A.O.U. Sassari. Pagina 1 di 6 CONTO DEPOSITO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "A.O.U. Sassari. Pagina 1 di 6 CONTO DEPOSITO"

Transcript

1 CONTO DEPOSITO 1 - Oggetto Consegna, in Conto Deposito, dei beni di cui alla procedura di gara PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA ANNUALE, IN LOTTI DISTINTI DI ENDOPROTESI TORACICHE DA DESTINARE ALL UNITA OPERATIVA DI CHIRURGIA VASCOLARE DELL AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI. 2 Tipologia, quantità e prezzi dei beni in conto deposito Il presente contratto ha per oggetto la consegna in conto deposito, da parte dell'operatore Economico alla Azienda Ospedaliera- Universitaria di Sassari, del materiale di cui alla Deliberazione del Commissario Straordinario n. del. che costituisce parte sostanziale ed integrante del presente contratto. L Azienda si obbliga a pagare alla Ditta i materiali impiantati/utilizzati e a restituire alla stessa, al termine della fornitura, quelli non utilizzati. 3 Assistenti del direttore dell esecuzione Ai fini della gestione della fornitura in conto deposito, il direttore dell esecuzione del contratto n. del., è coadiuvato dai seguenti assistenti : Referente nell ambito del Servizio Farmacia Aziendale (per brevità R.F.), nella persona di.., che provvede alla gestione documentale del conto deposito e in particolare: all invio della richiesta del materiale alla ditta fornitrice, alla presa in carico e al controllo del materiale pervenuto, alla consegna del materiale stesso al Referente nell ambito del Blocco Operatorio//Unità Operativa utilizzatrice, all emissione degli ordinativi/lettere di reintegro per il materiale impiantato, alla consegna dei dispositivi inutilizzati alla ditta fornitrice alla scadenza del contratto; Referente nell ambito del Blocco Operatorio/Unità Operativa Utilizzatrice (per brevità R.B.O/R.U.), nella persona del.., che provvede alla custodia dei dispositivi nel magazzino del Blocco Operatorio/Unità Operativa, alla gestione della movimentazione del materiale secondo i seguenti punti 4 e 5, alla gestione delle scorte secondo il metodo First Expired First Out (F.E.F.O. si utilizzano prima i prodotti in base alla scadenza più vicina), all invio della documentazione necessaria per l emissione degli ordinativo/reintegri al R.F. in relazione ai dispositivi utilizzati, Pagina 1 di 6

2 alla consegna alla scadenza del contratto dei dispositivi non utilizzati al R.F. per la restituzione all esecutore. 4 - Costituzione del Conto Deposito Il Conto Deposito viene costituito presso il Blocco Operatorio/Reparto Utilizzatore dopo il recepimento ed il controllo dei dispositivi da parte del R.F.. Il Servizio Provveditorato, Economato e Patrimonio, su indicazione del R.B.O/R.U., provvederà ad inoltrare alla Ditta il dettaglio dei codici e delle misure dei prodotti oggetto del presente contratto. La Ditta si obbliga, entro 10 giorni dal ricevimento di detta comunicazione, alla consegna del materiale richiesto direttamente presso il luogo indicato. Nel corso del rapporto contrattuale, l Azienda si riserva la facoltà di variare/aggiungere i luoghi di consegna, senza che la Ditta possa sollevare obiezioni o richiedere indennizzi di qualsivoglia natura. I prodotti, all'atto della consegna, devono avere una validità residua non inferiore a ¾ della loro validità totale. La Ditta si assume l'obbligo di sostituire, senza ulteriori spese per l'azienda, quanto consegnato con una data di scadenza difforme rispetto a quanto sopra indicato. La Ditta provvede ad emettere un documento di trasporto con la causale Conto Deposito con indicazione del codice prodotto, della quantità e del lotto/matricola del prodotto consegnato. La bolla dovrà riportare inoltre l indicazione dei codici CND e Repertorio di ogni dispositivo medico consegnato. Il R.F. è tenuto al controllo della corrispondenza tra il materiale consegnato e quello indicato nel documento di trasporto. Tale documento dovrà essere da lui firmato per ricevuta. Nel caso di discordanze il R.F. è tenuto ad annotare sul documento di trasporto quanto riscontrato. Tali documenti dovranno essere firmati dal R.F., una copia verrà restituita all esecutore, una copia trattenuta agli atti nella Farmacia e una copia verrà trasmessa al R.B.O./R.U. unitamente ai dispositivi. Il R.B.O./R.U. sottoscriverà, all atto dei ritiro dei dispositivi, un apposito documento di consegna. Il R.F. con la sottoscrizione della documentazione di consegna, da atto che i dispositivi ricevuti sono in perfetta efficienza ed esenti da vizi che ne impediscano o limitino l uso; tale sottoscrizione tuttavia non esonera l esecutore per eventuali vizi di produzione che non siano emersi al momento della consegna, ma che vengano accertati al momento dell impiego. L esecutore dovrà provvedere alla sostituzione del materiale che per perdita di sterilità, non imputabile agli operatori della Stazione Appaltante o per qualche vizio di produzione, non dovesse garantire la massima sicurezza dell intervento, entro 24 ore dalla richiesta inoltrata dal R.F., senza oneri a carico della Stazione Appaltante. La predetta sostituzione è disciplinata da una penale oraria pari a Ritardi eccedenti ore sono considerati cause di risoluzione in danno del contratto n. del L Esecutore si obbliga a mantenere invariato il materiale previsto come scorta in conto deposito, sia rispetto alla quantità e qualità, sia rispetto alle condizioni di utilizzabilità. Pagina 2 di 6

3 5 - Impianto e ripristino dei materiali Entro la giornata dell impianto/utilizzo il R.F. provvederà nel seguente modo: A. l utilizzatore o il chirurgo è responsabile dell apposizione dell etichetta del prodotto, o in sua mancanza, della trascrizione del il codice del prodotto utilizzato nella scheda dell atto chirurgico o nella cartella clinica del paziente. B. Ai fini dello scarico dei materiali impiantati, l infermiere di sala o il tecnico del Reparto Utilizzatore, di norma al termine dell intervento, deve consegnare al R.B.O./R.U. la scheda paziente con l indicazione del materiale utilizzato e del materiale non impiantato. C. Ai fini del reintegro del materiale sterile utilizzato o impiantato, il R.B.O./R.U. deve trasmettere al R.F., entro 24 ore dall utilizzo o dall impianto e a mezzo fax, la predetta documentazione. Il R.F deve, entro le successive 24/48 ore, inviare all esecutore la lettera o l ordine di reintegro. L esecutore deve, entro le 48 ore successive, provvedere al reintegro dei dispositivi utilizzati.in caso di espressa dichiarazione di urgenza della lettere o dell ordine di reintegro,l esecutore deve provvedere entro le 12 ore successive alla richiesta. L attività di reintegro a carico dell esecutore è disciplinata da una penale oraria pari a Ritardi eccedenti ore sono considerati cause di risoluzione in danno del contratto n. del É fatto divieto all esecutore emettere fattura o procedere al reintegro in assenza dell ordine. 6 - Accesso al conto deposito e verifiche contabili inventariali L accesso al conto deposito da parte dell esecutore è subordinato ad una sua formale richiesta ed è autorizzato dal R.B.O/R.U.. L accesso deve avvenire in presenza anche del R.F.. Con periodicità trimestrale ed in regime di contraddittorio, il personale dell esecutore, il R.B.O/R.U. e il R.F. effettuano in contraddittorio l inventario del materiale giacente. Gli esiti dell inventario devono essere riportati in apposito verbale con particolare riferimento alla verifica dei beni utilizzati rispetto alle scorte iniziali, nonché agli adempimenti di cui al successivo punto 8. Copia del verbale viene rilasciata alle parti previa richiesta. Eventuali discordanze saranno verificate alla luce della documentazione complessivamente in possesso della stazione appaltante. I contenziosi nascenti dalla verifica periodica di cui al presente punto saranno risolte in conformità alle disposizioni contenute nel contratto n. del Pagina 3 di 6

4 7 - Ordinativi e fatturazioni ll pagamento del prezzo contrattuale è subordinato esclusivamente all emissione dell ordinativo di reintegro dei dispositivi utilizzati secondo il precedente punto 5. Detta emissione è a sua volta subordinata al ricevimento da parte del R.F. della documentazione attestante l utilizzo del dispositivo inviata dal R.B.O./R.U.. L ordine di reintegro deve recare il dettaglio del materiale impiantato/utilizzato. La fattura relativa deve riportare il medesimo dettaglio dell ordine e fare riferimento anche alla bolla di consegna emessa a suo tempo in conto deposito. 8 - Custodia dei beni La Stazione Appaltante si impegna attraverso i soggetti responsabili del conto deposito a: - provvedere ad una adeguata custodia e manutenzione del materiale in deposito, secondo le regole della buona tecnica di conservazione (integrità del confezionamento, controllo scadenze, corretto utilizzo dei prodotti in base alla loro scadenza) e stoccaggio in locali e contenitori adeguati sulla base delle istruzioni impartite dall esecutore e si impegna, inoltre, ad impiegare detto materiale secondo l uso per cui sono progettati; - impiantare i materiali forniti secondo il metodo F.E.F.O. (First Expired First Out) si utilizzano prima i prodotti in base alla data di scadenza più vicina; - informare immediatamente il fornitore di eventuali danni ai materiali in deposito in conseguenza dei quali possa essere derivata perdita o inservibilità del bene. In sede di inventario trimestrale di cui al precedente punto 6, vengono segnalati i prodotti in scadenza nei successivi 90 gg; a tal proposito si conviene che i dispositivi non utilizzati o non impiantati entro 60 gg devono essere ritirati e contestualmente sostituiti a cura e spese dell esecutore entro il predetto termine di prevista scadenza. Decorso inutilmente tale termine, si applicano le disposizioni del contratto n. del in materia di mancata sostituzione di fornitura non accettata dal direttore dell esecuzione 9 - Responsabilità La Stazione Appaltante si obbliga a pagare all esecutore unicamente i materiali impiantati e a restituire allo stesso, al termine del contratto n. del, quelli non utilizzati. La Stazione Appaltante che ha ricevuto i dispositivi non è liberata dall obbligo di pagarne il prezzo se la restituzione degli stessi nella loro integrità è divenuta impossibile per causa a lui non imputabile (art c.c.) Disponibilità dei beni L Esecutore non può disporre dei beni concessi in conto deposito ai sensi del precedente punto 4 fino alla loro restituzione in conformità al presente atto. Pagina 4 di 6

5 L effetto traslativo della proprietà in capo alla Stazione Appaltante dei beni concessi in conto deposito ai sensi del precedente punto 4 si produce unicamente all atto dell utilizzo del bene Difetti ed imperfezioni La costituzione del conto deposito ai sensi del precedente punto 4 non esonera l esecutore per eventuali vizi di produzione che non siano emersi in tale sede e che vengano accertati al momento dell impiego del bene. L esecutore dovrà provvedere, entro 24 ore dalla richiesta e senza oneri a carico della stazione appaltante, alla sostituzione del materiale che per perdita di sterilità, non imputabile agli operatori della Stazione Appaltante o per vizio di produzione, non dovesse garantire la massima sicurezza dell intervento. L attività di sostituzione a carico dell esecutore è disciplinata da una penale oraria pari a Ritardi eccedenti ore sono considerati cause di risoluzione in danno del contratto n. del 12 Sostituzione ampliamento dei prodotti Nel caso di cessazione della produzione o aggiornamento tecnologico o temporanea indisponibilità, l esecutore può procedere alla sostituzione dei relativi prodotti in conto deposito con prodotti di pari funzionalità e alle stesse condizioni economiche, previa autorizzazione del responsabile del procedimento, sentito il direttore dell esecuzione. Nel corso dell esecuzione l esecutore è tenuto a fornire in conto deposito eventuali dispositivi già oggetto del contratto n del ma non ricompresi nell elenco allegato, secondo le necessità ravvisate dal direttore dell esecuzione. Il responsabile del procedimento provvede all invio all esecutore della richiesta di modifica della fornitura in conto deposito ai sensi del presente punto. Il responsabile del procedimento provvede ad adeguare la specifica appendice di cui all elenco allegato, del presente alle modifiche di cui sopra Tracciabilità dei materiali - Recall L esecutore si impegna a fornire entro il termine di le informazioni (quali ad esempio, il codice o il numero di serie del dispositivo) che, interfacciate con quelle della Stazione Appaltante, permettano di rintracciare in modo semplice e rapido i pazienti ai quali è stato impiantato un dispositivo oggetto di recall. Il predetto obbligo a carico dell esecutore è disciplinato da una penale pari a Ritardi eccedenti sono considerati cause di risoluzione in danno del contratto n. del Pagina 5 di 6

6 14 Ritiro dei materiali al termine del contratto Entro 15 giorni dalla data di scadenza del termine di ultimazione previsto dal contratto n del, l esecutore, previo accordo con il R.F. /R.B.O. e con il /R.U., provvede in contraddittorio con i predetti soggetti e alla presenza del direttore dell esecuzione, al ritiro dei prodotti non utilizzati. Le operazioni di ritiro devono essere oggetto di apposito verbale attestante il buono stato dei prodotti ritirati. Al verbale deve essere allegata la bolla di reso con l indicazione dettagliata dei dispositivi e delle relative quantità. Le spese relative alla consegna ed al ritiro del materiale sono a carico dell esecutore. Pagina 6 di 6

CONTRATTO ESTIMATORIO

CONTRATTO ESTIMATORIO CONTRATTO ESTIMATORIO PREMESSO CHE la società con offerta in data accettava le condizioni indicate dall'asl2 Savonese nel Capitolato Speciale/lettera invito in data prot. ; con provvedimento n del alla

Dettagli

CONTRATTO ESTIMATORIO

CONTRATTO ESTIMATORIO Premessa Il contratto estimatorio è il contratto con cui una parte consegna una o più cose mobili all altra parte e questa si obbliga a pagare il prezzo, salvo che restituisca le cose nel termine stabilito

Dettagli

CONTRATTO ESTIMATORIO

CONTRATTO ESTIMATORIO Allegato C3 FAC SIMILE Contratto estimatorio Protesi ortopediche e mezzi di sintesi Premessa Il contratto estimatorio è il contratto con cui una parte consegna una o più cose mobili all altra parte e questa

Dettagli

Altri modelli di approvvigionamento: Transito e Conto Deposito.

Altri modelli di approvvigionamento: Transito e Conto Deposito. Corso base: il processo della Logistica Farmaceutica, prospettive e sfide per il farmacista del SSN Altri modelli di approvvigionamento: Transito e Conto Deposito. Salvatore Coppolino Catania, 14 Febbraio

Dettagli

LA POSIZIONE ASSOCIATIVA IN TEMA DI GLI ACQUISTI DA PARTE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE CON IL SISTEMA DEL CONTO DEPOSITO

LA POSIZIONE ASSOCIATIVA IN TEMA DI GLI ACQUISTI DA PARTE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE CON IL SISTEMA DEL CONTO DEPOSITO LA POSIZIONE ASSOCIATIVA IN TEMA DI GLI ACQUISTI DA PARTE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE CON IL SISTEMA DEL CONTO DEPOSITO INDICE GLI ASPETTI FISCALI, CONTABILI ED AMMINISTRATIVI DEL CONTO DEPOSITO

Dettagli

Acquisti da parte delle strutture sanitarie pubbliche con il sistema del conto deposito e il contratto estimatorio

Acquisti da parte delle strutture sanitarie pubbliche con il sistema del conto deposito e il contratto estimatorio Federazione nazionale per le tecnologie biomediche, diagnostiche, apparecchiature medicali, dispositivi medici borderline, servizi e telemedicina La posizione associativa In tema di Acquisti da parte delle

Dettagli

SEZIONE E CONTRATTO DI CONTO DEPOSITO

SEZIONE E CONTRATTO DI CONTO DEPOSITO SEZIONE E CONTRATTO DI CONTO DEPOSITO Procedura aperta per la Fornitura di materiali per Osteosintesi - Distretto Collo/Femore occorrenti alle AA.SS.LL., EE.OO. e I.R.CC.S. della Regione Liguria N. gara

Dettagli

SEZIONE B CAPITOLATO SPECIALE

SEZIONE B CAPITOLATO SPECIALE SEZIONE B CAPITOLATO SPECIALE Fornitura mediante Procedura Aperta di ENDOPROTESI VASCOLARI ADDOMINALI occorrenti alle AA.SS.LL., AA.OO. e IRCCS della Regione Liguria N. gara 4863881 periodo di 24 mesi

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI, MATERIALI MONOUSO, PLURIUSO E PROTESICI PER OCULISTICA OCCORRENTI ALLA

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI, MATERIALI MONOUSO, PLURIUSO E PROTESICI PER OCULISTICA OCCORRENTI ALLA A.O.R.N. AZIENDA OSPEDALIERA DEI COLLI Monaldi-Cotugno-CTO NAPOLI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI, MATERIALI MONOUSO, PLURIUSO E PROTESICI PER OCULISTICA OCCORRENTI ALLA AZIENDA

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER IL NOLEGGIO DI UN LASER AD ECCIMERI LOTTO N. 11

CAPITOLATO SPECIALE PER IL NOLEGGIO DI UN LASER AD ECCIMERI LOTTO N. 11 CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA IN NOLEGGIO DI UN LASER AD ECCIMERI SU CLINICA MOBILE DA EFFETTUARSI PRESSO LA U.O. OCULISTICA DELL AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO DI POTENZA ART. 1 - OGGETTO

Dettagli

CAPITOLATO CONTRATTUALE

CAPITOLATO CONTRATTUALE COMUNE DI PRATO CAPITOLATO CONTRATTUALE SERVIZIO DI NOLEGGIO CON MANUTENZIONE DI MACCHINE FOTOCOPIATRICI PER GLI UFFICI COMUNALI Area Risorse Finanziarie Servizio Patrimonio Amministrativo Via Del Ceppo

Dettagli

SISTEMI CHIODI ENDOMIDOLLARI ENDOVIS

SISTEMI CHIODI ENDOMIDOLLARI ENDOVIS Dipartimento Logistico Tecnico Struttura Complessa Acquisti Via Carlo Boggio, 12 12100 CUNEO tel. 0171/450228 - fax n. 0171/450671 e-mail: federica.quattrone@aslcn1.it Prot. n. 0052885 P /PD/QF Cuneo li,

Dettagli

1 OGGETTO, QUANTITA E CARATTERISTICHE TECNICHE

1 OGGETTO, QUANTITA E CARATTERISTICHE TECNICHE CAPITOLATO ONERI PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI PACEMAKER, DEFIBRILLATORI, CATERI ED ELETTROCATETERI PER LE AZIENDE ULSS10 VENETO ORIENTALE, ULSS12 VENEZIANA, ULSS 13 DOLO-MIRANO, ULSS14 CHIOGGIA

Dettagli

SEZIONE E CONTRATTO IN CONTO DEPOSITO

SEZIONE E CONTRATTO IN CONTO DEPOSITO SEZIONE E CONTRATTO IN CONTO DEPOSITO Procedura aperta per la fornitura di Dispositivi medici per odontoiatria, odontostomatologia Attrezzature - Impianti osteointegrati Mini impianti monofasici conici

Dettagli

SEMINARIO DI STUDIO La procedura di acquisto e la gestione dei dispositivi medici impiantabili in conto deposito. Aspetti amministrativi e sanitari

SEMINARIO DI STUDIO La procedura di acquisto e la gestione dei dispositivi medici impiantabili in conto deposito. Aspetti amministrativi e sanitari ASL SALERNO 1 Nocera Inferiore VENERDI 30 MAGGIO 2008 SEMINARIO DI STUDIO La procedura di acquisto e la gestione dei dispositivi medici impiantabili in conto deposito. Aspetti amministrativi e sanitari

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI UROLOGICI PER L U.O. UROLOGIA E PER L U.O. CHIRURGIA PEDIATRICA

CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI UROLOGICI PER L U.O. UROLOGIA E PER L U.O. CHIRURGIA PEDIATRICA CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI UROLOGICI PER L U.O. UROLOGIA E PER L U.O. CHIRURGIA PEDIATRICA Atti 1517/2006 all.10 $%&' I N D I C E Art. 1 Oggetto del capitolato Art. 2 Durata

Dettagli

Linee Guida. nell ambito dei Dispositivi Medici. Linee Guida per la formulazione dei Disciplinari di Gara

Linee Guida. nell ambito dei Dispositivi Medici. Linee Guida per la formulazione dei Disciplinari di Gara MENSILE DI TECNICA ED ECONOMIA SANITARIA 10 08 Supplemento al N 10.08 di Linee Guida nell ambito dei Dispositivi Medici Linee Guida per la formulazione dei Disciplinari di Gara Linee Guida per la formulazione

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA DEI COLLI

AZIENDA OSPEDALIERA DEI COLLI A.O.R.N. AZIENDA OSPEDALIERA DEI COLLI Monaldi-Cotugno-CTO NAPOLI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI E SISTEMI PER OSTESINTESI E DISPOSITIVI ORTOBIOLOGICI PER LA CHIRURGIA ORTOPEDICO

Dettagli

A. O. MONALDI COTUGNO CTO Azienda di Rilievo Nazionale e di Alta Specializzazione Via L. Bianchi - 80131 - NAPOLI - Tel 081/7061111

A. O. MONALDI COTUGNO CTO Azienda di Rilievo Nazionale e di Alta Specializzazione Via L. Bianchi - 80131 - NAPOLI - Tel 081/7061111 Capitolato speciale d appalto regolante l affidamento della fornitura in somministrazione per tre anni di biberon e tettarelle compreso l utilizzo in uso gratuito di un sistema pastorizzatore completo

Dettagli

Via Pio II, 3-20153 Milano. Provveditorato - Economato CAPITOLATO SPECIALE

Via Pio II, 3-20153 Milano. Provveditorato - Economato CAPITOLATO SPECIALE 1 Via Pio II, 3-20153 Milano Provveditorato - Economato CAPITOLATO SPECIALE PROCEDURA APERTA finalizzata alla conclusione di un accordo quadro in forma aggregata mediante piattaforma telematica Sintel

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO- ELENCO DISPOSITIVI PER TERAPIA DEL DOLORE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

CAPITOLATO TECNICO- ELENCO DISPOSITIVI PER TERAPIA DEL DOLORE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO FC PROVVEDITORATO-ECONOMATO VIA NIZZA, 146-84124 SALERNO Tel. 089.693600 693610 Fax 089.693622 e-mail:provveditorato@aslsalerno.it PEC: provveditore@pec.aslsalerno.it ALLEGATO B al disciplinare CAPITOLATO

Dettagli

FORNITURA MATERIALE ELETTRICO

FORNITURA MATERIALE ELETTRICO S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A ALLEGATO 1) FORNITURA MATERIALE ELETTRICO REDATTO DALL ASSISTENTE TECNICO SORANZO LORIS VISTO: IL DIRETTORE S.C. TECNICO PROGETTI INTEGRATI A Arch. Antonietta PASTORE

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO GARA PER LA FORNITURA DI SACCHETTI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA CIG 617016553B (LOTTO 1) CIG 6170178FF2 (LOTTO 2) CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO 1 ART. 1. OGGETTO DELLA FORNITURA Forma oggetto

Dettagli

FAC-SIMILE SCHEMA DI CONTRATTO DI SUBAPPALTO

FAC-SIMILE SCHEMA DI CONTRATTO DI SUBAPPALTO FAC-SIMILE SCHEMA DI CONTRATTO DI SUBAPPALTO L Impresa con sede legale in Via n C.F. n. P. I.V.A. nella persona del legale rappresentate nato a il, in appresso per brevità denominata APPALTATORE E L Impresa

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO GARA PER LA FORNITURA DI SACCHETTI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Il Responsabile del Procedimento (Ing. Giuseppe Giampaoli) 1 ART. 1. OGGETTO DELLA FORNITURA

Dettagli

COMUNE DI FONTANELLA. Provincia di Bergamo. Oggetto: SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA ED ESECUZIONE

COMUNE DI FONTANELLA. Provincia di Bergamo. Oggetto: SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA ED ESECUZIONE Allegato 7 determinazione n. 68 del 04/05/2012 COMUNE DI FONTANELLA Provincia di Bergamo Oggetto: SCHEMA DI CONTRATTO PER LA FORNITURA ED ESECUZIONE DEL SISTEMA DI VIDEO-SORVEGLIANZA REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

Schema di disciplinare di incarico professionale-------------------------------------------------

Schema di disciplinare di incarico professionale------------------------------------------------- PROT. N.. del. Schema di disciplinare di incarico professionale------------------------------------------------- Disciplinare di incarico professionale per Redazione progetto definitivo, progetto esecutivo,

Dettagli

Sistemi di Gestione dei DM Dr. M.Pani

Sistemi di Gestione dei DM Dr. M.Pani Sistemi di Gestione dei DM Dr. M.Pani La gestione dei Dispositivi Medici deve: garantire le necessità degli utilizzatori; assicurare la continuità nella fornitura del materiale secondo la programmazione

Dettagli

Azienda Ospedaliera Brotzu. Servizio Provveditorato Ospedale di rilievo nazionale e alta. Piazzale Ricchi 1, 09134 Cagliari

Azienda Ospedaliera Brotzu. Servizio Provveditorato Ospedale di rilievo nazionale e alta. Piazzale Ricchi 1, 09134 Cagliari Dipartimento Amministrativo Capitolato Speciale d appalto Procedura Aperta per la fornitura di G.P.L. da riscaldamento con comodato d uso gratuito del serbatoio, per i corpi separati dell Azienda Ospedaliera

Dettagli

REGOLAMENTO DELL UFFICIO ECONOMATO. Approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 38 del 24.09.2009

REGOLAMENTO DELL UFFICIO ECONOMATO. Approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 38 del 24.09.2009 REGOLAMENTO DELL UFFICIO ECONOMATO Approvato con deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 38 del 24.09.2009 Pubblicato all Albo pretorio del Parco Adda Nord dal 30.09.2009 al 15.10.2009 ART. 1

Dettagli

AVVISO. La Responsabile del Procedimento Dott.ssa Maria Teresa Piras

AVVISO. La Responsabile del Procedimento Dott.ssa Maria Teresa Piras AVVISO Oggetto: procedura negoziata mediante cottimo fiduciario per la fornitura, per il periodo di due anni, di PROTESI MAMMARIE, ESPANSORI MAMMARI ED ESPANSORI TISSUTALI E DISPOSITIVI MEDICI destinati

Dettagli

APPENDICE da allegare all offerta firmata dalla/e persona/e abilitata/e ad impegnare l offerente come stabilito dall art. 7 del capitolato.

APPENDICE da allegare all offerta firmata dalla/e persona/e abilitata/e ad impegnare l offerente come stabilito dall art. 7 del capitolato. APPENDICE da allegare all offerta firmata dalla/e persona/e abilitata/e ad impegnare l offerente come stabilito dall art. 7 del capitolato. Affidamento del servizio di tesoreria e di cassa dell Azienda

Dettagli

DELLA DOCUMENTAZIONE CARTACEA AZIENDALE CAPITOLATO TECNICO

DELLA DOCUMENTAZIONE CARTACEA AZIENDALE CAPITOLATO TECNICO ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125 COMMI 10 E 11 DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DEL SERVIZIO DI CATALOGAZIONE, ARCHIVIAZIONE, GESTIONE E CONSULTAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE CARTACEA AZIENDALE CIG:

Dettagli

CONTRATTO AFFIDAMENTO SERVIZIO DI NOLEGGIO STAMPANTI E FORNITURA TONER 01/04/2011 31/03/2015 CIG 1303554EC6

CONTRATTO AFFIDAMENTO SERVIZIO DI NOLEGGIO STAMPANTI E FORNITURA TONER 01/04/2011 31/03/2015 CIG 1303554EC6 CONTRATTO AFFIDAMENTO SERVIZIO DI NOLEGGIO STAMPANTI E FORNITURA TONER 01/04/2011 31/03/2015 CIG 1303554EC6 FRA Camera di Commercio di Lodi, P.IVA 11125130150 C.F. 92515670153, con sede in Lodi Via Haussmann

Dettagli

Agosto 2015 EUR/A/IM CONDIZIONI

Agosto 2015 EUR/A/IM CONDIZIONI ACQUISTI MICHELIN ITALIA Agosto 2015 EUR/A/IM CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1 CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. Premessa... 3 2. Principi etici... 3 3. Prezzi... 3 4. Consegna della fornitura... 3 5.

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI PER LA FORNITURA DI MATERIALE SANITARIO PER LE UU.OO.CC. DI OCULISTICA DELLE AZIENDE SANITARIE DEL BACINO OCCIDENTALE

CAPITOLATO D ONERI PER LA FORNITURA DI MATERIALE SANITARIO PER LE UU.OO.CC. DI OCULISTICA DELLE AZIENDE SANITARIE DEL BACINO OCCIDENTALE SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE SICILIANA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI AGRIGENTO CAPITOLATO D ONERI PER LA FORNITURA DI MATERIALE SANITARIO PER LE UU.OO.CC. DI OCULISTICA DELLE AZIENDE SANITARIE

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELLA FARMACAP TRIENNIO 2015-2017. Art.1 - SCOPO, MATERIA, LIMITI DELLA CONVENZIONE

SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELLA FARMACAP TRIENNIO 2015-2017. Art.1 - SCOPO, MATERIA, LIMITI DELLA CONVENZIONE Allegato 1 SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA DELLA FARMACAP TRIENNIO 2015-2017 Art.1 - SCOPO, MATERIA, LIMITI DELLA CONVENZIONE Premesso che con delibera del Commissario Straordinario,

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA PADOVA

AZIENDA OSPEDALIERA PADOVA REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA PADOVA FORNITURA DI N. 1 STRUMENTAZIONE PER REAL-TIME PCR * * * * * * DISCIPLINARE DI GARA Art. n. 1 OGGETTO DELLA GARA Il presente Disciplinare ha per oggetto le norme

Dettagli

PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MEDICO COMPETENTE PER LE PRESTAZIONI PROFESSIONALI RELATIVE AGLI ADEMPIMENTI PREVISTI DAL DECRETO LEGISLATIVO

PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MEDICO COMPETENTE PER LE PRESTAZIONI PROFESSIONALI RELATIVE AGLI ADEMPIMENTI PREVISTI DAL DECRETO LEGISLATIVO CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MEDICO COMPETENTE PER LE PRESTAZIONI PROFESSIONALI RELATIVE AGLI ADEMPIMENTI PREVISTI DAL DECRETO LEGISLATIVO n. 81/2008 s.m.i. PER LE GLI UFFICI DEL TRIBUNALE

Dettagli

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI

COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI COMUNE DI PALERMO RAGIONERIA GENERALE SERVIZIO ECONOMATO ED APPROVVIGIONAMENTI AVVISO DI GARA L amministrazione Comunale di Palermo deve procedere, ai sensi della L.R. n.7/2002 e successive modifiche ed

Dettagli

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N

CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N CONTRATTO PER IL SERVIZIO DI TRASLOCO DALL ATTUALE SEDE AIFA IN ROMA - VIA DELLA SIERRA NEVADA N. 60 ALLA NUOVA SEDE IN ROMA - VIA DEL TRITONE N. 181 NONCHÉ PER IL SERVIZIO DI STOCCAGGIO E CUSTODIA DEGLI

Dettagli

PROCEDURA RISTRETTA PER IL NOLEGGIO DI STAMPANTI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE,

PROCEDURA RISTRETTA PER IL NOLEGGIO DI STAMPANTI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE, PROCEDURA RISTRETTA PER IL NOLEGGIO DI STAMPANTI A BASSO IMPATTO AMBIENTALE, MANUTENZIONE FAX E ALTRE APPARECCHIATURE E FORNITURA DI MATERIALI DI CONSUMO AI SENSI DEL D.LGS 163/2006 E DELLA L.R. 5/2007

Dettagli

CONTRATTO PER IL VETTORIAMENTO DI GAS NATURALE SULLA RETE DI DISTRIBUZIONE LOCALE. Tra la Pollino Gestione Impianti s.r.l. ( Distributore ), con sede

CONTRATTO PER IL VETTORIAMENTO DI GAS NATURALE SULLA RETE DI DISTRIBUZIONE LOCALE. Tra la Pollino Gestione Impianti s.r.l. ( Distributore ), con sede CONTRATTO PER IL VETTORIAMENTO DI GAS NATURALE SULLA RETE DI DISTRIBUZIONE LOCALE. Tra la Pollino Gestione Impianti s.r.l. ( Distributore ), con sede in Castrovillari Via Roma n. 23 partita IVA n. 02534750787,

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Prot. 9770 del 09/11/2012 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Fornitura in Full Rent di n. 2 autovetture 4x4 SALERNO, 09/11/2012 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO ing. Bernardo Saja Oggetto dell appalto Qualità

Dettagli

Agenzia formativa accreditata presso la Regione Toscana CERTIFICAZIONE UNI EN ISO 9001:2008 SETTORE EA37 CERTIFICATO N. 9175

Agenzia formativa accreditata presso la Regione Toscana CERTIFICAZIONE UNI EN ISO 9001:2008 SETTORE EA37 CERTIFICATO N. 9175 Massa Marittima 22 ottobre 2013 Prot. n. 2262 D1 All Albo dell Istituto Agli Istituti della Provincia di Grosseto A tutti gli interessati Agli atti OGGETTO: Bando di gara per la fornitura dei prodotti

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO/ECONOMICO

CAPITOLATO TECNICO/ECONOMICO Castellamonte, 20 gennaio 2009 CAPITOLATO TECNICO/ECONOMICO OGGETTO: Procedura ristretta per la fornitura di autovetture ed autocarri Aziendali suddivisa in più LOTTI. Visto l art. 124 del D.Lgs. 163/2006

Dettagli

REGOLAMENTO DI PIANIFICAZIONE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL APPROVVIGIONAMENTO DEI DISPOSITIVI MEDICI

REGOLAMENTO DI PIANIFICAZIONE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL APPROVVIGIONAMENTO DEI DISPOSITIVI MEDICI REGOLAMENTO DI PIANIFICAZIONE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL APPROVVIGIONAMENTO DEI DISPOSITIVI MEDICI Il presente Regolamento è adottato al fine del raggiungimento degli obiettivi di efficacia, efficienza

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI ANCONA. Contratti tipo di Fornitura di servizi linguistici

CAMERA DI COMMERCIO DI ANCONA. Contratti tipo di Fornitura di servizi linguistici CAMERA DI COMMERCIO DI ANCONA Contratti tipo di Fornitura di servizi linguistici approvato dalla Giunta camerale con deliberazione n. 178 del 14/10/2013 l contratti tipo di fornitura di servizi linguistici

Dettagli

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE Servizio:Provveditorato Enna lì, 01/04/2015 Viale Diaz n 7/9 Cap. 94100 Enna Protocollo 1774 Riscontro alla nota n. Del Oggetto: Richiesta di preventivo per la fornitura biennale di cartucce per emogasanalisi,

Dettagli

La Società con sede e domicilio fiscale in rappresentata da in qualità di, di seguito identificata come Fornitore da una parte

La Società con sede e domicilio fiscale in rappresentata da in qualità di, di seguito identificata come Fornitore da una parte CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PRELIEVO, CARICO, TRASPORTO IN REGIME ADR (SE PREVISTO DALLE NORME), CONFERIMENTO AD IMPIANTO AUTORIZZATO PER RECUPERO E/O SMALTIMENTO DEI RIFIUTI PRODOTTI PRESSO

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. Allegato A 1/8

SCHEMA DI CONTRATTO. Allegato A 1/8 1/8 Allegato A GARA per la progettazione e realizzazione del Sistema Informativo Acquisto Capacità di Stoccaggio e Prodotti Petroliferi e della relativa integrazione con i Flussi Contabili di Acquirente

Dettagli

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S.

REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. REGIONE DEL VENETO ISTITUTO ONCOLOGICO VENETO I.R.C.C.S. Servizio per la fornitura di prestazioni di radioterapia su pazienti in trattamento presso l Istituto Oncologico Veneto. * * * * * * CIG N.1136442D97

Dettagli

Prot. n.5130/c14q Brescia 07 novembre 2013 /le. Il Dirigente scolastico dell Istituto Istruzione Superiore di Stato Andrea Mantegna di Brescia

Prot. n.5130/c14q Brescia 07 novembre 2013 /le. Il Dirigente scolastico dell Istituto Istruzione Superiore di Stato Andrea Mantegna di Brescia Istituto di Istruzione Superiore di Stato Andrea Mantegna Sede legale Via Fura, 96 C.F. 98092990179-25125 Brescia Tel. 030.3533151 030.3534893 Fax 030.3546123 e-mail: iabrescia@provincia.brescia.it sito

Dettagli

C O M U N E D I G A L A T I N A (Provincia di Lecce) ********* CAPITOLATO SPECIALE

C O M U N E D I G A L A T I N A (Provincia di Lecce) ********* CAPITOLATO SPECIALE C O M U N E D I G A L A T I N A (Provincia di Lecce) ********* DIREZIONE AFFARI GENERALI ED AVVOCATURA - Servizio di Segreteria Generale - FORNITURA IN ECONOMIA, MEDIANTE COTTIMO FIDUCIARIO, DI MATERIALE

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA FORNITURA DI: GESTIONE DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DELLE ZONE ERBOSE PER L AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA E L OSPEDALE DI CONSELVE

Dettagli

COMUNE DI MONTEROTONDO. Provincia di Roma CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL PROGETTO SPAZIO GIOVANI

COMUNE DI MONTEROTONDO. Provincia di Roma CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL PROGETTO SPAZIO GIOVANI COMUNE DI MONTEROTONDO Provincia di Roma CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL PROGETTO SPAZIO GIOVANI Nell anno 2012 il giorno 28 del mese di Dicembre, nella sede del Comune di Monterotondo (RM) TRA - ANTONELLI

Dettagli

PREMESSO CHE. Tutto ciò premesso, le parti, come sopra costituite, convengono e stipulano quanto segue:

PREMESSO CHE. Tutto ciò premesso, le parti, come sopra costituite, convengono e stipulano quanto segue: BOZZA CONTRATTO DI APPALTO Fornitura stazioni mobili di campionamento per il monitoraggio radiologico dell aria nei depositi rifiuti dell area disattivazione Caorso Rif. C0818F14 Lotto 1 Codice CIG: 60327395B5

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO

CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO Servizio Sanitario Nazionale Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE CAPITOLATO SPECIALE SERVIZIO DI TRASLOCO TRASPORTO E FACCHINAGGIO ART. 1 - OGGETTO Il presente Capitolato Speciale ha per

Dettagli

SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA DEL CONSORZIO DI BONIFICA EST TICINO VILLORESI PER IL TRIENNIO 2012-2014 (CIG: 179591973C) Schema di Convenzione

SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA DEL CONSORZIO DI BONIFICA EST TICINO VILLORESI PER IL TRIENNIO 2012-2014 (CIG: 179591973C) Schema di Convenzione SERVIZIO DI TESORERIA E CASSA DEL CONSORZIO DI BONIFICA EST TICINO VILLORESI PER IL TRIENNIO 2012-2014 (CIG: 179591973C) Schema di Convenzione L anno.. il giorno. del mese di. in Milano nella sede del

Dettagli

Capitolato speciale d oneri Procedura aperta per la fornitura di n. 8 autoveicoli con prodotti assicurativi e finanziari connessi

Capitolato speciale d oneri Procedura aperta per la fornitura di n. 8 autoveicoli con prodotti assicurativi e finanziari connessi Capitolato speciale d oneri Procedura aperta per la fornitura di n. 8 autoveicoli con prodotti assicurativi e finanziari connessi Pagina 1 di 8 INDICE ART. 1 OGGETTO ART. 2 QUALITÀ E CARATTERISTICHE ART.

Dettagli

Allegato B CAMERA DI COMMERCIO I.A.A. DI PESARO E URBINO

Allegato B CAMERA DI COMMERCIO I.A.A. DI PESARO E URBINO 1 Allegato B CAMERA DI COMMERCIO I.A.A. DI PESARO E URBINO CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA MEDAGLIE PER CONCORSO FEDELTA AL LAVORO ANNO 2012. 1. OGGETTO DELLA FORNITURA L appalto

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA PADOVA FORNITURA DI SACCHE PER RACCOLTA SANGUE DA CORDONE

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA PADOVA FORNITURA DI SACCHE PER RACCOLTA SANGUE DA CORDONE REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA PADOVA FORNITURA DI SACCHE PER RACCOLTA SANGUE DA CORDONE OMBELICALE E SACCHE PER CONGELAMENTO E STOCCAGGIO DI CELLULE STAMINALI PERIFERICHE * * * * * * PROCEDURA

Dettagli

COMUNE DI ARDEA. (Prov. di Roma) REP 5156 VARIANTE SUPPLETIVA IN CORSO D OPERA CONTRATTO PER I LAVORI DI RECUPERO STRUTTURA DISMESSA

COMUNE DI ARDEA. (Prov. di Roma) REP 5156 VARIANTE SUPPLETIVA IN CORSO D OPERA CONTRATTO PER I LAVORI DI RECUPERO STRUTTURA DISMESSA COMUNE DI ARDEA (Prov. di Roma) REP 5156 VARIANTE SUPPLETIVA IN CORSO D OPERA CONTRATTO PER I LAVORI DI RECUPERO STRUTTURA DISMESSA VECCHIO DEPURATORE PER REALIZZAZIONE PRESIDIO ASL. REPUBBLICA ITALIANA

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE "SANTOBONO-PAUSILIPON" VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630

AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE SANTOBONO-PAUSILIPON VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630 AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE "SANTOBONO-PAUSILIPON" VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630 CONTRATTO RELATIVO ALL AFFIDAMENTO ANNUALE (PROROGABILE DI UN ULTERIORE ANNO)

Dettagli

BANDO DI GARA - Capitolato d'appalto - n. gara 4849383

BANDO DI GARA - Capitolato d'appalto - n. gara 4849383 CONVITTO NAZIONALE MARCO FOSCARINI con annesse Scuole Primaria Secondaria di I gr. Liceo Ginnasio Ordinamentale ed Europeo Cannaregio 4941/4942 VENEZIA 30131 Tel. 041/5221970 Fax 041/5239698 Prot. n.1264/c14

Dettagli

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI

ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DEL LAZIO E DELLA TOSCANA M. ALEANDRI ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTAL ALLEGATO 4 CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO PER ANNI 3 DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO

Dettagli

Procedura. Amministrativo-Contabile. Servizio di Cassa Interno. Gestione Servizio di Cassa Interno

Procedura. Amministrativo-Contabile. Servizio di Cassa Interno. Gestione Servizio di Cassa Interno Procedura Amministrativo-Contabile Servizio di Cassa Interno Gestione Servizio di Cassa Interno (Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 27/06/2012) Art. 1. OBIETTIVO La presente procedura contiene

Dettagli

26/03/2015. MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA PROPOSTA

26/03/2015. MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA PROPOSTA AVVISO ESPLORATIVO Oggetto: Fornitura di energia elettrica e servizi connessi per sessantacinque utenze intestate all EFS. - Importo complessivo annuo stimato 37.000,00 oltre iva di legge. - Procedura

Dettagli

ALLEGATO 3 CAPITOLATO TECNICO

ALLEGATO 3 CAPITOLATO TECNICO GARA COMUNITARIA CENTRALIZZATA A PROCEDURA APERTA FINALIZZATA ALL ACQUISIZIONE DI MATERIALE PER EMODINAMICA OCCORRENTE ALLE AZIENDE SANITARIE DELLA REGIONE LAZIO ALLEGATO 3 CAPITOLATO TECNICO Pag: 2 di

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UFFICIO ECONOMATO

REGOLAMENTO PER L UFFICIO ECONOMATO Comune di Cicciano (Provincia di Napoli) REGOLAMENTO PER L UFFICIO ECONOMATO Approvato con deliberazione del Commissario Straordinario n. del.. 1 INDICE CAPO 1 - ORDINAMENTO GENERALE Art. 1 Scopo del regolamento

Dettagli

REGIONE TOSCANA Consiglio Regionale

REGIONE TOSCANA Consiglio Regionale REGIONE TOSCANA Consiglio Regionale Direzione di Area Organizzazione e risorse Settore Bilancio e finanze P.O. Gestione inventario beni mobili e magazzino Via Cavour 18-50129 Firenze Tel. 055-23871 Fax

Dettagli

Sede Legale Viale Strasburgo n.233-90146 Palermo Tel 0917801111 - P.I. 05841780827 U.O.C. Appalti e Forniture Tel. 091.7808312 Fax. 091.

Sede Legale Viale Strasburgo n.233-90146 Palermo Tel 0917801111 - P.I. 05841780827 U.O.C. Appalti e Forniture Tel. 091.7808312 Fax. 091. Sede Legale Viale Strasburgo n.233-90146 Palermo Tel 0917801111 - P.I. 05841780827 U.O.C. Appalti e Forniture Tel. 091.7808312 Fax. 091.7808394 Prot. n. 0008929 Palermo, 18/04/2012 Oggetto: Invito a procedura

Dettagli

Settore Amministrativo. U.O. Provveditorato Economato. Capitolato speciale di appalto per:

Settore Amministrativo. U.O. Provveditorato Economato. Capitolato speciale di appalto per: Settore Amministrativo U.O. Provveditorato Economato Capitolato speciale di appalto per: affidamento del servizio di brokeraggio assicurativo in favore di ARPA Lombardia, per la durata di 36 (trentasei)

Dettagli

Prot. N.2518/A3 Vignanello, 18/07/2014

Prot. N.2518/A3 Vignanello, 18/07/2014 M.I.U.R. - Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di ISTRUZIONE GIOVANNI FALCONE E PAOLO BORSELLINO Via Donatori

Dettagli

DIPARTIMENTO / STRUTTURA DIREZIONE SANITARIA DOCUMENTO RINTRACCIABILITÁ DEGLI ALIMENTI E GESTIONE DI PRODOTTI ALIMENTARI POTENZIALMENTE PERICOLOSI

DIPARTIMENTO / STRUTTURA DIREZIONE SANITARIA DOCUMENTO RINTRACCIABILITÁ DEGLI ALIMENTI E GESTIONE DI PRODOTTI ALIMENTARI POTENZIALMENTE PERICOLOSI DIPARTIMENTO / STRUTTURA DIREZIONE SANITARIA DOCUMENTO 00 - PO DS 07 RINTRACCIABILITÁ DEGLI ALIMENTI E GESTIONE DI PRODOTTI ALIMENTARI POTENZIALMENTE PERICOLOSI INDICE DI REVISIONE 0 SCOPO Copia conforme

Dettagli

SEDE INFORMATICA VIA GARATONI, 6 2 - n. 1 erogatore piano terra; - n. 1 erogatore primo piano

SEDE INFORMATICA VIA GARATONI, 6 2 - n. 1 erogatore piano terra; - n. 1 erogatore primo piano PROVINCIA DI RAVENNA CAPITOLATO SPECIALE D'APPALTO PER LA FORNITURA DI ACQUA MINERALE PER I DIPENDENTI E GLI AMMINISTRATORI DELLA PROVINCIA DI RAVENNA PER ANNI 1. ART. 1. OGGETTO E DURATA DELLA FORNITURA

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

COMUNE DI COMMEZZADURA PROVINCIA DI TRENTO

COMUNE DI COMMEZZADURA PROVINCIA DI TRENTO COMUNE DI COMMEZZADURA PROVINCIA DI TRENTO C O P I A SERVIZI TECNICI GESTIONALI PROGRAMMA N. 4 (DETERMINAZIONE N. 48 DEL PROGRAMMA N. 4) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEI SERVIZI TECNICI GESTIONALI N.

Dettagli

REGIONE SICILIANA AZIENDA OSPEDALIERO- UNIVERSITARIA POLICLINICO V.EMANUELE. CATANIA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO

REGIONE SICILIANA AZIENDA OSPEDALIERO- UNIVERSITARIA POLICLINICO V.EMANUELE. CATANIA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO REGIONE SICILIANA AZIENDA OSPEDALIERO- UNIVERSITARIA POLICLINICO V.EMANUELE. CATANIA CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PROCEDURA NEGOZIATA PER LA FORNITURA DI PROTESI MAMMARIE IN CONTO DEPOSITO Il presente

Dettagli

Il Responsabile Unico del Procedimento e la direzione dei lavori Il ruolo di project manager svolto dal Responsabile Unico nel corso dell intero

Il Responsabile Unico del Procedimento e la direzione dei lavori Il ruolo di project manager svolto dal Responsabile Unico nel corso dell intero Il Responsabile Unico del Procedimento e la direzione dei lavori Il ruolo di project manager svolto dal Responsabile Unico nel corso dell intero Procedimento, assume in fase esecutiva una connotazione

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA FORNITURA DI PROTESI ORTOPEDICHE E ALTRI DISPOSITIVI PER ORTOPEDIA * * * * * * CAPITOLATO D ONERI

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA FORNITURA DI PROTESI ORTOPEDICHE E ALTRI DISPOSITIVI PER ORTOPEDIA * * * * * * CAPITOLATO D ONERI REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA FORNITURA DI PROTESI ORTOPEDICHE E ALTRI DISPOSITIVI PER ORTOPEDIA * * * * * * CAPITOLATO D ONERI Art. n. 1 Oggetto, quantità e caratteristiche della fornitura

Dettagli

PROVINCIA DI MANTOVA

PROVINCIA DI MANTOVA PROVINCIA DI MANTOVA SETTORE AUTONOMO PATRIMONIO PROVVEDITORATO E CONTRATTI SERVIZIO ECONOMATO PROVVEDITORATO - Via Principe Amedeo, 32-46100 MANTOVA Tel. 0376/204357-232- Fax 0376/204280 CAPITOLATO D'ONERI

Dettagli

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014.

AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014. AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SORVEGLIANZA SANITARIA E MEDICO COMPETENTE AI SENSI DEL D.LGS 81/2008 PER IL PERIODO 1/1/2014 31/12/2014. CAPITOLATO D ONERI Art. 1 Oggetto del servizio, durata e compenso.

Dettagli

Si sottopone, per l accettazione, l unita proposta contrattuale sottoscritta dal rappresentante negoziale di Poste Italiane.

Si sottopone, per l accettazione, l unita proposta contrattuale sottoscritta dal rappresentante negoziale di Poste Italiane. Spett. le Soc. Via (CAP ) Luogo, / / Oggetto: Proposta di Accordo per il servizio Posta Reply Si sottopone, per l accettazione, l unita proposta contrattuale sottoscritta dal rappresentante negoziale di

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA TRENTOFRUTTA S.p.A.

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA TRENTOFRUTTA S.p.A. Ai sensi e per gli effetti degli artt.1469 bis e segg. c.c. le parti dichiarano che l'intero contratto ed ogni sua clausola è stato tra le stesse trattato e negoziato. 1. Ambito di validità - Natura del

Dettagli

In data odierna. tra. Società Entrate Pisa S.E.Pi. S.p.A. - (P.IVA 01724200504) con sede

In data odierna. tra. Società Entrate Pisa S.E.Pi. S.p.A. - (P.IVA 01724200504) con sede Contratto di affidamento di incarico In data odierna tra Società Entrate Pisa S.E.Pi. S.p.A. - (P.IVA 01724200504) con sede in Pisa, Piazza dei Facchini n. 16, nella persona del Direttore Generale, Dott.

Dettagli

progettazione e realizzazione di un programma di formazione dal titolo Scuola

progettazione e realizzazione di un programma di formazione dal titolo Scuola N. di Raccolta SCRITTURA PRIVATA PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI FORMAZIONE DAL TITOLO SCUOLA PER L AUTOIMPRENDITORIALITÀ SIPAVIA TRA La Provincia di Pavia

Dettagli

- REGOLAMENTO DI CONCESSIONE IN USO DELLA SALA CONFERENZE DELL ORDINE- Revisione n. 1. Allegato alla DELIBERA N. 520 del 24.10.2006. Art.

- REGOLAMENTO DI CONCESSIONE IN USO DELLA SALA CONFERENZE DELL ORDINE- Revisione n. 1. Allegato alla DELIBERA N. 520 del 24.10.2006. Art. - REGOLAMENTO DI CONCESSIONE IN USO DELLA SALA CONFERENZE DELL ORDINE- Revisione n. 1 Allegato alla DELIBERA N. 520 del 24.10.2006 Art. 1 La Sala Conferenze dell Ordine dei Medici chirurghi e Odontoiatri

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE TRIBUTARIE ED EXTRATRIBUTARIE DEL COMUNE

CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DELLA RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE TRIBUTARIE ED EXTRATRIBUTARIE DEL COMUNE C O M U N E D I L E N O (Provincia di Brescia) 25024 LENO - Via Dante n. 3 P.I.: 00727240988 - C.F. 88001410179 Tel. 030/9046250-251 - Fax 030/9046253 e-mail: tributi@comune.leno.bs.it CAPITOLATO SPECIALE

Dettagli

DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA PF ASSISTENZA OSPEDALIERA, EMERGENZA-URGENZA, RICERCA E FORMAZIONE N. 46/RAO DEL 27/11/2013 IL DIRIGENTE DELLA

DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA PF ASSISTENZA OSPEDALIERA, EMERGENZA-URGENZA, RICERCA E FORMAZIONE N. 46/RAO DEL 27/11/2013 IL DIRIGENTE DELLA 1 DECRETO DEL DIRIGENTE DELLA PF ASSISTENZA OSPEDALIERA, EMERGENZA-URGENZA, RICERCA E FORMAZIONE N. 46/RAO DEL 27/11/2013 Oggetto: Progetto Europeo IROHLA - Conferimento incarico di Co.Co.Co. IL DIRIGENTE

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE per la gestione del servizio di cassa della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Ragusa

SCHEMA DI CONVENZIONE per la gestione del servizio di cassa della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Ragusa 1 SCHEMA DI CONVENZIONE per la gestione del servizio di cassa della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Ragusa TRA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI RAGUSA,

Dettagli

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA. Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo Via Pio II 20153 Milano - CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TORINO CORSO VITTORIO EMANUELE II, 130 10122 TORINO TEL. 011.433.04.46 FAX 011.433.07.25 C.F.

CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TORINO CORSO VITTORIO EMANUELE II, 130 10122 TORINO TEL. 011.433.04.46 FAX 011.433.07.25 C.F. CONSIGLIO DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI TORINO CORSO VITTORIO EMANUELE II, 130 10122 TORINO TEL. 011.433.04.46 FAX 011.433.07.25 C.F. 80088540010 DCS SOFTWARE E SERVIZI S.R.L VIA BOUCHERON, 3 10122 TORINO

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE

REPUBBLICA ITALIANA. Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE REPUBBLICA ITALIANA Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE OGGETTO: Contratto estimatorio per la fornitura di dispositivi medici occorrenti al servizio di radiologia interventistica e vascolare

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1.Accettazione delle presenti condizioni generali 1.1.Tutti i rapporti commerciali tra BB Tech Group S.r.l. ed il Cliente sono regolati esclusivamente dalle seguenti condizioni

Dettagli

Allegato sub 3 al Capitolato d Oneri Capitolato Tecnico Consegna, Collaudo, Garanzia e Manutenzione

Allegato sub 3 al Capitolato d Oneri Capitolato Tecnico Consegna, Collaudo, Garanzia e Manutenzione Allegato sub 3 al Capitolato d Oneri Capitolato Tecnico Consegna, Collaudo, Garanzia e Manutenzione CAPITOLATO TECNICO PER CONSEGNA, COLLAUDO, GARANZIA E MANUTENZIONE DI N. 1 SISTEMA PET/CT (Positron Emission

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL FONDO ECONOMALE DELLA SCUOLA NORMALE SUPERIORE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL FONDO ECONOMALE DELLA SCUOLA NORMALE SUPERIORE Art.1 Oggetto REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL FONDO ECONOMALE DELLA SCUOLA NORMALE SUPERIORE (emanato con Decreto del Direttore n. 237 del 05.06.2014, pubblicato in pari data all Albo Ufficiale on-line

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI CAPITOLATO SPECIALE D ONERI GARA PER LA FORNITURA DI GAS NATURALE PER AUTOTRAZIONE PRESSO L AUTORIMESSA DI MARINO DEL TRONTO ANNO 2015 Gara per fornitura di gas metano Anno 2015_ Capitolato speciale D

Dettagli

C I T T A DI MODUGNO (Prov. di Bari) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ECONOMATO E PROVVEDITORATO

C I T T A DI MODUGNO (Prov. di Bari) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ECONOMATO E PROVVEDITORATO C I T T A DI MODUGNO (Prov. di Bari) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO ECONOMATO E PROVVEDITORATO approvato con deliberazione di n. 67 in data 23/05/2013 1 I N D I C E Capo 1 - ORDINAMENTO GENERALE Art. 1 Scopo

Dettagli