N.11. Il nuovo teatro comunale. E gli altri grandi cantieri della città IL COMUNE PARLA CON TE PERIODICO DI INFORMAZIONE.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "N.11. Il nuovo teatro comunale. E gli altri grandi cantieri della città IL COMUNE PARLA CON TE PERIODICO DI INFORMAZIONE."

Transcript

1 FEBBRAIO 2010 N.11 PERIODICO DI INFORMAZIONE DELLA AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI SASSARI Copia Omaggio IL COMUNE PARLA CON TE Il nuovo teatro comunale E gli altri grandi cantieri della città

2 Brevi POLITICHE SOCIALI Centro Poliss, sportello psicologico per i giovani Nel Centro Poliss in via Baldedda 15 è stato attivato uno sportello d'ascolto psicologico rivolto ai giovani. Il servizio, completamente gratuito, è stato istituito dal settore Politiche sociali e pari opportunità per dare sostegno ai giovani e alle famiglie. Per accedere allo sportello, curato da uno psicologo, ci si può rivolgere direttamente al Centro Poliss telefonando allo , o chiedendo informazioni agli assistenti sociali presenti negli uffici del Servizio professionale decentrato. POLITICHE EDUCATIVE Prevenire la carie nei bambini 0-3 anni Come prevenire e curare la carie nella primissima infanzia sarà il tema di una serie di incontri formativi rivolti alle famiglie dei bambini iscritti dai Servizi 0/3 del Comune. L iniziativa è nata dalla collaborazione tra la Clinica Odontoiatrica dell Azienda Ospedaliero Universitaria di Sassari e il settore Politiche Educative e Giovanili-Servizio Politiche Educative per l Infanzia del Comune. Nell ambito del progetto, tutti i bambini dai 24 ai 36 mesi che frequentano gli asili nido municipali potranno effettuare una visita odontoiatrica. ATTIVITA PRODUTTIVE Ai Giardini il primo mercato a chilometro zero degli agricoltori nel nord Sardegna Appuntamento ogni secondo e quarto sabato del mese a Sassari, da sabato 30 gennaio e con cadenza E ripartito bisettimanale, il Mercato di Campagna Amica davanti all Emiciclo Garibaldi, il nuovo punto d'incontro fra produttori e consumatori: solo prodotti agricoli locali, sempre freschi e solo di stagione, a km 0 perché venduti direttamente dai produttori locali. Dal campo alla tavola, senza intermediari, per conoscere chi produce e quello che compri. L iniziativa è promossa da Coldiretti Sassari e dell Associazione di produttori Agrimercato di Sassari, col patrocinio dell Amministrazione Comunale di Sassari Il primo significativo passo promosso dall associazione di prodottori locali è quindi l apertura del primo mercato degli agricoltori del nord Sardegna, a due passi dal centro di Sassari e alla presenza delle eccellenze alimentari della provincia. Nel mercato di Campagna Amica davanti all Emiciclo e previsto ogni secondo e quarto sabato del mese, sarà possibile acquistare una ampia varietà di prodotti alimentari più comuni del territorio, dai carciofi all olio, passando per i formaggi e i salumi, ortaggi e frutta fresca di stagione fino alle piante e fiori, tutto con un rapporto prezzo/qualità e garanzia di genuinità e stagionalità. L Agrimercato di Sassari, autogovernato e formato esclusivamente da produttori agricoli, dovrà verificare che la richiesta di ammissione a socio sia conforme ai rigidi controlli previsti dal regolamento, a tutela delle impresa agricole e dei consumatori finali. Il fenomeno del chilometro zero spiegano gli organizzatori - sta alimentando un nuovo virtuosismo imprenditoriale che nella provincia di Sassari può fare leva sull'offerta tipica di centinaia di aziende agricole che rappresentano un pezzo importante dell'economia della nostra isola. p2

3 Il Sindaco Nei prossimi mesi saranno concluse gran parte delle cosiddette incompiute Il nostro impegno per colmare ritardi accumulati nei decenni In questi anni abbiamo lavorato per superare parte dei gravi ritardi che la nostra città aveva accumulato negli ultimi decenni. La realizzazione della maggior parte degli obiettivi programmatici, evidente in alcuni settori, è motivo di orgoglio. Dal punto di vista ambientale, ad esempio, è raddoppiato il verde servito: da 35 a oltre 70 ettari; la viabilità è migliorata grazie alla sostituzione degli impianti semaforici in molti incroci cruciali con le rotatorie, e alla realizzazione di strade e parcheggi; ma vorrei ricordare anche il recupero del centro storico e la valorizzazione delle sue piazze. Restano da completare alcune importanti opere che rappresentano le cosiddette incompiute. Alcune giungeranno a compimento nei prossimi mesi, prima della fine del mandato. Tutte sono, comunque, finalmente avviate verso la conclusione. Ci è sembrato, così, giusto offrire un aggiornamento sullo stato di queste opere che nei prossimi mesi saranno saranno finalmente a disposizione della città. Gianfranco Ganau Sassari 2010 Periodico d informazione del Comune di Sassari Numero 11, febbraio 2010 Proprietario ed editore: Comune di Sassari Direttore responsabile: Pietro Masala Redazione: Maria Grazia Ledda Sede legale - direzione e redazione: Piazza del Comune 1, Sassari. Tel. 079/ Fax: 079/ Registrazione Tribunale di Sassari n.434/06 del 26/06/2006 Stampa Poligrafix, Sassari, Via Predda Niedda str. 18 n Referenze fotografiche: - Archivio Comune di Sassari. Il giornale è stato chiuso in redazione il 01/02 Questo giornale viene stampato su carta riciclata p3

4 Opere pubbliche e Cultura I lavori erano stati bloccati a seguito di un incendio avvenuto nell ottobre del 2007 La grande incompiuta di Cappuccini sarà inaugurata nei prossimi mesi Auditorium, dopo 26 anni Sassari avrà il nuovo teatro Ancora pochi mesi per completare l interno dell arena e finalmente potrà essere inaugurato l auditorium di Cappuccini. Per l opera - una delle grandi incompiute della città - sembra davvero la volta buona. Sono state completate le parti esterne al teatro vero e proprio - ingresso, corridoi, scalinate, sala audizioni - e in queste settimane vengono collocate le poltroncine del pubblico e contestualmente fissato il grande palcoscenico. Le maestranze sono potute tornare al lavoro dopo il doppio stop dovuto all incendio che nel 2007 ha interessato la sala audizioni al secondo piano, e la rescissione del contratto con l associazione d imprese che si era aggiudicata l appalto. Il cantiere era rimasto fermo 18 mesi: alla ripresa dell opera è stato necessario revisionare la copertura, rimettere in sesto la sala audizioni e dare il via alle parti mancanti. In primavera ci potrà essere un primo assaggio di questa grande opera da posti, con l organizzazione di visite guidate al cantiere più lungo della storia recente di Sassari. Discorso a parte merita la costruzione del grande parcheggio nel retro della struttura, che segue un percorso diverso. Diversi anni fa era stata realizzata la prima metà dell opera, sul fronte opposto rispetto a viale Mameli. In queste settimane l amministrazione sta affidando la gara per il completamento dell opera. Il parcheggio, composto da tre piani, servirà sia per il pubblico dell auditorium che per i residenti nel quartiere. p4

5 I lavori sono iniziati nel Il piano originario prevedeva una spesa di 12 miliardi di lire Il primo progetto venne redatto nel 1984 sotto la Giunta Rizzu Le tappe del cantiere più lungo La Giunta Rizzu affida il primo incarico di progettazione all'architetto Elia Lubiani che assumerà poi la direzione dei lavori La Giunta Rizzu approva il primo progetto generale per un importo di di lire e il 1 lotto dell'opera per di lire Viene posta la prima pietra dell'auditorium La Giunta Borghetto approva il 2 lotto esecutivo dell'opera per di lire La Giunta Sanna approva il progetto esecutivo per il completamento delle opere per di lire. I lavori vengono affidati nel La Giunta Campus approva il progetto esecutivo del 3 stralcio per lire La Giunta Campus approva il progetto definitivo-esecutivo per ,79 euro, con un finanziamento Por di ,00 euro e un cofinanziamento del 10% da parte del Comune I lavori del 4 lotto vengono affidati all'a.t.i. Coinfra S.p.A. - Co.Ge.Ma. s.r.l., poi costituitesi nella Auditorium S.c.a.r.l La Giunta Ganau approva una perizia suppletiva e di variante. L'importo dei lavori ora è di ,79 euro Un incendio danneggia parte della struttura. Il cantiere viene posto sotto sequestro dalla magistratura Viene risolto, per grave inadempimento, il Contratto con l'a.t.i. Auditorium S.c.a.r.l., ed inizia il nuovo procedimento per l'affidamento dei lavori ad un'altra impresa. Si giunge all'individuazione di una nuova ATI "Sassari scarl" formata dalla stessa capogruppo Coinfra S.p.a. e dalla GE.Co.Mar. s.r.l. che sostituisce la Co.Ge.Ma. s.r.l. Questo procedimento si articola in parecchi mesi e si giunge nel frattempo alla redazione dello stato di consistenza, alla stima dei danni causati dall'incendio e alla perizia di variante che costituisce il nuovo progetto di completamento per la nuova impresa esecutrice Per rimediare ai danni dell'incendio e riprendere i lavori bloccati oramai da oltre 18 mesi - sono sospesi sia per il sequestro dell'immobile da parte della magistratura che per i problemi con l'impresa esecutrice, che sono sfociati con la risoluzione del contratto - la Giunta Ganau approva la nuova perizia di variante che permette la riapertura del cantiere grazie anche a due finanziamenti: ,00 del PIA SS04 "Algherese Golfo dell'asinara" per il completamento dell'auditorium e ,00 di finanziamento RAS per arredi e forniture di palcoscenico. 23/03/ Ripresa dei lavori con la nuova ATI "Sassari scarl" per un importo residuo netto dei lavori di ,39 soggetti al ribasso d'asta e ,34 per oneri di sicurezza. Viene applicata la proroga contrattuale di 365 giorni per la conclusione dei lavori. 9/11/ Vista di collaudo da parte della commissione incaricata in corso d'opera, da cui è risultato: al 15/11/2009 sono stati eseguiti e contabilizzati lavori per ,56 comprensivi della quota parte degli oneri per la sicurezza, che costituiscono il 70,41% dell'importo di perizia. p5

6 Lavori pubblici Il personale è a disposizione dell utenza dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 13 e dalle 14 alle 17. L opera è stata consegnata dopo oltre 20 anni dal primo incarico di progettazione In servizio il forno crematorio storica incompiuta della città Le tappe La Giunta Fumi affida il primo incarico di progettazione La Giunta Borghetto approva il progetto esecutivo per una spesa prevista di di lire finanziabili con un mutuo. Un opera attesa da tempo, in funzione dopo oltre 20 anni dall affidamento del primo incarico per la progettazione. Lo scorso 8 gennaio è stata eseguita la prima cremazione nel Comune di Sassari. I lavori di realizzazione del forno crematorio, costruito all interno del cimitero, ripresi dopo l approvazione di una perizia di variante nel novembre del 2006 hanno consentito di ultimare una delle storiche incompiute della città. Dopo la costruzione del nuovo impianto l amministrazione comunale ha avviato un percorso per il reperimento di nuovi fondi, ottenendo un finanziamento da parte della Regione Sardegna di 500 mila euro, necessari per lavori di adeguamento alle norme europee.in seguito la struttura è stata interessata a nuovi interventi di adeguamento alle nuove normative antincendio ultimati nel marzo del Il forno crematorio viene incontro alle esigenze di chi desidera avere un alternativa alla sepoltura dei propri familiari defunti. Il personale della ditta Sacramati che ha in gestione la manutenzione e la gestione dei servizi cimiteriali, ha il compito di eseguire le operazioni necessarie all esecuzione delle cremazioni che potranno essere al massimo 2 o 3 al giorno. La durata dell intera operazione è di circa tre ore; il personale è a disposizione dell utenza dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 13 e dalle 14 alle 17; il numero di salme che possono essere accolte all interno della cella climatizzata sarà di quattro al giorno; le ceneri della salma potranno essere conservate nel loculo, tomba o cappella di famiglia o nella propria abitazione, dopo una precisa richiesta di consegna e conservazione da parte dei familiari al comune che dovrà fornire tutte le relative autorizzazioni; le ceneri della salma potranno anche essere conservate negli appositi loculi cinerari, collocati all interno del cimitero e in prossimità del forno. mgl Il Consiglio comunale approva un nuovo progetto preliminare per una spesa di di lire la Giunta Campus approva il progetto esecutivo per l importo complessivo di ,34 euro; Vengono approvate alcune modifiche al progetto definitivo i lavori vengono affidati all impresa geom. Romolo Tilocca di Burgos per l importo di , in corso d opera si è ravvisata la necessità di prevedere lavorazioni aggiuntive rispetto al progetto principale, non prevedibili inizialmente, per ridurre le emissioni in atmosfera. La giunta Ganau approva una perizia che varia il quadro economico di progetto, con un incremento complessivo di ,58 che vengono concessi dalla Giunta regionale la giunta approva i lavori di ricostruzione di un muro di confine tra l area cimiteriale destinata al forno crematorio e la proprietà privata della ditta Silanos per 22mila euro La conduzione del forno crematorio viene affidata all'ati Costruzioni Sacramati per un impegno di ,00. p6

7 I lavori erano ripresi nell estate 2008 dopo il lungo stop dovuto alla fine del primo appalto Conclusi a febbraio i lavori nella parte interrata Mercato civico ecco il parcheggio Le tappe Il primo capitolo della lunga storia del nuovo mercato civico si concluderà il 14 febbraio. In questa data termineranno i lavori di costruzione del parcheggio interrato da 211 posti divisi in tre piani. L opera era stata divisa in due parti dopo la risoluzione del contratto, per grave inadempimento, con l impresa che aveva vinto la prima gara d appalto. Per guadagnare tempo e utilizzare al meglio i fondi disponibili dopo la rescissione, il Comune aveva scelto di dividere l opera in due parti. Il parcheggio sarà fruibile nei prossimi mesi. L amministrazione sta mandando in gara la realizzazione dell area mercatale che sarà realizzata sopra la struttura interrata. E già pronta, invece, la grande passeggiata coperta che collegherà viale Umberto con via Mercato La Giunta Sanna approva il progetto preliminare e il quadro finanziario. Dal 1990 è disponibile un finanziamento regionale di 15 miliardi e mezzo di lire per il polo fieristico La Giunta Campus approva il progetto definitivo Il progetto definitivo viene modificato in seguito a parere C.T.A.R Vengono affidati i lavori per la sistemazione temporanea del mercato delle carni con la realizzazione di una tensostruttura I lavori per la costruzione del nuovo mercato vengono affidati all'a.t.i. "Gestim S.r.l. & Cos.Tec.2F" La Giunta Campus approva il progetto esecutivo in variante La Giunta Ganau approva "Lavori propedeutici per la formazione del cantiere ed il consolidamento di alcuni edifici circostanti" Viene risolto il contratto di appalto con l'a.t.i. per grave inadempimento e ritardo nell'adempimento Il Comune rientra formalmente in possesso del cantiere. L'azione verrà successivamente confermata dal Tribunale che rigetta un ricorso dell'ati La Giunta delibera di completare i parcheggi interrati (1 stralcio) e successivamente rivedere le soluzioni progettuali riferite al mercato civico (2 stralcio). Completare i parcheggi comporta una spesa di ,00 euro. L'appalto dei lavori viene affidato, a seguito di procedura a evidenza pubblica, all'impresa C.C.C. Cantieri Costruzioni Cemento S.p.a Il Comune vince la causa ottenendo la possibilità di incamerare le fideiussioni presentate dalla Gestim Srl La Giunta approva il progetto definitivo del 2 stralcio per un importo di ,00 euro. p7

8 Opere pubbliche e Cultura I lavori sono ripresi nello scorso luglio dopo la rescissione del contratto con la vecchia impresa La struttura degli anni Trenta ospiterà un teatro e un centro polivalente Ripresi i lavori al cinema Astra Due intoppi hanno rallentato i lavori per la ristrutturazione del Cinema Astra, in corso Margherita di Savoia. Il primo, il più grave, è stato la rescissione del contratto con l impresa che due anni fa aveva vinto la gara d appalto e che aveva realizzato solo una piccolissima parte dell opera. Il secondo è dovuto alla ricerca di una nuova collocazione per le associazioni e i circoli che occupavano i locali al piano terra della struttura, di proprietà della Provincia di Sassari. Risolti questi due problemi, dallo scorso luglio i lavori sono ripresi regolarmente. A effettuarli è la stessa impresa che sta restaurando l ex mattatoio di via Zanfarino. In questi mesi sono stati rimossi gli intonaci e il tetto. Una volta che sarà realizzata la nuova copertura verrà completamente rifatto il solaio del pavimento della platea. Secondo il contratto di appalto, i lavori si concluderanno nel dicembre del Il cinema Astra è una struttura degli anni Trenta. Il progetto di restauro è stato quindi approvato della Soprintendenza ai Beni architettonici. Le tappe La Giunta Campus approva il progetto preliminare dei lavori di ristrutturazione del Cinema Astra, che vengono finanziati dalla la Regione Autonoma della Sardegna, con il 2 atto aggiuntivo all'accordo di programma relativo al PIA SS 04 "Algherese - Golfo dell'asinara", per un importo di ,00 euro La Giunta Ganau approva il progetto definitivo esecutivo dei lavori I lavori vengono affidati all'impresa Costruzioni Generali Cavani S.r.l., con sede in Carpi Alla Costruzioni Generali Cavani srl subentra, per effetto di cessione di ramo d'azienda, la CO.GE.MA. Costruzioni Spa; Viene risolto, per grave inadempimento dell'appaltatore, il contratto con il quale l'amministrazione aveva affidato i lavori. L'importo delle opere eseguite dall'impresa CO.GE.MA. Spa è pari a ,10 euro. Per completare l'intervento l'amministrazione si avvale della facoltà, prevista nel bando di gara, di interpellare il concorrente secondo classificato dell'originaria gara d'appalto, per stipulare un nuovo contratto Il completamento dell'opera viene affidato all'ati VACOMIC srl/cosaco srl, con sede in Cagliari, seconda classificata. L'importo dei lavori è di ,13. p8

9 Il Pozzo Podestà La piazzetta L interno della torre Lavori su tre fronti nella borgata: entro l estate ristrutturata la storica piazzetta ARGENTIERA - Una sala conferenze nel sito minerario. Nuovo parcheggio a La Plata Restaurato il Pozzo Podestà più facile raggiungere la baia di San Nicola. Questi lavori saranno conclusi entro febbraio. Bisognerà invece aspettare l estate per il restauro della Laveria. Qui l impresa si è trovata di fronte a diversi vincoli e altrettanti imprevisti: i primi sono dovuti alla delicatissima, e caratteristica, struttura in legno che obbliga gli operai a osservare particolari cautele; i secondi alla scoperta di ambienti non censiti dentro la Laveria: vani ciechi realizzati in cemento armato, che hanno costretto a un lavoro aggiuntivo e non programmato. Da un anno e mezzo la borgata dell Argentiera è interessata dai cantieri su tre fronti: il Pozzo Podestà, l area della Laveria e il parcheggio di via La Plata. I tre interventi riguardano in realtà due differenti progetti di riqualificazione per complessivi ,00 euro: quello dei cosiddetti Percorsi storici, che riguarda il Pozzo Podestà, la piazzetta centrale e il parcheggio; e quello che realizzerà un museo nella Il nuovo parcheggio a La Plata vecchia laveria. Il primo intervento sta per essere completato: il Pozzo Podestà è stato interamente restaurato. All interno è stata ricavata una grande sala per conferenze ed eventi. Una scalinata in ferro permetterà di raggiungere la sommità della torre; lavori a buon punto anche nella piazzetta e nella strada che conduce alla spiaggia. In questo caso, qualche rallentamento è stato dovuto alle piogge: per la particolare conformazione della borgata, durante i temporali la piazzetta diventa il punto di raccolta delle acque, con diversi disagi per il cantiere; terminato anche il parcheggio di via La Plata: grazie al rifacimento della scalinata di accesso alla spiaggia, ora è Una guida ai percorsi naturalistici Territorio, ambiente, natura è il titolo della nuova guida turistica che il Comune ha dedicato ai percorsi naturalistici. Una parte significativa del libretto - 32 pagine a colori - è dedicato ai siti presenti lungo la costa dell Argentiera. Da Porto Ferro fino a Lampianu, il turista può scoprire le bellezze di un territorio in parte sconosciuto agli stessi sassaresi. L opera si affianca al depliant sui percorsi naturalistici nella Nurra che era stata pubblicata lo scorso anno per promuovere i sentieri da Porto Palmas al villaggio Nurra. p9

10 Lavori pubblici L area abbandonata veniva utilizzata per il parcheggio selvaggio. Ora acciottolato e panchine Uno spazio recuperato all incrocio tra via Lamarmora e via Del Fiore In chiusura dei lavori al centro è spuntata una nuova piazzetta Prima Dopo La conclusione dei lavori per i sottoservizi al centro storico ha regalato alla città una nuova piazzetta. Si trova all angolo tra via Lamarmora e via Del Fiore, ed è stata ricavata riqualificando un area abbandonata. L intervento, non programmato all inizio dei lavori, è stato possibile rimodulando i fondi del cosiddetto Pit, che aveva portato alla sostituzione delle condotte idriche e fognarie e alla ripavimentazione di buona parte del centro storico. Grazie a questa scelta, ora nell area tra piazza Tola e viale Umberto è disponibile un nuovo spazio aperto per il gioco dei bambini e il relax. Comune a caccia di fondi Ue per il quartiere di San Donato Il Comune chiede all Unione europea i fondi per rinnovare i sottoservizi anche nel quartiere di San Donato. L occasione è data dal'invito che la Regione ha fatto a tutte le amministrazioni locali a presentare istanze di finanziamento per la redazione di studi di fattibilità e progetti preliminari per opere previste nei piani strategici comunali e intercomunali. Il Comune di Sassari ha proposto di completare il processo di rigenerazione del Centro Storico nelle aree rimaste escluse dagli interventi di riqualificazione urbana finora realizzati. L'attenzione è ora rivolta all'area di San Donato, con l'idea di avviare lo studio preliminare per promuovere la vivibilità attraverso la riqualificazione del patrimonio edilizio e dei sottoservizi. I lavori in via San Sisto p10

11 Le vasche L ingresso La galleria verso Bunnari Sotto i campi della Torres Tennis si sviluppa la parte sconosciuta dell edificio Nell acquedotto necessario il collaudo degli impianti La palazzina liberty verso l apertura Le tappe Due immagini del sotterraneo Isassaresi potranno conoscere presto i segreti della palazzina dell acquedotto in viale Adua. Costruita nel 1880, nasconde spazi molto più grandi rispetto a quelli che si intuiscono da fuori. Se l edificio vero e proprio è composto da un ingresso e due sale laterali, nei sotterranei si sviluppano ambienti molto ampi. A iniziare dalla grande galleria pedonabile che conduce al bacino di Bunnari, e che rappresenta l ideale prolungamento di viale Adua. Per proseguire con le due sale dove sono state collocate le vasche d acquario previste nel progetto di riqualificazione approvato nel I lavori di restauro si sono interrotti a un passo dal traguardo agli inizi del 2008: i gravi ritardi accumulati dall impresa che stava eseguendo i lavori hanno costretto l amministrazione a rescindere il contratto. Manca davvero poco a riaprire la struttura: appena il 5% delle opere rappresentate dal completamento e collaudo di tutta l impiantistica. L amministrazione comunale sta affidando l incarico per effettuare questi lavori. In questo modo, anche la palazzina potrà essere restituita alla città. Le impalcature arruginite che sono rimaste di fronte all ingresso hanno avuto almeno un merito: preservare la facciata restaurata dall assalto dei vandali La Giunta Fumi affida il primo incarico di progettazione all'architetto Salvatore Manconi Viene approvato il progetto generale per di lire da realizzarsi in distinti stralci. Il piano prevede la sistemazione dell'intera area compresi i campi da tennis La Giunta Borghetto approva il progetto del primo stralcio esecutivo per di lire La Giunta Sanna approva il progetto del secondo lotto La direzione lavori viene affidata all'architetto Manconi La Giunta Campus approva il progetto preliminare del secondo stralcio per lire finanziati con piano del lavoro annualità , e prevede la ristrutturazione della sola palazzina per destinarla ad acquario La Giunta approva il progetto definitivo per un importo pari a ,15 euro All'impresa Fiorino Eduardo, Costruzioni Edili e Tecnologiche, viene appaltata l opera per un importo di euro , Viene approvata una perizia suppletiva e di variante Viene liquidato il 6 Sal (stato di avanzamento lavori) Viene disposta la risoluzione del contratto d'appalto per grave ritardo. L'opera è compiuta al 95%. p11

12 Cultura Daniela Rovina fa un bilancio della più grande campagna di studio mai fatta in città In mostra alla Frumentaria i reperti archeologici recuperati in dieci anni di scavi Gli ultimi segreti di Sassari Scoperto il primo villaggio Non vedevano l ora di mostrare ai sassaresi tutti i tesori che hanno scoperto negli ultimi dieci anni. Dal 1999 a oggi gli archeologi sono stati le ombre delle maestranze che hanno rivoltato il centro storico per il rifacimento dei sottoservizi. Tanto riconoscibili in tutti i cantieri da essere visti come fumo negli occhi da chi interpretava la loro presenza come portatrice di inevitabili rallentamenti. Ora che i cantieri sono chiusi la Soprintendenza per i Beni Archeologici per le province di Sassari e Nuoro ha voluto presentare alla città i reperti più sorprendenti. E in collaborazione col Comune e l associazione Laboratorio provvisorio ha allestito un esposizione nel Palazzo della Frumentaria, che propone un viaggio nell ultimo millennio di storia di Sassari. Daniela Rovina, che ha guidato l equipe di archeologi in questa lunghissima campagna di scavi, ci racconta i segreti di questa mostra. Com è nata l idea di esporre i reperti recuperati in questi anni? Volevamo condividere i risultati del nostro lavoro con tutti i sassaresi. Questa è una mostra pensata per la città e non rivolta esclusivamente agli esperti del settore. Grazie ai lavori per i sottoservizi avete avuto la possibilità di compiere scavi e ricerche che altrimenti sarebbero state impossibili. Senza dubbio. E stata un occasione irripetibile per effettuare un esame a tappeto. Fino ad allora avevamo potuto fare delle indagini circoscritte, come dentro il duomo o in via Cagliari. Ora ci siamo fatti un quadro più generale e affidabile. Con delle sorprese. Quali? Intanto abbiamo individuato i resti del villaggio che tra il decimo e l undicesimo secolo sorgeva tra San Nicola e largo Monache Cappuccine. Qui abbiamo trovato molti elementi interessanti, ma rimane ancora senza risposta una domanda: quando e come è avvenuta la trasformazione di questo gruppo di casupole in una citta? Molte informazioni le avete ricostruite dai pozzi medievali. Ne abbiamo scoperto quindici mai censiti e pieni di rifiuti dell epoca: una vera miniera per ricostruire la vita dei sassaresi. Il più interessante è quello di via Sebastiano Satta: sigillato nel quattordicesimo secolo ci ha restituito uno spaccato di vita quotidiana. Nel suo riempimento vi abbiamo trovato ceramiche, ciottole in legno, avanzi di frutta e carne, insetti e piante. Molto di questo materiale ora è allo studio delle università di Sassari e Modena. L altra grande sorpresa è venuta p12

13 Esposizione fino al 31 marzo, dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20 da piazza Castello. Si è parlato molto, e a ragione, dei resti cinquecenteschi del barbacane. Ma qui abbiamo scoperto un altro aspetto che non conoscevamo del nostro passato: a Sassari si produceva una maiolica policroma. Vicino all attuale piazza Castello era presente la bottega di un vasaio: un elemento che non risultava da nessuna parte. Qui avete trovato anche un sito decisamente più inquietante. Sì, una sorta di cisterna che veniva utilizzata come cella durante il periodo dell Inquisizione. Sulle pareti abbiamo ritrovato graffiti e incisioni molto belle, probabilmente fatte dai prigionieri. Abbiamo provato a ricostruire questo ambiente all interno della mostra. Non solo cantieri per i sottoservizi. In questi anni avete lavorato anche nei sotterranei di palazzi storici. Abbiamo seguito i lavori di restauro di diversi edifici cittadini. Le cose più interessanti sono emerse nelle cantine di Palazzo Ducale e sotto l ex tipografia Chiarella. Nel primo caso, come si può anche vedere nella mostra, sono riemersi molti oggetti tipici utilizzati nella vita quotidiana di una famiglia aristocratica dell Ottocento. Nel secondo, abbiamo riportato alla luce parti delle vecchie carceri di San Leonardo e trovato una miriade di reperti: per fare solo esempio, abbiamo recuperato più di 350 pipe. Finiti i lavori, vi è rimasto ancora qualche desiderio? Intanto, dobbiamo effettuare ancora uno studio approfondito su questo materiale che ha ancora tanto da rivelare. E poi ci piacerebbe riunire tutto in una pubblicazione che racconti lo straordinario lavoro che abbiamo compiuto in questi anni, e rimanga come memoria per tutta la città. pm In mostra anche gli antichi documenti La mostra della Frumentaria si intitola significativamente Sassari sottosopra dieci anni di archeologia urbana. L allestimento è il frutto di una lunga collaborazione tra la Soprintendenza Archeologica e il Comune di Sassari, entrambi impegnati a vario titolo negli ultimi anni e con competenze professionali specifiche nei lavori dei Pit del centro storico. All allestimento della mostra ha collaborato attivamente il settore Politiche culturali dell amministrazione. L'Archivio Storico comunale ha fornito agli archeologi impegnati negli scavi durante i lavori dei sottoservizi, tutto il supporto necessario per collegare le scoperte ai materiale documentale. Il titolo della mostra inquadra bene la collaborazione che né è nata: si potrebbe dire che l'archeologia testimonia il sotto e l'archivio il sopra della città. La ricostruzione dei passaggi dei grandi mutamenti che hanno contraddistinto la storia urbana di Sassari è scandita dalla presenza di uno o più documenti scelti per la particolare valenza evocativa, dalla città statutale a quella dei primi decenni del XX secolo; in particolare sono esposti gli Statuti Sassaresi sfogliabili su leggio elettronico, solo per le pagine relative alle norme edilizie; il Secondo libro dei privilegi, codice pergamenaceo che raccoglie i privilegi concessi a Sassari, città regia nel XV secolo; il libro dei conti della fabbrica del carcere di San Leonardo; le delibere consiliari sull'abbattimento di Porta Rosello e così via. p13

14 Sport La tensostruttura è dedicata alla scherma ma potrà ospitare anche manifestazioni culturali VIA MASTINO - L impianto sportivo si estende su un area lunga 32 metri e larga 25 Scherma a Luna e Sole sotto la nuova tensostruttura Aarte marziale di antichissima origine, la scherma è oggi uno sport olimpico particolarmente apprezzato e praticato. Sassari annovera importanti scuole schermistiche a dimostrazione del fatto che anche in città la scherma è una disciplina che coinvolge numerosi atleti. Già da questa primavera gli schermidori avranno a disposizione uno spazio al coperto dedicato interamente a quest attività sportiva. Accanto alla scuola media n. 12 in via Mastino, nel quartiere di Luna e Sole, gli operai sono a lavoro per realizzare una delle due tensostrutture che l Amministrazione comunale sta per completare. La struttura è lunga 32 metri per 25 di larghezza e la sua copertura è realizzata con metallo zincato, particolarmente resistente, ed è composta da sei arcate portanti di forma semicircolare fissate al suolo. La pavimentazione è invece realizzata con materiale vinilico per palestre dove verranno collocate le sei pedane rimovibili per la scherma. All occorrenza infatti la struttura potrà ospitare anche manifestazioni culturali e di spettacolo. Al suo interno è prevista una tribuna per spettatori. La tensostruttura ha un accesso diretto alla palestra coperta della scuola. Questo consente l utilizzo dei servizi e degli spogliatoi già presenti al suo interno. L impianto verrà affidato in gestione alla Federazione Italiana della scherma e sarà a disposizione del quartiere Maria Grazia Ledda p14

15 L impianto gemello rispetto a quella di Luna e sole è chiuso da una grande gabbia in metallo VIA SENNORI - In primavera completati i lavori del nuovo campo di gioco Sport a Monte Rosello il basket sarà al coperto L idea è nata sull esempio di altre realtà italiane dove la realizzazione di tensostrutture consente di offrire alla città nuovi impianti sportivi con una spesa contenuta. Quella sorta nel quartiere di Monte Rosello, in via Sennori dietro la sede della Guardia di FInanza, è la seconda in fase di completamento in città e sarà dedicata alla pallacanestro. La struttura si trova in un area dove era già presente un campo di basket all aperto, ormai abbandonato ma per il quale i giovani del quartiere sognavano da tempo un intervento di sistemazione. L impianto ricalca più o meno quello sorto nel quartiere di Luna e Sole con una superficie da gioco più estesa. La copertura in metallo che racchiude un area lunga circa 37 metri e larga 26, è composta da sei arcate reticolari portanti semicircolari. La pavimentazione è realizzata con materiali che consentono una perfetta aderenza al sottofondo e una speciale fibra di vetro all interno della struttura con il supporto del pvc, garantisce un elevata stabilità dell impianto. La tensostruttura i cui lavori saranno ultimati in primavera, verrà completata con la tracciatura del campo secondo le nuove regole della federazione italiana pallacanestro. La copertura dell impianto racchiude la gradinata in cemento già presente nel vecchio campetto e anche in questo caso, la struttura sarà a disposizione del quartiere per spettacoli o iniziative culturali. mgl p15

16

RELAZIONE GENERALE. Premessa

RELAZIONE GENERALE. Premessa RELAZIONE GENERALE Premessa La scuola dell infanzia con il Nido Integrato persegue la formazione integrale di bambini dai 12 ai 36 mesi offrendo opportunità per il raggiungimento di capacità e competenze

Dettagli

in immagini Interno del PalaLivorno PALALIVORNO

in immagini Interno del PalaLivorno PALALIVORNO PALALIVORNO in immagini Livorno oggi si dota, all interno dell importante complesso terziario di Porta a Terra, di una grande struttura polivalente tale da ospitare manifestazioni spettacolari, sportive,

Dettagli

UFFICIO PROGETTAZIONE E NUOVE COSTRUZIONI UFFICIO MANUTENZIONE E PATRIMONIO PREVISIONI BILANCIO 2014

UFFICIO PROGETTAZIONE E NUOVE COSTRUZIONI UFFICIO MANUTENZIONE E PATRIMONIO PREVISIONI BILANCIO 2014 UFFICIO PROGETTAZIONE E NUOVE COSTRUZIONI UFFICIO MANUTENZIONE E PATRIMONIO PREVISIONI BILANCIO 2014 Con riferimento ai capitoli specifici delle nuove costruzioni, recupero, manutenzione ordinaria e straordinaria,

Dettagli

STATO DI ATTUAZIONE al 15 SETTEMBRE 2011 BILANCIO DI PREVISIONE INVESTIMENTI ANNO 2011

STATO DI ATTUAZIONE al 15 SETTEMBRE 2011 BILANCIO DI PREVISIONE INVESTIMENTI ANNO 2011 STATO DI ATTUAZIONE al 15 SETTEMBRE 2011 BILANCIO DI PREVISIONE INVESTIMENTI ANNO 2011 (Approvato dal Consiglio comunale con delibera n. 108 del 27 maggio 2011) Anno 2011 Protezione e valorizzazione dell

Dettagli

IL SISTEMA CIMITERIALE

IL SISTEMA CIMITERIALE COMUNE DI LIVORNO INDAGINE CONOSCITIVA PER L AVVIO DEL PROCEDIMENTO DI REVISIONE DEL PIANO STRUTTURALE IL SISTEMA CIMITERIALE A cura dell Istituzione per i servizi alla persona Tav. 1- Tariffe delle operazioni

Dettagli

Cat. 10 CI. 6 Fase. 2. Protocollo n. 46808 Pratica n. 10051 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Cat. 10 CI. 6 Fase. 2. Protocollo n. 46808 Pratica n. 10051 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Cat. 10 CI. 6 Fase. 2 Protocollo n. 46808 Pratica n. 10051 COMUNE di SAVONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE DATA: 23 SETTEMBRE 2008 NUMERO: 221 OGGETTO: Settore Qualità e Dotazioni Urbane.

Dettagli

COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico

COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico COMUNE DI SINNAI Provincia di Cagliari Settore Lavori Pubblici e Tecnologico OGGETTO: ISTRUTTORIA PER LA DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE CIMITERIALI. IL RESPONSABILE DEL SETTORE PREMESSO che: Le tariffe di

Dettagli

COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO

COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO COMUNE DI ACQUALAGNA PROVINCIA DI PESARO E URBINO REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL ANTIQUARIUM PITINUM MERGENS Approvato con Delibera 1 Art.1 Costituzione dell Antiquarium Pitinum Mergens e sue finalità

Dettagli

Scuola Michele Pironti : la decisione

Scuola Michele Pironti : la decisione Scuola Michele Pironti : la decisione La decisione di ricostruire la Scuola è stato un atto dovuto. La relazione finale sullo stato di sicurezza del vecchio edificio scolastico rilevò un elevato grado

Dettagli

I lavori sono stati affidati alla ditta Moranda Geom. Alfredo di Corteno Golgi (BS), con contratto d appalto del 14 marzo 2014.

I lavori sono stati affidati alla ditta Moranda Geom. Alfredo di Corteno Golgi (BS), con contratto d appalto del 14 marzo 2014. Il progetto di Risanamento e restauro conservativo dell ex sede della Società Operaia di Mutuo soccorso a Breno (BS) in Via Prudenzini è nato dalla necessità di recuperare un immobile di ampie dimensioni

Dettagli

Relazione tecnico sanitaria Piano Regolatore cimiteriale - Comune di Tempio Pausania Cimitero di San Pasquale

Relazione tecnico sanitaria Piano Regolatore cimiteriale - Comune di Tempio Pausania Cimitero di San Pasquale RELAZIONE TECNICO-SANITARIA (Art. del D.P.R. n 28/9) PREMESSA Nell elaborazione del nuovo P.R.C. del comune di Tempio Pausania, per i cimiteri di Tempio, Nuchis, Bassacutena e San Pasquale, si è tenuto

Dettagli

************** EX LAVANDERIA DEL VERNATO -

************** EX LAVANDERIA DEL VERNATO - C I T T A D I B I E L L A MEDAGLIA D ORO AL VALOR MILITARE SETTORE EDILIZIA PUBBLICA e-mail: ediliziapubblica@rc.comune.biella.it ************** EX LAVANDERIA DEL VERNATO - RELAZIONE TECNICA RELAZIONE

Dettagli

(denominata Libero Consorzio Comunale ai sensi della L.R. n 08/2014) II DIPARTIMENTO TECNICO 2 SERVIZIO Patrimonio Edilizia e Manutenzione

(denominata Libero Consorzio Comunale ai sensi della L.R. n 08/2014) II DIPARTIMENTO TECNICO 2 SERVIZIO Patrimonio Edilizia e Manutenzione II DIPARTIMENTO TECNICO 2 SERVIZIO OGGETTO: Interventi urgenti di messa in sicurezza ed eliminazione carenze igienico-sanitarie presso il Cine Teatro Metropol di Caltagirone, sito in Viale P.pe Umberto.

Dettagli

Progetto di riqualificazione energetica immobili pubblici attraverso il contratto Rendimento energetico Il caso di Busseto

Progetto di riqualificazione energetica immobili pubblici attraverso il contratto Rendimento energetico Il caso di Busseto Progetto di riqualificazione energetica immobili pubblici attraverso il contratto Rendimento energetico Il caso di Busseto Chi siamo CHIOMA Greenvolts è un network di professionisti che si occupa di progettazione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA I CANTIERI RENDERANNO NECESSARI NUOVI PERCORSI DI ENTRATA ED USCITA PER GLI UTENTI DELLA METROPOLITANA

COMUNICATO STAMPA I CANTIERI RENDERANNO NECESSARI NUOVI PERCORSI DI ENTRATA ED USCITA PER GLI UTENTI DELLA METROPOLITANA COMUNICATO STAMPA DAL 10 APRILE 2010 INIZIANO ALLA STAZIONE TERMINI I LAVORI INTERNI AL NODO DI SCAMBIO TRA LE LINEE A E B DELLA METROPOLITANA ALLA FINE DEL 2012 IL NODO DI SCAMBIO SARÀ RESTITUITO ALLA

Dettagli

CIMITERO URBANO 1) Completamento ristrutturazione loculi campo O 264.000,00

CIMITERO URBANO 1) Completamento ristrutturazione loculi campo O 264.000,00 CIMITERO URBANO L elenco delle opere di investimento da eseguire nell arco della temporalità del project financing e nella tempistica che sarà indicata nelle successive fasi progettuali si possono così

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Mazzella Arcangelo Data di nascita 03/07/1969

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Mazzella Arcangelo Data di nascita 03/07/1969 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Mazzella Arcangelo Data di nascita 03/07/1969 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Architetto Posizione Organizzativa - - Servizio XII Opere

Dettagli

PIANO DI MANUTENZIONE DELL OPERA E DELLE SUE PARTI a corredo del progetto esecutivo, è redatto in conformità all'art. 38 del D.P.R.207/2010.

PIANO DI MANUTENZIONE DELL OPERA E DELLE SUE PARTI a corredo del progetto esecutivo, è redatto in conformità all'art. 38 del D.P.R.207/2010. PIANO DI MANUTENZIONE DELL OPERA E DELLE SUE PARTI a corredo del progetto esecutivo, è redatto in conformità all'art. 38 del D.P.R.207/2010. 1. GENERALITÀ 1.1 FINALITA DEL PIANO Il presente documento dovrà

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE PER LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO, D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE

CAPITOLATO SPECIALE PER LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO, D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE ALLEGATO 6 CAPITOLATO SPECIALE PER LA SICUREZZA DEL LAVORO NEI CONTRATTI D APPALTO, D OPERA O DI SOMMINISTRAZIONE Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente Capitolato, alle seguenti espressioni sono

Dettagli

Settore Gestione e Controllo del Territorio - Servizio lavori pubblici ed ambiente - Nembro, 29 ottobre 2002 RISTRUTTURAZIONE ED AMPLIAMENTO DELLA VILLA BERTULETTI PRESSO LA LOCALITA DI LONNO CRONISTORIA

Dettagli

RELAZIONE SULLE INTERFERENZE

RELAZIONE SULLE INTERFERENZE RELAZIONE SULLE INTERFERENZE 1. PREMESSA Il tipo di lavorazione prevalente, prevista nel presente progetto, consiste nella posa di tubazioni in ghisa o acciaio, di diversi diametri, fino al DN150, su strade

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Settore Urbanistica Rigenerazione Urbana DIRETTORE CARLETTI arch. RUGGERO Numero di registro Data dell'atto 723 14/05/2015 Oggetto : Approvazione in linea tecnica

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER IL RINNOVO DELLE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER IL RINNOVO DELLE Comune di Belluno Settore Attività di Piano REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER IL RINNOVO DELLE FACCIATE DEGLI EDIFICI Belluno, 13 giugno 1998 REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI PER

Dettagli

Comune di Prato. Concorso di progettazione in fase unica: Parco Cimiteriale e Tempio Crematorio a Chiesanuova, nel Comune di Prato

Comune di Prato. Concorso di progettazione in fase unica: Parco Cimiteriale e Tempio Crematorio a Chiesanuova, nel Comune di Prato Comune di Prato Servizio Edilizia Pubblica e Cimiteri Concorso di progettazione in fase unica: Parco Cimiteriale e Tempio Crematorio a Chiesanuova, nel Comune di Prato Allegato 11 - Schema disciplinare

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 406 del 17-6-2015 O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 406 del 17-6-2015 O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 406 del 17-6-2015 O G G E T T O Lavori di ristrutturazione Laboratori e Servizi di Anatomia Ospedale di Vicenza: affidamento

Dettagli

AMBIENTE COSTRUITO IN MODO SOSTENIBILE

AMBIENTE COSTRUITO IN MODO SOSTENIBILE AMBIENTE COSTRUITO IN MODO SOSTENIBILE _ PROGETTO PER UN FABBRICATO MULTIFUNZIONALE E RIDEFINIZIONE DI UN AREA CENTRALE A CERNUSCO LOMBARDONE 5 Febbraio 2014 Da parte del Gruppo 6 Mark Lukacs, Quian Yang,

Dettagli

Contratti di Quartiere II - Milano. Ponte Lambro

Contratti di Quartiere II - Milano. Ponte Lambro Contratti di Quartiere II - Milano 44 Ponte Lambro Quartiere Ponte Lambro Quartiere Ponte Lambro 45 Stato d avanzamento del Programma e sintesi della relazione sull andamento della Progettazione Partecipata

Dettagli

Codice CUP I19B10000160003 AVVISO

Codice CUP I19B10000160003 AVVISO COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) 2 SERVIZIO ASSETTO ED UTILIZZAZIONE DEL TERRITORIO Unità Operativa Progettazione, LL.PP. e Iniziative Comunitarie Indagine di mercato propedeutica all espletamento

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE

SCHEMA DI CONVENZIONE SCHEMA DI CONVENZIONE NUMERO GARA 2367978 CIG 229069989B CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI RIMINI E.. PER L AFFIDAMENTO IN ECONOMIA DEL SERVIZIO DI STAMPA DI MATERIALE A FAVORE DEI SERVIZI ED ISTITUZIONI FACENTI

Dettagli

Città di COLOGNO MONZESE. Area Torriani, l ipotesi di progetto per la riqualificazione dell area

Città di COLOGNO MONZESE. Area Torriani, l ipotesi di progetto per la riqualificazione dell area Area Torriani, l ipotesi di progetto per la riqualificazione dell area In questi mesi l Amministrazione ha presentato ai cittadini, nel corso di numerosi incontri pubblici, l ipotesi di riqualificazione

Dettagli

LAVORI DI RIFACIMENTO DELLA PIAZZA CATTEDRALE (EX PIAZZA MARCONI) E DELLE STRADE ADIACENTI Codice CUP I17H11001890002 AVVISO

LAVORI DI RIFACIMENTO DELLA PIAZZA CATTEDRALE (EX PIAZZA MARCONI) E DELLE STRADE ADIACENTI Codice CUP I17H11001890002 AVVISO COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) 2 SERVIZIO ASSETTO ED UTILIZZAZIONE DEL TERRITORIO Unità Operativa Progettazione, LL.PP. e Iniziative Comunitarie Indagine di mercato propedeutica all espletamento

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'INCENTIVAZIONE DI OPERE CHE CONCORRONO ALLA VALORIZZAZIONE ESTETICA DEI CENTRI ABITATI

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'INCENTIVAZIONE DI OPERE CHE CONCORRONO ALLA VALORIZZAZIONE ESTETICA DEI CENTRI ABITATI COMUNE DI CASTELLO - MOLINA DI FIEMME Provincia di Trento REGOLAMENTO COMUNALE PER L'INCENTIVAZIONE DI OPERE CHE CONCORRONO ALLA VALORIZZAZIONE ESTETICA DEI CENTRI ABITATI Approvato con deliberazione del

Dettagli

COMUNE DI STORO BILANCIO DI PREVISIONE 2014 PIANO GENERALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2011 2016

COMUNE DI STORO BILANCIO DI PREVISIONE 2014 PIANO GENERALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2011 2016 COMUNE DI STORO BILANCIO DI PREVISIONE 2014 PIANO GENERALE DELLE OPERE PUBBLICHE 2011 2016 Allegato e parte integrante della relazione previsionale e programmatica approvata dal consiglio comunale con

Dettagli

CONEGLIANO COMUNE DI. Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 211 del 10.04.2006. Data entrata in vigore: 27 aprile 2006.

CONEGLIANO COMUNE DI. Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 211 del 10.04.2006. Data entrata in vigore: 27 aprile 2006. COMUNE DI Provincia di CONEGLIANO Treviso REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COSTITUZIONE E LA RIPARTIZIONE DELLA SOMMA INCENTIVANTE DI CUI ALL ARTICOLO 18 DELLA LEGGE 11 FEBBRAIO 1994, N. 109 e successive modifiche

Dettagli

COMUNE DI MELICUCCA. Provincia di Reggio Calabria www.comune.melicucca.rc.it STUDIO DI FATTIBILITA

COMUNE DI MELICUCCA. Provincia di Reggio Calabria www.comune.melicucca.rc.it STUDIO DI FATTIBILITA COMUNE DI MELICUCCA Provincia di Reggio Calabria www.comune.melicucca.rc.it Sommario STUDIO DI FATTIBILITA PROJECT FINANCING INTERVENTO INSERITO NEL BILANCIO 2010-2012 REALIZZAZIONE DELL AMPLIAMENTO DEL

Dettagli

O P E R A R O M A N I

O P E R A R O M A N I O P E R A R O M A N I (Azienda Pubblica di Servizi alla Persona) Via Roma, 21 38060 - NOMI (TN) Costituita ai sensi della L.R. 21 settembre 2005, n. 7. DETERMINAZIONI DEL DIRETTORE Determinazione n. 4

Dettagli

PIANO REGOLATORE CIMITERIALE

PIANO REGOLATORE CIMITERIALE IL TECNICO ESTENSORE IL SINDACO IL SEGRETARIO COMUNALE IN ALLEGATO ALLA DELIBERA N DEL PIANO REGOLATORE CIMITERIALE Comune di GENIVOLTA Provincia di Cremona Allegato n. : B Titolo : 1 NORME TECNICHE DI

Dettagli

Nulla è bello tranne il vero. Nicolas Boileau

Nulla è bello tranne il vero. Nicolas Boileau Cabina di Regia Palazzo Chigi 20.01.2016 Nulla è bello tranne il vero. Nicolas Boileau 1 I TEMI DELL INCONTRO 1 COMPITI DEL SOGGETTO ATTUATORE 2 ATTIVITÀ IN CORSO 3 ATTIVITA AVVIATE 4 ATTIVITÀ DI SUPPORTO

Dettagli

PROGETTO PER IL COMPLETAMENTO DELLA ZONA C DEL CIMITERO COMUNALE PER LA REALIZZAZIONE DI NUOVE SEPOLTURE

PROGETTO PER IL COMPLETAMENTO DELLA ZONA C DEL CIMITERO COMUNALE PER LA REALIZZAZIONE DI NUOVE SEPOLTURE PROPOSTA DI PROJECT FINANCING COMUNE DI ACICATENA (CT) PROGETTO PER IL COMPLETAMENTO DELLA ZONA C DEL CIMITERO COMUNALE PER LA REALIZZAZIONE DI NUOVE SEPOLTURE Affidamento di opere in Concessione di progettazione,

Dettagli

COMUNE DI ANZOLA DELL EMILIA

COMUNE DI ANZOLA DELL EMILIA COMUNE DI ANZOLA DELL EMILIA Provincia di Bologna Rep. n. SCHEMA DI CONTRATTO DI CONCESSIONE IN DIRITTO DI SUPERFICIE DI UN AREA IN LOCALITA PONTE SAMOGGIA EDIFICABILE PRODUTTIVA PER LA REALIZZAZIONE DI

Dettagli

Comune di Cattolica Provincia di Rimini

Comune di Cattolica Provincia di Rimini Comune di Cattolica Provincia di Rimini DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO Settore 2 Area P.O. N. 671 DEL 24/09/2015 LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE SCUOLA MATERNA DI VIA I. BANDIERA - APPROVAZIONE

Dettagli

COMUNE DI SAN GIULIANO DI PUGLIA. La ricostruzione di San Giuliano di Puglia

COMUNE DI SAN GIULIANO DI PUGLIA. La ricostruzione di San Giuliano di Puglia La ricostruzione di San Giuliano di Puglia Cronologia avvenimenti 11.32 GIOVEDÌ 31 OTTOBRE 2002: un terremoto di 5,4 gradi della scala Richter fa tremare il Molise. La zona più colpita è San Giuliano di

Dettagli

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA

SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA Presidio Ospedaliero Nord S.MARIA GORETTI DI LATINA SERVIZIO DI RISONANZA MAGNETICA GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA PER LA FORNITURA DI UNA RM 1,5 T, L AFFIDAMENTO DEI LAVORI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE A TERZI DI TERRENI DI USO CIVICO

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE A TERZI DI TERRENI DI USO CIVICO COMUNE DI VIGOLO VATTARO (Provincia di Trento) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE A TERZI DI TERRENI DI USO CIVICO Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 35 del 29.12.1999 Modificato con delibera

Dettagli

N.B. Si prega di citare, nella risposta, il nostro numero di protocollo. c.f. 80002130195

N.B. Si prega di citare, nella risposta, il nostro numero di protocollo. c.f. 80002130195 AREA INFRASTRUTTURE E PATRIMONIO SETTORE PATRIMONIO Via Bella Rocca, 7-26100 CREMONA - tel. 0372/4061 - fax n 0372/406499 e-mail: patrimonio@provincia.cremona.it c.f. 80002130195 Oggetto: ISTITUTO PROFESSIONALE

Dettagli

DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE OGGETTO: ELENCO DEI LAVORI PUBBLICI PER L ANNO 2010 APPROVAZIONE PROGETTI.

DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE OGGETTO: ELENCO DEI LAVORI PUBBLICI PER L ANNO 2010 APPROVAZIONE PROGETTI. Servizio Lavori Pubblici e Progetti Ufficio Lavori Pubblici DELIBERAZIONE GIUNTA COMUNALE N 044 del 30.03.2010 OGGETTO: ELENCO DEI LAVORI PUBBLICI PER L ANNO 2010 APPROVAZIONE PROGETTI. L anno duemiladieci

Dettagli

INTERVENTO 8 -ACCESSO BENE PATRIMONIALE - L'ATTIVITÀ DI PANIFICAZIONE NEI

INTERVENTO 8 -ACCESSO BENE PATRIMONIALE - L'ATTIVITÀ DI PANIFICAZIONE NEI INTERVENTO 8 -ACCESSO BENE PATRIMONIALE - L'ATTIVITÀ DI PANIFICAZIONE NEI VILLAGGI In questa azione il concetto di accesso a un bene patrimoniale viene esteso ad una più ampia valorizzazione della vita

Dettagli

Tributi, Catasto e Suolo Pubblico 2015 02820/013 Servizio Pubblicità e O.S.P. CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Tributi, Catasto e Suolo Pubblico 2015 02820/013 Servizio Pubblicità e O.S.P. CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Tributi, Catasto e Suolo Pubblico 2015 02820/013 Servizio Pubblicità e O.S.P. CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 253 approvata il 30 giugno 2015 DETERMINAZIONE: PROCEDURA APERTA

Dettagli

COMUNE DI GALATINA Provincia di Lecce DIREZIONE LAVORI PUBBLICI Tel. 0836/633250 Fax 0836/633270 * C.F. 80008170757 P.I.

COMUNE DI GALATINA Provincia di Lecce DIREZIONE LAVORI PUBBLICI Tel. 0836/633250 Fax 0836/633270 * C.F. 80008170757 P.I. REALIZZAZIONE PISCINA COMUNALE PRESSO IL COMPLESSO SPORTIVO COMUNALE FERNANDO PANICO IN VIA CHIETI" S T U D I O D I F A T T I B I L I T A (ART. 128 comma 6 D.Lgs. 163/2006 e ss.mm.ii.) SVILUPPO DEGLI STUDI

Dettagli

COMUNE DI SESTU. Lavori Pubblici ed Espropriazioni SETTORE : Spanu Giuseppe. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 15/11/2012. in data

COMUNE DI SESTU. Lavori Pubblici ed Espropriazioni SETTORE : Spanu Giuseppe. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 15/11/2012. in data COMUNE DI SESTU SETTORE : Responsabile: Lavori Pubblici ed Espropriazioni Spanu Giuseppe DETERMINAZIONE N. in data 2026 15/11/2012 OGGETTO: Lavori per la realizzazione della rete idrica di collegamento

Dettagli

COMUNE DI SESTU. Ambiente - Servizi Tecnologici SETTORE : Scarteddu Ugo. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 31/12/2013. in data

COMUNE DI SESTU. Ambiente - Servizi Tecnologici SETTORE : Scarteddu Ugo. Responsabile: DETERMINAZIONE N. 31/12/2013. in data COMUNE DI SESTU SETTORE : Responsabile: Ambiente - Servizi Tecnologici Scarteddu Ugo DETERMINAZIONE N. in data 2792 31/12/2013 OGGETTO: Proroga dal 01/01/2014 per mesi 3 del servizio di telefonia delle

Dettagli

CRESCERE INSIEME. ASSEMBLEA PUBBLICA 18 novembre 2011

CRESCERE INSIEME. ASSEMBLEA PUBBLICA 18 novembre 2011 CRESCERE INSIEME ASSEMBLEA PUBBLICA 18 novembre 2011 COSA CI ERAVAMO IMPEGNATI A FARE? Nel programma elettorale consegnato a tutte le famiglie residenti sulla base ci è assegnato l onere e l onore di amministrare

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI IMPERIA

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI IMPERIA AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI IMPERIA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEL FUNZIONAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI PER L'UTILIZZAZIONE DEL FONDO DI CUI ALL'ART. 93, COMMA 7 bis, DEL DECRETO LEGISLATIVO

Dettagli

CITTA' DI PIAZZA ARMERINA PROVINCIA DI ENNA

CITTA' DI PIAZZA ARMERINA PROVINCIA DI ENNA CITTA' DI PIAZZA ARMERINA PROVINCIA DI ENNA 1 Settore - Segreteria ed Affari Generali Determina n. 10052 del 12.02.2009 Oggetto: Affidamento del servizio di BROKERAGGIO ASSICURATIVO. Vista la deliberazione

Dettagli

ARCHIVIO CENTRALIZZATO AMMINISTRAZIONE GENERALE

ARCHIVIO CENTRALIZZATO AMMINISTRAZIONE GENERALE AFFIDAMENTO, PREVIA ACQUISIZIONE DELLA PROGETTAZIONE DEFINITIVA IN SEDE DI OFFERTA, DELLA PROGETTAZIONE ESECUTIVA COMPRENSIVA DEL COORDINAMENTO SICUREZZA IN PROGETTAZIONE, ESECUZIONE LAVORI E FORNITURA

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA PREMESSA...3 DESCRIZIONE DELLO STATO DI FATTO... 3 DESCRIZIONE DEL PROGETTO... 4 OPERE CIVILI...6 NORME DI RIFERIMENTO...7 NORME RELATIVE ALLA SICUREZZA ED ALLA PREVENZIONE INCENDI... 7 NORME RELATIVE

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIREZIONE REGIONALE PER I BENI CULTURALI E PAESAGGISTICI DEL LAZIO OGGETTO: Lavori di restauro e valorizzazione degli apparati decorativi nella Chiesa e nel

Dettagli

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE Termine ultimo di presentazione della domanda: 17 novembre 2014 1. Oggetto Obiettivo del bando è assicurare adeguato sostegno alle famiglie potenziando i servizi per l infanzia

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE SUI GIARDINI CON CINERARI PER ANIMALI D AFFEZIONE, DENOMINATI

REGOLAMENTO COMUNALE SUI GIARDINI CON CINERARI PER ANIMALI D AFFEZIONE, DENOMINATI Comune di Genova REGOLAMENTO COMUNALE SUI GIARDINI CON CINERARI PER ANIMALI D AFFEZIONE, DENOMINATI CIMITERI PER ANIMALI Approvato con deliberazione C.C. n. 9 del 17 marzo 2015 In vigore dal 9 aprile 2015

Dettagli

SELEZIONE DI GARE CHE PREVEDONO CLAUSOLE SOCIALI (COMUNI E SOCIETÀ PARTECIPATE)

SELEZIONE DI GARE CHE PREVEDONO CLAUSOLE SOCIALI (COMUNI E SOCIETÀ PARTECIPATE) SELEZIONE DI GARE CHE PREVEDONO CLAUSOLE SOCIALI (COMUNI E SOCIETÀ PARTECIPATE) Comune di Monza Custodia, vigilanza e pulizia palestre scolastiche annesse alle scuole elementari e medie L importo complessivo

Dettagli

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO E CONSULENZA IN CAMPO ASSICURATIVO. All. 1 CAPITOLATO TECNICO

PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO E CONSULENZA IN CAMPO ASSICURATIVO. All. 1 CAPITOLATO TECNICO PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO E CONSULENZA IN CAMPO ASSICURATIVO All. 1 CAPITOLATO TECNICO INDICE PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO E CONSULENZA

Dettagli

RELAZIONE DI STIMA PER LA VALUTAZIONE DI UNA EDICOLA CIMITERIALE NEL CIMITERO COMUNALE DEI CAPPUCCINI

RELAZIONE DI STIMA PER LA VALUTAZIONE DI UNA EDICOLA CIMITERIALE NEL CIMITERO COMUNALE DEI CAPPUCCINI COMUNE DI CAMPAGNANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA Tel. 06-9015601 Fax. 06-9041991 Piazza C. Leonelli n 15 C.A.P. 00063 www.comunecampagnano.it SETTORE 6 TECNICO - LAVORI PUBBLICI - MANUTENZIONE - AMBIENTE

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA *** COMUNE DI SPINEA ***

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA *** COMUNE DI SPINEA *** AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA *** COMUNE DI SPINEA *** ATTO DI MODIFICA DELL ACCORDO DI PROGRAMMA 6.10.2005 Il giorno del mese di dell anno 2014 nel Comune

Dettagli

RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA

RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA RELAZIONE TECNICO FINANZIARIA L'Amministrazione Comunale di Brienza nell ambito del suo programma di sviluppo del Comune ha individuato, quale punto di forza, la valorizzazione del patrimonio architettonico

Dettagli

Documento sull edilizia scolastica per la giornata di ascolto del mondo della scuola

Documento sull edilizia scolastica per la giornata di ascolto del mondo della scuola Documento sull edilizia scolastica per la giornata di ascolto del mondo della scuola LO STATO DELLE COSE Quanti sono e di chi sono gli edifici scolastici italiani? Circa 43.000, dove vivono circa 9 milioni

Dettagli

COMUNE DI SAN PIETRO IN CASALE Provincia di Bologna C.F. 80062730371 P. I.V.A. 00702791203

COMUNE DI SAN PIETRO IN CASALE Provincia di Bologna C.F. 80062730371 P. I.V.A. 00702791203 IMPIANTI FOTOVOLTAICI DA UBICARSI SU IMMOBILI DI PROPRIETA COMUNALE Determinazione n. 157 del 13.10.2010, affidamento incarico allo Studio REIA s.r.l. per consulenza alla redazione del progetto preliminare;

Dettagli

TERRITORIO E AMBIENTE

TERRITORIO E AMBIENTE SPORT Gli interventi più significativi del 2000 sono la costruzione della pista di skateboard nell area del centro sociale anziani Graziosi in Via Sigonio, la manutenzione dell impianto sportivo di Fossoli

Dettagli

(Approvato dalla Giunta Municipale con deliberazione n 3244 del 16 luglio 1997 e dal Consiglio comunale con delibera n 46 del 12 febbraio 1998)

(Approvato dalla Giunta Municipale con deliberazione n 3244 del 16 luglio 1997 e dal Consiglio comunale con delibera n 46 del 12 febbraio 1998) COMUNE DI NAPOLI Carta dei Parchi Urbani della Città di Napoli (Approvato dalla Giunta Municipale con deliberazione n 3244 del 16 luglio 1997 e dal Consiglio comunale con delibera n 46 del 12 febbraio

Dettagli

C O M U N E D I Z O C C A Prov. di Modena. SETTORE LAVORI PUBBLICI MANUTENZIONI Area Tecnica. Determinazione nr. 8.216 del 04 OTTOBRE 2.

C O M U N E D I Z O C C A Prov. di Modena. SETTORE LAVORI PUBBLICI MANUTENZIONI Area Tecnica. Determinazione nr. 8.216 del 04 OTTOBRE 2. C O M U N E D I Z O C C A Prov. di Modena SETTORE LAVORI PUBBLICI MANUTENZIONI Area Tecnica Determinazione nr. 8.216 del 04 OTTOBRE 2.008 OGGETTO: OPERE DI ADEGUAMENTO ALLA NORMATIVA DI PREVENZIONE INCENDI

Dettagli

Comune di Lecco. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 538 Data: 08-07-2011

Comune di Lecco. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 538 Data: 08-07-2011 Comune di Lecco Piazza Diaz, 1-23900 Lecco (LC) - Tel. 0341/ 481111 - Fax 286874 - C.F. 00623530136 N. 538-2011 Reg. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 538 Data: 08-07-2011 SETTORE : LAVORI PUBBLICI E

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO PER LA PROGETTAZIONE E L INNOVAZIONE EX ART. 93, D.LGS. N. 163 DEL 12/04/2006 e s.m.i.

REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO PER LA PROGETTAZIONE E L INNOVAZIONE EX ART. 93, D.LGS. N. 163 DEL 12/04/2006 e s.m.i. REGOLAMENTO PER LA RIPARTIZIONE DEL FONDO PER LA PROGETTAZIONE E L INNOVAZIONE EX ART. 93, D.LGS. N. 163 DEL 12/04/2006 e s.m.i. Premessa Ai sensi dell art. 93, comma 7 bis del D.Lgs. 163/2006, l Università

Dettagli

TANTI QUARTIERI, UNA CITTÀ MADDALENE

TANTI QUARTIERI, UNA CITTÀ MADDALENE TANTI QUARTIERI, UNA CITTÀ MADDALENE INDICAZIONI UTILI PER LA LETTURA DELLE SCHEDE La scheda è divisa in due parti. Nella prima parte sono elencati gli interventi realizzati nei quartieri interessati tra

Dettagli

GESTIONE DELLE STRUTTURE CIMITERIALI, DELLA CASA SOCIALE E DELLE AREE

GESTIONE DELLE STRUTTURE CIMITERIALI, DELLA CASA SOCIALE E DELLE AREE COMUNE DI VIGO RENDENA PROVINCIA DI TRENTO N. 153 REP. ATTI PRIVATI OGGETTO: CONVENZIONE TRA I COMUNI DI VIGO RENDENA E DI DARE PER LA GESTIONE DELLE STRUTTURE CIMITERIALI, DELLA CASA SOCIALE E DELLE AREE

Dettagli

Comune di Sassari Deliberazione della Giunta

Comune di Sassari Deliberazione della Giunta N. del Reg. 13 Comune di Sassari Deliberazione della Giunta OGGETTO DETERMINAZIONE TARIFFE PER ONERI CIMITERIALI PER L'ANNO 2012 L anno duemiladodici addì diciotto mese di gennaio in questo comune, nella

Dettagli

COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI

COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI approvato con deliberazione di C.S. n. 50 del 19/3/2004 1 Art. 1 Oggetto Il presente

Dettagli

Newsletter della Confederazione Italiana Agricoltori dell Umbria

Newsletter della Confederazione Italiana Agricoltori dell Umbria INFORMA Newsletter della Confederazione Italiana Agricoltori dell Umbria Via Mario Angeloni, 1 06125 Perugia (PG) Tel: 075.5002953 Fax: 075.5002956 e-mail: umbria@cia.it - web: www.ciaumbria.it facebook

Dettagli

RELAZIONE DESCRITTIVA GENERALE E TECNICA

RELAZIONE DESCRITTIVA GENERALE E TECNICA COMUNE DI MONTEVARCHI Provincia di Arezzo LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE RESTAURO E CONSOLIDAMENTO DELL'EDIFICIO DEL PALAZZO DEL PODESTA' DI MONTEVARCHI APPROVATO CON DEL.G.C. N.182/2008 7 STRALCIO DI ULTIMAZIONE

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 52/40 DEL 23.12.2014

DELIBERAZIONE N. 52/40 DEL 23.12.2014 Oggetto: POR FESR Sardegna 2007-2013. Progetto sperimentale Reti di distribuzione e mobilità elettrica. Programmazione azioni di promozione del risparmio e dell efficienza energetica a valere sulla linea

Dettagli

Il Subconcessionario, per quanto sopra, dai punti di adduzione previsti, dovrà pertanto provvedere a sua volta alla realizzazione:

Il Subconcessionario, per quanto sopra, dai punti di adduzione previsti, dovrà pertanto provvedere a sua volta alla realizzazione: Capitolato Tecnico/Commerciale per l'affidamento in sub concessione di un area da destinarsi all attività di vendita al dettaglio di abbigliamento intimo ed esterno, biancheria casa ed accessori vari presso

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO 10.04 Divisione Patrimonio e Contratti Servizio Appalti e Contratti CB/cz

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO 10.04 Divisione Patrimonio e Contratti Servizio Appalti e Contratti CB/cz UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO 10.04 Divisione Patrimonio e Contratti Servizio Appalti e Contratti CB/cz CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PROCEDURA APERTA PER L ASSUNZIONE DI UN MUTUO A TASSO FISSO AD EROGAZIONE

Dettagli

Articolo 1. Oggetto dell appalto... 3 Articolo 2. Oggetto della fornitura... 4

Articolo 1. Oggetto dell appalto... 3 Articolo 2. Oggetto della fornitura... 4 ALLEGATO 2 Capitolato d appalto per la fornitura di apparati di rete e materiale necessario al collegamento delle sedi della seconda fase di Lepida nel Comune di Carpi Pagina 1 di 9 Articolo 1. Oggetto

Dettagli

COMUNE DI CAMPAGNANO DI ROMA

COMUNE DI CAMPAGNANO DI ROMA COMUNE DI CAMPAGNANO DI ROMA PROVINCIA DI ROMA Tel. 06-9015601 Fax. 06-9041991 Piazza C. Leonelli n 15 C.A.P. 00063 www.comunecampagnano.it DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COPIA N. 70 del Reg. Data:

Dettagli

C O M U N E DI CREMENAGA PROVINCIA DI VARESE

C O M U N E DI CREMENAGA PROVINCIA DI VARESE 1 Disciplina generale per la concessione di aree e loculi cimiteriali C O M U N E DI CREMENAGA PROVINCIA DI VARESE DISCIPLINA GENERALE PER LA CONCESSIONE DI AREE E LOCULI CIMITERIALI APPROVATO CON DELIBERAZIONE

Dettagli

Prot. n. 108 Reg. n. 108 DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE

Prot. n. 108 Reg. n. 108 DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE Prot. n. 108 Reg. n. 108 Strembo, 27 giugno 2013 DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE Oggetto: Approvazione della 1^ perizia suppletiva e di variante relativa ai lavori di installazione di un filtro e relativa

Dettagli

PERIZIA TECNICA DESCRITTIVA ed ESTIMATIVA DELL ALLOGGIO di VIA GOBETTI N. 18

PERIZIA TECNICA DESCRITTIVA ed ESTIMATIVA DELL ALLOGGIO di VIA GOBETTI N. 18 COMUNE DI VITTORIO VENETO U.O. PATRIMONIO E POLITICHE ENERGETICHE PERIZIA TECNICA DESCRITTIVA ed ESTIMATIVA DELL ALLOGGIO di VIA GOBETTI N. 18 Vittorio Veneto, 13 aprile 2011 ELABORATI: A. Relazione generale:

Dettagli

HUB INTERPORTUALI Piastra logistica umbra SCHEDA N. 144

HUB INTERPORTUALI Piastra logistica umbra SCHEDA N. 144 HUB INTERPORTUALI Piastra logistica umbra SCHEDA N. 144 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: C21H04000080005 C91H04000240005 C31H04000120005 Interporti Regione Umbria STATO DI ATTUAZIONE

Dettagli

PGT. 16 PdS. Piano dei Servizi. Fascicolo SCHEDE DI VALUTAZIONE DEI SERVIZI ESISTENTI COMUNE DI GERENZAGO PROVINCIA DI PAVIA

PGT. 16 PdS. Piano dei Servizi. Fascicolo SCHEDE DI VALUTAZIONE DEI SERVIZI ESISTENTI COMUNE DI GERENZAGO PROVINCIA DI PAVIA COMUNE DI GERENZAGO PROVINCIA DI PAVIA PGT Piano di Governo del Territorio ai sensi della Legge Regionale 11 marzo 2005, n 12 16 PdS Piano dei Servizi Fascicolo SCHEDE DI VALUTAZIONE DEI SERVIZI ESISTENTI

Dettagli

COMUNE DI MONTEFORTE D'ALPONE

COMUNE DI MONTEFORTE D'ALPONE COMUNE DI MONTEFORTE D'ALPONE PROVINCIA DI VERONA C O P I A REP. GENERALE N. 342 DEL 14/12/2015 SETTORE TECNICO E TERRITORIO DETERMINAZIONE N. 33 DEL 14/12/2015 OGGETTO: LAVORI DI COMPLETAMENTO RSA PER

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO 10.04 Divisione Patrimonio e Contratti Servizio Appalti e Contratti CB/cz

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO 10.04 Divisione Patrimonio e Contratti Servizio Appalti e Contratti CB/cz UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO 10.04 Divisione Patrimonio e Contratti Servizio Appalti e Contratti CB/cz CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MUTUO, A TASSO

Dettagli

PREMESSO STIPULANO. quanto segue, dando atto che la premessa narrativa costituisce parte integrante del presente atto

PREMESSO STIPULANO. quanto segue, dando atto che la premessa narrativa costituisce parte integrante del presente atto COMUNE DI MONSUMMANO TERME Provincia di Pistoia * * * * * OGGETTO: Manutenzione impianti di rilevamento incendi e antintrusione installati presso i locali del Tribunale di Pistoia sez. Monsummano Terme

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SISTEMI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI SCHEMA DI DISCIPLINARE ALL.

Dettagli

AGORA' 6 Completamento e riqualificazione del comparto orientale del Centro Direzionale di Napoli Nell area orientale della città di Napoli è partita una grande iniziativa di sviluppo. Con la firma della

Dettagli

REGOLAMENTO INDIRIZZI E CRITERI PER LA FRUIZIONE DEL MUSEO CIVICO DI PALAZZO TRAVERSA E SALE COMUNALI

REGOLAMENTO INDIRIZZI E CRITERI PER LA FRUIZIONE DEL MUSEO CIVICO DI PALAZZO TRAVERSA E SALE COMUNALI REGOLAMENTO INDIRIZZI E CRITERI PER LA FRUIZIONE DEL MUSEO CIVICO DI PALAZZO TRAVERSA E SALE COMUNALI (Delib. G.C. n. 136/2002 integrato con Delib. G.C. n. 315/2002) TIT. I MUSEO CIVICO DI PALAZZO TRAVERSA

Dettagli

COMUNE DI SUMIRAGO AMPLIAMENTO LOCULI CIMITERIALI CIMITERO DI MENZAGO PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE TECNICA

COMUNE DI SUMIRAGO AMPLIAMENTO LOCULI CIMITERIALI CIMITERO DI MENZAGO PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE TECNICA COMUNE DI SUMIRAGO PROVINCIA DI VARESE AMPLIAMENTO LOCULI CIMITERIALI CIMITERO DI MENZAGO PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE TECNICA Progettisti: Geom. Giuseppe Pugliese Geom. Fabio Reho INTRODUZIONE Il progetto

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI CALTANISSETTA Codice Fiscale e Partita IVA: 00115070856

PROVINCIA REGIONALE DI CALTANISSETTA Codice Fiscale e Partita IVA: 00115070856 N.P. 09 del 18 gennaio 2012 PROVINCIA REGIONALE DI CALTANISSETTA Codice Fiscale e Partita IVA: 00115070856 SETTORE 7 VIABILITA E TRASPORTI DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 37 DEL 24.01.2012 OGGETTO: Lavori

Dettagli

PARTE QUARTA ATTUAZIONE DEL PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI PUBBLICITARI INDIVIDUAZIONE DEI SITI DI INSTALLAZIONE DEI NUOVI IMPIANTI DI AFFISSIONE

PARTE QUARTA ATTUAZIONE DEL PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI PUBBLICITARI INDIVIDUAZIONE DEI SITI DI INSTALLAZIONE DEI NUOVI IMPIANTI DI AFFISSIONE VOLUME QUARTO ATTUAZIONE DEL PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI PUBBLICITARI INDIVIDUAZIONE DEI SITI DI INSTALLAZIONE DEI NUOVI IMPIANTI DI AFFISSIONE E IMPIANTI A MESSAGGIO VARIABILE-TAVOLE PROGETTUALI 2 SOMMARIO:

Dettagli

Area del Palazzo del Cinema e del Casinò - Lido di Venezia. Processo Partecipativo il Lido in primo piano - giugno luglio agosto 2013 Lido di Venezia

Area del Palazzo del Cinema e del Casinò - Lido di Venezia. Processo Partecipativo il Lido in primo piano - giugno luglio agosto 2013 Lido di Venezia Obiettivi Assumere e valorizzare dati e Stato di fatto Giungere ad un Risultato condiviso Presentare i risultati del Processo Partecipativo a fine agosto 2013 Impostare la fase di Progettazione Definitiva

Dettagli

CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELL INCARICO DI PROGETTAZIONE, PRELIMINARE, DEFINITiVA ED ESECUTIVA E ATTIVITA DI SUPPORTO ALLA

CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELL INCARICO DI PROGETTAZIONE, PRELIMINARE, DEFINITiVA ED ESECUTIVA E ATTIVITA DI SUPPORTO ALLA REP. N.... CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DELL INCARICO DI PROGETTAZIONE, PRELIMINARE, DEFINITiVA ED ESECUTIVA E ATTIVITA DI SUPPORTO ALLA DIREZIONE LAVORI RELATIVO AI LAVORI DI ADEGUAMENTO DEGLI IMPIANTI

Dettagli