Pubblicazioni - Papers

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Pubblicazioni - Papers"

Transcript

1 Pubblicazioni - Papers 2006

2 Articoli su rivista/journal articles 1. Arattano M., Franzi L., Marchi L. (2006). Influence of rheology on debris flow simulation. Natural Hazards and Earth System Sciences, 6, European Geosciences Union Giulietto W. & Luino F. (2006) - Utilizzo di un analisi multidisciplinare per le delimitazione delle aree potenzialmente inondabili: il caso del torrente Sangone presso la confluenza con il Fiume Po (Provincia di Torino). Giornale di Geologia Applicata, 4, p Lollino G., Arattano M., Allasia P. and Giordan D. (2006). Time response of a landslide to meteorological events. Natural Hazards and Earth System Sciences, 6, European Geosciences Union Lollino G., Audisio C. (2006) UNESCO World Heritage sites in Italy affected by geological problems, specifically landslide and flood hazard. Landslides, Pogliano A., Ferrero E., Maraga F. (2006) La Foresta ritrovata. Reteambientenews, 32, Savio G. & Turconi L. (2006) Eventi di colata detritica osservati nell estate 2006 in Italia Nordoccidentale GEAM, 118 (3), pp Soldati M., Borgatti L., Cavallin A., De Amicis M., Frigerio S., Giardino M., Mortara G., Pellegrini G.B., Ravazzi C., Surian N., Tellini C., Zanchi A. (2006) - Geomorphological evolution of slope and climate changes in Northern Italy during the Late Quaternary: spatial and temporal distribution of landslide and landscape sensitivity implications. Geogr. Fis. Dinam. Quat., 29, Zaina G., Tropeano D., Turconi L. (2006) Colate detritiche del luglio 2006 in Alta Val Camonica (BS). Rapporto preliminare. GEAM, 118 (3), pp Capitoli di libro/book chapters 1. Canuti P., Margottini C., Mucho R., Casagli N., Delmonaco G., Ferretti A., Lollino G., Puglisi C., Tarchi D. (2006) - Preliminary remarks on Monitoring, Geomorphological evolution and slope stability of Inca Citadel of Machu Picchu. In Landslides Risk analysis and sustainable disaster management (editors: Sassa K., Fukuoka H., Wang F., Wnag G.), Springer, Giardino M., Giordan D., Baggio P., Mortara G. (2006) - Map of the Sangone Valley geosites: geological research and tourism enhancement. In: Pasquarè G. & Venturini C. (eds) "Mapping Geology in Italy". APAT, Luino F., Chiarle M., Nigrelli G., Godone F., Agangi A., Biddoccu M., Cirio C.G. & Giulietto W. (2006) A model for estimating flood damage in Italy: preliminary results. In Aravossis A., Brebbia C.A., Kakaras E. & Kungolos A.G. (eds.) "Environmental Economics and Investment Assessment", WIT Transactions on Ecology and the Environment, vol. 98, Mortara G. & Chiarle M. (2006) Le frane nel bacino del Ghiacciaio della Brenva. In: Smiraglia C. (ed.) "Valle d Aosta figlia dei ghiacci", Musumeci, Quart, Mortara G. & Chiarle M. (2006) Rischi naturali nell ambiente glaciale. In: Smiraglia C. (ed.) "Valle d Aosta figlia dei ghiacci", Musumeci, Quart, Mortara G. (2006) I ghiacciai del Gran Paradiso. In Smiraglia C. (ed.) "Valle d Aosta figlia dei ghiacci", Musumeci, Quart, Performances 1. Maraga F., Trebò p.g. (2006) Grandi inondazioni padane. Esposizione del CNR presso la Fiera Internazionale del libro, Torino 4-8 maggio 2006 video-esposizione. 2. Godone F., Maraga F. (2006) Evoluzione geomorfologica dei corsi d acqua: il caso di una foresta fossile relitta nel Fiume Stura di Lanzo (TO). Esposizione del CNR presso la Fiera Internazionale del Libro, Torino 4-8 maggio 2006, video-esposizione. Libri/Books 1. Tropeano D., Luino F., Turconi L., in collaborazione con Agangi A., Audisio C., Biddoccu M., Chiarle M., Casazza M., Cirio C.G., Fassi P., Giulietto W., Godone F., Iannotti S., Savio G. (2006) - Eventi di piena e frana in Italia settentrionale nel periodo Pubblicazione GNDCI n. 2911, Ed. SMS, Torino, 158 pp.

3 Posters and Internal reports 1. Allasia P., Arattano M., Lollino G., Maraga F., Di Nunzio F., Godone F., Massobrio R. & Rivelli G. (2006) - Experimental method for water flow and sediment transport automatic measurements. Poster presented at the 3 rd EGU General Assembly Wien, Austria, April Allasia P., Denasi S., Quaglia G., Lollino G., Baldo M., Giordan D., Rivarossa C. (2006) - Misura mediante telecamere di piccoli spostamenti nel monitoraggio di fenomeni di dissesto naturale. CNR- IRPI sede di Torino, R.I. 2006/ Arattano M. & Franzi L. (2006) - Debris flow rheology assessment through mathematical simulation. Abstract sent to the 4 th International Conference on Debris-flow Hazard Mitigation: Mechanics, Prediction, and Assessment, September 10-13, 2007, International Convention Center, Chengdu, China. 4. Arattano M. & Franzi L. (2006) - Estimation of the effects of uncertainties in the determination of water-sediment flow rheology. Geophysical Research Abstracts, Vol. 8, 03528, European Geosciences Union. April Arattano M. & Franzi L. (2006) - Estimation of the effects of uncertainties in the determination of water-sediment flow rheology. Poster presented at the 3 rd EGU General Assembly Wien, Austria, April Audisio C., Allasia P., Allegra P., Baldo M., Giordan D., Lollino G, Rivarossa C. (2006) - Linee guida per la redazione di un atlante storico e casi applicativi finalizzata alla manutenzione del territorio collinare e montano. CNR-IRPI sede di Torino, R.I. 2006/ Beretta E., Maraga F. Rivelli G. (2006) Repertorio di voli aerofotogrammetrici per l Italia Settentrionale, copertura di grandi e piccole aree. CNR-IRPI sede di Torino, R.I. 2006/15, 32 pp. 8. Baldo M., Godone F., Lollino G. (2006) - Verifica topografica e geodetica. R.I. 2006/ Chiarle M. & Mortara G. (2006) Natural instability in the Italian glacial and periglacial environment: investigations and actions aimed to risk mitigation. Atti del Convegno "High Mountain Hazard Prevention", Vladikavkaz Moscow, giugno 2004, Chiarle M., Giardino M., Giuliano M. & Mortara G. (2006) Design popular geomorphological itineraries for geological heritage promotion and conservation in the Verra Glacier basin (Aosta Valley, NW Italy). Geophysical Research Abstracts, 8, Di Nunzio F. (2006) Bacino sperimentale Valle della Gallina, Annale del Bilancio Idrologico 2005, CNR-IRPI sede di Torino, R.I. 2006/05, modulo continuo 40 mila righe. 12. Di Nunzio F. (2006) Bacino sperimentale Valle della Gallina, Annale dei Deflussi 2005, Elaborazione Dati (idrogrammi delle altezze idrometriche, delle portate e curve di durata). CNR-IRPI sede di Torino, R.I. 2006/02, 40 pp. 13. Di Nunzio F. (2006) Bacino sperimentale Valle della Gallina, Annale degli Afflussi 2005, Elaborazione Dati (pluviogrammi e piogge giornaliere), CNR-IRPI sede di Torino, R.I. 2006/03, 27 pp. 14. Di Nunzio F. (2006) Bacino sperimentale Valle della Gallina, Annale delle Temperature e Umidità 2005, Elaborazione Dati (diagrammi mensili) CNR-IRPI sede di Torino, R.I. 2006/04, 27 pp. 15. Di Nunzio F. (2006) Bacino sperimentale Valle della Gallina, Curve cumulate di durata mensile delle portate CNR-IRPI sede di Torino, R.I. 2006/21, 14pp. 16. Giordan D. (2006) - Strumenti e metodi per lo studio dei fenomeni franosi: dai sistemi informativi territoriali al monitoraggio in tempo reale. Tesi di Dottorato (Tutori: Giardino M., Lollino G.). Dipartimento di Scienze della Terra, Università di Torino, 350 pp. 17. Godone F. (2006) La frana di San Martino sulla Marruchina (CH). Progetto per la formazione del modello digitale del terreno con tecniche aerofotogrammetriche. R.I. 2006/ Lollino G., Allasia P., Allegra P., Audisio C., Baldo M., Giordan D., Rivarossa C. (2006) - Linee guida per la raccolta e l'organizzazione sistematica delle banche dati finalizzata alla manutenzione del territorio collinare e montano. CNR-IRPI sede di Torino, R.I. 2006/ Lollino G., Allasia P., Arattano M., Maraga F. - Experimental method for water flow and sediment transport automatic measurements. Geophysical Research Abstracts, Vol. 8, 07190, European Geosciences Union. 20. Lollino G., Allasia P., Baldo M., Giordan D., Rivarossa C. (2006) Monitoraggio geomeccanico in Val Germanasca (Alpi Cozie, Piemonte). Fenomeno franoso di Gardiola e Pomeifrè. Aggiornamento giugno CNR-IRPI sede di Torino, R.I. 2006/ Luino F., Godone F., Baldo M. & Zamperone A. (2006) - Studio di un evento alluvionale con l impiego di un modello digitale del terreno. Conferenza nazionale ASITA, Bolzano novembre Maraga F. (2006) - The Stura di Lanzo River. In: SURIAN N. et al. "The effects oh human impacts on alluvial channels in Italy", 37th International Binghamton Geomorphology Symposium 'Human Role in Changing Fluvial System', Columbia, South Carolina, October 20-22, 2006, poster session.

4 23. Maraga F., Di Nunzio F., Pelissero C., Trebò P.G. (2006) Hydrological monitoring since 1982 in the Valle della Gallina small mountain basin (Italy). ERB2006 International Conference Uncertainities in the monitoring-conceptualisation-modelling sequence of catchment research, Luxembourg Sept. 2006, Abstract e Poster. 24. Maraga F., Godone F., Massobrio R., Rivelli G. (2006) Bacino sperimentale Valle della Gallina, annale del trasporto solido CNR-IRPI sede di Torino, R.I. 2006/14, 18 pp. 25. Maraga F., Govi M., Dutto F., Filippi F. (2006) Misurare un bilancio dei sedimenti in alveo sulla base delle variazioni idrografiche. Giornate di studio promosse dall Autorità di Bacino Interregionale del Fiume Magra Nuovi approcci per la comprensione dei processi fluviali e la gestione dei sedimenti Sarzana, ottobre Maraga F., Magaldi D. (2006) Studio paleopedologico sull area fossilifera del Fiume Stura di Lanzo. Regione Piemonte, Ente Parco La Mandria, Rapporto finale. 27. Maraga F., Trebò P. G. (2006) Variazioni idrografiche e cambiamenti del Fiume Stura di Lanzo. Regione Piemonte, Ente Parco La Mandria, Progetto di educazione ambientale La Foresta Ritrovata, Rapporto Finale. 28. Maraga F., Trebò P.G. (2006) - Presentazione dei caratteri evolutivi dell'alveo del Fiume Stura di Lanzo, selezionato in territorio piemontese nell'ambito del Progetto MIUR-PRIN. Riunione preliminare, Padova 27 febbraio 2006, CDRom. 29. Masino A., Maraga F. (2006) Nei meandri del tempo: l evoluzione fluviale e la foresta ritrovata: attività didattiche. Regione Piemonte, Ente Parco La Mandria, Progetto di educazione ambientale La Foresta Ritrovata, Rapporto Finale. 30. Mortara G., Ferrero E. (2006) A análise da paisagem e sua relação com o desenvolvimento turístico das ilhas de Cabo Verde. Livro das Acta "Simpósio Ibérico do ensino da Geologia" (Aveiro, Portugal, Julho 2006) Rivarossa C., Allasia P., Allegra P., Audisio C., Baldo M., Giordan D., Lollino G. (2006) - Linee guida per la predisposizione del manuale d'uso e di manutenzione delle opere di manutenzione del territorio in ambiente montano. Reticolo idrografico di fondovalle. CNR-IRPI sede di Torino, R.I. 2006/ Surian N., Pellegrini L., Rinaldi M., Audisio C., Barbero G., Doretti G., Duci G., Maraga F., Simoncini C., Teruggi L., Turitto O., Vercesi P.L. The effects of human impacts on alluvional channels in Italy Binghamton Geomorphology Symposium on The Human Role in Changing Fluvial Systems, Binghamton (USA), October Abstract. 33. Tropeano D. - Colata detritica del 6 luglio 2006 nel Torrente Marderello (Comune di Novalesa, Provincia di Torino). Rapporto preliminare 7 luglio 2006, R.I. 2006/ Tropeano D. - Eventi di debris flow lungo il Rio Gorgia della Madonna (Bersezio, Comune di Argentera, Provincia di Cuneo). Rapporto del 17 luglio 2006, R.I. 2006/ Tropeano D. - Eventi di piena torrentizia lungo il Torrente Mollasco (Comune di Acceglio, Provincia di Cuneo). Rapporto del 31 luglio 2006, R.I. 2006/ Tropeano D. - Evento di colata detritica il 16 luglio 2006 in Vallestretta (In zona di confine tra i Comuni di Bardonecchia - Italia e Nevache - Francia). Rapporto preliminare del 17 luglio 2006, R.I. 2006/ Tropeano D. - Frana di crollo in canalone laterale del T. Gran Vallon (Monte Chaberton, Comune di Cesana Torinese, Provincia di Torino). Rapporto Preliminare del 1 dicembre 2006, R.I. 2006/ Tropeano d. & Savio G. - Fenomeni di colata detritica torrentizia lungo i torrenti Rho, Frejus (Bardonecchia), Rio Nero (Oulx), Rio Croux (Sestriere) Provincia di Torino. Rapporto del 1 agosto 2006, R.I. 2006/ Tropeano D., Casazza M., Savio G. - Piena torrentizia del 14, 15 e 16 settembre 2006 nelle valli del Torinese e del Biellese - Osservazioni preliminari e di sintesi del 18 settembre 2006, R.I. 2006/ Tropeano D., Turconi L., Nocente V., Pelissero C. - Il dissesto idrogeologico nei bacini montani. Contributo del CNR-IRPI di Torino alla riduzione dei pericoli e danni da trasporto detritico torrentizio (già presentato al Seminario ottobre 2005: Gli interventi di sistemazione idraulico-forestali nella prevenzione dei rischi naturali. Le esperienze delle Regioni dell arco alpino. A cura Regione Piemonte Ass. Sviluppo della montagna e foreste, Opere pubbliche, Difesa del suolo), R.I. 2006/ Tropeano D., Turconi L., Savio G. - Colate detritiche del 24 giugno 2006, Torrenti Claretto e Marderello (Comune di Novalesa, Provincia di Torino). Rapporto preliminare 27 giugno 2006, R.I. 2006/ Relazione di avanzamento (Marzo 2006) e Rapporto conclusivo (Maggio 2006) sull analisi territoriale nell ambito della redazione del Piano intercomunale di protezione civile delle Valli Orco e Soana. Responsabile scientifico D. TROPEANO, Cordinamento Laura TURCONI. Collaboratori: V. NOCENTE, G. PIATTI, G. SAVIO. Consulenza tecnico-scientifica a cura dell IRPI-CNR, Sezione di Torino.

5 43. Turconi L. & Rigano L. - Gli scenari di rischio in ambiente alpino individuati da indagini territoriali. Nona conferenza italiana utenti ESRI, Roma 5-6 aprile 2006-Sessione poster. 44. Turconi L., Tropeano D., Nocente V., Piatti G., Savio G. - Analisi dei processi naturali finalizzata all identificazione dei rischi. Attività di prevenzione dell IRPI-CNR nell ambito della redazione di Piani di Protezione Civile. Brochure illustrativa a compendio del Piano Intercomunale di PC delle Valli Orco, Bordone e Soana. R.I. 2006/ Turitto O. e Audisio C. (2006) - Presentazione dei caratteri evolutivi dell'alveo del Torrente Orco, selezionato in territorio piemontese nell'ambito del Progetto MIUR-PRIN. Riunione preliminare, Padova 27 febbraio 2006, CDRom. 46. Turitto O. e Audisio C. (2006) - The Orco River. In: SURIAN N. et al. "The effects oh human impacts on alluvial channels in Italy", 37th International Binghamton Geomorphology Symposium 'Human Role in Changing Fluvial System', Columbia, South Carolina, October 20-22, 2006, poster session. 47. Turitto O., Audisio C. Agangi A. (2006) - La fascia di pertinenza fluviale del Torrente Orco desunta da elementi morfo-idrografici; situazioni di pericolosità idraulica e di pressione antropica al suo interno. Convenzione tra Regione Piemonte-Direzione Difesa del Suolo e CNR-IRPI di Torino nell'ambito del progetto "Monitoraggio e manutenzione del Fiume Orco nel tratto Pont Canavese- Po", Rapporto finale, giugno 2006, R.I. 06/ Turitto O., Audisio C., Agangi A. (2006) Metodologia adottata per l individuazione dei luoghi soggetti a pericolositá idraulica e a pressione antropica lungo il Torrente Orco, tributario alpino del Fiume Po in territorio piemontese. Giornate di studio promosse dall Autorità di Bacino Interregionale del Fiume Magra Nuovi approcci per la comprensione dei processi fluviali e la gestione dei sedimenti Sarzana, ottobre Sessione Poster.

PIANO PROVINCIALE DELLE ATTIVITÀ ESTRATTIVE della Provincia di Torino

PIANO PROVINCIALE DELLE ATTIVITÀ ESTRATTIVE della Provincia di Torino PIANO TERRITORIALE DI COORDINAMENTO PROVINCIALE PIANO PROVINCIALE DELLE ATTIVITÀ ESTRATTIVE della Provincia di Torino Allegato 1 Analisi dei corsi d'acqua provinciali e delle Attività Estrattive nelle

Dettagli

LUCA ZILIANI. Curriculum scientifico-professionale. Dati anagrafici e personali. Formazione. Attività di ricerca

LUCA ZILIANI. Curriculum scientifico-professionale. Dati anagrafici e personali. Formazione. Attività di ricerca Dati anagrafici e personali LUCA ZILIANI Curriculum scientifico-professionale Luogo e data di nascita Fiorenzuola d Arda (PC), 15/07/1981 Residenza via Mons. Luigi Ferrari n. 23, 29017 Fiorenzuola d Arda

Dettagli

E FENOMENI FRANOSI: UTILIZZO INTEGRATO DI TECNICHE A SCANSIONE LASER E POSIZIONAMENTO GEODETICO

E FENOMENI FRANOSI: UTILIZZO INTEGRATO DI TECNICHE A SCANSIONE LASER E POSIZIONAMENTO GEODETICO IRPI Consiglio Nazionale delle Ricerche ISTITUTO DI RICERCA PER LA PROTEZIONE IDROGEOLOGICA GRUPPO DI GEOMONITORAGGIO - TORINO IL MONITORAGGIO DI CORSI D ACQUA E FENOMENI FRANOSI: UTILIZZO INTEGRATO DI

Dettagli

I programmi di gestione dei sedimenti: strumenti di studio, pianificazione e integrazione.

I programmi di gestione dei sedimenti: strumenti di studio, pianificazione e integrazione. I programmi di gestione dei sedimenti: strumenti di studio, pianificazione e integrazione. G. Gaido, 1 C. Silvestro 1 1 Regione Piemonte, Direzione opere pubbliche, difesa del suolo, economia montana e

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI

INFORMAZIONI PERSONALI INFORMAZIONI PERSONALI Nome Collocazione attuale Incarico attuale E-mail FRANZI, LUCA DB1400-OPERE PUBBL, DIFESA DEL SUOLO, ECON. MONTANA FORESTE DB1422-Pianif.difesa suolo, difesa assetto idrogeol.e dighe

Dettagli

E-mail melania.defalco@unina.it melaniadefalco@yahoo.it. Valutazione del fattore di copertura del suolo per stima erosione sul Gran Cono del Vesuvio

E-mail melania.defalco@unina.it melaniadefalco@yahoo.it. Valutazione del fattore di copertura del suolo per stima erosione sul Gran Cono del Vesuvio CURRICULUM VITAE Informazioni personali Cognome/Nome Codice fiscale DFLMLN76H59L259X E-mail melania.defalco@unina.it melaniadefalco@yahoo.it Cittadinanza Italiana Data di nascita 19/06/1976 Luogo di nascita

Dettagli

GIUNTA PROVINCIALE DI TORINO -----------------------

GIUNTA PROVINCIALE DI TORINO ----------------------- GIUNTA PROVINCIALE DI TORINO ----------------------- Verbale n. 54 Adunanza 30 dicembre 2008 OGGETTO: INTESA TRA LA PROVINCIA DI TORINO ED IL CNR-IRPI PER LO STU- DIO FINALIZZATO ALLA DEFINIZIONE DI CRITERI,

Dettagli

PIANO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

PIANO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI TORINO COMUNITA MONTANA DEL PINEROLESE EX VALLI CHISONE E GERMANASCA PIANO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE AGGIORNAMENTO 2011 Allegato 5 IL SISTEMA DI ALLERTAMENTO METEO

Dettagli

XXVIII CAMPIONATO ITALIANO DI SCI DEGLI ARCHITETTI E XXII CAMPIONATO ITALIANO DI SCI DEGLI INGEGNERI CONVEGNO TECNICO

XXVIII CAMPIONATO ITALIANO DI SCI DEGLI ARCHITETTI E XXII CAMPIONATO ITALIANO DI SCI DEGLI INGEGNERI CONVEGNO TECNICO XXVIII CAMPIONATO ITALIANO DI SCI DEGLI ARCHITETTI E XXII CAMPIONATO ITALIANO DI SCI DEGLI INGEGNERI CONVEGNO TECNICO OGGETTO: RELAZIONE ORGANIZZATIVA PRELIMINARE E tradizione che nel periodo invernale

Dettagli

RISCHIO IDRAULICO ED IDROGEOLOGICO IN PIEMONTE

RISCHIO IDRAULICO ED IDROGEOLOGICO IN PIEMONTE RISCHIO IDRAULICO ED IDROGEOLOGICO IN PIEMONTE L EVOLUZIONE DEL SISTEMA DI PROTEZIONE CIVILE DAL 1994 AD OGGI Vincenzo COCCOLO Regione Piemonte Il quadro fisico del Piemonte Superficie pari a circa 25.000

Dettagli

Strumenti e concetti per strutturare l analisi di pericolosità idraulica

Strumenti e concetti per strutturare l analisi di pericolosità idraulica WORKSHOP PERICOLOSITÁ IDRAULICA NEL TERRITORIO MONTANO ITALIANO ED APPLICAZIONE DELLA DIRETTIVA EUROPEA ALLUVIONI Bolzano, 9-10 giugno 2011 Strumenti e concetti per strutturare l analisi di pericolosità

Dettagli

La prevenzione attraverso la gestione dei presidi idraulici ed idrogeologici

La prevenzione attraverso la gestione dei presidi idraulici ed idrogeologici La prevenzione attraverso la gestione dei presidi idraulici ed idrogeologici Settimo T.se, ottobre 2011 PRESIDI IDRAULICI E IDROGEOLOGICI DI REGIONE PROVINCIA COM PRESIDIO COMUNE... A COMUNE... B PUNTI

Dettagli

Schema di Progetto di Piano per la valutazione e la gestione del rischio di alluvioni. Allegato 5

Schema di Progetto di Piano per la valutazione e la gestione del rischio di alluvioni. Allegato 5 Schema di Progetto di Piano per la valutazione e la gestione del rischio di alluvioni Art. 7 della Direttiva 2007/60/CE e del D.lgs. n. 49 del 23.02.2010 Allegato 5 Quadro dei processi alluvionali prevalenti

Dettagli

Nome Bencivenga Mauro Data di nascita 22 Ottobre 1951 Qualifica Dirigente di II fascia Amministrazione ISPRA Incarico attuale Dirigente Servizio

Nome Bencivenga Mauro Data di nascita 22 Ottobre 1951 Qualifica Dirigente di II fascia Amministrazione ISPRA Incarico attuale Dirigente Servizio Nome Bencivenga Mauro Data di nascita 22 Ottobre 1951 Qualifica Dirigente di II fascia Amministrazione ISPRA Incarico attuale Dirigente Servizio Mareografico Numero telefonico dell ufficio 06-50074336

Dettagli

LA CITTADELLA INCA DI MACHU PICCHU: MONITORAGGIO DI POTENZIALI INSTABILITÀ DI VERSANTE

LA CITTADELLA INCA DI MACHU PICCHU: MONITORAGGIO DI POTENZIALI INSTABILITÀ DI VERSANTE LA CITTADELLA INCA DI MACHU PICCHU: MONITORAGGIO DI POTENZIALI INSTABILITÀ DI VERSANTE Giorgio LOLLINO, Marco BALDO, Daniele GIORDAN, Franco GODONE CNR IRPI, Sede di Torino; Strada delle Cacce 73, 10135

Dettagli

Assessorato alla Pianificazione Territoriale Difesa del suolo e Protezione Civile. TORINO, febbraio 2007

Assessorato alla Pianificazione Territoriale Difesa del suolo e Protezione Civile. TORINO, febbraio 2007 Assessorato alla Pianificazione Territoriale Difesa del suolo e Protezione Civile LA MANUTENZIONE ORDINARIA DEL TERRITORIO NELLA PROVINCIA DI TORINO I dati della fase attuativa TORINO, febbraio 2007 Responsabile

Dettagli

INTRODUZIONE AL PROBLEMA DELLA FRANOSITA DEI VERSANTI

INTRODUZIONE AL PROBLEMA DELLA FRANOSITA DEI VERSANTI Seminario: Il dissesto idrogeologico: dalla conoscenza del territorio alla sua protezione Milano, 20 maggio 2015 INTRODUZIONE AL PROBLEMA DELLA FRANOSITA DEI VERSANTI Dott. Geol. Dario Fossati Regione

Dettagli

1. Osservazioni della Regione applicabili agli elaborati idraulici

1. Osservazioni della Regione applicabili agli elaborati idraulici Ing. Giovanni Carena - Progettazioni idrauliche Via Casa Scopelli, 4/A 15050 Carbonara Scrivia (AL) Tel: 0131 892 955 Cell: 335 6070937 E-mail: giovanni_carena@alice.it Carbonara Scrivia, 3 marzo 2011

Dettagli

SEDALP: SEDIMENT MANAGEMENT IN ALPINE BASIN: INTEGRATING SEDIMENT CONTINUUM, RISK MITIGATION AND HYDROPOWER

SEDALP: SEDIMENT MANAGEMENT IN ALPINE BASIN: INTEGRATING SEDIMENT CONTINUUM, RISK MITIGATION AND HYDROPOWER Programma Spazio Alpino Cooperazione territoriale europea 2007 2013 Priorità 3: ambiente e prevenzione del rischio SEDALP: SEDIMENT MANAGEMENT IN ALPINE BASIN: INTEGRATING SEDIMENT CONTINUUM, RISK MITIGATION

Dettagli

Progetto MANUMONT Progetto di Piano direttore per la manutenzione del territorio collinare e montano

Progetto MANUMONT Progetto di Piano direttore per la manutenzione del territorio collinare e montano Progetto MANUMONT Progetto di Piano direttore per la manutenzione del territorio collinare e montano Premessa Il PAI (Piano stralcio per l Assetto Idrogeologico, approvato con DPCM 24 maggio 2001) ha l

Dettagli

PERICOLOSITA IDRAULICA NEL TERRITORIO MONTANO ITALIANO ED APPLICAZIONE DELLA DIRETTIVA EUROPEA ALLUVIONI

PERICOLOSITA IDRAULICA NEL TERRITORIO MONTANO ITALIANO ED APPLICAZIONE DELLA DIRETTIVA EUROPEA ALLUVIONI PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Dipartimento Risorse Forestali e Montane Servizio Bacini Montani PERICOLOSITA IDRAULICA NEL TERRITORIO MONTANO ITALIANO ED APPLICAZIONE DELLA DIRETTIVA EUROPEA ALLUVIONI Valutazione

Dettagli

CURRICULUM ATTIVITA SCIENTIFICA E DIDATTICA

CURRICULUM ATTIVITA SCIENTIFICA E DIDATTICA CURRICULUM ATTIVITA SCIENTIFICA E DIDATTICA Ph.D. Salemi Enzo Nato a Siracusa il 28/09/1976 Residente in Via Bologna 57 44100, Ferrara cell: 3396227104 Dipartimento di Scienze della Terra Polo Scientifico-Tecnologico

Dettagli

Introduzione al seminario sull utilizzo delle tecniche interferometriche satellitari: esperienze a confronto

Introduzione al seminario sull utilizzo delle tecniche interferometriche satellitari: esperienze a confronto Introduzione al seminario sull utilizzo delle tecniche interferometriche satellitari: esperienze a confronto ANGELO ROBOTTO DIRETTORE TECNICO ARPA PIEMONTE cura e alimenta il patrimonio conoscitivo, in

Dettagli

Regione Piemonte. Direzione Pianificazione e Gestione Urbanistica

Regione Piemonte. Direzione Pianificazione e Gestione Urbanistica Regione Piemonte Direzione Pianificazione e Gestione Urbanistica Settore Cartografico Regione Piemonte C.so Orbassano 336 (Centro NADIM) Torino tel. 011-4326466 - fax 011-4326462 - e-mail: cartografico@regione.piemonte.it

Dettagli

La metodologia IDRAIM e la valutazione della dinamica morfologica dei corsi d acqua

La metodologia IDRAIM e la valutazione della dinamica morfologica dei corsi d acqua La Direttiva Europea Alluvioni : verso una gestione del rischio idraulico in ambito montano - Bolzano, 21-22 Novembre 2013 La metodologia IDRAIM e la valutazione della dinamica morfologica dei corsi d

Dettagli

Consiglio Nazionale delle Ricerche ISTITUTO DI RICERCA PER LA PROTEZIONE IDROGEOLOGICA IL CASO DI STUDIO. 7 agosto 1981

Consiglio Nazionale delle Ricerche ISTITUTO DI RICERCA PER LA PROTEZIONE IDROGEOLOGICA IL CASO DI STUDIO. 7 agosto 1981 IL CASO DI STUDIO 7 agosto 1981 Una colata di fango e detriti si abbatte sul Torrente Champeyron a Beaulard Percorso didattico sui rischi naturali in ambiente transfrontaliero A cura di: Maura Giuliano

Dettagli

ATTIVITÀ DEL POLITECNICO DI TORINO

ATTIVITÀ DEL POLITECNICO DI TORINO Valutazione del Rischio Idrogeologico ATTIVITÀ DEL POLITECNICO DI TORINO Gruppo di Lavoro: Pierluigi Claps Francesco Laio Daniele Ganora Paola Allamano Argomenti Contributi su analisi regionale di frequenza

Dettagli

Comprensione dei meccanismi del trasporto solido in ambiente montano

Comprensione dei meccanismi del trasporto solido in ambiente montano Il rilievo geomorfologico dei corsi d acqua La loro evoluzione e stima del trasporto solido Udine, 1 dicembre 2006 Comprensione dei meccanismi del trasporto solido in ambiente montano Lorenzo Marchi Consiglio

Dettagli

E autrice di n 4 pubblicazioni scientifiche su rivista internazionale, 29 pubblicate in atti di convegni internazionali/nazionali

E autrice di n 4 pubblicazioni scientifiche su rivista internazionale, 29 pubblicate in atti di convegni internazionali/nazionali Gabriella Petaccia è nata il 15 Ottobre 1976 a Roma, nel 2000 si laurea in Ingegneria Ambiente e Territorio presso l Università di Roma la Sapienza con votazione 110/110 discutendo la tesi dal titolo:

Dettagli

Utilizzo integrato di misure GPS in continuo e rilievi laser scanner per il controllo del fenomeno di crollo di Le Ayas (Bardonecchia - Torino)

Utilizzo integrato di misure GPS in continuo e rilievi laser scanner per il controllo del fenomeno di crollo di Le Ayas (Bardonecchia - Torino) Utilizzo integrato di misure GPS in continuo e rilievi laser scanner per il controllo del fenomeno di crollo di Le Ayas (Bardonecchia - Torino) Giorgio LOLLINO, Marco BALDO, Daniele GIORDAN, Franco GODONE

Dettagli

3. La soluzione. 3.1 Il caso studio: evento ottobre 2015 nell area di Roma est

3. La soluzione. 3.1 Il caso studio: evento ottobre 2015 nell area di Roma est Sull utilizzo dei dati da sensore remoto e delle Volunteered Geographic Information a supporto della modellazione idraulica delle inondazioni fluviali Antonio Annis. Università per Stranieri di Perugia,

Dettagli

Trasporto solido e morfologia dell Adige: passato, presente e futuro

Trasporto solido e morfologia dell Adige: passato, presente e futuro Trasporto solido e morfologia dell Adige: passato, presente e futuro Francesco Comiti (Libera Università di Bolzano) Guido Zolezzi (Università di Trento) Sommario della presentazione Legame tra trasporto

Dettagli

VERSO IL CONTRATTO dei FIUMI SELE, TANAGRO E CALORE

VERSO IL CONTRATTO dei FIUMI SELE, TANAGRO E CALORE VERSO IL CONTRATTO dei FIUMI SELE, TANAGRO E CALORE Aula Consiliare Contursi Terme (SA), 30 luglio 2014 Geologo Rocco Lafratta referente CIRF Campania www.cirf.org r.lafratta@cirf.org - 3386996022 Cos

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo PISTIS SALVATORE Servizio Geologico, via Cadello n 9 B 09121 Cagliari Telefono 070 4092214 Fax

Dettagli

GLI INTERVENTI DI SISTEMAZIONE IDRAULICO-FORESTALI NELLA PREVENZIONE DEI RISCHI NATURALI LE LINEE DI AZIONE DELLA REGIONE PIEMONTE

GLI INTERVENTI DI SISTEMAZIONE IDRAULICO-FORESTALI NELLA PREVENZIONE DEI RISCHI NATURALI LE LINEE DI AZIONE DELLA REGIONE PIEMONTE GLI INTERVENTI DI SISTEMAZIONE IDRAULICO-FORESTALI NELLA PREVENZIONE DEI RISCHI NATURALI LE LINEE DI AZIONE DELLA REGIONE PIEMONTE G. Cacciabue, V.Debrando 1 La mitigazione degli effetti prodotti sul territorio

Dettagli

Master di II Livello in. Relazione finale attività di Tirocinio

Master di II Livello in. Relazione finale attività di Tirocinio Centro di Ricerca CERI Previsione, Prevenzione e Controllo dei Rischi Geologici Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Master di II Livello in Analisi e mitigazione del rischio idrogeologico

Dettagli

La piattaforma acqua della Convenzione delle Alpi

La piattaforma acqua della Convenzione delle Alpi La piattaforma acqua della Convenzione delle Alpi Idroelettrico, piani di gestione e rischio alluvioni Antonio Ballarin Denti 1, Andrea Bianchini 2 1 National Focal Point Alpine Convention 2 EURAC Research

Dettagli

Il monitoraggio delle colate detritiche

Il monitoraggio delle colate detritiche Workshop PERICOLOSITÁ IDRAULICA NEL TERRITORIO MONTANO ITALIANO ED APPLICAZIONE DELLA DIRETTIVA EUROPEA ALLUVIONI Bolzano, 9-10 giugno 2011 Il monitoraggio delle colate detritiche Lorenzo Marchi (CNR IRPI

Dettagli

Dott. Geol. Luana Isella

Dott. Geol. Luana Isella Dott. Geol. Luana Isella RISCHIO Rischio = pericolosità x vulnerabilità x esposizione Probabilità che in un dato periodo di tempo T possa verificarsi un evento La capacità che hanno Edifici e costruzioni

Dettagli

Rischio idraulico ed idrogeologico Scenario alla vasta scala: bacino unico regionale

Rischio idraulico ed idrogeologico Scenario alla vasta scala: bacino unico regionale Scenario alla vasta scala: bacino unico regionale Con deliberazione G.R. n. 45/57 del 30/10/1990, il Bacino Unico Regionale è stato suddiviso in sette Sub Bacini, ciascuno dei quali è caratterizzato da

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI G. D ANNUNZIO DI CHIETI-PESCARA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA E GEOLOGIA CURRICULUM DOTT. TOMMASO PIACENTINI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI G. D ANNUNZIO DI CHIETI-PESCARA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA E GEOLOGIA CURRICULUM DOTT. TOMMASO PIACENTINI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI G. D ANNUNZIO DI CHIETI-PESCARA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA E GEOLOGIA CURRICULUM DOTT. TOMMASO PIACENTINI DATI GENERALI Ricercatore nel Settore scientifico-disciplinare GEO/04 Geografia

Dettagli

Curriculum Scientifico e Professionale di Alessandro PASUTO

Curriculum Scientifico e Professionale di Alessandro PASUTO Curriculum Scientifico e Professionale di Alessandro PASUTO TITOLI SCIENTIFICI, ACCADEMICI ED ATTIVITÀ GESTIONALI 1984 laurea in Scienze Geologiche presso l'università degli Studi di Padova con una tesi

Dettagli

I dati ricavabili da suddette verifiche (tiranti, velocità, etc.) saranno comunque necessari per procedere con la fase progettuale esecutiva.

I dati ricavabili da suddette verifiche (tiranti, velocità, etc.) saranno comunque necessari per procedere con la fase progettuale esecutiva. INDICE 1. Premessa 1 2. Descrizione dei luoghi 1 3. Valutazione degli afflussi meteorici 3 4. Valutazione dei deflussi 6 5. Calcolo del DMV 7 6. Modifiche alle portate attese a seguito delle opere 10 1.

Dettagli

Rischio idrogeologico: applicazione di ArcView GIS per la pianificazione territoriale

Rischio idrogeologico: applicazione di ArcView GIS per la pianificazione territoriale Rischio idrogeologico: applicazione di ArcView GIS per la pianificazione territoriale Paola ALLEGRA, Filomena CRISTALDI, Giorgio LOLLINO, Guido NIGRELLI CNR IRPI Sezione di Torino. Strada delle Cacce,

Dettagli

SLAM: UN PROGETTO PER LA MAPPATURA E IL MONITORAGGIO DELLE FRANE

SLAM: UN PROGETTO PER LA MAPPATURA E IL MONITORAGGIO DELLE FRANE ORDINE REGIONALE DEI GEOLOGI PUGLIA SLAM: UN PROGETTO PER LA MAPPATURA E IL MONITORAGGIO DELLE FRANE Antonio Buonavoglia & Vincenzo Barbieri Planetek Italia s.r.l. n 2/2004 pagg. 32-36 PREMESSA Il progetto

Dettagli

AUTORITA DI BACINO INTERREGIONALE DEL FIUME FIORA

AUTORITA DI BACINO INTERREGIONALE DEL FIUME FIORA AUTORITA DI BACINO INTERREGIONALE DEL FIUME FIORA Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma Seminario Tecnico Il fiume Fiora tra la S.S. 1 ed il mare: aspetti idraulici e difesa costiera Roma, 16

Dettagli

Idrologia e rischi naturali Aurelia Sole Gruppo di Idrologia, Costruzioni Idrauliche e Costruzioni marittime

Idrologia e rischi naturali Aurelia Sole Gruppo di Idrologia, Costruzioni Idrauliche e Costruzioni marittime Dipartimento di Ingegneria e Fisica dell Ambiente Idrologia e rischi naturali Aurelia Sole Gruppo di Idrologia, Costruzioni Idrauliche e Costruzioni marittime Dipartimento di Ingegneria e Fisica dell Ambiente

Dettagli

COMUNITA MONTANA VALLI CHISONE GERMANASCA PELLICE PINEROLESE PEDEMONTANO

COMUNITA MONTANA VALLI CHISONE GERMANASCA PELLICE PINEROLESE PEDEMONTANO PROGETTO PRELIMINARE Approvato con Decreto del Commissario Straordinario della C.M. del Pinerolese n. 43 del 16/07/2015 REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI TORINO COMUNITA MONTANA VALLI CHISONE GERMANASCA PELLICE

Dettagli

Autore Anno Titolo In Codice Vaia F. 1971 Studio morfologico del bacino del Rio Brusago (Trentino)

Autore Anno Titolo In Codice Vaia F. 1971 Studio morfologico del bacino del Rio Brusago (Trentino) Vaia F. 1971 Studio morfologico del bacino del Rio Brusago (Trentino) Largaiolli T. 1971 Carta geologica del bacino del Rio Salé (Trentino) Govi M. 1971 L'evento alluvionale del 12-15 giugno 1957. I danni

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome/Nome Cittadinanza Italiana Data di nascita 07-05-1988 Sesso M Esperienza professionale Date Lavoro o posizione ricoperti Principali attività e responsabilità

Dettagli

Risorse telematiche di pianificazione Sito internet di Protezione civile per il monitoraggio

Risorse telematiche di pianificazione Sito internet di Protezione civile per il monitoraggio Corso di formazione per professionisti e tecnici per la redazione dei piani di emergenza Risorse telematiche di pianificazione Sito internet di Protezione civile per il monitoraggio Ing. Maurizio Molari

Dettagli

TAVOLO 2: Rischio idraulico e geomorfologia, attuazione direttive, cambiamenti climatici Premessa:

TAVOLO 2: Rischio idraulico e geomorfologia, attuazione direttive, cambiamenti climatici Premessa: TAVOLO 2: Rischio idraulico e geomorfologia, attuazione direttive, cambiamenti climatici Dossier di sintesi: quadro attuale finalizzato all analisi SWOT partecipata Premessa: Con riferimento ai temi da

Dettagli

Autorità di Bacino dei Fiumi Isonzo, Tagliamento, Livenza, Piave, Brenta-Bacchiglione

Autorità di Bacino dei Fiumi Isonzo, Tagliamento, Livenza, Piave, Brenta-Bacchiglione LA FASCIA DI PERTINENZA FLUVIALE E IL LUOGO DOVE MASSIMAMENTE E QUOTIDIANAMENTE SI INCONTRANO UOMO E FIUME LE FASCE DI PERTINENZA FLUVIALE: STUDI PROPEDEUTICI ALL INDIVIDUAZIONE E ALLA PIANIFICAZIONE DEGLI

Dettagli

Il sito web della Autorità di Bacino della Basilicata

Il sito web della Autorità di Bacino della Basilicata Il sito web della Autorità di Bacino della Basilicata GUIDA alla CONSULTAZIONE www.adb.basilicata.it a cura della Segreteria Tecnica Operativa Autorità di Bacino della Basilicata ottobre 2007 Home page

Dettagli

progetto organizzato da PRO NATURA TORINO

progetto organizzato da PRO NATURA TORINO progetto organizzato da PRO NATURA TORINO con la partecipazione di Pro Natura Piemonte Univ. di Torino - Fac. Veterinaria Parco Nazionale Gran Paradiso CIPRA Italia con il contributo della Regione Piemonte

Dettagli

Valutazione Globale Provvisoria

Valutazione Globale Provvisoria REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato Territorio e Ambiente DIPARTIMENTO REGIONALE DELL AMBIENTE Servizio 3 "ASSETTO DEL TERRITORIO E DIFESA DEL SUOLO Attuazione della direttiva 2007/60/CE

Dettagli

I programmi di attività della Regione del Veneto finalizzati alla previsione dei fenomeni geomorfologici ed idraulici

I programmi di attività della Regione del Veneto finalizzati alla previsione dei fenomeni geomorfologici ed idraulici I programmi di attività della Regione del Veneto finalizzati alla previsione dei fenomeni geomorfologici ed idraulici Relatore: Ing. MARIANO CARRARO Segretario Regionale per l Ambiente del Veneto Intervento

Dettagli

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Foggia. Workshop L'uso della modellistica idraulica nella difesa del suolo. Patrocinio Confindustria Foggia

Ordine degli Ingegneri della Provincia di Foggia. Workshop L'uso della modellistica idraulica nella difesa del suolo. Patrocinio Confindustria Foggia Ordine degli Ingegneri della Provincia di Foggia Workshop L'uso della modellistica idraulica nella difesa del suolo Patrocinio Confindustria Foggia Foggia 21/11/2006 Relatore: Ing. Dario Tricoli PROGRAMMA

Dettagli

Settore Decentrato Opere Pubbliche e Difesa Assetto Idrogeologico di Cuneo

Settore Decentrato Opere Pubbliche e Difesa Assetto Idrogeologico di Cuneo Settore Decentrato Opere Pubbliche e Difesa Assetto Idrogeologico di Cuneo Convegno formativo sulla protezione civile per gli Enti Locali 2 Luglio 2010 Centro Incontri Provincia di Cuneo IL RISCHIO IDROGEOLOGICO

Dettagli

Piano Stralcio per l Assetto Idrogeologico

Piano Stralcio per l Assetto Idrogeologico AUTORITA' di BACINO del RENO Piano Stralcio per l Assetto Idrogeologico art.1 c. 1 L. 3.08.98 n.267 e s. m. i. I RISCHIO DA FRANA E ASSETTO DEI VERSANTI Zonizzazione Aree a Rischio SCHEDA N. 62 Località:

Dettagli

Il governo delle piene nell ambito del sistema di allertamento nazionale per il rischio idraulico (Direttiva 27 febbraio 2004).

Il governo delle piene nell ambito del sistema di allertamento nazionale per il rischio idraulico (Direttiva 27 febbraio 2004). Il governo delle piene nell ambito del sistema di allertamento nazionale per il rischio idraulico (Direttiva 27 febbraio 2004). Attività di previsione, prevenzione, contenimento del danno e mitigazione

Dettagli

Gemellaggi per l Internalizzazione Regionale di Esperienze di successo (A.G.I.R.E. POR) A.G.I.R.E. POR - Bari 17.03. 2008 1

Gemellaggi per l Internalizzazione Regionale di Esperienze di successo (A.G.I.R.E. POR) A.G.I.R.E. POR - Bari 17.03. 2008 1 Gemellaggi per l Internalizzazione Regionale di Esperienze di successo (A.G.I.R.E. POR) A.G.I.R.E. POR - Bari 17.03. 2008 1 Fase 2.1.1 Trasferimento delle esperienze maturate dalla Regione Marche in materia

Dettagli

CURRICULUM VITAE. r:::~ ~

CURRICULUM VITAE. r:::~ ~ CURRICULUM VITAE r:::~ ~ INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono PROIETTI CHIARA VIA E-mail Nazionalità Italiana Luogo e data di nascita ISTRUZIONE EFORMAZIONE 01 Gennaio 2013 - attuale Assegno

Dettagli

IL DISSESTO IDROGEOLOGICO nuove scelte per la difesa del nostro Appennino

IL DISSESTO IDROGEOLOGICO nuove scelte per la difesa del nostro Appennino Comitato alluvione 11 Giugno 2011 onlus Il dissesto nell Appennino di Parma programmiamo la prevenzione Fornovo, Biblioteca Comunale, 20 Maggio 2014 IL DISSESTO IDROGEOLOGICO nuove scelte per la difesa

Dettagli

Attività di protezione civile per la gestione del rischio di alluvioni. Gorizia, 12 marzo 2013

Attività di protezione civile per la gestione del rischio di alluvioni. Gorizia, 12 marzo 2013 Attività di protezione civile per la gestione del rischio di alluvioni Gorizia, 12 marzo 2013 La gestione del rischio di alluvioni nell ambito di protezione civile prevede tre diverse fasi consequenziali

Dettagli

WATER IN THE ALPS 3 rd International Conference Preparatory Workshop n. 1: Hydrogeological risk in alpine environments (Trento, Sept.

WATER IN THE ALPS 3 rd International Conference Preparatory Workshop n. 1: Hydrogeological risk in alpine environments (Trento, Sept. Dal Piano di Assetto Idrogeologico verso il Piano di Gestione dlri del Rischio Alluvioni i Distretto Idrografico Alpi Orientali e Bacino dell Adige D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152 Superficie di 39.385 Km

Dettagli

STUDIOELB Ingegneri Associati

STUDIOELB Ingegneri Associati Ing. Ernesto La Barbera - Ing. Riccardo Giammarini - Ing. Andrea Deprati Ing. Simona Carrega - Ing. Michela La Barbera - Ing. Mauro Scaglione Corso Torino 17/6 sc. A - 16129 GENOVA tel. 010.5740568 - fax

Dettagli

Studio geomorfologico del Fiume Magra e del Fiume Vara finalizzato alla gestione dei sedimenti e della fascia di mobilità

Studio geomorfologico del Fiume Magra e del Fiume Vara finalizzato alla gestione dei sedimenti e della fascia di mobilità Dipartimento di Ingegneria Civile Università degli Studi di Firenze Studio geomorfologico del Fiume Magra e del Fiume Vara finalizzato alla gestione dei sedimenti e della fascia di mobilità Massimo RINALDI

Dettagli

PIANO DELLE ACQUE TORINO 2006 TERZO RAPPORTO ALLEGATO 1: ATLANTE DEI PUNTI DI MONITORAGGIO

PIANO DELLE ACQUE TORINO 2006 TERZO RAPPORTO ALLEGATO 1: ATLANTE DEI PUNTI DI MONITORAGGIO PIANO DELLE ACQUE TORINO 2006 TERZO RAPPORTO ALLEGATO 1: ATLANTE DEI PUNTI DI MONITORAGGIO PIANO DELLE ACQUE TORINO 2006 PIANO DI MONITORAGGIO SCHEDE MACROBACINO: DORA RIPARIA CORSO D ACQUA: Dora Riparia

Dettagli

Processi erosivi ed evoluzione dei corsi d acqua nel contesto dei cambiamenti climatici

Processi erosivi ed evoluzione dei corsi d acqua nel contesto dei cambiamenti climatici Processi erosivi ed evoluzione dei corsi d acqua nel contesto dei cambiamenti climatici Prad am Stilfser Joch - Prato allo Stelvio 19.06.2015 Francesco Comiti Facoltà di Scienze e Tecnologie Libera Università

Dettagli

RUWA acqua territorio energia

RUWA acqua territorio energia RUWA acqua territorio energia Modellistica Idrologica e Idraulica Programma di formazione software HEC Corsi in aula a Lecce (dal 04 al 07 Febbraio 2014) e Foggia (dal 18 al 21 Febbraio 2014) I Semestre

Dettagli

Curriculum Vitae. Informazioni personali

Curriculum Vitae. Informazioni personali Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome e Nome Da Re Fabio Anno di nascita 29/12/70 Struttura regionale Servizio Forestale di Belluno Incarico attuale Responsabile ufficio antincendio della provincia

Dettagli

L'uso della modellistica idraulica nella difesa del suolo

L'uso della modellistica idraulica nella difesa del suolo Ordine degli Ingegneri della Provincia di Foggia Workshop L'uso della modellistica idraulica nella difesa del suolo 4 Esempi di applicazione dei software HEC-HMS e HEC-RAS Canale Ozzeri (prov. di Lucca)

Dettagli

Date (da a) Dal Gennaio 2003 a Dicembre 2004

Date (da a) Dal Gennaio 2003 a Dicembre 2004 LUIGI PEROTTI Date (da a) Nome e indirizzo del datore di Tipo di azienda o settore Tipo di impiego Principali mansioni e responsabilità Da Gennaio 2006 DST Dipartimento di Scienze della Terra dell Università

Dettagli

Il rischio idraulico REGIONE EMILIA-ROMAGNA. Servizio Tecnico Bacino Reno. Giuseppe Simoni

Il rischio idraulico REGIONE EMILIA-ROMAGNA. Servizio Tecnico Bacino Reno. Giuseppe Simoni Il rischio idraulico Giuseppe Simoni Servizio Tecnico Bacino Reno REGIONE EMILIA-ROMAGNA Il rischio da eventi naturali CONCETTI FONDAMENTALI 1) Il RISCHIO è il prodotto di più fattori : - PERICOLOSITA

Dettagli

61 Ghiacciaio della Capra

61 Ghiacciaio della Capra IT4L01451010 61 Ghiacciaio della Capra Gruppo montuoso: Gran Paradiso, Alpi Graie, Alpi Occidentali Bacino idrografico: Lago Serrù, Orco, PO Comune: Ceresole Reale, Torino, Piemonte, Italia DOVE SI TROVA

Dettagli

COMUNE DI OULX (PROVINCIA DI TORINO)

COMUNE DI OULX (PROVINCIA DI TORINO) COMUNE DI OULX (PROVINCIA DI TORINO) VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 21 OGGETTO: VARIANTE P.R.G.C. PER ADEGUAMENTO P.A.I. - APPROVAZIONE DOCUMENTO PROGRAMMATICO - CORREZIONE ERRORE MATERIALE

Dettagli

Caratterizzazione geotecnica e valutazione delle condizioni di stabilità delle coperture detritiche nell area archeologica di Machu Picchu (Perù)

Caratterizzazione geotecnica e valutazione delle condizioni di stabilità delle coperture detritiche nell area archeologica di Machu Picchu (Perù) Giornale di Geologia Applicata 2 (2005) 210 216, doi: 10.1474/GGA.2005 02.0 30.0056 Caratterizzazione geotecnica e valutazione delle condizioni di stabilità delle coperture detritiche nell area archeologica

Dettagli

1. PREMESSA...2 2. INQUADRAMENTO GEOLOGICO...3. 2.1. Caratteri geologici generali...3 3. INQUADRAMENTO GEOMORFOLOGICO...4 4. CARTOGRAFIA PAI...

1. PREMESSA...2 2. INQUADRAMENTO GEOLOGICO...3. 2.1. Caratteri geologici generali...3 3. INQUADRAMENTO GEOMORFOLOGICO...4 4. CARTOGRAFIA PAI... RELAZIONE GEOLOGICA E GEOMROFOLOGICA SOMMARIO 1. PREMESSA...2 2. INQUADRAMENTO GEOLOGICO...3 2.1. Caratteri geologici generali...3 3. INQUADRAMENTO GEOMORFOLOGICO...4 4. CARTOGRAFIA PAI...8 5. CONCLUSIONI...11

Dettagli

Seminario proposto dall Ordine degli Architetti PCC Monza e Brianza col Patrocinio della Consulta Architetti Lombardi Durata presentazione : 1 ora

Seminario proposto dall Ordine degli Architetti PCC Monza e Brianza col Patrocinio della Consulta Architetti Lombardi Durata presentazione : 1 ora Seminario proposto dall Ordine degli Architetti PCC Monza e Brianza col Patrocinio della Consulta Architetti Lombardi Durata presentazione : 1 ora Sala conferenze ELLEPI libere professioni Monza (MB),

Dettagli

Sommario. Anselmo associati Chieri (Torino)

Sommario. Anselmo associati Chieri (Torino) Sommario 1 PREMESSA... 3 1.1 La definizione delle aree a diversa pericolosità... 4 1.2 Riferimenti normativi... 6 1.3 La documentazione esistente... 6 1.4 La cartografia di riferimento... 7 2 LA RETE IDROGRAFICA

Dettagli

AUTORITA INTERREGIONALE

AUTORITA INTERREGIONALE AUTORITA INTERREGIONALE di BACINO della BASILICATA www.adb.basilicata.it Piano di bacino stralcio del bilancio idrico e del deflusso minimo vitale RELAZIONE Collaborazione Sogesid S.p.A. Consulenza scientifica

Dettagli

I due concetti fondamentali nell organizzazione dei dati per la strutturazione del DB sono quelli di entità e di classe.

I due concetti fondamentali nell organizzazione dei dati per la strutturazione del DB sono quelli di entità e di classe. ENTITÀ E CLASSI I due concetti fondamentali nell organizzazione dei dati per la strutturazione del DB sono quelli di entità e di classe. L Entità è l unità minima di informazione. Entità dello stesso tipo

Dettagli

Studio idrologico e idraulico del tratto vallivo del Borro di Gavinaia in loc. Greve in Chianti

Studio idrologico e idraulico del tratto vallivo del Borro di Gavinaia in loc. Greve in Chianti Studio idrologico e idraulico del tratto vallivo del Borro di Gavinaia in loc. Greve in Chianti Autore: Alberto Meucci Titolo di Laurea: Laurea Triennale in Ingegneria Civile Università: Facoltà di Ingegneria

Dettagli

Responsabile Scientifico prof. ing. Maurizio Rosso

Responsabile Scientifico prof. ing. Maurizio Rosso PROGRAMMA GENERALE DI GESTIONE DEI SEDIMENTI (PGS) PER I CORSI D ACQUA PIEMONTESI Torrente Pellice e Torrente Chisone Relazione CONTRATTO DI RICERCA N. 1236/2006 CONVENZIONE AIPO N. 334 rep. 20/12/2006

Dettagli

Sistema di indicatori e Progetto di una Relazione sullo stato delle Alpi 115

Sistema di indicatori e Progetto di una Relazione sullo stato delle Alpi 115 Sistema di indicatori e Progetto di una Relazione sullo stato delle Alpi 115 C7 Rischi naturali C7.1 Principali obiettivi di riferimento nella Convenzione delle Alpi Particolare considerazione dei rischi

Dettagli

5. COMPRENSORIO DI PIAGGE-SAN SALVATORE (AP-20 AREA STRALCIATA) 5.1 VERIFICA PRELIMINARE E VERIFICA SEMPLIFICATA

5. COMPRENSORIO DI PIAGGE-SAN SALVATORE (AP-20 AREA STRALCIATA) 5.1 VERIFICA PRELIMINARE E VERIFICA SEMPLIFICATA 5. COMPRENSORIO DI PIAGGE-SAN SALVATORE (AP-20 AREA STRALCIATA) 5.1 VERIFICA PRELIMINARE E VERIFICA SEMPLIFICATA Il Comprensorio PIAGGE SAN SALVATORE si estende a Sud del centro urbano della Città, lungo

Dettagli

Dipartimento di Scienze della Terra, Università di Bologna 2. ISMAR - CNR Bologna

Dipartimento di Scienze della Terra, Università di Bologna 2. ISMAR - CNR Bologna 87 EVOLUZIONE STORICA DEL DELTA DEL DANUBIO (MAR NERO) Adriana Galvani 1, Francesco Marabini 2 1 Dipartimento di Scienze della Terra, Università di Bologna 2 ISMAR - CNR Bologna 1 - La costa romena e il

Dettagli

A free and stand-alone tool integrating geospatial workflows to evaluate sediment connectivity in alpine catchments

A free and stand-alone tool integrating geospatial workflows to evaluate sediment connectivity in alpine catchments A free and stand-alone tool integrating geospatial workflows to evaluate sediment connectivity in alpine catchments S. Crema, L. Schenato, B. Goldin, L. Marchi, M. Cavalli CNR-IRPI Outline The evaluation

Dettagli

Corso Torino 17/6 sc. A - 16129 GENOVA tel. 010.5740568 - fax 010.4211059 e-mail: inge@studioelb.it PEC: studio@pec.studioelb.it

Corso Torino 17/6 sc. A - 16129 GENOVA tel. 010.5740568 - fax 010.4211059 e-mail: inge@studioelb.it PEC: studio@pec.studioelb.it Ing. Ernesto La Barbera - Ing. Riccardo Giammarini - Ing. Andrea Deprati Ing. Simona Carrega - Ing. Michela La Barbera - Ing. Mauro Scaglione Corso Torino 17/6 sc. A - 16129 GENOVA tel. 010.5740568 - fax

Dettagli

- PROGETTAZIONE - DIREZIONE LAVORI - COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA - CONSULENZA TECNICO-ECONOMICA

- PROGETTAZIONE - DIREZIONE LAVORI - COORDINAMENTO DELLA SICUREZZA - CONSULENZA TECNICO-ECONOMICA SERVIZI DI INGEGNERIA NEL SETTORE DELL IDRAULICA URBANA (ACQUEDOTTI, FOGNATURE, IMPIANTI DI DEPURAZIONE), DELLE SISTEMAZIONI FLUVIALI E DELL ASSETTO IDROGEOLOGICO - PROGETTAZIONE - DIREZIONE LAVORI - COORDINAMENTO

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI

INFORMAZIONI PERSONALI INFORMAZIONI PERSONALI Nome Collocazione attuale Incarico attuale E-mail COMPAGNONE, GIUSEPPE DB1100-AGRICOLTURA DB1122-Calamità ed avversità naturali in agricoltura Attività specialistiche di applicazione

Dettagli

INDIVIDUAZIONE DEI MOVIMENTI FRANOSI CON TECNICHE MULTIDISCIPLINARI NELL AREA DELL OLTREPO PAVESE

INDIVIDUAZIONE DEI MOVIMENTI FRANOSI CON TECNICHE MULTIDISCIPLINARI NELL AREA DELL OLTREPO PAVESE INDIVIDUAZIONE DEI MOVIMENTI FRANOSI CON TECNICHE MULTIDISCIPLINARI NELL AREA DELL OLTREPO PAVESE Mauro CARDINALI (*), Daniela CARRION (**), Giovanmaria LECHI (**), Paola REICHENBACH (*) (*) CNR IRPI di

Dettagli

Ricercatore Universitario Confermato

Ricercatore Universitario Confermato Giorgio BONI Via Magliotto, 2, Campus Universitario, Palazzina Marchi I-17100 Savona, IItalia +39-019-230271 Cellulare: +39-019-23027240 Giorgio.boni@cimafoundation.org Italiana 06/06/1968 M Ricercatore

Dettagli

Definizione delle aree a pericolosità idraulica realizzata nell ambito degli studi per l attuazione della Direttiva Alluvioni

Definizione delle aree a pericolosità idraulica realizzata nell ambito degli studi per l attuazione della Direttiva Alluvioni Definizione delle aree a pericolosità idraulica realizzata nell ambito degli studi per l attuazione della Direttiva Alluvioni Dott. Aldo Guadagnino Dirigente Servizio 3 Assetto del territorio e difesa

Dettagli

IMPIANTO IDROELETTRICO AD ACQUA FLUENTE SUL FIUME ADIGE ANALISI IDRAULICA BIDIMENSIONALE ED EVOLUZIONE MORFOLOGICA DEL FONDO ALVEO

IMPIANTO IDROELETTRICO AD ACQUA FLUENTE SUL FIUME ADIGE ANALISI IDRAULICA BIDIMENSIONALE ED EVOLUZIONE MORFOLOGICA DEL FONDO ALVEO IMPIANTO IDROELETTRICO AD ACQUA FLUENTE SUL FIUME ADIGE ANALISI IDRAULICA BIDIMENSIONALE ED EVOLUZIONE MORFOLOGICA DEL FONDO ALVEO Torino, 9-10 Ottobre 2013 Ing. S. Rossato L'impianto idroelettrico Corso

Dettagli

Risk definition, planning and prevention activities, emergency and civil protection organization in Province of Trento Provincial legislation

Risk definition, planning and prevention activities, emergency and civil protection organization in Province of Trento Provincial legislation convenzione delle alpi Methodologies and best practices for the participation of the stakeholders involved in flood risk prevention Metodologie e buone prassi per il coinvolgimento degli stakeholder er

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome Nome) PIZZIOLO MARCO Indirizzo) VIA DEL BOSCO 74 40065 PIANORO (BO) Telefono) 051 284210 Mobile 3470984152 Fax E-mail mpizziolo@regione.emilia-romagna.it

Dettagli

Capitolo 9 PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI 9 PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI

Capitolo 9 PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI 9 PROGRAMMA DEGLI INTERVENTI 9 Il Piano per l assetto idrogeologico ha lo scopo di assicurare, attraverso vincoli, direttive e la programmazione di opere strutturali, la difesa del suolo - in coerenza con le finalità generali indicate

Dettagli

Il Contratto di Fiume: strumento t per la gestione e riqualificazione dei paesaggi fluviali e delle aree a rischio idrogeologico

Il Contratto di Fiume: strumento t per la gestione e riqualificazione dei paesaggi fluviali e delle aree a rischio idrogeologico RemTech 2012 21 settembre Il Contratto di Fiume: strumento t per la gestione e riqualificazione dei paesaggi fluviali e delle aree a rischio idrogeologico Coordinatori: Endro Martini, Filippo M. Soccodato

Dettagli