ASSEGNI per il NUCLEO FAMILIARE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ASSEGNI per il NUCLEO FAMILIARE"

Transcript

1 Guida agli ASSEGNI per il NUCLEO FAMILIARE A cura del Centro Studi Iulius Herodes edizione chiusa in tipografia agosto 2014 ISO-BARE 20007

2 ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE Pag. 4.REGOLE GENERALI Pag. 5.NUCLEO FAMILIARE Composizione Pag. 6.NUCLEO FAMILIARE Esclusioni Pag. 7.CASI PARTICOLARI Pag. 8.REDDITI Pag. 9.REDDITI Esclusioni Pag. 10..PART TIME Pag. 11..DOMANDA - ITER ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE DEI COMUNI Pag. 13..REGOLE GENERALI VARIE Pag. 15..ADR: A DOMANDA RISPONDE

3 NO PINA, NO! TI PREGO! UN ALTRA FIGLIA COME MARIANGELA PER AUMENTARE GLI ASSEGNI FAMILIARI NOOOOOOOOOO!!! ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE Pag. 4 REGOLE GENERALI Pag. 5 NUCLEO FAMILIARE - Composizione Pag. 6 NUCLEO FAMILIARE - Esclusioni Pag. 7 CASI PARTICOLARI Pag. 8 REDDITI Pag. 9 REDDITI Esclusioni Pag. 10.PART TIME Pag. 11.DOMANDA - ITER

4 REGOLE GENERALI L Assegno per il Nucleo Familiare (ANF) è una tra le più note prestazioni di sostegno al reddito a favore di famiglie dei lavoratori dipendenti, titolari di pensione, titolari di prestazioni previdenziali, i cui redditi complessivi siano al di sotto dei limiti stabiliti per legge di anno in anno. Per i livelli reddituali per il periodo 1 luglio giungo 2014 vedasi Circolare INPS n. 84 del 25/5/2013 e relativa tabella allega. L ammontare dell Assegno varia in funzione: della tipologia del nucleo familiare, del numero di coloro che compongono il nucleo familiare, nonché dei redditi complessivi del nucleo familiare; l Assegno é erogato direttamente dal datore di lavoro. Il coniuge del richiedente, che non sia a sua volta titolare di un proprio diritto a riscuotere l Assegno al Nucleo Familiare in virtù di un rapporto di lavoro dipendente (o di una prestazione previdenziale -pensione- derivante da un rapporto di lavoro dipendente), ha la possibilità di farsi liquidare la prestazione compilando l apposita sezione presente nel modulo di richiesta standard (SR56_ANF559). In questo caso la prestazione sarà liquidata mediante accredito su conto corrente bancario o postale. Qualsiasi variazione che dovesse intervenire nel reddito e/o nella composizione del nucleo familiare durante il periodo di richiesta dell Assegno, deve essere comunicata entro 30 giorni. E possibile chiedere la liquidazione degli Assegni anche per periodi pregressi nel limite massimo di 5 anni. Pagina 4

5 NUCLEO FAMILIARE COMPOSIZIONE FANNO PARTE DEL NUCLEO FAMILIARE Colui che richiede l assegno (lavoratore dipendente, pensionato o titolare prestazione previdenziale) Il CONIUGE non legalmente ed effettivamente separato (anche non convivente o che non abbia lasciato la famiglia) I FIGLI di età inferiori a 18 anni (conviventi e no) I FIGLI di età compresa tra i 18 anni (compiuti) ed i 21 anni (non compiuti) a condizione che siano studenti od apprendisti e che il nucleo sia composto da almeno quatto figli, tutti di età inferiore a 26 anni I FIGLI maggiorenni inabili -non coniugati- che si trovano, per difetto fisico o mentale, nella assoluta e permanente impossibilità di lavorare I FRATELLI e le SORELLE, nonché i NIPOTI del richiedente, minorenni o maggiorenni inabili, se orfani di entrambi i genitori, senza aver raggiunto il diritto alla pensione prevista per i superstiti e non coniugati I NIPOTI in linea retta di età inferiore a 18 anni che vivono a carico dell ascendente Gli stranieri che nel loro Paese risultano essere poligami possono inserire una sola moglie. In linea collaterale od in linea retta non a carico dell ascendente. Pagina 5

6 NUCLEO FAMILIARE ESCLUSIONI SONO ESCLUSI DAL NUCLEO FAMILIARE Il CONIUGE legalmente ed effettivamente separato Il CONIUGE che ha abbandonato la famiglia I FIGLI affidati all altro coniuge o ex coniuge (in caso di separazione legale o divorzio) I FIGLI, riconosciuti da entrambi i genitori, che non convivono con il richiedente I FIGLI del richiedente coniugato che non sono inseriti nella sua famiglia legittima I FIGLI maggiorenni non inabili a svolgere un proficuo lavoro I figli minorenni e maggiorenni inabili che sono coniugati; I FRATELLI e le SORELLE, nonché i NIPOTI del richiedente -anche se minorenni o inabili- che sono orfani di un solo genitore o che siano titolare della pensione prevista per i superstiti, oppure che siano sposati I GENITORI e gli altri ASCENDENTI (nonni etc.) I FAMILIARI del cittadino straniero non residenti in Italia Pagina 6

7 CASI PARTICOLARI Nel caso in cui il nucleo familiare sia composta anche da una delle figure sotto indicate, è necessario che la domanda volta ad al riconoscimento dell Assegno ottenga la preventiva AUTORIZZAZIONE da parte dell INPS: FIGLI di coniugi legalmente separati o divorziati, o in stato di abbandono FIGLI nati fuori del matrimonio e riconosciuti da entrambi i genitori FIGLI del coniuge nati dal precedente matrimonio sciolto per divorzio FIGLI di età compresa tra i 18 anni (compiuti) ed i 21 anni (da compiere), a condizione che siano studenti od apprendisti e che il nucleo sia composto da almeno quatto figli, tutti di età inferiore a 26 anni FRATELLI, SORELLE e NIPOTI orfani di entrambi i genitori e senza diritto alla pensione ai superstiti NIPOTI minori a carico del richiedente-nonno/a FAMILIARI maggiorenni inabili, se non in possesso di documenti attestanti l inabilità al 100% FAMILIARI minorenni incapaci a svolgere funzioni o compiti propri della loro età (se non in possesso della documentazione che attesta il diritto all indennità di accompagnamento) FAMILIARI residenti all estero in uno stato dell Unione Europea o in uno stato convenzionato MINORI affidati a strutture pubbliche e collocati in famiglia ( accasamento etero familiare) Mancata sottoscrizione da parte del CONIUGE del richiedente della dichiarazione presente sul modulo di domanda dell Assegno da presentare al datore di lavoro L autorizzazione deve essere presentata all INPS utilizzando una delle seguenti modalità: WEB avendo cura di premunirsi del PIN da usare per accedere al servizio Invio OnLine di Domande di prestazione di Sostegno del Reddito funzione Anf CONTACT CENTER numero gratuito da rete fissa (oppure da rete mobile a pagamento al numero ) PATRONATI il servizio è fornito gratuitamente per i nostri iscritti L autorizzazione così ottenuta avrà validità per un periodo di 5 anni. Pagina 7

8 REDDITI Al fine di determinare se, ed in che misura, spetti l Assegno, è necessario determinare il REDDITO complessivo del nucleo familiare. Il Reddito complessivo è dato dalla somma dei redditi percepiti da ciascuno dei componenti del nucleo familiare. REDDITI DA DICHIARARE Devono essere sommate le seguenti tipologie di reddito: Redditi assoggettabili ad IRPEF al lordo degli oneri deducibili, delle detrazioni d imposta, delle ritenute dell erario. più Esenti da Imposta Redditi Soggetti a Rit. alla Fonte a Titolo d Imposta Soggetti a Imposta Sostitutiva SOLO se complessivamente superano uro 1.032,91 PERIODO Devono essere presi in considerazione i redditi prodotti nell anno solare (1 gennaio 31 dicembre) che precede il 1 luglio di ogni anno, e saranno validi fino al 30 giugno dell anno successivo. Esempi: Richieste riguardanti periodi compresi nel 1 semestre 2014 (1 gennaio 30 giugno) Redditi conseguiti nell anno solare 2012 Richieste riguardanti periodi compresi nel 2 semestre 2014 (1 luglio 31 dicembre) Redditi conseguiti nell anno solare 2013 Il reddito complessivo dell intero nucleo familiare deve essere composto per almeno il 70% da lavoro dipendente (od assimilato). Pagina 8

9 Trattamento di Fine Rapporto (ed analoghi) Anticipazioni del TFR Tutti i Trattamenti di Famiglia dovuti per Legge Rendite Vitalizie erogate dall INAIL Pensioni di Guerra Pensioni Tabellari ai Militari di Leva Vittime di Infortunio Indennità di accompagnamento a: invalidi civili ciechi civili assoluti minori invalidi che non possono camminare pensionati di inabilità Indennità di Comunicazione per Sordi Indennità Speciali per Ciechi Parziali Indennizzi per Danni Irreversibili da: Vaccinazioni Obbligatorie Trasfusioni e Somministrazioni di Emoderivati SONO ESCLUSI I SEGUENTI REDDITI Arretrati Cassa Integrazione relativi ad anni pregressi Indennità di Trasferta per la parte non assoggettabile a imposta Assegni di mantenimento percepiti dal Coniuge legalmente Separato a carico del Richiedente e destinati al mantenimento dei Figli Pagina 9

10 PART TIME Ai lavoratori con contratto a tempo parziale l Assegno per il Nucleo Familiare spetta nella misura del 100% a condizione che nell arco della settimana abbia lavorato almeno 24 ore. Nel caso in cui le ore lavorate nella settimana siano inferiori a tale limite (24 ore) al lavoratore spetteranno tanti assegni giornalieri quanti sono i giorni in cui ha lavorato, indipendentemente dalle ore lavorate in ciascun giorno. In ogni caso non possono essere erogati complessivamente più di 6 assegni giornalieri per ogni settimana, e 26 assegni giornalieri per ogni mese. ORE SETTIMANALI LAVORATE ALMENO 24 ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE MISURA INTERA (100%) ORE SETTIMANALI LAVORATE INFERIORI A 24 ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE 1/26 per n GIORNI LAVORATI PART TIME VERTICALE In caso di assenze motivate da malattia, ferie, infortunio sul lavoro o maternità coincidenti con giornate nelle quali è prevista da contratto l assenza da lavoro, al lavoratore NON sarà riconosciuto l Assegno per quelle specifiche giornate. Assenze per MALATTIA FERIE INFORTUNIO LAVORO COINCIDENTI con giornate di pausa previste contrattualmente NON SPETTA l Assegno per il Nucleo Familiare PART TIME ORIZZONTALE Anche nel caso di contratto a tempo parziale orizzontale le giornate non lavorate a causa di assenze motivate da malattia, ferie, infortunio sul lavoro o maternità, che coincidono con giornate nelle quali è prevista da contratto l assenza da lavoro, al lavoratore NON sarà riconosciuto l Assegno per quelle specifiche giornate. Viceversa, nel caso in cui tale assenze non coincidano con un periodo di riposo contrattualmente previsto, al lavoratore spetterà l Assegno anche l orario settimanale è inferiore a 24 ore. P-T orizzontale Ore lavorate Inferiore Uguale 24 Superiore Assenze per MALATTIA FERIE INFORTUNIO LAVORO NON COINCIDENTI con giornate di pausa previste contrattualmente SPETTA Assegno Nucleo Familiare Pagina 10

11 DOMANDA ITER ACCERTARE PREVENTIVAMENTE CHE TUTTI I FAMILIARI SIANO CENSITI IN PROCEDURA INTSAP Per inserire i familiari o modificarne i dati è necessario seguire il seguente percorso: INTSAP Sportello Dip. Gestione nucleo familiare e richiesta detrazioni fiscali ATTENZIONE Ricordarsi di inserire sempre il codice fiscale Utilizzare la procedura INTSAP EMPLOYEE SELF SERVICE SPORTELLO DIPENDENTE RICHIESTA ASSEGNI NUCLEO FAMILIARE Compilare il modulo on-line STAMPARLO FIRMARLO accludervi IL FRONTESPIZIO e l AUTOCERTIFICAZIONE del NUCLEO FAMILIARE Inviare il tutto a INTESA SANPAOLO GROUP SERVICE Direzione Centrale Personale e Organizzazione Amministrazione del Personale Palazzo Uffici Lingotto Via Nizza 262/ TORINO Pagina 11

12 ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE DEI COMUNI Pag. 13.REGOLE GENERALI

13 REGOLE GENERALI L Assegno per il Nucleo Familiare dei Comuni (ANFC) é un contributo statale, concesso dai comuni ed erogato dall INPS. E destinato alle famiglie con almeno 3 figli minorenni. IMPORTO Varia di anno in anno e per il 2014 è pari ad uro 141,02 per 13 mensilità ( uro 1.833,26 per l intero anno), che sono erogati dall INPS con cadenza semestrale posticipata entro il 15 luglio ed il 15 gennaio mediante accredito in conto corrente bancario. REQUISITI Per aver diritto all ANFC il richiedente deve: essere cittadino italiano o comunitario (o straniero in possesso di permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo); risiedere nel Comune presso il quale è inoltrata la richiesta; essere genitore di almeno 3 figli minori (che siano figli del richiedente stesso o del coniuge, o da essi ricevuti in affidamento preadottivo); far parte di nucleo familiare il cui ISE non superi i limiti stabiliti per legge (v. oltre). ISE I limiti relativi all Indicatore della Situazione Economica variano in funzione della composizione del nucleo familiare e, per l anno 2014, in presenza di un nucleo familiare composto da 5 persone (di cui almeno tre minori) il limite da non superare è di uro ,91. DOMANDA La domanda deve essere compilata utilizzando un apposito modulo, allegando: a) attestazione ISE aggiornata; b) dichiarazione Sostitutiva Unica aggiornata; c) fotocopia di un documento d identità del solo richiedente. E necessario inoltrarla entro il 31 gennaio dell anno successivo a quello per il quale si chiede l ANF (il termine è perentorio). Tutti i requisiti devono essere posseduti dal richiedente al momento della presentazione della domanda (coloro che presentano la domanda a gennaio dell anno successivo a quello per il quale è richiesto l assegno, devono far riferimento ai requisiti posseduti alla data del 31 dicembre immediatamente precedente). FISCO Ai fini fiscali e previdenziali l ANFC non costituisce reddito ed è compatibile con analoghe provvidenze degli enti locali e/o dell INPS. Pagina 13

14 LA FAMIGLIA E UNA COSA MERAVIGLIOSA. QUANDO ERO PICCOLO I MIEI GENITORI HANNO CAMBIATO CASA UNA DECINA DI VOLTE. MA IO SONO SEMPRE RIUSCITO A TROVARLI. ADR Pag. 15.ADR: A DOMANDA RISPONDE

15 ADR A Domanda Risponde CONVIVENTE Quand è che il convivente può/deve essere inserito nel nucleo familiare? Il convivente non deve MAI essere inserito nel nucleo familiare (non ne fa parte), di conseguenza i suoi redditi non vanno MAI sommati a quelli del nucleo. TASSAZIONE Qual è la tassazione cui è soggetto l Assegno per il Nucleo Familiare? L Assegno per il Nucleo Familiare NON è soggetto a tassazione (Irpef, addizionali etc. etc.). CONIUGI SEPARATO o DIVORZIATI In caso di affidamento quale dei genitori ha diritto a percepire l Assegno per il Nucleo Familiare? Il diritto di richiedere l Assegno per il Nucleo Familiare spetta ad entrambi i coniugi e la scelta è rimessa all accordo tra le parti. Qualora non si addivenisse ad un accordo, l INPS rilascerà l autorizzazione per chiedere l Assegno per il Nucleo Familiare al genitore che convive con i figli. A questo genitore spetterà tale diritto anche nel caso in cui non sia titolare in proprio del diritto a chiedere la prestazione familiare (ovviamente sempre a condizione che i redditi del nucleo dell affidatario consentano il riconoscimento al diritto all ANF). GENITORE CONVIVENTE CON FIGLIO NATO FUORI DEL MATRIMONIO Il genitore convivente con il minore nato fuori del matrimonio, privo di autonomo diritto, può chiedere di percepire l Assegno per il Nucleo Familiare sulla posizione dell altro genitore lavoratore dipendente non convivente? Sì, il pagamento terrà però conto dei redditi del genitore convivente. DOMANDA ITER PROCEDURALE La domanda per ottenere l Assegno per il Nucleo Familiare deve essere inoltrata solo tramite la procedura INTSAP (cfr. pag.11)? No, il personale assente da lungo tempo (c.d. lungoassenti) ed i non vedenti possono compilare manualmente la domanda utilizzando il mod. ANF/DIP (SR16), accludendovi sempre l autocertificazione del Nucleo Familiare, ed inviare il tutto a: INTESA SANPAOLO GROUP SERVICE Direzione Centrale Personale e Organizzazione, Amministrazione del Personale, Palazzo Uffici Lingotto via Nizza 262/ TORINO Pagina 15

16 CREDITI Libero SINFUB Associazione Sindacale aderente alla Federazione Nazionale Sindacati Autonomi Personale di Credito, Finanza e Assicurazioni Via della Montagnola VENEZIA Mestre Telefono Fax Cellulare Web

RAVENNA RA ITALIA RAVENNA RA ITALIA VIA DI ROMA 123 CAP 48101

RAVENNA RA ITALIA RAVENNA RA ITALIA VIA DI ROMA 123 CAP 48101 Mod ANF/DIP - COD SR16 PROTOCOLLO Domanda per i lavoratori dipendenti - 1/8 Periodo dal al 30/06/2012 (gg/mm/aaaa) Realizzato con tecnologia SMART FORMS - wwwsmtformscom ALL AZIENDA PALLINO CSS CENTRO

Dettagli

ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE

ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE L assegno per il nucleo familiare e' una prestazione a sostegno delle famiglie dei lavoratori dipendenti e dei titolari di prestazione a carico dell'assicurazione generale obbligatoria,

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE. Istruzioni e appunti per l uso

ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE. Istruzioni e appunti per l uso ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE Istruzioni e appunti per l uso L ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE : ANF L assegno al nucleo familiare è una prestazione a sostegno del reddito istituita per sostenere le famiglie

Dettagli

Quali sono le misure a sostegno del reddito dei lavoratori:

Quali sono le misure a sostegno del reddito dei lavoratori: Gli ammortizzatori sociali in pillole Quali sono le misure a sostegno del reddito dei lavoratori: Assegno per il nucleo familiare A cura di Monica Lattanzi (Coordinatrice Uffici Vertenze USR Emilia Romagna)

Dettagli

DOMANDA DI ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE

DOMANDA DI ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE MOD. ANF./ GSE Spett.le ENTE NAZIONALE di PREVIDENZA e ASSISTENZA della PROFESSIONE INFERMIERISTICA GESTIONE SEPARATA Via Alessandro Farnese, 3 00192 ROMA gestioneseparata@pec.enpapi.it DOMANDA DI ASSEGNO

Dettagli

TuttoInps. Le prestazioni a sostegno del reddito. L'assegno per il nucleo familiare. Sommario

TuttoInps. Le prestazioni a sostegno del reddito. L'assegno per il nucleo familiare. Sommario TuttoInps Le prestazioni a sostegno del reddito L'assegno per il nucleo familiare Sommario A CHI SPETTA... 2 L'ASSEGNO AL CONIUGE... 2 I REQUISITI... 3 PER QUALI PERSONE SPETTA... 3 LA DOMANDA... 4 CHI

Dettagli

Prestazioni L'assegno per il nucleo familiare Sommario A CHI SPETTA...2 L'ASSEGNO AL CONIUGE...2 I REQUISITI...3 PER QUALI PERSONE SPETTA...

Prestazioni L'assegno per il nucleo familiare Sommario A CHI SPETTA...2 L'ASSEGNO AL CONIUGE...2 I REQUISITI...3 PER QUALI PERSONE SPETTA... Prestazioni L'assegno per il nucleo familiare Sommario A CHI SPETTA...2 L'ASSEGNO AL CONIUGE...2 I REQUISITI...3 PER QUALI PERSONE SPETTA...3 LA DOMANDA...4 CHI PAGA L'ASSEGNO...4 IL RICORSO...5 ASSEGNO

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DI ATTO DI NOTORIETA'

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DI ATTO DI NOTORIETA' DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DI ATTO DI NOTORIETA' AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL T.U. DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA - D.P.R. 28.12.2000, N.445 OGGETTO: Dichiarazione reddituale del

Dettagli

Domanda Assegno per il nucleo familiare dal 01.07.2015 al 30.06.2016 Variazione situazione nucleo familiare dal

Domanda Assegno per il nucleo familiare dal 01.07.2015 al 30.06.2016 Variazione situazione nucleo familiare dal RESIDENTE ALL ESTERO Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria All Area Gestione e Sviluppo Risorse Umane Domanda Assegno per il nucleo familiare dal 01.07.2015 al 30.06.2016 Variazione

Dettagli

Lezione 18 Gli assegni per il nucleo familiare Cosa sono gli assegni per il nucleo familiare E' una prestazione

Lezione 18 Gli assegni per il nucleo familiare Cosa sono gli assegni per il nucleo familiare E' una prestazione Lezione 18 Gli assegni per il nucleo familiare Cosa sono gli assegni per il nucleo familiare Tra gli elementi aggiuntivi della retribuzione vi può essere l'assegno familiare. Va precisato, anzi tutto,

Dettagli

Assegno per il nucleo familiare

Assegno per il nucleo familiare L E G U I D E Assegno per il nucleo familiare Premessa La legge prevede alcuni sostegni al lavoratore, al pensionato e alle loro famiglie. Tra questi c è l assegno per il nucleo familiare. Si tratta di

Dettagli

L'assegno per il nucleo familiare

L'assegno per il nucleo familiare L'assegno per il nucleo familiare A CHI SPETTA L'ASSEGNO AL CONIUGE I REQUISITI PER QUALI PERSONE SPETTA LA DOMANDA CHI PAGA L'ASSEGNO IL RICORSO ASSEGNO DI SOSTEGNO LIMITI DI REDDITO ANNUO TABELLE E'

Dettagli

Le condizioni di erogazione degli assegni familiari per l'anno 2004/2005.

Le condizioni di erogazione degli assegni familiari per l'anno 2004/2005. Assegni familiari Le condizioni di erogazione degli assegni familiari per l'anno 2004/2005. A chi spettano - Dipendenti in attività - Dipendenti in aspettativa retribuita per malattia o maternità - Dipendenti

Dettagli

Assegno per il nucleo familiare Domanda per i lavoratori parasubordinati

Assegno per il nucleo familiare Domanda per i lavoratori parasubordinati Mod. NF/GEST SEP COD.SR27 Istituto Nazionale Previdenza Sociale Domanda per i lavoratori parasubordinati Per ottenere l assegno per il nucleo familiare, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario

Dettagli

Domanda Assegno per il Nucleo Familiare (ANF 2015) dall Angolo del Dipendente (opzione operativa da luglio 2015)

Domanda Assegno per il Nucleo Familiare (ANF 2015) dall Angolo del Dipendente (opzione operativa da luglio 2015) Domanda Assegno per il Nucleo Familiare (ANF 2015) dall Angolo del Dipendente (opzione operativa da luglio 2015) Effettuare l accesso all Angolo del Dipendente con le credenziali in possesso (Istruzioni

Dettagli

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGIONE SICILIANA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CALTANISSETTA V I A G.CUSM A N O, 1-93100 C A L T A N I S S E T T A C O D. FI S C. E P. IVA : 0 1 8 2 55 7 0 85 4 Modulo: DANFDip_v 1.0 ASSEGNO PER NUCLEO

Dettagli

dell assegno per il nucleo familiare. _ l _ stess_ dichiara di essere:

dell assegno per il nucleo familiare. _ l _ stess_ dichiara di essere: Al Dipartimento Provinciale del Ministero Dell Economia e delle finanze - Direzione Provinciale dei servizi vari Di Al Dirigente Scolastico dell Istituzione Scolastica di OGGETTO: RICHIESTA CORRESPONSIONE

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE (art. 46 D.P.R. 445 del 28.12.2000) (dati anagrafici, di stato civile, fiscali e di stato di famiglia)

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE (art. 46 D.P.R. 445 del 28.12.2000) (dati anagrafici, di stato civile, fiscali e di stato di famiglia) All. 1 DIPARTIMENTO I SERVIZIO 3 TRATTAMENTO ECONOMICO Via Angelo Bargoni, 78/E -00153 ROMA-FAX : 06/67664417/7732 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE (art. 46 D.P.R. 445 del 28.12.2000) (dati

Dettagli

dell assegno per il nucleo familiare. _ l _ stess_ dichiara di essere:

dell assegno per il nucleo familiare. _ l _ stess_ dichiara di essere: Al Dipartimento Provinciale del Ministero Dell Economia e delle finanze - Direzione Provinciale dei servizi vari Di Al Dirigente Scolastico dell Istituzione Scolastica di OGGETTO: RICHIESTA CORRESPONSIONE

Dettagli

I trattamenti di famiglia. ANF Assegno al nucleo familiare AF - Assegni familiari Assegno erogato dai comuni

I trattamenti di famiglia. ANF Assegno al nucleo familiare AF - Assegni familiari Assegno erogato dai comuni I trattamenti di famiglia ANF Assegno al nucleo familiare AF - Assegni familiari Assegno erogato dai comuni A cura di Paolo Zani Consulente previdenziale Agg.to all aprile2014 Trattamenti di famiglia definizioni

Dettagli

Assegno per il nucleo familiare Domanda per i lavoratori dipendenti - 1/8

Assegno per il nucleo familiare Domanda per i lavoratori dipendenti - 1/8 Domanda per i lavoratori dipendenti - 1/8 Periodo dal al Variazione situazione nucleo familiare dal (gg/mm/aaaa) (gg/mm/aaaa) LL'ZIEND CITTDNZ RESIDENTE TELEFONO* CELLULRE* E MIL* Stato civile del richiedente

Dettagli

FAQ ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE [MEF]

FAQ ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE [MEF] FAQ ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE [MEF] Da chi è composto il nucleo familiare? Il nucleo familiare è composto ai sensi dell art.2, comma 2, del D.L. 13.3.1988, n.69, convertito nella L. 13.5.1988, n.153 (norma

Dettagli

L assegno per il nucleo familiare (A.N.F.).

L assegno per il nucleo familiare (A.N.F.). FISAC-CGIL in UniCredit Group L assegno per il nucleo familiare (A.N.F.). «contiene, alle pagg.15 e 16, l elenco della modulistica per la richiesta nonché quello delle tabelle in vigore.» Indice Premessa......

Dettagli

DIRITTI SOCIALI IN CARCERE

DIRITTI SOCIALI IN CARCERE DIRITTI SOCIALI IN CARCERE Guida pratica per l accesso alle misure a sostegno del reddito A cura dei volontari dell associazione l altro diritto Realizzata nell ambito del progetto diritti in azione, rete

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Simone Parola Gianluca Tomasello Valeria Valdiserri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione

Dettagli

Pensioni INPS. Prime tabelle

Pensioni INPS. Prime tabelle Pensioni INPS 2012 Prime tabelle Gli importi delle pensioni INPS dal 1 gennaio 2012 e limiti di reddito per alcune prestazioni sociali La perequazione automatica in base all aumento del costo della vita,

Dettagli

Per alcune categorie di lavoratori autonomi (coltivatori diretti, coloni e mezzadri,

Per alcune categorie di lavoratori autonomi (coltivatori diretti, coloni e mezzadri, I trattamenti di famiglia Assegni familiari Assegno al nucleo familiare STAMPA Assegni familiari Per alcune categorie di lavoratori autonomi (coltivatori diretti, coloni e mezzadri, caratisti imbarcati)

Dettagli

Prospetto 1 - Le prestazioni collegate a limiti di reddito e le rilevanze INPS e INPDAP

Prospetto 1 - Le prestazioni collegate a limiti di reddito e le rilevanze INPS e INPDAP Prospetto 1 - Le prestazioni collegate a limiti di e le rilevanze e INPDAP Codice Reddito del 1 Integrazione al minimo. Pensioni con decorrenza anteriore al 1 febbraio 1994 - del della casa di abitazione

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Simone Parola Gianluca Tomasello Valeria Valdiserri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione

Dettagli

Assegno per il nucleo familiare 2014/2015

Assegno per il nucleo familiare 2014/2015 GIUGNO 2014 Suppl. al n. 1 marzo 2014 di Bergamo Cisl - Anno XXXIV - Sped. in abb. postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 - comma 2 - CMP Milano Roserio - Editore: Cisl - Direttore:

Dettagli

Soggetti beneficiari

Soggetti beneficiari I trattamenti di famiglia sono prestazioni previdenziali accessorie (agli altri elementi della retribuzione o della pensione) erogate ai lavoratori e ai pensionati (su richiesta degli stessi) che, a causa

Dettagli

Le prestazioni collegate al reddito

Le prestazioni collegate al reddito Sindacato Pensionati Italiani Le prestazioni collegate al reddito 1 Le prestazioni soggette a controllo a. integrazione al minimo b. maggiorazioni sociali c. importo aggiuntivo d. somma aggiuntiva e. pensione

Dettagli

Circolare N.144 del 2 novembre 2011

Circolare N.144 del 2 novembre 2011 Circolare N.144 del 2 novembre 2011 Partite le verifiche Inps delle denunce aziendali sui conguagli per gli assegni familiari e le lettere di interruzione dei termini prescrizionali e di recupero contributivo

Dettagli

LA PENSIONE AI SUPERSTITI. La Pensione ai superstiti può essere:

LA PENSIONE AI SUPERSTITI. La Pensione ai superstiti può essere: LA PENSIONE AI SUPERSTITI La Pensione ai superstiti può essere: - di reversibilità: nel caso in cui il defunto fosse già titolare di pensione (di vecchiaia, di anzianità, di inabilità) prima del decesso.

Dettagli

FISAC-CGIL in UniCredit Group. Le provvidenze per i figli studenti (borse di studio)

FISAC-CGIL in UniCredit Group. Le provvidenze per i figli studenti (borse di studio) FISAC-CGIL in UniCredit Group Le provvidenze per i figli studenti (borse di studio) Indice Premessa..... Le provvidenze per i figli studenti.. Da ricordare che... Come richiederle?. APPENDICE 1..... APPENDICE

Dettagli

IL/LA SOTTOSCRITTO/A MATRICOLA NATO/A IL A RESIDENTE A PROV. C.A.P. IN VIA N DIPENDENTE DI QUESTA A.O. IN SERVIZIO

IL/LA SOTTOSCRITTO/A MATRICOLA NATO/A IL A RESIDENTE A PROV. C.A.P. IN VIA N DIPENDENTE DI QUESTA A.O. IN SERVIZIO Azienda Ospedaliera di Rilievo Nazionale Santobono-Pausilipon Struttura Complessa Risorse Umane - Ufficio Trattamento Economico tel. 081 220 5207/5223/ 5317 fax 0812205319/5207/5317 o ATTRIBUZIONE DELL

Dettagli

VADEMECUM RETRIBUZIONI LAVORO DIPENDENTE

VADEMECUM RETRIBUZIONI LAVORO DIPENDENTE VADEMECUM RETRIBUZIONI LAVORO DIPENDENTE a1 a2 a3 a4 a5 a6 a7 A Retribuzione: Paga base Indennità contingenza Scatti anzianità Sperminimo individuale Lavoro straordinario Altri elementi imponibili ai fini

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE (art. 46 D.P.R. 445 del 28.12.2000) (dati anagrafici, di stato civile, fiscali e di stato di famiglia)

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE (art. 46 D.P.R. 445 del 28.12.2000) (dati anagrafici, di stato civile, fiscali e di stato di famiglia) All. 1 DIPARTIMENTO I SERVIZIO IV TRATTAMENTO ECONOMICO Via Angelo Bargoni, 78-00153 ROMA-FAX : 06/67667732/4417 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE (art. 46 D.P.R. 445 del 28.12.2000) (dati anagrafici,

Dettagli

Assegno per il nucleo familiare 2011/2012

Assegno per il nucleo familiare 2011/2012 GIUGNO 2011 Suppl. al n. 1 febbraio 2011 di Bergamo Cisl - Anno XXXI - Sped. in abb. postale - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 - comma 2 - CMP Milano Roserio - Editore: Cisl - Direttore:

Dettagli

SI PREGA DI PRENDERE APPUNTAMENTO PRIMA DEL 15 NOVEMBRE 2013 AL N. 0465/339512

SI PREGA DI PRENDERE APPUNTAMENTO PRIMA DEL 15 NOVEMBRE 2013 AL N. 0465/339512 MODULO RACCOLTA DATI PER LA REDAZIONE DELLA DOMANDA DI ASSEGNO DI STUDIO - ANNO SCOLASTICO 2013/2014 COGNOME E NOME DEL SOGGETTO RICHIEDENTE (il genitore o colui che ha l esercizio della potestà o lo studente

Dettagli

I trattamenti di famiglia: cosa occorre sapere

I trattamenti di famiglia: cosa occorre sapere Testi a cura di Salvatore Martorelli e Paolo Zani Numero 86 Aprile 2014 I trattamenti di famiglia: cosa occorre sapere Za ni La necessità di sostenere le esigenze economiche della famiglia del lavoratore

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ACCETTAZIONE E GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE (Art. 2 D.L. 13.3.88 n. 69 convertito in legge 13.5.88 n.

LINEE GUIDA PER L ACCETTAZIONE E GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE (Art. 2 D.L. 13.3.88 n. 69 convertito in legge 13.5.88 n. COMUNE DI PALERMO AREA DEL BILANCIO E RISORSE FINANZIARIE SETTORE BILANCIO E TRIBUTI SERVIZIO PERSONALE LINEE GUIDA PER L ACCETTAZIONE E GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE (Art. 2 D.L.

Dettagli

Pensione di reversibilità. ENPAM INPS ( ex-inpdap)

Pensione di reversibilità. ENPAM INPS ( ex-inpdap) Pensione di reversibilità ENPAM INPS ( ex-inpdap) La pensione di reversibilità, anche conosciuta come pensione ai superstiti, è una prestazione economica erogata, a domanda, in favore dei superstiti La

Dettagli

La pensione ai superstiti

La pensione ai superstiti Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Pensioni La pensione ai superstiti Aggiornato al Febbraio 2006 E' la pensione che, alla morte del lavoratore assicurato o pensionato, spetta ai componenti del

Dettagli

La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015

La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015 La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015 All'interno: Importo pensioni base; Bonus di 154,94; Quattordicesima sulle pensioni basse; Integrazione al trattamento minimo e integrazione

Dettagli

Sindacato Pensionati Italiani. Invalidi civili SPI CGIL - DIPARTIMENTO NAZIONALE PREVIDENZA

Sindacato Pensionati Italiani. Invalidi civili SPI CGIL - DIPARTIMENTO NAZIONALE PREVIDENZA Sindacato Pensionati Italiani Invalidi civili 1 Invalidi civili Persone colpite da patologie e menomazioni invalidanti che non dipendono da cause di guerra, lavoro o servizio: mutilati e invalidi civili,

Dettagli

LA PENSIONE AI SUPERSTITI

LA PENSIONE AI SUPERSTITI LA PENSIONE AI SUPERSTITI CHE COS'È È la pensione che, alla morte del lavoratore assicurato o pensionato, spetta ai componenti del suo nucleo familiare. Questa pensione può essere: di reversibilità: se

Dettagli

Allegato 2. Appendice

Allegato 2. Appendice Allegato 2 Appendice Le informazioni riportate di seguito sono riferite alla normativa vigente in materia di ISEE (decreto legislativo n. 109/1998 e successive modifiche). 1. Documenti necessari per ISEE

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro

Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro * aggiornato al 19.05.2011 CHE COS È è un documento obbligatorio che

Dettagli

n. 7/8 - luglio/agosto 2010

n. 7/8 - luglio/agosto 2010 n. 7/8 - luglio/agosto 2010 A cura di Roberto Battaglia Segretario SPI-CGIL Emilia Romagna Roberta Lorenzoni Dipartimento previdenza SPI-CGIL Emilia Romagna Argomenti Pensione di reversibilità: requisiti

Dettagli

STRUMENTI AL SOSTEGNO DEL REDDITO

STRUMENTI AL SOSTEGNO DEL REDDITO 03/03/2015 MINI GUIDA STRUMENTI AL SOSTEGNO DEL REDDITO A.N.S.A.P. Elaborato per conto di A.N.S.A.P. dallo Studio Pansera su Fonti PMI.IT ed INPS 1 INDICE ARGOMENTI PAG Guida alla nuova NASpI 02 Destinatari

Dettagli

Inail casalinghe: la scadenza è al 31 gennaio 2012

Inail casalinghe: la scadenza è al 31 gennaio 2012 CIRCOLARE A.F. N. 11 del 26 gennaio 2012 Ai gentili clienti Loro sedi Inail casalinghe: la scadenza è al 31 gennaio 2012 Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che entro il prossimo 31.01.2012

Dettagli

LAVORATORI PARASUBORDINATI

LAVORATORI PARASUBORDINATI LAVORATORI PARASUBORDINATI 1.1 INDENNITÀ UNA TANTUM A FINE CONTRATTO Anche per il 2013 è stata prevista una indennità una tantum. Per quanti termineranno il contratto nel 2013, i requisiti per l accesso

Dettagli

NOVITA PREVIDENZIALI 2011

NOVITA PREVIDENZIALI 2011 Il sistema pensionistico attuale e le novità del 2011 Roberto Perazzoli 1 CALCOLO PENSIONE - DEFINIZIONI SISTEMA RETRIBUTIVO: è applicato a coloro che alla data del 31.12.1995 avevano un anzianità contributiva

Dettagli

Direzione Centrale Previdenza Direzione Centrale Sistemi Informativi. Roma, 21/03/2013

Direzione Centrale Previdenza Direzione Centrale Sistemi Informativi. Roma, 21/03/2013 Direzione Centrale Previdenza Direzione Centrale Sistemi Informativi Roma, 21/03/2013 Circolare n. 42 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali

Dettagli

Documenti necessari per ISEE Per il calcolo dell ISEE è indispensabile presentarsi ai CAAF con i seguenti documenti Dati del dichiarante

Documenti necessari per ISEE Per il calcolo dell ISEE è indispensabile presentarsi ai CAAF con i seguenti documenti Dati del dichiarante APPENDICE Documenti necessari per ISEE Per il calcolo dell ISEE è indispensabile presentarsi ai CAAF con i seguenti documenti Dati del dichiarante Dati anagrafici del dichiarante Documento di identità

Dettagli

Certificazione dei redditi - 1/6

Certificazione dei redditi - 1/6 PR O TOC OL L O Mod. RED - COD. AP15 Certificazione dei redditi - 1/6 ALL UFFICIO INPS DI COGNOME NOME CODICE FISCALE NATO/A IL GG/MM/AAAA A PROV. STATO RESIDENTE IN PROV. STATO INDIRIZZO CAP TELEFONO

Dettagli

DIREZIONE GENERALE CENTRALE SERVIZIO AMMINISTRAZIONE E GESTIONE ELENA ROVERSI REG. PG / 2014 / 248459. tel 051.527.7612-7613 fax 051.527.

DIREZIONE GENERALE CENTRALE SERVIZIO AMMINISTRAZIONE E GESTIONE ELENA ROVERSI REG. PG / 2014 / 248459. tel 051.527.7612-7613 fax 051.527. DIREZIONE GENERALE CENTRALE ORGANIZZAZIONE, PERSONALE, SISTEMI INFORMATIVI E TELEMATICA SERVIZIO AMMINISTRAZIONE E GESTIONE IL RESPONSABILE ELENA ROVERSI TIPO ANNO NUMERO REG. PG / 2014 / 248459 DEL 30/06/2014

Dettagli

ASSICURAZIONE INAIL CONTRO GLI INFORTUNI DOMESTICI.

ASSICURAZIONE INAIL CONTRO GLI INFORTUNI DOMESTICI. A te che per fare la pausa caffè devi farlo tu, il caffè. ASSICURAZIONE INAIL CONTRO GLI INFORTUNI DOMESTICI. Ai Lettori La Legge 3 dicembre 1999, n. 493 (*) ha istituito una polizza contro gli infortuni

Dettagli

I trasferimenti monetari alle famiglie. Sociologia della famiglia - Corso di laurea in Educatori di nido e comunità infantili

I trasferimenti monetari alle famiglie. Sociologia della famiglia - Corso di laurea in Educatori di nido e comunità infantili I trasferimenti monetari alle famiglie Trasferimenti economici alle famiglie Trasferimenti monetari diretti indiretti Assegni per il nucleo familiare Assegno di maternità A3F Detrazioni fiscali Storia

Dettagli

IV/185. LA BELLEZZA DEL CREATO Settembre: IV^ Giornata della Chiesa italiana per la salvaguardia del creato

IV/185. LA BELLEZZA DEL CREATO Settembre: IV^ Giornata della Chiesa italiana per la salvaguardia del creato INSERTO_ago-sett 2009:gabbia inserto 8-10-2009 9:28 Pagina 185 LA BELLEZZA DEL CREATO Settembre: IV^ Giornata della Chiesa italiana per la salvaguardia del creato IV/185 Le Chiese (la nostra Chiesa Cattolica,

Dettagli

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti Domanda per i lavoratori dipendenti Per ottenere il congedo parentale, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario compilare il modulo in tutte le sue parti e consegnarlo sia al datore di lavoro

Dettagli

Scopo di questo opuscolo è quello di fornire informazioni di carattere generale sull assicurazione relativamente a:

Scopo di questo opuscolo è quello di fornire informazioni di carattere generale sull assicurazione relativamente a: Ai Lettori La Legge 3 dicembre 1999, n. 493 (*) ha istituito una polizza contro gli infortuni domestici che riconosce e valorizza chiunque, donna o uomo, impieghi le proprie energie in maniera abituale,

Dettagli

Come leggere la Busta Paga. A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro

Come leggere la Busta Paga. A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro Come leggere la Busta Paga A cura del Dipartimento Scientifico della Fondazione Studi - Consiglio Nazionale dei Consulenti del Lavoro CHE COS È E' un documento obbligatorio che indica la retribuzione,

Dettagli

LEGGE 104/1992 TUTTO QUELLO CHE C E DA SAPERE (ISTRUZIONI PER L USO)

LEGGE 104/1992 TUTTO QUELLO CHE C E DA SAPERE (ISTRUZIONI PER L USO) LEGGE 104/1992 TUTTO QUELLO CHE C E DA SAPERE (ISTRUZIONI PER L USO) Questo documento vuole essere una sorta di guida pratica per districarsi tra le spire della burocrazia degli enti pubblici. INDICE CERTIFICAZIONE

Dettagli

SEMINARIO. Partite IVA, lavoratori a progetto e aspetti previdenziali 15 NOVEMBRE 2012

SEMINARIO. Partite IVA, lavoratori a progetto e aspetti previdenziali 15 NOVEMBRE 2012 SEMINARIO I LAVORATORI ATIPICI NELLE PROFESSIONI Partite IVA, lavoratori a progetto e aspetti previdenziali 15 NOVEMBRE 2012 Dr. Gianbattista Guzzetti (Unione Confcommercio Imprese per l Italia-Milano-Lodi-Monza

Dettagli

LE PENSIONI 2014. Importi aggiornati e limiti di reddito per le prestazioni sociali e assistenziali

LE PENSIONI 2014. Importi aggiornati e limiti di reddito per le prestazioni sociali e assistenziali LE PENSIONI 2014 Importi aggiornati e limiti di reddito per le prestazioni sociali e assistenziali Aggiornato febbraio 2014 1 Sommario Gli importi delle pensioni dal 1 gennaio 2014 e limiti di reddito

Dettagli

L'ASSICURAZIONE PER LE COLF

L'ASSICURAZIONE PER LE COLF L'ASSICURAZIONE PER LE COLF Sono lavoratori domestici coloro che prestano la loro opera esclusivamente per le necessità della vita familiare del datore di lavoro (tuttofare, camerieri, cuochi, bambinaie,

Dettagli

GENITORI E FIGLI. guida ai diritti delle lavoratrici e dei lavoratori MATERNITÀ PATERNITÀ CONGEDI PARENTALI PERMESSI ASSEGNI FAMILIARI

GENITORI E FIGLI. guida ai diritti delle lavoratrici e dei lavoratori MATERNITÀ PATERNITÀ CONGEDI PARENTALI PERMESSI ASSEGNI FAMILIARI FVG Sistema dei servizi GENITORI E FIGLI MATERNITÀ PATERNITÀ CONGEDI PARENTALI PERMESSI ASSEGNI FAMILIARI guida ai diritti delle lavoratrici e dei lavoratori Edizioni Cronaca Fvg s.a.s. GENITORI E FIGLI

Dettagli

Ticket aggiuntivo. Qual è il termine di validità dell'attestazione ISEE? L'attestazione ISEE ha validità annuale.

Ticket aggiuntivo. Qual è il termine di validità dell'attestazione ISEE? L'attestazione ISEE ha validità annuale. Ticket aggiuntivo Cos'è il ticket aggiuntivo? Il ticket aggiuntivo è un ticket che si va a sommare al ticket ordinario previsto per le prestazioni specialistiche. È stato introdotto in Regione Toscana,

Dettagli

Ambito di Seriate. Regolamento per l erogazione del Buono Disabili per cittadini residenti nei Comuni dell Ambito di Seriate

Ambito di Seriate. Regolamento per l erogazione del Buono Disabili per cittadini residenti nei Comuni dell Ambito di Seriate Ambito di Seriate Seriate, Albano S.Alessandro, Bagnatica, Brusaporto, Cavernago, Costa di Mezzate, Grassobbio, Montello, Pedrengo, Scanzorosciate, Torre de Roveri Regolamento per l erogazione del Buono

Dettagli

Indicatore della Situazione Economica Equivalente

Indicatore della Situazione Economica Equivalente Indicatore della Situazione Economica Equivalente La certificazione Ise serve a documentare la situazione economica del nucleo familiare nel momento in cui si richiedono prestazioni sociali agevolate o

Dettagli

Azienda Pubblica della Regione Campania per il diritto allo Studio Universitario. l isee. che cos è e come si calcola

Azienda Pubblica della Regione Campania per il diritto allo Studio Universitario. l isee. che cos è e come si calcola Azienda Pubblica della Regione Campania per il diritto allo Studio Universitario l isee che cos è e come si calcola Che cos è l ISEE e come si calcola L ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente)

Dettagli

L evoluzione della pensione a seguito della riforma Lo Presti e della maggiore aliquota di computo. Padova, 22 maggio 2015

L evoluzione della pensione a seguito della riforma Lo Presti e della maggiore aliquota di computo. Padova, 22 maggio 2015 L evoluzione della pensione a seguito della riforma Lo Presti e della maggiore aliquota di computo Padova, 22 maggio 2015 Il secondo Welfare dei Dottori Commercialisti dott.ssa Anna Faccio In caso di gravidanza

Dettagli

ASSEGNI AL NUCLEO FAMILIARE A chi spetta cosa?

ASSEGNI AL NUCLEO FAMILIARE A chi spetta cosa? a cura dell Uffi cio Comunicazione CGIL di Bergamo 3 Luglio 2013 ASSEGNI AL NUCLEO FAMILIARE A chi spetta cosa? I nuovi livelli di reddito per il calcolo dell importo in vigore fra il luglio 2013 e il

Dettagli

Ai Direttori delle Sedi Provinciali e. Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati. Agli Enti di Patronato

Ai Direttori delle Sedi Provinciali e. Territoriali. Alle Organizzazioni Sindacali Nazionali dei Pensionati. Agli Enti di Patronato ISTITUTO NAZIONALE DI PREVIDENZA PER I DIPENDENTI Roma, 08/06/2005 DELL'AMMINISTRAZIONE PUBBLICA Direzione Centrale Pensioni Ufficio I Normativa Tel. 0651017626 Fax. 0651017625 Ai Direttori delle Sedi

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DI ATTO DI NOTORIETA QUADRO A - DATI ANAGRAFICI

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DI ATTO DI NOTORIETA QUADRO A - DATI ANAGRAFICI Modulistica per minorenni DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE E DI ATTO DI NOTORIETA (Artt. 5, 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) QUADRO A - DATI ANAGRAFICI RELATIVI ALL INVALIDO CIVILE,

Dettagli

Le pensioni nel 2013. Le pensioni da lavoro. Allegato n. 2

Le pensioni nel 2013. Le pensioni da lavoro. Allegato n. 2 Le pensioni nel 2013 Le pensioni da lavoro Allegato n. 2 Integrazione al minimo Le pensioni liquidate col sistema retributivo o col sistema misto, in presenza di determinate condizioni di reddito, vengono

Dettagli

Roma, 25/10/2011. e, per conoscenza, Circolare n. 136

Roma, 25/10/2011. e, per conoscenza, Circolare n. 136 Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Pianificazione e Controllo di Gestione Coordinamento Generale Statistico

Dettagli

La riforma del nuovo Isee Cosa cambia per i Comuni e le persone con disabilità

La riforma del nuovo Isee Cosa cambia per i Comuni e le persone con disabilità 21 aprile 2015 Biblioteca Comunale Erba La riforma del nuovo Isee Cosa cambia per i Comuni e le persone con disabilità Analisi approfondita degli articoli più rilevanti della nuova normativa, principi

Dettagli

LEGGERE LA BUSTA PAGA

LEGGERE LA BUSTA PAGA LEGGERE LA BUSTA PAGA Maria Elisa Caldera Consulente del Lavoro Iscritta al n 839 dell'ordine Provinciale di Brescia info@calderaconsulenzalavoro.it Programma di Lavoro Busta paga: Cos'è A cosa serve Le

Dettagli

Il PATRONATO INCA CGIL RINGRAZIA E SALUTA I PARTECIPANTI

Il PATRONATO INCA CGIL RINGRAZIA E SALUTA I PARTECIPANTI Il PATRONATO INCA CGIL RINGRAZIA E SALUTA I PARTECIPANTI 1 Legge 104/92 e successive integrazioni Legge quadro per l assistenza l integrazione sociale e i diritti delle persone disabili Permessi e congedi

Dettagli

L INDENNITÀ ORDINARIA DI DISOCCUPAZIONE CON I REQUISITI NORMALI

L INDENNITÀ ORDINARIA DI DISOCCUPAZIONE CON I REQUISITI NORMALI L INDENNITÀ ORDINARIA DI DISOCCUPAZIONE CON I REQUISITI NORMALI Che cos è È una prestazione a sostegno del reddito concessa a quei lavoratori che vengono a trovarsi senza lavoro, quindi senza retribuzione,

Dettagli

CORSO TEORICO E PRATICO PER AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO

CORSO TEORICO E PRATICO PER AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO CORSO TEORICO E PRATICO PER AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO FOCUS SU CASI PARTICOLARI NELLA GESTIONE Gestione pensioni Investimenti Intervengono: Dott.ssa Tiziana Bocus Dott.ssa Giuseppina Castiglione Esperte

Dettagli

Fondo Pensioni per il Personale della ex Cassa di Risparmio di Torino Banca CRT Spa Via Nizza,150 TORINO

Fondo Pensioni per il Personale della ex Cassa di Risparmio di Torino Banca CRT Spa Via Nizza,150 TORINO FONDO PENSIONI PER IL PERSONALE DELLA EX CASSA DI RISPARMIO DI TORINO BANCA CRT S.P.A. Sede legale - 10126 - Torino, Via Nizza 150 tel. 011.19424315 fax 011. 0208932 Iscritto all Albo dei Fondi Pensione

Dettagli

LA DOTE FISCALE DEI FIGLI:

LA DOTE FISCALE DEI FIGLI: LA DOTE FISCALE DEI FIGLI: PROBLEMI GIURIDICI E DI APPLICAZIONE di Paolo Puglisi e Carla Coppola Premessa Come è noto, tra le azioni programmatiche delineate nel Documento di programmazione economico -

Dettagli

Codice Malattia Prestazioni Esenti. R99 Malattie Rare (D.M. 279/01) Prestazioni richieste su sospetto diagnostico di malattia rara.

Codice Malattia Prestazioni Esenti. R99 Malattie Rare (D.M. 279/01) Prestazioni richieste su sospetto diagnostico di malattia rara. ESENZIONI TICKET Tutti i cittadini sono tenuti al pagamento di una quota di partecipazione alla spesa sanitaria (ticket). Per specifiche condizioni e categorie di cittadini, tuttavia, sono previste modalità

Dettagli

NUOVO I.S.E.E. DAL 1^ GENNAIO 2015

NUOVO I.S.E.E. DAL 1^ GENNAIO 2015 COMUNE DI BAREGGIO Provincia di Milano NUOVO I.S.E.E. DAL 1^ GENNAIO 2015 Si informa che a seguito del Dpr 5 dicembre 2013, n.159 e del DM 7 novembre 2014 a partire dal 1^ gennaio 2015 entra in vigore

Dettagli

INPGI GESTIONE SEPARATA LAVORO AUTONOMO

INPGI GESTIONE SEPARATA LAVORO AUTONOMO INPGI GESTIONE SEPARATA LAVORO AUTONOMO 1 PRINCIPALI FONTI NORMATIVE E REGOLAMENTARI Legge 335/1995, art. 2, comma 25; Dlgs 103/96; Legge 247/07, art 1, comma 80 (norme di attuazione del Protocollo welfare

Dettagli

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Previdenza (Gestione Dipendenti Pubblici) Roma, 12/09/2014

Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Previdenza (Gestione Dipendenti Pubblici) Roma, 12/09/2014 Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Previdenza (Gestione Dipendenti Pubblici) Roma, 12/09/2014 Circolare n. 104 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori

Dettagli

I diritti previdenziali dei lavoratori stranieri: mutua, malattia, congedi parentali, maternità, ecc..

I diritti previdenziali dei lavoratori stranieri: mutua, malattia, congedi parentali, maternità, ecc.. I diritti previdenziali dei lavoratori stranieri: mutua, malattia, congedi parentali, maternità, ecc.. A cura di Simonetta Zini Servizio Previdenza Che cos è? L assicurazione obbligatoria è la forma con

Dettagli

COMUNE DI FARA GERA D ADDA PROV. DI BERGAMO

COMUNE DI FARA GERA D ADDA PROV. DI BERGAMO COMUNE DI FARA GERA D ADDA PROV. DI BERGAMO REGOLAMENTO COMUNALE PER L INDIVIDUAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA PER L ACCESSO ALLE PRESTAZIONI AGEVOLATE - Approvato con deliberazione consiliare n. 8 del

Dettagli

Elenco documenti isee inps e universita

Elenco documenti isee inps e universita M0303_05_01 Rev. 12 del 23/01/2015 Azienda con Sistema Qualità Certificato Iso 9001:2008 Pg. 1 di 8 Elenco documenti isee inps e universita Isee ordinario o standard È valevole per la generalità delle

Dettagli

Ambito di Seriate. Regolamento per l erogazione del Buono Anziani per cittadini residenti nei Comuni dell Ambito di Seriate

Ambito di Seriate. Regolamento per l erogazione del Buono Anziani per cittadini residenti nei Comuni dell Ambito di Seriate Ambito di Seriate Seriate, Albano S.Alessandro, Bagnatica, Brusaporto, Cavernago, Costa di Mezzate, Grassobbio, Montello, Pedrengo, Scanzorosciate, Torre de Roveri Regolamento per l erogazione del Buono

Dettagli

Azienda Pubblica della Regione Campania per il diritto allo Studio Universitario. isee. università

Azienda Pubblica della Regione Campania per il diritto allo Studio Universitario. isee. università Azienda Pubblica della Regione Campania per il diritto allo Studio Universitario isee università ISEE Università Per la richiesta di prestazioni nell ambito del diritto allo studio universitario sono previste

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA COMPARTECIPAZIONE DEGLI UTENTI AL COSTO DEI SERVIZI

REGOLAMENTO DELLA COMPARTECIPAZIONE DEGLI UTENTI AL COSTO DEI SERVIZI REGOLAMENTO DELLA COMPARTECIPAZIONE DEGLI UTENTI AL COSTO DEI SERVIZI Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l entità della quota di compartecipazione degli utenti al costo delle

Dettagli

La riforma del nuovo Isee Cosa cambia per i Comuni e le per le persone con disabilità

La riforma del nuovo Isee Cosa cambia per i Comuni e le per le persone con disabilità 14 e 15 aprile 2014 La riforma del nuovo Isee Cosa cambia per i Comuni e le per le persone con disabilità Avv. Gaetano De Luca Servizio Legale Ledha Di cosa vi parlerò Alcune premesse campo di applicazione

Dettagli