Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ""

Transcript

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

17

18

19

20

21 ISTITUTO DI RICERCHE FARMACOLOGICHE MARIO NEGRI Laboratori Negri Bergamo Via Mauro Gavazzeni, Bergamo - Italy tel fax Bergamo, 21 marzo 2008 Oggetto: Precisazioni in replica a quanto riportato dall Ufficio Procura Antidoping riguardo il procedimento di indagine n. 136/07 di deferimento dell atleta Danilo Di Luca Il provvedimento di deferimento dell atleta Danilo Di Luca del 27 Febbraio 2008 inizia affermando che i risultati delle analisi effettuate dal Laboratorio Antidoping di Roma non documentano la presenza di sostanze vietate dalla WADA nei campioni di urina esaminati. Aggiunge tuttavia che il profilo ormonale steroideo presenta delle anomalie, nella fattispecie dei valori eccezionalmente bassi in un campione, il campione 9, prelevato la sera del 30 Maggio 2007 con un controllo a sorpresa. Questi valori (secondo la Procura) sono da considerarsi così bassi da non nascere il sospetto che si sia fatto ricorso a pratiche proibite per renderli così bassi. Di fatto però in nessun campione viene dosata una quantità di ormoni androgeni superiore ai limiti di norma, nemmeno nel campione 8 che precede di poche ore il campione 9 che viene considerato sospetto di manipolazione indotta con la idratazione forzata. Questa circostanza è riconosciuta anche dal Dott.Cappa nella sua relazione. La relazione del consulente della procura Dott. Botrè afferma a pagina 4 che che non si può escludere che le riduzioni delle concentrazioni di testosterone, epitestosterone e DHEA, al pari della riduzione del peso specifico urinario possano essere dovute a pratiche finalizzate ad ottenere anche mediante infusioni endovenose, una rapida reidratazione dell organismo. Affermare che non si può escludere non è equivale ad affermare che l unico modo per ridurre le concentrazioni urinarie di ormoni sia l idratazione forzata endovenosa. E evidente che tutta la questione si gioca sulla concentrazione delle urine. I pesi specifici dei campioni di urina del giorno 30 Maggio 2007 erano rispettivamente 1023 nel campione 8 e 1007 nel campione 9. I consulenti della Procura sostengono che questa diluizione delle urine non può essere ottenuto che con la somministrazione di infusioni endovenose.

22 A pagina 8 si afferma che la tesi della reidratazione orale come bastevole a determinare la riduzione della densità urinaria non è fondata. Questa affermazione è sorprendente. L effetto della reidratazione orale sul peso specifico delle urine è nozione di fisiologia medica, che viene insegnata agli studenti di medicina, come è documentato da riferimenti alla manualistica medica, e in più da studi riportati in letteratura. La prova sperimentale è stata eseguita in aggiunta, ad ulteriore pratica dimostrazione. L esperimento condotto su alcuni volontari sani viene rigettata dai consulenti della Procura come inutile con la considerazione che lo stato di idratazione dei volontari sarebbe incomparabile con quello dell atleta al termine di una gara. Questa affermazione riflette un opinione, una presunzione non documentata da fatti. Una misura dello stato di idratazione può essere rappresentato dalla concentrazione urinaria. Se guardiamo i dati sperimentali, notiamo che la densità urinaria dei soggetti sperimentali, dopo una sola notte di astensione dai liquidi era in media 1030, cioè un valore superiore a quello riscontrato a Di Luca nel campione 8, che era Quindi se mai si possono considerare con questo parametro più disidratati i volontari del corridore. Dopo l assunzione di liquidi per os il peso specifico dei soggetti sani scende a 1005, un dato paragonabile a quello di Di Luca. Se siamo riusciti a ridurre in questa misura la densità urinaria partendo da un valore più elevato di quello di Di Luca, con una quantità di liquidi dichiaramente inferiori, si può pensare che anche nell atleta la diluizione urinaria sia assolutamente giustificabile con l assunzione orale di liquidi. E opportuno notare che nell esperimento eseguito sui volontari sani è stata misurata anche l osmolarità urinaria, che è un indice più accurato della concentrazione urinaria. I soggetti studiati, dopo una sola notte di disidratazione avevano una osmolarità urinaria tra 790 e 1018 mosm cioè avevano valori pressochè massimali di osmolarità urinaria (il massimo teorico è di 1200 mosm, ma di fatto una osmolarità superiore a 800 indica urine massimamente concentrate). In altre parole, le condizioni dei soggetti studiati, per quanto concerne l abilità di concentrare e diluire le urine sono perfettamente comparabili a quelle dell atleta. L affermazione che Di Luca sarebbe stato più disidratato non ha nessuna prova documentale. Certamente il valore di densità urinaria di 1023 del campione 8, prelevato poco dopo la gara, non è un indice accurato dello stato di idratazione. In ogni caso, durante lo sforzo fisico, e non solo dopo, gli atleti sono abituati a bere in continuazione, proprio per prevenire la disidratazione.

23 Dunque l affermazione contenuta nella relazione congiunta del dott. Borrione e della dott.ssa Greco che la variazione del peso specifico urinario tra campione 8 e 9 possa essere determinata solo dalla reidratazione forzata per via parenterale non è sostenuta da argomenti, ma è solo un loro parere. A pagina 5 del provvedimento viene introdotto un argomento nuovo. Si afferma che una infusione non necessariamente reidratante rimane l unica ipotesi in grado di spiegare in modo esaustivo il quadro mostrato dall atleta (riduzione del peso specifico urinario e alterazione del profilo ormonale). Questa frase che è l architrave che sostiene la decisione di differire l atleta, è del tutto priva di sostegno tecnico e scientifico. In primo luogo la riduzione del peso specifico delle urine è indicativo di una riduzione della concentrazione delle urine stesse, cioè del rapporto tra solvente (acqua) e soluto, quindi comunque di idratazione. In secondo luogo un infusione non necessariamente reidratante che alteri il profilo ormonale dovrebbe contenere una sostanza che determini una riduzione dell escrezione urinaria di testosterone, e che questa sostanza sia stata usata. Un esempio di questa sostanza è il probenecid, che in effetti fa parte delle sostanze proibite alla WADA perché mascheranti. Nei pareri degli esperti della Procura, e nelle determinazioni di laboratorio non si fa nessun cenno a questa possibilità. Cordiali saluti Prof. Giuseppe Remuzzi Direttore, Laboratori Negri Bergamo, Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri I CONTRIBUTI PER LA RICERCA VERSATI ALL'ISTITUTO SONO FISCALMENTE DEDUCIBILI DAL REDDITO (Gazzetta Uff. N.135 del 13/6/2007) FONDAZIONE PER RICERCHE ERETTA IN ENTE MORALE, D.P.R. 361 DEL 5/4/ REGISTRO PERSONE GIURIDICHE PREFETTURA MILANO N.227 CONTO CORRENTE POST. N COD. FISC. E PARTITA IVA ANAGRAFE NAZIONALE RICERCHE COD.G RECOGNIZED AS A TAX EXEMPT ORGANIZATION UNDER SECTION 501 (c)(3) OF THE USA INTERNAL REVENUE CODE-TAX I.D. No.: Sistema di gestione qualità certificato da Certiquality UNI EN ISO 9001:2000, progettazione ed erogazione di corsi di formazione specialistica nell ambito della biologia e della medicina

CONVEGNO SCLEROSI LATERALE AMIOTROFICA (SLA): I MALATI E LA RICERCA

CONVEGNO SCLEROSI LATERALE AMIOTROFICA (SLA): I MALATI E LA RICERCA ISTITUTO DI RICERCHE FARMACOLOGICHE MARIO NEGRI Dr. Paola Mosconi Dipartimento di Oncologia Laboratorio di ricerca sul coinvolgimento dei cittadini in sanità Via Giuseppe La Masa, 19-20156 Milano Italy

Dettagli

Rassegna Stampa selezione dai 744 articoli apparsi

Rassegna Stampa selezione dai 744 articoli apparsi Istituto di Ricerche Farmacologiche MARIO NEGRI settembre dicembre 2009 Rassegna Stampa selezione dai 744 articoli apparsi e Comunicati Stampa A cura di: Prof.ssa Armanda Jori Istituto di Ricerche Farmacologiche

Dettagli

Rassegna Stampa selezione dai 652 articoli apparsi

Rassegna Stampa selezione dai 652 articoli apparsi Istituto di Ricerche Farmacologiche MARIO NEGRI gennaio aprile 2008 Rassegna Stampa selezione dai 652 articoli apparsi e Comunicati Stampa A cura di: Prof.ssa Armanda Jori Istituto di Ricerche Farmacologiche

Dettagli

PROGETTAZIONE PLURIENNALE PER LA FORMAZIONE DI SPECIALISTI IN RICERCA FARMACOLOGICA E TECNICI IN RICERCA BIOCHIMICA

PROGETTAZIONE PLURIENNALE PER LA FORMAZIONE DI SPECIALISTI IN RICERCA FARMACOLOGICA E TECNICI IN RICERCA BIOCHIMICA ISTITUTO DI RICERCHE FARMACOLOGICHE «MARIO NEGRI» FONDAZIONE PER RICERCHE ERETTA IN ENTE MORALE CON D. P. R. 361 DEL 5 APRILE 1961 - REG. PERSONE GIUR. PREFETTURA MILANO N. 227 CONTO CORRENTE POST. N.

Dettagli

Via Giuseppe La Masa, 19-20156 Milano MI - Italy - www.marionegri.it tel +39 02 39014.1 - fax +39 02 354.6277 - mnegri@marionegri.

Via Giuseppe La Masa, 19-20156 Milano MI - Italy - www.marionegri.it tel +39 02 39014.1 - fax +39 02 354.6277 - mnegri@marionegri. ISTITUTO DI RICERCHE FARMACOLOGICHE MARIO NEGRI Via Giuseppe La Masa, 19-20156 Milano MI - Italy - www.marionegri.it tel +39 02 39014.1 - fax +39 02 354.6277 - mnegri@marionegri.it Valutazione del consumo

Dettagli

Rassegna Stampa selezione dai 502 articoli apparsi

Rassegna Stampa selezione dai 502 articoli apparsi Istituto di Ricerche Farmacologiche MARIO NEGRI maggio agosto 2008 Rassegna Stampa selezione dai 502 articoli apparsi e Comunicati Stampa A cura di: Prof.ssa Armanda Jori Istituto di Ricerche Farmacologiche

Dettagli

DOPING. Legislazione e regolamenti sportivi

DOPING. Legislazione e regolamenti sportivi r o v i n c i a d i P a d o v a DOPING. Legislazione e regolamenti sportivi tt. Claudio Terranova ità Operativa Complessa di Tossicologia Forense ed Antidoping ienda Ospedaliera - Università di Padova

Dettagli

Argomento per le classi terze Il Doping è l assunzione ILLEGALEdi farmaci o droghe allo scopo di migliorare in maniera non fisiologicale prestazioni atletiche. Il termine deriva, probabilmente, dall inglese

Dettagli

IL MEDICO DELLO SPORT E IL DOPING

IL MEDICO DELLO SPORT E IL DOPING IL MEDICO DELLO SPORT E IL DOPING Alberto Ciacciarelli, Pierluigi Tregnaghi Associazione Medici Sportivi di Verona Il ruolo del Medico dello Sport nella lotta al doping si concretizza su vari fronti. Un

Dettagli

REALIZZATO DA. Prof. Mario Fioravanti. Ordinario e Direttore della Scuola di Specializzazione in Psicologia Clinica Università La Sapienza Roma

REALIZZATO DA. Prof. Mario Fioravanti. Ordinario e Direttore della Scuola di Specializzazione in Psicologia Clinica Università La Sapienza Roma REALIZZATO DA Prof. Mario Fioravanti Ordinario e Direttore della Scuola di Specializzazione in Psicologia Clinica Università La Sapienza Roma Prof. Francesco Tomei Ordinario e Direttore della Scuola di

Dettagli

FARMACI e DOPING. Legge 14 Dicembre 2000, n. 376

FARMACI e DOPING. Legge 14 Dicembre 2000, n. 376 FARMACI e DOPING Legge 14 Dicembre 2000, n. 376 Art. 1 "Costituiscono doping la somministrazione o l assunzione o la somministrazione di farmaci o di sostanze biologicamente o farmacologicamente attive

Dettagli

TITOLO III. Art. 12 Controlli antidoping sulle urine

TITOLO III. Art. 12 Controlli antidoping sulle urine TITOLO III NORME PROCEDURALI PER L EFFETTUAZIONE DEI CONTROLLI Di seguito vengono indicate le operazioni riguardanti le procedure per i controlli sia sulle urine sia sul sangue nel rispetto di quanto stabilito

Dettagli

Rassegna Stampa selezione dai 488 articoli apparsi

Rassegna Stampa selezione dai 488 articoli apparsi gennaio aprile 2006 Rassegna Stampa selezione dai 488 articoli apparsi e Comunicati Stampa A cura di: Prof.ssa Armanda Jori Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri Rassegna Stampa gennaio-aprile

Dettagli

4. Il decreto di cui al comma 1 è pubblicato nella Gazzetta Ufficiale. Art. 3.

4. Il decreto di cui al comma 1 è pubblicato nella Gazzetta Ufficiale. Art. 3. anche nel rispetto delle disposizioni della Convenzione di Strasburgo, ratificata ai sensi della citata legge 29 novembre 1995, n. 522, e delle indicazioni del Comitato internazionale olimpico (CIO) e

Dettagli

REGOLAMENTO VETERINARIO FITETREC ANTE

REGOLAMENTO VETERINARIO FITETREC ANTE REGOLAMENTO VETERINARIO FITETREC ANTE Il servizio veterinario della FITETREC - ANTE assicura lo svolgimento delle diverse attività veterinarie di interesse della Federazione e precisamente: 1) di assistenza

Dettagli

Indice generale. 1 Introduzione ai farmaci e al loro uso nello sport 1 David R. Mottram

Indice generale. 1 Introduzione ai farmaci e al loro uso nello sport 1 David R. Mottram Indice generale 1 Introduzione ai farmaci e al loro uso nello sport 1 David R. Mottram 1.1 Definizione di farmaco 1 1.2 Classificazione e nomenclatura dei farmaci 1 1.3 Sviluppo di nuovi farmaci 3 1.4

Dettagli

Guida antidoping della UEFA per i giocatori

Guida antidoping della UEFA per i giocatori Guida antidoping della UEFA per i giocatori Perché alcuni atleti assumono farmaci dopanti? A volte gli atleti fanno uso di farmaci proibiti per cercare di migliorare la propria velocità, la forza e la

Dettagli

Dipendenza da Sostanze d abuso e Mondo del lavoro. Dott. Emilio De Pasquale Direttore Struttura Complessa Interdistrettuale Ser.T A.S. P.

Dipendenza da Sostanze d abuso e Mondo del lavoro. Dott. Emilio De Pasquale Direttore Struttura Complessa Interdistrettuale Ser.T A.S. P. Dipendenza da Sostanze d abuso e Mondo del lavoro Dott. Emilio De Pasquale Direttore Struttura Complessa Interdistrettuale Ser.T A.S. P. VV La promozione della salute nei luoghi di lavoro si attua attraverso

Dettagli

NUOVO REGOLAMENTO ANTIDOPING

NUOVO REGOLAMENTO ANTIDOPING NUOVO REGOLAMENTO ANTIDOPING CODICE MONDIALE ANTIDOPING (WADA) RELAZIONE 2007 PROF ANTONIO SPATARO MEDICO FEDERALE FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO Il 01-01-2004 e entrato in vigore il nuovo regolamento

Dettagli

CORSO DI Ph.D. (Dottorato di Ricerca) SPECIALISTA IN RICERCA FARMACOLOGICA TECNICO IN RICERCA BIOCHIMICA

CORSO DI Ph.D. (Dottorato di Ricerca) SPECIALISTA IN RICERCA FARMACOLOGICA TECNICO IN RICERCA BIOCHIMICA La CORSO DI Ph.D. (Dottorato di Ricerca) SPECIALISTA IN RICERCA FARMACOLOGICA TECNICO IN RICERCA BIOCHIMICA La Formazione al Mario Negri L Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri è un organizzazione

Dettagli

Taneto 6 giugno 2009- XXXI Riunione del Consiglio Federale e del Consiglio d Amministrazione della FIPL.

Taneto 6 giugno 2009- XXXI Riunione del Consiglio Federale e del Consiglio d Amministrazione della FIPL. Taneto 6 giugno 2009- XXXI Riunione del Consiglio Federale e del Consiglio d Amministrazione della FIPL. Premessa. Il Consiglio Federale FIPL ed il Consiglio di Amministrazione della FIPL, di seguito il

Dettagli

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10

Istituto Scientifico di Pavia Sede di Via Salvatore Maugeri 10 Sede legale e amministrativa: Via Salvatore Maugeri 4, 27100 Pavia Italy Tel. 0382 592504 Fax 0382 592576 www.fsm.it C.F. e P. IVA 00305700189 Registro Persone Giuridiche Private della Regione Lombardia

Dettagli

Regolamento di Attuazione della Normativa Internazionale emanata dalla WADA e dall IPF, in materia di doping ed antidoping.

Regolamento di Attuazione della Normativa Internazionale emanata dalla WADA e dall IPF, in materia di doping ed antidoping. Il Consiglio Federale FIPL ed il Consiglio di Amministrazione della FIPL, di seguito il Consiglio, in adesione alle direttive dell IPF e a norma degli artt. 7, 13 e 14 dello Statuto che conferiscono al

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA VELA Commissione Antidoping

FEDERAZIONE ITALIANA VELA Commissione Antidoping FEDERAZIONE ITALIANA VELA Commissione Antidoping DEFINIZIONE DI DOPING Presenza di una sostanza vietata o dei suoi metaboliti o marker nel campione biologico dell atleta Uso o tentato uso di una sostanza

Dettagli

!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Il Doping

!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Il Doping Il Doping Il problema dell uso di sostanze dopanti tra i giovani Analogie tra doping e tossicodipendenza Che cos è il doping? «Uso di sostanze o metodi che per natura, dosaggio, metodo e applicazione,

Dettagli

Che cos è il doping? Indica l uso di farmaci o sostanze farmacologicamente attive, non giustificato da uno stato di malattia

Che cos è il doping? Indica l uso di farmaci o sostanze farmacologicamente attive, non giustificato da uno stato di malattia Il Doping Che cos è il doping? Il doping è l uso di sostanze o metodi che, per natura, dosaggio, metodo e applicazione, sono nocivi alla salute e/o possono migliorare artificiosamente la prestazione fisica.

Dettagli

Occorre, infatti, preliminarmente fare una distinzione sulla base delle gare alle quali l'atleta interessato intende partecipare.

Occorre, infatti, preliminarmente fare una distinzione sulla base delle gare alle quali l'atleta interessato intende partecipare. Normativa L antidoping nell automobilismo Con il termine doping si intende il verificarsi di una o più violazioni previste dal Regolamento dell attività antidoping. Il doping è contrario ai principi di

Dettagli

Regolamento Antidoping delle Feste e Tradizioni Fiorentine e del Calcio Fiorentino (Delibera Consiglio Comunale n. 28 del 15.05.2006) ART.

Regolamento Antidoping delle Feste e Tradizioni Fiorentine e del Calcio Fiorentino (Delibera Consiglio Comunale n. 28 del 15.05.2006) ART. Regolamento Antidoping delle Feste e Tradizioni Fiorentine e del Calcio Fiorentino (Delibera Consiglio Comunale n. 28 del 15.05.2006) ART. 1 Il Presidente del Calcio Fiorentino istituisce una Commissioni

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA VELA CORTE FEDERALE

FEDERAZIONE ITALIANA VELA CORTE FEDERALE FEDERAZIONE ITALIANA VELA CORTE FEDERALE Procedimento Disciplinare n. 2 /08 Tesserato deferito dall U.P.A.: sig. Omissis Provvedimento di deferimento del 23.4.2008 La Corte Federale, riunitasi a Roma presso

Dettagli

Sport and Hormones. Which test for doping trials? Costanzo Moretti

Sport and Hormones. Which test for doping trials? Costanzo Moretti Sport and Hormones Which test for doping trials? Costanzo Moretti Section of Reproductive Endocrinology Fatebenefratelli Hospital Tiber Iland Dpt of Internal Medicine University of Rome TorVergata 27 Dicembre

Dettagli

Protocollo Aziendale Catena di Custodia Tossicologia

Protocollo Aziendale Catena di Custodia Tossicologia Protocollo Aziendale Catena di Custodia Data emissione: 08/06/15 Revisione: 01 Responsabile: Dr. Stefano Venarubea Pag. 0 di 7 Pag. 1 di 7 1.1 Introduzione Il prelievo del campione è il primo passo della

Dettagli

D.Lgs. 27 gennaio 1992, n. 118 (1).

D.Lgs. 27 gennaio 1992, n. 118 (1). D.Lgs. 27 gennaio 1992, n. 118 (1). Attuazione delle direttive n. 81/602/CEE, n. 85/358/CEE, n. 86/469/CEE, n. 88/146/ CEE e n. 88/299/CEE relative al divieto di utilizzazione di talune sostanze ad azione

Dettagli

Con il patrocinio della FNOMCeO

Con il patrocinio della FNOMCeO SPERIMENTAZIONE PURA NAZIONALE Il rimedio omeopatico ultramolecolare: il medico che sperimenta su se stesso. Aspetti legali, metodologici ed etici della sperimentazione pura sull uomo sano. Con il patrocinio

Dettagli

Oggetto: Aggiornamento normativa antidoping 2015 attività sportiva agonistica.

Oggetto: Aggiornamento normativa antidoping 2015 attività sportiva agonistica. Oggetto: Aggiornamento normativa antidoping 2015 attività sportiva agonistica. Il Codice antidoping FIM (in vigore dal 1 gennaio 2015) è stato riveduto in accordo con le direttive del World Antidoping

Dettagli

REGOLAMENTO ANTIDOPING

REGOLAMENTO ANTIDOPING REGOLAMENTO ANTIDOPING Approvato dal Consiglio Federale nella riunione del 20 settembre 2003 Il presente sostituisce i regolamenti precedenti 1 PREAMBOLO Vista la Dichiarazione approvata il 4 febbraio

Dettagli

Carta dei Servizi rev. 1 aprile 2007. Unità Operativa di Anatomia Patologica Ospedale di Bussolengo

Carta dei Servizi rev. 1 aprile 2007. Unità Operativa di Anatomia Patologica Ospedale di Bussolengo Carta dei Servizi rev. 1 aprile 2007 Unità Operativa di Ospedale di Bussolengo Azienda ULSS n. 22 Bussolengo (VR) Dipartimento di Diagnosi e Cura Unità Operativa di Ospedale di Bussolengo Monoblocco -

Dettagli

INTRODUZIONE AL CORSO DI FORME FARMACEUTICHE

INTRODUZIONE AL CORSO DI FORME FARMACEUTICHE INTRODUZIONE AL CORSO DI FORME FARMACEUTICHE Un farmaco (principio attivo PA, sostanza farmacologicamente attiva API, medicamento semplice, soatanza medicinale) è una sostanza che possiede attività terapeutica,

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI MILANO SEZIONE LAVORO

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI MILANO SEZIONE LAVORO REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO TRIBUNALE DI MILANO SEZIONE LAVORO nella persona del Giudice del lavoro dott.ssa Maria Gabriella MENNUNI ha pronunciato la seguente S E N T E N Z A nella

Dettagli

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] Prof. avv. Diego Corapi Membro designato dal Conciliatore Bancario Finanziario

IL COLLEGIO DI ROMA. [Estensore] Prof. avv. Diego Corapi Membro designato dal Conciliatore Bancario Finanziario IL COLLEGIO DI ROMA composto dai Signori: Dott. Giuseppe Marziale Presidente Prof. avv. Vincenzo Meli Dott.ssa Claudia Rossi Membro designato dalla Banca d'italia [Estensore] Membro designato dalla Banca

Dettagli

COMUNICATO UFFICIALE N. 154/L DEL 13 GENNAIO 2011

COMUNICATO UFFICIALE N. 154/L DEL 13 GENNAIO 2011 COMUNICATO UFFICIALE N. 154/L DEL 13 GENNAIO 2011 LEGA ITALIANA CALCIO PROFESSIONISTICO 154/315 Comunicazioni della F.I.G.C. Si riporta il testo del Com. Uff. n. 118/A della F.I.G.C., pubblicato in data

Dettagli

ANISAP Lombardia Sottogruppo Medicina del Lavoro

ANISAP Lombardia Sottogruppo Medicina del Lavoro ISO 9001 : 2000 Certificato n. 97039 Settore Territorio Area Ambiente e Sicurezza Osservazioni in merito al provvedimento 178 del 19.10.08 accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento

Dettagli

R.S.A : PREVENZIONE e GESTIONE INFERMIERISTICA dell IDRATAZIONE

R.S.A : PREVENZIONE e GESTIONE INFERMIERISTICA dell IDRATAZIONE CAPITOLO 3 R.S.A : PREVENZIONE e GESTIONE INFERMIERISTICA dell IDRATAZIONE 1-OBBIETTIVI Gli obbiettivi di questo studio è quello di descrivere i fattori di rischio più comuni per la disidratazione o la

Dettagli

SOMMINISTRAZIONE DI TERAPIA ENDOVENOSA

SOMMINISTRAZIONE DI TERAPIA ENDOVENOSA SOMMINISTRAZIONE DI TERAPIA ENDOVENOSA A cura di: Dott.ssa R. Fiorentini Dott.ssa E. Palma QUANTITA E COMPOSIZIONE DEI LIQUIDI CORPOREI IL 60% del peso corporeo di un adulto è costituito da liquidi. I

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA SANITA PUBBLICA E DELL INNOVAZIONE DIREZIONE GENERALE DELLA RICERCA SANITARIA E BIOMEDICA E DELLA VIGILANZA SUGLI ENTI Relazione al Parlamento Anno 2012 Sullo

Dettagli

IX CONGRESSO INTERNAZIONALE DELLE ISTITUZIONI SUPERIORI DI CONTROLLO (Lima - Perù - 17-26 ottobre 1977)

IX CONGRESSO INTERNAZIONALE DELLE ISTITUZIONI SUPERIORI DI CONTROLLO (Lima - Perù - 17-26 ottobre 1977) * Traduzione a cura dell Ufficio Relazioni Internazionali e Comunitarie maggio 2007 INTOSAI IX CONGRESSO INTERNAZIONALE DELLE ISTITUZIONI SUPERIORI DI CONTROLLO (Lima - Perù - 17-26 ottobre 1977) DICHIARAZIONE

Dettagli

Nadia De Giovanni Nadia Fucci. le matrici biologiche non convenzionali in tossicologia forense

Nadia De Giovanni Nadia Fucci. le matrici biologiche non convenzionali in tossicologia forense A06 154 Nadia De Giovanni Nadia Fucci le matrici biologiche non convenzionali in tossicologia forense diagnostica medico legale Copyright MMXI ARACNE editrice S.r.l. www.aracneeditrice.it info@aracneeditrice.it

Dettagli

NORME SPORTIVE ANTIDOPING

NORME SPORTIVE ANTIDOPING NORME SPORTIVE ANTIDOPING Documento tecnico attuativo del Codice Mondiale Antidoping e dei relativi Standard internazionali Supporto Strutture Antidoping Stadio Olimpico Curva Sud Gate 23 00135 Roma www.coni.it/antidoping

Dettagli

GIOVANNI BATTAGLIA VIA CARAVAGGIO N 5, CAP 97100 RAGUSA (RG), ITALIA.

GIOVANNI BATTAGLIA VIA CARAVAGGIO N 5, CAP 97100 RAGUSA (RG), ITALIA. F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono abitazione 3208188756 GIOVANNI BATTAGLIA VIA CARAVAGGIO N 5, CAP 97100 RAGUSA (RG), ITALIA.

Dettagli

IL DOPING DEFINIZIONE, ASPETTI NORMATIVI,

IL DOPING DEFINIZIONE, ASPETTI NORMATIVI, Nuove tematiche IL DOPING DEFINIZIONE, ASPETTI NORMATIVI, CLASSI DI SOSTANZE VIETATE MARIA GRAZIA RUBENNI Specialista in Medicina dello Sport, FIGC, Firenze Il termine doping sta ad indicare nel sapere

Dettagli

La medicalizzazione dell atleta

La medicalizzazione dell atleta La medicalizzazione dell atleta S. Rossi 1, S. Licata 2, L. Martucci 1, C. Mortali 1, R. Spoletini 1, L. Caprino 2 1 Dipartimento del Farmaco Istituto Superiore di Sanità 2 Dipartimento di Fisiologia Umana

Dettagli

NORME SPORTIVE ANTIDOPING

NORME SPORTIVE ANTIDOPING NORME SPORTIVE ANTIDOPING Documento tecnico attuativo del Codice Mondiale Antidoping e dei relativi Standard internazionali Supporto Strutture Antidoping Stadio Olimpico Curva Sud Gate 23 00135 Roma www.coni.it/antidoping

Dettagli

Oggetto: LE NOVITÀ DEL RAVVEDIMENTO OPEROSO

Oggetto: LE NOVITÀ DEL RAVVEDIMENTO OPEROSO Firenze, 28/I/2015 Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: LE NOVITÀ DEL RAVVEDIMENTO OPEROSO Il ravvedimento operoso è un utile istituto che, da oltre 15 anni, permette ai contribuenti di rimediare spontaneamente

Dettagli

1. Premessa e definizioni

1. Premessa e definizioni Regolamento provinciale per l iscrizione, la cancellazione e la revisione delle associazioni di promozione sociale nel Registro provinciale istituito ai sensi dell art.4 della L.R. 34/2002. (Approvato

Dettagli

CONInforma Sport e corretti stili di vita

CONInforma Sport e corretti stili di vita Numero 10 del 15 ottobre 2014 A cura del Dott. Sergio Zita Responsabile sportello CONInforma INTEGRAZIONE IDRICA ENERGETICA MINERALE NELLA PRATICA SPORTIVA Di fondamentale importanza nella pratica sportiva,

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO AMMINISTRATIVO (art.18 statuto Fondazione procura di data 24.10.2012)

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO AMMINISTRATIVO (art.18 statuto Fondazione procura di data 24.10.2012) (L.P. 2.8.2005, n.14 - iscritta al n. 231 del registro provinciale delle persone giuridiche private) det. n. 16/3 di data: 20 maggio 2015 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO AMMINISTRATIVO (art.18

Dettagli

CORSO INTEGRATO SISTEMI DI GESTIONE AZIENDALE AUDITOR/LEAD AUDITOR DEI SISTEMI DI GESTIONE QUALITÀ, AMBIENTE E SICUREZZA

CORSO INTEGRATO SISTEMI DI GESTIONE AZIENDALE AUDITOR/LEAD AUDITOR DEI SISTEMI DI GESTIONE QUALITÀ, AMBIENTE E SICUREZZA CORSO INTEGRATO SISTEMI DI GESTIONE AZIENDALE AUDITOR/LEAD AUDITOR DEI SISTEMI DI GESTIONE QUALITÀ, AMBIENTE E SICUREZZA DEL CORSO Il corso ha l obiettivo di formare Auditor / Lead Auditor dei Sistemi

Dettagli

TRATTAMENTO DEL DOLORE POSTOPERATORIO

TRATTAMENTO DEL DOLORE POSTOPERATORIO TRATTAMENTO DEL DOLORE POSTOPERATORIO SITUAZIONE ALGICA MAGGIORE PERIDURALE CONTINUA Analgesia OPPURE PERINERVOSO CONTINUO + AD ORARI FISSI OPPURE ENDOVENOSO CONTINUO * + AD ORARI FISSI * in mancanza di

Dettagli

Università degli Studi di FIRENZE. Laurea Magistrale in SCIENZE DELL'ALIMENTAZIONE

Università degli Studi di FIRENZE. Laurea Magistrale in SCIENZE DELL'ALIMENTAZIONE Università degli Studi di FIRENZE Laurea Magistrale in SCIENZE DELL'ALIMENTAZIONE attivato ai sensi del D.M. 22/10/2004, n. 270 valido a partire dall anno accademico 2012/2013 1 Premessa Denominazione

Dettagli

Ipoadrenocorticismo (Malattia di Addison)

Ipoadrenocorticismo (Malattia di Addison) Ipoadrenocorticismo (Malattia di Addison) L ipoadrenocorticismo è una malattia endocrina causata dalla ridotta produzione di mineralcorticoidi (aldosterone) e glucocorticoidi (cortisolo) da parte delle

Dettagli

Department of Biomedical Sciences, University of Catania and. Department of Biomedical Sciences and Morpho-functional Imaging, University of Messina

Department of Biomedical Sciences, University of Catania and. Department of Biomedical Sciences and Morpho-functional Imaging, University of Messina 1 Department of Biomedical Sciences, University of Catania and 2 Department of Biomedical Sciences and Morpho-functional Imaging, University of Messina Sebbene in letteratura siano presenti numerosi risultati

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GOLF REGOLAMENTO SANITARIO

FEDERAZIONE ITALIANA GOLF REGOLAMENTO SANITARIO FEDERAZIONE ITALIANA GOLF REGOLAMENTO SANITARIO 2 Nuovo Regolamento Sanitario della Federazione Italiana Golf II regolamento sanitario della Federazione Italiana Golf (FIG) disciplina le esigenze specifiche

Dettagli

Liceo Classico e Linguistico Statale G. Pico Obiettivi del progetto per l anno scolastico 2012/13

Liceo Classico e Linguistico Statale G. Pico Obiettivi del progetto per l anno scolastico 2012/13 Liceo Classico e Linguistico Statale G. Pico Obiettivi del progetto per l anno scolastico 2012/13 Liceo classico Il percorso del liceo classico è indirizzato allo studio della civiltà classica e della

Dettagli

Codice di Deontologia Medica

Codice di Deontologia Medica DOPING Codice di Deontologia Medica Art. 76 Il medico non deve consigliare, prescrivere o somministrare trattamenti farmacologici o di altra natura diretti ad alterare le prestazioni di un atleta, in particolare

Dettagli

FARMACI GENERICI(EQUIVALENTI): PROBLEMI DI GESTIONE IN MEDICINA GENERALE

FARMACI GENERICI(EQUIVALENTI): PROBLEMI DI GESTIONE IN MEDICINA GENERALE FARMACI GENERICI(EQUIVALENTI): PROBLEMI DI GESTIONE IN MEDICINA GENERALE Come erogatore di assistenza di primo livello, il MMG è direttamente implicato nella scelta appropriata e nell utilizzo efficiente

Dettagli

La sentenza del Tribunale di Bergamo, 28 aprile 2014, giudice Mauro Vitiello

La sentenza del Tribunale di Bergamo, 28 aprile 2014, giudice Mauro Vitiello La sentenza del Tribunale di Bergamo, 28 aprile 2014, giudice Mauro Vitiello di Giuseppe Rebecca Studio Rebecca & Associati Vicenza/Schio Finalmente pubblicata una nuova sentenza del giudice Mauro Vitiello,

Dettagli

CIRCOLARE N. 34/E. Roma, 13 luglio 2009. Roma,

CIRCOLARE N. 34/E. Roma, 13 luglio 2009. Roma, CIRCOLARE N. 34/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 13 luglio 2009 Roma, OGGETTO: Modifiche al regime di deducibilità dal reddito d impresa delle spese di rappresentanza Articolo 108 del

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO AMMINISTRATIVO (art.18 statuto Fondazione procura di data 24.10.2012)

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO AMMINISTRATIVO (art.18 statuto Fondazione procura di data 24.10.2012) (L.P. 2.8.2005, n.14 - iscritta al n. 231 del registro provinciale delle persone giuridiche private) det. n. 15/3 di data: 20 maggio 2015 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE DEL SERVIZIO AMMINISTRATIVO (art.18

Dettagli

COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE. "Attività dei NAS Carabinieri nel contrasto

COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE. Attività dei NAS Carabinieri nel contrasto COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA DELLA SALUTE "Attività dei NAS Carabinieri nel contrasto alla diffusione i del ldoping" 1962 On. Angelo R. Jervolino alle dipendenze Ministero Sanità 40 sottufficiali

Dettagli

GIURAMENTO DEI PARTECIPANTI AI XXX GIOCHI OLIMPICI DI LONDRA 2012

GIURAMENTO DEI PARTECIPANTI AI XXX GIOCHI OLIMPICI DI LONDRA 2012 GIURAMENTO DEI PARTECIPANTI AI XXX GIOCHI OLIMPICI DI LONDRA 2012 In difesa dello sport quale strumento educativo e culturale, di protezione e cura della vita e dell'integrità fisica sociale, dei suoi

Dettagli

Il contesto legislativo nazionale ed europeo: traguardi acquisiti e criticità del sistema a quattro anni dal DM 14 Gennaio 2008

Il contesto legislativo nazionale ed europeo: traguardi acquisiti e criticità del sistema a quattro anni dal DM 14 Gennaio 2008 Associazione Costruttori Acciaio Italiani Il contesto legislativo nazionale ed europeo: traguardi acquisiti e criticità del sistema a quattro anni dal DM 14 Gennaio 2008 8 Ottobre 2013, Milano Marco Perazzi

Dettagli

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE Azienda Ospedaliera della Regione Lombardia - Presidio Ospedaliero Sant Anna DIPARTIMENTO GESTIONALE DEI SERVIZI DI DIAGNOSI E CURA Direttore: Dr. D. Cosentino --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

DISCIPLINARE PER L ESENZIONE A FINI TERAPEUTICI.

DISCIPLINARE PER L ESENZIONE A FINI TERAPEUTICI. CONI DISCIPLINARE PER L ESENZIONE A FINI TERAPEUTICI. Art.1 Attribuzioni del CONI 1. Il Comitato Olimpico Nazionale Italiano (CONI) è l organizzazione antidoping nazionale che ha adottato il Codice Mondiale

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE PRELIMINARE

VERBALE DELLA RIUNIONE PRELIMINARE VALUTAZIONE COMPARATIVA PER UN POSTO DI RICERCATORE A TEMPO DETERMINATO PRESSO LA CLASSE ACCADEMICA DI SCIENZE SPERIMENTALI - SETTORE DI MEDICINA DELLA SCUOLA SUPERIORE DI STUDI UNIVERSITARI E DI PERFEZIONAMENTO

Dettagli

204906CO_297x210_Folder_farmaci2.qxd 20-09-2006 18:56 Pagina 1 FARMACI E GRAVIDANZA: HAI NOVE MESI PER LEGGERE TUTTO QUELLO CHE C È DA SAPERE.

204906CO_297x210_Folder_farmaci2.qxd 20-09-2006 18:56 Pagina 1 FARMACI E GRAVIDANZA: HAI NOVE MESI PER LEGGERE TUTTO QUELLO CHE C È DA SAPERE. 204906CO_297x210_Folder_farmaci2.qxd 20-09-2006 18:56 Pagina 1 FARMACI E GRAVIDANZA: HAI NOVE MESI PER LEGGERE TUTTO QUELLO CHE C È DA SAPERE. 2 204906CO_297x210_Folder_farmaci2.qxd 20-09-2006 18:56 Pagina

Dettagli

MASTER DI SECONDO LIVELLO IN DIAGNOSTICA DI LABORATORIO CHIMICO-TOSSICOLOGICO A FINI MEDICO-LEGALI

MASTER DI SECONDO LIVELLO IN DIAGNOSTICA DI LABORATORIO CHIMICO-TOSSICOLOGICO A FINI MEDICO-LEGALI MASTER DI SECONDO LIVELLO IN DIAGNOSTICA DI LABORATORIO CHIMICO-TOSSICOLOGICO A FINI MEDICO-LEGALI Il MASTER di secondo livello in Diagnostica di Laboratorio Chimico- Tossicologico a fini medico-legali

Dettagli

IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI

IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI MASTER 2015 IL REVISORE DEI CONTI DEGLI ENTI LOCALI LA FORMAZIONE PROFESSIONALE NECESSARIA PER L ISCRIZIONE ED IL MANTENIMENTO DELLA STESSA NEGLI ELENCHI DELLA PREFETTURA (CREDITI FORMATIVI VALIDI PER

Dettagli

contro ha pronunciato la presente sul ricorso in appello iscritto al numero di registro generale 938 del 2011, proposto da:

contro ha pronunciato la presente sul ricorso in appello iscritto al numero di registro generale 938 del 2011, proposto da: N. 01412/2012 REG.PROV.COLL. N. 00938/2011 REG.RIC. N. 00939/2011 REG.RIC. N. 01008/2011 REG.RIC. N. 02941/2011 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale

Dettagli

L ATTIVITA DEL CAF Asseverazione degli studi di settore

L ATTIVITA DEL CAF Asseverazione degli studi di settore C A F I M P R E S E F E D E R C E D S. r. l. Unipersonale Centro di assistenza fiscale alle Imprese Autorizzato dall Agenzia delle Entrate all esercizio di attività di Assistenza Fiscale alle Imprese in

Dettagli

ASI DELL AZIONE DI UN FARMACO

ASI DELL AZIONE DI UN FARMACO ASI DELL AZIONE DI UN FARMACO Fase farmaceutica: caratterizzata dalla disponibilità farmaceutica, cioè dalla capacità della forma farmaceutica (capsule, compresse, supposte, soluzioni, aerosoli ) a cedere

Dettagli

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA IDRAULICA, DEI TRASPORTI E DEL TERRITORIO

CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA IDRAULICA, DEI TRASPORTI E DEL TERRITORIO CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA IDRAULICA, DEI TRASPORTI E DEL TERRITORIO CLASSE DI APPARTENENZA Il Corso di Studio appartiene alla Classe n. 28/S, lauree specialistiche in INGEGNERIA CIVILE,

Dettagli

Relazione del Dipartimento di Sanità Pubblica dell Azienda USL di Reggio Emilia

Relazione del Dipartimento di Sanità Pubblica dell Azienda USL di Reggio Emilia Azienda Unità Sanitaria Locale di Reggio Emilia Dipartimento di Sanità Pubblica Inquinamento da Cromo esavalente in un pozzo ad uso irriguo di Puianello Relazione del Dipartimento di Sanità Pubblica dell

Dettagli

OGGETTO Bando ammissione CdLM - Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate. IL RETTORE

OGGETTO Bando ammissione CdLM - Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate. IL RETTORE Prot.n. 20069 III/2 Data 05.08.2015 Rep. D.R. n 977/2015 Coordinamento Amministrativo Responsabile Dott. Matteo Di Trani Settore Didattica, Servizi agli Studenti Responsabile Dott. Tommaso Campagna Ufficio

Dettagli

POLITICA PER LA RESPONSABILITÀ SOCIALE SA8000

POLITICA PER LA RESPONSABILITÀ SOCIALE SA8000 POLITICA PER LA RESPONSABILITÀ SOCIALE SA8000 L Enpacl sostiene l importanza dei valori d etica d impresa, sia per l impatto che questa ha nel contesto sociale in cui è inserita, sia per quello ambientale

Dettagli

dott.ssa Valeria Pozzato Venerdì 17 dicembre 2010

dott.ssa Valeria Pozzato Venerdì 17 dicembre 2010 dott.ssa Valeria Pozzato Venerdì 17 dicembre 2010 Giudizio di idoneità MC - OBBIETTIVI Lo scopo dell'accertamento di assenza di tossicodipendenza o di assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope nei

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA LOMBARDIA/730/2009/REG REPUBBLICA ITALIANA CORTE DEI CONTI SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Antonio Caruso dott. Giuliano Sala dott. Giancarlo Penco dott.

Dettagli

Co.Ri.Bi.A. CONSORZIO DI RICERCA SUL RISCHIO BIOLOGICO IN AGRICOLTURA

Co.Ri.Bi.A. CONSORZIO DI RICERCA SUL RISCHIO BIOLOGICO IN AGRICOLTURA Co.Ri.Bi.A. CONSORZIO DI RICERCA SUL RISCHIO BIOLOGICO IN AGRICOLTURA Avviso finalizzato alla formazione di elenchi da utilizzare per l eventuale conferimento di Incarichi Professionali per attività del

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE N 19 SEDUTA DELIBERATIVA DEL 05/03/2015 OGGETTO AVVIO DEL PERCORSO DI CERTIFICAZIONE AMBIENTALE, SECONDO LA NORMA UNI EN ISO 14001:2004, DELLE STRUTTURE DELL'ARPA FVG

Dettagli

Dott. Roberto Azor Commercialista e Revisore Contabile

Dott. Roberto Azor Commercialista e Revisore Contabile Credaro (BG), 26/09/2013 Ai gentili Clienti Loro sedi Circ. 48/2013: NUOVO REDDITOMETRO PRIME INDICAZIONI OPERATIVE In questa Circolare 1. Vecchio e nuovo redditometro 2. Ricostruzione sintetica del reddito

Dettagli

CURRICULUM VITAE DATI PERSONALI FLORIANA CARLINO

CURRICULUM VITAE DATI PERSONALI FLORIANA CARLINO CURRICULUM VITAE DATI PERSONALI FLORIANA CARLINO via Nicola Passero, 31 71016 San Severo (FG) +39 328 5468293 floriana.carlino88@gmail.com Luogo e Data di nascita S. Giovanni Rotondo (FG) 2 ottobre 1988

Dettagli

C A S A S.p.A. Via Fiesolana n. 5-50121 FIRENZE. Tel. 055/226241 - Fax 055/22624269. www.casaspa.it

C A S A S.p.A. Via Fiesolana n. 5-50121 FIRENZE. Tel. 055/226241 - Fax 055/22624269. www.casaspa.it C A S A S.p.A. Via Fiesolana n. 5-50121 FIRENZE Tel. 055/226241 - Fax 055/22624269 www.casaspa.it Bando di gara con procedura aperta da aggiudicare con il criterio del prezzo più basso per l affidamento

Dettagli

COMITATO DI COORDINAMENTO REGIONALE DELLE UNIVERSITA ABRUZZESI

COMITATO DI COORDINAMENTO REGIONALE DELLE UNIVERSITA ABRUZZESI L Aquila Verbale n. 4/06 COMITATO DI COORDINAMENTO REGIONALE DELLE UNIVERSITA ABRUZZESI L anno 2006, il giorno 10 del mese di febbraio alle ore 12,15, convocato nei modi e termini di legge, si è riunito

Dettagli

OPUSCOLO INFORMATIVO SULLA PREPARAZIONE AGLI ESAMI E MODALITA DI PRELIEVO

OPUSCOLO INFORMATIVO SULLA PREPARAZIONE AGLI ESAMI E MODALITA DI PRELIEVO OPUSCOLO INFORMATIVO SULLA PREPARAZIONE AGLI ESAMI E MODALITA DI PRELIEVO PREPARAZIONE DEL PAZIENTE E MODALITÀ DI PRELIEVO L esecuzione del prelievo del sangue richiede generalmente un digiuno standard

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia. (Sezione Quarta) SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia. (Sezione Quarta) SENTENZA N. 01651/2015 REG.PROV.COLL. N. 01271/2015 REG.RIC. ha pronunciato la presente ex art. 60 cod. proc. amm.; REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Lombardia

Dettagli

Corso di formazione «La prevenzione dei rischi da SBAS» La cornice e i contenuti dell intervento

Corso di formazione «La prevenzione dei rischi da SBAS» La cornice e i contenuti dell intervento Corso di formazione «La prevenzione dei rischi da SBAS» La cornice e i contenuti dell intervento Livorno 12-13 dicembre 2013 Dott.ssa Roberta Consigli, Dipartimento di Prevenzione Azienda Usl n. 6 di Livorno

Dettagli

centrale (CNS) causata dall infezione litica degli oligodendrociti da parte del Polyomavirus JC (JCPyV). Ad

centrale (CNS) causata dall infezione litica degli oligodendrociti da parte del Polyomavirus JC (JCPyV). Ad RESOCONTO ATTIVITÀ DI RICERCA ANNO 2013 Studio dell espressione di fattori virali e cellulari implicati nella replicazione del Polyomavirus umano JC Responsabile scientifico: Dr. Simone Giannecchini, Dipartimento

Dettagli

NOZIONI E DEFINIZIONI IN TEMA DI APPALTI E CONTRATTI PUBBLICI TRA APPALTI INTERNI E NUOVE DIRETTIVE COMUNITARIE

NOZIONI E DEFINIZIONI IN TEMA DI APPALTI E CONTRATTI PUBBLICI TRA APPALTI INTERNI E NUOVE DIRETTIVE COMUNITARIE NOZIONI E DEFINIZIONI IN TEMA DI APPALTI E CONTRATTI PUBBLICI TRA APPALTI INTERNI E NUOVE DIRETTIVE COMUNITARIE A cura di Maria Cristina Colombo professore a contratto al Politecnico di Milano - avvocato

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio- Sede di Roma. -Sezione III quater SENTENZA

REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio- Sede di Roma. -Sezione III quater SENTENZA REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio- Sede di Roma -Sezione III quater composto dai seguenti magistrati: Dr. Mario Di Giuseppe Dr. Linda Sandulli

Dettagli

La Commissione, nominata con decreto rettorale n.1432 del21/2/2003.e composta dai Signori:

La Commissione, nominata con decreto rettorale n.1432 del21/2/2003.e composta dai Signori: Procedura di valutazione comparativa per la copertura di n. 1 posto di Ricercatore universitario presso l Università degli Studi di Genova, Facoltà di Medicina e Chirurgia.settore scientifico disciplinare

Dettagli

Consiglio di Stato, sezione V, sentenza 27 novembre 2015, n. 5381. concorso pubblico-requisiti di ammissione-specializzazione post universitaria

Consiglio di Stato, sezione V, sentenza 27 novembre 2015, n. 5381. concorso pubblico-requisiti di ammissione-specializzazione post universitaria Consiglio di Stato, sezione V, sentenza 27 novembre 2015, n. 5381. concorso pubblico-requisiti di ammissione-specializzazione post universitaria Il comune di Roma, in data 23 febbraio 2010, bandiva un

Dettagli