Maria Luisa Sacchetti. Indirizzo Dipartimento di Scienze Neurologiche Università di Roma " La Sapienza", Viale dell Università 30,

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Maria Luisa Sacchetti. Indirizzo Dipartimento di Scienze Neurologiche Università di Roma " La Sapienza", Viale dell Università 30,"

Transcript

1 CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Maria Luisa Sacchetti Indirizzo Dipartimento di Scienze Neurologiche Università di Roma " La Sapienza", Viale dell Università 30, 00185, Roma Italia Telefono Fax Nazionalità Italiana Data di nascita 01/06/1954 ESPERIENZA LAVORATIVA Date (da a) 27/4/2001ad oggi Nome e indirizzo del datore di Università degli Studi di Roma La Sapienza, Viale dell Università 30, lavoro 00185, Roma Italia Tipo di azienda o settore Università Tipo di impiego Ricercatore confermato della I Facoltà Medicina e Chirurgia-settore MED 48 Principali mansioni e responsabilità Attività clinica: Coordinamento delle attività assistenziali del Team Neurovascolare I Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università La Sapienza di Roma. Le attività cliniche sono dedicate alla continuità assistenziale e terapeutica per pazienti con ictus cerebrale o a rischio di tale patologia; si realizza attraverso: a. consulenze specialistiche con supporto di valutazione del Fisioterapista, presso I reparti di degenza del Policlinico Umberto I, b. ricoveri in regime di Day Hospital e c. attività ambulatoriale esperta neurovascolare presso il Dipartimento di Scienze Neurologiche (www.neurovascolareuniroma1.it ) Attività didattica: docente MED 48 in vari corsi di laurea specialistica (vedi allegati). Vice-presidente del Corso di Laurea Specialistica in Scienze delle Professioni Sanitarie (aa ) - CLASPES - in Riabilitazione attivato presso l Università degli Studi di Roma La Sapienza, I Facoltà di Medicina e Chirurgia, dall aa Date (da a) Nome e indirizzo del datore di Azienda Ospedaliera Policlinico Umberto I, Dipartimento di Scienze Neurologiche lavoro Tipo di azienda o settore Policlinico universitario Tipo di impiego Funzionario Tecnico Principali mansioni e responsabilità Assistente medico Date (da a) Pag. 1/22

2 Nome e indirizzo del datore di lavoro Tipo di azienda o settore Tipo di impiego Principali mansioni e responsabilità Azienda Ospedaliera Policlinico U mberto I, Dipartim ento di Scienze Neurologiche Policlinico universitario Funzionario Tecnico Attività clinica: Aiuto m edico nella Stroke Unit del Dip. Sc. Neurologiche Attività didattica: 1 attività di coordina mento per l attivazione del CL UPS DI Fisioterapia Sede di Latina, già Corso di Diplom a Universitario per Fisioterapista Sez. Latina/Sezze- 2 Presidente tutor nella prof. preparazione C. Fieschi teorico/pratica degli studenti del Corso di Laurea in M edicina e Chirurgia e del C orso di Specializzazione in Neurologia della I Scuola dal 1990 Date (da a) dal 2/2/89 al 31/12/90 Nome e indirizzo del datore Centro di Assistenza Riabilitativa- CAR, srl Rom a (R M) - 237, v. Suvereto di lavoro Tipo di azienda o settore convenzionato con la USL R M A Tipo di impiego Contratto di consulenza specialistica libero professionale Principali mansioni e responsabilità Attività Clinica: Coordina mento delle attività e dei program mi riabilitativi dei pazienti assistiti do miciliarmene Date (da a) 20/1/86 al 31/12/89 Nome e indirizzo del datore Centro Clinico Colle Cesarano Via Mare m m ana inf k m 3, Tivoli (RM) di lavoro Tipo di azienda o settore convenzionato con la Regione Lazio e certificate secondo il codice EA38: Sanità ed Tipo di impiego altri Lavoratore servizi sociali Dipendente Principali mansioni e responsabilità M ansioni di Aiuto nella Progettazione e realizzazione di servizi neuro-psichiatrici in regi me di ricovero nel Reparto donne Pri mario Prof. R. R a mundo- psicoanalista ISTRUZIONE E FORMAZIONE Date (da a) No me e tipo di istituto di istruzione o form azione Universita' degli Studi di Roma "La Sapienza" Principali materie / abilità professionali oggetto dello Qualifica conseguita studio Laurea in Medicina e C hirurgia con votazione 110/110. Tesi dal Titolo Individuazione di pazienti ad alto rischio di ictus cerebrale Livello nella classificazione nazionale (se pertinente) Date (da a) No me e tipo di istituto di Scuola di Specializzazione in Neurologia-Università di R o m a La Sapienza istruzione o form azione Principali materie / abilità Sviluppo di co mpetenze di neurologia generale, approfondi mento delle te matiche professionali oggetto dello relative alla malattia cerebrovascolare Qualifica conseguita studio Specialista in neurologia con votazione di 70/70 e lode Livello nella classificazione nazionale (se pertinente) Date (da a) Ottobre 99 e 29 Novembre - 15 Febbraio 2000 Pag. 2/22

3 No me e tipo di istituto di istruzione o form azione Principali materie / abilità professionali oggetto dello studio Q ualifica conseguita Livello nella classificazione nazionale (se pertinente) Date (da a) No me e tipo di istituto di istruzione o form azione Principali materie / abilità professionali oggetto dello Qualifica conseguita studio Livello nella classificazione nazionale (se pertinente) Università privata Luiss Manage ment, Ro ma Via M ercadante, 24 Corsi di formazione per Neurologi e Psichiatri sui te mi: - L organizzazione Dipartimentale dei Servizi Sanitari ; - Sistema integrato di Emergenza sanitaria ; IV Moduli di lezioni ed esa me finale European Agency for Relationship and training Holistic- EARTH Strategie di Co municazione Efficace e Potenzia mento Personale applicabili in area Psicologica, Sanitaria, Sociale, Aziendale, Sportiva e Criminologica. Diplom a di 1 Livello Date (da a) No me e tipo di istituto di istruzione o form azione I Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università di Rom a La Sapienza, Diploma di Corso di Alta Formazione in Economia e Management Sanitario in Ospedale, Principali materie / abilità professionali oggetto dello Qualifica conseguita studio Livello nella classificazione nazionale (se pertinente) co mpetenze interfunzionali nell am bito della proble matiche organizzative, gestionali, relazionali e istituzionali dentro le quali si colloca l atto sanitario. CAPACITÀ E COMPETENZE PERSONALI PRIMA LINGUA ALTRE LINGUE Capacità di lettura Capacità di scrittura Capacità di espressione orale CAPACITÀ E COMPETENZE RELAZIONALI. italiano Inglese Eccellente Eccellente Eccellente Puntuale, affidabile e determinata, con una costante attenzione alla qualità del lavoro proprio e dei propri collaboratori con i quali tende ad instaurare un rapporto paritario, di fiducia e di rispetto reciproco. Predilige il lavoro finalizzato ad A mobiettivi a il lavoro specifici di squadra ed espliciti. e collabora proficua m ente con professionisti di altre discipline, professioni ed istituzioni (sanitarie e non). Curiosa ed empatica, tende a stabilire un buon rapporto con i propri collaboratori (eventual mente stressare prima questo aspetto). Capace di anteporre l'interesse del gruppo al proprio individuale. Capacità di ascolto, attenta alle dinamiche relazionali ed al linguaggio non verbale, tende ad escludere dal proprio enturage ele menti che prediligono l'interesse individuale rispetto a quello del gruppo. Spiccato spirito di delega, rispetta e pretende rispetto delle gerarchie e dei ruoli e dei co mpiti assegnati a ciascun me m bro del team. Incentiva la critica motivata e costruttiva, critica che viene accolta con Pag. 3/22

4 m aggiore interesse che l'adesione acritica a proposte e progetti. Le co mpetenze e le capacità relazionali si sono sviluppate grazie all esperienza professionale diretta in diversi contesti lavorativi in Italia e all estero ed In a virtù percorsi delle form capacità ativi specifici. com unicative personali e delle abilità apprese, ha ricoperto spesso il ruolo di consigliere affidabile ed onesto, di coordinatore organizzaziovo Ha partecipato e a di numediatore. merosi convegni nazionali ed internazionali in qualità di relatore e di moderatore (vedi lista negli allegati) CAPACITÀ E COMPETENZE ORGANIZZATIVE. CAPACITÀ E COMPETENZE TECNICHE CAPACITÀ E COMPETENZE ARTISTICHE ALTRE CAPACITÀ E COMPETENZE. Capacità di sintesi più spiccate rispetto a quelle di analisi, benchè queste ultime attività abbiano spesso prevalso sulle prime. A m a progettare modelli organizzativi efficaci e flessibili. Predilige una cultura organizzativa flessibile e snella frutto di un processo conoscitivo allargato a Abile tutte le nella co mponenti mediazione ambientali. e nella negoziazione, ha elaborato, coordinato e portato a termine diversi progetti di ricerca clinica ed organizzativa collaborando proficua mente con diverse Istituzioni sanitarie pubbliche e private (vedi lista in allegato) Negli ultimi 6 anni dedica m olte delle proprie energie all'insegna m ento, alla formazione, ed ai nuovi modelli didattici. I luoghi dove i mpegna costante mente le proprie capacità e competenze sono: a. in qualità di vicepresidente del CL AS P E S della Riabilitazione, presidente Prof. b. in qualità V. Santilli; di coordinatore di anno del CL UP S di Fisioterapia, sede di Latina- Presidente Prof. F. Pierrelli; c. in qualità di Vice-presidente del m aster in Malattie Cerebrovascolari attivato presso la I Facoltà di M edicina e Chirurgia dell Università La Sapienza d. in qualità dall aa di coordinatore ; del Tea m Neurovascolare del Dipartimento Scienze Neurologiche, e. quale me m bro dello staff di docenti del progetto di e-learning Program m a di ricerca di rilevante interesse nazionale- della I Facoltà di M edicina e Chirurgia Università La Sapienza dal Titolo: Ricerca e sperimentazione di nuovi modelli e tecnologieper la form azione a distanza in f. infine area sanitaria. quale Presidente della Associazione di volontariato A.L.I.Ce- Lazio O nlus (Associazione per la Lotta contro l Ictus Cerebrale- Onlus, sez. R egione Lazio). Versatile nell impiego dell IT, se mpre m olto attenta alle innovazioni tecnologiche utili in ca mpo sanitario e form ativo. Spiccato interesse per la formazione a distanza, benchè ritenga il contatto diretto docente/discente il m etodo più efficace per la for m azione e la crescita professionale del medico. Spiccato interesse per la progettazione d interni e per l arreda mento, che si traduce in attività dentro e fuori il contesto lavorativo; di esempio sono la progettazione ed il coordinamento interno dei lavori di ristrutturazione svolti negli anni 90 nel reparto di degenza neurologica e della Stroke Unit diretti dal Prof. A m a la C. vita Fieschi all'aria (vedi aperta, lista in caallegato). m minare, andare in bicicletta, navigare a vela. Più conte mplativa che dina mica. Socializza facilmente, m a è molto selettiva nella scelta delle proprie amicizie. Restia ad instaurare relazioni formali. Spiccato interesse per la psicologia in senso lato, attenta lettrice delle scritture di Jung e dei testi di mitologia greca. Benchè per nulla mistica o ascetica, è intellettual mente incuriosita dalla filosofia orientale. Buona capacità introspettiva, di critica e di autocritica. E m patica, tende a stabilire un buon rapporto con quei pazienti che chiedono supporto e cure lungo un percorso di guarigione o di autono mia dal medico. Q uesti pazienti trovano in lei un professionista responsabile ed onesto, così co me sostegno sicuro e costante durante le cure, anche fuori dall'orario di lavoro. Pag. 4/22

5 PATENTE O PATENTI Patente di guida per autoveicoli B; patente nautica oltre le 6 miglia conseguita presso la Lega Navale di Ro ma nel 1994 ULTERIORI INFORMAZIONI ALLEGATI 1- corsi di form azione e aggiorna mento professionale 2- attività didattica 3- attività scientifica 4- elenco società scientifiche di cui è me mbro 5- miscellanea 6- elenco delle pubblicazioni Pag. 5/22

6 ALLEGATO 1 1- Formazione ed Aggiornamento Professionale Corsi di formazione per Neurologi e Psichiatri presso l Università privata Luiss Managem ent, Ro ma Via M ercadante, 24: - L organizzazione Dipartimentale dei Servizi Sanitari ; Ottobre 99 - Sistema integrato di Emergenza sanitaria ; IV Moduli di lezioni ed esame finale 29 Nove mbre 15 Febbraio 2000 H a frequentato ai seguenti corsi di aggiornamento: 1. C orso di Tecniche di Programmazione Neuro Linguistica 1 Livello, specificata mente sul tem a CO M U NICAZIO N E, sviluppato secondo i progra m mi ufficiali del 2003, per un totale di 64 ore. 1. L Afasia: modelli interpretativi e modalità di riabilitazione. Organizzato dal Servizio di Riabilitazione del Dipartimento di Scienze Neurologiche- Università degli Studi di Roma La Sapienza. Roma 8-9/18-19 Ottobre 2002.; accreditamento della Co m missione Nazionale per la Formazione Continua n del 18/9/2002. Crediti Formativi E.C.M. assegnati n Ictus Cerebrale e Riabilitazione: Indicatori Clinici e Recupero. Organizzato dalla Unità O perativa di Medicina Riabilitativa della Azienda Ospedaliera di Parm a. Aula dei Congressi Azienda Ospedaliera di Par ma 7-8 N ovembre IV Congresso nazionale della Società Italiana di Riabilitazione Neurologica. Pavia 31 maggio-2 Giugno Accredita mento della Com missione Nazionale per la Formazione Continua n n.0. Crediti Formativi E.C.M. assegnati n Se minari per Docenti coordinatori di se mestre, organizzato dall Osservatorio Didattico Permanente O D P- della Facoltà di Medicina e Chirurgia I-II dell Università La Sapienza di R o m a, e coordinato dal Prof. A. Torsoli, sul te ma: Strumenti didattici non convenzionali -Computer Technology aa La Formazione del Terapista Occupazionale. Seminario della Associazione Italiana Terapisti Occupazionali- A.I.T.O.. Sala Riunioni dei Salesiani Don Bosco O pera Sacro Cuore- Ro m a, 18 M arzo "Management, Sicurezza sul lavoro e Qualità" Policlinico Um berto I -Ro ma 29 Aprile C orso di Basic Life Support esecutore per Categoria B, organizzato dal Gruppo Italiano di Riani mazione Cardiopolmonare dell Italian Resuscitation Council. - Corso di Risonanza Magnetica per immagini. CIC Via L. Spallanzani Rom a Dicem bre 86 Pag. 6/22

7 ALLE G AT O 2 ATTIVITA DIDATTICA Vice-presidente del Corso di Laurea Specialistica in Scienze delle Professioni Sanitarie - CLA SP E S in Riabilitazione attivato presso l Università degli Studi di Roma La Sapienza, I Facoltà di Medicina e C hirurgia, dall aa ; Presidente prof. V. Santilli D ocente del modulo sperim entale di e-learning nel CI di Metodologia del III anno dei Corsi di Laurea Specialistica A-B-C- D della I Facoltà di Medicina e Chirurgia- Università degli Studi di Ro ma La Sapienza - Progra m m a di ricerca di rilevante interesse nazionale D ocente Med 48- Sc. Infer mieristiche e tecniche N europsichiatriche della Riabilitazione- nel Corso Integrato di Metodologia di ricerca, I anno I se mestre, del Corso di Laurea Specialistica in Scienze delle Professioni Sanitarie - CLAS P E S in Riabilitazione sede Policlinico Umberto I dall aa ; Presidente prof. V. Santilli D ocente Med 48- Sc. Infer mieristiche e tecniche Neuropsichiatriche della Riabilitazione nel Corso integrato di Malattie del Sistema Nervoso del CLUPS DI Fisioterapia Sede di Latina - Distretto Nord, dall aa Presidente Prof. Pierelli C oordinatrice delle attività didattiche del II anno di Corso del CLUPS DI Fisioterapia Sede di Latina - Distretto Nord, dall aa Presidente Prof. Pierelli C oordinatrice del Corso Integrato di Malattie del Sistema Nervoso, II anno I sem estre del CL UPS DI Fisioterapia Sede di Latina - Distretto Nord, dall aa Presidente Prof. R. Caruso Aiuto per l attivazione del CL UPS DI Fisioterapia Sede di Latina, già Corso di Diploma Universitario per Fisioterapista Sez. Sezze- Presidente Prof. Cesare Fieschi aa /97-98/ Ha preso parte alle riunioni del Coordina mento Nazionale dei Diplo mi Universitari, a fianco de Presidente del Corso, negli anni D ocente M ED 48 - Sc. Infermieristiche e tecniche Neuropsichiatriche della Riabilitazione- presso il Corso di Laurea D della I Facoltà di Medicina e Chirurgia della Università degli Studi di Ro ma La Sapienza per l aa presidente prof. A. Lenzi D ocente M ED 48 - Sc. Infermieristiche e tecniche Neuropsichiatriche della Riabilitazione- presso il Corso di Laurea A della I Facoltà di Medicina e Chirurgia della Università degli Studi di Roma La Sapienza per dall aa presidente Prof. E. Gaudio M e m bro del Board scientifico di Edra EC M per la form azione a distanza- ED RA Spa Viale Monza, Milano 3. Titolare del Corso AD P per gli studenti del V anno del Corso di Laurea D della I Facoltà di Medicina e C hirurgia, afferenti al Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia dell Università degli Studi di Ro ma La Sapienza dal titolo: Gestione multidisciplinare del paziente con Ictus cerebrale dall aa Titolare del Corso AD O per gli studenti del V anno del Corso di Laurea A della I Facoltà di Medicina e C hirurgia, afferenti al Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia dell Università degli Studi di Ro ma La Sapienza dal titolo: Organizzazione e Compiti delle Stroke Unit dal 1999 al 2001 Tutor nella preparazione teorico/pratica degli studenti del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia e del C orso di Specializzazione in Neurologia della I Scuola dal 1990 C o-relatore delle seguenti 8 Tesi di Laurea Specialistica per la I Facoltà di Medicina e Chirurgia. U niversità La Sapienza: 5. aa : Tesi di Laurea sperimentale sugli indicatori di disabilità neuro- motria e cognitiva di pazienti affetti da ictus cerebrale; candidata Susanna Del Monte; 6. aa : 4 tesi di Laurea sperimentali sulla patologia cerebrovascolare acuta e suoi fattori di rischio; candidati: Dario Cristiano, Di Biase Francesco, Dinia Lavinia, Di Mascio Maria Teresa. 7. aa : Tesi di Laurea sperimentale dal Titolo Elaborazione di una cartella Clinica Multimediale dedicata alla patologia Cerebrovascolare acuta della candidata Valentina G allo Pag. 7/22

8 8. aa : Tesi di Laurea sperimentale dal Titolo : "Prognosi a breve termine di pazienti con infarto cerebrale acuto e fibrillazione atriale della candidata Tullia Paola 9. aa : Tesi di Laurea speri mentale dal Titolo : "Ruolo della fibrillazione atriale sulla prognosi a breve ter mine dei pazienti con infarto cerebrale acuto" del candidato Stefano Colleluori 1. Docente di Anato mia del Siste ma Nervoso del C.I. di Anato mia e Fisiologia del Siste ma Nervoso al I Anno del Corso di D.U. per Fisioterapista Sez. Sezze/Latina aa /97-98/ Membro delle Commissioni per gli esami di profitto dei Corsi integrati: Anato mia e Fisiologia speciale del SN e M etodologia della Riabilitazione. CLU PS DI Fisioterapia Sede di Latina, già Corso di Diploma Universitario per Fisioterapista Sez. Sezze/Latina aa Segretario di n. 2 com missioni di concorso, valevoli ciascuno per n.1 posto di ricercatore ME D48 banditi dalla U NIFI rispettiva mente nel 2002 e M e m br o dello European Faculty Master Progra m in Stroke Medicine, presieduto dal prof. W. D. Heiss- Koln - Austria 5. C oordinatore Responsabile per la elaborazione del curriculu m for mativo del Master in Malattie C erebrovascolari.- M C V negli anni del Gruppo di Studio per le M alattie Cerebr o- Vascolari G S M C V Vice-presidente del Corso di Master in M CV della I Facoltà di Medicina e Chirurgia- biennio Direttore Prof. Massimiliano Prencipe. Segretario del Corso di Master in M CV della I Facoltà di Medicina e Chirurgia- biennio Direttore Prof. Massimiliano Prencipe. Segretario del Corso di Master in MC V attivato presso la I Facoltà di Medicina e Chirurgia biennio Direttore Prof. C orrado Argentino 6. D ocente del Corso monografico dell Accade mia riabilitativa: Neuroi m magini per Terapisti: imparia mo ad osservare ed interpretare. Consiglio Nazionale delle Ricerche, Aula Marconi. Ro ma 5 Ottobre R elazione dal titolo Aspetti clinici dell Emorragia cerebrale 7. D ocente del Corso monografico per fisioterapisti: La rieducazione funzionale della paralisi periferica del faciale Sviluppo del Te ma dal titolo La Paralisi del faciale: elementi di anato mia clinica al. CNR Aula Marconi 27 ottobre Ottobre D ocente Corso Advanced C ardiac Life Support -ACLS- per esecutori della Società Italiana di Cardiologia. Sez. Regione Lazio dal 2002 D ocente del Meeting Form ativo sulla Gestione del Paziente con Ictus Cerebrale. Progetto Education in Stroke Manage ment-es M. R o ma 23 Marzo Hotel dei Congressi 3. D ocente al Corso teorico-pratico su Fibrillazione atriale e terapia anticoagulante Aula Consiliare Fausto Ceraolo del Co mu ne di Ladispoli (Roma) 28 Settembre- 5 Ottobre 2002 Realazione sulla continuità assistenziale dedicata alla patologia cerebrovascolare 4. D ocente al Corso Annuale di Form azione in Medicina Interna dal titolo Percorsi Clinico Diagnostici. Sant Arsenio Auditorium I.T.C Novembre Evento registrato presso il Ministero della Salute col n Iter diagnostico Argo menti nello trattati: stroke Fibrinolisi e prevenzione secondaria in fase acuta La Telem edicina D ocente del I Corso di For mazione E.C.M. in Telem edicina Tele medicina oggi. La Sicilia al Centro del M editerraneo. Catania 2-3 Febbraio 2001 accreditato della Co m missione Nazionale per la Formazione continua N. 4093/ del 31/01/2001. Crediti form ativi n. 07 R elazione dal Titolo Televideo consulto specialistico: Ictus cerebrale Pag. 8/22

9 D ocente del 3 Evento Formativo del Corso di Aggiorna mento professionale E.C.M.: Malattie C erebrovascolari: Aspetti Terapeutici e Preventivi. Università degli Studi di Rom a La Sapienza - Facoltà di M edicina e Chirurgia Polo di Pozzilli. NE U R O M E D Parco Tecnologico - Venafro-24 Maggio 2001 R elazione dal Titolo La telemedicina per l Ictus cerebrale 1. D ocente del Corso Trasferimento sul territorio della pratica medica basata sulle evidenze: diffusione delle Linee Guida Italiane sulla prevenzione dell Ictus cerebrale. Centro Congressi Università degli Studi di R o m a La Sapienza - Via Salaria 113- Ro ma Ottobre 2001 R elazione dal Titolo Gli strumenti della Telemedicina: dalla rete dell Emergenza alla continuità assistenziale D ocente del Corso di Aggiornam ento "Le Malattie cerebro-vascolari dalla diagnosi alla riabilitazione" 4-5 Giugno 1999 presso il Centro studi Esaote Ro m a Lezioni dal titolo : 2. "La terapia dell'ictus cerebrale acuto" 3. "La rete romana per l'emergenza Ictus: un progetto di telemedicina Corso di Aggiorna mento della SIN Ferrara 6-10 O ttobre1996 Lezione dal titolo : Il ruolo delle neuroimmagini nell infarto cerebrale acuto. 3. C orso di aggiorna mento residenziale SIN Sezione Tosco- U mbra- San Miniato (Pisa) Lezione N ove mbre1994 dal titolo: La terapia fibrinolitica nell ictus in fase acuta 4. C orso di Aggiorna mento sulle vasculopatie cerebrali ischemiche per i Medici di base della USL di S. D aniele del Friuli XI Corso di Aggiorna mennto SIN Berga mo Ottobre 1992 Lezioni dal titolo: Terapia trombolitica: prospettive e limiti "Vasculopatie cerebrali ischemiche: prevenzione e terapia" 6. C orso di Aggiorna mento per Neurologi della USL di B O LZ AN O 1991 Lezione dal titolo "Fisiopatologia e terapia dell'infarto cerebrale acuto" Pag. 9/22

10 ALLE G AT O 3 ATTIVITA SCIENTIFICA H a svolto attività di ricerca clinica approfondendo gli aspetti di: e. m etodologia dei trial clinici, f. patogenesi dell infarto cerebrale acuto, g. tro mbolisi per via sistemica e locoregionale, h. terapia co mbinata (neuroprotezione e trombolisi) i. organizzazione dell assistenza sanitaria all ictus cerebrale in e mergenza ed in continuità delle cure. Si citano gli studi dai quali è em ersa gran parte della produzione scientifica: : Selezione e standardizzazione di metodi d'indagine diagnostica, fisiopatologica e terapeutica in pazienti con ictus acuto; C.N. R. Grant N : Ictus cerebrale acuto: fisiopatologia e terapia C.N.R. Grant N.: / / / : Ictus Ischemico Acuto: Trial con r-tpa C.N.R. Grant N : Alterazioni EC G acute in pazienti affetti da ictus cerebrale ischemico. C.N.R. Grant N : Prevalenza di lesioni coronariche e arteriose degli arti inferiori in pazienti ipertesi con infarto cerebrale Progetto M U R S T 60 % : R M N nell'infarto cerebrale acuto C.N.R. Grant N CT : "Terapia Tro mbolitica nell'infarto cerebrale acuto". CN R Valutazione prognostica dell ictus associato ad occlusione della C.I. nel suo tratto extracranico: studio clinico strumentale entro le prime 6 ore dall esordio dei sinto mi ed implicazioni terapeutiche C.N.R L embolia polmonare nell ictus cerebrale acuto: studio sull incidenza e possibilità di prevenzione C.N.R '87 Italian Acute Stroke Study Haem odilution 1986-'88 Italian Acute Stroke Study Haem odilution + Monosialoganglioside G M1 (IA SS H+ G M 1). Lo studio IASS H+ G M 1, è stato innovativo sia per caratteristiche (si tratta del primo trial clinico m ulticentrico in doppio cieco per il farmaco G M 1, effettuato su pazienti con infarto cerebrale acuto, di a mpia casisitica tot pz reclutati 608- e che abbia valutato l efficacia di due trattamenti conte mporanea me nte - così detta Terapia di co mbinazione), sia per rigore m etodologico (è stato uno dei primissimi trial clinici a livello internazionale a prevedere l uso di una cartella co mputer utilizzabile m olto dettagliata con successiva inform atizzazione dei dati su doppia i mputazione in cieco); 1987-'89 Early Stroke Trial (EST), studio di valutazione dell efficacia del G M1 in pazienti con infarto cerebrale acuto, trattati entro 6 ore dall esordio dei sinto mi 1990 "Asclepios Study" (sperimentazione del calcioantagonista Isradipina nel tratta mento dell'infarto cerebrale acuto) 1992-'94 Early Cooperative Acute Stroke Study (EC A S SI-II), il primo dei 5 studi internazionali che ha sperimentato la tro mbolisi per via siste mica nell infarto cerebrale acuto 1992 "Effects of Leve mopa mil (LU ) on cerebral blood flow in patients with acute cerebral ische mia 1993-'94 Studio di Tollerabilità ed Efficacia dell'esapent in pazienti con patologia aterosclerotica dei vasi epiaortici ; dal 1994 al 1997 ha collaborato con la Upjhon nella elaborazione dei Trial clinici Tirilazad European Stroke Study (T ES S), Tirilazad European Stroke Study (T ES S II); ed è stata Me mbro dello Steering Com mittee dello Studio T ES S II. Pag. 10/22

11 Lo studio si poneva l obiettivo di valutare l efficacia del TIRILAZAD (un farmaco di neuroprotezione ad azione antagonista del danno secondario alla liberazione di radicali liberi nell area cerebrale danneggiata), in pazienti con infarto cerebrale acuto. Tale attività ha dato luogo a diverse pubblicazioni su riviste internazionali ed interventi a congressi internazionali. D al 1995 al 1998 ha svolto attività necessarie ad apprendere la corretta metodologia da seguire per elaborare progetti finanziabili dalla Unione Europea. Ha poi collaborato alla stesura del progetto (European Multicenter Four arm Trial in Acute Stroke - E M FATA S), progetto che ha ottenuto il finanzia mento della Unione Europea (BIO M E D 2 Contratto N. BM H4- C T98-377). E stata quindi Resp. Me scientifico: m bro del Prof. Writing Cesare Group Fieschi. dello Studio, Responsabile del Gruppo di Coordinazione ed infine Me m bro dello Stroke International Advisory Board riunitosi ad Aspen-Colorado- 3-4 Ottobre per discutere il tem a Focus on Co mbination trials Lo studio EM FATAS si poneva l obiettivo di realizzare un trial a 4 braccia in a mbito neurovascolare per la valutazione della efficacia di due categorie farm acologiche diverse (neuroprotettore associato o meno alla tro mbolisi); il progetto non ha avuto sponsor di case farmaceutiche; ha prodotto un protocollo di ricerca, diverse pubblicazioni su riviste nazionali ed internazionali, numerose co municazioni a congressi nazionali ed internazionali; Elaborazione, realizzazione e conclusione del progetto : Valutazione della validità e dell impatto sull erogazione dell assistenza del trasferimento per via telematica di dati clinico-radiologici relativi alla patologia neuro-cardio-vascolare acuta ed em atologica Program m a speciale Ministero della salute ex Art. 12, com m a2, lett. b), DL 502/92 per l esercizio finanziario 1999 (vedi oltre) Resp. scientifico: D ott.ssa ML Sacchetti; per la realizzazione del progetto è stato necessario collaborare con le seguenti società e strutture: Telespazio SpA (P. Binelli), Kell (Ing. F. Aversa), SA G O (Dr. Ceccherini), Dip. Servizio Sanitario Regionale (Dr.ssa E. Melaragno) e coordinare le attività delle seguenti unità operative: Servizio Attività Ospedaliera AS P- Regione Lazio Dott.ssa G. Guasticchi Policlinico Um berto I Ro m a D E A II Dott. ssa ML Sacchetti O sp. S. Filippo Neri Ro m a D E A II Dott. L. Zulli O sp. S. Giovanni Ro m a D E A II Dott. G. Cerqua O sp. di Rieti RI D E A I Dr. Sebastiani O sp. Civile di Velletri RM D E A I Dott. Tesei Aurelia Hospital Ro ma D E A I Dott. Ciani Allo scopo di mettere a punto la metodologia dello studio e per valutare l efficienza del sistema, sono state realizzate 3 sedute di Tele-Video-Consulto con tras missione di dati clinici ed im magini per via Satellitare tra: l Aurelia Hospital e la sede del Corso di E C M in Tele m edicina tenutosi a Catania 2-3 Febbraio 2001 l Aurelia Hospital e la V Clinica Medica, Policlinico U mberto I, I Facoltà di Medicina e Chirurgia U niversità La Sapienza- Roma, il 14 Giugno 2000 l Aula Marconi del CN R e la Radiologia Centrale del Policlinico Umberto I, I Facoltà di Medicina e C hirurgia Università La Sapienza- Ro ma il 27 Ottobre 1999 Lo Studio ha dato luogo a tre prodotti di im mediato utilizzo in ambito organizzativo, assistenziale e formativo. Tali prodotti sono: 3. Le Linee guida per il trasferimento inter-ospedaliero del paziente con ictus cerebrale, protocollo in corso di sperimentazione dal servizio 118 della Regione Lazio 4. Il Corso di For m azione per m edici ed infermieri che operano nei Diparti menti di Em ergenza e nei PS della Regione Lazio, già utilizzato dalla AS P regione Lazio per la formazione del personale Medico ed Infermieristico dei D EA e PS dell intera Regione Lazio alla corretta gestione in E m ergenza del paziente 5. con M odello ictus di cerebrale. tele-consulto satellitare applicabile alle diverse patologie dell emergenza Ha organizzato le attività necessarie alla presentazione del Progetto, alla dimostrazione della efficienza e della affidabilità dei dati sanitari tras messi per via satellitare alla 1 Mostra Convegno delle sperimentazioni gestionali ed organizzative in campo sanitario: Sanità Futura. Ministero della Salute. Cernobbio 2001 Pag. 11/22

12 Ha organizzato le attività necessarie alla presentazione Corso di Formazione dedicato ai Medici e agli Infermieri dell Emergenza, alla 2 Mostra Convegno delle sperimentazioni gestionali ed organizzative in campo sanitario: Sanità Futura. Ministero della Salute. Cernobbio : ha partecipato al progetto Finalizzato Ministero della Sanità: Prevalenza ed incidenza dei disturbi neuropsichiatrici post ictali Resp. Scientifico Dr. S. Paolucci IRCC S S. Lucia 1. Elaborazione, realizzazione e conclusione del progetto Continuità assistenziale per l'ictus: costruzione di un sistema integrato tra strutture di emergenza, residenziali e territoriali - Resp. Scientifico Prof. M. Prencipe; Progetto art. 12 del D.Lgs. 502/92 integrato dall'art. 12 bis del D. Lgs. 229/99 Esercizio finanziario 2001; responsabile della Unità di Coordina mento e di 2 Unità Operative del progetto. Unità operative partecipanti: 9. Servizio Attività Ospedaliera ASP- Regione Lazio D ott.ssa G. Guasticchi 10. Policlinico U m berto I Rom a D E A II Dott. ssa MLuisa Sacchetti 11. U nità di Riabilitazione Fondazione S. Lucia Dr. Marco Molinari Servizio Speciale di Fisiopatologia Clinica Dr. Stefano Strano O spedale S. Giovanni Evangelista di Tivoli Dr. Andrea Marcheselli- 14. N o mentano Hospital- Centro di Sanità S.r.L. D ott. ssa MLuisa Sacchetti Servizio Di Riabilitazione Univ. Cattolica Policlinico G e m elli Dr. Vincenzo Di Lazzaro- 16. O pedale S.G. Addolorata- R o ma Dr. Maria Gagliardini- 17. ITS. R. Montescano - Pavia- Dt.ssa Caterina Guarnaschelli S P EL S -Servizi Per La Salute- O NLU S Dr. Andrea Ferrucci- Lo Studio ha dato luogo a prodotti di im mediato utilizzo in a mbito organizzativo, assistenziale e formativo. Tali prodotti 1. Msono: odello di cartella clinica ambulatoriale multim ediale. La cartella viene attualm ente utilizzata per i pazienti che afferiscono all ambulatorio specialistico neurovascolare del Dipartimento di Scienze N eurologiche nella rete intranet. 1. Scheda di dimissione standardizzata, utilizzabile sia in cartaceo sia in formato elettronico, contenente in forma sintetica i dati clinico-strumentali dei pazienti con ictus cerebrale ricoverati presso un reparto di degenza del Policlinico U m berto I. 1. Tea m Neurovascoalre esperto e dedicato che permette a pazienti e M M G un più facile contatto ed accesso alle attività di consulenza che il Tea m dedica ai pazienti con Ictus cerebrale che afferiscono alle proprie strutture (w w w.neurovascolareuniro ma1.it) 1. Ambulatorio per la prevenzione del rischio cardiovascolare elevato presso il centro di Fisiopatologia C ardiovascolare (Resp. Dr. S. Strano) 1. R ete di collaborazione dedicata alla patologia cerebro-vascolare tra le diverse UO che hanno aderito al progetto, ed in particolare tra il Tea m Neurovascolare del Dip. Sc. Neurologiche-Az.Policlinico Umberto I, l IRC CS S. Lucia,il Centro di Sanità srl. e l ASP della Regione Lazio. 2. R esponsabile di Unità Operativa dei seguenti studi: o 2005: Studio SIRIO (Stroke in Italy and related impact on outcome): Dalla fase acuta al follow-up ad un anno: il percorso assistenziale del paziente con ictus cerebrale. Presidenti: Prof. G. F. G ensini, Prof. A. Carolei, Prof. V. Toso o 2004: Studio multicentrico internazionale PRoF ES S- Prevention Regi men for Effectively avoiding Second Stroke. Coordinatore Nazionale prof. Leandro Provinciali o 2003: Studio multicentrico internazionale CHA RIS M A- Clopidogrel for High Atherotro mbotic Risk and Ische mic Stabilization M anage ment and Avoidance- Responsabile Scientifico prof. EJ Topol- Cleveland Clinic Foundation- Ohio Pag. 12/22

13 o Studio multicentrico internazionale M AT C H- Management of Atherothronbosis with Clopidoigrel in High- risk patients with Recent TIA: a rando mized double blind study with 18 m onth of followup 3. N el 2002 ha ricevuto il finanzia mento per il progetto di ricerca della I Facoltà di Medicina e Chirurgia U niversità La Sapienza dal titolo "Ruolo dei linfociti T nella evoluzione della placca aterosclerotica carotidea" Codice progetto: C26F Pag. 13/22

14 ALLEGATO 4 Membro delle seguenti Società a Carattere Scientifico M e m bro del direttivo SISS-Società Italiana Studio dello Stroke-dal 2008 Socio della World Federation of Neuro Riahabilitation dal 2004 Socio della Società Italiana di Riabilitazione Neurologica dal 2002 Socio fondatore del " Gruppo di Studio delle Malattie Cerebrovascolari della SIN M e m bro eletto nel Direttivo del Gruppo di Studio per le Malattie Cerebrovascolari SIN nel biennio M e m bro del Co mitato tecnico-scientifico del Foru m per le Malattie Cerebrovascolari. Presidente Prof. G. G ensini, Socio dal della 2002 Società dei Neurologi Ospedalieri- SN O dal 2002 Iscritta all International Society for Neurological Intensive Care ed alla World Federation of Neurology (Research Group on Intensive Care Neurology) dal 1992 Socio della Società Italiana di Neurologia dal 1990 Già socio del Gruppo Ro m ano per la prevenzione delle Vasculopatie Cerebrali Pag. 14/22

15 ALLEG AT O 5 MISCELLANEA: ALTRE ATTIVITA 1. C ollaboratore nella stesura delle linee guida italiane di prevenzione e tratta mento dell Ictus cerebrale S P R E A D Stroke Prevention and Educational Awareness Diffusion dal Resp. G. G ensini Cap : Trattamento riabilitativo e continuità dell'assistenza: Il trattam ento nutrizionale nella riabilitazione. 2. M e m bro del Co mitato editoriale della rivista ICT US dell Italian Stroke Foru m 3. R eferee della rivista internazionale Stroke dell Am erican Stroke Association dal Iscritta nell'albo degli Esperti del MIU R di cui all'art. 7, co m m a 1, del decreto legislativo n. 297 del 27 luglio 1999 con decreto n dell' 8 sette mbre C ollabora con l Agenzia di Sanità Pubblica-A SP della Regione Lazio per i progetti di trasferimento sul territorio delle acquisizioni scientifiche e didattiche nel ca mpo delle malattie cerebrovascolari; in particolare ha m esso a disposizione la proprie conoscenze nei seguenti ambiti: 6. dal 1999 collabora per la realizzazione della rete delle Stroke Unit nel Lazio; 7. M e m bro del Gruppo di Lavoro per la elaborazione dei Criteri clinico-organizzativi per il trasferimento del paziente critico nella rete dell Emergenza Sanitaria Regionale e responsabile del progetto Percorsi Clinico-Assistenziali E mergenza PC AE, dedicati all Ictus cerebrale e mem bro del C o mitato scientifico del progetto P CAE per l Ictus cerebrale 8. Luglio 2000 sull argo mento Livelli essenziali di assistenza e Liste di Attesa Ministero della Sanità, Dipartimento di Progra m m azione. Ro ma; Lungotevere Ripa, Responsabile delle attività formative del progetto Sistema Sorveglianza Ictus coordinato dalla Agenzia di Sanità Pubblica della R egione Lazio : Me m bro del Gruppo di Lavoro per la stesura del Piano di form azione del personale operante nel siste m a di e mergenza- urge nza della Regione Lazio - Triennio dal 2001 collabora con il gruppo di lavoro per la realizzazione di attività di continuità delle cure dedicate al paziente con ictus cerebrale 1. H a collaborato con il prof. M. Di Paola nella stesura del progetto di realizzazione del Dipartimento craniospinale presso l area del paziente critico della piattaform a centrale del DE A II Livello Policlinico Umberto I- dal Febbraio al Dice mbre Aiuto responsabile del prof. C. Fieschi della supervisione lavori di ristrutturazione ed adeguam ento del R eparto di I Clinica Neurologica alle vigenti norm e di sicurezza, lavori svolti dall Uff. Tecnico del Policlinico Um berto I tra Luglio e Nove m bre Aiuto responsabile del prof. C. Fieschi della supervisione lavori di adegua mento alle vigenti norme di sicurezza della Stroke Unit del Dipartimento di Scienze Neurologiche effettuate nel Luglio R esponsabile del Comitato Scientifico ed Organizzatore del Corso EC M Trasferimento sul territorio della pratica medica basata sulle evidenze: diffusione delle Linee Guida Italiane sulla prevenzione dell Ictus cerebrale. Centro Congressi Università degli Studi di Ro ma La Sapienza - Via Salaria 113- R o ma Ottobre R esponsabile della Segreteria scientifica ed organizzativa della Giornata conclusiva Progetto Strategico : Farmacologia e terapia dell ictus ische mico maggiore Consiglio Nazionale delle Ricerche Ro ma 27 Attività di Ottobre volontariato: 1999; Aula Marconi Presidente della Federazione O NL U S nominata A.L.I.Ce. Italia Associazione per la Lotta all Ictus C erebrale Presidente dal della 2007 ONL U S nominata A.L.I.Ce. Lazio Associazione per la Lotta all Ictus Cerebrale dal 2001 al ww w.alicelazio.org Segretario della O NL US nom inata Servizi per la Salute - SP EL S dal 2001 ww w.spels.it Dal 1990 è relatrice e/o moderatore a Congressi Nazionali ed internazionali (vedi elenco allegato). Dal 1985 partecipa regolarm ente ai più importanti congressi nazionali ed internazionali (vedi elenco allegati). ALLE G AT O 6 Pag. 15/22

16 ELENCO DELLE PUBBLICAZIONI SCIENTIFICHE SU RIVISTE NAZIONALI ED INTERNAZIONALI DELLA DR.SSA MARIA LUISA SACCHETTI 1. Italian Acute Stroke Study Group: Italian Acute Stroke Study-Hemodilution (IASS-H). Organization and Methodology. Clinical Hemorheology 6, 11-16, Fieschi, C. Argentino, M. Silvestrini, F. Giubilei, M.L. Sacchetti, M. Rasura, P. Fiorani, L. Bozzao and G.L. Lenzi: Clinical managment of acute cerebral ischemia.in: Pharmacology of Cerebral Ischemia. Elsevier Science Publishers B.V.J. Krieglstein ed. 1986; pp Italian Acute Stroke Study Group: Italian Acute Stroke Study Hemodilution. An Example of Therapeutical Protocol. In: "Acute Brain Ischemia Medical and Surgical Therapy". N. Battistini, P. Fiorani, R. Courbier, F. Plum, C. Fieschi Eds. (1986) Raven Press, New York. Vol.32, pp Giubilei, C. Fieschi, M. Rasura, D. Intiso, V. Di Piero, M.L. Sacchetti, A. Pace, M. Silvestrini, L. Paris, S. Bastianello e C. Argentino: Ischemia cerebrale acuta: valutazione dei fattori prognostici a breve termine. Angiologia '86, Bertini D., Nuzzaci G., Pratesi C., Righi D. Eds. Monduzzi Bologna; pp , Bozzao L., Argentino C., Fantozzi M.L., Bastianello S., Antonelli M., Colonnese C., M.L. Sacchetti, Lenzi G.L. e Fieschi C.: Aspetti angiografici in 40 pazienti con ischemia cerebrale focale esaminati entro 4 ore dall'ictus. In: Attualita' in Neurochirurgia 1987, B. Cucciniello Ed., Monduzzi Bologna 1987; pp Argentino, M. Silvestrini, M.L. Sacchetti, M. Rasura, P. Gabrielli: Terapia dell'ictus cerebrale acuto. In: Attualità in Medicina Interna , Vol.2 pp Italian Acute Stroke Study Group: The Italian Hemodilution Trial in Acute Stroke. Stroke 18: , (I.F ). 8. C. Argentino, M.L. Sacchetti, A. Allegretta, F. Girmenia: Protocollo terapeutico dell'ischemia cerebrale acuta, adottato presso la Stroke Unit dell'università di Roma - "La Sapienza". In: Atti e Memorie Soc. Med. Lazio, 1987, 3: pp Argentino C, Toni D, Sacchetti ML, Girmenia F, Savoini G, Erminio F, Federico F, Ferro Milone F, Gallai, Gambi D, Garello L, Mamoli A, Ponari O, Rebucci GG, Senin U, Fieschi C (The Italian Acute Stroke Study Hemodilution + Drug). Hemodilution and monosialoganglioside GM1 in the treatment of acute ischemic stroke. Pharmacology of Cerebral Ischemia 1988.KrieglsteinJ.Ed;Wissenschaftliche verlagsgesellscheft, Stuttgart 1988 pp Fieschi C, Toni D, Argentino, Fantozzi M.L., M.L. Sacchetti, Zanette E.:The possibility of revascularization in acute ischemic stroke. In Update in Carotid Disease. Luigi A Moggi Ed. ESAM Futura Press Perugia pp Fieschi C., Argentino C., Lenzi G.L., Fantozzi L., M.L. Sacchetti, Pace A., Rasura M., Bastianello S., Bozzao L., Zanette E., Buttinelli C., Giubilei F., Pantano P.: Therapeutic window for pharmacological treatment in acute focal cerebral ischemia. Calcium Antagonists Pharmacology and Clinical Research. Annals of the New York Academy of Sciences March 31, 1988 Vol. 522; pp Silvestrini, C. Argentino, F. Giubilei, M.L. Sacchetti, C. Fieschi. Italian Acute Stroke Study Hemodilution+Drug. Presentazione del Protocollo. Minerva Medica; 8: , Italian Acute Stroke Study Group: Haemodilution in acute stroke: Results of the Italian Haemodilution Trial. The Lancet; 13: , Intiso, F. Violi, Alessandri, P. Pelaia, M.L. Sacchetti, M. Rasura: Attivazione leucocitaria nell'ischemia cerebrale. Minerva Medica; 8: , Pag. 16/22

17 15. Argentino, M.L. Sacchetti, D. Toni, L. Candelise, C.Fieschi. Studio italiano sull'emodiluizione: risultati di un trial multicentrico. In: Atti Simposio Nazionale Microcircolazione '88. F. Pupita et al. Eds Fortuna, Fano 1988, pp C Roberti, S. Bastianello, G. Mancini, M.L. Sacchetti, F. Girmenia, E. Zanette: Possibilità di impiego della dopplersonografia transcranica (TCD) nella fase acuta dell'ictus. Atti del Congresso della SINS, Capri 9-11 Ottobre; Ricerca Neurochirurgica Neurosonologia 1989; Suppl Argentino C, M.L. Sacchetti, Toni D, Savoini G, D'Arcangelo E, Erminio F, Federico F, Ferro Milone F, Gallai V, Gambi D, Mamoli A, Ottonello GA, Ponari O, Rebucci G, Senin U, Fieschi C: GM1 Ganglioside Therapy in Acute Ischemic Stroke. Stroke 20: , (I.F ) 18. C Fieschi, C Argentino, GL Lenzi, M.L. Sacchetti, D Toni, L Bozzao: Clinical and instrumental evaluation of patients with ischemic stroke within the first six hours. J Neurol Sci 91: , (I.F ) 19. ML Sacchetti, D. Toni, C. Argentino: Vasculopatie cerebrali ischemiche- Aspetto Medico. In: Bollettino di informazioni medico statistiche. Vasculopatie cerebrali ischemiche 1989, pp D Toni, C. Argentino, M.L. Sacchetti, C. Fieschi: Unita' per vasculopatie cerebrali in Italia. Ricerca Neurochirurgica. Vol , pp C. Argentino, D. Toni, M.L. Sacchetti, G. Savoini, M Rasura and C. Fieschi: Clinical Trials in Acute Ischemic Stroke. In: Advances in Biosciences 1990, pp C Argentino, D. Toni, M. Rasura, F. Violi, M.L. Sacchetti, A. Allegretta, F. Balsano, C. Fieschi: Circadian variation in the frequency of ischemic stroke. Stroke 21: , (I.F ) 23. Sacchetti, D. Toni, C. Argentino, M. Fiorelli, M. Frontoni, M. Salvetti, E. Zanette, A. Carolei, G.L. Lenzi, and C. Fieschi: Early fibrinolysis and brain protection: design of a four-arm clinical trial in brain infarction. J. Krieglstein, H. Oberpichler (Eds) Pharmacology of Cerebral Ischemia, Marburg 1990, pp Fieschi, S. Bernardi. M. Rasura, M.L. Sacchetti, D. Toni, M. Gentile and M. Frontoni: Treatment of Acute Ischemic Stroke. In: A. Guidetti Ed. Neurotoxicity of Excitatory Aminoacids, Raven Press, New York 1990, pp Fieschi, M.L. Sacchetti, C. Carolei: Encefalopatie vascolari. Enciclopedia Medica Italiana. USES Eds. SC- FI- 1991; Agg.I Vol. II pp: Kushner MJ, Zanette EM, Bastianello S, Mancini G, M.L. Sacchetti, Carolei A, Bozzao L: Transcranial doppler in acute hemispheric unfarction. Neurology 1991;41: (I.F ) 27. Toni, C. Argentino, M. Gentile, M.L. Sacchetti, F. Girmenia, E. Millefiorini and C. Fieschi: Circadian Variation in the Onset of Acute Cerebral Ischemia: Ethiopathogenetic Correlates in 80 Patients Given Angiography. Chronobiology International, 8: , Toni, M. Frontoni, C. Argentino, M.L. Sacchetti, M. De Michele, C. Fieschi: Update on Calcium Antagonists in cerebrovascular Diseases. J. Cardiovasc. Ph; 18 (Suppl 8) S 10-14; D. Toni, M.L. Sacchetti, C. Argentino, M. Gentile, C. Cavalletti, M. Frontoni, C. Fieschi: Does hyperglicemia play a role on the outcome of acute ischemic stroke patients? J Neurol 239: , C Fieschi, A. Carolei, M. Frontoni, C. Argentino, D. Toni, M.L. Sacchetti, M Fiorini: Evaluation of medical treatment in acute ischemic stroke. J. Stroke Cerebrovasc. Dis. 1992; 2: Sacchetti, E. Millefiorini: Terapia trombolitica: prospettive e limiti. In: Carreras M, Defanti CA, Cornelio F, Federico A (Eds.) Atti del XI corso di aggiornamento della Società Italiana di Neurologia. Bergamo Ottobre Monduzzi Ed. pp Pag. 17/22

18 32. S Bastianello, M Zaccagnini, A Pierallini, D Toni, M.L. Sacchetti, M Fiorelli, G Brughitta, M Antonelli, C Argentino, C Fieschi, L Bozzao: Valore prognostico dell'infarcimento emorragico nell'evoluzione clinica dei pazienti con ischemia cerebrale sovratentoriale.in: G Scotti (ed). Neuroradiologia Ed. del Centauro, Udine; pp C Fieschi, M Fiorelli, ML Sacchetti, D. Toni, Gori MC, Argentino C: Treatment for hyperacute ischemic stroke from the experimental work to the clinical setting. In Pharmacology of cerebral ischemia, Krieglstein J, Oberpichler H (Eds.) Wissenschaftliche Verlagsgesellshaft, Stuttgart, 1992, pp ML Sacchetti, D. Toni, M. Fiorelli, C. Argentino, M. Frontoni, C. Roberti, V. Colangelo, M. Rasura and C. Fieschi. Thrombolysis in acute ischemic stroke. In: Thrombosis: an update; 1992, pp G.G. Neri Serneri, G.F. Gensini, R. Abbate, D. Prisco Eds. Sc. Press. Florence. 35. F Giubilei, M. Iannilli, M. Vitale, A. Pierallini, M.L. Sacchetti, G. Antonini, C. Fieschi. Sleep patterns in acute ischemic stroke. Acta Neurol. Scand 86: ; ML Sacchetti, C. Argentino, G. Sette, D Toni, M. Fiorelli, F Giubilei, M Frontoni, M. De Michele, MC. Gori, M Rasura, G Antonimi, C. Fieschi. La terapia Trombolitica nell infarto cerebrale: prospettive e limiti. G. di Neuropsicofarmacologia 1993; 1: M. Fiorelli, M.L. Sacchetti, D. Toni, C. Argentino, MC. Gori, C. Di Biasi, G. Gualdi, C. Fieschi. Feasibility and usefulness of conventional spin-echo MR imaging in hyperacute ischemic stroke: a comparison with CT scan. Circ. Metabol. Cerveau 10:5-10; Sacchetti, M. Fiorelli, D. Toni, C. Argentino, G. Sette, M.C. Gori, G. Antonini, M. Ricci, S. Bastianello, C. Fieschi: Revascularization pathophysiology after acute cerebral infarction. In : Greenhalgh RM, Hollier LH (Eds). Surgery for stroke. W.B. Saunders Company LTD, London,1993,pp Fieschi, M.L. Sacchetti, C. Argentino, M. Fiorelli, D. Toni, M. C. Gori, S. Bastianello and G. Sette: Clinical outcome of acute ischemic stroke: Prospective angiographic studies.in : Thrombolytic Treatment in Acute Ischemic Stroke II. G del Zoppo, E Mori, W Hacke Eds. Springer-Verlag Berlin Heidelberg 1993; pp Fieschi C, Lucchi N, Sacchetti ML. Neuropsychiatric treatments in medieval Rome. J Hist Neurosci Jul;2(3): D. Toni, R. Del Duca, M. Fiorelli, M.L. Sacchetti S. Bastianello, F. Giubilei, C. Martinazzo, C. Argentino: Pure motor hemiparesis and sensorimotor stroke: accuracy of the very early clinical diagnosis of lacunar stroke. Stroke 1993; 25:92-96 (I.F ) 42. Toni D, De Michele M, Fiorelli M, Bastianello S, Camerlingo M, Sacchetti ML, Argentino C, Fieschi C. Influence of hyperglycemia on infarct size and clinical outcome of acute ischemic stroke patients with intracranial arterial occlusion. J Neurol Sci 1994; 123: (I.F ) 43. C.Cavalletti, C. Argentino, M.C. Gori, M. L. Sacchetti, G. Sette, Fieschi. Terapia Trombolitica nell ischemia cerebrale. In: Cardiologia in Ospedale II- Giorgio Mattioli. G.E.A. Ed pp: Fieschi, M. Frontoni, M. Fiorelli, M. L. Sacchetti, D. Toni, C. Argentino and M.C. Gori: What are we learning from clinical trials in acute cerebral ischemia? In: Cerebral Ischemia and basic mechanisms. A. Hartman, F. Yatsu and W. Kuscinsky Eds. Springer-Verlag Berlin Heidelberg pp Sette G, Toni D, De Michele M, Fiorelli M, Sacchetti ML, Cavalletti C, Gori C, Argentino C, Fieschi C. Pharmacology of stroke: an overview. In Krieglstein J, Oberpichler-Schwenk H (Eds.) Pharmacology of Cerebral Ischemia 1994, Wissenschaftliche Verlagsgesellshaft, Stuttgart, 1994, pp D. Toni, R. Del Duca, ML Sacchetti, M. Fiorelli, C. Argentino, C Fieschi. Trattamento dell infarto cerebrale acuto. In Farmacologia dei Calcio-Antagonisti. Pitagora press. 1994; pp Pag. 18/22

19 47. Toni D, Fiorelli M, Gentile M, Bastianello S, Sacchetti ML, Argentino C, Pozzilli C, Fieschi C. Progressing neurological deficit secondary to acute ischemic stroke. A study on predictability, pathogenesis and prognosis. Arch Neurol 1995;52: (I.F ) 48. D Toni, M Fiorelli, M De Michele, S Bastianello, ML Sacchetti, E Montinaro, EM Zanette, C Argentino: Clinical and prognostic correlates of stroke subtype misdiagnosis within twelve hours from onset. Stroke 1995; 26: (I.F ) 49. Fiorelli M, Alpérovitch A, Argentino C, Sacchetti ML, Toni D, Sette G, Cavalletti C, Gori MC, Fieschi C for the Italian Acute Stroke Study Group. Prediction of long term outcome in the early hours following acute ischemic stroke. Arch Neurol 1995; 52: ; (I.F ) 50. L Bozzao, S Bastianello, A Paolillo, D Toni, M Fiorelli, ML Sacchetti, C Argentino, C Fieschi: Hemorrhagic transformation in acute ischemic stroke: its incidence and clinical implication. Rivista di Neurobiologia 1995; (suppl1): C Argentino, M Fiorelli, ML Sacchetti, D Toni: Pragmatic and exploratory approach to clinical experimentation of new treatments for acute ischemic stroke. Rivista di Neurobiologia 1995; (suppl 1): C Fieschi, C Cavalletti, D Toni, M Fiorelli, ML Sacchetti, M De Michele, M.C. Gori, E Montinaro, and C Argentino: Thrombolysis in Acute Ischemic Stroke. Acta Neurochir 1996; (suppl) 66: D Toni, M Fiorelli, S Bastianello, ML Sacchetti, G Sette, C Argentino, E Montinaro, L Bozzao: Hemorrhagic transformation of brain infarct: predictability in the first five hours from stroke onset and influence on clinical outcome. Neurology; 1996; 46: ( I.F ) 54. C Argentino, M Fiorelli, M Frontoni, ML Sacchetti, G Sette, D Toni: Malattie cerebrovascolari. In: C. Fazio. C. Loeb (Eds) Neurologia. Società Editrice Universo, Roma. 1996; pp (IF ) 55. Argentino C, De Michele M, Fiorelli M, Toni D, Sacchetti ML, Cavalletti C, Sette G, Falcou A, Bastianello S, Bozzao L. Posterior circulation infarcts simulating carotid stroke - The perspective of the acute phase. Stroke 1996;27: (I.F ) 56. C Fieschi, C Cavalletti, C Argentino, M Fiorelli, M Rasura, ML Sacchetti, G Sette, D Toni. The therapeutical association within thrombolytic and neuroprotective drugs.in: Krieglstein J (Ed.) Pharmacology of Cerebral Ischemia 1996, Wissenschaftliche Verlagsgesellshaft, Stuttgart, 1996; pp D Toni, M Fiorelli, S Bastianello, A Falcou, G Sette,V Ceschin, ML Sacchetti, C Argentino. Acute ischemic strokes improving over the first 48 hours of onset: predictability, outcome and possible mechanisms - a comparison with early deteriorating strokes. Stroke 1997;28:10-14 (I.F ) 58. D Toni, ML Sacchetti, C Argentino, M Fiorelli, G Sette, L Bozzao, S Bastianello, E Montinaro. Hemorrhagic infarct. Neurology 1997;48: (letter) ( I.F ) 59. ML Sacchetti, D Toni, M Fiorelli, C Argentino, C Fieschi. The concept of combination therapy in acute ischemic stroke. Neurology. 1997;49(Suppl.4) S70-S74 ( I.F ) 60. ML Sacchetti, A Falcou, C Fieschi. Experimental basis for combined treatment in acute ischemic stroke. In: J Castillo, A Davalos, D Toni (eds.): Management of acute ischemic stroke. Springer Verlag, Barcelona 1997;pp C Argentino, MC Gori, P Del Noro, ML Sacchetti, MC Porta, Q. Granata, R Tatarelli: Effetti di lesioni focali sull espressività pittorica nel linguaggio artistico. G. di Neuropsicofarmacologia. 1997; Toni D, Fiorelli M, Zanette EM, Sacchetti ML, Salerno A, Argentino C, Solaro M, Fieschi C. Early spontaneous improvement and deterioration of ischemic stroke patients: a serial study with transcranial doppler. Stroke 1998;29: (I.F ) Pag. 19/22

20 63. W Hacke, E Blumki, T. Steiner, T Tatlisumack, MH Mahagne, ML Sacchetti, D Meier for the ECASS Study Group. Dichotomized Efficacy End Points and Global End-Point Analysis Applied to the ECASS Intention-to-Treat Data Set. Post Hoc Analysis of ECASS I. Stroke 1998; 29: (I.F ) 64. Fieschi C, Falcou A, Sacchetti ML, Toni D. Pathogenesis, diagnosis and epidemiology of stroke. CNS Drugs 1998;9, Supplement 1: C Argentino, E Di Angelantonio, A Falcou,, M Fiorelli, ML Sacchetti, D Toni, M Rasura, S Lorenzano, C Fieschi. Stupor e coma all esordio di un ictus cerebrale acuto: risultati dal registro della stroke unit Del Policlinico Umberto I di Roma. : G. di Neuropsicofarmacologia. 1999; C Fieschi, C Argentino, A Falcou, M Fiorelli, ML Sacchetti, G. Sette et al. Instrumental diagnosis and treatment of acute ischemic stroke: the clinician s perspective. In: Ito U, Fieschi C, Ozzi F, Kuzoiwa t, Katzo I, eds. Maturation Phenomenon in cerebral ischemia III. U. Berlin: Springer Verlag; 1999; pp M Fiorelli, D Toni, S Bastianello, ML Sacchetti, G Sette, A Falcou, C Argentino, S Lorenzano, E Di Angelantonio, L Bozzao. Computed tomography findings in the first few hours oa presumed ischemic stroke: implications for the clinician. J Neurol Sci Feb 1;173(1):10-17 (IF 1.453) 68. Tirilazad International Steering Committee (in alphabetical order): P.M.W. Bath; S. Blecic; J. Bogousslavsky ; G. Boysen ; S. Davis; E. Diez-Tejedor; J.M. Ferro; J. Gommans; W. Hacke; B. Indredavik; B. Norrving ; J.M. Orgogozo; E.B. Ringelstein; and M.L. Sacchetti. Tirilazad Mesylate in Acute Ischemic Stroke : A Systematic Review. Stroke : (I.F ) 69. Gallo V. Sacchetti ML, Di Angelantonio E, Lorenzano S, Patella R, Guasticchi G. Elaborazione di una cartella Clinica Multimediale dedicata alla patologia Cerebrovascolare acuta G. di Neuropsicofarmacologia 2000; ML Sacchetti. Il progetto di telemedicina dedicato all Ictus nella Regione Lazio. In: Atti del Congresso della Conferenza Nazionale sulle Stroke Unit. Milano Novembre pp ML Sacchetti. "LE STRATEGIE DI PREVENZIONE PRIMARIA DELL`ICTUS" portale 72. ML Sacchetti, Giuseppe Nardi, Maria Concetta Spadaio, L. Luddi, R. Circolo: Accidenti cerebrovascolari. In : Linee Guida per un Centro di rianimazione. 2002; Antonio Delfino Ed. pp D. Toni, A Anzini, A Falcou, S Fausti, C Gori, F Gragnani, A Mancini, C Cavalletti, C Colosimo, M Fiorelli, ML Sacchetti, C Argentino I percorsi assistenziali del paziente con ictus cerebrale nelle varie realtà regionali. Il ruolo del neurologo. Fase dell assistenza in emergenza-urgenza. J Neurol. Sci.( 2003) 24: S149-S Toni D, Sacchetti ML, Chamorro A. Acute stroke trials: the problems of local investigators? Eur Neurol. 2003;49(2): M. L. Sacchetti V. Gallo G. Guasticchi M. Fiorelli D.Toni C. Argentino Criteri per il trasferimento interospedaliero dei pazienti con Ictus cere-brale:un protocollo sperimentale ad uso degli operatori dell emergenza sanitaria della Regione Lazio. Neurol Sci (2003) 24: S143-S De Luca, N. Agabiti, M. Fiorelli, ML Sacchetti, V. Tancioni, O. Picconi, S. Cardo, G. Guasticchi. Implementation of a surveillance system for stroke based on administrative and clinical data in the Lazio region (Italy): methodological aspects. Ann Ig 2003; 15: Sbarigia E, Toni D, Speziale F, Falcou A, Sacchetti ML, Panico MA, Fiorelli M, Argentino C, Ducasse E, Fiorani P. Emergency and early carotid endarterectomy in patients with acute ischemic stroke selected with a predefined protocol. A prospective pilot study. Int Angiol Dec;22(4): Pag. 20/22

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura

Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Lo spessore medio-intimale come marker di rischio cardiovascolare. Qual è il suo significato clinico e come si misura Michele Liscio Riassunto L ecocolordoppler dei vasi sovraortici (TSA) rappresenta un

Dettagli

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna

Date da 10/2003 a 01/2004 Lavoro o posizione ricoperti Dirigente medico ex I livello, a tempo determinato, Disciplina di Medicina Interna Principali attività e medico presso la Medicina e Chirurgia di Accettazione ed Urgenza (MCAU) del Pronto Soccorso Generale P.O. Garibaldi Centro. Attività svolta presso gli ambulatori di Medicina del Pronto

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo

TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo TEA vs STENT : il parere del neurochirurgo Pasquale Caiazzo U.O. di Neurochirurgia Ospedale S. Maria di Loreto Nuovo ASL Napoli 1 Direttore: dr. M. de Bellis XLIX Congresso Nazionale SNO Palermo 13 16

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971. Numero telefonico dell ufficio. Fax dell ufficio 079217088 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Pintus Francesco Data di nascita 01/11/1971 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Medico AZIENDA OSPEDALIERO UNIVERSITARIA DI SASSARI

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA

IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA UFFICIO FORMAZIONE E ECM IRCCS ASSOCIAZIONE OASI MARIA SS TROINA Mod. -0701-08 a Rev. 02 Del 10/07/2011 LA COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: STRATEGIE E STRUMENTI LOW ED HIGH TECH PER LA COMUNICAZIONE,

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

REaD REtina and Diabetes

REaD REtina and Diabetes Progetto ECM di formazione scientifico-pratico sulla retinopatia diabetica REaD REtina and Diabetes S.p.A. Via G. Spadolini 7 Iscrizione al Registro delle 20141 Milano - Italia Imprese di Milano n. 2000629

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile

Staff - S.C. Neuropsichiatria Infantile INFORMAZIONI PERSONALI Nome Attilio Vercelloni Data di nascita 28/01/1960 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente medico ASL DI VERCELLI Staff - S.C. Neuropsichiatria

Dettagli

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DELPIANO Laura Indirizzo Via Torino n. 112 int. 2 10036 SETTIMO TORINESE Telefono 011.898.26.34 Mobile: 333.10.60.176 Fax 011.898.26.34 E-mail laura.delpiano@cespi-centrostudi.it

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum Principi base per un buon CV Il curriculum vitae è il resoconto della vostra vita professionale, e può essere il vostro rappresentante più fedele, a patto che sia fatto bene. Concentratevi sui punti essenziali

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

p e r i l c u r r i c u l u m

p e r i l c u r r i c u l u m F o r m a t o e u r o p e o p e r i l c u r r i c u l u m v i t a e Informazioni personali Nome Indirizzo Ferraina Caterina Rosaria Località Feudotto compl. AZUR Vibo Valentia Telefono 0963.94428 328/2888930

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica Pasquale Parisi, MD PhD et. al. Outpatience Service of Paediatric Neurology Child Neurology, Chair

Dettagli

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza

BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza BIBLIOTECHE ITALIANE CHE POSSIEDONO IL PERIODICO: Il Fallimento e le altre procedure concorsuali : Rivista di dottrina e giurisprudenza AN001 Centro di Ateneo di Documentazione - Polo Villarey - Facoltà

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE La sottoscritta Nannini Emanuela nata ad Arezzo il 20.08.1965, consapevole della decadenza dai benefici di cui all art. 75 del DPR 445/2000 e dalle norme penali

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

Iscrizione Albo Regione Sardegna n. 259

Iscrizione Albo Regione Sardegna n. 259 CURRICULUM VITAE EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI Nome Cognome Data e luogo di nascita ESPERIENZE LAVORATIVE ANTONELLO CATOGNO 13/06/1974 - Alghero (SS) Indirizzo Via Degli Orti, 68 Cap, Città 07041 Alghero

Dettagli

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura

Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura Dip.to di Continuità Assistenziale - U.O.C. di Geriatria Gestione dei problemi della persona anziana nei contesti di cura 1^ ed. 6 maggio 2014 Centro Servizi alla Persona Fondazione Zanetti di Oppeano

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Nome Da Campo Gianluigi Data di nascita 07.12.1958 Qualifica Dirigente di 1 livello Amministrazione Azienda 12 Veneziana Incarico attuale Responsabile di struttura semplice in chirurgia

Dettagli

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Pag. 51 D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Responsabile: Prof. Lucio SANTORO Sedi: Edifici 17 16-11G - 20 Direzione 4645 Segreteria 2788 Fax 2657 Portineria 2355 U.O.C.

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI

RAZIONALE OBIETTIVI DIDATTICI RAZIONALE L Iperplasia Prostatica Benigna (IPB), a causa dell elevata prevalenza e incidenza, in virtù del progressivo invecchiamento della popolazione maschile, e grazie alla disponibilità di adeguati

Dettagli

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a:

1.Obiettivi. Il Master è, inoltre, finalizzato a: 1 1.Obiettivi Il master ha l obiettivo di favorire lo sviluppo delle competenze manageriali nelle Aziende Sanitarie e Ospedaliere, negli IRCCS, nei Policlinici e nelle strutture di cura private approfondendo,

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

Dal 2002 a tutt oggi è Direttore Sanitario dell Ospedale di Mormanno.

Dal 2002 a tutt oggi è Direttore Sanitario dell Ospedale di Mormanno. C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome MARILENA MORANO Data di nascita 04-07-1956 Qualifica Direzione Sanitaria Amministrazione ASP COSENZA Incarico attuale DIRETTORE SANITARIO OSPEDALE

Dettagli

CARDIOPATIA CRONICA. edizione 1 DELLA ISCHEMICA. STABILE 10 cose da fare 10 cose da non fare. corso di aggiornamento GESTIONE

CARDIOPATIA CRONICA. edizione 1 DELLA ISCHEMICA. STABILE 10 cose da fare 10 cose da non fare. corso di aggiornamento GESTIONE corso di aggiornamento GESTIONE DELLA CARDIOPATIA ISCHEMICA CRONICA STABILE 10 cose da fare 10 cose da non fare Direttore scientifico: 18 aprile 2015 Sala Rosangelo Mazzarino (CL) edizione 1 PROGRAMMA

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 27/07/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO II Fascia AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

Ore lezione, tirocinio, ricerca OS401 BAS1A-BIO

Ore lezione, tirocinio, ricerca OS401 BAS1A-BIO modulo & componenti ANNO 1 - LIVELLO 4 - YEAR 1BSc Scienze di base/mediche 1A: BIOSCIENZE Codice OS401 BAS1A-BIO Ore lezione, tirocinio, ricerca Ore di apprendimento Crediti UK 164 300 30 15 Crediti ECTS

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.

che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C. laformazione che serve Corso base sui Disturbi Specifici dell Apprendimento Direttore: Dr. Marco Leonardi 26 ottobre 2013 CEFPAS Caltanissetta 6 CREDITI E.C.M Premessa Di recente i disturbi specifici dell

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012

COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 COMUNITA SOL LEVANTE Carta dei Servizi 2010/2012 La Sol Levante nasce nel 1998 per dare una risposta alle esigenze delle persone, di ogni fascia d età, affette da disagio psichico e con problematiche in

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. Dr.ssa La Seta Concetta. Direttore U.O.C. di Farmacia C U R R I C U L U M V I T A E

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. Dr.ssa La Seta Concetta. Direttore U.O.C. di Farmacia C U R R I C U L U M V I T A E C U R R I C U L U M V I T A E Dr.ssa La Seta Concetta INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome Data di nascita Luogo di nascita Nazionalità Indirizzo Telefono La Seta Concetta 10 Febbraio 1963 Palermo Italiana

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica

I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I fattori predittivi e prognostici: il nuovo orizzonte della diagnostica anatomo patologica I Edizione 28 Settembre 2012 II Edizione 23 Novembre 2012 Martinengo - Sala Congressi Diapath L evento è stato

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC

FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC La formazione sul campo (di seguito, FSC) si caratterizza per l utilizzo, nel processo di apprendimento, delle

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome TARZIA SALVATORE Telefono 0961 857310 Fax 0961 857279 E mail s.tarzia@regcal.it Nazionalità Luogo di Nascita Data di

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

Cardioaritmologia nel Lazio

Cardioaritmologia nel Lazio Cardioaritmologia nel Lazio Regione Lazio Roma, 27-28 marzo 2015 Ergife Palace Hotel PROGRAMMA AVANZATO Con il Patrocinio di ANCE Cardiologia Italiana del Territorio Sezione Regionale Lazio Coordinatori:

Dettagli

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali

Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali Dipartimento Immagini Strutture Complesse e Semplici Dipartimentali S.C. Fisica Sanitaria S.C. Medicina Nucleare Pietra Ligure S.C. Neuroradiologia Diagnostica ed Interventistica S.C. Radiologia Diagnostica

Dettagli

Psicopatologia della DI, QdC, QdV

Psicopatologia della DI, QdC, QdV La psicopatologia nella disabilità intellettiva Dr. Luigi Croce psichiatra, docente all Università Cattolica di Brescia Ravenna 09/03/2012 Luigi Croce Università Cattolica Brescia croce.luigi@tin.it Disabilità,

Dettagli

HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO

HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO HYPERMAP IPERTENSIONE E DANNO D'ORGANO: DALLE LINEE GUIDA ALLA GESTIONE CLINICA DEL PAZIENTE IPERTESO Generalità (per informazioni specifiche sui singoli corsi (date, sedi,) consultare il sito del provider

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione Bando Fondazione Cariplo Promuovere la Formazione di Capitale Umano di Eccellenza 2012-2014 soggetti coinvolti Libera Università di

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969. Staff - STRUTTURA COMPLESSA DI CARDIOLOGIA INFORMAZIONI PERSONALI Nome GARBELLINI MARIA Data di nascita 31/03/1969 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA OSPEDALIERA VALTELLINA E VALCHIAVENNA

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale.

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale. Progetto di audit clinico. Migliorare la gestione del paziente con BPCO in. Razionale. Numerose esperienze hanno dimostrato che la gestione del paziente con BPCO è subottimale. La diagnosi spesso non è

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese

Master 2009. Executive Master PMI e Competitività. Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master 2009 Executive Master PMI e Competitività Sviluppo, Internazionalizzazione, Transizione generazionale delle Piccole e Medie Imprese Master Universitario di primo livello, III edizione Marzo 2009

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass I Informazioni personali Cognome(i/)/Nome(i) Rouame Abdelaziz Indirizzo(i) 7, via S. Andrea, 48022, Lugo di Romagna, Italia Telefono(i) 051 6597766/ 0545 24698 Mobile: 3282119380

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Informazione per pazienti La PET/CT con Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Dott. Annibale Versari - Direttore INDICE Cos è e come funziona la

Dettagli

Neuropsicologia: Valutazione, Diagnosi e Riabilitazione V edizione

Neuropsicologia: Valutazione, Diagnosi e Riabilitazione V edizione ALTA SCUOLA DI PSICOLOGIA AGOSTINO GEMELLI Facoltà di Psicologia Master Universitario di secondo livello Neuropsicologia: Valutazione, Diagnosi e Riabilitazione V edizione Sedi di Milano e Brescia Master

Dettagli

CURRICULUM VITAE del Prof. ANTONIO DAL MONTE

CURRICULUM VITAE del Prof. ANTONIO DAL MONTE CURRICULUM VITAE del Prof. ANTONIO DAL MONTE Il Prof. Antonio Dal Monte si è laureato in Medicina e Chirurgia a Roma ed ha conseguito la docenza in Fisiologia Umana ed in Medicina dello Sport. E specialista

Dettagli

Facoltà di MEDICINA E ODONTOIATRIA BANDO DI CONCORSO ANNO ACCADEMICO 2014/2015

Facoltà di MEDICINA E ODONTOIATRIA BANDO DI CONCORSO ANNO ACCADEMICO 2014/2015 D.R. n. 3060 Facoltà di MEDICINA E ODONTOIATRIA BANDO DI CONCORSO ANNO ACCADEMICO 2014/2015 MASTER DI I LIVELLO IN TRATTAMENTO PRE-OSPEDALIERO E INTRA-OSPEDALIERO DEL POLITRAUMA VISTA la legge n. 341 del

Dettagli

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus -ijp ASLLanusei Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6 Organigramma DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus DIREZIONE SANITARIA Direttore: dott. Maria Valentina Marras DIREZIONE AMMINISTRATIVA

Dettagli

L'Associazione Psionlus di Roma, provider formativo Ministero Salute per l'educazione Continua in Medicina (ECM), Ente formativo non profit già

L'Associazione Psionlus di Roma, provider formativo Ministero Salute per l'educazione Continua in Medicina (ECM), Ente formativo non profit già MASTER BIENNALE ECM NEUROSCIENZE PER LA CLINICA ESPERTA DELLE DISABILITA' COGNITIVE ASSOCIAZIONE PSIONLUS ROMA ANNO 2012-2014 L'Associazione Psionlus di Roma, provider formativo Ministero Salute per l'educazione

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli

ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI

ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI DESTINATARI: INFERMIERE, INFERMIERE PEDIATRICO INIZIO: 01/01/2012 FINE: 31/12/2012 COSTO: 84,70 (IVA INCLUSA) OBIETTIVI

Dettagli

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo

PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo PROGETTO Ambulatorio Ma.Re.A. (Malattia Renale Avanzata) Elaborato da: Delalio Alessia Guzza Lucia Resinelli Vilma Sandrini Massimo Malattia Renale Cronica Stadiazione Stadio Descrizione VFG (ml/min/1.73

Dettagli

Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina

Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina UN ESPERIENZA Dott.ssa Stefania Bracci Datré S.r.l via di Vorno 9A/4 Guamo (Lucca) s.bracci@datre.it Sommario In questo contributo presentiamo

Dettagli