IL TERMOMETRO DELLA NET ECONOMY. Situazione al secondo trimestre 2005

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL TERMOMETRO DELLA NET ECONOMY. Situazione al secondo trimestre 2005"

Transcript

1 IL TERMOMETRO DELLA NET ECONOMY Situazione al secondo trimestre 2005 In collaborazione con Destinazione >>...

2 Tavola dei contenuti 1. Temperatura Sistema Italia La situazione al 2 trimestre L audience della Rete La banda larga Il Nuovo Mercato Volume di ecommerce La pubblicità online Hot Spot attivi in Italia Servizi a valore aggiunto nel fatturato della telefonia mobile Approfondimento PMI a. Connettività e acquisti online...20 b. Utilizzo del sito aziendale Glossario indicatori Indice delle figure Figura 1 - Sito più visitato (giugno 2005)... 9 Figura 2 - Abbonati larga banda consumer in Italia Figura 3 - Confronto tariffe ADSL consumer Figura 4 - Nuovo mercato: capitalizzazione e società quotate Figura 5 Volume di ecommerce B2B Figura 6 Volume di ecommerce B2C Figura 7 Pubblicità online Figura 8 Pubblicità online: composizione per tipologia Figura 9 Numero Hot Spot attivi in Italia Figura 10 Percentuale ARPU da VAS Pagina 2 di 26

3 Figura 11 - Tipologia di connettività (storico) Figura 12 - Connettività e acquisti online per settore merceologico Figura 13 - Utilizzo del sito aziendale Pagina 3 di 26

4 Premessa La Rete è ormai una realtà imprescindibile per l economia e la società nel suo complesso. Le nuove tecnologie web based rappresentano una grande opportunità che le aziende devono conoscere e saper realisticamente sfruttare adattando non solo il modello organizzativo e di business aziendale (problema essenzialmente culturale), ma anche la capacità di risposta alle esigenze di un mercato allargato e, in generale, più consapevole. Alla luce di quanto detto, il termometro della Net Economy intende monitorare il livello di pervasività dell economia digitale attraverso una selezione di Net Indicatori in grado di misurare le principali variabili - chiave collegate al suo sviluppo. Gli indicatori presi in considerazione sono: L audience della Rete La banda larga: penetrazione nel mercato residenziale ed evoluzione delle tariffe Il Nuovo Mercato: capitalizzazione e società quotate Il volume di ecommerce: transazioni B2B e B2C Il numero degli Hot Spot attivi in Italia La pubblicità online La percentuale ARPU generata dai VAS e il traffico dei principali operatori di telefonia mobile La Piccola e Media Impresa: connettività, acquisti online ed utilizzo del sito. Il primo indicatore misura preferenze e abitudini di comportamento degli utenti della Rete. L indice mette a confronto il mercato Italiano, francese e britannico e sarà aggiornato con periodicità trimestrale. Il livello di utilizzo della banda larga misura il grado di evoluzione della connettività, driver dello sviluppo della Net Economy nel prossimo futuro. L indicatore prende in considerazione il mercato residenziale (consumer) e sarà aggiornato con una periodicità trimestrale. Pagina 4 di 26

5 L andamento del Nuovo Mercato è un importante cartina di tornasole degli umori e delle aspettative del mercato. L indicatore considera sia il livello di capitalizzazione che il numero di società quotate e sarà aggiornato con una frequenza trimestrale. Il livello degli scambi online misura il grado di maturità nell utilizzo della Rete come canale di business. L indicatore considera separatamente le transazioni tra imprese (B2B) e quelle tra l azienda e il consumatore finale (B2C). L indice sarà aggiornato con periodicità semestrale. Il numero degli hot spot tende a misurare la penetrazione del wireless in Italia dopo un lancio commerciale ritardato nel tempo rispetto agli altri paesi industrializzati. Anche in questo caso l indice sarà aggiornato con cadenza semestrale. La pubblicità online, ovvero il valore degli investimenti che le aziende effettuano per la promozione della loro azienda o dei loro prodotti utilizzando Internet come media. L indice riflette l atteggiamento verso la rete delle aziende che, tanto più dedicano budget di comunicazione a questo canale quanto più ne riconoscono le capacità di raggiungere il proprio target sia per sviluppare brand awareness sia per stimolare gli acquisti on e offline. L indice sarà aggiornato con periodicità semestrale. La percentuale ARPU (Average Revenue Per User) generata dai servizi a valore aggiunto (VAS) offerti dai principali operatori di telefonia mobile. I VAS sono la componente più innovativa del fatturato degli operatori di telefonia mobile, quelle su cui si svilupperà nuovo business sia verso gli utenti consumer (SMS, MMS, entertainment...) sia verso quelli business (principalmente dati). L indice prevede aggiornamento semestrale. Infine un attenzione particolare è dedicata al segmento delle piccole e medie imprese, tradizionalmente più restie a modificare processi e metodi di business di tipo tradizionale. Gli elementi analizzati riguardano: La tipologia di connessione e la percentuale di aziende che si stanno dotando di soluzione per la gestione online degli acquisti, suddivise per settore merceologico di appartenenza (Industria, Commercio e Servizi) L utilizzo del sito aziendale, da semplice vetrina a canale complementare di business. I dati prendono in considerazione circa 600 PMI monitorate all interno dell Osservatorio Net Economy di Commercio Elettronico Italia MATE, e saranno aggiornati con frequenza semestrale. Pagina 5 di 26

6 1. Temperatura Sistema Italia A livello macro-economico la temperatura del sistema Italia continua a destare preoccupazione: crescita zero (o addirittura negativa, in funzione delle diverse fonti predittive), investimenti in ICT inferiori alla media europea, sempre più diffusi pessimismo e incertezza delle famiglie. Nonostante questi elementi negativi, il mondo virtuale se ha ancora senso chiamarlo così, visto che ormai è entrato a pieno titolo nella vita e soprattutto nelle abitudini di consumo della maggior parte degli italiani sta continuando a fare i suoi progressi, proprio attraverso questa modificazione delle abitudini non solo di consumo, ma anche di fruizione generica del mezzo, che hanno portato Internet e quanto sempre di più vi ruota attorno ad avere un ruolo dominante e in competizione con altre voci di spesa (per il tempo libero soprattutto). Il modello open source e le comunità di volontari stanno pervadendo il Web: ne sono esempi i primi giornali online basati esclusivamente su cronisti volontari e Wikipedia, la più grande enciclopedia online costruita da appassionati che gratuitamente aggiornano, correggono, inseriscono, modificano le voci del sapere (si stima che siano in Italia e oltre voci, a fronte delle della versione in lingua inglese), oltre al più noto fenomeno del software open source. Il 2005 evidenzia la continuazione di un trend avviato negli anni precedenti: la Rete ha dato segnali positivi molto forti su tutti i fronti, affermando nuovi modelli di business delle aziende e nuovi comportamenti di consumo da parte degli utenti, con la diffusione di una connessione di qualità alla portata di tutti e lo sviluppo di nuove offerte consone ai nuovi strumenti distributivi. Unico neo è la mancata inversione della tendenza negativa negli investimenti IT, con conseguente stagnazione dell intero comparto dell offerta da un lato, ma soprattutto dall altro lato con i mancati effetti positivi dell investimento in IT sulla produttività del lavoro all interno delle aziende (la cui diretta correlazione è ormai dimostrata a livello internazionale). Il secondo trimestre 2005, almeno per quanto rilevato dai Net Indicatori, conferma l andamento positivo a livello di comparto, con in più qualche segnale interessante da parte di singoli attori, che hanno fondato il proprio modello di business - e ora si può dire anche di successo proprio sul Web. Pagina 6 di 26

7 È il caso di Yoox.com, che con bilanci in nero dal 2003 ha raggiunto la soglia del milione di capi venduti e una diffusione a livello internazionale di tutto rispetto. In altri settori, invece, è il canale online a cannibalizzare l offline: laddove il servizio offerto dal canale tradizionale non è un elemento distintivo rispetto al web, ecco allora la crisi degli operatori che non sono stati capaci di rivedere i propri modelli di business. È il caso del turismo, in cui la prenotazione del trasporto e l acquisto della biglietteria sta erodendo quote (e non solo margini, in seguito alla revisione dei regimi commissionali dei carrier, aerei o ferroviari che siano) al canale agenziale. Ma a fronte di settori in crisi, altri si stanno sviluppando: è il caso dei contenuti correlati alla banda larga, che stanno finalmente registrando la crescita prevista in conseguenza del progressivo allargamento di banda a cui stiamo assistendo. Per quanto concerne il Nuovo Mercato si è assistito ad un inversione di tendenza: dopo i minimi raggiunti a settembre 2004, il mercato ha ripreso sfiorando, a giugno 2005 i valori massimi del 2003, nonostante la riduzione del numero di società quotate a 39 unità. L ecommerce, sia B2B che B2C, continua il trend crescente, anche se con alcune eterogeneità a livello di settore. E tutto lascia prevedere che il trend manterrà il suo passo. La pubblicità online può considerare il 2003 come l anno di transizione, il 2004 come quello della ripresa e il 2005 quello della conferma del mezzo all interno del media mix. Le scelte degli spender dipendono dall affollamento del pubblico sui diversi mezzi: e i dati di audience del web (sia in termini di universo, sia di utenti attivi, sia di esposizione al mezzo 1 ) sono incoraggianti. La connettività diffusa è la parola d ordine: hotspot sempre più presenti, ma anche accesso al web attraverso wi-max nelle aree finora trascurate dai provider sembrano essere la soluzione per il futuro. Anche la telefonia mobile risente di questa crescente interconnessione: in crescita la fruizione di servizi non voce, non solo degli ormai tradizionali SMS e dei loro successori più evoluti MMS, ma anche per il traffico dati, la vera scommessa del 3G. Il dato si rileva dalla costante crescita dell incidenza dei VAS innovativi sul totale dell ARPU, il fatturato medio per utente. 1 Dalle 8h30m del dicembre 2003 alle 10h28m del febbraio 2005, fonte Audiweb. Pagina 7 di 26

8 2. La situazione al 2 trimestre 2005 Per la valutazione dell andamento generale della Net Economy del secondo trimestre verranno presi in considerazioni i seguenti indicatori: L audience della Rete; La banda larga; Il Nuovo Mercato; Il volume dell ecommerce; La pubblicità online; Il numero degli Hot Spot attivi in Italia; La percentuale ARPU generata dai VAS e il traffico dei principali operatori di telefonia mobile. La Piccola e Media Impresa: connettività, acquisti online e utilizzo del sito L audience della Rete Gli utenti attivi collegati ad Internet continuano ad aumentare: hanno superato la soglia dei 17,2 milioni in Italia (home + work), in crescita di circa unità rispetto a 3 mesi fa ( da inizio anno), mentre gli utenti domestici hanno raggiunto i 14,3 milioni, in Francia sono circa 16,1 milioni e intorno ai 22,8 milioni in Gran Bretagna. L universo degli utenti Internet ha superato in Italia i 30,8 milioni, a fronte di oltre 25,6 in Francia e 35,8 in UK (home + work). Pagina 8 di 26

9 Figura 1 - Sito più visitato (giugno 2005) 15 13,388 10,624 Unique visitors (Milioni) ,960 Reach: 62,55% Reach: 66,07% Reach: 58,70% 0 Italia Francia Regno Unito Fonte: MATE - IT Research and Consulting Il sito più visitato è Google in tutti e tre i Paesi: il motore di ricerca, leader a livello mondiale, sopravanza di 4 punti percentuali Wanadoo in Francia, mentre il sito libero.it, il secondo per reach in Italia, segue con il 49% (ben 13 punti di distacco). Un dato particolarmente significativo riguarda la crescita sostenuta della reach di Google in Italia e in Francia, dato da tenere in conto nel pianificare azioni di comunicazione sul web: il media mix dovrà sempre più tener conto del search marketing, visto che ormai quasi due utenti su tre consultano regolarmente almeno un motore di ricerca (era il 57% in Italia lo scorso trimestre) 2. Interessante, in Italia ebay è sempre nelle prime posizioni, con un reach superiore al 25% (un utente su 4 lo consulta almeno una volta al mese) ad indicare come siti di scambi B2C e C2C stiano consolidando il proprio ruolo tra le abitudini di navigazione degli italiani. 2 Per approfondimenti, si consulti il dossier dedicato al Search Engine Marketing. Pagina 9 di 26

10 2.2. La banda larga Recenti ricerche di analisti internazionali indicano come l Europa abbia superato, in termini di accessi a Internet a banda larga, il Nord America. La previsione è che, sempre per quanto riguarda l Europa, la penetrazione supererà il 60% nel Un fenomeno rilevato da emarketer è la correlazione inversa tra predominio dell incumbent nell offerta a banda larga e la penetrazione della stessa tra le famiglie. L Italia è infatti secondo le classifiche stilate dalla società di ricerche al penultimo posto, seguita solo dalla Germania (con una penetrazione del 24%), dove l ex monopolista Deutsche Telekom domina il mercato, lasciando poco spazio ad una competizione vera e propria. In Italia segnali positivi vengono dall offerta e dalla copertura della popolazione: l ADSL raggiunge l 86% della popolazione (contro un 60% del 2001) 4 e l accesso alla fibra ottica (Fastweb) raggiunge 5,9 milioni di famiglie. La crescita degli abbonati alla banda larga continua: nell ultimo trimestre si sono raggiunti i 5,5 milioni di abbonati circa. L Italia è leader nella crescita della diffusione della banda larga consumer: nel 2004 si è assistito ad un quasi raddoppio degli abbonamenti, con una crescente offerta di ultimo miglio gestito da operatori diversi dall incumbent (circa il 20% del totale). Le previsioni indicano che si dovrebbero raggiungere i 7 milioni di abbonati nei prossimi 12 mesi. Anche il profilo tariffario ha un impatto positivo nella sostituzione: in termini di costo, gli abbonamenti a consumo sono ormai comparabili a quelli in dial-up, con evidenti vantaggi in termini di fruibilità di contenuti in tempi più rapidi. La nuova offerta Alice Flat di Telecom Italia a 19,95 Euro, per connessione a 640 Kb in download rende competitiva un offerta a tempo indeterminato, anche se con una larghezza di banda che ormai fa discutere! 3 4 Fonte: Strategy Analytics. Secondo la ricerca, tra 5 anni non si faranno più connessioni con il modem. Osservatorio banda larga, Between Ministro per l'innovazione e le Tecnologie e dal Ministero delle Comunicazioni, primo semestre Pagina 10 di 26

11 Figura 2 - Abbonati larga banda consumer in Italia 5 Abbonamenti (x000) Dic.'00 Dic.'01 Dic.'02 Dic.'03 Giu.'04 Dic.'04 Mar.'05 Giu.'05 Fonte: MATE IT Research and Consulting La banda larga, poi, sta diventando sempre più larga: Telecom ha effettuato il passaggio a 4 Mb 6, Fastweb ha portato a 6 Mb la sua offerta via ADSL. Ma il fatto veramente interessante è rappresentato dalle nuove abitudini di consumo: Fastweb ha recentemente dichiarato alla stampa che i clienti iniziano a spendere in servizi più del canone, avendo superato anche i 350, soprattutto per la TV on demand. Cresce una nuova cultura dell utente di banda larga, che vuole farsi il proprio palinsesto (e finalmente lo può fare con una qualità buona o per lo meno ragionevole), che è disposto a spendere in cambio di servizi nuovi e personalizzati. 5 6 Si noti che i dati del primo trimestre 2005 e del dicembre 2004 sono stati ricalcolati sulla base della diversa composizione delle linee retail e wholesale di Telecom Italia dichiarata al primo semestre 2005 (78/22 per il nella presentazione di aprile 2005 e 85/15 per il nella presentazione di luglio 2005). Anche se per ora è prevalentemente un passaggio virtuale, essendo la maggior parte delle connessioni ancora a 1 o a 2 Mb. Pagina 11 di 26

12 Figura 3 - Confronto tariffe ADSL consumer Euro/mese Italia Francia Regno Unito Confronto tra le offerte a 2Mb Fonte: MATE IT Research and Consulting Per quanto riguarda le tariffe, sempre più complicato è trovare un profilo tariffario comparabile. In Italia Telecom ha raddoppiato la banda di Alice Flat (portando tutti gli abbonamenti da 2 Mb a 4 Mb 7 ), mentre ha affiancato una tariffa basica a 640Mb ad un costo di 19,95. L offerta dell incumbent francese (che mantiene un offerta entry a 512Mb a 25,90 ) è rimasta a 2 Mb, ad un livello di prezzo invariato rispetto al precedente trimestre, mentre nel Regno Unito l offerta a 2 Mb passa da un costo mensile di 34 Euro a 30 Euro 8. Quindi al nostro incumbent non si può più rimproverare di essere il più caro a livello europeo, avendo inserito un primo prezzo e aumentato la banda (solo in download) al contratto intermedio Alice Flat Il Nuovo Mercato Il 2004 ha visto una contrazione numerica delle società quotate al Nuovo mercato, senza alcun nuovo ingresso. E anche nel secondo trimestre 2005 cala di una unità a partire da maggio il numero di società quotate al nuovo mercato. Si riportano le entrate annunciate nel corso del precedente trimestre, anche se non previste a brevissimo: Italtel (VoIP) ed 7 8 Si veda nota 5. Per BT esistono due offerte con download fino a 1 Gb e fino a 15Gb. La tariffa riportata è la media tra i due canoni. Pagina 12 di 26

13 EEMS (Semiconduttori) dovrebbero quotarsi entro l anno, mentre per il 2006 sono previsti H3g ed Etnoteam. Nel corso del trimestre la capitalizzazione è costantemente cresciuta, nonostante la lieve flessione tra marzo e aprile, per superare nuovamente i 10 miliardi di Euro (10,475 per l esattezza), dato più elevato da dicembre 2001 e superiore ai 10,2 miliardi di marzo Figura 4 - Nuovo mercato: capitalizzazione e società quotate Capitalizzazione mln euro Capitalizzazione NM Dic. '99 Dic. '00 Dic. '01 Dic. '02 Giu. '03 Dic. '03 Mar. '04 Giu. '04 Set. '04 Dic. '04 Mar. '05 Giu. '05 Lug.' Società quotate NM Fonte: MATE IT Research and Consulting Numero società quotate Va inoltre notato come la capitalizzazione sconti la riduzione del numero di società quotate, che per la prima volta dal 2000 è sceso sotto le 40 unità: 39 a giugno e 38 dal mese di luglio, a fronte però di una capitalizzazione che ha nuovamente superato gli 11 miliardi di Euro. Ribadiamo come le realtà oggi presenti sul mercato sono società solide, che hanno saputo sviluppare il proprio modello di business sostenibile legato al Web, anche con riposizionamenti significativi nel corso del tempo. Questo comporta tassi di variabilità da mercato maturo, senza i picchi evidenziati dalle prime barre del grafico. E anche il comportamento degli investitori è ormai saldamente quello della Old Economy, fondato sulle previsioni di piani strategici ponderati: se l ultima riga del bilancio è ancora negativa in molti casi, il MOL (margine operativo lordo, che quindi evidenzia gli andamenti della gestione corrente) segna trend positivi e molto positivi per le aziende della Net Economy. Pagina 13 di 26

14 2.4. Volume di ecommerce Il web è ormai un canale di vendita a tutti gli effetti, sia nel B2B, sia nel B2C. Nel B2B ormai un trend costante di crescita denota l andamento dei volumi transati online. Dopo il +30% circa del 2004, anche il 2005 conferma una crescita senza scossoni. Figura 5 Volume di ecommerce B2B , ,7 Miliardi di Euro ,9 22,1 16,3 18,8 21,0 11,1 12,514,2 5 0 I sem '02 II I sem sem '03 '02 II I sem sem '04 '03 II I sem sem '05 ' Fonte: MATE IT Research and Consulting Nel B2C due sono gli aspetti importanti: in primo luogo le transazioni effettivamente concluse online, e pertanto i volumi di scambi evidenziati nel grafico, con una crescita costante. In secondo luogo e questo, come rimarcato più volte, è l elemento più rilevante per gli operatori dell offerta il volume di acquisti realizzato a seguito di un processo di acquisto (ricerca delle informazioni, confronto delle alternative, scelta del prodotto e del punto vendita) che sempre più avviene online 9. 9 Il dato estremo viene dagli USA: più del 90% delle persone tra i 18 e i 54 anni consulta Internet prima di comprare (fonte AOL). Mentre per l Italia il dato si aggira intorno all 80% di naviganti che utilizza un motore di ricerca prima di effettuare un acquisto (Forrester Research 81%, Jupiter Research 85%, SEMS 76%). Pagina 14 di 26

15 La banda larga ha avuto un impatto importante sui volumi transati: chi è connesso in tal modo ha uno scontrino medio superiore del 35% a chi è ancora a banda stretta e contribuisce per oltre il 69% dei volumi transati. Figura 6 Volume di ecommerce B2C 2,5 2,32 Miliardi di Euro 2 1,5 1 0,5 1,57 1,28 1,04 0,87 0,38 0,520,63 0,9 1,5 0 I sem '02 II I sem sem '03 '02 II I sem sem '04 '03 II I sem sem '05 ' Fonte: MATE IT Research and Consulting Anche grazie ai nuovi sistemi di pagamento (Bankpass Web e PayPal), il timore legato alla sicurezza della Rete non è più tra gli ostacoli principali allo sviluppo dell ecommerce, soprattutto nella conclusione dell acquisto online. Si ricorda che al di là dei settori tradizionalmente best seller della rete (viaggi e turismo, libri e CD) stanno emergendo con forza altre merceologie, in testa le assicurazioni auto online (14,4%) e l acquisto di generi alimentari (la spesa online, che porta la categoria all 11,1%) La pubblicità online La pubblicità online fenomeno nato con la Rete ha registrato agli inizi tassi di crescita molto elevati (un fatturato che quadruplica dal 1999 al 2000), e previsioni di sviluppo ancor più allettanti (si pensi che a inizio 2000 circa una PMI su quattro prevedeva di investire nel nuovo media). A confermare il consenso che il nuovo canale di comunicazione stava ottenendo c è un fatturato che quadruplica dal 1999 al Pagina 15 di 26

16 Ovviamente lo scoppio della bolla speculativa ha trascinato anche gli investimenti pubblicitari su Internet, che hanno subito una brusca frenata con un decremento di quasi 30 punti percentuali nell arco di due anni. Anche qui, lo scoppio della bolla ha portato ad una brusca frenata, risollevata da merceologie quali Adult, Gambling e Dialer, per le quali la successiva regolamentazione legislativa ha portato ad una contrazione di circa il 70% dei tre settori nel complesso. Il 2004 è l anno della definitiva consacrazione dell advertising online. La crescita rispetto al 2003, secondo i consuntivi di IAB, è pari a +16,2%. I primi dati per il 2005 confermano questa tendenza, in un momento in cui si assiste ad una crisi dell advertising tradizionale. Internet infatti chiude a +10,9% (+16,3% se si escludono i cambi merce), mentre il mercato complessivo registra un modesto +2,3%. I settori Internet only (Adult, Gambling e Dialer) hanno ormai un incidenza modestissima, con un peso intorno al 2% (nel primo trimestre 2004 era il 10% e a fine 2003 circa il 20% degli investimenti totali). Figura 7 Pubblicità online (Valori in milioni di euro) ,2 122,4 115,4 132,1 113,6 29, * * inclusi Search Engine Keywords advertising Fonte: Osservatorio Pubblicità su Internet IAB/AssoInternet Pagina 16 di 26

17 A settembre 2004 la quota di Internet sul totale dei diversi media rappresenta l 1,2%, dato che raggiunge l 1,6% nel primo trimestre Sembrano archiviati i grandi cali del 2001 e 2002 e il 2004 registra un incoraggiante + 17%. Siamo di fronte ad un mercato in crescita, in cui e questo è il fatto rilevante - sono sempre più presenti i grandi inserzionisti dei settori tradizionali. Figura 8 Pubblicità online: composizione per tipologia Altre tipologie* 17% / Newsletter 9% Banner 33% Keyword 17% Sponsorizzazioni 24% * incluso 1% di SMS Fonte: Osservatorio Pubblicità su Internet IAB/AssoInternet primo trim 2005 Per quanto riguarda le tipologie di pubblicità, sempre più gli inserzionisti prediligono formati diversi dalla classica pubblicità tabellare. Rispetto al primo trimestre del 2004, la variazione più significativa (per l inversione di tendenza e non per la crescita) riguarda i banner, che dopo aver perso terreno nel 2004 rispetto al 2003, segnano una crescita del 25,8%) e le keyword, con un +46,5%. Anche le sponsorizzazioni segnano una crescita del 38,7%, mentre sono in calo (-9,5%) e le altre tipologie (-18,6%) Hot Spot attivi in Italia Il lancio commerciale del wireless pubblico (non comprendente quindi le wireless lan private) in Italia è avvenuto a giugno del 2003, in netto ritardo rispetto alle principali nazioni europee e non. Molte sono state le iniziative commerciali nei primi mesi che portarono a registrare 450 hot spot attivi a settembre Pagina 17 di 26

18 Nei primi momenti del lancio ci furono prospettive molto rosee rispetto allo sviluppo numerico degli hot spot: le aspettative per la fine del 2003 erano sull ordine dei punti di collegamento attivi. Queste previsioni furono disattese completamente in quanto il numero effettivamente attivo di collegamenti wireless pubblici fu di 650 unità. Una crescita comunque del 78% in sei mesi. Il numero di hotspot pubblici è in continua crescita, il 2004 si è chiuso con 1275 hotspot attivi. Hotel e centri congressi fanno la parte del leone (si stima che 3 su 4 siano collocati all interno di tali strutture), anche se e questa è la novità degli ultimi mesi le aree di servizio sulle autostrade stanno iniziando a fornire connettività wi-fi agli utenti di passaggio 10. Crescita sostenuta, orientata ad integrare la connettività nei servizi legati all ospitalità, per un target di utenti i mobile worker in costante aumento e sempre più dotati di device connessi. Figura 9 Numero Hot Spot attivi in Italia H03 2H03 1H04 2H04 1H05 Fonte: MATE IT Research and Consulting Per quanto riguarda il numero attualmente attivo si stima che si siano superati i 1500 punti. A livello di Comunità Europea si stima per il 2005 una crescita importante: le installazioni dovrebbero passare dalle attuali a unità a fine anno. Mentre il 10 La connettività è realizzata da Linkem, ex Megabeam, che ha connesso 20 aree di servizio autostradali sulle tratte Milano-Bologna e Milano-Brescia. Pagina 18 di 26

19 numero di utenti, oggi intorno a 120 milioni, dovrebbe quadruplicare nei prossimi 3 anni, raggiungendo il mezzo miliardo. In Italia, inoltre, l eliminazione delle limitazioni nei locali aperti rappresenterà un altro fattore di sviluppo del fenomeno, unitamente alla possibilità di collegare con un mix di wi-max e di wi-fi le aree remote non coperte dalla larga banda tradizionale Servizi a valore aggiunto nel fatturato della telefonia mobile I modelli di consumo degli utenti di telefonia mobile sono in continua evoluzione, e questo si ripercuote sulla composizione dell ARPU (Average Revenue Per User) degli operatori. Il traffico voce resta la componente più importante dei ricavi delle società di telefonia mobile, ma la sua incidenza sta perdendo terreno nei confronti dei servizi a valore aggiunto (nonostante il traffico voce sia in continua crescita). Figura 10 Percentuale ARPU da VAS 16% 14% 12% 10,9% 14,1% 15,1% 15,7% 10% 8% 6% 4% 2% 5,2% 7,4% 0% H05 Fonte: Elaborazioni MATE-IT Research and Consulting su fonti varie Nel corso degli ultimi due anni la percentuale di ARPU generata dai VAS è progressivamente aumentata confermando il cambio di scenario competitivo tra i vari Pagina 19 di 26

20 operatori di telefonia mobile. Si è passati dal 5,2% registrato alla fine del 2000 al 15,7% del primo semestre I servizi innovativi iniziano, a fine 2004, a giocare un ruolo importante sul totale dei VAS. Elaborazioni di fonti varie 11, indicano come i servizi innovativi nel 2004 abbiano raggiunto il 26% del totale dei VAS, con il restante 74% rappresentato da SMS. La previsione è che nel 2007 i servizi innovativi rappresenteranno oltre la metà dei VAS (51%, secondo le stesse fonti). Di questo 51%, il 74% sarà rappresentato da contenuti e trasmissione dati, il 19% da MMS P2P e il 7% da videochiamate Approfondimento PMI Gli investimenti delle aziende italiane nel settore ICT sono stazionarie nel 2004 rispetto ai valori del 2003: un modesto 1,9% del PIL viene investito in IT 12, senza più il calo dello 0,4% registrato tra il 2003 e il Sono le medie e grandi imprese ad aver lievemente aumentato gli investimenti (+0,1%) 13, mentre la piccola impresa (1-49 addetti) è in calo del 3,3%. Notevoli progressi si registrano ancora nella qualità della connessione, con il predominio della banda larga anche per le aziende di dimensione media e piccola (dai 10 addetti in su). a. Connettività e acquisti online Quasi la totalità delle aziende (oltre il 98%) è ormai collegata alla Rete. Per quanto riguarda la tipologia di collegamento si assiste ad un continuo progresso delle tecnologie a banda larga a scapito dei collegamenti tradizionali (dial up analogico e ISDN). Nel corso del primo semestre del 2005, la banda larga ha ormai conquistato quasi quattro aziende su cinque, con la netta prevalenza della tecnologia DSL che da sola copre il 76% delle PMI. Infatti stanno quasi scomparendo i collegamenti dial-up, anche se rimane un nocciolo duro che difficilmente verrà eroso, in quanto alcune PMI italiane ancora sono a livello artigianale e non vedono futuri business nella Rete. La tipologia che maggiormente sta perdendo terreno nei confronti della DSL è l ISDN Elaborazioni pubblicate su Alfa, con fonti, Company data, IDC, Gartner, Ovum. Fonte: Federcomin Osservatorio semestrale della società dell informazione, su dati IDC. Fonte: Rapporto Assinform 2005, 1. semestre, Assinform/Net Consulting. Pagina 20 di 26

Situazione al quarto trimestre 2004

Situazione al quarto trimestre 2004 IL TERMOMETRO DELLA NET ECONOMY Situazione al quarto trimestre 2004 In collaborazione con Tavola dei contenuti 1. Temperatura Sistema Italia... 7 2. La situazione al 4 trimestre 2004... 8 2.1. L audience

Dettagli

Situazione al quarto trimestre 2003

Situazione al quarto trimestre 2003 IL TERMOMETRO DELLA NET ECONOMY Situazione al quarto trimestre 2003 In collaborazione con Tavola dei contenuti 1. Temperatura Sistema Italia... 5 2. La situazione al 4 trimestre 2003... 6 2.1. L audience

Dettagli

L OSSERVATORIO DELLA SOCIETÀ DELL INFORMAZIONE

L OSSERVATORIO DELLA SOCIETÀ DELL INFORMAZIONE L OSSERVATORIO DELLA SOCIETÀ DELL INFORMAZIONE Federcomin/MIT Osservatorio permanente della Società dell Informazione Sintesi a cura del Centro Studi Giugno 2005 Sommario 1. Il settore ICT in Italia...

Dettagli

IL TERMOMETRO DELLA NET ECONOMY

IL TERMOMETRO DELLA NET ECONOMY IL TERMOMETRO DELLA NET ECONOMY Situazione al quarto trimestre 2005 In collaborazione con Tavola dei contenuti Nota metodologica... 4 1. Temperatura Sistema Italia... 5 2. L audience della Rete... 8 3.

Dettagli

Cittadini e Innovazione Tecnologica: un mercato in continua crescita

Cittadini e Innovazione Tecnologica: un mercato in continua crescita 1 Cittadini e Innovazione Tecnologica: un mercato in continua crescita L Osservatorio semestrale della Società dell Informazione, realizzato da Federcomin, analizza semestralmente lo stato e le dinamiche

Dettagli

1. PREMESSA. Politecnico Innovazione 1

1. PREMESSA. Politecnico Innovazione 1 E-BUSINESS IN CIFRE 1. PREMESSA Valutare il grado di penetrazione dell e-business nelle Pmi significa analizzare qual è il ruolo che le tecnologie sono chiamate a svolgere all interno delle aziende: nelle

Dettagli

IL TERMOMETRO DELLA NET ECONOMY

IL TERMOMETRO DELLA NET ECONOMY IL TERMOMETRO DELLA NET ECONOMY Situazione al terzo trimestre 2006 In collaborazione con Tavola dei contenuti Nota metodologica... 4 1. Temperatura Sistema Italia... 5 2. L audience della Rete... 9 3.

Dettagli

E-Commerce. Commerce, vendere sul web. Stefano Mainetti Fondazione Politecnico di Milano. stefano.mainetti@polimi.it. Trento, 4 marzo 2010

E-Commerce. Commerce, vendere sul web. Stefano Mainetti Fondazione Politecnico di Milano. stefano.mainetti@polimi.it. Trento, 4 marzo 2010 E-Commerce Commerce, vendere sul web Stefano Mainetti Fondazione Politecnico di Milano stefano.mainetti@polimi.it Trento, 4 marzo 2010 E-Commerce Commerce: una definizione Il termine e-commerce indica

Dettagli

Nielsen Economic and Media Outlook

Nielsen Economic and Media Outlook Nielsen Economic and Media Outlook Giugno 2011 I CONTENUTI DI QUESTA EDIZIONE Scenario macroeconomico Tendenze nel mondo dei media Andamento dell advertising in Italia e nel mondo I contenuti di questa

Dettagli

La Stampa in Italia (2009 2011)

La Stampa in Italia (2009 2011) FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI La Stampa in Italia (2009 2011) Roma 18 aprile 2012 Quadro generale L andamento recessivo del Paese nella seconda metà del 2011 e le prospettive di accentuazione di

Dettagli

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese toscane: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese toscane: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese toscane: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Presentati i risultati dello studio di UniCredit, dedicato

Dettagli

Vantaggi della sottoscrizione di più servizi associati alle tariffe ADSL e. telefono: stima del risparmio

Vantaggi della sottoscrizione di più servizi associati alle tariffe ADSL e. telefono: stima del risparmio Vantaggi della sottoscrizione di più servizi associati alle tariffe ADSL e telefono: stima del risparmio Indice: Introduzione 1 Il panorama delle Telecomunicazioni in Italia 1 L'evoluzione delle tariffe

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

"L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia"

L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia "L impatto dell Information Technology sulle aziende del terziario in Italia" Sintesi per la stampa Ricerca promossa da Microsoft e Confcommercio realizzata da NetConsulting Roma, 18 Marzo 2003 Aziende

Dettagli

INDAGINE APRILE 2016

INDAGINE APRILE 2016 INDAGINE APRILE 2016 COMUNICATO STAMPA MILANO, 1 APRILE 2016 La crisi è passata anzi no, italiani confusi rispetto alla crisi e alla sua durata: il 33% degli intervistati ritiene che sia in atto una debole

Dettagli

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese pugliesi: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati

Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese pugliesi: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Nono Rapporto UniCredit sulle piccole imprese La digitalizzazione delle imprese pugliesi: efficienza, innovazione e conquista di nuovi mercati Presentati oggi i risultati dello studio di UniCredit, dedicato

Dettagli

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato

Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato 1 Nel 2006, ultimo anno che ha fatto segnare un incremento delle vendite, si vendevano 5,5 milioni di copie al giorno; in un lustro si è bruciato quindi un milione di copie, pari a poco meno del 20% del

Dettagli

STRATEGIE DIGITALI PER IL BUSINESS. in collaborazione con

STRATEGIE DIGITALI PER IL BUSINESS. in collaborazione con STRATEGIE DIGITALI PER IL BUSINESS in collaborazione con FACEBOOK PER IL BUSINESS MODULO BASE A giugno 2014 Facebook festeggia 30 milioni di piccole imprese attive con una pagina aziendale sui propri canali.

Dettagli

e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati al 31 Marzo 2004

e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati al 31 Marzo 2004 Relazione trimestrale Marzo 2004 Class Editori S.p.A. e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati al 31 Marzo 2004 La relazione trimestrale

Dettagli

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Osservatorio trimestrale sulle unicazioni (*) - Aggiornamento al 30 giugno 2014 - (*) - I valori indicati nelle figure che seguono rappresentano elaborazioni

Dettagli

EBITDA pari a 13,2 milioni di Euro nel quarto trimestre 2002

EBITDA pari a 13,2 milioni di Euro nel quarto trimestre 2002 Il Consiglio di Amministrazione del Gruppo Tiscali ha approvato i risultati del quarto trimestre 2002. Raggiunto l obiettivo del pareggio a livello di EBITDA per l esercizio 2002 EBITDA pari a 13,2 milioni

Dettagli

Ecommerce, opportunità digitale per aziende e consumatori. Roberto liscia Presidente Netcomm

Ecommerce, opportunità digitale per aziende e consumatori. Roberto liscia Presidente Netcomm Ecommerce, opportunità digitale per aziende e consumatori Roberto liscia Presidente Netcomm 10-11 Ottobre 2012 SOCI Le attività del Consorzio Netcomm ATTIVITÀ DI LOBBYNG RICERCHE NETWORKING AREA BLOG WORKSHOP

Dettagli

Aprile 2006: Numero 7

Aprile 2006: Numero 7 Aprile 2006: Numero 7 NEWSLETTER FINANZIARIA POLIGRAFICA SAN FAUSTINO La Newsletter è disponibile online all indirizzo www.psf.it Alberto Frigoli In questo numero: - Lettera del Presidente - Evoluzione

Dettagli

COMUNE DI REGGIO EMILIA. Osservatorio economico, coesione sociale, legalità Economia e Credito Luglio 2010

COMUNE DI REGGIO EMILIA. Osservatorio economico, coesione sociale, legalità Economia e Credito Luglio 2010 Osservatorio economico, coesione sociale, legalità Economia e Credito Luglio 21 1 Pagina Pagina Pagina Demografia delle imprese reggiane Andamento congiunturale Fallimenti Pagina Pagina Protesti Credito

Dettagli

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Ad aprile continua la flessione della domanda di credito da parte di famiglie e imprese: -3% i prestiti, -9% i mutui richiesti dalle famiglie;

Dettagli

DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC

DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC DOCUMENTO DI ILLUSTRAZIONE DELLO SCENARIO ECONOMICO DELLA FILIERA TLC INCONTRO 31 GENNAIO 2012 TRA ASSTEL E SLC-CGIL, FISTEL-CISL E UILCOM-UIL SUL RINNOVO DEL CONTRATTO COLLETTIVO DI LAVORO Sviluppo e

Dettagli

DALL INIZIO DELLA CRISI PERSI 109 MILIARDI DI INVESTIMENTI

DALL INIZIO DELLA CRISI PERSI 109 MILIARDI DI INVESTIMENTI DALL INIZIO DELLA CRISI PERSI 109 MILIARDI DI INVESTIMENTI Mezzi di trasporto (-43,4 per cento), opere pubbliche (-38,6 per cento) e casa (-31,6 per cento) sono stati i settori più colpiti. ========================================

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Osservatorio trimestrale sulle Telecomunicazioni (*) -Aggiornamento al 31 marzo 2013 - (*) - I valori indicati nelle figure che seguono rappresentano elaborazioni

Dettagli

Osservatorio SosTariffe.it ADSL Consumer

Osservatorio SosTariffe.it ADSL Consumer Osservatorio SosTariffe.it ADSL Consumer Le tariffe per l abbonamento ADSL in Europa: analisi su prezzi e velocità proposti dai principali Provider europei INDICE p. 1 1. Le tariffe ADSL in Europa e in

Dettagli

NIELSEN ECONOMIC AND MEDIA OUTLOOK

NIELSEN ECONOMIC AND MEDIA OUTLOOK NIELSEN ECONOMIC AND MEDIA OUTLOOK Ottobre 2012 Press briefing 5 ottobre 2012 Scenario macro economico Focus Internet Andamento dell advertising in Italia e nel mondo La linea del tempo degli investimenti

Dettagli

ANIE ENERGIA: 2015 ANNO DEL RILANCIO PER IL SETTORE ELETTRICO

ANIE ENERGIA: 2015 ANNO DEL RILANCIO PER IL SETTORE ELETTRICO ANIE ENERGIA: 2015 ANNO DEL RILANCIO PER IL SETTORE ELETTRICO Un indagine di ANIE Energia analizza le possibili evoluzioni del mercato interno di inverter, sistemi di accumulo e colonnine di ricarica.

Dettagli

Le vendite della Grande Distribuzione Organizzata in Toscana

Le vendite della Grande Distribuzione Organizzata in Toscana Le vendite della Grande Distribuzione Organizzata in Toscana Consuntivo 1 semestre e luglio-agosto Ufficio Studi Novembre Indice 1. Considerazioni generali....3 2. Il fatturato di vendita della Grande

Dettagli

Osservatorio Multicanalità 2007 La multicanalità paga allo scaffale?

Osservatorio Multicanalità 2007 La multicanalità paga allo scaffale? Osservatorio Multicanalità 2007 Main Sponsor Associate Sponsor Media Partner Agenda Progetto multicanalità nel largo consumo Chi è il consumatore multicanale oggi Obiettivi Struttura del progetto Metodologie

Dettagli

NON DIVULGABILE. Digital Display Advertising. Come costruire e proporre una campagna web sui media specializzati. Le guide ANES. www.anesdigital.

NON DIVULGABILE. Digital Display Advertising. Come costruire e proporre una campagna web sui media specializzati. Le guide ANES. www.anesdigital. Le guide ANES Digital Display Advertising Come costruire e proporre una campagna web sui media specializzati ANES - Associazione Nazionale Editoria Periodica Specializzata Via Crocefisso 5-20122 Milano

Dettagli

EDIZIONE N. 37 Aprile 2015 ECOMMERCE INDEX. Evoluzione degli acquisti online degli italiani. Una ricerca di Human Highway www.humanhighway.

EDIZIONE N. 37 Aprile 2015 ECOMMERCE INDEX. Evoluzione degli acquisti online degli italiani. Una ricerca di Human Highway www.humanhighway. EDIZIONE N. 37 Aprile 2015 ECOMMERCE INDEX Evoluzione degli acquisti online degli italiani Una ricerca di Human Highway www.humanhighway.it NET RETAIL Alcuni indicatori del fenomeno in Italia 16,9 milioni

Dettagli

L'eCommerce B2c in Italia: le prime evidenze per il 2014

L'eCommerce B2c in Italia: le prime evidenze per il 2014 L'eCommerce B2c in Italia: le prime evidenze per il 2014 Osservatorio ecommerce B2c Netcomm - School of Management Politecnico di Milano 20 Maggio 2014 L Osservatorio ecommerce B2c L Osservatorio ecommerce

Dettagli

II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA

II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA II L EVOLUZIONE DELL ECONOMIA ITALIANA II.1 L Economia Italiana nel 2004 Gli Sviluppi Recenti Dopo la battuta d arresto avvenuta alla fine dell anno scorso, l economia italiana è tornata a crescere nel

Dettagli

La Stampa in Italia 2008 2010

La Stampa in Italia 2008 2010 FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI La Stampa in Italia 2008 2010 Roma 13 aprile 2011 Le ricadute della crisi economica sul settore dell editoria giornalistica nel biennio 2008-2009 sono state pesanti.

Dettagli

SCENARI DEL TURISMO. 11-12 2015 www.mastermeeting.it

SCENARI DEL TURISMO. 11-12 2015 www.mastermeeting.it Smartphone e Tablet hanno registrato tassi di crescita in termini di acquisti turistici pari rispettivamente al 70% e al 20%. Credit: Sony Xperia Cresce il turismo in Italia, giunto ormai nel 2015 a un

Dettagli

Le evidenze dell analisi del patrimonio informativo di EURISC Il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF

Le evidenze dell analisi del patrimonio informativo di EURISC Il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF Barometro CRIF della domanda di credito da parte delle famiglie: a ottobre ancora vivace la domanda di mutui (+42,5%) e prestiti finalizzati (+17,8%). In controtendenza, si consolida la flessione dei prestiti

Dettagli

Buongiorno Vitaminic S.p.A.

Buongiorno Vitaminic S.p.A. Buongiorno Vitaminic è una società operativa dal 16 luglio del 2003, nata dall integrazione tra le attività di Buongiorno (società operante nell ambito dei servizi alle imprese via mail e telefono) e Vitaminic

Dettagli

Banda larga. Asset strategico per la competitività del territorio

Banda larga. Asset strategico per la competitività del territorio Banda larga Asset strategico per la competitività del territorio La strategia digitale di Confindustria Verona Iniziative volte a promuovere la riduzione del digital divide culturale e infrastrutturale:

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del 1 trimestre 2004 Ruud Huisman CEO del Gruppo

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del 1 trimestre 2004 Ruud Huisman CEO del Gruppo Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del 1 trimestre 2004 Ruud Huisman CEO del Gruppo 267,1 milioni di Euro di ricavi, in crescita del 26% rispetto al primo trimestre 2003 Crescita

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Osservatorio trimestrale sulle Telecomunicazioni (*) - Settembre 211 - (*) - I valori indicati nelle figure che seguono rappresentano elaborazioni e stime dell

Dettagli

Lunedì 4 marzo 2002. Amministratore Delegato E-Venture

Lunedì 4 marzo 2002. Amministratore Delegato E-Venture Seminario Lunedì 4 marzo 2002 Amedeo Levorato Amministratore Delegato E-Venture Embedded Internet Da Media a Mezzo Chi guarda le auto che passano? 1 Lo scenario macroeconomico L economia europea ha vissuto

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Osservatorio trimestrale sulle unicazioni (*) - Aggiornamento al 31 dicembre 2013 - (*) - I valori indicati nelle figure che seguono rappresentano elaborazioni

Dettagli

LA RETE E LE IMPRESE: LA SECONDA FASE

LA RETE E LE IMPRESE: LA SECONDA FASE LA RETE E LE IMPRESE: LA SECONDA FASE Giampio Bracchi Presidente Fondazione Politecnico di Milano Convegno ABI Internet e la Banca Roma,1 dicembre 2003 Economia della rete nel mondo, trasformazione e crescita:

Dettagli

Nel 2014 crescita record della domanda di mutui (+30,6%) ma calano ancora le richieste di prestiti da parte delle famiglie (-2,0%).

Nel 2014 crescita record della domanda di mutui (+30,6%) ma calano ancora le richieste di prestiti da parte delle famiglie (-2,0%). BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI CREDITO DA PARTE DELLE FAMIGLIE Nel 2014 crescita record della domanda di mutui (+30,6%) ma calano ancora le richieste di prestiti da parte delle famiglie (-2,0%). Le evidenze

Dettagli

Osservatorio SosTariffe.it ADSL CONSUMER

Osservatorio SosTariffe.it ADSL CONSUMER 1 Osservatorio SosTariffe.it ADSL CONSUMER ADSL E TELEFONIA DOMESTICA: LE MIGLIORI SOLUZIONI PER CONNETTERSI E TELEFONARE DA CASA INDICE p. 1 1. Introduzione p.2 2. I profili di consumo: l utilizzo di

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Osservatorio trimestrale sulle unicazioni (*) - Aggiornamento al 30 settembre 2014 - (*) - I valori indicati nelle figure che seguono rappresentano elaborazioni

Dettagli

La Stampa in Italia (2010 2012)

La Stampa in Italia (2010 2012) (2010 2012) Roma 5 giugno 2013 La crisi dell editoria quotidiana e periodica: la negativa congiuntura economica, l evoluzione tecnologica e i fattori di criticità strutturali L editoria quotidiana e periodica

Dettagli

Quello che trascuri del web potrebbe finire con l ucciderti. (Bob Phibbs)

Quello che trascuri del web potrebbe finire con l ucciderti. (Bob Phibbs) 1 Quello che trascuri del web potrebbe finire con l ucciderti (Bob Phibbs) 2 Via della Conciliazione 3 Via della Conciliazione 4 Negozi vuoti per la contrazione dei consumi Le lunghe code per comprare

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 Sono 383.883 le imprese nate nel 2012 (il valore più basso degli ultimi otto anni e 7.427 in meno rispetto al 2011), a fronte delle quali 364.972 - mille ogni

Dettagli

Situazione al primo trimestre 2005

Situazione al primo trimestre 2005 IL TERMOMETRO DELLA NET ECONOMY Situazione al primo trimestre 2005 In collaborazione con Tavola dei contenuti 1. Temperatura Sistema Italia... 7 2. La situazione al 1 trimestre 2005... 8 2.1. L audience

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Osservatorio trimestrale sulle Telecomunicazioni (*) - Aggiornamento al 30 settembre 2013 - (*) - I valori indicati nelle figure che seguono rappresentano elaborazioni

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 16 DICEMBRE 2010 Microimprese ancora in affanno ma emergono i primi timidi segnali di miglioramento negli investimenti Calano

Dettagli

Poligrafici Editoriale

Poligrafici Editoriale COMUNICATO STAMPA (redatto ai sensi della Delibera Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche e integrazioni) Il Consiglio di Amministrazione approva la Relazione Finanziaria semestrale

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Attesa una crescita organica dei ricavi di Gruppo tra 3% ed il 4%

COMUNICATO STAMPA. Attesa una crescita organica dei ricavi di Gruppo tra 3% ed il 4% COMUNICATO STAMPA ILLUSTRATE ALLA COMUNITA FINANZIARIA LE STRATEGIE E GLI OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2006-2008 DEL GRUPPO TELECOM ITALIA E DELLA BUSINESS UNIT OPERATIONS Attesa una crescita organica dei

Dettagli

Per distinguersi in un mercato fortemente concentrato,

Per distinguersi in un mercato fortemente concentrato, DALLE TARIFFE ALLA CRESCITA UN ASSICURATORE GLOBALE CHE COPRE I BISOGNI DEL CLIENTE ANCHE IN AMBITI COME LA SALUTE, L ABITAZIONE, LA SICUREZZA PATRIMONIALE. TRA RIGORE TECNICO, RICHIESTA DI FLESSIBILITÀ

Dettagli

Monitor semestrale Internet in Italia. I semestre 2012

Monitor semestrale Internet in Italia. I semestre 2012 Monitor semestrale Internet in Italia I semestre 2012 Luglio 2012 Indice Premessa Pag. 2 Sintesi Pag. 3 Le dimensioni complessive del mercato Pag. 6 L offerta e l audience di Rai Pag. 11 Rai nel contesto

Dettagli

PROGETTO LOCAL CASA Local Casa è il progetto mirato sul territorio

PROGETTO LOCAL CASA Local Casa è il progetto mirato sul territorio PROGETTO LOCAL CASA Il mercato immobiliare ha trovato in internet un utile alleato per dare risposte rapide ed efficaci come mai era stato possibile in passato. Il trend degli ultimi anni conferma tale

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Osservatorio trimestrale sulle Telecomunicazioni (*) - Aggiornamento al 31 Dicembre 2011 - (*) - I valori indicati nelle figure che seguono rappresentano elaborazioni

Dettagli

L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015

L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015 Maggio 2015 L industria dentale italiana e il mercato di riferimento Maggio 2015 Presentazione Rapporto UNIDI definitivo sul mercato 2013 e stima 2014 Il progetto KEY-STONE Presentazione rapporto sul periodo

Dettagli

Rimini - 23 giugno 2005. Patrizio Fausti Responsabile e-government della Provincia di Roma

Rimini - 23 giugno 2005. Patrizio Fausti Responsabile e-government della Provincia di Roma Rimini - 23 giugno 2005 Patrizio Fausti Responsabile e-government della Provincia di Roma Esiste il digital divide nei territori periferici? La discriminazione nasce dalla carenza di infrastrutture o da

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo trimestre 2013

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo trimestre 2013 Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del primo trimestre 2013 Cagliari, 14 maggio 2013 Il Consiglio di Amministrazione di ha approvato i risultati al 31 marzo 2013. Ricavi consolidati

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2015 1. Venezia Evoluzione delle compravendite. Settore residenziale Settore non residenziale (1)

NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 2015 1. Venezia Evoluzione delle compravendite. Settore residenziale Settore non residenziale (1) Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Novembre 215 Venezia VENEZIA NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A OTTOBRE 215 1 Venezia Evoluzione delle compravendite Figura 1 Settore residenziale Settore

Dettagli

VENDERE STAMPA ONLINE PER VIRTÙ E NON PER NECESSITÀ! Caratteristiche e dinamiche della vendita online

VENDERE STAMPA ONLINE PER VIRTÙ E NON PER NECESSITÀ! Caratteristiche e dinamiche della vendita online VENDERE STAMPA ONLINE PER VIRTÙ E NON PER NECESSITÀ! Caratteristiche e dinamiche della vendita online Hotel Novotel Milano Nord Ca' Granda - 19 maggio 2014 Carloalberto Baroni 38 anni - Web Project Manager

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni. Relazione annuale 2013 sull attività svolta e sui programmi di lavoro

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni. Relazione annuale 2013 sull attività svolta e sui programmi di lavoro Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Relazione annuale 2013 sull attività svolta e sui programmi di lavoro Roma, 9 luglio 2013 AGENDA 2 Introduzione L ecosistema digitale: la dieta degli italiani

Dettagli

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI

SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI SINTESI DEI RAPPORTI NET CONSULTING SULL USO DELL ICT NELLE 4 MACROAREE NAZIONALI PREMESSA L importanza crescente delle caratteristiche locali nello spiegare l andamento industriale ed economico del Paese

Dettagli

Le imprese di telecomunicazioni

Le imprese di telecomunicazioni Le imprese di telecomunicazioni Anno 2004 6 giugno 2006 L Istat rende disponibili i principali risultati, relativi al 2004, della rilevazione annuale sulle imprese di telecomunicazioni. L indagine, di

Dettagli

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Agosto 2012 Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Aumentano le imprese con Ebitda insufficiente per sostenere oneri e debiti finanziari Alla ricerca della marginalità perduta Sintesi dei risultati

Dettagli

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni

Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Autorità per le garanzie nelle comunicazioni Osservatorio trimestrale sulle unicazioni (*) -Aggiornamento al 30 giugno 2013 - (*) - I valori indicati nelle figure che seguono rappresentano elaborazioni

Dettagli

Ma che prezzo ha il libro

Ma che prezzo ha il libro Ma che prezzo ha il libro Più Libri Più Liberi Roma, 7 dicembre 2009 Alcuni dati di scenario: Gli acquirenti online in Europa: Italia 11%, Francia 40%, Germania 53% media europea 32% (sul totale della

Dettagli

COMUNICATO STAMPA PRICE SENSITIVE AI SENSI DEL TESTO UNICO DELLA FINANZA E DEL REGOLAMENTO CONSOB

COMUNICATO STAMPA PRICE SENSITIVE AI SENSI DEL TESTO UNICO DELLA FINANZA E DEL REGOLAMENTO CONSOB COMUNICATO STAMPA PRICE SENSITIVE AI SENSI DEL TESTO UNICO DELLA FINANZA E DEL REGOLAMENTO CONSOB Gruppo Espresso: il consiglio di amministrazione approva i risultati consolidati del primo semestre 2008.

Dettagli

Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO. I risultati del comparto siderurgico. Apparecchi meccanici. Macchine elettriche

Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO. I risultati del comparto siderurgico. Apparecchi meccanici. Macchine elettriche Osservatorio24 def 27-02-2008 12:49 Pagina 7 Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO 2.1 La produzione industriale e i prezzi alla produzione Nel 2007 la produzione industriale

Dettagli

Economia italiana e settori industriali

Economia italiana e settori industriali OPEN DAY ATTIVITÀ INTERNAZIONALI ANIE Economia italiana e settori industriali Stefania Trenti Direzione Studi e Ricerche Milano, 16 dicembre 2015 Italia: il gap con l Eurozona si sta riducendo Su base

Dettagli

Industria: I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012

Industria: I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012 34indicatori Industria: stabile la produzione I risultati dell indagine congiunturale sul 1 trimestre 2012 E. S. Produzione sugli stessi livelli dello scorso anno, debole la domanda interna, ma rimane

Dettagli

PROSPETTIVE DEL MERCATO IMMOBILIARE BUSINESS DI MONZA E BRIANZA NELLA COMPETIZIONE TRA TERRITORI. Elena Molignoni

PROSPETTIVE DEL MERCATO IMMOBILIARE BUSINESS DI MONZA E BRIANZA NELLA COMPETIZIONE TRA TERRITORI. Elena Molignoni PROSPETTIVE DEL MERCATO IMMOBILIARE BUSINESS DI MONZA E BRIANZA NELLA COMPETIZIONE TRA TERRITORI Elena Molignoni Mercato dei capannoni industriali Il comparto dei capannoni industriali ha evidenziato nel

Dettagli

Class Editori S.p.A. e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati

Class Editori S.p.A. e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati Class Editori S.p.A. e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati La relazione trimestrale è redatta su base consolidata in quanto la

Dettagli

LE PIATTAFORME TECNOLOGICHE PIU' DINAMICHE

LE PIATTAFORME TECNOLOGICHE PIU' DINAMICHE L ITALIA DELL E-FAMILY RAPPORTO 2005 In collaborazione con Niche Consulting EXECUTIVE SUMMARY 1.1 LA TECNOLOGIA IN CASA: NEL 2004 UNA CRESCITA DIFFERENZIATA Per quasi un decennio e fino al 2003 la diffusione

Dettagli

Strategie della Regione del Veneto per lo sviluppo della. Le iniziative nella provincia di Belluno. La banda larga tra presente e futuro

Strategie della Regione del Veneto per lo sviluppo della. Le iniziative nella provincia di Belluno. La banda larga tra presente e futuro La banda larga tra presente e futuro Strategie della Regione del Veneto per lo sviluppo della Banda Larga. Le iniziative nella provincia di Belluno Villa Patt di Sedico Belluno,18 marzo 2009 A cura di:

Dettagli

Gli Internet Provider e le Piccole e Medie Imprese

Gli Internet Provider e le Piccole e Medie Imprese di Corrado Giustozzi e Pierluigi Ascani Torniamo dopo un anno a parlare del ruolo degli Internet Provider nella catena del valore delle piccole e medie imprese, per verificare se e quanto le aziende italiane

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI Grexit butta acqua sul fuoco" della ripresa, ma non la ferma MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI In Italia c'è ancora incertezza, ma piace agli investitori esteri Il no greco getta acqua sul fuoco

Dettagli

ICT in Italia Occupazione e professioni nell ICT

ICT in Italia Occupazione e professioni nell ICT ICT in Italia Occupazione e professioni nell ICT Ercole Colonese RUBIERRE srl Consulenti di Direzione ercole@colonese.it www.colonese.it Roma, 2008 Occupazione e professioni nell ICT Rapporto 2006 L evoluzione

Dettagli

Newsletter Retail LA LETTERA DEL PRESIDENTE INDICE. NEWSLETTER RETAIL 07 Aprile 2006 http://company.fastweb.it

Newsletter Retail LA LETTERA DEL PRESIDENTE INDICE. NEWSLETTER RETAIL 07 Aprile 2006 http://company.fastweb.it Newsletter Retail La lettera del Presidente L evoluzione del mercato Il posizionamento di FASTWEB nel mercato tlc italiano L espansione geografica Risultati economico-finanziari 2005 FASTWEB in borsa L

Dettagli

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management EDILIZIA di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management DEFINIZIONE DEL SETTORE Nel settore edilizio possono essere individuati 2 micro-settori: edilizia residenziale in conto proprio:

Dettagli

Il mercato dell involucro edilizio in Italia nel 2010

Il mercato dell involucro edilizio in Italia nel 2010 Il mercato dell involucro edilizio in Italia nel 2010 Indice 2 Sintesi 3 Cos era avvenuto nel 2009 4 Cosa sta accadendo nel 2010 6 Estratto dall osservatorio Uncsaal sul primo quadrimestre 2010 Sintesi

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2011

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2011 SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE COMUNICATO STAMPA CRESCE DEL 4,3 PER CENTO IL RISPARMIO GESTITO IN IMMOBILI TOTALE MONDIALE A 1.450 MILIARDI DI EURO OBIETTIVO 100 MILIARDI

Dettagli

Trimestrale Class Editori:

Trimestrale Class Editori: Informazione al pubblico ai sensi della Delibera Consob n.11971 del 14 maggio 1999 Trimestrale Class Editori: Ricavi A 24,5 milioni di euro, Costi a 22,1 milioni, in calo del 4,85%, Margine di contribuzione

Dettagli

Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring

Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring Factoring tour: Torino Imprese e finanza nella prospettiva della ripresa economica e di Basilea 3: il ruolo del factoring La finanza delle imprese tra crisi e ripresa Mario Valletta Università degli Studi

Dettagli

Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue

Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue Rassegna Stampa del 3 aprile 2015 Trasporto pubblico, servono 40 mld per colmare il gap con gli altri paesi Ue E' QUANTO EMERGE DALL ANALISI CONDOTTA A LIVELLO MONDIALE DALLA SOCIETÀ GLOBALE DI CONSULENZA

Dettagli

Media Monthly Report. Marzo 2010

Media Monthly Report. Marzo 2010 Media Monthly Report Marzo 2010 Media Monthly Report Marzo 2010 The Nielsen Company, Media Indicatori macroeconomici Andamento dei consumi Investimenti pubblicitari Audience tv e Internet Clicca qui per

Dettagli

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi. BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Dettagli

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA Hannover Messe 2014 Walking Press Conference, 8 Aprile 2014 L industria Elettrotecnica ed Elettronica in Italia ANIE rappresenta da sessant anni l industria

Dettagli

Mobile Advertising & Marketing: radiografia di uno scenario promettente

Mobile Advertising & Marketing: radiografia di uno scenario promettente Advertising & Marketing: radiografia di uno scenario promettente Marta Valsecchi - Responsabile Ricerca Osservatorio Marketing & Service Ecosystem: il circolo virtuoso è in atto In arrivo i wearable device

Dettagli

(All) Digital Monitor

(All) Digital Monitor (All) Digital Monitor 1 Trend TV Digitale Il rilevamento del Digital Monitor effettuato fra Febbraio e Marzo del 2013 fotografa una fase ormai matura della digitalizzazione televisiva, con le ultime tappe

Dettagli

La misurazione degli investimenti nel turismo

La misurazione degli investimenti nel turismo OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE Novembre 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine rilevazione: ottobre 2013 Casi: 352 Periodo

Dettagli

Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi35annida3profondecrisi.nel1983,acausadella stagnazione economica e di un alto tasso

Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi35annida3profondecrisi.nel1983,acausadella stagnazione economica e di un alto tasso Il mercato italiano dell auto è stato caratterizzato negli ultimi35annida3profondecrisi.nel1983,acausadella stagnazione economica e di un alto tasso di inflazione, il mercato ha avuto un calo improvviso

Dettagli

Il mercato immobiliare a Bologna nel 2012. Luglio 2013

Il mercato immobiliare a Bologna nel 2012. Luglio 2013 Il mercato immobiliare a Bologna nel 2012 Luglio 2013 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione a cura di: Marisa Corazza Mappe a cura di:

Dettagli