Isolanti in fibre di legno GUIDA ALLA POSA IN OPERA ISOLAMENTO TERMICO DALL INTERNO (ITI)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Isolanti in fibre di legno GUIDA ALLA POSA IN OPERA ISOLAMENTO TERMICO DALL INTERNO (ITI)"

Transcript

1 Isolanti in fibre di legno GUIDA ALLA POSA IN OPERA ISOLAMENTO TERMICO DALL INTERNO (ITI)

2 UNA LINEA COMPLETA DI ISOLANTI INDICE POSA SUI MURI DALL INTERNO Muri in muratura dall interno...8/9 Muri con ossatura in legno in pannelli... 0/ Muri con ossatura in legno mediante insufflaggio... /5 POSA SU TRAMEZZI DI DISTRIBUZIONE Tramezzi di distribuzione... 6/7 POSA SU TETTI SOTTO GLI SPIOVENTI 55 FX e 40 FX ISOBAG La gamma SYLVACTIS è articolata attorno a sei prodotti che consentono di soddisfare i requisiti di tutte le applicazioni del mercato (tetti, sottotetti, muri e solai), tanto nel settore delle costruzioni nuove quanto in quello delle ristrutturazioni. Tre prodotti della gamma sono particolarmente adatti all isolamento termico dall interno (ITI). Tetti tra e sotto i paradossi... 8/9 POSA IN SOTTOTETTI PERDUTI I pannelli flessibili SYLVACTIS 40 FX e SYLVACTIS 55 FX sono dei pannelli flessibili destinati alle applicazioni che richiedono una posa in opera con compressione (tetti tra e sotto i paradossi, solai tra travetti, muri con ossatura in legno tra montanti, tramezzi di separazione). Informazioni in dettaglio sui prodotti La fibra di legno sfusa SYLVACTIS ISOBAG è una fibra di legno per soffiatura da utilizzare nei sottotetti perduti e per l insufflaggio nei muri con ossatura in legno. Solai di sottotetti perduti... 0/ Soffitti sotto capriatelle... /5 POSA SUI SOLAI INFERIORI Tra travi a I... 6/7 SYLVACTIS 55 FX - Densità: 50 Kg/m - Conduttività termica: λ D = 0.06 W/m.K - Prestazioni acustiche SYLVACTIS 40 FX - Densità: 40 Kg/m - Conduttività termica: λ D = 0.08 W/m.K SYLVACTIS ISOBAG - Densità soffiatura: 0 Kg/m - Densità insufflaggio: 45 Kg/m - Conduttività termica: λ D = 0.04 W/m.K - Reazione al fuoco Euroclasse: B-s, d0 Punti da considerare individualmente... 8/9 Tabella sinottica degli isolanti SYLVACTIS

3 DEGLI ISOLANTI DERIVATI DA UNA PROGETTAZIONE ECOLOGICA Utilizzare del legno per isolarsi è tre volte efficace per contrastare le emissioni di gas ad effetto serra: si fissa la CO, si riducono le emissioni di gas di scarico grazie a un approvvigionamento in zone limitrofe e si riduce il consumo di energia degli edifici. Il legno, una scelta naturale PROMUOVERE LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE FORESTE Il legno, una materia prima rinnovabile Degli isolanti fabbricati in Francia Una progettazione ecologica convalidata da un analisi del ciclo di vita Il legno è una risorsa rinnovabile, disponibile in Francia a livello locale, in grande quantità e che viene gestita in modo sostenibile. Le proprietà isolanti del legno sono unanimemente riconosciute: il legno è quattordici volte più isolante del calcestruzzo, trecentocinquanta volte più dell acciaio e millecinquecento volte più dell alluminio. Il legno è anche un ottimo fissatore di CO che resta immagazzinata anche una volta trasformata. Utilizzare del legno permette dunque di contrastare l effetto serra. La serie di norme connesse al marchio «edificio bio-approvvigionato (bâtiment biosourcé)» incoraggia d altronde l utilizzo di materiali derivati dalla biomassa vegetale o animale, tra cui dei materiali contenenti legno gestito in modo sostenibile. Disponibili sotto forma di pannelli flessibili, rigidi, ad alta densità o di fibre di legno da soffiare, gli isolanti SYLVACTIS sono fabbricati a partire da cippato al 00% PEFC secondo un procedimento di fabbricazione per via secca che permette di ridurre al minimo i consumi di acqua e di energia. Il cippato proviene da sottoprodotti della filiera del legno che vengono così valorizzati. Viene raccolto entro un perimetro di massimo cento chilometri per limitare le emissioni di CO e incoraggiare l impiego di manodopera locale. I rifiuti derivati dalla selezione del cippato alimentano una caldaia a biomassa che fornisce buona parte dell energia necessaria alla produzione. Tutti gli isolanti in fibre di legno SYLVACTIS sono fabbricati in Francia, all interno di un unità di produzione di m ubicata nell Ariège, un insediamento che ha consentito di preservare delle competenze professionali in una regione pesantemente colpita da una serie di ondate di delocalizzazione. La scelta del legno è dunque anche una scelta a valenza sociale che consente la creazione di posti di lavoro e contribuisce alla tutela dell economia regionale. Le prestazioni ambientali collegate a una progettazione ecologicamente corretta degli isolanti in fibre di legno sono convalidate da delle analisi del ciclo di vita dei prodotti. Esempio corroborato dalla scheda dei dati di carattere ambientale e sanitario dell isolante SYLVACTIS 40 FX da 00 mm, realizzata in conformità con la norma NF P0-00. Estratto dalla FDES dell isolante SYLVACTIS 40 FX N Impatto ambientale Consumo di risorse energetiche 4 Energia primaria totale Energia rinnovabile Energia non rinnovabile Esaurimento di risorse (ADP) Consumo totale di acqua Rifiuti solidi Valore dell indicatore per l unità funzionale*.0 MJ/UF.86 MJ/UF.06 MJ/UF kg eq. antimonio (Sb)/UF 0.6 litro/uf Toulouse Albi Rodez Rifiuti valorizzati (totale) Rifiuti eliminati: Rifiuti pericolosi Rifiuti non pericolosi Rifiuti inerti Rifiuti radioattivi kg/uf kg/uf kg/uf kg/uf kg/uf La Bastide de Bousignac Mutamento climatico Acidificazione atmosferica Inquinamento dell aria Inquinamento dell acqua Distruzione dello strato di ozono stratosferico Formazione di ozono fotochimico 0.0 kg eq. CO /UF kg eq. SO /UF 4.08 m /UF m /UF 5.8 E- kg CFC eq. R/UF kg eq. éthylène/uf Comunicato stampa febbraio 009 CNDB Parcours bois 009 Ordinanza del 9 dicembre 0 relativa al contenuto e alle condizioni di attribuzione del marchio bâtiment biosourcé Programma di riconoscimento degli schemi di certificazione forestale * Unità funzionale : m di isolante Fonte: ECOEFF

4 DEGLI ISOLANTI NATURALM ENTE SYLVACTIS EFFICACI Prestazioni termiche 07 CERTIFICATO KEYMARK Degli isolanti certificati Permeabilità al vapore acqueo e tenuta all aria Resistenza meccanica Gli isolanti SYLVACTIS posseggono delle eccellenti prestazioni termiche. Con un coefficiente di conduttività termica λ di 0,06 W/m.K, l isolante SYLVACTIS 55 FX presenta per esempio il valore λ migliore della sua categoria. Le prestazioni degli isolanti in fibre di legno SYLVACTIS sono certificate da degli organismi accreditati. Essi soddisfano i requisiti posti dalla normativa in materia di progettazione termica (Réglementation Thermique) del 0 e danno diritto a fruire delle principali detrazioni fiscali e dei principali incentivi finanziari esistenti. Gli isolanti SYLVACTIS sono permeabili al vapore acqueo rimanendo nel contempo ermetici all aria e impermeabili all acqua: Il loro coefficiente di resistenza alla diffusione di vapore acqueo infatti è compreso tra μ e μ <4. Inoltre, la loro forte densità non facilita il passaggio dell aria. Il loro coefficiente di resistenza al passaggio dell aria può raggiungere i 00 kpa.s/m a seconda dei prodotti. Gli isolanti in fibre di legno SYLVACTIS presentano buone prestazioni meccaniche. A seconda dei prodotti, la loro resistenza alla compressione può raggiungere più di 00 kpa. Comfort in estate Tutti gli isolanti SYLVACTIS posseggono una capacità termica massica di.00 J/kg.K che consente loro di assorbire rilevanti quantità di calore restituendolo con uno sfasamento nel tempo (sfasamento e riduzione di ampiezza termica). Tutti i pannelli flessibili e quelli rigidi della gamma SYLVACTIS sono certificati KEYMARK, marchio europeo rilasciato dal CEN organismo riconosciuto in Francia al medesimo titolo dell ACERMI per certificare che i prodotti sono conformi ai requisiti stabiliti dalla norma EN 7 per gli isolanti in fibre di legno. La fibra di legno sfusa SYLVACTIS ISOBAG di per sé si avvale di un benestare tecnico europeo (ATE). Impermeabilità all acqua Due isolanti SYLVACTIS sono idrofobi con un coefficiente di assorbimento dell acqua nel breve periodo kg/ m²; uno di essi è l isolante SYLVACTIS HD che grazie ai suoi bordi piallati può essere utilizzato come parapioggia. Prestazioni acustiche La forte densità degli isolanti SYLVACTIS conferisce loro eccellenti prestazioni acustiche. L isolante SYLVACTIS 55 FX possiede per esempio un indice di attenuazione acustica Rw (C; Ctr) che può arrivare fino a 4 (- ; -8) db nei tramezzi con 40 mm di isolante o fino a 49 (- ; -0) db tra paradossi con 80 mm di isolante. Comitato Europeo di Normalizzazione Associazione per la Certificazione dei Materiali Isolanti

5 POSA SUI MURI Fasi della posa in opera DALL INTERNO MURI IN MURATURA I pannelli isolanti SYLVACTIS 55 FX o 40 FX si posano in modo tradizionale, facendoli scivolare dietro l ossatura metallica del pannello di gesso. L ossatura permette di conservare uno spazio tecnico per far passare le guaine elettriche o le tubature. Fissare le guide metalliche al pavimento e al soffitto. La distanza tra il muro da isolare e la guida deve tener conto dello spessore dell isolante e di un margine di 5-0 mm massimo. Posizionare la prima fila di pannelli. Posizionare senza fissarli i montanti metallici rispettando un interasse di 600 mm. Muro in muratura SYLVACTIS 55 FX o 40 FX Para-vapore HCONTROL Guida metallica Paramento di finitura 4 Posizionare i pannelli di isolante, l ideale sarebbe in orizzontale, dietro i montanti metallici. Accertarsi che siano uniti bene per evitare i ponti termici. Per assicurare una migliore tenuta meccanica dei pannelli al momento della posa, è possibile applicare dei plot di malta adesiva sui pannelli o direttamente sul muro. 5 Fissare un para-vapore dalla parte dell ambiente riscaldato dell edificio attaccandolo con un biadesivo sui rivestimenti metallici. In corrispondenza dei punti di congiunzione effettuare delle sovrapposizioni di 50 mm e ricoprire con un adesivo adatto. Soluzione raccomandata: SYLVACTIS 55 FX 40 mm 6 Per rendere perfetta la tenuta in corrispondenza dei bordi, utilizzare un mastice di silicone sulle congiunzioni pavimento/muro, muro/soffitto. 40 mm,85 m.k/w 0,0 W/m.K 7 Fissare definitivamente i montanti e posare i pannelli di gesso di finitura. totale 4,7 ore 40 mm Per la posa del para-vapore, fare riferimento alle indicazioni del Capitolato tecnico del CSTB n. 844 del 98. ACTIS consiglia di posare un para-vapore della sua linea HCONTROL

6 POSA SU MURI Fasi della posa in opera DALL INTERNO MURI CON OSSATURA IN LEGNO Misurare la distanza tra i montanti dell ossatura in legno e tagliare i pannelli isolanti aggiungendo al valore ottenuto dalla misura precedente 5-0 mm (principio della maggiorazione) per essere certi che l isolante rimanga in posizione e il contatto tra i montanti sia buono. (V. indicazioni a pagina 8). Isolamento con pannelli I pannelli isolanti SYLVACTIS 55 FX o 40 FX si posano in modo tradizionale, facendoli scivolare dietro i montanti dell ossatura in legno. Posare i pannelli isolanti inserendoli per compressione tra i montanti dell ossatura in legno. Rivestimento di tipo bardage Tassello SYLVACTIS 55 FX o 40 FX Aggraffare il para-vapore sui montanti. In corrispondenza dei punti di congiunzione, effettuare delle sovrapposizioni di 50 mm e coprire con un adesivo adatto. Para-pioggia OSB Para-vapore HCONTROL Paramento di finitura Sistema montante e traversa 4 Per creare uno spazio tecnico e agevolare il fissaggio della finitura, ACTIS consiglia di avvitare orizzontalmente sui montanti dei listelli distanziati di 600 mm. Soluzione raccomandata: SYLVACTIS 55 FX 40 mm 40 mm,85 m.k/w 5 Posare il paramento di finitura. 0,5 W/m.K totale 40 mm 8 ore Conformemente al DTU., negli edifici con ossatura in legno è obbligatorio posare un para-vapore con permeabilità 0,005 g/ m².h.mmhg dal lato dell ambiente riscaldato dell edificio. ACTIS consiglia di posare un para-vapore della sua linea HCONTROL. La posa in opera di pannelli di gesso su un ossatura secondaria, contro tasselli orizzontali o verticali, costituisce l oggetto del DTU 5.4 al quale il costruttore deve rifarsi. In caso di fissaggio di pannelli di gesso direttamente sui montanti dell ossatura primaria, fare riferimento al DTU

7 C M J CM MJ CJ CMJ N ETIQUETTE ISOBAG A 07 EE89 HD.pdf /07/ 5:4 POSA SU MURI DALL INTERNO Punti da verificare prima di intraprendere i lavori di riempimento Le pareti interne ed esterne delle cavità da riempire non devono mostrare tracce di umidità. Esse devono essere stabili e in buono stato, in grado di resistere alla pressione di riempimento. La parete esterna deve essere permeabile al vapore acqueo. Le dimensioni delle cavità in cui effettuare l insufflaggio per stabilire la quantità di prodotto necessario a partire dalla massa volumica d insufflaggio consigliata. MURI CON OSSATURA IN LEGNO Isolamento mediante insufflaggio La fibra di legno ISOBAG viene iniettata nelle cavità vuote del muro attraverso dei fori realizzati nella parete. Con l ausilio di una macchina pneumatica per insufflaggio, la fibra tratta dal sacco di imballaggio viene decompattata e poi insufflata nelle cavità. Punti da considerare individualmente Impianti elettrici Accertarsi che le canalizzazioni elettriche posate nelle intercapedini della costruzione siano poste all interno di un tubo non propagatore di fiamma (P), il che vieta l uso di tubi ICD arancioni e ICT. Stabilità Le pressioni esercitate sulle pareti sono generalmente deboli. In alcuni casi devono essere limitate dall applicatore, per non nuocere alla stabilità dei controtramezzi interni. Rivestimento di tipo bardage Para-pioggia OSB Sistema montante e traversa Tassello SYLVACTIS ISOBAG Para-vapore HCONTROL Paramento di finitura Gruppo di ventilazione Si consiglia di installare un sistema di ventilazione in cantiere. Para-vapore Si raccomanda l utilizzo di un para-vapore sul lato interno. La posa di tasselli o listelli metallici deve essere fatta in senso orizzontale ogni 40 cm al massimo per evitare la deformazione del para-vapore durante l insufflaggio. Sicurezza Le fibre di legno SYLVACTIS ISOBAG non provocano irritazioni cutanee e non sono pericolose per le vie respiratorie. Tuttavia ACTIS raccomanda di indossare una maschera antipolvere e degli occhiali di protezione durante la posa in opera. Si consiglia di indossare dei guanti durante l applicazione per proteggersi dalle cariche elettrostatiche. Soluzione raccomandata: SYLVACTIS ISOBAG 60 mm totale 60 mm 60 mm,70 m.k/w 0, W/m.K 7,8 ore Dati relativi alla posa in opera mediante insufflaggio 45 Kg/m (+) Spessori Resistenza termica (m.k/w) N. di Kg da insufflare per m N. di m per sacco N. di sacchi per 00 m 00 mm,0 4,50, mm,75 5,40, mm,5 6,0, mm,70 7,0, mm 4,5 8,0, mm 4,65 9,00,9 7 0 mm 5,0 9,90, mm 5,55 0,80, mm 6,05,70, mm 6,95,50 0,

8 C M J CM MJ CJ CMJ N ETIQUETTE ISOBAG A 07 EE89 HD.pdf /07/ 5:4 POSA SU MURI Fasi della posa in opera DALL INTERNO MURI CON OSSATURA IN LEGNO Isolamento mediante insufflaggio La fibra di legno ISOBAG viene iniettata nelle cavità vuote del muro attraverso dei fori realizzati nella parete. Con l ausilio di una macchina pneumatica per insufflaggio, la fibra tratta dal sacco di imballaggio viene decompattata e poi soffiata nelle cavità. Realizzare dei fori di riempimento al centro della parte superiore di ciascuna cavità. Fare però attenzione a non forare delle aperture per l insufflaggio a meno di 0 cm dai bordi del muro. Forare delle aperture di decompressione per garantire un miglior apporto di aria necessaria al trasporto della fibra di legno. Far scendere il tubo di insufflaggio all interno della cavità fino a circa 0 cm dal basso. Il prodotto viene compattato riportando indietro il tubo che risalirà progressivamente dal basso verso l alto e da sinistra verso destra (o da destra verso sinistra). Rivestimento di tipo bardage Para-pioggia OSB Sistema montante e traversa Soluzione raccomandata: SYLVACTIS ISOBAG Tassello SYLVACTIS ISOBAG Para-vapore HCONTROL Paramento di finitura 60 mm La cavità è piena quando il prodotto non circola più all interno del tubo, esce dai fori e il motore della macchina per soffiatura si arresta. Eseguire un controllo visivo a livello di ciascun foro di riempimento e integrare con un nuovo insufflaggio di prodotto se necessario. È possibile effettuare un controllo mediante carotaggio per verificare la densità della fibra di legno all interno della cavità. Per fare ciò introdurre un tubo (Ø00, L 50) e pesarlo. 60 mm,70 m.k/w 0, W/m.K 4 Chiudere ermeticamente le aperture con l ausilio di una toppa per riparazioni in modo da mantenere la parete a tenuta. totale 7,8 ore 60 mm

9 POSA SU TRAMEZZI DI DISTRIBUZIONE Fasi della posa in opera Collocare la struttura metallica conformemente alle norme in vigore. I pannelli isolanti SYLVACTIS 55 FX o 40 FX si posano in modo tradizionale, facendoli scivolare tra le guide dell ossatura metallica del pannello di gesso. Fissare al pavimento le guide metalliche. Posizionare e fissare i montanti verticali rispettando una distanza di 60 cm. Pannello di gesso Pannello di gesso SYLVACTIS 55 FX o 40 FX Montante M48 4 Posizionare i pannelli di gesso su un lato della struttura. Soluzione raccomandata: SYLVACTIS 55 FX 40 mm,0 m.k/w 5 Inserire i pannelli tra i montanti. Per riempire un altezza saranno necessari svariati pannelli. Una maggiorazione di cm sarà prevista al taglio dell ultimo pannello per garantire un riempimento totale della cavità. 40 mm totale Attenuazione acustica Rw (C ; Ctr) 4 (- ; -8)dB ore 6 Posizionare i pannelli di gesso sull altro lato del tramezzo. Se possibile cominciare con mezzo pannello in modo che le congiunzioni dei pannelli abbiano luogo su montanti diversi da quelli su cui sono stati posati i primi pannelli. 40 mm

10 POSA SU TETTI Fasi della posa in opera TRA E SOTTO I PARADOSSI Determinare lo spessore dell isolante SYLVACTIS in funzione delle prestazioni termiche desiderate. Assicurarsi che la superficie da isolare sia pulita, in buono stato, al grezzo e che la copertura non presenti difetti di tenuta. Conformemente ai DTU della serie 40, lasciare una lama d aria ventilante di almeno cm tra la parte superiore del sistema di isolamento e la faccia inferiore del listello di sostegno della copertura. I pannelli isolanti SYLVACTIS 55 FX o 40 FX sono installati in due strati incrociati tra e sotto i paradossi, con il secondo conficcato sui tiranti di sospensione che fissano il pannello di gesso. L ermeticità all aria è garantita dall utilizzo di un para-vapore. Posare il primo strato di isolante tra i paradossi con una leggera compressione rispettando la maggiorazione della lunghezza di taglio ammessa. (V. indicazioni a pagina 8) Far attenzione a garantire una perfetta continuità dell isolamento sui bordi dei pannelli, in corrispondenza dei punti di congiunzione con il pavimento, dei pignoni, degli arcarecci e delle travi di colmo. Il secondo strato di isolante è posato perpendicolarmente ai paradossi sui tiranti di sospensione e sulle guide che sostengono il paramento di finitura. Fare attenzione a che vi sia continuità nell isolamento come indicato al punto precedente. Schermo per sottotetto SYLVACTIS 55 FX o 40 FX primo strato SYLVACTIS 55 FX o 40 FX secondo strato Tirante di sospensione Para-vapore HCONTROL Arcareccio Guide Paramento di finitura 4 Fare parimenti attenzione a rispettare la continuità dell isolamento degli spioventi con l isolamento dei piedritti e dei falsi sottotetti. È opportuno realizzare l isolamento dei piedritti contemporaneamente a quello del tetto. Soluzione raccomandata: SYLVACTIS 55 FX 5 Fissare un para-vapore dalla parte dell ambiente riscaldato dell edificio attaccandolo ai rivestimenti metallici con l ausilio di un biadesivo. In corrispondenza dei punti di congiunzione effettuare una sovrapposizione di 50 mm e ricoprire con un adesivo adatto. 0 mm 0 mm 6,0 m.k/w 6 Posare il paramento di finitura. 0,59 W/m.K totale 0 mm 0,7 ore Conformemente al DTU., negli edifici con ossatura in legno è obbligatorio posare un para-vapore con permeabilità 0,005 g/m².h.mmhg sul lato interno (lato caldo). ACTIS consiglia di posare un para-vapore della sua linea HCONTROL

11 POSA IN SOTTOTETTI Fasi della posa in opera PERDUTI SOLAI DI SOTTOTETTI PERDUTI I pannelli isolanti SYLVACTIS 55 FX o 40 FX si installano in uno o due strati incrociati sul solaio in legno o calcestruzzo, insieme a un paravapore. Fissare un para-vapore sul solaio facendolo risalire sui muri periferici. In corrispondenza dei punti di congiunzione effettuare una sovrapposizione di 50 mm e ricoprire con l adesivo ACTIS adatto. Copertura Orditura SYLVACTIS 55 FX o 40 FX Para-vapore HCONTROL Posare il primo strato di isolante. Per evitare i ponti termici, far attenzione a garantire la continuità dell isolamento tra i pannelli e sui bordi, in corrispondenza dei punti di congiunzione con il muro. Soluzione raccomandata: SYLVACTIS 55 FX 60 mm 60 mm 7,0 m.k/w 0, W/m.K Posare il secondo strato facendo attenzione a far slittare i bordi di ciascun pannello per evitare i ponti termici. totale 60 mm,8 ore

12 C M J CM MJ CJ CMJ N ETIQUETTE ISOBAG A 07 EE89 HD.pdf /07/ 5:4 POSA IN SOTTOTETTI PERDUTI SOFFITTI SOTTO CAPRIATELLE Isolamento mediante soffiatura Punti da verificare prima di intraprendere i lavori La copertura è impermeabile all acqua e in buono stato. Il solaio non presenta tracce di umidità risultanti da infiltrazioni o difetti nella tenuta. È in grado di tollerare il carico supplementare rappresentato dal peso dei materiali e degli isolanti. È continuo ed ermetico all aria. È opportuno sigillare tutti i fori del paramento del soffitto e del para-vapore, per esempio quelli realizzati per: sistema di illuminazione, faretti, canalizzazioni elettriche, ecc. Nota: la presenza di un rivestimento a pannelli inchiodato o avvitato sopra o sotto i travetti non costituisce un supporto né un sistema di tenuta all aria. In caso di necessità, bisogna aggiungere un solaio. Dati relativi alla posa in opera del sistema di isolamento mediante soffiatura 0 Kg/m (+4) Resistenza termica (m.k/w) da soffiare** dopo l assestamento N. di kg da soffiare per m N. di m per sacco N. di sacchi per 00 m 5 69 mm 5 mm 6,45,9 5 6 mm 58 mm 7,74,6 6 Questa tecnica è utilizzata per l isolamento dei sottotetti perduti non abitabili o difficilmente accessibili di edifici con igrometria da debole a media. La fibra di legno è sparsa in modo omogeneo nei sottotetti da isolare con l ausilio di una macchina pneumatica per soffiatura. I diversi tipi di macchine per soffiatura sono dotati di tubi flessibili, che permettono di soffiare l isolante su tutta la superficie dei sottotetti. Copertura Schermo per sottotetto SYLVACTIS ISOBAG Para-vapore Tirante di sospensione Paramento di finitura 7 76 mm 0 mm 9,0, mm 44 mm 0,, mm 87 mm,6, mm 40 mm,90 0,96 04 N.b.: la resistenza termica R può essere ottenuta soltanto rispettando tassativamente tanto lo spessore minimo* quanto il numero minimo di sacchi per 00 m² di superficie coperta da solaio nei sottotetti * Determinato per una densità del prodotto dopo l assestamento di 0 kg/m ** Lo spessore è determinato conformemente al progetto di norma pren 50 Accessori Kit di soffiatura comprendente: bordo di contorno per botola misuratore graduato contrassegni per i quadri elettrici schede di controllo per cantiere Soluzione raccomandata: SYLVACTIS ISOBAG 50 mm totale 50 mm 50 mm 8,0 m.k/w 0,6 W/m.K,8 ore Punti da considerare individualmente Trattamento dei dispositivi elettrici Costruzioni nuove: se possibile, l impresa incaricata dell installazione dell impianto elettrico interviene dopo la posa del sistema di isolamento e prima della posa dei paramenti interni. In ogni caso, è opportuno far passare i cavi il più vicino possibile al loro punto di partenza (piovra) nell isolante senza rovinarlo. Il cavo è inserito il più vicino possibile al paramento decorativo senza creare sacche d aria. L ermeticità all aria deve essere garantita anche nella faccia inferiore del sistema di isolamento. Ristrutturazioni: lasciare le apparecchiature (scatole di derivazione, canalizzazioni, ecc.) visibili e accessibili dopo i lavori. In caso di necessità, prima dell esecuzione dei lavori, prevedere l intervento di maestranze specializzate Trattamento dell impianto di ventilazione Tenere il gruppo di ventilazione fuori dalla superficie da isolare e a un altezza sufficiente a che non aspiri la fibra. Para-vapore Il capitolato del CSTB n. 647 del novembre 008 precisa il caso in cui è necessario un para-vapore e la permeabilità che quest ultimo deve avere. La posa di un para-vapore deve essere realizzata dalla parte calda del solaio, quindi sempre sulla faccia inferiore del sistema di isolamento per i solai dei sottotetti perduti. Botola di accesso al sottotetto La botola di accesso al sottotetto perduto deve essere isolata per evitare i ponti termici a questo livello: anche dopo la sua apertura e la sua chiusura deve essere garantito che eventuali fessure presenti attorno alla botola siano sigillate (inserire un pannello isolante tagliato secondo la forma dell armatura costituita da assi della botola).

13 C M J CM MJ CJ CMJ N ETIQUETTE ISOBAG A 07 EE89 HD.pdf /07/ 5:4 POSA IN SOTTOTETTI Fasi della posa in opera PERDUTI Posizionare della segnaletica che permetta di individuare i quadri elettrici e i misuratori graduati per il controllo dello spessore della fibra soffiata. SOFFITTI SOTTO CAPRIATELLE Isolamento mediante soffiatura Proteggere parimenti la botola d accesso posizionando un bordo di altezza equivalente a quella dell isolante più il suo 0 %. Se possibile la botola deve essere isolata con un isolante in fibre di legno con una resistenza almeno pari a quella della fibra soffiata. Questa tecnica è utilizzata per l isolamento dei sottotetti perduti non abitabili o difficilmente accessibili di edifici con igrometria da debole a media. La fibra di legno è sparsa in modo omogeneo nei sottotetti da isolare con l ausilio di una macchina pneumatica per soffiatura. I diversi tipi di macchine per soffiatura sono dotati di tubi flessibili, che permettono di soffiare l isolante su tutta la superficie dei sottotetti. Cominciare dalle parti più distanti dirigendosi progressivamente verso il punto di uscita. Tenere il tubo in posizione orizzontale a m di altezza circa in modo da soffiare la fibra a una distanza di - m e che essa ricada per il proprio peso. Copertura Schermo per sottotetto SYLVACTIS ISOBAG Para-vapore Tirante di sospensione Paramento di finitura 4 5 Incrementare lo spessore della fibra da soffiare per compensare l effetto di assestamento nel corso del tempo (fare riferimento alle indicazioni concernenti il potere coprente del prodotto e il suo spessore minimo alla pagina precedente). Man mano che la soffiatura procede, verificare lo spessore dell isolante collocato rispetto ai contrassegni presenti sull orditura del tetto. Soluzione raccomandata: SYLVACTIS ISOBAG 50 mm 50 mm Controllo dello spessore Verificare lo spessore di isolante installato (conformemente al progetto di norma PrEN50) con l ausilio di un misuratore comprendente una piastra di ripartizione di forma quadrata misurante 00 mm x 00 mm forata al centro per farvi scorrere lo strumento di misura. Detto misuratore deve essere dotato di un impugnatura adeguata. totale 50 mm 8,0 m.k/w 0,6 W/m.K,8 ore La massa totale della piastra e dell impugnatura deve essere compresa tra 75 e 88 g in modo da esercitare una pressione di 0 ±,5 Pa. Il misuratore è completato da un asta in acciaio con diametro di mm e una lunghezza sufficiente per attraversare tutto lo spessore dello strato di isolante. L estremità dell asta ha una punta di 0 mm. Questa attrezzatura è completata da una riga millimetrata di lunghezza sufficiente per leggere in un unica volta lo spessore indicato dall asta. Alla chiusura del cantiere, completare la scheda di controllo per il cantiere in tre esemplari. Un esemplare deve essere aggraffato sulla travatura più vicina alla botola d accesso. Permetterà di assicurare la tracciabilità e così di stilare una diagnosi delle prestazioni energetiche. Il secondo esemplare deve essere inviato al cliente. Il terzo deve essere conservato dall applicatore

14 POSA SUI SOLAI INFERIORI Fasi della posa in opera Posare l isolante tra le travi a I con una leggera compressione rispettando la maggiorazione della lunghezza di taglio ammessa. (V. indicazioni a pagina 8) TRAVI A I I pannelli isolanti SYLVACTIS 55 FX e 40 FX si posano in modo tradizionale, facendoli scivolare tra le travi a I. Per evitare i ponti termici far attenzione a garantire una perfetta continuità dell isolamento tra i pannelli e sui bordi, in corrispondenza dei punti di congiunzione con i muri o gli spioventi del tetto. Per rendere perfetta la tenuta in corrispondenza dei bordi, utilizzare un mastice in silicone sui punti di congiunzione pavimento/muro. Para-vapore SYLVACTIS 55 FX o 40 FX Fissare un para-vapore (sovrapposizione di 50 mm in corrispondenza dei punti di congiunzione) poi la platea di fondazione sulle travi a I. Per ottimizzare le proprietà di isolamento acustico, fissare un sottostrato di desolidarizzazione sulla platea. Trave a I Soluzione raccomandata: SYLVACTIS 55 FX 0 mm 0 mm,0 m.k/w 0, W/m.K 4 Completare con la posa del rivestimento del pavimento, per esempio del parquet. totale 0 mm 8,7 ore

15 PUNTI DA CONSIDERARE INDIVIDUALMENTE FINESTRE SUI TETTI Il collegamento tra le finestre sui tetti e l isolamento deve essere perfettamente sigillato. Per garantire la continuità dell isolamento, sigillare ermeticamente i punti di congiunzione con una striscia di isolante morbido o una schiuma espansa isolante. RETI ELETTRICHE E SOSTEGNI DEI PUNTI LUCE L installazione di reti elettriche, prese di corrente, interruttori, scatole dell impianto di illuminazione non deve danneggiare l isolante né la continuità dell isolamento. Le scatole di derivazione, le piovre o i trasformatori di corrente a bassa tensione devono essere fissati alla carpenteria e non devono essere ricoperti dall isolante. I cavi o le guaine devono essere, nella misura del possibile, inseriti negli spazi tecnici previsti tra l isolante e il paramento interno. I faretti a bassa tensione devono essere protetti in modo da rispettare un volume di ventilazione sufficiente. In ogni caso fare riferimento alle istruzioni di carattere tecnico fornite dal fabbricante. Tutti gli elementi devono essere conformi alle prescrizioni della norma NF C USCITA DELLA VENTILAZIONE Il gruppo di Ventilazione Meccanica Controllata (VMC) deve essere fissato alla carpenteria e non deve essere ricoperto dall isolante. Per quanto concerne il passaggio delle guaine flessibili o rigide del sistema di ventilazione nell isolante, sigillare gli spazi con l ausilio di schiuma espansa isolante. MESURES ET DÉCOUPES I pannelli flessibili SYLVACTIS 40 FX e SYLVACTIS 55 FX devono essere installati con compressione per assicurarne un perfetto mantenimento in posizione e limitare i ponti termici. La larghezza e la lunghezza di ciascun pannello devono superare di 5-0 mm quelle dello spazio da isolare. Eseguire previamente le misure tra i montanti o tra l isolante e le pareti periferiche poi, se necessario, effettuare dei tagli sui pannelli per ottenere l idonea maggiorazione della lunghezza di taglio. Per il taglio dei suoi isolanti flessibili in legno, ACTIS consiglia il ricorso a un classico coltello universale e di appoggiarsi su una superficie rigida. Per lunghezze considerevoli, l ideale sarebbe utilizzare una tavola di taglio o degli utensili elettroportativi come seghe elettriche, circolari o a nastro. INTERASSI E SPESSORI Nel caso di posa tra montanti con ossatura in legno, è preferibile, per conservare tutte le proprietà meccaniche dell isolante, fare uso di pannelli con determinati spessori, in funzione degli interassi da isolare. Interasse minimo 400 mm 40 mm 500 mm 60 mm 800 mm 80 mm 900 mm 0 mm 950 mm 00 mm 00 mm 0 mm IMMAGAZZINAMENTO I bancali possono essere stoccati all esterno per un periodo massimo di due mesi dopo il ricevimento, in un luogo che consenta una buona evacuazione delle acque piovane e a condizione che la pellicola con cui sono imballati sia in buono stato. IGIENE E SICUREZZA Le fibre di legno SYLVACTIS non provocano irritazione cutanea e non sono pericolose per le vie respiratorie. Tuttavia, per eseguire lavori di lunga durata, ACTIS raccomanda l utilizzo di occhiali di protezione e di una normale maschera antipolvere per migliorare il comfort durante la posa. PRECAUZIONI ANTINCENDIO E FINITURE I pannelli SYLVACTIS sono classificati come di Euroclasse E e la fibra di legno per soffiatura e insufflaggio SYLVACTIS ISOBAG è classificata di Euroclasse B-s,d0. In linea generale si consiglia di evitare qualsiasi contatto tra l isolante e una sorgente di calore intenso (saldatura, fiamma, scintille ). Le disposizioni normative in materia di protezione degli isolanti a fronte di un incendio sviluppatosi in ambiente interno richiedono che gli isolanti siano protetti da un paramento interno conformemente alla Guida all isolamento dall interno degli edifici residenziali dal punto di vista dei rischi in caso d incendio (Capitolato del CSTB n. ). Nel caso di impiego in edifici aperti al pubblico (ERP) questi paramenti devono soddisfare i requisiti posti dalla Guida all impiego degli isolanti combustibili negli ERP (allegata all ordinanza del 6 ottobre 004 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 9 dicembre 004). CANNE FUMARIE, INSERTI, RECUPERATORI DI CALORE, SISTEMI DI ILLUMINAZIONE A BASSA TENSIONE E ALTRE FONTI DI CALORE INTENSO La protezione antincendio attorno alle canne fumarie è prevista nei DTU 4. e 4.. Il margine di 0 cm (distanza dal fuoco) deve essere isolato con un isolante nudo classificato di Euroclasse A. Non utilizzare mai i pannelli SYLVACTIS e la fibra di legno per soffiatura e insufflaggio SYLVACTIS ISOBAG per isolare una canna fumaria, un inserto o un recuperatore di calore e in linea generale tenerli lontano da qualsiasi fonte di calore con temperatura superiore a 80 C

16 TABELLA SINOTTICA NOTE 40 FX 55 FX ISOBAG λ 0.08 W/m.K 0.06 W/m.K 0.04 W/m.K μ Euroclasse E E B-s,d0 Densità 40 kg/m 50 kg/m 0 à 45 kg/m (mm) 40, 60, 80, 00, 0, 40, 60, 80, 00 40, 50, 60, 80, 00, 0, 40, 60, 80, 00, 0, 40 Sacco da.5 kg

17 Caratteristiche degli isolanti SYLVACTIS: Tutte le caratteristiche degli isolanti a base di fibre di legno SYLVACTIS si trovano riportate nel Catalogo prodotti SYLVACTIS scaricabile dal nostro sito web: Calcoli termici: Uno strumento di simulazione dei calcoli termici che consente di stimare le prestazioni termiche delle diverse pareti rivestite con diversi isolanti SYLVACTIS in tutti i loro spessori è disponibile sul nostro sito web. Per ottenere in seguito dei calcoli termici utilizzabili nei progetti personali, è sufficiente contattare il nostro ufficio tecnico: ACTIS SA sede societaria: Avenue de Catalogne 00 Limoux - FRANCE Tel: / Fax: Réf: PZ564 (0/04) - RCS CARCASSONNE

Isolamento termico dall interno. Pannelli RP e soluzioni in cartongesso

Isolamento termico dall interno. Pannelli RP e soluzioni in cartongesso QUANDO ISOLARE DALL INTERNO L isolamento dall interno delle pareti perimetrali e dei soffitti rappresenta, in alcuni contesti edilizi e soprattutto nel caso di ristrutturazioni, l unica soluzione perseguibile

Dettagli

Isolanti in fibre di legno GUIDA ALLA POSA IN OPERA ISOLAMENTO TERMICO DALL ESTERNO (ITE)

Isolanti in fibre di legno GUIDA ALLA POSA IN OPERA ISOLAMENTO TERMICO DALL ESTERNO (ITE) Isolanti in fibre di legno GUIDA ALLA POSA IN OPERA ISOLAMENTO TERMICO DALL ESTERNO (ITE) UNA LINEA COMPLETA DI ISOLANTI 1 3 INDICE POSA SUI TETTI Tetti isolati con metodo sarking...4/5 POSA SUI MURI SOTTO

Dettagli

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO L innovativo sistema per la ristrutturazione delle pareti dall interno LEADER MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO Costi energetici elevati e livello di comfort basso: un problema in crescita La maggior

Dettagli

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare NUOVO! NUOVO AF/ARMAFLEX MIGLIORE EFFICIENZA DELL ISOLAMENTO Sempre più semplice da utilizzare L flessibile professionale Nuove prestazioni certificate. Risparmio energetico: miglioramento di oltre il

Dettagli

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE

PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri PRODOTTI DA COSTRUZIONE CON L OBBLIGO DI DOP E MARCATURA CE (elenco aggiornato al 31 luglio 2014) ACCIAI e altri Acciai per la realizzazione di strutture metalliche e di strutture composte (laminati, tubi senza saldatura, tubi

Dettagli

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO

OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO CORSO DI INFORMAZIONE PER STUDENTI PREVENZIONE E SICUREZZA NEI CANTIERI EDILI OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE MEDICA Servizio Prevenzione Ambienti Lavoro RISCHI DI CADUTA

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

REOXTHENE TECHNOLOGY

REOXTHENE TECHNOLOGY REOXTHENE Patented REOXTHENE TECHNOLOGY MEMBRANE IMPERMEABILIZZANTI DALLA TECNOLOGIA RIVOLUZIONARIA INNOVATIVO COMPOUND BITUME POLIMERO INCREDIBILE LEGGEREZZA (fino a 4 mm = 38 kg) MAGGIORI PRESTAZIONI

Dettagli

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997)

CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) CERTIFICATO ACUSTICO DI PROGETTO (D.P.C.M. 5 dicembre 1997) Progetto per la realizzazione di: Edificio residenziale Località: Ancona Indirizzo: via Menicucci, 3 Il tecnico competente Ancona, 20/09/2011

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICIO PER CIVILE ABITAZIONE ANNI '50 L'edificio oggetto dell'intervento, si trova a Bolzano in via Dalmazia ai numeri 60, 60A e 62 E' stato costruito nei primi anni '50

Dettagli

CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE

CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE CONSIGLI UTILI PER UNA CORRETTA ESECUZIONE DELLE MURATURE a cura del Consorzio POROTON Italia VERSIONE ASPETTI GENERALI E TIPOLOGIE MURARIE Le murature si dividono in tre principali categorie: murature

Dettagli

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w

N O EATR THI. NO LC A B ER I P TEM IS S etra.it.m w w w www.metra.it SISTEMI PER BALCONI. THEATRON METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati METRA sono stati

Dettagli

Costruzioni in legno: nuove prospettive

Costruzioni in legno: nuove prospettive Costruzioni in legno: nuove prospettive STRUZION Il legno come materiale da costruzione: origini e declino Il legno, grazie alla sua diffusione e alle sue proprietà, ha rappresentato per millenni il materiale

Dettagli

IL MINISTRO DELL INTERNO

IL MINISTRO DELL INTERNO D.M. 16 maggio 1987, n. 246 (G.U. n. 148 del 27 giugno 1987) NORME DI SICUREZZA ANTINCENDI PER GLI EDIFICI DI CIVILE ABITAZIONE IL MINISTRO DELL INTERNO Vista la legge 27 dicembre 1941, n. 1570: Vista

Dettagli

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI

OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI Cap. XIV OPERE PREFABBRICATE INDUSTRIALI PAG. 1 14.1 OPERE COMPIUTE Opere prefabbricate in cemento armato. Prezzi medi praticati dalle imprese specializzate del ramo per ordinazioni dirette (di media entità)

Dettagli

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la

EFFETTO ANTIGHIACCIO: La potenza occorrente al metro quadro per prevenire la Sistema scaldante resistivo per la protezione antighiaccio ed antineve di superfici esterne Il sistema scaldante ha lo scopo di evitare la formazione di ghiaccio e l accumulo di neve su superfici esterne

Dettagli

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile

...LEGGETE I DATI TECNICI E CAPIRETE... intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO. per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile MATERIALI A BASE DI CALCE NATURALE PER IL RESTAURO E IL RISANAMENTO scheda tecnica per restauro, ristrutturazioni e nuova edilizia civile intonaco idrofobizzato colorato IL MASSETTO CALDO PRODOTTO PER

Dettagli

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1

ESEDRA ENERGIA. S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 ESEDRA ENERGIA S o c i e t à C o o p. S o c. SISTEMI DI FISSAGGIO PER PANNELLI SOLARI C A T A L O G O 2 0 1 1 La decennale esperienza di Esedra nel mondo delle energie rinnovabili ha dato vita alla linea

Dettagli

Sistema a soffitto. Leonardo. Il rivoluzionario sistema a soffitto. Sistema radiante selezionato: INTERGAZIONE ENERGIA - ARCHITETTURA

Sistema a soffitto. Leonardo. Il rivoluzionario sistema a soffitto. Sistema radiante selezionato: INTERGAZIONE ENERGIA - ARCHITETTURA IT Sistema a soffitto Il rivoluzionario sistema a soffitto Sistema radiante selezionato: INTERGAZIONE ENERGIA - ARCHITETTURA Il rivoluzionario sistema a soffitto Resa certificata Adduzione inserita nella

Dettagli

Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE OPERE PROVVISIONALI. prof. ing. Pietro Capone

Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE OPERE PROVVISIONALI. prof. ing. Pietro Capone Corsi di:produzione EDILIZIA E SICUREZZA - ORGANIZZAZIONE DEL CANTIERE prof. ing. Pietro Capone Opere realizzate provvisoriamente allo scopo di consentire l esecuzione dell opera, la loro vita è legata

Dettagli

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza

Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars. Trave Angelina TM. Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Long Carbon Europe Sections and Merchant Bars Trave Angelina TM Perfetta combinazione di forza, leggerezza e trasparenza Trave Angelina TM Un idea brillante, applicata ad un prodotto industriale Slanciata,

Dettagli

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi

THEATRON Linea GLASS. Sistemi per Balconi www.metrawindows.it THEATRON Linea GLASS Sistemi per Balconi METRA. LO STILE CHE DA VALORE AL TUO HABITAT METRA. Design, Colore, Emozione. Lo stile italiano che il mondo ci invidia. I sistemi integrati

Dettagli

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico

Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico Sistemi Mapei per la realizzazione di pavimentazioni radianti ad alto rendimento termico La riparazione dell asfalto ha fatto strada. Sistemi MAPEI per la realizzazione di pavime I pannelli radianti sono

Dettagli

Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché?

Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché? Innovazione nella posa dei serramenti La sigillatura delle finestre. Come e perché? Klaus Pfitscher Relazione 09/11/2013 Marchio CE UNI EN 14351-1 Per finestre e porte pedonali Marchio CE UNI EN 14351-1

Dettagli

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE LIMITED WARRANTY EDILIZIA VERTICALE Wolly 2 La centrale che per la sua versatilità di installazione ha rivoluzionato il concetto di aspirapolvere centralizzato, consentendo la sua installazione anche nei

Dettagli

MEMBRANA IMPERMEABILIZZANTE ELASTOMERICA ARMATA AD ALTA CONCENTRAZIONE DI BITUME DISTILLATO E POLIMERI SBS. Membrane impermeabilizzanti

MEMBRANA IMPERMEABILIZZANTE ELASTOMERICA ARMATA AD ALTA CONCENTRAZIONE DI BITUME DISTILLATO E POLIMERI SBS. Membrane impermeabilizzanti MEMBRANA IMPERMEABILIZZANTE ELASTOMERICA ARMATA AD ALTA CONCENTRAZIONE DI BITUME DISTILLATO E POLIMERI SBS Membrane impermeabilizzanti L L ERFLEX HELASTO M INERAL LIGHTERFLEX HELASTO LIGHTERFLEX HPCP SUPER

Dettagli

CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN ABS PER SOLAI MONODIREZIONALI. skyrail. sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE

CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN ABS PER SOLAI MONODIREZIONALI. skyrail. sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE CASSAFORMA RIUTILIZZABILE IN PER SOLAI MONODIREZIONALI skyrail sistema per solai monodirezionali RIUTILIZZABILE MODULARE RESISTENTE w w w. g e o p l a s t. i t SOLAI 02 VISION Con la Sapienza di costruisce

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

dai vita alla tua casa

dai vita alla tua casa dai vita alla tua casa SEMPLICE MENTE ENERGIA bioedilizia Una STRUTTURA INNOVATIVA PARETE MEGA PLUS N 10 01 struttura in legno 60/60 mm - 60/40 mm 02 tubazione impianto elettrico ø 21 mm 03 struttura portante

Dettagli

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro

Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Soluzioni complete e innovative per l Habitat del futuro Saint-Gobain, attraverso i suoi marchi, sviluppa e produce nuove generazioni di materiali con un approccio moderno e completo al mercato delle costruzioni:

Dettagli

Guida agli Oblo e Osteriggi

Guida agli Oblo e Osteriggi Guida agli Oblo e Osteriggi www.lewmar.com Introduzione L installazione o la sostituzione di un boccaporto o oblò può rivelarsi una procedura semplice e gratificante. Seguendo queste chiare istruzioni,

Dettagli

Isolamento termico dall interno senza barriera al vapore

Isolamento termico dall interno senza barriera al vapore Versione 1 settembre 2013 Isolamento termico dall interno senza barriera al vapore via Savona 1/B, 20144 Milano - tel 02 89415126 - fax 02 58104378 - info@anit.it Tutti i diritti sono riservati. Nessuna

Dettagli

atura è la nostra cas

atura è la nostra cas atura è la nostra cas A D FIBRIS PANNELLI IN FIBRA DI LEGNO Fibris S.A. è uno dei principali produttori in Europa della faesite, masonite e dei pannelli in fibra di legno di bassa ed alta densità. Da

Dettagli

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp. CATTANEO & Co. - BG SC_I 01/2005 S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.it Realizzare un connubio perfetto fra

Dettagli

Isolamento termico ad alta efficienza energetica Un investimento per il futuro che rende da subito. Costruire con coscienza.

Isolamento termico ad alta efficienza energetica Un investimento per il futuro che rende da subito. Costruire con coscienza. Tema Isolamento termico ad alta efficienza energetica Isolamento termico ad alta efficienza energetica Un investimento per il futuro che rende da subito. Costruire con coscienza. Le informazioni, le immagini,

Dettagli

Seminario Tecnico Piacenza 31/01/2013

Seminario Tecnico Piacenza 31/01/2013 Seminario Tecnico Piacenza 31/01/2013 Misure di prevenzione e protezione collettive e individuali in riferimento al rischio di caduta dall alto nei cantieri edili A cura dei Tec. Prev. Mara Italia, Marco

Dettagli

Trasmissione del suono attraverso una parete. Prof. Ing. Cesare Boffa

Trasmissione del suono attraverso una parete. Prof. Ing. Cesare Boffa Trasmissione del suono attraverso una parete Prof. ng. Cesare offa W t W i scoltatore W r orgente W a La frazione di energia trasmessa dalla parete è data dal fattore di trasmissione t=w t /W i. Più spesso

Dettagli

TETTO IN LEGNO PIANO ED INCLINATO

TETTO IN LEGNO PIANO ED INCLINATO 13 TETTO IN LEGNO PIANO ED Tetto caldo e tetto freddo (ventilato) Impermeabilizzazione e isolamento termico dei tetti in legno con manto a vista Il presente documento riguarda l impermeabilizzazione delle

Dettagli

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA

RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA Comune della Spezia MARIO NIRO 5S a.s. 2013/2014 RELAZIONE TECNICO DESCRITTIVA RELATIVA AL PROGETTO DI ABITAZIONE UNIFAMILIARE DA EDIFICARE PRESSO IL COMUNE DELLA SPEZIA, VIA MONTALBANO CT FOGLIO 60, MAPPALE

Dettagli

Il corretto approccio per l isolamento dall interno e dall esterno

Il corretto approccio per l isolamento dall interno e dall esterno Seminario 8 novembre 2012 Die Naturkraft aus Schweizer Stein Il corretto approccio per l isolamento dall interno e dall esterno Mirko Galli Arch. Dipl. ETH physarch sagl, Viaganello FLUMROC AG Postfach

Dettagli

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXC/FMC

Sistemi di presa a vuoto su superfici FXC/FMC Sistemi di presa a vuoto su superfici / Massima flessibilità nei processi di movimentazione automatici Applicazione Movimentazione di pezzi con dimensioni molto diverse e/o posizione non definita Movimentazione

Dettagli

PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli)

PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli) SCHEDA TECNICA N 25 PONTE SU RUOTE A TORRE (trabattelli) SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE V I A M A S S A R E N T I, 9-4 0 1 3 8 B O L O G N A 0 5 1. 6 3. 6 1 4. 5 8 5 - FA X 0 5 1. 6 3. 6 4. 5 8 7 E-mail:

Dettagli

Risposta esatta. Quesito

Risposta esatta. Quesito 1 2 Quesito Si definisce gas compresso: A) un gas conservato ad una pressione maggiore della pressione atmosferica; B) un gas liquefatto a temperatura ambiente mediante compressione; C) un gas conservato

Dettagli

LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA

LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA LA TRASMITTANZA TERMICA DEGLI INFISSI: COS'E' E COME SI CALCOLA 1. La trasmittanza termica U COS'E? La trasmittanza termica U è il flusso di calore medio che passa, per metro quadrato di superficie, attraverso

Dettagli

- Seminario tecnico -

- Seminario tecnico - Con il contributo di Presentano: - Seminario tecnico - prevenzione delle cadute dall alto con dispositivi di ancoraggio «linee vita» Orario: dalle 16,00 alle 18,00 presso GENIOMECCANICA SA, Via Essagra

Dettagli

LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA

LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA LA NORMA LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE DEL LIBRETTO D IMPIANTO LA REGOLA 2004 INDICE Libretto di impianto pag. 3 Scheda 1 4 Scheda 2 5 Scheda 3 6 Scheda 4 7 Scheda 5 9 Scheda 6 10 Scheda 7 11 Scheda

Dettagli

SOLARE AEROVOLTAICO. R-Volt. L energia fronte-retro. www.systovi.com FABBRICATO IN FRANCIA

SOLARE AEROVOLTAICO. R-Volt. L energia fronte-retro. www.systovi.com FABBRICATO IN FRANCIA SOLARE AEROVOLTAICO L energia fronte-retro www.systovi.com FABBRICATO IN FRANCIA SISTEMA BREVETTATO IL PUNTO DI RIFERIMENTO PER IL RISPARMIO ENERGETICO E IL COMFORT TERMICO Effetto fronte-retro Recupero

Dettagli

Cos è una. pompa di calore?

Cos è una. pompa di calore? Cos è una pompa di calore? !? La pompa di calore aria/acqua La pompa di calore (PDC) aria-acqua è una macchina in grado di trasferire energia termica (calore) dall aria esterna all acqua dell impianto

Dettagli

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e

ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01. Ecoenergia. I d e e d a i n s t a l l a r e ECO HOT WATER Pompa di calore per acqua calda sanitaria con integrazione solare IT 01 Ecoenergia I d e e d a i n s t a l l a r e Lo sviluppo sostenibile Per uno sviluppo energetico sostenibile, compatibile

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via S. Andrea, 8 32100 Belluno Tel. 0437 516927 Fax 0437 516923 e-mail: serv.spisal.bl@ulss.belluno.it Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via Borgo

Dettagli

Sistema con compluvio integrato

Sistema con compluvio integrato Sistema con compluvio integrato NUOVO! Compluvio standard 1.5 % Ancora più semplice. Ancora più conveniente. La forza naturale della roccia Isolamento termico e compluvio in un unico sistema 2 I sistemi

Dettagli

LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali

LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali LA PROTEZIONE DA RISCHI DI CADUTA DAI LUCERNARI nelle coperture industriali MANUALE TECNICO APPLICATIVO A CURA DI ASSOCOPERTURE PERCHÈ PROTEGGERE I VUOTI Riteniamo necessario parlare ai tecnici del settore

Dettagli

Il miglior investimento che tu possa fare. Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente

Il miglior investimento che tu possa fare. Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente Il miglior investimento che tu possa fare Riscaldamento sottopavimento per ogni ambiente Il miglior investimento che tu possa fare Se progettate di rinnovare o costruire un nuovo bagno, una cucina o un

Dettagli

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio

FIN-Project. L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project L innovativa gamma di serramenti in alluminio FIN-Project: serramenti in alluminio ad alte prestazioni Ricche dotazioni tecnologiche e funzionali Eccezionale isolamento termico Massima espressione

Dettagli

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista

Aquaflex Roof. Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista Membrana elastica liquida con fibre, pronta all uso, per impermeabilizzare in continuo superfici da lasciare a vista CAMPI DI APPLICAZIONE Impermeabilizzazione di: coperture piane; balconi e terrazzi;

Dettagli

S.F.S. Scuola per la Formazione e Sicurezza in Edilizia della provincia di Massa Carrara - Ing. Antonio Giorgini

S.F.S. Scuola per la Formazione e Sicurezza in Edilizia della provincia di Massa Carrara - Ing. Antonio Giorgini CADUTE DALL ALTO CADUTE DALL ALTO DA STRUTTURE EDILI CADUTE DALL ALTO DA OPERE PROVVISIONALI CADUTE DALL ALTO PER APERTURE NEL VUOTO CADUTE DALL ALTO PER CEDIMENTI O CROLLI DEL TAVOLATO CADUTE DALL ALTO

Dettagli

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI OPERE SPECIALI PREFABBRICATI (Circ. Min. 13/82) ISTRUZIONI SCRITTE (Articolo 21) Il fornitore dei prefabbricati e della ditta di montaggio, ciascuno per i settori di loro specifica competenza, sono tenuti

Dettagli

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico

ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico ALLEGATO A ELENCO PREZZI DI RIFERIMENTO PER IMPIANTI TERMICI INFERIORI A 35 kw Opere di adeguamento dell impianto termico A) SOPRALLUOGHI, VISITE TECNICHE, VERIFICHE DI IMPIANTI A.1) Sopralluogo ed esame

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati DECORAZIONE 03 Posare la carta da parati 1 Scegliere la carta da parati Oltre ai criteri estetici, una carta da parati può essere scelta in funzione del luogo e dello stato dei muri. TIPO DI VANO CARTA

Dettagli

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione

PERSIANE FINSTRAL. Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE FINSTRAL Estetica e funzionalità nel rispetto della tradizione PERSIANE 2 Oscuramento e protezione visiva nel rispetto della tradizione Le persiane, oltre al loro ruolo principale di elemento

Dettagli

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI)

FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) FAQ (FREQUENTLY ASKED QUESTIONS DOMANDE PIU FREQUENTI) Domande frequenti inerenti la Relazione Energetico - Ambientale e la conformità delle pratiche edilizie alla normativa di settore. Aggiornamento al

Dettagli

THERMATILE & BREVETTATO. Sistema riscaldante brevettato per pavimenti e rivestimenti

THERMATILE & BREVETTATO. Sistema riscaldante brevettato per pavimenti e rivestimenti THERMATILE & BREVETTATO Sistema riscaldante brevettato per pavimenti e rivestimenti 1 Che cos è? Thermatile è l innovativo sistema brevettato di riscaldamento radiante in fibra di carbonio, di soli 4 millimetri

Dettagli

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT)

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT) PT-27 Torcia per il taglio con arco al plasma Manuale di istruzioni (IT) 0558005270 186 INDICE Sezione/Titolo Pagina 1.0 Precauzioni per la sicurezza........................................................................

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

Solo il meglio sotto ogni profilo!

Solo il meglio sotto ogni profilo! Solo il meglio sotto ogni profilo! Perfetto isolamento termico per finestre in alluminio, porte e facciate continue Approfittate degli esperti delle materie plastiche Voi siete specialisti nella produzione

Dettagli

REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA

REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA REC HRA 350 UNITA' DI RECUPERO ATTIVA Unita' di climatizzazione autonoma con recupero calore passivo efficienza di recupero > 50% e recupero di calore attivo riscaldamento, raffrescamento e ricambio aria

Dettagli

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA E composta dalla sigla CE e, nel caso un Organismo Notificato debba intervenire nella fase del controllo della produzione, contiene anche il numero d identificazione

Dettagli

RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI

RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI RELAZIONE TECNICA 1. 1 - DESCRIZIONE GENERALE DELLE LAVORAZIONI Le lavorazioni oggetto della presente relazione sono rappresentate dalla demolizione di n 14 edifici costruiti tra gli anni 1978 ed il 1980

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale

CIRCOLAZIONE NATURALE. NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale CIRCOLAZIONE NATURALE NATURAL SOL Pacchetti solari a circolazione naturale 1964 2014 Immergas. Una lunga storia alle spalle, insegna a guardare in avanti. Il 5 febbraio del 1964, Immergas nasceva dal

Dettagli

una saldatura ad arco

una saldatura ad arco UTENSILERIA Realizzare una saldatura ad arco 0 1 Il tipo di saldatura Saldatrice ad arco La saldatura ad arco si realizza con un altissima temperatura (almeno 3000 c) e permette la saldatura con metallo

Dettagli

Ci avete sempre dato fiducia, Avevate ragione.

Ci avete sempre dato fiducia, Avevate ragione. NUOVO Ci avete sempre dato fiducia, Avevate ragione. NUOVO TRISO-SUPER 10+ ISOLAMENTO MULTISTRATO INNOVAZIONE PER UN MIGLIOR ISOLAMENTO Certificate Number BIPS-0104 Date of initial registration 25 October

Dettagli

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio.

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio. Milano lì Ns. Rif.: 13 novembre 2013 820038.309 Agli Ordini e Collegi aderenti al C.I.P.I. loro sedi K:\Ufficio\07 Documenti\CIPI\820038 Comitato interpr. prevenzione incendi\820038 corrispondenza dal

Dettagli

SCALE PER LA SOFFITTA. www.fakro.it

SCALE PER LA SOFFITTA. www.fakro.it SCALE PER LA SOFFITTA 2011 www.fakro.it 1 Scala rientrante da soffitta Rende l accesso alla soffitta più facile e sicuro senza la necessità di realizzare scale stabili con conseguente notevole risparmio

Dettagli

Protezione dal Fuoco. Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear

Protezione dal Fuoco. Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear Protezione dal Fuoco Vetri Resistenti al Fuoco Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Pilkington Pyroclear Chicago Art Istitute, Chicago (USA). Chi siamo Produciamo e trasformiamo vetro dal 1826. Questa

Dettagli

Hawos Pegasus 230 Volt

Hawos Pegasus 230 Volt olt Pagina 2 Pagina 3 Pagina 3 Pagina 4 Pagina 5 Pagina 5 Pagina 6 Pagina 6/7 Pagina 7 Pagina 7 Pagina 8 Introduzione a Pegasus Scegliere le dimensioni della macinatura Iniziare e terminare il processo

Dettagli

TOP SOL TOP BRIDGE IMPALCATI IN C.A.P. AD ELEVATISSIME PRESTAZIONI E S S E INFRASTRUTTURE

TOP SOL TOP BRIDGE IMPALCATI IN C.A.P. AD ELEVATISSIME PRESTAZIONI E S S E INFRASTRUTTURE TOP SOL TOP BRIDGE E S S E D I V I S I O N E INFRASTRUTTURE E D INF IMPALCATI IN C.A.P. AD ELEVATISSIME PRESTAZIONI giulianedmp SOLUZIONI COSTRUTTIVE PER L EDILIZIA giulianedmp TOP SOL / TOP BRIDGE Impalcati

Dettagli

MapeWrap Resilient System

MapeWrap Resilient System C.P. MK707910 (I) 12/13 INNOVATIVO SISTEMA DI PROTEZIONE PASSIVA DEGLI EDIFICI NEI CONFRONTI DELLE AZIONI SISMICHE L unione delle tecnologie Mapei per la protezione in caso di sisma Applicazione di un

Dettagli

SPECIALE TECNICO. Soluzioni per una casa a basso consumo energetico. A cura di Roberto Salustri

SPECIALE TECNICO. Soluzioni per una casa a basso consumo energetico. A cura di Roberto Salustri SPECIALE TECNICO Soluzioni per una casa a basso consumo energetico A cura di Roberto Salustri NOVEMBRE 2014 QUALENERGIA.IT SPECIALE TECNICO / NOV 2014 ABSTRACT Soluzioni per una casa a basso consumo energetico

Dettagli

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Trasmissioni a cinghia dentata CLASSICA INDICE Trasmissione a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Pag. Cinghie dentate CLASSICE

Dettagli

LIBRETTO DI CENTRALE

LIBRETTO DI CENTRALE 1 LIBRETTO DI CENTRALE OBBLIGATORIO PER GLI IMPIANTI TERMICI CON POTENZA TERMICA DEL FOCOLARE NOMINALE SUPERIORE O UGUALE A 35 kw (ART. 11, COMMA 9, DPR 26 AGOSTO 1993, N 412) Conforme al modello pubblicato

Dettagli

Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità.

Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità. 1200 W Riscaldamento elettrico 1 model Pannello agli infrarossi con lampada alogena ELIR Per tutte le applicazioni esterne in cui si desidera un'elevata flessibilità. Applicazioni ELIR offre un riscaldamento

Dettagli

OGRA R FIA I I N AMBI B TO ED E I D LE E E

OGRA R FIA I I N AMBI B TO ED E I D LE E E LA TERMOGRAFIA TERMOGRAFIA IN AMBITO EDILE E ARCHITETTONICO LA TERMOGRAFIA IN ABITO EDILE ED ARCHITETTONICO INDICE: LA TEORIA DELL INFRAROSSO LA TERMOGRAFIA PASSIVA LA TERMOGRAFIA ATTIVA ESEMPI DI INDAGINI

Dettagli

FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72. Benessere da vivere. Su misura.

FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72. Benessere da vivere. Su misura. FINESTRE IN PVC E PVC-ALLUMINIO TOP 72 Benessere da vivere. Su misura. 2 Qualità e varietà per la vostra casa Maggior comfort abitativo costi energetici ridotti cura e manutenzione minime FINSTRAL produce

Dettagli

RESISTIVITA ELETTRICA DELLE POLVERI: MISURA E SIGNIFICATO PER LA SICUREZZA

RESISTIVITA ELETTRICA DELLE POLVERI: MISURA E SIGNIFICATO PER LA SICUREZZA RESISTIVITA ELETTRICA DELLE POLVERI: MISURA E SIGNIFICATO PER LA SICUREZZA Nicola Mazzei - Antonella Mazzei Stazione sperimentale per i Combustibili - Viale A. De Gasperi, 3-20097 San Donato Milanese Tel.:

Dettagli

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico

Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Ventilconvettori Cassette Sabiana SkyStar ECM con motore elettronico a basso consumo energetico Se potessi avere il comfort ideale con metà dei consumi lo sceglieresti? I ventilconvettori Cassette SkyStar

Dettagli

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi?

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi? Che cos'è il radon? Il Radon è un gas inodore e incolore presente in natura. Il suo isotopo (atomo di uno stesso elemento chimico con numero di protoni fisso e numero di neutroni variabile) 222Rn è radioattivo

Dettagli

cimosa di sormonto autoadesiva

cimosa di sormonto autoadesiva Polietilene reticolato fisicamente sp. 8 mm nominale cimosa di sormonto autoadesiva. Massa elastoplastomerica Lato posa CARATTERISTICHE TECNICHE Acustic System 10, è un manto bistrato con cimosa adesiva,

Dettagli

Nel cemento armato si valorizzano le qualità dei due materiali: calcestruzzo e acciaio, che presentano le seguenti caratteristiche

Nel cemento armato si valorizzano le qualità dei due materiali: calcestruzzo e acciaio, che presentano le seguenti caratteristiche CEMENTO ARMATO METODO AGLI STATI LIMITE Il calcestruzzo cementizio, o cemento armato come normalmente viene definito in modo improprio, è un materiale artificiale eterogeneo costituito da conglomerato

Dettagli

Diffusore a pavimento modello SOL. per convezione libera

Diffusore a pavimento modello SOL. per convezione libera Diffusore a pavimento modello SOL per convezione libera Indice Campo di impiego... 5 Panoramica sui prodotti.... 6 Descrizione dei prodotti Modello SOL96... 8 Modello SOL... 9 Modello SOL...10 Modello

Dettagli

Catalogo isoweld Il sistema di fissaggio ad induzione. Nuovo

Catalogo isoweld Il sistema di fissaggio ad induzione. Nuovo Catalogo isowel Il sistema i fissaggio a inuzione Nuovo isowel l innovativo sistema i fissaggio a inuzione i SFS intec Il nuovo sistema isowel TM i SFS intec è un sistema i fissaggio a inuzione innovativo

Dettagli

1. GLI IMPIANTI ELETTRICI NEGLI AMBIENTI A MAGGIOR RISCHIO IN CASO DI INCENDIO:I RIFERIMENTI NORMATIVI.

1. GLI IMPIANTI ELETTRICI NEGLI AMBIENTI A MAGGIOR RISCHIO IN CASO DI INCENDIO:I RIFERIMENTI NORMATIVI. -capitolo 1- - 1-1. GLI IMPIANTI ELETTRICI NEGLI AMBIENTI A MAGGIOR RISCHIO IN CASO DI INCENDIO:I RIFERIMENTI NORMATIVI. 1.1 Premessa. Gli impianti elettrici possono essere causa di innesco e di propagazione

Dettagli

Sistema solare termico

Sistema solare termico Sistema solare termico 1 VELUX Collettori solari VELUX. Quello che cerchi. Alte prestazioni, massima durabilità, facile installazione Alte prestazioni, massima durabilità, facile installazione Sempre più

Dettagli

Listino Prezzi al Pubblico Bora Luglio 2014

Listino Prezzi al Pubblico Bora Luglio 2014 BORA Professional BORA Classic BORA Basic Listino Prezzi al Pubblico Bora Luglio 2014 Progettazione d avanguardia Aspirazione efficace dei vapori nel loro punto d origine BORA Professional Elementi da

Dettagli

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING

CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING CONDIZIONATORI DI PRECISIONE AD ESPANSIONE DIRETTA E ACQUA REFRIGERATA PER CENTRALI TELEFONICHE CON SISTEMA FREE-COOLING POTENZA FRIGORIFERA DA 4 A 26,8 kw ED.P 161 SF E K 98 FC La gamma di condizionatori

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/06/08 Denominazione commerciale: EFFE 91 ACC-U-SOL ml.

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/06/08 Denominazione commerciale: EFFE 91 ACC-U-SOL ml. Pagina: 1/ 6 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA Articolo numero: art.04920 Utilizzazione della Sostanza / del Preparato: Rivelatore fughe gas Produttore/fornitore: FIMI

Dettagli

Elettrificatori per recinti

Elettrificatori per recinti Elettrificatori per recinti 721 Cod. R315527 Elettri catore multifunzione PASTORELLO SUPER PRO 10.000 Articolo professionale, dotato di rotoregolatore a 3 posizioni per 3 diverse elettroscariche. Può funzionare

Dettagli