I SIGNORI DI MAREMMA ELITES ETRUSCHE TRA VETULONIA E IL VULCENTE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I SIGNORI DI MAREMMA ELITES ETRUSCHE TRA VETULONIA E IL VULCENTE"

Transcript

1 I SIGNORI DI MAREMMA ELITES ETRUSCHE TRA VETULONIA E IL VULCENTE Figura 1 Locandina mostra Figura 2 il territorio E' il titolo di una mostra allestita nel museo archeologico di Grosseto per documentare la ricchezza degli antichi Etruschi Tra la fine dell'viii sec. E l'inizio del VI sec., nel periodo cosiddetto orientalizzante, le città etrusche raggiungono il loro massimo splendore e si afferma un ceto emergente che darà vita ad una ricca oligarchia aristocratica Ma come è nata la ricchezza in questa zona? Per rispondere a questa domanda bisogna considerare una serie di fattori quali la geomorfologia del territorio, le risorse del suolo e del sottosuolo, la produzione di manufatti, l'esportazione, le strade, i percorsi anche fluviali, tutti elementi il cui apporto concorre allo sviluppo economico. Nella mostra la ricchezza delle oligarchie aristocratiche è documentata dalla presentazione di reperti di scavi archeologici provenienti da quattro distretti: Vetulonia, Populonia, Roselle, Pitigliano Poggio Buco insediamenti che insieme creano una grande civiltà, pur operando da

2 basi economiche diverse. Il confine fra questi due territori a diversa vocazione economica è segnato dal fiume Ombrone che già Plinio il Vecchio definiva navigiorum capax, una via d'acqua che nasce a Siena e scorre in senso est-ovest e separava, a nord, Populonia, Vetulonia, Campiglia Marittima, Massa Marittima che basano la loro ricchezza sull'attività mineraria delle colline Metallifere, da Marsiliana d'albegna, Poggio Buco e Pitigliano, a sud,le cui basi economiche derivavano dall' agricoltura, dalla pastorizia e dai pedaggi di transito. Dai reperti delle tombe si evince che nell'viii e VII sec. a. C. Le ricchezze erano immense e concentrate nelle mani di pochi ricchissimi, accanto ai quali vi erano i poverissimi e gli schiavi condannati agli ergastula, i lavoratori nelle miniere, nei latifondi e sulle navi. Nel VI sec. Si forma un ceto medio e la ricchezza viene distribuita in modo più equo, Nella necropoli dell'antica Vetulonia, scoperta e scavata già dal dott. Isidoro Falchi nel 1886, è stato rinvenuto un complesso tombale che ha fornito importanti informazioni sul periodo orientalizzante (VIIsec.) LA TOMBA DEL DUCE Figura 3 Particolare urna cineraria in argento a sbalzo una tomba a circolo di 17 m. di diametro, delimitato da pietre infisse in verticale, E'probabilmente ricoperta da un tumulo; all'interno era stata scavata una buca la cui

3 profondità variava da 0,7m. A 2,70m., con cinque fosse a pozzetto di cui la terza era già stata violata dai tombaroli perché in posizione centrale. A ogni pozzetto corrisponde una deposizione per cui si è in grado di ricostruire un nucleo di appartenenza, in quanto la tomba a circolo contemplava la sepoltura di persone con legame comune, o appartenenti allo stesso clan, o alla stessa famiglia allargata unite da uno stesso vincolo giuridico, cioè la gens; in vita questo vincolo dava diritto al nome gentilizio e ad ereditare i beni del capostipite, in morte ad essere sepolti nello stesso circolo delimitato da pietre.( o di essere sepolti nella stessa camera nel caso di tombe a tumulo, come la Tomba dei Flabelli di Populonia,). Questa acquisizione del Diritto privato si è affermata tra l'viii e il VII sec., nell'etruria, nel Lazio Antico e nella Sabina, lo testimonia il fatto che Romolo, a.C, ha un solo nome, mentre i re Sabini seguenti, dal 714 a.c., sono identificati con due nomi, Numa Pompilio, Tullio Ostilio, Anco Marzio, in quanto al proprio aggiungono il nome gentilizio. Figura 4 l'ingresso della tomba del duce G IL CORREDO li scavi hanno portato alla luce il corredo della tomba suddiviso in quattro nuclei di oggetti I nucleo resti in ferro e bronzo di un carro a due ruote in stato precario per l'ossidazione del metallo;

4 resti di bardatura equina; elmo a calotta 2 nucleo Un grande calderone contenente un servizio da banchetto o simposio: situle, ovvero secchi per portare l'acqua, due tripodi per tenere i cibi al caldo, patere baccellate, cioè ciotole di tipo assiro, probabilmente per bere, attingitoi, kantharos, cioè coppe a due alte anse, mestoli, reggivasi; un vaso cinerario, vasi d'impasto e tazze d'impasto buccheroide, una coppa d'argento Il calderone era ricoperto da uno scudo a lamina sottile su cui erano appoggiati un elmo e una ciotola in bronzo. 3 nucleo Punta di lancia; impugnatura di spada; stoviglie di bronzo: spiedi, coltelli, grattugia; coppe più o meno profonde per bere o attingere liquidi, in bucchero; situle, oggetti simili a candelabri, in realtà i rebbi possono essere reggitori di piccoli vasi; incensiere in bronzo; brocchetta frammentaria in argento; fondo di tazza in argento con iscrizione: MI RACHU KAKANAS - IO SONO DI RACHU KAKANAS. 4 nucleo Urnetta rivestita di lamine d'argento; tre fibule d'argento, d'oro e di elettro del tipo a drago; bacile su tripode; barchetta in bronzo; tre dischi d'argilla Figura 5 tripode CONSIDERAZIONI G li importanti manufatti ceramici e metallici, in bronzo, in argento e in oro, e i documenti epigrafici denotano la presenza di un ceto sociale ricco, colto e potente. In particolare nell' urnetta d'argento erano deposte le ossa combuste... di un individuo di forte

5 corporatura e di oltre 50 anni ( Falchi 1887, p.506), avvolte in un panno di lino secondo un rituale attestato in tombe etrusche principesche del VII se.a.c. ( Camporeale 1994). Lo scudo e l'elmo, per il manubrio da impugnatura il primo, e per l'ampiezza del diametro, 84 cm., Il secondo, non erano vere e proprie armi, ma erano status simbol che designavano il potere e l'alto rango del defunto. Del resto sia le armi che i servizi da simposio e i preziosi oggetti d'ornamento come le fibule d'oro e d'argento a testa di drago d'uso maschile rimandano alle sfere del prestigio, a contesti di vita riservati al ceto aristocratico: le parate, i banchetti, gli ornamenti personali. Queste elites utilizzavano sia manufatti di produzione locale di elevato valore, sia manufatti d'importazione come la barca bronzea d'origine sarda, l'urnetta d'argento da Caere, le fibule in oro dalla Tracia o dalla Bulgaria e i vasi in bucchero, molto rari a Vetulonia, provenienti sempre da Caere (Cerveteri). Il bucchero, riconoscibile perché d'impasto nero anche nelle parti più interne, è originata da una ceramica depurata messa a cuocere in forno ermeticamente chiuso; l'argilla contiene ossido di ferro F2O che durante la cottura perde l'ossigeno, mentre il ferro si mantiene e diventa nero. Figura 6 il flabello decorato a sbalzo da Populonia CONCLUSIONI V etulonia, avvalendosi delle risorse delle Colline Metallifere, ricche di piombo, rame, stagno, ferro, dell'attività agricola, della pastorizia e delle saline delle aree a sud dell' Ombrone, può sviluppare un'economia di eccedenza che la pongono al centro di un intenso

6 scambio a largo raggio di cui beneficiavano alcune famiglie emergenti. Si scambiano prodotti con l'area greco-orientale, sardo- fenicia e transalpina, si trovano bronzi etruschi sempre più raffinati in santuari greci a Samo, a Olimpia, in Alsazia, in Slovenia, a Bologna, a Este; arrivano oggetti da Corinto, Cipro, Rodi, da Halstatt, dalla Sardegna, dall'area baltica con gli oggetti arrivano anche uomini, maestranze, idee, perfino l'alfabeto. In particolare a Marsiliana d'albegna è stata ritrovata una tavoletta d'avorio che reca inciso un alfabeto unito che valeva come prontuario perchè dotato di un foro. Si tratta del più antico alfabeto unito, 2 metà del 7 sec., e riporta lettere poi non usate come la O e le consonanti sonore come la D, sostituta dalla T, la B e la G, sostituite dalla C la cultura si trasforma, la produzione si intensifica e non è più appannaggio di pochi. Nella 2 metà del VII sec. gli scambi non si realizzano più solo privatamente e in ambito domestico tra individui di alto rango, ma i traffici commerciali si intensificano attraverso le vie di percorrenze tracciate dalle valli fluviali e attraverso la navigazione marittima diffondendo la ricchezza ad una fascia più numerosa di popolazione e dando vita ad un ampio ceto medio benestante meno raffinato ed esigente che dà nuovo impulso alla richiesta di prodotti artigianali. Figura 7 fibula a drago - fibula Corsini Bibliografia: G. Camporeale, La tomba del Duce di Vetulonia, in "Io sono di Rachu Kakanas", Museo Civico Archeologico"Isidoro Falchi" di Vetulonia,2004 G. Camporeale, L'età dei Principi in Etruria, in Signori di Maremma, a cura di M.Celuzza, Polistampa 2009

IL Maggio 3 del GIORNALETTO IV Centro Dialisi Ulivella Firenze 2007

IL Maggio 3 del GIORNALETTO IV Centro Dialisi Ulivella Firenze 2007 1 IL GIORNALETTO Centro Dialisi Ulivella Maggio/Giugno Numero 3 del 2011 Anno IV Firenze 2007 2 Indice di questo numero Editoriale... pag. 2 Curiosando qua e là I segreti della Maremma di Roberto Terzo...pag.

Dettagli

Gruppo Archeologico Ambrosiano

Gruppo Archeologico Ambrosiano PROGRAMMA ATTIVITA Visite guidate Inverno/Primavera 2011 Visita guidata alla Mostra : Signori di Maremma. Elites etrusche fra Populonia e Vulci presso il Museo Archeologico di Firenze e visita alle collezioni

Dettagli

12 TESORI CIVITA CASTELLANA STORIA E LEGGENDE D ITALIA 13

12 TESORI CIVITA CASTELLANA STORIA E LEGGENDE D ITALIA 13 Capitale del territorio falisco, Falerii Veteres sorgeva nel luogo dell odierna Civita Castellana, su un altopiano tufaceo delimitato dal Rio Maggiore a nord, dal Rio Filetto a sud e dal fiume Treja ad

Dettagli

LA CULTURA VILLANOVIANA

LA CULTURA VILLANOVIANA LA CULTURA VILLANOVIANA Percorso per le classi quinte della scuola primaria Col termine villanoviano si definisce convenzionalmente un aspetto culturale dell Italia protostorica (IX-VIII secolo a.c.),

Dettagli

tici, tra cui uccelli, arieti, cervi e pesci. mentre i manici delle tazze, rivestiti d'oro, sono a forma di animali selvaggi.

tici, tra cui uccelli, arieti, cervi e pesci. mentre i manici delle tazze, rivestiti d'oro, sono a forma di animali selvaggi. Il 15 marzo prossimo si inaugura a Milano (Palazzo Reale) 110ro. Il mistero dei Sarmati e degli Scitil1, una mostra di eccezionale interesse dedicata a un fenomeno particolare dell'arte antica, il cosiddetto

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DI RIVALTA Reggio Emilia CLASSI 5^A e 5^B Anno scolastico 2010-2011

SCUOLA PRIMARIA DI RIVALTA Reggio Emilia CLASSI 5^A e 5^B Anno scolastico 2010-2011 SCUOLA PRIMARIA DI RIVALTA Reggio Emilia CLASSI 5^A e 5^B Anno scolastico 2010-2011 Gli Etruschi dell Etruria Padana, nel VI secolo a.c., vivevano vicino al fiume Eridano ( il Po ), in villaggi di capanne

Dettagli

MUV Museo della civiltà Villanoviana

MUV Museo della civiltà Villanoviana MUV Museo della civiltà Villanoviana RAVENNA BOLOGNA Laboratori e attività didattiche Anno scolastico 2013-2014 SAN LAZZARO MUV Museo della civiltà Villanoviana Via Tosarelli, 191 40055 Villanova di Castenaso

Dettagli

Gli Animali della Preistoria

Gli Animali della Preistoria Gli Animali della Preistoria Lynx lynx Lince Hippopotamus amphibius - Ippopotamo anfibio Coelodonta antiquitatis Rinoceronte lanoso Ursus spelaeus Orso delle caverne Felis silvestris Gatto selvatico Mammuthus

Dettagli

Il Museo Civita propone per l anno scolastico 2015-2016 dei laboratori didattici finalizzati alla conoscenza dei vari aspetti del mondo etrusco,

Il Museo Civita propone per l anno scolastico 2015-2016 dei laboratori didattici finalizzati alla conoscenza dei vari aspetti del mondo etrusco, Il Museo Civita propone per l anno scolastico 2015-2016 dei laboratori didattici finalizzati alla conoscenza dei vari aspetti del mondo etrusco, dalla vita quotidiana alle usanze funerarie. Orario di apertura:

Dettagli

Gli Etruschi. Roma Caput Tour della D.ssa Marta De Tommaso telefono 333.4854287 www.romacaputour.it info@romacaputour.it partita iva 02158020566

Gli Etruschi. Roma Caput Tour della D.ssa Marta De Tommaso telefono 333.4854287 www.romacaputour.it info@romacaputour.it partita iva 02158020566 Gli Etruschi Ori, bronzi e terracotte etrusche nel Museo etrusco di Villa Giulia Alla scoperta dei corredi funerari etruschi nel Museo Gregoriano etrusco dei Musei Vaticani Dove riposano gli antenati dei

Dettagli

Le tombe del VI e V secolo a.c. della necropoli di Capua materiali ritrovati per lo studio della comunità arcaica 1

Le tombe del VI e V secolo a.c. della necropoli di Capua materiali ritrovati per lo studio della comunità arcaica 1 The Journal of Fasti Online Published by the Associazione Internazionale di Archeologia Classica Piazza San Marco, 49 I-00186 Roma Tel. / Fax: ++39.06.67.98.798 http://www.aiac.org; http://www.fastionline.org

Dettagli

L età arcaica LE POPOLAZIONI DI STIRPE APULA. 1 Scheda 12

L età arcaica LE POPOLAZIONI DI STIRPE APULA. 1 Scheda 12 di: Alfonsina Russo L età arcaica LE POPOLAZIONI DI STIRPE APULA Gli abitati dauni del Melfese Il Melfese si configura, nel quadro articolato di gruppi ed ambiti culturali diversi della Basilicata antica,

Dettagli

Corso di Storia delle Arti visive. 4. Gli Etruschi

Corso di Storia delle Arti visive. 4. Gli Etruschi Corso di Storia delle Arti visive 4. Gli Etruschi 1 Le civiltà classiche: gli Etruschi Il popolo etrusco si era insediato nel territorio corrispondente alle attuali Toscana, Umbria e Lazio intorno al IX

Dettagli

LA SCUOLA IN MUSEO - PER IL TRIENNIO DELLA SCUOLA PRIMARIA

LA SCUOLA IN MUSEO - PER IL TRIENNIO DELLA SCUOLA PRIMARIA LA SCUOLA IN MUSEO - PER IL TRIENNIO DELLA SCUOLA PRIMARIA Per accompagnare e approfondire l insegnamento scolastico delle antiche civiltà, si propone una serie incontri che si potranno adottare o per

Dettagli

PROGETTO SCUOLEINSIEME

PROGETTO SCUOLEINSIEME Bando Fondazione Cariplo PROMUOVERE PERCORSI DI INTEGRAZIONE INTERCULTURALE TRA SCUOLA E TERRITORIO PROGETTO SCUOLEINSIEME UNITÀ DIDATTICA SEMPLIFICATA Elaborata da: Dott.ssa Bellante Ilaria A cura di:

Dettagli

I Fenici - l oriente in occidente 21 ottobre 2004 17 aprile 2005

I Fenici - l oriente in occidente 21 ottobre 2004 17 aprile 2005 COMUNICATO STAMPA I Fenici - l oriente in occidente 21 ottobre 2004 17 aprile 2005 La mostra è organizzata dalla Fondazione di Via Senato in collaborazione con la Società Cooperativa Archeologica di Milano

Dettagli

www.crescerealmuseo.it Museo Civico A.Parazzi

www.crescerealmuseo.it Museo Civico A.Parazzi Viadana Civico A.Parazzi Il Civico A. Parazzi è collocato nel Mu.Vi., edificio che ospita altre istituzioni culturali ( della Città A. Ghinzelli, Biblioteca, Galleria d Arte Moderna e Contemporanea, Ludoteca,

Dettagli

SEZIONE ETRUSCA (Museo Archeologico, corso Magenta 15)

SEZIONE ETRUSCA (Museo Archeologico, corso Magenta 15) INDICE Museo Archeologico: informazioni generali.....p. 2 Sezione etrusca... p. 3 Costi attività didattiche...........p. 5 Dove sono i musei e i siti... p. 5 Il Museo per gli Insegnanti....p. 6 Informazioni

Dettagli

INDICE. Museo Archeologico: informazioni generali...p. 2. Sezione altomedievale... p. 3. Costi attività didattiche...p. 5

INDICE. Museo Archeologico: informazioni generali...p. 2. Sezione altomedievale... p. 3. Costi attività didattiche...p. 5 INDICE Museo Archeologico: informazioni generali.....p. 2 Sezione altomedievale....... p. 3 Costi attività didattiche........p. 5 Dove sono i musei e i siti...p. 5 Il Museo per gli Insegnanti....p. 6 Informazioni

Dettagli

LE CIVILTÀ CRETESE E MICENEA

LE CIVILTÀ CRETESE E MICENEA LE CIVILTÀ CRETESE E MICENEA Creta è l isola più grande dell arcipelago greco. Si trova al centro del Mar Mediterraneo. L isola aveva un territorio fertile. Queste caratteristiche dell isola hanno permesso

Dettagli

LA DONNA E L'UOMO IN ETRURIA

LA DONNA E L'UOMO IN ETRURIA MINISTERO PER I BENI CULTURALI E AMBIENTALI SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGICA DELLA TOSCANA SEZIONE DIDATTICA LA DONNA E L'UOMO IN ETRURIA Gli autori greci e latini hanno sempre posto in cattiva luce il comportamento

Dettagli

Rispondi alle seguenti domande

Rispondi alle seguenti domande Gli affreschi e i rilievi delle pareti di templi e piramidi raccontano la storia dell antico Egitto. Si potrebbero paragonare a dei grandi libri illustrati di storia. Gli studiosi hanno così potuto conoscere

Dettagli

Manuale. sua mappa concettuale. Prodotto dagli insegnanti Sparàno Valeria e Merci Christian. per gli alunni del Belgruppolo della Classe Quinta A

Manuale. sua mappa concettuale. Prodotto dagli insegnanti Sparàno Valeria e Merci Christian. per gli alunni del Belgruppolo della Classe Quinta A Manuale per costruire e la il riassucco di un testo sua mappa concettuale Prodotto dagli insegnanti Sparàno Valeria e Merci Christian per gli alunni del Belgruppolo della Classe Quinta A della Scuola Primaria

Dettagli

LA FORNACE DI SANT'ARPINO*

LA FORNACE DI SANT'ARPINO* LA FORNACE DI SANT'ARPINO* * L'articolo è tratto da uno dei cartelli esplicativi preparati dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici delle province di Caserta e Benevento in collaborazione con l'architetto

Dettagli

FILIGRANA E GRANULAZIONE

FILIGRANA E GRANULAZIONE Tecniche di lavorazione orafe FILIGRANA E GRANULAZIONE Pierangelo Fiorino ORO nome latino simbolo numero atomico peso specifico durezza temperatura di fusione aurum AU 79 19,3 gr/cm3 2,5-3 (scala Mohs)

Dettagli

Turismo Scolastico. Emozionarsi viaggiando nel tempo tra le vestigia del passato

Turismo Scolastico. Emozionarsi viaggiando nel tempo tra le vestigia del passato Turismo Scolastico Emozionarsi viaggiando nel tempo tra le vestigia del passato Parco Archeologico di Roselle e Museo Storico Archeologico della Maremma: Una delle più importanti città della Dodecapoli

Dettagli

RESTAURO DEI CARRI DELLA TOMBA REGOLINI-GALASSI

RESTAURO DEI CARRI DELLA TOMBA REGOLINI-GALASSI RESTAURO DEI CARRI DELLA TOMBA REGOLINI-GALASSI La tomba Regolini-Galassi e i suoi carri Maurizio Sannibale La ricostruzione dei carri Regolini-Galassi Adriana Emiliozzi I carri principeschi nell Italia

Dettagli

Verghina di Elena Malazzi e Francesca Rubini

Verghina di Elena Malazzi e Francesca Rubini Verghina di Elena Malazzi e Francesca Rubini Sitografia http://www.unige.ch/lettres/archeo/introduction_seminaire/hellenistique/aigai1.html http://www.guidagrecia.net/itinerari/itinerario-vergina/sito-vergina.htm

Dettagli

Unità di apprendimento semplificata

Unità di apprendimento semplificata Unità di apprendimento semplificata Per alunni con difficoltà di apprendimento, per alunni non italofoni, per il ripasso e il recupero Testo di Amalia Guzzelloni, IP Bertarelli, Milano La prof.ssa Guzzelloni

Dettagli

Catalogo 2013. Collezione opere in DVD. url: www.edizionitsm.it

Catalogo 2013. Collezione opere in DVD. url: www.edizionitsm.it Catalogo 2013 Collezione opere in DVD nasce nel marzo 2007 con l obiettivo di realizzare un ambizioso progetto multimediale in sinergia con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Direzione Generale

Dettagli

INDIRIZZO: Vicolo S. Agostino, 12 53024, Montalcino (SI) info@etrurianova.org etrurianova@gmail.com www.etrurianova.org

INDIRIZZO: Vicolo S. Agostino, 12 53024, Montalcino (SI) info@etrurianova.org etrurianova@gmail.com www.etrurianova.org CURRICULUM DELL ASSOCIAZIONE ETRURIA NOVA ONLUS DENOMINAZIONE NOME: TIPO DI ATTIVITÀ: CODICE FISCALE: 94173540488 PRESIDENTE: VICEPRESIDENTE: TESORIERE: VICE- SEGRETARIO: Etruria Nova Onlus Tutela, valorizzazione

Dettagli

PERCORSO CRISTIANO (3 ore circa) -Museo della Cattedrale Piazza Duomo Chiusi. -Cattedrale di S. Secondiano Piazza Duomo Chiusi

PERCORSO CRISTIANO (3 ore circa) -Museo della Cattedrale Piazza Duomo Chiusi. -Cattedrale di S. Secondiano Piazza Duomo Chiusi PERCORSO CRISTIANO (3 ore circa) -Museo della Cattedrale Ingresso: 2,00, 1,50 per gruppi 1,00 scuole Partendo da Piazza Baldini, già, è possibile visitare il Museo della Cattedrale, inaugurato nel 1984,

Dettagli

I popoli italici. Mondadori Education

I popoli italici. Mondadori Education I popoli italici Fin dalla Preistoria l Italia è stata abitata da popolazioni provenienti dall Europa centrale. Questi popoli avevano origini, lingue e culture differenti e si stabilirono in diverse zone

Dettagli

La via degli Etruschi tra Lazio e Umbria

La via degli Etruschi tra Lazio e Umbria La via degli Etruschi tra Lazio e Umbria Taste and Slow Italy - Trasimeno Travel Sas, Via Novella 1/F, 06061 Castiglione del Lago, Perugia. Tel. 075-953969, Fax 075-9652654 www.tasteandslowitaly.com -

Dettagli

DOSSIER 01. La Rete 30 GIUGNO 2015

DOSSIER 01. La Rete 30 GIUGNO 2015 La Rete è sul web: grandevercelli.it ed è costituita da: DOSSIER 01 30 GIUGNO 2015 RICONTESTUALIZZAZIONE E VALORIZZAZIONE A VER- CELLI DI ALCUNI REPERTI STORICO-ARCHEOLOGICI SIGNIFICATIVI In ottemperanza

Dettagli

NORME DI ATTUAZIONE. Art 1) Pietre tombali per campi comuni ed aree ventennali

NORME DI ATTUAZIONE. Art 1) Pietre tombali per campi comuni ed aree ventennali NORME DI ATTUAZIONE Art 1) Pietre tombali per campi comuni ed aree ventennali Sulle sepolture dei campi comuni (concessione gratuita per 10 anni, come previsto nella normativa) il Comune provvede a proprie

Dettagli

greci.notebook September 29, 2015 civiltà greca

greci.notebook September 29, 2015 civiltà greca greci.notebook September 29, 2015 civiltà greca 1 Le origini Mentre nel Mar Mediterraneo si sviluppava la civiltà cretese in Grecia vi erano molti villaggi e alcune città più importanti. Una di queste

Dettagli

Gruppo Archeologico Ambrosiano

Gruppo Archeologico Ambrosiano PROGRAMMA ATTIVITA Visite guidate Inverno/Primavera 2010 Visita guidata alla Necropoli Etrusca della Banditaccia e al Museo Ruspoli di Cerveteri (Roma) venerdì 26, sabato 27, domenica 28 marzo 2010 N.B.:

Dettagli

Esame di Alfabetizzazione Informatica. L'Impero Romano 1

Esame di Alfabetizzazione Informatica. L'Impero Romano 1 Facoltà di Lettere e Filosofia Corso di Laurea in Lingue e Letterature Moderne Esame di Alfabetizzazione Informatica L'Impero Romano 1 A.A 2010/2011 Prof. Francesco FONTANELLA 1 Questo documento è stato

Dettagli

ASSESSORATO REGIONALE DEI BENI CILTURALI E IDENTITA SICILIANA / DIPARTIMENTO DEI BENI CULTURALI DAL MUSEO ALLO SCAVO

ASSESSORATO REGIONALE DEI BENI CILTURALI E IDENTITA SICILIANA / DIPARTIMENTO DEI BENI CULTURALI DAL MUSEO ALLO SCAVO ASSESSORATO REGIONALE DEI BENI CILTURALI E IDENTITA SICILIANA / DIPARTIMENTO DEI BENI CULTURALI DAL MUSEO ALLO SCAVO Progetto didattico Anno scolastico 2013-2014 Lo scavo come strumento di conoscenza:

Dettagli

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale Comunicato stampa Venerdì 24 ottobre 2014 alle ore 17.30 presso Palazzo Pepoli. Museo della Storia di Bologna (via Castiglione, 8 Bologna) inaugura la mostra Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l

Dettagli

VISITA GUIDATA ALLE NECROPOLI GRECHE (13/03/15)

VISITA GUIDATA ALLE NECROPOLI GRECHE (13/03/15) VISITA GUIDATA ALLE NECROPOLI GRECHE (13/03/15) Taranto fu fondata nel 706 a.c. dai coloni spartani, rendendo schiave le popolazioni indigene locali. Si estendeva dalla penisola del borgo antico fino alle

Dettagli

Assessorato dei Beni Culturali e dell Identità Siciliana Dipartimento dei Beni Culturali e dell Identità Siciliana

Assessorato dei Beni Culturali e dell Identità Siciliana Dipartimento dei Beni Culturali e dell Identità Siciliana Assessorato dei Beni Culturali e dell Identità Siciliana Dipartimento dei Beni Culturali e dell Identità Siciliana U.O. III - Museo Archeologico Regionale Antonino Salinas Progetto didattico : Dal Museo

Dettagli

Descrizione dettagliata del Programma delle Visite Guidate. Maggio-Giugno 2013

Descrizione dettagliata del Programma delle Visite Guidate. Maggio-Giugno 2013 dettagliata del Programma delle Visite Guidate Maggio-Giugno 2013 12-5-13: La necropoli Etrusca di Cerveteri La necropoli etrusca di Cerveteri è sicuramente una delle antiche necropoli più estese al mondo.

Dettagli

L ABITAZIONE MINISTERO PER I BENI CULTURALI E AMBIENTALI SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGICA DELLA TOSCANA SEZIONE DIDATTICA

L ABITAZIONE MINISTERO PER I BENI CULTURALI E AMBIENTALI SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGICA DELLA TOSCANA SEZIONE DIDATTICA MINISTERO PER I BENI CULTURALI E AMBIENTALI SOPRINTENDENZA ARCHEOLOGICA DELLA TOSCANA SEZIONE DIDATTICA L ABITAZIONE Quando si parla della vita quotidiana di un popolo, la prima immagine che ce ne viene

Dettagli

Lezione 2. Ideologia, riti e pratiche funerarie nel mondo etrusco italico. Traquinia, Tomba dei Tori, agguato di Achille a Troilo (540-530 a.c.

Lezione 2. Ideologia, riti e pratiche funerarie nel mondo etrusco italico. Traquinia, Tomba dei Tori, agguato di Achille a Troilo (540-530 a.c. Lezione 2 Ideologia, riti e pratiche funerarie nel mondo etrusco italico Traquinia, Tomba dei Tori, agguato di Achille a Troilo (540-530 a.c.) Due aspetti al centro dell interesse degli archeologi Rapporto

Dettagli

Marzabotto: storia di una città percorso per le classi quinte della scuola primaria

Marzabotto: storia di una città percorso per le classi quinte della scuola primaria Marzabotto: storia di una città percorso per le classi quinte della scuola primaria I resti dell insediamento etrusco di Marzabotto giacciono sepolti sulla terrazza di Pian di Misano, protesa nella valle

Dettagli

Latinitas or Europa: from present to past, from past to present I VENETI

Latinitas or Europa: from present to past, from past to present I VENETI I VENETI Latinitas or Europa: from present to past, from past to present I VENETI INDICE 1. LOCALIZZAZIONE 2. INSEDIAMENTI 3. ECONOMIA 4. RELIGIONE 5. LINGUA E SCRITTURA 1. LOCALIZZAZIONE I Veneti erano

Dettagli

La Nuova Luna www.lanuovaluna.it

La Nuova Luna www.lanuovaluna.it La Nuova Luna www.lanuovaluna.it Tel. 0782 41051 Fax 1786055083 archeo@lanuovaluna.it lanuovaluna@tiscali.it ostello@lanuovaluna.it La cooperativa La Nuova Luna nasce nel 1996. Dal 1997 gestisce il Parco

Dettagli

MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO A. CRESPELLANI di BAZZANO VALSAMOGGIA

MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO A. CRESPELLANI di BAZZANO VALSAMOGGIA MUSEO CIVICO ARCHEOLOGICO A. CRESPELLANI di BAZZANO VALSAMOGGIA Estate 2015 LABORATORI PER I CENTRI ESTIVI OGGI FACCIO UN VASO (4 a bambino) Si mostrano alcune semplici immagini per illustrare ai bambini

Dettagli

Etruschi. Mostra Multimediale Itinerante

Etruschi. Mostra Multimediale Itinerante Etruschi Etruschi Tour Itinerante Etruschi 3D Bruxelles Ottobre 2010 - Aprile 2011 Trento Settembre 2011 - Gennaio 2012 Stockholm Gennaio 2012 - Maggio 2012 Etruschi in Europa 3D è la mostra multimediale

Dettagli

RITROVAMENTI ARCHEOLOGICI DI EPOCA PROTOSTORICA,

RITROVAMENTI ARCHEOLOGICI DI EPOCA PROTOSTORICA, SILVANO PIROTTA RITROVAMENTI ARCHEOLOGICI DI EPOCA PROTOSTORICA, ROMANA E LONGOBARDA LUNGO I CANTIERI AUTOSTRADALI E DELL ALTA VELOCITÀ 2012 I RITROVAMENTI ARCHEOLOGICI NEL TERRITORIO DELLA MARTESANA I

Dettagli

Tarquinia, complesso monumentale : ceramica di impasto di epoca villanoviana e orientalizzante

Tarquinia, complesso monumentale : ceramica di impasto di epoca villanoviana e orientalizzante XVII International Congress of Classical Archaeology, Roma 22-26 Sept. 2008 Session: Tra importazione e produzione locale: lineamenti teoretici e applicazioni pratiche per l individuazione di modelli culturali...

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

Facciamo Archeologia. Anno scolastico 2014 2015. (Scuola Primaria)

Facciamo Archeologia. Anno scolastico 2014 2015. (Scuola Primaria) Facciamo Archeologia Anno scolastico 2014 2015 (Scuola Primaria) tel./fax 05741824194- cell. 3939391533 e-mail: didattica@cooperativachora.com - web: www.cooperativachora.com 1 Motivazioni e finalità opera

Dettagli

templi (frontone = spazio triangolare tra i due spioventi). A differenza di quelli greci, i frontoni etruschi sono di terracotta e non di marmo.

templi (frontone = spazio triangolare tra i due spioventi). A differenza di quelli greci, i frontoni etruschi sono di terracotta e non di marmo. GLI ETRUSCHI L origine del popolo etrusco è incerta; essendo gli insediamenti più antichi sulla costa, si suppone che venissero da Oriente (ma questa è solo una delle tante ipotesi formulate dagli studiosi).

Dettagli

RELIGIONE. In ogni città c era un dio preferito. Tutti però credevano in Baal e la moglie Astarte.

RELIGIONE. In ogni città c era un dio preferito. Tutti però credevano in Baal e la moglie Astarte. RELIGIONE I Fenici erano un popolo molto religioso: erano politeisti, cioè credevano in molti dei. Questi dei erano i fenomeni naturali: la pioggia, i tuoni, i fulmini, i fiumi, i mari, le stagioni, la

Dettagli

VETULONIA. e il suo territorio. Itinerari archeologici per gli insegnanti con schede di verifica per gli alunni

VETULONIA. e il suo territorio. Itinerari archeologici per gli insegnanti con schede di verifica per gli alunni MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI SOPRINTENDENZA PER I BENI ARCHEOLOGICI DELLA TOSCANA SEZIONE DIDATTICA VETULONIA e il suo territorio Itinerari archeologici per gli insegnanti con schede di

Dettagli

P a r c h i d e l l a V a l d i C o r n i a

P a r c h i d e l l a V a l d i C o r n i a Parchi della Val di Cornia P a r c h i d e l l a V a l d i C o r n i a Via Lerario, 90-57125 Piombino (LI) tel. 0565 226445 - fax 0565 226521 prenotazioni@parchivaldicornia.it www.parchivaldicornia.it

Dettagli

GRUPPOARCHEOLOGICO ROMAilO. Acura di Marco Mengoli

GRUPPOARCHEOLOGICO ROMAilO. Acura di Marco Mengoli GRUPPOARCHEOLOGICO ROMAilO TIPOLOGIE DEIMONUMENTI FUNERARI DI ROMA ANTICA Acura di Marco Mengoli presente si tenterà didescrivere in breve alcune tipologie classiche dei monumentifunerari romani per quanto

Dettagli

Alle origini del gusto. Il Cibo a Pompei e nell Italia antica Asti, Palazzo Mazzetti 7 marzo 5 luglio 2015

Alle origini del gusto. Il Cibo a Pompei e nell Italia antica Asti, Palazzo Mazzetti 7 marzo 5 luglio 2015 Alle origini del gusto. Il Cibo a Pompei e nell Italia antica Asti, Palazzo Mazzetti 7 marzo 5 luglio 2015 Didascalie immagini ad uso ufficio stampa Immagine guida Piatti da pesce dalle necropoli di Paestum

Dettagli

ARCHEODIDATTICA ARCHEODIDATTICA. Attività 2014-2015. Francesca Germini 3383856043 - Monica Lupparelli 3479483789

ARCHEODIDATTICA ARCHEODIDATTICA. Attività 2014-2015. Francesca Germini 3383856043 - Monica Lupparelli 3479483789 ARCHEODIDATTICA ARCHEODIDATTICA Attività 2014-2015 COS È ARCHEODIDATTICA Costituita nel 2006 da personale specializzato in archeologia con esperienza nella didattica museale, propone attività scientifiche

Dettagli

!" # " $% &'"!" ( # #!" #) * * ! * #"! 0# &!0 " #. 1-! #

! #  $% &'! ( # #! #) * * ! * #! 0# &!0  #. 1-! # ! # $% &'! ( # #! #) * * +, -.) # )- ) -# )- /)- # )-! )-# #! # -! * #! 0# &!0 #. 1-! # ( 2 &3'' ' '324% & 2%432 5 / # # # 0# # 0) #! *! 1! ) /5 )! 0 # #) )!0! #) 6 # 0#.0 #.1! - # ) 75/+88/8+7679$/$7

Dettagli

GLI ETRUSCHI. di frontiera. Pontecagnano: una storia da riscrivere

GLI ETRUSCHI. di frontiera. Pontecagnano: una storia da riscrivere GLI ETRUSCHI di frontiera Il Museo Nel Museo Archeologico di Pontecagnano, inaugurato nel 2007, è possibile ammirare i reperti provenienti dagli scavi di Pontecagnano. Si tratta di un patrimonio ricchissimo,

Dettagli

Sistema idraulico di Bologna

Sistema idraulico di Bologna Sistema idraulico di Bologna Il territorio di Bologna si presenta in pendenza (da sud a nord) e con differenti altitudini. Dentro lo spazio urbano scorrono i corsi d acqua naturali e artificiali distribuendo

Dettagli

ll Tesoro di Spilamberto. Signori longobardi alla frontiera

ll Tesoro di Spilamberto. Signori longobardi alla frontiera http://mostreemusei.sns.it/index.php?page=_layout_mostra&id=817&lang=it ll Tesoro di Spilamberto. Signori longobardi alla frontiera Spilamberto, Spazio Eventi L. Famigli 11 dicembre 2010-25 aprile 2011

Dettagli

L ARTE ETRUSCA UNA CIVILTA URBANA. Amoni Pagliarini L AREA ARCHEOLOGICA DI ROSELLE

L ARTE ETRUSCA UNA CIVILTA URBANA. Amoni Pagliarini L AREA ARCHEOLOGICA DI ROSELLE L ARTE ETRUSCA UNA CIVILTA URBANA L AREA ARCHEOLOGICA DI ROSELLE Amoni Pagliarini NASCE LA PRIMA CIVILTA ETRUSCA DETTA VILLANOVIANA XI-X sec. A.C GLI ANNI DELLA STORIA MASSIMA ESPANSIONE DEL MONDO ETRUSCO

Dettagli

Area Comunicazione VETRO COS' E ' COmE SI RaCCOGLIE. COSa diventa

Area Comunicazione VETRO COS' E ' COmE SI RaCCOGLIE. COSa diventa Area Comunicazione VETRO COS' E ' COmE SI RaCCOGLIE COSa diventa IL VETRO Questo importantissimo materiale si realizza con un minerale che si chiama silicio che si trova anche nella sabbia del mare. Riciclando

Dettagli

L età arcaica. 1 Scheda 10. di Alfonsina Russo L ENOTRIA

L età arcaica. 1 Scheda 10. di Alfonsina Russo L ENOTRIA di Alfonsina Russo L età arcaica L ENOTRIA L insediamento enotrio di Aliano Il centro indigeno di Aliano è ubicato tra la media valle dell Agri e l ampia valle del suo affluente, Sauro, in posizione strategica

Dettagli

Piazza Sant Antonino Piacenza. Scavo in prossimità di Porta del Paradiso a nord dell ingresso della chiesa di Sant Antonino

Piazza Sant Antonino Piacenza. Scavo in prossimità di Porta del Paradiso a nord dell ingresso della chiesa di Sant Antonino Piazza Sant Antonino Piacenza. Scavo in prossimità di Porta del Paradiso a nord dell ingresso della chiesa di Sant Antonino Dai dati di scavo è stato possibile ipotizzare quanto segue: Fase I: IX-X sec.

Dettagli

Unità 1. LE ORIGINI Etruschi e Romani. Unità 1 LE ORIGINI. Etruschi e Romani

Unità 1. LE ORIGINI Etruschi e Romani. Unità 1 LE ORIGINI. Etruschi e Romani LE ORIGINI Etruschi e Romani 27 ATTIVITÀ 1 Osserva questi oggetti. Secondo te che cosa sono? 1. 2. 3. 4. 5. 6. Gli Etruschi sono il primo grande popolo che si stabilisce nel VIII secolo nell Italia centrale

Dettagli

LE CIVILTÀ ITALICHE. Scopro le parole. 1 Voyager 5, pagina 33

LE CIVILTÀ ITALICHE. Scopro le parole. 1 Voyager 5, pagina 33 LE CIVILTÀ ITALICHE La civiltà greca si è sviluppata sulle coste del Mar Mediterraneo; nello stesso periodo nella penisola italica (cioè dell Italia) vivevano altre popolazioni, popoli, che avevano usi

Dettagli

I lavori per la realizzazione di un parcheggio nel centro storico, nei pressi di Palazzo de Curtis e

I lavori per la realizzazione di un parcheggio nel centro storico, nei pressi di Palazzo de Curtis e Pannello 1 I lavori per la realizzazione di un parcheggio nel centro storico, nei pressi di Palazzo de Curtis e nelle vicinanze della strada basolata di età imperiale messa in luce negli anni 60 del secolo

Dettagli

LA CIVILTA NURAGICA O SHARDANA E CIVILTA OCCIDENTALE?

LA CIVILTA NURAGICA O SHARDANA E CIVILTA OCCIDENTALE? LA CIVILTA NURAGICA O SHARDANA E CIVILTA OCCIDENTALE? Da anni sostengo che i Sardi hanno origini occidentali, non orientali come i più credono. Quella sarda è civiltà megalitica e la civiltà megalitica

Dettagli

PROGRAMMA EVENTI E VISITE GUIDATE. Gennaio, Febbraio, Marzo 2014

PROGRAMMA EVENTI E VISITE GUIDATE. Gennaio, Febbraio, Marzo 2014 Gennaio, Febbraio, Marzo 2014 Maremmagica è una Società al femminile che opera da oltre 20 anni nella Maremma toscana. Maremmagica è una Società di Servizi Turistici e Culturali che promuove la Maremma

Dettagli

SCUOLA E MUSEO: I BAMBINI E L ARCHEOLOGIA

SCUOLA E MUSEO: I BAMBINI E L ARCHEOLOGIA Comune di Castelfranco Emilia Assessorato alla Cultura Festa Internazionale della Storia VIII edizione SCUOLA E MUSEO: I BAMBINI E L ARCHEOLOGIA Esposizione di materiali didattici e attività per l insegnamento

Dettagli

ARTISTI DEL PALEOLITICO Dipingere come nella preistoria

ARTISTI DEL PALEOLITICO Dipingere come nella preistoria ARTISTI DEL PALEOLITICO Dipingere come nella preistoria Attività: La nascita dell arte. Dipingere come nella Preistoria. Destinatari: Classi III - Scuola Primaria Obiettivi: Artisti del Paleolitico è un

Dettagli

PARTIAMO DA OMERO! viaggio fra Musei Archivi e Biblioteche alla scoperta della storia del portogruarese

PARTIAMO DA OMERO! viaggio fra Musei Archivi e Biblioteche alla scoperta della storia del portogruarese DIMENSIONE CULTURA. Associazione culturale PARTIAMO DA OMERO! viaggio fra Musei Archivi e Biblioteche alla scoperta della storia del portogruarese PROGETTO DI DIDATTICA BIBLIOTECARIA E MUSEALE PER LE SCUOLE

Dettagli

Lezione II Ideologia, riti e pratiche funerarie nel mondo etrusco italico. Traquinia, Tomba dei Tori, agguato di Achille a Troilo (540-530 a.c.

Lezione II Ideologia, riti e pratiche funerarie nel mondo etrusco italico. Traquinia, Tomba dei Tori, agguato di Achille a Troilo (540-530 a.c. Lezione II Ideologia, riti e pratiche funerarie nel mondo etrusco italico Traquinia, Tomba dei Tori, agguato di Achille a Troilo (540-530 a.c.) Due aspetti al centro dell interesse degli archeologi Rapporto

Dettagli

COMUNE DI DOLO *** PROVINCIA DI VENEZIA

COMUNE DI DOLO *** PROVINCIA DI VENEZIA COMUNE DI DOLO *** PROVINCIA DI VENEZIA REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEI CIMITERI DI DOLO - ARINO - SAMBRUSON APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERA N. 123 DEL 18.12.1995 Modificato con

Dettagli

IL CASTELLO DI NEBULANO IL PARCO ECO-ARCHEOLOGICO DELL ANTICA CITTA DI PICENTIA

IL CASTELLO DI NEBULANO IL PARCO ECO-ARCHEOLOGICO DELL ANTICA CITTA DI PICENTIA IL CASTELLO DI NEBULANO Sorge a 563 metri sul colle omonimo che domina Montecorvino ad occidente ed il nome deriva probabilmente dalla frazione Nuvola posta ai suoi piedi. I ruderi che si vedono oggi sono

Dettagli

REGOLAMENTO CIMITERI E FUNERALI DEL COMUNE DI ARBEDO-CASTIONE

REGOLAMENTO CIMITERI E FUNERALI DEL COMUNE DI ARBEDO-CASTIONE REGOLAMENTO CIMITERI E FUNERALI DEL COMUNE DI ARBEDO-CASTIONE I. AMMINISTRAZIONE E SORVEGLIANZA Articolo 1 Autorità competente I cimiteri di Arbedo e Castione sono amministrati dal Municipio. Articolo

Dettagli

REGOLAMENTO CIMITERO

REGOLAMENTO CIMITERO Comune di Rossa Cantone dei Grigioni REGOLAMENTO CIMITERO Regolamento cimitero Pagina 1 di 10 Indice I. NORME GENERALI... 3 Art. 1 Oggetto... 3 Art. 2 Competenza... 3 Art. 3 Delega... 3 Art. 4 Doveri dell'affossatore...

Dettagli

IC Conti JESI. Chiara Compagnucci compaychiara@hotmail.com Classe IV A F

IC Conti JESI. Chiara Compagnucci compaychiara@hotmail.com Classe IV A F IC Conti JESI Chiara Compagnucci compaychiara@hotmail.com Classe IV A F CENTRO- PERIFERIA Mappa Concettuale CENTRO PERIFERIA = SPAZI GERACHICIZZATI con SCAMBIO INEGUALE caratterizzati dall intercambiabilità

Dettagli

PIANO REGOLATORE CIMITERIALE

PIANO REGOLATORE CIMITERIALE IL TECNICO ESTENSORE IL SINDACO IL SEGRETARIO COMUNALE IN ALLEGATO ALLA DELIBERA N DEL PIANO REGOLATORE CIMITERIALE Comune di GENIVOLTA Provincia di Cremona Allegato n. : B Titolo : 1 NORME TECNICHE DI

Dettagli

MAGGIANI Adriano Professori Ordinari Dipartimento di Studi Umanistici

MAGGIANI Adriano Professori Ordinari Dipartimento di Studi Umanistici Relazione Triennale Relazione Triennale Data Chiusura 07/02/2012 Cognome Nome Qualifica Dipartimento Ha usufruito di un periodo di congedo per motivi di studio nel triennio Descrizione attività di ricerca

Dettagli

REGOLAMENTO SUL CIMITERO

REGOLAMENTO SUL CIMITERO Comune di Braggio Cantone dei Grigioni REGOLAMENTO SUL CIMITERO Regolamento sul cimitero Pagina 1 di 12 Indice CAPITOLO 1... 4 GENERALITÀ... 4 SORVEGLIANZA E AMMINISTRAZIONE... 4 Art. 1 Base legale...

Dettagli

Note preliminari sull ipogeo dei Cacni a Perugia: cronologia e ideologia

Note preliminari sull ipogeo dei Cacni a Perugia: cronologia e ideologia Notepreliminarisull ipogeodeicacniaperugia: cronologiaeideologia Gabriele Cifani UniversitàdeglistudidiRoma TorVergata Il sequestro effettuato nella primavera del 2013 dal Comando Carabinieri Tutela Patrimonio

Dettagli

COMUNE DI BRESCIA Assessorato alfe Attività Culturali Musei Civici d'arte e Storia Assessorato al Turismo FONDAZIONE. BancodiBrescia.

COMUNE DI BRESCIA Assessorato alfe Attività Culturali Musei Civici d'arte e Storia Assessorato al Turismo FONDAZIONE. BancodiBrescia. COMUNE DI BRESCIA Assessorato alfe Attività Culturali Musei Civici d'arte e Storia Assessorato al Turismo Brescia FONDAZIONE UBI BancodiBrescia Il Museo della città di Brescia ha sede negli storici ambienti

Dettagli

Tariffe relative ai servizi cimiteriali a domanda individuale.

Tariffe relative ai servizi cimiteriali a domanda individuale. Comune di Bracciano Tariffe relative ai servizi cimiteriali a domanda individuale. Tariffe relative ai diritti sui servizi a domanda individuale e sulle operazioni da effettuare nei cimiteri comunali;

Dettagli

La civiltà etrusca e l origine delle città italiane

La civiltà etrusca e l origine delle città italiane La civiltà etrusca e l origine delle città italiane Due fratelli Romolo e Remo, che vivevano molti anni prima di Cristo tracciano con un aratro trainato da due buoi bianchi un solco che definisce i confini

Dettagli

GLI ETRUSCHI. - Italia pre-romana: ricco mosaico di popolazioni e culture di cui ci rimangono poche poche testimonianze

GLI ETRUSCHI. - Italia pre-romana: ricco mosaico di popolazioni e culture di cui ci rimangono poche poche testimonianze GLI ETRUSCHI - Italia pre-romana: ricco mosaico di popolazioni e culture di cui ci rimangono poche poche testimonianze - Gli etruschi sono l'unico popolo italico che ci ha lasciato ampie testimonianze

Dettagli

TITOLO: La pittura vascolare

TITOLO: La pittura vascolare 1E 120308_CaloriPitturavascolare, Pagina 1 di 5 TITOLO: La pittura vascolare La pittura vascolare: tutto ciò che resta della pittura greca Vario utilizzo e tipologie dei vasi Vari stili di pittura vascolare

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CIMITERI

REGOLAMENTO SUI CIMITERI Comune di Lostallo Cantone dei Grigioni REGOLAMENTO SUI CIMITERI Regolamento sui cimiteri Pagina 1 di 11 Indice I. NORME GENERALI...4 Art. 1 Base legale...4 Art. 2 Oggetto...4 Art. 3 Competenza...4 Art.

Dettagli

geografia classe quinta VALLE D AOSTA, PIEMONTE E LIGURIA SCHEDA N. 1

geografia classe quinta VALLE D AOSTA, PIEMONTE E LIGURIA SCHEDA N. 1 SCHEDA N. 1 VALLE D AOSTA, PIEMONTE E LIGURIA 1. Sulla cartina muta colora in giallo la Valle d Aosta, in rosa il Piemonte e in azzurro la Liguria. Con l aiuto dell atlante geografico allegato al tuo libro

Dettagli

I Misteri degli Etruschi

I Misteri degli Etruschi I Misteri degli Etruschi Il mondo degli Etruschi, una stupefacente civiltà perduta ma ancora oggi così straordinariamente tangibile nei monumenti, negli oggetti e nei paesaggi della regione in cui questo

Dettagli

Mobilità geografica e mercenariato nell Italia Preromana. Atti del XX Convegno Internazionale di Studi sulla Storia e l Archeologia dell Etruria

Mobilità geografica e mercenariato nell Italia Preromana. Atti del XX Convegno Internazionale di Studi sulla Storia e l Archeologia dell Etruria Mobilità geografica e mercenariato nell Italia Preromana Atti del XX Convegno Internazionale di Studi sulla Storia e l Archeologia dell Etruria a cura di Giuseppe M. Della Fina ISBN 978-88-7140-534-6 Roma

Dettagli

CRETA e MICENE Vol. I, pp. 48-57

CRETA e MICENE Vol. I, pp. 48-57 CRETA e MICENE 1700-1400 1400 a.c. La civiltà minoica (dal re Minosse) ) si sviluppa parallelamente a quella egizia e mesopotamica La posizione geografica di è strategica per l area del Mediterraneo Già

Dettagli

STORIA DELLA CERAMICA

STORIA DELLA CERAMICA STORIA DELLA CERAMICA La ceramica dagli inizi ad oggi (Sardella,Salviato,Zardin,Zanzi) 1 CERAMICA : La parola ceramica deriva dal greco kéramos che significa letteralmente argilla per stoviglie : questo

Dettagli

All. 4/4 COMPUTO METRICO ESTIMATIVO

All. 4/4 COMPUTO METRICO ESTIMATIVO GESTIONE SERVIZI CIMITERIALI BIENNIO 2014-2015 All. 4/4 COMPUTO METRICO ESTIMATIVO IL PROGETTISTA SETTORE POLITICHE DEL TERRITORIO E DELL AMBIENTE Ufficio Manutenzioni arch. Giovanni Ruffinatto Rivalta

Dettagli