SCOMMESSA D AMORE. Mata Leon. Copyright 2007 Mata Leon

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SCOMMESSA D AMORE. Mata Leon. Copyright 2007 Mata Leon"

Transcript

1 SCOMMESSA D AMORE di Mata Leon Copyright 2007 Mata Leon 1

2 SCENA 1 AUTO INT. S. Riccardo, un bel ragazzo di 35 anni, è alla guida della sua auto, sta tornando dal lavoro. Il traffico il quel tratto è abbastanza consistente, sia per l ora di punta, ma anche perché è la zona delle prostitute. E tante auto rallentano per vederle, e loro si divertono a fare gesti e chiamare gli automobilisti. Riccardo era uno di loro, si divertiva a sorridergli e guardarle. Dal p.p. di Riccardo che sorride la m.d.p. scopre le prostitute sui marciapiedi. Dov è? questa sera non c è. Riccardo pensava e cercava con lo sguardo una prostituta particolare, era alcuni giorni che l aveva notata, molto giovane e molto bella che stava in disparte, non si mostrava come le sue colleghe, non si metteva in evidenza sul marciapiede, anzi, sembrava che si nascondesse e la cosa lo incuriosiva. Ah eccola lì Come per instinto si accosta vicino a lei, la ragazza non da il tempo a Riccardo di parlare che apre lo sportello e sale. Riccardo rimane stupito, non era sua intenzione abbordarla. Sono 50 euro, solo per scopare. Riccardo è rimasto affascinato dalla bellezza della ragazza e le sorride. Parli bene l italiano come ti chiami? Perché come dovevo parlare sono italiana e mi chiamo Eva se adesso andiamo è meglio. La ragazza non gli ha detto il suo vero nome. Riccardo è sempre più sorpreso, non è Rumena, e non era sua intenzione passare un ora con una prostituta, ma quella ragazza l accattivava, mise in moto e partì. 2

3 Quanti anni hai? Domandò Riccardo mentre guidava alla ragazza. 22 sei venuto per farmi l interrogatorio o per scopare? La ragazza anche se provava a fare la dura si vedeva chiaramente la sua dolcezza e la sua femminilità. Anche se era vestita in quel modo, non dava l idea della prostituta. SCENA 2 AUTO EST. N. L auto di Riccardo è ferma in una stradina sterrata poco illuminata. La m.d.p. inquadra da fuori i due che fanno l amore. Finiscono e vanno via. SCENA 3 AUTO INT.N. Riccardo arriva al punto dove l ha presa e si ferma. RAFFAELA Ciao. La ragazza scende e si allontana mentre Riccardo va via e si immette nel traffico cittadino, p.p. di Riccardo con lo sguardo interrogativo, guarda la strada e pensa alla ragazza. SCENA 4 CASA CAMERA INT. N. Riccardo è seduto sul suo letto, sta fumando una sigaretta, si sdraia continuando a fumare, con lo sguardo al soffitto sta pensando alla ragazza. SCENA 5 CAMPO DI CALCETTO SPOGIATOGLIO EST. N. Riccardo esce frettolosamente dallo spogliatoio, con i capelli bagnati e la borsa. AMICO (V.F.C.) Riccardo non vieni con noi? 3

4 Da dentro lo spogliatoio un amico di Riccardo lo chiama, mentre lui continua ad andare verso la sua auto. No non vengo a mangiare la pizza l ho detto a Gianni ho da fare ciao. Riccardo arriva alla sua auto, mette la borsa dietro, sale e va via. SCENA 6 AUTO INT. N. Riccardo in auto sta andando da Raffaella, guarda l orologio, ha paura che sia tardi, di non trovarla, arriva e la vede, si accosta e apre lo sportello, la ragazza come lo vede lo riconosce e gli sorride, sale e vanno via. SCENA 7 AUTO INT. N. Riccardo e Raffaella sono seminudi in auto che fanno l amore, dai p.p. dei due si nota che l amplesso non è tra cliente e prostituta, lui la bacia e la stringe con passione, mentre lei è disponibile all affetto che riceve. Finiscono e si rivestono. Ci fumiamo una sigaretta? Riccardo prende le sigarette e ne offre una a Raffaella. Ok grazie. Prende la sigaretta e l accende, poi guarda verso il cielo e dice. Guarda che luna.è bellissima. Le stelle guardale come sono luminose Sai da bambina ho letto una favola che diceva che quando noi moriamo diventiamo stelle io vorrei diventare la più bella. 4

5 Guardò Riccardo e sorrise mentre lui la guardava sempre più affascinato. Raffaella buttò la sigaretta. Dai andiamo? Riccardo ancora con la sigaretta tra le labbra, mise in moto e andarono via. SCENA 8 AUTO INT. N. Riccardo è quasi giunto all angolo della strada, sta passando davanti alle prostitute, due uomini stanno discutendo con loro, sono i loro protettori, Raffaella li vede ed ha un senso di paura, Riccardo si accosta per farla scendere. Senti scusa posso chiederti una cortesia puoi accompagnarmi a casa? Riccardo riprende la strada e va via. SCENA 9 AUTO INT./EST. N. Certo Arrivati all altezza di enormi caseggiati, Raffaella gli dice di fermarsi dietro un viottolo buio, dalla sua borsa tira fuori dei jeans, si toglie la minigonna e si mette i pantaloni, prende un giubbotto e se lo infila, poi un cappello con la visiera e diventa completamente una ragazza sportiva, sistemata la borsa si gira verso Riccardo. Grazie abito lì sei stato veramente gentile. Raffaella gli indica un palazzo dall altra parte della strada, poi gli da un bacio sulle labbra e scende, mentre Riccardo è sempre più turbato, si avvia per andare, fa pochi metri e si ferma,dallo specchietto retrovisore segue con lo sguardo quella ragazza in jeans e cappello, è veramente stupenda, la ragazza continua a camminare e supera il palazzo. Riccardo capisce che gli ha detto una bugia, con l auto si sposta e arriva dietro il caseggiato, vede lei che continua a camminare, con l auto si ferma, Raffaella continua ancora per un po finchè non entra in un portone. Riccardo è deluso perché lei gli ha detto una bugia, ma è soddisfatto perché ha visto dove abita, mette in moto e va via, mentre guida pensa che la bugia ricevuta è giustificabile, la ragazza ha tutto il 5

6 diritto di difendere la sua privacy, è normale, con questi pensieri accende la radio dell auto ed inizia a cantare anche lui. SCENA 10 CASA PIANEROTTOLO INT. N. Raffaella è davanti alla sua porta di casa sul pianerottolo, prende la chiave ed apre la porta, subito dopo suona alla porta accanto, dopo alcuni secondi la porta si apre e apppare una vecchina con un bambino di circa un anno in braccio, è Danilo il figlio di Raffaella e sta dormendo. Carmela scusa ho fatto tardi La vecchina gli porge il bambino e sorride. VECCHINA Non preoccuparti piccola mia se ti fanno fare i turni di notte ci sono io adesso vai vai a darmire anche tu buonanotte Raffaella. La vecchina chiude la porta mentre Raffaella entra con il figlio in braccio a casa sua. SCENA 11 STRADE VARIE EST. G. Il giorno dopo, Raffaella esce dal portone con il figlio. Arriva davanti ad un asilo nido ed entra, esce subito dopo senza il figlio, s incammina per la strada, supera alcuni isolati, è molto lontano da casa, entra in un piccolo negozio di alimentari. SCENA 12 ALIMENTARI RETROBOTTEGA INT. G. Raffaella è dentro l alimentari,dietro al bancone, Giovanni il propretario, un uomo sui 55 anni grasso e burbero, la vede e sorride. GIOVANNI Buongiorno signorina Poi si volta verso il magazzino che è posto dietro il bancone. GIOVANNI Lino Lino vieni qui c è da fare. 6

7 Da dietro la porta esce Lino, un vecchietto, aiutante da sempre di Giovanni. GIOVANNI Stai qui io ho da fare con la signorina nel magazzino devo sistemare l inventario insieme a lei. Giovanni con educazione fa entrare Raffaella dentro, chiude la porta dietro di se, prende la ragazza con la mano e la porta in fondo dietro ad uno scaffale. GIOVANNI Dai sbrigati t aspettavo dai. Dettaglio delle mani di Raffaella che si slaccia la cintura dei jeans, tira giù la lampo e pantaloni. Il vecchio Lino sta servendo una signora, si apre la porta del magazzino ed escono Raffaella e Giovanni. Mentre l uomo va sul bancone Raffaella inizia ad indicargli tutto ciò ha bisogno. Dopo avergli confezionato due buste Giovanni va alla cassa e prende dei soldi, da 50 euro alla regazza e gli dice. GIOVANNI Va bene così i soldi più la spesa? E il nostro accordo non dirmelo ogni volta. La ragazza esce dal negozio con le buste della spesa e s incammina verso casa. SCENA 13 CASA INT. G. Dal dettaglio delle buste della spesa sul tavolo, la m.d.p. allarga il campo scoprendo Raffaella che sta sistemando la cucina, svuota le buste della spesa, sistema il tutto ed esce di nuovo. SCENA 14 AGENZIA ASSICURAZIONI EST./INT.G. Raffaela entra in un portone, sale le scale e si ferma davanti ad una porta con la scritta -: Belli assicurazioni :-, suona ed entra. La segretaria è seduta con la scrivania davanti all entrata, vede Raffaella, fa una smorfia di fastidio, prende il telefono e comunica la sua presenza, chiude la telefonata e gli fa il segno di entrare nella porta in fondo al corridoio. Entra. 7

8 Buongiorno. Un uomo sui 45 anni, calvo, si alza dalla scrivania e va da lei, l abbraccia e chiude la porta. BELLI Ciao sei in anticipo oggi. Belli va al telefono e dice alla segretaria di andare a consegnare delle polizze, chiude il telefono, si gira e chiude la tenda, si toglie la giacca e si avvicina a Raffaella che si è seduta su un divanetto. La ragazza si sta spogliando, nel mentre squilla il telefono dell ufficio, Belli fa un imprecazione, si è dimenticato di staccarlo, va alla scrivania e risponde. Chiude il telefono. BELLI Pronto no amore Federica sta facendo una commissione e perché adesso? ve bene arrivo subito. Raffaella si è quasi vestita. Belli l nterrompe. BELLI Scusa devo andare la maledetta di mia moglie senti se vengo da te stasera pagando l extra Ok ti aspetto ricordati se c è la mia vicina la signora anziana BELLI Si...lo so sono il tuo capo e dobbiamo finire un lavoro urgente. Raffaella con la mano lo saluta ed esce dall ufficio. 8

9 SCENA 15 AUTO INT. N. In questa scena ci saranno varie inquadrature di Riccardo che aspetta in auto, che passa davanti al posto di lavoro di Raffaella, che si ferma in vari posti aspettando la ragazza, fino al dettaglio dell orologio di Riccardo che segna mezzanotte e mezza. SCENA 16 CASA CAMERA INT. G. La scena si apre con il dettaglio della sveglia sul comodino che segna le sei e mezza e suona, la m.d.p. allarga il campo e scopre il letto vuoto, Riccardo entra in pigiama nella camera e chiude il trillo della sveglia, dal p.p. del suo viso si nota che non ha dormito, si veste, prende il telefonino e compone un numero. Pronto ciao Gerardo oggi non vengo al lavoro sto poco bene no no niente ho qualche linea di febbre non ho dormito adesso mi prendo un aspirina e mi metto a dormire ok ciao. Chiude il telefonino ed esce di casa, non ha dormito perché pensava a Raffaella, e non è andato a lavorare per cercarla e vederla. SCENA 17 AUTO INT. G. Riccardo è nella sua auto, ed è sotto casa di Raffaella. Si sta accendendo l ennesima sigaretta quando dal portone esce Raffaella con il figlio. Riccardo rimane per qualche secondo atterrito, la segue con lo sguardo, poi mette in moto l auto e la pedina fino a che la ragazza entra nell asilo nido. Raffaella esce dall asilo, Riccardo scende dall auto e gli va incontro. Eva Eva Raffaella vede Riccardo che si avvicina e si ferma davanti a lei. Ciao che fai qui? 9

10 Stavo andando a prendere del materiale per il lavoro ti ho visto e mi sono fermato ti dispiace? La ragazza è infastidita, Riccardo se ne accorto. Raffaella si sta irritando. No perché dovrei? Ti ho visto poco fa con un bambino piccolo E mio nipote è figlio di mia sorella abitiamo insieme Raffaella non vuole che si sappia che ha un figlio, anche se con Riccardo ha un rapporto diverso è sempre un cliente. Riccardo nota l insofferenza della ragazza e cambia subito discorso. Ti va un caffè andiamo al bar. No non posso devo fare la spesa sono in ritardo. Raffaella ha perso la pazienza. Dai dopo ti accompagno. No ti prego devo andar via. Cinque minuti Ma perché insisti se ti ho detto che non mi va Riccardo la guarda con durezza senza dire niente. 10

11 Adesso vado ciao ci vediamo. Raffaella si volta e va via, lasciando Riccardo immobile. Subito dopo sale sull auto e va via, passa davanti a lei e gira sulla statale, fatto un centinaio di metri si ferma e torna indietro. Si è fatto vedere da Raffaella che andava via, adesso da lontano la segue senza farsi vedere. Raffaella entra dentro l alimentari, dopo mezz ora esce con un piccolo pacchetto, Riccardo ha visto entrare delle donne dopo di lei ed uscire prima con delle vistose buste della spesa, lei solo un pacchettino tutto quel tempo, la segue ancora fino al portone dell assicurazione, Riccardo alza lo sguardo verso le finestre del palazzo, dalla sua prospettiva la m.d.p. si ferma sulla finestra dell assicurazione e vediamo Belli che sorride e presenta un uomo a Raffaella. Riccardo è nervoso aspetta un poco e va via. SCENA 18 CASA CAMERA INT. G. Riccardo è seduto sul letto e pensa in continuazione a Raffaella, la ragazza gli è entrata nel cuore, vuole proteggerla, vuole fare qualcosa per lei, non vuole lasciarla sola allo sbando. Riccardo si alza ed esce. SCENA 19 CASA PORTONE EST. G. Riccardo è fuori dal portone di casa di Raffaella, guarda i citofoni sta cercando il nome Eva, non lo trova, si apre il portone, Carmela la vicina di Raffaella sta uscendo. Carmela lo guarda e sorride. Mi scusi signora una cortesia conosce una ragazza che abita qui è castana, molto carina si chiama Eva? CARMELA No non mi pare Eva non l ho mai sentita non abita qui Mi scusi ma questa mattina l ho vista uscire con un bambino piccolo da questo portone. CARMELA Senta la mattina chi esce da qui con un bambino piccolo è solo Raffaella la mia piccola Raffaella con il figlio. 11

12 Riccardo rimane di pietra mentre la vecchina continua. CARMELA Mi dispiace la sua Eva non abita qui provi più avanti arrivederci giovanotto. Carmela si avvia lentamente sul marciapiede, mentre Riccardo non sa cosa fare, poi gli viene un idea, va dietro la vecchina e gli dice. Signora mi scusi lei è stata tanto gentile anchio vado da quella parte se vuole l accompagno con l auto. CARMELA Grazie si vede che lei è proprio un bravo ragazzo. Venga quella è la mia auto. Riccardo aiuta Carmela a salire in auto,carmela gli indica dove deve andare mentre Riccardo inizia a fargli domande su Raffaella. Carmela gli racconta tutto. Gli dice che Raffaella è rimasta incinta a 15 anni, senza genitori, lavora sempre, in una azienda, è una bravissima ragazza e mamma, abita da sola, e lei l aiuta ogni tanto tenendogli Danilo. L auto di Riccardo si ferma davanti a dei negozi, Carmela scende e lo saluta riingraziandolo, Riccardo ha il volto di pietra, adesso più che mai deve aiutarla. SCENA 20 CASA PORTONE EST. G. Riccardo è tornato sotto casa di Raffaella, la sta aspettando. La ragazza con il figlio in braccio sta arrivando, vede Riccardo, il suo sguardo s incattivisce, arriva davanti a lui. Anche questa volta passavi qui per caso? No aspettavo te Raffaella. Per cosa? hai saputo come mi chiamo e allora? 12

13 Ti devo parlare adesso!! Ora no devo portare mio nipote a casa. Vengo con te a casa tua. Sei pazzo!! c è mia sorella smettila e vattene. Smettila tu non hai nessuna sorella e Danilo è tuo figlio se non mi fai salire mi metto a gridare che fai la prostituta guarda che lo faccio lo giuro! Raffaella lo guarda con un odio immenso, si sente ricattata, si gira per le scale e gli dice. SCENA 21 CASA INT. G. Ok vieni. Raffaella apre la porta ed entra seguita da Riccardo, chiude la porta. Volevi parlarmi dimmi. Io voglio aiutarti devi uscire da questa situazione Raffaella lo guarda sempre con odio. E chi sei tu per decidere cosa devo fare io vuoi aiutarmi vuoi che esca da questa situazione che vuol dire non devo più prostituirmi? non Riccardo l interrompe. 13

14 Devi vivere una vita normale penso io a te e al bambino sei giovane non puoi fare questa vita che cosa insegni a tuo figlio Questa volta è Raffaella che interrompe Riccardo. Come ti permetti di criticarmi che cazzo ne sai tu chi cazzo ti credi di essere non scordarti che mi hai conosciuto perché frequenti le prostitute perciò non farmi la morale tu sei peggio di me No io non sono quello che tu pensi non sono mai andato a prostitute con te l ho capito subito che eri diversa Diversa da chi? buffone sapete solo dare giudizi che sapete dei problemi che uno ha che cazzo ne sai che problemi ho sei solo un prepotente adsso vattene Riccardo si sente perso, Raffaella è una belva. Adesso calmati dai dammi il bambino e vai bere un bicchiere d acqua. Riccardo sta per fare il gesto per prendere il bambino che Danilo si mette a piangere, la discussione dei due la svegliato. Vedi sei indigesto anche a lui come ti sei avvicinato si è messo a piangere. Smettila non è vero piange perché perché sei prepotente e ipocrita. Riccardo si sente un pesce fuori dall acqua, la persa, lo odia. 14

15 Io non sono ne prepotente e tantomeno ipocrita Gli viene un idea, l ultima possibilità. Facciamo una scommessa per una settimana tengo tuo figlio sto attento a lui qui a casa tua se lui continua a piangere ti do 5.000,00 euro scommetto 5.000,00 Riccardo nella sua mente sa che ha detto una cosa senza senso, ma spera che Raffaella accetti, pensa che ha bisogno di soldi, ed è pronto a dargliene anche di più. Una scommessa? con te? sai perché non la faccio? oltre che arrogante sei anche stupido adesso per cortesia esci di qui. Raffaella si gira ed entra nella sua camera, Riccardo va verso la porta l apre ed esce. SCENA 22 CASA CAMERA INT. N. Riccardo sdraiato sul letto pensa sempre a Raffaella, una minorenne con un figlio, senza genitori, anche se lo ha offeso, lui non si sente di avere ragione e decide che il giorno dopo va da lei per chiedergli scusa. SCENA 23 ALIMENTARI EST. INT.G. Il giorno dopo Riccardo arriva sotto casa di Raffaella, in auto ha un mazzo di fiori, vuole farsi perdonare. Con l auto passa davanti all asilo nido, non la vede, poi si dirige verso l alimentari, mentre si avvicina la vede entrare nel negozio, ferma l auto ed entra anche lui. Al banco c è il vecchio Lino, Raffaella non c è, Riccardo sente dei rumori provenire dal magazzino, entra velocemente dentro e vede Giovanni con i pantaloni abbassati vicino a Raffaella, la gelosia si impadronisce di lui e si scaglia contro Giovanni, prendendolo a calci e pugni, poi prende per la mano Raffaella e la porta fuori dal negozio, lei si sta finendo di abbottonare la camicetta, poi gli si mette davanti guardandolo con odio. Adesso sei contento? ho perso il cliente che mi dava da mangiare 15

16 Scusami ti prego scusami No non ti scuso non ti voglio più vedere sparisci tu sei pazzo non farti vedere mai più se ti vedo sotto casa mia chiamo la polizia e non mi frega niente se la gente viene a sapere che faccio la prostituta sei un pezzo di merda Riccardo senza dire niente, si gira e va via lasciando Raffaella con lo sguardo pieno d odio che lo guarda salire in auto e partire, p.p. di Raffaella che continua a guardare l auto che si allontana, dai suoi occhi è scomparso l odio, è affiorano due lacrime che lentamente scendono bagnandogli le guance. SCENA 24 CASA PORTONE EST. G. Sono passate due settimane, Riccardo dal quel giorno non l ha più vista, vicino alla piazzetta non c era più, e aveva deciso di passare sotto casa sua, con la consapevolezza che se l avrebbe vista non si sarebbe fermato, era la voglia solo di vederla. Arrivato quasi all altezza del portone vede la vecchina che camminava più lentamente del solito, fermò l auto e scese. Signora come sta? si ricorda di me? Carmela con il viso affranto guarda Riccardo. CARMELA No non mi ricordo chi siete? Tempo fa lo accompagnata con la macchina CARMELA No figliolo non mi ricordo ma avevi bisogno di qualcosa? Riccardo continuava a sorridere. 16

17 No niente solo una cosa Raffaella come sta? CARMELA La mia piccola è morta Riccardo si paralizza mentre Carmela continua. CARMELA la settimana scorsa era malata di cuore non me l aveva mai detto per non farmi preoccupare per questo poverina lavorava tantissimo sapeva che prima o poi Carmela inizia a piangere e saluta Riccardo andando via, la scena si chiude con un p.p. di Riccardo con gli occhi di ghiaccio. SCENA 25 CIMITERO EST.S. E quasi il tramonto, da lontano di spalle un uomo tiene in braccio un bambino, sono davanti ad un cancello,stanno uscendo da un cimitero, la m.d.p. si avvicina e scopre Riccardo con in braccio Danilo, poco distante da loro, dentro la sua auto parcheggiata Carmela li sta aspettando. Riccardo si ferma e guarda verso il cielo che si sta oscurando, ci sono alcune stelle, sorride mentre il bambino gli si stringe al collo, e dice. Vedi avevo ragione io Si guarda il bambino che si stringe a lui e continua, sempre guardando la stella. avrei vinto la scommessa FINE PUBBLICATA SUL SITO IN DATA 12 SETTEMBRE

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi

libro primo 7 grazie, farò del mio meglio per non arrecarti altro disturbo. E appena ho provato a reagire, mi hai bloccata, sei passato a discorsi Capitolo primo 1. Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie. Lo so che questo una volta ti piaceva e adesso, all improvviso, ti dà fastidio. Lo so che fai finta che non

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Dal lato della strada

Dal lato della strada Dal lato della strada Quando ero piccolo, e andavo a scuola insieme a mio fratello, mia madre mi diceva di tenerlo per mano, e questo mi sembrava giusto e anche responsabile. Quello che non capivo è perché

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città

Ciao!! Un cielo stellato così come lo puoi vedere con i tuoi occhi. Il cielo visto da un potente telescopio molto lontano dalle città 1 Ciao!! Quando guardi il cielo ogni volta che si fa buio, se è sereno, vedi tanti piccoli punti luminosi distribuiti nel cielo notturno: le stelle. Oggi si apre l immaginario Osservatorio per guardare...

Dettagli

Andrea Bajani Tanto si doveva

Andrea Bajani Tanto si doveva Andrea Bajani Tanto si doveva Quando muoiono, gli uccelli cadono giù. Non se ne accorge quasi nessuno, di solito, salvo il cacciatore che l ha colpito e il cane che deve dargli la caccia. Il cacciatore

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

MA LE STELLE QUANTE SONO

MA LE STELLE QUANTE SONO LIBRO IN ASSAGGIO MA LE STELLE QUANTE SONO DI GIULIA CARCASI Alice Una vecchia canzone diceva: Tu sai tutto sulla realtà del mercato e qui io ammetto di essere negato. Ma a inventare quel che non c è io

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

1 Decidi come finisce la frase.

1 Decidi come finisce la frase. No mamma no A1/A2 anno di produzione: 1993 durata: 18 genere: commedia regia: Cecilia Calvi sceneggiatura: Cecilia Calvi fotografia: Franco Lecca montaggio: Valentina Migliaccio interpreti: Isa Barsizza,

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

Discorso diretto e indiretto

Discorso diretto e indiretto PERCORSI DIDATTICI di: Mavale Discorso diretto e indiretto scuola: Cremona area tematica: Lingua italiana pensato per: 8-11 anni scheda n : 1 OBIETTIVO DIDATTICO: Saper riconoscere ed usare il discorso

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e

4.Che cosa... di bello da vedere nella tua città? (A) c'è (B) è (C) ci sono (D) e DIAGNOSTIC TEST - ITALIAN General Courses Level 1-6 This is a purely diagnostic test. Please only answer the questions that you are sure about. Since this is not an exam, please do not guess. Please stop

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale.

Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Vite a mezz aria Ogni riferimento a fatti realmente accaduti e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Giuseppe Marco VITE A MEZZ ARIA Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là,

Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, Un uomo che dorme Non appena chiudi gli occhi comincia l avventura del sonno. Al posto della solita penombra nella stanza, volume oscuro che si interrompe qua e là, dove la memoria identifica senza sforzo

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Nuovo Progetto italiano VIDEO 1 Sottotitoli episodi. 1 Un nuovo lavoro

Nuovo Progetto italiano VIDEO 1 Sottotitoli episodi. 1 Un nuovo lavoro 1 Un nuovo lavoro Buongiorno. Buongiorno! Sei Gianna, no? La nuova collega. Sì, Gianna Terzani. Ciao, io sono Michela. Piacere. Il direttore ancora non c è, arriva verso le 10. Va bene, non c è problema.

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

La Sua Salute e il Suo Benessere

La Sua Salute e il Suo Benessere La Sua Salute e il Suo Benessere ISTRUZIONI: Questo questionario intende valutare cosa Lei pensa della Sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere sempre aggiornati su come si sente e

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè...

Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Clémence e Laura Lo sai, sono la tua anima gemella perchè... Se fossi un paio di scarpe sarei i tuoi lacci Se fossi il tuo piede sarei il tuo mignolo Se fossi la tua gola sarei la tua glottide Se fossi

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

Tempi che corrono. Ore 8.30. Ore 8.32. Milano, giugno 2007

Tempi che corrono. Ore 8.30. Ore 8.32. Milano, giugno 2007 Milano, giugno 2007 Tempi che corrono Ore 8.30 Maria si siede al tavolo con la sua colazione: cappuccio, brioche e una spremuta d'arancia. Comincia a sfogliare il giornale, ma è distratta... Non dalla

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Arrivederci! 1 Test di progresso

Arrivederci! 1 Test di progresso TEST DI PROGRESSO (Unità 1 e 2) 1) Completa il mini dialogo con le forme verbali corrette. Ciao, io sono Tiziano. Ciao, io mi chiamo Patrick. (1)... italiano? No, ma (2)... italiano molto bene. (1) a)

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11

AL SUPERMERCATO UNITÁ 11 AL SUPERMERCATO Che cosa ci serve questa settimana? Un po di tutto; per cominciare il pane. Sì, prendiamo due chili di pane. Ci serve anche il formaggio. Sì, anche il burro. Prendiamo 3 etti di formaggio

Dettagli

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro

Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Anno di produzione 2014 Tecnica mista su cartoncino Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 20 Titolo: Peccato che sia una puttana Dimensioni: 55 cm x 34,5 Costo: 2850 euro Tavola n. 30 Titolo: Presunte avventure di Lucrezia e Cesare Dimensioni: 50 cm x 35 cm Costo: 2625 euro Tavola

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

MESSAGGI DI LUCE. Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it

MESSAGGI DI LUCE. Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it MESSAGGI DI LUCE Carta Michele Cell:346-5788900 E-mail;michele-carta@hotmail.it Tengo a precisare che Messaggi di Luce e un progetto che nasce su Facebook a oggi e visitato da piu' di 9000 persone E un

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano?

unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? unità 27: aiutarsi lezione 53: mi dai una mano? 1. Sofia ha appena ricevuto un e-mail con questo titolo: Se mi dai una mano, arrivo! Secondo te, di che cosa parla il messaggio? Discutine con un compagno.

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

1. In generale, direbbe che la sua salute è: (Indichi un numero) Eccellente... 1 Molto buona... 2 Buona..3 Passabile... 4 Scadente...

1. In generale, direbbe che la sua salute è: (Indichi un numero) Eccellente... 1 Molto buona... 2 Buona..3 Passabile... 4 Scadente... ISTRUZIONI: Il questionario intende valutare cosa lei pensa della sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere aggiornati su come si sente e su come riesce a svolgere le sue attività' consuete.

Dettagli

UN TEMPO. Foto Tiina Itkonen. Testo Ilaria bernardini

UN TEMPO. Foto Tiina Itkonen. Testo Ilaria bernardini P O R T O L I O UN TEMPO GHIACCIATO Tra le nevi perenni della Groenlandia per ritrovare se stessi. Il racconto di una fuga verso il Nord, in un luogo pieno di luce e di spazio, dove svegliarsi ogni giorno

Dettagli

Se fossi... Nicole Pesce. Se fossi un libro mi leggerei da sola e mi lascerei leggere dalle altre persone

Se fossi... Nicole Pesce. Se fossi un libro mi leggerei da sola e mi lascerei leggere dalle altre persone Se fossi... Nicole Pesce Se fossi un libro mi leggerei da sola e mi lascerei leggere dalle altre persone se fossi un coppa mi lascerei osservare da tutti, ed essere contenta di essere con te, te che mi

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Unità 1. I Numeri Relativi

Unità 1. I Numeri Relativi Unità 1 I Numeri Relativi Allinizio della prima abbiamo introdotto i 0numeri 1 naturali: 2 3 4 5 6... E quattro operazioni basilari per operare con essi + : - : Ci siamo però accorti che la somma e la

Dettagli

perché non ballate? 5 Baciami. Baciami, tesoro, disse lei. Chiuse gli occhi. Lo teneva stretto. Lui dovette aprirle a forza le dita.

perché non ballate? 5 Baciami. Baciami, tesoro, disse lei. Chiuse gli occhi. Lo teneva stretto. Lui dovette aprirle a forza le dita. Perché non ballate? In cucina si riversò da bere e guardò la camera da letto sistemata sul prato davanti a casa. Il materasso era scoperto e le lenzuola a righe bicolore erano piegate sul comò, accanto

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

Attorno alla Rupe. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo la forza nel branco sarà (2v.)

Attorno alla Rupe. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo la forza nel branco sarà (2v.) Attorno alla Rupe Attorno alla rupe orsù lupi andiam d'akela e Baloo or le voci ascoltiam del branco la forza in ciascun lupo sta del lupo la forza del branco sarà. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo

Dettagli

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16 ALLA SCUOLA MATERNA Marzia: Buongiorno, sono venuta per iscrivere il mio bambino. Maestra: Buongiorno, signora. Io sono la maestra. Come si chiama il bambino. Marzia: Si chiama Renatino Ribeiro. Siamo

Dettagli

[Pagina 1] [Pagina 2]

[Pagina 1] [Pagina 2] [Pagina 1] Gradisca. 2.10.44 Rina amatissima, non so se ti rivedrò prima di morire - in perfetta salute - ; lo desidererei molto; l'andarmene di là con la tua visione negli occhi sarebbe per me un grande

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

CHE LAVORO FAI? UNITÁ 2. Ciao, Pablo. dove vai? Io vado a lavorare. Pablo: Pablo:

CHE LAVORO FAI? UNITÁ 2. Ciao, Pablo. dove vai? Io vado a lavorare. Pablo: Pablo: CHE LAVORO FAI? Rachid: Rachid: Rachid: Rachid: Ciao, Pablo. dove vai? Io vado a lavorare. Che lavoro fai? Io lavoro in fabbrica. E tu? Io faccio il muratore. Anche lui è muratore. Si chiama Rachid. Lui

Dettagli

PRIORITY. Precedenza

PRIORITY. Precedenza www.italy-ontheroad.it PRIORITY Precedenza Informazioni generali e consigli. Ciao, sono Namauel Sono una voce amica che prova ad aiutarti, con qualche consiglio, nella circolazione stradale. Mi rivolgo

Dettagli

La donna che si baciava con i lupi

La donna che si baciava con i lupi guido catalano La donna che si baciava con i lupi 2010 LeBolleBlu Edizioni 2014 Miraggi Edizioni www.miraggiedizioni.it Progetto grafico Miraggi Il disegno sulla copertina è di Gipi Finito di stampare

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

piccola guerra perfetta

piccola guerra perfetta Primo giorno Hanno appena posato il dolce al centro del tavolo. Quant è brutto, pensa Rea e sorride tutta strana. Fra poco toglieranno la luce. La sua amica Nita la implora con lo sguardo e Rea la accontenta

Dettagli

Story of Hann. I racconti della serie incubo

Story of Hann. I racconti della serie incubo Story of Hann I racconti della serie incubo Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Robert Donovan Carro STORY OF HANN I

Dettagli

Tu sol pensando o ideal, sei vero

Tu sol pensando o ideal, sei vero Tu sol pensando o ideal, sei vero Nella semplicità del mio cuore lietamente Ti ho dato tutto di Enzo Piccinini La notte del 26 maggio è morto Enzo Piccinini, chirurgo e responsabile di Comunione e Liberazione,

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Dario torna a casa dalla scuola con il Nonno.

Dario torna a casa dalla scuola con il Nonno. Dario torna a casa dalla scuola con il Nonno. Sai Nonno: oggi abbiamo concluso le prove generali per lo spettacolo di fine d anno; credo proprio che ti piacerà, soprattutto il finale. Poco prima dell ultima

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

PETROLINI E' QUELLA COSA CHE TI BURLA IN TON GARBATO POI TI DICE: TI HA PIACIATO? SE TI OFFENDI SE NE FREG. MA TUTTO QUEL CHE SONO

PETROLINI E' QUELLA COSA CHE TI BURLA IN TON GARBATO POI TI DICE: TI HA PIACIATO? SE TI OFFENDI SE NE FREG. MA TUTTO QUEL CHE SONO PTROINI ' QUA COSA CH TI BURA IN TON GARBATO POI TI DIC: TI HA PIACIATO? S TI OFFNDI S N FRG. MA TUTTO QU CH SONO NON POSSO DIR A DIR NON SON BUONO MI PRORO' A CANTAR. I barzelletta NADIA Due popolane

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli