Scienze delle Professioni Sanitarie della Riabilitazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Scienze delle Professioni Sanitarie della Riabilitazione"

Transcript

1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA Facoltà di Medicina e Chirurgia Prova di Selezione per il Corso di Laurea Specialistica in Scienze delle Professioni Sanitarie della Riabilitazione Fascicolo delle Domande Applicare qui il CODICE TEST ATTENZIONE NON APRIRE L INVOLUCRO DI PLASTICA PRIMA CHE VENGA DATO IL SEGNALE DI INIZIO PROVA A cura di: Centro Docimologico Università degli Studi di Verona Diritti Riservati. La riproduzione e l uso di questo materiale sono vietati senza l autorizzazione degli autori

2

3 1. Quali sono le indicazioni necessarie per il Trattamento Sanitario Obbligatorio previste dalla legge attualmente in vigore? A) necessità urgente di cure, impossibilità di effettuarle fuori dall ambiente ospedaliero e rifiuto del trattamento * B) pericolosità a sé e agli altri e impossibilità di fornire il trattamento fuori dall ambiente ospedaliero C) pericolosità a sé e agli altri e pubblico scandalo D) tutte le precedenti E) pericolosità a sé e agli altri o pubblico scandalo e rifiuto delle cure 2. La fisioterapia riabilitativa può essere esercitata: A) da chiunque, poiché non costituisce atto medico B) solo dal fisioterapista, in quanto attività prevista dal suo profilo C) dal fisioterapista e dal medico generico* D) dal fisioterapista e dall operatore sociosanitario E) nessuna delle altre risposte è esatta 3. Per aprassia si intende: A) un disturbo del gesto intenzionale* B) un disturbo della decodificazione uditiva del messaggio C) un deficit di movimento secondario e paresi D) un disturbo del gesto automatico E) nessuno dei precedenti 4. Quale di questi termini non è omogeneo? A) cane B) gatto C) oca D) coniglio E) volpe* 5. Quali sono stati gli aspetti innovativi della riforma psichiatrica del 1978 riguardo i servizi di ricovero in ospedale generale? (segnare l unica risposta errata) A) è stata disposta la creazione negli ospedali generali dei Servizi Psichiatrici di Diagnosi e Cura (Spdc) dotati di non più di 15 letti, dove effettuare i ricoveri psichiatrici, sia quelli volontari che quelli obbligatori* B) è stata disposta la creazione negli ospedali generali dei Servizi Psichiatrici di Diagnosi e Cura (Spdc) dove effettuare i ricoveri psichiatrici volontari C) è stata disposta la creazione in alcuni ospedali d interesse nazionale, di speciali Servizi Psichiatrici di Diagnosi e Cura dotati di almeno 20 posti letto, dove effettuare i ricoveri obbligatori D) è stata disposta la creazione negli ospedali generali di Servizi Psichiatrici di Diagnosi e Cura (Spdc) solo nel caso non esistessero le circostanze per istituire idonei servizi territoriali E) è stata disposta la creazione di speciali reparti per i trattamenti sanitari obbligatori (TSO) all'interno degli ospedali psichiatrici Diritti Riservati. La riproduzione e l uso di questo materiale sono vietati senza l autorizzazione degli autori. 1

4 6. La lista dei componenti di un comitato etico: A) deve sempre essere resa pubblica* B) deve essere resa pubblica solo per le strutture sanitarie private C) deve essere resa pubblica solo per le strutture sanitarie profit D) può essere resa pubblica E) non deve essere resa pubblica 7. Il feedback della comunicazione serve a: A) mettere in collegamento l emittente e il destinatario B) controllare se il messaggio ha subito interferenze C) controllare se il destinatario ha ricevuto il messaggio D) chiedere conferma della corretta ricezione del messaggio* E) controllare se il messaggio è stato trasmesso correttamente 8. La deviazione standard: A) indica l accuratezza di una misura B) serve per confrontare risultati diversi di una misura C) non può essere utilizzata per dati biomedici D) misura la frequenza di accadimento dei dati E) misura la dispersione dei dati attorno alla media* 9. Quale delle seguenti malattie non si associa quasi mai a un dolore lombare? A) condrocalcinosi B) artrite psoriadica C) artrite reumatoide * D) osteoporosi E) spondiloartrosi 2 Diritti Riservati. La riproduzione e l uso di questo materiale sono vietati senza l autorizzazione degli autori

5 Si legga con attenzione il seguente brano per rispondere alle successive quattro domande (10-13). Nell uomo la termoregolazione fisiologica attiva diversi processi. Alcuni di questi sono rappresentati dalla sudorazione, dall adattamento vasomotorio e dal brivido. Altri sono rappresentati dall evaporazione, dalla conduzione, dalla convezione e dall irradiazione. Per quanto nella maggior parte dei casi di ipotermia la sudorazione non svolga un ruolo importante, questo processo può assumere un notevole significato negli individui che svolgono un intensa attività fisica in ambiente freddo, come coloro che si dedicano al jogging invernale o gli spalatori di neve. La riduzione della temperatura che si verifica attraverso l evaporazione è estremamente importante in un soggetto che si sia bagnato o che indossi abiti bagnati: gli indumenti bagnati producono infatti un passaggio di calore dal corpo all ambiente con una velocità da 20 a 25 volte superiore rispetto agli indumenti asciutti; per l evaporazione di 1,7 ml di sudore o di acqua viene consumata una chilocaloria. Il processo di conduzione, cioè il trasferimento diretto di calore dal corpo agli oggetti più freddi che si trovano in contatto con la superficie corporea, è importante in un paziente che, privo di sensi, resti sdraiato per un certo tempo sul terreno (specialmente in inverno); questo processo è ancora più importante in un soggetto immerso in acqua fredda, la cui conduttività termica è di circa 32 volte superiore a quella dell aria. La convezione consiste nel passaggio di calore dalla superficie corporea agli strati d aria in movimento ad essa adiacenti e dipende tanto dalla temperatura quanto dalla velocità dell aria in movimento; essa comporta una perdita di calore superiore a quella prodotta dalla semplice irradiazione termica in aria immobile. L aria immobile che si trova in prossimità della superficie corporea funge da isolante termico, mentre l aria in movimento produce un sensibile raffreddamento. L irradiazione consiste in un passaggio di calore dalla superficie corporea a un oggetto a temperatura meno elevata in assenza di un contatto diretto, e dipende dal gradiente termico esistente tra superficie corporea e oggetto. Dal momento che il flusso sanguigno diretto al capo rappresenta un ampia parte della portata cardiaca, in ambiente freddo le perdite di calore che si verificano dal capo scoperto possono corrispondere anche al 50% del calore complessivamente prodotto dall organismo. 10. In individui che svolgono attività fisica in ambienti freddi opera ( operano): A) la sudorazione* B) la sudorazione e la conduzione C) la sudorazione e la convezione D) la conduzione e la convezione E) nessuno dei precedenti processi 11. Il processo di conduzione è il trasferimento di calore direttamente: A) da un corpo all altro B) dal corpo a oggetti più freddi a contatto* C) da un oggetto al corpo D) dal corpo agli oggetti di uguale temperatura E) nessuno dei precedenti casi 12. Nell ipotermia, la sudorazione: A) svolge un ruolo importante B) non svolge alcun ruolo C) svolge un ruolo non conosciuto D) può svolgere un ruolo importante* E) nessuna delle precedenti risposte Diritti Riservati. La riproduzione e l uso di questo materiale sono vietati senza l autorizzazione degli autori. 3

6 13. La perdita di calore attraverso il capo è un processo A) sempre trascurabile B) sempre molto importante C) ha un ruolo non studiato D) importante in specifiche condizioni* E) nessuna delle precedenti risposte 14. Quali dei seguenti criteri diagnostici caratterizzano il Disturbo Borderline di Personalità: (segnare l unica risposta errata) A) incapacità di instaurare relazioni interpersonali coinvolgenti * B) relazioni interpersonal instabili e intense C) alterazione dell immagine di Sè D) comportamenti autolesivi E) impulsività 15. Lo scatto di Ortolani e la manovra di Barlow sono test utili per la diagnosi di: A) displasia congenita dell anca B) malattia di Perthes C) epifisiolisi D) tutte le risposte precedenti* E) nessuna delle risposte precedenti 16. In Italia la tutela giuridica delle persone e della loro privacy rispetto al trattamento dei dati ha preso organico avvio: A) a metà degli anni Settanta, in risposta alle contestazioni del movimento studentesco B) a metà degli anni Ottanta, come adeguamento alla normativa europea C) a metà degli anni Novanta, come adeguamento alla normativa europea* D) alla fine degli anni Novanta, come adeguamento ai nuovi principi costituzionali E) dopo il 2000, come adeguamento ai nuovi principi costituzionali 17. La Scala di Sviluppo Psicomotorio di Brunet-Lezine fornisce il calcolo del quoziente di sviluppo in base alla valutazione: A) delle capacità attentive B) del controllo posturale e della motricità* C) delle funzioni esecutive D) della capacità di memoria E) della capacità di pianificazione motoria 18. Una scoliosi strutturata con angolo di Cobb intorno ai 30 : A) richiede sempre trattamento chirurgico B) richiede trattamento chirurgico se congenita C) non richiede trattamento chirurgico D) richiede trattamento ortesico* E) nessuna delle precedenti risposte 4 Diritti Riservati. La riproduzione e l uso di questo materiale sono vietati senza l autorizzazione degli autori

7 19. Relativamente al Centro Diurno del Dipartimento di Psichiatria, quale tra le seguenti risposte è errata? A) è una struttura residenziale con funzioni terapeutico riabilitative * B) è collocato nel contesto territoriale C) è dotato di una propria èquipe eventualmente integrata da operatori di cooperative sociali e organizzazioni di volontariato D) nell ambito di progetti terapeutico riabilitativi personalizzati consente di sperimentare e apprendere abilità nella cura del sé, nelle attività della vita quotidiana e nelle relazioni interpersonali individuali e di gruppo E) le risposte C) e D) sono giuste 20. Keynes fu A) un economista* B) un presidente USA C) un fisico D) un filosofo E) nessuno dei precedenti casi 21. Per attività riabilitative occupazionali si intende: A) procedure amministrative relative all avviamento del lavoro B) attività assistite rivolte ad utenti in situazione di disagio che iniziano un percorso di socializzazione* C) accompagnare e monitorare una persona nel primo periodo lavorativo D) attività occupazionali per disabili E) lavoro assistito in cooperative sociali 22. Il Ministro della Università e della Ricerca scientifica si chiama: A) Fioroni B) Dini C) Mussi * D) Rutelli E) Parisi 23. Place the right words in the gaps: According to the UN s definition, rehabilitation refers to...aimed at enabling persons with disabilities to reach and maintain their optimal physical, sensory, intellectual and/or social. levels. A) a plan - mobility B) an arrangement - useful C) a process - functional* D) a set of operations - proper E) a system - practical Diritti Riservati. La riproduzione e l uso di questo materiale sono vietati senza l autorizzazione degli autori. 5

8 24. Appartiene alla classe delle professioni tecnico-sanitarie dell area tecnico-assistenziale la figura: A) dell ortottista B) del logopedista C) del podologo D) dell audiometrista E) nessuna delle risposte è esatta* 25. La zampa d oca è costituita dall unione dei tendini di: A) gracile e semitendinoso B) gracile, semimembranoso e sartorio C) gracile, semitendinoso e sartorio * D) bicipite, gracile e semitendinoso E) sartorio, semitendinoso e semimembranoso 26. La relazione di aiuto è: A) uno scambio di informazioni tra due persone B) la possibilità di confronto tra due persone C) un intervista in cui si cerca di far parlare l altro dei propri problemi con l intento di fare una chiara diagnosi D) la confessione che una persona esprime ad un professionista per risolvere i propri problemi E) una relazione professionale in cui una persona cerca di comprendere l altro e lo aiuta a prendersi in carico* 27. La depressione: A) è un disturbo nel quale, prima o poi, incorrono tutte le persone B) è una condizione dell essere e non certo una malattia C) è un disturbo mentale caratterizzato principalmente dalla presenza di deliri D) è un disturbo del tono dell umore* E) è un disturbo del pensiero 28. Tra gli studiosi di sociologia delle professioni possiamo annoverare: A) Benvenuto Cerqueti B) Max Weber C) Ernest Greenwood* D) James Seyle E) Manuel Castells 6 Diritti Riservati. La riproduzione e l uso di questo materiale sono vietati senza l autorizzazione degli autori

9 29. Individuare la figura da scartare. A) figura A B) figura B C) figura C D) figura D* E) figura E 30. La relazione è simmetrica quando: A) le persone in relazione sono su diversi piani gerarchici B) le persone in relazione sono sullo stesso piano gerarchico* C) chi parla ricopre unruolo superiore a chi ascolta D) chi ascolta ricopre uin ruolo superiore a chi parla E) le persone sono d accordo su tutto 31. La dislalia di origine labiale si osserva nei casi di: A) paralisi facciale * B) paralisi di una corda vocale C) patologia di origine dentale D) presenza di lesioni dell ipofaringe E) difficoltà dell apprendimento 32. La percezione e la memoria di materiale verbale sono da riferire a: A) livello fonetico-fonologico in input * B) livello fonetico-fonologico in output C) percezione visiva D) abilità mimico-espressiva E) prassie orali in genere 33. Nell ambito dei sistemi di qualità, con audit clinico si intende: A) la programmazione delle attività di consulenza e di controllo da parte di un soggetto esterno ai fini della certificazione di una struttura sanitaria B) una forma di verifica basata sulla revisione tra pari, nella quale gli operatori confrontano processi e attività con standard predefiniti e condivisi* C) la discussione di un caso clinico a scopo didattico, anche in forma interdisciplinare D) un attività di coinvolgimento degli utenti e delle loro associazioni nella definizione dei livelli essenziali di assistenza E) la valutazione multidisciplinare dello stato di salute di un malato, al momento del ricovero ospedaliero Diritti Riservati. La riproduzione e l uso di questo materiale sono vietati senza l autorizzazione degli autori. 7

10 34. Per ipermutazione vocale si intende: A) una voce di falsetto B) l alternanza di voce grave con voce di falsetto C) una sindrome disfonia D) la voce di una donna adulta E) un disturbo funzionale che può provocare alterazioni organiche delle corde vocali * 35. Il Peabody Vucabolary Test permette di: A) individuare deficit di linguaggio B) individuare deficit semantici C) predire ritardi nelle abilità di memoria D) ottenere l età mentale del soggetto* E) attuare un piano di prevenzione primaria 36. L emianopsia laterale omonima destra dipende da una lesione di: A) tratto ottico destro B) radiazione ottica di destra C) nervo ottico sinistro D) tratto ottico sinistro * E) chiasma otico 37. Facendo ruotare la figura attorno all asse A-A si ottiene A A A) parallelopipedo B) piramide C) cilindro* D) cubo E) tronco di cono 38. La somministrazione dei test psicologici: A) è sempre individuale B) è sempre collettiva C) può essere sia individuale sia collettiva* D) viene sempre effettuata in coppia E) prevede una fase individuale e una collettiva 8 Diritti Riservati. La riproduzione e l uso di questo materiale sono vietati senza l autorizzazione degli autori

11 39. La probabilità P è un numero sempre compreso fra: A) 0 < P < B) 0 < P < 1* C) 1 < P < D) < P < E) < P < Si definisce balbuzie: A) una patologia del palato molle B) un disturbo della memoria acustica C) un disordine funzionale della parola e della condotta * D) la dissociazione verbo-tonale E) l alterazione dei nervi motori del laringe 41. What do physical therapists do? A) they improve motility B) they improve mobility* C) they improve fitness D) they pull their patients legs and arms E) they improve pain 42. Il rotacismo è: A) la comparsa di vertigine nello sguardo verso l alto B) la perdita di equilibrio per ripetute rotazioni del corpo C) la conseguenza di trauma cervicale D) un disturbo conseguente alla paralisi della lingua (lesione unilaterale) * E) un disturbo della rotazione del capo sul collo 43. The following sentences are part of the mission statement of the staff in a healthcare facility; which sentence must be deleted? A) we strive to deliver cost-effective care B) we treat all patients with compassion and kindness C) we act with honesty and carelessness* D) we strive to deliver high quality care in the community we serve E) we treat out patients with respect, fairness and dignity. 44. Quale tra i seguenti nervi cranici non è coinvolto nel processo della deglutizione? A) V B) VII C) VIII * D) X E) XI Diritti Riservati. La riproduzione e l uso di questo materiale sono vietati senza l autorizzazione degli autori. 9

12 45. La prossemica indica: A) il modo di avvicinarsi al prossimo B) la distanza da tenere dagli altri C) la possibilità che il prossimo ci guardi da vicino e ci giudichi D) come gestire gli spazi fisici tra le persone* E) un modo per stare più vicino agli altri 46. Elemento di base di tutti i composti organici è: A) ossigeno B) azoto C) idrogeno D) carbonio* E) calcio 47. L incidenza delle scoliosi strutturate è A) per cento B) per cento C) 2-3 per mille D) 2-3 per cento * E) 4-5 per mille 48. Un byte corrisponde a: A) 1 bit B) bit C) 2 bit D) 8 bit* E) 4 bit 49. L artrosi dell anca: A) è più frequentemente primitiva * B) può essere post-traumatica C) può essere secondaria a displasia congenita dell anca D) tutte le precedenti E) nessuna delle precedenti 10 Diritti Riservati. La riproduzione e l uso di questo materiale sono vietati senza l autorizzazione degli autori

13 50. Individuare la figura da scartare. A) figura A B) figura B C) figura C* D) figura D E) figura E 51. La deontologia è: A) un insieme di Leggi morali che regolano una professione B) un insieme di regole di autodisciplina e comportamento, autodeterminate da un gruppo professionale, alla luce dei valori della disciplina stessa * C) un insieme di regole di autodisciplina e comportamento, autodeterminate da un gruppo professionale, istituzionalizzato secondo norme dettate dallo Stato, alla luce dei valori della disciplina stessa D) disposto normativo sovrapponibile al diritto sanitario E) insieme di diritti doveri del professionista sanciti a livello giudiziario 52. La bradicinesia, la diminuita capacità di iniziare i movimenti volontari, unitamente alla continua impossibilità di estendere il braccio nonostante gli sforzi dell esaminatore, sono l espressione di lesioni a carico di una delle seguenti strutture. Quale? A) cellule delle corna anteriori del midollo spinale B) fibre corticospinali discendenti C) gangli della base* D) capsula interna E) corteccia cerebrale 53. Il Trattamento sanitario obbligatorio (TSO) per malattia mentale: A) è convalidato dal prefetto B) è richiesto da un medico* C) è richiesto da un medico o da un altro professionista sanitario incaricato di pubblico servizio D) non può protrarsi per più di sette giorni E) tutte le altre risposte sono errate 54. Un ernia discale che interessi la radice S1 può dare ipovalidità a carico di: A) tibiale anteriore B) vasto laterale del quadricipite C) sartorio D) pedidio E) tricipite surale * Diritti Riservati. La riproduzione e l uso di questo materiale sono vietati senza l autorizzazione degli autori. 11

14 L espressione 10 A) = B) = * C) = D) = 10 3 E) = vale: 56. Il tratto cortico-spinale: A) termina tutto nelle corna posteriori del midollo spinale B) decussa completamente nelle piramidi bulbari C) controlla prevalentemente la muscolatura distale* D) è attivo solo nei movimenti volontari E) termina solo su interneuroni 57. La Burn-out Syndrome è specifica: A) del personale socio-sanitario B) di tutte quelle attività lavorative in cui sono richieste sia prestazioni professionali che di tipo umanitario * C) del personale infermieristico che assiste bambini, psicotici, cronici e tumorali D) degli operatori sanitari che assistono pazienti affetti da AIDS E) del personale socio-sanitario che assiste pazienti che hanno subito ustioni gravi 58. Il sistema operativo è un software: A) indispensabile al funzionamento del PC * B) utile per un migliore funzionamento del PC C) necessario solo in alcuni tipi di PC D) non è indispensabile per il funzionamento del PC E) si usa solo nei PC per uso personale 59. La riabilitazione bionica delle sordità profonde nei bambini è possibile dopo la nascita, a partire da quale età: A) 1-2 settimane B) 3-6 mesi* C) 3-6 anni D) 8-10 anni E) anni 12 Diritti Riservati. La riproduzione e l uso di questo materiale sono vietati senza l autorizzazione degli autori

15 60. I cosiddetti livelli essenziali di assistenza (LEA), introdotti con il D.L.gs. 502/1992, rappresentano: A) i trattamenti sanitari ritenuti appropriati ed efficaci sulla base della revisione della letteratura scientifica B) le attività di prevenzione sanitaria garantite dalle strutture extraospedaliere C) la dotazione organica minima di personale sanitario ai fini dell accreditamento D) i minuti di assistenza garantiti alla persona ricoverata in relazione alla diagnosi di ingresso E) le prestazioni sanitarie garantite a tutti i cittadini dal Servizio sanitario nazionale* 61. A quale disegno corrisponde il seguente gruppo di parole: Veneto Italia Europa? A) B) C) D) E) A) figura A B) figura B C) figura C D) figura D* E) figura E 62. Qual è il test utilizzato nella valutazione dei disturbi afasici? A) Raven B) Token * C) Poppelreuter D) Benton E) Wechsler Diritti Riservati. La riproduzione e l uso di questo materiale sono vietati senza l autorizzazione degli autori. 13

16 63. Il numero binario 11 corrisponde al numero decimale: A) 2 B) 3* C) 4 D) 5 E) Fonofobia è: A) una crisi di angustia in oratori professionali nel momento di affrontare il pubblico* B) rifiuto di ascoltare la musica C) paura di parlare troppo D) parlare sconclusionato E) paura di danneggiare l organo dell udito 65. Quale termine si deve aggiungere alla parola bene per formare una dicotomia? A) malato B) sano C) buono D) bravo E) male* 66. Nella riabilitazione deglutitoria quale esercizio è consigliabile in caso di insufficiente controllo del bolo? A) chiudere le labbra contro piccoli oggetti B) eseguire esercizi di mobilitazione attivi e passivi C) giocherellare con piccoli sassolini o caramelle in bocca* D) eseguire stimolazioni termiche E) eseguire esercizi di relax 67. Nell ambito delle scienze sociali il termine ruolo indica: A) il processo di empowerment di più soggetti in una società B) l inserimento di un soggetto nella società C) lo status di più individui tramite la formazione informale e non formale D) un sinonimo di status E) il comportamento di una persona in una data situazione sociale* 68. Se P = probabilità di un evento, F = numero di casi favorevoli, N = numero di casi possibili, la probabilità di un evento è data da: A) P = F N B) P = F / N* C) P = N / F D) P = log ( F / N) E) P = F N 14 Diritti Riservati. La riproduzione e l uso di questo materiale sono vietati senza l autorizzazione degli autori

17 69. Una frattura vertebrale: A) deve essere immobilizzata per almeno una settimana B) deve essere immobilizzata per almeno tre settimane * C) deve essere immobilizzata per almeno quattro mesi D) non necessita di immobilizzazione E) richiede sempre trattamento chirurgico 70. Se P = 0 A) evento è impossibile * B) evento è possibile C) evento è certo D) evento non è certo E) evento probabile al 50% 71. La forma di distrofia muscolare di più frequente riscontro dopo i 40 anni di età è: A) distrofia fascioscapolo-omerale B) distrofia oculofaringea * C) distrofia miotonia D) distrofia di Duchenne E) distrofia dei cingoli (forma autosomica recessiva) 72. I premi Nobel vengono assegnati annualmente, a partire dal 1901, per i risultati ottenuti in: A) fisica, chimica, medicina, poesia, pace B) fisica, medicina, statistica, letteratura, pace C) chimica, medicina, fisiologia, tecnologie avanzate, pace D) fisica, chimica, medicina, letteratura, pace* E) fisica, chimica, medicina, economia, pace 73. L acronimo ECTS significa: A) European Community Transferability System B) European Community Transfer System C) European Credit Transfer System* D) European Credit Transferability System E) European Credit Transfer Source 74. I punti trigger miofasciali: A) causano rigidità e debolezza dei muscoli coinvolti B) possono proiettare il dolore in distribuzioni topografiche specifiche C) possono provocare parestesie nei segmenti di proiezione del dolore D) tutte le precedenti * E) nessuna delle precedenti Diritti Riservati. La riproduzione e l uso di questo materiale sono vietati senza l autorizzazione degli autori. 15

18 75. Inserire nella tabella le due lettere che completano la serie A) I-L B) L-L C) H-H D) L-H E) H-L* E F G G F G H H G H I I I L 76. Le fratture cotiloidee sono: A) frequentemente causate da trauma indiretto B) talora associate a trauma da cruscotto C) frequentemente associate a lussazione dell anca D) tutte le precedenti * E) nessuna delle precedenti 77. La tutela fornita dall INAIL assicura il lavoratore contro i danni: A) fisici derivanti da infortuni e malattie B) fisici ed economici derivanti da infortuni sul lavoro e malattie professionali* C) economici derivanti da infortuni sul lavoro che comportino l inabilità al lavoro D) economici derivanti da infortuni sul lavoro e malattie professionali invalidanti E) patrimoniali subiti dal lavoratore per un infortunio anche estraneo alla prestazione lavorativa 78. Sapendo che un test è superato da 3000 studenti su un totale di studenti, quanti studenti su 10 superano il test? A) due B) tre* C) trenta D) sei E) cinque 79. Il riconoscimento tattile è: A) funzione non verbale * B) abilità in genere C) capacità di memoria D) particolare sensibilità individuale E) uso di gesti convenzionali 80. Il vaccino del vaiolo è stato scoperto da: A) Virchow B) Pasteur C) Koch D) Jenner* E) Lister 16 Diritti Riservati. La riproduzione e l uso di questo materiale sono vietati senza l autorizzazione degli autori

19

2) Individuate quale delle alternative seguenti abbina correttamente autori e opere da loro scritte.

2) Individuate quale delle alternative seguenti abbina correttamente autori e opere da loro scritte. 1) Due amici si sfidano ad un torneo di tennis con le regole seguenti: il primo che vince due partite di seguito, o chi vince un totale di tre partite ha vinto il torneo. Quante partite al massimo verranno

Dettagli

Dipartimento di Salute Mentale

Dipartimento di Salute Mentale OSPEDALE 88 Dipartimento di Salute Mentale Direttore: Dr. Vincenzo Zindato UO PSICHIATRIA CENTRO PSICO SOCIALE (CPS) E AMBULATORI PERIFERICI Il CPS è il Servizio che si occupa della prevenzione, della

Dettagli

LA RIABILITAZIONE DELLA MALATTIA DI PARKINSON

LA RIABILITAZIONE DELLA MALATTIA DI PARKINSON LA RIABILITAZIONE DELLA MALATTIA DI PARKINSON Emanuela Bartolomucci terapista occupazionale Angela Parlapiano logopedista Isabella Valenza fisioterapista Alberto Busetto fisioterapista RIABILITAZIONE Processo

Dettagli

Persone ricoverate presso la degenza riabilitativa di Castellamonte

Persone ricoverate presso la degenza riabilitativa di Castellamonte Il Servizio di Medicina Fisica e Riabilitazione dell ASL 9: una rete di servizi ospedaliera, territoriale e domiciliare per l utente con necessità di riabilitazione e assistenza L intervento riabilitativo

Dettagli

Fisioterapia Posturologia Massoterapia Linfodrenaggio Riabilitazione. Dott.ssa. fisioterapista. Sara Vignoli

Fisioterapia Posturologia Massoterapia Linfodrenaggio Riabilitazione. Dott.ssa. fisioterapista. Sara Vignoli Fisioterapia Posturologia Massoterapia Linfodrenaggio Riabilitazione fisioterapista Dott.ssa Sara Vignoli Dott.ssa Sara Vignoli fisioterapista specializzata in posturologia Laureata nel 2010 presso l Università

Dettagli

Notizie generali sulla Psichiatria

Notizie generali sulla Psichiatria Notizie generali sulla Psichiatria Psichiatria: è la branca della medicina specializzata nello studio, nella diagnosi e nella terapia dei disturbi mentali. Oggi si privilegia considerare la Psichiatria

Dettagli

LA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE

LA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE LA FACOLTÀ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE STRUTTURA GENERALE DEI CORSI DI LAUREA E SISTEMA DEI "CREDITI" In base alla riforma universitaria (D.M. 3.11.99 n. 09) l impegno dello studente (frequenza dei corsi

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE PuntoEDA ATA art.7 del CCNL 7.12.2005 per il secondo biennio economico 2004/05

CORSO DI FORMAZIONE PuntoEDA ATA art.7 del CCNL 7.12.2005 per il secondo biennio economico 2004/05 CORSO DI FORMAZIONE PuntoEDA ATA art.7 del CCNL 7.12.2005 per il secondo biennio economico 2004/05 INTERVENTO SEMINARIALE I.T.I.S. A. D Aosta L Aquila 29 Maggio 2007 Accoglienza e assistenza agli alunni

Dettagli

Il nursing riabilitativo nel Dipartimento di Salute Mentale. Docente: Paolo Barelli

Il nursing riabilitativo nel Dipartimento di Salute Mentale. Docente: Paolo Barelli Il nursing riabilitativo nel Dipartimento di Salute Mentale Docente: Paolo Barelli Day Hospital Centro Diurno CONTESTO Centro Salute Mentale: Ambulatori e Territorio SOCIALE Ospedale: Servizio Psichiatrico

Dettagli

L infermiere case-manager: l esperienza dell Unità Spinare Unipolare dell A.O. Niguarda di Milano

L infermiere case-manager: l esperienza dell Unità Spinare Unipolare dell A.O. Niguarda di Milano L infermiere case-manager: l esperienza dell Unità Spinare Unipolare dell A.O. Niguarda di Milano Noemi Ziglioli, Coordinatore Infermieristico USU Niguarda, Milano Giovanna Bollini, Direttore DITRA A.O.

Dettagli

GAS definizione degli obiettivi specifici per ogni singola area

GAS definizione degli obiettivi specifici per ogni singola area GAS definizione degli obiettivi specifici per ogni singola area Unità di Riabilitazione Gravi Disabilità dell Età Evolutiva Az.Osp. S.Maria Nuova Reggio Emilia Direttore prof. Adriano Ferrari In riabilitazione

Dettagli

Proposte per una legge che tuteli le donne affette da endometriosi Associazione Italiana Endometriosi Onlus

Proposte per una legge che tuteli le donne affette da endometriosi Associazione Italiana Endometriosi Onlus Proposte per una legge che tuteli le donne affette da endometriosi Associazione Italiana Endometriosi Onlus La risoluzione dell enigma endometriosi. Per affrontare con successo l enigma endometriosi, occorre

Dettagli

CONSIGLI PRATICI PER I FAMILIARI DEL PAZIENTE AFASICO

CONSIGLI PRATICI PER I FAMILIARI DEL PAZIENTE AFASICO CONSIGLI PRATICI PER I FAMILIARI DEL PAZIENTE AFASICO Gentile Utente, o questa guida intende fornirle alcune informazioni e consigli sull AFASIA, un disturbo che limita il linguaggio. Nel nostro Ospedale

Dettagli

Educazione professionale (abilitante alla professione sanitaria di Educatore professionale) Modifica di Educatore professionale

Educazione professionale (abilitante alla professione sanitaria di Educatore professionale) Modifica di Educatore professionale Scheda informativa Università Classe Nome del corso Universita' degli Studi di PADOVA Educazione professionale (abilitante alla professione sanitaria di Educatore professionale) Modifica di Educatore professionale

Dettagli

ATTIVITA FORMATIVE DI TIROCINIO

ATTIVITA FORMATIVE DI TIROCINIO ATTIVITA FORMATIVE DI TIROCINIO Gli OBIETTIVI del toricinio sono: formare lo studente-logopedista nella conoscenza e nella pratica degli ATTI PROFESSIONALI SPECIFICI: osservazione, valutazione, programmazione,

Dettagli

La Malattia di Alzheimer: approccio neuropsicologico

La Malattia di Alzheimer: approccio neuropsicologico La Malattia di Alzheimer: approccio neuropsicologico Dott.ssa Sara Fascendini Centro Alzheimer, Fondazione Europea di Ricerca Biomedica (FERB), Ospedale Briolini, Gazzaniga (BG) CHE COSA È LA DEMENZA?

Dettagli

La persona tra trauma e risorse Sportello di ascolto e sostegno psicologico

La persona tra trauma e risorse Sportello di ascolto e sostegno psicologico 1 La persona tra trauma e risorse Sportello di ascolto e sostegno psicologico Progetto per il sostegno e il rinserimento nella vita di relazione Equipe Multidisciplinare di I livello Sede di Roma Centro

Dettagli

guida ai servizi di psichiatria adulti

guida ai servizi di psichiatria adulti Dipartimento di Salute Mentale guida ai servizi di psichiatria adulti del Dipartimento di Salute Mentale Copia Prodotta Internamente dal Servizio Informazione e Comunicazione Ausl Imola Luglio 2005 Suggerimenti,

Dettagli

Corso di Laurea in Fisioterapia

Corso di Laurea in Fisioterapia Corso di Laurea in Fisioterapia Corso di Laurea in Fisioterapia Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia: Prof. Massimo Clementi Presidente del Corso di Laurea: Prof. Piero Zannini PRESENTAZIONE Il

Dettagli

CARTA DEI DIRITTI DELLA PERSONA AFFETTA DA DOLORE

CARTA DEI DIRITTI DELLA PERSONA AFFETTA DA DOLORE CARTA DEI DIRITTI DELLA PERSONA AFFETTA DA DOLORE e 3 CARTA DEI DIRITTI DELLA PERSONA AFFETTA DA DOLORE La lotta al dolore vede impegnati la persona con i suoi familiari, gli operatori sanitari e l organizzazione

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA DISABILITA

EDUCAZIONE ALLA DISABILITA EDUCAZIONE ALLA DISABILITA PROGETTI DI SENSIBILIZZAZIONE ALL HANDICAP PER LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE La Fondazione Placido Puliatti onlus promuove, sostiene e svolge attività per la prevenzione, la cura,

Dettagli

scaricato da www.sunhope.it Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia Seconda Università degli Studi di Napoli

scaricato da www.sunhope.it Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia Seconda Università degli Studi di Napoli Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia Seconda Università degli Studi di Napoli Attività di Interazioni con le Professioni Sanitarie a.a. 2008-2009 LAUREA IN.. SAPERE SAPER FARE SAPER ESSERE SAPER DIVENIRE

Dettagli

Introduzione IL MAL DI SCHIENA COME SINTOMO

Introduzione IL MAL DI SCHIENA COME SINTOMO Introduzione IL MAL DI SCHIENA COME SINTOMO Il mal di schiena non è una malattia ma un sintomo, il segnale che qualcosa non va, anche se non è sempre facile capire con esattezza cosa. Quasi a tutti capita

Dettagli

LEZIONE 1 1 INTRODUZIONE ALLA NEUROPSICOLOGIA

LEZIONE 1 1 INTRODUZIONE ALLA NEUROPSICOLOGIA INTRODUZIONE ALLA LEZIONE INTRODUZIONE ALLA 2007 Università degli studi e-campus - Via Isimbardi 0-22060 Novedrate (CO) - C.F. 0854905004 Tel: 03/7942500-7942505 Fax: 03/794250 - info@uniecampus.it INTRODUZIONE

Dettagli

Il team riabilitativo. www.ilfisiatra.it 1

Il team riabilitativo. www.ilfisiatra.it 1 Il team riabilitativo www.ilfisiatra.it 1 TEAM Riabilitativo Fisiatra Fisioterapista Altri medici Infermiere Bioingegnere Psicologo Paziente Terapista occupazionale Logopedista Assistente sociale Educatore

Dettagli

5.Controllo Motorio SNC 1. Prof. Carlo Capelli Fisiologia Laurea in Scienze delle attività motorie e sportive Università di Verona

5.Controllo Motorio SNC 1. Prof. Carlo Capelli Fisiologia Laurea in Scienze delle attività motorie e sportive Università di Verona 5.Controllo Motorio SNC 1 Prof. Carlo Capelli Fisiologia Laurea in Scienze delle attività motorie e sportive Università di Verona Obiettivi Funzioni del tronco encefalico nel controllo della postura Vie

Dettagli

Progetto Memento. Diagnosi precoce della malattia di Alzheimer e mantenimento della autonomia psicofisica

Progetto Memento. Diagnosi precoce della malattia di Alzheimer e mantenimento della autonomia psicofisica Progetto Memento Diagnosi precoce della malattia di Alzheimer e mantenimento della autonomia psicofisica Progetto Memento Diagnosi precoce della malattia di Alzheimer e mantenimento della autonomia psicofisica

Dettagli

L ASSISTENZA PSICOLOGICA NELLE RESIDENZE PER ANZIANI. Raffaella Bonforte - Angelita Volpe

L ASSISTENZA PSICOLOGICA NELLE RESIDENZE PER ANZIANI. Raffaella Bonforte - Angelita Volpe L ASSISTENZA PSICOLOGICA NELLE RESIDENZE PER ANZIANI Raffaella Bonforte - Angelita Volpe "La R.S.A. è una struttura extra-ospedaliera per anziani disabili, prevalentemente non autosufficienti, non assistibili

Dettagli

Dipartimento di Salute Mentale

Dipartimento di Salute Mentale Dipartimento di Salute Mentale UO DI PSICHIATRIA E NEUROPSICHIATRIA Direttore: Dr. Vincenzo Zindato UO DI PSICHIATRIA Il CPS è il Servizio che si occupa della prevenzione, della cura e della riabilitazione

Dettagli

Bite terapeutici 1. Patologia orale Unità 15 Patologia orale generale

Bite terapeutici 1. Patologia orale Unità 15 Patologia orale generale Bite terapeutici 1 Lo stretto legame tra il sistema stomatognatico e le caratteristiche posturali può portare a disturbi funzionali che interessano vari distretti corporei. In particolare, alcune disfunzioni

Dettagli

Informazioni per i pazienti per Prodisc -C, protesi di disco intervertebrale per la colonna cervicale.

Informazioni per i pazienti per Prodisc -C, protesi di disco intervertebrale per la colonna cervicale. Informazioni per i pazienti per Prodisc -C, protesi di disco intervertebrale per la colonna cervicale. Funzioni della colonna vertebrale Stabilità La colonna vertebrale umana costituisce l asse mobile

Dettagli

Ictus acuto: fase preospedaliera

Ictus acuto: fase preospedaliera Corso di Aggiornamento Obbligatorio per Medici di Medicina Generale Ictus Ruolo del Medico di Medicina Generale nell ambito del programma regionale ed aziendale sulla STROKE CARE Arezzo, Ordine dei Medici,

Dettagli

2010 2013 PATOLOGIA DEL FILUM TERMINALE ESPERIENZE E PROSPETTIVE. Centro Medico Mantia Presidio Ambulatoriale di Recupero e Riabilitazione Funzionale

2010 2013 PATOLOGIA DEL FILUM TERMINALE ESPERIENZE E PROSPETTIVE. Centro Medico Mantia Presidio Ambulatoriale di Recupero e Riabilitazione Funzionale 2010 2013 PATOLOGIA DEL FILUM TERMINALE ESPERIENZE E PROSPETTIVE Centro Medico Mantia Presidio Ambulatoriale di Recupero e Riabilitazione Funzionale www.centromedicomantia.it DIPARTIMENTO STUDI. Il Dipartimento

Dettagli

BILANCIO DI MISSIONE 2012 RENDICONTO 2011

BILANCIO DI MISSIONE 2012 RENDICONTO 2011 AZIENDA USL DI RAVENNA BILANCIO DI MISSIONE 2012 RENDICONTO 2011 Gruppo di lavoro Coordinamento Milva Fanti Redazione dei capitoli Presentazione e conclusioni: Capitolo 1: Giuliano Silvi Capitolo 2: Gianni

Dettagli

Organizzazione dei servizi psichiatrici. Filippo Franconi

Organizzazione dei servizi psichiatrici. Filippo Franconi Organizzazione dei servizi psichiatrici Filippo Franconi Obiettivi di salute mentale Promozione della salute mentale a tutte le età Prevenzione primaria e secondaria dei disturbi mentali Riduzione delle

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA CORSO PROGETTO 2014

RELAZIONE ILLUSTRATIVA CORSO PROGETTO 2014 Allegato al Prot. n. 78357 del 14.3.2014 RELAZIONE ILLUSTRATIVA CORSO PROGETTO 2014 RAGAZZI IN COMUNITA Comprendere l adolescente per aiutarlo a crescere 5 incontri di formazione e aggiornamento per Educatori

Dettagli

DISTROFIA FACIO SCAPOLO-OMERALE (FSH

DISTROFIA FACIO SCAPOLO-OMERALE (FSH DISTROFIA FACIO SCAPOLO-OMERALE (FSH = facioscapulohomeral muscolar daystrophy) Detta anche distrofia di Landouzy-Dejerine che per primi la descrissero nel 1884. Definizione La distrofia FSH è la terza

Dettagli

STRUTTURA INTERMEDIA DI RIABILITAZIONE DALLA DISABILITA ACQUISITA

STRUTTURA INTERMEDIA DI RIABILITAZIONE DALLA DISABILITA ACQUISITA AZIENDA ULSS N. 8 OPERE PIE D ONIGO STRUTTURA INTERMEDIA DI RIABILITAZIONE DALLA DISABILITA ACQUISITA attività innovativa (delibera del Direttore Generale dell Azienda ULSS n. 8 del 29 novembre 2007 n.

Dettagli

European initiative for democracy and human rights Initiative européenne pour la démocratie et la protection des droits de l homme PROGETTO KAIROS

European initiative for democracy and human rights Initiative européenne pour la démocratie et la protection des droits de l homme PROGETTO KAIROS PROGETTO KAIROS Progetto di intesa e collaborazione finalizzato ad attività di assistenza, cura e ricerca in favore dei rifugiati sopravvissuti a tortura e violenza organizzata tra Azienda Ospedaliera

Dettagli

La sindrome pseudo radicolare: quando muscoli, legamenti, articolazioni imitano il dolore radicolare di Dr. Giovanni Migliaccio

La sindrome pseudo radicolare: quando muscoli, legamenti, articolazioni imitano il dolore radicolare di Dr. Giovanni Migliaccio La sindrome pseudo radicolare: quando muscoli, legamenti, articolazioni imitano il dolore radicolare di Dr. Giovanni Migliaccio La sindrome radicolare pura si esprime con un dolore irradiato nel territorio

Dettagli

ABSTRACT DELLA TESI DI LAUREA: IL SISTEMA DEI NEURONI SPECCHIO: QUALI IMPLICAZIONI PER IL LINGUAGGIO. STUDIO DI TRE QUADRI DI AFASIA NON-FLUENTE.

ABSTRACT DELLA TESI DI LAUREA: IL SISTEMA DEI NEURONI SPECCHIO: QUALI IMPLICAZIONI PER IL LINGUAGGIO. STUDIO DI TRE QUADRI DI AFASIA NON-FLUENTE. ABSTRACT DELLA TESI DI LAUREA: IL SISTEMA DEI NEURONI SPECCHIO: QUALI IMPLICAZIONI PER IL LINGUAGGIO. STUDIO DI TRE QUADRI DI AFASIA NON-FLUENTE. Premesse teoriche Nella letteratura recente si trovano

Dettagli

Orientamento universitario - LOGOPEDIA

Orientamento universitario - LOGOPEDIA Orientamento universitario - LOGOPEDIA LOG. DR. ANDREA SALVATORI LICEO SCIENTIFICO G. GALILEI 28/01/2015 PER COMINCIARE Di cosa si occupa la Logopedia? Che cosa fa un logopedista? Con chi lavora? Come

Dettagli

Il ruolo della fisioterapia nel morbo di Ollier e nell esostosi multipla ereditaria

Il ruolo della fisioterapia nel morbo di Ollier e nell esostosi multipla ereditaria Il ruolo della fisioterapia nel morbo di Ollier e nell esostosi multipla ereditaria Leonardo Pellicciari Fisioterapista Scuola di Dottorato in Advanced Sciences and Technologies in Rehabilitation Medicine

Dettagli

ATTO N. 866. dei Consiglieri GALANELLO e LOCCHI

ATTO N. 866. dei Consiglieri GALANELLO e LOCCHI MOZIONE ATTO N. 866 http://www.consiglio.regione.umbria.it e-mail: atti@crumbria.it dei Consiglieri GALANELLO e LOCCHI ESTENSIONE DELLA SPERIMENTAZIONE DI INTERVENTI DI ASSISTENZA INDIRETTA A FAVORE DI

Dettagli

BRAIN WELLNESS SPECIAL NEEDS ADVISORY BIOFEEDBACK E NEUROFEEDBACK TRAINING

BRAIN WELLNESS SPECIAL NEEDS ADVISORY BIOFEEDBACK E NEUROFEEDBACK TRAINING BRAIN WELLNESS SPECIAL NEEDS ADVISORY BIOFEEDBACK E NEUROFEEDBACK TRAINING Il biofeedback consiste nella retroazione di un processo fisiologico, rilevato su una persona, che normalmente si svolge fuori

Dettagli

Riconoscere lo stato di incoscienza. Saper effettuare manovre su pazienti incoscienti. Saper riconoscere un paziente in stato di shock

Riconoscere lo stato di incoscienza. Saper effettuare manovre su pazienti incoscienti. Saper riconoscere un paziente in stato di shock Corso Base per Aspiranti Volontari della CROCE ROSSA ITALIANA INFORTUNATO INCOSCIENTE SHOCK OBIETTIVO DELLA LEZIONE Riconoscere lo stato di incoscienza Saper effettuare manovre su pazienti incoscienti

Dettagli

L Hospice fa parte della Rete Ligure di Cure Palliative ed è integrato con tutti i reparti e i servizi dell ASL.

L Hospice fa parte della Rete Ligure di Cure Palliative ed è integrato con tutti i reparti e i servizi dell ASL. L Hospice è una struttura dell ASL 1 Imperiese che accoglie prevalentemente pazienti con tumore in fase avanzata o terminale che necessitano di cure palliative di livello specialistico o che non possono

Dettagli

Cure Domiciliari. Corso Elettivo Malato a casa 23 gennaio 2012

Cure Domiciliari. Corso Elettivo Malato a casa 23 gennaio 2012 Cure Domiciliari Corso Elettivo Malato a casa 23 gennaio 2012 DEFINIZIONE DELLE CURE DOMICILIARI Le cure domiciliari consistono in trattamenti medici, infermieristici, riabilitativi, prestati da personale

Dettagli

Condizioni generali e specifiche di erogazione delle prestazioni di medicina fisica e riabilitativa

Condizioni generali e specifiche di erogazione delle prestazioni di medicina fisica e riabilitativa Allegato 1 alla D.G.R. n. 11/7 del 21.3.2006 Condizioni generali e specifiche di erogazione delle prestazioni di medicina fisica e riabilitativa Le prestazioni afferenti alla branca specialistica di medicina

Dettagli

Università Roma Tre Facoltà di Scienze della formazione Corso di laurea in Servizio Sociale e Sociologia L.39 A.A. 2013-2014

Università Roma Tre Facoltà di Scienze della formazione Corso di laurea in Servizio Sociale e Sociologia L.39 A.A. 2013-2014 Università Roma Tre Facoltà di Scienze della formazione Corso di laurea in Servizio Sociale e Sociologia L.39 A.A. 2013-2014 Lezione del 30 novembre 2013 I Servizi Sociali nelle ASL Docente: Alessandra

Dettagli

LEZIONE PRONTO SOCCORSO

LEZIONE PRONTO SOCCORSO LEZIONE DI PRONTO SOCCORSO 1 Arresto CARDIOCIRCOLATORIO SICUREZZA A Coscienza Sequenza a 2 soccorritori B-C VALUTA Respiro e Mo.To.Re. MAX. PER 10 sec Guarda l espansione del torace + movimenti Ascolta

Dettagli

Che cosa provoca una commozione cerebrale?

Che cosa provoca una commozione cerebrale? INFORMAZIONI SULLE COMMOZIONI CEREBRALI Una commozione cerebrale è un trauma cranico. Tutte le commozioni cerebrali sono serie. Le commozioni cerebrali possono verificarsi senza la perdita di conoscenza.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI Laurea Specialistica in Medicina e Chirurgia Corso di MEDICINA DEL LAVORO MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI Laurea Specialistica in Medicina e Chirurgia Corso di MEDICINA DEL LAVORO MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SASSARI Laurea Specialistica in Medicina e Chirurgia Corso di MEDICINA DEL LAVORO MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI Definizione Azioni od operazioni comprendenti, non solo quelle

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE VARGIU, CAPUA, OLIARO, VEZZALI, CAUSIN, CIMMINO, LIBRANDI, MATARRESE, PIEPOLI, QUINTARELLI, VECCHIO

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE VARGIU, CAPUA, OLIARO, VEZZALI, CAUSIN, CIMMINO, LIBRANDI, MATARRESE, PIEPOLI, QUINTARELLI, VECCHIO Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 1485 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI VARGIU, CAPUA, OLIARO, VEZZALI, CAUSIN, CIMMINO, LIBRANDI, MATARRESE, PIEPOLI, QUINTARELLI,

Dettagli

La comunicazione medico-paziente

La comunicazione medico-paziente La comunicazione medico-paziente Prof.ssa Maria Grazia Strepparava Psicologia della comunicazione in ambito sanitario - aa 2004-2005 Competenze che si richiedono al medico Saper capire e spiegare al paziente

Dettagli

I TRAUMI ALLA SCHIENA

I TRAUMI ALLA SCHIENA I TRAUMI ALLA SCHIENA La colonna vertebrale ( rachide ) è composta da 34-35 ossa corte, le vertebre. Si distinguono in 7 cervicali, 12 toraciche, 5 lombari, 5 sacrali (+3/4 coccigee) Funzioni Protezione

Dettagli

i formazione 2009-2011

i formazione 2009-2011 Piano di formazione 2009-2011 per la formazione di base, professionale e manageriale del personale del Servizio Sanitario Regionale, e del Sistema regionale per l Educazione Continua in Medicina (ECM).

Dettagli

CURRICOLO DI COMPETENZE DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE

CURRICOLO DI COMPETENZE DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE CURRICOLO DI COMPETENZE DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Competenze in uscita per la classe prima Nuclei fondanti ^Percezione e conoscenza del corpo ^ Gioco Obiettivi specifici di apprendimento - Le varie

Dettagli

Procedura per gli ACCERTAMENTI E I TRATTAMENTI SANITARI OBBLIGATORI TAVOLA DI ESPLICITAZIONE DEGLI ACRONIMI RICORRENTI

Procedura per gli ACCERTAMENTI E I TRATTAMENTI SANITARI OBBLIGATORI TAVOLA DI ESPLICITAZIONE DEGLI ACRONIMI RICORRENTI AZIENDA SANITARIA LOCALE PROVINCIA DI MILANO 3 AL S 3 MONZA Organismo di coordinamento per la salute mentale Procedura per gli ACCERTAMENTI E I TRATTAMENTI SANITARI OBBLIGATORI TAVOLA DI ESPLICITAZIONE

Dettagli

Indagine sull integrazione degli alunni con disabilità nella scuola primaria e secondaria di primo grado

Indagine sull integrazione degli alunni con disabilità nella scuola primaria e secondaria di primo grado Indagine sull integrazione degli alunni con disabilità nella scuola primaria e secondaria di primo grado Condizioni di salute Che tipo di problemi ha l'alunno? Cecità Ipovisione Sordità profonda o grave

Dettagli

Docente di Terapia manuale e rieducazione funzionale

Docente di Terapia manuale e rieducazione funzionale Prof. Antonino Mele Corso di Laurea in Fisioterapia Coordinatore delle attività teorico-pratiche Docente di Terapia manuale e rieducazione funzionale NASCITA DEI GRANDI CENTRI DI RIABILITAZIONE PER GLI

Dettagli

U.O. DI MEDICINA RIABILITATIVA E NEURORIABILITAZIONE

U.O. DI MEDICINA RIABILITATIVA E NEURORIABILITAZIONE TERZA SESSIONE IL PERCORSO DI CONTINUITA ASSISTENZIALE: I NODI DELLA RETE Giovanna Beretta Dirigente Struttura Complessa Medicina Fisica e Riabilitativa. A.O. Niguarda, Milano Buongiorno a tutti. Ringrazio

Dettagli

NORMATIVA SULL OSPEDALE SENZA DOLORE GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Serie Generale - n. 149 del 29-06-2001

NORMATIVA SULL OSPEDALE SENZA DOLORE GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Serie Generale - n. 149 del 29-06-2001 NORMATIVA SULL OSPEDALE SENZA DOLORE GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie Generale - n. 149 del 29-06-2001 Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province Autonome

Dettagli

Giornata Europea della Logopedia,6 Marzo 2012 Libera le parole I DISTURBI DELLA FLUENZA: IL RUOLO DEL LOGOPEDISTA.

Giornata Europea della Logopedia,6 Marzo 2012 Libera le parole I DISTURBI DELLA FLUENZA: IL RUOLO DEL LOGOPEDISTA. I DISTURBI DELLA FLUENZA: IL RUOLO DEL LOGOPEDISTA CHI E IL LOGOPEDISTA? Il Logopedista è il Professionista Sanitario che, a seguito di un percorso formativo universitario, acquisisce le competenze necessarie

Dettagli

Scuola di sci Sauze d Oulx Project Piazza Assietta 4 10050 Sauze d Oulx (TO) Tel. 0122 858942 Fax 0122 857877 info@sauzeproject.it

Scuola di sci Sauze d Oulx Project Piazza Assietta 4 10050 Sauze d Oulx (TO) Tel. 0122 858942 Fax 0122 857877 info@sauzeproject.it INSEGNAMENTO DELLO SCI ALPINO E DISABILI: L ESPERIENZA DELLA SCUOLA DI SCI SAUZE D OULX PROJECT e IL PROGETTO SciiAbiille 1 Premessa Gli effetti dell attività sportiva sul benessere fisico sono noti da

Dettagli

ANCHE IL LINFEDEMA SECONDARI O E MALATTIA DISABILITAN TE: UN INDICE DA PROPORRE ALL INPS

ANCHE IL LINFEDEMA SECONDARI O E MALATTIA DISABILITAN TE: UN INDICE DA PROPORRE ALL INPS ANCHE IL LINFEDEMA SECONDARI O E MALATTIA DISABILITAN TE: UN INDICE DA PROPORRE ALL INPS Dott. Maurizio Ricci U. O. Medicina Riabilitativa Azienda Ospedaliero- Universitaria Ospedali Riuniti di Ancona

Dettagli

X che negli ultimi due anni NON ha avuto rapporti diretti di finanziamento con

X che negli ultimi due anni NON ha avuto rapporti diretti di finanziamento con Il sottoscritto BERTOLIN ANNALISA ai sensi dell art. 3.3 sul Conflitto di Interessi, pag. 17 del Reg. Applicativo dell Accordo Stato Regione del 5 novembre 2009, dichiara X che negli ultimi due anni NON

Dettagli

IL LAVORO NEL CARCERE DI TRIESTE

IL LAVORO NEL CARCERE DI TRIESTE IL LAVORO NEL CARCERE DI TRIESTE Ruolo del Dipartimento di Salute Mentale nella prevenzione all invio in OPG a cura di Renata Bracco Bolzano, 30 novembre 2013 Il territorio del DSM di ASS1 Provincia di

Dettagli

LA CURA EDUCAZIONE E RIEDUCAZIONE POSTURALE, RIABILITAZIONE FUNZIONALE E PREVENTIVA TORNARE IN SALUTE O STAR BENE SENZA INTERVENTO

LA CURA EDUCAZIONE E RIEDUCAZIONE POSTURALE, RIABILITAZIONE FUNZIONALE E PREVENTIVA TORNARE IN SALUTE O STAR BENE SENZA INTERVENTO SCOLIOSI? STOP AL BUSTO! DOLORE ALLA SPALLA? STOP ALL' INTERVENTO! DOLORE ALLA SCHIENA, ALLE SPALLE, TUNNEL CARPALE, ARTRITE ARTROSI DELLE PICCOLE E GRANDI ARTICOLAZIONI, LOMBALGIA, CERVICALGIA, DORSALGIA,

Dettagli

PROGETTO DI APPRENDIMENTO

PROGETTO DI APPRENDIMENTO PROGETTO DI APPRENDIMENTO IN AMBITO CLINICO PROBLEMA PRIORITARIO DI SALUTE SALUTE MENTALE Settembre 2006 Il percorso di apprendimento in ambito clinico relativo al problema prioritario di salute malattia

Dettagli

ASSISTENZA CONTINUATIVA INTEGRATA PER PAZIENTI AFFETTI DA TUMORI CEREBRALI Dall ospedale all assistenza domiciliare alle cure palliative.

ASSISTENZA CONTINUATIVA INTEGRATA PER PAZIENTI AFFETTI DA TUMORI CEREBRALI Dall ospedale all assistenza domiciliare alle cure palliative. ASSISTENZA CONTINUATIVA INTEGRATA PER PAZIENTI AFFETTI DA TUMORI CEREBRALI Dall ospedale all assistenza domiciliare alle cure palliative. Il modello di cure domiciliari integrate in sperimentazione all

Dettagli

Sintomi e segni. Disturbo. Sindrome. Disturbi Pervasivi dello Sviluppo

Sintomi e segni. Disturbo. Sindrome. Disturbi Pervasivi dello Sviluppo Disturbi Pervasivi dello Sviluppo Annamaria Petito SSIS 400H Sintomi e segni Sono le informazioni che derivano da consapevoli sensazioni del paziente e sono le interpretazioni date dal medico agli elementi

Dettagli

LA LAMPADA DI ALADINO Associazione Onlus per l assistenza globale al malato oncologico

LA LAMPADA DI ALADINO Associazione Onlus per l assistenza globale al malato oncologico Chi siamo Associazione nata a Brugherio nel 2000 da un gruppo di persone che ha vissuto l esperienza del tumore, convinti della necessità di dare risposta alle molteplici e complesse problematiche che

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Scienze riabilitative delle professioni sanitarie

Corso di Laurea Magistrale in Scienze riabilitative delle professioni sanitarie Corso di Laurea Magistrale in Scienz delle professioni sanitarie Il corso di Laurea Magistrale in Scienze della Riabilitazione comprende unità didattiche in numero non inferiore a 0 crediti. Sono ammessi

Dettagli

IL PROCESSO DI NURSING O PROCESSO DI ASSISTENZA

IL PROCESSO DI NURSING O PROCESSO DI ASSISTENZA Seconda Università degli Studi di Napoli Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Infermieristica - Polo didattico AORN S.G.Moscati Anno Accademico 2012 2013 Metodologia infermieristica Docente

Dettagli

a.a. 2005/2006 Laurea Specialistica in Fisica Corso di Fisica Medica 1 Il cervello 20/4/2006

a.a. 2005/2006 Laurea Specialistica in Fisica Corso di Fisica Medica 1 Il cervello 20/4/2006 a.a. 2005/2006 Laurea Specialistica in Fisica Corso di Fisica Medica 1 Il cervello 20/4/2006 Sistema nervoso Il sistema nervoso è suddiviso in "sistemi", che sono connessi fra loro e lavorano insieme il

Dettagli

SERVIZIO PSICHIATRICO DI DIAGNOSI E CURA DIPARTIMENTO SALUTE MENTALE E DIPENDENZE PATOLOGICHE

SERVIZIO PSICHIATRICO DI DIAGNOSI E CURA DIPARTIMENTO SALUTE MENTALE E DIPENDENZE PATOLOGICHE SERVIZIO PSICHIATRICO DI DIAGNOSI E CURA DIPARTIMENTO SALUTE MENTALE E DIPENDENZE PATOLOGICHE 1/6 Premessa Il Dipartimento salute mentale e dipendenze patologiche è la struttura aziendale che ha come finalità

Dettagli

DIAGNOSI INFERMIERISTICHE

DIAGNOSI INFERMIERISTICHE Pagina 1 di 3 DIAGNOSI INFERMIERISTICHE DIAGNOSI INFERMIERISTICHE ANSIA CORRELATA A MINACCIA ALL INTEGRITA BIOLOGICA DOVUTA A TRAUMA DA CADUTA E DOLORE (che si manifesta con aumento della F.C., PAOS, sudorazione,

Dettagli

Approccio assistenziale integrato nell abilitazione/riabilitazione visiva nell ipovisione dell età evolutiva

Approccio assistenziale integrato nell abilitazione/riabilitazione visiva nell ipovisione dell età evolutiva Approccio assistenziale integrato nell abilitazione/riabilitazione visiva nell ipovisione dell età evolutiva L.PINELLO CENTRO REGIONALE SPECIALIZZATO PER L IPOVISIONE INFANTILE E DELL ETA EVOLUTIVA Dip.

Dettagli

CENTRO DI SALUTE MENTALE DIPARTIMENTO SALUTE MENTALE E DIPENDENZE PATOLOGICHE

CENTRO DI SALUTE MENTALE DIPARTIMENTO SALUTE MENTALE E DIPENDENZE PATOLOGICHE CENTRO DI SALUTE MENTALE DIPARTIMENTO SALUTE MENTALE E DIPENDENZE PATOLOGICHE 1/7 Premessa Il Dipartimento salute mentale e dipendenze patologiche è la struttura aziendale che ha come finalità la promozione

Dettagli

Master di I livello in. Disturbi del linguaggio e della comunicazione da lesioni cerebrali: assesment e riabiltazione STATUTO

Master di I livello in. Disturbi del linguaggio e della comunicazione da lesioni cerebrali: assesment e riabiltazione STATUTO PROPOSTA DI ATTIVAZIONE Master di I livello in Disturbi del linguaggio e della comunicazione da lesioni cerebrali: assesment e riabiltazione Art. 1 Attivazione del Master STATUTO L Università degli Studi

Dettagli

LINGUAGGIO E DIFFICOLTA DI APPRENDIMENTO

LINGUAGGIO E DIFFICOLTA DI APPRENDIMENTO Congresso Nazionale degli psicomotricisti LINGUAGGIO E DIFFICOLTA DI APPRENDIMENTO 1 Elettra Trucco Borgogna Il nostro gruppo opera da oltre vent anni nel Reparto Ospedaliero dell Istituto Audiologia dell

Dettagli

De g e n z a. Dott. Claudio Tedeschi - Direttore. Coordinatore Infermieristico Daniela Sassi 0522 296169-296166

De g e n z a. Dott. Claudio Tedeschi - Direttore. Coordinatore Infermieristico Daniela Sassi 0522 296169-296166 Medicina Fisica e Riabilitativa De g e n z a Dott. Claudio Tedeschi - Direttore Coordinatore Infermieristico Daniela Sassi 0522 296169-296166 Segreteria Maria Rosaria Amelio - Maria Flavia Malavenda Federica

Dettagli

spesso presentano sintomatologia, decorso clinico ed esiti diversi nell uomo e nella donna.

spesso presentano sintomatologia, decorso clinico ed esiti diversi nell uomo e nella donna. spesso presentano sintomatologia, decorso clinico ed esiti diversi nell uomo e nella donna. CAMERA DEI DEPUTATI XVII LEGISLATURA PROPOSTA DI LEGGE N 1485 d iniziativa del deputato VARGIU Presentata il

Dettagli

23/03/06. Padova, 29 e 30 maggio 2006 Euro 250* Crediti ECM: vengono richiesti. Padova, 2006 Euro 250* Crediti ECM: 18

23/03/06. Padova, 29 e 30 maggio 2006 Euro 250* Crediti ECM: vengono richiesti. Padova, 2006 Euro 250* Crediti ECM: 18 METODI, STRUMENTI E TECNICHE PER LA PROGETTAZIONE E LA VALUTAZIONE DELLA QUALITÀ Padova, 2006 IL MOBBING E LE MOLESTIE NEI LUOGHI DI LAVORO Padova, 20 e 21 aprile 2006 Euro 250* Crediti ECM: 20 LA GESTIONE

Dettagli

Curriculum Studi. Iscritta all Ordine degli Psicologi del Piemonte Albo A n iscrizione 6641

Curriculum Studi. Iscritta all Ordine degli Psicologi del Piemonte Albo A n iscrizione 6641 Curriculum Studi Dott.ssa Romina Oppici Nata a Biella (BI) il 03/01/1984 Psicologa Clinica Iscritta all Ordine degli Psicologi del Piemonte Albo A n iscrizione 6641 Esperienza professionale 12/1/2015 Conduzione

Dettagli

Azienda Ospedaliera San Camillo - Forlanini SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA MASTER DI I LIVELLO

Azienda Ospedaliera San Camillo - Forlanini SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA MASTER DI I LIVELLO Azienda Ospedaliera San Camillo - Forlanini SAPIENZA UNIVERSITA DI ROMA GESIRAD MASTER DI I LIVELLO Scienze tecniche applicate alla gestione dei servizi informativi in diagnostica per immagini dott.ssa

Dettagli

Carta dei Servizi. Centro di psicologia e Psicoterapia Cognitivo Comportamentale

Carta dei Servizi. Centro di psicologia e Psicoterapia Cognitivo Comportamentale Carta dei Servizi Centro di psicologia e Psicoterapia Cognitivo Comportamentale Pagina 2 ISTITUTO WOLPE L istituto Wolpe è un centro di psicologia e psicoterapia cognitivo comportamentale, integrato in

Dettagli

Gestione di pazienti con sindromi miopatiche Prof. Enrico Granieri Clinica Neurologica Università di Ferrara

Gestione di pazienti con sindromi miopatiche Prof. Enrico Granieri Clinica Neurologica Università di Ferrara Gestione di pazienti con sindromi miopatiche Prof. Enrico Granieri Clinica Neurologica Università di Ferrara Coinvolgimento muscolo Fisioterapia Test obiettivo della forza scheletrico muscolare - ipotonia

Dettagli

M O D E L L O P E R I L

M O D E L L O P E R I L M O D E L L O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome AIRAGHI BARBARA Data di nascita 12/08/1964 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Medico fisiatra Numero telefonico

Dettagli

Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: prese di posizione

Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: prese di posizione Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: l Associazione Alzheimer Svizzera chiede un accompagnamento e un assistenza completi per i malati di demenza. Pensieri suicidi nelle persone affette da

Dettagli

LO SAPEVI? Le cure al malato inguaribile e il supporto alla sua famiglia sono un diritto e sono gratuite. Federazione Cure Palliative Onlus

LO SAPEVI? Le cure al malato inguaribile e il supporto alla sua famiglia sono un diritto e sono gratuite. Federazione Cure Palliative Onlus LO SAPEVI? Le cure al malato inguaribile e il supporto alla sua famiglia sono un diritto e sono gratuite Federazione Cure Palliative Onlus Cure Palliative - Definizione Le Cure Palliative sono la cura

Dettagli

Scuola Specialistica in Fisioterapia Ortokinetica. www.gstmonline.it

Scuola Specialistica in Fisioterapia Ortokinetica. www.gstmonline.it Scuola Specialistica in Fisioterapia Ortokinetica www.gstmonline.it La Scuola di Formazione Specialistica in Fisioterapia Ortokinetica GSTM è un percorso quadriennale in Terapia Manuale e Fisioterapia

Dettagli

Termoregolazione 2. Il controllo della temperatura corporea

Termoregolazione 2. Il controllo della temperatura corporea Termoregolazione 2. Il controllo della temperatura corporea Prof Carlo Capelli Fisiologia Generale e dell Esercizio Facoltà di Scienze Motorie, Università degli Studi di Verona Obiettivi Trasporto e distribuzione

Dettagli

corso PROMOZIONE MOTORIA IN NEUROLOGIA - le neuroscienze in clinica - 2014 VIII edizione

corso PROMOZIONE MOTORIA IN NEUROLOGIA - le neuroscienze in clinica - 2014 VIII edizione corso PROMOZIONE MOTORIA IN NEUROLOGIA - le neuroscienze in clinica - 2014 VIII edizione ; Presentazione del Corso Il Corso in breve Perchè Per chi ECM Quando Dove Quanto Come Entro Introduzione Obiettivi

Dettagli

Riabilitazione per stupor nervo facciale

Riabilitazione per stupor nervo facciale Riabilitazione per stupor nervo facciale Lo IEO pubblica una collana di Booklets al fine di aiutare il paziente a gestire eventuali problematiche (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da

Dettagli

Allegato 1 PROTOCOLLO PER LA SPERIMENTAZIONE DEL MODELLO TOSCANO DI ASSISTENZA ALLA PERSONA CON DEMENZA

Allegato 1 PROTOCOLLO PER LA SPERIMENTAZIONE DEL MODELLO TOSCANO DI ASSISTENZA ALLA PERSONA CON DEMENZA Allegato 1 PROTOCOLLO PER LA SPERIMENTAZIONE DEL MODELLO TOSCANO DI ASSISTENZA ALLA PERSONA CON DEMENZA PREMESSA La Malattia di Alzheimer (MA) rappresenta un problema sanitario e sociale di primaria importanza

Dettagli

ORIENTAMENTO IN USCITA

ORIENTAMENTO IN USCITA CORSO DI LAUREA IN INFERMIERISTICA SEDE DI AOSTA ORIENTAMENTO IN USCITA Azienda USL Valle d Aosta Casa di Riposo G.B. Festaz Casa di riposo Refuge Père Laurent Casa di Riposo Domus Pacis Casa per la salute

Dettagli

PIANO DI FORMAZIONE CONTINUA PER IL PERSONALE SOCIO-SANITARIO, SOCIO-ASSISTENZIALE E SOCIO-EDUCATIVO PER L ANNO 2015

PIANO DI FORMAZIONE CONTINUA PER IL PERSONALE SOCIO-SANITARIO, SOCIO-ASSISTENZIALE E SOCIO-EDUCATIVO PER L ANNO 2015 PIANO DI FORMAZIONE CONTINUA PER IL PERSONALE SOCIO-SANITARIO, SOCIO-ASSISTENZIALE E SOCIO-EDUCATIVO PER L ANNO 2015 Approvato con deliberazione della Giunta regionale n. 642 in data 8 maggio 2015. PREMESSA

Dettagli

LO STRETCHING. Metodiche di stretching. Tecniche di stretching statico

LO STRETCHING. Metodiche di stretching. Tecniche di stretching statico LO STRETCHING Chi corre deve avere una buona flessibilità per esprimere al meglio il proprio potenziale e per non incorrere in continui ed invalidanti infortuni. La flessibilità è l insieme della mobilità

Dettagli