senso Rebuild the sense il Tra memoria e domani Architetture capaci di dialogare Il linguaggio della materia La luce nel progetto # 42

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "senso Rebuild the sense il Tra memoria e domani Architetture capaci di dialogare Il linguaggio della materia La luce nel progetto # 42"

Transcript

1 # 42 Casa Editrice Publicomm S.r.l. - Savona - ISSN Anno IX - Numero In caso di mancato recapito rinviare all Ufficio Postale di Savona CPO, per la restituzione al mittente che si impegnerà a pagare la relativa tassa - Contiene IP in questo numero in this issue Tra memoria e domani Between memory and tomorrow Architetture capaci di dialogare Architectures able to dialogue Il linguaggio della materia The language of matter La luce nel progetto The light in the project ABDR Ricostruire Rebuild the sense il senso Periodico di contract e design d interni per spazi ad uso pubblico Review of contract and interior design for spaces for public use

2

3 Gli Illuministi sapevano di essere Illuministi? Simona Finessi editoriale Èconsuetudine dei critici dare delle etichette ai periodi storici per riassumerne i movimenti culturali salienti che li hanno caratterizzati; mi sono sempre chiesta con grande curiosità se gli attori di questi grandi movimenti culturali fossero davvero consapevoli di quello che stavano determinando con le loro azioni o se invece queste etichette fossero piuttosto un esercizio artificioso da critico. Con la stessa curiosità provo a immaginare, oggi, come i critici e gli storici degli anni futuri descriveranno i nostri tempi dilaniati dai grandi mali sociali: l'economia ristagna, la forbice sociale ha eliminato completamente la middle class facendola sprofondare verso il basso e la disoccupazione ha raggiunto livelli impressionanti. Con un quadro di questo tipo c'è effettivamente poco da stare allegri. Probabilmente parleranno degli anni 2000 come di un nuovo medioevo culturale in cui i modelli negativi hanno contagiato gli animi di tutti. Ritengo tuttavia che i periodi di grande depressione siano in realtà una grande opportunità di cambiamento e di riflessione culturale. Non mi riferisco tanto all'effetto selettivo che la crisi determina, fenomeno peraltro vero e incontrovertibile. Ma piuttosto allo slancio culturale di nuova moralità e di rinnovata responsabilità sociale e ambientale che le nuove generazioni stanno coltivando e portando alla luce, proprio in reazione ad un sistema così profondamente degenerato. Dopo ogni Medio Evo c'è sempre un Rinascimento e questo nostro tempo potrebbe segnare proprio il passaggio da una situazione di grande corruzione, volgarità e individualismo a favore di una coscienza collettiva attenta alla Res Pubblica, all'ambiente, alla solidarietà sociale. Una reazione che la mia generazione ha contribuito ad instillare in quelle successive a cui sarà dato l'arduo compito di cambiare modus vivendi e modus operandi in modo radicale. Le rivoluzioni culturali, d'altra parte, non possono mai essere stabilite artificiosamente dall'alto; tutti gli esempi storici a riguardo, testimoniano grandi fallimenti: basti pensare al tentativo di dare un'unità linguistica all'italia dopo la sua unione nel Ci sono voluti più di cent'anni perché ciò avvenisse e ancora oggi l'identità culturale della nostra penisola passa attraverso una molteplice varietà di identità geografiche e idiomatiche senza uguali. La storia ci insegna che le rivoluzioni culturali si rivelano tanto più efficaci, quanto più si generano in modo lento e profondo nelle menti delle nuove generazioni, attraverso un movimento che parte dal basso e che si genera spesso in reazione a quello che lo ha preceduto. E questo è quello che sta accadendo negli ultimissimi tempi. Sarà con molta probabilità un processo lungo il cui completo esito, temo non arriverò a vedere, ma l'importante è che questo processo abbia avuto inizio. Qualcosa dunque è cambiato; e in virtù di questo cambiamento culturale gli storici a posteriori potrebbero forse descrivere questi nostri tempi come l'inizio di un nuovo Umanesimo. L'impegno, dunque, di tutti coloro che con le proprie azioni condizionano il sistema che ci circonda, lo modificano, lo caratterizzano, lo influenzano, sarà fondamentale al fine di accelerare questo ritrovato atteggiamento etico e più che in qualsiasi altro caso, la mia fiducia va ai giovani perché il mondo sarà migliore soprattutto grazie a loro. follow us on A+D+M MAGAZINE 2013 # 42 1

4 Progettare per necessità Luisa Bocchietto 2 A+D+M MAGAZINE 2013 # 42

5 Ph. Enrico Basili Qualcuno pensa ancora che fare design sia solo progettare oggetti. Una visione estetizzante che riconosce la forma e il suo artefice come interprete del gusto contemporaneo. Il design, per gli italiani è invece, da sempre, qualche cosa di più. Sarà a causa del fatto che il design italiano nasce per mano degli architetti, avviene che dentro quel processo sia insito il concetto di "visione". Gli architetti infatti hanno studiato la storia dell'architettura e con essa frequentato le grandi utopie alla Fourier; concezioni progettuali che si occupano dell'idea collettiva di abitare prima che della modalità costruttiva con cui realizzare l'edificio. È un modo tutto umanistico di pensare il progetto, dove la tecnica resta uno strumento utile, non un obiettivo. Questa impostazione italiana del design lo lega, come disciplina, al ripensamento sul contenuto sociale di ogni azione. "Dal cucchiaio alla città" era la famosa frase slogan degli anni 50'; questa affermazione stava a indicare un'accettazione di responsabilità verso gli altri da parte del progettista, che non si lascia influenzare dall'oggetto del suo lavoro, piccolo o grande che sia, per privilegiare il proprio ruolo nell'indicare soluzioni per un mondo migliore. Questa tensione latente fa si' che a noi non interessi solo fare una bella sedia, ma "la più bella sedia del mondo", ogni volta. Questa sfida mette in gioco, certamente, le capacità produttive e manifatturiere peculiari del nostro paese, aggiungendovi una tensione intellettuale che va al di la' del formalismo. Negli altri paesi, generalmente, il design viene inteso come una componente del marketing, un abbellimento del prodotto utile a renderlo più appetibile per il mercato; per noi il design è una scommessa che insegue un pensiero, a volte rivoluzionario e sovversivo. La forza del design italiano è sempre stata quella di lavorare sul concetto ideale prima che sulla forma - il pensiero su come ci si siede, prima che sulla seduta -, rimettendo in discussione, criticamente se necessario, i processi produttivi. Per questo, dopo i grandi Maestri, che avevano dato vita al connubio tra progettista e imprenditore per realizzare i prodotti della modernità italiana, sono venuti i contestatori della grande impresa, che intendevano produrre svincolandosi dalle logiche mercantili dell'industria. I nuovi protagonisti, una volta affermati, in realtà hanno fallito la loro utopia, diventando gli interpreti di una élite ancora più sofisticata e producendo per questa oggetti più costosi e difficilmente industrializzabili. In questa contestazione intellettuale si legge però una capacità di rendersi indipendenti dai meccanismi economici per affermare delle esigenze più legate al concetto di "stare bene al mondo" piuttosto che al concetto di consumo. Per questo stesso motivo nella suddivisione tematica dell'index (la preselezione annuale del miglior design che individua i partecipanti al premio Compasso d'oro) non si parla di categorie merceologiche come negli altri premi di design (forniture, product, etc.), ma si parla piuttosto di "design per l'abitare", "design per la persona", "design per l'impresa"; categorie di pensiero prima che di prodotto. In questa logica va letta anche la piccola rivoluzione adottata dai progettisti oggi attraverso l'autoproduzione. A un atteggiamento piuttosto conservativo delle imprese, che negli ultimi anni a causa delle grandi difficoltà di sistema del nostro paese si sono appiattite nell'affidare il progetto alle grandi star o hanno rinunciato alla ricerca condivisa, si contrappone una ricerca autonoma da parte dei tanti progettisti che si avvalgono delle nuove tecniche di prototipazione rapida o si accontentano di frequentare nicchie di produzione artigianale di eccellenza per realizzare le proprie idee. C'è in sostanza, riconoscibile nel tempo, un flusso continuo di creatività che necessita di affiorare e che è sempre resa vitale da questa componente ironica, eversiva, critica che non si arrende alla logica del solo profitto. Fare bene e cercare la bellezza sembra essere una componente irrinunciabile del nostro modo di stare al mondo. Se il nostro Paese si rendesse conto di questa risorsa forse sarebbe un vantaggio per tutti. A+D+M MAGAZINE 2013 # 42 3

6 CONTENTS # 42 ph. Angelo Dadda THIS COLOR ISSUE Editoriale Editorial Editorial guest Editorial guest Sommario Contents Il tema Focus La luce nel progetto The light in the project Scenari Scenarios Current Affairs Attualità Tra memoria e domani Between memory and tomorrow Tendenze Trends Design Week Arte Arts Omar Galliani e Alessandro Busci Storia di copertina Cover Story ABDR. Ricostruire il senso ABDR. Rebuild the sense News News Il progetto raccontato Description of the Project Projects Progetti La cantina segreta nei colli toscani The secret wine cellar in the tuscan hills B4 Hotel Milano Identità Glocale Glocal Identity Architetture capaci di dialogare Architectures able to dialogue Una sfida vinta An accomplished challenge Green design Green design Anteprime Previews Designer Designer Lucy Salamanca. Il linguaggio della materia Lucy Salamanca. The language of matter Eco-Materiali Eco-Materials Green Green Alberi di armonia e d ombra Awards Awards Profili Profiles In breve In brief Speciale Outdoor Focus Focus Ambienti Ambience Real Estate Real Estate Agenda Calendar Master Master Libri Books Pop art Pop art Indirizzi Addresses PANTONE MONACO BLUE Reviews Rassegna 4 A+D+M MAGAZINE 2013 # 42

7 r.l. - Savona - ISSN Anno VIII - Numero In caso di mancato recapito rinviare all Ufficio Postale di Savona CPO, per la restituzione al mittente che si impe ADMNETWORK.IT/INDEX.PHP/ABBONAMENTI In caso di mancato recapito rinviare all Ufficio Postale di Savona CPO, per la restituzione al mittente che si impegnerà a pagare la rel a ricevere druido A+D+M GIANNI CAGNAZZO ABBONATI SUBITO dell' architettura in questo num in this is newtop riqualificazion strategi strategic requalifica la casa sull albe the tree ho speciale lightin naturale 29,00 ilpianeta CINO ZUCCHI della speciale milano design week 2012 la cura del design design cure acqua e architettura: quale futuro? water and architecture: what future? in questo numero in this issue Periodicità: ONEWORKS in questo numero in this issue value to excellence valore all eccellenza ilca to dream a sustai per sognar un domani soste errito p w brica de MARC 6 numeri annuali i Lingua: Italiano e Inglese Per continuare r struire Co ENRICO FRIG anziche 58,00 n caso di mancato recapito rinviare all Ufficio Postale di Savona CPO, per la restituzione al mittente che si impegnerà a approfitta del 50% di sconto ADMNETWORK.IT/INDEX.PHP/ABBONAMENTI A+D+M. Lo strumento di informazione, approfondimento e ricerca per professionisti, studenti e appassionati di architettura e design. p p p g LOOPING-ITALY.COM

8 Direttore Responsabile / Editor in Chief Simona Finessi - Direttore Editoriale / Publishing Director Chiara Dadda - Direttore Creativo / Creative Director Angelo Dadda - Progetto Grafico / Graphic Project Angelo Dadda - Cover photo by Enrico Basili Impaginazione / Desktop Publishing Paolo Veirana - Redattori / Editors Barbara Arnaboldi, Angelo Dadda, Chiara Dadda, Paola Ferrario, Anna Masello, Anna Nosari, Filippo Pozzoli Collaboratori / Collaborators Simonetta Pegorari A+D+M architettura design materiali Anno IX numero Registrazione Tribunale di Savona n. 559 dell 8 marzo 2005 ISSN Si ringraziano / With thanks to Luisa Bocchietto, Gianni Forcolini Pubbliche Relazioni Architetti / Public Relations Architects Anna Masello - Editore / Publisher Publicomm S.r.l. Via D. Cimarosa 55r Savona - Italy tel fax A+D+M è associato a ASSOCIAZIONE NAZIONALE EDITORIA PERIODICA SPECIALIZZATA Traduzioni / Translations Studio Micali Fotografo / Photographer Enrico Basili Stampa / Print INGRAPH Srl Via Bologna 104/ Seregno (MB) Pubblicità / Advertising Domenico Tassone - A+D+M è membro dell'associazione Italiana per il Design Nota per inviare materiale alla Redazione Per segnalare nuovi progetti, contattare: Anna Masello - Per segnalare news, eventi e le novità di prodotto dalle aziende contattare: Chiara Dadda - A+D+M è media partner di Informativa Privacy Ai sensi dell art.13 del D.Lgs 196/2003, la informiamo che l utilizzo dei Suoi dati, trattati in forma scritta e/o con l ausilio di strumenti informatici, è esclusivamente finalizzato all invio della presente rivista e della relativa newsletter. Titolare e responsabile del trattamento dei dati è Publicomm S.r.l. con sede in Savona, Via D. Cimarosa 55r, tel. 019/ La informiamo inoltre che Lei può esercitare i diritti di cui all art. 7 del citato decreto e che quindi in ogni momento potrà avere gratuitamente accesso ai propri dati e potrà richiederne l aggiornamento, la rettifica, l integrazione o la cancellazione se non desidera più ricevere la presente rivista e/o la relativa newsletter. 6 A+D+M MAGAZINE 2013 # 42

9 13 mm

10 IL TEMA Tex t by Gi anni Forcolini L'illuminazione naturale e artificiale, in quanto fattori qualificanti dell'habitat, entrano di diritto nelle prerogative dell'architetto. Tutti sanno che per rendere abitabile lo spazio costruito bisogna illuminarlo. Nel progetto di architettura l illuminazione naturale si ottiene lavorando su tutti gli elementi che collegano gli interni con lo spazio esterno: le aperture ricavate nelle pareti - finestrature, porte, accessi, collegamenti - e nei soffitti - lucernari, volte, lanterne, pozzi o camini, strutture che incanalano la luce del cielo e del sole. Ed è importante rilevare che gli effetti luminosi sono dati dalle riflessioni multiple che la luce proveniente dall esterno subisce nello spazio interno, in funzione del colore e dei materiali di tutte le superfici confinanti e degli arredi. Dunque, il disegno e la distribuzione delle strutture costruttive, con i loro trattamenti e finiture superficiali, sono determinanti. LA LUCE THE LIGHT IN THE PROJECT The natural and artificial lighting, as a key factor of the habitat, enters de jure in the architect's prerogatives. Ragionando poi sull illuminazione artificiale, si deve considerare l'impiantistica elettrica ed elettronica dell edificio, quella realtà che nelle costruzioni assume oggi grande rilevanza e non solo per ragioni funzionali ed utilitarie, ma anche so tto il profilo estetico e compositivo. Da queste sintetiche riflessioni ci si può rendere conto che il tema dell illuminazione in architettura coinvolge direttamente le strutture costruttive e gli impianti tecnici, insieme a tutte le superfici opache, trasparenti e semitrasparenti che ricevono, riflettono e trasmettono la luce nello spazio costruito. Considerata dunque le stretta relazione tra luce e architettura, l illuminazione non può che rientrare di diritto nelle competenze dell architetto I problemi sorgono quando dai termini elementari della questione si passa ad esaminare la complessità con cui oggi si presenta la domanda abitativa. L abitare in senso lato (residenza, lavoro, commercio, ecc...) richiede una Pantheon Apollodoro di Damasco, Roma 8 A+D+M MAGAZINE # 42 40

11 Bocci Lighting Mira Hotel, Hong Kong, ph. Jonathan Miller NEL PROGETTO tale quantità di funzioni interrelate da rendere il lavoro di progettazione molto articolato, ricco di apporti di tutti i tipi, da quelli creativi a quelli tecnici e specialistici. Di riflesso si sono moltiplicate le competenze necessarie a cui fanno capo le rispettive figure professionali. La progettazione integrata e coordinata è condotta da team di progettisti, esperti, consulenti, con compiti diversificati e con una forte coesione interna: un modo di lavorare in gruppo che deve conciliarsi con le regole riguardanti gli incarichi professionali, regole che spesso sono obsolete, infatti prevedono alcuni ruoli (progettisti, direttore dei lavori, responsabili della sicurezza) ma sostanzialmente ignorano la necessità di formare e di gestire il gruppo che si deve occupare di tutto il progetto e che ha l'incombenza di governarne la complessità. Sta emergendo anche nel nostro paese una nuova figura professionale, già ampiamente presente all estero, in particolare nei paesi di tradizione anglosassone, chiamata lighting designer o progettista dell'illuminazione. Come per ogni nuova professione si pongono le questioni relative al riconoscimento ufficiale, all organo (associazione o ordine) rappresentativo, a titoli di studio e programmi di formazione. Ma forse la questione meno analizzata è paradossalmente, a nostro giudizio, quella più importante; ci riferiamo al senso e ai contenuti del lavoro che il lighting designer deve svolgere. Occorre, in altre parole, dare una risposta alla domanda: si tratta di un'attività progettuale nel senso pieno del termine, cioè insieme creativa o inventiva, volta all'interpretazione dei bisogni della committenza, da cui ci si aspetta la formulazione di idee innovative, oppure è un lavoro che, sulla base di soluzioni di progetto già elaborate sotto il profilo estetico e funzionale, interviene a dare corpo con i prodotti e le tecnologie adatti a quelle soluzioni, ossia è un attività professionale che è appropriato definire di tipo tecnico ed esecutivo, come tecnico è il lavoro del progettista di strutture portanti o di impianti di climatizzazione, idraulici, elettrici, o di controllo acustico? In questi ultimi casi, infatti, il margine di libertà nel definire l influenza di strutture e impianti sulla configurazione generale dello spazio architettonico è limitata ai relativi campi di competenze. Ma il caso dell illuminazione è indubbiamente particolare perché la luce è intrinsecamente legata allo spazio abitativo. Tutta la storia dell architettura, dalle cattedrali gotiche al Movimento Moderno, testimonia dell influenza che la luce ha esercitato sui linguaggi compositivi, sulle poetiche dei grandi maestri, ma anche sulla scelta dei materiali costruttivi, dei loro abbinamenti, delle gamme cromatiche e delle texture. Si è trattato prevalentemente di luce naturale ma oggi, considerando che le strutture abitative appartengono sempre più alla sfera dell artificiale, occorre usare la stessa sapienza, sensibilità e attenzione, anche per la luce elettrica. Il carattere sempre più artificiale dell architettura è il risultato di una molteplicità di tendenze evolutive. Lo sfruttamento intensivo del suolo urbano, dettato spesso da pure finalità speculative, A+D+M MAGAZINE 2013 # 42 9

12 IL TEMA Cappella di Ronchamp, Le Corbusier porta a rendere abitabili luoghi in cui l apporto dei fattori naturali (luce, aria, caldo/freddo, suoni, odori) è fortemente condizionata da un contesto fisico fortemente antropizzato. Le stesse modalità dell abitare comportano una prevalenza dell artificiale sul naturale. Si pensi ai molti interni (nel sottosuolo, in corpi di fabbrica molto profondi, in contesti ad alta densità edilizia) che ospitano attività di vario tipo solo grazie alla presenza di luce artificiale, in carenza o in totale assenza della luce naturale. Città grandi e piccole sono la sede di una vita notturna dalle infinite forme ed espressioni, con una durata e intensità ben diverse rispetto al passato. Non è un caso che gli esiti più fertili, attuali e praticabili della bioarchitettura prevedano l interrelazione tra artificiale (tecnologie di controllo e gestione delle variabili fisiche) e naturale. Se dunque la luce va considerata come uno dei principali fattori qualificanti dell habitat umano, è evidente che il suo progetto non possa essere delegato, non possa rientrare in altre competenze, bensì debba essere assunto tra i materiali studiati e usati dall autore del progetto architettonico. Ed ecco che il lighting designer entra in campo con la propria esperienza tecnica e specialistica, per risolvere il problema di realizzare nel modo più razionale ed efficace le idee e i concetti (distribuzione di luci e ombre, creazione di atmosfere, ambientazioni, effetti, regie luminose) nate nel lavoro di progetto. Occorre, dunque, intendersi chiaramente sul ruolo del lighting designer, tecnico e consulente che si pone a supporto del progettista non tanto, crediamo, nelle fasi inventive e creative, ma in quelle realizzative, di gestione, controllo, valutazione e verifica. Delineato il ruolo eminentemente tecnico del lighting designer, è necessario ora affrontare la spinosa questione della sua autonomia e neutralità. Questa figura professionale, infatti, è presente sul mercato del lavoro in forma sia dipendente che indipendente. Per la verità oggi, nel nostro paese, prevale la prima, cioè la collocazione della figura professionale all interno di aziende che producono e commercializzano apparecchi e sistemi di illuminazione. Ma esiste il lighting designer che opera in completa autonomia esercitando quindi una libera professione. Inutile dilungarsi sulle differenze: in sostanza il primo è alle dipendenze di un impresa che fornisce prodotti e servizi, pertanto il suo operato si inscrive nella logica commerciale di promozione, consulenza e assistenza legata ai prodotti. Il secondo presta la sua opera senza questi legami e pertanto è nella condizione di selezionare, comparare e valutare tutti i prodotti disponibili sul mercato (con evidenti vantaggi economici e sulla qualità) con criteri orientati unicamente al raggiungimento di obiettivi di progetto e perciò tutelando gli interessi della committenza. C è, in sostanza, un analogia tra l operato del progettista architetto libero professionista e il Iighting designer indipendente che, ad un altro livello, svolge un servizio che tende al perseguimento dello stesso fine. La difficoltà che oggi si registra nella formazione dei team di progettazione è dovuta in primo luogo al permanere del vecchio sistema degli ordinamenti professionali. Così il progettista architetto si affida direttamente alle aziende per avere non solo offerte di prodotti, ma anche per usufruire gratuitamente del servizio di progettazione illuminotecnica. Ma in questo modo si elude il problema del corretto inserimento dell elemento luce nel contesto architettonico perché nei fatti si impone la logica delle soluzioni praticabili dall azienda che presenta la sua proposta. In conclusione, l avvento di questa nuova figura professionale rende ancora una volta impellente e quanto mai necessario un processo di rinnovamento delle leggi sugli ordinamenti professionali, sulle competenze e sulla formazione. La chiarezza su ruoli e funzioni aiuterebbe progettisti, professionisti, tecnici e imprese a lavorare meglio insieme per la qualità del progetto. 10 A+D+M MAGAZINE 2013 # 42

13 THE LIGHT IN THE PROJECT LA LUCE NEL PROGETTO Everyone knows that in order to make the built space inhabitable, it is necessary to illuminate it. In the architectural project, the natural lighting is achieved by working on all the elements that connect the interior with the exterior space: the openings in the walls - windows, doors, entrances, connections - and ceilings - skylights, vaults, lanterns, wells or chimneys, structures that channel the sky and sun light. It is important to note that the bright effects are given by the multiple reflections the light coming from the outside is subjected to in the interior space, depending on the colour and the materials of all the adjacent surfaces and furnishings. Therefore, the design and distribution of the architectural structures, with their treatments and special finishes, are crucial. If we think about the artificial lighting, we have to consider the electrical and electronic system of the building: this is a reality that today plays an important role in constructions, not only for functional and utilitarian reasons, but also for aesthetic and compositive aspects. From these brief considerations we realize that the issue of lighting in architecture directly involves building structures and technical systems, as well as all opaque, transparent and semi-transparent surfaces that receive, reflect and transmit the light in the built space. Considered the close relationship between light and architecture, the lighting cannot but fall de jure within the architect's competences. The problems arise when, from the basic terms of the question, we go on examining the complexity of today's housing demand. The concept of living in a broad sense (residence, work, trade, etc..) requires such a large amount of inter-related functions that make the design work very articulate, rich in contributions of all kinds, from creative to technical and specialized ones. Consequently, the necessary skills for the related professional profiles have multiplied. The integrated and coordinated design is carried out by teams of designers, experts, consultants, with diversified tasks and a strong internal cohesion: this way to work in a group must be in harmony with the rules relating to the professional assignments. These rules are often obsolete, in fact they consider some roles (designers, project manager, safety manager), but they basically ignore the need to train and manage the group that has to deal with the whole project and has the task to govern its complexity. A new professional profile - already widely present abroad, particularly in the countries of Anglo-Saxon tradition - is also emerging in our country and it is called lighting designer. As with any new profession, there are some issues related to the official recognition, the representative body (association or order), the education qualifications and the training programmes. But in our opinion, perhaps the less analysed question is, paradoxically, the most important one. We refer to the meaning and contents of the work that the lighting designer has to carry out. In other words, it is necessary to answer the question: is it a design activity in the full sense of the term, that is to say, a creative or inventive activity at the same time, meant to interpret the needs of the client, from which we expect the formulation of innovative ideas? Or is it a job that - on the basis of design solutions already developed under the aesthetic and functional profile - gives life to something together with the products and technologies suitable for those solutions, that is to say, is it a professional activity which can be defined both technical and executive? As a technical activity, is it the job of the designer who plans carrying structures or air conditioning, plumbing, electrical, or acoustic control systems? In these last cases, the degree of freedom in defining the influence of structures and systems on the general configuration of the architectural space is restricted to the related fields of expertise. But the case of lighting is undoubtedly special because the light is inherently linked to the living space. All the history of architecture - from the Gothic cathedrals to the Modern Movement - witnesses the influence that the light has had on the compositional languages, the poetry of the great masters, but also on the choice of construction materials, their combinations, colour ranges and texture. It was mostly the case of natural light, but today, considered Wolfsburg Cultural Center Alvar Aalto, ph. Samuel Ludwig A+D+M MAGAZINE 2013 # 42 11

14 IL TEMA THE LIGHT IN THE PROJECT LA LUCE NEL PROGETTO Museo MAXXI, Roma, Zaha Hadid that the dwellings belong more and more to the artificial field, it is necessary to use the same wisdom, sensitivity and care, even for the electric light. The increasingly artificial character of architecture is the result of a variety of evolving trends. The intensive exploitation of urban land, often dictated by pure speculative purposes, leads to make habitable places where the contribution of natural factors (light, air, hot/cold, sounds, smells) is strongly conditioned by a physical context, heavily affected by human activity. The same modes of living involve a prevalence of the artificial on the natural. Just think about the many internal spaces (in the underground, in very deep factory buildings, in contexts with a high building density) that host a variety of activities only thanks to the presence of artificial light, since there is a lack or total absence of natural light. Big cities and towns host a nightlife with endless forms and expressions, with a duration and intensity that are very different compared to the past. It is no coincidence that the most fruitful, current and viable results of bio-architecture involve the relationship between the artificial (technologies to monitor and manage the physical variables) and the natural. If the light has to be considered as one of the key factors of the human habitat, it is clear that its project cannot be delegated, cannot fall into other skills, but must be considered together with the materials studied and used by the author of the architectural project. And here the lighting designer enters the field with his technical and specialized expertise to solve the problem of realizing, in the most efficient and effective way, ideas and concepts (distribution of lights and shadows, creation of atmospheres, environments, effects, lighting arrangements) arisen in the project work. Therefore, it is crucial to clearly understand the role of the lighting designer, a technician and consultant who supports the designer, not much - in our opinion - in the inventive and creative stages, but particularly in the realization, management, monitoring, evaluation and verification stages. Once outlined the basically technical role of the lighting designer, it is necessary to deal with the thorny issue of his independence and neutrality. This professional profile, in fact, is present on the labour market as employee and self-employed. In truth, today the first prevails in our country, that is to say, the location of the professional profile within companies that produce and sell equipment and lighting systems. But there is a lighting designer who works in complete autonomy, thus exercising the freelance profession. It is pointless to dwell on the differences: basically, the first is employed by a company that provides products and services, thus his work is inscribed in the commercial logic of promotion, advice and assistance related to the products. The second works without these links and therefore he can select, compare and evaluate all the products available on the market (with obvious economic and quality advantages) with criteria uniquely oriented to achieve the project objectives and thus protecting the client's interests. Ultimately, there is an analogy between the work of the freelance design architect and the self-employed lighting designer who, at another level, performs a service that is meant to achieve the same objective. The difficulty we perceive today in the formation of the design team is primarily due to the continuation of the old system of professional regulations. In this way the design architect relies directly on companies to have not only product offerings, but also to use for free the lighting engineering design service. But in this way the problem of the correct insertion of the light element in the architectural context is avoided, since actually there is an imposition of the logic of the feasible solutions for the company presenting its proposal. In conclusion, the advent of this new professional profile again makes it necessary and much needed a process of renewal of the laws on the professional regulations, skills and training. The clarity about roles and functions would help designers, professionals, technicians and companies to better work together for the quality of the project. follow us on 12 A+D+M MAGAZINE 2013 # 42

15 A+D+M MAGAZINE 2013 # 42 13

16 BETWEEN MEMORY AND TOMORROW A Gold Medal for a linking present SCENARI Text by Filippo Pozzoli Images courtesy of La Triennale di Milano TRA MEMORIA E MEDAGLIA D ORO A UN PRESENTE CHE UNISCE Restituire vita alla memoria con qualcosa di nuovo: una sfida ambiziosa che vale una medaglia. Con questa motivazione a siglare il suo Padiglione d accesso agli scavi dell Artemision di Siracusa, l architetto Vincenzo Latina si è aggiudicato lo scorso 16 ottobre la Medaglia d Oro all Architettura Italiana 2012, il prestigioso riconoscimento frutto della collaborazione tra La Triennale di Milano, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e MADEexpo. La giuria, puntinata di calibri dal gotha del tecnigrafo e dell accademia quali Ennio Brion, Cecilia Bolognesi, Ole Bouman, Alberto Ferlenga, Massimiliano Fuksas, Fulvio Irace e Luca Molinari, si è espressa all unanimità su di un progetto che grida a gran voce la propria italianità nel suo prendere forma limitandosi all uso delle sole risorse a disposizione, nonostante le difficoltà del contesto. Un architettura che nel suo linguaggio contemporaneo e attento ai diktat della sostenibilità intellettuale, energetica e sociale interviene nella Storia del luogo, divenendone parte dialogica e coerente. Latina si accoda così a Umberto Riva e Pierpaolo Ricatti, vincitori nel 2003 per il Magazzino Fincantieri di Castellammare 14 A+D+M MAGAZINE 2013 # 42

17 Bentini Headquarters Faenza, RV (2011) by Piuarch Menzione d Onore Nuovi Edifici di Stabia (NA), a Renzo Piano Building Workshop che ne fu insignito nel 2006 per l High Museum of Art di Atlanta e a Massimiliano & Doriana Fuksas che furono premiati nel 2009 per il loro Zenith Music Hall di Strasburgo. La premiazione di Vincenzo Latina e della sua opera in particolare è certamente rappresentativa della rotta intrapresa dall architettura italiana nell ultimo triennio, rivelandosi al contempo una dichiarazione di necessari intenti per il futuro. Non più la ricerca di monumentalismi formali ad encomio della committenza o del virtuosismo del progettista, ma interventi che ad una sostanza centellinata sappiano dare voce attraverso il valore culturale dell opera nel suo contesto e che manifestino la loro reale ricchezza attraverso la valorizzazione dell esistente al contorno. Interventi minimi e puntuali, senza sfoggio gratuito di tecnologie avveniristiche ma sapientemente progettati secondo i dettami del clever-tech anticrisi, con la forza di soluzioni tecniche ben calibrate alle forzanti del luogo e alle funzioni da ospitare. Filosofia che trova nel padiglione di accesso all Artemision la sua sintesi più completa ma che si riflette in tutto il Padiglione di accesso agli scavi dell Artemision di Siracusa ( ) by Vincenzo Latina - Medaglia d Oro all Opera Ampliamento Sede del Consiglio Regolatore della D.O.C. Ribera del Duero, Roa, Burgos, Spagna ( ) by Estudio Barozzi Veiga - Premio Speciale all Opera Prima A+D+M MAGAZINE 2013 # 42 15

18 Biblioteca di Storia dell Arte e Restauro della Manica Lunga alla Fondazione Cini, Isola di San Giorgio Maggiore, VE (2009) by Michele De Lucchi - Menzione d Onore - Rinconversione e Restauro Residenze sperimentali a Selvino, BG (2010) by ABDArchitetti (Camillo Botticini e Giulia De Apollonia) - Premio Speciale - Legno per l Architettura circus delle opere finaliste, tra cui si annoverano alcune delle opere più celebrate degli ultimi anni quali la Nuova Stazione Tiburtina a Roma (ABDR), il Salewa Headquarter di Bolzano (Zucchi Architetti e Park Associati) e l intervento a Ronchamp di Renzo Piano Building Workshop. Importante anche la rosa dei premiati con il Premio Medaglia d Oro alla Carriera, vere icone dell architettura milanese quali Gae Aulenti, Vittorio Gregotti e Maria Giuseppina Grasso Cannizzo, cui viene reso il giusto tributo per la grandezza testimoniata dalle opere nella Milano che è ora. Dei medesimi concetti riflettono anche i premiati al contorno: il Premio Speciale all Opera Prima, riservato ad un'opera prima realizzata dal progettista entro il compimento del quarantesimo anno di età con lo scopo di dare luce alla nuova generazione che opera attivamente in Italia e all'estero, viene assegnato all Estudio Barozzi Veiga per l ampliamento della Sede del Consiglio regolatore della DOC a Roa, in Spagna; i Premi Speciali alla Committenza pubblica e privata, mirato a riconoscere il ruolo fondamentale che la committenza ha nella costruzione di un opera di architettura e nella definizione di una differente qualità dello spazio fisico e sociale, vanno rispettivamente al Comune di Venezia per la Law Court Venice (C+S Associati) e a 16 A+D+M MAGAZINE 2013 # 42

19 Nuova aula liturgica Chiesa di S. Floriano by x2 architettura, Gavassa, (Re), 2008 Chiesa di San Bernardino, L'Aquila (2010) by Antonio Citterio Patricia Viel and Partners - ph. Leo Torri PRACTIC per la propria Sede direzionale e produttiva a Fagagna (UD), opera di Gri e Zucchi Associati; il Premio Speciale Legno per l Architettura, novità di questa edizione frutto della cooperazione con MADEexpo e il gruppo FederlegnoArredo, viene riconosciuto ad ABDArchitetti per le Residenze sperimentali a Selvino (BG). In ultimo, le sei Menzioni d Onore vengono assegnate a Piuarch (Bentini Headquarters a Faenza, categoria Nuovi Edifici), Gualtiero Oberti e Attilio Stocchi (Lumen a Lumezzane, categoria Parchi e Giardini), Modus Architetti (categoria Infrastrutture), Michele De Lucchi (Biblioteca di Storia dell Arte e Restauro della Manica Lunga a Venezia, categoria Riconversione e Restauro), Tamassociati (Container Medical Compound for Salam Centre in Sudan, categoria Architettura ed Emergenza) e Laboratorio Permanente (La conquista dell orizzonte, categoria Architettura Progettazione e Futuro). Il tutto a suggerire una concezione dell architettura innovativa per la scuola milanese, con uno tra i più prestigiosi riconoscimenti italiani che si discosta dal premiare gli esercizi più valevoli sotto il profilo teorico e formale per valorizzare la concretezza di opere attuali tanto nel linguaggio quanto nella struttura, tracciando un nuovo credo deciso per le generazioni future. follow us on A+D+M MAGAZINE 2013 # 42 17

20 MedaTeca, nuova biblioteca civica, Meda, MI. By Alterstudio Partners Progetto Portello, P.I.I. - Unità di intervento U2 - Parco Pubblico, Milano by LAND Restore life to memory with something new: an ambitious challenge that is worth a medal. With this motivation aside, last 16 October the Artemision entry halls in Syracuse by architect Vincenzo Latina was awarded the Gold Medal for Italian Architecture 2012, the prestigious prize held by Milan Triennale, the Italian Ministry of Heritage and Culture and MADEexpo. The jury, involving some Italian best known experts as Ennio Brion, Cecilia Bolognesi, Ole Bouman, Alberto Ferlenga, Massimiliano Fuksas, Fulvio Irace and Luca Molinari, expressed unanimously on a project that cries aloud its being Italian in getting to shape with the only available "resources, despite the difficult environment." An architecture that takes part in the history of the place with its contemporary language and taking care of intellectual and social sustainability, starting a dialogue with the surrounding ruines. Latina comes after Umberto Riva and Pierpaolo Ricatti, winners in 2003 for Fincantieri Store in Castellammare di Stabia (NA), Renzo Piano Building Workshop which was awarded in 2006 for the High Museum of Art in Atlanta and Massimiliano & Doriana Fuksas, who were honored in 2009 for their Zenith Music Hall in Strasbourg. The choice of Vincenzo Latina and his work is certainly representative of the route taken by Italian architecture in last three years and a clear track for the future. No more looking for astonishing shapes as formal commendation to the client or to the designer s skills, but less substance made able to talk by its cultural value and through the exploitation of the existing boundary. Minimal topic intervention, for an architecture which does not show off futuristic technologies any longer but aims to be wisely thought, according to a clever-tech responsible approach. A philosophy that finds in the Artemision entry hall its most complete synthesis but that reflects in the whole circus of finalists, among whom were some of the most celebrated works of last years such as New Tiburtina station in Rome 18 A+D+M MAGAZINE 2013 # 42

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE Una proposta dall estetica esclusiva, in cui tutti gli elementi compositivi sono ispirati dalla geometria più pura e dalla massima essenzialità del disegno per un progetto caratterizzato da semplicità

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles

PRESTIGIOUS VILLAS. 1201 beverly hills - los angeles OLIVIERI Azienda dinamica giovane, orientata al design metropolitano, da più di 80 anni produce mobili per la zona giorno e notte con cura artigianale. Da sempre i progetti Olivieri nascono dalla volontà

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO:

Ragazzi vietnamiti: (VIET L ANIMA HCM USSH) CLASSE 5 C: (21 TORTELLINI) 1. Trần Yến Ngọc 2. Nguyễn Ngọc Bách Châu AUTORI PROGETTO: Due mondi, due culture, due storie che si incontrano per dare vita a qualcosa di unico: la scoperta di ciò che ci rende unici ma fratelli. Per andare insieme verso EXPO 2015 Tutt altra storia Il viaggio

Dettagli

Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design

Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design Principioattivo Architecture Group presenta cre-active garden: arte, design e food al fuori salone Porta Venezia in Design Dove: Principioattivo Via Melzo 34, 20129 Milano Giorni/Orari apertura: 14/19

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014

SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 SOL terra Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2014 MADE IN ITALY SOL - Marco Zanuso Jr, Christophe Mathieu 2013 Sol è un sistema basato interamente sull interpretazione di innovativi principi di calcolo

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo

1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo Prova di verifica classi quarte 1. Uno studente universitario, dopo aver superato tre esami, ha la media di 28. Nell esame successivo lo studente prende 20. Qual è la media dopo il quarto esame? A 26 24

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori Costruire uno Spin-Off di Successo Non fidarsi mai dei professori Spin-Off da Università: Definizione Lo Spin-Off da Università è in generale un processo che, partendo da una tecnologia disruptiva sviluppata

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati Robotica Mobile Lezione 20: Strutture di controllo di robot Come costruire un architettura BARCS L architettura BARCS Behavioural Architecture Robot Control System Strategie Strategie Obiettivi Obiettivi

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia

Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia Master of Business Administration Programma MBA Collège des Ingénieurs Italia NetworkNetwor erpreneurship Enterpreneu Network L Enterpreneurship Passion Leadership Istituzione indipendente per la formazione

Dettagli

Per i primi tempi era davvero stridente la differenza tra una grande città affollata come Milano, e la

Per i primi tempi era davvero stridente la differenza tra una grande città affollata come Milano, e la Ci sono molti ricordi che rimangono impressi nella memoria, quegli eventi che rappresentano una parte importante della propria vita e di cui non ci si dimentica mai. Tra i miei c è questo viaggio, che

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata

www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata www.integrateddesign.eu IDP Integrated Design Process Processo di progettazione integrata Cosa può fare l Istituto per le Energie Rinnovabili dell EURAC? E quando? Il team di EURAC è in grado di: gestire

Dettagli

3. LO STAGE INTERNAZIONALE

3. LO STAGE INTERNAZIONALE 3. LO STAGE INTERNAZIONALE 3.1. IL CONCETTO La formazione professionale deve essere considerata un mezzo per fornire ai giovani la conoscenza teorica e pratica richiesta per rispondere in maniera flessibile

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

Kaba PAS - Pubblic Access Solution

Kaba PAS - Pubblic Access Solution Kaba PAS - Pubblic Access Solution Fondata nel 1950, Gallenschütz, oggi Kaba Pubblic Access Solution, ha sviluppato, prodotto e venduto per oltre 30 anni soluzioni per varchi di sicurezza automatici. Oggi

Dettagli

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS

MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS MASTER IN INNOVATIVE MARKETING, E-MANAGEMENT & CREATIVE SOLUTIONS Eidos Communication Via G. Savonarola, 31 00195 Roma T. 06. 45.55.54.52. F. 06. 45.55.55.44. E. info@eidos.co.it W. www.eidos.co.it INFORMAZIONI

Dettagli

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente.

1. SIMPLE PRESENT. Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. 1. SIMPLE PRESENT 1. Quando si usa? Il Simple Present viene anche detto presente abituale in quanto l azione viene compiuta abitualmente. Quanto abitualmente? Questo ci viene spesso detto dalla presenza

Dettagli

Conjugate: prendere ammirare camminare entrare visitare sedersi divertirsi

Conjugate: prendere ammirare camminare entrare visitare sedersi divertirsi The IMPERFECT is used to express an action that took place in the past but whose duration cannot be specified. Its endings are identical in all three conjugations. io tu lui/lei noi voi loro -vo -vi -va

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test TAL LIVELLO A2 Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo PARTE II: Cloze test PARTE III: Grammatica PARTE IV: Scrittura guidata PARTE V: Scrittura

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti

Web conferencing software. Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti 1 Web conferencing software Massimiliano Greco - Ivan Cerato - Mario Salvetti Arpa Piemonte 2 Che cosa è Big Blue Button? Free, open source, web conferencing software Semplice ed immediato ( Just push

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

il ruolo del Service Manager e i vantaggi conseguiti

il ruolo del Service Manager e i vantaggi conseguiti il ruolo del Service Manager e i vantaggi conseguiti Alessandro Bruni CIO at Baglioni Hotels Workshop AICA: "Il Service Manager: il ruolo e il suo valore per il business" 8/ 2/2011 Il gruppo Baglioni Hotels

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine

40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine 40 motivi per cui le puttane sono le mie eroine Le puttane sanno condividere le parti più private e delicate del corpo con perfetti sconosciuti. Le puttane hanno accesso a luoghi inaccessibili. Le puttane

Dettagli

Dal progetto alla gestione: la Biblioteca di Vimercate

Dal progetto alla gestione: la Biblioteca di Vimercate Corso Programmare e progettare la biblioteca pubblica Dal progetto alla gestione: la Biblioteca di Vimercate Angelo Marchesi con la collaborazione di Alessandro Agustoni e Giulia Villa Il contesto Vimercate

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

Politecnico di Milano Scuola Master Fratelli Pesenti CONSTRUCTION INNOVATION SUSTAINABILITY ENGINEERING

Politecnico di Milano Scuola Master Fratelli Pesenti CONSTRUCTION INNOVATION SUSTAINABILITY ENGINEERING Innovazione nei contenuti e nelle modalità della formazione: il BIM per l integrazione dei diversi aspetti progettuali e oltre gli aspetti manageriali, gestionali, progettuali e costruttivi con strumento

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Riapre a Milano, nella sua storica sede di via Verdi al civico 5, lo showroom Surcanapé.

Riapre a Milano, nella sua storica sede di via Verdi al civico 5, lo showroom Surcanapé. Riapre a Milano, nella sua storica sede di via Verdi al civico 5, lo showroom Surcanapé. Situato nel cuore della capitale italiana della moda e del design, lo showroom si affaccia sulla strada con due

Dettagli

CORSI BREVI. Catalogo formativo 2015. /FitzcarraldoFon

CORSI BREVI. Catalogo formativo 2015. /FitzcarraldoFon CORSI BREVI Catalogo formativo 2015 La svolge attività di formazione dal 1989 ed è stata tra i primi in Italia a introdurre percorsi formativi legati al management e al marketing culturale. L'offerta formativa

Dettagli

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano IO E PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Il diploma accademico di primo livello è equipollente alla laurea triennale. La scuola, a livello universitario, intende

Dettagli

Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive:

Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive: Progettare Qualità di Vita nell ambito delle Disabilità Intellettive ed Evolutive: Dai diritti alla costruzione di un sistema di sostegni orientato al miglioramento della Qualità di Vita A cura di: Luigi

Dettagli

www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict

www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict 01NET NETWORK www.01net.it Pag 2 Dati di traffico 01net Network Totale

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

Leadership in Energy and Environmental Design

Leadership in Energy and Environmental Design LEED Leadership in Energy and Environmental Design LEED è lo standard di certificazione energetica e di sostenibilità degli edifici più in uso al mondo: si tratta di una serie di criteri sviluppati negli

Dettagli

Per far sviluppare appieno la

Per far sviluppare appieno la 2008;25 (4): 30-32 30 Maria Benetton, Gian Domenico Giusti, Comitato Direttivo Aniarti Scrivere per una rivista. Suggerimenti per presentare un articolo scientifico Riassunto Obiettivo: il principale obiettivo

Dettagli

Real Consultant Srl Company Profile

Real Consultant Srl Company Profile Ooooo Real Consultant Srl Company Profile a company Regulated by RICS (The Royal Institution of Chartered Surveyors) Aprile, 2013 Indice REAL CONSULTANT - COMPANY PROFILE REAL CONSULTANT IL NOSTRO PROFILO

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS Una società certificata di qualità UNI EN ISO 9001-2000 per: Progettazione ed erogazione di servizi di consulenza per l accesso ai programmi di finanziamento europei, nazionali e regionali. FIT Consulting

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy da noi ogni sapone è unico alveare soap gori 1919 soap factory lavorazione artigianale italiana Handmade in Italy I nostri saponi sono il frutto di un

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual.

MANUALE GRANDE PUNTO. A number of this manual are strongly recommends you read and download manuale grande punto information in this manual. MANUALE GRANDE PUNTO A number of this manual are strongly recommends you read and download information in this manual. Although not all products are identical, even those that range from same brand name

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY

25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY 25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY Milano, ATAHOTELS Via Don Luigi Sturzo, 45 LA GESTIONE DEI PROGETTI NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE DEL FUTURO. I SUOI RIFLESSI NEI

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

Stud-EVO Designer Pino Montalti

Stud-EVO Designer Pino Montalti Designer Pino Montalti È l evoluzione di un prodotto che era già presente a catalogo. Un diffusore per arredo urbano realizzato in materiali pregiati e caratterizzato dal grado di protezione elevato e

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda COMUNICATO STAMPA Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda Al convegno L Italian Style nei paesi emergenti: mito o realtà? - Russia, India e Cina - presentata la quarta

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS TEMPO PRESENTE In italiano non vi sono differenze particolari tra le due frasi: MANGIO UNA MELA e STO MANGIANDO UNA MELA Entrambe le frasi si possono riferire

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini

Security Governance. Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007. Feliciano Intini Technet Security Day Milano/Roma 2007 NSEC Security Excellence Day Milano 2007 Security Governance Chief Security Advisor Microsoft Italia feliciano.intini@microsoft.com http://blogs.technet.com/feliciano_intini

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli