guida impresa_def.qxp :46 Page 1 IBAN E BONIFICI SEPA: NOVITÀ PER LE IMPRESE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "guida impresa_def.qxp 29-10-2007 17:46 Page 1 IBAN E BONIFICI SEPA: NOVITÀ PER LE IMPRESE"

Transcript

1 guida impresa_def.qxp :46 Page 1 IBAN E BONIFICI SEPA: NOVITÀ PER LE IMPRESE

2 guida impresa_def.qxp :46 Page 2

3 guida impresa_def.qxp :46 Page 3 INDICE 1 Cos è la SEPA? 2 Quali paesi fanno parte della SEPA? 3 Quando avverrà tutto questo? 4 Cos è l IBAN? 5 A cosa serve l IBAN? Cosa devono fare le imprese? Come è possibile acquisire l IBAN di dipendenti, fornitori e clienti? Quando sarà attiva la nuova funzione di allineamento elettronico degli archivi IBAN? In cosa consiste la procedura di allineamento elettronico degli archivi IBAN? 3

4 guida impresa_def.qxp :46 Page 4 1 COS È LA SEPA? Negli ultimi anni la comunità bancaria europea e quella degli utilizzatori dei sistemi di pagamento (come le imprese e le pubbliche amministrazioni) si sono impegnate nella realizzazione dell Area Unica dei Pagamenti in Euro (vedi pagina 7). Quest area è chiamata SEPA (Single Euro Payments Area) e la sua realizzazione rappresenterà un ulteriore e decisivo passo verso la creazione di un effettivo mercato unico europeo. La SEPA ha un obiettivo importante: offrire ai cittadini, alle imprese e alle pubbliche amministrazioni la possibilità di effettuare e ricevere pagamenti in euro nell area SEPA, senza più differenze tra pagamenti nazionali ed europei (che diventeranno tutti domestici ) con la stessa facilità e sicurezza con cui vengono eseguiti oggi nei singoli paesi. Il tutto tramite un unico conto bancario e un unica carta di pagamento. Per consentire questo è stato necessario adottare un nuovo insieme di regole e standard, condivisi dalle comunità bancarie dei paesi della SEPA, che riguardano i principali servizi di pagamento elettronici diversi dal contante (bonifici, addebiti preautorizzati come il RID e carte di pagamento vedi tavole 1 e 2). È opportuno che le imprese conoscano tali novità per poter effettuare una scelta consapevole circa l adozione dei nuovi strumenti, tenendo conto della conseguente necessità di adeguare i propri comportamenti, le proprie procedure amministrative e i rapporti con clienti e fornitori. La progressiva realizzazione della SEPA, eliminando qualsiasi differenza tra pagamenti nazionali e intra-europei, mira ad un traguardo importante: rendere l intero sistema dei pagamenti europeo più moderno ed efficiente, con chiari e tangibili vantaggi per la società nel suo complesso e per il mondo delle imprese in particolare. 4 COMITATO NAZIONALE PER LA MIGRAZIONE ALLA SEPA Per realizzare la SEPA in Italia e garantire gli interessi di tutti i soggetti coinvolti è stato costituito il Comitato Nazionale per la Migrazione alla SEPA, che svolge una funzione di indirizzo e monitoraggio del processo di migrazione a livello paese. Tale comitato è co-presieduto dalla Banca d Italia e dall ABI e vi partecipano i rappresentanti della CIPA (Convenzione Interbancaria per i Problemi dell Automazione), del Ministero dell Economia e delle Finanze, della CNIPA (Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione), di Poste Italiane, di Confindustria, di Confcommercio, di Confartigianato, di Confapi (Confederazione italiana della piccola e media industria), della Confesercenti, di AITI (Associazione Italiana Tesorieri d Impresa), della Federdistribuzione, del CNCU (Comitato Nazionale Consumatori e Utenti) e, in qualità di Osservatori, l ACBI (Associazione per il Corporate Banking Interbancario) e COGEBAN (Convenzione per la gestione del marchio Bancomat).

5 guida impresa_def.qxp :46 Page 5 Tavola 1 STRUMENTI DI PAGAMENTO DIVERSI DAL CONTANTE confronti internazionali relativi al 2004 Composizione Percentuale % PAESI numero operazioni pro capite assegni bonifici addebiti carte numero bonifici pro capite annui Austria 209 0,4 52,3 36,1 10,0 109 Belgio 172 1,1 38,8 11,8 43,6 67 Finlandia 238 0,1 46,1 6,8 47,1 110 Francia ,4 18,5 18,1 33,2 42 Germania 179 0,8 42,2 41,6 15,4 76 Grecia 11 22,4 13,5 10,6 52,3 1 Irlanda 77 23,2 15,1 13,5 48,2 12 Italia 59 14,2 30,6 22,5 32,7 18 Paesi Bassi 230 0,0 33,8 28,1 38,1 78 Portogallo ,1 6,6 12,6 60,3 7 Spagna 105 4,8 16,4 47,4 28,5 17 Area Euro ,3 30,3 28,7 28,3 45 UE ,4 29,6 25,6 32,3 42 Regno Unito ,2 20,1 20,0 43,7 43 Stati Uniti ,8 6,0 6,6 47,5 18 Italia ,5 29,6 22,5 35,4 18 Fonte: Elaborazione su dati Banca d'italia Relazione Dati 2004 e confronto per l Italia. La tabella mette a confronto, a livello internazionale, le percentuali di utilizzo degli strumenti di pagamento alternativi al contante in termini di operazioni pro capite. In tale contesto l Italia mantiene un utilizzo contenuto degli strumenti di pagamento elettronici rispetto alla media internazionale. Fanno eccezione le carte di pagamento, il cui utilizzo mostra un positivo trend di crescita negli ultimi anni. 5

6 guida impresa_def.qxp :46 Page 6 Tavola 2 STRUMENTI DI PAGAMENTO BANCARI IN ITALIA (Quote %) FAMIGLIE Nord Centro Sud e Isole Italia Assegni bancari Bonifici Disposizioni di incasso Operazioni carte su POS (1) IMPRESE Assegni bancari Bonifici Disposizioni di incasso Fonte: Elaborazione su dati Banca d'italia Relazione (1) Sono esclusi i pagamenti con carte aziendali Il bonifico in Italia rappresenta uno strumento utilizzato soprattutto dalle imprese. I dati mostrano una crescita sostanziale dal 2000 al 2006 dell utilizzo dei bonifici soprattutto al centro e al nord. 6

7 guida impresa_def.qxp :46 Page 7 2 QUALI PAESI FANNO PARTE DELLA SEPA? LA SEPA INCLUDE 31 PAESI EUROPEI: I 15 paesi della UE che utilizzano l euro (Italia, Germania, Francia, Spagna, Portogallo, Grecia, Austria, Finlandia, Irlanda, Paesi Bassi, Belgio, Lussemburgo, Slovenia e, da gennaio 2008, anche Cipro e Malta). I 12 paesi della UE che utilizzano una valuta diversa dall euro sul territorio nazionale ma effettuano comunque pagamenti in euro (Regno Unito, Svezia, Danimarca, Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Ungheria, Bulgaria, Romania). Altri 4 paesi (Svizzera, Norvegia, Islanda, Liechtenstein). PAESI EU CHE UTILIZZANO L EURO PAESI EU CHE NON UTILIZZANO L EURO ALTRI 4 PAESI 7

8 guida impresa_def.qxp :46 Page 8 SEPA: TRE FATTORI CHIAVE A SOSTEGNO DELLE IMPRESE 1. MAGGIORE EFFICIENZA. L armonizzazione dei sistemi di pagamento elettronici europei, che rappresentano una parte consistente delle transazioni economiche che avvengono nella società, renderà l Europa più efficiente. I vantaggi saranno molti: le imprese che hanno rapporti con gli altri paesi SEPA, beneficeranno di una gestione dei pagamenti semplificata. Quelle di maggiori dimensioni, tipicamente presenti in più paesi SEPA, potranno accentrare presso una piattaforma unica la gestione dei pagamenti in euro, indipendentemente dal fatto che siano nazionali o internazionali. Considerevoli risparmi risulteranno da un utilizzo sempre più esteso dei pagamenti elettronici e dalla possibilità di una loro crescente integrazione con i cicli commerciali e amministrativi. 2. MENO BARRIERE, PIÙ OPPORTUNITÀ. Ci saranno più occasioni per aumentare la concorrenza nella gestione dei pagamenti e degli incassi a beneficio di imprese e consumatori. La standardizzazione dei servizi di pagamento, ad esempio, consentirà alle banche di ampliare la propria offerta alla clientela; i consumatori, e soprattutto le imprese, potranno ricercare l offerta di servizi di pagamento più vantaggiosa. Lo stesso vale per i fornitori di soluzioni tecniche per la gestione dei pagamenti che, dal canto loro, potranno sfruttare le nuove tecnologie per sviluppare prodotti e prestazioni integrate a costi concorrenziali. 3. RAFFORZAMENTO DELL INTERSCAMBIO COMMERCIALE NELL ECONOMIA EUROPEA. Sistemi integrati di pagamento sosterranno gli scambi commerciali tra i paesi SEPA a beneficio della crescita economica europea. 8

9 guida impresa_def.qxp :46 Page 9 3 QUANDO AVVERRÀ TUTTO QUESTO? I servizi di pagamento SEPA saranno gradualmente offerti a partire da gennaio Il primo strumento SEPA ad essere messo a disposizione della clientela è il bonifico, per il quale si dovrà utilizzare l IBAN al posto delle vecchie coordinate bancarie. L IBAN dovrà essere utilizzato anche per i bonifici tradizionali. BONIFICO: COSA CAMBIA CON LA SEPA 1. CONDIZIONI OPERATIVE ARMONIZZATE IN EUROPA. Grazie alla SEPA, nei 31 paesi dell Area, avremo schemi e standard comuni per il bonifico con l obiettivo di ridurre progressivamente costi e tempi. 2. TEMPI MASSIMI DI ESECUZIONE DEL BONIFICO GARANTITI E CERTI. Per l esecuzione di un bonifico SEPA occorre un massimo di tre giorni lavorativi, indipendentemente dal paese di destinazione del pagamento. Anche con il prossimo recepimento della nuova Direttiva Europea per i servizi di pagamento (Payment Services Directive, PSD) attuato entro il 1 novembre 2009, il tempo massimo di esecuzione del bonifico SEPA verrà progressivamente ridotto sino ad essere fissato dal 2012 ad un giorno lavorativo successivo al conferimento dell ordine. Lo Schema del bonifico SEPA non prevede la possibilità per le imprese di effettuare pagamenti gestendo la data di valuta. Ogni impresa dovrà quindi considerare questa novità nella gestione dei processi e dei rapporti commerciali. La possibilità di prevedere la valuta fissa al beneficiario nel bonifico SEPA è oggetto di specifica richiesta dei rappresentanti delle imprese nell ambito del Comitato Nazionale per la Migrazione alla SEPA. 3. INFORMAZIONI CHIARE E COMPLETE. I servizi di pagamento SEPA e la Direttiva prevedono che le banche forniscano informazioni sulle condizioni dei servizi semplici ed esaustive. 4. IMPORTO DEL BONIFICO SEPA ACCREDITATO INTERAMENTE. Non sono infatti ammesse detrazioni dell importo del bonifico. 5. IBAN: CODICE IDENTIFICATIVO UNICO DEL CONTO CORRENTE. In tutti i paesi SEPA sarà adottato il codice IBAN come unico identificativo del conto da accreditare. È quindi fondamentale che chi effettua il pagamento conosca, utilizzi e fornisca correttamente l IBAN del beneficiario. 9

10 guida impresa_def.qxp :46 Page 10 4 COS È L IBAN? L IBAN (International Bank Account Number) è il codice unico bancario che permette di identificare ciascun conto corrente nella SEPA (in particolare, il paese in cui è tenuto il conto, la banca, lo sportello e il numero del conto). Possiamo considerarlo un facilitatore del processo di cambiamento e di modernizzazione verso la SEPA. In Italia la lunghezza dell IBAN è di 27 caratteri (incluse lettere e cifre); in altri paesi può arrivare fino al massimo di 31 caratteri. UNA CURIOSITÀ: COME SI COMPONE L IBAN L IBAN è composto da una serie di numeri e lettere che identificano, in maniera standard, il paese in cui è tenuto il conto, la banca, lo sportello e il conto corrente di ciascun cliente. Sono inoltre previsti dei caratteri di controllo. Composizione Codice IBAN IT 60 X Paese CIN ABI CAB Conto Corrente Caratteri di Controllo 10 5 Per motivi di leggibilità l'iban, su supporto cartaceo, va indicato sempre in blocchi separati di 4 caratteri ciascuno. Su supporto elettronico va invece indicato senza spazi tra un carattere e l altro. ATTENZIONE: l IBAN deve essere generato esclusivamente dalla propria banca. Infatti, se calcolato da altri soggetti, potrebbe risultare inesatto. A COSA SERVE L IBAN? Da gennaio del 2008, l IBAN sostituirà le vecchie coordinate bancarie (ABI, CAB e numero di conto) e diventerà l unico codice identificativo del conto necessario per eseguire tutti i bonifici; per questo motivo è indispensabile che sia corretto. L utilizzo di un IBAN non corretto infatti potrebbe comportare ritardi e oneri aggiuntivi.

11 guida impresa_def.qxp :46 Page 11 6 COSA DEVONO FARE LE IMPRESE? È opportuno che tutte le imprese aggiornino i propri archivi, ottenendo dalle controparti (dipendenti, fornitori, clienti ) i rispettivi codici IBAN in sostituzione delle vecchie coordinate. 7 COME È POSSIBILE ACQUISIRE L IBAN DI DIPENDENTI, FORNITORI E CLIENTI? Le imprese abitualmente intrattengono rapporti con un ampia pluralità di soggetti e dunque acquisire i codici IBAN contattando direttamente le controparti potrebbe risultare difficoltoso. Per favorire la sostituzione delle vecchie coordinate bancarie in un periodo di tempo relativamente breve, banche e imprese hanno messo a punto un servizio di Allineamento Elettronico Archivi IBAN che consente di aggiornare in modo automatizzato gli archivi dei beneficiari. 8 QUANDO SARÀ ATTIVA LA NUOVA FUNZIONE DI ALLINEAMENTO ELETTRONICO DEGLI ARCHIVI IBAN? Le banche offriranno alle imprese il servizio di Allineamento Elettronico Archivi IBAN a partire da novembre del Le imprese utenti del servizio CBI (vedi box pagina 12) potranno dialogare telematicamente con la propria banca per effettuare l aggiornamento degli archivi tramite gli standard disponibili sul sito 11

12 guida impresa_def.qxp :46 Page 12 CBI: NUOVE POTENZIALITÀ PER LA SEPA Il Servizio CBI, Corporate Banking Interbancario, è il network interbancario che consente alle imprese di comunicare attraverso un unico collegamento telematico offerto da una banca (proponente) con le diverse banche (passive) con cui hanno un rapporto di conto corrente. In relazione alla SEPA, l obiettivo del Servizio CBI è consentire agli utenti imprese la piena fruibilità degli strumenti paneuropei, a cominciare dai bonifici, definendo standard interoperabili con gli schemi dei servizi SEPA anche per quanto riguarda il colloquio telematico tra banca e impresa. In tale contesto l ACBI (Associazione per il Corporate Banking Interbancario) il cui obiettivo è definire lo sviluppo del Servizio CBI, ha contribuito, in collaborazione con le imprese, alla messa a punto del nuovo servizio di Allineamento Elettronico degli Archivi IBAN, che costituisce una delle iniziative intraprese dal sistema bancario per la realizzazione della SEPA. Il Servizio CBI vede ad oggi la partecipazione del 90% delle banche italiane (circa 690) e di oltre imprese, la maggior parte di piccole e medie dimensioni, che intrattengono una media di 5 relazioni di conto corrente ciascuna. 9 IN COSA CONSISTE LA PROCEDURA DI ALLINEAMENTO ELETTRONICO DEGLI ARCHIVI IBAN? 12 Il processo di allineamento è semplice: è sufficiente che l impresa inoltri alla propria banca (cosiddetta banca di allineamento ), con modalità concordate o tramite canale CBI, la richiesta dei codici IBAN indicando i nomi dei soggetti e le vecchie coordinate bancarie (ABI, CAB e numero di conto). La banca di allineamento inoltra le richieste alle banche ( banche destinatarie ) dei soggetti di cui si vuole ottenere il codice IBAN. La banca destinataria della richiesta verifica che le informazioni ricevute corrispondano ad un conto corrente in essere presso i propri sportelli intestato al nominativo indicato. Inoltre, su richiesta dell impresa, può verificare il codice fiscale dell intestatario. Il processo di allineamento si conclude quando la banca destinataria tramite la banca di allineamento fornisce l IBAN in sostituzione delle vecchie coordinate e l impresa aggiorna i propri archivi.

13 guida impresa_def.qxp :46 Page 13 PROCEDURA DI ALLINEAMENTO ELETTRONICO ARCHIVI IBAN: LE FASI 1. L impresa fornisce alla banca di allineamento le vecchie coordinate bancarie (ed eventualmente i codici fiscali) dei beneficiari dei propri pagamenti detenute negli archivi (dipendenti, fornitori, clienti ) e ne richiede la sostituzione con i codici IBAN corrispondenti. L impresa inoltre farà pervenire alla banca di allineamento un apposita dichiarazione nella quale attesta di chiedere l IBAN di soggetti di cui già possiede le vecchie coordinate bancarie. 2. La banca di allineamento invia le richieste dei codici IBAN e gli eventuali codici fiscali trasmessi dall impresa alle banche dei beneficiari indicate dall impresa stessa. 3. La banca del beneficiario riceve la richiesta, verifica i dati di propria pertinenza e provvede a trasmettere alla banca di allineamento un messaggio elettronico contenente l IBAN richiesto (ed eventualmente anche il codice fiscale verificato) ovvero un messaggio di mancato allineamento. La banca del beneficiario avrà preliminarmente comunicato ai propri clienti, attraverso una lettera informativa, che il loro codice IBAN verrà fornito a soggetti ordinanti bonifici a loro favore e già in possesso delle loro vecchie coordinate bancarie. 4. La banca di allineamento comunica all impresa richiedente gli esiti della richiesta di allineamento. 5. L impresa provvede ad aggiornare i propri archivi con i codici IBAN ricevuti o, in caso di risposta di mancato allineamento, contatta il beneficiario per acquisire direttamente l IBAN. 13

14 guida impresa_def.qxp :47 Page 14 SCHEMA DELLA PROCEDURA DI ALLINEAMENTO ARCHIVI IBAN 1 AZIENDA RICHIEDENTE 4 2 BANCA DI ALLINEAMENTO 3 BANCA DEL BENEFICIARIO BANCA DI ALLINEAMENTO 14

15 guida impresa_def.qxp :47 Page 15 QUATTRO COSE DA RICORDARE 1 Da gennaio 2008 l IBAN è lo standard per identificare i conti correnti e sostituisce le vecchie coordinate bancarie. 2 Usare l IBAN è obbligatorio, non solo per i bonifici internazionali, ma anche per i bonifici nazionali. 3 Le imprese dovranno aggiornare i propri archivi e sostituire le vecchie coordinate con l IBAN. 4 Le banche offrono alle imprese il servizio di Allineamento Elettronico dei loro archivi a partire da novembre Per usufruire del servizio è necessario contattare al più presto la propria banca. 15

16 guida impresa_def.qxp :23 Page 16 Iniziativa in collaborazione con: Stampa: F.lli Spada Spa Grafica: Francesca Rossi novembre 2007 IP Tutti i diritti riservati

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI.

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. BancoPosta www.bancoposta.it numero gratuito: 800 00 33 22 COME CAMBIANO INCASSI E PAGAMENTI CON LA SEPA PER I TITOLARI DI CONTI CORRENTI BANCOPOSTA DEDICATI

Dettagli

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda!

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda! Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA Informati, ti riguarda! 3 La SEPA (Single Euro Payments Area, l Area unica dei pagamenti in euro) include 33 Paesi: 18 Paesi della

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014 INFORMAZIONI SU CREDIVENETO Denominazione e forma giuridica CREDITO COOPERATIVO INTERPROVINCIALE VENETO Società Cooperativa Società Cooperativa per Azioni a Resp. Limitata Sede Legale e amministrativa:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 38/006 Relativo a: Operazioni di pagamento non rientranti in un contratto quadro ai sensi del D.LGS. N.

FOGLIO INFORMATIVO N. 38/006 Relativo a: Operazioni di pagamento non rientranti in un contratto quadro ai sensi del D.LGS. N. INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di BUCCINO Società Cooperativa fondata nel 1982 Sede legale in Buccino, Piazza Mercato Loc. Borgo, cap. 84021 Tel.: 0828-752200 Fax: 0828-952377 [e-mail

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Informazioni su CheBanca! Denominazione Legale: CheBanca! S.p.A. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Via Aldo Manuzio, 7-20124 MILANO

Dettagli

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità COMMISSIONE AMMINISTRATIVA PER LA SICUREZZA SOCIALE DEI LAVORATORI MIGRANTI E 104 CH (1) CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA Malattia maternità

Dettagli

Bonifici provenienti dall estero. Il servizio consente di incassare i propri crediti attraverso bonifici provenienti da banca estere.

Bonifici provenienti dall estero. Il servizio consente di incassare i propri crediti attraverso bonifici provenienti da banca estere. 18/05/2009 FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Bonifici provenienti dall

Dettagli

Package di Conto Corrente Conto Genius First Non Residenti

Package di Conto Corrente Conto Genius First Non Residenti LG00000NEW.bmp Foglio Informativo n. CC90 Aggiornamento n. 035 Data ultimo aggiornamento 01.10.2014 Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli artt. 115

Dettagli

ECC-Net: Travel App2.0

ECC-Net: Travel App2.0 ECC-Net: Travel App2.0 In occasione del 10 anniversario dell ECC- Net, la rete dei centri europei per i consumatori lancia la nuova versione dell ECC- Net Travel App. Quando utilizzare questa applicazione?

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA procede alla raccolta di domande al fine di effettuare selezioni per eventuali assunzioni con contratto subordinato, a tempo determinato, relativamente al Festival Areniano

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

Ordini di pagamento a favore di terzi Italia (Bonifici Assegni di traenza Assegni circolari)

Ordini di pagamento a favore di terzi Italia (Bonifici Assegni di traenza Assegni circolari) FOGLIO INFORMATIVO ai sensi della delibera CICR 4.3.2003 e istruzioni di vigilanza di Banca d Italia in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari Informazioni sulla Banca Ordini di

Dettagli

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI OPUSCOLO Opportunità di ricerca transnazionale Vi interessa la ricerca europea? Research*eu è il mensile della direzione generale della Ricerca per essere

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti PRINCIPALI EVIDENZE DELL INCIDENTALITÀ STRADALE IN ITALIA I numeri dell incidentalità stradale italiana Nel 2011, in Italia si sono registrati 205.638 incidenti stradali, che hanno causato 3.860 morti

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

Internet Banking Aggiornato al 13.01.2015

Internet Banking Aggiornato al 13.01.2015 Foglio informativo INTERNET BANKING INFORMAZIONI SULLA BANCA Credito Cooperativo Mediocrati Società Cooperativa per Azioni Sede legale ed amministrativa: Via Alfieri 87036 Rende (CS) Tel. 0984.841811 Fax

Dettagli

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

QUANTO PUÒ COSTARE IL FIDO. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto

QUANTO PUÒ COSTARE IL FIDO. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Barlassina Società Cooperativa Via C. Colombo, 1/3 20825 BARLASSINA (MB) Tel.: 036257711 - Fax: 0362564276 Email: info@bccbarlassina.it - Sito internet:

Dettagli

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking.

Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Foglio informativo n. 060/011. Servizi di Home Banking. Servizi via internet, cellulare e telefono per aziende ed enti. Informazioni sulla banca. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS.

Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Gettiamo dei ponti Istituzione comune LAMal Gibelinstrasse 25 casella

Dettagli

293,10 Non previsto. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto

293,10 Non previsto. Servizio non commercializzato unitamente al conto corrente, si rinvia al foglio informativo del relativo contratto Questo conto è particolarmente adatto per chi al momento dell apertura del conto pensa di svolgere un numero bassissimo di operazioni o non può stabilire, nemmeno orientativamente, il tipo o il numero

Dettagli

Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893)

Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893) N. 26 - Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893) 1. IL NUMERO DEI PARLAMENTARI NELLE DIVERSE COSTITUZIONI La scelta del numero dei parlamentari è un

Dettagli

scolastici europei dellõ istruzione in Europa2012 Sistemi scolastici europei 2012 Sistemi di valutazione ALCUNI PAESI A CONFRONTO

scolastici europei dellõ istruzione in Europa2012 Sistemi scolastici europei 2012 Sistemi di valutazione ALCUNI PAESI A CONFRONTO n n u u m e r r o m o n o g r a nf i u c m o e r o m Sistemi scolastici europei Sistemi 2012 Sistemi di valutazione scolastici europei Sistemi sc dellõ istruzione in Europa2012 ALCUNI PAESI A CONFRONTO

Dettagli

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto pubblico Settore di competenza Progetti e metodologia legislativi 1 gennaio 2015 Aiuto alle

Dettagli

LINEE GUIDA PER L'EFFETTUAZIONE DEI PAGAMENTI ELETTRONICI A FAVORE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI E DEI GESTORI DI PUBBLICI SERVIZI

LINEE GUIDA PER L'EFFETTUAZIONE DEI PAGAMENTI ELETTRONICI A FAVORE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI E DEI GESTORI DI PUBBLICI SERVIZI LINEE GUIDA PER L'EFFETTUAZIONE DEI PAGAMENTI ELETTRONICI A FAVORE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI E DEI GESTORI DI PUBBLICI SERVIZI ex articolo 5, comma 4 del decreto legislativo 7 marzo 2005. n. 82 e

Dettagli

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Ordinativo informatico locale - Revisione e normalizzazione del protocollo sulle regole tecniche ed obbligatorietà dell utilizzo nei servizi di tesoreria PREMESSA L

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

FISCALI. con il cd. decreto «salva Italia» (D.L. 6

FISCALI. con il cd. decreto «salva Italia» (D.L. 6 Guida ai NOVITÀ CIRCOLAZIONE del CONTANTE: LIMITAZIONI NAZIONALI e COMUNITARIE Analisi della circolazione del contante alla luce degli interventi chiarificatori offerti dal Mef, dall Agenzia delle Entrate,

Dettagli

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI)

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) 4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Tutte le persone che abitano o esercitano un attività lucrativa in Svizzera sono per principio

Dettagli

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio

Deutsche Bank. db Corporate Banking Web Guida al servizio Deutsche Bank db Corporate Banking Web Guida al servizio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SPECIFICHE DI SISTEMA... 4 3 MODALITÀ DI ATTIVAZIONE E DI PRIMO COLLEGAMENTO... 4 3. SICUREZZA... 5 4. AUTORIZZAZIONE

Dettagli

La Direttiva Europea sui servizi di pagamento (PSD) e il Credito Cooperativo. Compendio sulle nuove regole dei Servizi di Pagamento

La Direttiva Europea sui servizi di pagamento (PSD) e il Credito Cooperativo. Compendio sulle nuove regole dei Servizi di Pagamento La Direttiva Europea sui servizi di pagamento (PSD) e il Credito Cooperativo Compendio sulle nuove regole dei Servizi di Pagamento Versione 1.0, 16 febbraio 2010 Indice 1 Premessa... 7 1.1 Contenuti di

Dettagli

Aggiornamento 2010. Assumere in Europa. una guida per i datori di lavoro. eures.europa.eu. Commissione europea

Aggiornamento 2010. Assumere in Europa. una guida per i datori di lavoro. eures.europa.eu. Commissione europea Aggiornamento 2010 Assumere in Europa una guida per i datori di lavoro eures.europa.eu Commissione europea Né la Commissione europea né alcuna persona che agisca a nome della Commissione europea è responsabile

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

GUIDA PER L UTENTE. Direttiva 2005/36/CE. Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali 66 DOMANDE 66 RISPOSTE

GUIDA PER L UTENTE. Direttiva 2005/36/CE. Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali 66 DOMANDE 66 RISPOSTE GUIDA PER L UTENTE Direttiva 2005/36/CE Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali 66 DOMANDE 66 RISPOSTE Il presente documento è stato elaborato a fini informativi.

Dettagli

I QUADERNI DI EURYDICE N. 28

I QUADERNI DI EURYDICE N. 28 Ministero d e l l i s t r u z i o n e, d e l l università e della r i c e r c a (MIUR) Di r e z i o n e Ge n e r a l e p e r g l i Affari In t e r n a z i o n a l i INDIRE Un i t à It a l i a n a d i Eu

Dettagli

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa 03 NOV 2014 Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa Da oggi Artoni Europe, servizio internazionale di Artoni Trasporti, raggiunge ben 32 paesi Europei con

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... Come accade per tutte quelle aziende che servono in ogni momento

Dettagli

Informazione per persone che hanno la loro dimora abituale in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS.

Informazione per persone che hanno la loro dimora abituale in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Informazione per persone che hanno la loro dimora abituale in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Gettiamo dei ponti Istituzione comune LAMal Gibelinstrasse 25 casella

Dettagli

TRATTATO SULLA STABILITÀ, SUL COORDINAMENTO E SULLA GOVERNANCE NELL'UNIONE ECONOMICA E MONETARIA TRA IL REGNO DEL BELGIO, LA REPUBBLICA DI BULGARIA,

TRATTATO SULLA STABILITÀ, SUL COORDINAMENTO E SULLA GOVERNANCE NELL'UNIONE ECONOMICA E MONETARIA TRA IL REGNO DEL BELGIO, LA REPUBBLICA DI BULGARIA, TRATTATO SULLA STABILITÀ, SUL COORDINAMENTO E SULLA GOVERNANCE NELL'UNIONE ECONOMICA E MONETARIA TRA IL REGNO DEL BELGIO, LA REPUBBLICA DI BULGARIA, IL REGNO DI DANIMARCA, LA REPUBBLICA FEDERALE DI GERMANIA,

Dettagli

Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna

Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna Il modello Attraverso un modello che valorizza un insieme di dati relativi ai tassi di attività e alla popolazione prevista nel prossimo ventennio

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini europei

Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini europei Requisiti per la firma di un'iniziativa dei cittadini eurpei REQUISITI GENERALI Per pter sstenere un'iniziativa dei cittadini eurpei ccrre essere cittadini dell'ue (cittadini di un Stat membr) e aver raggiunt

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

I dati Import-Export. 1 semestre 2014

I dati Import-Export. 1 semestre 2014 I dati Import-Export 1 semestre 2014 Import, Export e bilancia commerciale (valori in euro) Provincia di Mantova, Lombardia e Italia, 1 semestre 2014 (dati provvisori) import 2014 provvisorio export saldo

Dettagli

Potenzialità e benefici dall impiego dei Combustibili Solidi Secondari (CSS) nell industria

Potenzialità e benefici dall impiego dei Combustibili Solidi Secondari (CSS) nell industria Potenzialità e benefici dall impiego dei Combustibili Solidi Secondari (CSS) nell industria A cura di NE Nomisma Energia Srl Responsabile di Ricerca: Davide Tabarelli (Presidente), Carlo Bevilacqua Ariosti

Dettagli

Come riscuotere elettronicamente i crediti in euro SEPA di base per gli addebiti diretti e SEPA per gli addebiti

Come riscuotere elettronicamente i crediti in euro SEPA di base per gli addebiti diretti e SEPA per gli addebiti Schema SEPA per gli addebiti diretti Beneficiari Come riscuotere elettronicamente i crediti in euro SEPA di base e SEPA per gli addebiti diretti B2B (SEPA Core e B2B Direct Debit) per beneficiari di pagamenti

Dettagli

La disciplina dello sciopero nell Europa a 27 ed in altri paesi non UE

La disciplina dello sciopero nell Europa a 27 ed in altri paesi non UE La disciplina dello sciopero nell Europa a 27 ed in altri paesi non UE Sintesi comparativa Rapporto 103 ETUI-REHS RESEARCH Department La disciplina dello sciopero nell Europa a 27 ed in altri paesi non

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5

SEZIONE I - DISPOSIZIONI GENERALI. 1 di 5 CONTRATTO QUADRO PER LO SVOLGIMENTO DEI SERVIZI DI PAGAMENTO A VALERE SUL CONTO CORRENTE (Contratto per persone fisiche che agiscono per scopi estranei all attività imprenditoriale o professionale) Mod.

Dettagli

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte IMPORT & EXPORT DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA 1 semestre 2013 A cura di: Vania Corazza Ufficio Statistica e Studi Piazza Mercanzia, 4 40125 - Bologna Tel. 051/6093421 Fax 051/6093467 E-mail: statistica@bo.camcom.it

Dettagli

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale Prot. n. 2012/140335 Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base

Dettagli

ALLEGATO N. 2 STANDARD TECNICI DELL ARCHIVIO UNICO INFORMATICO

ALLEGATO N. 2 STANDARD TECNICI DELL ARCHIVIO UNICO INFORMATICO ALLEGATO N. 2 STANDARD TECNICI DELL ARCHIVIO UNICO INFORMATICO 1 INDICE 1) ASPETTI GENERALI 2) CONTENUTO DELL ARCHIVIO UNICO INFORMATICO 2.1) OPERAZIONI 2.2) RAPPORTI 2.3) LEGAMI TRA SOGGETTI 3) CRITERI

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

Disposizioni UE sulla sicurezza sociale

Disposizioni UE sulla sicurezza sociale Aggiornamento 2010 Disposizioni UE sulla sicurezza sociale I diritti di coloro che si spostano nell Unione europea ANNI di coordinamento UE in materia di sicurezza sociale Commissione europea Disposizioni

Dettagli

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione titolo della form di ricerca Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca CATEGORIA TITOLO AREA GEOGRAFICA Vigneto/produzione/consumi Superfici vitate

Dettagli

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Il presente modulo, sottoscritto e corredato della documentazione necessaria, può essere: consegnato in un qualunque Ufficio Postale

Dettagli

Proposta di adesione al servizio Telemaco per l accesso alla consultazione ed alla trasmissione di pratiche

Proposta di adesione al servizio Telemaco per l accesso alla consultazione ed alla trasmissione di pratiche Proposta di adesione al servizio Telemaco per l accesso alla consultazione ed alla trasmissione di pratiche Il/la sottoscritto/a Cognome e Nome Codice Fiscale Partita IVA Data di nascita Comune di nascita

Dettagli

I DIRITTI FONDAMENTALI E LA DIRETTIVA SULL ORARIO DI LAVORO

I DIRITTI FONDAMENTALI E LA DIRETTIVA SULL ORARIO DI LAVORO SCHEDA INFORMATIVA I DIRITTI FONDAMENTALI E LA DIRETTIVA SULL ORARIO DI LAVORO EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA I DIRITTI FONDAMENTALI E LA DIRETTIVA SULL ORARIO DI LAVORO 01

Dettagli

Quando può cominciare?

Quando può cominciare? Quando può cominciare? L Europa sociale Guida pratica alle assunzioni in Europa Commissione europea Quando può cominciare? Guida pratica alle assunzioni in Europa Commissione europea Direzione generale

Dettagli

Aggiornamento 2010. Trovare un lavoro in Europa: una guida per chi cerca lavoro. eures.europa.eu. Commissione europea

Aggiornamento 2010. Trovare un lavoro in Europa: una guida per chi cerca lavoro. eures.europa.eu. Commissione europea Aggiornamento 2010 Trovare un lavoro in Europa: una guida per chi cerca lavoro eures.europa.eu Commissione europea Né la Commissione europea né alcuna persona che agisca a nome della Commissione europea

Dettagli

l agenzia in f orma GUIDA OPERATIVA AL MODELLO F24 ON LINE

l agenzia in f orma GUIDA OPERATIVA AL MODELLO F24 ON LINE 6 l agenzia in f orma 2006 GUIDA OPERATIVA AL MODELLO F24 ON LINE INDICE INTRODUZIONE 2 1. I VERSAMENTI TELEMATICI 3 I vantaggi dei versamenti on line 3 Come si effettuano 3 Il conto su cui addebitare

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

La cittadinanza in Europa. Deborah Erminio

La cittadinanza in Europa. Deborah Erminio La cittadinanza in Europa Deborah Erminio Dicembre 2012 La normativa per l acquisizione della cittadinanza nei diversi Paesi dell Unione europea varia considerevolmente da paese a paese e richiama diversi

Dettagli

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA C 17/10 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea 20.1.2015 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA INVITO A PRESENTARE PROPOSTE Linee guida EACEA 03/2015 Iniziativa Volontari dell Unione

Dettagli

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE ITALIA Problematiche chiave Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE La performance degli italiani varia secondo le caratteristiche socio-demografiche

Dettagli

A-CONTI CORRENTI e ALTRI SERVIZI

A-CONTI CORRENTI e ALTRI SERVIZI Normativa sulla Trasparenza Bancaria (T. U. Leggi Bancarie D. Lvo 385/93 e norme di attuazione) A-CONTI CORRENTI e ALTRI SERVIZI PROMOZIONI RISERVATE A SPECIFICI DESTINATARI e/o per PERIODI LIMITATI FOGLIO

Dettagli

COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA

COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA Periodico quindicinale FE n. 02 7 marzo 2012 COMMERCIO ELETTRONICO: ANALISI DELLA DISCIPLINA ABSTRACT Il crescente utilizzo del web ha contribuito alla diffusione dell e-commerce quale mezzo alternativo

Dettagli

GLI ATTI E DOCUMENTI STRANIERI Procedure per la legalizzazione di documenti e di firme.

GLI ATTI E DOCUMENTI STRANIERI Procedure per la legalizzazione di documenti e di firme. GLI ATTI E DOCUMENTI STRANIERI Procedure per la legalizzazione di documenti e di firme. 1. Normativa di riferimento Legge 20 dicembre 1966, n. 1253 Ratifica ed esecuzione della Convenzione firmata a l

Dettagli

LA BANC A CENTRALE EUROPEA L EUROSISTEMA DI BANCHE CENTRALI

LA BANC A CENTRALE EUROPEA L EUROSISTEMA DI BANCHE CENTRALI LA BANC A CENTRALE EUROPEA L EUROSISTEMA IL SISTEMA EUROPEO DI BANCHE CENTRALI INDICE Prefazione del Presidente della Banca centrale europea 3 1 Il cammino verso l Unione economica e monetaria 1.1 L integrazione

Dettagli

ECM Educazione Continua in Medicina Accreditamento Provider Eventi definitivi MANUALE UTENTE

ECM Educazione Continua in Medicina Accreditamento Provider Eventi definitivi MANUALE UTENTE ECM Educazione Continua Eventi definitivi MANUALE UTENTE Ver. 3.0 Pagina 1 di 18 Sommario 1. Introduzione... 3 2. Informazioni relative al prodotto e al suo utilizzo... 3 2.1 Accesso al sistema... 3 3.

Dettagli

Execution & transmission policy

Execution & transmission policy Banca Popolare dell Alto Adige società cooperativa per azioni Sede Legale in Bolzano, Via Siemens 18 Codice Fiscale - Partita IVA e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di Bolzano 00129730214

Dettagli

0,00 EUR Canone mensile. 0,00 EUR Canone/forfait/spese trimestrali. 0,00 EUR Spese annue per conteggio interessi e competenze (*)

0,00 EUR Canone mensile. 0,00 EUR Canone/forfait/spese trimestrali. 0,00 EUR Spese annue per conteggio interessi e competenze (*) CONTO CORRENTE WEBANK L offerta commerciale della Banca contempla prodotti, servizi e attività differenti che si contraddistinguono per specifiche caratteristiche (es. i prodotti contraddistinti dal marchio

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

INDICE. 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3. 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10. 3. Come acquistare on line Pag. 14

INDICE. 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3. 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10. 3. Come acquistare on line Pag. 14 INDICE Carte Prepagate istruzioni per l uso 1. Cos è la carta prepagata Pag. 3 2. Sito carteprepagate.cc Pag. 10 3. Come acquistare on line Pag. 14 4. Come creare il 3D security Pag. 16 5. Collegamento

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Roma, 19 settembre 2014

Roma, 19 settembre 2014 CIRCOLARE N. 27 Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 19 settembre 2014 OGGETTO: Modalità di presentazione delle deleghe di pagamento

Dettagli

Bambini e adolescenti ai margini

Bambini e adolescenti ai margini UNICEF Centro di Ricerca Innocenti Report Card 9 Bambini e adolescenti ai margini Un quadro comparativo sulla disuguaglianza nel benessere dei bambini nei paesi ricchi uniti per i bambini La Innocenti

Dettagli

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 DATA: 29/8/2013 N. PROT: 475 A tutte le aziende/enti interessati Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 Roma, 15-16 ottobre 2013 Bruxelles,

Dettagli

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso.

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso. Deutsche Bank Easy. Guida all uso. . Le caratteristiche. è il prodotto di Deutsche Bank che si adatta al tuo stile di vita: ti permette di accedere con facilità all operatività tipica di un conto, con

Dettagli

Negli ultimi trent anni, la disuguaglianza è aumentata in molti

Negli ultimi trent anni, la disuguaglianza è aumentata in molti 4 CAPITOLO 4 DISUGUAGLIANZE, EQUITÀ E SERVIZI AI CITTADINI Negli ultimi trent anni, la disuguaglianza è aumentata in molti paesi avanzati, ivi compresa l Italia. Peraltro, per i 27 membri dell Unione Europea

Dettagli

Principali aspetti della nuova direttiva UE sui diritti dei consumatori

Principali aspetti della nuova direttiva UE sui diritti dei consumatori Principali aspetti della nuova direttiva UE sui diritti dei consumatori giugno 2014 Nell Unione europea la legislazione a tutela dei consumatori garantisce a ogni cittadino il diritto di ricevere un trattamento

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

La nuova Pac 2014-2020

La nuova Pac 2014-2020 La nuova Pac 2014-2020 Un analisi delle proposte della Commissione A cura di Fabrizio De Filippis Contributi di: Ferdinando Albisinni, Giovanni Anania, Giuseppe Blasi, Vasco Boatto, Gabriele Canali, Mario

Dettagli

Misurare la povertà tra i bambini e gli adolescenti

Misurare la povertà tra i bambini e gli adolescenti UNICEF Centro di Ricerca Innocenti Report Card 10 Misurare la povertà tra i bambini e gli adolescenti Un nuovo quadro comparativo della povertà infantile in alcuni paesi a reddito medio-alto La Innocenti

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

TENDENZE DEMOGRAFICHE E TRASFORMAZIONI SOCIALI NUOVE SFIDE PER IL SISTEMA DI WELFARE CAPITOLO 4

TENDENZE DEMOGRAFICHE E TRASFORMAZIONI SOCIALI NUOVE SFIDE PER IL SISTEMA DI WELFARE CAPITOLO 4 TENDENZE DEMOGRAFICHE E TRASFORMAZIONI SOCIALI NUOVE SFIDE PER IL SISTEMA DI WELFARE CAPITOLO 4 4 4. Tendenze demografiche e trasformazioni sociali: nuove sfide per il sistema di welfare QUADRO D INSIEME

Dettagli

Nuove tecnologie per l inclusione

Nuove tecnologie per l inclusione Nuove tecnologie per l inclusione Sviluppi e opportunità per i paesi europei EUROPEAN AGENCY for S p e c ia l N e e d s a n d I n c lus i ve Ed u cati o n NUOVE TECNOLOGIE PER L INCLUSIONE Sviluppi e

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli