Documento digitalizzato dallo Staff di UnissResearch

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "http://eprints.uniss.it/7509/ Documento digitalizzato dallo Staff di UnissResearch"

Transcript

1 Depalmas, Anna; Tanda, Giuseppa; Melis, Maria Grazia (1995) La Necropoli a domus de janas di Lochele-Sedilo (OR). In: Preistoria e protostoria in Etruria: atti del 2. Incontro di studi: V. 1: tipologia delle necropoli e rituali di deposizione, maggio 1993, Farnese-Manciano. Milano, Centro studi di preistoria e archeologia. p Documento digitalizzato dallo Staff di UnissResearch

2 PREISTORIA E PROTOSTORIA IN ETRURIA ATTI DEL SECONDO INCONTRO DI STUDI TIPOLOGIA DELLE NECROPOLI E RITUALI DI DEPOSIZIONE RICERCHE E SCAVI

3 INDICE GENERALE VOLUME 1 RAPPORTO TRA ABITATI E NECROPOLI TRA BRONZO FINALE ED ETÀ DEL FERRO Massimo Cardosa 189 CRONACA DEI LAVORI PRESENTAZIONE Francesco Nicosia PRESENTAZIONE Anna Maria Moretti Sgubini INTRODUZIONE Nuccia Negroni Catacchio PETTINI IN MINIATURA E CERAMICA CON DECORAZIONE A PETTINE": DUE ESPRESSIONI DEL RITO FUNEBRE? Kristina Berggren 199 LE NECROPOLI COME INDICATORI DELLA STRUTTURA SOCIALE DELLE COMUNITÀ VILLANOVIANE: IL IX SECOLO A BOLOGNA Clarissa Belardelli 209 STRUTTURE TOMBALI NELL'ETRURIA MERIDIONALE VILLANOVIANA Filippo Delpino 217 TIPOLOGIE DELLE NECROPOLI E RITUALI DI DEPOSIZIONE - Relazioni TARQillNIA TRA ABITATO E NECROPOLI. RIFLESSIONI SULLA DECORAZIO NE VASCOLARE Maria Bonghi Jovino 225 DEPOSIZIONI, TOMBE E NECROPOLI NELL'ETRURIA CENTRALE TIRRENICA Nuccia Negroni Catacchio 15 SEPPELLIMENTI IN ABITATO: IL CASO DI TARQUINIA Cristina Chiaramonte Treré 241 OSSERVAZIONI SU ALCUNI ELEMENTI DI CARATTERE RITUALE NELL'ENEOLIT1CO DELLA TOSCANA Daniela Cocchi Genick - Renata Grifoni Cremonesi 29 MODELLI DI ORGANIZZAZIONE SPAZIALE IN ALCUNE NECROPOLI ENEOLI TICHE E DELL'ETÀ DEL BRONZO DELLA PENISOLA ITALIANA Alberto Cazzella - Maurizio Moscoloni 35 TOMBE 'A FOSSA' E TOMBE 'A FORNO': DISTRIBUZIONE E TIPOLOGIA FUN ZIONALE DEI RINVENIMENTI NELL'AMBITO DEL RITUALE FUNERARIO Maurizio Quagliuolo 45 TOPOGRAFIA E ORGANIZZAZIONE SPAZIALE DELLA NECROPOLI ENEOLITI CA DI PONTE S. PIETRO aschia DI CASTRO, VT) Monica Miari 55 LA NECROPOLI ENEOLITICA DELLA SELVICCIOLA (ISCHIA DI CASTRO, VT). ASPETTI DEL RITUALE FUNERARIO Anna Maria Conti - Carlo Persiani - Patrizia Petitti 67 UNA SEPOLTURA ENEOLITICA IN TOSCANA: LA GIACITURA DELLO SCHE LETRO IN RELAZIONE AL RITUALE FUNERARIO Elsa Pacciani 75 PRATO DI FRABULINO (FARNESE, VT) - TOMBA A CAMERA DELL'ETÀ DEL BRONZO Carlo Casi-Vincenzo d'ercole-nuccia Negroni Catacchio-Flavia Trucco 81 LE PERLE DI PRATO DI FRABULINO (FARNESE, VT): INDAGINI ANALIDCHE Paola Santopadre - Marco Veri tà 111 ANALISI ANTROPOLOGICA DEI RESTI SCHELETRICI UMANI DELLA TOMBA A CAMERA DI PRATO DI FRABULINO (FARNESE, VT) Rita Vargiu 119 LE STRUTTURE TOMBALI DEL BRONZO FINALE IN ETRURIA: ANALISI E OSSERVAZIONI Laura Domanico 127 RESTI DI SEPOLTURA DA UN SAGGIO DI SCAVO PRESSO BELVERDE DI CETONA. ANNO 1969 Mirella Cipolloni Sampò - Esmeralda Remotti 147 LA NECROPOLI DEL BAGNATOlO (MANCIANO, GR) NEL QUADRO DEI COM PLESSI FUNERARI PROTOVILLANOVIANI DELLA MEDIA VALLE DEL FIORA Carlo Casi 163 RESTI DI UN INCINERATO DALLA TOMBA DEL BAGNATOlO (MANCIANO, GR) Elsa Pacciani 171 LA NECROPOLI DEL BRONZO FINALE DI STICCIANO SCALO (GR) Alessandro Zanini 175 RIPRESA DEGLI SCAVI NELLA NECROPOLI PROTOVILLANOVIANA DI POGGIO DELLA POZZA AD ALLUMIERE (ROMA) Vincenzo d'ercole 177 RELAZIONE ANTROPOLOGICA SUI RESTI SCHELETRICI PROVENIENTI DALLE NECROPOLI PROTOVILLANOVIANE DI POGGIO DELLA POZZA E DI GANGALANTE - ALLUMIERE (ROMA) Rita Vargiu 187 SIMBOLISMO FUNERARIO E ORGANIZZAZIONE SOCIALE A TARQUINIA NELLE FASI INIZIALI DELL'ETÀ DEL FERRO Cristiano laia 249 RITUALE FUNERARIO E FORMAZIONE DELLE ARISTOCRAZIE NELL'ETRURIA PROTOSTORICA: OSSERVAZIONI SUI CORREDI FEMMINILI E INFANTILI DI TARQillNIA Andrea Zifferero 257 IL SEPOLCRETO VILLANOVIANO DI CAMPO S. ANTONIO - CHIUSA CIMA (BARBARANO ROMANO, VT). PARTICOLARITÀ MORFOLOGICHE E ASPETTI DEL COSTUME FUNERARIO Luciano Santella 267 LA DEPOSIZIONE DI SCUDI NELLE TOMBE DI VIII E VII SECOLO A.C. NELL'ITALIA CENTRALE TIRRENICA Gilda Bartoloni - Anna De Santis 277 TIPOLOGIE DELLE NECROPOLI E RITUALI DI DEPOSIZIONE - Poster UN OSSUARIO ADESPOSTA ED IL PROBLEMA DELLA NECROPOLI DI "INSUGLIETTI" (PITIGLIANO, GR) Alessandro Zanini 291 TOLFA-ALLUMIERE E ROMA-COLLI ALBANI NEL BRONZO FINALE: RITUALI FUNERARI A CONFRONTO Carla Socrate 295 STUDI SU ALCUNE FIBULE PROTOVILLANOVIANE Savino Sbarra MATERIALI VILLANOVIANI DA MONTE ROMANO (V T) - LOC. POGGIO VALLICELLE Luciano De Camillis - Patrizia Fortini 299 TIPOLOGIE DELLE NECROPOLI E RITUALI DI DEPOSIZIONE - Discussione 305 TIPOLOGIE DELLE NECROPOLI E RITUALI DI DEPOSIZIONE Confronti con altre aree - Relazioni UNA NECROPOLI EQUA: IL CASO DI RIOFREDDO (ROMA) Elena M. Menotti 315 L'INSEDIAMENTO PROTOSTORICO DI MONTE SARACENO (GARGANO) Gabriela Acquaroli 321 STRUTTURE, CORREDI E RITUALI DEI SEPOLCRI A TUMULO DI SAN MAGNO E DI COPPA DI SOTTO IN TERRA DI BARI Rodolfo Striccoli 329 IL "GRUPPO DELLA SIBARITlDE" NELLA PRIMA ETÀ DEL FERRO: NUOVI DATI DA TORRE MORDILLO Vittoria Buffa 339 NUOVE RICERCHE A JANCffiNA (LOCRI, RC): ORGANIZZAZIONE SPAZIALE DELLA NECROPOLI DI CANALE E PROPOSTA DI TIPOLOGIA DELLE STRUT TURE FUNERARIE Silvia Festuccia - Domenico A. Marino

4 PREISTORIA E PROTOSTORIA IN ETRURIA - Secondo Incontro di Studi 363 LA NECROPOLI A DOMUS DE JANAS DI LOCHELE - SEDILO (OR) La regione denominata Salto di Lochele si trova nella parte centrale dell'isola, in una zona collinare che domina il tratto del fiume Tirso in prossimità della sua confluenza con il Taloro. La necropoli sorge in località "sa Serra" (308 m slm) ed è costituita da sette ipogei del tipo a domus de janas, scavati nell'ignimbrite trachitica che affiora in singoli banchi o in brevi costoni rocciosi. La sette sepolture - oggetto di indagine nel corso di una campagna di scavo condotta durante il 1985 e proseguita nel 1986 appaiono realizzate entro modeste formazioni isolate (tombe nn.l,5,6) (fig.1a) o all'interno del medesimo banco roccioso (tombe nn.2-4,7) (fig.1b). Le tipologie tombali seguono schemi planimetrici piuttosto semplici, infatti si distinguono: - il tipo bicellulare composto da due ambienti - anticella e cella - quadrangolari (n.6) o subcircolari (nn.3,5) disposti secondo l'asse longitudinale (tombe nn.3,5,6) (fig.1b); - il tipo a "T" costituito da tre celle: atrio o padiglione con (n.4) o senza (nn.2,7) fossetta circolare scavata nel pavimento, anticella di forma quadrangolare, ampia cella subellittica (n.2) o rettangolare (nn.4,7), in un caso con setti divisori (n.7) realizzati in rilievo sul pavimento, con ampliamenti laterali in forma di uno (nn.2,7) o due (n.4) banconi sopraelevati (tombe nn.2,4,7) (hg.1b); - infine, un terzo tipo, anch' esso con pianta a "T", ma preceduto da un dromos rettangolare in asse con l'anticella quadrangolare e la cella, irregolarmente rettangolare con setto divisorio sulla sinistra e ampliamento, di epoca posteriore, sulla destra; nel pavimento del dromos e dell'anticella compaiono delle fossette votive (tomba n.l) ( fig. la). Rari gli elementi architettonici rappresentati, se si eccettuano i particolari delle cornici che riquadrano alcuni portelli di ingresso agli ipogei. Solo due camere sepolcrali (tombe nn.l,2) presentano tracce di pittura, in particolare l'ipogeo n.2 - in corrispondenza del padiglione - mostra delle bande alternate bianche e rosse dipinte sul soffitto. Lo scavo stratigrafico condotto nella zona antistante le tombe e all'interno di esse ha interessato depositi parzialmente rimaneggiati, ma ha comunque permesso di evidenziare una lunga sequenza di frequentazioni a partire dal neolitico recente sino al riutilizzo in età altomedievale. Rari e poco caratterizzati appaiono i materiali attribuibili alla cultura di Ozieri (fine IV - prima metà del III millennio a.c.) (fig.1c,1) mentre è ben attestata la presenza dei reperti riferibili alla cultura eneolitica di Filigosa, documentata dal ritrovamento di frammenti di tazze e ciotole carenate, talvolta provviste di bugne, raramente decorate con sottili incisioni in motivi triangolari e a zig zag (fig.l C,2-6). Sempre nell' età del rame ( a.c.) sono collocabili i frammenti ceramici campaniformi provenienti dalle celle delle tombe 2 e 3 del settore 1, antistante ad esse. Si tratta di pochi elementi decorati con la tecnica dell'incisione semplice, in un solo caso mediante l'uso del pettine dentato, che descrive motivi a clessidra, bande e tratteggi su ciotole emisferiche con piccolo orlo a tesa e piedi rettangolari (fig.1c,8-9), ornati che ricordano quelli osservabili su materiali del sud dell'isola e dell'iglesiente (Grotta della Volpe - Iglesias, Locci Santus - S.Giovanni Suergiu). Ben documentata è la presenza della cultura di Bonnanaro, caratteristica del Bronzo Antico, testimoniata dai numerosi tegami, scodelle, ciotoloni decorati da brevi costolature verticali (fig.1c,7,10-11). L'industria litica è rappresentata da alcune punte di freccia peduncolate in ossidiana ad accurata lavorazione bifacciale (fig.1c,12-14), da numerose lame e schegge - sempre in ossidiana (fig.1c,15-17) da rari elementi in selce e da una particolare industria scheggioide che utilizza come supporti ciottoli e schegge di una roccia silicea locale (tomba n.6) (hg.1c,18-19).

5 364 A. Depalmas - G. landa - M.G. Melis Le ricognizioni sinora effettuate intorno alla zona degli ipogei, non hanno condotto all'individuazione dell' area o delle aree abitative ricollegabili all'utilizzo in tempi preistorici della necropoli mentre hanno permesso la localizzazione dell'insediamento altomedievale, ubicato a monte dell'area funeraria. Anna Depalmas Giuseppa Tanda Maria Grazia Melis Nota bibliografica Melis M.G. Studio tipologico delle perle in vetro e faience rinvenute in Sardegna, in Depalmas A.-Melis M.G., Materiali e monumenti d'età prenuragica e nuragica, in Antichità Sarde, Studi e Ricerche 2, 1989, Sassari 1991, pp

6 PREISTORIA E PROTOSTORIA IN ETRURIA - Secondo Incontro di Studi 365 A 9 flj~....'... \ \ 1 2 vw 3 4 ~-~ :\ 5 6 ~ - --r~:i !.:t! " I.:... 7 o,, 6cm 11 6~-~ T-Te ':::::'17 o,, 6cm c ~18 19 Fig.l - Sedilo (OR), necropoli a domus de janas di Lochele. A: planimetria della tomba 1; B: planimetria delle tombe 2-4; C: materiali provenienti dalle tombe 1 (nn.1,12-14,16), 2 (nn.3,4,6), 3 (nn.2,5), dal settore 1 (nn.7-11) e dalla tomba 6 (nn.15,17-19).

7 TIPOLOGIE DELLE NECROPOLI E RITUALI DI DEPOSIZIONE Confronti con altre aree - Postar RrTI FUNERARI SUL TICINO. INDNIDUAZIONE E SCAVO DI UNA NECROPOLI PROTOSTORICA A GOLASECCA (VA), LOCALITÀ MONSORINO Maria Adelaide Binaghi Leva 359 LA NECROPOLI A DOMUS DE JANAS DI LOCHELE - SEDILO (OR) Anna Depalmas - Giuseppa Tanda - Maria Grazia Melis TIPOLOGIE DELLE NECROPOLI E RITUALI DI DEPOSIZIONE Confronti con altre aree - Discussione 369 ELENCO DEI RELATORI E DEGLI ADERENTI - INDICE GENERALE 371 RICERCHE E SCAVI - Relazioni VOLUME 2 ALCUNE CONSIDERAZIONI SULLA PRODUZIONE METALLURGICA NELLA VALLE DEL FIORA DALL'ENEOLITICO ALLA PRIMA ETÀ DEL FERRO Enrico Pellegrini 7 RICERCHE ZOO ARCHEOLOGICHE IN ALCUNI INSEDIAMENTI PROTOSTORICI DELL'ETRURIA MERIDIONALE Jacopo de Grossi Mazzorin 17 LA POLLEDRARA DI CECANffiBIO (ROMA). DATI PRELIMINARI SULL'ANALISI TAFONOMICA DEI REPERTI FAUNISTICI Anna Paola Anzidei - Paola Villa - Eugenio Cerilli 27 L'INDUSTRIA SU CIOTTOLO DI SASSOFORTINO (ROCCASTRADA, GR) Attilio Galiberti - Arcangiolo Sarti 37 OSSERVAZIONI GEOARCHEOLOGICHE SUI LNELLI PALEOLITICI DELLA GROTTA DELLE SETTECANNELLE (ISCHIA DI CASTRO, VT) Giovanni Boschian - Paola Ucelli Gnesutta 45 MATERIAli PALEOLfTICI DAL SITO B" DI MACCARESE (ROMA) Patrizia Toniutti 53 L'INSEDIAMENTO PREISTORICO DI POGGIO OLNASTRO (CANINO, VT). CAMPAGNE DI SCAVO Grazia Maria Bulgarelli-Laura D'Erme-Enrico Pellegrini - Patrizia Petitti 63 SCAVO DI UN INSEDIAMENTO ENEOLITICO NEL DISTRETTO MINERARIO DEL CAMPIGLIESE (LD Fabio Fedeli 73 L'INSEDIAMENTO DEL BRONZO MEDIO DEL CASTELLARE DEL CAMPESE - ISOLA DEL GIGLIO (GR) Bianca Maria Aranguren - Paola Perazzi - Paola Rendini 83 L'ABITATO PROTOSTORICO DI UVORNO - STAGNO. NOTA PRELIMINARE Pamela Gambogi - Mary Nanni - Alessandro Zanini 93 CONSIDERAZIONI SULL'INSEDIAMENTO DEL BRONZO FINALE ALLA PUNTATA DI FONTEBLANDA (ORBETELLO, GR) Giulio Ciampoltrini 103 L'INSEDIAMENTO PROTOVILLANOVIANO DI SATURNIA Maurizio Michelucci LA RUPE DI PITIGLIANO (GR): SCAVI E RICERCHE TOPOGRAFICHE Bianca Maria Aranguren - Paola Perazzi 121 LA RIOCCUPAZIONE DELLA ROCCA DI PITIGLIANO Gilda Bartoloni 129 NUOVE ACQUISIZIONI ACHEULEANE NELLA TOSCANA SETTENTRIONALE Fabio Martini - Nicoletta Volante 133 MATERIAli ENEOLfTICI INEDITI DALLA TOSCANA E DALL'UMBRIA Monica Miari - Nuccia Negroni Catacchio 143 IL TERRITORIO DI CmUSI (SI) IN ETÀ PROTOSTORICA. NOTE SUL POPOLA MENTO Maria Chiara Bettini - Alessandro Zanini 157 INTEGRAZIONI DI IMMAGINI LANDSAT, DATI TOPOGRAFICI E INFORMAZIO NI ARCHEOLOGICHE PER UN'ANALISI DELLE RELAZIONI TRA SITI PRE-PRO TOSTORICI E TERRITORIO (ETRURIA MERIDIONALE) Neda Parmegiani - Maurizio Poscolieri 169 RICERCHE TOPOGRAFICHE NEI COMUNI DI CANINO, MONTALTO DI CASTRO (VT), CAPALBIO E MANCIANO (GR): UN CONTRffiUTO ALLA CONO SCENZA TERRITORIALE Laura Asor Rosa - Daniela Passi - Giorgio F. PocobeUi - Rossella Zaccagnini 179 IL PALEOLfTICO DEL COMPLESSO VULSINO: PRELIMINARI DI UNA RICERCA TERRITORIALE Lucina Giacopini - Diego Mantero 189 AMBIENTE E POPOLAMENTO NEL COMPRENSORIO VULSINO TRA IL NEOLfTICO E LA PRIMA ETÀ DEL FERRO Micaela Angle - Laura D'Erme 199 NUOVI DATI SUI GIACIMENTI ARCHEOLOGICI SOMMERSI NEL LAGO DI BOLSENA Pietro Tamburini 209 INTEGRAZIONE DI DATI PER ALCUNI INSEDIAMENTI PREISTORICI DELL' A REA VOLSINIESE, VULCENTE E TARQUINIESE Massimo Pennacchioni 219 NUOVE RICERCHE SULLA PATERNALE E SULLA VESCA Francesco di Gennaro RITROVAMENTI PREISTORICI E PROTOSTORICI NELLA BASSA VALLE DEL TORRENTE ARRONE Cristina Corsi - Alessandro Mandolesi 237 RICERCHE E SCAVI Poster AMBRA, OSSO E PASTA VITREA NELL'ETRURIA PROTOVILLANOVIANA Barbara Raposso - Maria Giuseppina Ruggiero 247 NUOVI DATI SUL POPOLA MENTO DELL'ALTA VALLE DELL'ALBEGNA (GR) Barbara Setti 253 MONTE TELLERE (PITIGLIANO, GR). RINVENIMENTO DI UN PROBABILE INSEDIAMENTO DELL'ETÀ DEL BRONZO Alessandra Massari - Giulia Sordi 257 LA CLUSTER ANALYSIS NELLO STUDIO DELLA CERAMICA DELL' ABITATO DEL BRONZO FINALE DI SORGENTI DELLA NOVA (FARNESE, VT) Anna Passoni 261 INDIZIO DI UN RIPOSTIGLIO DELL'ETÀ DEL BRONZO ANTICO IN LOCALITÀ CARTALANA" - COMUNE DI ISCHIA DI CASTRO (VT) Daniele Ciavatta - Romolo Lucarelli 265 MONTE SALIETTE (VALENTANO, VT) LA RACCOLTA DI SUPERFICIE. APPROCCIO TEORICO E RISCONTRO OGGETTIVO Anna Maria Conti - Carlo Persiani 267 POGGIO GAROFALO (VT). STANZIA MENTO CON FASI DI OCCUPAZIONE DEL L'ETÀ DEL BRONZO E DELLA PRIMA ETÀ DEL FERRO Cristiano Iaia - Alessandro Mandolesi 269 PRESENZE DELL'ETÀ DEL BRONZO IN LOCALITÀ "LA CIVITA" (TARQUINIA ANTICA) Alessandro Mandolesi 273 LA FERRIERA DI SUTRI Francesco di Gennaro LA FASE ANTICA DELLA PRIMA ETÀ DEL FERRO IN ETRURIA MERIDIONALE: AGGIORNAMENTI Francesca Ceci - Francesco M. Cifarelli 281 RICERCHE E SCAVI Discussione 285 VOTO APPROVATO AL TERMINE DEL SECONDO INCONTRO DI PREI STORIA E PROTOSTORIA IN ETRURIA, IL 23 MAGGIO 1993 (promotore F. di Gennaro) 293 ELENCO DEI RELATORI E DEGLI ADERENTI INDICE GENERALE 295 Per le abbreviazioni di periodici, collane, enciclopedie si fa riferimento a quelle adottate dalla "Rivista di Scienze Preistoriche". Edito dalle Edizioni Et nel maggio Milano - Corso Indipendenza 12 - fax

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015!

SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA. 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! 30 Maggio - 5 Giugno 2015! SARDEGNA: LA SUA STORIA NELLA PIETRA L'Archeotour, giunto quest'anno alla sua XI edizione, è un'iniziativa del Rotary Club Cagliari per far conoscere

Dettagli

Contesti ceramici dai Fori Imperiali

Contesti ceramici dai Fori Imperiali Contesti ceramici dai Fori Imperiali a cura di BAR International Series 2455 2013 Published by Archaeopress Publishers of British Archaeological Reports Gordon House 276 Banbury Road Oxford OX2 7ED England

Dettagli

Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co. Pr ef er.

Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co. Pr ef er. Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co Tipo d. Incl. Po Posto Tip o Ris sto Cognome Nome Data Nascita Prov.

Dettagli

ricongiungim. altri Barbini Beatrice 02.03.1959 6 Grosseto ITC Albinia Guerrini Cristina 28.06.1969 6 Castell Azzara IC Albinia Altro ruolo

ricongiungim. altri Barbini Beatrice 02.03.1959 6 Grosseto ITC Albinia Guerrini Cristina 28.06.1969 6 Castell Azzara IC Albinia Altro ruolo Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Ufficio XI Ambito territoriale della provincia di Grosseto ASSEGNAZIONE PROVVISORIA PROVINCIALE 17/A

Dettagli

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI Giovedì 28 agosto 2014: inizio operazioni ore 10,00 PROV. 1 CISCO EMANUELA 02/02/1982 VI 2 RONCAGLIA FRANCESCA 06/03/1983 VI 3 PAGLIAMINUTA

Dettagli

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Nominativo / SCS AZIONINNOVA SPA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BOLOGNA UNIVERSITA' LA

Dettagli

COGNOME NOME DATA NASCITA PRV NASCITA PUNT. UTI PUNT. EXTIT SCUOLA DI RICONF. COD. PREC CAMPORESE MARIA 27/02/1956 SA 0,00 0,00 SISD00201T

COGNOME NOME DATA NASCITA PRV NASCITA PUNT. UTI PUNT. EXTIT SCUOLA DI RICONF. COD. PREC CAMPORESE MARIA 27/02/1956 SA 0,00 0,00 SISD00201T INDIVIDUARE IL PERSONALE DOCENTE DA UTILIZZARE PAG. 1 CLASSE DI CONCORSO:A017 DISCIPLINE ECONOMICO AZIENDALI ANZIVINO MARILENA 07/12/1968 FG 30,00 0,00 CAMPORESE MARIA 27/02/1956 SA 0,00 0,00 SISD00201T

Dettagli

I.I.S.S. Carlo Alberto Dalla Chiesa

I.I.S.S. Carlo Alberto Dalla Chiesa GRADUATORIA INTERNA A013 CHIMICA GRADUATORIA A: ZERO DIPENDENTI PUNT.TOT GRADUATORIA B: ZERO DIPENDENTI OPERATORE: /mgc GRADUATORIA INTERNA A016 COSTRUZIONI,TECNOLOGIA DELLE COSTRUZIONI E DISEGNO TECNICO

Dettagli

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale CDS Master Organizzazione: Trionfo Ligure - Genova RISULTATI 100 METRI MASTER F Serie Unica VILLA GENTILE - 18 Maggio 2013 Ora Inizio: 16:26 - Vento: +0.4 1 4

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014/2015. CLASSE - 4^A MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA (elettr./elettronico) MATERIA D INSEGNAMENTO

ANNO SCOLASTICO 2014/2015. CLASSE - 4^A MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA (elettr./elettronico) MATERIA D INSEGNAMENTO CLASSE - 4^A MANUTENZIONE E ASSISTENZA TECNICA (elettr./elettronico) BATTAGLIA FRANCESCO MATEMATICA Giovedì / 08.58 09.56 CECCHINI ANTONELLA INGLESE Riceve su appuntamento CEOTTO PIETRO TECN MECC ed APPLIC

Dettagli

Elenco per Classe. Pr. Alunno Data Nasc.

Elenco per Classe. Pr. Alunno Data Nasc. Classe: 3A TERZE E QUARTE NUOVO ORDINAMENTO LICEO SCIENTIFICO STATALE "P. RUGGIERI" MARSALA 1 ANGILERI VITO 11/02/1999 2 ARISTODEMO MARCO 17/03/1999 3 BONFRATELLO SAMUELE 26/06/1999 4 CAMAGNA MICHELE 12/05/1999

Dettagli

Il sito del Neolitico antico di Monte Maggiore (Livorno)

Il sito del Neolitico antico di Monte Maggiore (Livorno) Quad. Mus. St. Nat. Livorno, 24: 21-27 (2011-2012) Il sito del Neolitico antico di Monte Maggiore (Livorno) FRANCO SAMMARTINO 1 circa 200 mq interessata da macchia mediterranea su substrato di serpentinite

Dettagli

DETERMINAZIONE N 1 DEL 2009

DETERMINAZIONE N 1 DEL 2009 Oggetto: approvazione graduatoria finale della selezione pubblica per titoli per il reperimento di figure professionali necessarie al funzionamento dell ufficio di Piano e per attività e servizi previsti

Dettagli

D E C R E T A 3 D ADDARIO TEODOLINDA AD01 ITC CASALBORDINO 5 DI BIASE LUCIA AD01 IM LANCIANO 6 DI BLASIO TERESA AD01 ITIS VASTO

D E C R E T A 3 D ADDARIO TEODOLINDA AD01 ITC CASALBORDINO 5 DI BIASE LUCIA AD01 IM LANCIANO 6 DI BLASIO TERESA AD01 ITIS VASTO Prot. n. AOOUSPCH2813 IL RESPONSABILE DELL UFFICIO VI VISTO il proprio atto n. 2462 del 22 luglio 2013, con il quale sono stati individuati i posti di sostegno agli alunni in situazione di handicap negli

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

In cl. Ri s. Cod. Tip o. Su ppl en za

In cl. Ri s. Cod. Tip o. Su ppl en za Cod. Tip o In cl. Ri s Post o Cognome Nome Data Nascita Punt eggi o AN 1 PROIETTI MANCINI SIMONA 30/09/1975 200 AN 2 CALCATERRA LUCIA 24/09/1969 198 AN 3 COPPOLA MARIA TERESA 25/06/1962 196 AN 4 MARCON

Dettagli

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi Evelina De Gregori Alessandra Rotondi al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze per la Scuola secondaria di primo grado UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Test d'ingresso NUMERI

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO

INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO Area Affari Generali Servizio Società Partecipate INCARICHI DI AMMINISTRAZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI CONFERITI DAL COMUNE DI DESIO Di seguito si riportano i dati relativi alle partecipazioni in società

Dettagli

Viale E. Fermi, 105 20900 Monza tel: 039/262.30.1 - fax: 039/2140074 brianzacque@legalmail.it www.bianzacque.it

Viale E. Fermi, 105 20900 Monza tel: 039/262.30.1 - fax: 039/2140074 brianzacque@legalmail.it www.bianzacque.it Committente: Viale E. Fermi, 105 20900 Monza tel: 039/262.30.1 - fax: 039/2140074 brianzacque@legalmail.it www.bianzacque.it Viale E. Fermi, 105 20900 Monza tel: 039/212251 - fax: 039/2109334 http//www.alsispa.it

Dettagli

Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza assolute e relative delle risposte alle domande. Ottobre 2013

Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza assolute e relative delle risposte alle domande. Ottobre 2013 Consultazione Pubblica per l istituzione dell Anagrafe Nazionale Nominativa dei Professori e dei Ricercatori e delle Pubblicazioni Scientifiche (ANPRePS) Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza

Dettagli

12 - APQ Beni Culturali

12 - APQ Beni Culturali 12 - APQ Beni Culturali Assessorato Pubblica Istruzione Schede di sintesi per intervento al 31 dicembre 2006 Cagliari, febbraio 2007 12 - Beni Culturali Indice Pag. Intervento 1 APQ Originario 1 1 - SarBC-SF1

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA BASILICATA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : MATERA

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA BASILICATA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : MATERA GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

COMUNE DI ARIZZANO. inventario dei disegni. anni 1826-1927. schede 58

COMUNE DI ARIZZANO. inventario dei disegni. anni 1826-1927. schede 58 COMUNE DI ARIZZANO inventario dei disegni anni 1826-1927 schede 58 Archivio di Stato di Verbania luglio 2012 1 Planimetria di proprietà in frazione Biganzolo di Arizzano raffigurante la derivazione d'acqua

Dettagli

Accordo tra il Consiglio federale svizzero e il Governo della Repubblica Italiana sull importazione e il rimpatrio di beni culturali

Accordo tra il Consiglio federale svizzero e il Governo della Repubblica Italiana sull importazione e il rimpatrio di beni culturali Testo originale Accordo tra il Consiglio federale svizzero e il Governo della Repubblica Italiana sull importazione e il rimpatrio di beni culturali Concluso il 20 ottobre 2006 Entrato in vigore mediante

Dettagli

ACCETTAZIONE O RINUNCIA FIRMA(*)

ACCETTAZIONE O RINUNCIA FIRMA(*) Prot. AOOUSPNO 5969/U Novara, 22/08/2013 IL DIRIGENTE la CM n. 8004 del 02/08/2013 e il relativo contingente assegnato a questa provincia per l attribuzione di contratto a tempo indeterminato per il PERSONALE

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 4 «Territorio e Turismo sostenibile» IL TERRITORIO TERRITORIO CULTURALE ED ECONOMICO GREEN JOBS Formazione e Orientamento L uomo è il principale agente di trasformazione del territorio sia direttamente,

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Elenco candidati ammessi al collquio per il conferimento dell'incarico di responsabile Ufficio "Stampa" (Determinazione n. 117 del 25/02/2014)

Elenco candidati ammessi al collquio per il conferimento dell'incarico di responsabile Ufficio Stampa (Determinazione n. 117 del 25/02/2014) Elenco candidati ammessi al collquio per il conferimento dell'incarico di responsabile Ufficio "Stampa" (Determinazione n. 117 del 25/02/2014) Caschera Finanzio AMMESSO De Ritis Gianni AMMESSO Degl'Innocenti

Dettagli

SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015

SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015 ORDINE DEI SANTI MAURIZIO E LAZZARO Delegazione Gran Magistrale della Sardegna SANTA MESSA IN ONORE ED ALLA PRESENZA DI SUA EMINENZA REVERENDISSIMA IL CARDINALE LUIGI DE MAGISTRIS CAGLIARI, 22-02-2015

Dettagli

IL SEGRETARIO GENERAL E

IL SEGRETARIO GENERAL E CORTE DEI CONTI I 0000130_04/ 09/ 2014-DECSG-UOPROT-P CORTE DEI CONTI I 0004258-08/09/2014-BIL-A78-A IL SEGRETARIO GENERAL E Vis to il decreta legislativo 30 marzo 2001. n. 165. e successive mod ificazioni

Dettagli

Comune di Prato Leventina. - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile

Comune di Prato Leventina. - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile Comune di Prato Leventina - Microcentrale elettrica sulla condotta d approvvigionamento acqua potabile 1 Marzo 2004 Incarico del Municipio di Prato-Leventina per la valutazione dell efficienza funzionale

Dettagli

Con l Europa investiamo nel vostro futuro

Con l Europa investiamo nel vostro futuro Facilitatore ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE ELENA DI SAVOIA PIERO CALAMANDREI ISTITUTO TECNICO STATALE TECNOLOGICO ECONOMICO CHIMICA MATERIALI E BIOTECNOLOGIE SANITARIE AMBIENTALI AMMINISTRAZIONE

Dettagli

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale Comunicato stampa Venerdì 24 ottobre 2014 alle ore 17.30 presso Palazzo Pepoli. Museo della Storia di Bologna (via Castiglione, 8 Bologna) inaugura la mostra Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l

Dettagli

LISTE REGIONALI LISTE PROVINCIALI

LISTE REGIONALI LISTE PROVINCIALI LISTE REGIONALI SEZ. 1 SEZ. 2 SEZ.3 SEZ.4 SEZ. 5 SEZ. 6 SEZ. 7 SEZ. 8 SEZ. 9 SEZ. 10 SEZ. 11 SEZ. 12 SEZ. 13 TOTALE LISTA N. 1 CANCELLERI Giovanni Carlo 72 103 104 106 70 53 90 91 59 86 77 89 96 1096 LISTA

Dettagli

COMUNE DI SALICE SALENTINO Provincia di LECCE *** *** *** IV SETTORE SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO TRIBUTI

COMUNE DI SALICE SALENTINO Provincia di LECCE *** *** *** IV SETTORE SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO TRIBUTI Prot. n. 7889 del 3 Luglio 2013 COMUNE DI SALICE SALENTINO Provincia di LECCE *** *** *** IV SETTORE SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO TRIBUTI ELENCO IN ORDINE CRONOLOGICO DEI PAGAMENTI DEI DEBITI DI SORTE

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Foglio1. PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi)

Foglio1. PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi) PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI Art. 23, comma 1, lettera a) del D.Lgs. 14 Marzo 2013, n. 33 (Ufficio Tributi) Autorizzazione/Atto Contenuto Destinatario Documentazione ANNA MARCHI MAZZINI Autorizzazione

Dettagli

IL COMPARTO DEL TABACCO IN ITALIA ALLA LUCE DELLA NUOVA OCM

IL COMPARTO DEL TABACCO IN ITALIA ALLA LUCE DELLA NUOVA OCM Istituto Nazionale di Economia Agraria IL COMPARTO DEL TABACCO IN ITALIA ALLA LUCE DELLA NUOVA OCM a cura di Roberta Sardone Edizioni Scientifiche Italiane ISTITUTO NAZIONALE DI ECONOMIA AGRARIA IL COMPARTO

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE 2013 GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE IDENTIFICAZIONE DI PAZIENTI AD ALTO RISCHIO DI CARDIOTOSSICITA RADIOINDOTTA (RIHD) A cura di: Monica Anselmino (coordinatrice) Alessandro Bonzano Mario

Dettagli

IL GRUPPO DI LAVORO E GLI AUTORI DEGLI APPROFONDIMENTI

IL GRUPPO DI LAVORO E GLI AUTORI DEGLI APPROFONDIMENTI IL GRUPPO DI LAVORO E GLI AUTORI DEGLI APPROFONDIMENTI ALLEGATO II 1 0 R A P P O R T O S U L L A F O R M A Z I O N E N E L L A P A : I L G R U P P O D I L A V O R O E G L I A U T O R I D E G L I A P P

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO AMBITO VII - PROVINCIA DI TERAMO

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO AMBITO VII - PROVINCIA DI TERAMO A016 - COSTR. TECNOL. CECI EUSTACCHIO FAUSTO 15/09/1963 DOTAZIONE ORGANICA PROV. 114,00 UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO AMBITO VII - PROVINCIA DI TERAMO A017 DISCIPLINE ECONOMICO-AZIENDALI ABATUCCI

Dettagli

OLIO EXTRA VERGINE DOP CANINO MODALITA DI OTTENIMENTO DELLA LICENZA D USO DEL MARCHIO COLLETTIVO TUSCIA VITERBESE

OLIO EXTRA VERGINE DOP CANINO MODALITA DI OTTENIMENTO DELLA LICENZA D USO DEL MARCHIO COLLETTIVO TUSCIA VITERBESE CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI VITERBO OLIO EXTRA VERGINE DOP CANINO Disposizioni generali Il presente Regolamento riporta le norme e le procedure necessarie per l ottenimento

Dettagli

La mancanza di un approccio formale, fondato su un assunzione analitica dei dati all interno di un sistema organizzato in termini logici, insieme con

La mancanza di un approccio formale, fondato su un assunzione analitica dei dati all interno di un sistema organizzato in termini logici, insieme con 5. CONCLUSIONI. Lo studio proposto in questo lavoro ha analizzato le profonde ragioni delle varie tradizioni di ricerca che hanno caratterizzato l analisi degli assetti territoriali a partire dall età

Dettagli

MODENA MODENA 1 MODENA 1 MODENA 1 RAVENNA 1 REGGIO EMILIA REGGIO EMILIA 1 RIMINI 1 PARMA 1 PARMA 1 FORLI CESENA 1

MODENA MODENA 1 MODENA 1 MODENA 1 RAVENNA 1 REGGIO EMILIA REGGIO EMILIA 1 RIMINI 1 PARMA 1 PARMA 1 FORLI CESENA 1 Posti disponibili A 245 CIACCI Angela pos.214 punt.70,20 CHEILAN Claria Marie pos.221 punt.70,00 MELLI CREMONINI Elisabetta pos.210 punt.70,50 MUCCHINO Valentina pos.212 punt.70,30 APPIGNANESI SIMONA pos.224

Dettagli

Orario in vigore dal 13 Mar 2015 al 01 Apr 2015 pag. 1/95 DESTINAZIONE FERIALE FESTIVO 3. SA 18:20 3.. 19:30 10..

Orario in vigore dal 13 Mar 2015 al 01 Apr 2015 pag. 1/95 DESTINAZIONE FERIALE FESTIVO 3. SA 18:20 3.. 19:30 10.. Orario in vigore dal 13 Mar 2015 al 01 Apr 2015 pag. 1/95 Riello /p.zza G.Bruno, Viterbo Partenze Da Viterbo DESTINAZIONE FERIALE FESTIVO per Abbadia San Salvatore p.zza della Repubblica 10:00. 16:30.

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ...

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 2 ... ... ... ... ... ... VOLUME 1 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ACQUE INTERNE 1. Parole per capire A. Conosci già queste parole? Scrivi il loro significato o fai un disegno: valle... ghiacciaio... vulcano... cratere...

Dettagli

CLASSIFICA UFFICIALE

CLASSIFICA UFFICIALE Codex: MMFXP029 Cod.FISI: NS(N2) Gr.Soc.=Y P.FISI=Y P.Reg.=N DIRETTORE DI GARA ODASSO S. DISLIVELLO SALITA 1973 m DIRETTORE DI PERC. ODASSO C. DISLIVELLO DISCESA 1973 m MASTER-FEMMINILE 1 11 MAZZUCCO Laura

Dettagli

STRUTTURE RESIDENZIALI PER ANZIANI. Indirizzo Telefono e Fax E-mail Tipologia Accreditamento. ilgignoro@diaconia valdese.org. Tel.

STRUTTURE RESIDENZIALI PER ANZIANI. Indirizzo Telefono e Fax E-mail Tipologia Accreditamento. ilgignoro@diaconia valdese.org. Tel. Denominazione Anna Lapini - Povere glie dalle Sacre Stimmate Il Gignoro - C.S.D. Diaconia Valdese orentina L. F. Orvieto - Suore Passioniste Paolo VI - glie della carità di San Vincenzo de Paoli Santa

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE SS-13-HM-SDO06 GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E

Dettagli

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica VARIANTE CONNESSA A S.U.A. IN ZONA C3 DEL VIGENTE PRG RELAZIONE E NORME DI ATTUAZIONE IL DIRIGENTE SETTORE TERRITORIO (Ing. Gian Paolo TRUCCHI) IL PROGETTISTA (Arch.

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA Graduatoria Docenti aspiranti all UTILIZZAZIONE nei LICEI MUSICALI Anno Scolastico 0/ Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA sul posto o sulla quota orario assegnata nell anno scolastico 0/ (docenti titolari

Dettagli

FREQUENZA COMPORTAMENTO CONOSCENZE ABILITÀ-ORIGINALITÀ APPRENDIMENTO max. 3 punti 0-1-2 punti max. 10 punti max. 10 punti media

FREQUENZA COMPORTAMENTO CONOSCENZE ABILITÀ-ORIGINALITÀ APPRENDIMENTO max. 3 punti 0-1-2 punti max. 10 punti max. 10 punti media Commissione 1 - COMMISSIONE AFFARI ESTERI (AFET) CHAIR: Ilaria BLASUCCI, Alessandro IANNAMORELLI TOTALE INCONTRI: CALCIOTTI LUDOVICA VAIANA VALENTINA DI CASTRO MATTEO VERNICA DIANA LE LUCA MARIANNA SBARDELLA

Dettagli

Anno Scolastico 2014-2015

Anno Scolastico 2014-2015 Corso: MECCANICA, MECCATRONICA E ENERGIA - BIENNIO COMUNE RELIGIONE CATTOLICA 9788805070985 SOLINAS LUIGI TUTTI I COLORI DELLA VITA + DVD - EDIZIONE MISTA / IN ALLEGATO U SEI 16,35 No No No GIORDA, DIRITTI

Dettagli

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE

ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE ANNO 2011 RELAZIONE SULLA GESTIONE In relazione all attività di gestione svolta nell anno 2011, si riportano i dati riguardanti le undici aree cimiteriali di Roma Capitale: Verano, Flaminio, Laurentino,

Dettagli

Esordienti 2004-05 Maschi (50 mt) anno Società TEMPO 1 SARTORI ETTORE 2004 A PC 10''8 2 BOZZO ANDREA 2005 A5C 11''9 3 ZILIANI LUCA 2006 APC 12''2

Esordienti 2004-05 Maschi (50 mt) anno Società TEMPO 1 SARTORI ETTORE 2004 A PC 10''8 2 BOZZO ANDREA 2005 A5C 11''9 3 ZILIANI LUCA 2006 APC 12''2 Esordienti 2004-05 Maschi (50 mt) anno Società TEMPO 1 SARTORI ETTORE 2004 A PC 10''8 2 BOZZO ANDREA 2005 A5C 11''9 3 ZILIANI LUCA 2006 APC 12''2 Esordienti 2004-05 Femmine (50 mt) anno Società TEMPO 1

Dettagli

DEBITI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PIANO DEI PAGAMENTI EX ART. 6, COMMA 9, D.L. 35/2013 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI IN L.

DEBITI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PIANO DEI PAGAMENTI EX ART. 6, COMMA 9, D.L. 35/2013 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI IN L. DEBITI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE PIANO DEI PAGAMENTI EX ART. 6, COMMA 9, D.L. 35/2013 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI IN L. 64/2013 Fatture in C/Capitale non estinte alla data dell'8 Aprile 2013 1 F.lli

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL PIEMONTE UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CUNEO

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL PIEMONTE UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CUNEO GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

DIALOGHI SUL COMPORRE

DIALOGHI SUL COMPORRE TORRI DELL ACQUA 2 workshop di composizione assistita da computer. Seminari, lezioni e concerti dal 28 al 30 dicembre presso le Torri dell'acqua di Budrio Il fondamentale ruolo interpretato dalle Torri

Dettagli

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI PELLEGRINAGGIO IN TERRA SANTA con visita della Samaria e dei Monasteri della Palestina dal 28 Maggio al 4 Giugno 2015

Dettagli

Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero

Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero Giacomo Pagina Giovanna Patri Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero 1 per la Scuola secondaria di secondo grado UNITÀ CMPIONE Edizioni del Quadrifoglio à t i n U 1 Insiemi La teoria degli

Dettagli

PROCEDIMENTI RELATIVI AI REATI PREVISTI DALL ARTICOLO 96 DELLA COSTITUZIONE TRASMISSIONE DI DECRETI DI ARCHIVIAZIONE... 3 TRASMISSIONE DI DECRETI DI

PROCEDIMENTI RELATIVI AI REATI PREVISTI DALL ARTICOLO 96 DELLA COSTITUZIONE TRASMISSIONE DI DECRETI DI ARCHIVIAZIONE... 3 TRASMISSIONE DI DECRETI DI PROCEDIMENTI RELATIVI AI REATI PREVISTI DALL ARTICOLO 96 DELLA COSTITUZIONE TRASMISSIONE DI DECRETI DI ARCHIVIAZIONE... 3 TRASMISSIONE DI DECRETI DI ARCHIVIAZIONE PARZIALE... 5 DOMANDE DI AUTORIZZAZIONE

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'EMILIA ROMAGNA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : RAVENNA

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'EMILIA ROMAGNA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : RAVENNA GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni culturali (articolo 21, comma 4, d.lgs. n.

Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni culturali (articolo 21, comma 4, d.lgs. n. PROTOCOLLO Responsabile del procedimento 14,62 Al Ministero per i beni e le attività culturali Soprintendenza..... Oggetto: Autorizzazione per l esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CHIETI

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CHIETI GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

bipolari, quando essi, al variare del tempo, assumono valori sia positivi che negativi unipolari, quando essi non cambiano mai segno

bipolari, quando essi, al variare del tempo, assumono valori sia positivi che negativi unipolari, quando essi non cambiano mai segno Parametri dei segnali periodici I segnali, periodici e non periodici, si suddividono in: bipolari, quando essi, al variare del tempo, assumono valori sia positivi che negativi unipolari, quando essi non

Dettagli

1 BONOLI ALESSANDRA 12/02/56 RA 199,00 *** 2 MARABINI PAOLA 14/12/55 RA 190,00 3 TADOLINI MARCO 30/12/56 BO 186,00

1 BONOLI ALESSANDRA 12/02/56 RA 199,00 *** 2 MARABINI PAOLA 14/12/55 RA 190,00 3 TADOLINI MARCO 30/12/56 BO 186,00 INDIVIDUARE IL PERSONALE DOCENTE DA UTILIZZARE PAG. 1 NOTA ESPLICATIVA I PUNTEGGI PER I DOCENTI INCLUSI NELLA PRESENTE GRADUATORIA SONO DETERMINATI NEL SEGUENTE MODO: 1) PER I DOCENTI GIA' TITOLARI SULLA

Dettagli

n 6 di mercoledì 20/05/2015 Sommario settimana dal 20/05/2015 al 26/05/2015 Riassunto

n 6 di mercoledì 20/05/2015 Sommario settimana dal 20/05/2015 al 26/05/2015 Riassunto Fattori comprensoriali comuni Fonti di approvvigionamento idriche Sommario settimana dal 20/05/2015 al 26/05/2015 Riassunto Fiume PO portata presso località Pontelagoscuro - Fiume PO livello presso opera

Dettagli

LICEO GINNASIO "I. KANT" IV A V A. Composizione Consigli di Classe A.S. 2011-12. Classe: CINTI MARIA CARLA. Italiano GALLORO FELICIA.

LICEO GINNASIO I. KANT IV A V A. Composizione Consigli di Classe A.S. 2011-12. Classe: CINTI MARIA CARLA. Italiano GALLORO FELICIA. LICEO GINNASIO "I. KANT" Composizione Consigli di Classe A.S. 2011-12 IV A CINTI MARIA CARLA GALLORO FELICIA CINTI MARIA CARLA CINTI MARIA CARLA TEDESCHINI ALESSANDRA CRISTOFORI PAOLA MATTONI ANNAMARIA

Dettagli

ASSEGNAZIONE DOCENTI AI PLESSI, ALLE CLASSI, ALLE SEZIONI, ALLE DISCIPLINE

ASSEGNAZIONE DOCENTI AI PLESSI, ALLE CLASSI, ALLE SEZIONI, ALLE DISCIPLINE A.S. 2013-14 ASSEGNAZIONE DOCENTI AI PLESSI, ALLE CLASSI, ALLE SEZIONI, ALLE DISCIPLINE SCUOLA INFANZIA COLLE INNAMORATI Doc. curricolari Sostegno IRC Sezione A Cattelan Cristina Ranieri Paola (antimer.)

Dettagli

A012 PORRECA Patrizia A058-A060-A074 Pisticci 101 95 95 DOP. A016 COLLETTA Olga Ren. A072- Sostegno Policoro 46 40 Senza sede

A012 PORRECA Patrizia A058-A060-A074 Pisticci 101 95 95 DOP. A016 COLLETTA Olga Ren. A072- Sostegno Policoro 46 40 Senza sede Altra Classe di Sede e A012 PORRECA Patrizia A058-A060-A074 Pisticci 101 95 95 DOP A016 COLLETTA Olga Ren. A072- Sostegno Policoro 46 40 Senza sede A017 GAUDIANO Domenico A039 ITC"Ol."MT 299 Matera 305

Dettagli

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5).

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5). Ceramica Nell antichità il vaso non era un semplice un semplice oggetto utile nella vita quotidiana, ma era anche merce di scambio. Il lavoro del vasaio, inizialmente era collegato alle stagioni e dunque

Dettagli

Prossime gare ECCELLENZA - Girone UNICO Giorn Squadre Data Ora Campo R 8. A.S.D.POL. TIRLI IN MAREMMA - POL. TORNIELLA lun ROCCASTRADA

Prossime gare ECCELLENZA - Girone UNICO Giorn Squadre Data Ora Campo R 8. A.S.D.POL. TIRLI IN MAREMMA - POL. TORNIELLA lun ROCCASTRADA ultati ECCELLENZA - GIRONI - Girone UNICO R 5 A.S.D.POL. TIRLI IN MAREMMA - ATLETICO GROSSETO 2012 1-1 R 6 GAVORR TIRRENO CARRELLI SER - C.C. e SPORT POLVEROSA 1-2 Squadra P.Ti G V N P RF RS DR CD Pen

Dettagli

STANDARD DI COMPOSIZIONE INDIRIZZI

STANDARD DI COMPOSIZIONE INDIRIZZI STANDARD DI COMPOZIONE INDIRIZZI EDIZIONE APRILE 2009 La corretta scrittura dell indirizzo da apporre sugli oggetti postali contribuisce a garantire un recapito rapido e sicuro. Per le aziende l indirizzo

Dettagli

ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G.

ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G. ALLEGATO A) ALLA DELIBERAZIONE DI G.C. DEL COMUNE DI BRESCIA IN DATA 23.11.2005 N. 1178/45828 P.G. CRITERI E PROCEDURA PER IL RILASCIO DI CONCESSIONI DI OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO PER L INSTALLAZIONE DI

Dettagli

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE novantanove Atelier Castello o- vata- ove alberi ABBIAMO RIDOTTO L AREA PEDONALE DELIMITANDO I BRACCI A FILO DELLE TORRI DEL CASTELLO. IN QUESTO MODO LA PIAZZA CON I

Dettagli

GLI IMPIANTI IDROELETTRICI IN VALLE ORCO, VAL DI SUSA e SUL FIUME PO

GLI IMPIANTI IDROELETTRICI IN VALLE ORCO, VAL DI SUSA e SUL FIUME PO GLI IMPIANTI IDROELETTRICI IN VALLE ORCO, VAL DI SUSA e SUL FIUME PO Gli impianti idroelettrici Iren Energia è la società del Gruppo Iren che opera nei settori della produzione e distribuzione di energia

Dettagli

ma quanto è antico quest osso?

ma quanto è antico quest osso? ATTIVITÀ: ma quanto è antico quest osso? LIVELLO SCOLARE: primo biennio della scuola secondaria di secondo grado PREREQUISITI: lettura e costruzione di grafici, concetti di base di statistica modello atomico,

Dettagli

Fondazione Memofonte onlus Studio per l elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche

Fondazione Memofonte onlus Studio per l elaborazione informatica delle fonti storico-artistiche c. 1 Illustrissimi signori Per la maggior facilità e chiarezza della stima dei mobili del patrimonio dell illustrissimo signor marchese bali Vincenzio Riccardi, incaricatami con il decreto delle signorie

Dettagli

CANDIDATI AMMESSI N. COGNOME NOME DATA DI NASCITA LUOGO DI NASCITA GROSSETO (GR) 2 CALASTRI ENRICO 05/03/1974 PIOMBINO (LI) GROSSETO (GR)

CANDIDATI AMMESSI N. COGNOME NOME DATA DI NASCITA LUOGO DI NASCITA GROSSETO (GR) 2 CALASTRI ENRICO 05/03/1974 PIOMBINO (LI) GROSSETO (GR) CANDIDATI AMMESSI N. COGNOME NOME DATA DI NASCITA LUOGO DI NASCITA 1 BARTALUCCI GIORDANO 22/03/1979 GROSSETO (GR) 2 CALASTRI ENRICO 05/03/1974 PIOMBINO (LI) 3 FACCIN MATTEO 13/12/1980 GROSSETO (GR) 4 GALLETTI

Dettagli

1. CINELLI ANNA MARIA 15/04/57 PN 151,00

1. CINELLI ANNA MARIA 15/04/57 PN 151,00 INDIVIDUARE IL PERSONALE DOCENTE DA UTILIZZARE PAG. 1 NOTA ESPLICATIVA I PUNTEGGI PER I DOCENTI INCLUSI NELLA PRESENTE GRADUATORIA SONO DETERMINATI NEL SEGUENTE MODO: 1) PER I DOCENTI GIA' TITOLARI SULLA

Dettagli

GRADUATORIA DOCENTI DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE (GIA' D.O.P.) - SCUOLA SECONDARIA II GRADO NOTA ESPLICATIVA

GRADUATORIA DOCENTI DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE (GIA' D.O.P.) - SCUOLA SECONDARIA II GRADO NOTA ESPLICATIVA INDIVIDUARE IL PERSONALE DOCENTE DA UTILIZZARE PAG. 1 NOTA ESPLICATIVA I PUNTEGGI PER I DOCENTI INCLUSI NELLA PRESENTE GRADUATORIA SONO DETERMINATI NEL SEGUENTE MODO: 1) PER I DOCENTI GIA' TITOLARI SULLA

Dettagli

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione

Articoli 6 e 8 dello Statuto; articoli 2, 3 e 4 del Regolamento per gli istituti di partecipazione Proposta di iniziativa popolare concernente il programma di recupero urbano laurentino e l'inserimento del Fosso della Cecchignola nella componente primaria della rete ecologica e destinazione dell'intera

Dettagli

GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23

GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23 GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23 domenica 7 Ottobre 2012 - ore 9.45 GORLE - BERGAMO ARRIVEDERCI alla 42a Settimana Ciclistica Bergamasca dal 2 al 7 settembre 2013 REGOLAMENTO SPECIALE DI CORSA SU STRADA

Dettagli

Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Primaria CNIC841005 Data Produzione Graduatoria Provvisoria: 19/08/2014

Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Primaria CNIC841005 Data Produzione Graduatoria Provvisoria: 19/08/2014 Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Primaria CNIC841005 Data Produzione Graduatoria Provvisoria: 19/08/2014 Tipo Posto Cod. Tipo Posto Posto Cognome Nome Punteggio COMUNE AN 1 VICARI

Dettagli

Il Mobile Significante 2015 XII edizione

Il Mobile Significante 2015 XII edizione Internazionale Fondazione Aldo Morelato sull arte applicata nel mobile. Il Mobile Significante XII edizione I Luoghi del relax 2.0 oggetti d arredo per il relax domestico Art. 1 Tema del concorso Lo spazio

Dettagli

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Ufficio XVI - Ambito territoriale per la provincia di Reggio Emilia Ufficio Educazione Fisica e Sportiva ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Prof. PAOLO SECLÌ Docente di Attività motoria per l età evolutiva

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

MANIF.QUALIFICAZIONE AI CAMPIONATI ITALIANI

MANIF.QUALIFICAZIONE AI CAMPIONATI ITALIANI Grottammare - 05/12/2010 RIEPILOGO 100 Farfalla Assoluti Maschile - Serie 1) GUERRIERI Emanuele 93 RARI NANTES MARCHE 1'0153 2) IACOPONI Jacopo 94 DELPHINIA TEAM PICENO 1'0362 3) CAMPANELLA Matteo 95 VELA

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : BERGAMO

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : BERGAMO GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

Ente: ALBANO SANT'ALESSANDRO Sede: 35975 ALBANO SAN ALESSANDRO Posti richiesti: 1. Cognome Nome Esito

Ente: ALBANO SANT'ALESSANDRO Sede: 35975 ALBANO SAN ALESSANDRO Posti richiesti: 1. Cognome Nome Esito ========================================================== Progetto: BERGAMO E IL SUO TERRITORIO: UN ANNO DI SERVIZIO CIVILE NELL'AREA CULTURALE 2012 Codice progetto: R03NZ0050413100748NR03 ==========================================================

Dettagli

LENO 11 Settembre 2011 LENO 11/09/2011. Ordine di Partenza. Premio n. 2 - B80-11/09/2011 B80_ - n. 1 di Precisione - Tab. A 0,00

LENO 11 Settembre 2011 LENO 11/09/2011. Ordine di Partenza. Premio n. 2 - B80-11/09/2011 B80_ - n. 1 di Precisione - Tab. A 0,00 Premio n. 2 - B80-11/09/2011 B80_ - n. 1 di Precisione - Tab. A 09/09/2011 13.44 Pagina 1 di 1 1 6 MOONLIGHT SCN 1996 PIETRA SOFIA G ITA Brev.J [Propr. PIETRA ODDINO] 2 2 PAPRIKA SCN 1997 BIRBES GIULIA

Dettagli

TOT SEDE ASSEGNATA PUNTI 1 DSGA QUATTRINI ROBERTA 581 I.I.S. CAVAZZI PAVULLO N/F FIGLI INF ANNI 6

TOT SEDE ASSEGNATA PUNTI 1 DSGA QUATTRINI ROBERTA 581 I.I.S. CAVAZZI PAVULLO N/F FIGLI INF ANNI 6 1 DSGA QUATTRINI ROBERTA 581 I.I.S. CAVAZZI PAVULLO N/F 1 DSGA CARIDI MASSIMO 24 16 40 DD 1 CIRCOLO MODENA 2 DSGA LERA GIORGIO FRANCESCO 24 24 IC SAN CESARIO S/P 3 DSGA PETRUZZO ANTONIETTA 24 24 IC FERRARI

Dettagli

Cos è e come compilare la bibliografia di una tesi/tesina

Cos è e come compilare la bibliografia di una tesi/tesina Cos è e come compilare la bibliografia di una tesi/tesina (adattatto da: http://it.wikipedia.org/wiki/bibliografia, ultimo accesso: 16/9/2013) Caterina Ferrario, 16/9/2013 1. Definizione: Per bibliografia

Dettagli