NEWS FEDERMAESTRI. Sommario 1. MESSAGGIO DEL CONSOLE PROVINCIALE. Care Amiche e cari Amici,

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NEWS FEDERMAESTRI. Sommario 1. MESSAGGIO DEL CONSOLE PROVINCIALE. Care Amiche e cari Amici,"

Transcript

1 1 2ª BOZZA ANNO XIV - N. 4 OTTOBRE - DICEMBRE 2007 FEDERMAESTRI NEWS NOTIZIARIO TRIMESTRALE DEL CONSOLATO PROVINCIALE DI ROMA DELLA FEDERAZIONE MAESTRI DEL LAVORO D ITALIA ENTE MORALE D.P.R VIALE LINCOLN, ROMA EUR TEL AUTORIZZAZIONE TRIBUNALE DI ROMA N DELL Direttore Editoriale: Luigi Manni - Direttore Responsabile: Gianluigi Diamantini - Collaboratori: E. Boarelli, E. Casini, A. Favorini, G. Scaramastra Sommario 1. MESSAGGIO DEL CONSOLE PROVINCIALE Care Amiche e cari Amici, 1. Messaggio del Console Provinciale 2. Quote sociali 2008 e Riconoscimenti ai Maestri 4. Accordi di collaborazione 5. Festa di Primavera (23 giugno 2007) 6. Attività turistico-culturali fine News informa 8. Alcune notizie utili 9. Notizie dagli altri Consolati Provinciali del Lazio dopo le vacanze estive riprendono tutte le nostre attività:di volontariato, di formazione, di solidarietà e di socializzazione. Riprende anche l anno scolastico che ci vedrà protagonisti tra i giovani delle Scuole di Roma e Provincia. Quest anno, nell ambito dell attività Scuola/Lavoro, affronteremo argomenti molto importanti quali Previdenza, Prevenzione e Sicurezza. A conclusione del lavoro che verrà svolto presso le scuole, durante l anno scolastico, dai Maestri e da esperti è prevista, per il mese di maggio del prossimo anno, una grande Manifestazione (e qualche novità di rilievo) per la quale il Signor Presidente della Repubblica ha promesso l Alto Patronato e S.p.A. Poste Vita ha annunciato il proprio Patrocinio. Trattandosi di una Manifestazione molto impegnativa per il nostro Consolato, sarà molto importante la partecipazione dei M.d.L. che dovranno concorrere per le diverse attività con il loro specifico know how e con la loro disponibilità in generale. Sono certo che questo mio appello troverà riscontro come ha trovato riscontro il precedente di aiutarci presso le Aziende di appartenenza/provenienza. Ringrazio tutti coloro che si sono impegnati concretamente con l auspicio di vederne un numero sempre crescente, con rinnovate energie e volontà al fine di ottenere contributi di idee, finanziari e di disponibilità di stage formativi in favore dei giovani. Buon lavoro e saluti a tutti! Il Console Provinciale LUIGI MANNI 1

2 2ª BOZZA 2 FEDERMAESTRI NEWS OTTOBRE - DICEMBRE QUOTE SOCIALI 2008 E 2007 A) Quota sociale anno 2008 Cari Maestri, è possibile effettuare il versamento della quota sociale di e 30,00: mediante il bollettino di c/c postale n intestato: Federazione Maestri del Lavoro d Italia Consolato Provinciale di Roma, allegato al presente numero di NEWS. (N.B.: è indispensabile compilare il bollettino in ogni sua parte riportando, in particolare, l indicazione del mittente senza la quale è impossibile attribuire il versamento); oppure: a questa Segreteria aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 9,30 alle ore 14,00; mediante accredito sul c/c bancario n CIN J - ABI CAB del Credito Cooperativo di Roma - Agenzia 15 intestato alla Federazione Maestri del Lavoro - Consolato Provinciale di Roma. Rammentiamo che la quota sociale è l unica fonte di sostegno finanziario per affrontare le spese correnti del Consolato che, con il cambiamento di sede, sono fortemente aumentate. Ci permettiamo, pertanto, fare appello alla tua sensibilità affinché alla quota sociale si aggiunga un contributo volontario. Grazie qualsiasi sia il contributo che vorrete farci pervenire! B) Quota sociale anno 2007 Siamo giunti al mese di Ottobre con un confortante numero di adesioni per l anno in corso. Mancano però ancora diverse quote. Per questo motivo rivolgiamo un caldo invito ai Soci che, per distrazione o dimenticanza, non abbiano ancora effettuato il versamento della quota annuale, di provvedere il più presto possibile per consentire una migliore gestione finanziaria del Consolato. 3. RICONOSCIMENTI AI MAESTRI Ricordiamo ai M.d.L., regolarmente ed ininterrottamente iscritti al Consolato Provinciale di Roma, che: 1. con 15 anni di iscrizione consecutiva riceveranno una pergamena; 2. con 20 anni di iscrizione consecutiva riceveranno un nastrino d argento; 3. con 25 anni di iscrizione consecutiva verrà loro concessa la gratuità della quota sociale. La Segreteria del Consolato è a disposizione per eventuali informazioni. 4. ACCORDI DI COLLABORAZIONE Questo Consolato, nell intento di fornire agli iscritti maggiori agevolazioni, ha stipulato una convenzione con la Banca di Credito Cooperativo di Roma le cui caratteristiche principali sono riportate alle pagine 11 e 12 di NEWS insieme all elenco delle Filiali della Banca tra le quali potrai trovare quella a Te più vicina. Con l occasione desideriamo parteciparvi i buoni rapporti di partnership con la B.C.C. di Roma che si è dimostrata molto sensibile e particolarmente vicina al nostro Consolato. 2

3 3 2ª BOZZA ANNO XIV - N. 4 OTTOBRE - DICEMBRE FESTA DI PRIMAVERA (23 GIUGNO 2007) TENUTA PRESIDENZIALE DI CASTELPORZIANO Si è svolta in una bella ma calda giornata d estate. Fortunatamente la visita della Tenuta ha richiesto, per larghi tratti, in considerazione della sua vastità, l utilizzo dei bus, climatizzati; la folta vegetazione, negli altri casi, ci ha permesso di contenere il disagio: ma ne valeva proprio la pena. Tra i 120 partecipanti, Maestri ed accompagnatori, tanti hanno scoperto, per la prima volta, le caratteristiche di questo immenso parco a quattro passi dal centro di Roma: grazie Console Manni per l interessante opportunità, che va ad aggiungersi e ad anticipare le molte altre. Alle 9,30 circa siamo arrivati alla Tenuta dove eravamo attesi dalle guide, tutte appartenenti al Corpo Forestale dello Stato, dirette dall Ing. Tinelli, persona squisita, disponibile e preparata che ha accompagnato uno dei tre gruppi. Dopo le formalità di rito (caffè, sigaretta, servizi) intorno alle 10,00 è iniziata la visita, interrotta fuori tempo massimo (alle 13,15) per colpa del pranzo. Anche a beneficio dei Maestri che non hanno potuto partecipare si riporta, aiutati dal materiale distribuito, una sintesi delle interessanti caratteristiche che hanno catturato la nostra attenzione e che hanno affascinato i Maestri partecipanti. La Tenuta - Si estende per circa ha, essa è situata verso il mare a 16 Km da Roma ed è raggiungibile dalle Vie Cristoforo Colombo e Pontina; arriva fino al mare comprendendo una varietà di ambienti con caratteristiche particolari; si va dal bosco con prevalenza di querce alle pinete, alle praterie con alberi secolari, alle piscine (pozze d acqua naturali), alla vegetazione della fascia costiera, tutti ambienti con presenza di macchia mediterranea. Notizie storiche - Il territorio della Tenuta di Castelporziano è stato abitato dall uomo fin dall età preistorica. Ha raggiunto una notevole importanza durante la grandiosità di Roma, a partire dalla seconda guerra punica e più intensamente in età imperiale. In quest ultimo periodo ebbe un notevole sviluppo dell edilizia residenziale, generata in parte dalla presenza del polo commerciale di Ostia ed in parte dal desiderio dell aristocrazia romana di creare sul mare un luogo di vacanza facilmente raggiungibile. Queste ville (si sono potuti vedere entro la Tenuta i ruderi di quella di Commodo), erano collegate con Ostia e Roma attraverso un complesso sistema viario costituito dalle Vie Ostiense, Laurentina, Severiana: quest ultima, in allora la più importante, era in concorrenza con l Appia e consentiva di raggiungere, attraverso la Tenuta, luoghi importanti come la Villa di Plinio e il Vicus Augustanus, che si ritrova nell area di Tor Paterno. Il sito abitato ininterrottamente fino al IV secolo d.c., quando, venuta meno la proprietà imperiale, entra a far parte del patrimonio della Chiesa fino alla metà del XVI secolo quando la Tenuta viene venduta al barone fiorentino Agostino Del Nero; con passaggi di proprietà successivi si arriva al 1872 quando lo Stato italiano, ad opera di Quintino Sella, acquista le suddette tenute per destinarle a riserva di caccia del Re Vittorio Emanuele II. Durante la II guerra mondiale, abbandonata dai suoi abitanti, diventa sede dei comandi prima tedesco e poi alleato. Nel 1948 viene confermata la destinazione di Castelporziano a dotazione immobiliare del Capo dello Stato. La Tenuta di Capocotta, in quanto di proprietà degli eredi Savoia, viene prima assegnata per 4/5 agli eredi femminili di Vittorio Emanuele III. Ed è in questa area che si trova la villa della Principessa Iolanda, oggi museo della Tenuta, dove abbiamo potuto assistere a documentari interessantissimi sulla tenuta, sulla fauna e sulla flora (oltre che a godere di una frescura invitante). Con legge 372 del 1985, su iniziativa del Presidente Sandro Pertini, la Tenuta di Capocotta, ha circa, adiacente a quella di Castelporziano, entra a far parte della dotazione immobiliare della Presidenza della Repubblica. Di interesse il mosaico prelevato da una villa patrizia della tenuta e messo in mostra davanti al castello su iniziativa del Presidente Ciampi. 3

4 2ª BOZZA 4 FEDERMAESTRI NEWS OTTOBRE - DICEMBRE 2007 Le coltivazioni agrarie e gli allevamenti - Nella zona nord della Tenuta sono stati recintati circa 650 ettari destinati all allevamento brado ed alle coltivazioni agrarie. L attività zootecnica riguarda la protezione delle caratteristiche genetiche della razza maremmana quasi in via di estinzione; si possono così osservare i cavalli maremmani, robusti, resistenti, dal caratteristico mantello scuro e i bovini maremmani dalle tipiche corna a lira, una volta diffusi in tutta la campagna romana. Flora e fauna - Il 70% del territorio della Tenuta è costituito dai boschi con prevalenza di querce (farnia, farnetto, leccio, sughera, cerro); di notevole interesse sono le pinete, gli eucalipti, le altre piante, di cui la più vecchia ha un età di circa 800/900 anni: è il noto Albero Monumentale, che fa venire alla mente il famoso albero di trenta piani di Adriano Celentano. Questo maestoso arbusto, che trova le radici nei ruderi di una casa romana, è cresciuto, a causa dei venti marini, in orizzontale invece che in verticale, i suoi rami, inoltre, sono proprio dei veri alberi, alti molti, ma molti metri. È un albero grandioso che non ha niente da invidiare alle famose sequoie della California, ma che si trova a soli 16 Km. da Roma. Il sottobosco, molto folto, è composto di piante tipiche della macchia mediterranea (cisto, lentisco, corbezzolo, erica, ginestra, mirto, ginepro, alloro, oleastro, rosmarino, ecc.). La rarità di alcune specie di piante, la macchia mediterranea molto folta, un sottobosco rigoglioso, la pericolosità degli incendi ha fatto si che presso la Tenuta sia distaccato un reparto di vigili del fuoco, oltre che a guardie appartenenti al Corpo forestale dello Stato. All ombra di tanta vegetazione si trovano un gran numero di animali che hanno reso famosa la Tenuta, quali il cinghiale, il daino, il capriolo, il cervo; durante la nostra visita è stato possibile vedere dal bus, molti di questi animali correre liberamente, solitari o in gruppetti, nei vasti territori. Degni di menzione anche i piccoli mammiferi quali la volpe, l istrice, il tasso, la martora, le lepri i conigli selvatici. Tra i volatili: i fagiani, le ghiandaie e i picchi ed un consistente numero di rapaci diurni e notturni quali la poiana, l allocco, la civetta, il barbagianni. *** *** *** Alle 13,15, dopo l interessante sosta al Museo, abbiamo interrotto la visita perché Amelindo a Fiumicino ci stava aspettando: si è trattato di un menù a base di pesce, ottimo e abbondante (due antipasti, due primi, due secondi, contorni, sorbetto, caffè, vino e acqua, bibite) e a prezzi da saldo : è nostra intenzione pubblicizzare, con la compensazione di uno sconto in favore dei Maestri in occasione di pranzi privati, quei ristoranti dove siamo stati ospiti durante qualche nostro evento. La garanzia: il... voto dato dai... Maestri. Il successo della manifestazione è testimoniato dal fatto che il Consolato è stato costretto a ripeterla per i numerosi Maestri (e per il Consolato di Viterbo) che non hanno potuto partecipare. Inoltre si sono potuti intavolare rapporti con il Corpo Forestale dello Stato per eventuali nuove iniziative da fare insieme. 6. ATTIVITÀ TURISTICO-CULTURALI FINE 2007 a) Messa in suffragio dei Maestri del Lavoro deceduti della Regione Lazio (vedere articolo p. 10 Notizie dagli altri Consolati ). b) Mostra Casa Famiglia Ancora (Novembre 2007). c) Concerto di Natale (Dicembre 2007). d) Pranzo di Natale (Dicembre 2007). Per quanto attiene i punti b), c) e d) con apposito comunicato i Maestri verranno informati, in tempo utile, per tutti i dettagli, per le modalità di partecipazione e per ogni altra notizia utile. 4

5 5 2ª BOZZA ANNO XIV - N. 4 OTTOBRE - DICEMBRE NEWS INFORMA Fiocco Azzurro NOTIZIE LIETE Il 9 agosto 2007 è nato Niccolò, bellissimo bimbo di mamma Maria Cristina, figlia del nostro Console Luigi Manni, e di papà Marco. Felicitazioni ai neogenitori ed auguri ai nonni! Nozze d oro Il M.d.L. Giuseppe Di Gregorio, socio di questo Consolato dal 1993, e la gentile Sig.ra Marisa Corini l 8 dicembre del 2007 celebreranno il 50º anniversario di matrimonio. Il Consolato Provinciale di Roma formula agli Sposi dorati felicitazioni, auguri e... congratulazioni per il raggiungimento di questo importante traguardo. Viva gli Sposi! NOTIZIE TRISTI Il 24 luglio 2007 è deceduta la mamma del M.d.L. Natale Loconsolo. Condoglianze al Maestro ed ai familiari tutti. Il 9 settembre 2007 è deceduto il papà del M.d.L. Bruno Dalla Vecchia. Porgiamo sentite condoglianze al Maestro ed ai familiari tutti. (si è a disposizione dei Maestri per eventuali approfondimenti) Desideriamo ringraziare i numerosi Maestri che ci hanno telefonato/scritto e che ci hanno voluto sostenere con suggerimenti, apprezzamenti, attestati. Come già evidenziato nel precedente numero di NEWS, noi riteniamo che il nostro magazine debba essere al servizio dei Maestri ed è in questo spirito, quindi, che chiediamo di conoscere il Vostro pensiero, le Vostre considerazioni, le Vostre critiche. Grazie. Hai problemi di telefono cellulare?, vuoi risparmiare?: LA REDAZIONE A partire dal 16 ottobre, ogni martedì mattina dalle 9,30 alle 12,00 un agente di un gestore di telecomunicazione sarà a disposizione presso la nostra sede di Viale Lincoln, 3. Coloro che desiderano saperne di più sulle nuove offerte potranno avere tutta l assistenza desiderata. Viaggi e vacanze 8. ALCUNE NOTIZIE UTILI Regalare un emozione e fornire un servizio accurato e professionale. La SESE Viaggi e Vacanze apre ai M.d.L. una finestra diversa sul mondo affinché sulle rotte dei cinque continenti si possano riscoprire i sensi e soddisfare le curiosità dei partecipanti. Pacchetti viaggio e preventivi su misura. Prenotazioni alberghiere in tutto il mondo. Convegni meetings, eventi ed incentive travels. Noleggio auto con e senza conducente. Biglietteria aerea di linea e low-cost, marittima, ferroviaria. Consulenza a domicilio. Prezzi ed offerte aggiornate sul sito Web - SESE VIAGGI E VACANZE: Piazza Eschilo, 63/A (1º piano) AXA Roma -Tel r.a. 5

6 2ª BOZZA 6 FEDERMAESTRI NEWS OTTOBRE - DICEMBRE 2007 NOVITÀ FISCALI Donazioni a parrocchie per lavori di restauro e risanamento (Risoluzione Agenzia Entrate 14 giugno 2007, n. 133/E): possono beneficiare della detrazione Irpef del 19% prevista dall art. 15 comma 1, lettera h), del DPR 917/86 le persone fisiche che effettuano erogazioni liberali a parrocchie per sostenere lavori di restauro e risanamento conservativo su chiese e loro pertinenze, vale a dire interventi su beni culturali tutelati secondo il Dlgs. 42/04. Detrazione: bonus TV. L Agenzia delle Entrate conferma l esistenza della detrazione dell imposta lorda, per un quota pari al 20% delle spese sostenute entro il 31 dicembre 2007 ed effettivamente rimasta a carico fino ad un importo massimo delle stesse di e 1.000,00 per l acquisto di un apparecchio televisivo dotato anche di sintonizzatore digitale integrato. La Finanziaria 2008 che, ovviamente deve essere approvata, prevede la proroga di tale agevolazione anche per l anno Assistenza Fiscale - Compensi 2006 (Dm Economia e Finanze - G.U. n /07/07): fissati in 15,17 Euro per i Caf e per i professionisti abilitati e in 12,13 Euro per i sostituti di imposta che hanno prestato assistenza fiscale nel 2006 i compensi per ogni modello 730/2006 elaborato e trasmesso; per il 730/2006 in forma congiunta il compenso è raddoppiato. Bollo (comunicazione Agenzia delle Entrate 14 luglio 2007): A partire dal 1º settembre, le marche da bollo tradizionali non hanno alcun valore e sono definitivamente sostituite dai contrassegni telematici (a seguito Dm 25 maggio 2007, che ha dichiarato fuori corso i valori bollati ad esclusione dei foglietti bollati per cambiali e delle marche da bollo per cambiali). Irpef - Detrazione del 55% per il risparmio energetico (Risoluzione Agenzia delle Entrate 5 luglio 2007, n. 152/E): il beneficio fiscale della detrazione del 55% delle spese di riqualificazione energetica non sono cumulabili con le agevolazioni fiscali previste da altre disposizioni di legge nazionali, in particolare con la detrazione Irpef del 36% delle spese per interventi di recupero e ristrutturazione edilizia. Irpef - Scontrino fiscale per farmaci (Risoluzione Agenzia delle Entrate 5 luglio 2007, n. 156/E): come già riportato da NEWS, per poter usufruire della detrazione o della deduzione delle spese sanitarie per l acquisto di medicinali, a partire dallo scorso 1º luglio il contribuente deve essere in possesso della fattura o dello scontrino parlante attestante natura, qualità e quantità dei prodotti, nonché il codice fiscale del contribuente. Lo scontrino deve riportare anche la denominazione specifica del farmaco acquistato. Con ulteriore deroga è stato precisato che per il periodo dal 1º luglio al 31 dicembre 2007 l attestazione potrà avvenire anche con un documento rilasciato dal farmacista contestualmente allo scontrino fiscale nel quale andranno specificate la natura, la qualità e quantità dei farmaci. APPROFONDIMENTI SU TEMI TRATTATI in NEWS 3 (su richiesta di nostri soci) Detrazione IRPEF per la sostituzione di frigoriferi: l agevolazione ai fini Irpef prevista dal comma 353 della legge 296/2006, Finanziaria 2007, è fruibile solo nella dichiarazione dei redditi da presentare il prossimo anno modello Unico o 730/2008 per la spesa sostenuta nel Detrazione IRPEF per spese di iscrizione a strutture sportive: l unica limitazione potrebbe riguardare attività non chiaramente sportive, svolte in luoghi che non possono essere considerati palestre, piscine ed altre strutture e impianti sportivi. Perciò, occorre farsi rilasciare a fine anno una certificazione, per ciascun figlio, del circolo attestante l iscrizione allo stesso ed evidenziare l attività sportiva esercitata e l importo complessivamente versato, oltre ad altri elementi quali la denominazione, la sede e il codice fiscale del destinatario; i dati anagrafici del praticante l attività sportiva e il codice fiscale di chi ha effettuato il pagamento. È bene conservare e allegare alla citata certificazione anche la documentazione (fatture, bollettini postali o bancari) relativa ai pagamenti effettuati nell anno. LIBERALIZZAZIONI si torna sull argomento, trattato nei precedenti NEWS (su richiesta) Assicurazioni - ramo danni (classe di merito): la disposizione per la quale l impresa di assicurazione, in tutti i casi di stipula di un nuovo contratto, anche aggiuntivo al precedente, non può assegnare al contraente una classe di merito più sfavorevole rispetto a quella risultante dall ultimo attestato di rischio conseguito è stata 6

7 7 2ª BOZZA ANNO XIV - N. 4 OTTOBRE - DICEMBRE 2007 introdotta dal Dl 7/2007. In sede di conversione con un emendamento si è cercato di chiarire e di fugare le notevoli incertezze interpretative. Pertanto è stato precisato che l assegnazione della stessa classe di merito bonus/malus conseguita su un veicolo già assicurato deve essere riconosciuta in tutti i casi di stipulazione di un nuovo contratto relativo ad un ulteriore veicolo della medesima tipologia (ad esempio, due autovetture o due ciclomotori) acquistati dalla persona fisica già titolare di polizza assicurativa o da un componente stabilmente convivente nel suo nucleo familiare. Il nuovo contratto deve riferirsi ad un veicolo acquistato ex novo, per prima immatricolazione o per voltura al PRA e non a veicoli già di proprietà dell assicurato o dei suoi familiari conviventi, oggetto di autonome coperture assicurative in corso. NOVITÀ SULLE PENSIONI: il decreto legge 81/07 (convertito in legge 3 agosto 2007 n G.U. 190/2007) ed il protocollo su previdenza, lavoro e competitività. a) Il decreto legge n. 81/2007, convertito in legge come a margine, riconosce un importo aggiuntivo sul trattamento pensionistico in favore di due distinte categorie di pensionati: i titolari di redditi bassi e i soggetti definiti disagiati. Nel rimanere disposizione dei Maestri per eventuali dettagli riportiamo di seguito gli elementi essenziale della legge. Età: il/la pensionato/a deve aver compiuto almeno 64 anni di età; Pensione pubblica: il pensionato deve essere titolare di una pensione erogata da un ente pubblico di previdenza obbligatoria; Anzianità: non esiste un limite, ma la misura dell incremento aumenta al crescere degli anni di contribuzione; Importi: per il 2007 da 262 a 392 Euro; per il 2008 da 336 a 504 Euro; Il reddito: per avere diritto alla somma aggiuntiva in misura piena, il pensionato deve possedere un reddito complessivo annuo non superiore 1,5 volte il trattamento pensionistico minimo (per il 2007 tale limite è di e 8.504,70); Tempi di erogazione: il D.L. 81 prevedeva che l erogazione relativa al 2007 avvenisse nel mese di Novembre ovvero in occasione della tredicesima, mentre quella relativa al 2008 coincidesse con la mensilità di Luglio ovvero l ultima mensilità (dicembre); è stato successivamente stabilito che per il 2007 il BONUS verrà erogato in Ottobre (mentre per circa interessati, per i quali è in corso una verifica da parte dell Inps, si tratterebbe di Novembre, dopo la verifica); per il 2008 il BONUS diventerà una quattordicesima strutturale che verrà erogata nel mese di luglio e sarà più ricca della una tantum di quest anno; Particolarità: la somma aggiuntiva rappresenta per i pensionati un beneficio economico netto in quanto non concorre alla formazione del reddito sia ai fini fiscali sia ai fini della corresponsione delle prestazioni previdenziali; L aumento per le pensioni sociali: non dovrebbero riguardare direttamente i M.d.L. (si resta comunque a disposizione per chi dovesse essere interessato). b) Il protocollo, presentato dal Governo alle parti sociali e tra le parti sottoscritto, riguarda numerosi importanti argomenti. In questa sede, non avendo il protocollo forza di legge e che dovrebbe rientrare nella prossima finanziaria, ci limitiamo ad accennare alle potenziali novità in tema pensionistico. Tralasciamo volutamente molti temi come lo scalone, le nuove finestre, i coefficienti di trasformazione, i lavori usuranti, la razionalizzazione degli Enti, ecc., perché oggetto di un complesso e vivace (forse troppo) dibattito tra i poli e nell ambito degli stessi, ci soffermiamo su: Interventi di solidarietà: per concorrere solidaristicamente al finanziamento degli interventi (previsti nel protocollo) si prevederà il blocco della perequazione per il solo 2008, per le pensioni superiori a otto volte il minimo; in parole semplici per le pensioni superiori a circa Euro mensili lordi non ci sarà, per il 2008, alcun aumento derivante dalla contingenza; Applicazione di un contributo di solidarietà per gli iscritti e i pensionati agli ex-fondi speciali: avendo questi fondi, secondo il protocollo, beneficiato di condizioni di favore vengono chiamati oggi ad un contributo 7

8 2ª BOZZA 8 FEDERMAESTRI NEWS OTTOBRE - DICEMBRE 2007 di solidarietà che dovrebbe essere limitato nell ammontare e nella durata..., in altre parole si vuole reintrodurre l ulteriore e diversificato balzello sulle cosiddette pensioni d oro, penalizzandole ulteriormente con l abbassamento del limite di importo da cui far partire l applicazione. PER CHI GUIDA Mentre andiamo in stampa è in corso di pubblicazione sulla G.U. la legge di conversione, approvata definitivamente dal Senato della Repubblica il 2 ottobre u.s., del D.L. 117/2007 in vigore dal 4 agosto La legge, approvata in extremis, ha molto attenuato l iniziale inasprimento (circa le multe, le ammende, le penalità, le sanzioni) del D.L., il cui obiettivo era quello di evitare/contenere le stragi sulle strade. Riportiamo di seguito le novita più significative restando sempre in a disposizione dei Maestri per eventuali approfondimenti. Guida senza patente: chi verrà trovato alla guida di un veicolo senza patente, perché non conseguita, ovvero non rinnovata, oppure perché sospesa o revocata rischierà un ammenda da a Euro; per i casi di recidiva nei due anni successivi è previsto l arresto fino ad un anno; Cellulare: chi sarà trovato a parlare con il cellulare in mano mentre guida rischia una multa da 148 a 594 Euro; resta la sottrazione di 5 punti e viene introdotta la sospensione da uno a tre mesi per i recidivi nel biennio; Limiti di velocità: 1) a chi supera da 11 a 40 Km il limite saranno decurtati 5 punti (anziché 2), la multa resta di 148 Euro; 2) per gli eccessi tra i 40 e i 60 Km orari multa da 370 a Euro, patente sospesa da uno a tre mesi (nel D.L. da tre a sei mesi), taglio di 10 punti; con il provvedimento di inibizione alla guida del veicolo nella fascia oraria che va dalle 22,00 alle 7,00 del mattino per i tre mesi successivi alla restituzione della patente di guida; per i recidivi nel biennio la sospensione è da 8 a 18 mesi; 3) per chi supera il limite di oltre 60 Km (nuova fascia di sanzioni) multe da 500 a Euro, sospensione della patente da 6 a 12 mesi e vengono decurtati 10 punti; revoca della patente in caso di recidiva nel biennio. Inasprimenti anche per i mezzi pesanti; Motore acceso: è fatto divieto di tenere il motore acceso, durante la sosta o la fermata del veicolo, allo scopo di mantenere in funzione l impianto di condizionamento d aria del veicolo stesso; sanzione amministrativa da 200 a 400 Euro; Alcool: 1) tasso alcolemico da 0,5 a 0,8 grammi per litro (in concreto circa 1/4 di vino, ovvero due lattine di birra da 330 cc oppure due bicchierini da 40 cc di superalcolico) multa da 500 a Euro, patente sospesa da 3 a 6 mesi (il D.L. prevedeva anche l arresto fino ad un mese); 2) tasso alcolemico da 0,81 a 1,5 grammi per litro ammenda da 800 a Euro, patente sospesa da 6 a 12 mesi (il D.L. prevedeva anche l arresto fino a 3 mesi; in alternativa attività sociale fino a 6 mesi gratuita); tasso alcolemico oltre 1,5 grammi per litro ammenda da a Euro, patente sospesa da 1 a 2 anni (il D.L. prevedeva anche l arresto fino a 6 mesi; commutabile in attività sociali gratuite e continuative, fino ad 1 anno), revoca della patente in caso di recidiva. Pene raddoppiate se il conducente provoca un incidente stradale e fermo amministrativo del veicolo per chi rifiuta di sottoporsi all etilometro. È fatto obbligo ai titolari e gestori di locali di interrompere la somministrazione di bevande alcoliche dopo le 2,00 della notte; Droga: ammenda da a Euro per chi guida sotto l effetto di sostanze stupefacenti, arresto fino a 3 mesi (commutabile in attività sociale fino a 6 mesi), sospensione della patente da 6 mesi ad 1 anno; revoca, raddoppio della pena e fermo amministrativo negli stessi casi previsti per l alcool. BANCHE a) I conti dormienti : dal 17 agosto u.s. è in vigore il DPR 116/07 (22 giugno) relativo ai cosiddetti Conti dormienti, cioè rapporti contrattuali (depositi in denaro, depositi in strumenti finanziari in custodia ed in amministrazione, contratti di assicurazioni) per i quali non sia stata effettuata alcuna operazione o movimentazione dal titolare o da terzi delegati per il periodo di tempo di 10 anni: le somme contenute nei conti dormienti passano al Fondo per le vittime dei crack finanziari. Sono previste una serie di comunicazioni da parte dell In- 8

9 9 2ª BOZZA ANNO XIV - N. 4 OTTOBRE - DICEMBRE 2007 termediario finanziario (per esempio Raccomandata A.R., ma per importi superiori ai 100 Euro) e una durata di 180 gg (aumentati di 4 mesi in questa prima fase) entro la quale ridare vita al rapporto. In assenza di segni di vita, alla fine della procedura gli aventi diritto perdono la disponibilità della somma. b) Lo sapevate che?: 1) Secondo l ABI, in Italia ci sono 33 milioni di c/c; 2) 8,2 milioni sono i c/c abilitati tramite web; 3) 27,5 milioni i Bancomat e i Pagobancomat in circolazione, 4) 14 milioni le carte di credito; 5) 15,9 miliardi di Euro le sofferenze... Per quanto attiene i mutui ai privati: 6) 255 miliardi di Euro l ammontare totale dei mutui; 6) 125 mila Euro circa l importo medio per chi accende un nuovo mutuo; 7) il 65% dei mutui è a tasso fisso; 8) 25 anni la durata media dei mutui; 9) il 45% di chi accende un mutuo ha tra i 26 e i 35 anni; 10) il 33,5% di chi ottiene un mutuo sceglie rimborsi da 30 a 40 anni; 11) erogati nel 2006 mutui per 62,8 miliardi di Euro. Reclami Ognuno di noi si è trovato e si trova nella situazione di dover fare dei reclami nei confronti di banche, imprese di assicurazioni, società di telecomunicazioni, ecc. Con riserva di tornare sull argomento nel prossimo numero di NEWS si anticipano gli indirizzi ed i riferimenti di alcune delle autority preposte a ricevere i nostri ricorsi. A) assicurazioni: Isvap, Servizio tutela utenti, Via del Quirinale, Roma - Fax ; B) banche: Ombudsman-Giurì bancario, Via IV Novembre, Roma - Fax C) Utenza telefonica: Corecom (Comitati regionali per le comunicazioni). Per il Lazio: Nel restare a disposizione per eventuali approfondimenti si segnala che presso la Segreteria del Consolato sono a disposizione i fac-simile dei moduli di reclamo. IL TEMA DI NEWS: Il mutuo, il mutuatario, il terzo datore di ipoteca, il fideiussore, l ipoteca e la cancellazione della stessa Il mutuo è il contratto con il quale una parte consegna all altra una determinata quantità di denaro... e si obbliga a restituire altrettante cose della stessa specie (di solito con gli interessi). Il mutuatario e colui che prende a prestito la somma di denaro e s impegna a restituirla con gli interessi alle scadenze stabilite; nel caso di mutuo immobiliare il mutuatario consente l accensione dell ipoteca (garanzia reale) sull immobile che va ad acquistare o su altro immobile. Il terzo datore di ipoteca è colui che (d intesa con il mutuatario) concede volontariamente la garanzia reale dell ipoteca su un proprio immobile, in favore dell Istituto mutuante, pur essendo estraneo al rapporto di mutuo. Il terzo datore di ipoteca non può eccepire al creditore il diritto a che il debitore principale sia escusso per primo (cioè la Banca, in caso di inadempimento, può rivolgersi a chi vuole), salvo espressa pattuizione in tal senso. Spetta al terzo datore di ipoteca, qualora sia chiamato a pagare, l azione di regresso (cioè può rifarsi ) nei confronti del debitore-mutuatario e nei confronti di eventuali fideiussori (garanti). Il garante o fideiussore è colui che obbligandosi verso il creditore, garantisce l adempimento di una obbligazione altrui. Di norma neanche il fideiussore può eccepire il beneficio della preventiva escussione del debitore principale, salvo espressa pattuizione. Anche il fideiussore (come il terzo datore di ipoteca) che ha pagato il debito è surrogato nei diritti del creditore nei confronti del debitore. La richiesta di garanzie reali (ipoteca) e/o personali (fideiussioni) è in relazione essenzialmente alla durata (lunga) del mutuo perché la vera garanzia per l Istituto è rappresentata dalla capacità di rimborso del mutuatario. L estinzione del contratto di mutuo estingue contemporaneamente l ipoteca pendente sull immobile. Nella forma però essa continuerà a figurare sino alla sua cancellazione (o per durata ventennale): l ipoteca sorge mediante iscrizione all ufficio dei registri immobiliari con atto pubblico e così per atto pubblico deve essere cancellata. Il cosiddetto Bersani bis (liberalizzazioni, di cui ci siamo occupati su NEWS) ha previsto una esemplificazione della procedura di cancellazione delle ipoteche accessorie a contratti di mutuo nei casi in cui il mutuante sia una banca, la quale è obbligata a cancellare, senza che le spese siano a carico del ex mutuatario, automaticamente, decorsi trenta giorni dall estinzione della obbligazione garantita. 9

10 2ª BOZZA 10 FEDERMAESTRI NEWS OTTOBRE - DICEMBRE DAGLI ALTRI CONSOLATI DEL LAZIO Consolato Provinciale di Viterbo Lutto al Consolato Provinciale di Viterbo Il Consolato Provinciale di Viterbo è in lutto. Il giorno 31 luglio si è spenta serenamente nel sonno la Sig.na Maria Pia Vismara, decana dei Maestri del Lavoro viterbesi; era stata insignita il 1º maggio Donna di rare virtù, d animo nobile e sensibile, sempre pronta e sollecita ad intervenire per tentare di risolvere i problemi altrui, ha dedicato tutta la sua vita al lavoro ed alle opere di bene. Esponente di spicco del volontariato locale ha diretto per alcuni decenni l UNITALSI viterbese ed ha partecipato fattivamente alle attività della Croce Rossa locale. Nella sua vita lavorativa, durata oltre cinquanta anni, ha dimostrato tutto il suo valore e messo in risalto le sue non comuni capacità. Negli anni Cinquanta, ancorché giovane e donna, ha diretto con abilità e competenza l Ufficio Contabilità Generale di una banca cittadina; poi, pensionata, è stata per alcuni lustri la segretaria personale dell Amministratore delegato dell istituto di credito. Molti di noi Maestri che hanno avuto il piacere e la fortuna di essere stati suoi collaboratori, La ringraziano per quanto ha saputo trasmetterci e non solo sotto il profilo professionale, che è già è stato importantissimo, ma anche sotto quello umano con il suo comportamento sempre signorile ed affettuoso. Il suo ricordo rimarrà sempre vivo in ognuno di noi. Tutto il Consolato di Viterbo partecipa commosso al lutto che ha colpito la famiglia Vismara e porge sentite e sincere condoglianze. Consolato Provinciale di Latina Commemorazione dei defunti: 17 novembre Programma Ore 10,00-10,15: Ore 10,30: Ore 11,45: Ore 12,45: Ore 13,00: Ore 13,30: Ore 15,30: Ore 18,30: arrivo presso l Abbadia di Valvisciolo - Sermoneta (LT) visita guidata dell Abbadia Santa Messa a suffragio dei Defunti Maestri del Lavoro Regione Lazio periodo novembre ottobre 2007 Partenza per il Museo Piana delle Orme - Via Migliara 43, 5 - Borgo Faiti (LT) Aperitivo di benvenuto Pranzo presso il Ristorante del Museo Visita al Museo. Museo articolato in oltre 25 mila metri quadrati con la raccolta di circa 300 trattrici agricole, macchine operatrici macchine utensili dell Ottocento e dei primi del Novecento, giocattoli, oltre 300 mezzi militari e circa reperti. Padiglioni con diverse tematiche GIOCATTOLO D EPOCA, BONIFICA PONTINA, MEZZI AGRICOLI D EPOCA, MEZZI MILITARI D EPOCA, DA ELALAMEIN A MESSINA E SALERNO, SBARCO DI ANZIO, USO CIVILE DEI RESIDUATI BELLICI, ANTICHI SAPORI, SHOP, ecc. Termine visita e rientro nelle sedi di provenienza PER I MAESTRI ROMANI è previsto il trasferimento, per e da Latina, in pullman con partenza alle ore 8,15 precise da Via Marsala (di fronte all Hotel Royal Santina ). Il costo complessivo per: viaggio, visita al Museo, guida, pranzo e mance è di E 45,00. La prenotazione deve pervenire, quanto prima, alla Segreteria del Consolato Provinciale di Roma, Viale Lincoln, 3 - Tel. e Fax aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 9,30 alle ore 14,00. 10

11 11 2ª BOZZA ANNO XIV - N. 4 OTTOBRE - DICEMBRE 2007 Presidenza e direzione generale Via Sardegna, Roma - Tel Sede operativa: Viale Oceano Indiano, 13/c Roma - Tel CONDIZIONI RISERVATE AGLI ASSOCIATI ED ISCRITTI ALLA FEDERAZIONE MAESTRI DEL LAVORO D ITALIA CONDIZIONI DI C/C Tasso creditore T.R.E. diminuito di 2,00 punti percentuali (Attualmente 2%) Costo operazioni n. 38 operazioni gratuite a trimestre; oltre le 38 e 1,02 cadauna Spese tenuta conto e 8,50 trimestrali Spese invio estratto conto e 1,81 trimestrali Valute su versamenti 2 giorni assegni su piazza; 3 giorni assegni fuori piazza Carnet assegni Gratuiti CONDIZIONI DI FINANZIAMENTO Per tutte le tipologie di finanziamento la Banca si riserva la valutazione del merito del credito del richiedente Prestito personale Tasso Durata massima Garanzia Rimborso max e ,00 sotto forma di mutuo chirografario. Durata massima 5 anni e comunque in misura tale che il prestito termini entro il compimento del 75º anno di età del mutuatario 7,00% salvo future variazioni Anni cinque Fidejussione o altra idonea garanzia Rate mensili costanti come piano di ammortamento più e 0,48 ogni 1.000,00 Euro/mese per polizza Chiroprotetto La Banca offre inoltre, una vasta gamma di prodotti e servizi in grado di soddisfare tutte le esigenze dei clienti: prodotti assicurativi, prodotti e servizi finanziari, mutui, carte di credito, carte di debito, banca on line. Per ulteriori e approfondite informazioni Vi aspettiamo presso una delle nostre Agenzie. 11

12 2ª BOZZA 12 FEDERMAESTRI NEWS OTTOBRE - DICEMBRE 2007 FINITO DI STAMPARE NEL MESE DI OTTOBRE 2007 DALLA TIP. DETTI - ROMA

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT

FINANZIAMENTI IMPORT Aggiornato al 01/01/2015 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ).

Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ). Regolamento del Club IoSi creato da CartaSi SpA con Sede Legale in Milano, Corso Sempione 55 (qui di seguito CartaSi ). 1 ADESIONE A IOSI 1.1 Possono aderire al Club IoSi (qui di seguito IoSi ) tutti i

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

Riscatto degli anni di laurea

Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea scuola Chi è giovane e fresco di laurea, di regola, non vede l ora di mettersi a lavorare e, certamente, per prima cosa non pensa alla pensione.

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

Il mutuo per la casa in parole semplici

Il mutuo per la casa in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il mutuo per la casa in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il mutuo dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN 2283-5989 (online)

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Numero circolare 3 Data 16/03/2011 Abstract: OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Entrano a regime le modalità per la compensazione delle somme iscritte a ruolo per debiti erariali,

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 94: ammontare corrisposto nel 2007: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 95; - ridotto

Dettagli

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013 Vademecum per la gestione del trattamento di mobilità in deroga Annualità 2013 Istruzioni per la compilazione della domanda di mobilità in deroga e informazioni generali sul trattamento. Differenze tra

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO

FOGLIO INFORMATIVO. Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO FOGLIO INFORMATIVO Redatto ai sensi del Testo Unico Bancario - Decreto legislativo 1 settembre 1993, n. 385 MUTUO CHIROGRAFARIO VOLT MUTUO INFORMAZIONI SULLA BANCA CREDITO TREVIGIANO Banca di Credito Cooperativo

Dettagli

DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI

DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI Marzo 2014 Con il presente riepilogo si forniscono indicazioni di dettaglio sulle prestazioni creditizie erogate

Dettagli

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Il presente modulo, sottoscritto e corredato della documentazione necessaria, può essere: consegnato in un qualunque Ufficio Postale

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Legnano, 21/04/2015 Alle imprese assistite Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Come noto, ai sensi dell art. 1, D.Lgs. n. 175/2014, Decreto c.d. Semplificazioni,

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare

INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare INPDAP - Mod. PP (Piccolo Prestito) Protocollo distinta: anno...... n... All' INPDAP Direzione Centrale Credito e Welfare Ufficio ex Enam Area Piccolo Credito Lista: settore.. n.... Largo Josemaria Escriva

Dettagli

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il Credito ai consumatori in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il credito ai consumatori dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN

Dettagli

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento del lavoro occasionale accessorio, cioè di quelle prestazioni di lavoro svolte

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti

Congedo parentale Domanda per i lavoratori dipendenti Domanda per i lavoratori dipendenti Per ottenere il congedo parentale, oltre a possedere i requisiti di legge, è necessario compilare il modulo in tutte le sue parti e consegnarlo sia al datore di lavoro

Dettagli

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.)

LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) LA SOCIETÀ IN NOME COLLETTIVO (art. 2291 c.c./ 2312c.c.) COSTITUZIONE DELLA SOCIETA INVALIDITA DELLA SOCIETA L ORDINAMENTO PATRIMONIALE Mastrangelo dott. Laura NOZIONE (ART. 2291 C.C) Nella società in

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE

GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE Tutto quello che c è da sapere per comprendere meglio l estratto di conto corrente. In collaborazione con la Banca MPS e le Associazioni dei Consumatori: Acu Adiconsum

Dettagli

2009: il cumulo pensioni + altri redditi

2009: il cumulo pensioni + altri redditi Febbraio 2009 2009: il cumulo pensioni + altri redditi A cura di G. Marcante PREMESSA L art. 19 del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112 convertito, con modificazioni, nella legge 6 agosto 2008, n. 133,

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES)

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 I REQUISITI... 3 I SOGGETTI PASSIVI.....4 LA PROPORZIONALITÀ

Dettagli

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE RIFERIMENTI NORMATIVI: Decreto legge n. 66 del 24 aprile 2014 Circolare Agenzia delle Entrate, 8/E/2014 ASPETTI GENERALI: Il DL 66/2014

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria)

FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) FOGLIO INFORMATIVO Finanziamenti import, anticipi export, finanziamenti liberi (con e senza garanzia ipotecaria) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Alto Adige Società cooperativa per azioni Via

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente E.P.A.P. Ente di Previdenza ed Assistenza Pluricategoriale Via Vicenza, 7-00185 Roma Tel: 06 69.64.51 - Fax: 06 69.64.555 E-mail: info@epap.it - Sito web: www.epap.it Codice fiscale: 97149120582 Regolamento

Dettagli

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni Via Niccolò Tommaseo, 7 35131 Padova Tel. 049 8771111 Fax 049 7399799 E-mail: posta@bancaetica.it Sito Web: www.bancaetica.it

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego Il decreto spiega tutte le possibilità e i limiti dell'eventuale cumulo Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego (Dm Funzione pubblica 331 del 29.7.1997) da CittadinoLex del 12/9/2002

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale MODELLO 730/204 redditi 203 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Mod. N. Gli importi devono essere indicati in unità di Euro CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI : DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SUL FINANZIATORE ISTITUTO BANCARIO DEL

Dettagli

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA Istituto Nazionale Previdenza Sociale ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA (articolo 23 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 e successive modifiche e integrazioni) In base all art. 7, D.L. n. 70/2011 non è più obbligatorio

Dettagli

Fattura elettronica: esenzioni

Fattura elettronica: esenzioni Fattura elettronica: esenzioni Con l entrata in vigore del sistema della fatturazione elettronica, istituita dall articolo 1, commi da 209 a 213 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 e regolamentata dal

Dettagli

LA PENSIONE DI VECCHIAIA

LA PENSIONE DI VECCHIAIA Le pensioni di vecchiaia e di invalidità specifica per i lavoratori dello spettacolo (Categorie elencate nei numeri da 1 a 14 dell art. 3 del Dlgs CPS n.708/1947) Questa scheda vuole essere un primo contributo

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento, DISPONE Protocollo n. 195080/2008 Approvazione del formulario contenente i dati degli investimenti in attività di ricerca e sviluppo ammissibili al credito d imposta di cui all articolo 1, commi da 280 a 283,

Dettagli

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 2 INDICE PREMESSA 1. ADEMPIMENTI 1.1 Enti del volontariato 1.2

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n. 81)

DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53, d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18, comma 1, lettera r, d.lgs. 09/04/2008 n. 81) Mod. 4 bis - Prest. DENUNCIA/COMUNICAZIONE DI INFORTUNIO (art. 53 d.p.r. 30/06/1965 n. 1124 - art. 18 comma 1 lettera r d.lgs. 09/04/2008 n. 81) Alla Sede INAIL INAIL TIMBRO DI ARRIVO Data di spedizione

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 A cura di Raffaella Pompei, dottore commercialista, funzionario dell Ufficio fiscale Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 Il Decreto Renzi ha ampliato i casi in cui è necessario

Dettagli

Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef

Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef Direzione Generale per il terzo settore e le formazioni sociali Linee guida per la predisposizione del rendiconto circa la destinazione delle quote del 5 per mille dell Irpef PREMESSA Fonti normative dell

Dettagli

ASpI, Mini ASpI, Una Tantum per cocopro Tutte le novità sul sostegno al reddito dei lavoratori

ASpI, Mini ASpI, Una Tantum per cocopro Tutte le novità sul sostegno al reddito dei lavoratori ASpI, Mini ASpI, Una Tantum per cocopro Tutte le novità sul sostegno al reddito dei lavoratori Giugno 2014 La legge di riforma del mercato del lavoro approvata il 28 Giugno 2012 (L.92/2012) ha introdotto

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

Alassio AL MARE RESIDENZA. Stagione 2014-2015

Alassio AL MARE RESIDENZA. Stagione 2014-2015 RESIDENZA AL MARE Alassio Stagione 2014-2015 Periodi e tariffe giornaliere di soggiorno: PERIODO DAL AL SOCI AGOAL AGGREGATI NOTE Festività fine Anno 28/12/2014 02/01/2015 72,00 77,00 Periodo non frazionabile

Dettagli

Consiglio Nazionale del Notariato

Consiglio Nazionale del Notariato Consiglio Nazionale del Notariato REGOLAMENTO DEL FONDO DI GARANZIA DI CUI AGLI ARTT. 21 E 22 DELLA LEGGE 16 FEBBRAIO 1913, N. 89 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI Capo I Istituzione e finalità del Fondo di garanzia

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773.

SCIA valida anche ai fini dell art. 86 del Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza, approvato con R.D. 18/6/1931, n. 773. Modulo di segnalazione certificata di inizio attività per la somministrazione di alimenti e bevande all' interno dei circoli privati da presentare in carta libera Spazio per apporre il timbro di protocollo

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo. Sede legale e amministrativa Via Lucrezia Romana, 41/47 00178 Roma

ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo. Sede legale e amministrativa Via Lucrezia Romana, 41/47 00178 Roma PRODOTTO BASE UTENTE INFORMAZIONI SULL EMITTENTE ICCREA BANCA Spa - Istituto Centrale del Credito Cooperativo Sede legale e amministrativa Numero telefonico: 800.991.341 Numero fax: 06.87.41.74.25 E-mail

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno..

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Comune di Modena ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI SANITARIE E ABITATIVE non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Cerchi casa e stai vivendo un momento

Dettagli

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali

REGOLAMENTO Autorizzazione al funzionamento e Accreditamento delle strutture, Accreditamento Soggetti erogatori Servizi Sociali AMBITO TERRITORIALE DI AGNONE AGNONE BELMONTE DEL SANNIO CAPRACOTTA CAROVILLI CASTEL DEL GIUDICE CASTELVERRINO PESCOPENNATARO PIETRABBONDANTE POGGIO SANNITA SAN PIETRO AVELLANA SANT ANGELO DEL PESCO VASTOGIRARDI

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Guida alla detrazione fiscale del 65% per la riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Aggiornata al 20 dicembre 2013 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO.... pag. 3 2. EDIFICI INTERESSATI.....

Dettagli

MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI

MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI Mod. 7A COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI La preghiamo di leggere con attenzione il

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli