ATTIVITÀ CONVENZIONALE PRATICHE FUORI ORDINE DEL GIORNO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ATTIVITÀ CONVENZIONALE PRATICHE FUORI ORDINE DEL GIORNO"

Transcript

1 ATTIVITÀ CONVENZIONALE PRATICHE FUORI ORDINE DEL GIORNO 3) Facoltà di Medicina e Chirurgia: convenzioni per l utilizzo di strutture sanitarie all interno della rete formativa della scuola di specializzazione in Medicina d Emergenza-Urgenza della Facoltà di Medicina e Chirurgia ai fini didattici integrativi per i medici in formazione specialistica con: a) l Azienda Sanitaria Locale n. 8 di Cagliari Il Rettore rammenta che l art. 27 del D.P.R. 382/80 prevede che i Rettori delle Università possano stipulare convenzioni con Enti Pubblici e privati su proposta dei Consigli delle Scuole di Specializzazione e sentito il Consiglio di Facoltà, Senato Accademico e il Consiglio di Amministrazione, al fine di avvalersi di attrezzature e servizi logistici extrauniversitari per lo svolgimento di attività didattiche integrative a quelle universitarie, finalizzate al completamento della formazione accademica e professionale. Il Consiglio della Scuola di Specializzazione in Medicina d Emergenza - Urgenza nell adunanza del 28 maggio 2009, ha espresso parere favorevole alla stipula di una Convenzione per l utilizzo di strutture sanitarie dell Azienda Sanitaria Locale n. 8 di Cagliari all interno della rete formativa della scuola di specializzazione in Medicina d Emergenza-Urgenza della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università degli Studi di Sassari ai fini didattici integrativi per i medici in formazione specialistica Il Consiglio di Facoltà di Medicina e Chirurgia nella seduta del 05/10/2010 si è espresso favorevolmente alla stipula di quanto sopra. Dopo quanto premesso il Senato Accademico esprime.. CONVENZIONE PER L UTILIZZO DI STRUTTURE SANITARIE DELL AZIENDA OSPEDALIERA G. BROTZU ALL INTERNO DELLA RETE FORMATIVA DELLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE DI MEDICINA D EMERGENZA-URGENZA DELLA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI AI FINI DIDATTICI INTEGRATIVI PER I MEDICI IN FORMAZIONE SPECIALISTICA

2 TRA L Università degli Studi di Sassari, nella persona del Rettore pro-tempore, Prof. Attilio Mastino, domiciliato per la carica in Sassari, Piazza Università n. 21; L Azienda ASL N. 1 di Sassari, con sede legale in Sassari via Montegrappa n. 86, P.IVA , rappresentata dal Commissario Straordinario Dott. Paolo Manca, in qualità di Legale Rappresentante; E L Azienda ASL N 8 di CAGLIARI, con sede legale in, C.F./P.IVA, rappresentata dal Direttore Generale Dott., in qualità di Legale Rappresentante; PREMESSA VISTO l art. 27 del D.P.R. 11/07/80, n. 382 il quale prevede la possibilità per le Università di stipulare convenzioni con enti pubblici e privati, al fine di avvalersi di attrezzature e servizi logistici extrauniversitari per lo svolgimento di attività didattiche integrative a quelle universitarie, finalizzate al completamento della formazione specialistica; VISTO l art. 37 del D.Lgs 17 agosto 1999 n. 368 che disciplina l attività dei medici in formazione specialistica, ed in particolare prevede per il medico la stipula di uno specifico contratto di formazione specialistica, all atto dell iscrizione alla Scuola di Specializzazione; VISTO l art. 38 del D.Lgs 17 agosto 1999 n. 368 che disciplina le modalità del programma di formazione e lo svolgimento delle attività teoriche e pratiche previste dagli ordinamenti e regolamenti didattici determinati secondo la normativa vigente; VISTO il Protocollo d intesa Regione Università del 16 settembre 2004 che al titolo III disciplina i rapporti per lo svolgimento della formazione specialistica, ed in particolare al comma d) dell art. 19 il quale prevede che le strutture dove si svolge l attività di formazione specialistica devono essere in possesso dei requisiti di idoneità di cui al D.Lgs. n. 257 e al D.M. 17 dicembre 1997; VISTA la Deliberazione della Giunta Regionale della Sardegna n. 17/2 del 27 aprile 2007, con la quale è stata costituita l Azienda Ospedaliero Universitaria di Sassari; VISTO che la Scuola di Specializzazione in Medicina d Emergenza-Urgenza ha interesse ad estendere la propria rete formativa attraverso la stipula di una convenzione con l Azienda ASL 8 Cagliari, per l estensione della rete formativa a strutture non appartenenti all Università al fine di ampliare l offerta formativa per i medici in formazione specialistica; VISTO che l Azienda ASL 8 Cagliari ha manifestato la disponibilità a mettere a disposizione dell Università di Sassari le proprie strutture, attrezzature e personale per le esigenze didattiche e formative della Scuola di Specializzazione in Medicina d Emergenza-Urgenza; VISTE le delibere adottate dal Consiglio della Scuola di specializzazione in Medicina d Emergenza- Urgenza in data, dal Consiglio della Facoltà di Medicina e Chirurgia del ; dal Senato Accademico del _, dal Consiglio di Amministrazione del, per l Università degli Studi di Sassari; VISTA la delibera adottata dalla ASL n. 1 di Sassari in data che autorizza la stipula della presente convenzione;

3 TUTTO CIÒ PREMESSO SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE Art. 1 L Azienda ASL 8 di Cagliari, di seguito denominata Azienda Convenzionata, mette a disposizione dell Università degli Studi di Sassari, di seguito denominata Università, e dell Azienda Ospedaliero Universitaria di Sassari, di seguito denominata A.O.U., per le esigenze didattiche della Scuola di Specializzazione in Medicina d Emergenza-Urgenza, l unità operativa di Pronto Soccorso OBI SS TRINITA, Medicina P.O. SS TRINITA, Cardiologia SS TRINITA, Radiologia SS TRINITA con una sezione di TC ed RMN di alta qualità, e in particolare delle seguenti strutture accreditate: Pronto Soccorso OBI SS Trinità nelle quali vengono effettuate le seguenti prestazioni: RCP, defibrillazione, ecografia (la struttura dispone di due ecografi), Ventilazione non invasiva CPAP; Medicina P.O. SS TRINITA, nelle quali vengono effettuate le seguenti prestazioni: ecografia internistica ed interventistica, ecocolor dopper, ecocardiografia biopsia ed aspirato osteomidolare, RCP, defibrillazione, Cardiologia SS TRINITA ecocardiografia, elettrofisiologia ed elettrostimolazione, ergometria; Radiologia SS TRINITA con una sezione di TC ed RMN di alta qualità, mammografia, Ortopantomagrafia. Presso le Unità Operative sopra indicate si esegue un numero di prestazioni professionali sufficiente a concorrere alla formazione di 2 medici specializzandi in Medicina d Urgenza per ogni anno della Scuola di Specializzazione; Art. 2 L Università utilizza le strutture di cui al precedente art. 1, per l espletamento delle attività complementari o integrative di quelle svolte nell ambito delle strutture di sede della Scuola di Specializzazione predetta, ai fini del completamento della formazione specialistica dei medici in formazione, iscritti alla Scuola stessa. Art. 3 Le modalità di accesso del medico in formazione alle strutture di cui all art. 1, per lo svolgimento delle attività mediche, saranno stabilite di volta in volta dal Consiglio della Scuola in accordo con i Dirigenti responsabili delle strutture dell Azienda Convenzionata. Il Consiglio della scuola si impegna a comunicare annualmente all A.O.U. e all Azienda Convenzionata i nominativi dei medici in formazione assegnati. Art. 4 L attività, i tempi e le modalità di svolgimento dei compiti assistenziali, la tipologia degli interventi che il medico in formazione specialistica dovrà eseguire, devono essere preventivamente concordati dal Consiglio della Scuola con i Dirigenti responsabili delle strutture dell Azienda Convenzionata. L attività e gli interventi devono essere illustrati e certificati dai Dirigenti responsabili delle strutture dell Azienda Convenzionata e controfirmati dal medico in formazione specialistica, su un apposito libretto personale di formazione, fornito dall Università. In nessun caso l attività del medico in formazione specialistica è sostitutiva di quella dei medici strutturati del S.S.N. L attività tutoriale svolta dai dirigenti sanitari a favore dei medici in formazione specialistica costituisce specifico titolo da valutare per il conferimento di incarichi comportanti la direzione di struttura, ovvero per l accesso agli incarichi di secondo livello dirigenziale, ai sensi del D.Lgs. 368/99 art. 38 comma 5, e per l eventuale attribuzione di crediti ECM autorizzati. Art. 5 Al fine di consentire all Università di erogare il trattamento economico dei medici in formazione, come previsto dal contratto, i Dirigenti responsabili delle strutture dell Azienda Convenzionata dovranno inviare al termine di ciascun mese, alla stessa Università l attestazione delle presenze su moduli debitamente predisposti. L impegno richiesto per la formazione specialistica è pari a quello previsto per il personale del S.S.N. a tempo pieno. In nessun caso l attività del medico in formazione specialistica è sostitutiva del personale di ruolo del reparto o servizio. Art. 6 a) L Azienda Convenzionata, presso la quale il medico in formazione specialistica svolge l attività formativa, provvede con oneri a proprio carico, alla copertura assicurativa dei rischi professionali per la responsabilità civile contro terzi per l attività assistenziale svolta dal medico medesimo nelle proprie strutture, alle stesse condizioni del proprio personale.

4 b) Gli estremi identificativi dell assicurazione RCT predetta devono essere comunicati all Università e all A.O.U. dall Azienda Convenzionata. c) L Azienda Ospedaliera Universitaria di Sassari, provvede ad anticipare i costi relativi alla copertura assicurativa obbligatoria INAIL per gli infortuni connessi all attività assistenziale svolta dal medico medesimo, sia nelle proprie strutture sia nelle altre strutture di cui alla presente convenzione, salvo il rimborso dalla Azienda Convenzionata per i periodi di formazione espletati presso la medesima Azienda. Art. 7 Per il personale del Servizio Sanitario Regionale, la Facoltà di Medicina e Chirurgia delibera annualmente, su proposta del Consiglio della Scuola, sia l affidamento con titolarità di corsi di insegnamento, sia l affidamento di attività didattiche integrative, inclusa quella di tutorato. Per l affidamento dei predetti compiti di attività didattica formale, professionalizzante e tutoriale, il Consiglio della Scuola valuta l esperienza didattica e l attività di servizio svolta presso strutture specialistiche accreditate, conformi con la tipologia della scuola. Art. 8 Il medico in formazione, deve presentare al Consiglio della Scuola un Progetto formativo accompagnato dalla documentazione rilasciata dalla struttura ospitante; tale progetto deve rientrare nel piano di formazione previsto per l anno di corso. Il Consiglio della Scuola valuta la congruità del progetto, verifica se l attività indicata possa in alternativa essere svolta all interno delle strutture della Scuola ed infine autorizza la frequenza esterna. In determinati periodi dell anno l autorizzazione alla frequenza esterna implica l impossibilità alla frequenza teorica e quindi il Consiglio della Scuola deve esprimersi in merito all esonero di tale frequenza. Il periodo di frequenza esterna, essendo finalizzato al completamento del piano formativo del medico in formazione, non deve essere recuperato e conseguentemente lo stesso continua a godere del trattamento economico spettante, a seguito della procedura di verifica delle presenze previste dall art. 5. Il medico in formazione autorizzato alla frequenza esterna, dovrà seguire le indicazioni dei tutor e fare riferimento ad essi; rispettare gli obblighi di riservatezza circa i processi produttivi, prodotti od altre notizie di cui venga a conoscenza, sia durante che dopo lo svolgimento del tirocinio; rispettare i regolamenti aziendali e le norme in materia di igiene e sicurezza; prendere atto che la frequenza non costituisce in alcun modo un rapporto di lavoro; redigere una relazione finale sull attività di formazione svolta da consegnare a gli uffici competenti entro 5 giorni dal rientro in sede. Art. 9 La presente convenzione non comporta alcun onere per l Università, in relazione all utilizzo didattico di strutture, attrezzature e personale messi a disposizione dall Azienda Convenzionata. Art. 10 La presente convenzione entra in vigore dalla data della stipula e si intende tacitamente rinnovata, di anno accademico in anno accademico, salvo che non intervenga disdetta da una delle parti, almeno tre mesi prima della scadenza mediante lettera raccomandata con avviso di ricevuta. Letto confermato e sottoscritto Sassari, Università degli Studi di Sassari Il Rettore (Prof. ) Azienda Ospedaliero Universitaria di Sassari Il Direttore Generale ( ) Azienda

5 di Cagliari Il Direttore Generale ( ) b) l Azienda Ospedaliera G. Brotzu di Cagliari Il Rettore rammenta che l art. 27 del D.P.R. 382/80 prevede che i Rettori delle Università possano stipulare convenzioni con Enti Pubblici e privati su proposta dei Consigli delle Scuole di Specializzazione e sentito il Consiglio di Facoltà, Senato Accademico e il Consiglio di Amministrazione, al fine di avvalersi di attrezzature e servizi logistici extrauniversitari per lo svolgimento di attività didattiche integrative a quelle universitarie, finalizzate al completamento della formazione accademica e professionale. Il Consiglio della Scuola di Specializzazione in Medicina d Emergenza - Urgenza nell adunanza del 28 maggio 2009, ha espresso parere favorevole alla stipula di una Convenzione per l utilizzo di strutture sanitarie dell Azienda Ospedaliera G. Brotzu di Cagliari all interno della rete formativa della scuola di specializzazione in Medicina d Emergenza- Urgenza della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università degli Studi di Sassari ai fini didattici integrativi per i medici in formazione specialistica Il Consiglio di Facoltà di Medicina e Chirurgia nella seduta del 05/10/2010 si è espresso favorevolmente alla stipula di quanto sopra. Dopo quanto premesso il Senato Accademico esprime.. CONVENZIONE PER L UTILIZZO DI STRUTTURE SANITARIE DELL AZIENDA OSPEDALIERA G. BROTZU ALL INTERNO DELLA RETE FORMATIVA DELLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE DI MEDICINA D EMERGENZA-URGENZA DELLA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI AI FINI DIDATTICI INTEGRATIVI PER I MEDICI IN FORMAZIONE SPECIALISTICA TRA

6 L Università degli Studi di Sassari, nella persona del Rettore pro-tempore, Prof. Attilio Mastino, domiciliato per la carica in Sassari, Piazza Università n. 21; L Azienda ASL N. 1 di Sassari, con sede legale in Sassari via Montegrappa n. 86, P.IVA , rappresentata dal Commissario Straordinario Dr. Paolo Manca, in qualità di Legale Rappresentante; E L Azienda Ospedaliera G. Brotzu, con sede legale in Cagliari, Piazzale Ricchi n. 1, Cod. Fisc , rappresentata dal Direttore Generale, in qualità di Legale Rappresentante; PREMESSA VISTO l art. 27 del D.P.R. 11/07/80, n. 382 il quale prevede la possibilità per le Università di stipulare convenzioni con enti pubblici e privati, al fine di avvalersi di attrezzature e servizi logistici extrauniversitari per lo svolgimento di attività didattiche integrative a quelle universitarie, finalizzate al completamento della formazione specialistica; VISTO l art. 37 del D.Lgs 17 agosto 1999 n. 368 che disciplina l attività dei medici in formazione specialistica, ed in particolare prevede per il medico la stipula di uno specifico contratto di formazione specialistica, all atto dell iscrizione alla Scuola di Specializzazione; VISTO l art. 38 del D.Lgs 17 agosto 1999 n. 368 che disciplina le modalità del programma di formazione e lo svolgimento delle attività teoriche e pratiche previste dagli ordinamenti e regolamenti didattici determinati secondo la normativa vigente; VISTO il Protocollo d intesa Regione Università del 16 settembre 2004 che al titolo III disciplina i rapporti per lo svolgimento della formazione specialistica, ed in particolare al comma d) dell art. 19 il quale prevede che le strutture dove si svolge l attività di formazione specialistica devono essere in possesso dei requisiti di idoneità di cui al D.Lgs. n. 257 e al D.M. 17 dicembre 1997; CONSIDERATO che la Scuola di Specializzazione in Medicina d Emergenza-Urgenza della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università degli Studi di Sassari inserita in strutture sanitarie dell ASL n. 1 ha interesse ad estendere la propria rete formativa attraverso la stipula di una convenzione con L Azienda Ospedaliera G. Brotzu al fine di ampliare l offerta formativa per i medici in formazione specialistica; CONSIDERATO che l Azienda Ospedaliera G. Brotzu ha reso disponibili per l Università degli Studi di Sassari le proprie strutture, attrezzature e personale per le esigenze didattiche e formative della Scuola di Specializzazione in Medicina d Emergenza-Urgenza; VISTO il Decreto dell Assessore dell Igiene e Sanità e dell Assistente Sociale prot. n del 07/07/2008 il quale prevede L individuazione dei componenti l Osservatorio Regionale per Specializzazioni mediche come da Deliberazione della Giunta Regionale n 37/8 del 25/09/2007; VISTA la delibera n 72/23 del 19/12/2008 e l allegato relativo al riordino del sistema Regionale della Formazione continua in medicina che cita che Le Aziende Sanitarie sono coinvolte, tra loro, anche nelle attività di formazione e di specializzazione medica; VISTE le delibere adottate dal Consiglio della Scuola di specializzazione in data, dal Consiglio della Facoltà di Medicina e Chirurgia in data, dal Senato Accademico in data e dal Consiglio di Amministrazione in data dell Università degli Studi di Sassari e dall Azienda Ospedaliera G. Brotzu che autorizzano la stipula della presente convenzione;

7 VISTA la delibera adottata dall Azienda Sanitaria locale n. 1 di Sassari in data che autorizza la stipula della presente convenzione; TUTTO CIÒ PREMESSO SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE Art. 1 L Azienda Ospedaliera G. Brotzu, di seguito denominata, Azienda, rende disponibili a favore della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università degli Studi di Sassari per le esigenze didattiche e di formazione della Scuola di Specializzazione in Medicina d Emergenza-Urgenza inserita in strutture sanitarie dell ASL n. 1 di Sassari, le unità operative di Pronto Soccorso, Cardiologia, Neurologia (inclusa Stroke-unit). La comunicazione relativa alle unità operative identificate dal Consiglio della Scuola, al numero e ai nominativi degli specializzandi che saranno inviati e alla durata della frequenza presso le strutture dell Azienda, sarà inviata, per gli adempimenti di competenza, dal Direttore della Scuola al Servizio Formazione dell Azienda che avrà cura di trasmetterla tempestivamente alla Direzione Sanitaria Aziendale per l autorizzazione alla frequenza. Art. 2 L Università degli Studi di Sassari utilizza le strutture dell Azienda identificate al Consiglio della Scuola, di cui al precedente art. 1, per l espletamento delle attività complementari o integrative di quelle svolte nell ambito delle strutture di sede della Scuola di Specializzazione predetta, ai fini del completamento della formazione specialistica dei medici in formazione. Art. 3 L attività, i tempi e le modalità di svolgimento dei compiti assistenziale, la tipologia degli interventi che il medico in formazione specialistica dovrà eseguire, devono essere preventivamente concordati dal Direttore della Scuola con la Direzione Sanitaria Aziendale e con i dirigenti delle strutture dell Azienda identificate per la formazione. L attività e gli interventi devono essere illustrati e certificati dai Dirigenti responsabili delle strutture dell Azienda e controfirmati dal medico in formazione specialistica, su un apposito libretto personale di formazione, fornito dall Università. L attività tutoriale svolta dai dirigenti sanitari a favore dei medici informazione specialistica costituisce specifico titolo da valutare per il conferimento di incarichi comportanti la direzione di struttura, ai sensi del D.Lgs. 368/99 art. 38 comma 5, e per l eventuale attribuzione di crediti ECM autorizzati. Art. 4 Al fine di consentire all Università di erogare il trattamento economico dei medici in formazione, come previsto dal contratto, i Dirigenti responsabili delle strutture dell Azienda dovranno inviare al termine di ciascun mese al Direttore della Scuola di Specializzazione l attestazione delle presenze, su moduli debitamente predisposti. L impegno richiesto per la formazione specialistica è pari a quello previsto per il personale del S.S.N. a tempo pieno. In nessun caso l attività del medico in formazione specialistica è sostitutiva del personale di ruolo del reparto o servizio. Art. 5 L ASL 1 provvede, con oneri a proprio carico, alla copertura assicurativa dei rischi professionali e della responsabilità civile contro terzi e alla copertura assicurativa obbligatoria INAIL per gli infortuni connessi all attività assistenziale svolta dal medico in formazione specialistica nelle sue strutture, alle stesse condizioni del proprio personale medico, salvo rimborso da parte dell Azienda per i periodi di formazione espletati presso la medesima azienda.

8 Gli estremi identificativi dell assicurazione RCT predetta devono essere comunicati all Università e all Azienda dalla ASL n. 1. L ASL 1 e l Azienda, limitatamente al periodo in cui il medico in formazione svolge il tirocinio presso le proprie strutture, provvedono, con oneri a proprio carico, all attivazione di tutti gli accorgimenti necessari per la protezione degli specializzandi contro il rischio di esposizione alle radiazioni ionizzanti. Art. 6 Al fine di poter monitorare coloro i quali frequentano le strutture dell Azienda, prima dell inizio del periodo di frequenza i medici specializzandi in formazione inseriti nell elenco inviato dal Direttore della Scuola dovranno compilare l apposito modulo di domanda di tirocinio e inviarlo al Servizio Formazione dell Azienda che avrà cura di trasmetterlo tempestivamente alla Direzione Sanitaria Aziendale per l Autorizzazione a frequentare le strutture sanitarie identificate dal Consiglio della Scuola. Art. 7 L Università si impegna a prevedere la partecipazione, a titolo gratuito, dei tutor di tirocinio dell Azienda alle attività didattico-culturali promosse dall Università stessa. Per il personale del Servizio Sanitario Regionale la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università degli Studi di Sassari, delibera annualmente, su proposta del Consiglio della Scuola, sia l affidamento con titolarità di corsi di insegnamento sia l affidamento di attività didattiche integrative, inclusa quella di tutorato. Al suddetto personale deve essere assolutamente rilasciato il nullaosta da parte dell Azienda. Per l affidamento dei predetti compiti di attività didattica formale, professionalizzante e tutoriale, il Consiglio della Scuola valuta l esperienza didattica e l attività di servizio svolta presso strutture specialistiche accreditate, conformi con la tipologia della Scuola. Art. 8 Il medico in formazione, durante la frequenza nelle strutture dell Azienda, dovrà seguire le indicazioni dei tutor ai quali verrà affidato e rispettare i regolamenti aziendali e le norme in materia di igiene e sicurezza. Art. 9 La presente convenzione non comporta alcun onere per l Università, in relazione all utilizzo didattico di strutture, attrezzature e personale messi a disposizione dall Azienda. Art. 10 La presente convenzione entra in vigore dalla data della stipula, avrà durata pari al numero di anni di corso previsti per la Scuola di Specializzazione e alla scadenza verrà rinnovata con atto formale, salvo che non intervenga disdetta da una delle parti, almeno tre mesi prima della scadenza mediante lettera raccomandata con avviso di ricevuta. Letto confermato e sottoscritto Sassari, Università degli Studi di Sassari Il Rettore (Prof. Attilio Mastino)

9 Azienda Ospedaliera G. Brotzu Il Direttore Generale (Dott. ) Azienda Sanitaria Locale N. 1 Il Commissario Straordinario (Dott. Paolo Manca) c) l Azienda Sanitaria Locale n.3 di Nuoro Il Rettore rammenta che l art. 27 del D.P.R. 382/80 prevede che i Rettori delle Università possano stipulare convenzioni con Enti Pubblici e privati su proposta dei Consigli delle Scuole di Specializzazione e sentito il Consiglio di Facoltà, Senato Accademico e il Consiglio di Amministrazione, al fine di avvalersi di attrezzature e servizi logistici extrauniversitari per lo svolgimento di attività didattiche integrative a quelle universitarie, finalizzate al completamento della formazione accademica e professionale. Il Consiglio della Scuola di Specializzazione in Medicina d Emergenza - Urgenza nell adunanza del 28 maggio 2009, ha espresso parere favorevole alla stipula di una Convenzione per l utilizzo di strutture sanitarie dell Azienda Sanitaria Locale n. 3 di Nuoro all interno della rete formativa della scuola di specializzazione in Medicina d Emergenza-Urgenza della

10 Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università degli Studi di Sassari ai fini didattici integrativi per i medici in formazione specialistica Il Consiglio di Facoltà di Medicina e Chirurgia nella seduta del 05/10/2010 si è espresso favorevolmente alla stipula di quanto sopra. Dopo quanto premesso il Senato Accademico esprime.. CONVENZIONE PER L UTILIZZO DI STRUTTURE SANITARIE DELL AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 3 DI NUORO ALL INTERNO DELLA RETE FORMATIVA DELLA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE DI MEDICINA D EMERGENZA -URGENZA DELLA FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI AI FINI DIDATTICI INTEGRATIVI PER I MEDICI IN FORMAZIONE SPECIALISTICA TRA L Università degli Studi di Sassari, nella persona del Rettore pro-tempore, Prof. Attilio Mastino, domiciliato per la carica in Sassari, Piazza Università n. 21; L Azienda ASL N. 1 di Sassari, con sede legale in Sassari via Montegrappa n. 86, P.IVA , rappresentata dal Commissario Straordinario Dott. Paolo Manca, in qualità di Legale Rappresentante; E L Azienda Sanitaria Locale N. 3 di Nuoro, con sede legale in via Demurtas n. 1, P.IVA , rappresentata dal Commissario Straordinario Dott. Antonio Onorato Succu, in qualità di Legale Rappresentante; PREMESSA VISTO l art. 27 del D.P.R. 11/07/80, n. 382 il quale prevede la possibilità per le Università di stipulare convenzioni con enti pubblici e privati, al fine di avvalersi di attrezzature e servizi logistici extrauniversitari per lo svolgimento di attività didattiche integrative a quelle universitarie, finalizzate al completamento della formazione specialistica; VISTO l art. 37 del D.Lgs 17 agosto 1999 n. 368 che disciplina l attività dei medici in formazione specialistica, ed in particolare prevede per il medico la stipula di uno specifico contratto di formazione specialistica, all atto dell iscrizione alla Scuola di Specializzazione; VISTO l art. 38 del D.Lgs 17 agosto 1999 n. 368 che disciplina le modalità del programma di formazione e lo svolgimento delle attività teoriche e pratiche previste dagli ordinamenti e regolamenti didattici determinati secondo la normativa vigente; VISTO il Protocollo d intesa Regione Università del 16 settembre 2004 che al titolo III disciplina i rapporti per lo svolgimento della formazione specialistica, ed in particolare al comma d) dell art. 19 il

11 quale prevede che le strutture dove si svolge l attività di formazione specialistica devono essere in possesso dei requisiti di idoneità di cui al D.Lgs. n. 257 e al D.M. 17 dicembre 1997; VISTO che la Scuola di Specializzazione in Medicina d Emergenza-Urgenza della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università degli Studi di Sassari inserita in strutture sanitarie dell ASL n. 1 ha interesse ad estendere la propria rete formativa attraverso la stipula di una convenzione con l ASL N. 3 di Nuoro al fine di ampliare l offerta formativa per i medici in formazione specialistica; VISTO che l ASL N. 3 di Nuoro ha reso disponibili per l Università degli Studi di Sassari le proprie strutture, attrezzature e personale per le esigenze didattiche e formative della Scuola di Specializzazione in Medicina d Emergenza-Urgenza; VISTO il Decreto dell Assessore dell Igiene e Sanità e dell Assistente Sociale prot. n del 07/07/2008 il quale prevede L individuazione dei componenti l Osservatorio Regionale per Specializzazioni mediche come da Deliberazione della Giunta Regionale n 37/8 del 25/09/2007; VISTA la delibera n 72/23 del 19/12/2008 e l allegato relativo al riordino del sistema Regionale della Formazione continua in medicina che cita che Le Aziende Sanitarie sono coinvolte, tra loro, anche nelle attività di formazione e di specializzazione medica; VISTE le delibere adottate dal Consiglio della Scuola di specializzazione in data, dal Consiglio della Facoltà di Medicina e Chirurgia in data, dal Senato Accademico in data e dal Consiglio di Amministrazione in data dell Università degli Studi di Sassari e dall Azienda Sanitaria Locale n. 3 di Nuoro che autorizzano la stipula della presente convenzione; VISTA la delibera adottata dall Azienda Sanitaria locale n. 1 di Sassari in data che autorizza la stipula della presente convenzione; TUTTO CIÒ PREMESSO SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE Art. 1 L Azienda Sanitaria Locale N. 3 di Nuoro, di seguito denominata, ASL N. 3 di Nuoro, rende disponibili a favore della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università degli Studi di Sassari per le esigenze didattiche e di formazione della Scuola di Specializzazione in Medicina d Emergenza-Urgenza inserita in strutture sanitarie dell ASL n. 1 di Sassari, l unità operativa di Pronto Soccorso, Cardiologia, Radiologia ed in particolare le seguenti strutture accreditate nelle quali vengono effettuate le seguenti prestazioni: Pronto Soccorso: trattamento integrato del politrauma, RCP secondo linee guida ACLS AHA, ventilazione non invasiva con l utilizzo di devices adatti alla CPAP e PSV, cardioversione elettrica in emergenza-urgenza con sedoanalgesia effettuata in loco; cardiologia, con procedure di cardiologia interventistica (emodinamica ed elettrofisiologia); radiologia con RX tradizionale, TC e RMN eseguite in urgenza-emergenza, angiografia in emergenza. La comunicazione relativa alle unità operative identificate dal Consiglio della Scuola, al numero e ai nominativi degli specializzandi che saranno inviati e alla durata della frequenza presso le strutture dell ASL N. 3 di Nuoro, sarà inviata, per gli adempimenti di competenza, dal Direttore della Scuola al Servizio Formazione dell ASL N. 3 di Nuoro che avrà cura di trasmetterla tempestivamente alla Direzione Sanitaria Aziendale per l autorizzazione alla frequenza. Art. 2 L Università degli Studi di Sassari utilizza le strutture dell ASL N. 3 di Nuoro identificate al Consiglio della Scuola, di cui al precedente art. 1, per l espletamento delle attività complementari o integrative di quelle svolte nell ambito delle strutture di sede della Scuola di Specializzazione predetta, ai fini del completamento della formazione specialistica dei medici in formazione. Art. 3

12 L attività, i tempi e le modalità di svolgimento dei compiti assistenziale, la tipologia degli interventi che il medico in formazione specialistica dovrà eseguire, devono essere preventivamente concordati dal Direttore della Scuola con la Direzione Sanitaria Aziendale e con i dirigenti delle strutture dell ASL N. 3 di Nuoro identificate per la formazione. L attività e gli interventi devono essere illustrati e certificati dai Dirigenti responsabili delle strutture dell ASL N. 3 di Nuoro e controfirmati dal medico in formazione specialistica, su un apposito libretto personale di formazione, fornito dall Università. L attività tutoriale svolta dai dirigenti sanitari a favore dei medici informazione specialistica costituisce specifico titolo da valutare per il conferimento di incarichi comportanti la direzione di struttura, ai sensi del D.Lgs. 368/99 art. 38 comma 5, e per l eventuale attribuzione di crediti ECM autorizzati. Art. 4 Al fine di consentire all Università di erogare il trattamento economico dei medici in formazione, come previsto dal contratto, i Dirigenti responsabili delle strutture dell ASL N. 3 di Nuoro dovranno inviare al termine di ciascun mese al Direttore della Scuola di Specializzazione l attestazione delle presenze, su moduli debitamente predisposti. L impegno richiesto per la formazione specialistica è pari a quello previsto per il personale del S.S.N. a tempo pieno. In nessun caso l attività del medico in formazione specialistica è sostitutiva del personale di ruolo del reparto o servizio. Art. 5 L ASL 1 provvede, con oneri a proprio carico, alla copertura assicurativa dei rischi professionali e della responsabilità civile contro terzi e alla copertura assicurativa obbligatoria INAIL per gli infortuni connessi all attività assistenziale svolta dal medico in formazione specialistica nelle sue strutture, alle stesse condizioni del proprio personale medico, salvo rimborso da parte dell ASL N. 3 di Nuoro per i periodi di formazione espletati presso la medesima azienda. Gli estremi identificativi dell assicurazione RCT predetta devono essere comunicati all Università e all ASL N. 3 di Nuoro dalla ASL n. 1. L ASL 1 e l ASL N. 3 di Nuoro, limitatamente al periodo in cui il medico in formazione svolge il tirocinio presso le proprie strutture, provvedono, con oneri a proprio carico, all attivazione di tutti gli accorgimenti necessari per la protezione degli specializzandi contro il rischio di esposizione alle radiazioni ionizzanti. Art. 6 Al fine di poter monitorare coloro i quali frequentano le strutture dell ASL N. 3 di Nuoro, prima dell inizio del periodo di frequenza i medici specializzandi in formazione inseriti nell elenco inviato dal Direttore della Scuola dovranno compilare l apposito modulo di domanda di tirocinio e inviarlo al Servizio Formazione dell ASL N. 3 di Nuoro che avrà cura di trasmetterlo tempestivamente alla Direzione Sanitaria Aziendale per l Autorizzazione a frequentare le strutture sanitarie identificate dal Consiglio della Scuola. Art. 7 L Università si impegna a prevedere la partecipazione, a titolo gratuito, dei tutor di tirocinio dell Azienda alle attività didattico-culturali promosse dall Università stessa. Per il personale del Servizio Sanitario Regionale la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università degli Studi di Sassari, delibera annualmente, su proposta del Consiglio della Scuola, sia l affidamento con titolarità di corsi di insegnamento sia l affidamento di attività didattiche integrative, inclusa quella di tutorato. Al suddetto personale deve essere assolutamente rilasciato il nullaosta da parte dell ASL N. 3 di Nuoro. Per l affidamento dei predetti compiti di attività didattica formale, professionalizzante e tutoriale, il Consiglio della Scuola valuta l esperienza didattica e l attività di servizio svolta presso strutture specialistiche accreditate, conformi con la tipologia della Scuola. Art. 8

13 Il medico in formazione, durante la frequenza nelle strutture dell ASL N. 3 di Nuoro, dovrà seguire le indicazioni dei tutor ai quali verrà affidato e rispettare i regolamenti aziendali e le norme in materia di igiene e sicurezza. Art. 9 La presente convenzione non comporta alcun onere per l Università, in relazione all utilizzo didattico di strutture, attrezzature e personale messi a disposizione dall ASL N. 3 di Nuoro. Art. 10 La presente convenzione entra in vigore dalla data della stipula, avrà durata pari al numero di anni di corso previsti per la Scuola di Specializzazione e alla scadenza verrà rinnovata con atto formale, salvo che non intervenga disdetta da una delle parti, almeno tre mesi prima della scadenza mediante lettera raccomandata con avviso di ricevuta. Letto confermato e sottoscritto Sassari, Università degli Studi di Sassari Il Rettore (Prof. Attilio Mastino) Azienda Sanitaria Locale N. 3 Il Commissario Straordinario (Dott. Antonio Onorato Succu) Azienda Sanitaria Locale N. 1 Il Commissario Straordinario (Dott. Paolo Manca) d) l Azienda Ospedaliera di Reggio Emilia Il Rettore rammenta che l art. 27 del D.P.R. 382/80 prevede che i Rettori delle Università possano stipulare convenzioni con Enti Pubblici e privati su proposta dei Consigli delle Scuole di Specializzazione e sentito il Consiglio di Facoltà, Senato Accademico e il Consiglio di Amministrazione, al fine di avvalersi di attrezzature e servizi logistici extrauniversitari per lo svolgimento di attività didattiche integrative a quelle universitarie, finalizzate al completamento della formazione accademica e professionale. Il Consiglio della Scuola di Specializzazione in Medicina d Emergenza - Urgenza nell adunanza del 28 maggio 2009, ha espresso parere favorevole alla stipula di una Convenzione con l Azienda Ospedaliera di Reggio Emilia per l estensione della rete formativa alle strutture non appartenenti

14 all Università per i medici in formazione specialistica della scuola di specializzazione in Medicina d Emergenza-Urgenza della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università degli Studi di Sassari ai fini didattici integrativi Il Consiglio di Facoltà di Medicina e Chirurgia nella seduta del 05/10/2010 si è espresso favorevolmente alla stipula di quanto sopra. Dopo quanto premesso il Senato Accademico esprime.. CONVENZIONE PER L ESTENSIONE DELLA RETE FORMATIVA ALLE STRUTTURE NON APPARTENENTI ALL UNIVERSITA PER I MEDICI IN FORMAZIONE SPECIALISTICA TRA L Università degli Studi di Sassari, nella persona del Rettore pro-tempore, Prof. Attilio Mastino, domiciliato per la carica in Sassari, Piazza Università n. 21; L Azienda ASL N. 1 di Sassari, con sede legale in Sassari via Montegrappa n. 86, P.IVA , rappresentata dal Commissario Straordinario Dott. Paolo Manca, in qualità di Legale Rappresentante; E L Azienda Ospedaliera di Reggio Emilia con sede legale in, via n. 1, Cod. Fisc., rappresentata dal Direttore Generale, in qualità di Legale Rappresentante; PREMESSA VISTO l art. 27 del D.P.R. 11/07/80, n. 382 il quale prevede la possibilità per le Università di stipulare convenzioni con enti pubblici e privati, al fine di avvalersi di attrezzature e servizi logistici extrauniversitari per lo svolgimento di attività didattiche integrative a quelle universitarie, finalizzate al completamento della formazione specialistica; VISTO l art. 37 del D.Lgs 17 agosto 1999 n. 368 che disciplina l attività dei medici in formazione specialistica, ed in particolare prevede per il medico la stipula di uno specifico contratto di formazione specialistica, all atto dell iscrizione alla Scuola di Specializzazione; VISTO l art. 38 del D.Lgs 17 agosto 1999 n. 368 che disciplina le modalità del programma di formazione e lo svolgimento delle attività teoriche e pratiche previste dagli ordinamenti e regolamenti didattici determinati secondo la normativa vigente; VISTO il Protocollo d intesa Regione Università del 16 settembre 2004 che al titolo III disciplina i rapporti per lo svolgimento della formazione specialistica, ed in particolare al comma d) dell art. 19 il

15 quale prevede che le strutture dove si svolge l attività di formazione specialistica devono essere in possesso dei requisiti di idoneità di cui al D.Lgs. n. 257 e al D.M. 17 dicembre 1997; VISTO che la Scuola di Specializzazione in Medicina d Emergenza-Urgenza della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università degli Studi di Sassari inserita in strutture sanitarie dell ASL n. 1 ha interesse ad estendere la propria rete formativa attraverso la stipula di una convenzione con L Azienda Ospedaliera di Reggio Emilia al fine di ampliare l offerta formativa per i medici in formazione specialistica; VISTO che l Azienda Ospedaliera di Reggio Emilia ha reso disponibili per l Università degli Studi di Sassari le proprie strutture, attrezzature e personale per le esigenze didattiche e formative della Scuola di Specializzazione in Medicina d Emergenza-Urgenza; VISTO il Decreto dell Assessore dell Igiene e Sanità e dell Assistente Sociale prot. n del 07/07/2008 il quale prevede L individuazione dei componenti l Osservatorio Regionale per Specializzazioni mediche come da Deliberazione della Giunta Regionale n 37/8 del 25/09/2007; VISTA la delibera n 72/23 del 19/12/2008 e l allegato relativo al riordino del sistema Regionale della Formazione continua in medicina che cita che Le Aziende Sanitarie sono coinvolte, tra loro, anche nelle attività di formazione e di specializzazione medica; VISTE le delibere adottate dal Consiglio della Scuola di specializzazione in data, dal Consiglio della Facoltà di Medicina e Chirurgia in data, dal Senato Accademico in data e dal Consiglio di Amministrazione in data dell Università degli Studi di Sassari e dall Azienda Ospedaliera di Reggio Emilia che autorizzano la stipula della presente convenzione; VISTA la delibera adottata dall Azienda Sanitaria locale n. 1 di Sassari in data che autorizza la stipula della presente convenzione; TUTTO CIÒ PREMESSO SI CONVIENE E SI STIPULA QUANTO SEGUE Art. 1 L Azienda Ospedaliera di Reggio Emilia, di seguito denominata, Azienda, rende disponibili a favore della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università degli Studi di Sassari per le esigenze didattiche e di formazione della Scuola di Specializzazione in Medicina d Emergenza-Urgenza inserita in strutture sanitarie dell ASL n. 1 di Sassari, le unità operative del Dipartimento di Emergenza-Urgenza dell Arcispedale Santa Maria Nuova La comunicazione relativa alle unità operative identificate dal Consiglio della Scuola, al numero e ai nominativi degli specializzandi che saranno inviati e alla durata della frequenza presso le strutture dell Azienda, sarà inviata, per gli adempimenti di competenza, dal Direttore della Scuola al Servizio Formazione dell Azienda che avrà cura di trasmetterla tempestivamente alla Direzione Sanitaria Aziendale per l autorizzazione alla frequenza. Art. 2 L Università degli Studi di Sassari utilizza le strutture dell Azienda identificate al Consiglio della Scuola, di cui al precedente art. 1, per l espletamento delle attività complementari o integrative di quelle svolte nell ambito delle strutture di sede della Scuola di Specializzazione predetta, ai fini del completamento della formazione specialistica dei medici in formazione. Art. 3 L attività, i tempi e le modalità di svolgimento dei compiti assistenziale, la tipologia degli interventi che il medico in formazione specialistica dovrà eseguire, devono essere preventivamente concordati dal Direttore della Scuola con la Direzione Sanitaria Aziendale e con i dirigenti delle strutture dell Azienda identificate per la formazione.

16 L attività e gli interventi devono essere illustrati e certificati dai Dirigenti responsabili delle strutture dell Azienda e controfirmati dal medico in formazione specialistica, su un apposito libretto personale di formazione, fornito dall Università. L attività tutoriale svolta dai dirigenti sanitari a favore dei medici informazione specialistica costituisce specifico titolo da valutare per il conferimento di incarichi comportanti la direzione di struttura, ai sensi del D.Lgs. 368/99 art. 38 comma 5, e per l eventuale attribuzione di crediti ECM autorizzati. Art. 4 Al fine di consentire all Università di erogare il trattamento economico dei medici in formazione, come previsto dal contratto, i Dirigenti responsabili delle strutture dell Azienda dovranno inviare al termine di ciascun mese al Direttore della Scuola di Specializzazione l attestazione delle presenze, su moduli debitamente predisposti. L impegno richiesto per la formazione specialistica è pari a quello previsto per il personale del S.S.N. a tempo pieno. In nessun caso l attività del medico in formazione specialistica è sostitutiva del personale di ruolo del reparto o servizio. Art. 5 L ASL 1 provvede, con oneri a proprio carico, alla copertura assicurativa dei rischi professionali e della responsabilità civile contro terzi e alla copertura assicurativa obbligatoria INAIL per gli infortuni connessi all attività assistenziale svolta dal medico in formazione specialistica nelle sue strutture, alle stesse condizioni del proprio personale medico, salvo rimborso da parte dell Azienda per i periodi di formazione espletati presso la medesima azienda. Gli estremi identificativi dell assicurazione RCT predetta devono essere comunicati all Università e all Azienda dalla ASL n. 1. L ASL 1 e l Azienda, limitatamente al periodo in cui il medico in formazione svolge il tirocinio presso le proprie strutture, provvedono, con oneri a proprio carico, all attivazione di tutti gli accorgimenti necessari per la protezione degli specializzandi contro il rischio di esposizione alle radiazioni ionizzanti. Art. 6 Al fine di poter monitorare coloro i quali frequentano le strutture dell Azienda, prima dell inizio del periodo di frequenza i medici specializzandi in formazione inseriti nell elenco inviato dal Direttore della Scuola dovranno compilare l apposito modulo di domanda di tirocinio e inviarlo al Servizio Formazione dell Azienda che avrà cura di trasmetterlo tempestivamente alla Direzione Sanitaria Aziendale per l Autorizzazione a frequentare le strutture sanitarie identificate dal Consiglio della Scuola. Art. 7 L Università si impegna a prevedere la partecipazione, a titolo gratuito, dei tutor di tirocinio dell Azienda alle attività didattico-culturali promosse dall Università stessa. Per il personale del Servizio Sanitario Regionale la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università degli Studi di Sassari, delibera annualmente, su proposta del Consiglio della Scuola, sia l affidamento con titolarità di corsi di insegnamento sia l affidamento di attività didattiche integrative, inclusa quella di tutorato. Al suddetto personale deve essere assolutamente rilasciato il nullaosta da parte dell Azienda. Per l affidamento dei predetti compiti di attività didattica formale, professionalizzante e tutoriale, il Consiglio della Scuola valuta l esperienza didattica e l attività di servizio svolta presso strutture specialistiche accreditate, conformi con la tipologia della Scuola. Art. 8 Il medico in formazione, durante la frequenza nelle strutture dell Azienda, dovrà seguire le indicazioni dei tutor ai quali verrà affidato e rispettare i regolamenti aziendali e le norme in materia di igiene e sicurezza. Art. 9 La presente convenzione non comporta alcun onere per l Università, in relazione all utilizzo didattico di strutture, attrezzature e personale messi a disposizione dall Azienda.

17 Art. 10 La presente convenzione entra in vigore dalla data della stipula, avrà durata pari al numero di anni di corso previsti per la Scuola di Specializzazione e alla scadenza verrà rinnovata con atto formale, salvo che non intervenga disdetta da una delle parti, almeno tre mesi prima della scadenza mediante lettera raccomandata con avviso di ricevuta. Letto confermato e sottoscritto Sassari, Università degli Studi di Sassari Il Rettore (Prof. Attilio Mastino) Azienda Ospedaliera di Reggio Emilia Il Direttore Generale (Dott. ) Azienda Sanitaria Locale N. 1 Il Commissario Straordinario (Dott. Paolo Manca)

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 409 DEL 05/07/2012

AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 409 DEL 05/07/2012 AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI Via Coppino, 26-07100 SASSARI C.F. - P. IVA 02268260904 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N. 409 DEL 05/07/2012 OGGETTO: Approvazione atti di gara Aggiudicazione

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

CONVENZIONE. Tra. Istituto Comprensivo 22 Alberto Mario

CONVENZIONE. Tra. Istituto Comprensivo 22 Alberto Mario ISTITUTO COMPRENSIVO 22 ALBERTO MARIO Piazza Sant Eframo Vecchio, 130-80137 NAPOLITel. 0817519375FAX: 0817512716 C.M. NAIC8BT00NCodice fiscale 80022520631 e-mail: naic8bt00n@istruzione.it naic8bt00n@pec.istruzione.it

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

VISTI gli articoli 4 e 5 della L.R. n. 7/97; VISTA la Deliberazione G.R. n. 3261 del 28/7/98 e s.m.i.; VISTI gli artt. 4 e 16 del D.Lgs.

VISTI gli articoli 4 e 5 della L.R. n. 7/97; VISTA la Deliberazione G.R. n. 3261 del 28/7/98 e s.m.i.; VISTI gli artt. 4 e 16 del D.Lgs. Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 19 del 05 02 2015 4275 Di notificare il presente provvedimento: Sindaco del Comune di Mola di Bari (BA); Al Sindaco del Comune di Rutigliano (BA); Al Sindaco

Dettagli

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G

Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Enti Pubblici ASL AZIENDA UNITA' SANITARIA LOCALE ROMA G Avviso Avviso pubblico, per titoli e colloquio, per la copertura a tempo determinato di n. 12 posti di Dirigente medico - Area medica e delle specialità

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO.

PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. ALLEGATO A PARTE SECONDA TITOLI E CRITERI DI VALUTAZIONE PER LA FORMAZIONE DELLE GRADUATORIE DI CUI ALL'ART. 21 DELL'ACCORDO. TITOLI ACCADEMICI VOTO DI LAUREA Medici Specialisti ambulatoriali, Odontoiatri,

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO

BANDO DI SELEZIONE ESPERTI PON- FSE - 2007-IT 05 1 PO007 Competenze per lo sviluppo Annualità 2014 IL DIRIGENTE SCOLASTICO ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Distr. Sc. n 9 - Via V. Veneto 89822 SERRA SAN BRUNO (VV) FONDI STRUTTURALI 2007-2013 PEC: vvis003008@pec.istruzione.it PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE FONDO

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI

Dettagli

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 10134 PARTE PRIMA Leggi e regolamenti regionali REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 Disposizioni concernenti l attivazione di tirocini diretti all orientamento e all inserimento nel mercato del lavoro.

Dettagli

DECRETO n. 375 del 11/07/2014

DECRETO n. 375 del 11/07/2014 ASL di Brescia Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030.38381 Fax 030.3838233 - www.aslbrescia.it - informa@aslbrescia.it Posta certificata: servizioprotocollo@pec.aslbrescia.it

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

IL RETTORE. Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19 novembre 1990, n. 341;

IL RETTORE. Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19 novembre 1990, n. 341; UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DICA IL RETTORE Ii[NyMITÀ DEGLI STUDI MI I ACATANIA Protocollo Generale 0 8 APR. 2014 Prot. 4 2_ 5 7.0 M. Vit.C11.1 - Visto il D.P.R. 11 luglio 1980, n. 382; - vista la legge 19

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001 GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA ex D.Lgs. n. 231/2001 Approvato dal consiglio di amministrazione in data 31 luglio 2014 INDICE ARTICOLO 1 - SCOPO ED AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 ARTICOLO

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Allegato alla Deliberazione n. 1576 del 19/11/2012 REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Art. 1 OGGETTO E DESTINATARI Il presente regolamento

Dettagli

Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento. D.M. 142 del 25 marzo 1998.

Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento. D.M. 142 del 25 marzo 1998. Circolare 15 luglio 1998 n. 92 Ministero del lavoro Occupazione - misure straordinarie - tirocini formativi e di orientamento - stages - precisazioni del ministero. Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento.

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

VERBALE DI DETERMINA

VERBALE DI DETERMINA ISTITUTO ZOOPROFILATTICO SPERIMENTALE DELLA SARDEGNA "G. Pegreffi" SASSARI VERBALE DI DETERMINA N. 116 del 20/02/2013 OGGETTO: Autorizzazione preventivo per il trasloco dell'oevr - CIG Z49089DEFB L'anno

Dettagli

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione

Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione 1 di 11 ID_Candidato 19 Nome Cognome Candidato a Direttore Amministativo Dati anagrafici e Domanda di Iscrizione fabrizio di bella Data_Nascita 31/01/1962 Luogo_Nascita Provincia_Nascita Residenza_Comune

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO Ospedali: Legnano - Cuggiono - Magenta - Abbiategrasso AVVISO INTERNO

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO Ospedali: Legnano - Cuggiono - Magenta - Abbiategrasso AVVISO INTERNO AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO Ospedali: Legnano - Cuggiono - Magenta - Abbiategrasso AVVISO INTERNO PER IL CONFERIMENTO DELL INCARICO DI RESPONSABILE DELLA: STRUTTURA SEMPLICE Gestione

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO 1 PUBBLICATO ALL ALBO DELL ASL 2 SAVONESE IL 08.01.2010 SCADE IL 28.01.2010 AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO In attuazione della deliberazione del Direttore Generale

Dettagli

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione tra Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione F.I.N. C.N.S. FIAMMA La Federazione Italiana Nuoto (F.I.N.), con sede legale in Roma, rappresentata

Dettagli

Vista la Legge Regionale 24 Marzo 1974 n. 18; Vista la Legge Regionale 4 Febbraio 1997 n. 7; Vista la Legge Regionale 16.1.2001. n. 28 e s.m.i.

Vista la Legge Regionale 24 Marzo 1974 n. 18; Vista la Legge Regionale 4 Febbraio 1997 n. 7; Vista la Legge Regionale 16.1.2001. n. 28 e s.m.i. 28501 di dare atto che il presente provvedimento non comporta alcun mutamento qualitativo e quantitativo di entrata o di spesa né a carico del bilancio regionale né a carico degli enti per i cui debiti

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV. Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. STATO DELLA CITTÀ DEL VATICANO LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro. N. LIV Legge sulla tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi

Dettagli

Oggetto: Informativa ai sensi e per gli effetti dell articolo 13 del D. Lgs. n. 196 del 30 giugno 2003 relativo alla protezione dei dati personali

Oggetto: Informativa ai sensi e per gli effetti dell articolo 13 del D. Lgs. n. 196 del 30 giugno 2003 relativo alla protezione dei dati personali DATAMATIC S.p.A DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEI DATI Allegato 5 - Informativa Clienti e Fornitori Oggetto: Informativa ai sensi e per gli effetti dell articolo 13 del D. Lgs. n. 196 del 30

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani

CARTA DEI SERVIZI. Il Direttore Sanitario Dr.ssa Renata Vaiani CARTA DEI SERVIZI Questa Carta dei Servizi ha lo scopo di illustrare brevemente il nostro Poliambulatorio per aiutare i cittadini a conoscerci, a rendere comprensibili ed accessibili i nostri servizi,

Dettagli

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio cloruro cloruro Data Revisione Redazione Approvazione Autorizzazione N archiviazione 00/00/2010 e Risk management Produzione Qualità e Risk management Direttore Sanitario 1 cloruro INDICE: 1. Premessa

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari

DIPARTIMENTO DI SCIENZE NEUROLOGICHE E PSICHIATRICHE Eugenio Ferrari Decreto Direttoriale n. 51 del 20.06.2011 SELEZIONE PUBBLICA, PER TITOLI E COLLOQUIO, PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO INDIVIDUALE CON CONTRATTO DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA VISTA DEL

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

LIBRETTO INFORMATIVO PER SPECIALIZZANDI

LIBRETTO INFORMATIVO PER SPECIALIZZANDI LIBRETTO INFORMATIVO PER SPECIALIZZANDI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE FACOLTA DI MEDICINA E CHIRURGIA AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA CAREGGI GUIDA DEL MEDICO IN FORMAZIONE SPECIALISTICA Libretto

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

Erogazione di altri benefici

Erogazione di altri benefici N. Operazione Esecutore Note/moduli/ attrezzature connessi alla borsa di studio borsa servizi 1 Mobilità Internazionale: Il bando di concorso per la borsa di studio prevede che l Azienda conceda integrazioni

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

VERBALE DI VERIFICA DEL P.O.S. E RELATIVE DOCUMENTAZIONI

VERBALE DI VERIFICA DEL P.O.S. E RELATIVE DOCUMENTAZIONI Contratto d Appalto : Impresa Affidataria : Importo Lavori : di cui Oneri per la Sicurezza : VERBALE DI VERIFICA DEL P.O.S. E RELATIVE DOCUMENTAZIONI Responsabile dei Lavori : Coordinatore Sicurezza in

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Verbale consegna lavori in via d urgenza

Verbale consegna lavori in via d urgenza Mod. ATE.03.03 Pag.1 di pag 5 AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA Finanziamento: Lavori: per la realizzazione di....in Comune di Importo lavori di appalto: Affidamento

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

D) ATTI DIRIGENZIALI. Giunta regionale. 64 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 44 - Giovedì 31 ottobre 2013

D) ATTI DIRIGENZIALI. Giunta regionale. 64 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 44 - Giovedì 31 ottobre 2013 64 Bollettino Ufficiale D) ATTI DIRIGENZIALI Giunta regionale D.G. Salute Circolare regionale 25 ottobre 2013 - n. 20 Indicazioni in ordine all applicazione dell accordo tra governo, regioni e province

Dettagli

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015

AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo 2014/2015 U.O.S.D. FORMAZIONE EDUCAZIONE E PROMOZIONE DELLA SALUTE Scadenza 15 DICEMBRE 2014 AVVISO DI PUBBLICA SELEZIONE PER L AMMISSIONE AL CORSO INTEGRATIVO/ABBREVIATO PER OPERATORE SOCIO SANITARIO Anno Formativo

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA

Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA Sardegna Impresa e Sviluppo BIC Sardegna SpA AVVISO PUBBLICO Selezione di Statistici junior BIC Sardegna SpA, Soggetto Attuatore dell intervento IDMS, Sistema Informativo dell indice di Deprivazione Multipla

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

Linee di indirizzo per l attività libero professionale intramuraria

Linee di indirizzo per l attività libero professionale intramuraria Linee di indirizzo per l attività libero professionale intramuraria 1/24 NORMATIVA DI RIFERIMENTO Decreto Legislativo 30.12.1992, n. 502 (e successive modificazioni ed integrazioni); Legge 23 dicembre

Dettagli

BIOLOGI CHIMICI PSICOLOGI PSICOTERAPEUTI

BIOLOGI CHIMICI PSICOLOGI PSICOTERAPEUTI DOMANDA DI INCLUSIONE NELLA GRADUATORIA Art. 21 dell Accordo Collettivo Nazionale per altre professionalità (Biologi, Chimici, Psicologi) aspiranti all inserimento nella graduatoria annuale degli aspiranti

Dettagli

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti

GUIDA OPERATIVA. Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti GUIDA OPERATIVA Comparto Sanità (aree dirigenziali e personale dei livelli) Permessi retribuiti e non retribuiti Dicembre 2014 INDICE INTRODUZIONE... 2 PERMESSI PER CONCORSI, ESAMI, AGGIORNAMENTO... 3

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56

CODICE FISCALE: DNG LDA 65R17 F205S PARTITA IVA: 12131140159 Corso Matteotti, 56 20081 ABBIATEGRASSO (MI) Tel/Fax: 02.94.60.85.56 Cosa devo fare per quanto riguarda la sicurezza sul lavoro se assumo il primo dipendente/collaboratore? Come datore di lavoro devo: 1. valutare i rischi a cui andrà incontro questa persona compiendo il

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014

CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014 Università Politecnica delle Marche Corso di Laurea in Infermieristica Ancona CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014 U.O. : BLOCCO OPERATORIO I.N.R.C.A. Studente Guida di Tirocinio:

Dettagli

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus -ijp ASLLanusei Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6 Organigramma DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus DIREZIONE SANITARIA Direttore: dott. Maria Valentina Marras DIREZIONE AMMINISTRATIVA

Dettagli

A.C.N. SPECIALISTICA AMBULATORIALE ED ALTRE PROFESSIONALITA' GRADUATORIE DOMANDE REQUISITI.

A.C.N. SPECIALISTICA AMBULATORIALE ED ALTRE PROFESSIONALITA' GRADUATORIE DOMANDE REQUISITI. A.C.N. SPECIALISTICA AMBULATORIALE ED ALTRE PROFESSIONALITA' GRADUATORIE DOMANDE REQUISITI. - Il professionista, medico specialista, il medico veterinario e delle altre professionalità sanitarie di cui

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007)

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA 1 (annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso

Dettagli