Piccoli Agazzanesi crescono...

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Piccoli Agazzanesi crescono..."

Transcript

1 Abitare ad Agazzano Notiziario del Comune di Agazzano - Anno VII - numero 11 - Dicembre Semestrale Reg. Trib. di Piacenza n. 513 del 22 luglio 1998 Ecco il nuovo Consiglio Comunale Il Municipio si rifà il look Cultura ad Agazzano La nostra Parrocchia Agazzano: anche lo sport protagonista

2 Piccoli Agazzanesi crescono... Foto dei nuovi nati nel Greta Galli Beatrice Calamari Giorgio Cannarile Luca Cavalli Francesca Cebanciuc Silvio Arcelloni Cadi Chouaib Giulia Bongiorni David Haka Samuele Maestri Michele Quero Chiara Nicolini Filippo Girandola Marco Perina Abitare 2 Agazzano Alessandro Amorini

3 Editoriale Luca Pozzoli In copertina: Centro Estivo al Castello di Bardi Abitare ad Agazzano Notiziario del Comune di Agazzano Anno VII - numero 11 - Dicembre Semestrale Reg. Tribunale di Piacenza n. 513 del 22/7/98 Direttore Responsabile: Paola Pellizzari Redazione: Corrado Todeschi Progetto Grafico: Studio Sichel snc Direzione, Redazione, Amministrazione: U.R.P. Ufficio Relazioni con il Pubblico Piazza Europa, Agazzano (PC) Tel Fax Stampa: Succ. Diani & Maffi di Vanetta Lorenzo & C. Broni (PV) - Via Repubblica, 1 - Tel Chiuso in tipografia il 15 dicembre 2007 Il saluto del Sindaco Editoriale Cari concittadini, ancora una volta ho l opportunità di entrare nelle Vostre case attraverso le pagine di questo Notiziario che è ormai diventato una piacevole consuetudine, un modo diretto per rivolgervi i miei auguri di Natale e per un sereno Spero possa essere per tutti quanti un Natale vero, un occasione importante per riflettere, ricordare le persone che ci hanno amato e che ora non sono più tra noi. Un Natale contraddistinto dai valori che lo rendono la Festa a noi più cara, senza essere contaminato da un eccessivo spirito consumistico che spesso ci distoglie dai significati che questa ricorrenza deve incarnare. Un augurio particolare mi preme dedicarlo ai nostri ragazzi: spero possano trovare dentro di loro le motivazioni per vivere una vita piena senza farsi condizionare dalle mode del momento. Desidero infine cogliere quest occasione per dedicare un pensiero a Luca e a Christian: due giovani che, con la loro scomparsa, avvenuta in questi ultimi due anni, hanno lasciato un vuoto terribile in tutti noi. Il mio augurio rivolto alle loro famiglie, colpite in maniera così dura da tragedie tanto grandi, viene dal profondo del cuore; spero possano trovare la forza di reagire sapendo di poter contare su di una Comunità come la nostra, che non dimentica e che sa stringersi intorno a chi ne ha davvero bisogno. Auguro che anche quest anno sia Natale per tutti! Lucia Bongiorni...e quello di Don Mario In cammino. Era notte: ho sentito passi frettolosi e ho guardato fuori, sorpreso; c erano dei Pastori, con grosse bisacce e grandi mantelli: andavano a cercare un Bambino in una capanna, perché un Angelo aveva detto Oggi è nato il Salvatore. Mi sono fatto coraggio; ho preso anch io una bisaccia e mi sono incamminato con loro; lungo la strada pensavo che cosa avevo messo dentro, perché poi avrei dovuto aprirla nella grotta. Non portavo grandi doni preziosi, ma un anno di vita, di lavoro, di impegno ed anche sacrifici, vissuti iniseme alla Comunità di Agazzano, andavo verso la Grotta, ricordando le ore di Catechismo, fatte dai nostri Educatori, con generosità e nella certezza che l incontro con il Bambino è rimasta l unica Stella sui passi incerti e bui dell uomo moderno. Nelle nostre Celebrazioni, abbiamo percorso le tappe delle grandi Feste Cristiane, con una Liturgia viva, partecipata, per Letture, gesti, canti, come una grande Famiglia che sta bene insieme, nella casa del Padre. Gli appuntamenti della Prima Comunione e della Cresima hanno scritto nuove pagine della nostra storia; con la presenza del nostro concittadino Vescovo Luigi Ferrando, abbiamo avuto occasione di assistere alla Ordinazione di un amico Diacono, segno che la Chiesa cammina verso il futuro, fino alla fine dei secoli. Preziosa l opera dei Ministri della Comunione, perché rende visibile la solidarietà nella fede, con le persone in difficoltà e penso molto opportuna la Radio Parrocchiale ; non sono miracoli, ma piccole testimonianze quotidiane che il Signore ci chiede. In questi tempi difficili per i nostri Ragazzi, abbiamo cercato la loro crescita anche con attività educativo-ricreative, il Grest. Abbiamo avuto l appoggio dei Genitori, l opera intelligente e assidua degli Educatori, per riscoprire i valori morali e civili, la valorizzazione della natura, attraverso le escursioni. E stato realizzato un intervento di manutenzione straordinaria alla Chiesa Parrocchiale, con il recupero della facciata, l area circostante il Presbiterio e la Sagrestia, perché la nostra accoglienza potesse essere decorosa per tanti che si uniscono alla nostra Comunità. Anche il rinnovato Impianto di Amplificazione sonora, in Chiesa, permetterà a tutti una partecipazione migliore alle Celebrazioni. Sono ormai alla Capanna, ma là in fondo mi par di sentire una musica familiare; cos è? E la nostra gloriosa Banda, sempre presente, con entusiasmo, alle manifestazioni Religiose e Civili; Grazie, amici Musicisti, Agazzano Vi ama e la parrocchia Vi è riconoscente. Insieme a loro, desidero ringraziare tutti i Volontari, i Genitori, le Autorità, i Militi della Croce Rossa, la Direzione e gli ospiti della Casa di Riposo e quanti hanno contribuito a portare una bisaccia piena d amore alla Capanna. Seguo i Pastori, lascio lì il mio carico di ricordi e di progetti. Il Bambino benedica il nostro lavoro, conforti i sofferenti, porti a compimento le nostre speranze, nella luce della sua Pace. Per tutti, Buone Feste e proviamo ad essere contenti nel cuore, perché davvero ci è nato il Salvatore. Don Mario Boselli Abitare 3 Agazzano

4 Il nuovo Consiglio Comunale tra conferme e new Domenica 27 e lunedì 28 maggio 2007 si sono svolte le elezioni amministrative per la scelta del Sindaco e del Consiglio Comunale di Agazzano. La lotta politica ha visto schierate 3 diverse liste: la lista n. 1 Tuttagazzano avente come candidato il Sindaco uscente Lucia Bongiorni; la lista n. 2 Unione d Azione Civica guidata dal Prof. Giovanni Mariscotti la lista n. 3 Casa delle Libertà che appoggiava la candidatura di Arrigo Maestri. Dopo un mese di intensa campagna elettorale combattuta a colpi di dibattiti e pronostici le urne hanno sancito la vittoria di Lucia Bongiorni e della sua squadra con il 60% dei voti. Insieme a Lucia, che da quasi quindici anni si occupa di Agazzano, prima in veste di vice sindaco e poi di primo cittadino, altri otto candidati siedono al tavolo del Consiglio: Pietro Franzini (vice sindaco), Domenico Ferrari, Michele Feccia, Giampiero Poggi, Luigi Pera, Benedetta Maini (il consigliere più giovane della storia di Agazzano), Roberta Guglielmetti e Stefano Amorini. La minoranza è rappresentata da Arrigo Maestri (capogruppo), Cristina Passerini, Simone Buscarini e Massimo Corso tutti facenti parte della lista Casa delle Libertà. La Giunta Comunale è invece composta oltre che dal Sindaco Bongiorni dagli Assessori Pietro Franzini (i cui ambiti di competenza sono cultura e ambiente), Domenico Ferrari (attività produttive e urbanistica), Antonino Buccheri (assessore esterno alle finanze, bilancio e turismo), Marco De Amici (assessore esterno ai lavori pubblici). Ad ogni consigliere è stata inoltre affidata una delega tenendo conto delle personali esperienze e competenze. Michele Feccia rappresenta il nostro Comune all interno dell Unione dei Comuni della Bassa Val Trebbia- Val Luretta, Giampiero Poggi si occupa del personale, Luigi Pera dello sport, Benedetta Maini delle politiche giovanili, Roberta Guglielmetti (capogruppo di maggioranza) dei servizi scolastici mentre Stefano Amorini si occupa dei rapporti con le frazioni e con le Associazioni operanti nel territorio comunale. Benedetta Maini L intervista al Sindaco Si aspettava il successo ottenuto in modo così netto? Sinceramente no. Speravo ovviamente nella riconferma dopo cinque anni di lavoro intensi ma, ottenere una vittoria così netta, non rientrava nelle mie aspettative. Questo comunque mi lusinga e soprattutto è il segnale che i cittadini hanno colto lo spirito con il quale ho inteso il mio ruolo di Sindaco. Qual è questo spirito di cui parla? Bhe lo spirito di chi ama profondamente questo paese e che quindi lavora per migliorarlo senza perseguire secondi fini. Le idee e gli strumenti utilizzati per attuarle possono non trovare la piena condivisione La Giunta Comunale Notizia Flash negli elettori, però quello che mi preme sottolineare è la volontà costante di fare di Agazzano un paese migliore. Ma qual è stato il fattore che ha influito maggiormente sulla portata di questa vittoria? Onestamente bisognerebbe chiederlo ai cittadini. Penso però che abbiano avvertito la mia vicinanza ai loro problemi: è questo che un amministratore, soprattutto a livello locale, non deve mai perdere di vista. Il contatto con le persone è fondamentale ed io ho sempre cercato di mantenerlo in modo diretto, senza intermediari L entusiasmo con il quale affronta questa nuova avventura è lo stesso di cinque anni fa o si è un po affievolito? Foto Bersani Quanto guadagnano i nostri politici? Ecco riassunte le indennità spettanti a Sindaco, Vice Sindaco ed Assessori Importo lordo Importo netto Sindaco E 1.301,47 E 1.092,96 Vice-Sindaco E 260,29 E 200,43 Assessore (pensionato) E 195,22 E 150,32 Assessore (lavoratore) E 97,61 E 75,16 Abitare 4 Agazzano

5 entry Se si fosse affievolito di certo non mi sarei candidata nuovamente sbotta il sindaco Il mio entusiasmo è immutato; forse sento maggiormente il peso delle responsabilità che derivano da una fiducia così ampia da parte dei cittadini e da una maggiore consapevolezza dei problemi. La nuova squadra di governo è profondamente rinnovata. Come ha scelto i suoi collaboratori? Innanzitutto mi preme ringraziare le persone che hanno condiviso con me i cinque anni precedenti con le quali ho avuto ed ho tuttora un rapporto basato sulla sincerità e che, credo, abbia dato risultati importanti. Ora, con i nuovi ingressi, penso che il mio gruppo abbia guadagnato in termini di freschezza vista la giovane età di molti di loro. Il nuovo gruppo consiliare di maggioranza è il giusto mix di esperienza e gioventù e credo possa essere anche un dato importante da considerare per il futuro. E bello vedere ragazzi ancora attratti dalla politica o semplicemente interessati alla vita attiva nella propria comunità. La campagna elettorale è stata piuttosto dura, come è giusto che sia. Ora quali sono i rapporti con la minoranza? Si rischia di cadere nel banale, però spero sinceramente che si possa arrivare ad una collaborazione perché il bene del paese è interesse di tutti. Logico che ci saranno divergenze, anche importanti, ma Il gruppo di minoranza il tentativo sia da parte mia e, spero, anche da parte avversa, di raggiungere certe decisioni con una concertazione fruttuosa, non mancherà. Mai avuto momenti in cui si è detta: Ma chi me lo ha fatto fare? No risponde immediatamente la Bongiorni Ripeto, quando si opera in buona fede e con convinzione delle proprie idee, anche le critiche più feroci subite e i momenti duri che ho attraversato non hanno minato la convinzione di proseguire nel mio operato. Inoltre, ne ho avuto l esempio ultimamente, in un periodo in cui la salute non mi ha consentito Foto Bersani di essere presente in maniera diretta alla vita del paese, la vicinanza delle persone e l affetto che molti mi hanno dimostrato sono senza dubbio la miglior medicina contro le difficoltà di un mestiere, lasciatemelo dire, difficile come il mio. Se la sente di fare qualche promessa agli elettori? L unica promessa che mi sento di fare è questa: rispettare il programma elettorale realizzando ciò che è stato scritto prima delle elezioni. Sono queste le promesse che gli agazzanesi si aspettano da me. Corrado Todeschi Il Consiglio Comunale al gran completo Abitare 5 Agazzano Foto Bersani

6 Agazzano si rinnova il look: restyling al Municip Cambio della guardia all assessorato ai Lavori Pubblici ma non è cambiato assolutamente il grande dinamismo dimostrato in questi ultimi anni dal nostro Comune in relazione agli interventi di tipo strutturale che hanno profondamente segnato Agazzano. Marco De Amici ha infatti raccolto l eredità dell Assessore Rodolfo Ferri. E vero attacca l assessore De Amici anche l anno che si sta per chiudere è stato ricco di interventi. Diciamo pure che la programmazione iniziale è stata in gran parte rispettata e non nascondo la mia soddisfazione: per i piccoli comuni trovare le risorse per affrontare spese tanto ingenti non è mai semplice. Siamo riusciti però a conciliare i rigidi vincoli di bilancio che la legge impone con le esigenze che Agazzano reclamava. Capitolo strade: in sede di bilancio si parla di spese per ,00 euro. Quali sono state le vie di comunicazione rinnovate? Per quel che concerne le strade riprende De Amici gli interventi sono stati interamente finanziati dalla Cassa Depositi e Prestiti. Abbiamo rinnovato il manto di asfalto che porta a Montebolzone: l intervento era indispensabile, soprattutto per garantire la sicurezza a tutti gli automobilisti. Inoltre, anche il tratto denominato strada Buca, in località Bissone, è stato interessato da un analogo intervento. Con il ragguardevole sforzo effettuato lo scorso anno, possiamo affermare che la nostra rete di strade comunali è decisamente migliorata. Ora si tratterà solo di proseguire con la manutenzione ordinaria per mantenere l ottima situazione attuale. Parliamo invece dei cimiteri. In que- Il Municipio restaurato Palazzo Comunale: ecco quanto ci costa LAVORI A BASE D APPALTO (stralcio facciate e serramenti) Restauro facciate e serramenti E ,65 Oneri di sicurezza E 5.600,00 Totale lavori E ,65 Iva 10% E ,27 Spostamento cabina telecom, centraline varie E 2.000,00 Imprevisti E 1.961,05 TOTALE E ,97 LAVORI A BASE D APPALTO (stralcio cortile ed aree esterne) Cortile ed aree esterne E ,28 Oneri di sicurezza E 3.500,00 Totale lavori E ,28 Iva 10% E ,53 Imprevisti E ,12 Compensi commissari gara d appalto E 367,20 Quota Autorità Vigilanza LL.PP. E 50,00 TOTALE E ,13 SOMME A DISPOSIZIONE GENERALI Progettazione e direzione artistica E ,52 Spese tecniche per Direzione lavori e contabilità E 6.027,38 Coordinatore per la Sicurezza in fase di Progettazione E 4.200,00 Coordinatore per la Sicurezza in fase di Esecuzione E 6.000,00 TOTALE E ,90 PROGETTO DI COMPLETAMENTO LAVORI (progetto preliminare e definitivo) Importo lavori E ,19 Somme a disposizione (Iva, spese tecniche, imprevisti) E ,81 TOTALE E ,00 TOTALE GENERALE E ,00 Abitare 6 Agazzano

7 io sto caso oltre al programmato allargamento del cimitero del capoluogo con nuovi loculi, si è reso necessario un intervento imprevisto nel cimitero di Sarturano. Vuole spiegarci? Il completamento dei loculi del cimitero di Agazzano è stato portato a termine ed è già possibile per i cittadini procedere all acquisto. Lavori finanziati da un mutuo presso la Cassa Depositi e Prestiti di ,00 euro come previsto da diverso tempo. Purtroppo gli eventi hanno reso necessario l accensione di un nuovo mutuo ingente: ,00 Euro serviranno infatti per completare il primo stralcio di lavori presso il Cimitero di Sarturano. La struttura infatti ha subito danni importanti e quindi è indispensabile un opera di consolidamento: l impianto di micro-pali a sostegno rappresenta una soluzione ottimale nel lungo periodo, anche se tutti noi conosciamo i costi ingenti per questo tipo di operazione. Infine il capitolo più importante: il Palazzo comunale. Finalmente i lavori sono in dirittura d arrivo e Piazza Europa trarrà un ulteriore giovamento da questo restyling. Credo che non ci fossero dubbi sulla reale necessità di restauro della Casa comunale: non sarebbe stato proponibile rimandare ancora una volta quest opera. Con i lavori di rifacimento della Piazza completamente conclusi, le precarie condizioni di salute del Municipio erano ancor più evidenti. L intervento è stato condotto con competenza e scrupolo. La fretta di portare a conclusione i lavori sarebbe stata deleteria: si tratta infatti di opere dal valore artistico importante e non potevamo commettere errori. Ricordo che i lavori di restauro non si sono Parla il Direttore Artistico Marcello Spigaroli rappresenta uno dei nomi maggiormente in vista nel panorama architettonico locale, ma non solo. Direttore artistico nonché progettista del restauro del Palazzo comunale, giudica in questo modo i lavori eseguiti. Architetto, innanzitutto ci dà una valutazione complessiva dell edificio? Diciamo che si tratta di un architettura esemplare: sia dal punto di vista costruttivo - muratura mista pietra/laterizio, impostata su archi e volte - che L architetto Marcello Spigaroli da quello della tipologia edilizia. Così come la sua struttura è sintesi di una tradizione sapientemente applicata, le sue forme esprimono il decoro e la rappresentatività della casa comunale nella quale la comunità stessa si identifica. Sotto questo riguardo, nella nostra provincia, quello di Agazzano (con i suoi portici e loggiati, gli elementi decorativi, la cimasa con l orologio) è uno dei più compiuti esempi di architettura civile di fine Ottocento ed è stato un vero piacere farne riemergere tutta la qualità. Quali sono state le fasi seguite per riportare il Palazzo ad antichi splendori? I restauri sono sempre preceduti da indagini conoscitive sul manufatto: nel nostro caso, sono state eseguite stratigrafie a varia altezza sui muri esterni per rintracciare la tinteggiatura originaria; a seguito di ciò, tutte le facciate sono state disegnate in apposita scala e poi colorate per verificare la distribuzione delle superfici cromatiche. Ogni cosa è stata discussa e concordata con la competente soprintendenza, oltre che con gli amministratori e con l Ufficio Tecnico, che ha curato la direzione dei lavori. Avete incontrato qualche difficoltà o qualche intoppo ha ostacolato il lavoro? Uno in particolare: nel momento in cui abbiamo constatato l impossibilità di rimuovere, sia pure in parte, la vernice presente sulle pareti esterne, aggrappata all intonaco in modo estremamente tenace poiché costituita di resine sintetiche anziché essere a base di calce come la prima coloritura. Questa tinteggiatura, effettuata in anni abbastanza recenti, è stata una vera sciagura per il Palazzo, in quanto impedendo la traspirazione della muratura - ha favorito il distacco del sottostante intonaco a calce, che ha dovuto essere integralmente rifatto. Materiali del genere non dovrebbero mai utilizzarsi nell edilizia storica. limitati al Palazzo: anche le vie circostanti, Via Bianchi e Via Garibaldi, sono state interessate dai lavori. Il cortile esterno ha subito un rinnovamento importante: i concerti di musica classica dell estate scorsa proposti proprio in questo spazio hanno trovato particolare giovamento dallo scenario davvero suggestivo. Corrado Todeschi Notizia Flash Prenotazione loculi Finalmente conclusi anche i lavori di completamento dei loculi comunali. Ora è possibile prenotare i colombari presso l Ufficio Servizi Necroscopici del Comune. Per avere informazioni in merito, Tel Abitare 7 Agazzano

8 Polizia Municipale: un 2007 intenso tra lezioni, Un anno insieme a voi L anno che volge al termine ha visto la Polizia Municipale del servizio Associato in Unione, impegnata nello sforzo di rinsaldare il rapporto con la popolazione dei sette Comuni non solo intervenendo su richiesta nei momenti di necessità, ma anche nel quotidiano scambio e confronto e nel contatto sociale. I lutti che sono conseguiti agli incidenti stradali accaduti sul nostro territorio hanno, se possibile, accresciuto il senso e l importanza attribuita dal comando all educazione stradale perché la prevenzione rimane, a tutt oggi, la misura più valida rispetto al sistema sanzionatorio per rendere le nostre strade sicure. In quest ottica gli Agenti hanno investito preparando e realizzando una programmazione ad hoc per tutti gli Istituti del territorio dell Unione, dalla scuola materna alla scuola media, articolata in ore di lezione a cielo aperto o in classe e ideando il Grande Gioco dell Oca in occasione della Prima Settimana Mondiale della sicurezza stradale. A tutto ciò si sono aggiunte le giornate conclusive e le prove pratiche durante le quali sono stati distribuiti caschi e biciclette. L Ass. Scelto Giovanni Bricchi si è dedicato alla preparazione delle classi terze della scuola media al conseguimento del certificato di abilitazione alla guida del ciclomotore. A giugno, a seguito di concorso, sono entrati a far parte della squadra preesistente di Agenti altri quattro elementi che hanno permesso al Comando di organizzare il lavoro estivo con più facilità, garantendo una presenza maggiore di forze. Nel corso dell estate le pattuglie che hanno percorso il territorio dei nostri Comuni, hanno controllato centinaia di ciclomotori con l intento di rendere più sicure le nostre strade. Nel contempo hanno effettuato servizi di viabilità in occasione delle feste di paese riscontrando nei volontari tanta organizzazione, voglia di collaborare, simpatia e disponibilità, e, nel contempo, non sono mai venuti meno i sopralluoghi al fine di prevenire furti e truffe. Con l inizio delle scuole sono ripresi i servizi di controllo e viabilità nei pressi degli istituti ed è partita la programmazione di educazione stradale per l anno scolastico 2007/2008 con la novità costituita dal Concorso Lavori in corso: stiamo lavorando per noi che metterà a confronto sul tema della sicurezza stradale i nostri giovani tramite l utilizzo delle diverse tecniche espressive. Ad Agazzano, tra i pochi comuni in italia e in Europa, a gennaio prenderà l avvio il Progetto Pedibus ideato e realizzato dai ragazzi della classe terza media che stanno studiando una serie di percorsi sicuri per i bambini più piccoli per recarsi da casa a scuola. Tale lavoro insegna ai nostri giovani a rapportarsi anche con l Amministrazione comunale e a collaborare con Agazzano 2007: ecco in che modo vi siamo stati vicini Posti di controllo (103h) Viabilità (81h) Controllo del territorio (242h) Accertamenti per trattamenti sanitari (109h) Mercato (108h) Controllo aree verdi (44h) Segnalazioni anomalie del territorio (130h) Notizia Flash Unione dei comuni: ma quanto ci costi? Come sappiamo, Agazzano fa parte dell Unione dei Comuni Bassa Valtrebbia- Valluretta; grazie a questa sinergia fra Enti, sono ben 14 gli agenti che prestano servizio sul territorio. Un grande impiego di mezzi all avanguardia grazie ai fondi regionali e statali che premiano gli enti che scelgono la strada dell unione per l erogazione di servizi. Ogni Comune versa all Unione la propria quota spettante per le spese di gestione. Il trasferimento 2007 a carico del Comune di Agazzano ammonta a circa e ,00. Nell anno 2005, con l antica guardia comunale, cat. C1, la spesa complessiva riguardante il servizio di Polizia municipale ammontava ad e ,18. la Polizia municipale responsabilizzandoli sul tema della sicurezza stradale e mettendoli a confronto con il mondo degli adulti in un vero e proprio stage. Per l anno nuovo è prevista anche la collaborazione con gli operatori del canile di Montebolzone che interverranno nelle nostre scuole dei sette comuni con incontri lezione affinché i nostri giovani apprendano il modo corretto per comunicare e rapportarsi con i nostri amici cani e imparare a rispettarli. Nel mese di Novembre gli agenti hanno rappresentato i loro Comuni esibendo il Gonfalone in occasione delle cerimonie di commemorazione dei caduti e nel corso della festa del Ringraziamento che quest anno si è tenuta a Piozzano per la val Luretta. Con Dicembre ecco tornare i servizi di rappresentanza nei mercati settimanali che tanta simpatia hanno raccolto l anno scorso grazie all uniforme con il tabarr della tradizione. La Polizia Municipale augura a tutti i cittadini di Agazzano Buone feste Comunicazione abbandono rifiuti (50h) Funerali (11) (44h) Residenze (70) Servizio PM Agazzano (720h) Anagrafe Canina (60h) Incidenti Stradali (n. 3) (60h) Paola Rorato Numero verde Polizia Municipale Abitare 8 Agazzano

9 sicurezza, e...fiabe! Il sogno di un palloncino Ecco la fiaba con la quale l Agente Paola Rorato si è aggiudicata il premio letterario nazionale intitolato a Elisabetta e Maria Chiara Casini, sul tema della sicurezza stradale Che giornata fantastica mi si prospetta!!! Insieme ad altri 399 palloncini di colore bianco, rosso e nero sono stato caricato su un furgone e, nonostante sia ancora sgonfio, sono carico di energia perché sto per partecipare ad una festa di bambini in un paese in mezzo alle colline. La piazza sarà il centro dell avvenimento, ci saranno più di 200 bimbi che giocheranno in questa magnifica giornata di sole di fine aprile ed io non vedo l ora di ergermi attaccato al mio filo per poter sentire l aria di campagna accarezzarmi e sospingermi dolcemente. Non sono riuscito a capire il perché di questa festa, i miei compagni dicono che si tratta di una manifestazione legata alla sicurezza stradale e che i bambini daranno vita ad un grande gioco dell oca realizzato per loro dai vigili lungo l anello della piazza sarà, ma mi sfugge il senso della mia presenza. Comunque ormai siamo quasi arrivati a destinazione e nel mio gruppo c è molta agitazione : calma ragazzi, tra poco saremo liberi e poi, chissà. Che spettacolo! La piazza è un tripudio di bambini che ridono, cantano e gridano e, guarda guarda, hanno già iniziato a giocare: le diverse squadre lanciano un enorme dado di gommapiuma e, prima di raggiungere la casella, devono rispondere esattamente ad una domanda sulla sicurezza stradale. Girano tutt intorno alla piazza e i vigili gli stanno accanto, li incitano e li accompagnano lungo il percorso che hanno preparato per loro. Non sbagliano neanche una risposta, sono davvero preparati: come si attraversa la strada in sicurezza, cosa devo indossare quando salgo in bicicletta, come mi comporto allo STOP Intanto ci hanno finalmente liberati e ora siamo legati ognuno al proprio filo ancorato al selciato della piazza e questo venticello ci dondola dolcemente.ma non voglio addormentarmi perché ora il gioco sta entrando nel vivo e le 10 squadre si stanno distanziando tra loro e intanto avanzano a colpi di fortuna, sì, perché la preparazione è ottima! Questi bambini stanno dimostrando una grande maturità e un notevole senso civico, con rispetto ed educazione occupano la piazza e stanno alle regole del gioco: nessuno di loro avanza rimostranze o lamenta ingiustizie! Bravi! Avrebbero molto da insegnare a certi adulti anche quando, facendo merenda, utilizzano i cestini per gettarvi i rifiuti. Ma guarda, c è anche un piccolo elicottero radiocomandato che si alza in volo sulla piazza per scattare le fotografie ed io non so ancora a cosa saremo destinati.. È arrivato molto pubblico e il sindaco accompagna la classe della scuola del Comune con grande entusiasmo, anche l equipaggio della Croce Rossa ha il suo daffare perché, nella foga, qualche bambino si è ferito le ginocchia cadendo ma niente lacrime, c è da correre avanti!! Le finestre che danno sulla piazza sono tutte aperte e la gente si affaccia per fotografare e si sporge per salutare, è davvero una bella festa, ma perché?! È così bello sentire solo i rumori della gioia e non quelli delle automobili e del traffico, che sogno se le città fossero a misura dell essere umano in quanto persona I vigili hanno tracciato sulla piazza i contorni di un segnale stradale: si tratta di un triangolo con al centro un punto esclamativo, ma certo, è il segnale che indica : attenzione! Pericolo! Questa è una lezione di educazione stradale a cielo aperto, e non c è nulla di meglio per coinvolgere tutto il paese, bravi vigili!! Ecco un vigile che viene verso di me, proverò a farmi sentire: pss! Pss!, Ehi! Vigile, vigile urbano, agente, come ti devo chiamare??! -Chi parla? -Sono il palloncino nero che si sta agitando dietro di te! -Ti posso aiutare? -Sì, vorrei tanto sapere perché mi trovo qui! -Sei qui per aiutare i bambini a realizzare un grande progetto che è anche un sogno, un sogno che, se potesse diventare realtà, renderebbe il mondo migliore! Devi essere orgoglioso di partecipare a questo avvenimento; ora, però, devo andare -Sì, ma cosa devo fare, perché, cos è?... -Ciao, palloncino nero, a dopo Tutto inutile, non sono riuscito a sapere quello che volevo ma la partita è finita e la classe vincitrice salta di gioia agitando il proprio striscione; con un lancio da sei ha superato la linea d arrivo dopo aver risposto che indossare le cinture di sicurezza è la prima cosa da fare quando si sale sull automobile di mamma e papà! Ora tutti i bambini convergono verso il triangolo tracciato sulla piazza e, ecco, finalmente una vigilessa viene a tagliare il filo che mi tiene legato al mio gruppo e mi affida ad una manina ansiosa: questo è il mio momento! Tutti i miei amici trovano la loro sistemazione due a due per ogni bambino e, a seconda del colore, vanno ad occupare i tre spazi della figura: rosso nel margine, bianco all interno e nero nel punto esclamativo al centro. Io sono andato a costituire il punto, sì, proprio il punto del punto esclamativo, non è fantastico? Certo, l immagine dall alto deve essere bellissima, io non riesco a vedere a più di tre metri d altezza ma ora comincio a pensare che mi aspetti una sorpresa Cinque, quattro, tre, due, uno VIA!!! La manina che stringeva forte il filo che mi ancorava a terra mi ha lasciato andare e, insieme con me siamo partiti tutti per un viaggio che è un mistero e, proprio per questo, bellissimo e carico di aspettative Salendo riesco a sbirciare nel titolo di un quotidiano e capisco tutto questa festa è per la prima settimana mondiale della sicurezza stradale, è un segno piccolo, perché viene da una piccola realtà italiana ma così denso di entusiasmo e impegno affinchè alla vita venga riconosciuto il valore che merita. Salgo sempre più in alto e intanto le faccine diventano sempre più piccole ma le braccia continuano ad agitarsi nei saluti e quei sorrisi carichi di speranza mi dicono di portare lontano il messaggio che mi è stato affidato e che ora mi è chiaro, finalmente: rispettate le norme del codice della strada, tenetevi cara la vita, imparate fin da piccoli a muovervi in sicurezza nell ambiente strada, correggete i genitori che sbagliano e, voi che avete perso gli affetti sull asfalto, lavorate affinché ciò non accada più! Questo ora è il mio sogno, questo è ciò che porto con me e, anche se non so dove andrò, so che comunque sarà un regalo! Abitare 9 Agazzano

10 Asilo nido: boom di iscrizioni Boom all asilo nido di Agazzano Il 6 maggio 2006 è stata inaugurata la nuova struttura adibita ad asilo nido sita in Via Vignola n 8. La realizzazione è stata fortemente voluta dall Amministrazione che ha sempre mostrato una forte sensibilità ai problemi delle famiglie nella consapevolezza che per trattenere i giovani in paese è assolutamente necessario creare le condizioni e quindi i servizi che permettano loro di conciliare le esigenze familiari con quelle lavorative. Dallo scorso anno scolastico 2006/2007 il servizio integrativo - spazio bimbi - che funzionava dal 1995 per cinque ore giornaliere è stato trasformato in asilo nido a tempo pieno per i bambini da 12 a 36 mesi. La struttura, che può accogliere un massimo di 25 bimbi, ha preso il nome dalla canzone che da sempre i piccoli ospiti cantano e ballano I pulcini ballerini. Quest anno si è registrato un vero e proprio boom di iscrizioni: a gennaio, quando saranno completati gli inserimenti dei più piccoli, i bimbi che lo affolleranno saranno ben 24. Il servizio educativo è appaltato alla Cooperativa EUREKA di Piacenza che ogni giorno mette a disposizione due educatrici, Romina e Giovanna, che a partire da Novembre saranno affiancate da una nuova operatrice, Clarissa, tutto sotto l attenta regia della coordinatrice pedagogica Carolina Soldati. Romina Pozzoli, ci accoglie nei locali dell asilo con una bimba aggrappata al suo maglione: Lei oggi di dormire proprio non ne vuole sapere.. ci spiega la giovane, bisbigliando per non disturbare gli altri impegnati nel quotidiano pisolino. Diplomata presso il liceo pedagogico di Piacenza, a partire dal 1991 inizia il suo percorso professionale con Eureka. Inizialmente la sua attività si svolge all interno di centri aggregativi riservati all età pre-adolescenziale. Romina, lavorare sempre a contatto con bambini di questa età non deve essere semplice. La vostra preparazione specifica qual è? Frequentate corsi di aggiornamento oppure è sufficiente avere una buona predisposizione nei rapporti con i bambini? E assolutamente indispensabile essere in grado di instaurare un buon rapporto con i bimbi e forse questa è una dote innata che, mi permetto di dire, non tutti hanno. Detto questo, io, come tutte le mie colleghe, abbiamo, nel nostro bagaglio culturale, conoscenze che ci permettono di interagire con i bambini, piuttosto che con gli adolescenti, a seconda delle situazioni nelle quali dobbiamo misurarci. Nel caso specifico di questa esperienza all interno dell asilo di Agazzano, sono stati davvero numerosi i corsi di aggiornamento ai quali ho partecipato: dalla somministrazione del pasto, alla lettura, al corso di multiculturalità ogni aspetto è seguito con particolare attenzione. Ultimamente, Giovanna ed io siamo state impegnate in incontri formativi riguardanti il momento del passaggio tra asilo nido e scuola materna, una fase delicata come quella del primo inserimento. Abitare 10 Agazzano

11 La giornata tipo dei nostri Pulcini Ballerini Ore Ore Ore 9.00 Ore Ore Ore Ore Ore Ore Ore Parliamo di genitori. Sono le persone che si affidano a voi per la cura dei loro figli. Che tipo di rapporto instaurate con loro? Questo è un aspetto fondamentale. L attività al nido è all insegna della chiarezza e della trasparenza. Entrando, avrai sicuramente notato come i muri siano tappezzati da regole, cartelli e manifestini vari che sono proprio rivolti Pre-apertura con l assistenza di volontari AUSER Apertura con educatrici coop. Eureka Prima colazione Attività varie Pranzo Cambio dei bimbi 1 uscita Riposino per tutti i bimbi rimasti 2 uscita Attività varie e al termine, ultima uscita a loro. I genitori vogliono e devono sapere cosa fanno i loro figli in ogni momento della giornata e proprio per questo cerchiamo di coinvolgerli in diversi modi. Per esempio questo Romina mostra un quaderno situato sul bancone di ingresso serve proprio a loro: qui hanno la possibilità di scrivere qualsiasi cosa, dai consigli per migliorare il servizio, ai semplici commenti sulle varie attività che proponiamo. Quindi i genitori sono pienamente coinvolti e l asilo non rappresenta una sorta di parcheggio temporaneo per i figli di genitori che lavorano. Il nostro obiettivo ha una valenza formativa che implica un coinvolgimento pieno dei genitori per non creare stacchi tra la nostra azione e la loro che comprometterebbe un sano ed equilibrato sviluppo emotivo. Per questo motivo abbiamo organizzato tanti incontri e lo faremo anche in futuro. In particolare, dopo i primi due mesi di permanenza dei bimbi, convochiamo i genitori per valutare assieme lo stato dell inserimento dei piccoli; a questo incontro ne segue solitamente uno a Natale e infine a primavera. Voglio sottolineare il fatto che non è assolutamente semplice per loro vedersi strappare dalle braccia i bambini ogni mattina. Anche per questo si organizzano incontri con la presenza di psicologi proprio per avviare un percorso formativo anche per le persone che si trovano ad affrontare il mestiere più difficile in assoluto: fare la mamma e il papà! I momenti più duri da affrontare per voi educatori quali sono? Non parlerei di momenti duri; parlerei piuttosto di alcuni periodi in cui le nostre orecchie sono messe a dura prova. Mi riferisco ai primi mesi, quelli in cui il bambino si trova ad affrontare il disagio del distacco da mamma e papà. Passati i primi periodi tutto solitamente fila liscio e addirittura sono felici di venire all asilo dove i più grandicelli iniziano a socializzare e a rapportarsi, attraverso il gioco, con i loro coetanei. A proposito di pianti,decidiamo di congedarci da Romina visto che la nostra intervista pare proprio abbia disturbato il sonno di qualche pulcino ballerino. Corrado Todeschi Notizia Flash Per le iscrizioni e per informazioni relativamente alle rette e ai servizi forniti presso l Asilo Nido basta rivolgersi all Ufficio Servizi Sociali Tel Abitare 11 Agazzano

12 Servizi Sociali: si fa abbastanza? I ragazzi del Centro Giovanile impegnati alla postazione di informatica. Assistenza domiciliare La discussione sul Welfare in Italia ha, in sede di approvazione della Legge Finanziaria 2008, ha letteralmente diviso il Paralmento. Si sa, quando si toccano tasti tanto delicati come quelli dei servizi socio-assistenziali, in particolare le modalità di erogazione, le risorse finanziarie da destinarvi, accendono dibattiti che spesso non portano a risposte chiare e soprattutto non tengono conto dell effettiva realtà e della concretezza dei bisogni dei cittadini. Qual è la situazione ad Agazzano in tema di servizi sociali? Dando una rapida occhiata al programma annuale stilato dall ufficio Servizi sociali la prima impressione è quella di una programmazione ben concepita: dagli anziani ai più giovani, dai nonni ai figli e soprattutto l intera famiglia, i servizi sono rivolti a tutti quanti i protagonisti della società. Ma in effetti, come si svolgono, come ci si può avvicinare alle possibilità offerte ed effettivamente usufruirne? Ad Agazzano, Romina Bisi, da circa due anni è l Assistente sociale che svolge la sua opera anche a Gazzola, Piozzano e presso il Servizio sociale dell A.S.L. di Castelsangiovanni. Sig.ra Bisi, nonostante la sua giovane età, possiamo dire che ha già maturato una buona esperienza. Parliamo però della situazione di Agazzano: quali sono i principali casi di disagio che si presentano? Si può ritenere sufficiente l offerta attuale rivolta ai cittadini in difficoltà? La popolazione agazzanese ci spiega comprende una grande fetta di persone anziane. Sono soprattutto situazioni di solitudine, di non autosufficienza con la mancanza di una rete familiare adeguata. I nostri servizi sociali perseguono la finalità di mantenere l anziano al proprio domicilio attuando una adeguata progettualità. Numerosi sono gli interventi rivolti alla popolazione anziana sia previsti in accordo di programma (assegno di cura, centro diurno,..) sia a livello comunale con servizi di assistenza Per tanti agazzanesi è ormai un viso familiare e al mattino, capita spesso di incrociarla, nella sua corsa da un negozio all altro per la spesa quotidiana per i suoi tanti assistiti. Parliamo della sig.ra Mina Poetini (per tutti La Mina ) che rappresenta per alcuni degli anziani del paese un vero e proprio angelo. Mina presta servizio presso il nostro Comune, oltre che a Gazzola, per conto di una cooperativa piacentina e sono tante le case che frequenta assiduamente con il suo buon umore e la sua frenesia. Mina, lei svolge un lavoro davvero particolare. Ce lo può spiegare meglio? Beh attacca con un sorriso è molto semplice. Sono tante, nei nostri paesi, le persone anziane che, o per motivi di salute o perché rimaste completamente sole, hanno bisogno di assistenza quotidiana. Io le supporto nelle fondamentali operazioni di cura della persona e questo implica anche un sostegno non solo dal punto di vista fisico ma anche psicologico. Spesso si tratta di persone con difficoltà nell affrontare anche il minimo spostamento ed ecco allora la necessità di un aiuto concreto. A livello di rapporti umani, il suo lavoro immagino le darà tanto, vero? Chiaramente il più delle volte si tratta di persone che vivono sole. Nei limiti dell orario assegnatomi dalla mia cooperativa, cerco di instaurare un rapporto di amicizia con i miei assistiti. Non sono solamente colei che porta il pane ogni giorno ma il mio ruolo è anche quello di portare un sorriso, una parola: il dialogo è importante per loro ma non solo. Anch io, riesco a sopportare meglio le fatiche di una professione impegnativa ma gratificante come la mia. Portare serenità a chi ne ha davvero bisogno rende felice anche me. Abitare 12 Agazzano

13 Gli Amministratori si divertono...all inaugurazione dell informagiovani! domiciliare tramite operatori qualificati, sia attraverso servizi di supporto quali telesoccorso e pasto al domicilio. E l unico aspetto che siete impegnati a tenere sotto controllo? E l aspetto che richiede il maggior impiego di risorse senza ombra di dubbi. Come ben sappiamo però, questo è un periodo di forte immigrazione e anche Agazzano è stata, ed è tuttora, interessata da flussi di persone, in particolare extra-comunitari, che hanno bisogno di interventi di sostegno. L obiettivo è quello di arrivare ad una piena integrazione: primo passo è quello di garantire la possibilità ai ragazzi di accedere alla scuola e soprattutto ai servizi collaterali che Agazzano non lesina. Quest anno però è stato contraddistinto da diverse iniziative rivolte anche ai nostri ragazzi, vero? Si riprende l Assistente sociale è finalmente partito a pieno regime il servizio Informagiovani, uno sportello ove i ragazzi, guidati da un educatore, possono avere accesso ad informazioni di utilità pratica, essere aiutati in ricerche riguardanti lavoro, formazione, sport, vacanze e tempo libero. Anche il Centro Aggregativo giovani, previsto dai Piani di Zona, ha raccolto una forte adesione da parte dei ragazzi che avevano manifestato l esigenza di uno spazio loro. Il centro è rivolto ai ragazzi tra i 12 e 21 anni residenti nei Comuni della Val Luretta e persegue degli obiettivi chiari. In primis la promozione di spazi di benessere, intesi come luoghi di aggregazione stabili che offrono la possibilità di relazioni significative con i ragazzi attraverso azioni di ascolto, confronto. Grazie all allestimento di uno spazio con Pc, televisore e materiale ludico, i ragazzi, sotto la guida di due educatori (Riccardo Lucchini e Nicolò Bisotti) messi a disposizione dalla coopertiva Arco, possono trascorrere alcuni pomeriggi assieme, dando una valida alternativa ai consueti luoghi di ritrovo dei nostri ragazzi. Per il 2008 ci sono progetti in cantiere? Innanzitutto dovremo cercare di rendere ancor più efficienti i servizi in essere e in questa direzione mi muovo personalmente, mantenendo contatti diretti con chi ne usufruisce. Inoltre, grazie ad un contributo erogato dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano, avremo la possibilità di acquistare un nuovo mezzo, necessario per realizzare un progetto di servizio di trasporto degli anziani, presso i presidi sanitari, enti pubblici e luoghi di pubblica utilità. Corrado Todeschi Spazio giovani Francesco Bersani è uno dei tanti ragazzi che usufruisce del Centro Aggregativo. Allora, cosa ne pensi di questa iniziativa? È la prima volta che vengo ci dice il giovane e devo dire che sono sorpreso: non mi aspettavo che il Comune ci desse questa opportunità e penso che diventerò un assiduo frequentatore del centro. Cos è che ti piace? In primo luogo gli spazi sono stati ottimamente arredati e dotati di tanti strumenti che per noi ragazzi sono fondamentali: il computer, la tv, lo stereo addirittura un calciobalilla; più di così.! L Assistente sociale Romina Bisi Abitare 13 Agazzano

14 Festa del 2 Giugno: i nostri ragazzi protagonisti Sabato 2 giugno, come ormai da tradizione, il Sindaco Lucia Bongiorni e le principali autorità del nostro paese hanno celebrato la Festa della Repubblica in compagnia dei ragazzi che hanno raggiunto la maggiore età nel La cerimonia è stata introdotta da un breve ma significativo discorso del Sindaco il quale ha ricordato il grande evento accorso più di 60 anni fa: era infatti il 1946 quando, con un suffragio universale, gli italiani hanno deciso di trasformare l Italia da monarchia a repubblica. Nel corso della serata è intervenuto il parroco di Agazzano don Mario Boselli, il quale ha sottolineato come certi principi fondamentali della nostra costituzione riprendono gli insegnamenti religiosi del Vangelo. Il momento centrale della celebrazione è stata la consegna della costituzione e del tricolore italiano da parte del Sindaco a ogni 18enne presente. I neo-maggiorenni che hanno partecipato alla serata sono stati: Simone Bonelli, Michele Botti, Cigalini Mattia, Dejan Krcev, Alice Losi, Annalisa Maestri, Beatrice Merli, Grazia Mogavero e Lucrezia Vignola. Lo scopo di questa importante iniziativa, istituita in occasione della principale festa civile e nazionale - afferma il consigliere delle politiche giovanili Benedetta Maini - è quello di stimolare la coscienza civile dei nostri ragazzi che, con il compimento del diciottesimo anno d età diventano partecipi della vita socio-politica a tutti gli effetti. Consigliere, in questi ultimi tempi si parla sempre più spesso di disamore nei confronti della politica, in particolare proprio a partire dalle nuove generazioni. Lei rappresenta un eccezione. Perché ha scelto di candidarsi? La mia scelta è stata dettata da numerosi fattori; quando mi è stato proposto di candidarmi, non mi è mai stato chiesto per quale partito io votassi: il Sindaco Bongiorni mi ha semplicemente parlato di sfide, di progetti e di impegno sociale volti solamente al bene di Agazzano. Secondariamente, anche la condivisione di queste idee con gli altri miei compagni di avventura è stata un altro importante sprone a prendere questa decisione che, sono certa, mi ripagherà anche dal punto di vista della mia crescita, sia umana che professionale. Il coinvolgimento dei ragazzi in una giornata come questa ha quindi un significato importante, vero? Certo. Spero che questi ragazzi oggi colgano l importanza della loro presenza che è proprio volta a renderli consapevoli della loro appartenenza alla comunità. Il mio augurio è che lo stesso entusiasmo che mi anima in questa nuova avventura possa contagiare tanti altri ragazzi. Corrado Todeschi Una maestra di vita per tanti agazzanesi Scorrere le vecchie foto rimaste da chissà quanto tempo ad impolverarsi su di uno scaffale, spesso ci porta a ricordare fatti,avvenimenti e persone il cui ricordo sembrava svanito, ma che improvvisamente raffiora e ci riporta con la mente a tempi e luoghi che neppure ci ricordavamo di avere frequentato. Rivedere l insegnante Giuseppina Boglioli in una foto ormai ingiallita dal tempo ha evocato in me emozioni che mi hanno aiutato a capire quanto una persona possa segnare la nostra esistenza oppure andarsene senza lasciar quasi traccia. Ebbene, la signora Giuseppina appartiene alla prima categoria; un insegnante che adesso definiremmo la maestra di una volta, colei che doveva badare a classi sterminate di bambini che non arrivavano a scuola a bordo di fuori strada, ma a piedi. Una donna innamorata del proprio lavoro che andava ben oltre al semplice insegnamento. Prestò servizio addirittura fino a settant anni senza mai risparmiarsi e di certo tanti agazzanesi come me la ricorderanno ancora in maniera chiara e limpida, come lei stessa si presentava alle famiglie. Giuseppina Boglioli Soprattutto alcuni nuclei numerosi (la consuetudine allora) hanno potuto contare su di lei nei momenti duri che la vita ha loro presentato. Ricordo la volta che si adoperò per la raccolta di indumenti da destinare ai giovani che più ne avevano bisogno. Anche la colonia estiva era opera sua: organizzava tutto con quel suo carattere forte e duro che nascondeva però quello che era in realtà: una persona buona e comprensiva. Quanti di noi hanno frequentato la sua casa con la scusa delle ripetizioni in certe materie? Un modo come un altro per permettere ai nostri genitori di poter lavorare con la tranquillità di chi sa che il proprio figlio è in un luogo sicuro. Tanti ultrasessantenni nel rivedere questa foto proveranno le mie stesse emozioni nel ricordare questa maestra di una volta che con la sua dignità e il suo senso del dovere, è riuscita a rimanere viva nei nostri cuori. Abitare 14 Agazzano

15 Borse di Studio: quanti studiosi nel 2007! Da quando è stata istituita, nel 2003, la borsa di studio in memoria del Prof. Gugliemetti, ha già premiato diversi giovani studenti agazzanesi. Per quanto riguarda l anno scolastico 2006/2007 saranno ben 6 i ragazzi meritevoli. Filippo Lentoni e Davide Bugoni riceveranno un assegno di euro 150 in quanto hanno ottenuto il diploma di scuola secondaria di primo grado con la valutazione ottimo. A Federico Bugoni sarà corrisposta la cifra di euro 300 come premio per il conseguimento del diploma di scuola secondaria di secondo grado presso il Liceo Scientifico Tecnologico Colombini di Piacenza con la votazione massima di 100/100. Micaela Lentoni (93/100 al Liceo Classico Gioia), Maria Francesca Maini (92/100 al Liceo Scienze Sociali Colombini) Francesca Benedetti (90/100 al Liceo Scientifico Respighi), riceveranno un assegno di 250 euro ciascuna. Benedetta Maini Filippo Lentoni Davide Bugoni Federico Bugoni Micaela Lentoni Maria Francesca Maini Francesca Benedetti Centro Estivo 2007 Abitare 15 Agazzano

16 Cultura ad Agazzano: ce n è per tutti i gusti Cultura e spettacoli: Agazzano c è! Si tocca un tasto delicato quando si accostano le parole Ente Locale e intrattenimento. Quante polemiche, quanti rimbrotti da chi si chiede Ma dove vanno a finire i soldi delle mie tasse..?!. Non c è alcun bisogno di sottolineare quanto questo capitolo dell amministrazione di una città, ancor di più quando si tratta di paesi piccoli come il nostro, finisca, giustamente, sotto la lente d ingrandimento di chi si preoccupa del buon impiego del denaro pubblico. E ad Agazzano? Tanti spettacoli, tanti concerti, tante iniziative che ci hanno divertito, che hanno reso piacevole anche l afa estiva, che ci hanno fatto ridere. Ma chi sceglie come investire i fondi che il Bilancio comunale destina a questo tipo di spese? Non potevamo che chiedere conto a chi, nell amministrazione comunale, è stato insignito appositamente. Pietro Franzini, oltre a rivestire il ruolo di Vice-Sindaco, è infatti l Assessore all Ambiente e alla Cultura. Con lui parliamo proprio di questo secondo Aga ndum aspetto del suo mandato. Assessore, è stato l autentica rivelazione delle ultime consultazioni elettorali in termini di voti. Ora è il momento di ripagare la fiducia, vero? Senza dubbio risponde il giovane amministratore spero di mantenere le aspettative di chi mi ha sostenuto e già in questi primi sei mesi di mandato abbiamo fatto parecchio. Che cosa in particolare? L attività in primis è stata quella di consolidare le iniziative già in essere, una per tutte il Valtidone Festival che sta crescendo in maniera costante e che dal 2008 diverrà una Fondazione. Grazie al Valtidone Festival, undici comuni della nostra Provincia, la Fondazione di Piacenza e Vigevano e alcuni privati hanno sottoscritto un accordo che ha permesso lo svolgimento di eventi e Il Vice-Sindaco Franzini tra gli insegnanti Antoniozzi e Selvagna Abitare 16 Agazzano

17 manifestazioni in tanti comuni, tra cui il nostro, altrimenti impensabili, per costi e portata. Inoltre, voglio ricordare l iniziativa Aga ndum : si tratta in questo caso di un evento fuori dal Programma stilato ad inizio anno. Gli artisti di strada che hanno animato Agazzano e tanti altri comuni del piacentino hanno però ripagato le aspettative. Ad Agazzano l offerta, in termini di eventi, è cresciuta: chissà con quali difficoltà per non gravare sulle casse comunali Qui tocca un tasto importante. Il problema del reperimento di fondi è in assoluto l aspetto che implica maggiori problematiche. Si sa, in periodi come quello che stiamo vivendo con difficoltà importanti per far quadrare i Bilanci degli Enti Locali, sono proprio le voci di spesa dedicate all intrattenimento, alla cultura, alla musica e quant altro, a subire le maggiori decurtazioni. È quindi necessario uno sforzo incredibile in questo senso: ricerca di sponsor, di partnership o ricerca di semplici economie che permettano di rientrare nelle previsioni di spesa. Quante volte avrete visto me o altri amministratori renderci utili anche Milo & Olivia Abitare 17 Agazzano in lavori pratici e organizzativi: sono sacrifici indispensabili, ma che ripagano immensamente quando il pubblico dimostra di apprezzare. Quindi il Paese risponde positivamente a queste continue sollecitazioni. Si, è bello vedere la Piazza viva; ed è bello notare tante persone provenienti da altri Comuni che affollano le nostre manifestazioni. Il turismo culturale deve rappresentare un opportunità sulla quale puntare per rendere visibili realtà piccole, ma suggestive come la nostra. Ritornando all iniziativa Aga ndum, è stato l esempio lampante di come gli sforzi che abbiamo affrontato per poter organizzare un evento simile, siano ricompensati: tanti messaggi di congratulazioni, rassegne stampa che hanno dato ampio risalto all evento. In particolare, un docente della Cattolica di Piacenza ha elogiato Agazzano per la sua vivacità culturale sulle pagine del principale quotidiano piacentino. Una gran bella soddisfazione. Per finire, allora, uno sguardo al 2008: cosa c è in cantiere? Innanzitutto dovrebbe partire una grande iniziativa culturale: si sta delineando infatti la possibilità di un gemellaggio con una importante cittadina della Catalogna. Non voglio svelare troppo lasciando un po di curiosità ai lettori. Inoltre, è partito da pochissimo, un laboratorio teatrale tenuto dal maestro Angelo Antoniozzi in collaborazione con la Prof.ssa Rosy Selvagna: un iniziativa originale che ha riscontrato un buon successo in termini di adesioni. I frutti del loro lavoro li testeremo la prossima estate.sul palcoscenico. Corrado Todeschi

18 Vita Parrocchiale Il 27 ottobre 2007 alle ore 17:30 Cosa è avvenuto in quel giorno e a quell ora ad Agazzano? Quel giorno resterà sempre nel mio cuore, perché è avvenuta, nella mia vita, una cosa straordinaria e bellissima. Quando mi rivolgo questa domanda, mi vengono da dire tante cose, ma nello stesso tempo non riesco a esprimere tutto quello che ho dentro. E stato bellissimo, indimenticabile una autentica grazia. Il diacono, che è membro della Chiesa, che è agapé e diakonìa, ha come compito più importante, sin dall inizio, il servizio della carità. Perciò sono convinto che la fede, se non si condivide coi fratelli e le sorelle, è sterile. Per questo credo che il diacono è invitato in modo particolare a condividerla con le parole e le opere, cioè nella diakonìa tramite l agapé. Lorenzo Quero ha detto, nel commento iniziale alla messa della mia ordinazione, una verità che è valida per tutti i fedeli cristiani, in particolare per me diacono: chi apre il cuore a Cristo viene arricchito dei doni dello Spirito, è pronto a mettere la vita a sevizio dei fratelli e non rimane deluso. Non ho una grande esperienza di vita come tanti amici e amiche agazzanesi, ma ogni giorno mi accorgo e mi convinco sempre di più che la mia vita appartiene agli altri quanto a me stesso, ciò agli occhi di molti è inconcepibile ed incomprensibile, però dentro l ottica del Regno di Dio e della fede in Cristo Gesù è fattibile ed intelligibile, anzi diventa una esigenza intrinseca dell essere cristiano dal quale non può dissociarsi. Comunione Da sinistra: Gloriana Lavetti, Andrea Cattivelli, Luzmabel Biondi, Isotta Doli, Katia Zagnoni. In basso: Marta Negrati, Pietro Di Giovanni, Alessio Bersani, Davide Sala, Carlotta Del Bon, Passerini Greta e Magistrali Federica. Accompagnati dal Parroco Don Mario e dalle Catechiste Maestri Annalisa, Guglielmetti Luisella e Valeria Varesi. Ciò è avvenuto il 27 ottobre 2007 alle ore 17:30. Ho provato anche un emozione indescrivibile e travolgente che mi ha fatto scoppiare in lacrime. Lacrime di gioia, di gratitudine a Dio e a tutti coloro che mi hanno accompagnato direttamente o indirettamente nel mio cammino di formazione. La mia commozione è aumentata, quando ho immaginato come sarebbe stato ancora più bello se avessi avuto la mia famiglia qui vicina, per condividere con me e con i miei amici/amiche questo momento di letizia. Ma mi ha consolato il fatto di vedere davanti a me la chiesa gremita di variegati volti; ho pensato: D ora avanti la mia famiglia s è allargata e il mio cuore traboccava. Non potevo che essere grato e riconoscente, oltre che al Signore, ad una infinità di persone che in modi diversi mi avevano accompagnato fino a quel giorno. A loro va il mio grazie. Rivolgo un affettuoso grazie al mio vescovo mons. Luigi Ferrando. Un grazie sincero a don Mario per avermi accettato nella parrocchia di Agazzano e avermi dato l occasione di esercitare la diakonìa. Sono profondamente grato a tutti i parrocchiani che mi hanno accolto in modo tale da farmi sentire a casa mia; con la loro ospitalità, il loro affetto, la loro prontezza, la loro disponibilità ed amicizia hanno cattivato il mio cuore; per la bellissima festa che hanno preparato per me, sono a loro debitore. Grazie di cuore ai cari amici/amiche delle parrocchie di Tarsogno e Tornolo, nella persona di don Roberto Mazzari, che sono venuti in tanti da lontano. Grazie mille anche agli amici/amiche della parrocchia di Gazzola nella persona di don Gianni Riscassi. Ringrazio di tutto cuore anche gli amici/amiche venuti da Roma, Bologna, Reggio Emilia, Parma e da diverse parti della provincia di Piacenza. Esprimo la mia gratitudine anche a tutti i sacerdoti che sono convenuti per partecipare alla messa della mia ordinazione; ai miei amici seminaristi e al diacono del collegio Alberoni; alla Comunità della Missione (Vincenziani); alla diocesi di Piacenza-Bobbio. Cari amici/amiche agazzanesi, cosa vi posso offrire? Vi offro la mia vita nel ministero diaconale e le mie umili preghiere. Grazie! Dio vi benedica, vi protegga da ogni male e vi conduca alla vita eterna. Leandro Oliveira da Silva Cresima Da sinistra: Martina Botti, Erika Pozzoli, Desirè Ferrari, Vittoria Pinotti, Luca Perazzoli. In basso: Albina Arrigoni, Filippo Michelotti, Andrea Alberici, Daniele Tosca, Francesco Ghilardelli. Accompagnati dal Parroco Don Mario, Mons. Luigi Ferrari e dalle Catechiste Danila Schinardi e Francesca Benedetti. Confessione Da sinistra: Chiara Capelli, Francesca Ferrari e Enrico Oroboni. Sotto: Andrea Boselli, Francesco Zucconi, Alex Braghieri, Mattia Conti, Diego Carbone. In basso: Cristian Magistrati, Elia Callegari, Giovanni Peveri. Abitare 18 Agazzano

19 Grest 2007: i giovani sanno ancora divertirsi! Ogni anno, nella seconda quindicina di luglio, puntuale prende il via il Grest. È un appuntamento estivo atteso ed amato dai ragazzi del nostro paese, dai più piccoli ai più grandi. Come sempre il timore dei giorni precedenti di non essere sufficientemente organizzati e preparati ad accogliere tanti bambini e ragazzi (più di 80!) vengono comunque superati, grazie anche agli incoraggiamenti del nostro Don. Il tema di questo Grest è stato Scegli la verità, tratto dal cartone animato Shark Tale, che ci ha accompagnato durante il periodo trascorso insieme. Scopo, come sempre, è di trasformare le lunghe giornate estive in qualcosa di bello, di divertente e di costruttivo. Non possiamo non esternare la nostra gioia, la nostra soddisfazione, sperando veramente che qualcosa di buono sia rimasto. Uno scritto anonimo di una mamma ci ha tanto gratificati e soprattutto ci incoraggia, ci dà la forza di continuare e di non mollare: Ciao a tutti, sono una mamma! Voglio ringraziare, ma veramente di tutto cuore, gli educatori che ogni anno lavorano tanto per i loro amici più piccoli. Non sono più una ragazzina e in più sono mamma, quindi se permettete le cose le giudico con un altra ottica! Vi dico che vedere in questi giorni tanti ragazzi e bambini insieme, pieni di entusiasmo, eccitati al massimo, mi ha veramente commossa. Penso che il Grest sia una delle pochissime esperienze in cui i ragazzi di diverse età stanno insieme divertendosi in modo sano e questo è semplicemente meraviglioso, per non dire, un grande dono di Dio! Grazie anche a tutti i ba mbini e ragazzi che hanno accolto con entusiasmo la proposta del Grest! Continuate tutti così, con Villabassa, Gita al Monte Serla Abitare 19 Agazzano la stessa passione e la stessa volontà perché sono certa che passo dopo passo la strada si apre e di questo ce n è assoluto bisogno. Un bacio a tutti!. Anche il Grest 2007 si è concluso e con successo. Ai ricordi dell estate bisogna aggiungere anche la vacanza a Villabassa, in provincia di Bolzano, che si è ripetuta dopo la buona riuscita e l entusiasmo dell anno scorso. Si è unito al nostro gruppo, anche quello dei ragazzi di Rivergaro e il clima era davvero speciale: la voglia di fare, di stare insieme, di conoscerci, ha avuto la meglio sulla fatica delle giornate, segnate da lunghe passeggiate tra le Dolomiti, da momenti di gioco e momenti di confronto. In questo modo due realtà, in fondo non troppo diverse e lontane, hanno potuto unirsi, creando un forte legame che prosegue ancora oggi, a distanza di tempo. L augurio più grande è di ritrovarci ancora insieme per trascorre un altra bella estate, e sempre più numerosi! Francesca Benedetti

20 U.S. Agazzanese: sarà l anno del gran salto Il calcio ad Agazzano comincia a fare sul serio... Come ogni paese che si rispetti, anche Agazzano può contare sulla propria squadra di calcio che difende il campanile sui campi delle compagini dilettanti della nostra provincia. Dopo la promozione in seconda categoria di due stagioni fa, ora, cominciano ad emergere ambizioni ancora più importanti. Grazie anche al sapiente lavoro di persone che nel calcio ci sono da una vita e sanno muoversi in maniera oculata e intelligente. La compagine del presidente Groppalli è stata allestita dal Direttore Sportivo Michele Elefanti coadiuvato dal Vice Presidente, Francesco Ghidini, autentico jolly, nei quadri dirigenziali societari. Ghidini, qual è il clima che si respira quest anno? Puntate al gran salto in prima categoria? Andiamoci piano sorride Ghidini È vero che siamo partiti senza troppe ambizioni e ora ci ritroviamo nei quartieri alti della classifica; però non è facile reggere il ritmo fino al termine del campionato ed è ancora prematuro trarre conclusioni. Però i risultati stanno arrivando. Di chi è il merito? Di un allenatore esperto e preparato come Luca Marcato. Parliamo di un ex professionista che ha calcato palcoscenici importanti del calcio nazionale. Il suo bagaglio tecnico è ora al servizio di una squadra formata per lo più di giovani: Soressi è uno dei pochi che ha oltrepassato la trentina ed assieme a Marcato, è la classica chioccia per i giovani che abbiamo inserito quest anno. Parliamo allora di giovani calciatori. Come vi muovete nell ambito del settore giovanile? Chiaramente ad Agazzano non ci sono i numeri per allestire un settore giovanile classico, con una squadra per ogni categoria. Abbiamo così preferito allacciare una stretta collaborazione con il Fontana Audax, squadra di Castelsangiovanni, con la quale condividiamo una Scuola Calcio L allenatore Luca Marcato che permette ai bambini di Agazzano di tentare il primo approccio a questo sport. Gli allenamenti si svolgono qui ad Agazzano e sono diretti dal Prof. Vercesi che ha una lunga esperienza a contatto diretto con bambini e ragazzi. Proprio da questa Scuola calcio sono nate le prime due squadre di Pulcini che stanno affron- Abitare 20 Agazzano

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente.

2 e3 anno I GIORNI DELLA TARTARUGA. ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. 2 e3 anno narrativa CONTEMPORAN scuola second. di I grado EA I GIORNI DELLA TARTARUGA ROMANZO A SFONDO SOCIALE Una storia di bullismo e disagio giovanile, appassionante e coivolgente. AUTORE: C. Elliott

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

"Ogni persona, indipendentemente dal grado di. disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare

Ogni persona, indipendentemente dal grado di. disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare "Ogni persona, indipendentemente dal grado di disabilità, ha il diritto fondamentale di influenzare mediante la comunicazione le condizioni della sua vita". Questo è l'incipit della Carta dei Diritti della

Dettagli

La Sua Salute e il Suo Benessere

La Sua Salute e il Suo Benessere La Sua Salute e il Suo Benessere ISTRUZIONI: Questo questionario intende valutare cosa Lei pensa della Sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere sempre aggiornati su come si sente e

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

Scuola dell Infanzia H. C. Andersen Anno Scolastico 2012-2013 Sezione 2 mista Insegnanti: Martinelli, Tenace

Scuola dell Infanzia H. C. Andersen Anno Scolastico 2012-2013 Sezione 2 mista Insegnanti: Martinelli, Tenace Scuola dell Infanzia H. C. Andersen Anno Scolastico 2012-2013 Sezione 2 mista Insegnanti: Martinelli, Tenace Ogni giorno abbiamo modo di osservare come i bambini possiedono intuizioni geometriche, logiche

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Pensieri per un genitore che non c è

Pensieri per un genitore che non c è Campus AIPD - Formia 16-22 giugno 2013 Pensieri per un genitore che non c è In questo Campus mi sembra di essere fuori dal mondo, perché qui la normalità è avere un figlio con la sdd... sono i fratelli

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi

Diocesi di Nicosia. Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Diocesi di Nicosia Curia Vescovile Ufficio per l Evangelizzazione e la Catechesi Largo Duomo,10 94014 Nicosia (EN) cod. fisc.: 90000980863 tel./fax 0935/646040 e-mail: cancelleria@diocesinicosia.it Ai

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli