A.O.U. Sassari. Pagina 1 di 6 CONTO DEPOSITO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "A.O.U. Sassari. Pagina 1 di 6 CONTO DEPOSITO"

Transcript

1 CONTO DEPOSITO 1 - Oggetto Consegna, in Conto Deposito, dei beni di cui alla procedura di gara PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA ANNUALE, IN LOTTI DISTINTI DI ENDOPROTESI TORACICHE DA DESTINARE ALL UNITA OPERATIVA DI CHIRURGIA VASCOLARE DELL AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI. 2 Tipologia, quantità e prezzi dei beni in conto deposito Il presente contratto ha per oggetto la consegna in conto deposito, da parte dell'operatore Economico alla Azienda Ospedaliera- Universitaria di Sassari, del materiale di cui alla Deliberazione del Commissario Straordinario n. del. che costituisce parte sostanziale ed integrante del presente contratto. L Azienda si obbliga a pagare alla Ditta i materiali impiantati/utilizzati e a restituire alla stessa, al termine della fornitura, quelli non utilizzati. 3 Assistenti del direttore dell esecuzione Ai fini della gestione della fornitura in conto deposito, il direttore dell esecuzione del contratto n. del., è coadiuvato dai seguenti assistenti : Referente nell ambito del Servizio Farmacia Aziendale (per brevità R.F.), nella persona di.., che provvede alla gestione documentale del conto deposito e in particolare: all invio della richiesta del materiale alla ditta fornitrice, alla presa in carico e al controllo del materiale pervenuto, alla consegna del materiale stesso al Referente nell ambito del Blocco Operatorio//Unità Operativa utilizzatrice, all emissione degli ordinativi/lettere di reintegro per il materiale impiantato, alla consegna dei dispositivi inutilizzati alla ditta fornitrice alla scadenza del contratto; Referente nell ambito del Blocco Operatorio/Unità Operativa Utilizzatrice (per brevità R.B.O/R.U.), nella persona del.., che provvede alla custodia dei dispositivi nel magazzino del Blocco Operatorio/Unità Operativa, alla gestione della movimentazione del materiale secondo i seguenti punti 4 e 5, alla gestione delle scorte secondo il metodo First Expired First Out (F.E.F.O. si utilizzano prima i prodotti in base alla scadenza più vicina), all invio della documentazione necessaria per l emissione degli ordinativo/reintegri al R.F. in relazione ai dispositivi utilizzati, Pagina 1 di 6

2 alla consegna alla scadenza del contratto dei dispositivi non utilizzati al R.F. per la restituzione all esecutore. 4 - Costituzione del Conto Deposito Il Conto Deposito viene costituito presso il Blocco Operatorio/Reparto Utilizzatore dopo il recepimento ed il controllo dei dispositivi da parte del R.F.. Il Servizio Provveditorato, Economato e Patrimonio, su indicazione del R.B.O/R.U., provvederà ad inoltrare alla Ditta il dettaglio dei codici e delle misure dei prodotti oggetto del presente contratto. La Ditta si obbliga, entro 10 giorni dal ricevimento di detta comunicazione, alla consegna del materiale richiesto direttamente presso il luogo indicato. Nel corso del rapporto contrattuale, l Azienda si riserva la facoltà di variare/aggiungere i luoghi di consegna, senza che la Ditta possa sollevare obiezioni o richiedere indennizzi di qualsivoglia natura. I prodotti, all'atto della consegna, devono avere una validità residua non inferiore a ¾ della loro validità totale. La Ditta si assume l'obbligo di sostituire, senza ulteriori spese per l'azienda, quanto consegnato con una data di scadenza difforme rispetto a quanto sopra indicato. La Ditta provvede ad emettere un documento di trasporto con la causale Conto Deposito con indicazione del codice prodotto, della quantità e del lotto/matricola del prodotto consegnato. La bolla dovrà riportare inoltre l indicazione dei codici CND e Repertorio di ogni dispositivo medico consegnato. Il R.F. è tenuto al controllo della corrispondenza tra il materiale consegnato e quello indicato nel documento di trasporto. Tale documento dovrà essere da lui firmato per ricevuta. Nel caso di discordanze il R.F. è tenuto ad annotare sul documento di trasporto quanto riscontrato. Tali documenti dovranno essere firmati dal R.F., una copia verrà restituita all esecutore, una copia trattenuta agli atti nella Farmacia e una copia verrà trasmessa al R.B.O./R.U. unitamente ai dispositivi. Il R.B.O./R.U. sottoscriverà, all atto dei ritiro dei dispositivi, un apposito documento di consegna. Il R.F. con la sottoscrizione della documentazione di consegna, da atto che i dispositivi ricevuti sono in perfetta efficienza ed esenti da vizi che ne impediscano o limitino l uso; tale sottoscrizione tuttavia non esonera l esecutore per eventuali vizi di produzione che non siano emersi al momento della consegna, ma che vengano accertati al momento dell impiego. L esecutore dovrà provvedere alla sostituzione del materiale che per perdita di sterilità, non imputabile agli operatori della Stazione Appaltante o per qualche vizio di produzione, non dovesse garantire la massima sicurezza dell intervento, entro 24 ore dalla richiesta inoltrata dal R.F., senza oneri a carico della Stazione Appaltante. La predetta sostituzione è disciplinata da una penale oraria pari a Ritardi eccedenti ore sono considerati cause di risoluzione in danno del contratto n. del L Esecutore si obbliga a mantenere invariato il materiale previsto come scorta in conto deposito, sia rispetto alla quantità e qualità, sia rispetto alle condizioni di utilizzabilità. Pagina 2 di 6

3 5 - Impianto e ripristino dei materiali Entro la giornata dell impianto/utilizzo il R.F. provvederà nel seguente modo: A. l utilizzatore o il chirurgo è responsabile dell apposizione dell etichetta del prodotto, o in sua mancanza, della trascrizione del il codice del prodotto utilizzato nella scheda dell atto chirurgico o nella cartella clinica del paziente. B. Ai fini dello scarico dei materiali impiantati, l infermiere di sala o il tecnico del Reparto Utilizzatore, di norma al termine dell intervento, deve consegnare al R.B.O./R.U. la scheda paziente con l indicazione del materiale utilizzato e del materiale non impiantato. C. Ai fini del reintegro del materiale sterile utilizzato o impiantato, il R.B.O./R.U. deve trasmettere al R.F., entro 24 ore dall utilizzo o dall impianto e a mezzo fax, la predetta documentazione. Il R.F deve, entro le successive 24/48 ore, inviare all esecutore la lettera o l ordine di reintegro. L esecutore deve, entro le 48 ore successive, provvedere al reintegro dei dispositivi utilizzati.in caso di espressa dichiarazione di urgenza della lettere o dell ordine di reintegro,l esecutore deve provvedere entro le 12 ore successive alla richiesta. L attività di reintegro a carico dell esecutore è disciplinata da una penale oraria pari a Ritardi eccedenti ore sono considerati cause di risoluzione in danno del contratto n. del É fatto divieto all esecutore emettere fattura o procedere al reintegro in assenza dell ordine. 6 - Accesso al conto deposito e verifiche contabili inventariali L accesso al conto deposito da parte dell esecutore è subordinato ad una sua formale richiesta ed è autorizzato dal R.B.O/R.U.. L accesso deve avvenire in presenza anche del R.F.. Con periodicità trimestrale ed in regime di contraddittorio, il personale dell esecutore, il R.B.O/R.U. e il R.F. effettuano in contraddittorio l inventario del materiale giacente. Gli esiti dell inventario devono essere riportati in apposito verbale con particolare riferimento alla verifica dei beni utilizzati rispetto alle scorte iniziali, nonché agli adempimenti di cui al successivo punto 8. Copia del verbale viene rilasciata alle parti previa richiesta. Eventuali discordanze saranno verificate alla luce della documentazione complessivamente in possesso della stazione appaltante. I contenziosi nascenti dalla verifica periodica di cui al presente punto saranno risolte in conformità alle disposizioni contenute nel contratto n. del Pagina 3 di 6

4 7 - Ordinativi e fatturazioni ll pagamento del prezzo contrattuale è subordinato esclusivamente all emissione dell ordinativo di reintegro dei dispositivi utilizzati secondo il precedente punto 5. Detta emissione è a sua volta subordinata al ricevimento da parte del R.F. della documentazione attestante l utilizzo del dispositivo inviata dal R.B.O./R.U.. L ordine di reintegro deve recare il dettaglio del materiale impiantato/utilizzato. La fattura relativa deve riportare il medesimo dettaglio dell ordine e fare riferimento anche alla bolla di consegna emessa a suo tempo in conto deposito. 8 - Custodia dei beni La Stazione Appaltante si impegna attraverso i soggetti responsabili del conto deposito a: - provvedere ad una adeguata custodia e manutenzione del materiale in deposito, secondo le regole della buona tecnica di conservazione (integrità del confezionamento, controllo scadenze, corretto utilizzo dei prodotti in base alla loro scadenza) e stoccaggio in locali e contenitori adeguati sulla base delle istruzioni impartite dall esecutore e si impegna, inoltre, ad impiegare detto materiale secondo l uso per cui sono progettati; - impiantare i materiali forniti secondo il metodo F.E.F.O. (First Expired First Out) si utilizzano prima i prodotti in base alla data di scadenza più vicina; - informare immediatamente il fornitore di eventuali danni ai materiali in deposito in conseguenza dei quali possa essere derivata perdita o inservibilità del bene. In sede di inventario trimestrale di cui al precedente punto 6, vengono segnalati i prodotti in scadenza nei successivi 90 gg; a tal proposito si conviene che i dispositivi non utilizzati o non impiantati entro 60 gg devono essere ritirati e contestualmente sostituiti a cura e spese dell esecutore entro il predetto termine di prevista scadenza. Decorso inutilmente tale termine, si applicano le disposizioni del contratto n. del in materia di mancata sostituzione di fornitura non accettata dal direttore dell esecuzione 9 - Responsabilità La Stazione Appaltante si obbliga a pagare all esecutore unicamente i materiali impiantati e a restituire allo stesso, al termine del contratto n. del, quelli non utilizzati. La Stazione Appaltante che ha ricevuto i dispositivi non è liberata dall obbligo di pagarne il prezzo se la restituzione degli stessi nella loro integrità è divenuta impossibile per causa a lui non imputabile (art c.c.) Disponibilità dei beni L Esecutore non può disporre dei beni concessi in conto deposito ai sensi del precedente punto 4 fino alla loro restituzione in conformità al presente atto. Pagina 4 di 6

5 L effetto traslativo della proprietà in capo alla Stazione Appaltante dei beni concessi in conto deposito ai sensi del precedente punto 4 si produce unicamente all atto dell utilizzo del bene Difetti ed imperfezioni La costituzione del conto deposito ai sensi del precedente punto 4 non esonera l esecutore per eventuali vizi di produzione che non siano emersi in tale sede e che vengano accertati al momento dell impiego del bene. L esecutore dovrà provvedere, entro 24 ore dalla richiesta e senza oneri a carico della stazione appaltante, alla sostituzione del materiale che per perdita di sterilità, non imputabile agli operatori della Stazione Appaltante o per vizio di produzione, non dovesse garantire la massima sicurezza dell intervento. L attività di sostituzione a carico dell esecutore è disciplinata da una penale oraria pari a Ritardi eccedenti ore sono considerati cause di risoluzione in danno del contratto n. del 12 Sostituzione ampliamento dei prodotti Nel caso di cessazione della produzione o aggiornamento tecnologico o temporanea indisponibilità, l esecutore può procedere alla sostituzione dei relativi prodotti in conto deposito con prodotti di pari funzionalità e alle stesse condizioni economiche, previa autorizzazione del responsabile del procedimento, sentito il direttore dell esecuzione. Nel corso dell esecuzione l esecutore è tenuto a fornire in conto deposito eventuali dispositivi già oggetto del contratto n del ma non ricompresi nell elenco allegato, secondo le necessità ravvisate dal direttore dell esecuzione. Il responsabile del procedimento provvede all invio all esecutore della richiesta di modifica della fornitura in conto deposito ai sensi del presente punto. Il responsabile del procedimento provvede ad adeguare la specifica appendice di cui all elenco allegato, del presente alle modifiche di cui sopra Tracciabilità dei materiali - Recall L esecutore si impegna a fornire entro il termine di le informazioni (quali ad esempio, il codice o il numero di serie del dispositivo) che, interfacciate con quelle della Stazione Appaltante, permettano di rintracciare in modo semplice e rapido i pazienti ai quali è stato impiantato un dispositivo oggetto di recall. Il predetto obbligo a carico dell esecutore è disciplinato da una penale pari a Ritardi eccedenti sono considerati cause di risoluzione in danno del contratto n. del Pagina 5 di 6

6 14 Ritiro dei materiali al termine del contratto Entro 15 giorni dalla data di scadenza del termine di ultimazione previsto dal contratto n del, l esecutore, previo accordo con il R.F. /R.B.O. e con il /R.U., provvede in contraddittorio con i predetti soggetti e alla presenza del direttore dell esecuzione, al ritiro dei prodotti non utilizzati. Le operazioni di ritiro devono essere oggetto di apposito verbale attestante il buono stato dei prodotti ritirati. Al verbale deve essere allegata la bolla di reso con l indicazione dettagliata dei dispositivi e delle relative quantità. Le spese relative alla consegna ed al ritiro del materiale sono a carico dell esecutore. Pagina 6 di 6

SCHEMA DI CONTRATTO ESTIMATORIO PER CONTO DEPOSITO. Articolo 1 Oggetto del contratto

SCHEMA DI CONTRATTO ESTIMATORIO PER CONTO DEPOSITO. Articolo 1 Oggetto del contratto SCHEMA DI CONTRATTO ESTIMATORIO PER CONTO DEPOSITO Articolo 1 Oggetto del contratto Il presente contratto ha per oggetto la fornitura secondo lo schema del contratto estimatorio, con relativa consegna

Dettagli

CONTRATTO ESTIMATORIO

CONTRATTO ESTIMATORIO CONTRATTO ESTIMATORIO PREMESSO CHE la società con offerta in data accettava le condizioni indicate dall'asl2 Savonese nel Capitolato Speciale/lettera invito in data prot. ; con provvedimento n del alla

Dettagli

CONTRATTO ESTIMATORIO

CONTRATTO ESTIMATORIO Premessa Il contratto estimatorio è il contratto con cui una parte consegna una o più cose mobili all altra parte e questa si obbliga a pagare il prezzo, salvo che restituisca le cose nel termine stabilito

Dettagli

CONTRATTO ESTIMATORIO

CONTRATTO ESTIMATORIO Allegato C3 FAC SIMILE Contratto estimatorio Protesi ortopediche e mezzi di sintesi Premessa Il contratto estimatorio è il contratto con cui una parte consegna una o più cose mobili all altra parte e questa

Dettagli

Altri modelli di approvvigionamento: Transito e Conto Deposito.

Altri modelli di approvvigionamento: Transito e Conto Deposito. Corso base: il processo della Logistica Farmaceutica, prospettive e sfide per il farmacista del SSN Altri modelli di approvvigionamento: Transito e Conto Deposito. Salvatore Coppolino Catania, 14 Febbraio

Dettagli

SEZIONE E CONTRATTO DI CONTO DEPOSITO

SEZIONE E CONTRATTO DI CONTO DEPOSITO SEZIONE E CONTRATTO DI CONTO DEPOSITO Procedura aperta per la Fornitura di materiali per Osteosintesi - Distretto Collo/Femore occorrenti alle AA.SS.LL., EE.OO. e I.R.CC.S. della Regione Liguria N. gara

Dettagli

Contratto di Conto Deposito. tra. con sede legale in, in persona del suo Legale. Rappresentante.. nato a.. il C.F., di

Contratto di Conto Deposito. tra. con sede legale in, in persona del suo Legale. Rappresentante.. nato a.. il C.F., di ALLEGATO N. 6 Contratto di Conto Deposito tra con sede legale in, in persona del suo Legale Rappresentante.. nato a.. il C.F., di seguito.. e l Azienda Ospedaliera San Gerardo (con sede in Monza, Via Pergolesi

Dettagli

FORNITURA DELLA SPECIALITA FARMACEUTICA DUOPLAVIN. 75mg./100mg. PER L AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA E L AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA * * * * * *

FORNITURA DELLA SPECIALITA FARMACEUTICA DUOPLAVIN. 75mg./100mg. PER L AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA E L AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA * * * * * * FORNITURA DELLA SPECIALITA FARMACEUTICA DUOPLAVIN 75mg./100mg. PER L AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA E L AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA * * * * * * PROCEDURA IN ECONOMIA DISCIPLINARE DI GARA Art. n. 1 OGGETTO

Dettagli

PROSPETTO RICHIESTA CERTIFICAZIONE (a carico del Fornitore) Destinatario. Dati Richiedente. Dati Accordo Pagamento

PROSPETTO RICHIESTA CERTIFICAZIONE (a carico del Fornitore) Destinatario. Dati Richiedente. Dati Accordo Pagamento PROSPETTO RICHIESTA CERTIFICAZIONE (a carico del Fornitore) Destinatario Dati Richiedente ESTAV/AZIENDA SANITARIA DEBITORE DENOMINAZIONE AZIENDA FORNITRICE INDIRIZZO CAP LOCALITA PROVINCIA P.IVA/CF REFERENTE

Dettagli

LA POSIZIONE ASSOCIATIVA IN TEMA DI GLI ACQUISTI DA PARTE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE CON IL SISTEMA DEL CONTO DEPOSITO

LA POSIZIONE ASSOCIATIVA IN TEMA DI GLI ACQUISTI DA PARTE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE CON IL SISTEMA DEL CONTO DEPOSITO LA POSIZIONE ASSOCIATIVA IN TEMA DI GLI ACQUISTI DA PARTE DELLE STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE CON IL SISTEMA DEL CONTO DEPOSITO INDICE GLI ASPETTI FISCALI, CONTABILI ED AMMINISTRATIVI DEL CONTO DEPOSITO

Dettagli

AZIENDA SERVIZI MUNICIPALI RIETI SPA. Sede legale : Via Tancia, 23 02100 Rieti (Italia) Cod. fisc. - P. IVA R. Imprese 00852040575

AZIENDA SERVIZI MUNICIPALI RIETI SPA. Sede legale : Via Tancia, 23 02100 Rieti (Italia) Cod. fisc. - P. IVA R. Imprese 00852040575 AZIENDA SERVIZI MUNICIPALI RIETI SPA Sede legale : Via Tancia, 23 02100 Rieti (Italia) Cod. fisc. - P. IVA R. Imprese 00852040575 SCHEMA di CONTRATTO PER LA FORNITURA DI N..AUTOBUS LOTTO..N..AUTOBUS LOTTO.

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA PADOVA FORNITURA DI SACCHE PER RACCOLTA SANGUE DA CORDONE

REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA PADOVA FORNITURA DI SACCHE PER RACCOLTA SANGUE DA CORDONE REGIONE VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA PADOVA FORNITURA DI SACCHE PER RACCOLTA SANGUE DA CORDONE OMBELICALE E SACCHE PER CONGELAMENTO E STOCCAGGIO DI CELLULE STAMINALI PERIFERICHE * * * * * * PROCEDURA

Dettagli

COMUNE DI CREMONA. Settore Economato

COMUNE DI CREMONA. Settore Economato Allegato A) COMUNE DI CREMONA Settore Economato Capitolato speciale d oneri relativo a: FORNITURA CON CONSEGNE RIPARTITE DI CARTA NATURALE E RICICLATA PER LE FOTOCOPIATRICI DEGLI UFFICI COMUNALI ANNO 2014

Dettagli

SEZIONE E CONTRATTO IN CONTO DEPOSITO

SEZIONE E CONTRATTO IN CONTO DEPOSITO SEZIONE E CONTRATTO IN CONTO DEPOSITO Procedura aperta per la fornitura di Dispositivi medici per odontoiatria, odontostomatologia Attrezzature - Impianti osteointegrati Mini impianti monofasici conici

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE "SANTOBONO-PAUSILIPON" VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630

AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE SANTOBONO-PAUSILIPON VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630 AZIENDA OSPEDALIERA DI RILIEVO NAZIONALE "SANTOBONO-PAUSILIPON" VIA DELLA CROCE ROSSA N 8-80122 NAPOLI CF/p. IVA 06854100630 CONTRATTO RELATIVO ALL AFFIDAMENTO ANNUALE (PROROGABILE DI UN ULTERIORE ANNO)

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA DI PRODOTTI ACQUISTI MEZZI & SERVIZI DI PIAGGIO & C. SPA

CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA DI PRODOTTI ACQUISTI MEZZI & SERVIZI DI PIAGGIO & C. SPA CONDIZIONI GENERALI DI FORNITURA DI PRODOTTI ACQUISTI MEZZI & SERVIZI DI PIAGGIO & C. SPA Le presenti condizioni generali di fornitura regoleranno i rapporti intercorrenti tra: Piaggio & C. S.p.A., con

Dettagli

SEZIONE B CAPITOLATO SPECIALE

SEZIONE B CAPITOLATO SPECIALE SEZIONE B CAPITOLATO SPECIALE Fornitura mediante Procedura Aperta di ENDOPROTESI VASCOLARI ADDOMINALI occorrenti alle AA.SS.LL., AA.OO. e IRCCS della Regione Liguria N. gara 4863881 periodo di 24 mesi

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO

CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO Acquisto di n. 1 mini escavatore da impiegare nei lavori di manutenzione delle strade SALERNO, 10 ottobre 2012 IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO (ing. Bernardo Saja) Oggetto

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI UROLOGICI PER L U.O. UROLOGIA E PER L U.O. CHIRURGIA PEDIATRICA

CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI UROLOGICI PER L U.O. UROLOGIA E PER L U.O. CHIRURGIA PEDIATRICA CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI MEDICI UROLOGICI PER L U.O. UROLOGIA E PER L U.O. CHIRURGIA PEDIATRICA Atti 1517/2006 all.10 $%&' I N D I C E Art. 1 Oggetto del capitolato Art. 2 Durata

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA OSPEDALI RIUNITI UMBERTO I G. M. LANCISI G. SALESI - ANCONA

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA OSPEDALI RIUNITI UMBERTO I G. M. LANCISI G. SALESI - ANCONA AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA OSPEDALI RIUNITI UMBERTO I G. M. LANCISI G. SALESI - ANCONA SERVIZIO DI ODONTOPROTESI PER LA REALIZZAZIONE DI PROTESI MOBILI A FAVORE DI ONCOLOGICI E PER ORTODONZIA INTERCETTIVA

Dettagli

!"#$%&!"!"'())***+ C A P I T O L A T O AFFIDAMENTO FORNITURA MATERIALE DI FERRAMENTA ED ATTREZZATURE DI LAVORO OCCORRENTE PER LA MANUTENZIONE

!#$%&!!'())***+ C A P I T O L A T O AFFIDAMENTO FORNITURA MATERIALE DI FERRAMENTA ED ATTREZZATURE DI LAVORO OCCORRENTE PER LA MANUTENZIONE C A P I T O L A T O AFFIDAMENTO FORNITURA MATERIALE DI FERRAMENTA ED ATTREZZATURE DI LAVORO OCCORRENTE PER LA MANUTENZIONE DELLE CONDOTTE E DELLE OPERE IDRAULICHE Avellino, IL PRESIDENTE f.to dott. Michele

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici

CAPITOLATO SPECIALE. Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici CAPITOLATO SPECIALE Fornitura ed installazione di Personal Computer ed attrezzature hardware per il VI settore del Comune di Portici ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO L appalto ammonta ad. 10250 oltre IVA al

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 645 DEL 06/09/2013

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 645 DEL 06/09/2013 AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI Via Coppino, 26-07100 SASSARI C.F. - P. IVA 02268260904 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 645 DEL 06/09/2013 OGGETTO: AUTORIZZAZIONE ALL'EMISSIONE DEGLI

Dettagli

CONTRATTO DI FORNITURA (Rif. CIG: ) TRA

CONTRATTO DI FORNITURA (Rif. CIG: ) TRA 1 CONTRATTO DI FORNITURA (Rif. CIG: ) TRA l Istituto per la Microelettronica e Microsistemi del Consiglio Nazionale delle Ricerche, di seguito indicato per brevità Istituto, con Codice Fiscale nr.80054330586

Dettagli

COMUNE DI LAZZATE Provincia di Monza e Brianza

COMUNE DI LAZZATE Provincia di Monza e Brianza COMUNE DI LAZZATE Provincia di Monza e Brianza Regolamento per la concessione in uso di beni mobili comunali Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 23 del 21.05.2003 Integrato con deliberazione

Dettagli

PREMESSO CHE. Tutto ciò premesso, le parti, come sopra costituite, convengono e stipulano quanto segue:

PREMESSO CHE. Tutto ciò premesso, le parti, come sopra costituite, convengono e stipulano quanto segue: BOZZA CONTRATTO DI APPALTO Fornitura stazioni mobili di campionamento per il monitoraggio radiologico dell aria nei depositi rifiuti dell area disattivazione Caorso Rif. C0818F14 Lotto 1 Codice CIG: 60327395B5

Dettagli

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA Presidio Ospedaliero Nord S.MARIA GORETTI DI LATINA SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UNA RM 1,5 T, L AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Dettagli

CONTRATTO AFFIDAMENTO SERVIZIO DI NOLEGGIO STAMPANTI E FORNITURA TONER 01/04/2011 31/03/2015 CIG 1303554EC6

CONTRATTO AFFIDAMENTO SERVIZIO DI NOLEGGIO STAMPANTI E FORNITURA TONER 01/04/2011 31/03/2015 CIG 1303554EC6 CONTRATTO AFFIDAMENTO SERVIZIO DI NOLEGGIO STAMPANTI E FORNITURA TONER 01/04/2011 31/03/2015 CIG 1303554EC6 FRA Camera di Commercio di Lodi, P.IVA 11125130150 C.F. 92515670153, con sede in Lodi Via Haussmann

Dettagli

Agosto 2015 EUR/A/IM CONDIZIONI

Agosto 2015 EUR/A/IM CONDIZIONI ACQUISTI MICHELIN ITALIA Agosto 2015 EUR/A/IM CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1 CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO 1. Premessa... 3 2. Principi etici... 3 3. Prezzi... 3 4. Consegna della fornitura... 3 5.

Dettagli

SEMINARIO DI STUDIO La procedura di acquisto e la gestione dei dispositivi medici impiantabili in conto deposito. Aspetti amministrativi e sanitari

SEMINARIO DI STUDIO La procedura di acquisto e la gestione dei dispositivi medici impiantabili in conto deposito. Aspetti amministrativi e sanitari ASL SALERNO 1 Nocera Inferiore VENERDI 30 MAGGIO 2008 SEMINARIO DI STUDIO La procedura di acquisto e la gestione dei dispositivi medici impiantabili in conto deposito. Aspetti amministrativi e sanitari

Dettagli

- REGOLAMENTO DI CONCESSIONE IN USO DELLA SALA CONFERENZE DELL ORDINE- Revisione n. 1. Allegato alla DELIBERA N. 520 del 24.10.2006. Art.

- REGOLAMENTO DI CONCESSIONE IN USO DELLA SALA CONFERENZE DELL ORDINE- Revisione n. 1. Allegato alla DELIBERA N. 520 del 24.10.2006. Art. - REGOLAMENTO DI CONCESSIONE IN USO DELLA SALA CONFERENZE DELL ORDINE- Revisione n. 1 Allegato alla DELIBERA N. 520 del 24.10.2006 Art. 1 La Sala Conferenze dell Ordine dei Medici chirurghi e Odontoiatri

Dettagli

DELLA DOCUMENTAZIONE CARTACEA AZIENDALE CAPITOLATO TECNICO

DELLA DOCUMENTAZIONE CARTACEA AZIENDALE CAPITOLATO TECNICO ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125 COMMI 10 E 11 DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DEL SERVIZIO DI CATALOGAZIONE, ARCHIVIAZIONE, GESTIONE E CONSULTAZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE CARTACEA AZIENDALE CIG:

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO COMEC-BINDER S.r.l.

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO COMEC-BINDER S.r.l. CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO COMEC-BINDER S.r.l. 1. Oggetto del contratto Le forniture di materiali, semilavorati e prodotti finiti a COMEC-BINDER S.r.l. (nel seguito per brevità COMEC ) sono regolate

Dettagli

COMUNE DI FIUMICINO (Provincia di Roma) DISCIPLINARE DELL ESERCIZIO DEGLI AGENTI CONTABILI INTERNI DEL COMUNE

COMUNE DI FIUMICINO (Provincia di Roma) DISCIPLINARE DELL ESERCIZIO DEGLI AGENTI CONTABILI INTERNI DEL COMUNE COMUNE DI FIUMICINO (Provincia di Roma) DISCIPLINARE DELL ESERCIZIO DEGLI AGENTI CONTABILI INTERNI DEL COMUNE Approvato con deliberazione consiliare n. 48 del 10 maggio 2000 INDICE Art. 1 Attribuzione

Dettagli

CONTRATTO TIPO AFFITTO D AZIENDA

CONTRATTO TIPO AFFITTO D AZIENDA CONTRATTO TIPO di AFFITTO D AZIENDA CONTRATTO D AFFITTO D AZIENDA Tra i signori: A..., di seguito concedente, nato a..., il..., codice fiscale..., partita IVA..., residente in..., via..., nella sua qualità

Dettagli

Condizioni generali di acquisto

Condizioni generali di acquisto Condizioni generali di acquisto 1. Generalità 1.1 Ogni ordine è valido solo se recante la firma del Committente 1.2 L'evasione dell ordine comporta l'esplicita accettazione delle presenti condizioni di

Dettagli

SUTURATRICI MECCANICHE PER CHIRURGIA APERTA E SERVIZI CONNESSI PER LE AZIENDE DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE DI CUI ALL ART.

SUTURATRICI MECCANICHE PER CHIRURGIA APERTA E SERVIZI CONNESSI PER LE AZIENDE DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE DI CUI ALL ART. GARA EUROPEA PER LA FORNITURA DI SUTURATRICI MECCANICHE PER CHIRURGIA APERTA E SERVIZI CONNESSI PER LE AZIENDE DEL SERVIZIO SANITARIO REGIONALE DI CUI ALL ART. 3 COMMA 1 lettera a) L.R. 19/2007 CAPITOLATO

Dettagli

Prot. N.2660/C14 Modigliana, 31 Luglio 2014. BANDO DI GARA di appalto per il noleggio di fotocopiatrici per l Istituto Comprensivo

Prot. N.2660/C14 Modigliana, 31 Luglio 2014. BANDO DI GARA di appalto per il noleggio di fotocopiatrici per l Istituto Comprensivo I S T I T U T O C O M P R E N S I V O M O D I G L I A N A Via Manzoni,13 Modigliana (FC) Tel.0546-941024/949189 - Fax 0546-942125 e-mail icmodigliana@gmail.com sito Web www.delfo.forli-cesena.it/icmodigliana

Dettagli

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA PADOVA FORNITURA DI UNA SOLUZIONE INFORMATICA-SOFTWARE E

REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA PADOVA FORNITURA DI UNA SOLUZIONE INFORMATICA-SOFTWARE E DISCIPLINARE DI PROCEDURA IN ECONOMIA REGIONE VENETO AZIENDA ULSS 16 DI PADOVA PADOVA FORNITURA DI UNA SOLUZIONE INFORMATICA-SOFTWARE E RELATIVI SERVIZI DI IMPLEMENTAZIONE E MANUTENZIONE PER IL CONTROLLO

Dettagli

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato

IL COMUNE DI GENOVA, di seguito per brevità, denominato Comune, con sede in via Garibaldi 9, Codice Fiscale 00856930102, rappresentato CONTRATTO FRA IL COMUNE DI GENOVA E... PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO A FAVORE DI MINORI E NUCLEI DI NAZIONALITÀ STRANIERA SEGUITI DALL UFFICIO CITTADINI SENZA TERRITORIO PERIODO...

Dettagli

BOZZA CONTRATTO DI APPALTO Fornitura di un Sistema Analitico di Laboratorio: Spettrometro di Massa (ICP-MS) Siti di Latina e Garigliano

BOZZA CONTRATTO DI APPALTO Fornitura di un Sistema Analitico di Laboratorio: Spettrometro di Massa (ICP-MS) Siti di Latina e Garigliano BOZZA CONTRATTO DI APPALTO Fornitura di un Sistema Analitico di Laboratorio: Spettrometro di Massa (ICP-MS) Siti di Latina e Garigliano Rif. C0422F14 Lotto 5 Codice CIG: 582867244B Codice CUP: D73G14000250005

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA TRENTOFRUTTA S.p.A.

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA TRENTOFRUTTA S.p.A. Ai sensi e per gli effetti degli artt.1469 bis e segg. c.c. le parti dichiarano che l'intero contratto ed ogni sua clausola è stato tra le stesse trattato e negoziato. 1. Ambito di validità - Natura del

Dettagli

CONTRATTO DI NOLEGGIO NOTEBOOK

CONTRATTO DI NOLEGGIO NOTEBOOK CONTRATTO DI NOLEGGIO NOTEBOOK MAYDAY PC, con sede in Monza (MB), Via Bellinzona, 16/A - P.IVA 07403180966 (di seguito Il Locatore ), con sede in, CAP ( ), all indirizzo, numero civico, P.IVA/C.F., (di

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE

REPUBBLICA ITALIANA. Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE REPUBBLICA ITALIANA Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE OGGETTO: Contratto estimatorio per la fornitura di dispositivi medici occorrenti al servizio di radiologia interventistica e vascolare

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER IL NOLEGGIO DI UN LASER AD ECCIMERI LOTTO N. 11

CAPITOLATO SPECIALE PER IL NOLEGGIO DI UN LASER AD ECCIMERI LOTTO N. 11 CAPITOLATO SPECIALE PER LA FORNITURA IN NOLEGGIO DI UN LASER AD ECCIMERI SU CLINICA MOBILE DA EFFETTUARSI PRESSO LA U.O. OCULISTICA DELL AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO DI POTENZA ART. 1 - OGGETTO

Dettagli

Regione Siciliana Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico - Vittorio Emanuele Catania

Regione Siciliana Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico - Vittorio Emanuele Catania Regione Siciliana Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico - Vittorio Emanuele Catania Protocollo Settore Provveditorato Magazzino Generale Tel. 095-7436337 fax 095-7435571 Oggetto: Acquisto Reagenti

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO ECONOMATO

REGOLAMENTO SERVIZIO ECONOMATO REGOLAMENTO SERVIZIO ECONOMATO (ART. 153, comma 7 d.lgs. 18 agosto 2000 n. 267 e successive modificazioni e integrazioni) Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. del INDICE ANALITICO CAPO I DISPOSIZIONI

Dettagli

1. INTRODUZIONE 2. VALUTAZIONE PRELIMINARE DEL FORNITORE

1. INTRODUZIONE 2. VALUTAZIONE PRELIMINARE DEL FORNITORE PQO.07 Pagina N : 1 Elaborato RESP. UFF. ACQUISTI : N Tot. Pagine: 8 Indice Rev.: 1 Verificato DIRETTORE GENERALE: Data emissione: 01-09-2004 Approvato RESP. ASS. : 1. INTRODUZIONE Nel presente Capitolato

Dettagli

Prot. n.5130/c14q Brescia 07 novembre 2013 /le. Il Dirigente scolastico dell Istituto Istruzione Superiore di Stato Andrea Mantegna di Brescia

Prot. n.5130/c14q Brescia 07 novembre 2013 /le. Il Dirigente scolastico dell Istituto Istruzione Superiore di Stato Andrea Mantegna di Brescia Istituto di Istruzione Superiore di Stato Andrea Mantegna Sede legale Via Fura, 96 C.F. 98092990179-25125 Brescia Tel. 030.3533151 030.3534893 Fax 030.3546123 e-mail: iabrescia@provincia.brescia.it sito

Dettagli

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa

COMUNE DI PISA. Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di Via Puglia in Pisa COMUNE DI PISA Direzione Finanze e Politiche Tributarie Ufficio Economato-Provveditorato U.O. Provveditorato Capitolato speciale d appalto per la fornitura e posa in opera di arredi per l asilo nido di

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Campo di applicazione Qualsiasi contratto stipulato tra Nossa Elettronica s.a.s (d ora in poi Nossa) per la fornitura dei propri Prodotti/Servizi (d ora in poi Prodotto)

Dettagli

Acquisti da parte delle strutture sanitarie pubbliche con il sistema del conto deposito e il contratto estimatorio

Acquisti da parte delle strutture sanitarie pubbliche con il sistema del conto deposito e il contratto estimatorio Federazione nazionale per le tecnologie biomediche, diagnostiche, apparecchiature medicali, dispositivi medici borderline, servizi e telemedicina La posizione associativa In tema di Acquisti da parte delle

Dettagli

Il giorno del mese di dell anno 2011 nella sede della ASL RM/A, - via Ariosto 3/5, in esecuzione della deliberazione n.

Il giorno del mese di dell anno 2011 nella sede della ASL RM/A, - via Ariosto 3/5, in esecuzione della deliberazione n. C O N V E N Z I O N E PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA NON SANITARIA AGLI OSPITI DELLA STRUTTURA RESIDENZIALE A BASSA INTENSITA ASSISTENZIALE PER PAZIENTI PSICHIATRICI DEL 2 DISTRETTO DELLA

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO RELATIVO ALL APPALTO SPECIFICO INDETTO DALLA REGIONE LAZIO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI FARMACEUTICI (GARA FARMACI 2014)

CAPITOLATO TECNICO RELATIVO ALL APPALTO SPECIFICO INDETTO DALLA REGIONE LAZIO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI FARMACEUTICI (GARA FARMACI 2014) CAPITOLATO TECNICO RELATIVO ALL APPALTO SPECIFICO INDETTO DALLA REGIONE LAZIO PER LA FORNITURA DI PRODOTTI FARMACEUTICI (GARA FARMACI 2014) 1. PREMESSA Il presente capitolato disciplina: - la fornitura

Dettagli

RIPARTIZIONE CANTIERE MUNICIPALE REGOLAMENTO DEI LAVORI IN ECONOMIA

RIPARTIZIONE CANTIERE MUNICIPALE REGOLAMENTO DEI LAVORI IN ECONOMIA RIPARTIZIONE CANTIERE MUNICIPALE REGOLAMENTO DEI LAVORI IN ECONOMIA APPROVAZIONE Deliberazione n 2079 del 29/7/1968, esito favorevole C.P.C. n 26021/30285 del 27/8/1968. MODIFICHE 1) Delib. di C.C. n 4009

Dettagli

REGIONE LAZIO AZIENDA OSPEDALIERA COMPLESSO OSPEDALIERO SAN GIOVANNI ADDOLORATA R.L. Lazio 16.06.94 n. 18 D.R.G. Lazio 30.06.94 n.

REGIONE LAZIO AZIENDA OSPEDALIERA COMPLESSO OSPEDALIERO SAN GIOVANNI ADDOLORATA R.L. Lazio 16.06.94 n. 18 D.R.G. Lazio 30.06.94 n. REGIONE LAZIO AZIENDA OSPEDALIERA COMPLESSO OSPEDALIERO SAN GIOVANNI ADDOLORATA R.L. Lazio 16.06.94 n. 18 D.R.G. Lazio 30.06.94 n. 5163 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n. del Oggetto: affidamento

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI, MATERIALI MONOUSO, PLURIUSO E PROTESICI PER OCULISTICA OCCORRENTI ALLA

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI, MATERIALI MONOUSO, PLURIUSO E PROTESICI PER OCULISTICA OCCORRENTI ALLA A.O.R.N. AZIENDA OSPEDALIERA DEI COLLI Monaldi-Cotugno-CTO NAPOLI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI DISPOSITIVI, MATERIALI MONOUSO, PLURIUSO E PROTESICI PER OCULISTICA OCCORRENTI ALLA AZIENDA

Dettagli

REGOLAMENTO DI PIANIFICAZIONE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL APPROVVIGIONAMENTO DEI DISPOSITIVI MEDICI

REGOLAMENTO DI PIANIFICAZIONE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL APPROVVIGIONAMENTO DEI DISPOSITIVI MEDICI REGOLAMENTO DI PIANIFICAZIONE PER LA RAZIONALIZZAZIONE DELL APPROVVIGIONAMENTO DEI DISPOSITIVI MEDICI Il presente Regolamento è adottato al fine del raggiungimento degli obiettivi di efficacia, efficienza

Dettagli

COMUNE DI PISA. DIREZIONE FINANZE PROVVEDITORATO AZIENDE UO Economato Provveditorato Autoparco Comunale

COMUNE DI PISA. DIREZIONE FINANZE PROVVEDITORATO AZIENDE UO Economato Provveditorato Autoparco Comunale COMUNE DI PISA DIREZIONE FINANZE PROVVEDITORATO AZIENDE UO Economato Provveditorato Autoparco Comunale OGGETTO: Accordo Quadro per la Fornitura di cancelleria e consumabili per gli uffici dell Ente mediante

Dettagli

CAPITOLATO CONTRATTUALE

CAPITOLATO CONTRATTUALE COMUNE DI PRATO CAPITOLATO CONTRATTUALE SERVIZIO DI NOLEGGIO CON MANUTENZIONE DI MACCHINE FOTOCOPIATRICI PER GLI UFFICI COMUNALI Area Risorse Finanziarie Servizio Patrimonio Amministrativo Via Del Ceppo

Dettagli

Il DIPARTIMENTO RISORSE FINANZIARIE ED ECONOMICHE UFFICIO PROVVEDITORATO. Determinazione n. 106 del 03/02/2015

Il DIPARTIMENTO RISORSE FINANZIARIE ED ECONOMICHE UFFICIO PROVVEDITORATO. Determinazione n. 106 del 03/02/2015 Il DIPARTIMENTO RISORSE FINANZIARIE ED ECONOMICHE UFFICIO PROVVEDITORATO Determinazione n. 106 del 03/02/2015 Oggetto: ACQUISTO MATERIALE TIPOGRAFICO '' DIVORZIO BREVE- SEPARAZIONI CONSENSUALI'' PER IL

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO E D ONERI PER LA FORNITURA DI ENDOPROTESI VASCOLARI E RELATIVI ACCESSORI PER L A. ULSS 12 VENEZIANA

CAPITOLATO TECNICO E D ONERI PER LA FORNITURA DI ENDOPROTESI VASCOLARI E RELATIVI ACCESSORI PER L A. ULSS 12 VENEZIANA CAPITOLATO TECNICO E D ONERI PER LA FORNITURA DI ENDOPROTESI VASCOLARI E RELATIVI ACCESSORI PER L A. ULSS 12 VENEZIANA ARTICOLO N. 1 OGGETTO E QUANTITA DELLA FORNITURA Oggetto del presente Capitolato Tecnico

Dettagli

REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE AVELLINO U.O.C. G.U.M. - ECONOMATO tel. 0825/292157 - fax. 0825/292022

REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE AVELLINO U.O.C. G.U.M. - ECONOMATO tel. 0825/292157 - fax. 0825/292022 ALLEGATO C) REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE AVELLINO U.O.C. G.U.M. - ECONOMATO tel. 0825/292157 - fax. 0825/292022 CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI CONSUMABILI PER MACCHINE D

Dettagli

1 OGGETTO, QUANTITA E CARATTERISTICHE TECNICHE

1 OGGETTO, QUANTITA E CARATTERISTICHE TECNICHE CAPITOLATO ONERI PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI PACEMAKER, DEFIBRILLATORI, CATERI ED ELETTROCATETERI PER LE AZIENDE ULSS10 VENETO ORIENTALE, ULSS12 VENEZIANA, ULSS 13 DOLO-MIRANO, ULSS14 CHIOGGIA

Dettagli

Federmobili FEDERAZIONE NAZIONALE COMMERCIANTI MOBILI E ARREDAMENTO. Unioncamere Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria Artigianato

Federmobili FEDERAZIONE NAZIONALE COMMERCIANTI MOBILI E ARREDAMENTO. Unioncamere Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria Artigianato Federmobili FEDERAZIONE NAZIONALE COMMERCIANTI MOBILI E ARREDAMENTO in collaborazione con e con l adesione di Unioncamere Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura SCHEMA

Dettagli

SISTEMI CHIODI ENDOMIDOLLARI ENDOVIS

SISTEMI CHIODI ENDOMIDOLLARI ENDOVIS Dipartimento Logistico Tecnico Struttura Complessa Acquisti Via Carlo Boggio, 12 12100 CUNEO tel. 0171/450228 - fax n. 0171/450671 e-mail: federica.quattrone@aslcn1.it Prot. n. 0052885 P /PD/QF Cuneo li,

Dettagli

GESTIONE DEL MAGAZZINO AZIENDALE

GESTIONE DEL MAGAZZINO AZIENDALE GESTIONE DEL MAGAZZINO AZIENDALE Pag. di 0 RIFERIMENTI UNI EN ISO 900:008 Par. 7.5 Manuale SEZ 7 UNI EN ISO 400:004 Par. 4.4.6 Manuale SEZ 7 BS OHSAS 800:007 Par. 4.4.6 Manuale SEZ 7 REVISIONI REV. DATA

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO

CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO CONDIZIONI GENERALI DI ACQUISTO Art.1 Prescrizioni Generali Le Condizioni Generali d Acquisto costituiscono parte integrante dell ordine d acquisto e vengono applicate come clausole essenziali dello stesso.

Dettagli

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE LATINA CONTRATTO DI APPALTO TRA PER

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE LATINA CONTRATTO DI APPALTO TRA PER AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE LATINA CONTRATTO DI APPALTO TRA Azienda Unità Sanitaria Locale Latina con sede legale in V.le P.L. Nervi Centro Direzionale Latinafiori/torre G2 04100 Latina codice fiscale

Dettagli

DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE Via Pietrapiana n. 53 FIRENZE AVVISO PUBBLICO

DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE Via Pietrapiana n. 53 FIRENZE AVVISO PUBBLICO DIREZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE Via Pietrapiana n. 53 FIRENZE AVVISO PUBBLICO per la concessione di spazi dei locali destinati alla somministrazione di alimenti e bevande posti all interno del Nuovo Palazzo

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI relativo al noleggio con riscatto di n. 1 gascromatografo, con rivelatore massa CIG:32821335D4 PREMESSA

CAPITOLATO SPECIALE D ONERI relativo al noleggio con riscatto di n. 1 gascromatografo, con rivelatore massa CIG:32821335D4 PREMESSA CAPITOLATO SPECIALE D ONERI relativo al noleggio con riscatto di n. 1 gascromatografo, con rivelatore massa CIG:32821335D4 PREMESSA Le prescrizioni del presente capitolato disciplinano il contratto di

Dettagli

Nella busta contenente l offerta non dovranno essere inclusi altri documenti 8.a) 8.b) 8.c )

Nella busta contenente l offerta non dovranno essere inclusi altri documenti 8.a) 8.b) 8.c ) SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE REGIONE PIEMONTE A.S.L. 1 TORINO Via S. Secondo, 29-10128 TORINO Codice Fiscale Partita IVA 05437630014 ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

26/03/2015. MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA PROPOSTA

26/03/2015. MODALITÀ DI FORMULAZIONE DELLA PROPOSTA AVVISO ESPLORATIVO Oggetto: Fornitura di energia elettrica e servizi connessi per sessantacinque utenze intestate all EFS. - Importo complessivo annuo stimato 37.000,00 oltre iva di legge. - Procedura

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 152 DEL 09/07/2014

DELIBERAZIONE N. 152 DEL 09/07/2014 DELIBERAZIONE N. 152 DEL 09/07/2014 Il Direttore Generale, nella sede dell Azienda Unità Sanitaria Locale di Bologna Via Castiglione, 29 nella data sopra indicata, alla presenza del Direttore Amministrativo

Dettagli

MODULO DI ADESIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA E CONVENZIONE

MODULO DI ADESIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA E CONVENZIONE ALLEGATO 1.A MODULO DI ADESIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA E CONVENZIONE -------- Dati anagrafici Il sottoscritto. nato a il. residente in via.... n.. cap... del Comune di Prov..... nella qualità di... dell

Dettagli

COMUNE DI COMMEZZADURA PROVINCIA DI TRENTO

COMUNE DI COMMEZZADURA PROVINCIA DI TRENTO COMUNE DI COMMEZZADURA PROVINCIA DI TRENTO C O P I A SERVIZI TECNICI GESTIONALI PROGRAMMA N. 4 (DETERMINAZIONE N. 48 DEL PROGRAMMA N. 4) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEI SERVIZI TECNICI GESTIONALI N.

Dettagli

Servizio Sanitario Nazionale - Regione Liguria Azienda Sanitaria Locale n. 4 Chiavarese CHIAVARI

Servizio Sanitario Nazionale - Regione Liguria Azienda Sanitaria Locale n. 4 Chiavarese CHIAVARI Servizio Sanitario Nazionale - Regione Liguria Azienda Sanitaria Locale n. 4 Chiavarese CHIAVARI Oggetto: accordo quadro per fornitura di materiale elettrico, per la manutenzione ordinaria da parte degli

Dettagli

INDICE 1. SCOPO 3 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3 3. DEFINIZIONI 3 4. MODALITÀ OPERATIVE 3 5. SICUREZZA MAGAZZINO 6 6. RESPONSABILITÀ 7 7.

INDICE 1. SCOPO 3 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3 3. DEFINIZIONI 3 4. MODALITÀ OPERATIVE 3 5. SICUREZZA MAGAZZINO 6 6. RESPONSABILITÀ 7 7. Foglio 2 di 8 INDICE 1. SCOPO 3 2. CAMPO DI APPLICAZIONE 3 3. DEFINIZIONI 3 3.1. Abbreviazioni 3 4. MODALITÀ OPERATIVE 3 4.1. Controlli in ingresso 3 4.2. Gestione del magazzino e delle aree di stoccaggio

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO- ELENCO DISPOSITIVI PER TERAPIA DEL DOLORE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO

CAPITOLATO TECNICO- ELENCO DISPOSITIVI PER TERAPIA DEL DOLORE ART. 1 OGGETTO DELL APPALTO FC PROVVEDITORATO-ECONOMATO VIA NIZZA, 146-84124 SALERNO Tel. 089.693600 693610 Fax 089.693622 e-mail:provveditorato@aslsalerno.it PEC: provveditore@pec.aslsalerno.it ALLEGATO B al disciplinare CAPITOLATO

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO PER LE FORNITURE DI BENI E SERVIZI AZIENDA U.L.S.S. 20 VERONA SOMMARIO Art. 1 - OGGETTO Art. 2 - COMUNICAZIONI Art. 3 - DECORRENZA E DURATA DELLA FORNITURA Art. 4 - DEPOSITI

Dettagli

Allegato 4 CAPITOLATO SPECIALE

Allegato 4 CAPITOLATO SPECIALE 1 di 6 Allegato 4 CAPITOLATO SPECIALE Procedura Aperta per la fornitura di GPL per forno crematorio e per le sedi di zona di AMA S.p.A., per un periodo di 24 mesi. 1 2 di 6 CAPITOLATO SPECIALE Indice generale

Dettagli

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

- CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA. Azienda Ospedaliera Ospedale San Carlo Borromeo Via Pio II 20153 Milano - CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE DI LAVORO A TEMPO DETERMINATO MEDIANTE PROCEDURA SEMPLIFICATA.

Dettagli

6. COORDINAMENTO E VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

6. COORDINAMENTO E VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Pagina 1 di 5 1. PREMESSA Il presente documento è parte integrante della documentazione contrattuale viene allegato alla documentazione inviata agli offerenti in fase di selezione e deve essere firmata

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE VERIFICHE DEGLI IMPIANTI DI MESSA A TERRA

REGOLAMENTO PER LE VERIFICHE DEGLI IMPIANTI DI MESSA A TERRA REGOLAMENTO PER LE VERIFICHE DEGLI IMPIANTI DI MESSA A TERRA 1. Scopo e campo di applicazione Questa sezione definisce il regolamento adottato dalla OMNIA s.r.l. per le verifiche degli impianti di messa

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS. 163/2006

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS. 163/2006 REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS. 163/2006 1. OGGETTO E FINALITA Ai sensi e per gli effetti dell art. 125, comma 11,

Dettagli

Il/la sottoscritto/a residente in. della Ditta quale TITOLARE. in seguito denominato CEDENTE

Il/la sottoscritto/a residente in. della Ditta quale TITOLARE. in seguito denominato CEDENTE www.house4all.it Via C. Ferrari, 2 20841 Carate B.za Tel. 0362.1482371 info@house4all.it Il/la sottoscritto/a residente in alla via n. nato/a a il cod fisc in qualità di della Ditta quale TITOLARE EFFETTIVO

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 511 DEL 05/07/2013

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 511 DEL 05/07/2013 AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI Via Coppino, 26-07100 SASSARI C.F. - P. IVA 02268260904 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 511 DEL 05/07/2013 OGGETTO: Autorizzazione a contrarre e approvazione

Dettagli

PROCEDURA REGOLAMENTO PER LA REGOLAZIONE ECONOMICA PER LA GESTIONE DELLE DEGLI SCAMBI INTERAZIENDALI FATTURE PASSIVE DI BENI DI CONSUMO

PROCEDURA REGOLAMENTO PER LA REGOLAZIONE ECONOMICA PER LA GESTIONE DELLE DEGLI SCAMBI INTERAZIENDALI FATTURE PASSIVE DI BENI DI CONSUMO PROCEDURA REGOLAMENTO PER LA REGOLAZIONE ECONOMICA PER LA GESTIONE DELLE DEGLI SCAMBI INTERAZIENDALI FATTURE PASSIVE DI BENI DI CONSUMO Regolamento_gestione FatturePassive Rev.01 dell 01/07/2012 Pag. 1

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE

REPUBBLICA ITALIANA. Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE REPUBBLICA ITALIANA Repertorio: n. I.N.R.C.A. AMMINISTRAZIONE CENTRALE OGGETTO: Contratto estimatorio per la fornitura di presidi chirurgici e protesi per il Servizio di Radiologia Interventistica cardiologica

Dettagli

COMUNE DI LUCOLI. (Provincia di L Aquila) CONTRATTO DI CONCESSIONE IN USO DEL TERRENO (LOTTO N. ) DI

COMUNE DI LUCOLI. (Provincia di L Aquila) CONTRATTO DI CONCESSIONE IN USO DEL TERRENO (LOTTO N. ) DI SCHEMA CONTRATTO DI CONCESSIONE ALLEGATO - C COMUNE DI LUCOLI (Provincia di L Aquila) CONTRATTO DI CONCESSIONE IN USO DEL TERRENO (LOTTO N. ) DI PROPRIETÀ COMUNALE PER L'INSTALLAZIONE DI STRUTTURE MOBILI

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE DI FORNITURA DI CONTATORI A TURBINA PER ACQUA FREDDA

CAPITOLATO SPECIALE DI FORNITURA DI CONTATORI A TURBINA PER ACQUA FREDDA CAPITOLATO SPECIALE DI FORNITURA DI CONTATORI A TURBINA PER ACQUA FREDDA Palermo, Gennaio 2015 ART. 1 - OGGETTO DELLA GARA La gara ha per oggetto la fornitura di contatori a Turbina dei seguenti diametri:

Dettagli

DECRETO DEL DIRETTORE

DECRETO DEL DIRETTORE DECRETO DEL DIRETTORE N. 211 DEL 24.09.2015 OGGETTO: Approvazione della Convenzione per l affidamento del servizio di informazione, raccolta dati, compilazione e calcolo dell indicatore parificato universitario

Dettagli

TECNICO PER L AFFIDAMENTO DELL INCARICO DI COORDINATORE DELLA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE (D.

TECNICO PER L AFFIDAMENTO DELL INCARICO DI COORDINATORE DELLA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE (D. ACEA S.p.A. DISCIPLINARE TECNICO PER L AFFIDAMENTO DELL INCARICO DI COORDINATORE DELLA SICUREZZA IN FASE DI PROGETTAZIONE (D. Lgs. 81/2008 - Art. 89 punto 1 lett. e) e Art. 91) Roma, marzo 2015 Disciplinare

Dettagli

Comune di Stigliano (Prov. Matera)

Comune di Stigliano (Prov. Matera) Comune di Stigliano (Prov. Matera) REPUBBLICA ITALIANA BOLL O SCHEMA DI C O N V E N Z I O N E per il conferimento in appalto del servizio di tesoreria L anno duemila... (...), il giorno... (...) del mese

Dettagli

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI

COMUNE DI ANZIO. Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI COMUNE DI ANZIO Provincia di Roma c.f. 82005010580 P.IVA 02144071004 SERVIZIO DI PRELIEVO E RECAPITO POSTALE CIG Z511544602 CAPITOLATO D ONERI Art. 1 - OGGETTO L appalto ha per oggetto il servizio di prelievo

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE. Premessa. Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via

SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE. Premessa. Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via SCHEMA DI CONTRATTO DI LOCAZIONE Premessa Il Comune di Palermo è proprietario di un immobile sito in Palermo Via pervenuto al Comune di Palermo giusta confisca ex L. 575/65 e succ. mod. ed integr. in pregiudizio

Dettagli

Prot. 9740/C14g Roma 15 ottobre 2014 CIG N. ZEE113F818

Prot. 9740/C14g Roma 15 ottobre 2014 CIG N. ZEE113F818 Prot. 9740/C14g Roma 15 ottobre 2014 CIG N. ZEE113F818 BANDO DI GARA NOLEGGIO FOTOCOPIATRICI Alle ditte RCO - l.bassotti@rcoonline.it Vema Copy info@vemacopy.it BASCO BAZAR info@basco-bazar2.it FASTREND

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ENERGIA ELETTRICA PER LE UTENZE AMIU GENOVA SPA PERIODO 01 LUGLIO 2010 31 DICEMBRE 2011 C.I.

CAPITOLATO SPECIALE PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ENERGIA ELETTRICA PER LE UTENZE AMIU GENOVA SPA PERIODO 01 LUGLIO 2010 31 DICEMBRE 2011 C.I. Pagina 1 di 5 CAPITOLATO SPECIALE PER LA SOMMINISTRAZIONE DI ENERGIA ELETTRICA PER LE UTENZE AMIU GENOVA SPA PERIODO 01 LUGLIO 2010 31 DICEMBRE 2011 C.I.G. 0437368F79 Pagina 2 di 5 INDICE ART. 1 - OGGETTO

Dettagli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli Comune di Marigliano Provincia di Napoli DETERMINAZIONE SETTORE IV: IL RESPONSABILE DEL SETTORE: Ing. Pasquale Matrisciano Registro Generale n. 91 del 10/02/2015 Registro Settore n. 12 del 06/02/2015 O

Dettagli

Via Pio II, 3-20153 Milano. Provveditorato - Economato CAPITOLATO SPECIALE

Via Pio II, 3-20153 Milano. Provveditorato - Economato CAPITOLATO SPECIALE 1 Via Pio II, 3-20153 Milano Provveditorato - Economato CAPITOLATO SPECIALE PROCEDURA APERTA finalizzata alla conclusione di un accordo quadro in forma aggregata mediante piattaforma telematica Sintel

Dettagli