DEUTSCH ALS FREMDSPRACHE (Corso base di Lingua Tedesca) Livello A1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DEUTSCH ALS FREMDSPRACHE (Corso base di Lingua Tedesca) Livello A1"

Transcript

1 DEUTSCH ALS FREMDSPRACHE (Corso base di Lingua Tedesca) Livello A1 1

2 ANALISI DEI BISOGNI EFFECTS ON THE EUROPEAN ECONOMY OF SHORTAGES OF FOREIGN LANGUAGE SKILLS IN ENTERPRISES - Commissione Europea, Area Politiche per il Plurilinguismo, Bruxelles Secondo uno studio commissionato dalla Comunità Europea e condotto dal CILT, National Centre for Languages britannico, recentemente pubblicato, ogni anno, migliaia di aziende europee perdono opportunità commerciali e sono costrette a rinunciare a contratti a causa della mancanza di proprie competenze, linguistiche ed interculturali. Lo studio mette in evidenza l enorme potenziale che le Imprese europee, soprattutto quelle Piccole e Medie, avrebbero in termini di incremento delle esportazioni se solo si investisse di più nelle lingue straniere e si sviluppassero strategie linguistiche più coerenti. Da una recente ricerca si evince, infatti, che le aziende che puntano sul miglioramento delle competenze linguistiche del loro personale sfruttano molto meglio di altre le opportunità del mercato interno europeo, il quale, con circa mezzo miliardo di persone, è il più grande mercato al mondo. Circa la metà delle aziende esportatrici individuate hanno manifestato la loro intenzione ad espandersi in mercati stranieri nel prossimo triennio. Ne deriva, pertanto, una previsione di un forte incremento della domanda di servizi linguistici finalizzati al fine di far fronte ai bisogni che derivano da tale espansione. Lo studio conferma, tra l altro, l importanza della lingua Inglese come lingua franca a livello mondiale. CORPORATE LANGUAGES: 1) DEUTSCH ALS FREMDSPRACHE E è un progetto finalizzato di Lingua Tedesca della durata complessiva di 36 ore a carattere modulare al cui interno sono previste attività complementari tra loro come: a) Formazione ex cattedra: 36 ore, pari al 100% del monte ore; b) Studio individuale: almeno 100% del monte ore previsto.

3 Esso prevede un insieme articolato e flessibile di azioni formative che riteniamo in grado di rispondere alla domanda di formazione linguistica proveniente, in particolare, dal management aziendale a beneficio dei propri dipendenti. Una analisi del contesto nazionale ed internazionale conferma, tra l altro, l importanza della lingua tedesca come lingua franca a livello specialistico con un indice di priorità da medio ad alto. FINALITA Innalzare il livello medio delle conoscenze della popolazione aziendale a fini professionali Nell interpretare le esigenze delle figure e del profilo professionale del candidato, in ambito progettazione si è individuato 1 MACRO AREA/LIVELLO DI COMPETENZA al fine di poter perseguire nel miglior modo possibile ed in maniera capillare obiettivi realistici, coerenti e coesivi attraverso contenuti formativi ad alto valore aggiunto. Il Modulo didattico è: 1. un segmento formativo unitario e compatto, finalizzato a sviluppare, nel soggetto in formazione continua, le risorse cognitive funzionali ad un utilizzo sempre più autonomo ed efficace della comunicazione in ambito linguistico. Insomma, al raggiungimento di precise competenze che dovranno essere continuamente sviluppate e potenziate in relazione al profilo professionale di riferimento, esplicitate e quindi verificate attraverso n. 1 prova/test di progresso + un test finale (seguito da un Bilancio delle competenze). Tali competenze saranno documentate nel Portfolio personale degli allievi e possibilmente certificate assieme a quella documentazione che testimonierà l'iter formativo seguito, il materiale prodotto, i contenuti e gli obiettivi di ciascuna azione formativa. Gli standard linguistici adottati saranno definiti attraverso la declinazione di abilità connesse con la ricezione e produzione di testi scritti e orali, di dominio generale e di dominio specifico (tecnico- professionale). Ciò implica lo sviluppo delle competenze alfabetico-funzionali-nozionali (literacy), intese come risorse strumentali per costruire un percorso di apprendimento continuo, a partire dalla padronanza della lingua base fino alla progressiva acquisizione dei codici specialistici. In particolare, l apprendimento della lingua tedesca è interpretato come un processo linguistico, sociolinguistico e pragmatico, articolato in attività di ricezione e produzione di testi scritti e orali, finalizzate a determinati scopi comunicativi. 3

4 Al fine di assicurare la massima trasparenza e comparabilità del percorso formativo in ambito comunitario, la progettazione delle Unità Didattiche ha fatto costante riferimento agli standard definiti nel Common European Framework; 2. un riferimento per la certificazione delle competenze acquisite da ciascun soggetto nella propria esperienza di vita. Nella declinazione delle competenze in esito, si sono considerati i "gradi obiettivo" di conoscenza della lingua inglese così come codificati dal Common European Framework: Livello A1/Breakthrough, Livello A2/Waystage,. Il Progetto è caratterizzato da massima flessibilità per ciò che riguarda i percorsi formativi di interesse in quanto i corsisti potranno alternare momenti di formazione accademica frontale con altri in STUDIO INDIVIDUALE, stabilendo per questa modalità il ritmo, i tempi, i luoghi di fruizione (avendo ovviamente sempre a propria disposizione gli strumenti necessari) In conclusione, il progetto: Deutsch als Fremdspache: Deutsch im Beruf si pone come obiettivo l acquisizione di un insieme di solide competenze linguistiche, aziendali/generali e tecniche, al livello A1/A2. Tali competenze: a) saranno caratterizzate da uniformità e trasversabilità in ambito aziendale; b) assicureranno una base di competenze comuni seppur differenziate per livello; llo; c) favoriranno la flessibilità della professionalizzazione; d) assicureranno la confrontabilità con i parametri europei. Pertanto, gli obiettivi verranno perseguiti attraverso l elemento architettonico su cui si basa l intero progetto, il CORSO - lo strumento necessario ed indispensabile, opportuno alla formazione ed alla specializzazione linguistica e professionale delle risorse e degli operatori del delicato processo di internazionalizzazione delle imprese - il cui format è caratterizzato da: 1) una denominazione specifica (CORPORATE LANGUAGES) 2) da una denominazione per l individuazione il Modulo: DEUTSCH ALS FREMDSPACHE: DEUTSCH IM BERUF 4

5 3) dalle competenze obiettivo per ogni livello o grado di competenza (il soggetto al termine del modulo sarà in grado di..) 4) dai contenuti per ogni livello o grado di competenza (il soggetto partecipa a questo modulo in quanto ha bisogno di sapere come..) 5) dalle modalità di valutazione per ogni livello o grado di competenza (il soggetto deve dimostrare di = descrittore..secondo un livello di difficoltà definito = indicatore) RICONOSCIMENTO CREDITI : La Certificazione delle Competenze linguistiche si rivolge ad una quota estremamente ampia e diversificata della popolazione, aziendale e non. Essa non interessa solo l'individuo, la persona, ma anche coloro che sono dotati di personalità giuridica, i datori di lavoro, in termini di migliore utilizzazione delle risorse umane. Pertanto, all allievo verrà data la possibilità di CERTIFICARE (a richiesta) la propria competenza linguistica. Tale certificazione dovrà essere intesa come: una qualificazione che tutti possono ottenere un metodo pratico per misurare e validare le abilità linguistiche una linea guida per la formazione un certificato che conferisce maggiori possibilità e mobilità a chi lo possiede un fattore per partecipare in modo più consapevole ed attivo al mondo lavorativo e non viviamo. OBIETTIVI E CONTENUTI Deutsch Als Fremdsprache: Deutsch in Beruf Livello A1/A2 (36 ore) Al termine del corso il partecipante avrà acquisito una comprensione di base della Lingua Tedesca, così come questa è utilizzata in un prevedibile contesto socio-lavorativo, ed una abilità ad usare tale lingua ad un livello base, preliminare. In particolare, al fine di rispondere alle esigenze poste dall ambiente di lavoro, l allievo sarà in grado di: 5

6 1 Parlare dell ambiente di lavoro e del contesto sociale in cui si trova 2 Parlare delle mansioni proprie e dei colleghi e relative posizioni aziendali 3 Utilizzare un linguaggio atto alla socializzazione non solo in ambiente lavorativo 4 Dare informazioni ed istruzioni sia in una situazione lavorativa che sociale 5 Comprendere e dare semplici informazioni numeriche 6 Comprendere e lasciare semplici messaggi In aggiunta, l allievo acquisirà una competenza linguistica così come delineata dai punti 7-10 dei contenuti Una volta acquisite con profitto le nozioni linguistiche basilari l allievo potrà proseguire al livello successivo Al termine del corso, il candidato sosterrà una verifica finale basata sul format: - risposte a scelta multipla - inserimento di una parola - risposte Vero/Falso - risposte attraverso una frase - completamento di un messaggio telefonico Nella fase di scrittura gli allievi dovranno dimostrare di essere in grado di scrivere in modo comprensibile, accurato, senza commettere molti errori di scrittura e nel rispetto della punteggiatura. Il test finale, non vincolante, si intenderà superato con la seguente valutazione: 50% di risposte corrette: SUFFICIENTE 60% di risposte corrette: DISCRETO 75% di risposte corrette: OTTIMO Il format del test finale di riferimento è quello della London Chamber of Commerce and Industry Examinations Board (Livello Preliminare) 6

7 Argomenti e Contenuti 1 Saper descrivere il luogo di lavoro Il partecipante sarà in grado di: 1.1 Descrivere le attrezzature di base del posto di lavoro 1.2 Descrivere la sistemazione e l organizzazione di del posto di lavoro 2 Mansioni e Ruoli nel contesto lavorativo Il partecipante sarà in grado di: 2.1 Comprendere ed usare titoli relativi alle mansioni lavorative e alle relazioni esistenti sul posto di lavoro 2.2 spiegare semplici compiti e mansioni di base 3 Il linguaggio delle relazioni nel contesto lavorativo Il partecipante sarà in grado di: 3.1 Scambiare i saluti di base e formulare gli arrivederci in un contesto lavorativo 3.2 Chiedere e dare semplici informazioni personali 3.3 Formulare inviti e rispondere in modo appropriato 3.4 Come esprimere e gratitudine nel lavoro 4 Come dare istruzioni e semplici indicazioni in un contesto lavorativo Il partecipante sarà in grado di: 4.1 Spiegare come si svolgono certe operazioni di base nel lavoro 4.2 Dare semplici indicazioni per raggiungere un luogo 4.3 Dare indicazioni su dove si trova un altro luogo all interno di una struttura lavorativa 5 Semplici informazioni con i numeri Il partecipante sarà in grado di: 5.1 Comprendere un orario o un agenda 5.2 Comprendere un listino prezzi, un conto, una fattura 6 Come scrivere semplici messaggi 7

8 Il partecipante sarà in grado di: 6.1 Redigere una nota con semplici informazioni inerenti il contest lavorativo 7 Competenza Linguistica (Strutture) L allievo sarà in grado di: 7.1 riconoscere ed usare le seguenti forme verbali: il tempo presente dei verbi regolari e i verbi con un cambio di vocale nella parola (eg ich arbeite, er liest) il tempo futuro utilizzando il presente in combinazione con un avverbio di tempo (eg ich komme morgen) semplici imperativi (eg schreiben Sie) i modali können, wollen, müssen, sollen, dürfen, möchten al tempo presente 7.2 riconoscere verbi separabili (eg er ruft an) 7.3 riconoscere i seguenti pronomi: pronomi personali ai casi: nominativo, dativo, accusativo pronomi possessivi ai casi: nominativo, dativo, accusativo pronomi dimostrativi ai casi: nominativo, dativo, accusative (eg diese, dieses, diesen) 7.4 riconoscere le seguenti tipologie di frasi e saper mettere il verbo nella giusta posizione nelle seguenti strutture: frasi affermative domande si/no domande che iniziano con un interrogativo 7.5 riconoscere I pronomi indefinite man, etwas, nichts 7.6 riconoscere l articolo indefinito in frase negativa ai casi: nominativo, dativo, accusative (kein, keine) 7.7 riconoscere gli articoli definiti ed indefiniti ai casi: nominativo, dativo, accusativo 7.8 riconoscere il genere dei sostantivi 7.9 riconoscere la seconda declinazione dei sostantivi (n-declension) of Herr (eg den Herrn) 7.10 riconoscere I pronomi relativi al caso nominativo 7.11 riconoscere ed usare semplici interrogativi 7.12 riconoscere ed usare gli avverbi di luogo hier e dort 7.13 riconoscere altri semplici avverbi di luogo (eg oben, hinten) 8

9 7.14 riconoscere ed usare sempli avverbi di tempo e modo (eg sehr, heute, jetzt) 7.15 riconoscere un numero seppur limitato di attributi e il loro grado comparative (eg viel, mehr, größer) 8 Competenza Linguistica (nozioni) L allievo sarà in grado di: 8.1 riconoscere le espressioni es gibt ed es gibt nicht/kein 8.2 riconoscere I seguenti modi per esprimere spazio e direzione: semplici direzioni rechts e links preposizioni di base (eg über, vor, in) 8.3 riconoscere semplici descrizioni relative allo spazio: weit, nah, in der Nähe le espressioni relativi alla direzione geradeaus and zurück 8.4 come esprimere il presente ed il futuro 8.5 riconoscere ed usare I seguenti modi per esprimere il tempo: le suddivisioni del tempo includendo I giorni della settimana e l espressione Wochenende mesi stagioni dell anno lla suddivisione della giornata la durata von bis come dire l orario anche nel sistema 24 ore 8.6 riconoscere i seguenti modi per esprimere tempo e durata: früh e spät Urlaub e Ferien zuerst e dann per esprimere una sequenza espressioni più complesse di frequenza(eg manchmal, am Montag, dreimal in der Woche, noch einmal) 8.7 riconoscere ed usare I seguenti numeri ed espressioni di quantità: forme singolari e plurali dei sostantivi numeri cardinali fino a 4 cifre ungefähr e etwa 9

10 8.8 numeri ordinali fino a 2 cifre scritti in lettere 8.9 riconoscere ed usare numeri ordinali fino a 2 cifre rappresentandoli con numeri (eg in una data 3. Mai) 8.10 riconoscere ed usare I seguenti modi per esprimere la qualità: forme di base (eg rund, viereckig, rechteckig) aggettivi (eg groß, klein) pesi e misure: Zentimeter, Meter, Kilometer Gramm, Pfund, Kilo Liter aggettivi per descrivere le temperature heiß, warm, kalt i colori schwarz, weiß, grau, hell, dunkel alcuni materiali (eg Metall, Holz, Papier) gli aggettivi alt e neu 8.11 riconoscere ed usare alcuni aggettivi per esprimere una valutazione ed una opinione (eg teuer, billig, gut schlecht, richtig, falsch) 8.12 riconoscere il comparativo besser 9 Competenza linguistica (vocabolario) L allievo sarà in grado di: 9.1 riconoscere ed usare le seguenti parole: I titoli più comuni di fronte e nomi Herr, Frau le parole più comuni per gli indirizzi (eg Straße, Hausnummer, Postleitzahl) numeri di telefono e termini connessi con le telecomunicazioni (see 10.4), Fax- und adressen nazionalità e modi di comunicazione di questa (ich komme aus ) espressioni per il genere (eg Mann, Frau, Junge, Mädchen) espressioni per lo stato civile (ich bin verheiratet/ledig) nomi dei membri di una famiglia (eg Vater, Mutter, Mann, Frau, Partner/in, Sohn, Tochter, Bruder, Schwester, Kind, Geschwister) 9.2 riconoscere ed usare la seguente terminologia di base per la socializzazione: forme di saluto (eg Hallo, Guten Tag/Morgen/Abend, Wie geht esihnen?) 10

11 9.2.2 I modi formali ed informali per rivolgersi alle persone (Vorname, Nachname, Titel, du and Sie) semplici formule per le presentazioni (eg das ist ) formule di base per prendere commiato (eg Auf Wiedersehen, Tschüss, Gute Nacht) espressioni d invito (möchten Sie gern?) formule per accettare e rifiutare (Ja, gern/nein, danke) 9.3 riconoscere ed usare le parole connesse con l alloggio: tipi di alloggio (eg Haus, Wohnung, Zimmer) i nomi delle stanze (eg Küche, Wohnzimmer, Bad, Toilette) tipi di mobili (eg Stuhl, Tisch, Bett) nomi di servizi (eg Telefon, Wasser, Gas, Strom) 9.4 riconoscere ed usare le parole connesse ai viaggi (eg mit dem Zug/ Auto/Flugzeug/Taxi, Koffer, Pass, Visa) 9.5 riconoscere ed usare I termioni connessi con cibi e bevande: nomi dei pasti principali (eg Frühstück, Mittagessen, Abendessen) nomi delle principali categorie di cibo (eg Fleisch, Gemüse,Obst, Getränke) espressioni di base per accettare e rifiutare cibo e bevande (eg Ich hätte gern/ich möchte/nicht) parole i per individuare luoghi dove consumare bevande o cibo (eg Café, Bar, Restaurant, Rechnung, Speisekarte) 9.6 riconoscere ed usare il vocabolario relativo a luogo di lavoro: nomi delle organizzazioni (eg Firma, Institut) luoghi di lavoro (eg Büro, Fabrik, Abteilung) titoli sul lavoro (eg Geschäftsführer/in, Beamter/Beamtin, Direktor/in Sekretärin, Assistent/in) relazioni (eg Boss,Kollege/Kollegin) nomi di mobili per ufficio (eg Stuhl,Schreibtisch, Aktenschrank, Tisch, Uhr) nomi delle strutture architettoniche (eg Fenster, Tür, Aufzug, Treppe) termini connessi con le transazioni (eg kaufen, verkaufen, Geld, Preis,Steuer) nomi di monete estera nomi di articoli collegati all ufficio (eg Kugelschreiber, Notizblock, Akten- tasche, aschenrechner, Bericht, Akte) la corrispondenza: formule di apertura e chiusura (eg sehr geehrter/geehrte /mit freundlichen Grüßen) 11

12 parole connesse con la routine (eg ich gehe um zur Arbeit, ich gehe um nach Hause, ich esse zu Mittag um, ich arbeite von bis) 10 Competenza Linguistica (funzioni) L allievo sarà in grado di: 10.1 riconoscere ed usare le convenzioni sociali relative a arrivo, partenza, saluti (vedere 3.1) 10.2 riconoscere ed usare le espressioni di base per esprimere gratitudine (eg vielen Dank, Danke sehr) e scuse (Entschuldigung, es tut mir Leid) 10.3 riconoscere ed usare le formule principali per la comunicazione come: Wie bitte? Könnten Sie das bitte wiederholen? Könnten Sie das bitte buchstabieren? Könnten Sie bitte langsamer sprechen?) 10.4 riconoscer ed usare le principali espressioni per il telefono (eg Hier ist / Könnte ich bitte sprechen?) METODOLOGIE FORMATIVE IN AULA Metodologie formative in aula A supporto del processo di apprendimento-insegnamento insegnamento gli strumenti tecnici utilizzati sono: strumenti e supporti tradizionali (libri, materiale cartaceo, giornali e riviste) strumenti audiovisivi (VCR e TV, videotapes; ACR, audio cassette, laboratorio informatico audioattivo, con possibilità di comparare la propria produzione orale con modelli suggeriti) Vengono utilizzati tipi diversi di video-sequenze: recitazioni, documentari ed interviste. Ciascuna sequenza dura da 9 a 15 minuti e può essere utilizzata diverse volte in relazione a diversi "tasks". Le domande e i diversi tasks guidano l'allievo ad una migliore comprensione della sequenza stessa e culminano in discussioni o attività di "giochi di ruolo" strumenti informatici (personal computer, software, CD-ROM) con l obiettivo di: fornire al partecipante esempi di lingua così come questa è usata da personale d azienda in situazioni correlate, o "generali"; incoraggiare il partecipante ad un discussione dei vari aspetti del lavoro, di una impresa o di un servizio, apportando, laddove è possibile, considerazioni personali su esperienze acquisite; 12

13 dare al partecipante gli strumenti necessari per meglio apprezzare come l'intonazione, il tono della voce, le espressioni facciali e i gesti contribuiscono alla comunicazione; spingere il partecipante a considerare gli aspetti culturali ed inter-culturali delle situazioni vissute; rappresentare "una finestra sul mondo", un'apertura alle idee ed opinioni degli altri; complementare il materiale didattico con elementi visivi, audio, ed informatici; rappresentare un momento di insegnamento/acquisizione basato su un approccio metodologico e pedagogico diverso e tecnologicamente avanzato. L'attività di gestione dell'aula riguarderà lo sviluppo delle seguenti fasi: 1. Presentazione delle funzioni, delle nozioni e degli esponenti linguistici; del percorso e degli obiettivi preposti. 2. Warm-up e micro teaching 3. Esercitazione pratica sotto il controllo dall'insegnante. 4. Simulazione/Role play 5. Studio individuale Nella prima fase vengono presentate e spiegate le nuove funzioni e le strutture grammaticali, inserendole in un contesto reale. Si utilizzeranno poi testi, dialoghi, supportati da componenti audio-visive cassette, video, CDROM, simulazioni dell'insegnante. Nella fase seguente il partecipante sarà sollecitato a mettere in pratica le nozioni apprese sotto il controllo o la supervisione e monitoraggio dell'insegnante, che se necessario lo aiuta ed incoraggia. Quando lo studente ha preso confidenza con i termini e le strutture chiave, ci si concentrerà sul loro utilizzo in situazioni reali. Questo è il punto essenziale della lezione: ci si servirà di simulazioni e role play per riprodurre le situazioni che lo studente deve affrontare durante l'attività lavorativa. Questo metodo assicura un'effettiva padronanza della lingua in un contesto reale, e le nozioni apprese possono essere immediatamente messe in pratica. Da un punto di vista filosofico e pedagogico verranno adottati i seguenti approcci all'insegnamento/apprendimento della Lingua. 13

14 1. Approccio Comunicativo Lezioni ex-cattedra a carattere multimediale supportate da sussidi didattici a livello cartaceo (libri di testo, eserciziario e dispensine), audio e visivi, informatico ai fini dell'insegnamento ed acquisizione delle nozioni e funzioni linguistiche del livello di competenza. 2. Approccio Situazionale Implementazione di tecniche di "simulazione", "giochi di ruolo", "problem solving", "information tranfer" e "drill and practice" strettamente relazionate al programma ed ai contesti lavorativi in cui il partecipante si trova ad operare quotidianamente. 14

Lezione 11 Livello principiante

Lezione 11 Livello principiante Lezione 11 Livello principiante Parte 1 - L orario (livello formale) e le parti della giornata. Le domande per chiedere l ora sono le seguenti (hanno lo stesso identico significato, scegliete pure quella

Dettagli

CURRICOLO DISCIPLINARE AREA LINGUISTICA L2:

CURRICOLO DISCIPLINARE AREA LINGUISTICA L2: CURRICOLO DISCIPLINARE AREA LINGUISTICA L2: Inglese, Spagnolo, Francese. Traguardi di sviluppo delle competenze prima e seconda lingua straniera L alunno: organizza il proprio apprendimento; utilizza lessico,

Dettagli

TEDESCO Curricolo verticale Scuola Secondaria di I grado Istituto Comprensivo Statale di Mestrino (PD) TEDESCO - CLASSE PRIMA

TEDESCO Curricolo verticale Scuola Secondaria di I grado Istituto Comprensivo Statale di Mestrino (PD) TEDESCO - CLASSE PRIMA TEDESCO Curricolo verticale Scuola Secondaria di I grado Istituto Comprensivo Statale di Mestrino (PD) TEDESCO - CLASSE PRIMA TRAGUARDI per lo sviluppo delle OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO COMPETENZE Al termine

Dettagli

LINGUA INGLESE I^A Liceo ANNA VALDEVIT OBIETTIVI

LINGUA INGLESE I^A Liceo ANNA VALDEVIT OBIETTIVI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE a.s. 2014-2015 LINGUA INGLESE I^A Liceo ANNA VALDEVIT OBIETTIVI 1- Competenze: - acquisire un livello di competenza comunicativa che metta l alunno in grado di conversare con

Dettagli

PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE ANNUALE. Classe 1 F Materia Tedesco terza lingua Anno Scolastico 2015/2016

PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE ANNUALE. Classe 1 F Materia Tedesco terza lingua Anno Scolastico 2015/2016 Al Dirigente Scolastico dell I.I.S. F. Algarotti Venezia Prof /ssa PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE ANNUALE Classe 1 F Materia Tedesco terza lingua Anno Scolastico 2015/2016 Obiettivi generali da raggiungere:

Dettagli

Lingua Straniera: FRANCESE Prima, Seconda, Terza, Quarta, Quinta PIANO DI LAVORO. Classe Prima

Lingua Straniera: FRANCESE Prima, Seconda, Terza, Quarta, Quinta PIANO DI LAVORO. Classe Prima Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 e-mail: info@istitutocalvino.gov.it Codice Fiscale: 97270410158 internet: www.istitutocalvino.gov.it

Dettagli

I.P.S.S.A.R. Pietro d Abano ABANO TERME. PIANO DI LAVORO ANNUALE per le CLASSI SECONDE TEDESCO ANNO SCOLASTICO 2015/2016

I.P.S.S.A.R. Pietro d Abano ABANO TERME. PIANO DI LAVORO ANNUALE per le CLASSI SECONDE TEDESCO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 I.P.S.S.A.R. Pietro d Abano ABANO TERME PIANO DI LAVORO ANNUALE per le CLASSI SECONDE TEDESCO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Docenti: 2 B Prof.ssa Tonello 2 D Prof.ssa Bresciani 2 H Prof.ssa Orlandini 2 L Prof.ssa

Dettagli

Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163

Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 Sede Coordinata: telefono: 025300901 via Karl Marx 4 - Noverasco - 20090 OPERA MI fax:

Dettagli

PROGRAMMAZIONE LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO 2012-2013. Classe Prima

PROGRAMMAZIONE LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO 2012-2013. Classe Prima Presentazione della classe PROGRAMMAZIONE LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO 2012-2013 Classe Prima All inizio dell anno scolastico vengono effettuate prove d ingresso e osservazioni sistematiche che permettono

Dettagli

CURRICOLO DI LINGUA INGLESE SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO

CURRICOLO DI LINGUA INGLESE SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO CURRICOLO DI LINGUA INGLESE SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO OBIETTIVI MINIMI LINGUA INGLESE CLASSE PRIMA COMPRENSIONE ORALE PRODUZIONE ORALE COMPRENSIONE SCRITTA PRODUZIONE SCRITTA CONOSCENZA DELLE STRUTTURE

Dettagli

PROGETTO L. INGLESE (Lab. alunni) Move on Trinity 2 RELAZIONE FINALE

PROGETTO L. INGLESE (Lab. alunni) Move on Trinity 2 RELAZIONE FINALE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G.MARCONI Via Gen.A.Di Giorgio, 4-90143 Palermo Tel e Fax: 091.6255080 e-mail : paic89300r@istruzione.it sito web: www.scuolamediamarconipa.gov.it COD.MEC.: paic89300r PROGETTO

Dettagli

Istituto Scolastico Comprensivo di Petritoli. Scuola Secondaria di 1 grado. Curricolo annuale A. S. 2013-2014

Istituto Scolastico Comprensivo di Petritoli. Scuola Secondaria di 1 grado. Curricolo annuale A. S. 2013-2014 Istituto Scolastico Comprensivo di Petritoli Scuola Secondaria di 1 grado Curricolo annuale A. S. 2013-2014 Discipline: lingua francese, lingua tedesca FINALITA DELL INSEGNAMENTO DELLA LINGUA STRANIERA

Dettagli

Programmazione del dipartimento di LINGUE STRANIERE. Linguaggi TEDESCO. Modulo di lavoro Materia Asse. O.S.A. (Obiettivi Specifici di Apprendimento)

Programmazione del dipartimento di LINGUE STRANIERE. Linguaggi TEDESCO. Modulo di lavoro Materia Asse. O.S.A. (Obiettivi Specifici di Apprendimento) 1 Modulo di lavoro Materia Asse Programmazione del dipartimento di LINGUE STRANIERE TEDESCO Linguaggi Moduli U.D.A. Conoscere gli interlocutori, i compagni di classe, i docenti. Sviluppare l'interdisciplinarietà

Dettagli

Istituto Comprensivo N. D Apolito Anno scolastico 2012/2013. PROGRAMMAZIONE D ISTITUTO LINGUA STRANIERA INGLESE

Istituto Comprensivo N. D Apolito Anno scolastico 2012/2013. PROGRAMMAZIONE D ISTITUTO LINGUA STRANIERA INGLESE Istituto Comprensivo N. D Apolito Anno scolastico 2012/2013. 1.FINALITÀ DELLA DISCIPLINA PROGRAMMAZIONE D ISTITUTO LINGUA STRANIERA INGLESE 1) Comprendere l importanza della lingua straniera come strumento

Dettagli

INGLESE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUINTA

INGLESE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUINTA INGLESE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUINTA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI AD ASCOLTO L alunno comprende brevi messaggi orali e scritti relativi ad ambiti familiari. Svolge i compiti secondo

Dettagli

DISCIPLINA : 2^ LINGUA COMUNITARIA TEDESCO: CLASSE PRIMA SEC. 1 GR

DISCIPLINA : 2^ LINGUA COMUNITARIA TEDESCO: CLASSE PRIMA SEC. 1 GR DISCIPLINA : 2^ LINGUA COMUNITARIA TEDESCO: CLASSE PRIMA SEC. 1 GR TRAGUARDI DI APPRENDIMENTO L alunno comprende brevi messaggi orali e scritti relativi ad ambiti familiari. Comunica oralmente in attività

Dettagli

CURRICOLO D ISTITUTO - AREA LINGUISTICA DISCIPLINA: LINGUA INGLESE

CURRICOLO D ISTITUTO - AREA LINGUISTICA DISCIPLINA: LINGUA INGLESE CURRICOLO D ISTITUTO - AREA LINGUISTICA DISCIPLINA: LINGUA INGLESE COMPETENZE CHIAVE EUROPEA: E considerato essenziale il raggiungimento di un livello di competenza comunicativo riconducibile al livello

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Disciplina: SPAGNOLO TRAGUARDI COMPETENZE FINE SCUOLA DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO COMPETENZE SPECIFICHE ABILITA'/CAPACITA CONOSCENZE L alunno comprende oralmente e per

Dettagli

CURRICOLO DI LINGUA INGLESE

CURRICOLO DI LINGUA INGLESE CURRICOLO DI LINGUA INGLESE 1^ e 2^ anno RICEZIONE ORALE Comprendere espressioni di uso quotidiano finalizzate alla soddisfazione di bisogni elementari Gestire semplici scambi comunicativi Comprendere

Dettagli

Classe 2Alin LINGUA E CULTURA TEDESCA anno scol. 2015/16. Piano di lavoro individuale: prof.ssa Rossana Casadio. omissis

Classe 2Alin LINGUA E CULTURA TEDESCA anno scol. 2015/16. Piano di lavoro individuale: prof.ssa Rossana Casadio. omissis Situazione della classe dal punto di vista dello sviluppo delle competenze Prerequisiti Utilizzare una lingua straniera per i principali scopi comunicativi ed operativi Madrelingua Lingua straniera 2 Classe

Dettagli

collaborare attivamente al processo di insegnamento apprendimento

collaborare attivamente al processo di insegnamento apprendimento Disciplina: FRANCESE Classe: 3 A SIA A.S. 2015/2016 Docente: Prof.ssa Maria Claudia Signorato ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La componente classe che studia il francese è rappresentata da 6

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE PER COMPETENZE LINGUA STRANIERA - INGLESE ANNO SCOLASTICO 2015-2016

PROGRAMMAZIONE ANNUALE PER COMPETENZE LINGUA STRANIERA - INGLESE ANNO SCOLASTICO 2015-2016 SCUOLA SECONDARIA STATALE DI I GRADO PIUMATI - CRAVERI - DALLA CHIESA 12042 BRA (CN) Via Barbacana, 41 0172/412040 0172/413685 C.F. 91020940044 C.M. CNMM15000T E-mail: CNMM15000T@istruzione.it PROGRAMMAZIONE

Dettagli

FONDAZIONE MALAVASI. Scuola secondaria di 1 grado A. MANZONI

FONDAZIONE MALAVASI. Scuola secondaria di 1 grado A. MANZONI FONDAZIONE MALAVASI Scuola secondaria di 1 grado A. MANZONI PIANO DI LAVORO E PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINA: Lingua Inglese DOCENTE: Maria Cristina Palmieri CLASSE II SEZ. A A.S.2015 /2016 1. OBIETTIVI

Dettagli

RACCORDO TRA LE COMPETENZE

RACCORDO TRA LE COMPETENZE L2 RACCORDO TRA LE COMPETENZE (AREA SOCIO AFFETTIVA E COGNITIVA) L2 COLLEGAMENTO TRA LE COMPETENZE DELLA SCUOLA PRIMARIA E DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Il Quadro Comune di riferimento Europeo distingue

Dettagli

ATTIVITÁ MODULARI PER ADULTI

ATTIVITÁ MODULARI PER ADULTI ATTIVITÁ MODULARI PER ADULTI Il Centro Territoriale Permanente (CTP) per la formazione e l istruzione in età adulta, operativo presso il nostro istituto si pone i seguenti obiettivi: affronta il tema della

Dettagli

AREA TEMATICA SVILUPPO COMPETENZE DI BASE LINGUE STRANIERE

AREA TEMATICA SVILUPPO COMPETENZE DI BASE LINGUE STRANIERE AREA TEMATICA SVILUPPO COMPETENZE DI BASE LINGUE STRANIERE INGLESE COMMERCIALE 1 INGLESE BUSINESS BASE/INTERMEDIO 1 CORSO DI LINGUA INGLESE 2 CORSO DI ITALIANO PER STRANIERI 3 LIVELLO BASE/INTERMEDIO/AVANZATO

Dettagli

Programmazione di Francese Classe I B Liceo Linguistico Anno scolastico 2015/2016

Programmazione di Francese Classe I B Liceo Linguistico Anno scolastico 2015/2016 Programmazione di Francese Classe I B Liceo Linguistico Anno scolastico 2015/2016 Presentazione della classe: La classe formata da 21 alunni presenta una preparazione non omogenea e un livello di preparazione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO n. 21 - BOLOGNA *** *** *** PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE Anno Scolastico 2015/16

ISTITUTO COMPRENSIVO n. 21 - BOLOGNA *** *** *** PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE Anno Scolastico 2015/16 ISTITUTO COMPRENSIVO n. 21 - BOLOGNA *** *** *** DOCENTE: CRITELLI ANNA CLASSE: 1F MATERIA: INGLESE PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE Anno Scolastico 201/1 OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO (CURRICOLO D ISTITUTO) Ascolto

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SANT AGOSTINO. PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI Inglese. Insegnante: Prof. Vallesi

ISTITUTO COMPRENSIVO SANT AGOSTINO. PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI Inglese. Insegnante: Prof. Vallesi ISTITUTO COMPRENSIVO SANT AGOSTINO Scuola Secondaria di I grado P.M. Ricci Anno scolastico 2014-15 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE DI Inglese Insegnante: Prof. Vallesi CLASSE 1 Sez. C N. di allievi: 22 OBIETTIVI

Dettagli

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: CASTELNOVO NE MONTI INDIRIZZO: B 2 ALBERGHIERO

PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: CASTELNOVO NE MONTI INDIRIZZO: B 2 ALBERGHIERO PIANO DI LAVORO INIZIALE A.S. 2014-2015 SEDE: CASTELNOVO NE MONTI INDIRIZZO: B 2 ALBERGHIERO DOCENTE: SILVIA ZANICHELLI CLASSE: 1^ B MATERIA DI INSEGNAMENTO: LINGUA E CIVILTA STRANIERA INGLESE NUMERO ORE

Dettagli

CURRICOLO DI INGLESE

CURRICOLO DI INGLESE CURRICOLO DI INGLESE FINALITÀ Le finalità dell insegnamento della lingua inglese nella Scuola Primaria e Secondaria di primo grado del nostro Istituto riguardano: a) l area formativa: la lingua straniera

Dettagli

Dipartimento di lingue. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI TEDESCO Classe I

Dipartimento di lingue. PROGRAMMA ESAMI INTEGRATIVI/IDONEITA' DI TEDESCO Classe I Classe I Testo di riferimento: Vanni-Delor, Simmt! 1, Lang Edizioni Unità Funzioni comunicative Grammatica Lessico Stufe 1: Saluti Salutare, presentarsi, contare fino a 20, faro lo spelling, chiedere dove

Dettagli

Curricolo di LINGUA INGLESE

Curricolo di LINGUA INGLESE Curricolo di LINGUA INGLESE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE FISSATI DALLE INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO 2012 I traguardi sono riconducibili ai livelli A1 e A2 del Quadro Comune Europeo

Dettagli

FONDAZIONE MALAVASI. Scuola secondaria di 1 grado A. MANZONI

FONDAZIONE MALAVASI. Scuola secondaria di 1 grado A. MANZONI FONDAZIONE MALAVASI Scuola secondaria di 1 grado A. MANZONI PIANO DI LAVORO E PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINA: Lingua spagnola DOCENTE: Francisca Paz Rojas CLASSE II A.S.2015 /2016 1. ANALISI INIZIALE

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO TECNICO PER IL TURISMO

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO TECNICO PER IL TURISMO 1 di 10 26/01/2015 13.59 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PRIMO BIENNIO TECNICO PER IL TURISMO ANNO SCOLASTICO: 2014/2015 1. PRIMO BIENNIO DISCIPLINA Tedesco seconda lingua Forno DOCENTI G: de

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DONADONI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A.S. 2015/2016 CURRICULUM TEDESCO CLASSE PRIMA

ISTITUTO COMPRENSIVO DONADONI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A.S. 2015/2016 CURRICULUM TEDESCO CLASSE PRIMA ISTITUTO COMPRENSIVO DONADONI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A.S. 2015/2016 CURRICULUM TEDESCO CLASSE PRIMA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE L alunno: Affronta una comunicazione essenziale

Dettagli

2011/FEI/PROG-101909 CUP ASSEGNATO AL PROGETTO E82I12000230007 QCER

2011/FEI/PROG-101909 CUP ASSEGNATO AL PROGETTO E82I12000230007 QCER Progetto Vivere in Italia. L'italiano per il lavoro e la cittadinanza Convenzione di Sovvenzione n. 2011/FEI/PROG-101909 CUP ASSEGNATO AL PROGETTO E82I12000230007 QCER e didattica delle in una prospettiva

Dettagli

CLASSI I SERVIZI COMMERCIALI E DELLA PUBBLICITA, TECNICO TURISTICO DOCENTI: ASEGLIO, BREWER, DELLACA, MANTELLI, PRADOTTO.

CLASSI I SERVIZI COMMERCIALI E DELLA PUBBLICITA, TECNICO TURISTICO DOCENTI: ASEGLIO, BREWER, DELLACA, MANTELLI, PRADOTTO. MATERIA INGLESE CLASSI I SERVIZI COMMERCIALI E DELLA PUBBLICITA, TECNICO TURISTICO DOCENTI: ASEGLIO, BREWER, DELLACA, MANTELLI, PRADOTTO. CODICE N 1 DENOMINAZIONE Grammatica della frase e del testo Funzioni

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SOVIZZO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO DI FRANCESE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SOVIZZO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO DI FRANCESE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SOVIZZO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO CURRICOLO DI FRANCESE FINALITA L insegnamento della lingua straniera deve tendere, in armonia con le altre discipline, ad una formazione

Dettagli

I.O. Angelo Musco. Scuola Secondaria di I grado. Programmazione Lingua Straniera. Francese. a.s. 2015/2016. Classi prime

I.O. Angelo Musco. Scuola Secondaria di I grado. Programmazione Lingua Straniera. Francese. a.s. 2015/2016. Classi prime I.O. Angelo Musco Scuola Secondaria di I grado Programmazione Lingua Straniera Francese a.s. 2015/2016 I docenti di Lingue Straniere cureranno l insegnamento attraverso un metodo funzionale-comunicativo,

Dettagli

AREA DISCIPLINARE: LINGUA FRANCESE PROGRAMMAZIONE CLASSI PRIME, SECONDE E TERZE A.S. 2014 / 2014

AREA DISCIPLINARE: LINGUA FRANCESE PROGRAMMAZIONE CLASSI PRIME, SECONDE E TERZE A.S. 2014 / 2014 AREA DISCIPLINARE: LINGUA FRANCESE PROGRAMMAZIONE CLASSI PRIME, SECONDE E TERZE A.S. 2014 / 2014 L apprendimento del francese, oltre alla lingua materna e all inglese, permette all alunno di acquisire

Dettagli

I COMPLEMENTI DI MOTO E DI STATO IN LUOGO

I COMPLEMENTI DI MOTO E DI STATO IN LUOGO I COMPLEMENTI DI MOTO E DI STATO IN LUOGO IL COMPLEMENTO DI STATO IN LUOGO Come in italiano, anche in tedesco il complemento di stato in luogo viene introdotto da verbi che descrivono uno stato, come ad

Dettagli

Progettazione consapevole: riconoscere ed analizzare i propri e gli altrui bisogni

Progettazione consapevole: riconoscere ed analizzare i propri e gli altrui bisogni Curricolo di lingua inglese aa. ss. 2016 2019 L apprendimento della lingua straniera, coerentemente a quanto suggerito dalle Indicazioni Nazionali 2012 (D.M 254/2012), contribuisce a promuovere la formazione

Dettagli

I.I.S. N. BOBBIO DI CARIGNANO - PROGRAMMAZIONE PER L A. S. 2014-15

I.I.S. N. BOBBIO DI CARIGNANO - PROGRAMMAZIONE PER L A. S. 2014-15 I.I.S. N. BOBBIO DI CARIGNANO - PROGRAMMAZIONE PER L A. S. 2014-15 DISCIPLINA: LINGUA E CULTURA STRANIERA TEDESCO (indirizzo linguistico) CLASSE: SECONDA (sezioni E / L) COMPETENZE DI BASE DI ASSE ABILITA

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO 2012-2013 CLASSE SECONDA

PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO 2012-2013 CLASSE SECONDA Presentazione della classe PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO 2012-2013 CLASSE SECONDA All inizio dell anno scolastico vengono effettuate prove d ingresso e osservazioni sistematiche che

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA PRIMARIA E SSPG LEVICO TERME. Via della Pace, 5 38056 Levico Terme

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA PRIMARIA E SSPG LEVICO TERME. Via della Pace, 5 38056 Levico Terme ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA PRIMARIA E SSPG LEVICO TERME Via della Pace, 5 38056 Levico Terme INSEGNANTE: Manuel Micheletti PREMESSA..in un mondo in cui ogni società è sempre più caratterizzata dalla

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: INGLESE CLASSE PRIMA

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: INGLESE CLASSE PRIMA Fonti di legittimazione: Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio 18.12.2006 - Indicazioni Nazionali per il Curricolo 2012 SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: INGLESE CLASSE PRIMA

Dettagli

Classe 1M Materia LINGUA TEDESCA Anno Scolastico 2015/2016

Classe 1M Materia LINGUA TEDESCA Anno Scolastico 2015/2016 Prof,ssa GATTI FEDERICA PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE ANNUALE Al Dirigente Scolastico dell I.I.S. F. Algarotti Venezia Classe 1M Materia LINGUA TEDESCA Anno Scolastico 2015/2016 A Situazione iniziale della

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE CLASSI SECONDE

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE CLASSI SECONDE ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE EINAUDI SCARPA MONTEBELLUNA DIPARTIMENTO LINGUE STRANIERE - TEDESCO SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE CLASSI SECONDE PROGRAMMAZIONE SECONDA LINGUA: TEDESCO Classi Seconde A.F.M Libro

Dettagli

A CURA DEL RESPONSABILE DEL DIPARTIMENTO. Prof.ssa Mariapia Piemontese

A CURA DEL RESPONSABILE DEL DIPARTIMENTO. Prof.ssa Mariapia Piemontese a.s.2013/2014 SECONDA LINGUA STRANIERA - FRANCESE A CURA DEL RESPONSABILE DEL DIPARTIMENTO Prof.ssa Mariapia Piemontese L AMBITO DISCIPLINARE DI SECONDA LINGUA STRANIERA STABILISCE CHE: 1. Nel corso dell

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE CLASSE IA DISCIPLINA LINGUA FRANCESE

PIANO DI LAVORO ANNUALE CLASSE IA DISCIPLINA LINGUA FRANCESE PIANO DI LAVORO ANNUALE CLASSE IA DISCIPLINA LINGUA FRANCESE PREMESSA FONDAMENTALE Tra gli obiettivi fondamentali della Scuola Secondaria di primo grado c è stata l introduzione dello studio di una seconda

Dettagli

Anno di corso: Contenuti - temi - attività CLASSE 1^

Anno di corso: Contenuti - temi - attività CLASSE 1^ TAVOLA DI PROGRAMMAZIONE NUCLEO FONDANTE: Corrisponde a un nucleo tematico della disciplina, a un argomento forte della disciplina; caratterizza una parte consistente del curricolo disciplinare e si sviluppa

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013-2014

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013-2014 PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013-2014 Scuola Sec. di 1 grado Classe 1 - sez. B Disciplina/e Inglese Ins. Apetri Norica N di alunni 21, di cui 9 maschi e 12 femmine.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI FORNO DI ZOLDO CURRICOLI DI INGLESE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI FORNO DI ZOLDO CURRICOLI DI INGLESE ISTITUTO COMPRENSIVO DI FORNO DI ZOLDO CURRICOLI DI INGLESE Riletti e rivisti alla luce delle nuove Indicazioni per il Curricolo nel settembre 2009 CURRICOLO DI INGLESE PRIMARIA e PRIMO BIENNIO Le competenze,

Dettagli

4. Inglese. II. Il settore lingue 37. 4.1. Considerazioni preliminari. 4.1.1. Premessa

4. Inglese. II. Il settore lingue 37. 4.1. Considerazioni preliminari. 4.1.1. Premessa II. Il settore lingue 37 4. Inglese 4.1. Considerazioni preliminari 4.1.1. Premessa Considerata la crescente importanza dell inglese e il crescente numero di parole inglesi usate correntemente nelle altre

Dettagli

INGLESE SCUOLA PRIMARIA. INGLESE - CLASSI PRIME, SECONDE e TERZE Scuola Primaria

INGLESE SCUOLA PRIMARIA. INGLESE - CLASSI PRIME, SECONDE e TERZE Scuola Primaria INGLESE SCUOLA PRIMARIA Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria per la lingua inglese (I traguardi sono riconducibili al Livello A1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento

Dettagli

SCUOLA MEDIA UNIFICATA "PIUMATI-CRAVERI-DALLA CHIESA" BRA ANNO SCOLASTICO 2012-2013

SCUOLA MEDIA UNIFICATA PIUMATI-CRAVERI-DALLA CHIESA BRA ANNO SCOLASTICO 2012-2013 SCUOLA MEDIA UNIFICATA "PIUMATI-CRAVERI-DALLA CHIESA" BRA ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE ANNUALE PER LA PRIMA LINGUA STRANIERA - INGLESE E necessario che all apprendimento delle lingue venga

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE INGLESE Scuola primaria

CURRICOLO VERTICALE INGLESE Scuola primaria CURRICOLO VERTICALE INGLESE Scuola primaria Istituto Comprensivo Novellara NUCLEI TEMATICI orale (ascolto) CLASSE 1^ ABILITA CONOSCENZE METODOLOGIE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Comprendere

Dettagli

I.C. ARBE -ZARA. Scuola Secondaria di Primo Grado Falcone - Borsellino Viale Sarca 24 Milano. a.s. 2015/2016

I.C. ARBE -ZARA. Scuola Secondaria di Primo Grado Falcone - Borsellino Viale Sarca 24 Milano. a.s. 2015/2016 I.C. ARBE -ZARA Scuola Secondaria di Primo Grado Falcone - Borsellino Viale Sarca 24 Milano a.s. 2015/2016 PROGETTAZIONE DIDATTICA DI INGLESE CLASSI 1A - 1B Docente: DANIELA BAIO 1 1. COMPETENZE Tenendo

Dettagli

UNITÀ DIDATTICA FORMATIVA CAPITALIZZABILE LINGUA SPAGNOLA (SECONDA LINGUA) PRIMO BIENNIO

UNITÀ DIDATTICA FORMATIVA CAPITALIZZABILE LINGUA SPAGNOLA (SECONDA LINGUA) PRIMO BIENNIO - 1 -Progetto 274006 Realizzazione di percorsi innovativi per riqualificazione dell offerta didattica attraverso l integrazione tra diversi sistemi di istruzione, formazione tecnica, professionale, universitaria

Dettagli

Programma di Tedesco seconda lingua straniera

Programma di Tedesco seconda lingua straniera Allegato n.6.3 ISTITUTO SUPERIORE A. FOSSATI M. DA PASSANO Corso Sperimentale Classe prima sez. C Programma di Tedesco seconda lingua straniera Libro di testo: Catani,Greiner,Pedrelli,Wie bitte? Kompakt

Dettagli

CURRICOLO LINGUA INGLESE

CURRICOLO LINGUA INGLESE CURRICOLO LINGUA INGLESE COMPETENZE 1) Ascoltare e comprendere frasi ed espressioni di uso frequente relative ad ambiti di immediata rilevanza (ad esempio informazioni di base sulla persona e sulla famiglia,

Dettagli

Cos è il BULATS. Quali sono i livelli del BULATS?

Cos è il BULATS. Quali sono i livelli del BULATS? Cos è il BULATS Il Business Language Testing Service (BULATS) è ideato per valutare il livello delle competenze linguistiche dei candidati che hanno necessità di utilizzare un lingua straniera (Inglese,

Dettagli

ITALO CALVINO fax: 0257500163 PIANO DI LAVORO. Istituto di Istruzione Superiore telefono: 0257500115. via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI

ITALO CALVINO fax: 0257500163 PIANO DI LAVORO. Istituto di Istruzione Superiore telefono: 0257500115. via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI Istituto di Istruzione Superiore telefono: 0257500115 ITALO CALVINO fax: 0257500163 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI e-mail: info@istitutocalvino.gov.it Codice Fiscale: 97270410158 internet: www.istitutocalvino.gov.it

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014 2015. Piano di lavoro individuale

ANNO SCOLASTICO 2014 2015. Piano di lavoro individuale ANNO SCOLASTICO 2014 2015 Piano di lavoro individuale Classe: 4^ A -TUR Materia: Tedesco (2^Lingua) Docente: A. Zaniol Situazione di partenza della classe La classe è composta da 19 alunni che studiano

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ORVIETO - MONTECCHIO. SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO I. Scalza PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE

ISTITUTO COMPRENSIVO ORVIETO - MONTECCHIO. SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO I. Scalza PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE ISTITUTO COMPRENSIVO ORVIETO - MONTECCHIO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO I. Scalza PROGRAMMAZIONE DI LINGUA INGLESE ANNO SCOLASTICO: 2014/2015 CLASSI PRIME FINALITA': 1) Sviluppare una competenza plurilingue

Dettagli

Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE. Dalla competenza chiave alla competenza base

Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE. Dalla competenza chiave alla competenza base Istituto Comprensivo Garibaldi-Leone Trinitapoli CURRICOLO VERTICALE LINGUE STRANIERE Dalla competenza chiave alla competenza base Competenza chiave: comunicazione nelle lingue straniere. Competenza base:

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE 2 LINGUA COMUNITARIA TEDESCO. Prof. Angotti Claudia

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE 2 LINGUA COMUNITARIA TEDESCO. Prof. Angotti Claudia Prof. Angotti Claudia Premessa PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE 2 LINGUA COMUNITARIA TEDESCO L insegnamento delle lingue straniere ed in particolare di una seconda lingua comunitaria, non soltanto s inserisce

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale del Veneto

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale del Veneto Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale del Veneto Istituto Comprensivo di Bosco Chiesanuova Piazzetta Alpini 5 37021 Bosco Chiesanuova Tel 045 6780 521-

Dettagli

IIS D ORIA - UFC INDICE DELLE UFC

IIS D ORIA - UFC INDICE DELLE UFC INDICE DELLE UFC N. DENOMINAZIONE 1 (Units Grammatica della frase e del testo 1-5) 2 (Units Grammatica della frase e del testo 6-10) 3 (Units Grammatica della frase e del testo 11-15) 4 INTRODUZIONE AL

Dettagli

PROGRAMMAZIONE D ISTITUTO LINGUA FRANCESE

PROGRAMMAZIONE D ISTITUTO LINGUA FRANCESE Istituto Comprensivo N.D Apolito Cagnano Varano Anno scolastico 2012 / 2013 1.FINALITÀ DELLA DISCIPLINA PROGRAMMAZIONE D ISTITUTO LINGUA FRANCESE 1) Comprendere l importanza della lingua straniera come

Dettagli

Curricolo di lingua inglese

Curricolo di lingua inglese Curricolo di lingua inglese Classe 1 media PREREQUISITI: Riconoscere parole inglesi usate quotidianamente nella lingua italiana. Numeri fino a 20. Colori. Saluti. Giorni, settimane e mesi. OBIETTIVO COMUNICATIVO

Dettagli

HÖREN ASCOLTO. Struttura e modalità di svolgimento della prova

HÖREN ASCOLTO. Struttura e modalità di svolgimento della prova HÖREN ASCOLTO PRESENTAZIONE DELLA PROVA D ESAME Struttura e modalità di svolgimento della prova La prova d ascolto è suddivisa in due parti: nella prima, devi ascoltare tre messaggi telefonici di circa

Dettagli

LINGUA INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA PRIMARIA

LINGUA INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA PRIMARIA LINGUA INGLESE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA PER LA LINGUA INGLESE. L'alunno comprende brevi messaggi orali e scritti relativi ad ambiti familiari. Descrive

Dettagli

IIS D ORIA - UFC INDICE DELLE UFC

IIS D ORIA - UFC INDICE DELLE UFC INDICE DELLE UFC N. DENOMINAZIONE 1 Grammatica della frase e del testo 2 Grammatica della frase e del testo 3 Grammatica della frase e del testo 4 INTRODUZIONE AL MONDO PROFESSIONALE (SOLO PER LA CLASSE

Dettagli

POLO I MONTERONI DI LECCE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A.S.2013/2014 CURRICOLO DI LINGUA STRANIERA: FRANCESE CLASSI SECONDE

POLO I MONTERONI DI LECCE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A.S.2013/2014 CURRICOLO DI LINGUA STRANIERA: FRANCESE CLASSI SECONDE POLO I MONTERONI DI LECCE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A.S.2013/2014 CURRICOLO DI LINGUA STRANIERA: FRANCESE CLASSI SECONDE FINALITA Acquisire una competenza plurilingue e pluriculturale. Esercitare

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: LINGUE STRANIERE DISCIPLINE CONCORRENTI: tutte COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE FISSATI

Dettagli

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici

LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici LINGUA E LETTERATURA ITALIANA Secondo biennio e quinto anno degli Istituti Tecnici Premessa Come già nel primo biennio, anche nel secondo biennio e nel quinto anno l apprendimento della lingua italiana

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO DISCIPLINARE SECONDO BIENNIO

PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO DISCIPLINARE SECONDO BIENNIO PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO DISCIPLINARE SECONDO BIENNIO SETTORI: ECONOMICO - TURISTICO - TECNOLOGICO INDIRIZZI: AMMINISTRAZIONE, FINANZA E MARKETING - RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING - SISTEMI

Dettagli

Programmazione Educativo-Didattica anno scolastico 2015-2016 INGLESE

Programmazione Educativo-Didattica anno scolastico 2015-2016 INGLESE Istituto Maddalena di Canossa Corso Garibaldi 60-27100 Pavia Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di 1 grado Programmazione Educativo-Didattica anno scolastico 2015-2016 CLASSE PRIMA

Dettagli

FRANCESE. Ricezione orale (ascolto) Comprendere istruzioni, espressioni e frasi di uso quotidiano. Comprendere il senso generale di un una storia.

FRANCESE. Ricezione orale (ascolto) Comprendere istruzioni, espressioni e frasi di uso quotidiano. Comprendere il senso generale di un una storia. FRANCESE FINE CLASSE TERZA PRIMARIA L alunno comprende brevi messaggi orali e scritti relativi ad ambiti familiari. Descrive oralmente e per iscritto, in modo semplice, aspetti del proprio vissuto e del

Dettagli

CATALOGO CORSI FONDIMPRESA

CATALOGO CORSI FONDIMPRESA CATALOGO CORSI FONDIMPRESA LINGUA FRANCESE PER LE RELAZIONI D'AFFARI interlocutori parlanti la lingua francese, in piccoli gruppi di lavoro. Descrivere il proprio lavoro, parlare dell'organizzazione aziendale,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ISTITUTO ANNO SCOLASTICO INDIRIZZO CLASSE PRIMA SEZIONE DISCIPLINA DOCENTE QUADRO ORARIO (N. ore settimanali nella classe) 1. FINALITA DELLA DISCIPLINA L asse

Dettagli

PROGETTAZIONE FORMATIVA ANNUALE a.s. 2015/2016 ARESTI VALERIA SPAGNOLO. Tavola di sintesi delle unità di apprendimento da svolgere nel corrente a.s.

PROGETTAZIONE FORMATIVA ANNUALE a.s. 2015/2016 ARESTI VALERIA SPAGNOLO. Tavola di sintesi delle unità di apprendimento da svolgere nel corrente a.s. ISTITUTO COMPRENSIVO LUCCA 3 Via Don Minzoni, 244 S.Anna - 55100 LUCCA 0583/584388-0583/581457 mail: luic84600n@istruzione.it pec: luic84600n@pec.istruzione.it sito web: www.lucca3.gov.it PROGETTAZIONE

Dettagli

Piazza dei Decemviri, 12 00175 Roma. Via Ferrini, 61 00175 Roma SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER SINGOLA DISCIPLINA. Anno scolastico 2014-2015

Piazza dei Decemviri, 12 00175 Roma. Via Ferrini, 61 00175 Roma SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER SINGOLA DISCIPLINA. Anno scolastico 2014-2015 Liceo Artistico Statale Giulio Carlo Argan -III Istituto Statale D Arte Piazza dei Decemviri, 12 00175 Roma Via Ferrini, 61 00175 Roma SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DIDATTICA PER SINGOLA DISCIPLINA Anno scolastico

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO 3 BELLUNO PROGRAMMAZIONE PER OBIETTIVI MINIMI LINGUA INGLESE

ISTITUTO COMPRENSIVO 3 BELLUNO PROGRAMMAZIONE PER OBIETTIVI MINIMI LINGUA INGLESE ISTITUTO COMPRENSIVO 3 BELLUNO PROGRAMMAZIONE PER OBIETTIVI MINIMI LINGUA INGLESE FINE CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA FINE CLASSE TERZA SCUOLA PRIMARIA FINE CLASSE QUINTA SCUOLA PRIMARIA Traguardi per lo

Dettagli

Programma d aula e d esame Codice 20369 20375 (20419) Lingua Italiana Seconda lingua C1 Business

Programma d aula e d esame Codice 20369 20375 (20419) Lingua Italiana Seconda lingua C1 Business a.a. 2013 2014 Programma d aula e d esame Codice 20369 20375 (20419) Lingua Italiana Seconda lingua C1 Business Ordinamento Biennale Corsi di Laurea M, IM, MM, AFC, CLAPI, CLEFIN FINANCE, CLELI, ACME,

Dettagli

LINGUA INGLESE SCUOLA PRIMARIA

LINGUA INGLESE SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA LINGUA INGLESE SCUOLA PRIMARIA 1 RICEZIONE ORALE 1. Familiarizzare coi primi suoni della lingua inglese 2. Comprendere semplici espressioni di uso quotidiano, pronunciate chiaramente. 3. Comprendere,

Dettagli

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE. Anno scolastico: 2015-2016

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE. Anno scolastico: 2015-2016 Prof. ssa Perversi Laura PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE Anno scolastico: 2015-2016 Disciplina: Lingua francese Classe: 2^ A 1.Livelli di partenza rilevati livello numero alunni A - ottimo 4 B- Discreto /

Dettagli

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA PRIMARIA PER LA LINGUA INGLESE

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA PRIMARIA PER LA LINGUA INGLESE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE TERZA DELLA SCUOLA PRIMARIA PER LA LINGUA INGLESE Nuclei fondanti Competenze Contenuti Abilità Metodologia e strumenti Ascolto Parlato Lettura Utilizzare

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE

CURRICULUM SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE CURRICULUM SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE Competenza di profilo: Nell incontro con persone di diverse nazionalità è in grado di esprimersi a livello elementare in lingua

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO 1 di 7 04/12/2013 157 PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE SECONDO BIENNIO TECNICO PER IL TURISMO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 SECONDO BIENNIO DISCIPLINA Lingua e civiltà tedesca DOCENTI A.Cavessi,

Dettagli

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI TEDESCO

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI TEDESCO classe prima LE ESSENZIALI DI TEDESCO comprendere e decodificare semplici testi e/o messaggi orali e scritti comprendere informazioni dirette e concrete su argomenti quotidiani comprendere e seguire istruzioni

Dettagli

FRANCESE SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

FRANCESE SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO FRANCESE SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola secondaria di primo grado per la seconda lingua comunitaria (I traguardi sono riconducibili al Livello

Dettagli

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE: CLASSE I B

PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE: CLASSE I B LICEO SCIENTIFICO TITO LUCREZIO CARO Cittadella (PD) PIANO DI LAVORO INDIVIDUALE: CLASSE I B Docente: MARINA GAMBACCIANI Anno scolastico 2007 2008 Materia: TEDESCO/DEUTSCH (seconda lingua) Progetto Sprachdiplom

Dettagli

ISIS GIOVANNI PAOLO II MARATEA (PZ) Anno Scolastico 2011 2012. Progetto CLIL

ISIS GIOVANNI PAOLO II MARATEA (PZ) Anno Scolastico 2011 2012. Progetto CLIL ISIS GIOVANNI PAOLO II MARATEA (PZ) Anno Scolastico 2011 2012 Progetto CLIL Tipologia dei destinatari: -Studenti delle classi II III IV - V ISIS Giovanni Paolo II - Maratea -Docenti non linguisti delle

Dettagli

LINGUA INGLESE II^A Liceo ANNA VALDEVIT OBIETTIVI

LINGUA INGLESE II^A Liceo ANNA VALDEVIT OBIETTIVI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE a.s. 2014-2015 LINGUA INGLESE II^A Liceo ANNA VALDEVIT OBIETTIVI Competenze: - acquisire una competenza comunicativa che permetta di servirsi della lingua straniera in situazioni

Dettagli

Competenza chiave europea di riferimento Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio 18/12/2006 Indicazioni Nazionali per il Curricolo 2012

Competenza chiave europea di riferimento Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio 18/12/2006 Indicazioni Nazionali per il Curricolo 2012 Ordine di scuola Campo di esperienza-disciplina Scuola Primaria Lingua inglese Competenza chiave europea di riferimento Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio 18/12/2006 Indicazioni Nazionali

Dettagli