Direzione generale della Traduzione Commissione europea

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Direzione generale della Traduzione Commissione europea http://europa.eu.int/comm/translation/reading/periodicals/interalia/index_it."

Transcript

1 26 trimestrale transardennese dei traduttori italiani Direzione generale della Traduzione Commissione europea Ottobre 2003 Foto: SOMMARIO PAG. EUROPALIA: Italia (Giulia Gigante) 2 CONTRIBUTI: Nuove tecnologie e società (Roberto Fini) 5 CULTURALIA: Cartoline dall ex Iugoslavia (Giulia Gigante) 7 A PROPOSITO DI TRADUZIONE: La traduzione comunitaria (Elisa Ranucci) 10 CIBERSPAZIO: Luce (Daniela Murillo) 12 Comitato di redazione: C. Breddy, C. Cona, R. Gallus, C. M. Gambari, G. Gigante, C. Gracci, D. Murillo, E. Ranucci Fischer, D. Vitali Collaboratori: Roberto Fini Grafica: A. A. Beaufay-D Amico

2 culturalia EUROPALIA - ITALIA C è aria d Italia in quest autunno bruxellese. E non solo per via di un ottobre mite che fa seguito ad un estate spettacolare, ma soprattutto per un vero e proprio fuoco d artificio di iniziative che aprono un grande squarcio sull arte, il cinema, il teatro, la musica e la letteratura italiana. A 34 anni di distanza dalla prima volta, l edizione del 2003 di Europalia è infatti nuovamente dedicata all Italia, in concomitanza con il semestre della Presidenza italiana, e il programma, particolarmente ricco ed articolato, offre quasi ogni giorno qualcosa di interessante fino alla metà di febbraio dell anno prossimo. Sulla scia delle iniziative culturali anche i commercianti non hanno voluto essere da meno e, dalle boutiques ai supermercati, dalle agenzie di viaggio alle bancarelle è tutto un tripudio di prodotti made in Italy, di offerte e di allusioni ad uno stereotipato modo di vivere all italiana che naturalmente esiste solo nelle pubblicità e in certi sceneggiati televisivi. Quest aspetto di «colore» rimane però, nonostante qualche bandierina di troppo, tutto sommato marginale rispetto alla vastità di orizzonti spalancati da Europalia. La manifestazione si propone di dare un immagine a 360 del panorama culturale italiano spaziando attraverso i secoli, i generi, le idee e la variegata geografia del territorio della penisola. Nel fittissimo calendario di Europalia spiccano in primo piano, per spessore ed interesse culturale, le iniziative letterarie ed artistiche. Al centro delle manifestazioni di letteratura e sulla letteratura c è un convegno internazionale presieduto da Umberto Eco, articolato in tredici conferenze e una tavola rotonda, che si propone di analizzare Il contributo del pensiero italiano alla cultura europea e si terrà il 6 novembre al Palais des Beaux-Arts. Saranno poi dedicati diversi incontri alla letteratura siciliana, una conferenza di Vincenzo Consolo, una di Santo Piazzese e una terza di Marie-France Renard sulla scrittura di Pirandello, Sciascia e Camilleri. Tra gli altri incontri, ci sarà quello con lo scrittore Marcello Fois, che parlerà del romanzo poliziesco in Italia, dell autrice Elisabetta Rasy, che discuterà di letteratura femminile, e un incontro-scontro che promette di essere particolarmente interessante tra Amélie Nothomb e Alessandro Baricco. Poeti e critici contemporanei dell Italia, del Belgio, dell Olanda e della Svizzera affronteranno il tema della poesia italiana in una prospettiva europea nel convegno Séduction et trahison mentre, a cura di Italiques, un associazione di intellettuali belgi, francesi e italiani, si svolgerà un convegno intitolato Les villes du symbolisme. Il critico della 2

3 EUROPALIA - ITALIA culturalia Transavanguardia Achille Bonito Oliva illustrerà le ultime tendenze artistiche (L art après 2000). Infine, vi saranno conferenze dedicate a temi scientifici, all architettura (la casa italiana contemporanea) e alla musica (Antonio Vivaldi). In margine a queste manifestazioni ufficiali, va ricordata un'iniziativa singolare organizzata dall'unità di Interpretazione italiana della Commissione Poesia... Tirami su! grazie alla quale sarà possibile ascoltare brani di poesia italiana durante l'attesa degli ascensori. L'idea è quella di indurre, dopo questo primo assaggio, "gli ascoltatori per caso" a leggere le opere da cui sono tratti i versi recitati. La ricca carrellata di mostre dedicate alle arti visive si articola lungo un arco temporale immenso, che inizia con l'eruzione del Vesuvio (79 d.c.) e termina ieri con gli ultimi artisti e sperimentatori. Il museo del Cinquantenario ospiterà una impressionante esposizione (Da Pompei a Roma), che ha già riscosso grande successo a Napoli, che ricostruisce la vita e l'arte nell'antica Pompei, attraverso le case, le decorazioni, le sculture, gli abiti, i gioielli, gli strumenti di lavoro e i corpi dei suoi abitanti, presenti sotto forma dei celebri calchi ricavati dalla sagoma vuota che i corpi avevano lasciato nel magma rovente della lava del vulcano. Un'altra grande mostra, Giotto et l'art à Padoue au XIV siècle, presenta una ricostruzione della cappella degli Scrovegni di Padova con gli affreschi di Giotto (Espace culturel ING al Mont des Arts) mentre al Palais des Beaux-Arts un'esposizione è dedicata al Rinascimento di Ferrara (Une Renaissance particulière. La cour des Este à Ferrara). La mostra più originale è però forse quella nata da un'idea di Umberto Eco e dedicata esclusivamente alla Venere di Tiziano (Vénus dévoilée al Palais des Beaux-Arts): un solo quadro e, tutt'intorno, la ricostruzione del contesto storico ed artistico in cui l'opera è nata, più una rassegna delle più svariate Veneri, da quella di Michelangelo a quella di Modigliani, da quella del Vasari a quella di De Chirico. Per concludere, oltre a due mostre dedicate alla città di Genova e al suo confronto con Anversa che le ospita entrambe, c'è una ricca rassegna dell'arte contemporanea, con mostre che partono dal Futurismo (Il Futurismo al Musée d'ixelles e Le Souffle de l'âme. Morandi et la nature morte a Bruges) per giungere fino alla Transavanguardia e oltre. Finalmente, grazie ad Europalia, approda a Bruxelles il cinema italiano vecchio e nuovo, classico e d avanguardia. Sono talmente tanti i film che saranno in programmazione - alcuni per la prima volta e senza la consueta attesa di un paio d anni - nei cinema e nei centri culturali di Bruxelles e di altre città del Belgio, che è impossibile vederli tutti. Vi saranno delle retrospettive dedicate a Michelangelo Antonioni, Pier Paolo Pasolini, Federico Fellini, Luchino Visconti. Vi saranno conferenze-film dedicate alle città d arte (Firenze, Venezia, Roma), film d arte, tra cui uno dedicato a Pompei in occasione della mostra Da Pompei a Roma e uno dedicato a Tiziano in occasione di Vénus dévoilée, un gala cinematografico per la presentazione dell ultimo film di Pupi Avati, Il cuore altrove e tre grandi rassegne. La prima presenta dei capolavori del cinema italiano d autore, da Fellini a Moretti, per terminare con Respiro di Crialese. La seconda porta al pubblico tutti i film italiani che hanno ottenuto un riconoscimento internazionale, dal Leone d oro di Venezia alla Palma d oro di Cannes, dall Orso d oro di Berlino all Oscar, a partire dal 1946 : 3

4 culturalia EUROPALIA - ITALIA grandi film come La dolce vita, Divorzio all italiana, Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto, Ladri di biciclette, Le mani sulla città, I racconti di Canterbury, L ultimo imperatore o La vita è bella Infine, la terza rassegna presenta nei locali del cinema Arenberg una serie di film nuovi, delle ultime stagioni, di registi particolarmente interessanti : si potrà così vedere Buongiorno notte, il film di Marco Bellocchio che ha fatto tanto discutere e molti altri film recenti, come quello dedicato alla giornalista Ilaria Alpi e L'acqua...il fuoco di Luciano Emmer. Un appuntamento da non perdere per gli appassionati del cinema di Nanni Moretti si svolgerà il 28 ottobre al Palais des Beaux-Arts. In quell'occasione, il regista incontrerà il pubblico e presenterà due mediometraggi: Il grido d'angoscia dell'uccello predatore: 20 tagli d'aprile e The last customer (in cui ha filmato gli ultimi giorni di un'antica farmacia di New York). In margine, va segnalato ancora che, in contemporanea con le rassegne organizzate nell ambito del festival, è stata programmata l uscita di una serie di film italiani d autore, come l'attesissimo La meglio gioventù (parte I e II) di Marco Tullio Giordana e La finestra di fronte di Ozpetek. Pur non gigantesca, la rassegna teatrale offre un ampio ventaglio di stili e di proposte. Si esibirà il tradizionale teatro delle marionette siciliane, «L opera dei pupi», in uno spettacolo dedicato a La pazzia di Orlando, ma anche una compagnia classica, come il Teatro Piccolo di Milano che presenterà sia Arlecchino servo di due padroni di Carlo Goldoni che un insolito allestimento, Miracolo a Milano, ispirato al film di Zavattini e De Sica. Si segnalano poi un omaggio a Pier Paolo Pasolini, La rabbia, della compagnia Pippo Delbono, compagnia che presenta anche un altro spettacolo, Guerra, ispirato all Odissea, e Il cappello a sonagli di Pirandello con la regia di Giulio Bosetti. Non mancano poi, per gli amanti del genere, alcuni allestimenti di teatro-danza. Il programma musicale di Europalia è talmente ricco che è impossibile farne una panoramica. Ci limitiamo, pertanto, a segnalare qualche curiosità invitando i lettori a consultare il sito : per informazioni dettagliate sul fitto calendario di concerti di musica classica, lirica e sinfonica, ma anche leggera, etnica e impegnata. Ricordiamo una serata di musica e poesia che si svolgerà il 3 novembre al Palais des Beaux-Arts dedicata a Torquato Tasso (madrigali su testi della Gerusalemme liberata), un concerto della Nuova Compagnia di Canto popolare che si esibirà il 20 dicembre, alla vigilia delle vacanze di Natale, con un suo cavallo di battaglia, Li Sarracini adorano lu sole, ed un concerto dell intramontabile Paolo Conte il 22 ottobre. L «impresa» Europalia-Italia sembra destinata al successo: la manifestazione di quest anno, infatti, pur senza accingersi all impossibile compito di rappresentare tutto, apre prospettive nuove, offre angolature inedite, stimola la curiosità e invoglia italiani e stranieri a ulteriori esplorazioni e scoperte. Giulia Gigante 4

5 contributo Nuove tecnologie e società Una ricerca dell Università di Toronto smentisce la tradizionale immagine della solitudine del navigatore Web Di Roberto Fini Università di Verona * Alla periferia di Toronto, in Canada, esiste un piccolo quartiere che da qualche anno è al centro dell interesse degli scienziati sociali. Al fine di tutelare la privacy dei suoi abitanti, chiameremo questa comunità con lo pseudonimo (indicativo) di Netville. A Netville si vive in case unifamiliari, abitazioni di nuova costruzione, fra loro piuttosto simili e distribuite uniformemente nell area urbana. È un tipico quartiere della middle class del Nordamerica, non particolarmente interessante dal punto di vista sociologico. Ma Ma nel 1996 la locale municipalità decise di avviare un piano di cablaggio e di interconnessione delle abitazioni di Netville: grazie ad una connessione ad alta velocità (10Mbps), i residenti possono utilizzare un servizio , un videotelefono, un online jukebox, un servizio sanitario telematico, un forum di discussione locale ed altre applicazioni di intrattenimento ed educative, sia locali che nazionali. Purtroppo, però, non tutto il quartiere è stato cablato: per ragioni essenzialmente economiche, il cablaggio ha interessato soltanto il 60% delle abitazioni, mentre il restante 40% è rimasto privo di questo servizio. Un occasione d oro per i ricercatori interessati a verificare l impatto delle nuove tecnologie informatiche e della comunicazione sui comportamenti delle persone e sulle relazioni sociali che si instaurano: in effetti, l omogeneità sociale di Netville permetteva confronti interessanti ed indicativi, quasi che la piccola comunità potesse essere considerata quel laboratorio di cui solitamente non dispongono gli scienziati sociali. In particolare un sociologo dell Università di Toronto, Keith N. Hampton, intuisce l importanza di uno studio sui comportamenti dei residenti di Netville e non si lascia sfuggire l occasione: si trasferisce nel piccolo quartiere e come osservatore partecipante lavora da casa, utilizza le tecnologie di comunicazione, partecipa ai momenti sociali e stringe amicizie online. Dall interno inizia così a verificare i cambiamenti indotti dalle tecnologie nella vita degli abitanti collegati e può fare un confronto con i comportamenti di quelli rimasti offline. Alla fine della ricerca i risultati appaiono sorprendenti e permettono di gettare una luce nuova sull impatto che le tecnologie informatiche e della comunicazione hanno sulla vita quotidiana e sulle relazioni sociali delle persone. Cosa succede quando una parte dei residenti di Netville può accedere a simili tecnologie? I loro comportamenti sono diversi rispetto a quelli dei residenti che non possono utilizzare le stesse tecnologie? E se sì, in che misura e in che direzione? Le analisi svolte da Hampton indicano che nel gruppo dei residenti online le relazioni sociali esistenti si rafforzano e inoltre, là dove difficilmente si sarebbero instaurate, ne nascono di nuove. Il primo test che lo studioso canadese svolge è sulle relazioni a distanza : ai soggetti viene chiesto se i contatti con parenti ed amici che vivono lontani si sono più o meno intensificati nell ultimo anno (secondo una scala che va da molto di meno a molto di più ); in base alle risposte Hampton può concludere con certezza che le tecnologie di rete permettono di intensificare notevolmente i rapporti personali. Questo indica che l effetto internet non deprime le relazioni sociali tra persone lontane come invece sostengono in molti. Ancor più significativa è la seconda verifica dello studioso canadese, perché permette di superare una radicata concezione relativa alle nuove forme di comunicazione online. In effetti, queste non sono solo tecnologie per comunicare a distanza, ma consentono di sviluppare relazioni sociali più strette, per esempio quelle con i vicini di casa. 5

6 contributo Nuove tecnologie e società Hampton infatti scopre che rispetto ai residenti offline, coloro che dispongono del collegamento a) conoscono un numero di vicini tre volte superiore, b) parlano(face to face) regolarmente con i vicini almeno il doppio delle volte, c) fanno visita ai propri vicini circa il 50% in più------, e d) li chiamano al telefono quattro volte di più. La disponibilità di una tecnologia che consente rapporti a distanza, dunque, non elimina i rapporti personali basati su incontri, relazioni dirette, ecc.; anzi al contrario i rapporti face to face sembrano essere notevolmente favoriti dall esistenza della rete. A Netville gli abitanti che dispongono del cablaggio lo utilizzano per organizzare barbecue, per cercare cani smarriti, per fare nuove amicizie. L esperienza di Netville dimostra che i due sistemi di comunicazione, quello face to face e quello, certo più impersonale, mediato dalla tecnologia non si escludono a vicenda, ma al contrario possono integrarsi. La rete consente di think globally and act locally, un atteggiamento che può essere un rimedio efficace ai mali che il processo di globalizzazione comporta: grazie alla tecnologia molte barriere sociali si riducono e può diventare facile mobilitare e coordinare risorse a livello locale. L esempio di Netville mette anche in evidenza come una comunità possa svilupparsi in modo squilibrato a partire dalle diverse dotazioni di tecnologia di cui i suoi membri dispongono: in effetti, i differenti comportamenti fra i residenti cablati e quelli non cablati costituiscono un esempio di digital divide, cioè dell esistenza di una barriera fra gruppi sociali con dotazioni tecnologiche diverse. La questione ha una notevole importanza: se la connessione favorisce e crea rapporti sociali e se questi rapporti sociali servono poi a migliorare la qualità della vita di coloro che li vivono, allora chi ne è escluso gode di una minore qualità di vita, indipendentemente dal suo reddito o dalle sue condizioni materiali. Nel bene o nel male, Netville può apparire un caso troppo circoscritto per avere valore generale, anche se la sua analisi permette di verificare come sarà la vita di molti di noi fra non molto tempo; ma se concentriamo la nostra attenzione su comportamenti più abituali e su fasce sociali più ampie possiamo facilmente verificare come ci siano molte analogie con i residenti di Netville. Si pensi per esempio ai comportamenti giovanili: i giovani sono oggi i maggiori consumatori di tecnologie; non solo internet, ma anche (e di più) quelle basate sulla telefonia cellulare. Tutti abbiamo osservato la frequenza con la quale i giovani utilizzano metodi di comunicazione come gli SMS, al punto che per le imprese che gestiscono i servizi di telefonia cellulare essi rappresentano una occasione di business più promettente dei tradizionali servizi in voce. L aspetto interessante di questi comportamenti è costituito dal fatto che si tratta di un modo nuovo, efficace ed economico per fare rete ; ad esso corrisponde un analogo forte consumo di tecnologie come l e mail o le chat. I giovani usano intensamente questi strumenti perché li trovano estremamente utili per entrare in contatto fra di loro e potenziare i legami. Per di più tutte le ricerche svolte mettono in evidenza come l utilizzo di strumenti come questi non riduce le occasioni di incontro face to face, né diminuisce l uso di altri più tradizionali media come per esempio la lettura: chi scrive molte o usa molto il telefono cellulare è anche un lettore più forte di quanto non lo sia colui che fa un uso episodico di questi strumenti. Sia l esempio di Netville che questi cenni all uso dei new media da parte dei giovani mettono in evidenza la necessità di rivedere l immagine del consumatore delle tecnologie di rete come un solitario ed un emarginato sociale: al contrario in genere si tratta di individui con forti legami sociali che le reti sono in grado qualche volta di creare, più spesso di potenziare. È dunque un interesse collettivo fare in modo che la dotazione tecnologica a disposizione di ciascuno di noi sia la maggiore possibile. * Docente d Economia, studioso delle dinamiche socio economiche dei New media 6

7 CARTOLINE DALL EX IUGOSLAVIA culturalia I segreti della Slovenia Paese poco conosciuto, quasi fiabesco per i boschi fittissimi e le suggestive montagne che culminano nella mitica vetta del Triglav, la Slovenia è una terra silenziosa, attraversata da fiumi dal corso allegro e disordinato che si avvitano serpentini o s incuneano in profonde gole come fa la Soča (l Isonzo) a Vintgar. Ex possedimento austroungarico, compressa tra l Italia e l Austria e una Croazia «ex sorella» che è la padrona quasi assoluta della costa, la Slovenia, miracolosamente, o forse come unica soluzione possibile, possiede un identità originale, che mescola elementi mitteleuropei e peculiarità slave, la cultura della montagna e gli echi di quella mediterranea. Ma la Slovenia non si ferma qui, ha un quid segreto in più per scoprire il quale bisogna recarsi assolutamente sul posto. La campana dei desideri Tra le montagne, in un paesaggio tipicamente alpino, un angolo di Slovenia si specchia nelle acque verdazzurre, fresche e cristalline del lago di Bled. Un piccolo borgo di case in pietra radunate intorno ad una chiesa e la ripida salita al Grad (castello) che domina la cittadina e si riflette nel lago. Al centro del lago un isoletta verdissima con in cima una chiesa con uno svettante campanile che diffonde sull acqua il suono struggente e un po malinconico di una campana. E la campana dei desideri che a pochi eletti (dotati della giusta miscela di forza e equilibrio) è dato riuscire a far suonare per ottenere che un desiderio venga esaudito, secondo una leggenda che risale alle vicende di una principessa che fece costruire la chiesa ed installarvi la campana in ricordo del marito ucciso dai briganti. La campana magica è in bronzo e risale al 1534, anno in cui fu fatta arrivare da Padova dopo che la prima campana ordinata, tutta d'oro, era affondata nel lago nel tragitto verso l'isola. 7

8 culturalia Tutta colpa del fantasma di Tito A un banco di cambio nelle stradine della vecchia Rovigno si svolge una scena apparentemente insignificante, ma dalle profonde implicazioni storico-politiche. Un donnone russo, dal piglio militaresco cerca insistentemente di cambiare i suoi dollari in euro e lo fa esprimendosi in uno spagnolo maccheronico che vorrebbe spacciare per italiano. La ragazza croata allo sportello continua a spiegarle, ostinatamente in italiano, che lei può cambiare solo in cune croate. Il dialogo tra sordi si trasforma in un grottesco alterco reso ancora più assurdo dal fatto che se le due donne si esprimessero ciascuna nella propria lingua, si capirebbero molto meglio L'isola dei campanili Acqua turchese smeraldina, roccia carsica che si apre in piccole baie pietrose e che ospita un'immensa pineta che si arrampica sul terriccio rosso, tra i sassi bianchi e appuntiti. I pini si rispecchiano nel mare e il bianco del fondo è interrotto solo da innumerevoli ricci. Il sole non ha più quella nota di lattiginosità levantina che caratterizza l'istria, ma la vividezza dei colori e delle luci mediterranee. C'è il mondo slavo in tutta la sua moltitudine e varietà: slovacchi, sloveni, croati, russi e polacchi... gli idiomi si mescolano e riecheggiano di tanto in tanto tra le radure di terra e di mare. E' Rab, l'isola dei campanili che svettano, a gara, bianchi nel cielo blu, uno dietro l'altro, isolati o accanto a chiese in pietra carsica nella parte alta della capitale che si erge a picco sul mare trasparentissimo. 8

9 culturalia L'isola calva Per arrivare a Rab partendo dall'isola di Krk, il battello scivola silenzioso sull'acqua, tra le ombre del crepuscolo in un percorso tortuoso tra rocce lunari di isolotti dimenticati da Dio e dagli uomini, estremamente suggestivi nella luce del vespro ma desolanti nella loro nudità. All'improvviso, l'aria diventa come rarefatta e sulla bellezza del paesaggio cala un sentore di morte e desolazione. Qui si è svolta una delle pagine più terribili della storia dell'iugoslavia. Su uno di questi isolotti, Goli Otok, "l'isola calva", arida e riarsa d'estate e battuta da una violenta bora d'inverno, Tito aveva fatto installare un campo di concentramento per prigionieri politici dove, tra il 1949 e il 1956, trovarono la morte per i trattamenti disumani oltre dei detenuti. Ed è come se nel vento che soffia sulle scogliere, nelle pieghe delle onde marine fosse rimasto impresso, ad imperitura memoria, l'eco dei loro tormenti. Giulia Gigante 9

10 a proposito di traduzione La traduzione comunitaria L editore Hoepli da alcuni anni si mostra molto attento alla problematiche della traduzione e il suo catalogo accoglie diversi titoli di sicuro interesse per la nostra professione. Citerò per tutti «La traduzione specializzata», di Federica Scarpa, in cui sono affrontati i principali aspetti della traduzione di testi non letterari. Nel settembre scorso la collana si è arricchita di un nuovo titolo, «Tradurre per l Unione europea Problematiche e strategie operative», di cui è autore il collega Domenico Cosmai, traduttore presso il Comitato economico e sociale europeo. Come Cosmai dichiara nella sua prefazione, anche se i primi destinatari del volume e i suoi referenti naturali sono i colleghi dei servizi linguistici delle istituzioni comunitarie, lo studio intende poi rivolgersi ad un pubblico più vasto, che comprende in primo luogo docenti e studenti universitari, a cui si desidera illustrare «il fenomeno della traduzione comunitaria partendo dalla sua realtà oggettiva, quotidiana..al fine di fornire un quadro d insieme aggiornato o completo», ovvero, come si ribadisce alla fine del sesto capitolo, «descrivere il mondo per certi versi ancora ignoto della traduzione comunitaria con la massima obiettività..sottolineandone i punti di forza (a cominciare dalla professionalità di chi vi lavora), ma non dimenticandone le debolezze». Il libro è suddiviso in due sezioni, precedute da un capitolo introduttivo in cui si affronta la questione del multilinguismo e si descrive il regime linguistico dell Unione europea. La prima sezione, dedicata all analisi del linguaggio dei documenti dell Unione europea, comprende due capitoli, uno su gli aspetti lessicali e un altro sulle problematiche redazionali e testuali. La seconda sezione, dedicata agli aspetti pratici della traduzione comunitaria, consta di tre capitoli: uno sulla prassi traduttiva nelle istituzioni dell Unione europea, uno sui generi distintivi della traduzione comunitaria e uno sul futuro della traduzione comunitaria. L ultimo capitolo comprende una selezione di testi tradotti e riveduti. Il volume è completato da un appendice, in cui sono riportati alcuni testi comunitari ufficiali concernenti il regime linguistico e la qualità redazionale, nonché da un ricco apparato di note e da una nutrita bibliografia. Nella sua struttura, il volume rinvia in modo abbastanza diretto al libro "Translating for the European Union Institutions", scritto da Emma Wagner, Svend Bech e Jesús M. Martinez e pubblicato nel 2001 dalla casa editrice inglese ST.JEROME. E per le persone direttamente interessate a lavorare come traduttori presso le istituzioni europee, in particolare per i traduttori freelance, il testo di Wagner, Bech e Martinez continua ad essere un riferimento prezioso, anche perché dichiaratamente e specificamente mirato a questo tipo di destinatari. Esso fornisce un quadro molto completo, chiaro e ben strutturato della traduzione comunitaria e dei problemi relativi e il fatto che sia redatto in inglese non dovrebbe rappresentare un ostacolo alla sua diffusione tra gli appartenenti alla categoria. Il libro di Cosmai, benché fresco di stampa, non ha fatto in tempo a registrare i grossi cambiamenti sopraggiunti negli ultimi mesi nel nostro servizio e non risulta quindi più aggiornato. Anche i dati e le statistiche ivi riportate non sono più recenti di quelle che figurano in "Translating for the European Union Institutions". L'interesse di questo volume, più che nelle informazioni fornite, sta dunque nella riflessione linguistica che Cosmai conduce sulla "prassi traduttiva" comunitaria e sulle sue implicazioni giuridiche, aspetti che nel libro di Wagner, Bech, Martinez sono trattati in modo molto più succinto o solo accennati. Di grande utilità risulta poi nel libro di Cosmai la ricca scelta di esempi di traduzioni e di revisioni, raccolti nell'ultimo capitolo, ma già ampiamente presenti in tutto il testo. Anche se l'approccio seguito da Cosmai nel descrivere e analizzare i fenomeni linguistici non è sempre del tutto convincente, il libro è ricco di osservazioni interessanti per noi traduttori e nel suo 10

11 a proposito di traduzione complesso costituisce un contributo stimolante al dibattito sugli aspetti più salienti del nostro lavoro, specie per quanto riguarda la revisione. Il fatto di richiamarsi alla propria esperienza diretta di traduttore presso il CESE costituisce una scelta del tutto legittima e apprezzabile, anche se in qualche caso può indurre l'autore a privilegiare una tipologia di testi non particolarmente rappresentativi della produzione comunitaria. Questo elemento, che rischia forse di dare ai lettori esterni alle istituzioni un'immagine leggermente distorta di tale realtà, ha un risvolto indubbiamente positivo per noi traduttori della Commissione, perché ci invita a confrontarci con problemi che ci sono meno familiari ovvero a guardare problemi noti da una prospettiva diversa. Particolarmente interessanti sotto questo profilo sono le pagine dedicate all'analisi degli originali italiani e più in particolare quelle sulla traduzione dei testi comunitari di diritto sindacale. Altrove, meno felicemente, questo punto di vista 'settoriale', può tradursi in una presentazione lacunosa delle altre realtà traduttive e nel caso della nostra Direzione generale della traduzione stupisce non vedere menzionata la traduzione di testi normativi, che sembra essere appannaggio esclusivo dei colleghi del Consiglio, quando in realtà il procedimento di formazione della norma comunitaria parte dalla Commissione e quindi dal suo servizio di traduzione. Non mi sembra poi sufficientemente argomentata l'accusa di scarsa chiarezza rivolta in generale alla produzione testuale comunitaria, un vecchio luogo comune diffuso soprattutto in area anglosassone e scandinava, che Cosmai riprende da un intervento di Tosi del 2001 e che l'esempio citato non basta a corroborare(1). Da altri studi risulta che il livello di leggibilità dei testi comunitari è mediamente superiore a quello dei testi amministrativi e normativi italiani e che le caratteristiche negative messe in evidenza nei documenti dell'unione si ritrovano in misura molto maggiore nei testi italiani della stessa tipologia. La comunicazione dell'unione con i cittadini non sembra poi affatto minacciata dalla qualità della redazione. Al contrario lo studio di Gabriella Alfieri(2), conferma che in generale la qualità redazionale dei testi comunitari consente un buon livello di comprensione del messaggio che l'unione intende trasmettere ai cittadini. Queste considerazioni nulla tolgono comunque al valore globale del libro di Cosmai, che riflette un sforzo di documentazione e di riflessione serio e approfondito, con cui giova confrontarsi. Come traduttori della Commissione, dobbiamo poi particolarmente ringraziare il collega del CESE per avere ricordato e citato (!) la nostra rivista Interalia, nonché per averci dato, attraverso alcuni estratti particolarmente significativi, un assaggio di un intervento del collega Paolo Gozzi sul tema "Babele in Mitteleuropa - La traduzione della legislazione comunitaria nelle lingue dei paesi candidati", che speriamo di poter leggere quanto prima nella sua veste integrale. Per concludere, leggere questo libro è un po' come ritrovarsi fra amici di vecchia data: si discute un po', non si è necessariamente d'accordo su tutto, ma si è contenti di scambiarsi le proprie esperienze e di poter contare su un mondo di riferimenti comuni che rendono più immediata, facile e fruttuosa la comunicazione. Elisa Ranucci (1) La frase incriminata "Per mantenere la sua diversità, la ricchezza delle sue tradizioni e delle sue strutture, l Europa diventerà sempre più, anche per l'effetto dei prossimi ampliamenti, un livello pertinente d'intervento in conseguenza della necessaria cooperazione in tali settori fra l'unione europea e gli Stati membri." appare a pag. 24 di un testo di 43 pagine, il Libro bianco della Commissione "INSEGNARE E APPRENDERE VERSO LA SOCIETÀ CONOSCITIVA", consultabile on -line sul sito Quando il prof. Tosi citò questo esempio ai traduttori italiani della Commissione, nel corso di una conferenza da lui tenuta per il nostro servizio nel 1998, gli venne fatto notare che con ogni probabilità la traduzione era stata eseguita da traduttori freelance. Al riguardo si ricorda che attualmente il 30% delle pagine tradotte in italiano sotto la responsabilità della Direzione generale della traduzione della Commissione sono state tradotte da traduttori esterni e che non è prevista una loro revisione sistematica da parte del nostro servizio. (2) * Gabriella Alfieri - «L'italiano per l'europa»: indagine sulle campagne d'informazione dell'ue», in S. Vanvolsem, D. Vermandere, Y. D Hulst, F. Musarra, a cura di, L'italiano oltre frontiera, «Atti» del V Convegno Internazionale (Lovanio aprile 1998), Firenze, Cesati, 2000, vol. I, pp

12 ciberspazio Foto: Il nome "LUCE" che è l'acronimo di L'Unione Cinematografica Educativa rievoca un mondo passato e per molti di noi molto lontano. L'archivio dell'istituto accoglie un patrimonio filmico e fotografico di dimensioni gigantesche: cinegiornali, documentari, testimonianze preziose della nostra storia degli ultimi 70 anni. Infatti l'istituto ha visto la luce il 5 novembre 1925 quando con un decreto legge ad hoc è stato creato "l'organo tecnico cinematografico dei singoli Ministeri e degli Enti posti sotto il controllo e l'autorità dello Stato". Questo patrimonio straordinario è ora a disposizione di chiunque, su Internet. È veramente straordinario rivedere quei filmati d'epoca che facevano parte della Settimana Incom o del Giornale Luce e riascoltare le voci enfatiche dei commentatori. Per farlo basta digitare: registrarsi una prima volta ( la registrazione è gratuita): e onsultare la sezione Archivio, Si puo' fare una ricerca con il nome di un personaggio, per es: "nuvolari". Una volta ottenuta la lista dei risultati cliccare sul simbolo della pellicola, successivamente cliccare su modem, aspettare qualche secondo che la funzione buffering raggiunga il 100%, attivare mostra controlli (per poter aumentare il volume). Altrettanto notevole è il settore Raccolta con la sua sottosezione Sala di proiezione che ci permette di vedere filmati come: "N.U. Nettezza Urbana bellissimo documentario di Michelangelo Antonioni, premiato con il nastro d'argento, dove il principale interesse del grande maestro non sono le cose o i luoghi (soggetti principali della documentaristica di allora), ma le persone, descritte anche attraverso gli straordinari scorci di una Roma deserta illuminata dalle prime luci del mattino". O come "Comacchio", di Fernando Cerchio, film del 1941, che si avvale di una fotografia straordinaria e suggestiva, interessante sotto il profilo artistico ma anche documentaristico poiché riproduce nelle sue fasi salienti il lavoro di allevamento e cattura delle anguille (quindi doppiamente interessante!). La sezione Raccolta inoltre è ricca di documenti preziosi che fanno Luce sulla storia (nostra) del secolo scorso e che spaziano dallo sport ai cartoni animati. Le modalità di ricerca sono simili all'altra sezione. Buon divertimento! Daniela Murillo 12

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti. per i bambini

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti. per i bambini 20 15 16 Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti per i bambini Gentili Insegnanti, per la seconda volta il nostro programma si presenta in una veste grafica snella e

Dettagli

Testata: Il Mattino Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 39-43

Testata: Il Mattino Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 39-43 Testata: Il Mattino Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 39-43 Testata: Il Mattino Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 49 Testata: Corriere dell Irpinia Data: 22 Settembre 2013 Pag.: 12 Testata: Ottopagine Data: 22

Dettagli

Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato

Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato La nuova biblioteca pubblica della città di Prato, l Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini, è situata

Dettagli

La mediazione linguistica a teatro Strategie editoriali di una forma di traduzione audiovisiva di Mauro Conti (2014) 1. La traduzione audiovisiva

La mediazione linguistica a teatro Strategie editoriali di una forma di traduzione audiovisiva di Mauro Conti (2014) 1. La traduzione audiovisiva La mediazione linguistica a teatro Strategie editoriali di una forma di traduzione audiovisiva di Mauro Conti (2014) 1. La traduzione audiovisiva Nel multiforme e mutevole dominio della mediazione linguistica,

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLE ATTIVITÀ EDUCATIVE PER LE SCUOLE Anno scolastico 2015-2016 ALLA SCOPERTA DI CINECITTÀ E DEL CINEMA.

PRESENTAZIONE DELLE ATTIVITÀ EDUCATIVE PER LE SCUOLE Anno scolastico 2015-2016 ALLA SCOPERTA DI CINECITTÀ E DEL CINEMA. Cari insegnanti, PRESENTAZIONE DELLE ATTIVITÀ EDUCATIVE PER LE SCUOLE Anno scolastico 2015-2016 ALLA SCOPERTA DI CINECITTÀ E DEL CINEMA. dal 2011 Cinecittà si Mostra ha avviato un progetto specifico di

Dettagli

Spirit of the mountain

Spirit of the mountain Spirit of the mountain BERGAMO MILANO PONTRESINA SESTRIERE VERONA CINQUE FESTIVAL, UN GRANDE NETWORK L IDEA L'Associazione Montagna Italia nasce nel 1996 con lo scopo di promuovere il turismo, il rispetto

Dettagli

Allegato VI Modello per la Presentazione dei Programmi di Inserimento Lavorativo

Allegato VI Modello per la Presentazione dei Programmi di Inserimento Lavorativo Allegato VI Modello per la Presentazione dei Programmi di Inserimento Lavorativo SOGGETTO PROPONENTE (OPERANTE IN SARDEGNA) Ragione Sociale Ilisso Edizioni di Vanna Fois & C. s.n.c. Indirizzo via Guerrazzi

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PROGRAMMAZIONE DIDATTICO-EDUCATIVA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA CAMPO DI : I DISCORSI E LE PAROLE E il campo che permette ai bambini, opportunamente guidati, di estendere il patrimonio lessicale, le competenze

Dettagli

Senso della storia e azione politica

Senso della storia e azione politica Francesco Rossolillo Senso della storia e azione politica II. La battaglia per la Federazione europea a cura di Giovanni Vigo Società editrice il Mulino Sull inglese come lingua universale La decisione

Dettagli

SALINA FESTIVAL 2010 CineMareMusica. 20-29 Luglio

SALINA FESTIVAL 2010 CineMareMusica. 20-29 Luglio FESTIVAL 2010 CineMareMusica 20-29 Luglio COMUNICATO STAMPA Ascoltare il mare, ripercorrere con Pier Paolo Pasolini l Italia di cinquanta anni fa, scoprire le Eolie in video: è sempre più ricco il programma

Dettagli

LICEO F. PETRARCA - TRIESTE Liceo Classico Liceo Linguistico ANNO SCOLASTICO 2013/2014. SECONDO BIENNIO e ULTIMO ANNO

LICEO F. PETRARCA - TRIESTE Liceo Classico Liceo Linguistico ANNO SCOLASTICO 2013/2014. SECONDO BIENNIO e ULTIMO ANNO LICEO F. PETRARCA - TRIESTE Liceo Classico Liceo Linguistico ANNO SCOLASTICO 2013/2014 Schema di PROGETTAZIONE DEL DIPARTIMENTO DELL ASSE dei LINGUAGGI SECONDO BIENNIO e ULTIMO ANNO 1 SECONDO BIENNIO E

Dettagli

Intervista telematica a Sonia Grineva

Intervista telematica a Sonia Grineva BTA Bollettino Telematico dell'arte ISSN 1127-4883 Fondato nel 1994 Plurisettimanale Reg. Trib. di Roma n. 300/2000 dell'11 Luglio 2000 1 Gennaio 2010, n. 549 http://www.bta.it/txt/a0/05/bta00549.html

Dettagli

Un giornale può essere di carattere politico, economico, scientifico, sportivo, di attualità, di moda e di vita femminile, di costume ed altro.

Un giornale può essere di carattere politico, economico, scientifico, sportivo, di attualità, di moda e di vita femminile, di costume ed altro. Normalmente si usa la parola giornale per una pubblicazione quotidiana dove si trovano le notizie del giorno. In un senso più largo però, questa parola si usa anche per pubblicazioni settimanali, quindicinali

Dettagli

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE

LICEO STATALE C. TENCA MILANO Dipartimento di Lingue PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE MILANO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUE E CULTURE STRANIERE STRUTTURA DELLA DISCIPLINA 2 Riflessione sulla lingua Dimensione comunicativa-funzionale Dimensione letteraria 3 Articolazione della disciplina

Dettagli

Corso di Laurea in Musica e Spettacolo

Corso di Laurea in Musica e Spettacolo 1 Corso di Laurea in Musica e Spettacolo (Classe delle Lauree in Scienze e tecnologie delle Arti figurative, della Musica, dello Spettacolo e della Moda, classe 23) Regolamento didattico Art. 1. Denominazione

Dettagli

LO SCHERMO E LE EMOZIONI

LO SCHERMO E LE EMOZIONI Ad Hoc Film s.r.l CONCORSO 2015/16 - III EDIZIONE LO SCHERMO E LE EMOZIONI Scrivi una storia per il cinema Riservato agli studenti degli Istituti Superiori d Italia PRESENTAZIONE L idea del concorso Lo

Dettagli

Messaggeri della conoscenza Progetto Musica: fra testo e performance

Messaggeri della conoscenza Progetto Musica: fra testo e performance Messaggeri della conoscenza Progetto Musica: fra testo e performance Comunicazione rivolta agli studenti del Corso di laurea magistrale in Musicologia, dell ultimo anno del DAMS e del secondo anno del

Dettagli

FRANCESCO GIAVAZZI ECONOMISTA

FRANCESCO GIAVAZZI ECONOMISTA FRANCESCO GIAVAZZI ECONOMISTA Grazie. Dirò anche due cose su Venezia, impiegherò dieci minuti. Fatemi ricominciare riprendendo da dove ci siamo fermati questa mattina. E difficile per una persona che per

Dettagli

Otto puntate, a partire da domenica 1 giugno, alle 20.20 su Rai3, con Pino Strabioli per raccontare alcuni grandi personaggi del Teatro

Otto puntate, a partire da domenica 1 giugno, alle 20.20 su Rai3, con Pino Strabioli per raccontare alcuni grandi personaggi del Teatro realizzazione grafica: Valerio Rosati - Ufficio Stampa Rai Otto puntate, a partire da domenica 1 giugno, alle 20.20 su Rai3, con Pino Strabioli per raccontare alcuni grandi personaggi del Teatro italiano:

Dettagli

Denominazione: Progettazione plastica per la scenografia teatrale. Dipartimento Progettazione e arti applicate

Denominazione: Progettazione plastica per la scenografia teatrale. Dipartimento Progettazione e arti applicate ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI FIRENZE Via Ricasoli, - 50122 Firenze Tel. 055.215449 Fax 055.239921 Cod. Fisc. 80019050485 http://www.accademia.firenze.it e-mail: segreteria@accademia.firenze.it Tipologia:

Dettagli

PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PREMESSA La Scuola dell Infanzia offre a ciascun bambino un ambiente di vita e di cultura, un luogo di apprendimento e di crescita dalle forti connotazioni

Dettagli

I S T I T U T O S T A T A L E D I I S T R U Z I O N E S E CO N D A R I A S U P E R I O R E G. O B E R D A N T R E V I G L I O (B G)

I S T I T U T O S T A T A L E D I I S T R U Z I O N E S E CO N D A R I A S U P E R I O R E G. O B E R D A N T R E V I G L I O (B G) GLI INDIRIZZI DI STUDIO E I PROFILI PROFESSIONALI L Istituto, sempre attento alle esigenze formative del territorio nel quale opera, ha diversificato, nel corrente anno scolastico, la propria offerta formativa

Dettagli

Gara Nazionale di Teatro Classico, dedicata al Mito, indirizzata agli allievi delle scuole superiori

Gara Nazionale di Teatro Classico, dedicata al Mito, indirizzata agli allievi delle scuole superiori Gara Nazionale di Teatro Classico, dedicata al Mito, indirizzata agli allievi delle scuole superiori PREMESSA L Associazione culturale Achille e la Tartaruga e il Liceo Classico Torquato Tasso di Salerno,

Dettagli

PROGETTO DI SVILUPPO CONFERENZE FORMAT OLTRE LA MOSTRA

PROGETTO DI SVILUPPO CONFERENZE FORMAT OLTRE LA MOSTRA PROGETTO DI SVILUPPO CONFERENZE FORMAT OLTRE LA MOSTRA OLTRE LA MOSTRA Testi, immagini, brani critici e letterari e filmati raccontano opere e artisti. a cura di Fabiana Mendia, presidente dell Associazione

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana

Dettagli

PROPOSTA DI CORSI DI FORMAZIONE PER DOCENTI

PROPOSTA DI CORSI DI FORMAZIONE PER DOCENTI BARBARA PISCINA Animatrice pedagogica cell. 3286766227 e-mail barbara.piscina@fastwebnet.it PROPOSTA DI CORSI DI FORMAZIONE PER DOCENTI Il percorso di formazione vuole essere l occasione per riflettere

Dettagli

COME SI SCRIVE UN ARTICOLO DI GIORNALE

COME SI SCRIVE UN ARTICOLO DI GIORNALE 273 COME SI SCRIVE UN ARTICOLO DI GIORNALE L articolo di giornale è principalmente un testo che informa su una notizia, che racconta un fatto, cercando di esporre il maggior numero di elementi necessari

Dettagli

I ragazzi della Parrocchia di San Giovanni Battista. Musical

I ragazzi della Parrocchia di San Giovanni Battista. Musical Rimini, Centro Tarkosvkij - 31 ottobre e 1 novembre 2007 I ragazzi della Parrocchia di San Giovanni Battista presentano Musical Regia di Christine Joan in collaborazione con Don Alessandro Zavattini e

Dettagli

Sviluppare la capacità di utilizzare varie modalità espressive: disegno,manipolazione, scrittura creativa, poesia.

Sviluppare la capacità di utilizzare varie modalità espressive: disegno,manipolazione, scrittura creativa, poesia. 1. Macroarea progettuale 4 CREATIVITA ED ESPRESSIVITA 2. Coordinatore progetto DE MARCHI ANTONIETTA. 3. Obiettivi Sviluppare la creatività e la manualità. Potenziare lo sviluppo della motricità fine e

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

NEL TEMPO ESSERE. Performance multimediale simbolica di Patrizia Tummolo. Nei Giardini Baltimora (Giardini di plastica)

NEL TEMPO ESSERE. Performance multimediale simbolica di Patrizia Tummolo. Nei Giardini Baltimora (Giardini di plastica) NEL TEMPO ESSERE Performance multimediale simbolica di Patrizia Tummolo Nei Giardini Baltimora (Giardini di plastica) 1 Progetto Artistico Culturale: performance multimediale e mostra fotografica e documentaristica

Dettagli

L' amico del cuore. I testi base. Nuova edizione. 1 a -2 a -3 a. 4 a -5 a. M.I.O.BOOK Studente. M.I.O.BOOK Studente

L' amico del cuore. I testi base. Nuova edizione. 1 a -2 a -3 a. 4 a -5 a. M.I.O.BOOK Studente. M.I.O.BOOK Studente L' amico del cuore Nuova edizione I testi base Studente Studente 1 a -2 a -3 a Cultura ed educazione insieme Nell elaborazione del testo si è voluto coniugare l aspetto culturale con l aspetto educativo,

Dettagli

La mostra: Se la forma scompare

La mostra: Se la forma scompare Progetto: Passi nel tempo. Archeologia Anno Scolastico 2009-2010 La mostra: Se la forma scompare 11 12 13 Dicembre 2009. Inaugurazione della mostra: Venerdì 11 Dicembre, ore 17 Sotterranei della Pinacoteca

Dettagli

TECNICHE MULTIMEDIALI PER LA

TECNICHE MULTIMEDIALI PER LA TECNICHE MULTIMEDIALI PER LA DOCUMENTAZIONE E NARRAZIONE DEL PAESAGGIO. ALCUNE OPPORTUNITÀ DEL WEB. A cura di Roberta Di Fabio e Alessandra Carfagna roberta.difabio@hotmail.it alessandra.carfagna@email.it

Dettagli

PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA 2009/2010

PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA 2009/2010 PROGETTI SCUOLA DELL INFANZIA 2009/2010 PROGETTO ACCOGLIENZA A SCUOLA SIAMO TUTTI AMICI Fermani Roberta Nocelli Rita - Grassi Katia Bambini di 2 anni e mezzo e 3 anni Sezioni D e E Il progetto Accoglienza

Dettagli

Responsabile e corretto utilizzo delle tecnologie digitali

Responsabile e corretto utilizzo delle tecnologie digitali Responsabile e corretto utilizzo delle tecnologie digitali Informazioni e indicazioni per i genitori Le tecnologie audiovisive e digitali sono strumenti molto utili per la formazione ed il divertimento

Dettagli

EDOARDO GELLNER 100 ANNI DI ARCHITETTURA INTERNI / INTERIORS

EDOARDO GELLNER 100 ANNI DI ARCHITETTURA INTERNI / INTERIORS EDOARDO GELLNER 100 ANNI DI ARCHITETTURA INTERNI / INTERIORS 18 luglio 19 settembre 2009 Alexander Girardi Hall, Cortina d Ampezzo (BL) Inaugurazione sabato 18 luglio ore 16.00 Nuove immagini in alta risoluzione

Dettagli

La Biblioteca scolastica multimediale Gramsci-Keynes e le donazioni dell Institut Français Firenze

La Biblioteca scolastica multimediale Gramsci-Keynes e le donazioni dell Institut Français Firenze La Biblioteca scolastica multimediale Gramsci-Keynes e le donazioni dell Institut Français Firenze Premessa L ISIS Gramsci-Keynes (GK), con i suoi tre settori: Tecnologico C.A.T., Economico- Turistico

Dettagli

Corso FARE CINEMA: L ATTORE

Corso FARE CINEMA: L ATTORE CREARE FUTURO Nuove competenze culturali e creative per lo sviluppo delle imprese e dei territori dell Emilia-Romagna colpiti dal sisma Attività formativa COLTIVARE IMMAGINARI Corso FARE CINEMA: L ATTORE

Dettagli

Premio Sheikh Zayed per il libro

Premio Sheikh Zayed per il libro Premio Sheikh Zayed per il libro 1 Sommario Nota sul premio...3 Obiettivi del premio...4 I settori del premio...5 Per candidarsi al premio...7 Le regole della giuria...9 Contatti...10 2 Nota sul premio

Dettagli

Agli insegnanti delle scuole marchigiane Ai docenti delle Università marchigiane Alle associazioni con finalità educative marchigiane

Agli insegnanti delle scuole marchigiane Ai docenti delle Università marchigiane Alle associazioni con finalità educative marchigiane Agli insegnanti delle scuole marchigiane Ai docenti delle Università marchigiane Alle associazioni con finalità educative marchigiane L'Università per la pace, costituita ai sensi della L.R n. 9 del 2002

Dettagli

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Il progetto Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato è nato in seguito ad un progetto pilota avviato durante l anno scolastico 1999/2000 e presentato

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Il bambino osserva con meraviglia ed esplora con curiosità il mondo, come dono di Dio Creatore. RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO PRIMARIA

Dettagli

a. Il museo Madre Alimentazione: fondo del bilancio ordinario regionale, fondi di origine europea, ricavi propri, sponsorizzazioni e partenariati

a. Il museo Madre Alimentazione: fondo del bilancio ordinario regionale, fondi di origine europea, ricavi propri, sponsorizzazioni e partenariati I CINQUE CERCHI Indirizzi strategici della Fondazione Donnaregina 2012-2014 Cerchio 1. STRATEGIA SU DIMENSIONE METROPOLITANA a. Il museo Madre Alimentazione: fondo del bilancio ordinario regionale, fondi

Dettagli

Direzione Centrale Cultura e Educazione 2012 06331/069 Servizio Promozione della città e Turismo CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Direzione Centrale Cultura e Educazione 2012 06331/069 Servizio Promozione della città e Turismo CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Direzione Centrale Cultura e Educazione 2012 06331/069 Servizio Promozione della città e Turismo CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 184 approvata il 20 novembre 2012 DETERMINAZIONE:

Dettagli

SINTESI DEL PROGETTO

SINTESI DEL PROGETTO Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero per i Beni e le Attività Culturali Società di Cultura La Biennale di Venezia ALLEGATO I PROGETTO PER LA PROMOZIONE E DIFFUSIONE DELL ARTE CONTEMPORANEA

Dettagli

PROVINCIA DI UDINE. ilaria gonano piazza patriarcato, 3 33100 udine - tel. 0432/279767; cell. 338.6282075 mail ilaria.gonano@provincia.udine.

PROVINCIA DI UDINE. ilaria gonano piazza patriarcato, 3 33100 udine - tel. 0432/279767; cell. 338.6282075 mail ilaria.gonano@provincia.udine. PROVINCIA DI UDINE NOTIZIE PER LA STAMPA --------------------------------------------------------------------------------- comunicato del 22 febbraio 2010 A PALAZZO BELGRADO LA PROIEZIONE DELLA PELLICOLA

Dettagli

IL FORTE DI BARD E LA SCUOLA

IL FORTE DI BARD E LA SCUOLA IL FORTE DI BARD E LA SCUOLA I diversi percorsi didattici iniziano in classe con una precisa attività propedeutica di introduzione e preparazione alla visita del Museo delle Alpi. Giunti al Forte, operatori

Dettagli

PROGRAMMAZIONE IN AMBITO DI CULTURA, SPETTACOLO ED EVENTI 2014.

PROGRAMMAZIONE IN AMBITO DI CULTURA, SPETTACOLO ED EVENTI 2014. Comune di Genova GENOVA - EVENTI 2014 PROGRAMMAZIONE IN AMBITO DI CULTURA, SPETTACOLO ED EVENTI 2014. Periodo: maggio dicembre 2014 Lo Scenario La Civica Amministrazione promuove ed organizza annualmente

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

PROGETTO Percorsi linguistico-espressivi per la scuola dell infanzia (4-5 anni)

PROGETTO Percorsi linguistico-espressivi per la scuola dell infanzia (4-5 anni) PROGETTO Percorsi linguistico-espressivi per la scuola dell infanzia (4-5 anni) Ci sono tante storie raccontate a voi bambini Da un Raccontastorie Perché siete piccolini E poi ce ne sono altre Suonate

Dettagli

FENICE EDUCATION scuola secondaria 2 grado a.s. 2014/2015

FENICE EDUCATION scuola secondaria 2 grado a.s. 2014/2015 FONDAZIONE TEATRO LA FENICE DI VENEZIA Area formazione&multimedia FENICE EDUCATION scuola secondaria 2 grado a.s. 2014/2015 In collaborazione con PREMESSA Anche per l anno scolastico 2014/2015 La Fondazione

Dettagli

Team building e volontariato aziendale: nuove proposte per la crescita delle imprese

Team building e volontariato aziendale: nuove proposte per la crescita delle imprese Team building e volontariato aziendale: nuove proposte per la crescita delle imprese Definizioni di volontariato di impresa Il coinvolgimento del personale di un'impresa nella comunità attraverso forme

Dettagli

SIAMO TUTTI MIGRANTI PROGETTO INTEGRATO DI EDUCAZIONE INTERCULTURALE FRA SCUOLE DEL TERRITORIO E CENTRO ITALIANO PER TUTTI

SIAMO TUTTI MIGRANTI PROGETTO INTEGRATO DI EDUCAZIONE INTERCULTURALE FRA SCUOLE DEL TERRITORIO E CENTRO ITALIANO PER TUTTI Istituto Beata Vergine Addolorata via Calatafimi, 10-20122 Milano tel: +39.02.58.10.11.85 info@ibva.it www.ibva.it italianopertutti@ibva.it tel: 02.4952.4600 SIAMO TUTTI MIGRANTI PROGETTO INTEGRATO DI

Dettagli

POESIA NELLA CITTÀ. foto di Andrea Ulivi

POESIA NELLA CITTÀ. foto di Andrea Ulivi POESIA NELLA CITTÀ VERSILIADANZA EDIZIONI DELLA MERIDIANA in collaborazione con COMITATO del CENTENARIO MARIO LUZI 1914-2014 con il sostegno del COMUNE DI FIRENZE - ESTATE FIORENTINA 2014 foto di Andrea

Dettagli

Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole

Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole Mi presento Mi chiamo Lisa Cappellazzo, ho 35 anni e son un insegnante

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO LABORATORIO LINGUISTICO CON IL GUFO RONFO

UNITA DI APPRENDIMENTO LABORATORIO LINGUISTICO CON IL GUFO RONFO SCUOLA DELL'INFANZIA AD ONORE DEGLI EROI UNITA DI APPRENDIMENTO LABORATORIO LINGUISTICO Bambini di 4/5 e 5/6 anni CON IL GUFO RONFO ANNO SCOLASTICO 2011-12 Scuola dell infanzia ad onore degli eroi Anno

Dettagli

Indice. Presentazione del corso 7. 1 Organizzazione dei volumi e del progetto didattico 10. 2 Proposte per una programmazione personalizzata 12

Indice. Presentazione del corso 7. 1 Organizzazione dei volumi e del progetto didattico 10. 2 Proposte per una programmazione personalizzata 12 Indice Presentazione del corso 7 Parte 1 Strumenti per la didattica 3 1 Organizzazione dei volumi e del progetto didattico 10 2 Proposte per una programmazione personalizzata 12 3 Le verifiche delle unità

Dettagli

Istituto Comprensivo SAN GIOVANNI BOSCO. San Salvatore Telesino. Castelvenere. Anno scolastico 2015/2016. Scuola dell infanzia. Curriculum annuale

Istituto Comprensivo SAN GIOVANNI BOSCO. San Salvatore Telesino. Castelvenere. Anno scolastico 2015/2016. Scuola dell infanzia. Curriculum annuale Istituto Comprensivo SAN GIOVANNI BOSCO San Salvatore Telesino Castelvenere Anno scolastico 2015/2016 Scuola dell infanzia Curriculum annuale Il se e l altro Contenuti Traguardi Giochi per imparare i nomi

Dettagli

Estate d artista 2009 corsi di scrittura e d illustrazione

Estate d artista 2009 corsi di scrittura e d illustrazione Estate d artista 2009 corsi di scrittura e d illustrazione a cura di Cactus Studio in collaborazione con Biblioteche di Roma e Sinnos Editrice e con CTG Roma Insieme e Almayer onlus 1 PROGRAMMA: FAI VEDERE

Dettagli

Il cielo sopra la Cina

Il cielo sopra la Cina Il cielo sopra la Cina 1. Breve introduzione Il cielo stellato accomuna i bambini di tutta la Terra perché ogni notte le stelle brillano sulle teste di ognuno, ricco, povero, cittadino o campagnolo, grande

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA TUTTI A BORDO

PROGETTO ACCOGLIENZA TUTTI A BORDO PROGETTO ACCOGLIENZA TUTTI A BORDO L entrata alla scuola dell infanzia rappresenta per il bambino una tappa fondamentale di crescita. La scuola è il luogo dove il bambino prende coscienza della sua abilità

Dettagli

Intercultura e integrazione Anna Carletti Informatica & Scuola, Rubrica Did.Internet, Anno 11, 2003, n.3

Intercultura e integrazione Anna Carletti Informatica & Scuola, Rubrica Did.Internet, Anno 11, 2003, n.3 Intercultura e integrazione Anna Carletti Informatica & Scuola, Rubrica Did.Internet, Anno 11, 2003, n.3 L inserimento di alunni stranieri, fenomeno sempre più frequente nelle scuole italiane (vedi box),

Dettagli

Gianni Rigodanza STRADARIO STORICO ENCICLOPEDICO SECONDA EDIZIONE - MARZO 2014 DI CASELLE TORINESE E MAPPANO

Gianni Rigodanza STRADARIO STORICO ENCICLOPEDICO SECONDA EDIZIONE - MARZO 2014 DI CASELLE TORINESE E MAPPANO Gianni Rigodanza STRADARIO STORICO ENCICLOPEDICO DI CASELLE TORINESE E MAPPANO 1 SECONDA EDIZIONE - MARZO 2014 Alla mia famiglia. Un sogno sembra un sogno fino a quando non si comincia a lavorarci. E allora

Dettagli

assaggifigurepaesaggi

assaggifigurepaesaggi Giorgia Fiorio Franco Fontana Ferdinando Scianna assaggifigurepaesaggi Snam Rete Gas per il paesaggio italiano PassaggiFigurePaesaggi 2010 Snam Rete Gas www.snamretegas.it Tutti i diritti riservati. Ogni

Dettagli

SINAGOGA DI SIENA OFFERTA DIDATTICA 2015-2016 SCUOLA DELL INFANZIA E PRIMARIA

SINAGOGA DI SIENA OFFERTA DIDATTICA 2015-2016 SCUOLA DELL INFANZIA E PRIMARIA SINAGOGA DI SIENA OFFERTA DIDATTICA 2015-2016 SCUOLA DELL INFANZIA E PRIMARIA Dal 2012 lo staff didattico di CoopCulture della Sinagoga di Siena si occupa di avvicinare le scolaresche, e non solo, alla

Dettagli

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI Via Madonna del Rosario, 148 35100 PADOVA Tel. 049/617932 fax 049/607023 - CF 92200190285 e-mail: pdic883002@istruzione.it sito web:6istitutocomprensivopadova.gov.it

Dettagli

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. luisaschiratti@cssudine.it luisaschiratti@gmail.com PER IL CURRICULUM VITAE. Nome

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI. luisaschiratti@cssudine.it luisaschiratti@gmail.com PER IL CURRICULUM VITAE. Nome F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo via Montegrappa 76/2 33100 Udine, Italia Telefono mobile +39.335.7370642 Fax E-mail luisaschiratti@cssudine.it luisaschiratti@gmail.com

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi. In quale luogo puoi ascoltare i dialoghi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. DEVI SCRIVERE LE TUE

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

A Corto di Idee. 3 a Rassegna Europea del Cortometraggio e del Documentario REC/D. 2 3 Gennaio 2010. Specchia (LE)

A Corto di Idee. 3 a Rassegna Europea del Cortometraggio e del Documentario REC/D. 2 3 Gennaio 2010. Specchia (LE) A Corto di Idee 3 a Rassegna Europea del Cortometraggio e del Documentario REC/D 2 3 Gennaio 2010 Specchia (LE) ASSOCIAZIONE PICCOLO TEATRO SPONTANEO LA RIBALTA REGOLAMENTO 1. ORGANIZZAZIONE L Associazione

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010

PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 PROGRAMMAZIONE ANNUALE di EDUCAZIONE RELIGIOSA anno scolastico 2009-2010 DIO DIPINGE I COLORI DELLA VITA CHE DONO LA FESTA... HO UN AMICO DI NOME GESU A CHIESA COME SEGNO VIVENTE D 但 MORE Insegnanti: Cambareri

Dettagli

EXPO 2015 lacittàteatrodeibambini

EXPO 2015 lacittàteatrodeibambini Associazione CittàTeatro per i bambini via A. Soffredini 75-20126 Milano tel. 02 27002476 - fax 02 27001084 direzionegenerale@teatrodelburatto.it - amministrazione@teatrodelburatto.it EXPO 2015 lacittàteatrodeibambini

Dettagli

Il pubblico degli Agostiniani: un indagine conoscitiva

Il pubblico degli Agostiniani: un indagine conoscitiva Il pubblico degli Agostiniani: un indagine conoscitiva 2006 . Il pubblico degli Agostiniani: un indagine conoscitiva 2006 I QUADERNI DELLA CINETECA / 33 Agostiniani Estate 2006 Il pubblico degli Agostiniani:

Dettagli

DIALOGHI CON CESARE PAVESE ITINERARI PAVESIANI TRA LETTERATURA, STORIA E MITO

DIALOGHI CON CESARE PAVESE ITINERARI PAVESIANI TRA LETTERATURA, STORIA E MITO COMUNE DI CREMONA Assessorato Politiche Educative, Formazione Professionale e Rapporti con l Università DIALOGHI CON CESARE PAVESE ITINERARI PAVESIANI TRA LETTERATURA, STORIA E MITO GLI OBIETTIVI L iniziativa

Dettagli

"Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili

Macerie dentro e fuori, il libro di Umberto Braccili La presentazione venerdì 14 alle 11 "Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili "Macerie dentro e fuori" è il libro scritto dal giornalista Umberto Braccili, inviato della Rai Abruzzo, insieme

Dettagli

PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE

PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE PRIMA LINGUA E CULTURA STRANIERA INGLESE SECONDO BIENNIO LICEO DELLE SCIENZE UMANE Premessa L indirizzo mira alla preparazione di individui capaci di interagire in situazioni ad alto grado di competenza

Dettagli

PROGRAMMA BABY PARK AL MAXXI

PROGRAMMA BABY PARK AL MAXXI PROGRAMMA BABY PARK AL MAXXI Maggio 2014 PRIMA SETTIMANA: Venerdì 2 maggio: Gru di Carta! Il laboratorio si ispira all'origami, l'antica arte di piegare la carta. Ispirandosi ai lavori di artisti contemporanei

Dettagli

Atlante.it. Spazio ex MIR MAR, San Mauro Pascoli SI FEST 2014. a cura di Massimo Sordi e Stefania Rὅssl. di Marcello Tosi

Atlante.it. Spazio ex MIR MAR, San Mauro Pascoli SI FEST 2014. a cura di Massimo Sordi e Stefania Rὅssl. di Marcello Tosi Iscritta nel Pubblico Registro della Stampa del Tribunale di Rimini: n 11 del 24-05- 2011 ISSN: 2239-0898 Marcello Tosi www.aracne- rivista.it Rubriche 2014 Foto di settembre / SI FEST 2014 Spazio ex MIR

Dettagli

PERCORSI DIDATTICI PER LE SCUOLE

PERCORSI DIDATTICI PER LE SCUOLE PERCORSI DIDATTICI PER LE SCUOLE L Associazione Culturale Aurea Incoming, ente gestore del Punto di Informazione Turistica della Città di Chieri, propone per il prossimo anno scolastico 2014/2015 una serie

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

crediti non contrattuali 1

crediti non contrattuali 1 crediti non contrattuali 1 Bibi Film in collaborazione con Rai Cinema presenta N-CAPACE un film scritto interpretato e diretto da Eleonora Danco Durata: 80 Data di uscita: 19 marzo 2015 Premiato con due

Dettagli

TECNOLOGIC@MENTE LABORATORIO-MUSEO SCHEDA TECNICA. 52 km www.museotecnologicamente.it Tel: 0125/1961160 e-mail: scuole@museotecnologicamente.

TECNOLOGIC@MENTE LABORATORIO-MUSEO SCHEDA TECNICA. 52 km www.museotecnologicamente.it Tel: 0125/1961160 e-mail: scuole@museotecnologicamente. LABORATORIO-MUSEO TECNOLOGIC@MENTE Tecnologic@mente, coordinato e gestito dalla Fondazione Natale Capellaro, in questi anni ha svolto un importante e fondamentale lavoro volto per la conservazione e, soprattutto,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Scuole dell Infanzia Gianni Rodari Istituto Comprensivo Crespellano R E L I G I O N E C A T T O L I C A Anno scolastico 2014-2015 Insegnante: Calì Angela PREMESSA Insegnare

Dettagli

Festival degli Alberi RamificAzioni nel territorio italiano

Festival degli Alberi RamificAzioni nel territorio italiano Festival degli Alberi RamificAzioni nel territorio italiano Un progetto artistico itinerante a cura di Marco Solari Festival degli Alberi RamificAzioni nel territorio italiano Un iniziativa che, tramite

Dettagli

Newsletter Ufficio Programmi Internazionali

Newsletter Ufficio Programmi Internazionali Newsletter Ufficio Programmi Internazionali Università degli Studi di Bergamo 01/06/2015 Bimestrale, Numero 4 Prepararsi alla partenza. Pronti? Via!!! Aspettative vs realtà Ogni partenza porta con sé,

Dettagli

Inaugurazione pubblica dell esperienza finale, alla quale parteciperanno anche personalità

Inaugurazione pubblica dell esperienza finale, alla quale parteciperanno anche personalità Progetto Titolo Mut(u)azioni tra arte e scienza: I Licei Artistici dell Umbria, i Musei scientifici dell Ateneo e l Accademia di Belle Arti di Perugia esplorano e sperimentano le interazioni possibili

Dettagli

Curricolo Scuola dell'infanzia

Curricolo Scuola dell'infanzia Curricolo Scuola dell'infanzia I Campi d'esperienza sviluppati sono destinati a confluire nei nuclei tematici che le diverse discipline svilupperanno già a partire dal primo anno della Scuola Primaria

Dettagli

CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI EUROPEE Comunicazione nella madre lingua

CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI EUROPEE Comunicazione nella madre lingua ISTITUTO COMPRENSIVO 3 - VICENZA DIPARTIMENTO DI ITALIANO CURRICOLO DI LINGUA ITALIANA SCUOLA SECONDARIA Fine classe terza COMPETENZE CHIAVE COMPETENZE SPECIFICHE CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Tocco d artista per dieci grandi classici

Tocco d artista per dieci grandi classici Tocco d artista per dieci grandi classici NOVITÀ Diec tra i più celebrati e amati si presentano in una veste inedita e preziosa, firmata da Tullio Pericoli. ORIGINALITÀ Il tratto elegante, ironico e vibrante

Dettagli

L E C I T TA G E M E L L AT E

L E C I T TA G E M E L L AT E PERUGIA / IT L E C I T TA G E M E L L AT E C O N P o t s d a m POTSDAM / DE Sette città gemellate con Potsdam Sioux Falls USA FINNLAND Jyväskylä Potsdam POLEN Avendo un carattere internazionale, Potsdam

Dettagli

Conoscere e studiare l Italia Piccola guida per studenti stranieri

Conoscere e studiare l Italia Piccola guida per studenti stranieri Franca Marchesi Conoscere e studiare l Italia Piccola guida per studenti stranieri Franca Marchesi Conoscere e studiare l Italia Piccola guida per studenti stranieri È vietata la riproduzione, anche parziale,

Dettagli

(Proposta didattica per scuole dell obbligo)

(Proposta didattica per scuole dell obbligo) Percorsi e giochi intor no a Venezia (Proposta didattica per scuole dell obbligo) Sei un insegnante e hai in programma una visita a Venezia con i tuoi alunni? Affidati a macacotour! Il primo servizio pensato

Dettagli

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Scuola dell infanzia di v.le Papa Giovanni XXIII Scuola dell infanzia di Ozzero Scuola dell infanzia di Morimondo propongono ampliamento del progetto

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ ASSOCIATIVE ANNO 2012/2013

PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ ASSOCIATIVE ANNO 2012/2013 ASSEMBLEA 26 OTTOBRE 2012 PROGRAMMAZIONE ATTIVITÀ ASSOCIATIVE ANNO 2012/2013 PROGRAMMA GENERALE ALSOB 1. Start-up a) Tesseramento soci Con l evento Laureati Eccellenti si apre l opportunità per i soci

Dettagli

DAI CURRICOLI DISCIPLINARI AI PERCORSI DI APPRENDIMENTO TRASVERSALI. Curricolo trasversale Percorso di apprendimento: IL NATALE

DAI CURRICOLI DISCIPLINARI AI PERCORSI DI APPRENDIMENTO TRASVERSALI. Curricolo trasversale Percorso di apprendimento: IL NATALE 1 DAI CURRICOLI DISCIPLINARI AI PERCORSI DI APPRENDIMENTO TRASVERSALI Curricolo trasversale Percorso di apprendimento: IL NATALE Fascicolo didattico n.18 Elaborazione della figura strumentale per il curricolo

Dettagli

SVILUPPARE LE COMPETENZE INDIVIDUALI PROGETTAZIONI

SVILUPPARE LE COMPETENZE INDIVIDUALI PROGETTAZIONI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO (1) ITALIANO L allievo interagisce in modo efficace in diverse situazioni comunicative, attraverso modalità dialogiche sempre rispettose delle idee degli altri; con ciò

Dettagli

MUSICA DIPINTA: alla ricerca del suono e delle radici della tradizione dell artigianato d arte in alcune opere cremonesi del 500

MUSICA DIPINTA: alla ricerca del suono e delle radici della tradizione dell artigianato d arte in alcune opere cremonesi del 500 MUSICA DIPINTA: alla ricerca del suono e delle radici della tradizione dell artigianato d arte in alcune opere cremonesi del 500 BANDO ARDESIS IDENTITA CULTURALE Protocollo LOM.16.13 IIS TORRIANI LICEO

Dettagli