1 - Provincia di Lodi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1 - Provincia di Lodi"

Transcript

1 1 - Provincia di Lodi Riqualificazione percorso della Via Francigena La Via Francigena Il Lodigiano è interessato da spunti di notevole interesse in ambito religioso, potenzialmente in grado di fare da traino per uno sviluppo complessivo del territorio, che si riverberi in campo culturale, economico, ambientale e turistico. In particolare però, è la Via Francigena, un cammino spirituale riconosciuto a livello europeo, a costituire l fulcro di maggior interesse, in grado di attirare visitatori non solo locali o da territori limitrofi, ma provenienti da tutta Italia e dall estero. La Via Francigena è uno dei più importanti percorsi di cammino spirituale che, a partire dal Medioevo, sorsero sulle rovine delle antiche Vie Romane. Tali percorsi conducevano alle tre principali mete religiose cristiane dell epoca: Santiago de Compostela, Roma e Gerusalemme. La Via Francigena ripercorre il pellegrinaggio che il vescovo Sigerico, nel X secolo d.c., fece da Canterbury sino a Roma, per un totale di 1600 chilometri circa, compiuti in 79 tappe, che il Presule descrisse minuziosamente nel suo diario. Il percorso interessa solo per un breve tratto il Lodigiano, tratto breve ma dal grande valore simbolico, dal momento che vi è compreso l attraversamento del fiume Po. Tale attraversamento costituiva l inizio dell ultimo tratto di cammino da Canterbury a Roma. Il progetto prevede la riqualificazione del percorso storico della Via Francigena a partire dalla sponda pavese, ove il cammino, che ora si sviluppa in commistione con un arteria carrabile, sarà realizzato in sede propria. Il percorso storico della Via Francigena interessa la provincia di Lodi nei territori dei comuni di Orio Litta e Senna Lodigiana in località Corte Sant Andrea. La riqualificazione del tracciato viario prevede, al bisogno, il rifacimento delle pavimentazioni con la stesa di calcestre lungo il sistema arginale e di conglomerati bituminosi sui nuovi tratti in costruzione, convenientemente e localmente colorati per evidenziare i percorsi, e su cui collocare piastrelle o simboli decorativi con il segno distintivo della Via Francigena, la posa di cippi ettometrici in pietra per l indicazione della distanza ed elementi ornamentali in pietra per l identificazione del cammino, soprattutto all inizio, al termine e lungo le intersezioni del tracciato di competenza lodigiana. IMPORTO DELL OPERA AMMESSO A CONTRIBUTO euro ,00 FINANZIAMENTO REGIONE euro ,80 FINANZIAMENTO FONDAZIONE CARIPLO euro ,63 COFINANZIAMENTO SOGGETTO PROPONENTE euro 7.196,57

2 2 - Consorzio Navigare l Adda Acquisto piccola imbarcazione per Transitum Padi L importanza simbolica del Transitum Padi, che si trova in territorio lodigiano in località Corte Sant Andrea in Comune di Senna Lodigiana, rende oltremodo necessario garantire al pellegrino la possibilità di recarsi sulla sponda piacentina per poter proseguire il tragitto. Attualmente, il servizio non è garantito con continuità e con professionalità: ciò rende impossibile una forte promozione di tutto il tratto lodigiano della Via Francigena poiché, senza la possibilità di attraversamento del fiume, il pellegrino dovrebbe seguire una rotta completamente differente, al di fuori del tracciato storico riconosciuto, raggiungendo la città di Piacenza via terra, attraverso il nuovo ponte sul fiume Po. Una scelta di questo tipo rischierebbe di rendere insignificante il transito dei pellegrini nel territorio lodigiano poichè l itinerario si ridurrebbe ad un mero trasferimento dall ambito pavese a quello piacentino. Il Consorzio Navigare l Adda, soggetto senza scopo di lucro a partecipazione pubblica (tra i consorziati ci sono le Province di Lodi e Cremona, il Comune di Lodi ed i comuni rivieraschi dell Adda, si della sponda cremonese che di quella lodigiana), opera in modo professionale nel campo della navigazione e costituisce, stanti le sue caratteristiche, il soggetto ideale con il quale la Provincia di Lodi sta interfacciandosi per sviluppare il sistema di navigazione sul fiume Po. A breve, nella compagine consortile convergeranno anche i comuni lodigiani dell Asta del Po, in forma singola o aggregata, conferendo ulteriore forza ad un soggetto che già attualmente gestisce la navigazione sui Navigli milanesi, nell Alto e nel Basso Adda, sul Po tra Parma e Cremona e sul Ticino. Il Consorzio Navigare l Adda si farà carico dell acquisto di un imbarcazione dedicata al servizio di attraversamento del Po e alla sua successiva gestione, garantendo la sostenibilità economica del progetto. L imbarcazione, con una capienza di 12 posti, potrà ospitare anche biciclette, soddisfacendo così l esigenza di molti pellegrini che si muovono con le due ruote. IMPORTO DELL OPERA AMMESSO A CONTRIBUTO euro ,00 FINANZIAMENTO REGIONE euro ,61 COFINANZIAMENTO SOGGETTO PROPONENTE euro 1.702,39

3 3 - Comune di Senna Lodigiana Riqualificazione dell attracco sul Po - comune di Senna Lodigiana, frazione Corte Sant Andrea L operazione consiste nella riqualificazione funzionale dell attracco sul fiume Po. L intervento si inserisce nel programma di realizzazione degli attracchi sul Po per la navigazione fluviale. L attracco di Senna Lodigiana è realizzato in località Corte Sant Andrea, e permetterà sia la navigazione fluviale che l attraversamento del fiume da parte dei pellegrini della Via Francigena (Transitum Padi). L intervento si integra con il progetto riguardante la fornitura e posa di un pontile descritto alla scheda n. 9 di questa sezione. IMPORTO DELL OPERA AMMESSO A CONTRIBUTO euro ,01 FINANZIAMENTO REGIONE E UNIONE EUROPEA euro 7.117,60 COFINANZIAMENTO SOGGETTO PROPONENTE euro ,41

4 4 - Consorzio navigare l Adda Realizzazione attracco località Gargatano, comune di Senna Lodigiana L operazione si sostanzierà nella collocazione nell alveo del Po, presso la località Gargatano in comune di Senna Lodigiana, di una chiatta galleggiane da adibire ad approdo. La piattaforma, a conformazione rettangolare, sarà di dimensioni pari a 4 X 8 metri e si raccorderà alla riva del fiume attraverso una passerella pedonabile di lunghezza pari a circa 23 metri, dotata di un dispositivo idraulico per mutarne sensibilmente il livello - in caso di piena - e dalle necessarie opere a terra (attracco auto-equilibrante) per facilitarne l uso. Così congeniata, la struttura consentirà anche l attracco di imbarcazioni di grande stazza (oltre 50 posti) e la sua utilizzazione in tutte le stagioni e nelle diverse condizioni meteorologiche. L intervento si integra con il progetto di riqualificazione dell area circostante l attracco descritto alla scheda n. 5 di questa sezione. IMPORTO DELL OPERA AMMESSO A CONTRIBUTO euro ,00 FINANZIAMENTO REGIONE euro ,68 FINANZIAMENTO FONDAZIONE CARIPLO euro ,20 COFINANZIAMENTO SOGGETTO PROPONENTE euro 3.038,12

5 5 - Comune di Somaglia Riqualificazione dell area dell attracco sul fiume Po in località Gargatano Il progetto è inteso a migliorare la struttura della sponda sinistra del fiume oltre alle discese carraie che portano all imbarcadero e alla postazione che consente il carico e lo scarico delle barche. L intervento, che sostituisce una precedente proposta relativa all acquisto di una gru di alaggio, prevede lavori più strutturali, volti alla riqualificazione dell area ed a migliorare la fruibilità dell attracco, considerati prioritari rispetto ad altri interventi. In sostanza l intervento è suddiviso in due operazioni: la prima consiste nella sistemazione della scogliera spondale su tutto il fronte dell imbarcadero per circa metri di lunghezza, mentre la seconda è relativa alla discesa carraia e del solarium, parti più utilizzate per l attracco delle barche e per la sosta sul fiume. La funzionalità dell operazione è garantita, peraltro, da un accordo tra il Comune ed il locale Centro nautico, che assicurerà la messa a disposizione della gru di alaggio, di cui attualmente i tre attracchi sul Po sono sprovvisti, sia per l impiego diportistico che per necessità di pronto soccorso e protezione civile. Questa operazione, unitamente agli altri interventi strutturali sugli attracchi fluviali, favorirà un potenziamento della fruibilità del Po da parte dei natanti pubblici e privati. L intervento si integra con il progetto di realizzazione di un attracco idoneo anche per imbarcazioni di grande stazza descritto alla scheda n. 4 di questa sezione. IMPORTO DELL OPERA AMMESSO A CONTRIBUTO euro ,00 FINANZIAMENTO REGIONE euro ,12 COFINANZIAMENTO SOGGETTO PROPONENTE euro 1.800,88

6 6 - Provincia di Lodi Progetto bike sharing Il bike sharing è uno degli strumenti di mobilità sostenibile a disposizione delle amministrazioni pubbliche che intendono aumentare ed incentivare l utilizzo dei mezzi di trasporto pubblici, integrandoli tra loro. Un sistema di bike sharing della Provincia di Lodi a favore di cittadini, lavoratori, pendolari e turisti che, per diversi motivi e necessità, effettuano brevi spostamenti nei comuni aderenti al progetto. In funzione di tale esigenza il servizio mette a disposizione biciclette pubbliche, un mezzo alternativo all auto, meno inquinante e senza problemi di parcheggio. Lo scopo è quello di fornire ai cittadini un sistema che consenta di prelevare e depositare biciclette pubbliche (sistema misto atto ad accogliere velocipedi sia tradizionali che, eventualmente, a pedalata assistita), ancorate a relativi cicloposteggi, attraverso un tessera elettronica (smart card - fornita all utente dall erogatore del servizio - CRS e carta di credito). Nello specifico, l utilizzo della carta di credito per la prenotazione del servizio potrà avvenire sia tramite sistema elettronico-informatico di gestione e di trasmissione dati posizionato su totem, sia attraverso applicazione ios e Android. L utente potrà prelevare la bicicletta da una stazione di distribuzione e potrà riconsegnarla in un altra stazione, anche diversa da quella di prelievo e situata in un altro comune aderente, per generare operazioni con origine e destinazione diverse, in analogia con il trasporto pubblico tradizionale. La realizzazione di un progetto di bike sharing a livello provinciale è motivato, in primo luogo, dalla sperimentazione del progetto stesso, poiché, ad oggi, in Italia, sono pochissimi i bike sharing provinciali, e, in secondo luogo, dalla convinzione che l utilizzo della bicicletta può comportare un miglioramento della vita alle persone. IMPORTO DELL OPERA AMMESSO A CONTRIBUTO euro ,00 FINANZIAMENTO REGIONE euro ,67 FINANZIAMENTO FONDAZIONE CARIPLO euro ,79 COFINANZIAMENTO SOGGETTO PROPONENTE euro 4.164,54

7 7 - Provincia di Lodi Ecocontatori L Amministrazione provinciale di Lodi collocherà sulla rete ciclopedonale sei ecocontatori, perfettamente integrati nell ambiente, che avranno lo scopo di contare le biciclette che transitano sui percorsi ciclabili e, di conseguenza, fornire un monitoraggio sul grado di frequentazione dei luoghi serviti dalla rete, al fine di programmare correttamente le azioni e di verificare a posteriori l efficacia degli interventi realizzati. Il monitoraggio della frequentazione delle piste ciclabili, tra l altro, fa parte dell insieme delle azioni di verifica dell efficace utilizzo dei finanziamenti assegnati dai bandi comunitari ed emblematici: è quindi doveroso, da parte della Provincia, assicurare una raccolta oggettiva e costante di queste informazioni a supporto del progetto comunitario che cofinanzia il PIA. E stato inoltre previsto un ecocontatore portatile per la verifica puntuale di partecipazione agli avvenimenti ciclistici. IMPORTO AMMISSIBILE A CONTRIBUTO euro ,00 FINANZIAMENTO REGIONE euro 9.774,89 FINANZIAMENTO FONDAZIONE CARIPLO euro ,56 COFINANZIAMENTO SOGGETTO PROPONENTE euro 494,55

8 8 - Provincia di Lodi Riqualificazione percorso della Via Francigena Installazione della cartellonistica di preavviso e indicazione lungo i nodi della rete stradale provinciale Il percorso storico della Via Francigena interessa la provincia di Lodi nei territori dei comuni di Orio Litta e Senna Lodigiana in località Corte Sant Andrea. Al fine di favorire l individuazione del percorso, nelle immediate vicinanze dello stesso e nel raggio di alcuni chilometri, lungo i nodi d intersezioni delle strade provinciali e statali, saranno posizionati cartelli di indicazione turistica riportanti la distanza mancante per giungere al percorso. L intervento prevede, nei punti strategici e nel rispetto delle norme paesaggistiche, idrauliche e stradali, l installazione di specifica segnaletica d indicazione e preavviso. I cartelli che informeranno sulle attrazioni turistiche presenti lungo il cammino dei pellegrini saranno integrati con pannelli descrittivi che, tra le diverse informazioni, riporteranno anche brevi cenni della storia della Via Francigena. Nella planimetria stradale provinciale sono stati individuati i nodi e le intersezioni di rete ove predisporre specifica cartellonista al fine di orientare esattamente il turista sin dal suo ingresso nel territorio lodigiano ed anche in corrispondenza dei caselli autostradali. Una particolare colorazione sulla mappa dei collegamenti infrastrutturali stradali e ciclopedonali consentirà di indirizzare i turisti verso il percorso storico della Via Francigena, facendo risaltare a grandi linee i percorsi automobilistici e ciclo pedonali più veloci da seguire. Complessivamente verranno posizionati 16 cartelli, in prossimità di località ed edifici d interesse storico, religioso e culturale presenti sul territorio IMPORTO DELL OPERA AMMESSO A CONTRIBUTO euro ,00 FINANZIAMENTO REGIONE euro ,23 FINANZIAMENTO FONDAZIONE CARIPLO euro ,84 COFINANZIAMENTO SOGGETTO PROPONENTE euro 1.979,93

9 9 - Comune di Senna Lodigiana Fornitura e posa di pontile a Corte Sant Andrea L operazione consiste nella riqualificazione dell attracco sul fiume Po. L intervento si inserisce nel programma di realizzazione degli attracchi sul Po per la navigazione fluviale. Il pontile acquistato, verrà posato a Senna Lodigiana in località Corte Sant Andrea, e permetterà sia la navigazione fluviale che l attraversamento del fiume da parte dei pellegrini della Via Francigena (Transitum Padi). Il pontile sarà completato con dotazioni tecnologiche: un impianto fotovoltaico garantirà l alimentazione elettrica e consentirà la posa di totem informativi e di ulteriori servizi alle imbarcazioni da diporto. L intervento si integra con il progetto di riqualificazione dell attracco fluviale descruitto alla scheda n. 3 di questa sezione. IMPORTO DELL OPERA AMMESSO A CONTRIBUTO euro ,00 FINANZIAMENTO REGIONE euro ,12 FINANZIAMENTO FONDAZIONE CARIPLO euro ,82 COFINANZIAMENTO SOGGETTO PROPONENTE euro 2.013,06

10 10 - Comune di Senna Lodigiana Costruzione della casa dell acqua - Fontana del Pellegrino L operazione consiste nella realizzazione di un punto di erogazione di acqua potabile, che funga anche da area di sosta e presidio informativo per i cicloturisti e per i pellegrini che percorrono lo Via Francigena. La Fontana del Pellegrino sarà ubicata in prossimità di alcuni monumenti significativi del territorio, come la chiesa di Santa Maria in Galilea, la Madonna del Fontanone, il complesso dei Gerolomini di Ospedaletto Lodigiano e Villa Litta a Orio Litta. La fontana troverà sede lungo il percorso della Via Francigena, che a Senna Lodigiana - Corte S. Andrea - ha la sua 39^ tappa con il transito del fiume Po. L intervento prevede la realizzazione di uno spazio coperto per l alloggiamento dell impianto di distribuzione dell acqua potabile, di sedute per la sosta dei fruitori dell impianto, di vialetti pedonali per l accesso al fabbricato, aiuole, arredo urbano e aree sosta per biciclette. Inoltre la Fontana del Pellegrino, sarà collegata alla pista ciclabile comunale che a sua volta è connessa alla rete provinciale ciclabile, quindi di facile fruizione cicloturistica. IMPORTO DELL OPERA AMMESSO A CONTRIBUTO euro ,86 FINANZIAMENTO REGIONE E UNIONE EUROPEA euro ,93 COFINANZIAMENTO SOGGETTO PROPONENTE euro ,93

11 11 - Comune di Boffalora d Adda Realizzazione rete comunale di itinerari ciclabili e casa dell acqua L operazione consiste nella realizzazione, in partenariato con il Parco Adda Sud, di una pista ciclabile nel territorio comunale di Boffalora d Adda, in prossimità del terminale della green way dell Adda. L importanza di questo tronco viario risiede nella funzione di collegamento tra il sistema ciclabile lodigiano e quello cremonese. La pista ciclopedonale si inserisce, infatti, in un più vasto progetto sovracomunale che persegue l obiettivo di dare coerenza e continuità ai percorsi in fase di realizzazione lungo il fiume Adda (trattasi di percorsi naturalistici che si sviluppano tra il Parco Adda Nord e Parco Adda Sud denominati green way). L operazione prevede anche la realizzazione di una casa dell acqua da utilizzare come punto informativo e come erogatore di acqua potabile per i fruitori del percorso ciclopedonale. IMPORTO DELL OPERA AMMESSO A CONTRIBUTO euro ,72 FINANZIAMENTO REGIONE E UNIONE EUROPEA euro ,86 COFINANZIAMENTO SOGGETTO PROPONENTE euro ,86

12 12 - Comune di Lodi Realizzazione di un centro servizi per il turista al Parco Isolabella L operazione consiste nel completamento del Parco Isolabella, trasformandolo in un centro turistico attrattivo per l intero territorio provinciale. L intervento prevede di attrezzare un area verde prospiciente il centro urbano di Lodi, affacciata sul fiume Adda, in cui sarà inserita una struttura adibita a punto informativo per il turista, capace di soddisfare l utenza fornendo servizi quali: noleggio bici, noleggio canoe, fornitura gratuita di cartine e materiale turistico sul territorio, visite guidate. Si tratta di un progetto che dà attuazione a quanto previsto dalla convenzione tra Comune di Lodi e Amministrazione provinciale finalizzata alla creazione del Parco Isolabella, che costituisce parte del progetto della Foresta di pianura di Lodi, realizzato dalla Provincia nell ambito del programma regionale delle dieci grandi foreste di pianura. Come da convenzione, la Provincia ha già effettato la forestazione e la realizzazione delle opere a verde. Al Comune spetta la realizzazione delle aree attrezzate, che vengono completate con il presente intervento. Questa operazione completa la creazione di un parco forestale urbano di grandi dimensioni, che si estende per circa 38 ettari a ridosso del fiume e si connette al sistema della viabilità ciclabile provinciale in continuità con altre aree naturali all interno del Parco Adda Sud. IMPORTO DELL OPERA AMMESSO A CONTRIBUTO euro ,62 FINANZIAMENTO REGIONE E UNIONE EUROPEA euro ,81 COFINANZIAMENTO SOGGETTO PROPONENTE euro ,81

Mesagne vivibile a piedi e in bicicletta. Studio di fattibilità a cura di Antonio Licciulli, Cosimo Dadorante, Alberto Marescotti

Mesagne vivibile a piedi e in bicicletta. Studio di fattibilità a cura di Antonio Licciulli, Cosimo Dadorante, Alberto Marescotti Mesagne vivibile a piedi e in bicicletta Studio di fattibilità a cura di Antonio Licciulli, Cosimo Dadorante, Alberto Marescotti L Associazione CICLOAMICI FIAB Vision Mesagne e il suo territorio Pianura

Dettagli

Lodigiano per Expo. Terra Buona e percorsi di fiume

Lodigiano per Expo. Terra Buona e percorsi di fiume Lodigiano per Expo. Terra Buona e percorsi di fiume Questo nome vuole evocare la forte vocazione della Provincia di Lodi a concorrere al successo dell evento Expo 2015, attraverso la valorizzazione dei

Dettagli

Progetto integrato d area per la realizzazione di un programma di interventi infrastrutturali e di valorizzazione turistica, ambientale e culturale

Progetto integrato d area per la realizzazione di un programma di interventi infrastrutturali e di valorizzazione turistica, ambientale e culturale Progetto integrato d area per la realizzazione di un programma di interventi infrastrutturali e di valorizzazione turistica, ambientale e culturale del sistema dei Navigli e delle vie d acque lombarde

Dettagli

Il PIA Navigli e le Dighe del Panperduto: valorizzare l'acqua, risorsa primaria per l'agricoltura e per l'ambiente

Il PIA Navigli e le Dighe del Panperduto: valorizzare l'acqua, risorsa primaria per l'agricoltura e per l'ambiente Il PIA Navigli e le Dighe del Panperduto: valorizzare l'acqua, risorsa primaria per l'agricoltura e per l'ambiente : i piani di intervento sulla rete dei canali Arch. Laura Burzilleri, Direttore Generale

Dettagli

COMUNE DI ORIO LITTA Provincia di Lodi

COMUNE DI ORIO LITTA Provincia di Lodi COMUNE DI ORIO LITTA Provincia di Lodi COPIA Prot.N. G.C. n. 6 DEL 17/02/2014 OGGETTO: PROTOCOLLO D INTESA TRA LA PROVINCIA DI LODI E I COMUNI DI ORIO LITTA, OSPEDALETTO LODIGIANO, SENNA LODIGIANA, SOMAGLIA,

Dettagli

Fonti: Progetto Itinerari Dal GiraSile al GiraLivenza Misura 313 Azione 1 Provincia di Treviso

Fonti: Progetto Itinerari Dal GiraSile al GiraLivenza Misura 313 Azione 1 Provincia di Treviso Scheda n.1 Provincia di Pordenone Realizzazione itinerario di collegamento tra il centro storico e Villa Varda, ed in destra Livenza tra il centro storico e Gaiarine nelle due direzioni Via Livenza (verso

Dettagli

ASSE 4. TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO NATURALE E CULTURALE Dott.ssa Ambrosini

ASSE 4. TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO NATURALE E CULTURALE Dott.ssa Ambrosini ASSE 4 TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO NATURALE E CULTURALE Dott.ssa Ambrosini ASSE 4: OBIETTIVI E FINALITÀ Obiettivi: L attuazione dell Asse 4 Tutela e valorizzazione del patrimonio naturale e

Dettagli

LE PROSPETTIVE DI SVILUPPO DEI NAVIGLI NEL QUADRO DELL IDROVIA LOCARNO-MILANO-VENEZIA

LE PROSPETTIVE DI SVILUPPO DEI NAVIGLI NEL QUADRO DELL IDROVIA LOCARNO-MILANO-VENEZIA LE PROSPETTIVE DI SVILUPPO DEI NAVIGLI NEL QUADRO DELL IDROVIA LOCARNO-MILANO-VENEZIA LA MOBILITÀ DELLE PERSONE E DELLE MERCI SULLE VIE D'ACQUA IN LOMBARDIA Milano - Palazzo Lombardia- 9 dicembre 2015

Dettagli

COMUNE DI BRESCIA. Percorsi ciclabili

COMUNE DI BRESCIA. Percorsi ciclabili Percorsi ciclabili Il presente documento inquadra la rete ciclabile comunale. E indicativo nelle linee guida ma non prescrittivo nelle modalità di esecuzione per consentire in tal modo una compartecipazione

Dettagli

COMUNE DI POGGIBONSI PROVINCIA DI SIENA

COMUNE DI POGGIBONSI PROVINCIA DI SIENA COMUNE DI POGGIBONSI PROVINCIA DI SIENA Copia deliberazione della Giunta Comunale N. 58 Data 13/03/2012 Oggetto: APPROVAZIONE IN LINEA TECNICA DEI PROGETTI DI FORNITURA PER LA COSTITUZIONE DI: - PROGETTO

Dettagli

Misure di accompagnamento

Misure di accompagnamento intermodalità6 Misure di accompagnamento e Il presente capitolo descrive le misure di accompagnamento che il Piano della Mobilità Ciclistica dell Alto Milanese intende attivare, accanto le buone pratiche

Dettagli

COMUNE DI MINERVINO DI LECCE Provincia di Lecce Intervento per la diffusione di azioni finalizzate al miglioramento della qualità dell'aria nelle aree urbane attraverso il progetto di Bike Sharing associato

Dettagli

RETI CICLABILI per favorire la mobilità ciclistica in ambito urbano ed extraurbano

RETI CICLABILI per favorire la mobilità ciclistica in ambito urbano ed extraurbano RETI CICLABILI per favorire la mobilità ciclistica in ambito urbano ed extraurbano prima edizione gennaio 2006 ultimo aggiornamento 14-06-2011 1 La mobilità ciclistica Tutti, a ragione, ritengono che l

Dettagli

DI COSA SI TRATTA. Gli obbiettivi: salvaguardare il patrimonio verde costituito da Parco Increa e prevenire ulteriori danni ambientali,

DI COSA SI TRATTA. Gli obbiettivi: salvaguardare il patrimonio verde costituito da Parco Increa e prevenire ulteriori danni ambientali, DI COSA SI TRATTA E un piano che nasce dalla volontà dall Amministrazione Comunale per iniziare a regolamentare e riqualificare la fruizione di Parco Increa, ormai soggetto a continui utilizzi non consoni,

Dettagli

ea p o r euenioziac Asso

ea p o r euenioziac Asso Associazione Europea delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2013 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi italiano-inglese,

Dettagli

EX-Po: storie di acqua e castelli in provincia di Pavia

EX-Po: storie di acqua e castelli in provincia di Pavia POR Competitività 2007-2013 2013 Asse 4 Expo 2015 Linea di intervento 4.1.1.1 2 2 Bando Progetto Integrato d Area: d Fra Fra il Ticino e l EXl EX-Po: storie di acqua EX-Po: storie di acqua L idea del Progetto

Dettagli

Mobilità ciclistica tra Mediglia e Paullo: Ieri, Oggi e... Domani

Mobilità ciclistica tra Mediglia e Paullo: Ieri, Oggi e... Domani Mobilità ciclistica tra Mediglia e Paullo: Ieri, Oggi e... Domani Mobilità ciclistica tra Mediglia e Paullo: ieri SP ex SS 415 Paullese munita di banchina MIBICI mt 4.080 Mobilità ciclistica tra Mediglia

Dettagli

1 2 3 4 5 6 10 11 12 13 14 19 16 17 18 19 20 21 Ronchis 4 Latisana 11 23 24 25 6 5 Precenicco 3 23 Teor 17 24 22 16 7 Rivignano 8 9 Palazzolo dello Stella 2 14 15 Lignano Sabbiadoro percorso Lignano -

Dettagli

UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale

UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale BENVENUTO! In questo viaggio attraverso la Lombardia che si prepara ad Expo, potrai scoprire molte cose che forse ancora non sai della tua regione e della

Dettagli

1) CHE COS E UNA DORSALE CICLOTURISTICA?

1) CHE COS E UNA DORSALE CICLOTURISTICA? 1) CHE COS E UNA DORSALE CICLOTURISTICA? Una dorsale cicloturistica è una infrastruttura leggera, di lunga percorrenza, utilizzata esclusivamente da ciclisti. Le dorsali sono normalmente caratterizzate

Dettagli

COMUNE DI GENOVA. Progetto Integrato PRA MARINA

COMUNE DI GENOVA. Progetto Integrato PRA MARINA COMUNE DI GENOVA Progetto Integrato PRA MARINA 1 Obiettivo Restituire agli abitanti di Prà l accesso alla Fascia di Rispetto. A questo si legano le esigenze di alleviare il peso di un traffico eccessivo

Dettagli

LE POLITICHE PER LA MOBILITÀ CICLABILE DEL COMUNE DI TORINO

LE POLITICHE PER LA MOBILITÀ CICLABILE DEL COMUNE DI TORINO LE POLITICHE PER LA MOBILITÀ CICLABILE DEL COMUNE DI TORINO Torino, settembre 2006 Torino 25 26 Febbraio 2009 Gabriella BIANCIARDI Percorsi europei per la mobilità sostenibile 1 TORINO ALCUNI DATI N ABITANTI:

Dettagli

Premessa. Il presente documento si pone come allegato al Documento di Piano e al Piano dei servizi al fine

Premessa. Il presente documento si pone come allegato al Documento di Piano e al Piano dei servizi al fine Allegato Traffico - PGT di Ospedaletto Lodigiano Premessa Il presente documento si pone come allegato al Documento di Piano e al Piano dei servizi al fine di evidenziare ed approfondire la tematica del

Dettagli

1 - Comune di Somaglia ente gestore della riserva Monticchie

1 - Comune di Somaglia ente gestore della riserva Monticchie 1 - Comune di Somaglia ente gestore della riserva Monticchie Completamento opere di ristrutturazione del castello Cavazzi ecomuseo della pianura lodigiana L operazione consiste nel completamento delle

Dettagli

MOVICENTRO DI MONDOVI

MOVICENTRO DI MONDOVI PREMESSA I problemi dell accessibilità sono stati, a Mondovì come altrove, causa principale del declino del centro storico, e l invasività dei veicoli privati ha prodotto modifiche consistenti nel paesaggio

Dettagli

STRUTTURA UNICA PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO POLITICHE COMUNITARIE E PROGRAMMI DI SVILUPPO DEI COMUNI DI

STRUTTURA UNICA PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO POLITICHE COMUNITARIE E PROGRAMMI DI SVILUPPO DEI COMUNI DI STRUTTURA UNICA PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO POLITICHE COMUNITARIE E PROGRAMMI DI SVILUPPO DEI COMUNI DI COMUNE DI CINQUEFRONDI Provincia di Reggio Calabria Regione Calabria Assessorato Urbanistica

Dettagli

Piano della Mobilità Ciclistica

Piano della Mobilità Ciclistica Assessorato Mobilità Trasporti Ambiente Direzione Centrale Mobilità Trasporti Ambiente Settore Pianificazione Mobilità Trasporti Ambiente Comune di Milano Settore Pianificazione Mobilità Trasporti e Ambiente

Dettagli

Un piano per il BIKE SHARING regionale

Un piano per il BIKE SHARING regionale Un piano per il BIKE SHARING regionale Paolo Ferrecchi Direttore generale Reti infrastutturali, logistica e sistemi di mobilità. Regione Emilia-Romagna Settimana di educazione allo sviluppo sostenibile

Dettagli

Itinerario ciclopedonale lungo il fiume Brenta

Itinerario ciclopedonale lungo il fiume Brenta PREMESSA L itinerario lungo il corso del fiume Brenta è motivato dalla presenza di un area di notevole interesse ambientale che merita una sua specifica valorizzazione anche a livello di turismo minore

Dettagli

REGIONE: MARCHE LEGGE REGIONALE

REGIONE: MARCHE LEGGE REGIONALE REGIONE: MARCHE LEGGE REGIONALE 29 APRILE 1996, n.16 (G.U. n. 036 SERIE SPECIALE N. 3 del 14/09/1996 - BU n. 032 del 09/05/1996) INTERVENTI PER INCENTIVARE L'USO DELLA BICICLETTA E PER LA CREAZIONE DI

Dettagli

Bicincittà bike sharing per la mobilità sostenibile. www.bicincitta.com

Bicincittà bike sharing per la mobilità sostenibile. www.bicincitta.com Bicincittà bike sharing per la mobilità sostenibile Bicincittà S.r.l è una delle società del Gruppo Comunicare, fondato nel 1998 e che ha sede in Rivalta di Torino ed oggi conta circa 40 dipendenti, con

Dettagli

AD01 - L'Adda e il naviglio di Paderno

AD01 - L'Adda e il naviglio di Paderno AD01 - L'Adda e il naviglio di Paderno Partenza Arrivo Lunghezza totale Categoria Tipo di bicicletta consigliato Tempo di percorrenza in bici Dislivello in salita Dislivello in discesa Quota massima Difficoltà

Dettagli

INDICE 1 PREMESSE 3 2 INQUADRAMENTO GENERALE 3

INDICE 1 PREMESSE 3 2 INQUADRAMENTO GENERALE 3 N1 SEGNALETICA TURISTICA UNITARIA TESA A EVIDENZIARE LE VALENZE INDICE 1 PREMESSE 3 2 INQUADRAMENTO GENERALE 3 3 ELEMENTI DI SEGNALETICA 5 3.1 Totem monomaterico a lastra piegata 5 3.2 Totem a lastra con

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 111 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Modifiche al codice della strada, di cui al decreto

Dettagli

MILANO - MARTEDÌ, 5 MAGGIO 2009. Sommario

MILANO - MARTEDÌ, 5 MAGGIO 2009. Sommario REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO UFFICIALE MILANO - MARTEDÌ, 5 MAGGIO 2009 1º SUPPLEMENTO ORDINARIO Sommario Anno XXXIX - N. 89 - Poste Italiane - Spedizione in abb. postale - 45% - art. 2, comma 20/b -

Dettagli

BANDI 2014. Bando senza scadenza LINEE GUIDA

BANDI 2014. Bando senza scadenza LINEE GUIDA Bando senza scadenza BREZZA: piste cicloturistiche connesse a VENTO Il problema Dorsali e piste cicloturistiche sono infrastrutture leggere di lunga e media percorrenza che permettono, con un impatto ambientale

Dettagli

Sviluppo Rete Stradale. Condividiamo. 20 marzo 2012. I percorsi ciclabili quale mezzo per valorizzare il patrimonio culturale del territorio 1

Sviluppo Rete Stradale. Condividiamo. 20 marzo 2012. I percorsi ciclabili quale mezzo per valorizzare il patrimonio culturale del territorio 1 Sviluppo Rete Stradale Condividiamo 20 marzo 2012 I percorsi ciclabili quale mezzo per valorizzare il patrimonio culturale del territorio 1 Cos è una pista ciclabile Infrastruttura dedicata ad una circolazione

Dettagli

Esperienze progettuali: la ciclomobilità a Firenze

Esperienze progettuali: la ciclomobilità a Firenze Esperienze progettuali: la ciclomobilità a Firenze Interventi per migliorare la ciclomobilità nel Comune di Firenze Completamento della rete delle piste ciclabili esistenti 1) Le piste ciclabili urbane

Dettagli

Progettazione di percorsi ecoturistici e valorizzazione urbanistica del Fiume Piave

Progettazione di percorsi ecoturistici e valorizzazione urbanistica del Fiume Piave Progetto Drava Piave Fiumi e Architetture nr.3241 del 25/11/08 Concorso di Idee Progettazione di percorsi ecoturistici e valorizzazione urbanistica del Fiume Piave Relazione Descrittiva Descrizione generale

Dettagli

Città di Torino PIANO DELLA MOBILITÀ CICLABILE BICIPLAN. Palazzo Civico - 23 gennaio 2013

Città di Torino PIANO DELLA MOBILITÀ CICLABILE BICIPLAN. Palazzo Civico - 23 gennaio 2013 Città di Torino Direzione Infrastrutture e Mobilità - Servizio Mobilità Direzione Ambiente - Servizio Politiche per l Ambiente - Ufficio Biciclette PIANO DELLA MOBILITÀ CICLABILE BICIPLAN Palazzo Civico

Dettagli

La circolazione delle biciclette in doppio senso di marcia

La circolazione delle biciclette in doppio senso di marcia La circolazione delle biciclette in doppio senso di marcia PREMESSA Il tema della mobilità sostenibile è divenuto ormai oggetto quotidiano di confronto e di impegno istituzionale. Il Nuovo Codice della

Dettagli

provincia di mantova

provincia di mantova La rete ciclabile provinciale: programmi e progetti arch. Annarosa Rizzo Sicurezza Stradale e Mobilità Sostenibile provincia di mantova Perché la provincia di mantova si è impegnata per costruire una rete

Dettagli

Studio della VIABILITÀ LENTA percorsi pedonali e ciclabili n. 38 VIA DEL TONALE E DELLA MENDOLA-VIA NAZIONALE (S.S. 42)

Studio della VIABILITÀ LENTA percorsi pedonali e ciclabili n. 38 VIA DEL TONALE E DELLA MENDOLA-VIA NAZIONALE (S.S. 42) n. 38 VIA DEL TONALE E DELLA MENDOLA-VIA NAZIONALE (S.S. 42) Località: Endine Gaiano Comune di Endine Gaiano Comune di Endine Gaiano Comune di Endine Gaiano Comune di Endine Gaiano Comune di Endine Gaiano

Dettagli

MILANO IN RETE ITINERARI CICLISTICI: INTERVENTI PROGRAMMATI

MILANO IN RETE ITINERARI CICLISTICI: INTERVENTI PROGRAMMATI MOBILITA CICLISTICA A MILANO MILANO IN RETE ITINERARI CICLISTICI: INTERVENTI PROGRAMMATI BICICLETTA elaborato: presentazione codifica: 120100013_00 data: 17/05/2012 redatto: Veronica Gaiani verificato:

Dettagli

PROGETTO DI UN NUOVO PERCORSO CICLABILE E PEDONALE IN VIA VITTORIO VENETO A BOLZANO

PROGETTO DI UN NUOVO PERCORSO CICLABILE E PEDONALE IN VIA VITTORIO VENETO A BOLZANO RELAZIONE TECNICA PROGETTO DI UN NUOVO PERCORSO CICLABILE E PEDONALE IN VIA VITTORIO VENETO A BOLZANO A cura dell Ufficio Mobilità del Comune di Bolzano Ripartizione 5. Pianificazione e Sviluppo del 1.

Dettagli

EXPO 2015 Il progetto Vie d Acqua

EXPO 2015 Il progetto Vie d Acqua EXPO 2015 Il progetto Vie d Acqua Antonio Acerbo L Aquila - 11 ottobre 2013 www.expo2015.org Expo Milano 2015 Dati di sintesi Tema: «Nutrire il pianeta, energia per la vita» Date: 1 Maggio 31 Ottobre 2015

Dettagli

ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI E VIABILITÁ RACCOMANDAZIONI PER LE ATTIVITÀ DEGLI UFFICI TECNICI COMUNALI

ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI E VIABILITÁ RACCOMANDAZIONI PER LE ATTIVITÀ DEGLI UFFICI TECNICI COMUNALI ASSESSORATO AI LAVORI PUBBLICI E VIABILITÁ RACCOMANDAZIONI PER LE ATTIVITÀ DEGLI UFFICI TECNICI COMUNALI 1 AREA TECNICA Direttore Ing. Carlo Faccin Titolo Raccomandazioni ad indirizzo dell attività degli

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto di. Zona 2. Tra le esigenze raccolte relativamente alla Zona nella sua totalità si

Sintesi degli incontri di ascolto di. Zona 2. Tra le esigenze raccolte relativamente alla Zona nella sua totalità si Sintesi degli incontri di ascolto di Zona 2 Tra le esigenze raccolte relativamente alla Zona nella sua totalità si segnala la richiesta di: Recuperare edifici ed aree di proprietà comunale in stato di

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto di. Zona 4. Il quartiere Molise-Calvairate ha fatto emergere la necessità di uno

Sintesi degli incontri di ascolto di. Zona 4. Il quartiere Molise-Calvairate ha fatto emergere la necessità di uno Sintesi degli incontri di ascolto di Zona 4 Molise Calvairate, Ortomercato Il quartiere Molise-Calvairate ha fatto emergere la necessità di uno spazio di aggregazione, di promozione culturale e di documentazione,

Dettagli

La mappa delle esigenze del territorio

La mappa delle esigenze del territorio La mappa delle esigenze del territorio Settembre - Ottobre 2014 Luoghi di aggregazione Valorizzando strutture già esistenti, serve la creazione di nuovi luoghi di socializzazione e integrazione, per favorire

Dettagli

La Ciclabile Adriatica

La Ciclabile Adriatica a Porto S.Giorgio un percorso ad ostacoli o un opportunità per il territorio? AP 10/2015 L associazione FIAB Ascoli Piceno ha realizzato questo dossier per sollecitare le istituzioni (Regione Marche, Provincia

Dettagli

UN ESEMPIO DI TURISMO RELIGIOSO: LA VIA FRANCIGENA

UN ESEMPIO DI TURISMO RELIGIOSO: LA VIA FRANCIGENA UN ESEMPIO DI TURISMO RELIGIOSO: LA VIA FRANCIGENA Nei tempi antichi i pellegrini partivano per i pellegrinaggi con una lettera del parroco o del vescovo che attestava la loro intenzione di compiere un

Dettagli

www.naviglilombardi.it

www.naviglilombardi.it R egione Lombardia, nel corso degli ultimi anni, ha avviato un profondo cambiamento nella propria attività istituzionale, abbandonando progressivamente il ruolo di gestore tecnico amministrativo delle

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LA VALORIZZAZIONE STRATEGICA DEI TERRITORI DELL ASTA FLUVIALE DEL PO

PROTOCOLLO D INTESA PER LA VALORIZZAZIONE STRATEGICA DEI TERRITORI DELL ASTA FLUVIALE DEL PO COMUNE DI PIACENZA PROTOCOLLO D INTESA PER LA VALORIZZAZIONE STRATEGICA DEI TERRITORI DELL ASTA FLUVIALE DEL PO TRA COMUNE DI CREMONA COMUNE DI PIACENZA PROVINCIA DI LODI.,.ottobre 2015 Premesso che: L

Dettagli

EXPO 2015 Il progetto Vie d Acqua

EXPO 2015 Il progetto Vie d Acqua EXPO 2015 Il progetto Vie d Acqua Ing. Antonio Acerbo Verso Expo 2015 Dare l acqua-> moltiplicare il cibo: il ruolo e l impegno dei Consorzi di bonifica e di irrigazione Milano, 27 Novembre 2013 www.expo2015.org

Dettagli

Esperienze di riferimento

Esperienze di riferimento Esperienze di riferimento Perché? Cosa? Come? "Se vuoi costruire una nave, non spronare la gente a raccogliere legna, preparare gli strumenti, assegnare loro compiti e il lavoro, ma insegna alla gente

Dettagli

Auto elettrica a noleggio e colonnina di ricarica, un passo verso la sostenibilità

Auto elettrica a noleggio e colonnina di ricarica, un passo verso la sostenibilità Auto elettrica a noleggio e colonnina di ricarica, un passo verso la sostenibilità Ultima modifica il 31 Maggio 2016 VERBANIA - E stata inaugurata oggi, ed è già in funzione, la prima colonnina per ricaricare

Dettagli

INTERAZIONE CON LE ALTRE AMMINISTRAZIONI TERRITORIALI

INTERAZIONE CON LE ALTRE AMMINISTRAZIONI TERRITORIALI INTERAZIONE CON LE ALTRE AMMINISTRAZIONI TERRITORIALI 48 Come si diceva non ci si deve dimenticare che la rete provinciale va intesa come substrato per un successivo allargamento, come proposta propedeutica

Dettagli

PIANO DI ACCESSIBILITA SICURA E SOSTENIBILE ALLE SCUOLE. La mia Scuola va in Classe A ALLEGATO 4 - SCOP RO

PIANO DI ACCESSIBILITA SICURA E SOSTENIBILE ALLE SCUOLE. La mia Scuola va in Classe A ALLEGATO 4 - SCOP RO PIANO DI ACCESSIBILITA SICURA E SOSTENIBILE ALLE SCUOLE La mia Scuola va in Classe A ALLEGATO 4 - SCOP RO Raccolta dei dati sulla mobilità scolastica Gli obiettivi della raccolta dei dati sulla mobilità

Dettagli

Alcune proposte per una stazione intermodale

Alcune proposte per una stazione intermodale Reggio Emilia, 21 gennaio 2009 Comune di Reggio Emilia Unità di Progetto Alta Velocità Alcune proposte per una stazione intermodale Una stazione ferroviaria è tanto più frequentata quanto più forti sono

Dettagli

Risorse e potenzialità turistiche della Media Valle del Po

Risorse e potenzialità turistiche della Media Valle del Po UNIVERSITA CATTOLICA DEL SACRO CUORE SEDE DI PIACENZA FACOLTA DI ECONOMIA MASTER IN MANAGER SVILUPPO TURISTICO TERRITORIALE MUST Risorse e potenzialità turistiche della Media Valle del Po SINTESI PER IL

Dettagli

Lo strumento ha quindi una valenza molto operativa e si contrappone ad una visione generica e astratta che ha rappresentato probabilmente il limite

Lo strumento ha quindi una valenza molto operativa e si contrappone ad una visione generica e astratta che ha rappresentato probabilmente il limite Contributo dell Assessore Carlo Lio (Regione Lombardia D.G. OO.PP. Politiche per la casa e Protezione Civile) per il Convegno sul Corridoio ligure-lombardo e piemontese-svizzero di sabato 15 febbraio 2003

Dettagli

2 Programmi integrati per la mobilità (P.I.M.)

2 Programmi integrati per la mobilità (P.I.M.) LINEE GUIDA PER LA REDAZIONE DEI PROGRAMMI INTEGRATI PER LA MOBILITA AI SENSI DELLA L.R. N. 25/2008 1 Premessa La legge regionale n. 25 del 25.07.08 persegue l obiettivo di migliorare le condizioni di

Dettagli

QUANTI MOTIVI PER USARE LA BICI!

QUANTI MOTIVI PER USARE LA BICI! QUANTI MOTIVI PER USARE LA BICI! QUANTI MOTIVI PER USARE LA BICI! LA BICICLETTA non consuma non inquina non fa rumore non ingombra riduce il traffico rispetta l'ambiente è economica è veloce migliora la

Dettagli

Il progetto Movicentro: l esperienza del Comune di Cuneo. Città di Cuneo Assessorato alla mobilità e ai trasporti

Il progetto Movicentro: l esperienza del Comune di Cuneo. Città di Cuneo Assessorato alla mobilità e ai trasporti Negli ultimi anni i livelli di traffico e di inquinamento atmosferico registrati a Cuneo hanno indotto istituzioni e cittadini all adozione di nuove e più sostenibili modalità di spostamento. Il Comune

Dettagli

LE STRADE DEI VINI E DEI SAPORI DI LOMBARDIA

LE STRADE DEI VINI E DEI SAPORI DI LOMBARDIA M A N U A L E D I I M M A G I N E C O O R D I N A T A INTRODUZIONE LE STRADE DEI VINI E DEI SAPORI DI LOMBARDIA La Lombardia è stata una delle prime regioni che ha sviluppato concretamente l idea di Strade

Dettagli

SCHEDA PROGETTO. Qualificazione dei percorsi rurali nelle terre dell ADIGE

SCHEDA PROGETTO. Qualificazione dei percorsi rurali nelle terre dell ADIGE Programma di Sviluppo Locale 2007-2013 Misura 313: Incentivazione delle attività turistiche Azione 1: Itinerari e certificazione SCHEDA PROGETTO Qualificazione dei percorsi rurali nelle terre dell ADIGE

Dettagli

Provincia di Lodi Via Fanfulla, 14-26900 Lodi Tel. 0371.442713 - Fax 0371 442363 turismo@provincia.lodi.it www.turismo.provincia.lodi.

Provincia di Lodi Via Fanfulla, 14-26900 Lodi Tel. 0371.442713 - Fax 0371 442363 turismo@provincia.lodi.it www.turismo.provincia.lodi. La Via Francigena Provincia di Lodi Via Fanfulla, 14-26900 Lodi Tel. 0371.442713 - Fax 0371 442363 turismo@provincia.lodi.it www.turismo.provincia.lodi.it La Via Francigena fa parte della collana Il Lodigiano,

Dettagli

UBICAZIONE Il Comune di Legnano

UBICAZIONE Il Comune di Legnano Ex Fonderia LEGNANO UBICAZIONE Il Comune di Legnano Il Comune di Legnano ha 60.000 abitanti ed è situato a circa 20 km a nord ovest di Milano. L area della Ex Fonderia, inserita in un contesto prettamente

Dettagli

I candidati a confronto V domanda Un nuovo sistema di mobilità personale e pubblica La mobilità sostenibile

I candidati a confronto V domanda Un nuovo sistema di mobilità personale e pubblica La mobilità sostenibile I candidati a confronto V domanda Un nuovo sistema di mobilità personale e pubblica La mobilità sostenibile quali proposte per modificare la mobilità, attuando finalmente una rete di trasporto pubblico

Dettagli

Coordinamento Contratti di Fiume e accordo di programma, tutela idraulica e riqualificazione fluviale area milanese

Coordinamento Contratti di Fiume e accordo di programma, tutela idraulica e riqualificazione fluviale area milanese Coordinamento Contratti di Fiume e accordo di programma, tutela idraulica e riqualificazione fluviale area milanese a cura di Dario Fossati U.O. Tutela e Valorizzazione Territorio Accordo di Programma

Dettagli

MOBILITA E TURISMO SOSTENIBILE: SINERGIE IN ADRIATICO

MOBILITA E TURISMO SOSTENIBILE: SINERGIE IN ADRIATICO MOBILITA E TURISMO SOSTENIBILE: SINERGIE IN ADRIATICO Giulia Pedrocchi www.eenergiagroup.it Perché la mobilità sostenibile? Measuring the Street: New Metrics for 21st Century Streets Secondo uno studio

Dettagli

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Comune di San Giustino STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Presentazione pubblica del 19.02.2015 IPOTESI PROGETTUALI CONSIDERAZIONI PRELIMINARI TUTELARE L ACCESSIBILITÀ AI

Dettagli

INDAGINE SUL CICLOTURISMO IN TRENTINO. - estate 2009 -

INDAGINE SUL CICLOTURISMO IN TRENTINO. - estate 2009 - Osservatorio Provinciale per il Turismo Servizio Turismo - Provincia Autonoma Trento www.turismo.provincia.tn.it/osservatorio/ Ufficio Piste ciclopedonali Servizio Conservazione della natura e valorizzazione

Dettagli

BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE CONTRATTO DI FIUME DEL TORRENTE SANGONE-2020 MASTERPLAN - PIANO D AZIONE

BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE CONTRATTO DI FIUME DEL TORRENTE SANGONE-2020 MASTERPLAN - PIANO D AZIONE BANDO DI CONCORSO DI PROGETTAZIONE CONTRATTO DI FIUME DEL TORRENTE SANGONE-2020 MASTERPLAN - PIANO D AZIONE Relazione di progetto La nostra analisi e il conseguente progetto è finalizzato alla valorizzazione

Dettagli

La valorizzazione turistica lungo l itinerario Locarno- Milano-Venezia: il museo delle acque italo-svizzere - IDROTOUR PROGETTO IDROTOUR INTERREG IT-CH NAVIGAZIONE SUL VILLORESI PROVE TECNICHE DI FATTIBILITA

Dettagli

Dal Panperduto a Milano Expo un esempio di innovazione per la multifunzionalita' dei canali

Dal Panperduto a Milano Expo un esempio di innovazione per la multifunzionalita' dei canali Dal Panperduto a Milano Expo un esempio di innovazione per la multifunzionalita' dei canali Dott. Massimo Lazzarini Direttore Area Programmazione ---- Padova 20 marzo 2013 Le acque del Comprensorio di

Dettagli

Milano città-porto di navigazione interna tra il lago Maggiore ed il mare Adriatico. Il Naviglio Pavese & il turismo: una Mission Impossible?

Milano città-porto di navigazione interna tra il lago Maggiore ed il mare Adriatico. Il Naviglio Pavese & il turismo: una Mission Impossible? Milano città-porto di navigazione interna tra il lago Maggiore ed il mare Adriatico Riuso, restauro e riclassificazione del Naviglio da Pavia al Ticino Il Naviglio Pavese & il turismo: una Mission Impossible?

Dettagli

PERCORSI NATURALISTICI INTEGRATI ALL'INTERNO DEI COMUNI ADERENTI AL "PROGETTO INTEGRATO D'AREA RURALE DEL

PERCORSI NATURALISTICI INTEGRATI ALL'INTERNO DEI COMUNI ADERENTI AL PROGETTO INTEGRATO D'AREA RURALE DEL Comune di Arcole Comune di Cologna Veneta Comune di Pressana Comune di Roveredo di Guà Comune di San Bonifacio Comune di Veronella Comune di Zimella PERCORSI NATURALISTICI INTEGRATI ALL'INTERNO DEI COMUNI

Dettagli

Un nuovo futuro per Desio

Un nuovo futuro per Desio VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA del PGT e del PGTU del Comune di Desio Mobilità sostenibile: ciclabilità paolo.pileri@polimi.it luca.tomolo@gmail.com Paolo Pileri Diana Giudici Luca Tomasini dianagiudici@gmail.com

Dettagli

MILANO - VENERDÌ, 18 DICEMBRE 2009. Sommario

MILANO - VENERDÌ, 18 DICEMBRE 2009. Sommario REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTI UFFICIALE MILA - VENERDÌ, 18 DICEMBRE 2009 5º SUPPLEMENTO STRAORDINARIO Sommario Anno XXXIX - N. 267 - Poste Italiane - Spedizione in abb. postale - 45% - art. 2, comma 20/b

Dettagli

Comune di Pavia. Pista ciclabile sul Naviglio Pavese Pista ciclabile sul Ticino Itinerario ciclo pedonale lungo il Castello

Comune di Pavia. Pista ciclabile sul Naviglio Pavese Pista ciclabile sul Ticino Itinerario ciclo pedonale lungo il Castello Comune di Pavia Pista ciclabile sul Naviglio Pavese Pista ciclabile sul Ticino Itinerario ciclo pedonale lungo il Castello 02/09/2014 Relatore: Ing. Luigi Abelli 1 Pavia 2 Pavia - edifici storici e recenti

Dettagli

Programma Urbano Mobilità

Programma Urbano Mobilità Programma Urbano Mobilità Interventi 2004-2006 Parte 3 GRADAZIONE PRIORITA La graduazione delle priorità! La sintesi tra l analisi della situazione attuale della mobilità, le sue necessità di incremento

Dettagli

ALLEGATOB alla Dgr n. 3640 del 30 novembre 2009 pag. 1/7

ALLEGATOB alla Dgr n. 3640 del 30 novembre 2009 pag. 1/7 giunta regionale 8^ legislatura ALLEGATOB alla Dgr n. 3640 del 30 novembre 2009 pag. 1/7 PROGRAMMA OPERATIVO REGIONALE (POR) - PARTE FESR 2007-2013 COMPETITIVITA REGIONALE E OCCUPAZIONE, ASSE 4. LINEA

Dettagli

BRIANZA EXPO LINEA MILANO BOVISA SEVESO ASSO

BRIANZA EXPO LINEA MILANO BOVISA SEVESO ASSO BRIANZA EXPO LINEA MILANO BOVISA SEVESO ASSO NUOVA FERMATA DI BRUZZANO/BRUSUGLIO 1. spostamento della fermata di circa 500 m verso nord; 2. realizzazione di due banchine di 250 m, alte 55 cm sul p.f.,

Dettagli

via Calzolai via Malpasso

via Calzolai via Malpasso Nel corso del 2015 il Comune di Ferrara ha realizzato un grosso intervento di ricucitura di un percorso ciclo-pedonale che nel suo complesso attraversa i centri abitati di Francolino, Malborghetto di Boara,

Dettagli

Azioni per la mobilità sostenibile

Azioni per la mobilità sostenibile Azioni per la mobilità sostenibile 2004: PIANO INTEGRATO DELLA CICLABILITA e diversi interventi 1) PIANO INTEGRATO DELLA CICLABILITA Obiettivo: individuare la rete ciclabile di collegamento degli 11 comuni

Dettagli

Laboratorio Provincia di Pisa Dipartimento Sviluppo Locale Workshop 6 marzo 2012

Laboratorio Provincia di Pisa Dipartimento Sviluppo Locale Workshop 6 marzo 2012 Laboratorio Provincia di Pisa Dipartimento Sviluppo Locale Workshop 6 marzo 2012 30 settembre 2011 PRIMO SCENARIO DI DISCUSSIONE INCILE Le Vie d Acqua PORTO Circuito d Acqua Canale Fiume SCOLMATORE Mare

Dettagli

the smartest thing for earth

the smartest thing for earth the smartest thing for earth Pordenone si Muove? Ecosostenibilità Benessere Smart Moving cosa è gobike come iscriversi come funziona obiettivi Settaggi personalizzati tramite app sella ergonomica cestino/portacartellina

Dettagli

PUC3 COMUNE DI PARRANO. Programmi Integrati di Sviluppo Urbano PUC3

PUC3 COMUNE DI PARRANO. Programmi Integrati di Sviluppo Urbano PUC3 PUC3 COMUNE DI PARRANO Programmi Integrati di Sviluppo Urbano PUC3 Interventi per la rivitalizzazione e rifunzionalizzazione delle aree urbane e dei centri storici Riqualificazione dell insediato storico

Dettagli

2 Progetto A.II.1 Progetti diretti ad orientare le scelte strategiche pubbliche del settore turistico

2 Progetto A.II.1 Progetti diretti ad orientare le scelte strategiche pubbliche del settore turistico ELENCO PROGETTI 1 Progetto A.I.1 Progetti finalizzati alla concertazione del piano di sviluppo turistico provinciale 2 Progetto A.II.1 Progetti diretti ad orientare le scelte strategiche pubbliche del

Dettagli

Strade extraurbane e interramento Rho Monza pag. 31. Riqualificazione delle metrotranvie (Milano Seregno e Milano. Limbiate) pag.

Strade extraurbane e interramento Rho Monza pag. 31. Riqualificazione delle metrotranvie (Milano Seregno e Milano. Limbiate) pag. Una visione di città, per essere completa, non può tralasciare tutto ciò che riguarda il tema dei trasporti. Gli spostamenti, infatti, sono alla base della moderna vita sociale e di relazione, ci spostiamo

Dettagli

AREE STRATEGICHE PER LO SVILUPPO DEL PARCO SCHEDE NORMATIVE CARATURE URBANISTICHE

AREE STRATEGICHE PER LO SVILUPPO DEL PARCO SCHEDE NORMATIVE CARATURE URBANISTICHE V.P.R.G. PALAV SUD TERRITORIO DI S.ILARIO SCHEDE NORMATIVE SCHEDA NORMATIVA n. 2 SACCA PISANI Fusina, ha assunto la funzione di Terminal per Venezia e la Laguna, di nodo strategico e polo di attrazione

Dettagli

PROGETTO PER LA MESSA IN SICUREZZA PERMANENTE E SISTEMAZIONE AMBIENTALE DELL AREA INTERNA AL SITO FI 117 ARGINGROSSO LE ISOLE

PROGETTO PER LA MESSA IN SICUREZZA PERMANENTE E SISTEMAZIONE AMBIENTALE DELL AREA INTERNA AL SITO FI 117 ARGINGROSSO LE ISOLE PROGETTO PER LA MESSA IN SICUREZZA PERMANENTE E SISTEMAZIONE AMBIENTALE DELL AREA INTERNA AL SITO FI 117 ARGINGROSSO LE ISOLE RELAZIONE TECNICA GENERALE E QUADRO ECONOMICO Ubicazione e caratteristiche

Dettagli

PubliBike: un sistema chiavi in mano per la vostra città o la vostra azienda

PubliBike: un sistema chiavi in mano per la vostra città o la vostra azienda PubliBike: un sistema chiavi in mano per la vostra città o la vostra azienda Un servizio di / A service provided by Un servizio di «L ultimo miglio in bicicletta» Proporre e gestire una rete nazionale

Dettagli

Informazioni sullo stato dei sinistri e per la valutazione dei rischi. della società

Informazioni sullo stato dei sinistri e per la valutazione dei rischi. della società Informazioni sullo stato dei sinistri e per la valutazione dei rischi della società 1 1. Informazioni sullo stato dei sinistri Rischio: ALL-RISK danni al patrimonio Periodo di osservazione: 2012 al 2015

Dettagli

TI-01 Il Parco del Ticino

TI-01 Il Parco del Ticino TI-01 - Itinerari Partenza: Sesto Calende, stazione ferroviaria Arrivo: Abbiategrasso, stazione ferroviaria Lunghezza Totale (km): 54.7 Percorribilità: In bicicletta, a piedi Tempo di percorrenza (ore.min):

Dettagli

Quartieri liberi dalle auto, Città amiche dei pedoni e della bici

Quartieri liberi dalle auto, Città amiche dei pedoni e della bici Quartieri liberi dalle auto, Città amiche dei pedoni e della bici Maria Berrini, Presidente AMBIENTE ITALIA Consigliere dell Ordine degli Architetti di Milano e Provincia Membro del Consiglio di Indirizzo

Dettagli

Albairate, 27 novembre 2014. Carlo Ferrè

Albairate, 27 novembre 2014. Carlo Ferrè Albairate, 27 novembre 2014 Carlo Ferrè CONSORZIO DEI COMUNI DEI NAVIGLI Albairate, Arluno, Bernate Ticino, Besate, Boffalora sopra Ticino, Bubbiano, Busto Garolfo, Calvignasco, Casorate Primo, Castano

Dettagli

Centro Storico. Gruppo di lavoro G5 - Centro Storico. Programma Politico 2014 2019. Referente gruppo:

Centro Storico. Gruppo di lavoro G5 - Centro Storico. Programma Politico 2014 2019. Referente gruppo: Centro Storico Gruppo di lavoro G5 - Centro Storico Referente gruppo: Angelo Esposto Candidato Portavoce Consigliere angelo2013@outlook.it Membri Gruppo: Patrizio Monarca Lucio Bernetti Leonardo Rinaldi

Dettagli