Programma Finale. AIAC 6 Congresso Nazionale. Associazione Italiana Aritmologia e Cardiostimolazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Programma Finale. AIAC 6 Congresso Nazionale. Associazione Italiana Aritmologia e Cardiostimolazione"

Transcript

1 AIAC 6 Congresso Nazionale Associazione Italiana Aritmologia e Cardiostimolazione Con il Patrocinio di ANCE Cardiologia Italiana del territorio ANMCO Associazione Nazionale Medici e Cardiologi Ospedalieri ARCA Associazioni regionali Cardiologi Ambulatoriali FIC Federazione Italiana di Cardiologia SIC Società Italiana di Cardiologia Ordine dei Medici e Odontoiatri di Como 30 Marzo - 1 Aprile 2006 Villa Erba, Cernobbio (CO) Programma Finale Presidente: Prof. Massimo Santini

2 Caro Collega, In qualità di Presidente e Segretario dell Associazione Italiana di Aritmologia e Cardiostimolazione, siamo lieti di darvi il benvenuto al 6 Congresso Nazionale, che si tiene in questi giorni a Cernobbio. Il programma scientifico si articolerà in sessioni plenarie, sessioni parallele e simposi organizzati in collaborazione con le aziende elettromedicali, per cercare di fornire un punto di vista il più ampio possibile sulle novità e sulle problematiche legate al mondo delle aritmie. Abbiamo cercato di dare al congresso un taglio prevalentemente didattico e organizzativo, convinti che questo sia uno degli scopi precisi di un associazione di settore: nei giorni della manifestazione verranno quindi trattati argomenti scientifici particolarmente attuali in ambito dell elettrofisiologia e dell elettrostimolazione cardiaca, unitamente a nuove tecnologie di frontiera, quali la telecardiologia e le nuove tecniche di mappaggio endocavitario. Ospiteremo la nuova Convention Nazionale della Sincope Unit; presenteremo le nuove linee guida su pacemaker e defibrillatori e sulla fibrillazione atriale; tratteremo infine anche argomenti legati all economia sanitaria e didattica in ambito aritmologico. Gli argomenti sopra citati verranno affrontati da numerosi Relatori, selezionati per la loro riconosciuta conoscenza del settore. Novità particolare dell edizione attuale del Congresso Annuale è l organizzazione di un area tecnico-scientifico educazionale, nella quale il partecipante potrà seguire un percorso pratico e formativo sull utilizzo delle più avanzate tecnologie nel campo dell aritmologia clinica e interventistica e della cardiostimolazione. Anche il momento sociale del Congresso si svolgerà nell incantevole cornice di Villa Erba, creando un filo conduttore tra passato e presente di questo luogo storico. Benvenuti a Cernobbio. Prof. Massimo Santini Presidente AIAC Dott. Gianluca Botto Segretario AIAC Presidente Comitato Organizzatore 3

3 Comitato Promotore Consiglio Direttivo AIAC Presidente Massimo Santini Past President Antonio Raviele Vice-Presidente Attività Organizzative Paolo Alboni Comitato Organizzatore Presidente Gianluca Botto Paolo Giani Giovanni Ferrari Giuseppe Inama Federico Lombardi Maurizio Lunati Gianpietro Marinoni Roberto Pedretti Jorge Salerno-Uriarte Segreteria Organizzativa e Scientifica AISC & MGR s.r.l. AIM Group Sede di Milano Via G. Ripamonti, Milano Tel Fax Planning Sede congressuale Area tecnico-scientifica educazionale Informazioni scientifiche Informazioni generali COMITATI Vice-Presidente Attività Scientifiche Matteo Di Biase Segretario Gianluca Botto Tesoriere Giacomo Chiarandà Coordinatore Presidenti Regionali Rocco Mario Polimeni Consiglieri Michele Brignole Andrea Campana Antonio Curnis Michele Brignole Roberto Pedretti Alessandro Proclemer Roberto Verlato Direttore Scientifico GIAC Maria Grazia Bongiorni Comitato Scientifico Presidente Massimo Santini Maria Grazia Bongiorni Antonio Curnis Giuseppe Cacciatore Matteo Di Biase Fiorenzo Gaita Giuseppe Vergara Segreteria Nazionale AIAC Via Sicilia, Roma Tel Fax INDICE Ringraziamenti Programma scientifico Esposizione poster Relatori e moderatori APPUNTAMENTI AIAC 29 Marzo 2006 (Ala Regina - Aula F) ore 17:00-18:00 - Assemblea Delegati Regionali ore 18:00-20:00 - Assemblea Soci 31 Marzo 2006 ore 17:30-18:30 - Elezioni Consiglio Direttivo

4 17:00-18:00 18:00-20:00 09:00-11:00 11:00-11:30 11:30-13:30 13:30-15:15 15:15-17:15 17:15-17:30 17:30-18:30 18:30-19:00 09:00-11:00 11:00-11:30 11:30-13:30 13:30-15:15 PLANNING 15:15-17:15 17:15-17:30 17:30-19:30 09:00-11:00 11:00-11:30 11:30-12:00 12:00-14:00 Mercoledì 29 Marzo Assemblea Delegati Regionali Assemblea Soci Giovedì 30 Marzo sessione plenaria impatto socio-economico delle nuove tecnologie nel campo dell elettrofisiologia ed elettrostimolazione cardiaca coffee break coffee break PAUSA INAUGURAZIONE lettura magistrale l approccio multidisciplinare in aritmologia Venerdì 31 Marzo sessione plenaria le recenti linee guida e raccomandazioni AIAC in elettrostimolazione cardiaca coffee break comunicazioni libere aritmie genetiche e morte improvvisa comunicazioni libere terapia di resincronizzazione cardiaca: ICD e aritmie comunicazioni libere ablazione della fibrillazione atriale: risultati e complicanze comunicazioni libere pacemaker e ICD: utilizzazione della tecnologia 6 7 1ª convention nazionale della syncope unit la prevenzione e gestione delle complicanze nelle procedure in aritmologia: protocolli operativi la stimolazione cardiaca fisiologica: evidenze scientifiche la competence in elettrofisiologia ed elettrostimolazione cardiaca coffee break 17:30-18:30 comunicazioni libere fibrillazione atriale: cardioversione elettrica comunicazioni libere terapia di resincronizzazione cardiaca, parametri neuroormonali ed emodinamica comunicazioni libere ablazione transcatetere: miscellanea 1 controversie in elettrofisiologia controversie in elettrostimolazione cardiaca Sabato 1 Aprile sessione plenaria le recenti linee guida e raccomandazioni AIAC per la gestione della fibrillazione atriale coffee break comunicazioni libere fibrillazione atriale: terapia farmacologica comunicazioni libere pacemaker e ICD: complicanze comunicazioni libere terapia di resincronizzazione cardiaca: tecniche di impianto ed ottimizzazione della programmazione comunicazioni libere terapia di resincronizzazione cardiaca: prognosi comunicazioni libere ablazione della fibrillazione atriale: imaging e techniche ablative comunicazioni libere ablazione transcatetere: miscellanea 2 controversie in tema di trattamento della fibrillazione atriale comunicazioni libere pacemaker nelle varie situazioni cliniche il controllo remoto del paziente portatore di IPG. Attualità e prospettive comunicazioni libere la stimolazione ventricolare in siti alternativi 12:00-12:30 lettura modificazioni neuroendocrine sulla bilancia simpatovagale e sui fattori infiammatori, indotte dai pufa n-3 12:30-13:30 comunicazioni libere sincope malattie aritmogene genetiche: diagnosi e trattamento pacing, pacing, pacing la telecardiologia in aritmologia la tecnologia e il suo impatto clinico tra recenti linee guida e nuove modalità di gestione del paziente con dispositivo impiantabile lettura flecainide compie 20 anni! lo studio elettrofisiologico endocavitario oggi: tecnologia e significato clinico stratificazione non invasiva del rischio aritmico strumenti per una gestione efficace del paziente CRT nuove tecnologie in elettrofisiologia ed elettrostimolazione cardiaca trattamento non farmacologico delle aritmie cardiache lettura nuovi dati sulla fibrillazione atriale in pazienti ipertesi moderno ruolo della ecocardiografia nella gestione del paziente aritmico Giovedì 30 Marzo AUDITORIUM AULA A AULA B AULA C AULA E AULA F AULA G AULA I AULA L nuovi strumenti per la gestione dei pazienti portatori di pacemaker e defibrillatori impiantabili il cardiopatico e lo sport Venerdì 31 Marzo AUDITORIUM AULA A AULA B AULA C AULA E AULA F AULA G AULA I AULA L mini il punto su estrazione di elettrocateteri da PM e ICD cronicamente impiantati Sabato 1 Aprile AUDITORIUM AULA A AULA B AULA C AULA E AULA F AULA G AULA I AULA L 12:00-13:30 mini nuovi trend terapeutici nella gestione del paziente scompensato con dispositivi impiantabili 11:00-17:30 Giornata Infermieristica 17:00-18:00 18:00-20:00 09:00-11:00 11:00-11:30 11:30-13:30 13:30-15:15 15:15-17:15 17:15-17:30 17:30-18:30 18:30-19:00 09:00-11:00 11:00-11:30 11:30-13:30 13:30-15:15 PLANNING 15:15-17:15 17:15-17:30 17:30-19:30 09:00-11:00 11:00-11:30 11:30-12:00 12:00-14:00

5 PLANIMETRIA GENERALE ALA REGINA SEDE DEL CONGRESSO Spazio Villa Erba Largo Luchino Visconti, 4 Cernobbio (Como) Tel COME RAGGIUNGERE CERNOBBIO E LA SEDE CONGRESSUALE IN AUTO Da Milano, autostrada A9 Milano-Chiasso; uscita Como Nord (ultima uscita per l Italia). Parcheggio: saranno a disposizione dei partecipanti i parcheggi auto a pagamento presso l autosilo di Villa Erba. SEDE CONGRESSUALE ALA CERNOBBIO ALA LARIO IN TRENO Ferrovie Nord Milano: da Piazza Cadorna alla stazione Como Lago. Ferrovie dello Stato: dalla Stazione Centrale di Milano alla stazione di Como San Giovanni. Dalla Stazione Como Lago e dalla Stazione di Como San Giovanni, lo Spazio Villa Erba è raggiungibile con l autobus n. 6. IN AEREO Aeroporti più vicini: Milano Malpensa a 35 km. Da qui è possibile usufruire del treno navetta fino a Saronno e poi prendere il treno delle Ferrovie Nord che arriva a Como. Milano Linate a 50 km Orio al Serio a 90 km Lugano Agno a 30 km 8 9

6 Nell Ala Cernobbio è stata allestita un area tecnico-scientifica-educazionale, all interno della quale i partecipanti sono invitati a seguire un percorso didattico e formativo che sarà parte integrante del congresso. L area sarà attiva nei giorni 30 e 31 marzo. L area education sarà attiva nei seguenti orari e secondo le seguenti modalità. In tali orari sarà a disposizione un area accoglienza dedicata a orientare e indirizzare i partecipanti alle diverse sessioni. PROGRAMMA E DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ GIOVEDÌ 30 MARZO 2006 VENERDÌ 31 MARZO 2006 AREA TECNICO-SCIENTIFICA EDUCAZIONALE Assobiomedica Il gruppo C.R.M. di Assobiomedica, in collaborazione con AIAC propone, per la prima volta in questa edizione del congresso nazionale, una zona education, con l obiettivo di realizzare momenti di confronto dedicati a trattare in maniera pratica ed interattiva alcuni temi fondamentali sull utilizzo delle tecnologie biomediche nella corrente pratica clinica. Più nel dettaglio, saranno allestite le seguenti aree: Fanno parte del Gruppo C.R.M. di Assobiomedica le seguenti aziende: Biosense Webster (Divisione di J&J Medical), Boston Scientific, Biotronik Seda, Guidant Italia, Medtronic Italia, Sorin Group (Ela medical - Sorin biomedica), St. Jude Medical Italia, Vitatron Medical Italia. Esercitazioni pratiche sulle funzionalità dei device Sessioni pratiche ed interattive sull impiego dei dispositivi impiantabili attraverso l utilizzo di simulatori cardiaci e programmatori. Verranno affrontati in spazi dedicati a gruppi ristretti alcune problematiche: Fibrillazione Atriale: come affrontarla con un device? Tachiaritmie: alternative allo shock Stimolazione fisiologica Gestione automatica del paziente con pacemaker Troubleshooting (Tachy) Gestione post-impianto del paziente scompensato Costruiamo un pacemaker Analisi applicata delle caratteristiche tecniche di alcuni dispositivi impiantabili. Verrà mostrato dal vivo come costruire un semplice pacemaker, partendo dalle funzionalità più semplici ed implementando di volta in volta nuove funzioni. Biofisica dell ablazione Verranno effettuate esercitazioni pratiche su petti di pollo, per verificare le modalità di utilizzo e gli effetti reali sul tessuto muscolare dei dispositivi per ablazione transcatetere. Anatomia del cuore In un aula da circa 40 posti, verrà effettuato da parte di un medico esperto il sezionamento guidato di cuori di maiale. Ogni sessione sarà integrata da una parte dedicata alla visione commentata di immagini cardiache virtuali. Funzionalità dei devices Costruiamo un pacemaker Biofisica dell ablazione Anatomia del cuore MATTINA 11:45 12:15 12:15 12:45 12:45 13:15 11:30 12:30 11:45 12:45 12:30 13:30 POMERIGGIO 15:15 15:45 15:45 16:15 16:15 16:45 15:00 16:00 15:15 16:15 16:00 17:00 MATTINA 11:45 12:15 12:15 12:45 12:45 13:15 11:30 12:30 11:45 12:45 12:30 13:30 POMERIGGIO 15:15 15:45 15:45 16:15 16:15 16:45 15:00 16:00 15:15 16:15 16:00 17:00 Nella zona education verrà infine proposta un esposizione di dispositivi impiantabili, dai primi modelli storici risalenti alla metà del secolo scorso, fino alle più recenti proposte, in modo da illustrare il grado di innovazione ed evoluzione tecnologica in questo settore

7 12 Seminario interattivo condotto da Giuseppe Oreto e Vincenzo Carbone Interpretazione di aritmie complesse all ECG di superficie Date del corso: 30 e 31 marzo Orario: dalle 15:00 alle 17:00 Giuseppe Oreto si è laureato in Medicina e Chirurgia presso l Università di Messina con il massimo dei voti e la lode e si è specializzato in Cardiologia presso l Università di Padova. È poi divenuto assistente presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell Università di Messina (1978), Professore Associato di Malattie Cardiovascolari (1985), Professore Straordinario di Cardiologia (2002), Direttore della Scuola di Specializzazione in Cardiologia (2004). Il Prof. Oreto ha soggiornato presso Centri Cardiologici italiani e stranieri, fra i quali l Ospedale Universitario di Maastricht e l Ospedale S. Raffaele di Milano; ha avuto una lunga collaborazione con Leo Schamroth, la cui memoria ha continuato a tenere viva dopo la scomparsa di Lui (1988). La produzione scientifica di Giuseppe Oreto, quasi per intero dedicata all Elettrocardiologia, comprende oltre 400 pubblicazioni, un quarto delle quali in lingua inglese e su riviste con impact factor. Fra i suoi libri spicca I Disordini del Ritmo Cardiaco (1997). Oltre all insegnamento istituzionale nel Corso di Laurea della sua Facoltà e presso la Scuola di Specializzazione in Cardiologia dell Università di Messina, Giuseppe Oreto ha tenuto negli ultimi 15 anni innumerevoli Seminari e Corsi di Aggiornamento sull Elettrocardiografia delle Aritmie, svoltisi in quasi tutte le regioni italiane. DESCRIZIONE DEL CORSO Questa attività Educazionale promossa dall AIAC è volta a porre l accento sull importanza di analizzare adeguatamente l Elettrocardiogramma di superficie nei pazienti con aritmie cardiache. Come è noto, l ECG è il principale e spesso l unico mezzo diagnostico dei disturbi del ritmo, ma non sempre gli si dedica un attenzione sufficiente. Gli obiettivi del Seminario sono: Fornire le chiavi diagnostiche per distinguere, in presenza di fibrillazione atriale, l ectopia dall aberranza Precisare i molteplici aspetti del rientro nel nodo A-V Non sono previste letture, ma solo discussione di casi clinici che i partecipanti riceveranno all inizio della seduta, e discuteranno poi coralmente con l aiuto del docente. 13 Sistema didattico di simulazione avanzata per il trattamento delle emergenze cardiocircolatorie Dottor Maurizio Santomauro Con la collaborazione di: Prof. Stefano Perlini - Dott. Alessio Borrelli Tecnico Spec. Salvatore Buonerba Nato a Salerno il , laureato in Medicina e Chirurgia nel 1980 con il massimo dei voti e la lode. Specializzato in Medicina Interna, in Cardiologia, in Tecnologie Biomediche, Diploma Master in Cardiologia Pediatrica e Medicina Subacquea e Fisiopatologia dello Sport, Management sanitario sulla gestione delle Aziende sanitarie complesse, Istruttore Ufficiale AHA di BLSD e ACLS dal Dal 1988 Responsabile dell Ambulatorio di Elettrostimolazione Cardiaca del Dipartimento di Cardiologia e Cardiochirurgia della Facoltà di Medicina e Chirurgia Federico II di Napoli. Coordinatore nazionale AIAC per i corsi BLSD dal Past Segretario generale AIAC dal 1996 al Vice Presidente del GIEC dal Coordinatore dei corsi teorico - pratici BLSD ed ACLS Progetto Napoli Cuore Università degli Studi di Napoli Federico II e dei corsi di formazione BLSD, ACLS e PALS della SIC. Past Coordinatore del gruppo delle emergenze della SIC. Membro del Comitato Scientifico di Convegni Scientifici Nazionali ed Internazionali (Cardiostim 1996, 1998, 2000, 2002, 2004, 2006). Relatore a più di 200 convegni Nazionali e Internazionali; moderatore ad oltre 150 congressi Internazionali. È autore di oltre 200 pubblicazioni. Referee per il settore Cardiologia del Ministero della Salute dal 2002 per la Commissione Nazionale ECM. Membro del Comitato Nazionale del MIUR dal 2004 per la valutazione dei progetti di ricerca nazionali. Membro del Board Scientific Initiatives Committee della EHRA (European Heart Rhythm Association, affiliata all ESC) dal OBIETTIVO FORMATIVO Addestrare il personale medico specializzando o specialista in Cardiologia e in branche affini ad applicare praticamente, in ambito cardiologico, i protocolli di trattamento delle emergenze di rianimazione cardiopolmonare, come rivisti dall ILCOR e dall'aha "Guidelines for cardiopulmonary resuscitation and Emergency Cardiovascular Care Ad ognuno dei corsi, della durata di 3 ore, è prevista la partecipazione di 20 allievi. I Gruppo: 30 marzo ore 13:30-17:30 II Gruppo: 31 marzo ore 11:30-13:30 III Gruppo: 31 marzo ore 15:30-18:30 Il personale docente di ogni giornata è rappresentato da 3 istruttori e 1 tecnico audio/video. Per lo svolgimento del corso è previsto l impiego di due strumenti la cui integrazione rappresenta, ad oggi, il sistema formativo più all avanguardia per il raggiungimento dell obiettivo formativo previsto, ossia la microsimulazione al computer e la macrosimulazione in ambiente attrezzato. Sarà possibile eseguire la preiscrizione gratuita da parte dei medici interessati, presso il desk di registrazione del Congresso. Le domande verranno accettate sulla base dell'ordine cronologico.

8 14 CONACUORE Segreteria organizzativa: Comocuore Onlus Il Coordinamento Nazionale delle Associazioni del Cuore onlus (Conacuore), che attualmente riunisce 92 associazioni di volontariato del cuore, ha lo scopo di promuovere iniziative di lotta a tutte le patologie cardiovascolari. Esso svolge la sua attività nel campo dell educazione sanitaria e della ricerca epidemiologica per l identificazione degli individui a rischio coronarico elevato e suggerisce e promuove l organizzazione di interventi di pronto soccorso cardiologico sul territorio in collaborazione con le strutture pubbliche cittadine. In occasione del convegno Conacuore ha organizzato, per la giornata di venerdì 31 marzo, un isola della salute. Dalle 10:00 alle 17:00 saranno presenti i cardiologi, i dietologi e i volontari dell associazione e si effettueranno la misurazione di pressione arteriosa, colesterolemia, body mass-index, la valutazione nutrizionale, la diffusione e il corretto uso della carta del rischio, quale strumento di valutazione dei fattori di rischio cardiovascolare. Per tutta la durata del convegno saranno allestiti alcuni punti informativi e promozionali dove i medici e i volontari potranno dare informazioni per la prevenzione delle malattie cardiovascolari. Presso questi check point saranno venduti i biglietti della lotteria Il cuore non dorme il cui ricavato andrà a sostenere la Campagna Nazionale Operazione Salvacuore. INFORMAZIONI SCIENTIFICHE 15 SIMPOSI ORGANIZZATI IN COLLABORAZIONE CON ASSOBIOMEDICA Durante il Congresso, nei giorni 30 e 31 marzo, dalle ore 13:30 alle ore 15:15, si svolgeranno i Simposi organizzati in collaborazione con le Aziende associate di Assobiomedica: Biosense Webster, Biotronik Italia, Guidant Italia, Medtronic Italia, Sorin Group, St Jude Medical Italia, Vitatron Medical Italia. La partecipazione è inclusa nella quota di iscrizione. All ingresso delle aule, presentando l apposito coupon, sarà possibile ritirare il box lunch. SESSIONI DI COMUNICAZIONI LIBERE Tutte le presentazioni si tengono in lingua italiana. Per ogni comunicazione, è necessaria l iscrizione al Congresso di almeno uno degli autori. Il tempo a disposizione per le Comunicazioni Libere è di 10 minuti (7 per la presentazione, inclusa la proiezione di immagini + 3 per la discussione). POSTER Gli Autori potranno affiggere il proprio Poster previa registrazione. L Area Poster è posizionata nell Ala LARIO: i lavori resteranno affissi per tutta la durata della manifestazione. Si richiede la presenza dell autore durante le pause dei lavori scientifici, per rispondere a eventuali domande. Le dimensioni dei pannelli per i Poster sono cm 100 (base) x cm 200 (altezza). Il materiale per l affissione sarà fornito dalla Segreteria Organizzativa. La Segreteria Organizzativa declina ogni responsabilità per danni o smarrimenti. Premio LUIGI LIBERO Sono stati selezionati i 3 migliori abstract che riceveranno il premio istituito alla memoria del Dottor Luigi Libero. VOLUME ABSTRACT Tutti i lavori selezionati come Comunicazioni Libere o come Poster sono stati pubblicati sul volume di marzo del GIAC, inserito nelle cartelle congressuali di tutti i partecipanti regolarmente iscritti. LINEE GUIDA PER MODERATORI, RELATORI E PRESENTATORI DI COMUNICAZIONI LIBERE Tutte le aule sono dotate di videoproiettore collegato a PC e tutte le presentazioni saranno trasferite via rete LAN dal Centro proiezioni (situato in Ala REGINA) ai PC delle aule. Al fine di evitare problemi tecnici e per rendere più veloce il susseguirsi delle relazioni non sarà possibile collegare i propri PC portatili nelle aule. Il Relatore che dovesse avere la relazione sul proprio portatile dovrà recarsi al Centro Proiezioni con largo anticipo, per permettere ai tecnici di duplicare i file e inoltrarli all aula di pertinenza. Al Moderatore è richiesto di presentarsi in aula almeno 10 minuti prima dell inizio della sessione e di far rispettare rigorosamente ai Relatori i tempi a loro concessi.

9 16 CREDITI FORMATIVI ECM Il Congresso è stato accreditato per la figura professionale del medico-chirurgo presso la Commissione Nazionale per la Formazione Continua in Medicina (ECM) del Ministero della Salute. L accreditamento è stato effettuato per singola giornata: 30 marzo crediti ricevuti: 5 31 marzo crediti ricevuti: 7 1 aprile crediti ricevuti: 3 RILEVAZIONE DELLE PRESENZE È operativo un servizio di rilevazione elettronica delle presenze effettuato attraverso un portale ad alto scorrimento, posizionato presso l ingresso principale della sede congressuale. I partecipanti riceveranno il badge elettronico al momento della registrazione, il quale, funzionando in radiofrequenza, registrerà la presenza del delegato al momento del passaggio sotto il portale. I partecipanti potranno rivolgersi in qualsiasi momento al Desk ECM per verificare personalmente, presentando il proprio badge elettronico, le ore di presenza accumulate. La perdita o la mancata consegna del badge elettronico comporta un addebito per il partecipante pari a 18,00 (IVA inclusa). Per ottenere i crediti è necessario riconsegnare compilata e firmata la documentazione ricevuta al momento della registrazione (Scheda di Valutazione, Questionario di Apprendimento, Scheda Recapiti previste per ogni giornata). Non saranno assegnati i crediti ai partecipanti per i quali risulti una partecipazione parziale alla giornata congressuale. MODERATORI E RELATORI I Relatori non possono conseguire i crediti formativi in qualità di discenti nelle giornate in cui risulteranno accreditati come docenti. ATTESTATI ECM Gli Attestati ECM saranno inviati dopo il Congresso al termine delle procedure ministeriali. INFORMAZIONI GENERALI 17 SEGRETERIA La Segreteria Organizzativa AISC & MGR AIM Group sarà a disposizione dei partecipanti presso la Sede del Congresso dal giorno 29 marzo al 1 aprile 2006 per tutta la durata dei lavori, dalle ore alle ore BADGE A ciascun partecipante regolarmente iscritto verrà rilasciato un badge che dovrà essere sempre esibito per l ammissione alle aule, all esposizione e all Area tecnico scientifico educazionale. Il colore dei badge è così differenziato: Moderatori e Relatori Partecipanti Espositori Accompagnatori rosso blu verde trasparente ATTESTATI DI PARTECIPAZIONE L attestato di partecipazione sarà rilasciato al termine dei lavori scientifici a tutti gli iscritti che ne faranno richiesta presso la Segreteria in sede congressuale. SNACK LUNCH E COFFEE-BREAK Per i soli partecipanti iscritti al Congresso verranno predisposti dei punti di distribuzione negli spazi indicati nella planimetria della Sede congressuale. ESPOSIZIONE TECNICO-FARMACEUTICA In Ala Lario è stata allestita un Esposizione Tecnico-Farmaceutica e dell Editoria scientifica, che osserverà gli orari dei lavori scientifici. SEGRETERIA AIAC Tutti coloro che desiderassero informazioni in merito alla propria affiliazione, potranno rivolgersi alla Segreteria AIAC, in Ala LARIO. ISCRIZIONI E CENA SOCIALE Quote (IVA 20% inclusa) Socio AIAC 300,00 Non Socio 420,00 Specializzando* gratuito (*si prega di presentare il certificato d iscrizione alla scuola di specializzazione) Quota giornaliera 150,00 La quota comprende: partecipazione ai lavori scientifici, kit congressuale, attestato di partecipazione, volume abstract, box lunch per il 30 e 31 marzo, coffee-break.

10 Cena Sociale, 31 marzo 2006, ore La Cena Sociale si terrà presso la Villa Antica, elemento di grande prestigio che integra il centro congressi. Fu voluta dalla famiglia Erba per ricevere illustri ospiti e personalità del mondo politico e industriale di inizio secolo. La proprietà passò negli anni Venti a Carla Erba, moglie del duca Giuseppe Visconti di Modrone e madre di Luchino Visconti. Nel 1986 fu acquistata da un consorzio di amministrazioni pubbliche comasche per realizzare il complesso espositivo attuale. Il Presidente dell AIAC e il Comitato Organizzatore del 6 Congresso Nazionale desiderano ringraziare vivamente le aziende che hanno contribuito alla realizzazione della manifestazione: GRUPPO C.R.M. DI ASSOBIOMEDICA: Biosense Webster (Divisione di J&J Medical) Costo di partecipazione: 75,00 (IVA 20% inclusa) Boston Scientific 18 Modalità di pagamento Il pagamento delle quote potrà essere effettuato tramite: Assegno bancario o circolare intestato a AISC & MGR Srl - AIM Group Bonifico bancario già effettuato: copia del bonifico bancario dovrà essere presentata al momento dell iscrizione Carte di credito: Mastercard, American Express, CartaSì, Visa, Eurocard TRASFERIMENTI DAGLI ALBERGHI CONGRESSUALI ALLA SEDE È previsto un servizio di trasferimento gratuito dagli alberghi congressuali, prenotati esclusivamente tramite la Segreteria Organizzativa AISC & MGR - AIM Group, con la sede del Congresso. Le partenze e i rientri seguono gli orari dei lavori scientifici di ciascuna giornata. Gli orari di partenza dei pullman dagli alberghi sono esposti nella hall di ogni struttura alberghiera. TAXI Taxi Cernobbio Tel.: Centrale radiotaxi Tel.: Radiotaxi Lario 2000 Tel.: Posteggio stazione Tel.: Posteggio p.zza Perretta Tel.: Taxi verde p.le S.Gottardo Tel.: Taxi airport transfert Tel.: Tel.: HOTEL METROPOLE SUISSE AU LAC ALBERGO MIRALAGO HOTEL REGINA OLGA VILLA ERBA GRAND HOTEL COMO HOTEL VILLA FLORI GRAND HOTEL IMPERIALE PALACE HOTEL ALBERGO TERMINUS HOTEL BARCHETTA EXCELSIOR ALBERGO FIRENZE RINGRAZIAMENTI 19 Biotronik Seda Guidant Italia Medtronic Italia Sorin Group (Ela medical Sorin biomedica) St. Jude Medical Italia Vitatron Medical Italia 3M Pharmaceuticals Italia Bard Gardhen Bilance Manta Medico Medigas Merck Sharp & Dohme Movi Novartis Farma Pfizer Italia Piccin Nuova Libraria Philips Medical Systems Sigma Tau SPA - Società Prodotti Antibiotici Spectranetics (Delta Hospital)

11 GIOVEDÌ 30 MARZO 2006 PROGRAMMA SCIENTIFICO AUDITORIUM 9:00-11:00 11:00-11:30 20 SESSIONE PLENARIA IMPATTO SOCIO-ECONOMICO DELLE NUOVE TECNOLOGIE NEL CAMPO DELL ELETTROFISIOLOGIA ED ELETTROSTIMOLAZIONE CARDIACA Moderatori: C. Mambretti, Milano - M. Santini, Roma L eccessivo contenimento della spesa sanitaria nel settore specifico provoca in Italia e nel mondo distorsioni della pratica clinica basata sull evidenza scientifica? G.Vergara, Rovereto (TN) Eccesso tecnologico o reale necessità sanitaria? Chi guida la ricerca: il medico o l industria? M. Di Biase, Foggia Il reale impatto economico dell applicazione delle linee guida in elettrofisiologia ed elettrostimolazione sul budget del Sistema Sanitario Nazionale M. Lunati, Milano La responsabilità civile e penale degli erogatori e gestori delle risorse economiche nell impedimento di un equo accesso dei pazienti a terapie necessarie V. Celiento, Busto Arsizio (VA) Ruolo delle società scientifiche del settore: educazione, ricerca, controllo M. Brignole, Lavagna (GE) Ruolo dell industria: contenimento dei costi, ricerche mirate, diverse modalità di pagamento, maggiore affidabilità dei prodotti? P. Gazzaniga, Milano Coffee break AULA F 11:30-13:30 AULA G 11:30-13:30 21 SIMPOSIO MALATTIE ARITMOGENE GENETICHE: DIAGNOSI E TRATTAMENTO Moderatori: P. Delise, Conegliano (TV) - E. Arbustini, Pavia Sindrome del QT lungo P.J. Schwartz, Pavia Sindrome del QT corto C. Giustetto, Asti Sindrome di Brugada C. Napolitano, Pavia Displasia aritmogena del ventricolo destro D. Corrado, Padova Cardiomiopatia ipertrofica P. Spirito, Genova Tachicardia ventricolare catecolaminergica A. Castro, Roma SIMPOSIO STRATIFICAZIONE NON INVASIVA DEL RISCHIO ARITMICO Moderatori: R. Pedretti,Tradate (VA) - A. Michelucci, Firenze ECG dinamico e telecardiologia M. Locati, Milano Variabilità della frequenza cardiaca R.M. Polimeni, Polistena (RC) Sensibilità barorecetteriale e turbolenza M.T. La Rovere, Montescano (PV) Alternanza dell onda T G. Chiarandà, Augusta (SR) Parametri ecocardiografici A. Auriti, Roma Impatto clinico della stratificazione non invasiva del rischio aritmico F. Lombardi, Milano

12 GIOVEDÌ 30 MARZO 2006 AULA E 13:30-15:15 SIMPOSIO (con il contributo educazionale di Biosense Webster) CONTROVERSIE IN TEMA DI TRATTAMENTO DELLA FIBRILLAZIONE ATRIALE Moderatori: C. Pandozi, Roma, R. Mantovan,Treviso AULA G 13:30-15:15 SIMPOSIO (con il contributo educazionale di Sorin Group) STRUMENTI PER UNA GESTIONE EFFICACE DEL PAZIENTE CRT Moderatori: E. Adornato, Reggio Calabria - R. Cazzin, Portogruaro (VE) Controllo del ritmo o controllo della frequenza: ancora un dilemma? M. Grimaldi, Acquaviva Delle Fonti (BA) CRT: stato dell arte R.P. Ricci, Roma Evidence based medicine applicata al trattamento della Fibrillazione Atriale: quali indicazioni e perché? A. Rossillo, Mestre (VE) Ablazione transcatetere della Fibrillazione Atriale: verso un unico approccio? A. Colella, Firenze Outcome dell ablazione transcatetere della Fibrillazione Atriale: è solo una questione di percentuale di successo? E. Bertaglia, Mirano (VE) Sistemi di mappaggio ed Imaging 3D: reale vantaggio per la cura del paziente? S. Grossi,Torino Sensori emodinamici ed ottimizzazione AVD e VVD G. Plicchi, Bologna Echo vs PEA: lo studio CLEAR L. Padeletti, Firenze Prevenire le ospedalizzazioni è possibile? F. Frattini, Pavia TV lente nel paziente CRT: come gestirle? R. Luise, Chieti AULA F 13:30-15:15 SIMPOSIO (con il contributo educazionale di Vitatron Medical Italia) PACING, PACING, PACING Moderatori: R. Favilli, Siena - A.Vincenti, Monza (MI) Esiste correlazione tra aritmie cardiache e apnea del sonno? V. Russo,Taranto Quale spazio per la stimolazione VDD dopo i grandi trials VVI e DDD? A. Campana, Salerno AULA I 13:30-15:15 SIMPOSIO (con il contributo educazionale di Medtronic Italia) NUOVI STRUMENTI PER LA GESTIONE DEI PAZIENTI PORTATORI DI PACEMAKER E DEFIBRILLATORI IMPIANTABILI Moderatori: S. Favale, Bari - A.S. Montenero, Sesto S. Giovanni (MI) Nuova generazione di cateteri a fissazione per il ventricolo sinistro F. Cantù, Bergamo La telemetria a distanza dei nuovi defibrillatori impiantabili ed il suo impatto sulla gestione del paziente F. Zanon, Rovigo Come, quando e quanto dobbiamo preservare la conduzione AV spontanea F. Quartieri, Reggio Emilia Come raggiungere un sito alternativo all apice del ventricolo destro? A. Pappalardo, Roma Analisi morfologica dei segnali endocavitari: quali metodi sono implementabili? M. Giammaria,Torino Algoritmi terapeutici e diagnostici per garantire e monitorizzare una continua stimolazione biventricolare G. Mascioli, Brescia La gestione delle aritmie atriali e ventricolari nella nuova generazione di ICD M. Luzi, Como Il controllo remoto dell accumulo di fluidi nei pazienti scompensati A. Proclemer, Udine 22 23

13 GIOVEDÌ 30 MARZO 2006 AULA F 15:15-17:15 SIMPOSIO LA TELECARDIOLOGIA IN ARITMOLOGIA Moderatori: E. Adornato, Reggio Calabria - A. Campana, Salerno AULA I 15:15-17:15 SIMPOSIO IL CARDIOPATICO E LO SPORT Moderatori P. Delise, Conegliano (TV) - A. Biffi, Roma Nel paziente con stimolazione cardiaca permanente M. Russo, Roma Timing e tipologia dell attività sportiva più appropriata nel post-infarto U. Guiducci, Reggio Emilia Nel paziente con defibrillatore automatico M. Marzegalli, Milano Nel paziente con scompenso cardiaco P.A. Ravazzi, Alessandria Nel paziente con palpitazioni non identificate S. Scalvini, Gussago (BS) Nel controllo post-cardioversione o post-ablazione di fibrillazione atriale G. Senatore, Ciriè (TO) Nel paziente con sincopi E. Puggioni, Lavagna (GE) Attività sportiva del paziente iperteso in trattamento farmacologico E. Feraco, Cosenza Attività sportiva del paziente con pacemaker L. Sciarra, Conegliano Veneto (TV) Attività sportiva del paziente con defibrillatore G. Ciaramitaro, Palermo L organizzazione del pronto soccorso cardiologico in campo: cost-benefit G. Altamura, Roma Effetti aritmogeni degli anabolizzanti androgenici steroidi negli sportivi F. Furlanello, Milano - Trento (con la collaborazione di L.Vitali Serdoz, S. Bentivegna, R. Cappato) AULA G 15:15-17:15 SIMPOSIO NUOVE TECNOLOGIE IN ELETTROFISIOLOGIA ED ELETTROSTIMOLAZIONE CARDIACA Moderatori: P. Della Bella, Milano - J.A. Salerno-Uriarte,Varese Chiusura mediante protesi dell auricola sinistra G. Barbato, Bologna Ecocardiografia intracardiaca A. Bonso, Mestre (VE) Modulazione della contrattilità cardiaca attraverso l utilizzo di correnti non eccitatorie G. Augello, Milano Il defibrillatore impiantabile senza elettrodi R. Cappato, San Donato Milanese (MI) L impianto di cellule staminali in aritmologia D. Mocini, Roma Risk management nelle nuove tecnologie C. Riganti, Napoli 24 25

14 GIOVEDÌ 30 MARZO 2006 AULA A 15:15-17:15 SESSIONI DI COMUNICAZIONI LIBERE FIBRILLAZIONE ATRIALE: TERAPIA FARMACOLOGICA Moderatori: M. Palmieri, Bologna - P. Zeni,Trento PAZIENTI IPERTESI CON FIBRILLAZIONE ATRIALE: CARATTERISTICHE EPIDEMIOLOGICHE E TERAPEUTICHE R. Roncuzzi, G. Marchetti Unità Operativa Cardiologia Ospedale Bellaria (BO) LA FIBRILLAZIONE ATRIALE: INCIDENZA DELLA PATOLOGIA E QUANTIFICAZIONE DEI COSTI RILE- VATI PRESSO L UNIT OPERATIVA DI SASSUOLO F. Melandri, P.L. Fontana, L. Gazzotti,V. Agnoletto, E. Bagni, P. Bellesi, C. Accietto, P. Magnavacchi U.O. di Cardiologia - Nuovo Ospedale di Sassuolo (MO) VALUTAZIONE DELL'ASSORBIMENTO DI RISORSE PER LA DIAGNOSI E CURA DI PAZIENTI AFFERENTI AL PRONTO SOCCORSO PER EPISODI DI TACHIARITMIE ATRIALI E. Occhetta, P. Diotallevi 1, L.Venegoni,V. Martinelli 2, G. Zaccone 3, P. Ponzi 4,A. Scivales 4, F. Caprari 4,P.Marino Azienda Ospedaliera Maggiore della Carità Novara, 1. Azienda Ospedaliera SS Antonio e Biagio Alessandria, 2. Ospedale SS Antonio e Margherita Tortona, 3. Ospedale S. Giacomo Novi Ligure, 4. Fondazione Medtronic Italia Milano BOLI E.V. RIPETUTI DI PROPAFENONE VERSUS BOLI E.V. RIPETUTI DI FLECAINIDE PER L'INTERRUZIONE DELLA FIBRILLAZIONE ATRIALE ACUTA: STUDIO COMPARATIVO S. Lavanga,A. Colombo 1, F. Guzzini 2, S. Cattaneo 2, L. Cazzaniga 2, R. Baroffio 3, M. Bisioli, G.Tisi, P.L. Pittana, M.Viecca 1, M. Onofri 3,A. Croce U.O. di Cardiologia Ospedale di Saronno,Varese, 1. Div. Cardiologia Ospedale L. Sacco Milano, 2. Pronto Soccorso Ospedale di Saronno, 3. Dip. di Cardiologia A.O. di Busto A.,Varese BOLI E.V. RIPETUTI D'IBUTILIDE PER L'INTERRUZIONE DELLA FIBRILLAZIONE ATRIALE ACUTA RESISTENTE AI FARMACI 1C O ALL'AMIODARONE: STUDIO SU 24 PAZIENTI S. Lavanga, F. Guzzini 1,A. Croce U.O. di Cardiologia Ospedale di Saronno, 1. Pronto Soccorso Ospedale di Saronno AUTOTRATTAMENTO ANTIARITMICO DOMICILIARE PILL-IN-THE-POCKET NELLE RECIDIVE DI FIBRILLAZIONE ATRIALE: CONFRONTO CON LA TERAPIA CRONICA DI PROFILASSI M.S. Fera,A. Mazza, M. Pugliese, M. Leggio 1, D. Pompa, C. Manzara,A.Vitali, E. Giovannini Unità Operativa di Cardiologia 1, Ospedale San Camillo - Forlanini Roma, 1. Unità Operativa di Riabilitazione Cardiovascolare, Ospedale San Filippo Neri (S.I.) Roma AULA B 15:15-17:15 ASSOCIAZIONE DI FARMACI BLOCCANTI NODALI ALLA STRATEGIA PILL-IN-THE-POCKET NEL TRATTAMENTO DELLA FIBRILLAZIONE ATRIALE RECENTE M. Luzi, G.L. Botto, P.Alboni 1, N. Baldi 2, P. Marchi 3, M. Calzolari 4, L. Gianfranchi 1, G. Boriani 5,A. Marzo 6, F. Melandri 7 Ospedale S. Anna Como, 1. Ospedale Civile Cento (FE), 2. Ospedale SS Annunziata Taranto, 3. Ospedale del Delta Lagosanto (FE), 4. Ospedale S Maria Nuova Reggio Emilia, 5. Ospedale S. Orsola Bologna, 6. Ospedale Ferrari Casarano (LE), 7. Ospedale Civile Sassuolo (MO) COMBINAZIONE AMIODARONE-FLECAINIDE-METOPROLOLO NELLA PROFILASSI DELLE RECIDIVE DI FIBRILLAZIONE ATRIALE: EFFICACIA IN NON RESPONDERS ALLA MONOTERAPIA M.S. Fera,A. Mazza, M. Pugliese, M. Leggio 1, C. Manzara, G. Minardi, D. Pompa,A.Vitali, E. Giovannini Unità Operativa di Cardiologia 1, Ospedale San Camillo - Forlanini Roma, 1. Unità Operativa di Riabilitazione Cardiovascolare, Ospedale San Filippo Neri (S.I.) Roma EFFICACIA E SICUREZZA DELLA TERAPIA COMBINATA CON AMIODARONE E FLECAINIDE NELLA PREVENZIONE DELLE RECIDIVE DI FIBRILLAZIONE ATRIALE DOPO CARDIOVERSIONE ELETTRICA L. Santini, A.Topa, L. Papavasileiou,V. Romano, M.M. Gallagher, C. Razzini, M. Borzi, F. Romeo Cattedra di Cardiologia, Policlinico di Tor Vergata Roma RUOLO DEGLI ACIDI GRASSI POLIINSATURI OMEGA 3 (PUFA N-3) NELLA PROFILASSI DI RECIDIVE ARITMICHE DOPO CARDIOVERSIONE ELETTRICA DI FIBRILLAZIONE ATRIALE S. Nodari, A. Madureri, S. Frattini, A. Manerba, G. Milesi, E.Trussardi, E. Pulcini, E.Vizzardi, M. Metra, L. Dei Cas Cattedra di Cardiologia-Università degli Studi di Brescia TERAPIA DI RESINCRONIZZAZIONE CARDIACA: TECNICHE DI IMPIANTO E OTTIMIZZAZIONE DELLA PROGRAMMAZIONE Moderatori: R. Mureddu, Pietra Ligure (SV) - P. Marino, Novara PACING VENTRICOLARE SINISTRO: ELETTROCATETERE OVER THE WIRE OPPURE CON MANDRINO? L'ESPERIENZA DI UN SINGOLO CENTRO B. Pezzulich, P. Greco Lucchina A.S.O. San Luigi Gonzaga Orbassano (TO) LO STUDIO DEL SENO CORONARICO MEDIANTE TOMOGRAFIA SPIRALE MULTISTRATO CARDIACA AUMENTA IL SUCCESSO DELLE PROCEDURE DI RESINCRONIZZAZIONE VENTRICOLARE F. Giraldi, C. Carbucicchio, G. Ballerini, G. Pontone, D. Andreini, P. Della Bella Istituto di Cardiologia, Università di Milano, Centro Cardiologico Monzino Milano EFFETTO DI DOSE-DIPENDENZA DEL TRATTAMENTO DOMICILIARE DELLA FIBRILLAZIONE ATRIALE CON LA STRATEGIA PILL-IN-THE-POCKET L. Gianfranchi, G.L. Botto 1, P.Alboni, N. Baldi 2,P.Marchi 3,A. Solano 4, F. Ruffa 1, D.Tullio 5, N. Candiotti 6, L. Stella 7 Ospedale Civile Cento (FE), 1. Ospedale S. Anna Como, 2. Ospedale SS Annunziata Taranto, 3. Ospedale del Delta Lagosanto (FE), 4. Ospedali Riuniti Lavagna (GE), 5. Ospedale Renzetti Lanciano, 6. Ospedale Ceccarini Riccione, 7. Ospedale S.C. di Gesù Gallipoli UN APPROCCIO COMPLETAMENTE ANGIOGRAFICO PER L'INCANULAMENTO DEL SENO CORONARICO ED IL POSIZIONAMENTO DELL'ELETTROCATETERE VENTRICOLARE SINISTRO UTILIZZANDO DUE DIVERSI SISTEMI DI CATETERI GUIDA TELESCOPICI F. Zanon, E. Baracca, G. Pastore, S. Aggio, E. Bacchiega, A.Tiribello, P. Raffagnato, G. Boaretto, M.P. Galasso, G. Rigatelli, A. Bortolazzi, A. Badin, P. Zonzin Divisione di Cardiologia, Ospedale Civile Rovigo 26 27

15 GIOVEDÌ 30 MARZO 2006 PERFORMANCE A LUNGO TERMINE DI ELETTROCATETERI PER LA STIMOLAZIONE DAL SENO CORONARICO A. Iuliano, G. Shopova 1,A. De Simone, F. Solimene 1, P.Turco, N. Marrazzo 1,V. La Rocca, A. Meshi 1, C. Ciardiello 2, M.Agrusta, G. Stabile Casa di Cura San Michele Maddaloni (CE), 1. Clinica Montevergine Mercogliano (CE), 2. Guidant Italia ECOCARDIOGRAFIA STANDARD E TISSUE DOPPLER: GUIDA AL TRATTAMENTO ELETTRICO DELLO SCOMPENSO CARDIACO AVANZATO A. Calicchia, C.Torromeo, P. Pellicori, C.Vittori, L. Bernardi, F. Barillà, R. Quaglione, G. Critelli Dipartimento Cuore e Grossi Vasi A. Reale Roma OTTIMIZZAZIONE DELL'INTERVALLO AV NEI DISPOSITIVI CRT: CONFRONTO TRA ECOCARDIO- GRAMMA E MISURA DELLO STROKE VOLUME CON IMPEDENZIOMETRIA TRANSTORACICA R. Brambilla, S. Pedretti, G. Rovaris, S. De Ceglia, A. Mauro, G.Trocino, A.Vincenti Unità Di Aritmologia, Dipartimento Cardiotoracico, Az Ospedale San Gerardo Monza (MI) IL RUOLO DEL DP/DT DOPPLER PER OTTIMIZZARE IL RITARDO ATRIO-VENTRICOLARE DEI PAZIEN- TI SOTTOPOSTI A RESINCRONIZZAZIONE CARDIACA MA Morales, U. Startari, L. Panchetti, A. Rossi, M. Piacenti IFC CNR Pisa PROGRAMMAZIONE OTTIMALE DEI PAZIENTI PORTATORI DI PACEMAKER BIVENTRICOLARE M. Brignoli, G. Mascia, P. Golino, D. Di Maggio, M.Viscusi, G. Santarpia, M. Raponi, F. Mascia Dpt Scienze Cardiologiche Caserta L'INTERVALLO VENTRICOLO-ARTERIOSO PREDICE L'EFFICACIA DELLA TERAPIA DI RESINCRONIZ- ZAZIONE A LUNGO TERMINE NEI PAZIENTI STIMOLATI PER SCOMPENSO CARDIACO F. Zanon, S.Aggio, E. Baracca, G. Pastore, G. Corbucci, G. Boaretto 1, P. Raffagnato 1,A.Tiribello 1,E. Bacchiega 1, G. Braggion 1,M.Carraro 1, M.P. Galasso 1,A. Bortolazzi 1, P. Zonzin 1 Divisione di Cardiologia, Ospedale Civile Rovigo, 1.Vitatron Medical Italia Bologna UNA NUOVA TECNOLOGIA SENZA CONTATTO PER LA VALUTAZIONE DELLA MECCANICA CARDIACA NEI PAZIENTI SCOMPENSATI: LA VIBROMETRIA LASER P. Bocconcelli,A. Pierantozzi, L. Scalise 1, U. Morbiducci 1,2, M. De Melis 1, G. Corbucci 3 Divisione di cardiologia Ospedale San Salvatore Pesaro, 1. Dipartimento di meccanica Università Politecnica delle Marche Ancona, 2. Dipartimento per la tecnologia e salute Istituto Superiore di Sanità Roma, 3.Vitatron Medical Italia Bologna LEFT VENTRICULAR ELECTROMECHANICAL ACTIVATION IN PATIENTS WITH HEART FAILURE AND NORMAL QRS DURATION, AND IN PATIENTS WITH WIDE QRS COMPLEXES L.P Badano, O. Gaddi 1, C. Peraldo 2, G. Lupi 3, M. Sitges 4, F. Parthenakis 5, S. Molteni 6, M.R. Pagliuca 7, B. Sassone 8, N. Grovale 9,T. De Santo 9,C.Menozzi 1, M. Brignole 3 A.O. Santa Maria della Misericordia Udine, 1. Ospedale S. Maria Nuova Reggio Emilia, 2. Ospedale S. Giovanni Calibita Fatebenefratelli Roma, 3. Ospedali del Tigullio Lavagna (GE), 4. Hospital Clinic Barcelona SPAIN, 5. University Hospital of Crete Heraklion GREECE, 6. Ospedale S.Anna Como, 7. Ospedale G. Moscati Avellino, 8. Ospedale di Bentivoglio, 9. Medtronic Italia S.p.A. Roma AULA C 15:15-17:15 CONTROLLO AUTOMATICO DELLA CATTURA IN VENTRICOLO DESTRO E SINISTRO CON ALGORITMO BASATO SULLA MORFOLOGIA DELLA RISPOSTA EVOCATA P. Diotallevi, P.A. Ravazzi, E. Gostoli, G. De Marchi, C. Militello 1, H. Kraetschmer 1, R.Audoglio 2 Div. Cardiologia, Osp. SS Antonio e Biagio Alessandria, 1. Biotronik GmbH&Co KG Erlangen Germany, 2. SRA Linarolo (PV) ABLAZIONE DELLA FIBRILLAZIONE ATRIALE: IMAGING E TECNICHE ABLATIVE Moderatori: G. Fassini, Milano - G.Villani, Piacenza VARIABILITÀ ANATOMICA DELLE VENE POLMONARI NEI SOGGETTI SOTTOPOSTI AD ABLAZIONE DELLA FIBRILLAZIONE ATRIALE R.Verlato,T.Turrini, S. Baccillieri, P. Piovesana,A. Ramondo, M. Mazzonetto 1, F.Veronese 1, A.Zampiero Divisione di Cardiologia, 1. Servizio di Radiologia, Camposampiero VARIABILITA ANATOMICA DELLE VENE POLMONARI VALUTATA MEDIANTE INDAGINE TAC MULTISLICE IN PAZIENTI SOTTOPOSTI AD ABLAZIONE IN ATRIO SINISTRO M. Del Greco, M. Marini, M. Centonze, C. Angheben, A. Coser, C. Giovanelli, L. Gramegna, M. Disertori U.O. di Cardiologia Ospedale S. Chiara Trento CORRELAZIONI TRA CALIBRO DELLE VENE POLMONARI E LORO ARITMOGENICITÀ IN PAZIENTI CON FIBRILLAZIONE ATRIALE PAROSSISTICA AD INSORGENZA FOCALE L. Sciarra, L. Corò, M. Bocchino, N. Sitta, E. Marras,A. Bissoli, P. Delise U.O. Cardiologia Ospedale di Conegliano Veneto VALIDAZIONE DELL'ISOLAMENTO VENE POLMONARI DURANTE ABLAZIONE ATRIALE SINISTRA MEDIANTE STUDIO DELLE IMPEDENZE LOCALI A.Vado, E. Menardi, G. Rossetti, E. Racca, E. Peano, L. Morena, E. Uslenghi Ospedale S. Croce e Carle Cuneo INTEGRAZIONE DI MAPPE ELETTROANATOMICHE CON IMMAGINI TAC-MULTISLICE PER LA VALI- DAZIONE DEI PUNTI DI ABLAZIONE ESEGUITI IN ATRIO SINISTRO A. Coser, M. Del Greco, M. Marini,A. Cristoforetti 1, G. Nollo 1, M. Centonze 2, F. Ravelli 1, C. Giovanelli, L. Gramegna, M.Disertori U.O. di Cardiologia Ospedale S. Chiara Trento, 1. Dipartimento di Fisica Università di Trento, 2. U.O. di Radiologia Ospedale S. Chiara Trento ABLAZIONE DELLA FIBRILLAZIONE ATRIALE. RISULTATI DELLA TERAPIA IBRIDA VALIDATA DAL MAPPAGGIO CARTO E DALLA DISCONNESSIONE DELLE VENE POLMONARI R. Luise, G. Muoio, A.Taccardi, G. D'Orazio Clinica Villa Pini d'abruzzo Chieti ABLAZIONE TRANSCATETERE DI FIBRILLAZIONE ATRIALE GUIDATA DA IMAGE INTEGRATION: ESPERIENZA DEL CENTRO CARDIOLOGICO CON IL SISTEMA CARTO MERGE G.M. Fassini, R. Chiodelli, S. Riva, D. Scafetta, G. Maccabelli, C. Carbucicchio, N.Trevisi, F. Giraldi, P. Della Bella Centro Cardiologico Monzino Università degli Studi di Milano 28 29

16 GIOVEDÌ 30 MARZO 2006 AULA E 15:15-17:15 PROCESSO DI ALLINEAMENTO NELLA TECNICA CARTOMERGE: ALLA RICERCA DI UNA STANDARDIZZAZIONE R. De Lucia, G.Arena, F. Odoguardi, E. Soldati, C. Bartoli, G. Zucchelli,A. Di Cori, L. Segreti, M.G. Bongiorni, A. Barsotti Unità di Aritmologia - Dip. Cardiotoracico - AOUP Pisa ISOLAMENTO DELLE VENE POLMONARI PER IL TRATTAMENTO DELLA FIBRILLAZIONE ATRIALE PAROSSISTICA: ESPERIENZA CON UN NUOVO CATETERE "MESH" PER MAPPAGGIO AD ALTA DENSITÀ P. De Filippo, S. Giovannoni 1,A. Gavazzi, F. Cantù Dipartimento cardiovascolare, Ospedali Riuniti di Bergamo, 1. BARD MULTIPLE LINAR LESIONS IN TRANSCATHETER ABLATION OF ATRIAL FIBRILLATION S. Grossi, R. Riccardi, F. Bianchi, G. Pistis, E. Caruzzo, R. Bevilacqua Cardiologia Ospedale Mauriziano Torino IS POSSIBLE TO PERFORM A LINEAR LESION WITH NO LOCAL ELECTROGRAMS? C. Muto, G. Carreras, L. Ottaviano, M. Canciello, S.Angelini, I.Ascione, G. D'Alessandro 1, B.Tuccillo Dipartimento di Cardiologia ed UTIC, 1. U.O. di Medicina Generale, Ospedale S.M. di Loreto Mare Napoli RUOLO DELLA TERAPIA ANTICOAGULANTE ORALE DOPO DISCONNESSIONE ANTRALE DELLE VENE POLMONARI CON TECNICA ECO-GUIDATA NEL TRATTAMENTO DELLA FIBRILLAZIONE ATRIALE A. Rossillo, A. Bonso, S.Themistoclakis, G. Riccio, M. Madalosso, A.Corrado, B. De Piccoli, A. Raviele Dipartimento Cardiovascolare Ospedale Umberto I Mestre (VE) PACEMAKER NELLE VARIE SITUAZIONI CLINICHE Moderatori: M. Musolino, Scilla (RC) - G. Ibba, Cagliari FATTORI PREDITTIVI DI INNESCO DELLA FIBRILLAZIONE ATRIALE M. Bignotti, D. Barbieri, P.Albonico, M. Onofri, E.Turri 1 Div. Cardiologia Ospedale Galmarini Tradate (VA), 1.Vitatron Medical Italia Bologna STIMOLAZIONE ATRIALE DOPPIO SITO E DINAMICA PER LA PREVENZIONE DELLA FIBRILLAZIONE ATRIALE: STUDIO STADIM A. De Simone, G. Senatore 1, P.Turco, G. Donnici 1, E. Esposito 2, C. Gazzola 2, D.F.Vitale 3, G. Stabile Clinica San Michele Maddaloni (CE), 1. Ospedale Civile di Ciriè (TO), 2. St Jude Medical Italia, 3. Fondazione S. Maugeri Telese (BN) REGISTRO CORRELATE. ANALISI AD INTERIM M. Pauletti,V. Russo 1, C. Svetlich 2, F. Magliari 3,A. Mazza 4,V. Ziacchi 5, A. Maresta 6,A. Fabiani 7,T. Giovannini 8,A. Corrado 9.A nome degli invest. CORRELATE Ospedali Riuniti di Livorno, 1. Az. Ospedaliera SS. Annunziata Taranto, 2. Ospedale della Versilia Lido di Camaiore, 3. Ospedale Fazzi Lecce, 4. Ospedale Civile Chivasso, 5. Az. Ospedaliera Desenzano del Garda, 6. Ospedale S. Maria delle Croci Ravenna, 7. Ospedale Area Aretina Nord Arezzo, 8. Ospedale Misericordia e Dolce Prato, 9. Ospedale Umberto I Mestre TEMPORAL VARIABILITY OF ATRIAL FIBRILLATION IN PACEMAKER RECIPIENTS FOR BRADYCARDIA. IMPLICATIONS ON IDENTIFICATION OF RESPONDER PATIENTS BY MEANS OF ARRHYTHMIA BURDEN GL Botto, M. Santini 1, L. Padeletti 2, S. Mangiameli 3,A. Capucci 4, F. Zolezzi 5, S. Orazi 6, A. Proclemer 7, G. Chiarandà 8,S.Favale 9, F. Solimene 10, M. Luzi, F. Ruffa, G. Russo, A. Cappiello 11,T. DeSanto 11,A. Grammatico 11 Como, 1. Rome, 2. Florence, 3. Catania, 4. Cardiology Department Piacenza, 5.Vigevano, 6. Rieti, 7. Udine, 8. Augusta, 9. Bari, 10. Mercogliano, 11. Medtronic Italia Rome LA DIAGNOSI DELLA FIBRILLAZIONE ATRIALE SILENTE G. Quirino, P. Pistelli, M. Giammaria 1,A. Mazza 2,A. Perrucca 3, C. Checchinato 4, E.Turri 5, M. Dalmasso Div. Cardiologia Ospedale Civile Ivrea, 1. Div. Cardiologia Ospedale civile Maria Vittoria Torino, 2. Div. Cardiologia Ospedale Civile Chivasso, 3. Div. Cardiologia Ospedale Civile Borgomanero, 4. Div. Cardiologia Ospedale Civile Moncalieri, 5.Vitatron Medical Italia Bologna SLEEP APNEA SYNDROME IN PAZIENTI CON PACEMAKER BICAMERALE: DIAGNOSI E PREVALENZA G.P. Marinoni, F. Gigli Berzolari, F. Chiofalo, B. Marinoni, P.P. Marchetti, A. Carolei Az. Ospedaliera della Provincia di Pavia, Div. di Cardiologia Voghera (PV), Dip. di Scienze Sanitarie Applicate-Università degli studi Pavia, Facoltà di Medicina e Chirurgia Specialità di Cardiologia Pavia L'APNEA DEL SONNO NON MODIFICA LO SCENARIO ARITMICO NEI PAZIENTI STIMOLATI PER BRADICARDIA SINUSALE E DOCUMENTATA FIBRILLAZIONE ATRIALE V. Russo, P. Pieragnoli 1, P. Ravazzi 2, P. Diotallevi 2, E. Gostoli 2, N. Baldi, S. Orazi 3, E. Occhetta 4, G. Corbucci 5, L. Padeletti 1 Div. Cardiologia - Ospedale SS. Annunziata Taranto, 1. Medicina Interna e Cardiologia - Uni. Firenze, 2. Div. Cardiologia - Osp. SS. Antonio e Biagio Alessandria, 3. Div. Cardiologia - Ospedale Civile Rieti, 4. Div. Cardiologia - Facoltà di Medicina Novara, 5.Vitatron Medical Italia Bologna STIMOLAZIONE CARDIACA REGOLATA DALL'ATTIVITÀ EMODINAMICA IN UN PACEMAKER CON SENSORE DI IMPEDENZA TRANS-VALVOLARE (TVI) F. Di Gregorio, F. Dorticos 1,A. Barbetta, M.A. Quinones 1, F.Tornes 1,Y. Fayad 1,R.Zayas 1, J. Castro 1 Medico Clinical Research Padova, 1. Institute of Cardiology and Cardiovascular Surgery Havana CUBA ANALISI AUTOMATICA DEI DATI MEMORIZZATI DAGLI STIMOLATORI CARDIACI: IL REGISTRO EUROPEO TETRA MS Baccillieri,A. Fabiani 1, G. Mazzocca 2, G. Zaccone 3, G. Gaggioli 4, MG. Bongiorni 5,D. Laiso 6, C. Peila 6, E. Menardi 7, P. Scipione 8, M. Pagani 9.A nome degli investigatori TETRA Div. Cardiologia - Ospedale Civile Camposampiero, 1. Div. Cardiologia - Nuovo Ospedale S. Donato Arezzo, 2. U.O. Cardiovascolare - Ospedale Civile Cecina, 3. Div. Cardiologia - Ospedale Civile Novi Ligure, 4. Div. Cardiologia - Ospedale Civile Genova-Sampierdarena, 5. U. O. Cardiologia Universitaria Ospedale Cisanello, 6. Div. Cardiologia - Ospedale Civile Pinerolo, 7. Div. Cardiologia - Ospedale S. Croce Cuneo, 8. Div. Cardiologia - Ospedale Lancisi Ancona, 9. Div. Cardiologia - Ospedale Civile Legnano 30 31

17 GIOVEDÌ 30 MARZO 2006 VENERDÌ 31 MARZO 2006 L UTILIZZO DEL THERAPY ADVISOR COME STRUMENTO PER AUMENTARE L EFFICIENZA DEI CONTROLLI DEGLI STIMOLATORI IMPIANTATI: DATI DEL REGISTRO EUROPEO C-STAR E. Marras, L. Sciarra, E. Moro, F. Fino 1,A. Proclemer 2, P. Pieragnoli 3,V. Russo 4, G. Miracapillo 5, M. Pagani 6,A.Andriani 7, M. Pandolfi 8,A. Sciré 9.A nome degli investitori C-STAR Ospedale Civile Conegliano, 1. Ospedale S. Maria degli Angeli Putignano, 2. Ospedale S. Maria della Misericordia Udine, 3. Ist. Clinica Medica e Cardiologia Firenze, 4. Osp. SS. Annunziata Taranto, 5. Ospedale della Misericordia Grosseto, 6. Ospedale Civile Legnano, 7. Ospedale Civile Policoro, 8. Ospedale del Valdarno Montevarchi, 9. Ospedale Civile Esine AUDITORIUM 9:00-11:00 SESSIONE PLENARIA LE RECENTI LINEE GUIDA E RACCOMANDAZIONI AIAC IN ELETTROSTIMOLAZIONE CARDIACA Moderatori: M. Lunati, Milano - A. Curnis, Brescia In quale paziente, quando, quale modalità e quale programmazione del pacemaker mono e bicamerale R.P. Ricci, Roma 17:15-17:30 EFFICACIA DELLA CLOSED LOOP STIMULATION IN ADOLESCENTI CON BAV COMPLETO E FUNZIONE VENTRICOLARE DEPRESSA F. Drago, A. De Santis, G. Grutter, G. Rinelli, M.S. Silvetti Struttura semplice di Aritmologia; Dipartimento di Cardiologia Pediatrica, Ospedale Pediatrico Bambino Gesù Roma CARDIOMIOPATIA DILATATIVA NEI NEONATI E LATTANTI PORTATORI DI PACEMAKER MS Silvetti, G. Grutter,A. De Santis, L. Ravà, F. Drago Ospedale Pediatrico Bambino Gesù Roma Coffee break In quale paziente, quando, quale modalità e quale programmazione del pacemaker biventricolare L. Padeletti, Firenze In quale paziente, quando, quale tipologia e programmazione del defibrillatore automatico mono e bicamerale A. Proclemer, Udine In quale paziente, quando, quale tipologia e programmazione del defibrillatore automatico biventricolare S. Favale, Bari AUDITORIUM 17:30-18:30 18:30-19:00 Inaugurazione LETTURA MAGISTRALE L APPROCCIO MULTIDISCIPLINARE IN ARITMOLOGIA J.A. Salerno-Uriarte,Varese Jorge Salerno-Uriarte è nato in Paraguay nel 1947 e si è laureato presso l Università degli Studi di Pavia il 13 luglio 1970 riportando la votazione di 110/110 con lode. Dal 1970 fino al 1996 ha svolto attività assistenziale, di didattica e di ricerca al Policlinico S. Matteo presso l Università degli Studi di Pavia. Attualmente è Professore di Cardiologia presso l Università degli Studi dell Insubria, Direttore della Scuola di Specializzazione in Cardiologia della stessa Università e Direttore della Divisione di Cardiologia dell Azienda ospedaliero-universitaria Ospedale di Circolo e Fondazione Macchi di Varese. Dal 2004 è coordinatore del Master Universitario in Elettrofisiologia ed Elettrostimolazione presso la sua sede accademica. La sua attività di ricerca ha sempre riguardato soprattutto argomenti di Elettrofisiologia Clinica, di Cardiopatia Ischemica e di Scompenso Cardiaco. Particolare attenzione è stata sempre dedicata alla ricerca di sorgenti di energia applicate al trattamento delle aritmie mediate ablazione chirurgica prima e transcatetere poi. Perciò egli ha diretto negli anni 80 e 90 su tale tema numerosi Progetti Finalizzati del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR). Questi studi pionieristici hanno costituito la base affinché tale modalità di trattamento si imponesse in tutto il mondo come terapia di prima scelta di molte aritmie. In un passato recente il Prof. Salerno-Uriarte ha fatto parte dei Boards organizzativi ed ha preso parte attiva con il suo gruppo a studi condotti in collaborazione con Istituzioni straniere e italiane che hanno segnato indelebilmente la storia della Cardiologia nel Mondo sia nell ambito dei defibrillatori impiantabili (MADIT) che dell infarto miocardio acuto (GISSI). Attualmente il Prof. Salerno-Uriarte è membro del Consiglio Direttivo della Società Italiana di Cardiologia e Presidente del Consiglio della Regione Lombardia della stessa SIC. Presiede inoltre la Commissione per la Didattica e Formazione Permanente Cardiologica in Italia. 11:00-11:30 Estrazione di elettrodi impiantati per elettrostimolazione. In quale paziente, quando e quale tecnica? M.G. Bongiorni, Pisa La gestione ottimale dei costi per l impianto e/o sostituzione di pacemaker e defibrillatori in rapporto all attuale regolamentazione del Sistema Sanitario Nazionale G. Boriani, Bologna Coffee break 32 33

18 VENERDÌ 31 MARZO 2006 AULA F 11:30-13:30 SIMPOSIO 1 CONVENTION NAZIONALE DELLA SYNCOPE UNIT Moderatori: M. Brignole, Lavagna (GE) - C. Menozzi, Reggio Emilia AULA E 13:30-15:15 SIMPOSIO (con il contributo educazionale di Biotronik Seda) IL CONTROLLO REMOTO DEL PAZIENTE PORTATORE DI IPG. ATTUALITÀ E PROSPETTIVE Moderatori: D. Igidbashian, Gorizia - P.A. Ravazzi, Alessandria La realtà italiana: lo studio EGSYS F. Giada, Mestre (VE) Problematiche attuali nel controllo ambulatoriale del paziente portatore di IPG F. Zardo, Pordenone Censimento italiano dei Centri per lo studio della Sincope A. Bartoletti, Firenze Standard operativi P. Alboni, Cento (FE) Aspetti organizzativi e multidisciplinari C. Mussi, Modena L esperienza del San Filippo Neri F. Ammirati, Roma Come promuovere nel tuo ospedale un Centro per la Sincope A. Del Rosso, Fucecchio (FI) Il monitoraggio funzionale in real-time del pacemaker impiantato. Benefici per medico e paziente V. Bulla, Modica (CT) Benefici clinici del monitoraggio in tempo reale nella gestione della FA nel paziente portatore di pacemaker M. Russo, Roma Vantaggi del monitoraggio continuo delle tachiaritmie nel paziente portatore di ICD T.Toselli, Ferrara Utilità clinica del monitoraggio a distanza dello stato di compenso nel paziente con CRT M.T. La Rovere, Montescano (PV) AULA G 11:30-13:30 SIMPOSIO LA STIMOLAZIONE CARDIACA FISIOLOGICA: EVIDENZE SCIENTIFICHE Moderatori: S. Sermasi, Rimini - M. Bocchiardo, Asti La stimolazione AAI nella sick sinus sindrome: selezione dei candidati, sede di stimolazione, risultati A. De Simone, Maddaloni (CE) La funzione rate responsive e l intervallo AV automatico: aspettative e risultati C. Pignalberi, Roma Sedi alternative per la stimolazione striale R.Verlato, Camposampiero (PD) Sedi alternative per la stimolazione ventricolare dx (afflusso, His, bifocale) E. Occhetta, Novara La stimolazione biventricolare: identificazione del candidato ottimale M. Gasparini, Rozzano (MI) AULA F 13:30-15:15 SIMPOSIO (con il contributo educazionale di Guidant Italia) LA TECNOLOGIA ED IL SUO IMPATTO CLINICO TRA RECENTI LINEE GUIDA E NUOVE MODALITÀ DI GESTIONE DEL PAZIENTE CON DISPOSITIVO IMPIANTABILE Moderatori: A. Curnis, Brescia - M. Gasparini, Rozzano (MI) Adozione delle indicazioni di prevenzione primaria: quale ruolo per gli indici di stratificazione del rischio nell era post MADIT II e SCD-HeFT? M. Landolina, Pavia CRT: quali dati dai follow-up a lungo termine? Il CRT Registry G. Zanotto,Verona Siti di stimolazione ottimale per la CRT: quale ruolo per la valutazione emodinamica in acuto? C. Carbucicchio, Milano Portatori di ICD: gestione ottimale della programmazione e impatto sulla qualità di vita dei pazienti R.Verlato, Camposampiero (PD) Risultati e complicanze E. Soldati, Pisa I network di gestione dello scompenso cardiaco: la giungla dei percorsi del paziente all interno degli ospedali P. Diotallevi, Alessandria 34 35

19 VENERDÌ 31 MARZO 2006 AULA G 13:30-15:15 SIMPOSIO (con il contributo educazionale di St Jude Medical Italia) TRATTAMENTO NON FARMACOLOGICO DELLE ARITMIE CARDIACHE Indicazioni, tecniche diagnostiche e ablative, risultati e complicanze nelle varie aritmie: un approccio pratico Moderatori: P. Della Bella, Milano - C.Tondo, Roma Ruolo della valutazione elettrofisiologica nell ablazione delle aritmie sopraventricolari D. Caponi,Asti Le tachiaritmie sopraventricolari S. Nardi,Terni Le fibrillazioni atriali G. De Martino, Pagani (SA) Le tachicardie ventricolari idiopatiche M. Mantica, Milano Le tachicardie ventricolari nel contesto di cardiopatie C. Pratola, Ferrara Il Follow-up dei pazienti sottoposti ad ablazione transcatetere: dalla clinica alla ricerca G. Augello, Milano AULA F 15:15-17:15 SIMPOSIO LA PREVENZIONE E GESTIONE DELLE COMPLICANZE NELLE PROCEDURE IN ARITMOLOGIA: PROTOCOLLI OPERATIVI Moderatori: F. Lamberti, Roma - F. Mascia, Caserta Nell impianto e sostituzione di pacemaker e defibrillatori G. Marinoni,Voghera (PV) Nell ablazione transcatetere delle tachicardie sopraventricolari e ventricolari M. Scaglione, Asti Nell ablazione transcatetere della fibrillazione striale R. De Ponti,Varese Nell estrazione di cateteri per stimolazione e/o defibrillazione cardiaca G. Arena, Pisa AIAC e la responsabilità professionale M. Santomauro, Napoli Insegnamento e responsabilità F. Bellocci, Roma AULA G 15:15-17:15 SIMPOSIO LA COMPETENCE IN ELETTROFISIOLOGIA ED ELETTROSTIMOLAZIONE CARDIACA Moderatori: M. Di Biase, Foggia - A. Puglisi, Roma Definizione, utilità, pericoli, corretta gestione G. Inama, Crema La competence in elettrostimolazione cardiaca base ed avanzata M. Zoni Berisso, Genova La competence in elettrofisiologia cardiaca base ed avanzata G. Belotti,Treviglio (BG) Preparazione teorica, pratica o entrambe? Il paragone con altri paesi F. Naccarella, Bologna La certificazione della competence nell ambito dell educazione medica continua: il ruolo delle società scientifiche N. Baldi,Taranto La certificazione della competence nella Syncope Unit G. Foglia-Manzillo, Como 36 37

20 VENERDÌ 31 MARZO 2006 AULA A 15:15-17:15 SESSIONI DI COMUNICAZIONI LIBERE ARITMIE GENETICHE E MORTE IMPROVVISA Moderatori: M. Marini,Trento - S. Lombroso, Busto Arsizio (VA) DIAGNOSI DI CARDIOMIOPATIA DILATATIVA DA NUOVA DIVERSA MUTAZIONE DEL GENE LAMINA A/C IN FAMIGLIA CONSIDERATA AFFETTA DA DISPLASIA VENTRICOLARE DESTRA M. Marini, E.Arbustini 1, P. Zeni, M. Pasotti 1,A. Pilotto 1, C. Giovanelli, M. Del Greco, A. Coser, L. Gramegna, M. Disertori U.O. di Cardiologia Ospedale S. Chiara Trento, 1. Centro Malattie Ereditarie Cardiovascolari, Area Trapiantologica, IRCCS Policlinico San Matteo Pavia CARATTERISTICHE CLINICHE ED ELETTROCARDIOGRAFICHE IN PARENTI DI PAZIENTI AFFETTI DA SINDROME DI BRUGADA FAMIGLIARE M. Bocchino, E. Marras, N. Sitta, L. Sciarra, L. Corò, P. Delise U.O. Cardiologia, Ospedale Santa Maria dei Battuti Conegliano Veneto (TV) COMPARAZIONE TRA REGISTRAZIONE HOLTER STANDARD DI 24 ORE E REGISTRAZIONE PROLUNGATA IN SOGGETTI A RISCHIO PER PATOLOGIE CARDIOVASCOLARI N.D. Brunetti, G. D'Arienzo, G.Tiscia, P.L. Pellegrino, R.Troccoli, M. Di Biase U.O. Cardiologia Ospedali Riuniti Università di Foggia ANALISI NON LINEARE COME STRUMENTO PREDITTIVO NON INVASIVO DI ARITMIE VENTRICOLARI MAGGIORI O. Durin, R. Pizzi 1,V. Zitun 1, C. Patrini 1, D.Tovena,A. Foffa, G. Inama U.O. di Cardiologia - Ospedale Maggiore Crema, 1. Dipartimento di Tecnologie dell'informazione - Università di Milano XL-ECG IN PAZIENTI SOTTOPOSTI A BYPASS AORTO-CORONARICO E RIABILITAZIONE CARDIACA PRECOCE: FOLLOW-UP A 12 MESI M. Giaccardi, G. Camilli,A. Colella, R. Molino Lova, C. Macchi 1, L. Padeletti,A. Michelucci Dipartimento del Cuore e dei Vasi-Università di Firenze, 1. Centro di Riabilitazione cardiaca-fondazione Don Gnocchi IRCCS Firenze SINDROME DI BRUGADA: IL REGISTRO DELLA REGIONE PIEMONTE C. Giustetto, E. Occhetta 1, F. Bianchi 2, R. Bertona 3, R. Riccardi 4, C. Peila 5, S. Drago,A.Vado 6, P. Diotallevi 7, F. Gaita Ospedale Cardinal Massaia Asti, 1. Ospedale Maggiore Novara, 2. Ospedale Rivoli, 3. Ospedale Vigevano, 4. Ospedale Mauriziano Torino, 5. Ospedale Pinerolo, 6. Ospedale S. Croce Cuneo, 7. Ospedale Alessandria ANALISI DEL FENOTIPO DI UN AMPIA COORTE DI PAZIENTI LQTS PORTATORI DELLA MUTAZIONE E1784K DEL GENE SCN5A R. Bloise 1, C. Napolitano 1,A. Capoferri 1, G. Celano 1, L. Calò 2, B. El Jamal 3, P.Turco 3, M. Gasparini 4, E.V. Raytcheva Buono 1, J. Nastoli 1,S.G.Priori 1, 5 1. IRCCS, Fondazione S. Maugeri, Pavia, 2. Policlinico Casilino, Roma, 3. Casa di Cura Villa Maria Cecilia, Cotignola, Ravenna, 4. IRCCS, Istituti Clinici Humanitas, Rozzano, (MI), 5. Università degli Studi di Pavia ALTA PERCENTUALE DI SILENT GENE CARRIERS IN FAMIGLIA OCCASIONALMENTE RICONOSCIUTA AFFETTA DA SINDROME DEL QT LUNGO TIPO I M. Marini, E.Arbustini 1, P. Zeni, M. Pasotti 1,A. Pilotto 1, C. Giovanelli, M. Del Greco,A. Coser, L. Gramegna, M. Disertori U.O di Cardiologia Ospedale S. Chiara Trento, 1. Centro Malattie Ereditarie Cardiovascolari, Area Trapiantologica, IRCCS Policlinico San Matteo Pavia SINDROME DEL QT CORTO DI TIPO 3: DESCRIZIONE DI UNA NUOVA VARIANTE GENETICA CON DIFETTO A CARICO DEL GENE KCNJ2 E.V. Raytcheva Buono 1, R. Bloise 1, C. Napolitano 1, E. Ronchetti 1, M. Gasparini 2, G. Bosi 3, M. Stramba-Badiale 4,A. Capoferri 1, C.M. Rovelli 1, J. Jalife 5, S.G. Priori 1, 6 1. IRCCS, Fondazione S. Maugeri, Pavia, 2. IRCCS, Clinica Humanitas Rozzano, (MI), 3. Unità di Cardiologia Pediatrica, Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale, Università di Ferrara, 4. IRCCS, Istituto Auxologico Italiano, Milano, 5. Dept. of Pharmacology and Inst. For Card. Res., SUNY Upstate Medical University, Syracuse, NY USA, 6. Università degli Studi di Pavia AULA B 15:15-17:15 RUOLO DELLA T-WAVE ALTERNANS NELLO STUDIO DI ATLETI CON ARITMIE VENTRICOLARI COMPLESSE: CORRELAZIONE CON LO S.E.E. DI IRRITABILITÀ VENTRICOLARE G. Inama, O. Durin, C. Pedrinazzi, M. Nanetti, G. Donato, P.Valentini, D. Bonara U.O. di Cardiologia - Ospedale Maggiore Crema NEI PAZIENTI CON DISTROFIA MIOTONICA TIPO 1, HEART RATE TURBOLENCE PREDICE LE ARITMIE VENTRICOLARI SOSTENUTE INDUCIBILI ALLO STUDIO ELETTROFISIOLOGICO M. Casella, M. Pace, A. Dello Russo, G. Pelargonio, C. Bisceglia, M.Vaccarella, S. Bartoletti, V. Boccadamo, G. Bencardino, M.L. Narducci,T. Sanna, P. Zecchi, F. Mangiola 1, F. Bellocci Università Cattolica del Sacro Cuore Roma, 1. UILDM Roma LA MORTE IMPROVVISA CARDIOLOGICA: ASPETTI DELLA RESPONSABILITÀ MEDICO PROFESSIONALE E. Moccia 1, F. Naccarella, D.Vasapollo 1, C. Felicani, M. Jasonni 2, P.Affinito,A. Masotti 3, G. Lepera Cardiologia Azienda USL Bologna, 1. Medicina Legale Università di Bologna, 2. Cattedra di Diritto, Università di Modena, 3. Medicina dello Sport, Azienda USL Bologna TERAPIA DI RESINCRONIZZAZIONE CARDIACA: ICD E ARITMIE Moderatori: G. Speca,Teramo - G.B.Tola, Sassari VALUTAZIONE DI DUE DIFFERENTI FORME D'ONDA DI SHOCK CON UN TEST DI DEFIBRILLAZIONE A BASSA ENERGIA: RISULTATI PRELIMINARI DEL REGISTRO EFFECTIVE A.Vincenti, S. De Ceglia, G. Rovaris, G.Tadeo 1, F.Acquati 1, M.Alberio 1, G. Pompadoro 2, A. Faini 2 Ospedale San Gerardo Monza, 1. Ospedale Valduce Como, 2. St. Jude Medical Italia Agrate Brianza INDICAZIONI MADIT II NELLA PRATICA CLINICA: DUE ANNI DI ESPERIENZA DEL REGISTRO SEARCH-MI S.Toscano, M. Santini 1, G. Boriani 2, G.L. Botto 3,A. Proclemer 4, M. Lunati 5,W. Rauhe 6, A. Della Scala 7, S. Giuli 7 L.P. Delfino Colleferro, 1. S. Filippo Neri Roma, 2. S. Orsola Bologna, 3. S. Anna Como, 4. S.M. della Misericordia Udine, 5. Niguarda Milano, 6. S. Maurizio Bolzano, 7. Medtronic Roma 38 39

Cardioaritmologia nel Lazio

Cardioaritmologia nel Lazio Cardioaritmologia nel Lazio Regione Lazio Roma, 27-28 marzo 2015 Ergife Palace Hotel PROGRAMMA AVANZATO Con il Patrocinio di ANCE Cardiologia Italiana del Territorio Sezione Regionale Lazio Coordinatori:

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

Un pacemaker per ogni cuore

Un pacemaker per ogni cuore ABC dell ECG: Elettrocardiografia pratica Verona 13 maggio 2006 Un pacemaker per ogni cuore Eraldo Occhetta NOVARA Ogni cuore ha il suo pacemaker Nodo A-V Branche sx e dx Sistema di conduzione ed ECG di

Dettagli

APPENDICE A. DATI CLIMATICI

APPENDICE A. DATI CLIMATICI APPENDICE A. DATI CLIMATICI A.1 Temperature esterne invernali di progetto UNI 5364 Torino -8 Reggio Emilia -5 Alessandria -8 Ancona -2 Asti -8 Ascoli Piceno -2 Cuneo -10 Macerata -2 Alta valle cuneese

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

giac Volume 13 Numero 2 Giugno 2010

giac Volume 13 Numero 2 Giugno 2010 Linee guida AIAC 2010 per la gestione e il trattamento della FIBRILLAZIONE ATRIALE Antonio Raviele (Chairman) 1 Marcello Disertori (Chairman) 2 Paolo Alboni 3 Emanuele Bertaglia 4 Gianluca Botto 5 Michele

Dettagli

CARDIOPATIA CRONICA. edizione 1 DELLA ISCHEMICA. STABILE 10 cose da fare 10 cose da non fare. corso di aggiornamento GESTIONE

CARDIOPATIA CRONICA. edizione 1 DELLA ISCHEMICA. STABILE 10 cose da fare 10 cose da non fare. corso di aggiornamento GESTIONE corso di aggiornamento GESTIONE DELLA CARDIOPATIA ISCHEMICA CRONICA STABILE 10 cose da fare 10 cose da non fare Direttore scientifico: 18 aprile 2015 Sala Rosangelo Mazzarino (CL) edizione 1 PROGRAMMA

Dettagli

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI RAZIONALE L Iperplasia Prostatica Benigna (IPB), a causa dell elevata prevalenza e incidenza, in virtù del progressivo invecchiamento della popolazione maschile, e grazie alla disponibilità di adeguati

Dettagli

11 Congresso Regionale. 2 Congresso Nazionale SIMG LOMBARDIA SIMG AREA PNEUMOLOGICA. Società Italiana di Medicina Generale

11 Congresso Regionale. 2 Congresso Nazionale SIMG LOMBARDIA SIMG AREA PNEUMOLOGICA. Società Italiana di Medicina Generale MONZA BRIANZA, 6-7 Maggio 2011 Devero Hotel Società Italiana di Medicina Generale 1 11 Congresso Regionale PRESIDENTI DEL CONGRESSO Claudio Cricelli e Aurelio Sessa PRESIDENTE ONORARIO Ovidio Brignoli

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT

Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT Giovedì 26 febbraio 2015 CONGRESSO NAZIONALE STAT 9.00-11.00 I SESSIONE L essenziale di... in Anestesia Presidente: A. De Monte Udine Moderatori: F.E. Agrò Roma, Y. Leykin Pordenone 9.00 La gestione delle

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

64 CONGRESSO NAZIONALE SICPRE

64 CONGRESSO NAZIONALE SICPRE 64 CONGRESSO NAZIONALE SICPRE Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica MILANO (16) 17-19 Settembre 2015 PROSPETTO SPONSOR INFORMAZIONI GENERALI: Presidente: Prof. Riccardo Mazzola,

Dettagli

Corsi p e r O d o n t o i a t r i

Corsi p e r O d o n t o i a t r i corsi accreditati ECM Corsi p e r O d o n t o i a t r i 2015 20 marzo Approccio Razionale alla Terapia Implantare dalla pianificazione del caso alla realizzazione protesica 22 maggio Rialzo del Pavimento

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia

Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Perugia, 17 febbraio 2013 Ai Soci CIPUR Oggetto: Differenti modalità di copertura dei posti di Professore universitario di ruolo di Prima e Seconda fascia Cari colleghi, la progressiva implementazione

Dettagli

20 SETTEMBRE - 2 a SESSIONE: Infermiere e Project Management

20 SETTEMBRE - 2 a SESSIONE: Infermiere e Project Management Il unitamente all Università degli Studi di Foggia Facoltà di Medicina e Chirurgia - Master di II livello in Project Manager in Sanità - ed i Collegi di Bari, BAT, Benevento, Bergamo, Campobasso, Caserta,

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE. Tortona 6 ottobre 2012 dott. A.

LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE. Tortona 6 ottobre 2012 dott. A. LEGISLAZIONE DEI LIVELLI ASSISTENZIALI DEI PUNTI NASCITA E RIORGANIZZAZIONE SANITARIA IN PIEMONTE Tortona 6 ottobre 2012 dott. A. Marra PROGETTO OBIETTIVO MATERNO INFANTILE ( POMI) DM 24 APRILE 2000 TRE

Dettagli

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014

Ferroviario e dell Alta Velocità. Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo del Trasporto Ferroviario e dell Alta Velocità in Italia Milano, 15 marzo 2014 Lo sviluppo della mobilità in treno: i grandi corridoi europei La rete TEN (Trans European Network) gioca un ruolo

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

Dipartimento di Scienze Cardiovascolari, Respiratorie, Nefrologiche, Anestesiologiche e Geriatriche

Dipartimento di Scienze Cardiovascolari, Respiratorie, Nefrologiche, Anestesiologiche e Geriatriche D.R. n. 3048 Facoltà di Medicina e Odontoiatria Dipartimento di Scienze Cardiovascolari, Respiratorie, Nefrologiche, Anestesiologiche e Geriatriche BANDO DI CONCORSO ANNO ACCADEMICO 2014/2015 MASTER DI

Dettagli

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 27/07/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO II Fascia AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA

Dettagli

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza AN001 Centro di Ateneo di Documentazione - Polo Villarey - Facoltà

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli

Convegno. riflessioni PRESENTAZIONE. Copernico, 38. Via. Rev. 0 del 19/10/2010. pag. 1 di 6

Convegno. riflessioni PRESENTAZIONE. Copernico, 38. Via. Rev. 0 del 19/10/2010. pag. 1 di 6 Convegno AL TERMINE DI TELEMACO riflessioni a margine dell esperienza svolta www.telemaco.regione.lombardia.it Codice evento: SDSS 10092/AE VENERDI 12 NOVEMBRE 2010, ore 10.000 18.00 Politecnico di Milano

Dettagli

ECOPED 2011. Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica. PISTOIA 27-30 Giugno 2011

ECOPED 2011. Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica. PISTOIA 27-30 Giugno 2011 Gruppo di Studio di Ecografia Pediatrica Società Italiana di Pediatria Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica ECOPED 2011 PISTOIA 27-30 Giugno 2011 PROGRAMMA DOCENTI E TUTORS Giuseppe Atti Carlo

Dettagli

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova Genova 31 gennaio 2014 CORSO RESIDENZIALE nuovi paradigmi per una terapia personalizzata nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto CON IL PATROCINIO DI Obiettivi Il trattamento del

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

Milano 2015. RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA.indd 1. Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI. Milano 2015

Milano 2015. RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA.indd 1. Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI. Milano 2015 Giovedì, Giovedì, RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA RIPARLIAMO DI IMPLANTOLOGIA 26 marzo - 16 aprile - 7 maggio 18 giugno - 9 luglio - 24 settembre 8 ottobre - 19 novembre Relatori Dr. Alessandro Ceccherini,

Dettagli

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE CHE DEVE SOTTOPORSI A: SCINTIGRAFIA MIOCARDICA DA SFORZO O CON STRESS FARMACOLOGICO Per la diagnosi e il trattamento delle seguenti patologie è indicato effettuare una scintigrafia

Dettagli

HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO

HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO Generalità (per informazioni specifiche sui singoli corsi (date, sedi,) consultare il sito del provider

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE)

INCONTR-AIOSS 2015 COMPETENZE E ETICA BEST PRACTICE VS. 15-17 Ottobre 2015 AIOSS. Hotel Serena Majestic Montesilvano Lido (PE) Brochure Montesilvano 2015 30/07/15 12: Pagina 1 Associazione Italiana Operatori Sanitari di Stomaterapia INCONTR- 2015 Certificazione EN ISO 9001:2008 IQ-0905-12 per formazione ed aggiornamento COMPETENZE

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Congresso Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Nel corso degli ultimi anni lo studio degli aspetti nutrizionali, dei

Dettagli

TEST INGEGNERIA 2014

TEST INGEGNERIA 2014 scienze www.cisiaonline.it TEST INGEGNERIA 2014 Ing. Giuseppe Forte Direttore Tecnico CISIA Roma, 1 ottobre 2014, Assemblea CopI DATI CISIA - MARZO, SETTEMBRE 2014 test erogati al 15 settmebre CARTACEI

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011

Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011 www.autotrasportionline.com Autotrasportionline - visite - parole chiave ricerca - 2009-2011 01/set/2009-30/set/2011 Rispetto a: Sito Visualizzazioni di pagina uniche 30.000 30.000 15.000 15.000 0 0 1

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI

Dettagli

Neuropsicologia: Valutazione, Diagnosi e Riabilitazione V edizione

Neuropsicologia: Valutazione, Diagnosi e Riabilitazione V edizione ALTA SCUOLA DI PSICOLOGIA AGOSTINO GEMELLI Facoltà di Psicologia Master Universitario di secondo livello Neuropsicologia: Valutazione, Diagnosi e Riabilitazione V edizione Sedi di Milano e Brescia Master

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

48 Congresso SItI. Milano, 14-18 Ottobre 2015 Opportunita' d'intervento riservate agli Sponsors. www.siti2015.org

48 Congresso SItI. Milano, 14-18 Ottobre 2015 Opportunita' d'intervento riservate agli Sponsors. www.siti2015.org 48 Congresso Milano, 14-18 Ottobre 2015 Opportunita' d'intervento riservate agli Sponsors COMITATI Presidente del Congresso: Carlo Signorelli, Presidente Presidente Comitato organizzatore: Francesco Auxilia,

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Si terrà il 29. e 30 giugno. incremento. pediatrica. Diabetico. via Salvatore Puglisi, 15

Si terrà il 29. e 30 giugno. incremento. pediatrica. Diabetico. via Salvatore Puglisi, 15 Si terrà il 29 e 30 giugno 2015, presso la Sala Magna di Palazzo Chiaramonte Steri, il convegno dal titolo La Rete diabetologica pediatrica in Sicilia. Novità Organizzative e assistenziali: le nuove lineee

Dettagli

20-21 marzo 2015 Palazzo dei Congressi di Riccione

20-21 marzo 2015 Palazzo dei Congressi di Riccione Fondazione Prof. Luigi Castagnola Presidente: Dott. Nicola Perrini 20-21 marzo 2015 Palazzo dei Congressi di Riccione 60 Corso Gratuito Fondazione Prof. Luigi Castagnola Evoluzioni tecnologiche in Chirurgia

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA INFORMAZIONI PERSONALI Nome GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA OSPEDALIERA VALTELLINA E VALCHIAVENNA

Dettagli

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari Sistema Regionale ECM Pagina 1 di 7 1 Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari 1. Presentazione: L evento, destinato alle figure professionali di Tecnici

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

30-APRILE/03 MAGGIO-2015.

30-APRILE/03 MAGGIO-2015. INFORMAZIONI GENERALI Il corso ISA 2015 DISCIPLINE OLIMPICHE è un corso formativo ed evolutivo relativamente alle discipline della Fossa Olimpica Skeet Double Trap, e viene organizzato per la 1 volta in

Dettagli

Corsi aggiornamento per Tecnici Sanitari di Radiologia Medica

Corsi aggiornamento per Tecnici Sanitari di Radiologia Medica Corsi aggiornamento per Tecnici Sanitari di Radiologia Medica Accreditamento ECM in corso 14-15 mar.: Imaging body-anatomia e tecniche di studio 4-5 apr.: Imaging neuroradiologia-anatomia e tecniche di

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Nome Da Campo Gianluigi Data di nascita 07.12.1958 Qualifica Dirigente di 1 livello Amministrazione Azienda 12 Veneziana Incarico attuale Responsabile di struttura semplice in chirurgia

Dettagli

GESTIONE DELLE PROBLEMATICHE CHIRURGICHE DEL NEONATO: UPDATE COMUNICATO STAMPA

GESTIONE DELLE PROBLEMATICHE CHIRURGICHE DEL NEONATO: UPDATE COMUNICATO STAMPA GESTIONE DELLE PROBLEMATICHE CHIRURGICHE DEL NEONATO: UPDATE COMUNICATO STAMPA Si terrà a Catania dal 30 Maggio all 1 Giugno 2013 un importante evento a livello nazionale che tratterà la tematica del neonato

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE 2013 GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE IDENTIFICAZIONE DI PAZIENTI AD ALTO RISCHIO DI CARDIOTOSSICITA RADIOINDOTTA (RIHD) A cura di: Monica Anselmino (coordinatrice) Alessandro Bonzano Mario

Dettagli

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO Rif. Organizzatore 8568-10035201 IN COLLABORAZIONE CON ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale.

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale. Progetto di audit clinico. Migliorare la gestione del paziente con BPCO in. Razionale. Numerose esperienze hanno dimostrato che la gestione del paziente con BPCO è subottimale. La diagnosi spesso non è

Dettagli

LEVOSIMENDAN NELL INSUFFICIENZA CARDIACA ACUTA

LEVOSIMENDAN NELL INSUFFICIENZA CARDIACA ACUTA LEVSIMEDA ELL ISUFFIIEZA ARDIAA AUTA 30 marzo 2015 16:30 18:30 ardiocentro Ticino - Sala Zwick PRGRAMMA IL SIMPSI SARÀ AREDITAT 2 REDITI DA: SGAR - SSAR SIETÀ SVIZZERA DI AESTESIA E RIAIMAZIE SGI-SSMI

Dettagli

STUDIO E REALIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI GESTIONE INTEGRATO DEI COLOMBI DI CITTÀ

STUDIO E REALIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI GESTIONE INTEGRATO DEI COLOMBI DI CITTÀ Il 6 e 7 novembre 2014 INFFU organizza a Roma il I corso nazionale di Igiene Urbana: STUDIO E REALIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI GESTIONE INTEGRATO DEI COLOMBI DI CITTÀ Accreditato ECM dall Istituto Zooprofilattico

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

EMILIA ROMAGNA. Natura giuridica. Contatti Via Piero Maroncelli, 40 47014 Meldola, Forlì Cesena. Terapie avanzate nell ambito dell oncologia medica

EMILIA ROMAGNA. Natura giuridica. Contatti Via Piero Maroncelli, 40 47014 Meldola, Forlì Cesena. Terapie avanzate nell ambito dell oncologia medica Altri Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico IRCCS (area di ricerca oncologica) presenti sul territorio nazionale, suddivisi per area geografica Gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere

Dettagli

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE

CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Lega Friulana per il Cuore CHE COS E L IPERTENSIONE ARTERIOSA E COME SI PUO CURARE Materiale predisposto dal dott. Diego Vanuzzo, Centro di Prevenzione Cardiovascolare, Udine a nome del Comitato Tecnico-Scientifico

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI CERTIFICAZIONE UNI CEI EN ISO/IEC 1702 Corso 1 Livello In collaborazione con l Ordine degli Ingengeri della Provincia di Rimini Associazione CONGENIA Procedure per la valutazione

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

DIFETTO INTERVENTRICOLARE

DIFETTO INTERVENTRICOLARE DIFETTO INTERVENTRICOLARE Divisione di Cardiologia Pediatrica Cattedra di Cardiologia Seconda Università di Napoli A.O. Monaldi Epidemiologia 20% di tutte le CC Perimembranoso: 80% Muscolare: 5-20% Inlet:

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

Insufficienza mitralica

Insufficienza mitralica Insufficienza mitralica Cause di insufficienza mitralica Acute Trauma Disfunzione o rottura di muscolo papillare Malfunzionamento della protesi valvolare Endocardite infettiva Febbre reumatica acuta Degenerazione

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Michele Liscio Riassunto L ecocolordoppler dei vasi sovraortici (TSA) rappresenta un

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo

c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo Roma, aprile 2015 c è un Italia che pedala. in 20 città performance di ciclabilità di livello europeo Bolzano, Pesaro, Ferrara e Treviso capitali della bici, almeno un quarto degli abitanti in bici tutti

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015

Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015 Ble Consulting srl id. 363 BISFOSFONATI E VITAMINA D: RAZIONALI D'USO - 119072 Hotel Cascina Scova Cityspa, Via Vallone, 18-27100 Pavia - 9 maggio 2015 Dr. Gandolini Giorgio Medici chirurghi 8,8 crediti

Dettagli

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Pag. 51 D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Responsabile: Prof. Lucio SANTORO Sedi: Edifici 17 16-11G - 20 Direzione 4645 Segreteria 2788 Fax 2657 Portineria 2355 U.O.C.

Dettagli

Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c.

Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c. Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c. Data e Sede: 1-2 dicembre 2010 - Roma Evento ECM N N. rif. ECM 10033589 crediti 9 Programma e

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

Dispensa Corso di Elettrocardiografia di Base

Dispensa Corso di Elettrocardiografia di Base Dispensa Corso di Elettrocardiografia di Base A cura del dottor Umberto Gnudi 1 Generalità Elettricità cardiaca La contrazione di ogni muscolo si accompagna a modificazioni elettriche chiamate "depolarizzazioni"

Dettagli

DIETE E PIANI ALIMENTARI: ELABORAZIONE E GESTIONE Roma, 19-22 novembre 2015

DIETE E PIANI ALIMENTARI: ELABORAZIONE E GESTIONE Roma, 19-22 novembre 2015 BRAIN HEALTH CENTRE CENTRO STUDI E RICERCHE CLINICHE NEUROPSICOFISIOLOGICHE Anagrafe Nazionale delle Ricerche (D.P.R. 11/7/1980 n.382-artt.63 e 64) n.55643fru Organizzatore di Attività Formativa Sede legale:

Dettagli