DVR Documento Valutazione dei Rischi - Sezione 1. Introduzione. 1 Istituto Comprensivo di Oppeano

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DVR Documento Valutazione dei Rischi - Sezione 1. Introduzione. 1 Istituto Comprensivo di Oppeano"

Transcript

1 Sezione 1. Introduzione 1 Istituto Comprensivo di Oppeano

2 La valutazione dei rischi costituisce il punto di partenza essenziale di ogni azione di prevenzione e rappresenta il nucleo centrale del Dlgs 626/94 e successivo Dlgs 81/08. Essa va intesa come l insieme di tutte le azioni volte ad indagare le condizioni, le situazioni e le attività lavorative e didattiche, descrivendole e rappresentandole analiticamente, al fine di giungere ad una stima ragionevole, il più possibile condivisa, e (quando ne ricorra la fattibilità tecnica), quantificata dall esposizione a rischi per la sicurezza e la salute del personale scolastico, degli studenti e degli ospiti. La valutazione si deve attenere alla normativa vigente nonché a quella scolastica, laddove questa introduce elementi di specificità rispetto al quadro generale. Il processo di valutazione è poi condizione necessaria e propedeutica all individuazione degli elementi di prevenzione e protezione, al fine di eliminare o ridurre i rischi rilevati, e si conclude in via naturale con la programmazione e la realizzazione effettiva degli stessi. La programmazione non può tener conto, comunque, delle urgenze, delle priorità e di tutti i vincoli, interni ed esterni all amministrazione scolastica, opportunamente esplicitati. Le finalità di questo documento sono inoltre: Contribuire a identificare le inefficienze riscontrate negli ambienti e nelle attività dell Istituto, nonché alla loro progressiva eliminazione Contribuire ad una maggiore razionalizzazione delle attività che si svolgono all interno del Istituto Contribuire al miglioramento generale del servizio offerto dall Istituto a tutti i soggetti, interni od esterni Fungere da riferimento e da supporto all attuazione di ogni altro obbligo previsto dalla normativa vigente a carico dell Istituto, con particolare riguardo all organizzazione dell Istituto rispetto alla gestione delle situazioni di emergenza Diffondere la Cultura della Sicurezza tra il personale scolastico e gli studenti. Il Sistema di Gestione della Sicurezza dell IC di Oppeano si articola in in tre AREE: AREA 1 DVR (DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI) AREA 2 PE (PIANI DI EMERGENZA) 2 Istituto Comprensivo di Oppeano

3 AREA 3 SGS (SISTEMA DI GESTIONE DELLA SICUREZZA) L area 1 (DVR) è suddivisa in sezioni : - Sezione 1 INTRODUZIONE - Sezione 2 PARTE GENERALE Presentazione della scuola Descrizione degli edifici che la compongono Descrizione delle attività Elenco della Documentazione Tecnica Relazione Generale sulla Valutazione dei Rischi Composizione del Servizio di Prevenzione e Protezione Organigramma della Sicurezza Modalità e criteri di Valutazione dei Rischi - Sezione 3 RISCHI AMBIENTALI - Sezione 4 RISCHI COMPORTAMENTALI 4 a) La valutazione dello stress lavoro-correlato - Sezione 5 PARTE INTEGRATIVA 5 a)la valutazione dei rischi per le Lavoratrici Madri 5 b) Le differenze di genere, età e provenienza da altri Paesi - Sezione 6 RISCHIO INCENDIO - Sezione 7 GESTIONE CANTIERI: il D.U.V.R.I. - Sezione 8 GESTIONE RIFIUTI - Sezione 9 NOTIFICHE AGLI ENTI PROPRIETARI 3 Istituto Comprensivo di Oppeano

4 - Sezione 10 DOCUMENTO DI PROGRAMMAZIONE - Sezione 11 APPENDICI 11 a)il Glossario della Sicurezza 11 b)sigle e Abbreviazioni utilizzate nel Documento 11 c) Analisi Documentale - Sezione 12 ALLEGATI Nella sezione 4 è stata inserita la Valutazione dello Stress Lavoro Correlato, relativamente al quale è stata effettuate l indagine completa presso nell a.s. 2010/11. Questa versione per il Sito Istituzionale è stata ridotta in alcune sue parti. Su richiesta motivata dei Portatori di Interesse della Comunità Scolastica, è possibile visionare la documentazione integrale depositata presso la Sede Centrale, previo accordo con il Dirigente Scolastico ed il RSPP. 4 Istituto Comprensivo di Oppeano

5 Parte Generale 5 Istituto Comprensivo di Oppeano

6 A) Presentazione della Scuola DENOMINAZIONE ISTITUTO: ISTITUTO COMPRENSIVO DI OPPEANO NOMINATIVO DIRIGENTE SCOLASTICO: DOTT. BRUNO BORTOLASO L I.C. di Oppeano si articola in sei sedi, quattro di Scuola Primaria e due di Scuola Secondaria. SEDE CENTRALE: Scuola Secondaria di I Grado Giovanni XXIII Via Aldo Moro, Oppeano, Verona VRIC SEDE PERIFERICA 1 (PLESSO): Scuola Primaria di Oppeano Via Roma, Oppeano, Verona VREE84301B SEDE PERIFERICA 2 (PLESSO): Scuola Primaria di Ca Degli Oppi Via Dante Bertini, Cadeglioppi, Verona VREE84302C 6 Istituto Comprensivo di Oppeano

7 SEDE PERIFERICA 3 (PLESSO): Scuola Primaria di Vallese Via Spinetti Vallese, Verona VREE84303D SEDE PERIFERICA 4 (PLESSO): Scuola Primaria di Isola Rizza Rizzi Caterino Via L. Ferrari Isola Rizza, Verona VREE84304E SEDE PERIFERICA 5 (PLESSO): Scuola Secondaria di Primo Grado Via G. Marconi Isola Rizza, Verona VRMM84301A DIPENDENTI PRESENTI NELL ISTITUTO A.S. 2010/11 Dipendenti Scuola Secondaria di I Grado Oppeano Scuola Secondaria di I Grado Isola Rizza Scuola Primaria di Oppeano Scuola Primaria di Vallese Scuola Primaria di CadegliOpp i Scuola Primari a di Isola Rizza Docenti 21 9 (di cui 2 a 12 (di cui 1 a 14 (di cui 8 (di cui 1 a 10 7 Istituto Comprensivo di Oppeano

8 (di cui 2 a scavalco con Isola Rizza,1 a scavalco Ronco, 1 scavalco Monteforte) scavalco con Minerbe, 1 Ronco, 1 Zevio, 1 Monteforte, 1 Sanguinetto) scavalco con Buttapietra, 1 Isola Rizza) 1 a scavalco con Oppeano /1 I. Rizza, / 1 Cadegl.) scavalco con Isola Rizza ) ATA 6 Collaboratori Scolastici ALUNNI PRESENTI NELL ISTITUTO A.S. 2010/11 SCUOLA MEDIA OPPEANO N complessivo classi Al 22-nov-10 Classe Maschi Femmine Totale Stranieri HC Ripetenti 1^ A ^ B ^ C Totale Classe Maschi Femmine Totale Stranieri HC Ripetenti 2^ A ^ B ^ C Totale Classe Maschi Femmine Totale Stranieri HC Ripetenti 3^A ^B ^C Totale SCUOLA MEDIA ISOLA RIZZA Classe Maschi Femmine Totale Stranieri HC Ripetenti 1^ A tempo normale Totale Classe Maschi Femmine Totale Stranieri HC Ripetenti 8 Istituto Comprensivo di Oppeano

9 2^ A tempo normale Totale Classe Maschi Femmine Totale Stranieri HC Ripetenti 3^ A tempo normale Totale tempo normale CLASSI TOT. ALUNNI TOTALE GENERALE 1^ n OPPEANO 191 2^ n ^ n ISOLA RIZZA 63 Tot. 254 MASCHI FEMMINE TOTALE 254 PROSPETTO ALUNNI FREQUENTANTI LA SCUOLA ELEM. A.S. 2010/11 N complessivo classi 24 OPPEANO Inizio lezioni 14/09/09 - Termine 09/06/10 Classe Maschi Femmine Totale Stranieri H Ripetenti 1 A B A B A A B Totale CADEGLIOPPI Classe Maschi Femmine Totale Stranieri H Ripetenti gruppo Totale VALLESE Classe Maschi Femmine Totale Stranieri H Ripetenti 1 A B A B A Istituto Comprensivo di Oppeano

10 3 B A A Totale ISOLA RIZZA Classe Maschi Femmine Totale Stranieri H Ripetenti 1 A B A B A A A B Totale TOTALE GENERALE TOTALI DI PLESSO Classi Tot.Alunni OPPEANO n CADEGLIOPPI 80 2 n.6 97 VALLESE n.5 96 ISOLA RIZZA n n.5 79 MASCHI FEMMINE TOTALE 474 TOTALE Istituto Comprensivo di Oppeano

11 PESRSONALE NON DIPENDENTE A.S. 2010/11 Personale non Dipendente* Scuola Secondaria di I Grado Oppeano Scuola Secondaria di I Grado Isola Rizza Scuola Primaria di Oppeano Scuola Primaria di Vallese Scuola Primaria di CadegliOppi Scuola Primaria di Isola Rizza Docenti Corsi C + D Interventi vari E C +D C + D C + D C + D C+D Assistenti personali F F2 Addetti ristorazione G G *Personale che ha stipulato Convenzione con l Istituto (Documentazione depositata presso la Segreteria)/ Addetti alla Ristorazione /Assistenti Personali provenienti da Cooperativa convenzionata con l ULSS 21: A : / B: / C: n.1 psicologa d Istituto (orario scolastico ed extrascolastico) E: n.1 personale qualificato di un Associazione che fa corsi di ginnastica per signore (orario scolastico) F: n. 2 plesso di Vallese (orario scolastico) + 1 Ripetitore (F2) G: n. 2 Scuola Primaria Vallese (orario scolastico) Dott.ssa Gisella Di Pasquale R.S.P.P. 11 Istituto Comprensivo di Oppeano

12 R.L.S. / MEDICO COMPETENTE / S.P.P. SPP (sua articolazione): sono stati individuati 6 Referenti per la Sicurezza (v. Documentazione Area PE), che presiedono gli Addetti alle Emergenze (Antincendio e Antiterremoto) di ogni plesso, organizzano e coordinano le Prove di Evacuazione Periodiche, si coordinano con il RSPP nell ambito della Commissione Sicurezza 12 Istituto Comprensivo di Oppeano

13 B) Descrizione dei Plessi SEDE CENTRALE: Scuola Secondaria di I Grado Giovanni XXIII Via Aldo Moro, Oppeano, Verona VRIC STRUTTURA DELL EDIFICIO SCOLASTICO ED UTILIZZO DEGLI SPAZI La Scuola Secondaria di Oppeano, Sede Centrale, è costituita da due piani, i cui spazi vengono utilizzati come qui di seguito indicato. PIANO TERRA 1: archivio. 2: 3B 3: 2 B 4: Ufficio Dirigente Scolastico 5 : Aula insegnanti 6: Segreteria Generale 7: ufficio DSGA 8: ufficio personale 9 : palestra 10-11: spogliatoi 12: locale di servizio. 13: servizi igienici personale 14: ambulatorio. 13 Istituto Comprensivo di Oppeano

14 15: locali mensa 16: 3 A 17: 3 C 18: Ufficio uso speciale 19: servizi disabili 20: servizi maschili 21-22: servizi igienici femminili PRIMO PIANO 23: archivio 24: 1C 25: 1 B 26: 1A 27: 2C. 28: aula magna 29: aula artistica 30: aula informatica 31: 2^ A 32: aula musica 33: aula sostegno 34: servizi disabili 35: servizi maschili 36-37: servizi igienici femminili Si vedano le planimetrie di seguito riportate 14 Istituto Comprensivo di Oppeano

15 SPECCHIO NUMERICO DELLA POPOLAZIONE ESISTENTE SCUOLA SECONDARIA DI OPPEANO Anno scolastico 2010 / 2011 POPOLAZIONE PRESENTE h (*) PIANI Alunni Docenti ATA + addetti assistenza Totale PIANO TERRA Max 80 Max 5 Max Max Min 18 Min 1 Min 1+ 4 Min PRIMO PIANO Max 155 Max 8 Max 1 Max Min 20 Min 2 Min 1 Min 22+1 PALESTRA (**) Max 25 Max 1 Max Max 25+1 Min 18 Min 1 Min Min 18+1 AULA MAGNA (**) Max 192 Max 23+1 (Dirigente) Max 3 Max 219 Min 0 Min 0 Min 0 Min 0 (*) Specificare la fascia di massima presenza. Se l attività si svolge anche il pomeriggio, va compilato lo stesso prospetto per le ore pomeridiane. 15 Istituto Comprensivo di Oppeano

16 (**) Specificare anche la presenza in luoghi particolari (palestra, mensa, Aula Magna, ) 16 Istituto Comprensivo di Oppeano

17 SPECCHIO NUMERICO DELLA POPOLAZIONE ESISTENTE SCUOLA SECONDARIA DI OPPEANO Anno scolastico 2010 / 2011 POPOLAZIONE PRESENTE h (*) PIANI Alunni Docenti Operatori Totale PIANO TERRA Max 0 Max 0 Max 3+ 1 Max 4 Min 0 Min 0 Min 3+1 Min 4 PRIMO PIANO Max 131 Max 6 Max 1 Max 138 Min 20 Min 1 Min 1 Min 22 PALESTRA (**) Max 0 Max 0 Max 0 Max 0 Min 0 Min 0 Min 0 Min 0 MENSA (**) Max 131 Max 6 Max 1 Max 138 Min 20 Min 1 Min 1 Min 22 AULA MAGNA (**) Max 131 Max 6 Max 1 Max Istituto Comprensivo di Oppeano

18 Min 0 Min 0 Min 0 Min 0 TOTALE Max 131 Max 6 Max 3+2 Max 142 Min 20 Min 1 Min 1+2 Min 24 (*) Specificare la fascia di massima presenza. Se l attività si svolge anche il pomeriggio, va compilato lo stesso prospetto per le ore pomeridiane. (**) Specificare anche la presenza in luoghi particolari (palestra, mensa, Aula Magna, ) POPOLAZIONE PRESENTE h Per il personale esterno v. quanto indicato nella Sezione Personale non Dipendente. 18 Istituto Comprensivo di Oppeano

19 SEDE PERIFERICA 1 (PLESSO): Scuola Primaria di Oppeano Via Roma, Oppeano, Verona VREE84301B STRUTTURA DELL EDIFICIO SCOLASTICO ED UTILIZZO DEGLI SPAZI La Scuola primaria di Oppeano è costituita da due piani, i cui spazi vengono utilizzati come qui di seguito indicato. PIANO RIALZATO 1: aula della classe seconda A. 1a: bagni. 2: aula della classe prima A. 3: aula della classe prima B. 4: aula della classe seconda B. 5: laboratorio di informatica per tutte le classi del plesso e aula insegnanti. 6: palestra per tutte le classi del plesso. PRIMO PIANO 7: aula della classe quarta A. 7a: ripostiglio e bagni. 8: aula della classe quarta B. 9: aula della classe terza A. 19 Istituto Comprensivo di Oppeano

20 10: aula della classe quinta A. 11: laboratorio d inglese per tutte le classi del plesso. 12: aulette per la custodia dei sussidi, ripostiglio e bagno. Si vedano le planimetrie archiviate. 20 Istituto Comprensivo di Oppeano

21 SPECCHIO NUMERICO DELLA POPOLAZIONE ESISTENTE SCUOLA PRIMARIA DI OPPEANO Anno scolastico 2010 / 2011 POPOLAZIONE PRESENTE h (*) PIANI Alunni Docenti Operatori Totale PIANO TERRA Max 16 Max 1 Max 1 Max 18 Min 14 Min 1 Min 1 Min 16 PRIMO PIANO Max 21 Max 1 Max 1 Max 23 Min 16 Min 1 Min 1 Min 18 PALESTRA (**) Max 21 Max 1 Max 1 Max 23 Min 14 Min 1 Min 1 Min 16 LABORATORIO INFORMATICA(**) Max 11 Max 1 Max 1 Max 13 Min 7 Min 1 Min 1 Min 9 (**) Max Max Max Max Min Min Min Min 21 Istituto Comprensivo di Oppeano

22 TOTALE Max Max Max Max Min Min Min Min (*) Specificare la fascia di massima presenza. Se l attività si svolge anche il pomeriggio, va compilato lo stesso prospetto per le ore pomeridiane. (**) Specificare anche la presenza in luoghi particolari (palestra, mensa, Aula Magna, ) 22 Istituto Comprensivo di Oppeano

23 SEDE PERIFERICA 2 (PLESSO): Scuola Primaria di Ca Degli Oppi Via Dante Bertini, Cadeglioppi, Verona VREE84302C La Scuola primaria di Ca degli Oppi è costituita da due piani, i cui spazi vengono utilizzati come qui di seguito indicato. PIANO RIALZATO 1: aula della classe quinta. 2: aula della classe seconda. 3: aula della classe prima. 4: aula per le attività di sostegno e per le riunioni degli insegnanti. 5: palestra. 6: locale caldaia. PRIMO PIANO 7: aula della classe terza. 8: aula per i gruppi delle classi seconda, quarta e quinta. 9: aula della classe quarta. 10: laboratorio di informatica. 11: salone per l insegnamento della lingua inglese, la religione e per gli audiovisivi. Si vedano le planimetrie di seguito riportate. SPECCHIO NUMERICO DELLA POPOLAZIONE ESISTENTE 23 Istituto Comprensivo di Oppeano

24 SCUOLA PRIMARIA DI CA DEGLI OPPI Anno scolastico 2010 / 2011 POPOLAZIONE PRESENTE h (*) PIANI Alunni Docenti Operatori Totale PIANO TERRA Max 45 Max 4 Max 1 Max 50 Min 27 Min 2 Min 1 Min 30 PRIMO PIANO Max 35 Max 3 Max 1 Max 39 Min 16 Min 1 Min 0 Min 17 PALESTRA (**) (da aggiungere al N persone piano terra) Max 19 Max 2 Max 0 Max 20 Min 10 Min 1 Min 0 Min 11 AULA INGLESE E RELIGIONE (**) Max 19 Max 1 Max 0 Max 20 PRIMO PIANO (da aggiungere al N persone primo Min 10 Min 1 Min 0 Min Istituto Comprensivo di Oppeano

25 piano) TOTALE Max 80 Max 10 Max 2 Max 92 Min 80 Min 5 Min 1 Min 86 (*) Specificare la fascia di massima presenza. Se l attività si svolge anche il pomeriggio, va compilato lo stesso prospetto per le ore pomeridiane. (**) Specificare anche la presenza in luoghi particolari (palestra, mensa, Aula Magna, ) Per il personale esterno v. quanto indicato nella Sezione Personale non Dipendente. 25 Istituto Comprensivo di Oppeano

26 SEDE PERIFERICA 3 (PLESSO): Scuola Primaria di Vallese Via Spinetti Vallese, Verona VREE84303D La Scuola Primaria di Vallese è costituita da un piano rialzato, dove si svolge prevalentemente l attività didattica, e da un piano seminterrato, con la mensa ed una piccola palestra. Gli spazi vengono utilizzati come qui di seguito indicato. PIANO RIALZATO : rispettivamente aule delle classi 1^ A, 1^ B, 3^ A, 3^ B, 5^, 4^, 2^ A, 2^ B. 6 A 6 B: bagno dei maschi e delle femmine 7: laboratorio di informatica e delle attività per piccoli gruppi. 10: attività per piccoli gruppi e attività di sostegno. 10 A: bagno maschi 11: spazio per le riunioni degli insegnanti, per la custodia dei sussidi e per il fotocopiatore. 11 A 11 B: bagno adulti e bagno femmine 12: corridoio PIANO SEMINTERRATO 13: palestra. 14: mensa e un piccolo spazio per attività per piccoli gruppi. Si vedano le planimetrie archiviate. SPECCHIO NUMERICO DELLA POPOLAZIONE ESISTENTE SCUOLA ELEMENTARE DI VALLESE 26 Istituto Comprensivo di Oppeano

27 Anno scolastico 2010 / 2011 POPOLAZIONE PRESENTE h (*) PIANI Alunni Docenti Operatori Totale PIANO RIALZATO Max 138 Max 17 Max 4 Max 159 Min 12 Min 1 Min 1 Min 14 PRIMO PIANO Max Max Max Max Min Min Min Min PALESTRA (**) Max 23 Max 3 Max 1 Max 27 Min 12 Min 1 Min 1 Min 14 MENSA (**) Max Max Max Max Min Min Min Min Max Max Max Max 27 Istituto Comprensivo di Oppeano

28 (**) Min Min Min Min TOTALE Max Max Max Max Min Min Min Min (*) Specificare la fascia di massima presenza. Se l attività si svolge anche il pomeriggio, va compilato lo stesso prospetto per le ore pomeridiane. (**) Specificare anche la presenza in luoghi particolari (palestra, mensa, Aula Magna, ) SPECCHIO NUMERICO DELLA POPOLAZIONE ESISTENTE SCUOLA ELEMENTARE DI VALLESE Anno scolastico 2010 / 2011 POPOLAZIONE PRESENTE h (*) 28 Istituto Comprensivo di Oppeano

29 PIANI Alunni Docenti Operatori Totale PIANO RIALZATO Max 138 Max 8 Max 4 Max 150 Min 12 Min 1 Min 1 Min 14 PRIMO PIANO Max Max Max Max Min Min Min Min PALESTRA (**) Max 23 Max 1 Max 1 Max 25 Min 12 Min 1 Min 1 Min 14 MENSA (**) Max 123 Max 4 Max 4 Max 131 Min 12 Min 1 Min 1 Min 14 (**) Max Max Max Max Min Min Min Min TOTALE Max Max Max Max 29 Istituto Comprensivo di Oppeano

30 Min Min Min Min (*) Specificare la fascia di massima presenza. Se l attività si svolge anche il pomeriggio, va compilato lo stesso prospetto per le ore pomeridiane. (**) Specificare anche la presenza in luoghi particolari (palestra, mensa, Aula Magna, ) 30 Istituto Comprensivo di Oppeano

31 SEDE PERIFERICA 4 (PLESSO): Scuola Primaria di Isola Rizza Rizzi Caterino Via L. Ferrari Isola Rizza, Verona VREE84304E STRUTTURA DELL EDIFICIO SCOLASTICO ED UTILIZZO DEGLI SPAZI La Scuola Primaria di Isola Rizza è costituita da due piani, i cui spazi vengono utilizzati come qui di seguito indicato. PIANO RIALZATO 1: spazio per il solo passaggio. 2: aula della classe prima A 3: aula della classe seconda A 4: aula della classe seconda B 5: aula jolly per le attività in piccoli gruppi 6: aula della classe 1 B 7: spazio per le riunioni degli insegnanti. PRIMO PIANO 8: laboratorio di informatica. 9 : aula della classe quinta B 10: aula della classe terza A 11: aula della classe quarta A 12: aula biblioteca alunni 31 Istituto Comprensivo di Oppeano

32 13:aula della classe quinta A 14: aula jolly per le attività di recupero. Si vedano le planimetrie di seguito riportate. SPECCHIO NUMERICO DELLA POPOLAZIONE ESISTENTE SCUOLA PRIMARIA DI ISOLA RIZZA Anno scolastico 2010 / 2011 POPOLAZIONE PRESENTE h (*) PIANI Alunni Docenti Operatori Totale PIANO TERRA Max 57 Max 4 Max 1 Max 62 Min 13 Min 1 Min 1 Min 15 PRIMO PIANO Max 71 Max 4 Max 1 Max 76 Min 11 Min 1 Min 1 Min 13 PALESTRA (**) Vedi Max Max Max orari allegati Min Min Min 32 Istituto Comprensivo di Oppeano

33 MENSA (**) Max Max Max Max Min Min Min Min (**) Max Max Max Max Min Min Min Min TOTALE Max 128 Max 8 Max 2 Max 138 Min 28 Min 2 Min 1 Min 31 (*) Specificare la fascia di massima presenza. Se l attività si svolge anche il pomeriggio, va compilato lo stesso prospetto per le ore pomeridiane. (**) Specificare anche la presenza in luoghi particolari (palestra, mensa, Aula Magna, ) ** La palestra consta di un edificio distaccato dalla sede. V Sezione Planimetrie e parte f) (Relazione Generale sulla Valutazione dei Rischi). 33 Istituto Comprensivo di Oppeano

34 SEDE PERIFERICA 5 (PLESSO): Scuola Secondaria di Primo Grado Via G. Marconi Isola Rizza, Verona VRMM84301A STRUTTURA DELL EDIFICIO SCOLASTICO ED UTILIZZO DEGLI SPAZI La Scuola Secondaria di Isola Rizza è costituita da due piani(edificio nuovo) e da una porzione del vecchio edificio, i cui spazi vengono utilizzati come di seguito indicato PIANO TERRA o aule delle classi prime, delle seconde e delle terze; o aule speciali o Guardiola personale ausiliario o Servizi igienici maschili e femminili (nuovo plesso) o Servizi igienici maschili e femminili (vecchio plesso) PRIMO PIANO o Aula insegnanti o Ufficio o Biblioteca (utilizzata anche per attività di recupero per piccoli gruppi) 34 Istituto Comprensivo di Oppeano

35 o Aula C. C. R o Archivio o Servizi igienici Si vedano le planimetrie archiviate 35 Istituto Comprensivo di Oppeano

36 SPECCHIO NUMERICO DELLA POPOLAZIONE ESISTENTE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DI ISOLA RIZZA Anno scolastico 2010/2011 POPOLAZIONE PRESENTE h (*) PIANI Alunni Docenti Operatori Totale PIANO TERRA Max 63 Max 4 Max 2 Max 69 Min 18 Min 1 Min 1 Min 20 PRIMO PIANO Max 5 Max 3 Max 2 Max 10 Min 0 Min 0 Min 0 Min 0 PALESTRA (**) Max 23 Max 1 Max 1 Max 26 Min 18 Min 1 Min 1 Min 20 MENSA (**) DA h a h Max 21 Max 1 Max 1 Max 24 Min 12 Min 1 Min 1 Min Istituto Comprensivo di Oppeano

37 (**) Max Max Max Max Min Min Min Min TOTALE Max 63 Max 4 Max 2 Max 69 Min 18 Min 1 Min 1 Min 20 (*) Specificare la fascia di massima presenza. Se l attività si svolge anche il pomeriggio, va compilato lo stesso prospetto per le ore pomeridiane. (**) Specificare anche la presenza in luoghi particolari (palestra, mensa, Aula Magna, ) SPECCHIO NUMERICO DELLA POPOLAZIONE ESISTENTE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DI ISOLA RIZZA Anno scolastico 2010/ Istituto Comprensivo di Oppeano

38 POPOLAZIONE PRESENTE h (*) PIANI Alunni Docenti Operatori Totale PIANO TERRA Max 45 Max 2 Max 1 Max 48 Min 22 Min 1 Min 1 Min 24 PRIMO PIANO Max Max Max Max Min Min Min Min PALESTRA (**) Max Max Max Max Min Min Min Min MENSA (**) DA h a Max 22 Max 1 Max 1 Max 24 Min 12 Min 1 Min 1 Min 14 Max Max Max Max 38 Istituto Comprensivo di Oppeano

39 (**) Min Min Min Min TOTALE Max 45 Max 2 Max 1 Max 48 Min 22 Min 1 Min 1 Min 24 (*) Specificare la fascia di massima presenza. Se l attività si svolge anche il pomeriggio, va compilato lo stesso prospetto per le ore pomeridiane. (**) Specificare anche la presenza in luoghi particolari (palestra, mensa, Aula Magna, ) ** La palestra consta di un edificio distaccato dalla sede. V Sezione Planimetrie e parte f) (Relazione Generale sulla Valutazione dei Rischi). 39 Istituto Comprensivo di Oppeano

40 C) Descrizione di impianti, macchine, attrezzature ecc. presenti nei vari edifici/plessi. In questa sezione viene indicata la presenza dei principali impianti tecnologici nei singoli plessi e, solo se consistente e rilevante in termini di sicurezza, di sostanze, materiali, macchine e attrezzature. SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO OPPEANO - IMPIANTISTICA Impianto elettrico Impianto termico Impianto idrosanitario Impianto telefonico Impianto informatico Impianto antincendio MACCHINARI USO SISTEMATICO PC (Segreteria aule Aula Informatica) 3 fotocopiatrici (Aula Insegnanti Aula infermeria Area Segreteria) Videoproiettore 1 Lavagna luminosa 3 L.I.M. Macchina idropulitrice (ripostiglio sottoscala) Macchina aspiratrice (ripostiglio sottoscala) Scaldavivande (Aula Mensa Piano Terra) Due Macchine distributrici cibo e bevande (Atrio) 40 Istituto Comprensivo di Oppeano

41 STOCCAGGIO MATERIALE VARIO in uso Prodotti di pulizia (sottoscala) STOCCAGGIO MATERIALE VARIO in attesa di essere smaltito PC dismessi piccola quantità (sottoscala) ARCHIVIO DOCUMENTAZIONE Documentazione cartacea varia (Segreteria Archivi Piano Terra e Piano Primo- Aula Dirigenza -Aula insegnanti - ) SCUOLA PRIMARIA OPPEANO - IMPIANTISTICA Impianto elettrico Impianto termico Impianto idrosanitario Impianto telefonico Impianto informatico Impianto antincendio MACCHINARI USO SISTEMATICO PC (Aula informatica) Videoproiettore Lavagna luminosa 3 L.I.M. 41 Istituto Comprensivo di Oppeano 1 fotocopiatrice (aula insegnanti) Macchina erogatrice bevande calde (corridoio Piano Terra) STOCCAGGIO MATERIALE VARIO in uso Prodotti di pulizia (sgabuzzino piano terra / bagno ad uso interdetto alunni Piano Primo) STOCCAGGIO MATERIALE VARIO in attesa di essere smaltito

42 ARCHIVIO DOCUMENTAZIONE Documentazione cartacea varia (Aula insegnanti armadi corridoio principale Piano Terra) SCUOLA PRIMARIA CA DEGLI OPPI - IMPIANTISTICA Impianto elettrico Impianto termico Impianto idrosanitario Impianto telefonico Impianto informatico Impianto antincendio MACCHINARI USO SISTEMATICO PC (Aula informatica Piano Rialzato) Videoproiettore Lavagna luminosa 2 L.I.M. 1 fotocopiatrice (ingresso insegnanti Piano Rialzato) Macchina erogatrice bevande calde (corridoio Piano Rialzato) STOCCAGGIO MATERIALE VARIO in uso Prodotti di pulizia (sgabuzzino piano seminterrato armadio Piano Primo) STOCCAGGIO MATERIALE VARIO in attesa di essere smaltito ARCHIVIO DOCUMENTAZIONE Documentazione cartacea varia (Aula insegnanti armadi corridoio principale Piano Terra) 42 Istituto Comprensivo di Oppeano

43 SCUOLA PRIMARIA VALLESE IMPIANTISTICA Impianto elettrico Impianto termico Impianto idrosanitario Impianto telefonico Impianto informatico Impianto antincendio MACCHINARI USO SISTEMATICO PC (Aula informatica e aula denominata Jolly) 1 fotocopiatrice (Aula Insegnanti) 1 videopropiettore (Aula denominata Jolly) 1 lavagna luminosa (Aula Informatica) 3 L.I.M. Scaldavivande (Aula Mensa Piano Interrato) Macchina erogatrice caffè e macchina erogatrice bevande calde (Aula Insegnanti) STOCCAGGIO MATERIALE VARIO in uso Prodotti di pulizia (armadio bagno alunni piano primo) STOCCAGGIO MATERIALE VARIO in attesa di essere smaltito ARCHIVIO DOCUMENTAZIONE Vecchi arredi e PC (cantina) Documentazione cartacea varia (Aula insegnanti armadi corridoio principale Piano Terra) 43 Istituto Comprensivo di Oppeano

44 SCUOLA PRIMARIA ISOLA RIZZA IMPIANTISTICA Impianto elettrico Impianto termico Impianto idrosanitario Impianto telefonico Impianto informatico Impianto antincendio MACCHINARI USO SISTEMATICO PC (Aula informatica Piano Primo) 2 fotocopiatrici (Aula Insegnanti Piano Rialzato Aula Biblioteca Piano Primo) Videoproiettore Lavagna luminosa 3 L.I.M. Macchina erogatrice bevande calde (Aula Insegnanti) STOCCAGGIO MATERIALE VARIO in uso Prodotti di pulizia (armadio bagno alunni Piano Rialzato) STOCCAGGIO MATERIALE VARIO in attesa di essere smaltito ARCHIVIO DOCUMENTAZIONE Documentazione cartacea varia (Aula insegnanti armadi corridoio principale Piano Terra) SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO ISOLA RIZZA 44 Istituto Comprensivo di Oppeano

45 IMPIANTISTICA Impianto elettrico Impianto termico Impianto idrosanitario Impianto telefonico Impianto informatico Impianto antincendio MACCHINARI USO SISTEMATICO PC (Aula informatica Piano Terra Edificio Vecchio) 1 fotocopiatrice Videoproiettore Lavagna luminosa 2 L.I.M. Macchina erogatrice bevande calde (Aula Insegnanti) STOCCAGGIO MATERIALE VARIO in uso Prodotti di pulizia (seminterrato Edificio Nuovo) STOCCAGGIO MATERIALE VARIO in attesa di essere smaltito ARCHIVIO DOCUMENTAZIONE Documentazione cartacea varia (Aula insegnanti aula Archivio Piano Primo Vecchio Edificio) 45 Istituto Comprensivo di Oppeano

46 Rischi ambientali 46 Istituto Comprensivo di Oppeano

47 In questa sezione confluisce la valutazione di tutti i fattori di rischio di tipo oggettivo, dovuti a situazioni strutturali, ambientali o impiantistiche. Come già accennato, in questa sezione il processo di valutazione interessa ogni singolo plesso scolastico, per singoli spazi o raggruppamento degli stessi. Tale valutazione è effettuata periodicamente dal RSPP e dal DS secondo un indice di gravità. Ogni comunicazione all Ente Proprietario (Comuni) viene effettuata tempestivamente. 47 Istituto Comprensivo di Oppeano

48 Rischi comportamentali 48 Istituto Comprensivo di Oppeano

49 In questa sezione confluisce la valutazione di tutti i fattori di rischio che hanno in qualche modo attinenza con i comportamenti del personale scolastico e degli studenti. Nella Scuola molti incidenti e infortuni hanno origine da comportamenti scorretti. Tenuto conto dell ampio ventaglio di situazioni possibili, la classificazione parte dall analisi si Situazioni suddivise per Attività: Attività Strutturate, caratterizzate da una sistematicità e da un certo gradi di ripetitività delle modalità di lavoro Attività non strutturate, caratterizzate da un elevato margine di imprevedibilità nella modalità di realizzazione Attività ibride, caratterizzate soprattutto dalla presenza di rischi di tipo ergonomico e da problemi di carattere ambientale. In questa Sezione rientra anche l indagine sullo Stress-Lavoro Correlato, che è stata effettuata nell a.s. 2010/11 49 Istituto Comprensivo di Oppeano

50 Parte integrativa 50 Istituto Comprensivo di Oppeano

51 In questa sezione sono valutate quelle situazioni, in genere piuttosto complesse ed articolate, che per le loro peculiarità non hanno trovato posto nelle Sezioni 3 e 4 (Rischi Ambientali e Rischi Comportamentali). Rientrano nella valutazione effettuata: 1. Le visite d istruzione giornaliere 2. Uscite brevi a carattere ecologico-ambientale (parchi, riserve, giardini zoologici o botanici) 3. Uscite brevi a carattere culturale (teatro, cinema, musei ecc.) 4. Viaggi di più giorni in Italia o all estero 5. Attività sportive svolte da classi o gruppi di studenti fuori dalla scuola 6. Gestione dei ragazzi e del personale diversamente abile 7. La gestione del rischio biologico Relativamente ai punti 1., 2. e 3., l Istituto Comprensivo di Oppeano si è dotato a partire dall anno scolastico 2007/08 di un Regolamento d Istituto che organizza in modo puntuale e dettagliato l organizzazione e la gestione delle Uscite, di cui si allega uno stralcio significativo qui di seguito. Capo 5. Passeggiate Scolastiche, Visite Guidate e Viaggi d Istruzione 1. Premessa: All inizio dell anno scolastico sarà richiesta alle famiglie la compilazione di specifica Modulistica Obbligatoria. Sono definite passeggiate scolastiche tutte le uscite nell ambito del territorio prossimo alla scuola che non richiedono l uso del mezzo di trasporto e non abbiano soste di lunga durata in siti, teatri, chiese, musei, Sono definite passeggiate con mèta tutte le uscite nell ambito del territorio prossimo alla scuola che non richiedono l uso del mezzo di trasporto ma abbiano soste di lunga durata in siti archeologici, teatri, chiese, musei, Sono definite visite guidate, o gite, tutte le uscite finalizzate ad arricchire o migliorare l offerta formativa che richiedono l uso del mezzo di trasporto e che si svolgono in una singola giornata, in orario mattutino e/o tutta la giornata. 51 Istituto Comprensivo di Oppeano

COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell'umanità

COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell'umanità COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell'umanità Area Servizi alla Persona Settore Servizi alla Persona, Istruzione, Formazione Servizio Salute e Politiche Socio Sanitarie AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLE

Dettagli

Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenti ai fini dell applicazione dell articolo 26 del Decreto Legislativo 81/08

Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenti ai fini dell applicazione dell articolo 26 del Decreto Legislativo 81/08 INTERFERENTI DI CUI ALL ART.26 D.LGS 81/08 (ALL B) Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenti ai fini dell applicazione dell articolo 26 del Decreto Legislativo 81/08 COMMITTENTE Consiglio

Dettagli

Associazione professionale Petracci Marin - www.petraccimarin.it

Associazione professionale Petracci Marin - www.petraccimarin.it ARTICOLO 7 DLGS 626/94 versione orginaria. Articolo 7 Contratto di appalto o contratto d'opera. 1. Il datore di lavoro, in caso di affidamento dei lavori all'interno dell'azienda, ovvero dell'unità produttiva,

Dettagli

Art. 26. Obblighi connessi ai contratti d'appalto o d'opera o di somministrazione

Art. 26. Obblighi connessi ai contratti d'appalto o d'opera o di somministrazione Sicurezza: semplificazioni del Decreto Del Fare Art. 26 Dlgs. 81/2008 - Schema a cura di Studio Legale Ambiente Cinzia Silvestri Si propone schema dell art. 26 come modificato dal DL 69/2013 art. 32. Art.

Dettagli

LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO O D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE

LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO O D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO O D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE Servizio Prevenzione e Protezione V IA A LBERTONI, 15-40138 BOLOGNA! 051.63.61.371-FAX 051.63.61.358 E-mail: spp@aosp.bo.it

Dettagli

COMUNE DI PARTANNA LIBERO CONSORZIO DI TRAPANI

COMUNE DI PARTANNA LIBERO CONSORZIO DI TRAPANI COMUNE DI PARTANNA LIBERO CONSORZIO DI TRAPANI CITTA D ARTE E TURISTICA AREA IV SERVIZI ALLA PERSONA ALLEGATO AL CAPITOLATO SERVIZIO ASSISTENZA ALL AUTONOMIA, ALLA COMUNICAZIONE E PER I SOGGETTI PORTATORI

Dettagli

D.U.V.R.I. INDIVIDUAZIONE DEI RISCHI E MISURE ADOTTATE PER ELIMINARE LE INTERFERENZE (ART. 26 COMMA 3 D.LGS 9 APRILE 2008, N. 81)

D.U.V.R.I. INDIVIDUAZIONE DEI RISCHI E MISURE ADOTTATE PER ELIMINARE LE INTERFERENZE (ART. 26 COMMA 3 D.LGS 9 APRILE 2008, N. 81) D.U.V.R.I. INDIVIDUAZIONE DEI RISCHI E MISURE ADOTTATE PER ELIMINARE LE INTERFERENZE (ART. 26 COMMA 3 D.LGS 9 APRILE 2008, N. 81) SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO E CONFERIMENTO RIFIUTI SOLIDI URBANI, DIFFERENZIATA

Dettagli

Comune di ORUNE Piazza Remigio Gattu 14 08020 ORUNE (NU)

Comune di ORUNE Piazza Remigio Gattu 14 08020 ORUNE (NU) Comune di ORUNE Piazza Remigio Gattu 14 08020 ORUNE (NU) Documento unico di valutazione dei rischi interferenti (ai sensi dell'articolo 26 comma 3-ter., decreto legislativo 9 aprile 2008, n.81) Servizio

Dettagli

Dlgs 81/2008 qualche domanda e risposta

Dlgs 81/2008 qualche domanda e risposta Dlgs 81/2008 qualche domanda e risposta A cura dello Studio Commercialista Di Michele di Roma e Milano Quale documentazione occorre per essere in regola con il D.lgs. 81/08? Occorre l organigramma della

Dettagli

Documento Unitario. di Valutazione dei. Rischi da Interferenza

Documento Unitario. di Valutazione dei. Rischi da Interferenza Scuola Media Liceo Istituto Professionale ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE DES AMBROIS - Oulx - SPP Servizio di Prevenzione e Protezione D Documento Unitario U di Valutazione dei V Rischi da Interferenza

Dettagli

COMUNE DI LATERZA. prov. di TARANTO Settore 5 Servizio Igiene ed Ambiente

COMUNE DI LATERZA. prov. di TARANTO Settore 5 Servizio Igiene ed Ambiente Appalto del servizio di gestione del canile comunale Cig 5049292791 DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE DEI RISCHI (DUVRI) Marzo 2013 NI Il Responsabile del Settore Dott. Paolo Larizza DATA COMMITENTE APPALTATORE

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (DUVRI) (Provincia di Bologna) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (DUVRI) Ai sensi del: D. Lgs. 9 aprile 2008, n 81 - art. 26 In riferimento all appalto: BANDO PER L INDIVIDUAZIONE DI SOGGETTI

Dettagli

Dipartimento Amministrativo per la Sanità Area Servizio di Prevenzione e Protezione

Dipartimento Amministrativo per la Sanità Area Servizio di Prevenzione e Protezione GUIDA PRATICA PER UNA CORRETTA GESTIONE DEL DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI (D.U.V.R.I.) Realizzato da: Arch. Valentina MEGNA Lucia Maria Stella VURRO Indice CHE COSA È IL D.U.V.R.I.?... 3 INDICAZIONI

Dettagli

COMUNE DI MONTOTTONE. Provincia di Fermo APPALTO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI DI RACCOLTA DEI RIFIUTI URBANI D.U.V.R.I.

COMUNE DI MONTOTTONE. Provincia di Fermo APPALTO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI DI RACCOLTA DEI RIFIUTI URBANI D.U.V.R.I. COMUNE DI MONTOTTONE Provincia di Fermo APPALTO PER LA GESTIONE DEI SERVIZI DI RACCOLTA DEI RIFIUTI URBANI D.U.V.R.I. INDIVIDUAZIONE DEI RISCHI E MISURE ADOTTATE PER ELIMINARE LE INTERFERENZE (ART. 26

Dettagli

Ruolo e responsabilità del dirigente scolastico in ordine alla prevenzione e sicurezza sul lavoro. Modena, 30 ottobre 2009

Ruolo e responsabilità del dirigente scolastico in ordine alla prevenzione e sicurezza sul lavoro. Modena, 30 ottobre 2009 Ruolo e responsabilità del dirigente scolastico in ordine alla prevenzione e sicurezza sul lavoro Modena, 30 ottobre 2009 Decreto Legislativo 3 agosto 2009, n. n. 106 "Disposizioni integrative e correttive

Dettagli

DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIAL ARTISTA:

DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIAL ARTISTA: Allegato F, schema di DUVRI DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIAL ARTISTA:. OGGETTO APPALTO: FORNITURA E INSTALLAZIONE DI OPERE D ARTE PER IL PALAZZO RICERCA E CONOSCENZA DELLA FONDAZIONE

Dettagli

-DUVRI- Documento Unico di Valutazione Rischi da Interferenze SCHEMA

-DUVRI- Documento Unico di Valutazione Rischi da Interferenze SCHEMA -DUVRI- Documento Unico di Valutazione Rischi da Interferenze SCHEMA ISTITUTO COLOMBO TORRE G. NA D.U.V.R.I.- SCHEMA SCHEMA GENERICO PER LA STESURA DEL Documento unico di valutazione dei rischi determinati

Dettagli

COMUNE DI CESSANITI Provincia di Vibo Valentia

COMUNE DI CESSANITI Provincia di Vibo Valentia COMUNE DI CESSANITI Provincia di Vibo Valentia UFFICIO TECNICO ALLEGATO ALLA DETERMINA N. 155 DEL 01/12/2011 CAPITOLATO SPECIALE D ONERI PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (DUVRI) Comune di Lugo Piazza dei Martiri n. 1 Lugo 48022 (RA) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (DUVRI) Ai sensi del: D. Lgs. 9 aprile 2008, n 81 - art. 26 Riferimento ai Servizi di accoglienza,

Dettagli

COMUNE DI FORIO PROVINCIA DI NAPOLI

COMUNE DI FORIO PROVINCIA DI NAPOLI COMUNE DI FORIO PROVINCIA DI NAPOLI SERVIZIO INTEGRATO DI IGIENE URBANA E SERVIZI ACCESSORI DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE DEI RISCHI (DUVRI) 1 INDICE: Art.1 - PREMESSE Art.2 NORMATIVA DI RIFERIMENTO Art.3

Dettagli

COMUNE DI VILLAMAR PROVINCIA MEDIO CAMPIDANO. Piazza Prazza de Corti, 1-09020 Villamar - Tel. 070 9306901 Fax. 070 9306017 AREA TECNICA D.U.V.R.I.

COMUNE DI VILLAMAR PROVINCIA MEDIO CAMPIDANO. Piazza Prazza de Corti, 1-09020 Villamar - Tel. 070 9306901 Fax. 070 9306017 AREA TECNICA D.U.V.R.I. COMUNE DI VILLAMAR PROVINCIA MEDIO CAMPIDANO Piazza Prazza de Corti, 1-09020 Villamar - Tel. 070 9306901 Fax. 070 9306017 Villamar, 23.05.2014 AREA TECNICA D.U.V.R.I. INDIVIDUAZIONE DEI RISCHI E MISURE

Dettagli

La sicurezza nell ambito dell attività infermieristica

La sicurezza nell ambito dell attività infermieristica La sicurezza nell ambito dell attività infermieristica Obblighi e responsabilità derivanti dal D.Lgs. 81/08 La sicurezza nell ambito dell attività Paolo Troncana infermieristica Attività di R.S.P.P. e

Dettagli

Area Servizi ai Cittadini Ufficio Pubblica Istruzione Via A. da Brescia, 2 25034 Orzinuovi

Area Servizi ai Cittadini Ufficio Pubblica Istruzione Via A. da Brescia, 2 25034 Orzinuovi Allegato n. 1A Area Servizi ai Cittadini Ufficio Pubblica Istruzione Via A. da Brescia, 2 25034 Orzinuovi INDIVIDUZIONE DEI RISCHI E MISURE ADOTTATE PER ELIMINARE LE INTERFERENZE (Artt. 26 comma 3, 5 D.

Dettagli

INFORMAZIONE SUI RISCHI SPECIFICI ESISTENTI NELL'AMBIENTE E MISURE DI PREVENZIONE/EMERGENZE

INFORMAZIONE SUI RISCHI SPECIFICI ESISTENTI NELL'AMBIENTE E MISURE DI PREVENZIONE/EMERGENZE Viale Indipendenza 3, 27100 Pavia APPLICAZIONE DELL'ART. 26 D. Lgs. 81/08 s.m.i. OBBLIGHI CONNESSI AI CONTRATTI D'APPALTO O D'OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE INFORMAZIONE SUI RISCHI SPECIFICI ESISTENTI NELL'AMBIENTE

Dettagli

Documento unico di valutazione dei rischi interferenziali. Art. 26 comma 3 D.L.vo 81/2008

Documento unico di valutazione dei rischi interferenziali. Art. 26 comma 3 D.L.vo 81/2008 Documento unico di valutazione dei rischi interferenziali Art. 26 comma 3 D.L.vo 81/2008 Oggetto dell appalto: contratto per la gestione dell impianto sportivo Paolo Nesti in località Bagnolo Dirigente/

Dettagli

Marta Dalla Vecchia - Sezione di Padova. LEGGE 123/07 MODIFICA: l art. 7 D.Lgs.. 626/94 l art. 86 del D.Lgs 163/06 PROCEDURA APPLICATIVA

Marta Dalla Vecchia - Sezione di Padova. LEGGE 123/07 MODIFICA: l art. 7 D.Lgs.. 626/94 l art. 86 del D.Lgs 163/06 PROCEDURA APPLICATIVA LEGGE 123/07 MODIFICA: l art. 7 D.Lgs.. 626/94 l art. 86 del D.Lgs 163/06 PROCEDURA APPLICATIVA CAMPO DI APPLICAZIONE ART. 7 DECRETO LEGISLATIVO 19 SETTEMBRE 1994 n. 626 Affidamento di lavori ad imprese

Dettagli

MANUALE DELLE PROCEDURE PER LA SICUREZZA A SCUOLA

MANUALE DELLE PROCEDURE PER LA SICUREZZA A SCUOLA MAN - Pag. 1 di 12 MANUALE DELLE PROCEDURE PER LA SICUREZZA A SCUOLA AI SEN SI DELL AR T. 30 D.Lg Lgs. 81/20 08 MAN - Pag. 2 di 12 Attività di valutazione dei rischi e di predisposizione delle misure di

Dettagli

LA SICUREZZA NEGLI APPALTI SECONDO IL D. LGS. 81/08

LA SICUREZZA NEGLI APPALTI SECONDO IL D. LGS. 81/08 Federazione regionale degli Ordini degli Ingegneri del Veneto LA SICUREZZA NEGLI APPALTI SECONDO IL D. LGS. 81/08 A CURA DI: Ing. Mauro Rossato Vega Engineering 1 Art. 26 Obblighi connessi ai contratti

Dettagli

La sicurezza nell ambito dell attività infermieristica

La sicurezza nell ambito dell attività infermieristica La sicurezza nell ambito dell attività infermieristica Obblighi e responsabilità derivanti dal D.Lgs. 81/08 Perché investire in sicurezza cos è la sicurezza? a cosa serve? Tutti soldi e tempo buttati?

Dettagli

(Documento Unico di Valutazione Rischi da Interferenze)

(Documento Unico di Valutazione Rischi da Interferenze) ALLEGATO N. 4 D.U.V.R.I. COMUNE di CASALEONE Provincia di Verona UFFICIO SEGRETERIA Tel. 0442-328.719 Fax 0442-328.740 P.IVA 00659900237 E-MAIL: segreteria@comunecasaleone.it (Documento Unico di Valutazione

Dettagli

DUVRI. Individuazione dei rischi e misure adottate per eliminare le interferenze - Art. 26, commi 3 e 5, D.Lgs 9 aprile 2008, n. 81 D.U.V.R.I.

DUVRI. Individuazione dei rischi e misure adottate per eliminare le interferenze - Art. 26, commi 3 e 5, D.Lgs 9 aprile 2008, n. 81 D.U.V.R.I. AFFIDAMENTO GESTIONE, IN VIA TEMPORANEA E SPERIMENTALE, DEL SERIVIZO DI ASSISTENZA SPECIALISTICA AGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PER IL PERIODO DAL 01.03.2012 AL 30.06.2012 DUVRI DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE

Dettagli

DUVRI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA

DUVRI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA DUVRI DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA (ART. 26 DEL D.LGS. N 81/2008 E S.M.I.) APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA EDUCATIVA A PERSONE DIVERSAMENTE ABILI RESIDENTI

Dettagli

Documento unico di valutazione dei rischi interferenziali UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE

Documento unico di valutazione dei rischi interferenziali UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE Documento unico di valutazione dei rischi interferenziali UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI PARTHENOPE (Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali) Allegato al contratto di appalto (ai sensi

Dettagli

OBBLIGHI CONNESSI AI CONTRATTI D APPALTO O D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE - NORMATIVA DI RIFERIMENTO E MODULI DI AUTOCERTIFICAZIONE

OBBLIGHI CONNESSI AI CONTRATTI D APPALTO O D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE - NORMATIVA DI RIFERIMENTO E MODULI DI AUTOCERTIFICAZIONE OBBLIGHI CONNES AI CONTRATTI D APPALTO O D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE - RMATIVA DI RIFERIMENTO E MODULI DI AUTOCERTIFICAZIONE ARTICOLO 26 - OBBLIGHI CONNES AI CONTRATTI D APPALTO O D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE

Dettagli

AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI

AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI COMUNE DI CAROSINO AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEI SERVIZI CIMITERIALI COMUNALI D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO DI INDIVIDUAZIONE DEI RISCHI E MISURE ADOTTATE PER ELIMINARE LE INTERFERENZE (art. 26, comma 3,

Dettagli

GUIDA per la COMPILAZIONE del DUVRI

GUIDA per la COMPILAZIONE del DUVRI DUVRI Documento unico di valutazione dei rischi da interferenza GUIDA per la COMPILAZIONE del DUVRI Art. 26 D. Lgs. 81/2008 Obblighi connessi ai contratti d'appalto o d'opera o di somministrazione Ing.

Dettagli

Azienda Committente: COMUNE DI SALERNO SERVIZIO MANUTENZIONE INFRASTRUTTURE.

Azienda Committente: COMUNE DI SALERNO SERVIZIO MANUTENZIONE INFRASTRUTTURE. DUVRII ((Documentto Uniico Valluttaziione Riischii IIntterfferenza)) Azienda Committente: COMUNE DI SALERNO SERVIZIO MANUTENZIONE INFRASTRUTTURE. Oggetto lavori: INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI Coordinamento Servizi Bibliotecari

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI Coordinamento Servizi Bibliotecari UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI Coordinamento Servizi Bibliotecari DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Art. 26 del D.Lgs. 9/04/2008 n. 81 INDIVIDUAZIONE DEI RISCHI, MISURE ADOTTATE

Dettagli

COMUNE di RONCADELLE (Provincia di Brescia)

COMUNE di RONCADELLE (Provincia di Brescia) COMUNE di RONCADELLE (Provincia di Brescia) Ufficio Servizi Sociali e Pubblica Istruzione Allegato al Capitolato d Appalto per la gestione del servizio di Assistenza Ad Personam per gli alunni disabili

Dettagli

Sintesi ragionata delle nuove regole per la gestione aziendale. della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro

Sintesi ragionata delle nuove regole per la gestione aziendale. della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro Una premessa TESTO UNICO DELLA SICUREZZA Sintesi ragionata delle nuove regole per la gestione aziendale della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro È in vigore dal 15 maggio 2008, il nuovo Testo

Dettagli

TESTO UNICO DELLA SICUREZZA Decreto Legislativo 81/08

TESTO UNICO DELLA SICUREZZA Decreto Legislativo 81/08 TESTO UNICO DELLA SICUREZZA Decreto Legislativo 81/08 Sintesi ragionata delle nuove regole per la gestione aziendale della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro Una premessa È in vigore dal 15

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D ATTIVITA (D.U.V.R.I.)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D ATTIVITA (D.U.V.R.I.) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D ATTIVITA (D.U.V.R.I.) (Art. 26 comma 3, 5 D lgs. 9 Aprile 2008, n. 81) APPALTO PULIZIA UFFICI COMUNALI, UFFICI GIUDIZIARI, R.S.A. L. ACCORSI

Dettagli

Il DIRIGENTE SCOLASTICO

Il DIRIGENTE SCOLASTICO DIREZIONE DIDATTICA IV CIRCOLO OLBIA Via Vignola, 54 07026 Olbia - SS - Tel. 0789 51.602 - Fax 0789 57.205 Sito web: http://www.dd4olbia.it e-mail: ssee05200q@istruzione.it Codice Fiscale: 91003170908

Dettagli

MASSIMO RAMASCO - Sede A.N.CO.R.S. Varese

MASSIMO RAMASCO - Sede A.N.CO.R.S. Varese Il concetto di sicurezza a scuola è quasi sempre associato a situazioni di rischio connesse alla vulnerabilità degli edifici scolastici e alle questioni inerenti la loro sicurezza strutturale, igienica

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DI INTERFERENZA

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DI INTERFERENZA AUTORITÀ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI OPERATIVA ROMA VIA ISONZO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DI (ai sensi dell art. 26 del D.Lgs. 81/2008 ) Individuazione dei rischi specifici del luogo

Dettagli

Gara d appalto per l affidamento del servizio di trasporto scolastico ed assistenza alunni Documento Unico Valutazione Rischi Interferenza

Gara d appalto per l affidamento del servizio di trasporto scolastico ed assistenza alunni Documento Unico Valutazione Rischi Interferenza Allegato F al Capitolato d appalto Gara d appalto per l affidamento del servizio di trasporto scolastico ed assistenza alunni Documento Unico Valutazione Rischi Interferenza 1 SOMMARIO: 1 SCOPO 3 2 CAMPO

Dettagli

CENTRO PER L INFANZIA sito in Trento Via Coni Zugna. D.U.V.R.I. Documento Unico di Valutazione Rischi attivita' Interferenti

CENTRO PER L INFANZIA sito in Trento Via Coni Zugna. D.U.V.R.I. Documento Unico di Valutazione Rischi attivita' Interferenti PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio politiche sociali e abitative Via Zambra, 42 Top Center 38100 Trento CENTRO PER L INFANZIA sito in Trento Via Coni Zugna D.U.V.R.I. Documento Unico di Valutazione

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (DUVRI) Provincia di Firenze DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (DUVRI) Ai sensi del: D. Lgs. 9 aprile 2008, n 81 - art. 26 In riferimento a: Servizio di pulizia degli uffici comunali Da

Dettagli

FORNITURA IN NOLEGGIO DI PERSONAL COMPUTER DESKTOP

FORNITURA IN NOLEGGIO DI PERSONAL COMPUTER DESKTOP Agente della Riscossione per le province siciliane DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA (ai sensi dell art. 26, Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81) FORNITURA IN NOLEGGIO DI PERSONAL

Dettagli

RUOLI E FUNZIONI DEI SOGGETTI DEL SISTEMA PREVENZIONISTICO

RUOLI E FUNZIONI DEI SOGGETTI DEL SISTEMA PREVENZIONISTICO RUOLI E FUNZIONI DEI SOGGETTI DEL SISTEMA PREVENZIONISTICO QUALIFICA RUOLO FUNZIONI E MANSIONI DIRIGENTE SCOLASTICO DATORE DI LAVORO Definisce gli interventi, le priorità, le necessità finanziarie, riguardo

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO E CRITERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE A SCUOLA. (in corsivo le indicazioni non previste dalla normativa)

LINEE DI INDIRIZZO E CRITERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE A SCUOLA. (in corsivo le indicazioni non previste dalla normativa) SiRVeSS Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole RETE DI SCUOLE E AGENZIE PER LA SICUREZZA della Provincia di Firenze LINEE DI INDIRIZZO E CRITERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE A SCUOLA

Dettagli

Istituto Tecnico Settore Tecnologico Marie Curie Meccanica, meccatronica ed energia Biotecnologie Ambientali

Istituto Tecnico Settore Tecnologico Marie Curie Meccanica, meccatronica ed energia Biotecnologie Ambientali Napoli, li 23 settembre 2015 Prot. n 5386 Tit. A/11 All Albo scolastico dell Istituto Tecnico Settore Tecnologico Url: http://www.itimariecurie.gov.it/ Avviso pubblico di selezione per conferimento incarico

Dettagli

La Casa Centro Assistenza Servizi per Anziani Via Baratto 39 36015 Schio (VI)

La Casa Centro Assistenza Servizi per Anziani Via Baratto 39 36015 Schio (VI) Ente committente: La Casa Centro Assistenza Servizi per Anziani Via Baratto 39 36015 Schio (VI) DOCUMENTO UNICO VALUTAZIONE RISCHI INTERFERENTI Art. 26 D.Lgs. 81/2008 Fornitura di generi alimentari per

Dettagli

Avviso pubblico. Oggetto: Conferimento di incarico di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione come previsto dal D.Lgs 81/2008.

Avviso pubblico. Oggetto: Conferimento di incarico di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione come previsto dal D.Lgs 81/2008. Prot. N. 6180 Bari 1 ottobre 2010 Avviso pubblico Oggetto: Conferimento di incarico di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione come previsto dal D.Lgs 81/2008. Il Dirigente Scolastico Premesso

Dettagli

Prot. n. 4360/C14 A23 Milano, 8 ottobre 2013 AVVISO PUBBLICO

Prot. n. 4360/C14 A23 Milano, 8 ottobre 2013 AVVISO PUBBLICO Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo ILARIA ALPI Via Salerno 1-20142 Milano Tel. 02 88444696 Fax 02 88444704 e-mail uffici: MIIC8DZ008@istruzione.it posta certificata:

Dettagli

Appalto per l affidamento del Servizio di Assistenza Scolastica

Appalto per l affidamento del Servizio di Assistenza Scolastica CITTA DI SOTTO IL MONTE GIOVANNI XXIII PROVINCIA DI BERGAMO Appalto per l affidamento del Servizio di Assistenza Scolastica Anno Scolastico 2013/2014 e 2014/2015 DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI

Dettagli

BOZZA a cura della Cisl Scuola

BOZZA a cura della Cisl Scuola BOZZA a cura della Cisl Scuola IPOTESI DI CONTRATTO INTEGRATIVO D'ISTITUTO Attuazione normativa in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro (CCNL art. 6 comma 2 lettera k) Istituto/Circolo - a.s./.. L'anno

Dettagli

1. Nomina delle figure preposte alla sicurezza e gli addetti all emergenza (figure sensibili)

1. Nomina delle figure preposte alla sicurezza e gli addetti all emergenza (figure sensibili) SiRVeSS LINEE DI INDIRIZZO E CRITERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE A SCUOLA a cura del gruppo di lavoro Gestione della sicurezza del SiRVeSS (in corsivo le indicazioni non previste dalla normativa) Il Dirigente

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ENTE FORESTE DELLA SARDEGNA Direzione Generale Servizio Programmazione, Contabilità, Bilancio e Appalti DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE SERVIZIO

Dettagli

COMUNE DI GIUGLIANO IN CAMPANIA (PROVINCIA DI NAPOLI)

COMUNE DI GIUGLIANO IN CAMPANIA (PROVINCIA DI NAPOLI) COMUNE DI GIUGLIANO IN CAMPANIA (PROVINCIA DI NAPOLI) SETTORE SERVIZI SOCIALI ISTRUZIONE SPORT CULTURA SERVIZIO SOSTEGNO ALLA PERSONA Ufficio Assistenza Scolastica Via A. Palumbo, 2 (2 Piano) Tel/Fax 081/3302058

Dettagli

A.M.I.U. GENOVA s.p.a.

A.M.I.U. GENOVA s.p.a. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I. (art. 7, c.3, D.Lgs 626/94, come modificato dall art. 3, c 1, lett. A della L.123/07, art. 26 Testo Unico sulla sicurezza 81/08) RIFERIMENTO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO TORTONA A FUNZIONIGRAMMA SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE SUI LUOGHI DI LAVORO (D.Lgs. 81/2008)

ISTITUTO COMPRENSIVO TORTONA A FUNZIONIGRAMMA SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE SUI LUOGHI DI LAVORO (D.Lgs. 81/2008) ISTITUTO COMPRENSIVO TORTONA A FUNZIONIGRAMMA SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE SUI LUOGHI DI LAVORO (D.Lgs. 81/2008) Ruoli Identità Funzioni Datore di lavoro (DdL) Dirigente scolastico Cfr. art.18

Dettagli

SICUREZZA E SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO

SICUREZZA E SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO SICUREZZA E SALUTE NEI LUOGHI DI LAVORO SICUREZZA E STUDI PROFESSIONALI Ing. REGE Paolo Biella, 17 aprile 2009 Decreto Legislativo 81/08 Organizzazione e Gestione Valutazione dei rischi Informazione e

Dettagli

PROGETTO DEFINITIVO 07. DUVRI PROGETTAZIONE DEFINITIVA DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E GESTIONE DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI, E ALTRI SERVIZI ATTINENTI

PROGETTO DEFINITIVO 07. DUVRI PROGETTAZIONE DEFINITIVA DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E GESTIONE DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI, E ALTRI SERVIZI ATTINENTI AMBITO DI RACCOLTA OTTIMALE A.R.O. LE/8 c/o COMUNE DI TRICASE Piazza Pisanelli - 73039 Tricase Tel. 0833777111 - Fax 0833770527 settoreambiente@comune.tricase.le.it settoreambiente.comune.tricase@pec.rupar.puglia.it

Dettagli

Prot. n 6586/A35 Augusta lì, 27/08/2013 BANDO RECLUTAMENTO DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE (RSPP) IL DIRIGENTE SCOLASTICO

Prot. n 6586/A35 Augusta lì, 27/08/2013 BANDO RECLUTAMENTO DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE (RSPP) IL DIRIGENTE SCOLASTICO MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Ufficio Scolastico Regionale per la Sicilia 3 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "SALVATORE TODARO" 96011 AUGUSTA (SR) - Via Gramsci - 0931/993733-0931/511970

Dettagli

AZIENDA COMMITTENTE. ACI Ufficio Provinciale di. Datore di lavoro. Indirizzo CAP CITTA telefono fax DESCRIZIONE DELL ATTIVITA OGGETTO DEL CONTRATTO:

AZIENDA COMMITTENTE. ACI Ufficio Provinciale di. Datore di lavoro. Indirizzo CAP CITTA telefono fax DESCRIZIONE DELL ATTIVITA OGGETTO DEL CONTRATTO: Informazione sui rischi presenti nell ambiente di lavoro Misure da adottare per eliminare/ridurre al minimo i rischi di interferenze (art. 26 del D. Lgs. 9 Aprile 2008 n. 81 e succ. m. i.) Pagina 1/9 Premessa

Dettagli

OBBLIGHI SICUREZZA SUL LAVORO 81/08

OBBLIGHI SICUREZZA SUL LAVORO 81/08 OBBLIGHI SICUREZZA SUL LAVORO 81/08 Obblighi Datore di Lavoro - Misure generali di tutela (D.Lgs. 81/08, art. 15)...1 Obblighi Datore di Lavoro - Delega di funzioni (D.Lgs. 81/08, art. 16)...1 Obblighi

Dettagli

L agenda in materia di sicurezza del Dirigente Scolastico Controlli, Adempimenti ed Aggiornamenti

L agenda in materia di sicurezza del Dirigente Scolastico Controlli, Adempimenti ed Aggiornamenti Q. & S. - Qualità & Sicurezza S.r.l. L agenda in materia di sicurezza del Dirigente Scolastico Controlli, Adempimenti ed Aggiornamenti All inizio di ogni anno il Dirigente di ciascun Istituto Scolastico

Dettagli

EDISU PIEMONTE Servizio di Prevenzione e Protezione

EDISU PIEMONTE Servizio di Prevenzione e Protezione EDISU PIEMONTE Servizio di Prevenzione e Protezione DUVRI Procedure di gestione appalti esterni: valutazione dei rischi da interferenza (art. 26, comma 3 D.Lgs 81/2008) Il Datore di Lavoro: Prof.ssa Olimpia

Dettagli

COMUNE DI TAVAZZANO CON VILLAVESCO (PROVINCIA DI LODI)

COMUNE DI TAVAZZANO CON VILLAVESCO (PROVINCIA DI LODI) REVISIONE 0 DATA Marzo Pagina 1 di 22 COMUNE DI TAVAZZANO CON VILLAVESCO (PROVINCIA DI LODI) PROCEDURA RELATIVA AGLI OBBLIGHI CONNESSI AL CONTRATTO PER LA GESTIONE DEL CENTRO SPORTIVO Salvo D Acquisto

Dettagli

Allegato a) LINEE GUIDA CTS03/2-2015 Sostituiscono le LINEE GUIDA CTS03/1-2014

Allegato a) LINEE GUIDA CTS03/2-2015 Sostituiscono le LINEE GUIDA CTS03/1-2014 Allegato a) PROCEDURE DI SALUTE E SICUREZZA RELATIVE A APPALTI DI LAVORI, FORNITURE E SERVIZI ALL INTERNO DEGLI ISTITUTI SCOLASTICI DI SECONDO GRADO AI SENSI DELL ART. 26 DEL D.LGS. 81/2008 LINEE GUIDA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. DELEDDA SAN SPERATE INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA I GRADO A INDIRIZZO MUSICALE

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. DELEDDA SAN SPERATE INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA I GRADO A INDIRIZZO MUSICALE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. DELEDDA SAN SPERATE INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA I GRADO A INDIRIZZO MUSICALE VIA PIXINORTU, 28- Cap. 09026 SAN SPERATE Tel.0709603816 - Fax. 0709603816 - C.F. 92105380924

Dettagli

COMUNE DI ARZACHENA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

COMUNE DI ARZACHENA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA COMUNE DI ARZACHENA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA APPALTO PER LA GESTIONE INTEGRATA DEI SERVIZI DI IGIENE URBANA E COMPLEMENTARI ELABORATO DUVRI 3_0 Tipo elaborato_ n revisione Settembre 2015 IL RUP

Dettagli

Il Piano Operativo di Sicurezza POS. venerdì 23 aprile 2010. 28 giugno 2012 Alfonso Cioffi- ASSIMPREDIL ANCE POS OPERATIVO DI SICUREZZA"

Il Piano Operativo di Sicurezza POS. venerdì 23 aprile 2010. 28 giugno 2012 Alfonso Cioffi- ASSIMPREDIL ANCE POS OPERATIVO DI SICUREZZA Il Piano Oativo di Sicurezza POS Pag.1 POS OPERATIVO SICUREZZA ART. 89 D.Lgs 10609- DEFINIZIONI Comma 1, lettera h) Piano Oativo di Sicurezza: il documento che il datore di lavoro dell impresa esecutrice

Dettagli

www.scuolavillasimius.it Telefono 070/791230 Fax 070/792387 Prot. n. 5902/C14 Villasimius, 21/10/2015

www.scuolavillasimius.it Telefono 070/791230 Fax 070/792387 Prot. n. 5902/C14 Villasimius, 21/10/2015 Via Leonardo da Vinci 1 09049 VILLASIMIUS (CA) Scuola dell Infanzia, Scuola Primaria, Scuola Secondaria di I grado di Villasimius e Castiadas Telefono 070/791230 Fax 070/792387 E-mail caic83300x@istruzione.it

Dettagli

6. COORDINAMENTO E VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

6. COORDINAMENTO E VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Pagina 1 di 5 1. PREMESSA Il presente documento è parte integrante della documentazione contrattuale viene allegato alla documentazione inviata agli offerenti in fase di selezione e deve essere firmata

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Allegato alla determina n.188 del 27/05/2015 Il Responsabile dell area Assistenza ed istruzione Dott. Vincenzo Greco COMMITTENTE COMUNE DI ZOPPOLA Via Romanò n. 14 tel. 0434-577503 fax 0434-577516 sito

Dettagli

CHECK LIST ANALISI INIZIALE ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

CHECK LIST ANALISI INIZIALE ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO CHECK LIST ANALISI INIZIALE ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO QUESITO RISCONTRO* Documentazione di P N NA riscontro 1. ANALISI INIZIALE Il DVR /autocertificazione e gli allegati

Dettagli

Sicurezza sul Lavoro Il nuovo Testo Unico - D.Lgs. 81/2008

Sicurezza sul Lavoro Il nuovo Testo Unico - D.Lgs. 81/2008 Sicurezza sul Lavoro Il nuovo Testo Unico - D.Lgs. 81/2008 1 UCTSP MILANO 27 GIUGNO 2008 STEFANIA CASOTTO RESPONSABILE DEI SERVIZI AMBIENTE - SICUREZZA - POLITICHE ENERGETICHE Agenda 2 La definizione di

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I.

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I. Area Edilizia Servizio Gestione Riscaldamento Scuole ed Edifici Provinciali ***** Capitolato Speciale d Appalto per il Servizio Energetico negli Edifici di Proprietà e Competenza della Provincia di Torino

Dettagli

COMITATO TECNICO PER LA SICUREZZA SUL LAVORO

COMITATO TECNICO PER LA SICUREZZA SUL LAVORO COMITATO TECNICO PER LA SICUREZZA SUL LAVORO Convenzione fra Provincia di Forlì-Cesena e Istituti Scolastici di Secondo grado Sede presso Servizio Prevenzione e Protezione della Provincia di Forlì-Cesena

Dettagli

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA

COMUNE DI GENZANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENZIALI (Art26, comma 3 del DLgs n81/2008) OGGETTO DELL'APPALTO Servizio di Assistenza Educativa Specialistica agli alunni diversamente abili in età evolutiva

Dettagli

Bando di gara pubblicato sulla GUCE/S 23-033365-2009-IT del 4.02.2009 e sulla GURI V Serie Speciale n.16 del 6.02.2009. 1 di 9

Bando di gara pubblicato sulla GUCE/S 23-033365-2009-IT del 4.02.2009 e sulla GURI V Serie Speciale n.16 del 6.02.2009. 1 di 9 (art. 7, c. 3, del D. Lgs 626/94, come modificato dall art. 3, c. 1, lett. a della L. 123/07) Regione Calabria riferito alla Gara a procedura aperta per. Bando di gara pubblicato sulla GUCE/S 23-033365-2009-IT

Dettagli

B5-1. Gestione del rischio incendio nella scuola. CORSO DI FORMAZIONE RESPONSABILI E ADDETTI SPP EX D.Lgs. 195/03. MODULO B Unità didattica

B5-1. Gestione del rischio incendio nella scuola. CORSO DI FORMAZIONE RESPONSABILI E ADDETTI SPP EX D.Lgs. 195/03. MODULO B Unità didattica Sistema di Riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole Gestione del rischio incendio nella scuola MODULO B Unità didattica B5-1 CORSO DI FORMAZIONE RESPONSABILI E ADDETTI SPP EX D.Lgs. 195/03 Il quadro

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I. (art. 26 comma 3 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I. (art. 26 comma 3 del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.) SERVIZIO DI MANUTENZIONE HARDWARE E SOFTWARE DEL SISTEMA INFORMATIVO DELL ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI CASERTA DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE D.U.V.R.I.

Dettagli

UBALDO CAMPAGNOLA di AVIO. Azienda Pubblica di Servizi alla Persona DUVRI. Servizio Infermieristico Aziendale

UBALDO CAMPAGNOLA di AVIO. Azienda Pubblica di Servizi alla Persona DUVRI. Servizio Infermieristico Aziendale UBALDO CAMPAGNOLA di AVIO Azienda Pubblica di Servizi alla Persona DUVRI Azienda committente Ubaldo Campagnola di Avio A.P.S.P. Azienda Pubblica di Servizi alla Persona Appalto/Contratto d opera Servizio

Dettagli

2. SCOPO Gestione dei fornitori di beni e servizi; Gestione delle imprese esterne e degli appaltatori operanti per conto di Alac SpA.

2. SCOPO Gestione dei fornitori di beni e servizi; Gestione delle imprese esterne e degli appaltatori operanti per conto di Alac SpA. Acquedotto Langhe e Alpi Cuneesi SpA Sede legale in Cuneo, Corso Nizza 9 acquedotto.langhe@acquambiente.it www.acquambiente.it SGSL Procedura Acquisto beni - servizi P06 Rev 01 del 16/09/09 1. DISTRIBUZIONE

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO, D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE

CAPITOLATO SPECIALE PER LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO, D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE ALLEGATO 6 CAPITOLATO SPECIALE PER LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO, D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente Capitolato, alle seguenti espressioni sono

Dettagli

D0CUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI

D0CUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI CITTA DI BARI UFFICIO TECNICO RIPARTIZIONE EDILIZIA PUBBLICA E LL.PP. SETTORE MANUTENZIONE SCOLASTICA D0CUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI INTERFERENTI Art. 26 D.Lgs. 81/2008 SERVIZIO DI ASSISTENZA

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA di Mirandola (MO) CORSO DI FORMAZIONE SULLA SICUREZZA DEI LAVORATORI

DIREZIONE DIDATTICA di Mirandola (MO) CORSO DI FORMAZIONE SULLA SICUREZZA DEI LAVORATORI DIREZIONE DIDATTICA di Mirandola (MO) CORSO DI FORMAZIONE SULLA SICUREZZA DEI LAVORATORI (ex Art. 37 D.Lgs. N. 81/2008) Organizzatore del Corso: Direzione Didattica di Mirandola Responsabile e Docente

Dettagli

Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i.

Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Ente di formazione accreditato dalla Regione Siciliana Corso di formazione per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ai sensi del D.Lgs. 81/08 e s.m.i. Page1 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO IN MATERIA

Dettagli

COMUNE DI VANZAGO Provincia di Milano APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PRE E POST SCUOLA E CENTRO DIURNO ESTIVO (CRE)

COMUNE DI VANZAGO Provincia di Milano APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PRE E POST SCUOLA E CENTRO DIURNO ESTIVO (CRE) COMUNE DI VANZAGO Provincia di Milano APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PRE E POST SCUOLA E CENTRO DIURNO ESTIVO (CRE) D.U.V.R.I. DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Art. 26

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZE Servizio di Prevenzione e Protezione Via Celso Ulpiani (ex palazzo CEDAM) 70125 BARI (Italia) Tel. +39.080.5712425-6 Fax +39.080.5712427 Università degli Studi di Bari Aldo MORO DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE

Dettagli

POLO UNIVERSITARIO DELLA PROVINCIA DI AGRIGENTO

POLO UNIVERSITARIO DELLA PROVINCIA DI AGRIGENTO POLO UNIVERSITARIO DELLA PROVINCIA DI AGRIGENTO CAPITOLATO D ONERI PER IL CONFERIMENTO DELL INCARICO DEL SERVIZIO DI «GESTIONE INTEGRALE DELLA SICUREZZA NEI POSTI DI LAVORO- D.LGS. N. 81/2008 NEI LOCALI

Dettagli

GESTIONE DEGLI APPALTI. Copyright Diritti riservati

GESTIONE DEGLI APPALTI. Copyright Diritti riservati GESTIONE DEGLI APPALTI Copyright Diritti riservati GESTIONE DEGLI APPALTI RIF. D. LGS. 81/08 s.m.i. Articolo 26 - Obblighi connessi ai contratti d appalto o d opera o di somministrazione Titolo IV Cantieri

Dettagli

La gestione degli aspetti di H&S nei contratti d appalto e d opera nei processi di acquisizione di beni e servizi

La gestione degli aspetti di H&S nei contratti d appalto e d opera nei processi di acquisizione di beni e servizi La gestione degli aspetti di H&S nei contratti d appalto e d opera nei processi di acquisizione di beni e servizi Direzione Safety, Security & Facilities Safety Department Milano, 15 dicembre 2008 Evoluzione

Dettagli

Istituto Statale di Istruzione Secondaria A. VOLTA di Aversa

Istituto Statale di Istruzione Secondaria A. VOLTA di Aversa Istituto Statale di Istruzione Secondaria A. VOLTA di Aversa Prot. n. 952 del 07/10/2013 All' Albo di Istituto Al Sito WEB d Istituto BANDO RECLUTAMENTO DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA PER IL SERVIZIO DI ANIMAZIONE PRESSO LA LUDOTECA CITTADINA FANTASIA

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA PER IL SERVIZIO DI ANIMAZIONE PRESSO LA LUDOTECA CITTADINA FANTASIA COMUNE DI SIENA Allegato B DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA PER IL SERVIZIO DI ANIMAZIONE PRESSO LA LUDOTECA CITTADINA FANTASIA (ai sensi dell art. 26, comma 3 del D.lgs 81/2008)

Dettagli