QUANDO A CASA ARRIVA UN BAMBINO: INFORMAZIONI UTILI PER I GENITORI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "QUANDO A CASA ARRIVA UN BAMBINO: INFORMAZIONI UTILI PER I GENITORI"

Transcript

1 QUANDO A CASA ARRIVA UN BAMBINO: INFORMAZIONI UTILI PER I GENITORI Progetto OSPEDALE CULTURALMENTE COMPETENTE, ASSOCIAZIONI, MEDIATORI CULTURALI: SINERGIE PER L ACCESSO AI SERVIZI E PER L INTEGRAZIONE DEI MIGRANTI Co-finanziato dal Fondo Europeo per l Integrazione di cittadini di paesi terzi e dal Ministero dell Interno-Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione (Azione 6, Programma Annuale 2012, Codice progetto: 2012/ FEI/PROG ) 1 PUERPERIO_italiano.indd 1 12/05/14 13:44

2 PUERPERIO_italiano.indd 2 12/05/14 13:44

3 INDICE L arrivo a casa L alimentazione del neonato Le cure e l igiene Le prime malattie Quando la mamma è triste Alcune informazioni utili per la futura mamma La prevenzione degli incidenti A cura di Dott.ssa Maura Cossutta - Project Manager del progetto Dott.ssa Elisabetta Confaloni - Esperto Fei e Referente Rapporti con le Associazioni A cura delle ostetriche del Dipartimento Materno - Infantile A.O. San Camillo - Forlanini Progetto grafico Giorgia De Filippis - ideapura.it Stampato nel mese di aprile 2014 presso tipografia ROSSI S.r.l. - Via Boscofangone Nola (Napoli) 3 PUERPERIO_italiano.indd 3 12/05/14 13:44

4 L ARRIVO A CASA L arrivo a casa con il vostro neonato sarà certamente un momento di grande gioia e novità, ma cambierà anche le abitudini e l organizzazione della vostra vita. L ARRIVO A CASA Se lo aspettano fratellini o sorelline, condividete con loro ogni momento, coinvolgeteli nelle sue cure, spiegate come devono toccarlo e fargli le coccole. L ambiente della vostra casa: organizzate gli spazi dedicati alla sua cura e cercate di prestare attenzione ad alcune semplici cose, importanti per il suo benessere e sicurezza. Innanzittutto non fumate in sua presenza e mantenete sempre l aria pulita nelle stanze. La temperatura della casa non deve essere troppo elevata e il bambino non deve essere troppo coperto quando dorme. Curate l igiene, tenendo ben pulite le superifici dove appoggiate tutte le sue cose. Se in casa c è un animale domestico, non allontanatelo dal piccolo, ma seguite alcune attenzioni, come lavarvi sempre le mani prima di toccare il bambino, tenere il cibo e i prodotti dell animale lontano e soprattutto non lasciare mai da solo il piccolo con l animale. 4 PUERPERIO_italiano.indd 4 12/05/14 13:44

5 L ALIMENTAZIONE DEL NEONATO Nei primi giorni dopo la nascita compare il colostro, che è un liquido molto importante perchè contiene gli anticorpi della mamma che proteggono il bambino. Dopo due - tre giorni dal parto inizia la montata lattea e la produzione abbondante di latte: il latte della mamma è l alimento ideale per le esigenze nutritive e per lo sviluppo del neonato. Fino a 6 mesi il bimbo non ha bisogno di altro. Ma se potete continuate ad allattarlo anche oltre, fino a 1 anno: allattare fa bene anche alla mamma, perchè la protegge dal rischio di tumore al seno e favorisce il recupero del suo peso - forma. Come devo allattarlo? Quando lo chiede. Più spesso e più a lungo il bambino succhia al seno, maggiore è la quantità del tuo latte, e meglio fuoriesce dal seno. Se il bambino succhia a richiesta, le poppate possono essere fino a 12, ma a volte anche di più. Lascialo succhiare da un seno finché non si stacca e poi passa all altro lato; talvolta gli basterà ciucciare da un solo seno. Soprattutto all inizio dell allattamento, se il neonato appare molto sonnolento, devi stimolarlo a succhiare. L allattamento deve essere esclusivo al seno, cioè senza aggiunte di altri liquidi (come camomilla, tisane, acqua e zucchero) o alimenti semisolidi e solidi (come frutta, pappine) perchè può succhiare meno al seno, facendo ridurre la quantità di latte che produci. Tutte le donne possono allattare, le situazioni in cui non possono o non devono allattare sono veramente poche. L affetto e le cure delle persone che ti sono vicine sono molto importanti perchè l allattamento può essere impegnativo e renderti più fragile. Chiedi consiglio per ogni tuo dubbio al pediatra oppure alle operatrici del consultorio più vicino a casa tua. Come faccio a capire se si attacca bene al seno? Devi cercare una posizione comoda e stare rilassata e devi controllare che stia in una posizione corretta. Il suo corpo e il tuo devono stare in contatto (pancia a pancia); la sua testa, il petto e le gambette devono stare allineate; il capezzolo ed una buona parte dell areola della mammella devono entrare nella sua bocca e il suo labbro inferiore deve restare rovesciato in fuori. Non è corretto quando si attacca in punta al solo capezzolo, succhia il labbro inferiore, e schiocca la lingua mentre succhia. Per ogni tuo dubbio, puoi chiedere consiglio alle ostetriche del consultorio. Quando il piccolo non succhia in modo corretto, talvolta possono capitare alcune complicazioni: L ingorgo: quando il tuo latte non scende, puoi applicare sul seno acqua calda (con compresse calde, oppure con l acqua calda della doccia o del bagno) e poi puoi spremerlo manualmente. Le ragadi: sono piccoli taglietti sul capezzolo, dolorosi. Non servono le pomate o gli unguenti; basta aiutare il tuo bambino a succhiare bene. Solo il pediatra ti dirà se è necessario dare al tuo bambino latte artificiale, e ti dirà come prepararlo (segui sempre le istruzioni riportate sulla confezione). Come faccio a capire se non si nutre abbastanza? Controlla quanta urina e quante feci fa. Se va tutto bene dovrebbe sporcare 6 o più pannolini e fare 3-8 scariche di feci nelle 24 ore nel primo mese (poi la frequenza diminuisce). Controlla anche se è vivace e se la sua pelle non è secca. Il fumo di sigarette può ridurre la tua produzione di latte e nuocere alla salute del tuo bambino (aumentare il rischio di malattie respiratorie e di morte improvvisa in culla). L alcol passa nel latte e può causare sonnolenza e disturbi dell alimentazione del tuo bambino. Le mani possono essere veicolo di trasmissione di germi; devi ricordarti di lavarle sempre bene prima di toccare o prendere in braccio il bambino per le poppate, il bagnetto, il controllo della cicatrice ombelicale, dopo il cambio del pannolino. 5 PUERPERIO_italiano.indd 5 12/05/14 13:44

6 LE CURE E L IGIENE La cicatrice ombelicale Devi curarla bene fino al suo distacco (di solito 15 giorni dalla nascita). lavati sempre bene le mani con acqua e sapone prima di medicare il cordone ombelicale; cambia la medicazione con garza sterile un paio di volte al giorno e mantieni la zona asciutta da urine e feci. Se il moncone ombelicale ritarda a cadere, devi contattare il pediatra o andare al consultorio più vicino a casa. La circoncisione È praticata in alcune popolazioni e consiste nella rimozione chirurgica della pelle che ricopre il glande. L intervento non è previsto dal Servizio Sanitario Nazionale italiano e quindi non è gratuito. Inoltre deve essere eseguito sempre all interno di strutture sanitarie, da personale qualificato, che vi darà indicazioni per la medicazione. Il cambio del pannolino Il neonato può sporcare il pannolino fino a volte al giorno nei primi giorni di vita e fino a 6 volte quando diventa un po più grande; il pannolino deve essere cambiato ogni volta che il neonato lo sporca per prevenire irritazioni della pelle. Quando avete cambiato il pannolino, lavatevi ogni volta bene le mani. Potete organizzare uno spazio adatto in modo da avere a portata di mano tutto ciò di cui avete bisogno per non lasciare il bambino solo, perchè potrebbe muoversi all improvviso e cadere. Per la pulizia dei genitali e della zona ricoperta dal pannolino si può utilizzare acqua tiepida e sapone delicato per bambini, batuffoli di cotone o garze pulite; non è necessario utilizzare costose lozioni o salviettine specifiche per l igiene del neonato e non si devono utilizzare prodotti che contengono profumi. Al termine della pulizia è sufficiente lasciare la pelle del bambino pulita e bene asciutta, eventualmente massaggiarla con olio d oliva. Non usate mai il borotalco perchè il bambino potrebbe respirarlo e ammalarsi di polmonite. Arrossamenti Se compare un arrossamento si può applicare una crema che potete farvi consigliare dal pediatra o il farmacista; se l arrossamento persiste, dovete consultare il pediatra. Il bagnetto Il bagnetto può essere fatto già dal momento del rientro: per molti bambini è un occasione di rilassamento, altri invece lo sopportano poco. Va fatto sempre lontano dalle poppate. Si consiglia di immergere il bambino in una vaschetta riempita con 5-8 cm di acqua, che dovete appoggiare su una superficie stabile in modo che non si rovesci; l acqua deve essere tiepida (per controllare la temperatura aiutatevi con il polso o con il gomito o con termometri che si trovano in commercio). Se invece fate il bagnetto nel lavandino, non dovete metterlo vicino al rubinetto dell acqua calda perchè potrebbe aprirsi. Durante il bagnetto sostenete il collo, la testa e le spalle del neonato con un braccio ed utilizzate la mano libera per lavarlo. L ambiente deve essere ben riscaldato; se è presente il papà, coinvolgete anche lui per fare il bagnetto al bambino/a. Non mettete nulla dentro le orecchie (nemmeno i bastoncini di cotone); per pulirle basta usare esternamente un batuffolo di cotone o l orlo dell asciugamano. Non mettete nulla anche nel naso per pulirlo. 6 PUERPERIO_italiano.indd 6 12/05/14 13:44

7 LE PRIME MALATTIE Al rientro a casa i neonati possono presentare alcuni disturbi, tra i quali alcuni lievi: dovrai allora capire se è il caso di chiamare il pediatra. Ecco alcune informazioni utili: Le coliche del neonato Le coliche gassose possono presentarsi all improvviso, di solito nelle ore del pomeriggio o della sera. Il bambino può avere un forte pianto, difficilmente consolabile, la sua pancia può essere distesa e le gambe piegate sull addome, il viso si arrossa, i piedi possono essere freddi e le mani chiuse. Il dolore è provocato dal passaggio di bolle d aria nell intestino. La causa può essere l eccessiva introduzione d aria, legata alla fame e al non corretto modo di succhiare al seno. Puoi cullarlo tenendolo a pancia in giù sull avambraccio e fargli dei massaggi sulla pancia. Anche un alimentazione eccessiva o troppo scarsa può favorire le coliche. Solo il pediatra può consigliare eventuali medicine oppure modificare la dieta. Diarrea e vomito Spesso questi sintomi sono associati a mal di pancia, irritabilità e febbre. Qualunque sia la causa della diarrea e del vomito, l aspetto che più preoccupa è la perdita di acqua che può disidratare il bambino. È quindi importante che il bambino beva a volontà: l allattamento al seno non va sospeso; liquidi come tè deteinato, camomilla, acqua, tisane, succhi di frutta sono ritenuti poco adatti. In caso di diarrea è molto importante: lavarsi bene le mani con acqua e sapone prima e dopo il cambio del pannolino; utilizzare asciugamani personali solo per il bambino e cambiarli frequentemente; gettare al più presto il pannolino sporco di feci. DEVI CHIAMARE IL PEDIATRA SE: Il bambino ha meno di 3 mesi La diarrea e il vomito sono ripetuti Il vomito ripetuto impedisce al bambino di bere Il bambino appare disidratato (ha perso peso, urina poco o nulla, ha la bocca asciutta, è stanco e affaticato) Continua ad avere scariche liquide, dolori alla pancia e non riesce a prendere né cibo, né medicine Siete molto preoccupate per la salute di vostro figlio!! 7 PUERPERIO_italiano.indd 7 12/05/14 13:44

8 Tosse La tosse è un meccanismo utile perchè vengono allontanate le sostanze nocive che cercano di introdursi nei polmini. La tosse può essere secca oppure con catarro. Può durare poco (si chiama acuta) oppure anche più di tre settimane (si chiama cronica). Può essere causata da infezioni virali (faringite, laringite, tracheite o bronchite) a cui possono essere più esposti i bambini che frequentano gli asili nido e le scuole materne; ma anche dal fumo e sostanze irritanti che sono nell ambiente. La tosse può essere così forte da svegliare il bambino e provocargli vomito o renderlo molto sofferente!! DEVI CHIAMARE IL PEDIATRA SE IL BAMBINO: continua a tossire respira con difficoltà sembra fare fatica a respirare, anche quando non ha la tosse c è del sangue nel muco è o sembra molto sofferente è presente febbre da più di 3 giorni e la tosse dura da più di 2 settimane la tosse disturba il sonno del piccolo o lo fa vomitare I dentini Ogni neonato appena nato ha già nelle sue gengive quelli che saranno i futuri dentini; per poterli vedere spuntare tuttavia si deve aspettare tra il sesto e l ottavo mese, ma non è una regola; quando compaiono i dentini il bambino può fare molta saliva, può avere voglia di mordicchiare tutto quello che ha in bocca, avere le gengive gonfie, essere irrequieto, soprattutto di notte. Può anche comparire febbre, diarrea e brochite. I denti da latte sono destinati a cadere ma bisogna tuttavia averne cura; è necessario innanzitutto evitare assolutamente di dolcificare il succhiotto con zucchero o miele e pulire i dentini con uno spazzolino bagnato. Febbre Si considera febbre una temperatura del corpo sopra a 38 C nella misurazione dal sederino (rettale) o 37,5 C nella misurazione sotto le ascelle. Per misurare la febbre è importante usare il termometro e non fidarsi della propria percezione. Per la misurazione per via rettale devi sdraiare il bambino su un fianco o a pancia in giù, devi spalmare sul bulbo del termometro un po di olio o acqua e, tenendo accostati i glutei, devi introdurre il termometro per circa 2 cm, tenendo fermo il bambino per tutto il tempo della misurazione. Per leggere poi l il valore della temperatura misurata, ricordati che la misurazione rettale è superiore di mezzo grado a quella delle ascelle (per esempio, un valore di 38 C di temperatura rettale corrisponde a circa 37,5 C di temperatura ascellare). La febbre di per sè non è una malattia, anzi difende l organismo del bambino contro le infezioni. Però in caso di febbre elevata devi chiamare il pediatra. Può essere utile attaccare al seno il neonato più del solito, evitare di coprirlo eccessivamente, non forzarlo a mangiare se non vuole. QUANDO LA MAMMA E TRISTE Diventare mamma è un grande cambiamento per la vita della donna, che talvolta può renderla più fragile. La mamma puà avere ansia, tristezza, voglia di piangere senza ragione, sentirsi sempre stanca, irritabile, avere mal di testa e sentisi sempre inadeguata soprattutto nei confronti del suo bambino. Questa leggera depressione, chiamata Baby blues, si risolve di solito nel giro di qualche giorno o settimana; comunque ti consigliamo di non sottovalutare questi sintomi, di parlarne con il tuo medico o di andare al consultorio, dove l ostetrica ti ascolterà e ti consiglierà su cosa ti può aiutare. Fa bene ad ogni mamma condividere con altre mamme queste emozioni, non devi mai chiuderti in te stessa, chiedi aiuto appena ne senti il bisogno. 8 PUERPERIO_italiano.indd 8 12/05/14 13:44

9 ALCUNE INFORMAZIONI UTILI PER LA FUTURA MAMMA Tutte le donne in gravidanza, anche se staniere non regolari, hanno diritto all assistenza gratuita presso gli ospedali pubblici e le strutture accreditate, per alcuni esami e per alcune visite specialistiche, per i corsi di accompagnamento alla nascita, per il ricovero in ospedale per il parto e le cure per eventuali malattie. Le donne in situazioni di grave difficoltà, possono rivolgersi agli Enti Locali (Comuni, Municipi, servizi territoriali) o a specifiche Associazioni che prevedono interventi concreti di aiuto e di sostegno sociale, psicologico e in alcuni casi economico. Al momento del parto, le donne hanno diritto a partorire in ospedale e a scegliere di non riconoscere il figlio appena nato; questo non è considerato un reato, non le espone a nessun tipo di segnalazione alle autorità e il nome della donna non verrà mai indicato! Prima del parto e anche se ha già partorito, la donna dovrà dichiarare che non intende riconoscere il neonato; il bambino resterà in ospedale e in breve tempo sarà affidato a una famiglia che si prenderà cura di lui. I cittadini stranieri extracomunitari senza permesso di soggiorno e senza possibilità economiche hanno diritto all iscrizione STP (straniero temporaneamente presente). Hanno quindi diritto alle cure urgenti, tra cui la tutela della maternità e le vaccinazioni per il bambino. Il tesserino STP dura 6 esi ed è rinnovabile. L iscrizione anagrafica del bambino deve essere fatta: negli uffici anagrafici del Comune dove risiede la mamma, o del Comune dove è avvenuto il parto, entro 10 giorni dalla nascita oppure presso l ospedale dove ha partorito, entro 3 giorni dalla nascita I documenti necessari sono: l attestato di nascita rilasciato dall ospedale e il documento valido dei genitori. Con la dichiarazione di nascita non puoi essere denunciata o espulsa! Anche il padre del bambino, se non è regolare e se non è sposato con te, può effettuare il riconoscimento del figlio senza correre alcun rischio. Per i tuoi diritti come mamma lavoratrice, chiedi al consultorio come devi fare!!! 9 PUERPERIO_italiano.indd 9 12/05/14 13:44

10 CONSIGLI PER LA PREVENZIONE DEGLI INCIDENTI La sicurezza del vostro bambino dipende dalla cura e dall attenzione che avrete per allontanarlo dai pericoli. Ma questa giusta protezione deve anche rispettare la normale curiosità e desiderio di conoscenza del piccolo, che dovrà sperimentare situazioni sempre nuove. IN CASA La casa viene di solito considerata l ambiente più sicuro per il neonato, ma non è così. Per questo ricorda di fare sempre attenzione: a non farlo cadere dal fasciatoio, dal letto, dal lavandino, dalla carrozzina a non mettere la culla o l ovetto troppo vicino a fonti di calore come le stufe a lasciare la culla o il passeggino sul balcone, o in giardino, o sulla spiaggia, sotto il sole alla temperatura dell acqua del bagnetto a non usare borotalco a non cucinare e usare pentole, caffettiere, ecc vicino a lui agli oggetti messi su mensole vicino alla culla, perchè possono cadere ai giochi dei fratellini, perchè possono lanciare giocattoli e quindi a tenere sempre sotto controllo la culla, il lettino o il passeggino quando i fratellini si avvicinano al neonato a tutto quello che può mettere in bocca e ingerire (come parti di giocattolo, tappi di piccole dimensioni) IN VIAGGIO Auto Il piccolo deve stare sul seggiolino, sul sedile davanti, in senso contrario alla direzione di marcia, oppure sul sedile di dietro; il seggiolino deve essere fissato al sedile con la cintura di sicurezza. Il piccolo non deve mai stare disteso nella propria culla appoggiata sul sedile posteriore, anche se bloccata con le cinture di sicurezza; non deve quindi essere utilizzata la normale culla quando si viaggia in auto.tutte le altre sistemazioni (come tenere neonato in braccio, o seduto sul sedile posteriore, ecc), sono molto pericolose in caso di frenata o di urto dell auto e sono vietate dalla legge. Altri mezzi di trasporto Sui mezzi pubblci il neonato deve stare in un marsupio ben agganciato; l adulto deve stare molto attento a muoversi e a fare molta attenzione agli schiacciamenti e alle possibili cadute. 10 PUERPERIO_italiano.indd 10 12/05/14 13:44

11 PUERPERIO_italiano.indd 11 12/05/14 13:44

12 copertina_puerperio.pdf 1 14/04/14 15:55 C M Y CM MY CY CMY K PUERPERIO_italiano.indd 12 12/05/14 13:44

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani

Antibiotici. quandosì quandono. Lavarsi le mani Antibiotici quandosì quandono Lavarsi le mani semplice ma efficace Lavarsi le mani è il modo migliore per arrestare la diffusione delle infezioni respiratorie. L 80% delle più comuni infezioni si diffonde

Dettagli

ALLATTAMENTO AL SENO Elementi informativi per gli operatori

ALLATTAMENTO AL SENO Elementi informativi per gli operatori a cura del Comitato nazionale multisettoriale per l allattamento materno 1. Tutte le mamme hanno il latte Allattare al seno è un gesto naturale. Fin dall inizio del mondo, attraverso il proprio latte le

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza

Con la vaccinazione l influenza si allontana. La prevenzione dell influenza Con la vaccinazione l influenza si allontana La prevenzione dell influenza La vaccinazione antinfluenzale è il mezzo più efficace di protezione dalla malattia e di riduzione delle sue complicanze per le

Dettagli

qualità uniche, ma è anche molto di più.

qualità uniche, ma è anche molto di più. 1 Care mamme, cari papà, è a voi pr ima di tutto c he è r ivolta questa piccola guida, che accompagnerà la campagna per l allattamento al s e n o promossa dal Ministero della Salute. Lo slogan scelto è:

Dettagli

INFLUENZA. Che cos è

INFLUENZA. Che cos è INFLUENZA Che cos è L influenza è una malattia infettiva provocata da virus del genere Othomixovirus che colpiscono le vie aeree come naso, gola e polmoni. I soggetti colpiti nel nostro Paese vanno dai

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

Parts of my Pop-in... 7 8a

Parts of my Pop-in... 7 8a A C 5 B Parts of my Pop-in... 5 6 0 D 9 7 8a 8b IT IMPORTANTE! CONSERVARE LE ISTRUZIONI PER CONSULTAZIONI FUTURE Come usare i Pop-in Precauzioni d uso Non usare ammorbidenti con i vostri Pop-in. Non usare

Dettagli

Quando nasce un bambino

Quando nasce un bambino Quando nasce un bambino DIPARTIMENTO DELLA PREVENZIONE E COMUNICAZIONE Direzione Generale della Comunicazione e Relazioni Istituzionali Prefazione Una corretta informazione riveste un importanza fondamentale

Dettagli

FONDAZIONE IRCCS CA GRANDA

FONDAZIONE IRCCS CA GRANDA FONDAZIONE IRCCS CA GRANDA OSPEDALE MAGGIORE POLICLINICO Benvenuti in maternità DIPARTIMENTO PER LA SALUTE DELLA DONNA, DEL BAMBINO E DEL NEONATO U.O. DI NEONATOLOGIA E TERAPIA INTENSIVA NEONATALE 1 Con

Dettagli

Flauto Polmonare/Lung Flute

Flauto Polmonare/Lung Flute Flauto Polmonare/Lung Flute Modello per TERAPIA, DOMICILIO, IGIENE BRONCHIALE Manuale di istruzioni per il paziente: Il Flauto Polmonare è generalmente indicato per una terapia a pressione respiratoria

Dettagli

dell ALLATTAMENTO al SENO

dell ALLATTAMENTO al SENO ABC dell ALLATTAMENTO al SENO Ogni Ospedale del Trentino dovrebbe avere come punti di riferimento i 10 passi proposti dall UNICEF per essere un Ospedale Amico del bambino : 1 avere un protocollo scritto

Dettagli

PER LA GESTIONE INFORMATIVO

PER LA GESTIONE INFORMATIVO Dipartimento Cardio-Toraco-Vascolare e di Area Critica Direttore Dott. L. Zucchi UNITA DI TERAPIA SEMINTENSIVA RESPIRATORIA (UTSIR) OPUSCOLO INFORMATIVO PER LA GESTIONE A DOMICILIO DELLA TRACHEOSTOMIA

Dettagli

4. Conoscere il proprio corpo

4. Conoscere il proprio corpo 4. Conoscere il proprio corpo Gli esseri viventi sono fatti di parti che funzionano assieme in modo diverso. Hanno parti diverse che fanno cose diverse. Il tuo corpo è fatto di molte parti diverse. Alcune

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

Quello che Dovete Sapere Quando Salta la Corrente Elettrica

Quello che Dovete Sapere Quando Salta la Corrente Elettrica Quello che Dovete Sapere Quando Salta la Corrente Elettrica Sicurezza del Cibo Se rimanete senza corrente per meno di 2 ore, il cibo nel vostro frigorifero e congelatore si potrà consumare con sicurezza.

Dettagli

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna Sono 33. Obiettivo: un CpF per ogni distretto sanitario. 10 sono in Romagna Aree di attività dei CpF: Informazione (risorse e servizi per bambini e genitori,

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

COS E LA BRONCOSCOPIA

COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA COS E LA BRONCOSCOPIA La broncoscopia è un esame con cui è possibile osservare direttamente le vie aeree, cioè laringe, trachea e bronchi, attraverso uno strumento, detto fibrobroncoscopio,

Dettagli

10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori

10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori L ergonomia al microscopio 10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori 1 Regolare correttamente l altezza della sedia. Per lavorare in maniera confortevole è importante adattare gli

Dettagli

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI

VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI VAD O VED POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI 1 Questo schema di cura impiega i seguenti farmaci: vincristina, doxorubicina (adriamicina) o epidoxorubicina, cortisone. Le informazioni contenute in questo modello

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe

Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate serena ai nostri amici a quattrozampe Direzione Generale della sanità animale e dei farmaci veterinari Direzione Generale della comunicazione e delle relazioni istituzionali Il caldo e la salute degli animali domestici Come garantire un estate

Dettagli

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future.

TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO. Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. TERMOMETRO DIGITALE MODELLO TE01B MANUALE D USO Leggere attentamente le istruzioni prima dell utilizzo o conservarle per consultazioni future. ATTENZIONE: Utilizzare il prodotto solo per l uso al quale

Dettagli

Prevenzione dell allergia ad inalanti

Prevenzione dell allergia ad inalanti Prevenzione dell allergia ad inalanti La patologia allergica respiratoria è molto frequente nella popolazione generale: la sua prevalenza si aggira in media intorno al 10-15%. Inoltre, negli ultimi 20

Dettagli

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: Prof. Paolo Perri ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo opuscolo

Dettagli

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV)

Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Altre informazioni sul papilloma virus (HPV) Questo è un documento di approfondimento sull HPV. Prima di leggerlo guardate le informazioni di base contenute in Alcune informazioni sull esame per il papilloma

Dettagli

Introduzione. Alessandro Centi

Introduzione. Alessandro Centi Introduzione La PEDIATRICA SPECIALIST nasce nel 2012 e si avvale dell esperienza e del know-how formulativo di Pediatrica, consolidata azienda del settore parafarmaceutico da sempre orientata ai bisogni

Dettagli

Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario

Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario Il lavoro sedentario può essere all origine di vari disturbi, soprattutto se il posto di lavoro è concepito secondo criteri non

Dettagli

BORTEZOMIB (Velcade)

BORTEZOMIB (Velcade) BORTEZOMIB (Velcade) POTENZIALI EFFETTI COLLATERALI Le informazioni contenute in questo modello sono fornite in collaborazione con la Associazione Italiana Malati di Cancro, parenti ed amici ; per maggiori

Dettagli

Spunti tratti dal libro Da 0 a 3 anni di Piero Angela IL BAMBINO. Introduzione Aspetti generali

Spunti tratti dal libro Da 0 a 3 anni di Piero Angela IL BAMBINO. Introduzione Aspetti generali Spunti tratti dal libro Da 0 a 3 anni di Piero Angela IL BAMBINO Introduzione Aspetti generali Lo sviluppo del cervello inizia prima della nascita e deve incrementarsi nelle fasi fondamentali fino ai primi

Dettagli

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta

Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL. Barrare la risposta corretta Centro Documentazione SerT Arezzo COSA NE SO? QUESTIONARIO DI VALUTAZIONE DELLE CONOSCENZE POSSEDUTE SU DROGHE E ALCOL Barrare la risposta corretta A cura della Dott.ssa Cristina Cerbini Febbraio 2006

Dettagli

Dai tuoi primi mesi ai suoi primi passi

Dai tuoi primi mesi ai suoi primi passi Weleda nel mondo Presente in più di 60 paesi, in 5 continenti Più di 1700 impiegati Possiede esclusivi centri SPA a New York, Giappone e Parigi Distribuisce in farmacia, parafarmacia, erboristeria e in

Dettagli

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio?

4. Quali possono essere le complicazioni dell influenza e quali sono le persone a rischio? Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della sanità pubblica UFSP Malattie trasmissibili Stato al 05.10.2010 FAQ Influenza stagionale 1. Cos è l influenza? 2. Come si trasmette l influenza?

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Occhio alle giunture La migliore prevenzione

Occhio alle giunture La migliore prevenzione Occhio alle giunture La migliore prevenzione 1 Suva Istituto nazionale svizzero di assicurazione contro gli infortuni Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Telefono 041

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie?

Le profilassi del lattante: la vitamina D, la vitamina K e la carie? L allattamento al seno esclusivo è il nutrimento ideale per il bambino, sufficiente per garantire un adeguata crescita per i primi 6 mesi; il latte materno è unanimemente considerato il gold standard in

Dettagli

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale

LE SCALE M U S I C A PER LA TUA SALUTE CALORIE AUTOSTIMA LONGEVITÀ EFFICIENZA. Aumenti la tua salute, se sali le scale. Perdi peso, se sali le scale SALUTE Aumenti la tua salute, CALORIE Perdi peso, AUTOSTIMA Accresci la tua autostima, LONGEVITÀ Allunghi la tua vita, EFFICIENZA Potenzi i tuoi muscoli e migliori il tuo equilibrio, LE SCALE M U S I C

Dettagli

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità

Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Scopri qual è il tuo potenziale di salute e longevità Passo numero 1: TESTA LA TUA DIGESTIONE Questo primo breve test ti serve per capire com è adesso la tua digestione, se è ancora buona ed efficiente

Dettagli

SCHEDE INFORMATIVE SUI POLMONI www.european-lung-foundation.org

SCHEDE INFORMATIVE SUI POLMONI www.european-lung-foundation.org Lo scopo di questa scheda informativa è illustrare alle persone affette da broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) e ai loro amici e familiari il modo migliore per poter vivere una vita normale con

Dettagli

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza

acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. acqua Bevi ogni giorno in abbondanza 5. Bevi ogni giorno acqua in abbondanza Nell organismo umano l acqua rappresenta un costituente essenziale per il mantenimento della vita, ed è anche quello presente

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare

La PET/CT. con. Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Informazione per pazienti. Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Informazione per pazienti La PET/CT con Gallio-DOTATOC ( 68 Ga-DOTATOC) Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate Medicina Nucleare Dott. Annibale Versari - Direttore INDICE Cos è e come funziona la

Dettagli

"#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro

#$%&'()! *$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()!"*$!$*#+#!,)!$-%#.# Cos é un solvente? Molte sostanze chimiche, usate per distruggere o diluire altre sostanze

Dettagli

«Top 10» per l inverno

«Top 10» per l inverno «Top 10» per l inverno Suva Sicurezza nel tempo libero Casella postale, 6002 Lucerna Informazioni Tel. 041 419 51 11 Ordinazioni www.suva.ch/waswo-i Fax 041 419 59 17 Tel. 041 419 58 51 Autori dott. Hans

Dettagli

Categoria Numero di partenza Posizione Sam 3

Categoria Numero di partenza Posizione Sam 3 Compito Categoria Numero di partenza Posizione Tempo: 10 minuti Leggere attentamente il questionario allegato. Rispondere alle domande sul tema. Nel contempo si tratta di risolvere un caso pratico. Per

Dettagli

Giacinto Bonanome. Scuola dell Infanzia Asilo Nido Integrato

Giacinto Bonanome. Scuola dell Infanzia Asilo Nido Integrato Centro d Infanzia Giacinto Bonanome Via San Marco 217 37050 Isola Rizza (Vr) Asilo Nido Integrato Progetto psicopedagogico DELLA SEZIONE API Anno scolastico 2013/2014 Centro d Infanzia Giacinto Bonanome

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42

Cos è il diabete? Qual è effettivamente il problema? Parliamo di diabete N. 42 Parliamo di diabete N. 42 Revisione agosto 2010 Cos è il diabete? What is diabetes? - Italian Diabete è il nome dato a un gruppo di diverse malattie in cui vi è troppo glucosio nel sangue. Il pancreas

Dettagli

Istituto Superiore di Sanità Centro Nazionale Sostanze Chimiche

Istituto Superiore di Sanità Centro Nazionale Sostanze Chimiche REGOLAMENTO (CE) N. 1272/2008 Consigli di prudenza Consigli di prudenza di carattere generale P101 P102 P103 In caso di consultazione di un medico, tenere a disposizione il contenitore o l etichetta del

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro

Apparato scheletrico. Le funzioni dello scheletro Apparato scheletrico Le funzioni dello scheletro Lo scheletro ha la funzione molto importante di sostenere l organismo e di dargli una forma; con l aiuto dei muscoli, a cui offre un attacco, permette al

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI

MANUALE DI GESTIONE GOVERNO QUOTIDIANO DEGLI ANIMALI MANUALE DI GESTIONE Breve descrizione del canile (fabbricati: box, locali accessori). Modalità di approvvigionamento idrico e smaltimento reflui animali. Individuazione responsabile generale (titolare)

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

IL BENESSERE DELLE GAMBE

IL BENESSERE DELLE GAMBE IL BENESSERE DELLE GAMBE Se la circolazione venosa non funziona come dovrebbe, il normale ritorno del sangue dalle zone periferiche del corpo al cuore risulta difficoltoso. Il flusso sanguigno infatti,

Dettagli

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA

Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore ARTRITI DA Dipartimento Medicina Interna e Specialità Mediche Reumatologia Dott. Carlo Salvarani - Direttore LA GOTTA ED ALTRE ARTRITI DA CRISTALLI REGGIO EMILIA,, APRILE 2007 La Gotta ed altre Artriti da Cristalli

Dettagli

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port

Cattedra e Divisione di Oncologia Medica. Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Il Port Cattedra e Divisione di Oncologia Medica Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Il Port Dott. Roberto Sabbatini Dipartimento Misto di Oncologia ed Ematologia Università degli Studi di Modena

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

PICC e Midline. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia

PICC e Midline. Guida per il Paziente. Unità Operativa di Anestesia PICC e Midline Guida per il Paziente Unità Operativa di Anestesia INDICE Cosa sono i cateteri PICC e Midline Pag. 3 Per quale terapia sono indicati Pag. 4 Quando posizionare un catetere PICC o Midline

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

Fatti sull eroina. Cos è l eroina? Recettori nel cervello. Tolleranza e dipendenza. Sintomi di astinenza

Fatti sull eroina. Cos è l eroina? Recettori nel cervello. Tolleranza e dipendenza. Sintomi di astinenza Fatti sull eroina L eroina è una droga che induce in breve tempo una grave forma di dipendenza. L assuefazione veloce allo stupefacente fa sì che colui che ne dipende abbia bisogno di quantità sempre più

Dettagli

Calore e temperatura. Calore e temperatura. Cos'è il calore? Il calore si chiama anche energia termica.

Calore e temperatura. Calore e temperatura. Cos'è il calore? Il calore si chiama anche energia termica. sono due cose diverse (in scienze si dice sono due grandezze diverse). 01.1 Cos'è il calore? Per spiegare cos è il calore facciamo degli esempi. Esempi: quando ci avviciniamo o tocchiamo un oggetto caldo

Dettagli

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD)

Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Pædiatric Rheumatology InterNational Trials Organisation Deficit di Mevalonato Chinasi (MKD) (o Sindrome da Iper-IgD) Che cos è? Il deficit di mevalonato chinasi è una malattia genetica. E un errore congenito

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

Pidocchi?... non perdiamo la testa

Pidocchi?... non perdiamo la testa Pidocchi?... non perdiamo la testa INFORMAZIONI SULLA PEDICULOSI DEL CAPO Ripartizione Sanità Indice Prefazione... 01 01 INTRODUZIONE... 03 02 COME AVVIENE IL CONTAGIO?... 07 03 PREVENZIONE... 09 04 TRATTAMENTO:

Dettagli

Claudia Aiello: «Di notte il respiro si interrompeva ogni tre minuti.»

Claudia Aiello: «Di notte il respiro si interrompeva ogni tre minuti.» E di z i o ne //// 1/ 2 0 14 Claudia Aiello: «Di notte il respiro si interrompeva ogni tre minuti.» Fatti riguardanti l apnea da sonno In Svizzera circa 150 000 persone soffrono di apnea da sonno. I sintomi

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

NIDO D'INFANZIA "CARLO MARIA SPADA" PROGETTAZIONE DIDATTICA SEZIONE ANATROCCOLI BLU (12-24 MESI)

NIDO D'INFANZIA CARLO MARIA SPADA PROGETTAZIONE DIDATTICA SEZIONE ANATROCCOLI BLU (12-24 MESI) NIDO D'INFANZIA "CARLO MARIA SPADA" PROGETTAZIONE DIDATTICA SEZIONE ANATROCCOLI BLU (12-24 MESI) ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PRESENTAZIONE DELLA SEZIONE EDUCATRICI: SANGIORGI LINDA VENTURA MARIA ANGELA PASINI

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Guida per l uso corretto di mascherine chirurgiche e respiratori per ridurre la trasmissione del nuovo virus influenzale AH1N1v

Guida per l uso corretto di mascherine chirurgiche e respiratori per ridurre la trasmissione del nuovo virus influenzale AH1N1v Guida per l uso corretto di mascherine chirurgiche e respiratori per ridurre la trasmissione del nuovo virus influenzale AH1N1v Agg Agosto 2009 Questo documento si propone di fornire indicazioni sull uso

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

Ergonomia in uffi cio. Per il bene della vostra salute

Ergonomia in uffi cio. Per il bene della vostra salute Ergonomia in uffi cio Per il bene della vostra salute Ogni persona è unica, anche per quanto riguarda la struttura corporea. Una postazione di lavoro organizzata in modo ergonomico si adatta a questa individualità.

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

I tiri principali nel badminton

I tiri principali nel badminton I tiri principali nel badminton 4 2 3 5 6 1 Drop a rete 2 Pallonetto (lob) 3 Drive 4 Clear 5 Drop 6 Smash (schiacciata) 1 Traiettoria Definizione Impugnatura 1 Drop a rete Rovescio Sequenza fotografica

Dettagli

Difetti del ciclo dell urea Una guida per i pazienti, i genitori e i familiari

Difetti del ciclo dell urea Una guida per i pazienti, i genitori e i familiari Difetti del ciclo dell urea Una guida per i pazienti, i genitori e i familiari Jane Gick www.e-imd.org Indice Introduzione...3 Il metabolismo...4 Ecco come l organismo utilizza le proteine...4 Quali sono

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

Perché è importante che i pulcini siano a proprio agio?

Perché è importante che i pulcini siano a proprio agio? Controlla che I tuoi pulcini siano a proprio agio Perché è importante che i pulcini? Quando I pulcini nascono non sono in grado di controllare la loro temperatura corporea. La corretta temperatura di stoccaggio

Dettagli

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale

Yoga Nidra Yoga Nidra è una forma di riposo psichico e psicologico più efficace del sonno normale Quant è difficile rilassarsi veramente e profondamente anche quando siamo sdraiati e apparentemente immobili e distesi, le tensioni mentali, le preoccupazioni della giornata e le impressioni psichiche

Dettagli

BacPac con LCD. Manuale dell utente + Informazioni sulla garanzia

BacPac con LCD. Manuale dell utente + Informazioni sulla garanzia BacPac con LCD Manuale dell utente + Informazioni sulla garanzia AGGIORNAMENTO FIRMWARE Per determinare se è necessario effettuare un aggiornamento del firmware, seguire questi passi: Con l apparecchio

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Come moltiplicare l intelligenza del tuo bimbo da 0 a 3 anni.

Come moltiplicare l intelligenza del tuo bimbo da 0 a 3 anni. Come moltiplicare l intelligenza del tuo bimbo da 0 a 3 anni. Ebook gratuito A cura della D.ssa Liliana Jaramillo, Psicologa ed esperta in stimolazione infantile http://www.bimbifelicionline.it Copyright

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO

ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO ALLENARSI CON LA FASCIA CARDIO Come effettuare il monitoraggio dei nostri allenamenti? Spesso è difficile misurare il livello di sforzo di una particolare gara o sessione di allenamento. Come vi sentite?

Dettagli

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico.

La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. La Salute dei denti e della bocca nel paziente oncologico. Per migliorare il grado di informazione dei pazienti su alcuni importanti argomenti (quali ad esempio le terapie svolte, l alimentazione da seguire

Dettagli

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua.

La DIGESTIONE. I principi nutritivi sono: le proteine, i glucidi, i lipidi, le vitamine, i sali minerali e l acqua. La DIGESTIONE Perché è necessario nutrirsi? Il corpo umano consuma energia per muoversi, pensare, mantenere la temperatura costante, ma anche solo per riposarsi. Il consumo minimo di energia è detto metabolismo

Dettagli