Augusto nel Campo Marzio settentrionale

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Augusto nel Campo Marzio settentrionale"

Transcript

1 1 Augusto nel Campo Marzio settentrionale Mausoleo di Augusto, Pantheon, ara Pacis e c.d. solarium Augusti, i quattro complessi monumentali più significativi di età augustea nel Campo Marzio settentrionale (fig. 1), hanno tra loro un collegamento ideologico e programmatico, che gli scavi del 1996/97 dinanzi alla facciata del Pantheon, e gli scavi del 2007/09 nell area del mausoleo, condotti dalla Sovraintendenza ai Beni Culturali di Roma Capitale con il coordinamento di Paola Virgili, hanno ampiamente confermato. E sempre più evidente che i quattro monumenti siano connessi tra loro secondo un progetto di eccezionale spessore comunicativo: ara Pacis e c.d. solarium devono essersi adeguati allo schema impostato fin dall origine tra mausoleo e Pantheon, aggiungendovi nuova linfa vitale. Filippo Coarelli ha da tempo intuito acutamente che la scelta del sito dove Agrippa costruì il Pantheon fosse correlato con la leggenda della scomparsa di Romolo nelle vicinanze della palus Caprae, mentre passava in rassegna l esercito. E possibile andare oltre, e supporre che l edificio sia stato costruito più o meno nel luogo stesso dove, secondo un ramo della tradizione, avvenne la miracolosa ascensio ad astra del fondatore di Roma, e che sia diventato, a livello simbolico, il polo di convergenza di un innovativo sistema religioso, come luogo di venerazione delle principali divinità olimpiche con grande verosimiglianza dello stesso Romolo/Quirino, e naturalmente del divus Giulio Cesare, ormai già cooptati in Olimpo insieme con i membri della famiglia Giulia in attesa dell opportuna divinizzazione. Può essere immaginato che il Pantheon nasca sì con funzione dinastica come un Augousteion, come afferma Cassio Dione, ma con la stringente necessità di creare una sorta di comunicazione tra episodi fino allora non coerentemente posti in relazione: scomparsa ed apoteosi di Romolo; possibile presenza di tombe di uomini illustri che bene avevano meritato nei confronti della repubblica nelle vicinanze della palus Caprae (poi diventata stagnum Agrippae e infine parzialmente ridimensionato per far spazio al ginnasio di Nerone); uccisione e consecratio di Giulio Cesare, con tutti i suoi addentellati con la morte e la divinizzazione di Romolo, delle quali sembra essere un calco; futura apoteosi di Augusto, che le forme di comunicazione dell epoca avevano presentato come nuovo Romolo. Gli scavi eseguiti nel 1996/97, hanno definitivamente confermato che anche il Pantheon di Agrippa, come l edificio adrianeo, fosse rivolto verso nord, con un leggero spostamento dell asse verso occidente. E probabile inoltre che il primitivo Pantheon avesse una pianta simile all attuale, ma forse solo nelle proporzioni e non nei modi di copertura (fig. 2). Sembra comunque certo che l ingresso del tempio di Agrippa avesse una misura simile a quella attuale (fig. 3). Assai meno evanescente risulta invece il rapporto fondante tra mausoleo di Augusto e Pantheon, il monumento funerario e il monumento dell apoteosi, già intuito nell Ottocento da Heinrich Nissen, ma respinto in seguito per la tendenza a proporre per il Pantheon di Agrippa un orientamento della sua facciata verso sud. L asse del Pantheon, come quello dei limitrofi saepta, è spostato di qualche grado ad occidente rispetto al polo. Tale asse, proiettato verso nord, incrocia, con una leggerissima variazione di orientamento, il mausoleo (fig. 4). Poiché i due monumenti sono stati realizzati a ridotta distanza di tempo il mausoleo di Augusto, i cui lavori avevano preso avvio per primi, era ormai in avanzato stato di lavorazione nel 23 a. C., quando le sue porte furono aperte per ospitare le ceneri di Marcello; il Pantheon fu dedicato da Agrippa il 27 o meglio il 25 a. C., la loro posizione su un asse pressappoco uguale non solo non appare casuale, ma deve obbligatoriamente essere il risultato di un progetto urbanistico unitario, che i recenti scavi davanti al mausoleo hanno precisato. Il rapporto tra i due monumenti era stato ulteriormente sottolineato dalla configurazione della platea a lastre di travertino antistante il mausoleo, la cui tessitura, come hanno rilevato gli archeologi, non è in asse perfetto con la facciata, ma orientata secondo la direttrice che collegava il centro del mausoleo con il centro del Pantheon, con una divergenza di qualche pur minimo grado. E possibile, anche se non certo,

2 che la correzione ottica fosse stata già applicata in età augustea; comunque sia, essa è stata mantenuta, o ripristinata, nei decenni seguenti. Si ha insomma l impressione che in un momento imprecisato ma forse ancora in età augustea si sia voluto correggere la lieve differenza di orientamento tra i due edifici per accentuarne il collegamento simbolico: e non è inverosimile che ciò sia avvenuto al momento della costruzione del Pantheon, posteriore di qualche anno al mausoleo. L opaion del Pantheon sembra essere un diaframma aperto fra terra e cielo, e simbolicamente potrebbe anche alludere al passaggio attraverso cui, come già era avvenuto per Romolo, archetipo di Augusto e degli imperatori romani, era possibile per un mortale ascendere all Olimpo. I raggi del sole, fluendo dall opaion del Pantheon, colpiscono tuttora le pareti del tempio proprio come un riflettore di scena, scandendo il passare delle stagioni ed evidenziando in determinati giorni e in determinati orari, l una o l altra delle esedre o delle edicole. La fascia luminosa si dirigeva, e usciva dalla porta d ingresso privilegiando non la data degli equinozi, che cade a metà dell edificio, sulla cornice superiore dell ordine intermedio, ma la data del 21 aprile, la nascita di Roma: a mezzogiorno esatto, il faro di luce centrava, e centra ancora, l ingresso del tempio (fig. 5); e non c è dubbio che il fenomeno riguardasse anche l edificio di Agrippa, del quale l edificio adrianeo ha preservato la monumentale porta di bronzo. Quale impressione se, a quell ora, l imperatore fosse entrato nel Pantheon, illuminato dal sole come da un riflettore di scena! L inserimento del c.d. solarium Augusti e dell ara Pacis a metà strada circa tra mausoleo di Augusto e Pantheon doveva essere parte integrante dello stesso programma, sebbene i due monumenti siano stati realizzati più di un decennio dopo, quando ormai Agrippa era morto. L obelisco pertinente al c.d. solarium, insieme con un altro collocato sulla spina del circo Massimo, forse in collegamento con l antico tempio di Sol, fu trasportato a Roma da Heliopolis in Egitto. Ambedue gli obelischi furono dedicati al Sol tra la seconda metà del 10 e la prima metà del 9 a.c., forse nell ambito di un più vasto programma calendariale che comportò, tra il 9 e l 8 a.c., la correzione del calendario giuliano e l intitolazione al princeps del mese Sextilis, che divenne Augustus. Dedicati nel periodo in cui Augusto rivestiva la potestà tribunizia per la quattordicesima volta (dal 26 giugno del 10 al 25 giugno del 9 a.c.), sarebbe suggestivo circoscrivere, in via d ipotesi, la data o al 1 agosto del 10 a.c., ventennale della vittoria su Alessandria d Egitto, oppure al 30 gennaio del 9 a.c., in coincidenza con la dedica dell ara Pacis, e quindi in una giornata cronologicamente più vicina alla riforma calendariale. L obelisco, come afferma Plinio, era lo gnomone di una meridiana il cui funzionamento, alla sua epoca, non era più corretto. L asse centrale, disegnato sul pavimento, era perfettamente orientato nord-sud, e la sua altezza complessiva doveva essere tale da consentire all ombra dell obelisco di toccarne con la sua punta un globo di bronzo il vertice superiore a mezzogiorno del solstizio d inverno e il vertice inferiore a mezzogiorno del solstizio d estate. La funzione precipua dello strumento, secondo Plinio, era la differente misura in lunghezza tra i giorni e le notti. Dal testo di Plinio non si desumono altre informazioni. Le opinioni al giorno d oggi oscillano tra l ipotesi che l obelisco fosse lo gnomone della sola linea meridiana e in effetti si sono trovati i resti del disegno della sola meridiana centrale, oppure di un gigantesco orologio solare disegnato sul lastricato circostante, con fortissime componenti astrologiche in funzione di Augusto (fig. 6). Gli scavi non hanno purtroppo risolto definitivamente la questione, anche se si tende ormai a dare maggiore credito alla prima ipotesi. Eppure, può essere frutto della casualità che la base dell obelisco, pur essendo a non poca distanza dall ara Pacis, fosse orientata e in asse con l altare? che la sua ombra, proiettata sul pavimento, ne toccasse l apice a mezzogiorno del solstizio d inverno, la giornata in cui Ottaviano era stato concepito? che, qualora la linea equinoziale fosse stata effettivamente disegnata sul pavimento, l ombra avrebbe potuto scivolare lungo codesta linea il 23 settembre, il giorno della sua nascita, e puntare verso l ara Pacis, anche se non la toccava effettivamente? 2

3 Era nello stesso tempo dato particolare risalto sia alla data della nascita quando la luna, che aveva un valore fondamentale nell oroscopo antico, si trovava in Capricorno, sia alla data del concepimento che cade anch essa, per un altra di quelle coincidenze fortuite di cui è disseminata l intera vita di Augusto, nel segno del Capricorno, più o meno all unisono con la nascita del sole, celebrata, seguendo un antica tradizione egiziana, il 25 dicembre, e con l avvio dell anno nuovo, e della speranza dell avvento di una nuova età dell oro. La dimostrazione di Michael Schütz, che l altare augusteo, dedicato per il ritorno di Augusto dalle province occidentali dell impero, fosse stato orientato di modo che il suo asse di simmetria, nella sua estensione verso oriente, corrispondesse alla regione dell aurora, o del sorgere del sole, il 21 aprile, giorno dei Parilia e della nascita di Roma, tende ad accentuare una lettura simbolica del complesso. Schütz si è domandato a ragione perché l ara Pacis non fosse orientata secondo l asse della linea equinoziale (corrispondente più o meno, nel caso dell equinozio di autunno, con la data di nascita di Augusto, il 23 settembre) che, invece, era tangente agli stipiti delle porte del suo recinto (fig. 7). Si può rispondere, con un certo margine di verosimiglianza, che per il suo orientamento era stato privilegiato il riferimento simbolico alla nascita di Roma, senza rinunciare, tuttavia, a una relazione con la nascita di Augusto. L incrocio della linea equinoziale del 23 settembre con l asse di simmetria collegato al 21 aprile sottolineava il destino del principe quale nuovo fondatore di Roma. Un analogo filo conduttore, a carattere cosmologico, lega il raffinatissimo sistema struttivo del Pantheon con il mausoleo e con il c.d. solarium Augusti in Campo Marzio. Il Pantheon, con i suoi possibili collegamenti con il mito della morte e dell apoteosi di Romolo, sembra adeguarsi alla medesima logica che spinse Ottaviano a ripristinare, nel periodo compreso fra il 31 e il 27 a. C, sacerdozi e riti ormai obsoleti, i più antichi di Roma, riferiti nella maggioranza dei casi all autorità di Romolo stesso. E il caso del sacerdozio dei fetiales, caduto in disuso almeno dal II secolo a.c., del sacerdozio di rango equestre dei Caeninenses destinato probabilmente a celebrare riti e culti della città sconfitta e distrutta, e ripristinato da Ottaviano secondo formule a noi sconosciute, forse al momento stesso in cui procedeva al restauro, dietro suggerimento di Attico, del tempio di Giove Feretrio, dove Romolo aveva deposto gli spolia opima di Acron, re di Caenina, del sacerdozio dei fratres Arvales di cui si era quasi perduta memoria e che un aition di età augustea attribuiva a Romolo, inoltre dei sodales Titii, attribuito a sua volta al collega sabino di Romolo, Tito Tazio. L operazione romulea ebbe più fasi. Nella prima fase, conclusasi nel gennaio del 27 a.c., quando Ottaviano accettò il cognomen Augustus, si può innestare, a fianco del mausoleo, anche il Pantheon con il suo possibile orientamento secondo il percorso del sole il 21 aprile. La si potrebbe interpretare come un tentativo di imporre a Roma un potere assoluto, per certi aspetti lungo il solco già tracciato da Cesare, ma nel nome del fondatore di Roma: e sappiamo che qualche senatore compiacente aveva proposto di chiamarlo nuovo Romolo, visto che Ottaviano aveva simbolicamente ri-fondato la città dopo decenni di instabilità politica nel segno della pace. In questa logica potrebbe leggersi anche l interessante parallelo tra gli oroscopi del concepimento e della nascita di Romolo e di Ottaviano/Augusto. Il filosofo e astronomo Tarutius, amico di Varrone, avrebbe studiato, in base ai documenti superstiti, l oroscopo di Romolo, e avrebbe così stabilito che il giorno del suo concepimento fosse, secondo il più antico calendario egiziano, il 24 giugno del 772 a.c. (solstizio d estate), durante un eclissi di sole visibile in Egitto ma non a Roma, e il giorno della sua nascita il 24 marzo del 771 a.c. (equinozio di primavera). Può mai essere un caso che le date si intersechino in chiasmo (quasi) perfetto con quelle del concepimento e della nascita di Ottaviano/Augusto, nei giorni del solstizio d inverno e dell equinozio d autunno? I collegamenti sarebbero ancora più stringenti se, come taluni studiosi suppongono, l oroscopo fosse letto e interpretato secondo il più aggiornato calendario alessandrino: in tal caso, il concepimento di Romolo sarebbe avvenuto il 19 dicembre, e la nascita il 18 settembre, con uno scarto di pochi giorni rispetto ad Ottaviano. 3

4 Qualunque fosse il programma nel Campo Marzio, esso dovette subire a partire dal 27 a.c. un accorto viraggio verso soluzioni più attenuate e meno rivoluzionarie. Nel caso del Pantheon, che dichiarava l intenzionalità di impostare un parallelismo con il primo re di Roma, Augusto si accontentò, per il momento, di essere relegato, insieme con Agrippa, nel pronao del tempio. Nell interno non mancava tuttavia la statua di culto del divo Cesare che, nello svolgere la funzione di mediatore tra le divinità olimpiche prime fra tutte Venere e Marte, Romolo divinizzato e la gens Iulia, secondo una logica già suggerita da alcuni principi di età grecoellenistica, contribuiva a creare le condizioni dalle quali sarebbe scaturita a tempo dovuto la divinizzazione dello stesso Augusto. Riconfermati i caposaldi teorici di quella res publica in apparenza riconsegnata al senato e al popolo romano, il principe, pur proseguendo nel percorso della restauratio dei costumi tradizionali, non sembra essersi più interessato in maniera specifica dei problemi religiosi, con l importante eccezione della celebrazione dei ludi Saeculares, che segnavano simbolicamente, dopo l importante vittoria politica sui Parti nel 20 a.c., la definitiva conclusione di un torbido passato e l avvio di una nuova età dell oro. Solo quando, morto Emilio Lepido, nel 12 a.c. poté finalmente rivestire l altissima carica di pontefice massimo, Augusto riuscì a completare il suo programma religioso, con la nomina delle cariche sacerdotali rimaste vacanti e con la riorganizzazione amministrativa della città cui affiancò il culto del genius Augusti e dei lares Compitales. L operazione fu definitivamente compiuta il 1 agosto del 7 a.c. Ma Augusto si preoccupò anche di correggere il calendario riformato da Giulio Cesare in quanto, per un errore interpretativo, il giorno addizionale, invece di essere inserito ogni quattro anni secondo l avvertenza degli astronomi, era stato intercalato ogni tre anni. L operazione, di competenza dei pontefici, era di per sé semplice, ma permise di salutare l evento in modo appariscente: se in occasione della riforma giuliana il mese Quintilis fu soprannominato Iulius, con la riforma augustea il mese Sextilis divenne Augustus. Era un altro omaggio di sapore superumano più di qualsiasi altro rivolto al principe. Non si scelse, però, né il mese del concepimento né della nascita, bensì agosto, il mese in cui Ottaviano aveva ottenuto per la prima volta i fasces, e poi, entrato vittorioso ad Alessandria, aveva chiuso definitivamente l era delle guerre civili, riportando a Roma ricchezze in quantità, e la pace. Per dovizia di motivazioni, nei giorni tra il 13 e il 15 del mese, Ottaviano aveva celebrato il suo triplice trionfo. Il destino di Augusto volle che morisse proprio in agosto, il 19 del mese: sembra che l abbia fatto apposta! Se il nuovo calendario riuscì ad imporsi, ciò fu dovuto alla straordinaria capacità di preservare comunque, malgrado la capillare presenza imperiale, gli elementi essenziali della tradizione: nulla di fondamentale veniva a mancare del tempo repubblicano, ed il tempo imperiale da esso scaturiva come un estensione naturale e organica: ma lì era la rottura. Augusto aveva approfittato dell occasione per procedere ad una nuova rivoluzione, con la quale il calendario poneva il principe al centro di un nuovo ordine cosmico. E della coscienza e dell orgoglio per i risultati ottenuti, sono testimoni i numerosi calendari rinvenuti in tutta Italia, così forte era il collegamento tra il nuovo calendario e il sistema politico-religioso augusteo. Tolto il conto dei dies fasti e nefasti dalle mani dei sacerdoti e della vecchia nobiltà, il calendario diventava un duttile strumento del principato e celebrava con la dovuta pompa il nuovo assetto dell impero. Augusto era nato come afferma l editto del proconsole Paolo Fabio Massimo contenente i decreti del koinon d Asia sulla riforma calendariale per il bene dell intera umanità, e per tale motivo meritava onorificenze che erano ben piccola cosa rispetto ai benefici ottenuti. La sua nascita andava perciò considerata simile alla nascita di un dio, e il suo compleanno celebrato degnamente come il momento d avvio di un mondo migliore. La speranza di Virgilio, che auspicava la nascita di chi potesse dare un nuovo ordine al mondo, era ormai una realtà che la simbologia della meridiana solare del Campo Marzio da un lato, del nuovo calendario asiatico dall altro, volevano celebrare degnamente. 4

5 5

6 6

7 7

8 8

9 9

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto)

LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) LA REPUBBLICA ROMANA (un ripasso della storia prima di Augusto) La Repubblica è una forma di governo. La Repubblica è un modo per governare uno Stato. Nella Repubblica romana c era un Senato e c erano

Dettagli

Scegli per ciascuna risposta l'alternativa corretta. Scegli per ciascuna risposta l'alternativa corretta

Scegli per ciascuna risposta l'alternativa corretta. Scegli per ciascuna risposta l'alternativa corretta ERIICA La Terra e la Luna Cognome Nome Classe Data I/1 ero o also? L eclisse di Sole è dovuta all ombra della Luna che si proietta sulla Terra Durante un eclisse di Sole la Luna può oscurare il Sole anche

Dettagli

01 Statua Barberini I sec ac Marmo 165 cm Roma Musei Capitolini

01 Statua Barberini I sec ac Marmo 165 cm Roma Musei Capitolini Ritrattistica Repubblicana per il culto antenati Realistica Ritrattistica Augustea Patrizia e Aulica tra realismo e simbolismo Arte Plebea e Storico Celebrativa Simbolica 01 Statua Barberini I sec ac Marmo

Dettagli

Cartografia, topografia e orientamento

Cartografia, topografia e orientamento Cartografia, topografia e orientamento Mappa tratta dall archivio dei musei vaticani ANVVFC,, Presidenza Nazionale, febbraio 2008 pag 1 Orbita terrestre e misura del tempo Tutti sappiamo che la terra non

Dettagli

Cinque occasioni da non perdere. Nazionale.

Cinque occasioni da non perdere. Nazionale. Cinque occasioni da non perdere 1 Il Museo 2 I Templi 3 L anfiteatro. Nazionale. Paestum Una città antica. 4 Il Comune di 5 Il Parco Nazionale del Cilento e Valle di Capaccio, una meraviglia ed una scoperta

Dettagli

COM È FATTA UNA MERIDIANA

COM È FATTA UNA MERIDIANA COM È FATTA UNA MERIDIANA L orologio solare a cui noi comunemente diamo il nome di meridiana, in realtà dovrebbe essere chiamato quadrante; infatti è così che si definisce il piano su cui si disegnano

Dettagli

Alessandro Magno e la civiltà ellenistica, ovvero dalla Macedonia all Impero Universale

Alessandro Magno e la civiltà ellenistica, ovvero dalla Macedonia all Impero Universale 1 e la civiltà ellenistica, ovvero dalla Macedonia all Impero Universale Alla morte di Filippo II, avvenuta nel 336 a.c., salì sul trono della Macedonia il figlio Alessandro. Il giovane ventenne era colto

Dettagli

LA FORMA DELLA TERRA

LA FORMA DELLA TERRA LA FORMA DELLA TERRA La forma approssimativamente sferica della Terra può essere dimostrata con alcune prove fisiche, valide prima che l Uomo osservasse la Terra dallo Spazio: 1 - Avvicinamento di una

Dettagli

La posizione dei nostri monumenti

La posizione dei nostri monumenti Foro romano Autori: Luca Gray Beltrano, Irene Bielli, Luca Borgia, Alessandra Caldani e Martina Capitani Anno: 2013, classe: 1 N Professoressa: Francesca Giani La posizione dei nostri monumenti Tempio

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

OROLOGIO SOLARE Una meridiana equatoriale

OROLOGIO SOLARE Una meridiana equatoriale L Osservatorio di Melquiades Presenta OROLOGIO SOLARE Una meridiana equatoriale Il Sole, le ombre e il tempo Domande guida: 1. E possibile l osservazione diretta del Sole? 2. Come è possibile determinare

Dettagli

Le ore e gli orologi solari nel tempo: dai babilonesi ad oggi

Le ore e gli orologi solari nel tempo: dai babilonesi ad oggi Le ore e gli orologi solari nel tempo: dai babilonesi ad oggi Francesco Flora Liceo Scientifico B. Touschek, Grottaferrata, 23 maggio 2014 La meridiana del faraone Thumotsi III (1450 a.c.) Il monumento

Dettagli

Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi

Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi Lezione 1 - pag.1 Lezione 1: come si descrive la posizione dei corpi 1.1. Tutto si muove Tutto intorno a noi si muove. Le nuvole nel cielo, l acqua negli oceani e nei fiumi, il vento che gonfia le vele

Dettagli

Altezza del sole sull orizzonte nel corso dell anno

Altezza del sole sull orizzonte nel corso dell anno Lucia Corbo e Nicola Scarpel Altezza del sole sull orizzonte nel corso dell anno 2 SD ALTEZZA DEL SOLE E LATITUDINE Per il moto di Rivoluzione che la Terra compie in un anno intorno al Sole, ad un osservatore

Dettagli

OSTIA ANTICA DAL CASTRUM ALLA CITTA IMPERIALE. Un viaggio nel tempo tra Storia e curiosità.

OSTIA ANTICA DAL CASTRUM ALLA CITTA IMPERIALE. Un viaggio nel tempo tra Storia e curiosità. OSTIA ANTICA DAL CASTRUM ALLA CITTA IMPERIALE Un viaggio nel tempo tra Storia e curiosità. Prof.sse Cinque Caterina, Martani Rita, Rossi Francesca V., Sabatini Francesca, Tarsi Stefania Ficana e il re

Dettagli

Il cimitero di Voghera Antonio Monestiroli, Tommaso M onestiroli

Il cimitero di Voghera Antonio Monestiroli, Tommaso M onestiroli Il cimitero di Voghera Antonio Monestiroli, Tommaso M onestiroli I progetti che oggi vi illustrerò (il V ampliamento del cimitero di Voghera e il concorso per l ampliamento del cimitero sull isola di San

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

Orologio solare a trasparenza in Puglia Silvio Magnani

Orologio solare a trasparenza in Puglia Silvio Magnani Orologio solare a trasparenza in Puglia Silvio Magnani Una particolare categoria, non molto diffusa, di orologi solari è rappresentata dagli orologi a trasparenza. Alcuni esemplari di questi orologi si

Dettagli

In questo articolo non ci sono veri e propri errori di battitura, eppure, come dimostrano le

In questo articolo non ci sono veri e propri errori di battitura, eppure, come dimostrano le In queste pagine ci sono alcuni miei lavori di correzione e revisione bozze. Non si tratta di una raccolta di refusi, perché sistemare gli errori di battitura e la grammatica non è altro che il lavoro

Dettagli

Successori (14 68 d.c): Tiberio Caligola Claudio Nerone Flavio Tito - Domiziano

Successori (14 68 d.c): Tiberio Caligola Claudio Nerone Flavio Tito - Domiziano PREMESSA: durante governo augusteo si manifestò a) un problema legato ad un fattore di instabilità permanente per lo stato: forte ambiguità riforme istituzionali 1, lo stato nei fatti era una monarchia;

Dettagli

Ottaviano non volle apparire come un monarca assoluto, né come un monarca di tipo orientale, adorato come divinità, ma come colui che ristabiliva la

Ottaviano non volle apparire come un monarca assoluto, né come un monarca di tipo orientale, adorato come divinità, ma come colui che ristabiliva la L'età di Augusto Con la battaglia di Azio (31 a.c. ) e la sconfitta di Antonio giunse a compimento la crisi della repubblica. Iniziò una nuova epoca: L'impero Ottaviano non volle apparire come un monarca

Dettagli

1 Capitolo Astroritmo di eclissi e sua modulazione nel tempo

1 Capitolo Astroritmo di eclissi e sua modulazione nel tempo 1 Capitolo Astroritmo di eclissi e sua modulazione nel tempo L'astrologia tradizionale, relativamente agli eventi di portata mondiale, ha sempre fatto riferimento ai grandi aspetti planetari, in particolare

Dettagli

Lo Zodiaco ed i suoi dintorni

Lo Zodiaco ed i suoi dintorni Lo Zodiaco ed i suoi dintorni A cura di Antonio Alfano INAF Osservatorio Astronomico di Palermo Associazione Specula Panormitana Cercheremo di capire insieme cosa è lo Zodiaco e quale significato ha assunto

Dettagli

LAPIDE AI CADUTI. * A cura di Beatrice Fraschini (Liceo Berchet, a.s. 2011-2012)

LAPIDE AI CADUTI. * A cura di Beatrice Fraschini (Liceo Berchet, a.s. 2011-2012) LAPIDE AI CADUTI * A cura di Beatrice Fraschini (Liceo Berchet, a.s. 2011-2012) La lapide nell'attuale criptoportico, l'antico atrio di ingresso del Berchet oggi, come allora, al numero civico 24 di via

Dettagli

unità A3. L orientamento e la misura del tempo

unità A3. L orientamento e la misura del tempo giorno Sole osservazione del cielo notte Stella Polare/Croce del sud longitudine in base all ora locale Orientamento coordinate geografiche latitudine altezza della stella Polare altezza del Sole bussola

Dettagli

ORIENTARSI sulla TERRA

ORIENTARSI sulla TERRA ORIENTARSI sulla TERRA significato del termine orientarsi : il termine orientarsi indica letteralmente la capacità di individuare l oriente e fa quindi riferimento alla possibilità di localizzare i quattro

Dettagli

AMBITO ANTROPOLOGICO CURRICOLO E PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI GEOGRAFIA

AMBITO ANTROPOLOGICO CURRICOLO E PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI GEOGRAFIA AMBITO ANTROPOLOGICO CURRICOLO E DI GEOGRAFIA 1- IDEA, SVILUPPO E RAPPRESENTAZIONE DELLO SPAZIO CLASSE 1^ CURRICOLO - Uso corretto dei principali indicatori topologici Riconoscere la propria posizione

Dettagli

PROGETTO DI RICERCA FINANZIAMENTO «GIOVANI RICERCATORI»

PROGETTO DI RICERCA FINANZIAMENTO «GIOVANI RICERCATORI» PROGETTO DI RICERCA FINANZIAMENTO «GIOVANI RICERCATORI» 1 Caterina Samà via Gregorio Aracri, 24, Squillace 88069 (CZ), 0961 912117 / 338 1791895 e-mail : caterinasama@libero.it Al Magnifico Rettore dell

Dettagli

Tratto dal saggio di Alessando Scandella Come si leggono le Meridiane e gli Orologi Solari

Tratto dal saggio di Alessando Scandella Come si leggono le Meridiane e gli Orologi Solari Tratto dal saggio di Alessando Scandella Come si leggono le Meridiane e gli Orologi Solari Gli orologi solari rappresentano una piacevole evasione dal mondo tecnologico e l'immersione in una nuova dimensione,

Dettagli

PIAZZA SAN PIETRO BASILICA DI SAN PIETRO CAPPELLA SISTINA GUARDIE SVIZZERE CASTEL S.ANGELO STATUA DEL MOSE

PIAZZA SAN PIETRO BASILICA DI SAN PIETRO CAPPELLA SISTINA GUARDIE SVIZZERE CASTEL S.ANGELO STATUA DEL MOSE ARCO DI TITO SINAGOGA PIAZZA SAN PIETRO BASILICA DI SAN PIETRO CAPPELLA SISTINA GUARDIE SVIZZERE CASTEL S.ANGELO PANTHEON STATUA DEL MOSE COLOSSEO S. GIOVANNI IN LATERANO PALAZZO DEL QUIRINALE STATUA DI

Dettagli

La rivoluzione industriale

La rivoluzione industriale La rivoluzione industriale 1760 1830 Il termine Rivoluzione industriale viene applicato agli eccezionali mutamenti intervenuti nell industria e, in senso lato, nell economia e nella società inglese, tra

Dettagli

1.6 Che cosa vede l astronomo

1.6 Che cosa vede l astronomo 1.6 Che cosa vede l astronomo Stelle in rotazione Nel corso della notte, la Sfera celeste sembra ruotare attorno a noi. Soltanto un punto detto Polo nord celeste resta fermo; esso si trova vicino a una

Dettagli

Rispondi alle seguenti domande

Rispondi alle seguenti domande Gli affreschi e i rilievi delle pareti di templi e piramidi raccontano la storia dell antico Egitto. Si potrebbero paragonare a dei grandi libri illustrati di storia. Gli studiosi hanno così potuto conoscere

Dettagli

L osservatorio è collocato all interno del Parco pineta tra Saronno e Varese. Attorno ad esso troviamo un incredibile distesa di alberi.

L osservatorio è collocato all interno del Parco pineta tra Saronno e Varese. Attorno ad esso troviamo un incredibile distesa di alberi. L osservatorio L osservatorio è collocato all interno del Parco pineta tra Saronno e Varese. Attorno ad esso troviamo un incredibile distesa di alberi. All interno troviamo la sala conferenze e i vari

Dettagli

ROMA SEGRETA DALLA A ALLA Z SECONDA EDIZIONE - ESTATE 2011

ROMA SEGRETA DALLA A ALLA Z SECONDA EDIZIONE - ESTATE 2011 ROMA SEGRETA DALLA A ALLA Z SECONDA EDIZIONE - ESTATE 2011 PROGRAMMA SABATO 30 LUGLIO INSULA ROMANA SOTTO PALAZZO SPECCHI Via di San Paolo alla Regola, 16 Un viaggio a ritroso nel tempo e un vero spaccato

Dettagli

VILLA PAGANINI NO all omertà, SÌ alla memoria

VILLA PAGANINI NO all omertà, SÌ alla memoria VILLA PAGANINI NO all omertà, SÌ alla memoria LICEO GIULIO CESARE 7.03.2015 GIORNATA CONTRO LA MAFIA IN COLLABORAZIONE CON: LIBERA VILLA PAGANINI Le origini di Villa Paganini sono legate al cardinale Mariano

Dettagli

IL DUOMO RACCONTA LA SUA STORIA

IL DUOMO RACCONTA LA SUA STORIA IL DUOMO RACCONTA LA SUA STORIA C a l e n da r i o 2 0 1 2 Nel 1481 il neoeletto vescovo di Pavia, Ascanio Sforza, presentò un progetto di ampliamento e rinnovo delle due cattedrali gemelle di Santo Stefano

Dettagli

Hatshepsut la donna faraone

Hatshepsut la donna faraone Hatshepsut la donna faraone Sai che nell antico Egitto non esisteva la parola regina? Esisteva una parola che significava moglie del re perché, per molto tempo, solo l uomo poteva diventare faraone eppure

Dettagli

Orientarsi con un bastone

Orientarsi con un bastone Orientarsi con un bastone Pianta in terra un bastone, puntandolo verso il sole in maniera che non faccia ombra sul terreno. Dopo almeno una ventina di minuti apparirà l ombra alla base del bastone, questa

Dettagli

Alessandro Volta e la storia della pila

Alessandro Volta e la storia della pila Alessandro Volta e la storia della pila Alessandro Volta fu uno dei più famosi fisici della storia: visse tra il Settecento e l Ottocento, inventò e perfezionò la pila elettrochimica e scoprì caratteristiche

Dettagli

Storia della legislazione sui Beni Culturali

Storia della legislazione sui Beni Culturali Prof. Francesco Morante Storia della legislazione sui Beni Culturali Morante - Storia legislazione 1 Periodo preunitario Nelle epoche antiche non esisteva una legislazione che tutelava i beni culturali

Dettagli

Progetto per l ampliamento del cimitero di San Michele in Isola a Venezia

Progetto per l ampliamento del cimitero di San Michele in Isola a Venezia 0_5_CIL79_Monestiroli 26-0-200 5:27 Pagina 0 Progetti Carmen Murua Fotografie Stefano Topuntoli Il progetto per l ampliamento del cimitero di San Michele in Isola a Venezia, a parte la palese particolarità

Dettagli

Ci hanno impressionato le grandi fosse rotondeggianti dove i romani facevano la calce: le calcare.

Ci hanno impressionato le grandi fosse rotondeggianti dove i romani facevano la calce: le calcare. Secondo noi le cose significative della zona archeologica di Villa Clelia sono molte: innanzitutto la cappella di San Cassiano, di cui oggi restano solo le fondamenta in sassi arrotondati, di forma quadrata.

Dettagli

NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca. Intervento fuori programma

NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca. Intervento fuori programma NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca Intervento fuori programma Buona sera. Grazie a Giovanni Puglisi che mi ha dato la parola. La mia è una voce diversa da tutte quelle che mi hanno

Dettagli

Un mausoleo per i cittadini L ampliamento del cimitero di Marore, Architetti Giandebiaggi & Mora

Un mausoleo per i cittadini L ampliamento del cimitero di Marore, Architetti Giandebiaggi & Mora Un mausoleo per i cittadini L ampliamento del cimitero di Marore, Architetti Giandebiaggi & Mora a cura di Stefano Alfieri 204 Il progetto per l ampliamento del cimitero suburbano di Marore (Parma) realizzato

Dettagli

La religione dei Greci. Classe 5 E Boragine Valerio Massimo Anno scolastico 2014/2015

La religione dei Greci. Classe 5 E Boragine Valerio Massimo Anno scolastico 2014/2015 La religione dei Greci Classe 5 E Boragine Valerio Massimo Anno scolastico 2014/2015 La nascita della civiltà greca Noi quest anno abbiamo studiato la nascita della Grecia, la vita quotidiana dei Greci,

Dettagli

Cognome : - Nome : - Istituto scolastico : - Ho visitato le catacombe il --

Cognome : - Nome : - Istituto scolastico : - Ho visitato le catacombe il -- IT Cognome : - Nome : - Istituto scolastico : - Ho visitato le catacombe il -- Realizzato da Catacombe di San Sebastiano tutti i diritti riservati www.catacombe.org - twitter @catacombsrome Seguimi alla

Dettagli

ALLEGATO 3. Elemento architettonico: la prospettiva dal Battistero alla Cattedrale nel suo intrecciarsi di linee e percorsi.

ALLEGATO 3. Elemento architettonico: la prospettiva dal Battistero alla Cattedrale nel suo intrecciarsi di linee e percorsi. Elemento architettonico: la prospettiva dal Battistero alla Cattedrale nel suo intrecciarsi di linee e percorsi. 1 2 3 La Cattedrale di Padova La Cattedrale rappresenta il cuore e l espressione più viva

Dettagli

IL CALENDARIO CELESTE DEGLI ANTICHI

IL CALENDARIO CELESTE DEGLI ANTICHI Libri pubblicati in Russia nel 2011 T.V. Fomenko, A. T. Fomenko, G.V. IL CALENDARIO CELESTE DEGLI ANTICHI Gli zodiaci egiziani. La storia dei secoli di mezzo sulla carta del cielo. L astronomia cinese.

Dettagli

Romolo. Nascita: 24 marzo del 771 a.c Morte: il 5 o il 7 luglio del 716 a.c. Consorte: Ersilia Regno: 753-715 a.c Sucessore:Numa Pompilio

Romolo. Nascita: 24 marzo del 771 a.c Morte: il 5 o il 7 luglio del 716 a.c. Consorte: Ersilia Regno: 753-715 a.c Sucessore:Numa Pompilio Romolo Primo re di Roma Nascita: 24 marzo del 771 a.c Morte: il 5 o il 7 luglio del 716 a.c. Consorte: Ersilia Regno: 753-715 a.c Sucessore:Numa Pompilio Cosa fece? Figlio del dio Marte e di Rea Silvia

Dettagli

Lezione 2: come si descrive il trascorrere del tempo

Lezione 2: come si descrive il trascorrere del tempo Lezione 2 - pag.1 Lezione 2: come si descrive il trascorrere del tempo 2.1. Il tempo: un concetto complesso Che cos è il tempo? Sembra una domanda tanto innocua, eppure Sembra innocua perché, in fin dei

Dettagli

17 MARZO: Festa dell'unità d'italia Si festeggia il giorno in cui l'italia,150 anni, fa divenne unita. Questa festa si festeggia ogni 50 anni

17 MARZO: Festa dell'unità d'italia Si festeggia il giorno in cui l'italia,150 anni, fa divenne unita. Questa festa si festeggia ogni 50 anni 17 MARZO: Festa dell'unità d'italia Si festeggia il giorno in cui l'italia,150 anni, fa divenne unita. Questa festa si festeggia ogni 50 anni 25 APRILE: FESTA DELLA LIBERAZIONE Si festeggia la liberazione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ ANNO SCOLASTICO 2015/2016 www.ic2sassuolonord.gov.it CURRICOLO IRC 6 11 anni Diocesi di Reggio Emilia

Dettagli

Cinque occasioni da non perdere. Villa dei Misteri a. dagli scavi dell antica Pompei. Era sede dei giochi circensi e gladiatorii.

Cinque occasioni da non perdere. Villa dei Misteri a. dagli scavi dell antica Pompei. Era sede dei giochi circensi e gladiatorii. Cinque occasioni da non perdere 1 Godere delle meraviglie riemerse di affreschi della sud-est della città. 2 L incredibile ciclo 3 L anfiteatro nell area dagli scavi dell antica Pompei. Villa dei Misteri

Dettagli

Unità dal volto antico. Le radici archeologiche dell immagine dell Italia. Dialogo con il mondo della scuola

Unità dal volto antico. Le radici archeologiche dell immagine dell Italia. Dialogo con il mondo della scuola Unità dal volto antico Le radici archeologiche dell immagine dell Italia Dialogo con il mondo della scuola Un nome, una terra Italia: casa comune fin dall antichità di Luca Mercuri Archeologo della Soprintendenza

Dettagli

Ara Pacis. alle raffigurazioni riguardanti la A RA P ACIS A UGUSTAE

Ara Pacis. alle raffigurazioni riguardanti la A RA P ACIS A UGUSTAE Ara Pacis Votato dal Senato il 4 luglio del 13 a.c. per celebrare il ritorno di Augusto dalla Gallia e dalla Spagna, il grande altare alla Pace, giunto quasi intatto fino ai nostri giorni, fu solennemente

Dettagli

Fabrateria Nova: la rinascita di una città scomparsa del Lazio antico

Fabrateria Nova: la rinascita di una città scomparsa del Lazio antico COMUNE DI SAN GIOVANNI INCARICO COMUNE DI FALVATERRA PROVINCIA DI FROSINONE POLITICHE GIOVANILI COMUNE DI PASTENA Fabrateria Nova: la rinascita di una città scomparsa del Lazio antico Indagini topografiche

Dettagli

Linea: Roma Viterbo Tratta in esame: tra la fermata Valle Aurelia - Anastasio II e la stazione di Monte Mario Lunghezza del tratto in esame: 5 km

Linea: Roma Viterbo Tratta in esame: tra la fermata Valle Aurelia - Anastasio II e la stazione di Monte Mario Lunghezza del tratto in esame: 5 km 1. CARATTERISTICHE DELLA LINEA Linea: Roma Viterbo Tratta in esame: tra la fermata Valle Aurelia - Anastasio II e la stazione di Monte Mario Lunghezza del tratto in esame: 5 km 2. IL RUOLO DELLE GREENWAYS

Dettagli

Progetto: Meridiana Galileo Galilei

Progetto: Meridiana Galileo Galilei Fondazione Osservatorio Astronomico di Tradate Messier 13 Via ai Ronchi 21049 Tradate (VA) Cod. Fisc./P.I. 02880420126 Tel/fax: 0331 841900 Cell: 333-4585998 Email: foam13@foam13.it Internet: www.foam13.it

Dettagli

LA FORNACE DI SANT'ARPINO*

LA FORNACE DI SANT'ARPINO* LA FORNACE DI SANT'ARPINO* * L'articolo è tratto da uno dei cartelli esplicativi preparati dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici delle province di Caserta e Benevento in collaborazione con l'architetto

Dettagli

Storia. Sa strutturare un quadro di civiltà.

Storia. Sa strutturare un quadro di civiltà. DI Organizzazione delle informazioni. 1. Confrontare i quadri storici delle civiltà studiate. 2. Usare cronologie e carte storicogeografiche per rappresentare le conoscenze studiate. 1.1 Individuare la

Dettagli

Studio delle ombre. Facoltà di Architettura Luigi Vanvitelli Seconda Università degli Studi di Napoli

Studio delle ombre. Facoltà di Architettura Luigi Vanvitelli Seconda Università degli Studi di Napoli Studio delle ombre Facoltà di Architettura Luigi Vanvitelli Seconda Università degli Studi di Napoli CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELL ARCHITETTURA Laboratorio di Costruzione dell'architettura 1 A -- a.a.

Dettagli

Vol I, pp. 176-217. ARTE PALEOCRISTIANA BIZANTINA e BARBARICA

Vol I, pp. 176-217. ARTE PALEOCRISTIANA BIZANTINA e BARBARICA Vol I, pp. 176-217 ARTE PALEOCRISTIANA BIZANTINA e BARBARICA II sec. 476 d.c. Decadenza dell impero romano Dal II sec. al 476 è il periodo della decadenza dell impero romano L esercito era incapace di

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale A. Vespucci

Istituto Comprensivo Statale A. Vespucci Istituto Comprensivo Statale A. Vespucci Via Stazione snc, 89811 Vibo Valentia Marina Tel. 0963/572073 telefax 0963/577046 Cod. mecc. VVIC82600R cod. fiscale 96013890791 Distretto Scol. n. 14 vvic82600r@istruzione.it

Dettagli

Gruppo Archeologico Torinese

Gruppo Archeologico Torinese Gruppo Archeologico Torinese 67 68 L età di Augusto In occasione delle (marzo 2014), è stata proposta al pubblico la visita guidata dei reperti legati alla figura e al tempo di Augusto visibili nelle esposizioni

Dettagli

Il cannocchiale di Galileo

Il cannocchiale di Galileo Il cannocchiale di Galileo Test Qui di seguito è stato raccolto il materiale relativo ai Test di verifica dei contenuti presenti nelle sezioni Storia e Simula dell applicazione. I testi sono a cura dell

Dettagli

STORIA COMPETENZE CHIAVE:

STORIA COMPETENZE CHIAVE: STORIA COMPETENZE CHIAVE: consapevolezza ed espressione culturale, le competenze sociali e civiche, imparare ad imparare Traguardi per lo sviluppo delle competenze L alunno: Riconosce e usa le tracce storiche

Dettagli

LA LUCE CHE PROVIENE DAL SOLE

LA LUCE CHE PROVIENE DAL SOLE LA LUCE CHE PROVIENE DAL SOLE Forma del fascio di luce e distanza Quesiti per un indagine sulle idee spontanee 1. Quale forma attribuiresti al fascio di luce solare che illumina un area circolare a livello

Dettagli

STORIA. CURRICOLO VERTICALE PRIMO CICLO indicazioni ministeriali e curricolo di Istituto

STORIA. CURRICOLO VERTICALE PRIMO CICLO indicazioni ministeriali e curricolo di Istituto CURRICOLO VERTICALE PRIMO CICLO e curricolo di Istituto TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA. L alunno/a conosce elementi significativi del passato del suo ambiente

Dettagli

PDF created with pdffactory Pro trial version www.pdffactory.com

PDF created with pdffactory Pro trial version www.pdffactory.com Unesco: il castello di Erbil costruito ottomila anni fa dichiarato patrimonio dell Umanità Dopo la guerra del Golfo la città è diventata la capitale politica e culturale del Kurdistan iracheno Erbil (Kurdistan

Dettagli

I TRE MONDI DELL ALTO MEDIOEVO

I TRE MONDI DELL ALTO MEDIOEVO 1 1. I tre mondi dell alto medioevo I TRE MONDI DELL ALTO MEDIOEVO INTRODUZIONE. MEDIOEVO SIGNIFICA ETÀ DI MEZZO, CIOÈ IN MEZZO TRA L ETÀ ANTICA E L ETÀ MODERNA ( MEDIO = MEZZO; EVO = ETÀ). IL MEDIOEVO

Dettagli

Classe 2 N Ha adottato il Colombario Costantiniano Con il progetto: Adotta un monumento I professori: Susanna Arganelli Alessandra Primicieli Michele

Classe 2 N Ha adottato il Colombario Costantiniano Con il progetto: Adotta un monumento I professori: Susanna Arganelli Alessandra Primicieli Michele Classe 2 N Ha adottato il Colombario Costantiniano Con il progetto: Adotta un monumento I professori: Susanna Arganelli Alessandra Primicieli Michele Marinaccio Il Colombario Costantiniano è situato nel

Dettagli

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti

Roberto Denti. La mia resistenza. con la postfazione di Antonio Faeti Roberto Denti La mia resistenza con la postfazione di Antonio Faeti 2010 RCS Libri S.p.A., Milano Prima edizione Rizzoli Narrativa novembre 2010 Prima edizione BestBUR marzo 2014 ISBN 978-88-17-07369-1

Dettagli

Lezione n 2 L educazione come atto ermeneutico (2)

Lezione n 2 L educazione come atto ermeneutico (2) Lezione n 2 L educazione come atto ermeneutico (2) Riprendiamo l analisi interrotta nel corso della precedente lezione b) struttura dialogica del fatto educativo Per rispondere a criteri ermenutici, l

Dettagli

L urbanistica di Segesta è ancora in corso di indagine: sono segnalati alcuni probabili tracciati viari, l area dell agorà e alcune abitazioni.

L urbanistica di Segesta è ancora in corso di indagine: sono segnalati alcuni probabili tracciati viari, l area dell agorà e alcune abitazioni. SEGESTA La città Situata nella parte nord-occidentale della Sicilia, Segesta fu una delle principali città degli Elimi, un popolo di cultura e tradizione peninsulare che, secondo lo storico greco Tucidide,

Dettagli

Istituto Comprensivo Perugia 9

Istituto Comprensivo Perugia 9 Istituto Comprensivo Perugia 9 Anno scolastico 2015/2016 Programmazione delle attività educativo didattiche SCUOLA PRIMARIA Disciplina RELIGIONE CLASSE: PRIMA L'alunno: - Riflette sul significato dell

Dettagli

DELLA SCUOLA DEL SABATO GESTI SIMBOLICI 4 TRIMESTRE 2015

DELLA SCUOLA DEL SABATO GESTI SIMBOLICI 4 TRIMESTRE 2015 LEZIONE 6 DELLA SCUOLA DEL SABATO GESTI SIMBOLICI 4 TRIMESTRE 2015 SABATO 7 NOVEMBRE 2015 «Ho parlato ai profeti, ho moltiplicato le visioni, e per mezzo dei profeti ho proposto parabole.» (Osea 12:11)

Dettagli

Il Risorgimento e l Unità d italia

Il Risorgimento e l Unità d italia Il Risorgimento e l Unità d italia Prima parte: L Italia dopo il «Congresso di Vienna» : un espressione geografica L Italia, dopo il congresso di Vienna (1814-1815), è divisa in più stati, la maggior parte

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

Convegno Rapporti dall Europa

Convegno Rapporti dall Europa Spunti per l intervento dell On. Sandro Gozi Premio Grinzane Cavour Convegno Rapporti dall Europa Saluto augurale dell On. Sandro Gozi Giovedì 27 settembre 2007 Torino 1 Nel marzo scorso, l Europa ha festeggiato

Dettagli

Consiglio Nazionale dell Economia e del Lavoro Intervento Consulta per il Mezzogiorno

Consiglio Nazionale dell Economia e del Lavoro Intervento Consulta per il Mezzogiorno Consiglio Nazionale dell Economia e del Lavoro Intervento Consulta per il Mezzogiorno Antonio MARZANO Presidente CNEL e AICESIS Roma, 12 novembre 2009 1 Quando nel novembre del 2008 insediammo la Consulta

Dettagli

La fine dell'impero in Occidente

La fine dell'impero in Occidente La fine dell'impero in Occidente 476 d.c. Odoacre, capo degli Sciri, depone l'imperatore Romolo Augustolo e invia le insegne imperiali in Oriente Solido coniato da Odoacre, ma recante il nome dell'imperatore

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA Istituti Comprensivi di Udine allegato al Piano dell Offerta Formativa CURRICOLO VERTICALE Redatto sulla base delle Nuove Indicazioni Nazionali 2012 e I.N. 2007, in sintonia con le Raccomandazioni del

Dettagli

IDA MAGLI FIGLI DELL UOMO

IDA MAGLI FIGLI DELL UOMO IDA MAGLI FIGLI DELL UOMO Duemila anni di mito dell infanzia saggi Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-08073-6 Prima edizione BUR Saggi novembre 2015 Realizzazione

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

Comune di Orbetello- Storia ed evoluzione degli insediamenti importanti per la valenza storica e per l identità territoriale

Comune di Orbetello- Storia ed evoluzione degli insediamenti importanti per la valenza storica e per l identità territoriale Comune di Orbetello- Storia ed evoluzione degli insediamenti importanti per la valenza storica e per l identità territoriale Scheda N : 140 Oggetto: SIPE NOBEL modificata in seguito alle osservazioni Vincoli

Dettagli

Piazza Sant Antonino Piacenza. Scavo in prossimità di Porta del Paradiso a nord dell ingresso della chiesa di Sant Antonino

Piazza Sant Antonino Piacenza. Scavo in prossimità di Porta del Paradiso a nord dell ingresso della chiesa di Sant Antonino Piazza Sant Antonino Piacenza. Scavo in prossimità di Porta del Paradiso a nord dell ingresso della chiesa di Sant Antonino Dai dati di scavo è stato possibile ipotizzare quanto segue: Fase I: IX-X sec.

Dettagli

PREFAZIONE. Fogli di Filosofia, 2015, Fasc. 7, pp. 1-4

PREFAZIONE. Fogli di Filosofia, 2015, Fasc. 7, pp. 1-4 PREFAZIONE Si propongono qui di seguito i testi delle relazioni presentate nel corso della giornata di studi Fichte 1814-2014. La filosofia teoretica tenutasi il 18 marzo 2014 presso l Istituto di Studi

Dettagli

Sintesi ragionata del Documento AIRTUM 2009 (I nuovi dati di incidenza e mortalità Periodo 2003-2005)

Sintesi ragionata del Documento AIRTUM 2009 (I nuovi dati di incidenza e mortalità Periodo 2003-2005) Sintesi ragionata del Documento AIRTUM 2009 (I nuovi dati di incidenza e mortalità Periodo 2003-2005) Documento a cura della Dr. Maria Vincenza Liguori Settore Epidemiologia Ambientale Direttore Dr. Laura

Dettagli

La stratigrafia archeologica in Italia tra XIX e XX secolo

La stratigrafia archeologica in Italia tra XIX e XX secolo La stratigrafia archeologica in Italia tra XIX e XX secolo 02. Giacomo Boni Giacomo Boni (1859-1925) 1925) Giacomo Boni Biografia essenziale Nasce a Venezia nel 1859 Formazione da architetto 1890, ispettore

Dettagli

Elena Canadelli 1915: UNA NUOVA SEDE PER GLI ISTITUTI D ISTRUZIONE SUPERIORE DI MILANO

Elena Canadelli 1915: UNA NUOVA SEDE PER GLI ISTITUTI D ISTRUZIONE SUPERIORE DI MILANO Elena Canadelli 1915: UNA NUOVA SEDE PER GLI ISTITUTI D ISTRUZIONE SUPERIORE DI MILANO Associazione per lo sviluppo dell alta cultura in Milano, Ricordo della posa della prima pietra per le nuove sedi

Dettagli

L arte paleocristiana

L arte paleocristiana Storia dell Arte docente : Prof.ssa Addolorata RICCO L arte paleocristiana Il nuovo nella continuità della civiltà romana Panorama cronologico dei primi 6 secoli di cristianesimo Date importanti per il

Dettagli

Principi costruttivi e progettazione di Gioacchino Minafò IW9 DQW. Tratto dal sito web WWW.IT9UMH.ALTERVISTA.ORG

Principi costruttivi e progettazione di Gioacchino Minafò IW9 DQW. Tratto dal sito web WWW.IT9UMH.ALTERVISTA.ORG Principi costruttivi e progettazione di Gioacchino Minafò IW9 DQW Le antenne a quadro (o telaio) Il principio di funzionamento di un'antenna a quadro è differente da quello delle comuni antenne filari

Dettagli

OROLOGI SOLARI: 26/03/2005 Ing. Mauro Maggioni

OROLOGI SOLARI: 26/03/2005 Ing. Mauro Maggioni OROLOGI SOLARI: ASTRONOMIA e ARTE 26/03/2005 Ing. Mauro Maggioni IL SOLE e le OMBRE - Durante il corso del giorno il Sole compie un tragitto apparente nel cielo - Ciò significa che è possibile relazionare

Dettagli

I punteggi zeta e la distribuzione normale

I punteggi zeta e la distribuzione normale QUINTA UNITA I punteggi zeta e la distribuzione normale I punteggi ottenuti attraverso una misurazione risultano di difficile interpretazione se presi in stessi. Affinché acquistino significato è necessario

Dettagli

Museo della pergamena, del libro e del documento d archivio. 6 - La storia della conoscenza

Museo della pergamena, del libro e del documento d archivio. 6 - La storia della conoscenza Museo della pergamena, del libro e del documento d archivio 6 - La storia della conoscenza La misura del tempo Quando gli uomini hanno voluto misurare il tempo, in tutte le epoche e in tutte le parti del

Dettagli

LA LEGGE DI GRAVITAZIONE UNIVERSALE

LA LEGGE DI GRAVITAZIONE UNIVERSALE GRAVIMETRIA LA LEGGE DI GRAVITAZIONE UNIVERSALE r La legge di gravitazione universale, formulata da Isaac Newton nel 1666 e pubblicata nel 1684, afferma che l'attrazione gravitazionale tra due corpi è

Dettagli

G. M. QUER, Democrazia e diritti umani in Israele. Un modello per un mondo che cambia, Milano, Proedi Editore, 2006, pp. 1-79.

G. M. QUER, Democrazia e diritti umani in Israele. Un modello per un mondo che cambia, Milano, Proedi Editore, 2006, pp. 1-79. G. M. QUER, Democrazia e diritti umani in Israele. Un modello per un mondo che cambia, Milano, Proedi Editore, 2006, pp. 1-79. di Cristina Gazzetta Il libro che qui si segnala al lettore è il risultato

Dettagli

Soleggiamento nel territorio comunale di Rimini (relativo alla latitudine 44 04 )

Soleggiamento nel territorio comunale di Rimini (relativo alla latitudine 44 04 ) Comune di Rimini Settore Ambiente e Sicurezza Nucleo di Valutazione Sostenibilità Ambientale Ufficio V.I.A. Soleggiamento nel territorio comunale di Rimini (relativo alla latitudine 44 04 ) Dirigente del

Dettagli

Augusto, la dinastia Giulio-Claudia e i Flavi

Augusto, la dinastia Giulio-Claudia e i Flavi Augusto, la dinastia Giulio-Claudia e i Flavi battaglia di Azio 31 a.c. Ottaviano padrone di Roma Con la sconfitta di Marco Antonio ad Azio nel 31 a.c., Ottaviano rimane il solo padrone di Roma. OTTAVIANO

Dettagli