Isolanti in fibre di legno GUIDA ALLA POSA IN OPERA ISOLAMENTO TERMICO DALL INTERNO (ITI)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Isolanti in fibre di legno GUIDA ALLA POSA IN OPERA ISOLAMENTO TERMICO DALL INTERNO (ITI)"

Transcript

1 Isolanti in fibre di legno GUIDA ALLA POSA IN OPERA ISOLAMENTO TERMICO DALL INTERNO (ITI)

2 UNA LINEA COMPLETA DI ISOLANTI INDICE POSA SUI MURI DALL INTERNO Muri in muratura dall interno...8/9 Muri con ossatura in legno in pannelli... 0/ Muri con ossatura in legno mediante insufflaggio... /5 POSA SU TRAMEZZI DI DISTRIBUZIONE Tramezzi di distribuzione... 6/7 POSA SU TETTI SOTTO GLI SPIOVENTI 55 FX e 40 FX ISOBAG La gamma SYLVACTIS è articolata attorno a sei prodotti che consentono di soddisfare i requisiti di tutte le applicazioni del mercato (tetti, sottotetti, muri e solai), tanto nel settore delle costruzioni nuove quanto in quello delle ristrutturazioni. Tre prodotti della gamma sono particolarmente adatti all isolamento termico dall interno (ITI). Tetti tra e sotto i paradossi... 8/9 POSA IN SOTTOTETTI PERDUTI I pannelli flessibili SYLVACTIS 40 FX e SYLVACTIS 55 FX sono dei pannelli flessibili destinati alle applicazioni che richiedono una posa in opera con compressione (tetti tra e sotto i paradossi, solai tra travetti, muri con ossatura in legno tra montanti, tramezzi di separazione). Informazioni in dettaglio sui prodotti La fibra di legno sfusa SYLVACTIS ISOBAG è una fibra di legno per soffiatura da utilizzare nei sottotetti perduti e per l insufflaggio nei muri con ossatura in legno. Solai di sottotetti perduti... 0/ Soffitti sotto capriatelle... /5 POSA SUI SOLAI INFERIORI Tra travi a I... 6/7 SYLVACTIS 55 FX - Densità: 50 Kg/m - Conduttività termica: λ D = 0.06 W/m.K - Prestazioni acustiche SYLVACTIS 40 FX - Densità: 40 Kg/m - Conduttività termica: λ D = 0.08 W/m.K SYLVACTIS ISOBAG - Densità soffiatura: 0 Kg/m - Densità insufflaggio: 45 Kg/m - Conduttività termica: λ D = 0.04 W/m.K - Reazione al fuoco Euroclasse: B-s, d0 Punti da considerare individualmente... 8/9 Tabella sinottica degli isolanti SYLVACTIS

3 DEGLI ISOLANTI DERIVATI DA UNA PROGETTAZIONE ECOLOGICA Utilizzare del legno per isolarsi è tre volte efficace per contrastare le emissioni di gas ad effetto serra: si fissa la CO, si riducono le emissioni di gas di scarico grazie a un approvvigionamento in zone limitrofe e si riduce il consumo di energia degli edifici. Il legno, una scelta naturale PROMUOVERE LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE FORESTE Il legno, una materia prima rinnovabile Degli isolanti fabbricati in Francia Una progettazione ecologica convalidata da un analisi del ciclo di vita Il legno è una risorsa rinnovabile, disponibile in Francia a livello locale, in grande quantità e che viene gestita in modo sostenibile. Le proprietà isolanti del legno sono unanimemente riconosciute: il legno è quattordici volte più isolante del calcestruzzo, trecentocinquanta volte più dell acciaio e millecinquecento volte più dell alluminio. Il legno è anche un ottimo fissatore di CO che resta immagazzinata anche una volta trasformata. Utilizzare del legno permette dunque di contrastare l effetto serra. La serie di norme connesse al marchio «edificio bio-approvvigionato (bâtiment biosourcé)» incoraggia d altronde l utilizzo di materiali derivati dalla biomassa vegetale o animale, tra cui dei materiali contenenti legno gestito in modo sostenibile. Disponibili sotto forma di pannelli flessibili, rigidi, ad alta densità o di fibre di legno da soffiare, gli isolanti SYLVACTIS sono fabbricati a partire da cippato al 00% PEFC secondo un procedimento di fabbricazione per via secca che permette di ridurre al minimo i consumi di acqua e di energia. Il cippato proviene da sottoprodotti della filiera del legno che vengono così valorizzati. Viene raccolto entro un perimetro di massimo cento chilometri per limitare le emissioni di CO e incoraggiare l impiego di manodopera locale. I rifiuti derivati dalla selezione del cippato alimentano una caldaia a biomassa che fornisce buona parte dell energia necessaria alla produzione. Tutti gli isolanti in fibre di legno SYLVACTIS sono fabbricati in Francia, all interno di un unità di produzione di m ubicata nell Ariège, un insediamento che ha consentito di preservare delle competenze professionali in una regione pesantemente colpita da una serie di ondate di delocalizzazione. La scelta del legno è dunque anche una scelta a valenza sociale che consente la creazione di posti di lavoro e contribuisce alla tutela dell economia regionale. Le prestazioni ambientali collegate a una progettazione ecologicamente corretta degli isolanti in fibre di legno sono convalidate da delle analisi del ciclo di vita dei prodotti. Esempio corroborato dalla scheda dei dati di carattere ambientale e sanitario dell isolante SYLVACTIS 40 FX da 00 mm, realizzata in conformità con la norma NF P0-00. Estratto dalla FDES dell isolante SYLVACTIS 40 FX N Impatto ambientale Consumo di risorse energetiche 4 Energia primaria totale Energia rinnovabile Energia non rinnovabile Esaurimento di risorse (ADP) Consumo totale di acqua Rifiuti solidi Valore dell indicatore per l unità funzionale*.0 MJ/UF.86 MJ/UF.06 MJ/UF kg eq. antimonio (Sb)/UF 0.6 litro/uf Toulouse Albi Rodez Rifiuti valorizzati (totale) Rifiuti eliminati: Rifiuti pericolosi Rifiuti non pericolosi Rifiuti inerti Rifiuti radioattivi kg/uf kg/uf kg/uf kg/uf kg/uf La Bastide de Bousignac Mutamento climatico Acidificazione atmosferica Inquinamento dell aria Inquinamento dell acqua Distruzione dello strato di ozono stratosferico Formazione di ozono fotochimico 0.0 kg eq. CO /UF kg eq. SO /UF 4.08 m /UF m /UF 5.8 E- kg CFC eq. R/UF kg eq. éthylène/uf Comunicato stampa febbraio 009 CNDB Parcours bois 009 Ordinanza del 9 dicembre 0 relativa al contenuto e alle condizioni di attribuzione del marchio bâtiment biosourcé Programma di riconoscimento degli schemi di certificazione forestale * Unità funzionale : m di isolante Fonte: ECOEFF

4 DEGLI ISOLANTI NATURALM ENTE SYLVACTIS EFFICACI Prestazioni termiche 07 CERTIFICATO KEYMARK Degli isolanti certificati Permeabilità al vapore acqueo e tenuta all aria Resistenza meccanica Gli isolanti SYLVACTIS posseggono delle eccellenti prestazioni termiche. Con un coefficiente di conduttività termica λ di 0,06 W/m.K, l isolante SYLVACTIS 55 FX presenta per esempio il valore λ migliore della sua categoria. Le prestazioni degli isolanti in fibre di legno SYLVACTIS sono certificate da degli organismi accreditati. Essi soddisfano i requisiti posti dalla normativa in materia di progettazione termica (Réglementation Thermique) del 0 e danno diritto a fruire delle principali detrazioni fiscali e dei principali incentivi finanziari esistenti. Gli isolanti SYLVACTIS sono permeabili al vapore acqueo rimanendo nel contempo ermetici all aria e impermeabili all acqua: Il loro coefficiente di resistenza alla diffusione di vapore acqueo infatti è compreso tra μ e μ <4. Inoltre, la loro forte densità non facilita il passaggio dell aria. Il loro coefficiente di resistenza al passaggio dell aria può raggiungere i 00 kpa.s/m a seconda dei prodotti. Gli isolanti in fibre di legno SYLVACTIS presentano buone prestazioni meccaniche. A seconda dei prodotti, la loro resistenza alla compressione può raggiungere più di 00 kpa. Comfort in estate Tutti gli isolanti SYLVACTIS posseggono una capacità termica massica di.00 J/kg.K che consente loro di assorbire rilevanti quantità di calore restituendolo con uno sfasamento nel tempo (sfasamento e riduzione di ampiezza termica). Tutti i pannelli flessibili e quelli rigidi della gamma SYLVACTIS sono certificati KEYMARK, marchio europeo rilasciato dal CEN organismo riconosciuto in Francia al medesimo titolo dell ACERMI per certificare che i prodotti sono conformi ai requisiti stabiliti dalla norma EN 7 per gli isolanti in fibre di legno. La fibra di legno sfusa SYLVACTIS ISOBAG di per sé si avvale di un benestare tecnico europeo (ATE). Impermeabilità all acqua Due isolanti SYLVACTIS sono idrofobi con un coefficiente di assorbimento dell acqua nel breve periodo kg/ m²; uno di essi è l isolante SYLVACTIS HD che grazie ai suoi bordi piallati può essere utilizzato come parapioggia. Prestazioni acustiche La forte densità degli isolanti SYLVACTIS conferisce loro eccellenti prestazioni acustiche. L isolante SYLVACTIS 55 FX possiede per esempio un indice di attenuazione acustica Rw (C; Ctr) che può arrivare fino a 4 (- ; -8) db nei tramezzi con 40 mm di isolante o fino a 49 (- ; -0) db tra paradossi con 80 mm di isolante. Comitato Europeo di Normalizzazione Associazione per la Certificazione dei Materiali Isolanti

5 POSA SUI MURI Fasi della posa in opera DALL INTERNO MURI IN MURATURA I pannelli isolanti SYLVACTIS 55 FX o 40 FX si posano in modo tradizionale, facendoli scivolare dietro l ossatura metallica del pannello di gesso. L ossatura permette di conservare uno spazio tecnico per far passare le guaine elettriche o le tubature. Fissare le guide metalliche al pavimento e al soffitto. La distanza tra il muro da isolare e la guida deve tener conto dello spessore dell isolante e di un margine di 5-0 mm massimo. Posizionare la prima fila di pannelli. Posizionare senza fissarli i montanti metallici rispettando un interasse di 600 mm. Muro in muratura SYLVACTIS 55 FX o 40 FX Para-vapore HCONTROL Guida metallica Paramento di finitura 4 Posizionare i pannelli di isolante, l ideale sarebbe in orizzontale, dietro i montanti metallici. Accertarsi che siano uniti bene per evitare i ponti termici. Per assicurare una migliore tenuta meccanica dei pannelli al momento della posa, è possibile applicare dei plot di malta adesiva sui pannelli o direttamente sul muro. 5 Fissare un para-vapore dalla parte dell ambiente riscaldato dell edificio attaccandolo con un biadesivo sui rivestimenti metallici. In corrispondenza dei punti di congiunzione effettuare delle sovrapposizioni di 50 mm e ricoprire con un adesivo adatto. Soluzione raccomandata: SYLVACTIS 55 FX 40 mm 6 Per rendere perfetta la tenuta in corrispondenza dei bordi, utilizzare un mastice di silicone sulle congiunzioni pavimento/muro, muro/soffitto. 40 mm,85 m.k/w 0,0 W/m.K 7 Fissare definitivamente i montanti e posare i pannelli di gesso di finitura. totale 4,7 ore 40 mm Per la posa del para-vapore, fare riferimento alle indicazioni del Capitolato tecnico del CSTB n. 844 del 98. ACTIS consiglia di posare un para-vapore della sua linea HCONTROL

6 POSA SU MURI Fasi della posa in opera DALL INTERNO MURI CON OSSATURA IN LEGNO Misurare la distanza tra i montanti dell ossatura in legno e tagliare i pannelli isolanti aggiungendo al valore ottenuto dalla misura precedente 5-0 mm (principio della maggiorazione) per essere certi che l isolante rimanga in posizione e il contatto tra i montanti sia buono. (V. indicazioni a pagina 8). Isolamento con pannelli I pannelli isolanti SYLVACTIS 55 FX o 40 FX si posano in modo tradizionale, facendoli scivolare dietro i montanti dell ossatura in legno. Posare i pannelli isolanti inserendoli per compressione tra i montanti dell ossatura in legno. Rivestimento di tipo bardage Tassello SYLVACTIS 55 FX o 40 FX Aggraffare il para-vapore sui montanti. In corrispondenza dei punti di congiunzione, effettuare delle sovrapposizioni di 50 mm e coprire con un adesivo adatto. Para-pioggia OSB Para-vapore HCONTROL Paramento di finitura Sistema montante e traversa 4 Per creare uno spazio tecnico e agevolare il fissaggio della finitura, ACTIS consiglia di avvitare orizzontalmente sui montanti dei listelli distanziati di 600 mm. Soluzione raccomandata: SYLVACTIS 55 FX 40 mm 40 mm,85 m.k/w 5 Posare il paramento di finitura. 0,5 W/m.K totale 40 mm 8 ore Conformemente al DTU., negli edifici con ossatura in legno è obbligatorio posare un para-vapore con permeabilità 0,005 g/ m².h.mmhg dal lato dell ambiente riscaldato dell edificio. ACTIS consiglia di posare un para-vapore della sua linea HCONTROL. La posa in opera di pannelli di gesso su un ossatura secondaria, contro tasselli orizzontali o verticali, costituisce l oggetto del DTU 5.4 al quale il costruttore deve rifarsi. In caso di fissaggio di pannelli di gesso direttamente sui montanti dell ossatura primaria, fare riferimento al DTU

7 C M J CM MJ CJ CMJ N ETIQUETTE ISOBAG A 07 EE89 HD.pdf /07/ 5:4 POSA SU MURI DALL INTERNO Punti da verificare prima di intraprendere i lavori di riempimento Le pareti interne ed esterne delle cavità da riempire non devono mostrare tracce di umidità. Esse devono essere stabili e in buono stato, in grado di resistere alla pressione di riempimento. La parete esterna deve essere permeabile al vapore acqueo. Le dimensioni delle cavità in cui effettuare l insufflaggio per stabilire la quantità di prodotto necessario a partire dalla massa volumica d insufflaggio consigliata. MURI CON OSSATURA IN LEGNO Isolamento mediante insufflaggio La fibra di legno ISOBAG viene iniettata nelle cavità vuote del muro attraverso dei fori realizzati nella parete. Con l ausilio di una macchina pneumatica per insufflaggio, la fibra tratta dal sacco di imballaggio viene decompattata e poi insufflata nelle cavità. Punti da considerare individualmente Impianti elettrici Accertarsi che le canalizzazioni elettriche posate nelle intercapedini della costruzione siano poste all interno di un tubo non propagatore di fiamma (P), il che vieta l uso di tubi ICD arancioni e ICT. Stabilità Le pressioni esercitate sulle pareti sono generalmente deboli. In alcuni casi devono essere limitate dall applicatore, per non nuocere alla stabilità dei controtramezzi interni. Rivestimento di tipo bardage Para-pioggia OSB Sistema montante e traversa Tassello SYLVACTIS ISOBAG Para-vapore HCONTROL Paramento di finitura Gruppo di ventilazione Si consiglia di installare un sistema di ventilazione in cantiere. Para-vapore Si raccomanda l utilizzo di un para-vapore sul lato interno. La posa di tasselli o listelli metallici deve essere fatta in senso orizzontale ogni 40 cm al massimo per evitare la deformazione del para-vapore durante l insufflaggio. Sicurezza Le fibre di legno SYLVACTIS ISOBAG non provocano irritazioni cutanee e non sono pericolose per le vie respiratorie. Tuttavia ACTIS raccomanda di indossare una maschera antipolvere e degli occhiali di protezione durante la posa in opera. Si consiglia di indossare dei guanti durante l applicazione per proteggersi dalle cariche elettrostatiche. Soluzione raccomandata: SYLVACTIS ISOBAG 60 mm totale 60 mm 60 mm,70 m.k/w 0, W/m.K 7,8 ore Dati relativi alla posa in opera mediante insufflaggio 45 Kg/m (+) Spessori Resistenza termica (m.k/w) N. di Kg da insufflare per m N. di m per sacco N. di sacchi per 00 m 00 mm,0 4,50, mm,75 5,40, mm,5 6,0, mm,70 7,0, mm 4,5 8,0, mm 4,65 9,00,9 7 0 mm 5,0 9,90, mm 5,55 0,80, mm 6,05,70, mm 6,95,50 0,

8 C M J CM MJ CJ CMJ N ETIQUETTE ISOBAG A 07 EE89 HD.pdf /07/ 5:4 POSA SU MURI Fasi della posa in opera DALL INTERNO MURI CON OSSATURA IN LEGNO Isolamento mediante insufflaggio La fibra di legno ISOBAG viene iniettata nelle cavità vuote del muro attraverso dei fori realizzati nella parete. Con l ausilio di una macchina pneumatica per insufflaggio, la fibra tratta dal sacco di imballaggio viene decompattata e poi soffiata nelle cavità. Realizzare dei fori di riempimento al centro della parte superiore di ciascuna cavità. Fare però attenzione a non forare delle aperture per l insufflaggio a meno di 0 cm dai bordi del muro. Forare delle aperture di decompressione per garantire un miglior apporto di aria necessaria al trasporto della fibra di legno. Far scendere il tubo di insufflaggio all interno della cavità fino a circa 0 cm dal basso. Il prodotto viene compattato riportando indietro il tubo che risalirà progressivamente dal basso verso l alto e da sinistra verso destra (o da destra verso sinistra). Rivestimento di tipo bardage Para-pioggia OSB Sistema montante e traversa Soluzione raccomandata: SYLVACTIS ISOBAG Tassello SYLVACTIS ISOBAG Para-vapore HCONTROL Paramento di finitura 60 mm La cavità è piena quando il prodotto non circola più all interno del tubo, esce dai fori e il motore della macchina per soffiatura si arresta. Eseguire un controllo visivo a livello di ciascun foro di riempimento e integrare con un nuovo insufflaggio di prodotto se necessario. È possibile effettuare un controllo mediante carotaggio per verificare la densità della fibra di legno all interno della cavità. Per fare ciò introdurre un tubo (Ø00, L 50) e pesarlo. 60 mm,70 m.k/w 0, W/m.K 4 Chiudere ermeticamente le aperture con l ausilio di una toppa per riparazioni in modo da mantenere la parete a tenuta. totale 7,8 ore 60 mm

9 POSA SU TRAMEZZI DI DISTRIBUZIONE Fasi della posa in opera Collocare la struttura metallica conformemente alle norme in vigore. I pannelli isolanti SYLVACTIS 55 FX o 40 FX si posano in modo tradizionale, facendoli scivolare tra le guide dell ossatura metallica del pannello di gesso. Fissare al pavimento le guide metalliche. Posizionare e fissare i montanti verticali rispettando una distanza di 60 cm. Pannello di gesso Pannello di gesso SYLVACTIS 55 FX o 40 FX Montante M48 4 Posizionare i pannelli di gesso su un lato della struttura. Soluzione raccomandata: SYLVACTIS 55 FX 40 mm,0 m.k/w 5 Inserire i pannelli tra i montanti. Per riempire un altezza saranno necessari svariati pannelli. Una maggiorazione di cm sarà prevista al taglio dell ultimo pannello per garantire un riempimento totale della cavità. 40 mm totale Attenuazione acustica Rw (C ; Ctr) 4 (- ; -8)dB ore 6 Posizionare i pannelli di gesso sull altro lato del tramezzo. Se possibile cominciare con mezzo pannello in modo che le congiunzioni dei pannelli abbiano luogo su montanti diversi da quelli su cui sono stati posati i primi pannelli. 40 mm

10 POSA SU TETTI Fasi della posa in opera TRA E SOTTO I PARADOSSI Determinare lo spessore dell isolante SYLVACTIS in funzione delle prestazioni termiche desiderate. Assicurarsi che la superficie da isolare sia pulita, in buono stato, al grezzo e che la copertura non presenti difetti di tenuta. Conformemente ai DTU della serie 40, lasciare una lama d aria ventilante di almeno cm tra la parte superiore del sistema di isolamento e la faccia inferiore del listello di sostegno della copertura. I pannelli isolanti SYLVACTIS 55 FX o 40 FX sono installati in due strati incrociati tra e sotto i paradossi, con il secondo conficcato sui tiranti di sospensione che fissano il pannello di gesso. L ermeticità all aria è garantita dall utilizzo di un para-vapore. Posare il primo strato di isolante tra i paradossi con una leggera compressione rispettando la maggiorazione della lunghezza di taglio ammessa. (V. indicazioni a pagina 8) Far attenzione a garantire una perfetta continuità dell isolamento sui bordi dei pannelli, in corrispondenza dei punti di congiunzione con il pavimento, dei pignoni, degli arcarecci e delle travi di colmo. Il secondo strato di isolante è posato perpendicolarmente ai paradossi sui tiranti di sospensione e sulle guide che sostengono il paramento di finitura. Fare attenzione a che vi sia continuità nell isolamento come indicato al punto precedente. Schermo per sottotetto SYLVACTIS 55 FX o 40 FX primo strato SYLVACTIS 55 FX o 40 FX secondo strato Tirante di sospensione Para-vapore HCONTROL Arcareccio Guide Paramento di finitura 4 Fare parimenti attenzione a rispettare la continuità dell isolamento degli spioventi con l isolamento dei piedritti e dei falsi sottotetti. È opportuno realizzare l isolamento dei piedritti contemporaneamente a quello del tetto. Soluzione raccomandata: SYLVACTIS 55 FX 5 Fissare un para-vapore dalla parte dell ambiente riscaldato dell edificio attaccandolo ai rivestimenti metallici con l ausilio di un biadesivo. In corrispondenza dei punti di congiunzione effettuare una sovrapposizione di 50 mm e ricoprire con un adesivo adatto. 0 mm 0 mm 6,0 m.k/w 6 Posare il paramento di finitura. 0,59 W/m.K totale 0 mm 0,7 ore Conformemente al DTU., negli edifici con ossatura in legno è obbligatorio posare un para-vapore con permeabilità 0,005 g/m².h.mmhg sul lato interno (lato caldo). ACTIS consiglia di posare un para-vapore della sua linea HCONTROL

11 POSA IN SOTTOTETTI Fasi della posa in opera PERDUTI SOLAI DI SOTTOTETTI PERDUTI I pannelli isolanti SYLVACTIS 55 FX o 40 FX si installano in uno o due strati incrociati sul solaio in legno o calcestruzzo, insieme a un paravapore. Fissare un para-vapore sul solaio facendolo risalire sui muri periferici. In corrispondenza dei punti di congiunzione effettuare una sovrapposizione di 50 mm e ricoprire con l adesivo ACTIS adatto. Copertura Orditura SYLVACTIS 55 FX o 40 FX Para-vapore HCONTROL Posare il primo strato di isolante. Per evitare i ponti termici, far attenzione a garantire la continuità dell isolamento tra i pannelli e sui bordi, in corrispondenza dei punti di congiunzione con il muro. Soluzione raccomandata: SYLVACTIS 55 FX 60 mm 60 mm 7,0 m.k/w 0, W/m.K Posare il secondo strato facendo attenzione a far slittare i bordi di ciascun pannello per evitare i ponti termici. totale 60 mm,8 ore

12 C M J CM MJ CJ CMJ N ETIQUETTE ISOBAG A 07 EE89 HD.pdf /07/ 5:4 POSA IN SOTTOTETTI PERDUTI SOFFITTI SOTTO CAPRIATELLE Isolamento mediante soffiatura Punti da verificare prima di intraprendere i lavori La copertura è impermeabile all acqua e in buono stato. Il solaio non presenta tracce di umidità risultanti da infiltrazioni o difetti nella tenuta. È in grado di tollerare il carico supplementare rappresentato dal peso dei materiali e degli isolanti. È continuo ed ermetico all aria. È opportuno sigillare tutti i fori del paramento del soffitto e del para-vapore, per esempio quelli realizzati per: sistema di illuminazione, faretti, canalizzazioni elettriche, ecc. Nota: la presenza di un rivestimento a pannelli inchiodato o avvitato sopra o sotto i travetti non costituisce un supporto né un sistema di tenuta all aria. In caso di necessità, bisogna aggiungere un solaio. Dati relativi alla posa in opera del sistema di isolamento mediante soffiatura 0 Kg/m (+4) Resistenza termica (m.k/w) da soffiare** dopo l assestamento N. di kg da soffiare per m N. di m per sacco N. di sacchi per 00 m 5 69 mm 5 mm 6,45,9 5 6 mm 58 mm 7,74,6 6 Questa tecnica è utilizzata per l isolamento dei sottotetti perduti non abitabili o difficilmente accessibili di edifici con igrometria da debole a media. La fibra di legno è sparsa in modo omogeneo nei sottotetti da isolare con l ausilio di una macchina pneumatica per soffiatura. I diversi tipi di macchine per soffiatura sono dotati di tubi flessibili, che permettono di soffiare l isolante su tutta la superficie dei sottotetti. Copertura Schermo per sottotetto SYLVACTIS ISOBAG Para-vapore Tirante di sospensione Paramento di finitura 7 76 mm 0 mm 9,0, mm 44 mm 0,, mm 87 mm,6, mm 40 mm,90 0,96 04 N.b.: la resistenza termica R può essere ottenuta soltanto rispettando tassativamente tanto lo spessore minimo* quanto il numero minimo di sacchi per 00 m² di superficie coperta da solaio nei sottotetti * Determinato per una densità del prodotto dopo l assestamento di 0 kg/m ** Lo spessore è determinato conformemente al progetto di norma pren 50 Accessori Kit di soffiatura comprendente: bordo di contorno per botola misuratore graduato contrassegni per i quadri elettrici schede di controllo per cantiere Soluzione raccomandata: SYLVACTIS ISOBAG 50 mm totale 50 mm 50 mm 8,0 m.k/w 0,6 W/m.K,8 ore Punti da considerare individualmente Trattamento dei dispositivi elettrici Costruzioni nuove: se possibile, l impresa incaricata dell installazione dell impianto elettrico interviene dopo la posa del sistema di isolamento e prima della posa dei paramenti interni. In ogni caso, è opportuno far passare i cavi il più vicino possibile al loro punto di partenza (piovra) nell isolante senza rovinarlo. Il cavo è inserito il più vicino possibile al paramento decorativo senza creare sacche d aria. L ermeticità all aria deve essere garantita anche nella faccia inferiore del sistema di isolamento. Ristrutturazioni: lasciare le apparecchiature (scatole di derivazione, canalizzazioni, ecc.) visibili e accessibili dopo i lavori. In caso di necessità, prima dell esecuzione dei lavori, prevedere l intervento di maestranze specializzate Trattamento dell impianto di ventilazione Tenere il gruppo di ventilazione fuori dalla superficie da isolare e a un altezza sufficiente a che non aspiri la fibra. Para-vapore Il capitolato del CSTB n. 647 del novembre 008 precisa il caso in cui è necessario un para-vapore e la permeabilità che quest ultimo deve avere. La posa di un para-vapore deve essere realizzata dalla parte calda del solaio, quindi sempre sulla faccia inferiore del sistema di isolamento per i solai dei sottotetti perduti. Botola di accesso al sottotetto La botola di accesso al sottotetto perduto deve essere isolata per evitare i ponti termici a questo livello: anche dopo la sua apertura e la sua chiusura deve essere garantito che eventuali fessure presenti attorno alla botola siano sigillate (inserire un pannello isolante tagliato secondo la forma dell armatura costituita da assi della botola).

13 C M J CM MJ CJ CMJ N ETIQUETTE ISOBAG A 07 EE89 HD.pdf /07/ 5:4 POSA IN SOTTOTETTI Fasi della posa in opera PERDUTI Posizionare della segnaletica che permetta di individuare i quadri elettrici e i misuratori graduati per il controllo dello spessore della fibra soffiata. SOFFITTI SOTTO CAPRIATELLE Isolamento mediante soffiatura Proteggere parimenti la botola d accesso posizionando un bordo di altezza equivalente a quella dell isolante più il suo 0 %. Se possibile la botola deve essere isolata con un isolante in fibre di legno con una resistenza almeno pari a quella della fibra soffiata. Questa tecnica è utilizzata per l isolamento dei sottotetti perduti non abitabili o difficilmente accessibili di edifici con igrometria da debole a media. La fibra di legno è sparsa in modo omogeneo nei sottotetti da isolare con l ausilio di una macchina pneumatica per soffiatura. I diversi tipi di macchine per soffiatura sono dotati di tubi flessibili, che permettono di soffiare l isolante su tutta la superficie dei sottotetti. Cominciare dalle parti più distanti dirigendosi progressivamente verso il punto di uscita. Tenere il tubo in posizione orizzontale a m di altezza circa in modo da soffiare la fibra a una distanza di - m e che essa ricada per il proprio peso. Copertura Schermo per sottotetto SYLVACTIS ISOBAG Para-vapore Tirante di sospensione Paramento di finitura 4 5 Incrementare lo spessore della fibra da soffiare per compensare l effetto di assestamento nel corso del tempo (fare riferimento alle indicazioni concernenti il potere coprente del prodotto e il suo spessore minimo alla pagina precedente). Man mano che la soffiatura procede, verificare lo spessore dell isolante collocato rispetto ai contrassegni presenti sull orditura del tetto. Soluzione raccomandata: SYLVACTIS ISOBAG 50 mm 50 mm Controllo dello spessore Verificare lo spessore di isolante installato (conformemente al progetto di norma PrEN50) con l ausilio di un misuratore comprendente una piastra di ripartizione di forma quadrata misurante 00 mm x 00 mm forata al centro per farvi scorrere lo strumento di misura. Detto misuratore deve essere dotato di un impugnatura adeguata. totale 50 mm 8,0 m.k/w 0,6 W/m.K,8 ore La massa totale della piastra e dell impugnatura deve essere compresa tra 75 e 88 g in modo da esercitare una pressione di 0 ±,5 Pa. Il misuratore è completato da un asta in acciaio con diametro di mm e una lunghezza sufficiente per attraversare tutto lo spessore dello strato di isolante. L estremità dell asta ha una punta di 0 mm. Questa attrezzatura è completata da una riga millimetrata di lunghezza sufficiente per leggere in un unica volta lo spessore indicato dall asta. Alla chiusura del cantiere, completare la scheda di controllo per il cantiere in tre esemplari. Un esemplare deve essere aggraffato sulla travatura più vicina alla botola d accesso. Permetterà di assicurare la tracciabilità e così di stilare una diagnosi delle prestazioni energetiche. Il secondo esemplare deve essere inviato al cliente. Il terzo deve essere conservato dall applicatore

14 POSA SUI SOLAI INFERIORI Fasi della posa in opera Posare l isolante tra le travi a I con una leggera compressione rispettando la maggiorazione della lunghezza di taglio ammessa. (V. indicazioni a pagina 8) TRAVI A I I pannelli isolanti SYLVACTIS 55 FX e 40 FX si posano in modo tradizionale, facendoli scivolare tra le travi a I. Per evitare i ponti termici far attenzione a garantire una perfetta continuità dell isolamento tra i pannelli e sui bordi, in corrispondenza dei punti di congiunzione con i muri o gli spioventi del tetto. Per rendere perfetta la tenuta in corrispondenza dei bordi, utilizzare un mastice in silicone sui punti di congiunzione pavimento/muro. Para-vapore SYLVACTIS 55 FX o 40 FX Fissare un para-vapore (sovrapposizione di 50 mm in corrispondenza dei punti di congiunzione) poi la platea di fondazione sulle travi a I. Per ottimizzare le proprietà di isolamento acustico, fissare un sottostrato di desolidarizzazione sulla platea. Trave a I Soluzione raccomandata: SYLVACTIS 55 FX 0 mm 0 mm,0 m.k/w 0, W/m.K 4 Completare con la posa del rivestimento del pavimento, per esempio del parquet. totale 0 mm 8,7 ore

15 PUNTI DA CONSIDERARE INDIVIDUALMENTE FINESTRE SUI TETTI Il collegamento tra le finestre sui tetti e l isolamento deve essere perfettamente sigillato. Per garantire la continuità dell isolamento, sigillare ermeticamente i punti di congiunzione con una striscia di isolante morbido o una schiuma espansa isolante. RETI ELETTRICHE E SOSTEGNI DEI PUNTI LUCE L installazione di reti elettriche, prese di corrente, interruttori, scatole dell impianto di illuminazione non deve danneggiare l isolante né la continuità dell isolamento. Le scatole di derivazione, le piovre o i trasformatori di corrente a bassa tensione devono essere fissati alla carpenteria e non devono essere ricoperti dall isolante. I cavi o le guaine devono essere, nella misura del possibile, inseriti negli spazi tecnici previsti tra l isolante e il paramento interno. I faretti a bassa tensione devono essere protetti in modo da rispettare un volume di ventilazione sufficiente. In ogni caso fare riferimento alle istruzioni di carattere tecnico fornite dal fabbricante. Tutti gli elementi devono essere conformi alle prescrizioni della norma NF C USCITA DELLA VENTILAZIONE Il gruppo di Ventilazione Meccanica Controllata (VMC) deve essere fissato alla carpenteria e non deve essere ricoperto dall isolante. Per quanto concerne il passaggio delle guaine flessibili o rigide del sistema di ventilazione nell isolante, sigillare gli spazi con l ausilio di schiuma espansa isolante. MESURES ET DÉCOUPES I pannelli flessibili SYLVACTIS 40 FX e SYLVACTIS 55 FX devono essere installati con compressione per assicurarne un perfetto mantenimento in posizione e limitare i ponti termici. La larghezza e la lunghezza di ciascun pannello devono superare di 5-0 mm quelle dello spazio da isolare. Eseguire previamente le misure tra i montanti o tra l isolante e le pareti periferiche poi, se necessario, effettuare dei tagli sui pannelli per ottenere l idonea maggiorazione della lunghezza di taglio. Per il taglio dei suoi isolanti flessibili in legno, ACTIS consiglia il ricorso a un classico coltello universale e di appoggiarsi su una superficie rigida. Per lunghezze considerevoli, l ideale sarebbe utilizzare una tavola di taglio o degli utensili elettroportativi come seghe elettriche, circolari o a nastro. INTERASSI E SPESSORI Nel caso di posa tra montanti con ossatura in legno, è preferibile, per conservare tutte le proprietà meccaniche dell isolante, fare uso di pannelli con determinati spessori, in funzione degli interassi da isolare. Interasse minimo 400 mm 40 mm 500 mm 60 mm 800 mm 80 mm 900 mm 0 mm 950 mm 00 mm 00 mm 0 mm IMMAGAZZINAMENTO I bancali possono essere stoccati all esterno per un periodo massimo di due mesi dopo il ricevimento, in un luogo che consenta una buona evacuazione delle acque piovane e a condizione che la pellicola con cui sono imballati sia in buono stato. IGIENE E SICUREZZA Le fibre di legno SYLVACTIS non provocano irritazione cutanea e non sono pericolose per le vie respiratorie. Tuttavia, per eseguire lavori di lunga durata, ACTIS raccomanda l utilizzo di occhiali di protezione e di una normale maschera antipolvere per migliorare il comfort durante la posa. PRECAUZIONI ANTINCENDIO E FINITURE I pannelli SYLVACTIS sono classificati come di Euroclasse E e la fibra di legno per soffiatura e insufflaggio SYLVACTIS ISOBAG è classificata di Euroclasse B-s,d0. In linea generale si consiglia di evitare qualsiasi contatto tra l isolante e una sorgente di calore intenso (saldatura, fiamma, scintille ). Le disposizioni normative in materia di protezione degli isolanti a fronte di un incendio sviluppatosi in ambiente interno richiedono che gli isolanti siano protetti da un paramento interno conformemente alla Guida all isolamento dall interno degli edifici residenziali dal punto di vista dei rischi in caso d incendio (Capitolato del CSTB n. ). Nel caso di impiego in edifici aperti al pubblico (ERP) questi paramenti devono soddisfare i requisiti posti dalla Guida all impiego degli isolanti combustibili negli ERP (allegata all ordinanza del 6 ottobre 004 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 9 dicembre 004). CANNE FUMARIE, INSERTI, RECUPERATORI DI CALORE, SISTEMI DI ILLUMINAZIONE A BASSA TENSIONE E ALTRE FONTI DI CALORE INTENSO La protezione antincendio attorno alle canne fumarie è prevista nei DTU 4. e 4.. Il margine di 0 cm (distanza dal fuoco) deve essere isolato con un isolante nudo classificato di Euroclasse A. Non utilizzare mai i pannelli SYLVACTIS e la fibra di legno per soffiatura e insufflaggio SYLVACTIS ISOBAG per isolare una canna fumaria, un inserto o un recuperatore di calore e in linea generale tenerli lontano da qualsiasi fonte di calore con temperatura superiore a 80 C

16 TABELLA SINOTTICA NOTE 40 FX 55 FX ISOBAG λ 0.08 W/m.K 0.06 W/m.K 0.04 W/m.K μ Euroclasse E E B-s,d0 Densità 40 kg/m 50 kg/m 0 à 45 kg/m (mm) 40, 60, 80, 00, 0, 40, 60, 80, 00 40, 50, 60, 80, 00, 0, 40, 60, 80, 00, 0, 40 Sacco da.5 kg

17 Caratteristiche degli isolanti SYLVACTIS: Tutte le caratteristiche degli isolanti a base di fibre di legno SYLVACTIS si trovano riportate nel Catalogo prodotti SYLVACTIS scaricabile dal nostro sito web: Calcoli termici: Uno strumento di simulazione dei calcoli termici che consente di stimare le prestazioni termiche delle diverse pareti rivestite con diversi isolanti SYLVACTIS in tutti i loro spessori è disponibile sul nostro sito web. Per ottenere in seguito dei calcoli termici utilizzabili nei progetti personali, è sufficiente contattare il nostro ufficio tecnico: ACTIS SA sede societaria: Avenue de Catalogne 00 Limoux - FRANCE Tel: / Fax: Réf: PZ564 (0/04) - RCS CARCASSONNE

SYLVACTIS 55 FX OPUSCOLO TECNICO

SYLVACTIS 55 FX OPUSCOLO TECNICO Edizione 2013 ISOLANTI IN FIBRE DI LEGNO OPUSCOLO TECNICO TETTI SOTTOTETTI PARETI SOLAI UN ISOLAMENTO EFFICACE CHE SI ISPIRA ALLA NATURA Da 30 anni la vocazione di ACTIS è far progredire il settore dell

Dettagli

LA NUOVA NORMATIVA EUROPEA PER GLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO A PAVIMENTO

LA NUOVA NORMATIVA EUROPEA PER GLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO A PAVIMENTO LA NUOVA NORMATIVA EUROPEA PER GLI IMPIANTI DI RISCALDAMENTO A PAVIMENTO UNI UNI EN EN 1264/1-2-3-4 Presentazione a cura di: RDZ S.p.A. Configurazione della norma Configurazione della norma UNI UNI EN

Dettagli

Isolamento termico dall interno. Pannelli RP e soluzioni in cartongesso

Isolamento termico dall interno. Pannelli RP e soluzioni in cartongesso QUANDO ISOLARE DALL INTERNO L isolamento dall interno delle pareti perimetrali e dei soffitti rappresenta, in alcuni contesti edilizi e soprattutto nel caso di ristrutturazioni, l unica soluzione perseguibile

Dettagli

STIREN X LASTRE ISOLANTI IN POLISTIRENE ESTRUSO PER OGNI PROBLEMA DI ISOLAMENTO TERMICO

STIREN X LASTRE ISOLANTI IN POLISTIRENE ESTRUSO PER OGNI PROBLEMA DI ISOLAMENTO TERMICO STIREN X LASTRE ISOLANTI IN POLISTIRENE ESTRUSO PER OGNI PROBLEMA DI ISOLAMENTO TERMICO EFFICIENZA ENERGETICA VERSATILITÀ DI APPLICAZIONE RISPARMIO SULLA BOLLETTA RIDUZIONE delle EMISSIONI DI CO2 e dell

Dettagli

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO

MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO L innovativo sistema per la ristrutturazione delle pareti dall interno LEADER MONDIALE NELLE SOLUZIONI PER L ISOLAMENTO Costi energetici elevati e livello di comfort basso: un problema in crescita La maggior

Dettagli

AIRROCK HD ALU AIRROCK HD K1

AIRROCK HD ALU AIRROCK HD K1 Controllo del comportamento termoigrometrico nelle chiusure verticali opache AIRROCK HD ALU AIRROCK HD K1 Approfondimenti tecnici prestazione termoigrometrica spunti progettuali analisi ed esempi applicativi

Dettagli

La NUOVA generazione di MASSETTO RADIANTE per pavimenti riscaldati. λ 2,02 W/mK

La NUOVA generazione di MASSETTO RADIANTE per pavimenti riscaldati. λ 2,02 W/mK La NUOVA generazione di MASSETTO RADIANTE per pavimenti riscaldati. λ 2,02 W/mK NUOVA FORMULAZIONE Da 10 anni il massetto specifico per sistemi di riscaldamento e raffrescamento a pavimento. 10 anni di

Dettagli

Richiamo sulle dispersioni di calore

Richiamo sulle dispersioni di calore 2 & 3 Ricambio di aria 20 % Finestre e porte esterne 13 % Copertura 30 % Ponti termici 5 % Richiamo sulle dispersioni di calore Muri: 25 % Pavimenti 7 % Il trasferimento di calore avviene sempre da una

Dettagli

eurothex ThermoPlus HI-performance Sistema Sistema ad alta efficienza energetica

eurothex ThermoPlus HI-performance Sistema Sistema ad alta efficienza energetica eurothex HI-performance ad alta efficienza energetica Un sistema di riscaldamento e raffrescamento ad alta efficenza energetica Thermoplus è un sistema di riscaldamento e raffrescamento a pavimento ad

Dettagli

Isolanti in fibre di legno GUIDA ALLA POSA IN OPERA ISOLAMENTO TERMICO DALL ESTERNO (ITE)

Isolanti in fibre di legno GUIDA ALLA POSA IN OPERA ISOLAMENTO TERMICO DALL ESTERNO (ITE) Isolanti in fibre di legno GUIDA ALLA POSA IN OPERA ISOLAMENTO TERMICO DALL ESTERNO (ITE) UNA LINEA COMPLETA DI ISOLANTI 1 3 INDICE POSA SUI TETTI Tetti isolati con metodo sarking...4/5 POSA SUI MURI SOTTO

Dettagli

PARETI E DIVISORIE PERIMETRALI IN MURATURA. Isolanti minerali in lana di vetro per tutte le esigenze di protezione da calore, rumore e fuoco EDILIZIA

PARETI E DIVISORIE PERIMETRALI IN MURATURA. Isolanti minerali in lana di vetro per tutte le esigenze di protezione da calore, rumore e fuoco EDILIZIA COMFORT TERMICO ED ACUSTICO NELL EDILIZIA PARETI PERIMETRALI E DIVISORIE IN MURATURA Isolanti minerali in lana di vetro per tutte le esigenze di protezione da calore, rumore e fuoco 2 Isolanti minerali

Dettagli

SOLUZIONI TECNOLOGICHE PER REALIZZAZIONI AD ALTE PRESTAZIONI

SOLUZIONI TECNOLOGICHE PER REALIZZAZIONI AD ALTE PRESTAZIONI SOLUZIONI TECNOLOGICHE PER REALIZZAZIONI AD ALTE PRESTAZIONI COPERTURA FACCIATA VENTILATA CAPPOTTO CONTROPARETE DIVISORIO INTERNO RESIDENZA PASSIVA COLDA EST Arch. ETTORE PEDRINI IL PROGETTO Complesso

Dettagli

ISOPONTE 032. Il nuovo isolante che permette di guadagnare spazio all interno.

ISOPONTE 032. Il nuovo isolante che permette di guadagnare spazio all interno. ISOPONTE 032. Il nuovo isolante che permette di guadagnare spazio all interno. ISOPONTE apre nuovi orizzonti per le costruzioni in legno. Lo sviluppo di isolanti termici sempre più efficaci mette in discussione

Dettagli

Gli specialisti dell isolamento termico a basso spessore. Vers. 1.0 Anno 2012 VOCI DI CAPITOLATO ISOLAMENTO IN AEROGEL

Gli specialisti dell isolamento termico a basso spessore. Vers. 1.0 Anno 2012 VOCI DI CAPITOLATO ISOLAMENTO IN AEROGEL Gli specialisti dell isolamento termico a basso spessore Vers. 1.0 Anno 2012 VOCI DI CAPITOLATO ISOLAMENTO IN AEROGEL Gli specialisti dell isolamento termico a basso spessore VOCI DI CAPITOLATO ISOLAMENTO

Dettagli

INTERCAPEDINE, TETTO E SOTTOTETTO VUOTI ED INUTILIZZATI? COIBENTA CON L ISOLANTE IN FIBRA DI CELLULOSA!

INTERCAPEDINE, TETTO E SOTTOTETTO VUOTI ED INUTILIZZATI? COIBENTA CON L ISOLANTE IN FIBRA DI CELLULOSA! INTERCAPEDINE, TETTO E SOTTOTETTO VUOTI ED INUTILIZZATI? COIBENTA CON L ISOLANTE IN FIBRA DI CELLULOSA! PRODOTTO PROVENIENTE DA RICICLO ECOLOGICO La cellulosa si presenta simile a fiocchi, viene ricavata

Dettagli

E750. -44 db. COMFORT ABITATIVO Fattore solare 45% G. SICUREZZA E TENUTA Tenuta all acqua classe. RISPARMIO ENERGETICO Fattore termico Uw 0,7

E750. -44 db. COMFORT ABITATIVO Fattore solare 45% G. SICUREZZA E TENUTA Tenuta all acqua classe. RISPARMIO ENERGETICO Fattore termico Uw 0,7 COMFORT ABITATIVO Fattore solare 45% G SICUREZZA E TENUTA Tenuta all acqua classe E750 RISPARMIO ENERGETICO Fattore termico 0,7 mqk ISOLAMENTO ACUSTICO Potere fono isolante Rw -44 db E-save: finestre salva

Dettagli

del davanzale e della terrazza!

del davanzale e della terrazza! MADE IN GERMANY Progettare il raccordo ideale per l isolamento termoacustico del davanzale e della terrazza! PER NUOVE COSTRUZIONI E RISTRUTTURAZIONI Elementi di raccordo universali e termoisolanti al

Dettagli

il tecnologico sottotegola www.poron.it SISTEMI DI ISOLAMENTO TERMICO IN COPERTURA Porontek 030

il tecnologico sottotegola www.poron.it SISTEMI DI ISOLAMENTO TERMICO IN COPERTURA Porontek 030 SISTEMI DI ISOLAMENTO TERMICO IN COPERTURA DI EDVIS IL ION IZ E IA Porontek 030 il tecnologico sottotegola PANNELLO SOTTOTEGOLA per isolamento termico microventilato di coperture a falde accoppiato a lamina

Dettagli

Isolamento termico a Cappotto. Che cos è A cosa serve Costi Certificazioni Caratteristiche

Isolamento termico a Cappotto. Che cos è A cosa serve Costi Certificazioni Caratteristiche Isolamento termico a Cappotto Che cos è A cosa serve Costi Certificazioni Caratteristiche 1 Che cos è il Cappotto È un sistema composto da materiali diversi, che da oltre 30 anni, viene utilizzato in Europa

Dettagli

AKTIVBOARD PANNELLI RADIANTI PER PARETE E SOFFITTO IN CARTONGESSO

AKTIVBOARD PANNELLI RADIANTI PER PARETE E SOFFITTO IN CARTONGESSO AKTIVBOARD PANNELLI RADIANTI PER PARETE E SOFFITTO IN CARTONGESSO SISTEMI RADIANTI Pag. 14 PANNELLO RADIANTE PER PARETI E SOFFITTI COS È AktivBoard è un sistema di riscaldamento e raffrescamento a parete

Dettagli

UNI 10683/2012. Generatori di calore alimentati a legna o altri bio combustibili solidi Verifica, installazione, controllo e manutenzione

UNI 10683/2012. Generatori di calore alimentati a legna o altri bio combustibili solidi Verifica, installazione, controllo e manutenzione UNI 10683/2012 Generatori di calore alimentati a legna o altri bio combustibili solidi Verifica, installazione, controllo e manutenzione Regione Lombardia D.G.R.1118 La UNI 10683 è la norma per l installazione,

Dettagli

Istruzioni di montaggio

Istruzioni di montaggio Istruzioni di montaggio I Gli elementi riscaldanti piatti sono certificati VDE secondo norme DIN EN60335-1 e DIN EN60335-2-96. Leggere attentamente le presenti istruzioni prima di intraprendere il montaggio.

Dettagli

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Ponti termici e Serramenti. Novembre 2011

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Ponti termici e Serramenti. Novembre 2011 Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti Ponti termici e Serramenti Novembre 2011 Cosa sono i ponti termici I Ponti Termici sono punti o zone dove il comportamento termico dell edificio è diverso

Dettagli

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare NUOVO! NUOVO AF/ARMAFLEX MIGLIORE EFFICIENZA DELL ISOLAMENTO Sempre più semplice da utilizzare L flessibile professionale Nuove prestazioni certificate. Risparmio energetico: miglioramento di oltre il

Dettagli

ESEMPI DI APPLICAZIONI

ESEMPI DI APPLICAZIONI RISCALDAMENTO IN FIBRA DI CARBONIO ESEMPI DI APPLICAZIONI MATERASSINO SOTTO IL MASSETTO E PAVIMENTO L installazione sotto il massetto, grazie all inerzia termica dello stesso, consente di mantenere la

Dettagli

Il piacere di stare in casa. PVC

Il piacere di stare in casa. PVC Il piacere di stare in casa. Amiata Serramenti presenta la linea di infissi in, realizzati con alta tecnologia che nasce da ricerche mirate ad ottenere i migliori coefficenti di isolamento sia termico

Dettagli

Appoggi per l edilizia Kilcher

Appoggi per l edilizia Kilcher Appoggi per l edilizia Kilcher Deforma Limitgliss Teflon Con l installazione degli appoggi Kilcher è possibile evitare la formazione di crepe nelle costruzioni dovute a deformazioni e torsioni angolari

Dettagli

Sistema di consolidamento di solai in legno, acciaio e calcestruzzo. Il nuovo indirizzo della ristrutturazione.

Sistema di consolidamento di solai in legno, acciaio e calcestruzzo. Il nuovo indirizzo della ristrutturazione. Sistema di consolidamento di solai in legno, acciaio e calcestruzzo. Il nuovo indirizzo della ristrutturazione. Nuovo sistema di interconnessione più calcestruzzi strutturali Leca. L unione fa il rinforzo.

Dettagli

EPS 10/2013. Knauf Therm Pavimenti. Soluzioni per l isolamento termico e l alleggerimento di elementi strutturali orizzontali

EPS 10/2013. Knauf Therm Pavimenti. Soluzioni per l isolamento termico e l alleggerimento di elementi strutturali orizzontali EPS 10/2013 Knauf Therm Pavimenti Soluzioni per l isolamento termico e l alleggerimento di elementi strutturali orizzontali Knauf Therm: soluzioni isolanti per l isolamento civile ed industriale Elevate

Dettagli

Tipologie lastre di cartongesso previste dalla norma EN 520

Tipologie lastre di cartongesso previste dalla norma EN 520 Tipologie lastre di cartongesso previste dalla norma EN 520 Lastra tipo A: lastra standard, adatta a ricevere l applicazione di intonaco a gesso o decorazione. Lastra tipo H: lastra additivata con sostanze

Dettagli

Protezione dal Fuoco. Linee Guida per l Installazione e la Movimentazione dei Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur

Protezione dal Fuoco. Linee Guida per l Installazione e la Movimentazione dei Vetri Resistenti al Fuoco. Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Protezione dal Fuoco Linee Guida per l Installazione e la Movimentazione dei Vetri Resistenti al Fuoco Pilkington Pyrostop Pilkington Pyrodur Indice 1.0 Informazioni Generali sul Prodotto pag. 3 2.0 Sistemi

Dettagli

UNI 7129 Impianti a gas per uso domestico alimentati da rete di distribuzione Progettazione, installazione e manutenzione

UNI 7129 Impianti a gas per uso domestico alimentati da rete di distribuzione Progettazione, installazione e manutenzione UNI 7129 Impianti a gas per uso domestico alimentati da rete di distribuzione Progettazione, installazione e manutenzione Scopo La presente norma ha lo scopo di fissare i criteri per la progettazione,

Dettagli

Comfort termico e acustico con sistemi isolanti a secco

Comfort termico e acustico con sistemi isolanti a secco Comfort termico e acustico con sistemi isolanti a secco Pannelli isolanti con cartongesso Gexo è un sistema nato per risolvere, agendo dall interno, i problemi di isolamento degli ambienti abbinando i

Dettagli

Scheda prodotti Rockpanel Colours

Scheda prodotti Rockpanel Colours Scheda prodotti Rockpanel Colours Durable - Xtreme - FS-Xtra Italia 1 Descrizione del prodotto I pannelli Rockpanel sono pannelli prefabbricati in lana minerale compressa con strato intermedio organico

Dettagli

Appendice 4 Tecnologie di coibentazione

Appendice 4 Tecnologie di coibentazione AUDIT ENERGETICI DEGLI EDIFICI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI TRECATE Appendice 4 Appendice 4 Tecnologie di coibentazione SOMMARIO A. COIBENTAZIONE PARETI...3 B. COIBENTAZIONE COPERTURE...7 C. COIBENTAZIONE

Dettagli

POWERFILM TECHNICAL BOOK

POWERFILM TECHNICAL BOOK POWERFILM TECHNICAL BOOK POWERFILM SISTEMA RADIANTE ELETTRICO A PAVIMENTO SOFFITTO E PARETE POWERFILM è la soluzione innovativa di riscaldamento a pavimento, soffitto e parete pensato e realizzato per

Dettagli

VITAL PANNELLO DI FIBRE DI CELLULOSA ISOLAMENTO TERMICO ED ACUSTICO BIOECOLOGICO IN FIBRE DI CELLULOSA

VITAL PANNELLO DI FIBRE DI CELLULOSA ISOLAMENTO TERMICO ED ACUSTICO BIOECOLOGICO IN FIBRE DI CELLULOSA PANNELLO DI FIBRE DI CELLULOSA ISOLAMENTO TERMICO ED ACUSTICO BIOECOLOGICO IN FIBRE DI CELLULOSA SOMMARIO - PANNELLO DI FIBRE DI CELLULOSA 4 5 6 8 GENERALITà IL PRODOTTO Vital LE APPLICAZIONI Assorbimento

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CONFORMITA

DICHIARAZIONE DI CONFORMITA Rev : 04-04-2012 DICHIARAZIONE DI CONFORMITA SISTEMI LE/GA RIV. INOX 10-10 LE/GA RIV. RAME 10-10 MANUALE DI MONTAGGIO E MANUTENZIONE Indice Introduzione..Pag. II Riferimenti normativi Pag II Caratteristiche

Dettagli

innovazione Pannelli Accoppiati formazione a regola d arte Pregystyrene - Pregyfoam

innovazione Pannelli Accoppiati formazione a regola d arte Pregystyrene - Pregyfoam innovazione Pannelli Accoppiati formazione a regola d arte Pregystyrene - Pregyfoam Pregyver sistema lastre- Pregyroche PANNELLI ACCOPPIATI I PANNELLI ACCOPPIATI SINIAT I pannelli preaccoppiati Siniat

Dettagli

31Sistemi a secco per esterni

31Sistemi a secco per esterni Sistemi a secco per esterni Costruire in modo semplice e naturale l involucro dell edificio SECUROCK è una lastra innovativa ad elevata resistenza all umidità e all acqua, creata e progettata da USG appositamente

Dettagli

ISOLAMENTO TERMICO DELLE PARETI

ISOLAMENTO TERMICO DELLE PARETI ISOLAMENTO TERMICO DELLE PARETI 5 6 L isolamento termico delle pareti perimetrali degli edifici, rappresenta uno degli interventi più importanti da prevedere in sede di progettazione, allo scopo di: ridurre

Dettagli

GUIDA ALL INSTALLAZIONE DI UN SISTEMA FISSO AUTOMATICO DI RIVELAZIONE E ALLARME D INCENDIO

GUIDA ALL INSTALLAZIONE DI UN SISTEMA FISSO AUTOMATICO DI RIVELAZIONE E ALLARME D INCENDIO GUIDA ALL INSTALLAZIONE DI UN SISTEMA FISSO AUTOMATICO DI RIVELAZIONE E ALLARME D INCENDIO La presente guida mette in risalto solo alcuni punti salienti estrapolati dalla specifica norma UNI 9795 con l

Dettagli

CHIUSURE VER VER ICALI

CHIUSURE VER VER ICALI CHIUSURE VERTICALI In generale si definisce CHIUSURA l insieme delle unità tecnologiche e degli elementi del sistema edilizio aventi funzione di separare e di conformare gli spazi interni del sistema edilizio

Dettagli

2. PREPARAZIONE DEL PRODOTTO

2. PREPARAZIONE DEL PRODOTTO Tytan Adhesive Bond Gun Adesivo poliuretanico monocomponente che indurisce con l'umidita' dell'aria. La schiuma e' prodotta secondo le indicazioni della norma ISO 9001:2008. APPLICAZIONE Adesivo universale

Dettagli

[LESIONISTRUTTURALINEGLI EDIFICICONTEMPORANEI]

[LESIONISTRUTTURALINEGLI EDIFICICONTEMPORANEI] 2014 PROGETTARE BIOEDILE Giovanni Tona [LESIONISTRUTTURALINEGLI EDIFICICONTEMPORANEI] Analisi delle cause delle più frequenti lesioni presenti negli edifici con struttura in cemento armato, e metodi di

Dettagli

ARCA la certificazione di qualità delle costruzioni in legno.

ARCA la certificazione di qualità delle costruzioni in legno. ARCA la certificazione di qualità delle costruzioni in legno. ARCA il marchio di qualità degli edifici in legno ARCA, ARchitettura Comfort Ambiente è il primo sistema di certificazione dedicato alle costruzioni

Dettagli

XYLEVO by Brunofranco SCHEDA TECNICA SISTEMA MODULARE COMPONIBILE. Costruire in modo ecologico per vivere meglio.

XYLEVO by Brunofranco SCHEDA TECNICA SISTEMA MODULARE COMPONIBILE. Costruire in modo ecologico per vivere meglio. XYLEVO by Brunofranco SCHEDA TECNICA SISTEMA MODULARE COMPONIBILE Costruire in modo ecologico per vivere meglio. Nordtex nasce dall'unione di imprenditori attivi nel settore dell'edilizia che promuovono

Dettagli

Polistirene espanso macinato a granulometria variabile. Polistirene espanso macinato a granulometria variabile,

Polistirene espanso macinato a granulometria variabile. Polistirene espanso macinato a granulometria variabile, Massetti leggeri Perliking : Polistirene macinato e perla vergine per massetti in CLS leggero Tipo PKM Polistirene espanso macinato a granulometria variabile PKM/ADD Polistirene espanso macinato a granulometria

Dettagli

ARCA la certificazione di qualità delle costruzioni in legno.

ARCA la certificazione di qualità delle costruzioni in legno. ARCA la certificazione di qualità delle costruzioni in legno. ARCA il marchio di qualità degli edifici in legno ARCA, ARchitettura Comfort Ambiente è il primo sistema di certificazione dedicato alle costruzioni

Dettagli

GUIDA PER LA POSa Tecniche di posa in opera

GUIDA PER LA POSa Tecniche di posa in opera Edizione 2012 ISOLANTI SOTTILI MULTIRIFLETTENTI ACTIS GUIDA PER LA POSa Tecniche di posa in opera Tetti SoTTOTETTI Muri Pavimenti 2 5Le regole fondamentali per la posa 1 Lasciare una camera d aria di 20

Dettagli

CHIUSURE VER VER ICALI PORTATE

CHIUSURE VER VER ICALI PORTATE CHIUSURE VERTICALI PORTATE CHIUSURE VERTICALI PORTATE Hanno funzione portante t secondaria cioè non garantiscono la sicurezza statica complessiva dell edificio ma devono assicurare la protezione e l incolumità

Dettagli

L efficienza energetica in edilizia La cura dei particolari

L efficienza energetica in edilizia La cura dei particolari L efficienza energetica in edilizia La cura dei particolari L edificio energeticamente efficiente, deve nascere già dal progetto architettonico orientamento dimensionamento delle superfici trasparenti

Dettagli

IL FUTURO è a 0,023 W/mK

IL FUTURO è a 0,023 W/mK NOVITA IL FUTURO è a 0,023 W/mK LISTELLO RINFORZATO / SCHIUMA POLYISO / PIU MANEGGEVOLE CARATTERISTICHE PRINCIPALI LISTELLO RINFORZATO SCHIUMA POLYISO MANEGGEVOLEZZA GARANZIA SUPPORTO IN ALLUMINIO RISPARMIO

Dettagli

4. TERMINI, DEFINIZIONI

4. TERMINI, DEFINIZIONI PREMESSA Normalmente si defi nisce camino una componente della casa. Il sistema fumario è l insieme di tutti i sistemi per l espulsione dei fumi dall apparecchio di combustione al comignolo. Il camino

Dettagli

MANUALE PER L IMBALLO DELLE SPEDIZIONI

MANUALE PER L IMBALLO DELLE SPEDIZIONI MANUALE PER L IMBALLO DELLE SPEDIZIONI NORME GENERALI L imballaggio deve essere sufficientemente ROBUSTO. Il materiale utilizzato per l imballaggio deve essere scelto in base al tipo di merce che deve

Dettagli

TECNOLOGIE PER LA REALIZZAZIONE DI INVOLUCRI EDILIZI AD ALTA PRESTAZIONE ENERGETICA

TECNOLOGIE PER LA REALIZZAZIONE DI INVOLUCRI EDILIZI AD ALTA PRESTAZIONE ENERGETICA TECNOLOGIE PER LA REALIZZAZIONE DI INVOLUCRI EDILIZI AD ALTA PRESTAZIONE ENERGETICA PROGRAMMA Parte I - Caratteristiche tecniche e sostenibilità dei materiali isolanti Celenit Parte II - Isolamento termico

Dettagli

FERMACELL Powerpanel TE per i pavimenti in ambienti umidi

FERMACELL Powerpanel TE per i pavimenti in ambienti umidi Schede tecniche FERMACELL: FERMACELL Powerpanel TE per i pavimenti in ambienti umidi Powerpanel TE è la lastra cementizia ideale per la realizzazione di pavimenti a secco in locali ad elevata umidità.

Dettagli

PiroVas ThermoVas. Caldaie a legna a combustione tradizionale e pirolitica

PiroVas ThermoVas. Caldaie a legna a combustione tradizionale e pirolitica PiroVas ThermoVas a combustione tradizionale e pirolitica 2 PiroVas - ThermoVas a combustione tradizionale e pirolitica PiroVas - ThermoVas Bongioanni Caldaie da sempre sensibile ai problemi energetici

Dettagli

10a - Chiusure e partizioni interne

10a - Chiusure e partizioni interne 10a - Chiusure e partizioni interne, infissi esterni verticali. Requisiti ed elementi. Modelli funzionali ed alternative tecniche. La chiusura di un edificio è quella parte dell organismo edilizio che

Dettagli

CARATTERISTICHE GENERALI DEL VETRO CELLULARE POLYDROS

CARATTERISTICHE GENERALI DEL VETRO CELLULARE POLYDROS CARATTERISTICHE GENERALI DEL VETRO CELLULARE POLYDROS Il pannello di vetro cellulare POLYDROS si ottiene partendo dalla polvere di vetro, la quale, mediante un processo termico-chimico, si trasforma in

Dettagli

Riqualificazione energetica degli edifici esistenti Prof. Peter Erlacher Naturno (BZ)

Riqualificazione energetica degli edifici esistenti Prof. Peter Erlacher Naturno (BZ) Riqualificazione energetica degli edifici esistenti Prof. Peter Erlacher Naturno (BZ) La situazione edilizia in Italia è particolarmente anziana. Circa due terzi degli edifici esistenti sono antecedenti

Dettagli

condizioni per la posa su massetto riscaldante

condizioni per la posa su massetto riscaldante condizioni per la posa su massetto riscaldante Parchettificio Toscano s.r.l. - 56024 Corazzano - S. Miniato (PI) Italia - Tel. (0039) 0571 46.29.26 Fax (0039) 0571 46.29.39 info@parchettificiotoscano.it

Dettagli

Workbook 2-35. Statica 36-49. Resistenza al fuoco 50-53. Estetica 54-55. Ecologia 56-73. Isolamento acustico 74-89. Acustica del locale 90-101

Workbook 2-35. Statica 36-49. Resistenza al fuoco 50-53. Estetica 54-55. Ecologia 56-73. Isolamento acustico 74-89. Acustica del locale 90-101 2-35 Statica 36-49 Resistenza al fuoco 50-53 Estetica 54-55 Ecologia 56-73 Isolamento acustico 74-89 Acustica del locale 90-101 Isolamento termico 102-113 Progettazione esecutiva Workbook 114-121 122-127

Dettagli

una sfida da vincere anche con il legno

una sfida da vincere anche con il legno Nella direzione del cambiamento costruiamo case in legno AMBIENTE una sfida da vincere anche con il legno Problemi epocali come l inquinamento atmosferico ed il riscaldamento globale ci toccano in quanto

Dettagli

PRINCIPALI CARATTERISTICHE PER L'IMPIEGO NELLE COSTRUZIONI RESIDENZIALI. sufficientemente disponibile - smaltibile in discariche per inerti

PRINCIPALI CARATTERISTICHE PER L'IMPIEGO NELLE COSTRUZIONI RESIDENZIALI. sufficientemente disponibile - smaltibile in discariche per inerti MATERIALI TERMOISOLANTI PRINCIPALI CARATTERISTICHE PER L'IMPIEGO NELLE COSTRUZIONI RESIDENZIALI Produzione Impiego Ecologia Proprietà termoigrometriche e acustiche Conduttività termica W/mK Classe di reazione

Dettagli

Silicato isolstyle per edilizia/bioedilizia. Pareti fredde, umidità, muffa...

Silicato isolstyle per edilizia/bioedilizia. Pareti fredde, umidità, muffa... Pareti fredde, umidità, muffa... Con le lastre in silicato di calcio isolstyle è possibile risolvere definitivamente questi problemi! Le lastre in sono molto leggere, (1) 6 kg/m2 e si posano facilmente

Dettagli

TIPOLOGIE PRINCIPALI 10

TIPOLOGIE PRINCIPALI 10 QUADERNO II Chiusure in muratura e calcestruzzo MURI ESTERNI IN ELEVAZIONE Scheda N : TIPOLOGIE PRINCIPALI 10 Esistono diversi tipi di muri,che si differenziano gli uni dagli altri per la loro resistenza

Dettagli

Descrizione delle voci e degli elementi U.M. Quantità Importo unitario

Descrizione delle voci e degli elementi U.M. Quantità Importo unitario N. Ord. Tariffa Descrizione delle voci e degli elementi U.M. Quantità Importo unitario Importo totale N.P.01 1C.01.080.0010.b Rimozione di controsoffitti in pannelli di gesso continui fissi pendinati e

Dettagli

OSNASOL. Sistema integrato per impianti termici a energia solare. Member of the KME Group OSNASOL [I]

OSNASOL. Sistema integrato per impianti termici a energia solare. Member of the KME Group OSNASOL [I] Sistema integrato per impianti termici a energia solare OSNASOL [I] Member of the KME Group Collettore solare osnasol qualità, praticità e sicurezza Vantaggi Il rame ha da sempre rappresentato il materiale

Dettagli

I blocchi di calcestruzzo

I blocchi di calcestruzzo Murature Tecniche I blocchi di calcestruzzo I blocchi in calcestruzzo rappresentano uno dei sistemi più diffusi ed economici per realizzare murature di tamponamento. Devono essere prodotti in conformità

Dettagli

Resistenza al fuoco di tetti a falda in legno

Resistenza al fuoco di tetti a falda in legno Resistenza al fuoco di tetti a falda in legno Prove di comportamento al fuoco di strutture edilizia isolate con schiume poliuretaniche Protezione passiva dal rischio incendi Come è noto per la valutazione

Dettagli

ECOSTAR PIANA PRISMATICA CURVA

ECOSTAR PIANA PRISMATICA CURVA ECOSTAR PIANA PRISMATICA CURVA 2 AVVERTENZA: Nell elenco delle parti è indicato il numero di codice da citare in caso di richiesta componente per ricambio o sostituzione. ECOSTAR ISTRUZIONI D USO Complimenti

Dettagli

sistema DAMPER isolamento acustico

sistema DAMPER isolamento acustico sistema DAMPER isolamento acustico DAMProll 3 Materassino in gomma per isolamento rumori da calpestio SILEREX 5 Premiscelato sfuso in gomma per isolamento vibrazioni, rumori impattivi e da calpestio DAMPstrip

Dettagli

STABILIMENTO INDUSTRIALE NOVELLO 87 pilastri di legno lamellare: una sfida costruttiva

STABILIMENTO INDUSTRIALE NOVELLO 87 pilastri di legno lamellare: una sfida costruttiva STABILIMENTO INDUSTRIALE NOVELLO 87 pilastri di legno lamellare: una sfida costruttiva. Quello che viene qui presentato è un edificio industriale senza precedenti, un nuovo modello di sviluppo per i progetti

Dettagli

SOLUZIONI COSTRUTTIVE PER L ISOLAMENTO DEGLI EDIFICI IN XLAM

SOLUZIONI COSTRUTTIVE PER L ISOLAMENTO DEGLI EDIFICI IN XLAM SOLUZIONI COSTRUTTIVE PER L ISOLAMENTO DEGLI EDIFICI IN XLAM Si ringrazia Zoppelletto srl per la gentile concessione di immagini di cantiere. 2 Introduzione Con la dizione edifici in XLam si intende oggi

Dettagli

SCHEDA TECNICA SISTEMA VERTICAL TOP

SCHEDA TECNICA SISTEMA VERTICAL TOP SISTEMA VERTICAL TOP SOFFITTO/PARETE SISTEMA VERTICAL TOP Struttura Modulo 2000x1200 Modulo 1000x1200 Mandata/Ritorno Raccordi Sistema radiante a soffitto/parete specifico per la climatizzazione degli

Dettagli

Direttiva tecnica per il programma di calcolo CasaClima (Agosto 2007)

Direttiva tecnica per il programma di calcolo CasaClima (Agosto 2007) Direttiva tecnica per il programma di calcolo CasaClima (Agosto 2007) Per problemi con il programma di calcolo si deve considerare principalmente la guida all uso della scheda operativa per il calcolo

Dettagli

Schede tecniche e linee guida per l installazione

Schede tecniche e linee guida per l installazione Schede tecniche e linee guida per l installazione 43 Intumex RS10 - Collare tagliafuoco Generalità Intumex RS10 è un tagliafuoco per tubazioni in plastica realizzato in acciaio inossidabile vericiato a

Dettagli

Amico Progettista, abbiamo creato per te questo strumento di lavoro per dare una risposta a tutti i tuoi dubbi.

Amico Progettista, abbiamo creato per te questo strumento di lavoro per dare una risposta a tutti i tuoi dubbi. Amico Progettista, abbiamo creato per te questo strumento di lavoro per dare una risposta a tutti i tuoi dubbi. Girando pagina troverai la soluzione a situazioni nelle quali si richiede una decisione della

Dettagli

NEW BASICS IL PIÚ POLIVALENTE DEI PANNELLI A BASE DI LEGNO WWW.OSB-INFO.ORG FOR PROFESSIONAL PANEL ENGINEERING

NEW BASICS IL PIÚ POLIVALENTE DEI PANNELLI A BASE DI LEGNO WWW.OSB-INFO.ORG FOR PROFESSIONAL PANEL ENGINEERING NEW BASICS FOR PROFESSIONAL PANEL ENGINEERING IL PIÚ POLIVALENTE DEI PANNELLI A BASE DI LEGNO O R I E N T E D S T R A N D B O A R D WWW.OSB-INFO.ORG PANEL OSB: PIÚ DI QUANTO NON IMMAGINIATE L'OSB o pannello

Dettagli

Fabbricati per stabilimenti

Fabbricati per stabilimenti Impostazioni progettuali dello stabilimento Fabbricati per stabilimenti industriali Classificazione dei fabbricati e sistemi costruttivi Elementi principali dei fabbricati industriali Strutture varie Piano

Dettagli

9.4. Applicazione e funzione. Sistema per pavimenti con funzione di isolamento acustico

9.4. Applicazione e funzione. Sistema per pavimenti con funzione di isolamento acustico Schlüter -BEKOTEC-EN 18 FTS Sistema per pavimenti con funzione di isolamento acustico 9.4 Struttura per massetto di basso spessore privo di tensioni, a ridotta deformazione. Particolarmente indicato per

Dettagli

CALORE. Sistemi produzione. In tutti i Paesi sviluppati, la lotta contro gli incendi

CALORE. Sistemi produzione. In tutti i Paesi sviluppati, la lotta contro gli incendi Sistemi produzione CALORE di Marco Albanese, responsabile Ufficio Salute, Sicurezza e Ambiente - Rimessaggio del Tirreno Srl La prevenzione degli incendi garantisce la sicurezza degli edifici In tutti

Dettagli

www.leovillage.it/bio RIFERIMENTO: Dott. Ing. Giovanni Casali casaligianni@gmail.com info@leovillage.it amministrazione@leovillage.

www.leovillage.it/bio RIFERIMENTO: Dott. Ing. Giovanni Casali casaligianni@gmail.com info@leovillage.it amministrazione@leovillage. www.leovillage.it/bio RIFERIMENTO: Dott. Ing. Giovanni Casali casaligianni@gmail.com info@leovillage.it amministrazione@leovillage.it TEL 070.7333238 CEL 392.9128974 Sede Legale: Via Don Vico 10, La Maddalena

Dettagli

Impianti di riscaldamento. Prof. Ing. P. Romagnoni Università IUAV di Venezia Dorsoduro 2206 Venezia

Impianti di riscaldamento. Prof. Ing. P. Romagnoni Università IUAV di Venezia Dorsoduro 2206 Venezia Impianti di riscaldamento Prof. Ing. P. Romagnoni Università IUAV di Venezia Dorsoduro 2206 Venezia Sono i sistemi più utilizzati nell edilizia residenziale dove spesso sono di solo riscaldamento, ma possono

Dettagli

Caldaia a legna a gassificazione con combustione a fiamma rovesciata ECOBiovent Serie C

Caldaia a legna a gassificazione con combustione a fiamma rovesciata ECOBiovent Serie C Tecnologia Abitativa Avanzata ECOTRIBE Tecnologia Abitativa Avanzata di Giancarlo Avataneo - Str. Miravalle 24/4-10024 Moncalieri (TO) P. IVA 09183030015 - Codice fiscale VTNGCR52R08L219B - Cell. 0039

Dettagli

LECABLOCCO TRAMEZZA. semplice, sicuro e vantaggioso

LECABLOCCO TRAMEZZA. semplice, sicuro e vantaggioso LECABLOCCO TRAMEZZA semplice, sicuro e vantaggioso Il Lecablocco Tramezza è un manufatto in calcestruzzo alleggerito con argilla espansa Leca studiato dall ANPEL con sistema di collegamento ad incastri

Dettagli

Strumenti di progettazione per MAPESILENT SYSTEM

Strumenti di progettazione per MAPESILENT SYSTEM MAPESILENT SYSTEM MAPESILENT System pag. 2 INTRODUZIONE pag. 4 Mapesilent system pag. 4 PRESTAZIONI E POSA IN OPERA pag. 6 ESEMPIO DI CALCOLO ACUSTICO pag. 7 ESEMPIO DI CALCOLO TERMICO pag. 8 COMPONENTI

Dettagli

Sistema per pavimenti

Sistema per pavimenti Schlüter -BEKOTEC Sistema per pavimenti 9.1 struttura in basso spessore a ridotta deformazione concava e convessa Scheda tecnica Applicazione e funzione Schlüter -BEKOTEC è un sistema sicuro che permette

Dettagli

Cappotto interno con isolante termoriflettente Over-foil

Cappotto interno con isolante termoriflettente Over-foil Soluzione 1 - detrazione fiscale 65% in soli 7 cm Spessore totale controparete finita: 7 cm Isolante termoriflettente: Over-foil Multistrato 19 Parete esterna esistente Listelli in legno (o struttura metallica

Dettagli

SCELGA BENE I SUOI ISOLANTI SOTTILI. MULTIRIFLETTENTI Catalogo di gamma

SCELGA BENE I SUOI ISOLANTI SOTTILI. MULTIRIFLETTENTI Catalogo di gamma Edizione 2009 ISOLANTI SOTTILI MULTIRIFLETTENTI ACTIS SCELGA BENE I SUOI ISOLANTI SOTTILI MULTIRIFLETTENTI Catalogo di gamma TETTI SOTTOTETTI MURI SOLAI PROCEDURA DI ACCREDITAMENTO TECNICO EUROPEO IN CORSO

Dettagli

Sistemi a pavimento radiante 0541IT gennaio 2013

Sistemi a pavimento radiante 0541IT gennaio 2013 Componenti SISTEMA A PAVIMENTO RADIANTE A SECCO Descrizione Sistema a pavimento radiante in esecuzione a secco, senza l impiego di malta cementizia come strato di supporto della finitura superficiale e

Dettagli

Camini e canne fumarie, perché tutti questi incendi?

Camini e canne fumarie, perché tutti questi incendi? Via Repubblica 56-13900 Biella Tel: 015 351121 - Fax: 015 351426 - C. F.: 81067160028 Internet: www.biella.cna.it - email: mailbox@biella.cna.it Certificato n IT07/0030 Camini e canne fumarie, perché tutti

Dettagli

REQUISITI DI ISOLAMENTO TERMICO PANNELLI DI TAMPONAMENTO

REQUISITI DI ISOLAMENTO TERMICO PANNELLI DI TAMPONAMENTO REQUISITI DI ISOLAMENTO TERMICO PANNELLI DI TAMPONAMENTO 1. QUADRO NORMATIVO La scelta dei componenti di frontiera tra ambiente esterno ed interno o tra ambienti interni contigui è determinata dalla necessità

Dettagli

Isolante termoacustico in PET riciclato da bottiglie

Isolante termoacustico in PET riciclato da bottiglie Isolante termoacustico in PET riciclato da bottiglie Per l isolamento termico e acustico di pareti e coperture imputrescibile inattaccabile da muffe, batteri o roditori anallergico riciclabile ecologico

Dettagli

RÖFIX RENOPOR La soluzione facile per il risanamento di pareti umide!

RÖFIX RENOPOR La soluzione facile per il risanamento di pareti umide! RÖFIX RENOPOR La soluzione facile per il risanamento di pareti umide! Il sistema di risanamento a pannelli Sistemi per construire RÖFIX Renopor A colpo d occhio Ecologico - minerale - con struttura cellulare

Dettagli

PANNELLO SOLARE TERMICO

PANNELLO SOLARE TERMICO pannello solare termico.solar PANNELLO SOLARE TERMICO Dal sole all acqua.solar PRINCIPALI CARATTERISTICHE DEL COLLETTORE SOLARE Il collettore solare trasforma la radiazione solare in calore. L'elemento

Dettagli

SLIMINNOVATION SLIMINNOVATION S CHEDA TECNICA 2 11 SISTEMA CON MASSETTO PER IMPIANTI CIVILI (COSTRUZIONI UMIDE) IMPIANTI CIVILI

SLIMINNOVATION SLIMINNOVATION S CHEDA TECNICA 2 11 SISTEMA CON MASSETTO PER IMPIANTI CIVILI (COSTRUZIONI UMIDE) IMPIANTI CIVILI IMPIANTI DI DI RISCALDAMENTO E E RAFFRESCAMENTO RADIANTE S CHEDA TECNICA 2 11 IMPIANTI CIVILI SLIMINNOVATION SPECIALE RISTRUTTURAZIONI SISTEMA CON MASSETTO a basso spessore PER IMPIANTI CIVILI (COSTRUZIONI

Dettagli

Isolante termoacustico in PET riciclato da bottiglie

Isolante termoacustico in PET riciclato da bottiglie Isolante termoacustico in PET riciclato da bottiglie Per l isolamento termico e acustico di pareti e coperture imputrescibile inattaccabile da muffe, batteri o roditori anallergico riciclabile ecologico

Dettagli

La nuova dimensione nella protezione al fuoco Fire protection

La nuova dimensione nella protezione al fuoco Fire protection FERMACELL Firepanel A1 La nuova dimensione nella protezione al fuoco Fire protection Firepanel A1 La nuova lastra incombustibile di FERMACELL La lastra FERMACELL Firepanel A1 rappresenta una novità assoluta

Dettagli