Daniele Doesn t Matter. Come diventare famosi. seduti in poltrona

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Daniele Doesn t Matter. Come diventare famosi. seduti in poltrona"

Transcript

1 Daniele Doesn t Matter Come diventare famosi stando comodamente seduti in poltrona

2 Come diventare famosi stando comodamente seduti in poltrona di Daniele Doesn t Matter Collezione Biblioteca Umoristica Mondadori ISBN Arnoldo Mondadori Editore S.p.A., Milano I edizione gennaio 2013

3 Indice 9 Istruzioni d uso 11 Prefazione L inizio della metà 15 1 Un bacione alla mamma 22 2 Come si diventa youtuber? 28 3 Tu 33 pausa video Seghe mentali 38 4 Partnership 42 5 Disturbi di personalità 47 pausa video Scuse stupide 51 6 La nascita di Daniele. It Doesn t Matter! 59 7 Come diventare famosi stando comodamente seduti in poltrona 72 pausa video Peccati e tentazioni 76 8 I vantaggi della fama 86 9 Ansia da prestazione 90 pausa video 25 cose che odiate L uomo radio (attivo). Prima parte E se...

4 104 pausa video Sarà capitato anche a voi La ricerca di idee L uomo radio (attivo). Seconda parte 118 pausa video Tu sei diverso Odissea nell ospizio 132 pausa video 15 cose da non fare in vacanza L inizio della metà 141 Link dei video citati nel testo

5 Come diventare famosi stando comodamente seduti in poltrona Dedico questo libro ai miei genitori. Sarà una cosa scontata. Magari anche banale. Ma loro hanno da sempre supportato le mie decisioni. Non hanno mai condizionato le mie scelte. A patto che ci fosse stato impegno da parte mia. In qualsiasi cosa. Vuoi fare il prestigiatore? Impegnati! Vuoi studiare grafica? Impegnati! Vuoi fare il Web designer? Impegnati! Vuoi fare lo youtuber? Che diavolo è lo youtuber?!?! Be, dài! Non solo ai miei genitori! Lo dedico anche ai miei parenti (in particolare La Puffola) e ai miei amici. Che hanno supportato e sopportato la lettura di questo libro, durante la scrittura! Avete idea di cosa significhi guardare in faccia le loro espressioni, se non si leggono tra le dediche?! E per concludere con un po di egocentrismo, dedico questo libro anche a me stesso! Così, magari, quando entrerò in libreria e lo noterò sullo scaffale, aprendolo penserò: Ma che carino che sono stato! Grazie Daniele! Non dovevi!.

6

7 Istruzioni d uso Prima di intraprendere la lettura, è doveroso fare un piccolo vademecum per spiegare come funziona questo libro. Non ci vuole una scienza per leggere un testo. Tuttavia, occorre una leggera preparazione per leggere questo. No, ti prego!!! Non riporre il libro sullo scaffale!!! Giuro, non è una cosa complicata e non ti ruberò tanto tempo! Sarà divertente! Questo libro è diviso in capitoli. E fin qui... nulla di nuovo! Va letto da sinistra verso destra e dall inizio alla fine. Nulla di nuovo neanche a questo punto! Non va mangiato, ingerito o bevuto. Dove diavolo è la novità? Ecco... ora ci arriviamo! Alcuni capitoli sono intervallati da Pause Video (se date un occhiata all indice, lo noterete... non fatemi spiegare ogni cosa!). Di cosa si tratta? Be... essendo uno youtuber, dunque, legato al mondo dell interazione, non potevo non rendere interattivo anche il mio libro! Quindi, fra un capitolo e l altro, vi offro una Pausa Video. Ovvero, tro- 9

8 verete il copione di un video comico con al fondo un QR CODE. Avete presente?! Quei quadratini in bianco e nero che vanno di moda da qualche anno!!! Quelli che possono essere fotografati dai vostri smartphone e in pochi secondi vi collegano a un contenuto multimediale! In questo caso: il video relativo alla Pausa Video. Sia chiaro... tutto questo non è legato alla comprensione del libro. Se queste cose tecnologiche non vi interessano, vi basterà saltare le Pause Video e procedere con la normale lettura dei capitoli principali. Non è così complicato, vero? Ricapitoliamo: - il libro va letto come tutti i libri - è diviso in capitoli - è intervallato da Pause Video facoltative - ha anche la mia parte preferita: la fine! (Non posso mica continuare a scrivere per tutta la vita!) Detto questo, vi auguro buona lettura, buona visione e buon divertimento! Che fico! Penso di essere l unico a poter dire buona visione a uno che sta cominciando a leggere un libro! 10

9 Prefazione L inizio della metà Ciao a tutti! Che poi, Ciao a tutti per quale motivo?! Leggere un libro non è un attività di gruppo... al massimo: Ciao a te! A meno che qualcuno non ve lo stia leggendo ad alta voce... Cominciamo proprio bene! La prefazione è una delle parti più importanti di un libro e io, a quanto pare, sono entrato in paranoia nelle prime righe... bene! E pensare che volevo fare colpo su di voi! Vabbè! Vorrà dire che, per non sbagliare, parlerò un po al plurale e un po al singolare... tanto nel mio libro faccio quello che voglio! Prima di cominciare, direi di partire dal principio. In principio c era il nulla... sì, forse qui è addirittura troppo dal principio... e ora che ci penso bene è anche una parte che non mi compete, per ora... Partiamo dalle domande retoriche: perché sto scrivendo un libro?! Scrivo queste pagine per raccontarvi una storia... per trasmettere un messaggio... e, magari, per strapparvi qualche risata! Conoscendomi, però, questo libro non lo leggerà nessuno (ma non perché sia brutto! Non cominciamo a mancare di rispetto!) per- 11

10 ché, arrivato a un certo punto, mi romperò le palle e smetterò di scrivere. Quindi, se stai leggendo questo e non sei un mio amico, non sei un mio parente e non sono io: Guarda, mamma!!! Sono stato pubblicato!!!. Ora però sto divagando. Torniamo al punto. Qual è il vero motivo per cui sto scrivendo una specie di autobiografia? Non so neanch io come mi sia saltata alla testa l idea di fare un libro. Non ho fatto studi inerenti. Non sono un gran lettore. Queste cose non rientrano tra le mie passioni... O meglio: non rientravano. Il 15 ottobre 2009, con l apertura di Doesn t Matter Podcast su YouTube, ho scoperto che scrivere mi piace. E anche tanto! (Se stai leggendo questo libro e sei una mia ex insegnante di italiano: tiè! Alla facciaccia tua!) Comporre piccoli monologhi e battute per le mie puntate si è rivelato un inaspettato, scorrevole divertimento. E il piacere di questa cosa nasceva dall improvvisazione. Definiamolo proprio: Il malsano divertimento mentale di guardare video idioti e trarne una storia quasi sensata senza alcun nesso apparentemente logico. Wow, ho appena riletto quello che ho scritto finora: a quanto pare sono riuscito a ordinare le lettere in un modo quasi sensato! E fino qui, ci siamo. Ho scoperto di amare la scrittura, ho scoperto di saper inventare monologhi dal nulla e, insieme a questo, ho scoperto anche di voler raccontare una storia. La mia storia. Forse non ci saranno avvincenti narrazioni strappalacrime, battaglie epiche, incredibili misteri, futuristica fantascienza o mostruosi draghi (lo spero pro- 12

11 prio! Se dovessi iniziare a parlare di draghi, vi invito a smettere di leggere perché probabilmente mi sarò fottuto il cervello!!!), ma sono sicuro di raccontarvi una storia divertente. Una storia che può riguardare tutti e che, spero, possa darvi la giusta motivazione per non smettere di inseguire i vostri sogni. Fondamentalmente sono un ragazzo come tanti. Sogni, paure, timori, gioie, dolori, sole, cuore e amore. Non credo di spiccare per qualche dote particolare rispetto ad altri... Eppure, nonostante questo, ora tu stai leggendo il mio libro (e mentre leggi questa frase, immaginami pure sotto il sole cocente dei Caraibi con in mano un Daiquiri ornato con un simpatico ombrellino origami fatto con i dollari). Questo libro. Questa storia. Vogliono solo essere un invito e una dimostrazione che è davvero tutto possibile. Basta volerlo. Di certo il mondo non ha bisogno di me per imparare queste parole... ma spero con tutto il cuore che le prossime pagine vi siano di ispirazione. Perché le nostre ambizioni, se ci crediamo, possono raggiungerci in qualsiasi momento: anche stando comodamente seduti in poltrona! 13

12

13 1 Un bacione alla mamma Come diavolo si scrive un libro? Dove prendo ispirazione? Cosa voglio raccontare? Sono domande che vi sconsiglio sinceramente di farvi, nel caso in cui anche voi vogliate scrivere un libro. Vi assicuro che, in questo modo, passerete gran parte del tempo a fissare il cursore del programma di scrittura lampeggiare davanti ai vostri occhi, senza trovare risposta alle domande precedenti. Ovviamente, se scrivete su carta e vi sta lampeggiando la penna, qualcosa non sta funzionando correttamente. La mia ispirazione piombò su di me dal nulla nel freddo pomeriggio del 20 novembre 2010 alle 16:28. Così, su due piedi! In quel momento non ricordai che stessi già scrivendo un libro. Infatti, quando ritrovai sul pc il mio testo da completare, non fu piacevole dover cancellare le parole scritte con il pennarello indelebile sul muro della cucina, durante la ventata di ispirazione. Lo so, sembro pazzo, ma non è così. Come vi ho detto nella prefazione, non sono un gran lettore né tantomeno uno scrittore, quindi non so se questo sia il modo corretto di scrivere un libro. Ma so per certo che 15

14 questo è il mio modo di scrivere un libro. Il modo con cui saprei attrarre la mia attenzione. E sei stai leggendo: ho fregato pure te! Tornando a noi. Ho pensato a lungo a come cominciare il primo capitolo. Di solito si parte dall inizio... oppure, alcune storie cominciano proprio dalla fine e vanno a ritroso. Io voglio fare una cosa nuova: partire dalla metà. O perlomeno quella che io chiamo e spero sia solo la metà (o anche meno) della mia storia. C è sempre un inizio e una fine... solo che, questa volta, la fine la si può immaginare, sperare o intravedere; ma fondamentalmente non c è ancora. E non si sa quale sia. Quindi l esperienza che si racconta nel momento in cui la si vive mi piace immaginarla come inizio della metà. Tutto cominciò con un incidente... era il piovoso 5 maggio del Bello come inizio, vero?! Partire con un incidente cattura sempre l attenzione (se non erro, il capitano del Titanic aveva una T-shirt con una frase simile...). Il mio canale di YouTube al tempo contava una decina di video, poche migliaia di visualizzazioni e qualche manciata di iscritti. Insomma: uno dei tanti canali che cercava di farsi largo tra la folla. Oddio... forse folla è esagerato... non era ancora scoppiata la YouTube mania che si sta vivendo in questi ultimi anni. C erano ragazzi che facevano video e ricevevano parecchie visualizzazioni. Ma nessuno si definiva ancora youtuber. Non so come mi venne l ispirazione o cosa mi spinse a mettere online i miei video... forse per deformazione professionale. Avendo studiato come graphic designer, sono sempre stato intrippato con le varie forme di comunicazione e con il piacere della grafica e 16

15 del montaggio video. O forse, semplicemente, per nutrire il mio ego. Fin da piccolino ho sempre amato stare al centro dell attenzione. Partecipavo a ogni recita scolastica possibile. Frequentavo un piccolo corso di prestidigitazione per esibirmi in qualche spettacolino improvvisato di micromagia. Non mi tiravo indietro ogniqualvolta si presentava l occasione di raccontare una barzelletta tra amici... insomma... in qualche modo cercavo una soluzione per essere ricordato e per intrattenere, divertendo, un piccolo pubblico. Ma di questo parlerò meglio più avanti. Non vi preoccupate... tra poco torno all incidente. Come siete morbosi... datemi il tempo di finire questa piccola introduzione. Comunque sia: avevo un canale su YouTube che realizzava discrete visualizzazioni. Ma senza fuochi d artificio. Finché, un pomeriggio, ricevetti la telefonata di un mio cliente. Mi chiese di andare, il giorno seguente, nella sua agenzia pubblicitaria in Alessandria per parlarmi di un lavoro. Appuntamento: 11 di mattina. Il giorno seguente, il 5 maggio (eccolo! contenti?!), mi alzai con una strana sensazione. Avete presente quando non avete voglia di fare una cosa e sembra che tutti i segnali astrali vi incoraggino a non farla?! Ecco! Quella mattina, forse, avrei dovuto dare ascolto a quei segni premonitori. Avevo mal di testa, non mi sentivo particolarmente bene, si era messo a piovere che Dio la mandava (non ho mai capito questo modo di dire. Cosa mandava?! La pioggia?! E perché?! Che differenza c è quando non la manda Lui?!) e una delle lenti a contatto era irrimediabilmente caduta nel water (ecco perché i giorni seguenti mi sentivo osservato ogni volta che andavo in bagno!!!). Scesi in garage 17

16 e prima di entrare in macchina cominciai a comporre un sms: Ciao Marco, guarda oggi non mi sento troppo bene, ti va se rimandiamo l incontro alla pros.... Lo squillo del telefono bloccò il completamento del messaggio. Risposi. Era Marco che mi chiedeva a che punto fossi: Sto arrivando. Un oretta e sono lì. Mi chiedo spesso cosa sarebbe successo o cosa starei facendo in questo momento se avessi mandato quell sms e non avessi ricevuto la sua chiamata... Ma il destino voleva che mi avviassi verso Alessandria. Al tempo, guidavo una macchina sportiva molto bassa. Praticamente le migliori per le giornate di pioggia. Appena sfiori i freni ti sembra di fare un giro sulle giostre. E così fu. Solo che non ero sulle giostre. Ed ero a malapena uscito dal mio quartiere. Quando riaprii gli occhi ero in stato confusionale. Cosciente ma confuso. Scesi dalla macchina. O meglio: quello che ne rimaneva. C erano diverse auto ferme e persone in mezzo alla strada sotto la pioggia che guardavano la mia figura uscire dalla carcassa come se stessero assistendo alla seconda venuta di Gesù sulla Terra. Sta a vedere che sono rimasto nell abitacolo per tre giorni!!! Mi corse subito incontro un ragazzo. Prima ancora di fargli aprire bocca gli chiesi se avessi colpito qualcuno o se altri fossero rimasti coinvolti nell incidente. Fortunatamente la sua risposta fu negativa. Mi sentivo bene. Gambe, mani, braccia e tutte le parti visibili mi sembravano al proprio posto. Ma per accertarmi di non aver dimenticato qualche pezzo in macchina, chiesi al ragazzo se fossi ferito. Diciamo che il suo sguardo terrorizzato e le sue parole no no, hai solo un graffietto vicino all orecchio non andavano molto d accordo. Ma al momento non 18

17 me ne preoccupai più di tanto. Ero più in panico per la mia povera macchinina. Era diventata in scala 1 a 10. Potevo portarmela a casa in tasca. Riordinate le idee capii la dinamica dell incidente. Un enorme pozza d acqua formatasi su una falla stradale era stato il mio tallone d Achille. Fortunatamente ero entro i limiti di velocità. Ma all aquaplaning, a quanto pare, non fregava niente. La macchina sbandò fino al testa-coda per poi capottarsi due volte. Ricordo perfettamente ogni singolo secondo. Mentre rotolavo con la stessa maestria di un kebab, mi aspettavo, da un momento all altro, che tutto si spegnesse... O perlomeno, una pioggia di cipolle e salsa yogurt. La sensazione che si prova è un po come quando lavori al pc e improvvisamente si spegne tutto senza motivo. Ma il buio non arrivò. Quando fui fermo uscii subito dalla macchina ritrovandomi nel fosso della corsia opposta girato nel senso inverso alla mia direzione originale. Appurata la mia quasi sanità, avevo tre problemi. Uno più grosso dell altro: avvisare Marco che non sarei andato in agenzia, avvisare mio papà che le leggi della gravità avevano funzionato perfettamente sulla macchina e chiamare la mamma. Chiamare la mamma in queste situazioni è un po come camminare su una distesa di mine antiuomo! In quel momento mi tornò alla mente la mia genitrice a mo di flashback da film (in bianco e nero e parlando a rallentatore fuori sincrono), che mi lanciava il solito monito: Mi raccomando, vai piano che piove che Dio la manda. Dannazione... di nuovo Lui! Decisi di tenere Marco per ultimo. Avvisai prima mio papà che lo sportellino del cruscotto era rimasto in perfette condizioni. Sentendomi sano come al so- 19

18 lito, non si scompose più di tanto. L importante era che non mi fossi fatto male. Era il turno della chiamata materna. Pensai bene alle parole da usare... esordire con un Mamma ho fatto un incidente non mi assicurava che restasse al telefono per sentirmi concludere con un ma sto bene. Partire con un Mamma non preoccuparti, sto bene era più rischioso della prima frase... figuriamoci concluderla con un ma ho fatto un incidente. Però, evidentemente stufo di far cadere la pioggia a modo Suo, decise di venire in mio aiuto direttamente lui: Dio. Non so perché, ma mi immaginai pure le Sue parole: Daniele, non preoccuparti. Non devi chiamare tua mamma. La faccio venire direttamente sul posto. Con tutte le strade, con tutti i supermercati, con tutti i giorni disponibili all anno, mia mamma stava percorrendo in senso opposto la mia stessa strada, proprio quel giorno! Ora... provate a immaginare una madre che con tutta la tranquillità di questo mondo sta tornando a casa sua e vede per strada un incidente in cui la macchina coinvolta è quella del proprio figlio... Era così disperata che scese di corsa e venne a cercarmi all interno dell auto. Io ero lì che continuavo inutilmente a chiamarla. Non riusciva a realizzare che fossi in piedi sano e salvo (questo dovrebbe farvi capire in che condizioni fosse la macchina). Dopo una quindicina di minuti di consolazione, mia mamma si calmò. Che diavolo, avevo appena fatto un incidente e dovevo preoccuparmi io di tutti gli altri! Andai in ospedale dove finalmente scoprii le mie lesioni. Mi diedero una cinquantina di punti dietro la testa. Avevo l orecchio destro penzolante. L infermiera sembrava una centralinista perché per verificare se 20

19 avessi perso l udito, prese il mio orecchio e mi utilizzò come se fossi uno di quei vecchi telefoni a muro con la cornetta da avvicinare alla bocca. Chiamò il suo ragazzo. Fortunatamente era occupato. Tornai a casa. Avevo sfasciato la macchina, fatto un incidente da film d azione, piroette, capriole, fuoco e fiamme e l unica ferita era una stupida cicatrice che manco si vede... che delusione! Tanto casino per niente. Le ragazze impazziscono per le cicatrici! Tre giorni dopo, nonostante il collarino e i vari dolori, non mancai il mio appuntamento del venerdì e uscii con un nuovo video: Incidenti incidentati. Questo video fu il mio portafortuna. Da quel momento il mio canale iniziò a emergere e regalò una frase tormentone che mi distinse dalla massa... Avevo dedicato il video a mia madre per la preoccupazione procuratale con l incidente; così, conclusi la puntata mandando: Un bacione alla Mamma!. 21

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Dal lato della strada

Dal lato della strada Dal lato della strada Quando ero piccolo, e andavo a scuola insieme a mio fratello, mia madre mi diceva di tenerlo per mano, e questo mi sembrava giusto e anche responsabile. Quello che non capivo è perché

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE C'era una volta un cane che non sapeva abbaiare. Non abbaiava, non miagolava, non muggiva, non nitriva, non sapeva fare nessun verso. Era un cagnetto solitario, chissà come

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career

Il successo sin dai primi passi. Consigli per il vostro colloquio di presentazione. Adecco Career Il successo sin dai primi passi Consigli per il vostro colloquio di presentazione Adecco Career Adecco: al vostro fianco per la vostra carriera. Da oltre 50 anni Adecco opera nei servizi del personale

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano?

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? 1. Sofia ha appena ricevuto un e-mail con questo titolo: Se mi dai una mano, arrivo! Secondo te, di che cosa parla il messaggio? Discutine con un compagno.

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

[Pagina 1] [Pagina 2]

[Pagina 1] [Pagina 2] [Pagina 1] Gradisca. 2.10.44 Rina amatissima, non so se ti rivedrò prima di morire - in perfetta salute - ; lo desidererei molto; l'andarmene di là con la tua visione negli occhi sarebbe per me un grande

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

Consigli di lettura alla Libreria "Rinascita"

Consigli di lettura alla Libreria Rinascita Consigli di lettura alla Libreria "Rinascita" Pagine d Estate: proposte di letture per l estate 2014 Quest'iniziativa vuole incentivare il gusto per la lettura e avvicinare i preadolescenti ai testi di

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Il desiderio di essere come tutti

Il desiderio di essere come tutti Francesco Piccolo Il desiderio di essere come tutti Einaudi INT_00_I-IV_Piccolo_Desiderio.indd 3 30/08/13 11.44 Sono nato in un giorno di inizio estate del 1973, a nove anni. Fino a quel momento la mia

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27

MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 MA VOI CHI DITE CHE IO SIA? Mc 8,27-30 (cf Mt 16,13-23; Lc 9,18-27 2 L Siamo alla domanda fondamentale, alla provocazione più forte perché va diritta al cuore della mia vita, della tua, di ogni uomo che,

Dettagli

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA

UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA UNA CONFESSIONE E LA PISTA SEGUITA Confesso tutta la mia difficoltà a presentarvi questo brano che ho pregato tante volte. La paura è quella di essere troppo scontata oppure di dare troppe cose per sapute.

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

Una libera pensatrice.

Una libera pensatrice. Passato prossimo/imperfetto 1 Leggi il testo e scegli il verbo corretto. Una libera pensatrice. In primavera, quando l aria si riscaldava/si è riscaldata e è diventata/diventava piacevole, noi bambini

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust)

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) IL TEMPO DI MENTINA Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) E tempo di occuparci di Mentina, la mia cuginetta che mi somiglia tantissimo; l unica differenza sta nella

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

Dov è finita la voglia di studiare?

Dov è finita la voglia di studiare? Dov è finita la voglia di studiare? Demo5vazione, insicurezza, paura di me:ersi alla prova, difficoltà a ges5re gli insuccessi: vissu5 frequen5 del percorso scolas5co di oggi CERCASI VOGLIA DI STUDIARE!!!

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano

AMICO CI SENTO. Manuale di istruzioni - Italiano AMICO CI SENTO Manuale di istruzioni - Italiano 1. Per iniziare 1.1 Batteria 1.1.1 Installare la batteria Rimuovere il coperchio della batteria. Allineare i contatti dorati della batteria con i relativi

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

CIO CHE SPINGE L UOMO

CIO CHE SPINGE L UOMO CIO CHE SPINGE L UOMO RIFLESSIONI E PROSPETTIVE SU COME PERCEPIAMO IL MONDO INTORNO A NOI COSA CI SPINGE? Cosa ci fa agire, cosa ci fa scegliere un alternativa piuttosto che un altra, cosa ci attrae e

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione

Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione Dipartimento di Elettrotecnica, Elettronica, Informatica Università di Trieste

Dettagli

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA.

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. Avere il sospetto o essere a conoscenza che una donna che conosciamo è vittima di violenza da parte del compagno/marito/amante/fidanzato (violenza intrafamiliare)

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)?

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Molti di voi avranno sentito parlare di gare in cui i cani concorrono in esercizi di olfatto, come la ricerca, o gare di agility e di

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli