Ro t e n b e r g con noi non c entra

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ro t e n b e r g con noi non c entra"

Transcript

1 Giovedì 25 settembre 2014 Quotidiano gratuito Anno 4 - N. 160 SERIE A: ROMA E JUVE PRIME A BRACCETTO. L INTER A -4 - NELLO SPORT QUARTA VITTIMA DELL ISIS: LA DECAPITAZIONE DELL'OSTAGGIO FRANCESE HERVÉ GOURDEL DOCUMENTATA DAL SOLITO CRUENTO VIDEO. OBAMA ALL ONU: NON SI NEGOZIA COL MALE. NUOVI RAID IN IRAQ E SIRIA At r o c e RENZI: DISCUTIAMO, MA DECIDIAMO NOI La Camusso ora apre sulle tutele crescenti Marchegiani a pag. 6 DEFICIT CULTURALE Igiene in città qualcosa proprio non va Moscatelli a pag. 11 Ro t e n b e r g con noi non c entra VIA MARIANO SANTO Via il cassonetto restano solo i rifiuti a pag. 16 IL BUBBONE Sulla Rossani passa il tempo crescono i costi a pag. 14 MIGRATI MINORI Spaccavento nello Sport De Paolis e servizi alle pagg. 2 e 3 VOCI DAL GOVERNO SENZA SMENTITA Ultima trovata anticrisi 50% Tfr in busta paga Coop sociali iniziano i pagamenti a pag. 12 a pag. 7 PROMESSO PER OTTOBRE Uno sportello online per l anagrafe? a pag. 13

2 2 EPolis Bari Giovedì 25 settembre 2014 AT TUALITÀ Ebola, da Obama e dal Papa appello al mondo: non venga meno l aiuto della Comunità internazionale Dalla Casa Bianca al Vaticano al Palazzo di vetro. Il mondo si mobilita contro l'epidemia di Ebola che continua a fare morti in Africa occidentale ma che minaccia di avere conseguenze a livello planetario: a lanciare un forte appello perché tutti gli Stati mettano in campo più aiuti per fermare il propagarsi inarrestabile del virus sono stati ieri il presidente Usa, Barack Obama, e Papa Francesco, mentre il segretario generale dell'onu, Ban Ki-moon, ha avvertito che siamo dinanzi ad una ''crisi senza precedenti''. Il Papa: Auspico che non venga meno il necessario aiuto della Comunità internazionale". TERRORISMO n UCCISO IL FRANCESE HERVÉ GOURDEL. OBAMA: NON SI NEGOZIA Quarto ostaggio decapitato Orrore senza fine, un altro video diffuso dall Isis n STEFANO DE PAOLIS L' Isis "deve essere distrutto", non ci sono alternative. "Non è una guerra all'islam", ma "non si può negoziare con il male": Barack Obama lo ha scandito ieri dalla tribuna del Palazzo di Vetro dell'onu. Ma negli stessi momenti in cui il presidente parlava, i jihadisti rilanciavano la sfida postando in rete un nuovo, atroce video per mostrare al mondo un'altra decapitazione, quella dell'ostaggio francese Hervé Gourdel, rapito domenica in Algeria. Intanto il consiglio di sicurezza dell'onu ha varato all'unanimità una risoluzione che vincola tutti i Paesi a fare il possibile per frenare il flusso di jihadisti stranieri, molti occidentali, che vanno a combattere in Siria e in Iraq e che poi, tornando in patria, rappresentanto un enorme pericolo per la sicurezza. "Sono i jihadisti stranieri da oltre 80 Paesi andati in Siria negli ultimi anni", è stato l'allarme lanciato da Obama. "E' la vendetta" per "l'aggressione crociata francese al Califfato", affermano invece nel video i carnefici dell'ostaggio francese, tenendo per i capelli la testa mozzata dell'ostaggio ucciso. Si tratta di jihadisti del gruppo algerino Jund al Khilafa, affiliato all'isis nella speranza di una saldatura con lo Stato islamico che arrivi fino al Nord Africa. E nel disegno folle di una jihad globale, è arrivato anche un messaggio da Abu Sayyaf, il gruppo radicale islamico delle Filippine, che a sua volta minaccia di uccidere due ostaggi tedeschi nelle proprie mani se Berlino continuerà a sostenere gli Usa contro l'isis, mentre l'orrore di un'altra decapitazione riecheggia anche dal Mali dove un ostaggio tuareg, additato come "spia" al soldo di Parigi, è stato ucciso dai qaedisti del Maghreb. I nuovi messaggi arrivano due giorni dopo "l'ordine" lanciato dall'isis a tutti i suoi sostenitori di uccidere "i miscredenti, in qualunque modo". E poche ore dopo una seconda ondata di raid aerei americani: uno contro le strutture dello Stato islamico in Siria - 20 in totale negli ultimi due giorni - e quattro in Iraq, dove dall'8 agosto ne sono ormai stati compiuti oltre 200, compresi quelli degli ultimi giorni messi a segno dai caccia francesi. Raid che hanno già raggiunto un primo scopo, secondo il segretario di Stato Usa John Kerry: "Li abbiamo fermati", ha affermato. Ma la campagna contro di loro, ha assicurato, andrà avanti "per un certo periodo di tempo, e in diverse forme". Secondo il giudizio del Pentagono, i raid sono stati estremamente "efficaci", in particolare quelli condotti assieme a cinque Paesi arabi contro la 'capitale' jihqadista in Siria, Raqqa, e contro il gruppo di leader di al Qaida noto come Khorasan e il suo affiliato Fronte al Nusra. Sulla scia di questi risultati, Olanda e Belgio hanno fatto sapere di essere pronti a mettere a disposizione i loro F-16 per la lotta all'isis, mentre si profila anche una partecipazione attiva della Gran Bretagna, dopo che il premier David Cameron ha riconvocato il Parlamento di Westminster proprio per discutere dell'intervento militare di Londra contro l'isis. E pure la Francia non intende certo arretrare dopo la barbara uccisione di Gourdel. "La mia determinazione è totale, e quest'aggressione la rafforza. Continueremo a lottare contro il terrorismo dappertutto", ha tuonato Francois Hollande. Sono ormai "oltre 40 i Paesi che si sono offerti di unirsi alla nostra coalizione", ha sottolineato da parte sua Obama nel suo discorso all'onu. Ma bisogna fare di più. "Chiedo al mondo di unirsi al nostro sforzo", ha aggiunto, rivolgendo anche un appello globale, "e specialmente alle comunità musulmane, a respingere esplicitamente, con forza e costanza, l'ideologia di al Qaida e dell'isis". "Questo non è uno scontro di civiltà", ha aggiunto il presidente Usa, sottolineando che "l'islam insegna la pace e milioni di musulmani-americani fanno parte del nostro Paese" e di certo "gli Stati Uniti non saranno mai in guerra contro l'islam". L'allerta sul 'fronte interno' è comunque altissima. "Siamo in uno dei periodi più pericolosi mai visti dall'11 settembre di tredici anni fa", ha avvertito il capo della polizia di New York, Bill Bratton, secondo cui "la minaccia terroristica in questo Paese, in questa città, è destinata sfortunatamente ad aumentare nelle prossime settimane e nei prossimi mesi". Del resto, ha esortato ancora il presidente americano all'onu, anche la comunità internazionale deve porsi delle domande: "Troppo spesso - ha affermato - non siamo riusciti a far rispettare le norme internazionali quando è stato scomodo farlo" e "non abbiamo affrontato con forza sufficiente l'intolleranza, le tensioni interconfessionali e la disperazione che alimentano l'estremismo violento in troppe parti del globo". Plauso a Obama da Matteo Renzi: "Ho molto apprezzato il suo insistere che non è una guerra all'islam, uno scontro di religioni", ha commentato il premier italiano a New York: "Si stanno violando i diritti umani e bisogna intervenire, ma in questo scenario è giusto sottolineare che non è una guerra di religione ma il tentativo di bloccare un genocidio". PEDOFILIA / PER L EX NUNZIO PERICOLO FUGA E INQUINAMENTO PROVE Wesolowski rischia sette anni n Jozef Wesolowski in primo piano Dopo aver trascorso la prima notte agli arresti domiciliari all'ultimo piano del Palazzo del Tribunale vaticano, nei locali del Collegio dei Penitenzieri - i frati francescani che confessano i fedeli nella basilica di San Pietro -, l'ex nunzio apostolico nella Repubblica Dominicana, il polacco Jozef Wesolowski, attende ora un processo per pedofilia che potrebbe costargli fino a 7 anni di carcere, salvo ulteriori aggravanti. Il processo in aula, comunque, non comincerà prima della fine di quest'anno o l'inizio del prossimo. Le accuse che hanno determinato la misura restrittiva per l'ex arcivescovo già ridotto allo stato laicale dall'ex Sant'Uffizio, notificatogli martedì dal promotore di giustizia del Tribunale d'oltretevere, Gian Piero Milano, sono gli abusi su minori, commessi durante la sua permanenza come nunzio a Santo Domingo, da dove è stato richiamato dal Papa nell'agosto 2013, e l'essere stato trovato in possesso di materiale pedopornografico. Ma alla base dell'arresto - ha fatto sapere ieri il portavoce vaticano, padre Federico Lombardi - ci sono anche il pericolo di fuga, quindi che l'imputato si sottragga alla giustizia, e quello di inquinamento delle prove.

3 Giovedì 25 settembre 2014 EPolis Bari 3 Maxi sequestro di soldi falsi nel Casertano 17 milioni in banconote da 50 euro Maxi sequestro di banconote false, nel Casertano. La Gdf ha sequestrato banconote, tutte da 50 euro, del valore complessivo di oltre 17 milioni di euro, risultate di ottima fattura e pronte per essere illecitamente immesse sul mercato. Arrestato un incensurato. Ad insospettire i finanzieri alcune manovre anomale dell'uomo che si aggirava all'interno del parcheggio di un noto centro commerciale di Marcianise alla guida di un furgone. Hanno, poi, notato che trasbordava freneticamente sul proprio automezzo dei contenitori da un veicolo di una società di spedizioni. AT TUALITÀ UN ATTO VILE E CRUDELE Shock in Francia Hollande: avanti con bombardamenti Shock e sgomento in Francia per la decapitazione di Hervé Gourvel, l'alpinista francese di 55 anni rapito domenica nelle montagne dell'algeria e giustiziato ieri dai fondamentalisti islamici del gruppo jihadista Jund al-khilafa, affiliato con i terroristi dello Stato Islamico (Isis). Dall'assemblea generale dell'onu a New York, il presidente Francois Hollande ha denunciato un assassinio "vile e crudele" ed ha assicurato che l'orrido gesto non porterà allo stop dei raid aerei francesi contro le postazioni dello Stato Islamico in Iraq. Al contrario, ha avvertito il leader di un paese sotto shock, "la mia determinazione è totale e quest'aggressione non fa altro che rafforzarla: continueremo a lottare contro il terrorismo dappertutto e in particolare contro il gruppo dello Stato islamico, che porta morte in Iraq e Siria, perseguita minoranze religiose, stupra, decapita". E ancora: "Le operazioni militari aeree continueranno per tutto il tempo necessario. Voglio che tutte le disposizioni siano prese per garantire la sicurezza dei nostri connazionali, in Francia e nel mondo". Dal Palazzo di vetro, il leader socialista - che oggi riunirà a Parigi il consiglio difesa - ha poi aggiunto che la Francia "non cederà mai al terrorismo, perché è il suo dovere e il suo onore". Gourvel "è stato ucciso perché francese, perché cittadino di un Paese che si batte contro la barbarie, per la democrazia e la libertà". In una Francia lacerata da profonde divisioni, con la gauche spaccata, i dati neri sull'economia, l'avanzata del Front National di Marine Le Pen, Hollande ha lanciato un appello "all'unione di tutti, alla coesione di tutta la nostra comunità, al di là delle nostre differenze, sensibilità, convinzioni. E' l'essenziale che è in gioco". La Francia continuerà i suoi raid "fino a quando l'esercito iracheno" non avrà ripreso il controllo della situazione sul terreno, ha ribadito in parlamento il premier Manuel Valls, poco prima dell'ufficializzazione della morte di Gourdel. LA CELLULA n CINQUE ANNI E DUE MESI ALL IMAM DI ANDRIA Incitavano alla jihad: in 5 condannati a Bari n ISABELLA MASELLI Ancora non si parlava di Isis ma nelle intenzioni e nelle conversazioni dei presunti terroristi che vivevano ad Andria, in Puglia, e che sono in carcere con condanne di primo grado per associazione sovversiva finalizzata al terrorismo internazionale di matrice islamista, c'erano l'eliminazione delle eresie e la difesa del più puro precetto islamico, con la restaurazione del Califfato sotto la leadership di Al Qaeda. I fatti contestati dalla magistratura barese si riferiscono agli anni Sei persone, sotto la guida dell'imam tunisino della moschea di Andria, Hosni Hachemi Ben Hassem, alias ''Abu Haronne'' di 47 anni, studiavano in rete - secondo l'accusa - le tecniche per costruire ordigni ed esplosivi, si addestravano sull'etna, in Sicilia, ridevano delle chiese distrutte in Abruzzo dal terremoto, parlavano di odio, di sacrificio, di morte. Agli atti del processo barese ci sono materiale fotografico e video, documenti, intercettazioni telefoniche, e poi le rivelazioni di alcuni collaboratori di giustizia, terroristi pentiti che hanno imparato a vivere un Islam di pace e non di guerra. ''Il culto della morte è l'elemento determinante che motiva il terrorismo Jihadista'' spiegava agli inquirenti baresi Jelassi Rihad, sentito nel novembre 2009 durante le indagini su questa presunta cellula terroristica con base logistica ad Andria, nel call center gestito dal capo dell'organizzazione. E proprio all'interno del call center andriese si cercavano sul web e visionavano i video pubblicati nei forum jihadisti, per imparare a fabbricare bombe, usare armi da fuoco e per il reclutamento di volontari mujaheddin da avviare ai campi di battaglia in Afghanistan, Yemen, Iraq, e Cecenia. Cinque di loro furono arrestati dai Carabinieri del Ros nell'aprile 2013 e, processati con rito abbreviato, sono stati condannati ieri dal gup del Tribunale di Bari Antonio Diella. Il sesto imputato, il 35enne marocchino Azam Nabil, alias ''Abu Alì, latitante, è stato rinviato a giudizio e sarà processato dalla Corte di Assise di Bari a partire dal 14 aprile La condanna più alta, a 5 anni e 2 mesi, è stata inflitta nei confronti del presunto capo, Hosni Hachemi. Condanne a 3 anni e 4 mesi di reclusione per i presunti componenti dell'associazione, coloro cioè che, secondo l'accusa, ''cooperavano nell'attività di proselitismo, di finanziamento, di procacciamento di documenti falsi, tenevano i contatti con altri membri dell'organizzazione, disponibili al trasferimento in zone di guerra per compiervi attività di terrorismo''. Si tratta di Faez Elkhaldey, detto ''Mohsen'', palestinese di 50 anni, Ifauoi Nour, detto ''Moungi'', tunisino di 35 anni, Khairredine Romdhane Ben Chedli, tunisino di 33 anni, Chamari Hamdi, 24enne nato in Sicilia. Dalle indagini sono emersi anche i rapporti dell'imam con personaggi di rilievo del terrorismo internazionale di matrice confessionale quali Essid Sami Ben Khemais, Ben Yahia Mouldi Ber Rachid e Ben Alì Mohamed, già condannati in via definitiva per reati di terrorismo. A Napoli non paghi le tasse se denunci il pizzo e l usura Niente tasse per tre anni per chi denuncia pizzo e usura. Dal Comune di Napoli un provvedimento che punta a rafforzare la lotta a racket e usura, con un testo adottato dalla Giunta comunale e inserito nel bilancio. Chi denuncia, è il principio del provvedimento, viene esentato dal pagamento di tutti i tributi e delle tasse comunali. Il beneficio sarà attribuito dal momento in cui viene emessa una sentenza di condanna in primo grado nei confronti dei denunciati. La norma, voluta dal sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, è stata elaborata dagli assessori alla Cultura, Nino Daniele, e allo Sviluppo, Enrico Panini, per dare attuazione alla previsione contenuta nel bilancio attualmente all'esame dell'aula. L EUROPOL IN 9 GIORNI Attacco alla criminalità: oltre arresti in UE Dal traffico di droga a quello di esseri umani e di armi, dai furti su larga scala alle frodi, al cybercrimine: è "un assalto frontale" quello sferrato dell'europa alla criminalità organizzata, con l'operazione Archimede, una 9 giorni di attività di polizia (dal 15 al 23 settembre), coordinata da Europol in 34 Paesi, che ha condotto all'arresto di 1027 persone. Un risultato "senza precedenti" lo definisce il direttore dell'agenzia Rob Wainwright, una "pietra miliare" nel coordinamento tra le polizie europee per "colpire i grandi gruppi criminali e smantellarne l'insieme delle infrastrutture", puntando a più settori e in luoghi diversi. LE MOTIVAZIONI DELL AS SOLUZIONE Delitto di via Poma: Busco non c entra niente Contro Raniero Busco, l'ex fidanzato di Simonetta Cesaroni uccisa a Roma il pomeriggio del 7 agosto del 1990 in via Poma, non ci sono prove in grado di accusarlo "oltre ogni ragionevole dubbio" di essere l'assassino. Anzi, gli elementi che in primo grado hanno portato alla sua condanna a 24 anni di carcere, sono da considerare solo delle "congetture". E' questa la conclusione della Cassazione sul delitto di via Poma che, dunque, rimane un grande caso irrisolto di cronaca nera con un colpevole ancora protetto nel cono d'ombra di indagini inconcludenti e molti "punti oscuri".

4 4 EPolis Bari Giovedì 25 settembre 2014

5 Giovedì 25 settembre 2014 EPolis Bari 5 CAMBI Valore 1 euro Dollaro USA 1,278 Sterlina 0,7821 Franco Svizzero 1,2084 Yen 139,3333 Corona Danese 7,4438 Corona Svedese 9,1772 Corona Norvegese 8,1653 Corona Ceca 27,5178 À e 1,278 $ 0,7825 ECONOMIA CRISI n REGISTRATO IERI UN CALO DELLA FIDUCIA ANCHE DELLE IMPRESE TEDESCHE Disoccupazione nemico n. 1 Ma Draghi rassicura sul rischio deflazione nell UE n DOMENICO CONTI "I l Bce Mario Draghi promette di dare principale nemico dell'europa è la disoccupazione". Il presidente della battaglia all'emorragia di posti di lavoro, ma frena sulle generalizzazione: "Nell'Eurozona non vediamo rischi di deflazione", e "ho detto più volte che la ripresa è modesta, debole, mal distribuita e fragile, ma non siamo in recessione". Un invito alla cautela, visto che delle tre grandi economie dell'euro l'unica a essere tornata in recessione è l'italia, e i prezzi sono negativi solo in alcuni Paesi. Ma quanto stiano peggiorando le prospettive economiche dei Diciotto, compresa la Germania, lo dicono i dati come l'indice Ifo diffuso ieri, che fotografa un nuovo calo della fiducia delle imprese tedesche (a 104,7) peggiore di quanto preventivato dagli economisti. I mercati prendono nota, con l'euro che scivola ancora, sotto 1,28 dollari, segnando i minimi di 14 mesi: gli investitori puntano in misura crescente su una Bce che potrebbe trovarsi all'angolo, finendo prima o poi per creare moneta in misura massiccia finendo per acquistare titoli di Stato governativi. Draghi, del resto, parlando in un'intervista alla radio francese Europe 1, non esclude nulla. Dare tanto risalto al tema della disoccupazione avvicina la Bce alla Fed, nonostante l'eurotower non abbia nel suo mandato, come invece accade per la banca centrale americana, il livello dell'impiego, ma soltanto la stabilità dei prezzi. La Bce - spiega - è pronta "a fare tutto quello che sarà necessario, nei limiti dei suo mandato", per riportare l'inflazione vicina ma inferiore al 2%" dallo 0,4% attuale. Ma Draghi dà anche una sferzata ai governi per muoversi sulle riforme strutturali, ad esempio dando un serio colpo alla burocrazia: "Adesso bisogna agire". E il suo esempio sembra calzare all'esempio per l'italia: se a un giovane imprenditore servono mesi per ottenere un permesso per lanciare un'attività, o è tassato troppo, "non farà richiesta di prestiti" e dunque le misure della Bce non saranno valse a nulla. Giorgio Squinzi, il presidente di Confindustria, sembra dare quest'interpretazione della bassa richiesta di prestiti Tltro: "le banche italiane abbiano chiesto meno perché la nostra economia e' depressa e i consumi interni non ripartono". A una settimana dal consiglio Bce che si terrà a Napoli, che rischia forti contestazioni dalle proteste riunite attorno allo slogan Block Bce, Draghi indica fra le "ambizioni" principali cui l'europa deve tendere "gli investimenti: privati, ma anche pubblici", un appello indirizzato "a tutti i Paesi che hanno margini di bilancio". E dunque alla Germania in primis, anche se Draghi non entra nel merito del singolo Paese. Ma invia anche un monito ai Paesi fortemente indebitati che vorrebbero allentare le regole del Patto di stabilità e la soglia del 3% di deficit. "Le regole ci sono per essere rispettate", e "l'averle infrante nel passato non ha dato risultati eccezionali". Parole che riecheggiano quanto detto più volte da Draghi, e cioè che la finanza pubblica allegra del passato non ha dato crescita. P R I VAT I Z Z A Z I O N I / IPOTESI DI VALORIZZAZIONE AL CENTRO DI UN INCONTRO AL MINISTERO DELL'ECONOMIA Per Ferrovie spunta l ipotesi della quotazione in Borsa Entra nel vivo la privatizzazione delle Ferrovie dello Stato italiane. Le possibili ipotesi di valorizzazione della società al 100% pubblica sono state al centro di un primo incontro al Ministero dell'economia, cui hanno partecipato management, tecnici e banche: l'incontro è servito ad avviare un dibattito tecnico che proseguirà nei prossimi mesi, e - a quanto si apprende - sarebbe emersa un'ipotesi forte, quella della possibile quotazione in Borsa dell'intera società. All'incontro, durato circa un'ora, hanno partecipato l'a.d. Michele Elia (nella foto), il presidente Marcello Messori, tecnici del Tesoro e del Ministero delle infrastrutture e diverse banche d'affari. La riunione, innovativa nel suo genere a detta dei partecipanti, è stata una sorta di brainstorming per discutere su quale sia il modo migliore per valorizzare l'azienda e individuare il perimetro della privatizzazione (se la holding o le società controllate). Sono state passate in rassegna tutte le modalità di privatizzazione, anche se al momento non c'è ancora un'ipotesi definitiva né sul perimetro, né sulle modalità. Non è ancora stato fissato un nuovo appuntamento, ma i contatti proseguiranno: l'obiettivo è iniziare un dibattito tecnico per fornire al decisore politico, che è l'azionista Tesoro, di avere tutti gli elementi per decidere. L'ipotesi di una quotazione dell'intera holding andrebbe incontro alla posizione dell'a.d. di Fs Michele Elia, che nei giorni scorsi al Sole 24 Ore si è detto contrario alla separazione proprietaria tra rete e impresa ferroviaria. FINMECCANICA / LA MULTINAZIONALE CANADESE, PARTNER DEL NUOVO FRECCIAROSSA INSISTE Bombardier torna a puntare Ansaldo La multinazionale canadese Bombardier, partner di tutto il progetto Frecciarossa (in modo ancora più stretto per il treno superveloce Etr 1000) è ancora interessata ad Ansaldo Breda e probabilmente anche ad Ansaldo Sts. Lo ha fatto capire il numero uno mondiale del gruppo, Lutz Bertling, secondo il quale il nuovo management di Finmeccanica potrebbe "trovare un'altra soluzione" rispetto alle offerte già presentate, in fase di avanzata analisi. "Di acquisizioni non parliamo se le facciamo: su Ansaldo non sono sicuro che qualcosa succeda" con l'attuale processo di vendita, per il quale sono arrivate alla controllante Finmeccanica quattro offerte: dalla giapponese Hitachi, dalla cordata cinese Cnr-Insigma, dalla spagnola Caf e dalla francese Thales. Si tratta di offerte non vincolanti tranne forse quella di Thales, con tempi di una prima risposta da parte di Finmeccanica che, secondo quanto si apprende, si starebbero accorciando: dalle prime stime di fine ottobre a circa metà mese.

6 6 EPolis Bari Giovedì 25 settembre 2014 POLITICA Grillo ai ribelli Pd: mandiamo a casa il premier Speranza: il tuo populismo è il vero nemico Beppe Grillo strizza l'occhio alla sinistra del Pd e cerca di insinuarsi nelle divisioni del partito per "mandare definitivamente a casa Renzi". Con un post sul blog del giurista a 5 Stelle, Aldo Giannuli, si invita la minoranza ribelle dei democrat a reagire contro "l'infame riforma" del lavoro "con l'azione parlamentare e con l'azione di piazza, con gli scioperi". Ma il Pd reagisce. "Caro Grillo è il tuo populismo il vero nemico delle sinistra. Tu stai con Farage..", replica Roberto Speranza. JOBS ACT n TUTELE CRESCENTI, LA CGIL CHIEDE TEMPI CERTI. PRESENTATI 689 EMENDAMENTI La Camusso apre sul Lavoro Renzi: Ok, ma poi decide la Direzione. E il Pd si adegua n BARBARA MARCHEGIANI La Cgil apre sull'articolo 18 e il premier Matteo Renzi, da New York, assicura: la riforma del mercato del lavoro "non è rinviabile". Renzi insiste sull'importanza del Jobs act, da portare a casa in tempi stretti, e dopo la spaccatura interna al Pd sancita dai 7 emendamenti presentati dalla minoranza, in Senato, chiarisce che "parliamo con tutti" ma anche che, dopo il voto della direzione, tutto il Pd dovrà adeguarsi. "Lunedì presenterò in direzione le mie idee" sulla riforma del lavoro, che "sono condivise", poi "ci sarà un dibattito: si discute e alla fine si decide, si vota e si fa tutti nello stesso modo, si va tutti insieme". Il dibattito sull'articolo 18 resta acceso, non solo sul fronte politico. Da un lato, l'amministratore delegato di Fiat Chrysler, Sergio Marchionne, sostiene che l'articolo 18 "sta creando disagi sociali e disuguaglianze: questa - dice - non è giustizia" e che la riforma del mercato del lavoro è un segnale. Dall'altro, il numero uno della Cgil, Susanna Camusso, continua a difendere il diritto al reintegro, convinta che cancellare l'articolo 18 significhi rendere il lavoro "più servile", ma apre sulla possibilità di discutere il numero degli anni in cui lasciarlo sospeso: "Capisco che ci sia una stagione" in cui "l'articolo 18 non vale" ma è necessario "che sia transitoria", perché "tre anni e sette anni non sono la stessa cosa". Dopo, però, tutti devono n Raffaele Bonanni avere una tutela piena. All'interno del Pd, intanto, si intensificano i contatti tra le diverse anime, proprio in vista dell'appuntamento di lunedì, per arrivare ad una mediazione sul Jobs act. L'attesa è per il ritorno del premier dagli Usa ma qualche esponente dei Giovani turchi assicura che si avvertono i primi segnali positivi dal governo e dal partito. Tra i senatori della minoranza Pd firmatari degli emendamenti presentati martedì (tra cui quello di garantire la piena tutela dell'articolo 18 dopo tre anni ai neoassunti con contratto indeterminato a tutele crescenti), Maria Grazia Gatti sottolinea che, rispetto a possibili mediazioni e punti di caduta, "ancora non c'è alcun punto di avanzamento significativo", ma che "c'è la disponibilità a trovare una soluzione, però il reintegro deve esserci. Possiamo ragionare sulle condizioni e sui tempi". Nel tardo pomeriggio di ieri ha preso il via l'esame della delega nell'aula del Senato. Gli emendamenti complessivamente presentati sfiorano quota 700 (689 per l'esattezza), di cui oltre 500 da Sel (353) e Movimento 5 stelle (158). Da Fi e Lega, per entrambi, 48 proposte di modifica. Il Pd, nel suo complesso, ne ha presentati 31; 9 a firma Sc. Nessuno, così come annunciato, da Ncd. Tra quelli di Sinistra ecologia e libertà, la proposta di limitare il periodo "senza tutele" ad un massimo di sei mesi-un anno, oltre il quale c'è poi per tutti l'articolo 18; le cui garanzie, anzi, vanno estese alle imprese di qualunque dimensione (non solo oltre i 15 dipendenti). CISL / IL SEGRETARIO USCENTE BONANNI SMENTISCE CRISI INTERNE Non lascio perché sfiduciato Raffaele Bonanni ha deciso di comunicare le sue dimissioni dal vertice Cisl con poche parole ai dirigenti del sindacato. Un addio in un clima difficile in via Po, dove voci circolate nelle ultime ore parlano di sospetti e accuse che riguarderebbero retribuzioni e trattamento pensionistico del leader. E' stata una decisione "meditata profondamente" e presa, ha detto Bonanni ai suoi, "non perché siano mancati fiducia e consenso" ma per accelerare l'avvio di "una discussione aperta" sul rinnovamento interno alla Cisl e con la designazione di Annamaria Furlan per la successione espressa nel segno di una "piena unità interna". n Il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris Il sindaco di Napoli Luigi De Magistris incassa una inattesa condanna per la vicenda delle utenze di alcuni parlamentari acquisite senza le relative autorizzazioni nel 2006, quando era pubblico ministero a Catanzaro e titolare dell'inchiesta denominata "Why Not". La sentenza di condanna, un anno e tre mesi di reclusione con sospensione condizionale, beneficio che fa decadere anche l'interdizione dai pubblici uffici per un anno, è stata emessa dalla X sezione del tribunale di Roma presieduta da Rosanna Ianniello ed è stata estesa nella stessa misura anche a Gioacchino Genchi, consulente informatico di De Magistris all'epoca dei fatti. La condanna nei confronti dell'ex magistrato è stata emessa malgrado la richiesta di assoluzione fatta dal pm Roberto Felici, il quale aveva sollecitato la condanna solo per Genchi. I due imputati dovevano rispondere di VISTO DA FUORI / GIORNALISTA USA Friedman a Bari Per Matteo il Jobs act prova del nove "Il Jobs act è la prova del nove per il governo Renzi. Non riguarda solo l'articolo 18, ma comprende una semplificazione di una serie di norme sul lavoro essenziali": così il giornalista e scrittore americano, Alan Friedman, ha commentato il dibattito in corso sulla riforma del mercato del lavoro. L'autore del libro "Ammazziamo il gattopardo" (Rizzoli) è intervenuto all'università di Bari per tenere una lectio magistralis, in un incontro promosso dall'associazione studentesca Azione Universitaria. "L'Italia ce la farà - ha aggiunto - se va in porto questa riforma seria e non diluita dai gattopardi della sinistra del Pd. Se gli ultrà del Pd riescono a bloccare il Jobs Act, si mette male". Per Friedman in Italia c'è un'ampia opinione pubblica che sostiene le riforme. "Se il 41% dei cittadini ha votato Renzi alle Europee, e se c'è una apertura da parte di Forza Italia sulle riforme serie, significa che la maggioranza degli italiani vuole cambiare. La gente ha capito che bisogna cambiare prima dei politici". "Le riforme di cui parlo nel mio libro su fisco e giustizia - ha ribadito Friedman - fanno scalpore a Roma, ma sono banalità a Londra o New York. Friedman in serata è stato ospite anche del Circolo della Vela.

7 Giovedì 25 settembre 2014 EPolis Bari 7 Via libera della Camera alla mozione del Pd: il Governo riesamini il programma degli F35 Via libera della Camera alla mozione del Pd che, con riferimento all'acquisto dell'italia di cacciabombardieri F35, impegna il Governo a "riesaminare l'intero programma per chiarirne criticità e costi con l'obiettivo finale di dimezzare il budget finanziario originariamente previsto", stimato in circa 14 miliardi per 90 caccia (erano 131). Dunque una drastica riduzione che, spiega il ministro Pinotti, è dovuta al fatto che "anche investimenti come questo devono poter essere fatti ragionando sulla capacità finanziaria del Paese". POLITICA n Il premier Matteo Renzi a New York INCHIESTA WHY NOT Te l e f o n a te dei politici De Magistris co n d a n n a to PENA (E INTERDIZIONE) SOSPESA PER IL SINDACO DI NAPOLI CHE CONTRATTACCA: UN I N G I U S T I Z I A abuso d'ufficio per aver acquisito utenze senza autorizzazioni di vari parlamentari tra i quali di Romano Prodi, Francesco Rutelli, Clemente Mastella, Marco Minniti e Antonio Gentile. Contro la sentenza tuona De Magistris: "La mia vita è sconvolta, ho subito la peggiore delle ingiustizie. Sono profondamente addolorato per aver ricevuto una condanna per fatti insussistenti. Ma rifarei tutto, e non cederò alla tentazione di perdere completamente la fiducia nello Stato". "In Italia, credo, non esistano condanne per abuso di ufficio non patrimoniale - aggiunge il sindaco di Napoli - Sono stato condannato per avere acquisito tabulati di alcuni parlamentari, pur non essendoci alcuna prova che potessi sapere che si trattasse di utenze a loro riconducibili. Prima mi hanno strappato la toga e ora mi condannano. n Il giornalista americano Alan Friedman LEGGE DI STABILITÀ n IL GOVERNO TACE, SQUINZI SCETTICO Metà Tfr in busta paga ma la strana idea non convince nessuno n Giorgio Squinzi (Confindustria) Il 50% del Tfr subito in busta paga. Mentre è partito il conto alla rovescia per il varo della legge di Stabilità, torna in campo anche una ipotesi più volte presa in considerazione anche dai precedenti governi. Ipotesi di stampa che però raccoglie un coro di no, a partire da Confindustria, che sottolinea la complessità di applicazione di una misura di questo genere. Al Tesoro, in ogni caso, questo tema non sarebbe ancora mai stato affrontato. "Mai sentito parlare di tfr" dice il sottosegretario all'economia Enrico Zanetti, mentre il viceministro Morando precisa di "non aver studiato la proposta". Si continua invece a ragionare sullo spettro di interventi da mettere in campo con la legge di stabilità, il cui piatto forte resta la spending review cui dovranno contribuire, oltre ai ministeri, anche Regioni e Comuni, come sottolinea il ministro dell'economia Pier Carlo Padoan. Per gli enti locali, chiamati a fare la loro parte di risparmi ed efficentamenti di spesa (anche attraverso il via ai costi standard) una boccata di ossigeno arriverà dal percorso di superamento del patto di stabilità interno, progetto di cui ancora si stanno definendo le modalità e che dovrebbe però essere diluito in due o tre anni per arrivare a regime. Un primo passaggio di chiarezza arriverà con la nota di aggiornamento del Def che per la prima volta dovrà passare il vaglio dell'ufficio parlamentare di bilancio. " Già dai primi di ottobre, insomma, si delineeranno le scelte del governo per il prossimo anno. E certo, sostenere i consumi, e quindi la domanda interna, resta una delle priorità del governo per cercare di agganciare la crescita. Va in questa direzione l idea del 50% del Tfr in busta paga, soluzione che però creerebbe un problema di compensazione per le imprese. Come ha osservato anche il presidente degli industriali Giorgio Squinzi, "bisogna vedere quale drenaggio in termini di liquidità verrà fuori sulle imprese". Senza trascurare il fatto che non si tratterebbe di risorse in più date ai lavoratori dipendenti ma di un tesoretto che spetta loro al termine della vita lavorativa. "Nessuno dica che è un aumento e allora non si rinnova il contratto" avverte anche il segretario della Cgil Susanna Camusso, ricordando peraltro che il Tfr "è tassato meno delle retribuzioni, quindi bisogna fare un'operazione che non porti a un decurtamento salariale". Oltre al fatto che bisognerebbe valutare bene per non rischiare di indebolire "la seconda gamba della previdenza" visto che è "in gran parte utilizzato per la previdenza complementare". EMILIA / IL CANDIDATO DEL PD ALLE PRIMARIE ERA ACCUSATO DI PECULATO Chiesta l archiviazione per Bonaccini A quattro giorni dalle primarie che lo vedono favorito per candidarsi a governare l'emilia-romagna, la Procura di Bologna ha chiesto l'archiviazione per Stefano Bonaccini: la sua posizione di indagato per peculato passerà ora al vaglio del Gip. La decisione dei pm è arrivata dopo due anni di indagini non ancora concluse sui rimborsi di tutti i gruppi del Consiglio regionale, appena due settimane dopo l'interrogatorio con cui l'uomo forte del Pd in Regione aveva chiesto e ottenuto di poter chiarire la legittimità delle proprie spese da consigliere: circa euro, come riferito dal suo avvocato, in rimborsi chilometrici e pasti. Bonaccini aveva subito giurato la propria onestà, sostenendo di aver impiegato i soldi per la propria attività amministrativa. n Stefano Bonaccini (Pd) n Silvio Berlusconi, Forza Italia TESTO AL SENATO Depistaggio ok al reato ma FI non ci sta Un sì atteso da anni dalle associazioni dei familiari delle vittime delle stragi, quello giunto ieri, con il plauso dei Democrat, a Montecitorio. L'Aula della Camera approva infatti la proposta di legge che introduce il reato di depistaggio prevedendo fino a 4 anni di carcere per chi manomette le prove per depistare le indagini. Le legge ora approderà al Senato dove si preannuncia tuttavia uno scontro frontale tra il Pd e FI, furiosa per il sì. Approvazione sulla quale anche la maggioranza è divisa, con i deputati di Ncd che hanno votato contro. La legge è passata con 351 sì, 50 no e 26 astenuti e tra i voti contrari, oltre a quelli azzurri, spiccano quelli degli alfaniani, il cui apporto numerico, a Palazzo Madama, risulta decisivo. Da Forza Italia sono immediatamente partiti gli strali verso una legge "barbara" che consegna alla magistratura "un potere spaventoso". Parole che rischiano di rinfocolare lo scontro in Aula.

8 8 EPolis Bari Giovedì 25 settembre 2014 REGIONE & PROVINCIA Emissioni 2010 dello stabilimento Enel di Brindisi per l Arpa il rischio di contrarre tumore è minimo Il rischio di contrarre un tumore a causa delle emissioni 2010 dello stabilimento Enel di Brindisi è di 1 a 10mila: è quanto riportato nelle conclusioni della relazione sui risultati della valutazione del danno sanitario per la centrale Enel Federico II di Cerano, presentata a Brindisi nella sede del dipartimento provinciale di Arpa, alla presenza del direttore regionale Giorgio Assennato. "La valutazione del rischio cancerogeno inalatorio delle emissioni 2010 dello stabilimento - è scritto - evidenzia che le probabilità aggiuntive per la popolazione di sviluppare un tumore nell'intera vita risultano inferiori a un caso su diecimila". IL CASO n IL SEGRETARIO DELLA UILTRASPORTI TARLAZZI RINCARA LA DOSE: AGIRE SUBITO Vendola scrive (di nuovo) a Renzi interventi per il porto di Taranto Il governatore: i lavoratori sono ormai allo stremo Il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, ha scritto al premier Matteo Renzi chiedendo di convocare con urgenza una riunione a Roma sul futuro del porto di Taranto e dei suoi lavoratori. La lettera è stata inviata per conoscenza ai ministri dello Sviluppo economico, dei Trasporti e del Lavoro, alla società Taranto container terminal (Tct) e ai sindacati Cgil, Cisl e Uil. La richiesta è motivata da Vendola con la necessità di "esercitare una quanto mai incisiva azione di mediazione a recupero della normalità in un quadro di rispetto dei reciproci obblighi assunti dagli attori della vicenda". Ieri i lavoratori della Tct hanno iniziato un sit-in permanente sotto la sede dell'autorità portuale. "Le agitazioni dei lavoratori ormai in cassa integrazione da più di due anni - si legge nella lettera di Vendola - la decisione del terminalista di spostare anche l'ultima rotta transoceanica dal porto di Taranto al porto del Pireo, interrompendo di fatto qualsiasi attività operativa sul Terminal, le comprensibili istanze dell'autorità portuale di porre al Terminalista condizioni e garanzie di operatività, stanno determinando delle frizioni che potrebbero facilmente degenerare in una irreversibile rottura". Vendola sottolinea che "la scelta di Tct di dirottare, verso il porto di Trieste, l'ultima nave transoceanica attesa a Taranto, ha contribuito ad esasperare ancora di più i rapporti già compromessi". Per Vendola l'obiettivo "inderogabile" dell'incontro dovrà essere quello di "confermare la volontà comune a proseguire nel percorso intrapreso, attraverso la rassicurazione che le legittime aspettative di tutti verranno soddisfatte - conclude il presidente della Regione Puglia - attraverso l'impiego delle ingenti risorse disponibili, fondamentali per il rilancio della crescita e dello sviluppo di una realtà già pesantemente colpita". Il governo intervenga per "affrontare qualsiasi ostacolo che deprime le opportunità di sviluppo" del porto di Taranto: è quanto chiede in una nota il segretario generale della Uiltrasporti, Claudio Tarlazzi, riferendosi al sitin permanente sotto la sede dell'autorità portuale organizzato dai lavoratori della Taranto terminal container (Tct), società partecipata da Evergreen ed Hutchinson che gestisce il molo polisettoriale, preoccupati per il loro futuro. "I ritardi nell'infrastrutturazione del porto di Taranto - dichiara Tarlazzi - mettono a rischio il futuro occupazionale dei lavoratori dipendenti del terminal container che gestisce il molo polisettoriale. Non sono bastati programmi, pianificazione degli interventi, a partire dai dragaggi, fermi da anni ad adeguare lo scalo alle necessità e alle evoluzioni dello shipping". Per Tarlazzi i rallentamenti vengono "pagati dai lavoratori con la messa in cassa integrazione a rotazione che coinvolge 530 lavoratori da oltre due anni". La scelta di Trieste per far attraccare una nave transoceanica è stata l ultima goccia: dura reazione dei dipendenti che hanno organizzato un sit-in n Un particolare dell enorme area portuale di Taranto. In alto il presidente Vendola DAL 30 OTTOBRE ALL 1 NOVEMBRE Countdown per Medimex Atteso Vasco Una cittadella della musica di 8 mila metri quadrati con quattro palchi per la musica dal vivo, sei sale per incontri, presentazioni e uno spazio espositivo con oltre 100 realtà internazionali e italiane: sono i numeri della quarta edizione di Medimex, il salone dell'innovazione musicale che si terrà a Bari dal 30 ottobre al 1 novembre. Con oltre 100 appuntamenti in programma il Medimex, presentato ieri a Milano, porta in Puglia il meglio dell'industria discografica internazionale, le etichette major e le indipendenti oltre che professionisti da 25 Paesi. Spazio alla musica dal vivo con artisti italiani come Cristina Donà, Mannarino e Brunori Sas, incontri d'autore con Gino Paoli, Giorgia, Manuel Agnelli, Ivano Fossati e J-Ax. Il 1 novembre si terrà la premiazione degli Academy Medimex assegnati per questa edizione a Cesare Cremonini (miglior album), Caparezza miglior videoclip), Rocco Hunt (rivelazione dell'anno), Levante (miglior opera prima) e a Vasco Rossi (miglior spettacolo dal vivo).

9 Giovedì 25 settembre 2014 EPolis Bari 9 TAGLIO DELLA RETRIBUZIONE ACCESSORIA Università di Bari ira dei sindacati: daremo battaglia Seminario su corruzione e potere organizzato da Libertà e Giustizia Corruzione e potere. Una devastante contaminazione è il titolo del seminario che si tiene oggi alle 16 nel dipartimento di Giurisprudenza. Il convegno, organizzato da Libertà e Giustizia Bari, è incentrato sulla commistione tra corruzione e potere che nel nostro Paese ha trovato e trova terreno fertile. Partecipa Sandra Bonsanti presidente nazionale di Libertà e Giustizia. REGIONE & PROVINCIA CRIMINALITÀ n PAURA DAVANTI ALL OSPEDALE DELLA MURGIA Agguato ad Altamura grave un 56enne Forse errore dei killer Totale sfiducia di tutti gli organi di governo, di gestione e di controllo dell Università, che consapevolmente e colpevolmente hanno taciuto sul recesso dai contratti firmato dal dg Gaetano Prudente ; rigetto dei contenuti usati dallo stesso Prudente nella sua ultima nota inviata al personale, offensivi nei confronti dei sindacati ; la revoca del recesso dei contratti integrativi sul salario accessorio. Sono questi i contenuti del documento approvato ieri dai sindacati e dai lavoratori colpiti dal taglio della retribuzione accessoria che li priverà - stimano i sindacati - di una somma che oscilla tra i 50 e i 150 euro già a partire dalla busta paga di settembre. Stiamo pensando - sottolinea Giuseppe Muré di Flc-Cgil - a tutte le iniziative che possano sensibilizzare l opinione pubblica. Per questo motivo ci faremo sentire già in occasione della visita del sottosegretario all Istruzione Angela D Onghia all Università del 30 settembre. Muré ricorda, inoltre, che il sindacato è pronto a dare battaglia anche su altri fronti. Abbiamo dato mandato - afferma - al nostro avvocato di agire a livello legale contro la decisione di Prudente, e stiamo cercando di coinvolgere i direttori dei dipartimenti scientifici, il Senato accademico e il prefetto Antonio Nunziante. (M. c.dp) CASER TA /OPERAZIONE DELLA GDF DI TRANI Scarpe taroccate chiusa un industria Un carpentiere di 56 anni di Altamura è stato gravemente ferito ieri con un colpo di pistola al torace davanti all'ingresso pedonale dell'ospedale della Murgia. Gli investigatori non escludono che possa essersi trattato di uno scambio di persona. Secondo quanto ricostruito dai militari l'uomo, con un braccio ingessato, stava raggiungendo l'ospedale forse per un controllo. E' stato affrontato da due persone che erano in auto, di colore scuro, che gli hanno chiesto il nome. Uno dei due gli ha sparato con una pistola calibro 45 quando lui ha risposto di non essere chi cercavano. AGGRES SIONI Zizza (Fi): emergenza nelle carceri pugliesi "Quello che sta accadendo nelle carceri pugliesi merita massima attenzione. L'aggressione di un agente della polizia penitenziaria, avvenuta a Taranto, è un gravissimo segnale che non si può ignorare. Lo dichiara il senatore di Forza Italia, Vittorio Zizza che, nell'esprimere solidarietà alla vittima, sottolinea quanto sia "necessario in Puglia ampliare le unità di polizia penitenziaria, proprio come riportato dal Coordinamento Sindacale Penitenziario (Cosp). Sottoporremo la questione al presidente Renzi non appena rientrerà dal suo tour in America ". Al termine di un'attività di polizia giudiziaria con perquisizioni nel nordbarese e nelle province di Napoli e Caserta, i finanzieri della Compagnia di Trani hanno sequestrato un opificio a Trentola Ducenta (Caserta) con all'interno una catena industriale costituita da 26 macchinari, adibita, tra l'altro, alla produzione di calzature contraffatte di un un noto marchio. Nel corso delle indagini sono stati sequestrati tra calzature, capi di abbigliamento e accessori vari. Sette persone sono state denunciate a piede libero.

10 10 EPolis Bari Giovedì 25 settembre 2014

11 Giovedì 25 settembre 2014 EPolis Bari 11 Bari la cronaca TRA STRADE SPORCHE E INVASE DA SPAZZATURA E CASSONETTI INCENDIATI: LA BATTAGLIA DI CIVILTÀ SI FA DURA La città rifiutata n GIANFRANCO MOSCATELLI C è qualcosa che non funziona nel rapporto tra Bari e l igiene pubblica, tra i baresi (solo una parte, naturalmente) e il rispetto per le norme igienico-sanitare o il patrimonio comune; e c è qualcosa che non funziona nell Amiu. Dev essere sicuramente così se ogni giorno i giornali (non solo il nostro) sono costretti a segnalare strade sporche, rifiuti sparsi ovunque in centro come in periferia, regole per lo smaltimento non rispettate, raccolta differenziata scriteriata, cassonetti vandalizzati. E tutto questo non è solo a causa della chiusura di una discarica. Sì, c è qualcosa che non va... Ma purtroppo è anche (se non soprattutto) su questo fronte che Bari si gioca molto della sua immagine di città smart, moderna, civile, vivibile, capace di attirare turisti (senza farli fuggire in stato di choc) e imprenditori (che vogliono investire e creare opportunità e guadagni). Ed è anche su questo fronte che si misura la crescita culturale dei suoi cittadini, tanto ambiziosi e orgogliosi da vantarsi della propria baresità sui social network con alcune pagine seguitissime. L Amministrazione Decaro e l Amiu (il braccio operativo) fanno bene a insistere sulla battaglia antirifiuti. Primo: è una questione di civiltà (è degradante vedere uomini, donne, bambini o anziani buttare per strada fazzolettini, cicche, carte e tutto quello che in tasca o nella borsetta non può stare); secondo: è una questione economica (i rifiuti producono ricchezza perché si vendono, si trasformano e una buona differenziata genera una diminuzione delle famigerate tasse); terzo: è una questione di salute pubblica (per strada in centro o in periferia la spazzatura è il paradiso di scarafaggi, topi e insetti, senza dimenticare il disgusto che provoca la puzza); quarto: è una questione di prospettive (a chi piace continuare a vivere in un posto dove le strade sono diventate discariche?); quinto: perché se riuscirà ad avere ragione di incivili, vandali e zozzoni Decaro potrà vantarsi di aver reso Bari una città migliore. E viste le attuali condizioni l impresa non sarà facile.

12 12 EPolis Bari Giovedì 25 settembre 2014 Che spettacolo via Manzoni Avanzi Popolo raccoglierà cibo per i poveri BARI Anche Avanzi Popolo ha aderito a Che spettacolo via Manzoni, l iniziativa organizzata da Pop Hub Bari da oggi fino a sabato con l obiettivo di rivitalizzare la strada del quartiere Libertà. Avanzi Popolo (in foto il logo) domani e sabato, dalle alle sarà all angolo di via Altamura, con un banchetto dove raccoglierà alimenti da destinare ai poveri della città. I cibi che saranno raccolti sono biscotti, merendine, bevande, carne, latte e yogurt, olio, pasta e riso. IMMIGR AZIONE n FACCIA A FACCIA CON DECARO: STANZIATI 2,3 MLN Welfare, ecco i fondi Avviati i pagamenti per 22 cooperative CON FISI E FISDIR Da domani il campionato nazionale di equitazione Sono 22 le cooperative baresi che non hanno ancora percepito gli stanziamenti relativi al 2013 per il srevizio di assistenza ai minori non accompagnati. Ieri una rappresentanza dei lavoratori (più di 200 persone in totale) hanno manifestato davanti al Comune per chiedere un intervento dell Amministrazione. Avevo già incontrato una delegazione, non capisco il perché della protesta ha chiosato il sindaco Antonio Decaro che, insieme all assessore al Welfare Francesca Bottalico, ha garantito che l iter per i pagamenti è già stato avviato martedì pomeriggio. Subito dopo l incontro con la delegazione, infatti, Decaro ha dichiarato di aver chiesto alla Ragioneria di iniziare a l a v o- rare i mandati di pagamento (200 quelli in attesa), il che, tradotto, vuol dire avviare le procedure per lo stanziamento materuale del denaro. Non si tratta di una questione semplice né tantomeno veloce. Alla Ragioneria di Palazzo di città la l a v o r a- zione porta via almeno due giorni dopo di che la palla passa alla Tesoreria comunale, passata, da quest anno, da Bnl-Bnp Paribas all Unicredit. Unicredit che avrà bisogno di almeno dieci n Il gruppo di operatori delle coop davanti al Comune. Nel riquadro il sindaco In moto per la ricerca Si terrà il 28 settembre il Distinguished Gentleman's Ride, la corsa motociclistica che si svolgerà in contemporanea in 200 città in 56 Paesi del mondo. Il Distinguished Gentleman's Ride nasce nel 2012 per portare l'eleganza in sella alle moto. L obiettivo di quet anno è supportare la raccolta di fondi per la ricerca contro il cancro alla prostata. giorni per perfezionare la pratica. Insomma, verosimilmente per la prima settimana di ottobre le cooperative dovrebbero essere pagate. Purtroppo i ritadi - è stato spiegato - sono da imputarsi alla stagione estiva e alle procedure legate al debito fuori Bilancio che è stato necessario approvare. Nelle scorse settimane, infatti, il Consiglio comunale ha dato il via libera ad un debito di circa 2,5 milioni per il sostegno dei minori non accompagnati. Che, uniti agli altri soldi già in cassa, hanno portato a poco meno di quattro i milioni sui quali il Comune può contare per sostenere i ragazzi. Per il 2014, paradossalmente, la situazione è più sotto controllo, mentre per i pagamenti del 2013 sarà necessario attendere ancora qualche giorno, come detto. Ma la situazione resta difficile - ha dichiarato Decaro - io ho almeno dieci milioni da tagliare dal Bilancio e da qualche parte devo trovare le voci alle quali rinunciare. Decaro aveva parlato di accoglienza e di necessità che il Comune di Bari non venga lasciato da solo proprio qualche giorno fa, durante la cerimonia di inaugurazione della 78esima edizione della Fiera del Levante. (a.col.) Il Circolo Barese Equitazione, affiliato alla Fise (Federazione Italiana Sport Equestri) e alla Fisdir (Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva Relazionale), ha presentato ieri, il Campionato italiano di equitazione Fisdir in programma a Bari da domani a domenica nella sede del Circolo Sportivo Country Life in via Madonna delle Grazie, 86. Sono intervenuti, tra gli altri, l'assessore allo Sport Pietro Petruzzelli e l'assessore al Welfare Francesca Bottalico. Il Campionato nazionale avverrà in contemporanea con il Campionato regionale di Dressage Fise. L appuntamento - è stato spiegato nel corso della presentazione - assumerà un ruolo di rilievo su tutto il territorio nazionale, non solo dal punto di vista sportivo, ma anche dal punto di vista sociale e culturale, in quanto le attività agonistiche vedranno integrazione fra atleti nella stessa squadra ma provenienti, per sorteggio, da regioni e federazioni diverse. Info , ingresso libero.

13 Giovedì 25 settembre 2014 EPolis Bari 13 Oggi al Fortino presentazione del progetto europeo Green Surge Oggi alle 12.30, al Fortino, presentazione del progetto europeo Green Surge (Green Infrastructure and Urban Biodiversity for Sustainable Urban Development and the Green Economy), finanziato nell'ambito del Settimo Programma Quadro (7PQ) Obiettivo è la definizione di approcci innovativi per la pianificazione di infrastrutture verdi su scala metropolitana. Interverrà l assessore all Urbanistica del Comune Carla Tedesco. BARI INTERNET n DAL 14 OTTOBRE IL SERVIZIO PER FISSARE GLI APPUNTAMENTI Anagrafe: stop alle code apre lo sportello online? Dal 14 ottobre sarà più facile (se il servizio decolla) chiedere ed ottenere alcuni servizi anagrafici dagli uffici del Comune grazie a un progetto sperimetale che è stato presentato ieri e che permetterà al cittadino di fissare un appuntamento on line con gli impiegati della ripartizione, velocizzando così i tempi. Il sistema è stato realizzato dalla Links Management&Technology SpA, società affidataria del servizio di manutenzione e gestione della piattaforma di e-government del Comune ed è stato illustrato dal sindaco Decaro, dall asses - sore ai Servizi demografici Angelo Tomasicchio e dal direttore della ripartizione Umberto Ravallese. Già da metà ottobre - è stato spiegato - i cittadini, via internet, potranno prenotare un appuntamento con un operatore dei servizi demografici scegliendo la data, n Il direttore Ravallese, l assessore Tomasicchio e il sindaco Decaro l ora e la sede più comoda dove recarsi per il rilascio della carta d identità e per il cambio di domicilio. Sarà così possibile evitare le code e ridurre i tempi di attesa, organizzando al meglio il servizio al pubblico e il lavoro degli addetti agli sportelli. Si tratta di un primo passo concreto per sburocratizzare la macchina amministrativa - ha commentato Decaro - e offrire servizi online realmente utili ai cittadini. Il nostro obiettivo finale è quello di arrivare ad offrire online tutti i certificati anagrafici, magari tramite pec, e questa è la strada giusta per poterlo fare. Bari è la prima città del Mezzogiorno - ha dichiarato Tomasicchio - ad essersi dotata di un sistema di questo tipo. In una prima fase, la prenotazione dell appuntamento con il dipendente dell ufficio demografico sarà possibile per due servizi: il rilascio della carta di identità cartacea e la richiesta di cambi di domicilio. Successivamente sarà possibile ottenere anche il rilascio della carta di identità in formato elettronico, l iscrizione anagrafica e la prenotazione della sala matrimoni. Questa modalità di prenotazione online dei servizi rientra in un progetto più ampio della ripartizione - ha sottolineato il direttore Ravallese - finalizzato ad erogare servizi personalizzati al cittadino e ad ottimizzare l utilizzo delle risorse umane dell ente. Info su (a.c.) NEWS DOMANI LA PRESENTAZIONE Spazio ai Laserinn Domani, alle 11, nell ex Palazzo Poste, saranno presentate le attività dei Laserinn, ex Centro Laser di Valenzano, nuovo modello in Italia di sviluppo, formazione e supporto aziendale nel campo dell innova - zione. Saranno, inoltre, rese note le modalità di partecipazione alla selezione di nuovi collaboratori. Interverranno il presidente di Laserinn Massimo Dell Erba, e i rettori Uricchio e Di Sciascio. SCUOLE DELL I N FA N Z I A Elenchi supplenti Su è possibile scaricare le graduatorie definitive per il conferimento di incarichi di supplenza temporanea nelle scuole d'infanzia comunali. L'elenco dei concorrenti che non sono stati ammessi alla selezione è disponibile nella sede della ripartizione Politiche educative giovanili che si trova in via Venezia, 41, al secondo piano.

14 14 EPolis Bari Giovedì 25 settembre 2014 Un progetto degli studenti di Marconi, Satarella e A. d Aosta : appuntamento domani in piazza del Ferrarese BARI Un progetto che ha lo scopo di sperimentare nuove tecniche e metodologie che permettano di migliorare il benessere degli alunni in ambiente scolastico e di recuperare coloro che hanno abbandonato il percorso di studi. Questo l obiettivo del Pon F3 realizzato dagli studenti degli istituti Marcini, Santarella e della media A. d Aosta, in programma domani dalle 20 alle 22 in piazza del Ferrarese. Le attività realizzate nell'ambito del progetto sono state di tipo pratico ed hanno comportato la realizzazione di oggetti di varia natura, dal decoupage alla realizzazione di accessori di moda. RUDERI n INTANTO IL TEMPO STRINGE E DECARO INCALZA: NON PERDEREMO QUESTI FONDI Pasticcio ex Caserma Rossani Il Comune cerca quattro esperti Dovranno mediare con i cittadini, on line il bando n ALESSANDRA COLUCCI Un bene disponibile nel patrimonio comunale da quasi sei anni e tutto quello che l Amministrazione comunale riesce a realizzare, dopo averne di fatto concesso l uso ad un gruppo di persone che l ha occupata senza averne formale permesso in un primo momento, è un bando per individuare quattro figure che medino con i cittadini per capire cosa fare dell ex Caserma Rossani. Sembra la trama di un film, invece è tutto vero. Tra il 2008 ed il 2009, area ed edifici entrarono a far parte del patrimonio comunale - insieme a 13 milioni per la riqualificazione - dopo una difficile transazione immobiliare con il Governo centrale. La Rossani era già da tempo comunque al centro del dibattito cittadino, pur non essendo formalmente di proprietà del Comune. Ne aveva parlato, per esempio, quasi vent anni prima, uno speciale de La Gazzetta del Mezzogiorno, La città dei ruderi, perché quello, in effetti, la Rossani all epoca era. E quello, dopo tanti anni, la Rossani continua ad essere. Di progetti, di idee, di annunci ce ne sono stati tanti. Comitati, incontri, riunioni e ancora sopralluoghi e confronti ma di quella sterminata area verde con una serie di strutture interne non si conosce il futuro, non si ha idea di quello che sarà. Le uniche certezze sono l occupazione, da qualche mese, di un gruppo di ragazzi - arrivati a momenti di polemica durissima con l ex sindaco Michele Emiliano - e questo nuovo bando, presentato ieri. Si tratta di un avviso pubblico finalizzato ad individuare quattro esperti che avranno il compito di attivare metodologie di partecipazione nell ambito di processi di riqualificazione e rigenerazione urbana che interessano aree strategiche della città. In soldoni vuol dire altro tempo prima dell avvio di un progetto di riqualificazione serio, condiviso e, soprattutto, utile per Bari ed i baresi. Perché la Rossani, tra le altre cose, gode di una posizione strategica invidiabile: è centrale senza essere in centro, a pochi passi dalla stazione e, da lì, grazie alla metropolitana, all aeroporto. Il sindaco Antonio Decaro ha optato per una linea morbida e, soprattutto, prudente ma il tempo stringe, come egli stesso ha puntualizzato: Non intendiamo perdere il finanziamento di euro destinato alla riqualificazione dell area verde, né vogliamo rinunciare al coinvolgimento dei cittadini nel processo decisionale che riguarda una delle aree più importanti per lo sviluppo futuro della città. Entro la fine del ha spiegato ancora - intendiamo inoltre presentare lo studio di fattibilità che ci permetterà di integrare i fondi disponibili a seguito della permuta dell area della Rossani con quelli previsti nel Patto per Bari siglato con la Regione Puglia. In totale circa 26 milioni (13 da Roma e 13 dal Patto per Bari), senza dimenticare che l area è interessata anche dal pogetto Ba- ricentrale di Massimiliano Fulsas. Comunque, per chi volesse partecipare al bando, L area fu annessa al patrimonio del Comune tra il 2008 e il 2009 ma da più di 20 anni si parlava della destinazione. E ancora oggi, si continua a parlare n La presentazione del bando. A destra le pagine de La città dei ruderi dedicate nel 91 alla Rossani SOPRALLUOGO DI DECARO E GALASSO Dicembre 2015 Ennesimo annuncio per la consegna del ponte sull Asse Sei anni fa il bando, la prima data fissata per il completamento dei lavori era il 2012 ma si marcia con più di tre anni di ritardo. Ieri, a margine di un sopralluogo effettuato con l assessore comunale ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso, il sindaco Antonio Decaro ha ribadito che il ponte sull asse Nord-sud sarà pronto per la fine del prossimo anno. Tre anni e mezzo di ritardo sulla data annunciata, infatti. Si tratta, come Decaro stesso ha ricordato di un opera con 4 corsie con spartitraffico centrale e 2 piste ciclopedonali, che collegheranno la tangenziale direttamente con la zona portuale evitando che i mezzi diretti al porto attraversino la città congestionando il traffico cittadino. I lavori stanno procedendo, sono state completate il 40% delle opere infratrutturali e contiamo di completare il ponte entro dicembre Una lunga storia di permessi, perizie di varianti e inevitabili ritardi, quella del ponte, i cui lavori sono iniziati proprio quando Decaro era assessore alla Mobilità della prima Giunta Emiliano. Il ponte è stato progettato da un gruppo di professionisti con capofila lo studio Carlo Fernandez Castaldo, di Madrid e costerà circa 32 milioni. Servirà, come ha ricordato Decaro, a snellire il traffico in entrata e in uscita, bypassando l arteria di via Tatarella. Per la costruzione dell opera, tra le altre cose, è stato necessario lo spostamento del mercato del lunedì di via Tommaso Fiore (cosa che ha contrariato non poco i residenti) ed è stata necessaria la totale revisione della viabilità intorno al Tribunale di via Nazariantz. Le perizie connesse, poi, ai sistemi anti-sismici, passate dall ex Genio civile alla Provincia, hanno fatto perdere ulteriore tempo. Adesso la speranza è che, dopo l ennesima data annunciata (dopo il 2012 si era parlato anche del 2013 ma non è stato possibile mantenere la parola) quella della fine del 2015 sia davvero la data definitiva. (a.c.)

15 Giovedì 25 settembre 2014 EPolis Bari 15 UN INFORMATIVA PER I NUOVI ASSESSORI Il 6 ottobre giunta monotematica su Punta Perotti Commissione Istruzione sul trasporto scolastico I problemi connessi al trasporto in questa primissima fase di anno scolastico saranno esaminati oggi, alle 9, in una riunione della Commissione Istruzione, alla quale è stato invitato a partecipare anche il sindaco Antonio Decaro. Occorre fare il punto ed ascolteremo i dirigenti che hanno lamentato i primi problemi spiega Marco Bronzini (Pd). BARI COMUNE n PER IL MANAGER INFONDATO CONFLITTO DI INTERESSI Maratona in Consiglio previste tre sedute (e Di Paola può restare) Una riunione informale per fare il punto sulla situazione, una serie di informative e relazioni per avere un quadro chiaro e lunedì 6 ottobre una seduta monotematica della Giunta interamente dedicata alla questione: è questa la tabella di marcia fissata ieri dal direttore generale del Comune Vito Leccese sulla questione Punta Perotti. Abbiamo spiegato alla nuova Giunta quale sia lo stato dell arte - ha spiegato Leccese - nel corso di una riunione che abbiamo tenuto, poi saranno necessari gli approfondimenti curati dalle ripartizioni e infine la seduta in Giunta. Si tratta, in sostanza, di avere un quadro preciso del destino di quei suoli, solo in parte restituiti alle imprese costruttrici. Il punto focale è, naturalmente, il parco che dovrebbe essere reso alle imrpese Matarrese che, però, per il momento hanno declinato l offerta. Su quei suoli, là dove una volta sorgeva il complesso edilizio abbattuto nel 2006, infatti, ora sorge il parco che non dovrebbe essere toccato. Si parla, infatti, di altri suoli per la restituzione. (a.c.) Al via la maratona in Consiglio comunale con ben tre sedute in programma entro la fine del mese. Si comincia oggi, alle 9.30 (sulla puntualità dell orario di inizio dei lavori il presidente Pasquale Di Rella ha promesso fermezza assoluta) con la discussione sulle linee programmatiche enunciate, nel corso di una tra le ultime sedute, dal sindaco Antonio Decaro. Deadline per la fine dell esame fissato alle 17, quando Decaro dovrà lasciare l aula per un impegno politico a Trani (è atteso alla riunione dei cosiddetti renziani della prima ora ). I lavori proseguiranno comunque ma, se la discussione sulle linee programmatiche non dovesse essere terminata, riprenderà domani (ancora con inizio alle 9.30). La seduta di domani, però, sarà prettamente incentrata sull esame delle linee di indirizzo per le nomine dei rappresentanti del Comune in aziende, enti, società, istituzioni ed altri organismi e, naturalmente, è attesa battaglia tra maggioranza e opposizioni. Terzo appuntamento, infine, per martedì 30, quando, alle è stata fissata la seduta dedicata al Bilancio che procederà con il seguente ordine del giorno: esame di un debito fuori Bilancio, del Piano triennale delle Opere pubbliche 2014/2016 e del Bilancio previsionale In coda sarà esaminata l infondatezza della decadenza del consigliere Mimmo Di Paola (Impegno civile). Come si ricorderà, Di Paola è stato candidato alla carica di sindaco per il centrodestra. Sconfitto, è comunque entrato in Consiglio comunale ma questo, a detta di una cittadina che ha presentato una formale istanza, sarebbe in conflitto con l incarico di membro del Consiglio di reggenza della sede di Bari della Banca d Italia. Un conflitto che, a detta di quanto sostenuto dalla cittadina, porterebbe alla decadenza dello stesso Di Paola. Non la pensano così, invece, gli uffici della Segreteria generale del Comune che hanno parlato di infondatezza. La questione, comunque, sarà esaminata in Consiglio proprio in coda alla seduta del 30. (a.col.) SI INIZIA DOMENICA 12 OTTOBRE Volti al futuro il ricco cartellone del teatro Casa di Pulcinella Partirà domenica 12 ottobre con il concerto dell orchestra Musica in gioco diretta dal maestro Andrea Gargiulo e con lo spettacolo di Paolo Comentale l Opera di Pulcinella, la 27esima rassegna del Teatro Casa di Pulcinella. Stagione, quella di quest anno, che si presenta ricca di progetti e iniziative, con tante storie da raccontare e laboratori teatrali e musicali per bambini. La rassegna, dal titolo Volti al futuro, si avvale del sostegno del ministero dei Beni e delle Attività Culturali, della Regione Puglia, dell Ubi Banca Carime, del Teatro pubblico pugliese, della Provincia, dell U n i- versità di Bari, dell A s s o c i a- zione Libera, della Banca popolare di Bari, della fondazione Banca del Monte, dei presidi del Libro e dell associazione Ko i n o n i a. La stagione è stata presentata in una conferenza stampa all Arena della Vittoria alla quale hanno partecipato Silvio Maselli, assessore comunale alle Culture; Pietro Petruzzelli, titolare allo Sport e all Ambiente, Mario Desiati, scrittore. Presenti anche padre Renato Kizito Sesana, comboniano responsabile del Koinonia Children Team Kivuli; Egidio Pani, critico teatrale e Paolo Comentale, direttore artistico del teatro Casa di Pulcinella. Tra gli spettacoli in programma, il 19 ottobre c è La maestra Margherita, maestra dormigliona ; il 1,il2e il9novembre ci sarà Il viaggio di Luna ; il 16 novembre Pippi Calzelunghe, il 23 novembre il Koinonia Children Team guidato da padre Renato Kizito Sesana; il 14 dicembre Hansel e Gretel. Il costo del biglietto è di 7 euro, con ingresso gratuito per i bambini fino a 3 anni. E di 60 euro, invece, il costo dell a b b o- namento per 10 spettacoli. CAR TELLONE /PRESENTATA LA NUOVA STAGIONE Laboratorio comico al teatro Di Cagno Il teatro Di Cagno è pronto al rilancio in una veste tutta nuova. Da quest'anno, il direttore artistico Fabiano Marti specializza l'attività nella commedia brillante e nel cabaret, arricchendo la stagione teatrale non solo con la rassegna dal titolo Veni Vidi Risi - che la dice lunga sui contenuti ma anche con la creazione, per la prima volta a Bari, di un laboratorio permanente per nuovi comici. Il corso prevede lezioni di scrittura e recitazione, stage con i grandi nomi del cabaret italiano, e inserimento per i migliori nel circuito nazionale da cui pescano gli autori di Zelig, Colorado e Made in Sud. Per coloro che, invece, mostreranno una maggiore attitudine al teatro comico e brillante, sci sarà l'opportunità di entrare a far parte della neonata Compagnia Comica del Teatro Di Cagno capeggiata da Pulpito e Marti che quest'anno debutterà con il nuovo spettacolo dell'ormai consolidato duo comico. Nella stagione teatrale sarà ospitata, all'interno del foyer, la rassegna Reading che ti passa, sei appuntamenti (23 ottobre febbraio 2015) che prevedono la lettura di brani comici di grandissimi autori interpretati da Paola Arnesano, Felice Giovine, Francesco Ferretta, Fabiano Marti, Mauro Pulpito e Antonello Vannucci, accompagnati al pianoforte dal maestro Bruno Montrone. Da non trascurare gli appuntamenti con la Rassegna Cabaret Teatro, organizzata dall'associazione Sirio in collaborazione con l'echo Events, in fase di definizione, e le due serate con gli Effervescenti Naturali (da Edicola Fiore con Fiorello) il 23 novembre 2014, e con Andrea Di Marco (Cavalli Marci e Zelig) l'8 dicembre Info: 080/

16 16 EPolis Bari Giovedì 25 settembre 2014 Martedì 30 settembre al Petruzzelli debutta Il bordo vertiginoso delle cose BARI Martedì 30 settembre alle 21 al teatro Petruzzelli è in cartellone Rach 2. In programma la prima esecuzione de Il bordo vertiginoso delle cose, melologo per due voci recitanti e orchestra con musica di Fabio Vacchi, tratto dall omonimo romanzo di Gianrico Carofiglio. Voci recitanti Gianrico Carofiglio e Sara Bevilacqua. Dirigerà l Orchestra del teatro John Axelrod. I biglietti sono disponibili al botteghino del Petruzzelli, per informazioni: 080/ AMBIENTE n DEGRADO AL DI VENERE: DISCARICA A CIELO APERTO NEWS Amiu, vandali in azione Altri cassonetti bruciati, differenziata-flop Bari continua ad essere una città divisa tra i tentativi di migliorare la raccolta differenziata e i continui atti di vandalismo ai danni dei cassonetti ed è dunque un bilancio tra luci (pochissime) ed ombre (molte) quello tracciato, su vari fronti, dal presidente dell Amiu, Gianfranco Grandaliano. LA RACCOLTA. Ancora una volta i fatti smentiscono le scuse per non differenziare. Bari ha dinanzi a sé un occasione unica per compiere un salto di qualità importante, l inciviltà di alcuni non può e non deve rappresentare un ostacolo ha spiegato, sottolineando che circa 8 tonnellate di rifiuto differenziato, in particolare di organico, conferite domenica scorsa, con il divieto imposto dall ordinanza in vigore, sono andate perdute in quanto contaminate dall errato conferimento nei cassonetti destinati alla raccolta differenziata. Una quantità enorme, che rappresenta un 6% circa della raccolta media di differenziata in un fine settimana. Le zone incriminate, spiega Grandaliano sono sempre le stesse, quelle che nonostante gli inviti a differenziare e la campagna informativa, continuano a bistrattare la propria città. I VANDALI. E ancora atti di vandalismo ai cassonetti sono stati registrati nelle ultime ore. Martedì sera sono stati bruciati due cassonetti della raccolta differenziata (plastica e carta) in via Nicolai. Nelle scorse settimane simili atti vandalici si erano registrati in altre zone della città: qualche giorno addietro due cassonetti erano stati bruciati in via Zara e prima ancora, nel corso dell'estate, 5 cestini erano stati divelti e gettati nel fossato del castello svevo e 10 cassonetti bruciati e danneggiati irrimediabilmente a Poggiofranco. DI VENERE. Ed è quasi una discarica a cielo aperto l ospedale Di Venere dove l errato conferimento rende invivibili alcuni spazi della struttura. PICONE / DOPO LE SEGNALAZIONI DI EPOLIS BARI SUI RIFIUTI ABBANDONATI, SOLUZIONE... DRASTICA E in via Mariano Santo il cassonetto è sparito Volete sapere come è andata a finire con i rifiuti buttati intorno al cassonetto in via Mariano Santo? La soluzione adottata (non si è capito da chi) è stata drastica: il bidone è stato portato via. A terra, invece, sono rimasti la sporcizia, un materasso e alcune parti di mobili abbandonate ormai da giorni. Nella strada a pochi passi dal Policlinico (nota nel quartiere anche per essere la strada a senso unico con un intenso traffico in entrambi i sensi di marcia), quei pezzi di vecchi mobili ormai rischiano di diventare elementi di arredo urbano. E la storia contina. COTROLLI NEL QUARTIERE Due arresti a S. Pio trovata uniforme CC I Carabinieri del San Paolo hanno effettuato controlli al rione San Pio negli appartamenti di alcune vecchie conoscenze o persone ritenute collegate ai clan. L operazione nell ambito dei controlli dopo i recenti episodi registrati in città. In casa di un 20enne incensurato, i militari hanno trovato un revolver calibro 38 con tre cartucce oltre a 15 grammi di cocaina, 90 grammi di hashish e una ricetrasmittente. Nello scantinato, invece, hanno trovato una uniforme completa da carabiniere. Al termine di un altra perquisizione, i carabinieri hanno arrestato un 48enne con precedenti che aveva una decina di grammi eroina, alcune bottigliette di metadone e 50 cartucce calibro 38. DUE GIOVANI PAKISTANI Manette al Cara I carabinieri hanno arrestato due giovani di origini pakistane ospiti del Cara di Bari, di 24 e 23 anni, per rapina e lesioni personali aggravate. I due, nella tarda serata dello scorso 24 luglio, avrebbero aggredito con una padella un connazionale per impossessarsi di 120 euro in contanti. Sulla base delle dichiarazioni fornite da alcuni testimoni i militari sono riusciti ad identificarli e raccogliere sul loro conto numerosi elementi di responsabilità.

17 Giovedì 25 settembre 2014 EPolis Bari 17 Il paese nella tradizione il tema scelto dal comune garganico Alberona (Foggia) partecipa domenica 28 con altri ottanta paesi italiani, alla settima Festa Nazionale Plein Air, dedicata a chi ama il turismo lento, attento ai tesori dell entroterra italiano e ancora sconosciuti. Il bello è proprio andarli a scovare, senza fretta, lontano dalla bolgia e nello stile dei curiosi viaggiatori. Il paese nella tradizione è il tema della manifestazione scelto dal Comune di Alberona assieme all associazione culturale Giovani nel tempo. A SPASSO CHE SPASSO EVENTO n DOMENICA SFILATE E CIBO Festa d autunno riscoperta di Alberona n VITTORIO STAGNANI La Festa d Autunno si svolgerà sulla riscoperta delle tradizioni alberonesi e dei Monti Dauni. Domenica si comincerà alle 9,30 con una prima sfilata di carri, figuranti e animali che rappresentano i mestieri e le arti di un tempo. I costumi, gli strumenti e i saperi della civiltà contadina saranno il tema della manifestazione per illustrare il patrimonio materiale e immateriale della gente dei campi e il ciclo delle coltivazioni. Alle 12,30 ancora una sfilata e successiva esposizione dei carri. Si va a pranzo nei ristoranti e trattorie di Alberona, consigliati per la squisitezza dei piatti preparati secondo tradizione come cicatèddhe e tròcchele p'a scardèddhe, tajinèddhe p'u sanghe dòce e p'i cice, pezzèddhe, frettecèddhe p'i patane e carne a' cciopparèddhe; pietanze a base di pasta fatta in casa con verdure, legumi o con sugo di carne. Si gustano nei ristoranti alcuni dei quali dispongono anche di camere da Liberato (592368), La Villetta, anche con camere (592042), Antichi Sapori (592220), pizzeria da Gino (592369), ai Pisciarelli (592104) La Casina ( ). Prefisso Nel pomeriggio in Piazza Civetta, stand gastronomici con prodotti principi dell autunno, spettacoli musicali, reading di poesia in vernacolo. E poi visita di Alberona che, essendo Bandiera Arancione del Touring Club e uno dei borghi più belli d Italia (sono un centinaio), merita davvero l attenzione dei curiosi viaggiatori. SCHEDA / TANTO DA VEDERE A PARTIRE DALLA CHIESA MADRE DEL XVI SEC Il paese sul Monte Stilo a 730 metri SI DICE / CALABRESI IN FUGA SI RIFUGIARONO IN UN GRANDE ALBERO Una leggenda sul nome Una leggenda racconta di alcuni calabresi che, fuggiti dalla scorrerie saracene, arrivati nei territori dove poi fu fondata Alberona, avrebbero trovato riparo nel cavo di un enorme albero. Di qui il nome dato al paese che tra il 1300 e il 1312 fu dominio dei Cavalieri Templari e da questa data sino al 1794 dei Cavalieri di Malta. Alberona, dunque, è terra di poeti e di leggende, paese dell'acqua, "dea" Alberona (1.250 abitanti), sul Monte Stilo, è a 732 metri sul livello del mare. Da vedere sono la chiesa Madre o Priorale fatta costruire dal Cavalieri Templari, la chiesa di san Giuseppe (XVI sec.) con un portale in stile gotico, la chiesa di san Rocco (XVIII sec.) dove sono conservati una tela del '700 raffigurante san Francesco, statue di cartapesta della famiglia Guachi di Lecce, un organo policromo a mantice del XVII secolo. E ancora Palazzo Cassitto con giardino pensile, Palazzo e Torre del Gran Priore, anche questo costruito nel Medio Evo dai Cavalieri Templari e poi sede di quelli di Malta. Interessante anche l Antiquarium che ospita reperti della civiltà contadina (di lavoro e di vita quotidiana), della montagna e della pastorizia. I curiosi viaggiatori, alla scoperta del Centro Storico passeranno sotto arco Calabrese (di legno), l'arco dei Mille e quindi il Muralione sul panorama del Tavoliere. L'entroterra di Alberona, proprio quello che più ha contribuito al riconoscimento di Bandiera Arancione, è coperto da boschi di querce, faggi e roverelle. Nel territorio comunale è possibile fare escursioni lungo i sentieri che raggiungono il canale dei Tigli, il parco eolico, il Crocione, Monte Cornacchia. della natura alla quale il paese ha dedicato splendide fontane come la "Fontana Muta", oasi di ristoro per cavalli e viandanti dal 1824 e ci sono i "Pisciarelli": "Acqua d'i Pisciarédde, acqua strafine che cant'e ride pe' di tré cannèdde...", secondo i musicali versi del poeta alberonese Giacomo Strizzi, colui che ha reso famose le tre "cannette" da cui fuoriesce acqua limpida, gelida, dissetante. IL BORGO / ZONA FACILMENTE RAGGIUNGIBILE DA BARI CON L AUTOSTRADA A14 Bandiera Arancione a 42 km da Foggia Alberona è facilmente raggiungibile da Bari percorrendo l'autostrada A14 sino a Foggia dalla quale il bel borgo Bandiera Arancione dista 42 chilometri e 25 da Lucera. Per chi intendesse organizzare un fine settimana ad Alberona, l Appennino Dauno offre molte occasioni per visitare anche altri centri ricchi di storia e con la quiete delle antiche atmosfere paesane, in scenari paesaggistici unici. B&B Celestino ( ), Montauro ( ). I prodotti tipici di Alberona e dei Monti Dauni, sono quelli da forno, pasta fresca, salumi, olio d oliva, formaggi ovini e caprini, erbe spontanee e, a trovarla, la musciska, carne essiccata di capra. Info e prenotazioni: Comune di Alberona (Fg), via Stradale Lucera tel Pro loco tel

18 18 EPolis Bari Giovedì 25 settembre 2014 CLASSIFICA SERIE A TOP TEN MARCATORI LA 4 A GIORNATA SPOR T JUVENTUS ROMA INTER SAMPDORIA VERONA MILAN UDINESE GENOA FIORENTINA NAPOLI ATALANTA TORINO CESENA LAZIO PALERMO PARMA CHIEVO SASSUOLO EMPOLI CAGLIARI CASSANO HONDA ICARDI OSVALDO VAZQUEZ MENEZ BELOTTI CALLEJON DI NATALE GASTALDELLO PARMA MILAN INTER INTER PALERMO MILAN PALERMO NAPOLI UDINESE SAMPDORIA EMPOLI-MILAN CAGLIARI-TORINO FIORENTINA-SASSUOLO VERONA-GENOA INTER-ATALANTA JUVENTUS-CESENA NAPOLI-PALERMO PARMA-ROMA SAMPDORIA-CHIEVO LAZIO-UDINESE MARTEDÌ IERI IERI IERI IERI IERI IERI IERI IERI OGGI SERIE A n NON SI FERMA LA CRISI DEL NAPOLI: IL PALERMO AL SAN PAOLO RIMONTA FINO A 3-3 La Serie A è un affare per due Juve e Roma infilano la quarta, Inter a -4 dalla vetta n Arturo Vidal: con una doppietta ha steso il Cesena La Sampdoria batte il Chievo e conquista il terzo posto con i nerazzurri e il Verona. Si fa dura per Zeman: Cagliari sempre più ultimo n Miralem Pjanic: suo il 2-1 della Roma al Parma MONDIALI DI VOLLEY Azzurre show 3-0 anche alla Croazia ITALIA PRIMA NEL GIRONE A PUNTEGGIO PIENO. E OGGI C E L ARGENTINA Una doppietta di Vidal e una perla su punizione di Pjanic consentono a Juve e Roma di mantenere imbattute e a punteggio pieno la testa della classifica. Quattro su quattro senza colpo ferire per le signore del campionato. Più facile il successo della Juve col Cesena, più complicato quello romanista che subisce il primo gol, ma le due capolista procedono appaiate verso lo scontro diretto del 5 ottobre. Si acuisce la crisi del Napoli che si porta 2-0 col Palermo che poi rimonta e grazie a una difesa partenopea inguardabile conquista un 3-3 finale che vale un punto. Convince l'inter battendo 2-0 l'atalanta mentre nuovo passo falso della Fiorentina che non va oltre lo 0-0 in casa col Sassuolo. Vince la Samp e si porta al terzo posto, pari del Verona in casa mentre il Cagliari di Zeman cede in casa al Torino e per il boemo cominciano i problemi. La Juve lascia fuori Tevez e Pogba, spazio a Giovinco ma il Cesena garibaldino delle prime gare sparisce di fronte alle cadenze bianconere. Il rigore è generoso e Vidal rischia anche di sbagliarlo, ma i bianconeri non mollano la presa e il cileno raddoppia nella ripresa con un gran tiro da fuori. Giovinco migliore in campo senza gol, poi il sigillo di Lichtsteiner. La Roma senza otto titolari e una difesa greca con esordio di Holebas tiene palla e controlla, poi passa con un'invenzione di Totti che regala un assist al bacio per Ljajic che è freddo nel trasformare. Ma c'è un calo nella ripresa e De Ceglie di testa pareggia, poi molte occasioni che non vengono sfruttate tra cui una prodezza di Felipe che toglie la conclusione a Florenzi. Alla fine una prodezza di Pjanic su punizione regala i tre punti a Garcia. L'Inter sbaglia un rigore col rientrante Palacio poi si infortuna Icardi che cede il posto a Osvaldo che segna con un'acrobazia che fa parte del suo repertorio. Alla distanza una splendida punizione di Hernanes confeziona il 2-0 sull'atalanta. All'inferno e ritorno per i tifosi del Napoli: partenopei sembrano bastonare subito il Palermo con un colpo di testa di Koulibaly e una puntata di Zapata, poi difesa groggy che subisce il pari con Belotti e Barreto ma Callejon rimette le cose a posto. Alla distanza però nuovo blackout difensivo e Belotti non perdona per il pari. La Fiorentina, che deve rinunciare anche a Gomez, è spuntata e un po' sfortunata, ma il Sassuolo tiene bene il campo e conquista un punto importante. Il lanciato Verona rischia la sconfitta in casa col Genoa, protetto da tante prodezze di Perin. Poi sale in cattedra Matri con una doppietta e la gara sembra chiusa, ma Tatchsidis e Ionita (al secondo centro consecutivo) riportano la gara in pari. Una prodezza di Gastaldello spiana la strada alla Samp per conquistare tre punti preziosi prima del derby: i liguri raddoppiano con Romagnoli poi Paloschi rimette in corsa il Chievo, ma ormai è tardi. Si fa difficile la situazione di Zeman: il Cagliari avanti con Cossu, poi il Torino prende in mano la gara e passa con Glik e Quagliarella. Nella ripresa i sardi non recuperano e restano da soli in fondo alla classifica. Prosegue a punteggio pieno il cammino dell'italia ai Mondiali femminili di volley. Dopo la Tunisia, infatti, la squadra di Bonitta liquida con un 3-0 anche la Croazia che ha impensierito le azzurre soltanto nel primo set, per poi cedere alla distanza. In avvio si combatte punto a punto, grazie anche alla battuta croata che dà fastidio alla squadra di casa. Si arriva così al primo time out sull'8-6 per le azzurre. Poi la Centoni e la Piccinini regalano all'italia il +5 (7-12), costringendo l'allenatore delle avversarie, Vercesi, a chiamare un altro time-out. Il brasiliano è scatenato a bordo campo ed esulta per ogni punto delle sue, che giocano bene a muro, ricuciono il distacco e passano in vantaggio (16-15). Le azzurre sembrano scosse. Il PalaLottomatica di Roma prova a suonare la carica, Bonitta cambia quindi la Lo Bianco per la Signorile e si affida ai centimetri della Diouf, ma il copione non cambia. Dentro quindi anche la Costagrande per la Del Core. Le croate incremen- FORMULA 1 / PER IL QUOTIDIANO MARCA NON SONO PREVISTE PENALI PER IL PILOTA ASTURIANO In Spagna sicuri: Alonso può lasciare la Ferrari n Fernando Alonso Alonso può lasciare la Ferrari quando vuole : lo scrive Marca sull'edizione online aggiungendo che il pilota asturiano è libero di accasarsi altrove (Mercedes, McLaren?) "senza pagare alcuna penale". All'indomani del ribaltone in casa Ferrari e dei continui mal di pancia palesati dal due volte campione del mondo ancora una volta ai piedi del podio a Singapore, il quotidiano spagnolo analizza la situazione contrattuale della prima guida di Maranello (in scadenza nel 2016), ventilando un addio ormai prossimo, e soprattutto consensuale. In casa Ferrari, scrive Marca, sta crescendo il malcontento. Lo spagnolo tuttavia continua a piacere a Marchionne, conclude il quotidiano, ma ciò non ha impedito ai manager di Maranello di parlare con Vettel e Ricciardo. n Cinesi ancora vincenti: 3-0 all Azerbaijan

19 Giovedì 25 settembre 2014 EPolis Bari 19 Ciclismo / Wiggins campione del mondo di crono Detronizzato Martin, Malori (6 ) il primo italiano Il corridore britannico Bradley Wiggins è il nuovo campione del mondo nella cronometro individuale. Con una gara perfetta il ciclista della Sky ha detronizzato il tre volte campione del mondo Toni Martin. Nella crono di 47,10 km sulle strade spagnole di Ponferrada, Wiggins ha staccato il rivale tedesco di 26 secondi. Il terzo posto è andato all'olandese Tom Dumoulin, staccato di 40 secondi. Il primo degli italiani Danilo Malori, è giunto sesto con 1'11'' di ritardo. Milan: van Ginkel un mese di stop? Marco van Ginkel, infortunato martedì in Empoli-Milan, "ha riportato un trauma distorsivo alla caviglia destra con interessamento legamentoso si legge in un comunicato del Milan. Rischia uno stop di circa un mese. SPOR T n Jonathan festeggia il gol dell 1-0 di Osvaldo FC BARI 1908 n IL PRESIDENTE STANCO DEI DUBBI SULLA PROPRIETÀ Rotenberg e il sequestro Paparesta: solo fantasie n Ancora festa per le Azzurre del Volley tano il vantaggio (20-16) grazie ai punti della Poljak, ma la risposta italiana c'è e le ragazze di Bonitta riescono a riportarsi avanti, aggiudicandosi il set con un ace della Piccinini (24-26). All'inizio del secondo set, il ct campione del 2002 rimette in campo la Lo Bianco e l'italia riprende a condurre, portandosi sull'8-16. Distacco che le slave riescono soltanto a rosicchiare parzialmente. Il sestetto azzurro, infatti, resta concentrato e con le schiacciate della Chirichella e della Piccinini (migliori realizzatrice con 12 punti), sfrutta gli spazi lasciati dalla avversarie, portandosi sul 2-0. In avvio del terzo set le azzurre partono ancora forte e la squadra di Bonitta chiude in scioltezza (25-11). Ma c'è poco tempo per festeggiare: oggi le azzurre torneranno in campo contro l'argentina, alla ricerca del primo successo del torneo, dopo il 3-0 rimediato dalla Germania. Lo faranno a punteggio pieno e da prime del girone A, davanti alla Repubblica Dominicana (5 punti) che ha battuto la Tunisia. LE SFIDE DEL POOL D AL PALAFLORIO A Bari Cina indomabile Ok Giappone e Porto Rico La Cina continua a far festa a Bari, dove al PalaFlorio si sta giocando il Pool D del Mondiale di Volley Femminile. La Nazionale guidata da Ping Lang ha infatti battuto con un netto 3-0 l'azerbaijan conquistando il primato nel girone. Nel pomeriggio vittoria anche per il Giappone, per 3-1 contro il Belgio. In serata festa per Porto Rico con un rotondo 3-0 a Cuba. Oggi altre tre sfide. n MAURIZIO SPACCAVENTO Se sono infastidito? Mi infastidisce questa ricerca spasmodica di problemi intorno al Bari quando ci dovrebbe essere una volontà comune di vedere le cose positive. Però ci può stare perché mi fa capire anche che l interesse è legato al fatto che parliamo di una società di una certa importanza. Il presidente del Bari, Gianluca Paparesta, è tornato suo malgrado sulla vicenda Rotenberg, i nome più volte accostato alla società biancorossa. Lo ha fatto dopo che il corrispondente dell'agenzia nazionale russa New Day News, Vsevolod Gnetii, ospite della trasmissione di Giovanni Minoli Mix24 su Radio24, ha commentato così lo stop in Italia ai beni dell oligarca Arkady Rotenberg nell ambito delle restrizioni europee alla Russia per il caso Ucraina: Secondo indiscrezioni di stampa, compresa La Repubblica, Rotenberg sarebbe proprietario anche del Bari. Che farà la Guardia di Finanza, sequestra il Bari?. Forse solo una battuta, forse qualcosa in più. In ogni caso una frase che, rilanciata dall Ansa, ha inevitabilemente scritto una nuova tappa della vicenda iniziata ancor prima della nascita dell FC Bari Presidente, quella dei Rotenberg è una telenovela senza fine? Ho pensieri più importanti in questo momento, legati all andamento della squadra che deve andare in una certa maniera, piuttosto che pensare a queste dicerie che sono totalmente prive di fondamento. Per chi avesse perso le puntate precedenti, com è andata realmente? I Rotenberg sono dei soggetti che erano stati contattati ed avevano espresso un interesse come tanti altri, ma poi l operazione non si è concretizzata né con i Rotenberg, né con altri. Siamo riusciti a farla da soli, come detto più volte. Eppure, prima delle ultime voci, recentemente, erano emerse altre indiscrezioni secondo le quali ai due fratelli russi il Bari non sarebbe mai interessato. Delle due l una: o non hanno mai avuto interesse o sono i reali proprietari. Tesi contraddittorie e singolari. Ribadisco: l interesse c è stato ed è innegabile, ma poi non si è andati oltre e l operazione l ho fatta da solo. Si può considerare chiusa la pista russa? Per come si è sviluppata, credo che sia una vicenda esaurita definitivamente, anche se non si può mai sapere. Per il momento è tutto chiuso: non c è né interesse a cedere le quote, né c è nessuno che è interessato. Nessuna possibilità di fraintendimento. Non c è una volontà di vendere, né ai Rotenberg, né a chiunque altro. Più amareggiato da queste voci che continuano nonostante le sue ripetute precisazioni o dai risultati del campo come l ultimo a Vicenza? Il campionato è lunghissimo e non credo che questo sia il momento di fare bilanci o tirare delle somme. E chiaro che bisogna porre più attenzione su tutto. Per le valutazioni è decisamente prematuro. Sono infastidito dalla continua ricerca di aspetti negativi, ma ora sono più concentrato a pensare alle questioni sportive n Arkady Rotenberg CALCIO VIOLENTO / IL BUS FERMATO IN AUTOSTRADA Denunciati i 53 tifosi del Daspo a Frosinone Denunciati 53 tifosi del Bari per gli incidenti avvenuti sull'a1 in Ciociaria dopo la partita giocata a Frosinone lo scorso 13 settembre. Gli agenti della Digos della Questura di Frosinone, coordinati dal dirigente Cristiano Bertolotti, hanno proceduto alle denunce dopo una complessa attività investigativa. Diverse le ipotesi di reato: blocco stradale, lancio o utilizzo di materiale pericoloso, possesso di artifizi pirici, lesioni personali gravi a Pubblico Ufficiale, violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale e danneggiamento e minaccia aggravata. Gli agenti hanno anche individuato ulteriori specifiche responsabilità nei confronti di cinque dei cinquantatré tifosi baresi. Due dovranno rispondere, in concorso, di lesioni personali nei confronti di un'automobilista di Frosinone. Per i tifosi del Bari coinvolti negli incidenti era già stato emesso, per la prima volta in Italia, il provvedimento Daspo di gruppo, il divieto di assistere alle manifestazioni sportive. Un 38enne sostenitore della squadra pugliese è accusato di istigazione a delinquere perché, secondo la polizia, avrebbe assunto, con la propria condotta, la direzione dei tifosi, rifiutando l'esecuzione dei legittimi ordini del funzionario di polizia di risalire sul pullman e continuando ad istigare gli altri tifosi all'illecita condotta. Un 41enne deve invece rispondere violenza e minaccia nei confronti dell'autista del pullman per averlo costretto,secondo la Questura di Frosinone, a non fermarsi nella località indicata per il concentramento dei pullman al fine di eludere ogni controllo di polizia. Nei confronti di alcuni tifosi sono state adottate misure più severe con Daspo per cinque anni e obbligo di firma per lo stesso periodo. La polizia sta svolgendo ulteriori indagini.

20 20 EPolis Bari Giovedì 25 settembre 2014 CULTUR A & SPET TACOLI Ultima stagione di Servizio Pubblico annuncio di Santoro su facebook Voi sapete che io ho sempre sentito la necessità di battere strade nuove e per questo motivo ho deciso che questa sarà l'ultima stagione di Servizio Pubblico. Così Michele Santoro, su Fb in una lettera rivolta al pubblico nella quale rivendica come per la prima volta una produzione indipendente è riuscita a fare a meno delle grandi reti generaliste e per competere alla pari con le grandi tv e afferma di non condividere la scelta di riempire all'inverosimile la programmazione di trasmissioni d'approfondimento. CINEMA n IL REGISTA: ONORATO, MA È ANCHE UNA GRANDE RESPONSABILITÀ Oscar: l Italia ci vuol riprovare con Il capitale umano di Virzì n FRANCESCO GALLO Per Paolo Virzì e il suo Il capitale umano è grande sfida. Essere candidati all'oscar per l'italia, l'anno dopo la vittoria de La grande bellezza di Paolo Sorrentino non è facile. E così fa bene a dire il regista, che ha ricevuto la notizia in un giorno davvero brutto, quello dei funerali della mamma Franca Antongiovanni: ''E' una grande responsabilità quella di rappresentare il nostro paese in un momento così complicato e vivo del nostro cinema''. Insomma, dopo aver vinto tutto il possibile (sette David di Donatello, sette Nastri d'argento, Il Globo d'oro per il miglior film e al Tribeca Film Festival, migliore attrice a Valeria Bruni Tedeschi) ora Il capitale umano dovrà vedersela con un agguerrito drappello di film. Per citarne solo alcuni dei più temibili concorrenti: per il Belgio scenderà in campo Due giorni, una notte di Luc e Jean-Pierre Dardenne; per la Francia il patinato Saint Laurent di Bertrand Bonello; per Israele Gett: The Trial of Vivian Amsalem di Ronit e Shlomi Elkabetz d e- dicato alle donne israeliane alle quali non viene concesso il divorzio dai mariti; per la Polonia lo stupendo Ida di Pawel Pawlikowski che mette a confronto una donna anche troppo navigata e una novizia solo purezze; per la Svezia, Tu r i s t di Ruben Oestlund, Premio della Giuria in Un Certain Regard al Festival di Cannes 2014 e per la Turchia, infine, il plumbeo e cerebrale Il regno d'inverno - Winter Sleep di Nuri Bilge Ceylan (Palma d'oro Cannes 2014). Il capitale umano ha dalla sua il fatto che è un film dal taglio internazionale in quanto parla di crisi. In più il film è il libero adattamento di un libro dello scrittore americano Stephen Amidon che racconta i problemi economici degli States (un connubio tra Virzì e Amidon che sembra si sta rinnovando per la prossima opera). E ancora parla a favore del film, il fatto che ha incassato ben 6 milioni e mezzo ed è stato venduto in 35 paesi. Di scena le velleità di un oscuro e pavido immobiliarista della Brianza, Dino Ossola (Fabrizio Bentivoglio), che sogna di fare il salto nel mondo della finanza. Padre di una figlia, Serena (Matilde Gioli), e con una fedele compagna psicologa (Valeria Golino) in attesa di due gemelli, l'uomo non manca di indebitarsi quando si ritrova amico di un famoso e straricco finanziere come Giovanni Bernaschi (un freddo e spietato Fabrizio Gifuni). Ma poi un misterioso incidente, in una notte gelida alla vigilia delle feste di Natale, complica tutto e fa emergere la miseria di un'italia senza valori e dignità dove conta solo il denaro. Tra gli interpreti: Valeria Bruni Tedeschi nei panni della moglie di Bernaschi, ex attrice senza talento e ora svampita signora con velleita' da mecenate, e Luigi Lo Cascio, professore meridionale, tutto entusiasmo e piccineria. Un uomo pronto a mettere in campo la sua ostentata cultura al seguito di un progetto della bella moglie di Bernaschi. Insomma, un film forte, pieno di dramma, realtà e dark humour che racconta di un'italia cialtrona, di finanzieri truffaldini e gente 'piccola-piccola' che ha voglia di fare i soldi, costi quel che costi. Chissà forse a Hollywood qualcuno ci si riconoscerà. I 400 colpi di François Truffaut Il nuovo iphone 6 Plus si piega lamentele degli utenti sul web questa sera CINEMA ABC / BARI CINEMA OPERA / BARLETTA domani CINEMA IL PICCOLO / BARI settembre CINEMA SPLENDOR / BARI dautore.apuliafilmcommission.it facebook.com/circuitodautore D Autore anche per questa stagione riconferma la collaborazione con la Cineteca di Bologna riproponendo classici restaurati che hanno fatto la storia del cinema. Si parte con la meravigliosa opera prima di François Truffaut Les 400 coups che, premiato per la miglior regia al Festival di Cannes del 1959, contribuì al lancio della Nouvelle Vague. Dopo l'antenngate di qualche anno fa, per il nuovo iphone spunta il bendgate. Il nuovo melafonino è nei negozi da pochissimi giorni e diversi utenti raccontano di essersi ritrovati col dispositivo piegato dopo averlo tenuto in tasca per diverse ore. Le lamentele riguardano soprattutto il modello più grande, l'iphone 6 Plus da 5,5 pollici, considerata la vera novità dell'azienda di Cupertino, molto gettonato anche nei preordini online in Italia. "L'iPhone 6 Plus è stato circa 18 ore nella mia tasca, di cui gran parte trascorse seduto. Poggiandolo sul tavolino ho notato che era leggermente distorto", scrive sul sito statunitense MacRumors, che ha raccolto alcune testimonianze, un ragazzo che racconta di averne fatto un uso intensivo. Sul web se ne parla, tanto che su Twitter è comparso l'hashtag #bendgate, in memoria dell'antennagate che diversi anni fa aveva interessato l'iphone 4.

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE»

MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» RASSEGNA STAMPA MANIFESTAZIONE «CONTRO LE MAFIE» A cura di Agenzia Comunicatio COMUNICATO STAMPA MAFIA CAPITALE: DALLE ACLI DI ROMA APPREZZAMENTO PER LA MANIFESTAZIONE DEL 3/9 "CONTRO LE MAFIE" AL TUSCOLANO

Dettagli

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà 864 QUANTITATIVE EASING I principali commenti delle testate internazionali e nazionali

Dettagli

Attentato di Parigi. 13 novembre 2015. Documento del corso Relazioni Internazionali

Attentato di Parigi. 13 novembre 2015. Documento del corso Relazioni Internazionali Attentato di Parigi 13 novembre 2015 Documento del corso Relazioni Internazionali Il lavoro della sezione RIM è finalizzato a sostenere la Pace tra i Popoli PEACE NOT WAR I FATTI Gli attentati del 13 novembre

Dettagli

COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015

COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015 COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015 COMUNE DI ANZOLA Venerdì, 23 gennaio 2015 Politica locale 23/01/2015 La Repubblica (ed. Bologna) Pagina 7 SILVIA BIGNAMI Riforme, i renziani ai dissidenti Pd:

Dettagli

SOMMARIO DEL 19 LUGLIO 2012. Cassa a Pomigliano, colpa del mercato. Alla Fiat di Pomigliano due settimane di stop

SOMMARIO DEL 19 LUGLIO 2012. Cassa a Pomigliano, colpa del mercato. Alla Fiat di Pomigliano due settimane di stop SOMMARIO DEL 19 LUGLIO 2012 Corriere della Sera Uff.Stampa Fismic La Stampa Agi Asca Gr1/TM News Prima Pagina Cassa a Pomigliano, colpa del mercato Alla Fiat di Pomigliano due settimane di stop Fismic,

Dettagli

Quirinale, grazia al Cav? 'Segno di analfabetismo'

Quirinale, grazia al Cav? 'Segno di analfabetismo' http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/daassociare/2013/03/19/pd-verso-speranza-zanda-capigruppo-camera-senato_8425205.html Pagina 1 di 5 Il sito Internet dell'agenzia ANSA Speciali Quirinale, grazia

Dettagli

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia

Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Elezioni Regionali. A rischio la proclamazione degli eletti in Puglia Rischia di slittare la proclamazione degli eletti al Consiglio Regionale della Puglia a causa della scorretta trascrizione e conseguente

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

1 di 2 10/07/2009 17.19

1 di 2 10/07/2009 17.19 1 di 2 10/07/2009 17.19 Lunedì 13 dibatti alla Camera sui crisi e pari opportunità Venezia, domani seminario Cgil su federalismo fiscale Banche: Falcri-Confsal, valorizzare dipendenti per rapporto virtuoso

Dettagli

VITA, MORTE E MIRACOLI DELL ARTICOLO 18 DELLO STATUTO DEI LAVORATORI

VITA, MORTE E MIRACOLI DELL ARTICOLO 18 DELLO STATUTO DEI LAVORATORI a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà 768 VITA, MORTE E MIRACOLI DELL ARTICOLO 18 DELLO STATUTO DEI LAVORATORI 18 settembre

Dettagli

Sequestro Confisca Lavoro: conversazione sulla legalità alla presenza del Ministro Alfano

Sequestro Confisca Lavoro: conversazione sulla legalità alla presenza del Ministro Alfano Sequestro Confisca Lavoro: conversazione sulla legalità alla presenza del Ministro Alfano Il convegno, svoltosi ad Acireale il 27 febbraio 2015 per iniziativa della Diocesi di Acireale assieme alla Associazione

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il delitto Custra e la fuga a Rio. Il latitante Mancini ora è libero, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta

Dettagli

SPECIALE 2X1000. APPELLO AL CETO MEDIO Destinate il vostro due per mille a Forza Italia entro il 30 settembre!

SPECIALE 2X1000. APPELLO AL CETO MEDIO Destinate il vostro due per mille a Forza Italia entro il 30 settembre! SPECIALE 2X1000 APPELLO AL CETO MEDIO Destinate il vostro due per mille a Forza Italia entro il 30 settembre! PASSAPAROLA! Ti ricordiamo di indicare la quota del 2x1000 Irpef in favore di Forza Italia

Dettagli

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese

SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese SPECIALE RIENTRO NELLA SCENA POLITICA DI SILVIO BERLUSCONI Il Presidente di Forza Italia alla scuola di formazione politica Forza Futuro, a Calvagese della Riviera. L intervento del nostro leader in 20

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO. ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato

INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO. ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato INTERVENTO DELLA SIG.RA MINISTRO ALLA SCUOLA UFFICIALI CARABINIERI (Roma, 11 febbraio 2015) Fa fede l intervento effettivamente pronunciato Signor Presidente del Consiglio, Autorità civili, militari e

Dettagli

La Rassegna Stampa di FederLab Italia

La Rassegna Stampa di FederLab Italia Rassegna Stampa del 06.06.2011 - a cura dell Ufficio Stampa di FederLab Italia Il ministro; «Modello ai riferimento per il Paese» Fazio ora torna a lodare il sistema sanitario siciliano PALERMO

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

Rassegna del 05/10/2015

Rassegna del 05/10/2015 Rassegna del 05/10/2015 INDICE RASSEGNA STAMPA Rassegna del 05/10/2015 Si parla di noi Avvenire 30/09/2015 p. 2 IL PAPA CONFORTA L'IMPEGNO CON L'AFRICA Mario Raffaelli 1 Corriere Del Trentino 01/10/2015

Dettagli

LA RIVOLUZIONE FRANCESE. Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie di persone :

LA RIVOLUZIONE FRANCESE. Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie di persone : LA RIVOLUZIONE FRANCESE In Francia la società è divisa in tre ordini o stati: 1) Nobiltà 2) Clero 3) Terzo Stato Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie

Dettagli

LA GRANDE GUERRA sui media

LA GRANDE GUERRA sui media LA GRANDE GUERRA sui media 1 IL CENTRO http://ilcentro.gelocal.it/pescara/cronaca/2015/11/21/news/marini-la-grande-guerra-e-il-terrorismo- 1.12485624 Il CENTRO 22 novembre 2015 2 Il Messaggero 22 novembre

Dettagli

LA CASA BIANCA Ufficio stampa. PER PUBBLICAZIONE IMMEDIATA 1 dicembre 2009 FOGLIO INFORMATIVO: IL CAMMINO FUTURO IN AFGHANISTAN E PAKISTAN

LA CASA BIANCA Ufficio stampa. PER PUBBLICAZIONE IMMEDIATA 1 dicembre 2009 FOGLIO INFORMATIVO: IL CAMMINO FUTURO IN AFGHANISTAN E PAKISTAN LA CASA BIANCA Ufficio stampa PER PUBBLICAZIONE IMMEDIATA 1 dicembre 2009 FOGLIO INFORMATIVO: IL CAMMINO FUTURO IN AFGHANISTAN E PAKISTAN LA NOSTRA MISSIONE Il discorso del Presidente riafferma l obiettivo

Dettagli

Gli attentati di Parigi. Indagine Demos & Pi

Gli attentati di Parigi. Indagine Demos & Pi Gli attentati di Parigi Indagine Demos & Pi Rapporto, 20 novembre 2015 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato realizzato da Demos & Pi per La Repubblica, con il contributo di Intesa Sanpaolo. La rilevazione

Dettagli

PARTITO DEMOCRATICO ZONA ADDA - MARTESANA

PARTITO DEMOCRATICO ZONA ADDA - MARTESANA La Federazione Metropolitana ha avviato un percorso di coinvolgimento dei territori, in vista della elezione nel 2016 del Sindaco di Milano e di tanti altri Sindaci in Comuni dell area metropolitana (per

Dettagli

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale

Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una. vera Europa sociale ed un altra politica industriale Seminario Fiom-Cgil: Riprendere il cammino dello sviluppo si può: serve una vera Europa sociale ed un altra politica industriale Roma Camera dei Deputati 14 Gennaio 2015 Maurizio LANDINI segretario generale

Dettagli

La manovra del governo Monti

La manovra del governo Monti 1 La manovra del governo Monti La manovra del governo Monti realizza un intervento di dimensioni sostanzialmente costanti, tra i 20 e i 21 miliardi, in ciascuno degli anni del triennio 2012-2014 (20,185

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

Traduzione dal romeno

Traduzione dal romeno Traduzione dal romeno Ziua pag. 3 Il Presidente della Commissione per Problemi d Immigrazione del Parlamento italiano, Sandro Gozi, ammonisce che, se la situazione continua, l Italia adottera misure dure

Dettagli

Femminicidio, da Bongiorno e Carfagna proposta di legge per l ergastolo

Femminicidio, da Bongiorno e Carfagna proposta di legge per l ergastolo Femminicidio, da Bongiorno e Carfagna proposta di legge per l ergastolo Le parlamentari di Fli e Pdl propongono di modificare le aggravanti dell'omicidio quando la violenza nasce da un atteggiamento discriminatorio".

Dettagli

"Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili

Macerie dentro e fuori, il libro di Umberto Braccili La presentazione venerdì 14 alle 11 "Macerie dentro e fuori", il libro di Umberto Braccili "Macerie dentro e fuori" è il libro scritto dal giornalista Umberto Braccili, inviato della Rai Abruzzo, insieme

Dettagli

CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015

CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 24 dicembre 2015 24/12/2015 Gazzetta di Modena Pagina 4 L' industria riparte ad ottobre 1 24/12/2015 Gazzetta di Modena Pagina 10 «Conad cresce,

Dettagli

1 di 5 11/01/2012 0.30

1 di 5 11/01/2012 0.30 1 di 5 11/01/2012 0.30 HOME S.O.S. CORRIERE S.O.S. AVVOCATO GALLERIA NUMERI UTILI JOB CONTATTI PUBBLICITÀ ATTUALITÀ CONCORSI COMMERCIO ANIMALI VINO SCUOLA INCHIESTE SANITÀ ITALIA SALUTE SOCIALE EVENTI

Dettagli

27/11. Il Mattinale. Al diavolo la decadenza BERLUSCONI: Riconquistiamo l Italia! Speciale Manifestazione. ore 18.00

27/11. Il Mattinale. Al diavolo la decadenza BERLUSCONI: Riconquistiamo l Italia! Speciale Manifestazione. ore 18.00 Il Mattinale Roma, mercoledì 27 novembre 2013 27/11 ore 18.00 a cura del Gruppo Forza Italia-Pdl alla Camera Speciale Manifestazione Al diavolo la decadenza BERLUSCONI: Riconquistiamo l Italia! Mentre

Dettagli

INFORMAZIONI SULL ISIS

INFORMAZIONI SULL ISIS INFORMAZIONI SULL ISIS Brevi linee di storia da Maometto all ISIS 1 2 3 L ISIS OGGI 4 IL MEDIO ORIENTE Superficie Italia kmq. 300.000 Superficie Iraq kmq. 430.000 Superficie Iran kmq. 1.640.000 Superficie

Dettagli

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Alfredo Bertelli Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Il convegno organizzato oggi dalla Prefettura di Bologna rappresenta un occasione importante di confronto. Proprio per

Dettagli

C'è, e anche questo c'entra molto con la crisi che stiamo vivendo, una questione ambientale con la quale anche il sindacato deve fare i conti.

C'è, e anche questo c'entra molto con la crisi che stiamo vivendo, una questione ambientale con la quale anche il sindacato deve fare i conti. Un saluto e un ringraziamento a tutti e a tutte voi che avete voluto essere qui questa mattina a partire dalle autorità e dai rappresentanti delle istituzioni presenti. Ricorre quest'anno il 120esimo anniversario

Dettagli

In memoria di Guido Martinotti II FORUM DELL AGENDA URBANA ITALIANA

In memoria di Guido Martinotti II FORUM DELL AGENDA URBANA ITALIANA Consiglio italiano per le Scienze Sociali Italiadecide Intergruppo parlamentare per l Agenda urbana presentano In memoria di Guido Martinotti II FORUM DELL AGENDA URBANA ITALIANA Seminario 23 gennaio 2013

Dettagli

FRANCO DANIELI : NON C'E' CONTINUITA' CON LA POLITICA ESTERA DI BERLUSCONI di Silvia Garnero in collaborazione con http://www.italianosenamerica.

FRANCO DANIELI : NON C'E' CONTINUITA' CON LA POLITICA ESTERA DI BERLUSCONI di Silvia Garnero in collaborazione con http://www.italianosenamerica. FARONOTIZIE.IT Anno II - n 11 Febbraio 2007 Redazione e amministrazione: Scesa Porta Laino, n. 33 87026 Mormanno (CS) Tel. 0981 81819 Fax 0981 85700 redazione@faronotizie.it Testata giornalistica registrata

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO MAROTTA

DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO MAROTTA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 738 DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

FRANCIA: LE MOTIVAZIONI DELL INTERVENTO IN MALI

FRANCIA: LE MOTIVAZIONI DELL INTERVENTO IN MALI Sede legale e amministrativa: Palazzo Besso - Largo di Torre Argentina, 11-00186 Roma Sede secondaria: Largo Luigi Antonelli, 4-00145 Roma Web: www.ifiadvisory.com; Mail: info@ifiadvisory.com Umberto Profazio

Dettagli

SANITÀ: A FEBBRAIO SCIOPERI MEDICI FAMIGLIA FIMMG CONTRO MANOVRA

SANITÀ: A FEBBRAIO SCIOPERI MEDICI FAMIGLIA FIMMG CONTRO MANOVRA SANITÀ: A FEBBRAIO SCIOPERI MEDICI FAMIGLIA FIMMG CONTRO MANOVRA Roma, 14 gen. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - I medici di famiglia della Fimmg pronti a dare battaglia contro gli effetti della manovra 'salva-italià

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Giugno 2013 Livello: A2 per Stranieri di Siena Centro CILS : Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi. Sono brevi dialoghi o annunci. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Rassegna Stampa. Venerdì 11 Aprile 2014

Rassegna Stampa. Venerdì 11 Aprile 2014 Rassegna Stampa 11 Aprile 2014 Sommario Testata Data Pag. Titolo p. 1. Previdenza Sole 24 Ore (Il) 11 Relazioni industriali - Welfare di distretto a Prato (Pieraccini Silvia) Sole 24 Ore (Il) 26 Il fisco

Dettagli

1. Consiglio europeo straordinario - Bruxelles, 21 settembre 2001

1. Consiglio europeo straordinario - Bruxelles, 21 settembre 2001 1. Consiglio europeo straordinario - Bruxelles, 21 settembre 2001 B5-0666, 0668 e 0674/2001 Risoluzione del Parlamento europeo sulla riunione straordinaria del Consiglio europeo del 21 settembre 2001 a

Dettagli

Roma 17 luglio 2008 DOCUMENTO CONGIUNTO DELLE ORGANIZZAZIONI SINDACALI DELLE FORZE DI POLIZIA

Roma 17 luglio 2008 DOCUMENTO CONGIUNTO DELLE ORGANIZZAZIONI SINDACALI DELLE FORZE DI POLIZIA Roma 17 luglio 2008 DOCUMENTO CONGIUNTO DELLE ORGANIZZAZIONI SINDACALI DELLE FORZE DI POLIZIA Il recente decreto-legge 112/2008, emanato dal Governo il 25 giugno scorso e riguardante la manovra correttiva

Dettagli

Rubrica periodica di informazione e approfondimento realizzata da Anffas Lombardia Onlus

Rubrica periodica di informazione e approfondimento realizzata da Anffas Lombardia Onlus Rubrica periodica di informazione e approfondimento realizzata da Anffas Lombardia Onlus Le News riguardano alcuni adempimenti e temi concreti che nella nostra realtà dobbiamo affrontare, nuove proposte

Dettagli

data, non solo i martiri di Nassiriya, morti per cercare di fermare la guerra civile presente in Iraq, ma anche tutti coloro che hanno perso la vita

data, non solo i martiri di Nassiriya, morti per cercare di fermare la guerra civile presente in Iraq, ma anche tutti coloro che hanno perso la vita Costituita in memoria di Piero Salvati, carabiniere e poi funzionario della Pubblica Amministrazione, ottimo maresciallo dell ANC di Tortona, mancato all affetto dei suoi cari e dei suoi tanti amici il

Dettagli

Emergenza: Immigrazione. Bene o Male? Nicholas Gares Giuseppe Bianchi - Alessandro Romano Alessandro Gatti Debora Danesi

Emergenza: Immigrazione. Bene o Male? Nicholas Gares Giuseppe Bianchi - Alessandro Romano Alessandro Gatti Debora Danesi Emergenza: Immigrazione Bene o Male? Nicholas Gares Giuseppe Bianchi - Alessandro Romano Alessandro Gatti Debora Danesi L Italia: il Nuovo Mondo? In Dettaglio Spesso si tende a credere che gli immigrati,

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia Camera dei deputati Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia Roma, 1 luglio 2015 www.mef.gov.it 1 Il

Dettagli

Noi, Fratelli musulmani, contro Al Qaeda per difendere i cristiani

Noi, Fratelli musulmani, contro Al Qaeda per difendere i cristiani Noi, Fratelli musulmani, contro Al Qaeda per difendere i cristiani di Abdel Fattah Hasan - Il Sussidiario del 5/11/2010 PDF di LibriSenzaCensura Messa in una chiesa egiziana ÄSiamo pronti a sfidare Al

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

L E G I S L A T U R A. (Difesa) SEDUTA DI MERCOLEDÌ 28 MAGGIO 1997. Presidenza del presidente GUALTIERI INDICE

L E G I S L A T U R A. (Difesa) SEDUTA DI MERCOLEDÌ 28 MAGGIO 1997. Presidenza del presidente GUALTIERI INDICE S E NA T O D EL L A R EP U B B LI C A X I I I L E G I S L A T U R A 4 a COMMISSIONE PERMANENTE (Difesa) 17 o R e s o c o n t o s t e n o g r a f i c o SEDUTA DI MERCOLEDÌ 28 MAGGIO 1997 Presidenza del

Dettagli

Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale

Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale dalla PROVINCIA al nuovo ENTE di AREA VASTA Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale a cura della federazione del PD di Cremona La legge 56/2014: limiti, rischi

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it

La Rassegna Stampa è consultabile nel sito: www.ancesicilia.it Collegio Regionale dei Costruttori Edili Siciliani 90133 Palermo, Via A. Volta, 44 Tel.: 091/333114/324724 Fax: 091/6193528 C.F. 80029280825 - info@ancesicilia.it www.ancesicilia.it La Rassegna Stampa

Dettagli

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE ALDO SMOLIZZA* Qualche anno fa svolgevo un attività internazionale e a seguito di quell attività conoscevo molto bene le indicazioni del Fondo Monetario Internazionale.

Dettagli

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE

SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE SINDACATI SVEDESI IL POSTO DELLE FAVOLE Di Alberto Nerazzini MILENA GABANELLI IN STUDIO Di solito quando si è in difficoltà è sempre propositivo andare a vedere come sono organizzati gli altri, non necessariamente

Dettagli

Istituto Comprensivo De Amicis- Laterza A.S 2012-2013. Classe II D. Prof.ssa Daniela Simone

Istituto Comprensivo De Amicis- Laterza A.S 2012-2013. Classe II D. Prof.ssa Daniela Simone Istituto Comprensivo De Amicis- Laterza A.S 2012-2013 Classe II D Prof.ssa Daniela Simone PRESENTAZIONE DEL PROGETTO Radio Kreattiva, web radio scolastica per la diffusione della cultura della legalità,

Dettagli

apre lavora parti parla chiude prende torno vive

apre lavora parti parla chiude prende torno vive 1. Completa con la desinenza della 1 a (io) e della 2 a (tu) persona singolare dei verbi. 1. - Cosa guard...? - Guardo un film di Fellini. 2. - Dove abiti? - Abit... a Milano. 3. - Cosa ascolt...? - Ascolto

Dettagli

RassegnaStampa 03/08/2015. ViaGiacintoGigante3/b80136Napoli ph/fax+390815640547

RassegnaStampa 03/08/2015. ViaGiacintoGigante3/b80136Napoli ph/fax+390815640547 RassegnaStampa 03/08/2015 ViaGiacintoGigante3/b80136Napoli ph/fax+390815640547 Rassegna del 03 agosto 2015 ATTIVITA' ECONOMICHE Corriere Della Sera 7 LA CORSA CONTRO IL TEMPO PER INVESTIRE I 12 MILIARDI

Dettagli

a cura di Irene Testa (Associazione Radicale Detenuto Ignoto )

a cura di Irene Testa (Associazione Radicale Detenuto Ignoto ) I Numeri della Giustizia a cura di Irene Testa (Associazione Radicale Detenuto Ignoto ) Fonti: Le analisi di Confindustria, Confartigianato, Banca d Italia e Banca Mondiale Vediamolo nei numeri, questo

Dettagli

INTERVENTO CONCLUSIVO

INTERVENTO CONCLUSIVO INTERVENTO CONCLUSIVO NEROZZI Paolo Nerozzi * Anche io voglio partire dal tema del terrorismo, da ciò che è avvenuto, che non ci aspettavamo, ma che non intendiamo sottovalutare perché, accanto a vecchie

Dettagli

Governo e amministrazione pubblica

Governo e amministrazione pubblica Governo e amministrazione pubblica 1 2 3 Il governo della società si realizza attraverso poteri differenziati e distribuiti: potere legislativo produce leggi sui diritti e la sicurezza degli individui

Dettagli

Via Farini, 62-00185 Roma tel. 06 48903773/48903734 - fax +39 06 62276535 - coisp@coisp.it / www.coisp.it

Via Farini, 62-00185 Roma tel. 06 48903773/48903734 - fax +39 06 62276535 - coisp@coisp.it / www.coisp.it Via Farini, 62-00185 Roma tel. 06 48903773/48903734 - fax +39 06 62276535 - coisp@coisp.it / www.coisp.it COISP COORDINAMENTO PER L INDIPENDENZA SINDACALE DELLE FORZE DI POLIZIA @COISPpolizia Immigrazione,

Dettagli

SEDUTA DI MERCOLEDÌ 3 DICEMBRE 2008

SEDUTA DI MERCOLEDÌ 3 DICEMBRE 2008 Atti Parlamentari 1 Camera Deputati Senato Repubblica COMITATO PARLAMENTARE DI CONTROLLO SULL ATTUAZIONE DELL ACCORDO DI SCHENGEN, DI VIGILANZA SULL ATTIVITÀ DI EUROPOL, DI CON- TROLLO E VIGILANZA IN MATERIA

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. 19-21 maggio. a cura dell'ufficio Rapporti Stampa

RASSEGNA STAMPA. 19-21 maggio. a cura dell'ufficio Rapporti Stampa RASSEGNA STAMPA 19-21 maggio Affari & Finanza Italia Oggi Sette La carica dei quasi manager. Quadri al posto dei dirigenti Dagli incentivi all'outplacement, le strategie per i manager in crisi Daniele

Dettagli

AUDIZIONE VM PISTELLI MARTEDÌ 22 LUGLIO 2014, BRUXELLES (COHAFA)

AUDIZIONE VM PISTELLI MARTEDÌ 22 LUGLIO 2014, BRUXELLES (COHAFA) AUDIZIONE VM PISTELLI MARTEDÌ 22 LUGLIO 2014, BRUXELLES PRESENTAZIONE DEL PROGRAMMA PER IL SEMESTRE DI PRESIDENZA ITALIANA DEL GRUPPO DI LAVORO SULL AIUTO UMANITARIO (COHAFA) Spunti di intervento 1 INTRODUZIONE

Dettagli

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

Chi manovra? La calura di questa seconda metà d'agosto non ferma l'attività del SAP che sta seguendo e monitorando. La vera battaglia si combatte

Chi manovra? La calura di questa seconda metà d'agosto non ferma l'attività del SAP che sta seguendo e monitorando. La vera battaglia si combatte 34 Notiziario della Segreteria Generale del Sindacato Autonomo di Polizia Direttore Politico: NICOLA TANZI Direttore Responsabile: MASSIMO MONTEBOVE Registrazione Tribunale Roma n. 98 del 21 febbraio 2000

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il rischio debito affonda le Borse, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta corretta è una soltanto. FRANCOFORTE.

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI Grexit butta acqua sul fuoco" della ripresa, ma non la ferma MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI In Italia c'è ancora incertezza, ma piace agli investitori esteri Il no greco getta acqua sul fuoco

Dettagli

CA' NOSTRA NEWS NOTIZIE DA CA' NOSTRA "DALLAS BUYERS CLUB"

CA' NOSTRA NEWS NOTIZIE DA CA' NOSTRA DALLAS BUYERS CLUB CA' NOSTRA NEWS Numero 11, maggio 2016 Giornalisti: Giorgio, Bruno, Bruno, Elia, Mimmo, Roberto, Luigi, Evaristo, Julie, Leonardo e Andrea Redattrice: Federica NOTIZIE DA CA' NOSTRA " " Una penna e un

Dettagli

CONFESERCENTI Mercoledì, 18 febbraio 2015

CONFESERCENTI Mercoledì, 18 febbraio 2015 CONFESERCENTI Mercoledì, 18 febbraio 2015 Modena Today Rapina al distributore di metano, sparato un colpo di fucile Blitz di due uomini a bordo di un' auto in via Vignolese: dopo aver sparato in aria un

Dettagli

Relazione al bilancio 2012

Relazione al bilancio 2012 Relazione al bilancio 2012 L assemblea di oggi rappresenta una tappa importante sul cammino della nostra associazione in quanto segna un passaggio importante sulla sua esistenza e più ogni altro elemento

Dettagli

COLLEGHE E COLLEGHI INTERVENGO IN NOME DELLE OO. SS. UNIVERSITARIE FLC-CGIL, CISL UNIVERSITA, UIL PA UR E CONFSAL/CISAPUNI-SNALS.

COLLEGHE E COLLEGHI INTERVENGO IN NOME DELLE OO. SS. UNIVERSITARIE FLC-CGIL, CISL UNIVERSITA, UIL PA UR E CONFSAL/CISAPUNI-SNALS. Documento delle OO.SS. dell Università della Sapienza di Roma CGIL CISL UIL SNALS presentato all Assemblea dell Ateneo indetta dal Rettore sui provvedimenti del Governo adottati del decreto Legge 112/2008

Dettagli

CONCLUSIONI E PIANO DI AZIONE DEL CONSIGLIO EUROPEO STRAORDINARIO DEL 21 SETTEMBRE 2001

CONCLUSIONI E PIANO DI AZIONE DEL CONSIGLIO EUROPEO STRAORDINARIO DEL 21 SETTEMBRE 2001 CONCLUSIONI E PIANO DI AZIONE DEL CONSIGLIO EUROPEO STRAORDINARIO DEL 21 SETTEMBRE 2001 Il Consiglio europeo si è riunito il 21 settembre 2001 in sessione straordinaria per analizzare la situazione internazionale

Dettagli

Luca Masera. Lampedusa: politiche di detenzione e rimpatrio

Luca Masera. Lampedusa: politiche di detenzione e rimpatrio Luca Masera Lampedusa: politiche di detenzione e rimpatrio 1. Per comprendere davvero quello che è successo e sta succedendo a Lampedusa, credo sia utile cercare di inserire tale vicenda all interno del

Dettagli

Sommario Rassegna Stampa

Sommario Rassegna Stampa Rubrica Edilizia 1 Affari&Finanza (La Repubblica) 30/11/2015 LEGACOOP, UNA FUSIONE SALVERA' IL MATTONE ROSSO (E.Miele) 3 1 Affari&Finanza (La Repubblica) 30/11/2015 VITTORIO ARMANI IL MORALIZZATORE "FARO'

Dettagli

Ministero dell Economia e delle Finanze Sala del Parlamentino Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica Avvio del progetto di Spending Review

Ministero dell Economia e delle Finanze Sala del Parlamentino Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica Avvio del progetto di Spending Review Ministero dell Economia e delle Finanze Sala del Parlamentino Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica Avvio del progetto di Spending Review Intervento del Ministro dell Economia e delle Finanze Tommaso

Dettagli

L O.S.Po.L. pur recependo le buone intenzioni dei rappresentanti del Sindaco ha richiesto un incontro formale con il Sindaco Marino entro 15 giorni.

L O.S.Po.L. pur recependo le buone intenzioni dei rappresentanti del Sindaco ha richiesto un incontro formale con il Sindaco Marino entro 15 giorni. Lo Sciopero della Polizia Locale di Roma Capitale Oltre 1.000 vigili hanno sfilato per la città Il Deputato Europeo Roberta Angelilli inoltra al Parlamento Europeo interrogazione A testa alta gli uomini

Dettagli

UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE - UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL SANNIO PAGINA / 0

UFFICIO STAMPA E COMUNICAZIONE - UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DEL SANNIO PAGINA / 0 PAGINA / 0 RASSEGNA STAMPA UNISANNIO 25/01/2012 Indice IL MATTINO 2 Fondi Inail, la città perde 65 milioni di euro (articolo di sabato 21 gennaio 2012) 3 Ecco perché l Università ha rinunciato ai Fondi

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

La Grecia strozzata Lunedì 20 Giugno 2011 23:00. di Ilvio Pannullo

La Grecia strozzata Lunedì 20 Giugno 2011 23:00. di Ilvio Pannullo di Ilvio Pannullo Sembra quasi si nascondano. Le decisioni da prendere sono molto importanti e invece di condividere la responsabilità delle scelte con le popolazioni interessate, i governanti europei

Dettagli

Sesto Forum Europeo sulla coesione

Sesto Forum Europeo sulla coesione Sesto Forum Europeo sulla coesione Bruxelles 8 settembre 2014 Intervento del Sottosegretario di Stato, On.Sandro Gozi, nella sessione di apertura Restoring growth and jobs: how can cohesion policy contribute

Dettagli

LA SECONDA GUERRA MONDIALE

LA SECONDA GUERRA MONDIALE LA SECONDA GUERRA MONDIALE 1 SETTEMBRE 1939 - GERMANIA INVADE POLONIA Il 1 settembre 1939 l esercito tedesco invade la Polonia. La Gran Bretagna e la Francia dichiarano guerra alla Germania. I generali

Dettagli

Capece vs Bernardini

Capece vs Bernardini Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Segreteria Generale: Via Trionfale, 79/A 00136 Roma Tel. 06.3975901 (6 linee r.a) Fax 06.39733669 Email: info@sappe.it Capece vs Bernardini Comunicato stampa in

Dettagli

Sindacato Padano - SIN. PA.

Sindacato Padano - SIN. PA. Illustrazione ddl iniziativa popolare "Garanzia delle pensioni di anzianità con quaranta anni di contributi e delle pensioni di vecchiaia" Marzo 2012 Voglio illustrare il disegno di legge di iniziativa

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

RASSEGNA STAMPA TAGLI AL SOCIALE DEL COMUNE DI ROMA. 17 LUGLIO 2014 e giorni seguenti

RASSEGNA STAMPA TAGLI AL SOCIALE DEL COMUNE DI ROMA. 17 LUGLIO 2014 e giorni seguenti RASSEGNA STAMPA TAGLI AL SOCIALE DEL COMUNE DI ROMA 17 LUGLIO 2014 e giorni seguenti TELEVISIONI Trasmissione 56 Live : in studio: Francesca Danese e Claudio Cippitelli Conferenza stampa Social Pride,

Dettagli

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Giuseppe Iosa Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Domenica, 19 aprile 2015 Premessa Il Partito Democratico di Peschiera Borromeo,

Dettagli

RASSEGNA STAMPA Sabato, 06.09.2014

RASSEGNA STAMPA Sabato, 06.09.2014 RASSEGNA STAMPA Sabato, Il Sole 24 Ore 1 Partecipate avanti, sanità alt La Repubblica 1 Fecondazione eterologa via libera in Liguria Cerchiamo donatori ticket in base al reddito Il Secolo XIX 1 Eterologa,

Dettagli

... La Campania la Cambi mo d vvero con una nuova Regione!

... La Campania la Cambi mo d vvero con una nuova Regione! ... La Campania la Cambimo dvvero con una nuova Regione! La Campania la CambiAmo davvero con una nuova Regione E' finito il tempo della Regione concepita come un posto di potere, che gestisce soldi e poltrone.

Dettagli

XXV Osservatorio sul Capitale Sociale degli Italiani. Noi, gli altri e la crisi

XXV Osservatorio sul Capitale Sociale degli Italiani. Noi, gli altri e la crisi XXV Osservatorio sul Capitale Sociale degli Italiani Noi, gli altri e la crisi Rapporto Giugno 2010 NOTA METODOLOGICA L Osservatorio sul capitale sociale è realizzato da Demos & Pi in collaborazione con

Dettagli