NETEZZA APPLIANCE. Danilo De Benedictis NETEZZA SQL DAY 2

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "NETEZZA APPLIANCE. Danilo De Benedictis danilode@gmail.com NETEZZA SQL DAY 2"

Transcript

1 NETEZZA APPLIANCE Danilo De Benedictis NETEZZA SQL DAY 2

2 ACCESSO A NETEZZA SQL CON NZSQL Netezza SQL SQL 92: standard ANSI/ISO (full compliant) SQL/CLI: supporto al Client/Server (ODBC, JDBC) SQL:1999: supporto alle RegExpr, Recurs.Query, triggers, O.O. nzsql: Usato per lanciare comandi Netezza SQL verso il database nzsql: lanciato da shell LINUX. Multiple Connection / Single SQL Activity per Connection. nzsql :TERMINARE CON ; IL COMANDO... \q per uscire dal prompt

3 ACCESSO A NETEZZA SQL CON NZSQL Log On: nzsql -d DB_VENDITE -u danilode -pw Passw0rd! oppure export NZ_USER=danilode export NZ_PASSWORD= Passw0rd! export NZ_DATABASE= DB_VENDITE Nzsql Per cambiare connessione: \c[onnect] [dbname [user] [password]]

4 ACCESSO A NETEZZA SQL CON NZSQL Nzsql prompt result: nzsql CREATE TABLE test1 (col1 INTEGER, col2 INTEGER, col3 CHARACTER(40)); CREATE TABLE INSERT INTO test1 VALUES (100, 200, 'This is a test'); INSERT 0 1 (lo 0 è retaggio storico..) INSERT INTO test1 VALUES (101, 201, 'Another test'); INSERT 0 1 UPDATE test1 SET col2 = 999 WHERE col1 < 1000; UPDATE 2 INSERT INTO test1 SELECT * FROM test1; INSERT 0 2 delete from test1 where col1 > 0; DELETE 4 TRUNCATE TABLE test1; TRUNCATE TABLE DROP TABLE test1; DROP TABLE

5 ACCESSO A NETEZZA SQL CON NZSQL Management delle Sessioni: SHOW SESSION [ ALL <session-id> ] [ VERBOSE ] ALTER SESSION [ <session-id> ] ROLLBACK TRANSACTION ALTER SESSION [<session_id>] SET PRIORITY TO <priority> DROP SESSION <session-id>

6 ACCESSO A NETEZZA SQL CON NZSQL Supporto SSL per i Client: export NZ_SECURITY_LEVEL=level export NZ_CA_CERT_FILE=pathname

7 ACCESSO A NETEZZA SQL CON NZSQL Variabili SQL di Sessione: DB_VENDITE(danilode)=> \set VERSION = 'Netezza SQL Version 1.1' PROMPT1 = '%/%(%n%)%r%# ' PROMPT2 = '%/%(%n%)%r%# ' PROMPT3 = '>> ' HISTSIZE = '500' DBNAME = DB_VENDITE ' USER = danilode ' HOST = ' ' PORT = '5480' ENCODING = 'LATIN9' NZ_ENCODING = 'UTF8'

8 ACCESSO A NETEZZA SQL CON NZSQL COMMAND INPUT: SQL COMMAND DA STRINGA: nzsql -c "select * from mia_tabella SQL COMMAND DA STANDARD INPUT: nzsql < foo.sql SQL COMMAND DA FILE nzsql -f foo.sql

9 ACCESSO A NETEZZA SQL CON NZSQL COMMAND OUTPUT: OUTPUT IN VARIABILE: VAR1= nzsql -A -t -c "select count(*) from test_table" OUTPUT AD UNA STAMPANTE: nzsql lpr OUTPUT SU UN FILE: nzsql -o report.out Successivamente, tutti i comandi lanciati da nzsql vanno sul file report.out

10 ACCESSO A NETEZZA SQL CON NZSQL nzsql COMMAND OPTIONS:

11 ACCESSO A NETEZZA SQL CON NZSQL nzsql COMMAND OPTIONS:

12 ACCESSO A NETEZZA SQL CON NZSQL COMMAND OPTIONS (comments/labels): -- (doppio meno) : riga di commento /* */: inizio fine commento (multiriga) stringa : gli apici SINGOLI racchiudono le stringhe NOME COLONNA : i DOPPI apici racchiudono le labels. Ultime versioni di Netezza SQL usano upper case: per usare lower case nelle labels, racchiudere tra doppi apici (i.e. CREATE TABLE Employee )

13 ACCESSO A NETEZZA SQL CON NZSQL Backslash Options: Dall interno di nzsql

14 ACCESSO A NETEZZA SQL CON NZSQL Backslash Options: Dall interno di nzsql

15 ACCESSO A NETEZZA SQL CON NZSQL Backslash Options: Dall interno di nzsql

16 ACCESSO A NETEZZA SQL CON NZSQL Query Buffer, per editare comandi SQL più complessi: \e lancia un editor esterno per editing della query. Alla chiusura dell editor, la query viene lanciata. Editor vi di default: Per cambiare editor: export EDITOR=emacs \p contenuto del buffer \r reset del buffer (cancellazione) \w <filename> scrive il contenuto del buffer su file

17 ACCESSO A NETEZZA SQL CON NZSQL Exit Code: 0 : Success 1 : Errore generico (Sintassi, problema sul DB, etc..) 2 : Errore di connessione (nome DB sbagliato, username/password sbagliata, etc..) 3 : Query cancellata dall utente (Control+C) Eseguendo i comandi via file (-f): Nzsql continua l esecuzione anche su errore. Per fermare l esecuzione in caso d errore: -v ON_ERROR_STOP=1

18 SCRIPTING QUERY MULTIPLE IN UNICO FILE: nzsql < script_file (STD IN da file) nzsql -f script_file (specifica il file name) EMP(USER)=> \i script_file (specifica il file name stando già nell ambiente interprete di comandi nzsql).

19 NETEZZA DATATYPES

20 NETEZZA DATATYPES USARE CON CAUTELA: approssimazione nelle aggregazioni dipendono da ordinamenti interni, e da parallelismo (unpredictable). Es. SUM e AVG sono parzialmente computate dalle SPU (in parallelo), ed aggregate dall host: il risutato finale può essere diverso da run a run.

21 NETEZZA DATATYPES COMPARE CON NUMBER: usare sempre to_number: where to_number(<varchar-column>, '9999') > <integercolumn>

22 NETEZZA DATATYPES Valorizzare con: true / false on / off 0 / 1 true / false t / f on / off yes / no Non usare mai un BOOL come DISTRIBUTION: I dati verrebbero distribuiti solo su 2 slices dei dischi.

23 NETEZZA DATATYPES

24 NETEZZA DATATYPES TIME INTERVAL : NON STANDARD IMPLEMENTATION Specifica unità di misura: sintassi accettata ma non usata: Può contenere intervalli di qualsiasi unità di misura (day, year, etc.) Literal: può contenere intervalli del tipo «13 years 4 months» per indicare un intervallo di 13 anni e 4 mesi. Lo standard SQL non consente literals. Netezza normalizza tutti gli intervalli all unità di misura dei secondi. Netezza considera un mese sempre di 30 gg, per evitare errori usare sempre intervalli con unit < mese (es. day). I TIMEINTERVAL non possono essere applicati alle external table.

25 NETEZZA DATATYPES INTERNAL DATATYPES: Rowid: identificativo univoco di un record all interno del database (max = 2^64 / 2) Netezza assegna un intervallo x ogni SPU Ad intervallo consumato, Netezza assegna un altro intervallo libero, ma non necessariamente contiguo => gli intervalli non sono necessariamente sequenziali nella stessa tabella.

26 NETEZZA DATATYPES INTERNAL DATATYPES: Createxid : tranid che ha creato il record. Deletexid: tranid che ha cancellato il record. UPDATE: cancellazione logica = delete+insert: tranid->deletexid (riga cancellata) tranid->insertxid (nuova riga) Se possibile, non usare UPDATE (double space)

27 NETEZZA DATATYPES INTERNAL DATATYPES: datasliceid: identificativo univoco della porzione di disco su cui è memorizzata la riga. Record <-> datasliceid <-> disco fisico SELECT DATASLICEID, name FROM mia_tabella; Restituisce il data slice da cui proviene il record. [Esempio]

28 SINTASSI NETEZZA SQL 1. GESTIONE DATABASE 2. ACCESSO AD ALTRI DATABASE 3. GESTIONE TABELLE 4. JOIN TRA TABELLE 5. COMBINE TRA TABELLE 6. GESTIONE VISTE 7. GESTIONE VISTE MATERIALIZZATE 8. SUBQUERY 9. FUNZIONI DI AGGREGAZIONE 10. SCRIPTING

29 GESTIONE DATABASE CREATE DATABASE db_name; DROP DATABASE db_name; ALTER DATABASE db_name RENAME TO newdb; Database MAXIMUM:

30 GESTIONE DATABASE : CALCOLO ROWSIZE Disk size di ciascun campo; 3 x 8 byte overhead fisso per ogni riga: Rowid Createxid Deletexid N: #colonne nullable: (N/8) bytes in header, rounded a 4 bytes (un bit per ogni campo nullable). 4 bytes in header se esiste almeno una colonna di tipo: VARCHAR CHAR (len > 16) NCHAR NVARCHAR

31 GESTIONE DATABASE : SQL IDENTIFIERS Sono i nomi di database, tabelle, campi, user, gruppi, oggetti definiti da utente. 128 byte lunghezza max WARNING: password e filename non sono Identifiers.

32 GESTIONE DATABASE : SQL IDENTIFIERS REGULAR IDENTIFIERS: nome di DB object Non case-sensitive (sempre convertiti UPPER) Lettere+numeri+ _ + $ 1 carattere lettera non usare parole riservate DELIMITED IDENTIFIER: nome di DB object Delimitato da doppi apici (es. " DB_Clienti") Case-sensitive Può includere anche: 1 carattere qualsiasi caratteri speciali (es. %, -, spazi) Parole riservate

33 ACCESSO AD ALTRI DATABASE Nelle query, è possibile referenziare oggetti presenti su diversi database, ma: Solo oggetti presenti sullo stesso server fisico Non è possibile nella SELECT per la creazione di MATERIALIZED VIEW Nome referenza a 3-livelli: Db_name.schema_name.object_name Db_name..object_name (usa default schema) schema_name.object_name (stesso DB) Scripting: schema = nome del DB Owner

34 ACCESSO AD ALTRI DATABASE Esempio: SELECT COUNT (*) FROM DEV..EMP DE, PROD..EMP PE WHERE DE.ID = PE.ID; Esempio: CREATE TABLE KEYEMPS AS SELECT * FROM PROD..EMP INTERSECT SELECT * FROM DEV..EMP;

35 ACCESSO AD ALTRI DATABASE Non è possibile usare cross-database nelle INSERT, UPDATE, or DELETE. dev(admin)=>insert INTO PROD..EMP SELECT * FROM EMP; Error: Cross Database Access not supported for this type of command. Usare invece: prod(admin)=>insert INTO EMP SELECT * FROM DEV..EMP;

36 ACCESSO AD ALTRI DATABASE ALIAS È possibile usare ALIASes per nomi tabella e nomi colonna Non sono persistenti (query scope) Es. dev(admin)=>from emp E WHERE E.id =10 dev(admin)=>from admin.emp E WHERE E.id =10

37 ACCESSO AD ALTRI DATABASE SYNONYM È possibile creare Sinonimi per referenziare oggetti sul DB corrente o su altri DB: dev(admin)=>create SYNONYM p_emp FOR prod..emp; Consentite CREATE, DROP, ALTER(RENAME), GRANT, REVOKE ES.: GRANT [CREATE] SYNONYM TO user_or_group; GRANT ALTER, DROP ON synonym_name TO user_or_group; REVOKE [CREATE] SYNONYM FROM user_or_group; REVOKE ALTER, DROP ON synonym_name FROM user_or_group;

38 GESTIONE TABELLE CREATE TABLE: CREATE TABLE weather ( city varchar(80), temp_lo int, -- low temperature temp_hi int, -- high temperature prcp real, -- precipitation date date ); Parole riservate:ctid, oid, xmin, cmin, xmax, cmax, tableoid, rowid, datasliceid, createxid, and deletexid.

39 GESTIONE TABELLE

40 GESTIONE TABELLE

41 GESTIONE TABELLE

42 GESTIONE TABELLE «...Note: The system permits and maintains primary key, default, foreign key, unique, and references. The Netezza does not support constraint checks and referential integrity. The user must ensure constraint checks and referential integrity.» Optimizer usa le PK e le FK per il query plan. Esempio SQL (DBVisualizer)...

43 GESTIONE TABELLE DISTRIBUTION KEY: ogni tabella può avere 1 sola Distribution K, composta da 1+ colonne (max 4). [hash]: specificare i campi [random]: applica una distribuzione round-robin, generalmente buona, ma non sempre ottimale. Void: se non si specificano campi, Netezza sceglie i campi, nessuna garanzia su quali (variano tra le versioni).

44 GESTIONE TABELLE NETEZZA distribuisce i dati di una tabella in funzione della DISTRIBUTION key (1..4 campi). I dati della tabella vengono distribuiti sulle SPU con un algoritmo di distribuzione: HASH: F(fie1+..+fie4) -> Hash Alg -> #SPU. «NOME» + «COGNOME» -> «PIPPO» + «PLUTO» -> «Mario» + «Rossi» -> «013214» + «aa65h281»-> HASH ALGORITH M SPU #1 SPU #2 SPU #3 SPU #4 RANDOM: distribuzione casuale (non ottimale)

45 GESTIONE TABELLE ERRATA DISTRIBUTION: Non scegliere campi con un dominio di valori limitato. Esempio Boolean: HASH: F(fie1 : BOOLEAN): TRUE -> TRUE -> FALSE -> TRUE -> HASH ALGORITH M SPU #1 SPU #2 SPU #3 SPU #3

46 GESTIONE TABELLE TIPS: I campi in Distribution key non sono UPDATEable. Scegliere Distribution Key che garantiscono una distribuzione paritaria su tutte le SPU. Scegliere colonne con vincolo UNIQUE e con alta cardinalità. Non utilizzare RANDOM per tabelle critical, ma guidare la scelta. Specificare sempre la clausola DISTRIBUTE, anche se si vuole usare il primo campo. Non distribuire su FLOAT o su BOOLEAN.

47 GESTIONE TABELLE TIPS: Usare il minor numero di campi possibile. COLLOCATED JOIN: Le SPU possono funzionare in modalità «shared nothing». se 2 tabelle vanno spesso in join sullo stesso campo, usarlo come DISTRIB K. Es: In un sistema di gestione Ordini, usare come Distrib K il Customer_id sia sulla tabella CUSTOMER che sulla ORDER. in questo modo, le SPU raggiungono il massimo livello di parallelismo, in quanto non devono condividere / trasmettersi nulla.

48 GESTIONE TABELLE TIPS: Se non è possibile usare le COLLOCATED JOIN, i dati vengono dinamicamente redistribuiti, o inviati in broadcast. DYNAMIC REDISTRIBUTION Ciascuna SPU Estrae solo le righe richieste estrae solo le colonne richieste Calcola la SPU di competenza per eseguire la join Invia i dati direttamente alla SPU destinataria DYNAMIC BROADCAST Ciascuna SPU Estrae tutte le righe della tabella estrae tutte le colonne della tabella Invia i dati in broadcast a tutte le SPU

49 GESTIONE TABELLE CHECK TABLE DISTRIBUTION: SELECT datasliceid, COUNT(*) FROM <table_name> GROUP BY datasliceid; 4 Rows Returned (normally one per SPU) DATASLICEID COUNT In questo caso: distribuzione ottimale. WARNING: le colonne di distribuzione non possono essere updated.

50 GESTIONE TABELLE CHECK RECORD DISTRIBUTI ON evitare il DATA SKEW (check con NZADMIN tool).

51 GESTIONE TABELLE DATA SKEW (check con NZADMIN tool) Differenza in Mb tra l allocazione di max data-slice di una tabella (Mb contenuti nel dataslice che contiene maggior porzione dati della tabella) min data-slice di una tabella (Mb contenuti nel data-slice che contiene minor porzione dati della tabella)

SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE)

SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE) SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE) Prof. Nicoletta D Alpaos & Prof. Andrea Borghesan SQL DDL Data Definition Language DML Data Manipulation Language DCL Data Control Language DDL Obiettivo: Definire la struttura

Dettagli

Basi di dati. Il Linguaggio SQL. K. Donno - Il Linguaggio SQL

Basi di dati. Il Linguaggio SQL. K. Donno - Il Linguaggio SQL Basi di dati Il Linguaggio SQL Data Definition Language (DDL) Data Definition Language: insieme di istruzioni utilizzate per modificare la struttura della base di dati Ne fanno parte le istruzioni di inserimento,

Dettagli

OR true null false true true true true null true null null false true null false NOT

OR true null false true true true true null true null null false true null false NOT Il linguaggio SQL è un linguaggio standard per la definizione, manipolazione e interrogazione delle basi di dati relazionali ed ha le seguenti caratteristiche: è dichiarativo; opera su multiset di tuple,

Dettagli

SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE)

SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE) SQL (STRUCTURED QUERY LANGUAGE) Prof. Nicoletta D Alpaos & Prof. Andrea Borghesan SQL DDL Data Definition Language DML Data Manipulation Language DCL Data Control Language DDL Obiettivo: Definire la struttura

Dettagli

Esercitazione query in SQL L esercitazione viene effettuata sul database viaggi e vacanze che prevede il seguente modello E/R:

Esercitazione query in SQL L esercitazione viene effettuata sul database viaggi e vacanze che prevede il seguente modello E/R: Esercitazione query in SQL L esercitazione viene effettuata sul database viaggi e vacanze che prevede il seguente modello E/R: Si consiglia di creare il data base, inserire i dati nelle tabelle, provare

Dettagli

Tool. Basi di Dati e Sistemi Informativi Prof. Marco Di Felice Dott.sa Sara Zuppiroli A.A. 2012-2013

Tool. Basi di Dati e Sistemi Informativi Prof. Marco Di Felice Dott.sa Sara Zuppiroli A.A. 2012-2013 Tool Basi di Dati e Sistemi Informativi Prof. Marco Di Felice Dott.sa Sara Zuppiroli A.A. 2012-2013 Basi di Dati e Sistemi Informativi () PostgreSQL A.A. 2012-2013 1 / 26 Gli strumenti che vedremo Basi

Dettagli

----------------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------------- APPUNTI DI SQL Gli appunti qui forniti vogliono essere un riferimento scritto di alcuni degli argomenti trattati a lezione per gli studenti a cui vengono messi a disposizione. Non viene fornita alcuna

Dettagli

SQL -DDL. FONDISTA(Nome, Nazione, Età) GAREGGIA(NomeFondista, NomeGara, Piazzamento) GARA(Nome, Luogo, Nazione, Lunghezza)

SQL -DDL. FONDISTA(Nome, Nazione, Età) GAREGGIA(NomeFondista, NomeGara, Piazzamento) GARA(Nome, Luogo, Nazione, Lunghezza) 26/03/2013 SQL SQL -DDL Esercizio 4.3 Dare le definizioni SQL delle tre tabelle FONDISTA(Nome, Nazione, Età) GAREGGIA(NomeFondista, NomeGara, Piazzamento) GARA(Nome, Luogo, Nazione, Lunghezza) rappresentando

Dettagli

Storia. Corso di Basi di Dati Spaziali. Componente DDL. Funzionalità. Esempio. Creazione di schema. Linguaggi: SQL. Storia:

Storia. Corso di Basi di Dati Spaziali. Componente DDL. Funzionalità. Esempio. Creazione di schema. Linguaggi: SQL. Storia: Corso di Basi di Dati Spaziali Linguaggi: SQL Angelo Montanari Donatella Gubiani Storia Storia: 1974: prima proposta SEQUEL 1981: prime implementazioni 1983: standard di fatto 1986, 1989, 1992 e 1999:

Dettagli

Introduzione a MySQL

Introduzione a MySQL Introduzione a MySQL Cinzia Cappiello Alessandro Raffio Politecnico di Milano Prima di iniziare qualche dettaglio su MySQL MySQL è un sistema di gestione di basi di dati relazionali (RDBMS) composto da

Dettagli

Corso di Informatica Generale 1 IN1. Linguaggio SQL

Corso di Informatica Generale 1 IN1. Linguaggio SQL Università Roma Tre Facoltà di Scienze M.F.N. di Laurea in Matematica di Informatica Generale 1 Linguaggio SQL Marco (liverani@mat.uniroma3.it) Sommario Prima parte: le basi dati relazionali Basi di dati:

Dettagli

Laboratorio di Basi di Dati

Laboratorio di Basi di Dati Laboratorio di Basi di Dati Docente: Alberto Belussi Lezione 1 SQL SQL (Structured Query Language) è stato definito nel 1973 ed è oggi il linguaggio più diffuso per i DBMS relazionali. Sono stati proposti

Dettagli

Laboratorio di Basi di Dati e Web

Laboratorio di Basi di Dati e Web Laboratorio di Basi di Dati e Web Docente: Alberto Belussi Lezione 1 SQL Structured Query Language SQL è stato definito nel 1973 ed è oggi il linguaggio più diffuso per i DBMS relazionali Il linguaggio

Dettagli

DBMS (Data Base Management System)

DBMS (Data Base Management System) Cos'è un Database I database o banche dati o base dati sono collezioni di dati, tra loro correlati, utilizzati per rappresentare una porzione del mondo reale. Sono strutturati in modo tale da consentire

Dettagli

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL

Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone. SQL: il DDL Basi di Dati prof. Letizia Tanca lucidi ispirati al libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone SQL: il DDL Parti del linguaggio SQL Definizione di basi di dati (Data Definition Language DDL) Linguaggio per modificare

Dettagli

SQL Manuale introduttivo

SQL Manuale introduttivo SQL Manuale introduttivo SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 TIPI DI DATI... 3 STRINGHE DI CARATTERI... 3 NUMERI... 3 DATA/ORA... 4 COSTANTI STRINGA... 4 COSTANTI NUMERICHE... 4 COSTANTI DATA/ORA... 5 NOTE SULLA

Dettagli

MySQL Command Line Client: operazioni fondamentali

MySQL Command Line Client: operazioni fondamentali MySQL Command Line Client: operazioni fondamentali INTRODUZIONE Il RDBMS MySQL, oltre a fornire un applicazione che abbia un interfaccia user-friendly, ha a disposizione anche un altro client, che svolge

Dettagli

DUE GRUPPI DI COMANDI

DUE GRUPPI DI COMANDI LEZIONE16 SQL DDL PAG. 1 / 9 PROF. ANDREA ZOCCHEDDU LEZIONE16 SQL DDL LINGUAGGIO SQL DATA DESCRIPTION LANGUAGE DUE GRUPPI DI COMANDI I comandi del linguaggio SQL sono divisi in due grandi gruppi che formano

Dettagli

********************* MODIFICA STRUTTURA DI UNA TABELLA (inserimento di un nuovo campo) ALTER TABLE Personale ADD Nascita date;

********************* MODIFICA STRUTTURA DI UNA TABELLA (inserimento di un nuovo campo) ALTER TABLE Personale ADD Nascita date; CREAZIONE STRUTTURA DI UNA TABELLA by Marinsalta Fausto CREATE TABLE Personale Matricola char(5), Cognome char(30), Nome char(20), Codfis char(16) not null, Assunzione date, Filiale smallint, Funzione

Dettagli

Documentazione SQL. Argomento Sintassi Note Definizione schema create schema [NomeSchema] [[authorization] Autorizzazione] {DefElementoSchema}

Documentazione SQL. Argomento Sintassi Note Definizione schema create schema [NomeSchema] [[authorization] Autorizzazione] {DefElementoSchema} Documentazione SQL Argomento Sintassi Note Definizione schema create schema [NomeSchema] [[authorization] Autorizzazione] {DefElementoSchema} Definizione tabella Definizione dominio Specifica di valori

Dettagli

Il linguaggio SQL: le basi

Il linguaggio SQL: le basi Il linguaggio SQL: le basi Sistemi Informativi L-A Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/sil-a/ Versione elettronica: SQLa-basi.pdf Sistemi Informativi L-A SQL: caratteristiche generali

Dettagli

MANUALE ESSENZIALE MYSQL

MANUALE ESSENZIALE MYSQL Autore: Classe: Luciano Viviani TERZA INFORMATICA SERALE (3IS) Anno scolastico: 2003/2004 Scuola: Itis Euganeo MANUALE ESSENZIALE MYSQL Manuale La dispensa vuole fornire agli studenti delle classi quinte

Dettagli

Appunti di MySql. Evoluzione di un tutorial di base di mysql, scritto da Etel Sverdlov.

Appunti di MySql. Evoluzione di un tutorial di base di mysql, scritto da Etel Sverdlov. Appunti di MySql Evoluzione di un tutorial di base di mysql, scritto da Etel Sverdlov. Indice generale avviare la shell mysql...2 comandi SQL per la gestione del database (DDL)...2 visualizzare l'elenco

Dettagli

Basi di Dati: Corso di laboratorio

Basi di Dati: Corso di laboratorio Basi di Dati: Corso di laboratorio Lezione 1 Raffaella Gentilini 1 / 67 Sommario 1 Introduzine al Linguaggio SQL Concetti Preliminari 2 3 2 / 67 Concetti Preliminari Il linguaggio SQL SQL Acronimo per

Dettagli

User Tools: DataBase Manager

User Tools: DataBase Manager Spazio di lavoro Per usare T-SQL Assistant selezionare il link Simple Query e spostare a piacere la piccola finestra dove un menu a tendina mostra i diversi comandi SQL selezionabili, il pulsante Preview

Dettagli

Basi di dati Il linguaggio SQL

Basi di dati Il linguaggio SQL Basi di dati Il linguaggio SQL teoria e pratica con Microsoft Access Riepilogando Nelle basi di dati esiste 1. una parte invariante nel tempo, lo schema, costituita dalle caratteristiche dei dati (nomi

Dettagli

Basi di dati Il linguaggio SQL

Basi di dati Il linguaggio SQL Riepilogando Basi di dati Il linguaggio SQL Nelle basi di dati esiste 1. una parte invariante nel tempo, lo schema, costituita dalle caratteristiche dei dati (nomi degli attributi, domini, 2. una parte

Dettagli

IL LINGUAGGIO SQL IDENTIFICATORI E TIPI DI DATI COMANDI E ISTRUZIONI

IL LINGUAGGIO SQL IDENTIFICATORI E TIPI DI DATI COMANDI E ISTRUZIONI IL LINGUAGGIO SQL Il linguaggio SQL ( Structured Query Languages) è un linguaggio non procedurale che è diventato uno standard tra i linguaggi per la gestione dei database relazionali. Il linguaggio procedurale

Dettagli

SQL - Tipi di dato Il linguaggio SQL

SQL - Tipi di dato Il linguaggio SQL SQL - Tipi di dato Il linguaggio SQL I tipi di dato in SQL:1999 si suddividono in tipi predefiniti tipi strutturati tipi user-defined ci concentreremo sui tipi predefiniti i tipi predefiniti sono suddivisi

Dettagli

Il linguaggio SQL. Il linguaggio SQL. Il linguaggio SQL. SQL - Tipi di dato. SQL - Tipi di dato numerici. SQL - Tipi di dato numerici

Il linguaggio SQL. Il linguaggio SQL. Il linguaggio SQL. SQL - Tipi di dato. SQL - Tipi di dato numerici. SQL - Tipi di dato numerici Il linguaggio SQL Il linguaggio SQL il linguaggio SQL è un linguaggio per la definizione e la manipolazione dei dati, sviluppato originariamente presso il laboratorio IBM a San Jose (California) è diventato

Dettagli

Laboratorio di Basi di Dati Introduzione a SQL

Laboratorio di Basi di Dati Introduzione a SQL Laboratorio di Basi di Dati Introduzione a SQL Pierluigi Pierini Technolabs S.p.a. Pierluigi.Pierini@technolabs.it evoluzione e standards 1970 - E.F. Codd, A Relational Model of Data for Large Shared Data

Dettagli

The world s most advanced class on PostgreSQL o quasi! 4 Marzo 8 Aprile 2015. L'Antipasto 11 Marzo

The world s most advanced class on PostgreSQL o quasi! 4 Marzo 8 Aprile 2015. L'Antipasto 11 Marzo The world s most advanced class on PostgreSQL o quasi! 4 Marzo 8 Aprile 2015 L'Antipasto 11 Marzo Riepilogo della puntata precedente ##################### Avviamo la macchina virtuale #####################

Dettagli

Basi di Dati: Corso di laboratorio

Basi di Dati: Corso di laboratorio Basi di Dati: Corso di laboratorio Lezione 2 Raffaella Gentilini 1 / 45 Sommario 1 Il DDL di SQL: Cancellazione ed Aggiornamento di una BD Cancellazione di Schemi, Tabelle, e Domini Aggiornamento di Tabelle

Dettagli

Il linguaggio SQL: le basi. Versione elettronica: SQLa-basi.pdf

Il linguaggio SQL: le basi. Versione elettronica: SQLa-basi.pdf Il linguaggio SQL: le basi Versione elettronica: SQLa-basi.pdf SQL: caratteristiche generali SQL (Structured Query Language) è il linguaggio standard de facto per DBMS relazionali, che riunisce in sé funzionalità

Dettagli

DDL, VINCOLI D INTEGRITÁ, AGGIORNAMENTI E VISTE. SQL è più di un semplice linguaggio di interrogazione

DDL, VINCOLI D INTEGRITÁ, AGGIORNAMENTI E VISTE. SQL è più di un semplice linguaggio di interrogazione SQL DDL, VINCOLI D INTEGRITÁ, AGGIORNAMENTI E VISTE SQL è più di un semplice linguaggio di interrogazione! Linguaggio di definizione dati (Data-definition language, DDL):! Crea/distrugge/modifica relazioni

Dettagli

INFORMATICA. Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE.

INFORMATICA. Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE. INFORMATICA Applicazioni WEB a tre livelli con approfondimento della loro manutenzione e memorizzazione dati e del DATABASE. APPLICAZIONI WEB L architettura di riferimento è quella ampiamente diffusa ed

Dettagli

Il linguaggio SQL. è di fatto lo standard tra i linguaggi per la gestione di data base relazionali.

Il linguaggio SQL. è di fatto lo standard tra i linguaggi per la gestione di data base relazionali. (Structured Query Language) : Il linguaggio è di fatto lo standard tra i linguaggi per la gestione di data base relazionali. prima versione IBM alla fine degli anni '70 per un prototipo di ricerca (System

Dettagli

Corso Sistemi Informativi Avanzati. Programma 30 set 2015. Installazione Macchina Virtuale. Introduzione alla BI nelle Aziende.

Corso Sistemi Informativi Avanzati. Programma 30 set 2015. Installazione Macchina Virtuale. Introduzione alla BI nelle Aziende. Programma 30 set 205 Installazione Macchina Virtuale Introduzione alla BI nelle Aziende Introduzione SQL Macchina Virtuale È un emulazione di un computer su un altro computer Stesso punto di partenza per

Dettagli

PHP e Structured Query Language

PHP e Structured Query Language Esercitazioni del corso di Tecnologie per la Comunicazione Aziendale PHP e Structured Query Language Marco Loregian loregian@disco.unimib.it www.siti.disco.unimib.it/didattica/tca2008 Interrogazioni (ripasso)

Dettagli

Linguaggio SQL. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Sesto San Giovanni

Linguaggio SQL. Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Sesto San Giovanni Linguaggio SQL Prof. Francesco Accarino IIS Altiero Spinelli Sesto San Giovanni SQL: caratteristiche generali SQL (Structured Query Language) è il linguaggio standard de facto per DBMS relazionali, che

Dettagli

SQL e ACCESS. Modello relazionale PROBLEMA ENTITA STUDENTE

SQL e ACCESS. Modello relazionale PROBLEMA ENTITA STUDENTE SQL e ACCESS Prof. Salvatore Multazzu (salvatoremultazzu@tiscali.it) Applicazioni Informatiche nella comunicazione Modello relazionale Entità Record o Ennuple Attributi o Campi Tipi Chiavi Primarie (PK)

Dettagli

Lavorare con MySQL Parte Prima.

Lavorare con MySQL Parte Prima. Lavorare con MySQL Parte Prima. Data la particolarità dell argomento, ho deciso di dividerlo in due lezioni. Nella prima, si parlerà diffusamente di MySQL, cos è un DBMS, cos è l SQL, i campi supportati

Dettagli

SQL: concetti base SQL. Definizione dei dati in SQL. SQL: "storia"

SQL: concetti base SQL. Definizione dei dati in SQL. SQL: storia SQL SQL: concetti base originariamente "Structured Query Language", ora "nome proprio" linguaggio con varie funzionalità: contiene sia il DDL sia il DML ne esistono varie versioni vediamo gli aspetti essenziali,

Dettagli

SQL non è solo un linguaggio di interrogazione (Query Language), ma. Un linguaggio per la definizione di basi di dati (Data-definition language (DDL))

SQL non è solo un linguaggio di interrogazione (Query Language), ma. Un linguaggio per la definizione di basi di dati (Data-definition language (DDL)) SQL PER LA DEFINIZIONE DI BASI DI DATI 1 SQL non è solo un linguaggio di interrogazione (Query Language), ma Un linguaggio per la definizione di basi di dati (Data-definition language (DDL)) CREATE SCHEMA

Dettagli

Indice generale. Capitolo 3 Introduzione a PHP...43 Sintassi e istruzioni di base... 45 Variabili, operatori e commenti... 47 Array...

Indice generale. Capitolo 3 Introduzione a PHP...43 Sintassi e istruzioni di base... 45 Variabili, operatori e commenti... 47 Array... Prefazione...xiii A chi si rivolge il libro... xiv Struttura e contenuti del libro... xiv Dove trovare aiuto... xvii Le newsletter di SitePoint... xviii I vostri commenti... xviii Convenzioni adottate

Dettagli

Il linguaggio SQL: DDL di base

Il linguaggio SQL: DDL di base Il linguaggio SQL: DDL di base Sistemi Informativi T Versione elettronica: 04.1.SQL.DDLbase.pdf SQL: caratteristiche generali SQL (Structured Query Language) èil linguaggio standard de facto per DBMS relazionali,

Dettagli

SQL PER LA DEFINIZIONE DI BASI DI DATI

SQL PER LA DEFINIZIONE DI BASI DI DATI SQL PER LA DEFINIZIONE DI BASI DI DATI SQL non è solo un linguaggio di interrogazione (Query Language), ma Un linguaggio per la definizione di basi di dati (Data-definition language (DDL)) CREATE SCHEMA

Dettagli

Linguaggio SQL: fondamenti D B M G. Gestione delle tabelle

Linguaggio SQL: fondamenti D B M G. Gestione delle tabelle Linguaggio SQL: fondamenti Creazione di una tabella Modifica della struttura di una tabella Cancellazione di una tabella Dizionario dei dati Integrità dei dati 2 2007 Politecnico di Torino 1 Creazione

Dettagli

SQL Sintassi Dei Comandi

SQL Sintassi Dei Comandi SQL Sintassi Dei Comandi Di Roberto Aloi http://prof3ta.homeunix.org prof3ta@email.it Questo fascicolo è stato realizzato esclusivamente a fini divulgativi e per la libera consultazione. E' concessa la

Dettagli

Modello Relazionale. Sistemi di Elaborazione delle Informazioni. DB ed SQL. Modello relazionale: concetti di base

Modello Relazionale. Sistemi di Elaborazione delle Informazioni. DB ed SQL. Modello relazionale: concetti di base Sistemi di Elaborazione delle Informazioni DB ed SQL Prof. Silvio Vassallo Modello Relazionale Il modello relazionale si basa sul concetto di RELAZIONE tra insiemi di oggetti. Dati n insiemi A 1,A 2, A

Dettagli

SQL: Concetti Base -Prima Parte-

SQL: Concetti Base -Prima Parte- SQL: Concetti Base -Prima Parte- Atzeni, Ceri, Paraboschi, Torlone Basi Di Dati: Modelli e Linguaggi di Interrogazione, McGraw-Hill Italia Capitolo 4 SQL Structured Query Language Contiene: DDL (Data Definition

Dettagli

PHP 5. PHP ed i database. Database e tabelle. Struttura di un DB relazionale. Accesso a database

PHP 5. PHP ed i database. Database e tabelle. Struttura di un DB relazionale. Accesso a database PHP ed i database PHP 5 Accesso a database PHP funziona con molti database relazionale che includono: Oracle Access Postgres SQL Server MySQL Useremo MySQL poiché è semplice da usare, gratuito e molto

Dettagli

SQL. Storia e standard

SQL. Storia e standard SQL Lorenzo Sarti 2009 Basi di Dati 1 Storia e standard Lorenzo Sarti 2009 Basi di Dati 2 SQL-2 È ricco e complesso e nessun sistema commerciale lo implementa in maniera completa Sono definiti 3 livelli

Dettagli

Gestione delle tabelle

Gestione delle tabelle Linguaggio SQL: fondamenti Creazione di una tabella Modifica della struttura di una tabella Cancellazione di una tabella Dizionario dei dati Integrità dei dati 2 Creazione di una tabella (1/3) Si utilizza

Dettagli

Esercitazione: Il DBMS MySQL

Esercitazione: Il DBMS MySQL Laurea in Ingegneria Informatica SAPIENZA Università di Roma Insegnamento di Basi di Dati Esercitazione: Il DBMS MySQL Marco Console Aspetti Organizzativi Marco Console Sito: www.dis.uniroma1.it/~console

Dettagli

Il sistema IBM DB2. Sistemi Informativi T. Versione elettronica: L01.1.IntroduzioneDB2.pdf

Il sistema IBM DB2. Sistemi Informativi T. Versione elettronica: L01.1.IntroduzioneDB2.pdf Il sistema IBM DB2 Sistemi Informativi T Versione elettronica: L01.1.IntroduzioneDB2.pdf IBM DB2 Il DBMS relazionale IBM DB2 è il prodotto di punta dell IBM per la gestione di basi di dati relazionali

Dettagli

Basi di dati e sistemi informativi I

Basi di dati e sistemi informativi I Basi di dati e sistemi informativi I mod. laboratorio Alessandro De Luca Università degli Studi di Napoli Federico II Lezione, 11 marzo 2015 Soluzione 1, creazione CREATE TABLE Impiegato ( Cod NUMBER(4),

Dettagli

ORACLE PARTITIONING 11G

ORACLE PARTITIONING 11G ORACLE PARTITIONING 11G Oracle Database e la Business Intelligence: Oracle Partitioning 11g Pagina 1 di 8 Indice Indice... 2 Introduzione... 3 Prerequisiti... 3 Criteri di partizionamento... 3 Gestione

Dettagli

Introduzione a PostgreSQL

Introduzione a PostgreSQL Introduzione a PostgreSQL Un po di storia... 1977: all Università di Berkeley nasce progetto INGRES 1986: nasce The POSTGRES Project Leader: Prof. Michael Stonebraker 1989: DBMS Postgres (vers.1) 1990:

Dettagli

PROGETTAZIONE DI BASI DI DATI RELAZIONALI ATTRAVERSO LA TRADUZIONE DI SCHEMI ER ED EER A SCHEMI RELAZIONALI

PROGETTAZIONE DI BASI DI DATI RELAZIONALI ATTRAVERSO LA TRADUZIONE DI SCHEMI ER ED EER A SCHEMI RELAZIONALI LEZIONE DEL 11/11/2008 di BASI DI DATI Prof. Bochicchio PROGETTAZIONE DI BASI DI DATI RELAZIONALI ATTRAVERSO LA TRADUZIONE DI SCHEMI ER ED EER A SCHEMI RELAZIONALI Nelle lezioni precedenti abbiamo accennato

Dettagli

Il Linguaggio SQL. Il Linguaggio SQL

Il Linguaggio SQL. Il Linguaggio SQL Il Linguaggio SQL 23 Il Linguaggio SQL SQL è l acronimo di Standard Query Language e identifica un linguaggio di interrogazione (gestione) per basi di dati relazionali. Le sue origini risalgono alla fine

Dettagli

Lezione 8. Metadati, Viste e Trigger

Lezione 8. Metadati, Viste e Trigger Lezione 8 Metadati, Viste e Trigger Pag.1 Metadati e catalogo di sistema I metadati sono dati a proposito dei dati (quali tabelle esistono?, quali campi contengono?, quante tuple contengono?, ci sono vincoli

Dettagli

Corso di Basi di Dati A.A. 2013/2014

Corso di Basi di Dati A.A. 2013/2014 Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale Sapienza Università di Roma Corso di Basi di Dati A.A. 2013/2014 Tiziana Catarci, Andrea Marrella Ultimo aggiornamento : 29/03/2014 SQL : Structured Query Language

Dettagli

ESEMPI DI QUERY SQL. Esempi di Query SQL Michele Batocchi AS 2012/2013 Pagina 1 di 7

ESEMPI DI QUERY SQL. Esempi di Query SQL Michele Batocchi AS 2012/2013 Pagina 1 di 7 ESEMPI DI QUERY SQL Dati di esempio... 2 Query su una sola tabella... 2 Esempio 1 (Ordinamento)... 2 Esempio 2 (Scelta di alcune colonne)... 3 Esempio 3 (Condizioni sui dati)... 3 Esempio 4 (Condizioni

Dettagli

Basi di Dati e Sistemi Informativi. Structured Query Language

Basi di Dati e Sistemi Informativi. Structured Query Language Basi di Dati e Sistemi Informativi Structured Query Language Corso di Laurea in Ing. Informatica Ing. Gestionale Magistrale SQL come DDL e DML SQL non è solo un linguaggio di interrogazione Linguaggio

Dettagli

http://technet.microsoft.com/it-it/library/bb500469.aspx Le versioni di SQL Server sono state molte; traggo le principali da Wikipedia:

http://technet.microsoft.com/it-it/library/bb500469.aspx Le versioni di SQL Server sono state molte; traggo le principali da Wikipedia: LEZIONE-TSQL-01 DDL (VER01 PAG. 1 / 11 LEZIONE-TSQL-01 DDL (VER01 T-SQL PROGRAMMAZIONE PARTE PRIMA MICROSOFT SQL SERVER IL PRODOTTO MICROSOFT SQL SERVER Le dispense SQL descrivono un generico SQL utilizzato

Dettagli

Basi di Dati prof. Letizia Tanca

Basi di Dati prof. Letizia Tanca Basi di Dati prof. Letizia Tanca (lucidi tratti dal libro Atzeni-Ceri-Paraboschi-Torlone) AA 2003-04 Linguaggi di interrogazione commerciali per il Modello Relazionale dei Dati: SQL - il DDL Domini I domini

Dettagli

MySQL Database Management System

MySQL Database Management System MySQL Database Management System http://www.mysql.com/ DATABASE RELAZIONALI Un database è una collezione strutturata di informazioni. I database sono delle strutture nelle quali è possibile memorizzare

Dettagli

Implementazione in Oracle di un semplice progetto

Implementazione in Oracle di un semplice progetto Oracle e SQL Implementazione in Oracle di un semplice progetto Operazioni preliminari La versione del DBMS Oracle a cui si farà riferimento di qui in seguito è la 10g Express Edition, liberamente scaricabile

Dettagli

Preparazione. Introduzione a MySQL: costruzione di una base di dati e gestione degli accessi. Accesso all area condivisa. Avvio Server MySQL

Preparazione. Introduzione a MySQL: costruzione di una base di dati e gestione degli accessi. Accesso all area condivisa. Avvio Server MySQL Introduzione a MySQL: costruzione di una base di dati e gestione degli accessi Stefania Marrara Elisa Quintarelli Lezione 1 2 ore a.a 2004/05 Preparazione Accesso all area condivisa Start -> Programs ->MySQL

Dettagli

Istruzioni SQL 1. Query di selezione 2 Istruzione SELECT 2 Istruzione SELECT DISTINCT 2 ORDER BY 3 WHERE 3 La condizione LIKE 4 BETWEEN AND 5

Istruzioni SQL 1. Query di selezione 2 Istruzione SELECT 2 Istruzione SELECT DISTINCT 2 ORDER BY 3 WHERE 3 La condizione LIKE 4 BETWEEN AND 5 Istruzioni SQL Istruzioni SQL 1 Query di selezione 2 Istruzione SELECT 2 Istruzione SELECT DISTINCT 2 ORDER BY 3 WHERE 3 La condizione LIKE 4 BETWEEN AND 5 Query di inserimento 5 INSERT INTO 5 Query di

Dettagli

Basi di Dati Corso di Laura in Informatica Umanistica

Basi di Dati Corso di Laura in Informatica Umanistica Basi di Dati Corso di Laura in Informatica Umanistica Appello del 10/09/2010 Parte 1: Algebra Relazionale e linguaggio SQL Docente: Giuseppe Amato Sia dato il seguente schema di base di dati per la gestione

Dettagli

SQL. Laboratorio di Progettazione di Basi di Dati (CdS in Informatica e TPS)

SQL. Laboratorio di Progettazione di Basi di Dati (CdS in Informatica e TPS) 1 SQL Laboratorio di Progettazione di Basi di Dati (CdS in Informatica e TPS) a.a. 2014/2015 http://www.di.uniba.it/~lisi/courses/basi-dati/bd2014-15.htm dott.ssa Francesca A. Lisi francesca.lisi@uniba.it

Dettagli

MAX, SUM, AVG, COUNT)

MAX, SUM, AVG, COUNT) INTRODUZIONE A SQL Definizione di tabelle e domini Alcuni vincoli di integrità Struttura base SELECT FROM WHERE Funzioni di aggregazione (MIN, MAX, SUM, AVG, COUNT) Query da più tabelle (FROM R1, Rk) Join

Dettagli

DBMS ORACLE 9i I componenti del Database Server Oracle : Strutture di memoria Processi File fisici Directory principali: c:\oracle\admin\\pfile c:\oracle\ora92\database

Dettagli

Il linguaggio SQL. ing. Alfredo Cozzi 1

Il linguaggio SQL. ing. Alfredo Cozzi 1 Il linguaggio SQL ing. Alfredo Cozzi 1 Il linguaggio SQL Il linguaggio SQL (Structured Query Language) è nato con l intento di soddisfare alle seguenti richieste nei db relazionali: - definire e creare

Dettagli

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Algoritmi e basi di dati Modulo Basi di dati a.a. 2011-2012

Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Algoritmi e basi di dati Modulo Basi di dati a.a. 2011-2012 Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Algoritmi e basi di dati Modulo Basi di dati a.a. 2011-2012 2012 Docente: Gigliola Vaglini Docente laboratorio: Alessandro Lori 1 Lezione 3 Structured Query Language

Dettagli

Lezione del modulo 7 SQL e database del giorno 04/05/2006 tot. ore 3. Lo Standard SQL

Lezione del modulo 7 SQL e database del giorno 04/05/2006 tot. ore 3. Lo Standard SQL Lezione del modulo 7 SQL e database del giorno 04/05/2006 tot. ore 3 Lo Standard SQL Il linguaggio SQL è un linguaggio non procedurale (o di tipo dichiarativo), divenuto, ormai da tempo, il linguaggio

Dettagli

07. Ottimizzare le istruzioni SQL

07. Ottimizzare le istruzioni SQL 07. Ottimizzare le istruzioni SQL Introduzione Union, subquery e Join Il piano di esecuzione L ottimizzatore Le statistiche Il comando EXPLAIN Gli Hint A.A. 2005 Laboratorio di basi di dati - LB 2 La UNION

Dettagli

DB2 Universal Database (UDB) DB2 Universal Database (UDB)

DB2 Universal Database (UDB) DB2 Universal Database (UDB) DB2 Universal Database (UDB) Sistemi Informativi L-A Home Page del corso: http://www-db.deis.unibo.it/courses/sil-a/ Versione elettronica: DB2Presentazione2009.pdf Sistemi Informativi L-A DB2 Universal

Dettagli

Basi di Da( MySQL & MySQL Workbench. Anna Monreale

Basi di Da( MySQL & MySQL Workbench. Anna Monreale Basi di Da( MySQL & MySQL Workbench Anna Monreale MySQL MySQL è un DBMS gratuito ed open- source (h@p://www.mysql.com) MySQL può essere uilizzato in Windows, Linux, MacOS X. MySQL è un RDBMS (relaional

Dettagli

Corso di Laboratorio di Basi di Dati

Corso di Laboratorio di Basi di Dati Corso di Laboratorio di Basi di Dati F1I072 - INF/01 a.a 2009/2010 Pierluigi Pierini Technolabs S.p.a. Pierluigi.Pierini@technolabs.it Università degli Studi di L Aquila Dipartimento di Informatica Technolabs

Dettagli

Insegnamento di Informatica CdS Scienze Giuridiche A.A. 2006/7. Il trattamento dei dati

Insegnamento di Informatica CdS Scienze Giuridiche A.A. 2006/7. Il trattamento dei dati Insegnamento di Informatica CdS Scienze Giuridiche A.A. 2006/7 Il trattamento dei dati database: il linguaggio SQL seconda parte Prof. Valle D.ssa Folgieri Lez9 15.11.06 Trattamento dati. Database: il

Dettagli

Data base relazionale ed SQL. Modello relazionale dei data base e il linguaggio standard per la loro gestione

Data base relazionale ed SQL. Modello relazionale dei data base e il linguaggio standard per la loro gestione Data base relazionale ed SQL Modello relazionale dei data base e il linguaggio standard per la loro gestione Contenuti Modello relazionale Cenni sulla progettazione di un data base Normalizzazione delle

Dettagli

DATA BASE MANAGEMENT SYSTEM

DATA BASE MANAGEMENT SYSTEM DATA BASE (1) Problematica gestione dati: oggetti delle elaborazioni, difficili da gestire, memorizzare, reperire, modificare; talvolta ridondanti/incongruenti; non sufficientemente protetti; spesso comuni

Dettagli

SQL. Structured Query Language 1974: SEQUEL by IBM 1981: SQL by IBM 1986 1992: SQL ISO 9075:1992 SQL:1999 SQL:2003

SQL. Structured Query Language 1974: SEQUEL by IBM 1981: SQL by IBM 1986 1992: SQL ISO 9075:1992 SQL:1999 SQL:2003 SQL Structured Query Language 1974: SEQUEL by IBM 1981: SQL by IBM 1986 1992: SQL ISO 9075:1992 SQL:1999 SQL:2003 SQL Il linguaggio SQL è stato originariamente dichiarativo, diventando nel tempo sempre

Dettagli

Structured Query Language. Informatica Generale - SQL Versione 1.0, aa 2005-2006 p.1/172

Structured Query Language. Informatica Generale - SQL Versione 1.0, aa 2005-2006 p.1/172 Structured Query Language Informatica Generale - SQL Versione 1.0, aa 2005-2006 p.1/172 Linguaggio SQL (1) Il linguaggio SQL, acronimo di Structured Query Language è un linguaggio per la definizione e

Dettagli

DUGI, DB2 User Group Italia. i Trigger INSTEAD OF ; SELECT FROM INSERT, UPDATE, MERGE, DELETE con Colonne INCLUDE

DUGI, DB2 User Group Italia. i Trigger INSTEAD OF ; SELECT FROM INSERT, UPDATE, MERGE, DELETE con Colonne INCLUDE DUGI, DB2 User Group Italia Milano, 9 Aprile 2013 -- Roma 10 Aprile 2013 DB2 for z/os i Trigger INSTEAD OF ; SELECT FROM INSERT, UPDATE, MERGE, DELETE con Colonne INCLUDE massimo MACERA massimo MACERA

Dettagli

DBMS: MySQL CORSO DI BASI DI DATI 2014/2015

DBMS: MySQL CORSO DI BASI DI DATI 2014/2015 DBMS: MySQL CORSO DI BASI DI DATI 2014/2015 MySQL La pronuncia ufficiale è MY- S- Q- L ma si può leggere anche MY- Sequel. MySQL è il secondo RDBMS più diffuso al mondo. OpenSource sono licenza GPL Scelto

Dettagli

Vincoli di Integrità Approccio dichiarativo alla loro implementazione

Vincoli di Integrità Approccio dichiarativo alla loro implementazione Vincoli di Integrità Approccio dichiarativo alla loro implementazione Antonella Poggi Dipartimento di informatica e Sistemistica SAPIENZA Università di Roma Progetto di Applicazioni Software Anno accademico

Dettagli

Il linguaggio SQL. Massimo Paolucci (paolucci@dist.unige.it) DIST Università di Genova. SQL: Structured Query Language

Il linguaggio SQL. Massimo Paolucci (paolucci@dist.unige.it) DIST Università di Genova. SQL: Structured Query Language 1 Il linguaggio SQL Massimo Paolucci (paolucci@dist.unige.it) DIST Università di Genova SQL: Structured Query Language 2 Generalita Linguaggio di interrogazione per le basi di dati. Sviluppato presso i

Dettagli

SQL SQL. Definizione dei dati. Domini. Esistono 6 domini elementari:

SQL SQL. Definizione dei dati. Domini. Esistono 6 domini elementari: SQL SQL (pronunciato anche come l inglese sequel: acronimo di Structured Query Language (linguaggio di interrogazione strutturato Linguaggio completo che presenta anche proprietà di: DDL (Data Definition

Dettagli

Definizione di domini

Definizione di domini Definizione di domini Come nei linguaggi ad alto livello (es. C) è possibile definire nuovi domini (tipi di dati) a partire da quelli predefiniti, anche se il costruttore è più limitato. create domain

Dettagli

Linguaggio SQL Descriviamo la notazione usata nel seguito:

Linguaggio SQL Descriviamo la notazione usata nel seguito: Descriviamo la notazione usata nel seguito: i termini del linguaggio sono sottolineati; i termini variabili sono scritti in corsivo; le parentesi angolari (< >)permettono di isolare un termine della sintassi;

Dettagli

Sistemi Informativi Aziendali II

Sistemi Informativi Aziendali II Modulo 2 Sistemi Informativi Aziendali II 1 Corso Sistemi Informativi Aziendali II - Modulo 2 Modulo 2 La gestione delle informazioni strutturate nell impresa: La progettazione di un Data Base; Le informazioni

Dettagli

EDI Manuale Sistemista. EDI Manuale Sistemista

EDI Manuale Sistemista. EDI Manuale Sistemista EDI Manuale Sistemista Paragrafo-Pagina di Pagine 1-1 di 12 Versione 44 del 11/11/2011 SOMMARIO 1 A Chi è destinato... 1-3 2 Pre requisiti... 2-3 3 Obiettivi... 3-3 4 Durata della formazione... 4-3 5 Introduzione

Dettagli

Vincoli e Triggers. Vincoli. Tipo di vincoli. Chiavi esterne

Vincoli e Triggers. Vincoli. Tipo di vincoli. Chiavi esterne Vincoli Chiavi esterne Vincoli locali e globali Triggers Leggere capitolo 7 di Garcia- Molina et al. Vincoli e Triggers Un vincolo e una relazione tra dati che il DBMS deve assicurare. Esempio: vincoli

Dettagli

Definizione e manipolazione dei dati in SQL

Definizione e manipolazione dei dati in SQL Definizione e manipolazione dei dati in SQL Nicola Vitacolonna Corso di Basi di Dati Università degli Studi di Udine 19 novembre 2013 Nota bene: nel presente documento, con il termine macchina virtuale,

Dettagli

PHP 5. Accesso a database

PHP 5. Accesso a database PHP 5 Accesso a database PHP ed i database PHP funziona con molti database relazionali che includono: Oracle Access Postgres SQL Server MySQL Useremo MySQL poiché è semplice da usare, gratuito e molto

Dettagli