DURATA DELLA GARA DISCIPLINARE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DURATA DELLA GARA DISCIPLINARE"

Transcript

1 DURATA DELLA GARA L arbitro, prima del fischio d inizio, segnerà le presenze e le assenze dei giocatori in lista sul referto gara; La partita avrà una durata complessiva di 50 minuti (25 minuti per tempo) più eventuale recupero a discrezione dell arbitro (gli eventuali Time-Out vanno recuperati obbligatoriamente); In caso in cui una squadra non si presenti in campo per disputare l incontro previsto in calendario, oppure si presenti con oltre 10 minuti di ritardo (con l altra squadra presente nel numero minimo di 3 giocatori sul campo), l arbitro potrà fischiare il fine partita assegnando la vittoria alla squadra presente per 3 0; I 10 minuti utili per la proclamazione dell eventuale vittoria a tavolino dovuta alla mancata presenza della squadra avversaria, decorreranno dal momento in cui il campo sia disponibile per la disputa della gara in calendario. DISCIPLINARE In panchina possono sedere solo i giocatori in lista (anche se non in divisa da gioco), insieme ad un solo dirigente accompagnatore; E compito dell arbitro fare in modo che la partita si disputi in assoluta tranquillità senza interferenze esterne, quindi in casi di confusione generata da troppi elementi sulla panchina o in campo, egli fermerà il gioco e potrà sgombrarli eliminando le persone non indispensabili (come quelle non in lista). IN CAMPO NUMERO DI CALCIATORI: Una gara non può essere iniziata o proseguita nel caso in cui una squadra si trovi ad avere meno di 3 calciatori partecipanti al giuoco, compreso il portiere. CAMBIO PANCHINE TRA IL PRIMO E IL SECONDO TEMPO: Per agevolare le sostituzioni durante la gara, tra il primo ed il secondo tempo è preferibile procedere all inversione delle panchine dei giocatori di riserva; L inversione dovrà avvenire in modo che la panchina dei giocatori di riserva si trovi nella metà campo difensiva della propria squadra. CALCIO DI PUNIZIONE: Quando viene battuto un calcio di punizione, tutti i giocatori della squadra avversaria devono trovarsi ad una distanza di almeno 5 metri dal pallone prima che questo sia giocato;

2 La distanza sui calci piazzati non è automatica, quindi dovrà essere richiesta all arbitro dal giocatore incaricato della battuta; Il calciatore incaricato di battere il calcio di punizione può rinunciare al rispetto della distanza da parte degli avversari, ma se il pallone venisse intercettato dagli avversari gli arbitri non potranno più intervenire; Anche se non viene richiesta la distanza all arbitro da parte del giocatore incaricato della battuta del calcio piazzato, i giocatori della squadra avversaria dovranno lasciare uno spazio sufficiente per consentire la rimessa in gioco del pallone, vale a dire che non potranno posizionarsi sul pallone, altrimenti potranno incorrere in sanzioni arbitrali (con possibile ammonizione). EVIDENTE E NON EVIDENTE OCCASIONE DA RETE: Il portiere (non l'ultimo difensore) è considerato ultimo uomo (tranne nel caso in cui il portiere non sia più tra i pali e il difensore sia effettivamente l ultimo uomo tra l attaccante avversario e la porta); Nel caso in cui il portiere fermi l azione di gioco (per esempio mani fuori area) con evidente occasione da rete, l arbitro provvederà alla sua espulsione altrimenti, in caso contrario, si procederà con la semplice ammonizione; L evidente occasione da rete si verifica nel momento in cui: 1. l intervento del portiere avviene nella direzione del cono della porta; 2. la palla calciata dal giocatore avversario stia per entrare in porta e il portiere la tocchi di mano fuori area per impedire che la stessa termini in rete. Nel caso in cui l ultimo giocatore di movimento fermi in modo irregolare l attaccante lanciato verso la porta (con il portiere tra i pali), sarà semplicemente ammonito e potrà eventualmente essere espulso solo in caso di intervento violento o di intervento con le mani al fine di evitare un gol. INTERVENTI REGOLARI E IRREGOLARI: Il tocco di mano volontario o con braccio largo rispetto al tronco del corpo verrà punito con un calcio di punizione ed eventualmente con una ammonizione; Il giocatore che invece, proteggendosi il volto tocca la palla con le mani, non verrà punito; Non è consentita la scivolata con slancio, mentre è consentita quella in allungamento e quella effettuata lontana dall'avversario (per esempio ribattuta di un tiro verso la porta), oppure quella effettuata per il recupero di una palla che sta per uscire dal campo (senza l'uomo nelle vicinanze). Non è consentito: 1. l'entrata a gamba tesa su di un avversario per giocare il pallone; 2. sollevare la gamba all altezza della testa dell avversario; 3. abbassare la testa per colpire il pallone giocato di piede da un avversario. PORTIERE: La rimessa dal fondo dovrà essere effettuata dal portiere con le mani e potrà superare il centrocampo; Se trascorrono più di 4 secondi per la rimessa dal fondo, il portiere potrà essere ammonito;

3 Sul retropassaggio da parte di un compagno di squadra, nonché sulla rimessa laterale, il portiere potrà giocare il pallone solo di piede e senza limiti di tempo; Il retropassaggio sopra descritto è solo quello effettuato con una qualsiasi parte del corpo che vada dal ginocchio in giù; Il portiere sarà quindi autorizzato a prendere il pallone con le mani solo nei seguenti casi: 1. retropassaggio effettuato con una qualsiasi parte del corpo al di sopra del ginocchio; 2. rimpallo o retropassaggio involontario; Si precisa che il portiere non potrà tenere il pallone tra le mani per più di 4 secondi; Al contrario, il pallone s'intenderà regolarmente in gioco se il portiere, prima dello scadere dei 4 secondi, metterà la palla a terra iniziando a giocarla con i piedi (non su rimessa dal fondo effettuata dal portiere stesso); Inoltre, il portiere è l unico giocatore autorizzato ad intervenire in scivolata per intercettare il pallone tra i piedi dell avversario, ma solo in area di rigore e purché colpisca prima il pallone; Fuori dall area di rigore sarà trattato come un qualsiasi giocatore di movimento (per esempio nessuna scivolata sull uomo in possesso di palla). RIMESSA LATERALE: Per effettuare la rimessa laterale correttamente, il giocatore incaricato dovrà: 1. posizionare correttamente il pallone nel punto in cui è uscito dal rettangolo di gioco (con massimo 25 cm di tolleranza); 2. il pallone dovrà essere fermo al di fuori del rettangolo di gioco (compresa anche la linea laterale); 3. al momento di calciare il pallone, il calciatore dovrà avere al massimo un piede sulla linea laterale o entrambi i piedi all esterno del rettangolo di gioco; 4. il tutto dovrà essere effettuato entro 4 secondi. Se durante la battuta della rimessa laterale: 1. il pallone è in movimento oppure non entra nel rettangolo di gioco dopo il tocco del giocatore incaricato; 2. il calciatore incaricato ha i piedi all interno del campo; 3. trascorrano più di 4 secondi. Gli arbitri ordineranno che la stessa rimessa laterale sia effettuata da un calciatore della squadra avversaria (ricambio); Se una rimessa laterale non è eseguita correttamente, gli arbitri non potranno applicare il vantaggio (anche se il pallone va direttamente verso un avversario), ma dovranno ordinare il ricambio della rimessa; Sulla rimessa laterale, i giocatori della squadra avversaria dovranno trovarsi ad una distanza di 5 metri dal pallone prima che questo sia rimesso in gioco; Tuttavia tale distanza di 5 metri non è automatica, pertanto dovrà essere richiesta all arbitro dal giocatore incaricato della rimessa in gioco;

4 Anche se non viene richiesta la distanza all arbitro da parte del giocatore incaricato della rimessa laterale, i giocatori della squadra avversaria dovranno lasciare uno spazio sufficiente per consentire la rimessa in gioco del pallone, vale a dire che non potranno posizionarsi sul pallone, altrimenti potranno incorrere in sanzioni arbitrali (con possibile ammonizione); Nel caso in cui la rimessa laterale termini in porta, senza il tocco di alcun giocatore, il gol sarà invalido. SOSTITUZIONI: Le sostituzioni devono avvenire nella zona antistante la panchina; Il giocatore subentrante potrà entrare in campo durante lo svolgimento del gioco, solo quando uno dei suoi compagni di squadra sia già uscito; Quando il giocatore subentrante entrerà in campo durante lo svolgimento del gioco, dovrà stare attento a non rientrare improvvisamente nel mezzo di un'azione di gioco della squadra avversaria; In caso di violazione di queste regole, l arbitro potrà comminare un ammonizione al giocatore subentrante; L unica eccezione a tale regola è che il calciatore in campo si sia infortunato e che non sia in grado di uscire verso la panchina a causa dell infortunio stesso (su valutazione discrezionale dell arbitro). TEMPI DI SOSPENSIONE (O TIME-OUT): Ogni squadra avrà a disposizione, all interno di un incontro, 2 tempi di sospensione (Time-Out), uno per tempo, della durata di 1 minuto cadauno; Il Time-Out può essere richiesto in qualsiasi momento, ma deve essere concesso soltanto se la squadra è in possesso del pallone e quando lo stesso pallone non è in gioco; Se una squadra non ha richiesto il Time-Out al quale aveva diritto nel primo tempo di gara, non lo potrà recuperare nel secondo; In caso di tempi supplementari non potranno essere richiesti Time-Out durante il loro svolgimento (anche se non sono stati utilizzati nel secondo periodo di gara). FALLI CUMULATIVI E TIRO LIBERO (O TIRO FRANCO): Durante la gara verranno conteggiati i falli per l esecuzione del tiro libero; Dal sesto fallo cumulativo in poi verrà battuto il tiro libero dalla squadra avversaria sull apposito dischetto; Tuttavia, vi è la possibilità (a scelta del calciatore incaricato del tiro libero) di non battere dall apposito dischetto (se per esempio il fallo è avvenuto al limite dell area avversaria), ma di battere il tiro libero nel punto in cui il fallo è stato commesso; Il conteggio dei falli verrà azzerato tra il primo e il secondo tempo regolamentare; Se un incontro si prolunga nei tempi supplementari, tutti i falli (cumulativi) commessi nel secondo tempo regolamentare andranno a sommarsi a quelli (cumulativi) dei tempi supplementari; I falli conteggiati per l esecuzione del tiro libero saranno solo quelli punibili con calcio di punizione diretto e quindi verranno esclusi dal conteggio:

5 1. la gamba tesa; 2. il gioco pericoloso; 3. lo scontro involontario di gioco; 4. il calcio di rigore; 5. i comportamenti antisportivi. I falli cumulativi verranno conteggiati o al fischio dell arbitro oppure successivamente all applicazione del vantaggio facendo proseguire il gioco (su decisione discrezionale dell arbitro); In quest ultimo caso (applicazione del vantaggio), gli arbitri dovranno, non appena il pallone non è più in gioco, segnalare che è stato commesso un fallo cumulativo; Attenzione: il vantaggio può essere concesso anche per falli punibili con calcio di punizione indiretto (o di seconda) ed in questo caso tali falli non rientrano nel conteggio del cumulo. FALLI E COMPORTAMENTO ANTISPORTIVO AMMONIZIONE: L ammonizione potrà scattare per le seguenti causali: 1. fallo da tergo con la possibilità di giocare il pallone; 2. numero frequente di falli, anche se non gravi; 3. tocco volontario di mano; 4. se, dopo la richiesta della distanza, il giocatore non la concede celermente. ESPULSIONE: L espulsione diretta potrà scattare per comportamento violento ed antisportivo come: 1. dare (o tentare di dare) un calcio all avversario; 2. colpire (o tentare di colpire) un avversario con un pugno, una gomitata, uno schiaffo o una testata; 3. sputare contro un avversario; 4. lancio intenzionale di oggetti contro l avversario (come il pallone), anche senza colpirlo; 5. linguaggio minaccioso e offensivo nei confronti di un altro calciatore; 6. gesti manifestatamene offensivi nei confronti dell arbitro. In caso di espulsione di un giocatore, la squadra rimarrà in inferiorità numerica per 2 minuti allo scadere dei quali, potrà entrare un altro giocatore dalla panchina (ma non potrà rientrare il giocatore espulso); Se le squadre stanno giocando con 5 calciatori contro 4 e la squadra numericamente superiore segna una rete, la squadra con soli 4 calciatori può essere completata con un quinto calciatore; Se le squadre stanno giocando 4 calciatori contro 4 e viene segnata una rete, ambedue le squadre rimangono con lo stesso numero di calciatori; Se le squadre stanno giocando con 5 calciatori contro 3, oppure 4 contro 3 e la squadra numericamente superiore segna una rete, alla squadra con 3 calciatori se ne può aggiungere soltanto un altro;

6 Se ambedue le squadre stanno giuocando con 3 calciatori e viene segnata una rete, le due squadre rimangono con lo stesso numero di calciatori; Se la squadra che segna la rete è quella numericamente inferiore, il giuoco proseguirà senza modificare il numero di calciatori. L espulsione potrà scattare anche per i giocatori in panchina in caso di gravi comportamenti, come la generazione di disordine o la mancanza di rispetto nei confronti del direttore di gara. REGOLA DEL VANTAGGIO: In caso di fallo commesso su di un giocatore, il gioco proseguirà se la squadra che ha subito il fallo ha ancora il possesso del pallone o una buona opportunità da rete (Regola Del Vantaggio); Al termine dell azione in cui l arbitro avrà accordato la regola del vantaggio, l arbitro stesso potrà: 1. decidere eventualmente di ammonire il giocatore che precedentemente aveva commesso il fallo; 2. registrare il fallo per l esecuzione del tiro franco (se si tratta di fallo punibile con punizione diretta). INTERRUZIONE PREMATURA DELLA GARA Per poter applicare tale regola una delle due squadre deve rimanere con meno di 3 giocatori schierabili in campo (numero minimo per la prosecuzione di una partita); CASO Squadra che rimane con meno di 3 giocatori a seguito di espulsioni volontarie o per comportamento antisportivo, in condizioni di vantaggio o parità nel punteggio. Squadra che si ritira volontariamente dal campo, in condizioni di svantaggio nel punteggio. Squadra che si rifiuta volontariamente di proseguire la gara, in condizioni di vantaggio o di parità nel punteggio. Squadra che rimane con meno di 3 giocatori schierabili per cause di forza maggiore (per esempio infortuni). SANZIONI PREVISTE Sconfitta a tavolino per 3-0, con conseguente annullamento delle sole marcature ed eventuale penalizzazione di 2 punti in classifica. Verrà confermato il risultato del campo in quel frangente con penalizzazione di 2 punti in classifica. Verrà comminata la sconfitta a tavolino per 3 0 con conseguente annullamento delle sole marcature e penalizzazione di 2 punti in classifica. L Organizzazione potrà valutare se; 1. far ripetere la partita per intero; 2. far disputare i minuti mancanti in relazione al tempo trascorso. PER TUTTE LE ALTRE REGOLE SI FARA' RIFERIMENTO AL SOLO REGOLAMENTO UFFICIALE F.I.G.C. CALCIO A 5 (NON PRENDENDO IN COSIDERAZIONE REGOLE DI ALTRI CAMPIONATI PARALLELI DI CALCIO A 5)

DURATA DELLA GARA DISCIPLINARE

DURATA DELLA GARA DISCIPLINARE DURATA DELLA GARA L arbitro, prima del fischio d inizio, segnerà le presenze e le assenze dei giocatori in lista sul referto gara; La partita avrà una durata complessiva di 50 minuti (25 minuti per tempo)

Dettagli

REGOLAMENTO CAMPIONATO SAN SIRO CUP 2013/2014

REGOLAMENTO CAMPIONATO SAN SIRO CUP 2013/2014 REGOLAMENTO CAMPIONATO SAN SIRO CUP 2013/2014 Tutte le partite saranno arbitrate, il tempo di ogni partita è di 40 minuti (2 tempi da 20 minuti) In distinta si possono indicare fino a 12 giocatori e una

Dettagli

REGOLA 14 - FALLI CUMULATIVI

REGOLA 14 - FALLI CUMULATIVI REGOLA 14 - FALLI CUMULATIVI 1) Falli cumulativi a) Sono quelli puniti con un calcio di punizione diretto ed elencati nella Regola 12, p.to 1 dalla lettera (a) alla lettera (l). b) I primi cinque falli

Dettagli

Regolamento di giuoco: INDICE pag. 1

Regolamento di giuoco: INDICE pag. 1 Regolamento di giuoco: INDICE pag. 1 Regola 1 - Il pallone pag. 2 2 - Durata della gara pag. 2 3 - Riconoscimento dei giocatori pag. 2 4 - Calcio d inizio e ripresa del giuoco pag. 3 5 - Pallone in giuoco

Dettagli

Le squadre devono essere formate ciascuna da 7 calciatori, tra i quali un portiere.

Le squadre devono essere formate ciascuna da 7 calciatori, tra i quali un portiere. REGOLAMENTO EURO CHAMPIONS LEAGUE 1. NUMERO DEI CALCIATORI Le squadre devono essere formate ciascuna da 7 calciatori, tra i quali un portiere. La gara non può iniziare o proseguire se una squadra si trova

Dettagli

13 CALCI DI PUNIZIONE

13 CALCI DI PUNIZIONE REGOLA 13 CALCI DI PUNIZIONE Il Regolamento del giuoco del calcio Calci di punizione I calci di punizione sono diretti e indiretti. Per il calcio di punizione diretto od indiretto, il pallone deve essere

Dettagli

Settore Tecnico A.I.A.

Settore Tecnico A.I.A. Settore Tecnico A.I.A. Corso Arbitro di Calcio Stagione Sportiva 2008/09 Associazione Italiana Arbitri: Corso Arbitro di Calcio Lezione n. 9 9.1.. Regola 13 Calci di punizione 9.2. Regola 14 Il calcio

Dettagli

1. EQUIPAGGIAMENTO DEI CALCIATORI

1. EQUIPAGGIAMENTO DEI CALCIATORI REGOLAMENTO DI GIOCO 1. EQUIPAGGIAMENTO DEI CALCIATORI Obbligo di maglie numerate, in caso di maglie di ugual colore o che l arbitro non possa distinguere, spetta alla squadra prima nominata per la gara

Dettagli

A.I.A. Sezione di Brescia REGOLAMENTO DEL TORNEO DI CALCETTO SEZIONALE Anno: 2016

A.I.A. Sezione di Brescia REGOLAMENTO DEL TORNEO DI CALCETTO SEZIONALE Anno: 2016 A.I.A. Sezione di Brescia REGOLAMENTO DEL TORNEO DI CALCETTO SEZIONALE Anno: 2016 Importanti novità per quanto riguarda il regolamento organizzativo sono state introdotte agli articoli 14-15-16. REGOLAMENTO

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA ESTRATTO DEL REGOLAMENTO CALCIO A 5 A.S.S. S.D. D.R.L. SPORT TEAM. C.S. calcio a 5

STAGIONE SPORTIVA ESTRATTO DEL REGOLAMENTO CALCIO A 5 A.S.S. S.D. D.R.L. SPORT TEAM. C.S. calcio a 5 STAGIONE SPORTIVA 2017-201 2018 ESTRATTO DEL REGOLAMENTO CALCIO A 5 A.S.S. S.D. D.R.L. SPORT TEAM 10a EDIZIONE CAMPIONATI " MASERLEAGUE " C.S. calcio a 5 SQUADRA 1) Il numero legale per poter dare inizio

Dettagli

SEZIONE A.I.A. AVELLINO RIPRESE DI GIOCO

SEZIONE A.I.A. AVELLINO RIPRESE DI GIOCO RIPRESE DI GIOCO INGRESSI SUL TERRENO DI GIOCO NON AUTORIZZATI Se un calciatore di riserva o sostituito entra sul terreno di gioco senza autorizzazione dell arbitro: l arbitro interrompe il gioco (ma non

Dettagli

3 TORNEO INAIL DI CALCIO a 5 Per Disabili Fisici ed Ipovedenti

3 TORNEO INAIL DI CALCIO a 5 Per Disabili Fisici ed Ipovedenti 2 3 TORNEO INAIL DI CALCIO a 5 Per Disabili Fisici ed Ipovedenti 1 2 ESTRATTO DEL REGOLAMENTO CALCIO A 5 3 Torneo INAIL 3a EDIZIONE FORMULA DI SVOLGIMENTO 2 GIRONI ALL ITALIANA GIRONE A VENEZIA CALCIO

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIALE CALCIO A 5

REGOLAMENTO UFFICIALE CALCIO A 5 REGOLAMENTO UFFICIALE CALCIO A 5 1. NUMERO DEI CALCIATORI Calciatori La gara è giuocata da due squadre, formate ciascuna da un massimo di 5 calciatori, uno dei quali nel ruolo di portiere. Procedura di

Dettagli

REGOLAMENTO CAMPIONATO ITALIANO A.S.P.M.I. DI CALCIO A 5

REGOLAMENTO CAMPIONATO ITALIANO A.S.P.M.I. DI CALCIO A 5 REGOLAMENTO CAMPIONATO ITALIANO A.S.P.M.I. DI CALCIO A 5 Art. 1 Al Campionato Italiano di calcio a 5 possono partecipare i Gruppi Sportivi della Polizia Municipale Italiana che risultino regolarmente affiliati

Dettagli

REGOLAMENTO DI GIOCO CALCIO A 5

REGOLAMENTO DI GIOCO CALCIO A 5 REGOLAMENTO DI GIOCO CALCIO A 5 Emendamenti alle Regole del Gioco REGOLA 1 IL PALLONE Sostituzione di un pallone difettoso Se il pallone scoppia o diviene difettoso nel corso della gara, la gara deve essere

Dettagli

Sintesi del regolamento UFFICIALE del giuoco CALCIO

Sintesi del regolamento UFFICIALE del giuoco CALCIO Sintesi del regolamento UFFICIALE del giuoco CALCIO A CINQUE REGOLA 1 - IL RETTANGOLO DI GIUOCO 1) DIMENSIONI Il campo deve essere rettangolare. La lunghezza delle linee laterali deve essere maggiore della

Dettagli

La rimessa dalla linea laterale è un modo di riprendere il giuoco. Una rete non può essere segnata direttamente su rimessa dalla linea laterale.

La rimessa dalla linea laterale è un modo di riprendere il giuoco. Una rete non può essere segnata direttamente su rimessa dalla linea laterale. REGOLA 16 - RIMESSA DALLA LINEA LATERALE La rimessa dalla linea laterale è un modo di riprendere il giuoco. Una rete non può essere segnata direttamente su rimessa dalla linea laterale. 1) La rimessa laterale

Dettagli

CIRCOLARE n 1. Stagione sportiva

CIRCOLARE n 1. Stagione sportiva CIRCOLARE n 1 Stagione sportiva 2006-2007 Il 4 marzo 2006 si è tenuta a Lucerna (Svizzera) la 120 a Assemblea Annuale dell I.F.A.B.. La presente circolare contiene le modifiche apportate al Regolamento

Dettagli

Linee guida per arbitri di calcio a 5

Linee guida per arbitri di calcio a 5 Lega Calcio Uisp Settore Tecnico Linee guida per arbitri di calcio a 5 Torino, Novembre 2014 Posizionamento generale durante la gara Uno degli arbitri deve essere in linea con il penultimo difendente o

Dettagli

Spostamenti per Arbitri e Assistenti del Calcio a 11, Calcio a 7, Calcio a 5 Tabelle con disegni informativi

Spostamenti per Arbitri e Assistenti del Calcio a 11, Calcio a 7, Calcio a 5 Tabelle con disegni informativi Lega Calcio Uisp Settore Tecnico Spostamenti per Arbitri e Assistenti del Calcio a 11, Calcio a 7, Calcio a 5 Tabelle con disegni informativi Torino, Dicembre 2014 Lega Calcio Uisp Settore Tecnico Spostamenti

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO M.S.P. ITALIA CALCIO A 7

REGOLAMENTO TECNICO M.S.P. ITALIA CALCIO A 7 REGOLAMENTO TECNICO M.S.P. ITALIA CALCIO A 7 Il presente Regolamento e stato rivisto e corretto in data 3 Ottobre 2013 1 PREMESSA Il gioco del calcio a 7 non e codificato da alcun regolamento ufficiale

Dettagli

Emendamenti alle Regole del Gioco

Emendamenti alle Regole del Gioco Da circolare n. 1 - F.I.G,C. Calcio a 5 Emendamenti alle Regole del Gioco REGOLA 1 IL RETTANGOLO DI GIOCO. L area di rigore. Due linee immaginarie di m. 6 sono tracciate a partire dall esterno dei pali

Dettagli

Su calcio di rinvio, il pallone calciato con poca forza si ferma prima di uscire dall area di rigore. L arbitro ne ordinerà la ripetizione VERO FALSO

Su calcio di rinvio, il pallone calciato con poca forza si ferma prima di uscire dall area di rigore. L arbitro ne ordinerà la ripetizione VERO FALSO Su calcio di rinvio, il pallone calciato con poca forza si ferma prima di uscire dall area di rigore. L arbitro ne ordinerà la ripetizione Un calciatore esegue un calcio di rinvio verso il proprio portiere

Dettagli

Linee guida per arbitri di calcio a 5

Linee guida per arbitri di calcio a 5 Lega Calcio Uisp Settore Tecnico Regionale Linee guida per arbitri di calcio a 5 Settimo Torinese, Gennaio 2013 Posizionamento generale durante la gara Uno degli arbitri deve essere in linea con il penultimo

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO M.S.P. ITALIA CALCIO A /2018

REGOLAMENTO TECNICO M.S.P. ITALIA CALCIO A /2018 1 REGOLAMENTO TECNICO M.S.P. ITALIA CALCIO A 7 2017/2018 INDICE 1 - PREMESSA 2 - IL PALLONE a - Dimensioni 3 - NUMERO DEI CALCIATORI a Numero dei calciatori b - Sostituzioni 4 - FUORIGIOCO 5 - DURATA DELLA

Dettagli

IV MEMORIAL ALESSIO CAPRARO CALCIO A CINQUE

IV MEMORIAL ALESSIO CAPRARO CALCIO A CINQUE ASSOCIAZIONE TURISTICA PRO LOCO CITTAREALE (RIETI) IV MEMORIAL ALESSIO CAPRARO CALCIO A CINQUE REGOLAMENTO Tipo torneo: Calcio a 5 Numero di Squadre: 10 (massimo 16 - minimo 8 squadre) (in caso di un numero

Dettagli

14 CALCIO DI RIGORE. Il Regolamento del giuoco del calcio

14 CALCIO DI RIGORE. Il Regolamento del giuoco del calcio REGOLA 14 CALCIO DI RIGORE Il Regolamento del giuoco del calcio Un calcio di rigore è assegnato contro la squadra che commette, nella propria area di rigore e con il pallone in giuoco, uno dei dieci falli

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO CALCIO A 7

REGOLAMENTO TECNICO CALCIO A 7 REGOLAMENTO TECNICO CALCIO A 7 Regola 1: Il terreno di gioco pag. 2 Regola 2: Il pallone pag. 3 Regola 3: Gli atleti pag. 3 Regola 4: L equipaggiamento degli atleti pag. 3 Regola 5: Il fuorigioco pag.

Dettagli

- REGOLAMENTO DI GIOCO Platypus Carnival Cup

- REGOLAMENTO DI GIOCO Platypus Carnival Cup - REGOLAMENTO DI GIOCO Platypus - ARTICOLO 1 Classificazione 1. Il torneo si articola in : a. Prima fase a gironi all italiana (gare di sola andata) b. Fase Finale ad eliminazione diretta ARTICOLO 2 Compilazione

Dettagli

e il calci a 5

e il calci a 5 www.fisiokinesiterapia.biz as roma e il calci a 5 CENNI STORICI Inghilterra metà XIX secolo 1898 F.I.G.C. e primo campionato 1930 campionato mondiale m 11 m 7,32 x 2,44 TERRENO DI m 90-120 GIOCO m 45-90

Dettagli

21.1 DOVE SONO CONCESSI I CALCI DI PUNIZIONE ED I CALCI LIBERI

21.1 DOVE SONO CONCESSI I CALCI DI PUNIZIONE ED I CALCI LIBERI DEFINIZIONI I calci di punizione e i calci liberi sono accordati alla squadra che non ha commesso il fallo per le infrazioni degli avversari. 21.1 DOVE SONO CONCESSI I CALCI DI PUNIZIONE ED I CALCI LIBERI

Dettagli

REGOLA 3) IL NUMERO DEI CALCIATORI

REGOLA 3) IL NUMERO DEI CALCIATORI Calcio a 11 REGOLA 3) IL NUMERO DEI CALCIATORI Situazione 1) Un calciatore di riserva inizia la gara al posto di un titolare designato e l'arbitro non viene informato di questo cambiamento Dinamica dell'azione

Dettagli

regolamenti tornei sportivi

regolamenti tornei sportivi regolamenti tornei sportivi Tornei Giornata dello Sport La Giornata dello sport prevede lo svolgimento dei seguenti tornei/gare: Gara podistica VermezZelo Run agonistica 10km Gara podistica VermezZelo

Dettagli

REGOLAMENTO CATEGORIA PROPAGANDA

REGOLAMENTO CATEGORIA PROPAGANDA POLISPORTIVE ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI PROMOZIONE SPORTIVA GIOVANILI SALESIANE Sede nazionale. Via Nomentana 175-00161 ROMA Tel. 06/4462179 - Fax 06/491310 PARTE GENERALE REGOLAMENTO CATEGORIA PROPAGANDA

Dettagli

1 TORNEO GIALLOBLU CALCIO a 5

1 TORNEO GIALLOBLU CALCIO a 5 G.S. MEZZANA A.S.D. Via dell Agio, 59 - Tel/Fax 0574 596829 e-mail mezzanags@libero.it 59100 MEZZANA PRATO Partita IVA 00337990972 Codice Fiscale 84033820485 1 TORNEO GIALLOBLU CALCIO a 5 Il Torneo GIALLOBLU

Dettagli

8 TROFEO ALBERGO AL PONTE della VITTORIA di Calcio indoor per Veterani

8 TROFEO ALBERGO AL PONTE della VITTORIA di Calcio indoor per Veterani 8 TROFEO ALBERGO AL PONTE della VITTORIA di Calcio indoor per Veterani R E G O L A M E N T O Svolgimento del torneo - Al torneo partecipano 8 squadre. La fase preliminare prevede due gironi all italiana

Dettagli

REGOLA 12 - FALLI E COMPORTAMENTI ANTISPORTIVI

REGOLA 12 - FALLI E COMPORTAMENTI ANTISPORTIVI REGOLA 12 - FALLI E COMPORTAMENTI ANTISPORTIVI I falli ed i comportamenti antisportivi devono essere puniti come segue: Calcio di punizione diretto Un calcio di punizione diretto è accordato alla squadra

Dettagli

PROCEDURE PER DETERMINARE LA VINCENTE DI UNA GARA O DI UNA GARA CON ANDATA E RITONO

PROCEDURE PER DETERMINARE LA VINCENTE DI UNA GARA O DI UNA GARA CON ANDATA E RITONO Stagione Sportiva 2013/2014 I tiri di rigore Associazione Italiana Cultura Sport Settore Tecnico Area Formazione Calcio a 5 PROCEDURE PER DETERMINARE LA VINCENTE DI UNA GARA O DI UNA GARA CON ANDATA E

Dettagli

LEO CLUB PESCIA-VALDINIEVOLE LEO CLUB PRATO LEO CLUB SERRAVALLE PISTOIESE TORNEO DI CALCIO A 5 INSIEME PER BORGONOVO

LEO CLUB PESCIA-VALDINIEVOLE LEO CLUB PRATO LEO CLUB SERRAVALLE PISTOIESE TORNEO DI CALCIO A 5 INSIEME PER BORGONOVO TORNEO DI CALCIO A 5 INSIEME PER BORGONOVO Regolamento Tecnico: Dimensioni del campo e attrezzature di gioco. Il rettangolo di gioco deve avere le seguenti dimensioni: lunghezza max m 42 e min m 25, larghezza

Dettagli

ESTRATTO REGOLAMENTO DI GIOCO CALCIO A 7

ESTRATTO REGOLAMENTO DI GIOCO CALCIO A 7 ESTRATTO REGOLAMENTO DI GIOCO CALCIO A 7 IL PALLONE Il pallone deve essere il nr.4, 4.5 o 5 a rimbalzo normale. IL NUMERO DEI CALCIATORI La gara è giocata da due squadre, composte ciascuna da un massimo

Dettagli

Stagione Sportiva 2014 / 2015 TEST TECNICI 013_1415 C.R.A./ C.P.A. Settore Tecnico

Stagione Sportiva 2014 / 2015 TEST TECNICI 013_1415 C.R.A./ C.P.A. Settore Tecnico TEST TECNICI C.R.A./ C.P.A. 013_1415 Su calcio di rinvio, il pallone calciato con poca forza si ferma prima di uscire dall area di rigore. L arbitro ne ordinerà la ripetizione Un calciatore supera il portiere

Dettagli

PALLAPUGNO LEGGERA REGOLAMENTO 2016

PALLAPUGNO LEGGERA REGOLAMENTO 2016 IL REGOLAMENTO PALLAPUGNO LEGGERA REGOLAMENTO 2016 NORME TECNICHE Campo Le dimensioni del campo di gioco possono variare secondo le esigenze logistiche degli impianti utilizzati. Le misure possono essere

Dettagli

REGOLA 21 - CALCI DI PUNIZIONE E CALCI LIBERI

REGOLA 21 - CALCI DI PUNIZIONE E CALCI LIBERI REGOLA 21 - CALCI DI PUNIZIONE E CALCI LIBERI DEFINIZIONE I calci di punizione e i calci liberi sono accordati alla squadra che non ha commesso il fallo per le infrazioni degli avversari. 21.1 DOVE SONO

Dettagli

Secondo Torneo RIVALBA. Torneo di Primavera

Secondo Torneo RIVALBA. Torneo di Primavera ( 2006) PREMESSA: I principi che stanno alla base del sono l amicizia, il rispetto reciproco tra i partecipanti e la correttezza sportiva, senza tuttavia sottovalutare una adeguata dose di agonismo e di

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO CALCIO A 5 SUPERLEAGUE

REGOLAMENTO TECNICO CALCIO A 5 SUPERLEAGUE REGOLAMENTO TECNICO CALCIO A 5 SUPERLEAGUE REGOLA N 1 IL PALLONE I palloni utilizzati per le gare di campionato, di coppa ovvero per tutte le altre manifestazioni organizzate dovranno obbligatoriamente

Dettagli

F.I.G.C. Associazione Italiana Arbitri Calcio a Cinque Circolare n.1 Stagione Sportiva 2010/11. F.I.G.C. Associazione Italiana Arbitri

F.I.G.C. Associazione Italiana Arbitri Calcio a Cinque Circolare n.1 Stagione Sportiva 2010/11. F.I.G.C. Associazione Italiana Arbitri F.I.G.C. Associazione Italiana Arbitri Settore Tecnico Arbitrale n 1 CIRCOLARE n Stagione Sportiva 2010/11 Calcio a Cinque pag. 1/10 Emendamenti alle Regole del l Gioco REGOLA 1 IL RETTANGOLO DI GIOCO.

Dettagli

REGOLA 4 - EQUIPAGGIAMENTO dei CALCIATORI (pag. 23 del Regolamento Ufficiale F.i.g.c. Ed. 2015)

REGOLA 4 - EQUIPAGGIAMENTO dei CALCIATORI (pag. 23 del Regolamento Ufficiale F.i.g.c. Ed. 2015) Estratto del Regolamento di Gioco - Edizione 2015/ 16 Per tutte le regole e norme non menzionate in questo documento, farà fede il Regolamento ufficiale di Calcio a Cinque della F.i.g.c. edizione 2015

Dettagli

REGOLA 12 FALLI E SCORRETTEZZE

REGOLA 12 FALLI E SCORRETTEZZE REGOLA 12 FALLI E SCORRETTEZZE Specifiche del Settore Tecnico sulle novità regolamentari relative al gioco del portiere - stagione 2010/2011 A cura del Settore Tecnico Area Formazione Perfezionamento e

Dettagli

Variazioni Rugby a 7. Variazioni per il Rugby a 7

Variazioni Rugby a 7. Variazioni per il Rugby a 7 Rugby a 7 per il Rugby a 7 Per il rugby a sette giocatori le Regole di Gioco subiscono le seguenti variazioni: REGOLA 3 : NUMERO DEI GIOCATORI - LA SQUADRA 3.1 NUMERO MASSIMO DEI GIOCATORI NELL AREA DI

Dettagli

Per il rugby a sette giocatori le Regole di Gioco subiscono le seguenti variazioni: 3.1 NUMERO MASSIMO DEI GIOCATORI NELL AREA DI GIOCO

Per il rugby a sette giocatori le Regole di Gioco subiscono le seguenti variazioni: 3.1 NUMERO MASSIMO DEI GIOCATORI NELL AREA DI GIOCO Per il rugby a sette giocatori le Regole di Gioco subiscono le seguenti variazioni: REGOLA 3 - NUMERO DEI GIOCATORI LA SQUADRA 3.1 NUMERO MASSIMO DEI GIOCATORI NELL AREA DI GIOCO Massimo: ogni squadra

Dettagli

PER TUTTI I RAGAZZI E LE RAGAZZE CHE FREQUENTANO LA CLASSE TERZA DELLA SSPG DI LEVICO TERME

PER TUTTI I RAGAZZI E LE RAGAZZE CHE FREQUENTANO LA CLASSE TERZA DELLA SSPG DI LEVICO TERME PER TUTTI I RAGAZZI E LE RAGAZZE CHE FREQUENTANO LA CLASSE TERZA DELLA SSPG DI LEVICO TERME VENERDI 28 MAGGIO 2010 ISCRIVITI CON LA SQUADRA DELLA TUA CLASSE ENTRO VENERDI 21 MAGGIO PRESSO SPAZIO GIOVANI

Dettagli

All interno di ciascuna area di rigore, a m. 6 dalla linea di porta ed equidistante dai pali, è segnato il punto del calcio di rigore

All interno di ciascuna area di rigore, a m. 6 dalla linea di porta ed equidistante dai pali, è segnato il punto del calcio di rigore REGOLA 1 IL RETTANGOLO DI GIOCO L area di rigore Due linee immaginarie di m. 6 sono tracciate a partire dall esterno dei pali della porta e ad angolo retto rispetto alle linee di porta; all estremità di

Dettagli

REGOLA 1 NUMERO DEI CALCIATORI

REGOLA 1 NUMERO DEI CALCIATORI MEMORIAL ARRAPADOR APADOR LE REGOLE DEL GIOCO Regolamento REGOLA 1 NUMERO DEI CALCIATORI 1) Calciatori La gara è giuocata da due squadre, formate ciascuna da un massimo di 5 calciatori, uno dei quali nel

Dettagli

IL REGOLAMENTO DEL CALCIO A 5 (SINTESI) CHIAMA / RICONOSCIMENTO / ABBIGLIAMENTO / DOTAZIONI

IL REGOLAMENTO DEL CALCIO A 5 (SINTESI) CHIAMA / RICONOSCIMENTO / ABBIGLIAMENTO / DOTAZIONI IL REGOLAMENTO DEL CALCIO A 5 (SINTESI) CHIAMA / RICONOSCIMENTO / ABBIGLIAMENTO / DOTAZIONI 1. La chiama verrà effettuata dal Direttore di gara salvo diversa autorizzazione, sarà quindi necessario consegnare

Dettagli

SettoreTecnicoA.I.A. Corso Arbitro di Calcio. Stagione Sportiva 2008/09

SettoreTecnicoA.I.A. Corso Arbitro di Calcio. Stagione Sportiva 2008/09 SettoreTecnicoA.I.A. Corso Arbitro di Calcio Stagione Sportiva 2008/09 Associazione Italiana Arbitri: Corso Arbitro di Calcio Lezione n. 10 10.1. Regola 15 La rimessa dalla linea laterale 10.2. Regola

Dettagli

IX TORNEO AUSONIA DI CALCIO A 5 RAGAZZI E BAMBINI 2004/ / /2009. REGOLAMENTO del TORNEO

IX TORNEO AUSONIA DI CALCIO A 5 RAGAZZI E BAMBINI 2004/ / /2009. REGOLAMENTO del TORNEO IX TORNEO AUSONIA DI CALCIO A 5 RAGAZZI E BAMBINI 2004/2005-2006/2007-2008/2009 REGOLAMENTO del TORNEO Art 1- ISCRIZIONE Le distinte delle squadre partecipanti con la lista dei calciatori vanno presentate

Dettagli

Durante il torneo non sarà tollerato in alcun modo un comportamento aggressivo, volgare o che sia in

Durante il torneo non sarà tollerato in alcun modo un comportamento aggressivo, volgare o che sia in REGOLAMENTO TORNEO DI CALCETTO DI SOLIDARIETA un calcio all indifferenza. 4 giugno 28 GIUGNO 2015 Il torneo di calcetto DI SOLIDARIETA nasce a puro scopo di solidarietà. Ogni sera sarà possibile cenare

Dettagli

2 Torneo di calcio a/5 CITTA' DI ALIA. Regolamento

2 Torneo di calcio a/5 CITTA' DI ALIA. Regolamento 2 Torneo di calcio a/5 CITTA' DI ALIA Torneo di calcio A/5 organizzato dall'u.s.d. Pro Alia, dall'u.s.d. Alia e dal Comune di Alia presso la struttura di via Acqualunga. Regolamento RESPONSABILITA E REGOLE

Dettagli

II TORNEO DI CALCIO DI AGRARIA

II TORNEO DI CALCIO DI AGRARIA agraria Sportello Orientamento, accoglienza e tutorato II TORNEO DI CALCIO DI AGRARIA SONO APERTE LE ISCRIZIONI ISCRIVI LA TUA SQUADRA* INVIANDO UNA MAIL A: orientamento@agr.uniba.it *leggi le modalità

Dettagli

INDICE. Pagina 3 2 SCHEDA PUNTEGGIO. Pagina 4 3 SCHEMA DEL GIOCO CON SPIEGAZIONE, Pagina 8 4 NOTE

INDICE. Pagina 3 2 SCHEDA PUNTEGGIO. Pagina 4 3 SCHEMA DEL GIOCO CON SPIEGAZIONE, Pagina 8 4 NOTE INDICE Pagina 1 1 NOTE ORGANIZZATIVE 1.1 Campo di Gara 1.2 Tempo di Gara 1.3 Numero di Giocatori per Squadra 1.4 Rotazione delle Squadre 1.5 Assegnazione Punteggi Pagina 3 2 SCHEDA PUNTEGGIO Pagina 4 3

Dettagli

Il fair play o buon senso (nel caso dell'arbitro) norma e regola fondamentale nel nostro campionato.

Il fair play o buon senso (nel caso dell'arbitro) norma e regola fondamentale nel nostro campionato. Regolamento di gioco: 1. Il rettangolo di gioco 2. Il pallone 3. Il numero dei calciatori 4. L'equipaggiamento dei calciatori 5. La durata della gara 6. L'inizio e la ripresa del gioco 7. Pallone in gioco

Dettagli

REGOLAMENTO 34 PALIO DEI RIONI COMUNE DI MONTELUPO FIORENTINO

REGOLAMENTO 34 PALIO DEI RIONI COMUNE DI MONTELUPO FIORENTINO REGOLAMENTO 34 PALIO DEI RIONI COMUNE DI MONTELUPO FIORENTINO - 2017 - Articolo 0. Il torneo di calcio a 7 denominato Palio dei Rioni Montelupo Fiorentino avrà luogo presso l impianto sintetico in via

Dettagli

PROGRAMMA CATEGORIA MINI

PROGRAMMA CATEGORIA MINI POLISPORTIVE ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI PROMOZIONE SPORTIVA GIOVANILI SALESIANE Sede nazionale. Via Nomentana 175-00161 ROMA Tel. 06/4462179 - Fax 06/491310 1) LA FORMULA DELL ATTIVITA. PROGRAMMA CATEGORIA

Dettagli

1 TORNEO ALI Lombardia Calcio a 7

1 TORNEO ALI Lombardia Calcio a 7 1 TORNEO ALI Lombardia Calcio a 7 Il torneo ALI LOMBARDIA MILANO nasce a puro scopo ludico e di aggregazione. Non sarà tollerato in alcun modo un comportamento aggressivo, volgare o che sia in disarmonia

Dettagli

Sezione A.I.A. Belluno

Sezione A.I.A. Belluno Sezione A.I.A. Belluno Stagione Sportiva 2013/2014 TEST TECNICI R.T.O. 06/12/2013 Quiz n. 04 2013/14 Sezione di Belluno Stagione Sportiva 2013/2014 TEST TECNICI Sezione di Belluno 04_13/14 Fra poco inizia

Dettagli

"Sei Bravo a... Scuola di Calcio"

Sei Bravo a... Scuola di Calcio "4c4: un gioco polivalente" PROGETTO TECNICO: REGOLAMENTO 1) Gioco 4c4 + portieri - Partita libera giocata in uno spazio delle seguenti misure minime/massime: lunghezza mt 25/35. larghezza mt 20/25 - Vengono

Dettagli

REGOLAMENTO TORNEO PROVINCIALE CSI 2016/17

REGOLAMENTO TORNEO PROVINCIALE CSI 2016/17 REGOLAMENTO TORNEO PROVINCIALE CSI 2016/17 Art. 1: Norme generali e svolgimento torneo 1.1_Organizzazione del torneo: Il Comitato Provinciale e Regionale CSI Calabria organizzano, per la stagione sportiva

Dettagli

II MEMORIAL "DOMENICO VARLARO" Torneo di calcio a 5 Roseto Capo Spulico - Agosto 2011 REGOLAMENTO

II MEMORIAL DOMENICO VARLARO Torneo di calcio a 5 Roseto Capo Spulico - Agosto 2011 REGOLAMENTO II MEMORIAL "DOMENICO VARLARO" Torneo di calcio a 5 Roseto Capo Spulico - Agosto 2011 REGOLAMENTO Il memorial "Domenico Varlaro" è stato creato per commemorare un giovane ragazzo di Roseto venuto tragicamente

Dettagli

Settore Tecnico A.I.A.

Settore Tecnico A.I.A. A.I.A. TEST TECNICI Test Sezionali 046_1213 TEST TECNICI domanda n. x TEST TECNICI domanda n. x TEST TECNICI domanda n. x Domanda da 5 secondi. scorre il tempo per cinque secondi TEST TECNICI domanda n.

Dettagli

CALCIO A 7 Il grande fratello minore. Comitato CSI di Imola Settore Arbitrale - Formazione

CALCIO A 7 Il grande fratello minore. Comitato CSI di Imola Settore Arbitrale - Formazione Comitato CSI di Imola Settore Spostamento dell Arbitro Le posizioni proposte nelle illustrazioni seguenti sono di base e vengono raccomandate all ARBITRO. Il riferimento ad una zona tende a porre in risalto

Dettagli

ESTRATTO REGOLAMENTO DI GIOCO CALCIO A 5

ESTRATTO REGOLAMENTO DI GIOCO CALCIO A 5 ESTRATTO REGOLAMENTO DI GIOCO CALCIO A 5 IL PALLONE Il pallone deve essere necessariamente il nr.4 a rimbalzo controllato. IL NUMERO DEI CALCIATORI La gara è giocata da due squadre, composte ciascuna da

Dettagli

Falli e violazioni. . Ecco i tipi di fallo più diffusi:

Falli e violazioni. . Ecco i tipi di fallo più diffusi: Falli e violazioni Cari amici eccoci di nuovo insieme. Oggi entreremo più nello specifico per quanto riguarda la differenza tra falli e violazioni andando ad elencare le diverse situazioni che si possono

Dettagli

Modifiche alle Regole. In vigore dal 1 Luglio 2017 e dal 1 Agosto 2017

Modifiche alle Regole. In vigore dal 1 Luglio 2017 e dal 1 Agosto 2017 Modifiche alle Regole In vigore dal 1 Luglio 2017 e dal 1 Agosto 2017 Definizioni Possesso Questo si verifica quando un giocatore sta portando il pallone (o nel tentativo di controllarlo) o una squadra

Dettagli

DEFINIZIONI. Regola 22. Area di Meta 22.1 EFFETTUARE UN TOCCATO A TERRA CON IL PALLONE

DEFINIZIONI. Regola 22. Area di Meta 22.1 EFFETTUARE UN TOCCATO A TERRA CON IL PALLONE Regola 22 Area di Meta DEFINIZIONI L area di meta è una parte del terreno di gioco, come definito nella Regola 1, dove il pallone può essere messo a terra dai giocatori dell una o dell altra squadra. Quando

Dettagli

REGOLAMENTO TORNEO DI CALCIO A 5/6

REGOLAMENTO TORNEO DI CALCIO A 5/6 Via Morelli e Silvati Presso Centro Samantha della Porta 83100 Avellino Tel/Fax 0825 25373 cell 346/8479070 C.F. 92021710642 Part. IVA 02127550644 E-mail avellino@uisp.it REGOLAMENTO TORNEO DI CALCIO A

Dettagli

REGOLAMENTO CALCIO A 6 COPPA DI MEZZA ESTATE

REGOLAMENTO CALCIO A 6 COPPA DI MEZZA ESTATE REGOLAMENTO CALCIO A 6 COPPA DI MEZZA ESTATE INDICE 1.Iscrizione pag. 3 1.1. Modulo di iscrizione pag. 3 1.2. Quota d iscrizione pag. 3 1.3. Numeri di giocatori per squadra pag. 3 2. Regole di gara pag.

Dettagli

REGOLAMENTO CALCIO A 5

REGOLAMENTO CALCIO A 5 Gruppo Emilia Romagna - Bologna Dal 6 maggio al 10 giugno 2015 MENTO CALCIO A 5 NUMERO DEI CALCIATORI 1. La gara deve essere giocata da due squadre, formate ciascuna da un massimo di 5 giocatori, uno dei

Dettagli

REGOLAMENTO TORNEO INTRODUZIONE

REGOLAMENTO TORNEO INTRODUZIONE 1 REGOLAMENTO TORNEO INTRODUZIONE Nel mese di maggio 2015 è stato indetto il II torneo dell Ordine dei Geologi del Lazio, come da avviso pubblicato sul sito web dell Ordine. Le modalità di iscrizione di

Dettagli

Pro loco Varese Ligure II Torneo del Borgo ESTATE 2014 TORNEO DI CALCETTO A 5 Regolamento

Pro loco Varese Ligure II Torneo del Borgo ESTATE 2014 TORNEO DI CALCETTO A 5 Regolamento Pro loco Varese Ligure II Torneo del Borgo ESTATE 2014 TORNEO DI CALCETTO A 5 Regolamento TITOLO I Organizzazione del torneo Art. 1 - L'organizzazione del torneo è a cura della Pro Loco di Varese Ligure.

Dettagli

Settore Tecnico C.I.A Variazioni al regolamento A.S. 2014/2015

Settore Tecnico C.I.A Variazioni al regolamento A.S. 2014/2015 Variazioni al regolamento A.S. 2014/2015 CONTROLLO PALLA - Viene tolta la differenza tra indirizzare coscientemente o rilanciare la palla con una o due mani per determinare un cambio di possesso e quindi

Dettagli

ATTIVITA' DI BASE DELEGAZIONE DI VERONA

ATTIVITA' DI BASE DELEGAZIONE DI VERONA ATTIVITA' DI BASE DELEGAZIONE DI VERONA Collaboratori tecnici F.i.g.c. attività di base: - Tramarin Francesco - Zucchetti Marco Collaboratore attività Femminile: - Brutti Veronica PICCOLI AMICI 2011, 2012

Dettagli

TORNEO CALCIO A 5 FOOTBALL IN THE SUN RICCIONE 2010

TORNEO CALCIO A 5 FOOTBALL IN THE SUN RICCIONE 2010 TORNEO CALCIO A 5 FOOTBALL IN THE SUN RICCIONE 2010 PARTE GENERALE Art 1 - L adesione per ogni singola squadra al Torneo, comporta accordi economici con il Comune di Riccione, Hotel ed Impianti Sportivi;

Dettagli

REGOLA 22 - AREA DI META

REGOLA 22 - AREA DI META REGOLA 22 - AREA DI META DEFINIZIONE L'area di meta è una parte del terreno di gioco, come definito nella Regola 1, dove il pallone può essere messo a terra dai giocatori dell una o dell'altra squadra.

Dettagli

TORNEO CALCIO A 5 FOOTBALL IN THE SUN RIMINI 2012

TORNEO CALCIO A 5 FOOTBALL IN THE SUN RIMINI 2012 TORNEO CALCIO A 5 FOOTBALL IN THE SUN RIMINI 2012 PARTE GENERALE Art 1 - L adesione per ogni singola squadra al Torneo, comporta accordi economici con il Comune di Rimini, Hotel ed Impianti Sportivi; pertanto

Dettagli

Linee Guida Calcio a 5 Stagione Sportiva 2013/14

Linee Guida Calcio a 5 Stagione Sportiva 2013/14 Al fine di uniformare l interpretazione di alcune situazioni di gioco tipiche del Futsal alle più recenti interpretazioni FIFA, il Settore Tecnico AIA ha definito le presenti linee guida che entrano in

Dettagli

Regolamento Basket 3vs3

Regolamento Basket 3vs3 INFORMAZIONI GENERALI 1. All attività sportiva possono partecipare atleti di entrambi i sessi e di età maggiore di 15 anni. Per i partecipanti minorenni è necessario che il legale tutore sottoscriva il

Dettagli

Calcetto a 5 regole IL CALCETTO (CALCIO A 5)

Calcetto a 5 regole IL CALCETTO (CALCIO A 5) Calcetto a 5 regole IL CALCETTO (CALCIO A 5) 1- Calciatori La gara è giuocata da due squadre, formate ciascuna da un massimo di 5 calciatori, uno dei quali nel ruolo di portiere. 2- Procedura di sostituzione

Dettagli

REGOLAMENTO CALCIO A 6 OVER 18

REGOLAMENTO CALCIO A 6 OVER 18 REGOLAMENTO CALCIO A 6 OVER 18 INDICE 1.Iscrizione pag. 3 1.1. Modulo di iscrizione pag. 3 1.2. Quota d iscrizione pag. 3 1.3. Numeri di giocatori per squadra pag. 3 2. Regole di gara pag. 4 2.1. Adempimenti

Dettagli

11.1 FUORI-GIOCO NEL GIOCO APERTO

11.1 FUORI-GIOCO NEL GIOCO APERTO DEFINIZIONI All inizio della gara tutti i giocatori sono in-gioco. Mentre la gara si svolge i giocatori possono trovarsi in una posizione di fuori-gioco. Questi giocatori, quindi, possono essere puniti

Dettagli

MANIFESTAZIONE AUTUNNALE 2016 PRIMI CALCI 09 PICCOLI AMICI 10

MANIFESTAZIONE AUTUNNALE 2016 PRIMI CALCI 09 PICCOLI AMICI 10 Federazione Italiana Giuoco Calcio Delegazione Provinciale di Milano Via Riccardo Pitteri, 95/2-20134 MILANO Tel. 02.21722700 - Fax 02.21722702/714 MANIFESTAZIONE AUTUNNALE 2016 PRIMI CALCI 09 PICCOLI

Dettagli

REGOLAMENTO CATEGORIE PULCINI

REGOLAMENTO CATEGORIE PULCINI REGOLAMENTO CATEGORIE PULCINI Norme Generali (estratto delle Norme regolamentari categorie di base del C.U. n. 1 S.G.S, a cui si dovrà fare riferimento per quanto non indicato in merito a norme e regolamenti

Dettagli

REGOLAMENTO DEL TORNEO

REGOLAMENTO DEL TORNEO REGOLAMENTO DEL TORNEO Art. 1 Partecipazione al Torneo PAG. 2 Art. 2 Modalità Iscrizioni 2 Art. 3 Composizione Squadre 2 Art. 4 Luogo e Periodo di Svolgimento 2 Art. 5 Servizi e convenzioni 2 Art. 6 Formula

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIALE MI GAMES 2016 Basket 3vs3

REGOLAMENTO UFFICIALE MI GAMES 2016 Basket 3vs3 REGOLAMENTO UFFICIALE MI GAMES 2016 Basket 3vs3 ISCRIZIONI Ogni squadra, per essere iscritta ufficialmente a MI GAMES 2016, deve effettuare i seguenti semplici passi: Creare un account per gestire la propria

Dettagli

REGOLE DI GIOCO OUTDOOR HOCKEY A CINQUE. Under 12 Maschile Femminile

REGOLE DI GIOCO OUTDOOR HOCKEY A CINQUE. Under 12 Maschile Femminile REGOLE DI GIOCO OUTDOOR HOCKEY A CINQUE Under 12 Maschile Femminile Approvato con delibera del Presidente n. 84 26/2/2016 Articolo 1 SQUADRE a) La gara viene giocata da due squadre. Non più di cinque (5)

Dettagli

Specifica su Interpretazione del gioco del calcio a 5 e Linee guida per arbitri Regola 3.

Specifica su Interpretazione del gioco del calcio a 5 e Linee guida per arbitri Regola 3. Specifica su Interpretazione del gioco del calcio a 5 e Linee guida per arbitri Regola 3. Il presente documento si prefigge di chiarire alcuni aspetti riguardanti le infrazioni alla procedura di sostituzione,

Dettagli

balaustre FLOORBALL - UNIHOCKEY

balaustre FLOORBALL - UNIHOCKEY balaustre FLOORBALL - UNIHOCKEY 14 m 20 m IL CAMPO ZONA INGAGGIO X IFALLI 1.5m 3.5m AREA DI PORTA Ingaggio d inizio 5 m AREA protetta o DEL PORTIERE 4 m 40m grande 24m piccolo l campo da gioco: I campi

Dettagli

REGOLAMENTO 1 TORNEO CALCETTO U.N.I.T.A.L.S.I WE ARE ONE..LOVE

REGOLAMENTO 1 TORNEO CALCETTO U.N.I.T.A.L.S.I WE ARE ONE..LOVE REGOLAMENTO 1 TORNEO CALCETTO U.N.I.T.A.L.S.I WE ARE ONE..LOVE Il torneo di calcetto UNITALSI nasce a puro scopo ludico e per promuovere la solidarietà. Durante il torneo non sarà tollerato in alcun modo

Dettagli

SettoreTecnicoA.I.A. Corso Arbitro di Calcio. Stagione Sportiva 2008/09

SettoreTecnicoA.I.A. Corso Arbitro di Calcio. Stagione Sportiva 2008/09 SettoreTecnicoA.I.A. Corso Arbitro di Calcio Stagione Sportiva 2008/09 Associazione Italiana Arbitri: Corso Arbitro di Calcio Lezione n. 6 6.1. Regola 7 La durata della gara 6.2. Regola 8 L inizio e la

Dettagli

FASE PRELIMINARE. GRUPPO A raduno squadre ore GRUPPO B raduno squadre ore CAMPO COMUNALE DI ROCCAFORZATA (TA) DOMENICA 17/09/2017

FASE PRELIMINARE. GRUPPO A raduno squadre ore GRUPPO B raduno squadre ore CAMPO COMUNALE DI ROCCAFORZATA (TA) DOMENICA 17/09/2017 FASE PRELIMINARE GRUPPO A raduno squadre ore 8.30 C 17/09/2017 09.00 1-3 DELFINIA TARANTO ATLETICO CITTA GROTTAGLIE C 17/09/2017 09.25 3-5 ATLETICO CITTA GROTTAGLIE ACCADEMIA GIOVANI C 17/09/2017 09.50

Dettagli

REGOLA dei 24 PER TUTTI I CAMPIONATI: Su una rimessa da fuori campo il conteggio dei 24 deve essere avviato o

REGOLA dei 24 PER TUTTI I CAMPIONATI: Su una rimessa da fuori campo il conteggio dei 24 deve essere avviato o REGOLA dei 24 Sintesi delle principali modifiche ed esempi NEWS PER TUTTI I CAMPIONATI: Su una rimessa da fuori campo il conteggio dei 24 deve essere avviato o ripreso quando la palla tocca o è legalmente

Dettagli