SOMMARIO SOMMARIO IRPEF

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SOMMARIO SOMMARIO IRPEF"

Transcript

1 SOMMARIO IRPEF ASPETTI GENERALI... 3 Soggetti passivi Principi di tassazione Nozione di residenza Soggetti non residenti Imputazione dei redditi nella famiglia Soci di società di persone Eredi del contribuente Soggetti falliti Nudo proprietario e usufruttuario... 8 Reddito imponibile Classificazione dei redditi Momento impositivo Redditi di fonte estera Base imponibile Reddito complessivo Periodo d imposta Determinazione dei redditi Criteri di valutazione Scomputo degli acconti Redditi esclusi Redditi in sostituzione e indennità risarcitorie Redditi detenuti in Paesi black list Determinazione dell imposta Oneri deducibili Regole generali Principali oneri deducibili Contributi previdenziali obbligatori e facoltativi Contributi per previdenza complementare Fondi sanitari integrativi Erogazioni liberali a favore di istituzioni religiose Contributi per Paesi in via di sviluppo Spese mediche e di assistenza per portatori di handicap Assegni periodici Deduzione spese per acquisto o costruzione di immobili date in locazione Altri oneri deducibili Aliquote Aliquote IRPEF Esenzioni IRPEF Contributo di solidarietà Detrazioni e deduzioni per familiari a carico Definizione di familiari a carico Computo delle detrazioni Detrazioni per coniuge a carico Detrazione per figli a carico Detrazione per famiglie numerose Detrazione per altre persone a carico FISCO 2015 VII

2 Detrazioni per lavoro Premessa Redditi di lavoro dipendente e assimilato Redditi di pensione Rapporti di lavoro inferiori all anno Altri redditi Detrazioni per oneri e spese Regole generali Spese sanitarie Interessi passivi Spese per intermediazione immobiliare Premi di assicurazione Previdenza complementare Spese veterinarie Spese funebri Spese di istruzione Erogazioni liberali a favore dei partiti politici Spese per asili nido Iscrizione a palestre, piscine e circoli sportivi Erogazioni a favore di ONLUS Altri oneri detraibili Interventi di recupero del patrimonio edilizio Detrazione per gli acquirenti e assegnatari di immobili ristrutturati Detrazioni per il risparmio energetico Ritenuta sui bonifici per ristrutturazioni edilizie e risparmio energetico Soggetti non residenti Tassazione dei non residenti Determinazione dell imposta Modifiche introdotte dalla legge europea bis CREDITI D IMPOSTA Regole generali Crediti per imposte pagate all estero Società di persone e assimilate Altri crediti d imposta REDDITI FONDIARI Disciplina generale Premessa Redditi diversi Titolarità dei redditi Diritto di abitazione Contitolarità e durata del possesso Territorialità Dichiarazione dei redditi Modifiche ai criteri di tassazione a seguito dell entrata in vigore dell IMU Riforma del catasto Redditi dei terreni Disciplina generale Terreni esclusi Reddito dominicale Reddito agrario Variazione del reddito Denuncia delle variazioni Serra e funghicolture VIII FISCO 2015

3 8. Casi particolari Terreni dati in affitto Dichiarazione dei redditi Redditi dei fabbricati Disciplina generale Fabbricati esclusi Costruzioni rurali Imputazione del reddito Rendita catastale Abitazione principale Abitazione secondaria Fabbricati locati Imposta sostitutiva sugli immobili locati Misure antielusive Detrazione per gli inquilini di contratti di locazione Immobili inagibili Parti di proprietà condominiale Immobili di interesse storico Immobili di nuova costruzione Immobili in comodato Immobili di soggetti esercenti arti e professioni Immobili d impresa Fabbricati in uso ai dipendenti Fabbricati produttivi di redditi diversi Dichiarazione dei redditi Inquadramento catastale e fiscale degli impianti fotovoltaici REDDITI DI CAPITALE Disciplina generale Aspetti generali Base imponibile Momento impositivo Redditi prodotti all estero Dichiarazione dei redditi Utili da partecipazione Disciplina dei dividendi Definizione di utili e proventi equiparati Contratti di associazione in partecipazione e cointeressenza Somme e beni che non costituiscono utili Aumento del capitale sociale Recesso, riduzione del capitale esuberante, liquidazione Tassazione dei dividendi Dividendi di fonte estera Rendite finanziarie Interessi e altri proventi derivanti da mutui, depositi e conti correnti Interessi e altri proventi derivanti dalle obbligazioni e titoli similari, dagli altri titoli diversi dalle azioni e titoli similari, nonché dai certificati di massa Capitali dati a mutuo Mutuo di titoli garantito Riporti e pronti contro termine Determinazione del reddito Revisione della tassazione Disciplina comunitaria su redditi da risparmio e interessi Direttiva europea sulla tassazione dei redditi da risparmio FISCO 2015 IX

4 2. Direttiva sul regime fiscale per i pagamenti di interessi e canoni Altri redditi di capitale Rendite perpetue e prestazioni annue perpetue Compensi per prestazioni di fideiussione o di altra garanzia Interessi e altri proventi derivanti dall impiego del capitale Organismi di investimento collettivo e fondi comuni di investimento Assicurazioni sulla vita Redditi imputati ai beneficiari dei trust Redditi derivanti dai rendimenti delle prestazioni pensionistiche Rendimenti dei fondi pensione Tassazione sulle transazioni finanziarie (c.d. Tobin tax) Ambito applicativo Imposta sui trasferimenti di azioni e strumenti partecipativi Imposta sui trasferimenti di strumenti derivati Operazioni ad alta frequenza Esclusioni ed esenzioni Soggetti obbligati Versamento e altre disposizioni REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE Disciplina generale Disciplina Cumulo tra pensione e reddito da lavoro Determinazione del reddito Detrazioni Lavoro autonomo e lavoro dipendente Lavoro a domicilio Stipendi e pensioni prodotti all estero Pensioni di guerra Pensioni erogate alle vittime di atti di terrorismo Tassazione atleti professionisti Detassazione degli straordinari e dei premi di produttività Incentivi per il rientro in Italia dei docenti e ricercatori scientifici Dichiarazione dei redditi Previdenza complementare e TFR Bonus IRPEF Redditi assimilati Aspetti generali Lavoratori soci di cooperative Compensi a carico di terzi Borse di studio Collaborazioni coordinate e continuative e lavoratori a progetto Collaborazioni editoriali Indennità Rendite Compensi per attività libero-professionale intramuraria Altri redditi assimilati Fringe benefits Aspetti generali Auto aziendali Prestiti agevolati Fabbricati concessi in locazione, in uso o in comodato Servizi di trasporto ferroviario Rimborsi spese e trasferte X FISCO 2015

5 7. Indennità di trasferimento, di prima sistemazione ed equipollenti Stock options REDDITI DI LAVORO AUTONOMO Disciplina generale Aspetti generali Soggetti passivi Aggregazioni professionali Esercizio di arti e professioni Definizione Esercizio in forma associata Comunione d uso Base imponibile Regime analitico Dichiarazione dei redditi Obblighi antiriciclaggio Limitazione all emissione di assegni e al trasferimento di denaro contante Altri redditi di lavoro autonomo Aspetti generali Brevetti e opere dell ingegno Associazione in partecipazione con apporto di solo lavoro Soci promotori e fondatori Indennità per la cessazione del rapporto di agenzia Levata dei protesti REDDITI D IMPRESA Disciplina generale Premessa Definizione Altri redditi d impresa Determinazione del reddito Contabilità ordinaria e semplificata Periodo d imposta Principio di competenza Principio di cassa Opzione per la tassazione separata Determinazione del reddito d impresa Premessa Componenti positivi di reddito Proventi non imponibili Ricavi Plusvalenze patrimoniali Componenti negativi di reddito Norme generali in materia di reddito d impresa Beni ad uso promiscuo Beni relativi all impresa Imprese minori Imprese minori Intermediari e rappresentanti di commercio Imprese di autotrasporto Redditi da partecipazione Natura del reddito Compensazione di ritenute Imputazione degli utili Dichiarazione FISCO 2015 XI

6 5. Tassazione separata Variazione del numero di soci GEIE Impresa familiare Tassazione Dichiarazione Imputazione del reddito ai collaboratori Accertamento Azienda coniugale Redditi dei soci in caso di recesso, esclusione, riduzione del capitale e liquidazione REDDITI DIVERSI Disciplina generale Definizione Territorialità Dichiarazione Plusvalenze da cessioni immobiliari Lottizzazione di terreni e simili Cessione di immobili e di aree edificabili Indennità di esproprio e collegate Plusvalenze da cessioni di attività finanziarie Definizione di capital gain Ambito soggettivo Plusvalenze e participation exemption Conferimento unica azienda Cessione di partecipazioni societarie e diritti Cessione di partecipazioni non qualificate e diritti Esenzione per le plusvalenze delle start-up Cessione di certificati non rappresentativi di merci Cessione di valute estere Categoria residuale Determinazione delle plusvalenze Calcolo delle plusvalenze Imposta sostitutiva Regimi per le plusvalenze su partecipazioni non qualificate Tassazione dei non residenti Deducibilità minusvalenze Altri redditi diversi Premi e vincite Redditi fondiari non determinabili catastalmente Beni immobili situati all estero Utilizzazione economica di opere dell ingegno, brevetti e formule Intestazione fittizia di beni a società Attività commerciali occasionali Attività di lavoro autonomo occasionale Sportivi dilettanti Altri redditi diversi Plusvalenze derivanti da trasformazione eterogenea REDDITI SOGGETTI A TASSAZIONE SEPARATA Aspetti generali Trattamento di fine rapporto e arretrati di lavoro dipendente Riforma della previdenza complementare e del TFR TFR ed indennità equipollenti XII FISCO 2015

7 3. Emolumenti arretrati Rapporti di collaborazione coordinata e continuativa Indennità di mobilità Altre indennità Anticipazione TFR in busta paga Determinazione dell imposta Plusvalenze, indennizzi e altri redditi pluriennali Plusvalenze da cessione di aziende Plusvalenze da cessione di terreni edificabili Cessione della clientela da parte di professionisti Indennità per perdita di avviamento Indennità per perdita di redditi relativi a più anni Scadenza di contratti e titoli Somme oggetto di rimborso o detrazione Redditi percepiti dagli eredi Premi di assicurazione sulla vita Determinazione dell imposta ADDIZIONALI Addizionale regionale Premessa Federalismo fiscale Soggetti obbligati ed esclusi Modalità operative Addizionale comunale Premessa Soggetti obbligati ed esclusi Base imponibile Comuni beneficiari del versamento Versamento Redditi di lavoro dipendente ed assimilati TASSA ETICA Aspetti generali Ambito di applicazione Modalità operative Imposta sul reddito delle società (IRES) SOGGETTI PASSIVI Stato ed enti pubblici Residenza fiscale delle società Società estero-vestite Trust OICR BASE IMPONIBILE ALIQUOTA Aliquota imprese petrolifere Modifiche introdotte dalla manovra correttiva Addizionale per le imprese petrolifere Aziende speciali pluriservizi del Comune FISCO 2015 XIII

8 PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI Aspetti generali Disciplina comunitaria Normativa nazionale Adeguamento delle disposizioni del TUIR ai principi contabili internazionali Decreti attuativi Decreto 1 aprile 2009, n Decreto 8 giugno DETERMINAZIONE DEL REDDITO D IMPRESA Aspetti generali Modifiche in seguito all introduzione degli IAS Principio di competenza Principio di cassa Riporto delle perdite Strumenti finanziari e contratti di associazione in partecipazione Norme generali sulle valutazioni Norme in materia di transfer pricing IMPOSTA SOSTITUTIVA SULLE RIVALUTAZIONI DI BENI Rivalutazione dei beni di impresa e delle partecipazioni Rivalutazione delle partecipazioni e dei terreni Premessa Imposta sostitutiva Utilizzo del valore rideterminato Soggetti abilitati a redigere la perizia Obblighi dichiarativi Rimessione in termine delle rivalutazioni decadute ex lege n. 266/ COMPONENTI POSITIVI DI REDDITO Premessa Proventi non imponibili RICAVI Definizione SOPRAVVENIENZE ATTIVE Cessione del leasing CONTRIBUTI Contributi in conto capitale Contributi e liberalità Contributi in conto impianti ALTRI COMPONENTI POSITIVI DI REDDITO Pronti contro termine Proventi immobiliari Immobili strumentali Immobili-merce Immobili non strumentali VALUTAZIONE DELLE RIMANENZE Valutazione delle rimanenze Dettaglianti Società petrolifere Prodotti in corso di lavorazione XIV FISCO 2015

9 Opere di durata ultrannuale Rimanenze di titoli e partecipazioni DIVIDENDI Aspetti generali Soggetti che applicano gli IAS Dividendi percepiti da società di capitali Società di persone residenti Società di capitali ed enti commerciali residenti Società ed enti non residenti Dividendi percepiti da imprenditori individuali e da società di persone Dividendi percepiti da enti non commerciali Costi connessi alla gestione delle partecipazioni PLUSVALENZE PATRIMONIALI Plusvalenze patrimoniali Tassazione delle plusvalenze Plusvalenze non rilevanti Plusvalenze in materia di partecipazioni PLUSVALENZE SU PARTECIPAZIONI QUALIFICATE Aspetti generali Definizione di partecipazione qualificata Tassazione delle plusvalenze qualificate PLUSVALENZE ESENTI DA TASSAZIONE ( PARTICIPATION EXEMPTION ) Aspetti generali Riepilogo Ambito soggettivo Qualificazione delle plusvalenze Partecipazioni in società ed enti Strumenti finanziari e contratti assimilati alle partecipazioni Strumenti finanziari similari alle azioni Contratti di associazione in partecipazione e di cointeressenza agli utili Azioni proprie Diritto di usufrutto, diritti d opzione e obbligazioni convertibili Quote dei fondi comuni d investimento e di partecipazione alle SICAV Titoli e strumenti finanziari dei non residenti Pronti contro termine e prestito titoli Cessione di partecipazioni acquistate in leasing Condizioni Periodo minimo di possesso Iscrizione tra le immobilizzazioni finanziarie Residenza fiscale Esercizio di impresa commerciale Società holding Operazioni straordinarie Quantificazione delle plusvalenze esenti Ripartizione di riserve e altri fondi Recesso, riduzione del capitale e liquidazione della società Soggetti IRES Soggetti IRPEF imprenditori Soggetti IRPEF non imprenditori Minusvalenze di iscrizione e di realizzo della partecipazione FISCO 2015 XV

10 Esclusione della participation exemption per le banche Regime transitorio Svalutazioni operate ante riforma Partecipazioni già possedute all entrata in vigore della riforma COMPONENTI NEGATIVI DI REDDITO Paradisi fiscali SPESE PER PRESTAZIONI DI LAVORO Spese per prestazioni di lavoro Contributi ai fondi pensione ONERI CONTRIBUTIVI E DI UTILITÀ SOCIALE AMMORTAMENTO Premessa Ammortamento dei beni materiali Quote di ammortamento Ammortamento fabbricati strumentali Ammortamento dei beni strumentali all attività di distribuzione e trasporto di gas naturale ed energia elettrica Spese di manutenzione Beni in leasing Lease back Beni promiscui Auto aziendali Modifiche alla deducibilità dell IVA indetraibile Affitto ed usufrutto d azienda Ammortamento dei beni immateriali Beni immateriali Soggetti che applicano gli IAS SPESE RELATIVE A PIÙ ESERCIZI Spese di pubblicità e rappresentanza Criteri di deducibilità per le spese di rappresentanza INTERESSI PASSIVI Interessi passivi Imprese bancarie e assicurative Pro rata generale e spese generali ex art. 109, D.P.R. n. 917/ Interessi su beni strumentali ALTRI COMPONENTI NEGATIVI DI REDDITO Spese generali Spese per alberghi e ristoranti Oneri fiscali Deducibilità IRAP Imposte differite Perdite, sopravvenienze passive e minusvalenze Minusvalenze su dividendi (c.d. dividend washing ) Beni gratuitamente devolvibili Accantonamenti Beni e servizi offerti gratuitamente a medici, veterinari, farmacisti Contributi sospesi in seguito a calamità naturali Premi fedeltà Versamenti per finanziare la c.d. social card XVI FISCO 2015

11 INTERESSI DI MORA Disciplina sugli interessi di mora Aspetti contabili e fiscali Modalità operative OPERAZIONI IN VALUTA Aspetti generali Disciplina fiscale TASSAZIONE PER TRASPARENZA Aspetti generali Esercizio dell opzione Tassazione per trasparenza nelle società di capitali Soggetti ammessi e condizioni Perdita dei requisiti Imputazione del reddito e determinazione delle imposte Determinazione degli acconti Distribuzione di utili e riserve Operazioni straordinarie della società partecipata Rideterminazione del reddito imponibile oggetto di imputazione Responsabilità solidale Accertamento nei confronti della società Tassazione per trasparenza delle società a ristretta base societaria Soggetti ammessi e condizioni Esercizio dell opzione Trasparenza per S.r.l. che detengono partecipazioni esenti Altri aspetti CONSOLIDATO NAZIONALE Aspetti generali Soggetti ammessi Soggetti ammessi in qualità di controllanti Società non residenti Soggetti ammessi in qualità di controllati Esclusioni Requisiti di controllo Nozione di controllo di diritto Demoltiplicatore Requisito della partecipazione al capitale sociale Requisito della partecipazione all utile Possesso ininterrotto Individuazione del perimetro di consolidamento Esercizio dell opzione Condizioni per l esercizio dell opzione Definizione di reddito consolidato Determinazione del reddito consolidato Somme in contropartita Perdite e crediti d imposta precedenti al consolidamento Obblighi della società controllante Dichiarazione dei redditi del consolidato Obblighi delle società controllate Dichiarazione dei redditi propri di ciascun soggetto partecipante alla tassazione di gruppo Interruzione della tassazione di gruppo prima del compimento del triennio FISCO 2015 XVII

12 Operazioni straordinarie Determinazione del reddito Ingresso di società controllate nel consolidato durante il periodo di tassazione di gruppo Mancato rinnovo dell opzione Responsabilità in capo alle società Norma transitoria sulle svalutazioni Modalità operative Imposta sostitutiva Procedimento di accertamento Modifiche in materia di accertamento introdotte dal D.L. n. 78/ Disconoscimento dell opzione Rapporto tra consolidato ed altri istituti Consolidato nazionale e tassazione per trasparenza Consolidato nazionale e tonnage tax CONSOLIDATO MONDIALE Aspetti generali Soggetti ammessi Requisito di controllo Esercizio dell opzione Interpello Determinazione del reddito consolidato Rettifiche di consolidamento Dichiarazione dei redditi consolidata Trasferimenti infragruppo Determinazione dell imposta Interruzione della tassazione di gruppo Interruzione prima del compimento del periodo di validità dell opzione Interruzione limitatamente ad una o più controllate non residenti Recupero delle perdite compensate Imposta sostitutiva sulle differenze da riallineamento ENTI NON COMMERCIALI Aspetti generali Nozione di ente non commerciale Impresa sociale Enti non commerciali residenti Determinazione del reddito Modello EAS Regime contabile Perdita della qualifica di ente non commerciale Enti non commerciali non residenti Controllo ONLUS Anagrafe unica delle ONLUS Comunicazione Controllo formale preventivo Iscrizione Cancellazione dall anagrafe ONLUS Liberalità in denaro o in natura in favore di ONLUS Detrazione per erogazioni liberali Manifestazioni culturali Erogazioni liberali a partiti politici Associazioni sportive dilettantistiche Società sportive professionistiche XVIII FISCO 2015

13 Gruppi di acquisto solidali IMPRESE MARITTIME ( TONNAGE TAX ) Aspetti generali Soggetti interessati Opzione Modello per l esercizio dell opzione Limiti all esercizio dell opzione e alla sua efficacia Determinazione del reddito imponibile Attività accessorie Plusvalenze e minusvalenze Obblighi contabili Tonnage tax e consolidato nazionale Ammortamento delle navi Agevolazioni per le imprese marittime DISCIPLINA CFC Paesi e territori che consentono un adeguato scambio di informazioni Normativa sulle CFC Dividendi distribuiti da CFC per i quali non sia stato ottenuto interpello favorevole alla disapplicazione degli artt. 167 e 168, D.P.R. n. 917/ Disposizioni contenute nella manovra d estate Imprese estere collegate Concetti civilistici di controllo e collegamento Tassazione redditi di imprese collegate Decreto attuativo SOCIETÀ DI COMODO Premessa Disciplina attualmente in vigore Ambito soggettivo Ambito oggettivo Reddito minimo Credito IVA Disapplicazione della disciplina AGEVOLAZIONE REDDITI BENI IMMATERIALI (PATENT BOX) COOPERATIVE Agevolazioni IRES Requisiti Agevolazioni comuni a tutte le cooperative Manovra-bis Riduzioni delle agevolazioni Cooperative di produzione e loro consorzi Cooperative agricole e della pesca Altre disposizioni agevolative Cooperative di consumo Contributo biennale Richiesta parere Commissione UE FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO IMMOBILIARE Regime fiscale dei fondi Regime fiscale dei fondi Regime dei proventi percepiti dal fondo FISCO 2015 XIX

14 3. Disciplina IVA Proventi conseguiti da soggetti non residenti Common Contractual Fund Applicazione della direttiva risparmio Riorganizzazione della disciplina fiscale dei fondi immobiliari chiusi Modifiche introdotte dal Decreto sviluppo Modifica del regime di tassazione dei fondi comuni di investimento Recepimento della Direttiva comunitaria UCITIS IV ATTIVITÀ DI GARANZIA COLLETTIVA DEI FIDI (CONFIDI) Aspetti generali Soggetti interessati Oggetto dell attività Qualificazione ai fini fiscali Determinazione del reddito d impresa Trattamento tributario degli avanzi di gestione Trattamento tributario delle quote di partecipazione al fondo consortile e al capitale sociale dei confidi e dei contributi versati ai confidi dalle imprese consorziate o socie e da terzi Trattamento dei contributi versati ai Fondi di garanzia interconsortile e ai Fondi di garanzia nonché delle quote versate al Ministero dell Economia e delle Finanze Operazioni di trasformazione e fusione dei confidi. Trattamento tributario dei fondi in sospensione d imposta Modifiche introdotte con il D.L. n. 179/ SOCIETÀ ASSICURATIVE E BANCARIE Imprese di assicurazione Imposta sostitutiva sulle assicurazioni estere - Armonizzazione Tassazione riserve matematiche Valutazione titoli Bilancio consolidato e IAS Operazioni fuori bilancio Aiuti di Stato alle imprese bancarie Agevolazioni per le banche di credito cooperativo Deducibilità rettifiche su crediti e perdite su crediti per banche e assicurazioni SOCIETÀ DI INVESTIMENTO IMMOBILIARE QUOTATE Premessa Soggetti interessati Opzione Attività svolta Adempimenti contabili Conseguenze dell opzione Imposta sostitutiva Impatto del regime agevolato sulla determinazione del reddito d impresa Ritenute Trattamento fiscale del concambio Altri aspetti Effetti sull IVA e sulle altre imposte indirette Decreto attuativo TRUST Aspetti generali Tipologie di Trust Inquadramento civilistico XX FISCO 2015

15 Inquadramento fiscale Individuazione della residenza del trust Adempimenti fiscali in capo al trust Trasferimento dei beni nel trust Cessione dei beni in trust Disciplina fiscale applicabile ai redditi del beneficiario del trust Inquadramento fiscale dei redditi attribuiti ai beneficiari STABILI ORGANIZZAZIONI Aspetti generali Definizione di stabile organizzazione nel modello OCSE Definizione di stabile organizzazione nel TUIR Determinazione del reddito complessivo REDDITI PRODOTTI ALL ESTERO Aspetti generali Credito d imposta per i redditi prodotti all estero Credito per imposte su redditi di lavoro dipendente all estero Trasferimento all estero della residenza o della sede OPERAZIONI SOCIETARIE STRAORDINARIE Trasformazione delle società Disciplina fiscale sulle trasformazioni Norma antielusiva Trasformazione eterogenea Fusione delle società Attuazione Direttiva n. 2009/109/CE Disciplina fiscale sulle fusioni Norma antielusiva Scissione delle società Attuazione Direttiva n. 2009/109/CE Disciplina fiscale sulle scissioni Norma antielusiva Conferimenti di aziende e di partecipazioni I conferimenti di aziende nel TUIR Regimi fiscali del conferente e del conferitario Imposta sostitutiva Imposta sostitutiva sulle rivalutazioni Modifiche apportate dal c.d. Decreto Monti Imposta sostitutiva per riallineare i valori fiscali e civilistici relativi all avviamento ed alle altre attività immateriali Scambi di partecipazioni OPERAZIONI STRAORDINARIE INTRACOMUNITARIE Fusioni, scissioni, conferimenti e scambi di azioni tra società di diversi Stati UE Neutralità fiscale Riserve in sospensione d imposta Perdite fiscali Agevolazioni e crediti d imposta ASPETTI GENERALI Il sistema degli aiuti alle imprese Il nuovo sistema de minimis FISCO 2015 XXI

16 Documento di regolarità contributiva - DURC Dichiarazione di non aver beneficiato di agevolazioni illegittime Recupero di aiuti di Stato illegittimi Revisione dei crediti d imposta CREDITO D IMPOSTA PER LE NUOVE ASSUNZIONI Premessa Credito d imposta previsto dal Decreto sviluppo Soggetti interessati Modalità di calcolo Modalità operative Decadenza CREDITO D IMPOSTA AREE SVANTAGGIATE Premessa Credito d imposta previsto dal Decreto sviluppo Credito d imposta previsto dalla legge finanziaria Soggetti interessati e aree territoriali Ambito oggettivo Formulario Progetti di investimento non rientranti nei grandi progetti Grandi progetti d investimento Misura dell agevolazione Cumulabilità Utilizzo del credito d imposta Trattamento fiscale Rideterminazione del credito d imposta Entrata in vigore ALTRI CREDITI D IMPOSTA Credito d imposta per attività di ricerca e sviluppo Incentivi per le aree depresse Credito d imposta riacquisto prima casa Esercenti sale cinematografiche e imprese di produzione cinematografica Credito d imposta per le imprese cinematografiche Credito d imposta per le imprese nazionali di produzione esecutiva e di postproduzione Credito d imposta per le imprese di esercizio cinematografico Teleriscaldamento alimentato con biomassa Credito d imposta a favore degli autotrasportatori Acquisto di ambulanze da parte di ONLUS e di associazioni di volontariato Imprenditoria femminile Esercenti servizio taxi e di noleggio con conducente Credito d imposta per le nuove assunzioni di profili altamente qualificati Contributo per l acquisto di veicoli elettrici Altre agevolazioni e crediti d imposta Credito d imposta per la gente di mare Contributo per l acquisto di autobus Contributi a favore dell editoria Credito d imposta esercenti impianti di distribuzione di carburanti Credito per imposte anticipate Credito di imposta per la realizzazione di nuove infrastrutture Credito d imposta per le borse di studio Credito d imposta per le case discografiche Credito d imposta per l attivazione dei servizi di connettività digitale XXII FISCO 2015

17 10. Credito d imposta per l acquisto di libri Credito d imposta per l acquisto di beni strumentali per le bonifiche dei siti di interesse nazionale Credito d imposta per la cultura - Art-bonus Credito d imposta per le strutture ricettive Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi Credito d imposta per le imprese agricole Credito d imposta banda larga Credito d imposta fondi pensione e casse di previdenza RIENTRO DEI RICERCATORI RESIDENTI ALL ESTERO Premessa Soggetti interessati ed esclusi In cosa consistono i benefici Modalità operative per il rientro in Italia Cause di decadenza dai benefici Durata ACE (AIUTO ALLA CRESCITA ECONOMICA) Aiuto alla crescita economica Soggetti interessati Come si calcola l agevolazione Soggetti aderenti al regime del consolidamento fiscale e di trasparenza fiscale Disposizioni antielusive Super ACE START UP INNOVATIVE Premessa Start up innovative: definizione e requisiti Incubatori di start up innovative: definizione e requisiti Pubblicità Deroghe al diritto societario Remunerazione con strumenti finanziari Credito d imposta Agevolazioni in materia di lavoro dipendente Altre agevolazioni fiscali Altre disposizioni Decadenza dei requisiti e attività di controllo Semplificazioni sugli adempimenti periodici Avvio attività start up Start up turismo Richiesta incentivi ZONE FRANCHE URBANE E A BUROCRAZIA ZERO Zone franche urbane Zone interessate Soggetti beneficiari Agevolazioni Importi delle agevolazioni spettanti Modalità di fruizione delle agevolazioni Zone a burocrazia zero MONITORAGGIO FISCALE Monitoraggio fiscale e tassazione attività finanziarie e patrimoniali detenute all estero FISCO 2015 XXIII

18 1. Monitoraggio fiscale Voluntary disclosure Tassazione delle attività finanziarie e patrimoniali detenute all estero CONTRATTI DI SVILUPPO Premessa Contratto di sviluppo Beneficiari Progetti d investimento e spese ammissibili Agevolazioni concedibili Istanza Procedura Presentazione della proposta definitiva di contratto di sviluppo e della documentazione progettuale Istruttoria e approvazione delle proposte di contratto di sviluppo Sottoscrizione del contratto di sviluppo Monitoraggio, controlli e ispezioni CONTRATTO DI RETE Premessa Contratto di rete Modifiche previste dal D.L. crescita Provvedimenti attuativi e ulteriori modifiche Chiarimenti dell Agenzia delle entrate Dichiarazione dei redditi ASSISTENZA FISCALE Soggetti obbligati Premessa Soggetti abilitati alla costituzione dei Centri di assistenza fiscale Assistenza fiscale fornita dai Dottori Commercialisti Soggetti beneficiari dell assistenza fiscale Soggetti esclusi Obblighi del datore di lavoro Obblighi del CAF-dipendenti Modalità operative Modalità di presentazione del modello modalità ordinaria Presentazione al sostituto di imposta Presentazione al CAF o al professionista abilitato Documentazione da presentare Dichiarazione congiunta Modalità di presentazione - dichiarazione precompilata Termini di presentazione Errori commessi dal dipendente Errori di chi presta assistenza fiscale Correzione dichiarazione in caso di visto infedele Erogazione rimborsi Compensi ai CAF e ai sostituti d imposta Amministratori di condominio Sanzioni Responsabilità CAF/intermediari XXIV FISCO 2015

19 UNICO PERSONE FISICHE Soggetti obbligati Soggetti obbligati Soggetti esonerati Modalità operative Modalità di presentazione Termini di presentazione e versamento UNICO SOCIETÀ DI PERSONE Soggetti obbligati Soggetti obbligati Soggetti esonerati Modalità operative UNICO SOCIETÀ DI CAPITALI ED ENTI NON COMMERCIALI Società di capitali ed enti equiparati Soggetti interessati Organo di controllo responsabile della firma della dichiarazione Modalità di presentazione Termini di presentazione Versamenti Enti non commerciali ed equiparati Modalità di redazione Modalità di presentazione e versamenti MODELLO Soggetti obbligati Dichiarazione mensile Soggetti obbligati alla presentazione del modello 770-Semplificato e Ordinario Modello 770-Semplificato Modello 770-Ordinario Modalità operative Modalità di presentazione Sanzioni ALTRI ASPETTI Responsabilità degli intermediari Fattispecie sanzionabili Codici tributo Compenso per la trasmissione telematica Scritture contabili ASPETTI GENERALI Soggetti obbligati Modalità di tenuta delle scritture contabili Registri soggetti a bollatura Registri previsti da norme fiscali Modalità operative Imposta di bollo e tassa sulle concessioni governative Numerazione delle scritture contabili Registri multiaziendali Registri su supporto digitale Documenti rilevanti ai fini tributari FISCO 2015 XXV

20 2. Obblighi da osservare per i documenti informatici Comunicazione alle Agenzie fiscali dell impronta relativa ai documenti informatici Esibizione delle scritture e dei documenti rilevanti ai fini tributari Modalità di assolvimento dell imposta di bollo sui documenti informatici Tenuta dei libri sociali su supporto informatico Assolvimento obblighi fiscali sui documenti informatici Semplificazioni per chi trasmette gli acquisti e le cessioni IMPRESE IN REGIME ORDINARIO Soggetti obbligati Libri e registri Libro giornale Libro degli inventari Scritture contabili richieste dalla natura e dalle dimensioni dell impresa Registri ai fini IVA Scritture ausiliarie di magazzino Registro dei beni ammortizzabili Libri sociali Contabilità meccanizzata IMPRESE IN REGIME SEMPLIFICATO Condizioni Adempimenti NUOVE INIZIATIVE PRODUTTIVE Regime forfetario per le nuove iniziative produttive - C.d. forfettino Abrogazione Agevolazioni fiscali Semplificazioni contabili Ambito soggettivo Ambito oggettivo Durata del regime agevolato Decadenza dall agevolazione Credito d imposta Trasmissione dati contabili Accertamento, riscossione, sanzioni e contenzioso REGIME PREMIALE PER FAVORIRE LA TRASPARENZA Studi ammessi per il IMPRENDITORIA GIOVANILE E LAVORATORI IN MOBILITÀ Aspetti generali Abrogazione Revisione del regime dal Condizioni per fruire del regime agevolato Modalità operative per il nuovo regime dal Modalità operative per passare al regime contabile agevolato Sanzioni NUOVO REGIME FORFETARIO DEI MINIMI Aspetti generali Soggetti interessati e limiti Esercizio dell opzione Soggetti esclusi XXVI FISCO 2015

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008 CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 febbraio 2008 OGGETTO: Profili interpretativi emersi nel corso della manifestazione Telefisco 2008 del 29 Gennaio 2008 e risposte ad

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

UNICO 01 FASCICOLO 1. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 2. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO

UNICO 01 FASCICOLO 1. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 2. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate UNICO Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 2 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 02 FASCICOLO 2 Quadro RH Quadro RL Quadro RM Quadro RT Quadro RR Redditi di partecipazione in

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI

l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI 5 2008 l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI INDICE 1. IL REDDITO DA LAVORO DIPENDENTE 2 La definizione 2 I redditi assimilati al lavoro dipendente

Dettagli

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI 1. Aspetti fiscali generali Gli enti di tipo associativo, di cui fanno parte anche le associazioni sportive dilettantistiche, sono assoggettate

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale MODELLO 730/204 redditi 203 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Mod. N. Gli importi devono essere indicati in unità di Euro CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 94: ammontare corrisposto nel 2007: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 95; - ridotto

Dettagli

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME

ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME ABSTRACT ELENCHI INTRASTAT 2014: NOVITÀ E CONFERME Con l inizio del periodo d imposta pare opportuno soffermarsi sulla disciplina degli elenchi INTRASTAT, esaminando le novità in arrivo e ripercorrendo

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti

l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti 1 2008 l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti 1 2008 l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

Circolare n. 12/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 3 maggio 2013

Circolare n. 12/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 3 maggio 2013 Circolare n. 12/E Direzione Centrale Normativa Roma, 3 maggio 2013 OGGETTO: Commento alle novità fiscali - Decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dall articolo 1, comma 1,

Dettagli

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Legnano, 21/04/2015 Alle imprese assistite Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Come noto, ai sensi dell art. 1, D.Lgs. n. 175/2014, Decreto c.d. Semplificazioni,

Dettagli

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI Modello 730/2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 INTRODUZIONE 1. Perché conviene il Modello 730 2 2. Modello 730 precompilato 2 3. Modello 730 ordinario (non precompilato) 4 4.

Dettagli

CIRCOLARE N. 6/E. Roma, Roma 19 febbraio 2015 Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 6/E. Roma, Roma 19 febbraio 2015 Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 6/E Roma, Roma 19 febbraio 2015 Direzione Centrale Normativa 1.1 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Chiarimenti interpretativi relativi a quesiti posti in occasione degli eventi Videoforum

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Aliquota ordinaria rurali LE ALIQUOTE Aliquota ordinaria I casa Aliquota ordinaria altri 2 per mille 4 per

Dettagli

LE IMPOSTE SUL REDDITO

LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO Il risultato che scaturisce dal bilancio redatto in base alla normativa del codice civile rappresenta il valore di partenza a cui fa riferimento la disciplina

Dettagli

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 OGGETTO DELL IMU L IMU sostituisce l ICI e, per la componente immobiliare, l IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali, dovute

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 Sommario 1. Inquadramento normativo generale 2. Trasferimenti di fabbricati 3. terreni edificabili 4. terreni agricoli 5. Successioni

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE

IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE Sistema tributario Insieme di tributi intesi come prestazioni di denaro obbligatorie (art. 53 Costituzione) L obbligatorietà vs. la contribuzione volontaria dovrebbe

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE.

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE. Trattamento delle somme corrisposte da una società di persone al socio nel caso di recesso, esclusione, riduzione del capitale, e liquidazione, ed aspetti fiscali per la società. Questo convegno ci offre

Dettagli

IL REGIME FISCALE DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE E DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE (COMPRESE LE SOCIETÀ SPORTIVE DILETTANTISTICHE)

IL REGIME FISCALE DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE E DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE (COMPRESE LE SOCIETÀ SPORTIVE DILETTANTISTICHE) RIVISTA DI ISSN 1825-6678 DIRITTO ED ECONOMIA DELLO SPORT Vol. III, Fasc. 1, 2007 IL REGIME FISCALE DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE E DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE (COMPRESE LE SOCIETÀ SPORTIVE

Dettagli

Istruzioni Quadro F - Tipologia 1

Istruzioni Quadro F - Tipologia 1 genzia ntrate 2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore Istruzioni Quadro F - Tipologia 1 Il contribuente, per la compilazione

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA Attesto che il Senato della Repubblica, il 21 dicembre 2007, ha approvato il seguente disegno di legge, d iniziativa del Governo, già approvato dal Senato e modificato dalla Camera

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

I.U.C. Imposta Unica Comunale

I.U.C. Imposta Unica Comunale COMUNE DI MARCON I.U.C. Imposta Unica Comunale Con la Legge n. 147/2013 (Legge di stabilità 2014) è stata istituita a decorrere dal 01/01/2014 l Imposta Unica Comunale (IUC). L imposta unica comunale (IUC)

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 29 dicembre 2006 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 29 dicembre 2006 OGGETTO: IVA Applicazione del sistema del reverse-charge nel settore dell edilizia. Articolo 1, comma 44, della legge

Dettagli

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI Comune di Cerignola Provincia di Foggia Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Imposte sul reddito Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di

Dettagli

Fattura elettronica: esenzioni

Fattura elettronica: esenzioni Fattura elettronica: esenzioni Con l entrata in vigore del sistema della fatturazione elettronica, istituita dall articolo 1, commi da 209 a 213 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 e regolamentata dal

Dettagli

= Circolare n. 9/2013

= Circolare n. 9/2013 = Scadenze + 27 dicembre + Invio degli elenchi INTRA- STAT mensili versamento acconto IVA mediante Mod. F24 + 30 dicembre + Stampa dei libri contabili dell'anno 2012 (libro giornale, registri IVA, libro

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LO STATO PATRIMONIALE A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LE MODIFICHE ALLO SCHEMA STATO PATRIMONIALE ATTIVO C.II.4.BIS CREDITI TRIBUTARI C.II.4.TER IMPOSTE ANTICIPATE STATO PATRIMONIALE

Dettagli

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012)

LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) LE NUOVE REGOLE DI FATTURAZIONE DAL 01 GENNAIO 2013 (Art. 1, commi da 324 a 335 ** Legge di Stabilità 2013 n. 228 del 24.12.2012) Condividere la conoscenza è un modo per raggiungere l immortalità (Tensin

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli

Roma, 30 dicembre 2014. OGGETTO: Commento alle novità fiscali - Decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175. Primi chiarimenti. Circolare n.

Roma, 30 dicembre 2014. OGGETTO: Commento alle novità fiscali - Decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175. Primi chiarimenti. Circolare n. Circolare n. 31/E Direzione Centrale Normativa Roma, 30 dicembre 2014 OGGETTO: Commento alle novità fiscali - Decreto legislativo 21 novembre 2014, n. 175. Primi chiarimenti. PREMESSA... 5 CAPITOLO I:

Dettagli

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU

CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU CORSO DI DIRITTO SPORTIVO I RAPPORTI DI LAVORO ALL INTERNO DELLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE AVV. MARIA ELENA PORQUEDDU INTRODUZIONE ALLE ASSOCIAZIONI SPORTIVE IN QUALSIASI FORMA COSTITUITE

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel 730: Reddito lavoro dipendente Punto

Dettagli

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI

LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI INFORMATIVA N. 204 14 SETTEMBRE 2011 IVA LA TERRITORALITÀ IVA DEI SERVIZI RIFERITI AGLI IMMOBILI Artt. 7-ter, 7-quater e 7-sexies, DPR n. 633/72 Regolamento UE 15.3.2011, n. 282 Circolare Agenzia Entrate

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate UNICO Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 FASCICOLO 1 02 FASCICOLO 2 03 FASCICOLO 3 MODELLO GRATUITO I SERVIZI PER L ASSISTENZA FISCALE

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2015. Titolo I Risultati differenziali e gestioni previdenziali

DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2015. Titolo I Risultati differenziali e gestioni previdenziali DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2015 Titolo I Risultati differenziali e gestioni previdenziali Art. 1 (Risultati differenziali del bilancio dello Stato) 1. I livelli massimi del saldo netto da finanziare

Dettagli

INTEGRAZIONE E DEFINIZIONE PER GLI ANNI PREGRESSI DEFINIZIONE DEI RITARDATI OD OMESSI VERSAMENTI

INTEGRAZIONE E DEFINIZIONE PER GLI ANNI PREGRESSI DEFINIZIONE DEI RITARDATI OD OMESSI VERSAMENTI 2003 AGENZIA DELLE ENTRATE INTEGRAZIONE E DEFINIZIONE PER GLI ANNI PREGRESSI DEFINIZIONE DEI RITARDATI OD OMESSI VERSAMENTI artt. 8, 9, 9-bis e 14 della legge 27 dicembre 2002, n. 289, e successive modificazioni

Dettagli

= + + Imposte differite ed anticipate In caso di ripartizione in più periodi della plusvalenza imponibile, si pone

= + + Imposte differite ed anticipate In caso di ripartizione in più periodi della plusvalenza imponibile, si pone RISULTATO DELL ESERCIZIO ANTE IMPOSTE VARIAZIONI IN AUMENTO Negli esercizi dal 2005 al 2008 sono state realizzate plusvalenze o altri proventi rateizzati? = In base all'art. 86 del TUIR è ammessa la rateazione

Dettagli

CIRCOLARE N. 26/E. Roma, 01 giugno 2011

CIRCOLARE N. 26/E. Roma, 01 giugno 2011 CIRCOLARE N. 26/E Direzione Centrale Normativa Roma, 01 giugno 2011 Oggetto: Cedolare secca sugli affitti Articolo 3 del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23 (Disposizioni in materia di federalismo

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

I chiarimenti delle Finanze per l applicazione dell IRAP su:

I chiarimenti delle Finanze per l applicazione dell IRAP su: Pag. 5030 n. 43/98 21/11/1998 I chiarimenti delle Finanze per l applicazione dell su: regolarizzazione degli omessi o insufficienti versamenti relativi al primo acconto modifiche recate dal decreto legislativo

Dettagli

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U

AGE.AGEDC001.REGISTRO UFFICIALE.0136693.19-11-2013-U COMUNICAZIONE POLIVALENTE (Comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA (art. 21 decreto legge n. 78/2010) - Comunicazione delle operazioni legate al turismo effettuate in contanti in deroga all

Dettagli

GUIDA AGLI ADEMPIMENTI FISCALI E TRIBUTARI DELLE SOCIETA ED ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE

GUIDA AGLI ADEMPIMENTI FISCALI E TRIBUTARI DELLE SOCIETA ED ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE GUIDA AGLI ADEMPIMENTI FISCALI E TRIBUTARI DELLE SOCIETA ED ASSOCIAZIONI SPORTIVE DILETTANTISTICHE INTRODUZIONE Uno degli obiettivi che il nuovo consiglio federale si è posto all atto del proprio insediamento

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2015. Relazioni illustrative. Titolo I Risultati differenziali e gestioni previdenziali

DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2015. Relazioni illustrative. Titolo I Risultati differenziali e gestioni previdenziali DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2015 Relazioni illustrative Titolo I Risultati differenziali e gestioni previdenziali Art. 1 Risultati differenziali del bilancio dello Stato La disposizione rinvia all allegato

Dettagli

CIRCOLARE N. 2/E. R RrRrrr. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 2/E. R RrRrrr. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 2/E R RrRrrr Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Modifiche alla tassazione applicabile, ai fini dell imposta di registro, ipotecaria e catastale, agli atti di trasferimento o di costituzione

Dettagli

Disciplina delle società «non operative» e «in perdita sistematica»

Disciplina delle società «non operative» e «in perdita sistematica» S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2013 Disciplina delle società «non operative» e «in perdita sistematica» Gianluca Cristofori 31 maggio 2013 Sala Orlando - Corso

Dettagli

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012 CIRCOLARE N.3/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 febbraio 2012 OGGETTO: Articolo 24, comma 31, del decreto-legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011,

Dettagli

IL COMMERCIALISTA VENETO n. 133 - GENNAIO / FEBBRAIO 2000. A cura del Gruppo di Studio di Diritto tributario istituito presso l Ordine di Padova

IL COMMERCIALISTA VENETO n. 133 - GENNAIO / FEBBRAIO 2000. A cura del Gruppo di Studio di Diritto tributario istituito presso l Ordine di Padova IL COMMERCIALISTA VENETO n. 133 - GENNAIO / FEBBRAIO 2000 ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI DELLE TRE VENEZIE L'INSERTO 2 Analisi della rilevanza ai fini IRAP delle voci del Conto Economico A cura

Dettagli

Articolo 17- ter. Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO

Articolo 17- ter. Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO Articolo 17- ter Operazioni effettuate nei confronti di enti pubblici IL TESTO CHE SEGUE SOSTITUISCE INTEGRALMENTE IL COMMENTO ALL ARTICOLO 1. Premessa L art. 1, comma 629 della legge 23 dicembre 2014,

Dettagli

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI La stampa dei registri contabili tenuti con sistemi meccanografici deve essere effettuata entro 3 mesi dalla scadenza prevista per la presentazione della

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 13 aprile 2015

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 13 aprile 2015 CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 13 aprile 2015 OGGETTO: Operazioni effettuate nei confronti di pubbliche amministrazioni: cd. scissione dei pagamenti. Articolo 1, commi 629, lettere

Dettagli

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI

TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI TARSU poi TARES ed ora TARI e TASI di Luigi Cenicola 1. Premessa. A decorrere dall anno 2014, per il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e per i servizi indivisibili comunali, si pagheranno

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR Nell'ambito degli interventi sul prelievo fiscale, la finanziaria 2008 (legge 24 dicembre 2007, n. 244),

Dettagli

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria IMU - che cos'è L IMU si continua a pagare sulle case di lusso (categorie A/1, A/8 e A/9), sulle seconde case e su tutti gli altri immobili (ad esempio laboratori, negozi, capannoni, box non di pertinenza

Dettagli

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Come noto la Legge finanziaria del 2008 ha profondamente modificato

Dettagli

Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo

Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo Come noto, l'imu sostituisce, in caso di immobili non locati, l'irpef e relative addizionali riguardanti i redditi fondiari. Il Mod. 730/2013, è stato di conseguenza

Dettagli

Le associazioni di volontariato iscritte nei registri regionali: le imposte sul reddito

Le associazioni di volontariato iscritte nei registri regionali: le imposte sul reddito OdV Le associazioni di volontariato iscritte nei registri regionali: le imposte sul reddito di Sebastiano Di Diego* Nell articolo viene descritto il variegato regime fiscale, ai fini IRES, delle associazioni

Dettagli

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA Una circolare dell Agenzia delle entrate chiarisce il trattamento fiscale delle spese di rappresentanza Con la circolare in oggetto, l Agenzia delle

Dettagli

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151

D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 D.L. 30 dicembre 2013, n. 151 Disposizioni di carattere finanziario indifferibili, finalizzate a garantire la funzionalità di enti locali, la realizzazione di misure in tema di infrastrutture, trasporti

Dettagli

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE RIFERIMENTI NORMATIVI: Decreto legge n. 66 del 24 aprile 2014 Circolare Agenzia delle Entrate, 8/E/2014 ASPETTI GENERALI: Il DL 66/2014

Dettagli

GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15)

GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15) GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15) Allegato alla Nota Informativa Pagina 2 di 8 - Pagina bianca Edizione 03.2015 Documento sul regime

Dettagli

CAPITOLO I L IMPOSIZIONE DIRETTA PER LE SOCIETÀ SEMPLICI IMMOBILIARI 1 1 SOCIETÀ SEMPLICI ESERCENTI ATTIVITÀ DI GESTIONE IMMOBILIARE

CAPITOLO I L IMPOSIZIONE DIRETTA PER LE SOCIETÀ SEMPLICI IMMOBILIARI 1 1 SOCIETÀ SEMPLICI ESERCENTI ATTIVITÀ DI GESTIONE IMMOBILIARE Società immobiliari CAPITOLO I L IMPOSIZIONE DIRETTA PER LE SOCIETÀ SEMPLICI IMMOBILIARI 1 1 SOCIETÀ SEMPLICI ESERCENTI ATTIVITÀ DI GESTIONE IMMOBILIARE Ai sensi dell art. 2249 c.c., le società che hanno

Dettagli

Notiziario mensile N E W S

Notiziario mensile N E W S LA LETTRE FISCALE Notiziario mensile CIRCOLARE INFORMATIVA Aprile 2013 N E W S MORATORIA ABI Prorogato al 30 giugno 2013 il termine per la presentazione delle istanze Con un comunicato stampa l Associazione

Dettagli

Il riporto delle perdite nelle società cooperative e la deducibilità degli interessi sul prestito sociale

Il riporto delle perdite nelle società cooperative e la deducibilità degli interessi sul prestito sociale Il riporto delle perdite nelle società cooperative e la deducibilità degli interessi sul prestito sociale Sebastiano Di Diego Sebastiano Di Diego Il regime fiscale delle perdite La disciplina generale

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

OGGETTO: Videoconferenza del 14 maggio 2002 sui modelli di dichiarazione UNICO 2002. Risposte ai quesiti in materia di questioni interpretative.

OGGETTO: Videoconferenza del 14 maggio 2002 sui modelli di dichiarazione UNICO 2002. Risposte ai quesiti in materia di questioni interpretative. Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 12 giugno 2002 CIRCOLARE N. 50/E OGGETTO: Videoconferenza del 14 maggio 2002 sui modelli di dichiarazione UNICO 2002. Risposte ai quesiti in materia di

Dettagli

Roma, 28 aprile 2015

Roma, 28 aprile 2015 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti RISOLUZIONE N. 42/E Roma, 28 aprile 2015 Oggetto: Estensione alla modalità di versamento F24 Enti pubblici dei codici tributo utilizzati con il modello F24 per

Dettagli

HELP 03 RIMBORSI SPESE

HELP 03 RIMBORSI SPESE a cura di Flavio Chistè RIMBORSI SPESE RIMBORSI SPESE Nella gestione ordinaria degli enti non commerciali accade spesso che vengano erogate delle somme ai collaboratori, ai professionisti e ai dipendenti

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI. Documento interpretativo n. 1del Principio contabile 12 Classificazione nel conto economico dei costi e ricavi

PRINCIPI CONTABILI. Documento interpretativo n. 1del Principio contabile 12 Classificazione nel conto economico dei costi e ricavi OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e del Consiglio Nazionale dei Ragionieri modificati dall OIC in relazione alla riforma del diritto

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli