SQL IL LINGUAGGIO DI INTERROGAZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SQL IL LINGUAGGIO DI INTERROGAZIONE"

Transcript

1 SQL IL LINGUAGGIO DI INTERROGAZIONE SQL! Originato da SEQUEL-XRM e System-R ( ) dell IBM! Significato originario Structured Query Language! Standard de facto! Attuale standard ANSI/ISO è SQL:1999 Giorgio Giacinto 2010 Database 2

2 Componenti SQL! DML (Data Manipulation Language)! DDL (Data Definition Language)! Trigger e vincoli di integrità avanzati! SQL dinamico e embedded! Esecuzione client-server e accesso a basi di dati remote! Gestore di transazioni! Sicurezza! Funzioni avanzate Giorgio Giacinto 2010 Database 3 Schema base di dati di esempio Velisti(vid:integer,vnome:string, esperienza:integer,età:real) Barche(bid:integer,bnome:string, colore:string) Prenota(vid:integer,bid:integer, giorno:data) Giorgio Giacinto 2010 Database 4

3 P1 Istanze di esempio! Useremo nei nostri esempi queste istanze delle relazioni Velisti e Prenota! Se la chiave per la relazione Prenota contenesse solo gli attributi vid e bid, in che modo la semantica sarebbe diversa? V1 V2 vid bid giorno /10/ /12/96 vid vnome esperienza età 22 dustin lubber rusty vid vnome esperienza età 28 yuppy lubber guppy rusty Giorgio Giacinto 2010 Database 5 Interrogazioni SQL di base SELECT DISTINCT FROM WHERE lista-attributi lista-relazioni qualificazioni! Lista-relazioni. Una lista di nomi di relazioni (eventualmente con una variabile di range dopo ciascun nome)! Lista-attributi. Una lista di attributi delle relazioni in listarelazioni! Qualificazioni. Confronti (attr op cost oppure attr1 op attr2, dove op è uno tra <, >, =, <=, >= <>) combinati usando AND, OR e NOT! DISTINCT è una parola chiave opzionale che indica che la risposta non dovrebbe contenere duplicati. Per impostazione predefinita i duplicati non sono eliminati!! Il risultato è un multinsieme Giorgio Giacinto 2010 Database 6

4 Strategia di valutazione concettuale! La semantica di una interrogazione SQL è definita in termini della seguente strategia di valutazione concettuale! calcolare il prodotto scalare di lista-relazioni! scartare le tuple risultanti se non passano le qualificazioni! cancellare gli attributi che non sono in lista-attributi! se è specificato DISTINCT, eliminare le righe duplicate! Questa strategia è probabilmente il modo meno efficiente di calcolare una interrogazione! Un ottimizzatore troverà strategie più efficienti per calcolare le stesse risposte. Giorgio Giacinto 2010 Database 7 Esempio di valutazione concettuale SELECT V.vnome, Prenota P WHERE V.vid = P.vid AND P.bid = 103 (vid) vnome esperienza età (vid) bid giorno 22 dustin /10/96 22 dustin /12/96 31 lubber /10/96 31 lubber /12/96 58 rusty /10/96 58 rusty /12/96 Giorgio Giacinto 2010 Database 8

5 Nota sulle variabili di range! Se ne ha veramente bisogno solo se la stessa relazione appare due volte nella clausola FROM. L interrogazione precedente può anche essere scritta come SELECT V.vnome, Prenota P WHERE V.vid = P.vid AND bid = 103 oppure SELECT vnome FROM Velisti, Prenota WHERE Velisti.vid = Prenota.vid AND bid = 103 È buono stile, comunque, usare sempre le variabili di range! Giorgio Giacinto 2010 Database 9 Trovare i nomi dei velisti che hanno prenotato almeno una barca SELECT FROM WHERE V.vnome Velisti V, Prenota P V.vid = P.vid! Farebbe differenza aggiungere DISTINCT a questa interrogazione? Giorgio Giacinto 2010 Database 10

6 Espressioni e stringhe SELECT FROM WHERE V.età, età1 = V.età -5, 2 * V.età AS eta2 Velisti V V.vnome LIKE 'B_%B'! Illustra l uso delle espressioni aritmetiche e del pattern matching di stringhe: trovare le triple (le età dei velisti e due campi definiti da espressioni) per quei velisti il cui nome inizia e termina con B e contiene almeno tre caratteri! AS e = sono due modi di dare un nome ai campi del risultato! LIKE è usato per il matching di stringhe! _ indica qualunque carattere singolo! % sta per 0 o più caratteri arbitrari Giorgio Giacinto 2010 Database 11 OPERATORI INSIEMISTICI

7 Trovare i vid dei velisti che hanno prenotato una barca rossa o una barca verde! UNION può essere usato per calcolare l unione di qualunque coppia di insiemi di tuple (essi stessi risultati di interrogazioni SQL) compatibili rispetto all unione! Se nella prima versione sostituiamo OR con AND, cosa otteniamo?! Disponibile anche EXCEPT (cosa otteniamo se sostituiamo UNION con EXCEPT?) SELECT P.vid FROM Barche B, Prenota P WHERE P.bid=B.bid AND (B.colore= rosso OR B.colore= verde ) SELECT P.vid FROM Barche B, Prenota P WHERE P.bid = B.bid AND B.colore = rossa UNION SELECT P2.vid FROM Barche B2, Prenota P2 WHERE P2.bid = B2.bid AND B2.colore = verde Giorgio Giacinto 2010 Database 13 Trovare i vid dei velisti che hanno prenotato una barca rossa e una barca verde! INTERSECT può essere usato per calcolare l intersezione di qualunque coppia di insiemi di tuple compatibili rispetto all unione! Incluso nello standard SQL/92, ma alcuni sistemi non lo supportano! Confrontate la simmetria delle interrogazioni con UNION e INTERSECT con la diversità delle altre versioni SELECT P1.vid FROM Barche B1, Prenota P1, Barche B2, Prenota P2 WHERE P1.vid = P2.vid AND P1.bid = B1.bid AND P2.bid = B2.bid AND (B1.colore = rosso AND B2.colore = verde ) SELECT P.vid FROM Barche B, Prenota P WHERE P.bid = B.bid AND B.colore = rosso INTERSECT SELECT P.vid FROM Barche B, Prenota P WHERE P.bid = B.bid AND B.colore = verde Giorgio Giacinto 2010 Database 14

8 INTERROGAZIONI ANNIDATE Interrogazioni annidate Trovare i nomi dei velisti che hanno prenotato la barca #103 SELECT V.vnome WHERE V.vid IN (SELECTP.vid FROM Prenota P WHERE P.bid = 103)! Una funzione molto potente di SQL: una clausola WHERE può essa stessa contenere una interrogazione SQL!! In realtà, lo stesso vale per le clausole FROM e HAVING! Per trovare i velisti che non hanno prenotato la barca #103, usare NOT IN! Per comprendere la semantica delle interrogazioni annidate, pensate alla valutazione dei cicli annidati: per ciascuna tupla di Velisti, controllare la qualificazione calcolando la sottointerrogazione. Giorgio Giacinto 2010 Database 16

9 Interrogazioni annidate Trovare i nomi dei velisti che hanno prenotato solo barche rosse SELECT V.vnome WHERE V.vid NOT IN (SELECT P.vid FROM Prenota P WHERE P.bid NOT IN (SELECT B.bid FROM Barche B WHERE B.colore = rosso ))) Dobbiamo esprimere il concetto unicamente con una doppia negazione Come il quantificatore universale tutti Giorgio Giacinto 2010 Database 17 Interrogazioni annidate con correlazione Trovare i nomi dei velisti che hanno prenotato la barca #103 SELECT V.vnome WHERE EXISTS (SELECT * FROM Prenota P WHERE P.bid = 103 AND V.vid = P.vid)! EXISTS è un altro operatore di confronto tra insiemi, come IN! Restituisce VERO se il risultato della sottointerrogazione non è vuoto! NOT EXISTS restituisce VERO se il risultato della sottointerrogazione è vuoto Giorgio Giacinto 2010 Database 18

10 Interrogazioni annidate con correlazione Trovare i nomi dei velisti che hanno prenotato la barca #103 solo una volta SELECT V.vnome WHERE UNIQUE (SELECT P.bid FROM Prenota P WHERE P.bid = 103 AND V.vid = P.vid) UNIQUE è un altro operatore di confronto tra insiemi restituisce VERO se nessuna riga del risultato della sottointerrogazione appare due volte quindi restituisce VERO se il risultato è vuoto! Perché nella SELECT della sottointerrogazione occorre P.bid? Giorgio Giacinto 2010 Database 19 Ancora sugli operatori di confronto tra insiemi! Abbiamo già visto IN, EXISTS e UNIQUE. Possiamo anche usare NOT IN, NOT EXISTS e NOT UNIQUE! Disponibili anche: op ANY, op ALL, >, <, =, >=, <=, <>! IN equivale a = ANY e NOT IN equivale a <>ALL Trovare i velisti la cui esperienza è maggiore di quella di qualche velista chiamato Horatio SELECT * WHERE V.esperienza > ANY (SELECT V2.esperienza 2 WHERE V2.vnome = Horatio ) Se non ci sono velisti chiamati Horatio il confronto restituisce FALSE Giorgio Giacinto 2010 Database 20

11 Riscrittura delle interrogazioni INTERSECT usando IN Trovare i vid dei velisti che hanno prenotato sia una barca rossa che una barca verde SELECT V.vid, Barche B, Prenota P WHERE V.vid = P.vid AND P.bid = B.bid AND B.colore = rosso AND V.vid IN (SELECT V2.vid 2, Barche B2, Prenota P2 WHERE V2.vid = P2.vid AND P2.bid = B2.bid AND B2.colore = verde )! Analogamente, le interrogazioni EXCEPT si riscrivono usando NOT IN! Per trovare i nomi (non i vid) dei velisti che hanno prenotato sia barche rosse che barche verdi, basta sostituire V.vid con V.vnome nella clausola SELECT (che si può dire dell interrogazione con INTERSECT?) Giorgio Giacinto 2010 Database 21 Divisioni in SQL Trovare i velisti che hanno prenotato tutte le barche Prima soluzione, con EXCEPT SELECT V.vnome FROM Velisti WHERE NOT EXISTS ((SELECT B.bid FROM Barche B) EXCEPT (SELECT P.bid FROM Prenota P WHERE P.vid = V.vid)) Velisti V tali che Seconda soluzione, più complicata, senza EXCEPT SELECT V.vnome WHERE NOT EXISTS (SELECT B.bid FROM Barche B WHERE NOT EXITS (SELECT P.bid FROM Prenota P WHERE P.bid = B.bid AND P.vid = V.vid)) non ci sia una barca B senza una tupla di Prenota la quale mostra che V ha prenotato B Giorgio Giacinto 2010 Database 22

12 OPERATORI DI AGGREGAZIONE Operatori di aggregazione Importante estensione dell algebra relazionale COUNT (*) COUNT ([DISTINCT] A) SUM ([DISTINCT] A) AVG ([DISTINCT] A) MAX (A) MIN (A) Giorgio Giacinto 2010 Database 24

13 Esempi con operatori di aggregazione SELECT COUNT(*) SELECT COUNT(DISTINCT V.esperienza) WHERE V.vnome = Bob SELECT AVG(V.età) WHERE V.esperienza=10 SELECT AVG(DISTINCT V.età) WHERE V.esperienza = 10 Giorgio Giacinto 2010 Database 25 Trovare nome ed età del/i velista/i più anziano/i! La prima interrogazione è illegale! (Ne vedremo le ragioni un po più tardi, quando discuteremo GROUP BY)! La terza interrogazione è equivalente alla seconda, ed è permessa nello standard SQL/92, ma non è supportata in alcuni sistemi SELECT V.vnome, MAX(V.età) SELECT V.vnome, V.età WHERE V.età = (SELECT MAX(V2.età) 2) SELECT V.vnome, V.età WHERE (SELECT MAX(V2.età) 2) = V.età Giorgio Giacinto 2010 Database 26

14 GROUP BY e HAVING! Finora abbiamo applicato operatori di aggregazione a tutte le tuple (qualificanti). A volte vogliamo applicarli a ciascuno tra diversi gruppi di tuple! Consideriamo: Trovare l età del velista più giovane per ciascun grado di esperienza! In generale, non sappiamo quanti gradi di esperienza esistano, e quali siano i loro valori!! Supponiamo di sapere che i valori di esperienza variano da 1 a 10: possiamo scrivere 10 interrogazioni che somigliano a queste (!) for i = 1, 2,..., 10 SELECT MIN(V.età) WHERE V.esperienza = i Giorgio Giacinto 2010 Database 27 Interrogazioni con GROUP BY e HAVING SELECT FROM WHERE GROUP BY HAVING [DISTINCT] lista-target lista-relazioni qualificazioni lista-gruppi qualificazione-gruppi! La lista-target contiene (i) nomi di attributi (ii) termini con operazioni di aggregazione (ad esempio, MIN(V.età))! La lista di attributi (i) deve essere un sottoinsieme della lista-gruppi. Intuitivamente, ciascuna tupla nella risposta corrisponde a un gruppo, e questi attributi devono avere un singolo valore per gruppo (un gruppo è un insieme di tuple con lo stesso valore per tutti gli attributi in lista-attributi) Giorgio Giacinto 2010 Database 28

15 Valutazione concettuale! Viene calcolato il prodotto cartesiano della lista-relazioni, vengono scartate le tuple che non passano la qualificazione, i campi non necessari vengono cancellati, e le tuple rimanenti sono partizionate in gruppi dai valori degli attributi in lista-gruppi.! La qualificazione-gruppi viene poi applicata per eliminare alcuni gruppi. Le espressioni in qualificazione-gruppi devono avere un singolo valore per gruppo!! In effetti, un attributo in qualificazione-gruppi che non è un argomento di un operatore di aggregazione appare anche in lista-gruppi (SQL qui non sfrutta la semantica delle chiavi primarie!)! Viene generata una tupla di risposta per ogni gruppo qualificante Giorgio Giacinto 2010 Database 29 Trovare l età del velista più giovane con età!18, per ciascun livello di esperienza con almeno 2 velisti. SELECT V.esperienza, MIN(V.età) WHERE V.età >= 18 GROUP BY V.esperienza HAVING COUNT(*) > 1! Solo V.esperienza e V.età sono menzionati nelle clausole SELECT, GROUP BY e HAVING; altri attributi sono non necessari! La seconda colonna del risultato non ha un nome (usare AS per darle un nome) esperienza età esperienza età Relazione risultato Giorgio Giacinto 2010 Database 30 vid vnome esperienza età 22 dustin lubber zorba horatio brutus rusty

16 Estensioni SQL:1999! Nella clausola HAVING possono essere usate due nuove funzioni su insiemi EVERY! Ogni riga di un gruppo deve soddisfare la condizione di qualificazione del gruppo ANY! Almeno una riga di un gruppo deve soddisfare la condizione di qualificazione Giorgio Giacinto 2010 Database 31 Esempio con EVERY SELECT V.esperienza, MIN(V.età) WHERE V.età >= 18 GROUP BY V.esperienza HAVING COUNT(*) > 1 AND EVERY(V.età<=60) equivale a SELECT V.esperienza, MIN(V.età) WHERE V.età >= 18 AND NOT EXISTS (SELECT * 1 WHERE V1.età > 60 AND V1.esperienza = V.esperienza) GROUP BY V.esperienza HAVING COUNT(*) > 1 Giorgio Giacinto 2010 Database 32

17 Per ciascuna barca rossa, trovare il numero di prenotazioni per tale barca SELECT FROM WHERE GROUP BY B.bid, COUNT(*) AS vconta Barche B, Prenota P P.bid = B.bid AND B.colore = rosso B.bid! Raggruppamento su un join di due relazioni! Cosa otteniamo se rimuoviamo B.colore = rosso dalla clausola WHERE e aggiungiamo una clausola HAVING con tale condizione? Giorgio Giacinto 2010 Database 33 Trovare l età del velista più giovane con età >18 per ciascun livello di esperienza con almeno 2 velisti (di qualunque età) SELECT V.esperienza, MIN(V.età) WHERE V.età > 18 GROUP BY V.esperienza HAVING 1 < (SELECT COUNT(*) 2 WHERE V.esperienza = V2.esperienza)! Confrontare questa interrogazione con quella in cui consideravamo solo i livelli di esperienza con due velisti con più di 18 anni!! Che succede se la clausola HAVING viene sostituita con! HAVING COUNT(*) > 1 Giorgio Giacinto 2010 Database 34

18 Trovare quei livelli di esperienza per cui l età media è minima rispetto a tutti i livelli! Gli operatori di aggregazione non possono essere annidati! Soluzione errata: SELECT V.esperienza Velisti V FROM WHERE V.età = (SELECT MIN(AVG(V2.età)) 2) Soluzione corretta (in SQL/92): SELECT Temp.esperienza. Temp.etamedia FROM (SELECTV.esperienza, AVG(V.età)AS etamedia GROUP BY V.esperienza) AS Temp WHERE Temp.etamedia = (SELECT MIN(Temp.etamedia) FROM Temp) Giorgio Giacinto 2010 Database 35 Valori NULL! I valori dei campi di una tupla sono a volte sconosciuti! ad esempio, non è ancora stato stabilito un livello di esperienza oppure inapplicabili! ad esempio, nessuna moglie! SQL fornisce uno speciale valore NULL Giorgio Giacinto 2010 Database 36

19 Valori NULL! La presenza di NULL complica parecchie cose. Ad esempio:! operatori speciali per controllare se un valore è/non è NULL (IS NULL e IS NOT NULL)! esperienza > 8 è vera o falsa quando esperienza è NULL?! Abbiamo bisogno di una logica a 3 valori (vero, falso e NULL) True True True False False NULL True False NULL False NULL NULL AND True False NULL False False NULL OR True True True False NULL NULL Giorgio Giacinto 2010 Database 37 Valori NULL Impatto sui costrutti SQL! Il significato dei costrutti deve essere attentamente definito! ad esempio la clausola WHERE elimina le righe che non vengono valutate come vero! Impatto significativo nelle interrogazioni annidate che usano EXISTS e UNIQUE! Nel conteggio dei duplicati, due valori NULL sono considerati uguali! SUM, MAX, MIN, AVG scartano i valori NULL Giorgio Giacinto 2010 Database 38

20 Join esterni Velisti!" c Prenota! La relazione risultato del join può non contenere tutte le tuple di Velisti e di Prenota! (outer) right join contiene tutte le tuple di Prenota! valori NULL per gli attributi di Velisti per le tuple di Prenota non combinabili con tuple di Velisti! (outer) left join contiene tutte le tuple di Velisti! (outer) full join contiene tutte le tuple di Velisti e di Prenota Giorgio Giacinto 2010 Database 39 Impedire l uso di valori NULL! Nella definizione degli attributi di una colonna per i quali valori NULL non sono ammessi, vincolo NOT NULL VNOME CHAR(20) NOT NULL! Vincolo di NOT NULL implicito nel vincolo di PRIMARY KEY Giorgio Giacinto 2010 Database 40

21 Sommario! Un fattore importante nel rapido sviluppo del modello relazionale; più naturale che in precedenza, linguaggi di interrogazione procedurali! Relazionalmente completo; di fatto, potere espressivo significativamente superiore all algebra relazionale! Persino le interrogazioni che possono essere espresse in AR possono spesso essere espresse in maniera più naturale con SQL! Molti modi alternativi di scrivere una interrogazione; l ottimizzatore dovrebbe cercare il piano di valutazione più efficiente! Nella pratica, gli utenti devono essere consci di come le interrogazioni sono ottimizzate e valutate per ottenere risultati migliori Giorgio Giacinto 2010 Database 41

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone SQL: il DDL Parti del linguaggio SQL Definizione di basi di dati (Data Definition Language DDL) Linguaggio per modificare

Dettagli

Algebra Relazionale. algebra relazionale

Algebra Relazionale. algebra relazionale Algebra Relazionale algebra relazionale Linguaggi di Interrogazione linguaggi formali Algebra relazionale Calcolo relazionale Programmazione logica linguaggi programmativi SQL: Structured Query Language

Dettagli

Esercitazione su SQL

Esercitazione su SQL Esercizio 1. Esercitazione su SQL Si consideri la base di dati relazionale composta dalle seguenti relazioni: impiegato Matricola Cognome Stipendio Dipartimento 101 Sili 60 NO 102 Rossi 40 NO 103 Neri

Dettagli

Il linguaggio SQL Basi di dati 1. Il linguaggio SQL. Angelo Montanari. Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine

Il linguaggio SQL Basi di dati 1. Il linguaggio SQL. Angelo Montanari. Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine Il linguaggio SQL Basi di dati 1 Il linguaggio SQL Angelo Montanari Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine Il linguaggio SQL Basi di dati 2 Introduzione SQL (Structured Query Language)

Dettagli

Dal modello concettuale al modello logico

Dal modello concettuale al modello logico Dal modello concettuale al modello logico Traduzione dal modello Entita - Associazione al modello Relazionale Ciclo di sviluppo di una base di dati (da parte dell utente) Analisi dello scenario Modello

Dettagli

Introduzione a MySQL

Introduzione a MySQL Introduzione a MySQL Cinzia Cappiello Alessandro Raffio Politecnico di Milano Prima di iniziare qualche dettaglio su MySQL MySQL è un sistema di gestione di basi di dati relazionali (RDBMS) composto da

Dettagli

(anno accademico 2008-09)

(anno accademico 2008-09) Calcolo relazionale Prof Alberto Belussi Prof. Alberto Belussi (anno accademico 2008-09) Calcolo relazionale E un linguaggio di interrogazione o e dichiarativo: at specifica le proprietà del risultato

Dettagli

Fondamenti di Teoria delle Basi di Dati

Fondamenti di Teoria delle Basi di Dati Fondamenti di Teoria delle Basi di Dati Riccardo Torlone Parte 6: Potenza espressiva del calcolo Calcolo su domini, discussione Pregi: dichiaratività Difetti: "verbosità": tante variabili! espressioni

Dettagli

Basi di Dati. S Q L Lezione 5

Basi di Dati. S Q L Lezione 5 Basi di Dati S Q L Lezione 5 Antonio Virdis a.virdis@iet.unipi.it Sommario Gestione eventi Gestione dei privilegi Query Complesse 2 Esercizio 9 (lezione 4) Indicare nome e cognome, spesa e reddito annuali

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

Trovare l aeroporto italiano con il maggior numero di piste

Trovare l aeroporto italiano con il maggior numero di piste AEROPORTO (Città, Nazione, NumPiste) VOLO (IdVolo, GiornoSett, CittàPart, OraPart, CittàArr, OraArr, TipoAereo) AEREO (TipoAereo, NumPasseggeri, QtaMerci) Datalog - Aeroporti da cui non partono aerei per

Dettagli

SQL. Dipartimento del Tesoro

SQL. Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro SQL 1 Database...4 1.1 COS È UN DATABASE...4 1.2 DAGLI ARCHIVI AI DBMS...5 1.3 VANTAGGI OFFERTI DAI DBMS...6 1.4 INDIPENDENZA DEI DATI DALL APPLICAZIONE...7 1.5 RISERVATEZZA NELL

Dettagli

Database, SQL & MySQL. Dott. Paolo PAVAN Maggio 2002

Database, SQL & MySQL. Dott. Paolo PAVAN Maggio 2002 Database, SQL & MySQL Dott. Paolo PAVAN Maggio 2002 1 Struttura RDBMS MYSQL - RDBMS DATABASE TABELLE 2 Introduzione ai DATABASE Database Indica in genere un insieme di dati rivolti alla rappresentazione

Dettagli

Algebra di Boole ed Elementi di Logica

Algebra di Boole ed Elementi di Logica Algebra di Boole ed Elementi di Logica 53 Cenni all algebra di Boole L algebra di Boole (inventata da G. Boole, britannico, seconda metà 8), o algebra della logica, si basa su operazioni logiche Le operazioni

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Appunti di Logica Matematica

Appunti di Logica Matematica Appunti di Logica Matematica Francesco Bottacin 1 Logica Proposizionale Una proposizione è un affermazione che esprime un valore di verità, cioè una affermazione che è VERA oppure FALSA. Ad esempio: 5

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

Manipolazione di testi: espressioni regolari

Manipolazione di testi: espressioni regolari Manipolazione di testi: espressioni regolari Un meccanismo per specificare un pattern, che, di fatto, è la rappresentazione sintetica di un insieme (eventualmente infinito) di stringhe: il pattern viene

Dettagli

Elementi di semantica denotazionale ed operazionale

Elementi di semantica denotazionale ed operazionale Elementi di semantica denotazionale ed operazionale 1 Contenuti! sintassi astratta e domini sintattici " un frammento di linguaggio imperativo! semantica denotazionale " domini semantici: valori e stato

Dettagli

Parte 3. Rango e teorema di Rouché-Capelli

Parte 3. Rango e teorema di Rouché-Capelli Parte 3. Rango e teorema di Rouché-Capelli A. Savo Appunti del Corso di Geometria 203-4 Indice delle sezioni Rango di una matrice, 2 Teorema degli orlati, 3 3 Calcolo con l algoritmo di Gauss, 6 4 Matrici

Dettagli

Semantica operazionale dei linguaggi di Programmazione

Semantica operazionale dei linguaggi di Programmazione Semantica operazionale dei linguaggi di Programmazione Oggetti sintattici e oggetti semantici Rosario Culmone, Luca Tesei Lucidi tratti dalla dispensa Elementi di Semantica Operazionale R. Barbuti, P.

Dettagli

+ / operatori di confronto (espressioni logiche/predicati) / + 5 3 9 = > < Pseudo codice. Pseudo codice

+ / operatori di confronto (espressioni logiche/predicati) / + 5 3 9 = > < Pseudo codice. Pseudo codice Pseudo codice Pseudo codice Paolo Bison Fondamenti di Informatica A.A. 2006/07 Università di Padova linguaggio testuale mix di linguaggio naturale ed elementi linguistici con sintassi ben definita e semantica

Dettagli

Gli asteroidi. Informazioni e contatti: http://vo-for-education.oats.inaf.it - iafrate@oats.inaf.it

Gli asteroidi. Informazioni e contatti: http://vo-for-education.oats.inaf.it - iafrate@oats.inaf.it Esempio sull'utilizzo dell'osservatorio Virtuale Gli asteroidi Informazioni e contatti: http://vo-for-education.oats.inaf.it - iafrate@oats.inaf.it Distribuzione degli asteroidi Il Sistema Solare è composto

Dettagli

Progettazione di un DB....in breve

Progettazione di un DB....in breve Progettazione di un DB...in breve Cosa significa progettare un DB Definirne struttura,caratteristiche e contenuto. Per farlo è opportuno seguire delle metodologie che permettono di ottenere prodotti di

Dettagli

UML: Class Diagram. Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it

UML: Class Diagram. Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it UML: Class Diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania Class Diagram Forniscono una vista strutturale

Dettagli

Rappresentazione dei numeri in un calcolatore

Rappresentazione dei numeri in un calcolatore Corso di Calcolatori Elettronici I A.A. 2010-2011 Rappresentazione dei numeri in un calcolatore Lezione 2 Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Rappresentazione dei numeri

Dettagli

Parte 2. Determinante e matrice inversa

Parte 2. Determinante e matrice inversa Parte. Determinante e matrice inversa A. Savo Appunti del Corso di Geometria 013-14 Indice delle sezioni 1 Determinante di una matrice, 1 Teorema di Cramer (caso particolare), 3 3 Determinante di una matrice

Dettagli

Indice generale. Modulo 1 Algebra 2

Indice generale. Modulo 1 Algebra 2 Indice generale Modulo 1 Algebra 2 Capitolo 1 Scomposizione in fattori. Equazioni di grado superiore al primo 1.1 La scomposizione in fattori 2 1.2 Raccoglimento a fattor comune 3 1.3 Raccoglimenti successivi

Dettagli

Numeri reali. Funzioni e loro grafici

Numeri reali. Funzioni e loro grafici Argomento Numeri reali. Funzioni e loro grafici Parte B - Funzioni e loro grafici Funzioni reali di variabile reale Definizioni. Supponiamo che A sia un sottoinsieme di R e che esista una legge che ad

Dettagli

ALGEBRA: LEZIONI DAL 13 OTTOBRE AL 3 NOVEMBRE

ALGEBRA: LEZIONI DAL 13 OTTOBRE AL 3 NOVEMBRE ALGEBRA: LEZIONI DAL 13 OTTOBRE AL 3 NOVEMBRE 1 DIPENDENZA E INDIPENDENZA LINEARE Se ho alcuni vettori v 1, v 2,, v n in uno spazio vettoriale V, il sottospazio 1 W = v 1,, v n di V da loro generato è

Dettagli

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi

Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Esperti nella gestione dei sistemi informativi e tecnologie informatiche Sistemi avanzati di gestione dei Sistemi Informativi Docente: Email: Sito: Eduard Roccatello eduard@roccatello.it http://www.roccatello.it/teaching/gsi/

Dettagli

Le funzionalità di un DBMS

Le funzionalità di un DBMS Le funzionalità di un DBMS Sistemi Informativi L-A Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/sil-a/ Versione elettronica: DBMS.pdf Sistemi Informativi L-A DBMS: principali funzionalità Le

Dettagli

Linguaggi. Claudio Sacerdoti Coen 11/04/2011. 18: Semantica della logica del prim ordine. Universitá di Bologna

Linguaggi. Claudio Sacerdoti Coen 11/04/2011. 18: Semantica della logica del prim ordine. <sacerdot@cs.unibo.it> Universitá di Bologna Linguaggi 18: Semantica della logica del prim ordine Universitá di Bologna 11/04/2011 Outline Semantica della logica del prim ordine 1 Semantica della logica del prim ordine Semantica

Dettagli

Logica del primo ordine

Logica del primo ordine Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria Intelligenza Artificiale Paolo Salvaneschi A7_4 V1.3 Logica del primo ordine Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti, per studio

Dettagli

Breve guida all uso di AMPL

Breve guida all uso di AMPL Breve guida all uso di AMPL Renato Bruni AMPL (A Modeling Language for Mathematical Programming) è un linguaggio di modellazione per la programmazione matematica. Serve ad esprimere un problema di ottimizzazione

Dettagli

ALGORITMI 1 a Parte. di Ippolito Perlasca. Algoritmo:

ALGORITMI 1 a Parte. di Ippolito Perlasca. Algoritmo: ALGORITMI 1 a Parte di Ippolito Perlasca Algoritmo: Insieme di regole che forniscono una sequenza di operazioni atte a risolvere un particolare problema (De Mauro) Procedimento che consente di ottenere

Dettagli

Teoria degli insiemi

Teoria degli insiemi Teoria degli insiemi pag 1 Easy Matematica di dolfo Scimone Teoria degli insiemi Il concetto di insieme si assume come primitivo, cioè non riconducibile a concetti precedentemente definiti. Sinonimi di

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA LE FRAZIONI ALGEBRICHE ALESSANDRO BOCCONI

APPUNTI DI MATEMATICA LE FRAZIONI ALGEBRICHE ALESSANDRO BOCCONI APPUNTI DI MATEMATICA LE FRAZIONI ALGEBRICHE ALESSANDRO BOCCONI Indice 1 Le frazioni algebriche 1.1 Il minimo comune multiplo e il Massimo Comun Divisore fra polinomi........ 1. Le frazioni algebriche....................................

Dettagli

Prolog: aritmetica e ricorsione

Prolog: aritmetica e ricorsione Capitolo 13 Prolog: aritmetica e ricorsione Slide: Aritmetica e ricorsione 13.1 Operatori aritmetici In logica non vi è alcun meccanismo per la valutazione di funzioni, che è fondamentale in un linguaggio

Dettagli

ALGEBRA I: NUMERI INTERI, DIVISIBILITÀ E IL TEOREMA FONDAMENTALE DELL ARITMETICA

ALGEBRA I: NUMERI INTERI, DIVISIBILITÀ E IL TEOREMA FONDAMENTALE DELL ARITMETICA ALGEBRA I: NUMERI INTERI, DIVISIBILITÀ E IL TEOREMA FONDAMENTALE DELL ARITMETICA 1. RICHIAMI SULLE PROPRIETÀ DEI NUMERI NATURALI Ho mostrato in un altra dispensa come ricavare a partire dagli assiomi di

Dettagli

Algoritmo euclideo, massimo comun divisore ed equazioni diofantee

Algoritmo euclideo, massimo comun divisore ed equazioni diofantee Algoritmo euclideo, massimo comun divisore ed equazioni diofantee Se a e b sono numeri interi, si dice che a divide b, in simboli: a b, se e solo se esiste c Z tale che b = ac. Si può subito notare che:

Dettagli

Il linguaggio SQL: transazioni

Il linguaggio SQL: transazioni Il linguaggio SQL: transazioni Sistemi Informativi T Versione elettronica: 4.8.SQL.transazioni.pdf Cos è una transazione? Una transazione è un unità logica di elaborazione che corrisponde a una serie di

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

I file di dati. Unità didattica D1 1

I file di dati. Unità didattica D1 1 I file di dati Unità didattica D1 1 1) I file sequenziali Utili per la memorizzazione di informazioni testuali Si tratta di strutture organizzate per righe e non per record Non sono adatte per grandi quantità

Dettagli

LEZIONE 14. a 1,1 v 1 + a 1,2 v 2 + a 1,3 v 3 + + a 1,n 1 v n 1 + a 1,n v n = w 1

LEZIONE 14. a 1,1 v 1 + a 1,2 v 2 + a 1,3 v 3 + + a 1,n 1 v n 1 + a 1,n v n = w 1 LEZIONE 14 141 Dimensione di uno spazio vettoriale Abbiamo visto come l esistenza di una base in uno spazio vettoriale V su k = R, C, permetta di sostituire a V, che può essere complicato da trattare,

Dettagli

Algebra di Boole: Concetti di base. Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1. Fondamenti di Informatica

Algebra di Boole: Concetti di base. Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1. Fondamenti di Informatica Fondamenti di Informatica Algebra di Boole: Concetti di base Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1 Algebra di Boole E un algebra basata su tre operazioni logiche OR AND NOT Ed operandi che possono

Dettagli

4. Operazioni elementari per righe e colonne

4. Operazioni elementari per righe e colonne 4. Operazioni elementari per righe e colonne Sia K un campo, e sia A una matrice m n a elementi in K. Una operazione elementare per righe sulla matrice A è una operazione di uno dei seguenti tre tipi:

Dettagli

Flusso a costo minimo e simplesso su reti

Flusso a costo minimo e simplesso su reti Flusso a costo minimo e simplesso su reti La particolare struttura di alcuni problemi di PL può essere talvolta utilizzata per la progettazione di tecniche risolutive molto più efficienti dell algoritmo

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

ALGEBRA I: CARDINALITÀ DI INSIEMI

ALGEBRA I: CARDINALITÀ DI INSIEMI ALGEBRA I: CARDINALITÀ DI INSIEMI 1. CONFRONTO DI CARDINALITÀ E chiaro a tutti che esistono insiemi finiti cioè con un numero finito di elementi) ed insiemi infiniti. E anche chiaro che ogni insieme infinito

Dettagli

Piattaforma Applicativa Gestionale. Import dati. Release 7.0

Piattaforma Applicativa Gestionale. Import dati. Release 7.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import dati Release 7.0 COPYRIGHT 2000-2012 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati. Questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

ITCG Cattaneo via Matilde di canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (RE) SEZIONE I.T.I. - Corso di Fisica - prof. Massimo Manvilli

ITCG Cattaneo via Matilde di canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (RE) SEZIONE I.T.I. - Corso di Fisica - prof. Massimo Manvilli ITCG C. CATTANEO via Matilde di Canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (Reggio Emilia) Costruzione del grafico di una funzione con Microsoft Excel Supponiamo di aver costruito la tabella riportata in figura

Dettagli

Dati importati/esportati

Dati importati/esportati Dati importati/esportati Dati importati Al workspace MATLAB script Dati esportati file 1 File di testo (.txt) Spreadsheet Database Altro Elaborazione dati Grafici File di testo Relazioni Codice Database

Dettagli

SQL Injection: le tecniche, i tool ed esempi pratici OWASP. The OWASP Foundation

SQL Injection: le tecniche, i tool ed esempi pratici OWASP. The OWASP Foundation SQL Injection: le tecniche, i tool ed esempi pratici SMAU E- Academy 2006 Antonio Parata collaboratore -Italy http://www.ictsc.it antonio.parata@ictsc.it http://www.owasp.org/index.php/italy Copyright

Dettagli

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it

INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it PROCEDURA E-COMMERCE BUSINESS TO BUSINESS Guida alla Compilazione di un ordine INTERPUMP GROUP SPA-VIA E. FERMI 25 42040 S.ILARIO (RE) http: //www.interpumpgroup.it INDICE 1. Autenticazione del nome utente

Dettagli

Le funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni

Le funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni. Funzioni Funzioni Le funzioni Con il termine funzione si intende, in generale, un operatore che, applicato a un insieme di operandi, consente di calcolare un risultato, come avviene anche per una funzione matematica

Dettagli

Il caso StraSport (tratto da: Golfarelli, Rizzi. Data Warehouse. Teoria e pratica della progettazione. McGraw-Hill)

Il caso StraSport (tratto da: Golfarelli, Rizzi. Data Warehouse. Teoria e pratica della progettazione. McGraw-Hill) Il caso StraSport (tratto da: Golfarelli, Rizzi. Data Warehouse. Teoria e pratica della progettazione. cgraw-hill) Progettazione concettuale Scelta dei fatti: Fatto ORDINATO FATTURATO BUDGET Relazione

Dettagli

2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN

2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche APPLICATIVO SBN-UNIX IN ARCHITETTURA CLIENT/SERVER 2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN Manuale d uso (Versione

Dettagli

EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE

EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE 1. EQUAZIONI Definizione: un equazione è un uguaglianza tra due espressioni letterali (cioè in cui compaiono numeri, lettere

Dettagli

Iniziamo con un esercizio sul massimo comun divisore: Esercizio 1. Sia d = G.C.D.(a, b), allora:

Iniziamo con un esercizio sul massimo comun divisore: Esercizio 1. Sia d = G.C.D.(a, b), allora: Iniziamo con un esercizio sul massimo comun divisore: Esercizio 1. Sia d = G.C.D.(a, b), allora: G.C.D.( a d, b d ) = 1 Sono state introdotte a lezione due definizioni importanti che ricordiamo: Definizione

Dettagli

Introduzione al linguaggio C Gli array

Introduzione al linguaggio C Gli array Introduzione al linguaggio C Gli array Vettori nome del vettore (tutti gli elementi hanno lo stesso nome, c) Vettore (Array) Gruppo di posizioni (o locazioni di memoria) consecutive Hanno lo stesso nome

Dettagli

Abstract Data Type (ADT)

Abstract Data Type (ADT) Abstract Data Type Pag. 1/10 Abstract Data Type (ADT) Iniziamo la nostra trattazione presentando una nozione che ci accompagnerà lungo l intero corso di Laboratorio Algoritmi e Strutture Dati: il Tipo

Dettagli

Per lo svolgimento del corso risulta particolarmente utile considerare l insieme

Per lo svolgimento del corso risulta particolarmente utile considerare l insieme 1. L insieme R. Per lo svolgimento del corso risulta particolarmente utile considerare l insieme R = R {, + }, detto anche retta reale estesa, che si ottiene aggiungendo all insieme dei numeri reali R

Dettagli

Elementi di Statistica

Elementi di Statistica Elementi di Statistica Contenuti Contenuti di Statistica nel corso di Data Base Elementi di statistica descrittiva: media, moda, mediana, indici di dispersione Introduzione alle variabili casuali e alle

Dettagli

Progettazione di Database

Progettazione di Database Progettazione di Database Progettazione Concettuale: strutturazione della realtà che si vuole rappresentare secondo uno schema concettuale Dallo schema concettuale si ricava lo schema del database relazionale

Dettagli

Tipicamente un elaboratore è capace di trattare domini di dati di tipi primitivi

Tipicamente un elaboratore è capace di trattare domini di dati di tipi primitivi TIPI DI DATO Tipicamente un elaboratore è capace di trattare domini di dati di tipi primitivi numeri naturali, interi, reali caratteri e stringhe di caratteri e quasi sempre anche collezioni di oggetti,

Dettagli

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1

Cross Software ltd Malta Pro.Sy.T Srl. Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Il gestionale come l'avete sempre sognato... Pag. 1 Le funzionalità di X-Cross La sofisticata tecnologia di CrossModel, oltre a permettere di lavorare in Internet come nel proprio ufficio e ad avere una

Dettagli

Rapida Introduzione all uso del Matlab Ottobre 2002

Rapida Introduzione all uso del Matlab Ottobre 2002 Rapida Introduzione all uso del Matlab Ottobre 2002 Tutti i tipi di dato utilizzati dal Matlab sono in forma di array. I vettori sono array monodimensionali, e così possono essere viste le serie temporali,

Dettagli

Esercizi Capitolo 5 - Alberi

Esercizi Capitolo 5 - Alberi Esercizi Capitolo 5 - Alberi Alberto Montresor 19 Agosto, 2014 Alcuni degli esercizi che seguono sono associati alle rispettive soluzioni. Se il vostro lettore PDF lo consente, è possibile saltare alle

Dettagli

PHP: form, cookies, sessioni e. Pasqualetti Veronica

PHP: form, cookies, sessioni e. Pasqualetti Veronica PHP: form, cookies, sessioni e mysql Pasqualetti Veronica Form HTML: sintassi dei form 2 Un form HTML è una finestra contenente vari elementi di controllo che consentono al visitatore di inserire informazioni.

Dettagli

Le variabili. Olga Scotti

Le variabili. Olga Scotti Le variabili Olga Scotti Cos è una variabile Le variabili, in un linguaggio di programmazione, sono dei contenitori. Possono essere riempiti con un valore che poi può essere riletto oppure sostituito.

Dettagli

Gli array. Gli array. Gli array. Classi di memorizzazione per array. Inizializzazione esplicita degli array. Array e puntatori

Gli array. Gli array. Gli array. Classi di memorizzazione per array. Inizializzazione esplicita degli array. Array e puntatori Gli array Array e puntatori Laboratorio di Informatica I un array è un insieme di elementi (valori) avente le seguenti caratteristiche: - un array è ordinato: agli elementi dell array è assegnato un ordine

Dettagli

Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN)

Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN) Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN) System Overview di Mattia Bargellini 1 CAPITOLO 1 1.1 Introduzione Il seguente progetto intende estendere

Dettagli

Quando A e B coincidono una coppia ordinata é determinata anche dalla loro posizione.

Quando A e B coincidono una coppia ordinata é determinata anche dalla loro posizione. Grafi ed Alberi Pag. /26 Grafi ed Alberi In questo capitolo richiameremo i principali concetti di due ADT che ricorreranno puntualmente nel corso della nostra trattazione: i grafi e gli alberi. Naturale

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Esercitazioni per il corso di Logica Matematica

Esercitazioni per il corso di Logica Matematica Esercitazioni per il corso di Logica Matematica Luca Motto Ros 14 marzo 2005 Nota importante. Queste pagine contengono appunti personali dell esercitatore e sono messe a disposizione nel caso possano risultare

Dettagli

Così come le macchine meccaniche trasformano

Così come le macchine meccaniche trasformano DENTRO LA SCATOLA Rubrica a cura di Fabio A. Schreiber Il Consiglio Scientifico della rivista ha pensato di attuare un iniziativa culturalmente utile presentando in ogni numero di Mondo Digitale un argomento

Dettagli

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Zabbix 4 Dummies Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Relatore Nome: Biografia: Dimitri Bellini Decennale esperienza su sistemi operativi UX based, Storage Area Network, Array Management e tutto

Dettagli

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento.

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. Excel: le funzioni Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. DEFINIZIONE: Le funzioni sono dei procedimenti

Dettagli

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Lezione 1 Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Definizione di utente e di programmatore L utente è qualsiasi persona che usa il computer anche se non è in grado di programmarlo

Dettagli

RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE

RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE RETTE, PIANI, SFERE, CIRCONFERENZE 1. Esercizi Esercizio 1. Dati i punti A(1, 0, 1) e B(, 1, 1) trovare (1) la loro distanza; () il punto medio del segmento AB; (3) la retta AB sia in forma parametrica,

Dettagli

APPLICAZIONI LINEARI

APPLICAZIONI LINEARI APPLICAZIONI LINEARI 1. Esercizi Esercizio 1. Date le seguenti applicazioni lineari (1) f : R 2 R 3 definita da f(x, y) = (x 2y, x + y, x + y); (2) g : R 3 R 2 definita da g(x, y, z) = (x + y, x y); (3)

Dettagli

MATEMATICA. { 2 x =12 y 3 y +8 x =0, si pone il problema di trovare, se esistono, un numero x ed un numero y che risolvano entrambe le equazioni.

MATEMATICA. { 2 x =12 y 3 y +8 x =0, si pone il problema di trovare, se esistono, un numero x ed un numero y che risolvano entrambe le equazioni. MATEMATICA. Sistemi lineari in due equazioni due incognite. Date due equazioni lineari nelle due incognite x, y come ad esempio { 2 x =12 y 3 y +8 x =0, si pone il problema di trovare, se esistono, un

Dettagli

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory

Sistemi Operativi. Interfaccia del File System FILE SYSTEM : INTERFACCIA. Concetto di File. Metodi di Accesso. Struttura delle Directory FILE SYSTEM : INTERFACCIA 8.1 Interfaccia del File System Concetto di File Metodi di Accesso Struttura delle Directory Montaggio del File System Condivisione di File Protezione 8.2 Concetto di File File

Dettagli

A i è un aperto in E. i=1

A i è un aperto in E. i=1 Proposizione 1. A è aperto se e solo se A c è chiuso. Dimostrazione. = : se x o A c, allora x o A = A o e quindi esiste r > 0 tale che B(x o, r) A; allora x o non può essere di accumulazione per A c. Dunque

Dettagli

MODELLO AD OGGETTI PER LE BASI DI DATI E ANALISI DI PRODOTTI COMMERCIALI. Luca Carnini. Tesina presentata per la discussione del diploma di laurea in

MODELLO AD OGGETTI PER LE BASI DI DATI E ANALISI DI PRODOTTI COMMERCIALI. Luca Carnini. Tesina presentata per la discussione del diploma di laurea in MODELLO AD OGGETTI PER LE BASI DI DATI E ANALISI DI PRODOTTI COMMERCIALI di Luca Carnini Tesina presentata per la discussione del diploma di laurea in Ingegneria informatica Politecnico di Milano sede

Dettagli

GRANDEZZE SINUSOIDALI

GRANDEZZE SINUSOIDALI GRANDEE SINUSOIDALI INDICE -Grandezze variabili. -Grandezze periodiche. 3-Parametri delle grandezze periodiche. 4-Grandezze alternate. 5-Grandezze sinusoidali. 6-Parametri delle grandezze sinusoidali.

Dettagli

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity

CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE. JDBC Java DataBase Connectivity CORSO DI ALGORITMI E PROGRAMMAZIONE JDBC Java DataBase Connectivity Anno Accademico 2002-2003 Accesso remoto al DB Istruzioni SQL Rete DataBase Utente Host client Server di DataBase Host server Accesso

Dettagli

Materiale di approfondimento: numeri interi relativi in complemento a uno

Materiale di approfondimento: numeri interi relativi in complemento a uno Materiale di approfondimento: numeri interi relativi in complemento a uno Federico Cerutti AA. 2011/2012 Modulo di Elementi di Informatica e Programmazione http://apollo.ing.unibs.it/fip/ 2011 Federico

Dettagli

Indicizzazione terza parte e modello booleano

Indicizzazione terza parte e modello booleano Reperimento dell informazione (IR) - aa 2014-2015 Indicizzazione terza parte e modello booleano Gruppo di ricerca su Sistemi di Gestione delle Informazioni (IMS) Dipartimento di Ingegneria dell Informazione

Dettagli

Gli algoritmi. Gli algoritmi. Analisi e programmazione

Gli algoritmi. Gli algoritmi. Analisi e programmazione Gli algoritmi Analisi e programmazione Gli algoritmi Proprietà ed esempi Costanti e variabili, assegnazione, istruzioni, proposizioni e predicati Vettori e matrici I diagrammi a blocchi Analisi strutturata

Dettagli

BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2

BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2 BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2 Premessa. In questa nuova versione è stata modificata la risoluzione (dimensione) generale delle finestre. Per gli utenti che navigano nella modalità a Finestre, la dimensione

Dettagli

Ricapitoliamo. Ricapitoliamo

Ricapitoliamo. Ricapitoliamo Ricapitoliamo Finora ci siamo concentrati sui processi computazionali e sul ruolo che giocano le procedure nella progettazione dei programmi In particolare, abbiamo visto: Come usare dati primitivi (numeri)

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Note sull utilizzo del PC-DMIS

Note sull utilizzo del PC-DMIS Note sull utilizzo del PC-DMIS Sommario 1. Definizione e qualifica di tastatori a stella (esempio su configurazione con attacco M2)...3 2. Dimensione Angolo...4 3. Nascondere componenti della configurazione

Dettagli

La fase di realizzazione. La fase di realizzazione (cont.) Traduzione in Java del diagramma degli use case

La fase di realizzazione. La fase di realizzazione (cont.) Traduzione in Java del diagramma degli use case Università degli Studi di Roma La Sapienza Corso di Laurea in Ingegneria dell Informazione Sede di Latina Corso di Laurea in Ingegneria dell Informazione Consorzio Nettuno La fase di realizzazione si occupa

Dettagli

Nella prima lezione... Che cos è il Digitale. Prima parte: Che cos è il Digitale. Che cos è il Digitale. Che cos è il Digitale

Nella prima lezione... Che cos è il Digitale. Prima parte: Che cos è il Digitale. Che cos è il Digitale. Che cos è il Digitale !"$#%!" #% Nella prima lezione... Definizione di Informatica Cosa è una soluzione algoritmica Esempi di algoritmi cicalese@dia.unisa.it 2 Prima parte: Società dell informazione Ma cosa vuol dire società

Dettagli

Esercizi sull Association Analysis

Esercizi sull Association Analysis Data Mining: Esercizi sull Association Analysis 1 Esercizi sull Association Analysis 1. Si consideri il mining di association rule da un dataset T di transazioni, rispetto a delle soglie minsup e minconf.

Dettagli

Dimensione di uno Spazio vettoriale

Dimensione di uno Spazio vettoriale Capitolo 4 Dimensione di uno Spazio vettoriale 4.1 Introduzione Dedichiamo questo capitolo ad un concetto fondamentale in algebra lineare: la dimensione di uno spazio vettoriale. Daremo una definizione

Dettagli