L INAS NUOVO Periodico d informazione interna e gratuita per operatori ed agenti sociali del Patronato Inas Cisl Svizzera

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L INAS NUOVO Periodico d informazione interna e gratuita per operatori ed agenti sociali del Patronato Inas Cisl Svizzera"

Transcript

1 S O M M A R I O Inserto speciale dedicato all improvvisa scomparsa del Coordinatore Giuseppe Marranchelli Regolamenti europei e Svizzera Intervista a Giovanni Santoro Responsabile presso l Inps di Bergamo I N Q U E S T O N U M E R O : Corso Inas ad Olten Citibank e pagamenti all estero 3 4 In ricordo di Pino 5 Sportello Europa Inas/Syna a Basilea 9 Tassazioni frontalieri Incontri e collaborazioni Inas Iniziative APIS 12 L INAS NUOVO Periodico d informazione interna e gratuita per operatori ed agenti sociali del Patronato Inas Cisl Svizzera A N N O V I I N 2 0 G I U G N O / L U G L I O UE: Coordinamento dei sistemi di sicurezza sociale Cooperazione delle amministrazioni nazionali e libera circolazione dei cittadini nell Unione Europea Dal 1 aprile 2012 hanno trovato attuazione i nuovi regolamenti europei anche in Svizzera. A tal proposito intervistiamo Elias Aziz relazioni internazionali Cassa Svizzera di Compensazione di Ginevra, per chiedere quali sono gli attuali cambiamenti in proposito. Con il terzo ammendamento dell Accordo sulla libera circolazione delle persone concluso tra la Svizzera e gli Stati dell Unione europea (ALCP), i nuovi regolamenti dell Unione europea (UE) n 883/2004 e 987/2009 sono stati estesi alla Svizzera. La prima conseguenza di Dopo tempo pubblichiamo la nuova edizione del nostro periodico informativo. Questo silenzio è stato doveroso per rendere l ultimo saluto ed omaggio al nostro Coordinatore Pino Marranchelli improvvisamente scomparso. La sua assenza lascia, senza dubbio, un vuoto inaspettato e la certezza che con lui va via anche un pezzo della storia dell Inas Svizzera. Il tale modifica, il cui effetto è intervenuto in data del , r i s i e d e nell abbandono dei precedenti regolamenti CEE 1408/71 e 574/72 la cui entrata in vigore, nell ambito delle relazioni tra Svizzera e suo ricordo pero, sarà sempre vivo nei nostri cuori ed a tal proposito, è stato realizzato all interno di questo numero, un inserto speciale dedicato in suo onore con le foto piu belle dei momenti che abbiamo avuto il privilegio di trascorrere insieme. Ma la vita prosegue inesorabile e, anche se tutti noi dobbiamo ancora superare la scomparsa di Pino, sono proseguite le nostre attività a livello locale svizzero. Troverete nelle prossime pagine le iniziative e gli incontri formativi. Novità: l inaugurazione dello UE, risale al Da notare tuttavia che i rapporti esistenti a tale livello tra la Svizzera e gli Stati membri dell Associazione europea di libero scambio (AELS, o più comunemente EFTA) Continua a pag 2 sportello EU Inas/Syna a Basilea, un luogo importante e di passaggio soprattutto per i lavoratori frontalieri provenienti dalla Francia e dalla Germania. Un ringraziamento speciale è rivolto inoltre, al dottor Giovanni Santoro, Responsabile Prodotti ad Elevata Specializzazione presso l Inps di Bergamo ed Elias Aziz, Relazioni Internazionali CSC di Ginevra per la disponibilità e competenza nelle interviste che hanno rilasciato. Valeria Angrisani Direzione L INAS NUOVO

2 P A G I N A 2 DIRITTO DI INIZIATIVA PER I CITTADINI EUROPEI Dal 1 Aprile 2012 si rende possibile una nuova forma di partecipazione popolare alle decisioni politiche dell Unione Europea, l I.C.E. (Iniziativa dei Cittadini Europei). Tale strumento è disciplinato dal regolamento UE n. 211/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 Febbraio 2011 e dalla relativa rettifica dell UE del 30 Marzo Il comitato è composto da un minimo di sette persone che vivono in sette diversi Stati UE. Il comitato sottopone l iniziativa alla Commissione europea che deve rispondere entro due mesi se la proposta soddisfa le condizioni essenziali, successivamente l iniziativa viene pubblicata nel registro on-line e si puo quindi iniziare la raccolta delle firme. E necessario che i firmatari provengano da almeno un quarto degli Stati membri dell UE (almeno sette Stati). Il numero delle dichiarazioni di sostegno deve essere certificato dalle autorità competenti degli Stati membri. La Commissione Europea successivamente, ha tre mesi a disposizione per decidere cosa fare. L I N A S N U O V O Segue da pag 1...ovvero con Islanda, Norvegia e Liechtenstein, rimangono vincolati dai regolamenti CEE 1408/71 e 574/72. Rispetto al 1408/71, la finalità del regolamento 883/04 risiede nel semplificare le regole di coordinamento vigenti tra gli Stati membri dell UE, e a fortiori, tra gli stessi Stati membri e la Svizzera. In altri termini, se lo strumento non ha subito cambiamenti (il principio del coordinamento delle legislazioni dei singoli stati), i metodi scelti per metterlo in atto sono stati oggetto di una modifica di fondo quanto a reattività e collaborazione nel trattare le richieste delle persone sottoposte a diverse legislazioni (principi detti di good a d m i n i st r a t i o n a n d good office ). Ci sono delle differenze rispetto al passato nella gestione delle pratiche c o l l e g a t e a S t a t i dell UE? La principale prospettiva dei cambiamenti menzionati risiede nel favorire l utilizzo degli scambi telematici tra gli Stati tramite la condivisione di comuni piattaforme. Inoltre, maggior attenzione è stata rivolta alle questioni relative ai molteplici rami assicurativi vigenti tra tutti gli Stati (malattia, infortunio, disoccupazione, ecc.). A livello delle attività della Cassa svizzera di Compensazione (CSC), che nel caso specifico interviene in qualità di organismo di collegamento svizzero per l applicazione delle assicurazioni AVS e AI negli Stati membri dell UE, il regolamento 883/04 non ha portato sostanziali differenze al livello dell istruzione delle pratiche. Per quanto concerne l esportazione delle prestazioni AVS/AI, va tuttavi a sottolineato che l abbandono delle ultime clausole di restrizione tollerate sotto forma di eccezioni nell ambito di applicazione del regolamento 1408/71, consente un riconoscimento a tutti gli effetti del principio di parità di trattamento. Infatti, ad eccezione del ¼ di rendita AI il cui diritto si estingue oltre ai confini del territorio dell UE, il regolamento 883/04 consente a tutti i cittadini europei che ne fanno richiesta di ottenere il pagamento della propria rendita dell AVS/AI in ogni parte del mondo. Tuttavia, tali clausole essendo state prevalentemente rivolte all attenzione di cittadini appartenenti a Stati il cui flusso migratorio riscontrato in Svizzera è stato di lieve spessore (rispettivamente cittadini belgi, danesi, slovacchi e ungheresi), il volume di richieste in tal senso è rimasto modesto. Maggiore comunicazione informatica nella gestione delle domande dopo l ingresso del nuovo regolamento? A differenza della Svizzera che lo ha addotto di recente, i rapporti in ambito previdenziale tra Stati membri dell UE è vincolato tramite il regolamento 883/04 già dal mese di maggio del Forte di un esperienza consolidata da oltre dieci anni di coordinamento europeo, fatto che merita di essere rilevato in quanto svolta da un organismo di collegamento appartenente ad uno Stato non membro dell UE, la CSC partecipa attivamente, talvolta sotto la vigilanza dell Ufficio federale delle Assicurazioni sociali (UFAS) in veste di rappresentante del ramo assicurativo pensionistico svizzero, talvolta in concomitanza con le casse AVS ed Uffici AI cantonali, a progetti rivolti a mettere in atto lo scambio elettronico dei dati in Europa. Nonostante la Svizzera possa considerarsi pienamente in fase con il calendario prefissatosi, per l inoltro delle domande pensionistiche tramite l utilizzo di un punto di accesso nazionale, così come per quanto concerne la fluidità degli scambi con altri Stati, molto dipenderà anche dai progressi compiuti dai vari Stati membri e dalle raccomandazioni erogate in tal senso dalla Commissione europea. Inizialmente infatti, era stato concesso agli Stati membri un termine di 24 mesi - o v v e r o s i n o a l per compiere il passaggio definitivo dalla forma cartacea alla forma telematica del trattamento delle richieste assicurative. Tale termine è stato prolungato al Quali sono i flussi delle pratiche in collegamento con l'italia? La prossimità geografica così come il volume degli scambi economici e commerciali esistenti tra i due Paesi, costituiscono variabili che legano Italia e Svizzera risalenti almeno sino agli anni 60. Segue a pag 3

3 A N N O V I I N 2 0 P A G I N A 3 Olten: formazione continua del personale Inas Cisl Svizzera Corso sulla nuova regolamentazione europea ed informazioni sul pensionamento anticipato FAR Nei giorni scorsi operatori e responsabili del patronato Inas Cisl Svizzera si sono riuniti presso il sindacato svizzero Syna ad Olten per un corso di aggiornamento sulla nuova regolamentazione europea, entrata in vigore in Svizze- dal 01 aprile 2012, il pensionamento anticipato dell edilizia (FAR) e l organizzazione interna del personale. Al corso sono intervenuti: Il presidente Syna Kurt Regotz, il Segretario Centrale Syna Nicola Tamburrino, Irene Blum, Responsabile dell ufficio di pagamento FAR per il Syna, Antonio Di Somma sezione Far presso il Syna, l Euro consigliere Graziano del Treppo ed il Coordinatore Inas Cisl Svizzera Roberto Crugnola. Due giornate di studio per promuovere la formazione continua del personale Inas Cisl Svizzera e, conseguentemente, la qualità e l efficienza dei propri operatori a proposito dei cambiamenti introdotti dai nuovi regolamenti europei, in particolare per quanto concerne la tutela previdenziale d e i l a v o r a t o r i. N e l c o r s o dell incontro è stata festeggiata anche la collega Morena Zanni che ha festeggiato il suo compleanno. Continua da pag 2 Ad eccezione della costante rappresentata dal fenomeno dei lavoratori frontalieri, se è vero che di recente si è registrato un netto calo di manodopera italiana esercitante sul territorio svizzero, l Italia rappresenta indubbiamente uno dei partner di primo piano della CSC. Tale constatazione si attinge principalmente al volume delle domande pensionistiche inerenti alle generazioni di lavoratori che hanno esercitato nel nostro Paese durante il periodo in cui il fenomeno dell immigrazione italiana in Svizzera aveva raggiunto il proprio apice. Oltre ad esercitare la missione di organismo svizzero competente per l applicazione dell AVS/AI all estero, attività che si traduce principalmente nell istruzione delle pratiche, calcolo delle pensioni, versamento e manutenzione delle prestazioni tramite la CSC, l Ufficio centrale di compensazione (UCC), esercita anche la funzione di organismo di collegamento svizzero per le persone residenti in Svizzera che sono state assicurate in vari Stati membri dell UE, dell AELS o in Stati con convenzione di sicurezza sociale. Mettendo il proprio impegno ai fini di offrire la necessaria assistenza amministrativa nel trattamento delle pratiche di cittadini italiani residenti in Svizzera, cui spetta il diritto ad una prestazione estera o italiana, l incontro con il reparto Convenzioni internazionali dell INPS di Bergamo, svoltosi presso la nostra sede a Ginevra lo scorso mese di febbraio, oltre a rappresentare un ulteriore occasione di rinforzare il legame con il polo svizzero dell INPS, ha concesso la possibilità di perfezionare elementi al centro della collaborazione già esistente tra organismi previdenziali ed enti di patronati rivolti ad agevolare il trattamento delle pratiche dei pensionati italiani residenti in Svizzera. Quali sono i Paesi con i quali la CSC gestisce flussi di maggiore spessore? L operato di maggior volume per quanto concerne l attività della CSC è tendenzialmente rivolto nei confronti degli Stati confinanti con la Svizzera. Oltre alla prossimità geografica va nuovamente segnalata la competenza nel trattamento delle pensioni dei lavoratori frontalieri. Nonostante, questa regolarità di flussi con i Paesi limitrofi, l Italia ha rappresentato un eccezione in tal senso caratterizzato da un recente passato fortemente impregnato dal fenomeno dell immigrazione di massa e l esodo migratorio dal sud verso il nord dell Europa. Anche se i dati relativi all Italia sono cambiati da questo punto di vista, si possono constatare nuove tendenze strettamente collegabili ad avvenimenti ancora più recenti. Eventi come la crisi spagnola, talvolta accompagnata da quella portoghese, come la guerra nell ex- Jugoslavia, costituiscono episodi che hanno segnato numerosi percorsi di vita di persone venute lavorare o semplicemente risiedere in Svizzera. Stando all attualità, e come lo dimostrano le prime proiezioni, le prospettive di incremento delle attività della CSC sembrano delinearsi in tali direzioni.

4 A N N O V I I N 2 0 P A G I N A 4 Notizie INPS per i pensionati all estero Citibank e certificazioni di esistenza in vita. Accredito dei pagamenti Intervista al Dottor Giovanni Santoro, Responsabile Prodotti ad Elevata Specializzazione presso l INPS di Bergamo, polo di riferimento per i pensionati italiani in Svizzera. La ringraziamo per la sua disponibilità a concederci questa intervista e vorremmo chiederle alcuni chiarimenti circa i pagamenti delle pensioni all estero attualmente tramite Citibank. Purtroppo alcuni pensionati non hanno ancora effettuato la verifica dell'esistenza in vita richiesta da tale banca e di conseguenza, i relativi pagamenti sono stati bloccati. Come bisogna procedere in tal senso? Per quanto concerne l accertamento dell esistenza in vita, solo per fare la cronostoria dell iter ad esso riservato, vorrei ricordare che Citi, sin dal mese di ottobre 2011, ha spedito una prima comunicazione personalizzata ai pensionati, a cui ne è seguita un altra nel mese di dicembre, all interno di un plico contenente tra l altro un modulo di certificazione dell esistenza in vita e un modulo di dichiarazione di intestazione congiunta del conto corrente. Dopo un tempo eccezionalmente lungo concesso ai pensionati per fornire la prova richiesta e le diverse iniziative adottate al fine di agevolare l adempimento come ad esempio l istituzione del contact center della Banca fin dal mese di novembre 2011, si segnala che oggi un numero consistente di pensionati non ha completato ancora il processo di verifica. Ritenendo sia molto elevato il rischio che una parte di questi soggetti non abbia ricevuto le comunicazioni di Citibank o, pur avendole ricevute, non ne abbia compreso la portata, l Istituto, consapevole dei gravi disagi che avrebbe comportato ai beneficiari inadempienti la prevista sospensione cautelativa delle pensioni dalla rata di luglio, ha concordato la localizzazione del pagamento della sola rata di luglio a sportelli Western Union, previo comunicazione personalizzata da parte di Citibank. La riscossione personale da parte del pensionato al predetto sportello, comproverà l esistenza in vita cosicchè il pagamento delle rate successive verrà effettuato secondo le ordinarie modalità. Al fine di consentire a Citibank la predisposizione della rata di agosto, la riscossione dovrà avvenire entro il 19 luglio In caso contrario i pagamenti delle pensioni riferite ai soggetti che non riscuotono la pensione entro la suddetta data, saranno sospesi a partire dalla rata di agosto 2012 mantenendo disponibile comunque la rata di luglio presso gli sportelli Western Union fino al 25 settembre 2012 per la relativa riscossione. Riepilogando, se la rata di luglio fosse incassata dopo la scadenza del 19 luglio 2012, il ripristino avverrà secondo la seguente scaletta: - Rata di luglio riscossa tra il 20 luglio 2012 e il 19 agosto 2012 il ripristino avverrà a partire da settembre Rata di luglio riscossa tra il 20 agosto 2012 e il 19 settembre 2012 il ripristino avverrà a partire da ottobre Rata di luglio riscossa tra il 20 settembre 2012 e il 25 settembre 2012 il ripristino avverrà a partire da novembre Alcuni pensionati nonostante la richiesta di accredito presso una banca o posta in Svizzera hanno ricevuto degli assegni di pagamento della pensione direttamente al loro domicilio. Per la riscossione purtroppo, viene richiesta una tassazione bancaria o postale. Cosa possiamo consigliare ai pensionati? Il fenomeno riscontrato dei pagamenti con assegno circolare anziché con accredito su conto corrente, si genera allorquando le coordinate bancarie o postali fornite, non siano del tutto esatte o l intestazione del conto non sia rispondente a quella del titolare della pensione. Tale circostanza, di fatto, genera l impossibilità per la banca di associare il pagamento al conto indicato e, in tal caso, l unico modo per garantire il regolare pagamento della pensione è l assegno. Mi è d uopo precisare che i pagamenti delle pensioni INPS sono sempre eseguiti franco spese per il beneficiario e che gli assegni emessi da Citi non sono riscuotibili presso filiali CITI ma solamente tramite deposito su conto corrente. Le diverse modalità di riscossione dell assegno possono generare una spesa che viene applicata dalla Banca a cui viene chiesto il servizio. Al fine di garantire regolarità e puntualità nei pagamenti l INPS suggerisce di disporre i pagamenti per mezzo di bonifico sul relativo conto corrente, pertanto in tal caso il pensionato dovrà accertarsi sempre della correttezza dei dati forniti siaper quanto concerne le coordinate che per i dati di intestazione del conto necessariamente corrispondenti alla titolarità della pensione, anche in considerazione del cognome da coniugata per le donne. Nel caso contrario si invita a prendere contatto con il contact center di Citi (n v e rd e d a l l a S v i zzera ).

5 L INAS NUOVO Periodico d informazione interna e gratuita per operatori ed agenti sociali del Patronato Inas Cisl Svizzera A N N O V I I N 2 0 G I U G N O / L U G L I O In ricordo del coordinatore Giuseppe Marranchelli L Inas Svizzera gli rende omaggio ricordando i momenti piu belli trascorsi insieme Fate allora che ciascuna stagione racchiuda tutte le altre, e il presente abbracci il passato con il ricordo ed il futuro con l attesa. Khalil Gibran

6 P A G I N A 6 A N N O V I I N 2 0 L I N A S N U O V O

7 Mai e poi mai, noi tutti avremmo pensato alla perdita del nostro Coordinatore Inas Cisl Svizzera Giuseppe Marranchelli. Da qualche tempo Pino, così chiamato da tutti, stava lottando contro la malattia, ma eravamo convinti, che avrebbe vinto anche questa dura battaglia, vista la sua voglia di vivere, la sua forza e tenacia che contraddistinguevano il suo carattere. Stava affrontando una difficile prova della vita con il sorriso e tanta dignità. Era proprio lui infatti, a rassicurarci che tutto andava bene per non perdere di vista il nostro lavoro quotidiano. Con Pino va via anche un pezzo di storia dell Inas Svizzera; lui ha contribuito in maniera importante, dal lontano 1973, allo sviluppo del nostro patronato, lavorando con passione e competenza. Noi tutti che abbiamo avuto il privilegio di conoscerlo, ci stringiamo intorno ai familiari colpiti così dolorosamente con affettuosa partecipazione: la moglie Cristina ed i figli Marco e Alessandro. Nei giorni successivi la sua scomparsa la Presidenza Inas Cisl, i Coordinatori, i responsabili, gli operatori in Italia e da ogni parte del mondo hanno rivolto le loro sentite condoglianze, ma soprattutto pensieri e ricordi affettuosi e di grande stima. Pino è riuscito a tenere vivi rapporti di amicizia con tutti, dimostrando che non esistono distanze, se sono sempre presenti l affetto ed il rispetto. Quando una persona ci lascia, quando non è più in mezzo a noi e non possiamo più sentirla o vederla, sembra che sia scomparsa per sempre ma, il ricordo delle persone care vivrà senza fine nei nostri cuori, più forte di un abbraccio o di qualsiasi parola, confortato dalla fede e dalla preghiera. Pino sarà sempre in mezzo a noi, lo ricorderemo per la sua allegria, i suoi continui progetti, l amore immenso per il suo nipotino adorato Queen, i suoi richiami per farci dare il meglio, la passione per il calcio e la buona cucina italiana, i racconti dei suoi viaggi e l amore per la sua famiglia. Grazie Pino.

8 PAGINA ANNOVII 8 L INAS NUOVO N 20

9 A N N O V I I N 2 0 P A G I N A 9 Novità: apertura dello sportello Europa Inas - Syna a Basilea Un nuovo punto di riferimento per la tutela dei cittadini europei del cantone e dintorni Nella foto in alto da sin. Olga Fulciniti Inas Zurigo, Roberto Crugnola Coordinatore Inas Svizzera, Valeria Angrisani Inas Losanna e responsabile stampa Inas Svizzera Nicola Tamburrino Segretario centrale Syna. Nella seconda foto da sinistra Franz Renggli Travail Suisse regiona Basilea, Roberto Crugnola Coordinatore Inas Svizzera, Nicola Tamburrino segretario centrale Syna, Kurt Regotz Presidente Syna e Stefan Isenschmid Syna Basilea. Collaborazione Inas/Spitex Inaugurato venerdì 1 giugno 2012 lo sportello europeo INAS in collaborazione con il sindacato svizzero SYNA a Basilea. Tale servizio ha lo scopo di fornire al cittadino europeo, che si sposta all interno dell Europa, notizie ed informazioni utili, chiare e semplici per orientarsi riguardo i propri diritti socio-previdenziali, assistenziali, sanitari e sindacali. La città di Basilea si trova in un punto strategico in cui si incontrano tre nazioni: Francia, Germania e Svizzera. A tal proposito lo Sportello Europeo INAS-SYNA è stato creato per fornire assistenza e tutela anche a tutti i lavoratori frontalieri in tale zona. Tutte le informazioni socioprevidenziali saranno fornite del patronato Inas Cisl, avvalendosi della cortese collaborazione degli uffici di patronato Inas presso gli stati limitrofi di Francia e Germania, mentre le problematiche sindacali saranno curate dal sindacato svizzero Syna alfine di garantire all utenza un servizio competente e professionale. All inaugurazione del progetto hanno dato il benvenuto: il Presidente Syna Kurt Re- gotz, il Segretario Centrale Syna Nicola Tamburrino e Roberto Crugnola Coordinatore Inas Cisl Svizzera. Quest ultimo insieme all operatrice Inas Cisl di Zurigo Olga Fulciniti hanno illustrato con delle slides informative i servizi totalmente gratuiti dello sportello europeo con spiegazione in lingua italiana ed in lingua tedesca. Successivamente è stato offerto un simpatico aperitivo a tutti i presenti. Lo sportello europeo di Basilea è aperto al pubblico ogni primo giovedì del mese dalle ore alle ore in Byfangweg 30, 4051 Basilea per appuntamenti Tel (Inas Zurigo,) oppure contattando direttamente il Sindacato Syna di Basilea al seguente numero Il progetto dello sportello Europeo era stato fortemente voluto dal precedente Coordinatore Inas Svizzera Giuseppe Marranchelli, improvvisamente scomparso nei mesi scorsi, e dal segretario centrale Syna Nicola Tamburrino, responsabile per il progetto dello sportello europeo in Basilea. Altri sportelli Inas Europa in Svizzera. Orari Oltre l apertura del nuovo sportello Europa Inas in Basilea sono attivi anche altri sportelli europei Inas Cisl in Svizzera. ogni 2 e 4 martedì dalle ore alle ore (su appuntamento) Tel Organizzata presso la missione Cattolica di Zurigo una serata informativa dal gruppo Spitex (assistenza a domicilio) dedicata alla terza età a cura di Arda Teunissen e Martina Schmidhauser. Alla serata hanno partecipato anche la responsabile M. Zanni e gli operatori del il patronato Inas di Zurigo. Nel Cantone Berna presso: Chiesa Cattolica della S.S. Trinità in Taubenstrasse Berna il lunedì dalle ore alle (su appuntamento) Tel Nel Cantone Ginevra presso: Fondazione Socio-Politica Rue des Savoises, Ginevra A breve il progetto si estenderà nel Cantone Ticino, grazie alla trentennale collaborazione con il sindacato OCST e le sedi sindacali CISL e di patronato INAS presenti sul versante italiano. L apertura di tali servizi permette di offrire un servizio piu qualificato in relazione alla libera circolazione delle persone nell UE ed i relativi bisogni di tutela a livello nazionale.

10 P A G I N A 10 INAS BERNA: PROGRAMMA TERZA ETA Numerose sono state le attività informative per la terza età a cura del patronato Inas e del Gruppo Anziani di Berna. Hanno avuto luogo una serie di serate informative presso la chiesa di Santa Maria in Berna, la parrocchia S. Giuseppe a Köniz, la parrocchia di Sant Antonio di Bümpliz. Le tematiche trattate nell ambito di tali incontri sono state le seguenti: riforma Monti e nuove normative pensionistiche, novità sulla nuova tassa IMU, pagamenti all estero tramite Citibank e spiegazioni sulla corretta compilazione dei certificati di esistenza in vita. Per quanto concerne la Svizzera sono state richieste informazioni sulla pensione sociale. Dopo il periodo estivo sarà stilato un nuovo programma di incontri per fine anno Silvia Ippoliti Responsabile INAS CISL BERNA L I N A S N U O V O Dichiarazioni reddituali per i lavoratori frontalieri in Svizzera Articolo a cura di Ivan Cameroni Responsabile Inas Grigioni D.L. 201/2011 ha introdotto una nuova imposta applicata agli immobili e alle attività finanziare detenute all estero dalle persone fisiche residenti in Italia. A questo obbligo sono soggetti anche i lavoratori frontalieri che detengono un conto salario e/o altre attività finanziarie in Svizzera. E quanto possiamo dedurre dalla lettura delle direttive del CAAF CISL, elaborate a seguito della pubblicazione del provvedim e n t o d e l d i r e t t o r e dell Agenzia delle Entrate del 5 giugno Ma vediamo nei dettagli cosa dice il provvedimento. Immobili all estero La tassazione dello 0,76% si applica sul valore degli immobili detenuti all estero ed è dovuta dal soggetto proprietario o da chi ne detiene l usufrutto. L imposta non è dovuta se è inferiore a 200 Euro, ma se l importo è superiore (ad es. 230 euro), si paga l intero importo. Il valore dell immobile si determina dall atto di acquisto o dalla dichiarazione di successione. Se questo non è possibile si fa riferimento al valore di mercato del l u o g o o v e è s i t u a t o l immobile. Dall imposta calcolata il contribuente potrà detrarre un credito d imposta p a r i a l l a m m o n t a r e dell eventuale tassa patrimoniale versata nell anno di riferimento allo Stato estero per il medesimo immobile. Immobili posseduti dai l a v o r a t o r i p u b b l i c i all estero Per i dipendenti pubblici che prestano la loro attività all estero, l imposta è ridotta all 0,4% se l immobile è adibito ad abitazione principale. Inoltre dall imposta dovuta si detrae una somma pari a 200 Euro rapportata al periodo dell anno nel quale è stata adibita a prima abitazione. Per gli anni 2012 e 2013 tale detrazione sarà maggiorata di 50 euro per ogni figlio di età on superiore a 26 anni residente nell immobile, fino ad un massimo di 400 euro. Mod. UNICO Il valore degli immobili detenuti all estero deve esser dichiarato nella sezione XVI del quadro RM del modello UNICO/PF. Attività finanziarie detenute all estero Per attività finanziarie detenute all estero si intende: partecipazioni al capitale o al patrimonio di soggetti residenti o non residenti; conti correnti esteri indipendentemente dalla natura delle somme che vengono depositate, come ad esempio gli stipendi o le pensioni (frontalieri). Ancora polizze assicurative sulla vita stipulate con compagnie estere; metalli preziosi; redditi diversi di natura finanziaria. Le attività finanziarie escluse dalla tassazioni sono: polizze di assicurazione estere operanti in Italia per le quali si applica l imposta di bollo; le Stock Option, ad eccezione di quelle cedibili; le forme di previdenza complementare gestite da e nt i d i d i ritto e st e ro (secondo pilastro); le attività finanziarie rimpatriate. Base imponibile e aliquota La base imponibile si determina facendo riferimento al valore di mercato al 31 dicembre dell anno d imposta di riferimento, o al momento della dismissione. Il valore dei titoli sarà quello di quotazione al o al momento della negoziazione. L imposta è pari al 0.1% per il 2011 e Dal 2013 aumenterà allo 0.15%. Essa è rapportata ai giorni di detenzione ed è ripartita in base alla quota di possesso. Conti Correnti e libretti di risparmio detenuti in Paesi UE o SEE che garantiscono lo scambio di informazioni Per questi conti correnti e/ o libretti di risparmio, per il 2011, è stabilita un imposta fissa di Euro che è rapportata ai giorni di detenzione e non è dovuta quando il valore medio annuo di giacenza non supera i 5'000 Euro. Mod. UNICO e modalità di versamento Il valore delle attività finanziarie detenute all estero deve essere dichiarato nella sezione XVI del quadro RM del modello UNICO/PF. L imposta deve essere versata entro il termine previsto per il pagamento a saldo delle imposte sui redditi e cioè il A differenza di quanto previsto per l imposta sul valore degli immobili, non si applica la franchigia di 200 Euro.

11 A N N O V I I N 2 0 P A G I N A 11 Inas - Syna: due nuove permanenze Inas nel Cantone di Lucerna. Da sinistra Urs Gander, segretario del sindacato svizzero Syna ed Erika Zandonella Responsabile Inas Lucerna. Da gennaio 2012 sono state aperte due nuove corrispondenze Inas Cisl, rispettivamente a Schwyz e una ad Altdorf. Entrambe sono state istituite presso le sedi del Sindacato Syna del luogo ed ogni terzo e quarto venerdì del mese la responsabile Inas di Lucerna Erika Zandonella si reca per tre ore pomeridiane nei rispettivi segretariati per offrire consulenza ed assistenza gratuita per tutte le problematiche di previdenza sociale. E stata informata tutta la comunità italiana del posto circa il nuovo servizio di consulenza. Hanno pubblicato la novità anche i giornali NOI della missione di Schwyz ed il giornalino del sindacato svizzero Syna Magazin Region Alpen dove è stata dedicata un intervista alla responsabile Inas Zandonella, nell edizione di febbraio Sono già numerose le persone che si sono rivolte alle nostre nuove sedi di permanenza. INAS CISL LUCERNA Progetto informativo presso il Comune di Freienbach per l emigrazione italiana Realizzato presso la Missione Cattolica di Pfäffikon (SZ) il Progetto informativo del Comune di Freienbach per gli emigranti Italiani oltre 65 anni di età, in collaborazione con il patronato Inas Cisl di Zurigo. Relatrici dell incontro: Morena Zanni responsabile Inas di Zurigo, Sibylla Felber responsabile per le problematiche per gli anziani e Jaana Ebnöther responsabile del progetto "sani nella vecchiaia" entrambe del comune di Freienbach. Presente anche l operatrice di Zurigo Olga Fulciniti. INAS CISL ZURIGO Assemblea generale ed elezione nuovo comitato Apis di Losanna Nella prima foto un momento dell incontro (sulla sinistra presente anche il responsabile di Losanna Umberto Angrisani). Nella seconda foto da sinistra Ettore Merrone (Tesoriere) Gabriele D Aniello (Presidente) e Valeria Angrisani Inas Losanna (Segretario). INAS CISL LOSANNA

12 COORDINAMENTO: 8004 ZURIGO Feldstrasse, Inas Cisl Svizzera Coordinatore Nazionale Roberto Crugnola Direzione e grafica de L Inas Nuovo a cura di: Valeria Angrisani Rue Centrale 12/14 C.P Lausanne Telefono : Fax : E - mail : Tipografia Ufficio Inas Cisl Losanna Sul sito Web SEDI INAS CISL: 3011 BERNA Waisenhausplatz, COIRA Steinbockstrasse, LOSANNA Rue Centrale, 12/ LUCERNA Obergrundstrasse, SION Av. de la Gare, ZURIGO Feldstrasse, MENDRISIO Via G.Lanz, LOCARNO Via Lavizzari, PFAEFFIKON Schindellegistrasse, BELLINZONA Piazza G. Buffi, CHIASSO Via Bossi, LAMONE Via Cantonale (Località Ostarietta) Fotocronaca: pranzo sociale dell Associazione Apis di Losanna e cantone Pranzo sociale presso il collegio di Chamblandes in Pully (VD). Nella prima foto a sinistra Di Iorio Filippo, Di Iorio Anna e Cuoco Michela, consiglieri ed attuale Vice Presidente Apis di Losanna. Il musicista M.Gerber ha allietato la giornata. INAS CISL LOSANNA

Procedura di conteggio semplificata per i datori di lavoro

Procedura di conteggio semplificata per i datori di lavoro 2.07 Contributi Procedura di conteggio semplificata per i datori di lavoro Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve La procedura di conteggio semplificata rientra nel quadro della legge federale concernente

Dettagli

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere

Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere 2.09 Contributi Statuto dei lavoratori indipendenti nelle assicurazioni sociali svizzere Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Questo promemoria fornisce informazioni sui contributi che i lavoratori indipendenti

Dettagli

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale obbligatoria (LPP) in Svizzera Stato gennaio 2015 Sommario Il 2 pilastro nel sistema previdenziale svizzero 3 Obbligo

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

Quadro RW e obblighi dichiarativi ai fini IVIE e IVAFE

Quadro RW e obblighi dichiarativi ai fini IVIE e IVAFE Circolare Monografica 12 giugno 2014 n. 1990 DICHIARAZIONI Quadro RW e obblighi dichiarativi ai fini IVIE e IVAFE Soggetti obbligati, modalità di compilazione e di calcolo ed esemplificazioni di Armando

Dettagli

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI 4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) gli assicurati cui un danno alla salute di lunga

Dettagli

1.03 Stato al 1 gennaio 2012

1.03 Stato al 1 gennaio 2012 1.03 Stato al 1 gennaio 2012 Accrediti per compiti assistenziali Base legale 1 Le disposizioni legali prevedono che, per il calcolo delle rendite, possano essere conteggiati anche accrediti per compiti

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

Certificazione dei redditi - 1/6

Certificazione dei redditi - 1/6 PR O TOC OL L O Mod. RED - COD. AP15 Certificazione dei redditi - 1/6 ALL UFFICIO INPS DI COGNOME NOME CODICE FISCALE NATO/A IL GG/MM/AAAA A PROV. STATO RESIDENTE IN PROV. STATO INDIRIZZO CAP TELEFONO

Dettagli

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA

DICHIARAZIONE ANNUALE PER IL DIRITTO ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA Istituto Nazionale Previdenza Sociale ALLE DETRAZIONI D IMPOSTA (articolo 23 del D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 e successive modifiche e integrazioni) In base all art. 7, D.L. n. 70/2011 non è più obbligatorio

Dettagli

2. Quali persone sono assoggettate all imposta alla fonte? 3. Quali prestazioni sono assoggettate all imposta alla fonte?

2. Quali persone sono assoggettate all imposta alla fonte? 3. Quali prestazioni sono assoggettate all imposta alla fonte? Kanton Zürich Finanzdirektion Scheda informativa per i dipendenti assoggettati all imposta alla fonte nel Cantone di Zurigo Valida dal 1 gennaio 2015 Kantonales Steueramt Dienstabteilung Quellensteuer

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

Riscatto degli anni di laurea

Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea scuola Chi è giovane e fresco di laurea, di regola, non vede l ora di mettersi a lavorare e, certamente, per prima cosa non pensa alla pensione.

Dettagli

Struttura giuridica e sede del Tribunale

Struttura giuridica e sede del Tribunale Bundesgericht Tribunal fédéral Benvenuti! Visita del Tribunale federale Tribunale federale Tribunal federal Vista della facciata frontale, Tribunale federale Losanna Foto: Philippe Dudouit L organizzazione

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento del lavoro occasionale accessorio, cioè di quelle prestazioni di lavoro svolte

Dettagli

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013 Vademecum per la gestione del trattamento di mobilità in deroga Annualità 2013 Istruzioni per la compilazione della domanda di mobilità in deroga e informazioni generali sul trattamento. Differenze tra

Dettagli

Informazioni sull assicurazione malattia per persone titolari di una pensione svizzera che si trasferiscono in uno stato dell UE o dell AELS

Informazioni sull assicurazione malattia per persone titolari di una pensione svizzera che si trasferiscono in uno stato dell UE o dell AELS Informazioni sull assicurazione malattia per persone titolari di una pensione svizzera che si trasferiscono in uno stato dell UE o dell AELS Gettiamo dei ponti Istituzione comune LAMal Gibelinstrasse 25

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia

La riforma dell ISEE. Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia Maggiore equità ed efficacia nella valutazione della condizione economica della famiglia 2 La riforma dell ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) rappresenta un passo fondamentale per

Dettagli

Domanda di concessione dell assegno integrativo

Domanda di concessione dell assegno integrativo mod. Ass. integrativo COD. SR91 Domanda di concessione dell assegno integrativo (Art. 9, comma 5, della legge n. 223/1991) La presente domanda deve essere presentata per la concessione dell assegno integrativo.

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

MODULARE. Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman.

MODULARE. Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman. La nuova PENSIONE MODULARE per gli Avvocati Chi non prova a crearsi il futuro che desidera deve accontentarsi del futuro che gli capita Draper L. Kaufman Edizione 2012 1 LA NUOVA PENSIONE MODULARE PER

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Istituto Nazionale Previdenza Sociale Aggiornato al 05 novembre 2012 LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Registrazione committente Il committente si registra presso l

Dettagli

3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs

3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs 3.01 Prestazioni dell AVS Rendite di vecchiaia e assegni per grandi invalidi dell'avs Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a una rendita di vecchiaia le persone che hanno raggiunto l'età ordinaria

Dettagli

6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità

6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità 6.02 Prestazioni dell'ipg (servizio e maternità) Indennità in caso di maternità Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Le donne che esercitano un attività lucrativa hanno diritto all indennità di maternità

Dettagli

l inabilità temporanea, l invalidità permanente

l inabilità temporanea, l invalidità permanente Inabilità temporanea e invalidità permanente Quali sono le tutele che intervengono in questi casi? Ecco il primo articolo di approfondimento sul tema degli eventi da esorcizzare Con questo primo articolo

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

www.integration.zh.ch

www.integration.zh.ch Cantone di Zurigo Dipartimento della giustizia e degli interni Ufficio cantonale per l integrazione Informazioni per i nuovi arrivati dall estero www.integration.zh.ch Indice 03 Immigrazione e diritto

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

Indennità di perdita di guadagno. Persone aventi diritto alle indennità

Indennità di perdita di guadagno. Persone aventi diritto alle indennità 6.01 Stato al 1 gennaio 2009 perdita di guadagno Persone aventi diritto alle indennità 1 Hanno diritto alle indennità di perdita di guadagno (IPG) le persone domiciliate in Svizzera o all estero che: prestano

Dettagli

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013

Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Ai Gentili Clienti Fatturazione verso soggetti non residenti: le nuove regole dal 1 gennaio 2013 Con i co. da 324 a 335 dell unico articolo della L. 24.12.2012 n. 228 (Legge di Stabilità 2013), l ordinamento

Dettagli

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR Nell'ambito degli interventi sul prelievo fiscale, la finanziaria 2008 (legge 24 dicembre 2007, n. 244),

Dettagli

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI)

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) 4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Tutte le persone che abitano o esercitano un attività lucrativa in Svizzera sono per principio

Dettagli

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014

RISOLUZIONE N. 20/E. Roma, 14 febbraio 2014 RISOLUZIONE N. 20/E Direzione Centrale Normativa Roma, 14 febbraio 2014 OGGETTO: Tassazione applicabile agli atti di risoluzione per mutuo consenso di un precedente atto di donazione articolo 28 del DPR

Dettagli

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, in assenza di provvedimenti sul punto da parte della L.

Dettagli

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 2012

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 2012 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. LUGLIO 998, N. 3 RELATIVA ALL'ANNO 0 Pagina AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D'IMPOSTA Codice fiscale Cognome

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

Paghe. Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro

Paghe. Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro Obblighi contributivi Calcolo dei contributi Con l instaurazione del rapporto di lavoro, sorge anche l obbligazione

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Aliquota ordinaria rurali LE ALIQUOTE Aliquota ordinaria I casa Aliquota ordinaria altri 2 per mille 4 per

Dettagli

Retribuzioni versate al termine del rapporto di lavoro

Retribuzioni versate al termine del rapporto di lavoro 2.05 Contributi Retribuzioni versate al termine del rapporto di lavoro Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Per principio, qualsiasi attività derivante da un'attività dipendente viene considerata come salario

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno..

non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Comune di Modena ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI SANITARIE E ABITATIVE non posso permettermi la casa che vorrei... se solo quell appartamento costasse un pò meno.. Cerchi casa e stai vivendo un momento

Dettagli

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Il presente modulo, sottoscritto e corredato della documentazione necessaria, può essere: consegnato in un qualunque Ufficio Postale

Dettagli

Voucher: il sistema dei buoni lavoro

Voucher: il sistema dei buoni lavoro Voucher: il sistema dei buoni lavoro Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento che i datori di lavoro (committenti) possono utilizzare per remunerare prestazioni di lavoro

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

3.04 Prestazioni dell AVS Età flessibile di pensionamento

3.04 Prestazioni dell AVS Età flessibile di pensionamento 3.04 Prestazioni dell AVS Età flessibile di pensionamento Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a una rendita di vecchiaia le persone che hanno raggiunto l età ordinaria di pensionamento. Gli

Dettagli

DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI

DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI DIREZIONE PROVINCIALE INPS DI TERAMO PRESTAZIONI CREDITIZIE INPS GESTIONE DIPENDENTI PUBBLICI Marzo 2014 Con il presente riepilogo si forniscono indicazioni di dettaglio sulle prestazioni creditizie erogate

Dettagli

Roma, 19 settembre 2014

Roma, 19 settembre 2014 CIRCOLARE N. 27 Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 19 settembre 2014 OGGETTO: Modalità di presentazione delle deleghe di pagamento

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 94: ammontare corrisposto nel 2007: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 95; - ridotto

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF

L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF L ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE - ANF E L ASSEGNO FAMILIARE - AF A cura di Adelmo Mattioli Direttore regionale Inca-Cgil Emilia Romagna Silverio Ghetti Segretario regionale Spi-Cgil Romagna L ASSEGNO

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 10/04/2015

Direzione Centrale Entrate. Roma, 10/04/2015 Direzione Centrale Entrate Roma, 10/04/2015 Circolare n. 72 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia

Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Assicurazione d indennità giornaliera in complemento alla Sua assicurazione malattia Informazione sul prodotto e condizioni contrattuali Edizione 2010 La vostra sicurezza ci sta a cuore. 2 Informazione

Dettagli

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari Circ.-CFB 98/2 Commerciante di valori mobiliari Pagina 1 Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari (Commerciante di valori mobiliari)

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

5.01 Prestazioni complementari Prestazioni complementari all'avs e all'ai

5.01 Prestazioni complementari Prestazioni complementari all'avs e all'ai 5.01 Prestazioni complementari Prestazioni complementari all'avs e all'ai Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Le prestazioni complementari (PC) all'avs e all'ai sono d'ausilio quando le rendite e gli altri

Dettagli

riduzioni di disagio L Associazione

riduzioni di disagio L Associazione ASSOCIAZIONE ITALIANA PER LAA PREVIDENZA E ASSISTENZAA COMPLEMENTARE Studio per un PROGETTO di WELFARE integrato - Primi risultati Ipotesi di intervento tramite un fondoo pensione per fronteggiare eventuali

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 COMUNICATO UFFICIALE N. 1097 del 10 maggio 2014 Indice

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP)

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) Riscatto anni di studio e servizio militare ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) ENPAM Riscatto di Laurea, Specializzazione, Servizio militare o civile Requisiti generali Età inferiore a quella di pensionamento di vecchiaia

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA L Amministrazione Città metropolitana di Roma Capitale, con sede in Roma,

Dettagli

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM La Guida di & La banca multicanale ADICONSUM In collaborazione con: 33% Diffusione internet 84% Paesi Bassi Grecia Italia 38% Spagna Svezia Francia 80% Germania Gran Bretagna 52% 72% 72% 63% 77% Diffusione

Dettagli

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet Lavoro Occasionale Accessorio Internet 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo del documento... 3 1.2 Normativa... 3 1.3 Attori del Processo... 4 1.4 Accesso Internet... 5 1.4.1 Accesso Internet da Informazioni...

Dettagli

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta a cura di Enzo Mologni e dell Uffi cio Comunicazione CGIL di Bergamo 4 Ottobre 2013 IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta Presentiamo in questo numero alcune informazioni

Dettagli

Promemoria 21. Maggiore età

Promemoria 21. Maggiore età Promemoria 21 Molte persone in formazione compiono 18 anni durante la formazione professionale di base, diventando quindi maggiorenni. Questo comporta diversi cambiamenti a livello giuridico, sia per le

Dettagli

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko Modelli di consumo e di risparmio del futuro Nicola Ronchetti GfK Eurisko Le fonti di ricerca Multifinanziaria Retail Market: universo di riferimento famiglie italiane con capofamiglia di età compresa

Dettagli

Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo

Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo Mod. 730/2013: quadro B e codici utilizzo Come noto, l'imu sostituisce, in caso di immobili non locati, l'irpef e relative addizionali riguardanti i redditi fondiari. Il Mod. 730/2013, è stato di conseguenza

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente

Regolamento per il riscatto degli anni di laurea ex art. 22 Regolamento dell Ente E.P.A.P. Ente di Previdenza ed Assistenza Pluricategoriale Via Vicenza, 7-00185 Roma Tel: 06 69.64.51 - Fax: 06 69.64.555 E-mail: info@epap.it - Sito web: www.epap.it Codice fiscale: 97149120582 Regolamento

Dettagli

Speciale rinnovo 2014 pensioni erogate dall'inps

Speciale rinnovo 2014 pensioni erogate dall'inps Numero 75 Gennaio 2014 Testi a cura di Salvatore Martorelli e Paolo Zani Speciale rinnovo 2014 pensioni erogate dall'inps L'INPS ha pubblicato, con propria circolare n^7 del 17/01/2014, le tabelle per

Dettagli

Domanda di pagamento dei ratei di pensione maturati e non riscossi - 1/7

Domanda di pagamento dei ratei di pensione maturati e non riscossi - 1/7 Istituto Nazionale Previdenza Sociale PR O TOC OL L O COD. P23 maturati e non riscossi - 1/7 Questi moduli vanno utilizzati da tutti gli eredi di un pensionato, in assenza del coniuge. Se esistono più

Dettagli

I.U.C. Imposta Unica Comunale

I.U.C. Imposta Unica Comunale COMUNE DI MARCON I.U.C. Imposta Unica Comunale Con la Legge n. 147/2013 (Legge di stabilità 2014) è stata istituita a decorrere dal 01/01/2014 l Imposta Unica Comunale (IUC). L imposta unica comunale (IUC)

Dettagli

Circolare n. 12/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 3 maggio 2013

Circolare n. 12/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 3 maggio 2013 Circolare n. 12/E Direzione Centrale Normativa Roma, 3 maggio 2013 OGGETTO: Commento alle novità fiscali - Decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dall articolo 1, comma 1,

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2013 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ A) ASPETTI GENERALI SU CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD na Carta di Credito TOP senza uguali sul mercato. Per gli Associati che non vorranno o non potranno avere

Dettagli

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE)

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE) Brochure Montesilvano 2015 30/07/15 12: Pagina 1 Associazione Italiana Operatori Sanitari di Stomaterapia INCONTR- 2015 Certificazione EN ISO 9001:2008 IQ-0905-12 per formazione ed aggiornamento COMPETENZE

Dettagli

Evoluzione della fattura elettronica a livello internazionale e sua utilità

Evoluzione della fattura elettronica a livello internazionale e sua utilità Evoluzione della fattura elettronica a livello internazionale e sua utilità 6 settembre 2012 Bruno Koch Situazione iniziale tipica in una città campione Numero di abitanti: 100 000 Volume di fatture: ricevute

Dettagli

CIRCOLARE N. 10/E. Roma, 13 marzo 2015

CIRCOLARE N. 10/E. Roma, 13 marzo 2015 CIRCOLARE N. 10/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 13 marzo 2015 OGGETTO: Legge 15 dicembre 2014, n. 186, concernente Disposizioni in materia di emersione e rientro di capitali detenuti all estero

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

Esempio basato sullo Schema di Comunicazione periodica. Iris

Esempio basato sullo Schema di Comunicazione periodica. Iris Uno Assicurazioni S.p.A. (Gruppo Lungavita) Iris PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO DI TIPO ASSICURATIVO - FONDO PENSIONE Iscritto all Albo tenuto dalla COVIP con il n. **** Comunicazione periodica agli iscritti

Dettagli