Registro dell Impianto e delle Apparecchiature Generato con MarioDOC

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Registro dell Impianto e delle Apparecchiature Generato con MarioDOC"

Transcript

1 Scheda A - 1 Numero di riferimento dell'impianto Registro dell Impianto e delle Apparecchiature In base ai Regolamenti: CE 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra UE 517/2014 sui gas fluorurati a effetto serra CE 1005/2009 sulle sostanze che riducono lo strato d ozono In base ai Regolamenti: CE 842/2006 e UE 517/2014 sui gas fluorurati ad effetto serra; CE 1005/2009 sulle sostanze che riducono lo strato d ozono. Entrambi i regolamenti normano l emissione in atmosfera dei gas refrigeranti pericolosi per l effetto serra e dannosi per l ozonosfera, tra i quali HFC e HCFC, gli apparecchi e/o impianti frigoriferi, gli impianti di condizionamento dell aria e pompe di calore, che al loro interno hanno un contenuto di refrigerante superiore a 3 kg o 6 kg se con circuito ermeticamente sigillato, devono essere corredati di un registro di manutenzione che deve essere custodito ben visibile vicino al relativo impianto. Il registro contiene i principali dati tecnici e riporta la storia dell apparecchio/impianto (difetti, riparazioni, manutenzione ecc.). Viene inoltre aggiornato ogni qualvolta che il circuito del refrigerante è oggetto di lavori di riparazione e/o di manutenzione, compresi i controlli di tenuta, in caso di retrofit/drop-in ed in caso di smaltimento definitivo dell impianto refrigerante. Spazio riservato ai dati della ditta qualificata che compila e rilascia il presente registro. (timbro) Il presente registro è previsto dal regolamento 842/2006; deve rimanere disponibile in prossimità dell'impianto, ed in caso di controllo da parte di organi competenti, se richiesto, deve essere messo a disposizione. Il mantenimento del registro e gli obblighi che ne derivano sono a carico dell'operatore (anche inteso come proprietario). Registro dell Impianto e delle Apparecchiature Generato con MarioDOC Tutti i diritti riservati -

2 Scheda A - 2 Generato con MarioDOC Registro dell Impianto e delle Apparecchiature Tutti i diritti riservati - INFORMAZIONI GENERALI CHI È L OPERATORE? Secondo il regolamento CE 842/2006 e 517/2014 l operatore è una persona fisica o giuridica che esercita un effettivo controllo sul funzionamento tecnico delle apparecchiature e degli impianti contemplati dallo stesso regolamento. QUALI SONO GLI OBBLIGHI DELL OPERATORE? L obbligo (e la responsabilità) è quello di predisporre il corretto recupero di gas fluorurati ad effetto serra da parte di personale certificato, al fine di assicurarne il riciclaggio, la rigenerazione o la distruzione. Inoltre, gli operatori di apparecchiature fisse adibite a Refrigerazione, Condizionamento d Aria e Pompe di Calore che contengono gas fluorurati ad effetto serra, adottano tutte le misure fattibili sul piano tecnico che non comportano costi sproporzionati per prevenire perdite di gas e riparare non appena possibile le perdite rilevate. FREQUENZA DEI CONTROLLI PERIODICI: Come da paragrafo successivo. Le applicazioni sono controllate entro un mese dalla riparazione della perdita o dalla installazione per accertare che la riparazione sia stata efficace e l installazione non presenti perdite di refrigerante. Le informazioni sopra riportate vengono dal regolamento CE 842/2006 e 517/2014 e sono un brevissimo riassunto dello stesso; per maggiori dettagli si consiglia quindi di fare riferimento alla versione integrale del regolamento CE 842/2006 e 517/2014. Inoltre, è opportuno prendere visione anche del regolamento CE 1516/2007 ed il DPR 43 in quanto, anche su di essi, sono riportate diverse informazioni importanti ed utili per l OPERATORE. Si fa inoltre presente che le operazioni di manutenzione, riparazione e installazione di apparecchiature che contengono gas fluorurati, possono essere eseguite solamente da DITTE E PERSONALE QUALIFICATI e CERTIFICATI in possesso dei requisiti richiesti dalle normative vigenti. CADENZA DEI CONTROLLI COME PREVISTO DAL REGOLAMENTO 842/2006 La cadenza delle manutenzioni qui elencate è prevista dal Regolamento CE 842/2006 e 517/2014. Tali manutenzioni e la compilazione del registro sono obbligatorie e hanno lo scopo di verificare che il circuito frigorifero non presenti perdite con relativa immissione di fluidi pericolosi in ambiente. Dette manutenzioni è previsto siano eseguite da personale in possesso di specifici requisiti professionali che dovrà operare i seguenti controlli: Controllo visivo dell'impianto; Controlli indiretti per determinare il corretto funzionamento e la corretta carica di refrigerante Controlli diretti per individuare il punto esatto dell'eventuale perdita. La responsabilità di fare effettuare la manutenzione e i controlli sopra descritti è a carico dell'operatore (inteso come proprietario o terzo responsabile). Questi dovrà provvedere ad effettuare le verifiche con le periodicità temporali di seguito indicate. In caso di omissione e/o mancata verifica sarà soggetto alle sanzioni amministrative previste dalla legislazione vigente. Assenza di obbligo di regolari controlli delle perdite Quantità inferiore a 3 kg dei gas refrigerante - CAT. E Assenza di obbligo di regolari controlli delle perdite Quantità da 3 kg a 6 kg di refrigerante o inferiore a 10 Tonnellate di CO 2 equivalenti, su sistemi dichiarati ermeticamente sigillati dal produttore degli stessi - CAT. D Obbligo di regolari controlli delle perdite da parte di personale certificato Tonnellate di CO 2 equivalenti da 5 a 50 o da 10 a 50 su sistemi ermeticamente sigillati - CAT. C Cadenza dei controlli: Obbligo di regolari controlli delle perdite da parte di personale certificato Tonnellate di CO 2 equivalenti da 50 a CAT. B Cadenza dei controlli: Obbligo di regolari controlli delle perdite da parte di personale certificato Tonnellate di CO 2 equivalenti oltre le CAT. A Cadenza dei controlli: Obbligo di installazione di sistema di rilevazione automatica delle perdite. 1. Se è presente un sistema fisso di rilevazione delle perdite, questo va controllato almeno 1 volta all'anno, e la cadenza dei controlli si raddoppia come indicato nelle voci sopra riportate 2. Ogni impianto che ricade in categoria A, B o C, va comunque controllato almeno 1 volta all'anno. 3. La riparazione delle perdite e gli interventi eseguiti sul circuito frigorifero vanno ricontrollati entro 30 giorni dalla data di effettuazione dell'intervento da personale qualificato. 4. Tutti gli operatori di applicazioni fisse di refrigerazione e condizionamento a prescindere dalla quantità di refrigerante contenuto devono prevenire le perdite e ripararle non appena le stesse siano state rilevate.

3 Scheda B - 1 DATI IDENTIFICATIVI DELL OPERATORE P. IVA: Cod. Fisc.: DATI IDENTIFICATIVI SEDE DI INSTALLAZIONE Sede di Installazione: Esempio: Centro Commerciale; Supermercato; Responsabile di sede: NOTE Registro dell Impianto e delle Apparecchiature Generato con MarioDOC Tutti i diritti riservati -

4 Scheda B - 2 Generato con MarioDOC Registro dell Impianto e delle Apparecchiature Tutti i diritti riservati - AZIENDA CERTIFICATA RESPONSABILE DELL'INSTALLAZIONE DELL'IMPIANTO P. IVA: Cod Fisc.: Identificativo Certificazione dell'impresa: Nome e Cognome Tecnico abilitato: Identificativo Tecnico abilitato: AZIENDA CERTIFICATA RESPONSABILE DELLE VERIFICHE E DELLA MANUTENZIONE P. IVA: Cod Fisc.: Identificativo Certificazione dell'impresa: Ruolo azienda manutentrice: Manutenzione Terzo responsabile Contratto n. Dal Al AZIENDA RESPONSABILE DELLO SMANTELLAMENTO P. IVA: Cod Fisc.: Identificativo Certificazione dell'impresa:

5 Scheda C - 1 DATI IDENTIFICATIVI DELL IMPIANTO Costruttore: Modello: Matricola: Quantitativo totale di gas: (kg) Ton CO 2 Equivalenti: (Ton) Ermeticamente Sigillato: SI NO DESCRIZIONE SCHEMATICA DELL'IMPIANTO Roof Top Motocondensante Monoblocco Split Motoevaporante Pompa di Calore Dual o Multi Split / VRV_VRF Solo Freddo Centrale frigorifera Refrigeratore (Chiller) Altro: Matricole principali componenti d'impianto: Data di installazione: Estremi DI.CO/DI.RI: CONFERIMENTO IMPIANTO SMANTELLATO Si dichiara che l'impianto sopra descritto una volta smantellato verrà/è stato conferito alla ditta: P. IVA: Che lo prenderà in carico secondo le disposizioni di legge con certificato n. Registro dell Impianto e delle Apparecchiature Generato con MarioDOC Tutti i diritti riservati -

6 Scheda C - 2 Generato con MarioDOC Registro dell Impianto e delle Apparecchiature Tutti i diritti riservati - SINGOLI CIRCUITI/APPARECCHIATURE. CARICA E TIPO REFRIGERANTE 1 Circuito/Apparecchiatura DATI IDENTIFICATIVI CIRCUITO/APPARECCHIATURA Tipo Apparecchiatura/Sistema: Periodicità Controllo: Annuale Semestrale Trimestrale Costruttore: Modello: Matricola Carica valutata in base: Specifiche tecniche o Etichetta del Sistema; Determinazione da parte di Personale Certificato Stato precedente ad eventuale Retrofit o Drop-IN Famiglia Refrigerante: Tipo Refrigerante: GWP: Condizione Refrigerante: Ditta Produttrice: Numero di Certificato: Quantità in Kg: Ton. Co2 Equivalente: Stato successivo ad eventuale Retrofit o Drop-IN Retrofit o Drop-IN effettuato in data: Con rapporto di intervento n : Famiglia Refrigerante: Tipo Refrigerante: GWP: Condizione Refrigerante: Ditta Produttrice Numero di Certificato Quantità in Kg: Ton. Co2 Equivalente: 2 Circuito/Apparecchiatura DATI IDENTIFICATIVI CIRCUITO/APPARECCHIATURA Tipo Apparecchiatura/Sistema: Periodicità Controllo: Annuale Semestrale Trimestrale Costruttore: Modello: Matricola Carica valutata in base: Specifiche tecniche o Etichetta del Sistema; Determinazione da parte di Personale Certificato Stato precedente ad eventuale Retrofit o Drop-IN Famiglia Refrigerante: Tipo Refrigerante: GWP: Condizione Refrigerante: Ditta Produttrice: Numero di Certificato: Quantità in Kg: Ton. Co2 Equivalente: Stato successivo ad eventuale Retrofit o Drop-IN Retrofit o Drop-IN effettuato in data: Con rapporto di intervento n : Famiglia Refrigerante: Tipo Refrigerante: GWP: Condizione Refrigerante: Ditta Produttrice Numero di Certificato Quantità in Kg: Ton. Co2 Equivalente: 3 Circuito/Apparecchiatura DATI IDENTIFICATIVI CIRCUITO/APPARECCHIATURA Tipo Apparecchiatura/Sistema: Periodicità Controllo: Annuale Semestrale Trimestrale Costruttore: Modello: Matricola Carica valutata in base: Specifiche tecniche o Etichetta del Sistema; Determinazione da parte di Personale Certificato Stato precedente ad eventuale Retrofit o Drop-IN Famiglia Refrigerante: Tipo Refrigerante: GWP: Condizione Refrigerante: Ditta Produttrice: Numero di Certificato: Quantità in Kg: Ton. Co2 Equivalente: Stato successivo ad eventuale Retrofit o Drop-IN Retrofit o Drop-IN effettuato in data: Con rapporto di intervento n : Famiglia Refrigerante: Tipo Refrigerante: GWP: Condizione Refrigerante: Ditta Produttrice Numero di Certificato Quantità in Kg: Ton. Co2 Equivalente:

7 Scheda C - 3 NOTE / RELAZIONE FINALE D'INSTALLAZIONE Registro dell Impianto e delle Apparecchiature Generato con MarioDOC Tutti i diritti riservati -

8 Scheda D - 1 Generato con MarioDOC Registro dell Impianto e delle Apparecchiature Tutti i diritti riservati - INTERVENTI SULL APPARECCHIATURA / VERIFICA INIZIALE - COLLAUDO DI NUOVA INSTALLAZIONE Messa in servizio in data: con Rapporto num. AZIENDA RESPONSABILE DELLA MESSA IN SERVIZIO - COLLAUDO DELL'APPARECCHIATURA P. IVA: Cod Fisc.: Identificativo Certificazione dell'impresa: NOTE / RELAZIONE FINALE DI COLLAUDO SEZIONE FINALE N. di Fattura/Scontrino/Rapporto: del: Tecnico dell'impresa: (Nome e Cognome) N. Identificativo Impresa: Firma del Tecnico: N. Identificativo Patentino: L'Operatore o suo Incaricato: (Nome e Cognome) Timbro Ditta: Firma dell'operatore per presa visione:

REGISTRO APPARECCHIATURA. Apparecchi contenenti Gas Fluorurati in quantità superiore uguale alle 5 ton CO2 eq

REGISTRO APPARECCHIATURA. Apparecchi contenenti Gas Fluorurati in quantità superiore uguale alle 5 ton CO2 eq REGISTRO APPARECCHIATURA Apparecchi contenenti Gas Fluorurati in quantità superiore uguale alle 5 ton CO2 eq REGOLAMENTO (UE) N. 517/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 16 aprile 2014 sui gas

Dettagli

I CONTENUTI DEL LIBRETTO DI IMPIANTO O REGISTRO PER GLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO

I CONTENUTI DEL LIBRETTO DI IMPIANTO O REGISTRO PER GLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO I CONTENUTI DEL LIBRETTO DI IMPIANTO O REGISTRO PER GLI IMPIANTI DI CONDIZIONAMENTO Lo scopo del presente documento è quello di analizzare, con riferimento alla legislazione vigente, quali informazioni

Dettagli

REGISTRO APPARECCHIATURA

REGISTRO APPARECCHIATURA Geos Brescia Cella 1 S.N. 4852015 REGISTRO APPARECCHIATURA Apparecchi contenenti Gas Fluorurati in quantità superiori ai 3 Kg REGOLAMENTO (CE) n. 842/2006 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 17

Dettagli

IDENTIFICAZIONE IMPIANTO

IDENTIFICAZIONE IMPIANTO LIBRETTO D IMPIANTO IDENTIFICAZIONE IMPIANTO Matricola... Descrizione... Il presente libretto è conforme al DPR n 147 del 15 febbraio 2006 Allegato I previsto dall art. 3 comma 2. Nel presente libretto

Dettagli

OGGETTO L'obiettivo del regolamento è proteggere l'ambiente riducendo le emissioni di gas fluorurati a effetto serra.

OGGETTO L'obiettivo del regolamento è proteggere l'ambiente riducendo le emissioni di gas fluorurati a effetto serra. OGGETTO L'obiettivo del regolamento è proteggere l'ambiente riducendo le emissioni di gas fluorurati a effetto serra. Pertanto il regolamento stabilisce: a) disposizioni in tema di contenimento, uso,recupero

Dettagli

Allegato Libretto d impianto

Allegato Libretto d impianto Allegato Libretto d impianto Avvertenze generali 1^ Installazione dell unità 1^ Messa in funzione 2^ Installazione dell unità 2^ Messa in funzione 3^ Installazione dell unità 3^ Messa in funzione Smaltimento

Dettagli

Registro Impianto climatizzazione - refrigerazione Il presente libretto è conforme al DPR n 147/2006 e DPR n 43/2012

Registro Impianto climatizzazione - refrigerazione Il presente libretto è conforme al DPR n 147/2006 e DPR n 43/2012 di Casarin Fiorenzo Azienda certificata F-GAS Rif. Reg. CE 303/2008 N certificato aziendale ICIM- ICIM-CFA-000583-00 N certificato personale F- GAS ICIM-CFP-000583-00 Registro Impianto climatizzazione

Dettagli

Introduzione al corso. Certificazione Frigoristi Regolamento CE n.842/2006 Regolamento CE 303/2008

Introduzione al corso. Certificazione Frigoristi Regolamento CE n.842/2006 Regolamento CE 303/2008 Introduzione al corso Certificazione Frigoristi Regolamento CE n.842/2006 Regolamento CE 303/2008 Una prima domanda PERCHE SERVE L ABILITAZIONE da FRIGORISTA? 23/04/2013 2 Da dove arriva l obbligo di abilitazione

Dettagli

Laboratorio analisi, ricerche chimiche e batteriologiche. - Datore di lavoro - Responsabile Ambiente e/o Sicurezza ADEMPIMENTI AMBIENTE

Laboratorio analisi, ricerche chimiche e batteriologiche. - Datore di lavoro - Responsabile Ambiente e/o Sicurezza ADEMPIMENTI AMBIENTE Consulenza e Formazione per ambiente, igiene e sicurezza sul lavoro certificata UNI EN ISO 9001:2008 n 5545/01/S Laboratorio analisi, ricerche chimiche e batteriologiche Incarico Responsabile del Servizio

Dettagli

Dichiarazione ISPRA entro il 31 maggio 2016

Dichiarazione ISPRA entro il 31 maggio 2016 Dichiarazione ISPRA entro il 31 maggio 2016 Con la presente Vi ricordiamo che entro il 31 maggio 2016 è necessario compilare la dichiarazione ISPRA ai sensi dell'art.16, comma 1, del DPR 43/2012 riferita

Dettagli

NUOVO REGOLAMENTO DEL PARLAMENTO E DEL CONSIGLIO EUROPEO SUI GAS FLUORURATI

NUOVO REGOLAMENTO DEL PARLAMENTO E DEL CONSIGLIO EUROPEO SUI GAS FLUORURATI NUOVO REGOLAMENTO DEL PARLAMENTO E DEL CONSIGLIO EUROPEO SUI GAS FLUORURATI Il «vecchio» regolamento. DPR 43/2012: come è andata? Regolamento 303/2008 PERSONE IMPRESE ISCRITTE 63328 42640 CERTIFICATE 34682

Dettagli

INNOVAZIONE PER L EFFICIENZA ENERGETICA. Milano, 02/09/2016

INNOVAZIONE PER L EFFICIENZA ENERGETICA. Milano, 02/09/2016 INNOVAZIONE PER L EFFICIENZA ENERGETICA Milano, 02/09/2016 F-Gas: scenari futuri Ing. Carmelo Paterniti Martello RC Group S.p.A. ENERGIA SICURA, SOSTENIBILE E COMPETITIVA PER L EUROPA Questa è la richiesta

Dettagli

Appendice normativa 197

Appendice normativa 197 Appendice normativa 197 DECRETO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA del 27 gennaio 2012 n. 43 attuativo del Regolamento CE n. 842/2006 su taluni gas ad effetto serra. Pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 93 del

Dettagli

DPR n 147 del 15 febbraio 2006

DPR n 147 del 15 febbraio 2006 DPR n 147 del 15 febbraio 2006 Regolamento concernente modalità per il controllo ed il recupero delle fughe di sostanze lesive della fascia di ozono stratosferico da apparecchiature di refrigerazione e

Dettagli

Ambito di applicazione

Ambito di applicazione DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 27 GENNAIO 2012, n. 43 Regolamento recante attuazione del regolamento CE n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra. 1. QUALIFICA DEL PERSONALE E DELLE

Dettagli

Commissione delle Comunità europee. Regolamento 19 dicembre 2007, n. 1516/2007/Ce. Testo aggiornato al 01/04/2013

Commissione delle Comunità europee. Regolamento 19 dicembre 2007, n. 1516/2007/Ce. Testo aggiornato al 01/04/2013 Commissione delle Comunità europee Regolamento 19 dicembre 2007, n. 1516/2007/Ce Testo aggiornato al 01/04/2013 Regolamento della Commissione che stabilisce, conformemente al regolamento (Ce) n. 842/2006

Dettagli

Newsletter Maggio 2012

Newsletter Maggio 2012 BYESSE IMPIANTI Newsletter Maggio 2012 22 Maggio 2013 Anno 2013, Numero 1 Contenuti: Nuove normative in merito agli impianti contenenti F-GAS Dichiarazione ISPRA 2012 Aggiornamenti Siti utili Byesse Impianti

Dettagli

LIBRETTO DI CENTRALE (IMPIANTO?)

LIBRETTO DI CENTRALE (IMPIANTO?) Oggetto: Proposta di Revisione della bozza (N.018rev5) del Libretto di REGISTRO DELL APPARECCHIATURA 1 LIBRETTO DI CENTRALE (IMPIANTO?) OBBLIGATORIO PER LE APPARECCHIATURE DI CLIMATIZZAZIONE AD ALIMENTAZIONE

Dettagli

Gas fluorurati ad effetto serra

Gas fluorurati ad effetto serra ARTICOLO DI PUNTOSICURO Anno 18 - numero 3785 di venerdì 20 maggio 2016 Gas fluorurati ad effetto serra Adempimenti per gli operatori ai sensi del Regolamento UE n. 517/2014. A cura di A. Arosio. Pubblicità

Dettagli

PATENTINO DEL FRIGORISTA Approvato il Decreto Legislativo sulle sanzioni

PATENTINO DEL FRIGORISTA Approvato il Decreto Legislativo sulle sanzioni PATENTINO DEL FRIGORISTA Approvato il Decreto Legislativo sulle sanzioni Il provvedimento si pone l obiettivo di sanzionare la violazione delle disposizioni previste dal Regolamento CE 842/2006, attualmente

Dettagli

Mod. RM1IT FACSIMILE. Blocco da 25 moduli in triplice copia

Mod. RM1IT FACSIMILE. Blocco da 25 moduli in triplice copia Mod. RM1IT RAPPORTO DI CONTROLLO TECNICO E MANUTENZIONE Impianti di climatizzazione composti da dispositivi ad espansione diretta Blocco da 25 moduli in triplice copia IL RAPPORTO DI CONTROLLO DEVE ESSERE

Dettagli

Medicina del Lavoro, Sicurezza Aziendale e Formazione MILANO BERGAMO - BRESCIA VERONA -

Medicina del Lavoro, Sicurezza Aziendale e Formazione MILANO BERGAMO - BRESCIA VERONA  - Questo documento è fornito da. Medicina del Lavoro, Sicurezza Aziendale e Formazione MILANO BERGAMO - BRESCIA VERONA www.progettoservizi.it - info@progettoservizi.it Richiedi un preventivo gratuito Formazione

Dettagli

Impossibile visualizzare l'immagine. La memoria del computer potrebbe essere insufficiente per aprire l'immagine oppure l'immagine potrebbe essere

Impossibile visualizzare l'immagine. La memoria del computer potrebbe essere insufficiente per aprire l'immagine oppure l'immagine potrebbe essere Fatti salienti:.dopo circa 1 anno di vigore del DPR 43/2012 questi sono i dati in nostro possesso CERTIFICAZIONE DELLE PERSONE REGOLAMENTO 303/2008 AMBITO TERRITORIALE NUMERO CERTIFICATI PROVVISORI NUMERO

Dettagli

DECRETO LEGISLATIVO 5 marzo 2013, n. 26

DECRETO LEGISLATIVO 5 marzo 2013, n. 26 DECRETO LEGISLATIVO 5 marzo 2013, n. 26 Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra. [GU n. 74 del 28/03/2013;

Dettagli

NOTE TECNICHE DI SETTORE

NOTE TECNICHE DI SETTORE NOTE TECNICHE DI SETTORE ESTRATTO D.P.R. 27 gennaio 2012, n. 43 (Decreto Sviluppo) Regolamento recante attuazione del regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra. G.U. n. 93

Dettagli

Proposta di Regolamento del parlamento e del Consiglio europeo sui gas fluorurati a effetto serra - COM(2012) 643 final

Proposta di Regolamento del parlamento e del Consiglio europeo sui gas fluorurati a effetto serra - COM(2012) 643 final Proposta di Regolamento del parlamento e del Consiglio europeo sui gas fluorurati a effetto serra - COM(2012) 643 final Nel contesto della tabella di marcia verso un economia a basse emissioni di carbonio,

Dettagli

Il Direttore del Servizio Territoriale del Sassarese. VISTA la L.R. 8 agosto 2006, n. 13 Riforma degli enti agricoli e riordino delle funzioni in

Il Direttore del Servizio Territoriale del Sassarese. VISTA la L.R. 8 agosto 2006, n. 13 Riforma degli enti agricoli e riordino delle funzioni in Oggetto: manutenzione straordinaria impianto di climatizzazione sede uffici Agenzia ARGEA Sardegna di Sassari. Affidamento diretto ex art. 125 D.Lgs. n. 163/2006 servizio di controllo perdite F-gas pompa

Dettagli

DEL D.P.R ADEMPIMENTI PER LE IMPRESE:

DEL D.P.R ADEMPIMENTI PER LE IMPRESE: DEL D.P.R. 43-2012 ADEMPIMENTI PER LE IMPRESE: iscriversi al Registro Nazionale delle persone e delle imprese certificate entro il 12 aprile 2013 e contestualmente richiederee alla Camera di Commercio

Dettagli

GLI IMPIANTI TERMICI, LE APPARECCHIATURE DI CONDIZIONAMENTO E ANTINCENDIO, GLI F-GAS: QUANTE NOVITÀ! Relatore: Alessandro Timossi

GLI IMPIANTI TERMICI, LE APPARECCHIATURE DI CONDIZIONAMENTO E ANTINCENDIO, GLI F-GAS: QUANTE NOVITÀ! Relatore: Alessandro Timossi GLI IMPIANTI TERMICI, LE APPARECCHIATURE DI CONDIZIONAMENTO E ANTINCENDIO, GLI F-GAS: QUANTE NOVITÀ! Pordenone il 07/10/2015 Relatore: Alessandro Timossi di Confindustria Padova ARGOMENTI TRATTATI Gli

Dettagli

(testo completo clicca qui sotto www.associazioneatf.org/newsletter%20area/critericertificazionerac&hp.pdf )

(testo completo clicca qui sotto www.associazioneatf.org/newsletter%20area/critericertificazionerac&hp.pdf ) DEI TECNICI DEL FREDDO E REQUISITI MINIMI PER EFFETTUARE OPERAZIONI SUGLI IMPIANTI DI REFRIGERAZIONE E CONDIZIONAMENTO ESTRATTO REGOLAMENTAZIONE N 303 DEL 2 APRILE 2008 (testo completo clicca qui sotto

Dettagli

NOTE TECNICHE DI SETTORE

NOTE TECNICHE DI SETTORE NOTE TECNICHE DI SETTORE ESTRATTO D.P.R. 27 gennaio 2012, n. 43 Regolamento recante attuazione del regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra. G.U. n. 93 del 20/04/2012 testo

Dettagli

R E L A Z I O N E. Il Regolamento è integrato da 10 regolamenti della Commissione europea (atti di esecuzione) 1.

R E L A Z I O N E. Il Regolamento è integrato da 10 regolamenti della Commissione europea (atti di esecuzione) 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA CONCERNENTE REGOLAMENTO RECANTE ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO (CE) N. 842/2006 SU TALUNI GAS FLUORESCENTI AD EFFETTO SERRA. R E L A Z I O N E Il regolamento (CE) n.842/2006

Dettagli

COSTRUTTORI SISTEMI DI CLIMATIZZAZIONE

COSTRUTTORI SISTEMI DI CLIMATIZZAZIONE COSTRUTTORI SISTEMI DI CLIMATIZZAZIONE Libretto di impianto e Registro dell apparecchiatura per gli impianti di climatizzazione estiva e le pompe di calore elettriche per la climatizzazione estiva e invernale

Dettagli

Prot. n. 365 /44A. ALLE AZIENDE ASSOCIATE Gruppo Impianti Gruppo Autoriparazione. Vigevano, 14 maggio 2012 LORO SEDI

Prot. n. 365 /44A. ALLE AZIENDE ASSOCIATE Gruppo Impianti Gruppo Autoriparazione. Vigevano, 14 maggio 2012 LORO SEDI Prot. n. 365 /44A Vigevano, 14 maggio 2012 ALLE AZIENDE ASSOCIATE Gruppo Impianti Gruppo Autoriparazione LORO SEDI Oggetto: pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del D.P.R. n. 43 del 27 gennaio 2012 in materia

Dettagli

GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale. Le informazioni contenute in questa presentazione sono aggiornate al 11 febbraio 2013

GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale. Le informazioni contenute in questa presentazione sono aggiornate al 11 febbraio 2013 GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale Le informazioni contenute in questa presentazione sono aggiornate al 11 febbraio 2013 Protocollo di Kyoto Nel quadro del protocollo di Kyoto l Unione europea

Dettagli

REGOLAMENTO (UE) N. 517/2014 DEL 16 APRILE Milano, 10 novembre 2014

REGOLAMENTO (UE) N. 517/2014 DEL 16 APRILE Milano, 10 novembre 2014 Rivoira Refrigerants S.r.l. Società soggetta all attività di direzione e coordinamento di Rivoira S.p.A. Cap. Soc. 5.319.000 i.v. R.I. di Milano / Cod. Fisc./P.IVA 08418360965 Rea di Milano n. 2024606

Dettagli

PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE AI SENSI DEL REGOLAMENTO (CE) N. 303/2008

PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE AI SENSI DEL REGOLAMENTO (CE) N. 303/2008 PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE AI SENSI DEL REGOLAMENTO (CE) N. 303/2008 INDICE Data di aggiornamento: Articolo 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Luglio 2012 Articolo 3 PROCESSO DI CERTIFICAZIONE

Dettagli

GUIDA ALL INTRODUZIONE DEL NUOVO GAS REFRIGERANTE R32. Nuovo refrigerante a basso impatto ambientale per apparecchi di condizionamento.

GUIDA ALL INTRODUZIONE DEL NUOVO GAS REFRIGERANTE R32. Nuovo refrigerante a basso impatto ambientale per apparecchi di condizionamento. cod. 27013206 - rev.00 04/2017 GUIDA ALL INTRODUZIONE DEL NUOVO GAS REFRIGERANTE R32 Nuovo refrigerante a basso impatto ambientale per apparecchi di condizionamento www.riello.it Il nostro pianeta, una

Dettagli

Regione Liguria Disposizioni e criteri per l esercizio, il controllo, la manutenzione e l ispezione degli impianti termici

Regione Liguria Disposizioni e criteri per l esercizio, il controllo, la manutenzione e l ispezione degli impianti termici Febbraio 2016 1. Con che periodicità si devono effettuare i controlli di manutenzione sugli impianti termici? L art. 7 del DPR 16/04/2013 n. 74 ha disposto che le operazioni di controllo ed eventuale manutenzione

Dettagli

Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra.

Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra. D.Lgs. 5 marzo 2013, n. 26. Disciplina sanzionatoria per la violazione delle disposizioni di cui al regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra. (G.U. 28 marzo 2013, n. 74) IL

Dettagli

Roma, 4 luglio 2014 Prot. N. 850/FM A TUTTE LE ORGANIZZAZIONI CONFEDERATE LORO SEDI

Roma, 4 luglio 2014 Prot. N. 850/FM A TUTTE LE ORGANIZZAZIONI CONFEDERATE LORO SEDI Roma, 4 luglio 2014 Prot. N. 850/FM DIREZIONE RELAZIONI SINDACALI SETTORE AMBIENTE E SICUREZZA Emanazione del Regolamento UE n. 517/2014 sui gas fluorurati ad effetto serra È stato recentemente pubblicato

Dettagli

PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE AI SENSI DEL REGOLAMENTO (CE) N. 303/2008

PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE AI SENSI DEL REGOLAMENTO (CE) N. 303/2008 Titolo Riferimento Revisione e data entrata in vigore Approvato da PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE AI SENSI DEL REGOLAMENTO (CE) N. 303/2008 PR.PART. PRS/FGAS-303/2008 Rev. 0

Dettagli

ISTRUZIONI LIBRETTO DI IMPIANTO

ISTRUZIONI LIBRETTO DI IMPIANTO ISTRUZIONI LIBRETTO DI IMPIANTO Il libretto di impianto per gli impianti di climatizzazione invernale e/o estiva è disponibile in forma cartacea o elettronica. Nel primo caso viene conservato dal responsabile

Dettagli

IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea L 301/14 REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2015/2065 DELLA COMMISSIONE. del 17 novembre 2015

IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea L 301/14 REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2015/2065 DELLA COMMISSIONE. del 17 novembre 2015 Pagina 1 di 7 18.11.2015 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea L 301/14 REGOLAMENTO DI ESECUZIONE (UE) 2015/2065 DELLA COMMISSIONE del 17 novembre 2015 che stabilisce, a norma del regolamento (UE)

Dettagli

1SCS BASIC SERVICE. Verifica e riparazione di:

1SCS BASIC SERVICE. Verifica e riparazione di: I NOSTRI SERVIZI 1SCS BASIC SERVICE Verifica e riparazione di: Assistenza tecnica su chiamata del cliente Intervento di tecnici specializzati per diagnosi e riparazione su impianti e apparecchi di refrigerazione

Dettagli

GESTIONE AMBIENTALE DELLE APPARECCHIATURE CONTENENTI GAS FLUORURATI AD EFFETTO SERRA (HFC PFC SF 6 )

GESTIONE AMBIENTALE DELLE APPARECCHIATURE CONTENENTI GAS FLUORURATI AD EFFETTO SERRA (HFC PFC SF 6 ) Applicazione: IREN ENERGIA S.p.A. IRIDE SERVIZI S.p.A. AEM TORINO DISTRIBUZIONE S.p.A. GESTIONE AMBIENTALE DELLE APPARECCHIATURE CONTENENTI GAS FLUORURATI AD EFFETTO SERRA (HFC PFC SF 6 ) RESPONSABILE

Dettagli

Fluidi Frigorigeni Normativa. Certificazione Frigoristi Regolamento CE n.842/2006

Fluidi Frigorigeni Normativa. Certificazione Frigoristi Regolamento CE n.842/2006 Fluidi Frigorigeni Normativa Certificazione Frigoristi Regolamento CE n.842/2006 Fluidi Frigogeni Normativa Riferimenti nazionali ed internazionali Protocollo di Montreal (ozono)e Protocollo di Kyoto (gas

Dettagli

Atti Parlamentari XVI Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI ATTO DEL GOVERNO SOTTOPOSTO A PARERE PARLAMENTARE

Atti Parlamentari XVI Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI ATTO DEL GOVERNO SOTTOPOSTO A PARERE PARLAMENTARE Atti Parlamentari XVI Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N.517 ATTO DEL GOVERNO SOTTOPOSTO A PARERE PARLAMENTARE Schema di decreto legislativo recante sanzioni per la violazione delle disposizioni

Dettagli

REGOLAMENTO (UE) N. 517/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 16 aprile 2014 CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO (UE) N. 517/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 16 aprile 2014 CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI REGOLAMENTO (UE) N. 517/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 16 aprile 2014 CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Oggetto L obiettivo del presente regolamento è quello di proteggere l ambiente

Dettagli

Articolo 6 - Certificati di Accreditamento degli organismi di valutazione delle conformità

Articolo 6 - Certificati di Accreditamento degli organismi di valutazione delle conformità DECRETO PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA del 27 gennaio 2012 n. 43 attuativo del Regolamento CE n. 842/2006 su taluni gas ad effetto serra. Pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 93 del 20 aprile 2012 e in vigore

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 308/2008 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (CE) N. 308/2008 DELLA COMMISSIONE L 92/28 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 3.4.2008 REGOLAMENTO (CE) N. 308/2008 DELLA COMMISSIONE del 2 aprile 2008 che stabilisce, in conformità al regolamento (CE) n. 842/2006 del Parlamento europeo

Dettagli

Impianti di Climatizzazione: facciamo chiarezza!

Impianti di Climatizzazione: facciamo chiarezza! Impianti di Climatizzazione: facciamo chiarezza! a cura di Giorgio Falanelli CNA Dalla L.46/90 al DM 37/08 Lettera C della 46: impianti di riscaldamento e di climatizzazione ; Lettera C del 37:impianti

Dettagli

Oggetto: Capitolato Tecnico per manutenzione annuale da eseguire su impianto climatizzazione - camera pulita MDT.

Oggetto: Capitolato Tecnico per manutenzione annuale da eseguire su impianto climatizzazione - camera pulita MDT. Roma, giovedi 22 giugno 2016 Oggetto: Capitolato Tecnico per manutenzione annuale da eseguire su impianto climatizzazione - camera pulita MDT. 1. GENERALITA DELLA MANUTENZIONE Le operazione di manutenzione

Dettagli

REGOLAMENTO (UE) N. 517/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

REGOLAMENTO (UE) N. 517/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO 20.5.2014 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 150/195 REGOLAMENTO (UE) N. 517/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 16 aprile 2014 sui gas fluorurati a effetto serra e che abroga il regolamento

Dettagli

DELEGA ALLA COMPILAZIONE ED ALL INVIO DELLA DICHIARAZIONE EX ART. 16 D.P.R. n 43/2012

DELEGA ALLA COMPILAZIONE ED ALL INVIO DELLA DICHIARAZIONE EX ART. 16 D.P.R. n 43/2012 DELEGA ALLA COMPILAZIONE ED ALL INVIO DELLA DICHIARAZIONE EX ART. 16 D.P.R. n 43/2012 La società / ditta individuale, in persona del legale rappresentante pro tempore / titolare firmatario Sig., con sede

Dettagli

GUIDA ALLA CONVERSIONE DEI REFRIGERANTI

GUIDA ALLA CONVERSIONE DEI REFRIGERANTI GUIDA ALLA CONVERSIONE DEI REFRIGERANTI LA STRATEGIA A BASSE EMISSIONI DI THERMO KING UN BUSINESS A PROVA DI FUTURO Da sempre, Thermo King investe considerevolmente nello sviluppo di tecnologie innovative,

Dettagli

Libretto di Impianto

Libretto di Impianto Libretto di Impianto Identificazione Impianto : Matricola Descrizione Il presente libretto è conforme al DPR n.147 del 15 febbraio 2006 Allegato I previsto dall art. 3 comma 2. Nel presente libretto devono

Dettagli

FACSIMILE. DECRETO 10 febbraio 2014 ALLEGATO IV (Art.2) Blocco da 25 moduli in triplice copia

FACSIMILE. DECRETO 10 febbraio 2014 ALLEGATO IV (Art.2) Blocco da 25 moduli in triplice copia Mod. RCS5IT RAPPORTO DI CONTROLLO DI EFFICIENZA ENERGETICA TIPO (scambiatori) DECRETO 10 febbraio 2014 ALLEGATO IV (Art.2) Blocco da 25 moduli in triplice copia IL RAPPORTO DI CONTROLLO DEVE ESSERE COMPILATO

Dettagli

REGISTRO D IMPIANTO REGISTRO DELL APPARECCHIATURA CONFORME AL DPR43/2012

REGISTRO D IMPIANTO REGISTRO DELL APPARECCHIATURA CONFORME AL DPR43/2012 REGISTRO D IMPIANTO REGISTRO DELL APPARECCHIATURA CONFORME AL DPR43/2012 PER LA GESTIONE DEGLI IMPIANTI CONTENENTI GAS REFRIGERANTE HFC SECONDO IL PROTOCOLLO DI KYOTO (CE 842/2006) 2 VAT_240_REV.00 Anno

Dettagli

GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale

GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale 1 GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale Protocollo di Kyoto Nel quadro del protocollo di Kyoto l Unione europea si è impegnata a ridurre le proprie emissioni di gas ad effetto serra nel periodo

Dettagli

FACSIMILE. Mod. RCF34IT RAPPORTO DI CONTROLLO DI EFFICIENZA ENERGETICA TIPO 2 (gruppi frigo) Blocco da 25 moduli in triplice copia

FACSIMILE. Mod. RCF34IT RAPPORTO DI CONTROLLO DI EFFICIENZA ENERGETICA TIPO 2 (gruppi frigo) Blocco da 25 moduli in triplice copia Mod. RCF34IT RAPPORTO DI CONTROLLO DI EFFICIENZA ENERGETICA TIPO 2 (gruppi frigo) DECRETO 10 febbraio 2014 ALLEGATO III (Art.2) Blocco da 25 moduli in triplice copia IL RAPPORTO DI CONTROLLO DEVE ESSERE

Dettagli

Questioni ambientali Fluidi refrigeranti e questioni ambientali Problema 1 Problema 2 Riscaldamento globale

Questioni ambientali Fluidi refrigeranti e questioni ambientali Problema 1 Problema 2 Riscaldamento globale BENVENUTI CONTROLLO E MANUTENZIONE IMPIANTI ANTINCENDIO Il Controllo delle perdite, il recupero dei gas, l'installazione, la manutenzione, la riparazione di impianti fissi di protezione antincendio che

Dettagli

FACSIMILE. DECRETO 10 febbraio 2014 ALLEGATO II (Art.2) Blocco da 25 moduli in triplice copia

FACSIMILE. DECRETO 10 febbraio 2014 ALLEGATO II (Art.2) Blocco da 25 moduli in triplice copia Mod. RCT33IT RAPPORTO DI CONTROLLO DI EFFICIENZA ENERGETICA TIPO 1 (gruppi termici) DECRETO 10 febbraio 2014 ALLEGATO II (Art.2) Blocco da 25 moduli in triplice copia IL RAPPORTO DI CONTROLLO DEVE ESSERE

Dettagli

Refrigeranti a basso GWP Opteon

Refrigeranti a basso GWP Opteon Refrigeranti a basso GWP Il Regolamento Europeo F-Gas ridurrà progressivamente l immissione di HFC (in tonn di CO 2 equivalente) sul mercato dell Unione Europea, introducendo anche dei divieti di utilizzo

Dettagli

L esame dovrà essere fatto entro 24 mesi dalla data di rilascio di attestazione del corso.

L esame dovrà essere fatto entro 24 mesi dalla data di rilascio di attestazione del corso. DESCRIZIONE FIGURA ROFESSIONALE ersonale che opera nel: controllo delle perdite di applicazioni contenenti almeno 3kg di gas fluorurati ad effetto serra e di applicazioni contenenti almeno 6 kg di gas

Dettagli

COMUNE DI COLOGNO MONZESE

COMUNE DI COLOGNO MONZESE COMUNE DI COLOGNO MONZESE Manutenzione impianti termici con potenza inferiore ai 35 KW LE OPERAZIONI DI MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI TERMICI La manutenzione periodica deve essere affidata a un manutentore

Dettagli

COMUNICAZIONE ISPRA 2016 IMPIANTI E APPARECCHIATURE CONTENENTI GAS FLUORURATI A EFFETTO SERRA

COMUNICAZIONE ISPRA 2016 IMPIANTI E APPARECCHIATURE CONTENENTI GAS FLUORURATI A EFFETTO SERRA COMUNICAZIONE ISPRA 2016 IMPIANTI E APPARECCHIATURE CONTENENTI GAS FLUORURATI A EFFETTO SERRA Vicenza il 04/05/2016 C/o Confindustria Vicenza / Relatore: Davide Casaro di Confindustria Vicenza ARGOMENTI

Dettagli

2) ARTICOLO DEL MINISTERO DELL'AMBIENTE SULLA REGOLAMENTAZIONE 842/06 PRESENTATO AL XII CONVEGNO EUROPEO cliccare qui per scaricarlo

2) ARTICOLO DEL MINISTERO DELL'AMBIENTE SULLA REGOLAMENTAZIONE 842/06 PRESENTATO AL XII CONVEGNO EUROPEO cliccare qui per scaricarlo Pagina 1 di 7 Identità principale Da: "centrogalileo" Data invio: martedì 24 luglio 14.18 Allega: 22 luglio.pdf Oggetto: Newsletters ATF Agosto Gent.mo Socio Privilegiato della

Dettagli

DISPOSIZIONI RELATIVE ALLE APPARECCHIATURE DI CONDIZIONAMENTO E IMPIANTI ANTINCENDIO

DISPOSIZIONI RELATIVE ALLE APPARECCHIATURE DI CONDIZIONAMENTO E IMPIANTI ANTINCENDIO DISPOSIZIONI RELATIVE ALLE APPARECCHIATURE DI CONDIZIONAMENTO E IMPIANTI ANTINCENDIO Vicenza 20 maggio 2015 Confindustria Vicenza Relatore Geom. Alessandro Timossi di Confindustria Padova ARGOMENTI TRATTATI

Dettagli

del 16 aprile 2014 (Testo rilevante ai fini del SEE) IL PARLAMENTO EUROPEO E IL CONSIGLIO DELL UNIONE EUROPEA,

del 16 aprile 2014 (Testo rilevante ai fini del SEE) IL PARLAMENTO EUROPEO E IL CONSIGLIO DELL UNIONE EUROPEA, REGOLAMENTO (UE) N. 517/2014 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 16 aprile 2014 sui gas fluorurati a effetto serra e che abroga il regolamento (CE) n. 842/2006 (Testo rilevante ai fini del SEE)

Dettagli

FACSIMILE. DECRETO 10 febbraio 2014 ALLEGATO V (Art.2) Blocco da 25 moduli in triplice copia

FACSIMILE. DECRETO 10 febbraio 2014 ALLEGATO V (Art.2) Blocco da 25 moduli in triplice copia Mod. RCC36IT RAPPORTO DI CONTROLLO DI EFFICIENZA ENERGETICA TIPO 4 (cogeneratori) DECRETO 10 febbraio 2014 ALLEGATO V (Art.2) Blocco da 25 moduli in triplice copia IL RAPPORTO DI CONTROLLO DEVE ESSERE

Dettagli

Istruzioni per la corretta attuazione della campagna di controllo e manutenzione degli impianti termici con potenza inferiore a 35 KW

Istruzioni per la corretta attuazione della campagna di controllo e manutenzione degli impianti termici con potenza inferiore a 35 KW Provincia di Sondrio Corso XXV Aprile, 22-23100 Sondrio tel. 0342 531 111 - fax 0342 210 217 Istruzioni per la corretta attuazione della campagna di controllo e manutenzione degli impianti termici con

Dettagli

LIBRETTO DI CENTRALE

LIBRETTO DI CENTRALE LIBRETTO DI CENTRALE OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE SUPERIORE O UGUALE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412) 1 di 22 1. SCHEDA IDENTIFICATIVA

Dettagli

LIBRETTO DI IMPIANTO

LIBRETTO DI IMPIANTO LIBRETTO DI IMPIANTO ESTREMI DEL GESTORE DELL IMPIANTO RAGIONE SOCIALE: Industria Vetraria EMAR srl INDIRIZZO: Via Rivolta 6-20846 Macherio MB TEL: 039-2010251 FAX: P.IVA: 02894600960 ATTIVITA : Lavorazione

Dettagli

Termotecnica Pompe di Industriale. Gli atti dei convegni e più di contenuti su.

Termotecnica Pompe di Industriale. Gli atti dei convegni e più di contenuti su. Termotecnica Pompe di Industriale Calore Gli atti dei convegni e più di 5.000 contenuti su www.verticale.net DPR 16 aprile 2013 n. 74 «Regolamento recante definizione dei criteri generali in materia di

Dettagli

che stabilisce, a norma del regolamento (UE) n. 517/2014 del Parlamento europeo e del

che stabilisce, a norma del regolamento (UE) n. 517/2014 del Parlamento europeo e del CORSO + ESAMI DI CERTIFICAZIONE OPERATORE GAS FLUORURATI REG 303/2008 Gentilissimi, Il Parlamento ed il Consiglio europeo hanno adottato il regolamento CE n. 842/2006 (regolamento sugli Fgas), che stabilisce

Dettagli

DICHIARAZIONE F-GAS 16 DPR 43/2012 COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE MANTOVA 18 MAGGIO 2016 RELATORE: GUALTIERO FIORINA

DICHIARAZIONE F-GAS 16 DPR 43/2012 COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE MANTOVA 18 MAGGIO 2016 RELATORE: GUALTIERO FIORINA DICHIARAZIONE F-GAS ART. 16 DPR 43/2012 COMPILAZIONE DELLA DICHIARAZIONE MANTOVA 18 MAGGIO 2016 RELATORE: GUALTIERO FIORINA CHE COS È LA DICHIARAZIONE F-GAS E COME SI TRASMETTEE ALL ISPRA? LA DICHIARAZIONE

Dettagli

GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale

GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale I gas fluorurati ad effetto serra Nuove disposizioni e loro applicazione Torino, 2 ottobre 2012 1 Registro Telematico E' istituito, presso il Ministero dell'ambiente

Dettagli

Certificazione del Personale e dell Azienda SITUAZIONE!!!!! 25/09/2012 1

Certificazione del Personale e dell Azienda SITUAZIONE!!!!! 25/09/2012 1 Certificazione del Personale e dell Azienda SITUAZIONE!!!!! 25/09/2012 1 Regolamento CE 303/2008 2aprile 2008 Si ricorda che deve essere certificato la persona fisica che svolge le seguenti attività: a)

Dettagli

GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale. Le informazioni contenute in questa presentazione sono aggiornate al 3 LUGLIO 2013

GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale. Le informazioni contenute in questa presentazione sono aggiornate al 3 LUGLIO 2013 GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale Le informazioni contenute in questa presentazione sono aggiornate al 3 LUGLIO 2013 Protocollo di Kyoto Nel quadro del protocollo di Kyoto l Unione europea si

Dettagli

Linee Guida per la corretta gestione dei gas fluorurati

Linee Guida per la corretta gestione dei gas fluorurati Linee Guida per la corretta gestione dei gas fluorurati A cura del Gruppo di Lavoro Gas Fluorurati di Assogastecnici Edizione settembre 2012 ASSOGASTECNICI Associazione Nazionale Imprese gas tecnici, speciali

Dettagli

GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale. Le informazioni contenute in questa presentazione sono aggiornate al 11 febbraio 2013

GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale. Le informazioni contenute in questa presentazione sono aggiornate al 11 febbraio 2013 GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale Le informazioni contenute in questa presentazione sono aggiornate al 11 febbraio 2013 Protocollo di Kyoto Nel quadro del protocollo di Kyoto l Unione europea

Dettagli

REGISTRO APPARECCHIATURA. Apparecchi contenenti Gas Fluorurati in quantità superiori ai 3 Kg

REGISTRO APPARECCHIATURA. Apparecchi contenenti Gas Fluorurati in quantità superiori ai 3 Kg REGISTRO APPARECCHIATURA Apparecchi contenenti Gas Fluorurati in quantità superiori ai 3 Kg REGOLAMENTO (CE) n. 842/2006 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 17 maggio 2006 su taluni gas fluorurati

Dettagli

PARTNER/PARTENAIRES. Provincia di Lucca

PARTNER/PARTENAIRES. Provincia di Lucca Il Mansionario delle pratiche eco-compatibili per le strutture da diporto è stato realizzato nell ambito del Progetto Transfrontaliero Italia Francia Marittimo MISTRAL PARTNER/PARTENAIRES Provincia di

Dettagli

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di TREVISO - BELLUNO

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di TREVISO - BELLUNO Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di TREVISO - BELLUNO Registro Imprese - VISURA ORDINARIA DELL'IMPRESA TERMOIDRAULICA BADIN DI BADIN CHRISTIAN DATI ANAGRAFICI Indirizzo Sede VIA

Dettagli

REGISTRO ANTINCENDIO

REGISTRO ANTINCENDIO REGISTRO ANTINCENDIO Azienda SPA Via Roma, 1 20100 Milano (MI) Milano, 03/03/2010 Elenco attività soggette a controllo VV.FF. Attività Fascicolo Data Attività esempio fascicolo n.ro 123 03/03/2010 Estremi

Dettagli

PROCEDURA PER LA CERTIFICAZIONE DEI SERVIZI DELLE IMPRESE OPERANTI EX REGOLAMENTI CE 303/2008 e 304/2008, DPR 43/12 e RT 29 DI ACCREDIA

PROCEDURA PER LA CERTIFICAZIONE DEI SERVIZI DELLE IMPRESE OPERANTI EX REGOLAMENTI CE 303/2008 e 304/2008, DPR 43/12 e RT 29 DI ACCREDIA Pag. 1 di 10 S P 4 4 PROCEDURA PER LA CERTIFICAZIONE DEI SERVIZI DELLE, DPR 43/12 e RT 29 DI ACCREDIA 0 07.12.2016 Revisione generale Presidente Comitato di Schema Amministratore Delegato 5 28.09.2016

Dettagli

DECRETO MINISTERO DELL'INDUSTRIA, COMMERCIO E ARTIGIANATO 20 FEBBRAIO 1992

DECRETO MINISTERO DELL'INDUSTRIA, COMMERCIO E ARTIGIANATO 20 FEBBRAIO 1992 DECRETO MINISTERO DELL'INDUSTRIA, COMMERCIO E ARTIGIANATO 20 FEBBRAIO 1992 APPROVAZIONE DEL MODELLO DI DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ DELL'IMPIANTO ALLA REGOLA D'ARTE DI CUI ALL'ART. 7 DEL REGOLAMENTO DI

Dettagli

CIRCOLARE DESTINATARIO Titolare dell attività Responsabile servizio prevenzione e protezione Responsabile A ambientale

CIRCOLARE DESTINATARIO Titolare dell attività Responsabile servizio prevenzione e protezione Responsabile A ambientale CIRCOLARE 07-2017 DESTINATARIO Titolare dell attività Responsabile servizio prevenzione e protezione Responsabile A ambientale MITTENTE DA TecnoAdda S.a.s. Email info@tecnoadda.com TEL. N. 0341.281459

Dettagli

LIBRETTO DI IMPIANTO

LIBRETTO DI IMPIANTO Premiata assistenza a caldaie via centrale, Roma LIBRETTO DI IMPIANTO OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE INFERIORE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO

Dettagli

BLACK LIST 2010 (Elenchi Clienti/Fornitori)

BLACK LIST 2010 (Elenchi Clienti/Fornitori) .com BLACK LIST 2010 (Elenchi Clienti/Fornitori) A seguito della conversione in Legge del c.d. Decreto Incentivi D.L. n.40/2010 si rende obbligatoria per tutte le imprese, a partire dal 31 Agosto 2010,

Dettagli

Carta intestata impresa associata

Carta intestata impresa associata Carta intestata impresa associata Spett.le Cliente, La informiamo che l art. 16, comma 1, del D.P.R. n. 43 del 27 gennaio 2012, prevede che, a partire dall anno in corso, entro il 31 maggio di ogni anno

Dettagli

SCHEMA DI DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DI ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO (CE) N.842/2006 SU TALUNI GAS FLUORURATI AD EFFETTO SERRA.

SCHEMA DI DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DI ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO (CE) N.842/2006 SU TALUNI GAS FLUORURATI AD EFFETTO SERRA. SCHEMA DI DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DI ATTUAZIONE DEL REGOLAMENTO (CE) N.842/2006 SU TALUNI GAS FLUORURATI AD EFFETTO SERRA. IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Visto l'articolo 87, quinto comma,

Dettagli

BLACK LIST 2010 (Elenchi Clienti/Fornitori)

BLACK LIST 2010 (Elenchi Clienti/Fornitori) BLACK LIST 2010 (Elenchi Clienti/Fornitori) Il 5 luglio l Agenzia delle Entrate ha approvato le specifiche tecniche per la comunicazione dei dati relativi alle operazioni effettuate nei confronti di operatori

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE REGOLAMENTO 303/2008

CORSO DI FORMAZIONE REGOLAMENTO 303/2008 CORSO DI FORMAZIONE REGOLAMENTO 303/2008 Personale addetto a svolgere attività su apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d aria e pompe di calore contenenti taluni gas fluorurati ad effetto

Dettagli

La certificazione del piano della qualità per gli impiantisti del freddo (frigoristi)

La certificazione del piano della qualità per gli impiantisti del freddo (frigoristi) La certificazione del piano della qualità per gli impiantisti del freddo (frigoristi) Cosa dice la legge Il D.P.R. n. 43/2012 (entrato in vigore il 5 maggio 2012) ha recepito anche in Italia il Regolamento

Dettagli

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di PISA

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di PISA Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di PISA Registro Imprese - VISURA ORDINARIA DELL'IMPRESA C.G.TERMOTECNICA DI CHIERCHIA GUIDO DATI ANAGRAFICI Indirizzo Sede PISA (PI) VIA NARCISIO

Dettagli

MANUALE CRITERI DI SELEZIONE DEI PRODOTTI. ed. 001-SP-ITA 1 CRITERI DI SELEZIONE DEI PRODOTTI

MANUALE CRITERI DI SELEZIONE DEI PRODOTTI. ed. 001-SP-ITA 1 CRITERI DI SELEZIONE DEI PRODOTTI MANUALE 1 2 INDICE Il Fattore Kv Esempi d applicazione con refrigeranti HFC Esempi d applicazione con refrigeranti HC Tabelle 1, 2, 3, 4, 5a, 5b, 6a, 6b, 7, 8 Esempi d applicazione con refrigerante CO

Dettagli

Richiesta di attivazione della fornitura di gas: RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA DI GAS per impianti soggetti alla legge 5 marzo 1990, n.

Richiesta di attivazione della fornitura di gas: RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA DI GAS per impianti soggetti alla legge 5 marzo 1990, n. Allegato A (da compilarsi a cura del cliente finale) Al distributore: (Denominazione, indirizzo, telefono) Richiesta di attivazione della fornitura di gas: Codice n. RICHIESTA DI ATTIVAZIONE DELLA FORNITURA

Dettagli

Faq impianti termici Regione Toscana

Faq impianti termici Regione Toscana Faq impianti termici Regione Toscana Su quali impianti si fanno i controlli di efficienza energetica? I controlli di efficienza energetica sono obbligatori solo sugli impianti termici superiori a determinate

Dettagli