Una scuola anche per noi

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Una scuola anche per noi"

Transcript

1 Fondazione aiutare i bambini Onlus n settembre Una scuola anche per noi In Camerun la scuola dell obbligo inizia a 6 anni, mentre la scuola materna non è ancora riconosciuta a livello governativo. Ma ormai è chiara la necessità di avviare e sostenere strutture scolastiche per i bambini dai 3 ai 5 anni. Solo dall educazione infatti può partire lo sviluppo di un Paese. Per questo aiutare i bambini ha deciso di sostenere la costruzione di una scuola materna di 3 classi nella periferia sud-est di Yaoundé, capitale del Camerun. La scuola una volta terminati i lavori aprirà le porte a 120 bambini, per offrire loro la possibilità di un futuro migliore... Continua a pagina 3» DC NT PROGETTO SCUOLE Nelle scuole italiane per sensibilizzare su cooperazione e sviluppo pagine 4 SPECIALE ABRUZZO Terminati i progetti a Gignano e Fossa IOVOLONTARIO I piccoli Rom di Prokuplje non sono bimbi di scarto pagina 7-10 pagine 12-13

2 EDITORIALE Le famiglie tirano la cinghia È così. Secondo le ultime rilevazioni statistiche dell Istat, nel nostro Paese lo scorso anno le famiglie in condizioni di povertà relativa sono state 2 milioni e 657 mila, per un totale di quasi 8 milioni di individui poveri, equivalenti al 13% della popolazione. Il dato è allarmante, ma fotografa una situazione purtroppo stabile rispetto al Si è invece ridotto del 2,6% il reddito delle famiglie rispetto ad un anno fa. Le famiglie quindi sono al centro di una crisi che rischia di prolungarsi fino al 2011 e che non vede ancora una soluzione certa. A subire maggiormente questa situazione sono i nuclei con figli: perché se il reddito diminuisce, dall altro lato invece aumentano i costi. Anche quelli per mandare i bambini all asilo nido, o a scuola. Per questi motivi, la Fondazione aiutare i bambini ha avviato già dal 2007 la campagna Un asilo nido per ogni bambino, che si propone di dare una mano alle famiglie in maggiori difficoltà economiche sostenendo una parte dei costi correnti per la gestione degli asili nido frequentati dai loro figli (stipendi delle educatrici, cibo e pannolini dei bambini). Alla fine del 2009 erano 25 gli asili nido e gli spazi gioco già sostenuti da aiutare i bambini su tutto il territorio nazionale. Altri 25 verranno sostenuti tra il 2010 e il 2011, favorendo un modello di gestione dei servizi alla prima infanzia che prevede una riduzione delle rette coinvolgendo i volontari nelle attività ausiliarie: la preparazione del cibo, il riassetto della cucina, la pulizia dell asilo al termine dell attività diurna. Grazie ai volontari, le rette di un asilo possono essere ridotte anche del 20%. Senza considerare la forte gratificazione che i volontari stessi ricevono a livello personale. Questo impegno si accompagna a quello di aiutare i bambini all estero, come ad esempio in Camerun, dove la scuola materna non è ancora riconosciuta a livello governativo e dove attraverso la campagna Io vado a scuola stiamo sostenendo la costruzione di una nuova struttura per i bambini più piccoli (i dettagli a pag. 3). L educazione e l istruzione sono un diritto dei bambini, in tutto il mondo. Grazie a tutti i donatori che decideranno di starci a fianco per affermarlo. SHOPPING SOLIDALE HELPSTYLE scopri i nuovi prodotti della collezione che aiuta concretamente i bambini Per ordinare: oppure telefono CON UN TESTAMENTO PER AIUTARE I BAMBINI si ricorderanno di te per sempre Per informazioni su come fare un lascito o una donazione in memoria, contatta la Fondazione al numero e richiedi l opuscolo informativo Goffredo Modena Fondatore e Presidente Iscriviti alla Newsletter elettronica Per ricevere ogni mese notizie nella tua casella , iscriviti alla newsletter elettronica di aiutare i bambini. Vai al sito trovi le istruzioni nella home page. aiutare i bambini Notiziario della Fondazione aiutare i bambini Onlus (Organizzazione non Lucrativa di Utilità Sociale), registrata in data 4/07/2001 al N. 40 del Registro delle persone giuridiche della Prefettura di Milano. Autorizzazione del Tribunale di Milano N. 711 del 10/11/2000 Spedizione A.P. art 2 comma 20/c Legge 662/96 - Milano Editore: Fondazione aiutare i bambini, Via Ronchi 17, Milano, telefono , Sito: Direttore Editoriale: Goffredo Modena Direttore della Comunicazione: Chiara Parisi Redazione: Alessia Gilardo, Serena Zoli, Alex Gusella, Simona Brusamolino Progetto grafico: Michele Morganti Impaginazione: Francesco Poroli Stampa: IGEP srl, Cremona - Logistica: Fages sas - Questo Notiziario è stampato su carta riciclata al 100% 2 aiutare i bambini

3 Progetti nel mondo Costruiamo tre nuove classi per i bambini del Camerun aiutare i bambini ha da poco deciso di sostenere attraverso la campagna Io vado a scuola la realizzazione di una scuola materna nella periferia di Yaoundé, capitale del Camerun. Qui, in Camerun, le strutture scolastiche per i bambini dai 3 ai 5 anni sono molto poche e sono esclusivamente private, perché lo Stato non investe in scuole per bambini così piccoli. La scuola dell obbligo invece copre la fascia d età dai 6 agli 11 anni, ma a causa della povertà i bambini iniziano ad andare a scuola anche dopo i 6 anni, oppure interrompono gli studi: solo il 33% di loro arriva alla scuola media. Eppure proprio l educazione potrebbe dare ai bambini e al Paese la possibilità di un futuro migliore. Ed è ormai riconosciuta l importanza di iniziare a frequentare la scuola a partire già dai 3 anni di età. La capitale Yaoundé spiega Elena Penco, Responsabile Progetti Africa che ha visitato il Camerun lo scorso novembre conta oggi quasi 2 milioni di abitanti e ha registrato negli ultimi anni una forte crescita demografica e lo sviluppo di grandi periferie prive di servizi. La nuova scola materna sarà composta da 3 classi e potrà accogliere fino a 120 bambini. Il quartiere Awae, dove sorgerà la scuola, è localizzato a sud-est ed è nato solo 10 anni fa: oggi conta circa abitanti, più del 70% dei quali sono bambini. La nuova scuola materna sarà composta da 3 classi e potrà accogliere fino a 120 bambini. Uno dei punti di forza di questo progetto continua Elena è che la scuola materna che sosteniamo sorgerà a fianco di una scuola elementare già esistente, da poco completata. In questo modo saremo in grado di offrire ai bambini di Awae un percorso scolastico completo, dai 3 agli 11 anni, gettando quindi le basi perché la loro istruzione con tinui ben oltre la scuola dell obbligo. Entrambe le strut ture saranno gestite in loco da ESADE (Eau- Sante-Deve - lopment, ovvero: Acqua-Salute- Sviluppo), un associazione creata da giovani camerunensi e impegnata già dal 2002 in progetti di educazione, accesso all acqua potabile, sostegno sanitario. Anche il terreno su cui sorgono le due scuole è di proprietà di ESADE, ed è stato acquistato grazie ad un contributo dei salesiani Don Bosco di Yaoundé. Sia la scuola elementare che la scuola materna sostenuta da aiutare i bambini saranno strutture private accessibili però alle fasce più povere della popolazione grazie ad una retta molto bassa che l associazione ESADE prevede di far pagare alle famiglie, pari a 30 euro all anno per bambino, che serviranno a retribuire le insegnanti. Dopo il primo anno di attività arriverà anche un contributo statale. Il progetto prevede inoltre il coinvolgimento di tutte le famiglie del quartiere, che attraverso momenti comuni di animazione verranno sensibilizzate sull importanza dell educazione di base. aiutare i bambini sostiene la costruzione della scuola materna di Awae con euro. I lavori sono già iniziati, dai anche tu il tuo contributo per portare a termine la scuola materna di Awae il prima possibile. Elena Penco, Responsabile Progetti Africa di aiutare i bambini, insieme a Placide Engbwang (nella foto, a destra), presidente ESADE Camerun, e all architetto. La scuola materna sostenuta da aiutare i bambini sorgerà vicino alla scuola elementare già realizzata. I lavori sono iniziati a maggio Aiutaci anche tu! Con 10 euro doni un kit scolastico Con 20 euro doni due sacchi di cemento Con 50 euro doni un banco e una sedia Con 100 euro doni una porta e una finestra aiutare i bambini 3

4 Progetto Scuole La solidarietà unisce le scuole di tutto il mondo! Io da grande vorrei diventare volontario di qualche associazione, penso che mentre aiuti gli altri impari e ti diverti come ci siamo divertiti noi. Federico, 7 anni Aiutare i ragazzi o i bambini meno fortunati di noi si può e si deve! Abbiamo allestito una mostra fotografica nell'atrio della scuola e le immagini ci hanno fatto riflettere su quanta povertà regni ancora in certi paesi dell'africa e non solo. Sofia ed Eleonora, 16 anni Questa esperienza è stata molto interessante perché mi ha fatto conoscere situazioni e realtà nuove, portandomi a riflettere sulle difficoltà che tanti bambini nel mondo devono affrontare e su quanto siamo fortunati noi a vivere in una realtà dove c è il benessere, si va a scuola, ci sono i dottori se si è ammalati e si mangia ogni giorno. Lorenzo, 11 anni La cooperazione non è fare elemosina, ma chiedere alle persone qual è il problema, di che cosa hanno bisogno e cercare un modo per aiutarle! Camilla, 13 anni Ciò che mi ha colpito di più è l espressione del volto di quei bambini. Penso che sia meraviglioso fare tutti insieme qualcosa di concreto per aiutare questi poveri bambini. Fabio, 12 anni Federico, Lorenzo, Fabio, Camilla, Sofia, Eleonora: sono solo alcuni degli oltre 1500 studenti di scuole elementari, medie e superiori già coinvolti nel Progetto Scuole di aiutare i bambini e che hanno riflettuto sugli stili e gli usi di vita spesso diversi - ma per certi aspetti anche comuni - nelle varie zone del mondo. Come vivono i bambini dall altra parte del mondo? Cosa mangiano, come vanno a scuola, con che cosa giocano? Conoscere in che modo trascorrono le giornate i loro coetanei negli altri Paesi, non è scontato per i nostri bambini e ragazzi. Per questo aiutare i bambini già a partire dall anno scolastico 2008/09 ha deciso di impegnarsi nella sensibilizzazione dei giovani nelle scuole, attraverso proposte educative stimolanti e divertenti. aiutare i bambini propone modalità diverse per mettere in contatto i bambini nel mondo, in un ottica di reciproco scambio e arricchimento: gemellaggi solidali tra scuole, mostre fotografiche, kit didattici per insegnanti, laboratori, attività nelle librerie e biblioteche per ragazzi. Se sei un insegnante o sei in contatto con scuole elementari, medie, superiori e centri aggregativi interessati a realizzare interventi di sensibilizzazione, scarica l intero catalogo Progetto Scuole 2010/2011 dal sito e contatta direttamente la nostra Responsabile Progetto Scuole: Alessia Gilardo - Tel , Il Progetto Scuole ha bisogno di volontari! Se vuoi anche tu realizzare interventi nelle scuole, contattaci per dare la tua disponibilità! Scrivi ad aiutareibambini.it e fai entrare anche tu la solidarietà a scuola! 4 aiutare i bambini

5 Volontariato Diventa anche tu volontario! I volontari sono risorse preziose per aiutare i bambini : testimoniano i valori della Fondazione e la rappresentano con entusiasmo e passione sul proprio territorio e in ogni parte del mondo, quando visitano i progetti all estero. I volontari di aiutare i bambini sono tanti: nel 2009 ne abbiamo contati 75 di sede, che ci hanno aiutato nelle attività d ufficio a Milano; 71 con le ali, che hanno visitato 67 progetti in 42 viaggi all estero; in Italia, impegnati nel corso di tutto l anno in eventi e manifestazioni di sensibilizzazione e raccolta fondi, nell evento nazionale Babbo Natale per un giorno o nei progetti italiani, asili nido e doposcuola. Ma i volontari per aiutare i bambini non bastano mai! Non occorre essere professionista del sociale per diventare volontario. Se sei motivato e hai voglia di metterti in gioco, troverai sicuramente il modo più adatto a te per aiutarci! Ti chiediamo solo di intraprendere un breve percorso di formazione gratuita, a seconda del tipo di esperienza che desideri intraprendere e del tipo di aiuto che hai voglia di dare. I corsi principali sono: IO volon - tario, realizzato tre volte all anno presso la sede di aiutare i bambini e dedicato a tutti coloro che intendono vivere un esperienza di volontariato all estero, e il Corso di attivazione per volontari di piazza, realizzato in autunno in diverse città italiane, dedicato ai volontari che partecipano all evento Babbo Natale per un giorno. A questi si aggiungono i laboratori tematici di animazione, foto solidale, truccabimbo, cultura d infanzia ed educazione allo sviluppo. C è un corso per ognuno, devi solo scegliere il tuo! I giorni 11,12,13 giugno si è svolta la quarta edizione del Laboratorio Nazionale dei Volontari a Marina di Massa. 130 volontari provenienti da ogni parte d Italia, si sono riuniti, insieme allo staff di aiutare i bambini, per condividere le loro esperienze e ascoltare le emozionanti testimonianze di alcuni responsabili di progetto in Italia e anche all estero: Padre Gaetano è venuto dall Uganda, Richard Feukeu da Haiti e Francesco Caruso dalla Cambogia. E stata l occasione per festeggiare insieme anche i dieci anni di attività di aiutare i bambini con un coreografico scatto. Grazie a tutti e al prossimo anno. Formazione gratuita: scegli il tuo corso Quando sabato 18 e domenica 19 settembre ottobre (ven.-dom.) sabato 23 ottobre Corso cultura dell'infanzia + animazione/ foto/truccabimbo corso IO VolontarIO corso di attivazione volontari di piazza Dove Napoli Milano Milano Per informazioni e iscrizioni ai corsi: Serena Sartirana Tel. diretto sabato 6 novembre domenica 7 novembre sabato 13 novembre corso di attivazione volontari di piazza corso di attivazione volontari di piazza corso di attivazione volontari di piazza Roma Palermo Lecce aiutare i bambini 5

6 Adozione a distanza Sei lontano, ma puoi dargli una casa La volontaria Monica Felizzi recentemente ha visitato la casa di accoglienza per bambini di strada Hamro Ghar a Kathmandu (Nepal), dove la Fondazione sostiene più di 60 bambini grazie all adozione a distanza. La sua testimonianza ci fa capire quanto questo tipo di aiuto sia fondamentale per i bambini che frequentano il centro: Non è facile conquistare la loro fiducia. Arrivano ad Hamro Ghar sospettosi, impauriti e malconci. Qualcuno Hamro Ghar in nepalese vuol dire Casa Nostra si ferma per farsi una doccia e mangiare qualcosa, ma poi ritorna sulla strada. Ci vuole tempo, pazienza e tanto amore. Hamro Ghar in nepalese vuol dire Casa Nostra, ed è questo che si cerca di trasmettere ai bambini. Qui possono trovare una casa. Attualmente ci vivono più di 60 bambini, ma altrettanti lo frequentano regolarmente tutti i giorni. Il centro I bambini accolti presso il Centro Hamro Ghar sostenuto da aiutare i bambini a Kathmandu ritrovano serenità e gioia grazie all adozione a distanza. garantisce loro istruzione, cibo, acqua e assistenza sanitaria. aiutare i bambini ha deciso di sostenere l accoglienza presso il Centro Hamro Ghar di altri 48 bambini: se anche tu vuoi aiutarci a migliorare il destino di un bambino nepalese, attiva subito un adozione a distanza! Compila e ritaglia la seguente scheda di adesione e inviala per fax allo oppure spediscila in busta chiusa a: Fondazione aiutare i bambini, Via Ronchi 17, Milano. Per maggiori informazioni chiama lo oppure visita il sito Scheda di adesione adozione a distanza - Centro Hamro Ghar di Kathmandu, Nepal Nome e Cognome Indirizzo Cap Città Provincia Telefono Cellulare DESIDERO SOSTENERE L ADOZIONE A DISTANZA DI UN BAMBINO/A (QUOTA MINIMA 20 EURO AL MESE): 20 euro al mese 60 euro al trimestre 120 euro al semestre 240 euro all anno CHE VERRANNO VERSATI CON: RID Bancario Bonifico Continuativo Carta di credito Bollettino Postale VOGLIO RICEVERE VIA LA NEWSLETTER MENSILE DI AIUTARE I BAMBINI? Si No Al ricevimento della scheda di adesione, aiutare i bambini ti invierà la documentazione sulla tua adozione a distanza e i moduli di versamento necessari per far partire le tue donazioni. I dati personali che vorrai fornire liberamente saranno utilizzati esclusivamente per finalità correlate agli scopi statutari della Fondazione aiutare i bambini Onlus, ovverosia per la divulgazione di materiali informativi, la raccolta fondi e la rendicontazione riguardante l attività di sostegno ai bambini in situazioni di difficoltà nel mondo e saranno trattati con strumenti informatici e non. Il titolare del trattamento è la Fondazione aiutare i bambini Onlus, con sede in via Ronchi Milano Tel Fax alla quale potrai rivolgerti per qualsiasi informazione o per chiedere l'integrazione, la rettifica o la cancellazione dei tuoi dati personali. Prima di compilare il modulo ti invitiamo a visionare l informativa completa sul nostro sito internet Data Firma 6 aiutare i bambini

7 SPECIALE ABRUZZO Abruzzo: missione compiuta! È stato un cammino lungo e faticoso, ma alla fine ha dato i suoi frutti e siamo pienamente soddisfatti. Abbiamo realizzato in Abruzzo tre nuove strutture per le popolazioni colpite dal terremoto del 6 aprile 2009, con un attenzione particolare ai bambini e ai ragazzi. Un asilo nido a Castelnuovo, un centro aggregativo giovanile a Gignano, un dispensario farmaceutico con doppio ambulatorio medico a Fossa. L impegno è stato grande perché aiutare i bambini non si è limitata a finanziare questi interventi, ma li ha progettati fianco a fianco con le comunità locali interessate e ne ha coordinato la realizzazione dall inizio alla fine. Senza contare la presenza nei campi tende dei nostri volontari, che nell estate 2009 hanno coinvolto decine di bambini e ragazzi tra i quali anche quelli della Parrocchia di San Giacomo ritratti nella foto sopra. La strada purtroppo non è tutta in discesa: il problema abitativo è in gran parte risolto, ma il terremoto ha avuto come effetto quello di spezzare legami e relazioni sociali. Proprio per questo i nostri interventi sono importanti: attorno a queste strutture, i nostri amici abruzzesi a cui le abbiamo donate potranno tenere unita la propria comunità per i prossimi anni. Grazie ai tanti donatori privati e alle aziende che ci hanno sostenuti con grande generosità in questo impegno. Goffredo Modena Fondatore e Presidente

8 Speciale Abruzzo Tre nuove strutture per i bambini e la comunità aquilana I ragazzi di Gignano suonano all interno del Centro Kamael Centro aggregativo giovanile Kamael Località: Gignano (frazione del Comune de L Aquila) Destinatari: 60 bambini, ragazzi e l intera comunità di Gignano Dati tecnici: struttura prefabbricata di 100 m², composta da una sala polifunzionale per attività ludiche e scolastiche, uno spazio adibito ad ufficio, una cucina attrezzata, un bagno attrezzato per disabili, impianto di condizionamento Promotore: aiutare i bambini Interamente finanziato da aiutare i bambini per complessivi euro Inaugurato il: 6 luglio 2010 Grazie a tutti i donatori e in particolare a: EMC Computer Systems Italia SpA, Europe Assistance, Fondazione Johnson & Johnson, Only The Brave Foundation, RSA - Sun Insurance Office Ltd, Tione di Trento - Associazione Comitato insieme all Abruzzo Gignano L Aquila Onna Castelnuovo Fossa Epicentro del sisma del 6 aprile 2009 Dispensario farmaceutico e ambulatorio medico Località: Fossa (provincia de L Aquila) Destinatari: i residenti del nuovo villaggio San Lorenzo (380 abitanti) Dati tecnici: struttura prefabbricata di 140 m², composta da un dispensario farmaceutico, una sala d attesa, due ambulatori medici, una sala per misurare la pressione, una stanza per il turno di notte, tre bagni Promotore: aiutare i bambini Interamente finanziato da aiutare i bambini per complessivi euro Inaugurato il: 30 agosto 2010 Grazie a tutti i donatori e in particolare a: gli enti belgi Com.it.Es Limburgo, Acli Vaanderen, A.I.F., International Comité e le associazioni affiliate che subito dopo il terremoto hanno aperto una raccolta fondi per l Abruzzo nel loro paese raccogliendo euro, interamente destinati ad aiutare i bambini per il progetto di Fossa; Associazione LadyBirds, Europe Assistance, Po Valley Energy Ltd, RSA - Sun Insurance Office Ltd

9 Speciale Abruzzo Il Presidente Modena con una bambina all interno del nuovo asilo Asilo nido e spazio gioco Località: Castelnuovo (frazione di San Pio delle Camere, provincia de L Aquila) Destinatari: 20 bambini dai 6 mesi ai 3 anni di età Dati tecnici: l asilo nido/spazio gioco è all interno del nuovo centro civico polifunzionale, struttura prefabbricata di 600 m² complessivi realizzata dal Comune di Segrate Contributo di aiutare i bambini : euro Inaugurato il: 29 agosto 2009 Grazie a tutti i donatori e al Comune di Segrate che ha dato ad aiutare i bambini l opportunità di contribuire a questo importante intervento Il Sindaco Calvisi all interno della nuova farmacia con il Presidente Modena Alessandro Volpi, Responsabile Progetti Italia di aiutare i bambini, insieme al parroco Don Juan e ad una suora del posto, durante l inaugurazione del centro aggregativo giovanile a Gignano. Intervista ad Alessandro Volpi Responsabile Progetti Italia Quando è stata la prima volta che sei sceso in Abruzzo a seguito del terremoto? Era il 18 aprile, quindi a poco più di dieci giorni dal terremoto. Siamo scesi in Abruzzo io e Stefano (ndr. Stefano Oltolini, Responsabile Progetti) per renderci conto della situazione. Visitammo i dintorni de L Aquila, in particolare Fossa, perché c era lì una nostra volontaria, e poi Collepietro, dove la famiglia di un altra nostra volontaria gestiva un piccolo agriturismo. Poi ci spostammo sulla costa, visitando Montesilvano e altre località turistiche dove presso gli alberghi erano ospitati tanti sfollati. Quindi dopo la prima visita aiutare i bambini ha deciso di intervenire: in che modo? In realtà non fu subito possibile definire il nostro intervento: la situazione era ancora di emergenza, quindi in evoluzione. Non potevamo partecipare alle attività di soccorso, perché non rientrano nei nostri compiti e sono riservate alle autorità competenti e alle associazioni di Protezione Civile adeguatamente attrezzate. L unica cosa di cui eravamo certi, era che avremmo fatto qualcosa per i bambini e i ragazzi colpiti dal terremoto, creando per loro nuovi punti di riferimento. E così, nelle successive visite, tramite le nostre volontarie del posto incontrai Don Juan, parroco di Gignano (ndr. frazione de L Aquila). E poi Luigi Calvisi, sindaco di Fossa. Dopo questi primi incontri cosa è successo? È iniziata la costruzione di un rapporto con le persone. Molti offrivano aiuto, ma per la gente che aveva appena subìto un tale trauma non era facile capire di cosa avrebbero avuto bisogno nel medio/lungo periodo, cosa si poteva fare e soprattutto con chi. Ora sorrido al pensiero che il Sindaco Calvisi per i primi tre o quattro incontri non ricordava neanche il mio nome. Poi quando ha capito che non volevamo calare dall alto un intervento, ma progettare insieme a lui qualcosa di realmente utile per la comunità, il rapporto è cambiato. La stessa cosa a Gignano, dove insieme a Don Juan i nostri referenti sono stati i parrocchiani Severino, architetto, e Gino, maresciallo dei carabinieri. Solo creando una relazione di fiducia con tutti loro, abbiamo potuto realizzare dei progetti condivisi. E la fiducia la costruisci anche con la presenza costante: ho fatto 18 viaggi in Abruzzo, spesso accompagnato dal Presidente o da altri colleghi, per un totale di 50 giorni lavorativi. Una domanda sui tempi: le strutture non potevano essere realizzate prima? Purtroppo no. Il primo intervento che abbiamo finanziato è stato l asilo nido/spazio gioco all interno del centro polifunzionale di Castelnuovo. L intera struttura fu inaugurata già il 29 agosto 2009, ma resta un caso eccezionale: vanno fatti i complimenti al Comune di Segrate, promotore dell iniziativa, che ha agito in piena sinergia con il Comune di San Pio delle

10 Speciale Abruzzo Intervista ad Alessandro Volpi (continua) Camere (ndr. di cui Castelnuovo è una frazione) portando a termine la struttura in tempi record. L iter è stato molto più lungo per le altre due strutture. A Gignano abbiamo atteso per diversi mesi la cessione del terreno in comodato d uso gratuito da parte del Comune de L Aquila, che ne era proprietario. Poi sono arrivati l inverno, la neve e solo a febbraio è stato possibile iniziare i lavori del centro aggregativo. A Fossa invece, si era deciso di realizzare la farmacia/ambulatorio medico all interno del nuovo villaggio San Lorenzo, terminato a fine marzo 2010 e che oggi ospita circa 380 abitanti prima residenti a Fossa. Solo a partire da aprile quindi è potuta iniziare la costruzione della nostra struttura. Com è la situazione oggi in Abruzzo? Come sta la gente a quasi un anno e mezzo dal terremoto? Forse il vero terremoto è adesso. La gente ha perso i suoi punti di riferimento, non esistono luoghi di socializzazione, manca il lavoro e le difficoltà economiche si aggravano. Il terremoto ha rubato il cuore a L Aquila: la frase andiamo in centro non ha più senso e nessuno la dice più. Per questo sono importanti i nostri interventi, anche se non possono cambiare la situazione generale. A Gignano per esempio, alcuni genitori preferiscono farsi dieci minuti di macchina per portare i figli al Centro Kamael piuttosto che lasciarli nell anonimo villaggio dove sono stati trasferiti vuol dire che la comunità esiste ancora e che se ha dei luoghi di riferimento può restare unita. Yes, we draw! : i bambini abruzzesi dipingono con Bros Periodo: luglio 2009 Località: campo tende di Gignano Destinatari: 20 bambini e ragazzi ospiti dei campi tende di Gignano, San Giacomo e Fossa Promotore: aiutare i bambini in collaborazione con Daniele Nicolosi, in arte Bros Interamente finanziato da aiutare i bambini per complessivi euro Volontariato nei campi tende Periodo: 27 luglio-23 agosto 2009 Località: campi tende di Fossa, Gignano, San Giacomo e Aragno Partecipanti: 50 volontari di aiutare i bambini organizzati in gruppi settimanali di 10/12 persone Destinatari: bambini, ragazzi, adulti e anziani ospiti nei campi tende Promotore: aiutare i bambini ; i volontari hanno provveduto in proprio alle spese per il vitto e contribuito alle spese per l alloggio Finanziato da aiutare i bambini per complessivi euro Grazie a tutti i donatori e in particolare a RSA - Sun Insurance Office Ltd che con un contributo di euro ha coperto i costi di noleggio, allestimento e rifornimento del pulmino per il trasporto dei bambini e dei volontari e parte dei costi per il materiale, durante il periodo di volontariato nei campi tende Fondazione aiutare i bambini Onlus aiutare i bambini è una fondazione italiana nata nel 2000 con lo scopo di dare un aiuto concreto ai bambini poveri, ammalati, senza istruzione, che hanno subito violenze fisiche o morali e garantire loro l'opportunità e la speranza di una vita degna di una persona. La Fondazione è una ONLUS riconosciuta dalla legge e interviene in Italia e nel mondo con progetti di accoglienza, assistenza sanitaria, emergenza, educazione e adozione a distanza. In dieci anni di attività, aiutare i bambini ha sostenuto più di bambini, finanziando oltre 670 progetti di aiuto in 67 Paesi. Il Bilancio della Fondazione è pubblico e certificato. Per donare: tel , Fondazione aiutare i bambini Onlus via Ronchi, Milano Tel Fax ccp

11 AziendAmica Anche la tua azienda può aiutare i bambini Sempre più le aziende sono inclini ad un assunzione di responsabilità verso le problematiche sociali: si parla per questo di Responsabilità Sociale d Impresa (RSI). Una delle declinazioni della RSI è quella del volontariato aziendale, che prevede un coinvolgimento diretto dei dipendenti dell azienda in iniziative sociali. Anche aiutare i bambini collabora da anni con numerose aziende coinvolgendo i dipendenti: li forma al volontariato, li fa partecipare ad eventi di piazza per raccogliere fondi, oppure organizza eventi sociali nell ambito di eventi aziendali come convention e cene. I dipendenti possono anche decidere di diventare donatori: è il caso del Payroll giving (un ora o una quota fissa dello stipendio donata alla Fondazione), che diventa Matching charitable gift program se l azienda decide di raddoppiare la donazione dei propri dipendenti. Un altra iniziativa è quella del Community day : al posto di andare in ufficio, i dipendenti trascorrono una giornata come volontari presso un asilo nido o un centro di aiuto allo studio sostenuti dalla Fondazione in Italia, giocando con i bambini, stando con loro durante il pranzo, affiancando nei compiti i ragazzi più grandi. Ecco la testimonianza di una di - pendente di Else - vier S.r.l., dopo una giornata trascorsa presso l asilo Sogno di bimbi di Milano: L'asilo vive grazie ai volontari e alle donazioni, credo sia un'ottima cosa continuare a contribuire alla sua vita da entrambi i punti di vista. Inoltre credo che la giornata di ieri abbia inondato di calore il cuore di tutte noi, sarebbe molto bello poter continuare con quest'esperienza.... aiutare i bambini ringrazia tutte Alcuni dipendenti di Novartis durante una giornata di volontariato presso un asilo nido sostenuto da aiutare i bambini. le aziende che hanno già svolto volontariato aziendale presso i progetti della Fondazione: Bloomberg, Elsevier, EMC, Guna, Johnson Diversey, KPMG, Last minute, Novartis, Societe Generale. Se anche la tua azienda è interessata al volontariato aziendale, scrivi a: Cameron S.r.l.: i dipendenti visitano il progetto sostenuto dall azienda in Mozambico Il 6 maggio scorso è stato inaugurato a Maxixe, in Mozambico, il pozzo della Comunità di San Lorenzo, voluto da aiutare i bambini e finanziato da Cameron System S.r.l.. All inaugurazione del pozzo, la cui trivellazione era cominciata nell agosto 2009, erano presenti Alessandra Arensi per l Area aziende della Fondazione, e Matteo Ferri, Federico Zanella e Federico Rossetti, dipendenti dell azienda Cameron. Per la prima volta i dipendenti di un azienda sono stati all estero come volontari di aiutare i bambini per visitare il progetto sostenuto! Il pozzo realizzato ha l obiettivo di assicurare un rifornimento costante di acqua per l intera comunità. È stato anche organizzato un percorso di formazione indirizzato agli abitanti della zona per spiegare l importanza sia delle norme igieniche che della gestione e manutenzione del pozzo, così da responsabilizzare i beneficiari e renderli autonomi in caso di necessità. Grazie a Cameron System S.r.l. per aver reso possibile l avvio e la realizzazione di questo importante progetto! Uno dei volontari dell azienda Cameron insieme ai bambini della Comunità di San Lorenzo, in Mozambico. aiutare i bambini 11

12 Fatti e parole IO VolontarIO Ma i piccoli Rom di Prokuplje non sono bimbi di scarto dal diario di Maurizio Alfano, volontario in Serbia di animali. Una vita, una baracca, confinata insieme ad altre nella baraccopoli ai margini della città di Prokuplje, ai margini delle coscienze di un umanità distratta, lontana. B. ha un grande desiderio, è quello semplice di poter mangiare un pugno di fragole, ma le sorelline non riescono mai a portargliele ogni qualvolta che ritornano dal mercato generale dove si recano per raccogliere qualche scarto di frutta o verdura caduto per terra o buttato via. Un desiderio semplice, ma passa il tempo delle fragole e mai il sogno di B. si avvera. I volontari Maurizio Alfano e Sara Severgnini hanno visitato l asilo per bambini Rom di Prokuplje, sostenuto da aiutare i bambini attraverso l adozione a distanza di gruppo. 24 maggio 2010 La mia destinazione esteriore è Prokuplje in Serbia, ai confini con il Kosovo; quella interiore è condividere ed imparare la semplicità delle cose piccole realizzate da persone grandi come tutte quelle che incontrerò, a partire da Sara Severgnini, la mia compagna di viaggio, e in special modo Anita, intorno alla quale gira la vita di circa cento bambini Rom. Proprio per visitare l asilo nido dei bambini Rom e una Casa che accoglie bambini e adolescenti affetti da problemi neuromuscolari, io e Sara partiamo. Sono molto emozionato. Quello che subito m impressiona è l accoglienza che riceviamo: rumo rosa, parlata, colorata, fatta da suoni, sorrisi e gesti. Il centro è costruito tra due insediamenti Rom, in mezzo ai quali si apre una vasta e maleodorante discarica. La scelta di questo sito per i rifiuti non è casuale ma voluta e studiata perché, a causa delle condizioni in cui vivono i Rom, sanno che nessuno di loro si lamenterà mai, adoperando anzi la discarica come riserva di lavoro e di cibo. 25 maggio I bimbi Rom sono piccoli gioielli incastonati su uno sfondo sporco, drammatico, rischiano di essere venduti come promessi in matrimonio fin da tenera età e questa, mi spiega qualcuno, è la migliore delle vendite che ci si possa augurare per il loro bene. Sara ed io siamo stati invitati a fare visita all accampamento dove abita il piccolo B., una famiglia di tredici persone che dimora in una baracca circondata da rifiuti, escrementi umani e 26 maggio Il giorno dopo assistiamo alle prove del teatro dei burattini: ci raccontano di una giornata di improvviso vento che si alza furioso nella foresta e che coglie di sorpresa molti animali che tentano di trovare riparo nell unica casa disponibile, ovvero quella di quattro coniglietti quasi sempre costretti a stare chiusi per non essere preda di animali più grandi e feroci. Allora, mentre tutti bussano e si accalcano per entrare, le parti cambiano e i coniglietti diventano arbitri del destino, decidendo chi accogliere e chi no. Mi viene da pensare alla nostra politica dell accoglienza degli stranieri in Italia, in special modo per quanto riguarda proprio i Rom e provo vergogna. 27 maggio Anita la definisco una matrioska perché lei contiene i tanti dolori e desideri di piccoli e grandi. Oggi ci racconta delle operazioni mediche che è riuscita a far fare in Italia a bambini affetti da gravi e rare malattie. Ci introduce così nell esperienza della visita all altro progetto sostenuto dalla Fondazione aiutare i bambini, il centro sanitario Toplika, che offre supporto medico e logisti- 12 aiutare i bambini

13 Fatti IO VolontarIO e parole co a bambini e adolescenti affetti da malattie neuromuscolari e portatori di sindromi rare. In verità, quello che si apre davanti ai nostri occhi sono anche gli effetti postumi delle armi chimiche e non convenzionali usate nella guerra dei Balcani delle quali ancora nessuno vuole parlare. In alcuni casi le deformazioni sono dovute proprio agli effetti devastanti di armi che, come dice Anita, è costato meno impiegare in una guerra, anziché smaltire Che tristezza partire, ma è solo la fine del primo tempo: entro l anno Sara e io ritorneremo secondo i protocolli internazionali. Qui troviamo un luogo di dolore ma vissuto con dignità. I primi momenti sono di comprensibile disagio reciproco, poi Sara toglie dalla sua sacca dei palloncini che modella dandogli le forme più diverse e così cominciano i primi sorrisi a spazzare via il grigiore della sofferenza. A questo punto progettiamo una gita e infatti andremo tutti insieme fino a un monastero situato in una montagna a circa un ora da Prokuplje dove c è un solo monaco di rito ortodosso che ci accoglierà con grappa benedetta oltre a metterci a disposizione il refettorio ed una parte di vivande. Anche questa diventa una giornata straordinaria, abbiamo fatto di tutto, giocato e preso in giro Sara, e per B., affetto dalla sindrome di Down, divento brate moj. Chiedo ad Anita cosa significhi e lei, guardandomi contenta, mi dice: Ti sta chiamando fratello mio. 29 maggio Vogliamo organizzare una festa di compleanno a sorpresa per la piccola T., con Sara cerchiamo di pensare a qualcosa di importante che possa coinvolgere noi tutti e i bambini Rom, ed ecco prendere forma idea Maurizio insieme ad alcuni dei 126 bambini Rom che frequentano l asilo ogni giorno. dopo idea quella più pazza ma ragionata, ovvero di vestirci da clown da discarica per poter con ironia esorcizzare i pericoli quotidiani che dalla stessa provengono. Così finiamo per diventare, Sara e io, i signori Sacchetto con un enorme famiglia di Sacchettini, ovvero di bambini al seguito. La notte prima armeggiamo con sacchetti per la spazzatura e giornali di ogni tipo per realizzare tantissimi papillon da fare indossare il giorno dopo ai nostri bambini. 30 maggio L appuntamento è per le sei di oggi pomeriggio, domenica: alla nostra vista le loro risa ci hanno riempito di una gioia immensa e mentre attaccavamo al loro collo il nostro regalo, per loro straordinario, andava in scena per noi il doloroso prologo al distacco del giorno dopo. Dopo la torta per T., i canti e le musiche, insceniamo una piccola protesta contro la presenza di quella maleodorante discarica e con il consenso dei genitori, già coinvolti nella pazza idea dei signori Sacchetto, facciamo un piccolo corteo non autorizzato e arriviamo ai margini della discarica per dimostrare con tutto quello che abbiamo appiccicato ognuno ai nostri colli che un altro modo di utilizzare i rifiuti è possibile. 31 maggio Fine della rappresentazione e fine anche del nostro primo tempo con tutti loro; già, primo tempo perché io e Sara entro l anno ritorneremo. Ma ora intanto è tempo di partire, è tempo di iniziare a salutarli uno per uno. Un ringraziamento straordinario va a tutte le donne coraggiose che hanno reso lì possibile la nostra permanenza, ovvero Anita, Goza, Duna, Svetlana, Snezana, Dragana, la mamma del piccolo G. e alle loro fantastiche famiglie. Se vuoi visitare uno dei nostri progetti all estero in qualità di volontario, iscriviti al corso di formazione gratuito IO volontario. Per conoscere le date della prossima edizione di IO volontario nella sede di Milano visita il sito nella sezione Volontariato oppure scrivi a o telefona al numero aiutare i bambini 13

14 Fatti e Parole 30 luglio. In motorino per km, meta Saigon Sono partiti da Kuala Lumpur il 30 di luglio in motorino. Un gruppo di amici, tanto spirito di avventura e una gran voglia di solidarietà: sono questi gli ingredienti del Charity Ride Meta finale Saigon, da raggiungere con una deviazione via Singapore, attraverso Malaysia, Thailandia, Cambogia. Un percorso di 4000 km che ha conosciuto una sosta per visitare proprio in Cambogia il nostro progetto Our Village, non lontano dalla capitale Phnom Penh. In vista di questa impresa, i partecipanti al charity ride hanno creato in Italia varie occasioni per raccogliere fondi a favore di aiutare i bambini e da destinare appunto ad Our Village, centro di accoglienza per bambini orfani sieropositivi. Tra le iniziative promosse, un asta di beneficenza di orologi pregiati sul forum online Orologi & Passioni, cene, magliette realizzate ad hoc: in totale sono stati raccolti più di euro! Grazie a Renato Izzolino, Dino Pozzato e a tutti gli amici del Charity Ride 2010 per il loro entusiasmo e il grande interesse che hanno saputo suscitare attorno all iniziativa luglio. A Chivasso parte l Orcofestival Presso La Taverna di Calico Jack, a Chivasso (TO), ha avuto luogo, tra venerdì 23 luglio e sabato 24, la prima edizione del concorso musicale Orcofestival, nato per presentare e promuovere la musica dal vivo e, perché no, scoprire nuovi talenti. I volontari di aiutare i bambini erano presenti con un banchetto informativo sulle attività della Fondazione e di offerta dei prodotti della linea solidale helpstyle come astucci, matite, borse e magliette luglio. A Grotte di Loreto per la sagra La parrocchia Sacra Famiglia insieme con l'associazione Grotte Montarice ha organizzato nella frazione Grotte di Loreto, in provincia di Macerata, la 17 Sagra della Seppia coi Piselli nell'ambito dei festeggiamenti per Santa Maria Goretti. aiutare i bambini era presente con un banchetto per informazioni e raccolta fondi. Un bel grazie al volontario Francesco Talarico. 14 luglio. A Erba rinfresco per il decennale Presso il centro Le Grigne è stata organizzata una serata musicale con rinfresco per fe - steggiare il 10 compleanno di aiutare i bambini. Il ricavato va alla campagna Cuore di bimbi, che si propone di salvare la vita dei bambini gravemente cardiopatici provenienti da Paesi in cui non ci sono le strutture o i medici per operarli. Grazie alla volontaria Roberta Francesconi per aver promosso questa bella iniziativa, raccoglienodo 500 euro. 6 luglio. A Milano aperitivo solidale al Freak Bar Una serata al Freak Bar di Milano per bere tutti insieme un aperitivo alla salute dei bimbi che stanno in zone dove scarseggia l acqua. A loro vanno, attraverso il nostro programma Manca l acqua, 2 euro dei 6 riscossi per ogni consumazione. Grazie ad Alessandra De Luca e alle volontarie che hanno promosso l evento, raccogliendo 557 euro. 30 giugno. A Valderice saggio di danza La serata del saggio annuale di danza del Centro Fidia al Teatro San Barnaba di Valderice, in provincia di Trapani, si è svolta il 30 giugno con l obiettivo di sostenere aiutare i bambini e in particolare il progetto Costruzione di due pozzi nella regione del Turkana. Obiettivo del progetto è quello di portare l acqua alle popolazioni dei villaggi desertici di Losajait e Lokitaung, a beneficio di circa bambini e ragazzi. Grazie all'organizzatrice Giusi Naso e a tutti i partecipanti, che attraverso i fondi raccolti contribuiranno a realizzare questo importante intervento. 27 giugno-4 luglio. Ai mercatini delle Marche Grazie all attivissimo volontario Francesco Talarico, la Fondazione ha preso parte con un banchetto a due ricchi mercatini dell antiquariato-modernariato a Civitanova Marche il 27 giugno e a Porto Recanati il 4 luglio, in provincia di Macerata giugno. Grande Festa della ceramica a Montelupo Fiorentino Nel piccolo comune alle porte di Firenze, dal 19 al 27 giugno si è svolta la festa dedicata alla più antica tradizione locale: la ceramica, con esposizioni, artigiani al lavoro, spettacoli e convegni. Moltissimi i visitatori. E in quell'atmosfera un po' speciale quest'anno abbiamo voluto essere presenti con un banchetto che è stato dedicato in particolare ai libri Piccoli Obiettivi e La fattoria magica, nati per sostenere la costruzione di due pozzi solari in Uganda. 19 giugno. Visita al Ghetto di Roma Un sabato pomeriggio alla scoperta di un antico quartiere di Roma, dal Teatro di Marcello all'isola Tiberina, dal Ghetto del 1555 alla storia delle deportazioni fasciste, sotto la guida 14 aiutare i bambini

15 Fatti e Parole di Cinzia Filippone, alla quale va la nostra gratitudine. Per ciascun partecipante 10 euro: il ricavato di 250 euro è stato destinato alla campagna Un asilo nido per ogni bambino, dedicata al sostegno di nuove strutture per la prima infanzia in Italia. Grazie anche a Danila Filippone, la nostra volontaria che ha organizzato l iniziativa. 30 maggio-15 giugno. A Siena piccoli obiettivi in mostra Dal 30 maggio al 15 giugno nel Cortile del Podestà del Palazzo Comunale di Siena è stata allestita la mostra fotografica Piccoli Obiettivi con le foto scattate dai ragazzi coinvolti nei progetti della Fondazione in Angola, Cambogia e Perù. La mostra era tratta dal libro fotografico Piccoli Obiettivi appena rea - lizzato dai volontari Marco Piccinetti e Serafina Castelmezzano e che viene offerto per una donazione minima di 10 euro insieme alla bellissima favola eco - logica La Fattoria Magica scritta da Stefania Parigi e illustrata da Ruggero Bertarello. La Posta Siamo a casa. La nostra missione è compiuta, abbiamo avuto giornate intense e piene di emozioni, ma anche momenti più difficili e nostalgia di casa, abbiamo dovuto rivedere il nostro concetto di comodità e di povertà. Abbiamo sofferto vedendo tanti bambini con gravissime carenze alimentari e malattie, bambini senza padri né madri, che però ci sorridevano, ci chiamavano per nome, cantavano. È stato un viaggio che ci ha riempito l'anima e allo stesso tempo svuotato dandoci molto su cui riflettere. Il Congo è una paese pieno di problemi e con poche soluzioni in vista, la maggior parte della popolazione vive alla giornata e sovente non riesce a racimolare nemmeno il minimo indispensabile. Per fortuna abbiamo visto la volontà ferrea di queste suore nel costruire a piccoli passi e con enormi sforzi un cammino su cui i bambini di oggi possano basare il loro futuro. Speriamo che questa nostra avventura possa essere un utile testimonianza per chi, come noi, ha tutto e dà tutto per scontato, ma anche uno spunto di riflessione per comprendere quanto anche un nostro minimo sforzo possa essere di grande aiuto. Grazie al Congo per questa lezione, alle suore per la loro ospitalità ed il loro affetto, ad aiutare i bambini che ci ha spinto a diventare volontari ed a voi che con i vostri commenti ci avete commosso e fatto sentire meno lontani da casa. Merci! Mauro e Barbara Besana Cari Mauro e Barbara, avete scelto di raccontare in diretta l esperienza di volontariato in Congo, aggiornando quotidianamente il vostro blog cuoredafrica.blogspot.com da cui abbiamo tratto anche questo messaggio, quello finale. Con il vostro entusiasmo avete contagiato di solidarietà anche amici e parenti: lo si capisce dai commenti commossi e partecipi che hanno lasciato, anche loro quotidianamente, ai vostri messaggi. Grazie per questo racconto speciale del vostro viaggio e per il lavoro che avete fatto alla scuola di Lukualenge Source, che aiutare i bambini sostiene attraverso l adozione a distanza. Goffredo Modena, Presidente 20 ottobre 2010: seminario asili nido Si terrà il 20 ottobre presso la sede di Via Ronchi 17 a Milano, il primo seminario organizzato da aiutare i bambini sul tema degli asili nido. Il seminario si inserisce nell ambito di un impegno sempre crescente della Fondazione a favore delle strutture per la prima infanzia nel nostro Paese, carenti e troppo costose per le fasce di popolazione più svantaggiate. Attraverso la campagna Un asilo nido per ogni bambino la Fondazione infatti ha già contribuito ad avviare o potenziare 25 strutture e si propone di fare altrettanto entro il L appuntamento è aperto agli addetti ai lavori (enti gestori di servizi, istituzioni pubbliche, mondo accademico, educatori) e ha l obiettivo di avviare un confronto sulle modalità più innovative ed efficaci di gestione dei servizi alla prima infanzia. Per informazioni: Come puoi donare: 1. Conto corrente postale , intestato a: Fondazione aiutare i bambini Onlus 2. Carta di credito: telefona al n oppure online sul sito 3. Bonifico bancario: Banca Intesa Sanpaolo, IBAN: IT75 Y intestato a: Fondazione aiutare i bambini Onlus 4. 5xmille dell Irpef: sulla tua dichiarazione dei redditi riporta il codice fiscale di aiutare i bambini e firma nella casella che identifica le Onlus Come puoi aiutarci: CON UNA DONAZIONE A SOSTEGNO DI UN PROGETTO CON L ADOZIONE A DISTANZA DIVENTANDO VOLONTARIO CON UN LASCITO TESTAMENTARIO O UNA DONAZIONE IN MEMORIA CON LE NOSTRE BOMBONIERE SOLIDALI Fondazione aiutare i bambini, Via Ronchi 17, Milano. Telefono , aiutare i bambini 15

16

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te.

Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te. Aiuta un bambino a crescere. Farà bene anche al bambino che c è in te. Nel Sud del mondo in una situazione di povertá e di emarginazione a molti bambini sono negati i diritti fondamentali alla vita, alla

Dettagli

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit.

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. NID Non profit Innovation Day Università Bocconi Milano, 12 novembre 2014 18/11/2014 1 Mi presento, da dove vengo? E perché

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Per chi ha bisogno: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Catalogo 2013

Per chi ha bisogno: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Catalogo 2013 Per chi ha bisogno: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Catalogo 2013 Per i tuoi regali di Natale scegli di essere al fianco del WFP: in ogni momento e in qualsiasi luogo. Scegli i tuoi regali aziendali

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

www.noinoncilasceremomai.it

www.noinoncilasceremomai.it www.noinoncilasceremomai.it Chi siamo: la storia Il progetto trae ispirazione dalla vita di Vigor Bovolenta e sua moglie Federica Lisi che hanno, con il loro amore, sfidato il destino e la vita stessa.

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

PARMA PER GLI ALTRI ONG

PARMA PER GLI ALTRI ONG PARMA PER GLI ALTRI ONG «Il bisogno degli Altri, del prossimo che non può attendere il futuro per concretizzarsi. Quando? Ora, ma a piccoli passi : la goccia che riempie i mari, che cade in continuazione,

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli

NOI CON GLI ALTRI CAMERUN

NOI CON GLI ALTRI CAMERUN NOI CON GLI ALTRI CAMERUN Solidarietà e cooperazione come valori fondanti per le nuove generazioni Promosso da: Fondazione Un cuore si scioglie onlus, in collaborazione con la Regione Toscana e Mèta cooperativa

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO GRUPPOPRIMAMEDIA Scheda 03 CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO Nella chiesa generosita e condivisione Leggiamo negli Atti degli Apostoli come è nata la comunità cristiana di Antiochia. Ad Antiochia svolgono

Dettagli

In collaborazione con:

In collaborazione con: In collaborazione con: DAY CAMP Peschiera del Garda dal 15 al 20 giugno / dal 22 al 27 giugno / dal 29 giugno al 4 luglio Centro Sportivo Parc Hotel Paradiso Borgo Roma dal 15 al 20 giugno Centro Sportivo

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

Sostegno alla scuola St. Augustine

Sostegno alla scuola St. Augustine Con il ricavato della vendita del calendario del 2014 (2.500 euro), il Fermi ha potuto fare una donazione alla Scuola Secondaria St.Augustin di Isohe (Sud Sudan) per l acquisto di un computer, una stampante,

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Giacinto Bonanome. Scuola dell Infanzia Asilo Nido Integrato

Giacinto Bonanome. Scuola dell Infanzia Asilo Nido Integrato Centro d Infanzia Giacinto Bonanome Via San Marco 217 37050 Isola Rizza (Vr) Asilo Nido Integrato Progetto psicopedagogico DELLA SEZIONE API Anno scolastico 2013/2014 Centro d Infanzia Giacinto Bonanome

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta!

Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Il pianeta ci nutre nutriamo il pianeta! Scuola dell Infanzia Istituto di Cultura e di Lingue Marcelline Progettazione Didattica Annuale a.s. 2014-2015 Dimensione valoriale L idea fondante del progetto

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

Anche Tu puoi fare qualcosa! Come uscire dalla violenza: il servizio Casa delle donne

Anche Tu puoi fare qualcosa! Come uscire dalla violenza: il servizio Casa delle donne Anche Tu puoi fare qualcosa! Come uscire dalla violenza: il servizio Casa delle donne Impressum Novembre 2012 Editore Provincia autonoma di Bolzano Alto Adige Ripartizione Famiglia e politiche sociali

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

Guida agli strumenti etwinning

Guida agli strumenti etwinning Guida agli strumenti etwinning Registrarsi in etwinning Prima tappa: Dati di chi effettua la registrazione Seconda tappa: Preferenze di gemellaggio Terza tappa: Dati della scuola Quarta tappa: Profilo

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela

Con Rikke nei Parchi d Abruzzo di Kristiina Salmela di Kristiina Salmela Gole di Fara San Martino (CH) Hei! Ciao! Sono un bel TONTTU - uno gnometto mezzo finlandese mezzo abruzzese, e mi chiamo Cristian alias Rikke. Più di sei anni fa sono nato nel Paese

Dettagli

INSIEME SI PUÒ. per una solidarietà più viva

INSIEME SI PUÒ. per una solidarietà più viva INSIEME SI PUÒ per una solidarietà più viva 1 9 9 3-2 0 1 3 Insieme Si Può 1993/2013 Insieme Si Può L Associazione ha lo scopo di sviluppare, favorire ed incentivare l adozione a distanza di bambini bisognosi,

Dettagli