Direzione generale della Traduzione Commissione europea

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Direzione generale della Traduzione Commissione europea http://europa.eu.int/comm/translation/reading/periodicals/interalia/index_it."

Transcript

1 26 trimestrale transardennese dei traduttori italiani Direzione generale della Traduzione Commissione europea Ottobre 2003 Foto: SOMMARIO PAG. EUROPALIA: Italia (Giulia Gigante) 2 CONTRIBUTI: Nuove tecnologie e società (Roberto Fini) 5 CULTURALIA: Cartoline dall ex Iugoslavia (Giulia Gigante) 7 A PROPOSITO DI TRADUZIONE: La traduzione comunitaria (Elisa Ranucci) 10 CIBERSPAZIO: Luce (Daniela Murillo) 12 Comitato di redazione: C. Breddy, C. Cona, R. Gallus, C. M. Gambari, G. Gigante, C. Gracci, D. Murillo, E. Ranucci Fischer, D. Vitali Collaboratori: Roberto Fini Grafica: A. A. Beaufay-D Amico

2 culturalia EUROPALIA - ITALIA C è aria d Italia in quest autunno bruxellese. E non solo per via di un ottobre mite che fa seguito ad un estate spettacolare, ma soprattutto per un vero e proprio fuoco d artificio di iniziative che aprono un grande squarcio sull arte, il cinema, il teatro, la musica e la letteratura italiana. A 34 anni di distanza dalla prima volta, l edizione del 2003 di Europalia è infatti nuovamente dedicata all Italia, in concomitanza con il semestre della Presidenza italiana, e il programma, particolarmente ricco ed articolato, offre quasi ogni giorno qualcosa di interessante fino alla metà di febbraio dell anno prossimo. Sulla scia delle iniziative culturali anche i commercianti non hanno voluto essere da meno e, dalle boutiques ai supermercati, dalle agenzie di viaggio alle bancarelle è tutto un tripudio di prodotti made in Italy, di offerte e di allusioni ad uno stereotipato modo di vivere all italiana che naturalmente esiste solo nelle pubblicità e in certi sceneggiati televisivi. Quest aspetto di «colore» rimane però, nonostante qualche bandierina di troppo, tutto sommato marginale rispetto alla vastità di orizzonti spalancati da Europalia. La manifestazione si propone di dare un immagine a 360 del panorama culturale italiano spaziando attraverso i secoli, i generi, le idee e la variegata geografia del territorio della penisola. Nel fittissimo calendario di Europalia spiccano in primo piano, per spessore ed interesse culturale, le iniziative letterarie ed artistiche. Al centro delle manifestazioni di letteratura e sulla letteratura c è un convegno internazionale presieduto da Umberto Eco, articolato in tredici conferenze e una tavola rotonda, che si propone di analizzare Il contributo del pensiero italiano alla cultura europea e si terrà il 6 novembre al Palais des Beaux-Arts. Saranno poi dedicati diversi incontri alla letteratura siciliana, una conferenza di Vincenzo Consolo, una di Santo Piazzese e una terza di Marie-France Renard sulla scrittura di Pirandello, Sciascia e Camilleri. Tra gli altri incontri, ci sarà quello con lo scrittore Marcello Fois, che parlerà del romanzo poliziesco in Italia, dell autrice Elisabetta Rasy, che discuterà di letteratura femminile, e un incontro-scontro che promette di essere particolarmente interessante tra Amélie Nothomb e Alessandro Baricco. Poeti e critici contemporanei dell Italia, del Belgio, dell Olanda e della Svizzera affronteranno il tema della poesia italiana in una prospettiva europea nel convegno Séduction et trahison mentre, a cura di Italiques, un associazione di intellettuali belgi, francesi e italiani, si svolgerà un convegno intitolato Les villes du symbolisme. Il critico della 2

3 EUROPALIA - ITALIA culturalia Transavanguardia Achille Bonito Oliva illustrerà le ultime tendenze artistiche (L art après 2000). Infine, vi saranno conferenze dedicate a temi scientifici, all architettura (la casa italiana contemporanea) e alla musica (Antonio Vivaldi). In margine a queste manifestazioni ufficiali, va ricordata un'iniziativa singolare organizzata dall'unità di Interpretazione italiana della Commissione Poesia... Tirami su! grazie alla quale sarà possibile ascoltare brani di poesia italiana durante l'attesa degli ascensori. L'idea è quella di indurre, dopo questo primo assaggio, "gli ascoltatori per caso" a leggere le opere da cui sono tratti i versi recitati. La ricca carrellata di mostre dedicate alle arti visive si articola lungo un arco temporale immenso, che inizia con l'eruzione del Vesuvio (79 d.c.) e termina ieri con gli ultimi artisti e sperimentatori. Il museo del Cinquantenario ospiterà una impressionante esposizione (Da Pompei a Roma), che ha già riscosso grande successo a Napoli, che ricostruisce la vita e l'arte nell'antica Pompei, attraverso le case, le decorazioni, le sculture, gli abiti, i gioielli, gli strumenti di lavoro e i corpi dei suoi abitanti, presenti sotto forma dei celebri calchi ricavati dalla sagoma vuota che i corpi avevano lasciato nel magma rovente della lava del vulcano. Un'altra grande mostra, Giotto et l'art à Padoue au XIV siècle, presenta una ricostruzione della cappella degli Scrovegni di Padova con gli affreschi di Giotto (Espace culturel ING al Mont des Arts) mentre al Palais des Beaux-Arts un'esposizione è dedicata al Rinascimento di Ferrara (Une Renaissance particulière. La cour des Este à Ferrara). La mostra più originale è però forse quella nata da un'idea di Umberto Eco e dedicata esclusivamente alla Venere di Tiziano (Vénus dévoilée al Palais des Beaux-Arts): un solo quadro e, tutt'intorno, la ricostruzione del contesto storico ed artistico in cui l'opera è nata, più una rassegna delle più svariate Veneri, da quella di Michelangelo a quella di Modigliani, da quella del Vasari a quella di De Chirico. Per concludere, oltre a due mostre dedicate alla città di Genova e al suo confronto con Anversa che le ospita entrambe, c'è una ricca rassegna dell'arte contemporanea, con mostre che partono dal Futurismo (Il Futurismo al Musée d'ixelles e Le Souffle de l'âme. Morandi et la nature morte a Bruges) per giungere fino alla Transavanguardia e oltre. Finalmente, grazie ad Europalia, approda a Bruxelles il cinema italiano vecchio e nuovo, classico e d avanguardia. Sono talmente tanti i film che saranno in programmazione - alcuni per la prima volta e senza la consueta attesa di un paio d anni - nei cinema e nei centri culturali di Bruxelles e di altre città del Belgio, che è impossibile vederli tutti. Vi saranno delle retrospettive dedicate a Michelangelo Antonioni, Pier Paolo Pasolini, Federico Fellini, Luchino Visconti. Vi saranno conferenze-film dedicate alle città d arte (Firenze, Venezia, Roma), film d arte, tra cui uno dedicato a Pompei in occasione della mostra Da Pompei a Roma e uno dedicato a Tiziano in occasione di Vénus dévoilée, un gala cinematografico per la presentazione dell ultimo film di Pupi Avati, Il cuore altrove e tre grandi rassegne. La prima presenta dei capolavori del cinema italiano d autore, da Fellini a Moretti, per terminare con Respiro di Crialese. La seconda porta al pubblico tutti i film italiani che hanno ottenuto un riconoscimento internazionale, dal Leone d oro di Venezia alla Palma d oro di Cannes, dall Orso d oro di Berlino all Oscar, a partire dal 1946 : 3

4 culturalia EUROPALIA - ITALIA grandi film come La dolce vita, Divorzio all italiana, Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto, Ladri di biciclette, Le mani sulla città, I racconti di Canterbury, L ultimo imperatore o La vita è bella Infine, la terza rassegna presenta nei locali del cinema Arenberg una serie di film nuovi, delle ultime stagioni, di registi particolarmente interessanti : si potrà così vedere Buongiorno notte, il film di Marco Bellocchio che ha fatto tanto discutere e molti altri film recenti, come quello dedicato alla giornalista Ilaria Alpi e L'acqua...il fuoco di Luciano Emmer. Un appuntamento da non perdere per gli appassionati del cinema di Nanni Moretti si svolgerà il 28 ottobre al Palais des Beaux-Arts. In quell'occasione, il regista incontrerà il pubblico e presenterà due mediometraggi: Il grido d'angoscia dell'uccello predatore: 20 tagli d'aprile e The last customer (in cui ha filmato gli ultimi giorni di un'antica farmacia di New York). In margine, va segnalato ancora che, in contemporanea con le rassegne organizzate nell ambito del festival, è stata programmata l uscita di una serie di film italiani d autore, come l'attesissimo La meglio gioventù (parte I e II) di Marco Tullio Giordana e La finestra di fronte di Ozpetek. Pur non gigantesca, la rassegna teatrale offre un ampio ventaglio di stili e di proposte. Si esibirà il tradizionale teatro delle marionette siciliane, «L opera dei pupi», in uno spettacolo dedicato a La pazzia di Orlando, ma anche una compagnia classica, come il Teatro Piccolo di Milano che presenterà sia Arlecchino servo di due padroni di Carlo Goldoni che un insolito allestimento, Miracolo a Milano, ispirato al film di Zavattini e De Sica. Si segnalano poi un omaggio a Pier Paolo Pasolini, La rabbia, della compagnia Pippo Delbono, compagnia che presenta anche un altro spettacolo, Guerra, ispirato all Odissea, e Il cappello a sonagli di Pirandello con la regia di Giulio Bosetti. Non mancano poi, per gli amanti del genere, alcuni allestimenti di teatro-danza. Il programma musicale di Europalia è talmente ricco che è impossibile farne una panoramica. Ci limitiamo, pertanto, a segnalare qualche curiosità invitando i lettori a consultare il sito : per informazioni dettagliate sul fitto calendario di concerti di musica classica, lirica e sinfonica, ma anche leggera, etnica e impegnata. Ricordiamo una serata di musica e poesia che si svolgerà il 3 novembre al Palais des Beaux-Arts dedicata a Torquato Tasso (madrigali su testi della Gerusalemme liberata), un concerto della Nuova Compagnia di Canto popolare che si esibirà il 20 dicembre, alla vigilia delle vacanze di Natale, con un suo cavallo di battaglia, Li Sarracini adorano lu sole, ed un concerto dell intramontabile Paolo Conte il 22 ottobre. L «impresa» Europalia-Italia sembra destinata al successo: la manifestazione di quest anno, infatti, pur senza accingersi all impossibile compito di rappresentare tutto, apre prospettive nuove, offre angolature inedite, stimola la curiosità e invoglia italiani e stranieri a ulteriori esplorazioni e scoperte. Giulia Gigante 4

5 contributo Nuove tecnologie e società Una ricerca dell Università di Toronto smentisce la tradizionale immagine della solitudine del navigatore Web Di Roberto Fini Università di Verona * Alla periferia di Toronto, in Canada, esiste un piccolo quartiere che da qualche anno è al centro dell interesse degli scienziati sociali. Al fine di tutelare la privacy dei suoi abitanti, chiameremo questa comunità con lo pseudonimo (indicativo) di Netville. A Netville si vive in case unifamiliari, abitazioni di nuova costruzione, fra loro piuttosto simili e distribuite uniformemente nell area urbana. È un tipico quartiere della middle class del Nordamerica, non particolarmente interessante dal punto di vista sociologico. Ma Ma nel 1996 la locale municipalità decise di avviare un piano di cablaggio e di interconnessione delle abitazioni di Netville: grazie ad una connessione ad alta velocità (10Mbps), i residenti possono utilizzare un servizio , un videotelefono, un online jukebox, un servizio sanitario telematico, un forum di discussione locale ed altre applicazioni di intrattenimento ed educative, sia locali che nazionali. Purtroppo, però, non tutto il quartiere è stato cablato: per ragioni essenzialmente economiche, il cablaggio ha interessato soltanto il 60% delle abitazioni, mentre il restante 40% è rimasto privo di questo servizio. Un occasione d oro per i ricercatori interessati a verificare l impatto delle nuove tecnologie informatiche e della comunicazione sui comportamenti delle persone e sulle relazioni sociali che si instaurano: in effetti, l omogeneità sociale di Netville permetteva confronti interessanti ed indicativi, quasi che la piccola comunità potesse essere considerata quel laboratorio di cui solitamente non dispongono gli scienziati sociali. In particolare un sociologo dell Università di Toronto, Keith N. Hampton, intuisce l importanza di uno studio sui comportamenti dei residenti di Netville e non si lascia sfuggire l occasione: si trasferisce nel piccolo quartiere e come osservatore partecipante lavora da casa, utilizza le tecnologie di comunicazione, partecipa ai momenti sociali e stringe amicizie online. Dall interno inizia così a verificare i cambiamenti indotti dalle tecnologie nella vita degli abitanti collegati e può fare un confronto con i comportamenti di quelli rimasti offline. Alla fine della ricerca i risultati appaiono sorprendenti e permettono di gettare una luce nuova sull impatto che le tecnologie informatiche e della comunicazione hanno sulla vita quotidiana e sulle relazioni sociali delle persone. Cosa succede quando una parte dei residenti di Netville può accedere a simili tecnologie? I loro comportamenti sono diversi rispetto a quelli dei residenti che non possono utilizzare le stesse tecnologie? E se sì, in che misura e in che direzione? Le analisi svolte da Hampton indicano che nel gruppo dei residenti online le relazioni sociali esistenti si rafforzano e inoltre, là dove difficilmente si sarebbero instaurate, ne nascono di nuove. Il primo test che lo studioso canadese svolge è sulle relazioni a distanza : ai soggetti viene chiesto se i contatti con parenti ed amici che vivono lontani si sono più o meno intensificati nell ultimo anno (secondo una scala che va da molto di meno a molto di più ); in base alle risposte Hampton può concludere con certezza che le tecnologie di rete permettono di intensificare notevolmente i rapporti personali. Questo indica che l effetto internet non deprime le relazioni sociali tra persone lontane come invece sostengono in molti. Ancor più significativa è la seconda verifica dello studioso canadese, perché permette di superare una radicata concezione relativa alle nuove forme di comunicazione online. In effetti, queste non sono solo tecnologie per comunicare a distanza, ma consentono di sviluppare relazioni sociali più strette, per esempio quelle con i vicini di casa. 5

6 contributo Nuove tecnologie e società Hampton infatti scopre che rispetto ai residenti offline, coloro che dispongono del collegamento a) conoscono un numero di vicini tre volte superiore, b) parlano(face to face) regolarmente con i vicini almeno il doppio delle volte, c) fanno visita ai propri vicini circa il 50% in più------, e d) li chiamano al telefono quattro volte di più. La disponibilità di una tecnologia che consente rapporti a distanza, dunque, non elimina i rapporti personali basati su incontri, relazioni dirette, ecc.; anzi al contrario i rapporti face to face sembrano essere notevolmente favoriti dall esistenza della rete. A Netville gli abitanti che dispongono del cablaggio lo utilizzano per organizzare barbecue, per cercare cani smarriti, per fare nuove amicizie. L esperienza di Netville dimostra che i due sistemi di comunicazione, quello face to face e quello, certo più impersonale, mediato dalla tecnologia non si escludono a vicenda, ma al contrario possono integrarsi. La rete consente di think globally and act locally, un atteggiamento che può essere un rimedio efficace ai mali che il processo di globalizzazione comporta: grazie alla tecnologia molte barriere sociali si riducono e può diventare facile mobilitare e coordinare risorse a livello locale. L esempio di Netville mette anche in evidenza come una comunità possa svilupparsi in modo squilibrato a partire dalle diverse dotazioni di tecnologia di cui i suoi membri dispongono: in effetti, i differenti comportamenti fra i residenti cablati e quelli non cablati costituiscono un esempio di digital divide, cioè dell esistenza di una barriera fra gruppi sociali con dotazioni tecnologiche diverse. La questione ha una notevole importanza: se la connessione favorisce e crea rapporti sociali e se questi rapporti sociali servono poi a migliorare la qualità della vita di coloro che li vivono, allora chi ne è escluso gode di una minore qualità di vita, indipendentemente dal suo reddito o dalle sue condizioni materiali. Nel bene o nel male, Netville può apparire un caso troppo circoscritto per avere valore generale, anche se la sua analisi permette di verificare come sarà la vita di molti di noi fra non molto tempo; ma se concentriamo la nostra attenzione su comportamenti più abituali e su fasce sociali più ampie possiamo facilmente verificare come ci siano molte analogie con i residenti di Netville. Si pensi per esempio ai comportamenti giovanili: i giovani sono oggi i maggiori consumatori di tecnologie; non solo internet, ma anche (e di più) quelle basate sulla telefonia cellulare. Tutti abbiamo osservato la frequenza con la quale i giovani utilizzano metodi di comunicazione come gli SMS, al punto che per le imprese che gestiscono i servizi di telefonia cellulare essi rappresentano una occasione di business più promettente dei tradizionali servizi in voce. L aspetto interessante di questi comportamenti è costituito dal fatto che si tratta di un modo nuovo, efficace ed economico per fare rete ; ad esso corrisponde un analogo forte consumo di tecnologie come l e mail o le chat. I giovani usano intensamente questi strumenti perché li trovano estremamente utili per entrare in contatto fra di loro e potenziare i legami. Per di più tutte le ricerche svolte mettono in evidenza come l utilizzo di strumenti come questi non riduce le occasioni di incontro face to face, né diminuisce l uso di altri più tradizionali media come per esempio la lettura: chi scrive molte o usa molto il telefono cellulare è anche un lettore più forte di quanto non lo sia colui che fa un uso episodico di questi strumenti. Sia l esempio di Netville che questi cenni all uso dei new media da parte dei giovani mettono in evidenza la necessità di rivedere l immagine del consumatore delle tecnologie di rete come un solitario ed un emarginato sociale: al contrario in genere si tratta di individui con forti legami sociali che le reti sono in grado qualche volta di creare, più spesso di potenziare. È dunque un interesse collettivo fare in modo che la dotazione tecnologica a disposizione di ciascuno di noi sia la maggiore possibile. * Docente d Economia, studioso delle dinamiche socio economiche dei New media 6

7 CARTOLINE DALL EX IUGOSLAVIA culturalia I segreti della Slovenia Paese poco conosciuto, quasi fiabesco per i boschi fittissimi e le suggestive montagne che culminano nella mitica vetta del Triglav, la Slovenia è una terra silenziosa, attraversata da fiumi dal corso allegro e disordinato che si avvitano serpentini o s incuneano in profonde gole come fa la Soča (l Isonzo) a Vintgar. Ex possedimento austroungarico, compressa tra l Italia e l Austria e una Croazia «ex sorella» che è la padrona quasi assoluta della costa, la Slovenia, miracolosamente, o forse come unica soluzione possibile, possiede un identità originale, che mescola elementi mitteleuropei e peculiarità slave, la cultura della montagna e gli echi di quella mediterranea. Ma la Slovenia non si ferma qui, ha un quid segreto in più per scoprire il quale bisogna recarsi assolutamente sul posto. La campana dei desideri Tra le montagne, in un paesaggio tipicamente alpino, un angolo di Slovenia si specchia nelle acque verdazzurre, fresche e cristalline del lago di Bled. Un piccolo borgo di case in pietra radunate intorno ad una chiesa e la ripida salita al Grad (castello) che domina la cittadina e si riflette nel lago. Al centro del lago un isoletta verdissima con in cima una chiesa con uno svettante campanile che diffonde sull acqua il suono struggente e un po malinconico di una campana. E la campana dei desideri che a pochi eletti (dotati della giusta miscela di forza e equilibrio) è dato riuscire a far suonare per ottenere che un desiderio venga esaudito, secondo una leggenda che risale alle vicende di una principessa che fece costruire la chiesa ed installarvi la campana in ricordo del marito ucciso dai briganti. La campana magica è in bronzo e risale al 1534, anno in cui fu fatta arrivare da Padova dopo che la prima campana ordinata, tutta d'oro, era affondata nel lago nel tragitto verso l'isola. 7

8 culturalia Tutta colpa del fantasma di Tito A un banco di cambio nelle stradine della vecchia Rovigno si svolge una scena apparentemente insignificante, ma dalle profonde implicazioni storico-politiche. Un donnone russo, dal piglio militaresco cerca insistentemente di cambiare i suoi dollari in euro e lo fa esprimendosi in uno spagnolo maccheronico che vorrebbe spacciare per italiano. La ragazza croata allo sportello continua a spiegarle, ostinatamente in italiano, che lei può cambiare solo in cune croate. Il dialogo tra sordi si trasforma in un grottesco alterco reso ancora più assurdo dal fatto che se le due donne si esprimessero ciascuna nella propria lingua, si capirebbero molto meglio L'isola dei campanili Acqua turchese smeraldina, roccia carsica che si apre in piccole baie pietrose e che ospita un'immensa pineta che si arrampica sul terriccio rosso, tra i sassi bianchi e appuntiti. I pini si rispecchiano nel mare e il bianco del fondo è interrotto solo da innumerevoli ricci. Il sole non ha più quella nota di lattiginosità levantina che caratterizza l'istria, ma la vividezza dei colori e delle luci mediterranee. C'è il mondo slavo in tutta la sua moltitudine e varietà: slovacchi, sloveni, croati, russi e polacchi... gli idiomi si mescolano e riecheggiano di tanto in tanto tra le radure di terra e di mare. E' Rab, l'isola dei campanili che svettano, a gara, bianchi nel cielo blu, uno dietro l'altro, isolati o accanto a chiese in pietra carsica nella parte alta della capitale che si erge a picco sul mare trasparentissimo. 8

9 culturalia L'isola calva Per arrivare a Rab partendo dall'isola di Krk, il battello scivola silenzioso sull'acqua, tra le ombre del crepuscolo in un percorso tortuoso tra rocce lunari di isolotti dimenticati da Dio e dagli uomini, estremamente suggestivi nella luce del vespro ma desolanti nella loro nudità. All'improvviso, l'aria diventa come rarefatta e sulla bellezza del paesaggio cala un sentore di morte e desolazione. Qui si è svolta una delle pagine più terribili della storia dell'iugoslavia. Su uno di questi isolotti, Goli Otok, "l'isola calva", arida e riarsa d'estate e battuta da una violenta bora d'inverno, Tito aveva fatto installare un campo di concentramento per prigionieri politici dove, tra il 1949 e il 1956, trovarono la morte per i trattamenti disumani oltre dei detenuti. Ed è come se nel vento che soffia sulle scogliere, nelle pieghe delle onde marine fosse rimasto impresso, ad imperitura memoria, l'eco dei loro tormenti. Giulia Gigante 9

10 a proposito di traduzione La traduzione comunitaria L editore Hoepli da alcuni anni si mostra molto attento alla problematiche della traduzione e il suo catalogo accoglie diversi titoli di sicuro interesse per la nostra professione. Citerò per tutti «La traduzione specializzata», di Federica Scarpa, in cui sono affrontati i principali aspetti della traduzione di testi non letterari. Nel settembre scorso la collana si è arricchita di un nuovo titolo, «Tradurre per l Unione europea Problematiche e strategie operative», di cui è autore il collega Domenico Cosmai, traduttore presso il Comitato economico e sociale europeo. Come Cosmai dichiara nella sua prefazione, anche se i primi destinatari del volume e i suoi referenti naturali sono i colleghi dei servizi linguistici delle istituzioni comunitarie, lo studio intende poi rivolgersi ad un pubblico più vasto, che comprende in primo luogo docenti e studenti universitari, a cui si desidera illustrare «il fenomeno della traduzione comunitaria partendo dalla sua realtà oggettiva, quotidiana..al fine di fornire un quadro d insieme aggiornato o completo», ovvero, come si ribadisce alla fine del sesto capitolo, «descrivere il mondo per certi versi ancora ignoto della traduzione comunitaria con la massima obiettività..sottolineandone i punti di forza (a cominciare dalla professionalità di chi vi lavora), ma non dimenticandone le debolezze». Il libro è suddiviso in due sezioni, precedute da un capitolo introduttivo in cui si affronta la questione del multilinguismo e si descrive il regime linguistico dell Unione europea. La prima sezione, dedicata all analisi del linguaggio dei documenti dell Unione europea, comprende due capitoli, uno su gli aspetti lessicali e un altro sulle problematiche redazionali e testuali. La seconda sezione, dedicata agli aspetti pratici della traduzione comunitaria, consta di tre capitoli: uno sulla prassi traduttiva nelle istituzioni dell Unione europea, uno sui generi distintivi della traduzione comunitaria e uno sul futuro della traduzione comunitaria. L ultimo capitolo comprende una selezione di testi tradotti e riveduti. Il volume è completato da un appendice, in cui sono riportati alcuni testi comunitari ufficiali concernenti il regime linguistico e la qualità redazionale, nonché da un ricco apparato di note e da una nutrita bibliografia. Nella sua struttura, il volume rinvia in modo abbastanza diretto al libro "Translating for the European Union Institutions", scritto da Emma Wagner, Svend Bech e Jesús M. Martinez e pubblicato nel 2001 dalla casa editrice inglese ST.JEROME. E per le persone direttamente interessate a lavorare come traduttori presso le istituzioni europee, in particolare per i traduttori freelance, il testo di Wagner, Bech e Martinez continua ad essere un riferimento prezioso, anche perché dichiaratamente e specificamente mirato a questo tipo di destinatari. Esso fornisce un quadro molto completo, chiaro e ben strutturato della traduzione comunitaria e dei problemi relativi e il fatto che sia redatto in inglese non dovrebbe rappresentare un ostacolo alla sua diffusione tra gli appartenenti alla categoria. Il libro di Cosmai, benché fresco di stampa, non ha fatto in tempo a registrare i grossi cambiamenti sopraggiunti negli ultimi mesi nel nostro servizio e non risulta quindi più aggiornato. Anche i dati e le statistiche ivi riportate non sono più recenti di quelle che figurano in "Translating for the European Union Institutions". L'interesse di questo volume, più che nelle informazioni fornite, sta dunque nella riflessione linguistica che Cosmai conduce sulla "prassi traduttiva" comunitaria e sulle sue implicazioni giuridiche, aspetti che nel libro di Wagner, Bech, Martinez sono trattati in modo molto più succinto o solo accennati. Di grande utilità risulta poi nel libro di Cosmai la ricca scelta di esempi di traduzioni e di revisioni, raccolti nell'ultimo capitolo, ma già ampiamente presenti in tutto il testo. Anche se l'approccio seguito da Cosmai nel descrivere e analizzare i fenomeni linguistici non è sempre del tutto convincente, il libro è ricco di osservazioni interessanti per noi traduttori e nel suo 10

11 a proposito di traduzione complesso costituisce un contributo stimolante al dibattito sugli aspetti più salienti del nostro lavoro, specie per quanto riguarda la revisione. Il fatto di richiamarsi alla propria esperienza diretta di traduttore presso il CESE costituisce una scelta del tutto legittima e apprezzabile, anche se in qualche caso può indurre l'autore a privilegiare una tipologia di testi non particolarmente rappresentativi della produzione comunitaria. Questo elemento, che rischia forse di dare ai lettori esterni alle istituzioni un'immagine leggermente distorta di tale realtà, ha un risvolto indubbiamente positivo per noi traduttori della Commissione, perché ci invita a confrontarci con problemi che ci sono meno familiari ovvero a guardare problemi noti da una prospettiva diversa. Particolarmente interessanti sotto questo profilo sono le pagine dedicate all'analisi degli originali italiani e più in particolare quelle sulla traduzione dei testi comunitari di diritto sindacale. Altrove, meno felicemente, questo punto di vista 'settoriale', può tradursi in una presentazione lacunosa delle altre realtà traduttive e nel caso della nostra Direzione generale della traduzione stupisce non vedere menzionata la traduzione di testi normativi, che sembra essere appannaggio esclusivo dei colleghi del Consiglio, quando in realtà il procedimento di formazione della norma comunitaria parte dalla Commissione e quindi dal suo servizio di traduzione. Non mi sembra poi sufficientemente argomentata l'accusa di scarsa chiarezza rivolta in generale alla produzione testuale comunitaria, un vecchio luogo comune diffuso soprattutto in area anglosassone e scandinava, che Cosmai riprende da un intervento di Tosi del 2001 e che l'esempio citato non basta a corroborare(1). Da altri studi risulta che il livello di leggibilità dei testi comunitari è mediamente superiore a quello dei testi amministrativi e normativi italiani e che le caratteristiche negative messe in evidenza nei documenti dell'unione si ritrovano in misura molto maggiore nei testi italiani della stessa tipologia. La comunicazione dell'unione con i cittadini non sembra poi affatto minacciata dalla qualità della redazione. Al contrario lo studio di Gabriella Alfieri(2), conferma che in generale la qualità redazionale dei testi comunitari consente un buon livello di comprensione del messaggio che l'unione intende trasmettere ai cittadini. Queste considerazioni nulla tolgono comunque al valore globale del libro di Cosmai, che riflette un sforzo di documentazione e di riflessione serio e approfondito, con cui giova confrontarsi. Come traduttori della Commissione, dobbiamo poi particolarmente ringraziare il collega del CESE per avere ricordato e citato (!) la nostra rivista Interalia, nonché per averci dato, attraverso alcuni estratti particolarmente significativi, un assaggio di un intervento del collega Paolo Gozzi sul tema "Babele in Mitteleuropa - La traduzione della legislazione comunitaria nelle lingue dei paesi candidati", che speriamo di poter leggere quanto prima nella sua veste integrale. Per concludere, leggere questo libro è un po' come ritrovarsi fra amici di vecchia data: si discute un po', non si è necessariamente d'accordo su tutto, ma si è contenti di scambiarsi le proprie esperienze e di poter contare su un mondo di riferimenti comuni che rendono più immediata, facile e fruttuosa la comunicazione. Elisa Ranucci (1) La frase incriminata "Per mantenere la sua diversità, la ricchezza delle sue tradizioni e delle sue strutture, l Europa diventerà sempre più, anche per l'effetto dei prossimi ampliamenti, un livello pertinente d'intervento in conseguenza della necessaria cooperazione in tali settori fra l'unione europea e gli Stati membri." appare a pag. 24 di un testo di 43 pagine, il Libro bianco della Commissione "INSEGNARE E APPRENDERE VERSO LA SOCIETÀ CONOSCITIVA", consultabile on -line sul sito Quando il prof. Tosi citò questo esempio ai traduttori italiani della Commissione, nel corso di una conferenza da lui tenuta per il nostro servizio nel 1998, gli venne fatto notare che con ogni probabilità la traduzione era stata eseguita da traduttori freelance. Al riguardo si ricorda che attualmente il 30% delle pagine tradotte in italiano sotto la responsabilità della Direzione generale della traduzione della Commissione sono state tradotte da traduttori esterni e che non è prevista una loro revisione sistematica da parte del nostro servizio. (2) * Gabriella Alfieri - «L'italiano per l'europa»: indagine sulle campagne d'informazione dell'ue», in S. Vanvolsem, D. Vermandere, Y. D Hulst, F. Musarra, a cura di, L'italiano oltre frontiera, «Atti» del V Convegno Internazionale (Lovanio aprile 1998), Firenze, Cesati, 2000, vol. I, pp

12 ciberspazio Foto: Il nome "LUCE" che è l'acronimo di L'Unione Cinematografica Educativa rievoca un mondo passato e per molti di noi molto lontano. L'archivio dell'istituto accoglie un patrimonio filmico e fotografico di dimensioni gigantesche: cinegiornali, documentari, testimonianze preziose della nostra storia degli ultimi 70 anni. Infatti l'istituto ha visto la luce il 5 novembre 1925 quando con un decreto legge ad hoc è stato creato "l'organo tecnico cinematografico dei singoli Ministeri e degli Enti posti sotto il controllo e l'autorità dello Stato". Questo patrimonio straordinario è ora a disposizione di chiunque, su Internet. È veramente straordinario rivedere quei filmati d'epoca che facevano parte della Settimana Incom o del Giornale Luce e riascoltare le voci enfatiche dei commentatori. Per farlo basta digitare: registrarsi una prima volta ( la registrazione è gratuita): e onsultare la sezione Archivio, Si puo' fare una ricerca con il nome di un personaggio, per es: "nuvolari". Una volta ottenuta la lista dei risultati cliccare sul simbolo della pellicola, successivamente cliccare su modem, aspettare qualche secondo che la funzione buffering raggiunga il 100%, attivare mostra controlli (per poter aumentare il volume). Altrettanto notevole è il settore Raccolta con la sua sottosezione Sala di proiezione che ci permette di vedere filmati come: "N.U. Nettezza Urbana bellissimo documentario di Michelangelo Antonioni, premiato con il nastro d'argento, dove il principale interesse del grande maestro non sono le cose o i luoghi (soggetti principali della documentaristica di allora), ma le persone, descritte anche attraverso gli straordinari scorci di una Roma deserta illuminata dalle prime luci del mattino". O come "Comacchio", di Fernando Cerchio, film del 1941, che si avvale di una fotografia straordinaria e suggestiva, interessante sotto il profilo artistico ma anche documentaristico poiché riproduce nelle sue fasi salienti il lavoro di allevamento e cattura delle anguille (quindi doppiamente interessante!). La sezione Raccolta inoltre è ricca di documenti preziosi che fanno Luce sulla storia (nostra) del secolo scorso e che spaziano dallo sport ai cartoni animati. Le modalità di ricerca sono simili all'altra sezione. Buon divertimento! Daniela Murillo 12

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

Come si fa un giornale

Come si fa un giornale Come si fa un giornale COME SI FA UN GIORNALE dall idea alla distribuzione Un giornale è una struttura complessa composta da un gruppo di persone che lavorano insieme che chiameremo LA REDAZIONE Al vertice

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM Tra differenza e identità. Percorso di formazione sulla storia e la cultura delle donne Costituito con Decreto del Rettore il 22 gennaio 2003, «al fine di avviare

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

LINEE GUIDA PER L AUDIODESCRIZIONE Cinema e Tv

LINEE GUIDA PER L AUDIODESCRIZIONE Cinema e Tv LINEE GUIDA PER L AUDIODESCRIZIONE Cinema e Tv di Blindsight Project (Onlus per Disabili Sensoriali www.blindsight.eu) INTRODUZIONE Le Linee Guida per l audiodescrizione filmica di Blindsight Project,

Dettagli

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA DELF DALF Le certificazioni ufficii della lingua francese ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO www.testecertificazioni.it IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO

Dettagli

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala.

L opera italiana. Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014. Scala. Fo oto Erio Piccaglian ni Teatro alla S Scala L opera italiana nel panorama mondiale Paola Dubini Alberto Monti ASK Research Center, Università Bocconi Venezia, 23 Maggio 2014 ASK: CHI, PERCHE, COSA Siamo

Dettagli

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica Il carnevale degli animali di Camille Saint Saёns Grande fantasia zoologica Per due pianoforti e piccola orchestra Obiettivi del nostro lavoro Imparare a riconoscere il timbro di alcuni strumenti musicali.

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy Culture Programme 2007- -2013 Nuoro, 9 Novembre 2010 Marzia Santone-CCP Italy Intro From a cultural point of view Perché l UE si interessa alla cultura? Fattori simbolici L Unità nella Diversità L UE caratterizzata

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.)

GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.) GUIDA AL DEPOSITO E ALLA REGISTRAZIONE DELLE OPERE NEL REGISTRO PUBBLICO GENERALE DELLE OPERE PROTETTE (R.P.G.) (A cura di Barbara Limonta e Giulia Scacco) INDICE Introduzione pag. 3 Efficacia della registrazione

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle.

Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su. Contenuto. (Prima della prima partita rimuovete con cura i segnalini dalle fustelle. Un gioco da brividi per 8 24 giocatori, da 8 anni in su Nello sperduto villaggio di Tabula, alcuni abitanti sono affetti da licantropia. Ogni notte diventano lupi mannari e, per placare i loro istinti,

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

Progetto Mappa CET Versione 1.0 del 08-12-2010

Progetto Mappa CET Versione 1.0 del 08-12-2010 Progetto Mappa CET Versione 1.0 del 08-12-2010 La capacità di godere richiede cultura, e la cultura equivale poi sempre alla capacità di godere. Thomas Mann 1 Oggetto Il progetto consiste nella creazione

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

18, 21 febbraio, 5, 11, 18 marzo 2008

18, 21 febbraio, 5, 11, 18 marzo 2008 18, 21 febbraio, 5, 11, 18 marzo 2008 Informazioni generali Legge 22 aprile 1941, n. 633 più volte modificata modifiche disorganiche farraginosa in corso di revisione integrale (presentata bozza il 18.12.2007)

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO RACCONTA LE STORIE DEI NONNI

CONCORSO LETTERARIO RACCONTA LE STORIE DEI NONNI CONCORSO LETTERARIO RACCONTA LE STORIE DEI NONNI Regolamento Art. 1 PROMOTORI E TEMA DEL CONCORSO La Regione del Veneto e il Comitato Pro Loco - Unpli Veneto lanciano il Concorso letterario Racconta le

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) 1 LA LUCE NELLA STORIA Nell antica Grecia c era chi (i pitagorici) pensavano che ci fossero dei fili sottili che partono dagli

Dettagli

El lugar de las fresas

El lugar de las fresas El lugar de las fresas Il luogo delle fragole Un anziana contadina italiana dedita al lavoro, un immigrato marrocchino appena arrivato in Italia, una giovane cineasta spagnola; Da un incontro casuale al

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Guida agli strumenti etwinning

Guida agli strumenti etwinning Guida agli strumenti etwinning Registrarsi in etwinning Prima tappa: Dati di chi effettua la registrazione Seconda tappa: Preferenze di gemellaggio Terza tappa: Dati della scuola Quarta tappa: Profilo

Dettagli

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono

Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Fiorella Mannoia - Quello che le donne non dicono Contenuti: competenza lessicale: espressioni lessicali e metaforiche; competenza grammaticale: ripresa dei pronomi diretti e indiretti; competenza pragmatica:

Dettagli

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA

CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA CORO VALCAVASIA Cavaso del Tomba (TV) CONCERTO/ SPETTACOLO MUSICALE SULLA GRANDE GUERRA chi siamo Il progetto sulla grande guerra repertorio discografia recapiti, contatti Chi siamo Il coro Valcavasia

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

2. Fabula e intreccio

2. Fabula e intreccio 2. Fabula e intreccio Abbiamo detto che un testo narrativo racconta una storia. Ora dobbiamo però precisare, all interno della storia, ciò che viene narrato e il modo in cui viene narrato. Bisogna infatti

Dettagli

Omegna.doc. Laboratorio Fotografico. missione 1 - paesaggio urbano-industriale: la IRMEL. a cura di FRANCESCO LILLO

Omegna.doc. Laboratorio Fotografico. missione 1 - paesaggio urbano-industriale: la IRMEL. a cura di FRANCESCO LILLO Laboratorio Fotografico Omegna.doc missione 1 - paesaggio urbano-industriale: la IRMEL a cura di FRANCESCO LILLO Associazione Culturale Mastronauta progetto PER FARE UN ALBERO Laboratorio Fotografico Omegna.doc

Dettagli

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE 25 foto di Sophie Anne Herin GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ALTRE PAROLE PER DIRLO Diamo corpo e parola alla forza delle donne Libere di scegliere Libere di desiderare Libere di

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA procede alla raccolta di domande al fine di effettuare selezioni per eventuali assunzioni con contratto subordinato, a tempo determinato, relativamente al Festival Areniano

Dettagli