COMMEDIA ANTICATTOLICA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COMMEDIA ANTICATTOLICA"

Transcript

1 CHIAVE DELLA COMMEDIA ANTICATTOLICA DI DANTE ALIGHIERI pastore della chiesa albigese, affiliata all'ordine del tempio con la spiegazione del linguaggio simbolico DEI FEDELI D'AMORE nelle composizioni liriche, romanzi ed epopee cavalleresche DEI TROVATORI DI EUGÈNE AROUX nella traduzione di Angelo Gemmi

2

3 Questa chiave è destinata a quelli che, possedendo abbastanza la lingua italiana, per poter leggere la Commedia nell'originale, vorranno procurarsi il piacere di ricercare essi stessi il pensiero del poeta e di spogliarlo dai veli misteriosi di cui l'ha avviluppato. Ma essa non sarà meno utile a quelli che fanno i loro studi sulla letteratura du midi, poiché li metterà sulla via di svelare una parte dei procedimenti messi in opera dai trovatori nelle loro composizioni liriche o satiriche; ma soprattutto nelle epopee cavalleresche di cui si è voluto, a torto o a ragione, attribuire i primi saggi ai trovieri della lingua d'oil. Infatti, quasi tutto il loro sistema di allegorie, tutti i loro artifici di stile, sono impiegati da Dante, che non si stanca si proclamarli suoi maestri e che doveva poi cancellarli. Infine, essa rivelerà l'ordine d'idee a cui si è ispirato l'autore del grande poema così a lungo additato come capolavoro del genio cattolico, a quelli che non avranno il tempo o la pazienza di seguire, nelle sue investigazioni dettagliate, l'autore della traduzione commentata della Commedia.

4

5 A ACHÀN Sterminato dal Signore, come doveva esserlo Filippo il Bello, per essersi appropriato, nel saccheggio del tempio, del bottino riservato al signore. Pg. XX ACHILLE Federico II, figlio dell'imperatore Enrico VI, travisato in Peleo e di Costanza, figlia di Ruggero I, la Teti siciliana; allevato sotto la tutela di papa Innocenzo III, travestito in Chirone. Inf. XII, XXVI Pg. IX ACQUA Figura dell'insegnamento e della dottrina che era destinata a spandere. Di conseguenza, l'acqua viva, chiara e limpida, simboleggia la dottrina settaria, le acque nere, torbide, stagnanti, ruscellanti fiotti confusi o sanguinolenti, sono le credenze e le predicazioni della chiesa ortodossa, da cui derivano tutti i fiumi infernali. Le sorgenti, le fontane, i laghi, le coste, abbondano in tutte le epopee cavalleresche, perché la cavalleria è essenzialmente albigese, con tutto ciò che si rapporta ai corsi d'amore. ADAMO Dante, come creatore del linguaggio dogmatico sostituito al linguaggio erotico dei trovatori, che era divenuto sospetto all'inquisizione, e come sposo della chiesa settaria di Firenze, Eva ingannata, che si lasciò sedurre dalle belle parole di Satan Aleppe. Pg. IX, XI, XXIII, ecc... vedi EVA ADAMO (MASTRO) Mastro Adamo di Brescia, falsificatore di metalli, personificazione dei ghibellini che hanno falsificato i loro giuramenti all'impero e alla fede settaria, designati sotto il nome di alchimisti. ADRIANO V Personificante l'avarizia. Pg. XIX AFFABILITÀ Una delle quattro virtù cardinali dell'iniziato settario, la sola in cui si deve riconoscere la vera nobiltà. Convivio, IV AGLAURO Cambiato in pietra, personificazione dell'invidia guelfa AGNELLI I membri della chiesa dissidente, innocenti e puri, o catari, in opposizione alle capre e ai lupi ortodossi 7

6 ALBERI (MORTI) I cattolici. I trovatori trattano i membri del clero cattolico, da alberi autunnali morti ALBERI (VIVI) I settari ALBIGESISMO, ALBIGESI Parola introvabile nella Commedia, quando l'idea è dappertutto presente. Non conosciamo le dottrine albigesi che per i rapporti dei vincitori. Forse non accoglievano il manicheismo che per ammettere che il principio di ogni bene abbia creato il principio d'ogni male, lasciandogli campo libero nel suo antagonismo con esso. ALCHIMIA Scienza che non era irta di formule così misteriose se non per il fatto che si ricollegava all'eresia, come ugualmente l'astrologia ALCHIMISTI Gli apostati per aver falsificato i loro giuramenti all'impero e alla fede albigese ALCMEONE Federico II, per aver fatto pagare a caro prezzo alla chiesa albigese, sua madre, tirando con forza il ferro contro di lei, la corona imperiale che gli aveva serbato Innocenzo III, sventurato ornamento, Pg. XII e, spinto dal papa, dal padre suo, ridotto a farsi impietoso verso i suoi correligionari, per non perder pietà si fe' spietato. Parad. IX ALESSANDRO Il papa Alessandro III, in lotta con Federico Barbarossa, nella lotta per le investiture. Inf. XIII ALESSANDRO IL GRANDE Enrico VII, che aveva fatto calpestare dai suoi militari, il suolo turbolento di Lombardia, rivoltatasi a immagine di Brescia ALESSIO INTERMINEI Personificazione dell'adulazione guelfa ALETTO Megera e Tisifone, personificanti l'orgoglio, l'invidia e l'avarizia, nelle mura di Firenze-Dite. ALI Mezzo di progresso; propulsore delle idee o dell'influenza buona o cattiva, secondo la natura celeste o infernale del soggetto, vale a dire a seconda che si tratti di uno spirito settario od ortodosso. ALÌ Il genero di Roberto II re di Napoli o suo figlio, il principe Giovanni, ucciso dal conte Neri di Pisa. Inf. XXVIII ALICHINO Il priore fiorentino Medico Aliotti. Inf. XXI ALTRI Sigla segreta, parola combinata per offrire ai suoi iniziati, le prime lettere di Arrigo Lucemburg, Templaro Romano Imperatore. 8

7 ALTRUI Nell'ortografiante, secondo la scrittura del tempo, ALTRVI, si ritrovano le stesse iniziali di ALTRI, con l'aggiunta di RE VI al nome. Altri, altrui e tal, si ritrovano ognora nella Commedia, con l'identico significato AMATA L'Italia, patria amata. Pg. XVII AMORE Chi non ama, non conosce Dio, dice San Giovanni (ep. I, ch. IV, v. 8) perché Dio è amore. Essendo l'amore, con la potenza e la saggezza, una delle tre forme sotto le quali la divinità è accessibile alla comprensione umana, diveniva così, principio di religione in antagonismo con il cattolicesimo persecutore, considerato come una religione d'odio. Le parole dello stesso apostolo, suggeriscono ai settari l'idea di opporre il principio della vita a quello della morte, i figli del Diavolo ai figli di Dio, lo spirito del mondo e i suoi principi, allo spirito del cielo e i suoi angeli, ecc... ANFIARAO Leopoldo d'austria che, con il pretesto di un'aria malsana, portò via le truppe che aveva condotto con sé all'assedio di Brescia, e abbandonò la causa di Enrico di Lussemburgo. Inf. XXII ANFIONE Enrico VII all'assedio di Brescia. Inf. XXXII ANGELI I dignitari della chiesa dissidente, chiamata dagli albigesi e dai templari, eccellentissima e pura o perfetta, vale a dire catara. I figli di Dio, in opposizione ai figli del Diavoli, princeps mundi. ANGELI RIBELLI Gli alti dignitari della chiesa cattolica romana. - I cardinali, principes terrae ANTEO Il municipio di Bologna, Guelfo dai suoi membri, Ghibellino affiliato alla setta per via del suo capo. Inf. XXX APOCALISSE Personificata in San Giovanni, nell'aquila e in Santa Lucia. APOLLO Il sole, l'astro della ragione, della luce, della verità AQUILA Simbolo dell'impero e di San Giovanni, patrono dei templari; così la stessa figura per i due principi alleati egualmente ostili alla chiesa romana AQUILONE Vento del nord che soffia via l'ignoranza e le tenebre della superstizione; simbolo della guerra dei barbari condotti da Guido di Monforte e i suoi legati romani 9

8 ARACNE Roma nell'atto di tessere le vesti pontificali a imitazione di quelle dei pagani e che ordisce trame tenebrose in opposizione alla Minerva gnostica, la dea ragione. Inf. XVII, Pg. XII ARCA Tomba di pietra in cui si seppellivano i settari obbligati a dissimulare la loro fede; da qui il cognome di Petrae-arca, Petrarca, il cui cognome di famiglia era Petracco ARCO Arma dell'amore, per la bocca, che ne offre la forma e di cui la lingua è il dardo ch'essa scocca, attraverso la parola a doppio e a triplo senso, triplice saetta ARCO VI Contrazione del nome di Arrigo (Arrico), Enrico di Lussemburgo, il settimo con questo nome, ma solo il sesto come imperatore. Inf. XXI, Pg. XIX ARGENTI (FILIPPO) Personificazione dello spirito fiorentino, degli uomini d'affari del suo tempo ARGO Figura dell'inquisizione, che sorveglia Io o l'iside settaria ARGO (LA NAVE) Contrazione di Arrigo, Enrico VII e per conseguenza, simbolo del vascello dell'impero, in opposizione alla barca di San Pietro ARGONAUTI I Ghibellini settari saliti sul vascello dell'imperatore alla conquista del vello d'oro, altrimenti detti armati, per strappare al pontefice romano il suo doppio potere, fonte di immense ricchezze e della sua influenza sul mondo cattolico ARIANNA La chiesa cattolica, sorella di Pasifae, figura della corte di Roma, che genera il Minotauro, metà uomo e metà bestia ARIETE Segno celeste che inaugura l'equinozio di primavera epoca delle iniziazioni. Bianco montone senza macchia, in opposizione con il capro nero e fetido, o capricorno, figurazione degli ultraguelfi fiorentini chiamati neri ARNALDO DANIELLO Rappresentante il linguaggio mistico, clus, o car nei romanzi e nei componimenti in versi dei trovatori ARPIE Gli ordini monastici. inf. XIII Nell'Orlando Furioso, canto XX- XIII, Astolfo, rappresentante della chiesa d'inghilterra come Zerbino, l'amante d'isabella, principessa di Galizia, questo paese caro ai pellegrini albigesi, è il rappresentante dello scozzismo, abbandonato alle persecu- 10

9 zioni delle arpie, con l'aiuto del suo corno incantato, simbolo della predicazione dalla parola potente, un principe d'oriente, chiamato il senape, altrimenti detto senatore-papa, o imperatore pontificio. Questo monarca ha per scettro la croce, in loco tien di scettro la croce; i suoi sudditi sono battezzati non con l'acqua, ma col fuoco, come Guinizelli e Dante al battesimo usano il fuoco, Il suo nome è prete Gianni. Ora, questo re pontificio, su cui si sono raccontate tante assurdità, cercandolo un po' dappertutto, non è altro che il Khan dei Tartari, questo gran maestro del grande oriente che tormentava molto i predicatori dei diversi ordini, soprattutto i domenicani, impedendo di distribuire il pan degli angeli e di nutrirsene egli stesso, senza esporsi a mille soprusi. ARTE Tutto l'insieme dei mezzi adoperati per il trionfo della fede dissidente, la restaurazione dell'impero universale e la rovina della chiesa cattolica ARTE D'AMORE O gaia scienza, gaio sapere. La poetica dei trovatori della lingua d'oc, consistente nel velare i pensieri sotto immagini e a dare alle parole un'accezione differente dal senso usuale, ciò che si chiama parler clus, car, couvert, onesto, cortese ARTÙ (RE) Personificazione dell'impero universale nel romanzo del santo graal, vale a dire della coppa del santo tempio ARUNTE (L'AUGURE) Uno dei membri della famiglia dei Malaspina, alleata dei Fieschi di Genova che possedeva più castelli nelle vicinanze di Carrara e sulle pendici della Lunigiana. Inf. XX ASSUERO Monarca universale che recupera il suo potere usurpato da un ministro prevaricatore. Pg. XVII ASTRI Sfere simboliche raffiguranti i diversi gradi dell'iniziazione settaria e, a questo titolo, legate a ciascuna delle branche delle conoscenze umane, insegnate al di fuori delle scuole ortodosse ATAMANTE Personificazione dei furori di Brescia, rivoltatasi contro Enrico VII. Inf. XXX ATENE Città del sapere e della filosofia, in opposizione a Roma, città dell'ignoranza e dell'autorità. L'Atene celeste doveva, secondo l'ottica di Dante, veder filosofare d'accordo i dotti di tutte le scuole. Convivio 11

10 ÀUGURI I propagatori di cattive novelle, che gettano lo scoramento nei ranghi di Enrico VII. Inf. XX AURORA Ce ne sono due: una, la chiesa romana, concubina già sull'età del veglio dell'ida; le sue rose appassite, sono i fiori rossi dei fiorentini e i suoi gigli gialli, i gigli francesi. Pg. II. L'altra, l'amante di Cefalo (testa) del capo, del gran maestro venuto dall'oriente, è la chiesa settaria, bianca e civettuola, mostrandosi, ornata di perle al soglio d'oriente, ma affettante esteriorità ortodosse, per mezzo di un diadema a forma di scorpione dal doppio dardo che lancia il suo veleno mortale con la coda. Pg. IX AVARIZIA Appannaggio esclusivo di Roma, in opposizione alla liberalità, larghezza, spartiacque dell'animo nobile o iniziato settario. Convivio. IV. Il gigante Erifile dell'ariosto, cavalcante un lupo nei giardini della vecchia maga, mostrando nei suoi vestimenti il colore ch'i vescovi e prelati usano in corte, simboleggia il non ingannarsi sull'avarizia della corte di Roma 12

11 B BABILONIA Roma, ricettacolo di tutte le corruzioni BARATTIERI I funzionari prevaricatori e, più particolarmente, i Neri fiorentini. Inf. XXI BARBARICCIA Il gonfaloniere di giustizia, Jacopo Ricci, chiamato familiarmente il barba o il padre Ricci. ivi BEATRICE La parola-pensiero di Dante, la sua fede settaria, il suo animo e il suo spirito personificato. Ennoia che riunisce sotto questo nome-epiteto gli attributi della ragione, della verità e della libertà. La stessa, sotto i nomi diversi di Laura, Lucia, Fiammetta, della stella d'oriente o di Siria del fiore o della rosa per eccellenza, con tutti gli epiteti che poteva ispirare l'enfasi mistica ai fedeli d'amore. Conformemente alla formula rituali dei massoni, io ho pianto e riso, Beatrice piange nell'inferno e nel Purgatorio, mentre è raggiante di gioia nel Paradiso, dove il suo riso non cessa di farla risplendere. BELZEBÙ Il pontefice romano BENE Tutto ciò che deriva all'uno o dall'altro (Beatrice ed Enrico) BENE (SUPREMO, SOMMO BENE) Dio, dal punto di vista settario, ogni bontà, ogni giustizia, ogni amore e l'imperatore, suo rappresentante sula terra, Ben dà Beatrice ed Enrico (B. E.N) BERTRAND DE BORN Rappresentante del linguaggio politico presso i trovatori provenzali. BIANCHI Fazione nel giusto mezzo in Firenze, tendente alla riconciliazione di quelli che, tra i Guelfi e i Ghibellini, erano d'accordo per desiderare una riforma religiosa e che avevano per avversario la fazione ultraguelfa dei Neri, che non aderivano se non al partito del papa armato della doppia potenza spirituale e temporale BICE Nome misterioso che sembrerebbe essere una contrazione di Beatrice, ma che, in realtà, dando le iniziali di Beatrice, di Gesù Cristo e di En- 13

12 rico, o B.I.C.E. Riassume la fede politica e religiosa di Dante. BONAGIUNTA (di Lucca) rappresentante dell'antico linguaggio erotico in Italia.Pg. XXIV BONIFAZIO VIII Dannato a prescindere Inf. XIX come simoniaco, nel canto XXVII come profanatore, nel XX del Purgatorio come in orrore a tutta la cristianità, in questo verso a doppio senso: che ciascun suo nemico era cristiano, ogni cristiano era suo nemico, segnalato infine come morto in mezzo a ladroni perché, trasportato in Roma, dopo l'attentato di Anagni, esalò l'ultimo sospiro attorniato dai cardinali, vivi ladroni dice l'ottimo commento. BRIAREO Filippo il Bello. Designato insieme come legato e delegato dalla parola legato, il che sembrerebbe indicare che avrebbe ottenuto questo titolo da Clemente V per non essere in resta con Roberto II, investito di queste funzioni in Sicilia. Là si troverebbe la spiegazione della maniera sbrigativa con cui procedette questo principe al riguardo dei templari, senza consultare il papa che per la forma. Inf. XXXI. Pg. XXXII BRUTI I cattolici, per il fatto che fanno abnegazione del loro intelletto per sottomettersi all'autorità BRUTO Il partito dei neri fiorentini come complici dell'avvelenamento dell'imperatore Enrico VII. Inf. XXXIV 14

13 C CACO Il principe Giovanni di Napoli, figlio di Roberto II d'angiò, che aveva, come i Guelfi, dell'uomo e del bruto. Inf. XXV CAIFA Clemente V, designato sotto questo nome per aver esitato nella morte del giusto, rendendosi complice dell'avvelenamento di Enrico VII. Inf. XXIII CAINO Tipo di pontefici assassini dei loro fratelli, da cui il nome di Caina, dato all'antro di Lucifero, personificazione della papità CALCHAS ED EURIFILE I due fratelli Antonio e Bassano Fislaga CALISTO Figlia di Licaone, cambiato in lupo, ella stessa cambiata in orsa, simboleggiante la chiesa romana. Pg. XXV CALORE La benigna influenza della dottrina albigese e del governo imperiale universale CAN MASTINO Nome dato a due membri della famiglia Della Scala a Verona, in qualità di capi della setta in Lombardia, con l'allusione al gran Khan dei tartari; gli eretici erano designati sotto il nome di tartarini. Da lì i paladini tartari dell'ariosto e il famoso prete Gianni, della gran Tartaria, o il patron del grande oriente. Da lì il veltro, destinato a dare la caccia alla lupa CANA (Nozze di) banchetto dell'amore, da cui sono esclusi i Guelfi, ciechi privi della luce del sol della ragione che vanno a cercare indulgenze a Roma. Pg. XXII CANE, CANI Bruti arcigni che si gettano sul debole e il povero; espressione di disprezzo impiegata per designare i membri della chiesa ortodossa. L'epiteto di cani è quasi sempre da intendersi nel senso pagano o miscredente; non è fatta eccezione che per il veltro che dà la caccia ai lupi nemici della truppa settaria CAPANEO Tebaldo Brissato, creato principe da Enrico VII, di cui aveva dapprima abbracciato il partito, fece in seguito rivoltare Brescia. Da al- 15

14 lora questa città divenne un'altra Tebe in rivolta contro il Giove imperiale, il dio dei Ghibellini, il loro Messia CAPOCCHIO Personificazione dei felloni che falsificarono i loro giuramenti all'impero e alla setta, designati sotto il nome di Alchimisti, per aver cambiato l'oro in piombo CAPRE I neri fiorentini CAPRICORNO Il capro, nero e fetido, simboleggiante il partito dei neri, in opposizione al montone, bianco e senza macchia CARLO MAGNO Tipo di monarca universale nei romanzi di questo ciclo, composti originariamente nei paesi in lingua d'oc o limosini come l'aragona, la Catalogna e la Galizia. La famosa cronaca dello pseudo-turpino era molto probabilmente originaria di questi ultimi paesi. Questa figura di Carlo Magno, pareva più spesso ricalcata sugli imperatori di Germania, non agendo da se stessi e comandando senza essere obbediti CARONTE Vecchio bianco. Molto probabilmente Vieri dei Cerchi, il vecchio bianco arcigno che, tutto grondante, fa attraversare il Rubicone o l'acheronte, che simboleggia il lasciare definitivamente la bandiera Guelfa per quella dei Ghibellini. Inf. III CARRO (costellazione del) Tanto il soglio pontificio, quanto il carro imperiale, basterna, carroccio, carro CASSIO Filippo il bello, come complice dell'avvelenamento dell'imperatore Enrico VII CASTRUCCIO CASTRACANI Annunciato sotto il titolo di iniziato o di dama liberata ai pregiudizi ortodossi, che non porta benda, come il vendicatore predestinato delle ingiurie di Dante sui fiorentini, di cui umilierà crudelmente l'orgoglio. Pg. XXIV CATONE DI UTICA Figura simbolica di un misticismo molto complicato, la cui combinazione è spiegata nel dettaglio da Dante, nel Convivio e rappresentante il dio d'amore sotto l'aspetto del famoso baphometus dei templari. Pg. I, II CAVALIERI Dignitari dell'ordine occulto, figuranti nei romanzi di diversi cicli sotto i nomi di cavalieri del sole, dell'aquila bianca e nera, del cigno, dei rosacroce del tempio o templari ecc... titoli ancora usitati nella 16

15 massoneria CENTAURI Personificazione guelfa, partecipe della natura dell'uomo e del bruto CERBERO Lo spirito persecutore dei Guelfi, risiedente più specialmente nelle tre teste, Tebaldo Brissato, Corso donati e Cante Gabrieli, come anche nei tre ordini religiosi incaricati volta per volta o contemporaneamente, del ministero dell'inquisizione, ovvero i benedettini, i francescani e i domenicani. CHIAVE Parola che apre lo spirito alla comprensione con l'aiuto dell'allegoria, chiamata verità mista, perché la verità vi si mescolava all'errore, come il nero al bianco nei pavimenti musivi del tempio. Si chiamava chiave d'argento quella che spiegava l'allegoria non facendone fuoriuscire che in parte il senso politico o mistico; quella che manifestava la verità pure era la chiave d'oro; il tutto in opposizione alle chiavi di San Pietro. CHIRONE Il papa Innocenzo III a cui Enrico Vi aveva raccomandato, morendo, suo figlio di quattro anni e che questo pontefice fece eleggere sotto la sua tutela coprendolo del suo potente patronato contro i suoi avversari; ma Innocenzo aveva proclamato la crociata contro gli albigesi e scomunicato l'achille della setta. Inf. XXII, Pg. IX CIECHI Coloro che seguono le leggi della chiesa. Pg. XIII CIRCE La chiesa romana che cambia gli uomini in bruti COCITO Fiume formato dalle lacrime che fa versare a fiotti nel mondo, il governo teocratico, rappresentato sotto forma di un vegliardo dalla testa dorata e i piedi d'argilla. COLCHIDE Roma, il cui sovrano possedeva il vello d'oro che gli argonauti della setta cercavano di strappargli COLOMBA Figura dello spirito d'amore, dell'intelligenza settaria COLORI Ciascun colore aveva il suo significato simbolico; era lo stesso per i fiori, i metalli e diverse altre sostanze, cose che costituivano l'alchimia. CORTESIA Parola derivata da corte, comprendente tutto ciò che, negli atti, pensieri e linguaggio, si ricollegava alle opinioni imperialiste e set- 17

16 tarie, equivalenti alla nobiltà, in opposizione alla villania, grossolanità, ignobiltà della maniera di pensare di parlare ed agire, appannaggio dei Guelfi Ortodossi. Convivio CRASSO Allusione ai pontefici che si abbeverano del sangue, mostrandosi sempre più alterati CRETA (CRETI) Per Creta, nella Commedia, e nel quarto trattato del Convivio, probabilmente con l'intenzione di designare il capo della chiesa romana come il capo degli eretici; offrendo Creti, una contrazione rovesciata di retici. CRISTIANI I fedeli d'amore o coloro che seguivano la dottrina albigese, in opposizione ai cattolici CRISTO L'unto dal signore, il messia, il redentore sperato dell'italia, l'imperatore che doveva sottrarre al pontefice romano i due poteri temporale e spirituale e ristabilire la monarchia universale CURIONE Maschera destinata a ricordare il ruolo giocato da Dante nei confronti di Enrico VII, che invitò a marciare su Firenze, citandogli l'esempio di Cesare nell'atto di passare il Rubicone. Inf. XXVIII vedere la sua lettera a questo principe 18

17 D DAME Le iniziate al templarismo albigese che, per mezzo di uno sdoppiamento mistico dell'anima e del corpo, erano ritenute aver due sessi, uomini in quanto corpo e forma materiale, donne in quanto ad intelligenza e pensiero libero dai legami della materia DAME FIORENTINE Le templari apostate che furono le prime a deporre contro l'ordine, nell'inchiesta aperta a Firenze. Pg. XXIII DAMIETTA Città d'egitto, per l'oriente, da cui derivava l'albigesismo con la gnosi e il neoplatonismo alessandrino. DAVIDE Alzato trescando. Tipo di pontefici eletti dagli artefici del linguaggio, della scaltrezza e dell'intrigo, che significa tresca, nello stesso tempo che danza. Pg. X DEIANIRA (tunica di) camuffamento ortodosso imbevuto di veleno eretico, destinato a vendicare la setta albigese dai suoi boia DEIDAMIA La setta albigese, vedova di Federico II, suo Achille DIANA Delia, la luna, la tripla Ecate. Figura della papità dalla triplice corona, mobile come essa, regnante come essa nelle tenebre, astro dell'errore, dai raggi senza calore, in opposizione al sole della ragione che illumina, riscalda, vivifica quelli che l'influenza contraria ha ghiacciato del freddo della morte. DIDONE Tipo di chiesa, infedele al Cristo suo sposo come la regina di Cartagine alla memoria di Sicheo. DIOMEDE Enrico VII che si ferisce alla mano, nella sua potenza temporale, il papato, questa Venere terrestre, questa pandemia, di cui la lupa è il simbolo, il compagno di Ulisse-Dante per strappare a Roma il suo palladio. Inf. XXVI DIONIGI (FALSO AEROPAGITA) Il suo libro, ispirato dal misticismo neoplatonico opposto ironicamente alla classificazione degli angeli secondo San Gregorio 19

18 DIONIGI (TIRANNO DI SIRACUSA) Carlo d'angiò, la cui tirannia causò i vespri siciliani. Inf. XII DITE Firenze abitata dalle furie e dominata dai neri. Inf. XI DOMIZIANO Innocenzo III che promuove la crociata contro gli albigesi. Pg. XXII DONNEARE Nella lingua d'oc, domnejar, agire da iniziato, da fedele d'amore, da maestro di gaia scienza, i sapienti vi diranno che queste parole significano solo corteggiare le dame, fare il galante, pavoneggiarsi; nel senso diretto sì, ma all'inverso? DRAGHIGNAZZO Betto Brunelleschi, uno dei sindaci dei neri fiorentini, che si scaglia come dragone contro i suoi antichi fratelli. Inf. XXI DRAGONE (dell'apocalisse) l'ambizione insaziabile dei pontefici che fa del santo soglio la botte delle danaidi Pg. XXXII DRITTA Lato di destra, della rettitudine, della verità, della ragione. 20

19 E EACO Federico Barbarossa che, a dispetto della peste di Egina o dell'influenza cattolica, risollevò le speranze dei settari e li aiutò a riparare alle loro perdite, al punto da vedersi in più gran numero di prima. Convivio IV, Inf. XXIX EBREI Tanto i fedeli d'amore, come popolo eletto, che i cattolici come popolo maledetto per aver versato il sangue del Messia. ECUBA La setta ridotta alla disperazione dalla triste fine della chiesa albigese, o Polissena, sgozzata nel tempio e, per mezzo del supplizio dei templari, l'innocente Polidoro. Inf. XXX EFIALTO (il gigante) Roberto II, re di Napoli, alleato di Clemente V e di Filippo il Bello-Briareo. Inf. XXX. Principe poco guerriero e, per questo motivo, soprannominato la regina Berta, rappresentato, con l'aiuto della parola legato, insieme come incapace di muoversi senza l'assenso del santo soglio pontificio e, come suo legato, i re di Puglia, ne esercitano le funzioni in Sicilia EGITTO Roma, paese barbaro, in cui la ragione è schiava dell'autorità ELICE O Calisto cambiata in orsa. Simbolo del papato che si prostituisce al paganesimo, personificato in Giove. Costellazione del Nord il cui freddo glaciale intorpidisce l'intelligenza. Pg. XXV ELIODORO Clemente V che consegna il tempio a Filippo il Bello, come il pontefice giudeo a Seleuco. Pg. XX ELITROPIA Pietra fantastica analoga alla pietra filosofale e al castone dell'anello di Angelica, simbolo della ragione parlata nel linguaggio settario che la rendeva invisibile ai profani. Inf. XXIV ELSA Fiume di Toscana, la cui virtù pietrificante è comparata al cattolicesimo. Pg. XXXIII ENEA Rappresentante del diritto dei romani all'impero universale come erede dei troiani. 21

20 EPICUREI Nome filosofico sotto cui erano designati i guelfi affiliati alla setta albigese ERIFILE Sposa venale, che prende Anfiarao per una collana, come la chiesa traffica col sangue dello sposo. Pg. XXII. Quella dell'ariosto cavalca un lupo sul quale si pavoneggia vestita di porpora, come un cardinale. ERISITONE Punito con una fame divorante per aver violato i misteri di Cerere, personifica l'indiscrezione presso gli adepti della setta. Pg. XXIII ERITONE La setta albigese che richiama alla via dell'amore i morti cattolici. Inf. IX ERMAFRODITISMO Simbolo mistico esprimente la riunione e lo sdoppiamento della materia e dello spirito, del corpo e dell'intelligenza, presso gli iniziati ai misteri della setta albigese. Pg. XXVI. Stesso simbolo presso i Germani. ERODE Il pontefice romano che ordina il massacro degli innocenti ESTATE Tempo in cui trionfa l'influenza settaria, tutta luce e calore ESTHER La chiesa settaria, sposa del monarca universale, come Assuero, lo spinge a riprendersi il suo potere usurpato dalla mercé pontificia Pg. XVII EUNOÈ Corso d'acqua viva, simboleggiante la pura dottrina della chiesa albigese. Vi si beveva l'amore. È lì la sorgente a cui venivano ad abbeverarsi tante dame e cavalieri, Gli Orlandi, i Rinaldi e la bella Angelica. Vedi Leté EVA La chiesa settaria, in Firenze, che si lascia sedurre dal serpente pontificio, consegnandogli il frutto difeso nel segreto del linguaggio occulto; accelerando, da allora, la disgrazia di Dante, che si designa come il pastore della chiesa nuova, sposo di questa Eva che, testé formata, non volle conservare i veli che la coprivano e, rivelando tutti i suoi segreti non sofferse di star sotto alcun velo, agì come queste dame fiorentine, che mostrano senza arrossire, colle poppe il petto. Vedere questa parola. Pg. VIII, XII, XXIV, XXVIII, XXX, XXXII 22

21 F FALARIDE Bonifazio VIII, le cui parole ebbre, hanno valso all'anima di Guido di Montefeltro di essere rivestita di un viluppo di fiamme nell'inferno. Inf. XXVII FALSARI Quelli che spergiurarono sulla propria fede, sui loro giuramenti alla setta albigese o all'ordine del tempio, comparati ai falsificatori di moneta, agli alchimisti FARINATA DEGLI UBERTI Personificazione eroica del Ghibellino non affiliato alla setta e non agente che per un interesse politico. Inf. VI, X FARISEI I dottori della chiesa ortodossa FEDE (NOSTRA) Quella degli albigesi e dei templari FEDE, SPERANZA E CARITÀ Le tre virtù dogmatiche dei settari che le avevano in grande stima e che le intendevano necessariamente alla loro maniera. Il loro amore non era che carità, ma si è preferito vedere in loro degli innamorati timorosi e riservati, aspiranti ad una perfezione inumana e incomparabile, fino ad ottant'anni e più. Lo si è creduto quia absurdum FEDRA La chiesa romana, sposa infedele che calunnia i suoi figli innocenti per farli mettere a morte FELTRO Parola impiegata in modo da essere intesa nello stesso senso di città e di montagna, come di feltro, nel significato di drappo o drapperia. Inf. I FENICE Simbolo dell'iniziato che passa dalla morte cattolica alla vita albigese per via della palingenesi settaria. FETONTE Il papato incapace di dare la luce al mondo e sorvegliante il carro del sole-ragione. Pg. IV, XXIX FIESOLE (bruti di) i fiorentini ortodossi partigiani del santo soglio FLEGETONTE Simbolo del fanatismo Guelfo e delle predicazioni furibonde dei monaci benedettini e domenicani che percorrono i paesi della lin- 23

22 gua d'oc per convertirvi gli eretici FLEGIÀS Carlo di Valois che mise a fuoco Firenze e vi causò la rovina del tempio del sole-ragione, vale a dire, quella della chiesa settaria che Dante era pervenuto a fondarvi e che, come Eva, si lasciò sedurre dalle promesse di un serpente. Inf. VIII FORTEZZA Una delle quattro virtù cardinali costituenti la nobiltà presso gli iniziati settari. Convivio IV FORTUNA La potenza mobile e capricciosa dei papi, che faceva passare a loro piacimento, le corone, i beni, le grandezze, di razza in razza, di popolo in popolo, di famiglia in famiglia, amministrandola giustizia a caso, spingendo capricciosamente il corso della rota, come la dea cieca fa girare la sua ruota, rota in latino. Inf. VII FRANCESCA (da Rimini e il suo amante) figura femminile simboleggiante l'ermafroditismo mistico dei fedeli d'amore, costretti a lasciarsi trascinare sotto la condotta della prostituta di Babilonia, alla burrasca infernale scatenata da Lucifero che dimora nella Caina, come assassino dei suoi fratelli. Sventurati ridotti a fare professione di apostasia per debolezza di coraggio in vista di interessi materiali, peccatori carnali. Inf. V FRATELLO Frate, nel senso di membro dell'ordine della stessa confraternita religiosa, titolo con cui ci si saluta nelle società segrete FREDDO L'influenza stupefacente, mortale del cattolicesimo FUMO L'atmosfera nella quale sono costretti a vivere quelli che la loro fede lasciò esposti al corruccio pontificio, atmosfera amara e macchiata di sangue. Pg. XVII. Vedi nell'orlando Furioso, l'episodio di Lidia, capitolo XXXIV FURIE L'orgoglio, l'invidia e l'avarizia la cui influenza dominava in Firenze e faceva di questa città di banchieri, l'alleata costante della corte di Roma. 24

L AUTORE. Nato Firenze il 29 Maggio 1265. Ravenna il 26 Settembre 1326, per un attacco di malaria a 56 anni

L AUTORE. Nato Firenze il 29 Maggio 1265. Ravenna il 26 Settembre 1326, per un attacco di malaria a 56 anni L AUTORE Nome Dante Alighieri Nationalità Italiano Nato Firenze il 29 Maggio 1265 Morto Lavoro Bibliografia Ravenna il 26 Settembre 1326, per un attacco di malaria a 56 anni Viene chiamato Il padre della

Dettagli

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006

OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 OMELIA MESSA DEL GIORNO DI NATALE 2006 I. Vieni Signore Gesù!. Così la chiesa ha ripetuto spesso nella preghiera di Avvento. Così la chiesa, le nostre comunità, ciascuno di noi ha predisposto il cuore

Dettagli

Monica nacque a Tagaste nell odierna Algeria del nord, nell anno 331, da genitori cristiani, ma che non erano eccessivamente preoccupati di dare una

Monica nacque a Tagaste nell odierna Algeria del nord, nell anno 331, da genitori cristiani, ma che non erano eccessivamente preoccupati di dare una Monica nacque a Tagaste nell odierna Algeria del nord, nell anno 331, da genitori cristiani, ma che non erano eccessivamente preoccupati di dare una seria educazione cristiana ai figli. Agostino fu educato

Dettagli

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013

Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Da Sua Santità Papa Tawadros Secondo Messaggio Natalizio 2013 Amati figli, mi congratulo con voi per la Festa della gloriosa Natività... Siano con voi le benedizioni del Nascituro della mangiatoia santa,

Dettagli

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA

PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA PROFEZIE SU BENEDETTO XVI E SUL PROSSIMO PAPA Cari figli, la strada sarà breve per colui che verrà con il desiderio di fare un lungo cammino. Sappiate, voi tutti, che il fuoco si diffonderà in varie nazioni,

Dettagli

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corìnzi Fratelli, il calice della benedizione che noi benediciamo, non è forse Dt 8, 2-3. 14-16 Dal libro del Deuteronòmio Mosè parlò al popolo dicendo: «Ricòrdati di tutto il cammino che il Signore, tuo Dio, ti ha fatto percorrere in questi quarant'anni nel deserto, per umiliarti

Dettagli

La croce SATANICA. Dozulé. a cura del sac. dott. Luigi Villa. Questa Croce apparve in Francia, a Dozulé, tra il 1972 e il 1978.

La croce SATANICA. Dozulé. a cura del sac. dott. Luigi Villa. Questa Croce apparve in Francia, a Dozulé, tra il 1972 e il 1978. La croce SATANICA Dozulé di a cura del sac. dott. Luigi Villa Questa Croce apparve in Francia, a Dozulé, tra il 1972 e il 1978. Il Vescovo del luogo, Mons. Badré di Bayeux-Liseux, dopo aver fatto esaminare

Dettagli

La Divina Commedia (a cura di Benedetta P., 2C)

La Divina Commedia (a cura di Benedetta P., 2C) La Divina Commedia (a cura di Benedetta P., 2C) La Divina Commedia è un poema scritto da Dante Alighieri e narra di un viaggio immaginario, compiuto dal poeta in nome dell intera umanità, avvenuto durante

Dettagli

Sguardi sull invisibile

Sguardi sull invisibile CATERINA PICCINI DA PONTE Sguardi sull invisibile Icone e incisioni presentazione del Patriarca Emerito card. Marco Cè meditazioni sulle icone di Giorgio Maschio fotografie di Francesco Barasciutti Marcianum

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà

Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Tipologia Obiettivi Linguaggio suggerito Setting Veglia di preghiera: Riconciliati da Dio, sulla strada della libertà Una celebrazione

Dettagli

Apparizione della Madonna (non c è data)

Apparizione della Madonna (non c è data) Apparizione della Madonna (non c è data) Si tratta di un messaggio preoccupante. Le tenebre di Satana stanno oscurando il mondo e la Chiesa. C è un riferimento a quanto la Madonna disse a Fatima. L Italia

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

La Riforma protestante

La Riforma protestante La Riforma protestante Alla fine del XV secolo la Chiesa attraversava una nuova crisi a causa delle corruzione e della decadenza dei costumi ecclesiastici. Gli studiosi umanisti avviarono uno studio critico

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

L AGNELLO E I SETTENARI DEI SIGILLI E DELLE TROMBE

L AGNELLO E I SETTENARI DEI SIGILLI E DELLE TROMBE Parrocchia Maria Ss. Assunta - LIBRO DELL APOCALISSE L AGNELLO E I SETTENARI DEI SIGILLI E DELLE TROMBE (cc 4-11) 1 Schema di Ap. 1-16 1 16 1. Prologo (cap. 1): Introduzione: intento: rivelazione contenuto:

Dettagli

INDICE DEI TEMI. Domanda

INDICE DEI TEMI. Domanda INDICE DEI TEMI Domanda La chiave per comprendere il linguaggio dell Apocalisse 1 «Colui che è, che era e che viene» 2 «Il testimone fedele» e «il primogenito dei morti» 2 «Le sette chiese d Asia» 3 Perché

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi

vivo noi tra VERSIONE MISTA strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti Digitali integrativi Gruppo Scuola Nuova Percorsi facilitati per lo sviluppo e la valutazione della competenza religiosa è vivo tra noi strumenti per una didattica inclusiva Scarica gratis il libro digitale con i Contenuti

Dettagli

Carlo Magno e il Sacro Romano Impero

Carlo Magno e il Sacro Romano Impero Leggo il testo e faccio gli esercizi. Non importa se non capisco tutto subito, posso ritornare tante volte sul testo. unità Carlo Magno e il Sacro Romano Impero 5.1 II popolo dei Franchi crea uri grande

Dettagli

Le Sezioni della Bibbia L Apocalisse

Le Sezioni della Bibbia L Apocalisse Le Sezioni della Bibbia L Apocalisse Contiene tre tipi di letteratura: Apocalisse: «Rivelazione (αποκαλυψις) di Gesù Cristo, che Dio gli diede per mostrare ai suoi servi le cose che devono avvenire tra

Dettagli

www.parrocchiadellaguardia.it Parrocchia Santa Maria della Guardia Ordine Frati Minori Catania

www.parrocchiadellaguardia.it Parrocchia Santa Maria della Guardia Ordine Frati Minori Catania www.parrocchiadellaguardia.it Parrocchia Santa Maria della Guardia Ordine Frati Minori Catania IL PECCATO LA CADUTA e L ORIGINE DUE SPECIE DI PECCATO IL PECCATO ATTUALE IL PECCATO ORIGINALE Il peccato

Dettagli

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO

PREGHIERA DI SAN GIROLAMO SUPPLICA A SAN GIROLAMO P. Nel nome del Padre. Amen. P. Rivolgiamoci al Signore Gesù con la preghiera di san Girolamo, per ottenere la conversione del cuore, fonte di riconciliazione e di pace con Dio

Dettagli

RITO DELLA MESSA. Dio onnipotente abbia misericordia di noi, perdoni i nostri peccati e ci conduca alla vita eterna. Amen.

RITO DELLA MESSA. Dio onnipotente abbia misericordia di noi, perdoni i nostri peccati e ci conduca alla vita eterna. Amen. RITO DELLA MESSA RITI DI INTRODUZIONE Nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo. La grazia del Signore nostro Gesù Cristo, l'amore di Dio Padre e la comunione dello Spirito Santo sia con tutti

Dettagli

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.)

(Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) 23 febbraio 2014 penultima dopo l Epifania h. 18.00-11.30 (Messa vigiliare del sabato: la voce guida prima che l organo introduca con solennità l ingresso della processione.) Celebriamo la Messa vigiliare

Dettagli

Dante Alighieri, Oltre la sfera che più larga gira

Dante Alighieri, Oltre la sfera che più larga gira Dante Alighieri, Oltre la sfera che più larga gira Analisi della poesia Il testo e la parafrasi La prima strofa verso 1 Oltre la sfera che gira più larga Dante concepisce la Terra immobile al centro dell'universo.

Dettagli

Il Basso Medioevo. A cura del prof. Marco Migliardi

Il Basso Medioevo. A cura del prof. Marco Migliardi Il Basso Medioevo A cura del prof. Marco Migliardi Introduzione Il drammatico scontro per il diritto di nomina dei vescovi (le investiture) che oppone Papato e Impero è in realtà solo un aspetto del più

Dettagli

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la

La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la La parola ROSARIO deriva dalla lingua latina e significa GIARDINO DI ROSE o MAZZO DI ROSE. Quando noi recitiamo il Rosario, rivolgiamo a Maria, la mamma di Gesù, tante preghiere; ogni preghiera ricorda

Dettagli

CHE COS È L INDULGENZA?

CHE COS È L INDULGENZA? CHE COS È L INDULGENZA? La dottrina dell'indulgenza è un aspetto della fede cristiana, affermato dalla Chiesa cattolica, che si riferisce alla possibilità di cancellare una parte ben precisa delle conseguenze

Dettagli

LE SETTE PAROLE DELL AMORE

LE SETTE PAROLE DELL AMORE LE SETTE PAROLE DELL AMORE Le sette parole di Gesù in croce sono le parole ultime, quelle che restano, che ci dicono chi è Lui e quindi chi siamo noi. Le parole dell Amore ultimo ci trovano lì dove siamo

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

Dante Alighieri. Classi seconde. Scuola secondaria Galileo Galilei

Dante Alighieri. Classi seconde. Scuola secondaria Galileo Galilei Dante Alighieri Classi seconde Scuola secondaria Galileo Galilei Dante Alighieri La vita Dante Alighieri nasce a Firenze nel 1265 in questa casa La famiglia appartiene alla piccola nobiltà cittadina La

Dettagli

Il solo male che in questa terra possa

Il solo male che in questa terra possa Vincere la passione e fuggire le occasioni Il solo male che in questa terra possa veramente meritare questo nome è il peccato. Se potessimo vedere lo stato di un anima in peccato, sarebbe impossibile per

Dettagli

RITI DI ACCOGLIENZA. Che nome date al vostro bambino?

RITI DI ACCOGLIENZA. Che nome date al vostro bambino? RITI DI ACCOGLIENZA DIALOGO CON I GENITORI E I PADRINI Celebrante: Genitori:... Che nome date al vostro bambino? Celebrante: Per... che cosa chiedete alla Chiesa di Dio? Genitori: Il Battesimo. Celebrante:

Dettagli

Mediterranea INTRODUZIONE

Mediterranea INTRODUZIONE 7 INTRODUZIONE guerrieri Palermo, anno 1076. Dopo che - per più di duecento anni - gli arabi erano stati i padroni della Sicilia, a quel tempo nell isola governavano i normanni, popolo d i guerrieri venuti

Dettagli

Preghiera per la beatificazione della Venerabile Serva di Dio. ISABELLA de ROSIS Fondatrice delle Suore Riparatrici del S. Cuore

Preghiera per la beatificazione della Venerabile Serva di Dio. ISABELLA de ROSIS Fondatrice delle Suore Riparatrici del S. Cuore Cenni Biografici Madre Isabella de Rosis appartiene a quella schiera di anime elette, che, nel secolo scorso, mentre si diffondevano tante teorie contrarie alla fede, diedero vita a non pochi Istituti

Dettagli

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi

SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi 26 maggio SANTA MARIA DEL FONTE presso Caravaggio patrona della diocesi SOLENNITÀ Secondo attendibili testimonianze storiche, il 26 maggio 1432 in località Mazzolengo, vicino a Caravaggio, dove c era una

Dettagli

LA CHIESA NEL RINASCIMENTO

LA CHIESA NEL RINASCIMENTO LA CHIESA NEL RINASCIMENTO SI PERCEPISCE L URGENTE NECESSITA DI UN RINNOVAMENTO DI TUTTA LA CHIESA IL LIVELLO DI DECADENZA AVEVA RAGGIUNTIO IL CAMPO RELIGIOSO, MORALE E CIVILE LA VITA MORALE DI ALCUNI

Dettagli

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani

8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani 8 Febbraio 2013 Festa di S. Giuseppina Bakhita: Incontro di Preghiera per eliminare la Tratta di Esseri Umani Introduzione: Oggi, nella festa di Santa Giuseppina Bakhita, ci uniamo in solidarietà con tutte

Dettagli

Sacramento del. I segni importanti del Battesimo sono:

Sacramento del. I segni importanti del Battesimo sono: Sacramento del Il Battesimo è la purificazione dal peccato originale e il dono della Nuova Vita, come amati e prediletti Figli di Dio, appartenenti alla famiglia della Chiesa per mezzo dello Spirito Santo.

Dettagli

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI

PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI PREGHIERE A SAN FILIPPO SMALDONE SACERDOTE DIOCESANO FONDATORE DELLE SUORE SALESIANE DEI SACRI CUORI E APOSTOLO DEI SORDI INTRODUZIONE La preghiera non è solo elevazione dell anima a Dio ma è anche relazione

Dettagli

DELLA SCUOLA DEL SABATO CRISI IN CIELO 1 TRIMESTRE 2016

DELLA SCUOLA DEL SABATO CRISI IN CIELO 1 TRIMESTRE 2016 LEZIONE 1 DELLA SCUOLA DEL SABATO CRISI IN CIELO 1 TRIMESTRE 2016 SABATO 2 GENNAIO 2016 Durante questo trimestre studieremo i risultati della ribellione di Satana, e come fu contrastata dal piano divino

Dettagli

II. I DOVERI NELLE COSTITUZIONI FRANCESI

II. I DOVERI NELLE COSTITUZIONI FRANCESI II. I DOVERI NELLE COSTITUZIONI FRANCESI 1. PROGETTO DI COSTITUZIONE DI SIEYES (12 agosto 1789) 2. DICHIARAZIONE DEI DIRITTI DELL UOMO E DEL CITTADINO (26 agosto 1789) 3. COSTITUZIONE DELLA MONARCHIA (3

Dettagli

-------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia

-------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== IMMACOLATA CONCEZIONE DELLA BEATA VERGINE MARIA

Dettagli

Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo quel Gesù lì è il suo Creatore, è il suo Dio

Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo quel Gesù lì è il suo Creatore, è il suo Dio Il Credo Il Credo Il Cristiano è una persona che crede che Gesù Cristo, nato da Maria, nato a Betlemme, vissuto a Nazareth, quel Gesù di cui parlano i vangeli di Matteo, Marco, Luca, Giovanni, quel Gesù

Dettagli

PROGRAMMA DI STORIA Classe 3ªC Cucina a.s. 2014-2015 prof.ssa Simonetta Simone

PROGRAMMA DI STORIA Classe 3ªC Cucina a.s. 2014-2015 prof.ssa Simonetta Simone 1. MODULO 1: l Europa feudale PROGRAMMA DI STORIA Classe 3ªC Cucina a.s. 2014-2015 prof.ssa Simonetta Simone 1. Il sistema feudale 1.1 Vassallaggio e beneficio nell Europa carolingia 1.2 I feudi verso

Dettagli

Grandi avvenimenti prodigiosi avvennero in mezzo alla gente tramite le mani degli apostoli.

Grandi avvenimenti prodigiosi avvennero in mezzo alla gente tramite le mani degli apostoli. Grandi avvenimenti prodigiosi avvennero in mezzo alla gente tramite le mani degli apostoli. (Atti degli Apostoli, capitolo 5 versetto 12) Questo libretto è di: Un sacramento cos è? Come l acqua purifica,

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ

Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Catechismo di iniziazione cristiana dei fanciulli SETTIMA UNITÀ Siamo figli di Dio Dio Padre ci chiama ad essere suoi figli Leggi il catechismo Cosa abbiamo imparato Ci accoglie una grande famiglia: è

Dettagli

COMUNICARE LA FEDE OGGI Quando e come confessarmi? Riflessioni di Monsignor R. Martinelli

COMUNICARE LA FEDE OGGI Quando e come confessarmi? Riflessioni di Monsignor R. Martinelli Parrocchia S.Maria della Clemenza e S. Bernardo COMUNICARE LA FEDE OGGI Quando e come confessarmi? Riflessioni di Monsignor R. Martinelli Si consiglia una lettura graduale, riflettendo su una o due domande

Dettagli

Congregazione Templari di San Bernardo. Precettoria Lombardo-Piacentina Santa Maria del Tempio. Capitolo Generale

Congregazione Templari di San Bernardo. Precettoria Lombardo-Piacentina Santa Maria del Tempio. Capitolo Generale Congregazione Templari di San Bernardo Precettoria Lombardo-Piacentina Santa Maria del Tempio Capitolo Generale di San Michele Arcangelo 27 e 28 settembre 2008 Chiesa di San Pietro in Tranquiano Agazzano

Dettagli

Sono parole che volentieri riprendo con voi, sicuro che aiuteranno la nostra fede e la nostra vita anche per il futuro.

Sono parole che volentieri riprendo con voi, sicuro che aiuteranno la nostra fede e la nostra vita anche per il futuro. Ci ritroviamo in Cattedrale per celebrare la santa Messa di ringraziamento per il dono di Papa Benedetto XVI ed anche per pregare per la Chiesa chiamata, per la responsabilità dei cardinali, ad eleggere

Dettagli

BEATA MARIA DI GESU'CROCIFISSO

BEATA MARIA DI GESU'CROCIFISSO BEATA MARIA DI GESU'CROCIFISSO PREGHIERA PER LA CANONIZZAZIONE Signore Gesù, che per riscattarci hai voluto incarnarti a Nàzaret, nascere a Betlemme e morire a Gerusalemme, degnati di ricordarti che la

Dettagli

«Vado e tornerò da voi.»

«Vado e tornerò da voi.» sito internet: www.chiesasanbenedetto.it e-mail: info@chiesasanbenedetto.it 5 maggio 2013 Liturgia delle ore della Seconda Settimana Sesta Domenica di Pasqua/c Giornata di sensibilizzazione per l 8xmille

Dettagli

MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE

MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE MAURICIO SILVA DAL CIELO CI GUARDA SORRIDENTE Dalle lunghe meditazioni solitarie di fratel Carlo de Foucauld, ora beatificato dalla Chiesa, era nata l idea della Fraternità. Gesù si era fatto chiamare

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA 1) L alunno riconosce che Dio si è rivelato attraverso Gesù, stabilendo con l

Dettagli

DOMENICA V DI PASQUA C

DOMENICA V DI PASQUA C DOPO LA COMUNIONE Assisti, Signore, il tuo popolo che hai colmato della grazia di questi santi misteri, e fa che passi dalla decadenza del peccato alla pienezza della vita nuova. Per Cristo nostro Signore.

Dettagli

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio

Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Carta di Fondazione, Statuto e Direttorio Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII CARTA di FONDAZIONE Testo approvato dal Pontificio Consiglio per i Laici il 25 marzo 2004 1) Il carisma della Comunità

Dettagli

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011

CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 CORPUS DOMINI - 26 GIUGNO 2011 Nicolas Poussin L istituzione dell Eucaristia, 1640, Musée du Louvre, Paris Nella Sinagoga di Cafarnao, Gesù parlò dell Eucarestia LECTIO SUL VANGELO DELLA SOLENNITÀ DEL

Dettagli

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana

ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana G.Gatti - Evangelizzare il Battesimo - 199 ogni figlio di dio: una promessa di vita cristiana UNO SGUARDO ALL AVVENIRE L amore vero guarda lontano Chi ama, guarda sempre lontano, al futuro. L amore, infatti,

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

La religione degli antichi greci

La religione degli antichi greci Unità di apprendimento semplificata Per alunni con difficoltà di apprendimento, per alunni non italofoni, per il ripasso e il recupero A cura di Emma Mapelli La religione degli antichi 1 Osserva gli schemi.

Dettagli

ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA

ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA ANNIVERSARIO DELLA DEDICAZIONE DELLA PROPRIA CHIESA Solennità SALUTO La grazia e la pace nella santa Chiesa di Dio siano con tutti voi. E con il tuo spirito. L. Oggi la nostra comunità è in festa, ricordando

Dettagli

Iniziamola con il segno della Croce: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Iniziamola con il segno della Croce: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. È un cam m ino di preghiera m olto presente nella tradizione della Chiesa: essa aiuta i credenti a far m em oria della passione del Salvatore per rendere presente il suo am ore salvifico nella loro vita

Dettagli

LA RIVOLUZIONE FRANCESE

LA RIVOLUZIONE FRANCESE LA RIVOLUZIONE FRANCESE LA SOCIETÀ FRANCESE NEL 1700 In Francia, nel 1700, il re Luigi XVI ha tutti i poteri. I nobili sono amici del re. I nobili hanno molti privilegi. Anche il clero (vescovi e cardinali)

Dettagli

-------------^------------- Cfr Lc 2,10-12.16.

-------------^------------- Cfr Lc 2,10-12.16. Vi annuncio una grande gioia, che sarà di tutto il popolo: oggi, nella città di Davide, è nato per voi un salvatore, che è Cristo Signore. Questo per voi il segno: troverete un bambino avvolto in fasce,

Dettagli

La chiamata alla speranza

La chiamata alla speranza La chiamata alla speranza Preghiera mensile Dicembre 2015 1.- Introduzione L'Avvento è un tempo per rispondere alla "chiamata alla speranza". La nostra è la speranza che abbiamo nella nascita di Cristo,

Dettagli

Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016

Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016 Celebrazione ecumenica chiesa del Crocifisso, Grosseto 20 gennaio 2016 I. RADUNO Inno processionale Coloro che guidano la celebrazione entrano e possono portare una Bibbia, una candela e del sale Indirizzo

Dettagli

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI

LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI LE PREGHIERE DI SANTA BRIGIDA DA RECITARSI PER 12 ANNI Promesse di Gesù per coloro che reciteranno questa preghiera per 12 anni. Attraverso Santa Brigida, Gesù ha fatto meravigliose promesse alle anime

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015

Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia. Festa del Perdono. CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE. 21 novembre 2015 Comunità Pastorale Maria Regina della Famiglia Festa del Perdono CELEBRAZIONE della PRIMA CONFESSIONE 21 novembre 2015 Parrocchia di Madonna in campagna e Santi Nazaro e Celso di Arnate in Gallarate (VA)

Dettagli

La crisi dei poteri unversali. 1 - La crisi dell'impero

La crisi dei poteri unversali. 1 - La crisi dell'impero La crisi dei poteri unversali 1 - La crisi dell'impero Quale crisi? L'Istituzione imperiale permane sino al 1804, tuttavia sin dal '300 perde il suo carattere sacro e universale. L'impero si laicizza e

Dettagli

Introduzione alla Bibbia L uomo nuovo in Cristo Gesù

Introduzione alla Bibbia L uomo nuovo in Cristo Gesù Accademia Cristiana Jeshua Capaci Via Vittorio Emanuele 117-90040 Capaci Introduzione alla Bibbia L uomo nuovo in Cristo Gesù Responsabile Dott. Gabriele Materiale coperto da copyright personale della

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

I CAVALIERI DI MALTA

I CAVALIERI DI MALTA I CAVALIERI DI MALTA Quando nel 1080 l esercito della prima Crociata arrivò a Gerusalemme, trovò aperto un ospizio per pellegrini, fondato da alcuni commercianti di Amalfi: l Ospizio di San Giovanni. Frate

Dettagli

Dopo aver ascoltato la predicazione del vangelo di Cristo (Giovanni 6:45; Atti 2:37; Romani 10:17; Atti 16:32); dopo aver creduto che Gesù è il

Dopo aver ascoltato la predicazione del vangelo di Cristo (Giovanni 6:45; Atti 2:37; Romani 10:17; Atti 16:32); dopo aver creduto che Gesù è il Dopo aver ascoltato la predicazione del vangelo di Cristo (Giovanni 6:45; Atti 2:37; Romani 10:17; Atti 16:32); dopo aver creduto che Gesù è il Cristo, il Figlio del Dio vivente (Giovanni 11:27; Matteo

Dettagli

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ====================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO www.lachiesa.it/liturgia ====================================================== GIOVEDI SANTO (MESSA DEL CRISMA) ======================================================

Dettagli

I PROMESSI SPOSI (Unità didattiche per gli studenti stranieri di recente immigrazione dell ITIS J. TORRIANI di Cremona)

I PROMESSI SPOSI (Unità didattiche per gli studenti stranieri di recente immigrazione dell ITIS J. TORRIANI di Cremona) I PROMESSI SPOSI (Unità didattiche per gli studenti stranieri di recente immigrazione dell ITIS J. TORRIANI di Cremona) Unità 1 In prima e in seconda ITIS noi studiamo I PROMESSI SPOSI. Che cosa è? I Promessi

Dettagli

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014

XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 per l Omelia domenicale a cura dell Arcivescovo Mons. Vincenzo Bertolone XXII Domenica del Tempo Ordinario 31 agosto 2014 Non più sofferenza ma amore Introduzione La parabola discendente di queste due

Dettagli

Vien poi portata una bibbia e deposta sull altare o al centro dell assemblea.

Vien poi portata una bibbia e deposta sull altare o al centro dell assemblea. Rosario colorato Scritto da Tratto da Amico Canto Guida: Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Alcune parole di introduzione e spiegazione. Lettore: Dal vangelo secondo Giovanni -

Dettagli

RELIGIONE. In ogni città c era un dio preferito. Tutti però credevano in Baal e la moglie Astarte.

RELIGIONE. In ogni città c era un dio preferito. Tutti però credevano in Baal e la moglie Astarte. RELIGIONE I Fenici erano un popolo molto religioso: erano politeisti, cioè credevano in molti dei. Questi dei erano i fenomeni naturali: la pioggia, i tuoni, i fulmini, i fiumi, i mari, le stagioni, la

Dettagli

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI

TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI TEMI PRINCIPALI DEI MESSAGGI PREGHIERA E IL S. ROSARIO N.B. Queste apparizioni della Madre di Dio non sono ancora state né approvate né smentite dalla Santa Sede. E stata costituita dalla Chiesa una commissione

Dettagli

LA FAMIGLIA VIVE LA PROVA Riflessioni tratte dalla terza catechesi di preparazione al VII incontro mondiale delle famiglie Milano 2012.

LA FAMIGLIA VIVE LA PROVA Riflessioni tratte dalla terza catechesi di preparazione al VII incontro mondiale delle famiglie Milano 2012. LA FAMIGLIA VIVE LA PROVA Riflessioni tratte dalla terza catechesi di preparazione al VII incontro mondiale delle famiglie Milano 2012. II INCONTRO DI PASTORALE FAMILIARE 23.11.2013 [13] Un angelo del

Dettagli

ENTRATA (PRELUDIO) INNO DI ENTRATA. SALUTO Pastore: Il Signore sia con voi! Comunità: E con il tuo spirito! oppure: E il Signore sia anche con te!

ENTRATA (PRELUDIO) INNO DI ENTRATA. SALUTO Pastore: Il Signore sia con voi! Comunità: E con il tuo spirito! oppure: E il Signore sia anche con te! Liturgia per matrimonio Versione abbreviata della liturgia di matrimonio della Chiesa luterana danese, autorizzata con risoluzione regale del 12 giugno 1992 ENTRATA (PRELUDIO) DI ENTRATA SALUTO Pastore:

Dettagli

3] PRINCIPATI E STATI REGIONALI

3] PRINCIPATI E STATI REGIONALI 3] PRINCIPATI E STATI REGIONALI SIGNORI E PRINCIPI Fra la metà del Duecento e il Quattrocento, nell'italia settentrionale e centrale > numerose signorie. Molti signori, dopo avere preso il potere con la

Dettagli

ORDINARIO DELLA MESSA

ORDINARIO DELLA MESSA RITI DI INTRODUZIONE CANTO D'INGRESSO Nel nome del Padre del Figlio e dello Spirito Santo. La grazia del Signore nostro Gesú Cristo, l'amore di Dio Padre e la comunione dello Spirito Santo sia con tutti

Dettagli

Enz o Bi a n c h i è nato a Castel Boglione (AT) in Monferrato il 3 marzo 1943. Dopo gli studi alla Facoltà di Economia e Commercio dell Università

Enz o Bi a n c h i è nato a Castel Boglione (AT) in Monferrato il 3 marzo 1943. Dopo gli studi alla Facoltà di Economia e Commercio dell Università Terebinto 11 Il Terebinto è una pianta diffusa nella macchia mediterranea. Nella Bibbia è indicata come l albero alla cui ombra venne a sedersi l angelo del Signore (Gdc 6,11); la divina Sapienza è descritta

Dettagli

Novena di Natale 2015

Novena di Natale 2015 Novena di Natale 2015 io vidi, ed ecco, una porta aperta nel cielo (Apocalisse 4,1) La Porta della Misericordia Signore Gesù Cristo, tu ci hai insegnato a essere misericordiosi come il Padre celeste, e

Dettagli

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco

NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco NATALE DEL SIGNORE (ANNO C) Messa del giorno Grado della Celebrazione: Solennità Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il tempo di Natale è un tempo di doni - un dono dice gratuità, attenzione reciproca,

Dettagli

Piccolo Catechismo Evangelico per Bambini

Piccolo Catechismo Evangelico per Bambini Piccolo Catechismo Evangelico per Bambini Domande e risposte sommarie sulla fede cristiana evangelica 1. Chi ti ha creato? Mi ha creato Dio. 2. Che cosa ha fatto d'altro? Egli ha pure creato ogni altra

Dettagli

Tema: Tradimento: culla o tomba dell amore?

Tema: Tradimento: culla o tomba dell amore? Parrocchia Gesù Crocifisso VAJONT Tema: Tradimento: culla o tomba dell amore? INCONTRO CEB E GRUPPI FAMILIARI Marzo 2012 Presso fam. Via giorno Ore Introduzione Tutti abbiamo una grande sete di amore,

Dettagli

S. DOMENICO di Guzman

S. DOMENICO di Guzman Carissimi bambini, abbiamo pensato di farvi una sorpresa... sapete che questo è il giornalino del rosario, ma vi siete mai domandati chi ha inventato il rosario? Nooooo?! E allora, bambini e bambine, in

Dettagli

Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28)

Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28) Il dono della vita SIATE FECONDI E MOLTIPLICATEVI (Gen 1, 26-28) La mancanza di un figlio da sempre è stata fonte di sofferenza per molte donne, Un tempo, non conoscendo i meccanismi del concepimento,

Dettagli

CENACOLO DELLE MADRI. 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO

CENACOLO DELLE MADRI. 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO CENACOLO DELLE MADRI 13 Dicembre 2012 III INCONTRO DI PREGHIERA Anno liturgico 2012-2013 MARIA, LA VERGINE DELL ASCOLTO Dicembre è il mese del compleanno di Gesù: sembra che anche molti cristiani se lo

Dettagli

COMPENDIO DEL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA

COMPENDIO DEL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA COMPENDIO DEL CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA CATECHISMO DELLA CHIESA CATTOLICA COMPENDIO «MOTU PROPRIO» Introduzione PARTE PRIMA - LA PROFESSIONE DELLA FEDE Sezione Prima: «Io credo» - «Noi crediamo»

Dettagli

I segreti di Fatima PRIMA PARTE

I segreti di Fatima PRIMA PARTE I segreti di Fatima E bene precisare che nonostante si parli comunemente di tre segreti in realtà il segreto di Fatima è unico. Si tratta di un messaggio diviso in tre parti, di cui la prima riguarda la

Dettagli

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato.

Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Traccia Obbiettivo: accompagnare i bambini verso la comprensione del senso del peccato. Per la preghiera: impariamo il canto per la celebrazione del perdono recitiamo insieme il Confesso e l Atto di dolore

Dettagli

Tutto ciò che manca al salmo in realismo, si realizza nel Figlio di Dio fatto uomo, l idealismo del salmo diviene realtà in Gesù. A.

Tutto ciò che manca al salmo in realismo, si realizza nel Figlio di Dio fatto uomo, l idealismo del salmo diviene realtà in Gesù. A. Il Figlio dell uomo Possiamo affermare legittimamente, realmente, che ogni uomo è signore della terra? Possiamo affermarlo pienamente di qualcuno? Dov è l uomo nel suo candore di bambino, nel suo stupore

Dettagli

RICCARDO I D INGHILTERRA Detto CUOR DI LEONE

RICCARDO I D INGHILTERRA Detto CUOR DI LEONE RICCARDO I D INGHILTERRA Detto CUOR DI LEONE RICCARDO I D'INGHILTERRA, noto anche con il nome di Riccardo Cuor di Leone nacque in Inghilterra l 8 settembre 1157, quarto figlio del re d Inghilterra ENRICO

Dettagli