27 GENNAIO IL GIORNO DELLA MEMORIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "27 GENNAIO IL GIORNO DELLA MEMORIA"

Transcript

1 27 GENNAIO IL GIORNO DELLA MEMORIA

2 Il Nazismo nacque in Germania in seguito alla grave crisi economica e alle tensioni sociali, che erano sorte dopo la guerra mondiale. Il trattato Versailles stabilì che la Germania doveva pagare tutti i debiti di guerra e, subire l occupazione militare francese nel bacino della Ruhr, una delle zone più importanti per l economia della Germania. Questo portò al tracollo economico con un inflazione spaventosa e un altissimo numero di disoccupati. Crebbero movimenti di protesta sempre più forti e le potenze occidentali fecero ben poco per controllare la situazione politica tedesca. Il partito Nazista nacque negli anni 20, ma raggiunse un alto numero di seguaci solo dopo il Era capeggiato da Adolf Hitler, il quale era già stato protagonista di una rivolta d estrema destra nel 1923 a Monaco di Baviera, che gli procurò solo una leggera condanna. Egli riuscì a sfruttare questi problemi e crearsi consensi sempre più ampi alleandosi con i monarchici conservatori. Hitler accusò il trattato di Versailles e gli ebrei di essere la causa della crisi della Germania, e promuoveva il ritorno di una nazione forte e dominatrice sull Europa con un terzo reich. L atrocità del nazismo raggiunse il suo apice nei campi di concentramento dove furono rinchiusi tutti gli oppositori al nazismo, politici, prigionieri di guerra, omosessuali, zingari, oltre agli ebrei. Per questi ultimi fu riservato il trattamento peggiore: in condizioni di vita disperata, sfruttati al limite della resistenza umana. Nei campi di sterminio furono provate le torture terribili: dagli uomini usati come cavie negli esperimenti scientifici per provare nuove armi, veleni, farmaci per studiare la resistenza al dolore agli stermini di massa nelle camere a gas o nei forni crematoi. I campi di concentramento erano diffusi in tutta l Europa sottoposta al dominio tedesco, fra i lager più tristemente famosi ci sono quelli di Auschwizt, Dachau, Buchenwald, Mauthausen. Anche in Italia c erano dei campi di concentramento: la Risiera di San Sabba e Fossoli. Guida: Il ricordo di questi fratelli abiti sempre i nostri cuori Tutti: Amen G: La loro morte sia oggi per noi segno dell urgenza di essere uomini e donne di pace e fratellanza T: Amen G: E la misericordia di Dio ci doni il coraggio di mettere da parte le inutili preoccupazioni e di affidarci a Lui e solo a Lui e con Lui essere segno di speranza là dove non vi è più speranza. T: Amen Padre mio, mi abbandono a te, di me fai quello che ti piace, grazie di ciò che fai per me, spero solamente in te. Purchè si compia il tuo volere in me e in tutti i miei fratelli, niente desidero di più fare quello che vuoi tu. Dammi che ti riconosca, dammi che ti possa, amare sempre più, dammi che ti resti accanto, dammi d essere l amor. Fra le tue mani depongo la mia anima Con tutto l amore del mio cuore, mio Dio la dono a te, perché ti amo immensamente. Si, ho bisogno di donarmi a te, senza misura affidarmi alle tue mani, perché sei il Padre mio, perché sei il Padre mio.

3 Un SS: Tu non devi esistere, se tale razza è stata creata può generare solo male: tu e la tua popolazione non siete carne ed ossa, siete da eliminare non coltivate nessun motivo per restare in vita siete da cancellare dalla carta geografica..dovrete essere marchiati a fuoco, senza nome paese o dignità. Tu non sai ciò che ti attende, il tuo Signore non verrà mai a salvarti Un deportato: Signore quanto è complicato e inimmaginabile pensare solo che tu proprio tu la Misericordia, l Amore, il Senso della Vita, Madre e Padre, abbia creato a tua immagine e somiglianza figli tuoi così! Quanto è difficile per la mente umana accettare tale pensiero e chiamarti Padre? Forse però una risposta c è: tu sei morto e sei morto, per vedere felici anche quei figli tu risani le ferite più profonde, tu ridai la vita e riconcedi mille e mille possibilità perdona loro perché non sanno quello che fanno, tu dicesti alla fine quando sapevi che tutto era ormai compiuto Aiutaci almeno, a non dimenticare e rendici minuscoli strumenti semplici e facci guardare più in là, alla Resurrezione, all esistenza nell esistenza, a te che culli abbracci e stringi sempre, dovunque e comunque Per uccidere gli ebrei veniva usato lo Zyklon B, con il quale nei periodi di massimo funzionamento delle camere a gas si uccidevano fino a ebrei al giorno. Per chi non veniva ucciso immediatamente dopo l arrivo, la sopravvivenza media nei sottocampi di lavoro forzato era da tre a sei mesi. Vi furono deportati ebrei da tutta l Europa, prigionieri russi, politici, polacchi, zingari. L ultimo appello nel campo fu fatto il 17 gennaio 1945 a dieci giorni dalla liberazione. Quando il 27 gennaio l armata rossa entrò nel campo, nei vari settori e sottocampi c erano ancora internati. Quanto ai bambini e ai ragazzi ebrei oggi si calcola che ne siano stati internati più di Oltre a questi, adolescenti e bambini zingari. Il giorno della liberazione, i detenuti ancora in vita di età inferiore ai quattordici anni erano 400, per lo più molto ammalati e debilitati dalla fame, dal lavoro e dagli esperimenti medici. Ci fermiamo per fare memoria: ogni gesto che faremo, ogni parola che diremo, ogni testimonianza che ascolteremo sia una richiesta di misericordia! - Misericordia! - Misericordia! - Misericordia! Rit: Signore pietà oppure Kyrie, eleison

4 L1. Le SS, urlando come cani, stiparono i prigionieri sui carri bestiame e serrarono le uscite. Il convoglio partì lentamente. Viaggiarono un giorno e una notte. Il 9 ottobre arrivarono in un paese, presso Monaco di Baviera. Alla stazione, lessero il nome: Dachau. Lì, Hitler e i suoi, avevano aperto il primo campo di sterminio. Tutto il mondo ricorderà con orrore quel nome, che per dodici anni segnò crudeltà e morte per il numero enorme di vittime innocenti. L2. Io dicevo: a metà della mia vita me ne vado alle porte degli inferi; sono privato del resto dei miei anni... in un giorno e una notte mi conduci alla fine. Io ho gridato fino al mattino. Come un leone, così egli stritola tutte le mie ossa. Come una rondine io pigolo, gemo come una colombe. Sono stanchi i miei occhi di guardare in alto. Signore, io sono oppresso; proteggimi. (Is 38, 10-14) L1. Là dentro tutto era fatto per annientare l uomo, per eliminare l umano dagli uomini che vi erano buttati. L2. Frattanto gli uomini che avevano in custodia Gesù lo schernivano e lo percuotevano, lo bendavano e gli dicevano: Indovina: chi ti ha colpito? E molti altri insulti dicevano contro di lui. (Lc 22, 63-64) L1. Seguì il solito rito della depilazione, disinfezione, bagno, che si faceva ad ogni prigioniero che giungeva là, nelle mani delle SS. L2. Quindi gli venivano davanti e gli dicevano: Salve, re dei Giudei. E gli davano schiaffi. (Gv 19,3) Quanto è difficile amare Colui che ha creato l uomo a sua immagine e somiglianza, se poi lo stesso uomo contamina e semina terrore e crudeltà? Trudi Birger, Edith Stein, Padre Giuseppe Girotti, Elisa Springer, Primo Levi, Liliana Segre, Simone Weil, don Fortin, Padre Manziana, Mischa... questi sono SOLO alcuni... ci sono altri di cui si ricorda solo il numero... altri di cui non vi è rimasto proprio nulla... Cosa suscita in me questa realtà? Di cosa mi preoccupo nell arco della giornata? A cosa da valore? Per cosa dono la vita? Per chi la dono? Dalla morte alla Risurrezione... compio questo cammino? Alleluia, alleluia, / alleluia, alleluia /alleluia, alleluia, alleluia, alleluia Ed oggi ancora, mio Signore, / ascolterò la tua Parola /che mi guida nel cammino della vita. Dal Vangelo secondo Luca Il primo giorno dopo il sabato, di buon mattino, si recarono alla tomba, portando con se gli aromi che avevano preparato. Trovarono la pietra rotolata via dal sepolcro; ma, entrate, non trovarono il corpo del Signore Gesù. Mentre erano ancora incerte, ecco due uomini apparire vicino a loro in vesti sfolgoranti. Essendosi le donne impaurite e avendo chinato il volto a terra, essi dissero loro: - Perchè cercate tra i morti colui che è vivo? Non è qui è risuscitato.

5 Oltre la memoria del tempo che ho vissuto, oltre la speranza che serve al mio domani, oltre il desiderio di vivere il presente, anch io, confesso, ho chiesto che cosa è verità? E tu, come un desiderio che non ha memoria, Padre buono, come una speranza che non ha confini, come un tempo eterno sei per me. Io so quanto amore chiede questa lunga attesa del tuo giorno, o Dio luce in ogni cosa io non vedo ancora, ma la tua parola mi rischiarerà. Quando le parole non bastano all amore, quando il mio fratello domanda più del pane, quando l illusione promette un mondo nuovo, anch io rimango incerto nel mezzo del cammino. E tu, Figlio tanto amato, verità dell uomo, mio Signore, come la promessa di un perdono eterno, libertà infinita sei per me. Chiedo alla mia mente coraggio di cercare, chiedo alle mie mani la forza di donare, chiedo al cuore incerto passione per la vita e chiedo a te, fratello, di credere con me! E tu, forza della vita, Spirito d amore, dolce Iddio, grembo d ogni cosa, tenerezza immensa, verità del mondo sei per me. Quale prezzo hanno dovuto pagare uomini e donne solo per il fatto di essere ebrei: le nostre, spesso futili sofferenze, hanno senso di esistere? Noi ci affanniamo per molte cose, ci preoccupiamo tanto della nostra immagine presentabile, del nostro essere adeguati: è paragonabile la loro adeguatezza alla nostra attuale? L1. Il lavoro pesante nei campi e le vessazioni continue erano massacranti, atroci per tutti. L assistenza ai malati non si poteva chiamare con questo nome. Chi era malato, andava in infermeria per morire, bestie destinate al macello. Tredici ore di lavoro ogni giorno, poi la ginnastica, l interminabile appello dei prigionieri. L2. Allora i soldati lo rivestirono di porpora e, dopo aver intrecciato una corona di spine, gliela misero sul capo. Cominciarono poi a salutarlo: Salve, re dei Giudei!. E gli percuotevano il capo con una canna, gli sputavano addosso e, piegando le ginocchia, si prostravano a lui. Dopo averlo schernito, lo spogliarono della porpora e gli rimisero le sue vesti, poi lo condussero fuori per crocifiggerlo. (Mc 15,16-20) L1. I maltrattamenti, continui, volgari, crudeli, imprevedibili. Il cibo, a dir poco, schifoso, sempre scarso. Ogni giorno, molti morivano. A rendere agghiacciante il quadro, il camino del forno crematorio che fumava in continuazione. Il fumo era portato dal vento verso le baracche e talvolta giungeva fino a Monaco. A chi chiedeva spiegazioni, la risposta: Sono soltanto dei criminali. Era un campo di annientamento. L2. Venuto mezzogiorno, si fece buio su tutta la terra, fino alle tre del pomeriggio. Alle tre Gesù gridò con voce forte: Eloì, Eloì, lemà sabactani?, che significa: Dio mio, Dio mio, perchè mi hai abbandonato?. Alcuni dei presenti, udito ciò, dicevano: Ecco, chiama Elia. Uno corse ad inzuppare di aceto una spugna e, postala su una canna, gli dava da bere, dicendo: Aspettate, vediamo se viene Elia a toglierlo dalla croce. Ma Gesù, dando un forte grido, spirò. (Mc15,33-37)

6 Silenzio Canto: Abba misericordia ( le strofe saranno cantate da un solista) Abbà, misericordia Abbà. / Misericordia Abbà, Abbà. / Abbà, misericordia Abbà, / misericordia Abbà, Abbà, Abbà. Ascoltiamo LILIANA SEGRE Il 6 febbraio del 1944 il nostro treno si fermò ad Auschwitz, e al silenzio che aveva paralizzato l ultima parte del nostro viaggio si sovrappose il rumore osceno degli assassini che aprivano le porte dei vagoni. Era la stazione di arrivo degli ebrei. La rampa era stata preparata da tempo per i treni che confluivano là da tutta l Europa occupata dai nazisti, dai quali ogni giorno si riversavano centinaia di persone provenienti dalla Francia, dalla Cecoslovacchia, dall Italia, dalla Polonia, dalla Germania, dalla Grecia, dall Olanda, dal Belgio. Una babele i linguaggi invadeva i binari morti: i treni scaricavano quell umanità e tornavano indietro vuoti. Eravamo in 605 sul convoglio che raggiunse Auschwitz, fummo scelti per la vita in 128: 31 donne e 97 uomini. Gli altri si allontanarono sui camion... Il mio numero non si cancella: è dentro di me. Sono io il In questo i nostri assassini sono stati davvero abili: chi porta sul braccio il numero di Auschwitz, prima di ogni altra cosa è il numero di Auschwitz.I nazisti volevano annullare l identità delle migliaia di persone che non venivano mandate dalla stazione direttamente al gas, che dovevano rimanere vive finchè potevano lavorare, ma senza più il diritto all identità. Padre Giuseppe aveva nel cuore una meravigliosa certezza: Cristo è con me, non sono solo, Lui è la mia gioia e la mia pace. Durante il lavoro, quando non vi erano sorveglianti alle costole, Padre Giuseppe con gli altri sacerdoti recitavano in silenzio o sottovoce, il Rosario... i preti di Dachau venivano spinti a lavorare anche di domenica... non potevano salire l altare per rinnovare il sacrificio di Cristo, ma erano lì, sul campo, bagnato dal loro sangue, in oblazione, diventati essi medesimi offerta viva al Dio vivente. Solo tu sei il mio pastore / niente mai mi mancherà solo tu sei il mio pastore / o Signore Siedo alla tua tavola/ che mi hai preparato/ ed il calice è colmo per me/ di quella linfa di felicità/ che per amore hai versato. Dopo qualche temo, Padre Giuseppe soffriva di nefrite e di artrite, aveva la febbre. Nel suo cuore pregava e offriva, sul volto sempre più scarno, il sorriso... Uomo tutto di Dio, uomo dell amore, ucciso dall odio dei senza-dio. Il 1 Aprile 1945, Pasqua di Risurrezione, nella aracca 26, ai piedi del suo giaciglio vuoto, una mano scrisse: S. Giuseppe Girotti. Solo tu sei il mio pastore / niente mai mi mancherà solo tu sei il mio pastore / o Signore Sempre mi accompagnano/ lungo estati e inverni/ la tua grazia, la tua fedeltà/ nella tua casa io abiterò/ fino alla fine dei giorni. Canto durante il quale vengono messe delle ostie nella patena... il corpo di Padre Giuseppe unito a quello di Cristo diventa storia di salvezza.

7 Ascoltiamo PADRE GIUSEPPE GIROTTI (domenicano) In un reparto del blocco 26 del lager era stata allestita una piccola cappella... non ci si spiega come le SS si fossero piegate all installazione di una cappella nella baracca dei preti. Di buon mattino, alle quattro, prima dell appello, un sacerdote celebrava la Messa; tutti gli altri partecipavano alla liturgia e ricevevano la Comunione. Era commovente vedere quattro sacerdoti in miseri vestiti di prigionieri, spesso scalzi, passare di fila in fila con il ciborio tra le mani a donare a tutti il Pane della vita. Padre Giuseppe era sereno. Solo tu sei il mio pastore / niente mai mi mancherà solo tu sei il mio pastore / o Signore Mi conduci dietro te/ sulle verdi alture/ ai ruscelli tranquilli, lassù/ dov è più limpida l acqua per me/ dove mi fai riposare. Terminato l appello, in mezzo a tutto a quel brulichio di persone, qualche sacerdote assai intraprendente, distribuiva ad alcuni laici piccole teche di latte contenenti le Ostie consacrate da portare nell infermeria e nei blocchi di quarantena, dove il prete non poteva entrare. Il Cristo così era presenza ineffabile anche a Dachau, dolcissimo conforto e viatico nel dolore e nella morte, a coloro che nella prigionia avevano perso tutto, ma non il suo amore. Solo tu sei il mio pastore / niente mai mi mancherà solo tu sei il mio pastore / o Signore Anche fra le tenebre/ d un abisso oscuro/ io non temo alcun male perchè/ tu mi sostieni, sei sempre con me/ rendi il sentiero sicuro. Diventammo pezzi. Il concetto di persona spariva per sempre. Quanti pezzi hai nella tua baracca?, si chiedevano fra loro le guardie al momento dell appello. E i pezzi vanno numerati affinchè non si perdano. Da quel momento i nostri nomi erano cancellati dalla storia e sostituiti con un numero. Silenzio Canto durante il quale vengono messe delle ostie nella patena... il corpo di Liliana unito a quello di Cristo diventa storia di salvezza. Nella memoria di questa Passione, /noi ti chiediamo perdono, Signore. Per ogni volta che abbiamo lasciato / il tuo fratello morire da solo. Noi ti preghiamo, Uomo della croce, Figlio e fratello, noi speriamo in te! Nella memoria di questa tua morte, / noi ti chiediamo coraggio, Signore, per ogni volta che il dono d amore / ci chiederà di soffrire da soli Ascoltiamo ETTY HILLESUM Il buffo è che non mi sento nelle loro grinfie, sia che io rimanga qui, sia che io venga deportata, mi sento soltanto nelle braccia di Dio, e sia che mi trovi qui, a questa scrivania terribilmente cara e familiare, o fra un mese in una nuda camera del ghetto e fors anche in un campo di lavoro sorvegliato dalle SS, nelle braccia di Dio credo che mi sentirò sempre. E ti rialzerà,ti solleverà su ali d aquila ti reggerà, sulla brezza dell alba ti farà brillar come il sole, così nelle sue mani vivrai.

8 Dio non è responsabile verso di noi, siamo noi ad esserlo verso di lui. So quel che ci può ancora succedere. Le ultime notizie dicono che tutti gli ebrei saranno deportati dall Olanda in Polonia, passando per il Drenthe. Se rimarremmo vivi, queste saranno altrettanto ferite che dovremo portarci dentro per sempre. Eppure non riesco a trovare assurda la vita nemmeno Dio è responsabile verso di noi per le assurdità che noi stessi commettiamo: i responsabili siamo noi! Sono già morta mille volte in mille campi di concentramento. So tutto quanto e non mi preoccupo più per le notizie future. Eppure trovo questa vita bella e ricca di significato. Ogni minuto. Di notte, mentre ero coricata nella mia cuccetta, circondata da donne e ragazze che russavano piano, o sognavano ad alta voce, o piangevano silenziosamente, o si giravano e rigiravano, donne e ragazze che dicevano così spesso durante i giorni:-non voglio pensare-,-non vogliamo sentire, altrimenti diventiamo pazze- a volte provavo un infinita tenerezza, me ne stavo sveglia e lasciavo che mi passassero davanti gli avvenimenti, le fin troppe impressioni di un giorno fin troppo lungo, e pensavo:-su, lasciatemi essere il cuore pensante di questa baracca-. Ora voglio esserlo un altra volta. Vorrei essere il cuore pensante di un intero campo di concentramento. Etty muore ad Auschwitz-Birkenau il 30 novembre 1943, mentre i suoi genitori sono mandati direttamente dal vagone ferroviario ai gas. Canto durante il quale vengono messe delle ostie nella patena... il corpo di Etty unito a quello di Cristo diventa storia di salvezza. Tu che abiti al riparo del Signore e che dimori alla Sua ombra di al Signore: Mio rifugio, mia roccia in cui confido. E ti rialzerà,ti solleverà su ali d aquila ti reggerà, sulla brezza dell alba ti farà brillar come il sole, così nelle sue mani vivrai. Dal laccio del cacciatore ti libererà e dalla carestia che distrugge. Poi ti coprirà con le sue ali e rifugio troverai. Non devi temere i terrori della notte né freccia che vola di giorno mille cadranno al tuo fianco, ma nulla ti colpirà. Perché ai Suoi angeli ha dato un comando di preservarti in tutte le tue vie ti porteranno sulle loro mani contro la pietra non inciamperai. E ti rialzerò, ti solleverò su ali d aquila ti reggerò sulla brezza dell alba ti farò brillar come il sole, così nelle mie mani vivrai. Sielnzio

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

I. B 3. Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore

I. B 3. Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore I. B 3 Ti lodo Signore, perché mi hai fatto come un prodigio (salmo 139) FELICI DEL TUO ARRIVO con te lodiamo il Signore 1 2 Preghiera per un bimbo appena nato Signore, ci hai dato la gioia di un figlio:

Dettagli

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse Dt 8, 2-3. 14-16 Dal libro del Deuteronòmio Mosè parlò al popolo dicendo: «Ricòrdati di tutto il cammino che il Signore, tuo Dio, ti ha fatto percorrere in questi quarant'anni nel deserto, per umiliarti

Dettagli

MORENDO. Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C.

MORENDO. Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C. Scuola primaria E. Fermi di Bogliasco anno scolastico 2014/2015 1 MORENDO Camminando con triste fatica su terra bruna, dormendo svegli su letti di legno, è come quando morendo si sta. (Giacomo C.) 2 IL

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO SUPPLICA A SAN GIROLAMO P. Nel nome del Padre. Amen. P. Rivolgiamoci al Signore Gesù con la preghiera di san Girolamo, per ottenere la conversione del cuore, fonte di riconciliazione e di pace con Dio

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Parrocchie di Villadossola

Parrocchie di Villadossola I funerali nelle nostre comunità Parrocchie di Villadossola Ai familiari dei fedeli defunti Cari familiari, sono don Massimo, il parroco di Villadossola. Vi raggiungo a nome delle comunità cristiane di

Dettagli

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World

LOCUZIONI AL MONDO. Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World LOCUZIONI AL MONDO Il mistero di ogni persona (22/4/2013 24/4/2013) Testi tradotti dai messaggi originali pubblicati sul sito Locutions to the World 2 Sommario 1. La decisione della SS. Trinità al tuo

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Iniziamola con il segno della Croce: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Iniziamola con il segno della Croce: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. È un cam m ino di preghiera m olto presente nella tradizione della Chiesa: essa aiuta i credenti a far m em oria della passione del Salvatore per rendere presente il suo am ore salvifico nella loro vita

Dettagli

ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA

ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA Solennità SALUTO La grazia e la pace nella santa Chiesa di Dio siano con tutti voi. E con il tuo spirito. L. Oggi la nostra comunità è in festa, ricordando

Dettagli

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 Nicolas Poussin L istituzione dell Eucaristia, 1640, Musée du Louvre, Paris Nella Sinagoga di Cafarnao, Gesù parlò dell Eucarestia LECTIO SUL VANGELO DELLA SOLENNITÀ DEL

Dettagli

PREGHIERA PER IL SINODO

PREGHIERA PER IL SINODO PREGHIERA PER IL SINODO Sac. Il Signore sia con voi Tutti: E con il tuo spirito Voce Guida: siamo qui radunati, come papa Francesco ha chiesto a tutti i fedeli, per accompagnare con la nostra preghiera

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

IL CAMPO DI CONCENTRAMENTO

IL CAMPO DI CONCENTRAMENTO IL CAMPO DI CONCENTRAMENTO Era il Konzentrationslager (campo di concentramento in tedesco). Il campo di concentramento di Auschwitz fu uno dei tre campi principali che formavano il complesso concentrazionario

Dettagli

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>>

<< La mia vita si consuma nel dolore; dammi forza secondo la tua Parola.>> Salmo 119:28 > Cari fratelli e care sorelle in Cristo, Il grido di sofferenza del Salmista giunge fino a noi! Il grido di sofferenza

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

www.parrocchiamadonnaloreto.it

www.parrocchiamadonnaloreto.it www.parrocchiamadonnaloreto.it Prima di Natale, ci sono quattro settimane che sono molto speciali settimane che prendono il nome di Avvento, perche caratterizzate dall Attesa. Qualcuno potrebbe dire: attesa

Dettagli

SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI

SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI Pontificia Basilica Collegiata S. MARIA DELL ELEMOSINA Parrocchia Matrice Santuario Mariano Biancavilla SOLENNITA DEL CORPUS DOMINI Omelia del Prev. Agrippino Salerno 22-06-2014 Cari fratelli e sorelle!

Dettagli

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA Cari figli, la strada sarà breve per colui che verrà con il desiderio di fare un lungo cammino. Sappiate, voi tutti, che il fuoco si diffonderà in varie nazioni,

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank.

La redazione giornalistica di Oggimedia ha l'incredibile onore e sorpresa di poter intervistare Anna Frank. Anna Frank era una ragazza ebrea-tedesca, oggi divenuto simbolo dell'olocausto, ovvero dello sterminio degli Ebrei per mano della Germania nazista e dai suoi alleati ai tempi della seconda guerra mondiale.

Dettagli

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 per l Omelia domenicale a cura dell Arcivescovo Mons. Vincenzo Bertolone XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 Non più sofferenza ma amore Introduzione La parabola discendente di queste due

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

La chiamata alla speranza

La chiamata alla speranza La chiamata alla speranza Preghiera mensile Dicembre 2015 1.- Introduzione L'Avvento è un tempo per rispondere alla "chiamata alla speranza". La nostra è la speranza che abbiamo nella nascita di Cristo,

Dettagli

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen

PREGHIERE DEL MATTINO. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen PREGHIERE DEL MATTINO Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Ti adoro Ti adoro, mio Dio e ti amo con tutto il cuore. Ti ringrazio di avermi creato, fatto cristiano e conservato in questa

Dettagli

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO

BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO BASILICA PAPALE DI SAN PIETRO 20 ANNIVERSARIO EVANGELIUM VITAE 25 MARZO 2015... 1) Oggi ricordiamo il Sì di Maria alla vita, quella vita che prodigiosamente sbocciò nel suo grembo immacolato. Mentre ricordiamo

Dettagli

Consolatevi con me voi tutti che mi eravate tanto cari. Io lascio un mondo di dolori per un Regno di Pace. Nel Trigesimo

Consolatevi con me voi tutti che mi eravate tanto cari. Io lascio un mondo di dolori per un Regno di Pace. Nel Trigesimo Non piangete la mia assenza: sono beato in Dio e prego per voi. Io vi amerò dal Cielo come vi ho amati sulla terra. Consolatevi con me voi tutti che mi eravate tanto cari. Io lascio un mondo di dolori

Dettagli

Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà

Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Tipologia Obiettivi Linguaggio suggerito Setting Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Una celebrazione

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

Famiglia che accoglie i piccoli e si accompagna

Famiglia che accoglie i piccoli e si accompagna Diocesi di Concordia - Pordenone Commissione diocesana Pastorale per la Famiglia e la vita 15 Novembre 2015 FAMIGLIE SOLIDALI dalla globalizzazione dell indifferenza alla globalizzazione della solidarietà

Dettagli

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace!

Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! LA NOSTRA Parrocchia S.Maria di Lourdes VOCE MILANO - via Induno,12 - via Monviso 25 DICEMBRE 2OO5 Alle sorelle e ai fratelli della parrocchia S. Maria di Lourdes. Donaci la Pace! Vi lascio in pace, vi

Dettagli

ad auschwitz cercando... loro di Antonio Cassarà

ad auschwitz cercando... loro di Antonio Cassarà ad auschwitz cercando... loro di Antonio Cassarà È ancora possibile fotografare Auschwitz? Voglio dire: è ancora possibile, con le immagini, raccontare del campo, delle stragi, dei forni crematori, dei

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Il solo male che in questa terra possa

Il solo male che in questa terra possa Vincere la passione e fuggire le occasioni Il solo male che in questa terra possa veramente meritare questo nome è il peccato. Se potessimo vedere lo stato di un anima in peccato, sarebbe impossibile per

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

GIORNATA DELLA MEMORIA 25 GENNAIO 2013

GIORNATA DELLA MEMORIA 25 GENNAIO 2013 GIORNATA DELLA MEMORIA 25 GENNAIO 2013 RACCONTIAMO DI LUOGHI E DI FATTI CHE NON DEVONO ESSERE DIMENTICATI RICORDIAMO COLORO CHE HANNO AVUTO IL CORAGGIO DI SCEGLIERE IL BENE Classe v Scuola Primaria di

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore

2) Se oggi la sua voce. Rit, 1) Camminiamo incontro al Signore Parrocchia Santa Maria delle Grazie Squinzano 1) Camminiamo incontro al Signore 2) Se oggi la sua voce Rit, Camminiamo incontro al Signore Camminiamo con gioia Egli viene non tarderà Egli viene ci salverà.

Dettagli

Parrocchia di RAMERA ADORAZIONE EUCARISTICA Per i ragazzi del catechismo con la presenza della Reliquia del Beato Papa Giovanni Paolo II

Parrocchia di RAMERA ADORAZIONE EUCARISTICA Per i ragazzi del catechismo con la presenza della Reliquia del Beato Papa Giovanni Paolo II Parrocchia di RAMERA ADORAZIONE EUCARISTICA Per i ragazzi del catechismo con la presenza della Reliquia del Beato Papa Giovanni Paolo II Canto Guida: Questo pomeriggio siamo qui, davanti a Gesù e davanti

Dettagli

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano

Australia. Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Australia Il sogno infranto di un giovane emigrante italiano Ogni riferimento a fatti realmente accaduti o luoghi e/o a persone realmente esistenti è da ritenersi puramente casuale. Antonino Santamaria

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

C eraunavoltaunpaiodicalzini

C eraunavoltaunpaiodicalzini C eraunavoltaunpaiodicalzini C era una volta un paio di calzini. Marta e Paolo erano i nomi di questi due calzini. Si erano conosciuti, innamorati e litigati per anni. Ora abitavano in via Cassetto n.

Dettagli

7 x 10 cm CHIUSO 7 x 10 cm APERTO FORMATI

7 x 10 cm CHIUSO 7 x 10 cm APERTO FORMATI Ricordami Sempre 7 x 10 cm CHIUSO 7 x 10 cm APERTO FORMATI FORMATI 9 x 13 cm APERTO 9 x 13 cm CHIUSO FORMATI FORMATI 10 x 15 cm APERTO FORMATI 10 x 15 cm CHIUSO ARTE 001_AR 002_AR 003_AR ARTE 004_AR ARTE

Dettagli

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore. ... stanno arrivando... cosa????... le vacanze!!! Inserto N. 2 2008 Carissimi bambini, siamo ormai vicinissimi alle vacanze estive e questo numero lo vogliamo dedicare a Gesù e al suo dolcissimo Cuore.

Dettagli

Il Vangelo dell insulto

Il Vangelo dell insulto Gli scribi, che erano scesi da Gerusalemme, dicevano: "Costui è posseduto da Beelzebùl e scaccia i demòni per mezzo del capo dei demòni". Mc 3,22 Il Vangelo dell insulto È difficile credere che Gesù non

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

La vita di Madre Teresa Gabrieli

La vita di Madre Teresa Gabrieli La vita di Madre Teresa Gabrieli 2 Centro Studi Suore delle Poverelle Testo di Romina Guercio 2007 La vita di Madre Teresa Gabrieli Note per l animatrice Teresa Gabrieli è nata a Bergamo il 13 settembre

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la

L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la Il vero Amore L amore viene considerato il motore del mondo, per amore (o pseudo tale) noi compiamo la maggior parte delle nostre azioni, inoltre credo che esso sia la cosa più bella che Dio ci ha donato,

Dettagli

Preghiera per la Fede Paolo VI

Preghiera per la Fede Paolo VI Preghiera per la Fede Paolo VI Signore, io credo: io voglio credere in Te. O Signore, fa che la mia fede sia piena, senza riserve, e che essa penetri nel mio pensiero, nel mio modo di giudicare le cose

Dettagli

Atto di fede, Luciano Ligabue

Atto di fede, Luciano Ligabue Atto di fede, Luciano Ligabue Ho visto belle donne spesso da lontano ognuno ha il proprio modo di tirarsele vicino e ho visto da vicino chi c'era da vedere e ho visto che l'amore cambia il modo di guardare

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

VESPRI PARROCCHIA SAN GIUSEPPE DA COPERTINO. 18 settembre INTRODUZIONE

VESPRI PARROCCHIA SAN GIUSEPPE DA COPERTINO. 18 settembre INTRODUZIONE PARROCCHIA SAN GIUSEPPE DA COPERTINO 18 settembre INTRODUZIONE VESPRI V. O Dio, vieni a salvarmi. R. Signore, vieni presto in mio aiuto.. Alleluia INNO San Giuseppe onoriamo: la sua virtù sublime l'ordine

Dettagli

4ª Domenica di Pasqua (A) Gesù, Buon Pastore Sono venuto affinché tutti abbiano vita, e vita in abbondanza! Giovanni 10,1-10

4ª Domenica di Pasqua (A) Gesù, Buon Pastore Sono venuto affinché tutti abbiano vita, e vita in abbondanza! Giovanni 10,1-10 Sulla strada di Emmaus a cura dei Carmelitani IV Domenica di Pasqua (Anno A) (13/04/2008) Vangelo: Gv 10,1-10 4ª Domenica di Pasqua (A) Gesù, Buon Pastore Sono venuto affinché tutti abbiano vita, e vita

Dettagli

Catalogo completo di tutti i soggetti per Prima Comunione, Prima Confessione e Confermazione

Catalogo completo di tutti i soggetti per Prima Comunione, Prima Confessione e Confermazione Catalogo completo di tutti i soggetti per Prima Comunione, Prima Confessione e Confermazione Edizioni Trappiste LA PRIMA CONFESSIONE SERIE PR in due versioni Immagine semplice con interno bianco: dimensioni

Dettagli

L inizio della tristezza dell Uomo

L inizio della tristezza dell Uomo Bibbia per bambini presenta L inizio della tristezza dell Uomo Scritta da: Edward Hughes Illustrata da: Byron Unger; Lazarus Adattata da: M. Maillot; Tammy S. Tradotta da: Lorena Circiello Prodotta da:

Dettagli

MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI

MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI MESSE PROPRIE DELLA CHIESA CAPUANA PREGHIERE DEI FEDELI 5 febbraio S. AGATA, VERGINE E MARTIRE Patrona principale della città di Capua PREGHIERE: dal comune delle Vergini Al Dio tre volte santo, rivolgiamo

Dettagli

Viaggio della memoria 29 30 31 gennaio 2013, noi c eravamo

Viaggio della memoria 29 30 31 gennaio 2013, noi c eravamo Viaggio della memoria 29 30 31 gennaio 2013, noi c eravamo Il sottocampo di Gusen All inizio del dicembre 1939 ebbe inizio la costruzione di Gusen I, campo di lavoro dipendente da quello centrale di Mauthausen

Dettagli

CORPUS DOMINI 22 giugno 2014. Noi siamo quelli che vivono secondo la domenica (S. Ignazio)

CORPUS DOMINI 22 giugno 2014. Noi siamo quelli che vivono secondo la domenica (S. Ignazio) CORPUS DOMINI 22 giugno 2014 Noi siamo quelli che vivono secondo la domenica (S. Ignazio) Canto: Adoramus Te Domine (canone di Taizè) - Ti riconosciamo, Signore, presente a noi nell eucaristia - Ti adoriamo,

Dettagli

UNA GRANDE EMOZIONE TANTE POESIE

UNA GRANDE EMOZIONE TANTE POESIE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE A.COSTA Scuola dell infanzia G.B.Guarini Scuole primarie A.Costa G.B.Guarini A.Manzoni Scuola secondaria di 1 grado M.M.Boiardo Sezione Ospedaliera Sede: Via Previati, 31 44121

Dettagli

12 maggio 2013 Liturgia delle ore della Terza Settimana. 47a Giornata mondiale per le comunicazioni sociali

12 maggio 2013 Liturgia delle ore della Terza Settimana. 47a Giornata mondiale per le comunicazioni sociali sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 12 maggio 2013 Liturgia delle ore della Terza Settimana Ascensione del Signore / c 47a Giornata mondiale per le comunicazioni

Dettagli

IL SANTO ROSARIO PER I NOSTRI CARI DEFUNTI

IL SANTO ROSARIO PER I NOSTRI CARI DEFUNTI IL SANTO ROSARIO PER I NOSTRI CARI DEFUNTI Una lacrima per i Defunti evapora, un fiore sulla tomba appassisce, una preghiera, invece, arriva fino al cuore dell Altissimo. (Sant Agostino) 1 L'eterno riposo

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Letture: Giobbe 7, 1-4.6-7 Salmo 147 ( 146) 1 Corinzi 9, 16-19.22-23 Vangelo: Marco 1, 29-39

Letture: Giobbe 7, 1-4.6-7 Salmo 147 ( 146) 1 Corinzi 9, 16-19.22-23 Vangelo: Marco 1, 29-39 1 Oleggio 08/02/2009 V Domenica del Tempo Ordinario Letture: Giobbe 7, 1-4.6-7 Salmo 147 ( 146) 1 Corinzi 9, 16-19.22-23 Vangelo: Marco 1, 29-39 Il compito dell evangelizzazione. Giobbe fa esperienza di

Dettagli

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI INTRODUZIONE La preghiera non è solo elevazione dell anima a Dio ma è anche relazione

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa

28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa 28 FEBBRAIO B. ANTONIA DA FIRENZE, Clarissa Festa Nata a Firenze nel 1401, fu sposa in età giovanissima e madre di un figlio divenuto successivamente anch esso frate e santo: il beato Giovanni Battista.

Dettagli

Gaia. Il viaggio continua

Gaia. Il viaggio continua Gaia Il viaggio continua Laura Virgini GAIA Il viaggio continua Romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2014 Laura Virgini Tutti i diritti riservati A Te che Hai reso possibile l impossibile. A Te

Dettagli

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali)

Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Paola Dell Orto presidentessa di Agedo (L Associazione di genitori di omosessuali) Al mare, verso gli undici anni, avevo fatto amicizia con un bagnino. Una cosa innocentissima, ma mia madre mi chiedeva

Dettagli

Il dono di Gesù. Nessuno ha un amore più grande di colui che dà la vita per gli amici. Via crucis per i ragazzi

Il dono di Gesù. Nessuno ha un amore più grande di colui che dà la vita per gli amici. Via crucis per i ragazzi Il dono di Gesù Nessuno ha un amore più grande di colui che dà la vita per gli amici Via crucis per i ragazzi In modo semplice e immediato proponiamo una via crucis per i ragazzi, per aiutarli a comprendere

Dettagli

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri

IL CREATO DONO DI DIO. Dio Padre ha pensato a me come dono per gli altri IL CREATO DONO DI DIO I bambini sono abituati a vedere gli elementi del creato come oggetti usuali in quanto facenti parte del loro universo percettivo, per questo è importante che possano scoprire il

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

18 FEBBRAIO SANTA GELTRUDE COMENSOLI. Vergine. Fondatrice delle suore Sacramentine di Bergamo ANTIFONA D INGRESSO

18 FEBBRAIO SANTA GELTRUDE COMENSOLI. Vergine. Fondatrice delle suore Sacramentine di Bergamo ANTIFONA D INGRESSO 18 FEBBRAIO SANTA GELTRUDE COMENSOLI Vergine Fondatrice delle suore Sacramentine di Bergamo La spiritualità della Santa, centrata in Gesù presente nell Eucaristia, e la sua santità di vita, sono forte

Dettagli

Parabola delle grosse pietre

Parabola delle grosse pietre Parabola delle grosse pietre Un giorno, un vecchio professore fu chiamato come esperto per parlare sulla pianificazione più efficace del proprio tempo ai quadri superiori di alcune grosse compagnie nordamericane.

Dettagli

ARCIDIOCESI DI MILANO. Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA

ARCIDIOCESI DI MILANO. Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA ARCIDIOCESI DI MILANO Solenne ingresso in Diocesi di Milano di Sua Eminenza Rev.ma il Signor Cardinale Arcivescovo ANGELO SCOLA Milano, Basilica di Sant Eustorgio 25 settembre 2011 ARCIDIOCESI DI MILANO

Dettagli

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale

PROGETTO MUSICA e TEATRO. La storia del Natale PROGETTO MUSICA e TEATRO La storia del Natale Il Progetto Musica e Teatro per l anno scolastico 2014/2015 è nato dalla decisione di tutti gli insegnanti del plesso di voler proseguire nel potenziamento

Dettagli

Esequie di Andrea Loris Stival OMELIA DEL VESCOVO PAOLO URSO

Esequie di Andrea Loris Stival OMELIA DEL VESCOVO PAOLO URSO Esequie di Andrea Loris Stival 18 dicembre 2014 Santa Croce Camerina, Parr. S. Giovanni Battista, Letture: Rm 8,31 35.37 39; Salmo 22, versetto Tu sei con me, Signore: non temo alcun male; Lc 23,44 46.50.52

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni.

Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni. Domenica 4 settembre la Comunità Parrocchiale Mater Domini ha salutato don Donato Panna l ha guidata per otto anni. Prima della conclusione della S. Messa, concelebrata da don Donato, don Giuseppe Pendinelli

Dettagli

Logopedia in musica e. canzoni

Logopedia in musica e. canzoni Logopedia in musica e canzoni Un Lavoro di Gruppo, Giugno 2013 INTRODUZIONE Siamo un gruppo di persone, chi ricoverato in Degenza e chi in Day Hospital, del Presidio Ausiliatrice-don Gnocchi di Torino

Dettagli

CONCORSO : REGOLIAMOCI

CONCORSO : REGOLIAMOCI CONCORSO : REGOLIAMOCI Per studenti tra gli 8 e i 13 anni. Sceneggiatura film : IL SOLE I.C. Marino S. Rosa Napoli Classe II E IL SOLE Nella reception di una clinica molto famosa Christian che ha subito

Dettagli

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi

E vestirti coi vestiti tuoi DO#-7 SI4 dai seguimi in ciò che vuoi. e vestirti coi vestiti tuoi SOGNO intro: FA#4/7 9 SI4 (4v.) SI4 DO#-7 Son bagni d emozioni quando tu FA# sei vicino sei accanto SI4 DO#-7 quando soltanto penso che tu puoi FA# FA#7/4 FA# SI trasformarmi la vita. 7+ SI4 E vestirti

Dettagli

Introduzione. Il cammino da una stazione all altra sarà silenzioso perché ciascuno possa meditare sulle provocazioni che la preghiera ci suggerisce

Introduzione. Il cammino da una stazione all altra sarà silenzioso perché ciascuno possa meditare sulle provocazioni che la preghiera ci suggerisce Via crucis - venerdì santo 2015 Introduzione Sac. Il cammino della via crucis propone a tutti noi il senso più autentico dell essere discepoli, cioè quello di seguire Gesù. Ognuno di noi ha il suo modo

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

Il Cavaliere delle Energie

Il Cavaliere delle Energie Massime tratte dal libro Il Cavaliere delle Energie di Andrea Pangos www.andreapangos.it ISBN 88-88914-00-5 Andrea Pangos Edizioni Copyright 2003 Andrea Pangos Il Cavaliere delle Energie Tu sei per te

Dettagli

Dalla fine del 1941 alla liberazione nella città ghetto di Terezin soggiornarono più o meno a lungo gli ebrei cecoslovacchi destinati al campo di

Dalla fine del 1941 alla liberazione nella città ghetto di Terezin soggiornarono più o meno a lungo gli ebrei cecoslovacchi destinati al campo di Dalla fine del 1941 alla liberazione nella città ghetto di Terezin soggiornarono più o meno a lungo gli ebrei cecoslovacchi destinati al campo di sterminio di Auschitz. Tra di loro 15.000 tra bambini e

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

Evangelici.net Kids Corner. Abramo

Evangelici.net Kids Corner. Abramo Evangelici.net Kids Corner Abramo Abramo lascia la sua casa! Questa storia biblica è stata preparata per te con tanto amore da un gruppo di sei volontari di Internet. Paolo mise le sue costruzioni nella

Dettagli