roberta Gerboni 2015 - Roberta Gerboni Schema logico della comunicazione TCP in linguaggio C mediante bytestream socket. Parte asimmetrica Ruolo passivo bind () Parte asimmetrica Ruolo attivo Parte simmetrica Parte simmetrica

Dettagli

10.1. Un indirizzo IP viene rappresentato in Java come un'istanza della classe InetAddress.

10.1. Un indirizzo IP viene rappresentato in Java come un'istanza della classe InetAddress. ESERCIZIARIO Risposte ai quesiti: 10.1. Un indirizzo IP viene rappresentato in Java come un'istanza della classe InetAddress. 10.2. Un numero intero in Java è compreso nell'intervallo ( 2 31 ) e (2 31

Dettagli

Laboratorio di Programmazione in rete

Laboratorio di Programmazione in rete Laboratorio di rogrammazione in rete Introduzione alla programmazione C di socket A.A. 2005/06 Comunicazione tra computer Come far comunicare più computer su una rete? Una collezione di protocolli: TC/I

Dettagli

20. DNS: Il Domain Name System

20. DNS: Il Domain Name System 20. DNS: Il Domain Name System 20.1 Introduzione È un database distribuito usato dalle applicazioni TCP/IP che: Mappa hostname su IP address Mappa IP address su hostname Fornisce informazione di routing

Dettagli

Risoluzione Nomi e Indirizzi in C

Risoluzione Nomi e Indirizzi in C Risluzine Nmi e Indirizzi in C Crs di laurea in Infrmatica Labratri di Reti di Calclatri A.A. 2014-2015 Simne Bassis bassis@di.unimi.it Labratri di Reti di Calclatri (Infrmatica) - A.A. 2014-2015 Università

Dettagli

*HVWLRQHDYDQ]DWDGHOOH6RFNHWLQ& ODSULPLWLYDVHOHFW

*HVWLRQHDYDQ]DWDGHOOH6RFNHWLQ& ODSULPLWLYDVHOHFW *HVWLRQHDYDQ]DWDGHOOH6RFNHWLQ& ODSULPLWLYDVHOHFW 7&3H8'3&OLHQW6HUYHUXVDQGRVHOHFW Si progetti un applicazione distribuita Client/Server per una rete di workstation UNIX (BSD oppure System V). In particolare,

Dettagli

Laboratorio di Programmazione in Rete

Laboratorio di Programmazione in Rete Laboratorio di Programmazione in Rete a.a. 2005/2006 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/prog-rete/prog-rete0506.htm dott.ssa Francesca A. Lisi lisi@di.uniba.it Orario di ricevimento: mercoledì ore 10-12

Dettagli

Indirizzi Internet e. I livelli di trasporto delle informazioni. Comunicazione e naming in Internet

Indirizzi Internet e. I livelli di trasporto delle informazioni. Comunicazione e naming in Internet Indirizzi Internet e Protocolli I livelli di trasporto delle informazioni Comunicazione e naming in Internet Tre nuovi standard Sistema di indirizzamento delle risorse (URL) Linguaggio HTML Protocollo

Dettagli

Programmazione di applicazioni di rete con socket - parte 1

Programmazione di applicazioni di rete con socket - parte 1 Università degli Studi di Roma Tor Vergata Facoltà di Ingegneria Programmazione di applicazioni di rete con socket - parte 1 Corso di Sistemi Distribuiti Valeria Cardellini Anno accademico 2008/09 Applicazioni

Dettagli

Configurazione Rete in LINUX

Configurazione Rete in LINUX Configurazione Rete in LINUX Laboratorio di Reti Ing. Telematica - Università Kore Enna A.A. 2008/2009 Ing. A. Leonardi TCP/IP Il trasferimento dati con il protocollo TCP/IP si basa fondamentalmente su

Dettagli

OSOR. Obiettivi. Cooperazione fra processi. Introduzione alla programmazione distribuita. Processi indipendenti. Processi Cooperanti

OSOR. Obiettivi. Cooperazione fra processi. Introduzione alla programmazione distribuita. Processi indipendenti. Processi Cooperanti OSOR Introduzione alla programmazione distribuita Obiettivi Introdurre i concetti di base su programmazione distribuita Modello Client-Server Interfaccia Socket Capire come funzionano le applicazioni di

Dettagli

Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP

Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP Classe V sez. E ITC Pacioli Catanzaro lido 1 Stack TCP/IP Modello TCP/IP e modello OSI Il livello internet corrisponde al livello rete del modello OSI, il suo

Dettagli

Cos è. Protocollo TCP/IP e indirizzi IP. Cos è. Cos è

Cos è. Protocollo TCP/IP e indirizzi IP. Cos è. Cos è Protocollo TCP/IP e indirizzi IP Il protocollo TCP/IP è alla base dei sistemi di trasmissione dati impiegati sulle reti locali e su Internet. Nato nel Gennaio 1983 negli Stati Uniti come sistema di comunicazione

Dettagli

Guida di Beej alla Programmazione di Rete

Guida di Beej alla Programmazione di Rete Guida di Beej alla Programmazione di Rete Usando Socket Internet Brian "Beej Jorgensen" Hall beej@beej.us Versione 2.4.5 5 Agosto 2007 Copyright 2007 Brian "Beej Jorgensen" Hall Traduzione di Fabrizio

Dettagli

Transmission Control Protocol

Transmission Control Protocol Transmission Control Protocol Franco Callegati Franco Callegati IC3N 2000 N. 1 Transmission Control Protocol - RFC 793 Protocollo di tipo connection-oriented Ha lo scopo di realizzare una comunicazione

Dettagli

Reti di Telecomunicazioni Mobile IP Mobile IP Internet Internet Protocol header IPv4 router host indirizzi IP, DNS URL indirizzo di rete

Reti di Telecomunicazioni Mobile IP Mobile IP Internet Internet Protocol header IPv4 router host indirizzi IP, DNS URL indirizzo di rete IP Analizziamo con sufficiente dettaglio il sistema denominato IP, usato per consentire a due computer mobili di spostarsi liberamente in altre reti pur mantenendo lo stesso indirizzo IP. In particolare,

Dettagli

Introduzione al TCP/IP Indirizzi IP Subnet Mask Frame IP Meccanismi di comunicazione tra reti diverse Classi di indirizzi IP Indirizzi IP privati e

Introduzione al TCP/IP Indirizzi IP Subnet Mask Frame IP Meccanismi di comunicazione tra reti diverse Classi di indirizzi IP Indirizzi IP privati e TCP/IP Sommario Introduzione al TCP/IP Indirizzi IP Subnet Mask Frame IP Meccanismi di comunicazione tra reti diverse Classi di indirizzi IP Indirizzi IP privati e pubblici Introduzione al TCP/IP TCP/IP

Dettagli

Programmazione di Sistema 5. Pipe e Fifo. IPC: Inter Process Communication. Pipe anonimi e con nome (FIFO) Paolo Baldan

Programmazione di Sistema 5. Pipe e Fifo. IPC: Inter Process Communication. Pipe anonimi e con nome (FIFO) Paolo Baldan IPC: Inter Process Communication Programmazione di Sistema 5 Paolo Baldan Università Ca Foscari Venezia Corso di Laurea in Informatica Parte di questo materiale è rielaborato dalle slide del Corso di Laboratorio

Dettagli

OSOR. Obiettivi. Cooperazione fra processi. Introduzione alla programmazione distribuita. Processi indipendenti. Processi Cooperanti

OSOR. Obiettivi. Cooperazione fra processi. Introduzione alla programmazione distribuita. Processi indipendenti. Processi Cooperanti OSOR Introduzione alla programmazione distribuita Obiettivi Introdurre i concetti di base su programmazione distribuita Modello Client-Server Interfaccia Socket Capire come funzionano le applicazioni di

Dettagli

Basic Sniffer Tutorial

Basic Sniffer Tutorial Basic Sniffer Tutorial LnZ Aspinall S.P.I.N.E. Research Group April 2, 2003 Abstract Con questo semplice esempio cerchero di mostrarvi l uso di base delle

Dettagli

Lezione n.2 20/2/2006

Lezione n.2 20/2/2006 Lezione n.2 LPR-Informatica Applicata Gestione indirizzi IP 20/2/2006 Gestione Indirizzi IP 1 Schema della Presentazione Gestione Indirizzi IP La classe JAVA. InetAddress Thread pooling Gestione Indirizzi

Dettagli

Sockets 1. Concetti basici 2. Domini e tipi di comunicazione 3. Protocolli 4. Socket in sistemi UNIX/Windows

Sockets 1. Concetti basici 2. Domini e tipi di comunicazione 3. Protocolli 4. Socket in sistemi UNIX/Windows Sistemi Operativi Laurea in Ingegneria Informatica Sapienza Universita di Roma Docente: Francesco Quaglia Sockets 1. Concetti basici 2. Domini e tipi di comunicazione 3. Protocolli 4. Socket in sistemi

Dettagli

Socket per TCP: Fondamenti

Socket per TCP: Fondamenti Socket per TCP: Fondamenti Network Applications Molte applicazioni di rete sono formate da due programmi distinti (che lavorano su due diversi host) uno detto server ed uno detto client. Il server si mette

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli