SETTIMANALE D INFORMAZIONE DELLA PROVINCIA SULCIS-IGLESIENTE. dei bottoni gli stipendi (e che stipendi!!) sono assicurati.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SETTIMANALE D INFORMAZIONE DELLA PROVINCIA SULCIS-IGLESIENTE. dei bottoni gli stipendi (e che stipendi!!) sono assicurati."

Transcript

1 SETTIMANALE D INFORMAZIONE DELLA PROVINCIA SULCIS-IGLESIENTE Poste Italiane S.p.A. - Spedizione A.P. D.L. 24/12/2003, n. 353, conv. in L. 27/02/2004 n Cagliari Carbonia Anno XXII numero 528 del 31 Marzo 2011 Euro 1,00 CONCESSIONARIA PER IL SULCIS-IGLESIENTE Via Nazionale, zona PIP - Carbonia Tel DIRITTO AL LAVORO Massimo Carta Portovesme FORMUFFICIO.IT Rag. Francesco Manca Concessionario Buffetti Forniture articoli per ufficio Libri giuridici e per corsi Vendita assistenza personal computer Via Gramsci, 31 - Carbonia Tel Fax Qualcuno li aveva definiti i nuovi volti della violenza. E tali sono. Perché di fronte al diritto del lavoro non possono esserci né freni, né orpelli che ne impediscano la conservazione, soprattutto laddove c è qualcuno che chiede, nel rispetto della legge vigente, di poter spendere di tasca per mantenere in piedi l apparato produttivo. Chi ostacola, o semplicemente rinvia perché regola la sua coscienza con i meccanismi della burocrazia, sta usando violenza verso chi dal lavoro trae sostentamento per se e per la sua famiglia. Costoro sono i nuovi criminali della società che sempre più è regolata da questo imbarbarimento, i cui effetti sono sotto gli occhi di tutti. Chiamiamola mafia, camorra, ndrangheta, ma sempre malaffare è, e i suoi tentacoli sono nella politica ministeriale, regionale, provinciale o comunale; ma anche nelle varie articolazioni del sottogoverno dov è più facile servire il più forte e capobastone. Il solo pensare che il Sulcis, nella gestione delle vertenze industriali, ma non solo, è sotto gli effetti dei nuovi volti della violenza rattrista e preoccupa. Ogni settimana si scoprono nuovi ostacoli che impediscono una regolare programmazione produttiva. Non importa se centinaia di lavoratori sono attendati sotto i vari Ministeri romani o la Regione: nella stanza dei bottoni gli stipendi (e che stipendi!!) sono assicurati. Attenzione, però. Quanto accade nel Nord Africa potrebbe sfociare, sia pure meno cruentamente, nel Sulcis. Da qui l esigenza che tale deprecabile disperazione venga prevenuta. Pertanto Governo nazionale e regionale, Prefettura e istituzioni locali non possono più attendere che il territorio sversi l ultima goccia di pazienza e tolleranza. Il diritto al lavoro non può essere mercificato. pagina 3-4 APPROVATO A GONNESA IL PIANO URBANISTICO Gonnesa PROGETTO CHIESE MINERARIE Masua pagina 5 pagina 7 LA SARDEGNA PRONTA A FARE LA SUA PARTE CON UN PIANO D ACCOGLIENZA PROFUGHI LIBICI Gli animali selvatici del Sulcis Iglesiente, trovati feriti o in momentanea difficoltà di movimento, d ora in avanti potranno essere soccorsi e curati presso un centro specialistico di Villamassargia. Lo ha deciso la Provincia che ha stipulato un contratto d appalto per l affidamento del servizio di primo intervento, assistenza e recupero della fauna selvatica terrestre in difficoltà rinvenuta nel territorio del Sulcis Iglesiente. Il servizio avrà durata di due anni con decorrenza immediata e dovrà essere eseguito su mammiferi, uccelli, rettili e anfibi dei quali esistono popolazioni viventi, stabilmente o temporaneamente, in stato di naturale libertà nel territorio della Regione. pagina 10 Guerra in Libia Non si tratta di una arrogante operazione di palazzo, verticistica e noncurante del ruolo fondamentale del Consiglio regionale, bensì di un azione di sensibilità e responsabilità che la Giunta aveva il dovere di avviare e approfondire a vantaggio sia della società civile che del riequilibrio tra l esecutivo e la massima assemblea sarda, per far riacquistare al Consiglio regionale la centralità nella definizione degli indirizzi politici. E quanto rimarcato dall assessore degli Affari generali, personale e riforma della Regione, Mario Floris, all indomani dell approvazione in Giunta della proposta di modifica statutaria per la riduzione da 80 a 60 del numero dei consiglieri regionali, in un ottica anche di contenimento dei costi della politica. Non vi è stata e mai vi sarà alcuna volontà di interferire e di condizionare i lavori del Consiglio regionale e della Commissione Autonomia ha puntualizzato Floris - bensì il provvedimento va La Sardegna, compatibilmente con le proprie possibilità materiali e in condivisione con le comunità locali, è pronta a fare la sua parte nell accoglienza dei profughi provenienti dalla Libia. La disponibilità dell isola è stata portata all attenzione del Ministro Maroni dal vice presidente della Regione e assessore della Programmazione Giorgio La Spisa, che ha partecipato al tavolo tra Stato e regioni in rappresentanza del presidente della Regione Ugo Cappellacci. La questione richiede un azione su più livelli: quello nazionale e quello europeo - ha sottolineato Cappellacci - occorre una grande mobilitazione umanitaria, che deve tener conto sia delle esigenze di accoglienza che di quelle della convivenza civile. Concetto che l assessore La Spisa ha ribadito al ministro Maroni. Le diversità di posizioni politiche emerse in questi giorni e in queste ore sulle vicende internazionali in cui è impegnata anche la nostra Nazione - ha spiegato La Spisa - non ci risparmiano l obbligo umano di predisporci all accoglienza di popolazioni profughe da un area martoriata dalla guerra. Dobbiamo far di tutto perché il nostro popolo e la nostra terra siano all altezza di questa sfida. Aver presente il bisogno di chi fugge, ma anche la pace e la sicurezza dei nostri cittadini. Siamo disponibili a farci carico dei profughi che verranno dislocati in Sardegna per senso di responsabilità e solidarietà - proseguono Cappellacci e La Spisa - ma la scelta dei siti deve essere caratterizzata da due condizioni essenziali che sono quello della massima condivisione con le comunità locali e del rispetto delle proporzioni tra numero di abitanti e vocazioni territoriali. Escludiamo esplicitamente la scelta di siti militari o carcerari dismessi e destinati a una riconversione produttiva turistica. VILLAMASSARGIA UN PRONTO SOCCORSO PER ANIMALI SELVATICI APPREZZAMENTO TRA LA GENTE PER LA RIDUZIONE DEL NUMERO DEI CONSIGLIERI NELLA REGIONE inteso come propedeutico a una più ampia modifica del nostro Statuto speciale. In particolare l assessore tiene a precisare che l argomento era già stato calendarizzato in Giunta e che la mancata audizione in Commissione è dovuta unicamente alla contestualità degli impegni. L esecutivo regionale, infatti, lungi dall influire sulle prerogative del Consiglio e dei singoli consiglieri - ha ribadito l esponente della Giunta Cappellacci - è disponibile a collaborare attivamente con l organo assembleare per la definizione di percorsi e processi di riforma che richiedono il massimo coinvolgimento. D altronde, lo stesso dibattito scaturito in seguito all approvazione del provvedimento, testimonia l esigenza di evitare che la difesa delle proprie prerogative determini rallentamenti che, considerati i tempi di attuazione dei procedimenti, non ci possiamo permettere. pagina 2

2 2 numero 528 del 31 Marzo 2011 Regione Pur senza volere entrare nel merito di polemiche pretestuose, le dichiarazioni della Segretaria Generale della UIL sarda sui costi della politica meritano più di una precisazione. Trattandosi di un argomento di rilevante importanza, molto sentito a livello di opinione pubblica, la sua trattazione merita una precisa e doverosa disamina della realtà. Il fatto di assumere dati riferiti al 2009, quando nel frattempo sono state poste in essere significative azioni volte a ridurre i costi della politica, tende a raffigurare una realtà falsata, oramai ampiamente superata dai fatti. Infatti il Consiglio Regionale della Sardegna, già da qualche anno, con pieno successo, ha adottato una politica gestionale improntata ad una severa morigeratezza tesa ad eliminare gli sprechi ed a contenere le spese. Solo nei due Il settimanale di casa tua Ogni Giovedì in edicola o in abbonamento LA PRESIDENTE CLAUDIA LOMBARDO PRECISA SULLA GESTIONE FINANZIARIA DEL CONSIGLIO REGIONALE anni della presente legislatura il risparmio è stato del 15,29 per cento, dovuto a un taglio nella dotazione finanziaria del Consiglio, voluto dalla stessa Assemblea, di ben 13 milioni di euro. Se comparato agli ultimi quattro anni, da quando cioè si è verificata una inversione di tendenza nella dotazione finanziaria del Consiglio, il risparmio complessivo è stato del 23,81 per cento, pari a una riduzione di 22 milioni 500 mila euro. Risultati ottenuti senza peraltro venir meno all esigenza di un alta qualità delle prestazioni e dei servizi parlamentari, sempre rispondenti a oggettivi criteri di efficienza ed efficacia. Dati significativi che, è bene sottolinearlo, non trovano riscontro nel panorama istituzionale nazionale. Dove, sia per i due rami del Parlamento, che per le altre assemblee elettive regionali, l attuazione di misure volte al risparmio si colloca ben al di sotto dei dati fatti registrare dal nostro Parlamento regionale. Dati che, per quanto attiene al Parlamento dei sardi, disegnano una realtà ben differente da quella che ha voluto fornire la Segretaria Generale della UIL sarda Francesca Ticca, nel corso del convegno organizzato per presentare la campagna nazionale del sindacato sui costi della politica, sommando impropriamente gli stanziamenti relativi al funzionamento della Giunta con quelli del Consiglio Regionale. Due entità ben distinte per prerogative istituzionali, funzionali e gestionali. In tutta evidenza quella seguita dal Consiglio Regionale è una politica di notevole risparmio che sostanzia nei fatti il comportamento virtuoso volutamente assunto e che testimonia Claudia Lombardo come la nostra istituzione, in una situazione di grave difficoltà economica e sociale per il Popolo sardo, abbia dato prova di grande responsabilità e sensibilità nella gestione delle spese per il proprio funzionamento, riducendole di fatto notevolmente. Nel quadro di questi provvedimenti per quanto attiene direttamente ai consiglieri regionali si sono prodotti considerevoli tagli: riduzione del 10 % delle indennità; eliminazione delle indennità di missione e dei biglietti viaggio in favore dei consiglieri regionali e dei loro familiari; riduzione dell indennità di reinserimento dei consiglieri e aumento della percentuale di contribuzione richiesta per ottenere il vitalizio e altresì dell età, da 60 a 65 anni, a partire dalla quale si può usufruire dello stesso. Infine, ma non ultimo, una nota a parte merita il capitolo relativo alle spese di rappresentanza della Presidenza dove il risparmio registrato è stato del 100%, considerato che per lo scorso anno lo stanziamento in conto di dette spese non è stato toccato, essendosi la Presidente limitata ad utilizzare esclusivamente i residui delle competenze del precedente esercizio. La somma così risparmiata è stata destinata ai reparti di pediatria e di ginecologia degli ospedali sardi, uno per provincia, per finanziare interventi finalizzati a migliorare qualità della vita dei bambini e delle gestanti ricoverati. La Presidente Claudia Lombardo ORMAI DECISO PER MAGGIO AMMINISTRATIVE E REFERENDUM COMUNE DI PULA PROV. CAGLIARI BANDO DI GARA REALIZZAZIONE E GESTIONE, MEDIANTE PROMOTORE FINANZIARIO, DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI DA INSTALLARE SU EDIFICI DI PROPRIETÀ COMUNALE Luogo di esecuzione: Pula-Immobili: 1. Scuola Elementare Aldo Moro; 2. Scuola Elementare Santa Margherita; 3. Scuola Elementare Su Rundò; 4. Scuola Materna Is Iscas; 5. Scuola Media B.Croce; IMPORTO TOTALE DELL APPALTO: Quantitativo o entità totale: ,00 (diconsi cinquecentotredicimila/00) (per quindici anni) al netto dell Iva di cui annuo ,00 (diconsi trentaquattroduecento/00) al netto dell Iva Quantitativo o entità totale dei lavori ai fini della qualificazione, IVA esclusa: ,00 (quattrocentosessantacinquemila/00) (oneri di sicurezza compresi) di cui a corpo ,00 (quattrocentosessantacinquemila/00) a misura 0,00 (zero/00) in economia 0,00 (zero/00) Termine per ricevimento offerte: ore 12 del 29 aprile Responsabile del procedimento Geom. Enrico Murru Direttore Responsabile: MASSIMO CARTA Edizioni Sulcis di Salis Rosanna & C. sas Sede legale: Via Dalmazia Carbonia registrazione Tribunale Cagliari: decreto 15/1990 Iscriz. Registro Nazionale della Stampa n del 10 Giugno 1996 ROC 3802 Settimanale del Sulcis - Iglesiente CCIAA Reg. Imprese REA P. IVA Abbonamento Annuo (48 numeri) ITALIA: Euro 40 - PAESI CEE: Euro 80 - PAESI EXTRACOMUNITARI: Euro 160 CC. n Edizioni sulcis sas - Via Bandiera, CORTOGHIANA Hanno collaborato a questo numero: Gianni Podda, Alessandro Carta, Sergio Rombi, Armando Cusa, Marco Massa, Alfio Gessa, Elena Cossu, Sabrina Carta, Pino Piras, Giovanni Fiabane, Marcello Murru, Claudio Moica. Direzione - Redazione - Pubblicità: Via Gramsci, Carbonia (CA) Tel Fax Foto e articoli inviati al giornale, anche via , sono da intendersi a titolo gratuito. La Direzione ne diviene proprietaria e si riserva la facoltà di pubblicarli. Responsabile Pubblicità: ROBERTO CARTA tel Grafica, impaginazione, stampa e allestimento: CTE Iglesias Z.Ind. Sa Stoia Tel. e fax Distribuzione: Fantini - Agenzia di distribuzione stampa s.r.l. - Km str. Prov. 120 Sestu Elmas - Tel La Giunta regionale ha deliberato di fissare la data per lo svolgimento delle consultazioni per l elezione diretta dei sindaci e il rinnovo dei consigli comunali per i giorni 15 e 16 maggio Gli eventuali turni di ballottaggio potranno essere effettuati il 29 e il 30 maggio. Il presidente della Regione ha firmato i decreti sia per le elezioni che per il referendum regionale sul nucleare: anche per quest ultimo, pertanto, i cittadini avranno a disposizione due giorni, non uno solo, per esprime il proprio voto. La concentrazione delle date per entrambe le consultazioni - ha commentato il presidente Cappellacci- risponde a una duplice esigenza: consentire il risparmio di denaro pubblico e favorire la partecipazione ad una consultazione referendaria di fondamentale importanza. VIVO APPREZZAMENTO PER LA RIDUZIONE DEL NUMERO DEI CONSIGLIERI REGIONALI Mario Floris Via libera dalla Giunta regionale alla proposta di riduzione del numero dei consiglieri regionali. La modifica dell articolo 16 dello Statuto speciale della Sardegna, su iniziativa dell assessore degli Affari generali, personale e riforma della Regione Mario Floris, prevede di portare a 60, rispetto agli attuali 80, i rappresentanti eletti nella massima assemblea sarda. E una prima indicazione concreta ha commentato il presidente Ugo Cappellacci - che rientra nel più ampio e complesso dibattito sulle riforme e sulla questione della riduzione dei rappresentanti elettivi. La riduzione dei componenti dell Assemblea comporterebbe un riequilibrio proporzionale tra il numero degli eletti e la popolazione, una maggiore snellezza dell assemblea legislativa e un significativo contenimento della spesa pubblica. La proposta di riforma rappresenta, innanzitutto, un primo passo verso la razionalizzazione della composizione del Consiglio regionale il cui funzionamento è spesso appesantito dall eccessivo numero di consiglieri che causa rallentamenti nei lavori e difficoltà nella corretta gestione dei processi decisionali. In secondo luogo, la riduzione favorirebbe una migliore organizzazione dell assemblea e dei suoi organi interni, determinando significative ricadute in termini di efficacia ed efficienza dell azione dell intero apparato. Inoltre, l intervento riavvicinerebbe la Sardegna alle altre regioni con un numero di abitanti più o meno corrispondente (per es.: Abruzzo, Liguria e Marche i cui Consigli regionali sono composti, rispettivamente, da 40, 50 e 42 membri), portando il rapporto tra consiglieri e popolazione da quello attuale di uno ogni ventimila abitanti circa a quello, più congruo, di uno ogni ventottomila. La modifica statutaria, coerentemente con gli attuali orientamenti per il contenimento dei costi della politica ha affermato l assessore Floris rappresenta una prima significativa risposta alla crescente richiesta da parte della società civile di maggiore sobrietà e rigore nell ambito delle attività politiche e istituzionali, perseguendo tra l altro l obiettivo di rafforzare la credibilità delle istituzioni regionali e di riavvicinare l organo legislativo agli elettori. Per scongiurare il rischio che la riduzione possa riflettersi in una minore rappresentatività dell assemblea, è prevista però l introduzione di due nuovi commi che puntano proprio alla sua salvaguardia da eventuali distorsioni. Il primo prevede che il numero dei consiglieri regionali non possa essere modificato, a prescindere anche dal sistema elettorale che venga in futuro adottato, mentre il secondo comma stabilisce la garanzia della rappresentanza per tutti gli ambiti provinciali della Sardegna, evitando così che, un minore numero di consiglieri, possa in qualche modo tradursi in una limitazione del diritto di tutti i territori della regione a essere rappresentati in Consiglio regionale. Il tuo Giornale in abbonamento o in edicola Via Gramsci, Carbonia Tel Fax Cell

3 Lavoro numero 528 del 31 Marzo SI FA SEMPRE PIU DURA LA VERTENZA EURALLUMINA DISPONIBILITA GOVERNATIVA NON ACCOLTA DA RU.SAL. Massimo Carta Altro incontro previsto per fine marzo presso il Ministero per lo Sviluppo Economico per discutere della vertenza Eurallumina. Realisticamente, però, nessuno s illude che tale incontro possa sancire la conclusione del confronto tra forze politiche e sindacali da una parte e proprietà Ru.Sal. dall altra. Il motivo è ormai evidente: Ru.Sal. dopo avere ottenuto mille agevolazioni pur di riaprire lo stabilimento di Portovesme, tergiversa con l intento di strappare l impossibile, sfruttando il momento assai delicato in cui versa sia il territorio che la Sardegna, ma anche il quadro complessivo nazionale e internazionale. Al momento, ed è l unica concretezza, è stata rinnovata la cassa integrazione per i poco meno di 500 dipendenti, cassa integrazione che andrà avanti fino a giugno prossimo, nella speranza che nel frattempo lo stabilimento che produce ossido di alluminio possa trovare i margini per rimettersi in funzione. La vertenza Eurallumina, precisano in un loro ducumento i Segretari territoriali di Cgil- Cils-Uil Roberto Puddu, Fabio Enne e Mario Crò, è arrivata ad un punto cruciale. La convocazione per il 31 marzo, della riunione al MISE presente la Presidenza del Consiglio dei Ministri, rappresenta uno snodo fondamentale per dare concreto avvio al percorso per la ripresa della produzione. Percorso che, giova ricordare, è già stato definito con la proposta del Governo del 4 di Agosto 2010 che prevede alcuni punti fondamentali per arrivare alla riapertura della fabbrica. Dunque per sancire la partenza degli investimenti sulle modifiche impiantistiche necessarie per l utilizzo della diversa bauxite; la garanzia della fornitura ad un prezzo competitivo e il chiarimento sul tema autorizzativo per l uso del combustibile ipotizzato per la transizione; la definizione della NewCo con la risposta alla richiesta di modifica del Contratto di programma, già formulata dall azienda, per la costruzione della centrale a carbone; e non ultimo il tema Interrogazione con risposta urgente in Commissione Fadda, Calvisi, Marroccu, Melis, Parisi, Pes, Schirru, Soro Al Ministro dello Sviluppo Economico sul perdurare della crisi di Eurallumina e per sapere, Premesso che da diversi giorni è ripresa una forte mobilitazione dei lavoratori dell Eurallumina a difesa dei propri posti di lavoro, con una occupazione permanente degli spazi di fronte al Consiglio Regionale della Sardegna; Preoccupati che gli stessi lavoratori possano ricorrere a forme di protesta che potrebbero purtroppo generare situazioni difficilmente gestibili dalle forze dell ordine e considerato che già in passato i lavoratori dell Eurallumina sono stati oggetto di denunce all Autorità giudiziaria per proteste tanto eclatanti quanto disperate; Considerato che nella risposta data dal Sottosegretario Scaglia il 17 febbraio due mesi dopo la presentazione di una nostra allarmata interrogazione sulla insostenibile situazione dell Eurallumina - è contenuta solamente La Regione per mantenere la struttura della Fluorite di Silius spende ogni anno cinque milioni di euro. Di questi, un milione è destinato alla cassa integrazione dei 105 dipendenti, Bar Ristorante Pizzeria Argentaria di Cosimo e Giovanni Cui NUOVI LOCALI CON SALA RICEVIMENTI SINO A 300 POSTI (Matrimoni - Sala da Thé - Convegni - Riunioni di vario genere) Tabacchi - Lotto - Totocalcio ARGENTARIA - Via Tasso Goldoni - Tel IGLESIAS (angolo retro Ospedale CTO) del bacino dei residui della lavorazione. Tutto da realizzarsi nel pieno coinvolgimento e supporto degli organi preposti della UE, cosi come fatto positivamente per la vertenza Alcoa. Temi che a tutt oggi, contrariamente alle attese ed agli impegni solennemente assunti, rimangono totalmente senza alcun oggettivo e atto concreto. INTERROGAZIONE PARLAMENTARE SU EURALLUMINA IN COMMISSIONE REGIONALE ESAMINATA LA SITUAZIONE DELLA FUORITE SILIUS un milione e 600mila euro sono i costi relativi alla manutenzione e sicurezza, i restanti due milioni e 400mila sono destinati all integrazione degli stipendi dei dipendenti, fondo che garantisce loro di percepire il 100% del salario che guadagnavano prima della messa in cassa integrazione. Il quadro della situazione della Fluorite è stato delineato dal suo commissario liquidatore, Andrea Garau, sentito in audizione dalla Sesta commissione (Industria) presieduta da Alberto Randazzo (Pdl). Garau è stato convocato per illustrare lo stato dell arte della crisi che coinvolge la miniera di Silius da anni, e per capire quanto le risorse stanziate dall articolo 22 del DL 222 collegato alla manovra Finanziaria (3 milioni di euro) possano essere un aiuto concreto alla ripresa dell attività della miniera. Il commissario liquidatore ha spiegato alla Commissione di aver sottoposto all assessore regionale all Industria una proposta basata su un accordo con i sindacati aziendali e territoriali, per la quale, in attesa del nuovo bando che la Regione predisporrà per affidare la concessione della miniera, è previsto lo scorporamento della parte coltivabile della miniera da quella che dovrà essere interessata dai lavori di ripristino e la labile promessa, tra l altro non mantenuta, di una nuova convocazione del tavolo di verifica Governo, Regione Sardegna, Provincia, Organizzazioni Sindacali e Azienda e una dichiarazione è evidente che sarà cura del Governo mettere in campo ogni misura idonea a garantire il presidio ed il reale rilancio di un settore strategico quale quello della produzione nazionale di ossido di alluminio e dell intera filiera dell alluminio stesso che purtroppo ad oggi rimane solo come l ennesima dichiarazione di intenti senza alcun seguito concreto, al pari degli impegni presi dal Presidente del Consiglio dei Ministri nel gennaio del 2009; Considerato che ad oggi le determinazioni del protocollo di intesa siglato nel 2009 da Governo, Regione Sardegna, Sindacati riguardanti l Eurallumina sono per diversi motivi completamente disattesi; Considerata la profonda preoccupazione delle Organizzazioni sindacali che da tempo richiedono la convocazione dell incontro con le parti, incontro che si sarebbe dovuto tenere già da tempo e che nonostante sia stato riconvocato a fine Febbraio per l ennesima volta è slittato ad una data imprecisata; Stigmatizzata la reazione di quanti vedono in questa nuova protesta delle maestranze dell Eurallumina di fronte al Consiglio Regionale, una strumentalizzazione politica e non vedono la disperazione di quanti stanno sopportando da troppo tempo gli effetti di una crisi che rischia di minare il tessuto sociale dei territori che gravitano intorno al Polo industriale di Portovesme; - quando intende riconvocare le parti per trovare finalmente in via definitiva le soluzioni che consentano l immediato riavvio degli impianti dell Eurallumina ; - se non ritiene che la seria e giustificata preoccupazione non solo di circa 1000 maestranze ma di un intero territorio, che ormai da anni lotta per la conservazione del posto di lavoro, sia un motivo valido perché si prendano le decisioni risolutorie per questa importante realtà industriale della Sardegna. di bonifica. Garau ha spiegato che il giacimento potrà essere sfruttato al massimo per 5/8 anni, mentre altri 15/18 anni sono previsti per i lavori di bonifica ambientale. Il consigliere Giampaolo Diana (Pd) ha poi esortato il commissario a fornire ulteriori informazioni sulla eventuale possibilità di ripresa dell attività mineraria: La fluorite è uno dei 14 minerali rari e di importanza strategica indicati come essenziali dall Unione Europea e di cui, nel mondo, la Cina ha il più importante patrimonio. La Sardegna ha ricordato Diana è una delle poche zone in Europa che ne ha ampia disponibilità, per questo si dovrebbero fare tutti gli sforzi perché la miniera di Silius rilanci la propria attività. Rispondendo alle sollecitazioni del consigliere dei Democratici, Garau ha chiarito il ruolo che il suo mandato prevede: Non sono stato nominato per chiudere la miniera e per portare avanti i progetti di bonifica ho bisogno di un mandato specifico. Garau ha infine informato la Commissione di attendere da parte dell assessore all Industria Oscar Cherchi un riscontro in merito alla proposta avanzata. Il presidente Alberto Randazzo, su stimolo dei consiglieri Edoardo Tocco (Pdl), Eugenio Murgioni (Pdl) e dello stesso Giampaolo Diana, ha annunciato di voler convocare al più presto l assessore in audizione per proseguire l analisi e l approfondimento sulla situazione della miniera. Presidente Lombardo e Cappellacci con lavoratori Eurallumina PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS SEDE DI CARBONIA Via Fertilia, 40 - Tel telefax SEDE DI IGLESIAS Via Argentaria, 14 - Tel telefax Presidente: Salvatore Cherchi ASSESSORI: ALBERTO PILI: Politiche del lavoro-attività Produttive-Form.Profes. GUIDO VACCA: Pianificazione territoriale e settoriale CARLA CICILLONI: Ambiente e Protezione civile MARCO SIMEONE: Lavori Pubblici-Viabilità- Manutenzioni MARINELLA GROSSO: Turismo-Eventi-Sport LUCA PIZZUTO: Politiche sociali e giovanili ALESSANDRA PINTUS: Istruzione-Alta Formazione-Università Posta elettronica certificata: ANNA MARIA CONGIU (Dir. Servizi amministrativi) SPERANZA SCHIRRU (Dir. Servizi per il lavoro, cultura e socialità) FULVIO BORDIGNON (Dir. Servizio tecnico) PALMIRO PUTZULU (Dir. Servizi ambientali) MAURO MANCA (Resp. Servizi finanziari) ALBERTO SECHI (Resp. Servizio gestione personale) La Sede legale della Provincia è in Via Mazzini, Carbonia (CI) FORNITURE ELETTRICHE

4 4 numero 528 del 31 Marzo 2011 Lavoro Non c è pace a Portovesme. Per una falla che viene riparata, se ne aprono almeno altre due. Così, in attesa che nei palazzi governativi si definisca, una volta per tutte, la vertenza Portovesme srl, è arrivata l altra mazzata che tocca direttamente Alcoa. Questa volta ad alzare la voce è la Commissione Europea che ha chiesto formalmente all Italia il recupero di 295 milioni di cui la multinazionale avrebbe beneficiato negli anni con le agevolazioni tariffarie dell elettricità consumata, ritenuta dall UE aiuti di Stato. Inutile dire che, per quanto Alcoa abbia presentato ricorso avverso la decisione UE, la notifica ha riportato una buona dose di allarmismo tra i lavoratori che solo un anno fa erano venuti fuori da una vertenza che sembrava indirizzata al peggio. Ora, però, i problemi sono di natura politica e si spera che vengano attivate tutte le strategie mirate ad evitare che Alcoa salpi le ancora da Portovesme anzitempo. IN ATTESA DEFINIZIONE VERTENZA PORTOVESME SRL NASCONO NUOVI PROBLEMI PER IL FUTURO DI ALCOA Gianni Podda Alcoa Altro che aiuti illegali di stato. Sono strumenti indispensabili per far sopravvivere una realtà difficile e già disagiata come quella della Sardegna. Così l assessore dell Industria, Oscar Cherchi, ha espresso il suo stupore per il deferimento dell Italia alla Corte di Giustizia Ue riguardo il mancato recupero degli aiuti concessi ad Alcoa. E l ennesima brutta tegola in arrivo dalla Commissione Europea sul capo delle imprese che operano nell isola. Sono esterrefatto ha sottolineato l esponente della Giunta regionale - per questo deferimento, a meno che non venga considerato illegale cercare di equiparare la nostra Isola al livello competitivo delle altre regioni e Stati europei. Per l assessore Cherchi l industria sarda, senza quei provvedimenti, rischia la morte prematura perché non si tiene conto delle complessità che comporta l Insularità. Il problema degli aiuti di stato considerati irregolari ha affermato - è una partita che va affrontata immediatamente e il Governo ci deve aiutare in questa grande battaglia per l equità. E impensabile che l Unione Europea continui a tapparsi gli occhi per non vedere quanto bisogno d aiuto ha una Regione meravigliosa come questa, che chiede solo di avere le stesse opportunità delle altre. Regala l abbonamento ad un amico o parente lontano IGEA COORDINERA I LAVORI DI BONIFICA NELL EX MINIERA D ORO DI FURTEI E stato firmato all assessorato dell Industria il verbale di accordo che impegna l Igea, Società in house della Regione, a presentare un bando per la selezione del personale da destinare alle operazioni di bonifica del sito della ex miniera d oro di Furtei. Si tratta dell ultima fase del processo iniziato nel 2010 con l avvio dei corsi di qualificazione professionale eseguiti dalla stessa società il cui azionista unico è la Regione. Il bando che da oggi l Igea si impegna a predisporre ha detto l assessore dell Industria Oscar Cherchi, che ha firmato l accordo con il Presidente dell IGEA Battista Zurru - servirà a rimettere in moto una procedura ferma da troppo tempo e che era attesa sia dai lavoratori che dall intero territorio. Il bando conterrà tutte le indicazioni necessarie utili per Firma verbale in Regione la ricerca delle migliori professionalità che dovranno assumersi il compito di ripristinare la salubrità della zona compromessa dall attività della miniera d oro di Furtei. La Direzione dell Assessorato dell Industria, con determinazione del luglio 2010, aveva affidato all Igea l incarico di gestire il sito minerario dismesso e le sue pertinenze, comprendendo in questo mandato la predisposizione ed esecuzione del piano di caratterizzazione, dei servizi di vigilanza, custodia e di tutti gli interventi atti a garantire le condizioni di tutela dell area. Successivamente, con deliberazione del dicembre 2010 la Giunta ha stanziato 4,5 milioni di Euro per la progettazione e gli interventi di messa in sicurezza permanente dell area mineraria Santu Miali. I lavori partiranno alla conclusione dell iter procedurale per l approvazione del piano di bonifica: L accordo prevede la massima sollecitudine nella predisposizione dei bandi conclude l esponente della Giunta Cappellacci e l impiego del personale ex SGM per le indagini e i lavori che precederanno l avvio delle operazioni previste nel bando stesso. Via Su Pranu, Santadi (CA) tel fax

5 Lavoro numero 528 del 31 Marzo Approdato in Consiglio comunale, dopo le affollate assemblee svoltesi a Gonnesa e a Nuraxi Figus, il nuovo Piano Urbanistico Comunale di Gonnesa, adeguato al Piano Paesaggistico Regionale, è stato approvato nei giorni scorsi senza alcun voto contrario. Un lavoro minuzioso affidato ad una equipe di professionisti (presenti in aula) che hanno svolto un lavoro particolareggiato che permette finalmente a Gonnesa di avere a disposizione una mappatura dettagliata del suo territorio e dei suoi beni. Il Sindaco, Pietro Cocco, ha illustrato le linee guida e gli obiettivi del Piano con la speranza che possa essere strumento utile per l economia e lo sviluppo di Gonnesa, comune dalle rilevanti potenzialità turistiche che hanno bisogno non solo di essere incoraggiate, ma anche di adeguati dispositivi tecnici. Grande attenzione è stata riservata allo studio delle zone F turistiche sulla base di progetti credibili e seriamente realizzabili a Portopaglia e a Fontanamare. Piano strategico a Plagemesu per valorizzare i Vigneti, il Campeggio e la Palude Sa Masa con un progetto complessivo di albergo diffuso nel rispetto di canoni architettonici previsti nel Piano. Ottanta siti nuragici censiti sono il dato evidente di un territorio di grande valore storico e archeologico che ha nel Villaggio di Seruci il suo sito più importante. Piano di Recupero Ambientale per Monte Onixeddu, Norman e Monte Scorra e riqualificazione delle aree compromesse dalle cave. Inoltre, il PUC prevede l ampliamento della GONNESA HA APPROVATO IL PIANO URBANISTICO Sergio Rombi zona artigianale e valorizzazione delle zone agricole. Per quanto riguarda le zone C di espansione è stato fatto un lavoro di razionalizzazione che ha tenuto nella giusta considerazione, la crescita pari allo zero della popolazione con la evidente necessità di garantire la richiesta di incremento degli insediamenti abitativi. Realisticamente, ha commentato il Sindaco Pietro Cocco, è stata adottata la riduzione del Centro Storico, rispetto alla grande dimensione precedente, che di fatto impediva anche di installare un pannello fotovoltaico nell abitazione. Altro elemento qualificate del nuovo strumento urbanistico sarà la Gonnesa - Zona Sa Masa valorizzazione reale del centro matrice con Piano del Colore e finanziamenti per i cittadini che interverranno con la riqualificazione delle facciate. Gli esperti della Banca di Credito Sardo hanno dato il via nei giorni scorsi in Sardegna al test del nuovo programma denominato L Impronta Economica PattiChiari con l educazione finanziaria. Le fasce di popolazione più giovani, come dimostrato dall Indice di Cultura Finanziaria di PattiChiari, registrano mediamente il più basso livello di cultura finanziaria in Italia, mentre il valore più elevato (4,6) è detenuto, a pari merito, CONTRIBUTI DELLA PROVINCIA PER LA MUSICA POPOLARE La Provincia comunica che sono aperti i termini per la presentazione delle istanze per la concessione dei contributi per lo sviluppo delle attività musicali popolari. Sono ammessi a contributo, in base alla Legge regionale 64/1986, annualità 2011, i seguenti soggetti: Associazioni musicali bandistiche; Cori polifonici; Gruppi strumentali di musica sarda; Gruppi folkloristici isolani. Le istanze di contribuzione, debitamente compilate e sottoscritte sulla base dell apposita modulistica disponibile in questo sito, alla voce Bandi di gara, dovranno pervenire entro e non oltre il giorno 11 aprile 2011 e dovranno essere consegnate, a mano ovvero inviate tramite servizio postale a mezzo di raccomandata A/R (in tal caso farà fede il timbro postale), al seguente indirizzo: Provincia di Carbonia Iglesias Ufficio Cultura, Sport e Spettacolo, via Mazzini n. 39, Carbonia. Anche questa iniziativa spiega l assessore alla Turismo, Eventi e Sport, Marinella Grosso costituisce un occasione propizia attraverso la quale la Provincia intende sostenere concretamente un ambito non trascurabile della cultura locale, valorizzando quelle attività che permettono la pratica e la diffusione della musica popolare, elemento unificatore dell intero Sulcis Iglesiente. Per ogni chiarimento relativo al procedimento e ai criteri per la presentazione delle domande, si invita a consultare il Regolamento per la concessione dei contributi per le attività musicali popolari (Deliberazione di C.P. n. 17 del 30/11/2009), disponibile al link: LE BANCHE TENGONO LEZIONE A SCUOLA PER EDUCARE ALLA CULTURA FINANZIARIA dagli individui in età compresa tra i 35 e i 54 anni e dagli over 54. Il Sud Italia e le Isole sono da un lato, con un punteggio di 3,6, l area geografica col più basso livello di cultura finanziaria del Paese ma, dall altro, la realtà territoriale in cui questo indice è cresciuto maggiormente, con una percentuale del 25%. Questi dati testimoniano come sia opportuno un intervento sulle fasce sociali più giovani commenta Giuseppe Cuccurese, Direttore Generale di Banca di Credito Sardo con l obiettivo di coinvolgerle in una campagna di educazione finanziaria capace di creare consapevolezza sui concetti chiave dell economia personale. Questa campagna sarà tanto più efficace quanto più riusciremo a trasmetterla attraverso una metodologia didattica vivace e interattiva, in grado di far comprendere l importanza di imparare a gestire quotidianamente e in modo responsabile le proprie risorse finanziarie. Il programma didattico porterà gli esperti di Banca di Credito Sardo nelle scuole al fianco degli insegnanti nelle lezioni in classe. Il percorso si articola in tre lezioni: la prima, sul flusso del denaro, introduce i ragazzi ai temi economici e finanziari partendo da situazioni quotidiane, quali la gestione del bilancio familiare, degli imprevisti e del risparmio. La seconda lezione è dedicata al funzionamento dei servizi della Banca, con una particolare attenzione agli strumenti di pagamento elettronici, alla sicurezza delle transazioni online e ai contributi e prodotti specifici per i giovani. La terza lezione, infine, allarga la panoramica alle principali funzioni della finanza, illustrandone il riflesso e l impatto nella vita quotidiana degli individui. Le classi coinvolte riceveranno gratuitamente dalla banca un CD, facilmente utilizzabile in classe, che contiene tutti i materiali didattici, formati da sessioni multimediali interattive, documenti stampabili, giochi di ruolo da svolgere in classe e quiz per verificare la comprensione dei contenuti. Le tre lezioni del programma hanno una durata media di un ora e mezza ciascuna. Questa iniziativa si colloca nel piano di intervento sociale che Banca di Credito Sardo vuole mettere in campo per rafforzare il suo legame con il territorio e sarà seguita a breve da una seconda iniziativa che, viceversa, aprirà le porte della Banca agli studenti. Visita il Sito TROVERAI QUELLO CHE TI SERVE GAZZETTA DEL SULCIS IGLESIENTE Ogni Giovedì in edicola

6 6 numero 528 del 31 Marzo 2011 Politica CARBONIA IL MERCATO DELLE TRATTATIVE IN VISTA DELLE ELEZIONI LETTERA APERTA Da diversi giorni assistiamo alla guerra di comunicati, indiscrezioni, racconti, esternazioni della classe politica regionale a proposito delle trattative in corso nel centrodestra per la definizione delle candidature alle elezioni comunali di maggio. Sappiamo bene che le dinamiche politiche e i temi delle discussioni sono sempre complessi: si creano molteplici problemi, ci sono obiettivi differenti, incidono le necessità dei partiti o di alcuni territori. Ma c è un limite a tutto. Le scelte politiche per la nostra città devono essere prese a Carbonia e dai suoi cittadini e/o rappresentanti. Le migliori valutazioni per il nostro Comune non possono e non devono essere il risultato di un lontano tavolo di trattative. Le decisioni calate dall alto non hanno mai funzionato e non sono rispettose della dignità di ogni realtà. Non c è bisogno che persone estranee alla città, dopo che avranno finito di occuparsi a risolvere le necessità o i problemi di altre istituzioni o di altre realtà territoriali, si occupino di Carbonia per esigenze di Risiko politico. In città sappiamo da soli cosa fare.! Né si può far passare l idea di alcuni che questa città possa essere considerata una merce di scambio perché valutata politicamente arida. E opportuno lanciare un segnale in tutte le direzioni : gli abitanti di Carbonia non si affidano al Panta rei e hanno la forza di dimostrare il proprio sdegno qualora il nostro Carbonia Comune venisse trattato come una città di serie B. E opportuno ricordarci e ricordare sempre che il nostro è un capoluogo di provincia e non un furriadroxus.la misura è colma..e noi abbiamo il dovere e il diritto di difendere la nostra realtà. Per questo è ora di dire basta. La dignità della città non è in vendita. Se questa percezione, invece, fosse la realtà di un piano orchestrato ai danni di Carbonia, ci comporteremo di conseguenza. Saremo in tanti a non permetterlo. Invito, perciò, gli amici e i referenti di tutti i partiti (che oggi non sono organici alla maggioranza del governo cittadino) a voler superare il tavolo regionale ed effettuare un urgente summit cittadino per effettuare le scelte politiche migliori per la nostra città. Siamo in fortissimo ritardo rispetto alle scadenze elettorali, ma l importante è costruire i presupposti di un progetto che anteponga gli interessi cittadini ai vari personalismi e superi gli interessi di partito. Alcuni hanno la convinzione che sia inutile puntare sulla città, ma si sbagliano e lo dimostreremo. La crisi che ha investito Carbonia e il territorio meritano battaglie e soluzioni condivise che superino i preconcetti, gli steccati ideologici, le divisioni tra i partiti o tra le coalizioni. A prescindere dalle formazioni e/o dai risultati elettorali di maggio la città merita un progetto comune supportato da tutti (future maggioranze e minoranze politiche) così come avvenuto in passato quando la città era alla paralisi.il Rinascimento di Carbonia è possibile. Ed è un dovere di tutti (nessuno escluso) puntare sulla città a prescindere dai ritorni politici per rispetto dei cittadini e della città di Carbonia riconoscendole quella dignità che ha al pari delle altre realtà. Alberto Zonchello Capogruppo Consiliare UDC di Carbonia TAGLI NEGLI ORGANICI INPS SARDEGNA INTERROGAZIONE DI TARCISIO AGUS PD VERSO LA SDEMANIALIZZAZIONE DI ALCUNE AREE SU CUI SONO STATE COSTRUITE CIVILI ABITAZIONI NEI LITORALI DI CALASETTA E SANT ANTIOCO Sant Antioco - Lungomare Tarcisio Agus Le disposizioni di contenimento della spesa introdotte con la manovra finanziaria 2010 dello Stato hanno determinato per l INPS Sardegna una serie di adempimenti che, legati all obbligo della riduzione del 50% della spesa sostenuta nel 2009, di fatto si concretizzano con la perdita di circa 60 unità di personale interinale e con una pesante situazione organizzativa che va, purtroppo, a discapito dei servizi e delle prestazioni che l Istituto è chiamato ad erogare. E facilmente comprensibile che il prezzo più amaro di questa situazione è pagato dalle fasce sociali più svantaggiate. Lo afferma il Consigliere del PD Tarcisio Agus in una interrogazione, di cui è primo firmatario insieme ai colleghi Marco Espa e Giampaolo Diana, sulle difficoltà delle sedi Inps nella gestione delle prestazioni relative alle invalidità civili. Nel documento, indirizzato al Presidente della Regione, viene evidenziato come con un organico sottodimensionato di circa 300 unità l Inps Sardegna non solo è chiamata a garantire i servizi e le prestazioni previdenziali ad una utenza di circa abitanti ma dal 2009 deve anche occuparsi della delicatissima materia che riguarda le Invalidità civili. Le continue denuncie del Comitato Provinciale di Cagliari dell INPS ha proseguito Tarcisio Agus che lamenta la difficoltà dell Istituto nel dare piene e celeri risposte alle richieste per le prestazioni di sostegno oltre che per i soggetti più deboli e svantaggiati, alle migliaia di lavoratori e cittadini attraverso il ricorso agli ammortizzatori sociali, sia in deroga che ordinari, non possono rimanere inascoltate e pertanto al Presidente della Regione chiediamo innanzitutto quali azioni intende perseguire nei confronti del Governo e della Direzione Generale dell Inps perché le sedi regionali siano in grado di avere risorse umane stabili al fine di garantire uno standard dei servizi in linea con le esigenze della popolazione e in secondo luogo chiediamo con risolutezza di indire un tavolo tecnico permanente Inps, Regione, Patronati e ASL che analizzi e cerchi adeguate soluzioni alle criticità esistenti. Dall assessorato agli enti locali arriva un primo riscontro all interrogazione che il consigliere del Pdl Giorgio Locci aveva presentato nel novembre scorso in merito ad alcune aree ricadenti in zona demaniale sulle quali sorgono appartamenti di civile abitazione nei comuni di Calasetta e S.Antioco. Premesso che le attribuzioni della Regione Sardegna in materia di delimitazione del demanio marittimo o di esclusione dal medesimo di determinate aree sono limitate a mere attribuzioni di impulso su procedimenti di competenza dello Stato, seppur in assenza di attribuzioni direttamente esercitabili, gli Uffici dell amministrazione regionale stanno svolgendo un attività d impulso sugli organi statali al fine di promuovere la sdemanializzazione delle aree in questione. Secondo quanto emerge dal documento, il consigliere di maggioranza precisa che il 9 dicembre 2010 si è tenuto un tavolo tecnico presso il comune di S.Antioco in cui si è manifestata l esigenza di un immediato avvio del procedimento di sdemanializzazione di tutte le aree in argomento. Ripercorrendo la nota ufficiale il consigliere Locci conferma che non appena saranno ultimate le rilevazioni topografiche, in corso di realizzazione a cura delle amministrazioni interessate (S.Antioco e Calasetta), il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti procederà alla classifica delle aree a termini dell art. 35 del Codice della Navigazione con conseguente trasferimento degli immobili alla Regione Sardegna ai termini dell art. 14 dello Statuto Sardo. COMUNE DI SARDARA Provincia del Medio Campidano BANDO DI GARA AFFIDAMENTO IN GESTIONE DELLA STRUTTURA ALBER- GHIERA E RELATIVE PERTI- NENZE IN LOCALITÀ SANTA MARIA DE IS ACQUAS CON- CESSIONE IN USO La concessione in uso avrà la durata di 15 (quindici) anni decorrenti dalla data di consegna dello stabile, successiva alla stipula del contratto e condizionati al rispetto delle condizioni contrattuali e di gestione secondo le finalità previste. Il canone di concessione annuale a base di gara è fissato in ,54 oltre all IVA di legge, ossia ,85 IVA inclusa. I plichi contenenti le offerte e la relativa documentazione, pena l esclusione dalla gara, devono pervenire, a mezzo raccomandata del servizio postale, ovvero mediante agenzia di recapito autorizzata, entro il termine perentorio delle ore del giorno al seguente indirizzo: Comune di Sardara - Ufficio Protocollo - Piazza Gramsci, SARDARA (VS). Il Responsabile del Servizio Dr. Ing. Pierpaolo Corrias

7 Politica numero 528 del 31 Marzo MANIFESTAZIONE D INTERESSE PER UNO STUDIO DI FATTIBILITA DEL PERCORSO STORICO CULTURALE RELIGIOSO CHIESE MINERARIE Marco Massa Nebida Chiesa San Benedetto L Amministrazione Provinciale di Carbonia Iglesias ha deciso di acquisire manifestazioni di interesse per procedere all affidamento del servizio di realizzazione dello studio di fattibilità del percorso storico culturale religioso degli edifici sacri nei siti minerari del Sulcis Iglesiente. Quindi, nell ambito delle proprie competenze in materia di tutela e valorizzazione dei Beni Culturali, la Provincia intende promuovere uno studio rivolto all analisi e all individuazione di possibili linee di intervento per il recupero, la salvaguardia e la conseguente valorizzazione del complesso di luoghi sacri situati nelle diverse realtà minerarie che compongono un patrimonio unico nel suo genere, minimamente rintracciabili in altre regioni dell Isola. Il territorio della Provincia di Carbonia Iglesias, interessato nei secoli da una intensa attività estrattiva legata allo sfruttamento delle risorse minerarie del sottosuolo, si legge nell atto del bando, ha visto svilupparsi molteplici centri urbani ricchi di emergenze architettoniche di notevole interesse storico artistico, tra le quali le chiese minerarie. In molti casi, l abbandono delle attività estrattive, e la conseguente dismissione delle miniere, ha portato all abbandono dei centri abitati a bocca di miniera e con essi anche le chiese minerarie. Oggi molte di queste chiese sono in stato di rudere e, visto il valore storico artistico e le notevoli possibilità di sfruttamento ai fini turistici che potrebbero svilupparsi a seguito della loro valorizzazione, sarebbe necessario attuare interventi di recupero e salvaguardia delle stesse. Per far questo la Provincia ha deciso di acquisire manifestazioni di interesse propedeutiche ad esperire una gara per affidare il servizio di realizzazione dello studio di fattibilità del percorso storico culturale religioso degli edifici sacri nei siti minerari del Sulcis Monteponi Iglesiente. Tale studio sarà propedeutico a tutti gli interventi di recupero e salvaguardia delle chiese, nonché alla realizzazione di percorsi turistico/culturali. Sono ammessi a presentare manifestazione di interesse singoli professionisti o associati, nonché società che siano in possesso di comprovata esperienza nell ambito delle attività necessarie per la stesura dei documenti per le finalità anzidette. In esito alla ricezione delle manifestazioni di interesse, l Amministrazione darà avvio alla procedura di cottimo fiduciario e all invio delle lettere d invito a presentare offerta e del capitolato d oneri esclusivamente agli operatori economici che abbiano validamente manifestato il loro interesse e siano in possesso dei requisiti obbligatori previsti dalla normativa in materia sopra citata. Pertanto non saranno ammesse alla successiva fase di gara, offerte di operatori che non abbiano preventivamente presentato la loro manifestazione d interesse o che abbiano presentato in sede di manifestazione di interesse documentazione incompleta. L aggiudicatario del servizio, nell espletamento delle attività succitate, dovrà collaborare a stretto contatto con la Curia Chiesa Masua Vescovile di Iglesias, Ufficio Diocesano per i beni Culturali Ecclesiastici ed Arte Sacra e dovrà altresì avvalersi degli studi già effettuati evitando le Mont Agruxiau S. Severino duplicazioni dei costi. Per tale incarico la Provincia ha messo a disposizione la somma complessiva di 20 mila euro. APERTO TUTTO L ANNO SALA CONFERENZE CLIMATIZZATA CON 100 POSTI E SALETTE ATTIGUE DOTATE DI ACCESSORI E COMFORT POSSIBILITÀ DI SOGGIORNO E RISTORAZIONE SALE RICEVIMENTI LOCALITÀ SPIAGGIA GRANDE- CALASETTA (CA) - SARDEGNA ITALIA Tel Fax Comune di Domusnovas Provincia di Carbonia Iglesias P.zza Caduti di Nassirya, 1 - Tel Fax Aquaresi Il settimanale di casa tua Ogni Giovedì in edicola o in abbonamento Sindaco Angelo Deidda Vicesindaco Marco Cuccu Assessori Luigi Bacchis, Giampaolo Garau, Alessio Mura, Gianfranco Tolu, Attilio Stera Presidente del Consiglio comunale Erizio Pranteddu Consiglieri Luigi Bacchis, Stefania Cabboi, Sergio Cadoni, Mario Cera, Marco Cuccu, Isacco Demarchi, Pietro Angelo Fonnesu, Gianluigi Fonnesu, Gianpaolo Garau, Alessio Mura, Maria Carmela Pilloni, Erizio Pranteddu, Attilio Stera, Silvana Usai, Massimiliano Ventura

8 8 numero 528 del 31 Marzo 2011 Politica RICONOSCIMENTO ALLA CANTINA MESA DI SANT ANNA ARRESI PER IL CARIGNANO BANDO PROVINCIALE PER SPETTACOLI E MANIFESTAZIONI CULTURALI Portopino - Cantina Mesa I miei complimenti e un plauso speciale alle cantine sarde che oltre a produrre vini eccellenti si stanno specializzando sempre più anche nell immagine e nel confezionamento del prodotto. È quanto dichiara l assessore dell Agricoltura, Mariano Contu, commentando i risultati del 16 Concorso internazionale Packaging, organizzato dall Ente Fiere di Verona come evento collaterale del prossimo Vinitaly (7-11 aprile 2011). Questi ulteriori riconoscimenti - continua l assessore Contu dimostrano come l innovazione e l attenzione dei nostri produttori sono dirette anche a un costante miglioramento dell immagine delle cantine e a un abbinamento tra la bottiglia, l etichetta e il vino sempre più legato al territorio d origine. Tutti fattori che non fanno che aumentare il prestigio e la qualità delle aziende viti-vinicole sarde. Quest anno gli esemplari a concorso erano 220 (175 nel 2010) provenienti, oltre che dall Italia, da Francia, Spagna e Romania. Il premio speciale Packaging 2011 è stato attribuito, per la categoria vini, all azienda agricola vitivinicola F.lli Pala di Serdiana. Altri riconoscimenti sono andati alle cantine Mesa di S.Anna Arresi e alla Cantina del Vermentino di Monti. Ecco nel dettaglio i premi per le cantine isolane assegnati dalla giuria dell iniziativa, che ha l obiettivo di evidenziare il miglior abbigliaggio (bottiglia, chiusura, capsula, etichetta, collarino, ecc.) dei vini e dei distillati provenienti da uve, vinacce, mosto e vino e liquori derivanti da frutta diversa dall uva. - Categoria 1: confezioni di vini bianchi tranquilli a denominazione di origine e a indicazione geografica:menzione speciale: Vermentino di Gallura Docg Superiore vendemmia tardiva Arakena 2009, Cantina del Vermentino Sca - Monti. - Categoria 2 - confezioni di vini dolci naturali e di vini liquorosi tranquilli a denominazione di origine e a indicazione geografica: Etichetta d Oro: Carignano del Sulcis Doc Passito Forterosso 2009, Cantina Mesa Sant Anna Arresi. - Categoria 3 - confezioni di vini rosati tranquilli a denominazione d origine e a indicazione geografica:etichetta d Oro: Isola dei Nuraghi Igt Rosato Chiaro di Stelle 2010, Az. Agr. Pala Serdiana. - Categoria 4 - confezioni di vini rossi tranquilli a denominazione d origine e a indicazione geografica delle annate 2010 e 2009Etichetta d Argento: Cannonau di Sardegna Doc Tamara 2009, Cantina Sociale del Vermentino Monti.Etichetta di Bronzo: Cannonau di Sardegna Doc I Fiori 2009, azienda Pala Serdiana. Menzione speciale: Isola dei Nuraghi Igt Rosso Silenzi 2009, Pala Serdiana. - Categoria 5 - confezioni di vini rossi tranquilli a denominazione d origine e a indicazione geografica dell annata 2008 e precedenti:etichetta d Argento: Isola dei Nuraghi Igt Bovale Essentija 2008, Pala Serdiana. Cento mila euro sono stati messi in campo dalla Provincia a favore di spettacoli e manifestazioni che hanno lo scopo di promuovere lo sviluppo culturale dei cittadini. Su iniziativa dell Assessorato al Turismo, Eventi e Sport, è stato infatti pubblicato il Bando per la concessione di contributi per il finanziamento di iniziative in un settore, quello della cultura, che commenta l assessore Marinella Grosso -, troppo spesso viene considerato come secondario nella vita dei cittadini, ma che, invece, costituisce uno strumento fondamentale nella crescita personale e collettiva dei cittadini. Attraverso tali agevolazioni contributive, l Amministrazione provinciale prosegue l assessore Grosso - si propone di intervenire a sostegno di iniziative realizzate o da realizzarsi nel territorio del Sulcis Iglesiente nel periodo compreso tra il 1 gennaio ed il 31 dicembre Le iniziative devono riguardare: a) manifestazioni folkloristiche, culturali e artistiche; b) spettacoli di interesse locale (ossia un unico spettacolo o rassegna di spettacoli) compresi in uno o più dei seguenti generi: teatro, musica, danza, cinema (rassegne cinematografiche e/o cineforum che presentino aspetti esclusivamente culturali, artistici ed educativi non catalogabili come cinema commerciale). Sono ammessi a contributo gli organismi privati e le associazioni temporanee di scopo (A.T.S.), che operino senza finalità di lucro a favore della comunità, legalmente costituite ed in possesso dei seguenti requisiti: avere sede nel territorio della Provincia di Carbonia Iglesias; svolgere attività documentata da almeno due anni; essere iscritte all Albo Provinciale delle Associazioni Marinella Grosso culturali; essere in regola con gli adempimenti di rendicontazione, qualora abbiano precedentemente beneficiato di contribuzioni erogate dall Assessorato Cultura, Spettacolo, Sport e Tempo Libero della Provincia di Carbonia Iglesias; garantire e documentare idonea capacità tecnico-organizzativa. Le domande, redatte sulla base della modulistica allegata al Bando e pubblicata nel sito con la documentazione richiesta, dovranno essere presentate in un unica copia entro e non oltre il 10/04/2011, mediante consegna a mano o spedizione tramite raccomandata A/R (farà fede il timbro postale) al seguente indirizzo: Amministrazione provinciale di Carbonia Iglesias Ufficio Cultura, Sport e Spettacolo, via Mazzini n Carbonia (CI). Sul retro della busta contente la domanda di contributo dovrà essere apposta la seguente dicitura: Contiene domanda contributi per lo spettacolo e manifestazioni culturali Annualità Per ogni altro chiarimento, si rimanda al Bando pubblicato nel sito alla sezione Bandi di Gara. UNIONE DI COMUNI METALLA E IL MARE PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS VIA GARIBALDI (EX CASA ASQUER) MUSEI (CI) BANDO DI GARA AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA RIQUALIFICAZIONE AREA FLUVIALE DEL RIO MANNU COMPLE- TAMENTO PARCO RIOLA PALAZZO COMUNALE RIQUALIFICA- ZIONE URBANA IN COMUNE DI FLUMINIMAGGIORE Il corrispettivo complessivo, a base di gara, per l appalto dei servizi in oggetto, è pari a ,00 al netto degli oneri fiscali e previdenziali. Termine di ricevimento delle offerte e delle domande di partecipazione Data: Ora:12.00 PROVINCIA MEDIO CAMPIDANO GARA D APPALTO LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA PRESSO L ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER GEOMETRI P.C.VIGNARELLI DI SANLURI IMPORTO A BASE DI GARA: ,89 Importo oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso ,11 SOMMANO ,00 TERMINI DI PRESENTAZIONE DELL OFFER- TA L offerta e i documenti richiesti, tutti in lingua italiana, dovranno pervenire, a pena di esclusione, entro le ore del giorno , al seguente indirizzo: Provincia del Medio Campidano - Area Tecnica - Settore Lavori Pubblici, Via Paganini 22, Sanluri (VS). Il Dirigente - Responsabile Unico del Procedimento F.to Ing. Pierandrea Bandinu COSACEM INGEGNERIA - FORNITURE ENGINEERING - SUPPLIES MONTAGGI MECCANICI ED ELETTROSTRUMENTALI MECHANICAL AND ELECTRICAL INSTRUMENTATION ASSEMBLIES MANUTENZIONI MAINTENANCE GLOBAL SERVICE GLOBAL SERVICES Costruttori soc. coop. PORTOSCUSO Zona Industriale Strada per Paringianu Tel Fax

9 Politica numero 528 del 31 Marzo LA PROVINCIA CARBONIA IGLESIAS SENSIBILIZZA I CITTADINI SULLA SANITA Luca Pizzuto La Provincia ha formalizzato una sintesi di proposte per un dibattito sulla Sanità nel territorio, diffondendo, in migliaia di copie, un documento dal quale si evince che le Amministrazioni locali non hanno Il centro del Sarcidano è pienamente coinvolto nella quinta tappa dell iniziativa Le piazze della Solidarietà, che si svolge in 40 comuni dell Isola durante tutto l Anno Europeo del Volontariato. Il quinto appuntamento ha avuto luogo venerdì 25 marzo scorso a Isili. Dopo Ozieri, Siniscola, Lanusei e Bono, dunque, l iniziativa è arrivata nel Sarcidano e ha chiamato a raccolta le associazioni presenti nei comuni del territorio. Isoli ha salutato i partecipanti alla manifestazione al mattino in Piazza San Giuseppe, dove le associazioni di volontariato del territorio, insieme agli studenti dell ITCG Gino Zappa di Isili, hanno allestito gli stand per mostrare le loro attività ed iniziative. Nel pomeriggio, nella Sala consiliare, presente il Consiglio Comunale, c è stato l incontro della popolazione col condiviso il Piano triennale presentato dal Commissario della ASL 7, rendendosi quindi disponibili ad un dialogo costruttivo. Non lo hanno condiviso non solo e non tanto per talune azioni di ridimensionamento dei servizi, ma hanno dato un giudizio negativo soprattutto perché il Piano non affronta le questioni essenziali del cattivo funzionamento di servizi cruciali. Non è compito delle Istituzioni locali fare il Piano spiega l assessore provinciale alle Politiche Sanitarie, Luca Pizzuto -. E invece nostro dovere indicare le linee di una politica che, innanzitutto, la Regione dovrebbe praticare per migliorare sostanzialmente le condizioni di fruizione MEMORIAL DON GIOVANNI DIAZ LA SPERANZA ORIZZONTE DI GIOIA L associazione culturale Salotto Letterario presenta l evento 1 Memorial Don Giovanni Diaz - La speranza come orizzonte di gioia! Giovedì 5 maggio 2011 alle ore 21,00 presso la Sala della Grande Miniera di Serbariu - CARBONIA Con il patrocinio...della Città di Carbonia L obiettivo di questo evento è la valorizzazione della figura di Don Giovanni Diaz attraverso attività culturali e di intrattenimento che evidenzino oltre che l aspetto d impegno sociale e umano che ha caratterizzato la sua vita anche il suo amore per i giovani, per la musica, la cultura e la condivisione delle cose belle della vita E prevista la proiezione di un video, un salotto socio-culturale con ospiti che hanno seguito e accompagnato l operato di Don Diaz, la Premiazione del primo concorso di narrativa e poesia Don Giovanni Diaz - La speranza come orizzonte di gioia! Semi di Pietra di Pinuccio Sciola dei servizi sanitari. La situazione della sanità nel Sulcis Iglesiente è caratterizzata da una serie di problemi che impattano sul diritto alla salute dei cittadini del territorio. Ci sono ottime professionalità, ma le carenze organizzative sono tali da pregiudicare, in molti casi, l efficiente gestione dei servizi. Occorre una politica della sanità sottolinea il presidente della Provincia, Salvatore Cherchi - che parta dai bisogni dei cittadini, consideri la situazione per com è effettivamente e risolva le situazioni critiche in un contesto di efficienza. Siamo contro una politica basata sulla riduzione dei servizi e sull idea della sanità Cagliari-centrica. Siamo contro lo spreco delle risorse e vogliamo la migliore utilizzazione dei fondi pubblici. Non siamo d accordo quando si spaccia per risparmio la cancellazione di servizi: se si chiude la rianimazione o l emodinamica non funziona al meglio H 24, si negano servizi vitali e, inoltre, il bilancio pubblico finisce per spendere di più. Non condivisione, quindi, viene espressa dagli Enti locali anche per quanto concerne la chiusura della cardiologia al Santa Barbara, come prospettato dal Piano presentato dalla ASL e non approvato dalla Conferenza socio-sanitaria del Sulcis Iglesiente. A ISILI IL VOLONTARIATO SARDO HA LASCIATO UN SEME DI PIETRA Volontariato sardo. Coordinati da Giorgina Orgiu, referente del Sa.Sol. Point n. 29 di Isili, sono intervenuti: Salvatore Pala, sindaco di Isili; Gian Piero Farru, presidente del CSV Sardegna Solidale; Padre Salvatore Morittu, presidente Associazione Mondo X; Bruno Loviselli, presidente Co.Ge. Sardegna; Pinuccio Sciola, scultore e artista. Alla manifestazione, cui hanno preso parte le scuole di ogni ordine e grado, le associazioni di volontariato, le autorità militari, i parroci e i sindaci del territorio, hanno partecipato anche il Coro Tasis e il Gruppo folk S arràmini di Isili. Con l incontro in Consiglio Comunale, l Ente locale ha dato ai suoi cittadini un segnale forte, con cui riconosce l affermarsi nel suo territorio delle organizzazioni di volontariato che come ha affermato Gian Piero Farru, presidente del CSV Sardegna Solidale vivono la cittadinanza in modo attivo, mettendosi gratuitamente a disposizione nella comunità, e che lavorano per costruire legami di serenità e di armonia, per dare conforto e risposte a quelli che vivono in situazione di disagio, di sofferenza, di marginalità. Dopo l incontro nella Sala consiliare, come in tutte le 40 piazze della Solidarietà, è stato inaugurato un seme di pietra, opera di Pinuccio Sciola. La scultura è stata collocata nei giardinetti del Comune all ombra degli alberi d ulivo. I semi di pietra riprendono lo slogan dell Anno Europeo del Volontariato in Sardegna: Volontari! facciamo la differenza e lasciamo un seme! Il fatto che un seme diventi un segno afferma lo scultore Pinuccio Sciola credo sia la cosa più bella, perché dal seme nasce tutto: vita, fiori, idee. VALLERMOSA UNA GIORNATA DEDICATA AI SAPORI DAL MONDO PROPOSTA DALL ASSOCIAZIONE CULTURALE SOLD-OUT Paolo Cabriolu L integrazione delle varie culture passa anche attraverso le ricette e i cibi che arrivano dalle differenti latitudini. Di questo spaccato sociale si è resa promotrice l Associazione culturale Sold-Out di Vallermosa che per il 2 aprile prossimo ha organizzato, per il terzo anno consecutivo, l appuntamento Sapori dal mondo. Sarà l occasione per gustare differenti piatti tipici dei vari Continenti o Regione, e che verranno proposti da persone che ormai si sono integrate nel tessuto sociale sardo. Il gusto delle culture, è stato spiegato dagli organizzatori, passa attraverso Sapori dal L AGROALIMENTARE SARDO A ROMA IN VETRINA TRA I MIGLIORI RISTORATORI Si è conclusa a Roma la prima serie di eventi che l assessorato regionale dell Agricoltura ha organizzato in Italia e nel mondo per promuovere l agro-alimentare di qualità della Sardegna. All iniziativa, che prima della tappa della Capitale ha visto protagoniste le eccellenze eno-gastronomiche isolane a marchio di origine a San Francisco, New York e Milano, hanno preso parte oltre all assessore Mariano Contu, diversi parlamentari sardi, rappresentanti del ministero delle Politiche agricole e 120 tra chef di rinomati ristoranti romani, responsabili food and beverage e direttori acquisti di importanti alberghi cittadini, giornalisti di quotidiani nazionali e della stampa specializzata, produttori e buyer. Un evento come Taste of Sardinia - ha sottolineato l assessore regionale dell Agricoltura Mariano Contu - non poteva mancare nella città per eccellenza, Roma. L iniziativa rientra nella strategia che la Regione sta attuando sul fronte mondo manifestazione proposta e organizzata dall Associazione Culturale Sold-Out, che si svolgerà Sabato 2 Aprile 2011 dalle ore 18:00 a Vallermosa lungo la strada Via Salvo d Acquisto.Terza edizione per una nuova idea messa in campo per valorizzare e favorire l integrazione degl immigrati che vivono in Sardegna, proponendo un esposizione di piatti tipici tradizionali della propria terra di provenienza. Già dalla scorsa edizione si è visto dare spazio anche alle regioni della nostra nazione, con risultati soddisfacenti. Infatti troveremo anche in questa edizione: Sardegna, Liguria, Friu- L Assessore Regionale Mariano Contu a Roma li, Sicilia, Emilia Romagna, Campania, oltre alle Nazioni, Belgio, Francia, Iran, Marocco, Germania, Senegal, Peru, India, Cile. Durante la manifestazione è previsto un dibattito, dove si discuterà appunto dell integrazione di culture diverse nella nostra società, del galateo, dello stare a tavola, servire e mangiare diversi dal nostro uso comune. Sarà chiaramente possibile una degustazione delle varie pietanze proposte accompagnato da una bicchiere di vino pagando un Mealticket di un simbolico euro per piatto singolo, oppure con 10 euro la degustazione di tutti i piatti proposti. della promozione in Italia e all estero dell agro-alimentare certificato e di qualità della Sardegna. Intendiamo valorizzare le nostre produzioni uniche perché racchiudono nel sapore e nella loro genuinità storia e tradizioni millenarie e perché si coniugano alla perfezione con i valori ambientali di questa terra. Tra gli obiettivi di Taste of Sardinia, serie di eventi tenutesi in hotel della catena Starwood, oltre che far conoscere e valorizzare il meglio delle produzioni dell Isola (i suoi formaggi ovini, i vini, i salumi ma anche la pasta, i prodotti sott olio, i dolci e i liquori), anche di creare nuovi contatti e sinergie tra produttori, operatori commerciali rappresentanti delle istituzioni locali e di stringere nuove alleanze commerciali con le grandi catene alberghiere, la grande distribuzione organizzata e con i buyer del made in Sardinia.

10 10 numero 528 del 31 Marzo 2011 Realtà Locale Anche gli animali selvatici del Sulcis Iglesiente, trovati feriti o in momentanea difficoltà di movimento, d ora in avanti potranno essere soccorsi e curati presso un centro specialistico del territorio. Lo ha deciso la Provincia che ha stipulato un contratto d appalto per l affidamento del servizio di primo intervento, assistenza e recupero della fauna selvatica terrestre in difficoltà rinvenuta nel territorio del Sulcis Iglesiente. Il servizio avrà durata di due anni con decorrenza immediata e dovrà essere eseguito su mammiferi, uccelli, rettili e anfibi dei quali esistono popolazioni viventi, stabilmente o temporaneamente, in stato di naturale libertà nel territorio della Regione. <<Attraverso l attivazione del servizio, per un impegno complessivo di circa 44 mila euro spiega l assessore provinciale all Ambiente e Protezione civile, Carla Cicilloni -, la Provincia si prefigge di perseguire la salvaguardia della fauna selvatica ferita o in difficoltà rinvenuta nel territorio della Provincia di Carbonia Iglesias, attraverso le attività di pronto soccorso, recupero, trasporto e riabilitazione, al fine di garantire un adeguata tutela ed assistenza al patrimonio faunistico presente. Obiettivo prosegue l assessore Cicilloni - è anche quello di sostenere una maggiore partecipazione alle attività di tutela della fauna selvatica da parte delle associazioni CREATO UN PRONTO SOCCORSO A VILLAMASSARGIA PER GLI ANIMALI SELVATICI FERITI O IN DIFFICOLTA Alessandro Carta Carla Cicilloni di volontariato e dei privati cittadini che, rinvenendo animali in difficoltà, cercano nelle Istituzioni un ente a cui affidare l animale bisognoso di cure>>. Il servizio viene effettuato presso il Centro Veterinario San Ranieri, in via Europa a Villamassargia, in favore della fauna selvatica terrestre in difficoltà, portata presso tale centro da soggetti pubblici o privati, o dallo stesso aggiudicatario del servizio, che sarà tenuto, in determinati casi, al trasporto dell animale dal punto in cui viene ritrovato fino alla propria struttura. Il servizio è assicurato tutti i giorni, compresi i festivi, 24 ore su 24, attraverso la reperibilità di almeno un veterinario e dovrà essere garantito nel minor tempo possibile. Il recupero ed il trasporto degli animali di piccole o medie dimensioni presso la struttura veterinaria dell aggiudicatario potranno essere effettuati anche da privati, associazioni di volontariato o altri enti pubblici, con modalità tali da evitare ogni situazione di rischio e preservare il mantenimento in buona salute dell animale: il Centro Veterinario provvederà ad accogliere e visitare gli animali sottoposti alla sua attenzione, a stilare un primo esame clinico e ad effettuare gli esami, la stabilizzazione delle condizioni dell animale e le cure necessarie. Conclusa la visita e l eventuale medicazione, i veterinari procederanno a: A) trattenere l animale in degenza presso la struttura veterinaria per il tempo necessario per un primo intervento di pronto soccorso, per un massimo di due giorni o, secondo le specifiche necessità ravvisate dal veterinario e sentito l Ufficio provinciale competente, per un periodo superiore; B) trasportare l animale presso uno dei centri di recupero regionali, previo accordo con i responsabili dei medesimi, qualora sia necessaria la sua ospedalizzazione o un prolungato periodo di degenza; C) trasportare ed assistere l animale durante la sua liberazione, che sarà effettuata a cura del Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale, nel sito in cui è stato ritrovato o eventualmente concordato con la Provincia, qualora lo stesso sia da considerarsi recuperato. Nel caso in cui la liberazione nel sito di ritrovamento sia impossibilitata o lo stesso risulti poco idoneo ad ospitare l animale da dimettere, sarà onere dell ufficio Provinciale competente, individuare un luogo alternativo in grado di rispondere alle esigenze proprie della specie interessata; In caso di soppressione o morte dell animale durante il trasporto o durante la sua permanenza presso la struttura veterinaria, il Centro Veterinario provvederà allo smaltimento dello stesso nel pieno rispetto della normativa vigente, previa comunicazione dei dati relativi alla specie ed allo stato di conservazione dell animale, all ufficio Provinciale competente, che valuterà la possibilità di destinare l esemplare a trattamento tassidermico. Chiunque avesse necessità di contattare il Centro Veterinario affidatario del servizio, può rivolgersi ai veterinari Fabio Secci (tel ) e Alessandro Serra ( ). COMUNE DI IGLESIAS CENTRO DIREZIONALE AMMINISTRATIVO - Via Isonzo 5, IGLESIAS (CI) Tel. 0781/ Telefax 0781/ UFFICIO CONTRATTI Iglesias AVVISO DI GARA ESPERITA ENTE APPALTANTE: Comune di Iglesias,Via Isonzo, IGLESIAS - Provincia Carbonia Iglesias - Tel. 0781/ Telefax 0781/ PROCEDURA DI AGGIUDICAZIONE:Aperta. OGGETTO DELL APPALTO:AFFIDAMENTO E POSA IN OPERA DI SEGNALETICA STRADA- LE ORIZZONTALE E VERTICALE E MANU- TENZIONE IMPIANTI SEMAFORICI. DATA DI AGGIUDICAZIONE DELL APPALTO: Determinazione n 66/5 del CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE: L appalto del summenzionato Servizio è stato aggiudicato con il criterio dell offerta più bassa ai sensi dell art. 82 comma 2 lett. a) del D.Lgs. n. 163 del NU- MERO DI OFFERTE RICEVUTE: 9 (Nove). IMPRESE AMMESSE: 8 (Otto). IMPRESA AGGIUDICATARIA: IMPRESA AP SERVICE S.n.c. con sede in Via A. Grandi, n 16 SPELLO (PG). IMPORTO A BASE DI GARA: Euro ,00 Iva esclusa. IMPORTO DI AGGIUDICAZIONE: Ribasso del 25,449% per un importo finale di Euro ,50 Iva esclusa RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Cap. Buccafusca Sesto ORGANO COMPETENTE PER PROCEDURE RICORSO: Tribunale Amministrativo Regionale Via Sassari 17, Cagliari. Il Responsabile Servizio Contratti Dott.ssa Bonaria Uccheddu Su Nuraghe ARTIGIANATO SARDO CONTINUA LA GRANDE VENDITA FILIGRANA IN ARGENTO- FEDE SARDA- SPILE E BOTTONI PER COSTUMI SARDI CORALLO- TAPPETI- CERAMICHE MACCHINETTE A PEDALI E MOTO ELETTRICHE PER I GIOCATTOLI PRENDIAMO ANCORA LE LIRE IL SABATO MATTINA SCONTO 20% V.le Gramsci, CARBONIA - CI - Tel Tel a 200 metri dal centro (fronte Farmacia) (Prov. Carbonia Iglesias) SINDACO Vice SINDACO UFFICIO TURISMO SERVIZI SOCIALI SPORT SPETTACOLO UFFICIO ASSESSORI CALASETTA - Piazza Belly - Centralino

11 Realtà Locale numero 528 del 31 Marzo SCINTILLE DI FEDE PER LA SETTIMANA SANTA 41 COMUNITA LEGATE ALLA TRADIZIONE SARDA NEL TURISMO: LA MISSIONE DEL PLEIN AIR Beppe Tassone Assessore Crisponi alla presentazione delle Settimane Sante Atmosfere intrise di intenso misticismo, profonda spiritualità e solenne contemplazione. Suggestioni che si vivranno durante i riti della Settimana santa, dal 17 al 24 aprile, nei 41 centri sardi coinvolti dal brand Scintille di fede, dove nel corso di celebrazioni e liturgie si condenseranno luci e colori, abiti tradizionali e preziosi oggetti sacri, tessuti ricercati e splendidi ricami, e gli immancabili e struggenti gosos, i canti liturgici di accompagnamento dei riti sacri. Sa Chida Santa si aprirà con Sas Pramas (17 aprile), la processione della domenica delle Palme e culminerà nel giorno di Pasqua (24 aprile), in un incalzante susseguirsi di rappresentazioni della Passione di Cristo secondo antiche tradizioni filtrate dalla cultura spagnola. L assessorato regionale del Turismo e Sardegna Promozione ha spiegato l assessore Crisponi - hanno censito i comuni che conservano intatto nel tempo il rito sacro. La cabina di regia regionale ha coordinato quest operazione di ricerca in stretto contatto con le amministrazioni locali e con le confraternite ( sas cunfradias ) per far riscoprire e raccontare un patrimonio identitario custodito nel cuore della popolazione. Dal censimento di questo patrimonio - ha proseguito l esponente della Giunta regionale - sono risultati 41 comuni in totale, divisi in 16 che da più tempo e con più forza custodiscono i loro riti e altri 25 che ora danno un valore ufficiale alla riscoperta delle loro tradizioni. Ogni città e paese le racconta in maniera diversa con le proprie vocazioni e dà visibilità a veri e BANDO DI GARA propri tesori della storia sacra. Lo studio di questo patrimonio non si ferma qui, ma è fonte di ulteriore sviluppo, approfondimento e valorizzazione. L obiettivo finale è la creazione di un club di prodotto, già in realizzazione per su Carrasecare, è ora allo studio anche per sa Chida Santa. Scintille di fede è la fase conclusiva del progetto Un Isola che danza, attivato dall assessorato regionale del Turismo, Artigianato e Commercio, in collaborazione con l Agenzia regionale Sardegna Promozione e con le amministrazioni locali, per valorizzare al meglio le potenzialità dell altra stagione. L evento, il quarto della campagna istituzionale coordinata dalla Regione, chiude il ciclo di appuntamenti, che ha già visto susseguirsi, nell ordine, i festeggiamenti per Capodanno, i Fuochi di Sant Antonio ( Scintille dal cuore ) e i Carnevali sardi ( Carrasegare ), tutti appuntamenti capaci di rianimare un periodo dell anno ancora poco promozionato, ma comunque in grado di creare interesse e flussi turistici interni, dalla penisola e dall estero, facendo registrare numeri mai visti prima della creazione del brand istituzionale. I 41 comuni dove saranno celebrati i riti de sa Chida sono: Aggius, Aidomaggiore, Alghero, Barisardo, Bonarcado, Bonnannaro, Bortigali, Bosa, Cagliari, Castelsardo, Cuglieri, Desulo, Domusnovas, Fonni, Galtellì, Ghilarza, Iglesias, Irgoli, Lanusei, Milis, Narbolia, Nulvi, Nuoro, Oliena, Onifai, Orgosolo, Oristano, Orosei, Paulilatino, Pozzomaggiore, Riola Sardo, Samugheo, San Vero Milis, Santu Lussurgiu, Sarule, Sassari, Scano di Montiferro, Seneghe, Villacidro, Villanova Monteleone e Zeddiani. L investimento è di 150mila euro per i centri coinvolti (da 2 a 5 mila a ciascuno) e di 150mila euro per la campagna di comunicazione. Totale 300 mila euro. Ai momenti di fede ha concluso l assessore del Turismo - sono associati quella della comunicazione, che coinvolge quotidiani regionali e nazionali, radio e televisioni regionali e nazionali, portali web, agenzie di viaggi e tour operator della Sardegna. Si tratta della più poderosa campagna di comunicazione mai fatta nel periodo di bassa stagione. Per capire la portata del successo fornisco un dato: è stato superato il milione di click sul link Un Isola che danza all interno del sito istituzionale Sardegna Turismo. Si tratta di una base di partenza solida e molto incoraggiante per la campagna comunicativa estiva con il brand Sardegna Cuore d acqua. PROVINCIA CARBONIA IGLESIAS BANDO DI GARA PROCEDURA APERTA PER L AFFI- DAMENTO DEI LAVORI DI MESSA IN SICUREZZA E DI MANUTEN- ZIONE DELLA S.P. 84 IN LOCALI- TA MONTE AGRUXAU IMPORTO COMPLESSIVO DELL OPERA: ,22, oltre IVA nella misura di legge, comprensivi degli oneri per la sicurezza ammontanti ad ,00, oltre IVA nella misura di legge, onnicomprensivi di tutti gli oneri previsti ai sensi di legge. Il termine ultimo ed inderogabile per la ricezione delle offerte è stabilito il giorno 26 aprile 2011 alle ore Indirizzo: Provincia Carbonia Iglesias Ufficio Protocollo c.a. Dott. Matteo Muntoni - Via Mazzini n. 39, CARBONIA (CI). Il Dirigente dell Area Servizi Amministrativi e Finanziari Dott.ssa Anna Maria Congiu I cipressi che a Bólgheri alti e schietti van da San Guido in duplice filar, quasi in corsa giganti giovinetti mi balzarono incontro e mi guardar, quante volte questa poesia, studiata a scuola, mi è tornata alla mente mentre mi trovavo a percorrere l Aurelia! Lo sguardo si perdeva nella duplice fila d alberi e andava su, verso Bolgheri perdendosi nell orizzonte del cielo, delle colline Toscane e delle varie tonalità di verde. Non è dato sapere quanti milioni di persone abbiano raggiunto quei luoghi spinti da una poesia, com è difficile immaginare quanto abbiano reso al turismo di Madrid la Maja vestida e la Maja desnuda conservate al Prado o a Parigi la Gioconda custodita al Louvre. La cultura è fine a se stessa, chi vuole asservirla ad altre cause sbaglia o, peggio ancora, si pone su una strada che può perfino portare alla dittatura, ma la cultura non è un involucro vuoto, insensibile al territorio ed a quanto avviene intorno. Lo scrivo perché si ha la sensazione che spendere in cultura sia uno spreco o che, al limite, possa essere utile solo dopo aver dato soluzione a problemi più impellenti. Nulla di più sbagliato se si tiene conto degli effetti positivi che, soprattutto in una nazione turistica, il patrimonio culturale può assicurare. Mostre visitate da milioni di persone, canzoni e ballate che caratterizzano aree, tradizioni enogastronomiche rappresentano un traino importante e non costituiscono solo il contorno, ma rappresentano per molti verso il piatto principale. Una canzone come Munasterio e Santa Chiara per Napoli, la Valle dei Templi per Agrigento, gli scavi di Selinunte, Ossi di seppia di Montale per Portovenere traghettano verso il turismo reminiscenze scolastiche condivise da milioni di persone con indubbie ricadute economiche. Qui entra in gioco il turismo plein air: il veicolo ricreazionale rappresenta il mezzo più agile per raggiungere località anche lontane e prive di facili vie di comunicazioni. Rendersene conto ed agire di conseguenza vuol dire aiutare anche le aree meno fortunate e più periferiche ad ottenere quei benefici economici ed occupazionali che cultura e turismo, insieme, riescono ad assicurare. Certo le difficoltà vi sono e non sono poche: una visione retrò del turismo lo vuole fine a se stesso incapace di sapersi coniugare con altri fattori. Eppure nessun settore é fine a se stesso, in una realtà globalizzata perdere di vista il complessivo per soffermarsi solo sul particolare non solo è controproducente, ma anche dannoso. La missione del turismo plein air è proprio quella di aiutare cultura e territorio a trovare un filo comune che le leghi, che aiuti sempre di più a vivere con gli occhi quanto si è studiato sui libri di scuola. La soddisfazione, dopo anni, di vedere la strada dei cipresseti e di scoprire che era come la si era immaginata a scuola mentre si mandava a memoria la poesia costituisce davvero una soddisfazione che pochi altri segmenti del turismo possono assicurare e che invece per il camper è all ordine del giorno. Lo stesso vale per le Fonti del Clitunno cantate da Carducci: Ancor dal monte, che di foschi ondeggia frassini al vento mormoranti e lunge per l aure odora fresco di silvestri salvie e di timi, scendon nel vespero umido, o Clitumno, a te le greggi.. L importante è rendersene conto e farsi interpreti di questa missione assegnata proprio a chi pratica il turismo plein air. Così da mettere da parte, sempre per stare col Carducci, quell asin bigio, che rosicchiando un cardo rosso e turchino, non si scomodò: tutto quel chiasso ei non degnò d un guardo e a brucar serio e lento seguitò. Lui potrà anche permetterselo, ma l economia di una nazione turistica assolutamente no.

12 12 numero 528 del 31 Marzo 2011 Realtà Locale Innesto SAN GIOVANNI SUERGIU DOMENICA DEDICATA A INNESTI E POTATURA Cristina Vincis Domenica scorsa, presso l Agriturismo Agrifoglio sito in Via Porto Botte a San Giovanni Suergiu, si è svolta una singolare e originale festa che ha visto interessati diversi gruppi di amanti della natura. Si è trattato della Festa degli Innesti e della Potatura. Essa si proponeva di focalizzare l attenzione dei partecipanti sull urgenza di ri-iniziare a diffondere sul territorio, attraverso la pratica dell innesto, le antiche varietà a rischio di estinzione. A tal scopo, sono state illustrate e dimostrate praticamente le tecniche di base dell innesto e della potatura e, quindi, i partecipanti hanno proceduto con l innesto di alcune marze di peri, meli e ulivi che sono stati identificati dal Comitato come facenti parte del patrimonio varietale locale. Il programma, ben studiato e gestito, prevedeva in mattinata l illustrazione sulle tecniche di innesto e potatura, quindi c è stato l incontro con gli innestatori esperti e organizzazione dei partecipanti in piccoli gruppi per procedere all esperienza pratica sul campo. E stata certamente una iniziativa di grande valenza sociale, ancorché culturale, mirata sia all apprendimento delle tecniche d innesto (molte donne presenti) e sia di quelle della potatura. Per molti, armati di apposito coltellino e rafia naturale, è stato anche un campo scuola meritevole della massima attenzione, sia per curare alberi di frutta e sia per curare (potare e innestare) fiori o alberi da giardino. Bonifiche e Siti Visitabili San Giovanni Miniera - Recupero discarica Potatura Per le prenotazioni telefonare al servizio visite: tel fax o via SPAZIO AGLI EMIGRATI DIRETTIVO NAZIONALE DELLA F.A.S.I. STABILISCE IL QUINTO CONGRESSO AD ABANO TERME Massimiliano Perlato Tavolo direttivo Naz. Fasi Si sosterrà ad Abano Terme, tra il 21 ed il 23 ottobre prossimo, il quinto Congresso della Federazione delle Associazioni Sarde in Italia. Questa è la notizia più succulenta emersa al Direttivo Nazionale dei circoli degli emigrati sardi che si è svolto a Milano. Tonino Mulas, presidente F.A.S.I. nella sua filippica, ha schematizzato il ragguaglio di un anno travagliato soprattutto nell intesa con le Istituzioni regionali della Sardegna, che ha evidenziato, come sia spesso la burocrazia a influenzare progetti e programmi. Quelli che i 70 circoli degli emigrati sardi presenti nella penisola ha rimarcato Mulas nel suo excursus hanno portato avanti con determinazione e giovamento. Il condizionamento, se ci fosse ancora una volta il bisogno di sottolinearlo, è legato prettamente alla questione risorse, che giungono da Cagliari sfilacciate ed in eterno ritardo cronico, tanto da posizionare ponderatamente in controversia, la sopravvivenza di diversi sodalizi alle prese quotidianamente con vigorose spese anche solo per l utilizzo dei locali dove si è ubicati. Luci e ombre quindi, come spesso è capitato in questi ultimi anni di dialogo fra Regione Sardegna ed emigrazione sarda organizzata. Questo nonostante che l assessore Franco Manca da cui dipendiamo ha concluso Mulas sia persona di incondizionato valore: inflessibile si, ma altresì intellettualmente attento alle tematiche isolane fuori dai propri confini. Per il futuro, con una riunione di Consulta alle porte che si sosterrà a metà aprile, si reclamerà presso l assessorato di non pretendere aggiuntivi immolazioni alle associazioni, che già come sopra rilevato, sono in sofferenza. E sempre mantenendo fede alle linee guida dell assessorato, grande spazio e visibilità in questo 2011, lo procacceranno i giovani emigrati. Per loro, l appuntamento capitale, si terrà a Cagliari dal 23 al 25 giugno, con il Meeting Internazionale per i giovani discendenti degli emigrati sardi. La F.A.S.I., ha sottolineato il responsabile di settore Giancarlo Palermo, vuole approdare organizzata e non le disilludere le aspettative regionali, che, fa conoscere attraverso una nota ufficiale, si aspetta da questo progetto, finalizzato ad avvicinare i giovani al tessuto associazionistico per favorire il naturale ricambio generazionale nella gestione e conduzione delle strutture in emigrazione, di stimolare il loro interesse per la cultura sarda e italiana, di agevolare e incrementare la loro presenza nel territorio regionale tramite iniziative rivolte allo studio, alla conoscenza del territorio e delle sue potenzialità. Si svolgerà a riguardo tra il 20 e il 21 maggio, un Seminario per i giovani presso il circolo Sardegna di Bologna, che farà da corollario al Sardinian Festival, con un prolungato concerto che vedrà interporsi sul palco del Parco Nord felsineo, diverse band musicali isolane. Anche nella circostanza del Congresso F.A.S.I. di ottobre ad Abano Terme, la giornata introduttiva ai lavori, quella del 20 ottobre, sarà a disposizione dei giovani, che in quell occasione designeranno il loro Coordinamento in seno alla Federazione. In evidenza nella mattinata milanese che ha convogliato nel capoluogo meneghino i responsabili delle associazioni presenti in Italia, oltre al bilancio 2010 della F.A.S.I., anche la straordinaria affermazione della mostra Fratelli d Italia celebrata per immagini in occasione del 150 anniversario dell Unità d Italia. E spettato a Bruno Culeddu, responsabile di questo prospetto alla quale hanno preso parte quasi 500 artisti da tutto il mondo. Culeddu ne ha messo in evidenza le peculiarità basilari esibendo fra le altre cose, il prestigioso catalogo che incorpora le principali opere meritevoli di menzione e visibilità. Tantissimi i riconoscimenti istituzionali giunti alla F.A.S.I. praticamente da ogni angolo d Italia, vista anche la richiesta assidua per poter proporre la mostra in questo 2011 di ricorrenza. Il prossimo rendez-vous per Fratelli d Italia di prestigio, dopo il debutto alla Camera dei Deputati a Roma e la successiva mostra al Palagio di Parte Guelfa a Firenze, sarà a Cagliari in occasione della 63esima edizione della Fiera Campionaria Internazionale. Affrontata infine da Filippo Soggiu, che ne è garante di settore, altresì la delicata faccenda connessa ai trasporti da e per la Sardegna. Situazione realmente inconcepibile che si è tracciata per questa stagione, dove i vettori del trasporto navale, facendo un impudente cartello, stanno sistemando in supplizio una economia isolana di per sé già moribonda con un accrescimento tariffario che varia da un 50 ad un 90%, con punte che oltrepassano persino il cento per cento in alta stagione. L impatto è devastante sottolinea Soggiu perché il settore trainante della nostra Regione, ovvero il turismo, è fortemente danneggiato. Dati alla mano, si è registrato già un 20% di disdette nelle prenotazioni estive presso gli alberghi. Se a questo si somma il meno 10% della scorsa stagione, si preavvertono tempi duri per la Sardegna. L unica nota positiva, un questo marasma di negatività, che rende complice persino la non chiarezza sulla nuova continuità territoriale che per vizi di forma è stata spostata al 2012, sono i riscontri dell Agenzia F.A.S.I Eurotarget Viaggi, che per scritture private fra la Federazione e i vettori del trasporto navale, riesce oggi ad essere competitive rispetto all offerta generale, con scontistiche apprezzabili per coloro che sono iscritti ai circoli sardi degli emigrati. Ultimo atto, il riconoscimento di un nuovo sodalizio in una Regione come le Marche, sino ad oggi avara di presenze migratorie sarde. Luigi Lilliu, Presidente del circolo Eleonora d Arborea di Pesaro ha esposto verbalmente le qualità della sua associazione che è stata all unanimità accolta nella grande famiglia F.A.S.I. Il tuo Giornale in abbonamento o in edicola Via Gramsci, Carbonia Tel Fax Cell

13 Storia e Personaggi numero 528 del 31 Marzo ANTONIO SEGNI E IL COGNATO CARLO VERCESI NELLA TESTIMONIANZA DI ITALO PIETRA Paolo Pulina Antonio Segni con il presidente Kennedy Nel 2011 ricorre il centesimo anniversario della nascita (a Godiasco, nell Oltrepò pavese, il 7 luglio 1911) e il ventesimo anniversario della morte (avvenuta a Ponte Nizza, sempre in Oltrepò, il 5 settembre 1991) di un grande giornalista e scrittore pavese, Italo Pietra. Dopo essere stato ufficiale di complemento degli Alpini nella campagna d Abissinia e nella guerra d Albania, Pietra (nome di battaglia Edoardo ) partecipò alla Resistenza partigiana nell Oltrepò, divenendo prima ispettore delle brigate garibaldine, poi comandante delle diverse divisioni della zona. Come giornalista fu mitico direttore de Il Giorno dal gennaio 1960 al giugno Nel suo volume I grandi e i grossi (Mondadori, 1973), nel capitolo dedicato al conte Luchino dal Verme (nato nel 1912: leggendario comandante partigiano in Oltrepò, tuttora vivente), Pietra racconta un episodio che consente di riportare alla memoria Carlo Vercesi, protagonista della vita accademica pavese (ma ebbe anche a che fare con la Sardegna) prima della seconda guerra mondiale e Antonio Segni (Sassari- 2 febbraio 1891 Roma, 1º dicembre 1972), protagonista della vita politica nazionale dopo la seconda guerra mondiale (quarto Presidente della Repubblica dal 6 maggio 1962 sino alle dimissioni volontarie, per gravi motivi di salute, del 6 dicembre 1964). Scrive dunque Pietra: «In quel tempo [siamo nel periodo della Resistenza] avvenne il rapimento del professor Carlo Vercesi, rettore magnifico dell Università di Pavia. Uno studente andò a prenderlo a casa, per una visita urgente; poi, puntandogli dalla tasca la pipa, lo persuase a sedere sulla canna della bicicletta e così si avviò pedalando verso Casteggio. Quando incontrarono i primi partigiani, Vercesi si vide perduto: poi cominciò a riconoscere i monti e le strade degli anni lontani, perché proprio lassù, a Romagnese, aveva iniziato la carriera, come medico condotto, e lo avevano cacciato, a furore di popolo, per via di quella mucca [morta due ore dopo l intervento del medico Vercesi, che vi era stato obbligato a viva forza dai contadini disperati alla prospettiva di perdere l unica risorsa per passare l inverno, n.d.r.]. Dopo qualche giorno, fu invitato a dare la propria opera a favore delle popolazioni, in tutta libertà; l occasione era buona per rifarsi, e magari anche per ringraziare di quel lontano smacco subìto a Romagnese, che lo aveva avviato a una splendida carriera accademica. Passate le ore dell angoscia, Vercesi andava spesso a fare quattro chiacchiere coi partigiani, a Zavattarello; era un buon conversatore ma aveva un chiodo fisso, il chiodo di Tonino. Con lui tutte le conversazioni andavano a finire là. Per esempio, la radio dava la notizia dell Armata Rossa all offensiva, e lui commentava: Già, Tonino lo aveva detto. Capitava su il generale Bisco, che era stato famoso come pilota di Mussolini e parlava amaramente delle illusioni perdute; e lui Già, lo diceva Tonino. Si commentavano i preparativi dell imminente offensiva angloamericana contro la Linea Gotica, e lui: Ecco, chissà cosa direbbe Tonino. Si parlava dei bombardamenti sulle città tedesche, e lui interveniva così: Una volta io facevo il federale, in Sardegna, oltre che il professore d Università. Ma Tonino vedeva giusto, capiva che le cose sarebbero andate così». Conclude Pietra: «Tonino era suo cognato, avvocato a Sassari. Secondo Vercesi, godeva poca salute; doveva indossare il soprabito anche nella buona stagione; sembrava invecchiato prima del tempo; era uomo senza ambizioni e senza energia. Così lassù, si sentì parlare per la prima volta di quell avvocato di Sassari che fu poi per tanti anni in prima fila nelle lotte politiche, e infine Capo dello Stato, Antonio Segni». Carlo Vercesi nacque a Montù Beccaria (Oltrepò pavese) nel Sposò Vannina Carta di Sassari (sorella di Laura Carta, moglie di Antonio Segni) dalla quale ebbe quattro figli: Mimma (sposata con l ing. P. Bacialli, da cui è nato Luigi, noto giornalista); don Bruno (monsignore in Vaticano); Dario (dentista a Milano) e Giuseppe (avvocato a Roma). Carlo Vercesi e Vannina Carta ( ) sono sepolti nel cimitero di Montù Beccaria. Il paese oltrepadano ricorda il prof. Vercesi in due lapidi. Nella prima è scritto: «In questa casa nacque Carlo Vercesi, , clinico insigne, 1 Réserve Géologique de Haute Provence FRANCE 2 Vulkaneifel European Geopark GERMANY 3 Petrified Forest of Lesvos GREECE 4 Maestrazgo Cultural Park Aragon, SPAIN 5 Psiloritis Nature Park GREECE 6 Terra.Vita Nature Park GERMANY 7 Copper Coast Geopark IRELAND 8 Marble Arch Caves European Geopark IRELAND and UK 9 Madonie Geopark ITALY 10 Rocca Di Cerere Geopark ITALY 11 Nature Park Steirische Eisenwurzen AUSTRIA 12 Nature Park Bergstrasse Odenwald GERMANY 13 North Pennines AONB ENGLAND, UK 14 Park Naturel Régional du Luberon FRANCE 15 North West Highlands SCOTLAND, UK 16 Geopark Swabian Albs GERMANY rettore magnifico delle università di Sassari e Pavia, docente di ostetricia e ginecologia nelle cattedre universitarie di Sassari, Palermo, Pavia, Milano, maestro incomparabile, diede esempio sublime di dedizione al bene altrui, alla scienza, alla patria. L Amministrazione comunale e discepoli del suo diletto paese natale posero». L altra ricorda: «In questo Teatro [Dardano] il 5 maggio 1956, presente Sua Ecc. Antonio Segni, eletto poi IV presidente della Repubblica, i professori Massazza e Ciferri commemoravano Carlo Vercesi, magnifico rettore, clinico ostetrico ginecologico, e Luigi Montemartini, senatore della Repubblica, botanico, fitopatologo, l uno e l altro orgoglio e vanto di Montù Beccaria». In Internet si trova un testo di ricordi che è intitolato Montù Beccaria negli anni Venti e che è firmato Cesare Pozzi. In esso si dice: «Carlo Vercesi, professore ginecologo. Fu magnifico rettore dell Università di Pavia. Trasferitosi a Sassari, divenne segretario federale fascista di quella provincia. Sposò la sorella della moglie di Segni, che fu eletto presidente della Repubblica. Ritornato a Pavia, finì alla Mangiagalli di Milano, era il posto del primo ginecologo d Italia. Come chirurgo portò una nuova tecnica nel taglio cesareo che avrebbe poi applicata a mia moglie per la nascita di Saeda nel 1947». Questo Cesare Pozzi è proprio il famoso partigiano che, col nome di battaglia di Fusco, è stato uno dei maggiori protagonisti della Resistenza nell Oltrepò pavese, medaglia d argento al valor militare. Era nato a Ziano Piacentino (Piacenza) nel 1914, è deceduto a Pavia nel IL PARCO GEOMINERARIO STORICO AMBIENTALE DELLA SARDEGNA NELLA RETE DEI GEOPARCHI EUROPEI UNESCO EUROPEAN GEOPARKS NETWORK 17 Geopark Harz Braunschweiger Land Ostfalen Geopark GERMANY 18 Mecklenburg Ice Age Park GERMANY 19 Hateg Country Dinosaurs Geopark ROMANIA 20 Beigua Geopark - ITALY 21 Fforest Fawr Geopark WALES, UK 22 Bohemian Paradise Geopark CZECH REPUBLIC 23 Cabo de Gata Nijar Nature Park Andalucia, SPAIN 24 Naturtejo Geopark PORTUGAL 25 Sierras Subbeticas Nature Park Andalucia, SPAIN 26 Sobrarbe Geopark Aragon, SPAIN 27 Gea Norvegica NORWAY 28 Geological, Mining Park of Sardinia ITALY 29 Papuk Geopark - CROATIA 30 Lochaber Geopark SCOTLAND, UK 31 English Riviera Geopark ENGLAND, UK 32 Adamello Brenta Nature Park - ITALY

14 14 numero 528 del 31 Marzo 2011 Cultura ITINERARI ARTISTICI DAGLI ANNI OTTANTA AL DUEMILADIECI PUBBLICATO IL CATALOGO DEGLI ARTISTI ESPOSITORI A pochi giorni dalla chiusura la mostra Generazioni Glocal ha avuto il suo catalogo. Il volume pubblicato dalla Soter editrice, è stato presentato durante una conferenza stampa nella sede della Provincia di Cagliari a Palazzo Regio. All incontro sono intervenuti la curatrice della mostra e autrice dei testi Sonia Borsato (Direttore di Su Palatu-spazio culturale per la fotografia di Villanova Monteleone), l ideatrice del progetto Lorena Carboni (poetessa e autrice radiofonica, organizzatrice del festival Traghetti di Poesia a Cagliari), lo scrittore e critico d arte Gianni Murtas, l editore della Soter Salvatore Ligios e il fautore dell intera iniziativa, il Presidente della Provincia di Cagliari Graziano Milia. Pubblicato dalla casa editrice specializzata in libri d arte e sulla cultura sarda, il catalogo distribuito gratuitamente dalla Provincia di Cagliari, è arrivato a suggellare il percorso di Generazioni Glocal - Itinerari artistici dagli anni Ottanta al Duemiladieci in Sardegna avviato appunto con le 35 opere a parete, esposte dal 3 febbraio al 20 marzo 2011 all Exmà centro comunale d arte e cultura di Via San Lucifero a Cagliari. Le 120 pagine del catalogo con i testi Sonia Borsato racchiudono il tentativo di eseguire una prima mappatura seppure parziale, del fermento artistico nell isola. Infatti, il volume, così come l esposizione all Exmà prima, non ha la pretesa di coprire la completa panoramica di trent anni d arte in Sardegna e ancora meno vuole storicizzare formalmente i tre decenni presi in esame. Generazioni Glocal vuole indicare uno tra i tanti itinerari possibili, marcando l accento su alcune tappe rispetto ad altre, declinando principalmente il tema dell ibridazione attraverso le opere di artisti che negli anni presi COMUNE DI VALLERMOSA PROVINCIA DI CAGLIARI BANDO DI GARA GESTIONE DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE IMPORTO A BASE D ASTA: L importo biennale complessivo posto a base d asta è stimato in ,34 al netto dell Iva per un monte ore presunto di circa MODALI- TÀ DI PRESENTAZIONE DELL OFFERTA: Le prescrizioni relative alle modalità di presentazione dell offerta sono previste a pena di esclusione dalla gara in quanto ritenute essenziali per un ordinato svolgimento della procedura di gara. Le Ditte interessate a partecipare alla gara, dovranno far pervenire al Comune di VALLERMOSA Via Adua,1 C.A.P VALLERMOSA (Ca) - entro e non oltre le ore 14,00 del esclusivamente a mezzo del servizio postale o tramite agenzia di recapito o a mano. UNIONE DI COMUNI METALLA E IL MARE PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS VIA GARIBALDI (EX CASA ASQUER) MUSEI (CI) BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI INGEGNE- RIA E ARCHITETTURA VALORIZZAZIONE AREA INTERNA E CIRCOSTANTE AL MONUMENTO NATURALE DELLE GROTTE DI SAN GIOVANNI IN COMUNE DI DOMUSNOVAS Il corrispettivo complessivo, a base di gara, per l appalto dei servizi in oggetto, è pari a ,15 al netto degli oneri fiscali e previdenziali. Termine di ricevimento delle offerte e delle domande di partecipazione: Data: Ora: in esame, hanno concentrato l attenzione e le rispettive opere su quei percorsi fertili alla contaminazione con altre forme di linguaggio: il fumetto, il cinema e in particolare la fotografia. Il catalogo si presenta come una sorta di diario di viaggio: ogni decennio è corredato da una cronologica con gli avvenimenti più significativi del periodo che, oltre a ricreare il clima di quegli anni, rende giustizia all operare degli artisti. Come considerazione finale sull intero progetto appare più che esauriente quanto afferma Sonia Borsato nella sua introduzione al catalogo Generazioni Glocal vorrebbe essere il primo sasso lanciato nello stagno che genera ondate di discussioni, considerazioni, meditazioni e nuove partenze. Smuovere, insomma, quel placido specchio d acqua che sembra essere il panorama artistico sardo, attivo, certo, dinamico, ovvio ma composto ed educato, in un certo senso. Quello che si è tentato di fare è stato mettere in evidenza trasformazioni artistiche e sociali, insieme ad alcune più specificamente fotografiche, che potessero dar vita a considerazioni che, riflettendo sul passato, potessero illuminare il presente e costruire ponti verso il futuro. Questi i nomi degli artisti in catalogo: Danilo Sini, Antonio Mallus, Pino Squintu, Pinuccia Marras, Leonardo Boscani, Aldo Tilocca, Erik Chevalier, Gianfranco Pintus, Greta Frau, Marco Moretti, Enrico Corte, Pastorello, Andrea Nurcis Giorgio Urgeghe, Gavino Ganau, Pietrolio, Josephine Sassu, Fabiola Ledda, Gianni Ruggiu, Le industrie invisibili (compagnia di produzioni artistiche fondata nel 2001 da Stefano Cossu), Y Liver (duo artistico creato nel 1999 da David Liver e Rugiada Cadoni), Gianfranco Setzu, Cristian Chironi, Giulia Casula, Giuliano Sale, Paolo Carta, Silvia Argiolas, Silvia Idili, Stefano Serusi, Carlo Spiga, Narcisa Monni, Cristina Meloni, Vittoria Soddu, Marco Lampis e Pietro Mele.

15 Cultura numero 528 del 31 Marzo Talvolta si pensa che un libro per dolci, di quelli che comprendono ricette, non debbano essere annoverati tra quelli che meritano attenzione perché vengono ritenuti di scarso interesse culturale. La realtà è tutt altra. Un libro che raccoglie ricette tradizionali, come il caso di Magia del dolce sardo di Gabriella Soro, non solo rientra a pieno titolo tra quelli che esprimono cultura, ma diventano pilastri gastroculturali, tanto più se in essi vengono rispettati i canoni della autentica tradizione e puntano a tramandare ai giovani l arte del dolce, perché di arte si tratta. Ma Gabriella Soro non si è limitata esclusivamente a proporre il dolce sardo, ma ha realizzato una vera guida pratica per soddisfare gli amanti del dolce tradizionale e nazionale. Il tutto è un condensato di quell arte che, appresa inizialmente dalla madre, ha poi sviluppato in laboratorio per arrivare addirittura ad una scuola di formazione (privata), la Sulcis Scuola, che almeno sei-sette volte l anno e ovunque in Sardegna, viene frequentata da giovani (ma anche meno tali) che intendono dedicarsi all arte del dolce oppure migliorare la conoscenza e i segreti di essa. Spesso si dice che per imparare un mestiere, si debba per forza lavorare presso qualcuno che ce lo insegni, scrive Gabriella Soro nella presentazione del libro. Talvolta è vero, in altri casi come in questo, basta un po di passione e determinazione, e sono sicura che la voglia di conoscere, approfondire, provare e realizzare va oltre le aspettative. Il libro di Gabriella Soro, ancora fresco di stampa, ma già distribuito in tutta la Sardegna e anche fuori dell Isola, è ricco di immagini illustrative, e SARDEGNA IN LIBRERIA MAGIA DEL DOLCE SARDO PROPOSTO DA GABRIELLA SORO UN LIBRO PER DOLCI E UNO SPACCATO GASTROCULTURALE Alessandro Carta I CORSI DI SULCIS SCUOLA Corso di dolci sardi, corso base di pasticceria nazionale, corso di alta pasticceria, corso di buffet dolce-salato, torte da forno con farcitura e decori, dolci da cucchiaio, corso di gelateria, corso di cucina sarda, corso di cucina nazionale e intaglio di frutta-verdura, corso di panificazione, corso di pizza e focaccia. Per informazioni: sembra, quasi, si possano cogliere gli odori ancora aciduli e crudi degli impasti e i profumi dei dolci caldi di cottura. Sono profumi che distintamente provengono da pistocheddus, tilicas, pardulas, pastissus, pan e saba, papassinas, pirichittus, per finire con le seadas. Ma questi sono solo alcuni nomi del dolce tradizionale sardo, peraltro assai vario da località e località, ma sempre rispettoso dei suoi ingredienti naturali. Nel risvolto della prima di copertina l autrice spiega che il libro, nel suo genere, potrebbe essere simile a tanti altri, ma ciò che lo rende diverso, e quindi esclusivo, è che tutte le ricette fanno parte di una raccolta di vecchia tradizione, studiata e rielaborata meticolosamente per essere alla portata Gabriella Soro Le brave ragazze vanno in paradiso...da sole? Questo è il sottotitolo del libro Single di Dio che la scrittrice torinese, ma sarda d adozione, Paola Lazzarini ha presentato alla terza e penultima serata di Aspettando la Fiera del Libro Libri a Sud Ovest che si è tenuta lo scorso 12 marzo nella splendida cornice del centro culturale Casa Fenu di Villamassargia. A fare ancora una volta da padrona di casa del salotto letterario della manifestazione è stata Cinzia Micheletti, già Assessore della Cultura della provincia di Carbonia-Iglesias. Come sempre l atmosfera è stata quella amichevole, intima e colloquiale che contraddistingue tutti gli appuntamenti della Fiera. Paola Lazzarini è una sociologa e attualmente, dopo anni di forte impegno sociale con numerose associazioni di volontariato e con la Caritas, collabora da alcuni anni con la Funzione Formazione delle Acli Nazionali. Il suo libro è una riflessione pungente e spiritosa sul mondo della donna single di Dio basata su situazioni realmente vissute e su esperienze e racconti di amiche. Durante la serata Paola Lazzarini ha spiegato a Cinzia Micheletti e al suo pubblico cosa intenda per Single di Dio: una donna dai trenta anni in su, con un cammino di fede, che lavora molto sul suo mondo interiore, che si pone tanti problemi ma che non si rispecchia completamente in personaggi alla Bridget Jones; una donna che sente dentro di sé la voglia di un rapporto affettivo e di una famiglia ma che, man mano che gli anni passano, non riesce a realizzare suo malgrado questo desiderio. Una single di Dio è una donna che si ritrova quindi nella condizione di singletudine non per scelta ma che cerca di affrontare la situazione con ironia e con fede, scontrandosi ogni giorno contro la crescente mercificazione dei corpi e dei sentimenti attuata con sempre maggior forza dai mezzi televisivi e dalla società. Oltre a queste riflessioni, il libro contiene inoltre consigli e suggerimenti per tutte le donne che si riconoscono in questa situazione. Il discorso si potrebbe estendere però anche al versante maschile. Infatti Lazzarini ha spiegato che con sua grande sorpresa sempre più uomini, da quando il libro è uscito, la contattano per avere consigli ed aiuto per quanto riguarda questioni amorose e quindi, come l autrice auspica anche nell introduzione, l augurio è che il libro possa essere un utile lettura anche per gli uomini, in attesa magari di un seguito dedicato tutto a loro. Prima della presentazione ha preso la parola il Sindaco di Villamassargia Francesco Porcu e nel suo discorso ha espresso massima soddisfazione per il patrocinio di questa interessante manifestazione da parte del suo comune al fianco della Provincia di Carbonia-Iglesias e del Parco Geominerario della Sardegna. Porcu ha auspicato per il futuro non solo maggiori finanziamenti per la Cultura in generale ma anche una crescente sensibilità che porti le persone comuni a promuovere nel loro piccolo i libri ed educare le nuove generazioni alla lettura critica e al ragionamento. Il prossimo e ultimo appuntamento di Aspettando la Fiera di tutti. Sono dolci di antica tradizione, dove per qualsiasi evento le nonne o le mamme si dedicavano, in tempo utile, alla preparazione del dolce tradizionale in un particolare periodo dell anno, come i papassinas per la Festa dei Santi; il pan e saba e pirichittus per Pasqua, e altri ancora. Ma, come già detto, la proposta di Gabriella Soro non si limita al solo dolce tradizionale della Sardegna. La sua misurata e comprovata esperienza varca i confini per completare il giro d orizzonte, addentrandosi, con rara competenza, nei dolci della sposa e in quella che comunemente viene considerata pasticceria nazionale. Ma anche in questo caso, la freschezza dei prodotti base e lo scrupolo del dosaggio dei vari ingredienti sono un po il segreto della riuscita e della bella figura che si riesce a fare con i propri familiari o con gli amici. Tra i derivati della pasta sfoglia ritroviamo i cannoncini, le sfogliatine, i ventagli, le millefoglie, i vol-ou-vent e le pizzette sfoglia. E non poteva mancare i capitolo dedicato alle creme e ai vari dolci che le ospitano: pan di Spagna, bignè, meringhe ecc. Un autentica mini enciclopedia, nella quale si evidenzia l essenzialità e la chiarezza per realizzare il dolce, capace di strappare l apprezzamento di chi ha intatto il gusto di saper peccare di gola. ASPETTANDO LA FIERA DEL LIBRO CON PAOLA LAZZARINI E IL SUO VADEMECUM Enrico M. Scano è previsto per il 2 Aprile: Giusy Quarenghi, la scrittrice di libri per l infanzia e vincitrice del Premio Andersen nel 2006, presenterà la sua produzione letteraria. La manifestazione Aspettando la Fiera lascerà poi spazio alle manifestazioni del Maggio Letterario mentre dal 26 al 29 Maggio, sempre a Casa Fenu, si terrà la terza edizione della vera e propria Fiera del Libro del Sulcis Iglesiente alla presenza di tanti editori sardi e famosi autori isolani con nuove presentazioni di libri, conferenze, concerti ed attività ricreative. Non è il formato che fa grande un giornale, ma i suoi contenuti. Gazzetta del Sulcis Iglesiente punta alla realtà dei Lettori. SULCIS - IGLESIENTE: TURNI DEL 2 & 3 APRILE 2011 a cura di Franco Airi FARMACIE: IGLESIAS: CADDEO, via Emanuela Loi, tel CARBONIA: URGU, via Gramsci, tel CARLOFORTE: PICCALUGA, via XX Settembre, tel SANT ANTIOCO: RUBISSE, piazza Umberto, tel SILIQUA: PISANO,, via Repubblica, tel GONNESA: IBBA, corso Matteotti, tel VILLAPERUCCIO: LACCU, via Nazionale, tel BENZINAI: IGLESIAS: TAMOIL-STOCHINO, via San Salvatore CARBONIA: LECLERC-COCCINELLA, via del Minatore AGIP-COSSU, via Lubiana Q8-MAGGI, Cortoghiana VILLAMASSARGIA: Q8-MURGIA, via Stazione GONNESA: Q8-MAMELI, corso Matteotti SANT ANTIOCO: ESSO-GARAU, località Pont CARLOFORTE: AGIP-REPETTO, via Porticciolo Pescherecci SAN GIOVANNI SUERGIU: Q8-BASCIU&DESOGUS, via Portobotte SANTADI: ESSO-SECCI, strada provinciale n 1 PORTOSCUSO: TAMOIL-PORTAS, via Dante

16

Consiglio Provinciale

Consiglio Provinciale PROVINCIA CARBONIA IGLESIAS Consiglio Provinciale Delibera n 46 Data:08.11.2011 Prot. n del Oggetto : Approvazione Ordine del giorno su nuove norme recupero crediti Equitalia L anno duemilaundici, addì

Dettagli

Legge Regionale Piemonte 8 novembre 1989, n. 64

Legge Regionale Piemonte 8 novembre 1989, n. 64 Legge Regionale Piemonte 8 novembre 1989, n. 64 Interventi regionali a favore degli immigrati extra-comunitari residenti in Piemonte pubblicata su B.U.R. Piemonte n. 46 del 15 novembre 1989 Art. 1 (Finalità)

Dettagli

RESOCONTO STENOGRAFICO n. 12

RESOCONTO STENOGRAFICO n. 12 XVII LEGISLATURA Giunte e Commissioni RESOCONTO STENOGRAFICO n. 12 11ª COMMISSIONE PERMANENTE (Lavoro, previdenza sociale) INTERROGAZIONI 43ª seduta: giovedì 12 dicembre 2013 Presidenza della vice presidente

Dettagli

INTERVENTI PROGRAMMATI 233,307. Centro eccellenza energia pulita 8,356. Bonifica aree minerarie dismesse 169,369

INTERVENTI PROGRAMMATI 233,307. Centro eccellenza energia pulita 8,356. Bonifica aree minerarie dismesse 169,369 Oggetto: Piano Sulcis. Presa d atto Protocollo di Intesa per la definizione di obiettivi e condizioni generali di sviluppo e l attuazione dei relativi programmi nel Sulcis-Iglesiente. Atto di indirizzo

Dettagli

COMUNE DI QUARTU SANT'ELENA Provincia di Cagliari

COMUNE DI QUARTU SANT'ELENA Provincia di Cagliari COMUNE DI QUARTU SANT'ELENA Provincia di Cagliari REGOLAMENTO PER ISTITUZIONE DEL REGISTRO COMUNALE DEL VOLONTARIATO, DELLE CONSULTE TEMATICHE E DEL FORUM DEL VOLONTARIATO. Approvato con deliberazione

Dettagli

COMMISSIONE EUROPEA DG Concorrenza. Bruxelles, 01/03/2012 COMP/DG/2012/022543

COMMISSIONE EUROPEA DG Concorrenza. Bruxelles, 01/03/2012 COMP/DG/2012/022543 COMMISSIONE EUROPEA DG Concorrenza Il direttore generale Bruxelles, 01/03/2012 COMP/DG/2012/022543 Modernizzazione degli aiuti di Stato dell UE Documento di discussione Il presente documento espone a grandi

Dettagli

COLLEGHE E COLLEGHI INTERVENGO IN NOME DELLE OO. SS. UNIVERSITARIE FLC-CGIL, CISL UNIVERSITA, UIL PA UR E CONFSAL/CISAPUNI-SNALS.

COLLEGHE E COLLEGHI INTERVENGO IN NOME DELLE OO. SS. UNIVERSITARIE FLC-CGIL, CISL UNIVERSITA, UIL PA UR E CONFSAL/CISAPUNI-SNALS. Documento delle OO.SS. dell Università della Sapienza di Roma CGIL CISL UIL SNALS presentato all Assemblea dell Ateneo indetta dal Rettore sui provvedimenti del Governo adottati del decreto Legge 112/2008

Dettagli

BASTA CON LA CARTA ENTI PREVIDENZIALI SOLO ON LINE. febbraio 2011 INAS CISL - NUMERO VERDE 800 249 307 - WWW.INAS.IT

BASTA CON LA CARTA ENTI PREVIDENZIALI SOLO ON LINE. febbraio 2011 INAS CISL - NUMERO VERDE 800 249 307 - WWW.INAS.IT Anno 63 n. XX lunedì 7 marzo 2011 IISN 0010-6348 Sped.in abb. postale 45% Roma art.2 comma 20b legge 662/96 febbraio 2011 BASTA CON LA CARTA ENTI PREVIDENZIALI SOLO ON LINE INAS CISL - NUMERO VERDE 800

Dettagli

ORDINANZA N. 2 DEL 18.06.2012

ORDINANZA N. 2 DEL 18.06.2012 COMMISSARIO DELEGATO PER L EMERGENZA AMBIENTALE DELLE AREE MINERARIE DEL SULCIS IGLESIENTE E DEL GUSPINESE ORDINANZA N. 2 DEL 18.06.2012 Oggetto: Convenzione tra Commissario, Regione Sardegna e società

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

Speciale. elle. tutti i cittadini, ai giovani ed alle migliaia di lavoratori in cassa integrazione attraverso la realizzazione di

Speciale. elle. tutti i cittadini, ai giovani ed alle migliaia di lavoratori in cassa integrazione attraverso la realizzazione di Speciale E ffepielle elle Nº 11 DEL 24 GIUGNO 2011 SPECIALE EFFEPIELLE SPECIALE EFFEPIELLE SPECIALE Anno Iº n. 11/2011 - UIL FPL INFORMA - quindicinale di informazione politico-sindacale - www.uilfpl.it

Dettagli

Convenzione europea sull esercizio dei diritti dei fanciulli

Convenzione europea sull esercizio dei diritti dei fanciulli Convenzione europea sull esercizio dei diritti dei fanciulli Approvata dal Consiglio d Europa a Strasburgo il 25 gennaio 1996 e ratificata dall Italia con la legge 20 marzo 2003 n. 77 Preambolo Gli Stati

Dettagli

Intervento Presidente Roberto Manzoni CONFERENZA REGIONALE SUL TURISMO Modena, 29 novembre 2013

Intervento Presidente Roberto Manzoni CONFERENZA REGIONALE SUL TURISMO Modena, 29 novembre 2013 Intervento Presidente Roberto Manzoni CONFERENZA REGIONALE SUL TURISMO Modena, 29 novembre 2013 La lunga crisi economica che ha colpito pesantemente il nostro Paese e con gradi diversi l economia internazionale

Dettagli

Statuto dei Verdi del Trentino

Statuto dei Verdi del Trentino Statuto dei Verdi del Trentino Preambolo I Verdi del Trentino sono una formazione politica costituitasi nel 1983, con la denominazione Lista verde del Trentino, per realizzare uno strumento aperto di autorganizzazione

Dettagli

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.)

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.) DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.) (Approvato con deliberazione consiliare n. 30 del 24.06.2010 e successiva modifica con deliberazione consiliare n. 50 del 25.09.2012) PREMESSA

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DELLE ASSEMBLEE E DEI COORDINATORI MUNICIPALI. Parte I

REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DELLE ASSEMBLEE E DEI COORDINATORI MUNICIPALI. Parte I 1 REGOLAMENTO PER L ELEZIONE DEL SEGRETARIO E ASSEMBLEA DELLA FEDERAZIONE, E DEI SEGRETARI E DEI COMITATI DIRETTIVI DEI CIRCOLI DELLA CITTA DI ROMA E DELLE ASSEMBLEE E DEI COORDINATORI MUNICIPALI Parte

Dettagli

Regolamento per la concessione in uso dei locali comunali

Regolamento per la concessione in uso dei locali comunali Regolamento per la concessione in uso dei locali comunali Parte I: Disposizioni generali 1. Finalità L Amministrazione Comunale intende, con il presente regolamento, valorizzare l utilizzo delle sale comunali

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Avviso esplorativo per manifestazione d interesse PIANO DI MARKETING

Avviso esplorativo per manifestazione d interesse PIANO DI MARKETING Pagina1/5 OGGETTO: AVVISO ESPLORATIVO PER ACQUISIRE MANIFESTAZIONI D INTERESSE IN MERITO ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELL INCARICO DI: PREDISPOSIZIONE, ASSISTENZA E REALIZZAZIONE DI UN PIANO

Dettagli

PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS GIUNTA PROVINCIALE Delibera n 178 Data: 01.08.2011 Approvazione parametri per la definizione del fondo di funzionamento a favore degli Istituti Scolastici di 2 grado della

Dettagli

ORDINE DEL GIORNO UFFICIO DI PRESIDENZA. riunitosi a Milano il 23 Settembre 2013

ORDINE DEL GIORNO UFFICIO DI PRESIDENZA. riunitosi a Milano il 23 Settembre 2013 ORDINE DEL GIORNO UFFICIO DI PRESIDENZA riunitosi a Milano il 23 Settembre 2013 Considerato che: Il 7 agosto u.s. si è tenuto un incontro tra il Presidente del Consiglio dei Ministri Enrico Letta, affiancato

Dettagli

CROCE VERDE ASSOCIAZIONE VOLONTARI DEL SOCCORSO - VENEZIA TERRAFERMA STATUTO

CROCE VERDE ASSOCIAZIONE VOLONTARI DEL SOCCORSO - VENEZIA TERRAFERMA STATUTO CROCE VERDE ASSOCIAZIONE VOLONTARI DEL SOCCORSO - VENEZIA TERRAFERMA STATUTO CAPO 1 ORIGINI, SCOPI ED ORGANIZZAZIONE Art. 1 L Associazione CROCE VERDE - MESTRE VOLONTARI DEL SOCCORSO di VENEZIA TERRAFERMA

Dettagli

Proposte di Idee per l arredo e la fruizione di Piazza Pertini, via Roma e zone limitrofe, dall Oratorio al monumento alla Madonna incluso.

Proposte di Idee per l arredo e la fruizione di Piazza Pertini, via Roma e zone limitrofe, dall Oratorio al monumento alla Madonna incluso. Page 1 of 11 COMUNE DI PRESICCE Città degli Ipogei BANDO PER UN CONCORSO DI IDEE PER LA DEFINIZIONE DELL ARREDO E LA FRUIZIONE DI PIAZZA PERTINI, VIA ROMA E ZONE LIMITROFE, DALL ORATORIO AL MONUMENTO ALLA

Dettagli

PROGRAMMA DI EDUCAZIONE ALIMENTARE, AMBIENTALE E SULLA RURALITÀ

PROGRAMMA DI EDUCAZIONE ALIMENTARE, AMBIENTALE E SULLA RURALITÀ allegato A alla determinazione n. 139/SA del 18 marzo 2013 BANDO PUBBLICO CAMPU MAISTU DIDATTICA IN FATTORIA SULCIS IGLESIENTE ANNO SCOLASTICO 2012/2013 PROGRAMMA DI EDUCAZIONE ALIMENTARE, AMBIENTALE E

Dettagli

PROVINCIA DI LECCE. Regolamento per l istituzione della. CONSULTA PROVINCIALE delle Associazioni di VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE

PROVINCIA DI LECCE. Regolamento per l istituzione della. CONSULTA PROVINCIALE delle Associazioni di VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE PROVINCIA DI LECCE Regolamento per l istituzione della CONSULTA PROVINCIALE delle Associazioni di VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Regolamento Consulta Provinciale delle Associazioni di Volontariato di

Dettagli

ORDINE DEL GIORNO CONSIGLIO NAZIONALE. riunitosi a Roma il 24 luglio 2013

ORDINE DEL GIORNO CONSIGLIO NAZIONALE. riunitosi a Roma il 24 luglio 2013 ORDINE DEL GIORNO CONSIGLIO NAZIONALE riunitosi a Roma il 24 luglio 2013 Il Consiglio nazionale ringrazia il Vice Presidente Vicario Alessandro Cattaneo del proficuo lavoro svolto nel periodo di reggenza,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI SOCIALI A SOGGETTI TERZI ART.1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI SOCIALI A SOGGETTI TERZI ART.1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO REGOLAMENTO PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI SOCIALI A SOGGETTI TERZI ART.1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO 1. Il Comune di Bari, nell esercizio delle sue funzioni, provvede alla gestione dei servizi sociali, qualificati

Dettagli

COMUNICATO N. 08/14. Prot. n. 033/14 Roma, 4 febbraio 2014

COMUNICATO N. 08/14. Prot. n. 033/14 Roma, 4 febbraio 2014 FEDERAZIONE CONFSAL-UNSA COORDINAMENTO NAZIONALE BENI CULTURALI c/o Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo Via del Collegio Romano, 27-00186 Roma Tel. 06.67232889 - Tel./Fax 0667232348

Dettagli

Premessa. Articolo 1 - Impegni dell Amministrazione Comunale

Premessa. Articolo 1 - Impegni dell Amministrazione Comunale Premessa L Amministrazione Comunale di Mariglianella, riconosciuta l importanza: - del coinvolgimento dei giovani, quale presenza attiva e propositiva, nell ambito delle iniziative di carattere sociale

Dettagli

CODICE ETICO. Cantina di Castelnuovo del Garda, Società Agricola Cooperativa (di seguito: l Ente)

CODICE ETICO. Cantina di Castelnuovo del Garda, Società Agricola Cooperativa (di seguito: l Ente) INDICE Premessa 2 A La Cantina di Castelnuovo del Garda e i suoi obiettivi 2 B Adozione 3 C Diffusione e Aggiornamento 3 D Modello Organizzativo 3 PARTE I 4 Regole di Comportamento 4 Sezione I: i Rapporti

Dettagli

Disciplina organica sul volontariato e sulle associazioni di promozione sociale e norme sull associazionismo. Il Consiglio regionale ha approvato Il

Disciplina organica sul volontariato e sulle associazioni di promozione sociale e norme sull associazionismo. Il Consiglio regionale ha approvato Il Disciplina organica sul volontariato e sulle associazioni di promozione sociale e norme sull associazionismo. Il Consiglio regionale ha approvato Il Presidente della Regione promulga la seguente legge:

Dettagli

LA BILATERALITA NEL TERZIARIO: UN MODELLO DI RESPONSABILITA CONDIVISE PER UNA NUOVA STAGIONE DI CRESCITA

LA BILATERALITA NEL TERZIARIO: UN MODELLO DI RESPONSABILITA CONDIVISE PER UNA NUOVA STAGIONE DI CRESCITA LA BILATERALITA NEL TERZIARIO: UN MODELLO DI RESPONSABILITA CONDIVISE PER UNA NUOVA STAGIONE DI CRESCITA Intervento del Direttore Generale Francesco Rivolta Roma, 20 ottobre 2011 Condividere per crescere.

Dettagli

DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITÀ UFFICIO PREVENZIONE E CONTROLLO AMBIENTALE

DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITÀ UFFICIO PREVENZIONE E CONTROLLO AMBIENTALE DIPARTIMENTO AMBIENTE, TERRITORIO, POLITICHE DELLA SOSTENIBILITÀ UFFICIO PREVENZIONE E CONTROLLO AMBIENTALE via Vincenzo Verrastro, 5-85100 POTENZA dirigente: ing. Maria Carmela BRUNO tel. 0971668875,

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

REGOLAMENTO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE PROTEZIONE CIVILE COMUNE DI LUCCA REGOLAMENTO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE Approvato con Delibera del Commissario Straordinario ai sensi dell art. 42 e 141 del D.lgs 267/00 n 33 del 06/03/2007 TITOLO

Dettagli

12. Consultazione dei partner e loro partecipazione al comitato di sorveglianza

12. Consultazione dei partner e loro partecipazione al comitato di sorveglianza 12. Consultazione dei partner e loro partecipazione al comitato di sorveglianza Nella fase di programmazione dell Iniziativa Leader +, al fine di dare concreta attauzione alla sua programmazione con il

Dettagli

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Oristano

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Oristano Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Oristano BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA CONCORSO DI PROGETTAZIONE PER LA REALIZZAZIONE DI UN CENTRO SERVIZI ALLE IMPRESE 1 - Ente appaltante

Dettagli

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A X I I I L E G I S L A T U R A 11 a COMMISSIONE PERMANENTE (Lavoro, previdenza sociale) 3 o R e s o c o n t o s t e n o g r a f i c o SEDUTA DI GIOVEDÌ 3 OTTOBRE

Dettagli

GIOVANI PER LA VALORIZZAZIONE DEI BENI PUBBLICI GIOVANI PER IL SOCIALE

GIOVANI PER LA VALORIZZAZIONE DEI BENI PUBBLICI GIOVANI PER IL SOCIALE FAQ Gli Avvisi GIOVANI PER LA VALORIZZAZIONE DEI BENI PUBBLICI e GIOVANI PER IL SOCIALE si inseriscono nel contesto delle azioni rivolte ai Giovani del no profit per lo sviluppo del Mezzogiorno. Come tali

Dettagli

Progetto MINISINDACI DEI PARCHI D ITALIA COLORIAMO IL NOSTRO FUTURO PROGETTO CCRR (CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE )

Progetto MINISINDACI DEI PARCHI D ITALIA COLORIAMO IL NOSTRO FUTURO PROGETTO CCRR (CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE ) Progetto MINISINDACI DEI PARCHI D ITALIA COLORIAMO IL NOSTRO FUTURO PROGETTO CCRR (CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI E DELLE RAGAZZE ) ANNO SCOLASTICO 2013/2014 RETE Progetto MINISINDACI DEI PARCHI D ITALIA

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato MELANDRI. Riconoscimento e disciplina delle comunità intenzionali

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato MELANDRI. Riconoscimento e disciplina delle comunità intenzionali Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 3891 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato MELANDRI Riconoscimento e disciplina delle comunità intenzionali Presentata il 23 novembre

Dettagli

COMUNE DI SANLURI PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI SANLURI PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI SANLURI PROVINCIA DEL MEDIO CAMPIDANO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 31 Data 28.01.2016 OGGETTO: REALIZZAZIONE, AFFIDAMENTO E GESTIONE DEL PROGETTO COWORKING DEL COMUNE DI SANLURI NEI

Dettagli

COMUNE DI BORGO SAN GIOVANNI PROVINCIA DI LODI TEL (0371) 97004 FAX (0371) 97191

COMUNE DI BORGO SAN GIOVANNI PROVINCIA DI LODI TEL (0371) 97004 FAX (0371) 97191 COMUNE DI BORGO SAN GIOVANNI PROVINCIA DI LODI TEL (0371) 97004 FAX (0371) 97191 AVVISO PER LA CONCESSIONE IN GESTIONE DELL IMPIANTO SPORTIVO Il Responsabile Ai sensi della D.Lgs. n. 163/2006; APPROVA

Dettagli

Istituto per l'innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO INTERNO

Istituto per l'innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO INTERNO Istituto per l'innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO INTERNO Approvato dal CONSIGLIO DIRETTIVO nella seduta del 3 marzo 2009,

Dettagli

Camera dei Deputati. XI Commissione Lavoro pubblico e privato. Audizione D.L. n. 65/2015

Camera dei Deputati. XI Commissione Lavoro pubblico e privato. Audizione D.L. n. 65/2015 Camera dei Deputati XI Commissione Lavoro pubblico e privato Audizione D.L. n. 65/2015 Disposizioni urgenti in materia di pensioni, di ammortizzatori sociali e di garanzie TFR 8 giugno 2015 Premessa Il

Dettagli

ALLEGATO 1. REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale Dipartimento Ambiente Protezione Civile ed Emergenza - Settore

ALLEGATO 1. REGIONE LIGURIA - Giunta Regionale Dipartimento Ambiente Protezione Civile ed Emergenza - Settore ALLEGATO 1 PROCEDURA PER IL RILEVAMENTO DEL DANNO OCCORSO E PER LA GESTIONE TECNICO AMMINISTRATIVA DELLE FASI DI RIPRISTINO E RICOSTRUZIONE CONSEGUENTI AD EVENTI CALAMITOSI 1.) PRINCIPI GENERALI La presente

Dettagli

RELAZIONE SULLE PROPOSTE DI AGGIORNAMENTO E SEMPLIFICAZIONE DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI GOVERNO DEL TERRITORIO

RELAZIONE SULLE PROPOSTE DI AGGIORNAMENTO E SEMPLIFICAZIONE DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI GOVERNO DEL TERRITORIO RELAZIONE SULLE PROPOSTE DI AGGIORNAMENTO E SEMPLIFICAZIONE DELLA NORMATIVA IN MATERIA DI GOVERNO DEL TERRITORIO 1. Nel corso degli ultimi anni la legislazione regionale in materia edilizia ed urbanistica

Dettagli

La gestione aziendale dei cambiamenti economico-sociali in Francia dopo la riforma del lavoro

La gestione aziendale dei cambiamenti economico-sociali in Francia dopo la riforma del lavoro La gestione aziendale dei cambiamenti economico-sociali in Francia dopo la riforma del lavoro di Giulia Tolve Il potenziamento della gestione contrattata dei mutamenti tecnologici ed economici Il terzo

Dettagli

LE PRINCIPALI DISPOSIZIONI PER GLI ENTI LOCALI DEL DECRETO LEGGE DI SEMPLIFICAZIONE (N. 5/2012) di Arturo Bianco

LE PRINCIPALI DISPOSIZIONI PER GLI ENTI LOCALI DEL DECRETO LEGGE DI SEMPLIFICAZIONE (N. 5/2012) di Arturo Bianco LE PRINCIPALI DISPOSIZIONI PER GLI ENTI LOCALI DEL DECRETO LEGGE DI SEMPLIFICAZIONE (N. 5/2012) di Arturo Bianco Articolo 1 Articolo 2 La conclusione dei procedimenti Asseverazione della SCIA Articolo

Dettagli

Giunta Regionale della Campania. Interventi a sostegno dei diritti degli immigrati stranieri in campania provenienti da paesi extra comunitari

Giunta Regionale della Campania. Interventi a sostegno dei diritti degli immigrati stranieri in campania provenienti da paesi extra comunitari Legge regionale n. 33 del 3 novembre 1994 Interventi a sostegno dei diritti degli immigrati stranieri in campania provenienti da paesi extra comunitari Il Consiglio Regionale ha approvato. Il Commissario

Dettagli

ADDENDUM AL PROTOCOLLO DI INTESA PER L IMPIANTO EURALLUMINA DI PORTOVESME DEL 27 MARZO 2009

ADDENDUM AL PROTOCOLLO DI INTESA PER L IMPIANTO EURALLUMINA DI PORTOVESME DEL 27 MARZO 2009 ADDENDUM AL PROTOCOLLO DI INTESA PER L IMPIANTO EURALLUMINA DI PORTOVESME DEL 27 MARZO 2009 Questo Addendum al Protocollo di Intesa del 27 marzo 2009 è stipulato il giorno ottobre 2012 tra le seguenti

Dettagli

STATUTO DELLA SCUOLA CIVICA DI MUSICA

STATUTO DELLA SCUOLA CIVICA DI MUSICA STATUTO DELLA SCUOLA CIVICA DI MUSICA Art. 1 ( Scuola Civica di Musica ) E costituita nel Comune di Villacidro la Scuola Civica di Musica nella forma di cui all art. 114 del D. Lgs.vo n. 267 del 18 Agosto

Dettagli

DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE

DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE Convegno nazionale Senato delle autonomie/federalismo e riforma dell'ordinamento locale Roma, 14 Ottobre 2013 Tempio di Adriano Sala Convegni Piazza di Pietra Ore 9.30/14.00 DOCUMENTO DI LEGAUTONOMIE 2

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ISTITUZIONE SCUOLA CIVICA DI MUSICA DON TORE ARMENI DEI COMUNI DI SANT ANTIOCO E SAN GIOVANNI SUERGIU

REGOLAMENTO DELL ISTITUZIONE SCUOLA CIVICA DI MUSICA DON TORE ARMENI DEI COMUNI DI SANT ANTIOCO E SAN GIOVANNI SUERGIU REGOLAMENTO DELL ISTITUZIONE SCUOLA CIVICA DI MUSICA DON TORE ARMENI DEI COMUNI DI SANT ANTIOCO E SAN GIOVANNI SUERGIU Approvato con Deliberazione del Consiglio comunale di Sant Antioco n. 12 del 14/03/2013

Dettagli

SEMINARIO NAZIONALE Programma Annuale 2015

SEMINARIO NAZIONALE Programma Annuale 2015 SEMINARIO NAZIONALE Programma Annuale 2015 Firenze, 9 gennaio 2015 Auditorium Consiglio Regionale Toscana Conclusioni Anna Maria Santoro, Segretaria Nazionale FLC CGIL Ridare leggerezza e respiro alle

Dettagli

INCONTRO INFORMATIVO AMMINISTRAZIONE E OO.SS AL VIMINALE

INCONTRO INFORMATIVO AMMINISTRAZIONE E OO.SS AL VIMINALE CO.NA.PO. SINDACATO AUTONOMO VIGILI DEL FUOCO "nella nostra autonomia la Vostra sicurezza" uuu Segreteria Generale Vico del Fiore, 21/23-54011 - Aulla (MS) Tel. 0187-421814 - Fax 06-98380115 Cell. 329-0692863

Dettagli

COSTI DELLA POLITICA: DAI PROVVEDIMENTI PRESI ANCORA TIMIDI I SEGNALI DI RISPARMIO

COSTI DELLA POLITICA: DAI PROVVEDIMENTI PRESI ANCORA TIMIDI I SEGNALI DI RISPARMIO 2 RAPPORTO UIL SUI COSTI DELLA POLITICA (LUGLIO 2012) COSTI DELLA POLITICA: DAI PROVVEDIMENTI PRESI ANCORA TIMIDI I SEGNALI DI RISPARMIO OLTRE 1,1 MILIONI DI PERSONE VIVONO DI POLITICA, IL 4,9% DEL TOTALE

Dettagli

116] Basilicata Regione Notizie

116] Basilicata Regione Notizie 112 116] Basilicata Regione Notizie Basilicata Regione Notizie[116 LA CARTA DI MATERA UN IMPEGNO COMUNE PER CONSOLIDARE LE ATTIVITÀ DI CONTROLLO E VALUTAZIONE NELLE ASSEMBLEE LEGISLATIVE DOCUMENTO APPROVATO

Dettagli

MODALITA DI FUNZIONAMENTO della CASA delle ASSOCIAZIONI e del VOLONTARIATO di ZONA 2

MODALITA DI FUNZIONAMENTO della CASA delle ASSOCIAZIONI e del VOLONTARIATO di ZONA 2 Allegato A alla Determinazione Dirigenziale n. 63/2013 MODALITA DI FUNZIONAMENTO della CASA delle ASSOCIAZIONI e del VOLONTARIATO di ZONA 2 I N D I C E PREMESSA Art. 1 La Casa delle Associazioni e del

Dettagli

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA ART. 1 Istituzione STATUTO - REGOLAMENTO E istituito ai sensi dell art. 23 della L.R. 21 Febbraio 2005, n.12 il Comitato Paritetico

Dettagli

PROGETTO di LEGGE Norme a tutela dei genitori separati e/o divorziati e dei loro figli

PROGETTO di LEGGE Norme a tutela dei genitori separati e/o divorziati e dei loro figli PROGETTO di LEGGE Norme a tutela dei genitori separati e/o divorziati e dei loro figli RELAZIONE ILLUSTRATIVA Secondo le rilevazioni statistiche, la rottura dei legami familiari è un fenomeno sociale che

Dettagli

N 23 del 29 settembre 2014

N 23 del 29 settembre 2014 DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 23 del 29 settembre 2014 Oggetto: Modifica statuto e adozione regolamento Polo Museale Casa Zapata per partecipazione al bando Riconoscimento Regionale dei musei

Dettagli

Regolamento per l elezione di Segretari e Assemblee delle Unioni provinciali/territoriali, dei Segretari e dei Direttivi dei Circoli

Regolamento per l elezione di Segretari e Assemblee delle Unioni provinciali/territoriali, dei Segretari e dei Direttivi dei Circoli Visti: l articolo 15 dello Statuto nazionale del Partito Democratico; gli articoli 4, 5, 6, 7 dello Statuto regionale del PD dell Umbria; l articolo 12 del Regolamento per l elezione del Segretario e dell

Dettagli

Legge Regionale Marche 2 marzo 1998, n. 2

Legge Regionale Marche 2 marzo 1998, n. 2 Legge Regionale Marche 2 marzo 1998, n. 2 Interventi a sostegno dei diritti degli immigrati pubblicata su B.U.R. MARCHE n. 23 del 12 marzo 1998 Capo I Principi generali Art. 1 (Finalità) 1. La Regione,

Dettagli

In particolare riassumendo i principali atti e comportamenti della Società in materia:

In particolare riassumendo i principali atti e comportamenti della Società in materia: ATTUAZIONE DEGLI INDIRIZZI OPERATIVI PER LA GOVERNANCE DELLE SOCIETA PARTECIPATE DAL COMUNE DI PARMA E DEGLI ENTI AZIENDE ED ISTITUZIONI (DELIB. G.C. 355/38 2013) Con lettera del 6 Giugno 2013 prot. 96974/2013

Dettagli

REGIONE LIGURIA DIPARTIMENTO SALUTE E SERVIZI SOCIALI

REGIONE LIGURIA DIPARTIMENTO SALUTE E SERVIZI SOCIALI ALLEGATO E DGR 535/2015 (estratto) REGIONE LIGURIA DIPARTIMENTO SALUTE E SERVIZI SOCIALI LINEE DI INDIRIZZO IN MATERIA DI PARTECIPAZIONE E ASCOLTO DEI MINORENNI Servizio Famiglia, Minori e Pari Opportunità

Dettagli

MISSIONE, COMPITI E FUNZIONI DEL CONSORZIO FORESTALE

MISSIONE, COMPITI E FUNZIONI DEL CONSORZIO FORESTALE MISSIONE, COMPITI E FUNZIONI DEL CONSORZIO FORESTALE 9 10 ALTRE FUNZIONI SULLA MISSIONE DEL NUOVO CONSORZIO FORESTALE La forma organizzativa e statutaria sino ad ora principalmente usata dalla proprietà

Dettagli

Programma di eventi culturali finalizzato alla promozione turistica del territorio ed alla valorizzazione del Carignano del Sulcis.

Programma di eventi culturali finalizzato alla promozione turistica del territorio ed alla valorizzazione del Carignano del Sulcis. ALLEGATO 1 Programma di eventi culturali finalizzato alla promozione turistica del territorio ed alla valorizzazione del Carignano del Sulcis Relazione 1 PREMESSA Il settore turistico rappresenta per il

Dettagli

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA

CONSIGLIO REGIONALE DELLA SARDEGNA QUATTORDICESIMA LEGISLATURA MOZIONE ESPA - BRUNO - URAS - SALIS - CARIA - MARIANI - MELONI Valerio - AGUS - BARRACCIU - BEN AMARA - COCCO Daniele Secondo - COCCO Pietro - CUCCA - CUCCU - DIANA Giampaolo

Dettagli

I L L A V O R O P U B B L I C O T R A V I N C O L I E P R O C E S S I D I I N N O V A Z I O N E

I L L A V O R O P U B B L I C O T R A V I N C O L I E P R O C E S S I D I I N N O V A Z I O N E IL LAVORO PUBBLICO TRA VINCOLI E PROCESSI DI INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A V I N C O L I E P R O C E S S I D I I N N O V A Z I O N E di Francesco Verbaro 1 La

Dettagli

Allegato A Regolamento per la concessione e l utilizzo delle palestre scolastiche. PREMESSA

Allegato A Regolamento per la concessione e l utilizzo delle palestre scolastiche. PREMESSA Allegato A Regolamento per la concessione e l utilizzo delle palestre scolastiche. PREMESSA Scopo del presente regolamento è di favorire e promuovere l apertura delle palestre scolastiche comunali al territorio

Dettagli

C O M U N E D I C A L A S E T T A

C O M U N E D I C A L A S E T T A C O M U N E D I C A L A S E T T A C.A.P. 09011 C.F. 81001650928 - telef. 0781 88780 / Fax 899149 P R O V I N C I A D I C A R B O N I A I G L E S I A S AREA T E C N I C A UFFICIO U R B A N I S T I C A Prot.

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI Città di Somma Lombardo Provincia di Varese REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 63 del 15 ottobre 2007 ) P.zza Vittorio

Dettagli

CENTRI DIURNI INTEGRATI PER ANZIANI (C.D.I.)

CENTRI DIURNI INTEGRATI PER ANZIANI (C.D.I.) CENTRI DIURNI INTEGRATI PER ANZIANI (C.D.I.) Criteri generali del Bando Stanziamento Lo stanziamento complessivo deliberato dalla Compagnia di San Paolo per la realizzazione nel territorio della regione

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE. SU PROPOSTA dell Assessore alle Pari opportunità, Autonomie locali, Sicurezza;

LA GIUNTA REGIONALE. SU PROPOSTA dell Assessore alle Pari opportunità, Autonomie locali, Sicurezza; OGGETTO: Approvazione della proposta di legge regionale concernente: Interventi regionali per la prevenzione e il contrasto del fenomeno del sovraindebitamento e dell usura e istituzione della Casa regionale

Dettagli

AVVISO PUBBLICO Approvato con Deliberazione di Giunta Comunale n. 62 del 27.07.2013

AVVISO PUBBLICO Approvato con Deliberazione di Giunta Comunale n. 62 del 27.07.2013 Comune di Otricoli AVVISO PUBBLICO Approvato con Deliberazione di Giunta Comunale n. 62 del 27.07.2013 Procedura ad evidenza pubblica per la selezione di progetti imprenditoriali per attività produttive

Dettagli

Audizione sugli Atti di Governo

Audizione sugli Atti di Governo CAMERA DEI DEPUTATI 11ª Commissione (Commissione Lavoro pubblico e privato) Audizione sugli Atti di Governo Schema di Decreto Legislativo recante disposizioni di razionalizzazione e semplificazione delle

Dettagli

a cura di Roberto Camera Funzionario della DTL di Modena e curatore del sito internet www.dplmodena.it

a cura di Roberto Camera Funzionario della DTL di Modena e curatore del sito internet www.dplmodena.it Aggiornamenti Professionali Tirocini formativi: approvate le linee guida a cura di Roberto Camera Funzionario della DTL di Modena e curatore del sito internet www.dplmodena.it Cambiano le regole dei tirocini

Dettagli

AUDIZIONE INFORMALE NELL AMBITO DELL ESAME CONGIUNTO DEI DDL 1110, 1410 E 1544

AUDIZIONE INFORMALE NELL AMBITO DELL ESAME CONGIUNTO DEI DDL 1110, 1410 E 1544 AUDIZIONE DELLA FEDERAZIONE DELLE AZIENDE ITALIANE DELL AEROSPAZIO, DIFESA E SICUREZZA () E DELL ASSOCIAZIONE PER I SERVIZI, LE APPLICAZIONI E LE TECNOLOGIE ICT PER LO SPAZIO () AUDIZIONE INFORMALE NELL

Dettagli

MAPPA DELLE FUNZIONI DELLA STRUTTURA

MAPPA DELLE FUNZIONI DELLA STRUTTURA MAPPA DELLE FUNZIONI DELLA STRUTTURA Elenco della macro struttura: Organi di riferimento Staff Sindaco e/o Giunta Strutture di secondo livello di staff 1) Servizio Polizia Municipale 2) Servizio Legale

Dettagli

BANDO DI GARA PROCEDURA RISTRETTA

BANDO DI GARA PROCEDURA RISTRETTA ASSESSORATO DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA DIREZIONE GENERALE DELLA PIANIFICAZIONE URBANISTICA TERRITORIALE E DELLA VIGILANZA EDILIZIA Servizio Affari Generali e Giuridici BANDO DI GARA PROCEDURA

Dettagli

Consiglio Regionale della Puglia 1

Consiglio Regionale della Puglia 1 1 LEGGE REGIONALE Principi e linee guida in materia di trasparenza dell attività amministrativa nella regione Puglia 2 LEGGE REGIONALE Principi e linee guida in materia di trasparenza dell attività amministrativa

Dettagli

Decreto legge n. 1 del 24 gennaio 2012 (c.d. Cresci Italia )

Decreto legge n. 1 del 24 gennaio 2012 (c.d. Cresci Italia ) DIREZIONE AFFARI ECONOMICI E CENTRO STUDI Decreto legge n. 1 del 24 gennaio 2012 (c.d. Cresci Italia ) Commento alle norme economicofinanziarie di interesse per il settore delle costruzioni Aggiornato

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE GALILEO FERRARIS TORINO

LICEO SCIENTIFICO STATALE GALILEO FERRARIS TORINO CONSIGLIO DI ISTITUTO DEL 23/10/2012 DELIBERA N. 33 Visto il regolamento per l'attività negoziale per le forniture di beni e servizi (D.I. 44/2001 - D.Lgs 163/2006); Delibera il regolamento come da allegato.

Dettagli

Comune di Torre del Greco (Provincia di Napoli) REGOLAMENTO COMUNALE. Albo delle Associazioni. Rapporti con le Associazioni

Comune di Torre del Greco (Provincia di Napoli) REGOLAMENTO COMUNALE. Albo delle Associazioni. Rapporti con le Associazioni Comune di Torre del Greco (Provincia di Napoli) Settore Servizi Sociali e Cultura REGOLAMENTO COMUNALE PER l ISTITUZIONE DELL Albo delle Associazioni E PER I Rapporti con le Associazioni Approvato con

Dettagli

CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI DI POSTE ITALIANE. CRALPoste REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO

CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI DI POSTE ITALIANE. CRALPoste REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO CIRCOLO RICREATIVO AZIENDALE LAVORATORI DI POSTE ITALIANE CRALPoste REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLO STATUTO Roma, 31 Marzo 2005 INDICE Art. 1 Denominazione e logo dell Associazione pag. 3 Art. 2 Scopi

Dettagli

Un patto per attraversare la crisi. Accordi e interventi a favore di imprese, lavoratori e famiglie.

Un patto per attraversare la crisi. Accordi e interventi a favore di imprese, lavoratori e famiglie. Un patto per attraversare la crisi. Accordi e interventi a favore di imprese, lavoratori e famiglie. nell anno della crisi la Regione ha: promosso un patto da 520 milioni per tutelare i lavoratori e la

Dettagli

ELEZIONI REGIONALI 28-29 MARZO 2010 CON RENATA POLVERINI PRESIDENTE

ELEZIONI REGIONALI 28-29 MARZO 2010 CON RENATA POLVERINI PRESIDENTE ELEZIONI REGIONALI 28-29 MARZO 2010 CON RENATA POLVERINI PRESIDENTE IL FUTURO È ADESSO Con le elezioni regionali del prossimo marzo abbiamo la possibilità di portare la nostra regione e il nostro territorio

Dettagli

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA SERVIZIO AMMINISTRATIVO, SCOLASTICO CULTURALE, COMMERCIO

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA SERVIZIO AMMINISTRATIVO, SCOLASTICO CULTURALE, COMMERCIO COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA SERVIZIO AMMINISTRATIVO, SCOLASTICO CULTURALE, COMMERCIO DETERMINAZIONE N. DEL OGGETTO: Servizio pulizia stabili comunali. Determinazione a contrattare ai sensi

Dettagli

LE POLITICHE SOCIALI OGGI: RIFLESSIONI E PROPOSTE DELLE REGIONI E DELLE AUTONOMIE LOCALI

LE POLITICHE SOCIALI OGGI: RIFLESSIONI E PROPOSTE DELLE REGIONI E DELLE AUTONOMIE LOCALI CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 11/110/CRFS/C8 LE POLITICHE SOCIALI OGGI: RIFLESSIONI E PROPOSTE DELLE REGIONI E DELLE AUTONOMIE LOCALI 1. IL QUADRO SOCIO-ECONOMICO IN ITALIA: Confindustria

Dettagli

Lombardia Libera Bollettino a cura del Gruppo Lega Nord in Regione Lombardia

Lombardia Libera Bollettino a cura del Gruppo Lega Nord in Regione Lombardia Lombardia Libera Bollettino a cura del Gruppo Lega Nord in Regione Lombardia (Fonti utilizzate: agenzia di stampa Lombardia Notizie e siti web Regione Lombardia) NO A QUESTA EUROPA Il gruppo della Lega

Dettagli

COMUNE DI TREZZANO SUL NAVIGLIO

COMUNE DI TREZZANO SUL NAVIGLIO COMUNE DI TREZZANO SUL NAVIGLIO PROVINCIA DI MILANO Area Amministrativa Regolamento dell Albo delle Associazioni e della concessione di benefici finanziari e vantaggi economici ad Enti ed Associazioni

Dettagli

REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 28-05-1992, N. 15 DISCIPLINA DEL VOLONTARIATO

REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 28-05-1992, N. 15 DISCIPLINA DEL VOLONTARIATO REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 28-05-1992, N. 15 DISCIPLINA DEL VOLONTARIATO Preambolo IL CONSIGLIO REGIONALE Ha approvato IL COMMISSARIO DEL GOVERNO Ha apposto il visto IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE

Dettagli

COMUNE DI NUVOLENTO. Provincia di Brescia

COMUNE DI NUVOLENTO. Provincia di Brescia COMUNE DI NUVOLENTO Provincia di Brescia AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE, IN COMODATO, DELL ALLOGGIO DI SERVIZIO DELLA PALESTRA COMUNALE DI VIA IV NOVEMBRE PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA,

Dettagli

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA DI 1 GRADO MINEO PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA Anno scolastico 2013/2014 Premessa Educare, sostenere e incrementare attività

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO ART. 1 ART. 2

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO ART. 1 ART. 2 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO A.V.G. FANCONI ART. 1 1. È costituita ai sensi della legge n. 266 del 1991 l organizzazione di volontariato, denominata: «A.V.G. Fanconi» 2. L organizzazione ha

Dettagli

GAL SGT Sole Grano Terra Sarrabus, Gerrei, Trexenta e Campidano di Cagliari

GAL SGT Sole Grano Terra Sarrabus, Gerrei, Trexenta e Campidano di Cagliari GAL SGT Sole Grano Terra Sarrabus, Gerrei, Trexenta e Campidano di Cagliari VERBALE N 9 DELLA SEDUTA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL GAL-SGT DEL 4 GIUGNO 2014 Il giorno 4 giugno 2014 alle ore 17.00,

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELL ASSISTENZA ALL ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO DI CONTROLLO INTERNO DI ARGEA SARDEGNA

CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELL ASSISTENZA ALL ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO DI CONTROLLO INTERNO DI ARGEA SARDEGNA Allegato n.1 Alla determinazione del D.G. n. del CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELL ASSISTENZA ALL ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO DI CONTROLLO INTERNO DI ARGEA SARDEGNA Art. 1 Oggetto del Capitolato.

Dettagli

COMUNE DI SINNAI PROVINCIA DI CAGLIARI

COMUNE DI SINNAI PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI SINNAI PROVINCIA DI CAGLIARI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 21 Data 18/03/2016 OGGETTO: EVENTO TURISTICO-RELIGIOSO DENOMINATA XXX PELLEGRINAGGIO BONARIA 17 HAPPENING, SPETTACOLO DI CANTI

Dettagli

Procedimenti di prevenzione incendi più semplici e rapidi grazie allo Sportello Unico

Procedimenti di prevenzione incendi più semplici e rapidi grazie allo Sportello Unico SICUREZZA. Procedimenti di prevenzione incendi più semplici e rapidi grazie allo Sportello Unico GLI EFFETTI DELLA COLLABORAZIONE TRA REGIONE SARDEGNA E VIGILI DEL FUOCO Il regolamento per la semplificazione

Dettagli

STATUTO DELLA FONDAZIONE PARCO ARCHEOLOGICO DI CLASSE. Art.1

STATUTO DELLA FONDAZIONE PARCO ARCHEOLOGICO DI CLASSE. Art.1 STATUTO DELLA FONDAZIONE PARCO ARCHEOLOGICO DI CLASSE Art.1 Denominazione, sede e scopi della Fondazione 1. E istituita la Fondazione denominata Parco Archeologico di Classe- RavennAntica, in esecuzione

Dettagli