Livello di. Indice. 1. Premessa Pag. 1 a 8

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Livello di. Indice. 1. Premessa ... 6. Pag. 1 a 8"

Transcript

1 Livello di benessere organizzativo, grado di condivisione del sistema di valutazionee e valutazione del superiore gerarchico g Sintesii dei risultati dell indagine 2013 svolta sul s personale ASI ai sensi dell art. 14, comma 5 del d.lgs 150/2009 Indice 1. Premessa Dati statistici Area Benessere organizzativo Area Grado di condivisione dell sistema Area Valutazione del superioree gerarchico Dati complessivi per area di indagine Premessa L OIV collegiale ASI ha curato, ai sensi dell art. 14, comma 5 del D.Lgs n. 150/2009, la realizzazione della indagine sul personalee dipendente, utilizzando i Modelli approvati dall A.N.AC. (ex CiVIT) C il , voltaa a rilevare il livello di benessere organizzativo e ill grado di condivisione del sistema di valutazione nonché la valutazione del superiore gerarchico. I risultati di questa prima indagine 2013 sono rappresentati in forma aggregata di d seguito con tabelle e grafici. Ai fini di una maggiore comprensionee dei risultati ottenuti, si ricorda che il modello somministrato prevede per le modalità di risposta la scala Likert con valori compresi tra 1 e 6. Con 1 si haa il valore minimo (minima importanzaa attribuita, per nulla, in totale disaccordo) e 6 il valore massimo (massima importanza attribuita, del tutto, in totale accordo). In linea con quanto indicato dall A.N.AC, il valore medio (valore soglia) s sotto il quale si registra un dato negativo è minore a 3.5. Si ricorda che alcune domande sono caratterizzate da polarità negative per le quali l A.NAC ha invertito la scala dei valori per garantire omogeneità di trattamento delle risposte e nel calcolo dei valorii medi. 2. Dati statistici L OIV ha trasmesso l invito a partecipare all indagine a 229 unità di personalee coinvolto, utilizzando il software s Lime Survey (http://www.limesurvey.org/en/). Il personale coinvolto si articola in dipendenti a tempo determinato e indeterminato, assegnisti, borsisti e comandati presenti in ASI almeno dal Hanno risposto all indagine 124 partecipanti di cui 109 hanno compilato il questionario e 15 hanno comunicato l intenzione di non partecipare. La percentuale di risposta registrata è dunque pari al 54% del personale coinvolto (124/229), con una percentuale di questionari compilati pari al 48% (109/229). Il numero massimo di risposte degli uomini è pari 54 su109 mentre quello delle donne è pari a 55 su 109. OIV collegiale ASI in prorogatio RS-OIV-IP del 16 aprile 2014 Pag. 1 a 8

2 Figura 1 - Indicazioni di compilazione Nelle domande del questionario per l indagine sul benessere è stato richiesto ai partecipanti la propria valutazione attraverso una scala sempre identica che impiega 6 classi in ordine crescente (punteggio da 1 a 6) L intervistato per ogni domanda e/o affermazionee ha espresso il proprio grado di valutazione in relazione a quanto è d accordo o meno conl affermaz zione o a quanto la ritiene importante o non importante Per nulla Del tutto. 5 6 Domanda Indicazione A.N.AC per valutazione risultati*: Dati minori o uguali a 3,50 hanno una valenza critica Dati maggiore di 3,50 hanno una valenza non critica *La rappresentazione deidatidiseguito illustrata tiene conto delle polarità negative di alcune domande (polarità negativa: il punteggio uno ha valenza positiva e il punteggio sei ha valenza negativa).quindiipunteggi relativi a domande con polarità negativesonostati resi omogenei agli altri dati, mediante inversione della scala, ai fini della loro aggregazioneecomparazione Le tabelle seguenti riepilogano i risultati anche in ottica di genere, in quantoo si ricorda che l unico dato anagrafico lasciato obbligatorio è quello uomo-donna. I valorii inferiori alla soglia critica (3,5) sono evidenziati in rosso. Tabella 1 - Valori medi complessivi perr area e genere Media uomo Media donnaa Mediaa complessiva Benessere organizzativo 4,01 3,86 3,93 Grado di condivisione del sistema 3,26 3,15 3,21 Valutazione del proprio superiore gerarchico 4,02 3,78 3,89 3. Area Benessere organizzativo La prima tipologia di indagine riguarda il Benesseree organizzativo inteso come stato di salute di un organizzazione in riferimento alla qualità della vita, al grado di benessere fisico, psicologicoo e sociale della comunità lavorativa, finalizzato al miglioramento qualitativo e quantitativo dei propri risultati. Questa tipologia di indagine è strutturata in nove diversi ambiti da A a I, di cui fanno parte un totale di 51 domande. Le Tabelle seguenti riportano i valori medi per ciascun ambito di analisi. I risultati sulla percezionee del livello di benessere organizzativo, aggregati perr ambiti, sonoo posti in correlazione con il livello medio di importanza attribuita agli stessi ambiti (Figura 1). Tabella 2 - Valori medi del questionario Benesseree organizzativo per ambitoo (da A ad I) OIV collegiale ASI in prorogatio RS-OIV-IP del 16 aprile 2014 Pag. 2 a 8

3 Figura 2 - Media complessiva Media del valore delle risposte (1 6) I L immagine della mia amministrazione H Il senso di appartenenza A Sicurezza e salute sul luogo di lavoro e stress lavoro correlato B Le discriminazioni C L equità nella mia amministrazione G Il contesto del mio lavoro D Carriera e sviluppo professionale F I miei colleghi E Il mio lavoro Ambiti critici ( 3,5) Figura 3 - Media per genere Il senso di appartenenza H L immagine della mia amministrazione I Sicurezza e salute sul luogo di lavoro e stress lavoro correlato A 6,00 5,00 4,00 3,00 2,00 1,00 0,00 Le discriminazioni B L equità nella mia amministrazione C Il contesto del mio lavoro G Carriera e sviluppo professionale D I miei colleghi F Il mio lavoro E Media per Ambito UOMO Media per Ambito DONNA OIV collegiale ASI in prorogatio RS-OIV-IP del 16 aprile 2014 Pag. 3 a 8

4 Tabella 3 - Dati medi importanza attribuita a ciascun ambito (da A a I) Importanza attribuita A - La sicurezza e la salute sul luogo di lavoro e lo stress lavoro o correlato B - Le discriminazioni C - L equità nella mia amministrazione D - La carriera e lo svilup ppo professionale E - Il mio lavoro F - I miei colleghi G - Il contesto del mio lavoro H - Il senso di appartenenza I - L immagine della mia amministrazione Media uomo 5,17 4,81 5,41 5,33 5,46 5,19 4,96 5,07 4,96 Media donna 5,29 4,96 5,42 5,29 5,44 5,25 5,22 4,98 4,75 Media complessiva 5,23 4,89 5,41 5,31 5,45 5,22 5,09 5,03 4,85 Figura 4 - Analisi di correlazione tra l importanza attribuita a ciascun ambito a e i risultati dell indagine OIV collegiale ASI in prorogatio RS-OIV-IP del 16 aprile 2014 Pag. 4 a 8

5 Figura 5 - Confronto per genere dell importanza attribuita agli ambiti dell area Benessere organizzativo 4. Area Grado di condivisione del sistema La seconda tipologia di ndagine riguarda il grado di condivisione del sistema inteso come e misura della condivisione, da parte del personale dipendente, del sistema di misurazione e valutazione della performance approvato a ed implementato in ASI. Questa tipologia di indagine è strutturata in tre diversi ambiti di cui fanno parte 13 domande. La Tabella 4 riporta il valore medio per ciascun abito di analisi. Tabella 4 - Dati medi Questionario Grado di condivisione del sistema per ambito (da L a N) Grado di condivisione del sistema L. La mia organizzazione M. Le mie performance N. Il funzionamento del sistema Media uomo 3,17 3,54 3,06 Media donna 2,74 3,72 3,00 Media complessiva 2,95 3,63 3,03 Totale complessivo 3,26 3,15 3,21 OIV collegiale ASI in prorogatio RS-OIV-IP del 16 aprile 2014 Pag. 5 a 8

6 5. Area Valutazione del superiore gerarchico La terza tipologia di indagine riguarda la valutazione del superiore gerarchico intesa come rilevazione della percezione del dipendente rispetto allo svolgimento, da parte del superiore gerarchico, delle funzioni direttive finalizzate alla gestione del personale e al miglioramento della performance. Questa tipologia di indagine è strutturata in due ambiti di cui fanno parte 9 domande. La Tabella 5 riporta il valore medio per ciascun abito di analisi. Tabella 5 - Dati medi Questionario Valutazione del superiore gerarchico per ambito (da O a P) Valutazione del superiore gerarchico Media uomo Media donna Media complessiva O. Il mio capo e la mia crescita 4,06 3,95 4,00 P. Il mio capo e l'aquità 3,98 3,60 3,79 Totale complessivo 4,02 3,78 3,89 6. Dati complessivi per area di indagine Di seguito è riportato il dettaglio delle diverse tipologie di indagini con i dati di sintesi ottenuti. Figura 6 - Valori complessivi dell indagine per area e per genere Benessere organizzativo Grado di condivisione del sistema Valutazione del proprio superiore gerarchico 0 Media uomo Media donna Media complessiva Componente OIV Massimo De Angelis Componente OIV Germana Spirito Presidente OIV Carlo Bonifazi LE FIRME DEI COMPONENTI DELL OIV COLLEGIALE SONO DEPOSITATE PRESSO L ARCHIVIO DELL OIV Appendice OIV collegiale ASI in prorogatio RS-OIV-IP del 16 aprile 2014 Pag. 6 a 8

7 Appendice Break down delle aree e degli ambiti critici per genere con riferimento alle domande del questionario Genere: DONNA Area Ambito Domanda Media DONNA Benessere Condivisione del sistema di valutazione Carriera e sviluppo professionale Il funzionamento del Sistema D.02 - Ritengo che le possibilità reali di fare carriera nel mio ente siano legate al merito N.04 - La mia amministrazione premia le persone capaci e che si impegnano Benessere Carriera e sviluppo professionale D.01 - Ritengo che vi sia equità nella distribuzione delle responsabilità 2,11 Benessere Benessere Benessere Condivisione del sistema di valutazione G.04 - La circolazione delle informazioni all interno dell organizzazione Il contesto del mio lavoro è adeguata C.04 - Ritengo equilibrato il modo in cui la retribuzione viene L equità nella mia amministrazione differenziata in rapporto alla quantità e qualità del lavoro svolto D.03 - Il mio ente dà la possibilità di sviluppare capacità e attitudini degli Carriera e sviluppo professionale individui in relazione ai requisiti richiesti dai diversi ruoli La mia organizzazione L.02 - Condivido gli obiettivi strategici della mia amministrazione 2,55 Benessere L equità nella mia amministrazione C.01 - Ritengo che vi sia equità nell assegnazione del carico di lavoro 2,56 Benessere L equità nella mia amministrazione C.02 - Ritengo che vi sia equità nella distribuzione delle responsabilità 2,60 Condivisione del sistema La mia organizzazione di valutazione L.01 - Conosco le strategie della mia amministrazione 2,62 Benessere Il senso di appartenenza H.04 - I valori e i comportamenti praticati nel mio ente sono coerenti con i miei valori personali 2,65 Condivisione del sistema N.05 - Il sistema di misurazione e valutazione della performance è stato Il funzionamento del Sistema di valutazione adeguatamente illustrato al personale 2,71 Condivisione del sistema La mia organizzazione di valutazione L.03 - Sono chiari i risultati ottenuti dalla mia amministrazione 2,73 Benessere Il contesto del mio lavoro G.03 - I compiti e ruoli organizzativi sono ben definiti 2,80 Benessere I miei colleghi F.05 - L organizzazione spinge a lavorare ingruppo e a collaborare 2,96 Benessere Il contesto del mio lavoro G.02 - Le regole di comportamento sono definite in modo chiaro 3,04 Condivisione del sistema L.04 - È chiaro il contributo del mio lavoro al raggiungimento degli La mia organizzazione di valutazione obiettivi dell amministrazione 3,05 Benessere Carriera e sviluppo professionale D.05 - Sono soddisfatto del mio percorso professionale all interno dell ente 3,16 Condivisione del sistema N.03 - I risultati della valutazione mi aiutano veramente a migliorare la Il funzionamento del Sistema di valutazione mia performance 3,16 Valutazione del superiore gararchico Il mio capo e l'equità P.03 - Gestisce efficacemente problemi, criticità e conflitti 3,20 Benessere I miei colleghi F.04 - Nel mio gruppo chi ha un informazione la mette a disposizione di tutti 3,24 Condivisione del sistema Le mie performance di valutazione M.04 - Sono correttamente informato su come migliorare i miei risultati 3,24 Benessere Il contesto del mio lavoro G.05 - La mia organizzazione promuove azioni a favore della conciliazione dei tempi lavoro e dei tempi di vita 3,29 Condivisione del sistema N.02 - Sono adeguatamente tutelato se non sono d accordo con il mio Il funzionamento del Sistema di valutazione valutatore sulla valutazione della mia performance 3,35 Valutazione del superiore gararchico Valutazione del superiore gararchico Benessere Il mio capo e l'equità P.02 - Agisce con equità, secondo la percezione dei miei colleghi di lavoro Il capo e la mia crescita O.02 - Riesce a motivarmi a dare il massimo nel mio lavoro 3,38 L equità nella mia amministrazione C.03 - Giudico equilibrato il rapporto tra l impegno richiesto e la mia retribuzione 2,07 2,09 2,40 2,47 2,53 3,36 3,40 OIV collegiale ASI in prorogatio RS-OIV-IP del 16 aprile 2014 Pag. 7 a 8

8 Genere: UOMO Area Ambito Domanda Media UOMO Benessere Carriera e sviluppo professionale D.02 - Ritengo che le possibilità reali di fare carriera nel mio ente siano legate al merito 2,20 Condivisione del sistema di valutazione Il funzionamento del Sistema N.04 - La mia amministrazione premia le persone capaci e che si impegnano 2,24 Benessere L equità nella mia amministrazione C.04 - Ritengo equilibrato il modo in cui la retribuzione viene differenziata in rapporto alla quantità e qualità del lavoro svolto 2,35 Benessere Carriera e sviluppo professionale D.01 - Ritengo che vi sia equità nella distribuzione delle responsabilità 2,43 Benessere Il contesto del mio lavoro G.04 - La circolazione delle informazioni all interno dell organizzazione è adeguata 2,65 Benessere L equità nella mia amministrazione C.02 - Ritengo che vi sia equità nella distribuzione delle responsabilità 2,85 Benessere Carriera e sviluppo professionale D.03 - Il mio ente dà la possibilità di sviluppare capacità e attitudini degli individui in relazione ai requisiti richiesti dai diversi ruoli 2,87 Benessere L equità nella mia amministrazione C.01 - Ritengo che vi sia equità nell assegnazione del carico di lavoro 2,93 Condivisione del sistema di valutazione La mia organizzazione L.03 - Sono chiari i risultati ottenuti dalla mia amministrazione 2,94 Condivisione del sistema di valutazione La mia organizzazione L.01 - Conosco le strategie della mia amministrazione 3,02 Condivisione del sistema di N.03 - I risultati della valutazione mi aiutano veramente a migliorare la mia Il funzionamento del Sistema valutazione performance 3,04 Condivisione del sistema di valutazione La mia organizzazione L.02 - Condivido gli obiettivi strategici della mia amministrazione 3,09 Condivisione del sistema di valutazione Le mie performance M.04 - Sono correttamente informato su come migliorare i miei risultati 3,09 Condivisione del sistema di N.05 - Il sistema di misurazione e valutazione della performance è stato Il funzionamento del Sistema valutazione adeguatamente illustrato al personale 3,15 Benessere Il contesto del mio lavoro G.03 - I compiti e ruoli organizzativi sono ben definiti 3,17 Benessere Il senso di appartenenza H.04 - I valori e i comportamenti praticati nel mio ente sono coerenti con i miei valori personali 3,20 Benessere L equità nella mia amministrazione C.03 - Giudico equilibrato il rapporto tra l impegno richiesto e la mia retribuzione 3,28 Benessere Il contesto del mio lavoro G.02 - Le regole di comportamento sono definite in modo chiaro 3,28 Benessere I miei colleghi F.05 - L organizzazione spinge a lavorare ingruppo e a collaborare 3,35 Benessere Condivisione del sistema di valutazione Condivisione del sistema di valutazione Benessere Il contesto del mio lavoro Il funzionamento del Sistema Il funzionamento del Sistema Il contesto del mio lavoro G.05 - La mia organizzazione promuove azioni a favore della conciliazione dei tempi lavoro e dei tempi di vita N.02 - Sono adeguatamente tutelato se non sono d accordo con il mio valutatore sulla valutazione della mia performance N.01 - Sono sufficientemente coinvolto nel definire gli obiettivi e i risultati attesi dal mio lavoro G.01 - La mia organizzazione investe sulle persone, anche attraverso un adeguata attività di formazione 3,41 3,43 3,44 3,50 OIV collegiale ASI in prorogatio RS-OIV-IP del 16 aprile 2014 Pag. 8 a 8

9 INDAGINE SUL BENESSERE ORGANIZZATIVO DELL AGENZIA SPAZIALE ITALIANA 2013 ai sensi dell art. 14 comma 5 del DLgs 150/2009 OIV Collegiale 17 aprile 2014 Introduzione 1

10 Metodologia e strumenti Modello dell indagine utilizzato: questionario A.N.AC (modello approvato dall A.N.AC il ) Software utilizzato per la somministrazione del questionario in formato digitale: LimeSurvey (http://www.limesurvey.org/en/) WEB A.N.AC. - Benessere organizzativo (http://www.anticorruzione.it/?page_id=7383) OIV Collegiale 17 aprile 2014 Introduzione 2

11 Informazioni generali di contesto Link inviato ai destinatari per l avvio della compilazione dei questionari: 21 ottobre 2013 Ultima data utile per la compilazione: 2 dicembre 2013 Personale coinvolto nell indagine: 229 (contratti a tempo indeterminato e determinato, assegnisti di ricerca, borsisti purché presenti in ASI nel corso del Fonte elenco: Unità Organizzativa ASI Risorse Umane UO RUM) Partecipanti: 124 (ca 54% del personale coinvolto nell indagine) Questionari compilati: 109 (ca 48% del personale coinvolto nell indagine - ca 88% dei partecipanti) Questionari declinati: 15 (ca 7% del personale coinvolto nell indagine - ca 12% dei partecipanti) Questionari compilati per genere: Uomini 54 su 109 Donne 55 su 109

12 AREA BENESSERE ORGANIZZATIVO A. B. C. D. E. F. G. H. I. Sicurezza e salute sul luogo di lavoro e stress lavoro correlato Le discriminazioni L equità nella mia amministrazione Carriera e sviluppo professionale Il mio lavoro I miei colleghi Il contesto del mio lavoro Il senso di appartenenza L immagine della mia amministrazione 4,01 (Uomo) 3,86 (donna) 3,93 (complessivo) AREA GRADO DI CONDIVISIONE DEL SISTEMA DI VALUTAZIONE L. La mia organizzazione M. Le mie performance N. Il funzionamento del Sistema 3,26 (Uomo) 3,15 (donna) 3,21 (complessivo) AREA VALUTAZIONE DEL SUPERIORE GERARCHICO O. Il capo e la mia crescita P. Il mio capo e l equità 4,02 (Uomo) 3,78 (donna) 3,89 (complessivo) OIV Collegiale 17 aprile 2014 Introduzione 4

13 Ambiti del benessere organizzativo per importanza media attribuita e risultati medi dell'indagine 5,5 Importanza attribuita 5,4 5,3 5,2 5,1 5 4,9 4, Risultati dell'indagine ASI 2013 OIV Collegiale 17 aprile 2014 Introduzione 5 6 5

14 Italian participation to science programme - some major steps in the period Cassini-Huygens 2005 MRO 2007 Agile 1996 SAX 1992 Lageos2 OIV Collegiale 17 aprile 2014 Introduzione 6

15 Italian participation to science programme - some major steps in the period Juno AMS 2012 Lares on Vega NUStar 2009 Herschel Planck 2007 Dawn OIV Collegiale 17 aprile 2014 Introduzione 7

16 LARES 13/02/2012 VEGA OIV Collegiale 17 aprile 2014 Introduzione 8

17 Areas of Activities ASI home page: OIV Collegiale 17 aprile 2014 Introduzione 9 FIRME DEPOSITATE PRESSO L ARCHIVIO DELL OIV

18 INDAGINE SUL BENESSERE ORGANIZZATIVO DELL AGENZIA SPAZIALE ITALIANA 2013 ai sensi dell art. 14 comma 5 del DLgs 150/2009 Organismo Indipendente di valutazione della performance ASI 1

19 INDAGINE SUL BENESSERE ORGANIZZATIVO DELL ASI Metodologia e strumenti Modello dell indagine utilizzato: questionario A.N.AC (modello approvato dall A.N.AC il ) Software utilizzato per la somministrazione del questionario in formato digitale: LimeSurvey (http://www.limesurvey.org/en/) Informazioni generali di contesto Link inviato ai destinatari per l avvio della compilazione dei questionari: 21ottobre 2013 Ultima data utile per la compilazione: 2 dicembre 2013 Personale coinvolto nell indagine: 229 (contratti a tempo indeterminato e determinato, assegnisti di ricerca, borsisti purché presenti in ASI nel corso del Fonte elenco: Unità Organizzativa ASI Risorse Umane UO RUM) Partecipanti: 124 (ca 54% del personale coinvolto nell indagine) Questionari compilati: 109 (ca 48% del personale coinvolto nell indagine ca 88% dei partecipanti) Questionari declinati: 15 (ca 7% del personale coinvolto nell indagine ca 12% dei partecipanti) Questionari compilati per genere: Uomini 54 su 109 Donne 55 su 109 2

20 INDAGINE SUL BENESSERE ORGANIZZATIVO DELL ASI: FASI 1/2 Attività principali propedeutiche alla realizzazione dell indagine FASI OPERATIVI Predisposizione hardware Descrizione partizione del server da dedicare ai dati originati dall'indagine sul benessere indicazione del nome della partizione del server dedicata all'indagine richiesta e verifica requisiti privacy Configurazione del software individuazione del personale destinatario dell'indagine (tipologia di appartenenza: tempo determinato, indeterminato ) collegamento interfaccia tra database utenti e sw per indagine individuazione dei ruoli e dei profili autorizzativi che intervengono nella fase di configurazione, di test e di somministrazione del questionario per l'indagine (chi fa cosa in lettura e/o scrittura) personalizzazione dell'interfaccia grafica del software per l'indagine caricamento nel software del testo del questionario per l'indagine sul benessere organizzativo predisposizione dei testi delle da inviare per avvio e sollecito dell'indagine sul benessere caricamento dei testi delle da inviare, avvio e sollecito dell'indagine sul benessere dell'oiv 3

21 INDAGINE SUL BENESSERE ORGANIZZATIVO DELL ASI: FASI 2/2 FASI OPERATIVI Test del software Descrizione verifica della funzionalità del sw su un campione di utenti in termini di chiarezza, trasparenza e tutela dell'anonimato verifica dei dati acquisiti e statistiche sulle risposte tuning del software dopo il test Definizione del campione e pianificazione dell indagine Piano di comunicazione conferma dei profili autorizzativi assegnati pianificazione della finestra temporale per la compilazione del questionario presentazione del piano di lavoro al Presidente ASI (metodologia per la raccolta dei dati, analisi e utilizzo dei dati nel ciclo della performance) presentazione al Direttore generale con richiesta di acquisire contributi dal CUG e OOSS predisposizione della presentazione del questionario comunicazione e promozione dell'indagine Avvio dell indagine sul benessere trasmissione link per la compilazione del questionario tramite il software LimeSurvey 4

22 INDAGINE SUL BENESSERE ORGANIZZATIVO DELL ASI: RISORSE Soggetti coinvolti nel processo di indagine sul benessere organizzativo OIV Collegiale Presidente ASI Direzione Generale CUG (per il tramite del DG) OOSS (per il tramite del DG) Personale (in qualità di destinatario dell indagine sul benessere) 5

23 INDAGINE SUL BENESSERE ORGANIZZATIVO: AREE E AMBITI DI ANALISI Ambiti AREA BENESSERE ORGANIZZATIVO A. Sicurezza e salute sul luogo di lavoro e stress lavoro correlato B. Le discriminazioni C. L equità nella mia amministrazione D. Carriera e sviluppo professionale E. Il mio lavoro F. I miei colleghi G. Il contesto del mio lavoro H. Il senso di appartenenza I. L immagine della mia amministrazione AREA GRADO DI CONDIVISIONE DEL SISTEMA DI VALUTAZIONE L. La mia organizzazione M. Le mie performance N. Il funzionamento del Sistema AREA VALUTAZIONE DEL SUPERIORE GERARCHICO O. Il capo e la mia crescita P. Il mio capo e l equità 6

24 PARAMETRI PER LA VALUTAZIONE Nelle domande del questionario per l indagine sul benessere è stato richiesto ai partecipanti la propria valutazione attraverso una scala sempre identica che impiega 6 classi in ordine crescente (punteggio da 1 a 6) L intervistato per ogni domanda e/o affermazione ha espresso il proprio grado di valutazione in relazione a quanto è d accordo o meno con l affermazione o a quanto la ritiene importante o non importante Domanda Per nulla. Del tutto Indicazione A.N.AC per valutazione risultati*: Dati minori o uguali a 3,50 hanno una valenza critica Dati maggiore di 3,50 hanno una valenza non critica *La rappresentazione dei dati di seguito illustrata tiene conto delle polarità negative di alcune domande (polarità negativa: il punteggio uno ha valenza positiva e il punteggio sei ha valenza negativa). Quindi i punteggi relativi a domande con polarità negative sono stati resi omogenei agli altri dati, mediante inversione della scala, ai fini della loro aggregazione e comparazione 7

25 RISULTATI DELL INDAGINE: AREA BENESSERE ORGANIZZATIVO Rif. Ambiti dell area di indagine Media del valore delle risposte (1 6) A Sicurezza e salute sul luogo di lavoro e stress lavoro correlato 4,3 B Le discriminazioni 5,06 C L equità nella mia amministrazione 3,02 D Carriera e sviluppo professionale 2,83 E Il mio lavoro 4,5 F I miei colleghi 4,06 G Il contesto del mio lavoro 3,12 H Il senso di appartenenza 4,36 I L immagine della mia amministrazione 4,17 Media dell area di indagine 3,93 8

26 RISULTATI DELL INDAGINE: AREA BENESSERE ORGANIZZATIVO Ambiti dell area di indagine Media del valore delle risposte (1 6) Carriera e sviluppo professionale 2,83 L equità nella mia amministrazione 3,02 Il contesto del mio lavoro 3,12 I miei colleghi 4,06 L immagine della mia amministrazione 4,17 Sicurezza e salute sul luogo di lavoro e stress lavoro correlato 4,30 Il senso di appartenenza 4,36 Il mio lavoro 4,50 Le discriminazioni 5,06 Media dell area di indagine In ordine crescente dei valori 3,93 9

27 RISULTATI DELL INDAGINE: AREA BENESSERE ORGANIZZATIVO Media del valore delle risposte (1 6) I L immagine della mia amministrazione H Il senso di appartenenza A Sicurezza e salute sul luogo di lavoro e stress lavoro correlato B Le discriminazioni C L equità nella mia amministrazione G Il contesto del mio lavoro D Carriera e sviluppo professionale F I miei colleghi E Il mio lavoro Ambiti critici ( 3,5) 10

28 RISULTATI DELL INDAGINE: AREA BENESSERE ORGANIZZATIVO IMPORTANZA AMBITO Rif. Ambiti dell area di indagine Media dell importanza assegnata all ambito (1 6) A Sicurezza e salute sul luogo di lavoro e stress lavoro correlato 5,23 B Le discriminazioni 4,89 C L equità nella mia amministrazione 5,41 D Carriera e sviluppo professionale 5,31 F Il mio lavoro 5,45 F I miei colleghi 5,22 G Il contesto del mio lavoro 5,09 H Il senso di appartenenza 5,03 I L immagine della mia amministrazione 4,85 11

29 RISULTATI DELL INDAGINE: AREA BENESSERE ORGANIZZATIVO Ambiti dell area di indagine Media dell importanza assegnata all ambito (1 6) Il mio lavoro 5,45 L equità nella mia amministrazione 5,41 Carriera e sviluppo professionale 5,31 Sicurezza e salute sul luogo di lavoro e stress lavoro correlato 5,23 I miei colleghi 5,22 Il contesto del mio lavoro 5,09 Il senso di appartenenza 5,03 Le discriminazioni 4,89 L immagine della mia amministrazione 4,85 In ordine decrescente di importanza 12

30 RISULTATI DELL INDAGINE: AREA BENESSERE ORGANIZZATIVO 5,5 Ambiti del benessere organizzativo per importanza media attribuita e risultati medi dell'indagine Importanza attribuita 5,4 5,3 5,2 5,1 5 3,02 L equità nella mia amministrazione 2,83 Carriera e sviluppo professionale 3,12 Il contesto del mio lavoro 4,9 4, Risultati dell'indagine ASI

31 RISULTATI DELL INDAGINE: AREA GRADO DI CONDIVISIONE DEL SISTEMA Riferimento Ambiti dell area di indagine Media del valore delle risposte (1 6) L La mia organizzazione 2,95 M Lemie performance 3,63 N Il funzionamento del Sistema 3,03 Media dell area di indagine 3,21 14

32 RISULTATI DELL INDAGINE: AREA GRADO DI CONDIVISIONE DEL SISTEMA In ordine crescente dei valori Ambiti dell area di indagine Media del valore delle risposte (1 6) La mia organizzazione 2,95 Il funzionamento del Sistema 3,03 Le mie performance 3,63 Media dell area di indagine 3,21 15

33 RISULTATI DELL INDAGINE: AREA VALUTAZIONE DEL SUPERIORE GERARCHICO Riferimento Ambiti dell area di indagine Media del valore delle risposte (1 6) O Il capo e la mia crescita 4,00 P Il mio capo e l equità 3,79 Media dell area di indagine 3,89 16

34 RISULTATI DELL INDAGINE PER GENERE: AREA BENESSERE ORGANIZZATIVO Rif. Ambito Media UOMO Media DONNA A Sicurezza e salute sul luogo di lavoro e stress lavoro correlato 4,47 4,14 B C D E F G H I Le discriminazioni 5,16 L equità nella mia amministrazione 3,10 Carriera e sviluppo professionale 2,97 Il mio lavoro 4,44 I miei colleghi 4,14 Il contesto del mio lavoro 3,20 Il senso di appartenenza 4,44 L immagine della mia amministrazione 4,18 4,95 2,94 2,69 4,55 3,97 3,03 4,28 4,16

35 RISULTATI DELL INDAGINE PER GENERE: AREA BENESSERE ORGANIZZATIVO In ordine crescente dei valori Ambito Rif. Media UOMO Ambito Rif. Media DONNA Carriera e sviluppo professionale D 2,97 L equità nella mia amministrazione C 3,10 Il contesto del mio lavoro G 3,20 I miei colleghi F 4,14 L immagine della mia amministrazione I 4,18 Il senso di appartenenza H 4,44 Il mio lavoro E 4,44 Sicurezza e salute sul luogo di lavoro e stress lavoro correlato A 4,47 Le discriminazioni B 5,16 Carriera e sviluppo professionale D 2,69 L equità nella mia amministrazione C 2,94 Il contesto del mio lavoro G 3,03 I miei colleghi F 3,97 Sicurezza e salute sul luogo di lavoro e stress lavoro correlato A 4,14 L immagine della mia amministrazione I 4,16 Il senso di appartenenza H 4,28 Il mio lavoro E 4,55 Le discriminazioni B 4,95

36 RISULTATI DELL INDAGINE PER GENERE: AREA BENESSERE ORGANIZZATIVO Il senso di appartenenza H L immagine della mia amministrazione I Sicurezza e salute sul luogo di lavoro e stress lavoro correlato A 6,00 5,00 4,00 3,00 2,00 1,00 0,00 Le discriminazioni B L equità nella mia amministrazione C Il contesto del mio lavoro G Carriera e sviluppo professionale D I miei colleghi F Il mio lavoro E Media per Ambito UOMO Media per Ambito DONNA 19

37 RISULTATI DELL INDAGINE: IMPORTANZA AREA BENESSERE PER GENERE Importanza ambiti benessere per genere Uomo Donna A La sicurezza e la salute sul luogo di lavoro e lo stress lavoro correlato 5,17 B Le discriminazioni 4,81 C L equità nella mia amministrazione 5,41 D La carriera e lo sviluppo professionale 5,33 E Il mio lavoro 5,46 F I miei colleghi 5,19 G Il contesto del mio lavoro 4,96 H Il senso di appartenenza 5,07 I L immagine della mia amministrazione 4,96 5,29 4,96 5,42 5,29 5,44 5,25 5,22 4,98 4,75 20

QUESTIONARIO DI GRADIMENTO PERCORSO FORMATIVO SISTEMI DI MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

QUESTIONARIO DI GRADIMENTO PERCORSO FORMATIVO SISTEMI DI MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE QUESTIONARIO DI GRADIMENTO PERCORSO FORMATIVO SISTEMI DI MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Gentili colleghi, il presente questionario ha lo scopo di raccogliere le vostre percezioni relativamente

Dettagli

Allegato A COMUNE DI ALANO DI PIAVE Provincia di Belluno PIANO TRIENNALE DI AZIONI POSITIVE PER LE PARI OPPORTUNITÀ 2015-2017 (ART. 48, COMMA 1, D.LGS. 11/04/2006 N. 198) Il Decreto Legislativo 11 aprile

Dettagli

PREMESSA. Perché il CUG ha deciso di effettuare una indagine conoscitiva sul benessere organizzativo?

PREMESSA. Perché il CUG ha deciso di effettuare una indagine conoscitiva sul benessere organizzativo? PREMESSA Cos è il benessere organizzativo? Negli ultimi anni la P.A. ha preso in considerazione, almeno in teoria, la dimensione del benessere organizzativo dei propri dipendenti, in quanto il miglioramento

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA)

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SOGGETTO ATTUATORE REFERENTE AZIONE DENOMINAZIONE ARPA PIEMONTE INDIRIZZO Via Pio VII n. 9 CAP - COMUNE 10125 Torino NOMINATIVO Bona Griselli N TELEFONICO

Dettagli

Codice di deontologia e di buona condotta per i trattamenti di dati personali per scopi statistici e scientifici

Codice di deontologia e di buona condotta per i trattamenti di dati personali per scopi statistici e scientifici Altri atti o documenti - 13 maggio 2004 Codice di deontologia e di buona condotta per i trattamenti di dati personali per scopi statistici e scientifici sottoscritto da: Conferenza dei Rettori delle Università

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Comprensivo Statale C. Carminati Via Dante, 4-2115 Lonate Pozzolo (Va) AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI COMMISSIONE

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

ORGANISMO INDIPENDENTE DI VALUTAZIONE AUSL DI FROSINONE

ORGANISMO INDIPENDENTE DI VALUTAZIONE AUSL DI FROSINONE ORGANISMO INDIPENDENTE DI VALUTAZIONE AUSL DI FROSINONE Esito monitoraggioal 30/09/2013 (ai sensi dell'art. 14, comma 4, lettera a ), del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n.150) 1 30.09.2013 PREMESSA

Dettagli

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari UFFICIO DEL SEGRETARIO GENERALE Responsabile Settore Affari del Personale-Anticorruzione-Trasparenza CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO Il

Dettagli

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE ITALIA Problematiche chiave Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE La performance degli italiani varia secondo le caratteristiche socio-demografiche

Dettagli

L import-export dei diritti d autore per libri, in Italia. Indagine condotta dall Istituto DOXA per l Istituto Commercio Estero (I.C.E.

L import-export dei diritti d autore per libri, in Italia. Indagine condotta dall Istituto DOXA per l Istituto Commercio Estero (I.C.E. L import-export dei diritti d autore per libri, in Italia. Indagine condotta dall Istituto DOXA per l Istituto Commercio Estero (I.C.E.) Milano, 25 marzo 2004 p. 1 L import-export dei diritti d autore

Dettagli

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE INDICE 1. DESCRIZIONE DEL SISTEMA... 1 1.1 Caratteristiche distintive dell organizzazione della Provincia di Caserta... 1 1.2 La metodologia adottata

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Banche Dati del Portale della Trasparenza. Manuale del sistema di gestione. Versione 2.4

Banche Dati del Portale della Trasparenza. Manuale del sistema di gestione. Versione 2.4 Banche Dati del Portale della Trasparenza Manuale del sistema di gestione Versione 2.4 Sommario Introduzione e definizioni principali... 3 Albero dei contenuti del sistema Banche Dati Trasparenza... 3

Dettagli

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE (ex art. 7 del Decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150) Definito dal Nucleo di Valutazione nella seduta del 06

Dettagli

Il software per la gestione smart del Call Center

Il software per la gestione smart del Call Center Connecting Business with Technology Solutions. Il software per la gestione smart del Call Center Center Group srl 1 Comunica : per la gestione intelligente del tuo call center Comunica è una web application

Dettagli

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale!

SCUOLANEXT, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET, è l'esclusivo e rivoluzionario sistema informatizzato con cui far interagire docenti, studenti e famiglie in tempo reale! SCUOLANET consente la piena digitalizzazione della scuola: completa

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI FORMAZIONE INTERNA 2009-2011

PIANO TRIENNALE DI FORMAZIONE INTERNA 2009-2011 PIANO TRIENNALE DI FORMAZIONE INTERNA 2009-2011 PROPOSTA TECNICA Genova, Giugno 2009 SOMMARIO 1 PREMESSA... 3 2 QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO...4 2.1 LE NORME CONTRATTUALI... 4 2.2 LA FORMAZIONE OBBLIGATORIA

Dettagli

La valutazione delle prestazioni

La valutazione delle prestazioni PROVINCIA DI LECCE La valutazione delle prestazioni SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE ORGANIZZATIVA E INDIVIDUALE 1 SOMMARIO 1. PREMESSA...3 2. STRUTTURA ORGANIZZATIVA DELL ENTE...3

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Comprendere, gestire, organizzare e migliorare i processi di business Caso di studio a cura della dott. Danzi Francesca e della prof. Cecilia Rossignoli 1 Business process Un

Dettagli

Come verifico l acquisizione dei contenuti essenziali della mia disciplina

Come verifico l acquisizione dei contenuti essenziali della mia disciplina Riflessione didattica e valutazione Il questionario è stato somministrato a 187 docenti di italiano e matematica delle classi prime e seconde e docenti di alcuni Consigli di Classe delle 37 scuole che

Dettagli

COMUNE DI MONTECCHIO EMILIA

COMUNE DI MONTECCHIO EMILIA COMUNE DI MONTECCHIO EMILIA Allegato sub. 1) SISTEMA DI DELLA PERFORMANCE INDIVIDUALE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE, DEL PERSONALE E DEL SEGRETARIO COMUNALE* informato ai principi di cui all art 9 cc.

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

DOMANDA 1.1 * Nella tua vita professionale ti é capitato di essere incolpato/a di errori o malfunzionamenti di strumenti senza motivo?

DOMANDA 1.1 * Nella tua vita professionale ti é capitato di essere incolpato/a di errori o malfunzionamenti di strumenti senza motivo? QUESTIONARIO CUG *Campo obbligatorio INFORMAZIONI ANAGRAFICHE GENERE * MASCHIO FEMMINA CATEGORIA DI INQUADRAMENTO * RELAZIONE E ORGANIZZAZIONE DOMANDA 1.1 * Nella tua vita professionale ti é capitato di

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2015-2017

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2015-2017 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2015-2017 A cura del Direttore Responsabile della Trasparenza Erminia Zoppè PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2015-2017 Indice

Dettagli

Come faccio esercitare l acquisizione dei contenuti della mia disciplina

Come faccio esercitare l acquisizione dei contenuti della mia disciplina Riflessione didattica e valutazione Il questionario è stato somministrato a 6 formatori dei CFP di cui 47 del CIOFS FP e 6 del CNOS - FAP Dall analisi dei dati emerge che l 8 % dei formatori conosce abbastanza

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Carta di servizi per il Protocollo Informatico

Carta di servizi per il Protocollo Informatico Carta di servizi per il Protocollo Informatico Codice progetto: Descrizione: PI-RM3 Implementazione del Protocollo informatico nell'ateneo Roma Tre Indice ARTICOLO 1 - SCOPO DEL CARTA DI SERVIZI...2 ARTICOLO

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Relazione finale sull avvio ciclo

Relazione finale sull avvio ciclo ARCEA Piano della performance 2015-2017 Relazione finale sull avvio ciclo approvata in data 10 aprile 2015 Relazione finale sull avvio del ciclo della performance anno 2015 (ARCEA) Pag. 1 di 36 Sommario

Dettagli

GUIDA ALLA COMPILAZIONE

GUIDA ALLA COMPILAZIONE GUIDA ALLA COMPILAZIONE 1. L istanza di riconoscimento dei CFP, deve essere presentata esclusivamente al CNI mediante una compilazione online di apposito modulo disponibile sulla piattaforma della formazione

Dettagli

Attività relative al primo anno

Attività relative al primo anno PIANO OPERATIVO L obiettivo delle attività oggetto di convenzione è il perfezionamento dei sistemi software, l allineamento dei dati pregressi e il costante aggiornamento dei report delle partecipazioni

Dettagli

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI A tutti i Ministeri - Uffici di Gabinetto -Uffici del

Dettagli

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU PROMOSSO DALLA SOCIETA SCA HYGIENE PRODUCTS SPA Via XXV Aprile, 2 55011 ALTOPASCIO (LU) PIVA 03318780966 REA 186295 AREA:

Dettagli

Capitolo 15 LE SCELTE DI ORGANIZZAZIONE. G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda Corso di economia aziendale Il Mulino, 2005

Capitolo 15 LE SCELTE DI ORGANIZZAZIONE. G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda Corso di economia aziendale Il Mulino, 2005 Capitolo 15 LE SCELTE DI ORGANIZZAZIONE G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda Corso di economia aziendale Il Mulino, 2005 1 L ASSETTO ORGANIZZATIVO, IL COMPORTAMENTO ORGANIZZATIVO In organizzazione il centro

Dettagli

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Controlli interni e Ciclo della performance alla luce dell art.3 del D.L. 174/2012 Position Paper

Dettagli

AlboTop. Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali

AlboTop. Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali AlboTop Software di gestione Albo per Ordini Assistenti Sociali Introduzione AlboTop è il nuovo software della ISI Sviluppo Informatico per la gestione dell Albo professionale dell Ordine Assistenti Sociali.

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

Lettera d invito... 3. SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento...

Lettera d invito... 3. SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento... Bando Ambiente 2015 Sommario Lettera d invito... 3 SEZIONE 1. PREMESSA, OBIETTIVI E AREE DI INTERVENTO... 4 1.1 Premessa... 4 1.2 Obiettivi e Aree di intervento... 4 SEZIONE 2. CRITERI PER LA PARTECIPAZIONE

Dettagli

Sito ufficiale della Regione Liguria Pagina 1 di 7

Sito ufficiale della Regione Liguria Pagina 1 di 7 Sito ufficiale della Regione Liguria Pagina 1 di 7 Progetto Il progetto nazionale Il progetto regionale Gli obiettivi La gestione del progetto Le macrofasi del progetto Punti di criticità e problemi aperti

Dettagli

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale

Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Suite o servizio: Arkottica migliora l organizzazione aziendale Gestisci. Organizza. Risparmia. Una lunga storia, uno sguardo sempre rivolto al futuro. InfoSvil è una società nata nel gennaio 1994 come

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

ECM Educazione Continua in Medicina Accreditamento Provider Eventi definitivi MANUALE UTENTE

ECM Educazione Continua in Medicina Accreditamento Provider Eventi definitivi MANUALE UTENTE ECM Educazione Continua Eventi definitivi MANUALE UTENTE Ver. 3.0 Pagina 1 di 18 Sommario 1. Introduzione... 3 2. Informazioni relative al prodotto e al suo utilizzo... 3 2.1 Accesso al sistema... 3 3.

Dettagli

Release Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input

Release Management. Obiettivi. Definizioni. Responsabilità. Attività. Input Release Management Obiettivi Obiettivo del Release Management è di raggiungere una visione d insieme del cambiamento nei servizi IT e accertarsi che tutti gli aspetti di una release (tecnici e non) siano

Dettagli

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Ordinativo informatico locale - Revisione e normalizzazione del protocollo sulle regole tecniche ed obbligatorietà dell utilizzo nei servizi di tesoreria PREMESSA L

Dettagli

Mai più senza smartphone.

Mai più senza smartphone. Mai più senza smartphone. Il telefonino ha superato il pc come mezzo di consultazione del web: 14,5 milioni contro 12,5 milioni.* Sempre più presente, lo smartphone è ormai parte integrante delle nostre

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS CONFERENCE Institutional archives for research: experiences and projects in open access Istituto Superiore di Sanità Rome, 30/11-1/12 2006 Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS Paola

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI dalla G.U. n. 59 del 12 marzo 2014 (s.o. n. 20) DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013 Regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015 Istituto Comprensivo Statale Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado Piazzale della Civiltà Tel. 0828/941197 fax. 0828/941197 84069 ROCCADASPIDE (Salerno) C.M. SAIC8AH00L Email-dirdirocca@tiscali.it

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic.

Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic. Astra Formedic S.r.l. - Via Piero Portaluppi, 15 20138 Milano Tel. 02.580011 Email: info.astraformedic@ademorigroup.it web : www.astraformedic.it è un sistema integrato completo di tutti i moduli per eseguire

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

Comune di Castelfranco di Sotto

Comune di Castelfranco di Sotto Comune di Castelfranco di Sotto Ufficio Ragioneria OGGETTO: Introduzione alla fatturazione elettronica presso il Comune di Castelfranco di Sotto L obbligo della fatturazione elettronica nei confronti della

Dettagli

Art. 3 Procedura di selezione

Art. 3 Procedura di selezione Regolamento per l'attribuzione a professori e ricercatori dell'incentivo di cui all'articolo 29, comma 19 della legge 240/10 (Emanato con Decreto del Rettore n.110 del 4 aprile 2014) Art. 1 Oggetto 1.

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Policy. Le nostre persone

Policy. Le nostre persone Policy Le nostre persone Approvato dal Consiglio di Amministrazione di eni spa il 28 luglio 2010 LE NOSTRE PERSONE 1. L importanza del fattore umano 3 2. La cultura della pluralità 4 3. La valorizzazione

Dettagli

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 2.1 Principi generali Pag. 2 2.2. Principi di condotta Pag. 2 2.3 Comportamenti non etici Pag. 3 2.3. Principi di trasparenza Pag. 4 3 Relazioni can il personale

Dettagli

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N.

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. 81/2008 Il Consiglio di Amministrazione della Società ha approvato le

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli

Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli Guida Studenti per i servizi online: compilazione dei questionari per la valutazione della didattica Iscrizione agli appelli v 4.0 1. Requisiti software Lo studente deve essere dotato di connessione internet

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP

GESTIONE STUDIO. Compatibile con: Win 7, Vista, XP GESTIONE ADEMPIMENTI FISCALI Blustring fornisce la stampa dei quadri fiscali, cioè dei quadri del modello UNICO relativi alla produzione del reddito d impresa, o di lavoro autonomo (RG, RE, RF, dati di

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

RAPPORTO GENERALE SUL CICLO DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE 2011 NEI COMUNI METROPOLITANI

RAPPORTO GENERALE SUL CICLO DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE 2011 NEI COMUNI METROPOLITANI 6y5gtt Luglio 2013 RAPPORTO GENERALE SUL CICLO DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE 2011 NEI COMUNI METROPOLITANI Il presente documento (*) fornisce un quadro sintetico delle risultanze dell analisi condotta

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca MIUR.AOODGPFB.REGISTRO UFFICIALE(U).0004509.09-06-2014 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per la programmazione Direzione Generale per la Politica Finanziaria e per

Dettagli

Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione

Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione Software da rilasciare con licenza GPL. Componente tecnologica: Drupal Premessa Obiettivi e Linee-Guida Mettere a disposizione

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero 1 Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero sistema e sui servizi a disposizione sia in qualità

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici ALLEGATO TECNICO ALLA CIRCOLARE N. 23/05 Ai sensi del presente allegato tecnico si intende: a) per "S.S.C.E. il sistema di sicurezza del circuito di emissione dei documenti di identità elettronica; b)

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Il programma è articolato in due parti.

Il programma è articolato in due parti. 1 Il programma è articolato in due parti. La prima parte: illustra il sistema per la gestione dell anagrafica delle persone fisiche, con particolare riferimento all inserimento a sistema di una persona

Dettagli

Indice della presentazione. 1. Obiettivo del progetto. 2. Identificazione degli attori coinvolti. 3. Fasi del progetto. Tecnologie e Strumenti

Indice della presentazione. 1. Obiettivo del progetto. 2. Identificazione degli attori coinvolti. 3. Fasi del progetto. Tecnologie e Strumenti OGGETTO: PROGETTO TECO A ATTIVITÀ CINECA AUTORE: MAURO MOTTA Indice della presentazione 1. Obiettivo del progetto 2. Identificazione degli attori coinvolti 3. Fasi del progetto Tecnologie e Strumenti Il

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste - Predisposizione ed allineamento -

Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste - Predisposizione ed allineamento - Esempio di utilizzo di Excel per la gestione delle liste - Predisposizione ed allineamento - Nota preliminare La presente guida, da considerarsi quale mera indicazione di massima fornita a titolo esemplificativo,

Dettagli

L Azienda che comunica in tempo reale

L Azienda che comunica in tempo reale Il servizio gestionale SaaS INNOVATIVO per la gestione delle PMI Negli ultimi anni si sta verificando un insieme di cambiamenti nel panorama delle aziende L Azienda che comunica in tempo reale La competizione

Dettagli

Indagine nazionale. sulla salute. e sicurezza sul lavoro

Indagine nazionale. sulla salute. e sicurezza sul lavoro Indagine nazionale sulla salute e sicurezza sul lavoro Servizi di Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro PREMESSA La legge L. 833/1978 ha istituito il Sistema Sanitario Nazionale (SSN) e successive norme

Dettagli

GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI

GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI ESSE3 VERBALIZZAZIONE ONLINE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO SERVIZIO FRONT OFFICE GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI ESSE3 VERBALIZZAZIONE

Dettagli