Progetto STARS LOCAL WORKSHOP per le scuole primarie

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Progetto STARS LOCAL WORKSHOP per le scuole primarie"

Transcript

1 Progetto STARS LOCAL WORKSHOP per le scuole primarie Meeting/Event Name

2 Obiettivi e contenuti del workshop Iniziare a creare un gruppo di lavoro degli insegnanti STARS Presentare la guida al Percorso di Accreditamento Spiegare come si compila il Piano di Attività on line Presentare il Toolkit delle iniziative per le scuole 2

3 La guida al Percorso di Accreditamento In questo worshop vi verrà consegnata la Guida al percorso di Accreditamento per le scuole primarie Il documento raccoglie tutte le informazioni necessarie per l implementazione della campagna STARS Descriviamo qui di seguito le linee generali della guida, mentre per i dettagli vi invitiamo a leggere la guida stessa. Ogni scuola avrà un Advisor STARS che vi aiuterà a sviluppare il progetto. 3

4 Cos è il progetto europeo STARS STARS è un progetto che mira a stimolare un cambiamento nei comportamenti sulla mobilità urbana. Per assicurare un cambiamento dei comportamenti di viaggio a lungo termine, la nostra priorità devono essere i bambini e i giovani. È rivolto dunque agli studenti (e alle loro famiglie) per invogliarli a utilizzare mezzi sostenibili per il tragitto casa-scuola Quali sono gli obiettivi del programma per le primarie? Incrementare di almeno il 5% l uso di mezzi sostenibili sul percorso casa scuola con il coinvolgimento della comunità scolastica (studenti, insegnanti e genitori) Aumentare l autonomia degli studenti e creare città più vivibili Creare un programma europeo di accreditamento per permettere alle scuole primarie di lavorare in modo autonomo Condividere la conoscenza del programma tra città e scuole 4

5 Come funziona il percorso di Accreditamento? Le scuole primarie che aderiscono a STARS vengono aiutate a sviluppare progetti, lezioni e attività per promuovere l uso di mezzi sostenibili nei percorsi casa scuola: tanto più realizzano, tanto più vengono premiate In ogni scuola andrà individuato un gruppo di lavoro formato dall Advisor e da rappresentanti di insegnanti, genitori, ecc. a cui spetterà il compito di sviluppare un Piano delle Attività. Il Piano delle Attività andrà compilato on line, sul sito del progetto previa registrazione dell insegnante referente. Il progetto STARS ha sviluppato un sistema di controllo in base al quale le scuole potranno ottenere un livello Bronzo, Argento o Oro. Alla fine dell anno scolastico l Advisor STARS redigerà un report di valutazione per ogni scuola sulla base delle informazioni presenti nei piani di attività e, nel caso abbiano raggiunto almeno il Bronzo, assegnerà una targa. 5

6 Il report di valutazione Il report di valutazione è basato su 6 TEMI ognuno dei quali comprende una serie di criteri. Allo scopo di raggiungere uno dei tre livelli (Bronzo, Argento o Oro) le scuole ricevono un punteggio a seconda del grado con cui hanno rispettato i criteri. Alcuni criteri devono essere rispettati per tutti i 3 livelli, altri saranno necessari solo per raggiungere il livello Argento e Oro. TEMI 6 NUMERO DI CRITERI BRONZO ARGENTO ORO A. L implementazione nella politica e nell organizzazione della scuola B. Questionari, cambiamenti nella modalità di trasporto e obiettivi C. Questioni legati alla mobilità D. Iniziative per la sicurezza di viaggio e delle strade per studenti e famiglie E. Comunicazione e iniziative promozionali F. Finanziamento (se applicabile) (1) (2) (3) Totale 13( +1) 19 (+2) 19 (+3)

7 Schema di Accreditamento: in sintesi Le scuole sono informate su STARS TEMPISTICA Le scuole partecipano ad un Worskhop locale STARS 21 ottobre 2014 Le scuole firmano una lettera d impegno Entro fine ottobre 2014 Alle scuole viene assegnato un Advisor STARS 21 ottobre 2014 Le scuole creano un gruppo di lavoro interno Entro metà novembre 2014 Le scuole elaborano un piano di attività Da metà novembre Le scuole portano avanti le attività guidati dall Advisor Le scuole finiscono di compilare il piano di attività Gli Advisor premiano le scuole con i livelli Bronzo, Argento o Oro Le scuole continuano a lavorare per raggiungere il livello oro Metà novembre 2014 maggio 2015 Maggio 2015 Ottobre 2015 a.s (da definire termine)

8 Le scuole primarie partecipanti Scuola primaria Insegnante referente Advisor assegnato Cadorna Anita Colombini, Giovanni del Monica Vercesi Bene Martin L. King Anita Colombini, Giovanni del Monica Vercesi Bene Capponi Sonia Conte, Rita Arcodia Monica Vercesi Pietro Micca Daniela Bellucci Monica Vercesi Locatelli Annamaria Petrosino Monica Vercesi Deutsche Schule? Monica Vercesi Ilaria Alpi Patrizia Pezzati Matteo Pietripaoli Russox Laura Salmoiraghi Matteo Pietripaoli Monte Velino Maurizio Losardo Matteo Pietripaoli Colletta Maurizio Losardo Matteo Pietripaoli Bottego Gina Tribuzio Matteo Pietripaoli Perasso Gina Tribuzio Matteo Pietripaoli Scarpa? Rosita Cremonesi Matteo Pietripaoli 8

9 Riferimenti degli Advisors Matteo Pietripaoli Mail: Cell.: Monica Vercesi Mail: Cell.:

10 I TOOLKIT per le scuole primarie Meeting/Event Name

11 La metodologia STARS per le primarie Il progetto STARS non prevede un percorso unico, ma la valorizzazione di quanto le scuole stanno già facendo e la promozione di nuove iniziative. Al termine dell anno scolastico ciascuna scuola verrà premiata in base al numero di iniziative messe in campo e ai risultati ottenuti. 11

12 I toolkit Il Toolkit ufficiale STARS Verrà pubblicato a breve sul sito del progetto. Contiene un elenco di progetti sviluppati nelle città che partecipano al progetto con una breve descrizione. Il Toolkit milanese Contiene spunti di attività, iniziative e progetti che riteniamo più realizzabili nel nostro contesto. 12

13 Il Toolkit milanese Le iniziative sono stati selezionate da: il Toolkit del Progetto STARS; esperienze realizzate in altri contesti italiani o esteri; progetti presenti a livello milanese. Alcune iniziative possono essere realizzate dai singoli insegnanti; altre con l aiuto di esperti esterni (vigili, associazioni, ecc.); altre ancora da o con i genitori. 13

14 Attività di gruppo Obiettivi Raccogliere e confrontarsi su: 1. Vostre aspettative sul progetto e sul gruppo di lavoro degli insegnanti STARS 2. Elementi positivi del vostro contesto locale (scuola/ quartiere) che potranno favorire lo sviluppo del progetto 3. Ostacoli ed elementi di debolezza che potrebbero «remare contro» lo sviluppo del progetto 14

15 Grazie dell attenzione lo Staff STARS del Comune di Milano 15

Progetto STARS Workshop locale per gli STARS Champions delle scuole secondarie

Progetto STARS Workshop locale per gli STARS Champions delle scuole secondarie Progetto STARS Workshop locale per gli STARS Champions delle scuole secondarie Meeting/Event Name Contenuti del workshop VALUTAZIONE DEL PRIMO ANNO DI PROGETTO: 1. Il punto di vista degli STARS Champions

Dettagli

Bando Oscar della Salute 2011 Premio Nazionale Rete Città Sane OMS MODULO PRESENTAZIONE PROGETTO

Bando Oscar della Salute 2011 Premio Nazionale Rete Città Sane OMS MODULO PRESENTAZIONE PROGETTO Bando Oscar della Salute 2011 Premio Nazionale Rete Città Sane OMS MODULO PRESENTAZIONE PROGETTO Titolo del Ente proponente VADO A SCUOLA CON GLI AMICI Comune di Padova Settore Ambiente - Informambiente

Dettagli

CAF per il nostro restyling

CAF per il nostro restyling ISTITUTO AUTONOMO COMPRENSIVO STATALE MADRE TERESA DI CALCUTTA Via Antonio Iannotta, Medaglia d oro V. M. - Pignataro Maggiore (Caserta) Tel. e fax. 0823 871059 ceic82400g@istruzione.it www.iacpignataromaggiore.it

Dettagli

Il RAV è un documento articolato in 5 sezioni che prevedono: definizione di 49 indicatori (attraverso i quali le scuole potranno scattare la loro

Il RAV è un documento articolato in 5 sezioni che prevedono: definizione di 49 indicatori (attraverso i quali le scuole potranno scattare la loro RAV Il RAV è un documento articolato in 5 sezioni che prevedono: definizione di 49 indicatori (attraverso i quali le scuole potranno scattare la loro fotografia); individuazione dei punti di forza e di

Dettagli

Oggetto: Proposta di attività GIOVANI E SOCIAL BUSINESS: DIVENTARE ATTORI DEL CAMBIAMENTO, anno scolastico 2015/2016 INDICE

Oggetto: Proposta di attività GIOVANI E SOCIAL BUSINESS: DIVENTARE ATTORI DEL CAMBIAMENTO, anno scolastico 2015/2016 INDICE Pistoia, 01-09- 2015 Pistoia Social Business City Via Abbi Pazienza, 1-51100 Pistoia Ai soggetti interessati Oggetto: Proposta di attività GIOVANI E SOCIAL BUSINESS: DIVENTARE ATTORI DEL CAMBIAMENTO, anno

Dettagli

REGOLAMENTO 10.1.11. no PROTOCOLLO (data)

REGOLAMENTO 10.1.11. no PROTOCOLLO (data) definitivo (scheda basata sulla Relazione Finale) validata dal status scheda proponente Valdarno Inferiore - Società della salute PROPONENTE con i Comuni di San Miniato e Santa Croce PROVINCIA PI sull

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO RESPONSABILE:

PIANO DI MIGLIORAMENTO RESPONSABILE: PIANO DI MIGLIORAMENTO DI.. RESPONSABILE:.. PRIMA SEZIONE SCENARIO DI RIFERIMENTO Caratteristiche del contesto, vincoli e opportunità interne ed esterne L Istituto.. nasce nel. come Istituto Professionale

Dettagli

PROGETTO AULA DIGITALE

PROGETTO AULA DIGITALE ) PROGETTO AULA DIGITALE Egregio Sig. Preside, La scuola italiana vive oggi un momento di grande trasformazione. Molte sono le voci che si levano e che ne chiedono un profondo ammodernamento, una ridefinizione

Dettagli

Istituto Comprensivo di Positano e Praiano C.A.F. 2014

Istituto Comprensivo di Positano e Praiano C.A.F. 2014 ARTICOLAZIONE DEL PERCORSO CAF E TEMPI Avvio attività processo AV Processo AV Predisposizione Piano di miglioramento Periodo di riferimento 8 mesi GLI STEP DEL VIAGGIO CAF FASI PROCESSO AUTOVALUTAZIONE

Dettagli

Rilevazione degli apprendimenti di italiano e matematica nelle classi II e V della scuola primaria.

Rilevazione degli apprendimenti di italiano e matematica nelle classi II e V della scuola primaria. MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE DELLA LOMBARDIA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Via Papa Giovanni Paolo II, 2/4-20013 MAGENTA (MI) SCUOLA PRIMARIA STATALE Alla D.S. Istituto

Dettagli

Formazione dei docenti neoassunti

Formazione dei docenti neoassunti Ufficio XIII - Ufficio Scolastico Territoriale di Vicenza Dirigente: Franco Venturella Formazione dei docenti neoassunti [Report sul monitoraggio finale] a cura di Annamaria Pretto, referente neoassunti@istruzionevicenza.it

Dettagli

Descrizione del processo. Autovalutazione CAF

Descrizione del processo. Autovalutazione CAF Descrizione del processo Autovalutazione CAF 1 PIANO DI COMUNICAZIONE DELL'AUTOVALUTAZIONE IL PROCESSO DI ORGANIZZAZIONE E PIANIFICAZIONE DELL'AUTOVALUTAZIONE Inizio: settembre 2013 I dieci step: 1. Decidere

Dettagli

Comune di Ceriano Laghetto

Comune di Ceriano Laghetto Categoria 2 37 Scheda del progetto Comune di Ceriano Laghetto Simona Borroni Via Roma, 18 20020 Ceriano Laghetto (MI) 02 96661326 02 96661302 cultura@comune.cerianolaghetto.mi.it www.comune.cerianolaghetto.mi.it

Dettagli

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO. Monitorare per migliorare

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO. Monitorare per migliorare SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO Monitorare per migliorare ISTITUTO COMPRENSIVO PASCOLI-CRISPI ( MEIC87300T ) MESSINA RESPONSABILE : Dirigente Prof. Gianfranco Rosso GRUPPO DI MIGLIORAMENTO:

Dettagli

DESCRIZIONE DEL PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE

DESCRIZIONE DEL PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE DESCRIZIONE DEL PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE Step 1 - Decidere come organizzare e pianificare l autovalutazione Ancor prima dell unificazione in entrambi i Plessi erano state avviate iniziative volte al

Dettagli

SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE - AUTOVALUTAZIONE ANNAMARIA BIANCO

SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE - AUTOVALUTAZIONE ANNAMARIA BIANCO AUTOANALISI D ISTITUTO SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE - AUTOVALUTAZIONE ANNAMARIA BIANCO RAV A partire dal corrente anno scolastico tutte le scuole del Sistema Nazionale di Istruzione, statali e paritarie,

Dettagli

P I A N O D I A U T O V A L U T A Z I O N E

P I A N O D I A U T O V A L U T A Z I O N E P I A N O D I A U T O V A L U T A Z I O N E PROGRAMMA DI ATTUAZIONE DELLE ATTIVITA PREVISTE DAL PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE E MIGLIORAMENTO La programmazione delle attività avviene mediante l assegnazione

Dettagli

Sistemi di compliance e Decreto Legislativo 231 del 2001

Sistemi di compliance e Decreto Legislativo 231 del 2001 SAF SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Sistemi di compliance e Decreto Legislativo 231 del 2001 settembre dal 20. ore 14.30-18.30 Auditorium Gio Ponti Assolombarda Via Pantano, 9 Milano dirette nazionali

Dettagli

INIZIATIVA SOCIALE ECONOMICO-FINANZIARIA rivolta a TUTTI gli alunni delle Scuole Superiori italiane (classi 4 e 5 )

INIZIATIVA SOCIALE ECONOMICO-FINANZIARIA rivolta a TUTTI gli alunni delle Scuole Superiori italiane (classi 4 e 5 ) Alla c.a. del DIRIGENTE SCOLASTICO e p. c. del Prof./a fax. INIZIATIVA SOCIALE ECONOMICO-FINANZIARIA rivolta a TUTTI gli alunni delle Scuole Superiori italiane (classi 4 e 5 ) Milano, Ottobre 2009 GRUPO

Dettagli

La Fase 2 del Progetto Valutazione e Miglioramento

La Fase 2 del Progetto Valutazione e Miglioramento Progetto Valutazione e Miglioramento Strumenti per valutare le scuole Seminario con gli osservatori 21 25 marzo 2011 Radisson Blu Hotel Roma La Fase 2 del Progetto Valutazione e Miglioramento Il Progetto

Dettagli

Prot. n.aoodrve12421 Venezia, 3 ottobre 2014

Prot. n.aoodrve12421 Venezia, 3 ottobre 2014 Prot. n.aoodrve12421 Venezia, 3 ottobre 2014 Ai Dirigenti amministrativi e tecnici della Direzione Generale di Venezia Ai Dirigenti degli Uffici Scolastici Territoriali del Veneto Ai dirigenti scolastici

Dettagli

Orientamento scolastico e partnership dei genitori

Orientamento scolastico e partnership dei genitori Orientamento scolastico e partnership dei genitori Progetto di Ricerca per l Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio nelle scuole secondarie di primo grado Prof. Antonio Cocozza Responsabile scientifico

Dettagli

QUESTIONARIO 1: PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE

QUESTIONARIO 1: PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE QUESTIONARIO 1: PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE Step 1 - Decidere come organizzare e pianificare l autovalutazione (AV) 1.1. Assicurare l impegno e il governo del management per avviare il processo. 1.2. Assicurare

Dettagli

PROGETTO PRIMO SPORT PADOVA. Conoscenza e gradimento del progetto da parte delle famiglie. Padova 8 aprile 2014

PROGETTO PRIMO SPORT PADOVA. Conoscenza e gradimento del progetto da parte delle famiglie. Padova 8 aprile 2014 Conoscenza e gradimento del progetto da parte delle famiglie Padova 8 aprile 2014 I motivi di un indagine con le famiglie Per monitorare utilità e efficacia dell investimento pubblico Perché la promozione

Dettagli

Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale

Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia Direzione Generale Prot.n.10383 Bari,06.10.2014 Ai dirigenti scolastici della Puglia Ai coordinatori delle scuole paritarie della Puglia Ai docenti di ogni ordine e grado Al personale ATA Ai genitori dei Consigli di Istituto

Dettagli

L autovalutazione delle attività formative ad un anno dall avvio del sistema di assicurazione della qualità IUAV

L autovalutazione delle attività formative ad un anno dall avvio del sistema di assicurazione della qualità IUAV Assicurazione della qualità L autovalutazione delle attività formative ad un anno dall avvio del sistema di assicurazione della qualità IUAV Presidio della Qualità Venezia, 14 aprile 2015 Il primo anno

Dettagli

UNITÀ DIDATTICA di APPRENDIMENTO RIF.Competenza: 4 A.S. 2015/2016. TITOLO: Tecniche di Confezione nell abbigliamento COD. UDA N 4 A PRESENTAZIONE

UNITÀ DIDATTICA di APPRENDIMENTO RIF.Competenza: 4 A.S. 2015/2016. TITOLO: Tecniche di Confezione nell abbigliamento COD. UDA N 4 A PRESENTAZIONE UDA N 4 Tecniche di Confezione nell abbigliamento UNITÀ DIDATTICA di APPRENDIMENTO RIF.Competenza: 4 A.S. 2015/2016 TITOLO: Tecniche di Confezione nell abbigliamento COD. UDA N 4 A PRESENTAZIONE Destinatari

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI CON DIAGNOSI DSA/BES

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI CON DIAGNOSI DSA/BES PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI CON DIAGNOSI DSA/BES Fasi di attuazione del Protocollo ISCRIZIONE All atto dell iscrizione Insieme con l alunno, può visitare la scuola ed avere un primo contatto conoscitivo.

Dettagli

La struttura del Rapporto di valutazione. Sara Romiti Gruppo di ricerca Valutazione e Miglioramento

La struttura del Rapporto di valutazione. Sara Romiti Gruppo di ricerca Valutazione e Miglioramento La struttura del Rapporto di valutazione Sara Romiti Gruppo di ricerca Valutazione e Miglioramento Il quadro di riferimento teorico del rapporto di valutazione Il Rapporto di valutazione utilizza il Quadro

Dettagli

(Provincia di Milano) Progetto ANDIAMO A SCUOLA CON IL CAR POOLING. Per le scuole primarie del Comune di Vittuone REGOLAMENTO

(Provincia di Milano) Progetto ANDIAMO A SCUOLA CON IL CAR POOLING. Per le scuole primarie del Comune di Vittuone REGOLAMENTO Progetto ANDIAMO A SCUOLA CON IL CAR POOLING Per le scuole primarie del Comune di Vittuone REGOLAMENTO 1 Denominazione e referenti Il Progetto Andiamo a scuola con il car pooling è promosso dal Comune

Dettagli

COMUNICAZIONE SCUOLA - FAMIGLIA N. 87/2014 Anno Scolastico 2014-2015

COMUNICAZIONE SCUOLA - FAMIGLIA N. 87/2014 Anno Scolastico 2014-2015 COMUNICAZIONE SCUOLA - FAMIGLIA N. 87/2014 Anno Scolastico 2014-2015 Redatto da CUEL Alessandra Ai Genitori e Alunni degli studenti interessati LORO DOMICILIO Bolzano, 16 aprile 2015 p.c. Al personale

Dettagli

C.O.N.I. Comitato Provinciale di PISA

C.O.N.I. Comitato Provinciale di PISA C.O.N.I. Comitato Provinciale di PISA PROGETTO CON I GIOVANI A SCUOLA DI GIOCO-SPORT Il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ed il CONI condividono nell ambito delle rispettive competenze

Dettagli

STEP 5 CONDURRE IL PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE: LA RACCOLTA DELLE EVIDENZE

STEP 5 CONDURRE IL PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE: LA RACCOLTA DELLE EVIDENZE STEP 5 CONDURRE IL PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE: LA RACCOLTA DELLE EVIDENZE Italo Benedini Esperto del Centro Risorse CAF ARGOMENTO DEL WEBINAR FORMATIVO 3: STEP 1 Wf STEP 2 Wf STEP 3 Wf Decidere Come organizzare

Dettagli

ALLEGATO I - scheda sintetica di progetto

ALLEGATO I - scheda sintetica di progetto Centro di Educazione Ambientale del Comune di Trinitapoli Centro di Educazione Ambientale del Comune di Trinitapoli LEGAMBIENTE Circolo l Airone Onlus Ente di Gestione AI DIRIGENTI SCOLASTICI ai docenti

Dettagli

INDAGINE CONOSCITIVA A1 PROFESSIONAL MASTER. Rilevazione della Seniority professionale. dei Professional Master

INDAGINE CONOSCITIVA A1 PROFESSIONAL MASTER. Rilevazione della Seniority professionale. dei Professional Master INDAGINE CONOSCITIVA A1 PROFESSIONAL MASTER Rilevazione della Seniority professionale dei Professional Master RUO Sviluppo e Gestione Risorse Umane 21/10/2009 Il contesto di partenza 2 Il Sistema Professionale

Dettagli

semestre Agosto - Gennaio 2013/14 semestre Gennaio - Giugno 2014

semestre Agosto - Gennaio 2013/14 semestre Gennaio - Giugno 2014 Soggetto Proponente Navigando Turismo e Cultura Srl Via Olmetto, 8 20123 Milano Tel. 02/806771 Fax 02/72023019 www.navigandoinps.it email: info@navigandoinps.it Lingua di Studio: Durata: Località. inglese

Dettagli

PROGETTO PIEDIBUS 2014/2015 IL PIEDIBUS NON E UN AUTOBUS COME GLI ALTRI

PROGETTO PIEDIBUS 2014/2015 IL PIEDIBUS NON E UN AUTOBUS COME GLI ALTRI PROGETTO PIEDIBUS 2014/2015 IL PIEDIBUS NON E UN AUTOBUS COME GLI ALTRI 1 PREMESSE OBIETTIVI ORGANIZZAZIONE E SOGGETTI CONVOLTI PERCORSI PIEDIBUS REGOLAMENTO ALLEGATO 2 PREMESSE Il piedibus è un autobus

Dettagli

- coinvolgimento dei genitori con somministrazione di un questionario sulla percezione dei pericoli della strada;

- coinvolgimento dei genitori con somministrazione di un questionario sulla percezione dei pericoli della strada; Percorso educativo Scuola Primaria BERSANI a.s. 2010-2011 Il VII Circolo Didattico di Forlì, di cui fa parte la scuola primaria Bersani, da almeno 5 anni lavora sulla tematica della mobilità sostenibile,

Dettagli

PROGETTO CONTINUITA' ORIENTAMENTO

PROGETTO CONTINUITA' ORIENTAMENTO ISTITUTO COMPRENSIVO G.GALILEI Scuola dell infanzia, primaria, secondaria di primo grado VIA CAPPELLA ARIENZO TEL. 0823/755441 FAX 0823-805491 e-mail ceee08200n@istruzione.it C.M. CEIC848004 Sito web www.scuolarienzo.it

Dettagli

Gentile Dirigente Scolastico,

Gentile Dirigente Scolastico, Gentile Dirigente Scolastico, grazie per aver aderito al progetto Valutazione e Miglioramento, un progetto dell INVALSI finanziato con il contributo dei fondi europei PON. Come sa, l obiettivo del progetto

Dettagli

PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA

PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA Istituzione Scolastica P I A N O D I M I G L I O R A M E N T O Nome: Liceo Scientifico A. Genoino Codice meccanografico: SAPS09000C PRIMA SEZIONE ANAGRAFICA Responsabile del Piano (DS) Cognome e Nome:

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA PER L'ATTUAZIONE DEI PROGETTI PERCORSI SICURI CASA-SCUOLA E PEDIBUS PREMESSO CHE:

PROTOCOLLO D'INTESA PER L'ATTUAZIONE DEI PROGETTI PERCORSI SICURI CASA-SCUOLA E PEDIBUS PREMESSO CHE: Allegato A PROTOCOLLO D'INTESA PER L'ATTUAZIONE DEI PROGETTI PERCORSI SICURI CASA-SCUOLA E PEDIBUS PREMESSO CHE: - l Amministrazione Comunale di Carbonera da alcuni mesi sta collaborando con l'istituto

Dettagli

Prot. n. 2127/C40a Ancona, 13 febbraio 2015. e, p.c.: Ai Dirigenti amministrativi e tecnici SEDE Ai Dirigenti degli Ambiti territoriali

Prot. n. 2127/C40a Ancona, 13 febbraio 2015. e, p.c.: Ai Dirigenti amministrativi e tecnici SEDE Ai Dirigenti degli Ambiti territoriali Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per le Marche Direzione Generale SEGRETERIA DEL DIRETTORE GENERALE Prot. n. 2127/C40a Ancona, 13 febbraio 2015 Ai

Dettagli

data, luogo ecc. Conferenza stampa Rimini, 23 novembre 2012 www.alberi.gruppohera.it

data, luogo ecc. Conferenza stampa Rimini, 23 novembre 2012 www.alberi.gruppohera.it data, luogo ecc. Conferenza stampa Rimini, 23 novembre 2012 Il punto di partenza Hera ha definito da tempo un piano di interventi volti a promuovere l utilizzo dei canali di contatto internet per garantire

Dettagli

Tutorial per il primo accesso e la creazione dei profili

Tutorial per il primo accesso e la creazione dei profili IFSCONFAO Simulatore per l Impresa Formativa Simulata: Tutorial per il primo accesso e la creazione dei profili BENVENUTO nel Simulatore IFSCONFAO Gent.le DS, La ringraziamo per aver aderito al Simulatore

Dettagli

DESCRIZIONE DEL PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE. Step 1 - Decidere come organizzare e pianificare l autovalutazione. Documenti / evidenze

DESCRIZIONE DEL PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE. Step 1 - Decidere come organizzare e pianificare l autovalutazione. Documenti / evidenze DESCRIZIONE DEL PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE Step 1 - Decidere come organizzare e pianificare l autovalutazione Il collegio dei docenti del I Circolo di Termini Imerese ha deliberato di autovalutarsi secondo

Dettagli

POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna. Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015

POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna. Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015 POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015 Piano di comunicazione 2015 Indice Premessa 3 Azioni di comunicazione 3 Azione propedeutica: definizione dell immagine

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria Direzione Generale Ufficio III

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Calabria Direzione Generale Ufficio III MIUR.AOODRCAL.Registro Ufficiale(U).0017891.30-12-2014 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ai Dirigenti delle scuole statali LORO SEDI Ai Coordinatori delle attività didattiche delle

Dettagli

STRUMENTO N 9 REPORT INDAGINE

STRUMENTO N 9 REPORT INDAGINE STRUMENTO N 9 REPORT INDAGINE città, data REPORT INDAGINE Nome ente RILEVAZIONE DELLA CUSTOMER SATISFACTION DEL SERVIZIO "XXXX" Strumento n 11: modello report di rilevazione della soddisfazione degli utenti

Dettagli

Vi chiediamo di scrivere di seguito alle indicazioni le vostre risposte rispettando il limite orientativo di 20 righe per punto.

Vi chiediamo di scrivere di seguito alle indicazioni le vostre risposte rispettando il limite orientativo di 20 righe per punto. Questa scheda si inserisce nelle attività di valutazione che il LaREA intende sviluppare nell ambito del Bando 2005/2006. La scheda vuole essere uno strumento che ci permetta di fare una valutazione in

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Friuli Venezia Giulia - Direzione

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Friuli Venezia Giulia - Direzione Avvio procedura per la selezione ed il finanziamento dei progetti previsti dal DM 435, art. 25 e dal DD 937 del 15.09.2015, finalizzati all implementazione del Sistema Nazionale di Valutazione, con particolare

Dettagli

RACCOLTA ABSTRACT E PUBBLICAZIONI

RACCOLTA ABSTRACT E PUBBLICAZIONI Indice PREFAZIONE INTRODUZIONE La Consulta dei Medici in Formazione Specialistica SItI L attività della Consulta Normativa MATERIALI E METODI Studi inclusi RISULTATI Competenze teoriche - Attività didattica

Dettagli

Il Manuale per gli Insegnanti Come organizzare il Gioco del Traffico nella tua scuola

Il Manuale per gli Insegnanti Come organizzare il Gioco del Traffico nella tua scuola Il Manuale per gli Insegnanti Come organizzare il Gioco del Traffico nella tua scuola Indice 1. INTRODUZIONE 3 1.1 Cos è il Gioco del Traffico? 3 1.2 Perché partecipare al Gioco del Traffico? 3 1.3 Tempistica

Dettagli

Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENSIMENTO C.A.S.

Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENSIMENTO C.A.S. Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENMENTO C.A.S. Ringraziamo per aver prontamente risposto al nostro questionario relativo ai Centri di Avviamento al Canottaggio

Dettagli

Il Manuale per gli Insegnanti Come organizzare il Gioco del Traffico nella tua scuola

Il Manuale per gli Insegnanti Come organizzare il Gioco del Traffico nella tua scuola Il Manuale per gli Insegnanti Come organizzare il Gioco del Traffico nella tua scuola Indice 1. INTRODUZIONE ERRORE. IL SEGNALIBRO NON È DEFINITO. 1.1 Cos è il Gioco del Traffico 3 1.2 Perchè partecipare

Dettagli

COMUNE DI PADOVA Informazione - Settore Ambiente Via dei Salici, 35 (ingresso da via dell Orna) Tel. 049 8022488 - Fax 049 8022492

COMUNE DI PADOVA Informazione - Settore Ambiente Via dei Salici, 35 (ingresso da via dell Orna) Tel. 049 8022488 - Fax 049 8022492 COMUNE DI PADOVA Informazione - Settore Ambiente Via dei Salici, 35 (ingresso da via dell Orna) Tel. 049 8022488 - Fax 049 8022492 informambiente@comune.padova.it PEC:ambiente@comune.padova.legalmail.it

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l Autonomia Scolastica Ufficio II MIURAOODGOS prot. n. 10140

Dettagli

Progetto Raccogliamo Miglia Verdi. Andiamo a Kyoto, prendiamo il Protocollo e riportiamolo nella nostra città!

Progetto Raccogliamo Miglia Verdi. Andiamo a Kyoto, prendiamo il Protocollo e riportiamolo nella nostra città! Progetto Raccogliamo Miglia Verdi Andiamo a Kyoto, prendiamo il Protocollo e riportiamolo nella nostra città! PREMESSA Nel 2003, in concomitanza alla Nona Conferenza Mondiale sul Clima (COP 9), l associazione

Dettagli

Orari (PCO) degli. Città di Avigliana

Orari (PCO) degli. Città di Avigliana Il Piano di Coordinamento degli Orari (PCO) Città di Avigliana Il Piano Coordinamento degli di Orari (PCO) * Introduzione * Il percorso per l elaborazione del PCO * Le fasi di lavoro * I temi e le azioni

Dettagli

Alle Segreterie Nazionali delle OO.SS. SLC-CGIL SLP-CISL UIL poste FAILP-CISAL CONFSAL Com.ni UGL Com.ni. Roma, 14 maggio 2015

Alle Segreterie Nazionali delle OO.SS. SLC-CGIL SLP-CISL UIL poste FAILP-CISAL CONFSAL Com.ni UGL Com.ni. Roma, 14 maggio 2015 Risorse Umane, Organizzazione e Servizi Relazioni Industriali Alle Segreterie Nazionali delle OO.SS. SLC-CGIL SLP-CISL UIL poste FAILP-CISAL CONFSAL Com.ni UGL Com.ni Roma, 14 maggio 2015 Oggetto: Indagine

Dettagli

Relazione Intermedia

Relazione Intermedia Relazione Intermedia Dopo il terremoto: più vicini-più sicuri/più sicuri-più vicini _Unione dei Comuni Bassa Reggiana_ Data presentazione: 31/01/2013 Progetto partecipativo finanziato con il contributo

Dettagli

MARCHE Una crescita continua

MARCHE Una crescita continua MARCHE Una crescita continua Patrizia Camilletti camilletti@hepta.it Social Report annuale Social Plan 2012-2014 IL SOCIAL PLAN Strumento di pianificazione per il periodo 2012-2014 Social Pan 2012-2014

Dettagli

Valutazione della didattica da parte degli studenti frequentanti a.a. 2011/12

Valutazione della didattica da parte degli studenti frequentanti a.a. 2011/12 I --- U --- A --- V Università Iuav di Venezia Nucleo di Valutazione Valutazione della didattica da parte degli studenti frequentanti a.a. 2011/12 Premessa... 2 1. Esiti questionario cartaceo... 2 2. Esiti

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per le Marche Direzione Generale

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per le Marche Direzione Generale Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per le Marche Direzione Generale via XXV Aprile, 19 60125 ANCONA - tel. 071 22 951 indirizzo posta elettronica certificata

Dettagli

ORIENTAMENTO SCOLASTICO E FORMATIVO. L esperienza dello Spazio Informagiovani del Comune di Bergamo

ORIENTAMENTO SCOLASTICO E FORMATIVO. L esperienza dello Spazio Informagiovani del Comune di Bergamo ORIENTAMENTO SCOLASTICO E FORMATIVO L esperienza dello Spazio Informagiovani del Comune di Bergamo IL QUADRO DI RIFERIMENTO Dal 2011 si è costituito il Tavolo provinciale dell Orientamento a cura dell

Dettagli

QUESTIONARIO DI AUTOANALISI PROFESSIONALE

QUESTIONARIO DI AUTOANALISI PROFESSIONALE QUESTIONARIO DI AUTOANALISI PROFESSIONALE Il presente questionario autovalutativo si pone come strumento per consentire ai docenti della scuola primaria e secondaria di primo grado una rilettura critica

Dettagli

A SCUOLA CON GLI AMICI PERCORSI SICURI A PIEDI E IN BICI A MILANO

A SCUOLA CON GLI AMICI PERCORSI SICURI A PIEDI E IN BICI A MILANO Il progetto A SCUOLA CON GLI AMICI PERCORSI SICURI A PIEDI E IN BICI A MILANO (finanziato con Fondi Legge 285/97) Soggetto proponente Comune di Milano Enti Attuatori Arciragazzi e MeglioMilano in collaborazione

Dettagli

Nel corso del corrente anno scolastico, gli insegnanti e gli alunni dei plessi del nostro Istituto Comprensivo si sono attivati per realizzare alcune

Nel corso del corrente anno scolastico, gli insegnanti e gli alunni dei plessi del nostro Istituto Comprensivo si sono attivati per realizzare alcune Nel corso del corrente anno scolastico, gli insegnanti e gli alunni dei plessi del nostro Istituto Comprensivo si sono attivati per realizzare alcune iniziative di concreta solidarietà. Il progetto intende

Dettagli

VADEMECUM 2012-2013. Pagina 1 di 19

VADEMECUM 2012-2013. Pagina 1 di 19 VADEMECUM 2012-2013 Pagina 1 di 19 Da compilare e inviare alla Federazione BDS (Annuali) Iscrizione federazione BDS nuovo / rinnovo ( validità anno solare); Modulo adesione Donacibo (Convenzione) Modulo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CHIOGGIA 3

ISTITUTO COMPRENSIVO CHIOGGIA 3 ISTITUTO COMPRENSIVO CHIOGGIA 3 SCUOLA INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO Cod. Min. VEIC85000R Cod. Fiscale 91020300272 Distretto Scolastico n. 56 Presidenza e Segreteria Via Aldo

Dettagli

PROGETTO FIGURE STRUMENTALI PER IL SITO WEB scolastico 2012-2013 Analisi dell esistente e prospettive del sito web di Istituto

PROGETTO FIGURE STRUMENTALI PER IL SITO WEB scolastico 2012-2013 Analisi dell esistente e prospettive del sito web di Istituto PROGETTO FIGURE STRUMENTALI PER IL SITO WEB scolastico 2012-2013 Analisi dell esistente e prospettive del sito web di Istituto AREA 1 - profilo 1 Comunicazione/ SITO WEB dell Istituto, gestire e coordinare

Dettagli

20 edizione CONCORSO INTERNAZIONALE DI POESIA ARNALDO DA BRESCIA Anno scolastico 2014 2015. bandisce

20 edizione CONCORSO INTERNAZIONALE DI POESIA ARNALDO DA BRESCIA Anno scolastico 2014 2015. bandisce 20 edizione CONCORSO INTERNAZIONALE DI POESIA ARNALDO DA BRESCIA Anno scolastico 2014 2015 L Associazione Arnaldo da Brescia con i patrocini di: Provincia di Brescia // Comune di Brescia - Presidenza del

Dettagli

La qualità nella gestione dei partenariati scolastici Comenius 2012-2014

La qualità nella gestione dei partenariati scolastici Comenius 2012-2014 La qualità nella gestione dei partenariati scolastici Comenius 2012-2014 Ufficio Partenariati Comenius Agenzia LLP, Firenze novembre-dicembre 2012 Valutazione finale Ciclo di vita del progetto VALUTAZIONE

Dettagli

In collaborazione con ALIMOS IL PROGETTO

In collaborazione con ALIMOS IL PROGETTO In collaborazione con ALIMOS IL PROGETTO Obiettivi TreValli intende promuovere un progetto di educazione alimentare dedicato alle scuole primarie della Regione Marche, in collaborazione con Alimos, società

Dettagli

REGOLAMENTO VIAGGI D ISTRUZIONE E VISITE GUIDATE

REGOLAMENTO VIAGGI D ISTRUZIONE E VISITE GUIDATE REGOLAMENTO VIAGGI D ISTRUZIONE E VISITE GUIDATE Adottato dal Consiglio di Istituto con delibera n. 6/67 del 26/11/2015 Sommario: Art. 1 Premessa Art. 2 Attività comprese nei viaggi di istruzione Art.

Dettagli

E-learning. Struttura dei moduli formativi

E-learning. Struttura dei moduli formativi E-learning Per e-learning (o apprendimento on-line) s intende l uso delle tecnologie multimediali e di Internet per migliorare la qualità dell apprendimento facilitando l accesso alle risorse e ai servizi,

Dettagli

Principali risultati:

Principali risultati: www.starseurope.org Principali risultati: Nove città qualificate che portano avanti il programma STARS Almeno 180 scuole medie partecipanti al Programma di Accreditamento STARS che raggiungano il livello

Dettagli

Report incontro 1 dicembre 2014

Report incontro 1 dicembre 2014 Report incontro 1 dicembre 2014 VARIAZIONI AL PROGETTO Laboratori: i previsti 3 laboratori (nel progetto destinati a due classi delle scuole professionali dell'iiss di Argenta e Portomaggiore e ad una

Dettagli

MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI

MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI Scheda tecnica MOBILITÀ SOSTENIBILE APPLICATA AI DIPENDENTI COMUNALI Redazione a cura di Contesto Oramai in molte realtà urbane è diventato difficoltoso riuscire a percorrere il tragitto che separa la

Dettagli

PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Come viene associato un insegnate alla scuola? Cos è il Codice scuola?

PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Come viene associato un insegnate alla scuola? Cos è il Codice scuola? PIÙ IN DETTAGLIO Come si crea una scuola virtuale? Quando si compila il modulo di registrazione, selezionare l opzione scuola.una volta effettuata la registrazione, si può accedere a un ambiente molto

Dettagli

VERBALE N 1. Il D.S. illustra brevemente gli obiettivi del triennio: Migliorare il senso di appartenenza all IC

VERBALE N 1. Il D.S. illustra brevemente gli obiettivi del triennio: Migliorare il senso di appartenenza all IC VERBALE N 1 Oggi, 1 Settembre 2015, alle ore 9.00 presso la scuola primaria Ignoto Militi si riunisce il Collegio Docenti dell Istituto Comprensivo Statale A. De Gasperi di Caronno Pertusella (VA) col

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: COMUNE DI TORTONA 2) Codice di accreditamento: NZ01098 3) Albo e classe di iscrizione: ALBO

Dettagli

Come funziona il progetto?

Come funziona il progetto? Come funziona il progetto? Il progetto, rivolto alle classi III, IV e V delle scuole primarie, si articola nelle seguenti fasi inscindibili: Fase I Novembre 2014 Adesione al progetto da parte degli insegnanti.

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE DELLA SARDEGNA

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE DELLA SARDEGNA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE DELLA SARDEGNA PROGETTO DI FORMAZIONE PER DOCENTI E DIRIGENTI - A.S. 2012-2013 Curricolo,apprendimenti e valutazione nelle nuove indicazioni nazionali per il primo ciclo dell

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: OPERAZIONE SICUREZZA Settore: Protezione civile Area: Interventi emergenze ambientali B02 OBIETTIVI DEL PROGETTO In coerenza con gli obiettivi

Dettagli

Per i giovani e il loro futuro, per le scuole secondarie di primo grado d Italia CENPIS STUDIO PSICOLOGIA E PSICOSOMATICA

Per i giovani e il loro futuro, per le scuole secondarie di primo grado d Italia CENPIS STUDIO PSICOLOGIA E PSICOSOMATICA Per i giovani e il loro futuro, per le scuole secondarie di primo grado d Italia a cura del Prof Antonio Popolizio Progetto nazionale di orientamento a cura di CENPIS STUDIO PSICOLOGIA E PSICOSOMATICA

Dettagli

Mobilità Sostenibile MOBILITY MANAGMENT

Mobilità Sostenibile MOBILITY MANAGMENT 1 Piano d Azione per l Energia Sostenibile Mobilità Sostenibile MOBILITY MANAGMENT Mobility Managment La Commissione mondiale sull ambiente e lo sviluppo (Rapporto Brundtland, 1987), ha definito lo sviluppo

Dettagli

LA SALUTE IN MOVIMENTO

LA SALUTE IN MOVIMENTO PROGRAMMA DI AZIONE REGIONALE PROMOZIONE DELLA SALUTE 2004-2005 (DD 466-29.11.04) BANDO REGIONALE 2004-2005 PROGETTI DI PROMOZIONE DELLA SALUTE (DD 500-20.12.04 BURP 51 23.12.04) LA SALUTE IN MOVIMENTO

Dettagli

IL PERCORSO DELLA DIREZIONE REGIONALE SICILIA INPS - GESTIONE EX INPDAP NEL PROGETTO MIGLIORAPA

IL PERCORSO DELLA DIREZIONE REGIONALE SICILIA INPS - GESTIONE EX INPDAP NEL PROGETTO MIGLIORAPA IL PERCORSO DELLA DIREZIONE REGIONALE SICILIA INPS - GESTIONE EX INPDAP NEL PROGETTO MIGLIORAPA PELLEGRINO MARINELLI (DIRIGENTE UFFICIO RELAZIONI CON L UTENZA, D.C. COMUNICAZIONE, GESTIONE EX INPDAP) La

Dettagli

Settimana europea. Democrazia locale. Semaine Européenne. della. de la Démocratie Locale

Settimana europea. Democrazia locale. Semaine Européenne. della. de la Démocratie Locale Settimana europea della Democrazia locale Semaine Européenne de la Démocratie Locale Cos è la Settimana europea della democrazia locale? La Settimana europea della democrazia locale (SEDL) è un evento

Dettagli

Comunicato n. 136 /Doc/sec. San Vendemiano, 03/06/2015

Comunicato n. 136 /Doc/sec. San Vendemiano, 03/06/2015 Comunicato n. 136 /Doc/sec. San Vendemiano, 03/06/2015 Alle docenti Prof. DE PIZZOL referente di Progetto Prof. DE MARTIN fiduciaria di plesso LORO SEDI OGGETTO: trasmissione questionari CORSO KET 2015.

Dettagli

Gestione della formazione del personale

Gestione della formazione del personale Gestione della formazione del personale INDICE 1. GENERALITA 2. RESPONSABILITA' 3. PROCEDURA o 3.1 Personale Docente 3.1.1 Corsi interni all Istituto 3.1.2 Corsi esterni o 3.2 Personale non docente o 3.3

Dettagli

PROGETTO NAZIONALE QUALITÀ E MERITO (PQM)

PROGETTO NAZIONALE QUALITÀ E MERITO (PQM) PROGETTO NAZIONALE QUALITÀ E MERITO (PQM) Le note riportate corrispondono ad alcune sezioni estratte dalla documentazione accessibili online all indirizzo www.pqm.indire.it. Le sezioni integralmente riportate

Dettagli

I.C. CRISPI PALERMO S.S.1 GRADO DANTE ALIGHIERI - CT 22/23-11-2010. A cura di Mirella Pezzini

I.C. CRISPI PALERMO S.S.1 GRADO DANTE ALIGHIERI - CT 22/23-11-2010. A cura di Mirella Pezzini I.C. CRISPI PALERMO S.S.1 GRADO DANTE ALIGHIERI - CT 22/23-11-2010 A cura di Mirella Pezzini Lina Barone è uno strumento di Total Quality Management ispirato dal modello di eccellenza EFQM della European

Dettagli

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA

ORGANIGRAMMA E FUNZIONIGRAMMA 1 SCOPO Lo scopo del presente documento è di descrivere le mansioni e le responsabilità connesse alla gestione delle attività da parte di PHISIOVIT SRL 2 DESCRIZIONE DEL DOCUMENTO PHISIOVIT SRL, per favorire

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE Autovalutazione di istituto

PIANO DI COMUNICAZIONE Autovalutazione di istituto ISTITUTO COMPRENSIVO GIOVANNI XXIII - 74010 STATTE Scuola dell infanzia Scuola primaria Scuola secondaria di 1 grado Via Bainsizza Tel. e Fax 099 4741113 / 099 4746716 E-mail: taic85400r@istruzione.it

Dettagli

Nella Mia Città si Respira!

Nella Mia Città si Respira! Nella Mia Città si Respira! Un Programma Scolastico per le Scuole Medie Superiori della Provincia di Torino Unità didattica 11 La Pianificazione della Mobilità in città: misure di sostegno alla mobilità

Dettagli

proposte per la realizzazione di percorsi sicuri casa-scuola a Padova COMUNE di PADOVA

proposte per la realizzazione di percorsi sicuri casa-scuola a Padova COMUNE di PADOVA proposte per la realizzazione di percorsi sicuri casa-scuola a Padova COMUNE di PADOVA REALIZZATO DA Comune di Padova Settore Ambiente Informambiente CAPO SETTORE Patrizio Mazzetto A CURA DI Antonella

Dettagli

Circ. n. 87 San Donà di Piave, 15 ottobre 2014. OGGETTO: Consultazione nazionale Rapporto governativo La Buona Scuola

Circ. n. 87 San Donà di Piave, 15 ottobre 2014. OGGETTO: Consultazione nazionale Rapporto governativo La Buona Scuola LICEO STATALE «E.MONTALE» Liceo Classico e Liceo Linguistico Cod. fisc. 84003580275 30027 SAN DONÀ DI PIAVE (Venezia) Viale Libertà, 28 Tel. 0421/52166 Fax 0421/55141 www.liceomontale.it E-mail: info@liceomontale.it

Dettagli

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari + CON Il bando AMNU e STET promuovono un bando rivolto alle scuole di ogni ordine e grado del territorio dell Alta Valsugana e Bersntol. Il bando sollecita l attivazione di progetti finalizzati al risparmio

Dettagli