VALTER ROMANI GENITORI DI SUCCESSO. Tutti i Diritti Riservati Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "VALTER ROMANI GENITORI DI SUCCESSO. Tutti i Diritti Riservati Vietata qualsiasi duplicazione del presente ebook"

Transcript

1

2 VALTER ROMANI GENITORI DI SUCCESSO 2

3 Come insegnare ai tuoi figli a muoversi con successo nel mondo del lavoro Titolo GENITORI DI SUCCESSO Autore Valter Romani Sito internet ATTENZIONE. Il contenuto di questo ebook è frutto di anni di studi del sottoscritto e di esperienze maturate nel settore del dimagrimento. Data tuttavia la particolarità della natura dell uomo non è possibile garantire il raggiungimento di risultati ottenuti da altre persone a fronte dello stesso percorso. Il lettore si assume piena responsabilità nel seguire i suggerimenti indicati nel libro e nell adattarli alla propria persona, consapevole dei rischi connessi a qualsiasi forma di utilizzo errato delle suddette informazioni. Il libro ha esclusivamente scopo formativo e non è in alcun modo sostitutivo di trattamento medico o psicologico. Se sai o temi di avere dei problemi o disturbi fisici o psicologici ti consiglio di affidarti ad uno specialista. 3

4 Sommario Introduzione pag. 5 Capitolo 1: Chi penserà ai nostri ragazzi? pag. 13 Capitolo 2: Prima di tutto Chi sei? pag. 29 Capitolo 3: E Cosa sai fare? pag. 38 Capitolo 4: Come gestisci le tue risorse scarse? pag. 55 Conclusioni pag. 73 4

5 INTRODUZIONE Caro genitore è un po che ti penso. Questo perché ultimamente mi soffermo sempre più spesso a pensare ai miei figli Pierluigi (13 anni) e Giulia (4 anni), a quale sarà il loro futuro in questo mondo in così rapida evoluzione e per questo così poco prevedibile. Penso a quel dato fornito spesso dai TG, quel numero che aumenta sempre più e che, non so a te, ma a me impressiona molto. Parlo del tasso attuale di disoccupazione giovanile, un numero troppo vicino al 50%. Vuol dire che un ragazzo su due non si riesce ad inserire nel mondo del lavoro. Un ragazzo su due non è capace di mantenersi da sé. Uno su due è rassegnato. Questo è il vero male del 21-esimo secolo. Non riesco a non pensare a quanto possa essere distruttivo per il morale di un ragazzo e per la sua autostima provare la sensazione di non riuscire a trovare un ruolo in questa società. Quelli che 5

6 hanno la fortuna di terminare con successo un percorso di studio si ritrovano a cercare per mesi, a volte per anni, un lavoro che possa rappresentare il giusto coronamento dei loro sacrifici di studenti. Molti sono costretti ad andare all estero per trovare un lavoro consono al titolo conseguito. Quelli che invece lasciano gli studi per buona parte non provano neanche ad affacciarsi nel mondo del lavoro. Il sistema lavoro sembra dire loro: Inutile che ci provi Non ce n è per nessuno, figuriamoci per uno come te senza titolo né esperienza. Del resto non deve neanche essere facile sobbarcarsi il sacrificio del conseguimento di una laurea se nel frattempo vedi quelli che quella laurea già ce l hanno a loro volta disoccupati. E così, alla maggior parte di questi ragazzi, non rimane che restare in quel limbo costituito dalla casa dei loro genitori, ad elemosinare i 10 euro per uscire con gli amici, senza speranza che le cose possano un giorno cambiare in meglio. Penso che sia terribile anche per un genitore sapere che suo figlio dipende totalmente da lui. Non tanto per il fatto del peso 6

7 economico in sé, quanto per l atroce domanda che ognuno di questi inevitabilmente si pone: Cosa ne sarà di mio figlio quando io non ci sarò. Chi avrà cura di lui? Per questo motivo è un po che ti penso e per questo ho deciso di scrivere questo ebook e di diffonderlo gratuitamente: per aiutarti a divenire consapevole di cosa è necessario fare per tuo figlio al fine di renderlo capace di affrontare con successo la vita. Credo che la mia visione del problema ti possa aiutare perché ho la fortuna di aver accumulato un esperienza che mi permette di osservare il problema da tutte le angolazioni e quindi da poterti fornire degli ottimi consigli. Ho frequentato con buoni risultati il liceo scientifico. Anche ai miei tempi si studiava molto ma applicando alcune strategie sono riuscito ad ottenere ottimi risultati con il minimo sforzo. Ciò mi ha permesso di dedicare parte del tempo libero a studiare l elettronica che era la mia passione frequentando durante i cinque anni del liceo il corso di Riparatore radio stereo a transistor della Scuola Radio Elettra. Ma cosa più importante 7

8 sono riuscito a dedicare del tempo al godimento spensierato della mia giovinezza. La mia saggia gestione del liceo mi ha permesso di arrivare all università in qualche modo fresco e con tanta voglia di affrontare lo studio dell elettronica prima e della mia sopravvenuta seconda passione, l informatica. Un altra passione che coltivo da una vita sono le lingue straniere. Ne ho studiate tante e grazie a ciò oggi ne riesco a parlare abbastanza bene 7 (italiano, inglese, francese, spagnolo, tedesco, russo, portoghese) e con altre mi cimento di tanto in tanto in funzione dei miei viaggi (arabo, olandese, greco, cinese, ) ma di queste altre non ho ancora grande dimestichezza. Ma cosa importa? Per me è una passione e quando vado in un paese straniero mi piace almeno riuscire a leggere (l arabo e il greco lo leggo, il cinese solo qualche ideogramma) ciò che trovo scritto in giro e scambiare almeno un po di convenevoli. Al quarto anno di ingegneria ebbi la fortuna di ottenere una cattedra annuale di elettronica presso l istituto tecnico industriale 8

9 della mia città. Lì ebbi modo di comprendere diverse cose interessanti: come cambia l insegnamento tra il liceo e l istituto tecnico; le diverse aspettative dei ragazzi rispetto alla scuola; le diverse aspettative che i genitori nutrono nei ragazzi; quelle dei docenti nei ragazzi. Le aspettative sono importanti perché quello che ci aspettiamo da noi stessi sommato a quello che gli altri si aspettano da noi contribuiscono a influenzare ciò che otteniamo. Ho insegnato un paio di anni in due istituti diversi per raggiungere alcune conclusioni importanti. Tranne pochi docenti che hanno la missione dell insegnamento, l obiettivo di molti altri miei colleghi era quello di completare il programma annuale di insegnamento. Per altri neanche quello. Per completare il programma molti insegnanti intendono spiegare tutte le lezioni e avere un numero minimo di compiti e di interrogazioni per studente in modo da riempire il registro di numeri. Se poi i ragazzi capiscono le lezioni e riescono a seguire il ritmo del docente non è un problema, l importante è completare il programma. 9

10 Capisci che con una visione del genere non possiamo pretendere che gli studenti escano preparati dalla scuola. Io credo che sia la scuola che si deve adattare agli studenti (di oggi) e non viceversa. Ti dico ciò non per entrare in polemica sull argomento ma solo per farti capire che non possiamo delegare la formazione dei nostri ragazzi completamente alla scuola e sperare che questa ce li prepari in modo eccellente ad affrontare il loro futuro. E necessario mantenere ben salda nelle nostre mani di genitori questa responsabilità e cercare il modo per ottenere ciò che vogliamo per loro. Sono i nostri figli. Nessuno può avere il loro destino più a cuore di noi. Un altra prospettiva interessante che ho sviluppato negli ultimi venti anni è quella ottenuta come consulente aziendale dedicando parte della mia attività alla gestione delle risorse umane: selezione, formazione, coaching, Questo mi ha permesso di vedere cosa succede ai ragazzi che escono dalle nostre scuole. Con quale di livello di preparazione di base e tecnica si approcciano al mondo del lavoro. Quali carenze si portano dietro e cosa devono fare le aziende per colmare queste lacune. 10

11 L ultima angolazione che completa la mia visione del problema a 360 gradi è quella di genitore. Ho un figlio di 13 anni che fa la terza media e che l anno prossimo andrà alle superiori. Da 13 anni quindi come te mi trovo nel bel mezzo di una sfida importante: essere un buon genitore dal punto di vista affettivo allo scopo di fornirgli una solida struttura emotiva e riuscire ad essere una buona guida, un buon maestro di vita, al fine di compensare quegli insegnamenti che la scuola e il resto della società non riesce a dargli. Tutte queste esperienze e la visione che ne scaturisce sono a tua disposizione in questo ebook affinché tu possa utilizzarle per aiutare tuo figlio a crescere e a formarsi nel modo più funzionale ad un introduzione nel mondo del lavoro e nella vita in generale quanto più facile possibile. Chiaramente in queste poche pagine non potevo pensare di inserire un corso completo capace di affrontare ogni singolo aspetto da curare nella formazione di tuo figlio. Ma è mio intento, qualora questo ebook gratuito avesse successo approfondire il 11

12 tema in un secondo ebook. A tal fine riterrò utilissimo ogni tuo feedback. Scrivi pure i tuoi commenti a: Se quindi condividi la mia mission, se l ebook ti piacerà e se vuoi contribuire al processo, condividilo pure con i tuoi amici usando i canali che preferisci. L ho reso gratuito proprio per diffonderlo il più possibile. Magari se un giorno saremo tanti a condividere questa mission riusciremo ad influire in modo costruttivo al processo di adeguamento della scuola e allo sviluppo di ulteriori strutture che potrebbero essere di aiuto per l inserimento efficace dei nostri figli nella società e nel mondo del lavoro. Buona lettura e buona crescita! Valter Romani 12

13 Capitolo 1 CHI PENSERA AI NOSTRI RAGAZZI? Forse anche tu come me ti starai chiedendo se stiamo crescendo nel modo giusto i nostri ragazzi; se ne stiamo facendo persone forti ed autonome, capaci di affrontare la vita e di cavarsela da soli; se saranno capaci di trovare un lavoro di loro gradimento e in caso contrario se saranno capaci di adattarsi a fare qualunque cosa pur di vivere onestamente. Molti di noi genitori pensano che la cosa più giusta da fare sia quella di focalizzarsi sul lavoro lasciando alla scuola il compito di forgiare dei ragazzi pronti ad affrontare la vita. Ma se osserviamo i risultati che il nostro sistema formativo genera, se guardiamo a tutti quei ragazzi in cerca di lavoro o nel caso peggiore rassegnati, allora non ci resta che pensare che la ricetta fornita dalla scuola attuale e dal sistema formativo in generale non funziona. 13

14 Non voglio stare qui a criticare il sistema scolastico o l educazione familiare, né voglio stare a criticare le scelte politiche che hanno portato a questo stato di cose. Questo non risolverebbe il problema dei miei figli: un problema urgente che non può aspettare modifiche migliorative calate dall alto. Per risolvere il nostro problema e quello dei nostri figli abbiamo bisogno di risposte e ne abbiamo bisogno subito. Tuttavia io ho imparato che se voglio delle risposte, delle giuste risposte, devo essere capace di pormi delle giuste domande. SEGRETO n. 1: Le giuste risposte vengono dalle giuste domande. Con quanto leggerai di seguito cercherò di fare un analisi dell importante problema che ci troviamo davanti, cercando delle risposte che possano tornarti utili, caro genitore, compagno delle mie stesse battaglie. 14

15 Prima domanda: A chi compete il compito di forgiare i nostri ragazzi in modo da renderli abbastanza intraprendenti e capaci di affrontare la vita con successo? Alla scuola? Allo stato? Alla società? O forse a noi genitori? Forse quelli come me che hanno smesso di sperare nella manna dal cielo o che magari non lo hanno mai fatto, sono concordi nel credere che se amiamo i nostri figli più di quanto riusciamo ad amare noi stessi, il compito spetta esclusivamente a noi. E la scuola? Cosa possiamo attenderci dalla scuola? Permettimi di esprimere il mio crudo pensiero a riguardo. Ci sono due tipi di scuole in cui tuo figlio rischia di capitare. La scuola inadeguata dal punto di vista motivazionale, formata da professori stanchi e demotivati, che hanno perso la passione per l insegnamento (se mai l hanno avuta), guidate da presidi burocrati e interessati solo a verificare che i programmi vengano svolti, senza curarsi se qualcuno tra gli studenti ne ha compreso e assimilato i contenuti. Poco importa in questo tipo di scuola se i ragazzi portano via con sé una preparazione tecnica sufficiente ad affrontare con successo 15

16 il mondo del lavoro. Poco importa se questi ragazzi sono pronti ad affrontare la vera prova finale, la grande sfida della vita: un inserimento veramente efficace nel mondo reale. Poco importa se quei ragazzi sono ragazzi di successo o se non lo saranno mai. In questo tipo di scuola si produce il minimo sindacale, ciò che è necessario per essere in regola con le direttive ministeriali. In poche parole NIENTE che possa tornare utile a sedare le mie e forse le tue preoccupazioni. Ci sono però scuole esemplari, di quelle che vediamo di tanto in tanto in TV. Scuole in cui vediamo gli studenti fare lezioni, aiutare i ragazzi che vanno peggio, partecipare e vincere concorsi importanti Purtroppo queste scuole sono rare e purtroppo anche queste, nonostante l encomiabile impegno profuso dagli addetti ai lavori sono inadeguate. Questo perché nonostante che siano avanti rispetto al sistema scolastico nazionale, sono ancora troppo indietro rispetto a quanto il mercato del lavoro richiede. Ma perché c è da essere preoccupati? Ti rispondo con qualche domanda. Ma tu 10 anni fa avresti mai immaginato una crisi come 16

17 quella che stiamo attraversando? Una crisi che molti economisti dicono essere la più nera da 100 anni a questa parte, peggiore di quella del 29, tanto che molti di costoro dicono che non ci riprenderemo o almeno che ci metteremo decenni a tornare al livello a cui eravamo. Avresti mai immaginato di vedere quello che sta succedendo oggi in Grecia? sentire economisti che dicono che anche il nostro paese rischia di trovarsi nella stessa situazione? Ma questo è il lato problematico del contesto attuale. Passiamo a vedere il rovescio della medaglia: quello delle opportunità. Avresti mai pensato 10 anni fa che oggi saremmo andati in giro con un telefono in tasca capace di navigare su internet, di chattare su un social, di fare da navigatore, e con la possibilità di installare migliaia di app per fare qualsiasi cosa? Forse se ti avessero detto una cosa del genere avresti pensato che si trattava di fantascienza. Ti ho fatto queste domande per potertene fare un altra più importante. Alla luce di quanto successo negli ultimi 10 anni riesci ad immaginare cosa sarà di questo mondo tra 5 o 10 anni? 17

18 Beh, in fondo i casi sono 3: - Le cose andranno come vanno ora. I nostri figli si troveranno ad avere (chi ce l avrà) un titolo di studio in molti casi inutile perché avranno studiato delle cose vecchie rispetto al mondo che si troveranno davanti agli occhi. Non avranno imparato ad essere creativi, intraprendenti, risolutivi davanti alle problematiche che dovranno affrontare. Non sapranno essere persuasivi, vendere se stessi, non sapranno come si lavora in un team o come si gestisce Ma soprattutto non saranno in grado di adeguarsi costantemente ad un sistema che richiede grandi capacità di adattamento e flessibilità. Tanti sono gli aspetti di fronte ai quali si troveranno impreparati come lo saranno nell affrontare il mondo del lavoro. In tal caso bisogna trovare il modo di rimediare, fornendo un supporto ai ragazzi che sia alternativo o quanto meno di sostegno alla scuola. - Le cose andranno peggio. Beh in tal caso dobbiamo impegnarci ancora di più nel preparare i nostri ragazzi. - Le cose andranno meglio. Anche in questo caso se investiamo tempo ed energie sui nostri ragazzi non sarà mai tempo ed energia sprecata. Se le condizioni dell economia 18

19 saranno migliorate varrà sempre la regola del mercato per cui chi più vale più ottiene. In ogni caso ci è ora ben chiaro che il sistema attuale non è in grado di aiutare i nostri ragazzi ad affrontare il loro futuro soprattutto perché questo è veramente difficile da prevedere. Sai perché il sistema formativo attuale non è adatto oggi ai nostri ragazzi? Perché è ancora basato come secoli fa sull apprendimento di informazioni, tante informazioni, per lo più di tipo nozionistico. Cento anni fa ciò aveva un senso perché le informazioni scarseggiavano, erano sui libri e nella mente degli insegnanti. Ma sia i libri che gli insegnanti erano pochi quindi era necessaria una scuola basata sulla diffusione della conoscenza. Chi possedeva più conoscenza era avvantaggiato nel reperimento del lavoro e in un contesto siffatto possedere un titolo di studio che certificasse il possesso di un determinato grado di conoscenza aveva la sua rilevanza. 19

20 Oggi invece possedere la conoscenza nozionistica ha ormai poco valore, si trova tutto disponibile in tempo reale su internet. Per di più i lavori tradizionali perdono sempre più importanza. Si fa quasi tutto tramite internet: puoi seguire corsi, organizzare un viaggio, fare la spesa, Sono sempre di più le attività che passano tramite il web. E cosa fa la scuola? Insegna forse ai ragazzi come si crea un sito, un blog o un canale youtube? Insegna forse come si può avviare un e-commerce? Insegna forse il copywriting o la comunicazione persuasiva? O forse come vendere corsi on-line? Si preferisce ancora investire decine di ore a settimana a studiare letteratura italiana, storia, geografia, filosofia, storia dell arte, tutte cose che si studiavano nel 1800 (provate a verificare se non è così) e che andrebbero concluse alle scuole medie inferiori. La cultura generale è importante ma non dà da mangiare. Nel momento in cui si accede alle scuole superiori la formazione deve diventare funzionale ad un inserimento efficace nel mondo del lavoro. Oggi i ragazzi, sia che escano dal liceo, sia che escano da scuole tecniche, sono totalmente impreparati in tal senso. 20

21 Aggiungo poi che l università non cambia le cose in meglio. Il mondo accademico specializza i ragazzi nelle materie relative al corso di laurea ma la preparazione rimane prevalentemente teorica. Ti posso portare il mio esempio di studente di ingegneria elettronica e informatica. In 5 anni di studio non ho mai preso in mano un transistor. Ho studiato solo teoria, un infinità di teoria. Questo rende sicuramente gli ingegneri italiani tra i più preparati dal punto di vista teorico ma è fondamentale anche la pratica. Se non fossi stato appassionato di elettronica sin da ragazzo e non avessi realizzato per mio conto un infinità di circuiti elettronici la mia preparazione sarebbe stata monca. E cosa dire dell informatica? Anche in questo campo ho fatto un sacco di esami ma se non fosse stato per qualche tesina e che ho svolto di mia iniziativa avrei imparato veramente poco di programmazione. Ti potrei aggiungere altri esempi relativi alle mie altre due lauree in scienze della comunicazione e in economia e gestione di impresa. Se oggi sono un esperto di comunicazione e di marketing 21

22 non lo devo certo a quello che mi ha dato l università, sicuramente interessante per la mia cultura, ma comunque inadeguato rispetto alle competenze che richiede il mercato. Se ancora oggi parte del mio studio lo dedico all università è perché continuo a dare grande importanza alla cultura e perché mi piace continuare a confrontarmi con il mondo accademico. Ma ribadisco il fatto che fuori dalla scuola ordinaria esiste il modo di imparare di più, meglio e più velocemente. Il primo problema sta nel fatto che è difficile orientarsi da sé nel mondo odierno della conoscenza caratterizzato da un infinità di informazioni, molteplici modalità di accesso e di fruizione, soprattutto senza una guida. La cosa positiva è che tanta informazione oggi su internet è gratis. Certo, la migliore informazione, quella che è in grado di formarti, spesso è a pagamento. Ma internet stesso ti permette di farti gratuitamente una cultura di base su qualunque argomento e con le cognizioni così acquisite ti mette poi in grado di confrontarti con ciò che il web ti offre a pagamento. 22

23 Voglio qui aprire una parentesi che magari ti tornerà utile. Sai che rapporto c è tra l informatica e la programmazione? Lo stesso che ci passa tra la scuola guida e guidare, tra la teoria e la pratica. Io potrei farti ottime lezioni di scuola guida in aula e non essere capace di guidare. Ti potrei insegnare le istruzioni del linguaggio Basic o Pascal (a scuola spesso si insegnano ancora questi linguaggi di programmazione) ma non essere poi in grado di sviluppare un software gestionale realmente funzionante. Il problema è che oggi il mondo del lavoro non ha bisogno di informatici, ha bisogno di programmatori, di tantissimi programmatori, preparati sulla programmazione dei dispositivi moderni. Non tanto più quindi su PC ma su web e ancor di più su smartphone. Se oggi prendessimo tutti gli insegnanti di informatica d Italia, compresi quelli universitari, sai quanti sono in grado di programmare uno smartphone? Probabilmente neanche uno su mille. Come si può pensare allora che un ragazzo che esca da un istituto tecnico per programmatori o dalla facoltà di informatica o di ingegneria possa essere adatto ad entrare nel mondo del lavoro in quel settore? 23

24 Oggi in Italia forse solo poche centinaia di programmatori sono in grado di creare un app professionale per smartphone. E gente che ha imparato da sé o in aziende che hanno investito in formazione su di loro. Ma le aziende che fanno ciò sono sempre meno. Ti dico ciò perché mi occupo di consulenza aziendale da vent anni, soprattutto nell ambito della gestione delle risorse umane. Mi è capitato quindi di selezionare una miriade di ragazzi e la maggior parte di questi non erano neanche in grado di sostenere un buon colloquio di assunzione. E una di quelle cose che non si insegnano a scuola: come presentarsi, come comunicare, come recepire segnali di gradimento o di mancato gradimento del selezionatore, ecc Ma la cosa più importante che negli ultimi dieci anni ho riscontrato è che le aziende, costrette ad inseguire un mercato in evoluzione sempre più veloce non possono aspettare che un ragazzo cresca e impari dentro l azienda. Inoltre, visto quanto è rigido il sistema del lavoro in Italia, oggi prima di assumere un azienda ne deve avere veramente bisogno, quindi magari lo fa a seguito di una commessa e quindi in condizioni di urgenza. In 24

25 questi casi quindi cercano risorse umane immediatamente disponibili e subito capaci di integrarsi efficacemente nel contesto lavorativo e di svolgere bene il lavoro loro richiesto. In poche parole le aziende cercano persone con esperienza. Poco gliene frega del titolo. Esse cercano produttività. A ciò bisogna poi aggiungere che hanno sempre meno soldi da investire in formazione. E allora torniamo alla nostra prima domanda: Se non ci pensa la scuola a formare i nostri ragazzi e se le aziende non ci vogliono più investire, chi ci deve pensare? Prima risposta. Io sono convinto che il sistema educativo debba tornare ad avere il suo centro nella famiglia. Dividerei la vita del ragazzo in tre fasi: - Fino ai anni, praticamente fino alla fine delle scuole medie responsabili della formazione del ragazzo, devono essere la famiglia in primo luogo e la scuola in secondo. In questa fase la formazione deve essere basata su due aspetti fondamentali: la cultura generale e la formazione caratteriale e valoriale. 25

26 - Tra i 13 e i 18 anni, durante le scuole superiori, la famiglia deve riuscire a fornire al ragazzo tutti quegli strumenti conoscitivi a riguardo del funzionamento della società e delle relazioni con essa, del mondo del lavoro e del confronto con i vari contesti operativi con cui questo si può manifestare. Non si deve sperare che sia la scuola a fare tutto ciò perché non è strutturata per farlo. Ove un giorno la scuola cominciasse finalmente a muoversi in tal senso la famiglia dovrebbe comunque tenere per sé questa responsabilità. C è da aggiungere che per un genitore il ragazzo è figlio, per la scuola il ragazzo è parte del sistema. Non può avere a cuore il suo destino nella stessa misura di un genitore che lo ha messo al mondo. Tuttavia è importante che in questa fase il ragazzo cominci a muoversi autonomamente man mano che si avvicina alla maggiore età. - Dopo i 18 anni e per tutto il resto della vita il ragazzo dovrà imparare a muoversi definitivamente in modo autonomo. Per questo dovrà aver già sviluppato nella fase precedente sufficiente creatività e spirito di iniziativa e di adattamento. 26

27 SEGRETO n. 2: Un ragazzo di successo è autonomo e indipendente. Ha un buon livello di ambizione, ha spirito di iniziativa e non teme il confronto con le altre persone. SEGRETO n. 3: I genitori di un ragazzo di successo sanno quando è ora di affiancarlo e sostenerlo affinché cresca autonomo e indipendente, lo aiuta a coltivare l ambizione e lo spirito di iniziativa e a confrontarsi con la società. Per riassumere e chiudere il capitolo è importante comprendere che occorre riportare in famiglia la responsabilità della formazione e dell educazione dei ragazzi. Lasciare questa responsabilità alla scuola o ad altre istituzioni vorrebbe dire incrociare le dita. 27

28 RIEPILOGO DEL CAPITOLO 1 SEGRETO n. 1: Le giuste risposte vengono dalle giuste domande. SEGRETO n. 2: Un ragazzo di successo è autonomo e indipendente. Ha un buon livello di ambizione, ha spirito di iniziativa e non teme il confronto con le altre persone. SEGRETO n. 3: I genitori di un ragazzo di successo sanno quando è ora di affiancarlo e sostenerlo affinché cresca autonomo e indipendente, lo aiuta a coltivare l ambizione e lo spirito di iniziativa e a confrontarsi con la società. 28

29 Capitolo 2 PRIMA DI TUTTO CHI SEI? A mio avviso i genitori e la scuola oggi si dovrebbero preoccupare meno di cosa far studiare ai loro ragazzi. Dovrebbero puntare prima di tutto a fornire loro un forte senso di identità, cioè fare in modo che i loro figli abbiano un alto livello di autostima e che si sentano stimati e apprezzati nei contesti in cui vivono. Sarebbe poi importante che essi si sentissero consapevoli delle loro capacità e potenzialità, che sapessero quali sfide possono affrontare autonomamente e per quali hanno invece bisogno di sostegno. Dovrebbero saper sviluppare la leadership ma contemporaneamente e il senso di appartenenza. Affinché si sviluppi una forte identità sarebbe poi fondamentale per un ragazzo conoscere quelli che sono i propri valori di riferimento, i principi, sapersi dare una mission nella vita, avere 29

30 una vision di ciò che si vorrebbe vedere realizzato. Questo perché quanto più egli assurgerà a ruoli importanti, tanto più gli verrà richiesto di prendere delle decisioni difficili. Scegliere e decidere riesce agevole solo alle persone che hanno un saldo riferimento valoriale e che sanno cosa vogliono dalla vita. Per gli altri, per la massa, decidere è l aspetto più difficile da affrontare. Per questo sono sempre in pochi a guidare e in tanti a seguire. SEGRETO n.4: Guidare richiede l abilità di decidere, seguire no. Ma affrontiamo un aspetto alla volta. Sono certo che questo capitolo sarà ben utile a te prima che a tuo figlio. La stima e l autostima Maslow nel 1954 con il suo modello a piramide ci ha spiegato che l individuo decide perseguendo la soddisfazione di vari tipi di bisogni. Secondo questa piramide l uomo tenta di soddisfare i suoi bisogni seguendo una gerarchia che vede al primo livello i bisogni fisiologici (cibo, tetto, sonno, sesso). 30

31 Al secondo livello troviamo i bisogni di sicurezza fisica. Al terzo ci sono i bisogni relazionali, di sicurezza emotiva: appartenenza, amore, amicizia; al quarto quelli legati alla stima, e all autostima; al quinto quelli di autorealizzazione ovvero di successo. Da questo modello vediamo che per un individuo il bisogno di stima e di autostima insieme al sentirsi realizzati si collocano ai livelli più alti. Il modello di Maslow ci vuole dire che di certo se un individuo ha fame non penserà al successo, ma una volta che nella sua vita è riuscito a sistemare le cose basilari come il 31

32 sostentamento, una casa in cui sentirsi protetto, degli affetti che non lo facciano sentire solo, a quel punto SEGRETO n. 5: la qualità emotiva della sua vita dipende dal suo livello di autostima, dalla stima degli altri nei suoi confronti e da quanto si sente realizzato. E allora parliamo delle dinamiche sociali in cui un ragazzo è coinvolto. Quindi la seconda domanda a cui è importante rispondere è: Per un ragazzo è più importante godere di un buon livello di stima da parte degli altri o avere un buon livello di autostima? In altre parole è più importante che gli altri pensino bene di lui o che lui stesso abbia una buona immagine di sé? La risposta è: Dipende. La PNL (programmazione neurolinguistica), disciplina che studia il comportamento allo scopo di comprendere le strategie delle persone vincenti, afferma che ogni persona ha tante caratteristiche diverse che contraddistinguono la sua personalità e queste prendono il nome di modalità, 32

33 sottomodalità, metaprogrammi, ecc Esiste un metaprogramma che prende il nome di referenza esterna/interna che indica quanto una persona tenga più in considerazione il giudizio degli altri o il giudizio proprio. Una persona caratterizzata da referenza interna tiene in considerazione principalmente il suo giudizio sulle cose e meno quello degli altri, la qual cosa è positiva se egli è una persona tendenzialmente ottimista altrimenti rischia di divenire distruttivamente ipercritico verso se stesso. Se invece è la referenza esterna ad avere la meglio allora il soggetto tenderà ad essere molto influenzato dai consigli e dai giudizi degli altri. Anche qui la cosa è positiva se l individuo vive in contesto potenziante, circondato da persone positive che vedono in lui i lati migliori della sua personalità. In caso contrario potrebbe ritrovarsi eccessivamente limitato nelle sue scelte. E molto utile conoscere le mille sfumature della personalità e specialmente di un figlio. Si possono capire tante cose della sua 33

34 comunicazione e di conseguenza riuscire ad essere di maggiore sostegno alla sua crescita. In che modo si può contribuire a consolidare l autostima di un ragazzo? Essa dipende da due fattori: - il primo riguarda i risultati che ottiene nell affrontare gli eventi emotivamente importanti come ad esempio le sfide vinte o perse, gli scambi relazionali con le persone a cui tiene maggiormente, ecc - il secondo fattore riguarda il modo in cui il soggetto interpreta cioè rappresenta interiormente gli eventi che vive. Un genitore che vuole avere cura della crescita emotiva di suo figlio agisce quindi su entrambi i livelli: - lo aiuta a migliorare le sue prestazioni fornendogli gli strumenti per rendere al meglio nelle sfide, per rapportarsi meglio con i suoi pari, con lealtà, onestà, rispetto, a comportarsi in modo non aggressivo, ecc - lo aiuta a contestualizzare nel migliore dei modi l accaduto, mostrandogli il lato positivo delle cose, convincendolo che 34

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI SPECIAL REPORT I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI Come assicurarti soldi e posto di lavoro nel bel mezzo della crisi economica. www.advisortelefonica.it Complimenti! Se stai leggendo

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

Importante! Questo documento rappresenta solo le prime 3 sezione. del Corso : Lavoro Dei Sogni

Importante! Questo documento rappresenta solo le prime 3 sezione. del Corso : Lavoro Dei Sogni Importante! Questo documento rappresenta solo le prime 3 sezione del Corso : Lavoro Dei Sogni Indice: INTRODUZIONE I 3Segreti Per Creare Un Business Online Di Successo Definisci Il Tuo Business Obiettivo

Dettagli

- 1 reference coded [3,14% Coverage]

<Documents\bo_min_11_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [3,14% Coverage] - 1 reference coded [3,14% Coverage] Reference 1-3,14% Coverage quindi ti informi sulle cose che ti interessano? sì, sui blog dei miei amici ah, i tuoi amici hanno dei

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE POLO LICEALE

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE POLO LICEALE IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE POLO LICEALE LICEO SCIENTIFICO DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la

Dettagli

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua!

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua! Ora puoi studiare ed insegnare musica nella comodità di casa tua! Se stai leggendo questo report vuol dire che ti sei iscritto alla mia lista di utenti interessati a questo nuovo progetto. Mille grazie

Dettagli

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE.

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE. IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE Istituto ROSMINI DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la scuola superiore

Dettagli

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Italia non solo per motivi di lavoro, ma per motivi

Dettagli

COME FARE SOLDI E CARRIERA RA NEGLI ANNI DELLA CRISI

COME FARE SOLDI E CARRIERA RA NEGLI ANNI DELLA CRISI SPECIAL REPORT COME FARE SOLDI E CARRIERA RA NEGLI ANNI DELLA CRISI Scopri i Segreti della Professione più richiesta in Italia nei prossimi anni. www.tagliabollette.com Complimenti! Se stai leggendo questo

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe GIANLUIGI BALLARANI I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe Individuarli e correggerli VOLUME 3 1 GIANLUIGI BALLARANI Autore di Esami No Problem Esami No Problem Tecniche per

Dettagli

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita

I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita I 6 Segreti Per Guadagnare REALMENTE Con Internet... E Trasformare La Tua Vita Come Guadagnare Molto Denaro Lavorando Poco Tempo Presentato da Paolo Ruberto Prima di iniziare ti chiedo di assicurarti di

Dettagli

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili COME PARTIRE Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online Questo report si pone l obiettivo di dare una concreta speranza a chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI

RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI RIACCENDI LA TUA PASSIONE PER LA FISIOTERAPIA IN 5 PASSI WWW.FISIOPROGRAM-INTENSIVE.COM Come accendere e coltivare la tua passione per la Fisioterapia: Nell articolo precedente FISIOTERAPISTI MOTIVATI

Dettagli

- 1 reference coded [1,02% Coverage]

<Documents\bo_min_2_M_17_ita_stu> - 1 reference coded [1,02% Coverage] - 1 reference coded [1,02% Coverage] Reference 1-1,02% Coverage Sì, adesso puoi fare i filmati, quindi alla fine se non hai niente da fare passi anche un ora al cellulare

Dettagli

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante.

Scegliere cosa fare dopo la terza media era quindi per lui una questione un po complicata, anche se non troppo preoccupante. I RAGAZZI E LE RAGAZZE RACCONTANO Daniele Quando aveva 13 anni Daniele viveva vicino a Milano con la sua famiglia: mamma, papà e Emanuele, il fratello maggiore, con cui andava molto d accordo; anzi, possiamo

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

Sezione: 9. MODELLO OPERATIVO VINCENTE

Sezione: 9. MODELLO OPERATIVO VINCENTE Scopri come Creare e Vendere viaggi online! Sezione: 9. MODELLO OPERATIVO VINCENTE La 5 cose che devi fare per avere successo in questa attività! Sai cosa fa la differenza tra una formula di successo e

Dettagli

Trovare il lavorochepiace

Trovare il lavorochepiace Trovare il lavorochepiace Perché a molti sembra così difficile? Perché solo pochi ci riescono? Quali sono i pezzi che perdiamo per strada, gli elementi mancanti che ci impediscono di trovare il lavorochepiace?

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

GIACOMO BRUNO NETWORK MARKETING 3X PARTE 1

GIACOMO BRUNO NETWORK MARKETING 3X PARTE 1 GIACOMO BRUNO NETWORK MARKETING 3X PARTE 1 I 18 Segreti per Avere Successo nel Multi-Level Marketing 2 Titolo NETWORK MARKETING 3X Autore Giacomo Bruno Editore Bruno Editore Sito internet http://www.brunoeditore.it

Dettagli

I PRIMI PASSI NEL NETWORK! MARKETING!

I PRIMI PASSI NEL NETWORK! MARKETING! I PRIMI PASSI NEL NETWORK MARKETING Ciao mi chiamo Fabio Marchione abito in brianza e sono un normale padre di famiglia, vengo dal mondo della ristorazione nel quale ho lavorato per parecchi anni. Nel

Dettagli

I PUNTI DELL AGENTE IMMOBILIARE DI SUCCESSO

I PUNTI DELL AGENTE IMMOBILIARE DI SUCCESSO I PUNTI DELL AGENTE IMMOBILIARE DI SUCCESSO DI STEFANO TRONCA WWW.STEFANOTRONCA.COM QUESTO E-BOOK È UNA CREAZIONE DI STEFANO TRONCA. TUTTI I DIRITTI RISERVATI Ciao sono Stefano! La mia vita di blogger

Dettagli

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No.

8. Credi che le materie scolastiche che ti vengono insegnate ti preparino per questo lavoro? No. Intervista 1 Studente 1 Nome: Dimitri Età: 17 anni (classe III Liceo) Luogo di residenza: città (Patrasso) 1. Quali fattori ti hanno convinto ad abbandonare la scuola? Io volevo andare a lavorare ed essere

Dettagli

Reporter di informazione COME FARTI CONTATTARE...

Reporter di informazione COME FARTI CONTATTARE... Reporter di informazione COME FARTI CONTATTARE... Questo e' il primo reporter che rivelo per un perido di tempo limitato: ''Gratuitamente'' a seguire nelle pagine del sito troverai gli altri 6. @ Se tu

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

presenta: By: Centro Informazioni

presenta: By: Centro Informazioni presenta: By: Centro Informazioni Sito Internet: http://www.centroinformazioni.net Portale: http://www.serviziebay.com Blog: http://www.guadagnare-da-casa.blogspot.com/ Email: supporto@centroinformazioni.net

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Giacomo Papasidero. Formazione INDIRIZZO: DATA DI NASCITA: 30/04/1983 EMAIL: TELEFONO:

Giacomo Papasidero. Formazione INDIRIZZO: DATA DI NASCITA: 30/04/1983 EMAIL: TELEFONO: Giacomo Papasidero Informazioni generali INDIRIZZO: Corso.. NAZIONALITÀ: Italiana DATA DI NASCITA: 30/04/1983 EMAIL: giacomo@diventarefelici.it TELEFONO: 34.. PROFILI SOCIAL: http://it.linkedin.com/pub/giacomo-papasidero/2a/9a2/276

Dettagli

Dalle aspirazioni giovanili al mondo dei mestieri e delle professioni: le aspettative e la realtà

Dalle aspirazioni giovanili al mondo dei mestieri e delle professioni: le aspettative e la realtà Dalle aspirazioni giovanili al mondo dei mestieri e delle professioni: le aspettative e la realtà Numero del Questionario Completato Attenzione! Ogni questionario completato deve riportare il numero progressivo

Dettagli

BLOG -5 grandi errori da evitare e 5 cose essenziali da fare by Christian Consilvio www.chefblog.it

BLOG -5 grandi errori da evitare e 5 cose essenziali da fare by Christian Consilvio www.chefblog.it Aprire un Blog 5 grandi errori da evitare e 5 cose essenziali da fare realizzato da Christian Consilvio distribuito gratuitamente esclusivamente dal mio sito www.chefblog.it Questo e-book è gratuito e

Dettagli

! INTRODUZIONE ALLE DINAMICHE A SPIRALE

! INTRODUZIONE ALLE DINAMICHE A SPIRALE INTRODUZIONE ALLE DINAMICHE A SPIRALE di Claudio Belotti Una teoria straordinaria per capire meglio le persone e il mondo che ci circonda Copyright 2012 Good Mood ISBN 978-88-6277-674-5 Introduzione...

Dettagli

Cristiano Carli. BUON LAVORO. Se non puoi evitarlo, rendilo facile. Cristiano Carli about me cristiano.carli.copy@gmail.com. I ed.

Cristiano Carli. BUON LAVORO. Se non puoi evitarlo, rendilo facile. Cristiano Carli about me cristiano.carli.copy@gmail.com. I ed. Cristiano Carli BUON LAVORO. Se non puoi evitarlo, rendilo facile Cristiano Carli about me cristiano.carli.copy@gmail.com I ed. marzo 2014 Copertina: Giulia Tessari about me giulia.tessari@gmail.com DISCLAIMER

Dettagli

Primi Passi Guadagno

Primi Passi Guadagno Primi Passi Guadagno Online Questo è un report gratuito. E possibile la sua distribuzione, senza alterare i contenuti, gratuitamente. E vietata la vendita INTRODUZIONE Mai come in questo periodo è scoppiato

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Sponsorizzazione. Puoi distribuire liberamente questo PDF al Tuo Team e alla Tua Downline se ritieni utile queste informazioni senza modificarlo.

Sponsorizzazione. Puoi distribuire liberamente questo PDF al Tuo Team e alla Tua Downline se ritieni utile queste informazioni senza modificarlo. Sponsorizzazione Magica www.sponsorizzazionemagica.com Bonus Speciale Obiezioni: Come Gestire FACILMENTE le obiezioni dei Tuoi Contatti Puoi distribuire liberamente questo PDF al Tuo Team e alla Tua Downline

Dettagli

Oggetto: Informativa sul trattamento dei dati personali, ai sensi dell art. 13 del D. Lgs. n. 196/03

Oggetto: Informativa sul trattamento dei dati personali, ai sensi dell art. 13 del D. Lgs. n. 196/03 PROGETTO: CITTADINI DIGITALI. ORIENTAMENTO ALLA CITTADINANZA ATTIVA E AL LAVORO. Agli studenti vi invitiamo a rispondere al seguente questionario, anonimo, al fine di comprendere le prospettive dei giovani

Dettagli

Lavorare dove inizia il futuro.

Lavorare dove inizia il futuro. Lavorare dove inizia il futuro. Volete una carriera con un futuro? Allora unitevi al team di Swiss Life. 2 Lavorare dove inizia il futuro. Swiss Life investe nel futuro dei suoi collaboratori. E voi? Chi

Dettagli

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo

B- Si, infatti lui non avrebbe mai pensato che avrei potuto mettere un attività di questo tipo INTERVISTA 9 I- Prima di svolgere questa attività, svolgeva un altro lavoro B- Io ho sempre lavorato in proprio, finito il liceo ho deciso di non andare all università, prima ho avuto un giornale di annunci

Dettagli

- 1 reference coded [1,06% Coverage]

<Documents\bo_min_1_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [1,06% Coverage] - 1 reference coded [1,06% Coverage] Reference 1-1,06% Coverage Ti lega il computer? Sì. Io l ho sempre detto. Io ho una visione personale. Anche quelli che vanno a cercare

Dettagli

GUIDA PER DIVENTARE IMPRENDITORE NEL NETWORK MARKETING PERCHE IL NETWORK MARKETING E LA SCELTA MIGLIORE PER DIVENTARE IMPRENDITORI

GUIDA PER DIVENTARE IMPRENDITORE NEL NETWORK MARKETING PERCHE IL NETWORK MARKETING E LA SCELTA MIGLIORE PER DIVENTARE IMPRENDITORI GUIDA PER DIVENTARE IMPRENDITORE NEL NETWORK MARKETING PERCHE IL NETWORK MARKETING E LA SCELTA MIGLIORE PER DIVENTARE IMPRENDITORI http://www.creatoridibusiness.net Ciao e grazie per aver scaricato questo

Dettagli

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet!

I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! I 3 fattori determinanti il successo o fallimento della tua azienda su Internet! Analisi delle problematiche più comuni di un investimento sul web con evidenziazione dei principali fattori di fallimento

Dettagli

Come fare Soldi scrivendo ebook di Successo

Come fare Soldi scrivendo ebook di Successo Nicolò Corrente Come fare Soldi scrivendo ebook di Successo Lezione nr. 2 Pubblicato da: Copyright 2014 Nicolò Corrente Laboratorio ebook Edizioni Seconda edizione digitale Aprile 2014 Quest opera è protetta

Dettagli

Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze.

Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze. Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze. Roberto Babini (Allenatore di base con Diploma B UEFA) svolge da 13 anni l attività di allenatore.

Dettagli

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 3

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 3 PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... pazza! MODULO 3 Fino ad ora abbiamo lavorato sulla consapevolezza, identificando le 4 chiavi che ci servono per aver successo nel nostro

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 6. Eccoci arrivate alla fine di questo percorso con il sesto ed ultimo modulo.

PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... MODULO 6. Eccoci arrivate alla fine di questo percorso con il sesto ed ultimo modulo. PRONTE AI POSTI VIA! LE 4 CHIAVI DI UN BUSINESS DI CUI ESSERE... pazza! MODULO 6 Eccoci arrivate alla fine di questo percorso con il sesto ed ultimo modulo. Dopo aver ragionato su quanto una spiccata consapevolezza

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

IL CONTROLLO DI GESTIONE Un opportunità per l imprenditore

IL CONTROLLO DI GESTIONE Un opportunità per l imprenditore IL CONTROLLO DI GESTIONE Un opportunità per l imprenditore Il controllo di gestione è uno strumento che consente di gestire al meglio l impresa e viene usato abitualmente in tutte le imprese di medie e

Dettagli

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript

Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Continuers (Section I Listening and Responding) Transcript Familiarisation Text SILVIO: FLAVIA: SILVIO: FLAVIA: SILVIO:

Dettagli

Consigli utili per migliorare la tua vita

Consigli utili per migliorare la tua vita Consigli utili per migliorare la tua vita Le cose non cambiano, siamo noi che cambiamo A volte si ha la sensazione che qualcosa nella nostra vita non stia che, diciamo la verità, qualche piccola difficoltà

Dettagli

Vuoi Essere Padrone della tua vita?

Vuoi Essere Padrone della tua vita? Vuoi Essere Padrone della tua vita? Ti servono 3 cose! Caro Amico/a, con queste pagine vorrei condividere con te un sistema semplice per tutti, per poter diventare padrone della propria vita! Vuoi diventare

Dettagli

Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo

Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo Silvio Trivelloni, maratoneta: la testa è il vero motore del nostro corpo Matteo SIMONE Silvio Trivelloni sceglie l Atletica Leggera alla scuola media con il Concorso Esercito Scuola e poi diventa un Atleta

Dettagli

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai:

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai: Unità 6 Al Pronto Soccorso In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come funziona il Pronto Soccorso parole relative all accesso e al ricovero al Pronto Soccorso l uso degli

Dettagli

10 Maggio 2013. Dott.ssa Lucia Candria

10 Maggio 2013. Dott.ssa Lucia Candria 10 Maggio 2013 Dott.ssa Lucia Candria Mamma e papà devono: Offrire sostegno Dare fiducia Essere complice per superare gli ostacoli Alimentare l autostima AUTOSTIMA Rappresenta una valutazione globale su

Dettagli

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook

Louise L. Hay. vivi bene adesso. Ebook Louise L. Hay vivi bene adesso Ebook Traduzione: Katia Prando Editing: Enza Casalino Revisione: Martina Marselli, Gioele Cortesi Impaginazione: Matteo Venturi 2 E ora parliamo di autostima. Non avrai mai

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

COME SCEGLIERE ASSISTENTE NOTARILE IL CORSO PER DIVENTARE 9 UTILISSIMI CONSIGLI PER NON SPRECARE TEMPO E DENARO!

COME SCEGLIERE ASSISTENTE NOTARILE IL CORSO PER DIVENTARE 9 UTILISSIMI CONSIGLI PER NON SPRECARE TEMPO E DENARO! COME SCEGLIERE IL CORSO PER DIVENTARE ASSISTENTE NOTARILE 9 UTILISSIMI CONSIGLI PER NON SPRECARE TEMPO E DENARO! 1 CORSO PROFESSIONALE PER ASSISTENTE NOTARILE. COME SCEGLIERE IL CENTRO DI FORMAZIONE. Il

Dettagli

Documento di progetto. Realizza il tuo futuro. di Annamaria Iaria

Documento di progetto. Realizza il tuo futuro. di Annamaria Iaria Documento di progetto Realizza il tuo futuro di Annamaria Iaria Sommario1. PRESENTAZIONE... 4 1. IL CUORE DELL IDEA... 4 1.1. L IDEA PROGETTUALE... 4 1.1.1. Cosa... 4 1.1.2. Dove... 4 1.1.3. Perché...

Dettagli

Livello A2. Unità 6. Ricerca del lavoro. In questa unità imparerai:

Livello A2. Unità 6. Ricerca del lavoro. In questa unità imparerai: Livello A2 Unità 6 Ricerca del lavoro In questa unità imparerai: a leggere un testo informativo su un servizio per il lavoro offerto dalla Provincia di Firenze nuove parole del campo del lavoro l uso dei

Dettagli

ECCELLENZE LICEO ESAME DI STATO 2015

ECCELLENZE LICEO ESAME DI STATO 2015 ECCELLENZE LICEO ESAME DI STATO 2015 100 E LODE VIGLIANI VALENTINA 5B 100/100 GATTUSO GIANLUCA 5 A PERRERO JESSICA 5 B CARIGNANO SILVIA 5 C 100/100 CIVIDINO DAVIDE 5C CIELO ANDREA 5 D RIZZA DAVIDE 5 D

Dettagli

CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO

CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO Sommario Nel primo capitolo di questo quaderno lei ha ritenuto che il gioco d azzardo sta causando problemi nella sua vita. Si è posto obiettivi

Dettagli

PROGETTI PER IL FUTURO

PROGETTI PER IL FUTURO PROGETTI PER IL FUTURO 77 LA NOSTRA ANTOLOGIA La mia vita la vivo io Oggi mi sento integrato molto bene qui perché ho perso le paure che avevo, ho cambiato molti pensieri: adesso non ho più paura di quello

Dettagli

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO APPRENDIMENTO L apprendimento è un processo attivo di costruzione di conoscenze, abilità e competenze in un contesto di interazione dei ragazzi con gli insegnanti, i

Dettagli

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 3 Maggio 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Il nostro campione Meggiorini Riccardo nazionalità: Italia nato a: Isola Della Scala (VR) il: 4 Settembre 1985 altezza: 183 cm peso: 75 kg Società di appartenenza:

Dettagli

IMPARA A GESTIRE UN TEAM VINCENTE

IMPARA A GESTIRE UN TEAM VINCENTE IMPARA A GESTIRE UN TEAM VINCENTE di Claudio Belotti Self Help. Allenamenti mentali da leggere in 60 minuti Copyright 2012 Good Mood ISBN 978-88-6277-407-9 Introduzione... 5 COME TRASFORMARE UN GRUPPO

Dettagli

''I 5 Passi per Dupplicare il modo di fare Network Marketing'' ---> 5) lezione: ''Come Ottimizzare la tua Presenza in facebook e nei Gruppi''

''I 5 Passi per Dupplicare il modo di fare Network Marketing'' ---> 5) lezione: ''Come Ottimizzare la tua Presenza in facebook e nei Gruppi'' J.AThePowerOfSponsorship Di Giuseppe Angioletti http://www.segretidei7uero.altervista.org ''I 5 Passi per Dupplicare il modo di fare Network Marketing'' ---> 5) lezione: ''Come Ottimizzare la tua Presenza

Dettagli

La lettera di presentazione

La lettera di presentazione La lettera di presentazione Sai perché scrivere una lettera di presentazione è importante? E soprattutto come scriverla per bene per arrivare a colpire in maniera mirata chi la legge? Ti è mai capitato

Dettagli

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi

Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Ciao Musica! di Riccardo Nardozzi Sono nell aula, vuota, silenziosa, e li aspetto. Ogni volta con una grande emozione, perché con i bambini ogni volta è diverso. Li sento arrivare, da lontano, poi sempre

Dettagli

GIACOMO BRUNO NETWORK MARKETING 3X PARTE 3

GIACOMO BRUNO NETWORK MARKETING 3X PARTE 3 GIACOMO BRUNO NETWORK MARKETING 3X PARTE 3 I 18 Segreti per Avere Successo nel Multi-Level Marketing 2 Titolo NETWORK MARKETING 3X Autore Giacomo Bruno Editore Bruno Editore Sito internet http://www.brunoeditore.it

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

Cosa Vedrai, Udrai, Sentirai, Percepirai quando li avrai Raggiunti?

Cosa Vedrai, Udrai, Sentirai, Percepirai quando li avrai Raggiunti? - Fermati un Momento a Riflettere sulla Direzione in cui stai Procedendo e Chiediti se proprio in quella Vuoi Andare. Se la tua Risposta è Negativa, Ti Propongo di Cambiare. - Se Fossi Sicuro di non poter

Dettagli

Formazione. Comunità incontro ONLUS Novembre 2003 dicembre 2004

Formazione. Comunità incontro ONLUS Novembre 2003 dicembre 2004 Formazione Mediatore culturale ISTITUTO: PERIODO E VOTO: PRINCIPALI MATERIE: COSA MI HA LASCIATO: Comunità incontro ONLUS Novembre 2003 dicembre 2004 Front office di orientamento (ascolto attivo, comprensione

Dettagli

Copyright NEWONE Global www.newoneglobal.net Pag. 1

Copyright NEWONE Global www.newoneglobal.net Pag. 1 Copyright NEWONE Global www.newoneglobal.net Pag. 1 Il Network Marketing di nuova generazione Come utilizzare il Network Marketing risolvendo alla base i 4 problemi di ogni attività di network (costruzione

Dettagli

- 1 reference coded [1,60% Coverage]

<Documents\bo_min_13_M_16_ita_stu> - 1 reference coded [1,60% Coverage] - 1 reference coded [1,60% Coverage] Reference 1-1,60% Coverage Certamente. Che musica ascolti? eh, io, ascolto più musica di qualche anno fa, sul rock anni 70, o sono

Dettagli

Polo didattico per la formazione PNL e Coaching Divisione Ebook

Polo didattico per la formazione PNL e Coaching Divisione Ebook 1 Tra il dire e il fare PNL e Coaching 2 Titolo Tra il dire e il fare Editore PNL e Coaching edizioni Sito internet www.pnlecoaching.it ATTENZIONE: Tutti i diritti sono riservati a norma di legge. Nessuna

Dettagli

I 6 CRITERI FONDAMENTALI per SCEGLIERE UN BUON CORSO DI APPRENDIMENTO EFFICACE

I 6 CRITERI FONDAMENTALI per SCEGLIERE UN BUON CORSO DI APPRENDIMENTO EFFICACE I 6 CRITERI FONDAMENTALI per SCEGLIERE UN BUON CORSO DI APPRENDIMENTO EFFICACE Ciao, sono Giovanni Sposito. Da più di 13 anni ormai mi occupo di formazione, nelle sue diverse declinazioni. Da alcuni episodi

Dettagli

''Come Vendere ai tuoi Contatti''

''Come Vendere ai tuoi Contatti'' ''Come Vendere ai tuoi Contatti'' @ Secondo Reporter: Che cosa devi fare perche i tuoi contatti comprino quello che tu vendi? Ciao sono GIUSEPPE ANGIOLETTI e sono il creatore di COME GUADAGNARE CON 7EURO

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

Il pensiero positivo! www.skilla.com

Il pensiero positivo! www.skilla.com Il pensiero positivo! www. Come accrescere la propria autostima fronteggiando le situazioni difficili. Il pensiero positivo! L avvenire ci tormenta, il passato ci trattiene, il presente ci sfugge. Gustave

Dettagli

Come scrivere una lettera di presentazione?

Come scrivere una lettera di presentazione? Come scrivere una lettera di presentazione? Dividerla in tre sezioni: 1. Perché sto scrivendo e chi sono: Se state rispondendo ad un annuncio, inserzione, sui giornali, siti-web ecc allora potete esordire

Dettagli

Don t Repeat Yourself

Don t Repeat Yourself 1 Don t Repeat Yourself Knowledge can keep us warm and DRY di Giuseppe Vincenzi La sigla che cito nel titolo di questo articolo è uno dei principi della programmazione informatica: citarlo mi è sembrato

Dettagli

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE Grazie a voi ragazzi, ai vostri Professori, ai vostri Presidi che vi hanno dato il permesso di partecipare al nostro incontro. Il nostro incontro formativo di oggi ha un titolo particolare: Facebook: Dalla

Dettagli

Noi, gli ebay boys. Scegli in ciascun blocco di risposte quella che prioritariamente ritieni più pertinente e corrispondente alla domanda.

Noi, gli ebay boys. Scegli in ciascun blocco di risposte quella che prioritariamente ritieni più pertinente e corrispondente alla domanda. CORRETTORE FILA B Noi, gli ebay boys Scegli in ciascun blocco di risposte quella che prioritariamente ritieni più pertinente e corrispondente alla domanda. Vuoi diventare un ebay boys. Come ti documenteresti?

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

COLLOQUIO DI SELEZIONE ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI

COLLOQUIO DI SELEZIONE ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI COLLOQUIO DI SELEZIONE ESERCIZIO PER L ACQUISIZIONE DEI DATI 1. Qual è lo scopo del colloquio di selezione? Lo scopo del colloquio di selezione è: CAPIRE L INVESTIMENTO CHE DOVREMO FARE SULLA PERSONA IN

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

GIACOMO BRUNO. LETTURA VELOCE 3x

GIACOMO BRUNO. LETTURA VELOCE 3x GIACOMO BRUNO LETTURA VELOCE 3x Tecniche di lettura rapida e apprendimento per triplicare la tua velocità senza sforzo 2 Titolo LETTURA VELOCE 3x Autore Giacomo Bruno Editore Bruno Editore Sito internet

Dettagli

Avete mai sentito parlare della corsa del topo?

Avete mai sentito parlare della corsa del topo? Avete mai sentito parlare della corsa del topo? Avete presente il criceto che corre nella ruota fino allo sfinimento tutti i giorni? Beh, forse non ne avete piena consapevolezza ma anche voi, anche noi

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

Impariamo a volare...

Impariamo a volare... Impariamo a volare... Francesca Maccione IMPARIAMO A VOLARE... www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Francesca Maccione Tutti i diritti riservati L amore è longanime, è benigno, l amore non ha invidia,

Dettagli

Ormai sono passati quasi 20 anni da quando, terminate le scuole superiori, ho fondato la prima società di software.

Ormai sono passati quasi 20 anni da quando, terminate le scuole superiori, ho fondato la prima società di software. PREFAZIONE Ormai sono passati quasi 20 anni da quando, terminate le scuole superiori, ho fondato la prima società di software. Ho costituito, oltre 29 aziende in Italia e all estero, ed ormai ho una certa

Dettagli

OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI

OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI OPERARE IN BORSA UTILIZZANDO LE MEDIE MOBILI, I CICLI E I CANALI www.previsioniborsa.net di Simone Fanton (trader indipendente) Disclaimer LE PAGINE DI QUESTO REPORT NON COSTITUISCONO SOLLECITAZIONE AL

Dettagli