EUREKANEWS. Verso Lisbona. 82 Rivista trimestrale dell Iniziativa EUREKA. Sostegno all economia della conoscenza

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "EUREKANEWS. Verso Lisbona. 82 Rivista trimestrale dell Iniziativa EUREKA. Sostegno all economia della conoscenza"

Transcript

1 EUREKANEWS Ideare oggi le innovazioni del futuro 82 Rivista trimestrale dell Iniziativa EUREKA Verso Lisbona Sostegno all economia della conoscenza > EDITORIALE La presidenza portoghese amplierà gli orizzonti di EUREKA e sosterrà la crescita della futura competitività europea > LE INIZIATIVE ICT Le iniziative EUREKA definiscono la direzione per il futuro delle tecnologie dell informazione e della comunicazione in Europa > PRESENTAZIONE DEI PROGETTI I premi Lillehammer e Lynx contro l inquinamento e il terrorismo > PUNTO DI VISTA Il punto di vista esclusivo sulla collaborazione nella ricerca di José Mariano Gago, Ministro della Scienza portoghese

2 Eureka è una rete europea di R&S orientata al mercato, che mira a migliorare la competitività europea promuovendo lo sviluppo tecnologico e la ricerca collaborativa sostenuti dal mercato. L iniziativa Eureka consente ad aziende, università e istituti di ricerca di 39 paesi membri e all UE di collaborare in un approccio su iniziativa dell impresa per sviluppare e sfruttare le tecnologie innovative. Eureka News è un trimestrale pubblicato in inglese, francese, italiano, spagnolo e tedesco. La versione on line è disponibile in Direttore: Luuk Borg Contributi: Sally Alger e Paul McCallum, Tiphanie Mellor e Sarah Morris Progetto: Busybee Traduzione: Berlitz Stampa: Vanden Broele 2008 Segretariato di Eureka ISSN È consentito riprodurre singoli articoli di Eureka News a scopi non commerciali purché venga citata la fonte Eureka News. Fotografie: si ringraziano i partecipanti a progetti e iniziative strategiche Eureka per l assistenza e il materiale fornito per questo numero. Segretariato Eureka, Rue Neerveld 107, 1200 Bruxelles, Belgio Informazioni su abbonamenti: Le opinioni espresse in EUREKA News non riflettono necessariamente quelle dell organizzazione. Obiettivo su Lisbona Questo numero di Eureka News è dedicato a due temi paralleli, entrambi correlati a Lisbona. Il Portogallo viene messo al centro delle tematiche giacché la nuova presidenza di EUREKA e il Punto di vista sono curati dal Professore José Mariano Gago, Ministro della Scienza, della Tecnologia e dell Università portoghese, e uno degli autori della strategia di Lisbona dell UE durante la presidenza portoghese del Grazie all esperienza come fisico delle particelle e al lungo mandato di Ministro della Scienza (dal 1995 al 2002 e dal 2006), gode di un punto di vista esclusivo sul valore e sull importanza della ricerca europea e della cooperazione. Contemporaneamente, la Commissione europea ha rilanciato l evento annuale sulla società dell informazione ICT 2008, che si terrà a Lione a novembre di quest anno, con lo scopo di definire l agenda per la ricerca e l innovazione ICT in Europa nel prossimo decennio. La tecnologia dell informazione e della comunicazione (ICT) è un aspetto fondamentale della strategia di Lisbona dell UE per rendere l Europa l economia mondiale più dinamica e basata sulla conoscenza. Le iniziative strategiche ICT EUREKA ITEA 2 sul software, EURIPIDES sui dispositivi intelligenti, CELTIC sulle telecomunicazioni e CATRENE (nuova iniziativa sulla nanoelettronica quest anno che prende il testimone di MEDEA+) giocano ruoli importanti nel sostenere il futuro dell ICT in Europa. Il Portogallo è stato uno dei membri fondatori di EUREKA e ora detiene la presidenza di EUREKA per la seconda volta. È fermamente impegnato ad aumentare la visibilità di EUREKA, sottolineando la nostra lunga storia, gli eccezionali risultati dell approccio su iniziativa dell impresa e il forte impegno nella ricerca e nell innovazione. Particolare priorità verrà data all aumento della visibilità politica di EUREKA, con l organizzazione portoghese di una conferenza interparlamentare (CIP) presso il Parlamento di Lisbona e una conferenza interministeriale (CI) prima del termine dell anno di presidenza, a metà del Contemporaneamente, il Portogallo cercherà di instaurare relazioni più stabili con altri paesi del mondo, che già bussano alla nostra porta. Molti Stati asiatici, ad esempio, colgono importanti vantaggi nella cooperazione nella ricerca e nell opportunità di entrare in nuovi mercati europei. Analogamente, le piccole e medie imprese (PMI) trarrebbero vantaggio da un più ampio accesso a mercati mondiali in maggior crescita. Si presterebbe inoltre attenzione alla definizione di una nuova cooperazione tra reti con organizzazioni simili nel mondo, come IBEROEKA, che sostiene la ricerca collaborativa in America latina. 2 Eu r e k a Ne w s 82

3 > Editoriale Tutto ciò comporterà una revisione dell organizzazione di EUREKA, forse con l idea di ottimizzare le categorie di adesione per incoraggiare più membri associati non europei. Dovremo valutare nuove politiche, strumenti e canali che ci consentano di aumentare l internazionalizzazione della rete EUREKA oltre i limiti dei nostri membri. Si potrebbero valutare metodi come le missioni tecnologiche, l organizzazione comune di importanti eventi tecnologici internazionali, in Europa e altrove, nonché la partecipazione ad eventi simili organizzati nel mondo da paesi terzi. Ciò coinvolgerebbe una massa critica dei membri e delle attuali piccole e grandi imprese, con un impegno politico nei paesi EUREKA e con paesi o regioni mirate. Un elemento trainante sarà certamente costituito dalle iniziative EUREKA, già impegnate in iniziative strategiche di più lungo periodo che hanno un effetto globale, in particolare nel settore ICT, ma anche nei settori energetico, medico e biotecnologico. Stiamo inoltre accrescendo la comunicazione tra le iniziative e il principale programma EUREKA per rafforzare i nostri sforzi nel sostenere la ricerca industriale legata al mercato. Tutto ciò fa parte della cooperazione sempre più sostenuta tra EUREKA e la Commissione europea e dei programmi quadro della ricerca dell UE. Il successo del programma Eurostars, definito con l UE lo scorso anno e gestito dal segretariato EUREKA, è riportato in questo numero con gli eccezionali risultati della prima gara. Tali programmi congiunti dischiudono un futuro sempre più attivo per la rete EUREKA. Luuk Borg Direttore del segretariato EUREKA Dovremo valutare nuove politiche, strumenti e canali che ci consentano di aumentare l internazionalizzazione della rete EUREKA oltre i confini dei nostri partners. Luuk Borg Direttore del segretariato EUREKA Il successo delle nostre iniziative ha ispirato la creazione delle piattaforme tecnologiche europee e delle iniziative tecnologiche congiunte guidate dal settore industriale (altresì co-finanziate dalla Commissione) che ne derivano. 3

4 Nuova iniziativa Nuova iniziativa sull intero mix energetico La Conferenza interministeriale EUREKA di Ljubljana del 6/6/2008 ha approvato EUROGIA+, un iniziativa quinquennale per l energia del valore di per 1 miliardo. l obiettivo è sviluppare tecnologie energetiche a basse emissioni di CO 2, affermagabriel Marquette, presidente di EUROGIA e direttore della ricerca collaborativa dischlumberger. Stiamo studiano progetti master su specifici aspetti d importanza fondamentale come la cattura e lo stoccaggio di CO 2, l energia geotermica, la produzione d idrogeno e l esplorazione dell Artico. EUROGIA+ riguarderà l intero mix energetico, dai combustibili fossili alle fonti rinnovabili, promuovendo e sostenendo la competitività europea nella progettazione, produzione, fornitura e manutenzione di impianti termici e nelle energie rinnovabili. La prima gara è stata aperta nel settembre 2008; i primi progetti EUROGIA+ approvati saranno avviati all inizio del Adesione a EUREKA L adesione a EUREKA incentiva la crescita economica in Macedonia La Conferenza interministeriale EUREKA del 2008 ha confermato la piena adesione dell ex repubblica iugoslava di Macedonia. La Fyrom nell ottobre 2007 si unì ad EUREKA come punto informativo nazionale (NIP) cooperativo, giacché la presidenza slovena desiderava aumentare le attività nei Balcani occidentali. EUREKA offre possibilità concrete per la ricerca e le organizzazioni di settore nazionali di partecipare all innovazione cooperativa internazionale, afferma il professore Jovan Lazarev, Viceministro per l Istruzione e la Scienza, L adesione migliorerà le attività congiunte di PMI, grandi aziende, centri di ricerca, università e della pubblica amministrazione nazionali in progetti mirati ai mercati in via di sviluppo indispensabili per sostenere la crescita economica del nostro paese. Eurostars Il Consiglio Europeo approva il finanziamento di Eurostars Il finanziamento UE di Eurostars ha superato l ostacolo finale il 23 giugno 2008, con l approvazione del Consiglio dei ministri europeo di Bruxelles. È stato approvato lo stanziamento di 100 milioni dal 7 programma quadro dell UE (FP7) per integrare i 300 milioni degli stanziamenti nazionali dei 31 paesi che partecipano al programma congiunto EUREKA-UE per le PMI impegnate nella R&S. Eurostars mira ad allineare e sincronizzare i pertinenti impegni nazionali nella ricerca e nell innovazione in un programma congiunto che rappresenta un importante contributo alla realizzazione dello Spazio europeo della ricerca (SER). Contribuirà inoltre alla competitività, innovazione, occupazione, protezione ambientale, al cambiamento economico e allo sviluppo sostenibile europei, consentendo di raggiungere gli obiettivi UE di Lisbona e Barcellona. Risultati della prima gara a pag. 14. Affari europei EUREKA discute al Parlamento europeo l impegno nella ricerca La Repubblica slovena ha concluso il periodo di presidenza di EUREKA e dell UE con una colazione di lavoro informale al Parlamento europeo, di cui è stato anfitrione Paul Rübig, parlamentare europeo e relatore Eurostars. La colazione è stata un opportunità per la Presidenza di valutare le aree in cui EUREKA è sensibilmente impegnata: non solo il sostegno alle PMI, ma anche la programmazione congiunta, una migliore comunicazione della ricerca europea e valorizzazione delle iniziative per la R&S industriale. Paul Rübig, parlamentare europeo e relatore Eurostars Mojca Kucler Dolinar, Ministro della Ricerca sloveno, ha respinto le accuse di arroganza della decisione EUREKA per aver proceduto con la prima gara di Eurostars prima del completamento della procedura di codecisione ufficiale, lamentando il fatto che si trattava di una chiara dimostrazione della fiducia dei paesi membri [di EUREKA] nel potenziale del Programma. Mojca Kucler Dolinar, Ministro della Ricerca sloveno 4 Eu r e k a Ne w s 82

5 > In breve Vivaci discussioni si sono svolte tra i 40 partecipanti all evento, tra cui importanti industriali europei, principali soggetti della R&S europea, rappresentanti della Commissione europea e del Segretariato del Consiglio. Le tavole rotonde sono state presiedute dai parlamentari europei Philippe Busquin, Jerzy Buzek, Den Dover e Vittorio Prodi. Trascorsi La scienza per una vita migliore EUREKA, COST e la Fondazione europea della scienza (FES) hanno unito le forze all EuroScience Open Forum (ESOF 2008) di Barcellona, del luglio, il cui tema era La scienza per una vita migliore, e dove sono stati affrontati argomenti che influiscono direttamente sulla vita quotidiana delle persone. Il programma scientifico prevedeva 122 sessioni con la partecipazione di 450 scienziati e ricercatori. Quasi 4000 scienziati, ricercatori, responsabili politici e giornalisti hanno assistito all evento. L unione delle forze con COST e ESF è stato un passo naturale per EUREKA, afferma Franco Cozzani, responsabile della Strategia e valutazione del segretariato EUREKA di Bruxelles, Le attività di COST coprono la ricerca di base e precompetitiva, mentre EUREKA si focalizza sul supporto alla ricerca orientata al mercato sostenuta dal settore. Le nostre organizzazioni si completano idealmente, poiché coprono l intero ciclo ricerca-sviluppo-innovazione e all ESOF2008 hanno offerto opportunità a tutti i partecipanti. Nuova iniziativa Sviluppo della produzione sostenibile competitiva Quest anno ha ricevuto il marchio EUREKA la nuova iniziativa strategica quinquennale Manufuture Industry, che mira a implementare l intelligenza strategica sviluppata dalla piattaforma UE Manufuture sulle future tecnologie di produzione. L obiettivo è guidare e accelerare la trasformazione dell industria europea verso la produzione sostenibile competitiva. Questa iniziativa è stata proposta dal settore e si focalizza sulla realizzazione di prodotti a media-alta tecnologia, afferma il professore Francesco Jovane, rappresentante di alto livello EUREKA per l Italia e vicepresidente della piattaforma UE Manufuture. La nuova iniziativa intende creare reti di fornitori UE di tecnologie avanzate e nuove aziende come integratori di sistemi, integrandole con avanzati produttori per sviluppare e convalidare le soluzioni di sistemi di produzione Manufuture. L iniziativa coopererà con il programma quadro dell UE, le egide e le iniziative EUREKA, la piattaforma UE Manufuture e le piattaforme nazionali, le iniziative regionali per l innovazione dei sistemi di produzione e le reti internazionali d innovazione della produzione. Telechirurgia cardiaca EUREKA presenterà gli studi sulla Eventi telechirurgia all evento I s TO THE FUTURE dell ICT2008, che si terrà a Lione, in Francia, dal 25 al 27 novembre. La mostra si basa sui risultati del progetto BANITS (sistema di telecomunicazioni integrato di reti con accesso a banda larga) dell iniziativa CELTIC sulle telecomunicazioni. BANITS è partito dalle soluzioni di reti esistenti, analizzando nuovi modi per ampliare l uso del tempo e della disponibilità del servizio. ICT2008 è organizzato dalla DG Società dell informazione e media della Commissione europea e nel 2008 sarà il principale evento dedicato alla ricerca sull ICT in Europa. Tra i visitatori vi saranno ricercatori, innovatori, tecnici, responsabili politici e aziendali nel campo delle tecnologie digitali. Vedere l articolo a pag events/ict/2008/ Forum europeo sulla nanoelettronica 2008 Le iniziative EUREKA CATRENE e la precedente MEDEA+ sulla micro e nanoelettronica stanno organizzando un forum europeo congiunto sulla nanoelettronica con AENEAS e l impresa comune ENIAC dell UE sulla nanoelettronica a Parigi, il 2 e 3 dicembre Il tema dell evento, con ingresso a inviti, è l Ambiente mutevole nel settore dei semiconduttori, che verrà esaminato dal punto di vista del settore, del mercato e degli esperti. Si prevedono oltre 300 partecipanti al forum con dimostrazioni di MEDEA+ e di pertinenti progetti del programma quadro dell UE. 5

6 I ministri chiedono un ruolo più esteso e visibile per EUREKA Il 6 giugno 2008 i ministri e i rappresentanti di 38 paesi europei e della Commissione europea si sono incontrati a Ljubljana per la XXIII sessione della Conferenza interministeriale EUREKA su invito della Slovenia, che occupò la presidenza EUREKA nel biennio Le principali conclusioni hanno riguardato l ampliamento del ruolo della Rete e l aumento della sua visibilità. La conferenza interministeriale definisce le linee guida politiche per l iniziativa. Quest anno ha sostenuto la strategia preventiva redatta sotto la presidenza slovena che vedrà EUREKA svilupparsi in un fornitore di servizi europeo, migliorando il coordinamento dei progetti R&S industriale di iniziative nazionali, regionali ed europee e contribuendo ad una migliore cooperazione internazionale. In particolare, i ministri hanno proposto alla prossima Presidenza la costituzione di un gruppo di esperti di alto livello, coinvolgendo rappresentanti dei paesi aderenti EUREKA e della Commissione europea, per supervisionare questo ampliamento. EUREKA dovrebbe inoltre facilitare le nuove attività come l implementazione delle agende di ricerca strategica delle piattaforme tecnologiche europee, le iniziative tecnologiche congiunte dell UE e altre forme di cooperazione internazionale per la R&S industriale. ulteriori risorse umane e finanziarie a tutti i paesi membri. Pertanto è necessario aumentare il loro impegno finanziario, reiterare il ruolo chiave degli uffici nazionali e invitare i membri di EUREKA a garantire le necessarie risorse per garantire un funzionamento efficiente e di elevata qualità. Contemporaneamente EUREKA dovrebbe migliorare la sua struttura interna e aumentare ulteriormente l efficacia del Segretariato nel vincere le nuove sfide. I ministri hanno chiesto al gruppo esecutivo di effettuare raccomandazioni alle future presidenze per aumentare l efficienza e l economicità dei processi decisionali. Ai paesi membri è stato chiesto di garantire la piena partecipazione al livello adeguato negli organismi EUREKA per assicurarne il funzionamento ottimale. Maggiore presenza internazionale I ministri hanno inoltre sentito l esigenza di sviluppare una strategia per rafforzare il ruolo di EUREKA in un economia globalizzata e soddisfare il crescente interesse di paesi extraeuropei a collaborare all iniziativa. È stato chiesto alle future presidenze, in particolare a quella portoghese, di valutare le possibilità e le strategie di un ulteriore internazionalizzazione. Le le iniziative e le egide e di EUREKA hanno inoltre tentato di consolidare le relazioni con la rete per esplorare sinergie comuni. È necessario organizzare il regolare scambio di informazioni sulle attività e sui programmi di diverse egide e iniziative con un maggiore coinvolgimento e sostegno del segretariato e della presidenza. Strategia di comunicazione La visibilità della rete dovrebbe essere sensibilmente aumentata da un strategia di comunicazione coordinata e attiva a livello nazionale e internazionale, con messaggi ben definiti e accattivanti su progetti e attività EUREKA. EUREKA è stata inoltre incoraggiata a sfruttare ulteriormente il promettente inizio del programma Eurostars per dimostrare che tale servizio è trasferibile ad altri strumenti/settori. L efficienza e lo sviluppo potenziale di EUREKA sono stati limitati dalle sensibili differenze dei contributi dei paesi membri e del loro impegno nella rete. Per superare questi problemi, è stato chiesto ai paesi membri di aggiornare i loro contributi e di onorare gli obblighi derivanti dall adesione. Inoltre, una positiva implementazione della nuova strategia preventiva richiederà Definizione di una nuova direzione strategica Aleš Mihelič, presidente uscente del Gruppo Alto Livello di EUREKA, sottolinea i tre risultati principali della presidenza slovena: 1. Definizione di una nuova strategia preventiva che rimobilita EUREKA per sostenere la strategia UE di Lisbona per realizzare un economia competitiva e dinamica basata sulla conoscenza; 2. Consolidamento della cooperazione tra EUREKA e UE, in particolare tramite il programma Eurostars che fornisce finanziamenti pubblici/ privati alla R&S ad alto rischio delle PMI; 3. Maggiore attenzione alla comunicazione dei risultati dei progetti EUREKA, sia all interno della rete che al grande pubblico. 6 Eu r e k a Ne w s 82

7 > Per informazioni sui numerosi successi di EUREKA > Presentazione di progetti I sensori della pressione cilindrica filtrano le emissioni diesel La auto a diesel sono in continua crescita, ma standard sempre più rigorosi sulle emissioni richiedono un controllo più efficiente. Il progetto EUREKA!3379 CYPRESS ha sviluppato un rivoluzionario sensore della pressione cilindrica (CPS) che ottimizza la combustione, riducendo le dannose emissioni di particelle di fuliggine e ossido di azoto (NOx) nei motori diesel. Ne risultano auto più pulite e che evitano il ricorso a costosissimi di filtri NOx per soddisfare i nuovi standard UE e US. Ogni anno nell UE vengono vendute oltre sette milioni di automobili a diesel, raggiungendo una quota di mercato superiore al 40 % nell UE a 25 e al 50 % nell UE a 15. Si prevede che entro il 2015 i motori diesel saranno usati da circa il 12 % delle auto e degli autocarri leggeri negli Stati Uniti, il 25 % in tutto il mondo. I motori diesel funzionano con accensione automatica: il combustibile viene iniettato nel cilindro e compresso, accendendo la miscela aria-carburante. Tuttavia questa miscela non è omogenea, generando molte particelle di fuliggine durante l accensione. Inoltre, l ossigeno in eccesso aumenta le temperature di accensione causando alti livelli di NOx che richiedono un costoso trattamento successivo. Non sorprende quindi che, dagli anni 70, l UE e gli USA abbiano imposto rigorosi controlli sulle emissioni di gas esausti di diesel, con maggiori limiti per anidride carbonica, idrocarburi, NOx e particelle. Gli standard EURO 5 limiteranno i livelli di NOx a 180 mg/km, gli EURO 6 a 80 mg/km. Negli Stati Uniti, l inasprimento della normativa dell EPA (Agenzia di protezione ambientale) da BIN 8 a BIN 5 ridurrà le emissioni di NOx da 200 a 70 mg/miglio. temperature dei gas nel cilindro del motore, superiori a 900 C. Secondo il Dr. Arjan Kölling di Sensata Technologies e coordinatore del progetto CYPRESS, dalla fine degli anni 80 si è lavorato molto sui sensori della pressione cilindrica, ma con poco successo. I primi sensori avevano approcci piezoelettrico e ottico. L applicazione di questi elementi autonomi richiedeva però modifiche alla testa del cilindro. Il Dr. Kölling spiega che lavorare con BERU ha consentito di sviluppare un sensore integrato. Unire il sensore della pressione cilindrica alla candela non ha comportato cambiamenti significativi alla struttura del motore e il funzionamento della candela non influisce sulla misurazione. Il nuovo sensore doveva resistere alle rigorose temperature e alle vibrazioni del cilindro ed essere sufficientemente compatto per integrarsi nella candela. La soluzione era considerata la tecnologia piezoresistiva, secondo cui la resistenza elettrica varia direttamente con la tensione meccanica applicata, consentendo di misurare la pressione sia statica che dinamica. Inoltre i sensori piezoresistivi rimangono precisi per tutta la durata di vita del motore. Passaggio alla produzione CYPRESS ha destato molto interesse nei produttori automobilistici europei e consolidato la leadership europea nell innovazione automobilistica. Il CPS è il primo nel suo genere ad essere sufficientemente affidabile e a basso costo per produrlo in massa. L integrazione nella candela a incandescenza del motore diesel semplifica la riprogettazione del motore; la candela standard può essere semplicemente sostituita dall unità CPS, che ne integra la funzionalità. BERU ha già iniziato a commercializzare le candele CPS, che includono i sensori Sensata. A seconda della qualità del sistema di controllo del motore, è possibile ridurre le emissioni di NOx e particolato fino al 90 %. Grazie ma questo successo, CYPRESS ha vinto il premio Lillehammer EUREKA 2008, assegnato ai progetti che migliorano l ambiente europeo. Strategia di combustione La divisione olandese del produttore internazionale di sensori Sensata Technologies si è prefissata di sviluppare, con il produttore tedesco di candele di accensione e a incandescenza BERU, un CPS integrato nella candela che attivi una strategia di combustione alternativa basata sulla continua trasmissione del segnale del sensore all unità di controllo elettronico del motore. La misurazione diretta della pressione di combustione è ostacolata dalle elevate Vincere il premio Lillehammer EUREKA è un onore, in particolare per Sensata Technologies, poiché rafforza la nostra immagine e il successo dalla nostra separazione da Texas Instruments avvenuta due anni fa. Inoltre è il riconoscimento del nostro impegno nella R&S ad alto rischio in Europa. Dr. Arjan Kölling, Sensata Technologies 7

8 Mentre il Portogallo assume per la seconda volta la presidenza di EUREKA, il professor Manuel Nunes da Ponte, presidente del Gruppo Alto Livello, illustra l impegno del paese a basarsi sui risultati del suo predecessore e sui relativi piani per consolidare il marchio EUREKA e renderlo la rete preferita per soddisfare meglio le esigenze delle imprese innovative e degli enti di ricerca europei. Il Portogallo Una nazione con una missione L economia del Portogallo è cambiata notevolmente negli 11 anni trascorsi dalla sua prima presidenza di EUREKA. La crisi economica mondiale si sta facendo sentire, come nel resto dell Europa. Tuttavia, le recenti riforme governative del settore pubblico e il lancio di un ambizioso piano tecnologico nazionale testimoniano della missione del paese di aumentare la crescita e la competitività semplificando le attività imprenditoriali e investendo in conoscenza, innovazione e competenze. Così facendo, il Portogallo sta riesumando uno spirito imprenditoriale che la rese una nazione di leggendari navigatori e commercianti per oltre cinque secoli, dominando un impero che si estendeva dal Brasile a grandi regioni dell Africa e dell Asia. Questo è lo spirito che il Portogallo intende mettere al servizio di EUREKA nel suo anno di presidenza. Soddisfare il potenziale tecnologico Mentre il settore pubblico portoghese ha adottato nuove tecnologie e le sue PMI, che sono le pietre miliari della sua 8 Eu r e k a Ne w s 82

9 Il governo portoghese Rifocalizzare l economia sui prodotti e servizi a media e alta tecnologia intende triplicare entro maggiormente innovativi è fondamentale il 2009 gli investimenti per il Portogallo per sfruttare i positivi cambiamenti degli ultimi anni, in particolare del settore privato in in questi tempi difficili per l economia. R&S (ora pari allo 0,26 % Secondo il professor Nunes da Ponte, per troppo tempo l economia portoghese è stata del PIL) e raddoppiare basata sui settori tradizionali caratterizzati la spesa pubblica da bassi salari, come il turismo, il tessile, l abbigliamento, le calzature e il sughero. portandola all 1 % del PIL. Oggi il quadro è cambiato. l settore pubblico ha effettuato un importante investimento e, per quanto riguarda l attività scientifica e economia, svolgono un importante tecnologica, siamo probabilmente il paese quantità di R&S, il livello complessivo di europeo che è cresciuto maggiormente. È innovazione tecnologica del paese rimane inoltre disponibile più capitale di rischio e inferiore al resto dell UE. I principali negli ultimi cinque anni il numero di nuove motivi di questo lento avanzamento imprese e spin-off universitari è aumentato comprendono la specializzazione costantemente. Tuttavia dobbiamo dell economia in settori a basso contenuto stimolare più investimenti nella R&S da tecnologico e i corrispondenti problemi di parte del settore privato. realizzazione di una politica d innovazione nazionale, la difficoltà di ottenere L innovazione al centro finanziamenti per i progetti e una generale dell attività portoghese avversione al rischio. In qualità di membro fondatore di EUREKA, il Portogallo ha partecipato a 253 progetti Il piano tecnologico del governo, lanciato EUREKA completati, per uno stanziamento nel 2005, tenta di risolvere questi totale di 155 milioni. Non sorprende problemi e di aumentare sensibilmente che la partecipazione sia stata massima la produttività nel medio-lungo termine, attorno al primo anno di presidenza, nel colmando il gap scientifico e tecnologico, , scemando in seguito. migliorando l innovazione e fornendo alla popolazione l istruzione e le competenze necessarie per creare una società della conoscenza. Il governo intende triplicare entro il 2009 gli investimenti del settore privato in R&S (ora pari allo 0,26 % del PIL) e raddoppiare la spesa pubblica portandola all 1 % del PIL. Vi saranno nuovi incentivi fiscali per la R&S e verranno allocati 30 milioni per finanziare la creazione di 200 nuove imprese ad alta tecnologia. Gli ambiziosi obiettivi del piano comprendono altresì la triplicazione del numero di brevetti registrati ogni anno, aumentando del 50 % il numero di scienziati dediti alla R&S, assumendo ricercatori nel settore pubblico, erogando fondi per dottorati scientifici all anno e occupando nelle PMI laureati in scienza ed economia. il Portogallo non viene percepito come un paese attivo nella R&S e la nostra presidenza EUREKA ci consentirà di cambiare questa percezione internamente ed esternamente, afferma il professor Nunes da Ponte, dobbiamo sviluppare un immagine di marchio per la nostra scienza e tecnologia, e questa volta desideriamo creare un livello di partecipazione più sostenibile. Il programma Eurostars per le PMI si sta dimostrando una piattaforma di successo per noi, con partecipanti coinvolti in 11 progetti. La presidenza portoghese intende incoraggiare in particolare la partecipazione ai progetti in aree come i nuovi materiali, la biotecnologia, l energia, la tecnologia dell informazione e comunicazione. Inoltre, il governo ha incentivato programmi con Microsoft, il MIT (Massachusetts Institute of Technology) e altre università statunitensi, e la presidenza portoghese sta verificando con coordinatori di programma il trasferimento in EUREKA di progetti adeguati. Maggiore influenza di EUREKA Nel suo anno di presidenza la Slovenia ha realizzato molto in numerose aree importanti e il suo successore intende continuarne il lavoro, come conferma il professor Nunes da Ponte: ne sono un esempio significativo le iniziative Il Portogallo vuole promuovere il rinnovamento e consolidamento di EUREKA: Perseguendo una politica di maggiore cooperazione internazionale cercando attivamente partenariati extraeuropei. Cercando di aumentare il coordinamento e le sinergie con altre strutture intereuropee di sostegno alla R&S, come COST, le JTI e gli ERANET. Valorizzando il marchio EUREKA aumentando il riconoscimento globale della rete come simbolo di innovazione, offrendo un vantaggio competitivo alle imprese innovative e nuovi prodotti innovativi. Consolidando le modalità di creazione dei progetti, migliorando le relazioni tra la rete e le iniziative, promuovendo la sincronizzazione volontaria dei progetti e finanziando iniziative come Eurostars. 9

10 > Il Portogallo una nazione con una missione strategiche, che nel corso degli anni si sono progressivamente allontanate da EUREKA, avendo sviluppato procedure di valutazione e programmi propri. La presidenza slovena ha avuto successo nel riportarli nella rete e nel trasmettere loro il senso di partecipazione a EUREKA. Intendiamo perseguire il sostegno attivo delle Iniziative strategiche da parte di EUREKA, che alla fine potrebbero diventare iniziative tecnologiche congiunte (JTI) e sfruttare i finanziamenti UE. Sarebbe un ottima conclusione per un iniziativa EUREKA! Come la precedente presidenza, anche quella portoghese ritiene che EUREKA debba incoraggiare più attivamente l adesione di paesi europei che non fanno ancora parte della rete e ampliare l influenza di EUREKA oltre l Europa. Secondo il professor Nunes da Ponte in passato EUREKA si considerava come una rete esclusivamente europea, ma ora deve assumere una direzione più globale. Alle aziende europee, in particolare alle PMI, serve una piattaforma per la cooperazione con paesi extraeuropei e noi possiamo aiutarle a trovare nuovi partner, collaboratori e mercati. La presidenza slovena è stata attiva nel sostenere l agenda della globalizzazione e nello stimolare i rappresentanti di alto livello a discutere di questi problemi. Ad esempio, è probabile che dobbiamo cambiare le regole di partecipazione dei membri associati: ora possono partecipare a progetti senza però essere politicamente attivi nella rete. Dobbiamo dare ai membri associati uno status maggiore se vogliamo rendere EUREKA più interessante per loro. Attualmente la rete offre lo status di membro associato a paesi non europei: il Marocco è stato il primo ad usufruirne. La Corea del Sud ha partecipato a diversi progetti e, insieme con il Canada, potrebbe essere interessata a diventare un membro associato. Ci stiamo impegnando a livello diplomatico per incoraggiarli ad aderire e ad aprirci oltre l Europa. Non saremo in grado di fare tutto nel nostro anno di presidenza ma, lavorando attivamente, speriamo nell adesione di più paesi, magari nell anno di presidenza tedesca ( ). Consolidamento del marchio EUREKA Un importante priorità per la presidenza portoghese è il miglioramento del profilo delle rete a livello commerciale, politico e globale. Le imprese scoprono che l avvallo di EUREKA può essere prezioso per ottenere finanziamenti per un progetto e per commercializzarne i prodotti finali. Ciò detto, secondo il professor Nunes da Ponte il riconoscimento di EUREKA come organizzazione e dei suoi risultati potrebbe essere maggiore: il marchio EUREKA deve essere più forte, affinché possiate convincere le aziende dei vantaggi dell adesione alla rete e, a livello politico, persuadere Profilo del Portogallo Abitanti: 10,6 milioni i ministri a investire nei progetti. Il programma Eurostars per le PMI aumenterà il riconoscimento di EUREKA su entrambi i fronti. In particolare, EUREKA deve sfruttare i suoi vantaggi esclusivi come piattaforma per programmi di R&S esternalizzati. Ad esempio i programmi quadro di R&S dell UE stanno diventando troppo complicati per molte aziende. Avrebbe senso per la Commissione esternalizzare, nell ambito di una programmazione congiunta, ad una rete più flessibile e prossima al mercato come EUREKA. Siamo intenzionati a diventare la rete preferita, e i programmi congiunti con la Commissione, come Eurostars, le collaborazioni con COST e le JTI, consentiranno di migliorare sensibilmente la nostra visibilità e reputazione come partner fidato. Principali settori industriali: turismo, tessili, abbigliamento, calzature, carta e prodotti in legno, sughero, automobili, apparecchiature elettriche e tecnologiche, manifattura e ingegneria meccanica. Le esportazioni sono cresciute del 9 % nel 2006 e del 7 % nel 2007, con una crescente attenzione ai servizi commerciali e prodotti tecnologici di alta o medio-alta qualità. Il Portogallo è diventato una repubblica nel In seguito ad un colpo di Stato militare nel 1926, è stato governato da una dittatura fino al 1974, quando un altro colpo di Stato senza spargimento di sangue, detto Rivoluzione dei garofani, è sfociato in una nuova democrazia. Le elezioni del 1975 e del 1976 diedero vita a governi democratici, e nel 1986 il paese è stato accolto nella Comunità Economica Europea, il precursore dell UE. La posizione del Portogallo sulla scena europea è migliorata con la firma della Strategia di Lisbona del 2000, che mirava a rendere l UE l economia più competitiva e con la maggior occupazione al mondo, e del successivo Trattato di Lisbona del Il suo profilo è stato migliorato con la nomina dell ex primo ministro José Manuel Durao Barroso alla presidenza della Commissione europea nel 2004, e con l assunzione della presidenza dell UE nel luglio Il Portogallo, che fornisce un importante contributo ai finanziamenti UE, ha investito molto nella modernizzazione delle comunicazioni e delle infrastrutture, e ora dispone di un eccezionale rete di strade, autostrade e collegamenti ferroviari. La forza lavoro istruita ed esperta del paese, che investe nell istruzione più della media UE, e i bassi costi del lavoro nell industria e nei servizi attirano marchi mondiali come Volkswagen e Siemens, e quest ultima vi ha trasferito di recente le attività di R&S dagli USA e dalla Germania. 10 Eu r e k a Ne w s 82

11 > Per informazioni sui numerosi successi di EUREKA > Presentazione di progetti Fiutare gli esplosivi leggeri contro il terrorismo Un nuovo approccio alla tecnologia dei sistemi e la semplicità operativa del progetto!3109 EULASNET EXPLOSIVES ANALYSER hanno dato luogo a una nuova generazione di potenti, rapidi e portatili rilevatori di esplosivi in grado di aumentare la sicurezza pubblica in tutto il mondo. Le unità compatte e leggere consentono di prevenire attacchi terroristici rilevando esplosivi e componenti di bombe mediante tracce molecolari su bagagli, indumenti, computer portatili, telefoni cellulari, banconote e documenti d identità. Questi sistemi rilevano bombe nascoste in edifici, casse, veicoli su strada, aerei, treni, negozi, terminali di trasporto e possono essere usati come dispositivi aggiuntivi di rilevatori a raggi X in luoghi pubblici. l terrorismo è un problema crescente in tutto il mondo, minaccia i trasporti, le centrali elettriche, i centri finanziari e le concentrazioni di persone, dagli stadi ai centri commerciali. I governi hanno aumentato la priorità della protezione della popolazione civile: questo significa fornire alla polizia, all esercito e alle forze di sicurezza le apparecchiature necessarie per rilevare esplosivi in modo rapido e affidabile. Nei rilevatori analitici portatili è stato riscontrato un problema particolare: nonostante il loro buon livello di rilevamento, tendono ad essere sensibili a prodotti chimici interferenti, pertanto sono difficilmente utilizzabili in condizioni reali giacché generano elevate percentuali di falsi positivi. EULASNET EXPLOSIVES ANALYSER ha sviluppato un approccio per l applicazione in aeroporti, valichi di frontiera, edifici pubblici o centrali nucleari, con apparecchiature gestite da forze di sicurezza anziché analisti altamente addestrati. Risoluzione di quattro problemi principali l coordinatore del progetto, George Blaha della PMI ceca RS DYNAMICS, che ha cooperato con la società d ingegneria spagnola Sener Ingenieria Y Systemas, responsabile della verifica dei sistemi, e l Accademia delle Scienze ceca, spiega che si sono prefissi di risolvere quattro problemi principali. Dapprima, dovevamo trovare un nuovo principio di pre-separazione rapida per ridurre sensibilmente la percentuale di falsi positivi e migliorare la complessiva solidità operativa riducendo al minimo i tempi di verifica. In secondo luogo serviva un rilevamento dei componenti valido e rapido, con una pulizia velocissima dopo l esposizione. Terzo, serviva un elevata selettività per evitare la sovrasaturazione del sistema e la contaminazione incrociata causa dell errata interpretazione dei risultati. Quarto, volevamo un sistema che eseguisse letture continue con un tempo di risposta di circa un secondo. Lo sviluppo di numerose nuove tecnologie consente di svolgere controlli di sicurezza in modo rapido e affidabile anche in condizioni difficili, dalle piste aeroportuali battute dalla pioggia ai valichi di frontiera saturi di scarichi diesel. Inoltre non sono necessari operatori analitici altamente qualificati: dopo una brevissima formazione, sono in grado di usare le apparecchiature la polizia, il personale militare o guardie giurate. È possibile collegare direttamente gli strumenti a Internet mediante connessioni cablate o wireless, configurate, eseguite e gestite a distanza, nonché installare facilmente i sistemi in qualsiasi ambiente automatizzato come un robot di artificieri o un componente di un rilevatore a raggi X. Un interesse destato in tutto il mondo RS DYNAMICS ha già sviluppato i risultati in un prodotto realizzabile, destando l interesse di enti governativi di tutto il mondo. Attualmente sta partecipando a gare d appalto in Medio Oriente e India, e collaborando con un importante distributore britannico e partner locali altamente qualificati in importanti sedi internazionali. Il successo del progetto EULASNET EXPLOSIVES ANALYSER schiude un mercato globale per i nostri analizzatori e rilevatori portatili di esplosivi Explonix. Vincere il premio Lynx EUREKA aumenterà la nostra reputazione e la nostra fama, aspetti importanti per il futuro delle nostre attività e per il nostro team altamente motivato di scienziati di successo. George Blaha, presidente di RS Dynamics 11

12 Leader in un fut con mercati guida che includano le comunicazioni, la sicurezza, i trasporti, la sanità, l energia e la protezione ambientale. L Europa e le imprese europee intendono fornire soluzioni di nanoelettronica che rispondano alle esigenze della società nel suo complesso, migliorando la prosperità economica europea e consolidando la capacità della sua industria di essere all avanguardia nella competizione mondiale. Si prevede una stretta cooperazione con altre iniziative EUREKA e con l Impresa comune ENIAC, conclude Enrico Villa, presidente di CATRENE. EUREKA e le sue iniziative strategiche sulla tecnologia dell informazione e della comunicazione (ICT) forniscono importanti contributi al futuro dell ICT in Europa. CATRENE, CELTIC, EURIPIDES e ITEA 2 hanno chiare intenzioni di rafforzare i ruoli e i mezzi per garantire la leadership europea in un contesto fondamentale per la competitività di quasi tutti i settori industriali e per il benessere dei cittadini europei. La micro e nanoelettronica servono all Europa come forza trainante e tecnologia produttiva, ma occorrono maggiori sforzi per sfruttare appieno il potenziale esistente. Per rimanere competitiva nel mondo, l Europa deve creare tecnologia pioneristica in centri di ricerca di dimensioni e portata sufficienti a raggiungere una massa critica. Ciò richiede il sostegno di piccole unità flessibili, in particolare le PMI, per creare nuove idee e applicarle in modo commerciale. La nuova iniziativa CATRENE sulla nanoelettronica è prontissima ad affrontare queste sfide, sfruttando il successo dell iniziativa MEDEA+ sulla microelettronica, che scade nel CATRENE intende aumentare l interazione tra applicazioni e tecnologia, focalizzandosi in particolare su mercati con un potenziale di elevata crescita per beni e servizi altamente innovativi. CATRENE mira a garantire la leadership tecnologica in un settore ICT competitivo Innovazione dei servizi Il software è fondamentale in quasi tutti gli aspetti sociali ed economici. Secondo Rudolph Haggenmüller, presidente dell iniziativa ITEA 2 sul software e sui sistemi ad alta intensità di software, giocherà un ruolo crescente mentre passiamo da un economia orientata ai prodotti a una orientata ai servizi: ad esempio i produttori di auto non si limiteranno a fornire veicoli, ma la loro offerta principale si espanderà ai servizi di mobilità completi, da cui trarranno i maggiori ricavi. L innovazione dei servizi è una delle sfide principali dell economia mondiale, che verrà accettata attivamente dalla comunità di ricercatori europei dell ICT. La ricerca deve sostenere la competitività dell economia europea e soddisfare le esigenze della comunità insiste Haggenmüller. A livello sociale la sostenibilità è una sfida importante che la ricerca ICT deve affrontare. Una tendenza è lo spostamento dall elaborazione aziendale a quella sociale: oltre a sistemi di gestione delle risorse ambientali, servirà una gestione delle risorse a livello sociale, che consenta ad esempio una distribuzione più efficace dell energia e dell acqua. Per mantenere la leadership europea nel mercato mondiale è essenziale creare ecosistemi di grandi aziende, PMI e università. A tal fine, gli investimenti pubblici nella ricerca sono uno strumento importante.haggenmüller, è interessante 12 Eu r e k a Ne w s 82

13 ro competitivo vedere come la coesistenza di due infrastrutture, vecchia e nuova, ampli questi ecosistemi, come le iniziative EUREKA con centri di competitività e imprese comuni UE afferma Haggenmüller. Ad esempio ITEA collabora con tutte le iniziative EUREKA e con ARTEMIS a livello UE, nonché con i poli di competitività in Belgio, Francia, Germania, Paesi Bassi e Spagna. Haggenmüller ritiene che le iniziative EUREKA giochino un ruolo indispensabile nella ricerca europea sulle ICT poiché sono molto flessibili essendo sia industriali che intergovernative. L approccio intergovernativo di EUREKA su iniziativa di impresa consente ad una buona idea di progetto di godere dei finanziamenti dei paesi partecipanti anche se non per tutti è una priorità, ed è l unico strumento nel settore del software a garantirlo. Dispositivi e produzione intelligenti l ICT nella forma di sistemi, software e servizi è responsabile dell innovazione in molti campi. L integrazione di hardware and software è necessaria nei dispositivi intelligenti per realizzare un sistema completo. Tuttavia mentre si pensa che l Europa sia leader nella progettazione e architettura di sistemi, si pianifica la produzione nell Estremo Oriente o in altri paesi a basso costo afferma Jean Luc Maté, presidente dell iniziativa EURIPIDES sui dispositivi intelligenti. La priorità alla ricerca dovrebbe interrompere questo modello finanziando 2-3 progetti che cambino il modo di pensare la produzione a basso costo e ad alta tecnologia in Europa. Per migliorare l integrazione e ridurre sensibilmente i costi, si potrebbe ricorrere ad una tecnologia eterogenea, che tuttavia richiede modalità innovative e fantasiose di produzione nonché finanziamenti. È necessario non solo raggiungere traguardi per mantenere l occupazione in Europa, ma anche sincronizzare gli investimenti nella ricerca su dispositivi strategici ad alta tecnologia e basso volume, come per l aerospaziale e la difesa, e prodotti a basso costo e alta tecnologia con volumi di massa per le comunicazioni, il multimedia, le automobili ecc. Questa è la sfida che EURIPIDES affronta per la prossima generazione di sistemi intelligenti. Maté sottolinea che la ricerca trasforma i soldi in idee; l innovazione trasforma queste idee in soldi grazie al mercato. EURIPIDES stimola l innovazione seguendo il metodo EUREKA su iniziativa dell impresa: prende dalla ricerca gli elementi con i quali accelera la creazione di opportunità di mercato, come un iniziativa sostenuta dal settore e focalizzata sul mercato. Tuttavia per accelerare questo processo possiamo mobilitare piccolissime imprese in tutti i paesi europei. Raggiungere gli USA e l Asia Secondo Heinz Brüggemann, direttore dell ufficio dell iniziativa CELTIC sulle telecomunicazioni, l Europa è in ritardo sugli USA e sull Asia: se l industria non viene sostenuta come negli USA, in Corea e Giappone, sarà difficile recuperare terreno. Dobbiamo colmare le nostre lacune, un compito già iniziato da CELTIC. Brüggemann considera il futuro Internet come una grande sfida che offre grandi opportunità all Europa. Le reti di telecomunicazioni sono fondamentali e lo rimarranno a lungo nel mondo di Internet. Quasi tutti gli elementi che riguardano l Internet futuro fanno già parte dei piani di lavoro di CELTIC, inclusi i progetti su larga scala come 100GET, che sviluppa nuovi concetti e tecnologie di networking basate su Ethernet. CELTIC tiene in considerazione le agende di ricerca strategiche delle piattaforme tecnologiche europee correlate. Per il successo dell Internet futuro e per garantire un ampia accettazione degli utenti sarà fondamentale combinare le reti e tecnologie esistenti in modo che la complessità dei sistemi rimanga gestibile, sicura e orientata agli utenti. Con così tanti soggetti coinvolti, dobbiamo assumere un approccio pragmatico, migliorando gradualmente le reti esistenti. I programmi quadro dell UE e i programmi di ricerca nazionali tendono ad assumere un approccio verso il basso. Noi siamo più vicini al mercato e i nostri piani di lavoro sono più ampi. Il nostro piano di azione è più pragmatico, con numerose porte aperte. Inoltre a CELTIC partecipano i più importanti produttori e operatori di telecomunicazioni, che giocano un ruolo attivo nel programma di ricerca. L iniziativa non si focalizza solo su elementi delle telecomunicazioni, ma anche sull intero sistema end-to-end. Puntare in alto per l Internet futuro Il progetto BANITS (sistema di telecomunicazioni integrato di reti con accesso a banda larga) di CELTIC, vincitore del premio eccellenza CELTIC nel 2007, ha conseguito importanti miglioramenti della larghezza di banda nelle esistenti reti di telecomunicazioni basate sul rame. BANITS-2, che scade quest anno, si focalizza sull xdsl per aumentare ulteriormente la larghezza di banda, con velocità di 500 MB/s su un singolo doppino di rame e fino a 100 GB/s su più doppini. L obiettivo è garantire una solida base per i servizi Internet a banda larga, in particolare in aree rurali, dove le velocità sono nettamente inferiori che nelle città. Le applicazioni ad alta velocità sono importanti. Medirob è un robot medico che consente di eseguire esami cardiaci in siti rurali e di trasmettere i dati su banda molto larga a ospedali in città distanti. Il suo uso verrà dimostrato a novembre allo stand di EUREKA all ICT 2008 di Lione. Altre applicazioni comprendono la trasmissione tramite TV ad alta definizione (HDTV). 13

14 I prossimi assi nella manica delle PMI impegnate nella R&S Febbraio 2008 è stata la prima scadenza per il programma Eurostars, che ha raccolto 215 candidature, di cui 189 idonee per la valutazione, dopo la quale, 133 hanno superato la soglia di qualità, ognuna con un costo medio di 1,54 milioni. In media una candidatura ha visto il coinvolgimento tre partecipanti di 2-3 paesi con una durata proposta di circa 30 mesi. Probabilmente verranno finanziati oltre 80 progetti. Questo successo sta già incoraggiando i paesi membri partecipanti ad aumentare i finanziamenti. sono avvenute entro il periodo programmato di 4-5 mesi. L interesse è stato tale e la qualità delle proposte così elevata che ne sono state considerate valide 133, di cui verranno finanziate oltre 80. Per oltre il 75 % i partecipanti erano PMI, con un numero di PMI impegnate nella R&S nettamente superiore alle previsioni. Secondo Vanavermaete dovremo attendere alcuni anni per vedere i reali risultati dei progetti, ma questa prima gara ha riscosso un enorme successo. La seconda scadrà il 21 novembre e già sembra attirare lo stesso interesse, se non superiore, nonostante la concorrenza sarà più forte. Secondo Luuk Borg, direttore del segretariato di EUREKA di Bruxelles, si tratta del primo programma sincronizzato di finanziamenti pubblici di successo in Europa che impegna gli Stati a pagare! Abbiamo ricevuto numerose proposte di progetti di alta qualità che hanno ottenuto valutazioni positive. Sono presenti tutti i nostri gruppi target. Prevediamo circa 40 proposte di progetti per la prima gara e alla data di scadenza ne avevamo ricevuti oltre 200. Eurostars è un programma di finanziamento flessibile ed efficiente per le PMI dedite alla R&S che assume la guida di progetti di R&S che si traducano rapidamente in prodotti, processi o servizi tangibili disponibili sul mercato.un progetto Eurostars prevede la collaborazione di partner di almeno due dei 31 paesi partecipanti e, oltre alle PMI, incoraggia la partecipazione di grandi aziende, istituti di ricerca e università. Il programma, che è un iniziativa congiunta tra l UE e gli Stati membri, coordinati da EUREKA, è aperto a candidature in tutti i settori tecnologici. La valutazione viene svolta centralmente a Bruxelles da un gruppo indipendente di esperti tecnici e aziendali, ma i candidati ai progetti Eurostars si avvalgono della consulenza e dell esperienza aziendali locali, tramite la rete di coordinatori nazionali dei progetti (NPC) EUREKA con sede in ogni Stato membro. Uguali ma diversi Come previsto, per la prima gara le candidature erano mirate soprattutto a progetti in aree quali la biotecnologia, la tecnologia dell informazione e della comunicazione (ICT). afferma Michel Vanavermaete, responsabile del programma Eurostars del segretariato EUREKA, tuttavia le tecnologie ICT riguardano più le applicazioni mediche e sanitarie, meno i mercati ICT puri del programma EUREKA principale. La valutazione e la classifica dei progetti da parte del gruppo di esperti indipendenti Eredità per il futuro Borg aggiunge che il successo della prima gara Eurostars mostra l irrinunciabile utilità per le PMI dedite alla R&S di questo piano adattato alle loro esigenze. Dimostra inoltre il valore che EUREKA può aggiungere a questo processo mediante una valutazione esperta consolidata e un singolo punto decisionale per i finanziamenti in base agli stanziamenti accantonati. Ora vediamo se EUREKA può applicare un approccio simile ai piani di sincronizzazione dei finanziamenti della ricerca per altri servizi che richiedono un sostegno centralizzato. Ulteriori informazioni su Eurostars sono disponibili in o presso gli NPC EUREKA. 1 Stati membri dell UE: Belgio, Bulgaria, Repubblica ceca, Danimarca, Germania, Estonia, Irlanda, Grecia, Spagna, Francia, Italia, Cipro, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Ungheria, Paesi Bassi, Austria, Polonia, Portogallo, Romania, Slovenia, Slovacchia, Finlandia, Svezia e Regno Unito; a cui si aggiungono Islanda, Israele, Norvegia, Svizzera e Turchia. 14 Eu r e k a Ne w s 82

15 > Punto di vista Il gioco della collaborazione in un mercato globale José Mariano Gago, scienziato di professione e a lungo Ministro della Scienza, della Tecnologia e dell Università portoghese, rivela a EUREKA News la prospettiva esclusiva che lui apporta alla politica a livello nazionale ed europeo e la sua reale comprensione delle sfide che affrontano i nostri innovatori in un ambiente globale estremamente competitivo. Come s inserisce la sua esperienza di scienziato nel suo lavoro ministeriale? Non posso immaginare l una senza l altro. La formazione di ingegnere e fisico ricercatore e il successivo lavoro per molti anni nella fisica sperimentale mi hanno influenzato enormemente. Sono stato formato in un ambiente internazionale, lavorando al CERN, una grande organizzazione con enormi stanziamenti per progetti e persone di molti paesi. Mi hanno insegnato a non avere una visione ingenua della ricerca. Si tratta di trovare risposte a domande, avere nuove idee e ottenere risultati, ma la ricerca ha anche aspetti economici e sociali. Ho così raggiunto un livello di comprensione pratica dei problemi e delle sfide inerenti la ricerca sia pura che rivolta al mercato, senza la quale non sarebbe possibile raggiungere alcun risultato. Per tutta la mia carriera ho lavorato nella fisica delle particelle sperimentale: cosa poteva esservi di più lontano dalle applicazioni pratiche? Tuttavia molti strumenti e tecniche che si devono sviluppare per perseguire questo tipo di ricerca hanno applicazioni in campi diversi dalla fisica delle particelle, pertanto siamo abituati a instaurare relazioni con aziende industriali e con la R&S industriale. Come caratterizzerebbe la base scientifica e tecnologica portoghese? Siamo unici in Europa per la rapida crescita di cui abbiamo goduto negli ultimi decenni. Il processo democratico dagli anni 70, l accesso del Portogallo all UE, la trasformazione della sua economia e società in termini di accesso delle donne all istruzione e al mercato del lavoro sono andati tutti di pari passo con lo sviluppo della ricerca e la crescita del nostro sistema universitario. È l unico modo in cui si può spiegare il numero quasi uguale di uomini e donne nella ricerca e la massima percentuale di giovani ricercatori in Portogallo. La nostra base di ricercatori cresce rapidamente ed è molto internazionalizzata, una delle maggiori in Europa. È raro trovare qualcuno che non abbia lavorato all estero per un po di tempo e troverete ricercatori stranieri che lavorano al fianco di colleghi portoghesi in qualsiasi università del paese. Quali sfide deve affrontare il Portogallo in termini di R&S? Le stesse di molti altri paesi europei. Non basta dare un adesione formale all idea che le università e gli altri istituti di ricerca collaborino con le aziende. È necessaria una solida base scientifica per creare reti, una dimensione che le università statunitensi raggiunsero alcuni decenni fa e un problema che abbiamo affrontato in Portogallo. L internazionalizzazione è un altro fattore cruciale per lo sviluppo di 15

16 obiettivi scientifici e tecnologici e per la creazione di consorzi e reti in un paese. Senza questo catalizzatore esterno, tale percorso risulta terribilmente lento e completabile solo con grandi difficoltà. Uno degli sviluppi di maggior successo del Portogallo nell ultimo biennio è la forte collaborazione tra aziende e università portoghesi e università statunitensi come il Massachusetts Institute of Technology (MIT), Carnegie Mellon University (CMU) o la Università di Austin, nel Texas, in diversi settori tra cui i trasporti, l energia, l ingegneria e l informatica. Lei ha contribuito a modellare la politica della ricerca europea. Cosa deve fare ora l Europa per realizzare la Strategia di Lisbona? Non esiste un unica ricetta; la situazione è diversa per ogni paese ma la risposta alla Strategia di Lisbona è stata molto positiva. Prima del 2000, la scienza non era nell agenda politica dell UE. È quasi incomprensibile che sia stato possibile integrare l Europa senza che la scienza e la tecnologia siano state considerate un elemento fondamentale della sua sicurezza futura in termini economici, sociali e altri. La principale risposta a Lisbona è stata a livello nazionale, come dovrebbe essere, visto che la maggioranza dei fondi pubblici disponibili per gli investimenti in R&S proviene da stanziamenti nazionali. Un punto fondamentale è che il futuro scientifico dell Europa dipende dalla politica di ogni Stato membro. Tutte le aziende e gli istituti di ricerca si basano sulla priorità data alla scienza e alla tecnologia dai loro governi e parlamenti e, in definitiva, dai loro cittadini. Si sente l esigenza di una convergenza a lungo termine tra obiettivi sociali e di ricerca; il successo della seconda dipende dalla possibilità che la società accetti l idea di investire nel futuro, non solo nei vantaggi a breve termine. Quale ruolo può giocare EUREKA in merito? EUREKA è stato uno strumento molto importante e continuerà ad esserlo in futuro. La collaborazione internazionale nella ricerca industriale era quasi nulla 20 anni fa e addirittura considerata un pericolo, che avrebbe aiutato la concorrenza. EUREKA ha permesso di cambiare questo atteggiamento creando un gruppo di sostenitori nel settore industriale europeo a favore dell apertura e dell internazionalizzazione della ricerca. Il suo approccio non burocratico e su iniziativa delle imprese è l aspetto fondamentale. Ritengo che EUREKA debba perseguire lo stesso approccio, con l aiuto delle politiche pubbliche di ogni Stato membro. Il suo nuovo strumento, Eurostars, che ha sviluppato in collaborazione con la Commissione europea, rappresenta uno sviluppo molto importante. Il prossimo passo è la promozione extraeuropea di EUREKA, per promuovere la globalizzazione e la collaborazione nella ricerca industriale tra aziende e istituti di ricerca europei e non, che avrà effetti positivi per l Europa e che EUREKA potrà facilitare ottimamente, poiché interviene oltre le tradizionali Profilo di José Mariano Gago frontiere politiche dell UE, senza confini rigorosi. In qualità di ministro responsabile per l università, si è posto l obiettivo d incoraggiare i più giovani a lavorare nella scienza e tecnologia? Qualsiasi politica scientifica nazionale deve incoraggiare i giovani a studiare scienza e tecnologia, ma anche incoraggiare la società in generale a comprendere in cosa consistono, a sviluppare una percezione della loro importanza sociale ed economica. Certamente anche l università è importante, ma dobbiamo andare oltre e sviluppare una cultura di maggiore vicinanza tra scienziati e non: questo è l aspetto fondamentale di ogni politica scientifica di successo. Come scienziato, se potesse, cosa cambierebbe del modo in cui la R&S viene svolta in Europa? Ridurre la burocrazia: è il peggiore nemico della ricerca e dell innovazione. José Mariano Gago è uno scienziato di professione, è stato il Ministro della Scienza, della Tecnologia e dell Università portoghese dal 1995 al 2002 e di nuovo dal marzo È professore di fisica all Instituto Superior Técnico (IST) di Lisbona. Dopo essersi laureato all IST come ingegnere elettrico e aver conseguito un PhD in fisica presso l École Polytechnique di Parigi, ha lavorato per decenni nella fisica sperimentale ad alta energia al CERN, l organizzazione europea per la fisica nucleare, di cui è ancora membro del consiglio. Ha inoltre presieduto il laboratorio portoghese per la fisica delle particelle. Nel 1998 ha lanciato l iniziativa EUREKA-Asia a Macao, nonché il movimento Ciencia Viva per promuovere la cultura scientifica e tecnologica. Durante la presidenza portoghese dell UE nel 2000, ha collaborato alla preparazione della Strategia di Lisbona per lo Spazio europeo della ricerca (SER) e per la DG Società dell informazione. Durante la presidenza portoghese dell UE nel 2007, ha promosso l adozione di una strategia per il futuro della scienza e tecnologia e per la modernizzazione delle università europee. È stato presidente dell IRGC (International Risk Governance Council) di Ginevra e membro del consiglio del medesimo. È altresì membro dell Academia Europaea. 16 Eu r e k a Ne w s 82

Notizie Europee dal 17 al 29 novembre 2008

Notizie Europee dal 17 al 29 novembre 2008 Commissione Speciale sui Rapporti con l Unione europea e sulle Attività Internazionali della Regione In questa edizione: Notizie Europee dal 17 al 29 novembre 2008 Consumatori: inaugurato un nuovo master

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO INTERREG IVC

PROGRAMMA OPERATIVO INTERREG IVC PROGRAMMA OPERATIVO INTERREG IVC Finalità: Obiettivo generale Migliorare, attraverso la cooperazione interregionale l efficacia dello sviluppo di politiche regionali nelle aree innovative, l economia della

Dettagli

Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le frontiere

Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le frontiere Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le frontiere Occupazione & Fondo Sociale Europeo Occupazione affari sociali Commissione europea 1 EURES Una rete che aiuta i lavoratori ad attraversare le

Dettagli

Il Settimo Programma Quadro e le opportunità per le PMI del Mezzogiorno. Giocare d anticipo per vincere le sfide del futuro

Il Settimo Programma Quadro e le opportunità per le PMI del Mezzogiorno. Giocare d anticipo per vincere le sfide del futuro Il Settimo Programma Quadro e le opportunità per le PMI del Mezzogiorno Giocare d anticipo per vincere le sfide del futuro Contesto della proposta (1) La conoscenza costituisce il fulcro dell Agenda di

Dettagli

Scheda n. 3 PER COSA SARANNO UTILIZZATI I FONDI?

Scheda n. 3 PER COSA SARANNO UTILIZZATI I FONDI? Scheda n. 3 PER COSA SARANNO UTILIZZATI I FONDI? Il piano di investimenti per l Europa consisterà in un pacchetto di misure volte a sbloccare almeno 315 miliardi di euro di investimenti pubblici e privati

Dettagli

OECD Science, Technology and Industry: Scoreboard 2005. Scienza, Tecnonologia e Industria: Quadro di valutazione OCSE 2005. Sommario Esecutivo

OECD Science, Technology and Industry: Scoreboard 2005. Scienza, Tecnonologia e Industria: Quadro di valutazione OCSE 2005. Sommario Esecutivo OECD Science, Technology and Industry: Scoreboard 2005 Summary in Italian Scienza, Tecnonologia e Industria: Quadro di valutazione OCSE 2005 Riassunto in italiano Sommario Esecutivo Prosegue la tendenza

Dettagli

Ottobre 2008. La Commissione Europea fa il punto sugli obiettivi di Kyoto

Ottobre 2008. La Commissione Europea fa il punto sugli obiettivi di Kyoto Ottobre 2008. La Commissione Europea fa il punto sugli obiettivi di Kyoto La Commissione ha pubblicato a metà ottobre un documento dove, con un occhio al passato e uno al futuro, passando per il momento

Dettagli

L Europa in sintesi. L Europa: il nostro continente

L Europa in sintesi. L Europa: il nostro continente L Europa in sintesi L Europa: il nostro continente L Europa è uno dei sette continenti del mondo. Essa si estende dall Oceano Artico a nord al Mare Mediterraneo a sud e dall Oceano Atlantico a ovest fino

Dettagli

G. Trasporti, Telecomunicazioni ed Energia

G. Trasporti, Telecomunicazioni ed Energia G. Allo scopo di rafforzare la competitività, la crescita e l occupazione dell UE, e nel quadro della revisione di medio termine della Strategia Europa 2020, il ruolo delle tecnologie digitali, dell energia

Dettagli

L INDUSTRIA ELETTRICA ITALIANA E LA SFIDA DELLE FONTI RINNOVABILI.

L INDUSTRIA ELETTRICA ITALIANA E LA SFIDA DELLE FONTI RINNOVABILI. L INDUSTRIA ELETTRICA ITALIANA E LA SFIDA DELLE FONTI RINNOVABILI. www.assoelettrica.it INTRODUZIONE Vieni a scoprire l energia dove nasce ogni giorno. Illumina, nel cui ambito si svolge la terza edizione

Dettagli

Le Istituzioni dell UE

Le Istituzioni dell UE Le Istituzioni dell UE Il Parlamento europeo 754 Membri del Parlamento Potere legislativo condiviso con il Consiglio Potere di bilancio condiviso con il Consiglio Potere di controllo politico Il Consiglio

Dettagli

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA

(Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA 22.9.2012 Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 286/23 V (Avvisi) PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI COMMISSIONE EUROPEA Invito a presentare proposte Programma Cultura (2007-2013) Implementazione del programma:

Dettagli

Banca e Finanza in Europa

Banca e Finanza in Europa Università degli Studi di Parma Banca e Finanza in Europa Prof. 1 2. EUROPA: PROFILI ISTITUZIONALI Le tappe Le istituzioni La Banca centrale europea 2 2. Europa: profili istituzionali 3 2. Europa: profili

Dettagli

L Europa in sintesi. L Europa: il nostro continente. Cos è l Unione europea?

L Europa in sintesi. L Europa: il nostro continente. Cos è l Unione europea? L Europa in sintesi Cos è l Unione europea? È europea È un unione = si trova in Europa. = unisce paesi e persone. Guardiamola più da vicino: cosa hanno in comune gli europei? Come si è sviluppata l Unione

Dettagli

Approfondimento su Schengen

Approfondimento su Schengen Approfondimento su Schengen INFORMAZIONI SUL DIRITTO COMUNITARIO INTRODUZIONE Le disposizioni dell accordo di Schengen prevedono l abolizione dei controlli alle frontiere interne degli Stati membri facenti

Dettagli

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE GOVERNO ITALIANO Dipartimento Politiche Comunitarie COMMISSIONE EUROPEA PARLAMENTO EUROPEO LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

Dettagli

ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI SERVIZI. www.prochile.gob.cl

ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI SERVIZI. www.prochile.gob.cl ALLA SCOPERTA DEL CILE ATTRAVERSO I SUOI SETTORI SERVIZI www.prochile.gob.cl Il Cile sorprende per la sua geografia diversificata. Le sue montagne, valli, deserti, boschi e migliaia di chilometri di costa

Dettagli

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema Aspen Institute Italia Studio curato da: Servizio Studi e Ricerche, Intesa Sanpaolo ISTAT IMT Alti Studi, Lucca Fondazione Edison LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE Prima

Dettagli

Piattaforme Tecnologiche Europee (PTE) [European Technology Platforms (ETPs)]

Piattaforme Tecnologiche Europee (PTE) [European Technology Platforms (ETPs)] Piattaforme Tecnologiche Europee (PTE) [European Technology Platforms (ETPs)] e Iniziative Tecnologiche Congiunte (Imprese Comuni) [Joint Technologies Initiatives (JTI)] e approfondimenti sulla JTI denominata

Dettagli

Sensori induttivi miniaturizzati. Riduci le dimensioni e aumenta le prestazioni!

Sensori induttivi miniaturizzati. Riduci le dimensioni e aumenta le prestazioni! Sensori induttivi miniaturizzati Riduci le dimensioni e aumenta le prestazioni! AZIENDA Grazie alla sua visione per l innovazione e la valorizzazione tecnologica, Contrinex continua a fissare nuovi standard

Dettagli

Gestione della Supply Chain. Gestione della Supply Chain Soluzioni Internet per le aziende. Seminario on line

Gestione della Supply Chain. Gestione della Supply Chain Soluzioni Internet per le aziende. Seminario on line Gestione della Supply Chain Gestione della Supply Chain Soluzioni Internet per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Gestione della Supply Chain Seminario sulle soluzioni Internet per le aziende

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 27.1.2005 COM(2005) 16 definitivo COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE Relazione sull'applicazione del piano d'azione per le tecnologie ambientali nel 2004 {SEC(2005)100}

Dettagli

Il sintomatico caso degli stage alla Commissione europea e della massiccia presenza di candidature italiane

Il sintomatico caso degli stage alla Commissione europea e della massiccia presenza di candidature italiane Il sintomatico caso degli stage alla Commissione europea e della massiccia presenza di candidature italiane di Francesca Fazio Uno stage presso la Commissione europea? È il sogno di molti ragazzi italiani

Dettagli

Indagine conoscitiva sui prezzi dell energia elettrica e del gas come fattore strategico per la crescita del sistema produttivo del Paese

Indagine conoscitiva sui prezzi dell energia elettrica e del gas come fattore strategico per la crescita del sistema produttivo del Paese All. 1 - Prot. n. 363/13SB ASSOCIAZIONE NAZIONALE INDUSTRIALI PRIVATI GAS E SERVIZI ENERGETICI Indagine conoscitiva sui prezzi dell energia elettrica e del gas come fattore strategico per la crescita del

Dettagli

Bando Erasmus + per l assegnazione di borse per la mobilità degli studenti ai fini di studio - A.A. 2015-2016 I - INFORMAZIONI GENERALI

Bando Erasmus + per l assegnazione di borse per la mobilità degli studenti ai fini di studio - A.A. 2015-2016 I - INFORMAZIONI GENERALI Bando Erasmus + per l assegnazione di borse per la mobilità degli studenti ai fini di studio - A.A. 2015-2016 I - INFORMAZIONI GENERALI Articolo 1 Finalità È indetta una selezione per l assegnazione di

Dettagli

Può essere migliorato il funzionamento del mutuo riconoscimento?

Può essere migliorato il funzionamento del mutuo riconoscimento? Può essere migliorato il funzionamento del mutuo riconoscimento? Rispondo in qualità di : % Consumatore 41 ( 31.1%) Organizzazione rappresentativa 30 ( 22.7%) Impresa 26 ( 19.7%) Organismo pubblico nazionale/regionale

Dettagli

TITOLO Infoday Horizon 2020 - Future Internet. LUOGO E DATA 31 Gennaio 2014 Albert Borschette Conference Centre Rue Froissart, 36 1040 Bruxelles

TITOLO Infoday Horizon 2020 - Future Internet. LUOGO E DATA 31 Gennaio 2014 Albert Borschette Conference Centre Rue Froissart, 36 1040 Bruxelles TITOLO Infoday Horizon 2020 - Future Internet LUOGO E DATA 31 Gennaio 2014 Albert Borschette Conference Centre Rue Froissart, 36 1040 Bruxelles ORGANIZZATORE DG CONNECT RELAZIONE La giornata informativa

Dettagli

In.I.M.I. INIZIATIVA ITALIANA MOBILITÀ A IDROGENO

In.I.M.I. INIZIATIVA ITALIANA MOBILITÀ A IDROGENO In.I.M.I. INIZIATIVA ITALIANA MOBILITÀ A IDROGENO Verso un Piano Nazionale di Sviluppo delle Infrastrutture per il Rifornimento di Idrogeno nei Trasporti Marzo 2015 2 SELEZIONE DI DATI PRELIMINARI Valore

Dettagli

Extranet VPN. Extranet VPN. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line

Extranet VPN. Extranet VPN. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line Extranet VPN Extranet VPN Soluzioni Tecnologiche per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Extranet VPN Seminario sulle Soluzioni Tecnologiche per le aziende 3. Benvenuto 4. Obiettivi 5. Interazioni

Dettagli

Audizione al Parlamento. ViceMinistro On. Paolo Romani

Audizione al Parlamento. ViceMinistro On. Paolo Romani Audizione al Parlamento ViceMinistro On. Paolo Romani 1 L Italia per la sua crescita economica, in tutti i settori, ha bisogno di un infrastruttura di rete elettronica a banda larga. Le misure di policy

Dettagli

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3 IL QUADRO AGGREGATO Come già avvenuto nel primo trimestre dell anno, anche nel secondo il prodotto interno lordo ha conosciuto una accelerazione sia congiunturale che tendenziale. Tra aprile e giugno dell

Dettagli

L ITALIA VISTA DALL EUROPA Verso i traguardi di Lisbona: i risultati dell Italia 4a edizione - Marzo 2007

L ITALIA VISTA DALL EUROPA Verso i traguardi di Lisbona: i risultati dell Italia 4a edizione - Marzo 2007 L ITALIA VISTA DALL EUROPA Verso i traguardi di Lisbona: i risultati dell 4a edizione - Marzo 2007 SINTESI Confindustria pubblica per la quarta volta L vista dall Europa, documento annuale che fa il punto

Dettagli

COME ACCEDERE AI FINANZIAMENTI PUBBLICI

COME ACCEDERE AI FINANZIAMENTI PUBBLICI Progettare l Internazionalizzazione d impresa COME ACCEDERE AI FINANZIAMENTI PUBBLICI 20 21 ottobre 2009 Principali incentivi per l internazionalizzazione: PROGRAMMI DI PENETRAZIONE COMMERCIALE ALL'ESTERO

Dettagli

PREFAZIONE. Janez Potoc nik Commissario europeo per la Scienza e la ricerca

PREFAZIONE. Janez Potoc nik Commissario europeo per la Scienza e la ricerca PREFAZIONE Nel marzo del 2005, i leader dell UE hanno rilanciato la strategia di Lisbona con un nuovo partenariato per la crescita e l occupazione. La costruzione della società della conoscenza e una crescita

Dettagli

Luciano Camagni. Condirettore Generale Credito Valtellinese

Luciano Camagni. Condirettore Generale Credito Valtellinese Luciano Camagni Condirettore Generale Credito Valtellinese LA S PA S PA: area in cui i cittadini, le imprese e gli altri operatori economici sono in grado di eseguire e ricevere, indipendentemente dalla

Dettagli

COSME 2014-2020. Fonte GUCE/GUUE L 347/33 del 20/12/2013. Ente Erogatore Commissione europea

COSME 2014-2020. Fonte GUCE/GUUE L 347/33 del 20/12/2013. Ente Erogatore Commissione europea COSME 2014-2020 Titolo Regolamento (UE) N. 1287/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio dell`11 dicembre 2013 che istituisce un programma per la competitività delle imprese e le piccole e le medie

Dettagli

Produzione e Distribuzione. Produzione e Distribuzione Soluzioni Internet per le aziende. Seminario on line

Produzione e Distribuzione. Produzione e Distribuzione Soluzioni Internet per le aziende. Seminario on line Produzione e Distribuzione Produzione e Distribuzione Soluzioni Internet per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Produzione e Distribuzione Seminario sulle soluzioni Internet per le aziende

Dettagli

L Unione europea: 500 milioni di abitanti, 27 paesi

L Unione europea: 500 milioni di abitanti, 27 paesi L Unione europea: 500 milioni di abitanti, 27 paesi Stati membri dell Unione europea Paesi candidati I fondatori Idee nuove per un lungo periodo di pace e prosperità Konrad Adenauer Alcide De Gasperi Winston

Dettagli

Obiettivi. Priorità permanenti. Priorità annuali 2011

Obiettivi. Priorità permanenti. Priorità annuali 2011 Gioventù in Azione 2007-20132013 INIZIATIVE GIOVANI Agenzia Nazionale per i Giovani Priorità ed obiettivi del programma Obiettivi Cittadinanza attiva Solidarietà e tolleranza tra i giovani Comprensione

Dettagli

2012 Scenari Energetici al 2040

2012 Scenari Energetici al 2040 212 Scenari Energetici al Sommario Fondamentali a livello globale 2 Settore residenziale e commerciale 3 Settore dei trasporti 4 Settore industriale 5 Produzione di energia elettrica 6 Emissioni 7 Offerta

Dettagli

Con il termine trasporto si indica il movimento di persone e di merci da un luogo ad un altro Questo termine viene anche usato per individuare tutto

Con il termine trasporto si indica il movimento di persone e di merci da un luogo ad un altro Questo termine viene anche usato per individuare tutto Con il termine trasporto si indica il movimento di persone e di merci da un luogo ad un altro Questo termine viene anche usato per individuare tutto ciò che riguarda la circolazione tramite diverse sistemi

Dettagli

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI OPUSCOLO Opportunità di ricerca transnazionale Vi interessa la ricerca europea? Research*eu è il mensile della direzione generale della Ricerca per essere

Dettagli

LAVORARE IN EUROPA: la rete EURES, il servizio europeo per l impiego. Laura Robustini EURES Adviser. 04 Marzo 2015

LAVORARE IN EUROPA: la rete EURES, il servizio europeo per l impiego. Laura Robustini EURES Adviser. 04 Marzo 2015 LAVORARE IN EUROPA: la rete EURES, il servizio europeo per l impiego Laura Robustini EURES Adviser 04 Marzo 2015 IL LAVORO IN EUROPA EURES promuove la mobilità geografica ed occupazionale sostenendo i

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DIPARTIMENTO PER L UNIVERSITA, L ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE E PER LA RICERCA Direzione Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo Studio Ufficio IV Il Processo di Bologna Lo Spazio

Dettagli

Studio Professionale AM Consulting

Studio Professionale AM Consulting La seguente scheda fornisce solo alcune informazioni di carattere generale e non è da considerarsi esaustiva, si rimandano gli approfondimenti a un momento successivo con le parti interessate. SALUTE 2008-2013

Dettagli

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali UFFICIO STAMPA I CONFERENZA NAZIONALE SULL ALCOL Più salute meno rischi Costruire alleanze per il benessere e la sicurezza SCHEDA ALCOL: L ATTIVITA

Dettagli

"Rendi le cose più semplici possibili, ma non più semplici di quello che sono". (A. Einstein)

Rendi le cose più semplici possibili, ma non più semplici di quello che sono. (A. Einstein) As easy as that. 12345 "Rendi le cose più semplici possibili, ma non più semplici di quello che sono". (A. Einstein) 12345 È tutto semplice con Lenze. In un'epoca di rapidi cambiamenti si presentano ogni

Dettagli

L impatto dell attuale crisi economica sulle imprese del settore TURISMO

L impatto dell attuale crisi economica sulle imprese del settore TURISMO Consultazione della Commissione Europea L impatto dell attuale crisi economica sulle imprese del settore TURISMO Lanciata dalla Commissione Europea lo scorso 17 febbraio, la consultazione ha lo scopo di

Dettagli

le Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione (TIC) rimangono un

le Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione (TIC) rimangono un La ri c e rca europea nelle tecnologie dell i n f o rm a z i o n e e della comunicazione: un fattore chiave per la competitività globale di Fabio Colasanti le Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione

Dettagli

Content Networking. Content Networking. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line

Content Networking. Content Networking. Soluzioni Tecnologiche per le aziende. Seminario on line Content Networking Content Networking Soluzioni Tecnologiche per le aziende Seminario on line 1 Seminario on line Content Networking Seminario sulle Soluzioni Tecnologiche per le aziende 3. Benvenuto 4.

Dettagli

Chi attua il Programma Gioventù in Azione? Education, Audiovisual, and Culture Executive Agency

Chi attua il Programma Gioventù in Azione? Education, Audiovisual, and Culture Executive Agency Gioventù in Azione 2007-2013 2013 Gioventù in Azione è: Un programma comunitario per i giovani dai 13 ai 30 Promuove la mobilità di gruppo e individuale, la partecipazione, e il protagonismo giovanile

Dettagli

Programmi europei: opportunità per Regioni ed Enti Locali

Programmi europei: opportunità per Regioni ed Enti Locali Programmi europei: opportunità per Regioni ed Enti Locali ForumPA - Roma, 22 Maggio 2007 Flavia Marzano flavia.marzano2@unibo.it Roma, 22 Maggio 2007 Flavia Marzano 1 Ricerca europea? Arrivare al 3% del

Dettagli

Una finestra sulla Commissione Europea A cura di Lynne Hunter

Una finestra sulla Commissione Europea A cura di Lynne Hunter Una finestra sulla Commissione Europea A cura di Lynne Hunter Da Lisbona a Barcellona al 2010. Ci siamo quasi? Il 2005 rappresenta il giro di boa per il raggiungimento degli Obiettivi di Lisbona 2010 fissati

Dettagli

Comunicato stampa. Focus sulle strutture dell'istruzione superiore in Europa 2004/05. La struttura in due cicli: una realtà in Europa

Comunicato stampa. Focus sulle strutture dell'istruzione superiore in Europa 2004/05. La struttura in due cicli: una realtà in Europa Focus sulle strutture dell'istruzione superiore in Europa 2004/05 Tendenze nazionali nel Processo di Bologna Comunicato stampa In occasione della Conferenza dei Ministri dell'istruzione superiore di Bergen

Dettagli

Crescita, competitività e occupazione: priorità per il semestre europeo 2013 Presentazione di J.M. Barroso,

Crescita, competitività e occupazione: priorità per il semestre europeo 2013 Presentazione di J.M. Barroso, Crescita, competitività e occupazione: priorità per il semestre europeo 213 Presentazione di J.M. Barroso, Presidente della Commissione europea, al Consiglio europeo del 14-1 marzo 213 La ripresa economica

Dettagli

14. Interscambio commerciale

14. Interscambio commerciale 14. Interscambio commerciale La crescita economica del Veneto è sempre stata sostenuta, anche se non in via esclusiva, dall andamento delle esportazioni. La quota del valore totale dei beni esportati in

Dettagli

FUTURE INTERNET 4 FUTURE SERVICES

FUTURE INTERNET 4 FUTURE SERVICES Nel Semestre di Presidenza del Consorzio ELIS FUTURE INTERNET 4 FUTURE SERVICES Executive Summary Sistema integrato di iniziative formative di innovazione per la famiglia professionale ICT Febbraio 2011

Dettagli

Bando Erasmus+ Mobilità per Studio 2015/2016

Bando Erasmus+ Mobilità per Studio 2015/2016 Bando Erasmus+ Mobilità per Studio 2015/2016 Il Programma Erasmus+ permette di vivere esperienze culturali all'estero, di conoscere nuovi sistemi di istruzione superiore e di incontrare giovani di altri

Dettagli

Dieci anni di domanda di petrolio

Dieci anni di domanda di petrolio Dieci anni di domanda di petrolio La domanda mondiale di petrolio Eni ha recentemente pubblicato la tredicesima edizione del World Oil and Gas Review 2014, la rassegna statistica annuale sul mercato mondiale

Dettagli

guida impresa_def.qxp 29-10-2007 17:46 Page 1 IBAN E BONIFICI SEPA: NOVITÀ PER LE IMPRESE

guida impresa_def.qxp 29-10-2007 17:46 Page 1 IBAN E BONIFICI SEPA: NOVITÀ PER LE IMPRESE guida impresa_def.qxp 29-10-2007 17:46 Page 1 IBAN E BONIFICI SEPA: NOVITÀ PER LE IMPRESE guida impresa_def.qxp 29-10-2007 17:46 Page 2 guida impresa_def.qxp 29-10-2007 17:46 Page 3 INDICE 1 Cos è la SEPA?

Dettagli

DG Éducation et culture L autonomie scolaire en Europe Politiques et mécanismes de mise en œuvre

DG Éducation et culture L autonomie scolaire en Europe Politiques et mécanismes de mise en œuvre DG Éducation et culture L autonomie scolaire en Europe Politiques et mécanismes de mise en œuvre Commission européenne Comunicato stampa L autonomia scolastica in Europa Politiche e modalità attuative

Dettagli

Sapa ha circa 13.000 dipendenti in 30 Paesi, tutti orientati al cliente.

Sapa ha circa 13.000 dipendenti in 30 Paesi, tutti orientati al cliente. Sapa in breve Sapa ha circa 13.000 dipendenti in 30 Paesi, tutti orientati al cliente. Attività in breve Estrusione di profili Calandratura Belgio Canada Cina Danimarca Francia Germania Gran Bretagna Italia

Dettagli

Iniziative nazionali e comunitarie nel settore del Volontariato

Iniziative nazionali e comunitarie nel settore del Volontariato Iniziative nazionali e comunitarie nel settore del Volontariato Dott.ssa Rita Sassu ECP Europe for Citizens Point Lucca, 25 febbraio 2012 Anno Europeo del Volontariato Volontariato: Libera scelta Libera

Dettagli

Rapporto Statistico UE 27 Settore elettrico

Rapporto Statistico UE 27 Settore elettrico Rapporto Statistico UE 27 Settore elettrico Indice Introduzione... 2 Definizioni... 3 Evoluzione della produzione e della potenza per fonte nell UE 27... 5 Produzione e Potenza nel 2010 nell UE27... 6

Dettagli

EURES vi aiuta ad assumere in Europa

EURES vi aiuta ad assumere in Europa EURES vi aiuta ad assumere in Europa Occupazione & Fondo Sociale Europeo Occupazione affari sociali Commissione europea 1 EURES vi aiuta ad assumere in Europa State cercando di formare una forza lavoro

Dettagli

1. I MOTIVI DELLA RIFORMA

1. I MOTIVI DELLA RIFORMA 1. I MOTIVI DELLA RIFORMA La riforma del Codice Doganale Comunitario, avvenuta con l adozione del Regolamento (CE) n. 450 del 2008 1, trova il suo fondamento giuridico nella disposizione contenuta all

Dettagli

SCENDE IL PESO DEL FISCO SUL LAVORO IN ITALIA

SCENDE IL PESO DEL FISCO SUL LAVORO IN ITALIA SCENDE IL PESO DEL FISCO SUL LAVORO IN ITALIA Sulle retribuzioni più basse meno tasse fino a 1.700 euro all anno ================================================= Il cuneo fiscale in Italia è in discesa.

Dettagli

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007)

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) CRS PO-MDL 1 GLI SCENARI ECONOMICI Prima di affrontare una qualsiasi analisi del mercato del lavoro giovanile, è opportuno soffermarsi sulle caratteristiche

Dettagli

"Un'industria automobilistica europea più forte e competitiva"

Un'industria automobilistica europea più forte e competitiva COMMISSIONE EUROPEA Antonio TAJANI Vicepresidente della Commissione europea, responsabile per l'industria e l'imprenditoria "Un'industria automobilistica europea più forte e competitiva" Piano d azione

Dettagli

EUROPA 2020. Una strategia per una crescita Intelligente Sostenibile Inclusiva. Eurosportello-Unioncamere. del Veneto

EUROPA 2020. Una strategia per una crescita Intelligente Sostenibile Inclusiva. Eurosportello-Unioncamere. del Veneto EUROPA 2020 Una strategia per una crescita Intelligente Sostenibile Inclusiva Eurosportello-Unioncamere del Veneto Cos è è? Una comunicazione della Commissione Europea (Com. 2020 del 3 marzo 2010), adottata

Dettagli

Education at the Glance 2005 edition Una summary in italiano dei principali risultati di Roberto Fini

Education at the Glance 2005 edition Una summary in italiano dei principali risultati di Roberto Fini Education at the Glance 2005 edition Una summary in italiano dei principali risultati di Roberto Fini L educazione e l apprendimento lungo tutto l arco della vita svolgono un ruolo capitale nello sviluppo

Dettagli

Education at a Glance: OECD Indicators - 2005 Edition. Uno sguardo all educazione: Indicatori OCSE Edizione 2005

Education at a Glance: OECD Indicators - 2005 Edition. Uno sguardo all educazione: Indicatori OCSE Edizione 2005 Education at a Glance: OECD Indicators - 2005 Edition Summary in Italian Uno sguardo all educazione: Indicatori OCSE Edizione 2005 Riassunto in italiano L educazione e l apprendimento lungo tutto l arco

Dettagli

Parte 2 Approfondimenti settoriali dedicati alle singole filiere del riciclo e recupero

Parte 2 Approfondimenti settoriali dedicati alle singole filiere del riciclo e recupero .1 Valutazione del contesto di mercato internazionale.1.1 La gestione dei PFU nei Paesi europei Un analisi esaustiva e aggiornata dei flussi di pneumatici usati e in Europa, riferita a statistiche ufficiali

Dettagli

Claudio GAGLIARDI. Rapporto PIQ 2011. Una nuova misura dell economia per leggere l Italia e affrontare la crisi. Segretario Generale Unioncamere

Claudio GAGLIARDI. Rapporto PIQ 2011. Una nuova misura dell economia per leggere l Italia e affrontare la crisi. Segretario Generale Unioncamere Claudio GAGLIARDI Segretario Generale Unioncamere Rapporto PIQ 2011 Una nuova misura dell economia per leggere l Italia e affrontare la crisi Roma, 10 dicembre 2012 Perché puntare l obiettivo sulla qualità?

Dettagli

L.L.P. Erasmus Students Placement

L.L.P. Erasmus Students Placement L.L.P. Erasmus Students Placement BANDO DI SELEZIONE PER L ASSEGNAZIONE DI N. 77 MENSILITA a.a. 2011/2012 DR Reg. 968 del 21 giugno 11 Art. 1 Opportunità di tirocinio 1. Il programma Erasmus dall a.a.

Dettagli

Lavorare insieme per l'europa del futuro: un nuovo inizio per la strategia di Lisbona

Lavorare insieme per l'europa del futuro: un nuovo inizio per la strategia di Lisbona Lavorare insieme per l'europa del futuro: un nuovo inizio per la strategia di Lisbona JOSÉ MANUEL DURÃO BARROSO HA STUDIATO LEGGE ALL UNIVERSITÀ DI LISBONA ED HA CONSEGUITO UN MASTER IN SCIENZE POLITICHE

Dettagli

FONDAMENTI NELLA GESTIONE DELLA PROPRIETA INTELLETTUALE. Ing. Giancarlo Notaro POLITECNICO-CHILAB 12 febbraio 2013

FONDAMENTI NELLA GESTIONE DELLA PROPRIETA INTELLETTUALE. Ing. Giancarlo Notaro POLITECNICO-CHILAB 12 febbraio 2013 FONDAMENTI NELLA GESTIONE DELLA PROPRIETA INTELLETTUALE Ing. Giancarlo Notaro POLITECNICO-CHILAB 12 febbraio 2013 Gestione dei brevetti corretta ed efficiente I punti fondamentali da ricordare nella gestione

Dettagli

AUDIZIONE. MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi. X Commissione del Senato - X Commissione della Camera. Roma, 27 marzo 2014

AUDIZIONE. MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi. X Commissione del Senato - X Commissione della Camera. Roma, 27 marzo 2014 AUDIZIONE MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Federica Guidi X Commissione del Senato - X Commissione della Camera Roma, 27 marzo 2014 CICLO ECONOMICO IN MIGLIORAMENTO 2 CICLO ECONOMICO IN MIGLIORAMENTO

Dettagli

Fondi strutturali: leva per uscire dalla crisi

Fondi strutturali: leva per uscire dalla crisi Fondi strutturali: leva per uscire dalla crisi 26 giugno 2014 Alessandro Laterza Vice Presidente per il Mezzogiorno e le Politiche regionali Con la crisi, in calo gli investimenti pubblici in Europa 4,5

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

ICT NELLE STRATEGIE A LIVELLO. all applicazione. Susanna LONGO Regione Piemonte Assessorato Innovazione, Ricerca, Industria e Energia

ICT NELLE STRATEGIE A LIVELLO. all applicazione. Susanna LONGO Regione Piemonte Assessorato Innovazione, Ricerca, Industria e Energia ICT NELLE STRATEGIE A LIVELLO EUROPEO, NAZIONALE E REGIONALE Dalla ricerca, all innovazione, all applicazione Susanna LONGO Regione Piemonte Assessorato Innovazione, Ricerca, Industria e Energia Bruxelles

Dettagli

Cose da fare: Agenda

Cose da fare: Agenda Cose da fare: Agenda digitale... ELO formatzione pro su tempus benidore E Testo di Marco Mura Illustrazioni di Adriana Perra L Europa, si dice, ha due velocità: un Nord produttivo, parsimonioso, con i

Dettagli

Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE

Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell Umanità Servizio Attività Produttive, Commercio e Turismo Ufficio Sportello Europa Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento

Dettagli

5. ORGANIZZAZIONE DELLA MOBILITA STUDENTI, DOCENTI E STAFF TRAINING (OM) 5.1 Scopo e ammissibilità delle attività OM pag. 24

5. ORGANIZZAZIONE DELLA MOBILITA STUDENTI, DOCENTI E STAFF TRAINING (OM) 5.1 Scopo e ammissibilità delle attività OM pag. 24 ALLEGATO VI HANDBOOK ERASMUS A.A. 2008/2009 Estratto della Guida per le Agenzie Nazionali per l implementazione del Programma LLP, dell Invito a presentare proposte 2008 e della Guida del Candidato INDICE

Dettagli

Le opportunità di un mondo che cresce

Le opportunità di un mondo che cresce UNIONCAMERE EMILIA-ROMAGNA TEMPORARY EXPORT MANAGER 2014 Le opportunità di un mondo che cresce Camera di Commercio di Ravenna 26 marzo 2014 Dentro il tunnel Partire dai numeri nonostante quanto si dice

Dettagli

ACCORDI INTERNAZIONALI

ACCORDI INTERNAZIONALI 22.7.2011 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 192/39 II (Atti non legislativi) ACCORDI INTERNAZIONALI DECISIONE DEL CONSIGLIO del 9 giugno 2011 relativa all approvazione, a nome dell Unione europea,

Dettagli

Una simulazione degli effetti della riforma previdenziale C l o e D ll Aringa Presidente REF Ricerche www.refricerche.it

Una simulazione degli effetti della riforma previdenziale C l o e D ll Aringa Presidente REF Ricerche www.refricerche.it Una simulazione degli effetti della riforma previdenziale Presidente REF Ricerche www.refricerche.it Un analisi fondata su coorti e tempo Età nell anno t: Anno Nascita 2004 2011 2020 1950 54 61 70 1955

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Youth in Action Programma 2007-2013 EACEA

Youth in Action Programma 2007-2013 EACEA Un programma europeo per i giovani dai 13 ai 30 Promuove la mobilità di gruppo e individuale, la partecipazione, e il protagonismo giovanile E lo strumento di attuazione del Libro Bianco sulla gioventù

Dettagli

L EUROPA E I GIOVANI. EURES: una rete per il lavoro. Laura Robustini EURES Adviser. 14 ottobre 2013

L EUROPA E I GIOVANI. EURES: una rete per il lavoro. Laura Robustini EURES Adviser. 14 ottobre 2013 L EUROPA E I GIOVANI EURES: una rete per il lavoro Laura Robustini EURES Adviser 14 ottobre 2013 L EUROPA E I GIOVANI EURES promuove la mobilità geografica ed occupazionale sostenendo i cittadini dell

Dettagli

Cambiare vita, aprire la mente. Roma, 7 ottobre Pietro Michelacci Agenzia Erasmus + Firenze

Cambiare vita, aprire la mente. Roma, 7 ottobre Pietro Michelacci Agenzia Erasmus + Firenze Cambiare vita, aprire la mente. Roma, 7 ottobre Pietro Michelacci Agenzia Erasmus + Firenze Dal 2007-2013 al 2014-2020 Programmi esistenti fino al LIFELONG LEARNING PROGRAMME Comenius Erasmus Leonardo

Dettagli

I 10 Vantaggi Competitivi di una gestione del lavoro orientata alla sicurezza e allo sviluppo delle Risorse Umane

I 10 Vantaggi Competitivi di una gestione del lavoro orientata alla sicurezza e allo sviluppo delle Risorse Umane I 10 Vantaggi Competitivi di una gestione del lavoro orientata alla sicurezza e allo sviluppo delle Risorse Umane La presente pubblicazione si rivolge ai dirigenti del settore sanitario e ha come obiettivo

Dettagli

Trovare lavoro nell Europa allargata

Trovare lavoro nell Europa allargata Trovare lavoro nell Europa allargata Occupazione & Fondo Sociale Europeo Occupazione affari sociali CMI/Digital Vision Commissione europea 1 Dove posso cercare lavoro? La libera circolazione delle persone

Dettagli

Certificazione di affidabilità doganale e di sicurezza: L Operatore Economico Autorizzato (A.E.O.)

Certificazione di affidabilità doganale e di sicurezza: L Operatore Economico Autorizzato (A.E.O.) Certificazione di affidabilità doganale e di sicurezza: L Operatore Economico Autorizzato (A.E.O.) dott.ssa Cinzia Bricca Direttore Centrale Accertamenti e Controlli Agenzia delle Dogane Milano 25 marzo

Dettagli

Gioventù in Azione 2007-2013

Gioventù in Azione 2007-2013 Gioventù in Azione 2007-2013 Gioventù in Azione Un programma comunitario per i giovani dai 13 ai 30 Promuove la mobilità di gruppo e individuale, la partecipazione, e il protagonismo giovanile Opera nel

Dettagli

LA FORMAZIONE DEGLI INSEGNANTI IN EUROPA

LA FORMAZIONE DEGLI INSEGNANTI IN EUROPA LA FORMAZIONE DEGLI INSEGNANTI IN EUROPA Credo che sia molto importante parlare di formazione degli insegnanti in generale ed in particolare credo che sia importante fare un confronto tra la nostra situazione

Dettagli

L Unione Europea e le sue istituzioni: un introduzione

L Unione Europea e le sue istituzioni: un introduzione L Unione Europea e le sue istituzioni: un introduzione un po di storia le istituzioni e gli organi dell UE alcune informazioni di base sui paesi membri PAUE 05/06 I / 1 Cronologia dell Unione Europea 1951

Dettagli

RAGGIUNGERE DI PIÙ INSIEME - LA COMUNITÀ D ACQUISTO LYONESS

RAGGIUNGERE DI PIÙ INSIEME - LA COMUNITÀ D ACQUISTO LYONESS RAGGIUNGERE DI PIÙ INSIEME - LA COMUNITÀ D ACQUISTO LYONESS PROGRAMMA FEDELTÀ LYONESS Geprüfter Preisvorteil FACILE E SICURO - RITORNO DI DENARO AD OGNI ACQUISTO Cashback Card Mobile Cashback Buoni originali

Dettagli

Articolo 1 Nuovo tenore della Convenzione

Articolo 1 Nuovo tenore della Convenzione PROTOCOLLO DEL 3 GIUGNO 1999 RECANTE MODIFICA DELLA CONVENZIONE RELATIVA AI TRASPORTI INTERNAZIONALI FERROVIARI (COTIF) DEL 9 MAGGIO 1980 (PROTOCOLLO 1999) In applicazione degli articoli 6 e 19 2 della

Dettagli

ECC-Net: Travel App2.0

ECC-Net: Travel App2.0 ECC-Net: Travel App2.0 In occasione del 10 anniversario dell ECC- Net, la rete dei centri europei per i consumatori lancia la nuova versione dell ECC- Net Travel App. Quando utilizzare questa applicazione?

Dettagli