BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2012 NOTA INTEGRATIVA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2012 NOTA INTEGRATIVA"

Transcript

1 MEP S.p.A. Sede in Milano (MI), Piazza del Liberty, n. 2 Capitale sociale Euro interamente versato Codice Fiscale Iscritta al Registro dell Imprese di Milano al n BILANCIO CONSOLIDATO AL 31 DICEMBRE 2012 NOTA INTEGRATIVA STRUTTURA E CONTENUTO DEL BILANCIO Il bilancio consolidato al 31 dicembre 2012 è composto dallo stato patrimoniale, dal conto economico e dalla presente nota integrativa, ed è corredato dalla relazione sulla gestione. Il bilancio consolidato è stato redatto in conformità al D. Lgs. n. 127/1991 modificato dal D. Lgs. n. 6/2003, dal D. Lgs. n. 32/2007 e dal D. Lgs. n. 39/2010 e opportunamente integrato, per gli aspetti non specificamente previsti dal decreto, dai principi contabili nazionali emanati dal Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e dall Organismo Italiano di Contabilità. Il bilancio consolidato include i seguenti dettagli: - elenco delle imprese incluse nell area di consolidamento e delle partecipazioni: - imprese incluse nel consolidamento col metodo integrale (ai sensi dell'art. 26); - altre partecipazioni in imprese controllate e collegate; - prospetto di raccordo tra patrimonio netto e utile d'esercizio della Capogruppo e patrimonio netto e utile d'esercizio consolidati; - rendiconto finanziario. Gli importi sono espressi in unità di euro. I bilanci d'esercizio delle imprese incluse nell area di consolidamento sono stati redatti dai rispettivi organi amministrativi in base ai principi contabili nazionali sopra menzionati. DEROGHE Si evidenzia che nella redazione del bilancio consolidato non sono intervenuti casi eccezionali che abbiano reso necessario il ricorso a deroghe di cui all'art. 29, commi 4 e 5 del D. Lgs. 127/1991. AREA DI CONSOLIDAMENTO - PRINCIPI DI CONSOLIDAMENTO E DI CONVERSIONE L area di consolidamento comprende Mep SpA (Capogruppo) e le imprese sulle quali si esercita direttamente o indirettamente il controllo. Le attività e le passività delle società consolidate sono assunte secondo il metodo dell'integrazione globale. Il valore di carico delle partecipazioni detenuto dalla società Capogruppo e dalle altre società incluse nell'area di consolidamento è eliminato contro il relativo patrimonio netto. La differenza tra il costo di acquisizione e il patrimonio netto a valore corrente delle partecipate alla data di acquisto della partecipazione, ove non specificamente riferibile ad elementi dell attivo, viene rilevata nella voce "Differenza di consolidamento" delle immobilizzazioni immateriali e ammortizzata a quote costanti in un periodo di quindici anni in relazione alla stima del periodo in cui tale valore concorre alla produzione di risultati economici. 1

2 Il periodo di ammortamento è stato previsto in quindici anni. Il settore in cui opera il Gruppo non è soggetto a improvvisi cambiamenti tecnologici o produttivi e si ritiene che il Gruppo possa conservare per un lungo periodo le posizioni di vantaggio acquisite sul mercato. Qualora venisse invece rilevata un'eccedenza del patrimonio netto rispetto al costo di acquisizione, dopo avere eventualmente ridotto i valori delle attività immobilizzate e avere costituito il "Fondo di consolidamento per rischi e oneri futuri" a fronte di passività stimate, questa verrebbe accreditata al patrimonio netto consolidato alla voce "Riserva di consolidamento". La quota di patrimonio netto di competenza di azionisti terzi delle controllate consolidate viene iscritta nella voce "Capitale e riserve di terzi" del patrimonio netto, mentre la quota dei terzi del risultato netto viene evidenziata separatamente nel conto economico consolidato nella voce "Utile (perdita) dell'esercizio di pertinenza di terzi". Non esistono partecipazioni consolidate proporzionalmente né partecipazioni in società collegate da consolidare con il metodo del patrimonio netto. I bilanci delle società estere sono convertiti in Euro secondo i seguenti criteri: - le attività e le passività al cambio in vigore alla data di chiusura del periodo; - i proventi e gli oneri applicando la media dei cambi del periodo; - le componenti del patrimonio netto ai tassi in vigore nel relativo periodo di formazione. Le differenze di cambio derivanti dalla conversione del patrimonio netto finale ai cambi storici di formazione rispetto a quelli in vigore alla data di chiusura dell esercizio vengono imputate direttamente a patrimonio netto, unitamente alle differenze fra il risultato economico espresso a cambi medi e il risultato economico espresso in Euro ai cambi in vigore alla fine del periodo, alla voce "Riserva da conversione", compresa nella voce "Altre riserve". I cambi applicati nella conversione dei bilanci espressi in valute diverse dall euro sono i seguenti: CAD/EUR CNY/EUR BRL/EUR AL ,3137 8,2207 2,7036 MEDIO , , ,50844 Le partite di debito e di credito e quelle di costo e di ricavo tra le società incluse nell'area di consolidamento sono state elise nel bilancio consolidato. I bilanci di esercizio delle singole società approvati dall'assemblea (ovvero predisposti dal Consiglio di Amministrazione per l'approvazione) sono stati, ove necessario, riclassificati e rettificati per uniformarli ai principi contabili adottati dal Gruppo. Non esistono Società con date di chiusura diversa dalla data di riferimento del bilancio consolidato e quindi non è stato necessario redigere alcun bilancio intermedio. Elenco delle imprese incluse nell area di consolidamento al 31 dicembre 2012 Società Capogruppo Mep SpA Sede legale in Milano (MI), Piazza del Liberty 2, Capitale sociale Eur Società Controllate: Hyd-Mech Group Ltd Sede in Woodstock Ontario N4S 0A9 (Canada) 1079 Parkinson Road Capitale sociale: CAD Quota detenuta direttamente: 100% 2

3 Mep Suzhou Co. Ltd Sede in Suzhou (China) Building I, Fu Min Industrial Park No. 318 Capitale sociale: RMB Quota detenuta direttamente: 100% Mep do Brasil Importacao e Comercio De Maquinas Ltda Sede in San Paolo (Brasile) Rua Lauzane n.661 Vila Friburgo Capitale sociale: Real Quota detenuta direttamente: 99,72% Variazioni dell'area di consolidamento Nell area di consolidamento è stata inclusa nell esercizio 2012 la newco Mep do Brasil Importacao e Comercio De Maquinas Ltda, il cui business è attualmente in fase di start-up.. CRITERI DI VALUTAZIONE I criteri di valutazione adottati per la redazione del bilancio consolidato sono in linea con quelli utilizzati dalla Capogruppo, integrati, quando necessario, con i principi contabili adottati per particolari voci del bilancio consolidato. La valutazione delle singole poste è fatta secondo prudenza, nella prospettiva di continuazione dell'attività e tenendo conto della funzione economica degli elementi dell'attivo e del passivo in base al principio della prevalenza della sostanza sulla forma. I criteri di valutazione adottati in osservanza dell art c.c. e in linea con i principi emessi dal Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti (CNDC) e dall Organismo Italiano di Contabilità (OIC) risultano invariati rispetto a quelli dell'esercizio precedente. In particolare, i criteri di valutazione adottati vengono riportati a seguire. Immobilizzazioni immateriali - Sono iscritte al costo di acquisto o di produzione, inclusivo degli oneri accessori ed ammortizzate sistematicamente per il periodo della loro prevista utilità futura. Nel caso in cui risulti una perdita durevole di valore, l immobilizzazione viene corrispondentemente svalutata; se in esercizi successivi vengono meno i presupposti della svalutazione viene ripristinato il valore originario, rettificato dei soli ammortamenti. I costi di impianto e di ampliamento aventi utilità pluriennale, l'avviamento acquisito a titolo oneroso e le spese di ricerca e sviluppo sono stati iscritti all'attivo previo consenso del collegio sindacale. I costi di impianto e di ampliamento, le spese di ricerca e sviluppo sono ammortizzati in un periodo di cinque anni. I costi di pubblicità sono interamente imputati a costi di periodo nell'esercizio di sostenimento. I costi di ricerca e di sviluppo sono interamente spesabili qualora riferiti a elaborazione e modifica di modelli già esistenti mentre sono capitalizzati se riferiti allo sviluppo di nuovi prodotti o di componenti altamente innovativi che hanno avuto realizzazione industriale e che ampliano la gamma offerta dalla società. In tal caso i costi sono ammortizzati in un periodo di cinque anni. I costi relativi alle registrazioni di marchi di fabbrica e brevetti, sono capitalizzati se riferiti a prime iscrizioni mentre sono spesati se riferiti a proroghe e/o mantenimenti. Tali costi sono ammortizzati in dieci anni. 3

4 Le licenze di utilizzo dei programmi software a tempo indeterminato, iscritte alla voce Diritti di brevetto industriale e diritti di utilizzazione delle opere dell ingegno, vengono ammortizzate in tre anni. L ammortamento dell avviamento, a seguito di un riesame della congruità del valore effettuato nel 2007, è stato previsto in 15 anni rispetto ai 120 mesi inizialmente previsti a partire dalla data di acquisto dei rami di azienda delle società Maga SpA e Fem Srl da parte di Mep SpA. Pertanto, a decorrere dall esercizio chiuso al 31/12/2007, il residuo valore dell avviamento derivante dall acquisto dei rami di azienda, il cui ammortamento è iniziato dal mese di novembre del 1999, viene ammortizzato in un periodo di ulteriori 94 mesi. Le differenze di consolidamento sono relative all acquisizione di Mep Spa da parte di Dealplaza Spa, oggi Mep Spa a seguito dell operazione di fusione realizzata nel 2007 e all acquisizione di Hyd Mech da parte di Mep Canada, oggi Hyd Mech Group Ltd. Le differenze di consolidamento vengono ammortizzate in quindici anni, tale periodo viene ritenuto congruo in funzione della previsione dei futuri flussi reddituali relativi alle differenze di consolidamento iscritte. Le altre immobilizzazioni immateriali, rappresentate prevalentemente da commissioni e imposte sostitutive addebitate dalla banca finanziatrice e, per il residuo, da spese incrementative su beni di terzi, sono ammortizzate nella misura del 12,5% o in funzione della durata del finanziamento (per quanto concerne gli oneri accessori sui finanziamenti ricevuti) o in funzione della durata del contratto di locazione (per quanto concerne le spese incrementative su beni di terzi). Immobilizzazioni materiali - Sono iscritte al costo d acquisto o di produzione. Nel costo sono compresi gli oneri accessori di diretta imputazione. Le immobilizzazioni sono ammortizzate in ogni esercizio sulla base di aliquote economico-tecniche determinate in relazione alle residue possibilità di utilizzo dei beni; le aliquote applicate sono riportate nella sezione relativa alle note di commento dell'attivo. Nel caso in cui, indipendentemente dall'ammortamento già contabilizzato, risulti una perdita durevole di valore, l'immobilizzazione viene corrispondentemente svalutata; se in esercizi successivi vengono meno i presupposti della svalutazione viene ripristinato il valore originario, rettificato dei soli ammortamenti. I costi di manutenzione aventi natura ordinaria sono addebitati integralmente a conto economico. I costi di manutenzione aventi natura incrementativa sono attribuiti ai cespiti cui si riferiscono ed ammortizzati in relazione alle residue possibilità di utilizzo degli stessi. Nel dettaglio le aliquote applicate nel processo di ammortamento, invariate rispetto ai precedenti esercizi, sono le seguenti: Fabbricati industriali 3,33% Impianti e macchinari: - Impianti generici 10% - Impianti specifici 15,5% Attrezzature Industriali e commerciali: - Stampi 25% - Mezzi di trasporto interno 20% - Attrezzature Industriali e Commerciali 25% Altri beni materiali: - Macchine elettroniche d'ufficio 20% - Mobili e arredi d'ufficio 12% - Autovetture 25% - Autocarri 20% 4

5 Nell esercizio di acquisizione le aliquote sono applicate al 50%. Alle immobilizzazioni acquisite con contratto di locazione finanziaria, è stato applicato il metodo di contabilizzazione previsto dal principio contabile internazionale n 17. Tali immobilizzazioni sono pertanto iscritte tra le immobilizzazioni materiali alla data di entrata in vigore del contratto al valore normale del bene e del prezzo di riscatto previsto dal contratto (al netto degli interessi calcolati con il metodo finanziario sulle quote capitale residue) con correlativa iscrizione al passivo, nella voce Debiti verso altri finanziatori di un debito di pari importo, che viene progressivamente ridotto in base al piano di rimborso delle quote capitale incluse nei canoni contrattualmente previsti. Il valore del bene iscritto viene sistematicamente ammortizzato, secondo i principi statuiti per le immobilizzazioni materiali. Partecipazioni immobilizzate Le partecipazioni in imprese collegate e quelle in imprese che, pur essendo controllate, non sono state comprese nell area di consolidamento, vengono iscritte secondo il metodo del patrimonio netto. In caso di perdite ricorrenti o di situazioni che fanno prevedere una diminuzione non temporanea del valore intrinseco della partecipazione, l'importo a cui la partecipazione è iscritta in bilancio viene svalutato in misura anche superiore a quella risultante dall'applicazione del metodo del patrimonio netto. Le partecipazioni in società non collegate o controllate vengono iscritte al costo di acquisto. Il costo viene ridotto per perdite durevoli di valore nel caso in cui le partecipate abbiano sostenuto perdite e non siano prevedibili nell'immediato futuro utili di entità tale da assorbire le perdite sostenute; il valore originario viene ripristinato negli esercizi successivi se vengono meno i motivi della svalutazione effettuata. Titoli iscritti nelle immobilizzazioni - I titoli diversi dalle partecipazioni sono valutati con il metodo del costo e iscritti in bilancio al prezzo di acquisto. Il costo viene ridotto per perdite durevoli di valore nel caso in cui il valore corrente sia inferiore al costo di acquisizione e tale differenza non sia recuperabile nel breve periodo. Il valore originario viene ripristinato negli esercizi successivi se vengono meno i motivi della svalutazione effettuata. Attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni - I titoli aventi natura di investimento a breve termine sono valutati al minore tra il costo di acquisto o di sottoscrizione ed il valore desumibile dell andamento del mercato. Rimanenze - Le rimanenze, i titoli e le attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni sono iscritte al minor valore tra il costo di acquisto o di produzione e il valore di presunto realizzo desunto dall'andamento del mercato. Più precisamente, il costo di acquisto viene determinato secondo la configurazione del metodo FIFO, il costo di produzione è determinato sulla base dei costi effettivamente sostenuti, i prodotti in corso di lavorazione sono valutati in base ai costi sostenuti tenendo conto della fase di lavorazione raggiunta. Le scorte obsolete e di lento movimento, sono valutate in relazione alla loro possibilità di utilizzazione e di realizzo. Crediti - I crediti sono iscritti al valore di presunto realizzo tramite accantonamenti al fondo svalutazione crediti, iscritto a diretta deduzione dell'attivo e determinato in relazione al rischio di perdita risultante dalla analisi specifica delle singole posizioni e in relazione all'andamento storico delle perdite su crediti, nonché del rischio paese. I crediti e debiti in valuta sono iscritti al tasso di cambio a pronti alla data di chiusura dell esercizio ed i relativi utili e perdite sono imputati a conto economico. Disponibilità liquide - Sono costituite dai saldi attivi alla data di chiusura dell esercizio dei conti correnti bancari intestati alle società incluse nell area di consolidamento, nonché dagli assegni e dal numerario esistenti 5

6 in cassa. Sono iscritte al valore nominale. Le disponibilità in valuta sono valorizzate al cambio in vigore alla data di chiusura dell esercizio. Ratei e risconti - I ratei e i risconti attivi e passivi sono iscritti sulla base della competenza economicotemporale, in applicazione del principio di correlazione dei costi e dei ricavi in ragione di esercizio. Fondi per rischi e oneri - I fondi per rischi e oneri sono stanziati per coprire perdite o debiti, di esistenza certa o probabile, dei quali tuttavia alla chiusura dell'esercizio non sono determinabili l'ammontare o la data di sopravvenienza. Gli stanziamenti riflettono la migliore stima possibile sulla base degli elementi a disposizione. I rischi per i quali il manifestarsi di una passività è soltanto possibile sono indicati nella nota di commento dei fondi, senza procedere allo stanziamento di un fondo per rischi ed oneri. Il fondo imposte include gli oneri fiscali differiti connessi alle rettifiche di consolidamento, quando ne è probabile l'effettiva manifestazione in capo ad una delle imprese controllate, e le imposte relative a differenze temporanee tassabili delle singole società. Trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato - Riflette il debito, soggetto a rivalutazione per mezzo di appositi indici e al netto delle anticipazioni corrisposte e delle somme destinate ai fondi di previdenza complementare e all INPS, maturato verso i dipendenti a fine anno, in conformità alle norme di legge e ai contratti di lavoro vigenti. Debiti - I debiti iscritti nel passivo dello stato patrimoniale sono esposti al loro valore nominale, ritenuto rappresentativo del loro valore di estinzione. Beni in leasing - I beni acquisiti, ceduti e successivamente utilizzati con contratti di leasing e i beni in leasing finanziario sono rilevati nel bilancio consolidato secondo il criterio finanziario previsto dallo IAS 17, in aderenza alla sostanza economica e patrimoniale delle operazioni. Conti d ordine - I conti d ordine sono iscritti in bilancio nel rispetto dell art del c.c.. In accordo con il principio contabile n.22 dell Organismo Italiano di Contabilità, in tali conti sono rilevati gli aspetti della gestione che, pur non influendo sul patrimonio e sul risultato economico al momento della loro iscrizione, possono produrre effetti economici e/o patrimoniali successivamente. Si tratta di rischi, impegni e di beni di terzi. Gli impegni e le garanzie sono indicati nei conti d'ordine al loro valore contrattuale. A fronte dei rischi per i quali la manifestazione di una passività è certa o probabile, sono stati effettuati accantonamenti negli appositi fondi. I rischi per i quali la manifestazione di una passività è solo possibile sono descritti nella Nota integrativa senza procedere allo stanziamento di fondi rischi. Costi e ricavi - Sono esposti in bilancio secondo i principi della prudenza e della competenza con rilevazione dei relativi ratei e risconti. I ricavi ed i proventi, i costi e gli oneri sono iscritti al netto dei resi, degli sconti, abbuoni e premi nonché delle imposte direttamente connesse con la vendita dei prodotti e la prestazione dei servizi. I ricavi corrispondono a utili già realizzati mentre i costi, nel rispetto del principio della prudenza, riflettono anche le perdite e i rischi anche solo stimati alla fine dell esercizio. I costi per l acquisto di materie prime e prodotti ed i ricavi per la vendita dei prodotti sono riconosciuti al momento del passaggio di proprietà. I ricavi di natura finanziaria sono rilevati in base alla competenza temporale, ad eccezione dei dividendi che sono iscritti in bilancio al momento dell effettivo incasso. 6

7 Imposte sul reddito dell'esercizio - Le imposte sul reddito correnti sono iscritte, per ciascuna impresa, in base alla stima del reddito imponibile in conformità alle aliquote ed alle disposizioni vigenti alla data di chiusura del periodo in ciascun Paese, tenendo conto delle esenzioni applicabili e dei crediti d'imposta eventualmente spettanti. Le imposte anticipate e differite sono calcolate sulle differenze temporanee tra il valore attribuito ad attività passività in bilancio e i corrispondenti valori riconosciuti a fini fiscali, sulla base delle aliquote in vigore al momento in cui le differenze temporanee si riverseranno. Le imposte anticipate vengono contabilizzate solo e nella misura in cui si ritiene ragionevolmente che negli esercizi futuri in cui si riverseranno vi sarà materia imponibile tale da consentire un recupero delle stesse. Le attività per imposte anticipate e le passività per imposte differite non sono state compensate tenuto conto del fatto che le differenze temporanee che le hanno generate si riverseranno in periodi di imposta differenti. Criteri di conversione dei valori espressi in valuta - I crediti e i debiti in essere alla chiusura dell'esercizio, espressi originariamente nella valuta di paesi non aderenti all'euro sono espressi in bilancio al cambio in vigore alla chiusura del periodo. Gli utili e le perdite che derivano dalla conversione di debiti e crediti sopra menzionati al cambio in vigore alla data di bilancio sono rispettivamente accreditati e addebitati al conto economico. ALTRE INFORMAZIONI Rapporti con parti correlate Ai sensi dell articolo comma n. 22 bis del Codice Civile si informa che i rapporti intercorsi con le parti correlate sono stati conclusi a normali condizioni di mercato. Si rimanda alla relazione sulla gestione per quanto riguarda la descrizione degli importi relativi ai rapporti intercorsi tra le società del Gruppo. Informativa su impegni e rischi Ai sensi dell art comma n. 22 ter del Codice Civile si evidenzia che non sono stati realizzati accordi con terzi o con parti correlate non risultanti dallo Stato Patrimoniale da cui possano derivare rischi o benefici significativi o la cui indicazione sia necessaria ai fini della valutazione della situazione patrimoniale e finanziaria e del risultato del gruppo. Deroghe ai sensi del 4 comma art Si precisa altresì che non si sono verificati casi eccezionali che abbiano richiesto deroghe alle norme di legge relative al bilancio ai sensi del 4 comma dell'art Strumenti finanziari derivati Ai sensi dell art. 38 c. 1 lett. o-ter) del D. Lgs. 127/1991, si dà informazione del fatto che al 31 dicembre 2012 nessuna società del gruppo aveva in essere strumenti finanziari derivati. INFORMAZIONI SULLO STATO PATRIMONIALE Immobilizzazioni immateriali Le immobilizzazioni immateriali sono pari a Euro , contro Euro del precedente esercizio. Nei prospetti a seguire vengono dettagliate le movimentazioni avvenute nelle voci che compongono le immobilizzazioni immateriali. 7

8 Costi di impianto e ampliamento SALDO INIZIALE Acquisizioni Ammortamenti SALDO FINALE Costi di ricerca, sviluppo e pubblicità SALDO INIZIALE Acquisizioni Ammortamenti SALDO FINALE Diritti di brevetto industriale e di utilizzazione delle opere dell'ingegno SALDO INIZIALE Acquisizioni Riclassifiche Differenza cambi 739 Ammortamenti SALDO FINALE Concessioni, licenze, marchi e diritti simili SALDO INIZIALE Ammortamenti SALDO FINALE Immobilizzazioni in corso e acconti SALDO INIZIALE Acquisizioni Riclassifiche SALDO FINALE Altre immobilizzazioni immateriali SALDO INIZIALE Differenza cambi Ammortamenti SALDO FINALE

9 In relazione a quanto disposto dall'art. 38 c. 1 lett. d) del D. Lgs. 127/1991, viene dettagliata a seguire la composizione dei costi di impianto e ampliamento e dei costi di ricerca, sviluppo e pubblicità. La voce costi di impianto e ampliamento riguarda i costi sostenuti per l avvio dell attività aziendale in Brasile, con la costituzione di Mep Do Brasil. La voce costi di ricerca e sviluppo si è incrementata a seguito degli investimenti effettuati dalla Capogruppo per la progettazione e lo sviluppo delle nuove macchine SH 230 NC HS, WOODY 120, SH 320 SXI EVO S, HCH-18/25 TERMINATOR. Inoltre gli uffici tecnici sono stati impegnati per sviluppare assiemi funzionali per l automazione delle segatrici in particolare: - Software Applicativo SH 310 -SH 420. I costi capitalizzati di ricerca e sviluppo vengono ammortizzati in un periodo pari a cinque esercizi. Per quanto riguarda i prodotti i cui costi di ricerca e sviluppo sono stati capitalizzati negli esercizi precedenti si rileva che hanno avuto andamento crescente e margini positivi, dimostrando una reale correlazione con gli ammortamenti contabilizzati. La voce immobilizzazioni in corso comprende il valore dei costi capitalizzabili di Ricerca e Sviluppo sostenuti dalla capogruppo per nuovi prodotti non ancora ultimati. La voce altre immobilizzazioni immateriali è principalmente costituita dagli oneri accessori sul finanziamento a lungo termine di Euro 9 milioni erogato da Interbanca Spa (ora GE Capital S.p.A.) nel 2011, che vengono ammortizzati per la durata del finanziamento. Differenza da consolidamento e Avviamento Si riporta di seguito il dettaglio della voce Differenza da consolidamento ai sensi dell art. 33 c. 4 del D. Lgs. 127/1991: HydMech Group Ltd. Costo di acquisto della partecipazione in Hyd Mech Group Ltd (13,83%) Patrimonio netto pro-quota di HydMech Group Ltd alla data di acquisto (30 novembre 2001) Differenza da consolidamento Costo di acquisto della partecipazione in HydMech Group Ltd (55,05%) Patrimonio netto pro-quota di HydMech Group Ltd al Differenza da consolidamento Costo di acquisto della partecipazione in HydMech Group Ltd (8,43%) Patrimonio netto pro-quota di HydMech Group Ltd al Differenza da consolidamento Costo di acquisto della partecipazione in HydMech Group Ltd (22,69%) Patrimonio netto pro-quota di HydMech Group Ltd al Differenza da consolidamento Totale differenza da consolidamento Hyd Mech F.do Amm.to Diff. da consolidamento Differenza di consolidamento netta Hyd Mech al

10 Mep SpA Costo partecipazione Mep in Dealplaza Patrimonio netto di Mep SpA al Totale differenza da consolidamento Mep Fondo amm.to Diff. da consolidamento ( ) Differenza da consolidamento netta Mep al Totale Differenze da consolidamento nette al La differenza da consolidamento rappresenta la differenza positiva derivante dall eliminazione del valore di carico delle partecipazioni nelle imprese consolidate con i corrispondenti capitali netti al momento dell'acquisto. A seguito della fusione Mep-Dealplaza (avvenuta nel 2007) e della fusione Mep Canada-Hyd Mech (avvenuta nel 2008) l imputazione a differenza di consolidamento è stata mantenuta in bilancio, coerentemente con il disposto dell OIC n. 4, eliminando gli effetti delle due operazioni di fusione sopra descritte nei bilanci singoli rispettivamente di Mep SpA e di Hyd Mech. La voce avviamento nell esercizio si è ridotta di Euro per effetto dell ammortamento, passando da Euro a Euro L avviamento è stato iscritto nell esercizio 1999 a seguito dell acquisizione dei rami di azienda delle società Maga Spa e Fem Srl. Come detto in precedenza il periodo di ammortamento dell avviamento è stabilito in 15 anni. Il Consiglio di Amministrazione a gennaio 2013 ha approvato il budget 2013 di Gruppo. Sulla base di tale budget il management ha inoltre formulato un piano pluriennale fino al Sulla base di tale piano è stato eseguito l impairment test sul valore residuo della differenza da consolidamento e dell avviamento. Tale test ha confermato il recupero dei valori iscritti in bilancio e il Consiglio ha pertanto ritenuto che non sussistano elementi che rendano necessaria una svalutazione dell immobilizzazione. Immobilizzazioni materiali Le immobilizzazioni materiali sono pari a Euro contro Euro del precedente esercizio. La composizione e i movimenti delle singole voci sono così rappresentati: Terreni e fabbricati Costo storico Precedenti ammortamenti e adeguamenti cambi SALDO INIZIALE Acquisizioni Adeguamento Cambi Ammortamenti SALDO FINALE

11 Impianti e macchinario Costo storico Precedenti ammortamenti e adeguamenti cambi SALDO INIZIALE Acquisizioni Adeguamento Cambi Ammortamenti SALDO FINALE Attrezzature industriali e commerciali Costo storico Precedenti ammortamenti e adeguamenti cambi SALDO INIZIALE Acquisizioni Adeguamento Cambi 910 Ammortamenti SALDO FINALE Altri beni materiali Costo storico Precedenti ammortamenti e adeguamenti cambi SALDO INIZIALE Acquisizioni Alienazioni Adeguamento Cambi Ammortamenti SALDO FINALE Gli incrementi dell esercizio sono relativi ai normali investimenti effettuati in relazione allo svolgimento dell attività produttiva. Sulle immobilizzazioni materiali non sono state operate riduzioni di valore diverse dagli ammortamenti in quanto il loro valore di bilancio non ha subito perdite durevoli di valore. Immobilizzazioni finanziarie - Partecipazioni Le partecipazioni controllate non incluse nell'area di consolidamento in quanto presentano valori irrilevanti ai fini del consolidato vengono dettagliate a seguire: 11

12 Denominazione Sede Capitale Sociale Valore del patrimonio netto Risult. Econom. Esercizio 2012 % Partec. Importo in Bilancio Differenza Master Srl in liquidazione Shenyang Mep in liquidazione Le partecipazioni in imprese controllate Master Srl in liquidazione e Shenyang Mep in liquidazione, non incluse nell area di consolidamento, sono state valutate rispetto alla quota di pertinenza di patrimonio netto. La chiusura definitiva delle due società è prevista entro l'esercizio Le partecipazioni in società non collegate o controllate vengono iscritte al costo di acquisto. Il costo viene ridotto per perdite durevoli di valore nel caso in cui le partecipate abbiano sostenuto perdite e non siano prevedibili nell'immediato futuro utili di entità tale da assorbire le perdite sostenute; il valore originario viene ripristinato negli esercizi successivi se vengono meno i motivi della svalutazione effettuata. Le società partecipate svolgenti attività dissimile da quelle del Gruppo e ricomprese nelle immobilizzazioni finanziarie, sono pari a Euro , Euro nel precedente esercizio. L importo è costituito dalla quota partecipazione nel Consorzio Conai per importo pari a Euro 10 e dalla quota di partecipazione in VENETO BANCA SCPA, acquisita nel 2012 per il costo di Euro , da parte della capogruppo. Attivo circolante - Rimanenze Le rimanenze comprese nell'attivo circolante sono pari a Euro , Euro nel precedente esercizio. La composizione e le variazioni delle singole voci sono rappresentati nella tabella a seguire: Variazione Materie prime, sussidiarie e di consumo Prodotti in corso di lavorazione e semilavorati Prodotti finiti e merci Acconti Totale Il valore delle rimanenze, come sopra riportato, risulta espresso al netto di: un fondo svalutazione per obsolescenza pari a complessivi Euro di cui Euro riferibili a Mep SpA e Euro riferibili ad Hyd Mech Group Ltd; rispetto allo scorso esercizio, il fondo obsolescenza di Hyd Mech risulta aumentato per l accantonamento dell esercizio pari ad Euro e per l effetto cambio pari ad Euro 2.491, e diminuito per l utilizzo dell esercizio pari a Euro ; profitti intragruppo non realizzati per circa Euro , al lordo del relativo effetto fiscale. Attivo circolante - Crediti I crediti compresi nell'attivo circolante sono pari a Euro , Euro nel precedente esercizio. La composizione ed i movimenti delle singole voci sono così rappresentati: 12

13 Variazione Crediti tributari (oltre i 12 mesi) Crediti per imposte anticipate (oltre 12 mesi) Altri crediti (oltre 12 mesi) Crediti verso clienti Crediti verso controllate Crediti tributari (entro i 12 mesi) Crediti per imposte anticipate (entro 12 mesi) Altri crediti Totale I crediti verso clienti sono espressi al netto del relativo fondo svalutazione crediti che ammonta a complessivi Euro e riflette la rettifica del valore dei crediti per adeguarli al presumibile valore di realizzo. I crediti per imposte anticipate si riferiscono alle differenze temporali tra valori di bilancio attribuiti con criteri civilistici e valori attribuiti con criteri fiscali. L importo di tale credito è riferibile a Mep Spa per complessivi Euro ed è composto di Euro relativi alle perdite fiscali degli esercizi L importo è ritenuto recuperabile sulla base del piano , anche alla luce delle novità normative apportate dal D.l. n. 98/2011. Le imposte anticipate relative alle perdite fiscali della controllata Hyd Mech Group Ltd ammontano a complessivi Euro Gli altri elementi che hanno originato crediti per imposte anticipate in capo alla controllante e alla controllata Hyd Mech Group Ltd si riferiscono principalmente a interessi finanziari momentaneamente indeducibili, ammortamenti deducibili fiscalmente negli esercizi futuri, spese di rappresentanza, fondo garanzia prodotti, fondo indennità suppletiva di clientela, fondo svalutazione magazzino ed emolumenti agli amministratori. I crediti tributari si riferiscono a saldi in capo alla Mep SpA per Euro (relativi a IVA e acconti di imposte), alla Hyd Mech Group Ltd per Euro , alla Mep Suzhou Ltd per Euro e alla Mep Do Brasil per Euro Si evidenzia che, alla data di chiusura del bilancio, non sussistono crediti esigibili oltre cinque anni o crediti relativi ad operazioni che prevedono l obbligo per l acquirente di retrocessione a termine. Disponibilità liquide I depositi bancari e postali, gli assegni e la cassa sono ascrivibili alla Capogruppo per Euro , per Euro alla Hyd Mech Group Ltd, per alla Mep Suzhou Ltd e alla MEP Do Brasil Ltd. per Euro La voce presenta in dettaglio i seguenti valori: Variazione Depositi bancari e postali Assegni Denaro e valori in cassa Totale Per l analisi delle variazioni del periodo si rimanda al Rendiconto Finanziario allegato al presente bilancio. Ratei e risconti attivi I ratei e risconti attivi sono pari a Euro , Euro nel precedente esercizio e sono riferibili a: 13

14 Variazione Risconti attivi su premi assicurativi Risconti attivi su costi relativi a fiere Risconti attivi su canoni leasing Risconti attivi su interessi Risconti attivi su canoni di assistenza Spese anticipate Totale Patrimonio Netto Il patrimonio netto consolidato alla chiusura dell'esercizio è pari a Euro , Euro nel precedente esercizio. Nel prospetto che segue si evidenzia la riconciliazione del Patrimonio Netto della controllante con il Patrimonio Netto consolidato: Esercizio 2012 Esercizio 2011 Patrimonio Risultato di Patrimonio Risultato di Netto periodo Netto periodo Patrimonio netto e risultato di periodo della controllante Rettifiche per uniformità di principi contabili a) Applicazione principi di Gruppo - Leasing Effetto fiscale Eliminazione del valore di carico delle partecipazioni consolidate a) Eliminazione svalutazione partecipazioni b) Differenza tra valore di carico e valore pro-quota del patrimonio netto c) Ammortamento delle differenze di consolidamento d) Svalutazione differenze di consolidamento Eliminazione degli effetti di operazioni compiute tra società consolidate: a) Utili non realizzati su rimanenze di origine infragruppo Effetto fiscale b) Differenze cambio da elisioni intercompany c)profitti intergruppo su cessione immobilizzazioni immateriali Effetto fiscale d) Eliminazione plusvalenza intragruppo su cessione quote azionarie e) Eliminazione avviamento-disavanzo di fusione Totale Patrimonio Netto e Risultato d'esercizio consolidato Patrimonio Netto e Risultato d'esercizio di spettanza di terzi Patrimonio Netto e Risultato d'esercizio di spettanza del Gruppo Capitale sociale Il Capitale sociale al 31 dicembre 2012, interamente sottoscritto e versato, risulta costituito da n azioni ordinarie del valore nominale di Euro 1 cadauna. Altre voci del patrimonio netto La composizione delle altre voci di patrimonio netto è la seguente: 14

15 Saldo Saldo Riserva sovrapprezzo azioni Riserva Legale Altre riserve: Riserva di conversione Utili (Perdite) portati a nuovo ( ) ( ) Totale riserve di Gruppo ( ) ( ) Risultato di Gruppo Capitale e riserve di terzi Risultato di terzi (479) 0 La voce riserva sovrapprezzo azioni è stata ridotta in capo alla Capogruppo per coprire la perdita dell esercizio 2011 di Mep Spa. La variazione residua alla voce Utili (Perdite) portati a nuovo è dovuta alla destinazione della perdita consolidata residua del Il prospetto dei movimenti del patrimonio netto di Gruppo e di terzi è presentato in allegato, con specificazione dell avvenuta utilizzazione nei precedenti esercizi delle voci di patrimonio netto. La riserva di conversione accoglie le differenze cambio derivanti dalla conversione delle poste di bilancio delle controllate estere. Le informazioni richieste dall'articolo 2427 del Codice Civile relativamente alla specificazione delle voci del patrimonio netto con riferimento alla loro origine e disponibilità sono desumibili dal prospetto a seguire: Natura e descrizione Importo Possibilità di utilizzazione Quota disponibile Capitale Riserve di capitale Riserva da sovrapprezzo delle azioni A,B,C Riserve di utili Riserva legale B Altre riserve Riserva di conversione Utili/Perdite esercizi precedenti Risultato dell esercizio TOTALE Quota non distribuibile Legenda A: Per aumento di capitale B: Per copertura perdite C: Per distribuzione soci 15

16 Fondi per rischi e oneri I fondi per rischi ed oneri sono iscritti nelle passività per complessivi Euro (Euro nel precedente esercizio). La composizione ed i movimenti delle singole voci sono così rappresentati: F.do trattamento di quiescenza F.do Imposte differite Altri Fondi Saldo Accantonamenti Effetto Cambi Utilizzi (5.698) (73.510) (47.139) Saldo Il fondo trattamento quiescenza è ascrivibile a Mep SpA. ed è costituito dal fondo quiescenza amministratori e dal fondo indennità suppletiva di clientela. Tra gli altri fondi si rileva il fondo garanzia prodotti, riferibile sia a Mep SpA che ad Hyd Mech Group e il fondo contenziosi per infortuni relativo ad Hyd Mech Group. Per quanto concerne le informazioni relative alla composizione del "fondo per imposte differite", si rimanda alla sezione "fiscalità anticipata e differita". Trattamento di Fine Rapporto da lavoro subordinato Il trattamento di fine rapporto di lavoro subordinato è iscritto tra le passività per complessivi Euro , Euro nel precedente esercizio. I movimenti del fondo sono così rappresentati: Saldo iniziale Costo dell esercizio Quota maturata nell'anno c/inps Utilizzi per liquidazioni e anticipi ( ) Quote versate ai fondi di previdenza compl. (71.206) Quote versate al fondo tesoreria INPS ( ) Saldo finale Il fondo è totalmente ascrivibile alla Mep SpA e viene esposto al netto degli anticipi corrisposti ai dipendenti e delle somme versate ai fondi di previdenza complementare e di tesoreria a seguito dell entrata in vigore del D.Lgs. n. 252 del 05/12/2005. Il fondo residuo viene rivalutato annualmente in base all indice ISTAT. Debiti I debiti sono iscritti nelle passività per complessivi Euro , Euro nel precedente esercizio. La composizione delle singole voci è così rappresentata, tenuto conto dei dati relativi alla suddivisione dei debiti per scadenza, ai sensi dell'art. 38 c. 1 lett. e) del D. Lgs 127/1991: 16

17 Saldo Saldo Debiti Esigibili entro l'es. Esigibili oltre l'es. Totale Esigibili entro l'es. Esigibili oltre l'es. Totale Verso soci per finanziamenti Verso banche Verso altri finanziatori Acconti Verso fornitori Tributari Previdenziali Verso altri Totale In data 18/04/2008 è stato erogato da Interbanca Spa, oggi Ge Capital, un finanziamento a lungo termine di Euro 9 milioni. A garanzia del puntuale adempimento degli obblighi derivanti dal contratto di finanziamento in oggetto, sono state costituite in pegno a favore dell Istituto di Credito la totalità delle azioni rappresentanti il capitale sociale della MEP SPA. Successivamente all erogazione, Ge Capital S.p.A. ha sindacato parte del finanziamento a Intesa Sanpaolo S.p.A.. In data è stato perfezionato un documento di integrazione delle condizioni contrattuali del finanziamento, inclusa la riderterminazione di alcuni vincoli finanziari riferiti ai dati economici, patrimoniali e finanziari consolidati del Gruppo Mep al 31 dicembre e al 30 giugno di ciascun esercizio. Il mancato raggiungimento di tali parametri determina la facoltà contrattuale da parte degli istituti di credito di richiedere il rimborso integrale anticipato del finanziamento concesso. Il Gruppo ha rispettato i vincoli finanziari richiesti, calcolati sul presente bilancio. I debiti bancari a breve sono costituiti da scoperti di conto per affidamenti di conto corrente, da anticipazioni fatture all export e da anticipazioni salvo buon fine per il fatturato Italia, oltre che dalle quote rimborsabili nell esercizio successivo dei finanziamenti a lungo termine in essere. I debiti a lungo termine verso banche includono le rate del finanziamento in capo a Mep Spa sopra descritto per Euro e debiti a lungo termine in capo alla controllata Hyd Mech Group per l importo residuo. I debiti tributari sono imputabili alla Mep Spa per Euro , ad Hyd Mech Group per Euro e alla Mep Do Brasil per Euro 831. I debiti verso altri sono riconducibili a passività verso il personale dipendente per salari e stipendi, ferie, premi e contributi. I debiti verso i fornitori dovuti all acquisto di beni e servizi a normali condizioni di mercato e sono così dettagliati, suddivisi per Società: Variazione Mep SpA Mep Suzhou Co., Ltd HydMech Group Co. Ltd Mep Do Brasil TOTALE

18 Debiti - Operazioni con retrocessione a termine Ai sensi dell'art punto 6-ter del Codice Civile si specifica che non sono state stipulate dalle società del gruppo operazioni che prevedono l'obbligo per l'acquirente di retrocessione a termine. Debiti assistiti da garanzie reali su beni sociali Ai sensi dell'art. 38 c. 1 lett. e) del D. Lgs 127/1991, si fa menzione che gli affidamenti bancari concessi ad Hyd Mech Group sono assistiti da garanzia reale sui cespiti della società. Finanziamenti effettuati dai soci Come richiesto dall'art punto 19-bis del Codice Civile, la composizione dei finanziamenti da parte di soci è stata dettagliata al precedente paragrafo relativo ai Debiti. Ratei e risconti passivi I ratei e risconti passivi sono iscritti nelle passività per complessivi Euro , Euro nel precedente esercizio. La composizione e i movimenti delle singole voci sono di seguito rappresentati: Variazione Risconti passivi Contributi in c/impianti Ratei passivi - interessi su mutui Totale I risconti passivi per contributi in c/impianti si riferiscono alla società Capogruppo e in particolare: a) per Euro ad un credito d imposta di cui all art. 14 del DM N. 593 del 08/08/2000, comma 2, per attività di ricerca e sviluppo di cui alla domanda presentata al Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca in data 05/05/2006 pratica N per l investimento di Euro per la ricerca, analisi ed applicazione di asservimenti di automazione elettromeccanici su segatrici a nastro ed a disco. b) per Euro ad un contributo di Euro di cui alla L.R. 20/2003 art. 16 lettera D) della Regione Marche per il conseguimento di un sistema normalizzato per la gestione integrale della sicurezza sul lavoro; il certificato N. O-3797/09 della società QSCERT è il riconoscimento che il sistema della gestione corrisponde alle regole della normativa OHSAS ISO 18001:2007. CONTI D'ORDINE Rischi e impegni Al 31/12/2012 tale voce include principalmente l impegno della capogruppo per merci da ricevere per Euro a seguito di lettere di credito emesse da Banca delle Marche S.p.A. e per Euro l impegno assunto dalla capogruppo verso il locatore dell'immobile, Foster srl, con contratto del 30/06/2008. Garanzie a favore di terzi Non risultano garanzie prestate a favore di terzi dalle società del Gruppo al INFORMAZIONI SUL CONTO ECONOMICO 18

19 Ricavi delle vendite e delle prestazioni In relazione a quanto disposto dall'art. 38 c. 1 lett. I) del D. Lgs 127/1991 viene esposta a seguire la ripartizione dei ricavi per aree geografiche: Variazione Italia CEE Extra-CEE Totale Incrementi di immobilizzazioni per lavori interni In questa voce vengono inclusi i costi che Mep S.p.A. ha capitalizzato per Euro relativi a costi per progetti di sviluppo tecnico a redditività differita. Tali costi erano pari a Euro nel precedente esercizio. Altri ricavi e proventi Gli altri ricavi e proventi sono iscritti nel valore della produzione del conto economico per complessivi Euro , Euro nel precedente esercizio. La composizione delle singole voci può essere così dettagliata: Variazione Contributi in corso esercizio Plusvalenze da alienazione cespiti Risarcimenti assicurativi Ricavi e proventi diversi Totale La voce risarcimenti assicurativi include l'importo iscritto di Euro relativo all'indennizzo del lucro cessante per il fermo produttivo a seguito dei danni per l'evento atmosferico del 1 Febbraio 2012 a seguito del quale l'attività ha ripreso parzialmente in data 19 Marzo 2012 e totalmente in data 16 Giugno Spese per materie prime, sussidiarie e di consumo Le spese per materie prime, sussidiarie e di consumo sono iscritte nei costi della produzione del conto economico per complessivi Euro , Euro nel precedente esercizio. La composizione delle singole voci è così costituita: Variazione Materie prime e merci Materie di consumo Imballaggi Totale Costi per servizi Le spese per servizi sono iscritte nei costi della produzione del conto economico per complessivi Euro , Euro nel precedente esercizio. La composizione delle singole voci è dettagliata a seguire: 19

20 Variazione Utenze Provvigioni Trasporti Pubblicità Consulenze Lavorazioni di terzi Emolumenti agli organi sociali Altri costi per servizi Totale Nella tabella Costi per Servizi sono riportate le informazioni concernenti i compensi agli amministratori, alla società di revisione e ai sindaci dell'impresa controllante per lo svolgimento di tali funzioni, ai sensi dell'art. 38 c. 1 lett. o) del D. Lgs 127/1991. La voce Lavorazioni di terzi accoglie i costi sostenuti per operazioni di assemblaggio macchine e componenti e per la verniciatura dei componenti in ghisa. La voce Altri costi per servizi include principalmente costi sostenuti per rimborsi di spese relative a trasferte, canoni assicurativi e costi per manutenzione e riparazione dei macchinari industriali. Informazioni ai sensi dell art n. 16 bis C.C.: - Spesa per revisione dei conti annuali Euro Spesa per organo Collegio Sindacale Euro Spesa per servizi di consulenza fiscale Euro Spesa per servizi di consulenza lavoro Euro Spese per godimento beni di terzi Le spese per godimento beni di terzi sono iscritte nei costi della produzione del conto economico per complessivi Euro , Euro nel precedente esercizio. La composizione delle voci è così costituita: Variazione Locazioni immobili strumentali Canoni di noleggio beni strumentali Canoni leasing Totale Le locazioni di immobili fanno riferimento agli affitti pagati per l opificio e gli uffici di Mep SpA in Pergola e l affitto di stabili in uso alla Hyd Mech Group, alla Mep Suzhou e alla MEP Do Brasil. Costo del personale Il costo del personale iscritto nel conto economico è di Euro , Euro nel precedente esercizio. Vengono di seguito riportate le informazioni concernenti il personale dipendente, ai sensi dell'art. 38 c. 1 lett. n) del D. Lgs 127/

StarRock S.r.l. Bilancio 2014

StarRock S.r.l. Bilancio 2014 StarRock S.r.l. Bilancio 2014 Pagina 1 StarRock S.r.l. Sede legale in Milano 20135, Viale Sabotino 22 Capitale sociale sottoscritto Euro 35.910,84 i.v. Registro Imprese di Milano, Codice Fiscale, P.IVA

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

BILANCIO AL 31/12/2012

BILANCIO AL 31/12/2012 BILANCIO AL 31/12/2012 S T A T O P A T R I M O N I A L E - A T T I V O - B IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 COSTI DI IMPIANTO E DI AMPLIAMENTO 12201 Spese pluriennali da amm.re 480,00

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni

LO STATO PATRIMONIALE. A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LO STATO PATRIMONIALE A cura di Fabrizio Bava, Donatella Busso, Piero Pisoni LE MODIFICHE ALLO SCHEMA STATO PATRIMONIALE ATTIVO C.II.4.BIS CREDITI TRIBUTARI C.II.4.TER IMPOSTE ANTICIPATE STATO PATRIMONIALE

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI per la redazione del BILANCIO D ESERCIZIO delle AZIENDE SANITARIE

PRINCIPI CONTABILI per la redazione del BILANCIO D ESERCIZIO delle AZIENDE SANITARIE REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO SALUTE, SICUREZZA E SOLIDARIETA SOCIALE, SERVIZI ALLA PERSONA E ALLA COMUNITA PRINCIPI CONTABILI per la redazione del BILANCIO D ESERCIZIO delle AZIENDE SANITARIE Documento

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012

ROMA SOLIDALE ONLUS. Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2012 ROMA SOLIDALE ONLUS Codice fiscale 08060901009 Partita iva 09559981007 BORGO PIO 10-00193 ROMA RM Numero R.E.A. 1176430 Fondo di dotazione Euro 350.000 Nota integrativa abbreviata ex Art. 2435 bis C.C.

Dettagli

COSEV SERVIZI S.P.A. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013

COSEV SERVIZI S.P.A. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Reg. Imp. 12815 Rea 104630 COSEV SERVIZI S.P.A. Sede in VIA PETRARCA, 6-64015 NERETO (TE) Capitale sociale Euro 471.621,00 I.V. Nota integrativa al bilancio al 31/12/2013 Premessa Signori Soci/Azionisti,

Dettagli

Fondazione Luca Pacioli

Fondazione Luca Pacioli Fondazione Luca Pacioli LE NOVITÀ DELLA RIFORMA DEL DIRITTO SOCIETARIO SUL BILANCIO D ESERCIZIO BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA Documento n. 15 del 28 aprile 2005 CIRCOLARE Via G. Paisiello, 24 00198 Roma

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Debiti. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Debiti Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

Capitolo 7 Le scritture di assestamento

Capitolo 7 Le scritture di assestamento Edizioni Simone - vol. 39 Compendio di economia aziendale Capitolo 7 Le scritture di assestamento Sommario 1. Il completamento. - 2. Le scritture di assestamento dei valori di conto secondo il principio

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

LE IMPOSTE SUL REDDITO

LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO Il risultato che scaturisce dal bilancio redatto in base alla normativa del codice civile rappresenta il valore di partenza a cui fa riferimento la disciplina

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO:

LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: LA RICLASSIFICAZIONE DEL BILANCIO: STATO PATRIMONIALE ATTIVO: + ATTIVO IMMOBILIZZATO: Investimenti che si trasformeranno in denaro in un periodo superiore ad un anno + ATTIVO CIRCOLANTE: Investimenti che

Dettagli

S T A T O P A T R I M O N I A L E 31/12/2012 31/12/2011

S T A T O P A T R I M O N I A L E 31/12/2012 31/12/2011 Ditta 005034 Data: 05/04/2013 Ora: 15.13 Pag.001 A.I.R. - ASSOCIAZIONE ITALIANA RETT - ONLUS VIALE BRACCI 1 53100 SIENA SI ESERCIZIO DAL 01/01/2012 AL 31/12/2012 BILANCIO IN FORMA ABBREVIATA AI SENSI DELL'ART.2435

Dettagli

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO

PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO PRINCIPI DI REDAZIONE DEL BILANCIO D ESERCIZIO IL BILANCIO D ESERCIZIO E UN DOCUMENTO AZIENDALE DI SINTESI, DI DERIVAZIONE CONTABILE, RIVOLTO A VARI DESTINATARI, CHE RAPPRESENTA IN TERMINI CONSUNTIVI E

Dettagli

Composizione e schemi del bilancio d esercizio

Composizione e schemi del bilancio d esercizio OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Composizione e schemi del bilancio d esercizio Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE

IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE IL MARCHIO E LE ALTRE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI LE IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI NELLA LEGISLAZIONE CIVILISTICA E FISCALE Le immobilizzazioni immateriali sono caratterizzate dalla mancanza di tangibilità

Dettagli

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI

IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI STATO PATRIMONIALE CONSOLIDATO ATTIVO A) CREDITI VS STATO E ALTRI AA.PP. PARTECIPAZIONE FONDO DI DOTAZIONE B) IMMOBILIZZAZIONI I IMMOBILIZZAZIONI IMMATERIALI 1 Costi di impianto ed ampliamento 2 Costi

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes)

IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) IAS 12 Imposte sul Reddito (Income Taxes) INDICE INTRODUZIONE L EVOLUZIONE DELLO STANDARD OGGETTO, FINALITÀ ED AMBITO DI APPLICAZIONE DELLO STANDARD LA RILEVAZIONE DI IMPOSTE RILEVAZIONE DEGLI EFFETTI

Dettagli

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto

Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM Il conto economico che abbiamo esaminato fino ad ora si presenta a sezioni contrapposte: nella sezione del DARE vengono rilevati i costi, e nella

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI. Documento interpretativo n. 1del Principio contabile 12 Classificazione nel conto economico dei costi e ricavi

PRINCIPI CONTABILI. Documento interpretativo n. 1del Principio contabile 12 Classificazione nel conto economico dei costi e ricavi OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e del Consiglio Nazionale dei Ragionieri modificati dall OIC in relazione alla riforma del diritto

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica L origine della norma e l evoluzione della disciplina

Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica L origine della norma e l evoluzione della disciplina APPROCCIO PER COMPONENTI E SEPARAZIONE TERRENO- FABBRICATI NEI BILANCI REDATTI CON LE NORME CODICISTICHE ALLA LUCE DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI NAZIONALI di Matteo Pozzoli Inquadramento della problematica

Dettagli

OIC 24 Immobilizzazioni immateriali Sintesi dei principali interventi

OIC 24 Immobilizzazioni immateriali Sintesi dei principali interventi OIC 24 Immobilizzazioni immateriali Sintesi dei principali interventi Svalutazioni per perdite durevoli di valore: attualmente la disciplina relativa alle svalutazioni per perdite durevoli di valore è

Dettagli

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio.

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio. IL BILANCIO DELLE IMPRESE Le imprese sono aziende che hanno come fine il profitto. Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Imposte sul reddito Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di

Dettagli

AMIR S.P.A. 711 - BILANCIO ORDINARIO D'ESERCIZIO DATI ANAGRAFICI

AMIR S.P.A. 711 - BILANCIO ORDINARIO D'ESERCIZIO DATI ANAGRAFICI 711 - BILANCIO ORDINARIO D'ESERCIZIO Data chiusura esercizio 31/12/2013 DATI ANAGRAFICI Indirizzo Sede legale: RIMINI RN VIA DARIO CAMPANA 63 Numero REA: RN - 259282 Forma giuridica: SOCIETA' PER AZIONI

Dettagli

OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi

OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi OIC 19 Debiti - Sintesi dei principali interventi Si è ritenuto di precisare che nel caso di un prestito obbligazionario che prevede un unico rimborso alla scadenza o di obbligazioni senza cedola (zero

Dettagli

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano A.GE.S. S.p.A. Sede in Paderno Dugnano (Mi) Via Oslavia 21 Capitale sociale euro 850.000,00 interamente versato Codice fiscale e Partita Iva : 02286490962 Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Società

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

Gli articoli del codice civile sulla redazione del bilancio d esercizio

Gli articoli del codice civile sulla redazione del bilancio d esercizio Gli articoli del codice civile sulla redazione del bilancio d esercizio Sezione IX Del bilancio Art. 2423. Redazione del bilancio. Gli amministratori devono redigere il bilancio di esercizio, costituito

Dettagli

Immobilizzazioni immateriali

Immobilizzazioni immateriali OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Immobilizzazioni immateriali Gennaio 2015 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Rimanenze. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Rimanenze. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rimanenze Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE Le rettifiche su acquisti (vendite) determinano componenti positivi (negativi) di reddito corrispondenti ad una riduzione dei costi di acquisto (ricavi di vendita) rilevati

Dettagli

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE

Nome e cognome.. I beni strumentali. Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE Nome e cognome.. Classe Data I beni strumentali Esercitazione di economia aziendale per la classe IV ITE di Marcella Givone 1. Costituzione di azienda con apporto di beni strumentali, sia in natura disgiunti

Dettagli

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE.

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE. Trattamento delle somme corrisposte da una società di persone al socio nel caso di recesso, esclusione, riduzione del capitale, e liquidazione, ed aspetti fiscali per la società. Questo convegno ci offre

Dettagli

Lavori in corso su ordinazione

Lavori in corso su ordinazione OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Lavori in corso su ordinazione Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

Immobilizzazioni materiali

Immobilizzazioni materiali OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Immobilizzazioni materiali Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto

Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione... Celestina Rovetto Svolgimento della prova di verifica n. 17 Classe 4 a IGEA, Mercurio, Brocca, Programmatori, Liceo economico, IPSC Beni strumentali: acquisizione, utilizzo e dismissione. Celestina Rovetto Obiettivi della

Dettagli

DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO

DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO Art 2484 Cause indipendenti dalla volontà dei soci Cause dipendenti dalla volontà dei soci Dichiarazione amministratori da eseguire senza indugio Delibera assembleare Iscrizione

Dettagli

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione Luca Bilancini (Commercialista, Pubblicista, coordinatore scientifico MAP) OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione 1 OIC 23 - Principali novità Non ci sono più i paragrafi relativi alle commesse in valuta

Dettagli

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 4 giugno 2014

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 4 giugno 2014 CIRCOLARE N. 14/E Roma, 4 giugno 2014 OGGETTO: Le perdite e svalutazioni su crediti La nuova disciplina ai fini IRES e IRAP introdotta dall articolo 1, commi 158-161, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali

OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI OIC xx Passaggio ai principi contabili nazionali BOZZA PER LA CONSULTAZIONE Si prega di inviare eventuali osservazioni preferibilmente entro il

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI

ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI ATTIVITA SPORTIVE DILETTANTISTICHE LE PRINCIPALI REGOLE FISCALI 1. Aspetti fiscali generali Gli enti di tipo associativo, di cui fanno parte anche le associazioni sportive dilettantistiche, sono assoggettate

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37 Le novità civilistiche e fiscali per la stesura del bilancio di Stefano Chirichigno e Vittoria Segre Passività iscritte nei bilanci IAS: il coordinamento fiscale con le modifiche apportate allo IAS 37

Dettagli

18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE

18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE CONTENUTO 18. PARTECIPAZIONI ISCRITTE TRA LE IMMOBILIZZAZIONI FINANZIARIE CONTENUTO L utilizzo durevole è il criterio per classificare le partecipazioni come immobilizzazioni finanziarie. Le tipologie

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

9) promozione della cultura e dell'arte ; 10) tutela dei diritti civili ; 11) ricerca scientifica di particolare interesse sociale svolta

9) promozione della cultura e dell'arte ; 10) tutela dei diritti civili ; 11) ricerca scientifica di particolare interesse sociale svolta Le ONLUS Secondo le previsioni dell'art. 10 del decreto 460/97 possono assumere la qualifica di Onlus le associazioni riconosciute e non, i comitati, le fondazioni, le società cooperative e tutti gli altri

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON RICHIESTA DI PRENOTAZIONE DELLA GARANZIA DA PARTE DEL SOGGETTO BENEFICIARIO FINALE

FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON RICHIESTA DI PRENOTAZIONE DELLA GARANZIA DA PARTE DEL SOGGETTO BENEFICIARIO FINALE Allegato 18 Modulo prenotazione garanzia PON - Pagina 1 di 25 FONDO DI GARANZIA - Legge 662/96 RISERVA PON RICHIESTA DI PRENOTAZIONE DELLA GARANZIA DA PARTE DEL SOGGETTO BENEFICIARIO FINALE PROCEDURA DI

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI

6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35. L originale. Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Associazione dei contabilicontroller diplomati federali 6963 Lugano-Cureggia Telefono/Fax 091 966 03 35 L originale Sterchi I Mattle I Helbling Piano dei conti svizzero per PMI Piano dei conti svizzero

Dettagli

Compensi agli amministratori

Compensi agli amministratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dividendi e compensi agli amministratori aspetti fiscali e contributivi Compensi

Dettagli

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015 CIRCOLARE N. 22/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 giugno 2015 OGGETTO: Modifiche alla disciplina dell IRAP Legge di Stabilità 2015 2 INDICE Premessa... 3 1) Imprese operanti in concessione e a tariffa...

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 17 07.05.2014 Riporto perdite e imposte differite Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie Il meccanismo del riporto delle perdite ex art.

Dettagli

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI

STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI STAMPA DEI REGISTRI CONTABILI E DEL LIBRO INVENTARI La stampa dei registri contabili tenuti con sistemi meccanografici deve essere effettuata entro 3 mesi dalla scadenza prevista per la presentazione della

Dettagli

PRINCIPI CONTABILI. Operazioni e partite in moneta estera

PRINCIPI CONTABILI. Operazioni e partite in moneta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e del Consiglio Nazionale dei Ragionieri modificati dall OIC in relazione alla riforma del diritto

Dettagli

Una posta di bilancio che necessita particolare

Una posta di bilancio che necessita particolare Costi di ricerca e sviluppo: aspetti contabili e fiscali I principi contabili possono aiutare a interpretare correttamente le scarne istruzioni del legislatore in tema di deducibilità dei costi sostenuti

Dettagli

IL COMMERCIALISTA VENETO n. 133 - GENNAIO / FEBBRAIO 2000. A cura del Gruppo di Studio di Diritto tributario istituito presso l Ordine di Padova

IL COMMERCIALISTA VENETO n. 133 - GENNAIO / FEBBRAIO 2000. A cura del Gruppo di Studio di Diritto tributario istituito presso l Ordine di Padova IL COMMERCIALISTA VENETO n. 133 - GENNAIO / FEBBRAIO 2000 ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI DELLE TRE VENEZIE L'INSERTO 2 Analisi della rilevanza ai fini IRAP delle voci del Conto Economico A cura

Dettagli

= + + Imposte differite ed anticipate In caso di ripartizione in più periodi della plusvalenza imponibile, si pone

= + + Imposte differite ed anticipate In caso di ripartizione in più periodi della plusvalenza imponibile, si pone RISULTATO DELL ESERCIZIO ANTE IMPOSTE VARIAZIONI IN AUMENTO Negli esercizi dal 2005 al 2008 sono state realizzate plusvalenze o altri proventi rateizzati? = In base all'art. 86 del TUIR è ammessa la rateazione

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE Circolare 10 febbraio 2014, n. 4567 Termini e modalità di presentazione delle domande per la concessione e l erogazione

Dettagli

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego

DECRETO 28 maggio 2001, n.295. Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego DECRETO 28 maggio 2001, n.295 Regolamento recante criteri e modalità di concessione degli incentivi a favore dell autoimpiego Capo I Art. 1 Definizioni 1. Nel presente regolamento l'espressione: a)

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

Uscita dal regime dei minimi

Uscita dal regime dei minimi Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 08 03.03.2014 Uscita dal regime dei minimi A cura di Devis Nucibella Categoria: Regimi speciali Sottocategoria: Contribuenti minimi Dopo

Dettagli

Operazioni varie di gestione aziendale

Operazioni varie di gestione aziendale Operazioni varie di gestione aziendale di Teresa Tardia Esercitazione di economia aziendale per la classe terza ITC Nel mese di febbraio la ditta GiLuVi, azienda commerciale, ha compiuto le seguenti: 01-feb

Dettagli

IL RENDICONTO DELLA GESTIONE NEGLI ENTI LOCALI

IL RENDICONTO DELLA GESTIONE NEGLI ENTI LOCALI SOMMARIO IL RENDICONTO DELLA GESTIONE NEGLI ENTI LOCALI 1. Premessa 2. Funzioni del rendiconto della gestione 3. Quadro normativo di riferimento 4. Attività operative per la predisposizione del rendiconto

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

VARIAZIONE IN AUMENTO. RF7/8 - PLUSVALENZE e SOPRAVVENIENZE ATTIVE

VARIAZIONE IN AUMENTO. RF7/8 - PLUSVALENZE e SOPRAVVENIENZE ATTIVE Analisi di alcune fattispecie di variazione in aumento ed in diminuzione maggiormente significative per la determinazione del reddito d'impresa nel Modello Unico SC/2010 Il quadro RF contenuto nel Modello

Dettagli

1. Archivio Diciture per Indici di Bilancio

1. Archivio Diciture per Indici di Bilancio INDICI DI BILANCIO 1. Archivio Diciture per Indici di Bilancio Perché sia possibile un calcolo automatico degli indici di bilancio (ratios) è necessario che le informazioni siano memorizzate seguendo i

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

Relazione di valutazione

Relazione di valutazione Tribunale Civile e Penale di Milano Esecuzioni Immobiliari N. 10967/2009 RG Giudice: dott. Boroni Valentina * * * * Con provvedimento del Giudice dott. Boroni Valentina del 24 giugno 2010 il sottoscritto

Dettagli

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa

CIRCOLARE N. 15/E. Roma, 10 maggio 2013. Direzione Centrale Normativa CIRCOLARE N. 15/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 maggio 2013 OGGETTO: Imposta di bollo applicabile agli estratti di conto corrente, ai rendiconti dei libretti di risparmio ed alle comunicazioni

Dettagli

Valutazione di intangibili e impairment

Valutazione di intangibili e impairment IMPAIRMENT EVIDENZE DAI MEDIA ITALIANI Valutazione di intangibili e impairment -Valutazione di attività immateriali in aziende editoriali -Valutazioni per impairment test 1 La valutazione di asset si ha

Dettagli

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Come noto la Legge finanziaria del 2008 ha profondamente modificato

Dettagli

MONDO ACQUA S.P.A. Nota integrativa ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2013

MONDO ACQUA S.P.A. Nota integrativa ex Art. 2435 bis C.C. al bilancio chiuso il 31/12/2013 MONDO ACQUA S.P.A. Codice fiscale 02778560041 Partita iva 02778560041 VIA VENEZIA n. 6/B - 12084 MONDOVI' CN Numero R.E.A. 235902 - CN Registro Imprese di CUNEO n. 02778560041 Capitale Sociale 1.100.000,00

Dettagli

Il riporto delle perdite nelle società cooperative e la deducibilità degli interessi sul prestito sociale

Il riporto delle perdite nelle società cooperative e la deducibilità degli interessi sul prestito sociale Il riporto delle perdite nelle società cooperative e la deducibilità degli interessi sul prestito sociale Sebastiano Di Diego Sebastiano Di Diego Il regime fiscale delle perdite La disciplina generale

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

RELAZIONE SINTETICA DI STIMA ELETTRO 33 S.P.A. Procedura N 89/2013. Giudice Delegato: Dott. Vito FEBBRARO. Curatore Dott.

RELAZIONE SINTETICA DI STIMA ELETTRO 33 S.P.A. Procedura N 89/2013. Giudice Delegato: Dott. Vito FEBBRARO. Curatore Dott. RELAZIONE SINTETICA DI STIMA ELETTRO 33 S.P.A. Procedura N 89/2013 Giudice Delegato: Dott. Vito FEBBRARO Curatore Dott.ssa Elena MOGNONI Facciamo seguito all incarico conferitoci dalla Dott.ssa Elena MOGNONI

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE CICLO DI LEZIONI SPERIMENTALI PER GLI STUDENTI DEGLI ITC IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE A cura del prof. Santino Furlan Castellanza, 2 marzo 2001 Il costo del lavoro dipendente Le voci che compongono il

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Crediti. Giugno 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Crediti. Giugno 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Crediti Giugno 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di fondazione,

Dettagli

Bando regionale per il sostegno di:

Bando regionale per il sostegno di: Bando regionale per il sostegno di: Programma Operativo Regionale Competitività regionale e occupazione F.E.S.R. 2007/2013 Asse 1 Innovazione e transizione produttiva Attività I.3.2 Adozione delle tecnologie

Dettagli