Le banche italiane e l offerta di protezione: è il momento giusto per andare incontro ai bisogni della clientela

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Le banche italiane e l offerta di protezione: è il momento giusto per andare incontro ai bisogni della clientela"

Transcript

1 newsletter IV trimestre Le banche italiane e l offerta di protezione: è il momento giusto per andare incontro ai bisogni della clientela Milano, Marzo Milano Via Victor Hugo, 2 Telefono r.a. Fax Copyright di IAMA Consulting Srl, Milano (2013) Tutti i diritti di traduzione, di riproduzione e di adattamento sono riservati per tutti i Paesi del mondo Manuela Fuccio Gionata Cerri Roberto Casanova

2 2

3 INDICE Highlights - La protezione per conquistarsi un ruolo da advisor pag. 5 Il mercato - Mercato Danni pag. 9 - Bancassicurazione Danni pag. 11 Le linee di business - Bancassicurazione - Auto pag Bancassicurazione - Persona pag Bancassicurazione Casa e Famiglia pag Bancassicurazione Creditor Protection pag. 23 3

4 4

5 La Protezione in Banca: un «must» per chi vuole risollevare le sorti delle reti di vendita Il sistema bancario italiano è caratterizzato da una forte presenza sul territorio e da una capillarità particolarmente marcata, frutto anche di un tessuto sociale ed economico in un certo senso dispersivo. In questo senso nel recente passato il nostro paese ha mostrato inoltre un trend in controtendenza rispetto a quasi tutti gli altri paesi, tanto che a fronte di un calo di oltre il 10% a livello europeo il numero di sportelli in Italia è salito di circa il 15%, toccando il suo picco nel 2008, con la presenza di oltre sportelli. Italia EU 49 Numero di sportelli ogni abitanti 54 La presenza degli sportelli in Italia Numero di sportelli (.000) 31,5 35, Fonte: elaborazioni su dati Bankitalia In Italia in effetti vi sono circa 55 sportelli ogni abitanti, dato ben al di sopra della media europea (42) e paragonabile solo a Francia e Spagna (con quest ultima addirittura a livelli superiori rispetto al nostro paese). 85 La numerosità degli sportelli un confronto europeo (numero di sportelli ogni abitanti) Spagna Italia Francia Germania UK Fonte: elaborazioni su dati Bankitalia 5

6 Gli sportelli bancari oggi però non sembrano essere più «valuta pregiata» per le banche nazionali ed internazionali: se infatti nel corso del un singolo sportello passava di mano a fronte di una spesa di quasi 10 milioni di euro, nel corso del questi valori sono scesi addirittura sotto il milione di euro, e non sono mancati operatori bancari che preferiscono rafforzare la propria rete sul territorio attraverso aperture ex-novo di punti vendita, escludendo di fatto ogni attività di acquisizione La redditività delle reti bancarie nazionali Margine Operativo Lordo per Sportello - % dei ricavi Grandi (>9 dip) Medi (5-9 dip) Piccoli (<5 dip) Totale Fonte: Accenture In effetti il sistema bancario nazionale non riesce più a sostenere i costi di una rete commerciale così estesa attraverso un margine d interesse (che rappresenta ancora oggi due terzi dei ricavi) in costante calo. In più è ormai opinione diffusa che una quota significativa degli attuali sportelli (sivadaunprudenziale10%finoad un drastico 25% del totale) debba essere eliminata, perché causa di distruzione di valore per il sistema bancario: il margine medio di sportello infatti è oggi ai minimi storici, tanto da non riuscire più a coprire i costi di struttura (le direzioni, l informatica di gruppo, ) e sono soprattutto i punti vendita di piccole dimensioni a soffrire. 6

7 Lo sportello bancario deve necessariamente straformarsi in un vero e proprio centro di consulenza e di assistenza alla clientela, focalizzandosi sempre più su quelle attività di servizio che possono generare profitto per la banca e vero valore aggiunto per il cliente. In questo senso gran parte delle banche italiane (il 75% del totale secondo una recente indagine ABI) investiranno nei prossimi anni per trasformare i punti vendita sia nella loro struttura che nel ruolo delle risorse che in essi operano (sempre più gestori che agiscono sia tra le mura della sportello sia sul territorio). Grande attenzione anche sul modo di comunicare ed interagire con i clienti, che sempre più utilizzano la multicanalità per entrare in contatto con la banca: oggi oltre otto clienti su dieci utilizzano i canali a distanza (home, phone e mobile banking), ma in ogni caso frequentano, anche se saltuariamente, la rete fisica. La sfida diventa quindi aumentare questa frequenza per attività ad alto valore (la consulenza) che in un contesto di limitato risparmio e bassa capacità di spesa mette in primo piano le soluzioni di protezione dell individuo e del suo nucleo familiare. 7

8 8

9 Raccolta premi danni: la rinnovata competizione comprime i volumi Il settore assicurativo danni nel corso del riscopre la competizione tipica dei mercati commoditizzati: la raccolta complessiva danni alla fine del raggiunge 36 mld circa, in contrazione dell 1,9% rispetto al, con il contributo negativo più marcato riconducibile al business auto. Assicurazione Danni Il Mercato Raccolta Premi - Dicembre (Quote di mercato) Raccolta Premi - Dicembre (Euro mld crescita) Non- Auto 44% Auto 56% 36,7 36,0 Fonte: stime IAMA Il segmento motor si trova oggi ad operare in un contesto di mercato caratterizzato da una maggiore tensione sul prezzo, con politiche di pricing più aggressive in virtù dei migliorati conti tecnici, e catalizza l attenzione degli operatori, che nel corso del non hanno registrato performance interessanti negli altri segmenti di mercato. Proprio per questo il peso dei differenti canali distributivi ha visto un cambiamento significativo solo nella distribuzione di soluzioni automotive. Assicurazione Danni I Canali Broker 8,7% Raccolta Premi - Dicembre Canali Distributivi (Quota di mercato - Totale Danni) Diretto 4,3% 4,5% Promotori 0,2% Broker 2,7% Raccolta Premi - Dicembre Canali Distributivi (Quota di mercato - Auto) Diretto 1,8% 7,4% Fonte: stime IAMA Agenti 82,3% Fonte: stime IAMA Agenti 88,1% 9

10 Raccolta Premi - Dicembre Ranking Top 5 Gruppi Quotati vs Bancassicurazione (Euro mln - crescita) Generali -2,0% Fondiaria-Sai -8,9% Unipol -2,5% Allianz 1,4% Reale Mutua Canale Bancario -5% -1,7% Fonte relazioni semestrali,: stime IAMA L arena competitiva vede un grande cambiamento nei protagonisti, con azioni e reazioni da parte di player minori ed alternativi, ma anche i grandi aggregati assicurativi si muovono: dalla fusione Unipol-Fonsai, alla strategia di Generali di concentrazione sotto un unico marchio, i big del mercato stanno ridefinendo il contesto del mercato. Il quadro competitivo del mercato danni vede i top 5 Gruppi assicurativi registrare, a livello complessivo, un decremento dei volumi del 3,5%, a cui si contrappone invece la crescita della raccolta degli operatori minori del mercato, che segnano un +1,5% sul. Raccolta Premi - Dicembre Top 5 gruppi assicurativi vs resto del mercato (Euro mld crescita) Top 5 Resto del mercato 23,8 12,2 13,5 6,8 10,3 5,4 Fonte relazioni semestrali,: stime IAMA Totale Motor Non-Motor Di fatto la competizione sembra essersi focalizzata sul segmento motor, mentre sugli altri rischi le performance dei due gruppi sono comparabili. 10

11 Bancassicurazione danni: la dipendenza dal business bancario penalizza parte del sistema Questi ultimi dodici mesi sembrano aver confermato una tendenza in atto da tempo nel sistema bancassicurativo nazionale, ancora alla ricerca di una vera maturazione del business di protezione: a fine infatti la raccolta premi complessiva si è fermata a quota mln, mostrando un decremento rispetto al di quasi 100 mln. Bancassicurazione Danni Il Mercato Raccolta Premi (crescita annua) Raccolta Premi - Dicembre 20% 22% 1.730, ,0 12% 6% 10% 7% In realtà diversi player si sono mossi nel recente passato con l obiettivo di conquistare un ruolo di vero canale di vendita di soluzioni assicurative per il segmento retail, ed in questo contesto si inserisce la scelta di due gradi operatori (Intesa San Paolo ed MPS) di competere nel segmento motor. Bancassicurazione Danni I Player Raccolta Premi (quote di mercato top 3) Raccolta Premi Dicembre (quote di mercato) Top 3 29% 31% 27% 30% 28% 26% 27% Resto del Mercato 71% 11

12 Proprio per questo motivo lo scenario competitivo del ha mostrato segnali di cambiamento, anche dal punto di vista quantitativo: a fine anno infatti è tornato a crescere il livello di concentrazione del mercato, tanto che il peso dei primi tre operatori specializzati nella distribuzione bancaria si è avvicinato a quota 30%. Oggi, a differenza del passato, l attenzione cade sempre più su una offerta di protezione più ricca, sia in termini di prodotti che di impegno da parte di manufacturing e distribuzione, con una sempre maggiore necessità di condivisione di approcci, di comportamenti e di obiettivi. Bancassicurazione Danni Mix della Distribuzione Raccolta Premi Dicembre - Raccolta Premi Dicembre (quote di mercato) Accordi 23% 952,0 901,0 334,0 444,0 359,0 380,0 Captive 22% Joint- Venture 55% Joint-Venture Captive Accordi I risultati di raccolta complessivi delle diverse realtà bancassicurative mostrano come i modelli di business basati su un veicolo «a totale controllo bancario» abbiano performato positivamente anche nel corso di un anno difficile come il. Di fatto anche alcune partnership bancassicurative tra banche di medie e grandi dimensioni e player assicurativi hanno registrato crescite nei volumi intermediati, frutto di un impegno comune. Le maggiori criticità emergono per quegli operatori assicurativi che hanno scelto di focalizzarsi all interno della propria strategia bancassicurativa sugli accordi commerciali, che talvolta hanno subito un basso commitment da parte del partner bancario. 12

13 Il sistema bancario ha beneficiato quasi sino ad oggi di un generale ciclo positivo dell offerta core bancaria (mutui e prestiti in primis), che ha trascinato verso l alto le vendite di tutte quelle soluzioni assicurative «linkabili». In questo senso gran parte delle reti di vendita bancarie hanno ridotto la propria proposizione di protezione al binomio «nuovo prodotto bancario soluzione assicurativa bundled», lasciando in secondo piano tutta l offerta stand-alone e conseguentemente minimizzando la propria riconoscibilità e credibilità di intermediari assicurativi. Bancassicurazione Danni Mix della Distribuzione Raccolta Premi Dicembre - Raccolta Premi Dicembre (quote di mercato) 668,0 647,0 793,0 719,0 Piccole e Locali 17% Grandi 38% 269,0 274,0 Grandi Medie Piccole e Locali Medie 45% Proprio per uscire da questo ciclo vizioso e rilanciare il ruolo dello sportello bancario molti operatori stanno rimettendo al centro un offerta non legata ai prodotti bancari e più orientata alla soddisfazione di bisogni sempre più pressanti per le famiglie italiane (la difesa dell asset famiglia, la continuità del tenore di vita, il welfare, ). Alcuni grandi player hanno ricompreso in questa scelta il business motor, nella convinzione che gli sportelli bancari possano essere riconosciuti come «assicuratori» soprattutto attraverso l offerta di questo tipo di soluzioni assicurative e che questo sia quasi un passaggio obbligato per poter poi sviluppare con successo tutta l offerta di protezione sulla propria clientela di riferimento. 13

14 Bancassicurazione Danni Mix dei Prodotti Raccolta Premi Dicembre (quote di mercato) Auto Persona Casa e Famiglia Creditor Protection 53% 30% 27% 20% 15% 12% 18% 19% 33% 36% 15% 22% Grandi Medie Piccole e Locali Questa scelta ha mantenuto i volumi dei grandi player quasi ai livelli del, anche a fronte di un calo dei business più consolidati (la CPI in primis) che ha invece penalizzato diverse realtà di medie dimensioni. A fine l impatto rimane ancora contenuto in termini di mix di raccolta per i diversi operatori, ma sicuramente nel corso del 2013 i segnali saranno molto diversi. In realtà sono sempre le banche di dimensioni ridotte a chiudere in territorio positivo questo ultimo anno, anche se le performance di vendita rimangono sempre poco significative. Bancassicurazione Danni Mix dei Prodotti Raccolta Premi Dicembre (quote di mercato) Auto Persona Casa e Famiglia Creditor Protection 28% 24% 16% 31% 40% 22% 22% 16% 62% 16% 13% 9% Joint-Venture Captive Accordi 14

15 Se da un lato decresce in maniera significativa la raccolta premi del business in bundling, ovviamente legato alle sorti del core-business bancario, dall altro aumenta con forza l importanza della vendita di soluzioni assicurative slegate (almeno in parte) rispetto all offerta tipica dello sportello bancario, tanto che oggi il pesa d queste ultime soluzioni si sta avvicinando rapidamente a quota 50% sul totale intermediato dal sistema bancario. 54,0 Raccolta Premi Dicembre - 48, ,0 Bancassicurazione Danni Mix dei Prodotti 850,0 626,0 742,0 Stand- Alone 45% Raccolta Premi Dicembre (quote di mercato) Abbin. Passivo 3% Abbin. Attivo 52% Abbinamento Passivo Abbinamento Attivo Stand-Alone Non è solo il business auto a trascinare verso l alto la vendita di polizze standalone, ma anche le soluzioni di personal protection e parte dell offerta dedicata alla protezione di casa e famiglia (soprattutto le garanzie di responsabilità civile registrano risultati positivi per molti operatori coinvolti). Bancassicurazione Danni Mix dei Prodotti Raccolta Premi Dicembre - Raccolta Premi Dicembre (quote di mercato) 340,0 370,0 260,0275,0 410,0 360,0 Auto Persona Casa e Famiglia 720,0 635,0 Creditor Protection Creditor Protection 38% Casa e Famiglia 22% Auto 23% Persona 17% 15

16 Guardando ai risultati di vendita del mercato degli ultimi dodici mesi emerge un quadro abbastanza chiaro e definito: se da un lato infatti si può ricavare una certa soddisfazione dalla spesa media dei clienti di bancassicurazione nelle diverse tipologie di copertura (con livelli minimi talvolta bassi, ma nella media convincenti), dall altro le performance di produttività, anche nei picchi massimi, non sono certo espressione delle vere potenzialità di questo canale di vendita così numeroso e capillare. Bancassicurazione Danni Range Premi Medi e Produttività premio medio (euro) nuove polizze annue per sportello Auto Infortuni Salute Casa e Famiglia Auto Infortuni Salute Casa e Famiglia Anche nella sua migliore espressione la vendita di soluzioni stand-alone ha raggiunto sino ad oggi una capacità nel suo complesso di 3-4 polizze al mese per sportello. E anche vero che si registra spesso una forte differenza tra i risultati dei punti vendita di piccole dimensioni e nei centri minori rispetto a Bancassicurazione Danni quelle dei grandi sportelli Le compagnie dedicate metropolitani, che comunque stanno Raccolta Premi Dicembre raggiungendo performance vicine alle (quote di mercato) best-practice europee. Intesa San Proprio a causa di questa «velocità di Paolo crociera» abbastanza omogenea tra gli Assicura UBI Ass.ni 12% 9% operatori di bancassicurazione non si registrano cambiamenti significativi nel Assimoco ranking delle compagnie specializzate, Altri Ass.ni che vede di fatto gli stessi player del 57% 8% AXA-MPS recente passato ai primi cinque posti 8% Arca della classifica. Ass.ni 6% 16

17 Bancassicurazione - Auto: un passaggio obbligato per chi vuole fare «l assicuratore» Questi ultimi dodici mesi hanno fatto registrare performance di raccolta molto positive per il mercato bancassicurativo, a fronte di un sistema assicurativo che invece ha mostrato una compressione nei volumi complessivi: a fine infatti la raccolta premi totale imputabile al sistema bancario si è attestata a quota 370 mln, con un incremento vicino al 10% sul. Segmento Auto Il Mercato Raccolta Premi - Dicembre - Raccolta Premi - Dicembre (Quote di mercato) 340,0 370,0 Top 3 Bancassicuratori 41% Canale Bancario 1,8% Anche per i bancassicuratori, come per il resto del mercato, i risultati molto negativi del mercato automobilistico ed in generale la crisi economico-finanziaria hanno avuto in parte effetto sul mix di raccolta, che mostra ritmi di crescita ridotti nelle garanzie non obbligatorie. Segmento Auto I rami principali RCAuto Raccolta Premi - Dicembre - CVT Raccolta Premi - Dicembre ,0 296,0 54,0 57,0 17

18 Il è stato caratterizzato da un sempre maggiore interesse da parte del sistema bancario verso questo segmento di offerta, tanto che ad oggi sono quasi più numerosi i punti vendita bancari (si contano infatti circa sportelli bancari attivi nel segmento auto) rispetto alle agenzie assicurative, padrone sino ad oggi incontrastate dell intermediazione in questa bsuiness line (a fine la quota in mano agli agenti è vicina al 90% dei volumi complessivi del sistema assicurativo nazionale). L ingresso di due colossi bancari come Intesa San Paolo e Monte dei Paschi in questo segmento della bancassicurazione ha avuto sicuramente un impatto molto positivo sulla raccolta delle grandi banche ed in generale sul risultato complessivo del sistema bancario. Segmento Auto I Player Raccolta Premi Dicembre - Raccolta Premi Dicembre (quote di mercato) 232,0 233,0 Piccole e Locali 16% Grandi 22% 50,0 80,0 58,0 60,0 Grandi Medie Piccole e Locali Medie 62% Ancora oggi gran parte della clientela bancassicurativa auto è in più o meno saldamente nelle mani di operatori storici, come Arca, Assimoco e UBI e più in generale delle banche di medie e piccole dimensioni, che però mostrano una certa difficoltà nell aumentare i livelli di penetrazione già da tempo raggiunti ed anzi in alcuni casi registrano lievi decrementi. I primi risultati di vendita del 2013 però fanno presagire uno scenario abbastanza differente, con un probabile cambio nel ranking dei bancassicuratori auto e più in generale un peso del canale bancario molto superiore ai livelli odierni. 18

19 Bancassicurazione - Persona: un offerta che non conosce cicli negativi Anche questo ultimo anno è stato caratterizzato da una performance positiva da parte delle soluzioni a protezione della persona: a fine infatti la raccolta premi complessiva imputabile a questa business line ha raggiunto 275 mln, 15 in più rispetto allo stesso periodo del. Segmento Persona Il Mercato Raccolta Premi - Dicembre - 260,0 275,0 Raccolta Premi - Dicembre (Quote di mercato) Top 3 Bancassicuratori 29% Canale Bancario 6,2% Di fatto non si sono registrati cambiamenti significativi nel trend di lungo periodo di questa offerta, che vede un sempre maggior peso per le soluzioni a protezione delle conseguenze da infortunio, a fronte invece di una certa stagnazione per le coperture dedicate alla salute. Segmento Persona I rami principali Infortuni Raccolta Premi - Dicembre - Malattia Raccolta Premi - Dicembre - 163,0 177,0 +0% 88,0 88,0 19

20 Questa è forse l unica linea di offerta che ha registrato una positiva continuità da parte di molti operatori, che hanno fatto leva su una certa sensibilità da parte della propria clientela di riferimento. In questo senso si sono registrate crescite più o meno marcate da parte sia dei grandi gruppi bancari che dalle realtà di medie e piccole dimensioni. Segmento Persona I Player Raccolta Premi Dicembre - Raccolta Premi Dicembre (Quote di mercato) 128,0 136,0 Piccole e Locali 15% Grandi 36% 94,0 98,0 38,0 41,0 Medie 49% Grandi Medie Piccole e Locali Il tema della protection è sicuramente uno dei più dibattuti da parte degli operatori bancari in questo ultimo periodo: a fronte infatti di una sostanziale stagnazione del risparmio gestito e di una sempre maggiore difficoltà di generare risparmio da parte delle famiglie le reti bancarie stanno scoprendo il grande valore delle soluzioni di protezione, sia danni che vita. In questo senso sta aumentando il numero di player interessati non soltanto a rilanciare l offerta infortuni/malattia e le soluzioni caso morte, ma anche ad affrontare nuove aree di sviluppo, quali le coperture per la non-autosufficienza (LTC) e le gravi patologie (Dread Disease), che proprio alcuni bancassicuratori stanno cercando di trasformare in un business di massa. 20

21 Bancassicurazione Casa e Famiglia: un crollo annunciato, che pochi hanno arginato Il business legato ai rischi casa e famiglia ha legato in passato il suo successo, e lega oggi il suo parziale declino al mercato immobiliare: a fine infatti la raccolta premi complessiva di questo segmento ha registrato un prevedibile calo a doppia cifra, tornando abbondantemente ali di sotto di 400 mln. Segmento Casa e Famiglia Il Mercato Raccolta Premi - Dicembre - Raccolta Premi - Dicembre (Quote di mercato) Top 3 Bancassicuratori Canale 410,0 360,0 32% Bancario 4,6% Che il sarebbe stato un anno complesso per questa business line lo si sapeva da tempo: già nel corso dell anno precedente infatti il numero di compravendite immobiliari e conseguentemente di finanziamenti aveva segnato un calo importante, con prospettive di recupero solo di lungo o lunghissimo periodo. Segmento Casa e Famiglia I rami principali Incendio Raccolta Premi Dicembre - Altri danni a Beni Raccolta Premi Dicembre - RCG Raccolta Premi Dicembre - 260,0 212,0 68,0 60,0 71,0 75,0 21

22 In questo contesto sono proprio le garanzie incendio ad aver sofferto di più, con un decremento vicino al 20% rispetto ai dodici mesi del, mentre soltanto le coperture di responsabilità civile hanno confermato la facilità di proposizione presso la clientela bancaria. Segmento Casa e Famiglia I Player Raccolta Premi Dicembre - Raccolta Premi Dicembre (Quote di mercato) Piccole e Locali 27% Grandi 36% 154,0 163,0 129,0 133,0 93,0 98,0 Grandi Medie Piccole e Locali Medie 37% Le performance di questa linea di offerta in banca rimangono ancora oggi un paradosso: a fronte infatti di una quota di proprietari di case nel nostro paese al di sopra di ogni standard europeo e mondiale, la capacità di penetrare questa enorme «comunità» da parte del sistema assicurativo prima e bancassicurativo poi è stata sostanzialmente bassa (e deludente se confrontata con i risultati dei principali player europei) e sempre troppo legata al collocamento dei prodotti a finanziamento dell acquisto di casa. Il contesto odierno richiede quindi un sostanziale cambio di rotta da parte degli sportelli bancari, costretti ad imparare una modalità di approccio e di vendita che non si basi solo sul binomio «nuovo mutuo-nuova polizza», ma che faccia leva su bisogni ed esigenze di protezione di quello che gran parte delle famiglie considera l asset più importante, la propria casa. 22

23 Bancassicurazione Creditor Protection: nessun rischio di estinzione, ma un ruolo differente rispetto al passato Il non è stato sicuramente un anno positivo per le soluzioni a protezione di mutui e prestiti: a fine anno infatti la raccolta premi danni di questa tipologia di polizze ha totalizzato solo 635 mln, quasi 100 in meno rispetto allo stesso periodo del. Segmento Creditor protection Il Mercato Raccolta Premi danni - Dicembre - 720,0 635,0 Raccolta Premi danni - Dicembre (Quote di mercato) Top 3 39% Resto del Mercato 61% Le difficoltà che hanno segnato gli ultimi dodici mesi hanno di fatto colpito la maggior parte delle banche italiane, con una maggiore enfasi però sugli istituti di medie dimensioni. Alcuni dei grandi player bancari sono riusciti nell ultima parte dell anno a recuperare parte del gap nell erogato (soprattutto nei mutui) tanto da limitare il calo della raccolta. Segmento Creditor protection I Player Raccolta Premi danni Dicembre - Raccolta Premi danni Dicembre (Quote di mercato) 370,0 340,0 270,0 220,0 Piccole e Locali 12% Grandi 53% 80,0 75,0 Grandi Medie Piccole e Locali Medie 35% 23

24 In realtà le banche in generale hanno almeno mantenuto, se non in alcuni casi aumentato, il tasso di penetrazione delle soluzioni CPI, limitando il più possibile il calo nei volumi, che però non poteva in nessun modo essere arginato a fronte di un business ad oltre il -40% nei mutui ed al -15% circa nel consumer finance. Segmento Creditor protection Il Mercato Raccolta Premi totale - Dicembre , ,0 Penetrazione - Dicembre (range) Prestiti Mutui Small-Business 80%-90% 40%-60% 20%-50% Il business CPI nel suo complesso però è tornato ai volumi del 2010, se non addirittura al di sotto di questo livello, confermando la necessità di limitare la focalizzazione degli operatori in questo segmento. Le difficoltà hanno di fatto toccato tutte le reti distributive, generaliste e specializzate: a fine infatti il calo dei volumi registrato dagli sportelli bancari e dalle reti finanziarie è stato sostanzialmente in linea. Segmento Creditor protection I canali Raccolta Premi totale - Dicembre , ,0 Raccolta Premi totale - Dicembre (Quote di mercato) Re ti Finanziarie 20% 470,0 415,0 Sportelli Bancari Reti Finanziarie Sportelli Bancari 80% 24

25 Nel corso del non vi sono stati significativi cambiamenti nel mix di raccolta delle soluzioni a protezione del credito, con tassi di decremento nelle differenti aree di copertura assolutamente paragonabili. In questo senso il peso della componente vita sul totale è rimasta nel corso del stabilmente intorno al 60%. Segmento Creditor protection I rischi assunti Raccolta Premi totale - Dicembre - Raccolta Premi totale - Dicembre (Quote di mercato) 1.440, ,0 980,0 865,0 Danni 41% Vita 59% Vita Danni In generale gli operatori bancari e finanziari non hanno messo mano (o quantomeno in maniera importante) al modello di offerta della creditor protection nel corso dell anno passato, anche se alcuni bancassicuratori hanno dovuto rivedere (soprattutto nella componente danni e nello specifico per la perdita impiego) il pricing a fronte di un fortemente mutato profilo di rischio della clientela target. Inrealtànegliultimimesidiversiplayerstannorivedendolaproposizioneanche in termini di packaging: tra i player attivi in questo senso vi è infatti chi ha scelto di riscorporare le garanzie per gli eventi definitivi e temporanei, portando questi ultimi verso un approccio meno «bundled», o chi sta spingendo verso soluzioni individuali e con pricing più puntuale, per poter servire meglio quella fascia di clientela penalizzata da una tariffa mutuata. In più c è anche chi sta ipotizzando un business con un maggiore equilibrio tra premi unici e premi periodici. 25

26 30,0 25,0 20,0 15,0 10,0 5,0 Segmento Mutui Il trend delle erogazioni nel (Euro mld crescita del trimestre) 0,0 1q 2q 3q 4q Fonte: elaborazioni e stime IAMA su dati Bankitalia Il è in effetti stato un anno difficile soprattutto per il segmento mutui, ma analizzando nello specifico le performance di sistema nelle sue differenti business line emergono delle differenze: se infatti i nuovi mutui hanno registrato sì un calo, ma nell ordine del 25%, i mutui per sostituzione/surroga hanno subito una sorta di «estinzione», passando da 15 mld complessivi del a meno di 2 mld nel. Non molto meglio è andata per il consumer finance, dove di fatto tutte le linee di offerta hanno registrato un calo, con cessione del quinto e finalizzato auto in fortissima crisi. 30,0 Segmento Consumer Finance Il trend delle erogazioni nel (Euro mld crescita del trimestre) 25,0 20,0 15,0 10,0 5,0 0,0 1q 2q 3q 4q CQS PERSONALI REVOLVING FINALIZZATI = Fonte: elaborazioni e stime IAMA su dati Bankitalia 26

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

Risparmio gestito in Italia: trend ed evoluzione dei modelli di business kpmg.com/it

Risparmio gestito in Italia: trend ed evoluzione dei modelli di business kpmg.com/it Advisory Risparmio gestito in Italia: trend ed evoluzione dei modelli di business kpmg.com/it Indice Premessa 4 Executive Summary 6 1 2 3 Il trend del risparmio gestito prima e dopo la crisi finanziaria

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza ADVISORY Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza Analisi dei bilanci bancari kpmg.com/it Indice Premessa 4 Executive Summary 6 Approccio metodologico 10 Principali trend 11

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DEL 15 MAGGIO 2015

COMUNICATO STAMPA DEL 15 MAGGIO 2015 COMUNICATO STAMPA DEL 15 MAGGIO 2015 Nel 2014 la raccolta premi complessiva realizzata dalle imprese di assicurazione italiane e dalle rappresentanze in Italia di imprese extra europee continua il trend

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

PROCESSO ALLE PROMOZIONI IL GIOCO VALE LA CANDELA?

PROCESSO ALLE PROMOZIONI IL GIOCO VALE LA CANDELA? PROCESSO ALLE PROMOZIONI IL GIOCO VALE LA CANDELA? La maggior parte dei Retailer effettua notevoli investimenti in attività promozionali. Non è raro che un Retailer decida di rinunciare al 5-10% dei ricavi

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Introduzione al corso. Mario Parisi. Università di Macerata Facoltà di Economia

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Introduzione al corso. Mario Parisi. Università di Macerata Facoltà di Economia Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Introduzione al corso 1 Inquadramento del corso 1996: Gruppo di ricerca sulle metodologie di analisi, sugli

Dettagli

Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity

Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity Con il patrocinio di: Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity O.M.Baione, V.Conca, V. Riccardi 5 luglio 2012 Sponsor: Tipologia d indagine Interviste dirette e questionari inviati

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

SERVIZIO TUTELA DEL CONSUMATORE DIVISIONE PRODOTTI E PRATICHE DI VENDITA

SERVIZIO TUTELA DEL CONSUMATORE DIVISIONE PRODOTTI E PRATICHE DI VENDITA SERVIZIO TUTELA DEL CONSUMATORE DIVISIONE PRODOTTI E PRATICHE DI VENDITA Roma 9 marzo 2015 Prot. n. 45-15 001407 All.ti n. Alle Imprese di assicurazione con sede legale in Italia che esercitano la r.c.

Dettagli

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko Modelli di consumo e di risparmio del futuro Nicola Ronchetti GfK Eurisko Le fonti di ricerca Multifinanziaria Retail Market: universo di riferimento famiglie italiane con capofamiglia di età compresa

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com

MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO. MGM BROKER Investement and advisor. www.mgmbroker.com www.mgmbroker.com MGM WELFARE CASSA DI ASSISTENZA E SOCIETA DI MUTUO SOCCORSO Le Casse di MGM WELFARE nascono con l obiettivo di offrire le migliori prestazioni assicurative presenti sul mercato, insieme

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania)

Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania) Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania) Business Plan KIG RE - DIOMA Valore acquisizioni immobiliari, gestione, sviluppo e ricollocazione assets immobiliari della società veicolo di investimento

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

www.energystrategy.it 1

www.energystrategy.it 1 www.energystrategy.it 1 C è ancora un mercato italiano del fotovoltaico? Quanto è importante la gestione degli asset? Cosa vuol dire fare gestione degli asset e chi la fa oggi in Italia? www.energystrategy.it

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Mergers & Acquisitions Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Di Michael May, Patricia Anslinger e Justin Jenk Un controllo troppo affrettato e una focalizzazione troppo rigida sono la

Dettagli

2. Il risparmio e la sua gestione: situazione e sfide del mercato italiano

2. Il risparmio e la sua gestione: situazione e sfide del mercato italiano 2. Il risparmio e la sua gestione: situazione e sfide del mercato italiano Domenico Siniscalco 2.1 Premessa L Italia è un paese di grandi risparmiatori. Comunque la si misuri in rapporto al reddito disponibile

Dettagli

Grande distribuzione contro piccola? Quello che conta è la bravura

Grande distribuzione contro piccola? Quello che conta è la bravura ABBONATI RIVISTE ONLINE! TROVA AZIENDE EDILBOX CONTATTI HOME NEWS! AZIENDE ECONOMIA EDILIZIA IMMOBILI APPUNTAMENTI! LEGGI & NORME Grande distribuzione contro piccola? Quello che conta è la bravura CERCA

Dettagli

OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977

OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977 24 aprile 2013 OCCUPATI E DISOCCUPATI DATI RICOSTRUITI DAL 1977 L Istat ha ricostruito le serie storiche trimestrali e di media annua dal 1977 ad oggi, dei principali aggregati del mercato del lavoro,

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

Garnell Garnell Garnell

Garnell Garnell Garnell Il veliero Garnell è un grande esempio di capacità di uscire dagli schemi, saper valutare il cambio di rotta per arrivare serenamente a destinazione, anche nei contesti più turbolenti Il 14 agosto 1919

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

Stima delle presenze irregolari. Vari anni

Stima delle presenze irregolari. Vari anni Stima delle presenze irregolari. Vari anni Diciottesimo Rapporto sulle migrazioni (FrancoAngeli). Fondazione Ismu. Dicembre 2012 Capitolo 1.1: Gli aspetti statistici Tab. 1 - La presenza straniera in Italia.

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

Assicurazioni, uno strumento per la crescita del Paese

Assicurazioni, uno strumento per la crescita del Paese 16 Annual Assicurazioni de Il Sole 24 Ore Assicurazioni, uno strumento per la crescita del Paese Intervento del presidente dell Ania Aldo Minucci Milano, 28 ottobre 2014 1 Sono particolarmente contento

Dettagli

Finanziarizzazione delle risorse naturali.

Finanziarizzazione delle risorse naturali. La finanziarizzazione dell acqua. Scheda preparata da CRBM in occasione dell incontro Europeo For the construction of the European Network of Water Commons Napoli, 10-11 dicembre 2011 a cura di Antonio

Dettagli

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE Italiani Energia elettrica e metano costano poco, rispetto al resto d Europa, solo per livelli bassi di consumo. Man mano che l utilizzo aumenta, diventiamo

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Risk management come opportunità per un nuovo welfare

Risk management come opportunità per un nuovo welfare Risk management come opportunità per un nuovo welfare Il contesto economico e sociale in cui operano i comitati Uisp condiziona la loro attività mettendoli di fronte a criticità di natura organizzativa,

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende

ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende ELIMINARE LO STRESS La prevenzione dello stress nelle aziende Formazione e informazione perla prevenzione nell hotellerie e nella Gastronomia 2 Traduzione e adattamento italiani a cura di: Gruppo di lavoro

Dettagli

Le imprese nell economia. esportazioni, multinazionali. Capitolo 8. adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania)

Le imprese nell economia. esportazioni, multinazionali. Capitolo 8. adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania) Capitolo 8 Le imprese nell economia globale: esportazioni, outsourcing e multinazionali [a.a. 2012/13] adattamento italiano di Novella Bottini (ulteriore adattamento di Giovanni Anania) 8-1 Struttura della

Dettagli

IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE

IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE Università degli studi di Bergamo Anno accademico 2005 2006 IMPRENDITORIALITA E INNOVAZIONE Docente: Prof. Massimo Merlino Introduzione Il tema della gestione dell innovazione tecnologica è più che mai

Dettagli

Risultato operativo oltre i 4,2 mld (+10,5%) e premi complessivi a 70 mld (+3,2%)

Risultato operativo oltre i 4,2 mld (+10,5%) e premi complessivi a 70 mld (+3,2%) 14/03/2013 COMUNICATO STAMPA Risultati consolidati al 31 dicembre 2012 1 Risultato operativo oltre i 4,2 mld (+10,5%) e premi complessivi a 70 mld (+3,2%) Si rafforza il capitale con crescita patrimonio

Dettagli

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani

AIM Italia. Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani AIM Italia Il mercato di Borsa Italiana per i leader di domani Perché AIM Italia I mercati di Borsa Italiana AIM Italia si aggiunge all offerta di mercati regolamentati di Borsa Italiana MTA MTF 3 Perché

Dettagli

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE

Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE Settore Inclusione Sociale e Nuove Povertà SERVIZIO NUOVE POVERTA AREA PROGETTI INNOVATIVI PROGETTO SPERIMENTALE FAMIGLIA IN COMPAGNIA (allegato n. 2) PREMESSA Il Progetto FAMIGLIA IN COMPAGNIA mette al

Dettagli

UNA FINESTRA SUL FUTURO. a cura. della

UNA FINESTRA SUL FUTURO. a cura. della GENOVA 2015-2030 UNA FINESTRA SUL FUTURO Ricerca tipo Delphi a cura della Sezione Terziario di Confindustria Genova Coordinamento della ricerca Sergio Di Paolo PERCHÉ IL FUTURO Immaginare il futuro aiuta

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI

MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI Mod. 7A COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI La preghiamo di leggere con attenzione il

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

Osservatorio Nazionale sull Inclusione Finanziaria dei Migranti in Italia

Osservatorio Nazionale sull Inclusione Finanziaria dei Migranti in Italia progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA Fondo Europeo per l Integrazione di cittadini di Paesi Terzi migranti CITTADINANZA ECONOMICA SECONDO REPORT (2013) Osservatorio Nazionale sull Inclusione Finanziaria

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

SOCIAL BRANDING La comunicazione positiva. Roma, 30 maggio 2002

SOCIAL BRANDING La comunicazione positiva. Roma, 30 maggio 2002 SOCIAL BRANDING La comunicazione positiva Roma, 30 maggio 2002 Indice Lo scenario italiano 3-10! Come la pensano gli italiani! Le cause sociali di maggiore interesse! Alcuni casi italiani! Il consumatore

Dettagli

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l.

Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Bilancio della Banca Popolare di Milano Soc. Coop. a r.l. Esercizio 2014 433 Dati di sintesi ed indicatori di bilancio della Banca Popolare di Milano 435 Schemi di bilancio riclassificati: aspetti generali

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2014

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2014 COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2014 UTILE NETTO DEL 1 SEM. 2014 A QUASI 1,2 MLD, SE SI ESCLUDE L AUMENTO RETROATTIVO DELLA TASSAZIONE RELATIVA ALLA PARTECIPAZIONE

Dettagli

LA NUOVA PROCEDURA DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO

LA NUOVA PROCEDURA DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO DEBT RESTRUCTURING AND BANKRUPTCY ALERT Febbraio 2012 LA NUOVA PROCEDURA DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO Negli ultimi mesi i giornali hanno parlato molto di due interventi legislativi

Dettagli

Il mutuo per la casa in parole semplici

Il mutuo per la casa in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il mutuo per la casa in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il mutuo dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN 2283-5989 (online)

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno.

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Automotive Business Intelligence La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Prendere decisioni più consapevoli per promuovere la crescita del vostro business. Siete pronti ad avere

Dettagli

LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI. Asset, Property e facility management

LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI. Asset, Property e facility management LA GESTIONE DEI PATRIMONI IMMOBILIARI Asset, Property e facility management Roma 28 febbraio 2015 Relatore: Ing. Juan Pedro Grammaldo Argomenti trattati nei precedenti incontri Principi di Due Diligence

Dettagli

FORMAZIONE PROFESSIONALE

FORMAZIONE PROFESSIONALE FORMAZIONE PROFESSIONALE Le coperture a tutela dell impresa EDIZIONE 21 maggio 2014 DOCENZA IN WEBCONFERENCE PROGRAMMA La partecipazione è valevole ai fini IVASS per il conseguimento della formazione professionale

Dettagli

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche BTP Italia: settimana emissione Dal 20 al 23 ottobre 2014 si tiene il collocamento del settimo BTP Italia, titolo di stato indicizzato all inflazione italiana (ex tabacco) e pensato prevalentemente per

Dettagli

Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario

Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario 9 Signori azionisti, il 2005 è stato per Manutencoop Facility Management S.p.A. un anno di particolare impegno: il completamento delle

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

Una holding per sviluppare sinergie Pag. 1. Il Gruppo e le sue attività Pag. 2. La filosofia della holding Pag. 4

Una holding per sviluppare sinergie Pag. 1. Il Gruppo e le sue attività Pag. 2. La filosofia della holding Pag. 4 DOCUMENTAZIONE CONTENUTA NELLA CARTELLA Una holding per sviluppare sinergie Pag. 1 Il Gruppo e le sue attività Pag. 2 La filosofia della holding Pag. 4 Contact: Barabino & Partners Claudio Cosetti c.cosetti@barabino.it

Dettagli

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco

Il canale distributivo Prima e dopo Internet. Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco Il canale distributivo Prima e dopo Internet Corso di Laurea in Informatica per il management Università di Bologna Andrea De Marco La distribuzione commerciale Il canale distributivo è un gruppo di imprese

Dettagli

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi La globalizzazione indica un fenomeno di progressivo allargamento della sfera delle relazioni sociali sino

Dettagli

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 PMI. Tutte le informazioni per la quotazione in borsa online Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ABI, AIFI, ASSIREVI, ASSOGESTIONI, ASSOSIM,

Dettagli

TECO 13 Il Tavolo per la crescita

TECO 13 Il Tavolo per la crescita Componenti TECO 13 Il Tavolo per la crescita Assiot, Assofluid e Anie Automazione, in rappresentanza di un macro-settore che in Italia vale quasi 40 miliardi di euro, hanno deciso di fare un percorso comune

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

PRESENTAZIONE Small Cap Conference 20 Novembre 2014. @MailUp @MailUp_US www.mailup.com

PRESENTAZIONE Small Cap Conference 20 Novembre 2014. @MailUp @MailUp_US www.mailup.com PRESENTAZIONE Small Cap Conference 20 Novembre 2014 @MailUp @MailUp_US www.mailup.com CHE COSA FA MAILUP MailUp è una società tecnologica che ha sviluppato una piattaforma digitale di cloud computing (Software

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli