il punt distributiva dei carburanti report on fuel distribuition network in piemont

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "il punt distributiva dei carburanti report on fuel distribuition network in piemont"

Transcript

1 il punt sulla rete distributiva dei carburanti report on fuel distribuition network in piemont

2

3 IL PUNTO Il Punto sulla rete distributiva dei carburanti è il frutto di un analisi approfondita e dettagliata sul servizio di distribuzione radicato sull intero territorio regionale, con particolare attenzione alle problematiche congiunturali e strutturali della rete distributiva; un analisi che contiene, anche, confronti con realtà diverse da quella piemontese. Giuseppina DE SANTIS Assessore regionale alle attività produttive (industria, commercio, artigianato, imprese cooperative, attivita estrattive), energia, ennovazione, ricerca e connessi rapporti con atenei e centri di ricerca pubblici e privati, rapporti con società a partecipazione regionale. In un momento nel quale gli utenti chiedono una rete capillare ed efficiente, con attenzione al prezzo del prodotto, l indagine di contesto offerta da il punto, oltre a rappresentare un possibile supporto per tutti coloro che operano, a diverso titolo,nel settore carburanti, è quindi uno strumento tecnico di appoggio dell azione regionale di settore; un azione indirizzata ad affrontare le tematiche imposte dall attuale situazione economica ma con una particolare attenzione all approccio ambientale. I dati raccolti testimoniano di una costante tendenza, a partire dal 2006, ad un calo generale dei consumi, in particolare dei carburanti tradizionali benzina e gasolio, mentre è continua la crescita della domanda dei carburanti a minore impatto ambientale quali gpl e metano, anche per le proposte economicamente più vantaggiose che offrono all automobilista; scelte, quelle degli utenti motorizzati che premiano la politica regionale tesa a favorire una mobilità verde nella consapevolezza dei vantaggi che ne possono derivare in termini di ambiente e di salute. La strategia regionale è indirizzata anche ad una ulteriore riqualificazione della rete distributiva favorendo interventi quali l autosufficienza energetica dei punti di rifornimento ed alla promozione della trazione elettrica, soprattutto per il soddisfacimento delle esigenze di mobilità metropolitana e del trasporto pubblico locale..

4

5 INDICE 1 LA RETE SUL TERRITORIO PIEMONTESE 6 2 IMPIANTI AUTOSTRADALI 16 3 LE VENDITE NEGLI ANNI E PER PRODOTTO 20 4 PRESENZA DEGLI OPERATORI SULLA RETE 24 5 SERVIZI NON OIL 30 6 CONFRONTI 40 7 PREZZI 48 8 CARBURANTI ALTERNATIVI 52 9 DECRETO MINISTERIALE 31 MARZO

6 Il carburante erogato e il numero di impianti sulla rete stradale piemontese: trend e distribuzione territoriale.

7 La rete sul territorio piemontese 1

8 8 La rete sul territorio piemontese 1.1 CARBURANTI EROGATI IN PIEMONTE: IMPIANTI AD USO PUBBLICO E PRIVATO (anno 2013) dati espressi in litri dati espressi in mc PROVINCIA BENZINA GASOLIO GPL METANO ALESSANDRIA ASTI BIELLA CUNEO NOVARA TORINO VCO VERCELLI PIEMONTE Erogato Fonte: Agenzia delle Dogane. *Fonte Metano: Fondo Gestione Bombole Metano. 1.2 CARBURANTI EROGATI IN PIEMONTE: IMPIANTI AD USO PUBBLICO (ANNO 2013) dati espressi in litri dati espressi in mc PROVINCIA BENZINA GASOLIO GPL METANO ALESSANDRIA ASTI BIELLA CUNEO NOVARA TORINO VCO VERCELLI PIEMONTE Erogato Fonte: Agenzia delle Dogane. *Fonte Metano: Fondo Gestione Bombole Metano.

9 La rete sul territorio piemontese CARBURANTI EROGATI IN PIEMONTE: IMPIANTI AD USO PRIVATO (anno 2013) dati espressi in litri PROVINCIA BENZINA GASOLIO GPL ALESSANDRIA ASTI BIELLA CUNEO NOVARA TORINO VCO VERCELLI PIEMONTE Agenzia delle Dogane 1.4 EROGATO MEDIO ANNUO PER IMPIANTO NEI COMUNI CAPOLUOGO DI PROVINCIA ( ) Comune Quantità Numero Impianti Erogato Medio ALESSANDRIA ASTI BIELLA CUNEO NOVARA TORINO VERBANIA VERCELLI TOTALE

10 10 La rete sul territorio piemontese 1.5 COMUNI SPROVVISTI DI IMPIANTO DI DISTRIBUZIONE CARBURANTI ( ) PROVINCIA NUMERO COMUNI NUMERO COMUNI SPROVVISTI % COMUNI SPROVVISTI ALESSANDRIA ,95 ASTI ,86 BIELLA ,76 CUNEO ,80 NOVARA ,73 TORINO ,63 V.C.O ,83 VERCELLI ,47 TOTALE , TOTALE IMPIANTI DI DISTRIBUZIONE CARBURANTI ( ) PROVINCIA IMPIANTI % ALESSANDRIA ASTI BIELLA 94 5 CUNEO NOVARA TORINO V.C.O VERCELLI 85 5 PIEMONTE: 1.794

11 La rete sul territorio piemontese IMPIANTI SUDDIVISI PER ZONA ALTIMETRICA ( ) Provincia PIANURA Alt. < 300 mt COLLINA Alt mt M0NTAGNA Alt. > 600 mt TOTALE ALESSANDRIA ASTI BIELLA CUNEO NOVARA TORINO V.C.O VERCELLI PIEMONTE TREND DEL NUMERO DI IMPIANTI ( )

12 12 La rete sul territorio piemontese 1.9 EROGATO MEDIO SUDDIVISO PER ZONA ALTIMETRICA ( ) ZONA ALTIMETRICA QUANTITA NUMERO IMPIANTI EROGATO MEDIO COLLINA MONTAGNA PIANURA RAPPORTO ABITANTI/IMPIANTI ( ) PROVINCIA IMPIANTI ABITANTI* ABITANTI PER IMPIANTO ALESSANDRIA ASTI BIELLA CUNEO NOVARA TORINO V.C.O VERCELLI PIEMONTE *Dati ISTAT aggiornati Gennaio 2014.

13 La rete sul territorio piemontese POPOLAZIONE, AUTOVETTURE E VEICOLI (nelle principali città, anno 2013) REGIONE POPOLAZIONE* AUTOVETTURE VEICOLI POPOLAZIONE/ AUTOVETTURE VEICOLI/ POPOLAZ. (X1000) TORINO MILANO GENOVA BOLOGNA FIRENZE ROMA NAPOLI PALERMO ITALIA POPOLAZIONE, AUTOVETTURE E VEICOLI (nelle regioni, anno 2013) REGIONE POPOLAZIONE* AUTOVETTURE VEICOLI POPOLAZIONE/ AUTOVETTURE VEICOLI/ POPOLAZ. (X1000) PIEMONTE VALLE D AOSTA LOMBARDIA TRENTINO A.A VENETO FRIULI V.G LIGURIA EMILIA ROMAGNA TOSCANA UMBRIA MARCHE LAZIO ABRUZZO MOLISE CAMPANIA PUGLIA BASILICATA CALABRIA SICILIA SARDEGNA ITALIA *Dati ISTAT - Bollettino mensile - ACI statistiche automobilistiche.

14 14 La rete sul territorio piemontese 1.13 TREND EROGATO METANO ( ) ANNO METANO Fonte metano: Unione Petrolifera su dati Federmetano 1.14 IMPIANTI CON SELF SERVICE POST-PAGAMENTO ( ) PROVINCIA IMPIANTI CON SELF POST-PAY % ALESSANDRIA ,40 ASTI ,42 BIELLA ,15 CUNEO ,56 NOVARA ,12 TORINO ,55 V.C.O ,88 VERCELLI ,18 PIEMONTE ,15

15 La rete sul territorio piemontese IMPIANTI PER TIPO DI CARBURANTE EROGATO ( ) PROVINCIA IMPIANTI SOLO BENZINA BENZINA GASOLIO SOLO GPL BENZINA GASOLIO GPL SOLO METANO BENZINA GASOLIO METANO BENZINA GASOLIO METANO GPL ALESSANDRIA ASTI BIELLA CUNEO NOVARA TORINO V.C.O VERCELLI PIEMONTE

16 I consumi di carburante a confronto sulle autostrade piemontesi.

17 Impianti autostradali 2

18 18 Impianti autostradali 2.1 EROGATO MEDIO PER TIPO DI CARBURANTE SU RETE AUTOSTRADALE (anno 2013) BENZINA VERDE GASOLIO GPL METANO TOTALE PROVINCIA % E.MED % E.MED % E.MED % E.MED EROGATO E.MED ALESSANDRIA 17, , , ASTI 13, , , CUNEO 17, , , NOVARA 16, , , TORINO 16, , , , VERCELLI 18, , , dati espressi in mc 2.2 EROGATO COMPLESSIVO PER TIPO DI CARBURANTE SU RETE AUTOSTRADALE (anno 2013) dati espressi in mc PROVINCIA BENZINA VERDE GASOLIO GPL METANO TOTALE ALESSANDRIA ASTI CUNEO NOVARA TORINO VERCELLI

19 Impianti autostradali TREND DELL EROGATO PER TIPO DI CARBURANTE SU RETE AUTOSTRADALE (anno 2013) ANNO BENZINA VERDE % GASOLIO % GPL % METANO % % 73.60% 5.53% % 73.24% 7.95% % 72.70% 8.92% % 71.67% 11.15% 0.12% % 70.72% 11.23% 1.41% 2.4 TREND DELL EROGATO PER TIPO DI CARBURANTE SU RETE AUTOSTRADALE (anno 2013) PROVINCIA ALESSANDRIA ASTI CUNEO NOVARA TORINO VERCELLI PIEMONTE

20 L evoluzione delle vendite di carburante per tipo di prodotto e per provincia

21 Le vendite negli anni e per prodotto

22 22 Le vendite negli anni e per prodotto 3.1 INCIDENZA PERCENTUALE DELL EROGATO PER TIPO DI PRODOTTO (anno 2013) PROVINCIA BENZINA VERDE % GASOLIO % GPL % METANO % ALESSANDRIA 27,17 63,71 7,93 1,19 ASTI 30,49 61,82 6,73 0,96 BIELLA 41,26 54,57 3,12 1,05 CUNEO 30,34 62,41 6,96 0,30 NOVARA 32,77 59,00 7,08 1,14 TORINO 33,05 54,50 10,53 1,92 V.C.O. 40,32 53,70 5,25 0,74 VERCELLI 31,82 59,39 8,35 0, TREND DELL EROGATO PER TIPO DI CARBURANTE SU RETE STRADALE (anno 2013) ANNO BENZINA VERDE % GASOLIO % GPL % METANO % ,23 50,15 2, ,46 52,50 3, ,01 54,09 3, ,71 55,52 4, ,69 55,97 6, ,21 56,23 6, ,79 56,18 7,39 1, ,43 56,40 8,39 1,78

23 Le vendite negli anni e per prodotto TREND DELL EROGATO MEDIO PER IMPIANTO SULLA RETE STRADALE (anno 2013) PROVINCIA ALESSANDRIA ASTI BIELLA CUNEO NOVARA TORINO V.C.O VERCELLI PIEMONTE RIPARTIZIONE PERCENTUALE DEGLI IMPIANTI PER VOLUME DI VENDITA (anno 2013) FASCE EROGATO IN MC % < 100 7, , , , , , , , ,37 > ,38 > < 100

24 I dati sull erogato medio e sul numero di impianti: confronto tra società petrolifere e retisti

25 Presenza degli operatori sulla rete 4

26 26 Presenza degli operatori sulla rete 4.1 NUMERO E PROPRIETA DEGLI IMPIANTI ( ) AL AT BI CN NO TO V.C.O. VC PIEMONTE API AUTOGAS NORD BRIXIA FINANZIARIA CENTRO CALOR C.P.P DIS-CAR ENI EREDI CAMPIDONICO ESSO ITALIANA EUROPAM KUWAIT PETROLEUM LUDOIL RE SPA MUSSO CARLO & C PIES RETE SACOM S.A.L.C.A KRI SOCOGAS RETE TAMOIL TOTALERG

27 Presenza degli operatori sulla rete SUDDIVISIONE IMPIANTI TRA SOCIETA PETROLIFERE E RETISTI: trend PERCENTUALE DEL NUMERO DI IMPIANTI E DI EROGATO TRA SOCIETA PETROLIFERE E I RETISTI dati 2012 dati 2013

28 28 Presenza degli operatori sulla rete 4.4 ANDAMENTO PERCENTUALE DELL EROGATO TRA SOCIETA PETROLIFERE E RETISTI 4.5 EROGATO MEDIO PER IMPIANTO STRADALE DELLE SOCIETA PETROLIFERE E DEI MAGGIORI RETISTI (anno 2013) dati espressi in mc. EROGATO MEDIO API 724 AUTOGAS NORD CENTRO CALOR C.P.P. 691 ENI EREDI CAMPIDONICO 787 ESSO ITALIANA KUWAIT PETROLEUM ITALIA PETROLGAS 885 RETE SACOM SHELL ITALIA SOCOGAS RETE TAMOIL ITALIA 936 TOTALERG 1.077

29 Presenza degli operatori sulla rete DISTRIBUZIONE PERCENTUALE EROGATO DELLE SOCIETA PETROLIFERE (anno 2013) AL AT BI CN NO TO V.C.O. VC PIEMONTE API 0,74 1,22 2,05 1,31 1,69 3,86 3,54 3,16 2,69 AUTOGAS NORD 2,04 1, ,20 0, ,68 CENTRO CALOR 4, ,18 1,99 1, ,39 C.P.P. - 2,77-4,96 0,35 0,97-5,39 1,58 DIS-CAR 0, ,86-1, ,69 ENI 18,27 13,66 13,91 15,88 19,40 18,15 24,56 13,90 17,64 EREDI CAMPIDONICO 0,26 2,08 4,57 0,51-0, ,74 ESSO ITALIANA 8,87 4,70 13,94 4,87 6,56 10,44 8,38 5,91 8,63 EUROPAM 0,60 0,96 4,29 2,59 0,71 0,63 1,78 2,71 1,18 KUWAIT PETROLEUM 6,72 11,21 6,19 0,08 11,43 7,99 11,06 7,62 7,25 MUSSO CARLO & C. S.N.C. 1,01 1,90-0,58 0, ,30 PARUSSA TERESA , ,46 RETE ,45 3,50 2,48-2,23 SACOM , ,87 S.A.L.C.A , ,97 SHELL ITALIA 10,70 14,01 8,44 6,79 7,31 6,62 10,05 9,01 7,83 SOCOGAS RETE - - 0,18 0,55-3, ,85 TAMOIL ITALIA. 4,73 8,88 6,88 1,54 6,14 6,25 11,34 6,69 5,75 TOTALERG 7,55 5,42 18,16 5,86 12,28 8,90 13,36 7,86 8,88 (In evidenza le compagnie petrolifere con una percentuale di erogato superiore a 5).

30 I numeri dei servizi non oil presenti sugli impianti piemontesi: shop, bar, vendita giornali, servizi accessori, telefono, autolavaggio,servizio cambio olio, officina, ecc.

31 Servizi non oil 5

32 32 Servizi non oil 5.1 IMPIANTI CON SHOP ( ) PROVINCIA IMPIANTI NO SHOP NON RILEVATO SI SHOP ALESSANDRIA ASTI BIELLA CUNEO NOVARA TORINO V.C.O VERCELLI PIEMONTE IMPIANTI CON BAR ( ) PROVINCIA IMPIANTI NO BAR NON RILEVATO SI BAR ALESSANDRIA ASTI BIELLA CUNEO NOVARA TORINO V.C.O VERCELLI PIEMONTE

33 Servizi non oil IMPIANTI CON VENDITA DI GIORNALI ( ) PROVINCIA IMPIANTI NO NON RILEVATO SI ALESSANDRIA ASTI BIELLA CUNEO NOVARA TORINO V.C.O VERCELLI PIEMONTE IMPIANTI CON SERVIZI IGIENICI UTENTI ( ) PROVINCIA IMPIANTI NO NON RILEVATO SI ALESSANDRIA ASTI BIELLA CUNEO NOVARA TORINO V.C.O VERCELLI PIEMONTE

34 34 Servizi non oil 5.5 IMPIANTI CON SERVIZI IGIENICI PER DISABILI ( ) PROVINCIA IMPIANTI NO NON RILEVATO SI ALESSANDRIA ASTI BIELLA CUNEO NOVARA TORINO V.C.O VERCELLI PIEMONTE IMPIANTI CON TELEFONO PUBBLICO ( ) PROVINCIA IMPIANTI NO NON RILEVATO SI ALESSANDRIA ASTI BIELLA CUNEO NOVARA TORINO V.C.O VERCELLI PIEMONTE

35 Servizi non oil IMPIANTI CON AUTOLAVAGGIO ( ) PROVINCIA IMPIANTI CAR WASH MANUALE NO NON RILEVATO SELF SERVICE ALESSANDRIA ASTI BIELLA CUNEO NOVARA TORINO V.C.O VERCELLI PIEMONTE TIPOLOGIA DI PAGAMENTO ( ) PROVINCIA IMPIANTI BANCOMAT CARTA DI CREDITO FIDELITY CARD NON RILEVATO ALESSANDRIA ASTI BIELLA CUNEO NOVARA TORINO V.C.O VERCELLI PIEMONTE

36 36 Servizi non oil 5.9 IMPIANTI CON SERVIZIO CAMBIO OLIO ( ) PROVINCIA IMPIANTI NO NON RILEVATO SI ALESSANDRIA ASTI BIELLA CUNEO NOVARA TORINO V.C.O VERCELLI PIEMONTE IMPIANTI CON OFFICINA ( ) PROVINCIA IMPIANTI NO NON RILEVATO SI ALESSANDRIA ASTI BIELLA CUNEO NOVARA TORINO V.C.O VERCELLI PIEMONTE

37 Servizi non oil IMPIANTI CON TABELLE ALIMENTARI ( ) PROVINCIA IMPIANTI NO NON RILEVATO SI ALESSANDRIA ASTI BIELLA CUNEO NOVARA TORINO V.C.O VERCELLI PIEMONTE PERSONALE ADDETTO E DIPENDENTI ( ) PROVINCIA IMPIANTI ADDETTI N. MEDIO ADDETTI DIPENDENTI N. MEDIO DIPENDENTI ALESSANDRIA , ,64 ASTI , ,38 BIELLA , ,22 CUNEO , ,33 NOVARA , ,27 TORINO , ,49 V.C.O , ,33 VERCELLI , ,14 PIEMONTE , ,42

38 38 Servizi non oil 5.13 IMPIANTI CON RIVENDITA DI TABACCHI ( ) PROVINCIA IMPIANTI NO NON RILEVATO SI ALESSANDRIA ASTI BIELLA CUNEO NOVARA TORINO V.C.O VERCELLI PIEMONTE IMPIANTI CON VIDEOSORVEGLIANZA ( ) PROVINCIA IMPIANTI NO NON RILEVATO SI ALESSANDRIA ASTI BIELLA CUNEO NOVARA TORINO V.C.O VERCELLI PIEMONTE

39

40 I dati della rete italiana a confronto con quelli degli altri paesi dell UE

41 Confronti 6

42 42 Confronti 6.1 VARIAZIONI CONGIUNTURALI PER LA BENZINA SENZA PIOMBO (anno 2008/2014) Fonte: Ministero dello Sviluppo Economico D.G.E.R.M.Statistiche dell Energia 6.2 VARIAZIONI CONGIUNTURALI PER IL GASOLIO (anno 2008/2012) Fonte: Ministero dello Sviluppo Economico D.G.E.R.M.Statistiche dell Energia

43 Confronti PREZZI AL CONSUMO DELLA BENZINA NEI PAESI UE28 (settembre 2014) dati espressi in euro/litro tasse comprese POLONIA 1,267 ESTONIA 1,278 LETTONIA 1,279 BULGARIA 1,304 LUSSEMBURGO 1,318 UNGHERIA 1,326 REP. CECA 1,329 LITUANIA 1,342 AUSTRIA 1,362 CROAZIA 1,398 ROMANIA 1,398 SPAGNA 1,413 CIPRO 1,421 MALTA 1,440 SLOVENIA 1,443 SLOVACCHIA 1,467 FRANCIA 1,499 PORTOGALLO 1,544 IRLANDA 1,547 UE 28 1,559 GERMANIA 1,580 SVEZIA 1,584 BELGIO 1,593 REGNO UNITO 1,620 FINLANDIA 1,620 DANIMARCA 1,667 GRECIA 1,668 OLANDA 1,721 ITALIA (*) 1,739 paesi che non aderiscono all UME paesi che aderiscono all UME Fonte: Direzione Generale Energy Commissione Europea

44 44 Confronti 6.4 PREZZI AL CONSUMO DEL GASOLIO NEI PAESI UE28 (settembre 2014) dati espressi in euro/litro tasse comprese LUSSEMBURGO 1,187 POLONIA 1,237 LETTONIA 1,255 ESTONIA 1,263 LITUANIA 1,275 FRANCIA 1,299 AUSTRIA 1,300 PORTOGALLO 1,310 REP. CECA 1,324 SPAGNA 1,325 BULGARIA 1,329 CROAZIA 1,330 SLOVACCHIA 1,343 UNGHERIA 1,349 GRECIA 1,357 MALTA 1,360 SLOVENIA 1,360 GERMANIA 1,386 BELGIO 1,403 UE 28 1,411 OLANDA 1,424 ROMANIA 1,426 CIPRO 1,431 FINLANDIA 1,457 DANIMARCA 1,467 IRLANDA 1,468 SVEZIA 1,540 ITALIA 1,617 REGNO UNITO 1,680 paesi che non aderiscono all UME paesi che aderiscono all UME Fonte: Direzione Generale Energy Commissione Europea

45 Confronti STRUTTURA DEL PREZZO MEDIO NAZIONALE DEI PRODOTTI PETROLIFERI (settimana: ) prezzo in euro/litro PRODOTTO PREZZO AL CONSUMO ACCISA I.V.A. 22% TOTALE IMPOSTE PREZZO AL NETTO DELLE IMPOSTE DIFFERENZE +/- CON SETTIMANA PRECEDENTE BENZINA S. PIOMBO 1,723 0,731 0,311 1,042 0, GASOLIO AUTO 1,606 0,620 0,290 0,909 0,697-0,001 GPL AUTO 0,754 0,147 0,136 0,284 0,470 0,001 GASOLIO DA RISCALDAMENTO 0,367 0,403 0,247 0,650 0,717-0,017 Fonte: Ministero dello Sviluppo Economico D.G.E.R.M.Statistiche dell Energia 6.6 PRODUZIONE MONDIALE DI GREGGIO milioni di tonnellate ANNO PAESI OPEC % PAESI OCSE % ALTRI PAESI % totale % Fonte: Bp Statistical Review

46 46 Confronti 6.7 ITALIA: CONSUMI ENERGETICI PER SETTORI DI UTILIZZO (anno 2013) milioni di tep SETTORE QUANTITA' % QUANTITA' % AGRICOLTURA 2,8 1,5 2,7 1,6 INDUSTRIA 30,2 17,1 28,3 16,5 TRASPORTI 38,5 21,9 38,2 22,4 USI CIVILI 46,9 26,6 46,6 27,2 USI NON ENERGETICI 6,5 3,7 5,5 3,2 BUNKERAGGI 3,0 1,7 2,4 1,4 TOTALI IMPIEGHI FINALE 127,9 72,5 123,7 72,3 CONSUMI E PERDITE NEL SETTORE ENERGETICO 6,5 3,7 5,7 3,4 TOTALE CONSUMI 134,4 76,2 129,4 75,7 Fonte: Unione Petrolifera su dati del Ministero dello Sviluppo Economico 6.8 ITALIA: CONSUMI DI ENERGIA (anno 2013) milioni di tep 2012 % 2013 % COMBUSTIBILI SOLIDI 16,6 9,4 14,6 8,5 GAS NATURALE 61,4 34,8 57,4 33,6 PETROLIO 62,2 35,3 59,0 34,5 ENERGIA ELETTRICA 9,5 5,4 9,2 5,4 FONTI RINNOVABILI 26,6 15,1 30,8 18,0 TOTALE 176,3 100,0 171,0 100,0 Fonte: Bp Statistical Review (uguale anno precendente)

47 Confronti EUROPA: ACCISE IN VIGORE (settembre 2014) NAZIONE BENZINA GASOLIO AUTO AUSTRIA 493,36 409,64 BELGIO 613,57 427,69 BULGARIA 363,02 329,79 CIPRO 489,70 460,70 CROAZIA 480,72 375,65 DANIMARCA 602,47 412,24 ESTONIA 422,77 392,92 FINLANDIA 623,70 462,80 FRANCIA 613,30 440,90 GERMANIA 654,50 470,40 GRECIA 683,36 342,87 IRLANDA 607,72 499,00 ITALIA 730,80 619,80 LETTONIA 423,20 346,03 LITUANIA 434,43 330,17 LUSSEMBURGO 462,09 335,00 MALTA 509,38 422,40 OLANDA 767,24 485,76 POLONIA 396,65 346,59 PORTOGALLO 585,95 369,41 REGNO UNITO 733,32 733,32 REP. CECA 462,91 394,76 ROMANIA 463,01 431,55 SLOVACCHIA 570,17 406,05 SLOVENIA 547,25 454,32 SPAGNA 465,00 370,98 SVEZIA 612,48 527,29 UNGHERIA 392,37 361,35 Fonte: Direzione generale Energia della Commissione Ue. Euro/1000 litri 6.10 EUROPA: LA RETE DI DISTRIBUZIONE CARBURANTI (settembre 2014) NAZIONE PUNTI VENDITA % PUNTI VENDITA SELF SERVICE EROGATO MEDIO COMPLESSIVO BENZINA E GASOLIO (000/mc) AUSTRIA BELGIO N.D DANIMARCA FINLANDIA FRANCIA N.D GERMANIA N.D GRECIA IRLANDA N.D ITALIA LUSSEMBURGO OLANDA NORVEGIA POLONIA PORTOGALLO REGNO UNITO REP. CECA SPAGNA SVEZIA SVIZZERA UNGHERIA N.D. N.D. TURCHIA N.D Fonte: Dati raccolti da Unione Petrolifera presso le varie Associazioni Europee del settore o da altre fonti nazionali.

48 L evoluzione dei prezzi e delle imposte sui carburanti in rapporto all andamento delle quotazioni internazionali

49 Prezzi 7

50 50 Prezzi 7.1 PREZZI ALLA POMPA E IMPOSTE SULLA BENZINA NEI PAESI UE28 Incidenza della fiscalità sui prezzi della benzina (1 maggio 2014) Prezzi in Euro/litro NAZIONE PREZZO ALLA POMPA TASSE INCIDENZA FISCALE % AUSTRIA 1,368 0,721 52,7 BELGIO 1,624 0,895 55,1 BULGARIA 1,288 0,578 44,8 CIPRO 1,434 0,719 50,1 CROAZIA 1,435 0,769 53,6 DANIMARCA 1,667 0,935 56,1 ESTONIA 1,302 0,604 49,1 FINLANDIA 1,622 0,938 57,8 FRANCIA 1,528 0,868 56,8 GERMANIA 1,563 0,904 57,8 GRECIA 1,685 0,999 59,3 IRLANDA 1,529 0,894 58,5 ITALIA (*) 1,739 1,044 60,1 LETTONIA 1,326 0,664 50,1 LITUANIA 1,339 0,667 49,8 LUSSEMBURGO 1,339 0,637 47,6 MALTA 1,440 0,729 50,6 OLANDA 1,735 1,068 61,6 POLONIA 1,279 0,636 49,7 PORTOGALLO 1,581 0,882 55,8 REGNO UNITO 1,571 0,966 61,5 REP. CECA 1,316 0,696 52,9 ROMANIA 1,397 0,729 52,2 SLOVACCHIA 1,476 0,816 55,3 SLOVENIA 1,495 0,833 55,7 SPAGNA 1,428 0,713 49,9 SVEZIA 1,609 0,941 58,5 UNGHERIA 1,366 0,691 50,6 Fonte: Direzione generale Energia della Commissione Ue.

51 Prezzi PREZZI ALLA POMPA E IMPOSTE SUL GASOLIO AUTO NEI PAESI UE28 Incidenza della fiscalità sui prezzi del gasolio auto (1 maggio 2014) NAZIONE PREZZO ALLA POMPA TASSE Prezzi in Euro/litro INCIDENZA DELLA FISCALITA % AUSTRIA 1,313 0,628 47,9 BELGIO 1,414 0,673 47,6 BULGARIA 1,309 0,548 41,9 CIPRO 1,429 0,689 48,2 CROAZIA 1,333 0,643 48,2 DANIMARCA 1,458 0,703 48,2 ESTONIA 1,282 0,607 47,3 FINLANDIA 1,512 0,755 50,0 FRANCIA 1,312 0,660 50,3 GERMANIA 1,368 0,689 50,4 GRECIA 1,364 0,598 43,8 IRLANDA 1,472 0,774 52,6 ITALIA 1,634 0,914 56,0 LETTONIA 1,285 0,574 44,7 LITUANIA 1,298 0,555 42,8 LUSSEMBURGO 1,179 0,489 41,5 MALTA 1,360 0,630 46,3 OLANDA 1,425 0,733 51,4 POLONIA 1,266 0,583 46,1 PORTOGALLO 1,339 0,620 46,3 REGNO UNITO 1,655 0,980 59,2 REP. CECA 1,321 0,628 47,6 ROMANIA 1,407 0,699 49,7 SLOVACCHIA 1,330 0,628 47,2 SLOVENIA 1,378 0,711 51,6 SPAGNA 1,327 0,601 45,3 SVEZIA 1,552 0,844 54,4 UNGHERIA 1,380 0,662 48,0 Fonte: Direzione generale Energia della Commissione Ue.

52 I dati sulla distribuzione di metano e GPL

53 Carburanti alternativi 8

54 54 Carburanti alternativi 8.1 RETE DISTRIBUTIVA DI METANO E GPL IN ITALIA ( ) REGIONE IMPIANTI METANO IMPIANTI GPL Dati riferiti agli impianti in esercizio sulla rete stradale e autostradale. Fonte Metano: Unione Petrolifera su dati Federmetano Fonte GPL: Eco Motori *Fonte: Regione Piemonte Settore Programmazione del Settore Terziario Commerciale METANO GPL VALLE D'AOSTA 1 5 PIEMONTE LIGURIA 7 33 LOMBARDIA TRENTINO ALTO ADIGE FRIULI VENEZIA GIULIA 4 78 VENETO EMILIA ROMAGNA TOSCANA MARCHE UMBRIA LAZIO ABRUZZO MOLISE 3 31 CAMPANIA PUGLIA BASILICATA 9 44 CALABRIA SARDEGNA 0 77 SICILIA ITALIA

55 Carburanti alternativi EVOLUZIONE DELLA RETE DISTRIBUTIVA DEL METANO ( ) REGIONI VALLE D'AOSTA PIEMONTE * 71 LIGURIA LOMBARDIA TRENTINO ALTO ADIGE FRIULI VENEZIA GIULIA VENETO EMILIA ROMAGNA MARCHE TOSCANA UMBRIA LAZIO ABRUZZO MOLISE PUGLIA CAMPANIA BASILICATA CALABRIA SARDEGNA NON È SERVITA DALLA RETE DEL METANO SICILIA ITALIA Fonte: Unione Petrolifera su dati Federmetano. * 8.3 IMPIANTI GPL IN PIEMONTE ( ) PROVINCIA N IMPIANTI STRADALI CON GPL AUTOSTRADALI CON GPL ALESSANDRIA ASTI BIELLA CUNEO NOVARA TORINO VCO VERCELLI PIEMONTE

56 56 Carburanti alternativi 8.4 IMPIANTI DI DISTRIBUZIONE DEL METANO ( ) PROVINCIA DI ALESSANDRIA ACQUI TERME - Loc Sottargine Circonvallazione ALESSANDRIA - Lungo Tanaro Magenta CASALE MONFERRATO - S.S. 31, Km CASALE MONFERRATO - S.P. N. 457, Km CASALE MONFERRATO - C/O Ipercoop NOVI LIGURE - S.P. Cassano Spinola, Km OCCIMIANO - S.S. 31, Km POMARO MONFERRATO - S.P. Casale Valenza, Km TORTONA - S.S. 10, Km TORTONA - Strada Provinciale Villaromagnano, Km TORTONA - Via Postumia PROVINCIA DI ASTI ASTI - Corso Torino 475 CANELLI - Viale Italia 36 CASTELLO DI ANNONE - S.S. 10, Km VILLANOVA D ASTI - S.S.10, Km PROVINCIA DI BIELLA BIELLA - S.S. 230, Km BIELLA - Viale Daolio Augusto (nuovo impianto) PONDERANO - S.P. 402 del MaghettoPonderano, Km SANDIGLIANO - Via Gramsci Antonio 143 PROVINCIA DI CUNEO ALBA - Via Ognissanti 13 CARRU - S.P. 59 Strada per Clavesana 3 CHERASCO - Via Fondovalle 122 CUNEO - Loc.Madonna Olmo - S.S. 589 MONDOVI - S.S. 28, Km VILLAFALLETTO - Via Circonvallazione 18 PROVINCIA DI NOVARA BELLINZAGO NOVARESE - S.S. 32, Km GATTICO - S.P. 142, Km lato sx MOMO - S.S. 229, Km (nuovo impianto) NOVARA - Corso Milano 145 NOVARA - Via Pietro Generali 25 TRECATE - Via Romentino 68 COLLEGNO - Via Sacco e Vanzetti DRUENTO - Via Galileo Ferraris 2 FELETTO - S.S. 460, Km GRUGLIASCO - Strada del Gerbido 25 MONTALTO DORA - S.S. 26, Km ORBASSANO - CirconvallazioneTorino/Piossasco OZEGNA - S.P. Chivasso/Ozegna, Km PINEROLO - Corso Torino 171 POIRINO - S.S. 29, Km RIVALTA DI TORINO - Via Giaveno 134 RIVALTA DI TORINO - Via S. Luigi - S.P. N. 174, Km RIVOLI - Strada Fornas (nuovo impianto) ROBASSOMERO - Strada Provinciale Lanzo 61 SAN BENIGNO CANAVESE - S.P. 40, Km SETTIMO TORINESE - S.S.11, Km (nuovo impianto) TORINO - Via Gorini Paolo 30/b TORINO - Via Botticelli Sandro 71 TORINO - Strada del Drosso 101/a TORINO - Strada Courgnè 102 TORINO - Via Sansovino Andrea 44 TORINO - Via Cigna Francesco 18 VEROLENGO - S.R.11 Frazione Casabianca VIGONE - S.P. N. 139, Km VILLASTELLONE - Via Santena 2 PROVINCIA DI VERBANI - CUSIO - OSSOLA PIEDIMULERA - S.S. 549 Macugnaga VERBANIA - Strada Statale 34, Km PROVINCIA DI VERCELLI CRESCENTINO - S.S. 31 bis, Km SERRAVALLE SESIA - Corso XXV Aprile 8 AUTOSTRADALE ENI S.p.A. DIVISIONE REFINING & MARKETING - A4 Torino/ Milano/Settimo Torinese Sud ENI S.p.A. DIVISIONE REFINING & MARKETING - Nichelino Sud ENI S.p.A. DIVISIONE REFINING & MARKETING - Nichelino Nord PROVINCIA DI TORINO BORGARO TORINESE - S.P. N.11 del Villaretto, Km BORGONE SUSA - Via Moncenisio, Km 38 CALUSO - Via Piave 122 CARMAGNOLA - S.S. 20, Km CASTELLAMONTE - S.P. 222 di Castellamonte (nuovo impianto) CHIERI - S.P. Poirino/Chieri, Km CHIVASSO - Stradale Torino Km CIRIE - Corso Generale Carlo Alberto dalla Chiesa 75

Modifiche ed integrazioni all'allegato A al decreto del Presidente. della Repubblica 24 ottobre 2003, n. 340, recante la disciplina per

Modifiche ed integrazioni all'allegato A al decreto del Presidente. della Repubblica 24 ottobre 2003, n. 340, recante la disciplina per MINISTERO DELL'INTERNO DECRETO 31 marzo 2014 Modifiche ed integrazioni all'allegato A al decreto del Presidente della Repubblica 24 ottobre 2003, n. 340, recante la disciplina per la sicurezza degli impianti

Dettagli

MINISTERO DELL'INTERNO

MINISTERO DELL'INTERNO MINISTERO DELL'INTERNO DECRETO 31 marzo 2014 Modifiche ed integrazioni all'allegato A al decreto del Presidente della Repubblica 24 ottobre 2003, n. 340, recante la disciplina per la sicurezza degli impianti

Dettagli

William CASONI Assessore regionale al Commercio e Fiere, Parchi e Aree protette

William CASONI Assessore regionale al Commercio e Fiere, Parchi e Aree protette 2012 William CASONI Assessore regionale al Commercio e Fiere, Parchi e Aree protette IL PUNTO Quella piemontese è stata la Regione italiana che per prima ha reso noti i dati inerenti al settore petrolifero:

Dettagli

Nuove regole an ncendio per la distribuzione del GPL

Nuove regole an ncendio per la distribuzione del GPL COMMENTO GRANDI RISCHI Importan novità anche per i dis butori stradali di gas naturale Nuove regole an ncendio per la distribuzione del GPL di Marco Albanese, responsabile Ufficio Salute, Sicurezza e Ambiente

Dettagli

Un'auto a metano fa tutto quello che fanno le altre auto. che fanno le altre auto fa tutto quello Un'auto a gpl. e forse qualcosa in più

Un'auto a metano fa tutto quello che fanno le altre auto. che fanno le altre auto fa tutto quello Un'auto a gpl. e forse qualcosa in più DirezioneTutela e Risanamento Ambientale Via Principe Amedeo, 17 - Tel. 0114321420 - Fax 0114323961 www.regione.piemonte.it/ambiente/aria/home.htm risanamento.atmosferico@regione.piemonte.it Campagna di

Dettagli

L ENERGIA E I SUOI NUMERI

L ENERGIA E I SUOI NUMERI ENTE PER LE NUOVE TECNOLOGIE, L ENERGIA E L AMBIENTE L ENERGIA E I SUOI NUMERI ITALIA 2000 Funzione Centrale Studi Maggio 2001 Il presente opuscolo è stato realizzato da M. Teresa Chironi e da Gemma Casadei

Dettagli

o Norma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua";

o Norma CEI 64-8 Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua; Distributori di GPL per autotrazione Sistema di alimentazione: TT, TN-S, Norme di riferimento: o Norma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata

Dettagli

FAIB - Confesercenti DOSSIER LA RETE DI DISTRIBUZIONE CARBURANTI ITALIANA ED EUROPEA A RAFFRONTO

FAIB - Confesercenti DOSSIER LA RETE DI DISTRIBUZIONE CARBURANTI ITALIANA ED EUROPEA A RAFFRONTO FAIB - Confesercenti DOSSIER LA RETE DI DISTRIBUZIONE CARBURANTI ITALIANA ED EUROPEA A RAFFRONTO 6 Giugno 2007 I NUMERI DELLA DISTRIBUZIONE CARBURANTI IN ITALIA LA RETE DISTRIBUTIVA: 23.800 impianti di

Dettagli

Lo spreco nelle discariche. Davide Tabarelli NE Nomisma Energia

Lo spreco nelle discariche. Davide Tabarelli NE Nomisma Energia Lo spreco nelle discariche Davide Tabarelli NE Nomisma Energia 1 Perdita di valore energetico con la discarica in Italia 2009 2012 Rifiuti in discarica in Italia (a) mln.t 17,0 17,0 Contenuto calorico

Dettagli

FILLING STATIONS & COMPRESSORS. Dante Natali Presidente Federmetano

FILLING STATIONS & COMPRESSORS. Dante Natali Presidente Federmetano FILLING STATIONS & COMPRESSORS Dante Natali Presidente Federmetano CHI È FEDERMETANO Nata nel 1948, è la principale associazione dei distributori e trasportatori di metano per auto in Italia. Si caratterizza

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE Direzione Generale per il mercato, la concorrenza, i consumatori, la vigilanza e la normativa tecnica Ufficio V

Dettagli

Quale rete ottimale per la distribuzione carburanti in Italia. Davide Tabarelli presidente NE Nomisma Energia

Quale rete ottimale per la distribuzione carburanti in Italia. Davide Tabarelli presidente NE Nomisma Energia Quale rete ottimale per la distribuzione carburanti in Italia Davide Tabarelli presidente NE Nomisma Energia Roma, 02 Aprile 2014 02 Aprile 2014 2 Agenda Crisi economica e crollo dei consumi L impennata

Dettagli

RAPPORTO RIFIUTI 2011 Sintesi dei dati

RAPPORTO RIFIUTI 2011 Sintesi dei dati RAPPORTO RIFIUTI 2011 Sintesi dei dati Produzione rifiuti: valori nazionali Nel 2009 cala la produzione dei rifiuti urbani in tutte le macroaree geografiche italiane: -1,6% al Centro, -1,4% al Nord e -0,4%

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Garante per la sorveglianza dei prezzi Con il supporto del Dipartimento per la Regolazione del Mercato Direzione Generale per la Concorrenza e i Consumatori UfficioV

Dettagli

La certificazione AEO, un biglietto da visita per gli operatori doganali

La certificazione AEO, un biglietto da visita per gli operatori doganali La certificazione AEO, un biglietto da visita per gli operatori doganali Roma 19 marzo2009 Dott. Giovanni MOSCA - Ufficio tecnologie e supporto dell attività di verifica Passi necessari per divenire un

Dettagli

Francesca Belinghieri. Novara, 11 giugno 2014

Francesca Belinghieri. Novara, 11 giugno 2014 Novara, 11 giugno 2014 "Il Nuovo SET (Servizio Emergenze Trasporti), uno strumento operativo per la gestione delle emergenze a supporto delle Autorità Pubbliche e delle Imprese". Francesca Belinghieri

Dettagli

Il settore dell edilizia tra forte crisi e deboli segnali di ripresa

Il settore dell edilizia tra forte crisi e deboli segnali di ripresa Confartigianato Imprese Mantova CONVEGNO RILANCIO DELL EDILIZIA COME USCIRE DAL TUNNEL Proposte per cittadini e imprese Il settore dell edilizia tra forte crisi e deboli segnali di ripresa A cura di Licia

Dettagli

Centro Studi Confagricoltura Digital Divide: diffusione delle infrastrutture di comunicazione a banda larga in Italia 17 marzo 2014 Bollettino Flash

Centro Studi Confagricoltura Digital Divide: diffusione delle infrastrutture di comunicazione a banda larga in Italia 17 marzo 2014 Bollettino Flash Centro Studi Confagricoltura Digital Divide: diffusione delle infrastrutture di comunicazione a banda larga in Italia Bollettino Flash 17 marzo 2014 Confagricoltura ha espresso più volte la propria preoccupazione

Dettagli

Certificazione di affidabilità doganale e di sicurezza: L Operatore Economico Autorizzato (A.E.O.)

Certificazione di affidabilità doganale e di sicurezza: L Operatore Economico Autorizzato (A.E.O.) Certificazione di affidabilità doganale e di sicurezza: L Operatore Economico Autorizzato (A.E.O.) dott.ssa Cinzia Bricca Direttore Centrale Accertamenti e Controlli Agenzia delle Dogane Milano 25 marzo

Dettagli

EUROPA 2020. Una strategia per una crescita Intelligente Sostenibile Inclusiva. Eurosportello-Unioncamere. del Veneto

EUROPA 2020. Una strategia per una crescita Intelligente Sostenibile Inclusiva. Eurosportello-Unioncamere. del Veneto EUROPA 2020 Una strategia per una crescita Intelligente Sostenibile Inclusiva Eurosportello-Unioncamere del Veneto Cos è è? Una comunicazione della Commissione Europea (Com. 2020 del 3 marzo 2010), adottata

Dettagli

IX Rapporto Sanità Università di Roma Tor Vergata Crisi economica e Sanità: come cambiare le politiche pubbliche TAVOLE PRINCIPALI

IX Rapporto Sanità Università di Roma Tor Vergata Crisi economica e Sanità: come cambiare le politiche pubbliche TAVOLE PRINCIPALI IX Rapporto Sanità Università di Roma Tor Vergata Crisi economica e Sanità: come cambiare le politiche pubbliche TAVOLE PRINCIPALI 1. Gap PIL pro-capite Italia vs. altri Paesi europei Valori %, anni 2000-2012

Dettagli

OBIETTIVO CRESCITA. Le sfide delle PMI nel contesto macroeconomico

OBIETTIVO CRESCITA. Le sfide delle PMI nel contesto macroeconomico OBIETTIVO CRESCITA Impresa, banca, territorio Le sfide delle PMI nel contesto macroeconomico I principali temi Crescita dimensionale Reti d impresa e altre forme di alleanza Innovazione e ricerca Capitale

Dettagli

Italia: la spesa sociale e la spesa per disabilità

Italia: la spesa sociale e la spesa per disabilità Italia: la spesa sociale e la spesa per disabilità La spesa sociale dei Comuni Nel 2012 (ultimo dato disponibile) i Comuni italiani, singoli o associati, hanno speso per interventi e servizi sociali sui

Dettagli

Il turismo a Bologna nel 2013. Aprile 2013

Il turismo a Bologna nel 2013. Aprile 2013 Il turismo a Bologna nel 213 Aprile 213 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Paola Ventura Le elaborazioni sono state effettuate sui

Dettagli

LEGGE REGIONALE 2 GENNAIO 2007 N. 1 e ss.mm.ii. TESTO UNICO IN MATERIA DI COMMERCIO - Estratto parti relative alla distribuzione carburanti stradali

LEGGE REGIONALE 2 GENNAIO 2007 N. 1 e ss.mm.ii. TESTO UNICO IN MATERIA DI COMMERCIO - Estratto parti relative alla distribuzione carburanti stradali LEGGE REGIONALE 2 GENNAIO 2007 N. 1 e ss.mm.ii. TESTO UNICO IN MATERIA DI COMMERCIO - Estratto parti relative alla distribuzione carburanti stradali (Omissis) CAPO IX DISTRIBUZIONE CARBURANTI STRADALI

Dettagli

Approcci e pratiche nazionali ed europee di validazione: indagine Isfol 2010-2011

Approcci e pratiche nazionali ed europee di validazione: indagine Isfol 2010-2011 Approcci e pratiche nazionali ed europee di validazione: indagine Isfol 2010-2011 Roma 12 Dicembre 2011 Elisabetta Perulli e.perulli@isfol.it Il senso di questo lavoro: Costruire un quadro (e magari una

Dettagli

Tavola 8.1 - Capacità degli esercizi ricettivi per tipo di alloggio - Comune di Lecce - Anno 2009

Tavola 8.1 - Capacità degli esercizi ricettivi per tipo di alloggio - Comune di Lecce - Anno 2009 8. Turismo Nel 2009 nella categoria esercizi alberghieri gli alberghi a 4 stelle costituiscono il 40,0% degli esercizi con una dotazione di posti letto pari al 59,4% del totale. La permanenza media del

Dettagli

La rete cambia verso? Dal GPL/Metano alle colonnine elettriche, nuova energia per I distributori di benzina

La rete cambia verso? Dal GPL/Metano alle colonnine elettriche, nuova energia per I distributori di benzina La rete cambia verso? Dal GPL/Metano alle colonnine elettriche, nuova energia per I distributori di benzina La rete nazionale di distribuzione del metano per autotrazione di domani: vincoli strutturali

Dettagli

Distributori di gas naturale compresso (metano) per autotrazione

Distributori di gas naturale compresso (metano) per autotrazione Distributori di gas naturale compresso (metano) per autotrazione Sistema di alimentazione: TT, TN-S, Norme di riferimento: o Norma CEI 64-8 "Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore

Dettagli

A.P.T. della Provincia di Venezia - Ufficio Studi & Statistica

A.P.T. della Provincia di Venezia - Ufficio Studi & Statistica RELAZIONE flussi turistici /2012 STL JESOLO ED ERACLEA 1. ARRIVI / PRESENZE 2. COMPARTO alberghiero ed extraalberghiero 3. PROVENIENZE 4. RICETTIVO 5. FOCUS: SETTEMBRE 2013 1. ARRIVI / PRESENZE Nel periodo

Dettagli

IV edizione del Workshop Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali

IV edizione del Workshop Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali IV edizione del Workshop Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali Il capitale territoriale: una leva per lo sviluppo? Bologna, 17 aprile 2012 Il ruolo delle infrastrutture nei processi di

Dettagli

RAPPORTO RIFIUTI URBANI 2013 1. CONTESTO EUROPEO

RAPPORTO RIFIUTI URBANI 2013 1. CONTESTO EUROPEO 1. CONTESTO EUROPEO La produzione dei rifiuti pericolosi e non pericolosi in Europa I dati Eurostat relativi alla produzione totale dei rifiuti pericolosi e non pericolosi (somma dei rifiuti prodotti da

Dettagli

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE ESERCIZI SPECIALIZZATI. AL 31/12/2013 PIEMONTE Altri prodotti 19 41.235 113 168 281 0 2 3 Articoli igienico-sanitari/materiali da 1 2.493 2 0 2 0 0 0 Articoli sportivi/attrezzatura campeggi 9 25.694 119

Dettagli

Ricerca e innovazione

Ricerca e innovazione CAPITOLO 11 Ricerca e innovazione Alla base del progresso Ricerca e innovazione costituiscono una determinante indiretta del benessere. Sono alla base del progresso sociale ed economico e danno un contributo

Dettagli

Dante Natali Presidente

Dante Natali Presidente Il contributo della rete distributiva allo sviluppo di una mobilità sostenibile Dante Natali Presidente CHI È FEDERMETANO Nata nel 1948, è la principale associazione dei distributori e trasportatori di

Dettagli

RIGASSIFICAZIONE DI GNL IN STAZIONI DI SERVIZIO PER AUTOTRAZIONE

RIGASSIFICAZIONE DI GNL IN STAZIONI DI SERVIZIO PER AUTOTRAZIONE RIGASSIFICAZIONE DI GNL IN STAZIONI DI SERVIZIO PER AUTOTRAZIONE Dante Natali Presidente GNL: opportunità e nuovi utilizzi SSC e AIEE Milano, 17 novembre 2014 CHI È FEDERMETANO Nata nel 1948, è la principale

Dettagli

MOVIMENTO TURISTICO NELLA PROVINCIA DI CATANIA ANNO 2010

MOVIMENTO TURISTICO NELLA PROVINCIA DI CATANIA ANNO 2010 PROVINCIA REGIONALE DI CATANIA MOVIMENTO TURISTICO NELLA PROVINCIA DI CATANIA ANNO 2010 RELAZIONE E ANALISI 1 Progetto e redazione della pubblicazione a cura dell Ufficio Studi e Programmazione per lo

Dettagli

Analisi comparata tra le Province piemontesi relativa alla popolazione straniera residente (1996-2007).

Analisi comparata tra le Province piemontesi relativa alla popolazione straniera residente (1996-2007). Provincia di Torino Ufficio Statistica Analisi comparata tra le Province piemontesi relativa alla popolazione straniera residente (1996-2007). di Franco A. Fava 1. La popolazione straniera residente. Secondo

Dettagli

Claudio GAGLIARDI. Rapporto PIQ 2011. Una nuova misura dell economia per leggere l Italia e affrontare la crisi. Segretario Generale Unioncamere

Claudio GAGLIARDI. Rapporto PIQ 2011. Una nuova misura dell economia per leggere l Italia e affrontare la crisi. Segretario Generale Unioncamere Claudio GAGLIARDI Segretario Generale Unioncamere Rapporto PIQ 2011 Una nuova misura dell economia per leggere l Italia e affrontare la crisi Roma, 10 dicembre 2012 Perché puntare l obiettivo sulla qualità?

Dettagli

PREZZI, QUANDO I DATI SMENTISCONO MISTER PREZZI E GLI ADDETTI AL PREZZIFICIO PREZZI RILEVATI IL 20 DICEMBRE 2010

PREZZI, QUANDO I DATI SMENTISCONO MISTER PREZZI E GLI ADDETTI AL PREZZIFICIO PREZZI RILEVATI IL 20 DICEMBRE 2010 PREZZI, QUANDO I DATI SMENTISCONO MISTER PREZZI E GLI ADDETTI AL PREZZIFICIO I prezzi rilevati nella settimana del 20 dicembre, del 3 gennaio e del 10 gennaio manca quella del 27 dicembre perché non rilevata

Dettagli

Il diritto allo studio oggi. E domani?

Il diritto allo studio oggi. E domani? Il diritto allo studio oggi. E domani? Federica Laudisa Ripensare il diritto allo studio universitario Firenze, 10 novembre 2011 Sommario Lo stato dell arte Uno sguardo oltreconfine La riforma Gelmini

Dettagli

Cultura e Tempo Libero

Cultura e Tempo Libero Cultura e Tempo Libero Corso in Statistica Sociale Anno Accademico 2012-13 Anna Freni Sterrantino Sommario Definizione e introduzione Le indagini multiscopo Spesa in attività culturali Confronti con i

Dettagli

L invecchiamento demografico: Un fenomeno mondiale

L invecchiamento demografico: Un fenomeno mondiale Comunità di Sant Egidio Anziani nel Mondo, Europa e Italia Le regioni europee in cui si vive più a lungo L invecchiamento demografico: Un fenomeno mondiale Secondo le Nazioni Unite nel 2010 la popolazione

Dettagli

A. Consistenze e caratteristiche generali della rete

A. Consistenze e caratteristiche generali della rete REPORT SULLA DISTRIBUZIONE DEI CARBURANTI IN ITALIA SETTEMBRE 2013 1 A. Consistenze e caratteristiche generali della rete Tav.1 Evoluzione della rete di distribuzione carburanti 2000 2005 2010 2011 Autostradali

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA PROVINCIA DI BERGAMO

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA PROVINCIA DI BERGAMO Provincia di Bergamo OSSERVATORIO TURISTICO DELLA PROVINCIA DI BERGAMO DATI STATISTICI ANNO 2005 Introduzione...pag. 3 1. MOVIMENTI DEI CLIENTI NELLE STRUTTURE RICETTIVE DELLA PROVINCIA DI BERGAMO, COMPRESO

Dettagli

E possibile una rete in Italia che punti su efficienza energetica e servizi integrati?

E possibile una rete in Italia che punti su efficienza energetica e servizi integrati? E possibile una rete in Italia che punti su efficienza energetica e servizi integrati? EnergyMed Napoli, Mostra d Oltremare 12 aprile 2013 Massimiliano Giannocco COSA SI DICE DELLA RETE DEI CARBURANTI

Dettagli

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA)

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) (aggiornamento al 31 DICEMBRE 2014) REGIONE PUGLIA 11.310 31.758 22.145 168.396 2.866 208.465 1.819 1.566.140 55 172.237

Dettagli

Lo smaltimento in discarica dei rifiuti contenenti amianto

Lo smaltimento in discarica dei rifiuti contenenti amianto Lo smaltimento in discarica dei rifiuti contenenti amianto ISS Istituto Superiore di Sanità Progetto AMIANTO Roma, 12 dicembre 2013 Rosanna Laraia Patrizia D Alessandro RCA: Metodologia di indagine I dati

Dettagli

Mobilità, trasporti e vettore idrogeno

Mobilità, trasporti e vettore idrogeno Mobilità, trasporti e vettore idrogeno Angelo Tartaglia 21-2-2009 Centro Studi Sereno Regis 1 Fabbisogno energetico crescente + 1,95% all anno in 25 anni 21-2-2009 Centro Studi Sereno Regis 2 Mobilità:

Dettagli

BIBIONE: CON IL WEB IL TURISMO REGGE ALLA CRISI

BIBIONE: CON IL WEB IL TURISMO REGGE ALLA CRISI COMUNICATO STAMPA BIBIONE: CON IL WEB IL TURISMO REGGE ALLA CRISI Secondo uno studio dell'associazione Bibionese Albergatori, nella stagione 2012 Bibione ha ospitato più di 770.000 turisti. Prenotazioni

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO IT IT IT COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxelles, 27.1.2009 COM(2009) 9 definitivo COMUNICAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO Monitoraggio delle emissioni di CO2 delle automobili

Dettagli

Ricorso agli ammortizzatori sociali settore Vigilanza Privata. Anno 2012

Ricorso agli ammortizzatori sociali settore Vigilanza Privata. Anno 2012 Ricorso agli ammortizzatori sociali settore Vigilanza Privata Anno 2012 Premessa Nel settore della vigilanza privata il 2012 è stato un anno di record per gli ammortizzatori sociali, in particolare per

Dettagli

710200 MULTICARD ROUTEX

710200 MULTICARD ROUTEX MULTICARD ROUTEX: MULTICARD ROUTEX è la Carta di pagamento Europea del Gruppo Eni. ROUTEX è il circuito di accettazione internazionale formato dalle quattro Compagnie petrolifere Eni, BP, OMV e Statoil,

Dettagli

IL METANO NELLE POLITICHE DI SOSTENIBILITA

IL METANO NELLE POLITICHE DI SOSTENIBILITA FEDERAZIONE NAZIONALE DISTRIBUTORI E TRASPORTATORI DI METANO Via Alberelli, 1 40132 BOLOGNA Tel. 051/400357 Fax 051/401317 Email: info@federmetano.it Web: www.federmetano.it IL METANO NELLE POLITICHE DI

Dettagli

Con il termine trasporto si indica il movimento di persone e di merci da un luogo ad un altro Questo termine viene anche usato per individuare tutto

Con il termine trasporto si indica il movimento di persone e di merci da un luogo ad un altro Questo termine viene anche usato per individuare tutto Con il termine trasporto si indica il movimento di persone e di merci da un luogo ad un altro Questo termine viene anche usato per individuare tutto ciò che riguarda la circolazione tramite diverse sistemi

Dettagli

Il turismo in Veneto nel 2015

Il turismo in Veneto nel 2015 Federico Caner Assessore all'attuazione del programma, rapporti con Consiglio regionale, programmazione fondi UE, turismo, commercio estero Palazzo Balbi Venezia, 18 febbraio 216 I numeri del turismo Veneto

Dettagli

Nota metodologica. Definizioni: Imposte ambientali

Nota metodologica. Definizioni: Imposte ambientali Nota metodologica Definizioni: Imposte ambientali La Commissione Europea fornisce una definizione di imposte ambientali nel volume "Environmental taxes a statistical guideline" (2001), come una imposta

Dettagli

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.)

SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) AL COMUNE DI MONTE SAN SAVINO U Sportello Unico per le Attività Produttive Corso Sangallo, 38 52048 Monte San Savino (Arezzo) Da inoltrare utilizzando il Portale Regionale accessibile dal sito web del

Dettagli

Capitolo 18. Turismo

Capitolo 18. Turismo Capitolo 18 Turismo 18. Turismo Il sistema delle statistiche ufficiali sul turismo si avvale di diverse fonti informative, la maggior parte delle quali rappresentate da rilevazioni ed elaborazioni Istat.

Dettagli

TRASPORTO PESANTE E METANO: DAL GNL AL DUAL-FUEL. Venerdì 22 maggio 2015

TRASPORTO PESANTE E METANO: DAL GNL AL DUAL-FUEL. Venerdì 22 maggio 2015 TRASPORTO PESANTE E METANO: DAL GNL AL DUAL-FUEL Venerdì 22 maggio 2015 RETE DISTRIBUTIVA DEL METANO PER AUTOTRAZIONE e LA SFIDA DEL TRASPORTO PESANTE Dante Natali Presidente Federmetano CHI È FEDERMETANO

Dettagli

Il turismo a Bologna nel 2012

Il turismo a Bologna nel 2012 Il turismo a Bologna nel 212 Aprile 213 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Paola Ventura Le elaborazioni sono state effettuate sui

Dettagli

Le imprese ricettive nel Comune di Livorno. Le caratteristiche dell offerta ricettiva L andamento dei flussi turistici

Le imprese ricettive nel Comune di Livorno. Le caratteristiche dell offerta ricettiva L andamento dei flussi turistici Le imprese ricettive nel Comune di Livorno Le caratteristiche dell offerta ricettiva L andamento dei flussi turistici Origine dei dati di rilevazione Rilevazione censuaria movimentazione clienti strutture

Dettagli

Gasolio e pedaggi autostradali. Un analisi di ANITA sull aumento dei costi per l autotrasporto

Gasolio e pedaggi autostradali. Un analisi di ANITA sull aumento dei costi per l autotrasporto Gasolio e pedaggi autostradali Un analisi di ANITA sull aumento dei costi per l autotrasporto Roma, 24 Gennaio 2011 1 ANITA ha effettuato un analisi sull aumento dei pedaggi autostradali e del gasolio,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it unione nazionale r a p p r e s e n t a n t i autoveicoli esteri Analisi UNRAE delle immatricolazioni 2008 AUMENTA DI OLTRE 3 PUNTI LA QUOTA DI CITY CAR

Dettagli

Turismo sanitario come opportunità per la promozione della rete delle strutture sanitarie

Turismo sanitario come opportunità per la promozione della rete delle strutture sanitarie PROGETTO MATTONE INTERNAZIONALE WORKSHOP Le sinergie nell Unione Europea tra servizi sanitari nazionali e politiche del turismo Venezia, 14 aprile 2014 Turismo sanitario come opportunità per la promozione

Dettagli

PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 24 febbraio 2014 Dicembre 2013 PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI A partire dal mese corrente, l Istat avvia la diffusione mensile degli indici dei prezzi all importazione dei prodotti industriali.

Dettagli

Rapporto Rifiuti Speciali

Rapporto Rifiuti Speciali ISPRA Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale Rapporto Rifiuti Speciali Edizione 2015 RAPPORTI Estratto imballaggi smaltimento recupero di materia 226/2015 ISPRA Istituto Superiore

Dettagli

tab.2.1.1consistenza delle strutture ricettive della provincia di Brindisi. Periodo 2006/2012

tab.2.1.1consistenza delle strutture ricettive della provincia di Brindisi. Periodo 2006/2012 Il Turismo 1 Nel 2012 la provincia di Brindisi ha migliorato la propria offerta ricettiva ed ha registrato un incremento degli indicatori quali-quantitativi della ricettività locale (densità degli esercizi

Dettagli

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Milano, 10 febbraio 2016 Turismo incoming in crescita progressiva Arrivi di turisti negli esercizi ricettivi

Dettagli

PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 17 febbraio 2015 Dicembre 2014 PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI Nel mese di dicembre 2014 l indice dei prezzi all importazione dei prodotti industriali diminuisce dell 1,8% rispetto al

Dettagli

rispettate, l impianto deve essere rimosso.

rispettate, l impianto deve essere rimosso. '(&5(72'(/35(6,'(17('(//$5(38%%/,&$RWWREUHQ 5HJRODPHQWRUHFDQWHGLVFLSOLQDSHUODVLFXUH]]DGHJOLLPSLDQWLGL GLVWULEX]LRQHVWUDGDOHGL*3/SHUDXWRWUD]LRQH IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Visto l articolo 87, quinto

Dettagli

La corruzione in Italia

La corruzione in Italia Palermo, 23 gennaio 2013 La corruzione in Italia Alberto Vannucci Università di Pisa vannucci@sp.unipi.it Lorenzetti Allegoria del Cattivo Governo, 1338-1339, Sala della Pace, Palazzo Pubblico, Siena Allegoria

Dettagli

Udine Palazzo della Provincia 9 Marzo 2015

Udine Palazzo della Provincia 9 Marzo 2015 Udine Palazzo della Provincia 9 Marzo 2015 ITALIA - ESPORTAZIONE DI RIFIUTI SPECIALI ANNO 2012 A livello nazionale la quantità totale di rifiuti esportata nel 2012 è pari a 4 milioni di tonnellate di cui

Dettagli

STUDIO SUGLI INCENDI IN ITALIA DAL 2007 AL 2010. Dirigente Superiore Dott. Ing. Maurizio D ADDATO

STUDIO SUGLI INCENDI IN ITALIA DAL 2007 AL 2010. Dirigente Superiore Dott. Ing. Maurizio D ADDATO STUDIO SUGLI INCENDI IN ITALIA DAL 2007 AL 2010 Dirigente Superiore Dott. Ing. Maurizio D ADDATO La ricerca sviluppata ha preso in esame tutte le segnalazioni pervenute al Centro Operativo Nazionale del

Dettagli

Atlante Statistico dell Energia. RIE per AGI

Atlante Statistico dell Energia. RIE per AGI Atlante Statistico dell Energia RIE per AGI Settembre 215 ENERGIA E AMBIENTE 14 Emissioni totali di CO2 principali nei paesi Europei 12 1 mln tonn. 8 6 4 2 199 1992 1994 1996 1998 2 22 24 26 28 21 212

Dettagli

La popolazione ucraina in Italia. Caratteristiche demografiche, occupazionali ed economiche.

La popolazione ucraina in Italia. Caratteristiche demografiche, occupazionali ed economiche. La popolazione ucraina in Italia. Caratteristiche demografiche, occupazionali ed economiche. L Italia è il primo Paese europeo per presenza di cittadini e negli ultimi anni ha visto un aumento del 62%.

Dettagli

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B)

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B) AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) ()/Bx100 120 113,93 109,46 +4,47 +4,09% 480 295,84 277,95 +17,89 +6,44% 700 401,94 375,85 +26,09 +6,94% 1.400 739,55 687,37 +52,18 +7,59% 2.000 1.026,99

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

IL RINCARO CARBURANTI ANALISI E INCIDENZA SULLE FAMIGLIE ITALIANE. IL CONFRONTO CON L EUROPA.

IL RINCARO CARBURANTI ANALISI E INCIDENZA SULLE FAMIGLIE ITALIANE. IL CONFRONTO CON L EUROPA. IL RINCARO CARBURANTI ANALISI E INCIDENZA SULLE FAMIGLIE ITALIANE. IL CONFRONTO CON L EUROPA. I rincari del carburante non rappresentano più una sorpresa per gli automobilisti italiani. I prezzi della

Dettagli

PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 17 giugno 2015 Aprile 2015 PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI Nel mese di aprile 2015 l indice dei prezzi all importazione dei prodotti industriali aumenta dello 0,5% rispetto al mese precedente

Dettagli

ANTINCENDIO Impianti di protezione attiva: la nuova regola tecnica

ANTINCENDIO Impianti di protezione attiva: la nuova regola tecnica GRANDI RISCHI COMMENTO 58 N. 2-29 gennaio 2013 IL SOLE 24 ORE www.ambientesicurezza24.com Dal MinInterno nuove disposizioni con il D.M. 20 dicembre 2012 ANTINCENDIO Impianti di protezione attiva: la nuova

Dettagli

RAPPORTO RIFIUTI URBANI ISPRA 2013 Sintesi dei dati

RAPPORTO RIFIUTI URBANI ISPRA 2013 Sintesi dei dati RAPPORTO RIFIUTI URBANI ISPRA 2013 Sintesi dei dati Contesto europeo Secondo i dati resi disponibili da Eurostat, integrati con i dati ISPRA per quanto riguarda l Italia, nel 2011 i 27 Stati membri dell

Dettagli

Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali

Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali Cod. ISTAT INT 00023 AREA: Amministrazioni pubbliche e Servizi sociali Settore di interesse: Istituzioni Pubbliche e Private Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali Titolare: Dipartimento per

Dettagli

Servizi TotalErg Card Gestione, controllo e organizzazione in qualunque momento

Servizi TotalErg Card Gestione, controllo e organizzazione in qualunque momento Servizi TotalErg Card Gestione, controllo e organizzazione in qualunque momento Una missione, infinite possibilità Siamo un azienda multi-business del mercato petrolifero nazionale che opera nella distribuzione

Dettagli

Energia pulita nei trasporti: Il ruolo dell idrogeno Esperienze della Regione Lombardia. Silvana Di Matteo Milano-sede Fast 21 giugno 2013

Energia pulita nei trasporti: Il ruolo dell idrogeno Esperienze della Regione Lombardia. Silvana Di Matteo Milano-sede Fast 21 giugno 2013 Energia pulita nei trasporti: Il ruolo dell idrogeno Esperienze della Regione Lombardia Silvana Di Matteo Milano-sede Fast 21 giugno 2013 Attività Regione nel campo del vettore idrogeno Pianificazione:

Dettagli

Una simulazione degli effetti della riforma previdenziale C l o e D ll Aringa Presidente REF Ricerche www.refricerche.it

Una simulazione degli effetti della riforma previdenziale C l o e D ll Aringa Presidente REF Ricerche www.refricerche.it Una simulazione degli effetti della riforma previdenziale Presidente REF Ricerche www.refricerche.it Un analisi fondata su coorti e tempo Età nell anno t: Anno Nascita 2004 2011 2020 1950 54 61 70 1955

Dettagli

Riassetto della Rete Elettrica AT nell area metropolitana di Roma Quadrante Nord-Ovest

Riassetto della Rete Elettrica AT nell area metropolitana di Roma Quadrante Nord-Ovest Relazione Tecnica Rev. 00 del 15/10/10 Pag. 1 di 9 Riassetto della Rete Elettrica AT nell area metropolitana di Roma Quadrante Nord-Ovest VERIFICA DISTANZE DI SICUREZZA AI FINI ANTINCENDIO DALLE LINEE

Dettagli

L uso dei dispositivi di sicurezza in Italia. I dati del Sistema Ulisse

L uso dei dispositivi di sicurezza in Italia. I dati del Sistema Ulisse L uso dei dispositivi di sicurezza in Italia. I dati del Sistema Ulisse di Giancarlo Dosi L utilità dei dispositivi di sicurezza L utilità del casco e delle cinture di sicurezza è ormai fuori discussione.

Dettagli

BIELLA Associazione Provinciale. Energia, bolletta molto salata per le piccole imprese

BIELLA Associazione Provinciale. Energia, bolletta molto salata per le piccole imprese BIELLA Associazione Provinciale Via Repubblica 56-13900 Biella Tel: 015 351121- Fax: 015 351426 Internet: www.biella.cna.it email: mailbox@biella.cna.it Certificato n IT07/0030 Energia, bolletta molto

Dettagli

MERCATO MUTUI: CRESCE DEL 21,2% IL MERCATO DEI MUTUI IN PIEMONTE

MERCATO MUTUI: CRESCE DEL 21,2% IL MERCATO DEI MUTUI IN PIEMONTE MERCATO MUTUI: CRESCE DEL 21,2% IL MERCATO DEI MUTUI IN PIEMONTE E quanto rilevato dall Osservatorio Mutui Casa alle Famiglie di Banca per la Casa Milano, febbraio 2007 - Il novimestre 2006 conferma la

Dettagli

- i costi di viaggio; - i costi di soggiorno (vitto, alloggio, trasporti urbani, comunicazione, assicurazione del viaggio).

- i costi di viaggio; - i costi di soggiorno (vitto, alloggio, trasporti urbani, comunicazione, assicurazione del viaggio). ESTRATTO DELL ALLEGATO VI HANDBOOK ERASMUS A.A. 2008/2009 Estratto della Guida per le Agenzie Nazionali per l implementazione del Programma LLP, dell Invito a presentare proposte 2008 e della Guida del

Dettagli

Rapporto Statistico UE 27 Settore elettrico

Rapporto Statistico UE 27 Settore elettrico Rapporto Statistico UE 27 Settore elettrico Indice Introduzione... 2 Definizioni... 3 Evoluzione della produzione e della potenza per fonte nell UE 27... 5 Produzione e Potenza nel 2010 nell UE27... 6

Dettagli

Carburanti a basso impatto ambientale e sicurezza antincendio

Carburanti a basso impatto ambientale e sicurezza antincendio Eco City Meeting Arch. Valter Cirillo Carburanti a basso impatto ambientale e sicurezza antincendio Bologna, Motor Show, 12 dicembre 2007 1 Nell intervento si traccia una sintesi dell evoluzione della

Dettagli

Il sistema associativo Confindustria Lombardia

Il sistema associativo Confindustria Lombardia Il sistema associativo Confindustria Lombardia Il sistema associativo Confindustria Lombardia Confindustria Lombardia è un Associazione regionale con Quasi 20.000 imprese associate Oltre 900.000 lavoratori

Dettagli

LEXUS EURO ASSISTANCE 24 Assistenza stradale abbinata alla garanzia Lexus.

LEXUS EURO ASSISTANCE 24 Assistenza stradale abbinata alla garanzia Lexus. LEXUS EURO ASSISTANCE 24 Assistenza stradale abbinata alla garanzia Lexus. Indice 1. Assistenza Europea 2. Modalità del Servizio 3. Informazioni Importanti pag. 3 pag. 4 pag. 6 1. ASSISTENZA EUROPEA 3

Dettagli

LA NUOVA POLITICA REGIONALE DELL UNIONE EUROPEA PER IL PERIODO 2014-2020

LA NUOVA POLITICA REGIONALE DELL UNIONE EUROPEA PER IL PERIODO 2014-2020 LA NUOVA POLITICA REGIONALE DELL UNIONE EUROPEA PER IL PERIODO 2014-2020 Direzione Affari economici e Centro Studi Ing. Romain Bocognani «I finanziamenti europei diretti ed indiretti per il settore delle

Dettagli

IX LEGISLATURA Atti 5462/2011 IV COMMISSIONE PDL N. 120. di iniziativa del Presidente della Giunta Regionale

IX LEGISLATURA Atti 5462/2011 IV COMMISSIONE PDL N. 120. di iniziativa del Presidente della Giunta Regionale IX LEGISLATURA Atti 5462/2011 IV COMMISSIONE PDL N. 120 di iniziativa del Presidente della Giunta Regionale MODIFICHE ALLA LEGGE REGIONALE 2 FEBBRAIO 2010, N. 6 (TESTO UNICO DELLE LEGGI REGIONALI IN MATERIA

Dettagli

Statistiche sulle fonti rinnovabili in Italia

Statistiche sulle fonti rinnovabili in Italia Statistiche sulle fonti rinnovabili in Italia Anno 2008 a cura dell Ufficio Statistiche INDICE Introduzione...3 Glossario...4 Potenza efficiente lorda degli impianti da fonte rinnovabile in Italia al

Dettagli